CACCIA AL PROGETTO ITER

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CACCIA AL PROGETTO ITER"

Transcript

1 CACCIA AL PROGETTO ITER Capitolo I Giovedì 20 settembre base di Cadarache, Francia meridionale. Stasera, finalmente, festeggeremo il raggiungimento del nostro obiettivo: il nuovo laboratorio è ormai pronto, mancano solo pochi dettagli, e poi potremo cominciare a testarlo. E stato un lavoro durissimo, che ci ha spremuto come limoni negli ultimi due anni. Il Tokamak è stato posizionato e fornito di energia, gli addetti alla manutenzione hanno controllato ogni singolo meccanismo, per riuscire a superare il test del 24 settembre. Io sono Henri Fermienne e lavoro da due anni come capo dell unità dei fisici alla messa in opera della centrale per la fusione nucleare: ho studiato in America, sono nato in Belgio, ho dedicato la mia vita al nucleare pulito, e per me, come per molti altri miei colleghi, questo è il momento cruciale della nostra carriera. Venerdì 21 settembre base di Cadarache, Francia meridionale. Nella base regna un clima di serenità assoluta, il lavoro di una vita sta terminando, tutti gli addetti alla base, gli scienziati, i tecnici, i militari, i medici e ogni altro soggetto di nazionalità inglese, italiana, francese, tedesca, russa, spagnola, greca, svedese, olandese, finlandese, norvegese e non mi ricordo più che altro hanno partecipato al brindisi e hanno ricevuto le prime delegazioni in arrivo alla centrale. Sabato 22 settembre base di Cadarache, Francia meridionale. Rapporto n. 1765/28 del Capo dei Servizi di Sicurezza della base di Cadarache al Messaggio in codice/classificato/categoria RR/priorità altissima/trasmissione Iniziata ispezione perimetro base e locali in essa contenuti con esito negativo. Effettuato sopralluogo agli edifici A e B (centrali e laboratorio): nulla da segnalare. Da controllo ad edifici C e D (Direzione e Aula Magna) non si rilevano anomalie da segnalare. Ispezionati tutti i locali tecnici, gli ambienti caldaie, le centraline elettriche ed i condotti di ventilazione con esito negativo. Prosegue il controllo di tutti i locali in vista dell evento programmato per il giorno 24 settembre p.v. Si assicura l accurata bonifica degli edifici ospitanti il laboratorio e la sala stampa, nonché delle aree destinata ad accogliere le personalità politiche, scientifiche e militari. La vigilanza alla

2 struttura prosegue con turni di servizio H 24 a cura di pattuglie armate. Riserva di ulteriori notizie. Colonnello V. M.- Comandante della Base Capitolo II Lunedì 24 settembre 2028, h. 7:30 - base di Cadarache, Francia meridionale. Oggi è il gran giorno. Presenteremo alla stampa interazionale ed all opinione pubblica mondiale il laboratorio e la centrale destinate a realizzare in Europa la fusione nucleare: è il sogno di una vita che si avvera, è il traguardo raggiunto dopo decenni di studi, sperimentazioni e sacrifici di intere generazioni di fisici, chimici, matematici, ingegneri e scienziati di tutto il mondo, che hanno creduto fortemente nel progetto, non si sono arresi mai ed oggi, finalmente, hanno vinto la loro sfida! Alla conferenza stampa parteciperanno presidenti della Repubblica, capi di stato e di governo, membri dell Unione europea, scienziati provenienti da tutto il mondo, autorità accademiche, militari, giornalisti, banchieri e imprenditori. Estratto dalla conferenza stampa del 24 settembre 2028, tenuta dal Capo del Progetto ITER, Professor Heinz Hoffmann, presso la sala stampa della base di Cadarache: L energia delle stelle, ovverosia la fusione nucleare che riproduce le reazioni che avvengono negli astri, può essere l asse portante per lo sviluppo sostenibile del nostro pianeta essendo un energia sicura e compatibile con l ambiente In un ottica di lungo periodo, la fissione nucleare non è l energia del futuro. Ma può esserlo la fusione. Se nella fissione un atomo di uranio, bombardato da neutroni, si scinde generando energia (e una gran quantità di isotopi radioattivi di scarto, che costituiscono le scorie ), nella fusione l energia si ottiene ad elevatissime temperature, che portano due nuclei diversi di idrogeno (deuterio e trizio) a fondersi, producendo un atomo di elio e una certa quantità di energia, derivante dal fatto che il nuovo atomo di elio ha una massa inferiore a quella dei due atomi di partenza; poiché, come diceva Einstein cent anni orsono, E=MC2, la massa mancante (M) si trasforma in quell energia (E) tanto bramata. Energia potente, perché è con quella che il Sole brucia da quattro miliardi di anni e continuerà a farlo per altrettanti; e perché è con la fusione, sebbene di tipo incontrollato, che si realizzano le bombe H, con una potenza fino a quattromila volte quella che distrusse Hiroshima. Energia pulita, inoltre, perché non produce scorie. Vent anni fa è finalmente partito il cantiere di Cadarache, in Provenza, dove sarà costruito ITER, il reattore a fusione nucleare sperimentale finanziato da un consorzio che comprende Europa, USA, Cina e Giappone, e che proverà a ottenere la fusione attraverso il processo di confinamento magnetico del plasma; mentre nei laboratori nazionali di Livermore, negli Stati Uniti, la National Ignition Facility ha per la prima

3 volta ottenuto un output di energia superiore all input utilizzando come procedimento per innescare la fusione nucleare l ignizione attraverso la potenza dei laser. Uno dei sogni principali dell uomo è quello di riuscire ad ottenere energia dall atomo esattamente così come avviene all interno delle stelle, dove due atomi di idrogeno si fondono insieme, dando origine ad un atomo di elio e rilasciando energia. Proprio il guadagno, ossia il rapporto tra energia sviluppata ed assorbita, è uno dei parametri fondamentali per capire se un processo di fusione è effettivamente iniziato, visto che, nel caso ideale, una volta fornita l energia necessaria a fondere i primi atomi di idrogeno, il sistema dovrebbe autoalimentarsi, producendo energia senza assorbirne più. Nel 1956 Walt Disney decise di spiegare alle giovani generazioni i benefici dell energia atomica, l energia del futuro rilanciata dall allora presidente Eisenhower nel programma Atoms for Pace, producendo un libro illustrato, poi trasformato in cortometraggio, dal titolo Our friend the Atom il nostro amico atomo. Nonostante questo e altri imponenti sforzi divulgativi (a volte anche propagandistici), l opinione pubblica è rimasta scettica sui reali vantaggi dell energia atomica nei decenni a seguire. Uno scetticismo acuitosi con gli incidenti di Three Mile Island, di Chernobyl e di Fukushima. Oggi esistono 411 reattori nucleari attivi nel mondo, che generano il 15,6% dell elettricità mondiale, e altri 59 sono in costruzione. Paesi come la Francia, che hanno investito massicciamente sul nucleare, hanno avviato la dismissione di numerosi reattori, con l intenzione di scendere dal 75 al 50% di elettricità prodotta da nucleare entro il prossimo anno. La Germania ha deciso di rinunciare al nucleare, così come da molto tempo ha scelto di fare l Italia. Gli Stati Uniti non hanno ancora preso una decisione chiara in tal senso, analogamente al Giappone, ma c è da credere che, in entrambi i paesi, la quota di energia prodotta dalla fissione nucleare sia destinata a ridursi significativamente nei prossimi anni. Da energia del futuro in grado di spalancare all umanità orizzonti sconfinati di sviluppo, la fissione nucleare si è rivelata insomma un abbaglio. I limiti di questa fonte di energia sono sostanzialmente tre, in ordine crescente di problematicità: 1. Rischi della radioattività 2. Rifiuti nucleari 3. Esaurimento dell uranio

