1. Sanità Pisa e provincia. 2. Sanità fiorentina e toscana. 4. Servizi sociali. 6. Educazione alla salute

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "1. Sanità Pisa e provincia. 2. Sanità fiorentina e toscana. 4. Servizi sociali. 6. Educazione alla salute"

Transcript

1

2 INDICE RASSEGNA STAMPA 1 Sanità Pisa e provincia Nazione Pisa 19/08/2014 p 2 Ora piazza Viviani diventa un puzzle Tocca ai cittadini Francesca 1 riordinare i pezzi Bianchi Nazione Pisa 19/08/2014 p 4 «Una tendinite ha rischiato di bloccarlo alla partenza» Iacopo Catarsi 3 Nazione Pisa 19/08/2014 p 7 L'arma anti-alzheimer è firmata' Normale 4 Nazione Pisa 19/08/2014 p 23 Al Pronto Soccorso un servizio impeccabile Maria Luisa 5 Chincarini Nazione Pontedera Valdera 19/08/2014 p 13 Casa della Salute, ex Macelli sotto i ferri Gabriele Nuti Tirreno Pisa 19/08/2014 p III «Meglio comprare defibrillatori» 7 Corriere Fiorentino 19/08/2014 p 7 Picchia la moglie, la sera e la mattina Lei lo denuncia: 8 allontanato da casa Nazione Viareggio 19/08/2014 p 6 Tre milioni per il pronto soccorso 9 2 Sanità fiorentina e toscana Nazione Arezzo 19/08/2014 p 1-4 ogni giorno 200 al Pronto Soccorso Dory D'Anzeo 10 6 Tirreno Piombino Elba 19/08/2014 p VIII «Stop alle battaglie tra ospedali L'Elba cresca con Piombino» 13 Avvenire 19/08/2014 p 1-13 Il deputato Gelli (Pd): sull'eterologa Toscana fuori strada Andrea 15 Bernardini 4 Servizi sociali Nazione Pisa 19/08/2014 p 8 «Più attenzione alle esigenze dei disabili e alla loro 18 integrazione sociale» Tirreno Pisa 19/08/2014 p VI Una residenza per disabili per aiutare le famiglie Pierluigi Ara 19 Tirreno Pontedera Empoli Tirreno Pontedera Empoli 19/08/2014 p I Tasse più care per chi sceglie l'azzardo Emilio Chiorazzo 19/08/2014 p I «Ho visto anziani gettare la loro pensione nelle slot» Tommaso Silvi 6 Educazione alla salute Tirreno 19/08/2014 p 11 Pontedera alza le tasse a chi ha le slot 23 Secolo Xix 19/08/2014 p 8 Il signore delle slot «Lo Stato ci risarcisca» Marco Menduni 24 Segnalazioni Nazione Pisa 19/08/2014 p 9 Il dramma di Fiorella, disabile senza casa «Negli uffici ormai Andrea Valtriani 26 mi prendono in giro» Indice Rassegna Stampa Pagina I

3 r7 ^ Ora pizza 1 PIAZZA VIVIANI E IL SUO RECUPERO TORNANO PREPOTENTEMENTE DI ATTUALITA': ADESSO CI PROVANO I CITTADINI A STIMOLARE IL COMUNE diventa un uzzle caaici Concorso d'idee Fwo sso Pubblica Assistenza «Manna Slow» UNA FERITA aperta, il luogo simbolo di un litorale in cerca di riqualificazione Il concerto di Manu Chao - con persone presenti - ha riportato piazza Viviani sotto i riflettori Che si riaccenderanno anche per il laboratorio di partecipazione che aprirà la cinque-giorni di «Marina Slow» (dal 27 al 31 agosto tra i circolo Il Fortino e via della Sirenetta con la regia di Fabiano Corsini, info su wwwcircoloilfortinoit) era già in calendario da tempo Il futuro di Piazza Viviani - cuore di Marina per tre quarti di proprietà dell'aoup (ui sorgeva l'antico ospizio marin)3 e per una piccola porzione del Comune - lo «disegneranno» i cittadini, marinesi e non, anticipando quel «concorso di idee» che il Comune ha annunciato più volte A fare da guida nella progettazione della nuova piazza Viviani sarà la Pubblica sistenza del litorale che in questi giorni inizierà a distribuire in giro per Marina la «mappa» della piazza Una sorta di puzzle diviso in 42 tessere Quadratini, ognuno corrispondente a una porzione di 10 x 10 metri, che tutti insieme formano la superficie complessiva di 13mila mq di piazza Viviani L'appuntamento con la «Notte delle idee» all'interno di «Marina Slow» sarà poi alle 21 di mercoledì 27 al circolo Il Fortino «IL PROGETTO che ne uscirà - dice il presidente della Palp Aldo Cavalli - sarà consegnato al sindaco e agli assessori competenti Una iniziativa che vuole essere propositiva per una piazza che aspetta da troppo tempo una riqualificazione Perché dato per assodato che un intervento ci sarà, prima o poi, è meglio avviare subito la discussione L'invito è a pensarci bene prima, e non lamentarsi dopo come spesso è accaduto, anche nel recente passato, qui sul litorale» «Corsini - aggiunge Cavalli - ha gentilmente e con vero spirito di solidarietà, messo una a disposizione una serata per la Palp che per qualche anno ha animato la piazza con la Festa della Solidarietà Parlare del passato sarebbe stato `poco interessante', ed ecco l'idea, elaborata con Corsini, di dare ai presenti la possibilità di esprimere una propria idea su come `costruirla' ex novo Nei prossimi giorni e durante la serata verrà distribuita la `mappa' sulla quale tracciare un'indicazione che verrà elaborata e proiettata su uno schermo dal grafico Carlo Grassini» E un'altra piazza di discussione è già attiva su facebook: la pagina «Un futuro per piazza Viviani» Francesca Bianchi ferita aperta Piazza Viviani vituperata e lasciata in uno stato di degrado tale da offrire da anni un pessimo biglietto da visita per Marina di Pisa e l 'intero litorale Le iniziative 'volontarie' non sono mai mancate ma serve un cambio di passo L'evento Tra poco aprirà «Marina Slow» ma evidentemente la manifestazione che ha riacceso i riflettori su questa zona del litorale è stato il concerto di Manu Chao martedì scorso: ben persone hanno assistito al concerto L'iniziativa Proprio nell'ambito di «Marina Slow» la Pubblica Assistenza promuove un concorso d'idee tra la gente comune: le proposte dei cittadini e dei presenti alla serata del 27 agosto saranno presentate poi all'amministrazione -1,A D U, I, p,- k rin,álccne 11,1 pua -, <,UA 1,,nr,,1,, 1 Sanità Pisa e provincia Pagina 1

