Il catasto italiano può essere definito come catasto non probatorio, geometrico, basato su classi e tariffe e particellare

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il catasto italiano può essere definito come catasto non probatorio, geometrico, basato su classi e tariffe e particellare"

Transcript

1 COSA E IL CATASTO Il catasto unico italiano ha origine con la Legge n del 1886 e nello stesso anno cominciano tutte le operazioni indispensabili alla sua formazione. La funzione del catasto è quella di inventariare e catalogare i beni immobili presenti su tutto il territorio nazionale, consentendo così allo Stato un introito fiscale derivante dalla loro stima.

2 COSA E IL CATASTO In definitiva lo stato per poter tassare tutti i beni immobili presenti sul territorio nazionale, ha bisogno di conoscere chi sia il proprietario e quale reddito siano in grado di produrre.queste informazioni vengono fornite dal Catasto

3 Il catasto italiano può essere definito come catasto non probatorio, geometrico, basato su classi e tariffe e particellare NON PROBATORIO Il catasto non è probatorio in quanto manca spesso la prova giuridica della veridicità dell intestazione CLASSI E TARIFFE Il catasto poter definire delle rendite applica tariffe e classi sulle consistenze degli immobili catalogati GEOMETRICO Il catasto è basato sulle mappe catastali che vennero generate attraverso normalissime operazioni Topografiche. Inoltre il catasto Fornisce per ogni immobile catalogato Superfici e/o consistenze PARTICELLARE Il catasto identifica gli immobili attraverso particelle. Le particelle non sono altro che porzioni continue di terreno che sono ubicate nello stesso comune, che abbiano la stessa qualità e classe e/o destinazione d uso e che appartengono allo stesso proprietario

4 Ovviamente con il passare degli anni a seguito delle varie modifiche del territorio, il catasto ha avuto bisogno di essere aggiornato. Difatti tutte le variazioni degli immobili sia che trattasi di terreni che di fabbricati devono comunque essere denunciate al Catasto. La funzione di aggiornamento catastale è stata affidata principalmente ai tecnici liberi professionisti

5 L aggiornamento degli archivi catastali determina la conservazione del catasto. Gli atti di aggiornamento posso riassumersi essenzialmente in: - volture catastali; - tipo di frazionamento; - tipo particellare; - tipo mappale; - variazione colturale; - variazione catastale;

6 Gli archivi catastali sono pubblici ed è quindi possibile la loro consultazione mediante la richiesta di certificati catastali, estratti di mappa catastali, planimetria catastale. Queste consultazioni vengono fornite a titolo gratuito per i proprietari degli immobili, mentre alcune di esse sono a pagamento se il soggetto richiedente è diverso dal proprietario.

7 Il professionista assume un ruolo chiave nell aggiornamento del Catasto, sia terreni che fabbricati, difatti attorno alla sua figura professionale ruota l aggiornamento, il mantenimento e l efficacia delle banche dati censuarie, cartografiche e planimetriche.

8 Il catasto fabbricati ha essenzialmente il compito di inventariare tutti i fabbricati e le costruzioni stabili attraverso una serie di operazioni specifiche che hanno permesso finora la formazione e la conservazione del nuovo catasto edilizio urbano, ovvero: -accertamento dell ubicazione; -accertamento della consistenza; - determinazione rendita catastale; - individuazione dei soggetti che hanno titolarità ovvero diritti

9 La normativa nazionale per la formazione del catasto fabbricato, ancora oggi in parte vigente, e quella del R.D.L. del 13/04/1939 n. 652 che sanciva le linee guida per l accertamento generale dei fabbricati urbani con la rivalutazione del loro reddito oltre alla formazione del nuovo catasto edilizio urbano. Successivamente un altra normativa fondamentale per costituzione e la formazione del Catasto Fabbricati è il D.Lgs. Del 08/04/1948 n. 514 e D.P.R. 01/12/1949 n che determinava l approvazione del regolamento del formazione del nuovo catasto edilizio urbano

10 L unità di misura del catasto fabbricati è l unità immobiliare. L unità immobiliare è costituita da una porzione di fabbricato (abitazione, box, deposito.), da un fabbricato (villa,scuola )o da un insieme di fabbricati (azienda agricola, albergo ) che nello stato in cui si trova è di per se utile e atta a produrre reddito presentando quindi potenzialità di autonomia reddituale e funzionale.

11 La rendita catastale, altro non è che il reddito medio ordinario ritraibile dall unità immobiliare. La rendita catastale viene determinata in base al classamento di ciascuna unità immobiliare

12 UNITA IMMOBILIARI Suddivise in gruppi Immobili a destinazione ordinaria Immobili a destinazione particolare GRUPPO A Abitazioni ed uffici GRUPPO B Uffici Pubblici Immobili a destinazione speciale GRUPPO D Immobili Commerciali ed industriali GRUPPO E Immobili particolari come ponti, Fari mercati ecc. GRUPPO C Magazzini, Negozi Laboratori

13 LE CATEGORIE F Sono indicate come categorie F, le categorie fittizie ovvero le categorie che pur non essendo previste nel quadro precedentemente illustrato, sono state introdotte successivamente per poter permettere l identificazione di unità immobiliari prive di rendita catastale

14 GRUPPO A(unità di misura vano catastale): A/1 Abitazioni di tipo signorile A/2 Abitazioni di tipo civile A/3 Abitazioni di tipo economico A/4 Abitazioni di tipo popolare A/5 Abitazioni di tipo ultrapopolare A/6 Abitazioni di tipo rurale A/7 Abitazioni in villini A/8 Abitazioni in ville A/9 Castelli, palazzi di eminenti pregi artistici o storici A/10 Uffici e studi privati A/11 Abitazioni ed alloggi tipici dei luoghi

15 GRUPPO B(unità di misura: metri cubi): B/1 Collegi e convitti, educandati; ricoveri; orfanotrofi; ospizi; conventi; seminari; caserme B/2 Case di cura ed ospedali (senza fine di lucro) B/3 Prigioni e riformatori B/4 Uffici pubblici B/5 Scuole e laboratori scientifici B/6 Biblioteche, pinacoteche, musei, gallerie, accademie che non hanno sede in edifici della categoria A/9 B/7 Cappelle ed oratori non destinati all esercizio pubblico del culto B/8 Magazzini sotterranei per depositi di derrate

16 GRUPPO C(unità di misura: metri quadri): C/1 Negozi e botteghe C/2 Magazzini e locali di deposito C/3 Laboratori per arti e mestieri C/4 Fabbricati e locali per esercizi sportivi (senza fine di lucro) C/5 Stabilimenti balneari e di acque curative (senza fine di lucro) C/6 Stalle, scuderie, rimesse, autorimesse (senza fine di lucro) C/7 Tettoie chiuse od aperte

