IL MATRIMONIO: i rapporti personali tra i coniugi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IL MATRIMONIO: i rapporti personali tra i coniugi"

Transcript

1 IL MATRIMONIO: i rapporti personali tra i coniugi Dei diritti e dei doveri che nascono dal matrimonio Artt c.c. Attuazione del principio di uguaglianza morale e giuridica dei coniugi e di quello di solidarietà Come criteri interpretativi generali Centralità dei rapporti personali nella vicenda matrimoniale Principio di uguaglianza Art. 30, II comma, Cost.: Il matrimonio è ordinato sull eguaglianza morale e materiale dei coniugi, con i limiti stabiliti dalla legge a garanzia dell unità familiare Art. 143 c.c.: Con il matrimonio il marito e la moglie acquistano gli stessi diritti e assumono gli stessi doveri Contenuto del principio di uguaglianza Parità tra i coniugi: Nella titolarità di diritti Nella rappresentanza Nelle aspettative reciproche Nella responsabilità reciproca, intrafamiliare, e verso terzi Parità delle conseguenze giuridiche di uguali situazioni DIRITTI E DOVERI RECIPROCI TRA I CONIUGI Art. 143, II comma: Dal matrimonio deriva l obbligo reciproco: - alla fedeltà - all assistenza morale e materiale - alla collaborazione nell interesse della famiglia - alla coabitazione - alla contribuzione In relazione a tutti questi doveri sussiste un potere conformativo dei coniugi consistente nella possibilità di attribuire a tali obblighi contenuti specifici e anche più limitati, senza però svuotarli di significato, trattandosi di diritti indisponibili.

2 La fedeltà Nel sistema codicistico, ante costituzione, la fedeltà per la moglie era un obbligo più restrittivo ed il cui inadempimento comportava maggiori e più rigorose conseguenze (v. lezione del ); La Corte Costituzionale opera una inerpretazione innovativa delle norme espungendo dall ordinamento quelle contrarie al principio di uguaglianza; Il processo giuridico e culturale culmina con la riforma del 1975, che attua il principio di pari dignità dei coniugi anche in relazione al principio di fedeltà Tale percorso giuridico non è né semplice né lineare e incontra singificativi ostacoli culturali Esempio di insigne ostacolo culturale all applicazione del principio di uguaglianza alla fedeltà coniugale F. Carnelutti (1962): per quanto le donne oggi vogliano nascondere (e a me sembra una pazzia) la loro diversità dall uomo, non possono negare che la turbatio sanguinis costituisca il rischio dell adulterio della moglie e non dell adulterio del marito: il bastardo non è il corpus unum dell uno o dell altro dei coniugi; e una famiglia nella quale vivono dei bastardi non è unita o, almeno, è meno unita di quella che potrebbe e dovrebbe essere. Natura del dovere di fedeltà taluno sostiene che, come per gli altri doveri coniugali, quello di fedeltà non è un obbligo giuridico in senso stretto cui corrisponda un diritto soggettivo alla pretesa del suo adempimento dell altro coniuge; l aspettativa al comportamento dell altro coniuge non si convertirebbe in un diritto soggettivo del quale ottenere l attuazione giudiziale (Pino 1998); si ribatte che il rapporto coniugale ha un ricco contenuto di diritti ed obblighi e che il fatto che il loro inadempimento non sia sanzionato dalla riparazione del diritto leso ma sanzionata in altro modo (addebito nella separazione) nulla ha a che vedere con la natura indiscutibilmente giuridica e cogente del dovere (Pilla, Bianca, Tommassini, Bonilini, Anelli) Contenuto del dovere di fedeltà: evoluzione storica Fedeltà coniugale come obbligo di esclusiva sessuale: consiste nella mutua dedizione reciproca dei corpi Ogni contatto sessuale extraconiugale ne costituisce violazione (Degni 1943). Concezione risalente e superata ritenuta grossolana anche dai più illuminati contemporanei (Jemolo 1950) Teoria oggi abbandonata per fare riferimento al matrimonio inteso come comunione materiale e spirituale, assistenza reciproca, collaborazione, luogo della pari dignità dei coniugi Contenuto del dovere di fedeltà La fedeltà come impegno reciproco di lealtà e di dedizione fisica e spirituale verso il coniuge (Cass. 7/9/99 n. 9472) Sottende il principio di esclusività reciproca del rapporto coniugale considerato come unico e primario rispetto ad altre relazioni intersoggettive (Anelli, 1998) Il contenuto del dovere di fedeltà consiste quindi: nel dovere di non tradire la fiducia reciproca; nel dovere di non tradire il rapporto di dedizione fisica e spirituale

3 La nozione di fedeltà va avvicinata a quella di lealtà, la quale impone di sacrificare gli interessi e le scelte individuali di ciascun coniuge che si rivelino in conflitto con gli impegni e le prospettive della vita comune. In questo quadro la fedeltà affettiva diventa componente di una fedeltà più ampia che si traduce nella capacità di saper sacrificare le proprie scelte personali a quelle imposte dal legame di coppia e dal sodalizio che su di esso si fonda (Cass. 18/9/1997 n. 9287) Conseguentemente il dovere di fedeltà ricomprende ma non si limita a quello di fedeltà sessuale, che risulta violato quando: Il coniuge non rispetta l esclusività del rapporto nell ambito della coppia, con rapporti etero od omosessuali con terzi, stabili e saltuari; Il coniuge non rispetta l esclusiva di generare figli con l altro coniuge (quindi anche moglie che si sottopone alla PMA eterologa e marito che dona il seme; coniuge che ricorre unilateralmente a pratiche di sterilizzazione); Occorre però la volontarietà del comportamento o dell evento. Quindi : non violerebbe l obbligo di fedeltà il coniuge vittima di violenza carnale, anche se si fosse volontariamente accompagnato al violentatore per vanità (Scardulla 1996) Non violerebbe colui che avesse avuto rapporti con altri per errore (idem); Non violerebbe il coniuge afflitto da una patologia psichiatrica quale la satiriasi del marito e la ninfomania della moglie, trattandosi di istinti ingovernabili (Scardulla e Finocchiaro A. e Finocchiaro M.) Rilievo ai fini dell addebitabilità Deve essere causa e non conseguenza della improseguibilità della convivenza coniugale. Quindi: Comportamento sleale e infedele ai sensi di cui sopra; Comportamento volontario Causa e non effetto del venir meno della comunione materiale e spirituale tra i coniugi e della intollerabilità della convivenza Casi Marito che tradisce una moglie la cui grave malattia aveva mutato l originario rapporto in una convivenza necessitata, priva di ogni legame sessuale ed affettivo Marito che tradisce la moglie durante la gravidanza con totale disinteresse per l andamento della stessa Moglie già separata dal marito e poi riconciliata che viene sorpresa con l uomo con il quale aveva convissuto durante la separazione. Casi 1. Marito che tradisce una moglie la cui grave malattia aveva mutato l originario rapporto in una convivenza necessitata, priva di ogni legame sessuale ed affettivo Non addebitabile: Cass , n Marito che tradisce la moglie durante la gravidanza con totale disinteresse per l andamento della stessa Addebitabile: Tr. Mi Moglie già separata dal marito e poi riconciliata che viene sorpresa con l uomo con il quale aveva convissuto durante la separazione. Addebitabile:Trib. Roma

