IL TRADING TRUST ED ALTRE STRUTTURE DI TRUST NEL COMMERCIO INTERNAZIONALE CASTELLANZA, 19 MAGGIO 2009

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IL TRADING TRUST ED ALTRE STRUTTURE DI TRUST NEL COMMERCIO INTERNAZIONALE CASTELLANZA, 19 MAGGIO 2009"

Transcript

1 IL TRADING TRUST ED ALTRE STRUTTURE DI TRUST NEL COMMERCIO INTERNAZIONALE CASTELLANZA, 19 MAGGIO 2009

2 RIFERIMENTI PERSONALI Avv. Andrea MOJA Presidente Assotrusts Professore a Contratto di International Business Law Università LIUC di Castellanza Via Monte Napoleone Milano tel fax

3 ASSOTRUSTS Sede presso CONFEDILIZIA Indirizzo: VIA BORGOGNONA, ROMA TEL: FAX: E. MAIL: Sito Web:

4 INDICE IL TRUST; IL TRUST COME ALTERNATIVA ALLA SOCIETÀ; IL TRADING TRUST ; RIFERIMENTI PERSONALI

5 IL TRUST

6 IL CONCETTO DI TRUST TRUSTEE PROTECTOR SETTLOR OF THE TRUST SOCIETA IMMOBILI DENARO TRUST PROPERTY BENEFICIARI

7 LA SEGREGAZIONE DEL TRUST FUND Il trust presenta la seguente caratteristica peculiare: I beni conferiti in trust, e a questo fine trasferiti al trustee, non entrano a far parte del patrimonio personale del trustee. Ne deriva che: a) i beni del trust sono segregati in capo al trustee; b) i beni del trust non sono soggetti alle pretese dei creditori personali del trustee; c) i beni del trust non rientrano nell asse familiare e successorio del trustee.

8 L ISTITUZIONE DI UN TRUST La costituzione di un trust e la dotazione patrimoniale del trustee si realizzano operativamente nel modo seguente: 1. In primo luogo di procede all istituzione del trust tramite: A. Deed of Trust (altrimenti detto Deed of Settlement); B. Declaration of trust. 2. Contestualmente e/o successivamente all istituzione del trust si procede alla dotazione patrimoniale a favore del trust stesso conferendo in esso i beni desiderati.

9 IL TRUST COME ALTERNATIVA ALLA SOCIETÀ

10 IL TRUST E LE IMPRESE Il trust è uno strumento assai flessibile che è destinato ad importanti impieghi a livello aziendale collocandosi come alternativa alla costituzione di una società.

11 ALTERNATIVE Accanto alla costituzione di una normale società possiamo prospettare due possibili alternative: 1. la partecipazione sociale potrebbe essere conferita in un trust ad hoc costituito; 2. il trust potrebbe fungere da esecutore nonché garante della mission aziendale, nell ipotesi in cui lo stesso venga direttamente costituito con lo scopo di sostituirsi alla società.

12 1. CONFERIMENTO DELLA PARTECIPAZIONE PRIMA DOPO Socio A Socio B Socio A Socio B Trust Società Società

13 2. TRUST COME ESECUTORE DELLA MISSION AZIENDALE Settlor Socio A Settlor Socio B Settlor Socio C Fornitori Trust Beni e/o Servizi Clienti Trustee Beneficiario Socio A Trust Fund Beneficiario Socio B Distribuzione Beneficiario Socio C

14 LA DISTRIBUZIONE La distribuzione, nell ipotesi precedente, potrà avvenire: proporzionalmente all apporto di ciascun settlor, ovvero, i proventi derivanti da diverse attività, potranno essere destinati esclusivamente ad uno solo dei beneficiari.

15 I POTERI L atto istitutivo di trust, individuando i poteri gestionali potrà ripartire e conferire gli stessi in maniera discrezionale tra i trustee del trust.

16 DIRITTI PATRIMONIALI vs POTERI GESTIONALI Settlor Socio A Settlor Socio B Settlor Socio C DIRITTI PATRIMONIALI Trust Trustee POTERI GESTIONALI Beneficiari potranno essere i Settlors stessi ovvero altri soggetti individuati nell atto di trust.

17 L ATTO ISTITUTIVO Nell atto istitutivo del trust saranno riportate le intese, proprie degli accordi tra soci, nonché la regolamentazione dei rapporti tra gli stessi.

18 TRE LIVELLI Il trust opererà sul mercato: originando un valore aggiunto per il cliente; sviluppando progetti che si tradurranno in valore tangibile per la società; svilupperà competenze specializzate creando un valore intangibile (know-how) per l azienda.

19 I BENEFICIARI I soci saranno quindi sia i disponenti del trust sia i primi beneficiari. Con la possibilità che a questi subentrino altri soggetti nella categoria dei beneficiari: eredi del beneficiario defunto; nuovi soci.

20 USCITA DAL NOVERO DEI BENEFICIARI Esattamente come avviene in relazione ad una società, può essere previsto un meccanismo di liquidazione della quota con la possibilità di regolare diversamente le varie ipotesi di uscita (principalmente volontaria e per esclusione).

21 IL TRUSTEE Un trustee appartenente alla categoria dei beneficiari creerebbe conflitti di interesse, meglio in questi casi: affidare l incarico ad una società fiduciaria, ovvero ad almeno due soggetti, meglio se professionisti, estranei alla società.

22 DISTRIBUZIONE DEL BUSINESS BUSINES S IN TRUST BUSINESS 1 BUSINESS 2 BUSINESS 3 OUT OUT OUT

23 IL TRADING TRUST

24 DEFINIZIONE Un trading trust è semplicemente un trust che svolge un attività commerciale o, in altre parole, si può definire come un trust in business.

25 IL BUSINESS L attività di business è realizzata in nome e per conto dei trustees del trust. Ma quanto detto poc anzi è scarsamente visibile da parte di soggetti terzi con cui il trust concluderà rapporti di natura commerciale.

26 AD ESEMPIO Per esempio, Bill Smith e John Brown potrebbero decidere di svolgere attività commerciale al minuto con il nome di Smith & Brown. Questi potrebbero in realtà agire quali trustees dello Smith Family Trust, con la conseguenza che ai terzi contraenti non sarà palesato il ruolo dei suddetti.

27 L ATTO DI TRUST L atto istitutivo di un trading trust apparirà identico a qualsiasi altro atto istitutuivo di trust, con l unica eccezione che nello stesso saranno previsti poteri specifici, in capo al trustee, necessari alla realizzazione del business. Potranno poi, in seno allo stesso, essere individuati anche aspetti pratici meremente gestionali.

