PIANO REGIONALE DI GESTIONE DEI RIFIUTI SPECIALI

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PIANO REGIONALE DI GESTIONE DEI RIFIUTI SPECIALI"

Transcript

1 ASSESSORADU DE SA DEFENSA DE S AMBIENTE ASSESSORATO DELLA DIFESA DELL AMBIENTE PIANO REGIONALE DI GESTIONE DEI RIFIUTI SPECIALI VALUTAZIONE AMBIENTALE STRATEGICA E VALUTAZIONE DI INCIDENZA DICHIARAZIONE DI SINTESI APPROVATO CON DELIBERAZIONE DI GIUNTA REGIONALE N. 50/17 DEL

2 1. PREMESSA Il presente dcument intende illustrare in che md le cnsiderazini ambientali sn state integrate nel Pian Reginale di Gestine dei Rifiuti Speciali (PRGRS) e cme si è tenut cnt del Rapprt Ambientale e degli esiti delle cnsultazini. 2. ASPETTI PROCEDURALI Il Servizi tutela dell atmsfera e del territri dell Assessrat della difesa dell ambiente della Regine Autnma della Sardegna, in qualità di Autrità Prcedente, ha avviat il prcediment di Valutazine Ambientale Strategica del PRGRS cn cmunicazine n del Successivamente all avvi del prcediment di VAS, si è tenut un prim incntr di Scping, il girn 5 aprile 2011 press la sede reginale di Cagliari, sala riunini dell Assessrat della Difesa dell Ambiente, al quale sn stati invitati i seguenti Enti e sggetti cn cmpetenza ambientale: Sggetti cmpetenti in materia ambientale: 1. Prvince della Sardegna (Cagliari, Carbnia-Iglesias, Nur, Ogliastra, Oristan, Olbia- Tempi, Sassari, Medi Campidan) 2. Servizi dell Assessrat della difesa dell ambiente Servizi Sstenibilità ambientale e valutazine impatti (S.A.V.I.) Servizi Tutela della natura Servizi Tutela del sul e plitiche frestali 3. Presidenza della regine Autnma della Sardegna - Direzine generale Agenzia reginale del distrett idrgrafic della Sardegna 4. Assessrati reginali - Direzini generali Assessrat della difesa dell ambiente - Direzine generale del Crp frestale e di vigilanza ambientale (C.F.V.A.) Assessrat dell'agricltura e rifrma agr-pastrale - Direzine generale dell agricltura e rifrma agr-pastrale 5. Assessrat degli enti lcali, finanze e urbanistica - Direzine generale della pianificazine urbanistica territriale e della vigilanza edilizia Servizi tutela paesaggistica 6. Agenzie reginali Pian Reginale di Gestine dei Rifiuti Speciali Valutazine Ambientale Strategica, Dichiarazine di Sintesi 2

3 Agenzia reginale per la prtezine dell'ambiente della Sardegna (A.R.P.A. Sardegna) 7. Enti gestri delle aree prtette Durante ed a seguit dell incntr di scping sn state frmulate sservazini da parte dei seguenti Enti: ARPAS; Prvincia di Cagliari, Settre Eclgia e Plizia Prvinciale; Assessrat reginale Enti lcali, finanze e urbanistica - Servizi tutela paesaggistica per la Prvincia di Olbia- Tempi; Regine Autnma Sardegna, Direzine Generale dell Ambiente, Servizi della Sstenibilità Ambientale, Valutazine Impatti e Sistema Infrmativ Ambientale; Prvincia di Sassari, Settre VIII Ambiente Agricltura; Prvincia di Oristan, Settre Ambiente e sul; Prvincia di Carbnia Iglesias, Servizi Tutela del Territri; Prvincia di Nur, Settre Ambiente, Agricltura e Plizia Prvinciale; CONAI. Di tali sservazini e cntributi si è tenut cnt sprattutt nella fase di definizine dei cntenuti del Rapprt Ambientale. A cnclusine dei lavri di studi e analisi è stat pubblicat l avvis di depsit della Prpsta di Pian e della relativa Prpsta di Rapprt Ambientale sul BURAS n. 26 del 7 giugn Parte I e II; In relazine alla prcedura di VAS, sn stati resi dispnibili 60 girni a decrrere dalla data di pubblicazine sul B.U.R.A.S dell avvenut depsit dei dcumenti di Pian, affinché i prtatri di interesse ptesser presentare le sservazini alla Prpsta adttata. Al fine di garantire la più ampia partecipazine alle scelte pianificatrie e illustrare i cntenuti della prpsta di Pian e del Rapprt Ambientale si sn svlti incntri territriali press i cntesti maggirmente interessati dalla presenza di attività prduttive: - Area di Cagliari: incntr svltsi il 10 lugli 2012 press il Centr Servizi del CACIP, Area industriale di Macchiareddu (Assemini); - Area di Prtscus: incntr svltsi l 11 lugli 2012 press il Cnsrzi Industriale Prvinciale di Carbnia-Iglesias (SICIP), Agglmerat industriale Prtvesme, Prtscus (CI); - Area di Macmer: incntr svltsi il 17 lugli 2012 press il Cnsrzi Industriale di Macmer, Z.I. Tssil; - Area di Sassari: incntr svltsi il 18 lugli 2012 press il Cnsrzi Industriale Prvinciale (CIP) di Sassari, Zna Industriale Lcalità Pnte Rman Prt Trres; A tali incntri, ltre ai sggetti cn cmpetenza ambientale precedentemente elencati, sn stati invitati i seguenti sggetti ptenzialmente interessati alla gestine dei rifiuti: Assciazine Nazinale Cmuni Italiani (A.N.C.I.) e Unine Prvince Sarde (U.P.S.) Pian Reginale di Gestine dei Rifiuti Speciali Valutazine Ambientale Strategica, Dichiarazine di Sintesi 3

4 Assessrati reginali - Direzini generali Assessrat reginale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sciale - Direzine generale della sanità Assessrat reginale dell industria - Direzine generale dell'industria Assessrat reginale dei lavri pubblici - Direzine generale dei lavri pubblici Assessrat reginale dei trasprti - Direzine generale dei trasprti Assessrat reginale del turism, artigianat e cmmerci - Direzine generale del turism, artigianat e cmmerci Agenzie reginali Agenzia per la ricerca in agricltura (Agris Sardegna) Agenzia reginale per l attuazine dei prgrammi in camp agricl e per l svilupp rurale (Lare) Aziende sanitarie lcali e Aziende spedaliere (A.S.L. di Sassari, Olbia, Nur, Lanusei, Oristan, Sanluri, Carbnia, Cagliari, A.O. Brtzu, Azienda spedalier-universitaria di Cagliari, Azienda spedalier-universitaria di Sassari) Autrità Prtuali e Direzini Marittime Gestri degli impianti di trattament e smaltiment rifiuti speciali Cnsrzi industriali della Sardegna Assciazini di categria (industriali, artigiani, cltivatri, cmmercianti, peratri turistici, etc.) Cnsrzi Nazinale Imballaggi (CONAI) Cnsrzi nazinale istituit per assicurare la racclta e il crrett riciclaggi delle batterie al pimb esauste e dei rifiuti pimbsi (COBAT) Cnsrzi Obbligatri degli Oli Usati (COOU) Cnsrzi Obbligatri Nazinale di racclta e recuper di Oli e grassi vegetali ed animali Esausti (CONOE) Cnsrzi Nazinale per il riciclaggi di rifiuti dei beni a base di plietilene (POLIECO) Centr di crdinament R.A.E.E. Assciazini di cnsumatri Assciazini ambientaliste nazinali cn rappresentanza lcale Organizzazini sindacali Pian Reginale di Gestine dei Rifiuti Speciali Valutazine Ambientale Strategica, Dichiarazine di Sintesi 4