4 La fusione nucleare è il processo inverso rispetto alla scissione, quella utilizzata attualmente nei reattori delle centrali nucleari per la produzione di energia e che lascia come scarto le pericolose scorie da smaltire. Con la fusione, principio origine del Sole e delle stelle, la produzione di energia avviene per plasmazione di nuclei atomici, elio idrogeno, e non comporta la produzione di residui radioattivi. In questo caso l energia è prodotta facendo fondere due nuclei di atomi molto leggeri, come gli isotopi dell idrogeno, deuterio e trizio. Dalla fusione si produce una o più particelle alfa e poiché si tratta di un processo nucleare viene liberata una grande quantità di energia milioni di volte superiore a quella chimica della combustione della benzina ad esempio: un grammo di "combustibile" nucleare equivale a una decina di tonnellate di combustibile derivato dal petrolio. ******************************* Martedì 25 settembre base di Cadarache, Francia meridionale. Stamattina abbiamo svolto vari test, in vista dell apertura del laboratorio e dell avvio della centrale previsto per domani: i vari pool di scienziati sono mesi che provano le attrezzature e i macchinari, e siamo tutti molto elettrizzati Alle ore 19:15 i test sono ultimati, il deuterio è stato portato per la prima volta a temperatura utile, nulla ha creato problemi, tutto è ormai pronto per la stampa. Il morale è alle stelle, l entusiasmo dello staff è palpabile Attivo le misure di sicurezza e gli allarmi anti-intrusione nel laboratorio e nella centrale, tutti i tecnici e gli scienziati hanno lasciato i locali, che d ora in poi saranno video-sorvegliati. Domani ci attende la giornata più esaltante della nostra vita! Capitolo III Mercoledi 26 settembre 2028, h.02:16 - base di Cadarache, Francia meridionale. Rapporto n. 1766/28 del Capo dei Servizi di Sicurezza della base di Cadarache al Messaggio in codice/classificato/categoria SEGRETO/priorità assoluta/trasmissione ALLARME ROSSO Si segnala disattivazione allarmi infrarossi in edifici A e B a seguito di possibile intrusione di ignoti in locali laboratorio. Da ispezione immediatamente avviata si

5 notano movimenti di sospetti terroristi, di cui al momento è impossibile quantificare numero e armamento. Si richiede pertanto l invio di rinforzi armati e di unità speciali con effetto immediato. Colonnello V.M. -.Comandante della Base Mercoledi 26 settembre 2028, h.03:30 Quartier Generale Messaggio in codice/classificato/categoria SEGRETO/urgentissimo/trasmissione PRIORITA ASSOLUTA Si dispone l invio urgente di nr. 12 unità speciali anti-terrorismo,di nr. 20 squadre composte da elementi appartenenti a forze d assalto e di nr. 10 militari incursori, per l organizzazione dell operazione anti-terrorismo da eseguirsi con effetto immediato. Si resta in attesa di conoscere gli esiti dell operazione.generale G. P. - Comandante del Quartier Generale Mercoledi 26 settembre 2028, h.5:07 base di Cadarache, Francia meridionale Rapporto n. 1767/28 del Capo dei Servizi di Sicurezza della base di Cadarache al Messaggio in codice/classificato/categoria SEGRETO/priorità assoluta/trasmissione A seguito dell arrivo del contingente armato, si sono registrati spari e boati di diversa entità, che potrebbero aver danneggiato la struttura e/o l integrità del reattore e del laboratorio. Colonnello V. M. - Comandante della Base Mercoledi 26 settembre 2028, h.06:46 - base di Cadarache, Francia meridionale. Rapporto n. 1768/28 del Capo dei Servizi di Sicurezza della base di Cadarache al Messaggio in codice/classificato/categoria SEGRETO/priorità assoluta/trasmissione ALLARME ROSSO A seguito di intrusione nei locali laboratorio della base di sospetti appartenenti a movimenti terroristi, al momento non identificati, di presumibile derivazione qaedista, introdottisi nottetempo nel complesso, dopo aver disattivato sistemi di sicurezza e preso in ostaggio nr. 2 unità armate di vigilanza, veniva ordinato blitz di liberazione

6 ostaggi e cattura terroristi, conclusosi nel seguente modo. Impartito l ordine di intervento, penetravano nell edificio nr. 3 squadre miste di unità appartenenti a forze speciali, incursori ed esperti anti-sabotatori, muniti di armi d assalto. Dopo aver neutralizzato nr. 4 terroristi asserragliati all interno dei laboratori di ricerca, procedevano alla liberazione degli ostaggi colpendo con fucili di precisione altri 2 terroristi armati di cinture esplosive ed armi lunghe da guerra. Il bilancio è di 6 terroristi morti, una sezione di muro perimetrale divelta da esplosivo al plastico, laboratorio reso inagibile dall allagamento provocato dai terroristi. Nessun danno ai locali di sorveglianza, ai locali tecnici e al reattore. Da controllo immediatamente effettuato ad edifici A, B, C e D non si rilevavano ulteriori anomalie da segnalare. Ispezionati tutti i rimanenti locali tecnici, ambienti caldaie, centraline d alimentazione e condotti di ventilazione con esito negativo. Al termine della bonifica, tutto il complesso veniva sigillato e sottoposto a vigilanza armata con turni di servizio H 24 a cura di pattuglie armate. Riserva di ulteriori notizie. Colonnello V. M. - Comandante della Base Mercoledi 26 settembre 2028, h.10:30 base di Cadarache, Francia meridionale. Gli eventi appena accaduti hanno scosso profondamente il personale della centrale. Questo gesto insensato ha portato alla perdita di tre settimane di lavoro, il cui recupero sarà molto faticoso. Io e i miei colleghi ci sentiamo tutti traumatizzati e non riusciamo a comprendere come si possa arrivare a tanto. L energia nucleare è una fonte pulita e praticamente inesauribile, e noi siamo consapevoli che il suo sviluppo porterà fatalmente al fallimento di tutte le imprese e società che producono e distribuiscono energia ottenuta dai combustibili fossili. Interi Paesi vedranno le loro economie colare a picco e per questo dobbiamo aspettarci ancora numerosi attacchi e minacce da parte delle lobby che non vogliono rinunciare ai loro profitti, anche a costo della salute del pianeta. Ma noi combatteremo la nostra battaglia, in nome della scienza e del suo progresso. Un saluto a tutti Henri Valerio Palumbo - II E Liceo Scientifico Avogadro di Roma Indirizzo Studente: Via Giacomo Zanella 86 Roma (RM) Recapito telefonico

