Focus su alcune problematiche di base trattate nel modulo. CRISI DEL PATTO CONIUGALE Punti nodali della storia di famiglia

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Focus su alcune problematiche di base trattate nel modulo. CRISI DEL PATTO CONIUGALE Punti nodali della storia di famiglia"

Transcript

1 6 MODULO - QUESTIONARIO Focus su alcune problematiche di base trattate nel modulo CRISI DEL PATTO CONIUGALE Punti nodali della storia di famiglia In preparazione al 6 modulo formativo del Settembre 2006 invitiamo a rispondere (in coppia e distintamente, ove richiesto) al questionario che segue, che questa volta è composto di 4 sezioni. 1 Riteniamo che l obiettivo di questo focus non sia tanto di proporre un analisi statistica, quanto di mettere a confronto i coniugi e di favorire una comunicazione sincera e profonda tra marito e moglie. Certamente, data la complessità e delicatezza del problema trattato, la compilazione chiederà tempo e capacità riflessiva, ma siamo sicuri- è uno sforzo che ci aiuterà tutti a crescere. - Età della moglie ; età del marito - Anni di matrimonio - Figli: numero ; età - Altre persone conviventi in famiglia: Si prega di inviare il questionario compilato entro il 5 settembre 2006 a: 1 Le risposte devono essere date in parte singolarmente e in parte come coppia. Le informazioni saranno mantenute anonime e riservate. I risultati del sondaggio verranno utilizzati esclusivamente per gli scopi didattici del corso.

2 Sezione A (da compilare in coppia) 1. Come definireste il matrimonio oggi, dei vostri genitori e dei vostri nonni? (massimo tre aggettivi per ogni situazione) * Il matrimonio oggi: * Il matrimonio dei vostri genitori: * Il matrimonio dei vostri nonni: 2. Come definireste la società-cultura sociale dei giorni nostri, dei vostri genitori e dei vostri nonni? (massimo tre aggettivi per ogni situazione) * La società oggi: * La società dei vostri genitori: * La società dei vostri nonni: 3. Ritenete che, nella realtà di ieri, le crisi di coppia fossero meno diffuse di oggi, oppure erano meno manifeste? - Erano meno diffuse di oggi - Erano diffuse quanto oggi ma meno manifeste 4. Secondo voi, quale è l importanza che viene e veniva data alla qualità della relazione fra i coniugi nel matrimonio di oggi, in quello dei vostri genitori e dei vostri nonni? A) molto B) abbastanza C) poco D) per nulla Nel matrimonio oggi Nel matrimonio dei vostri genitori Nel matrimonio dei vostri nonni (segnate con X la casella corrispondente all affermazione che più si avvicina alla vostra opinione )

3 5. Pensate che l odierno contesto culturale e sociale aiuti la stabilità della coppia? A) Si B) No 6. Che cosa vi sembra che, nell ODIERNO CONTESTO CULTURALE E SOCIALE, maggiormente CONTRIBUISCA a sostenere la stabilità della coppia? (indicare al massimo 3 elementi) 1) 2) 3) 7. Che cosa vi sembra che, nell ODIERNO CONTESTO CULTURALE E SOCIALE NON FAVORISCA la stabilità della coppia? (indicare al massimo 3 elementi) 1) 2) 3) 8. Quali caratteristiche INDIVIDUALI pensate siano necessarie per favorirela stabilità della coppia (indicare al massimo 3 elementi) 1) 2) 3) 9. Quali caratteristiche della RELAZIONE DI COPPIA pensate siano necessarie per garantirle stabilità? (indicare al massimo 3 elementi) 1) 2) 3) 10. Ritenete che il matrimonio, inteso come relazione stabile, sia oggi in crisi? A) Si, è in crisi per molti B) Sì, è abbastanza in crisi C) Si, è in crisi ma per pochi

4 D) No, non è per nulla in crisi 11. Se avete segnato A o B come risposta alla domanda precedente, indicate i motivi di questa crisi o se avete segnato C o D indicate i motivi per cui non è in crisi (massimo 3 motivi) 1) 2) 3) 12. Pensate che gli aspetti sociali (situazione abitativa, contesto di lavoro, sostegni economici per i figli, ecc.) siano determinanti per assicurare la stabilità della coppia? A) Sì sempre B) Spesso C) Talvolta D) Mai 13. Pensate sia importante promuovere nella nostra società una cultura della stabilità della relazione coniugale? A) Sì B) No 14. Se sì, quali strumenti pensate si possano usare per promuovere nella nostra società una cultura della stabilità della relazione coniugale? (massimo 3 indicazioni) 1) 2) 3) 15. Quali politiche pensate possano favorire la stabilità della relazione coniugale? (massimo 3 indicazioni) 1) 2) 3) 16. Pensate che esista una relazione fra stabilità della relazione coniugale e felicità? A) Sì B) No C) Dipende

5 17. Date una motivazione alla vostra risposta alla domanda precedente. 18. Fedeltà e felicità: binomio impossibile? A. Date una vostra definizione della fedeltà: B. Secondo la vostra esperienza di coppia, è possibile fare coesistere fedeltà e felicità? SI NO C. Quale ritenete che sia la causa più frequente di infedeltà coniugale? (massimo 3 indicazioni sintetiche): D. Pensate che i mass media influenzino in senso negativo la fedeltà coniugale? - Molto - Abbastanza - Poco - Per niente E. Esistono oggi delle ragionevoli e convincenti motivazioni per un matrimonio fedele e per sempre, a prescindere dalle motivazioni religiose? (Elencatene una o più) F. Pensate che una famiglia unita abbia un valore sociale? - Molto - Abbastanza - Poco - Per niente Perché? (Almeno una ragione)

6 Sezione B (da compilare in coppia) 19. Ci sono o ci sono stati momenti difficili nel vostro matrimonio? A) Sì B) No 20. In un momento di crisi della vostra vita di coppia come avete cercato di ricominciare? (massimo 2 risposte) - cercando di vedere chi aveva torto e chi aveva ragione - andando aldilà di ciò che era successo - perdonandoci - cercando di metterci nei panni dell altro - aumentando l amore per l altro - altro: 21. Credete nell amore per sempre? - Poco - Abbastanza - Molto 22. Conoscendo delle coppie separate, quale pensate siano state le cause più importanti della loro separazione? (Elenca in ordine decrescente di importanza almeno due cause) 23. Secondo voi, è possibile uscire da una separazione della coppia? A) Sì B) No C) Dipende 24. Date una motivazione alla vostra risposta alla domanda precedente 25. Avete avuto modo (singolarmente o in coppia) di fare esperienza di ascolto, consulenza o di accompagnamento di qualche coppia in crisi? Sì No

7 Se sì, come l avete aiutata? (si possono indicare più risposte): * abbiamo cercato di comprenderla * le abbiamo proposto un colloquio con una coppia matura * le abbiamo fatto incontrare un sacerdote * le abbiamo consigliato uno psicoterapeuta * l abbiamo inviata presso un consultorio familiare * altro: 26. In un ipotetico colloquio con una coppia in crisi, quali aspetti cercheresti di mettere a fuoco? (segnare in ordine di importanza solo 2 fattori): * la capacità di relazionarsi tra loro * la loro vita intima * il rapporto coi figli * la dimensione religiosa della loro vita * la vita professionale * il rapporto con gli amici e la vita extra familiare * altro: 27. In caso di separazione, quali ritenete che siano i bisogni primari di ciascuno dei coniugi separati? (indicare al massimo 3 fattori) In caso di separazione, quali ritenete siano i bisogni primari dei FIGLI DEI CONIUGI SEPARATI (indicarne al massimo 3)? Quali difficoltà in più pensate che debbano affrontare i figli dei separati rispetto a quelli delle altre famiglie? A) Senso di abbandono B) Crisi di identità C) Convivenza con eventuali figli dell altro partner del genitore D) Mancanza di fiducia nell istituto familiare, incapacità a costruire un amore per sempre E) Altro:

8 Sezione C (da compilare parte individualmente e parte insieme) Questa sezione del focus è finalizzata inizialmente a promuovere un analisi individuale da parte di ciascun partner; e poi a favorire un confronto di coppia. Molte oggi sono le difficoltà e le crisi che, più o meno, mettono a prova il patto d amore e, in certi casi, anche la tenuta del legame matrimoniale. Per riuscire a cogliere segnali premonitori di crisi, non occorre sempre trovarsi di fronte allo schok di situazioni estreme. A volte ci sono segni meno vistosi e, apparentemente meno gravi, ma per questo non da sottovalutare. Eppure, per accorgersene, basterebbe un po più di attenzione reciproca, d interesse uno per l altro, di aver cura del nostro legame Ci accorgeremmo di quanti piccoli e meno piccoli segnali ci possono arrivare dal nostro/a partner e che ci dicono quanto poco facciamo per lui o per lei, per pigrizia, per non curanza, per non amore. SEZIONE C.1. (INDIVIDUALE - da compilare separatamente) MARITO C è un comportamento della moglie, a causa del quale si sente incompreso, non accolto, non valorizzato, non amato? MOGLIE C è un comportamento del marito, a causa del quale si sente incompresa, non accolta, non valorizzata, non amata? SI NO SI NO Se ha risposto SI, descriva in modo sintetico questo comportamento(uno solo, quello che pensa sia il più rilevante): Se ha risposto SI, descriva in modo sintetico questo comportamento(uno solo, quello che pensa sia il più rilevante): Ora descriva sinteticamente ciò che questo comportamento provoca in Lei: Ora descriva sinteticamente ciò che questo comportamento provoca in Lei: Di questo ne ha parlato alla moglie? Spesso Abbastanza spesso Di questo ne ha parlato al marito? Spesso Abbastanza spesso

9 A volte Mai Se ne ha parlato, lo ha fatto: In modo aperto In modo indiretto Pacatamente Aggressivamente A volte Mai Se ne ha parlato, lo ha fatto: In modo aperto In modo indiretto Pacatamente Aggressivamente SEZIONE C.2. (da compilare IN COPPIA). Ora ciascun partner può far dono all altro della propria analisi (sezione C 1). Come è andato il confronto? Avete avvertito chiaramente o no, oppure in modo vago, ciò di cui vostra moglie o vostro marito dice di soffrire a causa del vostro comportamento? Marito l avevo avvertito in modo chiaro l avevo avvertito in modo vago non l avevo avvertito Moglie l avevo avvertito in modo chiaro l avevo avvertito in modo vago non l avevo avvertito Scrivete qui, insieme o anche distintamente, una breve riflessione relativa alla risposta precedente :

10 Sezione D (da compilare individualmente oppure insieme) Si chiede di scrivere e inviare: una frase/ una riflessione/ un breve frammento d esperienza interiore/una sensazione dell anima/ un ricordo riguardanti, appunto, l abbandono e la resurrezione nella vita di coppia (massimo 10 righe, che possono prendere spunto da una o due parole-stimolo qui sotto elencate). Queste frasi possono essere scritte sotto forma lirica, diaristica o narrativa, poetica : insomma ciascuno usi il linguaggio e le forme espressive a lui/a lei più congeniali, ma che sgorghino dal cuore. Questa sezione del questionario può anche essere inviata a parte, se lo si desidera, via oppure per lettera, anche in forma anonima. Concetti-chiave: Abbandono e Risurrezione Abbandono Parole-stimolo da cui partire Risurrezione 1. L indifferenza 2. Le tenebre 3. Il non senso 4. Perché? 5. L angoscia 6. La non-risposta 7. Il senso di morte 8. Il grido 9. Il freddo 10. Il nulla 1. Un grido 2. Un lampo 3. Uno squarcio 4. La pioggia 5. Nuovo orizzonte 6. Uno sguardo 7. Un perdono 8. Un abbraccio 9. Un alba 10. Una festa Testi di approfondimento al 5 modulo formativo: Eugenio Zanetti, Dopo l inverno, Ed. Ancora Maria Pia Campanella, Il dono di Sé, accompagnamento spirituale per separati o divorziati fedeli al Sacramento, Ed. Effatà V. Iori, Separazioni e nuove famiglie, Ed. Cortina I testi di bibliografia saranno esposti per consultazione durante il corso. Si prega di inviare il questionario compilato entro il 5 settembre 2006 a:

11 6 MODULO ANALISI RISPOSTE Diapositiva Settembre 2006 CRISI DEL PATTO CONIUGALE Punti nodali della storia della famiglia

12 Diapositiva 2 Dati del campione: anni di matrimonio Anni di matrimonio RANGE 3 mesi - 36 anni In questa prima diapo vediamo alcune caratteristiche del campione che ha risposto al focus. E certamente un campione eterogeneo, come potete osservare dalla distribuzione dei dati: infatti la durata del matrimonio delle 48 famiglie varia da poco piu di alcuni mesi sino ai 33 anni dei piu veterani. La maggioranza ha comunque alle spalle piu di 5 anni di vita da sposati. Ci sono anche i questionari di due di noi che vivono una esperienza di separazione coniugale e che ringraziamo in modo particolare di essere qui.

13 Diapositiva 3 Dati del campione: numero figli mogli mariti Età media (range 29-60) (range 29-59) Numero di figli: in media 2 (0-5) L età media è di 41 anni per le mogli e 42 per i mariti e i figli variano da 0 a 5 per coppia: in media 2 figli per coppia.

14 Diapositiva 4 10) Ritenete che il matrimonio, inteso come relazione stabile, sia oggi in crisi? A) Si, è in crisi per molti C) Si, è in crisi ma per pochi B) Sì, è abbastanza in crisi D) No, non è per nulla in crisi A B C D Generalmente riteniamo che oggi il matrimonio inteso come relazione stabile sia in crisi o abbastanza in crisi. Confronteremo questa nostra percezione con quanto ci dirà il prof. Boffi del CISF di Milano frutto di indagini specifiche e vedremo che questa nostra percezione non è sempre confermata dalle indagini specifiche di settore.

15 Diapositiva 5 12) Pensate che gli aspetti sociali (situazione abitativa, contesto di lavoro, sostegni economici per i figli, ecc.) siano determinanti per assicurare la stabilità della coppia? A) Si, sempre C) Talvolta B) Spesso D) Mai A B C D Generalmente riteniamo che spesso e talvolta gli aspetti sociali e di contesto siano determinanti per la stabilità della coppia.

16 Diapositiva 6 SEZIONE A 3)Ritenete che, nella realtà di ieri, le crisi di coppia fossero meno diffuse di oggi, oppure erano meno manifeste? Meno manifeste 39% 61% Meno diffuse E nostra convinzione che in passato le crisi di coppia fossero presenti ma mano manifeste (61%) nella maggior parte dei casi, ma anche meno diffuse (39% dei casi) rispetto alla realtà odierna. Se ne deduce che riteniamo che le crisi oggi siano più manifeste e anche più diffuse che in passato. Proviamo a dare delle motivazioni a queste affermazioni. Perché, secondo noi, oggi le crisi sono più manifeste e più diffuse rispetto al passato? Cercheremo di rispondere a questa domanda indagando alcuni aspetti culturali e sociali di oggi e di ieri

17 Diapositiva 7 Sezione A A.1 Come definireste il matrimonio oggi, dei vostri genitori, dei vostri nonni? NONNI Combinato Tradizionale Duraturo Istituzionalizzato /patriarcale GENITORI Spesso è Scelta di vita Tradizionale Duraturo Unilaterale NOI OGGI Scelta di vita Da costruire giorno per giorno Instabile/ fragile Pari responsabilità La tabella presenta dei dati di sintesi. Si vede che secondo noi, è molto cambiato il matrimonio in queste tre generazioni. Nella tabella possiamo leggere in verticale le caratteristiche più tipiche, secondo noi, del matrimonio di quella generazione, in riga invece, come la medesima caratteristica sia presente (vedi riquadri colorati che evidenziano la continuità generazionale ), assente o si modifichi nelle generazioni successive. Dalla lettura emerge una FORTE CARATTERIZZAZIONE DEL MATRIMONIO IN CIASCUNA GENERAZIONE CON CARATTERISTICHE TIPICHE E UNA PARZIALE CONTINUITA delle stesse nel tempo CHE DIVENTA DISCONTINUITA SE SI CONFRONTA la generazione dei nonni con quella di oggi. Infatti, mentre le caratteristiche di stabilità e aderenza alla tradizione sono presenti sia nei nostri nonni che nei nostri genitori, le stesse caratteristiche spariscono per noi e si trasformano nel loro opposto: Instabilità, fragilità, abbandono del riferimento alla tradizione, sfida quotidiana. Si coglie poi una evoluzione sia nella autonomia/responabilità della scelta (riga1) sia nella tipologia dei rapporti coniugali (riga 4). Il matrimonio dei nostri nonni era spesso combinato, dei nostri genitori spesso è stato una scelta, per noi oggi è prevalentemente una scelta di vita. Quindi per noi il matrimonio oggi presuppone una maggiore autonomia di scelta e richiede una conseguente maggiore responsabilità, capacità di discernimento e di valutazione. Inoltre alla famiglia patriarcale dei nostri nonni si sostituisce una famiglia dove il rapporto fra coniugi è spesso unilaterale ( la famiglia dei nostri genitori) e oggi una famiglia in cui ai coniugi è richiesto un rapporto paritario. Già questi pochi elementi aiutano a collocare una sorta di crisi del matrimonio oggi.