5 Nel crs degli incntri territriali sn state avanzate richieste di chiarimenti ed sservazini da parte dei seguenti sggetti: Prvincia di Oristan; Legambiente Sardegna; Prvincia Carbnia-Iglesias; ARPAS Dipartiment Carbnia-Iglesias; F.D.G. s.r.l.; Centr Carni s.r.l.; Maur Aresu cittadin; Antni Lallai - Università di Cagliari; S.G.S. Italia s.p.a.; Servizi SAVI - Assessrat Difesa dell Ambiente; Sardigna Libera; Habitat Sardegna s.r.l.; CIP di Sassari; ASL - SPRESAL Sassari; ASL n.1 di Sassari. Durante il perid previst per la presentazine di sservazini sn pervenuti cntributi da parte dei seguenti sggetti: FDG srl Stccaggi trattament recuper pneumatici furi us; Prvincia di Carbnia Iglesias Area dei Servizi Ambientali, Servizi Tutela del Territri; EurAllumina s.p.a. Prtscus (CI); Prvincia di Sassari Settre VIII Ambiente Agricltura; Città di Iglesias Settre Urbanistica e pianificazine; Prvincia di Nur Assessrat Ambiente, Energia, Industria e Plizia Prvinciale; Prvincia di Oristan Settre Ambiente e Sul; Agenzia Reginale per la Prtezine dell Ambiente della Sardegna - Servizi valutazine e analisi ambientale; San Lrenz Scietà Cperativa Sciale - Z.I. Lc. Sa Stia Via del Centaur, Iglesias; S.E. Trand s.r.l. - S.S. 554 Km 1,600, Cagliari. Tali sservazini e cntributi sn stati valutati e hann cntribuit in diversa misura alla stesura del Rapprt Ambientale e alla definizine della prpsta tecnica di Pian. In particlare l'autrità cmpetente, in cllabrazine cn l'autrità prcedente, ha acquisit e tenut cnt delle sservazini, biezini e suggerimenti e valutat tutta la dcumentazine presentata, frmuland le relative cntrdeduzini; il Servizi tutela dell'atmsfera e del territri ha valutat le sservazini di rdine tecnic mentre il Servizi della sstenibilità ambientale e valutazine impatti ha verificat gli aspetti che pssn avere impatti significativi sull'ambiente e sul patrimni culturale. L esame delle sservazini pervenute ha cmprtat una mdifica al pian; la mdifica riguarda i criteri lcalizzativi per le previsini di realizzazine di nuvi impianti di gestine dei rifiuti; ne risulta mdificata la Relazine di Pian cn la sstituzine della Tab Infine, cn Determinazine n /1216 del 07/11/2012 la Direzine Generale dell Ambiente Servizi della Sstenibilità Ambientale, Valutazine Impatti e Sistemi Infrmativi (SAVI) ha espress il Parere mtivat ai sensi dell art.15, cmma 1 del D.Lgs.152/2006 e s.m.i. nell ambit del prcediment di Valutazine Ambientale Strategica del Pian Reginale di Gestine dei Rifiuti Speciali; cn il Parere mtivat è stat altresì espress, ai sensi dell art. 5 del D.P.R. 357/97 e s.m.i., giudizi psitiv di valutazine di incidenza ambientale all attuazine del Pian Reginale di Gestine dei Rifiuti Speciali. Entrambi i pareri hann frmulat prescrizini che sn state recepite e hann determinat mdifiche alla relazine di Pian e al Rapprt Ambientale. Le prescrizini e le relative mdifiche sn nel seguit sintetizzate. Pian Reginale di Gestine dei Rifiuti Speciali Valutazine Ambientale Strategica, Dichiarazine di Sintesi 5

6 Prescrizini relative alla Relazine di Pian e al Rapprt Ambientale e mdifiche della dcumentazine di Pian 1. Il prpnente del Pian di gestine dei rifiuti prdtti dalle navi e dei residui del caric dvrà richiedere il parere di assggettabilità alla prcedura di VAS al fine di cnsentire la verifica di eventuali ulteriri effetti significativi sull'ambiente. Mdifiche alla Relazine di Pian Premessa Al termine del 3 capvers, in chiusura di paragraf, si è aggiunta la seguente frase: (..) A tal fine il prpnente del Pian di gestine dei rifiuti prdtti dalle navi e dei residui del caric dvrà richiedere all Autrità Cmpetente il parere di assggettabilità alla prcedura di VAS al fine di cnsentire la verifica di eventuali ulteriri effetti significativi sull'ambiente allegand a tal prpsit la Relazine di Pian ed una cmunicazine dalla quale emerga la presenza di eventuali effetti ambientali nn cntemplati nell ambit del PRGRS. Mdifiche al Rapprt Ambientale Cap.1. Premessa In chiusura del capitl, si è aggiunta la seguente frase: (..) A tal fine il prpnente del Pian di gestine dei rifiuti prdtti dalle navi e dei residui del caric dvrà richiedere all Autrità Cmpetente il parere di assggettabilità alla prcedura di VAS al fine di cnsentire la verifica di eventuali ulteriri effetti significativi sull'ambiente allegand a tal prpsit la Relazine di Pian ed una cmunicazine dalla quale emerga la presenza di eventuali effetti ambientali nn cntemplati nell ambit del PRGRS. 2. Al fine di cnseguire l bbiettiv di massimizzare l invi a recuper e la re immissine dei rifiuti nel cicl ecnmic, favrend il recuper di materia e di energia dal riutilizz dei rifiuti e minimizzand l smaltiment in discarica, è pprtun mnitrare il quantitativ dei rifiuti speciali recuperati, distinguendli per prvenienza: Grandi prduttri, Rifiuti da attività di cstruzine e demlizine Rifiuti da attività di bnifica e Rifiuti secndari. Mdifiche al Rapprt Ambientale.7.3.Individuazine e descrizine degli indicatri Pian Reginale di Gestine dei Rifiuti Speciali Valutazine Ambientale Strategica, Dichiarazine di Sintesi 6

7 Le tabelle degli indicatri di prestazine del sistema di gestine dei Rifiuti Speciali cn riferiment all biettiv 2: Massimizzare l invi a recuper e la reimmissine dei rifiuti nel cicl ecnmic favrend il recuper di materia e di energia dal riutilizz dei rifiuti e minimizzand l smaltiment in discarica, sn state integrate cn l aggiunta di indicatri riferiti alle prestazini del sistema gestinale per i seguenti flussi Grandi prduttri, Rifiuti da attività di cstruzine e demlizine Rifiuti da attività di bnifica e Rifiuti secndari. 3. Il mnitraggi dvrà cnsentire di misurare il raggiungiment degli biettivi di sstenibilità ambientale che il pian si pne attravers la misura degli effetti delle azini di pian finalizzate a perseguire l integrazine cn le plitiche per l svilupp sstenibile, quali ad esempi l intrduzine dei Sistemi di Gestine Ambientale nelle attività di gestine rifiuti e l impieg delle migliri tecniche dispnibili (BAT). Mdifiche al Rapprt Ambientale.7.3.Individuazine e descrizine degli indicatri La tabella degli indicatri di mnitraggi cn riferiment agli biettivi 7 ed 8: perseguire l integrazine cn le plitiche per l svilupp sstenibile, e prmuvere, per quant di cmpetenza, l svilupp di una green ecnmy reginale è stata integrata cn l aggiunta dell indicatre riferit al numer di Imprese di Gestine dei Rifiuti dtate di un sistema di Certificazine Ambientale. 4. Dvrà essere cura dell autrità prcedente quantificare le risrse finanziarie necessarie per la realizzazine del mnitraggi previst. Mdifiche al Rapprt Ambientale.7.2. Mdalità per l attuazine e la gestine del Prgramma di mnitraggi In chiusura di paragraf, è stata aggiunta la seguente frase: (..) Le risrse per l svlgiment delle attività previste sn quelle stanziate a favre dell ARPAS per le attività istituzinali. 5. Il calendari delle attività per l implementazine delle azini attuative del Pian dvrà essere aggirnat e prevedere l inizi a partire dal Mdifiche alla Relazine di Pian.16.4 Prgramma di attività per l implementazine delle azini attuative e risrse dispnibili È stata mdificata la tempistica di svilupp delle azini di Pian aggirnand la prima annualità all ann 2013 anziché (..) Pian Reginale di Gestine dei Rifiuti Speciali Valutazine Ambientale Strategica, Dichiarazine di Sintesi 7