28 IN GENERALE Al di là di questi specifici poteri, l atto istitutivo di un trading trust sarà disposto da un settlor, saranno individuati nello stesso i trustees e, se trasparente, anche i soggetti beneficiari, esattamente come per qualsiasi altro atto istitutivo di trust.

29 IL TRUSTEE Potrebbe essere nominato quale trustee di un trading trust sia una, o più, persone fisiche, ovvero, opzione più frequente, una società (nella tradizione di Common Law una private limited liability company spesso ricopre tale ruolo.

30 ESEMPIO PRIVATE LIABILITY COMPANY TRUSTEE in alternativa SETTLOR OF THE TRUST UNA O PIU PERSONE FISICHE TRUST FUND BENEFICIARI

31 ANCORA SUL TRUSTEE Il terzo contraente identificherà, nel caso di cui alla slide precedente, quale business operator la società e, nuovamente, non sarà palesato il ruolo che questa ricopre quale trustee del trading trust.

32 I BENI Nella realtà e nella tradizione anglosassone molte società-trustee non sono titolari di alcun bene, i proventi ed i ricavi dell attività di business, potranno, se contemplato dall atto istitutivo, essere distribuiti ai beneficiari del trust e conseguentemente risulteranno difficilmente aggredibili: to meet the liabilities incurred by the trustee in the business.

33 RIFERIMENTI PERSONALI Avv. Andrea MOJA Presidente Assotrusts Professore a Contratto di International Trade Law Università LIUC di Castellanza Via Monte Napoleone Milano tel fax

I TRUST IN AMBITO IMMOBILIARE

I TRUST IN AMBITO IMMOBILIARE I TRUST IN AMBITO IMMOBILIARE Sistemi a confronto ed efficienza fiscale Avv. Andrea MOJA Presidente Assotrusts Professore a Contratto di International Trade Law Università LIUC di Castellanza Via Monte

Dettagli

IL TRUST PER SOGGETTI DEBOLI

IL TRUST PER SOGGETTI DEBOLI IL TRUST PER SOGGETTI DEBOLI Prof. Alceste Santuari Docente di diritto dell economia degli enti non profit Università di Bologna sede di Forlì @ alceste.santuari@unibo.it Il Trust Per trust s'intendono

Dettagli

IL TRUST 1. DEFINIZIONE E FINALITA 2. I SOGGETTI COINVOLTI

IL TRUST 1. DEFINIZIONE E FINALITA 2. I SOGGETTI COINVOLTI IL TRUST 1. DEFINIZIONE E FINALITA Il trust è un contratto con cui un soggetto disponente (settlor) trasferisce la proprietà di uno o più beni a un soggetto fiduciario (trustee), il quale ne dispone e

Dettagli

STUDIO DE POLI - VENEZIA

STUDIO DE POLI - VENEZIA IL TRUST: COS È, IN BREVE di Ilaria Della Vedova Avvocato dello Studio De Poli Venezia Membro dell organismo Professionisti Accreditati in materia di Trust 1) Che cos è il trust? È un istituto di origine

Dettagli

PATRIMONIA SUMMIT 2 0 1 4 SUNT SERVANDA

PATRIMONIA SUMMIT 2 0 1 4 SUNT SERVANDA PATRIMONIA SUMMIT 2 0 1 4 SUNT SERVANDA Wealth(Planning(di(Azimut( come(risposta(alle(esigenze(di( passaggio(generazionale(dei( nostri(clienti 2 PARTE I TRUST La struttura giuridica Il Trust è un istituto

Dettagli

TRUST e PROTEZIONE PATRIMONIALE: AMMISSIBILITA e APPLICAZIONE NEL DIRITTO ITALIANO

TRUST e PROTEZIONE PATRIMONIALE: AMMISSIBILITA e APPLICAZIONE NEL DIRITTO ITALIANO TRUST e PROTEZIONE PATRIMONIALE: AMMISSIBILITA e APPLICAZIONE NEL DIRITTO ITALIANO avv. Andrea Moja Presidente Assotrusts prof. a Contratto di International Trade Law nell Universit Università LUIC di

Dettagli

ASSETTO PATRIMONIALE DELLA FAMIGLIA E TRUST Avv. Andrea Moja Presidente Assotrusts Professore a Contratto di International Trade Law Università LIUC di Castellanza Via Monte Napoleone 21 20121 Milano tel.

Dettagli

Diritto Societario. Riassunto. Brevi notizie sul trust

Diritto Societario. Riassunto. Brevi notizie sul trust Diritto Societario Brevi notizie sul trust Riassunto Questo memorandum si propone esclusivamente di dare qualche breve indicazione sul Trust a clienti ed ai loro consulenti. Come usuale in alcuni campi

Dettagli

L ammissibilità e la disciplina del Trust nel nostro ordinamento Lo sviluppo storico dei Trusts Il Trust è un istituto di matrice anglosassone

L ammissibilità e la disciplina del Trust nel nostro ordinamento Lo sviluppo storico dei Trusts Il Trust è un istituto di matrice anglosassone L ammissibilità e la disciplina del Trust nel nostro ordinamento Lo sviluppo storico dei Trusts Il Trust è un istituto di matrice anglosassone diffuso nei paesi a Common law ma anche nei paesi a Civil

Dettagli

SEMINARIO CLUB FINANZA D IMPRESA

SEMINARIO CLUB FINANZA D IMPRESA SEMINARIO CLUB FINANZA D IMPRESA Strumenti per la protezione del patrimonio immobiliare le nuove necessità di asset protection Dott. Massimo Lodi ***** Responsabile Family Business Advisory UBI Private

Dettagli

Unità di Informazione Finanziaria per l Italia

Unità di Informazione Finanziaria per l Italia Unità di Informazione Finanziaria per l Italia SCHEMA RAPPRESENTATIVO DI COMPORTAMENTI ANOMALI AI SENSI DELL ART. 6, COMMA 7, LETT. B) DEL D.LGS 231/2007. OPERATIVITA CONNESSA CON L ANOMALO UTILIZZO DI

Dettagli

Professional Trust Company

Professional Trust Company italiano Professional Trust Company Creata nel 2009 da un rinomato studio legale e notarile, dopo una pluriennale attività di consulenza prestata nell ambito del diritto dei Trust, la PROFESSIONAL TRUST

Dettagli

DALLA FIDUCIA AL TRUST IL TRUST COS E, IL SUO RICONOSCIMENTO IN ITALIA, LE APPLICAZIONI AL DIRITTO DI FAMIGLIA

DALLA FIDUCIA AL TRUST IL TRUST COS E, IL SUO RICONOSCIMENTO IN ITALIA, LE APPLICAZIONI AL DIRITTO DI FAMIGLIA DALLA FIDUCIA AL TRUST IL TRUST COS E, IL SUO RICONOSCIMENTO IN ITALIA, LE APPLICAZIONI AL DIRITTO DI FAMIGLIA Trissino Sabato 10 aprile 2010 1 La definizione di TRUST rapporto fiduciario in virtù del

Dettagli

TRUSTS. Avv. Nunzio Dario Latrofa. BARI Scuola Forense 2002

TRUSTS. Avv. Nunzio Dario Latrofa. BARI Scuola Forense 2002 TRUSTS Avv. Nunzio Dario Latrofa BARI Scuola Forense 2002 1 Usi del trust I principali usi del trust: ottimizzazione della disciplina fiscale; trasferimento dei beni localizzati in Paesi diversi da quello

Dettagli

Cosa è il Trust. 1 Art. 2 della Convenzione dell Aja.

