Dramma COPERTINA ,37 MILIARDI 0,03 MILIARDI. Elaborazione di «Panorama» su dati Agipronews e Aams. 12 dicembre 2012 Panorama 73

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Dramma COPERTINA 2003 0,37 MILIARDI 0,03 MILIARDI. Elaborazione di «Panorama» su dati Agipronews e Aams. 12 dicembre 2012 Panorama 73"

Transcript

1 2003 0,37 MILIARDI 0,03 MILIARDI 2011 Raccolta (in euro) Incassi fiscali (in euro) Vincere è facile, soprattutto la prima volta. Ma poi inizia il calvario dei debiti e della dipendenza dal gioco. L azzardo di Stato in 10 anni ha centuplicato la raccolta. E ora diventa una malattia. Da curare. Dramma Illustrazioni Stefano Carrara Elaborazione di «Panorama» su dati Agipronews e Aams. 12 dicembre 2012 Panorama 73 Bw 73_80_pa51_SLOTA.indd 73 04/12/

2 di Gianluca Ferraris numero di slot machine attive in Italia (erano 60 mila nel 2007). otò sorride dal fondo di uno schermo piatto e coloratissimo. Fiori, frutta, stelline e cornucopie non ci sono più, ora per azzeccare la combinazione giusta devi mettere in fila tre principi della risata. Il vecchio però non sembra avere troppa voglia di ridere. Sta appeso a un trespolo nero e sudicio in un angolo buio, lontano ma non troppo dal viavai adrenalinico di clienti di un bar del centro di Genova. E sta cercando di comprarsi un sogno a buon mercato. Preme un bottone luminoso alla sua destra e resta in sonnolenta attesa. Preme ancora qualche tasto. Solleva la testa. La scuote. Infila una moneta da 1 euro. E poi un altra, un altra, un altra ancora. Messi in fila, i vecchi come lui e le monete come le sue valgono quasi 44 miliardi l anno: esattamente la stessa cifra, per dare un ordine di grandezza, di cui la Grecia avrà bisogno entro fine 2012 per non fallire. Qui, invece, di fallire proprio non se ne parla: il settore è in salute, se è vero che le slot da sole raccolgono oltre la metà dei soldi destinati dagli italiani al gioco d azzardo. Azzardo di Stato, beninteso, visto che dietro ogni apparecchio ci sono una concessione pubblica, un sistema di controllo centralizzato e soprattutto 4 miliardi annui di gettito fiscale, senza contare quelli incassati per le licenze. Il resto della torta è diviso tra gli operatori, i locali dove sono installate le slot e naturalmente le vincite: il 77 per cento della raccolta ritorna nelle tasche degli scommettitori. Hai esperienza di dipendenza dal gioco d azzardo? Raccontalo sulla pagina Facebook di Panorama. Antonio, 35 anni, ex caposala in un ristorante, oggi è senza lavoro. «Quello che ti rovina è vincere. La prima vincita. I giocatori patologici cominciano tutti così. Io non faccio eccezione. Ero un ragazzo tranquillo, avevo una compagna, una laurea, un buon lavoro come caposala in un ristorante. Quando lei è rimasta incinta, sette anni fa, ho cominciato a giocare al gratta e vinci. Pensavo: sto per diventare padre. Volevo fare il colpaccio, comprarmi la casa, sistemarmi. Lavoravo tanto, fino a mezzanotte. Invece di tornare subito a casa, cominciai a passare dalle sale bingo, per giocare alle slot. Le macchinette hanno un potere ipnotico, schiacci quei tasti, il tempo vola, poi la macchina comincia a pagare e tu non riesci più a staccarti. Dicono: è un vizio. No, è una malattia, peggio di un tumore: ti distruggi, fai male a chi ti circonda. Io prendevo lo stipendio e lo giocavo tutto, subito. Chiedi i soldi agli amici, poi ai non amici. E cominci a raccontare bugie, fino a quando non distingui più la realtà dalla fantasia. Non ti importa più nulla di niente, non riesci neppure più a lavorare: la testa è sempre lì, al gioco. E ai soldi: a quelli che devi restituire, a quelli che devi procurarti per giocare ancora. È durato quattro anni. Mia moglie si è allontanata, gli amici li ho tenuti io alla larga. Ero pieno di debiti, non ricordavo neppure più a chi e quanti soldi dovevo. Tre anni fa ho lasciato il lavoro: non c ero più con la testa. Ma ho avuto la forza di fermarmi, seguo un programma terapeutico della Siipac. Ora devo ricostruire la mia vita. E vedo con pena, nelle sale, minorenni e anziani che la loro vita, col gioco, la stanno distruggendo. Bisogna proteggerli, curarli». 74 Panorama 12 dicembre 2012 Bw 73_80_pa51_SLOTA.indd 74 04/12/