18 Diapositiva 8 Sezione A A.2) Come definireste la società, e la cultura dei vostri nonni, dei vostri genitori, e di noi oggi? NONNI Solidale Abituata al sacrificio Agricola/patriarc ale Rigida/conservat rice/povera GENITORI Rivoluzionaria Ricca di valori Convenzionale/p erbenista Intraprendente NOI OGGI Individualistica Superficiale Alla ricerca Permissiva/capit alista La tabella presenta dei dati di sintesi. Nella tabella possiamo leggere in verticale le caratteristiche più tipiche, secondo noi, della società e della cultura in quella generazione, in riga invece, come la medesima caratteristica sia presente assente o si modifichi nelle generazioni successive. Non troviamo qui riquadri colorati ad indicare la mancanza di una stabilità nel tempo di certe caratteristiche. Dalla lettura emerge una FORTE CARATTERIZZAZIONE DELLA SOCIETA E DELLA CULTURA IN CIASCUNA GENERAZIONE CON CARATTERISTICHE TIPICHE E UNA FORTE EVOLUZIONE DEL CONTESTO CULTURALE E SOCIALE NELLE TRE GENERAZIONI TANTO CHE, CONFRONTANDO LA GENERAZIONE DEI NOSTRI NONNI CON NOI, SI RILEVANO CARATTERISTICHE OPPOSTE. C è quindi la percezione di un forte dinamismo e di assenza di stabilità. Percepiamo la società di oggi come individualista, superficiale, alla ricerca, permissiva, capitalista in netta contrapposizione con la società dei nostri nonni che percepiamo come solidale, abituata al sacrificio, agricola, patriarcale, rigida, conservatrice e povera. Vediamo la generazione dei nostri genitori come una generazione di transizione in cui si innescano alcune dinamiche di cambiamento.

19 Diapositiva 9 4)Importanza data alla qualità della relazione fra i coniugi nel matrimonio di oggi, in quello dei vostri genitori e dei vostri nonni? molto abbastanza poco nulla 0 OGGI GENITORI NONNI Se andiamo a valutare l importanza data alla qualità della relazione fra i coniugi nelle tre diverse generazioni di noi oggi, i nostri genitori e i nostri nonni, vediamo che si passa da poca attenzione alla relazione dei nostri nonni a molta attenzione della nostra generazione. Oggi infatti, a differenza del passato, la qualità della relazione fra i coniugi è centrale per la riuscita e la stabilità di un matrimonio.

20 Diapositiva 10 5)Pensate che l odierno contesto culturale e sociale aiuti la stabilità della coppia? UNANIME RISPOSTA: NO 13) Pensate sia importante promuovere nella nostra società una cultura della stabilità della relazione coniugale? UNANIME RISPOSTA: SI Tutti siamo unanimi nel ritenere che l odierno contesto culturale e sociale non favorisca la stabilità della coppia e che sia importante promuovere una cultura che favorisca la stabilità della relazione coniugale, pur consapevoli del fatto che l oggi ci pone delle sfide sempre nuove e che quindi occorre saper riconiugare i valori profondi del matrimonio in un mutato contesto sociale e culturale ricco senz altro di minacce ma anche di straordinarie opportunità.

21 Diapositiva 11 Sezione A Quali strumenti /politiche per promuovere la stabilità della relazione coniugale? STRUMENTI Formazione permanente coppie e fidanzati (80%) Testimonianze positive attraverso i media Condivisione fra famiglie Promozione della mediazione familiare POLITICHE Politiche economiche e fiscali a favore della famiglia Maggiore flessibilità lavorativa Formazione specifica dei giovani Si rileva che per la maggior parte di noi la formazione permanenete di coppie e fidanzati è lo stumento più efficace seguito immediatamente dalla divulgazione di testimonianze positive attraverso i media. Riteniamo che la politica dovrebbe farsi carico anche della formazione dei giovani su questi temi.

22 Diapositiva 12 Sezione A CONTESTO CULTURALE E SOCIALE ODIERNO COSA AIUTA LA STABILITA COSA NON AIUTA LA STABILITA Condivisione con altre coppie e mov. familiari, rete di relazioni sociali La libertà di scelta del coniuge e del matrimonio La fede religiosa La presenza di ideali comuni Messaggi veicolati dai mass media Precarietà economica dei giovani, arrivismo, vita frenetica Individualismo, egoismo, rifiuto del sacrificio La assenza di ideali comuni e valori condivisi Si rileva che per la maggior parte di noi il fattore che maggiormente aiuta la stabilità della coppia è la condivisione con altre coppie e movimenti familiari: si rileva l esigenza, in un epoca di grande cambiamento, di attivare un confronto fra coppie per ricercare insieme una identità e sostenersi vicendevolmente in un cammino tutt altro che scontato. Anche la fede, la presenza di ideali comuni e il fatto di scegliere liberamente il coniuge, secondo noi aiutano. Fra i fattori che aumentano la instabilità la maggior parte di noi identifica i mass media per i messaggi disgreganti e per l immagine di famiglia che propongono, la precarietà economica dei giovani, la vita frenetica, l arrivismo professionale fra le cause esogene = esterne alla coppia. Mentre fra quelle interne l individualismo, l egoismo, il rifiuto del sacrificio, la assenza di valori forti condivisi.

23 Diapositiva 13 Sezione A COSA AIUTA LA STABILITA? Caratteristiche individuali Caratteristiche della relazione di coppia Ascolto Pazienza Umiltà Maturità affettiva Dialogo Gratuità nel donarsi Amore, fiducia reciproca, capacità di perdono Presenza di tempi adeguati per la coppia Altruismo, generosità, spirito di sacrificio Si rileva che la caratteristica individuale più rappresentata è la capacità di ascolto seguita subito dopo dalla pazienza. Così come la caratteristica della relazione che più aiuta la stabilità, ci sembra il dialogo (etimologicamente: rapporto basato sulla disponibilità al chiarimento)

24 Diapositiva 14 16) Pensate che esista una relazione fra stabilità della relazione coniugale e felicità? SI 93% NO / DIPENDE 7% Sì a condizione che: esista una certa qualità della relazione che favorisce la realizzazione reciproca nella comunione e nella libertà 17) Perché? La natura umana ha bisogno di stabilità (dà sicurezza e combatte la paura) e di amare ed essere amata Il matrimonio coinvolge la parte più profonda e intima della persona in una compenetrazione di personalità. La stabilità aiuta una serena percezione del sé nel tempo! Il 93 % di noi ritiene che esista una relazione fra felicità e stabilità della relazione coniugale. Si vede tuttavia come la relazione fra stabilità coniugale e felicità sia fortemente condizionata dalla qualità della relazione stabile fra i due: se la relazione favorisce la reciproca realizzazione e si esprime nella comunione e nella libertà allora la relazione fra stabilità e felicità è positiva principalmente per tre ragioni: Perché la natura umana ha bisogno di stabilità ( è un antidoto all ansia e alla paura) L essere umano ha bisogno di relazioni vere: amare ed essere amato Perché il matrimonio modifica profondamente la persona e la stabilità della relazione aiuta la persona a ritrovarsi in un sé che comprende anche il noi. Queste sono sostanzialmente le ragioni per cui oggi ha ancora un senso sposarsi. Tutti riteniamo che la famiglia sana e unita sia un dono per la società perché è un piccolo bozzetto di società che educa alla diversità, alla tolleranza, alla reciprocità.

25 Diapositiva 15 SEZIONE B 19)Ci sono o ci sono stati momenti difficili nel vostro matrimonio? 21% no si 79% Come si vede siamo coppie normali con i nostri momenti di difficoltà.

26 Diapositiva 16 20) In un momento di crisi della vostra vita di coppia come avete cercato di ricominciare? A) cercando di vedere chi aveva torto e chi aveva ragione B) andando aldilà di ciò che era successo C) Perdonandoci E) aumentando l amore per l altro D) cercando di metterci nei panni dell altro F) altro: intensificando il dialogo A B C D E F In genere, nei momenti di difficoltà cerchiamo di andare al di là di quello che è successo, cerchiamo di metterci nei panni dell altro e perdonarci. Quindi in genere cerchiamo di superare questi momenti di difficoltà aumentando fra noi l amore.