8 Prescrizini relative all Studi di Incidenza Eclgica 1. Gli interventi di ampliament di impianti esistenti all intern del perimetr dei siti Natura 2000 dvrann essere assggettati alla prcedura di valutazine di incidenza ambientale. 2. Il prpnente degli interventi cmprtanti mdifiche sstanziali all esercizi di impianti esistenti la realizzazine di nuvi impianti di gestine rifiuti, ricadenti all estern del perimetr dei siti Natura 2000, purché entr una fascia di 2 Km da quest, dvrà richiedere il parere di assggettabilità alla prcedura di valutazine di incidenza ambientale. 3. Per i prpnenti degli interventi di ampliament di impianti esistenti realizzazine di nuvi impianti ricadenti all estern del perimetr dei siti Natura 2000 e ltre la fascia dei 2 Km da quest, nn è bbligatria la richiesta del parere di assggettabilità alla prcedura di valutazine di incidenza ambientale. 4. L eventuale ampliament degli impianti attività esistenti dvrà cmunque esser realizzat garantend un miglirament delle prestazini ambientali degli impianti. Tutte le prescrizini frmulate sn già ggett di previsine nell ambit delle prcedure lcalizzative cme pure delle prcedure relative al rilasci di autrizzazini all esercizi delle attività di gestine dei rifiuti. Tali prescrizini tuttavia precisan le casistiche pssibili in cas di mdifica di un impiant esistente e/ la realizzazine di un nuv impiant in relazine alla presenza di Siti Natura Le prescrizini nn cmprtan pertant nessuna mdifica al test, vver, nell specific, esplicitan cn maggir dettagli le cndizini citate nel 4.3 dell Studi di Incidenza. 3. MODALITÀ DI INTEGRAZIONE DELLE CONSIDERAZIONI AMBIENTALI NELL AMBITO DEL RAPPORTO AMBIENTALE Le cnsiderazini ambientali sn state tenute in cnsiderazine nella frmulazine del Pian dall inizi della sua elabrazine. La VAS, nel perseguiment dell biettiv strategic di integrare e rendere cerente il prcess di pianificazine rientandl vers la sstenibilità, cnsente l inseriment della dimensine e delle tematiche ambientali negli atti di pianificazine e prgrammazine, nnché la diretta e cstante partecipazine ai prcessi decisinali dei prtatri d interesse ambientale istituzinali, ecnmici e sciali. La valutazine ambientale deve pertant essere intesa cme un prcess che accmpagna e si integra in tutte le differenti fasi della redazine di un Pian/Prgramma cme un fattre di razinalità finalizzat ad accrescerne qualità, eccellenza ed efficacia. Pian Reginale di Gestine dei Rifiuti Speciali Valutazine Ambientale Strategica, Dichiarazine di Sintesi 8

9 Per quant cncerne il Pian Reginale di Gestine dei Rifiuti Speciali, la prgressiva integrazine dei risultati della VAS nel Pian è stata garantita dall svilupp cntestuale del Pian e della sua Valutazine Ambientale e dal cstante cnfrnt e scambi di infrmazini e dcumenti tra i gruppi di ricerca impegnati nell elabrazine dell un e dell altra. Infatti l impstazine metdlgica e l elabrazine delle diverse parti del pian in ggett sn state accmpagnate dalla cntestuale impstazine ed elabrazine della Valutazine Ambientale e dalla individuazine cllegiale degli indicatri da utilizzare nella fase di mnitraggi. Quest cstante cnfrnt e scambi ha vist mmenti particlarmente significativi nell analisi cngiunta degli effetti ambientali attesi dall implementazine delle azini e delle strategie di pianificazine. Le cnsiderazini riprtate nel capitl dedicat alla Valutazine delle ricadute ambientali delle scelte pianificatrie (Cap. 6 del Rapprt ambientale) evidenzian i significativi benefici che l scenari di Pian presenta rispett alla situazine attuale in termini di migliri prestazini del sistema di gestine (aument degli indici di recuper di materia e diminuzine del ricrs all smaltiment in discarica). Sn altresì individuate le strategie che dvrann essere perseguite per garantire il ptenziament del sistema impiantistic reginale nell ttica del cnseguiment dell autsufficienza per la gestine dei Rifiuti speciali prdtti in regine. Il Pian individua azini idnee al cnseguiment degli biettivi che cprn tutti i ptenziali ambiti di interesse: azini per la riduzine della prduzine e della periclsità dei rifiuti, azini per massimizzare l invi a recuper, azini vlte all ttimizzazine del sistema gestinale, azini a sstegn della crretta gestine di flussi specifici, azini finalizzate a perseguire l integrazine cn le plitiche per l svilupp sstenibile. Sn infine definite le tempistiche degli interventi che dvrann essere prgressivamente attivati sul territri. L integrazine dei risultati della VAS nel Pian Reginale di Gestine dei Rifiuti è stata infine assicurata dalla prgettazine cngiunta della fase dedicata al mnitraggi, dve sn stati selezinati in particlare alcuni indicatri ritenuti utili ed efficaci per la cstante valutazine ambientale del Pian in fase di attuazine. 4. IL MONITORAGGIO DEL PIANO L elabrazine di un pian di mnitraggi e cntrll degli impatti ambientali significativi derivanti dall attuazine del prgramma di gestine dei rifiuti urbani è un attività espressamente prevista dalla direttiva 42/2001/CE e dalla nrma nazinale relativa alla VAS. Per il perid di validità del Pian, il Pian di Mnitraggi prevede il calcl annuale di una serie di Indicatri sviluppati secnd il mdell DPSIR (Determinanti/Pressini/Stati/Impatti/Rispste). Pian Reginale di Gestine dei Rifiuti Speciali Valutazine Ambientale Strategica, Dichiarazine di Sintesi 9

10 Nel capitl 7 del Rapprt ambientale è stat elencat il set di indicatri individuat per il mnitraggi degli biettivi del PRGRS; ciascun degli indicatri individuati è specificamente riferit ad un degli biettivi generali del Pian. Gli indicatri sn stati selezinati in md da essere: rappresentativi, misurabili, validi da un punt di vista scientific, facili da interpretare, capaci di indicare la tendenza nel temp, sensibili ai cambiamenti. Attravers il mnitraggi sarà pssibile seguire, nel crs degli anni, l attuazine del Pian ed i sui reali effetti sulla gestine del sistema rifiuti e sulle cmpnenti ambientali. Inltre il mnitraggi cnsentirà di applicare, in cas di necessità, misure crrettive miglirative rispett a quant previst dal Pian stess, al fine di ridurre eventuali effetti negativi indesiderati sia rispett ai risultati attesi relativi alla gestine dei rifiuti speciali, sia riguard alla prgrammazine relativa ad altri settri. Pian Reginale di Gestine dei Rifiuti Speciali Valutazine Ambientale Strategica, Dichiarazine di Sintesi 10

2007-2013. Programma Interreg IV Italia - Austria 2007 2013 Cooperazione transfrontaliera

2007-2013. Programma Interreg IV Italia - Austria 2007 2013 Cooperazione transfrontaliera 2007-2013 Prgramma Interreg IV Italia - Austria 2007 2013 Cperazine transfrntaliera Base giuridica La Cmmissine eurpea ha apprvat il 18 settembre 2007 il prgramma eurpe di cperazine territriale per la

Dettagli

SCHEDA TECNICA PIANO EXPORT

SCHEDA TECNICA PIANO EXPORT ALLEGATO B2 SCHEDA TECNICA PIANO EXPORT Situazine di partenza Frnire infrmazini sulle strategie adttate le mdalità rganizzative cn le quali vengn attualmente serviti i mercati esteri cn l indicazine degli

Dettagli

ALOT - Agenzia della Lombardia Orientale per i Trasporti e la Logistica Società Consortile a Responsabilità Limitata AVVISO PUBBLICO

ALOT - Agenzia della Lombardia Orientale per i Trasporti e la Logistica Società Consortile a Responsabilità Limitata AVVISO PUBBLICO ALOT - Agenzia della Lmbardia Orientale per i Trasprti e la Lgistica Scietà Cnsrtile a Respnsabilità Limitata AVVISO PUBBLICO ALOT - Agenzia della Lmbardia Orientale per i Trasprti e la Lgistica è una

Dettagli

CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO

CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO PROPOSTA DI DELIBERAZIONE: Uffici: Urbanistica, Sit Ann: 2014 N. 1 OGGETTO: LEGGE REGIONALE n.11/2004. PIANO DI ASSETTO DEL TERRITORIO P.A.T. - ADOZIONE Premess

Dettagli

Il Commissario Unico delegato del Governo per Expo Milano 2015

Il Commissario Unico delegato del Governo per Expo Milano 2015 Il Cmmissari Unic delegat del Gvern per Exp Milan 2015 Milan, 15 maggi 2015 Prt. N. 74/U/2015 Ordinanza n. 2 del 15 maggi 2015 Oggett: Organizzazini di vlntariat di prtezine civile nelle attività cnnesse

Dettagli

Studio sulla vendita diretta con il coinvolgimento delle imprese agricole delle Marche ed attraverso il monitoraggio del progetto pilota VDO

Studio sulla vendita diretta con il coinvolgimento delle imprese agricole delle Marche ed attraverso il monitoraggio del progetto pilota VDO REGIONE MARCHE GIUNTA REGIONALE Studi sulla vendita diretta cn il cinvlgiment delle imprese agricle delle Marche ed attravers il mnitraggi del prgett pilta VDO Relazine di mnitraggi Rma, 31 gennai 2012

Dettagli

Piano di Miglioramento (PDM)

Piano di Miglioramento (PDM) SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA, SCUOLA SECONDARIA PRIMO GRADO LICEO CLASSICO LICEO SCIENTIFICO ISTITUTO GESU -MARIA VIA FLAMINIA, 63 009 ROMA Tel. 06333722 fax 063322046 Mail: ist.gesu-maria@mclink.it

Dettagli

M I N I S T E R O D E L L A P U B B L I C A I S T R U Z I O N E UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA LOMBARDIA

M I N I S T E R O D E L L A P U B B L I C A I S T R U Z I O N E UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA LOMBARDIA M I N I S T E R O D E L L A P U B B L I C A I S T R U Z I O N E UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA LOMBARDIA Direzine Generale UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE DI MILANO 1- SINTESI DELL INCONTRO DEL 19

Dettagli

ACCORDO DI COLLABORAZIONE FRA CENTRO REGIONALE DI COMPETENZA "ANALISI E MONITORAGGIO DEL RISCHIO AMBIENTALE" E D APPOLONIA s.p.a.