4 _ y x :,,11 - A r ;,: -_- r,, : 7 ^if I, F ^!,,, n I R v,' _ FÇ`,,,, M l 1 F r r ' f t, rb 1 Sanità Pisa e provincia t '! l "rn)e i U',, *` : Pagina 2

5 «Una tendìnìte ha n* schíato dí bloccarlo alla partenza» OGNI atleta ha spesso un angelo custode al suo fianco Che, con la tradizionale iconografia cristiana, condivide il colore della veste: bianco A cui unisce la capacità di `fare miracoli' Nel caso di Daniele Meucci, l'angelo risponde al nome di Pietro Bonciani (foto), specialista in medicina sportiva «Con Daniele ci siamo conosciuti quasi per caso, 11 anni fa Doveva preparare il mondiale delle forze armate e non riusciva a camminare Seguì le mie terapie e riuscì a partecipare» Anche prima dell'europeo Daniele ha avuto qua lche problema «Si, una fastidiosa tendinite al piede Ma grazie alla laserterapia io e il mio staff siamo riusciti a fargliela rientrare in 4-5 giorni In tempo per il ritiro in altura» Quasì niente in confronto ai problemi pre- limpiadi «Ricordo che all'epoca non voleva quasi partire per Londra La partenza era fissata per il giovedì, Daniele fino a due giorni prima si sottoponeva a terapie nel mio studio Alla fine si fece forza Ma non era certo l'atleta ammirato domenica» Si può dire che il segreto di Meuccì siano le sue cure con laserte pia? «Non esageriamo Vorrei però sottolineare come l'uso del laser in medicina sia un'eccellenza tutta pisana, proprio come Daniele Già da fine anni `80 Alberto Tomba veniva a Pisa per farsi curare dal dottor Parra, vero pioniere in questo ambito» Iacopo Catarsi 1 Sanità Pisa e provincia Pagina 3

6 INDIVIDUATE LE MOLECOLE TOSSICHE ALLA BASE DELLA MALATTIA LA SCUOLA Normale dà il proprio fondamentale contributo ad un'altra importante scoperta: l'origine delle formazioni tossiche nel cervello che causano la malattia di Alzheimer Il gruppo di ricerca italiano che è arrivato a questo traguardo è stato, infatti, coordinato da Antonino Cattaneo della Scuola Normale, un lavoro - pubblicato su «Nature Communications» - svolto in collaborazione con Giovanni Meli (Ebri, Roma) e Roberta Ghidoni (Irccs Fatebenefratelli, Brescia) Lo studio, svolto presso l'ebri (l'istituto di ricerca sul cervello fondato da Rita Levi Montalcini), ha consentito di individuare, su cellule di criceto, il sito intracellulare dove cominciano a formarsi gli oligomeri del peptide Abeta che danno inizio alla patologia «LO STUDIO - spiega Cattaneo - consente di prospettare una strategia sperimentale dal forte potenziale terapeutico» Su questa base, sarà possibile in futuro colpire precocemente le strutture patologiche, nel luogo dove si formano, prima che vengano trasportate fuori dalla cellula, attraverso sonde molecolari mirate, una sorta di `magic bullet' (proiettile magico) che colpisce con alta selettività solo le formazioni tossiche Come indicano i primi test sulle cellule, gli anticorpi possono diventare davvero importantissime armi anti-alzheimer Il lavoro è stato finanziato da Alzheimer's Association americana, Miur, Fondazione Roma, Fondi della comunità europea «Human Brain Project» 1 Sanità Pisa e provincia Pagina 4

7 OSPE DALE Al Pronto Soccorso un servizio impeccabile IN QUESTO periodo, bloccata in una località di villeggiatura, sono stata costretta a rivolgermi al Pronto Soccorso di Cisanello, a Pisa, e devo dire che ho ricevuto un servizio impeccabile Toccando questa realtà con mano, per motivi personali e non politici, ho trovato un'assistenza, una disponibilità, una professionalità e una cortesia rare in altre strutture Per questo vorrei pubblicamente ringraziare tutto il personale medico e gli operatori sanitari, i dirigenti e l'assessorato alla salute, e in particolare il dottor Santini del Pronto Soccorso e il dottor Galatiotto della Chirurgia per riuscire a garantire un servizio tanto puntuale e impeccabile anche in un periodo come la metà di agosto E' la dimostrazione che la sanità toscana, se sfrondata dai freni burocratici che talvolta la impagliano, sa davvero offrire un servizio e professionalità di primissimo livello Su questi dobbiamo puntare per il futuro Maria Luisa Chincarini Segretario IV Commissione politiche sociali e sanità Consiglio regionale 1 Sanità Pisa e provincia Pagina 5

8 I Casa della Salute, Maceffi Santa Maria a Monte, c 'e l'intesafia Comune e Asl: 6 sotto í ferri mila euro per il restauro IL COMUNE di Santa Maria a Monte restaurerà gli ex macelli di via San Michele dove sarà realizzata una casa della salute La decisione è stata presa dalla giunta guidata dal sindaco Ilaria Parrella che ha sottoscritto un protocollo con l'asl 5 di Pisa La struttura, infatti, fatiscente e abbandonata da anni, necessita di lavori approfonditi Sarà recuperata in pieno e dedicata alle attività sanitarie e assistenziali Ecco il motivo dell'accordo preliminare tra Comune e Asl 5, anche in funzione, quindi, del progetto che l'amministrazione pubblica dovrà predisporre I tempi non saranno brevi Prima di tutto dovrà essere redatto il progetto preliminare, poi saranno necessari i vari passaggi pubblici e nuovi accordi con l'asl prima di poter dare inizio al cantiere «Il protocollo con l'asl - dice il sindaco Ilaria Parrella - sottoscritto nei giorni scorsi era un passaggio necessario>) «I TEMPI - prosegue la Parrella - non saranno brevi anche se è intenzione di questa amministrazione comunale dotare il centro storico di questa struttura dove, oltre al distretto sanitario, che sarà trasferito dai locali attuali, e alla casa della salute, troveranno posto anche locali a servizio della farmacia comunale di Ponticelli» Al contrario delle amministrazioni comunali del passato, la giunta Parrella punta ad accentrare nel centro storico o a ridosso di esso servizi e strutture che possano favorire la presenza delle persone nel paese In quest'ottica va visto il progetto della casa della salute in via San Michele che recupererà un edificio ora mezzo diroccato e sicuramente non bello da vedere PER I LAVORI il Comune ha già messo in bilancio 600mila euro da reperire tramite un mutuo Nell'accordo con l'asl 5, anche se i dettagli devono essere ancora definiti, è stabilito che la stessa Azienda sanitaria corrisponderà al Comune di Santa Maria a Monte una cifra di alcune migliaia di euro annue per l'utilizzo dei locali che, rispetto agli attuali del distretto sociosanitario, saranno si- FATISCENTE La struttura ospiterà a: curamente più moderni e confacenti con le necessità di una struttura del genere Sono previsti anche ulteriori servizi socio sanitari e assistenziali in particolare per la popolazione anziana Interessando anche la farmacia comunale - che ha sede a Ponticelli nei locali della Coop- l'accordo vedrà anche il coinvolgimento di Farmavaldera, la società che gestisce la farmacia gabriele nuti à sanitarie e assf > ciali Ni!' a foto piccola, il sindaco Ilaria Parrella 1 Sanità Pisa e provincia Pagina 6