Cosa è il Trust. 1 Art. 2 della Convenzione dell Aja. Cosa è il Trust Il Trust è un istituto di matrice anglosassone di lunga tradizione, sviluppatosi nei paesi di common law e che ha fatto il suo ingresso in Italia con la ratifica della Convenzione dell

Dettagli

XIV FORUM SAF Il Passaggio generazionale e strumenti per la sua realizzazione IL TRUST

XIV FORUM SAF Il Passaggio generazionale e strumenti per la sua realizzazione IL TRUST S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO XIV FORUM SAF Il Passaggio generazionale e strumenti per la sua realizzazione IL TRUST Dott. Massimo Lodi Consigliere d Amministrazione UBI TRUSTEE S.A. 8

Dettagli

IL TRUST ED I VINCOLI DI DESTINAZIONE PATRIMONIALE

IL TRUST ED I VINCOLI DI DESTINAZIONE PATRIMONIALE IL TRUST ED I VINCOLI DI DESTINAZIONE PATRIMONIALE IL TRUST La Repubblica Italiana con la legge n. 364 del 16 ottobre 1989, entrata in vigore il 1 gennaio 1992, ha ratificato la sottoscrizione della Convenzione

Dettagli

IL TRUST CORSO BASE. Avv. Stefano Loconte

IL TRUST CORSO BASE. Avv. Stefano Loconte CORSO BASE Avv. Stefano Loconte CARATTERISTICHE GENERALI Istituto di matrice anglosassone di lunga tradizione, sviluppatosi nei paesi di common law che ha fatto il suo ingresso in Italia con la ratifica

Dettagli

SEMINARIO IL TRUST: IL MONDO BANCARIO, L IMPRESA E LA FAMIGLIA L ESPERIENZA BANCARIA

SEMINARIO IL TRUST: IL MONDO BANCARIO, L IMPRESA E LA FAMIGLIA L ESPERIENZA BANCARIA IL TRUST: IL MONDO BANCARIO, L IMPRESA E LA FAMIGLIA L ESPERIENZA BANCARIA Avv. Ettore Parlato Spadafora Direttore Affari Legali e Delegato Antiriciclaggio OBIETTIVI DELL INTERVENTO Segnalare l

Dettagli

L ISTITUTO DEI TRUST WWW.OPPORTU ORT NIT NI Y T S Y RL.COM

L ISTITUTO DEI TRUST WWW.OPPORTU ORT NIT NI Y T S Y RL.COM L ISTITUTO DEI TRUST WWW.OPPORTUNITYSRL.COM L ISTITUTO DEL TRUST Il trust (che tradotto dall inglese significa "fidarsi") è stato riconosciuto in Italia solo di recente. Infatti la legge 364/89 recepisce

Dettagli

Fiscalità e adempimenti nella successione delle attività imprenditoriali e professionali. Questioni aperte

Fiscalità e adempimenti nella successione delle attività imprenditoriali e professionali. Questioni aperte PASSAGGIO GENERAZIONALE. ASPETTI PSICOLOGICI, CIVILISTICI, FINANZIARI E FISCALI Fiscalità e adempimenti nella successione delle attività imprenditoriali e professionali. Questioni aperte PROF. DOTT. ALBERTO

Dettagli

FONDO, TRUST, VINCOLO DI DESTINAZIONE NOTAIO EMANUELE DE MICHELI

FONDO, TRUST, VINCOLO DI DESTINAZIONE NOTAIO EMANUELE DE MICHELI TUTELA PATRIMONIALE FONDO, TRUST, VINCOLO DI DESTINAZIONE NOTAIO EMANUELE DE MICHELI Fonti normative FONDO PATRIMONIALE: artt. 167 ss. cod. civ. Fonti normative FONDO PATRIMONIALE: artt. 167 ss. cod. civ.

Dettagli

Trust per conservazione, gestione e valorizzazione di beni artistici

Trust per conservazione, gestione e valorizzazione di beni artistici Trust per conservazione, gestione e valorizzazione di beni artistici Possibili applicazioni pratiche Roma, 13 ottobre 2014 Agenda 1. Premessa 2. Il caso di Ermenegildo 3. Il caso di Martino e Alessandro

Dettagli

Tutela del patrimonio immobiliare Le possibili soluzioni trust, fondo patrimoniale, assicurazione vita.

Tutela del patrimonio immobiliare Le possibili soluzioni trust, fondo patrimoniale, assicurazione vita. Venerdì 5 luglio 2013. Sutherland House Suite 108 3 Lloyd s Avenue London Tutela del patrimonio immobiliare Le possibili soluzioni trust, fondo patrimoniale, assicurazione vita. Rag. Giuseppe Lepore Commercialista

Dettagli

La successione e la donazione

La successione e la donazione La successione e la donazione Voglio pianificare la trasmissione del mio patrimonio, possibili alternative: Il patto di famiglia (aziendale) Un Fondo patrimoniale Un Trust Una polizza vita con beneficiario/i

Dettagli

La nascita e la storia... 3. L Istituto del Trust... 5. Le principali figure del Trust... 7. Il Trust immobiliare... 9

La nascita e la storia... 3. L Istituto del Trust... 5. Le principali figure del Trust... 7. Il Trust immobiliare... 9 Family Trust Sommario La nascita e la storia... 3 L Istituto del Trust... 5 Le principali figure del Trust... 7 Il Trust immobiliare... 9 La nostra Trust Company - Lettera del CEO... 11 La nascita e la

Dettagli

Lo strumento del Trust e descrizione di un caso

Lo strumento del Trust e descrizione di un caso S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO TUTELA DEL PATRIMONIO: DISAMINA DEI DIVERSI STRUMENTI A DISPOSIZIONE E CRITERI DI SCELTA Lo strumento del Trust e descrizione di un caso STEFANIA TOMASINI

