La relazione coniugale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La relazione coniugale"

Transcript

1 La relazione coniugale come via di crescita nel Dhamma * di Corrado Pensa ** Questo scritto è il testo riveduto di una relazione tenuta all'istituto Lama Tsong Khapa di Pomaia (Pisa) in occasione della festa del Vesak, nel maggio Unire invece che dividere - Come la relazione diventa luogo di Dhamma - Accettazione profonda e primordiale Dhamma è addestrare il cuore - Un doppio effetto incrociato - La relazione aiuta il Dhamma, il Dhamma aiuta la relazione - Fedeltà e il ribaltamento di metta - L esercizio meditativo nella coppia Il frequente scambio di osservazioni circa la pratica L attitudine devota verso il coniuge e la relazione Unire invece che dividere Intendiamo qui il termine coniugale nel suo senso profondo e non necessaria mente giuridico: coniugium è parola che denota unione, unità. Dunque la relazione sarà coniugale se è relazione a lungo termine, impegnata da entrambe le parti * Questo scritto è il testo riveduto di una relazione tenuta all Istituto Lama Tsong Khapa di Pomaia (Pisa) in occasione della festa del Vesak, nel maggio Apparsa su Paramita - Quaderni di Buddhismo, Maitreya, Roma. ** Per informazioni sull Autore: 1

2 nella direzione di una crescente unità. Così intesa, l espressione vita coniugale acquista una tonalità non soltanto poetica, ma anche sacra: vivere insieme per trasformare insieme la vita. Il tema di questo scritto - la relazione coniugale nell am bito della pratica del Dhamma - mi sembra rivesta un importanza parti colare, considerata l attenzione sempre maggiore rivolta, oggi, alla spiritualità laica nel buddhismo occidentale. A ben riflettere, infatti, una forma com pleta di saògha, ossia di comunità spiritua le, per il laico che pratica il Dhamma include due cerchi: il cerchio esterno, la comunità di amici di Dham ma con i quali si ritrova periodicamente per praticare, e il cerchio interno, ossia il coniuge, la persona con la quale il praticante condivide la propria vita, più che con qualsiasi altra. Talora è possibile che un figlio o più figli, per alcuni anni, facciano parte del cerchio interno, e partecipino ad attività spirituali. Tuttavia, an che quando ciò accada, sarà un evento di breve durata, rispetto al rapporto coniuga le che può durare anche i tre quarti di un esistenza. Ci riferiamo perciò a una relazione nella quale entrambi i coniugi, oltre a essere animati da reciproco affetto, sono prati canti di Dhamma. Possiamo chiamare una relazione di questo tipo relazione dhammica: è una relazione dop pia, perché ciascun coniuge ha una relazione col Dhamma e una relazione con l altro coniuge, contem poraneamente. Qui considereremo solo questa modalità, ma va detto che una relazione in cui un coniuge è praticante e l altro, pur non praticando, ha nei confronti della pratica del 2

3 compagno un atteggiamento di rispetto e di sostegno, è anch essa una relazione spiritualmente fon data. Lo scopo di queste note è di riflettere sul contributo positivo specifico, che una relazione dhammica può recare al cammino interiore di ogni coniuge. Non ci occuperemo, quindi, della relazione difficile nella quale un coniuge, aiutato da una pratica spirituale molto salda, riuscirà a crescere proprio grazie alla sua abilità nel lavorare nel travaglio. Un caso del genere, infatti, rientra nel fondamentale capitolo della trasformazione delle difficoltà esisten ziali, in fermento di crescita per il praticante, ma non ci dice nulla sull aiuto diretto e specifico che una buona relazione può offrire al percorso dhammico. Come la relazione diventa luogo di Dhamma Una relazione, oltre a portarci il conforto del calore e della com pagnia può, d altra parte e con facilità, dare adito alla moltiplicazione di desiderio e di avversione, producendo così complicazione e aumento di tensione: la direzione opposta a quel processo di sem plificazione e di distensione che deve ca ratterizzare il cammino nel Dhamma. Per esempio il sentire di frequente o addi rittura l essere assillati dal desiderio che il coniuge dica questo e non dica quello, che faccia questo e non quello, che mostri considera zione particolare nei nostri riguardi e che, al contrario, si interessi poco o nulla di altri. E dunque legittimo chiedersi che cosa è necessario perché un rapporto coniugale diventi dhammico, 3

4 ossia diventi luogo d unificazione e semplificazione invece che di complicazione, dispersione e tensione. Converrà cercare di rispondere prima in generale e poi in particolare. In generale, la cosa più necessaria è la somma dell amore fra i coniugi e dell amo re dei coniugi per il Dhamma: una forza duplice. Infatti, se io voglio il Dhamma, ossia il bene, e, insieme, voglio il bene dell altro, diventerà prioritario tutto ciò che aiu ta sia l altro sia me, a camminare nel Dhamma. Il discernimento di ciò che giova a entrambi cresce con l approfondirsi della conoscenza reci proca e della comprensione profonda nel Dhamma. Il graduale apprendi mento circa quello che aiuta entrambi ver so il Dhamma è uno dei pilastri della relazione dhammica. Accettazione profonda e primordiale In partico lare (su ciò che è ne cessario perché una relazione diventi dhammica), mi sembra occorra considerare varie aree, a cominciare da quella cruciale di fiducia-accettazione. Il buon genitore infonde fiducia al bam bino attraverso la mente, la parola e il corpo, per usare la classica tripartizione della tradizione buddhista. Il buon genitore è presente con mente-cuore sollecito e benevolente, presente fisicamente con frequente contatto corporeo affettuoso, presente verbalmente con parole di sostegno e amore. E da questo tipo di mente-cuore genitoriale, da questa verbalità e da questa fisicità, il bambino è nutrito e si sviluppa e 4