9 «Meglio comprare defibrifiatori» II dottor Cecchini criticala scelta di Palazzo Gambacorti: un'occasione mancata PISA «Perché il Comune ha preferito spendere migliaia di euro per i totem turistici e non un centesimo per nuovi defibrillatori automatici esterni (Dae)?» Lo chiede Maurizio Cecchini, medico dell'azienda ospedaliero universitaria Dopo aver letto l'articolo sul malfunzionamento dei totem turistici, Cecchini ha scritto un lungo post sul suo blog (http:11wwwcecchinicuoreorg/) intitolato "Un'occasione mancata" Il noto medico è impegnato da anni in una campagna di sensibilizzazione sulla diffusione capillare di defibrillatori automatici salvavita nei luoghi di aggregazione «Quegli otto totem nel centro cittadino avrebbero potuto ospitare altrettanti Dae per meno di euro», scrive Cecchini, che spiega come i defibrillatori potrebbero utilizzare la corrente elettrica che alimenta i totem Secondo i calcoli di Cecchini, nella sopracitata cifra, rientrerebbe anche un sistema di localizzazione Gps collegato al 118: «In caso di bisogno, la semplice apertura della teca genera la chiamata di emergenza» «Pisa ha avuto molti primati nella campagna della defibrillazione pubblica - si legge nel blog di Cecchini -: primo aeroporto italiano "cardioprotetto" (con 13 Dae); prima stazione ferroviaria protetta (con il Dae donato alla Polfer armi fa); prima città in Italia che ha dotato di Dae le bici dei vigili urbani che pattugliano la zona pedonale Il Teatro Verdi è stato il primo teatro comunale ad essere protetto con un Dae e Pisa è una delle prime città in Italia per numero di Dae Cinque vite salvate su otto grazie all'attivazione del Dae (62,5% di successo) Perché il Comune ha trovato fondi per i totem e non per i Dae?» (s b) R1 PROUiJZ1O!RE RISERVATO 1 Sanità Pisa e provincia Pagina 7

10 v _ La donna in ospedale con una costola rotta, applicato il codice rosa Picchia la moglie, la sera e la mattina Lei lo denuncia: allontanato da casa PONTEDERA (Pisa) - E stata picchiata dal marito, accecato dalla gelosia É stata malmenata talmente forte da romperle una costola Lei, una donna di poco meno di So anni, si è presentata ieri mattina all 'ospedale di Pontedera Era da sola, aveva bisogno di cure Perla giovane è stato attivato il codice rosa, uno speciale protocollo sanitario riservato alle vittime di violenze La prognosi, secondo i sanitari, è di ventotto giorni I carabinieri, chiamati dai medici del pronto soccorso, hanno cercato di ricostruire chi avesse ridotto la giovane donna in quelle condizioni I militari hanno appurato che il 16 agosto c'era stata una discussione piuttosto animata tra lei e il marito, e lui l'avrebbe colpita con una serie di schiaffi La trentenne non avrebbe reagito e non avreb - be denunciato l'accaduto, ma il giorno successivo gli avrebbe comunicato che non voleva più vederlo, che lui avrebbe dovuto lasciare la casa L'uomo, che non ha nessun precedente penale, si sarebbe scusato e poi - secondo quanto ricostruito dagli inquirenti - avrebbe cercato di fare pace con la donna Ma poco dopo ci sarebbe stata un'altra accesa discussione, dorata tutta la sera, forse anche la notte Il marito, estremamente geloso, l 'avrebbe accusata senza alcun motivo Il litigio sarebbe degenerato e lui l'avrebbe colpita nuovamente, con violenza, rompendole una costola La donna, che due giorni prima non era andata all'ospedale, ha deciso che non poteva più sopportare e si è presentata al pronto soccorso dell'ospedale Lotti: i medici hanno capito chiaramente che quella frattura non era dovuta a una caduta accidentale E la trentenne ha deciso di raccontare la sua disavventura al personale dell'ospedale, ammettendo di essere stata picchiata dal marito Sono così scattate le procedure adottate in casi simili e l'uomo è stato immediatamente allontanato dalla casa I carabinieri, dopo averlo identificato, lo hanno denunciato per lesioni Nei prossimi giorni saranno sentiti, probabilmente, anche alcuni testimoni : la donna si sarebbe infatti confidata già in passato con alcune amiche, raccontando le sfuriate del marito geloso e la sua aggressività Il codice rosa è un protocollo di tutela studiato per le vittime di violenze e maltrattamenti, in particolare donne e minori Consiste nella messa in opera di un vero e proprio lavoro di gruppo che scatta automaticamente, una volta sollecitato : è in grado di mettere in rete competenze diverse a sostegno delle fasce deboli, e nello stesso tempo perseguire gli autori dei reati 0 RIPRODUZIONE RISERVA?A 1 Sanità Pisa e provincia Pagina 8

11 1 TRE MILIONI PER IL PRONTO SOCCORSO PER poter riorganizzare il percorso di emergenza-urgenza del Versilia, l'asl 12 ha chiesto allo Stato un finanziamento di euro sui necessari Queste le spese: lavori edilizi al Pronto Soccorso , installazione angiografo , tecnologie e arredi Sanità Pisa e provincia Pagina 9

12 I eri visita della Regi one ugni giorno 200 al Pronto Soccorso A pagina 4 à,:z li a, 2 Sanità fiorentina e toscana Pagina 10