4 4. Moglie che instaura un amicizia particolarmente intensa con persona dello stesso sesso dando adito (pur in assenza di prove certe) a sospetti di omosessualità, generando discredito per il marito. Addebitabile: Trib. Roma Marito che tradisce la moglie che lo apostrofa con ingiurie ed oscenità anche davanti ai figli. Addebitabile: Cass , n Marito che apostrofa con ingiurie anche in presenza dei figli e di terzi la moglie la quale ha a sua volta frequentazioni che inducono quantomeno apparentemente voci e ragionevoli illazioni da parte del marito. Addebitabile ad entrambi: Cass , n La fedeltà e i coniugi separati L obbligo alla fedeltà permane, ma è affievolito La Corte Costituzionale, con la sentenza n. 99/74 dichiarò incostituzionale l art. 151 c.c. nel testo allora vigente in quanto obbligava i coniugi separati anche ai comportamenti che non costituissero ingiuria grave nei confronti dell altro coniuge IL DOVERE DI ASSISTENZA MORALE E MATERIALE Espressione tipica del principio di solidarietà che sottende alla famiglia Dovere di una comunione dei comportamenti, di un aiuto reciproco e volto alla accoglienza dell altro coniuge, al suo sostegno, alla sua realizzazione sul piano fisico e morale Contenuti dell obbligo di assistenza morale e materiale Attenzione e vigilanza verso le situazioni di bisogno dell altro coniuge Impegno a sostenere insieme i pesi della famiglia con impegno all utilizzo delle risorse personali Riguarda l altro coniuge, tutta la famiglia e gli altri suoi singoli componenti Assistenza materiale Si riconnette al dovere di contribuzione ai bisogni della famiglia con le proprie sostanze e le proprie capacità di lavoro professionale e casalingo di cui all ultimo comma dell art. 143 c.c. Ha però un ambito distinto in quanto prevalgono gli impegni diretti ad aiutare l altro coniuge in difficoltà per qualsivoglia esigenza (economica, studio, salute, cura etc.) Assistenza morale Espressione tipica del rapporto coniugale Estrinsecazione dell affetto attraverso il reciproco sostegno, la reciproca stima, con esplicitazioni di conforto ed aiuto dell altro coniuge in situazioni di difficoltà morale (lutti, malattie, insuccessi professionali o lavorativi o sociali) Non ha contorni giuridici netti e va valutato caso per caso, in relazione ai soggetti del rapporto, alle specificità sociali e personali della coppia

5 Motivi di sospensione o di cessazione dell obbligo di assistenza morale o materiale E sospeso nei confronti del coniuge che si allontana arbitrariamente dalla residenza familiare (Art. 146 c.c.). Fattispecie: Allontanamento dalla casa familiare; Mancanza di una giusta causa in tale decisione (costituisce giusta causa la proposizione di domanda di separazione, annullamento o divorzio) Invito da parte del coniuge abbandonato a ritornare Mancato accoglimento di tale invito Si tratta di comportamento in violazione degli obblighi di assistenza morale e materiale che legittima nell altro la reciproca sospensione Può essere richiesto il sequestro dei beni del coniuge che si allontani senza giusta causa dalla casa familiare ai fini della garanzia degli obblighi di contribuzione al sostentamento materiale della famiglia (art. 143, III comma, e dei figli, art. 147 c.c.) Nella separazione e nel divorzio l obbligo di assistenza morale e materiale viene meno in quanto sostituito dal mantenimento o dall assegno divorzile INGIURIE Costituiscono violazioni dell obbligo di assistenza, non solo e non tanto la singola ingiuria, quando il comportamento oltraggioso per la dignità del coniuge Il comportamento va valutato in relazione alle personalità dei coniugi, alla loro sensibilità, al contesto sociale: hanno rilievo tutti quei comportamenti lesivi della dignità e della personalità. Quindi anche: Comportamenti denigratori di fronte a terzi Comportamenti svalutativi o sarcastici Comportamenti sprezzanti o violenti, verbalmente o fisicamente Comportamenti limitativi della libertà personale e di scelte lavorative, culturali, sociali (volontariato ad es.) Rilievo ai fini dell addebitabilità Casi Deve essere causa e non conseguenza della improseguibilità della convivenza coniugale. Quindi: Comportamento ingiurioso Comportamento volontario Causa e non effetto del venir meno della comunione materiale e spirituale tra i coniugi e della intollerabilità della convivenza Rifiuto di assistenza ad un coniuge malato. Coniuge con temperamento teso ed ansioso, con atteggiamenti di rigorismo morale quasi ossessivi. Coniuge che schernisce l altro di fronte a terzi per la sua asserita inadeguatezza culturale, derivata dal non aver conseguito il diploma di laurea Alcoolismo Apparente omosessualità della moglie che comporta disagio ambientale per il marito ed i figli provocando commenti disdicevoli nell ambiente

6 Sterilità Mancata accettazione della sterilità Rifiuto di assistenza ad un coniuge malato. Non addebitabile se la malattia provoca di per sé l improseguibilità della convivenza alterando gravemente l equilibrio coniugale. E necessario valutare se si tratti effettivamente di violazione del dovere di assistenza o di presa di atto dell impossiilità di proseguire la coinvivenza (Cass. 20/12/1995, n ) Coniuge con temperamento teso ed ansioso, con atteggiamenti di rigorismo morale quasi ossessivi. Non addebitabile: si tratta di tratti della personalità, eventualmente discutibili, ma che non comportano violazione dei doveri (Cass. 8/8/1990 n. 8013) Coniuge che schernisce l altro di fronte a terzi per la sua asserita inadeguatezza culturale, derivata dal non aver conseguito il diploma di laurea. Addebitabile Alcoolismo del marito. Non addebitabile secondo il Tr. di Genova ( ) trattandosi di una malattia che nell ambito della comunità familiare dovrebbe trovare accudimento e conforto, mentre al contrario aveva portato all emarginazione e al disprezzo (probabilmente non vi era stata la riconvenzionale) Segue casi Apparente omosessualità della moglie che comporta disagio ambientale per il marito ed i figli provocando commenti disdicevoli nell ambiente. Addebitabile in quanto tale condotta ha oggettivamente generato discredito per il marito, ha creato imbarazzo e commenti disdicevoli nell ambito della parentela e delle amicizie (Trib. Roma 12 maggio 1980) La sterilità non comporta addebito (Trib. Lecce ) mentre lo comporta la mancata accettazione della sterilità dell altro coniuge Caso Caso Caia chiede la separazione dal marito con addebito a questi, dopo una convivenza matrimoniale ultraventennale con 4 figli sostenendo che Tizio aveva una relazione con altra donna e che l aveva ingiuriata davanti ai figli screditandola come madre. Tizio, senza spiegare riconvenzionale, afferma che la moglie aveva prelevato titoli e danaro dal cassetto del marito e che aveva cambiato la serratura di casa senza farlo rientrare Caia sostiene di averlo fatto per la tirchieria del marito. Caia chiede la separazione dal marito con addebito a questi, dopo una convivenza matrimoniale ultraventennale con 4 figli sostenendo che Tizio aveva una relazione con altra donna e che l aveva ingiuriata davanti ai figli screditandola come madre. Tizio, senza spiegare riconvenzionale, afferma che la moglie aveva prelevato titoli e danaro dal cassetto del marito e che aveva cambiato la serratura di casa senza farlo rientrare Caia sostiene di averlo fatto per la tirchieria del marito. Il Tribunale ritiene non vi sia addebitabilità perché si tratta di comportamenti rilevatori dell insofferenza reciproca e di un rapporto usurato tale da rendere improseguibile la convivenza (Tr Napoli )

7 CASO CASO Marito con malattia che ne limita la capacità sessuale Moglie che è rivendicativa, ingiuriosa e recriminatoria e incoraggia intromettenze di terzi nell ambito familiare Marito con malattia che ne limita la capacità sessuale Moglie che è rivendicativa, ingiuriosa e recriminatoria e incoraggia intromettenze di terzi nell ambito familiare La Cassazione cassa con rinvio la sentenza della Corte d Appello perché ha posto sullo stesso piano i comportamenti dei coniugi senza considerare l involontarietà di quello del marito e la volontarietà di quelli della moglie (Cass. 6/09/1985 n. 4659) Il dovere di collaborazione Da taluni è considerato ricompreso nel dovere di assistenza morale e materiale dal quale è in effetti difficilmente scindibile A differenza del primo si indirizza però non solo nei confronti del coniuge, ma di tutta la famiglia (cass ) Contenuto Uno dei contenuti specifici riguarda la sfera lavorativa. Vi sono state pronunce relative al lavoro femminile, Si estrinseca anche nel concordare l indirizzo della famiglia (art. 144 c.c.) e nell operare concretamente, fattivamente ed attivamente al fine della sua realizzazione Inoltre va considerato in relazione all obbligo di contribuzione di cui all ultimo comma dell art. 143 c.c. Coabitazione Si intende la convivenza more uxorio, comprensiva della relazione affettiva e sessuale, non solo di convivenza sotto lo stesso tetto Ha tra i suoi contenuti quello della condivisione dello spazio fisico e sessuale-affettivoemotivo-relazionale Ne è corollario avere una residenza comune: la casa familiare I coniugi possono evidentemente avere domicili diversi (art. 45 c.c.) ma la dimora in comune (Art. 43 c.c. stabilita ai sensi dell art. 144 c.c. Potere conformativo I coniugi possono stabilire quale contenuto dare all obbligo della coabitazione Alcuni ritengono che, quando non ci sono figli, si possano avere anche due case coniugali (Zatti, 1196) Ma così si toglie senso alla coabitazione e si affievoliscono anche tutti gli altri doveri