5 cresce a sua volta nella mente-cuore, nella parola e nella corporeità, sentendosi accet tato e sostenuto a tutti questi livelli. La buona relazione è come se riatti vasse e approfondisse questa fiducia primaria, esprimendola attraverso la tenerezza fisica e la sessualità, attraverso la parola e attra verso la mente-cuore. Sentirsi profonda mente e primordialmente accettati da un altro nel nostro corpo, nella nostra parola e nella nostra mente, è un potente detona tore della nostra accettazione nei nostri propri confronti e, più in generale, nei riguardi della vita. E non è un caso che, qualora uno abbia ricevuto insufficiente accettazione e fiducia nei primi anni di vita, una buona relazione può essere la cura più efficace per sanare questa ferita profonda. Dhamma è addestrare il cuore Dunque, una buona relazione ha come fondamento la fiducia. E questa può essere grandemente colti vata, approfondita e ampliata da parte di chi pone il lavoro interiore o Dhamma al primo posto nella vita. Come stu pendamente osserva Achaan Sumedho, Dhamma non è seguire il cuore, bensì addestrare il cuore. Come sintetizzare il lavoro interiore in ambito di fiducia-accetta zione nella vita coniugale? Nel Nella tradizione theraváda il praticante opera su due fronti: da un lato lavora per nutrire e consolidare l accettazione-fiducia già presente dentro di sé, dall altro lavora per accrescere la consapevolezza e 5

6 la com prensione di tutto ciò che è non accetta zione, sfiducia e chiusura. Nel primo caso, farà ricorso sia alla pratica della consape volezza sia, e in particolare, alla pratica di benevolenza (mettā), compassione (karuna), gioia simpatetica (muditā): queste meditazioni sono specifiche modalità di rafforzamento e di espansione di fiducia-accettazione. Nel secondo caso, il praticante si eserci terà ad accendere una consapevolezza, né occasionale né fugace, su tutto ciò che in lui è chiusura, avversione, rifiuto, resisten za, dualismo, cioè non accettazione. Riferito alla vita coniugale, questo significa rendere frequentemente il pro prio coniuge oggetto di benevolenza, com passione, gioia simpatetica; e significa inoltre accendere una consapevolezza sempre più addestrata in ogni momento su sfiducia, non accettazione e chiusura nei confronti dell'altro. Tutto ciò in aggiunta alla pratica di consapevolezza e di accetta zione che si farebbe comunque, indipendentemente dal coniuge. Un doppio effetto incrociato Quest opera di accettazione fiducio sa, a volte facile e nutriente, a volte impegnativa e travagliata, Lavorando infatti ad accettarmi divento più aperto, ossia più trasparente e ricettivo. Grazie a questa ricettività, l accettazione esercitata dal coniuge nei miei con fronti mi giungerà più facil mente, e questo accrescerà la mia auto-accettazione. Ecco il doppio effetto. Inoltre io lavoro sia all accettazione di me 6

7 stesso, sia all accettazio ne del coniuge, il quale godrà del medesi mo effetto benefico: sicché diciamo incrociato. Una sorta di circolo virtuo so, nel quale autoaccettazione e accetta zione dell altro si rinforzano a vicenda. Un esempio. L accorgermi che i miei di fetti sono un problema più per me che per il mio coniuge, il quale li accetta e li perdona, è un fatto per me curativo e capace di riverberarsi in fiducia nella relazione e nel lavoro interiore, nel Dhamma. Ossia: la fiducia fa crescere la relazio ne, la buona relazione fa crescere la fiducia, anche la fiducia nel lavoro interiore o Dhamma visibile e verificabile. Questa iniezione di fiducia è di importanza capitale, perché la fiducia o fede radicale (saddhá, bodhicitta d aspirazione) è una struttura portante nell inse gnamento del Buddha. Certo la grande meta del cammino è ancora più grande della fiducia nell assolu to, è la realizzazione stessa dell assoluto. Ma questa realizzazione è come il culmine di un onda crescente di fiducia e di comprensione, di uno slancio vitale intrinseca mente benefico e salutare che si fa gradualmente più forte. La relazione aiuta il Dhamma, il Dhamma aiuta la relazione La pratica del Dhamma porta la fidu cia presente in una buona relazione alla sua massima possibile estensione, estensio ne del tutto inconcepibile in un contesto rigidamente laico. 7