27 Diapositiva 17 21)Credete nell amore per sempre? MOLTO 11% ABBASTANZA 89%

28 Diapositiva 18 SEZIONE C: C.1) C è un comportamento della moglie/marito a causa del quale si sente incompreso, non amato? Sì nel 65% dei casi dei mariti e nel 73 % dei casi delle mogli Quasi sempre se ne è parlato fra i coniugi in modo aperto e pacato, solo qualche volta in modo aggressivo soprattutto da parte dei mariti ( 25% dei casi) Quasi sempre il coniuge era consapevole che il suo comportamento creava disagio al partner (nel 97% dei casi) Diapositiva sezione C, domanda C1: Commento: Nelle coppie presenti esistono dei comportamenti di uno dei due coniugi che generano frustrazione nell altro (Come si vede le donne sono più esigenti nella relazione 73%di donne verso 65 % di uomini); tuttavi esiste un dialogo aperto fra i coniugi che si esprime in modo aperto e pacato nella maggior parte dei casi, in modo talvolta aggressivo (25%dei casi, per i mariti). Nel partner c è la conoscenza e la consapevolezza di questi aspetti.

29 Diapositiva 19 25) Avete avuto modo (singolarmente o in coppia) di fare esperienza di ascolto, consulenza o di accompagnamento di qualche coppia in crisi? 26% no CONSULTORIO FAMILIARE 74% sì PSICOTERAPEUTA SACERDOTE COLLOQUIO CON COPPIA MATURA COMPRENSONE Secondo la maggior parte di noi non è scontato poter uscire da una separazione di coppia. Dipende dalle situazioni. La maggior parte di noi ha avito la possibilità di fare esperienze di condivisione /ascolto/accompagnamento di coppie in crisi. In questi casi abbiamo cercato di comprenderle e di offrire loro occasioni di dialogo o con coppie più mature o con un sacerdote o con un consultorio familiare.

30 Diapositiva 20 26) In un ipotetico colloquio con una coppia in crisi, quali aspetti cercheresti di mettere a fuoco? RAPPORTO CON GLI AMICI VITA PERSONALE DIMENSIONE RELIGIOSA RAPPORTO CON I FIGLI INTIMITà CAPACITà DI RELAZIONARSI La maggior parte di noi in un colloquio con una coppia in crisi cercherebbe di evidenziare soprattutto la capacità di relazionarsi fra loro dei due, anche nella vita intima e poi il rapporto con i figli. Nei Workshop previsti domani, ci sarà la possibilità di approfondire questi aspetti anche con il contributo di specifici esperti.

31 Diapositiva 21 29) Quali difficoltà in più pensate che debbano affrontare i figli dei separati rispetto a quelli delle altre famiglie? ALTRO: SENSO DI COLPA NO FIDUCIA NELLA FAMIGLIA CONVIVENZA CON FIGLI CRISI DI IDENTITà SENSO DI ABBANDONO Ci sembra che il senso di abbandono e la crisi della fiducia nella famiglia siano le principali difficoltà che i figli di separati dovranno affrontare. Ci sarà comunque la possibilità di approfondire questi aspetti con Marisa Tironi e Ezio Aceti nel corso di queste giornate.

COME ACCOMPAGNARE I RAGAZZI ED I GIOVANI NELL EDUCAZIONE AFFETTIVA ED AL MATRIMONIO

COME ACCOMPAGNARE I RAGAZZI ED I GIOVANI NELL EDUCAZIONE AFFETTIVA ED AL MATRIMONIO COME ACCOMPAGNARE I RAGAZZI ED I GIOVANI NELL EDUCAZIONE AFFETTIVA ED AL MATRIMONIO Premessa: Dalla ricerca La preparazione dei fidanzati al matrimonio ed alla famiglia oggi in Italia, commissionata dalla

Dettagli

Avere coraggio! Dieci buoni motivi a favore del matrimonio Spunti di riflessione della Chiesa cattolica

Avere coraggio! Dieci buoni motivi a favore del matrimonio Spunti di riflessione della Chiesa cattolica Avere coraggio! Dieci buoni motivi a favore del matrimonio Spunti di riflessione della Chiesa cattolica 1. Tutti cercano l amore. Tutti anelano ad essere amati e a donare amore. Ognuno è creato per un

Dettagli

COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME. Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame

COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME. Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame Cos è una Equipe Notre-Dame 1 - Un progetto Vieni e seguimi : questa chiamata, Cristo la rivolge a ciascuno di noi, a ciascuna

Dettagli

٠ Accoglienza ٠ Missione ٠ Internazionalità

٠ Accoglienza ٠ Missione ٠ Internazionalità ٠ Accoglienza ٠ Missione ٠ Internazionalità Dallo statuto leggiamo: Art. 1 L AMI è composta da laici, diaconi, presbiteri che docili all azione dello Spirito Santo intendono vivere una medesima vocazione

Dettagli

IL LINGUAGGIO NELLE RELAZIONI GENITORI FIGLI

IL LINGUAGGIO NELLE RELAZIONI GENITORI FIGLI Titolo documento: IL LINGUAGGIO NELLE RELAZIONI GENITORI FIGLI Relatore/Autore: DON. DIEGO SEMENZIN Luogo e data: S. FLORIANO, 22 APR. 2001 Categoria Documento: Classificazione: Sintesi/Trasposizione di

Dettagli

LA FAMIGLIA CHE EDUCA

LA FAMIGLIA CHE EDUCA LA FAMIGLIA CHE EDUCA Messaggio alle famiglie - Pasqua 2009 Diocesi di Fano Fossombrone Cagli Pergola L educazione delle virtù umane è alla base dell educazione cristiana Il senso dell autorità La famiglia

Dettagli

principale del gruppo è

principale del gruppo è Ufficio Diocesano di Pastorale Familiare e Vita I GRUPPI FAMIGLIA PARROCCHIALI luogo di crescita nella fede e nella spiritualità propria dello stato coniugale; momento di apertura alla vita parrocchiale

Dettagli

Sinodo Diocesano Parroco: Don Ignazio Trogu

Sinodo Diocesano Parroco: Don Ignazio Trogu Sinodo Diocesano Parroco: Don Ignazio Trogu Signore Gesù, come vuoi che sia la tua Chiesa? Chiesa intesa come una famiglia, dove ognuno deve sentirsi partecipe e vivo, ricordandosi che ognuno di noi è

Dettagli

Parrocchia di San Paolo

Parrocchia di San Paolo Parrocchia di San Paolo Consiglio pastorale 27 Novembre 2011 Questa speciale edizione del Consiglio Pastorale prende vita in una soleggiata domenica novembrina: presenti 45 persone che, dopo aver celebrato

Dettagli

Indicazioni per la conduzione delle interviste

Indicazioni per la conduzione delle interviste Indicazioni per la conduzione delle interviste Condurre almeno due interviste sul tema della Relazione di coppia utilizzando lo schema di massima riportato di seguito. Dopo aver condotto le interviste

Dettagli

MADRE ANNUNCIATA COCCHETTI IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

MADRE ANNUNCIATA COCCHETTI IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA SCUOLA PARITARIA dell INFANZIA e PRIMARIA MADRE ANNUNCIATA COCCHETTI IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Chi è chiamato ad educare e ad animare educazione, deve offrire nutrimento, nascondendo la mano che

Dettagli

UFFICIO FAMIGLIA CONSULTA NAZIONALE DI PASTORALE FAMILIARE CEI

UFFICIO FAMIGLIA CONSULTA NAZIONALE DI PASTORALE FAMILIARE CEI UFFICIO FAMIGLIA CONSULTA NAZIONALE DI PASTORALE FAMILIARE CEI Roma, 13-14 settembre 2008 Nei giorni 13-14 settembre 2008 si è svolta, presso l Hotel CASCINA PALACE, in Via Attilio Benigni, 7 - Roma, la

Dettagli

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci Pensieri. Perché? Cara dottoressa, credo di avere un problema. O forse sono io il problema... La mia storia? Stavo con un ragazzo che due settimane fa mi ha lasciata per la terza volta, solo pochi mesi

Dettagli

Survey Internazionale sulla Famiglia Risultati italiani

Survey Internazionale sulla Famiglia Risultati italiani Survey Internazionale sulla Famiglia Risultati italiani L indagine Obiettivo Indagare l opinione delle utenti di alfemminile sul concetto di famiglia al giorno d oggi. Date ottobre 2011 Numero di rispondenti

Dettagli

Un invito a chi ha avuto in passato l esperienza dell interruzione di gravidanza

Un invito a chi ha avuto in passato l esperienza dell interruzione di gravidanza Un invito a chi ha avuto in passato l esperienza dell interruzione di gravidanza IVG. Interruzione volontaria di gravidanza. Un tema che probabilmente non aspettavate di toccare in questo momento in cui