LE FONTI ENERGETICHE

LE FONTI ENERGETICHE LE FONTI ENERGETICHE Le fonti energetiche Nella vita di tutti i giorni utilizziamo, per gli scopi più diversi, energia; essa è immagazzinata in svariati corpi e materiali disponibili in natura. Quasi tutta

Dettagli

Le reazioni di fusione. 1 kev = 11.000.000 K

Le reazioni di fusione. 1 kev = 11.000.000 K Le reazioni di fusione 1 kev = 11.000.000 K 1 Fusione inerziale LASER LENTE CAMERADI SCARICA LASER LASER BERSAGLIO Plastica D+T solido D+T gas LASER NIF (USA): 192 fasci laser da 1.8 MJ su una piccola

Dettagli

LA RADIOATTIVITA. Nel caso degli isotopi dell idrogeno: Nel caso degli isotopi del Carbonio:

LA RADIOATTIVITA. Nel caso degli isotopi dell idrogeno: Nel caso degli isotopi del Carbonio: LA RADIOATTIVITA Gli atomi di un elemento non sono in realtà tutti uguali, una piccola percentuale di essi ha un numero di neutroni differente, questi atomi si chiamano isotopi di quell elemento. Il 99,9%

Dettagli

L energia nucleare La radioattività

L energia nucleare La radioattività L energia nucleare La radioattività La radioattività fu scoperta nel 1896 da Henri Bequerel, un fisico francese che per primo osservò l emissione spontanea di radiazioni da un pezzo di un minerale di uranio,

Dettagli

L energia nucleare. Tesina di SCIENZE. Studente: Filippo Turchi ESAME DI Classe 3ª Sez. E LICENZA MEDIA Anno scolastico 2008/2009

L energia nucleare. Tesina di SCIENZE. Studente: Filippo Turchi ESAME DI Classe 3ª Sez. E LICENZA MEDIA Anno scolastico 2008/2009 SCUOLA MEDIA STATALE BUSONI - VANGHETTI EMPOLI L energia nucleare Studente: Filippo Turchi ESAME DI Classe 3ª Sez. E LICENZA MEDIA Anno scolastico 2008/2009 Tesina di SCIENZE L ENERGIA NUCLEARE Massa ed

Dettagli

MIX ENERGETICO DI ALCUNI PAESI EUROPEI PRODUZIONE SPECIFICA DEL MIX ENERGETICO. x fr gas. x fr olio. x fr carbone. P s. (mix) = (P s carbone

MIX ENERGETICO DI ALCUNI PAESI EUROPEI PRODUZIONE SPECIFICA DEL MIX ENERGETICO. x fr gas. x fr olio. x fr carbone. P s. (mix) = (P s carbone Produzione di CO2 da fonti energetiche fossili e non fossili Produzione specifica di CO 2 da centrali a combustibili fossili Produzione specifica di CO 2 da diversi mix energetici Ruolo dell energia nucleare

Dettagli

Parte 1 - La questione energetica. Parte 2 - L energia nucleare come fonte energetica: fissione e fusione

Parte 1 - La questione energetica. Parte 2 - L energia nucleare come fonte energetica: fissione e fusione Parte 1 - La questione energetica Parte 2 - L energia nucleare come fonte energetica: fissione e fusione Gilio Cambi INFN Bologna & Dipartimento di Fisica ed Astronomia Università di Bologna Pesaro, 22

Dettagli

PERCHÉ IL NUCLEARE È NECESSARIO

PERCHÉ IL NUCLEARE È NECESSARIO PERCHÉ IL NUCLEARE È NECESSARIO Il referendum del 1987, che ha determinato l uscita dell Italia dal nucleare, è costato all Italia oltre 50 miliardi di euro, soprattutto per la trasformazione e lo smantellamento

Dettagli

L ENERGIA. Il calore di un termosifone non si vede, ma provate a metterci una mano sopra!

L ENERGIA. Il calore di un termosifone non si vede, ma provate a metterci una mano sopra! L ENERGIA 1 COS E L ENERGIA? L energia è una cosa astratta, non si tocca e non si vede, ma se ne conoscono gli aspetti e gli effetti. Il calore di un termosifone non si vede, ma provate a metterci una

Dettagli

Videoconferenza tra le Istituzioni superiori di controllo dei Paesi membri del G8. Government Accountability Office Stati Uniti d America

Videoconferenza tra le Istituzioni superiori di controllo dei Paesi membri del G8. Government Accountability Office Stati Uniti d America Videoconferenza tra le Istituzioni superiori di controllo dei Paesi membri del G8 7 giugno 2006 Government Accountability Office Stati Uniti d America Sicurezza energetica Per decenni gli Stati Uniti e

Dettagli

Capitolo 7 Le particelle dell atomo

Capitolo 7 Le particelle dell atomo Capitolo 7 Le particelle dell atomo 1. La natura elettrica della materia 2. La scoperta delle proprietà elettriche 3. Le particelle fondamentali dell atomo 4. La scoperta dell elettrone 5. L esperimento

Dettagli

Le centrali elettriche

Le centrali elettriche Le centrali elettriche Prof. Giuseppe Capuano Presentazione realizzata nell a.s. 2000/2001 dagli alunni della S.M. di Navacchio e aggiornata negli anni seguenti Vantaggi uso energia elettrica 1. L energia

Dettagli

La ricerca sulla fusione

La ricerca sulla fusione La ricerca sulla fusione La ricerca sulla fusione vede impegnati i migliori laboratori di tutto il mondo con l obiettivo di arrivare ad una fonte di energia rinnovabile, sicura, praticamente inesauribile,

Dettagli

IL NUCLEO ATOMICO E L ENERGIA NUCLEARE

IL NUCLEO ATOMICO E L ENERGIA NUCLEARE IL NUCLEO ATOMICO E L ENERGIA NUCLEARE Il nucleo atomico Struttura atomica Elementi e isotopi Forze nucleari Decadimento radioattivo Fissione e fusione L energia nucleare Reattori nucleari Centrali nucleari

Dettagli

L elettromagnetismo nella ricerca per l energia da fusione nucleare di plasma d idrogeno. R Cesario

