BASI FONDAMENTALI DELLA SPIRITUALITÀ CONIUGALE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "BASI FONDAMENTALI DELLA SPIRITUALITÀ CONIUGALE"

Transcript

1 BASI FONDAMENTALI DELLA SPIRITUALITÀ CONIUGALE A cura di p.raimondo Bardelli 1 - La famiglia è una comunità. L alleanza coniugale genera la prima comunità naturale voluta dal Creatore (Gen. 2,24-25). Essa è stabilita dal patto coniugale, vale a dire dall irrevocabile consenso personale, la cui manifestazione è per i battezzati segno sacramentale del matrimonio. 1 La comunità coniugale poggia il suo essere ed agire su un amore fecondo che fonde gli sposi in una sola carne, conferendo a essi il ministero di collaboratori con Dio nella creazione e educazione di nuove creature. Lo scopo principale dell unione amorosa degli sposi è la procreazione di nuove creature. Il sacramento del matrimonio perfeziona, attraverso una consacrazione particolare dello Spirito Santo, l unione degli sposi, trasformandola in chiesa domestica. 2 Quest azione dello Spirito Santo arricchisce e perfeziona il ministero matrimoniale naturale, abilitando gli sposi ad essere pastori della loro Chiesa domestica, trasformandoli, nel medesimo tempo, in profezia vivente dell amore di Dio per l uomo e dell unione di Cristo con la Chiesa (Ef 5,22-33). La comunità famigliare assume quindi una valenza profetica particolare per la salvezza del mondo. Essa è quindi una realtà fondamentale per la santificazione degli sposi, del mondo e della Chiesa. Questa chiesa domestica è caratterizzata da una missione profetica ed evangelizzatrice propria e da una particolare presenza di Cristo e dello Spirito. La sua dimensione profetica non può essere diminuita o confusa con altre comunità, aventi altre finalità profetiche nella Chiesa e nel mondo. Due sono, infatti, i modi nella Chiesa di Cristo per realizzare le esigenze di completamento della sessualità: il matrimonio sacramento o la consacrazione verginale per il Regno dei cieli. Entrambi generano comunità, animate da un amore, da finalità, da dimensioni profetiche diverse, che conducano i loro membri, in modo differente, alla santità. Il matrimonio sacramento unisce e fonde in uno gli sposi perché l uno nell altro, come due mani giunte, camminino verso la vita eterna. La consacrazione religiosa invece unisce l individuo direttamente a Cristo, anticipando sulla terra le nozze eterne con Lui. Gli sposi, a volte, non comprendono la ricchezza dei doni naturali e soprannaturali elargiti loro dallo Spirito Santo attraverso il matrimonio, perciò ritengono la comunità coniugale insufficiente ad aiutarli a vivere in pienezza la sequela di Cristo; quindi, non avvertendo la confusione che creano nel loro cammino spirituale, cercano d instaurare e vivere in comunità ispirate alla vita consacrata. 1 Gaudium et Spes, n.48. CEI, Evangelizzazione e mamtrimonio, n.38 2 Lumen Gentium,n.11; cf. Giovanni Paolo II, Familiaris Consortio,n.21 1

2 Ignorano il dinamismo e la finalità intrinseca diversa di queste comunità. Esse, infatti, incarnano un amore sponsale diverso, caratterizzato da differenti dimensioni profetiche e da un modo differente di realizzare la sequela di Cristo. Gli sposi, agendo in questo modo, impoveriscono il popolo di Dio della presenza vivace della loro dimensione profetica, compromettendo l originalità del loro ministero destinato primariamente al servizio della chiesa domestica e all educazione dei loro figli. La comunità coniugale e quella dei consacrati sono due modi diversi di realizzare la sequela di Cristo, che la chiesa, fedele ai doni dello Spirito, deve proteggere nella loro originale diversità. La comunità familiare va quindi protetta, aiutata ad essere se stessa pienamente nel suo essere e agire; in caso contrario, il Popolo di Dio è impoverito, perché diminuisce la ricchezza dell annuncio e della salvezza di Cristo in mezzo al mondo. La Chiesa di Cristo, infatti, è presenza integra del suo Signore unicamente se rispetta in se stessa la svariata ricchezza dei doni di Dio e dei carismi dello Spirito Santo. 2 - Diversità e complementarità fra la vita consacrata e matrimonio sacramento. La vita consacrata nasce da una consacrazione particolare dello Spirito, che porta a perfezione la consacrazione battesimale, introducendo direttamente con cuore indiviso l'individuo nell'amore sponsale con Dio. Essa è un dono particolare dello Spirito; fa parte essenziale della costituzione della Chiesa di Cristo 3, anticipa nel mondo le nozze eterne con Dio in Cristo, 4 perciò ha come propria dimensione profetica il richiamare al Popolo di Dio la preparazione all unione sponsale definitiva con Dio: scopo e fine d ogni esistenza umana ricordando, allo stesso tempo, alla Chiesa ed al mondo la provvisorietà di questa dimora terrena. Il cuore del consacrato è vivificato e completato da un amore sponsale a Cristo ed in Lui e per Lui si dona totalmente agli uomini attraverso le varie attività caritative. I consacrati sono un aiuto agli umani affinché la costruzione della città terrena sia sempre fondata sul Signore e a Lui diretta, e non avvenga che lavorino invano quelli che la stanno costruendo. 5 L unione sacramentale degli sposi poggia invece su un dono totale e irreversibile degli sposi, trasformato da una consacrazione particolare dello Spirito Santo, che li abilita a collaborare con Dio per generare nuove creature, che attraverso la loro azione educativa raggiungono la maturità umana e cristiana: diventano realmente figli di Dio. Vivendo quest amore fecondo, gli sposi si realizzano, cioè si santificano, preparandosi alle nozze eterne con Dio. Essi amano Dio in modo indiretto e mediato, cioè la moglie nel e col marito, e viceversa (cfr 1Cor 7,32-35). La crescita del loro amore li prepara sempre più intensamente all'amplesso senza fine con Dio. Gli sposi, infatti, nella mediazione reciproca tendono verso questa meta finale, abbracciando e coinvolgendo nel loro cammino primariamente i figli, e poi per quanto 3 4 ivi n.42 5 Ivi, n.46 2

3 quest impegno principale lo permette - anche i poveri e gli emarginati e coloro che sono lontani dalla salvezza di Cristo. Il matrimonio può quindi definirsi un intima comunità di vita e di amore fecondo tendente al suo pieno compimento nella pienezza del Regno di Dio : le nozze eterne con Dio 6 Per questo la famiglia riceve la missione di custodire, rivelare e comunicare l'amore, quale riflesso vivo e reale partecipazione dell'amore di Dio per l'umanità e dell'amore di Cristo Signore per la sua sposa. Ogni compito particolare della famiglia è l'espressione e l'attuazione concreta di tale missione fondamentale. 7 La comunità familiare e quella nascente dalla consacrazione religiosa costituiscono cosi due modi diversi di vivere e di esprimere l'unico mistero dell'alleanza di Dio con il suo popolo. Ognuna è caratterizzata da un cammino alla santità e da una missione profetica diversa: realtà diverse, ma complementari. La disistima dell una non favorisce certamente la stima dell altra. Cosi il deprezzamento del matrimonio non favorisce la valorizzazione della verginità consacrata. Infatti, quando la realizzazione della sessualità umana nel matrimonio non è ritenuta un gran valore donato dal Creatore, perde di significato anche la sua realizzazione nella verginità per il Regno dei cieli L amore è la radice ed il fondamento del matrimonio. L alleanza coniugale ha come suo più intimo ed ultimo fondamento l amore degli sposi, che fonde in uno le doti del loro corpo e del loro spirito, unendo profondamente le persone fra di loro. Quest amore racchiude in se come caratteristica indissolubile la fecondità, perciò base del matrimonio è l amore sponsale fecondo. Il sacramento del matrimonio perfeziona quest amore naturale degli sposi figli di Dio, rendendolo simile a quello che unisce fra di loro le tre divine Persone. Gli sposi diventano cosi icona della Trinità. La crescita costante di quest amore garantisce la realizzazione del matrimonio secondo il progetto di Dio. Il suo esercizio unisce valori umani e divini, conducendo gli sposi al libero e mutuo dono di se stessi, provato da sentimenti e gesti di tenerezza, e pervade tutta quanta la vita dei coniugi, anzi, diventa perfetto e cresce proprio mediante il generoso suo esercizio. È ben superiore, perciò, alla pura attrattiva erotica che, egoisticamente coltivata, presto e miseramente svanisce. Gli sposi consci dunque del valore delle capacità corporee espressive dell amore, che donano al loro mutuo donarsi ed accogliersi un volto sensibile, attraente e seducente, devono coltivarle, svilupparle, cioè devono impegnarsi a valorizzare e perfezionare la tenerezza, il sentimento e la dolcezza e migliorare la conoscenza e la pratica dell intimità fisica ecologicamente vissuta. L amore è la forza permanente della famiglia. Senza l amore la famiglia non è una comunità di persone; senza l amore la famiglia non può vivere, crescere e perfezionarsi come comunità di persone Giovanni Paolo II, Familiaris consortio, n.17 7 Ivi, n.17 8 Cfr. Giovanni Paolo II, Familiaris consortio, n.16 9 Ivi, n.18 3