8 Ricorso al giudice ex art. 145 c.c. In caso di disaccordo sull indirizzo della vita familiare e sulla fissazione della residenza familiare possibile il ricorso al giudice Competenza: Tribunale del luogo della residenza familiare o, se manca, di uno dei coniugi Atto introduttivo: ricorso Provvedimento: ordinanza non impugnabile Procedimento: camerale Audizione necessaria: coniugi e figli ultrasedicenni Tentativo di conciliazione: obbligatorio Si tratta di una delle fattispecie per le quali è prevista la nomina di un rappresentante per il minore ai sensi della L. 77/2003 (ratifica della Convenzione di Strasburgo per l esercizio dei diritti dei minori) Obbligo di contribuzione Si tratta dell estrinsecazione concreta sia del dovere di assistenza morale e materiale sia di quello di collaborazione Entrambi i coniugi debbono contribuire Ai bisogni della famiglia nel suo complesso ed evidentemente in relazione all indirizzo impresso di comune accordo; Secondo le proprie sostanze: si ha riguardo al patrimonio, mobiliare ed immobiliare di ciascuno dei coniugi (legittimo mantenere improduttivo di reddito un immobile se la famiglia ne ha bisogno?) Secondo la propria capacità (e quindi potenzialità) di lavoro professionale (e quindi l obbligatorietà di porre al servizio della famiglia tutte le proprie possibilità lavorative) e casalingo (deve essere valutato anche sotto l aspetto patrimoniale, e non solo morale e collaborativo, anche il lavoro di cura, assistenza ed accudimento svolto all interno delle mura domestiche).

SEPARAZIONE PERSONALE DEI CONIUGI

SEPARAZIONE PERSONALE DEI CONIUGI SEPARAZIONE PERSONALE DEI CONIUGI Interruzione effettiva e stabile della convivenza coniugale a seguito di fatti che rendano intollerabile la prosecuzione della vita coniugale o rechino pregiudizio alla

Dettagli

INDICE. Art. 143 (Diritti e doveri reciproci dei coniugi)

INDICE. Art. 143 (Diritti e doveri reciproci dei coniugi) Art. 143 (Diritti e doveri reciproci dei coniugi) SEZIONE I: PRINCIPI GENERALI E DISCIPLINA COSTITUZIONALE 1. I rapporti personali tra coniugi a oltre trent anni dalla riforma del diritto di famiglia.....................................

Dettagli

D.- Sono puniti per maltrattamenti in famiglia e violazione degli obblighi familiari i conviventi?

D.- Sono puniti per maltrattamenti in famiglia e violazione degli obblighi familiari i conviventi? D.- In caso di separazione, in assenza dei figli, può essere disposta dal giudice l assegnazione della casa coniugale? R.- Ove non vi sia prole convivente, questo tipo di tutela non ha più ragione di sussistere

Dettagli

Diritto in diretta ogni venerdì alle ore 9,00

Diritto in diretta ogni venerdì alle ore 9,00 Diritto in diretta l'avv. Daniela Bardoni risponderà ai quesiti degli ascoltatori. Per aiutarvi nelle controversie grandi e piccole della vita quotidiana Partecipa in diretta 06 899291 Sms/Wapp 393 8992913

Dettagli

I PROVVEDIMENTI DEL GIUDICE CIVILE IN MATERIA DI ABUSI FAMILIARI

I PROVVEDIMENTI DEL GIUDICE CIVILE IN MATERIA DI ABUSI FAMILIARI I PROVVEDIMENTI DEL GIUDICE CIVILE IN MATERIA DI ABUSI FAMILIARI La legge 154/01 ha introdotto un articolato sistema in grado di contrastare ogni forma di violenza maturata all interno del nucleo familiare

Dettagli

MASSIME DIRITTO DI FAMIGLIA. Corte di Cassazione Sez. I civ. 30 Marzo 2012, n 5177 (Pres.

MASSIME DIRITTO DI FAMIGLIA. Corte di Cassazione Sez. I civ. 30 Marzo 2012, n 5177 (Pres. MASSIME DIRITTO DI FAMIGLIA Corte di Cassazione Sez. I civ. 30 Marzo 2012, n 5177 (Pres. Vitrone; Rel. Didone) Famiglia Matrimonio Cessazione degli effetti civili del matrimonio- Assegno divorzile Quantum

Dettagli

Il dovere di fedeltà. Violazione. La responsabilità del terzo per induzione alla violazione. Avv. Katia Mascia

Il dovere di fedeltà. Violazione. La responsabilità del terzo per induzione alla violazione. Avv. Katia Mascia Il dovere di fedeltà. Violazione. La responsabilità del terzo per induzione alla violazione. Avv. Katia Mascia L art.143 c.c., nell elencare i doveri dei coniugi nascenti dal matrimonio, annovera l obbligo

Dettagli

INDICE-SOMMARIO CAPITOLO I I MUTAMENTI DELLA FAMIGLIA E L OBBLIGO DI MANTENIMENTO DEL CONIUGE E DEI FIGLI

INDICE-SOMMARIO CAPITOLO I I MUTAMENTI DELLA FAMIGLIA E L OBBLIGO DI MANTENIMENTO DEL CONIUGE E DEI FIGLI INDICE-SOMMARIO Presentazione della Collana... pag. VII Introduzione...» XI In memoria del compianto Bruno Schettini...» XIV Prefazione: Primo commento alle modifiche apportate dalla legge n. 219 del 10

Dettagli

37. I regimi patrimoniali tra coniugi... 73 38. Le convenzioni matrimoniali... 75 39. Pubblicità delle convenzioni matrimoniali...

37. I regimi patrimoniali tra coniugi... 73 38. Le convenzioni matrimoniali... 75 39. Pubblicità delle convenzioni matrimoniali... INDICE-SOMMARIO Capitolo I. NOZIONI INTRODUTTIVE 1. Il diritto di famiglia in senso oggettivo e la nozione di famiglia....... 1 2. L evoluzione della famiglia nel contesto sociale........... 3 3. Il ruolo

Dettagli

LA RISARCIBILITA DEL DANNO NELL IPOTESI DI SEPARAZIONE CON ADDEBITO Avv. Matteo Santini Dott.ssa Roberta Lumaca

LA RISARCIBILITA DEL DANNO NELL IPOTESI DI SEPARAZIONE CON ADDEBITO Avv. Matteo Santini Dott.ssa Roberta Lumaca LA RISARCIBILITA DEL DANNO NELL IPOTESI DI SEPARAZIONE CON ADDEBITO Avv. Matteo Santini Dott.ssa Roberta Lumaca La problematica circa l ammissibilità o meno del risarcimento del danno nell ipotesi di separazione

Dettagli

MASSIME DIRITTO DI FAMIGLIA. Corte di Cassazione Sez. I civ. 11 Gennaio 2013, n 601

MASSIME DIRITTO DI FAMIGLIA. Corte di Cassazione Sez. I civ. 11 Gennaio 2013, n 601 MASSIME DIRITTO DI FAMIGLIA Corte di Cassazione Sez. I civ. 11 Gennaio 2013, n 601 Famiglia - Figli Genitori gay Affido Possibile Sì all affido di un figlio minore ad una coppia omosessuale composta da

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE MORANI, D ALESSANDRO. Modifiche al codice civile e altre disposizioni in materia di accordi prematrimoniali

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE MORANI, D ALESSANDRO. Modifiche al codice civile e altre disposizioni in materia di accordi prematrimoniali Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 2669 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI MORANI, D ALESSANDRO Modifiche al codice civile e altre disposizioni in materia di accordi

Dettagli

CAPITOLO III CAPITOLO IV

CAPITOLO III CAPITOLO IV CAPITOLO I GLI EFFETTI PATRIMONIALI DELLA SEPARAZIONE E DEL DIVORZIO 1. Gli effetti patrimoniali della separazione e del divorzio.... 2 2. La relazione con il c.d. regime primario della famiglia.... 5

Dettagli

Assegno Mantenimento. Assegno di Mantenimento: Definizione

Assegno Mantenimento. Assegno di Mantenimento: Definizione Assegno Mantenimento Approfondimenti e spiegazioni utili sull assegno di mantenimento: cos è, quando è possibile richiederlo, a chi spetta, come viene quantificato e rivalutato e tanto altro. Assegno di

Dettagli

Per separazione s intende la conclusione della convivenza tra due coniugi che hanno una relazione stabile e duratura.