17 GRUPPO D (soggetti a valutazione:stima): D/1 Opifici D/2 Alberghi e pensioni (con fine di lucro) D/3 Teatri, cinematografi, sale per concerti e spettacoli e simili (con fine di lucro) D/4 Case di cura ed ospedali (con fine di lucro) D/5 Istituto di credito, cambio e assicurazione (con fine di lucro) D/6 Fabbricati e locali per esercizi sportivi (con fine di lucro) D/7 Fabbricati costruiti o adattati per le speciali esigenze di un attività industriale e non suscettibili di destinazione diversa senza radicali trasformazioni. D/8 Fabbricati costruiti o adattati per le speciali esigenze di un attività commerciale e non suscettibili di destinazione diversa senza radicali trasformazioni. D/9 Edifici galleggianti o sospesi assicurati a punti fissi del suolo, ponti privati soggetti a pedaggio. D/10 Fabbricati per funzioni produttive connesse alle attività agricole

18 GRUPPO E: E/1 Stazioni per servizi di trasporto, terrestri, marittimi ed aerei. E/2 Ponti comunali e provinciali soggetti a pedaggio. E/3 Costruzioni e fabbricati per speciali esigenze pubbliche E/4 Recinti chiusi per speciali esigenze pubbliche. E/5 Fabbricati costituenti fortificazioni e loro dipendenze. E/6 Fari, semafori, torri per rendere d uso pubblico l orologio comunale E/7 Fabbricati destinati all esercizio pubblico dei culti. E/8 Fabbricati e costruzioni nei cimiteri, esclusi i colombari, i sepolcri e le tombe di famiglia. E/9 Edifici a destinazione particolare non compresi nelle categorie precedenti del ruppo E

19 CATEGORIE FITTIZIE F : F/1 aree urbane F/2 Unità Collabenti. F/3 Unità in Corso di Costruzione F/4 Unità in corso di definizione F/5 Lastrici solari.

20 Dal momento dell attivazione del catasto fabbricati i dati identificativi di un immobile sono: - il foglio (porzione di territorio di un comune che viene identificato con un numero) - la particella (detta anche mappale rappresenta all interno di un foglio, la porzione di un terreno o di un fabbricato e viene indicata con un numero) - il subalterno (identifica un bene immobile, compresa la singola unità immobiliare esistente su una particella.).

21 Il Catasto Fabbricati viene aggiornato da tecnici professionisti, attraverso la predisposizione di atti di aggiornamento come ad esempio denunce di accatastamento e variazioni catastali. Al principio tali atti di aggiornamento venivano predisposti dai professionisti su supporti cartacei ed era compito degli Uffici Provinciali di aggiornare gli archivi catastali mediante la registrazione degli atti di aggiornamento presentati d professionisti in maniera cartacea. Ovviamente con il passare degli anni e quindi con l aumento delle incombenze necessarie all espletamento degli atti di aggiornamento il Catasto ha adottato un regolamento che prevede l aggiornamento automatico e continuo ed in tempo reale degli archivi mediante una procedura informatica denominata DOCFA (documentazione catasto fabbricati).

L appartenenza di un immobile ad una determinata categoria catastale sono: la qualificazione, la destinazione e la consistenza.

L appartenenza di un immobile ad una determinata categoria catastale sono: la qualificazione, la destinazione e la consistenza. Categorie catastali L appartenenza di un immobile ad una determinata categoria catastale sono: la qualificazione, la destinazione e la consistenza. La qualificazione Serve ad individuare le categorie di

Dettagli

DESCRIZIONE DELLE INFORMAZIONI SULLA CONSISTENZA DELLE BANCHE DATI CATASTALI A LIVELLO COMUNALE

DESCRIZIONE DELLE INFORMAZIONI SULLA CONSISTENZA DELLE BANCHE DATI CATASTALI A LIVELLO COMUNALE PAG. 1 DI 14 DESCRIZIONE DELLE INFORMAZIONI SULLA CONSISTENZA DELLE BANCHE DATI CATASTALI A LIVELLO COMUNALE 10 Novembre 2010 DOC. ES-23-IS-0C PAG. 2 DI 14 INDICE 1. PREMESSA 3 2. UIU PER CATEGORIA 4 3.

Dettagli

IUC IMU E TASI CALCOLO DELLA BASE IMPONIBILE

IUC IMU E TASI CALCOLO DELLA BASE IMPONIBILE COMUNE DI LAURIANO Provincia di Torino Via Mazzini, 20 10020 LAURIANO (TO) Tel. 011 9187801 011 9187917 Fax 011 9187482 P.IVA 01734040015 C.F. 82500430010 WWW.COMUNE.LAURIANO.TO.IT info@comune.lauriano.to.it

Dettagli

IMMOBILI - ELENCO CATEGORIE CATASTALI

IMMOBILI - ELENCO CATEGORIE CATASTALI IMMOBILI - ELENCO CATEGORIE CATASTALI Elenco completo delle categorie catastali degli immobili, con il valore ai fini della imposta municipale Imu, la nuova Ici, e la somma da versare. Moltiplicatori ("

Dettagli

Bollettino. Fiscalità & Tributi. Errata corrige: niente agevolazioni con il comodato

Bollettino. Fiscalità & Tributi. Errata corrige: niente agevolazioni con il comodato www.anutel.it Bollettino Errata corrige: IMU: niente agevolazioni con il comodato Anno 2012 N 1 SEDE NAZIONALE: Via Comunale della Marina, 1-88060 MONTEPAONE (CZ) Tel. 0967.486494 - Fax 0967.486143 - E-mail:

Dettagli

ISTRUZIONI UTILIZZO PORTALE CALCOLO IMU

ISTRUZIONI UTILIZZO PORTALE CALCOLO IMU ISTRUZIONI UTILIZZO PORTALE CALCOLO IMU Inserimento di un immobile. Scelta della tipologia di immobile (CATEGORIA IMMOBILE): Attraverso il menù a tendina scegliere la tipologia di immobile che si vuole

Dettagli

PIANO DI ALIENAZIONE E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE (art. 58 D.L. 112/2008 convertito dalla L. 133/2008) PATRIMONIO DISPONIBILE

PIANO DI ALIENAZIONE E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE (art. 58 D.L. 112/2008 convertito dalla L. 133/2008) PATRIMONIO DISPONIBILE PIANO DI ALIENAZIONE E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE (art. 58 D.L. 112/2008 convertito dalla L. 133/2008) PATRIMONIO DISPONIBILE SCHEDA IMMOBILE D.3 emissione Febbraio 2014 NOME: EX SCUOLA

Dettagli

APPROCCIO AL CATASTO Corso di Approfondimento 18 e 29 Aprile 2016

APPROCCIO AL CATASTO Corso di Approfondimento 18 e 29 Aprile 2016 APPROCCIO AL CATASTO Corso di Approfondimento 18 e 29 Aprile 2016 Relatori: Ing. Marco Tricarico Geom. Gennaro De Vita Il catasto (dal greco κατάστιχον, ossia lista) è l inventario dei beni immobili esistenti

Dettagli

IMMOBILI A DESTINAZIONE ORDINARIA (categorie A - B - C): CATEGORIA A

IMMOBILI A DESTINAZIONE ORDINARIA (categorie A - B - C): CATEGORIA A IMMOBILI A DESTINAZIONE ORDINARIA (categorie A - B - C): si definiscono tali i fabbricati ordinari, normali, la cui presenza in una determinata zona censuaria è così diffusa da rappresentare un campione

