Focus su alcune problematiche di base trattate nel modulo. CRISI DEL PATTO CONIUGALE Punti nodali della storia di famiglia

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Focus su alcune problematiche di base trattate nel modulo. CRISI DEL PATTO CONIUGALE Punti nodali della storia di famiglia"

Transcript

1 6 MODULO - QUESTIONARIO Focus su alcune problematiche di base trattate nel modulo CRISI DEL PATTO CONIUGALE Punti nodali della storia di famiglia In preparazione al 6 modulo formativo del Settembre 2006 invitiamo a rispondere (in coppia e distintamente, ove richiesto) al questionario che segue, che questa volta è composto di 4 sezioni. 1 Riteniamo che l obiettivo di questo focus non sia tanto di proporre un analisi statistica, quanto di mettere a confronto i coniugi e di favorire una comunicazione sincera e profonda tra marito e moglie. Certamente, data la complessità e delicatezza del problema trattato, la compilazione chiederà tempo e capacità riflessiva, ma siamo sicuri- è uno sforzo che ci aiuterà tutti a crescere. - Età della moglie ; età del marito - Anni di matrimonio - Figli: numero ; età - Altre persone conviventi in famiglia: Si prega di inviare il questionario compilato entro il 5 settembre 2006 a: 1 Le risposte devono essere date in parte singolarmente e in parte come coppia. Le informazioni saranno mantenute anonime e riservate. I risultati del sondaggio verranno utilizzati esclusivamente per gli scopi didattici del corso.

2 Sezione A (da compilare in coppia) 1. Come definireste il matrimonio oggi, dei vostri genitori e dei vostri nonni? (massimo tre aggettivi per ogni situazione) * Il matrimonio oggi: * Il matrimonio dei vostri genitori: * Il matrimonio dei vostri nonni: 2. Come definireste la società-cultura sociale dei giorni nostri, dei vostri genitori e dei vostri nonni? (massimo tre aggettivi per ogni situazione) * La società oggi: * La società dei vostri genitori: * La società dei vostri nonni: 3. Ritenete che, nella realtà di ieri, le crisi di coppia fossero meno diffuse di oggi, oppure erano meno manifeste? - Erano meno diffuse di oggi - Erano diffuse quanto oggi ma meno manifeste 4. Secondo voi, quale è l importanza che viene e veniva data alla qualità della relazione fra i coniugi nel matrimonio di oggi, in quello dei vostri genitori e dei vostri nonni? A) molto B) abbastanza C) poco D) per nulla Nel matrimonio oggi Nel matrimonio dei vostri genitori Nel matrimonio dei vostri nonni (segnate con X la casella corrispondente all affermazione che più si avvicina alla vostra opinione )

3 5. Pensate che l odierno contesto culturale e sociale aiuti la stabilità della coppia? A) Si B) No 6. Che cosa vi sembra che, nell ODIERNO CONTESTO CULTURALE E SOCIALE, maggiormente CONTRIBUISCA a sostenere la stabilità della coppia? (indicare al massimo 3 elementi) 1) 2) 3) 7. Che cosa vi sembra che, nell ODIERNO CONTESTO CULTURALE E SOCIALE NON FAVORISCA la stabilità della coppia? (indicare al massimo 3 elementi) 1) 2) 3) 8. Quali caratteristiche INDIVIDUALI pensate siano necessarie per favorirela stabilità della coppia (indicare al massimo 3 elementi) 1) 2) 3) 9. Quali caratteristiche della RELAZIONE DI COPPIA pensate siano necessarie per garantirle stabilità? (indicare al massimo 3 elementi) 1) 2) 3) 10. Ritenete che il matrimonio, inteso come relazione stabile, sia oggi in crisi? A) Si, è in crisi per molti B) Sì, è abbastanza in crisi C) Si, è in crisi ma per pochi

4 D) No, non è per nulla in crisi 11. Se avete segnato A o B come risposta alla domanda precedente, indicate i motivi di questa crisi o se avete segnato C o D indicate i motivi per cui non è in crisi (massimo 3 motivi) 1) 2) 3) 12. Pensate che gli aspetti sociali (situazione abitativa, contesto di lavoro, sostegni economici per i figli, ecc.) siano determinanti per assicurare la stabilità della coppia? A) Sì sempre B) Spesso C) Talvolta D) Mai 13. Pensate sia importante promuovere nella nostra società una cultura della stabilità della relazione coniugale? A) Sì B) No 14. Se sì, quali strumenti pensate si possano usare per promuovere nella nostra società una cultura della stabilità della relazione coniugale? (massimo 3 indicazioni) 1) 2) 3) 15. Quali politiche pensate possano favorire la stabilità della relazione coniugale? (massimo 3 indicazioni) 1) 2) 3) 16. Pensate che esista una relazione fra stabilità della relazione coniugale e felicità? A) Sì B) No C) Dipende

5 17. Date una motivazione alla vostra risposta alla domanda precedente. 18. Fedeltà e felicità: binomio impossibile? A. Date una vostra definizione della fedeltà: B. Secondo la vostra esperienza di coppia, è possibile fare coesistere fedeltà e felicità? SI NO C. Quale ritenete che sia la causa più frequente di infedeltà coniugale? (massimo 3 indicazioni sintetiche): D. Pensate che i mass media influenzino in senso negativo la fedeltà coniugale? - Molto - Abbastanza - Poco - Per niente E. Esistono oggi delle ragionevoli e convincenti motivazioni per un matrimonio fedele e per sempre, a prescindere dalle motivazioni religiose? (Elencatene una o più) F. Pensate che una famiglia unita abbia un valore sociale? - Molto - Abbastanza - Poco - Per niente Perché? (Almeno una ragione)