8 Mi sembra importante riflettere ancora sull incrociarsi di affetto reciproco e di affetto per il Dhamma, ossia sulla relazione tra due persone che hanno, cia scuna, una relazione col Dhamma e, di con seguenza, uno speciale interesse per il lavo ro interiore dell altro. Uno dei motivi prin cipali di giovamento di questa doppia rela zione è che essa rende più difficile il cadere nella reciproca dipendenza, nel mu tuo attaccamento ossessivo e ansioso. In ambito cristiano lo dice efficacemente E. Drewermann: "Tu puoi relativizzare l influsso e il potere assoluto di altri esseri umani solo quando hai trovato la strada per arrivare al tuo Dio" *. Dunque, ancora, la relazione aiuta il Dhamma e il Dhamma aiuta la relazione e ciascuno dei coniugi ad andare verso la libertà, verso la sem plificazione e la distensione profonda. E se la complicità del reciproco attacca mento è un grande ostacolo, la complicità nel porre la pratica al primo posto per entrambi è, invece, manifestazione di Dhamma. Questa complicità po sitiva e sollecita è un importante salva guardia. Infatti, anche senza considerare i pericoli d involuzione nel senso di reciproca possessività e attaccamento, c è il pericolo di addormentarsi nella buona rela zione, di assopirsi nella confortevole nic chia di una disciplina spirituale diventata facile. Ma fortunatamente quattro occhi vedono meglio di due. E dunque il coniuge che colga un addormentamento nell uno, nell altro o in entrambi lo farà presente, fungendo così da specchio * E. Drewermann, Parole per una terra da scoprire, Queriniana, Brescia 1993, p

9 di consapevolezza per entrambi. Fedeltà e il ribaltamento di mettā Un ultima annotazione su fiducia-accettazione. La fiducia reci proca dei coniugi e, insieme, la fiducia di ciascuno nel Dhamma rendono più facile e naturale la fedeltà coniugale, il terzo precetto buddhista, e una sensibilità più sveglia e pronta a riguardo. Il praticante non in genuo avrà buon senso e umiltà, per non considerarsi mai al di là della tra sgressione; buonsenso e umiltà che gli faranno capire l'utilità della riflessione sull essenza dei precetti etici: il non nuocere. Ciò significherà, in concreto, una certa premura nel proteggere la relazione, esercitando un attivo lasciare andare davanti a situazioni pericolose. È anche fruttuosa la pratica di ribaltare nel senso di mettā, un attrazione che vedessimo nascere in noi. In vece di appropriarsi del desiderio sorto per una persona e di identifi carsi con esso, il praticante ne userà l energia, per accendere un augurio di bene profondo per la persona oggetto di attra zione. Un ribaltamento del genere presuppone che la relazione coniu gale non sia problematica. In questo caso, operazioni del genere, al di là delle nostre migliori intenzioni, possono finire con l accrescere il risenti mento. Come se una voce dentro di noi dicesse: Ho rinunciato a tanto per colpa tua, ora debbo rinunciare anche a questo. Se la consapevolezza ci mostra questi contenuti, sarà necessa ria una profonda riflessione sulla nostra relazione. 9

10 L esercizio meditativo nella coppia Per provare a rispondere in manie ra particola reggiata alla domanda su cosa giovi a trasformare una relazione co niugale in una relazione dhammica, abbia mo considerato la fiducia-accettazione. Adesso rifletteremo sulla pratica del Dhamma, nella relazione. Anzitutto è inutile ricordare quanto giovi alla relazione e alla pratica il sedersi quotidianamente in meditazione insieme: un momento forte del saògha familiare. Naturalmente senza rigidezza, data l'eventualità di orari di vita e di lavo ro diversi. Fare ritiri congiuntamente o disgiun tamente è un grande aiuto per la crescita della relazione nel Dhamma: l eserci zio nei ritiri tende a potenziare sia la pra tica sia la relazione. Ciò, tuttavia, può comportare un certo travaglio, perché il ritiro sarà impietoso nel mettere a nudo la verità e le eventuali carenze della relazione. Qualora la relazione non superi una certa soglia di carenze e qualora chi partecipi al ritiro abbia una pratica solida, il ritiro può rivelarsi un ottima medicina per curare e sostenere la relazione. Nel caso, invece, che i problemi relazionali siano elevati, un ritiro può esse re il catalizzatore di una profonda messa in discussione della relazione. Nella pratica dei ritiri, capita di osservare, in ambito coniu gale, un fenomeno apparentemente paradossale. Quando il ri tiro non è fatto insieme, il distacco dal coniuge dispiace. Non solo, ma poiché una buona relazione è come il vino buono, e migliora col passare del tempo, questo di spiacere - la sindrome dello strappo - diventa più vivo col passare degli anni. Al tempo stesso - ecco il paradosso - ci 10