L elettromagnetismo nella ricerca per l energia da fusione nucleare di plasma d idrogeno. R Cesario L elettromagnetismo nella ricerca per l energia da fusione nucleare di plasma d idrogeno R Cesario R Cesario I primi tesisti di Roma Tre a Frascati (2005-2006) Sommario del corso integrativo di Progetto

Dettagli

Colora tu l avventura Alla scoperta dell energia

Colora tu l avventura Alla scoperta dell energia Colora tu l avventura Alla scoperta dell energia Energia deriva dalla parola greca energheia che significa attività. Nei tempi antichi il termine energia venne usato per indicare forza, vigore, potenza

Dettagli

1. La natura elettrica della materia 2. La scoperta delle proprietà elettriche 3. Le particelle fondamentali dell atomo 4. La scoperta dell elettrone

1. La natura elettrica della materia 2. La scoperta delle proprietà elettriche 3. Le particelle fondamentali dell atomo 4. La scoperta dell elettrone Unità n 7 Le particelle dell atomo 1. La natura elettrica della materia 2. La scoperta delle proprietà elettriche 3. Le particelle fondamentali dell atomo 4. La scoperta dell elettrone 5. L esperimento

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO CAPPUCCINI BRINDISI CAMPAGNA DI EDUCAZIONE AMBIENTALE E DI PREVENZIONE DEGLI INFORTUNI SANOFI

ISTITUTO COMPRENSIVO CAPPUCCINI BRINDISI CAMPAGNA DI EDUCAZIONE AMBIENTALE E DI PREVENZIONE DEGLI INFORTUNI SANOFI ISTITUTO COMPRENSIVO CAPPUCCINI BRINDISI CAMPAGNA DI EDUCAZIONE AMBIENTALE E DI PREVENZIONE DEGLI INFORTUNI SANOFI I rifiuti sono materiali di scarto o avanzo di svariate attività umane IL RIFIUTO I rifiuti

Dettagli

ENERGIA NUCLEARE DA FUSIONE

ENERGIA NUCLEARE DA FUSIONE ENERGIA NUCLEARE DA FUSIONE Laura Savoldi Richard DENER - Dipartimento di Energetica Politecnico di Torino Sistemi energetici per il futuro: i reattori a fusione nucleare L. Savoldi Richard Dipartimento

Dettagli

Energia: dalle stelle all umanit

Energia: dalle stelle all umanit Energia: dalle stelle all umanit umanità Un po di greco e di latino Dal Sole alla Terra La crisi scientifica dell 800 RIS al Gran Sasso Non solo Sole L eredità delle Stelle morenti XI comandamento Intermezzi:

Dettagli

Per un sistema energetico moderno, pulito e sicuro

Per un sistema energetico moderno, pulito e sicuro Per un sistema energetico moderno, pulito e sicuro Fermare la febbre del pianeta! Aumento delle temperature medie, scioglimento dei ghiacciai, uragani e tifoni sempre più frequenti, desertificazione in

Dettagli

ENTE PER LE NUOVE TECNOLOGIE, Imbrigliare l energia delle stelle

ENTE PER LE NUOVE TECNOLOGIE, Imbrigliare l energia delle stelle ENTE PER LE NUOVE TECNOLOGIE, Imbrigliare l energia delle stelle SOMMARIO Il sole la materia diventa energia L Energia della fusione sulla Terra Un gas ma non solo! Uguale ma diverso Una gabbia magnetica

Dettagli

C'È VENTO DI CAMBIAMENTO

C'È VENTO DI CAMBIAMENTO C'È VENTO DI CAMBIAMENTO classe 4^E liceo scientifico A. Pesenti, Cascina Alice e Riccardo sono due amici che si incontrano al parco. Riccardo sta leggendo il giornale in cui ritiene non ci sia niente

Dettagli

IL SOLE. LauraCondorelli2014 Pagina 1

IL SOLE. LauraCondorelli2014 Pagina 1 IL SOLE Il Sole è nato circa 4,6 miliardi di anni fa e resisterà per altri 5 miliardi di anni circa. E una stella relativamente fredda, piccola rispetto alle altre ed è interamente gassoso. La temperatura

Dettagli

L ATOMO. Risponde (o almeno ci prova)

L ATOMO. Risponde (o almeno ci prova) L ATOMO Di cosa sono fatte le cose? Come si è arrivati a capire gli atomi? Com è fatto un atomo? Quanto è grande un atomo? Che atomi esistono in natura? Perché esistono gli atomi? Risponde (o almeno ci

Dettagli

Le mie lezioni: L Energetica(4/3^)

Le mie lezioni: L Energetica(4/3^) Prof. Angelo Serafino Caruso, Docente di Meccanica, Macchine ed Energia Istituto Tecnico Industriale E. Majorana di Rossano Le mie lezioni: L Energetica(4/3^) L Energia Le Forme dell Energia Primarie e

Dettagli

Riflessioni sul problema energetico: luci ed ombre del nucleare

Riflessioni sul problema energetico: luci ed ombre del nucleare Riflessioni sul problema energetico: luci ed ombre del nucleare Giorgio Turchetti Dipartimento di Fisica Università di Bologna. Istituto Nazionale di Fisica Nucleare sezione di Bologna Per capire che cosa

Dettagli

elettrodotti. grandi centrali elettriche combustibili fossili produzione elettrica

elettrodotti. grandi centrali elettriche combustibili fossili produzione elettrica 1 2 3 4 Uno dei grandi vantaggi dell energia elettrica è che essa può essere prodotta in luoghi lontani dai centri di consumo. L energia elettrica può essere trasportata facilmente attraverso condutture

Dettagli

CLASSI PRIME TECNICO GRAFICO. a.s. 2014/ 2015

CLASSI PRIME TECNICO GRAFICO. a.s. 2014/ 2015 KIT DI RECUPERO DI GEOGRAFIA CLASSI PRIME TECNICO GRAFICO a.s. 2014/ 2015 MATERIALE DIDATTICO SOSPENSIONE DI GIUDIZIO GEOGRAFIA CLASSI PRIME Tecnico Grafico a.s. 2014 / 2015 COGNOME : NOME: CLASSE:. Il

Dettagli

Programma Conversione delle armi nucleari in Progetti di sviluppo nei Paesi Poveri

Programma Conversione delle armi nucleari in Progetti di sviluppo nei Paesi Poveri Programma Conversione delle armi nucleari in Progetti di sviluppo nei Paesi Poveri AGGIORNAMENTO Comitato per una Civiltà dell Amore ENRICO CERRAI GPNP Energia e risorse per un uso Razionale Nell era di

Dettagli

BOX 01. Energia. 1. Compito

BOX 01. Energia. 1. Compito Energia. L energia è la capacità di produrre lavoro Di sicuro avrete spesso sentito parlare di energia. Spiegare questo concetto però non è assolutamente facile, Ci sono infatti forme assai diverse di