3 Quelli che si sono giocati una vita alle slot Dalla prima vincita ai debiti: cinque storie di persone che provano a rifarsi un esistenza. Curandosi. Valerio, 19 anni. «A 13 anni ho lasciato la scuola e ho cominciato a spacciare. I miei lavoravano, stavano fuori tutto il giorno, io facevo quello che volevo. Spacciavo in un bar del mio paese, c erano le macchinette là dentro. Al primo sguardo, non mi sono neanche piaciute. Ma un giorno ho sentito i soldi cadere e mi sono fatto l idea che si potesse vincere. Così ho cominciato a giocare. All inizio, 10, 20 euro. Poi più forte, sempre più forte. Avevo la mia macchinetta preferita, mi piacevano i suoni, le animazioni. Se le slot fossero in bianco e nero, non so quanti ci starebbero dietro. E invece, a Milano, a Monza, a Pavia, i miei coetanei giocano, e giocano forte. Per me era diventata una catena: giocavo per avere i soldi per la coca e la coca mi spronava a giocare. Giocavo cercando l impossibile: sognavo, con 1 euro, di tirarne giù Non dormivo più, non mangiavo più, non so neanche quanti soldi ci ho buttato. A 17 anni ho pensato che non ce la facevo più a fare quella vita. Sono entrato in comunità, alla Casa del giovane di Pavia. Ora le macchinette non mi fanno né caldo né freddo». Patrizia, 39 anni, impiegata. «L azzardo mi è sempre piaciuto. Da bambina, la tombola mi annoiava, andavo pazza per il 7 e mezzo. Da adulta mi piaceva organizzare weekend con tappa al casinò, sempre in compagnia. Alle macchinette non mi mettevo: un gioco troppo solitario per tentarmi. Finché una sera, nella città in cui vivo, sono entrata con amici in una sala bingo e mi sono seduta a una videolottery. C era un atmosfera speciale: le luci, i colori, l aperitivo offerto. Ci sono tornata, ed ero sola. È cominciato così, cinque anni fa. Ed è stato un vortice senza ritorno. All uscita dal lavoro, andavo a nascondermi nella sala bingo. Entravo alle 6 del pomeriggio, uscivo alle 2 del mattino. Non sentivo fame, sonno, stanchezza. Smettevo di giocare perché chiudevano, o perché non avevo più un euro. E ogni volta, appena mi alzavo, mi cadeva addosso il disprezzo di me: per i soldi sprecati, per il tempo buttato. Tornavo a casa disperata. Il giorno dopo ero di nuovo lì. È un richiamo ipnotico, non puoi sottrarti. Non puoi parlarne con nessuno: troppa vergogna. Mi sono giocata tutti i miei risparmi e anche di più. Inseguivo la vincita, sperando sempre di rifarmi. Un paio di anni fa ho trovato la forza di sfogarmi con un amica. «Fatti aiutare» mi ha consigliato. Ho cominciato una psicoterapia. Oggi dico: mi sono fermata prima di commettere gesti pericolosi. Ma la dipendenza dalle macchinette è un mostro difficile da combattere. Ho salvato il mio lavoro, questo sì. Faccio sacrifici e vado avanti. Ma sono a rischio e lo so». Giovanni, 70 anni, militare in pensione. Quattro anni fa comincia a soffrire della sindrome delle gambe senza riposo: la notte non riesce a dormire, deve alzarsi, camminare per casa. È un tormento. Il medico gli prescrive un farmaco adottato per i disturbi da morbo di Parkinson. La medicina funziona, torna la quiete notturna, torna il riposo. Ma Giovanni, che in vita sua ha messo piede una volta soltanto in un casinò e non ci è più tornato, comincia a giocare alle slot machine. Davanti alla macchinetta perde la nozione del tempo. La sua pensione, poco più di euro al mese, svanisce. Giovanni si gioca i soldi per le spese del condominio, poi una macchina, poi chiede un prestito a una finanziaria. Con la moglie, con la figlia, comincia a mentire. «Mi hanno rubato la bicicletta, vado a cercarla» annuncia una domenica mattina. E sparisce. Ore dopo, risponde alla figlia sul telefonino con voce ubriaca: è davanti alla slot, come in estasi. La figlia legge il bugiardino del farmaco: tra le controindicazioni figura il gioco d azzardo patologico. Il medico prova a cambiare il farmaco: non funziona. Tornano le notti inquiete, i dolori. Ma il vecchio farmaco significa precipitare nell inferno delle slot. «Voglio uscirne» dice Giovanni alla figlia. Tornano dal medico, che prescrive lo stesso principio attivo in un nuovo farmaco. Chiedono l aiuto di uno psicologo, Simone Feder, specializzato in dipendenze. Faticosamente, a settant anni, pieno di debiti, Giovanni prova a ricostruirsi una vita. Renzo, 52 anni, geometra. «Oggi sono 508 giorni che non gioco. Li conto uno per uno. Io non bevo, non fumo, mai toccata la droga. Fino ai 38 anni sono stato quel che si dice «un giocatore sociale»: poker con gli amici, qualche puntata ai cavalli, niente di più. Un giorno, in una sala corse, ho visto una macchinetta: ho giocato, ho vinto, è cominciata così. Avevo una bella famiglia, due figlie, un ottimo stipendio come direttore di cantiere. Ho perso tutto: lavoro, soldi, serenità. Non so come succede, ti siedi, metti i soldi, pigi i pulsanti, si accendono le luci ed esiste solo la slot. Sono entrato come in una nebbia, ho fatto cose fuori dal mondo: ho venduto l oro di famiglia, sono arrivato a rubare in casa di mio cognato. E mia moglie mi ha buttato fuori. Ho capito che, se andavo avanti, mi sarei ammazzato. Su internet ho cercato i Giocatori anonimi: siamo tutti ex, nessuno giudica nessuno. Contiamo i giorni da quando abbiamo smesso di giocare. Arrivati a un anno, facciamo una gran festa». (Bianca Stancanelli) 12 dicembre 2012 Panorama 75 Bw 73_80_pa51_SLOTA.indd 75 04/12/