Dettagli

ALLEGATO TECNICO L IMU e i tributi immobiliari sostituiti

ALLEGATO TECNICO L IMU e i tributi immobiliari sostituiti ALLEGATO TECNICO L IMU e i tributi immobiliari sostituiti Il presente allegato contiene un sintetico raffronto tra l IMU e gli altri tributi sostituiti dalla nuova imposta, con riferimento alle principali

Dettagli

MUDE Piemonte. Modalità operative relative alla Modulistica fine lavori e agibilità

MUDE Piemonte. Modalità operative relative alla Modulistica fine lavori e agibilità MUDE Piemonte Modalità operative relative alla Modulistica fine lavori e agibilità STATO DELLE VARIAZIONI Versione Paragrafo o Pagina Descrizione della variazione V01 Tutto il documento Versione iniziale

Dettagli

IL QUADRO GENERALE DELLE CATEGORIE CATASTALI

IL QUADRO GENERALE DELLE CATEGORIE CATASTALI IL QUADRO GENERALE DELLE CATEGORIE CATASTALI Nel paragrafo che segue è riportato il Quadro generale delle categorie catastali mediante cui si comprende significato e composizione tipologica dei diversi

Dettagli

4 Stock complessivo per categorie a destinazione speciale

4 Stock complessivo per categorie a destinazione speciale 4 Stock complessivo per categorie a destinazione speciale 4.1 Quadri riassuntivi Numero Unità Immobiliari per tipologia di intestatari Nel gruppo D sono censite le unità immobiliari a destinazione speciale

Dettagli

CATASTO TERRENI E CATASTO FABBRICATI

CATASTO TERRENI E CATASTO FABBRICATI Corso di Estimo a.a. 2001/02 CATASTO TERRENI E CATASTO FABBRICATI. IL CATASTO! E l inventario dei beni immobili di uno Stato, di cui definisce i possessi dei singoli e degli enti;! E la base per le imposizioni

Dettagli

Il catasto dei fabbricati

Il catasto dei fabbricati Il catasto dei fabbricati INVENTARIO DI TUTTE DI TUTTE LE COSTRUZIONI URBANE (1939) E RURALI (dal 1994) PRESENTI SUL TERRITORIO NAZIONALE. Riferimento normativi fondamentali: 1. l.n. 1249/1939: Istitutiva

Dettagli

Il catasto 13.XII.2005. Corso di Estimo CLA - Prof. E. Micelli - Aa 2005.06. Cos è il Catasto

Il catasto 13.XII.2005. Corso di Estimo CLA - Prof. E. Micelli - Aa 2005.06. Cos è il Catasto Il catasto 13.XII.2005 Cos è il Catasto Il Catasto rappresenta l inventario dei beni immobili esistenti sul territorio nazionale; è la base per le imposizioni fiscali; conserva le informazioni relative

Dettagli

Capitolo 23. Catasto fabbricati

Capitolo 23. Catasto fabbricati Capitolo 23 Catasto fabbricati Scopi e struttura del Catasto Fabbricati È l inventario del patrimonio edilizio urbano (dal 1939) e rurale (dal 1994) nazionale. Include, oltre agli immobili urbani, anche

Dettagli

IMU Guida esplicativa

IMU Guida esplicativa Città di Trecate Settore ragioneria economato tributi Ufficio tributi IMU Guida esplicativa Aggiornato al 27 novembre 2012 1. Che cos è, dove e da quando si applica? L IMU è un imposta che sostituisce:

Dettagli

Informativa IMU 2013

Informativa IMU 2013 COMUNE DI URBANIA Provincia di Pesaro e Urbino P.zza Libertà, 1 tel. 0722/313132-313149 Fax 0722/317246 e.mail: comune.urbania@provincia.ps.it home: www.comune.urbania.ps.it SETTORE PROGRAMMAZIONE FINANZIARIA

Dettagli

L IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI

L IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI L IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI L'Imposta Comunale sugli Immobili è stata istituita con il D.lgs. 504/92, integrato e modificato da successivi provvedimenti legislativi. E possibile in questa sezione

Dettagli

Le categorie catastali identificano la destinazione d'uso delle unità immobiliari. GRUPPO A Categoria Descrizione Informazioni

Le categorie catastali identificano la destinazione d'uso delle unità immobiliari. GRUPPO A Categoria Descrizione Informazioni Le categorie catastali identificano la destinazione d'uso delle unità immobiliari. IMMOBLI A DESTINAZIONE ORDINARIA GRUPPO A Categoria Descrizione Informazioni A/1 Abitazione di tipo signorile. Sono abitazioni

Dettagli

CAPO II Art. 3 Determinazione dell unita di consistenza

CAPO II Art. 3 Determinazione dell unita di consistenza DECRETO PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 23 MARZO 1998 n. 138 Regolamento recante norme per la revisione generale delle zone censuarie, delle tariffe d estimo delle unita immobiliari urbane e dei relativi criteri

Dettagli

Roma, 14 marzo 1992 MINISTERO DELLE FINANZE DIREZIONE GENERALE DEL CATASTO E DEI SERVIZI TECNICI ERARIALI CIRCOLARE N. 5

Roma, 14 marzo 1992 MINISTERO DELLE FINANZE DIREZIONE GENERALE DEL CATASTO E DEI SERVIZI TECNICI ERARIALI CIRCOLARE N. 5 Roma, 14 marzo 1992 MINISTERO DELLE FINANZE DIREZIONE GENERALE DEL CATASTO E DEI SERVIZI TECNICI ERARIALI CIRCOLARE N. 5 SERVIZIO T.C. III Protocollo N. 3/1100 Agli Uffici Tecnici Erariali LORO SEDI OGGETTO:

Dettagli

52 Convegno Nazionale di Studio degli Economi di Comunità 24-25-26 ottobre 2012 CATASTO ED IMU. Ing. Fernando Gioia

52 Convegno Nazionale di Studio degli Economi di Comunità 24-25-26 ottobre 2012 CATASTO ED IMU. Ing. Fernando Gioia 52 Convegno Nazionale di Studio degli Economi di Comunità 24-25-26 ottobre 2012 CATASTO ED IMU Ing. Fernando Gioia Catasto significa registro ed e un inventario dei beni immobili Il catasto si compone

Dettagli

VADEMECUM ICI 2010. comuni di CAPANNOLI CHIANNI LAJATICO PALAIA PECCIOLI TERRICCIOLA

VADEMECUM ICI 2010. comuni di CAPANNOLI CHIANNI LAJATICO PALAIA PECCIOLI TERRICCIOLA VADEMECUM ICI 2010 comuni di CAPANNOLI CHIANNI LAJATICO PALAIA PECCIOLI TERRICCIOLA su che cosa si paga l ICI L ICI si paga con il possesso di: - FABBRICATI - AREE FABBRICABILI - TERRENI AGRICOLI Avvertenza:

Dettagli

Il catasto. Corso di Estimo - CLA - Prof. E. Micelli

Il catasto. Corso di Estimo - CLA - Prof. E. Micelli Il catasto Cos è il catasto Il Catasto rappresenta l inventario dei beni immobili esistenti sul territorio nazionale è la base per le imposizioni fiscali conserva le informazioni relative a: individuazione

Dettagli

GESTIONE DEL CATASTO FABBRICATI E UTILITÀ RELATIVE ALL UTILIZZO DELLA PROCEDURA DOCFA 4.0

GESTIONE DEL CATASTO FABBRICATI E UTILITÀ RELATIVE ALL UTILIZZO DELLA PROCEDURA DOCFA 4.0 Daniela Ponticelli GESTIONE DEL CATASTO FABBRICATI E UTILITÀ RELATIVE ALL UTILIZZO DELLA PROCEDURA DOCFA 4.0 Normativa di riferimento in materia di catasto dei fabbricati Esempi per la gestione di una

Dettagli

ALLEGATO AL PROVVEDIMENTO DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

ALLEGATO AL PROVVEDIMENTO DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE ALLEGATO AL PROVVEDIMENTO DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Disposizioni in materia di individuazione dei criteri utili per la determinazione del valore normale dei fabbricati di cui all articolo

Dettagli

UNITA' IMMOBILIARI ADIBITE AD ABITAZIONE PRINCIPALE

UNITA' IMMOBILIARI ADIBITE AD ABITAZIONE PRINCIPALE UNITA' IMMOBILIARI ADIBITE AD ABITAZIONE PRINCIPALE fissate A1 Abitazioni di tipo signorile 5% 160 4,00 6,00 A2 Abitazioni di tipo civile 5% 160 4,00 2,00 A3 Abitazioni di tipo economico 5% 160 4,00 2,00

Dettagli

REVIS AVM. RAPPORTO IMMOBILIARE per: su immobile: F33 P29 S12. del comune di MILANO NDG: N.PRATICA: N. RAPPORTO: 16845

REVIS AVM. RAPPORTO IMMOBILIARE per: su immobile: F33 P29 S12. del comune di MILANO NDG: N.PRATICA: N. RAPPORTO: 16845 REVIS AVM RAPPORTO IMMOBILIARE per: su immobile: F33 P29 S12 del comune di MILANO NDG: N.PRATICA: N. RAPPORTO: 16845 1 Sezione 1. REVIS AVM - Identificazione Immobile e Valutazione Automatica Tipo: Fabbricati

Dettagli

ISTRUZIONI OPERATIVE 1 febbraio 2016 Modifiche apportate alla procedura Docfa Versione 4.00.3.

ISTRUZIONI OPERATIVE 1 febbraio 2016 Modifiche apportate alla procedura Docfa Versione 4.00.3. Direzione Centrale Catasto, Cartografia e Pubblicità Immobiliare ISTRUZIONI OPERATIVE 1 febbraio 2016 Modifiche apportate alla procedura Docfa Versione 4.00.3. INDICE 1 Premessa... 3 2 Modifiche apportate

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA

IL DIRETTORE DELL AGENZIA PROVVEDIMENTO AGENZIA DELLE ENTRATE 27 LUGLIO 2007 DISPOSIZIONI IN MATERIA DI INDIVIDUAZIONE DEI CRITERI UTILI PER LA DETERMINA- ZIONE DEL VALORE NORMALE DEI FABBRICATI, DI CUI ALL ART. 1, COMMA 307, DELLA

Dettagli

Oggetto: TRIBUTO PER I SERVIZI INDIVISIBILI - TASI - DETERMINAZIONE ALIQUOTE E DETRAZIONI ANNO 2014.

Oggetto: TRIBUTO PER I SERVIZI INDIVISIBILI - TASI - DETERMINAZIONE ALIQUOTE E DETRAZIONI ANNO 2014. VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE COPIA Del. Nr. 38 Oggetto: TRIBUTO PER I SERVIZI INDIVISIBILI - TASI - DETERMINAZIONE ALIQUOTE E DETRAZIONI ANNO 2014. Adunanza ordinaria di prima convocazione

Dettagli

Corso di Preparazione esame di abilitazione 2010

Corso di Preparazione esame di abilitazione 2010 Corso di Preparazione esame di abilitazione 2010 Principi Generali 2 3 Fonti Normative -Il Nuovo Catasto Edilizio Urbano (N.C.E.U.) èstato istituito con la Legge n.1249 del 11 agosto 1939 il cui regolamento

Dettagli

ALLEGATO AL PROVVEDIMENTO DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

ALLEGATO AL PROVVEDIMENTO DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE ALLEGATO AL PROVVEDIMENTO DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Disposizioni in materia di individuazione dei criteri utili per la determinazione del valore normale dei fabbricati di cui all articolo

Dettagli

Anno 2016 Ultimo aggiornamento mercoledã 18 maggio 2016

Anno 2016 Ultimo aggiornamento mercoledã 18 maggio 2016 Anno 2016 Ultimo aggiornamento mercoledã 18 maggio 2016 Di seguito si riportano, per l'anno d'imposta 2016, le informazioni inerenti il tributo IMU. Dettaglio: Segue Avviso. Allegati: File riferimento

Dettagli

DELL AGRONOMO-FORESTALE.

DELL AGRONOMO-FORESTALE. ORDINE DOTTORI AGRONOMI E FORESTALI DELLA PROVINCIA DI FIRENZE CORSO DI PREPARAZIONE ALL ESAME DI ABILITAZIONE PROFESSIONALE. IL CATASTO E LA PROFESSIONE DELL AGRONOMO-FORESTALE. A cura del: Dr.Agr. Michele

Dettagli

Catasto e fiscalità immobiliare

Catasto e fiscalità immobiliare Corso di valutazione es0ma0va del proge4o Clasa a.a. 2012/13 Catasto e fiscalità immobiliare Docente Collaboratore prof. Stefano Stanghellini - stefano.stanghellini@iuav.it arch. Pietro Bonifaci pbonifac@stud.iuav.it

Dettagli

INDICE. Quadro generale delle categorie del gruppo "A" 4. Ex fabbricati rurali ad uso abitativo 5. Calcolo della consistenza 6

INDICE. Quadro generale delle categorie del gruppo A 4. Ex fabbricati rurali ad uso abitativo 5. Calcolo della consistenza 6 INDICE MANUALE pagina Attribuzione della categoria e classe alle unità a destinazione ordinaria Unità immobiliari censibili nel gruppo "A" Quadro generale delle categorie del gruppo "A" 4 Ex fabbricati

Dettagli

Settore II - IMU - Saldo Imposta Municipale Unica Ultimo aggiornamento venerdã 29 luglio 2016

Settore II - IMU - Saldo Imposta Municipale Unica Ultimo aggiornamento venerdã 29 luglio 2016 Settore II - IMU - Saldo Imposta Municipale Unica Ultimo aggiornamento venerdã 29 luglio 2016 Data pubblicazione: 22/11/2012 ed aggiornamento del 29/11/2012 Data scadenza: entro il 17/12/2012 Settore proponente:

Dettagli

CATEGORIE CATASTALI Quadro generale

CATEGORIE CATASTALI Quadro generale CATEGORIE CATASTALI Quadro generale I.- IMMOBILI A DESTINAZIONE ORDINARIA GRUPPO A A/1 Abitazioni di tipo signorile Unità immobiliari appartenenti a fabbricati ubicati in zone di pregio con caratteristiche

Dettagli

CATASTO. Come si classifica il catasto? a) probatorio e particellare. b) rustico e urbano. c) probatorio fondato sulla denuncia dei possessori.

