STRAIL sistemi per passaggi a livello & STRAILastic sistemi per l isolamento del binario

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "STRAIL sistemi per passaggi a livello & STRAILastic sistemi per l isolamento del binario"

Transcript

1 STRAIL - istruzioni per il montaggio Soggetto a revisioni tecniche/ Febbraio 2010 STRAIL sistemi per passaggi a livello & STRAILastic sistemi per l isolamento del binario Gummiwerk KRAIBURG Elastik GmbH / D Tittmoning Goellstrasse 8 Phone + 49 (0)8683/701-0 Fax +49 (0)8683/

2 STRAIL istruzioni per il montaggio pagina 2/7 ultimo aggiornamento: 04_2010 STRAIL- gli attraversamenti a raso in gomma vengono installati con successo da oltre 30 anni in molti paesi in tutto il mondo. Il nostro know-how nella lavorazione della gomma e nei sistemi per il binario ferroviario ci porta ad essere il principale produttore in questo settore. STRAIL è un fornitore di sistemi consolidati, collaudati sul campo ed estremamente sicuri e duraturi. L assemblaggio dei materiali non conforme a queste istruzioni farà decadere la garanzia del produttore. Il sistema STRAIL Materiale STRAIL contiene composti di gomma riciclata, ottenuti mediante processi di rigenerazione degli pneumatici per automobili ed altri materiali di alta qualità. Peso (per rotaia da 50 kg) Piatto interno mm: circa 135 kg Piatto interno - 1,200 mm: circa 270 kg Piatto esterno: circa 107 kg connessione: circa 12 kg (Il peso varia a seconda del tipo di scartamento e binario) NOTA > Si prega di inserire le informazioni nell apposito modulo fornito e rimandarlo indietro compilato con largo anticipo rispetto all installazione. Consultate il Vs rappresentante STRAIL locale per qualsiasi informazione. # 1 / PREPARAZIONE DEL CANTIERE Requisiti e lavori preparatori che devono essere effettuati prima dell installazione dei moduli STRAIL Traverse in calcestruzzo, traverse d acciaio o piattaforme, traverse di legno. Requisiti:le traverse non devono avere superfici rientranti causate dall eccessiva usura. Le traverse in legno con piastra rientrante richiedono piatti in gomma con un diverso spessore. Compattare e livellare il ballast. Misurare la lunghezza dell attraversamento e segnare il punto centrale e le due estremità. Controllare l intera area del passaggio a livello usando un metro sufficientemente lungo per misurare il passo delle traverse e correggere dove necessario (600mm +10/-10mm).

3 STRAIL istruzioni per il montaggio pagina 3/7 ultimo aggiornamento: 04_2010 In caso di traverse con superfici scanalate/rientranti c è la possibilità che siano portate a livello da KRAIBURG/STRAIL. Verificare che il binario sia correttamente allineato, verticalmente ed orizzontalmente. Consultate sempre il Vs rappresentante STRAIL locale prima di installazioni in configurazioni non standard quali sezioni di scambi, curve strette, sopraelevazioni, intervie, etc. # 2 / ATTREZZI E STOCCAGGIO STRAIL attrezzi per l installazione Una leva da 1,200 mm per piatti da 1,200 mm e 600 mm, oppure una leva da 600 mm solo per piatti da 600 mm. Vi raccomandiamo di usare l apposita leva di montaggio per installare I singoli piatti ai fini della sicurezza e per evitare qualsiasi danno agli stessi. carrello / piattina STRAIL pasta lubrificante con pennello calibro angolare (90 ) chiave a cricchetto - diametro 27 mm 2 martelli di plastica 2 palanchini piccolo compattatore vibrante da utilizzare tra le traverse compattatore a rullo da usare nella connessione con la pavimentazione stradale (larghezza rullo: almeno 60cm) martello, con testa da circa 250 g scopa per la pulizia del binario installazione manuale > piatti interni (IP) da 600 mm: circa 4-6 persone / piatti interni (IP) da 1,200 mm: circa 7-9 persone per un adeguata installazione. Installazione mediante caricatore > circa 4-6 persone per un adeguata installazione. NOTA: è necessario coprire le punte della benna per non danneggiare I piatti (vedi foto) sistemare I pallet in legno verticalmente e non sovrapporli l uno sull altro. E essenziale che i piatti siano completamente appoggiati in posizione orizzontale. Evitare di deformare i piatti in qualsiasi modo e non stoccarli sotto la luce diretta del sole! # 3 / RIMOZIONE DELLA VECCHIA PAVIMENTAZIONE Rimuovere la superficie stradale fino a circa 1.8 m dall esterno della rotaia per ciascun binario. In caso di utilizzo di cordoli, effettuare uno scavo nel suolo per una profondità di circa 60 cm dalla testa della rotaia per la posa della sottofondazione di supporto. In caso di utilizzo di sottofondazione prefabbricata in cls, invece di quella colata, lo scavo deve essere di circa 70 cm. Pulire il manto stradale da tutte le macerie e togliere dal binario qualsiasi materiale estraneo. Ispezionare visivamente gli attacchi; serrarli se sono allentati e sostituire qualsiasi parte dell attacco danneggiata o mancante.

4 STRAIL istruzioni per il montaggio pagina 4/7 ultimo aggiornamento: 04_2010 # 4 / CONNESSIONE AL MANTO STRADALE CON CORDOLI A) Sottofondazione in cls colata (Richiede una lunga interruzione del traffico stradale) Effettuare uno scavo di circa 1.8 m dall esterno della rotaia in entrambi i lati del binario, alla profondità indicata dal disegno per l installazione STRAIL, per tutta la lunghezza del passaggio a livello. Prima di colare il calcestruzzo, creare uno spazio per separare l estremità della sottofondazione ed il ballast a contatto con le traverse. Usando un cls (C20/25) o di classe superiore, colare una striscia per la sottofondazione (alta circa 30 cm, larga circa40 cm). La sottofondazione serve come supporto per i cordoli. Lasciare asciugare per almeno 28 ore. Possono essere aggiunti degli additivi acceleratori per ridurre il tempo. B) Sottofondazione in cls prefabbricata (Richiede una breve interruzione del traffico stradale) In caso di utilizzo di blocchi di cls prefabbricati, posizionarli in modo che la loro superficie superiore sia a circa cm sotto la testa delle rotaie. (Vedere il disegno di installazione STRAIL). Assicurarsi che la base di appoggio della sottofondazione sia ben compatta e stabile. # 5 / INSTALLAZIONE DEI CORDOLI Bagnare I cordoli e il sottofondo. Applicare uno strato di malta spesso circa 1-3cm sopra il sottofondo. Posizionare alla distanza adeguata, con la corretta angolazione e la giusta altezza(estremità superiore della rotaia) I cordoli a T con l ausilio di due attrezzi per la posa dei cordoli. Importante > Assicurarsi che gli attrezzi siano ben poggiati a rotaia, traversa e cordolo in modo quindi da avere l allineamento corretto. Utilizzare sempre la barra/calibro di allineamento per verificare la corretta altezza in quanto le traverse possono avere delle tolleranze dimensionali. Importante > mescolare 1 sacco di malta alla volta in quanto il tempo di lavoro (prima che si indurisca) è di circa 20 minuti solamente (a seconda della temperatura esterna). Uso: 1 sacco è sufficiente per circa 1.5 m. Seguire le istruzioni! Riempire gli spazi tra i cordoli con la malta in modo che non si possano muovere. Vi raccomandiamo l utilizzo della nostra malta specialmente in caso di brevi interruzioni del traffico. Aggiustare il livello per l installazione Assicurarsi che entrambi I lati d appoggio siano allineati. Utilizzare l apposito calibro per allineare la superficie del cordolo con quella della rotaia (vedi foto). Allentare le viti della placca metallica sul calibro. Regolare la placca metallica in modo che poggi sulla superficie della traversa. Stringere le viti > ora il calibro è regolato. Utilizzare il calibro regolato per installare I cordoli.

5 STRAIL istruzioni per il montaggio pagina 5/7 ultimo aggiornamento: 04_2010 # 6 / INSTALLAZIONE DEI PIATTI Fare uno schizzo della disposizione dei piatti prima di iniziare il lavoro. Pulire dai vari materiali le traverse e le rotaie ed utilizzare un metro per misurare la distanza tra le traverse. Lubrificare la suola della rotaia, I cordoli, le connessioni ed I piatti STRAIL con la pasta lubrificante STRAIL per semplificare l installazione. Per le traverse in legno: applicare le lastre protettive per traverse su tutte le superfici sulle quali verranno posati I piatti. Assicurarsi di posizionare le estremità delle lastre protettive sulle estremità delle traverse. Tra le rotaie (superfici di supporto per piatti interni), utilizzare almeno 6 dei chiodi a testa larga forniti per lastra. Nella parte esterna delle rotaie (superfici di supporto per piatti esterni), usare almeno 4 dei chiodi a testa larga forniti per lastra. Poichè le lastre protettive possono deformarsi se esposte alla forte luce del sole, raccomandiamo di posizionarle sulle traverse solo appena prima dell installazione dei piatti STRAIL che supporteranno. Per l installazione dei piatti, iniziare dalla parte centrale. Inserire le connessioni. NOTA: le connessioni interne sono marcate con la lettera I mentre quelle esterne con la lettera A. La maggior parte di piatti esterni vengono forniti senza connessioni! Installare gli angolari di sicurezza sulle traverse. L aletta verticale nella parte centrale dell angolare serve per bloccare I due piatti centrali STRAIL, prevenendo eventuali spostamenti laterali. L angolare di sicurezza interno deve essere posizionato sulla parte centrale della traversa. Posizionare I primi due piatti direttamente alla destra e alla sinistra dell angolare di sicurezza. Battere le superfici dei piatti con un martello di plastica durante l installazione in modo da far rilasciare qualsiasi tipo di tensione. Per l installazione dei piatti centrali è possibile usare l attrezzo/ leva di montaggio oppure una pala escavatrice (coprendone le punte) per piegare le estremità dei piatti da incastrare sotto il fungo delle rotaie. Utilizzare le calibro filettate centrali (marcate in rosso) per collegare i due piatti centrali. Avvitare tutte le barre in modo uniforme.

6 STRAIL istruzioni per il montaggio pagina 6/7 ultimo aggiornamento: 04_2010 Utilizzare la barra angolare per controllare la posizione dei piatti centrali. Devono essere entrambi esattamente a 90 rispetto alle rotaie. Nel caso fosse necessario utilizzare il martello di plastica per addrizzarli. Per la connessione con la strada senza l utilizzo dei cordoli: spingere con forza i piatti esterni contro la testa della rotaia. Per la connessione con la strada utilizzando I cordoli: posizionare i piatti esterni contro la rotaia. L altra estremità del piatto invece sull estremità del cordolo. Installare quindi I due successivi piatti interni ed esterni lubrificando le parti di contatto (piatto/rotaia). Utilizzare un martello di plastica per avvicinare I piatti tra di loro. Utilizzare le barre filettate standard da 1.20 m per tenere uniti i piatti. Dopo aver installato l ultimo piatto interno posizionare la protezione per I ganci pendenti da fissare al piatto con la barra filettata. Notare che le due protezioni ganci pendenti saranno una con l incastro femmina e l altra con l incastro maschio per poter essere posizionare su entrambi I profili finali. Se l attraversamento prevede un numero dispari di piatti, utilizzare la barra filettata da 1.8 m (contrassegnata in blu) per unire gli ultimi tre piatti. Battere tutti I piatti con il martello di plastica dopo averli installati per assicurarne il corretto posizionamento. OPZIONALE Dispositivo blocca modulo in caso di notevoli forze longitudinali o nel caso di traffico diagonale (angolo tra strada e attraversamento < 75 o >105 ) per rendere maggiormente stabili i moduli. # 7 / CONNESSIONE ALLA STRADA MEDIANTE ASFALTO Prima di installare I piatti esterni, compattare e livellare ilsottostrato di ballast con la superficie superiore delle traverse. (1) Dopo aver installato I piatti esterni, spalmare e compattare lo strato bituminoso. (2) Colare quindi una striscia di asfalto spessa circa 4 cm per completare la connessione con la strada. (3) Consigliamo per lo strato bituminoso e per la striscia di connessione l utilizzo di asfalto caldo colato. (3) (2) (1) (1) Per qualsiasi procedimento, dimensione o materiale quì non specificato, seguire le specifiche nazionali per il rinnovo delle superfici stradali (es. in Germania: RstO-E Linee guida per rinnovo superfici stradali / Bozza 2001)

7 STRAIL istruzioni per il montaggio pagina 7/7 ultimo aggiornamento: 04_2010 # 8 / ATTRAVERSAMENTO CON SOPRAELEVAZIONE Su traverse in legno Nella parte più bassa dell attraversamento adattare l estremità del piatto e posizionare gli spessori in plastica forniti da fissare alle traverse. In caso opposto (pendenza negativa) i piatti saranno forniti con la base fresata. Su traverse in calcestruzzo Speciali progetti a richiesta # 9 / RIMOZIONE PER MANUTENZIONE DEL BINARIO Procedere nel modo inverso rispetto alle istruzioni di montaggio. Per disinstallare I piatti, rimuovere innanzitutto le barre filettate, quindi disincastrare i piatti utilizzando dei palanchini. Assicurarsi di contrassegnare la posizione dei piatti rimossi, in quanto I piatti centrali devono essere riposizionati esattamente nello stesso posto. Stesso discorso per I piatti di compensazione o I piatti speciali per le curve da reinstallare nelle medesime posizioni. Nel caso di utilizzo di un caricatore > utilizzare la barra di rimozione. Pulire tutte le parti rimosse e prepararle per reinstallarle.

STRAIL segnaletica stradale istruzioni per l applicazione

STRAIL segnaletica stradale istruzioni per l applicazione STRAIL segnaletica stradale istruzioni per l applicazione soggetto a modifiche tecniche - Marzo 2010 / TNA-WMO STRAIL sistemi per passaggi a raso & STRAILastic sistemi di isolamento per rotaie Gummiwerk

Dettagli

Istruzioni per la posa di mflorcontact

Istruzioni per la posa di mflorcontact Istruzioni per la posa di mflorcontact Ispezione e pre-trattamento del sottofondo Verifiche Il sottofondo deve essere mantenuto asciutto, in piano e pulito, come stabilito dalla norma DIN 18365. Deve essere

Dettagli

Direttiva per la posa ed il calibraggio di tubi

Direttiva per la posa ed il calibraggio di tubi Direttiva per la posa ed il calibraggio di tubi Pag. 1/5 Direttiva per la posa ed il calibraggio di tubi 1. Impianto di tubi per cavi La sicurezza operativa di un impianto di cavi dipende, oltre che dalla

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA POSA

ISTRUZIONI PER LA POSA PARQUET hüma IN LEGNO DI ROVERE PER AMBIENTI UMIDI ISTRUZIONI PER LA POSA www.huema.de Sommario Istruzioni per la posa del parquet hüma IN LEGNO DI ROVERE SOMMARIO NOTA GENERALE... 3 INFORMAZIONI PER LA

Dettagli

AMBIENTE. Istruzioni di posa per professionisti

AMBIENTE. Istruzioni di posa per professionisti AMBIENTE Istruzioni di posa per professionisti Indice Travetti 4 Scelta del materiale Posa dei travetti Posa di travetti per terrazzoa senza profilo di finitura (Sit. A) Preparazione dei travetti Preparazione

Dettagli

I Istruzioni di installazione e manutenzione per serbatoio per acque piovane GRAF, serie Carat -S-

I Istruzioni di installazione e manutenzione per serbatoio per acque piovane GRAF, serie Carat -S- I Istruzioni di installazione e manutenzione per serbatoio per acque piovane GRAF, serie Carat -S- 2700 L codice 66015L 3750 L codice 66014J 4800 L codice 65741M 6500 L codice 65742P Italiano I punti descritti

Dettagli

MANUALE DI ISTRUZIONI

MANUALE DI ISTRUZIONI MANUALE DI ISTRUZIONI MINI CESOIA PIEGATRICE Art. 0892 ! ATTENZIONE Leggere il presente manuale prima di qualsiasi operazione Prima di iniziare qualsiasi azione operativa è obbligatorio leggere il presente

Dettagli

-/ il sistema consolidato per binario inerbito. la tranquillità nelle rotaie. Sistemi di isolamento per rotaie per le più elevate esigenze

-/ il sistema consolidato per binario inerbito. la tranquillità nelle rotaie. Sistemi di isolamento per rotaie per le più elevate esigenze -/ il sistema consolidato per binario inerbito. la tranquillità nelle rotaie. Sistemi di isolamento per rotaie per le più elevate esigenze 01.-/ APPLICAZIONI STRAILastic_R - sistema per binario inerbito

Dettagli

INDICE DEGLI ARGOMENTI

INDICE DEGLI ARGOMENTI INDICE DEGLI ARGOMENTI Importanti istruzioni di sicurezza Uso corretto 3 Assemblaggio 4 KRANKcycle: specificazioni, strumenti e assemblaggio Specificazioni modello 4 Strumenti per l assemblaggio 5 Assemblaggio

Dettagli

barriera stradale di sicurezza in acciaio PAB H2 TE classe H2 - bordo laterale ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE SU RILEVATO

barriera stradale di sicurezza in acciaio PAB H2 TE classe H2 - bordo laterale ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE SU RILEVATO barriera stradale di sicurezza in acciaio PAB H2 TE classe H2 - bordo laterale ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE SU RILEVATO A) Operazioni preliminari 1. Lo scarico degli elementi della barriera stradale

Dettagli

Descrizione. Caratteristiche tecniche

Descrizione. Caratteristiche tecniche brevettato Descrizione La CMO è un dispositivo atto a garantire la protezione di persone/cose da urti provocati da organi meccanici in movimento quali cancelli o porte a chiusura automatica. L ostacolo

Dettagli

SunTop III. Istruzioni per un montaggio professionale

SunTop III. Istruzioni per un montaggio professionale Montaggio sul tetto Moduli con telaio Di taglio Trasversale Zona di carico neve Tegola fiamminga Tegola piatta Ardesia Scandole bituminose Eternit ondulato Garanzia sul materiale SunTop III Istruzioni

Dettagli

Le pale Bobcat possono trasformarsi in fresatrici economiche ed efficienti grazie al a fresa Bobcat disponibile come accessorio. 14 (36 cm) portata

Le pale Bobcat possono trasformarsi in fresatrici economiche ed efficienti grazie al a fresa Bobcat disponibile come accessorio. 14 (36 cm) portata Frese Accessori Le pale Bobcat possono trasformarsi in fresatrici economiche ed Fresa Bobcat 14 (36 cm) con portata idraulica standard Modello economico, progettato specificamente per l utilizzo su alcuni

Dettagli

Istruzioni di sollevamento e assemblaggio

Istruzioni di sollevamento e assemblaggio Catalogo 122-I Metrico Istruzioni di sollevamento e assemblaggio UNITÀ CENTRIFUGHE - CONDENSATORI EVAPORATIVI RAFFREDDATORI A CIRCUITO CHIUSO - TORRI APERTE PER INTERVENTI E FORNITURE DI RICAMBI ORIGINALI

Dettagli

SCHEDA TECNICA MODULO H40 CASSAFORMA IN POLIPROPILENE RIGENERATO PER LA REALIZZAZIONE DI VESPAI VENTILATI

SCHEDA TECNICA MODULO H40 CASSAFORMA IN POLIPROPILENE RIGENERATO PER LA REALIZZAZIONE DI VESPAI VENTILATI SCHEDA TECNICA MODULO H40 CASSAFORMA IN POLIPROPILENE RIGENERATO PER LA REALIZZAZIONE DI VESPAI VENTILATI 3 2 - Consumo di Cls a raso sommità modulo m 0,056 x m - Passaggio tubazioni n 1 max 29 cm - Passaggio

Dettagli

MANUALE DI ISTRUZIONI(V02)

MANUALE DI ISTRUZIONI(V02) 1 DELTA PROFESSIONAL MANUALE DI ISTRUZIONI(V02) 1 INDICE: 1 PRESENTAZIONE E ASPETTI GENERALI... 2 1.1 GENERALITÀ... 2 1.2 TRASPORTO E IMBALLAGGIO... 2 1.3 ETICHETTA IDENTIFICATIVA... 2 2 CARATTERISTICHE

Dettagli

Protezione dal Fuoco. Linee Guida per l Installazione e la Movimentazione dei Vetri Resistenti al Fuoco. Pilkington Pyrostop Pilkington Pyrodur

Protezione dal Fuoco. Linee Guida per l Installazione e la Movimentazione dei Vetri Resistenti al Fuoco. Pilkington Pyrostop Pilkington Pyrodur Protezione dal Fuoco Linee Guida per l Installazione e la Movimentazione dei Vetri Resistenti al Fuoco Pilkington Pyrostop Pilkington Pyrodur Indice 1.0 Informazioni Generali sul Prodotto pag. 3 2.0 Sistemi

Dettagli

Memoria tecnica installazione pannelli laminati

Memoria tecnica installazione pannelli laminati Memoria tecnica installazione pannelli laminati Istruzioni di montaggio VOLTAJOINT VOLTABRI Notice de pose Kit - VOLTAJOINT 2/31 Sommario 1_ KIT ABITAZIONI INDIVIDUALI... 3 2_ NOMENCLATURA (ESCLUSI LAMIERATI

Dettagli

LOTTO 6 RIF. 82 SUB LOTTO 6.1.A DESCRIZIONE: N. 1725 SEDUTA FISSA SENZA BRACCIOLI PER VISITATORE IMBOTTITA

LOTTO 6 RIF. 82 SUB LOTTO 6.1.A DESCRIZIONE: N. 1725 SEDUTA FISSA SENZA BRACCIOLI PER VISITATORE IMBOTTITA LOTTO 6 RIF. 82 SUB LOTTO 6.1.A DESCRIZIONE: N. 1725 SEDUTA FISSA SENZA BRACCIOLI PER VISITATORE IMBOTTITA - la sedia non puo ospitare piu di una persona - la sedia e impilabile fino a un massimo di 10

Dettagli

Il braccio corto mobile è disponibile in due tipi ( tipo 5-22**-A ; tipo 5-22**- B )

Il braccio corto mobile è disponibile in due tipi ( tipo 5-22**-A ; tipo 5-22**- B ) Questa attrezzatura Meyer soddisfa interamente le norme di sicurezza CE. Il certificato di conformità è spedito con l attrezzatura. Il simbolo CE è riportato sulla targhetta del costruttore. Descrizione

Dettagli

Collettore piano ad alta efficienza FKA Made in Germany

Collettore piano ad alta efficienza FKA Made in Germany Collettore piano ad alta efficienza FKA Made in Germany Collettore piano ad alta efficienza FKA La centrale solare Tubo collettore attivo ed integrato per installazione modulare dell impianto Spesso strato

Dettagli

Istruzioni per il montaggio del Server SGI 1450. Documento numero 007-4242-001ITA

Istruzioni per il montaggio del Server SGI 1450. Documento numero 007-4242-001ITA Istruzioni per il montaggio del Server SGI 1450 Documento numero 007-4242-001ITA Progetto grafico della copertina di Sarah Bolles, Sarah Bolles Design e Dany Galgani, SGI Technical Publications. 2000,

Dettagli

ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE

ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE 1/5 Egregio Cliente, La ringraziamo per avere acquistato il nostro pavimento in tranciato di vero legno Par-ky. E molto importante che legga attentamente queste istruzioni

Dettagli

Morsetto di accoppiamento KL Gruppo 1357. Tappi di insonorizzazione 41 Gruppo 1610

Morsetto di accoppiamento KL Gruppo 1357. Tappi di insonorizzazione 41 Gruppo 1610 Morsetto di accoppiamento KL Gruppo 1357 Per l'assemblaggio di profilati doppi. Questo sistema permette di assemblare rapidamente in una seconda fase due profilati. Per essere sicuri di ottenere i valori

Dettagli

FISSAGGIO SUL TETTO COLLETTORI PIANI HELIOSTAR

FISSAGGIO SUL TETTO COLLETTORI PIANI HELIOSTAR FISSAGGIO SUL TETTO COLLETTORI PIANI HELIOSTAR ISTRUZIONI DI MONTAGGIO SISTEMI SANITARI E PER ENERGIA Requisiti per il montaggio Requisiti generali Istruzioni di sicurezza Il kit per il montaggio sul tetto

Dettagli

EF24-70mm f/2.8l II USM

EF24-70mm f/2.8l II USM EF24-70mm f/2.8l II USM ITA Istruzioni Vi ringraziamo per aver acquistato un prodotto Canon. L obiettivo Canon EF24-70mm f/2,8l II USM è un obiettivo zoom standard dalle elevate prestazioni, per l uso

Dettagli

FISSAGGIO INTEGRATO NEL TETTO COLLETTORI PIANI HELIOSTAR

FISSAGGIO INTEGRATO NEL TETTO COLLETTORI PIANI HELIOSTAR FISSAGGIO INTEGRATO NEL TETTO COLLETTORI PIANI HELIOSTAR ISTRUZIONI DI MONTAGGIO SISTEMI SANITARI E PER ENERGIA Requisiti per il montaggio Requisiti generali Il kit per il montaggio integrato nel tetto

Dettagli

631-06 HUNNEBECK RASTO CAT 16-10-2006 12:29 Pagina 8

631-06 HUNNEBECK RASTO CAT 16-10-2006 12:29 Pagina 8 631-06 HUNNEBECK RASTO CAT 16-10-2006 12:29 Pagina 8 Le fotografie pubblicate si riferiscono a immagini istantanee di situazioni reali in cantiere che non sono da considerare come esempi di impiego. I

Dettagli

VETROMATTONE ONDULATO CHIARO TERMINALE CURVO

VETROMATTONE ONDULATO CHIARO TERMINALE CURVO INDICE 1. Anagrafica 2. Caratteristiche Tecniche 3. Certificazioni 4. Utilizzo 5. Posa in Opera 5.A. Fase preliminare 5.B. Fase di installazione 5.C. Fase di finitura 6. Disegni 7. Voce di capitolato 1/5

Dettagli

INDICAZIONI SU GIUNTI DEI NASTRI TRASPORTATORI

INDICAZIONI SU GIUNTI DEI NASTRI TRASPORTATORI GIAVA sas Manutenzione e Gestione Impianti Industriali www.giavasas.it INDICAZIONI SU GIUNTI DEI NASTRI TRASPORTATORI interventi di giunzione La giunzione di un nastro si rende necessaria quando bisogna

Dettagli

ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE INTERRATA DEI SERBATOI IN POLIETILENE

ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE INTERRATA DEI SERBATOI IN POLIETILENE ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE INTERRATA DEI SERBATOI IN POLIETILENE (rev. 20140217) 1. Prima dell installazione deve essere verificata l idoneità tecnica del suolo dal punto di vista strutturale, eventuali

Dettagli

PAVIMENTO SPESSORATO ICON OUTDOOR FLORIM

PAVIMENTO SPESSORATO ICON OUTDOOR FLORIM PAVIMENTO SPESSORATO ICON OUTDOOR FLORIM Nuova soluzione in gres porcellanato spessorato per l arredo esterno. Lastre in gres fine porcellanato colorato a spessore di 2 cm ottenute da atomizzazione di

Dettagli

Schede tecniche e linee guida per l installazione

Schede tecniche e linee guida per l installazione 49 Intumex RS50 - Collare tagliafuoco Generalità Intumex RS50 è un collare tagliafuoco per tubazioni in plastica realizzato in acciaio inossidabile verniciato a polvere, che utilizza il laminato intumescente

Dettagli

serranda a bullone Possibilità d impiego: Materie sintetiche termoplastiche (non adatto per PVC)

serranda a bullone Possibilità d impiego: Materie sintetiche termoplastiche (non adatto per PVC) Ugello per macchine con serranda a bullone tipo BHP a comando pneumatico o idraulico serranda a bullone Possibilità d impiego: Materie sintetiche termoplastiche (non adatto per PVC) Meccanismo valvola:

Dettagli

Istruzioni di montaggio Palo componibile di captazione Sistema ad innesto

Istruzioni di montaggio Palo componibile di captazione Sistema ad innesto IT Istruzioni di montaggio Palo componibile di captazione Sistema ad innesto COPYRIGHT 2012 DEHN + SÖHNE / protected by ISO 16016 Protezione da fulmine / Messa a terra Publication No. 1729 IT / UPDATE

Dettagli

massetto di cemento armato

massetto di cemento armato EDILIZIA Realizzare un massetto di cemento armato 01 1 Gli attrezzi Bisogna sapere che un massetto ha uno spessore minimo di 8 a 10 cm ed è armato con una rete saldata. METRO RIGHELLO DI ALLUMINIO LIVELLA

Dettagli

Sostituzione di listelli del parquet con giunzione senza colla

Sostituzione di listelli del parquet con giunzione senza colla N 527 Sostituzione di listelli del parquet con giunzione senza colla A Descrizione In questo esempio viene illustrata la sostituzione dei listelli del parquet in un pavimento di parquet posato. In un pavimento

Dettagli

Comune di Dolianova. Provincia di Cagliari COMPUTO METRICO

Comune di Dolianova. Provincia di Cagliari COMPUTO METRICO Comune di Dolianova Provincia di Cagliari pag. 1 COMPUTO METRICO OGGETTO: Intervento di ristrutturazione con ricostruzione a nuovo della pista di atletica dell'impianto sportivo Sant'Elena 1 stralcio COMMITTENTE:

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA REALIZZAZZIONE DEL PALO E DELLE FONDAMENTA

ISTRUZIONI PER LA REALIZZAZZIONE DEL PALO E DELLE FONDAMENTA ISTRUZIONI PER LA REALIZZAZZIONE DEL PALO E DELLE FONDAMENTA La lunghezza standard per il palo della turbina da 3kw per installazione a terra varia da un minimo di 2mt ad un massimo di 6mt; per installazione

Dettagli

Attenzione! Non è permesso stringere una carico tra le forche.

Attenzione! Non è permesso stringere una carico tra le forche. Questa attrezzatura MEYER soddisfa interamente le norme di sicurezza CE. Il certificato di conformità è spedito con l attrezzatura. Il simbolo CE è riportato sulla targhetta del costruttore. Descrizione

Dettagli

Corriacqua Advantix Basic parete

Corriacqua Advantix Basic parete Corriacqua Advantix Basic parete Modello 4980.30 03.2/2011 A 520549 Modell 4980.30 B C Modell Art.-Nr. 4964.95 619 121 KD 2 Modell 4980.30 KE 21 22 23 24 Modell 4980.30 E 25 쎻 26 쎻 27 쎻 28 쎻 햲 햳 햴 햵 햶

Dettagli

Elenco delle parti Il forno è costituito dalle seguenti parti: settore cupola con apertura bocca sinistro. settore cupola con apertura bocca destro

Elenco delle parti Il forno è costituito dalle seguenti parti: settore cupola con apertura bocca sinistro. settore cupola con apertura bocca destro Quote prefabbricato Premessa Con il presente manuale si intende dare delle indicazioni soprattutto a chi non ha mai montato un forno per pizza prima d'ora. Ciò nonostante, specie le indicazioni sulla prima

Dettagli

STUCCHI & COLLE. per giunti e lastre di cartongesso COSTRUIRE CONTEMPORANEO

STUCCHI & COLLE. per giunti e lastre di cartongesso COSTRUIRE CONTEMPORANEO STUCCHI & COLLE per giunti e lastre di cartongesso COSTRUIRE CONTEMPORANEO dal più importante sito di gesso in Italia il meglio per l edilizia A Roccastrada, in Toscana, si trova il più grande giacimento

Dettagli

ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE

ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE 1/5 ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE Egregio Cliente, La ringraziamo per avere acquistato il nostro pavimento in tranciato di vero legno Par-ky. E molto importante che legga attentamente queste istruzioni

Dettagli

KESSEL- Filtro per acqua piovana Sistema 400

KESSEL- Filtro per acqua piovana Sistema 400 ISTRUZIONI DI MONTAGGIO, ESERCIZIO E MANUTENZIONE KESSEL- Filtro per acqua piovana Sistema 400 Filtro per acqua piovana Sistema 400 da installare in condotte di scolo all aperto Filtro per acqua piovana

Dettagli

PROGRAMMA LINEE VITA

PROGRAMMA LINEE VITA PROGRAMMA LINEE VITA Cosa sono le linee vita Pighi I DISPOSITIVI DI ANCORAGGIO CHE SALVANO LA VITA Cosa sono i dispositivi di sicurezza Un dispositivo di ancoraggio permette a qualunque operatore di operare

Dettagli

DISTRIBUTORE ESCLUSIVO PER L ITALIA MACCHINE SOFFIA CAVO MINIFOK

DISTRIBUTORE ESCLUSIVO PER L ITALIA MACCHINE SOFFIA CAVO MINIFOK FAR s.r.l. Elettronica - Elettrotecnica - Telecomunicazioni - Test Via Firenze n.2-8042 NAPOLI Tel 08-554405 - Fax 08-5543768 E mail: faritaly@tin.it web : www.farsrlitaly.com DISTRIBUTORE ESCLUSIVO PER

Dettagli

Weproof Sistema di impermeabilizzazione di giunti

Weproof Sistema di impermeabilizzazione di giunti B P D Descrizione breve Il sistema Weproof di impermeabilizzazione di giunti è un prodotto di qualità con tessuto di armatura per impermeabilizzare in modo sicuro e altamente flessibile sul luogo periodo

Dettagli

Utilizza i TIRAFONDI PEIKKO!

Utilizza i TIRAFONDI PEIKKO! Sostituisce la brochure del 10/ 01 05 / 06 Utilizza i TIRAFONDI PEIKKO! www.peikko.it 1. DESCRIZIONE DEL SISTEMA... 3 2. DIMENSIONI E MATERIALI... 4 3. PRODUZIONE... 5 3.1 Metodi di produzione... 5 3.2

Dettagli

STIGA PARK 121 M 8211-3011-10

STIGA PARK 121 M 8211-3011-10 STIGA PARK 121 M 8211-3011-10 D 5b. 1. Park -1993 5a. 2. Park -1993 6a. Park -1999 F G H 3. Park -1993 7. I I 4. Park -1993 8. 6b. Park 2000- J 9. 13. 10. 14. X Z Y W 11. V 15. Denna produkt, eller delar

Dettagli

ESTERNO ANTISCIVOLO. I listoni vanno immagazzinati al coperto ed in un luogo ben ventilato, evitando l esposizione diretta al sole

ESTERNO ANTISCIVOLO. I listoni vanno immagazzinati al coperto ed in un luogo ben ventilato, evitando l esposizione diretta al sole REGOLE PER LO STOCCAGGIO E LA POSA IN OPERA DEI PAVIMENTI PER ESTERNO ANTISCIVOLO COLLOCAMENTO DEI LISTONI STOCCAGGIO I listoni vanno immagazzinati al coperto ed in un luogo ben ventilato, evitando l esposizione

Dettagli

Piscineitalia.it. Indicazioni di montaggio per cabina sauna Modello con pareti in legno massello

Piscineitalia.it. Indicazioni di montaggio per cabina sauna Modello con pareti in legno massello Indicazioni di montaggio per cabina sauna Modello con pareti in legno massello 1 Raccomandazioni Si raccomanda di preforare sempre prima di avvitare, in modo da evitare che il legno si rompa. Nella tabella

Dettagli

D INSTALLAZIONE, USO E MANUTENZIONE

D INSTALLAZIONE, USO E MANUTENZIONE ES. 7 edizione dicembre 03 0 MANUALE La recinzione sicura elegante e di rapida installazione D INSTALLAZIONE, USO E MANUTENZIONE 070 070 760 570 7.5 070 RECINZIONI MODULARI IN FILO METALLICO 570 760 Elementi

Dettagli

POSA DEL PAVIMENTO UNICLIC Tavolati piccoli / 3 misure

POSA DEL PAVIMENTO UNICLIC Tavolati piccoli / 3 misure POSA DEL PAVIMENTO UNICLIC Tavolati piccoli / 3 misure 1) Generalità I pannelli del sistema UNICLIC si possono fissare in due diversi modi: A Per incastrare i pannelli, si possono ruotare inserendo la

Dettagli

BARRIERA DI SICUREZZA SINGOLA SU TERRA H4b-A-W5 (3n31679)

BARRIERA DI SICUREZZA SINGOLA SU TERRA H4b-A-W5 (3n31679) BARRIERA DI SICUREZZA SINGOLA SU TERRA Hb-A-W (n679) Prestazioni Livello di contenimento Indice di severità accelerazione ASI Larghezza di lavoro Intrusione del veicolo Deflessione dinamica Hb A W (.70

Dettagli

Metodi di Applicazione per i Film Autoadesivi Avery Dennison emissione: 02/2015

Metodi di Applicazione per i Film Autoadesivi Avery Dennison emissione: 02/2015 Metodi di Applicazione per i Film Autoadesivi Avery Dennison emissione: 02/2015 I film autoadesivi Avery Dennison sono disponibili con una vasta gamma di caratteristiche per numerose applicazioni diverse.

Dettagli

Sistemi di ancoraggio in poliestere

Sistemi di ancoraggio in poliestere Sistemi di ancoraggio in poliestere ISTRUZIONI PER L UTILIZZO DELLE IMBRACATURE Le norme generali per la prevenzione degli infortuni prevedono che i carichi siano assicurati alle carrozzerie dei veicoli

Dettagli

Manutenzione. maintenance it 03-05

Manutenzione. maintenance it 03-05 Manutenzione 21 Regolazione della pressione del giunto porta 2 Sostituzione delle pulegge e dei cavi del contrappeso Sostituzione del giunto porta, del vetro o delle guide della porta 4 Sostituzione della

Dettagli

Voci di capitolato e prescrizioni contrattuali

Voci di capitolato e prescrizioni contrattuali Voci di capitolato e prescrizioni contrattuali VOCI DI CAPITOLATO SINTETICHE Voce sintetica per la fornitura di mattoni estrusi Fornitura di mattoni faccia a vista estrusi semipieni Smorlesi di colore..

Dettagli

SCHEDA 69: TELAIO POSTERIORE ABBATTIBILE PIEGATO PER TRATTORI A CINGOLI CON MASSA MAGGIORE DI 1500 kg E FINO A 3000 kg

SCHEDA 69: TELAIO POSTERIORE ABBATTIBILE PIEGATO PER TRATTORI A CINGOLI CON MASSA MAGGIORE DI 1500 kg E FINO A 3000 kg SCHEDA 69: TELAIO POSTERIORE ABBATTIBILE PIEGATO PER TRATTORI A CINGOLI CON MASSA MAGGIORE DI 1500 kg E FINO A 3000 kg SPECIFICHE DEL TELAIO DI PROTEZIONE. : il testo compreso fra i precedenti simboli

Dettagli

Ciclo tecnologico delle opere di asfaltatura

Ciclo tecnologico delle opere di asfaltatura 1 Ciclo tecnologico delle opere di asfaltatura 1. Le opere di asfaltatura 2. Asfaltatura di strade esistenti 3. Asfaltatura di nuove strade e marciapiedi 2 unità 27 Cantieri stradali 1 Le opere di asfaltatura

Dettagli

Scarichi per ponti Multitop Serie HSD-2 e HSD 5, Classe D 400 conformi alla norma UNI EN 124, con flangia a norma UNI EN 1253

Scarichi per ponti Multitop Serie HSD-2 e HSD 5, Classe D 400 conformi alla norma UNI EN 124, con flangia a norma UNI EN 1253 Scarichi per ponti Multitop Serie HSD-2 e HSD 5, Classe D 400 Scarichi per ponti in cemento armato, Sistema HSD 2, 300 x 500 in ghisa Classe D 400 secondo normativa UNI EN 124. Questi scarichi sono composti

Dettagli

SINTESI DELLA NORMATIVA EUROPEA EN 1263-1 RELATIVA AL MONTAGGIO DELLA RETE ANTICADUTA PER APPLICAZIONI ORIZZONTALI E PER APPLICAZIONI VERTICALI.

SINTESI DELLA NORMATIVA EUROPEA EN 1263-1 RELATIVA AL MONTAGGIO DELLA RETE ANTICADUTA PER APPLICAZIONI ORIZZONTALI E PER APPLICAZIONI VERTICALI. SINTESI DELLA NORMATIVA EUROPEA EN 1263-1 RELATIVA AL MONTAGGIO DELLA RETE ANTICADUTA PER APPLICAZIONI ORIZZONTALI E PER APPLICAZIONI VERTICALI. 1. RETE ANTICADUTA CERTIFICATA EN 1263-1, PER APPLICAZIONI

Dettagli

Base ISOFIX. Manuale d uso

Base ISOFIX. Manuale d uso Base ISOFIX. Manuale d uso ECE R44/04 ISOFIX Classe E Gruppo 0+ Fino a 13 kg Lingua Italiano Importante Conservare queste istruzioni per ogni futura evenienza 4 Elenco dei contenuti. 01/ Informazioni fondamentali/avvertenze...7

Dettagli

Istruzione di montaggio L 28 SAUNA IN LEGNO MASSELLO senza finitura esterna sporgente

Istruzione di montaggio L 28 SAUNA IN LEGNO MASSELLO senza finitura esterna sporgente Istruzione di montaggio L 28 SAUNA IN LEGNO MASSELLO senza finitura esterna sporgente Misure: 191 x 141 cm Cod. serie: Data di produzione: Cod. fornitura: Istruzione di montaggio L 28 MILANO 2 Planimetria

Dettagli

GIUNTI STRUTTURALI 91

GIUNTI STRUTTURALI 91 90 GIUNTI STRUTTURALI 91 INTRODUZIONE Gli edifici di grandi dimensioni aventi cubature superiori ai 3000 m 3 sono generalmente costituiti da più corpi di fabbrica l uno accostato all altro, ma appaiono

Dettagli

SERIE TA100 Con Indicatore AE402

SERIE TA100 Con Indicatore AE402 SERIE TA100 Con Indicatore AE402 (P.N. 3106610715, Revisione E, Aprile 2011) 81320477 Grazie per aver acquistato il transpallet TA100 di Cooperativa Bilanciai. Leggere le seguenti istruzioni con attenzione

Dettagli

CITTÀ di FABRIANO PROVINCIA DI ANCONA

CITTÀ di FABRIANO PROVINCIA DI ANCONA CITTÀ di FABRIANO PROVINCIA DI ANCONA Settore Assetto e Tutela del Territorio Oggetto: Attidium: l area archeologica diviene luogo di fruibilità turistica Importo dell opera 133.000,00 Importo del cofinanziamento

Dettagli

DESCRIZIONE DEI PALCHI SELVOLINE

DESCRIZIONE DEI PALCHI SELVOLINE DESCRIZIONE DEI PALCHI SELVOLINE Il palco della linea di produzione SELVOLINE è costituito da una struttura metallica portante modulare protetta con un trattamento superfi ciale di antiossidazione: zincatura

Dettagli

art.4580/2 porta calcio in lega leggera con reggirete posteriori in alluminio, incassati nel terreno, misure 7.32x2.44m. prodotto certificato

art.4580/2 porta calcio in lega leggera con reggirete posteriori in alluminio, incassati nel terreno, misure 7.32x2.44m. prodotto certificato La porta in oggetto, rientra nella normativa europea EN 748, documento elaborato dal CEN/TC 136; tale documento, contempla i requisiti di funzionalità di 4 tipi e due dimensioni di porte da calcio ed è

Dettagli

Salto di quota presso in canale principale. Salto di quota presso l ingresso laterale

Salto di quota presso in canale principale. Salto di quota presso l ingresso laterale SALTI DI QUOTA ESTERNI PFEIFENKOPF Pfeifenkopf, salto di quota esterno al pozzetto in polietilene per pozzetti di canalizzazione e di pompe, è costituito da una camera di raccolta con un muro rinforzato

Dettagli

LA POSA IN OPERA CON i VIBRAPAC

LA POSA IN OPERA CON i VIBRAPAC LA POSA IN OPERA CON i VIBRAPAC 2 la posa in opera - 1. operazioni preliminari 1 Operazioni preliminari 1.1 deposito in cantiere Il materiale deve essere stoccato in un area predisposta, in modo da evitare

Dettagli

Il sistema per vespai ventilati da 70 a 250 cm. www.geoplast.it

Il sistema per vespai ventilati da 70 a 250 cm. www.geoplast.it Il sistema per vespai ventilati da 7 a 25 cm www.geoplast.it NUOVO ELEVETOR Il sistema per vespai ventilati da 7 a 25 cm NUOVO ELEVETOR è un sistema combinato di casseri con altezza 15 cm e basi di supporto

Dettagli

Stima dei costi per la riqualificazione del centro sportivo di via Verdi Senza Spogliatoio tennis e recupero spogliatoi Baseball -

Stima dei costi per la riqualificazione del centro sportivo di via Verdi Senza Spogliatoio tennis e recupero spogliatoi Baseball - Stima dei costi per la riqualificazione del centro sportivo di via Verdi Senza Spogliatoio tennis e recupero spogliatoi Baseball - N descrizione costo un. Quantità totale Costo totale Demolizione strutture

Dettagli

www.ferracingroup.it Toti

www.ferracingroup.it Toti www.ferracingroup.it Toti Toti TOTI è un cassero a perdere in polipropilene riciclato utilizzato come elemento modulare per la realizzazione di platee di fondazione e solai mono/bidirezionali in calcestruzzo

Dettagli

VETRATA PIEGHEVOLE S.62 Alluminio + legno (Brevetto europeo N 401.180)

VETRATA PIEGHEVOLE S.62 Alluminio + legno (Brevetto europeo N 401.180) I VETRATA PIEGHEVOLE S.62 Alluminio + legno (Brevetto europeo N 401.180) DESCRIZIONE TECNICA Le vetrate pieghevoli SUNROOM Mod. S.62-TONDA alluminio-legno sono una novità nel campo delle vetrate mobili.

Dettagli

Manuale per l'utente

Manuale per l'utente per i gruppi industriali di apparecchi con molle di torsione Indice Manuale per l'utente 1 Generale 3 1.1 Simboli e/o segnali di avviso 3 1.2 Nozioni e pericoli 4 1.3 Obbligazioni dell'utente finale 5

Dettagli

00MK-MA0110-IT00 ISTRUZIONI PER IL MONTAGGIO

00MK-MA0110-IT00 ISTRUZIONI PER IL MONTAGGIO 00MK-MA0110-IT00 ISTRUZIONI PER IL MONTAGGIO Sistema con Triangoli per tetti piani Rev.02 Febbraio 2014 Indice Disposizioni generali 2 Disposizioni generali di sicurezza 3 Sistema con Triangoli per tetti

Dettagli

Conferimento a discarica autorizzata per lo smaltimento dei seguenti rifiuti: macerie inerti provenienti da demolizioni, rimozioni, scavi t 10,57

Conferimento a discarica autorizzata per lo smaltimento dei seguenti rifiuti: macerie inerti provenienti da demolizioni, rimozioni, scavi t 10,57 L'Elenco prezzi unitari è stato redatto secondo: - Prezzi Informativi Opere Edili, Camera di Commercio Milano - 2014 - Listino prezzi per l'esecuzione di opere pubbliche e manutenzioni, Comune di Milano

Dettagli

Pulizia e manutenzione di una pistola di

Pulizia e manutenzione di una pistola di La guida per un ottima cura della pistola di verniciatura Pulizia e manutenzione di una pistola di verniciatura www.sata.com Metodi per una pulizia della pistola a regola d arte Materiali a base acqua

Dettagli

FC 300 R TRONCATRICE MANUALE TECNICO

FC 300 R TRONCATRICE MANUALE TECNICO FC 300 R TRONCATRICE MANUALE TECNICO 01 / 2000 Sede costruttore Zone Industrielle. 77390.Verneuil l Etang - FRANCE Tel : +33(0)1.64.42.49.71/72 Fax :+33(0)1.64.42.58.94 ITALIA: FARNE' GROUP - Castenaso

Dettagli

2. SPECIFICHE PRINCIPALI

2. SPECIFICHE PRINCIPALI ! ATTENZIONE Leggere il presente manuale prima di qualsiasi operazione Prima di iniziare qualsiasi azione operativa è obbligatorio leggere il presente manuale di istruzioni. La garanzia del buon funzionamento

Dettagli

MANUALE DI ISTRUZIONI

MANUALE DI ISTRUZIONI Passeggino 2 in 1 Royal Voyager MANUALE DI ISTRUZIONI Importante: Conservare queste istruzioni per future consultazioni ATTENZIONE: Non trasportare più bambini, borse, beni od accessori sul passeggino

Dettagli

Istruzioni di sollevamento e installazione

Istruzioni di sollevamento e installazione Istruzioni di sollevamento e installazione Manuale 125-I Metrico CONDENSATORI EVAPORATIVI A TIRAGGIO FORZATO SERIE PMCQ Per il servizio di assistenza autorizzata e la fornitura di ricambi originali EVAPCO,

Dettagli

EQUATORIUM. Controtelaio per alzante e persiana scorrevole CONTROTELAI PER ESTERNI

EQUATORIUM. Controtelaio per alzante e persiana scorrevole CONTROTELAI PER ESTERNI Controtelaio per alzante e persiana scorrevole Equatorium è il controtelaio nato per ospitare il serramento Alzante Scorrevole a scomparsa più una persiana o, in alternativa, un'inferriata. E' disponibile

Dettagli

Press Brake Productivity Guida rapida

Press Brake Productivity Guida rapida Come iniziare Press Brake Productivity Guida rapida Grazie per aver acquistato un prodotto di qualità realizzato da Wila Per più di 80 anni, Wila ha fornito supporti per utensili, utensili e accessori

Dettagli

KGS/GMC BRICO 125-185-220

KGS/GMC BRICO 125-185-220 KGS/GMC BRICO 125-185-220 OPTIONALS 1 12 7 8 3 5 10 9 2 N DESCRIZIONE CODICE 1 Rulli a scomparsa per lo scorrimento pannelli GMC 00185 2 Prolungamento supporto intermedio ribaltabile (800 mm) GMC 00006

Dettagli

Tecnologia made in Italy

Tecnologia made in Italy cemento & calcestruzzo Zoom su un progetto internazionale Tecnologia made in Italy Marco Costa L impresa Pizzarotti partecipa alla realizzazione, a Marsiglia, di un importante terminal per la ricezione

Dettagli

Informazioni preliminare, valevoli per tutti i tipi di installazione:

Informazioni preliminare, valevoli per tutti i tipi di installazione: Le linee guida da seguire per prendere le misure corrette delle vostre antine in legno sono piuttosto semplici, esistono però alcune differenze specifiche in base al modello di antina Onlywood che vi piace,

Dettagli

SICUREZZA CANTIERE ED. 2013. MATERIALI: acciaio FE430/S275 zincato UNI ISO 2081. NORME DI RIFERIMENTO: D.Lgs 81/08 art. 13; UNI EN 13374 Classe A

SICUREZZA CANTIERE ED. 2013. MATERIALI: acciaio FE430/S275 zincato UNI ISO 2081. NORME DI RIFERIMENTO: D.Lgs 81/08 art. 13; UNI EN 13374 Classe A ATLAS CATALOGO ILLUSTRATIVO PRODOTTI SICUREZZA CANTIERE ED. 2013 GC/02EN MONTANTE PER GUARDACORPO DA SOLETTA su tre mensole per ogni montante SUPPORTO E APPLICAZIONI: solai o solette in c.a. piani o con

Dettagli

Blanke TRIMAT. Blanke TRIMAT diminuisce notevolmente i rimbombi prodotti dal calpestio: è perciò ideale per le ristrutturazioni.

Blanke TRIMAT. Blanke TRIMAT diminuisce notevolmente i rimbombi prodotti dal calpestio: è perciò ideale per le ristrutturazioni. DATI TECNICI Blanke TRIMAT Fonoassorbente e separatore Uso e funzione Blanke TRIMAT, materassino fonoassorbente che neutralizza le tensioni, è usato per la posa di piastrelle, pietra naturale, graniglia

Dettagli

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO MANUALE DI INSTALLAZIONE MANUTENZIONE ED USO. INDICE: AVVERTENZE GENERALI PER LA SICUREZZA...PAG. 2 INSTALLAZIONE GUIDE VERTICALI...PAG. 2 INSTALLAZIONE GRUPPO MOLLE...PAG. 2 INSTALLAZIONE CON VELETTA

Dettagli

OPERE SPECIALI PREFABBRICATI

OPERE SPECIALI PREFABBRICATI OPERE SPECIALI PREFABBRICATI (Circ. Min. 13/82) ISTRUZIONI SCRITTE (Articolo 21) Il fornitore dei prefabbricati e della ditta di montaggio, ciascuno per i settori di loro specifica competenza, sono tenuti

Dettagli

ConSole, ConSole+ Sistema di montaggio su tetti piani per moduli fotovoltaici con cornice e laminati. From visions to solutions

ConSole, ConSole+ Sistema di montaggio su tetti piani per moduli fotovoltaici con cornice e laminati. From visions to solutions ConSole, ConSole+ Sistema di montaggio su tetti piani per moduli fotovoltaici con cornice e laminati From visions to solutions Sistemi di fissaggio alternativi per un montaggio veloce, semplice ed economico

Dettagli

SPEED-DOME TEM-5036. Manuale Installazione

SPEED-DOME TEM-5036. Manuale Installazione SPEED-DOME TEM-5036 Manuale Installazione INDICE pagina 1. AVVERTENZE.. 5 1.1. Dati tecnici. 5 1.2. Elettricità 5 1.3. Standard IP 66 5 2. INSTALLAZIONE... 7 2.1. Staffe 7 3. AVVERTENZE... 8 4. MONTAGGIO..

Dettagli

ISTRUZIONI PER IL MONTAGGIO

ISTRUZIONI PER IL MONTAGGIO 00MK-MA0130-IT00 ISTRUZIONI PER IL MONTAGGIO Sistema Universal con staffe, per tetti inclinati con tegole/coppi Rev.02 Febbraio 2014 Indice Disposizioni generali 2 Disposizioni generali di sicurezza 3

Dettagli

Manuale di montaggio per morsetti KAGO

Manuale di montaggio per morsetti KAGO Manuale di montaggio per morsetti KAGO 2 Indice 1. Il morsetto si adatta al vostro profilo rotaia? 4 2. Montaggio dei morsetti di contatto 6 3. Montaggio dei morsetti guida-cavo 7 4. Rimozione dei morsetti

Dettagli

MM600 MM900 MM1200 MM1500

MM600 MM900 MM1200 MM1500 MULTIMASS MM600 MM900 MM1200 MM1500 Manuale d impiego Leggere attentamente prima dell utilizzo di MULTIMASS MX IT 367531 AB - 0914 Istruzioni originali Caro utente, La ringraziamo per la fiducia accordataci

Dettagli

Il difficile caso degli Octabins

Il difficile caso degli Octabins Il difficile caso degli Octabins Applicazione della norma UNI EN 12195-1 al trasporto stradale secondo ADR Versalis S.p.A Ing. Enzo De Gioia Responsabile Ottimizzazione di Logistica e Gestione Normative

Dettagli

SALDATRICI A CONTATTO. Quickchange D1Q, D2Q, D3Q Saldatrice a contatto in argentografite

SALDATRICI A CONTATTO. Quickchange D1Q, D2Q, D3Q Saldatrice a contatto in argentografite SALDATRICI A CONTATTO Quickchange D1Q, D2Q, D3Q Saldatrice a contatto in argentografite SALDATRICI A CONTATTO per la tecnica di comando industriale Moduli di processo ad elevata capacità produttiva Le

Dettagli