Un percorso formativo pragmatico, che punta a risultati efficaci.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Un percorso formativo pragmatico, che punta a risultati efficaci."

Transcript

1 Un percorso formativo pragmatico, che punta a risultati efficaci. Interventi di formazione continua per dirigenti e lavoratori co.co.pro. ad alto potenziale a valere su Avviso 1/2013 Perché prendere parte alle azioni formative di... «Interessante ma non applicabile nella mia azienda» Quante volte alla fine di un seminario avete fatto questa riflessione? Spesso i progetti formativi proposti risultano troppo standardizzati e, quindi, lontani dalle esigenze specifiche della vostra azienda. rovescia questa logica: parte dalla conoscenza puntuale e diretta delle vostre concrete problematiche d impresa per un progetto formativo utile ed efficace. Partiamo dalle vostre esigenze specifiche ecco perché, anziché presentarvi un catalogo generale, vi proponiamo un servizio innovativo, che parte dai bisogni per giungere alla ricerca delle soluzioni più adeguate a migliorare il contesto di lavoro e le prestazioni. Il nostro Staff di consulenti e formatori qualificati vi accompagnerà in un percorso che considera ogni partecipante come depositario/a di conoscenze ed esperienze professionali uniche, che costituiscono un punto di forza e di riferimento per sé e per altri interlocutori e colleghi/e. Non concetti ma azioni efficaci poiché solo valorizzando i singoli casi e focalizzando i problemi reali, il percorso sollecita la discussione e fa emergere diagnosi e ipotesi di soluzione condivise, attraverso un confronto e un arricchimento reciproco. utilizzando il complex learning, propone una metodologia formativa di supporto attivo a chi opera nelle PMI: il consulente in aula è un facilitatore del processo di apprendimento e il metodo consente ai partecipanti di accrescere la consapevolezza di ruolo, individuando le strade più efficaci per gestire la complessità di una PMI. L approccio si fonda, infatti, sull esperienza concreta dei partecipanti e prevede confronti tra pari, discussioni di gruppo, comunità di pratica, approfondimenti teorici e sperimentazioni. Le azioni formative sono completamente gratuite per le/i dirigenti ed i lavoratori co.co.pro. ad alto potenziale delle aziende piemontesi aderenti a FONDIRIGENTI. Attraverso l Avviso 1/2013 è possibile usufruire del contributo del Fondo. Poliedra S.p.A. possiede l esperienza e il knowhow necessario per lo svolgimento dell intero iter di presentazione e gestione del Piano formativo aziendale; i costi delle azioni formative indicati nel presente catalogo sono, infatti, comprensivi degli oneri derivanti da tali attività. Se l azienda non è ancora iscritta, l adesione a FONDIRIGENTI può essere formalizzata scegliendo nella Denuncia Aziendale del flusso UNIEMENS aggregato, all interno dell elemento FondoInterprof, l opzione Adesione selezionando il codice FDIR e inserendo il numero dei dirigenti interessati all obbligo contributivo. Per maggiori informazioni sul fondo consultare il sito Per informazioni e dettagli: Annalisa Camoriano - Poliedra progetti integrati S.p.A. telefono cellulare

2 Un percorso formativo pragmatico, che punta a risultati efficaci. Interventi di formazione continua per dirigenti e lavoratori co.co.pro. ad alto potenziale a valere su Avviso 1/2013 Aree di intervento e tipologia corsi AREA FLUIDITÀ ORGANIZZATIVA Codice Azioni Durata in ore Docenti DIR1. Educare a fare squadra 4 Prof. Roberto Trinchero DIR2. DIR3. DIR4. Strategia militare ed esempi di battaglie (vinte e perse) per il problem solving manageriale Gestione dei conflitti e mediazione come strumenti manageriali Il coaching come strumento per il manager: tecniche ed utilizzi per la gestione dei collaboratori 4 Dr. Giovanni Ingrosso 12 Prof. Duccio Scatolero Prof. Marco Bertoluzzo 12 Dr. Mauro Mander DIR5. La consulenza al ruolo 12 Dr.ssa Barbara Faussone DIR6. Tempo manageriale e progettualità 8 Dr.ssa Barbara Faussone DIR7. La guida di gruppi interfunzionali 12 Dr.ssa Barbara Faussone DIR8. La gestione del tempo 8 Dr.ssa Laura Santanera 2

3 AREA INNOVAZIONE STRATEGICA Codice DIR9. DIR10. DIR11. Azioni Archetipi, tipi psicologici e ombra psichica: il pensiero di Jung per il management Responsabilità Sociale d Impresa e responsabilità sociale dei manager in azienda Pensare serve? E a cosa? L utilità della filosofia per il management Durata in ore Docenti 4 Dr.ssa Giovanna Gay 4 Dr. Guido Olivero 4 Dr. Paolo Cervari AREA MARKETING SOGGETTIVO Codice Azioni Durata in ore Docenti DIR12. Le disposizioni della mente 12 Prof. Roberto Trinchero DIR13. DIR14. Modalità di espressione e importanza della dizione per il management Stili di relazione e stili di azione per la consapevolezza manageriale 12 Dr.ssa Margherita Casalino 4 Dr. Mauro Mander DIR15. La Leadership nell incertezza 12 Dr.ssa Barbara Faussone DIR16. L emozione intelligente tra capo e collaboratori e nei gruppi di lavoro DIR17. Il potenziamento cognitivo Dr.ssa Barbara Faussone Prof. Roberto Trinchero Dr.ssa Daniela Robasto AREA FINANZA PER NON SPECIALISTI Codice Azioni Durata in ore Docenti DIR18. Finanza aziendale per non specialisti 20 Dr. Dario Casubolo DIR19. Finanza per non specialisti 16 Dr. Dario Casubolo 3

4 Obiettivi e contenuti delle azioni formative proposte AREA DELLA FLUIDITÀ ORGANIZZATIVA Anticipare per agire in modo adeguato al momento giusto, saper organizzare e motivare EDUCARE A FARE SQUADRA Codice attività: DIR1 Durata: 4 ore Il corso farà conoscere ai/alle partecipanti gli aspetti educativi e formativi del mondo del calcio giovanile. I /le partecipanti saranno stimolati ad avviare un percorso autoriflessivo volto a fare propri i principi del fare squadra per affrontare e risolvere casi concreti nel proprio contesto aziendale. L organizzazione delle squadre giovanili: referenti e problematiche Educazione, scolastica e sport: quale rapporto? Giocare in una squadra, essere una squadra: un rapporto non banale Nel corso saranno trattati casi proposti dai formatori e auto-casi presentati dai formandi. Docente: Prof. Roberto Trinchero Quota di partecipazione: IVA a partecipante 4

5 AREA DELLA FLUIDITÀ ORGANIZZATIVA STRATEGIA MILITARE ED ESEMPI DI BATTAGLIE (VINTE E PERSE) PER IL PROBLEM SOLVING MANAGERIALE Codice attività: DIR2 Durata: 4 ore Il corso si svolge allo scopo di confrontare i partecipanti con le principali linee strategiche dell ambito militare, presentando modelli di successo e insuccesso attraverso esempi di battaglie. Saranno utilizzati i principi della strategia militare per la gestione del problem solving nei contesti aziendali. L evoluzione della strategia militare nei secoli: l approccio lineare e laterale Il ruolo della comunicazione e della fiducia nella vittoria e nella sconfitta militare Elementi attuali di strategia militare e punti di contatto con la vita aziendale Una parte dell intervento sarà dedicata alla contestualizzazione di quanto appreso su specifici casi aziendali e alla formulazione e discussione di possibili soluzioni ai problemi-chiave dei formandi. Ci si avvarrà di casi proposti dal formatore (esperto di strategia militare) e di auto-casi presentati dai formandi. Docente: Dr. Giovanni Ingrosso Quota di partecipazione: IVA a partecipante 5

6 AREA DELLA FLUIDITÀ ORGANIZZATIVA Codice attività: DIR3 Durata: 12 ore GESTIONE DEI CONFLITTI E MEDIAZIONE COME STRUMENTI MANAGERIALI Saranno trattati gli aspetti fondamentali della gestione dei conflitti al fine di permettere ai partecipanti di muoversi sugli scenari dei configgenti con competenza e capacità. Sarà avviato un percorso autoriflessivo volto a far comprendere e utilizzare gli elementi della mediazione per migliorare il proprio stile di gestione dei conflitti in azienda. Quando il conflitto guasta la comunicazione: che fare? La dinamica del conflitto: dal confronto alla violenza Gestire i conflitti: dalla negoziazione alla mediazione L empatia: più facile dirla che farla L intervento sarà svolto in due sessioni. Una parte dell intervento sarà dedicata alla contestualizzazione di quanto appreso su specifici casi aziendali e alla formulazione e discussione di possibili soluzioni ai problemi-chiave dei partecipanti. Nelle sessioni ci si avvarrà di casi proposti dai formatori (studiosi ed esperti di mediazione familiare e negoziazione) e di auto-casi presentati dai formandi. Docente: Prof. Duccio Scatolero, Prof. Marco Bertoluzzo Quota di partecipazione: IVA a partecipante 6