CATASTO. Come si classifica il catasto? a) probatorio e particellare. b) rustico e urbano. c) probatorio fondato sulla denuncia dei possessori. CATASTO Che cosa è il catasto? a) è l inventario dei beni immobili esistenti in un determinato territorio. b) è l archiviazione presso l U.T.E. di tutti i fogli di mappa di un comprensorio. c) è l archiviazione

Dettagli

TIPOLOGIE EDILIZIE PREZZARIO IL PREZZARIO PER TIPOLOGIE EDILIZIE DI NAPOLI E PROVINCIA

TIPOLOGIE EDILIZIE PREZZARIO IL PREZZARIO PER TIPOLOGIE EDILIZIE DI NAPOLI E PROVINCIA 2014 Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Napoli ACEN - Associazione Costruttori Edili della Provincia di Napoli TIPOLOGIE EDILIZIE PREZZARIO IL PREZZARIO PER TIPOLOGIE EDILIZIE

Dettagli

Catasto e Fiscalità immobiliare

Catasto e Fiscalità immobiliare Corso di Estimo Catasto e Fiscalità immobiliare Docente: Prof. Stefano Stanghellini Collaboratore: Arch. Alessandro Mascarello Il Catasto dei terreni e dei fabbricati Il Catasto: è l inventario dei beni

Dettagli

è un sistema informativo, disciplinato da leggi e regolamenti, che si occupa di

è un sistema informativo, disciplinato da leggi e regolamenti, che si occupa di IL CATASTO IL CATASTO è un sistema informativo, disciplinato da leggi e regolamenti, che si occupa di Informazioni riguardanti terreni e fabbricati esso rappresenta quindi un inventario che ha per oggetto

Dettagli

STATISTICHE CATASTALI 2013. Catasto edilizio urbano

STATISTICHE CATASTALI 2013. Catasto edilizio urbano STATISTICHE CATASTALI 2013 data di pubblicazione: 23 ottobre 2014 periodo di riferimento: anno 2013 a cura dell Ufficio Statistiche e Studi della Direzione Centrale Osservatorio Mercato Immobiliare e

Dettagli

La prima rata IMU da pagarsi entro il 17/6/2013 viene sospesa (sino al 16/9/2013) per:

La prima rata IMU da pagarsi entro il 17/6/2013 viene sospesa (sino al 16/9/2013) per: Imposta Municipale Propria - I M U NOVITA IMU ANNO 2013 La prima rata IMU da pagarsi entro il 17/6/2013 viene sospesa (sino al 16/9/2013) per: - ABITAZIONE PRINCIPALE (escluse cat. A/1,A/8 e A/9) E PERTINENZE

Dettagli

FORNITURA AI COMUNI DEI DATI CATASTALI INERENTI I FABBRICATI MAI DICHIARATI EFFETTUATA AI SENSI DEL D.L.78/2010

FORNITURA AI COMUNI DEI DATI CATASTALI INERENTI I FABBRICATI MAI DICHIARATI EFFETTUATA AI SENSI DEL D.L.78/2010 PAG. 1 DI 22 FORNITURA AI COMUNI DEI DATI CATASTALI INERENTI I FABBRICATI MAI DICHIARATI EFFETTUATA AI SENSI DEL D.L.78/2010 5 Maggio 2011 DOC. ES-23-IS-0M PAG. 2 DI 22 INDICE 1. PREMESSA 4 1.1 COMPOSIZIONE

Dettagli

Incontri operativi sui procedimenti dell Alta Valenza Fiscale

Incontri operativi sui procedimenti dell Alta Valenza Fiscale Roma 28 30 aprile 2009 Incontri operativi sui procedimenti dell Alta Valenza Fiscale Tipologie edilizie suscettibili di accatastamento A cura di Direzione Centrale Cartografia Catasto e Pubblicità Immobiliare

Dettagli

Ufficio Provinciale di Milano

Ufficio Provinciale di Milano Il sistema di calcolo del valore normale e sue applicazioni Martino Brambilla Agenzia del Territorio Ufficio Provinciale di Milano Valore normale Valore normale Calcolo delle consistenze Calcolo delle

Dettagli

PARTE V > LE IMPOSTE SUGLI IMMOBILI E SULLE SUCCESSIONI E DONAZIONI

PARTE V > LE IMPOSTE SUGLI IMMOBILI E SULLE SUCCESSIONI E DONAZIONI PARTE V > LE IMPOSTE SUGLI IMMOBILI E SULLE SUCCESSIONI E DONAZIONI 117 1. LA TASSAZIONE SUGLI IMMOBILI >> CLASSIFICAZIONE E RENDITE CATASTALI DEGLI IMMOBILI Gli immobili sono individuati attraverso gli

Dettagli

Comune di Pescasseroli

Comune di Pescasseroli Comune di Pescasseroli PIANO di RECUPERO Zona C Elaborato n. 7 Oggetto: Elenco Particelle Catastali Data: Maggio 2015 Revisione: Revisione: Il Sindaco: Il Segretario Comunale: Il R.U.P.: Progettazione:

Dettagli

Denuncia al catasto fabbricati

Denuncia al catasto fabbricati Standard di qualità ai fini della qualificazione professionale della categoria dei geometri Specifica T04 Geomatica e attività catastali Denuncia al catasto fabbricati Sommario Il presente documento specifica

Dettagli

Il Classamento delle Categorie Ordinarie

Il Classamento delle Categorie Ordinarie Collegio dei Geometri della Provincia di Salerno Collegio dei Periti Agrari della Provincia di Salerno Il Classamento delle Categorie Ordinarie Relatore Ing. Paolo Bisegna RESPONSABILE DEL SETTORE GESTIONE

Dettagli

CALCOLO SUPERFICIE CATASTALE AI FINI TARSU e TRIBUTO COMUNALE SUI RIFIUTI E SUI SERVIZI

CALCOLO SUPERFICIE CATASTALE AI FINI TARSU e TRIBUTO COMUNALE SUI RIFIUTI E SUI SERVIZI CALCOLO SUPERFICIE CATASTALE AI FINI TARSU e TRIBUTO COMUNALE SUI RIFIUTI E SUI SERVIZI La superficie catastale ai fini tarsu non è altro che una superficie fittizia, determinata secondo precisi parametri

Dettagli

Bando per la vendita di posti auto pertinenziali (cessione del diritto di superficie)

Bando per la vendita di posti auto pertinenziali (cessione del diritto di superficie) Trento, 6 febbraio 2015 Bando per la vendita di posti auto pertinenziali (cessione del diritto di superficie) Trentino Mobilità s.p.a. è una società per azioni a capitale interamente pubblico, controllata

Dettagli

Imposta Municipale Propria (I.M.U.)