6 Sezione B (da compilare in coppia) 19. Ci sono o ci sono stati momenti difficili nel vostro matrimonio? A) Sì B) No 20. In un momento di crisi della vostra vita di coppia come avete cercato di ricominciare? (massimo 2 risposte) - cercando di vedere chi aveva torto e chi aveva ragione - andando aldilà di ciò che era successo - perdonandoci - cercando di metterci nei panni dell altro - aumentando l amore per l altro - altro: 21. Credete nell amore per sempre? - Poco - Abbastanza - Molto 22. Conoscendo delle coppie separate, quale pensate siano state le cause più importanti della loro separazione? (Elenca in ordine decrescente di importanza almeno due cause) 23. Secondo voi, è possibile uscire da una separazione della coppia? A) Sì B) No C) Dipende 24. Date una motivazione alla vostra risposta alla domanda precedente 25. Avete avuto modo (singolarmente o in coppia) di fare esperienza di ascolto, consulenza o di accompagnamento di qualche coppia in crisi? Sì No

7 Se sì, come l avete aiutata? (si possono indicare più risposte): * abbiamo cercato di comprenderla * le abbiamo proposto un colloquio con una coppia matura * le abbiamo fatto incontrare un sacerdote * le abbiamo consigliato uno psicoterapeuta * l abbiamo inviata presso un consultorio familiare * altro: 26. In un ipotetico colloquio con una coppia in crisi, quali aspetti cercheresti di mettere a fuoco? (segnare in ordine di importanza solo 2 fattori): * la capacità di relazionarsi tra loro * la loro vita intima * il rapporto coi figli * la dimensione religiosa della loro vita * la vita professionale * il rapporto con gli amici e la vita extra familiare * altro: 27. In caso di separazione, quali ritenete che siano i bisogni primari di ciascuno dei coniugi separati? (indicare al massimo 3 fattori) In caso di separazione, quali ritenete siano i bisogni primari dei FIGLI DEI CONIUGI SEPARATI (indicarne al massimo 3)? Quali difficoltà in più pensate che debbano affrontare i figli dei separati rispetto a quelli delle altre famiglie? A) Senso di abbandono B) Crisi di identità C) Convivenza con eventuali figli dell altro partner del genitore D) Mancanza di fiducia nell istituto familiare, incapacità a costruire un amore per sempre E) Altro:

8 Sezione C (da compilare parte individualmente e parte insieme) Questa sezione del focus è finalizzata inizialmente a promuovere un analisi individuale da parte di ciascun partner; e poi a favorire un confronto di coppia. Molte oggi sono le difficoltà e le crisi che, più o meno, mettono a prova il patto d amore e, in certi casi, anche la tenuta del legame matrimoniale. Per riuscire a cogliere segnali premonitori di crisi, non occorre sempre trovarsi di fronte allo schok di situazioni estreme. A volte ci sono segni meno vistosi e, apparentemente meno gravi, ma per questo non da sottovalutare. Eppure, per accorgersene, basterebbe un po più di attenzione reciproca, d interesse uno per l altro, di aver cura del nostro legame Ci accorgeremmo di quanti piccoli e meno piccoli segnali ci possono arrivare dal nostro/a partner e che ci dicono quanto poco facciamo per lui o per lei, per pigrizia, per non curanza, per non amore. SEZIONE C.1. (INDIVIDUALE - da compilare separatamente) MARITO C è un comportamento della moglie, a causa del quale si sente incompreso, non accolto, non valorizzato, non amato? MOGLIE C è un comportamento del marito, a causa del quale si sente incompresa, non accolta, non valorizzata, non amata? SI NO SI NO Se ha risposto SI, descriva in modo sintetico questo comportamento(uno solo, quello che pensa sia il più rilevante): Se ha risposto SI, descriva in modo sintetico questo comportamento(uno solo, quello che pensa sia il più rilevante): Ora descriva sinteticamente ciò che questo comportamento provoca in Lei: Ora descriva sinteticamente ciò che questo comportamento provoca in Lei: Di questo ne ha parlato alla moglie? Spesso Abbastanza spesso Di questo ne ha parlato al marito? Spesso Abbastanza spesso

9 A volte Mai Se ne ha parlato, lo ha fatto: In modo aperto In modo indiretto Pacatamente Aggressivamente A volte Mai Se ne ha parlato, lo ha fatto: In modo aperto In modo indiretto Pacatamente Aggressivamente SEZIONE C.2. (da compilare IN COPPIA). Ora ciascun partner può far dono all altro della propria analisi (sezione C 1). Come è andato il confronto? Avete avvertito chiaramente o no, oppure in modo vago, ciò di cui vostra moglie o vostro marito dice di soffrire a causa del vostro comportamento? Marito l avevo avvertito in modo chiaro l avevo avvertito in modo vago non l avevo avvertito Moglie l avevo avvertito in modo chiaro l avevo avvertito in modo vago non l avevo avvertito Scrivete qui, insieme o anche distintamente, una breve riflessione relativa alla risposta precedente :

10 Sezione D (da compilare individualmente oppure insieme) Si chiede di scrivere e inviare: una frase/ una riflessione/ un breve frammento d esperienza interiore/una sensazione dell anima/ un ricordo riguardanti, appunto, l abbandono e la resurrezione nella vita di coppia (massimo 10 righe, che possono prendere spunto da una o due parole-stimolo qui sotto elencate). Queste frasi possono essere scritte sotto forma lirica, diaristica o narrativa, poetica : insomma ciascuno usi il linguaggio e le forme espressive a lui/a lei più congeniali, ma che sgorghino dal cuore. Questa sezione del questionario può anche essere inviata a parte, se lo si desidera, via oppure per lettera, anche in forma anonima. Concetti-chiave: Abbandono e Risurrezione Abbandono Parole-stimolo da cui partire Risurrezione 1. L indifferenza 2. Le tenebre 3. Il non senso 4. Perché? 5. L angoscia 6. La non-risposta 7. Il senso di morte 8. Il grido 9. Il freddo 10. Il nulla 1. Un grido 2. Un lampo 3. Uno squarcio 4. La pioggia 5. Nuovo orizzonte 6. Uno sguardo 7. Un perdono 8. Un abbraccio 9. Un alba 10. Una festa Testi di approfondimento al 5 modulo formativo: Eugenio Zanetti, Dopo l inverno, Ed. Ancora Maria Pia Campanella, Il dono di Sé, accompagnamento spirituale per separati o divorziati fedeli al Sacramento, Ed. Effatà V. Iori, Separazioni e nuove famiglie, Ed. Cortina I testi di bibliografia saranno esposti per consultazione durante il corso. Si prega di inviare il questionario compilato entro il 5 settembre 2006 a:

11 6 MODULO ANALISI RISPOSTE Diapositiva Settembre 2006 CRISI DEL PATTO CONIUGALE Punti nodali della storia della famiglia

12 Diapositiva 2 Dati del campione: anni di matrimonio Anni di matrimonio RANGE 3 mesi - 36 anni In questa prima diapo vediamo alcune caratteristiche del campione che ha risposto al focus. E certamente un campione eterogeneo, come potete osservare dalla distribuzione dei dati: infatti la durata del matrimonio delle 48 famiglie varia da poco piu di alcuni mesi sino ai 33 anni dei piu veterani. La maggioranza ha comunque alle spalle piu di 5 anni di vita da sposati. Ci sono anche i questionari di due di noi che vivono una esperienza di separazione coniugale e che ringraziamo in modo particolare di essere qui.

13 Diapositiva 3 Dati del campione: numero figli mogli mariti Età media (range 29-60) (range 29-59) Numero di figli: in media 2 (0-5) L età media è di 41 anni per le mogli e 42 per i mariti e i figli variano da 0 a 5 per coppia: in media 2 figli per coppia.

14 Diapositiva 4 10) Ritenete che il matrimonio, inteso come relazione stabile, sia oggi in crisi? A) Si, è in crisi per molti C) Si, è in crisi ma per pochi B) Sì, è abbastanza in crisi D) No, non è per nulla in crisi A B C D Generalmente riteniamo che oggi il matrimonio inteso come relazione stabile sia in crisi o abbastanza in crisi. Confronteremo questa nostra percezione con quanto ci dirà il prof. Boffi del CISF di Milano frutto di indagini specifiche e vedremo che questa nostra percezione non è sempre confermata dalle indagini specifiche di settore.

15 Diapositiva 5 12) Pensate che gli aspetti sociali (situazione abitativa, contesto di lavoro, sostegni economici per i figli, ecc.) siano determinanti per assicurare la stabilità della coppia? A) Si, sempre C) Talvolta B) Spesso D) Mai A B C D Generalmente riteniamo che spesso e talvolta gli aspetti sociali e di contesto siano determinanti per la stabilità della coppia.

16 Diapositiva 6 SEZIONE A 3)Ritenete che, nella realtà di ieri, le crisi di coppia fossero meno diffuse di oggi, oppure erano meno manifeste? Meno manifeste 39% 61% Meno diffuse E nostra convinzione che in passato le crisi di coppia fossero presenti ma mano manifeste (61%) nella maggior parte dei casi, ma anche meno diffuse (39% dei casi) rispetto alla realtà odierna. Se ne deduce che riteniamo che le crisi oggi siano più manifeste e anche più diffuse che in passato. Proviamo a dare delle motivazioni a queste affermazioni. Perché, secondo noi, oggi le crisi sono più manifeste e più diffuse rispetto al passato? Cercheremo di rispondere a questa domanda indagando alcuni aspetti culturali e sociali di oggi e di ieri

17 Diapositiva 7 Sezione A A.1 Come definireste il matrimonio oggi, dei vostri genitori, dei vostri nonni? NONNI Combinato Tradizionale Duraturo Istituzionalizzato /patriarcale GENITORI Spesso è Scelta di vita Tradizionale Duraturo Unilaterale NOI OGGI Scelta di vita Da costruire giorno per giorno Instabile/ fragile Pari responsabilità La tabella presenta dei dati di sintesi. Si vede che secondo noi, è molto cambiato il matrimonio in queste tre generazioni. Nella tabella possiamo leggere in verticale le caratteristiche più tipiche, secondo noi, del matrimonio di quella generazione, in riga invece, come la medesima caratteristica sia presente (vedi riquadri colorati che evidenziano la continuità generazionale ), assente o si modifichi nelle generazioni successive. Dalla lettura emerge una FORTE CARATTERIZZAZIONE DEL MATRIMONIO IN CIASCUNA GENERAZIONE CON CARATTERISTICHE TIPICHE E UNA PARZIALE CONTINUITA delle stesse nel tempo CHE DIVENTA DISCONTINUITA SE SI CONFRONTA la generazione dei nonni con quella di oggi. Infatti, mentre le caratteristiche di stabilità e aderenza alla tradizione sono presenti sia nei nostri nonni che nei nostri genitori, le stesse caratteristiche spariscono per noi e si trasformano nel loro opposto: Instabilità, fragilità, abbandono del riferimento alla tradizione, sfida quotidiana. Si coglie poi una evoluzione sia nella autonomia/responabilità della scelta (riga1) sia nella tipologia dei rapporti coniugali (riga 4). Il matrimonio dei nostri nonni era spesso combinato, dei nostri genitori spesso è stato una scelta, per noi oggi è prevalentemente una scelta di vita. Quindi per noi il matrimonio oggi presuppone una maggiore autonomia di scelta e richiede una conseguente maggiore responsabilità, capacità di discernimento e di valutazione. Inoltre alla famiglia patriarcale dei nostri nonni si sostituisce una famiglia dove il rapporto fra coniugi è spesso unilaterale ( la famiglia dei nostri genitori) e oggi una famiglia in cui ai coniugi è richiesto un rapporto paritario. Già questi pochi elementi aiutano a collocare una sorta di crisi del matrimonio oggi.