Per separazione s intende la conclusione della convivenza tra due coniugi che hanno una relazione stabile e duratura. Che cosa è la separazione? Per separazione s intende la conclusione della convivenza tra due coniugi che hanno una relazione stabile e duratura. La separazione può essere chiesta da uno o entrambi gli

Dettagli

CAPITOLO IV -------------------------------------------------------- LA FAMIGLIA

CAPITOLO IV -------------------------------------------------------- LA FAMIGLIA CAPITOLO IV -------------------------------------------------------- LA FAMIGLIA SEZIONE I FAMIGLIA LEGITTIMA E FAMIGLIA DI FATTO SOMMARIO: 1. Nozione di famiglia. 2. Il fondamento costituzionale della

Dettagli

Il divorzio nel diritto cinese: confronto con il divorzio italiano

Il divorzio nel diritto cinese: confronto con il divorzio italiano STUDIO LEGALE INTERNAZIONALE AVV. ALFONSO MARRA GIURISTA LINGUISTA ABILITATO AL BILINGUISMO TEDESCO - ITALIANO DALLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO IDONEO ALL ESAME DI STATO DI COMPETENZA LINGUISTICA CINESE

Dettagli

SOMMARIO. Prefazione... XVII. Ratio dell istituto e profili normativi... 3 Schemi di dottrina... 3

SOMMARIO. Prefazione... XVII. Ratio dell istituto e profili normativi... 3 Schemi di dottrina... 3 SOMMARIO SOMMARIO Prefazione... XVII CAP. 1 INVALIDITA` E IRREGOLARITA` MATRIMONIALI Ratio dell istituto e profili normativi... 3 Schemi di dottrina... 3 F001 Formula per far dichiarare nullo il matrimonio

Dettagli

marito e la moglie acquistano gli stessi diritti e assumono i medesimi doveri. Dal

marito e la moglie acquistano gli stessi diritti e assumono i medesimi doveri. Dal LA GRIGLIA NORMATIVA RICHIAMATA DALLA FATTISPECIE Le norme di diritto sostanziale Art. 143 Codice Civile: Diritti e doveri reciproci dei coniugi. Con il matrimonio il marito e la moglie acquistano gli

Dettagli

LA SEPARAZIONE DI FATTO DEI CONIUGI

LA SEPARAZIONE DI FATTO DEI CONIUGI IL DIRITTO PRIVATO OGGI Serie a cura di Paolo Cendon LUCIANO OLIVERO LA SEPARAZIONE DI FATTO DEI CONIUGI GIUFFREED1TORE INDICE SOMMARIO P

Dettagli

MASSIME DIRITTO DI FAMIGLIA. Corte di Cassazione Sez. I civ. 11 Giugno 2014, n 13217 (Pres.

MASSIME DIRITTO DI FAMIGLIA. Corte di Cassazione Sez. I civ. 11 Giugno 2014, n 13217 (Pres. MASSIME DIRITTO DI FAMIGLIA Corte di Cassazione Sez. I civ. 11 Giugno 2014, n 13217 (Pres. Luccioli; Rel. Mercolino) Famiglia Fecondazione artificiale eterologa Morte del coniuge prima della nascita Disconoscimento

Dettagli

Sociologia della famiglia

Sociologia della famiglia Sociologia della famiglia Corso di laurea in servizio sociale Sede di Biella Anno accademico 2006-2007 2007 Prof.ssa Elisabetta Donati Lezione n. 5 1 Il matrimonio e la coppia Definizione: Una unione fra

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Parte I IL MATRIMONIO E I SUOI EFFETTI. LA CONVIVENZA. Sezione I La promessa di matrimonio. ... Pag. 3

INDICE SOMMARIO. Parte I IL MATRIMONIO E I SUOI EFFETTI. LA CONVIVENZA. Sezione I La promessa di matrimonio. ... Pag. 3 Parte I IL MATRIMONIO E I SUOI EFFETTI. LA CONVIVENZA La promessa di matrimonio... Pag. 3 Il matrimonio: celebrazione e invalidità Il matrimonio civile 1) La celebrazione del matrimonio civile... Pag.

Dettagli

Articoli tratti dalla newsletter Studio Cataldi - Quotidiano Giuridico, Studio Cataldi, Ascoli Piceno http://www.studiocataldi.it

Articoli tratti dalla newsletter Studio Cataldi - Quotidiano Giuridico, Studio Cataldi, Ascoli Piceno http://www.studiocataldi.it 13/10/2014 L'assegno di mantenimento piccola guida Il dovere di assistenza morale e materiale e l'obbligo di mantenimento del coniuge separato Prima di affrontare il tema della determinazione e della corresponsione

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Premessa di Gilda Ferrando e Leonardo Lenti. Parte Prima LE FORME DI SEPARAZIONE

INDICE SOMMARIO. Premessa di Gilda Ferrando e Leonardo Lenti. Parte Prima LE FORME DI SEPARAZIONE INDICE SOMMARIO Premessa di Gilda Ferrando e Leonardo Lenti... Pag. XVII Parte Prima LE FORME DI SEPARAZIONE Capitolo I LA SEPARAZIONE CONSENSUALE di Gilda Ferrando 1. Note introduttive... Pag. 3 2. Natura

Dettagli

Parere n. 5 Determinazione dell assegno di mantenimento

Parere n. 5 Determinazione dell assegno di mantenimento 27 Parere n. 5 Determinazione dell assegno di mantenimento di Anna Liconti Traccia Tizia si rivolge al suo legale di fiducia manifestando l intenzione di volersi separare dal marito Caio per sopravvenute

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Capitolo 1 LA VIOLENZA ENDO-FAMILIARE E LO STALKING

INDICE SOMMARIO. Capitolo 1 LA VIOLENZA ENDO-FAMILIARE E LO STALKING INDICE SOMMARIO Elenco delle principali abbreviazioni... XIX Capitolo 1 LA VIOLENZA ENDO-FAMILIARE E LO STALKING 1.1. Introduzione... 1 1.2. I pregiudizi... 2 1.3. La tutela.... 4 1.4. La mancanza di una

Dettagli

I doveri di solidarietà familiare. Premessa 31 1. Il principio di solidarietà nella Costituzione e nel diritto di famiglia

I doveri di solidarietà familiare. Premessa 31 1. Il principio di solidarietà nella Costituzione e nel diritto di famiglia Sommario XI Premessa alla nuova edizione Capitolo 1 Solidarietà familiare e sicurezza sociale nell assistenza alla famiglia 1 1. L assistenza (nella e) alla famiglia nel diritto delle persone fisiche 6

Dettagli

TRATTATO DELLA SEPARAZIONE E DIVORZIO

TRATTATO DELLA SEPARAZIONE E DIVORZIO TRATTATO DELLA SEPARAZIONE E DIVORZIO Tomo I La disciplina sostanziale A cura di Michele Angelo Lupoi Indice Introduzione imminente del c.d. divorzio breve, di Rita Lombardi... Pag. I Premessa...» 11 Capitolo

Dettagli

Il diritto di famiglia

Il diritto di famiglia Il diritto di famiglia in 14 schede A cura dell Avvocato Maria Grazia Del Buttero consulente Centro Informazione Donna Una pubblicazione agile, sintetica, facilmente consultabile che ha lo scopo di divenire

Dettagli

CORTE DI APPELLO DI POTENZA SEZIONE CIVILE. La Corte, riunita in camera di consiglio in persona dei magistrati

CORTE DI APPELLO DI POTENZA SEZIONE CIVILE. La Corte, riunita in camera di consiglio in persona dei magistrati CORTE DI APPELLO DI POTENZA SEZIONE CIVILE IN NOME DEL POPOLO ITALIANO La Corte, riunita in camera di consiglio in persona dei magistrati - dott. Ettore NESTI presidente - dott. Gaetano CATALANI consigliere

Dettagli

INDICE SOMMARIO CAPITOLO PRIMO ESTENSIONE E LIMITI DEL MANTENIMENTO

INDICE SOMMARIO CAPITOLO PRIMO ESTENSIONE E LIMITI DEL MANTENIMENTO Elenco delle principali abbreviazioni... XXIII CAPITOLO PRIMO ESTENSIONE E LIMITI DEL MANTENIMENTO Guida bibliografica... 3 Profili generali................ 7 1.1. Le questioni da affrontare..........