Dettagli

Corso di laurea specialistica in Psicologia clinica: salute, relazioni familiari, interventi di comunità

Corso di laurea specialistica in Psicologia clinica: salute, relazioni familiari, interventi di comunità Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano Facoltà di Psicologia Corso di laurea specialistica in Psicologia clinica: salute, relazioni familiari, interventi di comunità VOCI DI COPPIE MIGRANTI DAL

Dettagli

SCUOLA MEDIA STATALE F. GUARINI SOLOFRA

SCUOLA MEDIA STATALE F. GUARINI SOLOFRA SCUOLA MEDIA STATALE F. GUARINI SOLOFRA I. Introduzione COUNSELING E COUNSELOR Attualmente nella sua definizione più ampia, il termine Counseling indica la relazione d aiuto che si instaura tra una persona

Dettagli

La preparazione remota dei giovani alla formazione delle famiglie cristiane Note su un esperienza. Consiglio Pastorale Diocesano Roma, 5 maggio 2005

La preparazione remota dei giovani alla formazione delle famiglie cristiane Note su un esperienza. Consiglio Pastorale Diocesano Roma, 5 maggio 2005 La preparazione remota dei giovani alla formazione delle famiglie cristiane Note su un esperienza Consiglio Pastorale Diocesano Roma, 5 maggio 2005 Fabio e Tiziana PANCI Parrocchia dell Assunzione di Maria

Dettagli

La vita di coppia. 21 agosto 2006. Si allunga il periodo di fidanzamento, cambiano i luoghi in cui si conoscono i fidanzati

La vita di coppia. 21 agosto 2006. Si allunga il periodo di fidanzamento, cambiano i luoghi in cui si conoscono i fidanzati 21 agosto 2006 La vita di coppia Il volume La vita di coppia presenta alcuni risultati dell indagine Famiglia e soggetti sociali svolta dall Istat nel Novembre 2003 su un campione di oltre 19 mila famiglie

Dettagli

Pastorale Famigliare Zona Di Monza

Pastorale Famigliare Zona Di Monza Pastorale Famigliare Zona Di Monza Report del questionario sottoposto agli animatori dei fidanzati negli itinerari di preparazione immediata al Matrimonio. (aprile-giugno 2010) L IDEA DI UNA INCHIESTA

Dettagli

Relazione Caritas Parrocchiale al Consiglio Pastorale

Relazione Caritas Parrocchiale al Consiglio Pastorale C A R I T A S P A R R O C C H I A L E G A M B E T T O L A Relazione Caritas Parrocchiale al Consiglio Pastorale Martedì 13 gennaio 2009 Parrocchia di S. Egidio Abate Gambettola Martedì 13 gennaio 2009

Dettagli

La piramide dei valori. Presentazione e conoscenza. 10 gennaio 2013. 17 gennaio 2013

La piramide dei valori. Presentazione e conoscenza. 10 gennaio 2013. 17 gennaio 2013 Presentazione e conoscenza Presentazione e conoscenza 10 gennaio 2013 La piramide dei valori La piramide dei valori 17 gennaio 2013 - Anche il vostro incontro non è stato un caso. E origine di un qualcosa

Dettagli

La relazione di coppia, frutto di un difficile equilibrio*

La relazione di coppia, frutto di un difficile equilibrio* La relazione di coppia, frutto di un difficile equilibrio* Per arrivare a comprendere le cause e il contesto di una crisi coniugale, è indispensabile capire anzitutto che l equilibrio della relazione di

Dettagli

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri.

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) Andare a visitare gli anziani all ospedale 2) Attività in gruppo: vengono proposte diverse immagini sull amore per discutere sui vari tipi di amore

Dettagli

Sono stato crocifisso!

Sono stato crocifisso! 12 febbraio 2012 penultima dopo l epifania ore 11.30 con i fidanzati Sono stato crocifisso! Sia lodato Gesù Cristo! Paolo, Paolo apostolo nelle sue lettere racconta la sua storia, la storia delle sue comunità

Dettagli

DAL «CELEBRARE» ALL «ESSERE» SACRAMENTO DELLE NOZZE

DAL «CELEBRARE» ALL «ESSERE» SACRAMENTO DELLE NOZZE DAL «CELEBRARE» ALL «ESSERE» SACRAMENTO DELLE NOZZE DISCERNIMENTO: QUALI CRITERI PER VALUTARE UNA RECIPROCA IDONEITA VERSO IL TUTTO E IL PER SEMPRE fr. Marco Vianelli ofm Giudice presso il Tribunale ecclesiastico

Dettagli

La Santa Sede CELEBRAZIONE EUCARISTICA A CONCLUSIONE DEL «FAMILYFEST» OMELIA DI GIOVANNI PAOLO II. Domenica, 6 giugno 1993

La Santa Sede CELEBRAZIONE EUCARISTICA A CONCLUSIONE DEL «FAMILYFEST» OMELIA DI GIOVANNI PAOLO II. Domenica, 6 giugno 1993 La Santa Sede CELEBRAZIONE EUCARISTICA A CONCLUSIONE DEL «FAMILYFEST» OMELIA DI GIOVANNI PAOLO II Domenica, 6 giugno 1993 1. Che il Signore cammini in mezzo a noi (Es 34, 9). Così prega Mosè, presentandosi

Dettagli

ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014. Il sacramento del Matrimonio

ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014. Il sacramento del Matrimonio ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014 Il sacramento del Matrimonio 4 IL SACRAMENTO DEL MATRIMONIO "Vivere il matrimonio come sacramento richiede alcuni impegni che voglio mantenere: la fedeltà,

Dettagli

1. Introduzione. 2. Gli obiettivi. 3. Il percorso 2015 16

1. Introduzione. 2. Gli obiettivi. 3. Il percorso 2015 16 1. Introduzione Il percorso genitori è il cammino che l AC diocesana ha preparato per valorizzare l esperienza associativa che i ragazzi vivono in ACR e per maggiormente condividere con le famiglie e la

Dettagli

INTERVISTA CLINICA GENERAZIONALE. (rivisitata) Luca Pappalardo ITFF - ITFB

INTERVISTA CLINICA GENERAZIONALE. (rivisitata) Luca Pappalardo ITFF - ITFB INTERVISTA CLINICA GENERAZIONALE (rivisitata) Luca Pappalardo ITFF - ITFB Asse 1 Le origini Bene, innanzi tutto vi chiediamo di calarmi mentalmente, di immergervi nelle vostre origini, vale a dire l ambiente

Dettagli

Relazione di Paola e Corrado Galavera sul Programma di Retrouvaille

Relazione di Paola e Corrado Galavera sul Programma di Retrouvaille Relazione di Paola e Corrado Galavera sul Programma di Retrouvaille Selinunte, 2013 Ringraziamo per essere stati invitati a questo incontro e per aver dato l opportunità al programma di Retrouvaille, tramite

Dettagli

La formazione della famiglia

La formazione della famiglia La Famiglia La formazione della famiglia Quando leggiamo la Bibbia notiamo la grande importanza data alla famiglia. È la prima istituzione di Dio per le Sue creature, e ci sono numerose promesse ed esempi

Dettagli

Papà Missione Possibile

Papà Missione Possibile Papà Missione Possibile Emiliano De Santis PAPÀ MISSIONE POSSIBILE www.booksprintedizioni.it Copyright 2015 Emiliano De Santis Tutti i diritti riservati Non insegnate ai bambini la vostra morale è così

Dettagli

STILE DI COPPIA E FAMIGLIA D ORIGINE TRA CONTINUITA E CAMBIAMENTO

STILE DI COPPIA E FAMIGLIA D ORIGINE TRA CONTINUITA E CAMBIAMENTO STILE DI COPPIA E FAMIGLIA D ORIGINE TRA CONTINUITA E CAMBIAMENTO Nell ultimo incontro ci siamo lasciati con l esortazione dei genitori di Anna rivolta a Tobi: Davanti al Signore ti affido mia figlia in

Dettagli

ECCO PERCHÈ LA PACE INIZIA PROPRIO DA TE

ECCO PERCHÈ LA PACE INIZIA PROPRIO DA TE ECCO PERCHÈ LA PACE INIZIA PROPRIO DA TE - di Deepak Chopra Sette esercizi spirituali per portare la pace all interno delle tua vita e nel mondo che ti circonda. L approccio alla trasformazione personale

Dettagli

PROGETTAZIONE ANNUALE A.S. 2010/2011 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN GIUSEPPE SULLE ALI DELLE EMOZIONI