ACCORDO DI COLLABORAZIONE FRA CENTRO REGIONALE DI COMPETENZA ANALISI E MONITORAGGIO DEL RISCHIO AMBIENTALE E D APPOLONIA s.p.a. ACCORDO DI COLLABORAZIONE FRA CENTRO REGIONALE DI COMPETENZA "ANALISI E MONITORAGGIO DEL RISCHIO AMBIENTALE" E D APPOLONIA s.p.a. PER LA REALIZZAZIONE DI ATTIVITA E PROGETTI PER LO SVILUPPO E LA DIFFUSIONE

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE ATTO N. 124 del 27/08/2015 DOCUMENTO FIRMATO DIGITALMENTE VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE ATTO N. 124 del 27/08/2015 OGGETTO: PROVVEDIMENTI IN MERITO ALLA DELIBERAZIONE DELL'ASSEMBLEA LEGISLATIVA

Dettagli

CTRH - Centro Risorse Territoriale per l Handicap ACCORDO DI RETE

CTRH - Centro Risorse Territoriale per l Handicap ACCORDO DI RETE AMBITO TERRITORIALE: MILANO CENTRO-SUD ZONE 1-4-5 ACCORDO DI RETE RETE TERRITORIALE PER L INTEGRAZIONE SCOLASTICA DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI ANNI SCOLASTICI 2012/2013 2013/2014 2014/2015 AMBITO TERRITORIALE:

Dettagli

Politiche Comunitarie. Sintesi dell esistente e progettualità future

Politiche Comunitarie. Sintesi dell esistente e progettualità future Plitiche Cmunitarie Sintesi dell esistente e prgettualità future 1. La Cmmissine Eurpa: analisi e prpste di lavr Nel mandat 2005 2009 la Cmmissine UPI Eurpa e Plitiche Internazinali ha raggiunt i seguenti

Dettagli

TERNA SpA VIALE EGIDIO GALBANI, 70 00100 ROMA (ROMA) ENEL Distribuzione SpA VIA TENENTE CASALE, 39 70100 BARI (BA)

TERNA SpA VIALE EGIDIO GALBANI, 70 00100 ROMA (ROMA) ENEL Distribuzione SpA VIA TENENTE CASALE, 39 70100 BARI (BA) Regine Puglia Energia Reti e Infrastrutture materiali per l svilupp UO: REGIONE PUGLIA AOO_159 /07/12/2011-14657 Prtcll: Uscita ENAC VIA DI VILLA RICOTTI, 42 perazini.rma@pstacert.enac.gv.it TERNA SpA

Dettagli

Sistema di Gestione della Salute e della Sicurezza sul Lavoro

Sistema di Gestione della Salute e della Sicurezza sul Lavoro Sistema di Gestine della Salute e della Sicurezza sul Lavr versine 1.0 - settembre 2009 1 REVISIONE Prima stesura Versine 1.0 DATA REVISIONE REDAZIONE APPROVAZIONE DATA APPROVAZIONE Revisine 1 2 PREMESSA

Dettagli

VADEMECUM INCLUSIONE

VADEMECUM INCLUSIONE www.ictramnti.gv.it Autnmia Sclastica n. 24 Istitut Cmprensiv Statale G. Pascli Via Orsini - 84010 Plvica - Tramnti (SA) - Tel e Fax. 089876220 - C.M. SAIC81100T - C.F. 80025250657 Email :saic81100t@istruzine.it-

Dettagli

COMUNITÁ MONTANA - COMMUNAUTÉ DE MONTAGNE GRAND COMBIN

COMUNITÁ MONTANA - COMMUNAUTÉ DE MONTAGNE GRAND COMBIN Lc. Chez Rncz, 29/i - 11010 GIGNOD (Valle d Asta) Tel. 0165/25.66.11 - Fax. 0165/ 25.66.36 - E.mail: inf@cm-grand cmbin.vda.it AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO (d. LGS. N. 163/2006) PROPEDEUTICA ALL INDIVIDUAZIONE

Dettagli

il Dirigente Scolastico dispone quanto segue

il Dirigente Scolastico dispone quanto segue Prt. n. 3096 Bari, 31 lugli 2014 Oggett: Integrazine cn rettifica e prrga dei termini del Band per la selezine di ESPERTI e TUTOR finalizzat a istituire un ALBO per l attuazine delle azini di FORMAZIONE

Dettagli

CONSULTA PROVINCIALE DELLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE

CONSULTA PROVINCIALE DELLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE Prvincia di Csenza REGOLAMENTO CONSULTA PROVINCIALE DELLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE Settembre 2003 ART. 1 Istituzine e sede 1. E istituita, press la Prvincia di Csenza, la Cnsulta

Dettagli

Comune di Spoleto www.comune.spoleto.pg.it

Comune di Spoleto www.comune.spoleto.pg.it Cmune di Splet www.cmune.splet.pg.it 1/6 Unità prpnente: ICSSS - Dirigente ICSSS Oggett: Hme care premium 2012 accertament ed impegn trasferimenti INPS gestine pubblica 176000 Respnsabile del prcediment:

Dettagli

-Documenti sanitari relativi alle vaccinazioni obbligatorie : - Antipoliomelitica - Antidiftatetanica - Antiepatite virale B

-Documenti sanitari relativi alle vaccinazioni obbligatorie : - Antipoliomelitica - Antidiftatetanica - Antiepatite virale B LICEO SCIENTIFICO L. DA VINCI TREVISO STUDENTI STRANIERI : INSERIMENTO NELLE SCUOLE ITALIANE IN ETA DI OBBLIGO SCOLASTICO ISCRITTI ALLA CLASSE CORRISP.te ALL ETA ANAGRAFICA salv che il C.D. deliberi diversamente

Dettagli

Dichiarazioni del concorrente

Dichiarazioni del concorrente ALLEGATO C: Mdell C2 per l attribuzine del punteggi relativ al criteri della cnscenza pregressa della realtà ambientale e frestale della ZPS IT 6030005 Cmprensri Tllfetan Cerite Manziate (un mdell per

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA DELIBERAZIONE N. 4/ 23 DEL 22.1.2008

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA DELIBERAZIONE N. 4/ 23 DEL 22.1.2008 DELIBERAZIONE N. 4/ 23 Oggett: Interventi a favre delle assciazini di utenti e di familiari che prmuvn l autaiut (L.R. 21.4.2005, n. 7, art. 13, cmma 18). UPB S05.03.007, Cap. SC05.0678. 80.000. L Assessre

Dettagli

Le figure del sistema di Prevenzione aziendale secondo il D.Lgs.81/08

Le figure del sistema di Prevenzione aziendale secondo il D.Lgs.81/08 Le figure del sistema di Prevenzine aziendale secnd il D.Lgs.81/08 Le figure del sistema SICUREZZA Rappresentante dei lavratri per la sicurezza (RLS). Datre di lavr (DL), prepsti e dirigenti. Respnsabile

Dettagli

Testo unico dell apprendistato (D.Lgs. 14 settembre 2011, n. 167)

Testo unico dell apprendistato (D.Lgs. 14 settembre 2011, n. 167) Test unic dell apprendistat (D.Lgs. 14 settembre 2011, n. 167) Cntratti cllettivi nazinali del lavr (CCNL) Accrd del 23 aprile 2012 tra Regine del Venet e Parti Sciali per la frmazine degli apprendisti

Dettagli

Oggetto: presentazione candidature Funzioni Strumentali al Piano dell Offerta Formativa

Oggetto: presentazione candidature Funzioni Strumentali al Piano dell Offerta Formativa MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE VIA COPERNICO VIA COPERNICO 1 00040 POMEZIA (ROMA) TEL. 06 121127550 FAX 0667666356 CODICE

Dettagli

ASP OPUS CIVIUM Castelnovo di Sotto

ASP OPUS CIVIUM Castelnovo di Sotto Metd di rilevazine adttati per le previsini ed il Cntrll L ASP Opus Civium utilizza un sistema infrmativ che cntempla la tenuta sia della cntabilità generale che della cntabilità analitica per centri di