13 LUIGI MARRON HAVISITATO IL REPARTO ARETINO IERI CON IL DIRETTORE DESIDERI MARRONI Si E' INTRATTENUTO CON GLI OPERATORI E CON I MALATI NELLA SALA D'ATTESA Un 'esc di DORY d'anzeo CIRCA DUECENTO accessi al giorno, e di questi almeno uno in codice rosa Sono i dati del Pronto Soccorso aretino, una realtà che ha ha fatto registrare fino a questo momento l'ingresso di pazienti Nel 2013 gli accessi totali erano stati 68 mila ma i vertici della Asl stimano che alla fine del 2014 si potranno superare le 72 mila visite Numeri vertiginosi che richiedono ogni giorno l'impegno e la dedizione di medici e infermieri Il Pronto Soccorso aretino ha ricevuto ieri mattina la visita dell'assessore regionale per il diritto alla salute Luigi Marroni che, accompagnato dal direttore generale della Asl 8 Enrico Desideri, ha sostato nel reparto intrattenendosi con i pazienti in sala d'attesa e informandosi sui numeri della struttura, in particolar modo sui tempi di attesa «La mia presenza è la testimonianza dell'attenzione che la Regione riserva a questo importantissimo settore e agli operatori va il mio personale ringraziamento Anche oggi ho potuto constatare la qualità del servizio offerto dagli operatori e la loro dedizione nel garantire la salute dei cittadini» Molto è stato fatto nell'ambito del Pronto Soccorso ma molto c'è ancora da fare, lo sa bene Desideri che spiega come oltre il 73% delle persone accettate in codice giallo viene trattato entro mezz'ora mentre oltre l'80 % dei codici verdi viene visitato dai sanitari entro un'ora dall'accettazione A fronte di ciò, come riportano anche fatti di cronaca, esistono gli altri casi, quelli che vengono trattati gennaio Assessore regionale - C< LZL» con ritardi di ore Sempre Desideri aggiunge: «Il nostro obiettivo è quello di migliorarci continuamente, sappiamo che non abbiamo raggiunto la perfezione e stiamo lavorando perché i tempi di attesa di tutti siano sempre minori Detto questo, c'è da dire che dobbiamo procedere anche a educare i cittadini Il compito principale del Pronto Soccorso è quello di salvare vite e intervenire in caso di emergenze Ci può stare anche che si presenti il paziente con la micosi del piede, ma deve essere consapevole che una tale situazione si può risolvere con l'intervento del medico curante» Sempre in tema di risultati raggiunti al Pronto Soccorso, il direttore Giovanni Iannelli, ha sottolineato come il 10% dei pazienti che accedono al Pronto Soccorso viene trattato direttamente, senza il bisogno di procedere a un ricovero Un'attenzione particolare è stata rivolta da Marroni al codice rosa, quello al quale accedono persone vittime di violenza Assieme alla dottoressa Silvia Gatto, responsabile del codice rosa aretino, è stato fatto il punto della situazione SONO già 165 i casi registrati nel 2014 e hanno riguardato 144 adulti, di cui 7 maschi, e 21 minori, di cui 14 femmine Un reparto che funziona al prezzo di enormi sacrifici, non c'è infatti un personale dedicato in modo specifico e i pazienti trattati in codice rosa richiedono un particolare approccio dal punto di vista psicologico ed emotivo, oltre che medico Ultimo caso trattato, quello della donna picchiata selvaggiamente dal marito pochi giorni fa, in via Arno Ma sono molte le vittime, donne soprattutto, per le quali far scattare le misure di sicurezza è difficilissimo : «Condizionamento culturali e psicologici - spiega Gatto - sono molto spesso di ostacolo Le persone fanno fatica a fidarsi di essere prese davvero in carica dalle istituzioni e questa è la parte più difficile C'è molto da lavorare» L'incontro è stato anche l'occasione per annunciare un evento, quello del 9 settembre al Centro Affari di Arezzo, dove sarà ricordato Robin Williams, stroardinario attore che ha portato sul grande schermo la vicenda del dottore clown Patch Adams UN REPARTO Di ECCELLENZA Desi deri: «Motto è stato fatto ne li anni, abbia mo ridotto i te m pi di attesa m a c'è ancora da lavorare» 2 Sanità fiorentina e toscana Pagina 11

14 21 accessi Sono i pazienti presi in carico al Pronto Soccorso aretino fino a questo momento Alla fine del 2013 furono 68 mila, si stima che quest 'anno la quota potrà superare le 72 mila unità L'attesa IL 73% dei pazienti accettati con il cosiddetto «codice giallo» viene preso in carico entro la mezz'ora dall'arrivo Per i codici verdi, l'80% viene visitato entro un'ora dall'ingresso Serata M Wittiams Si terrà il 9 settembre alle 21 ad Arezzo Fiere l'evento in ricordo di Robin Williams Una serata piena di ricordi per onorare il «Patch Adams»del grande schermo 11-2A V14- Al PA 4'ENTI L'assessore regionale Luigi Marroni durante il giro al Pronto Soccorso aretino 2 Sanità fiorentina e toscana Pagina 12

15 «Stop alle battaglie tra ospedali L'Elba cresca con Piombino» II presidente Rossi spinge per un'integrazione tra presìdi: saranno i medici a muoversi di più Presto un nuovo incontro tra l'assessore Marroni, i sindaci dell'elba e i comitati pro sanità PORTOFERRAIO Presto un incontro tra l'assessore alla sanità Luigi Marroni, tutti i sindaci dell'isola d'elba e i responsabili dei comitati pro sanità E l'impegno che si è assunto il presidente della Regione Enrico Rossi, presente a Portoferraio sabato sera in occasione della festa del Pd Nel corso del dibattito, moderato dal giornalista del Tirreno Guido Fiorini, la sanità ha avuto del resto un ruolo centrale E non sono mancati scambi vivaci con alcuni dei rappresentanti dei comitati, impegnati da anni per la salvaguardia dell'ospedale di Portoferraio Non un presidio a se statite, bensì integrato con gli altri ospedali provinciali e in particolare con Piombino Il presidente Rossi, sul palco con il segretario della federazione Pd Val di Cornia Elba Valerio Fabiani e con il sindaco di Campo nell'elba Lorenzo Latnbardi, ha ribadito la linea strategica che la Regione detta per la sanità dell'isola d'elba «Basta contrapporre l'ospedale di Portoferraio con quello di Piombino - ha spiegato il presidente della Regione - si tratta di due presìdi che debbono essere considerati come una realtà unica» Il presidente ha citato come esempio il punto nascite «Solo considerando i numeri complessivi di Piombino e Portoferraio è rimasto in piedi il servizio» - ha detto il presidente nel corso del dibattito Il concetto ribadito da Rossi è chiaro: Portoferraio non può esistere come realtà in contrapposizione con altri ospedali, ma parte di un sistema integrato «E per fare I p i <;;ifnteui - R ;, ; s_ci3 fl,9t)s-is_ Is? 3',n3i;z3 r ^gs e,arisa Pd Val dì rcarnia- Elh Va;ci;<<F:,,liani I _,_ : ft M, I responsabili dei comitati pro sanità durante il dibattito II governatore Rossi 1tnp au, Iwtlbpii, fi, I'élhn orscx mn I'iomhino» 2 Sanità fiorentina e toscana Pagina 13