Imposta Municipale Propria (I.M.U.) Imposta Municipale Propria (I.M.U.) Che cos è l IMU? I.M.U. è l acronimo di Imposta Municipale Unica. La nuova imposta in realtà si chiama Imposta Municipale Propria. Istituita con il Decreto Legislativo

Dettagli

Categoria Descrizione Terreno o Unità Immobiliare Tipologia immobile urbano COMUNE

Categoria Descrizione Terreno o Unità Immobiliare Tipologia immobile urbano COMUNE Categoria Descrizione Terreno o Unità Immobiliare Tipologia immobile urbano COMUNE Fabbricati del Patrimonio disponibile Stralcio terreno Zerocento Scuole e laboratori scientifici. FAENZA Fabbricati del

Dettagli

Settore II - IMU - Saldo Imposta Municipale Unica Ultimo aggiornamento mercoledã 07 dicembre 2016

Settore II - IMU - Saldo Imposta Municipale Unica Ultimo aggiornamento mercoledã 07 dicembre 2016 Settore II - IMU - Saldo Imposta Municipale Unica Ultimo aggiornamento mercoledã 07 dicembre 2016 Data pubblicazione: 07/12/2016 Data scadenza: entro il 16/12/2016 Settore proponente: Settore II: Ragioneria

Dettagli

IL CATASTO E L ARCHIVIO CATASTALE. 1. Generalità sul catasto.

IL CATASTO E L ARCHIVIO CATASTALE. 1. Generalità sul catasto. IL CATASTO E L ARCHIVIO CATASTALE 1. Generalità sul catasto. Il catasto costituisce l inventario del patrimonio edilizio nazionale ( fabbricati, terreni, strade piazze, corsi d acqua, laghi e litorali)

Dettagli

RAPPORTO IMMOBILIARE 2013 Il settore residenziale FONTI E CRITERI METODOLOGICI

RAPPORTO IMMOBILIARE 2013 Il settore residenziale FONTI E CRITERI METODOLOGICI RAPPORTO IMMOBILIARE 2013 data di pubblicazione: 14 maggio 2013 periodo di riferimento: anno 2012 Le informazioni rese nel presente rapporto sono di proprietà esclusiva dell Agenzia delle Entrate. Non

Dettagli

COMUNICAZIONE PER L IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI

COMUNICAZIONE PER L IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI COMUNICAZIONE PER L IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI I ISTRUZIONI GENERALI In quali casi occorre presentare la comunicazione Vi é l obbligo di presentare la comunicazione se si verifica una delle seguenti

Dettagli

IMU INSERTO STACCABILE

IMU INSERTO STACCABILE IMU SCHEDE INFORMATIVE PER LA GUIDA AL CALCOLO DELL ACCONTO DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA IMU ANNO 2012 valevole per il contribuente residente e dimorante nel Comune di Piazzola sul Brenta per il solo

Dettagli

Dati anagrafici Natura del bene: Identificativi catastali Codice comune: Utilizzo del bene Tipologia bene:

Dati anagrafici Natura del bene: Identificativi catastali Codice comune: Utilizzo del bene Tipologia bene: Sassocorvaro (PU) Via Zona Artigianale CAP: 61028 Mattatoio I459 Foglio: 32 Numero particella: 512 Superficie complessiva lorda (mq): 6.411,00 Superficie complessiva aree pertinenziali (mq): 5.190,00 Fabbricato

Dettagli

GLI IMMOBILI IN ITALIA 2012

GLI IMMOBILI IN ITALIA 2012 2012 7. GLI IMMOBILI IN ITALIA 2012 7. NOTA METODOLOGICA: LA COSTITUZIONE DELLA BANCA DATI INTEGRATA DELLA PROPRIETÀ IMMOBILIARE Fase propedeutica all analisi del patrimonio immobiliare è la ricostruzione

Dettagli

Comune di Montopoli in Val D'Arno (Provincia di Pisa). Via Francesco Guicciardini n 61-56020 - Montopoli in Val d'arno - ( 0571/44.98.

Comune di Montopoli in Val D'Arno (Provincia di Pisa). Via Francesco Guicciardini n 61-56020 - Montopoli in Val d'arno - ( 0571/44.98. UFFICIO TRIBUTI OGGETTO: DENUNCIA TASSA RIFIUTI SOLIDI URBANI Locali ad uso diverso da abitazione (da restituire compilata all Ufficio Tributi) MOTIVO DELLA DENUNCIA (barrare l ipotesi che ricorre) INIZIO

Dettagli

C O M U N E D I P A L A I A Provincia di Pisa allegato TASI INDICAZIONI PER IL CALCOLO E IL PAGAMENTO Non arriverà nessun bollettino pre-compilato da parte del Comune. Il versamento della rata di acconto

Dettagli

Do.C.Fa.4 Circolare n. 4 del 29/10/2009 Novara, 14 aprile 2010

Do.C.Fa.4 Circolare n. 4 del 29/10/2009 Novara, 14 aprile 2010 UFFICIO PROVINCIALE DI NOVARA SEMINARIO TECNICO SUL TEMA NUOVE VERSIONI DEI PROCESSI DI LINE CATASTALI Do.C.Fa.4 Circolare n. 4 del 29/10/2009 Novara, 14 aprile 2010 Relatori: Salvatore DISPENZA, Stefano

Dettagli

IL CATASTO URBANO N.C.E.U. SCOPI DEL N.C.E.U. NUOVA DEFINIZIONE DI U.I.U. NORME FONDAMENTALI DEL N.C.E.U. IL NUOVO CATASTO EDILIZIO URBANO

IL CATASTO URBANO N.C.E.U. SCOPI DEL N.C.E.U. NUOVA DEFINIZIONE DI U.I.U. NORME FONDAMENTALI DEL N.C.E.U. IL NUOVO CATASTO EDILIZIO URBANO N.C.E.U. IL CATASTO URBANO CREATO CON LEGGE 13.04.1939 N. 652; ENTRATO IN VIGORE IL 01.09.1962. CREATO CON R.D. N. 267 DEL 05.06.1871 ING. GIOVANNI MINGOZZI N.C.E.U. NORME FONDAMENTALI DEL N.C.E.U. LE

Dettagli

COMUNE DI CICCIANO. Provincia di Napoli

COMUNE DI CICCIANO. Provincia di Napoli COMUNE DI CICCIANO Provincia di Napoli Con la Legge 27/12/2013 n 147 è stata istituita l Imposta Unica Comunale (IUC), nelle sue componenti Tari (Tassa rifiuti ex Tares/Tarsu), Tasi (nuovo tributo sui

Dettagli

Conservazione del C.d.F.