4 euro La spesa pro capite degli italiani adulti per il gioco d azzardo; 79,9 miliardi di euro la raccolta annua complessiva per giochi e scommesse. «Forse abbiamo esagerato» Francesco Ginestra, presidente Assosnai, teme gli effetti negativi del boom. Con il clima da caccia alle streghe che ha investito negli ultimi mesi il mondo delle slot, da Francesco Ginestra, presidente dell Assosnai (l associazione che raggruppa le agenzie di scommesse) e memoria storica dell azzardo italiano, ti aspetteresti una difesa d ufficio del settore. Invece lui, come al solito, ti spiazza: «Penso che sia ora di metterci un freno» dice a Panorama. Strano che la richiesta arrivi da un grosso imprenditore del comparto... Siamo in molti a condividere la necessità di una regolamentazione più stretta. Un giocatore che si indebita non è un buon cliente, e alla lunga compromette il business. Già vediamo le prime crepe. In che senso? Le slot valgono quasi 38 miliardi l anno. L offerta di giochi e scommesse è ormai così smisurata da superare la domanda. Se continuiamo a puntare su una comunicazione fatta solo di vincite facili la gente alla lunga si stuferà di giocare. Senza dimenticare l allarme patologie: oggi le tentazioni sono troppe e ovunque. Un boom dovuto all attivismo dei suoi associati... Abbiamo esagerato. Ma siamo ancora in tempo per evitare che il fenomeno degeneri. Come? Da tempo facciamo prevenzione e cofinanziamo progetti che combattono le ludopatie. Abbiamo proposto al governo di contingentare le licenze, vietare gli spot nelle fasce diurne e rendere obbligatori i software per impedire l accesso ai minorenni o limitare gli importi giocati, sia online che alle slot. Strumenti che esistono già da anni senza che nessuno li adotti. (G.F.) Non in quelle del vecchio che il cronista ha appena incrociato, evidentemente. «Ogni giorno si gioca 20 di questi caffè» sussurra il barista porgendone uno. «E non vince mai. Quelli come lui sono i peggiori: spendono poco ma costantemente, come se avessero in testa un algoritmo che prima o poi li condurrà alla vittoria». È un classico, come le richieste di credito e gli insulti indirizzati al titolare quando l algoritmo non regge. Cioè quasi sempre. «Non mi fa certo piacere vedere la gente ridursi così» dice il gestore allargando le braccia. «Ma i 500 euro che mi arrivano dalle slot sono l unica entrata certa del bar». Cambio di set. Ora siamo alla periferia est di Milano, in una sala slot. Anzi, in un «club esclusivo con intrattenimento e buffet», come recita l insegna. Ma potremmo essere anche in una tabaccheria di Palermo, in una lavanderia a gettone di Bari, all aeroporto di Fiumicino o in un area di sosta sull Autobrennero. Le macchinette puoi trovarle ovunque, ormai: tra il 2002 e il 2003, quando lo Stato ne impose la legalizzazione per contenere il fenomeno del gioco clandestino e limitarne gli effetti deleteri, erano 14 mila. Cinque anni fa, 60 mila. Oggi l Italia è a quota 424 mila apparecchi. Dietro uno di questi c è una signora grassoccia, ben vestita, sulla quarantina. «Sono venuta per l aperitivo gratis» confida, ma intanto ficca dentro un bel po di monete. Vince 5 euro, li rigioca, perde, rivince, perde di nuovo, alla fine il conto è in pari. L aperitivo gratis c è davvero, insieme ad altre banali tecniche di marketing: hostess che si offrono di cambiare le banconote al posto tuo, in mo- Massimo Sestini 76 Panorama 12 dicembre 2012 Bw 73_80_pa51_SLOTA.indd 76 04/12/