16 in modo che i pazienti elbani non debbano recarsi a Piombino per farsi curare servirà più mobilità tra i professionisti - ha detto Rossi - che un po' più spesso dovranno prendere il traghetto per prestare servizio all'elba» La sanità non è l'unico argomento caldo toccato nel corso del dibattito di Rossi Il presidente ha parlato di turismo e urbanistica, dimostrando di voler tenere la barra dritta sul maxi progetto del Porto Cantieri di Portoferraio e della riqualificazione del water front «Il cambio di amministrazione comunale a Portoferraio non modifica il quadro - ha fatto sapere Rossi - il progetto è in fase di valutazione di impatto ambientale, ci sono tutti i presupposti affinché il progetto, basato in larga parte sul recupero di volumi già esistenti, vada in porto» E per sostenere il turismo elbano Enrico Rossi ha dimostrato, nel corso del dibattito alla festa del Pd, di puntare forte sui trasporti e le infrastrutture Se la Regione, infatti, intende confermare gli impegni sul contratto di servizio della Toretnar, d'altra parte scommette sullo sviluppo dell'aeroporto della Pila, a Marina di Campo «La Regione punta forte sull'aeroporto - ha spiegato Rossi - ha impiegato risorse importanti in questi anni e vuole continuare a farlo Per questo ci sono i presupposti per andare incontro alle richieste di Alatoscana che progetta di raddoppiare la pista» Questo, come più volte spiegato dall'ad di Alatoscatia Boccardo, permetterebbe l'atterraggio all'elba di aerei di stazza superiore rispetto a quelli attuali» Noti sono mancate, nel corso del dibattito, alcune bacchettate legate soprattutto all'utilizzo sbagliato del territorio nel passato dell'isola «Arrivano tante critiche alle nuove norme introdotte dall'assessore Anna Marson sull'assetto idrogeologico del territorio - fa presente Rossi - ma basta prendere come esempio Marina di Campo per mostrare come, in passato, siano stati commessi degli errori» Il presidente Rossi è convinto che servano regole ferree per fermare il cemento vicino ai fossi e nelle aree considerate a rischio dal punto di vista idrogeologico ORIPRODI IZIONE RISERVATA 2 Sanità fiorentina e toscana Pagina 14

17 Fecondazione Il deputato Gelli (Pd): sull'eterologa Toscana fuori strada Il delibera della Regione Toscana che a- pre alla fecondazione eterologa è «impraticabile» senza una legge nazionale Lo sostiene il deputato Pd Federico Gelli, che è anche medico Esistono due problemi insormontabili Chi pagherà i costi degli interventi? Come fare senza un registro nazionale dei donatori? A Bologna un giudice ha dato il via libera per l'eterologa a due coppie BERNt1RÚINI A PAGINA 13 n r,,,: i, i, a, 2 Sanità fiorentina e toscana Pagina 15

18 Eterologa, Toscana fuori strada» Gelli (Pd): ingestibile senza legge nazionale E poi chi pagherà? ANDREA B ERNARDINI Pisa 1 governatore Enrico Rossi afferma di a- verla voluta per evitare il Far West nell'accesso delle coppie alla procreazione medicalmente assistita eterologa Ma la delibera approvata dalla giunta regionale toscana, in assenza di linee guida nazionali, rischia, al contrario, di creare difficoltà a tutto il sistema sanitario Ne è convinto Federico Gelli, pisano, medico, deputato delpd (lo stesso partito cui appartiene Rossi) e componente della commissione sanità della Camera Gelli teme che il clamore sorto intorno alla normativa dellatoscana spinga «diverse coppie del nord o sud Italia ad un viaggio della speranza in uno dei centri pubblici e privati», dell'ex Granducato Se così fosse, si porrebbe un primo problema: chi pagherà quelle prestazioni? Normalmente quando un cittadino viene operato lontano da casa, il servizio sanitario della regione in cui è stata offertala prestazione emette fattura alla Regione in cui risiede il paziente In assenza di un «quadro normativo nazionale - commenta Federico Gelli - dubito che una regione che ha scelto di aspettare le indicazioni ministeriali, vorrà farsi carico di una prestazione - peraltro non ancora compresa tra i Livelli essenziali di assistenza - erogata in u- na struttura della regione Toscana» Per il parlamentare toscano, la deli bera della Regione Toscana è supportata da accurate va- lutazioni scientifiche, ma lascia aperti diversi problemi di tipo etico ed organizzativo Un esempio su tutti: Gelli ritiene essenziale che venga predisposta una banca dati nazionale dei donatori e dei riceventi - da affidare al centro nazionale trapianti - che consenta di tener traccia dei soggetti coinvolti nell'eterologa Ebbene «in assenza di una banca di questo tipo, come verranno gestiti i donatori in Toscana? Da dove proverranno? Saranno solo toscani? Come evitare donazioni multiple in regioni diverse? E in tutte le regioni i donatori saranno sottoposti ad identici, approfonditi esami clinici e strumentali? Una questione di non poco conto, specie se si rendesse necessario risalire al padre biologico o ai fratelli in caso di particolari malattie» Insomma, il tema «è delicato e va trattato con molto equilibrio E obiettivo principale del legislatore è quello di garantire un diritto in totale sicurezza per i pazienti e i futuri nascituri visto anche l'ultimo caso del Pertini» E se Federico Gelli criticala "fuga in avanti" della Toscana chiede anche che adesso Al Governo e il Parlamento facciano la loro parte» Al Ministero il compito di emanare «nuove linee guida (le attuali risalgono a tre anni fa) che definiscano per tutti con chiarezza dove ci si può rivolgere per l'eterologa (fino ad oggi per l'omologa mi sembrasi siano privilegiate le strutture private a quelle pubbliche ); a quali e a che tipo di esami sottoporre i donatori ; se, per chi e per quanto tempo deve essere garantito l' anonimato del donatore e come si regolamenta la sua tracciabili là; se e chi paga la prestazione : quanto il cittadino e quanto il servizio sanitario regionale» Al Parlamento il compito di «affrontare la questione su alcuni punti etici e normativi ancora da chiarire come l'anonimato, la compatibilità genetica, l'inserimento della P- ma eterologa nei Lea e il recepimento delle direttive europee su questa materia» Anche Giuseppe Del Carlo, capogruppo Udc in consiglio regionale, osserva come la delibera della giunta regionale «forse ha prodotto notorietà al governatore Enrico Rossi, ma non può sciogliere tutti i nodi della questione» Commenta: «sull'eterologail consiglio regionale non è stato coinvolto Ma a settembre studieremo le forme per riaprire il dibattito in sede i- stituzionale» 9: U 30 0 w 2 Sanità fiorentina e toscana Pagina 16