7 AREA DELLA FLUIDITÀ ORGANIZZATIVA IL COACHING COME STRUMENTO PER IL MANAGER: TECNICHE ED UTILIZZI PER LA GESTIONE DEI COLLABORATORI Codice attività: DIR4 Durata: 12 ore L intervento presenterà ai/alle dirigenti le modalità di intervento più recenti in tema di coaching; saranno analizzati gli aspetti del coaching che hanno implicazioni per il management e sarà sviluppato un percorso autoriflessivo volto a far utilizzare gli elementi del coaching per migliorare la propria gestione dei collaboratori. Il coaching e i suoi aspetti di intervento per motivare le persone Opportunità e limiti del coaching per il manager - capo Il coaching e gli elementi dell agire manageriale quotidiano in azienda Casi di coaching e auto-casi di gestione delle persone Saranno realizzate due sessioni. Una parte sarà dedicata alla contestualizzazione di quanto appreso su specifici casi aziendali e alla discussione di possibili soluzioni ai problemi-chiave dei partecipanti. Saranno esaminati i casi proposti dal formatore (counsellor ed esperto di coaching) e gli autocasi presentati dai formandi. Docente: Dr. Mauro Mander Quota di partecipazione: IVA a partecipante 7

8 AREA DELLA FLUIDITÀ ORGANIZZATIVA Codice attività: DIR5 Durata: 12 ore LA CONSULENZA AL RUOLO La consulenza al ruolo è una pratica di aiuto per manager che vivono una condizione di cambiamento o disagio organizzativo ed è finalizzata a sviluppare le capacità di comprendere e affrontare adeguatamente le proprie responsabilità di ruolo e le relazioni professionali in cui sono immersi. Il percorso di consulenza si sviluppa a partire dall analisi del proprio ruolo mettendo a confronto ciò che dichiara l organizzazione con le esperienze effettive delle persone per poi procedere ad esplorare e diagnosticare le aree di difficoltà e/o opportunità individuando strumenti e strategie praticabili, eventualmente ripensando i propri comportamenti organizzativi. Le aree di risultato possono riguardare: Gestione e/o assunzione efficace di ruoli, compiti o progetti Superamento del disagio organizzativo Riprogettazione personale/professionale Integrazione funzionale del progetto individuale con la vision organizzativa Docente: Dr.ssa Barbara Faussone Quota di partecipazione: IVA a partecipante 8

9 AREA DELLA FLUIDITÀ ORGANIZZATIVA Codice attività: DIR6 Durata: 8 ore TEMPO MANAGERIALE E PROGETTUALITÀ Il tempo manageriale deve nutrirsi di progettualità, di innovazione, di sviluppo di sé e degli altri, e non essere dedicato solo al qui ed ora delle emergenze organizzative. Una buona gestione del tempo non è solo questione di apprendere tecniche e utilizzare strumenti. È necessario comprendere come si può passare dai buoni propositi al cambiamento effettivo riflettendo sugli obiettivi - personali e organizzativi e su vincoli, resistenze e percezioni che condizionano un uso efficiente del tempo. L attività intende favorire la riflessione sull uso del proprio tempo e sulle possibilità concrete di ottimizzazione attraverso un processo di esame di realtà che attraversa 3 livelli di indagine: Il presunto, ovvero la percezione dell uso del tempo che ha ciascun partecipante; l effettivo, ovvero il tempo reale che si dedica alle varie attività;l auspicato, ovvero l uso ottimale che si vorrebbe fare del tempo. Le disfunzioni tipiche individuali ed organizzative - nella gestione del tempo L uso del proprio tempo e le possibili aree di miglioramento: analisi delle attività e del tempo loro dedicato a vari livelli: il presunto, l effettivo, il desiderato Strumenti e modelli per l organizzazione e la gestione del tempo Docente: Dr.ssa Barbara Faussone Quota di partecipazione: IVA a partecipante 9

10 AREA DELLA FLUIDITÀ ORGANIZZATIVA Codice attività: DIR7 Durata: 12 ore LA GUIDA DI GRUPPI INTERFUNZIONALI I gruppi interfunzionali sono composti da risorse portatrici di punti di vista differenti, di obiettivi specifici, di «linguaggi» propri, e di rappresentazioni dell altro talvolta distorte - il compito di guidare il gruppo verso il risultato comporta un lavoro mirato a favorire il riconoscimento reciproco e l integrazione. Per procedere in questa direzione chi guida il gruppo deve operare con atteggiamento di equidistanza, riconoscere le «funzioni» ricoperte dai membri del gruppo - e favorirne non la fissità ma lo scambio. In questo modo il gruppo può evolvere perché ciascuno dei membri di volta in volta gioca nuovi ruoli, aumentando la flessibilità e lo scambio di sguardi necessari all integrazione. La formazione intende favorire la riflessione sulle capacità di lettura dei processi che vengono messi in atto nei gruppi, in particolare nei gruppi interfunzionali e sulle capacità di guida degli stessi. Il funzionamento dei gruppi di lavoro: dinamiche di relazione, criteri di efficienza ed efficacia Caratteristiche dei gruppi interfunzionali Competenze di guida dei gruppi di lavoro interfunzionali: quali, come svilupparle Docente: Dr.ssa Barbara Faussone Quota di partecipazione: IVA a partecipante 10

11 AREA DELLA FLUIDITÀ ORGANIZZATIVA Codice attività: DIR8 Durata: 8 ore LA GESTIONE DEL TEMPO Favorire una migliore gestione del tempo attraverso una migliore organizzazione personale Imparare ad affrontare le situazioni critiche utilizzando imprevisti e richieste di clienti e colleghi per suggerire nuove proposte Apprendere i principi dell organizzazione personale Sviluppare la capacità di orientare i flussi delle richieste dei propri interlocutori Autoefficacia, visione d insieme e gestione delle priorità Assertività, gestione delle relazioni e delle ansie relazionali Gestione riunioni e comunicazioni scritte Gestione dello stress da emergenza e capacità di esprimere il no positivo Docente: Dr.ssa Laura Santanera Quota di partecipazione: IVA a partecipante 11

12 INNOVAZIONE STRATEGICA Uscire dai sentieri battuti, esplorare al margine del proprio mercato per identificare nuove opportunità ARCHETIPI, TIPI PSICOLOGICI E OMBRA PSICHICA: IL PENSIERO DI JUNG PER IL MANAGEMENT Codice attività: DIR9 Durata: 4 ore a) presentare ai/alle dirigenti un modello di analisi delle persone basato sulla teoria psicoanalitica junghiana; b) analizzare gli aspetti della teoria junghiana che hanno maggiore impatto sulla vita di ognuno; c) avviare un percorso autoriflessivo volto a far utilizzare gli elementi della teoria junghiana per migliorare il proprio agire manageriale nei contesti aziendali. Gli archetipi nella vita di ognuno e l eroe dentro di noi L ombra psichica e l ombra del leader: elementi da considerare su di sé Elementi junghiani e punti di contatto con l agire manageriale in azienda. Una parte dell intervento sarà dedicata alla contestualizzazione di quanto appreso su specifici casi aziendali e alla formulazione e discussione di possibili soluzioni ai problemi-chiave dei formandi. Nella sessione ci si avvarrà di casi proposti dalla formatrice (studiosa e analista junghiana) e di auto-casi presentati dai formandi. Docente: Dr.ssa Giovanna Gay Quota di partecipazione: IVA a partecipante 12

13 INNOVAZIONE STRATEGICA RESPONSABILITÀ SOCIALE D IMPRESA E RESPONSABILITÀ SOCIALE DEI MANAGER IN AZIENDA Codice attività: DIR10 Durata: 4 ore L intervento presenterà ai/alle dirigenti il tema della Responsabilità Sociale d Impresa e i suoi impatti sul business; analizzerà gli aspetti della RSI che hanno implicazioni per il management; avvierà un percorso autoriflessivo volto a far utilizzare gli elementi della RSI per adeguare il proprio agire manageriale alle richieste del business in ambito sociale. La Responsabilità Sociale d Impresa: casi emblematici in Italia e all estero Opportunità e limiti della RSI per il business aziendale La RSI e gli elementi dell agire manageriale quotidiano in azienda Una parte sarà dedicata alla contestualizzazione di quanto appreso su specifici casi aziendali e alla formulazione e discussione di possibili soluzioni ai problemi-chiave dei partecipanti. Ci si avvarrà di casi proposti dal formatore (studioso ed esperto di Responsabilità Sociale d Impresa) e di auto-casi presentati dai formandi. Docente: Dr. Guido Olivero Quota di partecipazione: IVA a partecipante 13