Dettagli

MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER LE IMPRESE MADE IN ITALY: ECCELLENZE IN DIGITALE

MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER LE IMPRESE MADE IN ITALY: ECCELLENZE IN DIGITALE MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER LE IMPRESE MADE IN ITALY: ECCELLENZE IN DIGITALE La Camera di Cmmerci di Rvig in attuazine del Prtcll di intesa per l svilupp delle cmpetenze digitali nei sistemi prduttivi

Dettagli

Scheda tecnica sul programma di sviluppo rurale 2014-2020 della Regione Valle d'aosta

Scheda tecnica sul programma di sviluppo rurale 2014-2020 della Regione Valle d'aosta Scheda tecnica sul prgramma di svilupp rurale 2014-2020 della Regine Valle d'asta Il prgramma di svilupp rurale della Regine Valle d'asta è stat frmalmente adttat dalla Cmmissine eurpea l 11 nvembre 2015,

Dettagli

COMUNE DI CIVATE Provincia di Lecco

COMUNE DI CIVATE Provincia di Lecco COPIA COMUNE DI CIVATE Prvincia di Lecc ZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 628 Reg. Pubblicazini N. 106 Registr Deliberazini del 24-09-2015 OGGETTO: APPROVAZIONE CONVENZIONE CON L'ALER DI LECCO PER LO SVOLGIMENTO

Dettagli

Il Business Plan, documento essenziale per lo sviluppo e la crescita dell impresa. Sintesi del nostro punto di vista

Il Business Plan, documento essenziale per lo sviluppo e la crescita dell impresa. Sintesi del nostro punto di vista Il Business Plan, dcument essenziale per l svilupp e la crescita dell impresa Sintesi del nstr punt di vista Settembre 2014 Preparare il Business Plan Sintesi del nstr punt di vista La preparazine del

Dettagli

La tecnica FMEA di prodotto

La tecnica FMEA di prodotto ISI MANUALE PER CORSI QUALITÀ dispensa data mdifica del livell Q-052 01.01.1996 0 01.01.1996 BLU La tecnica FMEA di prdtt MANUALE DI UTILIZZO ISI La tecnica FMEA di prdtt pagina 2 di 10 1.0 Intrduzine

Dettagli

Prevenzione del disagio scolastico

Prevenzione del disagio scolastico AREA 2 BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI E PROCESSI INCLUSIVI DA ATTUARE Prevenzine del disagi sclastic Finalità Intervenire preccemente sulle difficltà, i disturbi dell apprendiment e del cmprtament. Obiettivi

Dettagli

MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER LE IMPRESE MADE IN ITALY: ECCELLENZE IN DIGITALE

MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER LE IMPRESE MADE IN ITALY: ECCELLENZE IN DIGITALE MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER LE IMPRESE MADE IN ITALY: ECCELLENZE IN DIGITALE La Camera di Cmmerci di Ragusa in attuazine del Prtcll di intesa per l svilupp delle cmpetenze digitali nei sistemi prduttivi

Dettagli

COMMISSIONE EUROPEA PROGRAMMA LIFE + NATURA & BIODIVERSITÀ. Allegato 2. Protocollo d intesa. tra. la Regione Puglia. (beneficiario coordinatore)

COMMISSIONE EUROPEA PROGRAMMA LIFE + NATURA & BIODIVERSITÀ. Allegato 2. Protocollo d intesa. tra. la Regione Puglia. (beneficiario coordinatore) COMMISSIONE EUROPEA PROGRAMMA LIFE + NATURA & BIODIVERSITÀ Allegat 2 Prtcll d intesa tra la Regine Puglia (beneficiari crdinatre) il Minister dell'ambiente DG per la Prtezine della Natura (autrità cmpetente

Dettagli

PROGETTO: ADEGUAMENTO SITO INTERNET COMUNALE ALLE NORME W3C IN TEMA DI ACCESSIBILITA' ED USABILITA'

PROGETTO: ADEGUAMENTO SITO INTERNET COMUNALE ALLE NORME W3C IN TEMA DI ACCESSIBILITA' ED USABILITA' PROGETTO: ADEGUAMENTO SITO INTERNET COMUNALE ALLE NORME W3C IN TEMA DI ACCESSIBILITA' ED USABILITA' 1. Finalità Le ragini del prgett: Il sit internet del Cmune è stat realizzat nel 2002 nella sua attuale

Dettagli

Condizioni tecniche per la connessione alle reti di distribuzione dell energia elettrica a tensione nominale superiore ad 1 kv

Condizioni tecniche per la connessione alle reti di distribuzione dell energia elettrica a tensione nominale superiore ad 1 kv pubblicata sul sit www.autrita.energia.it in data 20 marz 2008 Delibera ARG/elt 33/08 Cndizini tecniche per la cnnessine alle reti di distribuzine dell energia elettrica a tensine nminale superire ad 1

Dettagli

ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE STATALE ABBA - BALLINI

ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE STATALE ABBA - BALLINI ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE STATALE ABBA - BALLINI Via Tirandi n. 3-25128 BRESCIA tel. 030/307332-393363 - fax 030/303379 www.abba-ballini.it email: inf@abba-ballini.it DIPARTIMENTO DI INFORMATICA Attività

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA LORENZINI Viale Cappiello n.23 Tel. 0823/443641 fax 0823/215996 Distretto Scolastico n. 12 Cod. Fisc.

DIREZIONE DIDATTICA LORENZINI Viale Cappiello n.23 Tel. 0823/443641 fax 0823/215996 Distretto Scolastico n. 12 Cod. Fisc. DIREZIONE DIDATTICA LORENZINI Viale Cappiell n.23 Tel. 0823/443641 fax 0823/215996 Distrett Sclastic n. 12 Cd. Fisc. 93082920617 e- mail: ceee100002@ istruzine. it/ 81100 C A S E R T A Stazine appaltante:

Dettagli

PROVINCIA DI BOLOGNA

PROVINCIA DI BOLOGNA 1 I.P. 3213/2009 Tit./Fasc./Ann 14.1.2.0.0.0/5/2009 PROVINCIA DI BOLOGNA Prt. n 245512/2009 del 03/07/2009 SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA' DETERMINAZIONE SENZA IMPEGNO DI SPESA N. 17/2009

Dettagli

Il Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale

Il Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale Il Minister del Lavr e della Previdenza Sciale Direzine Generale per l Innvazine Tecnlgica e la cmunicazine Direzine Generale per il Mercat del Lavr TAVOLO TECNICO SIL Grupp Tabelle Verbale dell incntr

Dettagli

Documento di consultazione 05/2016. Mercato Elettrico. Introduzione di nuove sessioni di Mercato Infragiornaliero

Documento di consultazione 05/2016. Mercato Elettrico. Introduzione di nuove sessioni di Mercato Infragiornaliero Dcument di cnsultazine 05/2016 Mercat Elettric Intrduzine di nuve sessini di Mercat Infragirnalier 1 1. Intrduzine L attuale cnfigurazine del mercat elettric italian - le cui regle di funzinament sn cntenute

Dettagli

INDICE 1. PRESENTAZIONE DELL AZIENDA 2 2. BREVE DESCRIZIONE IMPRENDITORIALE DELL INIZIATIVA 3 3. BREVE DESCRIZIONE DEL CICLO PRODUTTIVO 6

INDICE 1. PRESENTAZIONE DELL AZIENDA 2 2. BREVE DESCRIZIONE IMPRENDITORIALE DELL INIZIATIVA 3 3. BREVE DESCRIZIONE DEL CICLO PRODUTTIVO 6 Attività di recuper di rifiuti speciali INDICE 1. PRESENTAZIONE DELL AZIENDA 2 2. BREVE DESCRIZIONE IMPRENDITORIALE DELL INIZIATIVA 3 3. BREVE DESCRIZIONE DEL CICLO PRODUTTIVO 6 4. CONSIDERAZIONI SULL

Dettagli

Scheda informativa sul programma di sviluppo rurale 2014-2020 per la Provincia di Bolzano

Scheda informativa sul programma di sviluppo rurale 2014-2020 per la Provincia di Bolzano Scheda infrmativa sul prgramma di svilupp rurale 2014-2020 per la Prvincia di Blzan Il prgramma di svilupp rurale (PSR) della Prvincia autnma di Blzan è stat ufficialmente adttat dalla Cmmissine eurpea

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA. tra. Il Collegio Geometri e Geometri Laureati di Monza e Brianza, nella