19 «Le Reqíoni p ossono autorizzarla, o g nuno si assu m e la res p onsabilità» La legge nazionale sull'eterologa è indispensabile per «evitare drammi», ma nell'attesa che il Parlamento legiferi con tempi che potrebbero essere anche lunghi, «le Regioni possono autorizzare i centri per la procreazione assistita a operare secondo i criteri che stabiliscono in autonomia Ognuno si assume le sue responsabilità» É l'ultima versione del Lorenzin-pensiero a proposito della dibattuta questione su eterologa e Regioni In questi ultimi giorni il ministro è intervenuto sul problema con affermazioni, aggiustamenti e messe a punto apparsi un po' contradditori In un'intervista finora non smentita sembra esserci un definitivo via libera all'autonomia regionale Difficile comunque comprendere come si concili questa ennesima svolta con quanto il ministro dice nella stessa intervista Dapprima consiglia alle coppie di «attendere qualche mese per una legge equilibrata» Poi spiega che l'eterologa verrà inserita nei Livelli essenziali di assistenza «e resa accessibile anche a persone che non hanno la possibilità economica per interventi che all'estero costano anche tra i 3500 e i 20mila dollari» E, prima di dirsi «contraria al supermarket dei figli», apre all'autonomia regionale aggiungendo però che il problema dei costi esiste Il giudice strappa : «Nessun vuoto normativo» Per due coppie eterologa pronta all'uso Accogllondo il ricorso dí una coppia, presentato prima della sentenza della Consulta che ha abolito il divieto, il Tribunale di Bologna ha riconosciuto ii diritto ad accedere ad'eterologa, sottolineando nell'ordinanza che non c'è alcun vuoto normativo che impedisca di procedere (n base alle regole della medicina e alla legislazione sanitaria vigente La coppia aveva presentato ricorso perché il centro medico a cui si era rivolta aveva opposto il rifiuto ad eseguire il trattamento, adora ancora vietato per legge La sentenza della Corte Costituzionale, che ha fatto cadere il divieto di fecondazione eterologa, ha ovviamente cambiato il quadro di riferilirnento ed è «venuto meno l 'ostacolo (altrimenti insuperabile (n via interpretativa) all'accoglimento della domanda», si legge nell'ordinanza firmata il 14 agosto dal giudice Antonio Costanzo, prima sezione civile dei Tribunale di Bologna Rilevanti le indicazioni con cui nell 'ordinanza si motiva la decisione: non serve una nuova legge, dice in sintesi l'ordinanza di Bologna, ma semmai un decreto ministeriale di aggiornamento delle linee guida su alcuni aspetti specifici, come il numero delle donazioni e l'anonimato del donatore Ma questo non impedisce di procedere nel concreto E perciò, stabilisce d giudice, «non si ravvisano ostacoli all'accertamento del diritto affermato dai ricorrenti», ossia quello di accedere all'eterologa Il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi che ha voluto la delibera al centro delle polemiche di questi giorni De Carlo, capogruppo udc in consiglio regionale : a settembre studieremo le forme per riaprire il dibattito Anche perché in questa delibera l'assemblea non è stata coinvolta Il deputato toscano: in assenza di una banca dati nazionale dei donatori, come farà la Regione a gestire gli indispensabili accertamenti? 2 Sanità fiorentina e toscana Pagina 17

20 I LA PRESIDENTE ANP9IC, ANNALISA CECCHEifI, ILLUSTRA AL GOVERNO LE RICHIESTE DELL'ASSOCIAZIONE «Più attenzione alle esigenze dei disabili e alla loro integrazione sociale» RIUNITI nella capitale i quadri dirigenti Anmic-Associazione nazionale mutilati e invalidi civili per discutere della proposta di riforma del terzo Settore e a cui ha partecipato il sottosegretario al Welfare On Bobba Una riforma di fondamentale importanza nell'ambito della più ampia e auspicata riforma dello Stato sociale, che interessa oltre 300mila istituzioni e organizzazioni, quasi un milione di lavoratori e 4,7 milioni di volontari Più di 80 miliardi di euro di entrate che rappresentano oltre il tre per cento del Prodotto interno lordo (Pil) Un grande magma a cui il governo si propone di dare una regolamentazione attraverso la proposta di legge che si propone l' obiettivo di costruire un nuovo Welfare partecipativo, fondato su una governance sociale allargata alla partecipazione dei singoli, dei corpi intermedi e del terzo settore al processo decisionale e attuativo delle politiche sociali LA PRESIDENTE Anmic di Pisa avvocato Annalisa Cecchetti, membro anche del direttivo nazionale dell'associazione, ha illustrato in una relazione al sottosegretario la posizione Anmic, evidenziando i punti condivisi ma anche alcune criticità In particolare ha chiesto che sia la pubblica amministrazione a garantire davvero i servizi irrinunciabili di primaria importanza quali l 'istruzione, il lavoro, la mobilità, la cultura, il sostegno alla terza età, l'assistenza ospedaliera e domiciliare, ecc, supportando al contempo l'azione del volontariato e del privato sociale con mezzi, risorse e agevolazioni, capaci di favorire quelle azioni di «complemento» che possano contribuire ad alleviare e rendere vivibile e dignitosa una vita comunque segnata da limitazioni spesso molto, molto gravi Altra richiesta dell'anmic è che agli enti che gestiscono servizi in regime di convenzione, accreditamento o affidamento, progetti, etc, dispongano delle risorse necessarie a retribuire l'eventuale personale dipendente poter adempiere a tutti gli obblighi fiscali e normativi Di fatto, gli enti del Terzo Settore non vanno mai utilizzati- né tantomeno ggli stessi dovrebbero prestarvisi - per effettuare prestazioni e servizi con il semplice scopo di costare meno rispetto a quanto diversamente l'ente pubblico dovrebbe sostenere La sezione pisana a settembre rinnoverà la sua sede, spostandosi in uffici ancora più confortevoli in Pisa in Sant'Ermete, via Sepolcri 4 Servizi sociali Pagina 18

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE VISTO l art. 1, comma 639 della Legge 27 dicembre 2013, n. 147, che ha istituito, a decorrere dal 1 gennaio 2014, l imposta

Dettagli

C O M U N E DI O P E R A

C O M U N E DI O P E R A copia Codice Ente 11047 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE IMU ANNO 2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Adunanza Ordinaria di Prima convocazione - seduta Pubblica. L'anno duemilaquattordici

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum La prima operazione da fare, una volta ricevuti i moduli per la raccolta, è quella della Vidimazione. La vidimazione. Viene effettuata dal

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA 10^ COMMISSIONE INDUSTRIA SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE MARTEDI 8 MAGGIO 2012 ORE 14,30 I CONTRATTI D AREA ED I PATTI TERRITORIALI UN ESPERIENZA DI VALORE PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO Via degli Uffici

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche

Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche Fabio Ragaini, Gruppo Solidarietà Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche Con Ordinanza 189/2010, www.grusol.it/informazioni/12-04-10.pdf, Il Tar delle

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Lo scorso 8 febbraio nella sede del Comitato Consultivo, il Direttore Generale dell Azienda "Policlinico-Vittorio Emanuele", Armando Giacalone, il Direttore

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI

INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI Rete Nazionale Gruppi di Acquisto Solidali www.retegas.org INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI Febbraio 2007 INTRODUZIONE I Gruppi di Acquisto Solidali (GAS) sono gruppi di persone