14 INNOVAZIONE STRATEGICA PENSARE SERVE? E A COSA? L UTILITÀ DELLA FILOSOFIA PER IL MANAGEMENT Codice attività: DIR11 Durata: 4 ore Le Pratiche Filosofiche, ovvero quel complesso di pratiche e discipline, tra cui la Consulenza Filosofica, il Dialogo Socratico e la Comunità di Ricerca, negli ultimi decenni hanno portato di nuovo la filosofia in un ambito pratico. In particolare, utilizzare l apertura problematizzante, l attenzione alla complessità, le domande provocatorie, i collegamenti tra oggetti disparati e provenienti da ambiti distinti, può essere utile per affrontare in modo diverso i problemi e le decisioni in azienda. Le Pratiche Filosofiche e la Consulenza Filosofica Opportunità della filosofia per il business aziendale La filosofia e gli elementi dell agire manageriale quotidiano in azienda Una parte dell intervento sarà dedicata alla contestualizzazione di quanto appreso su specifici casi aziendali e alla formulazione e discussione di possibili soluzioni ai problemi-chiave dei partecipanti. Docente: Dr. Paolo Cervari Quota di partecipazione: IVA a partecipante

15 MARKETING SOGGETTIVO Conoscere meglio se stessi e il proprio valore per vendere meglio il proprio agire professionale in azienda e fuori Codice attività: DIR12 Durata: 12 ore LE DISPOSIZIONI DELLA MENTE Gli atteggiamenti e i modi di pensare con cui ci si accosta ai compiti sono importanti almeno quanto le competenze coinvolte nei compiti stessi. I partecipanti saranno messi in grado di riconoscere le disposizioni della mente nei propri modi di pensare e di agire e in quelli dei propri collaboratori. Saranno stimolati ad avviare un percorso autoriflessivo che porti a sviluppare buone disposizioni della mente, utili ad affrontare efficacemente casi concreti nel proprio contesto aziendale. Gli atteggiamenti verso il compito: i modi di pensare dei soggetti efficaci Atteggiamenti e comportamenti: dai modi di pensare ai modi di agire Le disposizioni della mente: i prerequisiti della competenza. I contenuti saranno sviluppati in base alle priorità e agli auto-casi espressi dai/ dalle partecipanti. Docente: Prof. Roberto Trinchero Quota di partecipazione: IVA a partecipante 15

16 MARKETING SOGGETTIVO MODALITÀ DI ESPRESSIONE E IMPORTANZA DELLA DIZIONE PER IL MANAGEMENT Codice attività: DIR13 Durata: 12 ore Parlare bene è una qualità importante, soprattutto per chi svolge un ruolo dirigenziale, ma soprattutto è importante riuscire a interessare chi ascolta, attraverso ciò che si dice e come lo si dice. L intervento affronta lo studio della dizione e dell impostazione della voce e l importanza di esprimersi correttamente, sia nei rapporti lavorativi che nei momenti in cui si è chiamati a parlare ad una grande platea; aiuta ad imparare ad essere più sicuri e professionali nell affrontare i vari interlocutori nel mondo del lavoro. Le regole della dizione italiana, la corretta pronuncia, le giusta dizione La necessità di re-imparare a parlare per far sentire tutto ciò che si dice L utilizzo del diaframma Gli elementi espressivi della voce: Tono, Ritmo, Volume, Colore L intervento sarà svolto in due sessioni. Una parte sarà dedicata alla contestualizzazione di quanto appreso su specifici casi aziendali e alla formulazione e discussione di possibili soluzioni ai problemi-chiave dei partecipanti. Saranno trattati i casi proposti dal formatore (attrice teatrale, speaker ed esperta di doppiaggio, recitazione e dizione) e gli auto-casi presentati dai formandi. Docente: Dr.ssa Margherita Casalino Quota di partecipazione: IVA a partecipante 16

17 MARKETING SOGGETTIVO Codice attività: DIR14 Durata: 4 ore STILI DI RELAZIONE E STILI DI AZIONE PER LA CONSAPEVOLEZZA MANAGERIALE Lo scopo dell intervento è presentare ai/alle dirigenti le tipologie di stili di relazione e di azione; rendere consapevoli i partecipanti degli stili che ognuno agisce; avviare un percorso autoriflessivo volto a far utilizzare gli stili di relazione e di azione per adeguare il proprio agire manageriale alla complessità del sistema degli interlocutori in azienda. Gli stili di relazione e gli stili di azione: uno strumento di auto-diagnosi Opportunità e limiti di ogni stile, a seconda delle situazioni Gli stili personali per migliorare l agire manageriale verso i diversi interlocutori Una parte dell intervento sarà dedicata alla contestualizzazione di quanto appreso su specifici casi aziendali e alla formulazione e discussione di possibili soluzioni ai problemi-chiave dei partecipanti. Saranno trattati i casi proposti dal formatore (studioso ed esperto di stili relazionali) e gli autocasi presentati dai formandi. Docente: Dr. Mauro Mander Quota di partecipazione: IVA a partecipante 17

18 MARKETING SOGGETTIVO Codice attività: DIR15 Durata: 12 ore LA LEADERSHIP NELL INCERTEZZA In un contesto nel quale i cambiamenti ambientali sono frequenti e non prevedibili, la funzione principale della leadership diventa quella di contenere l incertezza per poter preservare la capacità di pensiero. Bisogna tollerare la mancanza di una mappa che tracci il percorso verso l obiettivo, comunque muovendosi e guidando gli altri, che possono essere disorientati. Non si può far riferimento solo a logiche razionali, né ispirarsi a modelli di leadership one best way: è importante quindi riflettere anche sulle dimensioni «non razionali» dell azione manageriale e pensare a modelli aperti e contingenti, che attingono alle risorse del singolo. La formazione intende favorire la riflessione sulla propria capacità di guida nell incertezza e sullo sviluppo di alcune meta-competenze ad essa legate: La capacità negativa ovvero saper sostare nell incerto La capacità di tollerare l ambiguità e l ambivalenza dei contesti organizzativi La capacità di dare risposte alle richieste emotive delle persone, presidiando al contempo gli obiettivi. Lo stile di leadership individuale: dai modelli ideali all agito nella realtà organizzativa, elementi di efficacia e di miglioramento I sentimenti connessi all incertezza: ansie, paure proprie e dei collaboratori: come presidiarli Le capacità da sviluppare nell incertezza: quali, progettarne l autosviluppo Docente: Dr.ssa Barbara Faussone Quota di partecipazione: IVA a partecipante

19 MARKETING SOGGETTIVO L EMOZIONE INTELLIGENTE TRA CAPO E COLLABORATORI E NEI GRUPPI DI LAVORO Codice attività: DIR16 Durata: 12 ore L emozione è una componente non eliminabile nelle relazioni professionali. Rabbia, serenità, invidia, complicità: l emozione precede il pensiero e influenza il rapporto con il proprio lavoro, le possibilità di collaborazione e il raggiungimento degli obiettivi. L emozione intelligente è l emozione che facilita le relazioni e le fa fluire verso gli obiettivi invece di ostacolarli. La capacità di esplorare, comprendere e integrare gli aspetti razionali ed emozionali propri, dei collaboratori e più in generale del contesto organizzativo diventa perciò uno strumento manageriale utile a presidiare con maggiore efficacia i risultati attesi. Il seminario intende favorire la riflessione sulla capacità di leggere le emozioni che agiscono tra le persone e ed utilizzarle positivamente verso il raggiungimento degli obiettivi Le emozioni e la loro funzione nei contesti organizzativi La relazione capo-collaboratore dal punto di vista delle emozioni: peculiarità, criticità L emozione intelligente come strumento manageriale: come svilupparla Docente: Dr.ssa Barbara Faussone Quota di partecipazione: IVA a partecipante 19

20 MARKETING SOGGETTIVO Codice attività: DIR17 Durata: 12 ore IL POTENZIAMENTO COGNITIVO L intelligenza umana è un dono di natura o si può costruire? Cosa ci rende intelligenti? Fare la mossa giusta al momento giusto è questione d intuito? Le capacità acquisite in un contesto si possono trasferire ad un altro? Il corso tratterà i problemi legati al come si apprende e com è possibile migliorare le proprie capacità cognitive, presentando teorie, esempi, tecniche e strumenti e facendo vivere ai/ alle partecipanti situazioni di apprendimento volte a far acquisire i principi del potenziamento cognitivo e ad applicarli al proprio contesto aziendale. Visione statica e dinamica dell intelligenza Sappiamo davvero come si apprende? Evidenze empiriche sul funzionamento della mente I processi cognitivi: cosa sono e come si potenziano Saper agire in situazione: usare al meglio le proprie risorse per risolvere problemi contingenti Nel corso saranno trattati casi proposti dai formatori e auto-casi presentati dai formandi. Docente: Prof. Roberto Trinchero, Dr.ssa Daniela Robasto Quota di partecipazione: IVA a partecipante 20