PROTOCOLLO DI INTESA. tra. Il Collegio Geometri e Geometri Laureati di Monza e Brianza, nella PROTOCOLLO DI INTESA tra Il Cllegi Gemetri e Gemetri Laureati di Mnza e Brianza, nella persna di Cesare Galbiati, in qualità di Presidente del Cllegi e L Istitut di Istruzine Superire Ezi Vanni di Vimercate,

Dettagli

RIPARTO 5 PER MILLE 2015

RIPARTO 5 PER MILLE 2015 Direzine Reginale del Piemnte Settre Servizi e Cnsulenza Uffici Gestine Tributi RIPARTO 5 PER MILLE 2015 SEGNA LE SCADENZE 7 MAGGIO 2015 14 MAGGIO 2015 20 MAGGIO 2015 25 MAGGIO 2015 30 GIUGNO 2015 30 SETTEMBRE

Dettagli

POLITICA DELLA SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO

POLITICA DELLA SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO Manuale e dcumenti Dcumenti per la sicurezza Prcedure Gestinali Mdulistica Gestinali DISTRIBUZIONE CONTROLLATA Revisine Data Funzini e nminativi R-SGSL RSPP MC RLS PREP 00 20/10/14 Beltramelli Marc Campini

Dettagli

* Laurea in Architettura conseguita presso l Istituto Universitario di Architettura di Venezia nel 1989

* Laurea in Architettura conseguita presso l Istituto Universitario di Architettura di Venezia nel 1989 Nme e Cgnme: Lides Canaia Data di nascita: 5 Marz 1961 Funzine attuale: Direttre Area Gestinale Istruzine: * Laurea in Architettura cnseguita press l Istitut Universitari di Architettura di Venezia nel

Dettagli

PIANO TRIENNALE DELL OFFERTA FORMATIVA

PIANO TRIENNALE DELL OFFERTA FORMATIVA Minister dell Istruzine, dell Università e della Ricerca Istitut Cmprensiv Statale di Merate via Manzni, 43 23807 Merate (LC) CF 94018900137 Tel. 039 9902016 segreteria@cmprensivmerate.it - LCIC81800E@pec.istruzine.it

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA IMPRENDITRAPANI TRA. Trapani, Via Mafalda di Savoia n. 26 - C.F.: 80002660811, rappresentata da: PREMESSO CHE

PROTOCOLLO DI INTESA IMPRENDITRAPANI TRA. Trapani, Via Mafalda di Savoia n. 26 - C.F.: 80002660811, rappresentata da: PREMESSO CHE PROTOCOLLO DI INTESA IMPRENDITRAPANI TRA - CONFINDUSTRIA TRAPANI Assciazine degli Industriali della Prvincia cn sede in Trapani, Via Mafalda di Savia n. 26 - C.F.: 80002660811, rappresentata da: FIORELLA

Dettagli

ATTO D INDIRIZZO AL COLLEGIO DEI DOCENTI IL DIRIGENTE SCOLASTICO

ATTO D INDIRIZZO AL COLLEGIO DEI DOCENTI IL DIRIGENTE SCOLASTICO Unine Eurpea Repubblica Italiana Regine Sicilia Istitut Cmprensiv «Santi Bivna» REGIONE SICILIANA-DISTRETTO SCOLASTICO N. 65 ISTITUTO COMPRENSIVO «SANTI BIVONA» Cntrada Sccrs s. n. c. - 92013 Menfi - (AG)

Dettagli

CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD

CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD Tip Ente: Cmune Uffici: Relazini cn il Pubblic Servizi: Assistenza Dmiciliare INDICE Smmari 1 OGGETTO E CONTENUTI... 3 1.1 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO OGGETTO DI CUSTOMER

Dettagli

Servizio Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro (SPRESAL)

Servizio Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro (SPRESAL) ASLSanluri BUONE PRATICHE Servizi Prevenzine e Sicurezza negli Ambienti di Lavr (SPRESAL) Il Servizi: Prevenzine e Sicurezza negli Ambienti di Lavr (SPRESAL), ha cme funzine fndamentale quella di prmuvere

Dettagli

SOMMARIO STUDIO TECNICO CONTE & PEGORER VIA SIORA ANDRIANA DEL VESCOVO, 7 31100 TREVISO - 2 -

SOMMARIO STUDIO TECNICO CONTE & PEGORER VIA SIORA ANDRIANA DEL VESCOVO, 7 31100 TREVISO - 2 - SOMMARIO 1. PREMESSA... 3 2. DESCRIZIONE DELLE SEZIONI IMPIANTISTICHE... 3 3. RESPONSABILITÀ E COMPETENZE... 5 3.1. COMPETENZE DEL RESPONSABILE DEL... 5 4 IL MONITORAGGIO E CONTROLLO AMBIENTALI... 6 5

Dettagli

Amministrazione e Bilancio Docente di riferimento: Patrizia Tettamanzi

Amministrazione e Bilancio Docente di riferimento: Patrizia Tettamanzi Amministrazine e Bilanci Dcente di riferiment: Patrizia Tettamanzi Il prim macr-mdul ha l biettiv di permettere ai partecipanti di apprfndire la cnscenza degli strumenti fndamentali per una crretta applicazine

Dettagli

Codice di autodisciplina e regolamentazione per l adesione al Progetto Qualità dei servizi turistici della Provincia di Palermo. Agriturismo.

Codice di autodisciplina e regolamentazione per l adesione al Progetto Qualità dei servizi turistici della Provincia di Palermo. Agriturismo. Cdice di autdisciplina e reglamentazine per l adesine al Prgett Qualità dei servizi turistici della Prvincia di Palerm Agriturism Premess Che l A.A.P.I.T di Palerm in cllabrazine cn l Università di Palerm,

Dettagli

QUANDO E DOVE. Segreteria organizzativa: info@nuoviscenarisrl.eu, tel. 342 0946344 e 393 1501613 W W W. N U O V I S C E N A R I S R L.

QUANDO E DOVE. Segreteria organizzativa: info@nuoviscenarisrl.eu, tel. 342 0946344 e 393 1501613 W W W. N U O V I S C E N A R I S R L. UNIVERSITÀ DIFFUSA PROGETTO DI FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO PERMANENTE in cllabrazine cn QUANDO E DOVE I Edizine della Summer Schl di Eurprgettazine per l ecnmia sciale, dal 16 al 20 settembre 2013, nell

Dettagli

INDICE. 1. Cos è la Carta dei Servizi al Lavoro

INDICE. 1. Cos è la Carta dei Servizi al Lavoro Carta dei Servizi al Lavr della scietà pubblica Zna Ovest di Trin srl INDICE 1. Cs è la Carta dei Servizi al Lavr 2. Presentazine della scietà pubblica Zna Ovest di Trin srl Missine e Finalità Attività

Dettagli

Agevolazioni previste

Agevolazioni previste Le agevlazini per l autimpieg di cui al Dgls 185/2000. Svilupp Italia Abruzz spa gestisce in Abruzz per cnt di Invitalia spa e del Minister del Lavr le Misure inerenti gli incentivi all Autimpieg di cui

Dettagli

Prot. n 1037 B/17 Acquaviva delle Fonti, 23/02/2015

Prot. n 1037 B/17 Acquaviva delle Fonti, 23/02/2015 DIREZIONE DIDATTICA STATALE 1 CIRCOLO DE AMICIS P.zza Di Vagn, 18 70021 ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA) Tel. 080-761314 Fax 080 3051357 www.deamicis.gv.it. e-mail BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT

Dettagli

CARTA DEL SERVIZIO LUDOTECA PETER PAN. Peter Pan. Servizio di Ludoteca Il gioco come strumento di crescita individuale e sociale

CARTA DEL SERVIZIO LUDOTECA PETER PAN. Peter Pan. Servizio di Ludoteca Il gioco come strumento di crescita individuale e sociale Peter Pan Servizi di Ludteca Il gic cme strument di crescita individuale e sciale CARTA DEL SERVIZIO E MANSIONARIO Quand pensiam ai nstri figli, prima di chiederci cme li vrremm, pensiam bene a quali sn

Dettagli

Efficienza energetica: consumare meno, consumare meglio

Efficienza energetica: consumare meno, consumare meglio Inln Engineering Srl Via Zara, 2 19123 La Spezia Italia Tel: +39 334 9104615 Fax: +39 0187 753322 Efficienza energetica: cnsumare men, cnsumare megli L esigenza La razinalizzazine e il miglirament dell

Dettagli

OUTSOURCING LOGISTICO E GESTIONE DEL CAMBIAMENTO

OUTSOURCING LOGISTICO E GESTIONE DEL CAMBIAMENTO OUTSOURCING LOGISTICO E GESTIONE DEL CAMBIAMENTO OUTSOURCING LOGISTICO E GESTIONE DEL CAMBIAMENTO La scelta strategica di un azienda di gestire cn una prpria rganizzazine la Supply Chain di affidarla,

Dettagli

Il sistema pensionistico e la previdenza complementare

Il sistema pensionistico e la previdenza complementare LaReS Labratri Relazini Sindacali Il sistema pensinistic e la previdenza cmplementare a cura di Matte Zendrn, Pensplan Centrum spa A partire dagli anni 90, gverni e maggiranze di divers rientament plitic

Dettagli

PROVINCIA DI BIELLA. Ambiente e Agricoltura - DT Impegno n. DETERMINAZIONE N. 1239 IN DATA 13-05-2011

PROVINCIA DI BIELLA. Ambiente e Agricoltura - DT Impegno n. DETERMINAZIONE N. 1239 IN DATA 13-05-2011 PROVINCIA DI BIELLA Ambiente e Agricltura - DT Impegn n. Dirigente / Resp. P.O.: SARACCO GIORGIO DETERMINAZIONE N. 1239 IN DATA 13-05-2011 Oggett: ATTIVITÀ DI STOCCAGGIO DI OLI MINERALI di cui all art.