4 La vita matrimoniale esige una continua crescita d'amore. Solo attraverso questo i figli possono capire la tenera e continua presenza dell'amore divino ed allo stesso tempo maturare nella loro umanità e nel loro essere figli di Dio L intimità fisica espressione più alta dell amore coniugale. L amore coniugale è espresso e reso perfetto in maniera tutta particolare dall'esercizio degli atti che sono propri del matrimonio; ne consegue che tali atti, coi quali i coniugi si uniscono in casta intimità, sono onorevoli e degni e, compiuti in modo veramente umano, favoriscono la mutua donazione che essi significano ed arricchiscono vicendevolmente, in gioiosa gratitudine, gli sposi stessi. Nella vita coniugale, infatti, i rapporti carnali sono il segno e l espressione della comunione fra le persone. Le manifestazioni di tenerezza e il linguaggio del corpo esprimono il patto coniugale e rappresentano il ministero dell alleanza e quello dell unione di Cristo e della Chiesa.I momenti di profonda comunione conferiscono a ogni membro del focolare domestico una reale forza per la sua missione in mezzo ai fratelli come anche per il suo lavoro quotidiano. 11 L intimità fisica fa parte inoltre della costituzione definitiva del sacramento del matrimonio. Il primo rapporto fisico degli sposi sigilla, infatti, in modo indissolubile il patto coniugale, diventando il tramite del dono dello Spirito Santo e dei doni a lui connessi. Il rapporto fisico assume cosi un valore sacro, diventa tramite per ricevere i doni dello Spirito Santo e mezzo per crescere in essi. Gli sposi alla scuola del Cantico dei Cantici imparano a scoprirne tutta la potenza di comunione che da esso sprigiona, capace di trasformare, attraverso l esperienza di piacere ad essa connesso, la loro vita e di avvicinarli maggiormente a Dio. Il piacere sessuale, infatti, è un riflesso di quello sguardo compiaciuto e saturo di gioia di Dio sulla creazione iniziale, e del piacere che le persone divine provano in loro stesse nel muto donarsi ed accogliersi. E l estasi della carne che trascina gli sposi ai margini del finito. Esso va quindi ricercato ed amato dagli sposi come mezzo di santificazione e di avvicinamento a Dio. Vivendo in questo modo l amplesso fisico gli sposi realizzano la castità coniugale. Questo modo ecologico di vivere la vita sessuale diventa la prima evangelizzazione degli sposi per il mondo, che ha volgarizzato e strumentalizzato il sesso, e allo stesso tempo è la prima e continua iniziazione sessuale per i loro figli. L iniziazione sessuale, infatti, naturalmente, cioè per diritto naturale e divino, spetta ai genitori, tutte le altre realtà educative sono una supplenza ed un aiuto ai genitori 5 - L alleanza matrimoniale è un sacramento stabile. Il patto coniugale cristiano determina un sacramento permanente, vale a dire un sacramento che dura fino alla morte di uno degli sposi. Questo attinge questa sua pienezza indissolubile attraverso primo rapporto fisico ecologicamente vissuto, perciò ogni amplesso fisico successivo, rendendo presente una parte costitutiva del sacramento, diventa una sua riatturalizzazione, che trasmette agli sposi il dono 10 Ivi.n Giovanni Paolo II, discorso alle famiglie a Saint-Anne d Auray,

5 dello Spirito Santo e la grazia santificante, aprendoli più intensamente all azione della grazia sacramentale.. La liturgia di questa riattualizzazione del sacramento è suggerita dalla natura che mostra il cammino umano del come prepararla, svolgerla, ed assimilarla. Occorre quindi che gli sposi recuperino, nel pieno rispetto del senso ecologico delle parti corporee, il valore umano-spirituale dei gesti d amore che preparano l amplesso. L unione fisica preparata e vissuta in questo modo diventa come l Eucaristia della Chiesa domestica, in altre parole essa riattualizza il loro essere uno in Cristo e con Cristo per irradiare e accrescere nella loro vita, in quella dei figli e del mondo l amore divino che da essa sprigiona. L esperienza dell Eucaristia e della riattualizzazione del sacramento del matrimonio vicendevolmente si rafforzano e valorizzano, aiutando gli sposi ad una loro più intima e profonda comprensione ed aumentano il loro amore. 6 - La riattualizzazione del sacramento del matrimonio è apertura e sorgente di vita. L intimità fisica sacramentalmente vissuta è sempre sorgente di vita naturale e soprannaturale. Essa, infatti, ecologicamente svolta, è sempre sorgente di vita in senso naturale in quanto genera nuove creature o aumenta l amore, vera vita per gli sposi e per le creature generate o da generare. La vita, infatti, è amore sia in Dio sia negli umani. L amplesso fisico ecologicamente svolto racchiude, infatti, l esercizio di una forza unitiva e procreativa capace di generare un amore-vita che arricchisce la vita degli sposi, generando nuove creature o nutrendo quelle generate. 12 E indispensabile quindi che gli sposi si pongano al servizio dei ritmi fecondi ed infecondi contenuti naturalmente nella corporeità della donna per vivere ed esercitare una procreazione responsabile, riflesso di quella divina, che crea in modo singolo ed inviduale ogni persona, continuando ad assisterla e a nutrirla con il suo amore. La comunione fisica degli sposi aumenta in essi la grazia santificante e li apre maggiormente all azione della grazia sacramentale del matrimonio, accrescendo cosi in loro la vita soprannaturale che perfeziona anche l amore naturale. La grazia santificante, infatti, consiste in un dono d amore in tutto simile a quello di Dio, che entrando nel cuore degli sposi li apre maggiormente ad accogliere tutti quegli aiuti divini- grazia sacramentale- necessari per vivere in santità la loro unione, perfezionando ed accrescendo nello stesso tempo il loro amore naturale. E in questo contesto sacro che nascono i futuri figli di Dio. La fedele e costante realizzazione dei doni naturali e soprannaturali intrinseci al matrimonio garantiscono agli sposi il perfezionamento, ed ai figli una crescita umano-spirituale costante ed armonica. Solo cosi il matrimonio diviene segno ed annuncio del recupero del valore umano e soprannaturale del sesso. Gli sposi devono quindi recuperare il senso sacro della loro intimità vivendola nei gesti preparatori e nella 12 Cfr Humanae Vitae.n