11 sentiamo sostenuti dal coniuge, in questa separazione dolorosa per entrambi. A causa della relazione, dunque, sentiamo sia lo strappo sia il sostegno nello strappo. Più che un paradosso, tuttavia, si tratta di una tipica espressione di quella che abbiamo chiamato doppia relazione: rela zione tra due persone che hanno a cuore la pratica del l altro, che in qualche modo, porta frutto a entrambi. Il frequente scambio di osservazioni circa la pratica Questo scambio mi sembra una piccola perla della pratica a due. È auspicabile farlo non meno di un paio di volte alla settimana, senza che diventi un rituale rigido, ma, anzi, rendendolo il più informale possibile. In genere, richiede qualche rodaggio per superare certi vicoli chiusi, gli stessi dei gruppi di meditazione, nella fase dei resoconti di pratica. Mi riferisco alla genericità (la pratica va bene) e al fraintendi mento della materia prima della pratica con la pratica: per esempio, se descriviamo una giornata difficile ab biamo solo fatto un introduzio ne; se a questa non segue la descrizione di quali iniziative di pratica abbiamo preso per rapportarci in maniera spiritualmente feconda con le difficoltà della giornata, stiamo indugiando fuori dalla pratica. Una volta appreso come fare, lo scambio può diventare uno strumento di crescita interiore notevole, dove entra in gioco un elemento prezioso: la speciale conoscenza tra coniugi, al punto di potersi dire, in 11

12 molti casi, che un coniuge è il migliore conoscitore dell altro. L attitudine devota verso il coniuge e la relazione Questo significa che il coniuge può essere per certi aspetti il migliore maestro per l altro. Può accadere, per esem pio, che un grande maestro mi dica cose profonde, ma non così tagliate su misura per me come, invece, possono essere a volte le osservazio ni del mio coniuge prati cante. Il coniuge può essermi mae stro e potrò essere maestro del mio coniuge. Flessibilità e alternanza di ruolo sono segno di buona salute e di buona fioritura dhammica nella relazione. Non così se i ruoli sono fissi, ossia un coniuge sempre nel ruolo di maestro, l altro in quello di discepolo. Perché ogni coniuge possa essere percepito alternativamente come maestro ci deve essere in entrambi la qualità di discepoli. In pratica questo significa coltivare la devozione nei riguardi del coniuge e nei riguardi della relazione. È importante non avere paure o pregiudizi intorno alla paro la devozione, che significa dedizione gene rosa, prontezza al bene, sollecitudine. Grazie alla devozione, saremo natural mente ricettivi a ciò che il coniuge ha da dirci e, simmetricamente, il coniuge sarà ricettivo nei nostri confronti. In questa prospettiva, il rapporto coniugale sarà il rapporto naturalmente privilegiato e avrà una naturale precedenza sugli altri rapporti. Naturalmente indica non il dovere, ma una tranquilla preferenza per il nostro co niuge. 12

13 Questo dinamismo di devozione recipro ca che si intreccia con la comune devozione al Dhamma è un tratto molto bel lo della relazione dhammica. Dice un mae stro di Vedanta, A. Desjardins: L unica relazione che può essere (o può gradual mente diventare) ricca e perfetta come la relazione col guru è quella tra moglie e marito *. Qui non credo s intenda che la relazione coniugale dhammica escluda o rimpiazzi la relazione col maestro o con maestri, ma si vuole dire, credo, che la relazione coniugale può essere spiritualmente molto potente. Le possibili conseguenze più alte della de vozione, sono illustrate, ad esempio, da Chokyi Nyima Rimpoche: Per quale mo tivo è necessario sviluppare devozione e compassione? Nel momento in cui avver tiamo profonda devozione è possibile che la mente resti totalmente scoperta e nuda. In quell istante la saggezza profonda che abita in ciascuno può essere più facilmente realizzata **. A proposito di devozione coniu gale e dhammica, mi pare se ne possano individuare tre stadi: 1. un primo lampeg giamento nella devozione che affiora nel l innamoramento iniziale; 2. una paziente alimentazione della devozione, in genere della durata di diversi anni. Se paiono troppi, bisogna ricordarsi delle metafore appro priate: la quercia e il pino; 3. la devozione comincia come a prendere il sopravvento * A. Desjardins, Toward the fullness of life, Putney and Brattleboro, Vermont 1990, p. 146 (ed. orig. Pour une vie réussi, La Table Ronde, Paris). ** Chokyi Nyima Rimpoche, The Union of Mahamudra and Dzogchen, Ranjung Yeshe Publications, Hong Kong 1989, p

14 e a comparire spontaneamente: la barca ha sempre meno bisogno del nostro remare e, sempre più, viene sospinta dal vento. Mi sembra importante osservare che così come noi prima ci prendiamo cura della pratica del Dhamma e poi, da un certo punto in avanti, è come se la pratica si prendesse cura di noi, allo stesso modo noi prima ci prendiamo cura della relazio ne e poi, da un certo momento, la relazio ne comincia a prendersi cura di noi. Due fenomeni omogenei e speculari. Il che spiega ulteriormente i motivi della grande compatibilità e reciproca interpenetrabilità di Dhamma e vita coniugale. Riposare nel presente ed espandere benevolenza Allorché la relazione coniugale è ma turata diventando una relazione devota, os sia accompagnata dalla reciproca devozio ne dei coniugi e dalla devozione per il Dhamma, può aiutarci ad andare più a fondo in alcune aree centrali del cammino interiore. Penso anzitutto a una maggiore capacità di stare nel presente, di fiorire nel momen to. Infatti, proprio quella fiducia e quel reciproco sostegno di cui abbiamo parlato, se ne rivelano potenti vettori. Inutile dire che una relazione problematica spinge nella direzione opposta, allontanandoci dal presente: nel rammarico, nel desiderio, nel ricordo di torti subiti o nella paura di torti futuri. Una buona relazione in cui il Dhamma è la stella polare, riposa invece di essere causa di stress e rende 14