PROGETTAZIONE ANNUALE A.S. 2010/2011 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN GIUSEPPE SULLE ALI DELLE EMOZIONI PROGETTAZIONE ANNUALE A.S. 2010/2011 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN GIUSEPPE SULLE ALI DELLE EMOZIONI FESTE E RICORRENZE Le feste rappresentano esperienze belle e suggestive da vivere e ricordare per

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

Itinerari di preparazione al matrimonio

Itinerari di preparazione al matrimonio Itinerari di preparazione al matrimonio 10 dicembre 2011 1. Motivazioni e obiettivi La chiesa, che ha sommamente a cuore la sorte della famiglia nella nostra società, sente fortemente l esigenza di accompagnare

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) 25 gennaio 2015 S. Famiglia ore 18.00 18.00 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) Celebriamo la Messa vigiliare della Festa

Dettagli

Progetto genitori consapevoli

Progetto genitori consapevoli Progetto genitori consapevoli Corso di formazione a sostegno del difficile compito di essere genitori oggi. Grande affluenza di pubblico L'iniziativa, con lo scopo ben preciso di dialogare insieme su problemi

Dettagli

L EUCARISTIA FONTE DELL AMORE SPONSALE

L EUCARISTIA FONTE DELL AMORE SPONSALE L EUCARISTIA FONTE DELL AMORE SPONSALE ADORAZIONE EUCARISTICA CON I FIDANZATI Arcidiocesi di Bari-Bitonto 66 a Settimana Liturgica Nazionale Preghiera Cel. Tutti O Dio Padre di bontà, che sin dall inizio

Dettagli

SAN GIUSTO MARTIRE. Omelia. +Giampaolo Crepaldi. Arcivescovo-Vescovo di Trieste. 3 novembre 2010

SAN GIUSTO MARTIRE. Omelia. +Giampaolo Crepaldi. Arcivescovo-Vescovo di Trieste. 3 novembre 2010 SAN GIUSTO MARTIRE Omelia +Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo di Trieste 3 novembre 2010 Distinte Autorità civili e militari, fratelli e sorelle, bratije in sestre, 1. La Chiesa di Trieste onora e

Dettagli

VENITE ALLA FESTA. Nella vita della Chiesa ASCOLTARE SCOPRIRE PARTECIPARE

VENITE ALLA FESTA. Nella vita della Chiesa ASCOLTARE SCOPRIRE PARTECIPARE VENITE ALLA FESTA Nella vita della Chiesa ASCOLTARE SCOPRIRE PARTECIPARE DOPO LA SETTIMANA DELLA CHIESA MANTOVANA Alle comunità parrocchiali, alle associazioni, ai movimenti e gruppi, ai presbiteri e diaconi,

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA INDICATORE (CATEGORIA) DIO E L UOMO

RELIGIONE CATTOLICA INDICATORE (CATEGORIA) DIO E L UOMO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE Il bambino osserva con meraviglia ed esplora con curiosità il mondo, come dono di Dio Creatore. RELIGIONE CATTOLICA INDICATORE (CATEGORIA) DIO E L UOMO PRIMARIA

Dettagli

apertamente, scambiarsi idee, ragionare sui valori, allargare i propri orizzonti, raccontare la propria giornata e perché no? anche pregare tutti

apertamente, scambiarsi idee, ragionare sui valori, allargare i propri orizzonti, raccontare la propria giornata e perché no? anche pregare tutti Presentazione Diventare genitori è sicuramente un immenso dono di Dio, da accogliere con partecipazione e buona volontà. Purtroppo nessuno insegna ad una coppia di neo-genitori come educare i propri figli;

Dettagli

Accogliere e trattenere i volontari in associazione. Daniela Caretto Lecce, 27-28 aprile

Accogliere e trattenere i volontari in associazione. Daniela Caretto Lecce, 27-28 aprile Accogliere e trattenere i volontari in associazione Daniela Caretto Lecce, 27-28 aprile Accoglienza Ogni volontario dovrebbe fin dal primo incontro con l associazione, potersi sentire accolto e a proprio

Dettagli

LE FAMIGLIE AFFIDATARIE

LE FAMIGLIE AFFIDATARIE Torino 20.03.2014 LE FAMIGLIE AFFIDATARIE CATERINA MONTALI psicologa psicoterapeuta dirigente I livello Referente Area Affidi e Adozioni, Referente Progetto Neonati S.C. Neuropsichiatria Infantile ASLTO2

Dettagli

Formazione genitori. I percorsi

Formazione genitori. I percorsi Formazione genitori Sappiamo che spesso è difficile trovare un po di tempo per pensare a come siamo genitori e dedicarci alla nostra formazione di educatori, sappiamo però anche quanto sia importante ritagliarsi

Dettagli

EDUCARE ALLA CORRESPONSABILITA Aspetti psico-educativi nella relazione genitori-figli. Alessandro Ricci Psicologo Psicoterapeuta Università Salesiana

EDUCARE ALLA CORRESPONSABILITA Aspetti psico-educativi nella relazione genitori-figli. Alessandro Ricci Psicologo Psicoterapeuta Università Salesiana EDUCARE ALLA CORRESPONSABILITA Aspetti psico-educativi nella relazione genitori-figli Alessandro Alessandro Ricci Ricci Psicologo Psicologo Psicoterapeuta Psicoterapeuta Università Università Salesiana

Dettagli

CLASSI QUARTE A e D S. Aleramo SPICCHIO

CLASSI QUARTE A e D S. Aleramo SPICCHIO CLASSI QUARTE A e D S. Aleramo SPICCHIO CLASSE QUARTA B G.Galilei VINCI INSEGNANTI: Melani Cinzia, Parri Donatella, Voli Monica, Anno Scolastico 2011-2012 COMPETENZE INTERESSATE: Raccogliere, organizzare

Dettagli

IL PROGETTO EDUCATIVO SPORTIVO

IL PROGETTO EDUCATIVO SPORTIVO IL PROGETTO EDUCATIVO SPORTIVO Aprile 2013 1 La Polisportiva San Marco è una realtà presente all interno dell Oratorio San Marco dal 1970 e si propone di educare ai valori cristiani attraverso la pratica

Dettagli

Il Santo Viaggio AMORE! Illusione o Verità? (XVIII incontro) CONOSCERSI PER CAPIRE - CAPIRE PER AMARE. Valore della sessualità umana:

Il Santo Viaggio AMORE! Illusione o Verità? (XVIII incontro) CONOSCERSI PER CAPIRE - CAPIRE PER AMARE. Valore della sessualità umana: Il Santo Viaggio AMORE! Illusione o Verità? (XVIII incontro) CONOSCERSI PER CAPIRE - CAPIRE PER AMARE Valore della sessualità umana: E lecita la fecondazione extracorporea? Quando una coppia non riesce

Dettagli

PROGETTO EDUCATIVO DI ISTITUTO (PEI) SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO 2015-2016

PROGETTO EDUCATIVO DI ISTITUTO (PEI) SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO 2015-2016 PROGETTO EDUCATIVO DI ISTITUTO (PEI) SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO 2015-2016 Il Progetto Educativo di Istituto (PEI) che definisce l identità e le finalità educative e culturali dell istituto Bertoni

Dettagli

1. RIVELATO IN GESU CRISTO

1. RIVELATO IN GESU CRISTO SCHEDA 4 (per operatori) 1. RIVELATO IN GESU CRISTO Nota introduttiva L incontro sulla figura di Gesù ha lo stesso stile narrativo del precedente. Se Dio è origine del bisogno d amore e della capacità

Dettagli

IL RICORSO ALLA MEDIAZIONE FAMILIARE NEI PROCEDIMENTI DI SEPARAZIONE GIUDIZIALE

IL RICORSO ALLA MEDIAZIONE FAMILIARE NEI PROCEDIMENTI DI SEPARAZIONE GIUDIZIALE Riassunto IL RICORSO ALLA MEDIAZIONE FAMILIARE NEI PROCEDIMENTI DI SEPARAZIONE GIUDIZIALE Anna Bertoni Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano Questa ricerca ha voluto verificare se e in quali condizioni

Dettagli

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE FAMIGLIA ED EDUCAZIONE Card. Carlo Caffarra Cari genitori, ho desiderato profondamente questo incontro con voi, il mio primo incontro con un gruppo di genitori nel mio servizio pastorale a Bologna. Sono

Dettagli

Celebrare la festa in famiglia: riti e gesti nell esperienza famigliare

Celebrare la festa in famiglia: riti e gesti nell esperienza famigliare Statement-Incontro Mondiale delle Famiglie 1/5 Elisabeth & Bernhard Neiser / Nr. 20 Celebrare la festa in famiglia: riti e gesti nell esperienza famigliare 1. Riflessioni introduttive: Domenica e giorno