18 Diapositiva 8 Sezione A A.2) Come definireste la società, e la cultura dei vostri nonni, dei vostri genitori, e di noi oggi? NONNI Solidale Abituata al sacrificio Agricola/patriarc ale Rigida/conservat rice/povera GENITORI Rivoluzionaria Ricca di valori Convenzionale/p erbenista Intraprendente NOI OGGI Individualistica Superficiale Alla ricerca Permissiva/capit alista La tabella presenta dei dati di sintesi. Nella tabella possiamo leggere in verticale le caratteristiche più tipiche, secondo noi, della società e della cultura in quella generazione, in riga invece, come la medesima caratteristica sia presente assente o si modifichi nelle generazioni successive. Non troviamo qui riquadri colorati ad indicare la mancanza di una stabilità nel tempo di certe caratteristiche. Dalla lettura emerge una FORTE CARATTERIZZAZIONE DELLA SOCIETA E DELLA CULTURA IN CIASCUNA GENERAZIONE CON CARATTERISTICHE TIPICHE E UNA FORTE EVOLUZIONE DEL CONTESTO CULTURALE E SOCIALE NELLE TRE GENERAZIONI TANTO CHE, CONFRONTANDO LA GENERAZIONE DEI NOSTRI NONNI CON NOI, SI RILEVANO CARATTERISTICHE OPPOSTE. C è quindi la percezione di un forte dinamismo e di assenza di stabilità. Percepiamo la società di oggi come individualista, superficiale, alla ricerca, permissiva, capitalista in netta contrapposizione con la società dei nostri nonni che percepiamo come solidale, abituata al sacrificio, agricola, patriarcale, rigida, conservatrice e povera. Vediamo la generazione dei nostri genitori come una generazione di transizione in cui si innescano alcune dinamiche di cambiamento.

19 Diapositiva 9 4)Importanza data alla qualità della relazione fra i coniugi nel matrimonio di oggi, in quello dei vostri genitori e dei vostri nonni? molto abbastanza poco nulla 0 OGGI GENITORI NONNI Se andiamo a valutare l importanza data alla qualità della relazione fra i coniugi nelle tre diverse generazioni di noi oggi, i nostri genitori e i nostri nonni, vediamo che si passa da poca attenzione alla relazione dei nostri nonni a molta attenzione della nostra generazione. Oggi infatti, a differenza del passato, la qualità della relazione fra i coniugi è centrale per la riuscita e la stabilità di un matrimonio.

20 Diapositiva 10 5)Pensate che l odierno contesto culturale e sociale aiuti la stabilità della coppia? UNANIME RISPOSTA: NO 13) Pensate sia importante promuovere nella nostra società una cultura della stabilità della relazione coniugale? UNANIME RISPOSTA: SI Tutti siamo unanimi nel ritenere che l odierno contesto culturale e sociale non favorisca la stabilità della coppia e che sia importante promuovere una cultura che favorisca la stabilità della relazione coniugale, pur consapevoli del fatto che l oggi ci pone delle sfide sempre nuove e che quindi occorre saper riconiugare i valori profondi del matrimonio in un mutato contesto sociale e culturale ricco senz altro di minacce ma anche di straordinarie opportunità.

21 Diapositiva 11 Sezione A Quali strumenti /politiche per promuovere la stabilità della relazione coniugale? STRUMENTI Formazione permanente coppie e fidanzati (80%) Testimonianze positive attraverso i media Condivisione fra famiglie Promozione della mediazione familiare POLITICHE Politiche economiche e fiscali a favore della famiglia Maggiore flessibilità lavorativa Formazione specifica dei giovani Si rileva che per la maggior parte di noi la formazione permanenete di coppie e fidanzati è lo stumento più efficace seguito immediatamente dalla divulgazione di testimonianze positive attraverso i media. Riteniamo che la politica dovrebbe farsi carico anche della formazione dei giovani su questi temi.

22 Diapositiva 12 Sezione A CONTESTO CULTURALE E SOCIALE ODIERNO COSA AIUTA LA STABILITA COSA NON AIUTA LA STABILITA Condivisione con altre coppie e mov. familiari, rete di relazioni sociali La libertà di scelta del coniuge e del matrimonio La fede religiosa La presenza di ideali comuni Messaggi veicolati dai mass media Precarietà economica dei giovani, arrivismo, vita frenetica Individualismo, egoismo, rifiuto del sacrificio La assenza di ideali comuni e valori condivisi Si rileva che per la maggior parte di noi il fattore che maggiormente aiuta la stabilità della coppia è la condivisione con altre coppie e movimenti familiari: si rileva l esigenza, in un epoca di grande cambiamento, di attivare un confronto fra coppie per ricercare insieme una identità e sostenersi vicendevolmente in un cammino tutt altro che scontato. Anche la fede, la presenza di ideali comuni e il fatto di scegliere liberamente il coniuge, secondo noi aiutano. Fra i fattori che aumentano la instabilità la maggior parte di noi identifica i mass media per i messaggi disgreganti e per l immagine di famiglia che propongono, la precarietà economica dei giovani, la vita frenetica, l arrivismo professionale fra le cause esogene = esterne alla coppia. Mentre fra quelle interne l individualismo, l egoismo, il rifiuto del sacrificio, la assenza di valori forti condivisi.