21 FINANZA PER NON SPECIALISTI Rivedere le dinamiche di funzionamento del bilancio e i concetti economico-finanziari, per arricchire la propria formazione professionale e contribuire in maniera determinante all incremento della redditività aziendale FINANZA AZIENDALE PER NON SPECIALISTI Codice attività: DIR18 Durata: 20 ore Spesso i manager con responsabilità aziendali hanno la necessità di affinare le proprie competenze con i fondamenti della finanza aziendale. Il corso vuole consentire di imparare a misurare l impatto delle decisioni aziendali in termini quantitativi, valutandone le ripercussioni sugli equilibri economicofinanziari dell impresa. Saranno inoltre presi in esame i parametri per valutare l affidabilità di clienti e fornitori e gli strumenti per dialogare in maniera pragmatica con l area amministrativa e finanziaria. Contenuti: Il bilancio d esercizio Interpretare i principali documenti contabili Strumenti propedeutici all analisi di bilancio Management Vs financial accounting La leva operativa L analisi per indici L analisi per flussi La redditività dell impresa La redditività dei prodotti Il valore finanziario del tempo Il costo del capitale La leva finanziaria La valutazione degli investimenti Docente: Dr. Dario Casubolo Quota di partecipazione: IVA a partecipante

22 FINANZA PER NON SPECIALISTI Codice attività: DIR19 Durata: 16 ore FINANZA PER NON SPECIALISTI Valore dell impresa e ruolo della finanza sono due aspetti cruciali nella gestione aziendale. Il corso intende introdurre gli argomenti relativi alla gestione finanziaria nelle piccole e medie imprese, con riferimento alle problematiche di reperimento dei fondi, alla loro pianificazione e gestione, anche in relazione ad operazioni con l estero e alle modalità di copertura dei rischi di natura finanziaria. Saranno inoltre illustrati e discussi i diversi risultati di bilancio conseguiti dalle PMI, anche attraverso l analisi di uno specifico caso aziendale. Si rivolge a imprenditori e dirigenti, responsabili e addetti dell area amministrazione, finanza e controllo di piccole e medie imprese. Contenuti: Il ruolo della finanza Il valore dell impresa La lettura finanziaria del bilancio: gli indici di bilancio Le problematiche finanziarie e le fonti di finanziamento: la pianificazione finanziaria e la gestione del capitale circolante Le problematiche finanziarie connesse alle operazioni con l estero: i rischi finanziari Esercitazione sull analisi dei dati di bilancio Docente: Dr. Dario Casubolo Quota di partecipazione: IVA a partecipante Per informazioni: Annalisa Camoriano - Poliedra progetti integrati S.p.A. telefono cellulare

Think different. Il Pensiero laterale per La Costruzione della Leadership Aziendale Piani formativi condivisi Fondirigenti Avviso 1/2011 FDIR 3149.

Think different. Il Pensiero laterale per La Costruzione della Leadership Aziendale Piani formativi condivisi Fondirigenti Avviso 1/2011 FDIR 3149. Newsletter n. 2 del 18 novembre 2011 NUOVE EDIZIONI DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE PIÙ RICHIESTE Grazie a Fondirigenti si è reso possibile proporre delle nuove edizioni delle attività formative più richieste:

Dettagli

La Scuola di Formazione del Gruppo Galgano è attiva dal 1962 con formatori di notevole esperienza

La Scuola di Formazione del Gruppo Galgano è attiva dal 1962 con formatori di notevole esperienza La Scuola di Formazione del Gruppo Galgano è attiva dal 1962 con formatori di notevole esperienza Percorso per Responsabili di Unità Organizzative. Da capo a leader: imparare a valorizzare e sviluppare

Dettagli

L obiettivo dei percorsi formativi inseriti in questo Catalogo è quello di fornire iter di apprendimento che rispondano alle esigenze di crescita

L obiettivo dei percorsi formativi inseriti in questo Catalogo è quello di fornire iter di apprendimento che rispondano alle esigenze di crescita PRESENTAZIONE Bluform, società affermata nell ambito della Consulenza e della Formazione aziendale, realizza percorsi formativi rivolti ai dirigenti ed ai dipendenti delle aziende che vogliono far crescere

Dettagli

Formazione Manageriale e Comportamentale

Formazione Manageriale e Comportamentale Formazione Manageriale e Comportamentale La proposta formativa IAMA Consulting si suddivide in differenti aree: Formazione Manageriale e Comportamentale 1 Formazione Manageriale e Comportamentale IAMA

Dettagli

Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta. Quadri sulla gestione

Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta. Quadri sulla gestione 6 Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta Quadri sulla gestione Impiegati con responsabilità direttive Dirigenti di imprese private e organizzazioni pubbliche, interessati

Dettagli

Formazione interaziendale 2014 CATALOGO MANAGEMENT, SVILUPPO E RISORSE UMANE

Formazione interaziendale 2014 CATALOGO MANAGEMENT, SVILUPPO E RISORSE UMANE 2014 Formazione interaziendale 2014 CATALOGO MANAGEMENT, SVILUPPO E RISORSE UMANE Vers. 18 marzo 2014 Pag. 1 2014 INDICE INDICE... 2 INFORMAZIONI GENERALI... 3 Interaziendale... 3 Corso CO1... 4 COMUNICAZIONE

Dettagli

ANACI Associazione Nazionale Amministratori Condominiali e Immobiliari Sede Provinciale Pescara

ANACI Associazione Nazionale Amministratori Condominiali e Immobiliari Sede Provinciale Pescara ANACI Associazione Nazionale Amministratori Condominiali e Immobiliari Sede Provinciale Pescara CORSO di IPERMANAGING: LO SVILUPPO PERSONALE DELL AMMINISTRATORE DI CONDOMINIO Luogo: Sede Provinciale ANACI

Dettagli

PROGETTARE LA MEDITAZIONE NELLE SCUOLE, NELLE COMUNITÁ E NEI CENTRI DI AGGREGAZIONE, PER BAMBINI E ADOLESCENTI, INSEGNANTI ED EDUCATORI

PROGETTARE LA MEDITAZIONE NELLE SCUOLE, NELLE COMUNITÁ E NEI CENTRI DI AGGREGAZIONE, PER BAMBINI E ADOLESCENTI, INSEGNANTI ED EDUCATORI PROGETTARE LA MEDITAZIONE NELLE SCUOLE, NELLE COMUNITÁ E NEI CENTRI DI AGGREGAZIONE, PER BAMBINI E ADOLESCENTI, INSEGNANTI ED EDUCATORI Cos è la meditazione e a cosa serve nel processo educativo La meditazione

Dettagli

Acquisire una metodologia strutturata ed efficace nello sviluppo della capacità comunicativa e commerciale nel ruolo di consulente commerciale

Acquisire una metodologia strutturata ed efficace nello sviluppo della capacità comunicativa e commerciale nel ruolo di consulente commerciale La gestione creativa dei conflitti L ARTE STRATEGICA DI GESTIRE I CONFLITTI (L autodifesa conversazionale) Potenziare la capacità di gestione delle dinamiche conflittuali e di trarre occasioni di crescita

Dettagli

LO SVILUPPO DEI DIRIGENTI: COMPETENZE PER LO SCENARIO ATTUALE

LO SVILUPPO DEI DIRIGENTI: COMPETENZE PER LO SCENARIO ATTUALE FORMAZIONE PER I DIRIGENTI CORSI GRATUITI 2011 Piano Formativo LO SVILUPPO DEI DIRIGENTI: COMPETENZE PER LO SCENARIO ATTUALE (FDIR 3136) QUALE FORMAZIONE PER I DIRIGENTI NEL CONTESTO ATTUALE? E risaputo

Dettagli

TEAM LEADERSHIP: GESTIRE E VALORIZZARE PERSONE E PROFESSIONALITÀ NELLE PMI

TEAM LEADERSHIP: GESTIRE E VALORIZZARE PERSONE E PROFESSIONALITÀ NELLE PMI TEAM LEADERSHIP: GESTIRE E VALORIZZARE PERSONE E PROFESSIONALITÀ NELLE PMI Corso di Alta Formazione - Innovazione, Finanza e Management per le PMI Premessa La LUM School of Management crede fermamente

Dettagli

Solo chi ha un apertura visiva diversa vede il mondo in un altro modo

Solo chi ha un apertura visiva diversa vede il mondo in un altro modo Solo chi ha un apertura visiva diversa vede il mondo in un altro modo B. Munari inside INSIDE è specializzata nella trasformazione organizzativa, nello sviluppo e nella valorizzazione del capitale umano

Dettagli

Scuola per Coach Aziendale

Scuola per Coach Aziendale 1 Chi è il Coach Il Coach aiuta i propri clienti a costruire il futuro che desiderano, attivando le risorse necessarie affinché quel futuro diventi realtà. Coloro che richiedono il suo supporto, vengono

Dettagli

Catalogo Humanform 2015. Area Sviluppo competenze manageriali

Catalogo Humanform 2015. Area Sviluppo competenze manageriali Catalogo Humanform 2015 Area Sviluppo competenze manageriali PROFILO AZIENDALE Humanform, società di formazione soggetta all attività di direzione e coordinamento di Humangest S.p.A., nata nel 2005, è

Dettagli

NSM Nexus Scuola di Management

NSM Nexus Scuola di Management NSM Nexus Scuola di Management NSM è la Scuola di Management della Nexus Srl, agenzia di formazione accreditata presso la Regione Abruzzo per la Formazione continua e superiore, che opera dal 1991 fornendo

Dettagli

High Impact Programs. Performance Technology Solutions 2014 Tutti i diritti riservati

High Impact Programs. Performance Technology Solutions 2014 Tutti i diritti riservati High Impact Programs 1 Chi siamo Performance Technology Solutions (PTS) è una società di consulenza organizzativa e formazione manageriale Il nostro nome deriva dalla metodologia di origine statunitense

Dettagli

Corsi E-Learning a catalogo

Corsi E-Learning a catalogo E-Learning a catalogo Indice documento gratuiti (12 titoli)... "compliance" (7 titoli)... software & IT (16 titoli)... di lingua (36 titoli)... (136 titoli)... Caratteristiche e modalità di acquisto...