Dettagli

248 Le relazioni affettive non matrimoniali

248 Le relazioni affettive non matrimoniali 248 Le relazioni affettive non matrimoniali Quest ultimo aspetto è estremamente importante. Tanto con riferimento al dovere di fedeltà quanto al dovere di coabitazione, infatti, gli evidenziati limiti

Dettagli

-Notizie Utili Conoscere i diritti è un diritto- Tratto da INFODIRITTI. permessi dal lavoro per assistere il figlio anche se la madre è casalinga.

-Notizie Utili Conoscere i diritti è un diritto- Tratto da INFODIRITTI. permessi dal lavoro per assistere il figlio anche se la madre è casalinga. -Notizie Utili Conoscere i diritti è un diritto- Tratto da INFODIRITTI *Il padre può usufruire di permessi dal lavoro per assistere il figlio anche se la madre è Un Caporal Maggiore dell esercito, divenuto

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Capo IV DEI DIRITTI E DEI DOVERI CHE NASCONO DAL MATRIMONIO

INDICE SOMMARIO. Capo IV DEI DIRITTI E DEI DOVERI CHE NASCONO DAL MATRIMONIO INDICE SOMMARIO Presentazione... Gli autori... Abbreviazioni delle principali riviste.... VII XI XXXIX Capo IV DEI DIRITTI E DEI DOVERI CHE NASCONO DAL MATRIMONIO Art. 143. Diritti e doveri reciproci dei

Dettagli

Indice sommario. Presentazione (di GIANLUCA SICCHIERO) Capitolo I 1 Il matrimonio e le invalidità matrimoniali. SEZIONE II (di NICOLETTA ONGARO) 14

Indice sommario. Presentazione (di GIANLUCA SICCHIERO) Capitolo I 1 Il matrimonio e le invalidità matrimoniali. SEZIONE II (di NICOLETTA ONGARO) 14 Indice sommario Presentazione (di GIANLUCA SICCHIERO) XV Capitolo I 1 Il matrimonio e le invalidità matrimoniali SEZIONE I (di NICOLETTA ONGARO) 1 IL MATRIMONIO 1. Matrimonio. Nozione essenziale 1 2. Il

Dettagli

Presentazione... 9 Abbreviazioni usate nel presente testo... 10. Capitolo 1 ± Obblighi nascenti dal matrimonio

Presentazione... 9 Abbreviazioni usate nel presente testo... 10. Capitolo 1 ± Obblighi nascenti dal matrimonio Presentazione... 9 Abbreviazioni usate nel presente testo... 10 Capitolo 1 ± Obblighi nascenti dal matrimonio 1.1 Diritti e obblighi costituzionali... 11 1.2 Obblighi previsti dal codice civile... 12 1.2.1

Dettagli

Dal punto di vista tecnico, però, la nuova disciplina è subito apparsa mal formulata.

Dal punto di vista tecnico, però, la nuova disciplina è subito apparsa mal formulata. Il decreto del Tribunale per i minorenni che provvede sul mantenimento dei figli naturali è titolo per iscrivere ipoteca. Commento al Decreto del Tribunale di Bologna del 29 giugno 2012. La legge n. 54/20006

Dettagli

SENTENZA N. 20256 DEL 19/09/2006

SENTENZA N. 20256 DEL 19/09/2006 SENTENZA N. 20256 DEL 19/09/2006 Famiglia Separazione personale dei coniugi comportamento successivo alla separazione (nella specie, esercizio della prostituzione da parte della moglie separata) limitata

Dettagli

INDICE SOMMARIO. PREMESSA I PATTI PREMATRIMONIALI NEL CONTESTO DELLA NEGOZIALITÀ FAMILIARE di Giacomo Oberto... Pag. 1

INDICE SOMMARIO. PREMESSA I PATTI PREMATRIMONIALI NEL CONTESTO DELLA NEGOZIALITÀ FAMILIARE di Giacomo Oberto... Pag. 1 INDICE SOMMARIO PREMESSA I PATTI PREMATRIMONIALI NEL CONTESTO DELLA NEGOZIALITÀ FAMILIARE di Giacomo Oberto... Pag. 1 CAPITOLO I I RAPPORTI PERSONALI TRA CONIUGI: ACCORDI E DISACCORDI di Marco Sgroi 1.

Dettagli

Sommario. I La formazione della coppia... 13. Presentazione...9

Sommario. I La formazione della coppia... 13. Presentazione...9 Presentazione...9 I La formazione della coppia... 13 1 Le scelte possibili...15 1 Come ufficializzare un unione...15 2 I tipi di matrimonio...15 Matrimonio civile o religioso? Il matrimonio concordatario

Dettagli

I danni endofamiliari. A cura di Domenico Chindemi

I danni endofamiliari. A cura di Domenico Chindemi I danni endofamiliari A cura di Domenico Chindemi 1 Quesito È ammissibile la tutela risarcitoria nell ambito del diritto di famiglia? 2 Danni endofamiliari È ammissibile l'applicazione, all'interno dell'istituto

Dettagli

La correttezza dell assunto pronunciato dal Gup di Milano, viene ribadita

La correttezza dell assunto pronunciato dal Gup di Milano, viene ribadita 1 La Cassazione chiarisce le conseguenze penali della sottrazione agli obblighi di mantenimento (cd. assegno) e l'ambito di applicazione dell'art. 3 della legge n. 54/2006. Corte di Cassazione, Sezione

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE GIGLI, DELLAI, BUTTIGLIONE, FAUTTILLI, MARAZZITI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE GIGLI, DELLAI, BUTTIGLIONE, FAUTTILLI, MARAZZITI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 2666 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI GIGLI, DELLAI, BUTTIGLIONE, FAUTTILLI, MARAZZITI Disposizioni e delega al Governo in materia

Dettagli

Giustizia & Sentenze Il commento alle principali sentenze

Giustizia & Sentenze Il commento alle principali sentenze Giustizia & Sentenze Il commento alle principali sentenze N. 20 20.03.2014 Benefici prima casa e separazione dei coniugi I recenti approdi della giurisprudenza di legittimità Categoria: Agevolazioni Sottocategoria:

Dettagli

Le coppie che chiedono l adozione di un bambino

Le coppie che chiedono l adozione di un bambino 1 febbraio 2005 Le coppie che chiedono l adozione di un bambino Anno 2003 L Istat diffonde i risultati dell indagine sulle domande di adozione, condotta per la prima volta nel 2003 presso i 29 tribunali

Dettagli

CAPITOLO I GLI STATUS PERSONAE E FAMILIAE NELLA GIURISPRUDENZA DELLE CORTI SOVRANAZIONALI

CAPITOLO I GLI STATUS PERSONAE E FAMILIAE NELLA GIURISPRUDENZA DELLE CORTI SOVRANAZIONALI INDICE - SOMMARIO Presentazione di PIETRO PERLINGIERI 3 CAPITOLO I GLI STATUS PERSONAE E FAMILIAE NELLA GIURISPRUDENZA DELLE CORTI SOVRANAZIONALI Gli status personae e familiae nella giurisprudenza delle

Dettagli

RIFLESSIONI A CALDO SULLA SENTENZA N. 8097/15: IL GIUDICE DELLA NOMOFILACHIA SMENTISCE LA CORTE COSTITUZIONALE IN TEMA DI MATRIMONIO TRA OMOSESSUALI?