Dettagli

ANG Agenzia Nazionale per i Giovani PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ

ANG Agenzia Nazionale per i Giovani PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ ANG Agenzia Nazinale per i Givani PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2013 2015 1) DEFINIZIONE DEGLI OBIETTIVI Il Pian Triennale per la trasparenza e l integrità per il perid 2013-2015

Dettagli

!"#$%&&'()*"&&%+"(,,"-"&&#$$%&&.//0&

!#$%&&'()*&&%+(,,-&&#$$%&&.//0& Tutr: Dtt. Albert Scheda Amministrazine: Prvincia di Ancna GALLERIA DELLE ESPERIENZE Cntrll di Gestine: Best Practices!"#$%&&'()*"&&%+"(,,"-"&&#$$%&&.//0& -""&1(,,%2(&3 (,,%&'(*&,(22",%2"%&(+"($,(&

Dettagli

LA FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA

LA FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA LA FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA STRUTTURA GENERALE DEI CORSI DI LAUREA E SISTEMA DEI "CREDITI" In base alla rifrma universitaria (D.M. 3.11.99 n. 509) l impegn dell studente (frequenza dei crsi e studi individuale)

Dettagli

SALUTE MENTALE/ DIPENDENZE IN ITALIA

SALUTE MENTALE/ DIPENDENZE IN ITALIA Sn circa 450 milini le persne che in tutt il mnd sffrn di disturbi neurlgici, mentali e cmprtamentali. Persne che sn spess sggette a islament sciale, bassa qualità della vita e alta mrtalità. I disturbi

Dettagli

2 BANDO 2014 BANDO IN RETE

2 BANDO 2014 BANDO IN RETE Alla Fndazine Cmunità Mantvana Onlus Via Prtazzl, 9 46100 Mantva MODULO PER LA PRESENTAZIONE DEL PROGETTO E RICHIESTA DEL CONTRIBUTO 2 BANDO 2014 BANDO IN RETE da presentarsi entr il 17 OTTOBRE 2014 L

Dettagli

DETERMINAZIONE N. 575 DEL REGISTRO GENERALE ASSUNTA IL GIORNO: 30/04/2014

DETERMINAZIONE N. 575 DEL REGISTRO GENERALE ASSUNTA IL GIORNO: 30/04/2014 DETERMINAZIONE N. 575 DEL REGISTRO GENERALE ASSUNTA IL GIORNO: 30/04/2014 DA UFFICIO: TECNICO SERVIZIO: TUTELA AMBIENTALE E GESTIONE DEL TERRITORIO CENTRO DI COSTO: RSU N. 15/PP OGGETTO: Incaric alla ditta

Dettagli

piano generale di smaltimento delle acque (PGA)

piano generale di smaltimento delle acque (PGA) Abteilung 29 - Landesagentur für Umwelt Amt 29.4 - Amt für Gewässerschutz Ripartizine 29 - Agenzia prvinciale per l'ambiente Uffici 29.4 - Uffici Tutela acque Linee guida per l elabrazine del pian generale

Dettagli

RELAZIONE AL PROGRAMMA ANNUALE ANNO 2015

RELAZIONE AL PROGRAMMA ANNUALE ANNO 2015 45011 Adria (R) Adria, 13 febbrai 2015 RELAZIONE AL PROGRAMMA ANNUALE ANNO 2015 Il Prgramma Annuale dell'iis Clmb di Adria assume valenza di dcument cntabile annuale (articl 2 del decret Interministeriale

Dettagli

MIUR Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Campania

MIUR Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Campania L'Assessra Plitiche Sciali, Plitiche Givanili, Pari pprtunità. Prblemi dell Immigrazine, Demani e Patrimni e l Area Generale Di Crdinament - 17 Istruzine, Musei, Plitiche Givanili, Lavr, Frmazine Prfessinale,

Dettagli

Linee guida per la determinazione dell ammontare dei crediti

Linee guida per la determinazione dell ammontare dei crediti Linee guida per la determinazine dell ammntare dei crediti edilizi Nta di lavr Antnella Faggiani, Mesa srl Venezia, 15 ttbre 2008 L biettiv della nta è di illustrare i criteri per determinare l ammntare

Dettagli

SCHEDA SOCIALE ALLEGATO C

SCHEDA SOCIALE ALLEGATO C SCHEDA SOCIALE ALLEGATO C (In base alla nrmativa vigente qualunque dichiarazine mendace cmprta sanzini penali, nnché l esclusine dal finanziament del prgett e l eventuale rimbrs delle smme indebitamente

Dettagli

Codice Fiscale 91013990030 P. IVA 02224620035 AVVISO PUBBLICO

Codice Fiscale 91013990030 P. IVA 02224620035 AVVISO PUBBLICO Regine Piemnte Cmunità Mntana Due Laghi Cusi Mttarne e Val Strna (Istituita ai sensi della L.R. 16/99 e smi, cn Decret del Presidente della Giunta Reginale del Piemnte n. 86 del 28 agst 2009) Cmunità Mntana

Dettagli

CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD. Tipo Ente: Provincia. Ufficio: Centri per l impiego

CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD. Tipo Ente: Provincia. Ufficio: Centri per l impiego CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD Tip Ente: Prvincia Uffici: Centri per l impieg Servizi: Supprt alla ricerca del lavr INDICE Smmari 1 OGGETTO E CONTENUTI... 3 1.1 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO OGGETTO DI CUSTOMER

Dettagli

Presidenza della Regione Dipartimento della Programmaziou Il Dirigente Generale

Presidenza della Regione Dipartimento della Programmaziou Il Dirigente Generale REPUBBLICAITAL~A Regine Siciliana Presidenza della Regine Dipartiment della Prgrammaziu Il Dirigente Generale VISTO l Statut della Regine; VISTO il Test Unic sull'rdinament del Gvern e dell'amministrazine

Dettagli

ELENCO AGEVOLAZIONI PUBBLICHE AMMESSE A BENEFICIO. Breve descrizione dell agevolazione. Contributi in conto. finanziamenti per la realizzazione di

ELENCO AGEVOLAZIONI PUBBLICHE AMMESSE A BENEFICIO. Breve descrizione dell agevolazione. Contributi in conto. finanziamenti per la realizzazione di Allegat alla Delib.G.R. n. 9/16 del 12.2.2013 Adesine della Regine Sardegna all Accrd "Nuve mire il cret alle PMI", sttscritt dal Minister dell'ecnmia e delle Finanze, dal Minister dell Svilupp Ecnmic,

Dettagli

Prot.3350/a10 Del 15/12/2015 Al Personale Docente e A.T.A. della scuola

Prot.3350/a10 Del 15/12/2015 Al Personale Docente e A.T.A. della scuola MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE ORSA MAGGIORE 00144 Rma Via dell Orsa Maggire, 112 Municipi IX Sede Amministrativa

Dettagli

REGIONE CALABRIA DECRETO DEL COMMISSARIO AD ACTA

REGIONE CALABRIA DECRETO DEL COMMISSARIO AD ACTA REGIONE CALABRIA DECRETO DEL COMMISSARIO AD ACTA (per l'attuazine del vigente Pian di rientr dai disavanzi del SSR calabrese, secnd i Prgrammi perativi di cui all'articl 2, cmma 88, della legge 30 dicembre

Dettagli

Protocollo per la Responsabilità Sociale. Centrale del Latte di Firenze, Pistoia e Livorno S.p.A Mukki

Protocollo per la Responsabilità Sociale. Centrale del Latte di Firenze, Pistoia e Livorno S.p.A Mukki Prtcll per la Respnsabilità Sciale Centrale del Latte di Firenze, Pistia e Livrn S.p.A Mukki Firenze, 8 Aprile 2015 1. SCOPO Il Prtcll per la Respnsabilità Sciale (Prtcll) e la Carta degli Impegni (Carta)