Dettagli

LA SCUOLA COME RISORSA EDUCATIVA PER AFFRONTARE UN CAMBIAMENTO Patrizia Orsini. Premessa

LA SCUOLA COME RISORSA EDUCATIVA PER AFFRONTARE UN CAMBIAMENTO Patrizia Orsini. Premessa Convegno Nazionale La Mediazione familiare, una risorsa per genitori e bambini nella separazione Bologna, 1 e 2 dicembre 2006 LA SCUOLA COME RISORSA EDUCATIVA PER AFFRONTARE UN CAMBIAMENTO Patrizia Orsini

Dettagli

PARLIAMO DI SESSUALITA CON I NOSTRI FIGLI

PARLIAMO DI SESSUALITA CON I NOSTRI FIGLI PARLIAMO DI SESSUALITA CON I NOSTRI FIGLI Educare i bambini all affettività e all amore di Rosangela Carù 1) Significato di sessualità - differenza tra genialità e sessualità - differenza tra informazione

Dettagli

YOUTH SCIENCE CALABRIA 2013

YOUTH SCIENCE CALABRIA 2013 YOUTH SCIENCE CALABRIA 2013 LICEO SCIENTIFICO PIETRO METASTASIO SCALEA (CS) Anno scolastico 2013/2014 La ricerca è stata effettuata presso il Liceo scientifico Pietro Metastasio nelle classi VA e VD Sono

Dettagli

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI Silenzio e Parola: cammino di evangelizzazione Cari fratelli e sorelle, all avvicinarsi della Giornata

Dettagli

Curricolo di Religione Cattolica

Curricolo di Religione Cattolica Curricolo di Religione Cattolica Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria - L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sugli elementi fondamentali della vita di Gesù

Dettagli

Dal Profilo dello studente a I discorsi e le parole Inglese e seconda lingua Comunitaria

Dal Profilo dello studente a I discorsi e le parole Inglese e seconda lingua Comunitaria Dal Profilo dello studente a I discorsi e le parole Inglese e seconda lingua Comunitaria Profilo dello studente Lo studente al termine del primo ciclo, attraverso gli apprendimenti sviluppati a scuola,

Dettagli

LA COMUNICAZIONE NELLA VITA DI COPPIA

LA COMUNICAZIONE NELLA VITA DI COPPIA CIVITELLA DEL TRONTO CONVENTO SANTA MARIA DEI LUMI LA COMUNICAZIONE NELLA VITA DI COPPIA Dott.ssa Giulia Ricci Mediatrice Familiare ad indirizzo legale 0861 569282-3494639973 Email: gricci665@yahoo.it

Dettagli

Quando la famiglia raddoppia

Quando la famiglia raddoppia AI PADRI, ALLE MADRI, AI FIGLI Quando la famiglia raddoppia Guida INFORMATIVA alla separazione non più coniugi.. ma sempre genitori a cura di FABIO BARZAGLI NETWORK EDUCATIVO PATERNITA.INFO www.paternita.info

Dettagli

LA CONVIVENZA. - Sintesi Laboratorio n 1

LA CONVIVENZA. - Sintesi Laboratorio n 1 Azione Cattolica Italiana Diocesi di Vittorio Veneto INVITATI E INVIATI SEMPRE IN CAMMINO CON FIDUCIA E PERSEVERANZA (Laboratorio) Percorso di Riflessione Etica 2013-2014 Conegliano, domenica 15 dicembre

Dettagli

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato)

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato) Conclusione dell anno catechistico Elementari e Medie Venerdì 30 maggio 2014 FESTA DEL GRAZIE Saluto e accoglienza (don Giancarlo) Canto: Alleluia, la nostra festa Presentazione dell incontro (Roberta)

Dettagli

FESTA DELLA FAMIGLIA 2013

FESTA DELLA FAMIGLIA 2013 FESTA DELLA FAMIGLIA 2013 MATERIALE PER LA PREPARAZIONE SPIRITUALE Materiale, Catechesi, Questionario per le Comunità, Gruppi Famiglie, Famiglie singole in Preparazione al Convegno "La Famiglia Vince la

Dettagli

Separati ma ancora famiglia: la genitorialità continua. Dott.ssa Valentina Montuschi Dott.ssa Cristina Pucci Psicologhe Psicoterapeute familiari

Separati ma ancora famiglia: la genitorialità continua. Dott.ssa Valentina Montuschi Dott.ssa Cristina Pucci Psicologhe Psicoterapeute familiari Separati ma ancora famiglia: la genitorialità continua Dott.ssa Valentina Montuschi Dott.ssa Cristina Pucci Psicologhe Psicoterapeute familiari Ti sposerò perché Il matrimonio si fonda su un contratto

Dettagli

La Santa Sede VIAGGIO APOSTOLICO IN PORTOGALLO II, COSTA RICA, NICARAGUA I, PANAMA, EL SALVADOR I, GUATEMALA I, HONDURAS, BELIZE, HAITI

La Santa Sede VIAGGIO APOSTOLICO IN PORTOGALLO II, COSTA RICA, NICARAGUA I, PANAMA, EL SALVADOR I, GUATEMALA I, HONDURAS, BELIZE, HAITI La Santa Sede VIAGGIO APOSTOLICO IN PORTOGALLO II, COSTA RICA, NICARAGUA I, PANAMA, EL SALVADOR I, GUATEMALA I, HONDURAS, BELIZE, HAITI INCONTRO CON LE FAMIGLIE CRISTIANE DI PANAMA OMELIA DI GIOVANNI PAOLO

Dettagli

Aiutare gli uomini a risanare le ferite dell aborto

Aiutare gli uomini a risanare le ferite dell aborto Aiutare gli uomini a risanare le ferite dell aborto Intervista a Kevin Burke sul nuovo programma della Vigna di Rachele. Sia le donne che gli uomini soffrono quando decidono di abortire un bambino, dice

Dettagli

L'approccio iniziale all esperienza nella struttura educativa sarà quindi interpretato nel rispetto dei principi di "gradualità" e "continuità".

L'approccio iniziale all esperienza nella struttura educativa sarà quindi interpretato nel rispetto dei principi di gradualità e continuità. 1 Accogliere un bambino in un servizio educativo per la prima infanzia, significa accogliere tutta la sua famiglia, individuando tutta una serie di strategie di rapporto fra nido/centro gioco e casa, volte

Dettagli

Riflessioni sul valore dell amicizia Ogni uomo è un isola - Nessun uomo è un isola

Riflessioni sul valore dell amicizia Ogni uomo è un isola - Nessun uomo è un isola Riflessioni sul valore dell amicizia Ogni uomo è un isola - Nessun uomo è un isola La frase, tratta da un noto film con Hugh Grant ( About a boy ), apre la strada a importanti riflessioni sul valore a

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA

CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA L I.R.C., come ogni altra materia curricolare, contribuisce allo sviluppo delle competenze per l apprendimento

Dettagli

La prima confessione di nostro figlio

La prima confessione di nostro figlio GLI INTERROGATIVI CHE ATTENDONO LA VOSTRA RISPOSTA Parrocchia San Nicolò di Bari Pistunina - Messina QUANDO MI DEVO CONFESSARE ANCORA? Quando senti in te il desiderio di migliorare la tua condotta di figlio

Dettagli

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II Don Przemyslaw Kwiatkowski Ciao a tutti! Siamo Alberto e Silvia di Cherasco, in Piemonte e siamo sposati da quasi 6 anni. E noi siamo Alberto

Dettagli

PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITÀ

PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITÀ Casa dei Bambini Scuola Montessori Coop Sociale Onlus SCUOLA DELL INFANZIA E SCUOLA PRIMARIA PARITARIE via Arosio 3-20148 Milano - tel/fax 02.4045694 arosiomontessori@tin.it PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITÀ

Dettagli

INTERVENTO del card. Giuseppe BETORI

INTERVENTO del card. Giuseppe BETORI Convegno Regionale FISM Toscana 2014 LE SCUOLE PARITARIE E IL MODELLO TOSCANO. LAVORI IN CORSO! Novità, impegni e progetti per un sistema scolastico realmente integrato e paritario Firenze, Convitto della

Dettagli

TRE STEP PER AFFRONTARE L ANSIA DA SEPARAZIONE

TRE STEP PER AFFRONTARE L ANSIA DA SEPARAZIONE TRE STEP PER AFFRONTARE L ANSIA DA SEPARAZIONE La tua situazione forzata E capitato a Monica di divorziare dal marito dopo 10 anni di matrimonio e nonostante fossero passati ormai 8 anni, ha molte difficoltà