23 Diapositiva 13 Sezione A COSA AIUTA LA STABILITA? Caratteristiche individuali Caratteristiche della relazione di coppia Ascolto Pazienza Umiltà Maturità affettiva Dialogo Gratuità nel donarsi Amore, fiducia reciproca, capacità di perdono Presenza di tempi adeguati per la coppia Altruismo, generosità, spirito di sacrificio Si rileva che la caratteristica individuale più rappresentata è la capacità di ascolto seguita subito dopo dalla pazienza. Così come la caratteristica della relazione che più aiuta la stabilità, ci sembra il dialogo (etimologicamente: rapporto basato sulla disponibilità al chiarimento)

24 Diapositiva 14 16) Pensate che esista una relazione fra stabilità della relazione coniugale e felicità? SI 93% NO / DIPENDE 7% Sì a condizione che: esista una certa qualità della relazione che favorisce la realizzazione reciproca nella comunione e nella libertà 17) Perché? La natura umana ha bisogno di stabilità (dà sicurezza e combatte la paura) e di amare ed essere amata Il matrimonio coinvolge la parte più profonda e intima della persona in una compenetrazione di personalità. La stabilità aiuta una serena percezione del sé nel tempo! Il 93 % di noi ritiene che esista una relazione fra felicità e stabilità della relazione coniugale. Si vede tuttavia come la relazione fra stabilità coniugale e felicità sia fortemente condizionata dalla qualità della relazione stabile fra i due: se la relazione favorisce la reciproca realizzazione e si esprime nella comunione e nella libertà allora la relazione fra stabilità e felicità è positiva principalmente per tre ragioni: Perché la natura umana ha bisogno di stabilità ( è un antidoto all ansia e alla paura) L essere umano ha bisogno di relazioni vere: amare ed essere amato Perché il matrimonio modifica profondamente la persona e la stabilità della relazione aiuta la persona a ritrovarsi in un sé che comprende anche il noi. Queste sono sostanzialmente le ragioni per cui oggi ha ancora un senso sposarsi. Tutti riteniamo che la famiglia sana e unita sia un dono per la società perché è un piccolo bozzetto di società che educa alla diversità, alla tolleranza, alla reciprocità.

25 Diapositiva 15 SEZIONE B 19)Ci sono o ci sono stati momenti difficili nel vostro matrimonio? 21% no si 79% Come si vede siamo coppie normali con i nostri momenti di difficoltà.

26 Diapositiva 16 20) In un momento di crisi della vostra vita di coppia come avete cercato di ricominciare? A) cercando di vedere chi aveva torto e chi aveva ragione B) andando aldilà di ciò che era successo C) Perdonandoci E) aumentando l amore per l altro D) cercando di metterci nei panni dell altro F) altro: intensificando il dialogo A B C D E F In genere, nei momenti di difficoltà cerchiamo di andare al di là di quello che è successo, cerchiamo di metterci nei panni dell altro e perdonarci. Quindi in genere cerchiamo di superare questi momenti di difficoltà aumentando fra noi l amore.

27 Diapositiva 17 21)Credete nell amore per sempre? MOLTO 11% ABBASTANZA 89%

28 Diapositiva 18 SEZIONE C: C.1) C è un comportamento della moglie/marito a causa del quale si sente incompreso, non amato? Sì nel 65% dei casi dei mariti e nel 73 % dei casi delle mogli Quasi sempre se ne è parlato fra i coniugi in modo aperto e pacato, solo qualche volta in modo aggressivo soprattutto da parte dei mariti ( 25% dei casi) Quasi sempre il coniuge era consapevole che il suo comportamento creava disagio al partner (nel 97% dei casi) Diapositiva sezione C, domanda C1: Commento: Nelle coppie presenti esistono dei comportamenti di uno dei due coniugi che generano frustrazione nell altro (Come si vede le donne sono più esigenti nella relazione 73%di donne verso 65 % di uomini); tuttavi esiste un dialogo aperto fra i coniugi che si esprime in modo aperto e pacato nella maggior parte dei casi, in modo talvolta aggressivo (25%dei casi, per i mariti). Nel partner c è la conoscenza e la consapevolezza di questi aspetti.

29 Diapositiva 19 25) Avete avuto modo (singolarmente o in coppia) di fare esperienza di ascolto, consulenza o di accompagnamento di qualche coppia in crisi? 26% no CONSULTORIO FAMILIARE 74% sì PSICOTERAPEUTA SACERDOTE COLLOQUIO CON COPPIA MATURA COMPRENSONE Secondo la maggior parte di noi non è scontato poter uscire da una separazione di coppia. Dipende dalle situazioni. La maggior parte di noi ha avito la possibilità di fare esperienze di condivisione /ascolto/accompagnamento di coppie in crisi. In questi casi abbiamo cercato di comprenderle e di offrire loro occasioni di dialogo o con coppie più mature o con un sacerdote o con un consultorio familiare.

30 Diapositiva 20 26) In un ipotetico colloquio con una coppia in crisi, quali aspetti cercheresti di mettere a fuoco? RAPPORTO CON GLI AMICI VITA PERSONALE DIMENSIONE RELIGIOSA RAPPORTO CON I FIGLI INTIMITà CAPACITà DI RELAZIONARSI La maggior parte di noi in un colloquio con una coppia in crisi cercherebbe di evidenziare soprattutto la capacità di relazionarsi fra loro dei due, anche nella vita intima e poi il rapporto con i figli. Nei Workshop previsti domani, ci sarà la possibilità di approfondire questi aspetti anche con il contributo di specifici esperti.

31 Diapositiva 21 29) Quali difficoltà in più pensate che debbano affrontare i figli dei separati rispetto a quelli delle altre famiglie? ALTRO: SENSO DI COLPA NO FIDUCIA NELLA FAMIGLIA CONVIVENZA CON FIGLI CRISI DI IDENTITà SENSO DI ABBANDONO Ci sembra che il senso di abbandono e la crisi della fiducia nella famiglia siano le principali difficoltà che i figli di separati dovranno affrontare. Ci sarà comunque la possibilità di approfondire questi aspetti con Marisa Tironi e Ezio Aceti nel corso di queste giornate.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi

Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi Lettera pastorale per la Quaresima 2012 di Mons. Dr. Vito Huonder Vescovo di Coira Questa Lettera pastorale va letta in chiesa

Dettagli

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Crescere un bambino Indaco o Cristallo è un privilegio speciale in questo momento di turbolenze e cambiamenti. Come genitori, state contribuendo

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato L amicizia tra uomo e donna. Questo tipo di relazione può esistere? Che rischi comporta?quali sono invece i lati positivi? L amicizia tra uomini e donne è possibile solo in età giovanile o anche dopo?