Dettagli

METTIAMO IN PRATICA CIO CHE IMMAGINIAMO IMMAGINIAMO IL MEGLIO PER NOI. (Stephen Covey)

METTIAMO IN PRATICA CIO CHE IMMAGINIAMO IMMAGINIAMO IL MEGLIO PER NOI. (Stephen Covey) METTIAMO IN PRATICA CIO CHE IMMAGINIAMO IMMAGINIAMO IL MEGLIO PER NOI (Stephen Covey) 1 Qualunque buon viaggio inizia con un analisi della situazione attuale (stato presente), economica, lavorativa, personale

Dettagli

Competenze di leadership per guidare le aziende e le persone

Competenze di leadership per guidare le aziende e le persone FONDIRIGENTI AVVISO 1/2011 FDIR3137 PIANO FORMATIVO PROMETEO Competenze di leadership per guidare le aziende e le persone Soggetto Attuatore Forma-Tec s.r.l. 1 FINALITA' Il Piano si ispira a Prometeo,

Dettagli

IL VALORE DELLA COMUNICAZIONE ALL INTERNO DI UN TEAM

IL VALORE DELLA COMUNICAZIONE ALL INTERNO DI UN TEAM Istituto Comprensivo di Villongo Anno scolastico 2010/2011 OGGETTO: IL VALORE DELLA COMUNICAZIONE ALL INTERNO DI UN TEAM A seguito dell appuntamento telefonico con la Prof.ssa Nicoletta Vitali si è delineata

Dettagli

PRESENTAZIONE DELL AZIENDA LA FORMAZIONE GRUEMP PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE TRASVERSALI

PRESENTAZIONE DELL AZIENDA LA FORMAZIONE GRUEMP PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE TRASVERSALI PRESENTAZIONE DELL AZIENDA GRUEMP nasce nel 1993 come conseguenza di un percorso di formazione personale e professionale dei titolari e ispiratori del progetto, Claudio e Damiano Frasson, che hanno saputo

Dettagli

LA PROPOSTA FORMATIVA

LA PROPOSTA FORMATIVA LA PROPOSTA FORMATIVA FORMIAMO PERSONE, PRIMA DI FORMARE MANAGER E UOMINI DI AZIENDA IL METODO VALORIZZAZIONE DELLE ESPERIENZE PROFESSIONALI E CULTURALI TRASFERIBILITÀ DI QUANTO APPRESO AL CONTESTO LAVORATIVO

Dettagli

FORMAZIONE PER I DIRIGENTI (imprese fino a 20 dirigenti)

FORMAZIONE PER I DIRIGENTI (imprese fino a 20 dirigenti) FORMAZIONE PER I DIRIGENTI (imprese fino a 20 dirigenti) Le piccole e medie imprese svolgono un ruolo molto importante nell economia italiana e ne costituiscono una ricchezza fondamentale. Spesso il rapporto

Dettagli

MOSAIC LEADERSHIP INSTITUTE

MOSAIC LEADERSHIP INSTITUTE Durata del laboratorio: 1 giornata Partecipanti: max 15 Sede: Milano; MoLI Data: 26 maggio 2011 Docente: Isabella Appolloni Quota di iscrizione: 350,00 + iva a partecipante, per privati 560,00 + iva a

Dettagli

Piano Formativo 2011 PROGRAMMA DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE

Piano Formativo 2011 PROGRAMMA DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE Piano Formativo 2011 PROGRAMMA DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE manageriali f o r m a z i o n e IL CONTESTO Le trasformazioni organizzative e culturali che stanno avvenendo nelle amministrazioni comunali,

Dettagli

Ogni piccolo miglioramento è un grande miglioramento

Ogni piccolo miglioramento è un grande miglioramento Nei rapporti con le persone che ami, nell essere genitore, nella comunicazione, nel lavoro, nel business e nella vendita devi avere comportamenti eccezionali, saperti distinguere e usare una comunicazione

Dettagli

Percorso IDI Verona IL BILANCIO PER I NON SPECIALISTI: ELEMENTI FORMALI E INDICAZIONI STRATEGICHE

Percorso IDI Verona IL BILANCIO PER I NON SPECIALISTI: ELEMENTI FORMALI E INDICAZIONI STRATEGICHE IL BILANCIO PER I NON SPECIALISTI: ELEMENTI FORMALI E INDICAZIONI STRATEGICHE LEADER@WORK: MIGLIORARE IL CLIMA AZIENDALE E LE PRESTAZIONI DEI TEAM INTERNAZIONALIZZAZIONE: SCEGLIERE, VALUTARE E CONQUISTARE

Dettagli

Posso scegliere di valorizzare i talenti delle persone, perché è con loro che voglio camminare verso nuovi traguardi.

Posso scegliere di valorizzare i talenti delle persone, perché è con loro che voglio camminare verso nuovi traguardi. Io posso... Posso scegliere di ridare slancio alla mia azienda, recuperando la capacità di sognare e di creare, per scoprire che ci sono ancora oceani blu nei quali prosperare. Posso scegliere di valorizzare

Dettagli

Operazione W.O.M.E.N. Rif. PA 2011-1326/RE

Operazione W.O.M.E.N. Rif. PA 2011-1326/RE Progetto 1: Gestire il tempo Durata complessiva: 28 di cui 16 di aula (4 incontri da 4 ore), 6 di e-learning e 6 di project work Numero partecipanti previsto: 14 Quota iscrizione 30 Modulo 1 La gestione

Dettagli

COMPETENZE PER L INNOVAZIONE E LO SVILUPPO NELL'AREA PERSONALE E ORGANIZZAZIONE

COMPETENZE PER L INNOVAZIONE E LO SVILUPPO NELL'AREA PERSONALE E ORGANIZZAZIONE CORSI IN PARTENZA A GENNAIO 2010 1 COMPETENZE PER L INNOVAZIONE E LO SVILUPPO NELL'AREA PERSONALE E ORGANIZZAZIONE Accrescere le doti manageriali dei partecipanti nella gestione delle risorse umane Trasmettere

Dettagli

RETAIL MARKETING & RELAZIONE CON IL CLIENTE

RETAIL MARKETING & RELAZIONE CON IL CLIENTE RETAIL MARKETING & RELAZIONE CON IL CLIENTE La formazione e lo sviluppo ru uno strumento di cambiamento per la persona e l organizzazione Ad Meliora srl partita iva 07458521007 Tel: 06 39754305 - Fax:

Dettagli

LEADER E MANAGER Destinatari: Obiettivi: Contenuti

LEADER E MANAGER Destinatari: Obiettivi: Contenuti RIEPILOGO CORSI Leader e manager Costruire le abilità manageriali Introduzione alla teoria del vincolo La costruzione di una direzione strategica: identità, visione, business model Tangram Leadership:

Dettagli

Competenze del Dirigente scolastico

Competenze del Dirigente scolastico Competenze del Dirigente scolastico Repertorio elaborato in ambito SI.VA.DI.S Repertorio delle competenze del dirigente scolastico Il repertorio descrittivo delle azioni professionali e delle competenze

Dettagli

V01. Marketing e Vendite

V01. Marketing e Vendite Marketing e Vendite V01 La gestione del coraggio: aumentare impegno e risultati della rete di vendita rompendo le regole Come garantire all azienda maggiori risultati commerciali agendo sui punti di forza

Dettagli

Laboratorio di Leadership - 2 a edizione Percorso esperienziale per sviluppare e potenziare il proprio stile di leadership Milano, 3-4-5 novembre 2004

Laboratorio di Leadership - 2 a edizione Percorso esperienziale per sviluppare e potenziare il proprio stile di leadership Milano, 3-4-5 novembre 2004 www.24oreformazione.com Laboratorio di Leadership - 2 a edizione Percorso esperienziale per sviluppare e potenziare il proprio stile di leadership Milano, 3-4-5 novembre 2004 Agricoltura Banche, Assicurazioni

Dettagli

Metodologie didattiche per apprendere competenze

Metodologie didattiche per apprendere competenze Metodologie didattiche per apprendere competenze Amelia Manuti Dipartimento di Scienze della Formazione, Psicologia, Comunicazione Università di Bari amelia.manuti@uniba.it Obiettivi della giornata Analizzare

Dettagli

S&A Change Srl www.sa-change.it E-mail: info@sa-change.it Via Cesare Boldrini, 24 40121 Bologna Tel. 051.240180 Fax 051.240420 Via F.