15 più agevole l accesso all esperienza del presen te. E anche la gioia generata dalla relazione è un altro invito a riposare nel presente. Una maggiore familiarità con la fi ducia e la distensione, e una crescente inti mità col presente, hanno un effetto della massima importanza, un anno dopo l altro. L effetto, cioè, di suscitare nibbidá, il salutare disincanto nei confronti della mente giudicante in noi stessi; nei con fronti di quella mente che sentenzia, condanna, separa e divide, im pedendo la vera comprensione e ostacolando l intelligenza calda che libera. Con nib bidá si attenua in noi la dipendenza, la dipendenza dalla mente separante e dualizzante, mente che è al polo opposto dell accettazione; al tem po stesso aumentano l interesse e l attrazione per la mente accettante, unificante, perdo nante. A questo proposito, una relazione dhammica può offrire un contributo importante. Lo possiamo riepilogare con queste parole: Così come io sono cresciuto interiormente grazie anche all ac cettazione non giudicante del mio coniuge, e così come vedo che lo stesso accade al mio coniuge, in virtù della mia accettazione non giudicante - accettazione, frutto di un lungo tirocinio nel Dhamma - desi dero con naturalezza espandere quest attitudine oltre i confini della rela zione. I frutti di una relazione dhammica tendono a trasbordare oltre la relazione. Ciò è vero in qualche misura di ogni buona relazione. Ma è particolarmente vero di una relazione dhammi ca, tra i cui fondamenti c è la frequente alimentazione dell intento altruistico (chiamato mettá in certe 15

16 scuole, bodhicitta in altre). E come ci fosse un canale perché il frutto della relazione passi in un cerchio più ampio. Ricordando che uno sguardo divenuto più accettante indica un graduale e profondo rinnovamento del modo di percepi re il mondo. Riassumendo, è certamente possibile che una relazione cresciuta nel Dhamma, invece di vettore di tensione, complicazione, moltiplicazio ne di desiderio e avversione, diventi portatrice di semplificazione, di pace e di distensione, aiutando i coniugi a camminare fiduciosamente verso ciò che non na sce e che non muore. Revisionato da Biblioteca Vipssana, La suddivisione in paragrafi e la loro titolazione è a cura della Redazione. 16

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Crescere un bambino Indaco o Cristallo è un privilegio speciale in questo momento di turbolenze e cambiamenti. Come genitori, state contribuendo

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

10 passi. verso la salute mentale.

10 passi. verso la salute mentale. 10 passi verso la salute mentale. «La salute mentale riguarda tutti» La maggior parte dei grigionesi sa che il movimento quotidiano e un alimentazione sana favoriscono la salute fisica e che buone condizioni

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days L educazione non formale e l apprendimento interculturale Info days Roma, 16 novembre 2009 Una donna portò suo figlio a vedere Gandhi, il quale le chiese il motivo della sua presenza. Vorrei che mio figlio

Dettagli

DISCERNIMENTO NEL MEDIOEVO

DISCERNIMENTO NEL MEDIOEVO DISCERNIMENTO NEL MEDIOEVO San Bernardo (1090-1153) Jean Gerson (1363-1429) S. Bernardo (1090-1153) Bernardo ha formato la sua saggezza basandosi principalmente sulla Bibbia e alla scuola della Liturgia.

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

1 - Sulla preghiera apostolica

1 - Sulla preghiera apostolica 1 - Sulla preghiera apostolica Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Do una piccola istruzione di metodo sulla preghiera apostolica. Adesso faccio qualche premessa sulla preghiera apostolica,

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

Guai a me se non predicassi il Vangelo

Guai a me se non predicassi il Vangelo Guai a me se non predicassi il Vangelo (1 Cor 9,16) Io dunque corro 1 Cor 9,26 La missione del catechista come passione per il Vangelo Viaggio Esperienza L esperienza di Paolo è stata accompagnata da un

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

Un workshop eccezionale

Un workshop eccezionale Un posto splendido Ischia, l isola bella nel Golfo di Napoli, nata da un vulcano. Al sud dell Isola si trova un albergo in mezzo alla natura, 200 m sopra il mare, in un giardino romantico con le palme,

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato L amicizia tra uomo e donna. Questo tipo di relazione può esistere? Che rischi comporta?quali sono invece i lati positivi? L amicizia tra uomini e donne è possibile solo in età giovanile o anche dopo?