Dettagli

Indice delle tavole statistiche

Indice delle tavole statistiche FAMIGLIA E SOGGETTI SOCIALI. ANNO 2009 1 Indice delle tavole statistiche 1. I pendolari della famiglia Prospetto 1.1 Tavola 1.1 Tavola 1.2 Tavola 1.3 Tavola 1.4 Tavola 1.5 Tavola 1.6 motivo, durata media

Dettagli

DIOCESI DI RIETI Ufficio per la Pastorale della Salute IL DIRETTORE

DIOCESI DI RIETI Ufficio per la Pastorale della Salute IL DIRETTORE Grazie a voi ragazzi, ai vostri Professori, ai vostri Presidi che vi hanno dato il permesso di partecipare al nostro incontro. Il nostro incontro formativo di oggi ha un titolo particolare: Facebook: Dalla

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Le sfide nella relazione di coppia oggi: alcuni spunti di riflessione. DONATELLA BRAMANTI 14 giugno 2014

Le sfide nella relazione di coppia oggi: alcuni spunti di riflessione. DONATELLA BRAMANTI 14 giugno 2014 Le sfide nella relazione di coppia oggi: alcuni spunti di riflessione DONATELLA BRAMANTI 14 giugno 2014 EMERGENZA COPPIA Oggi assistiamo ad una emergenza coppia: si registra una notevole difficoltà a fare

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014. Scuola Primaria Classe 1^ - sez. B

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014. Scuola Primaria Classe 1^ - sez. B PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014 Scuola Primaria Classe 1^ - sez. A Disciplina Religione Cattolica Ins. STRIKA LUCIANA Presentazione della classe Livello cognitivo

Dettagli

GRAFOLOGIA & PERSONALITA

GRAFOLOGIA & PERSONALITA GRAFOLOGIA & PERSONALITA a cura della Dott.ssa Marialuisa IARUSSI La scrittura è un filo nero che emerge dal bianco del foglio rivelando qualcosa di noi. La mano è lo strumento del pensiero che dirige

Dettagli

Convegno Cristina Rossi 2012. Dono del sangue e seconde generazioni Quali prospettive

Convegno Cristina Rossi 2012. Dono del sangue e seconde generazioni Quali prospettive Convegno Cristina Rossi 2012 Dono del sangue e seconde generazioni Quali prospettive Paolo Guiddi Anna Granata http://www.youtube.com/watch?v=sqflj Wp2EMk&feature=relmfu Donare il sangue Forma di inclusione?

Dettagli

DA DUE A TRE. dall innamoramento, all amore, alla GENITORIALITÀ. Virginia Satir

DA DUE A TRE. dall innamoramento, all amore, alla GENITORIALITÀ. Virginia Satir DA DUE A TRE dall innamoramento, all amore, alla GENITORIALITÀ Voglio poterti amare senza aggrapparmi, apprezzarti senza giudicarti, raggiungerti senza invaderti, invitarti senza insistere, lasciarti senza

Dettagli

Conoscersi è l esperienza tonificante per liberare le proprie potenzialità ed indirizzarsi verso un futuro migliore

Conoscersi è l esperienza tonificante per liberare le proprie potenzialità ed indirizzarsi verso un futuro migliore Area IL VALORE DI UN TEST L equipe orientamento del Centro Studi Evolution propone una serie di di concreta utilità e dall alto valore scientifico. Una valutazione oggettiva è alla base di ogni serio e

Dettagli

Diploma in Teologia pratica: specializzazione in Pastorale Familiare

Diploma in Teologia pratica: specializzazione in Pastorale Familiare pontificia università gregoriana Vivere insieme è un arte, un cammino paziente, bello e affascinante Papa Francesco (risponde ai fidanzati 14.02.2014) Facoltà di Teologia Dipartimento di Teologia Morale

Dettagli

l intervento, la ricerca che si sta progettando)

l intervento, la ricerca che si sta progettando) Definizione delle motivazioni che richiedono l attuazione del progetto (contesto e target) Il motivo è quello di lasciare a tutti un pensiero sull essere felici. Definizione chiara e coerente degli obiettivi

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

La Scuola Primaria. Affrontare insieme le difficoltà

La Scuola Primaria. Affrontare insieme le difficoltà La Scuola Primaria Un percorso di crescita fondamentale nello sviluppo delle competenze e delle conoscenze. Un ambiente educativo sereno e inclusivo nel quale è possibile promuovere, sostenere ed accompagnare

Dettagli

Esperienza possibile Progettare un intervento pastorale su Social Network

Esperienza possibile Progettare un intervento pastorale su Social Network Esperienza possibile Progettare un intervento pastorale su Social Network Elaborazione di un esperienza pastorale utilizzando come mezzo di comunicazione un Social Network. I punti di partenza sono: Proposta

Dettagli

PROGETTARE LA MEDITAZIONE NELLE SCUOLE, NELLE COMUNITÁ E NEI CENTRI DI AGGREGAZIONE, PER BAMBINI E ADOLESCENTI, INSEGNANTI ED EDUCATORI

PROGETTARE LA MEDITAZIONE NELLE SCUOLE, NELLE COMUNITÁ E NEI CENTRI DI AGGREGAZIONE, PER BAMBINI E ADOLESCENTI, INSEGNANTI ED EDUCATORI PROGETTARE LA MEDITAZIONE NELLE SCUOLE, NELLE COMUNITÁ E NEI CENTRI DI AGGREGAZIONE, PER BAMBINI E ADOLESCENTI, INSEGNANTI ED EDUCATORI Cos è la meditazione e a cosa serve nel processo educativo La meditazione

Dettagli

L Associazione Chiara Melle presenta il progetto educativo-formativo: terza edizione 2012

L Associazione Chiara Melle presenta il progetto educativo-formativo: terza edizione 2012 L Associazione Chiara Melle presenta il progetto educativo-formativo: terza edizione 2012 L Associazione Chiara Melle intende contribuire ad attivare nei genitori un processo di ricerca e di autoeducazione

Dettagli

dalla Messa alla vita

dalla Messa alla vita dalla Messa alla vita 12 RITI DI INTRODUZIONE 8 IL SIGNORE CI INVITA ALLA SUA MENSA. Dio non si stanca mai di invitarci a far festa con Lui, e gli ospiti non si fanno aspettare, arrivano puntuali. Entriamo,

Dettagli

Il cammino del Volontario AVULSS VIVERE LA RESPONSABILITÀ L UOMO COME FINE NELLA SOCIETÀ DEI VALORI. QUALI RESPONSABILITÀ SOCIALI?

Il cammino del Volontario AVULSS VIVERE LA RESPONSABILITÀ L UOMO COME FINE NELLA SOCIETÀ DEI VALORI. QUALI RESPONSABILITÀ SOCIALI? Federazione CONVEGNO NAZIONALE 2006 San Giovanni Rotondo 18-19 novembre 2006 Il cammino del Volontario AVULSS VIVERE LA RESPONSABILITÀ L UOMO COME FINE NELLA SOCIETÀ DEI VALORI. QUALI RESPONSABILITÀ SOCIALI?

Dettagli

PARROCCHIA DELLA B.V. DEL CARMINE UDINE AVVENTO 2015 ANIMAZIONE DELLE MESSE DA PARTE DEI BAMBINI DELLE ELEMENTARI

PARROCCHIA DELLA B.V. DEL CARMINE UDINE AVVENTO 2015 ANIMAZIONE DELLE MESSE DA PARTE DEI BAMBINI DELLE ELEMENTARI PARROCCHIA DELLA B.V. DEL CARMINE UDINE AVVENTO 2015 ANIMAZIONE DELLE MESSE DA PARTE DEI BAMBINI DELLE ELEMENTARI Quarta Domenica di Avvento 20 dicembre 2015 Accensione della Candela della Corona dell

Dettagli

P.A.U. Education / Col.legi Miró, Barcelona

P.A.U. Education / Col.legi Miró, Barcelona 3 È possibile ricreare dei rapporti intergenerazionali reali attraverso attività in cui bambini e anziani, in uno stesso spazio, imparino gli uni dagli altri in uno scambio di esperienze. Un incontro di

Dettagli

Sulle ali dello Spirito IL PADRE, I POVERI, UNA COMUNITÀ FRATERNA E MISSIONARIA

Sulle ali dello Spirito IL PADRE, I POVERI, UNA COMUNITÀ FRATERNA E MISSIONARIA Sulle ali dello Spirito IL PADRE, I POVERI, UNA COMUNITÀ FRATERNA E MISSIONARIA Orientamenti pastorali per il triennio 2016/2019 Che cosa ci chiede oggi il Signore? Che cosa chiede alla chiesa pistoiese?

Dettagli