Dettagli

L Istituto del Trust ed i profili applicativi

L Istituto del Trust ed i profili applicativi L Istituto del Trust ed i profili applicativi Forlì, 8 ottobre 2015 Via degli Agresti 6, 40123 - Bologna 1 Cos è il Trust: Istituto di origine anglosassone secondo il quale un disponente trasferisce beni

Dettagli

Passaggio generazionale: fiscalità tra vincoli ed opportunità

Passaggio generazionale: fiscalità tra vincoli ed opportunità Il passaggio generazionale nella Famiglia e nell Impresa Passaggio generazionale: fiscalità tra vincoli ed opportunità Paolo Ludovici Bergamo, 2 luglio 2013 Imposta sulle successioni e donazioni: aliquote

Dettagli

Il passaggio generazionale: questioni giuridiche e fattori di successo - aspetti giuridici -

Il passaggio generazionale: questioni giuridiche e fattori di successo - aspetti giuridici - Il passaggio generazionale: questioni giuridiche e fattori di successo - aspetti giuridici - Verona, 29 settembre 2011 Avv. Simone Rossi Passaggio generazionale Trasferimento della proprietà e della gestione

Dettagli

Obblighi di adeguata verifica del titolare effettivo difficoltà applicative

Obblighi di adeguata verifica del titolare effettivo difficoltà applicative Obblighi di adeguata verifica del titolare effettivo difficoltà applicative ASSOSIM 14 febbraio 2013 Avv. Davide Nervegna Of Counsel Norton Rose FINANCIAL INSTITUTIONS ENERGY INFRASTRUCTURE, MINING AND

Dettagli

Le normali forme di tutela del patrimonio personale adottate nel sistema economico: dal fondo patrimoniale al trust

Le normali forme di tutela del patrimonio personale adottate nel sistema economico: dal fondo patrimoniale al trust Le normali forme di tutela del patrimonio personale adottate nel sistema economico: dal fondo patrimoniale al trust Palazzo della Ragione, Verona 18 novembre 2011 Prof. Avv. Matteo De Poli Gli strumenti

Dettagli

GENTE MONEY OTTOBRE 2013

GENTE MONEY OTTOBRE 2013 PROTEZIONE DE PATRIMONIO: CHI NE HA BISOGNO E QUALI SONO I LIMITI (*) (*) Roberto Lenzi Avvocato, Lenzi e Associati La ricerca e individuazione di forme di protezione del patrimonio è sicuramente argomento

Dettagli

La Banca e lo Scudo Fiscale: Tutela del patrimonio e qualità di un servizio integrato

La Banca e lo Scudo Fiscale: Tutela del patrimonio e qualità di un servizio integrato La Banca e lo Scudo Fiscale: Tutela del patrimonio e qualità di un servizio integrato Bergamo, 12 Ottobre 2009 Giovanni Marafante Direttore Generale Aletti Fiduciaria Indice 1. Adempimenti e modalità operative

Dettagli

Il trust e il fondo patrimoniale: similitudini e differenze

Il trust e il fondo patrimoniale: similitudini e differenze Focus di pratica professionale di Ennio Vial e Vita Pozzi Il trust e il fondo patrimoniale: similitudini e differenze Nel presente intervento analizzeremo le analogie e le differenze tra l istituto del

Dettagli

Parte I IL FONDO PATRIMONIALE

Parte I IL FONDO PATRIMONIALE Parte I IL FONDO PATRIMONIALE Capitolo 1 - Il fondo patrimoniale nell ordinamento civilistico italiano 1.1 Cenni storici... 13 1.2 Considerazioni generali sulla riforma del diritto di famiglia... 15 1.3

Dettagli

IL TRUST ED I BENI CULTURALI MOBILI

IL TRUST ED I BENI CULTURALI MOBILI IL TRUST ED I BENI CULTURALI MOBILI 25 Gennaio 2013 Bologna Relatore: Dott. Michele Malerba TEP Amministratore Italian Trust Company SRL IL TRUSTEE PROFESSIONALE: OTTIMIZZARE I VANTAGGI DEL TRUST PREMESSA

Dettagli

I SERVIZI DELLA VERFID

I SERVIZI DELLA VERFID I SERVIZI DELLA VERFID Specialisti nei servizi fiduciari dal 1983 I NOSTRI SERVIZI WHITE PAPER 1 I servizi prestati dalla nostra società fiduciaria sono in generale riconducibili a due aree distinte: SERVIZI

Dettagli

I Passaggi Generazionali Aspetti Fiscali

I Passaggi Generazionali Aspetti Fiscali I Passaggi Generazionali Aspetti Fiscali Verona, 29 settembre 2011 dott. stefano dorio dott. emanuele dorio IMPOSTA SULLE SUCCESSIONI E SULLE DONAZIONI STRUTTURE SOCIETARIE TRUST Imposta Successioni e

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato CARFAGNA

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato CARFAGNA Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 2301 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato CARFAGNA Modifiche al codice civile nonché ai testi unici di cui ai decreti del Presidente

Dettagli

IL TRUST NEL DIRITTO COMMERCIALE: NOVITA GIURISPRUDENZIALI E CASISTICA

IL TRUST NEL DIRITTO COMMERCIALE: NOVITA GIURISPRUDENZIALI E CASISTICA IL TRUST NEL DIRITTO COMMERCIALE: NOVITA GIURISPRUDENZIALI E CASISTICA avv. Andrea Moja Presidente Assotrusts Professore a Contratto di International Trade Law Università LIUC di Castellanza Via Monte

Dettagli

Analisi comparativa degli strumenti di protezione del patrimonio

Analisi comparativa degli strumenti di protezione del patrimonio Analisi comparativa degli strumenti di protezione del patrimonio Avv. Fabrizio Vedana 1 STRUMENTI A DISPOSIZIONE HOLDING DI FAMIGLIA PATTI DI FAMIGLIA FONDAZIONI MANDATO FIDUCIARIO ATTI DI DESTINAZIONE

Dettagli

Trust: imposta di donazione immediata. Cassazione, ordinanze n. 3735, 3737 e 3866

Trust: imposta di donazione immediata. Cassazione, ordinanze n. 3735, 3737 e 3866 Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 102 24.03.2015 Trust: imposta di donazione immediata Cassazione, ordinanze n. 3735, 3737 e 3866 Categoria: Enti commerciali/non commerciali Sottocategoria:

Dettagli

IL TRUST ITALIANO : La soluzione per la famiglia e l impresa

IL TRUST ITALIANO : La soluzione per la famiglia e l impresa IL TRUST ITALIANO : La soluzione per la famiglia e l impresa Il Trust italiano Il Trust Interno è quel trust ove - a parte la legge regolatrice ed eventualmente il trustee - disponente, beni e beneficiari