6 sua consumazione come liturgia della riuattulizzazione del sacramento del matrimonio. Ciò comporta il rispetto nella loro intimità dei metodi naturali della regolazione delle nascite, quindi l esclusione di qualsiasi intervento contraccettivo. La contraccezione implica un atteggiamento di padronanza e non di servizio verso la natura. Essa riproduce negli sposi l atteggiamento del primo peccato di volere essere come Dio. Con essa, infatti, gli sposi violano l ordine naturale, riflesso di quello divino, creandone un altro a immagine del loro egoismo. La meditazione costante della via d amore tracciata dal Cantico dei Cantici e la comunione continua con lo Spirito di Dio, sorgente di tutti i doni e carismi, li aiuterà ad eliminare costantemente gli influssi della cultura attuale, che presenta l amore come semplice emozione e sensazione corporea, riducendo l intimità ad una ricerca di un piacere raffinato. Gli sposi vivendo questa loro identità naturale e soprannaturale realizzano, assieme ai loro figli, l immersione in Cristo, scopo e meta finale d ogni esistenza umana ed attuazione concreta della santità. 7 - Il ministero degli sposi. Il matrimonio come alleanza naturale è dotato di un proprio ministero conferitole dal Creatore. Esso consiste nella collaborazione con Dio per la nascita di nuove creature e nella missione di farle crescere nella sua conoscenza e nei valori morali sprigionanti dalla legge divina iscritta in ogni cuore. L azione trasformante dello Spirito Santo nel sacramento del matrimonio consacrazione- si estende anche a questo ministero naturale elevandolo e perfezionandolo. Lo Spirito Santo, infatti, consacra gli sposi per svolgere un educazione propriamente cristiana dei figli di Dio, li chiama cioè a partecipare alla stessa autorità e allo stesso amore di Dio Padre e di Cristo pastore, come pure all amore materno della Chiesa, e li arricchisce di sapienza, consiglio, fortezza e di ogni altro dono per aiutare i figli nella crescita umana e cristiana Il compito educativo riceve quindi la dignità e la vocazione di essere un vero e proprio ministero della chiesa al servizio dell edificazione dei suoi membri. 13 Questo ministero è singolare nella vita della Chiesa, esso, infatti, si distingue dai ministeri ordinati del sacerdozio ministeriale, e da quelli semplicemente conferiti, specificanti la partecipazione battesimale al Cristo Servo, esercitati da laici o consacrati. Questo ministero, pur restando laicale, nasce da una consacrazione dello Spirito Santo e rende partecipe, in modo singolare, della pastoralità di Cristo e dell amore materno della chiesa. Il magistero della Chiesa deve proteggerlo, svilupparlo ed illuminare gli sposi perché possono viverlo in piena comunione col popolo di Dio. Gli sposi da parte loro devono esercitarlo in comunione col magistero della Chiesa, solo cosi sono fedeli a questo dono dello Spirito. Esso lo esercitano non solo nella chiesa domestica, ma anche nel popolo di Dio promuovendo con l esempio e la parola i valori fondamentali della famiglie e della procreazione responsabile. Gli sposi sono consacrati per essere ministri di santificazione nelle famiglie e di edificazione della Chiesa essi compiono il loro ministero e impegnano il loro carisma nella preparazione specifica 13 Giovanni Paolo II, familiaris consortio, n.38. 6

7 dei fidanzati al sacramento del matrimonio nella catechesi famigliare e parrocchiale, nella promozione delle vocazioni, specialmente di quelle di speciale consacrazione La Chiesa locale deve far spazio...alle coppie e...aiutare le comunità parrocchiali a riconoscere il ruolo di protagoniste della pastorale, che viene dalla grazia del sacramento. In una società che emargina sempre più la famiglia e, praticamente, tende a vanificarne la consistenza e i compiti nelle realtà civili e nell educazione dei figli... si deve impegnare a promuovere il ministero dei coniugi anzitutto nei confronti della nascita della fede dei figli, nei confronti dell evangelizzazione delle coppie e delle famiglie deboli nella fede, con le quali essi hanno quotidiani contatti di vicinanza e di lavoro, di situazioni spesso totalmente chiuse ad altre presenze ecclesiali, nei confronti infine dei fidanzati, che si preparono al matrimonio. Gli sposi devono prepararsi, secondo le loro possibilità intellettuali e di tempo, all esercizio di questo ministero e non trascurarlo per altri ministeri ritenuti più vistosi e promozionali nella Chiesa di Cristo. Ognuno si salva nella fedeltà ai doni della propria vocazione. 8 - La dimensione profetica della vita degli sposi. Ogni battezzato partecipa al profetismo di Cristo. Lo spirito Santo, attraverso la consacrazione del matrimonio, abilita il profetismo battesimale degli sposi ad essere profezia, parabola vivente dell amore di Cristo per l umanità e per la Chiesa. (Cfr.Ef.5, 25ss.). Dio è amore. Il suo agire nel mondo è amare: Dio ha tanto amato l uomo al punto di dare il proprio Figlio per la sua salvezza (1 Gv.4,10). Quest amore divino entra nel mondo per unire a sé come lo sposo alla sposa tutti gli esseri umani, per formare con essi un solo corpo (1 Cor.12,12). L amore coniugale perfezionato ed accresciuto dalla grazia santificante è abilitato dallo Spirito Santo ad essere profezia dell amore di Dio in se stesso, per l umanità e per la Chiesa. La persona umana, essendo l amore divino in se stesso di una ricchezza infinita, può intuirne qualcosa unicamente attraverso i vari modi e le diverse sfaccettature dell esperienza umana, perciò la profezia dell amore coniugale aiuta a penetrarne il senso. Le dimensioni più ardue dell amore divino sono quelle dell amore misericordioso e materno e paterno di Dio. La misericordia esprime la fedeltà dell amore divino verso ogni persona, anche se questa pecca o lo rifiuta, Dio continua ad amarla, anzi la circuisce di maggior tenerezza, perché torni a Lui. Lo Spirito Santo trasforma con la sua azione la fedeltà dell amore coniugale in icona della misericordia divina 15, per questo gli sposi devono perseverare nel loro amore in ogni circostanza, anche la più difficile, quale l incomprensione ed il tradimento, anzi in questi frangenti devono amarsi maggiormente. La fedeltà a questa dimensione profetica li inserisce nel dinamismo della passione, morte e risurrezione di Cristo per la redenzione reciproca e dei fratelli. La consacrazione matrimoniale abilita gli sposi anche ad essere espressione profetica della paternità e maternità divina. Questo implica negli sposi una maturità sempre più grande delle doti corporee della tenerezza, dolcezza e sentimento. Solo attraverso esse la 14 CEI, Evangelizzazione e sacramento del matrimonio, Catechismo della Chiesa Cattolica, n