Dettagli

Accordo di Collaborazione per l Internazionalizzazione tra

Accordo di Collaborazione per l Internazionalizzazione tra Accrd di Cllabrazine per l Internazinalizzazine tra la Prvincia autnma di Trent (di seguita denminata PAT ) cn sede a Trent, Piazza Dante 15, C.F. e P.IVA 00337460224, rappresentata da Lrenz Dellai in

Dettagli

SISTEMA DI SITE VISIT PER L ASSICURAZIONE DI QUALITA DEI PROGRAMMI DI SCREENING ONCOLOGICI

SISTEMA DI SITE VISIT PER L ASSICURAZIONE DI QUALITA DEI PROGRAMMI DI SCREENING ONCOLOGICI S.S. Centr di Riferiment Reginale per la Prevenzine Onclgica (CRRPO) Direttre Pala Mantellini SISTEMA DI SITE VISIT PER L ASSICURAZIONE DI QUALITA DEI PROGRAMMI DI SCREENING ONCOLOGICI RAZIONALE E PROCEDURE

Dettagli

Proposta di Deliberazione della Giunta Regionale AREA ORGANIZZAZIONE E RIFORMA DELL AMMINISTRAZIONE

Proposta di Deliberazione della Giunta Regionale AREA ORGANIZZAZIONE E RIFORMA DELL AMMINISTRAZIONE R E G I O N E P U G L I A Prpsta di Deliberazine della Giunta Reginale AREA ORGANIZZAZIONE E RIFORMA DELL AMMINISTRAZIONE Cdice CIFRA: A08/ DEL /2013 / 000 OGGETTO: Istituzine della figura di Tecnic Respnsabile

Dettagli

Sfide e soluzioni per il GPP

Sfide e soluzioni per il GPP Event di Netwrking Nazinale GPP2020 Sfide e sluzini per il GPP 1 ttbre 2014, Rma L 1 ttbre 2014 press l Acquari Rman-Casa dell Architettura, nell ambit del Frum Internazinale degli acquisti verdi, CmpraVerde-BuyGreen,

Dettagli

SERVIZIO AUTONOMO RISORSE UMANE E FORMAZIONE PO PROGETTI SPECIALI PART TIME E ATTIVITA EXTRALAVORATIVE REG. DET. DIR. N.

SERVIZIO AUTONOMO RISORSE UMANE E FORMAZIONE PO PROGETTI SPECIALI PART TIME E ATTIVITA EXTRALAVORATIVE REG. DET. DIR. N. Pag. 1 / 7 cmune di trieste piazza Unità d Italia 4 34121 Trieste www.cmune.trieste.it partita iva 00210240321 SERVIZIO PO PROGETTI SPECIALI PART TIME E ATTIVITA EXTRALAVORATIVE REG. DET. DIR. N. 3927

Dettagli

Scheda tecnica sul Programma di sviluppo rurale 2014-2020 della Regione Calabria

Scheda tecnica sul Programma di sviluppo rurale 2014-2020 della Regione Calabria Scheda tecnica sul Prgramma di svilupp rurale 2014-2020 della Regine Calabria Il prgramma di svilupp rurale (PSR) della Calabria, frmalmente adttat dalla Cmmissine eurpea il 20 nvembre 2015, delinea le

Dettagli

CRITERI DI AMMISSIONE A FINANZIAMENTO DELLA QUOTA RISERVATA ALLA PROGRAMMAZIONE DEGLI INVESTIMENTI DELLE COMUNITA'

CRITERI DI AMMISSIONE A FINANZIAMENTO DELLA QUOTA RISERVATA ALLA PROGRAMMAZIONE DEGLI INVESTIMENTI DELLE COMUNITA' Allegat parte integrante Allegat n. 2 ALLEGATO N. 2 CRITERI DI AMMISSIONE A FINANZIAMENTO DELLA QUOTA RISERVATA ALLA PROGRAMMAZIONE DEGLI INVESTIMENTI DELLE COMUNITA' La quta di risrse riservata alle Cmunità

Dettagli

C O M U N E D I S A S S O M A R C O N I PROVINCIA DI BOLOGNA ESTRATTO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 33 DEL 03/06/2015

C O M U N E D I S A S S O M A R C O N I PROVINCIA DI BOLOGNA ESTRATTO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 33 DEL 03/06/2015 C O M U N E D I S A S S O M A R C O N I PROVINCIA DI BOLOGNA ESTRATTO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 33 DEL 03/06/2015 OGGETTO: CONVENZIONE PER AFFIDAMENTO SERVIZIO INFORMAZIONE DENOMINATO

Dettagli

Promoform Ente di Formazione Professionale

Promoform Ente di Formazione Professionale E DELLE POLITICHE Prmfrm Ente di Frmazine Prfessinale CORSO DI QUALIFICA PER TECNICO DELLA PROGETTAZIONE E ORGANIZZAZIONE DI MANIFESTAZIONI CONGRESSUALI, FIERE, CONVEGNI Denminazine crs N. re N. allievi

Dettagli

Istruzione e formazione all imprenditorialità

Istruzione e formazione all imprenditorialità Istruzine e frmazine all imprenditrialità L istruzine e la frmazine all imprenditrialità è il punt di partenza per sviluppare ed espandere l attività dei prfessinisti, miglirand la lr cnscenza e le lr

Dettagli

CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD. Tipo Ente: Comune. Ufficio: Servizi sociali

CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD. Tipo Ente: Comune. Ufficio: Servizi sociali CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD Tip Ente: Cmune Uffici: Servizi sciali Servizi: Centr sciale terza età INDICE Smmari 1 OGGETTO E CONTENUTI... 3 1.1 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO OGGETTO DI CUSTOMER SATISFACTION...

Dettagli

PROGETTO LAVORO&SVILUPPO 4

PROGETTO LAVORO&SVILUPPO 4 Prvincia di Csenza Settre Mercat del Lavr PROGETTO LAVORO&SVILUPPO 4 OBIETTIVI E FINALITA Scp del prgett è favrire la frmazine di sggetti inccupati/disccupati residenti nelle Regini dell biettiv Cnvergenza

Dettagli

Gli interventi dell AUSL in integrazione con i Servizi Sociali in materia di tutela dei minori e degli adolescenti

Gli interventi dell AUSL in integrazione con i Servizi Sociali in materia di tutela dei minori e degli adolescenti PROMOZIONE E PROTEZIONE DEI DIRITTI DELL INFANZIA E DELL ADOLESCENZA Incntr cn il Garante dell Emilia-Rmagna Reggi Emilia e Mdena Mdena 11 giugn 2015 Gli interventi dell AUSL in integrazine cn i Servizi

Dettagli

AVVISO DI PROCEDURA SELETTIV A INTERNA, APERTA AI DIPENDENTI DI RUOLO DELL'ASI

AVVISO DI PROCEDURA SELETTIV A INTERNA, APERTA AI DIPENDENTI DI RUOLO DELL'ASI ~I).. I ag~tl' spazioe I IOIlO APERTA AI DIPENDENTI DI....... _.............. _............ 1...... ASI -Agenzia Spaziale Italiana ADO-ASI 1- AGENZIA_SP AZIACE_IT ALIANA REGISTRO UFFICIALE Prt. n. 0000416.

Dettagli

CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD. Tipo Ente: Asl. Ufficio: Assistenza 118. Servizio: Servizio 118

CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD. Tipo Ente: Asl. Ufficio: Assistenza 118. Servizio: Servizio 118 CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD Tip Ente: Asl Uffici: Assistenza 118 Servizi: Servizi 118 INDICE Smmari 1 OGGETTO E CONTENUTI... 3 1.1 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO OGGETTO DI CUSTOMER SATISFACTION... 4 1.2

Dettagli

"La figura professionale dell'assistente familiare"

La figura professionale dell'assistente familiare "La figura prfessinale dell'assistente familiare" Art. 1 - Figura prfessinale e prfil. 1. È individuata la figura prfessinale dell assistente familiare. 2. L assistente familiare è l peratre che, a seguit

Dettagli

Scuola C.A.S.T. Trani, 18 marzo 2010 Ragionamenti a più voci sul Centro del Futuro1

Scuola C.A.S.T. Trani, 18 marzo 2010 Ragionamenti a più voci sul Centro del Futuro1 Scula C.A.S.T. Trani, 18 marz 2010 Raginamenti a più vci sul Centr del Futur1 I partecipanti alla Scula C.A.S.T. hann sviluppat due METAPLAN2 cntempranei in due tempi: Prim Metaplan: Esigenze dal territri

Dettagli