5 do da non farti abbandonare la postazione di gioco nemmeno per un istante, sala fumatori, naturalmente fornita di apparecchi, persino tessere fedeltà. Ci sono anche gli avvertimenti: i cartelloni «Gioca responsabile» affollano le pareti, qui come in tutte le sale. Sui tavolini i dépliant reclamizzano un numero verde contro la dipendenza e un questionario dovrebbe farti capire se ti attacchi a quei pulsanti per svago o se è il caso di rivolgerti a uno psicologo. L indicazione del telefono amico compare anche nella schermata iniziale di quasi tutte le slot machine che il cronista ha provato, assieme a un testo che dovrebbe sfatare le convinzioni del giocatore incallito indicando le reali possibilità di vincita. Non fai in tempo a memorizzare né l uno né l altro che già ti ritrovi nel vivo della puntata. Premi qualche bottone a casaccio e l euro si moltiplica per 10. Il cinquantenne con le gote rosse al fianco sibila un «vaffanculo» prima di lanciarsi in una filippica su macchinette truccate e non. In realtà i numeri dicono che la truffa, in questo settore, è ormai passata di moda: dopo anni di Far West a base di software modificati e apparecchi scollegati dalla rete (in modo che il cervellone dei Monopoli di La guerra del sindaco Alessandro Cattaneo, primo cittadino di Pavia, contro le sale da gioco. Per sua fortuna la battaglia contro le slot machine è iniziata in estate. Altrimenti qualcuno oggi potrebbe rinfacciare ad Alessandro Cattaneo, sindaco di Pavia e vicepresidente Anci, di utilizzare la clava del populismo per spingere la sua candidatura formattatrice alle primarie del Pdl. «Non è così» puntualizza con Panorama «una campagna come questa deve necessariamente partire dai sindaci, che sono i primi a misurarsi con le conseguenze devastanti della ludopatia». Quanto devastanti? La mia città è quella con la più alta spesa pro capite in gioco d azzardo: euro a testa, quasi il doppio della media nazionale, che già mi sembra alta. E i cinque casi di compulsività registrati dalla Asl pavese nel 2010 oggi sono diventati 700. Serviva un segnale. Come vi siete mossi? Abbiamo approvato, a larghissima maggioranza, un regolamento comunale che prevede obblighi più stringenti per le sale di nuova apertura: dovranno sorgere ad almeno 500 metri di distanza da luoghi sensibili e a 100 metri dagli incroci. Nei locali è diventato obbligatorio il sistema di sorveglianza con telecamere per tenere lontani i minorenni. Nei circoli e in altri luoghi di proprietà pubblica è vietato installare apparecchi con vincite in denaro. Basterà? È difficile fare di più: i miei colleghi di altre città che hanno provato a fermare il rilascio di nuove licenze o a imporre alle sale orari di apertura più ridotti sono stati quasi sempre bocciati dalle sentenze dei tar. Il problema è che gli enti locali hanno pochissima voce in capitolo. (G.F.) mila le slot machine installate in 294 sale di Roma. Stato non intercettasse né gli importi da tassare né una restituzione di vincite più bassa del dovuto), le slot di nuova generazione hanno tagliato le gambe al gioco nero: gli apparecchi irregolari sequestrati dalla Guardia di finanza quest anno sono stati poche decine. Non che questo abbia comportato un alleggerimento delle interferenze da parte della criminalità organizzata, come è logico in un settore dove la crescita è impetuosa e i contanti si muovono veloci: secondo il Rapporto Azzardopoli, pubblicato quest anno dall associazione Libera, i ricavi delle mafie su questo fronte ammonterebbero a quasi 10 miliardi di euro, perlopiù accumulati reinvestendo capitali sporchi in imprese regolari. Senza contare l indotto dell usura, su cui al cronista apre gli occhi il gestore quando va a cambiare la vincita (che da 10 euro si era già ridotta, dopo pochi altri clic, a 5): «Tu sei furbo, incassi e te ne vai. Di solito, invece, quelli che vincono alla prima giocata diventano prede per gli strozzini. Tornano a spendersi fino all ultimo spicciolo in cerca del brivido della prima volta. Proprio come i tossicodipendenti». Ecco il paragone chiave: quello con le dipendenze (vedere le testimonianze a pagina 74). Oggi i ludopatici, i giocatori compulsivi che per un brivido in più saltano la cena o fanno fuori i buoni postali della moglie sono circa 700 mila. Una platea cresciuta del 700 per cento negli ultimi anni, secondo il Sert, e trasversalissima: pensionati e disoccupati vanno per la maggiore, un quarto sono le donne, ma ci sono anche i minorenni che 78 Panorama 12 dicembre 2012 Bw 73_80_pa51_SLOTA.indd 78 04/12/