8 donna potrà, come Maria madre di Cristo, esprimere la maternità divina, e l uomo, come Cristo, la paternità di Dio. 9 - L Eucaristia centro e nutrimento della vita e del profetismo matrimoniale. Cristo è la nuova ed eterna alleanza tra Dio e l umanità. 16 Egli con la sua passione, morte e risurrezione ha ristabilito l unione tra Dio e l uomo peccatore. Cristo, prima di iniziare la sua passione, ha istituito l Eucaristia, nella quale si è offerto al Padre per la purificazione dei peccati del mondo, conferendo ai suoi apostoli il potere di rinnovarla fino al giorno della sua venuta gloriosa. Cristo continua cosi in ogni Eucaristia a ripresentarsi, attraverso il ministero sacerdotale, al Padre, come offerta espiatrice dei peccati dell uomo, per istaurare sempre più ampiamente la Nuova alleanza fra gli uomini ed intensificarla nel popolo di Dio. L Eucaristia, infatti, in quanto rinnovazione dell alleanza, perfeziona i fedeli nell unità con Dio e tra di loro, rendendoli sempre più partecipi dell amore di donazione e di comunione di Cristo con la sua Chiesa. 17 Essa è quindi per il cristiano una rinnovazione o meglio una riattualizzazione dell alleanza con Dio istaurata in lui attraverso il battesimo. Il dono totale degli sposi, attraverso il sacramento del matrimonio, è trasformato in segno profetico dell alleanza fra Dio e l umanità, che si realizza nella Chiesa Corpo mistico di Cristo, suo Popolo e sua sposa. Come Cristo ha sigillato l alleanza con Dio attraverso il dono totale di se, che ha attinto il suo culmine espressivo nella morte, cosi l alleanza coniugale raggiunge la sua pienezza attraverso il primo dono totale corporeo degli sposi. Come l Alleanza con Dio si riattualizza nell Eucaristia, cosi l alleanza coniugale si riattualizza nella liturgia della fusione corporea degli sposi. Come l intimità corporea perfeziona ed accresce l unione fra gli sposi, immergendoli maggiormente nell Alleanza divina di cui sono profeti, così ricevendo con amore Cristo eucaristico nei loro cuori s immergono più profondamente nell Alleanza divina. Eucaristia e sacramento del matrimonio hanno un'unica meta: rendere maggiormente partecipi i cuori degli sposi dell Alleanza divina. Gli sposi vivendo un attiva partecipazione ad entrambi rafforzano la loro salvezza ed il loro ministero profetico. Il matrimonio cristiano trova, infatti, nell Eucaristia il suo momento fontale e la sua piena capacità di realizzazione. L Eucaristia fa presente il sacrificio che sigilla la nuova alleanza di Dio con gli uomini: gli sposi vi trovano il fondamento del loro patto coniugale e la possibilità di rinnovarlo in un continuo impegno di reciproca e fedele donazione. 18 Per questo l Eucaristia attraverso l intimità coniugale ha una presenza profetica ed evangelizzatrice nella vita degli sposi e attraverso loro nel popolo di Dio e nell umanità. In tal modo l Eucaristia che unisce e edifica la Chiesa, si fa vincolo e costruzione della famiglia cristiana, che è parte viva e cellula primaria della Chiesa stessa. 19 Cosi l amplesso fisico che rinnova l alleanza coniugale edifica la chiesa domestica rendendola più aperta e permeabile all azione dell Eucaristia di cui è immagine profetica. 16 Giovanni Paolo II, La catechesi nel nostro tempo, 16.X. 1979, n.5 17 CEI, Evangelizzazione e matrimonio, n Ivi, n Ivi, n.37 8

9 10 - Lo Spirito Santo artefice e centro della santità degli sposi. Lo Spirito Santo è l artefice della trasformazione operata nel patto nuziale dal sacramento del matrimonio. Cristo dall alto della croce lo ha effuso sul mondo perché attiri tutti a se. Egli realizza questa missione non solo personalmente, ma servendosi, in modo particolare, anche della dimensione profetica del matrimonio. Lo Spirito predilige quindi abitare attivamente nella coppia per condurla alla pienezza della santità, in altre parole alla piena realizzazione dei doni ad essa elargiti attraverso la creazione e l azione salvifica di Cristo. La prima azione trasformante dello Spirito è diretta all amore pienamente umano, esclusivo e aperto alla vita degli sposi, per purificarlo e santificarlo. 20 Il Signore, infatti, si è degnato di sanare ed elevare quest amore con uno speciale dono di grazia e di carità, imprimendo in esso una partecipazione singolare alla dimensione profetica, sacerdotale e regale di Cristo e della sua Chiesa. 21 Quest amore-fecondo, nucleo fondamentale della vita coniugale, racchiude nel suo esercizio il dinamismo creatore e santificatore dello Spirito Santo, perciò Il dono dello Spirito Santo è comandamento di vita per gli sposi cristiani, ed insieme stimolante impulso affinché ogni giorno progrediscano verso una più ricca unione tra loro a tutti i livelli -dei corpi, dei caratteri, dei cuori, delle intelligenze, delle volontà, delle anime-, rivelando cosi alla chiesa ed al mondo la nuova comunione d amore, donata dalla grazia di Cristo. 22 La docilità all azione dello Spirito Santo favorirà negli sposi la realizzazione della sequela di Cristo, vale a dire della loro santità. Raimondo Bardelli 20 Giovanni Paolo II, Familiaris consortio, n Giovanni Paolo II, Familiaris consortio, n Ivi, n.19, 9

QUAL È LA CONCEZIONE DEL MATRIMONIO E DELLA FAMIGLIA NELLA FEDE CRISTIANA?

QUAL È LA CONCEZIONE DEL MATRIMONIO E DELLA FAMIGLIA NELLA FEDE CRISTIANA? QUAL È LA CONCEZIONE DEL MATRIMONIO E DELLA FAMIGLIA NELLA FEDE CRISTIANA? Che cos'è il matrimonio? È quella speciale comunione di vita e d'amore tra un uomo e una donna, in cui si attuano particolari

Dettagli

SINODO DEI VESCOVI III ASSEMBLEA GENERALE STRAORDINARIA LE SFIDE PASTORALI SULLA FAMIGLIA NEL CONTESTO DELL EVANGELIZZAZIONE. Documento preparatorio

SINODO DEI VESCOVI III ASSEMBLEA GENERALE STRAORDINARIA LE SFIDE PASTORALI SULLA FAMIGLIA NEL CONTESTO DELL EVANGELIZZAZIONE. Documento preparatorio SINODO DEI VESCOVI III ASSEMBLEA GENERALE STRAORDINARIA LE SFIDE PASTORALI SULLA FAMIGLIA NEL CONTESTO DELL EVANGELIZZAZIONE Documento preparatorio Città del Vaticano 2013 I Il Sinodo: famiglia ed evangelizzazione

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi

Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi Lettera pastorale per la Quaresima 2012 di Mons. Dr. Vito Huonder Vescovo di Coira Questa Lettera pastorale va letta in chiesa

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

CREDO DEL POPOLO DI DIO DI SUA SANTITÀ PAOLO VI (30 giugno 1968) Motu proprio Sollemni hac Liturgia

CREDO DEL POPOLO DI DIO DI SUA SANTITÀ PAOLO VI (30 giugno 1968) Motu proprio Sollemni hac Liturgia CREDO DEL POPOLO DI DIO DI SUA SANTITÀ PAOLO VI (30 giugno 1968) Motu proprio Sollemni hac Liturgia Il Credo del Popolo di Dio è una Professione di Fede che Paolo VI ha formulato e presentato il 30 giugno

Dettagli

Preghiera per le vocazioni. Preghiera per le vocazioni al sacerdozio

Preghiera per le vocazioni. Preghiera per le vocazioni al sacerdozio Preghiera per le vocazioni Ti preghiamo, Signore, perché continui ad assistere e arricchire la tua Chiesa con il dono delle vocazioni. Ti preghiamo perché molti vogliano accogliere la tua voce e rallegrino

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

CHE COS È L INDULGENZA?

CHE COS È L INDULGENZA? CHE COS È L INDULGENZA? La dottrina dell'indulgenza è un aspetto della fede cristiana, affermato dalla Chiesa cattolica, che si riferisce alla possibilità di cancellare una parte ben precisa delle conseguenze

Dettagli

Diocesi di Nicosia. Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi

Diocesi di Nicosia. Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi Diocesi di Nicosia Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi Largo Duomo,10 94014 Nicosia (EN) cod. fisc.: 90000980863 tel./fax 0935/646040 e-mail: cancelleria@diocesinicosia.it Ai

Dettagli

Incontrare il Signore in famiglia.