Conservazione del C.d.F. Conservazione del C.d.F. La conservazione è l aggiornamento tecnico e giuridico degli atti. Per il C.d.F. le operazioni che lo permettono sono: 1) l accertamento delle nuove UIU urbane (dichiarazione di

Dettagli

AREE FABBRICABILI TERRENI

AREE FABBRICABILI TERRENI l IMU L imposta municipale IMU è il nuovo tributo che, dal 1 gennaio 2012, in sostituzione dell ICI, va pagata al Comune e allo Stato sulla base del patrimonio immobiliare del contribuente. Per patrimonio

Dettagli

ESTRATTO: FEDERAZIONE INTERREGIONALE DEGLI ORDINI DEGLI ARCHITETTI DEL PIEMONTE E DELLA R.A. DELLA VALLE D AOSTA

ESTRATTO: FEDERAZIONE INTERREGIONALE DEGLI ORDINI DEGLI ARCHITETTI DEL PIEMONTE E DELLA R.A. DELLA VALLE D AOSTA ESTRATTO: FEDERAZIONE INTERREGIONALE DEGLI ORDINI DEGLI ARCHITETTI DEL PIEMONTE E DELLA R.A. DELLA VALLE D AOSTA ORDINE ARCHITETTI DELLA PROVINCIA DI TORINO CATASTO Criteri generali di formazione e conservazione

Dettagli

8 MEDIA5 - CATASTO. La visura catastale può essere fatta: 1 per immobile o per soggetto; 2 per partita o per particella; 3 per terreni o fabbricati;

8 MEDIA5 - CATASTO. La visura catastale può essere fatta: 1 per immobile o per soggetto; 2 per partita o per particella; 3 per terreni o fabbricati; 8 MEDIA5 - CATASTO D: 2069 R: 1 La visura catastale può essere fatta: 1 per immobile o per soggetto; 2 per partita o per particella; 3 per terreni o fabbricati; 03/07/2012 Pag.1 D: 2070 R: 2 La scala adottata

Dettagli

Facoltà di Architettura

Facoltà di Architettura BOZZA DI LAVORO Facoltà di Architettura C.d.L. Magistrale in Architettura (Restauro) Esercizio professionale a.a. 2013/2014 parte 21 Arch. Armando Bueno Pernica arm.bueno@gmail.com studiobueno.jimdo.com

Dettagli

Le risorse degli enti locali, la nuova local tax e il riordino delle funzioni

Le risorse degli enti locali, la nuova local tax e il riordino delle funzioni Convegno nazionale Le risorse degli enti locali, la nuova local tax e il riordino delle funzioni Firenze, 13 e 14 febbraio 2015 Istituto degli Innocenti P.zza della Santissima Annunziata, 12 I ritardi

Dettagli

APPUNTI LEZIONE DOCFA 10/10/2014

APPUNTI LEZIONE DOCFA 10/10/2014 APPUNTI LEZIONE DOCFA 10/10/2014 DOCENTE: DOTT. ING. PAOLO FARENGA ESEMPIO N 1 ACCATASTAMENTO DI UNITA IMMOBILIARE COMPOSTE DA DUE O PIU PORZIONI, SULLE QUALI GRAVANO DIRITTI REALI NON OMOGENEI L esempio

Dettagli

SEMINARIO DI FORMAZIONE. Documenti tecnici per l aggiornamento del catasto edilizio urbano. PROCEDURA DOCFA 4.00.2. Ing.

SEMINARIO DI FORMAZIONE. Documenti tecnici per l aggiornamento del catasto edilizio urbano. PROCEDURA DOCFA 4.00.2. Ing. SEMINARIO DI FORMAZIONE Documenti tecnici per l aggiornamento del catasto edilizio urbano. PROCEDURA DOCFA 4.00.2 Sommario - Generalità sull adempimento - Cenni sull algoritmo di classamento - Le novità

Dettagli

COMUNE DIPOLPENAZZE d/g. Martedì7 febbraio 2012. Ore 20.30 Sala Consiliare di Polpenazze d/g IMU 2012. Imposta Municipale Unica

COMUNE DIPOLPENAZZE d/g. Martedì7 febbraio 2012. Ore 20.30 Sala Consiliare di Polpenazze d/g IMU 2012. Imposta Municipale Unica COMUNE DIPOLPENAZZE d/g Martedì7 febbraio 2012 Ore 20.30 Sala Consiliare di Polpenazze d/g IMU 2012 Imposta Municipale Unica Articolo 13 comma 1 D.L. 201/2011 IMU istituzione e decorrenza: l'istituzione

Dettagli

FORMAZIONE E DEFINIZIONE DEL CATASTO TERRENI

FORMAZIONE E DEFINIZIONE DEL CATASTO TERRENI 1 FORMAZIONE E DEFINIZIONE DEL CATASTO TERRENI RD 1572/31 1 ss. 1 PREMESSA Il Catasto può essere definito come l inventario generale dei beni immobili siti in un determinato territorio. In tal senso si

Dettagli

L'Imu è l'imposta municipale propria che, dall'1 gennaio 2012, ha sostituito, per la componente immobiliare l'ici - Imposta comunale sugli immobili;

L'Imu è l'imposta municipale propria che, dall'1 gennaio 2012, ha sostituito, per la componente immobiliare l'ici - Imposta comunale sugli immobili; COMUNE DI STRA UFFICIO TRIBUTI Cos'è l'imu L'Imu è l'imposta municipale propria che, dall'1 gennaio 2012, ha sostituito, per la componente immobiliare l'ici - Imposta comunale sugli immobili; Chi paga

Dettagli

L'ABOLIZIONE DELLA PRIMA RATA IMU 2013 E LE ALTRE NOVITÀ DEL C.D. DECRETO IMU

L'ABOLIZIONE DELLA PRIMA RATA IMU 2013 E LE ALTRE NOVITÀ DEL C.D. DECRETO IMU L'ABOLIZIONE DELLA PRIMA RATA IMU 2013 E LE ALTRE NOVITÀ DEL C.D. DECRETO IMU RIFERIMENTI: DL 31.8.2013, n. 102 IN SINTESI Nell'ambito del c.d. Decreto IMU il Legislatore, oltre all abolizione della prima

Dettagli

COMUNE DI VASTOGIRARDI Provincia Isernia

COMUNE DI VASTOGIRARDI Provincia Isernia COMUNE DI VASTOGIRARDI Provincia Isernia Sistema Gestione Ambientale Certificato a fronte della norma ISO14001:2004 IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA SPERIMENTALE (I.M.U.) INFORMATIVA IMU 2012: IMPOSTA MUNICIPALE

Dettagli

Comune di Asso Provincia di Como

Comune di Asso Provincia di Como Comune di Asso Provincia di Como AVVISO : IUC Imposta Unica Comunale 2015 L art. 1 comma 639 della Legge 27 dicembre 2013 n. 147 (Legge di stabilità 2014) ha istituito dal 01/01/2014 l Imposta Unica Comunale

Dettagli

Ministero delle Finanze CATASTO E SERVIZI TECNICI ERARIALI

Ministero delle Finanze CATASTO E SERVIZI TECNICI ERARIALI Ministero delle Finanze CATASTO E SERVIZI TECNICI ERARIALI Circolare del 14/03/1992 n. 5 Oggetto: Revisione generale della qualificazione della classificazione e del classamento del N.C.E.U. Sintesi: Integrazione