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE un indagine demoscopica svolta da Astra Ricerche per Telefono Amico Italia con il contributo di Nokia Qui di seguito vengono presentati i principali risultati

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

QUAL È LA CONCEZIONE DEL MATRIMONIO E DELLA FAMIGLIA NELLA FEDE CRISTIANA?

QUAL È LA CONCEZIONE DEL MATRIMONIO E DELLA FAMIGLIA NELLA FEDE CRISTIANA? QUAL È LA CONCEZIONE DEL MATRIMONIO E DELLA FAMIGLIA NELLA FEDE CRISTIANA? Che cos'è il matrimonio? È quella speciale comunione di vita e d'amore tra un uomo e una donna, in cui si attuano particolari

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

C.5 PER UNA RIFLESSIONE TEOLOGICA SUL LAVORO

C.5 PER UNA RIFLESSIONE TEOLOGICA SUL LAVORO C.5 PER UNA RIFLESSIONE TEOLOGICA SUL LAVORO 1.La nuova creazione come struttura teologica 2.L approccio pneumatologico 3. L alienazione del lavoro in prospettiva teologica 4. La spiritualità del lavoro

Dettagli

La Famiglia La maggior parte delle Istituzioni religiose e politiche basa la struttura sociale dell Uomo sul Semplice racchiuso nel concetto di

La Famiglia La maggior parte delle Istituzioni religiose e politiche basa la struttura sociale dell Uomo sul Semplice racchiuso nel concetto di La Famiglia La maggior parte delle Istituzioni religiose e politiche basa la struttura sociale dell Uomo sul Semplice racchiuso nel concetto di famiglia, e stabilisce condizioni proprie per assegnare questa

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD

IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD CHIARA DE CANDIA chiaradecandia@libero.it 1 IL CONCETTO DI SE È la rappresentazione delle proprie caratteristiche e capacità in relazione

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Venga il Tuo Regno! COMISSIONE CENTRALE PER LA REVISIONE DEGLI STATUTI DEL REGNUM CHRISTI Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Cari promotori

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

POSIZIONE MATRIMONIALE

POSIZIONE MATRIMONIALE Mod. I Prot. n. DIOCESI DI PARROCCHIA Via Comune Cap Provincia POSIZIONE MATRIMONIALE GENERALITÀ Fidanzato Fidanzata Cognome e nome 1 Luogo e data di nascita Luogo e data di battesimo Religione Stato civile

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

La popolazione in età da 3 a 5 anni residente nel comune di Bologna. Giugno 2015

La popolazione in età da 3 a 5 anni residente nel comune di Bologna. Giugno 2015 La popolazione in età da 3 a 5 anni residente nel comune di Bologna Giugno 2015 La presente nota è stata realizzata da un gruppo di lavoro dell Area Programmazione, Controlli e Statistica coordinato dal

Dettagli

Direzione generale per lo studente Ufficio III PROGETTO GENITORI E SCUOLA SCHEDA RICOGNITIVA ESPERIENZE DI PATERNARIATO GENITORI E SCUOLA

Direzione generale per lo studente Ufficio III PROGETTO GENITORI E SCUOLA SCHEDA RICOGNITIVA ESPERIENZE DI PATERNARIATO GENITORI E SCUOLA MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA DIPARIMENTO PER L ISTRUZIONE Direzione generale per lo studente Ufficio III PROGETTO GENITORI E SCUOLA SCHEDA RICOGNITIVA ESPERIENZE

Dettagli

LA COMUNICAZIONE E GLI ASSIOMI DELLA COMUNICAZIONE

LA COMUNICAZIONE E GLI ASSIOMI DELLA COMUNICAZIONE LA COMUNICAZIONE E GLI ASSIOMI DELLA COMUNICAZIONE ASSIOMI DELLA COMUNICAZIONE UMANA Proprietà semplici della comunicazione Un essere umano è coinvolto fin dall inizio della sua esistenza in un complesso

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo

Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo SOMMARIO Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo

Dettagli

INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA DI FIRENZE

INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA DI FIRENZE INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA DI FIRENZE Ricerca condotta dall Ufficio della Consigliera di Parità sul personale part time dell Ente (luglio dicembre 007) INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA

Dettagli

Italia e Romania allo specchio: la percezione reciproca d immagine tra italiani e romeni

Italia e Romania allo specchio: la percezione reciproca d immagine tra italiani e romeni Convegno Romeni emergenti o emergenza Romania? Italia e Romania allo specchio: la percezione reciproca d immagine tra italiani e romeni Prof. Stefano Rolando Segretario generale delle e Direttore scientifico

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

EDUCARE. TRA ALLENATORI, GENITORI E DIRIGENTI

EDUCARE. TRA ALLENATORI, GENITORI E DIRIGENTI PER INIZIARE EDUCARE. TRA ALLENATORI, GENITORI E DIRIGENTI Dicesi dirigente un signore che dovrebbe non dirigere ma animare; non solo animare ma testimoniare, non solo testimoniare, ma motivare. Insomma,

Dettagli

Un amore che desidera. (di Giacomo Mambriani, 44 anni, Parma)

Un amore che desidera. (di Giacomo Mambriani, 44 anni, Parma) Un amore che desidera (di Giacomo Mambriani, 44 anni, Parma) Lei: A che cosa stai pensando? Io: Lei: Oh, dico a te Io: Eh? Lei: A che cosa stai pensando? Io: Mmmh a niente Lei: Ah a niente Io: Sì, a niente

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

DISCERNIMENTO NEL MEDIOEVO

DISCERNIMENTO NEL MEDIOEVO DISCERNIMENTO NEL MEDIOEVO San Bernardo (1090-1153) Jean Gerson (1363-1429) S. Bernardo (1090-1153) Bernardo ha formato la sua saggezza basandosi principalmente sulla Bibbia e alla scuola della Liturgia.