Incontrare il Signore in famiglia. temi pastorali Incontrare il Signore in famiglia. GIAMPAOLO DIANIN* Padova Se la fede è la storia di un grande amore, è nella famiglia - in cui oggi si vive una sorta di indifferenza - che essa deve essere

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO Il presente testo di statuto è stato approvato dal Consiglio Episcopale Permanente nella sessione del 22-25 gennaio 2007. Si consegna ufficialmente

Dettagli

GIUSEPPE PELLEGRINI VESCOVO DI CONCORDIA-PORDENONE PACE E SALUTE NEL SIGNORE GESÙ

GIUSEPPE PELLEGRINI VESCOVO DI CONCORDIA-PORDENONE PACE E SALUTE NEL SIGNORE GESÙ GIUSEPPE PELLEGRINI VESCOVO DI CONCORDIA-PORDENONE AI PRESBITERI E AI DIACONI AI FRATELLI E ALLE SORELLE DI VITA CONSACRATA AI FEDELI LAICI E A TUTTI GLI UOMINI E LE DONNE DI BUONA VOLONTÀ DI QUESTA NOSTRA

Dettagli

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio CREDO IN GESÙ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio Incominciamo a sfogliare il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ce ne sono tante edizioni. Tra le mani abbiamo

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

PREGHIERE DEL MATTINO. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen

PREGHIERE DEL MATTINO. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen PREGHIERE DEL MATTINO Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Ti adoro Ti adoro, mio Dio e ti amo con tutto il cuore. Ti ringrazio di avermi creato, fatto cristiano e conservato in questa

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

AMALFI, 27 MARZO 2013 MESSA CRISMALE

AMALFI, 27 MARZO 2013 MESSA CRISMALE AMALFI, 27 MARZO 2013 MESSA CRISMALE 1 Reverendissimo P. Abate, Reverendi Presbiteri, Diaconi, Religiosi, Reverende Religiose, cari Seminaristi, amati fedeli Laici, siamo convocati nella Chiesa Cattedrale,

Dettagli

La santità al femminile

La santità al femminile Chiavari, 25 settembre 2010. La santità al femminile Introduzione Prima di parlare di santità al femminile, vorrei dedicare la prima parte della nostra riflessione alla santità e alla sua condizione nella

Dettagli

Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra! (Sal 8,10) Rit.

Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra! (Sal 8,10) Rit. OTTOBRE: Giornata del Carisma Introduzione TEMA: Fede e missione La mia intenzione è solamente questa: che [le suore] mi aiutino a salvare anime. (Corrispondenza, p. 7) Questa lapidaria intenzione, che

Dettagli

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Venga il Tuo Regno! COMISSIONE CENTRALE PER LA REVISIONE DEGLI STATUTI DEL REGNUM CHRISTI Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Cari promotori

Dettagli

Il rosario è composto da quattro corone. A ognuna di queste sono relazionati 5 misteri della vita terrena di Cristo:

Il rosario è composto da quattro corone. A ognuna di queste sono relazionati 5 misteri della vita terrena di Cristo: universale viva in ogni popolo. Ogni giorno, da soli, in famiglia o in comunità, insieme con Maria, la Madre di Dio e dell umanità, percorriamo i continenti per seminarvi la preghiera e il sacrificio,

Dettagli

C.5 PER UNA RIFLESSIONE TEOLOGICA SUL LAVORO

C.5 PER UNA RIFLESSIONE TEOLOGICA SUL LAVORO C.5 PER UNA RIFLESSIONE TEOLOGICA SUL LAVORO 1.La nuova creazione come struttura teologica 2.L approccio pneumatologico 3. L alienazione del lavoro in prospettiva teologica 4. La spiritualità del lavoro

Dettagli

II. Il matrimonio nella Gaudium et Spes e la sua interpretazione postconciliare

II. Il matrimonio nella Gaudium et Spes e la sua interpretazione postconciliare II. Il matrimonio nella Gaudium et Spes e la sua interpretazione postconciliare 1. Il contesto Nei numeri 47-52 della Costituzione Pastorale Gaudium et Spes troviamo i punti principali in cui il Concilio

Dettagli

TESARIO PER LA PROVA ORALE DI BACCALAUREATO

TESARIO PER LA PROVA ORALE DI BACCALAUREATO TESARIO PER LA PROVA ORALE DI BACCALAUREATO 1. Piacque a Dio nella sua bontà e sapienza rivelare se stesso e far conoscere il mistero della sua volontà mediante il quale gli uomini per mezzo di Cristo,

Dettagli

LETTERA DEI VESCOVI PER LA RICONSEGNA DEL TESTO IL RINNOVAMENTO DELLA CATECHESI

LETTERA DEI VESCOVI PER LA RICONSEGNA DEL TESTO IL RINNOVAMENTO DELLA CATECHESI LETTERA DEI VESCOVI PER LA RICONSEGNA DEL TESTO IL RINNOVAMENTO DELLA CATECHESI 1. Il rinnovamento della catechesi, pubblicato nel 1970 sotto la spinta del Concilio Vaticano II, ha segnato decisamente,

Dettagli

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Corona Biblica per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Imprimatur S. E. Mons. Angelo Mascheroni, Ordinario Diocesano Curia Archiepiscopalis

Dettagli

Guai a me se non predicassi il Vangelo

Guai a me se non predicassi il Vangelo Guai a me se non predicassi il Vangelo (1 Cor 9,16) Io dunque corro 1 Cor 9,26 La missione del catechista come passione per il Vangelo Viaggio Esperienza L esperienza di Paolo è stata accompagnata da un

Dettagli

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen Modo di recitare il Santo Rosario Segno della Croce Credo Si annuncia il primo Mistero del giorno Padre Nostro Dieci Ave Maria Gloria Si continua fino a completare i 5 misteri del giorno Preghiera finale

Dettagli

POSIZIONE MATRIMONIALE

POSIZIONE MATRIMONIALE Mod. I Prot. n. DIOCESI DI PARROCCHIA Via Comune Cap Provincia POSIZIONE MATRIMONIALE GENERALITÀ Fidanzato Fidanzata Cognome e nome 1 Luogo e data di nascita Luogo e data di battesimo Religione Stato civile

Dettagli

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Celebriamo Colui che tu, o Vergine, hai portato a Elisabetta Sulla Visitazione della beata vergine Maria Festa del Signore Appunti dell incontro

Dettagli

La donna, custode dell essere umano

La donna, custode dell essere umano La donna, custode dell essere umano Breve Introduzione alla Lettera apostolica Mulieris dignitatem Joseph Card. Ratzinger L Osservatore Romano 1 ottobre 1988 Chi vuol leggere e capire nel senso giusto

Dettagli

ANDATE ANCHE VOI A LAVORARE NELLA MIA VIGNA. (Mt 20, 7)

ANDATE ANCHE VOI A LAVORARE NELLA MIA VIGNA. (Mt 20, 7) Michele Castoro Arcivescovo di Manfredonia-Vieste-San Giovanni Rotondo ANDATE ANCHE VOI A LAVORARE NELLA MIA VIGNA (Mt 20, 7) Lettera pastorale alla Chiesa di Manfredonia - Vieste - San Giovanni Rotondo

Dettagli

CAPITOLO I LA RIVELAZIONE

CAPITOLO I LA RIVELAZIONE COSTITUZIONE DOGMATICA Dei Verbum SULLA DIVINA RIVELAZIONE PROEMIO 1. In religioso ascolto della parola di Dio e proclamandola con ferma fiducia, il santo Concilio fa sue queste parole di san Giovanni:

Dettagli

LA PREPARAZIONE DEI FIDANZATI AL MATRIMONIO

LA PREPARAZIONE DEI FIDANZATI AL MATRIMONIO Arcidiocesi di Siena - Colle Val d Elsa - Montalcino UFFICIO DIOCESANO PER LA PASTORALE FAMILIARE Ti fidanzerò con me nella fedeltà e tu conoscerai il Signore (Dal libro del profeta Osea 2,22) La Vergine

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Presentazione Prologo all edizione francese

Presentazione Prologo all edizione francese INDICE Presentazione Prologo all edizione francese IX XVIII PARTE PRIMA CAPITOLO I Finché portiamo noi stessi, non portiamo nulla che possa valere 3 CAPITOLO II Non dobbiamo turbarci di fronte ai nostri