6 Ma non fatene una malattia Le proposte di Massimo Passamonti, presidente di Sistema Gioco Italia. «Siamo disponibili a discutere con lo Stato nuove norme fiscali e di ordine pubblico, siamo persino favorevoli a una tassa di scopo che finanzi la lotta alle ludopatie. Purché non si continuino a demonizzare aziende serie che hanno investito miliardi di euro». Per Massimo Passamonti, presidente di Sistema Gioco Italia, l associazione confindustriale che riunisce gli operatori della filiera, la questione è tutta qui. Intanto stanno per arrivare altre licenze di gioco... Ricordo che per le ultime concessioni lo Stato ha incassato 850 milioni di euro. Per le nuove le previsioni sono di altri 20. I concessionari devono essere messi nelle condizioni di operare serenamente. I ludopatici sono ormai 700 mila, secondo il Sert. Il settore è cresciuto troppo? La ludopatia va affrontata servendosi di numeri scientificamente fondati, ma in ogni caso il fenomeno va contrastato e prevenuto, recuperando la dimensione ludica e sociale del comparto. Finanzieremo un osservatorio sul gioco problematico, in collaborazione con l Aams, associazione autonoma dei Monopoli di Stato, e le altre associazioni. E vogliamo ragionare con il governo di aliquote, in modo da trovare spazio per una tassazione di scopo per progetti di utilità sociale. Potrebbero essere gestiti dai comuni, che sono i terminali più sensibili ed esposti. Recentemente i ministri Balduzzi, Riccardi e Cancellieri hanno attaccato anche gli spot. Qual è la vostra posizione? La pubblicità permette di distinguere l offerta di gioco legale da quello illegale. Anche per questo motivo le nuove regole per una comunicazione più responsabile sono le benvenute. (G.F.) Aumento dei giocatori compulsivi negli ultimi 10 anni. Erano 10 mila nel 2003, oggi sono più di 700 mila (stime Sert). in teoria non dovrebbero giocare (a Milano ci sono in cura un bambino di 8 anni, uno di 11, un ragazzino di 13, e due di 17), i lavoratori che passano prima e dopo l ufficio, gli insospettabili come l ex capogruppo Idv in Regione Lazio Vincenzo Maruccio, che in una sala sulla via Flaminia a Roma ha lasciato 100 mila euro. Sono fantasmi, perché la ludopatia ha iniziato solo questa estate il percorso che la porterà a essere riconosciuta pienamente come malattia dal Servizio sanitario nazionale e finora a combatterla c è stata soprattutto la buona volontà delle associazioni, dei sindaci più battaglieri e di qualche singolo. Come le due bariste di Cremona e San Giuseppe Vesuviano, o il circolo Arci di Empoli, che hanno rinunciato agli incassi facili delle macchinette per non fare a pugni con la propria coscienza, o il giudice di Bergamo che ha suggerito al questore di destinare a lavori d ufficio due poliziotti accusati di giocare mentre erano in pattuglia, per tenerli lontani dalle tentazioni. Gli operatori del settore contestano la portata del fenomeno, che in effetti ha ancora contorni statistici incerti. Eppure, in una settimana d inchiesta Panorama non ha mai trovato una sala slot vuota. Nemmeno nell ultima tappa del viaggio, in provincia di Pavia, in uno dei pochi locali aperti 24 ore al giorno. Sono quasi le 3 di mattina di un lunedì piovoso, ma ci sono sei persone intente a giocare: un gruppo di giovanissimi slavi, ai quali nessuno chiede la carta d identità, e l immancabile anziano che ha l aria di essersi giocato già una bella fetta di pensione. In 20 minuti si alza tre volte per cambiare banconote: qualche volta vince, spesso perde, e dopo un po rimane senza un soldo. «Niente» sussurra dopo un po, voltandosi in cerca di quella silenziosa complicità che si instaura tra perdenti. Il regolamento della casa spiega che intrattenersi senza scommettere o, peggio, osservando e commentando le giocate altrui, è vietatissimo. Il gestore, un ragazzo sulla trentina, si sbottona un po : «Quanti ne ho visti così. Quando non c è il titolare cerco di dissuaderne qualcuno, non tanto per la pietà, ma perché questo è un tipo di cliente che non ci interessa. Porta più guai che soldi, e non posso allontanarlo senza chiamare la polizia, visto che questo è un pubblico esercizio». Fa una smorfia. Le forze dell ordine qui dentro non sono graditissime, almeno in divisa. «Fuori servizio, invece, sono tra i migliori clienti. Giocano, perdono, ma non fanno storie». L anziano, intanto, si umilia fino a chiedere in prestito 1 euro agli slavi, che adesso stanno improvvisando una spaghettata notturna. «Vinco e ve ne restituisco 2» assicura con gli occhi che brillano, quando loro sghignazzanti gli lanciano una moneta. Il gestore fa finta di non vedere, ma un istante dopo mette alla porta uno dei ragazzi, che provava a ingolosire l uomo offrendogli una banconota da 10 euro in cambio del suo cellulare. Fossimo al cinema Totò direbbe: «Ma mi faccia il piacere». Qui, invece, il principe De Curtis, diventato icona del gioco d azzardo, si limita a sorridere da uno schermo piatto. 80 Panorama 12 dicembre 2012 Bw 73_80_pa51_SLOTA.indd 80 04/12/

Mafia, amore & polizia

Mafia, amore & polizia 20 Mafia, amore & polizia -Ah sì, ora ricordo... Lei è la signorina... -Francesca Affatato. -Sì... Sì... Francesca Affatato... Certo... Mi ricordo... Lei è italiana, non è vero? -No, mio padre è italiano.

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

gioco d azzardo in Italia è un problema serio che va affrontato e risolto; esso

gioco d azzardo in Italia è un problema serio che va affrontato e risolto; esso IL GIOCO D AZZARDO Il gioco d azzardo in Italia è un problema serio che va affrontato e risolto; esso cresce giorno per giorno, portando molte persone a bruciarsi il proprio stipendio in 10 minuti, guadagnato

Dettagli

Dio ricompensa quelli che lo cercano

Dio ricompensa quelli che lo cercano Domenica, 22 agosto 2010 Dio ricompensa quelli che lo cercano Ebrei 11:6- Or senza fede è impossibile piacergli; poiché chi si accosta a Dio deve credere che Egli è, e che ricompensa tutti quelli che lo

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Realizzato nell ambito del programma generale di intervento 2010 della Regione Lazio con l utilizzo dei fondi del Ministero dello Sviluppo Economico

Realizzato nell ambito del programma generale di intervento 2010 della Regione Lazio con l utilizzo dei fondi del Ministero dello Sviluppo Economico Realizzato nell ambito del programma generale di intervento 2010 della Regione Lazio con l utilizzo dei fondi del Ministero dello Sviluppo Economico Ludopatia Per ludopatia (o gioco d azzardo patologico)

Dettagli

Cosa ti porti a casa?