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità Introduzione AIAS Bologna onlus, in collaborazione con altre organizzazioni europee, sta realizzando un progetto che intende favorire lo sviluppo di un ambiente positivo nelle famiglie dei bambini con

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLA RILEVAZIONE DELLA QUALITA PERCEPITA DAI CITTADINI A tutti i Ministeri - Uffici

Dettagli

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali LAVORO DI GRUPPO Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali Esistono molti manuali e teorie sulla costituzione di gruppi e sull efficacia del lavoro di gruppo. Un coordinatore dovrebbe tenere

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di gioco d azzardo patologico Testo redatto sulla

Dettagli

Indice. Giuseppe Galli Presentazione... 1

Indice. Giuseppe Galli Presentazione... 1 Indice Presentazione... 1 Livelli di realtà... 5 1. Realtà fisica e realtà fenomenica... 5 2. Annullamento dell identità numerica tra oggetto fisico e oggetto fenomenico... 8 3. Individualità degli oggetti

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

Verifica del cammino di coppia per non scoppiare

Verifica del cammino di coppia per non scoppiare Stefano Grandi Dieci passi per non fallire in Amore Verifica del cammino di coppia per non scoppiare Introduzione Una parte importante della vita della coppia è il suo inizio. Il detto Chi ben inizia

Dettagli

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days L educazione non formale e l apprendimento interculturale Info days Roma, 16 novembre 2009 Una donna portò suo figlio a vedere Gandhi, il quale le chiese il motivo della sua presenza. Vorrei che mio figlio

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Il primo maggio 2015 si inaugura a Milano l EXPO, un contenitore di tematiche grandi come l universo: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Una

Dettagli

Incontrare il Signore in famiglia.

Incontrare il Signore in famiglia. temi pastorali Incontrare il Signore in famiglia. GIAMPAOLO DIANIN* Padova Se la fede è la storia di un grande amore, è nella famiglia - in cui oggi si vive una sorta di indifferenza - che essa deve essere

Dettagli

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Sc. Materna Elementare e Media LENTINI 85045 LAURIA (PZ) Cod. Scuola: PZIC848008 Codice Fisc.: 91002150760 Via Roma, 102 - e FAX: 0973823292 I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO

Dettagli

Diocesi di Nicosia. Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi

Diocesi di Nicosia. Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi Diocesi di Nicosia Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi Largo Duomo,10 94014 Nicosia (EN) cod. fisc.: 90000980863 tel./fax 0935/646040 e-mail: cancelleria@diocesinicosia.it Ai

Dettagli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Decisamente stimolanti le provocazioni del brano di Matteo (22,1-14) che ci accompagnerà nel corso dell anno associativo 2013-2014: terzo

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

Camponovo Asset Management SA, Via S. Balestra 6, PO Box 165, 6830 Chiasso-Switzerland Phone + 41 91 683 63 43, Fax + 41 91 683 69 15,

Camponovo Asset Management SA, Via S. Balestra 6, PO Box 165, 6830 Chiasso-Switzerland Phone + 41 91 683 63 43, Fax + 41 91 683 69 15, SA, Via S. Balestra 6, PO Box 165, 6830 Chiasso-Switzerland Phone + 41 91 683 63 43, Fax + 41 91 683 69 15, info@camponovoam.com La Gestione Patrimoniale Un felice connubio fra tradizione, tecnologia e

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

approfondimento e informazione CHI È LA PERSONA SENZA DIMORA OGGI i clochard esistono ancora? Fondazione Comunità Solidale

approfondimento e informazione CHI È LA PERSONA SENZA DIMORA OGGI i clochard esistono ancora? Fondazione Comunità Solidale Fondazione Comunità Solidale approfondimento e informazione CHI È LA PERSONA SENZA DIMORA OGGI i clochard esistono ancora? chi è la persona senza dimora povertà assoluta e povertà relativa Di cosa parleremo:

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Ci sono momenti nella storia in cui i popoli sono chiamati a compiere scelte decisive. Per noi europei, l inizio del XXI secolo rappresenta uno di

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

Conferenza Episcopale Italiana. MESSAGGIO PER LA 37 a GIORNATA NAZIONALE PER LA VITA (1 febbraio 2015)

Conferenza Episcopale Italiana. MESSAGGIO PER LA 37 a GIORNATA NAZIONALE PER LA VITA (1 febbraio 2015) Conferenza Episcopale Italiana MESSAGGIO PER LA 37 a GIORNATA NAZIONALE PER LA VITA (1 febbraio 2015) SOLIDALI PER LA VITA «I bambini e gli anziani costruiscono il futuro dei popoli; i bambini perché porteranno

Dettagli

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo L utopia dell educazione L educazione è un mezzo prezioso e indispensabile che

Dettagli

10 passi. verso la salute mentale.