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

Come far Funzionare un Matrimonio

Come far Funzionare un Matrimonio Come far Funzionare un Matrimonio Fonte www.zammerumaskil.com/ 7 PUNTI FONDAMENTALI PER FAR "FUNZIONARE UN MATRIMONIO" I nuclei di morte PSICO-RELAZIONALI nella vita di coppia I NUCLEI DI MORTE SPIRITUALI

Dettagli

VADANO PER IL MONDO ANNUNZIANDO I VIZI E LE VIRTÙ CON BREVITÀ DI DISCORSO

VADANO PER IL MONDO ANNUNZIANDO I VIZI E LE VIRTÙ CON BREVITÀ DI DISCORSO VADANO PER IL MONDO ANNUNZIANDO I VIZI E LE VIRTÙ CON BREVITÀ DI DISCORSO I frati non predichino nella diocesi di alcun vescovo qualora dallo stesso vescovo sia stato loro proibito. E nessun frate osi

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

Ad gentes 1 www.olir.it

Ad gentes 1 www.olir.it DECRETO Ad gentes SULL ATTIVITÀ MISSIONARIA DELLA CHIESA PROEMIO 1. Inviata per mandato divino alle genti per essere «sacramento universale di salvezza» la Chiesa, rispondendo a un tempo alle esigenze

Dettagli

Credi nel Signore Gesù e sarai salvato tu e la tua famiglia. (At 16,31)

Credi nel Signore Gesù e sarai salvato tu e la tua famiglia. (At 16,31) Credi nel Signore Gesù e sarai salvato tu e la tua famiglia (At 16,31) Piano Pastorale e Agenda Diocesana 2013-2014 Prot. N. 29E/13 29 giugno 2013 Cari amici, la Chiesa che è in Salerno Campagna Acerno,

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

Matteo 28,16-20. LETTURA (=leggere con intelligenza e comprendere con sapienza)

Matteo 28,16-20. LETTURA (=leggere con intelligenza e comprendere con sapienza) Matteo 28,16-20 Apparizione in Galilea e missione universale 16 In quel tempo gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte che Gesù aveva loro indicato. 17 Quando lo videro, si prostrarono. Essi

Dettagli

ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014. Essere genitori: trasmettere la fede ed educare alla vita

ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014. Essere genitori: trasmettere la fede ed educare alla vita ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014 Essere genitori: trasmettere la fede ed educare alla vita 6 ESSERE GENITORI: TRASMETTERE LA FEDE ED EDUCARE ALLA VITA "I genitori di Paola, 10 anni, sono

Dettagli

ANNUNCIO E CATECHESI PER LA VITA CRISTIANA

ANNUNCIO E CATECHESI PER LA VITA CRISTIANA Conferenza Episcopale Italiana Commissione Episcopale per la dottrina della fede, l annuncio e la catechesi ANNUNCIO E CATECHESI PER LA VITA CRISTIANA Lettera alle comunità, ai presbiteri e ai catechisti

Dettagli

RIFLESSIONE SULL AVVENTO. Auguri per un sereno Santo Natale apportatore di pace e gioia a voi e ai vostri cari RALLEGRATEVI NEL SIGNORE

RIFLESSIONE SULL AVVENTO. Auguri per un sereno Santo Natale apportatore di pace e gioia a voi e ai vostri cari RALLEGRATEVI NEL SIGNORE RIFLESSIONE SULL AVVENTO Auguri per un sereno Santo Natale apportatore di pace e gioia a voi e ai vostri cari RALLEGRATEVI NEL 20 SIGNORE INTRODUZIONE Accogliamo dal Signore un nuovo Anno di grazia, di

Dettagli

Segretariato per i non cristiani Pentecoste 1984 INTRODUZIONE

Segretariato per i non cristiani Pentecoste 1984 INTRODUZIONE Segretariato per i non cristiani Pentecoste 1984 L ATTEGGIAMENTO DELLA CHIESA DI FRONTE AI SEGUACI DI ALTRE RELIGIONI (Riflessioni e orientamenti su dialogo e missione) Una tappa nuova INTRODUZIONE 1.

Dettagli

DIRETTORIO PER IL MINISTERO E LA VITA DEI PRESBITERI

DIRETTORIO PER IL MINISTERO E LA VITA DEI PRESBITERI CONGREGAZIONE PER IL CLERO DIRETTORIO PER IL MINISTERO E LA VITA DEI PRESBITERI NUOVA EDIZIONE ISBN Cpyright LEV 2 PRESENTAZIONE Il fenomeno della secolarizzazione, cioè la tendenza a vivere la vita in

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

DIO EDUCA IL SUO POPOLO

DIO EDUCA IL SUO POPOLO DIOCESI DI TRIESTE DIO EDUCA IL SUO POPOLO in preparazione della 62 ma Settimana Liturgica Nazionale Messaggio 1. A voi tutti, fratelli e sorelle che siete la Chiesa di Cristo a Trieste, giunga, da chi

Dettagli

Novena del lavoro. 4a San Josemaría Escrivá

Novena del lavoro. 4a San Josemaría Escrivá Novena del lavoro 4a San Josemaría Escrivá Preghiera a San Josemaría San Josemaría Escrivá Fondatore dell'opus Dei PREGHIERA Oh Dio, che per mediazione di Maria Santissima concedesti a San Josemaría, sacerdote,

Dettagli

Lo statuto teologico dell embrione

Lo statuto teologico dell embrione Lo statuto teologico dell embrione ----- + Jean LAFFITTE ----- 22 marzo 2014 ----- Mi sia permesso, nel momento di introdurre questa riflessione, di evocare un ricordo personale. Si tratta di quando iniziò,

Dettagli

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI Promesse di Gesù per coloro che reciteranno questa preghiera per 12 anni. Attraverso Santa Brigida, Gesù ha fatto meravigliose promesse alle anime

Dettagli

ANN PASTORALE 2014 2015 LE 100 CASE DEL SIGNORE CONVOCAZIONE DELLA FOLLA EVANGELII GAUDIUM COME FUNZIONA UNA CHIESA IN USCITA

ANN PASTORALE 2014 2015 LE 100 CASE DEL SIGNORE CONVOCAZIONE DELLA FOLLA EVANGELII GAUDIUM COME FUNZIONA UNA CHIESA IN USCITA ANN PASTORALE 2014 2015 LE 100 CASE DEL SIGNORE CONVOCAZIONE DELLA FOLLA EVANGELII GAUDIUM COME FUNZIONA UNA CHIESA IN USCITA La spinta, il coraggio, lo spunto alla Chiesa per vivere in uscita, evangelizzatrice,

Dettagli

Confessione-Assoluzione censure-decreto 2000

Confessione-Assoluzione censure-decreto 2000 Confessione-Assoluzione censure-decreto 2000 Facoltà di assolvere da tutte le censure non riservate e non dichiarate L.V.D. XCI (2000) pp. 127-131 per tutto l anno Santo L anno giubilare in corso ha come

Dettagli

Giovanni 15, 26-27; 16, 12-15

Giovanni 15, 26-27; 16, 12-15 Giovanni 15, 26-27; 16, 12-15 Venuta del Paraclito 15, 26 In quel tempo. Gesù disse ai suoi discepoli: «Quando verrà il Paràclito, che io vi manderò dal Padre, lo Spirito della verità che procede dal Padre,

Dettagli

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7 NOSTROSIGNORE Is45,1 7 Sal146(145) At2,29 36 Gv21,5 7 Tra gli elementi costitutivi dell'esistenza umana, la dipendenza dell'uomo daun'autoritàè unfattoincontrovertibile. L'aggettivosostantivatokyriossignifica:

Dettagli

Cristo, tu ci sei necessario! La responsabilità dei battezzati nell annuncio di Gesù Cristo

Cristo, tu ci sei necessario! La responsabilità dei battezzati nell annuncio di Gesù Cristo DIOCESI DI ROMA Convegno pastorale 2013 Cristo, tu ci sei necessario! La responsabilità dei battezzati nell annuncio di Gesù Cristo Relazione del Cardinale Vicario Basilica di San Giovanni in Laterano,

Dettagli

di Gesù La Missione Riflessione Biblica Esperienze La nostra eredità spirituale Congregazione delle Suore della SS.ma Madre Addolorata

di Gesù La Missione Riflessione Biblica Esperienze La nostra eredità spirituale Congregazione delle Suore della SS.ma Madre Addolorata portare vita piena agli altri Congregazione delle Suore della SS.ma Madre Addolorata del Terz Ordine Regolare di San Francesco d Assisi Luglio 2013 #2 La Missione di Gesù Carissime/i, dopo aver presentato

Dettagli

La Sacra Bibbia (testo CEI 2008) Versione non commerciabile. E gradita invece la riproduzione a fine di evangelizzazione www.laparola.