Cosa ti porti a casa? 8. L o p i n i o n e d e i r a g a z z i e d e l l e r a g a z z e Cosa ti porti a casa? A conclusione dell incontro di restituzione è stato richiesto ai ragazzi di riportare in forma anonima una valutazione

Dettagli

Rassegna Stampa. Dicembre 2012. a cura di

Rassegna Stampa. Dicembre 2012. a cura di Rassegna Stampa Dicembre 2012 a cura di 28 Venerdì 7 Dicembre 2012 IMPOSTE E TASSE Una sentenza della Corte di giustizia sul diniego della detrazione Iva, la prova è sul fisco L ufficio deve dimostrare

Dettagli

- 1 reference coded [1,02% Coverage]

<Documents\bo_min_2_M_17_ita_stu> - 1 reference coded [1,02% Coverage] - 1 reference coded [1,02% Coverage] Reference 1-1,02% Coverage Sì, adesso puoi fare i filmati, quindi alla fine se non hai niente da fare passi anche un ora al cellulare

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

La vita dei numeri ultimi

La vita dei numeri ultimi La vita dei numeri ultimi Orazio La Boccetta LA VITA DEI NUMERI ULTIMI racconto Dedicato a tutta la mia famiglia e i miei migliori amici a Pietro soprattutto ed in particolare a mio padre Andrea e mia

Dettagli

IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro ***

IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro *** IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro *** Dormi. Lo ricordavo bene il tuo sonno: fragile e immobile di notte, inquieto e sfuggente al mattino. Ho messo su il disco

Dettagli

IL COLORE ROSSO DELLE GINESTRE

IL COLORE ROSSO DELLE GINESTRE IL COLORE ROSSO DELLE GINESTRE Rappresentazione teatrale degli Alunni dell'ic di San Cipirello Esplorazione della Memoria Alle radici del Primo Maggio A.S. 2014 / 15 Narratore È il primo maggio. Un'anziana

Dettagli

CAPITOLO TRE IL MIO MODO DI GIOCARE E LE ESCHE CHE MI ATTIRANO

CAPITOLO TRE IL MIO MODO DI GIOCARE E LE ESCHE CHE MI ATTIRANO CAPITOLO TRE IL MIO MODO DI GIOCARE E LE ESCHE CHE MI ATTIRANO Sommario Nel primo capitolo di questo quaderno lei ha ritenuto che il gioco d azzardo sta causando problemi nella sua vita. Si è posto obiettivi

Dettagli

E ora inventiamo una vita.

E ora inventiamo una vita. E ora inventiamo una vita. - Venga Cristina, facciamo due chiacchiere. Il ragioniere dell'ufficio personale si accomoda e con un respiro inizia il suo discorso. Lei sa vero che ha maturato l'età per il

Dettagli

Dr. Alessandra Alberti Ser.T. zona Valtiberina Dip.to Dipendenze A.USL 8

Dr. Alessandra Alberti Ser.T. zona Valtiberina Dip.to Dipendenze A.USL 8 Dr. Alessandra Alberti Ser.T. zona Valtiberina Dip.to Dipendenze A.USL 8 Normalmente azzardo perché il gioco d azzardo è anch esso una forma di gioco normale, ma anche perché possiamo dire che in qualche

Dettagli

NONA LEZIONE L AUTOSTOP

NONA LEZIONE L AUTOSTOP NONA LEZIONE L AUTOSTOP NONA LEZIONE 96 L autostop Scendi pure tu dalla macchina? Devo spingere anch io? Sì, se vuoi. Ma scusa, quanto è distante il distributore di benzina? Non lo so qualche chilometro.

Dettagli

CASA DI CHARLIE. In scena la mamma che cucina, la nonna che cuce e Charlie che fa i compiti. Entra il nonno.

CASA DI CHARLIE. In scena la mamma che cucina, la nonna che cuce e Charlie che fa i compiti. Entra il nonno. NONNO: Sera a tutti. MAMMA: Ciao papà. CASA DI CHARLIE In scena la mamma che cucina, la nonna che cuce e Charlie che fa i compiti. Entra il nonno. CHARLIE: Ciao nonno. NONNA: Ciao caro. MAMMA: La zuppa

Dettagli

Questo è l ICAM, sembra tutto fuorché un carcere. La giovane responsabile è l ispettore Stefania Conte.