RIFLESSIONI A CALDO SULLA SENTENZA N. 8097/15: IL GIUDICE DELLA NOMOFILACHIA SMENTISCE LA CORTE COSTITUZIONALE IN TEMA DI MATRIMONIO TRA OMOSESSUALI? RIFLESSIONI A CALDO SULLA SENTENZA N. 8097/15: IL GIUDICE DELLA NOMOFILACHIA SMENTISCE LA CORTE COSTITUZIONALE IN TEMA DI MATRIMONIO TRA OMOSESSUALI? di Vincenzo Baldini * 1. La recentissima sentenza della

Dettagli

www.dirittifondamentali.it - Università degli studi di Cassino e del Lazio Meridionale ISSN: 2240-9823

www.dirittifondamentali.it - Università degli studi di Cassino e del Lazio Meridionale ISSN: 2240-9823 Data di pubblicazione: 8 giugno 2015 Fecondazione eterologa, scambio di embrioni, maternità surrogata, omogenitorialità: nel rapporto genitori/figli c è ancora un po di spazio per i figli? * di Giuseppe

Dettagli

SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE AIAF IN DIRITTO DELLE RELAZIONI FAMILIARI, DELLE PERSONE E DEI MINORI

SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE AIAF IN DIRITTO DELLE RELAZIONI FAMILIARI, DELLE PERSONE E DEI MINORI SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE AIAF IN DIRITTO DELLE RELAZIONI FAMILIARI, DELLE PERSONE E DEI MINORI PROGRAMMA DIDATTICO 2015/2016 ORE ARGOMENTO NOTE DOCENTI 1 6 ore PRESENTAZIONE DELLA SCUOLA E DEL PROGRAMMA

Dettagli

Legge 8 febbraio 2006, n. 54

Legge 8 febbraio 2006, n. 54 Legge 8 febbraio 2006, n. 54 "Disposizioni in materia di separazione dei genitori e affidamento condiviso dei figli" pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 50 del 1 marzo 2006 Art. 1. (Modifiche al codice

Dettagli

Diritto Civile Contemporaneo

Diritto Civile Contemporaneo Diritto Civile Contemporaneo L INFEDELTÀ OMOSESSUALE NON È MOTIVO DI ADDEBITO Armando Plaia L INFEDELTÀ OMOSESSUALE NON È MOTIVO DI ADDEBITO di Armando Plaia, Professore ordinario di Diritto privato nell

Dettagli

SEPARAZIONE E DIVORZIO

SEPARAZIONE E DIVORZIO SEPARAZIONE E DIVORZIO Prefazione... XIII I SEPARAZIONE PERSONALE DEI CONIUGI 1 SEPARAZIONE CONSENSUALE E CONIUGI ECONOMICAMENTE AUTONOMI La questione... 3 Analisi dello scenario... 3 Inquadramento strategico...

Dettagli

Mobbing e tutela delle condizioni di lavoro

Mobbing e tutela delle condizioni di lavoro Circolare n. 9/09 del 28.settembre.2009* Mobbing e tutela delle condizioni di lavoro Mobbing nei luoghi di lavoro Nozione. Con l espressione mobbing si intende la sequenza di atti o comportamenti posti

Dettagli

MASSIME DIRITTO DI FAMIGLIA. Corte di Cassazione Sez. I civ. 27 Novembre 2013, n 26491 (Pres.

MASSIME DIRITTO DI FAMIGLIA. Corte di Cassazione Sez. I civ. 27 Novembre 2013, n 26491 (Pres. MASSIME DIRITTO DI FAMIGLIA Corte di Cassazione Sez. I civ. 27 Novembre 2013, n 26491 (Pres. Salmè; Re. Camaprile) Famiglia Matrimonio Cessazione degli effetti civili Assegno divorzile Condizioni Secondo

Dettagli

Forme di estinzione individuale del rapporto di lavoro

Forme di estinzione individuale del rapporto di lavoro C 14 a p i t o l o Forme di estinzione individuale del rapporto di lavoro 1 I principi generali dei licenziamenti individuali Il licenziamento è considerato legittimo soltanto quando sussistono alcune

Dettagli

INDICE INTRODUZIONE. Capitolo 1 LA FILIAZIONE NOTE INTRODUTTIVE. di GILDA FERRANDO

INDICE INTRODUZIONE. Capitolo 1 LA FILIAZIONE NOTE INTRODUTTIVE. di GILDA FERRANDO INDICE XV Aggiornamento. Disegno di legge delega sullo status giuridico dei figli INTRODUZIONE Capitolo 1 LA FILIAZIONE NOTE INTRODUTTIVE di GILDA FERRANDO 3 1. Le linee evolutive 7 2. I diritti del bambino

Dettagli

IL DIRITTO DI FAMIGLIA È il complesso di norme che disciplinano: matrimonio, rapporti tra coniugi, filiazione, adozione, rapporti tra genitori e

IL DIRITTO DI FAMIGLIA È il complesso di norme che disciplinano: matrimonio, rapporti tra coniugi, filiazione, adozione, rapporti tra genitori e IL DIRITTO DI FAMIGLIA È il complesso di norme che disciplinano: matrimonio, rapporti tra coniugi, filiazione, adozione, rapporti tra genitori e figli. (Confronta artt. 29, 30, 31, 36, 37 Cost. e 1 libro

Dettagli

GIOVANNA SPIRITO FORMULARIO DELLA SEPARAZIONE E DEL DIVORZIO

GIOVANNA SPIRITO FORMULARIO DELLA SEPARAZIONE E DEL DIVORZIO GIOVANNA SPIRITO FORMULARIO DELLA SEPARAZIONE E DEL DIVORZIO con CD-rom allegato SOMMARIO PARTE PRIMA - DISCIPLINA GENERALE LA PROCURA ALLE LITI E LE NOTIFICAZIONI 3 1. ATTO DI CONFERIMENTO DELLA PROCURA

Dettagli

Modifica delle condizioni stabilite nella sentenza di divorzio La modifica decorre dal momento della proposizione della domanda

Modifica delle condizioni stabilite nella sentenza di divorzio La modifica decorre dal momento della proposizione della domanda Modifica delle condizioni stabilite nella sentenza di divorzio La modifica decorre dal momento della proposizione della domanda Cassazione Sentenza n. 3922/2012 commento e testo Studio legale law In materia

Dettagli

Le vie legali alla crisi di coppia

Le vie legali alla crisi di coppia Le vie legali alla crisi di coppia Le cause della rottura: infedeltà, liti, violenza, sesso, alcol, infermità, educazione dei figli, suocera, fede religiosa, shopping compulsivo Larga prevalenza della

Dettagli

Parte Prima. Norme fondamentali. Sezione II. Costituzione

Parte Prima. Norme fondamentali. Sezione II. Costituzione Indice Sistematico Indici Parte Prima Norme fondamentali Sezione I Costituzione Costituzione della Repubblica Italiana, approvata dall Assemblea Costituente il 22-12-1947, promulgata dal Capo provvisorio

Dettagli

ASSEGNO DI MANTENIMENTO E NUOVA FAMIGLIA DI FATTO.

ASSEGNO DI MANTENIMENTO E NUOVA FAMIGLIA DI FATTO. ASSEGNO DI MANTENIMENTO E NUOVA FAMIGLIA DI FATTO. LA RILEVANZA GIURIDICA DELLE NUOVE SCELTE DI VITA DEL CONIUGE DESTINATARIO DELL ASSEGNO DI MANTENIMENTO. di Gianluca Ludovici La disciplina dei rapporti

Dettagli

SCRITTI ESAME AVVOCATO 2015 di Roberto Garofoli

SCRITTI ESAME AVVOCATO 2015 di Roberto Garofoli SCRITTI ESAME AVVOCATO 2015 di Roberto Garofoli SOMMARIO SEZIONE I Persone Scheda n. 1 Diritti civili dello straniero e condizione di reciprocità ex art. 16 preleggi (Cass. civ., sez. II, 30 giugno 2014,

Dettagli

MILANO LEGGE 10 DICEMBRE 2012, N. 219 PRIME APPLICAZIONI DELLE NUOVE NORME PROCESSUALI E SOSTANZIALI RACCOLTA DELLA PRIMA GIURISPRUDENZA

MILANO LEGGE 10 DICEMBRE 2012, N. 219 PRIME APPLICAZIONI DELLE NUOVE NORME PROCESSUALI E SOSTANZIALI RACCOLTA DELLA PRIMA GIURISPRUDENZA TRIBUNALE DI MILANO SEZIONE NONA CIVILE LEGGE 10 DICEMBRE 2012, N. 219 PRIME APPLICAZIONI DELLE NUOVE NORME PROCESSUALI E SOSTANZIALI RACCOLTA DELLA PRIMA GIURISPRUDENZA DELLA SEZIONE IX DEL TRIBUNALE

Dettagli

149. ( 1 ) Scioglimento del matrimonio.