La Sacra Bibbia (testo CEI 2008) Versione non commerciabile. E gradita invece la riproduzione a fine di evangelizzazione www.laparola. La Sacra Bibbia (testo CEI 2008) Versione non commerciabile. E gradita invece la riproduzione a fine di evangelizzazione www.laparola.it LETTERA AGLI EFESINI 1 1 Paolo, apostolo di Cristo Gesù per volontà

Dettagli

PASQUA DI NOSTRO SIGNORE GESU CRISTO

PASQUA DI NOSTRO SIGNORE GESU CRISTO PASQUA DI NOSTRO SIGNORE GESU CRISTO Annuncio della Pasqua (forma orientale) EIS TO AGHION PASCHA COMUNITÀ MONASTICA DI BOSE, Preghiera dei Giorni, pp.268-270 È la Pasqua la Pasqua del Signore, gridò lo

Dettagli

Scoperchiarono il tetto dalla parte dov era Gesù (Mc 2,4) Sinodalità Conversione Missione

Scoperchiarono il tetto dalla parte dov era Gesù (Mc 2,4) Sinodalità Conversione Missione Arcidiocesi di Salerno Campagna Acerno CONVEGNO PASTORALE DIOCESANO 16-17-18 giugno 2015 Scoperchiarono il tetto dalla parte dov era Gesù (Mc 2,4) Sinodalità Conversione Missione STRUMENTO DI LAVORO alla

Dettagli

Benedetto XVI e i movimenti Il discorso ai vescovi portoghesi

Benedetto XVI e i movimenti Il discorso ai vescovi portoghesi Benedetto XVI e i movimenti Il discorso ai vescovi portoghesi dal Notiziario n. 21/2010 del Pontificio Consiglio per i Laici Negli ultimi mesi il Santo Padre è intervenuto ripetutamente a proposito dei

Dettagli

LUCIANO MONARI VESCOVO DI BRESCIA. Come il Padre ha mandato me, anch io mando voi. Gv 20,21

LUCIANO MONARI VESCOVO DI BRESCIA. Come il Padre ha mandato me, anch io mando voi. Gv 20,21 LUCIANO MONARI VESCOVO DI BRESCIA Come il Padre ha mandato me, anch io mando voi Gv 20,21 LETTERA PASTORALE PER L ANNO 2013-2014 LUCIANO MONARI vescovo di brescia Come il Padre ha mandato me, anch io

Dettagli

Per un documento assembleare fedele al nuovo impulso apostolico di papa Francesco. + Domenico Sigalini

Per un documento assembleare fedele al nuovo impulso apostolico di papa Francesco. + Domenico Sigalini Per un documento assembleare fedele al nuovo impulso apostolico di papa Francesco. + Domenico Sigalini La sfida più grande è di vedere come l associazione, particolarmente identificata per il suo lavoro

Dettagli

CELEBRAZIONE DEL SANTO ROSARIO

CELEBRAZIONE DEL SANTO ROSARIO CELEBRAZIONE DEL SANTO ROSARIO PER AFFIDARE IL POPOLO ITALIANO ALLA VERGINE MARIA MATER UNITATIS PROPOSTA PER LE CHIESE PARTICOLARI a cura dell Ufficio Liturgico Nazionale - CEI CANTO INIZIALE: Vergine

Dettagli

La fraternità auten,ca è nella gioia e bandisce la tristezza Fanano 2 luglio 2015

La fraternità auten,ca è nella gioia e bandisce la tristezza Fanano 2 luglio 2015 La fraternità auten,ca è nella gioia e bandisce la tristezza Fanano 2 luglio 2015 «La gioia del Vangelo riempie il cuore e la vita intera di coloro che si incontrano con Gesù. Coloro che si lasciano salvare

Dettagli

L amore più grande I II III. Anno Pastorale 2014-2015

L amore più grande I II III. Anno Pastorale 2014-2015 L amore più grande Anno Pastorale 2014-2015 I II III Arcidiocesi di Torino Curia Metropolitana via Val della Torre, 3 10149 Torino (To) Tel. 011 5156300 www.diocesi.torino.it L amore più grande Anno Pastorale

Dettagli

Il Vangelo della famiglia in un mondo globalizzato

Il Vangelo della famiglia in un mondo globalizzato Il Vangelo della famiglia in un mondo globalizzato Mons. Vincenzo Paglia Presidente del Pontificio Consiglio per la Famiglia Tra pochi mesi si riunirà a Roma il Sinodo Ordinario dei Vescovi su La Vocazione

Dettagli

SANTA MESSA PER GLI SPOSI LA SANTA MESSA

SANTA MESSA PER GLI SPOSI LA SANTA MESSA ANA MEA PER GLI POI LA ANA MEA L Eucaristia è il cuore e il culmine della vita cristiana, poiché in essa Cristo associa la sua Chiesa e tutti i suoi membri al proprio sacrificio di lode e di rendimento

Dettagli

L'ORDINE SECOLARE DEI SERVI DI MARIA (OSSM)

L'ORDINE SECOLARE DEI SERVI DI MARIA (OSSM) L'ORDINE SECOLARE DEI SERVI DI MARIA (OSSM) Un Ordine Secolare, fin dall inizio, è un gruppo di fedeli cristiani che, inseriti e lavorando nella società, vivono la spiritualità di un Ordine religioso e

Dettagli

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio 1 Oleggio, 25/12/2009 NATALE DEL SIGNORE Letture: Isaia 9, 1-6 Salmo 96 Tito 2, 11-14 Vangelo: Luca 2, 1-14 Cantori dell Amore Natività- Dipinto del Ghirlandaio Ci mettiamo alla Presenza del Signore, in

Dettagli

LETTERA DEL PAPA GIOVANNI PAOLO II ALLE FAMIGLIE

LETTERA DEL PAPA GIOVANNI PAOLO II ALLE FAMIGLIE Carissime Famiglie! LETTERA DEL PAPA GIOVANNI PAOLO II ALLE FAMIGLIE 1. La celebrazione dell'anno della Famiglia mi offre la gradita occasione di bussare alla porta della vostra casa, desideroso di salutarvi

Dettagli

Textum latinum et italicum formularii Missae peculiaris «Pro nova evangelizatione»

Textum latinum et italicum formularii Missae peculiaris «Pro nova evangelizatione» CONGREGATIO DE CULTO DIVINO ET DISCIPLINA SACRAMENTORUM Prot. N.1139/11/L Textum latinum et italicum formularii Missae peculiaris «Pro nova evangelizatione» Probatum. Ex aedibus Congregationis de Cultu

Dettagli

Testimoni di Dio VEGLIA MISSIONARIA ADORAZIONE EUCARISTICA. 27 ottobre 2011 BENEDIZIONE. CANTO: Ho toccato il fuoco