Questo è l ICAM, sembra tutto fuorché un carcere. La giovane responsabile è l ispettore Stefania Conte. FRANCESCA CORSO di Edoardo Di Lorenzo FRANCESCA CORSO FONDATRICE Ho lavorato come assistente sociale al carcere di San Vittore e ho trovato dei bambini carcerati assieme alle mamme in un regime carcerario

Dettagli

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Io..., papà di...... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Lettura albo, strumento utilizzato in un Percorso di Sostegno alla Genitorialità biologica EMAMeF - Loredana Plotegher, educatore professionale

Dettagli

CAPITOLO UNO AUTOVALUTAZIONE DELLE ABITUDINI DI GIOCO D AZZARDO

CAPITOLO UNO AUTOVALUTAZIONE DELLE ABITUDINI DI GIOCO D AZZARDO CAPITOLO UNO AUTOVALUTAZIONE DELLE ABITUDINI DI GIOCO D AZZARDO Sommario Questo capitolo tratta di gioco d azzardo e di gioco d azzardo problematico. Le esercitazioni di questo capitolo le consentiranno

Dettagli

La diffusione del gioco d azzardo tra i giovani. Simone Feder

La diffusione del gioco d azzardo tra i giovani. Simone Feder La diffusione del gioco d azzardo tra i giovani Simone Feder 2004: Fabio Fabio, un ragazzo di 15 anni chiedeva un consiglio per aiutare suo padre, caduto da alcuni mesi in una rete sconosciuta che catturava

Dettagli

Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali)

Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali) Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali) Al mare, verso gli undici anni, avevo fatto amicizia con un bagnino. Una cosa innocentissima, ma mia madre mi chiedeva

Dettagli

L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ

L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ CAPITOLO XV L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO IL TERZO TENTATIVO SI SOLLEVÒ, SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ NELLA CAMERA. VEDENDO IL LETTO,

Dettagli

RISULTATI DELLA RICERCA

RISULTATI DELLA RICERCA RISULTATI DELLA RICERCA 2011 Ricerca nazionale sul gioco d'azzardo 2011- Ricerca nazionale sulle abitudini di gioco degli italiani - curata dall Associazione Centro Sociale Papa Giovanni XXIII, e coordinata

Dettagli

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci CAPITOLO 1 La donna della mia vita Oggi a un matrimonio ho conosciuto una donna fantastica, speciale. Vive a Palermo, ma appena se ne sente la cadenza, adora gli animali, cani e cavalli soprattutto, ma

Dettagli

Logopedia in musica e. canzoni

Logopedia in musica e. canzoni Logopedia in musica e canzoni Un Lavoro di Gruppo, Giugno 2013 INTRODUZIONE Siamo un gruppo di persone, chi ricoverato in Degenza e chi in Day Hospital, del Presidio Ausiliatrice-don Gnocchi di Torino

Dettagli

Corso ITALIANO Prof.ssa S. DOTTI Liv. 2

Corso ITALIANO Prof.ssa S. DOTTI Liv. 2 IN GIRO PER ACQUISTI Signora Rossi: Voglio vedere una camicia per mio figlio. Commessa : Di che colore? Signora Rossi: Non so.. Commessa : Le consiglio il colore rosa. Se Suo figlio segue la moda, gli

Dettagli

La classe 1 A Liceo Musicale Grosseto polo L. Bianciardi presenta

La classe 1 A Liceo Musicale Grosseto polo L. Bianciardi presenta La classe 1 A Liceo Musicale Grosseto polo L. Bianciardi presenta Il business del gioco in Italia è enorme e in rapida crescita: nel 2001 la raccolta annua era pari a 14 miliardi di euro. Oggi ammonta

Dettagli

WWW.COPIONI.CORRIERESPETTACOLO.IT

WWW.COPIONI.CORRIERESPETTACOLO.IT Aldo, Giovanni e Giacomo Sketch del controllore (da 'Tel chi el telun) Aldo: Non c è bisogno che tira perché non è che scappo. Giovanni: Intanto ha allungato il passo. Aldo: Ho allungato il passo perché

Dettagli

Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing

Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing Ciao da Matteo Nodari di Network Marketing Top Strategy! Come ti dicevo il network marketing è uno dei settori più controversi e fraintesi di tutti i tempi.

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

http://www.sprachkurse-hochschule.de

http://www.sprachkurse-hochschule.de Lingua: Italiana Livello: A1/A2 1. Buongiorno, sono Sandra, sono di Monaco. (a) Buongiorno, sono Sandra, sono da Monaco. Buongiorno, sono Sandra, sono in Monaco. 2. Mia sorella chiama Kerstin. (a) Mia

Dettagli

L attimo fuggente. Charlot soldato. Charlot soldato

L attimo fuggente. Charlot soldato. Charlot soldato L attimo fuggente Charlot soldato L attimo fuggente Charlot soldato Due sequenze tratte da due film assai diversi e lontani nel tempo: Charlot soldato di Charlie Chaplin (1918) e L attimo fuggente di Peter

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario

Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario Scopri come i grandi investitori hanno posto le basi per il loro successo. Tutto quello che devi assolutamente conoscere prima

Dettagli

LISTA DIALOGHI. Non ti aspettavo. di barbara rossi prudente

LISTA DIALOGHI. Non ti aspettavo. di barbara rossi prudente LISTA DIALOGHI Non ti aspettavo di barbara rossi prudente - EST. GIORNO Oggi è 28 maggio? 28 maggio? Sì, forse sì PAOLO: 29 al massimo Come 29? No, 30 PAOLO: Secondo me è 29. Comunque, quanti giorni fa

Dettagli

- 1 reference coded [3,14% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [3,14% Coverage] - 1 reference coded [3,14% Coverage] Reference 1-3,14% Coverage quindi ti informi sulle cose che ti interessano? sì, sui blog dei miei amici ah, i tuoi amici hanno dei

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 F= risposta degli alunni/figli G = risposta dei genitori F: 1- Cosa pensi della dipendenza elettronica?