149. ( 1 ) Scioglimento del matrimonio. Titolo VI Del matrimonio Ca p o V Dello scioglimento del matrimonio e della separazione dei coniugi ( 1 ) ( 1 ) Si veda la L. 10 giugno 1985, n. 301, adesione alla Convenzione sul riconoscimento dei divorzi

Dettagli

Suprema Corte di Cassazione. Sezione prima civile. Sentenza 10 maggio 2005, n. 9801. Svolgimento del processo

Suprema Corte di Cassazione. Sezione prima civile. Sentenza 10 maggio 2005, n. 9801. Svolgimento del processo Suprema Corte di Cassazione Sezione prima civile Sentenza 10 maggio 2005, n. 9801 Svolgimento del processo Con sentenza del 4 marzo - 21 aprile 1998 il Tribunale di Palermo rigettava la domanda con la

Dettagli

Sentenza n. 2740/2008

Sentenza n. 2740/2008 Corte Suprema di Cassazione - Civile Sezione I Civile Sentenza n. 2740/2008 deposito del 05 febbraio 2008 Svolgimento del processo Con ricorso depositato l'8.10.1999, M. B. chiedeva al Tribunale di Torino

Dettagli

21. RICORSO PER SEPARAZIONE PERSONALE GIUDIZIALE

21. RICORSO PER SEPARAZIONE PERSONALE GIUDIZIALE Parte Terza. La separazione personale dei coniugi 21. RICORSO PER SEPARAZIONE PERSONALE GIUDIZIALE TRIBUNALE DI... (1) Ricorso per separazione giudiziale dei coniugi PER..., nata a... (...), il... cod.

Dettagli

INDICE SISTEMATICO. Introduzione... PARTE PRIMA SEPARAZIONE PERSONALE DEI CONIUGI CAPITOLO I NORME SOSTANZIALI

INDICE SISTEMATICO. Introduzione... PARTE PRIMA SEPARAZIONE PERSONALE DEI CONIUGI CAPITOLO I NORME SOSTANZIALI INDICE SISTEMATICO Introduzione... pag. V PARTE PRIMA SEPARAZIONE PERSONALE DEI CONIUGI CAPITOLO I NORME SOSTANZIALI 1. Separazione giudiziale. Presupposti. In genere Intollerabilità della convivenza.

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica N. 197. Modifica al codice civile in materia di disciplina del patto di convivenza

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica N. 197. Modifica al codice civile in materia di disciplina del patto di convivenza Senato della Repubblica XVII LEGISLATURA N. 197 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa dei senatori ALBERTI CASELLATI, BONFRISCO, CARIDI e D ASCOLA COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 15 MARZO 2013 Modifica al codice

Dettagli

Co.r.re.l.a.re: consolidare reti regionali e locali per un accoglienza responsabile

Co.r.re.l.a.re: consolidare reti regionali e locali per un accoglienza responsabile Co.r.re.l.a.re: consolidare reti regionali e locali per un accoglienza responsabile Convenzione di Sovvenzione n. 2011/FEI/PROG-100781 CUP ASSEGNATO AL PROGETTO B53I12000030003 Articolo curato da Patrizia

Dettagli

SEPARAZIONE E DIVORZIO

SEPARAZIONE E DIVORZIO Marina Marino SEPARAZIONE E DIVORZIO Normativa e giurisprudenza a confronto La presente edizione è stata chiusa in redazione il 5 giugno 2012 ISBN 978-88-324-8220-1 2012 - Il Sole 24 ORE S.p.A. Sede

Dettagli

IL DIVORZIO IN ARMONIA PUÒ ESSERE CONTROPRODUCENTE

IL DIVORZIO IN ARMONIA PUÒ ESSERE CONTROPRODUCENTE IL DIVORZIO IN ARMONIA PUÒ ESSERE CONTROPRODUCENTE Gli effetti di una rottura coniugale, come è noto, sono numerosi e coinvolgono questioni psicologiche, affettive, mutamenti di stile, di vita, limitazioni

Dettagli

DIRITTO DI FAMIGLIA. Corte di Cassazione Sez. I civ. 18 Novembre 2013, n 25843 (Pres. C.

DIRITTO DI FAMIGLIA. Corte di Cassazione Sez. I civ. 18 Novembre 2013, n 25843 (Pres. C. DIRITTO DI FAMIGLIA Corte di Cassazione Sez. I civ. 18 Novembre 2013, n 25843 (Pres. C. Carnevale; Rel. M. Dogliotti) Famiglia Matrimonio Cessazione degli effetti civili del matrimonio- Diagnosi di shopping

Dettagli

I DIRITTI DELLE DONNE DAL 1900 AD OGGI

I DIRITTI DELLE DONNE DAL 1900 AD OGGI I DIRITTI DELLE DONNE DAL 1900 AD OGGI TUTELA DELLA DONNA E DEL FANCIULLO: LEGGE 242/1902 CARCANO Riveste un importanza notevole per aver introdotto il congedo di maternità di un mese dopo il parto, riducibile

Dettagli

D.L. 12 settembre 204 n. 132 convertito in Legge 10 novembre 2014 n. 162 ( in vigore dall 11 novembre 2014)

D.L. 12 settembre 204 n. 132 convertito in Legge 10 novembre 2014 n. 162 ( in vigore dall 11 novembre 2014) Il ruolo del Notaio D.L. 12 settembre 204 n. 132 convertito in Legge 10 novembre 2014 n. 162 ( in vigore dall 11 novembre 2014) Art. 2 : CONVENZIONE DI NEGOZIAZIONE ASSISTITA È l accordo mediante il quale

Dettagli

La violenza morale del coniuge e del genitore tra rimedi specifici del diritto di famiglia e responsabilità civile

La violenza morale del coniuge e del genitore tra rimedi specifici del diritto di famiglia e responsabilità civile Enrico Al Mureden Professore di Diritto di familgia Università di Bologna enrico.almureden@unibo.it La violenza morale del coniuge e del genitore tra rimedi specifici del diritto di famiglia e responsabilità

Dettagli

REVISIONE DELL ASSEGNO DI DIVORZIO

REVISIONE DELL ASSEGNO DI DIVORZIO 22 REVISIONE DELL ASSEGNO DI DIVORZIO Mevio e Mevia, coniugi senza figli, decidono di divorziare in seguito ad una separazione consensuale omologata. In sede di giudizio, viene disposto in favore della

Dettagli

separazione & divorzio: istruzioni per l uso

separazione & divorzio: istruzioni per l uso separazione & divorzio: istruzioni per l uso A cura del Centro per il Bambino e la Famiglia di Bergamo con la collaborazione di Rotary Club del Gruppo Orobico Ordine degli Avvocati di Bergamo La lettura

Dettagli

FILIAZIONE LE FONTI: Parma, 23 maggio 2011 LA FILIAZIONE E L ADOZIONE OGGI GLI EFFETTI DELLA CRISI DELLA COPPIA SUI FIGLI CASISTICA

FILIAZIONE LE FONTI: Parma, 23 maggio 2011 LA FILIAZIONE E L ADOZIONE OGGI GLI EFFETTI DELLA CRISI DELLA COPPIA SUI FIGLI CASISTICA Parma, 23 maggio 2011 LA FILIAZIONE E L ADOZIONE OGGI GLI EFFETTI DELLA CRISI DELLA COPPIA SUI FIGLI CASISTICA Avv. Emanuella Uberti FILIAZIONE LE FONTI: Costituzione 1948 RD 262/42 (C.C.) libro I L. 151

Dettagli

MASSIME DIRITTO DI FAMIGLIA. Corte di Cassazione Sez. VI civ. 24 Dicembre 2014, n 27386 (Pres. Famiglia Matrimonio Separazione Interruzione della

MASSIME DIRITTO DI FAMIGLIA. Corte di Cassazione Sez. VI civ. 24 Dicembre 2014, n 27386 (Pres. Famiglia Matrimonio Separazione Interruzione della MASSIME DIRITTO DI FAMIGLIA Corte di Cassazione Sez. VI civ. 24 Dicembre 2014, n 27386 (Pres. Di Palma; Rel. Acierno) Famiglia Matrimonio Separazione Interruzione della separazione Ripresa della convivenza