Testimoni di Dio VEGLIA MISSIONARIA ADORAZIONE EUCARISTICA. 27 ottobre 2011 BENEDIZIONE. CANTO: Ho toccato il fuoco BENEDIZIONE Parrocchia Natività di Maria Vergine - Gorle CANTO: Ho toccato il fuoco Ho toccato il fuoco con le mani: era il vecchio sogno di un bambino, sono io colui che accende i fuochi, sono il vento

Dettagli

Ecumenismo ECCLESIOLOGIA

Ecumenismo ECCLESIOLOGIA Ecumenismo ECCLESIOLOGIA La Chiesa: verso una visione comune C o m m i s s i o n e f e d e e c o s t i t u z i o n e d e l C o n s i g l i o e c u m e n i c o d e l l e C h i e s e Trent anni dopo il «Documento

Dettagli

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata + Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo Relazione introduttiva al Convegno del 3 dicembre 2011

Dettagli

2) Se oggi la sua voce. Rit, 1) Camminiamo incontro al Signore

2) Se oggi la sua voce. Rit, 1) Camminiamo incontro al Signore Parrocchia Santa Maria delle Grazie Squinzano 1) Camminiamo incontro al Signore 2) Se oggi la sua voce Rit, Camminiamo incontro al Signore Camminiamo con gioia Egli viene non tarderà Egli viene ci salverà.

Dettagli

La fede cristiana in Dio uno e trino

La fede cristiana in Dio uno e trino 1 La fede cristiana in Dio uno e trino Luis F. Ladaria La fede nel Dio uno e trino costituisce il principio e il culmine della fede cristiana, la prima verità dalla quale scaturiscono e nella quale si

Dettagli

SCHEDA I PRINCIPALI DOCUMENTI MAGISTERIALI SULLA PREPARAZIONE AL MATRIMONIO

SCHEDA I PRINCIPALI DOCUMENTI MAGISTERIALI SULLA PREPARAZIONE AL MATRIMONIO SCHEDA I PRINCIPALI DOCUMENTI MAGISTERIALI SULLA PREPARAZIONE AL MATRIMONIO Documenti del Concilio Vaticano II Costituzione dogmatica Lumen gentium (21 novembre 1964) n. 11 Dichiarazione Gravissimum educationis

Dettagli

1. TESTO 2. PER RIFLETTERE

1. TESTO 2. PER RIFLETTERE UNO DEI SOLDATI GLI COLPÌ IL FIANCO CON LA LANCIA E SUBITO NE USCÌ SANGUE ED ACQUA NASCITA DEL SACRAMENTO CHIESA NELLA MOLTEPLICITA DEI SUOI DONI DI SALVEZZA. 1. TESTO

Dettagli

Novena a San Josemaría Escrivá LAVORO

Novena a San Josemaría Escrivá LAVORO Novena a San Josemaría Escrivá LAVORO www.josemariaescriva.info/opus_dei/novenalavoro.pdf 1 giorno LAVORO, cammino di santità Siamo venuti a richiamare di nuovo l'attenzione sull'esempio di Gesù che visse

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

IL VOLTO MISSIONARIO DELLE PARROCCHIE IN UN MONDO CHE CAMBIA

IL VOLTO MISSIONARIO DELLE PARROCCHIE IN UN MONDO CHE CAMBIA Numeri 5/6 1 luglio 2004 IL VOLTO MISSIONARIO DELLE PARROCCHIE IN UN MONDO CHE CAMBIA Nota pastorale dell Episcopato italiano Introduzione Pag. 129 I. Comunicare e vivere il Vangelo tra la gente in un

Dettagli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Decisamente stimolanti le provocazioni del brano di Matteo (22,1-14) che ci accompagnerà nel corso dell anno associativo 2013-2014: terzo

Dettagli

Ascensione del Signore: testimoni del Risorto nel mondo

Ascensione del Signore: testimoni del Risorto nel mondo ISM - Incontro di discernimento vocazionale (Roma, 30 maggio-1 giugno 2014) Ascensione del Signore: testimoni del Risorto nel mondo «Quelli dunque che erano con lui gli domandavano: Signore, è questo il

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

DISCERNIMENTO NEL MEDIOEVO

DISCERNIMENTO NEL MEDIOEVO DISCERNIMENTO NEL MEDIOEVO San Bernardo (1090-1153) Jean Gerson (1363-1429) S. Bernardo (1090-1153) Bernardo ha formato la sua saggezza basandosi principalmente sulla Bibbia e alla scuola della Liturgia.

Dettagli

MEDITAZIONE SULL AVVENTO, NATALE ED EPIFANIA, TEMPO DELLA MANIFESTAZIONE DEL SIGNORE.

MEDITAZIONE SULL AVVENTO, NATALE ED EPIFANIA, TEMPO DELLA MANIFESTAZIONE DEL SIGNORE. MEDITAZIONE SULL AVVENTO, NATALE ED EPIFANIA, TEMPO DELLA MANIFESTAZIONE DEL SIGNORE. Oh Dio, suscita in noi la volontà di andare incontro con le buone opere al tuo Cristo che viene, perchè egli ci chiami

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

SI APRIRONO LORO GLI OCCHI LO RICONOBBERO E LO ANNUNZIARONO

SI APRIRONO LORO GLI OCCHI LO RICONOBBERO E LO ANNUNZIARONO DIOCESI DI ROMA CONVEGNO DIOCESANO 2009 SI APRIRONO LORO GLI OCCHI LO RICONOBBERO E LO ANNUNZIARONO APPARTENENZA ECCLESIALE E CORRESPONSABILITÀ PASTORALE RELAZIONI DI SINTESI 1 SINTESI DELLE RELAZIONI

Dettagli

1. una fede da far crescere nei vostri figli

1. una fede da far crescere nei vostri figli Chiediamo il Battesimo di nostro figlio 3.a tappa: dopo il Battesimo 1. una fede da far crescere nei vostri figli Parrocchia di S. Ambrogio - Via G. Di Vittorio, 23 - Mignanego (GE) Come far crescere

Dettagli

PREGHIERA - 1 - S. ECC. MONS. BRUNO SCHETTINO Arcivescovo

PREGHIERA - 1 - S. ECC. MONS. BRUNO SCHETTINO Arcivescovo PREGHIERA La Tua Parola, Signore, è Verità perenne, la Tua Parola è vita piena, immortale. Nella tua sequela camminerò, nella luce che emana dalla tua Presenza dirigerò spedito i miei passi. Alla tua sorgente

Dettagli

COME DIO EDUCA IL SUO POPOLO ATTRAVERSO IL DONO DELLA MANNA I TESTI

COME DIO EDUCA IL SUO POPOLO ATTRAVERSO IL DONO DELLA MANNA I TESTI Vicari Parrocchiali di Milano responsabili di Pastorale Giovanile Seveso, marzo 015 COME DIO EDUCA IL SUO POPOLO ATTRAVERSO IL DONO DELLA MANNA + Pierantonio Tremolada I TESTI Da Libro del Deuteronomio

Dettagli

DECRETO SULL'ATTIVITA' MISSIONARIA DELLA CHIESA (AD GENTES)

DECRETO SULL'ATTIVITA' MISSIONARIA DELLA CHIESA (AD GENTES) Fonte: Enchiridion Vaticanum Vol. 1 - Doc. Concilio Vaticano II (1962-1965) Autore: Concilio Vaticano II Luogo: Roma (S. Pietro), 7 dicembre 1965 Data: 1965/12/07 DECRETO SULL'ATTIVITA' MISSIONARIA DELLA

Dettagli

SCELTI FIN DAL GREMBO DELLA MADRE

SCELTI FIN DAL GREMBO DELLA MADRE Assemblea Nazionale Missio Giovani Roma, 10 aprile 2011 SCELTI FIN DAL GREMBO DELLA MADRE 1. STORIE DI UOMINI L immagine da cui partiamo è esplicitamente riferita all esperienza di Paolo: 15 Ma quando

Dettagli