Dettagli

APPLICAZIONI DEL 2 PRINCIPIO DELLA TERMODINAMICA ENUNCIATO DEL 2 PRINCIPIO DELLA TERMODINAMICA

APPLICAZIONI DEL 2 PRINCIPIO DELLA TERMODINAMICA ENUNCIATO DEL 2 PRINCIPIO DELLA TERMODINAMICA APPLICAZIONI DEL 2 PRINCIPIO DELLA TERMODINAMICA Per poter illustrare alcune applicazioni del 2 principio della termodinamica penso sia necessario riprendere l'enunciato stesso e ciò che da esso consegue,

Dettagli

L ENERGIA NUCLEARE NEL MONDO

L ENERGIA NUCLEARE NEL MONDO Tolmezzo, 27 maggio 2011 L ENERGIA NUCLEARE NEL MONDO G. Comini CISM Dipartimento di Energia e Ambiente Preoccupazioni Sicurezza, in quanto le centrali nucleari sono viste come un rischio per la salute

Dettagli

& ricerche. ITER: a Great Step Ahead (but with some limits)

& ricerche. ITER: a Great Step Ahead (but with some limits) primo piano l intervista studi & ricerche ITER: un grande passo avanti (ma con alcuni limiti) Guido Possa Presidente della 7 a Commissione permanente (Istruzione pubblica, beni culturali) del Senato La

Dettagli

Ambiente e territorio

Ambiente e territorio Ambiente e territorio I vantaggi del nucleare A parità di elettricità prodotta, l'energia nucleare viene considerata una delle risorse a minor impatto ambientale. Infatti, non è fonte di emissioni inquinanti,

Dettagli

Misure di fallout radioattivo da Fukushima al Dipartimento di Fisica di Milano-Bicocca

Misure di fallout radioattivo da Fukushima al Dipartimento di Fisica di Milano-Bicocca Misure di fallout radioattivo da Fukushima al Dipartimento di Fisica di Milano-Bicocca Ezio Previtali INFN Sezione Milano Bicocca Università di Milano Bicocca Misure di Elementi in Ultra-Tracce Fisica

Dettagli

April 11, 2011. Fisica Nucleare. Monica Sambo. Sommario. Introduzione. Radioattivitá. Fisica del nucleo. Bibliografia. Esempio. Raggi emessi Esempio

April 11, 2011. Fisica Nucleare. Monica Sambo. Sommario. Introduzione. Radioattivitá. Fisica del nucleo. Bibliografia. Esempio. Raggi emessi Esempio April 11, 2011 1 2 3 4 Indicando con Z il numero dei protoni (numero atomico dell atomo) e con N il numero dei neutroni si definisce A il numero di massa del : A = Z + N (1) Nei nuclei leggeri si ha la

Dettagli

LEZIONE 5 MERCOLEDÌ 4 APRILE 2012 LA FUSIONE NUCLEARE

LEZIONE 5 MERCOLEDÌ 4 APRILE 2012 LA FUSIONE NUCLEARE LEZIONE 5 MERCOLEDÌ 4 APRILE 2012 LA FUSIONE NUCLEARE CONSORZIO RFX Quanto contenuto in questa presentazione è estratto dal testo Fisica e ingegneria della fusione: la ricerca verso una nuova fonte di

Dettagli

b) Conversione diretta dell energia solare in energia elettrica: i pannelli fotovoltaici Pesaro, 21 e 28 Maggio 2014

b) Conversione diretta dell energia solare in energia elettrica: i pannelli fotovoltaici Pesaro, 21 e 28 Maggio 2014 Parte 1 - La questione energetica Parte 2 : alcune fonti per produzione di energia elettrica a) L energia nucleare come fonte energetica: fissione e fusione b) Conversione diretta dell energia solare in

Dettagli

Storia della Fusione Fredda A cura di Ennio Vocirzio

Storia della Fusione Fredda A cura di Ennio Vocirzio Storia della Fusione Fredda A cura di Ennio Vocirzio Il 23 marzo 1989, due elettrochimici dell'università dello UTAH, Martin Fleischmann e Stanley Pons, attraverso una conferenza stampa annunciarono al

Dettagli

La tragedia di Chernobyl

La tragedia di Chernobyl Da L Epresso Articolo di Margherita Belgioioso testo semplificato. 1 La tragedia di Chernobyl Per comprendere bene questo articolo, devi conoscere il significato delle seguenti parole: Centrale nucleare:

Dettagli

ANCHE LA NOSTRA SCUOLA HA UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO

ANCHE LA NOSTRA SCUOLA HA UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO ANCHE LA NOSTRA SCUOLA HA UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO Il settore energetico è ormai ampiamente orientato verso l utilizzo delle fonti di energie alternative, in particolare verso l'energia solare. L impiego

Dettagli

Energia nucleare e problematiche ambientali

Energia nucleare e problematiche ambientali Energia nucleare e problematiche ambientali R. Mezzanotte, M. Altavilla Giornata di Studio: Energia nucleare nuove prospettive ed opportunità Terni, 7 Marzo 2008 Energia nucleare e problematiche ambientali

Dettagli

Energy in our life. 6. Perché risparmiare energia? 1. Forme di energia:

Energy in our life. 6. Perché risparmiare energia? 1. Forme di energia: Energy in our life 1. Forme di energia: Energia meccanica; Energia nucleare; Energia elettrica; Energia chimica; Energia termica; 1. Consumi nel mondo; 2. Consumi in italia; 3. Consumi in Sicilia; 4. Energia

Dettagli

Energia nucleare e risorse energetiche

Energia nucleare e risorse energetiche Energia nucleare e risorse energetiche Vera Montalbano Dipartimento di Fisica Università di Siena Riserva Naturale del Pigelleto 7-10 settembre 2009 Le conquiste della fisica moderna L'elemento più usato

Dettagli

Fisica nucleare radioattività, fusione e fissione nucleare

Fisica nucleare radioattività, fusione e fissione nucleare Fisica nucleare radioattività, fusione e fissione nucleare Christian Ferrari Liceo di Locarno Il nucleo atomico: aspetti storici 1 L ipotesi del nucleo atomico risale al 1911 e fu formulata da Rutherford

Dettagli

Varie forme di energia

Varie forme di energia ENERGIA DAL NUCLEO La fissione nucleare : il processo Teoria della fissione nucleare I reattori nucleari Un reattore naturale La fusione nucleare : il processo Fusione nucleare nelle stelle Fusione nucleare

Dettagli

L Energia: fonti e risparmio

L Energia: fonti e risparmio L Energia: fonti e risparmio Alunni: Lucantonio Arturi; Gennaro Grispo; Franco Iaquinta; Pier Maria Montalto (Classe III B, a. s. 2012 1013, Liceo Scientifico Enzo Siciliano, Bisignano, CS). Referente:

Dettagli

Intervento del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, Corrado Clini

Intervento del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, Corrado Clini Intervento del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, Corrado Clini Grazie, vi ringrazio molto di avermi invitato. Come Ministro dell Ambiente ho tratto più di uno stimolo dalla

Dettagli

Education at the Glance 2005 edition Una summary in italiano dei principali risultati di Roberto Fini

Education at the Glance 2005 edition Una summary in italiano dei principali risultati di Roberto Fini Education at the Glance 2005 edition Una summary in italiano dei principali risultati di Roberto Fini L educazione e l apprendimento lungo tutto l arco della vita svolgono un ruolo capitale nello sviluppo

Dettagli

MOTIVARE IL PERSONALE E PORTARLO AL SUCCESSO www.paoloruggeri.it

MOTIVARE IL PERSONALE E PORTARLO AL SUCCESSO www.paoloruggeri.it MOTIVARE IL PERSONALE E PORTARLO AL SUCCESSO www.paoloruggeri.it ESERCIZIO PER L ACQUISIZIONE DEI DATI 1) Qual è la prima cosa che un imprenditore o responsabile dovrebbe fare per far sì che i propri uomini

Dettagli

Roberto Denti. La mia resistenza. con la postfazione di Antonio Faeti

Roberto Denti. La mia resistenza. con la postfazione di Antonio Faeti Roberto Denti La mia resistenza con la postfazione di Antonio Faeti 2010 RCS Libri S.p.A., Milano Prima edizione Rizzoli Narrativa novembre 2010 Prima edizione BestBUR marzo 2014 ISBN 978-88-17-07369-1

Dettagli

Dichiarazione di Copenaghen (The Copenhagen Declaration)

Dichiarazione di Copenaghen (The Copenhagen Declaration) Dichiarazione di Copenaghen (The Copenhagen Declaration) Conferenza Europea sulle Politiche sanitarie: opportunità per il futuro Copenaghen, Danimarca, 5-9 dicembre 1994. La Conferenza ha concordato di

Dettagli

L energia. Pre-ascolto. sprecare l energia è stupido perché... 1. Osservate e descrivete l immagine.

L energia. Pre-ascolto. sprecare l energia è stupido perché... 1. Osservate e descrivete l immagine. L energia L energia 08 Pre-ascolto 1. Osservate e descrivete l immagine. (campagna promossa dal WWF Italia nell ambito di Generazione Clima, luglio 2007) 2. Completate per iscritto il messaggio contenuto

Dettagli

Confronto Energetico. Un case study sulle tecniche di produzione dell energia

Confronto Energetico. Un case study sulle tecniche di produzione dell energia Confronto Energetico Un case study sulle tecniche di produzione dell energia Jacopo Barbati GFE Pescara Giugno 2011 Sommario Introduzione... 3 Petrolio... 4 Nucleare... 5 Fotovoltaico... 6 Eolico... 7

Dettagli

L inizio del conflitto: l invasione della Polonia

L inizio del conflitto: l invasione della Polonia L inizio del conflitto: l invasione della Polonia La seconda Guerra Mondiale scoppiò nel 1939 dopo l invasione della Polonia da parte dei Tedeschi. La Repubblica Polacca non accettò le imposizioni tedesche

Dettagli

L Amministrazione comunale

L Amministrazione comunale L Amministrazione comunale ha adottato, negli anni decorsi, una pluralità di iniziative di tutela ambientale da realizzare nel territorio del Comune di Castelgrande, iniziative che si muovono lungo il

Dettagli

Modulo n 2 La dimensione energetica dello sviluppo sostenibile

Modulo n 2 La dimensione energetica dello sviluppo sostenibile POR CALABRIA 2000/2006 - ASSE III RISORSE UMANE MISURA 3.9 SVILUPPO DELLA COMPETITIVITÀ DELLE IMPRESE PUBBLICHE E PRIVATE CON PRIORITÀ ALLE PMI GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE ENERGETICHE NEI SETTORI

Dettagli

Più centrali? Più carbone? E l efficienza energetica? E il fotovoltaico?

Più centrali? Più carbone? E l efficienza energetica? E il fotovoltaico? Più centrali? Più carbone? E l efficienza energetica? E il fotovoltaico? Ing. Paolo M. Rocco Viscontini Enerpoint S.r.l. IEFE Milano 29 Aprile 2005 Il fotovoltaico è ancora troppo costoso: non vale la

Dettagli

Visita al reattore nucleare di Pavia

Visita al reattore nucleare di Pavia Visita al reattore nucleare di Pavia Relazioni degli studenti Classe 4A Samuele Anelli Paolo Bramini Giorgia Cantoni Alice Cigognini Nicola Citi Ines Jihel Nicole Milani Luca Rizzo Francesco Vergnaghi

Dettagli

Ritorno all'energia nucleare. Una scelta sbagliata per l'italia

Ritorno all'energia nucleare. Una scelta sbagliata per l'italia Ritorno all'energia nucleare Una scelta sbagliata per l'italia Il nuovo governo di centrodestra sta promuovendo un ritorno all'energia nucleare. Perché mai? Ridurre la dipendenza energetica dall'estero

Dettagli

IL BUDGET 05 DISTINTE BASE & CICLI DI LAVORAZIONE

IL BUDGET 05 DISTINTE BASE & CICLI DI LAVORAZIONE 23 marzo 2015 IL BUDGET 05 DISTINTE BASE & CICLI DI LAVORAZIONE Eccoci ad un altra puntata del percorso di costruzione di un budget annuale: i visitatori del nostro sito www.controllogestionestrategico.it

Dettagli

servizi di sicurezza - ambasciate e consolati contrasto ad atti di terrorismo

servizi di sicurezza - ambasciate e consolati contrasto ad atti di terrorismo servizi di sicurezza - ambasciate e consolati contrasto ad atti di terrorismo Azienda certificata ISO 9001 ISO 14001 OHSAS 18001 istituto di vigilanza dell urbe S.p.A. Sede legale e operativa Via Rina

Dettagli

Abolire la povertà, un dovere per l Europa di domani

Abolire la povertà, un dovere per l Europa di domani Abolire la povertà, un dovere per l Europa di domani 20 maggio 2014 di Anthony Barnes Atkinson (*) La Stampa 19.5.14 Il grande economista inglese Anthony Atkinson rilancia il progetto di un reddito-base

Dettagli

La parola energia deriva dal greco: EN (dentro) e ERGON (lavoro) Significa: capacità di compiere un lavoro

La parola energia deriva dal greco: EN (dentro) e ERGON (lavoro) Significa: capacità di compiere un lavoro La parola energia deriva dal greco: EN (dentro) e ERGON (lavoro) Significa: capacità di compiere un lavoro L energia si trova dappertutto intorno a noi PRIMARIE MESSE A DISPOSIZIONE DALLA NATURA SECONDARIE