Dettagli

L utilizzo del trust nel settore pubblico. Roma, 23 aprile 2013 Avv. Giovanni Cristofaro

L utilizzo del trust nel settore pubblico. Roma, 23 aprile 2013 Avv. Giovanni Cristofaro L utilizzo del trust nel settore pubblico Roma, 23 aprile 2013 Avv. Giovanni Cristofaro Sommario - Quadro normativo - Sviluppo giurisprudenziale - Principali caratteristiche e applicazioni - L applicazione

Dettagli

Trust interni ed esterni: casi di studio

Trust interni ed esterni: casi di studio Trust interni ed esterni: casi di studio Avv. Sebastiano Garufi, PhD Monza, 25 febbraio 2011 POTENZIALI UTILIZZI DEL TRUST FAMIGLIA (private) Pianificazione successoria Ottimizzazione flussi di reddito

Dettagli

I vantaggi del trust nel ricambio generazionale delle PMI

I vantaggi del trust nel ricambio generazionale delle PMI I vantaggi del trust nel ricambio generazionale delle PMI antonio.bezzola@innconsulting.it Lugano, 19 settembre 2006 pag. 1 Scopo della presentazione La dimensione del ricambio generazionale in Italia

Dettagli

Il trust operativo: un caso pratico. Savona, 5 dicembre 2007 Avv. Raffaella Sarro

Il trust operativo: un caso pratico. Savona, 5 dicembre 2007 Avv. Raffaella Sarro Il trust operativo: un caso pratico Savona, 5 dicembre 2007 Avv. Raffaella Sarro Occorre o meno un trust? Pag. 2 L obiettivo del cliente potrebbe essere soddisfatto mediante negozi sottoposti al diritto

Dettagli

IL PASSAGGIO GENERAZIONALE Aspetti Fiscali degli Atti Dispositivi

IL PASSAGGIO GENERAZIONALE Aspetti Fiscali degli Atti Dispositivi Carismi Convegni CARISMICONVEGNI IL PASSAGGIO GENERAZIONALE Centro Studi I Cappuccini 22 Febbraio 2013 Avv. Francesco Napolitano DONAZIONE DI AZIENDA IMPOSTE DIRETTE La donazione di azienda da parte di

Dettagli

PASSAGGIO GENERAZIONALE

PASSAGGIO GENERAZIONALE STRUMENTI CIVILISTICI SOCIETARI E FISCALI A SUPPORTO DEL PASSAGGIO GENERAZIONALE A cura del Dott. Claudio LUDOVICO Bari, 11 Maggio 2012 IMPRESE Ricchezza della nazione viene spesso agevolata la loro costituzione..non

Dettagli

IL TRUST PER IL DOPO DI NOI

IL TRUST PER IL DOPO DI NOI IL TRUST PER IL DOPO DI NOI 1. TRUST E TUTELA DEI SOGGETTI DISABILI In presenza di soggetti deboli e diversamente abili le preoccupazioni dei genitori e dei familiari più stretti sono tutte rivolte alle

Dettagli

Conseguire un maggior controllo sulla disposizione del patrimonio lasciato in eredità.

Conseguire un maggior controllo sulla disposizione del patrimonio lasciato in eredità. IL TRUST, DOMANDE E RISPOSTE Che cosa è un trust? Un trust è uno strumento giuridico con cui una persona o più persone (Settlor) trasferiscono il titolo di uno o più proprietà ad uno o più gestori (Trustee)

Dettagli

Savona 16-10-2009. incontro di approfondimento con le famiglie

Savona 16-10-2009. incontro di approfondimento con le famiglie A.I.A.S. SAVONA ONLUS ASSOCIAZIONE DOWN SAVONA ONLUS APOS ONLUS SAVONA Distretto Socio Sanitario 7 Savonese Segreteria Tecnica Associazione Il trust per noi, dopo di voi. Savona 16-10-2009 Trust per disabili

Dettagli

IL TRUST: COMPARAZIONE TRA LA PROPRIETA CIVILE E LA PROPRIETA DEL TRUSTEE

IL TRUST: COMPARAZIONE TRA LA PROPRIETA CIVILE E LA PROPRIETA DEL TRUSTEE COLLANA FINANZAEDIRITTO Giusi Fortunato IL TRUST: COMPARAZIONE TRA LA PROPRIETA CIVILE E LA PROPRIETA DEL TRUSTEE AGGIORNATO ALLA FINANZIARIA 2008 Giusi Fortunato Il trust: comparazione tra la proprietà

Dettagli

Corso sul trust. La scelta della legge regolatrice 7 dicembre 2012. Dott. Filippo Lanteri STEP Member

Corso sul trust. La scelta della legge regolatrice 7 dicembre 2012. Dott. Filippo Lanteri STEP Member Corso sul trust La scelta della legge regolatrice 7 dicembre 2012 Dott. Filippo Lanteri STEP Member 2 Una breve introduzione Il panorama interno: La convenzione dell Aja e la legge di ratifica Il panorama

Dettagli

TRASMISSIONE DEL PATRIMONIO FAMILIARE E SUCCESSIONE D AZIENDA

TRASMISSIONE DEL PATRIMONIO FAMILIARE E SUCCESSIONE D AZIENDA TRASMISSIONE DEL PATRIMONIO FAMILIARE E SUCCESSIONE D AZIENDA IL NUOVO REGOLAMENTO COMUNITARIO SULLE SUCCESSIONI TRANSFRONTALIERE ASPETTI CIVILISTICI, SOCIETARI E FISCALI IL PATTO DI FAMIGLIA E LE IPOTESI

Dettagli

Atti di destinazione ex 2645ter cc

Atti di destinazione ex 2645ter cc Atti di destinazione ex 2645ter cc - Introdotto nel 2006 (L. 23.02.2006 n. 91); - Riguarda: Immobili e beni mobili registrati; - Durata: massimo 90 anni, ovvero quanto la vita della persona beneficiaria;

Dettagli

ALLEGATO 4 STUDIO DI FATTIBILITA

ALLEGATO 4 STUDIO DI FATTIBILITA ALLEGATO 4 STUDIO DI FATTIBILITA Procedura aperta per la selezione di una Società di Gestione del Risparmio per l'istituzione e la gestione di un fondo di investimento, immobiliare, chiuso per il patrimonio

Dettagli

Il settore del TRUST in Italia

Il settore del TRUST in Italia Il settore del TRUST in Italia Giugno 2014 Indagine a cura di Lorenzo Ferrari Università L. Bocconi Milano Tesi di laurea specialistica in Management Relatore Prof. Avv. Marco Carone Il presente report