Dettagli

TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE

TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE 2015-2016 CORSO ANNUALE 2015-2016 SILVIA PALLINI Credo che ogni creatura che nasce su questa nostra Terra, sia un essere meraviglioso, unico e

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014. Essere genitori: trasmettere la fede ed educare alla vita

ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014. Essere genitori: trasmettere la fede ed educare alla vita ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014 Essere genitori: trasmettere la fede ed educare alla vita 6 ESSERE GENITORI: TRASMETTERE LA FEDE ED EDUCARE ALLA VITA "I genitori di Paola, 10 anni, sono

Dettagli

Presentazione Prologo all edizione francese

Presentazione Prologo all edizione francese INDICE Presentazione Prologo all edizione francese IX XVIII PARTE PRIMA CAPITOLO I Finché portiamo noi stessi, non portiamo nulla che possa valere 3 CAPITOLO II Non dobbiamo turbarci di fronte ai nostri

Dettagli

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà.

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà. NATALE SARA Su nel cielo che gran movimento, su tra gli angeli del firmamento: quelli addetti agli effetti speciali si rimboccano tutti le ali. C'è chi pensa ai fiocchetti di neve, chi compone una musica

Dettagli

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo L utopia dell educazione L educazione è un mezzo prezioso e indispensabile che

Dettagli

Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi

Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi Lettera pastorale per la Quaresima 2012 di Mons. Dr. Vito Huonder Vescovo di Coira Questa Lettera pastorale va letta in chiesa

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

Ludovica Scarpa Che cos è la competenza sociale?

Ludovica Scarpa Che cos è la competenza sociale? Ludovica Scarpa Che cos è la competenza sociale? Come l intelligenza e l empatia, e un poco come tutte le caratteristiche che contraddistinguono gli esseri umani, anche la competenza sociale non è facile

Dettagli

[Pagina 1] [Pagina 2]

[Pagina 1] [Pagina 2] [Pagina 1] Gradisca. 2.10.44 Rina amatissima, non so se ti rivedrò prima di morire - in perfetta salute - ; lo desidererei molto; l'andarmene di là con la tua visione negli occhi sarebbe per me un grande

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO E DELL EDUCAZIONE SVILUPPO MORALE E SESSUALE. Docente: S. De Stasio

PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO E DELL EDUCAZIONE SVILUPPO MORALE E SESSUALE. Docente: S. De Stasio PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO E DELL EDUCAZIONE SVILUPPO MORALE E SESSUALE Docente: S. De Stasio Diverse dimensioni delle norme morali L acquisizione di una norma morale è un processo che contiene diverse

Dettagli

2) Se oggi la sua voce. Rit, 1) Camminiamo incontro al Signore

2) Se oggi la sua voce. Rit, 1) Camminiamo incontro al Signore Parrocchia Santa Maria delle Grazie Squinzano 1) Camminiamo incontro al Signore 2) Se oggi la sua voce Rit, Camminiamo incontro al Signore Camminiamo con gioia Egli viene non tarderà Egli viene ci salverà.

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

2: Si trova quel che si cerca

2: Si trova quel che si cerca 2: Si trova quel che si cerca Quel che si trova dipende soprattutto da ciò che si stava cercando! Nel campo della ricerca scientifica, dai tempi della rivoluzione quantistica dello scorso secolo, è un

Dettagli

"Ogni persona, indipendentemente dal grado di. disabilità, ha il diritto fondamentale di influenzare

Ogni persona, indipendentemente dal grado di. disabilità, ha il diritto fondamentale di influenzare "Ogni persona, indipendentemente dal grado di disabilità, ha il diritto fondamentale di influenzare mediante la comunicazione le condizioni della sua vita". Questo è l'incipit della Carta dei Diritti della

Dettagli

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi SOGNO intro: FA#4/7 9 SI4 (4v.) SI4 DO#-7 Son bagni d emozioni quando tu FA# sei vicino sei accanto SI4 DO#-7 quando soltanto penso che tu puoi FA# FA#7/4 FA# SI trasformarmi la vita. 7+ SI4 E vestirti

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Forse sarebbe necessario che iniziassi correggendo il titolo di questa mia breve introduzione: non cultura, creatività e sviluppo sostenibile, ma cultura globalizzata,

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio CREDO IN GESÙ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio Incominciamo a sfogliare il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ce ne sono tante edizioni. Tra le mani abbiamo

Dettagli

Mario Polito IARE: Press - ROMA

Mario Polito IARE: Press - ROMA Mario Polito info@mariopolito.it www.mariopolito.it IMPARARE A STUD IARE: LE TECNICHE DI STUDIO Come sottolineare, prendere appunti, creare schemi e mappe, archiviare Pubblicato dagli Editori Riuniti University

Dettagli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Decisamente stimolanti le provocazioni del brano di Matteo (22,1-14) che ci accompagnerà nel corso dell anno associativo 2013-2014: terzo

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Ho vivamente apprezzato la tua recente

Ho vivamente apprezzato la tua recente 35 Le illusioni e i desideri sono illuminazione Ho vivamente apprezzato la tua recente visita e la tua costante preoccupazione per le numerose persecuzioni che mi sono capitate. Poiché ho subìto queste

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

Cos è il Rifugio, perché Prendere Rifugio?