Dettagli

Autorità parentale congiunta nuove norme in vigore dal 1 luglio 2014

Autorità parentale congiunta nuove norme in vigore dal 1 luglio 2014 Autorità parentale congiunta nuove norme in vigore dal 1 luglio 2014 Avv. Alberto F. Forni, Lugano-Viganello A) Introduzione B) Gli articoli più rilevanti della nuova legge C) Diritto transitorio D) Il

Dettagli

Corso Avvocato 2013. Il METODO Neldiritto. NOME Angelo Mattia COGNOME Greco

Corso Avvocato 2013. Il METODO Neldiritto. NOME Angelo Mattia COGNOME Greco NOME Angelo Mattia COGNOME Greco Corso Avvocato 2013 Il METODO Neldiritto Applicazione del metodo Parere motivato in materia regolata dal diritto penale Traccia da consegnare entro il 13/09/2013 Tizio

Dettagli

INTERESSE DEL MINORE ED ATTRIBUZIONE DEL COGNOME PATERNO

INTERESSE DEL MINORE ED ATTRIBUZIONE DEL COGNOME PATERNO INTERESSE DEL MINORE ED ATTRIBUZIONE DEL COGNOME PATERNO Il tribunale per i minorenni, considerato che il minore Tizietto, di sette anni, già riconosciuto dalla madre Caia, era stato successivamente riconosciuto

Dettagli

Interventi normativi in Europa in materia di unioni omosessuali. G. Gambino

Interventi normativi in Europa in materia di unioni omosessuali. G. Gambino Interventi normativi in Europa in materia di unioni omosessuali G. Gambino Consiglio d Europa Diritto al rispetto della vita privata e familiare (art. 8 CEDU, 1950): tutela antidiscriminatoria dell orientamento

Dettagli

Aspetti economici della separazione e del divorzio: differenze tra la legislazione italiana e inglese.

Aspetti economici della separazione e del divorzio: differenze tra la legislazione italiana e inglese. Aspetti economici della separazione e del divorzio: differenze tra la legislazione italiana e inglese. È a tutti noto che ormai da alcuni anni sono in aumento, anche in materia di diritto di famiglia,

Dettagli

Capitolo 4 Z Filiazione ed adozione

Capitolo 4 Z Filiazione ed adozione Edizioni Simone - Vol. 45/1 Compendio di Diritto Internazionale privato e processuale Parte seconda Cenni di parte speciale Capitolo 4 Z Filiazione ed adozione Sommario Z 1. La filiazione. - 2. L adozione.

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO IL TRIBUNALE DI CALTANISSETTA SEZIONE CIVILE

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO IL TRIBUNALE DI CALTANISSETTA SEZIONE CIVILE REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO IL TRIBUNALE DI CALTANISSETTA SEZIONE CIVILE composto dai magistrati: Dr. Antonino Liberto Porracciolo - Presidente Dr. Calogero Domenico Cammarata - Giudice

Dettagli

TAR Milano, Sez. III, sentenza n. 2271 del 2015

TAR Milano, Sez. III, sentenza n. 2271 del 2015 La fecondazione eterologa è parte del diritto costituzionale alla salute e, come tale, non può essere discriminata dal Servizio sanitario rispetto a quella omologa. Con la sentenza sotto riprodotta il

Dettagli

ha pronunciato la presente

ha pronunciato la presente N. 02271/2015 REG.PROV.COLL. N. 03246/2014 REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Lombardia (Sezione Terza) ha pronunciato

Dettagli

INFEDELTA CONIUGALE E RISARCIMENTO DEL DANNO NON PATRIMONIALE

INFEDELTA CONIUGALE E RISARCIMENTO DEL DANNO NON PATRIMONIALE INFEDELTA CONIUGALE E RISARCIMENTO DEL DANNO NON PATRIMONIALE.LA VIOLAZIONE DELL OBBLIGO DI FEDELTA CONIUGALE PUO DAR LUOGO A LESIONE DI INTERESSI COSTITUZIONALMENTE PROTETTI di Gianluca Ludovici La previdenza.it

Dettagli

Il mantenimento dei figli maggiorenni

Il mantenimento dei figli maggiorenni Il mantenimento dei figli maggiorenni Di Germano Palmieri L articolo 30 della Costituzione italiana sancisce che è dovere e diritto dei genitori mantenere, istruire ed educare i figli, anche se nati fuori

Dettagli

INDICE SOMMARIO. I avvertenza... Pag. V II avvertenza...» VII. Parte I IL REGIME PATRIMONIALE TRA CONIUGI IN PENDENZA DI MATRIMONIO E SUCCESSIVAMENTE

INDICE SOMMARIO. I avvertenza... Pag. V II avvertenza...» VII. Parte I IL REGIME PATRIMONIALE TRA CONIUGI IN PENDENZA DI MATRIMONIO E SUCCESSIVAMENTE INDICE SOMMARIO I avvertenza... Pag. V II avvertenza...» VII Parte I IL REGIME PATRIMONIALE TRA CONIUGI IN PENDENZA DI MATRIMONIO E SUCCESSIVAMENTE Capitolo I CENNI GENERALI 1. Cenni generali... Pag. 3

Dettagli

Resta pertanto da vedere quale competenza rimanga al giudice tutelare in seguito alla riferita norma. Non sembra possa dubitarsi che siano rimasti

Resta pertanto da vedere quale competenza rimanga al giudice tutelare in seguito alla riferita norma. Non sembra possa dubitarsi che siano rimasti L ESECUZIONE DEI PROVVEDIMENTI IN MATERIA DI MINORI Relatore: dott. Antonino Luigi SCARPULLA pretore della Pretura circondariale di Palermo Premessa. I. Nel nostro ordinamento giuridico non esiste una

Dettagli

Regolamentazione delle unioni civili tra persone dello stesso sesso e disciplina delle convivenze

Regolamentazione delle unioni civili tra persone dello stesso sesso e disciplina delle convivenze Regolamentazione delle unioni civili tra persone dello stesso sesso e disciplina delle convivenze Considerazioni generali. Il testo unificato, presentato presso la Seconda Commissione Permanente del Senato

Dettagli

Affido condiviso di Maria Elena Bagnato. Altalex.it

Affido condiviso di Maria Elena Bagnato. Altalex.it Affido condiviso di Maria Elena Bagnato Altalex.it In virtù dell istituto dell affidamento condiviso la potestà genitoriale è esercitata da entrambi i genitori che assumono, di comune accordo, le decisioni

Dettagli

Sede: Via Luigi Razza, 4-20124 Milano (siamo a 30 mt MM3 angolo Vittor Pisani/Piazza della Repubblica)

Sede: Via Luigi Razza, 4-20124 Milano (siamo a 30 mt MM3 angolo Vittor Pisani/Piazza della Repubblica) Agata Christie Investigation Sas Via Luigi Razza 4 20124 Milano Milano Tel. 02 344223 Fax 02 344189 E-mail: max@agatachristie.it website: http://www.agatachristie.it Sede: Via Luigi Razza, 4-20124 Milano

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica N. 2084. Disciplina delle unioni civili. d iniziativa dei senatori CALIENDO, CARDIELLO e ZIZZA

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica N. 2084. Disciplina delle unioni civili. d iniziativa dei senatori CALIENDO, CARDIELLO e ZIZZA Senato della Repubblica XVII LEGISLATURA N. 2084 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa dei senatori CALIENDO, CARDIELLO e ZIZZA COMUNICATO ALLA PRESIDENZA L 8 OTTOBRE 2015 Disciplina delle unioni civili TIPOGRAFIA

Dettagli

Il Tribunale di Grosseto ordina al Comune la registrazione di un matrimonio omosessuale. Una pronuncia dal tono costituzionale

Il Tribunale di Grosseto ordina al Comune la registrazione di un matrimonio omosessuale. Una pronuncia dal tono costituzionale OSSERVATORIO COSTITUZIONALE Maggio 2014 Il Tribunale di Grosseto ordina al Comune la registrazione di un matrimonio omosessuale. Una pronuncia dal tono costituzionale di Carlo Alberto Ciaralli Dottorando

Dettagli