Dettagli

D.L. 30 dicembre 2013, n. 151

D.L. 30 dicembre 2013, n. 151 D.L. 30 dicembre 2013, n. 151 Disposizioni di carattere finanziario indifferibili, finalizzate a garantire la funzionalità di enti locali, la realizzazione di misure in tema di infrastrutture, trasporti

Dettagli

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE un indagine demoscopica svolta da Astra Ricerche per Telefono Amico Italia con il contributo di Nokia Qui di seguito vengono presentati i principali risultati

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina Traduzione 1 Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina (Convenzione sui diritti dell uomo e la biomedicina)

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

GUIDA ALL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) ANNO 2013

GUIDA ALL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) ANNO 2013 COMUNE DI VIGONZA UNITA OPERATIVA TRIBUTI GUIDA ALL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) ANNO 2013 Il decreto legge 21 maggio 2013 n 54 ha sospeso il versamento dell'acconto IMU per alcuni

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di gioco d azzardo patologico Testo redatto sulla

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

SANITA': ANAAO, INACCETTABILE IL DOCUMENTO DELLE REGIONI TROISE, COSI' SI SALVAGUARDA L'INVADENZA DELLA POLITICA

SANITA': ANAAO, INACCETTABILE IL DOCUMENTO DELLE REGIONI TROISE, COSI' SI SALVAGUARDA L'INVADENZA DELLA POLITICA SANITA': ANAAO, INACCETTABILE IL DOCUMENTO DELLE REGIONI TROISE, COSI' SI SALVAGUARDA L'INVADENZA DELLA POLITICA (ANSA) ROMA, 3 SET "Il documento ultimatum che gli Assessori alla Salute hanno inviato al

Dettagli

Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit.

Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit. Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit. NID Non profit Innovation Day Università Bocconi Milano, 12 novembre 2014 18/11/2014 1 Mi presento, da dove vengo? E perché

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper le famiglie in condizioni economiche precarie ROSIGNANO

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

IMU - che cos'è. Se possiedi questi immobili, hai tempo fino al 16 giugno 2014 per pagare l acconto. Cos è l IMU Imposta municipale propria

IMU - che cos'è. Se possiedi questi immobili, hai tempo fino al 16 giugno 2014 per pagare l acconto. Cos è l IMU Imposta municipale propria IMU - che cos'è L IMU si continua a pagare sulle case di lusso (categorie A/1, A/8 e A/9), sulle seconde case e su tutti gli altri immobili (ad esempio laboratori, negozi, capannoni, box non di pertinenza

Dettagli

toscan i pri m i 'in Europa"

toscan i pri m i 'in Europa GG toscan i pri m i 'in Europa" IL sistema degli aeroporti toscani «è il nostro fiore all'occhiello», dice Martin Eurnekian ieri sulla pista di Peretola insieme al presidente di Corporacion America Italia,

Dettagli

OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro

OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro A Sua Eccellenza il Signor Prefetto di Roma OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro Signor Prefetto, come abbiamo concordato nei nostri precedenti incontri, Le scrivo

Dettagli

LOCAZIONE ABITATIVA PER STUDENTI UNIVERSITARI TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 5, comma 2)

LOCAZIONE ABITATIVA PER STUDENTI UNIVERSITARI TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 5, comma 2) LOCAZIONE ABITATIVA PER STUDENTI UNIVERSITARI TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 5, comma 2) Il/La sig./soc. (1) di seguito denominato/a locatore (assistito/a da (2) in persona

Dettagli

CHE COS E L EUTANASIA?

CHE COS E L EUTANASIA? CHE COS E L EUTANASIA? Che cosa si intende per eutanasia? Il termine eutanasia deriva dal greco: eu=buono, e thanatos=morte. Interpretato letteralmente quindi, esso significa: buona morte. Nel significato

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007)

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) COMUNE DI NORMA Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) Articolo 1 SCOPI DEL REGOLAMENTO 1. L Amministrazione Comunale, in

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE INDICE Art. 1 - Oggetto e finalità del regolamento Art. 2 - Requisiti di ammissibilità al contributo Art. 3 - Tipologie di spese ammissibili

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore ATTIVITA FERROVIARIE RFI:Informativa e invio documentazione ACI GLOBALE Verbale di accordo e comunicato unitario AUTONOLEGGIO Comunicato unitario di proclamazione sciopero TRASPORTO MERCI LOGISTICA AUTOSTRADE

Dettagli

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio.

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio, recita un noto proverbio africano. Perché la famiglia

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

I VERSAMENTI VOLONTARI

I VERSAMENTI VOLONTARI I VERSAMENTI VOLONTARI Le Guide Inps Direttore Annalisa Guidotti Capo Redattore Iride di Palma Testi Daniela Cerrocchi Fulvio Maiella Antonio Silvestri Progetto grafico Peliti Associati Impaginazione Aldo

Dettagli

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo unità 1 1 Leggi il testo Frisch Frisch era un abitudinario, come lo sono del resto quasi tutte le persone della sua età. Ogni mattina nei tre giorni che passava alla villa si alzava puntualmente alle sette

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

CHE FINE HA FATTO IL FEDERALISMO IN SANITÀ? E CHI SE NE STA OCCUPANDO? Fabio Pammolli (Direttore CeRM)

CHE FINE HA FATTO IL FEDERALISMO IN SANITÀ? E CHI SE NE STA OCCUPANDO? Fabio Pammolli (Direttore CeRM) Fabio Pammolli (Direttore CeRM) CHE FINE HA FATTO IL FEDERALISMO IN SANITÀ? E CHI SE NE STA OCCUPANDO? 1 CeRM Competitività, Regole, Mercati Dopo anni di dibattito e anche qualche tentativo non riuscito,

Dettagli

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi ONDI OMUNI: AI A CELTA IUSTA Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi CONOSCERE I FONDI D INVESTIMENTO, PER FARE SCELTE CONSAPEVOLI I fondi comuni sono

Dettagli

DELIBERAZIONE N X / 825 Seduta del 25/10/2013

DELIBERAZIONE N X / 825 Seduta del 25/10/2013 DELIBERAZIONE N X / 825 Seduta del 25/10/2013 Presidente ROBERTO MARONI Assessori regionali MARIO MANTOVANI Vice Presidente VALENTINA APREA VIVIANA BECCALOSSI SIMONA BORDONALI PAOLA BULBARELLI MARIA CRISTINA

Dettagli

10 passi. verso la salute mentale.