Dettagli

IL TRUST IN ITALIA. Milano, 22 e 23 giugno 2011 Camera di Commercio di Milano, Palazzo Giureconsulti

IL TRUST IN ITALIA. Milano, 22 e 23 giugno 2011 Camera di Commercio di Milano, Palazzo Giureconsulti IL TRUST IN ITALIA STRUTTURA ED EVOLUZIONE DELLA FATTISPECIE IL RAPPORTO CON IL MANDATO FIDUCIARIO E CON IL NUOVO CONTRATTO DI FIDUCIA LE FORME DI UTILIZZAZIONE Milano, 22 e 23 giugno 2011 Camera di Commercio

Dettagli

Voluntary Disclosure: il ruolo del Private Banking e dei servizi fiduciari per la pianificazione patrimoniale dei capitali

Voluntary Disclosure: il ruolo del Private Banking e dei servizi fiduciari per la pianificazione patrimoniale dei capitali Voluntary Disclosure: il ruolo del Private Banking e dei servizi fiduciari per la pianificazione patrimoniale dei capitali Dott.ssa Concetta Granata, Area Private Banking - Banca Monte dei Paschi di Siena

Dettagli

SPUNTI IN MATERIA DI PIANIFICAZIONE SUCCESSORIA WEALTH MANAGEMENT E PROTEZIONE DEL PATRIMONIO

SPUNTI IN MATERIA DI PIANIFICAZIONE SUCCESSORIA WEALTH MANAGEMENT E PROTEZIONE DEL PATRIMONIO SPUNTI IN MATERIA DI PIANIFICAZIONE SUCCESSORIA WEALTH MANAGEMENT E PROTEZIONE DEL PATRIMONIO LA SUCCESSIONE Fatti queste semplici domande: - Sono consapevole di come si articolerà la mia successione?

Dettagli

trusts nel diritto di famiglia

trusts nel diritto di famiglia CIVILE E PROCESSO e pratica del diritto SALVATORE trusts nel diritto di famiglia GIUFFRÈ EDITORE INDICE SOMMARIO I PRINCÌPI DEL DIRITTO DEI TRUSTS 1. Nozione, funzione, connotati strutturali del trust

Dettagli

Il Trust a sostegno di soggetti deboli

Il Trust a sostegno di soggetti deboli Il Trust a sostegno di soggetti deboli dott. Marco Snichelotto dott. Marco Snichelotto 1 Soggetti deboli Locuzione volutamente generica. Non è necessario che il beneficiario del trust sia un soggetto riconosciuto

Dettagli

LEGITTIMA TESTAMENTARIA NECESSARIA

LEGITTIMA TESTAMENTARIA NECESSARIA LEGITTIMA TESTAMENTARIA NECESSARIA TUTELE A PROTEZIONE DEI LEGITTIMARI Azione di riduzione Divieto per il de cuius di pesi o condizioni sulla quota legittima AZIONE DI RIDUZIONE Spetta al legittimario

Dettagli

BANCA MONTE DEI PASCHI DI SIENA S.p.A. Sede sociale in Siena, Piazza Salimbeni, 3 www.mps.it Capitale Sociale: euro 12.484.206.649,08 alla data del

BANCA MONTE DEI PASCHI DI SIENA S.p.A. Sede sociale in Siena, Piazza Salimbeni, 3 www.mps.it Capitale Sociale: euro 12.484.206.649,08 alla data del BANCA MONTE DEI PASCHI DI SIENA S.p.A. Sede sociale in Siena, Piazza Salimbeni, 3 www.mps.it Capitale Sociale: euro 12.484.206.649,08 alla data del 09/07/2014 Cod. Fisc., Part. IVA e n. iscrizione al Registro

Dettagli

Ottobre 2014. Recenti modifiche alla tassazione dei dividendi distribuiti ad un trust

Ottobre 2014. Recenti modifiche alla tassazione dei dividendi distribuiti ad un trust Ottobre 2014 Recenti modifiche alla tassazione dei dividendi distribuiti ad un trust Avv. Prof. Stefano Loconte, Studio Legale e Tributario Loconte & Partners Il trust Nel nostro Paese si parla di trust

Dettagli

Dopo la Voluntary Disclosure. un trust Why not?

Dopo la Voluntary Disclosure. un trust Why not? Dopo la Voluntary Disclosure. un trust Why not? Londra 24 aprile 2015 Grange Hotel Riflessioni e spunti operativi di Giuseppe Lepore Ragioniere commercialista in Savona Iscritto al Registro dei Professionisti

Dettagli

CIRCOLARE N. 61/E. Roma, 27 dicembre 2010. OGGETTO: Ulteriori chiarimenti in merito alla disciplina fiscale dei Trust.

CIRCOLARE N. 61/E. Roma, 27 dicembre 2010. OGGETTO: Ulteriori chiarimenti in merito alla disciplina fiscale dei Trust. CIRCOLARE N. 61/E Direzione Centrale Normativa Roma, 27 dicembre 2010 OGGETTO: Ulteriori chiarimenti in merito alla disciplina fiscale dei Trust. PREMESSA Come noto, l articolo 1, commi da 74 a 76, della

Dettagli

L OPERATIVITÀ DEL TRUST ATTRAVERSO L ESPERIENZA CONCRETA. Brescia, 24 Febbraio 2014

L OPERATIVITÀ DEL TRUST ATTRAVERSO L ESPERIENZA CONCRETA. Brescia, 24 Febbraio 2014 L OPERATIVITÀ DEL TRUST ATTRAVERSO L ESPERIENZA CONCRETA Brescia, 24 Febbraio 2014 DISCLAIMER Tutti i contenuti di questa presentazione sono di proprietà di Aletti Trust S.p.A. e la loro distribuzione

Dettagli

G R U P P O B A N C A F I N N AT

G R U P P O B A N C A F I N N AT G R U P P O B A N C A F I N N AT IL SERVIZIO FIDUCIARIO È UNO STRUMENTO PER OTTIMIZZARE L AMMINISTRAZIONE DEI VOSTRI INVESTIMENTI, MANTENERNE IL CONTROLLO E GARANTIRNE LA RISERVATEZZA. FINNAT fiduciaria

Dettagli

Durante e Dopo di Noi Aula Magna «Fulvio Croce» Palazzo di Giustizia «Bruno Caccia» TORINO 26 novembre 2015

Durante e Dopo di Noi Aula Magna «Fulvio Croce» Palazzo di Giustizia «Bruno Caccia» TORINO 26 novembre 2015 Durante e Dopo di Noi Aula Magna «Fulvio Croce» Palazzo di Giustizia «Bruno Caccia» TORINO 26 novembre 2015 Il Trust: struttura e funzionamento Avv. MariaGrazia Monegat Partner LS LEXJUS SINACTA - Milano

Dettagli

Aspetti fiscali del trust

Aspetti fiscali del trust Aspetti fiscali del trust CONCETTO GENERALE L ART. 1 CO. 74 DELLA L. N. 296/2006 HA INSERITO IL TRUST TRA GLI ENTI COMMERCIALI E NON COMMERCIALI NELL AMBITO DEI SOGGETTI CHE SCONTANO L IRES DI CUI ALL

Dettagli

(*) Sentenze reperite sul sito www.il- trust- in- italia.it

(*) Sentenze reperite sul sito www.il- trust- in- italia.it Giurisprudenza Tributaria in materia di tassazione di conferimento di beni in Trust (*) Comm. Trib. Prov. Perugia 19.06.2014 n. 470/2/14 Dichiara che, al momento dell'istituzione di un trust, il beneficiario

Dettagli

Appunti sul Trust. Cenni introduttivi L

Appunti sul Trust. Cenni introduttivi L Appunti sul Trust Cenni introduttivi L e prime forme di trust risalgono alla fine del quattrocento in Inghilterra per risolvere problemi di gestione fiduciaria delle proprietà terriere. Nei secoli successivi

Dettagli

VOLUNTARY DISCLOSURE STRUTTURE INTERPOSTE. Prof. Guido Feller Wealth Planning Azimut Dottore Commercialista. Firenze, 10 aprile 2015

VOLUNTARY DISCLOSURE STRUTTURE INTERPOSTE. Prof. Guido Feller Wealth Planning Azimut Dottore Commercialista. Firenze, 10 aprile 2015 VOLUNTARY DISCLOSURE STRUTTURE INTERPOSTE Prof. Guido Feller Wealth Planning Azimut Dottore Commercialista Firenze, 10 aprile 2015 Agenda 1. Introduzione 2. Polizze Vita 3. Società 4. Trust 5. Sintesi

Dettagli

STUDIO NOTAIO FRANCESCO PALLINO

STUDIO NOTAIO FRANCESCO PALLINO A CURA DELLA COMMISSIONE STUDI DELLO STUDIO NOTAIO FRANCESCO PALLINO Palazzo Vitalba, Via Broseta n.35 24122 Bergamo Tel. 035/218296 Fax 035/4229634 E-mail notaio.pallino@studiopallino.it IL TRUST E I

Dettagli

Elementi tipici del Trust. Differenze e analogie con altri strumenti di protezione del patrimonio. Dott.ssa Susanna Isgrò - AD Melior Trust S.p.A.

Elementi tipici del Trust. Differenze e analogie con altri strumenti di protezione del patrimonio. Dott.ssa Susanna Isgrò - AD Melior Trust S.p.A. Elementi tipici del Trust. Differenze e analogie con altri strumenti di protezione del patrimonio Dott.ssa Susanna Isgrò - AD Melior Trust S.p.A. Strumenti di Protezione Società Fiduciarie Legge 1966/1939

Dettagli

FISCALITÀ DEL TRUST. Torino, 07.12.2012 Gruppo di lavoro Trust Dott. Massimo BOIDI Dott. Alessandro TERZUOLO

FISCALITÀ DEL TRUST. Torino, 07.12.2012 Gruppo di lavoro Trust Dott. Massimo BOIDI Dott. Alessandro TERZUOLO FISCALITÀ DEL TRUST Torino, 07.12.2012 Gruppo di lavoro Trust Dott. Massimo BOIDI Dott. Alessandro TERZUOLO FISCALITÀ DIRETTA DEL TRUST Dott. Massimo BOIDI ASPETTI GENERALI La Finanziaria 2007 ha riconosciuto

Dettagli

RESPONSABILITA PATRIMONIALE DEL DOTTORE COMMERCIALISTA NELLA VESTE DI SINDACO DI SOCIETA. Avv. Gabriele Di Nuzzo Cristofori + Partners s.s.t.p.

RESPONSABILITA PATRIMONIALE DEL DOTTORE COMMERCIALISTA NELLA VESTE DI SINDACO DI SOCIETA. Avv. Gabriele Di Nuzzo Cristofori + Partners s.s.t.p. RESPONSABILITA PATRIMONIALE DEL DOTTORE COMMERCIALISTA NELLA VESTE DI SINDACO DI SOCIETA Avv. Gabriele Di Nuzzo Cristofori + Partners s.s.t.p. Art. 2407 c.c. Art. 2407 c.c. (Responsabilità) I sindaci devono

Dettagli

Fiscal Approfondimento

Fiscal Approfondimento Fiscal Approfondimento Il Focus di qualità N. 36 09.09.2014 Trust: possibili utilizzi Gestione di partecipazioni, di immobili, passaggio generazionale, trust liquidatorio Categoria: Enti Commerciali/non

Dettagli

Che cos è un trust? Che ruolo svolgono i trust nel diritto di successione?

Che cos è un trust? Che ruolo svolgono i trust nel diritto di successione? Che cos è un trust? Che ruolo svolgono i trust nel diritto di successione? Beatrice Puoti-ffiske Partner Burges Salmon LLP 1 Background Questa nota esaminerà il significato dei trust, quale ruolo essi

Dettagli

ATTO DI COSTITUZIONE DI TRUST. AI SENSI DELLA LEGGE 16 ottobre 1989, n. 364

ATTO DI COSTITUZIONE DI TRUST. AI SENSI DELLA LEGGE 16 ottobre 1989, n. 364 ATTO DI COSTITUZIONE DI TRUST AI SENSI DELLA LEGGE 16 ottobre 1989, n. 364 (Ratifica ed esecuzione della convenzione sulla legge applicabile ai trusts e sul loro riconoscimento, adottata a L'Aja il 1 luglio

Dettagli

La fiscalità dei trust di interesse familiare: casi particolari e confronto con strumenti alternativi

La fiscalità dei trust di interesse familiare: casi particolari e confronto con strumenti alternativi La fiscalità dei trust di interesse familiare: casi particolari e confronto con strumenti alternativi Avv. Massimo Antonini 11 marzo 2011 massimo.antonini@chiomenti.net Patti di famiglia Caratteristiche

Dettagli

I veicoli di investimento immobiliare professionale: I fondi immobiliari ad apporto

I veicoli di investimento immobiliare professionale: I fondi immobiliari ad apporto I veicoli di investimento immobiliare professionale: I fondi immobiliari ad apporto Le problematiche operative e le soluzioni possibili Roma 28 ottobre 2005 SORGENTE Società di Gestione del Risparmio S.p.A.

Dettagli

LA MANOVRA ESTIVA 2008

LA MANOVRA ESTIVA 2008 Seminario LA MANOVRA ESTIVA 2008 Arezzo 8 ottobre 2008 Lucca 9 ottobre 2008 Firenze 14 ottobre 2008 D.L. n. 112/2008 Il nuovo regime fiscale dei fondi di investimento immobiliari Dott. Fabio Giommoni Fondi

Dettagli

PATRIMONIA PATRIMONIA SUMMIT 2014 UNT SERVANDA SUMMIT 2 0 1 4. Flavio Ravera. Aspetti(Fiscali( delle(nuove(unit(linked(

PATRIMONIA PATRIMONIA SUMMIT 2014 UNT SERVANDA SUMMIT 2 0 1 4. Flavio Ravera. Aspetti(Fiscali( delle(nuove(unit(linked( PATRIMONIA PATRIMONIA SUMMIT 2014 SUMMIT 2 0 1 4 SUNT SSERVANDA UNT SERVANDA Aspe& Fiscali delle nuove Unit Linked dr.generazionale Flavio Ravera all interno del passaggio Aspetti(Fiscali( delle(nuove(unit(linked(

Dettagli

La difesa del patrimonio

La difesa del patrimonio Mercoledì 19 Marzo 2014 SAVIGLIANO DONAZIONE DI AZIENDE O QUOTE La donazione è il contratto con il quale (art. 769 C.C.), per spirito di liberalità, una parte arricchisce l altra, disponendo a favore di

Dettagli

Strumenti societari di finanziamento di un business plan

Strumenti societari di finanziamento di un business plan Università Ca Foscari Venezia CORSO ABC DEL BUSINESS PLAN Strumenti societari di finanziamento di un business plan Davide Sarti Dipartimento di Scienze Giuridiche 1 Introduzione patrimonializzazione, non

Dettagli

La successione per causa di morte

La successione per causa di morte L impresa di famiglia alla prova del passaggio generazionale: l importanza della pianificazione La successione dell imprenditore: destino o pianificazione? La successione per causa di morte Relatori notai

Dettagli

LA PIANIFICAZIONE PATRIMONIALE IV: La successione.

LA PIANIFICAZIONE PATRIMONIALE IV: La successione. LA PIANIFICAZIONE PATRIMONIALE IV: La successione. La società fiduciaria, attraverso l ampio novero di soluzioni applicabili, risulta essere uno strumento molto valido al fine di soddisfare le esigenze

Dettagli

IL TRUST: PRINCIPI GENERALI, MODALITA APPLICATIVE E CASI DI STUDIO Roma, 12 APRILE 2011 Domenico Rinaldi

IL TRUST: PRINCIPI GENERALI, MODALITA APPLICATIVE E CASI DI STUDIO Roma, 12 APRILE 2011 Domenico Rinaldi IL TRUST: PRINCIPI GENERALI, MODALITA APPLICATIVE E CASI DI STUDIO Roma, 12 APRILE 2011 Domenico Rinaldi COSTI DEL TRUST Costi una tantum Imposta sulle donazioni (Circolare Agenzia delle Entrate n. 3 28/01/2008)

Dettagli

La polizza Vita nella successione ereditaria

La polizza Vita nella successione ereditaria Roma, 22 novembre 2011 La polizza Vita nella successione ereditaria Intervento di Sergio Morandi Training Manager Gruppo Aviva Nasce nel 1696 È il 1 gruppo assicurativo in UK È leader in Europa per la

Dettagli

IL NUOVO REGIME TRIBUTARIO DEL TRUST: DETERMINAZIONE DELLA BASE IMPONIBILE E NUOVE ALIQUOTE

IL NUOVO REGIME TRIBUTARIO DEL TRUST: DETERMINAZIONE DELLA BASE IMPONIBILE E NUOVE ALIQUOTE IL NUOVO REGIME TRIBUTARIO DEL TRUST: DETERMINAZIONE DELLA BASE IMPONIBILE E NUOVE ALIQUOTE avv. Andrea MOJA Presidente Assotrusts Professore a Contratto di International Trade Law Università LIUC di Castellanza

Dettagli

Tutti caratterizzati da effetto segregativo

Tutti caratterizzati da effetto segregativo Il fondo patrimoniale i quale strumento di protezione del patrimonio i familiare Confronto tra fondo patrimoniale e trust di Maurizio Casalini 1 Esempi di patrimoni separati Fondo patrimoniale Accettazione

Dettagli

NEXT GENERATION Tavola Rotonda Napoli, 3 dicembre 2012

NEXT GENERATION Tavola Rotonda Napoli, 3 dicembre 2012 NEXT GENERATION Tavola Rotonda Napoli, 3 dicembre 2012 IL TRUST NEL PASSAGGIO GENERAZIONALE D IMPRESA a cura del Dottor Salvatore Tramontano Vice Presidente 1 NEXT GENERATION Tavola Rotonda Napoli, 3 dicembre

Dettagli

Soggettività passiva del trust ai fini IRES

Soggettività passiva del trust ai fini IRES 0 APPROFONDIMENTO Risoluzione dell Agenzia delle Entrate 4 ottobre 2007, n. 278/E Soggettività passiva del trust ai fini IRES di Luca Del Federico (*) Con la risoluzione 4 ottobre 2007 n. 278/E, l Agenzia

Dettagli

R Roma, 29 maggio 2013

R Roma, 29 maggio 2013 CIRCOLARE N. 18/E Direzione Centrale Normativa R Roma, 29 maggio 2013 OGGETTO: La tassazione degli atti notarili - Guida operativa - Testo unico dell imposta di registro, approvato con decreto del Presidente

Dettagli

S T U D I O L E G A L E M I S U R A C A - A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i L a w F i r m i n I t a l y

S T U D I O L E G A L E M I S U R A C A - A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i L a w F i r m i n I t a l y QATAR DIRITTO SOCIETARIO IN QATAR di Avv. Francesco Misuraca Diritto societario in Qatar La disciplina del diritto societario è contenuta nella nuova Legge n. 5/2002 definita New Commercial Companies Law

Dettagli

IL TRUST APPLICAZIONI PRATICHE. Dott. Maurizio CERRANO Wealth Corporate & Tax S.r.l.

IL TRUST APPLICAZIONI PRATICHE. Dott. Maurizio CERRANO Wealth Corporate & Tax S.r.l. IL TRUST APPLICAZIONI PRATICHE Dott. Maurizio CERRANO Wealth Corporate & Tax S.r.l. 2 Trust e individuo/famiglia BLIND TRUST: per risolvere il problema del conflitto di interesse potenziale in capo a soggetti

Dettagli