Cos è il Rifugio, perché Prendere Rifugio? Cos è il Rifugio, perché Prendere Rifugio? Ajahn Sucitto Prendere Rifugio è la frase che esprime l assunzione di un impegno nei riguardi del sentiero del Risveglio, così come originariamente insegnato

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

LA COMUNICAZIONE VERBALE E NON VERBALE. MODALITÀ DI COMUNICAZIONE EFFICACE ED INEFFICACE

LA COMUNICAZIONE VERBALE E NON VERBALE. MODALITÀ DI COMUNICAZIONE EFFICACE ED INEFFICACE LA COMUNICAZIONE VERBALE E NON VERBALE. MODALITÀ DI COMUNICAZIONE EFFICACE ED INEFFICACE LA COMUNICAZIONE La comunicazione è una condizione essenziale della vita umana e dell ordinamento sociale, poiché

Dettagli

Il canale protettivo del Kundalini Yoga

Il canale protettivo del Kundalini Yoga Il canale protettivo del Kundalini Yoga PER COMINCIARE E consigliabile avere un ora ed un luogo determinati dedicati allo yoga. Tempo e spazio sono le coordinate della relatività della nostra esistenza

Dettagli

Diocesi di Nicosia. Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi

Diocesi di Nicosia. Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi Diocesi di Nicosia Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi Largo Duomo,10 94014 Nicosia (EN) cod. fisc.: 90000980863 tel./fax 0935/646040 e-mail: cancelleria@diocesinicosia.it Ai

Dettagli

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Contenuti: competenza lessicale: espressioni lessicali e metaforiche; competenza grammaticale: ripresa dei pronomi diretti e indiretti; competenza pragmatica:

Dettagli

Pubblicazioni del Centro di Spiritualità Sul Monte - Castelplanio (An) Suore Adoratrici del Sangue di Cristo tel. 0731.813408

Pubblicazioni del Centro di Spiritualità Sul Monte - Castelplanio (An) Suore Adoratrici del Sangue di Cristo tel. 0731.813408 Pubblicazioni del Centro di Spiritualità Sul Monte - Castelplanio (An) Suore Adoratrici del Sangue di Cristo tel. 0731.813408 Quaderni di spiritualità 1. Liberare la santità di Piccotti Mariano e Vissani

Dettagli

C.5 PER UNA RIFLESSIONE TEOLOGICA SUL LAVORO

C.5 PER UNA RIFLESSIONE TEOLOGICA SUL LAVORO C.5 PER UNA RIFLESSIONE TEOLOGICA SUL LAVORO 1.La nuova creazione come struttura teologica 2.L approccio pneumatologico 3. L alienazione del lavoro in prospettiva teologica 4. La spiritualità del lavoro

Dettagli

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94 DAL MEDICO A: Buongiorno, dottore. B: Buongiorno. A: Sono il signor El Assani. Lei è il dottor Cannavale? B: Si, piacere. Sono il dottor Cannavale. A: Dottore, da qualche giorno non mi sento bene. B: Che

Dettagli

Un differente punto di vista

Un differente punto di vista A Different Point of View Un differente punto di vista by Serge Kahili King Traduzione a cura di Josaya http://www.josaya.com/ Come sappiamo dal primo principio Huna, (IL MONDO E' COME TU PENSI CHE SIA

Dettagli

Che cos è un emozione?

Che cos è un emozione? Che cos è un emozione? Definizione Emozione: Stato psichico affettivo e momentaneo che consiste nella reazione opposta all organismo a percezioni o rappresentazioni che ne turbano l equilibrio (Devoto

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Venga il Tuo Regno! COMISSIONE CENTRALE PER LA REVISIONE DEGLI STATUTI DEL REGNUM CHRISTI Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Cari promotori

Dettagli

III incontro SIA FATTA LA TUA VOLONTÀ COME IN CIELO COSÌ IN TERRA Pensare, volere e amare come Cristo

III incontro SIA FATTA LA TUA VOLONTÀ COME IN CIELO COSÌ IN TERRA Pensare, volere e amare come Cristo III incontro SIA FATTA LA TUA VOLONTÀ COME IN CIELO COSÌ IN TERRA Pensare, volere e amare come Cristo Obiettivo generale: L'incontro di questa domenica è incentrato sul cammino del discernimento della

Dettagli

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Celebriamo Colui che tu, o Vergine, hai portato a Elisabetta Sulla Visitazione della beata vergine Maria Festa del Signore Appunti dell incontro

Dettagli

Painting by Miranda Gray

Painting by Miranda Gray Guarire le antenate Painting by Miranda Gray Questa è una meditazione facoltativa da fare specificamente dopo la benedizione del grembo del 19 ottobre. Se quel giorno avete le mestruazioni questa meditazione

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 CTI della provincia di Verona Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 Per non perdere nessuno La crisi economica e valoriale che stiamo vivendo entra dapprima nelle famiglie e poi nella scuola. Gli

Dettagli

CHE COS E L EUTANASIA?