10 passi. verso la salute mentale. 10 passi verso la salute mentale. «La salute mentale riguarda tutti» La maggior parte dei grigionesi sa che il movimento quotidiano e un alimentazione sana favoriscono la salute fisica e che buone condizioni

Dettagli

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 E, P.C. EGREGIO DOTT. MATTEO CLAUDIO ZARRELLA PRESIDENTE DEL TRIBUNALE DI LAGONEGRO Via Lagonegro - 85042 LAGONEGRO (Pz) Trasmissione al telefax 0973.2333115

Dettagli

PRIMI DATI SULLA SPERIMENTAZIONE DEL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA (SIA) NEI GRANDI COMUNI

PRIMI DATI SULLA SPERIMENTAZIONE DEL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA (SIA) NEI GRANDI COMUNI DIREZIONE GENERALE PER flash 29 L INCLUSIONE E LE POLITICHE SOCIALI PRIMI DATI SULLA SPERIMENTAZIONE DEL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA (SIA) NEI GRANDI COMUNI Roma, 1 settembre 2014 Il punto di partenza:

Dettagli

(Lombardia, BUR 18 novembre 2014, n. 47) LA GIUNTA REGIONALE

(Lombardia, BUR 18 novembre 2014, n. 47) LA GIUNTA REGIONALE Deliberazione Giunta Regionale 14 novembre 2014 n. 10/2637 Determinazioni in ordine a: "Promozione e coordinamento dell'utilizzo del patrimonio mobiliare dismesso dalle strutture sanitarie e sociosanitarie

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

SICUREZZA & INGEGNERIA

SICUREZZA & INGEGNERIA SICUREZZA & INGEGNERIA Centro Formazione AiFOS A707 MA.CI - S.R.L. AGENZIA FORMATIVA E SERVIZI PROFESSIONALI PER LE IMPRESE Organismo accreditato dalla Regione Toscana PI0769 C.F./Partita IVA 01965420506

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

RESIDENZA LE ROSE SCHEDA SERVIZIO DATI ANAGRAFICI STRUTTURA. Residenza LE ROSE. Via delle Rose, 7 35034 Lozzo Atestino PD. info@residenzalerose.

RESIDENZA LE ROSE SCHEDA SERVIZIO DATI ANAGRAFICI STRUTTURA. Residenza LE ROSE. Via delle Rose, 7 35034 Lozzo Atestino PD. info@residenzalerose. RESIDENZA LE ROSE DATI ANAGRAFICI STRUTTURA SCHEDA SERVIZIO Residenza LE ROSE DENOMINAZIONE Via delle Rose, 7 35034 Lozzo Atestino PD INDIRIZZO CAP CITTÀ PROVINCIA 0429 644544 TELEFONO info@residenzalerose.net

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

I.U.C. Imposta Unica Comunale

I.U.C. Imposta Unica Comunale COMUNE DI MARCON I.U.C. Imposta Unica Comunale Con la Legge n. 147/2013 (Legge di stabilità 2014) è stata istituita a decorrere dal 01/01/2014 l Imposta Unica Comunale (IUC). L imposta unica comunale (IUC)

Dettagli

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Società Cooperativa sociale onlus corso Torino 4/3 16129 Genova tel. 010 5956962 fax 010 5950871 info@cosgenova.com; coscooperativa@fastwebnet.it 1 Sede legale

Dettagli

I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SUL REVERSE CHARGE

I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SUL REVERSE CHARGE I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SUL REVERSE CHARGE Circolare del 31 Marzo 2015 ABSTRACT Si fa seguito alla circolare FNC del 31 gennaio 2015 con la quale si sono offerte delle prime indicazioni

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014 COMUNE DI TAINO Provincia di Varese Prot. N. 3207 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Copia N. 6 del 28/04/2014 OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014 L'anno

Dettagli

PROVINCIA DI TREVISO. Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400

PROVINCIA DI TREVISO. Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400 C OMUNE DI VOLPAGO DEL MONTELLO PROVINCIA DI TREVISO Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

Dettagli

ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI. Consigli

ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI. Consigli ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI In collaborazione con Assessorato Aree Cittadine e Consigli di Zona Consigli Quanto costa comprar casa CASA: LE TASSE DA

Dettagli

Rivista scientifica bimestrale di Diritto Processuale Civile ISSN 2281-8693 Pubblicazione del 23.10.2014 La Nuova Procedura Civile, 6, 2014.

Rivista scientifica bimestrale di Diritto Processuale Civile ISSN 2281-8693 Pubblicazione del 23.10.2014 La Nuova Procedura Civile, 6, 2014. Rivista scientifica bimestrale di Diritto Processuale Civile ISSN 2281-8693 Pubblicazione del 23.10.2014 La Nuova Procedura Civile, 6, 2014 Editrice Comitato scientifico: Elisabetta BERTACCHINI (Professore

Dettagli

Meglio prevenire. Alcuni accorgimenti da adottare contro i ladri:

Meglio prevenire. Alcuni accorgimenti da adottare contro i ladri: Introduzione Sono ormai sempre più frequenti i furti negli appartamenti, nelle case e negli uffici. Il senso di insicurezza della popolazione è comprensibile. Con questo opuscolo si vuole mostrare che

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

Indovinelli Algebrici

Indovinelli Algebrici OpenLab - Università degli Studi di Firenze - Alcuni semplici problemi 1. L EURO MANCANTE Tre amici vanno a cena in un ristorante. Mangiano le stesse portate e il conto è, in tutto, 25 Euro. Ciascuno di

Dettagli

Una notte incredibile

Una notte incredibile Una notte incredibile di Franz Hohler nina aveva dieci anni, perciò anche mezzo addormentata riusciva ad arrivare in bagno dalla sua camera. La porta della sua camera era generalmente accostata e la lampada

Dettagli

OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE TASI

OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE TASI Provincia di Bologna COPIA n. 28 del 30.04.2014 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE TASI Il giorno 30 aprile 2014 alle ore 20.30 nella sala consiliare del Municipio, previa l'osservanza di tutte le formalità

Dettagli

TRA. REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato alla sottoscrizione del presente atto a seguito di deliberazione della Giunta regionale n.

TRA. REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato alla sottoscrizione del presente atto a seguito di deliberazione della Giunta regionale n. PROTOCOLLO D INTESA PER LO SMOBILIZZO DEI CREDITI DEI SOGGETTI DEL TERZO SETTORE NEI CONFRONTI DEGLI ENTI LOCALI E DEL SERVIZIO SANITARIO DELLA TOSCANA TRA REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato

Dettagli

Cosa dovrebbero sapere i genitori sulla sicurezza delle radiazioni per uso medico

Cosa dovrebbero sapere i genitori sulla sicurezza delle radiazioni per uso medico Cosa dovrebbero sapere i genitori sulla sicurezza delle radiazioni per uso medico Gli esami radiologici consentono ai medici di effettuare la diagnosi e decidere il corretto iter terapeutico dei loro pazienti.

Dettagli

COMUNE DI MACCAGNO con PINO e VEDDASCA

COMUNE DI MACCAGNO con PINO e VEDDASCA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE N 26 del 30/09/2014 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE E DETRAZIONI DELL'IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) - ANNO 2014 L'anno 2014, addì trenta

Dettagli