10 passi. verso la salute mentale. 10 passi verso la salute mentale. «La salute mentale riguarda tutti» La maggior parte dei grigionesi sa che il movimento quotidiano e un alimentazione sana favoriscono la salute fisica e che buone condizioni

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI L argomento che tratterò è molto discusso in tutto il mondo. Per introdurlo meglio inizio a darvi alcune informazioni sul matrimonio omosessuale, il quale ha sempre

Dettagli

Come far Funzionare un Matrimonio

Come far Funzionare un Matrimonio Come far Funzionare un Matrimonio Fonte www.zammerumaskil.com/ 7 PUNTI FONDAMENTALI PER FAR "FUNZIONARE UN MATRIMONIO" I nuclei di morte PSICO-RELAZIONALI nella vita di coppia I NUCLEI DI MORTE SPIRITUALI

Dettagli

Presentazione ai Dirigenti Scolastici

Presentazione ai Dirigenti Scolastici Il Progetto Adolescenza del Lions Quest International Presentazione ai Dirigenti Scolastici La scuola sta vivendo, da alcuni anni, un periodo molto complesso Potersi dotare di strumenti che facilitino

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA Il ciclo di Arcabas Arcabas è lo pseudonimo dell artista francese Jean Marie Pirot, nato nel 1926. Nella chiesa della Risurrezione a Torre de Roveri (BG) negli anni 1993-1994 ha realizzato un ciclo di

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

incontro e condivisione la strada: un luogo non solo un percorso

incontro e condivisione la strada: un luogo non solo un percorso incontro e condivisione la strada: un luogo non solo un percorso AGESCI ROUTE NAZIONALE 2014 Inventare la strada è un rischio, è il rischio: ma il rischio è la condizione della libertà, è l ambito della

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Contenuti: competenza lessicale: espressioni lessicali e metaforiche; competenza grammaticale: ripresa dei pronomi diretti e indiretti; competenza pragmatica:

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

su empatia, Liliana Jaramillo - Libro digitale GRATUITO-

su empatia, Liliana Jaramillo - Libro digitale GRATUITO- Attività e giochi su empatia, emozioni e conflitto Liliana Jaramillo - Libro digitale GRATUITO- Liliana Jaramillo Attività e giochi su empatia, emozioni e conflitto http://www.comunicazionepositiva.it

Dettagli

UN CASO CONCRETO DI VALUTAZIONE DELLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE

UN CASO CONCRETO DI VALUTAZIONE DELLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE Tratto dal corso Ifoa UN CASO CONCRETO DI VALUTAZIONE DELLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE Recentemente, si sono sviluppati numerosi modelli finalizzati a valutare e a controllare il livello di soddisfazione

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM PER LE POLITICHE E GLI STUDI DI GENERE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM PER LE POLITICHE E GLI STUDI DI GENERE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM Tra differenza e identità. Percorso di formazione sulla storia e la cultura delle donne Costituito con Decreto del Rettore il 22 gennaio 2003, «al fine di avviare

Dettagli

I MIGRANTI VISTI DAI CITTADINI

I MIGRANTI VISTI DAI CITTADINI 11 luglio 2012 Anno 2011 I MIGRANTI VISTI DAI CITTADINI Il 59,5% dei cittadini afferma che nel nostro Paese gli immigrati sono trattati meno bene degli italiani. In particolare, la maggior parte degli

Dettagli

ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO

ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO Come effettuare il monitoraggio dei nostri allenamenti? Spesso è difficile misurare il livello di sforzo di una particolare gara o sessione di allenamento. Come vi sentite?

Dettagli

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N.

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N. FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2 ULSS n.1 Belluno Autori: PERSONALE AZIENDA ULSS N. 1 BELLUNO: Dr.ssa Mel Rosanna Dirigente medico SISP (Dipartimento

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

MI PIACE LA MAGGIOR PARTE DI ME. AUTOSTIMA E SCUOLA Strategie di gestione

MI PIACE LA MAGGIOR PARTE DI ME. AUTOSTIMA E SCUOLA Strategie di gestione MI PIACE LA MAGGIOR PARTE DI ME AUTOSTIMA E SCUOLA Strategie di gestione Percorsi didattico-educativi Sabato 7 febbraio 2009 Dr.ssa ANNA STROPPA psicologa e psicoterapeuta dell et età evolutiva GIUSE TIRABOSCHI

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

CHE COS È L INDULGENZA?

CHE COS È L INDULGENZA? CHE COS È L INDULGENZA? La dottrina dell'indulgenza è un aspetto della fede cristiana, affermato dalla Chiesa cattolica, che si riferisce alla possibilità di cancellare una parte ben precisa delle conseguenze

Dettagli

SINODO DEI VESCOVI III ASSEMBLEA GENERALE STRAORDINARIA LE SFIDE PASTORALI SULLA FAMIGLIA NEL CONTESTO DELL EVANGELIZZAZIONE. Documento preparatorio

SINODO DEI VESCOVI III ASSEMBLEA GENERALE STRAORDINARIA LE SFIDE PASTORALI SULLA FAMIGLIA NEL CONTESTO DELL EVANGELIZZAZIONE. Documento preparatorio SINODO DEI VESCOVI III ASSEMBLEA GENERALE STRAORDINARIA LE SFIDE PASTORALI SULLA FAMIGLIA NEL CONTESTO DELL EVANGELIZZAZIONE Documento preparatorio Città del Vaticano 2013 I Il Sinodo: famiglia ed evangelizzazione

Dettagli

Stadio della socializzazione, identità e immaginazione (3-6 anni) Dott.ssa Maria Cristina Theis

Stadio della socializzazione, identità e immaginazione (3-6 anni) Dott.ssa Maria Cristina Theis Stadio della socializzazione, identità e immaginazione (3-6 anni) Dott.ssa Maria Cristina Theis Obiettivo dell incontro - Descrivere la fase evolutiva del bambino (fase 3-6 anni). - Attivare un confronto

Dettagli

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DELL'UNESCO SULLA DIVERSITA' CULTURALE

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DELL'UNESCO SULLA DIVERSITA' CULTURALE DICHIARAZIONE UNIVERSALE DELL'UNESCO SULLA DIVERSITA' CULTURALE Adottata all'unanimità a Parigi durante la 31esima sessione della Conferenza Generale dell'unesco, Parigi, 2 novembre 2001 La Conferenza

Dettagli

Carcere & Scuola: ne vale la Pena

Carcere & Scuola: ne vale la Pena PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA LEGALITA E CIVILTA Carcere & Scuola: ne vale la Pena Scuola di Alta Formazione in Scienze Criminologiche, Istituto FDE, Mantova Associazione LIBRA Rete per lo Studio e lo Sviluppo

Dettagli