CHE COS E L EUTANASIA? CHE COS E L EUTANASIA? Che cosa si intende per eutanasia? Il termine eutanasia deriva dal greco: eu=buono, e thanatos=morte. Interpretato letteralmente quindi, esso significa: buona morte. Nel significato

Dettagli

Amicizia Amicizia per sé

Amicizia Amicizia per sé Amicizia Amicizia per sé 1. In molte tradizioni, l amicizia è considerata la più alta forma d amore. L amicizia è il prototipo del rapporto alla pari, basato sul rispetto, la stima e la disponibilità reciproca,

Dettagli

Una parola è già abbastanza

Una parola è già abbastanza Una parola è già abbastanza dal Venerabile Ajahn Chah Titolo originale inglese Even One Word Is Enough, pubblicato per la prima volta nel libro Everything Is Teaching Us. Il discorso è stato pronunciato

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

IO NE PARLO. DIARIO DELLA TERAPIA per annotare i farmaci e i progressi

IO NE PARLO. DIARIO DELLA TERAPIA per annotare i farmaci e i progressi AR IO NE PARLO DIARIO DELLA TERAPIA per annotare i farmaci e i progressi Ti aiuta a tenere sotto controllo la tua artrite reumatoide e a trarre il massimo beneficio dalla terapia Visita www.arioneparlo.it

Dettagli

QUAL È LA CONCEZIONE DEL MATRIMONIO E DELLA FAMIGLIA NELLA FEDE CRISTIANA?

QUAL È LA CONCEZIONE DEL MATRIMONIO E DELLA FAMIGLIA NELLA FEDE CRISTIANA? QUAL È LA CONCEZIONE DEL MATRIMONIO E DELLA FAMIGLIA NELLA FEDE CRISTIANA? Che cos'è il matrimonio? È quella speciale comunione di vita e d'amore tra un uomo e una donna, in cui si attuano particolari

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying by Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying di Alberto Cattaneo Partner, Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying Ormai è diventato un

Dettagli

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA Il ciclo di Arcabas Arcabas è lo pseudonimo dell artista francese Jean Marie Pirot, nato nel 1926. Nella chiesa della Risurrezione a Torre de Roveri (BG) negli anni 1993-1994 ha realizzato un ciclo di

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

PRONTI PER L INVERNO 2014-2015

PRONTI PER L INVERNO 2014-2015 PRONTI PER L INVERNO 2014-2015 Automobile Club Reggio Emilia Non rimanere bloccato... usa il trasporto pubblico con MI MUOVOCARD o tieni in tasca il tuo biglietto multicorsa MI MUOVO CARD Abbonamenti mensili

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO

TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO di Sergio Mazzei Direttore dell Istituto Gestalt e Body Work TEORIA DEL SÉ Per organismo nella psicoterapia della Gestalt si intende l individuo che è in relazione con

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

Routine per l Ora della Nanna

Routine per l Ora della Nanna SCHEDA Routine per l Ora della Nanna Non voglio andare a letto! Ho sete! Devo andare al bagno! Ho paura del buio! Se hai mai sentito il tuo bambino ripetere queste frasi notte dopo notte, con ogni probabilità

Dettagli

MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27

MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27 MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27 2 L Siamo alla domanda fondamentale, alla provocazione più forte perché va diritta al cuore della mia vita, della tua, di ogni uomo che,

Dettagli

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata + Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo Relazione introduttiva al Convegno del 3 dicembre 2011

Dettagli

CIO CHE SPINGE L UOMO

CIO CHE SPINGE L UOMO CIO CHE SPINGE L UOMO RIFLESSIONI E PROSPETTIVE SU COME PERCEPIAMO IL MONDO INTORNO A NOI COSA CI SPINGE? Cosa ci fa agire, cosa ci fa scegliere un alternativa piuttosto che un altra, cosa ci attrae e

Dettagli

COME POSSO AIUTARE UNA DONNA CHE SUBISCE VIOLENZA.

COME POSSO AIUTARE UNA DONNA CHE SUBISCE VIOLENZA. COME POSSO AIUTARE UNA DONNA CHE SUBISCE VIOLENZA. Avere il sospetto o essere a conoscenza che una donna che conosciamo è vittima di violenza da parte del compagno/marito/amante/fidanzato (violenza intrafamiliare)

Dettagli

Definizione e struttura della comunicazione

Definizione e struttura della comunicazione Definizione e struttura della comunicazione Sono state date molteplici definizioni della comunicazione; la più semplice e comprensiva è forse questa: passaggio di un'informazione da un emittente ad un

Dettagli

Novena del lavoro. 4a San Josemaría Escrivá

Novena del lavoro. 4a San Josemaría Escrivá Novena del lavoro 4a San Josemaría Escrivá Preghiera a San Josemaría San Josemaría Escrivá Fondatore dell'opus Dei PREGHIERA Oh Dio, che per mediazione di Maria Santissima concedesti a San Josemaría, sacerdote,

Dettagli

IDI IRCCS Roma. CRESCERE con l EB. Elisabetta Andreoli. Servizio di Psicologia Clinica e Psicoterapia Psicosomatica

IDI IRCCS Roma. CRESCERE con l EB. Elisabetta Andreoli. Servizio di Psicologia Clinica e Psicoterapia Psicosomatica IDI IRCCS Roma CRESCERE con l EB Elisabetta Andreoli Servizio di Psicologia Clinica e Psicoterapia Psicosomatica EB: patologia organica che interessa l ambito fisico e solo indirettamente quello psicologico

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli