La relazione coniugale

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La relazione coniugale"

Transcript

1 La relazione coniugale come via di crescita nel Dhamma * di Corrado Pensa ** Questo scritto è il testo riveduto di una relazione tenuta all'istituto Lama Tsong Khapa di Pomaia (Pisa) in occasione della festa del Vesak, nel maggio Unire invece che dividere - Come la relazione diventa luogo di Dhamma - Accettazione profonda e primordiale Dhamma è addestrare il cuore - Un doppio effetto incrociato - La relazione aiuta il Dhamma, il Dhamma aiuta la relazione - Fedeltà e il ribaltamento di metta - L esercizio meditativo nella coppia Il frequente scambio di osservazioni circa la pratica L attitudine devota verso il coniuge e la relazione Unire invece che dividere Intendiamo qui il termine coniugale nel suo senso profondo e non necessaria mente giuridico: coniugium è parola che denota unione, unità. Dunque la relazione sarà coniugale se è relazione a lungo termine, impegnata da entrambe le parti * Questo scritto è il testo riveduto di una relazione tenuta all Istituto Lama Tsong Khapa di Pomaia (Pisa) in occasione della festa del Vesak, nel maggio Apparsa su Paramita - Quaderni di Buddhismo, Maitreya, Roma. ** Per informazioni sull Autore: 1

2 nella direzione di una crescente unità. Così intesa, l espressione vita coniugale acquista una tonalità non soltanto poetica, ma anche sacra: vivere insieme per trasformare insieme la vita. Il tema di questo scritto - la relazione coniugale nell am bito della pratica del Dhamma - mi sembra rivesta un importanza parti colare, considerata l attenzione sempre maggiore rivolta, oggi, alla spiritualità laica nel buddhismo occidentale. A ben riflettere, infatti, una forma com pleta di saògha, ossia di comunità spiritua le, per il laico che pratica il Dhamma include due cerchi: il cerchio esterno, la comunità di amici di Dham ma con i quali si ritrova periodicamente per praticare, e il cerchio interno, ossia il coniuge, la persona con la quale il praticante condivide la propria vita, più che con qualsiasi altra. Talora è possibile che un figlio o più figli, per alcuni anni, facciano parte del cerchio interno, e partecipino ad attività spirituali. Tuttavia, an che quando ciò accada, sarà un evento di breve durata, rispetto al rapporto coniuga le che può durare anche i tre quarti di un esistenza. Ci riferiamo perciò a una relazione nella quale entrambi i coniugi, oltre a essere animati da reciproco affetto, sono prati canti di Dhamma. Possiamo chiamare una relazione di questo tipo relazione dhammica: è una relazione dop pia, perché ciascun coniuge ha una relazione col Dhamma e una relazione con l altro coniuge, contem poraneamente. Qui considereremo solo questa modalità, ma va detto che una relazione in cui un coniuge è praticante e l altro, pur non praticando, ha nei confronti della pratica del 2

3 compagno un atteggiamento di rispetto e di sostegno, è anch essa una relazione spiritualmente fon data. Lo scopo di queste note è di riflettere sul contributo positivo specifico, che una relazione dhammica può recare al cammino interiore di ogni coniuge. Non ci occuperemo, quindi, della relazione difficile nella quale un coniuge, aiutato da una pratica spirituale molto salda, riuscirà a crescere proprio grazie alla sua abilità nel lavorare nel travaglio. Un caso del genere, infatti, rientra nel fondamentale capitolo della trasformazione delle difficoltà esisten ziali, in fermento di crescita per il praticante, ma non ci dice nulla sull aiuto diretto e specifico che una buona relazione può offrire al percorso dhammico. Come la relazione diventa luogo di Dhamma Una relazione, oltre a portarci il conforto del calore e della com pagnia può, d altra parte e con facilità, dare adito alla moltiplicazione di desiderio e di avversione, producendo così complicazione e aumento di tensione: la direzione opposta a quel processo di sem plificazione e di distensione che deve ca ratterizzare il cammino nel Dhamma. Per esempio il sentire di frequente o addi rittura l essere assillati dal desiderio che il coniuge dica questo e non dica quello, che faccia questo e non quello, che mostri considera zione particolare nei nostri riguardi e che, al contrario, si interessi poco o nulla di altri. E dunque legittimo chiedersi che cosa è necessario perché un rapporto coniugale diventi dhammico, 3

4 ossia diventi luogo d unificazione e semplificazione invece che di complicazione, dispersione e tensione. Converrà cercare di rispondere prima in generale e poi in particolare. In generale, la cosa più necessaria è la somma dell amore fra i coniugi e dell amo re dei coniugi per il Dhamma: una forza duplice. Infatti, se io voglio il Dhamma, ossia il bene, e, insieme, voglio il bene dell altro, diventerà prioritario tutto ciò che aiu ta sia l altro sia me, a camminare nel Dhamma. Il discernimento di ciò che giova a entrambi cresce con l approfondirsi della conoscenza reci proca e della comprensione profonda nel Dhamma. Il graduale apprendi mento circa quello che aiuta entrambi ver so il Dhamma è uno dei pilastri della relazione dhammica. Accettazione profonda e primordiale In partico lare (su ciò che è ne cessario perché una relazione diventi dhammica), mi sembra occorra considerare varie aree, a cominciare da quella cruciale di fiducia-accettazione. Il buon genitore infonde fiducia al bam bino attraverso la mente, la parola e il corpo, per usare la classica tripartizione della tradizione buddhista. Il buon genitore è presente con mente-cuore sollecito e benevolente, presente fisicamente con frequente contatto corporeo affettuoso, presente verbalmente con parole di sostegno e amore. E da questo tipo di mente-cuore genitoriale, da questa verbalità e da questa fisicità, il bambino è nutrito e si sviluppa e 4

5 cresce a sua volta nella mente-cuore, nella parola e nella corporeità, sentendosi accet tato e sostenuto a tutti questi livelli. La buona relazione è come se riatti vasse e approfondisse questa fiducia primaria, esprimendola attraverso la tenerezza fisica e la sessualità, attraverso la parola e attra verso la mente-cuore. Sentirsi profonda mente e primordialmente accettati da un altro nel nostro corpo, nella nostra parola e nella nostra mente, è un potente detona tore della nostra accettazione nei nostri propri confronti e, più in generale, nei riguardi della vita. E non è un caso che, qualora uno abbia ricevuto insufficiente accettazione e fiducia nei primi anni di vita, una buona relazione può essere la cura più efficace per sanare questa ferita profonda. Dhamma è addestrare il cuore Dunque, una buona relazione ha come fondamento la fiducia. E questa può essere grandemente colti vata, approfondita e ampliata da parte di chi pone il lavoro interiore o Dhamma al primo posto nella vita. Come stu pendamente osserva Achaan Sumedho, Dhamma non è seguire il cuore, bensì addestrare il cuore. Come sintetizzare il lavoro interiore in ambito di fiducia-accetta zione nella vita coniugale? Nel Nella tradizione theraváda il praticante opera su due fronti: da un lato lavora per nutrire e consolidare l accettazione-fiducia già presente dentro di sé, dall altro lavora per accrescere la consapevolezza e 5

6 la com prensione di tutto ciò che è non accetta zione, sfiducia e chiusura. Nel primo caso, farà ricorso sia alla pratica della consape volezza sia, e in particolare, alla pratica di benevolenza (mettā), compassione (karuna), gioia simpatetica (muditā): queste meditazioni sono specifiche modalità di rafforzamento e di espansione di fiducia-accettazione. Nel secondo caso, il praticante si eserci terà ad accendere una consapevolezza, né occasionale né fugace, su tutto ciò che in lui è chiusura, avversione, rifiuto, resisten za, dualismo, cioè non accettazione. Riferito alla vita coniugale, questo significa rendere frequentemente il pro prio coniuge oggetto di benevolenza, com passione, gioia simpatetica; e significa inoltre accendere una consapevolezza sempre più addestrata in ogni momento su sfiducia, non accettazione e chiusura nei confronti dell'altro. Tutto ciò in aggiunta alla pratica di consapevolezza e di accetta zione che si farebbe comunque, indipendentemente dal coniuge. Un doppio effetto incrociato Quest opera di accettazione fiducio sa, a volte facile e nutriente, a volte impegnativa e travagliata, Lavorando infatti ad accettarmi divento più aperto, ossia più trasparente e ricettivo. Grazie a questa ricettività, l accettazione esercitata dal coniuge nei miei con fronti mi giungerà più facil mente, e questo accrescerà la mia auto-accettazione. Ecco il doppio effetto. Inoltre io lavoro sia all accettazione di me 6

7 stesso, sia all accettazio ne del coniuge, il quale godrà del medesi mo effetto benefico: sicché diciamo incrociato. Una sorta di circolo virtuo so, nel quale autoaccettazione e accetta zione dell altro si rinforzano a vicenda. Un esempio. L accorgermi che i miei di fetti sono un problema più per me che per il mio coniuge, il quale li accetta e li perdona, è un fatto per me curativo e capace di riverberarsi in fiducia nella relazione e nel lavoro interiore, nel Dhamma. Ossia: la fiducia fa crescere la relazio ne, la buona relazione fa crescere la fiducia, anche la fiducia nel lavoro interiore o Dhamma visibile e verificabile. Questa iniezione di fiducia è di importanza capitale, perché la fiducia o fede radicale (saddhá, bodhicitta d aspirazione) è una struttura portante nell inse gnamento del Buddha. Certo la grande meta del cammino è ancora più grande della fiducia nell assolu to, è la realizzazione stessa dell assoluto. Ma questa realizzazione è come il culmine di un onda crescente di fiducia e di comprensione, di uno slancio vitale intrinseca mente benefico e salutare che si fa gradualmente più forte. La relazione aiuta il Dhamma, il Dhamma aiuta la relazione La pratica del Dhamma porta la fidu cia presente in una buona relazione alla sua massima possibile estensione, estensio ne del tutto inconcepibile in un contesto rigidamente laico. 7

8 Mi sembra importante riflettere ancora sull incrociarsi di affetto reciproco e di affetto per il Dhamma, ossia sulla relazione tra due persone che hanno, cia scuna, una relazione col Dhamma e, di con seguenza, uno speciale interesse per il lavo ro interiore dell altro. Uno dei motivi prin cipali di giovamento di questa doppia rela zione è che essa rende più difficile il cadere nella reciproca dipendenza, nel mu tuo attaccamento ossessivo e ansioso. In ambito cristiano lo dice efficacemente E. Drewermann: "Tu puoi relativizzare l influsso e il potere assoluto di altri esseri umani solo quando hai trovato la strada per arrivare al tuo Dio" *. Dunque, ancora, la relazione aiuta il Dhamma e il Dhamma aiuta la relazione e ciascuno dei coniugi ad andare verso la libertà, verso la sem plificazione e la distensione profonda. E se la complicità del reciproco attacca mento è un grande ostacolo, la complicità nel porre la pratica al primo posto per entrambi è, invece, manifestazione di Dhamma. Questa complicità po sitiva e sollecita è un importante salva guardia. Infatti, anche senza considerare i pericoli d involuzione nel senso di reciproca possessività e attaccamento, c è il pericolo di addormentarsi nella buona rela zione, di assopirsi nella confortevole nic chia di una disciplina spirituale diventata facile. Ma fortunatamente quattro occhi vedono meglio di due. E dunque il coniuge che colga un addormentamento nell uno, nell altro o in entrambi lo farà presente, fungendo così da specchio * E. Drewermann, Parole per una terra da scoprire, Queriniana, Brescia 1993, p

9 di consapevolezza per entrambi. Fedeltà e il ribaltamento di mettā Un ultima annotazione su fiducia-accettazione. La fiducia reci proca dei coniugi e, insieme, la fiducia di ciascuno nel Dhamma rendono più facile e naturale la fedeltà coniugale, il terzo precetto buddhista, e una sensibilità più sveglia e pronta a riguardo. Il praticante non in genuo avrà buon senso e umiltà, per non considerarsi mai al di là della tra sgressione; buonsenso e umiltà che gli faranno capire l'utilità della riflessione sull essenza dei precetti etici: il non nuocere. Ciò significherà, in concreto, una certa premura nel proteggere la relazione, esercitando un attivo lasciare andare davanti a situazioni pericolose. È anche fruttuosa la pratica di ribaltare nel senso di mettā, un attrazione che vedessimo nascere in noi. In vece di appropriarsi del desiderio sorto per una persona e di identifi carsi con esso, il praticante ne userà l energia, per accendere un augurio di bene profondo per la persona oggetto di attra zione. Un ribaltamento del genere presuppone che la relazione coniu gale non sia problematica. In questo caso, operazioni del genere, al di là delle nostre migliori intenzioni, possono finire con l accrescere il risenti mento. Come se una voce dentro di noi dicesse: Ho rinunciato a tanto per colpa tua, ora debbo rinunciare anche a questo. Se la consapevolezza ci mostra questi contenuti, sarà necessa ria una profonda riflessione sulla nostra relazione. 9

10 L esercizio meditativo nella coppia Per provare a rispondere in manie ra particola reggiata alla domanda su cosa giovi a trasformare una relazione co niugale in una relazione dhammica, abbia mo considerato la fiducia-accettazione. Adesso rifletteremo sulla pratica del Dhamma, nella relazione. Anzitutto è inutile ricordare quanto giovi alla relazione e alla pratica il sedersi quotidianamente in meditazione insieme: un momento forte del saògha familiare. Naturalmente senza rigidezza, data l'eventualità di orari di vita e di lavo ro diversi. Fare ritiri congiuntamente o disgiun tamente è un grande aiuto per la crescita della relazione nel Dhamma: l eserci zio nei ritiri tende a potenziare sia la pra tica sia la relazione. Ciò, tuttavia, può comportare un certo travaglio, perché il ritiro sarà impietoso nel mettere a nudo la verità e le eventuali carenze della relazione. Qualora la relazione non superi una certa soglia di carenze e qualora chi partecipi al ritiro abbia una pratica solida, il ritiro può rivelarsi un ottima medicina per curare e sostenere la relazione. Nel caso, invece, che i problemi relazionali siano elevati, un ritiro può esse re il catalizzatore di una profonda messa in discussione della relazione. Nella pratica dei ritiri, capita di osservare, in ambito coniu gale, un fenomeno apparentemente paradossale. Quando il ri tiro non è fatto insieme, il distacco dal coniuge dispiace. Non solo, ma poiché una buona relazione è come il vino buono, e migliora col passare del tempo, questo di spiacere - la sindrome dello strappo - diventa più vivo col passare degli anni. Al tempo stesso - ecco il paradosso - ci 10

11 sentiamo sostenuti dal coniuge, in questa separazione dolorosa per entrambi. A causa della relazione, dunque, sentiamo sia lo strappo sia il sostegno nello strappo. Più che un paradosso, tuttavia, si tratta di una tipica espressione di quella che abbiamo chiamato doppia relazione: rela zione tra due persone che hanno a cuore la pratica del l altro, che in qualche modo, porta frutto a entrambi. Il frequente scambio di osservazioni circa la pratica Questo scambio mi sembra una piccola perla della pratica a due. È auspicabile farlo non meno di un paio di volte alla settimana, senza che diventi un rituale rigido, ma, anzi, rendendolo il più informale possibile. In genere, richiede qualche rodaggio per superare certi vicoli chiusi, gli stessi dei gruppi di meditazione, nella fase dei resoconti di pratica. Mi riferisco alla genericità (la pratica va bene) e al fraintendi mento della materia prima della pratica con la pratica: per esempio, se descriviamo una giornata difficile ab biamo solo fatto un introduzio ne; se a questa non segue la descrizione di quali iniziative di pratica abbiamo preso per rapportarci in maniera spiritualmente feconda con le difficoltà della giornata, stiamo indugiando fuori dalla pratica. Una volta appreso come fare, lo scambio può diventare uno strumento di crescita interiore notevole, dove entra in gioco un elemento prezioso: la speciale conoscenza tra coniugi, al punto di potersi dire, in 11

12 molti casi, che un coniuge è il migliore conoscitore dell altro. L attitudine devota verso il coniuge e la relazione Questo significa che il coniuge può essere per certi aspetti il migliore maestro per l altro. Può accadere, per esem pio, che un grande maestro mi dica cose profonde, ma non così tagliate su misura per me come, invece, possono essere a volte le osservazio ni del mio coniuge prati cante. Il coniuge può essermi mae stro e potrò essere maestro del mio coniuge. Flessibilità e alternanza di ruolo sono segno di buona salute e di buona fioritura dhammica nella relazione. Non così se i ruoli sono fissi, ossia un coniuge sempre nel ruolo di maestro, l altro in quello di discepolo. Perché ogni coniuge possa essere percepito alternativamente come maestro ci deve essere in entrambi la qualità di discepoli. In pratica questo significa coltivare la devozione nei riguardi del coniuge e nei riguardi della relazione. È importante non avere paure o pregiudizi intorno alla paro la devozione, che significa dedizione gene rosa, prontezza al bene, sollecitudine. Grazie alla devozione, saremo natural mente ricettivi a ciò che il coniuge ha da dirci e, simmetricamente, il coniuge sarà ricettivo nei nostri confronti. In questa prospettiva, il rapporto coniugale sarà il rapporto naturalmente privilegiato e avrà una naturale precedenza sugli altri rapporti. Naturalmente indica non il dovere, ma una tranquilla preferenza per il nostro co niuge. 12

13 Questo dinamismo di devozione recipro ca che si intreccia con la comune devozione al Dhamma è un tratto molto bel lo della relazione dhammica. Dice un mae stro di Vedanta, A. Desjardins: L unica relazione che può essere (o può gradual mente diventare) ricca e perfetta come la relazione col guru è quella tra moglie e marito *. Qui non credo s intenda che la relazione coniugale dhammica escluda o rimpiazzi la relazione col maestro o con maestri, ma si vuole dire, credo, che la relazione coniugale può essere spiritualmente molto potente. Le possibili conseguenze più alte della de vozione, sono illustrate, ad esempio, da Chokyi Nyima Rimpoche: Per quale mo tivo è necessario sviluppare devozione e compassione? Nel momento in cui avver tiamo profonda devozione è possibile che la mente resti totalmente scoperta e nuda. In quell istante la saggezza profonda che abita in ciascuno può essere più facilmente realizzata **. A proposito di devozione coniu gale e dhammica, mi pare se ne possano individuare tre stadi: 1. un primo lampeg giamento nella devozione che affiora nel l innamoramento iniziale; 2. una paziente alimentazione della devozione, in genere della durata di diversi anni. Se paiono troppi, bisogna ricordarsi delle metafore appro priate: la quercia e il pino; 3. la devozione comincia come a prendere il sopravvento * A. Desjardins, Toward the fullness of life, Putney and Brattleboro, Vermont 1990, p. 146 (ed. orig. Pour une vie réussi, La Table Ronde, Paris). ** Chokyi Nyima Rimpoche, The Union of Mahamudra and Dzogchen, Ranjung Yeshe Publications, Hong Kong 1989, p

14 e a comparire spontaneamente: la barca ha sempre meno bisogno del nostro remare e, sempre più, viene sospinta dal vento. Mi sembra importante osservare che così come noi prima ci prendiamo cura della pratica del Dhamma e poi, da un certo punto in avanti, è come se la pratica si prendesse cura di noi, allo stesso modo noi prima ci prendiamo cura della relazio ne e poi, da un certo momento, la relazio ne comincia a prendersi cura di noi. Due fenomeni omogenei e speculari. Il che spiega ulteriormente i motivi della grande compatibilità e reciproca interpenetrabilità di Dhamma e vita coniugale. Riposare nel presente ed espandere benevolenza Allorché la relazione coniugale è ma turata diventando una relazione devota, os sia accompagnata dalla reciproca devozio ne dei coniugi e dalla devozione per il Dhamma, può aiutarci ad andare più a fondo in alcune aree centrali del cammino interiore. Penso anzitutto a una maggiore capacità di stare nel presente, di fiorire nel momen to. Infatti, proprio quella fiducia e quel reciproco sostegno di cui abbiamo parlato, se ne rivelano potenti vettori. Inutile dire che una relazione problematica spinge nella direzione opposta, allontanandoci dal presente: nel rammarico, nel desiderio, nel ricordo di torti subiti o nella paura di torti futuri. Una buona relazione in cui il Dhamma è la stella polare, riposa invece di essere causa di stress e rende 14

15 più agevole l accesso all esperienza del presen te. E anche la gioia generata dalla relazione è un altro invito a riposare nel presente. Una maggiore familiarità con la fi ducia e la distensione, e una crescente inti mità col presente, hanno un effetto della massima importanza, un anno dopo l altro. L effetto, cioè, di suscitare nibbidá, il salutare disincanto nei confronti della mente giudicante in noi stessi; nei con fronti di quella mente che sentenzia, condanna, separa e divide, im pedendo la vera comprensione e ostacolando l intelligenza calda che libera. Con nib bidá si attenua in noi la dipendenza, la dipendenza dalla mente separante e dualizzante, mente che è al polo opposto dell accettazione; al tem po stesso aumentano l interesse e l attrazione per la mente accettante, unificante, perdo nante. A questo proposito, una relazione dhammica può offrire un contributo importante. Lo possiamo riepilogare con queste parole: Così come io sono cresciuto interiormente grazie anche all ac cettazione non giudicante del mio coniuge, e così come vedo che lo stesso accade al mio coniuge, in virtù della mia accettazione non giudicante - accettazione, frutto di un lungo tirocinio nel Dhamma - desi dero con naturalezza espandere quest attitudine oltre i confini della rela zione. I frutti di una relazione dhammica tendono a trasbordare oltre la relazione. Ciò è vero in qualche misura di ogni buona relazione. Ma è particolarmente vero di una relazione dhammi ca, tra i cui fondamenti c è la frequente alimentazione dell intento altruistico (chiamato mettá in certe 15

16 scuole, bodhicitta in altre). E come ci fosse un canale perché il frutto della relazione passi in un cerchio più ampio. Ricordando che uno sguardo divenuto più accettante indica un graduale e profondo rinnovamento del modo di percepi re il mondo. Riassumendo, è certamente possibile che una relazione cresciuta nel Dhamma, invece di vettore di tensione, complicazione, moltiplicazio ne di desiderio e avversione, diventi portatrice di semplificazione, di pace e di distensione, aiutando i coniugi a camminare fiduciosamente verso ciò che non na sce e che non muore. Revisionato da Biblioteca Vipssana, La suddivisione in paragrafi e la loro titolazione è a cura della Redazione. 16

Come fare una scelta?

Come fare una scelta? Come fare una scelta? Don Alberto Abreu www.pietrscartata.com COME FARE UNA SCELTA? Osare scegliere Dio ha creato l uomo libero capace di decidere. In molti occasioni, senza renderci conto, effettuiamo

Dettagli

Alessandro Ricci Psicologo Psicoterapeuta Università Salesiana di Roma

Alessandro Ricci Psicologo Psicoterapeuta Università Salesiana di Roma Alessandro Ricci Psicologo Psicoterapeuta Università Salesiana di Roma LA COPPIA NON PUO FARE A MENO DI RICONOSCERE E ACCETTARE CHE L ALTRO E UN TU E COME TALE RAPPRESENTA NON UN OGGETTO DA MANIPOLARE

Dettagli

L ESSERE OPERATORE CARITAS MI AIUTA A VIVERE CON E PER CRISTO? DOTT.SSA LAURA SALVO PSICOLOGA-PSICOTERAPEUTA DOCENTE ISSR RICERCATRICE ITCI

L ESSERE OPERATORE CARITAS MI AIUTA A VIVERE CON E PER CRISTO? DOTT.SSA LAURA SALVO PSICOLOGA-PSICOTERAPEUTA DOCENTE ISSR RICERCATRICE ITCI L ESSERE OPERATORE CARITAS MI AIUTA A VIVERE CON E PER CRISTO? DOTT.SSA LAURA SALVO PSICOLOGA-PSICOTERAPEUTA DOCENTE ISSR RICERCATRICE ITCI VIVERE CON E PER CRISTO Evangelizzare significa: Convertire Portare

Dettagli

DAL «CELEBRARE» ALL «ESSERE» SACRAMENTO DELLE NOZZE

DAL «CELEBRARE» ALL «ESSERE» SACRAMENTO DELLE NOZZE DAL «CELEBRARE» ALL «ESSERE» SACRAMENTO DELLE NOZZE DISCERNIMENTO: QUALI CRITERI PER VALUTARE UNA RECIPROCA IDONEITA VERSO IL TUTTO E IL PER SEMPRE fr. Marco Vianelli ofm Giudice presso il Tribunale ecclesiastico

Dettagli

COMUNICAZIONE E ASCOLTO NELLA COPPIA

COMUNICAZIONE E ASCOLTO NELLA COPPIA COMUNICAZIONE E ASCOLTO NELLA COPPIA Comunicare vuol dire scambiare informazioni legate a fatti o ad emozioni personali con un'altra persona. La vera comunicazione avviene quando uno riceve il messaggio

Dettagli

SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, MARIA E GIUSEPPE (ANNO C)

SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, MARIA E GIUSEPPE (ANNO C) SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, MARIA E GIUSEPPE (ANNO C) Grado della Celebrazione: Festa Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE Il brano evangelico di oggi ci offre il ritratto di ogni famiglia nelle sue componenti

Dettagli

La tua Parola, Signore, è Luce alla mia strada

La tua Parola, Signore, è Luce alla mia strada La tua Parola, Signore, è Luce alla mia strada Che cos è la Lectio divina La Lectio Divina è l esercizio ordinato dell ascolto personale della Parola. ESERCIZIO: è qualcosa di attivo e, per questo, è importante.

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

Avere coraggio! Dieci buoni motivi a favore del matrimonio Spunti di riflessione della Chiesa cattolica

Avere coraggio! Dieci buoni motivi a favore del matrimonio Spunti di riflessione della Chiesa cattolica Avere coraggio! Dieci buoni motivi a favore del matrimonio Spunti di riflessione della Chiesa cattolica 1. Tutti cercano l amore. Tutti anelano ad essere amati e a donare amore. Ognuno è creato per un

Dettagli

GRUPPI DI INCONTRO per GENITORI

GRUPPI DI INCONTRO per GENITORI Nell ambito delle attività previste dal servizio di Counseling Filosofico e di sostegno alla genitorialità organizzate dal nostro Istituto, si propone l avvio di un nuovo progetto per l organizzazione

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato)

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato) Conclusione dell anno catechistico Elementari e Medie Venerdì 30 maggio 2014 FESTA DEL GRAZIE Saluto e accoglienza (don Giancarlo) Canto: Alleluia, la nostra festa Presentazione dell incontro (Roberta)

Dettagli

La comunicazione potente dei Coach

La comunicazione potente dei Coach La comunicazione potente dei Coach Il potere delle parole 13 Il Coaching può essere definito come una potente arte sull uso del potere delle parole. Quando si pratica il coaching con una persona si affrontano

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO Premessa La Scuola Cattolica si differenzia da ogni altra scuola che si limita a formare l uomo, mentre essa si propone

Dettagli

Mentore. Rende ordinario quello che per gli altri è straordinario

Mentore. Rende ordinario quello che per gli altri è straordinario Mentore Rende ordinario quello che per gli altri è straordinario Vision Creare un futuro migliore per le Nuove Generazioni Come? Mission Rendere quante più persone possibili Libere Finanziariamente Con

Dettagli

Agire per modificare la nostra autostima - Valori e regole personali

Agire per modificare la nostra autostima - Valori e regole personali Agire per modificare la nostra autostima - Valori e regole personali Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre ma nell avere nuovi occhi M.Proust Per migliorare la propria autostima

Dettagli

Maurizio Albanese DONARE È AMARE!

Maurizio Albanese DONARE È AMARE! Donare è amare! Maurizio Albanese DONARE È AMARE! raccolta di poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Maurizio Albanese Tutti i diritti riservati Ai miei genitori Santo e Maria L associazione Angeli

Dettagli

informa giugno 15 n. 1 I

informa giugno 15 n. 1 I DUE SGUARDI: UN AFRICA Mostra fotografica - Trento, piazza Fiera - 30 maggio - 2 giugno 2015 informa A febbraio 2012 noi studenti e studentesse trentine abbiamo potuto conoscere la realtà ugandese in un

Dettagli

1044 PIAZZE PER I 40 ANNI DELLA LEGGE 1044 SUI NIDI PENSIERI DEI NOSTRI GENITORI:

1044 PIAZZE PER I 40 ANNI DELLA LEGGE 1044 SUI NIDI PENSIERI DEI NOSTRI GENITORI: 1044 PIAZZE PER I 40 ANNI DELLA LEGGE 1044 SUI NIDI PENSIERI DEI NOSTRI GENITORI: L Asilo nido è un servizio essenziale per noi genitori lavoratori, sarebbe impossibile concepire l assenza di un servizio

Dettagli

CORSO FIDANZATI IL COPIONE DI VITA INCONTRI PER COPPIE. PRIMO PERCORSO settembre dicembre 2012

CORSO FIDANZATI IL COPIONE DI VITA INCONTRI PER COPPIE. PRIMO PERCORSO settembre dicembre 2012 INDICE PROPOSTE SPIRITUALI DELLA COMUNITÀ DI FRATTINA CELEBRAZIONE EUCARISTICA ore 8.00 (Domenica ore 7.30 e 10.00; Giovedì ore 20.00) ALCUNE INFORMAZIONI SUI CORSI IL COPIONE DI VITA L ARTE DI COMUNICARE

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO RENZO GASPARINI" NOVI DI MODENA

ISTITUTO COMPRENSIVO RENZO GASPARINI NOVI DI MODENA ISTITUTO COMPRENSIVO RENZO GASPARINI" NOVI DI MODENA E UNIONE DELLE TERRE D ARGINE I FATTORI DI PROTEZIONE SAPER VALORIZZARE E CREDERE NEI PROPRI FIGLI AUMENTARE LA FIDUCIA NEI FIGLI FAVORIRE LO DI RESILIENZA

Dettagli

IL PENSIERO COSTRUTTIVO. Gli 11 Presupposti del Successo. nel Coaching Neuroscientifico

IL PENSIERO COSTRUTTIVO. Gli 11 Presupposti del Successo. nel Coaching Neuroscientifico IL PENSIERO COSTRUTTIVO Gli 11 Presupposti del Successo nel Coaching Neuroscientifico Modulo 3 isis progettazione sas tutti i diritti riservati I PRESUPPOSTIDEL SUCCESSO / 1 IL PRESUPPOSTO MATRICE La legge

Dettagli

COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME. Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame

COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME. Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame Cos è una Equipe Notre-Dame 1 - Un progetto Vieni e seguimi : questa chiamata, Cristo la rivolge a ciascuno di noi, a ciascuna

Dettagli

Dalla rete tante idee per costruire a Natale

Dalla rete tante idee per costruire a Natale Dalla rete tante idee per costruire a Natale Il Natale è un momento speciale per i bambini e per gli adulti, educare al senso di appartenenza alla propria comunità, con le proprie scelte di fede e di valori,

Dettagli

Sono stato crocifisso!

Sono stato crocifisso! 12 febbraio 2012 penultima dopo l epifania ore 11.30 con i fidanzati Sono stato crocifisso! Sia lodato Gesù Cristo! Paolo, Paolo apostolo nelle sue lettere racconta la sua storia, la storia delle sue comunità

Dettagli

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri.

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) Andare a visitare gli anziani all ospedale 2) Attività in gruppo: vengono proposte diverse immagini sull amore per discutere sui vari tipi di amore

Dettagli

LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1

LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1 LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1 Sintesi per le partecipanti Laboratorio LAVORO 1 e 2 Progetto Leadership femminile aprile-giugno 2013 Elena Martini Francesca Maria Casini Vanessa Moi 1 LE ATTESE E LE MOTIVAZIONI

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

diocesi di il giorno in cui è iniziato il viaggio data luogo persone significative emozioni pensieri

diocesi di il giorno in cui è iniziato il viaggio data luogo persone significative emozioni pensieri LA VITA SI RACCONTA Primo momento della mattinata: in gruppo il coordinatore spiega brevemente il lavoro da svolgere personalmente, cosa si farà dopo e dà i tempi. Ogni partecipante si allontana, cercando

Dettagli

Il mondo dell affettività e della sessualità. Per genitori e ragazzi

Il mondo dell affettività e della sessualità. Per genitori e ragazzi Il mondo dell affettività e della sessualità Per genitori e ragazzi Monica Crivelli IL MONDO DELL AFFETTIVITÀ E DELLA SESSUALITÀ Per genitori e ragazzi Manuale www.booksprintedizioni.it Copyright 2015

Dettagli

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese Canti per i funerali Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese SYMBOLUM 77 (84) 1. Tu sei la mia vita, altro io non ho Tu sei la mia strada, la mia verità Nella tua parola io camminerò

Dettagli

VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA. chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario)

VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA. chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario) VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA Cerchiamo il significato delle due parole: ADULTO CRISTIANO chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario) colui che ha deciso di:

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 1 programmazionescinfdonmandirc14.15 ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 2 GIORNATA SCOLASTICA

Dettagli

vivere il sogno Life Energy Dreaming Ortho-Bionomy LEGGERO E PROFONDO

vivere il sogno Life Energy Dreaming Ortho-Bionomy LEGGERO E PROFONDO I due insegnanti di questo percorso si presentano: Margherita Brugger, mamma di due figlie, nonna, pratica l Ortho-Bionomy da 25 anni e l insegna da venti anni. Da 14 anni insegna tutti livelli di questo

Dettagli

Persona disabile e adultità: le prospettive di integrazione sociale. carlo.lepri@unige.it

Persona disabile e adultità: le prospettive di integrazione sociale. carlo.lepri@unige.it Persona disabile e adultità: le prospettive di integrazione sociale carlo.lepri@unige.it Un dato di partenza: Le persone con disabilità intellettiva sono state, e spesso continuano ad essere mantenute

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare

Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare Il Signore ci fa suoi messaggeri Abbiamo incontrato Gesù, ascoltato la sua Parola, ci siamo nutriti del suo Pane, ora portiamo Gesù con noi e viviamo nel suo amore. La gioia del Signore sia la vostra forza!

Dettagli

Crescere nella Fede. alcune idee di fondo sul cammino di catechesi

Crescere nella Fede. alcune idee di fondo sul cammino di catechesi Crescere nella Fede alcune idee di fondo sul cammino di catechesi Due mentalità, due logiche Un cammino di fede Un corso di dottrina Due approcci educativi Strada La Rivelazione cristiana incontrare la

Dettagli

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA 12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA LE CARATTERISTICHE PEDAGOGICHE DEL GRUPPO CLASSE 13 1 Le caratteristiche

Dettagli

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Scarica questo libretto Ascolta le canzoni in MP3 http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Canti con accordi 1 Lo spirito e la sposa z do

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

PARROCCHIA DELLA B.V. DEL CARMINE UDINE AVVENTO 2015 ANIMAZIONE DELLE MESSE DA PARTE DEI BAMBINI DELLE ELEMENTARI

PARROCCHIA DELLA B.V. DEL CARMINE UDINE AVVENTO 2015 ANIMAZIONE DELLE MESSE DA PARTE DEI BAMBINI DELLE ELEMENTARI PARROCCHIA DELLA B.V. DEL CARMINE UDINE AVVENTO 2015 ANIMAZIONE DELLE MESSE DA PARTE DEI BAMBINI DELLE ELEMENTARI Quarta Domenica di Avvento 20 dicembre 2015 Accensione della Candela della Corona dell

Dettagli

Song Book WWW.ALPHAGENERATION.IT/PDGWT

Song Book WWW.ALPHAGENERATION.IT/PDGWT Parola della Grazia Worship Team Song Book WWW.ALPHAGENERATION.IT/PDGWT Ti servirai di me ( 2006 Giovanni Di Sano & Marta Cascio) Verse Sol#Min Si5 Fa#5 Mi Mio Signore Mio Salvatore Fatti Conoscere Sol#Min

Dettagli

Le caratteristiche dell adolescenza. Problematiche tipiche del contesto attuale

Le caratteristiche dell adolescenza. Problematiche tipiche del contesto attuale Le caratteristiche dell adolescenza Problematiche tipiche del contesto attuale Le mete da raggiungere L obiettivo è la maturità: Fisica (corpo e capacità di generare) Mentale (generalizzazione e astrazione)

Dettagli

INTERVENTO ALLENATORI-DIRIGENTI CSR Introduzione ai tre appuntamenti di formazione 9 gennaio 2010.

INTERVENTO ALLENATORI-DIRIGENTI CSR Introduzione ai tre appuntamenti di formazione 9 gennaio 2010. INTERVENTO ALLENATORI-DIRIGENTI CSR Introduzione ai tre appuntamenti di formazione 9 gennaio 2010. Introduzione E appena passato il tempo delle feste. Tradizionale è lo scambio di regali Quale il regalo

Dettagli

UN ESTATE CON GLI INDIANI Un libro di Alda Maria Lusuardi

UN ESTATE CON GLI INDIANI Un libro di Alda Maria Lusuardi UN ESTATE CON GLI INDIANI Un libro di Alda Maria Lusuardi Edizioni Disegni: Maria Elisa Cavandoli Copertina: Fabiano Fedi contributi alla seconda edizione: Fabrizio Carletti I edizione: 1998 ed. Creativ,

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Parrocchia Santi Pietro e Paolo. Venite alla festa

Parrocchia Santi Pietro e Paolo. Venite alla festa Parrocchia Santi Pietro e Paolo Venite alla festa Questo libretto e di: Foto di gruppo 2 Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare Occhi: se i miei occhi sono attenti, possono cogliere i gesti

Dettagli

Crea la Mappa per la tua autorealizzazione. di Anthony Robbins

Crea la Mappa per la tua autorealizzazione. di Anthony Robbins di Anthony Robbins Ti sei mai accorto che nella vita esistono cose che, non appena diventano rilevanti per noi, iniziano ad apparirci sempre più spesso? Pensa, ad esempio, all ultima volta che hai desiderato

Dettagli

SGUARDOPOLI PARLARE E ASCOLTARE GUARDANDOSI NEGLI OCCHI

SGUARDOPOLI PARLARE E ASCOLTARE GUARDANDOSI NEGLI OCCHI Classi 3-5 II Livello SGUARDOPOLI PARLARE E ASCOLTARE GUARDANDOSI NEGLI OCCHI Motivazione: una buona capacità comunicativa interpersonale trova il suo punto di partenza nel semplice parlare e ascoltare

Dettagli

Sessualità coniugale e metodi naturali

Sessualità coniugale e metodi naturali INER-Italia Istituto per l Educazione alla Sessualità e alla Fertilità Sessualità coniugale e metodi naturali Corso di preparazione per animatori di fidanzati e giovani coppie di sposi INER BS www.fecunditas.it

Dettagli

DAL CORTILE. IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO

DAL CORTILE. IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO DAL CORTILE. IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO Struttura in 3 sezioni: 1. Il Cuore dell oratorio Le idee sintetiche che definiscono in termini essenziali e vitali

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2014/2015 UN MONDO CREATO PER ME

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2014/2015 UN MONDO CREATO PER ME PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2014/2015 UN MONDO CREATO PER ME Premessa In riferimento al Progetto Educativo e alle Indicazioni Nazionali, l'insegnamento della Religione

Dettagli

TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE

TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE 2015-2016 CORSO ANNUALE 2015-2016 SILVIA PALLINI Credo che ogni creatura che nasce su questa nostra Terra, sia un essere meraviglioso, unico e

Dettagli

Salvatore Salamone. Manuale d istruzione per. Coppie che. Scoppiano QUALCOSA SI PUÒ FARE! ... tutto sommato un libro d amore

Salvatore Salamone. Manuale d istruzione per. Coppie che. Scoppiano QUALCOSA SI PUÒ FARE! ... tutto sommato un libro d amore Salvatore Salamone Manuale d istruzione per Coppie che Scoppiano QUALCOSA SI PUÒ FARE!... tutto sommato un libro d amore CAPITOLO 18 Voler avere ragione Spesso le coppie incontrano delle barriere insormontabili

Dettagli

LOCUZIONI AL MONDO. Il mistero di ogni persona (22/4/2013 24/4/2013) Testi tradotti dai messaggi originali pubblicati sul sito Locutions to the World

LOCUZIONI AL MONDO. Il mistero di ogni persona (22/4/2013 24/4/2013) Testi tradotti dai messaggi originali pubblicati sul sito Locutions to the World LOCUZIONI AL MONDO Il mistero di ogni persona (22/4/2013 24/4/2013) Testi tradotti dai messaggi originali pubblicati sul sito Locutions to the World 2 Sommario 1. La decisione della SS. Trinità al tuo

Dettagli

Scopri il piano di Dio: Pace e vita

Scopri il piano di Dio: Pace e vita Scopri il piano di : Pace e vita E intenzione di avere per noi una vita felice qui e adesso. Perché la maggior parte delle persone non conosce questa vita vera? ama la gente e ama te! Vuole che tu sperimenti

Dettagli

L importanza delle cose semplici. La natura come maestra, risorsa, stimolo Cesena, 10 Maggio 2014

L importanza delle cose semplici. La natura come maestra, risorsa, stimolo Cesena, 10 Maggio 2014 L importanza delle cose semplici. La natura come maestra, risorsa, stimolo Cesena, 10 Maggio 2014 Partendo da lontano: appunti di viaggio di Beatrice Vitali Berlino è così: c è sempre qualcuno scalzo c

Dettagli

Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore

Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore Traccia: Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore Per la preghiera: vedi in allegato. Sviluppo dell

Dettagli

Programmazione di religione cattolica

Programmazione di religione cattolica Programmazione di religione cattolica Istituto Comprensivo P. Gobetti Trezzano sul Naviglio Anno Scolastico 2012/2013 INSEGNANTE: Franca M. CAIATI Obiettivi specifici di Apprendimento Questi obiettivi

Dettagli

I criteri della scelta e della riforma

I criteri della scelta e della riforma I criteri della scelta e della riforma La preghiera ha il fine di vincere se stessi, vincere la propria ignoranza, la propria pigrizia mentale per conoscere il Signore. Ogni preghiera deve essere mirata

Dettagli

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013]

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] 1. La risposta a Dio che ci parla; a Dio che intende vivere con noi; a Dio che ci fa una proposta di vita, è la fede. Questa sera cercheremo

Dettagli

PREGHIERE per la Corona del Discepolo a 33 grani

PREGHIERE per la Corona del Discepolo a 33 grani PREGHIERE per la Corona del Discepolo a 33 grani PREGHIERE PER LA CORONA DEL DISCEPOLO A 33 GRANI Editrice Shalom 31.05.2015 Santissima Trinità Libreria Editrice Vaticana (testi Sommi Pontefici), per gentile

Dettagli

Intrecci familiari e modelli relazionali: la prospettiva della gestalt Therapy

Intrecci familiari e modelli relazionali: la prospettiva della gestalt Therapy www.gestaltherapy.it Istituto di Gestalt Therapy Hcc Kairòs Scuola Post Universitaria di Specializzazione in Psicoterapia della Gestalt Riconosciuta dal MIUR DDMM 9.5.1994, 7.12.2001, 24.10.2008 RAGUSA

Dettagli

Formazione genitori. I percorsi

Formazione genitori. I percorsi Formazione genitori Sappiamo che spesso è difficile trovare un po di tempo per pensare a come siamo genitori e dedicarci alla nostra formazione di educatori, sappiamo però anche quanto sia importante ritagliarsi

Dettagli

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione I poeti generalmente amano i gatti, perché i poeti non nutrono dubbi sulla loro superiorità. Marion C. Garrety che per prima leggi nel mio dolore e silenziosamente ti offri a lenirlo senza chiedere nulla

Dettagli

VIVERE IL LUTTO SIGNIFICA AMARE

VIVERE IL LUTTO SIGNIFICA AMARE Anselm Grün VIVERE IL LUTTO SIGNIFICA AMARE Vivere le nostre relazioni al di là della morte Queriniana Introduzione Nel nostro convento tengo regolarmente dei corsi per persone in lutto, in particolare

Dettagli

Il potere delle domande è la base per tutto il progresso umano INDIRA GANDHI

Il potere delle domande è la base per tutto il progresso umano INDIRA GANDHI Il potere delle domande è la base per tutto il progresso umano INDIRA GANDHI Nel mio ultimo anno di studi per diventare coach ho appreso l'importanza delle domande che ci facciamo. Se non ci prendiamo

Dettagli

IL CORPO, LA MENTE, LA COMUNICAZIONE

IL CORPO, LA MENTE, LA COMUNICAZIONE IL CORPO, LA MENTE, LA COMUNICAZIONE. Sai che cosa è la propriocezione? SI SENTIRE TUTTE LE PARTI DEL PROPRIO CORPO IN TESTA. Quindi essere padrone delle singole parti del proprio corpo in ogni momento

Dettagli

Voci dall infinito. richiami per l Anima

Voci dall infinito. richiami per l Anima Voci dall infinito richiami per l Anima Copertina di Rocco Vassallo. Disegni di Mario G. Galleano. Mario Giovanni Galleano VOCI DALL INFINITO richiami per l Anima www.booksprintedizioni.it Copyright 2013

Dettagli

Azienda Ospedaliera San Giovanni Addolorata Roma, 16 Maggio 2014. Dott.ssa Francesca Alfonsi

Azienda Ospedaliera San Giovanni Addolorata Roma, 16 Maggio 2014. Dott.ssa Francesca Alfonsi Azienda Ospedaliera San Giovanni Addolorata Roma, 16 Maggio 2014 Dott.ssa Francesca Alfonsi La donazione di organi da vivente permette di donare un rene e parte di fegato. Secondo la legge il donatore

Dettagli

Roberto Ghiretti Presidente Studio Ghiretti & Associati

Roberto Ghiretti Presidente Studio Ghiretti & Associati Roberto Ghiretti Presidente Studio Ghiretti & Associati 1 Lo Sport come strumento educativo Lo sport per i bambini e ragazzi rappresenta una straordinaria opportunità di crescita. Grazie all attività motoria,

Dettagli

UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO

UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO Associazione di Volontariato per la Qualità dell Educazione UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO Esplora con noi il mondo del volontariato! con il contributo della con il patrocinio Comune di Prepotto Club UNESCO

Dettagli

Introduzione. A chi è destinato il programma? Obiettivi

Introduzione. A chi è destinato il programma? Obiettivi Introduzione Tina e Toni è un programma di prevenzione globale destinato alle strutture che accolgono bambini dai 4 ai 6 anni, come le scuole dell infanzia, le strutture d accoglienza e i centri che organizzano

Dettagli

L AUTOVALUTAZIONE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI

L AUTOVALUTAZIONE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI L AUTOVALUTAZIONE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI Mi figura dla rujenedes Meine Sprachenfigur La mia figura delle lingue Silvia Goller Scuola dell infanzia Santa Cristina/Val Gardena Le bambine e i bambini

Dettagli

***! Le letture di Edgar Cayce parlano molto a favore dell importanza del matrimonio.!

***! Le letture di Edgar Cayce parlano molto a favore dell importanza del matrimonio.! Gli Aspetti Spirituali del Matrimonio nelle Letture di Cayce *** Le letture di Edgar Cayce parlano molto a favore dell importanza del matrimonio. D: Il matrimonio come l abbiamo è necessario e consigliabile?

Dettagli

Pompei, area archeologica.

Pompei, area archeologica. Pompei, area archeologica. Quello che impressione è l atteggiamento di queste persone nell ultimo momento di vita. Cercano di coprirsi da qualcosa. Si intuisce che il motivo principale della causa è il

Dettagli

Unità Pastorale Cristo Salvatore. Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi

Unità Pastorale Cristo Salvatore. Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi Unità Pastorale Cristo Salvatore Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi 2 3 Introduzione LE DIMENSIONI DELLA FORMAZIONE CRISTIANA In qualsiasi progetto base di iniziazione

Dettagli

Io/tu/lei/lui noi voi loro

Io/tu/lei/lui noi voi loro CONGIUNTIVO PARTE 1 I verbi regolari. Completa la tabella: comprare finire mettere prendere mangiare aprire chiudere partire parlare cantare scrivere trovare vivere cercare dormire preferire abitare capire

Dettagli

ESSERE FELICI E MEGLIO!

ESSERE FELICI E MEGLIO! ESSERE FELICI E MEGLIO! I 5 MOTIVI PER ESSERLO di Carla Favazza Questo manuale contiene materiale protetto dalle leggi sul Copyright nazionale ed internazionale. Qualsiasi riproduzione senza il consenso

Dettagli

Carissimi Giovani, Ufficio di Pastorale Giovanile. ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per

Carissimi Giovani, Ufficio di Pastorale Giovanile. ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per Carissimi Giovani, ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per rivitalizzare la pastorale giovanile diocesana, confrontarvi su tali problemi, per scambiarci opinioni e suggerire rimedi,

Dettagli

The Leader. Scopri la tua tecnica nella vita. Solleverai qualsiasi peso. Emanuele Radice. Sviluppo personale - self Help

The Leader. Scopri la tua tecnica nella vita. Solleverai qualsiasi peso. Emanuele Radice. Sviluppo personale - self Help Scopri la tua tecnica nella vita. Solleverai qualsiasi peso. The Leader Sviluppo personale - self Help Permettimi di darti un consiglio: Scegli ora di essere tu il tuo LEADER SEMPRE! Sviluppo personale

Dettagli

continuare a raccogliere sempre buoni frutti anche dopo 30 anni!

continuare a raccogliere sempre buoni frutti anche dopo 30 anni! la piramide Negli anni ci siamo resi conto che ci sono svariati modi di lavorare, diverse strade che si scelgono di percorrere; quella che noi stiamo cercando di mettere in pratica, forse, non è la più

Dettagli

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Venga il Tuo Regno! COMISSIONE CENTRALE PER LA REVISIONE DEGLI STATUTI DEL REGNUM CHRISTI Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Cari promotori

Dettagli

Tra il dire e l educare c è di mezzo il web. Come può la comunicazione educare alla cultura dell incontro?

Tra il dire e l educare c è di mezzo il web. Come può la comunicazione educare alla cultura dell incontro? Tra il dire e l educare c è di mezzo il web. Come può la comunicazione educare alla cultura dell incontro? Marco Deriu docente di Teoria e tecnica delle comunicazioni di massa, Università Cattolica per

Dettagli

MOTIVAZIONE DEL SOCCORRITORE

MOTIVAZIONE DEL SOCCORRITORE Lunedì 17 Febbraio 2014 Misericordia nel Comune di Lari Corso di Formazione di livello Base e Avanzato ASPETTI RELAZIONALI NELL APPROCCIO AL PAZIENTE RELATORE Benedetto Deri, F.M.R.T. Misericordia nel

Dettagli

Elena Mignani Casa di Riposo S. Giuseppe -Casnigo

Elena Mignani Casa di Riposo S. Giuseppe -Casnigo Dal progetto educativo alla creazione di reti relazionali Elena Mignani Casa di Riposo S. Giuseppe -Casnigo La forza autentica della scoperta e dell incontro con l altro può essere solamente la fede in

Dettagli

Su ali di farfalla. Trasforma la tua vita e vola verso la felicità

Su ali di farfalla. Trasforma la tua vita e vola verso la felicità Su ali di farfalla Trasforma la tua vita e vola verso la felicità Schemi realizzati dall autrice. Laura Freni SU ALI DI FARFALLA Trasforma la tua vita e vola verso la felicità Manuale www.booksprintedizioni.it

Dettagli

M I S T E R I D E L D O L O R E

M I S T E R I D E L D O L O R E M I S T E R I D E L D O L O R E Mio Dio, dona a tutti, a tutti gli uomini, la conoscenza di te e la compassione dei tuoi dolori. Le rosaire. Textes de, Monastère de Chambarand, Roybon 2009, p. 27 1. L

Dettagli

Diego e Ilaria 26 Luglio 2013

Diego e Ilaria 26 Luglio 2013 Diego e Ilaria 26 Luglio 2013 Musica J.Pachelbel, Canone R. Wagner, Marcia Nuziale da Lohengrin Poesia di: Alan Douar Quando ti chiedo cos è l amore, immagina due mani ardenti che si incontrano, due sguardi

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

IO, CITTADINO DEL MONDO

IO, CITTADINO DEL MONDO Scuola dell Infanzia S.Giuseppe via Emaldi13, Lugo (RA) IO, CITTADINO DEL MONDO VIAGGIARE E UN AVVENTURA FANTASTICA A.S. 2013 / 2014 INTRODUZIONE Quest anno si parte per un viaggio di gruppo tra le culture

Dettagli

LA VITA QUOTIDIANA CON UN CANE DI ASSISTENZA

LA VITA QUOTIDIANA CON UN CANE DI ASSISTENZA C A N I D A S S I S T E N Z A F I D E S LA VITA QUOTIDIANA CON UN CANE DI ASSISTENZA r Mirjam Spinnler e Bayou Caro Bayou, che cosa farei senza di te? Con te la mia vita è più semplice, allegra e colorata.

Dettagli

l intervento, la ricerca che si sta progettando)

l intervento, la ricerca che si sta progettando) Definizione delle motivazioni che richiedono l attuazione del progetto (contesto e target) Il motivo è quello di lasciare a tutti un pensiero sull essere felici. Definizione chiara e coerente degli obiettivi

Dettagli

POESIE SULLA FAMIGLIA

POESIE SULLA FAMIGLIA I S T I T U T O S. T E R E S A D I G E S Ù Scuola Primaria POESIE SULLA FAMIGLIA A CURA DEI BAMBINI DELLA QUARTA PRIMARIA a.s. 2010/2011 via Ardea, 16-00183 Roma www.stjroma.it La gratitudine va a mamma

Dettagli

Indicazioni per la conduzione delle interviste

Indicazioni per la conduzione delle interviste Indicazioni per la conduzione delle interviste Condurre almeno due interviste sul tema della Relazione di coppia utilizzando lo schema di massima riportato di seguito. Dopo aver condotto le interviste

Dettagli

Esortazione Apostolica di Papa Francesco sull Amore nella Famiglia. - Festeggiamento sobrio e semplice - L amore al di sopra di tutto

Esortazione Apostolica di Papa Francesco sull Amore nella Famiglia. - Festeggiamento sobrio e semplice - L amore al di sopra di tutto Esortazione Apostolica di Papa Francesco sull Amore nella Famiglia 1. Come preparare il matrimonio? (n 212) - Festeggiamento sobrio e semplice - L amore al di sopra di tutto 2. I primi passi (nn 217 e

Dettagli

PRESA IN CARICO DELL ADOLESCENTE E DELLA SUA FAMIGLIA. Psicologa Acone Silvana

PRESA IN CARICO DELL ADOLESCENTE E DELLA SUA FAMIGLIA. Psicologa Acone Silvana PRESA IN CARICO DELL ADOLESCENTE E DELLA SUA FAMIGLIA Psicologa Acone Silvana L ADOLESCENTE: CHI SONO? Il compito dell adolescente è quello di "individuarsi" rispetto alla propria famiglia. Emanciparsi

Dettagli

Mario Albertini. Tutti gli scritti III. 1958-1961. a cura di Nicoletta Mosconi. Società editrice il Mulino

Mario Albertini. Tutti gli scritti III. 1958-1961. a cura di Nicoletta Mosconi. Società editrice il Mulino Mario Albertini Tutti gli scritti III. 1958-1961 a cura di Nicoletta Mosconi Società editrice il Mulino 914 Anno 1961 A Luigi Pellizzer Pavia, 22 settembre 1961 Caro Avvocato, io credo che la discussione

Dettagli