Dettagli

Il consumo di energia elettrica e il Pil in alcune economie. (anno 2009; % sul totale mondo) 8,7 5,7 3,7 3,8 4,6 1,8 1,9 2,6 3,0 5,6

Il consumo di energia elettrica e il Pil in alcune economie. (anno 2009; % sul totale mondo) 8,7 5,7 3,7 3,8 4,6 1,8 1,9 2,6 3,0 5,6 35 3 Il consumo di energia elettrica e il Pil in alcune economie (anno 29; % sul totale mondo) 28,3 25 2 15 16,4 18,2 24,1 22, 1 5 5,7 3,7 3,8 4,6 1,8 1,9 2,6 3, Regno Unito 5,6 8,7 Francia Germania Giappone

Dettagli

Lastampa.it 03.10.2013. SCUOLA 03/10/2013 Le nostre scuole? Poco internazionali Italia in ritardo negli scambi con l estero

Lastampa.it 03.10.2013. SCUOLA 03/10/2013 Le nostre scuole? Poco internazionali Italia in ritardo negli scambi con l estero SCUOLA 03/10/2013 Le nostre scuole? Poco internazionali Italia in ritardo negli scambi con l estero Il 33% degli studenti che partono scelgono destinazioni in Europa, il 24% Usa e Canada e il 23% l America

Dettagli

STORIA/GEOGRAFIA LE RISERVE DI MINERALI: PAESI DETENTORI, PRODUTTORI E CONSUMATORI.

STORIA/GEOGRAFIA LE RISERVE DI MINERALI: PAESI DETENTORI, PRODUTTORI E CONSUMATORI. SCUOLA 21 classe 2^ OPA STORIA/GEOGRAFIA LE RISERVE DI MINERALI: PAESI DETENTORI, PRODUTTORI E CONSUMATORI. Tra i maggiori detentori di risorse minerarie figurano i quattro più vasti paesi del mondo: Russia

Dettagli

L offerta formativa universitaria nel settore energia

L offerta formativa universitaria nel settore energia Politecnico di Torino Ingegneria Energetica L offerta formativa universitaria nel settore energia Piero Ravetto Presidente del Consiglio dell Area di Formazione in Ingegneria Energetica 23 maggio 2008

Dettagli

INTERVISTA AL PROF. FRANCO CASALI

INTERVISTA AL PROF. FRANCO CASALI INTERVISTA AL PROF. FRANCO CASALI DOCENTE DI FISICA DEI NEUTRONI NELL UNIVERSITA DI BOLOGNA ENERGIA NUCLEARE UNA SCELTA ETICA E INDIFFERIBILE CURRICULUM Franco Casali si è laureato in Fisica, nel 1959,

Dettagli

Insegnare relatività. nel XXI secolo

Insegnare relatività. nel XXI secolo Insegnare relatività nel XXI secolo L ' i n e r z i a d e l l ' e n e r g i a L'inerzia dell'energia Questa è la denominazione più corretta, al posto della consueta equivalenza massa energia. Einstein

Dettagli

Da dove nasce l idea dei video

Da dove nasce l idea dei video Da dove nasce l idea dei video Per anni abbiamo incontrato i potenziali clienti presso le loro sedi, come la tradizione commerciale vuole. L incontro nasce con una telefonata che il consulente fa a chi

Dettagli

IL RADON. Decadimento del Radon. protone Radon 222 neutrone. elettrone. radiazione alfa

IL RADON. Decadimento del Radon. protone Radon 222 neutrone. elettrone. radiazione alfa IL RADON Il Radon è un gas radioattivo presente nel suolo e nei materiali da costruzione. La presenza di Radon è legata all abbondanza di minerali radioattivi naturali nella crosta terrestre: le due forme

Dettagli

(in carica dal 1 Novembre 2010) Pisa, 18/10/2010

(in carica dal 1 Novembre 2010) Pisa, 18/10/2010 Intervento di Fabio Beltram, Direttore eletto Scuola Normale Superiore (in carica dal 1 Novembre 2010) Pisa, 18/10/2010 Signor Presidente della Repubblica mi permetta di unire la mia personale gratitudine

Dettagli

IL NUCLEO ATOMICO E LA MOLE

IL NUCLEO ATOMICO E LA MOLE IL NUCLEO ATOMICO E LA MOLE Gli atomi sono costituiti da un nucleo, formato da protoni (carica elettrica positiva, massa 1,6724 x 10-24 g) e neutroni (nessuna carica elettrica, massa 1,6745 x 10-24 g),

Dettagli

L'energia nella storia: dalle prime fonti energetiche alle rinnovabili

L'energia nella storia: dalle prime fonti energetiche alle rinnovabili L'energia nella storia: dalle prime fonti energetiche alle rinnovabili Nella fisica classica l'energia è definita come la capacità di un corpo o di un sistema di compiere lavoro Le

Dettagli

Nel mondo ci sono molte classifiche che

Nel mondo ci sono molte classifiche che L opinione pubblica viene spesso bombardata da una grande quantità di statistiche sui sistemi Paese che dicono tutto e il contrario di tutto. Come orientarsi in questo mare magnum? E come si colloca il

Dettagli

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/6 MISSIONE IN CALABRIA 11 marzo 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 15.00. PRESIDENTE. Buongiorno. La Commissione la ringrazia. Ci scusiamo, ma come sempre siamo in

Dettagli

Aggiornamento N 8 Fukushima Avanzamento delle attività per il ripristino degli impianti nucleari di Fukushima Daiichi (Roadmap)

Aggiornamento N 8 Fukushima Avanzamento delle attività per il ripristino degli impianti nucleari di Fukushima Daiichi (Roadmap) Aggiornamento N 8 Fukushima Avanzamento delle attività per il ripristino degli impianti nucleari di Fukushima Daiichi (Roadmap) Aggiornamento al 13 settembre 2011 ROADMAP: stato di avanzamento TEPCO ha

Dettagli

ma quanto è antico quest osso?

ma quanto è antico quest osso? ATTIVITÀ: ma quanto è antico quest osso? LIVELLO SCOLARE: primo biennio della scuola secondaria di secondo grado PREREQUISITI: lettura e costruzione di grafici, concetti di base di statistica modello atomico,

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 1490 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI FAVA, ALLASIA, BRIGANDÌ, BUONANNO, CHIAPPORI, COMAROLI, CONSIGLIO, D AMICO, FEDRIGA, FOLLEGOT,

Dettagli

Rubbia: le alternative? Ne vedo almeno tre

Rubbia: le alternative? Ne vedo almeno tre Rubbia: le alternative? Ne vedo almeno tre ENERGIE 1 a cura di Vittorio Borelli e Donato Speroni No al catastrofismo, ma attenzione alla crescita demografica: nel 2050 saremo nove miliardi di persone.

Dettagli

LE BATTAGLIE DELL ITALIA 1940-1941

LE BATTAGLIE DELL ITALIA 1940-1941 LE BATTAGLIE DELL ITALIA 1940-1941 Alla fine del 1940 l Italia invade la Grecia. L impresa è più difficile del previsto e deve chiedere aiuto ai tedeschi L esercito italiano e quello tedesco combattono

Dettagli

Sperimentando 2015 Energia e Vita

Sperimentando 2015 Energia e Vita Sperimentando 2015 Energia e Vita Dal 18 aprile al 24 maggio 2015 è aperta a Padova Sperimentando, la quattordicesima edizione della mostra interattiva di fisica, chimica e scienze, promossa da Comune

Dettagli

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA Noi, i Ministri dell Energia di Canada, Francia, Germania, Italia,

Dettagli

SOSTENIBILITÀ: ENERGIA E PREVISIONI TERREMOTI GRAZIE AL NUCLEARE PULITO = LA NUOVA FRONTIERA DELLA SCIENZA DISCUSSA AL POLITECNICO DI TORINO

SOSTENIBILITÀ: ENERGIA E PREVISIONI TERREMOTI GRAZIE AL NUCLEARE PULITO = LA NUOVA FRONTIERA DELLA SCIENZA DISCUSSA AL POLITECNICO DI TORINO AGENZIE DI STAMPA ADNKRONOS LANCI DI AGENZIA SOSTENIBILITÀ: ENERGIA E PREVISIONI TERREMOTI GRAZIE AL NUCLEARE PULITO SOSTENIBILITÀ: ENERGIA E PREVISIONI TERREMOTI GRAZIE AL NUCLEARE PULITO = LA NUOVA FRONTIERA

Dettagli

Piacenza Liceo Respighi 17 e 24 marzo 2015

Piacenza Liceo Respighi 17 e 24 marzo 2015 Piacenza Liceo Respighi 17 e 24 marzo 2015 Paolo Montagna, Paolo Vitulo Dipartimento di Fisica Università di Pavia INFN Sezione di Pavia paolo.montagna@unipv.it, it paolo.vitulo@unipv.it http://fisica.unipv.it/fisnucl/

Dettagli

www.caosfera.it creativitoria 100% MADE IN ITALY

www.caosfera.it creativitoria 100% MADE IN ITALY www.caosfera.it creativitoria 100% MADE IN ITALY Segni Alex Lombardi MANUALE NBC ISBN copyright 2011, Caosfera Edizioni www.caosfera.it soluzioni grafiche e realizzazione Alex Lombardi MANUALE NBC INTRODUZIONE

Dettagli

RELATIVITA RISTRETTA E APPLICAZIONI NELLA REALTA ATTUALE

RELATIVITA RISTRETTA E APPLICAZIONI NELLA REALTA ATTUALE RELATIVITA RISTRETTA E APPLICAZIONI NELLA REALTA ATTUALE Nato ad Ulma il 14 Marzo del 1789. 1921 premio Nobel per la fisica. Morto il 18 aprile 1955 a Princeton. 1905: annus mirabilis Pubblicazione di

Dettagli

DAVIDE COLONNELLO LE BASI DEL FOREX TRADING

DAVIDE COLONNELLO LE BASI DEL FOREX TRADING DAVIDE COLONNELLO LE BASI DEL FOREX TRADING Guida Pratica per Evitare gli Errori da Principianti e Imparare a Guadagnare con il Forex 2 Titolo LE BASI DEL FOREX TRADING Autore Davide Colonnello Editore

Dettagli

Antonio De Blasiis Modelli matematici per l ingegneria nucleare

Antonio De Blasiis Modelli matematici per l ingegneria nucleare A09 Antonio De Blasiis Modelli matematici per l ingegneria nucleare Copyright MMXIII ARACNE editrice S.r.l. www.aracneeditrice.it info@aracneeditrice.it via Raffaele Garofalo, 133/A B 00173 Roma (06)

Dettagli

LE FONTI RINNOVABILI ED IL LORO UTILIZZO. APPLICAZIONI NEL CAMPUS DI FISCIANO

LE FONTI RINNOVABILI ED IL LORO UTILIZZO. APPLICAZIONI NEL CAMPUS DI FISCIANO LE FONTI RINNOVABILI ED IL LORO UTILIZZO. APPLICAZIONI NEL CAMPUS DI FISCIANO Prof. Ing. Ciro Aprea Dipartimento di Ingegneria Industriale Università degli Studi di Salerno DEFINIZIONE SI POSSONO DEFINIRE

Dettagli

Già negli anni precedenti, la nostra scuola. problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a

Già negli anni precedenti, la nostra scuola. problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a Già negli anni precedenti, la nostra scuola si è dimostrata t sensibile alle problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a stage in aziende e in centri di ricerca

Dettagli

La radioattività e la datazione al radio-carbonio

La radioattività e la datazione al radio-carbonio 1 Espansione 2.2 La radioattività e la datazione al radio-carbonio Henry Becquerel. I coniugi Pierre e Marie Curie. La radioattività La radioattività è un fenomeno naturale provocato dai nuclei atomici

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

Lettera ai giovani atleti che sognano di venire all'olimpiade di Tokyo 2020, ai loro allenatori e genitori: alcuni fatti che occorre sapere.

Lettera ai giovani atleti che sognano di venire all'olimpiade di Tokyo 2020, ai loro allenatori e genitori: alcuni fatti che occorre sapere. Lettera ai giovani atleti che sognano di venire all'olimpiade di Tokyo 2020, ai loro allenatori e genitori: alcuni fatti che occorre sapere. Il 7 settembre 2013 il Primo Ministro Shinzo Abe ha rivolto

Dettagli

15-16 Gennaio 2015 Si riunisce a Napoli il Commitment ROSE

15-16 Gennaio 2015 Si riunisce a Napoli il Commitment ROSE RASSEGNASTAMPA 15-16 Gennaio 2015 Si riunisce a Napoli il Commitment ROSE Distretto ad Alta Tecnologia per le Costruzioni Sostenibili Industria : è caccia alle idee Il Mattino Napoli - 13 gennaio 2015

Dettagli

Fisica nucleare. 3.1 Il nucleo dell atomo. 24 3La Fisica moderna

Fisica nucleare. 3.1 Il nucleo dell atomo. 24 3La Fisica moderna 24 3La Fisica moderna Fisica nucleare Per affrontare l Unità devi sapere Il modello elementare della struttura atomica Le caratteristiche della luce come onda Il significato dell equivalenza tra massa

Dettagli

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020)

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Enzo De Sanctis Società Italiana di Fisica - Bologna Con questo titolo, all inizio del 2008, la Società Italiana di Fisica (SIF) ha pubblicato un libro

Dettagli