S&A Change Srl www.sa-change.it E-mail: info@sa-change.it Via Cesare Boldrini, 24 40121 Bologna Tel. 051.240180 Fax 051.240420 Via F. FORMAZIONE MANAGERIALE S&A Change Srl www.sa-change.it E-mail: info@sa-change.it Via Cesare Boldrini, 24 40121 Bologna Tel. 051.240180 Fax 051.240420 Via F. Baracca, 235/E 50127 Firenze Tel. 055.3436516

Dettagli

LA GESTIONE EFFICACE DEI COLLABORATORI

LA GESTIONE EFFICACE DEI COLLABORATORI LA GESTIONE EFFICACE DEI COLLABORATORI La qualità organizzativa passa attraverso la qualità delle persone 1. Le ragioni del corso Nella situazione attuale, assume una rilevanza sempre maggiore la capacità

Dettagli

Dizionario delle competenze

Dizionario delle competenze Dizionario delle competenze Competenze comportamentali Il Manuale dei profili professionali di competenza Indice COMPETENZE COMPORTAMENTALI... 1 AREA EMOZIONALE... 1 Consapevolezza di sé e autoefficacia...

Dettagli

Chi Siamo motivazione partecipazione attiva prove esperienziali verificando l apprendimento

Chi Siamo motivazione partecipazione attiva prove esperienziali verificando l apprendimento Chi Siamo ADM Advanced Development of Mind svolge la sua attività nell ambito del Miglioramento Personale, della Formazione Aziendale, della Consulenza e del Coaching. Fondata nel 1997 da Andrea Di Martino,

Dettagli

Gestire e Valorizzare Persone e Professionalità nella Pa LEADERSHIP PROGRAMME. Corsi di Alta Formazione PREMESSA CONTENUTI

Gestire e Valorizzare Persone e Professionalità nella Pa LEADERSHIP PROGRAMME. Corsi di Alta Formazione PREMESSA CONTENUTI Gestire e Valorizzare Persone e Professionalità nella Pa LEADERSHIP PROGRAMME Corsi di Alta Formazione PREMESSA La LUM School of Management crede fermamente nel ruolo cruciale della formazione manageriale

Dettagli

OFFERTA FORMATIVA. Sviluppo Umano 1-13

OFFERTA FORMATIVA. Sviluppo Umano 1-13 Sviluppo Umano Sviluppo Umano sas di Gian Luca Cacciari & C. OFFERTA FORMATIVA 2013 1-13 Sviluppo Umano progetta e realizza interventi formativi su misura, realizzati ad hoc per i suoi Clienti. L esperienza

Dettagli

Percorso formativo gratuito rivolto a: Dirigenti di aziende iscritte a Fondirigenti

Percorso formativo gratuito rivolto a: Dirigenti di aziende iscritte a Fondirigenti Fondirigenti i Avviso 1/2011 MANAGEMENT IN CHANGE MANAGEMENT IN CHANGE Percorso formativo gratuito rivolto a: Dirigenti di aziende iscritte a Fondirigenti Dirigenti disoccupati da meno di 24 mesi, provenienti

Dettagli

SOFT SKILLS COMPETENZE PROFESSIONALI PER LA DIFFERENZA

SOFT SKILLS COMPETENZE PROFESSIONALI PER LA DIFFERENZA SOFT SKILLS COMPETENZE PROFESSIONALI PER LA DIFFERENZA I seminari sono rivolti a Periti che desiderano migliorare e potenziare le proprie competenze trasversali. L attenzione è infatti rivolta non alle

Dettagli

LA BANCA FORMAZIONE DEL TEAM PER L INNOVAZIONE ED IL CAMBIAMENTO. Programma di sviluppo continuo dell innovazione

LA BANCA FORMAZIONE DEL TEAM PER L INNOVAZIONE ED IL CAMBIAMENTO. Programma di sviluppo continuo dell innovazione LA BANCA FORMAZIONE DEL TEAM PER L INNOVAZIONE ED IL CAMBIAMENTO Programma di sviluppo continuo dell innovazione LA REALTÀ CORRENTE INNOVATION & CHANGE OGGI IL CLIMA GENERALE È CARATTERIZZATO DA CONTINUI

Dettagli

SCUOLA MEDIA STATALE F. GUARINI SOLOFRA

SCUOLA MEDIA STATALE F. GUARINI SOLOFRA SCUOLA MEDIA STATALE F. GUARINI SOLOFRA I. Introduzione COUNSELING E COUNSELOR Attualmente nella sua definizione più ampia, il termine Counseling indica la relazione d aiuto che si instaura tra una persona

Dettagli

MOTIVAZIONE DEL SOCCORRITORE

MOTIVAZIONE DEL SOCCORRITORE Lunedì 17 Febbraio 2014 Misericordia nel Comune di Lari Corso di Formazione di livello Base e Avanzato ASPETTI RELAZIONALI NELL APPROCCIO AL PAZIENTE RELATORE Benedetto Deri, F.M.R.T. Misericordia nel

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE G.V.GRAVINA. Anno scolastico 2010/2011. Programmazione didattica

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE G.V.GRAVINA. Anno scolastico 2010/2011. Programmazione didattica ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE G.V.GRAVINA LICEO DELLE SCIENZE UMANE OPZIONE ECONOMICO-SOCIALE Anno scolastico 2010/2011 Programmazione didattica Materia d insegnamento: Psicologia

Dettagli

PRESENTARSI E PRESENTARE

PRESENTARSI E PRESENTARE Network management Sviluppare le competenze attraverso il network: laboratorio di self-assessment PRESENTARSI E PRESENTARE 15 febbraio 2010 Barbara Parmeggiani Executive Consultant & Coach Il filo rosso

Dettagli

SCHOOL COACHING. progetto formativo

SCHOOL COACHING. progetto formativo SCHOOL COACHING progetto formativo IL COACHING è una tecnica finalizzata al miglioramento della performance, attraverso lo sviluppo delle potenzialità personali. è uno strumento che consente di raggiungere

Dettagli

SCUOLA PER L IMPRENDITORIA 2 ANNO

SCUOLA PER L IMPRENDITORIA 2 ANNO SCUOLA PER L IMPRENDITORIA 2 ANNO Quarta edizione del progetto formativo promosso dai gruppi giovani imprenditori delle principali associazioni datoriali veronesi per far crescere professionalità, persone

Dettagli

PROFILO DI ORIENTAMENTO GIOVANNI BASTIANELLI

PROFILO DI ORIENTAMENTO GIOVANNI BASTIANELLI PROFILO DI ORIENTAMENTO DI GIOVANNI BASTIANELLI LUISS: capacità cognitive AREA CAPACITA COGNITIVE - Problem Solving 4- Creatività - Pensiero analitico 2- Pragmatismo/ Concretezza Durante tutto il corso

Dettagli

Competizione? No, Collaborazione! Come educatori e insegnanti possono rispondere, insieme, alla complessità del sistema Scuola

Competizione? No, Collaborazione! Come educatori e insegnanti possono rispondere, insieme, alla complessità del sistema Scuola Competizione? No, Collaborazione! Come educatori e insegnanti possono rispondere, insieme, alla complessità del sistema Scuola Obiettivi del workshop Fornire stimoli di riflessione e suscitare domande

Dettagli

DISPORRE DEL CAPITALE UMANO ADEGUATO PER COGLIERE GLI OBIETTIVI DELL AZIENDA

DISPORRE DEL CAPITALE UMANO ADEGUATO PER COGLIERE GLI OBIETTIVI DELL AZIENDA DISPORRE DEL CAPITALE UMANO ADEGUATO PER COGLIERE GLI OBIETTIVI DELL AZIENDA LA FORMAZIONE MANAGERIALE 1. [ GLI OBIETTIVI ] PERCHÉ PROGETTARE E REALIZZARE PERCORSI DI CRESCITA MANAGERIALE E PROFESSIONALE?

Dettagli

TEAM BUILDING BENESSERE ORGANIZZATIVO. Faenza, 12 dicembre 2012

TEAM BUILDING BENESSERE ORGANIZZATIVO. Faenza, 12 dicembre 2012 TEAM BUILDING e BENESSERE ORGANIZZATIVO Faenza, 12 dicembre 2012 Ravenna, 24 gennaio 2013 Lugo, 30 gennaio 2013 Bandini Barbara benessere organizzativo secondo la normativa italiana l insieme dei nuclei

Dettagli

SVILUPPO TALENTI PROGETTO CONSEGUIRE OBIETTIVI RICERCARE ECCELLENZA

SVILUPPO TALENTI PROGETTO CONSEGUIRE OBIETTIVI RICERCARE ECCELLENZA SVILUPPO TALENTI PROGETTO CONSEGUIRE OBIETTIVI RICERCARE ECCELLENZA Bologna Aprile 2009 L IMPORTANZA DEL MOMENTO In un mercato denso di criticità e nel medesimo tempo di opportunità, l investimento sulle

Dettagli

Gestione del gruppo di lavoro: motivazione e coaching

Gestione del gruppo di lavoro: motivazione e coaching Gestione del gruppo di lavoro: motivazione e coaching Il team Un gruppo di persone che: condividono uno scopo, hanno un obiettivo in comune collaborano, moltiplicando le loro risorse condividono i vantaggi

Dettagli

Pagine di soluzioni. Catalizzare l innovazione con il Coaching Creativo Massimo Del Monte

Pagine di soluzioni. Catalizzare l innovazione con il Coaching Creativo Massimo Del Monte Pagine di soluzioni Catalizzare l innovazione con il Coaching Creativo Massimo Del Monte 1 1. Introduzione Negli ultimi anni si è molto parlato della crisi economica che si è abbattuta sul mondo aziendale,

Dettagli

OFFERTA SERVIZI DI ORIENTAMENTO 2012-2013 Scuola primaria Scuola secondaria primo e secondo grado

OFFERTA SERVIZI DI ORIENTAMENTO 2012-2013 Scuola primaria Scuola secondaria primo e secondo grado OFFERTA SERVIZI DI ORIENTAMENTO 2012-2013 Scuola primaria Scuola secondaria primo e secondo grado CHI SIAMO La SSF Rebaudengo di Torino è un istituzione universitaria affiliata alla Facoltà di Scienze

Dettagli

ORGANIZATIONAL AND INTERPERSONAL CONFLICTS MANAGEMENT

ORGANIZATIONAL AND INTERPERSONAL CONFLICTS MANAGEMENT ORGANIZATIONAL AND INTERPERSONAL CONFLICTS MANAGEMENT Percorso formativo e progettuale in tre tappe QUANTO COSTA IL CONFLITTO? Le organizzazioni di lavoro sono sistemi di incontro, conversazione e cooperazione

Dettagli

IL PESO DELLE CAPACITA NELL ESERCIZIO DELLE COMPETENZE DISTINTIVE

IL PESO DELLE CAPACITA NELL ESERCIZIO DELLE COMPETENZE DISTINTIVE IL PESO DELLE CAPACITA NELL ESERCIZIO DELLE COMPETENZE DISTINTIVE cristina.andreoletti@praxi.com www.ideamanagement.it I www.praxi.com I www.khc.it www.ideamanagement.it I www.praxi.com 1 PREMESSA PREMESSA

Dettagli

IL MANAGER COACH: MODA O REQUISITO DI EFFICACIA. Nelle organizzazioni la gestione e lo sviluppo dei collaboratori hanno una importanza fondamentale.

IL MANAGER COACH: MODA O REQUISITO DI EFFICACIA. Nelle organizzazioni la gestione e lo sviluppo dei collaboratori hanno una importanza fondamentale. IL MANAGER COACH: MODA O REQUISITO DI EFFICACIA Nelle organizzazioni la gestione e lo sviluppo dei collaboratori hanno una importanza fondamentale. Gestione e sviluppo richiedono oggi comportamenti diversi

Dettagli

Percorso per Formatori Interni Diventare Esperti del

Percorso per Formatori Interni Diventare Esperti del La Scuola di Formazione del Gruppo Galgano è attiva dal 1962 con formatori di notevole esperienza Percorso per Formatori Interni Diventare Esperti del Processo Formativo Modulo 1 L'analisi dei bisogni

Dettagli

Alternanza scuola e lavoro al Vittorio Veneto un ponte verso il futuro

Alternanza scuola e lavoro al Vittorio Veneto un ponte verso il futuro Alternanza scuola e lavoro al Vittorio Veneto un ponte verso il futuro 1 Laboratorio della conoscenza: scuola e lavoro due culture a confronto per la formazione 14 Novembre 2015 Alternanza scuola e lavoro

Dettagli

Un applicazione pratica di business coaching: il caso Prossima Isola

Un applicazione pratica di business coaching: il caso Prossima Isola Un applicazione pratica di business coaching: il caso Prossima Isola Distribuire compiti e ruoli, organizzare meglio il tempo: ovvero, come il coach ha aiutato Marcello e Daniele a partire più tranquilli

Dettagli

Il primo questionario di assessment europeo con un approccio sistemico nato per rispondere alle esigenze più evolute di sviluppo delle risorse umane

Il primo questionario di assessment europeo con un approccio sistemico nato per rispondere alle esigenze più evolute di sviluppo delle risorse umane Il primo questionario di assessment europeo con un approccio sistemico nato per rispondere alle esigenze più evolute di sviluppo delle risorse umane Che cos è Dolquest? E uno strumento che favorisce e

Dettagli

FORMAZIONE AVANZATA. Laboratorio sulla negoziazione

FORMAZIONE AVANZATA. Laboratorio sulla negoziazione FORMAZIONE AVANZATA Laboratorio sulla negoziazione 1. Scenario di riferimento Il ruolo manageriale nella Pubblica Amministrazione è notevolmente mutato negli ultimi anni, sia per l inserimento di sistemi

Dettagli

MANIFESTO DELLA CULTURA D IMPRESA

MANIFESTO DELLA CULTURA D IMPRESA MANIFESTO DELLA CULTURA D IMPRESA GRUPPO DI LAVORO CULTURA D IMPRESA MANIFESTO DELLA CULTURA D IMPRESA GRUPPO DI LAVORO CULTURA D IMPRESA Manifesto della Cultura d Impresa MANIFESTO DELLACULTURA D IMPRESA

Dettagli

LABORATORI DI FORMAZIONE D IMPRESA 2015

LABORATORI DI FORMAZIONE D IMPRESA 2015 LABORATORI DI FORMAZIONE D IMPRESA 2015 Il Comitato per la promozione dell imprenditoria femminile della Camera di Commercio di Catanzaro prosegue l attività formativa intrapresa nel 2014 con i laboratori

Dettagli

OBIETTIVI FORMATIVI E DESTINATARI

OBIETTIVI FORMATIVI E DESTINATARI DIRETTORE SCIENTIFICO Prof. Franco Burla Psichiatra, specialista in Psicologia Clinica - Sapienza Università di Roma. DOCENTI Prof.ssa Sociologo, Counselor, Formatore - Sapienza Università di Roma. Dott.

Dettagli

DI APPRENDIMENTO: GLI STILI E LE MODALITA DI

DI APPRENDIMENTO: GLI STILI E LE MODALITA DI La progettazione formativa e didattica GLI STILI E LE MODALITA DI DI APPRENDIMENTO: dalle dalle conoscenze alla alla interiorizzazione dei dei comportamenti organizzativi 1 IL IL PERCORSO DELL APPRENDIMENTO

Dettagli

OFFERTA FORMATIVA 2015/16

OFFERTA FORMATIVA 2015/16 SERVIZIO DI PSICOLOGIA DELL APPRENDIMENTO E DELL EDUCAZIONE IN ETÀ EVOLUTIVA UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE DI MILANO OFFERTA FORMATIVA 2015/16 www.spaee.it Sede di Milano via Nirone, 15 20123 Milano

Dettagli

FORMARE I FORMATORI AL TEMPO DELLA CRISI. INTERVISTA A GIUSI MICCOLI 1

FORMARE I FORMATORI AL TEMPO DELLA CRISI. INTERVISTA A GIUSI MICCOLI 1 FORMARE I FORMATORI AL TEMPO DELLA CRISI. INTERVISTA A GIUSI MICCOLI 1 (A CURA DI PAOLO VIEL 2 ) QUALE È LA SITUAZIONE DELLA FORMAZIONE OGGI IN ITALIA? La crisi economica e finanziaria che da alcuni anni

Dettagli

CORSO DI AGGIORNAMENTO PER SEGRETARIE

CORSO DI AGGIORNAMENTO PER SEGRETARIE CORSO DI AGGIORNAMENTO PER SEGRETARIE DI DIREZIONE: ASSISTANT MANAGER 2ªedizione Al termine del percorso di sviluppo delle competenze, ogni partecipante sarà in grado di allenare le qualità manageriali

Dettagli

NIUKO - Area Ricerca & Sviluppo dicembre 14. Per coach, consulenti, facilitatori, formatori e manager

NIUKO - Area Ricerca & Sviluppo dicembre 14. Per coach, consulenti, facilitatori, formatori e manager Percorso di certificazione all utilizzo dei tools Vital Signs EDIZIONE SPECIALE Per coach, consulenti, facilitatori, formatori e manager INTELLIGENZA EMOTIVA I nostri comportamenti sono influenzati non

Dettagli

Team development program

Team development program Industrial Management School Percorso Team development program Crescere lavorando in gruppo Percorsi area Human Resources & Skills Percorso Team development program La mappa Lavorare in gruppo 1 Valorizzare

Dettagli

Piano di studio. Certificato di studi avanzati (CAS) SUPSI Competenze gestionali e relazionali del docente di classe

Piano di studio. Certificato di studi avanzati (CAS) SUPSI Competenze gestionali e relazionali del docente di classe Piano di studio Certificato di studi avanzati (CAS) SUPSI Competenze gestionali e relazionali del docente di classe Stato del documento: Approvato dalla Direzione DFA il 15 giugno 2011 Introduzione Il

Dettagli

FORMAZIONE BASE IN MANAGEMENT CONSTELLATION

FORMAZIONE BASE IN MANAGEMENT CONSTELLATION FORMAZIONE BASE IN MANAGEMENT CONSTELLATION Apprendere lo strumento della messa in scena delle Management Constellations al servizio del lavoro di Consulenza, Formazione e gestione delle Risorse Umane

Dettagli

Sviluppo professionale Autovalutazione. Comunicazione e Relazioni Gestione del tempo Negoziazione Leadership. Fondamentali Lavoro di gruppo

Sviluppo professionale Autovalutazione. Comunicazione e Relazioni Gestione del tempo Negoziazione Leadership. Fondamentali Lavoro di gruppo Workshop OBIETTIVI Sviluppo professionale Autovalutazione STRUMENTI Comunicazione e Relazioni Gestione del tempo Negoziazione Leadership GESTIONE PROGETTI Fondamentali Lavoro di gruppo ORGANIZZAZIONE AZIENDALE

Dettagli

Progetto per la valutazione dei comportamenti organizzativi del personale del comparto in Arpa Repertorio

Progetto per la valutazione dei comportamenti organizzativi del personale del comparto in Arpa Repertorio Allegato 1 REVISIONE DEL SISTEMA DI VALUTAZIONE DEL COMPARTO Progetto per la valutazione dei comportamenti organizzativi del personale del comparto in Arpa Repertorio SINTESI DEI COMPORTAMENTI ORGANIZZATIVI

Dettagli

CORSI FINANZIABILI TRAMITE VOUCHER For.Te

CORSI FINANZIABILI TRAMITE VOUCHER For.Te CORSI FINANZIABILI TRAMITE VOUCHER For.Te Da richiedere on line sul sito del fondo For.Te il giorno lunedì 21 gennaio 2013 secondo la procedura dell avviso 3/2012 SETTORE SCUOLA Titolo Progettare e valutare:

Dettagli

FORMAZIONE Vendite & Marketing B2B

FORMAZIONE Vendite & Marketing B2B FORMAZIONE Vendite & Marketing B2B Fornire ai partecipanti elementi di Marketing, applicati alla realtà Business to Business. MARKETING B2B Il corso si rivolge a tutti coloro che si occupano di vendite

Dettagli

Art. 1 D.D.G. Prot. N 5735/1 del 18.07.2008. Scuole Polo Oltre le emergenze - Attività di Formazione per docenti a.s. 2008/2009.

Art. 1 D.D.G. Prot. N 5735/1 del 18.07.2008. Scuole Polo Oltre le emergenze - Attività di Formazione per docenti a.s. 2008/2009. Allegato alla Comunicazione Prot. n 169 del 12.01.09 Art. 1 D.D.G. Prot. N 5735/1 del 18.07.2008 Scuole Polo Oltre le emergenze - Attività di Formazione per docenti a.s. 2008/2009 Scheda Progetto Istituzione

Dettagli

FORMAZIONE PROFESSIONALE

FORMAZIONE PROFESSIONALE PRO.GE.A. PROGETTO GESTIONE AZIENDA Sede Legale: Via XXV Aprile, 206 21042 Caronno Pertusella (Va) Sede Operativa: Via IV Novembre, 455 21042 Caronno Pertusella (Va) Tel. 02.96515611 Fax 02.96515655 Uffici

Dettagli

COMPETENZA E ORGANIZZAZIONE

COMPETENZA E ORGANIZZAZIONE Workshop IN PROGRESS COMPETENZA E ORGANIZZAZIONE COSTRUIRE RELAZIONI Negoziazione Leadership COMUNICARE Comunicazione efficace Relazioni al lavoro Dal conflitto al confronto Gestire tempo e obiettivi LAVORARE

Dettagli

[Digitare il testo] Pagina 1

[Digitare il testo] Pagina 1 [Digitare il testo] Pagina 1 Il concetto di gruppo si sviluppa a partire dal 1895 con Gustave Le Bon e la Psicologia delle folle, in cui i gruppi vengono considerati come forme pericolose ed irrazionali;

Dettagli

la crescita è la chiave

la crescita è la chiave AREA LEADERSHIP PROFESSIONALE IL COACHING Lo strumento di manutenzione dell uomo LeadershipLab Training Gubbio (Perugia) N.Verde 800.960.318 la crescita è la chiave MARCO MERANGOLA Tel 366 37.72.330 Fax

Dettagli

Percorsi formativi per lo sviluppo di competenze gestionali per medici responsabili

Percorsi formativi per lo sviluppo di competenze gestionali per medici responsabili Percorsi formativi per lo sviluppo di competenze gestionali per medici responsabili Studio APS S.r.l. - 20123 Milano - Via S. Vittore, 38/A - Tel. 02.4694610 - Fax 02.4694593 - E-mail: studioaps@studioaps.it

Dettagli

MASTER IN LIFE COACHING

MASTER IN LIFE COACHING MASTER IN LIFE COACHING Master in life coaching abilities ABILITIES 2016 Brain Fitness SRL Via Abbagnano 2 Senigallia, AN +39 392 33 22 000 www.progettocrescere.it/coaching www.brain.fitness coaching@brain.fitness

Dettagli

Indice. Tecniche e metodologie di coaching. 2 di 10

Indice. Tecniche e metodologie di coaching. 2 di 10 LEZIONE DI TECNICHE E METODOLOGIE DI COACHING PROF.SSA ROBERTA TEMPONE Indice 1 Prerequisiti per attivare un team working --------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

Consulenza e Formazione 2012

Consulenza e Formazione 2012 Consulenza e Formazione 2012 Settore: Hair Beauty - Wellness One day Seminar LA COMUNICAZIONE VERBALE, PARAVERBALE, NON VERBALE (T/C) Il buon comunicatore è quello che ottiene dalla propria comunicazione

Dettagli

FORMAZIONE AVANZATA. Laboratorio sull orario di lavoro e time-management

FORMAZIONE AVANZATA. Laboratorio sull orario di lavoro e time-management FORMAZIONE AVANZATA Laboratorio sull orario di lavoro e time-management 1.Scenario di riferimento Il ruolo manageriale nella Pubblica Amministrazione è notevolmente mutato negli ultimi anni, sia per l

Dettagli

Experiential Training Activity

Experiential Training Activity Experiential Training Activity L EXPERIENTIAL TRAINING ACTIVITY È un modo di fare formazione che va da semplici tecniche all'aperto fino a progetti molto complessi. L Experiential Training Activity è una

Dettagli

LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE PER UNA FORZA VENDITA VINCENTE

LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE PER UNA FORZA VENDITA VINCENTE LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE PER UNA FORZA VENDITA VINCENTE Non c è mai una seconda occasione per dare una prima impressione 1. Lo scenario Oggi mantenere le proprie posizioni o aumentare le quote di mercato

Dettagli

DIVISIONE RISORSE UMANE

DIVISIONE RISORSE UMANE DIVISIONE RISORSE UMANE! COVECO SRL - R.I. di UD 02640890303 Cap. Soc. 15.000 i.v. - C.F. E P.I. 02640890303 PROGRAMMI E INTERVENTI PER LA CRESCITA, LO SVILUPPO E L EMPOWERMENT DI PERSONE, GRUPPI E ORGANIZZAZIONI

Dettagli

PROGRAMMI DI FORMAZIONE PER IL PERSONALE OPERANTE IN ENTI ED ISTITUZIONI ASSISTENZIALI E SANITARIE

PROGRAMMI DI FORMAZIONE PER IL PERSONALE OPERANTE IN ENTI ED ISTITUZIONI ASSISTENZIALI E SANITARIE PROGRAMMI DI FORMAZIONE PER IL PERSONALE OPERANTE IN ENTI ED ISTITUZIONI ASSISTENZIALI E SANITARIE STUDIO FORMAZIONE ha sviluppato una competenza specifica nel settore della formazione rivolta a strutture

Dettagli

IAMA Consulting. Costruiamo insieme a te percorsi di crescita per i tuoi Manager e i tuoi Collaboratori People Empowerment. Via Hugo, 4 20123 Milano

IAMA Consulting. Costruiamo insieme a te percorsi di crescita per i tuoi Manager e i tuoi Collaboratori People Empowerment. Via Hugo, 4 20123 Milano Costruiamo insieme a te percorsi di crescita per i tuoi Manager e i tuoi Collaboratori People Empowerment IAMA Consulting Via Hugo, 4 20123 Milano tel +39 02 72.25.31 Fax +39 02 86.46.38.09 info@iama.it

Dettagli

Scuola Superiore Sant Anna di Studi Universitari e di Perfezionamento Divisione Alta Formazione. Master. Management e Sanità.

Scuola Superiore Sant Anna di Studi Universitari e di Perfezionamento Divisione Alta Formazione. Master. Management e Sanità. Scuola Superiore Sant Anna di Studi Universitari e di Perfezionamento Divisione Alta Formazione Master Management e Sanità III edizione La Scuola Quattro sono le fonti dell apprendimento Un quarto colui

Dettagli

FONDIRIGENTI Avviso 1 / 2013

FONDIRIGENTI Avviso 1 / 2013 CONFINDUSTRIA ALESSANDRIA Unione Industriale della provincia di Asti FONDIRIGENTI Avviso 1 / 2013 Corsi di alta formazione per dirigenti 1 LEAN MANUFACTURING L intervento formativo persegue l obiettivo

Dettagli