Dettagli

COMUNE DI CERIGNALE PRELIEVO SUGLI IMMOBILI IMU

COMUNE DI CERIGNALE PRELIEVO SUGLI IMMOBILI IMU COMUNE DI CERIGNALE PRELIEVO SUGLI IMMOBILI IMU UNITA IMMOBILIARE è definita per Legge come ogni immobile, o parte di immobile od insieme di immobili, che nello stato in cui si trova è di per sè utile

Dettagli

Il Catasto Il Catasto è l inventario dei beni immobili ¹ esistenti in un determinato territorio e ha :

Il Catasto Il Catasto è l inventario dei beni immobili ¹ esistenti in un determinato territorio e ha : I dati catastali 1. Cos è il Catasto 2. Dati principali che emergono da una visura catastale 3. Destinazioni d uso degli immobili censiti al catasto 4. Categorie catastali 5. Cosa si intende per consistenza,

Dettagli

Catasto italiano. Origini. Nel 1861 si contavano in Italia 22 diversi Catasti

Catasto italiano. Origini. Nel 1861 si contavano in Italia 22 diversi Catasti IL CATASTO Cenni storici Catasto italiano Insieme di operazioni per stabilire la rendita di beni immobili Origini Nel 1861 si contavano in Italia 22 diversi Catasti Nel 1886 fu varata la prima legge per

Dettagli

Imposta Unica Comunale IMU e TASI Anno 2016. ALIQUOTE E DETRAZIONI Anno 2016

Imposta Unica Comunale IMU e TASI Anno 2016. ALIQUOTE E DETRAZIONI Anno 2016 COMUNE DI BOSCO CHIESANUOVA Provincia di Verona Imposta Unica Comunale e Anno 2016 ALIQUOTE E DETRAZIONI Anno 2016 Con deliberazioni del Consiglio Comunale n. 6 e n. 7 del 29-04-2016 sono state determinate

Dettagli

Il catasto italiano e le modalità di accatastamento dei cimiteri

Il catasto italiano e le modalità di accatastamento dei cimiteri 27 Attualità Il catasto italiano e le modalità di accatastamento dei cimiteri di Carlo Cannafoglia (*), Antonio Iovine (**) Il sistema catastale italiano Il catasto è l inventario di tutti i beni immobili

Dettagli

Visure catastali per immobile ed estratto di mappa catastale

Visure catastali per immobile ed estratto di mappa catastale PROVINCIA DI FERRARA Settore Tecnico U.O.C. Patrimonio Allegato 2 Visure catastali per immobile ed estratto di mappa catastale RELAZIONE TECNICA relativa all immobile denominato RISTORANTE CA ROMANINA

Dettagli

Allegato alla Circolare n. 4 del 13 aprile 2007

Allegato alla Circolare n. 4 del 13 aprile 2007 Allegato alla Circolare n. 4 del 13 aprile 2007 LINEE GUIDA PER IL CLASSAMENTO DELLE UNITA IMMOBILIARI CENSIBILI NELLE CATEGORIE DEL GRUPPO E E PER L INDIVIDUAZIONE DEGLI IMMOBILI O DELLE LORO PORZIONI

Dettagli

STATISTICHE CATASTALI 2011

STATISTICHE CATASTALI 2011 STATISTICHE CATASTALI 2011 (CATASTO EDILIZIO URBANO) Data pubblicazione: 30 ottobre 2012 Direzione Centrale Osservatorio del Marcato Immobiliare e Servizi Estimativi/Ufficio Statistiche e Studi del Mercato

Dettagli

L onorario comprende tutte le prestazioni necessarie allo svolgimento delle pratiche presso il Catasto terreni e fabbricati.

L onorario comprende tutte le prestazioni necessarie allo svolgimento delle pratiche presso il Catasto terreni e fabbricati. Titolo: LINEE GUIDA PER LA PARCELLAZIONE DELLE PRATICHE CATASTALI Delibera del Consiglio: 09.07.2007 In vigore dal: 09.07.07 Sostituisce: 15.05.01 Revisione: Ing. Francesco Zigiotto 1. PREMESSA La presente

Dettagli

DICHIARA, PER PROPRIO CONTO IN QUALITA' DI

DICHIARA, PER PROPRIO CONTO IN QUALITA' DI Numero di protocollo DENUNCIA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI IL SOTTOSCRITTO Cognome e nome:... C.F.: nat... il:... a:... residente a:... in Via/P.zza:... n :... CAP:... Avente recapito diverso

Dettagli

Natura del bene luogo Indirizzo Denominazione del bene Codice Comune Foglio Particella/Mappale Subalterno Titolo di utilizzo

Natura del bene luogo Indirizzo Denominazione del bene Codice Comune Foglio Particella/Mappale Subalterno Titolo di utilizzo Natura del bene luogo Indirizzo Denominazione del bene Codice Comune Foglio Particella/Mappale Subalterno Titolo di utilizzo Unità Immobiliare Palau VIA INCROCIATORE TRIESTE, SNC Piano 1 Scuola Elementare

Dettagli

INDICE PREMESSA... 2 1. GENERALITA... 4 2. I CONTENUTI DEL SISTEMA INFORMATIVO CATASTALE... 5 3. LE PROCEDURE DI AGGIORNAMENTO...

INDICE PREMESSA... 2 1. GENERALITA... 4 2. I CONTENUTI DEL SISTEMA INFORMATIVO CATASTALE... 5 3. LE PROCEDURE DI AGGIORNAMENTO... INDICE PREMESSA... 2 1. GENERALITA... 4 2. I CONTENUTI DEL SISTEMA INFORMATIVO CATASTALE... 5 2.1 L archivio cartografico... 6 2.2 L archivio censuario del Catasto Terreni... 7 2.3 L archivio censuario

Dettagli

Provincia di Lecco TASSA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI SCHEDA DI DENUNCIA DEI LOCALI ED AREE TASSABILI 1) DATI RELATIVI AL DENUNCIANTE

Provincia di Lecco TASSA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI SCHEDA DI DENUNCIA DEI LOCALI ED AREE TASSABILI 1) DATI RELATIVI AL DENUNCIANTE Si rilascia Ricevuta n. Tesserino Piattaforma Ecologica anno Secchiello per la raccolta Umido Comune di Missaglia Provincia di Lecco TASSA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI SCHEDA DI DENUNCIA

Dettagli

Comune di Refrontolo Provincia di Treviso

Comune di Refrontolo Provincia di Treviso ------ IMPOSTE COMUNALI AN 2015 COMUNE DI PIEVE DI SOLIGO Aggiornato al 12 maggio 2015 Con Legge n. 147/2013 è stata istituita, a decorrere dal 1 gennaio 2014, l'imposta Unica Comunale - IUC - che comprende

Dettagli

Abstract tratto da www.darioflaccovio.it - Tutti i diritti riservati

Abstract tratto da www.darioflaccovio.it - Tutti i diritti riservati Benito Polizzi CATASTO FABBRICATI CATEGORIE SPECIALI E PARTICOLARI Aggiornato alla normativa e alla prassi catastale in vigore Dario Flaccovio Editore Benito Polizzi Catasto fabbricati Categorie speciali

Dettagli