Dettagli

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!!

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!! MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI Ciao e Benvenuta in questo straordinario percorso che ti permetterà di compiere un primo passo per IMPARARE a vedere finalmente il denaro in modo DIFFERENTE Innanzitutto

Dettagli

Ernesto Riggi POI VENNE L AURORA

Ernesto Riggi POI VENNE L AURORA Poi venne l aurora Ernesto Riggi POI VENNE L AURORA Romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Ernesto Riggi Tutti i diritti riservati A tutti i giovani coraggiosi, capaci di lottare pur di realizzare

Dettagli

La dura realtà del guadagno online.

La dura realtà del guadagno online. La dura realtà del guadagno online. www.come-fare-soldi-online.info guadagnare con Internet Introduzione base sul guadagno Online 1 Distribuito da: da: Alessandro Cuoghi come-fare-soldi-online.info.info

Dettagli

Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE

Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE Urlo d amore Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE racconti brevi www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Maria Antonietta Bafile Tutti i diritti riservati A tutti gli innamorati... A tutti gli amori assurdi

Dettagli

ADOLESCENTI E GIOCO D AZZARDO

ADOLESCENTI E GIOCO D AZZARDO ADOLESCENTI E GIOCO D AZZARDO Un fenomeno in crescita: qualche dato Il rapporto Eurispes 2007 conferma le preoccupazioni sulla diffusione delle conseguenze del gioco sui giovani e riporta dati allarmanti

Dettagli

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR PERSONE DA AIUTARE Ci sono persone che piangono dal dolore, li potremmo aiutare, donando pace e amore. Immagina

Dettagli

Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in

Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in Italia non solo per motivi di lavoro, ma per motivi

Dettagli

- 1 reference coded [0,86% Coverage]

<Documents\bo_min_9_M_18_ita_stu> - 1 reference coded [0,86% Coverage] - 1 reference coded [0,86% Coverage] Reference 1-0,86% Coverage E le altre funzioni, le fotografie, o, non so le altre cose che può offrire il cellulare sono cose che

Dettagli

-------------------------------------------------------------------------------------------------------

------------------------------------------------------------------------------------------------------- pelle su pelle Testo tratto dalle interviste realizzate in occasione della festa del volontariato - Casalecchio di Reno 22 aprile 2013 a cura dell associazione di promozione sociale Gruppo Elettrogeno

Dettagli

Vincenzo Cerami* * Scrittore. Intervento non rivisto dall autore.

Vincenzo Cerami* * Scrittore. Intervento non rivisto dall autore. Vincenzo Cerami* Sono venuto a questo confronto senza preparare nulla. Sentendo gli interventi di chi mi ha preceduto sono tornato con la mente agli anni dell università. Stavo ripensando a Roma. Gli operai

Dettagli

CATEGORIA: POESIA. BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica. Social day 5 aprile 2014

CATEGORIA: POESIA. BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica. Social day 5 aprile 2014 CATEGORIA: POESIA BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica Social day 5 aprile 2014 Saluta il pony e l' asinello prendi la forca ed il rastrello corri a lavorare, è ora di guadagnare!!

Dettagli

Sono Nato Per Essere Veloce

Sono Nato Per Essere Veloce 01 - Nato Per Essere Veloce roppo veloce sta correndo la mia vita troppo veloce scorre via la musica musica selvaggia? furiosa adrenalina frenetico sussulto, incontrollabile rumore Sono Nato Per Essere

Dettagli

Anna e Alex alle prese con i falsari

Anna e Alex alle prese con i falsari Anna e Alex alle prese con i falsari Anna e Alex sono compagni di classe e amici per la pelle. Si trovano spesso coinvolti in avventure mozzafiato: insieme, ne hanno viste delle belle. Sono proprio due

Dettagli

L importante è... ...evitare gli eccessi. Guida al gioco. ...divertirsi responsabilmente!...prevenire il gioco minorile!

L importante è... ...evitare gli eccessi. Guida al gioco. ...divertirsi responsabilmente!...prevenire il gioco minorile! L importante è......evitare gli eccessi...divertirsi responsabilmente!...prevenire il gioco minorile! Guida al gioco RESPONSABILE RISERVATO AL RICEVITORE aams aams aams Per diffondere il gioco responsabile,

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte!

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte! Titivillus presenta la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. I Diavoletti per tutti i bambini che amano errare e sognare con le storie. Questi racconti arrivano

Dettagli

Non ho idea se è la prima volta che vedi un mio prodotto oppure se in passato le nostre strade si sono già incrociate, poco importa

Non ho idea se è la prima volta che vedi un mio prodotto oppure se in passato le nostre strade si sono già incrociate, poco importa Benvenuto/a o bentornato/a Non ho idea se è la prima volta che vedi un mio prodotto oppure se in passato le nostre strade si sono già incrociate, poco importa Non pensare di trovare 250 pagine da leggere,

Dettagli

ERAVAMO SOLO BAMBINI UN RACCONTO PER NON DIMENTICARE

ERAVAMO SOLO BAMBINI UN RACCONTO PER NON DIMENTICARE ERAVAMO SOLO BAMBINI UN RACCONTO PER NON DIMENTICARE CATERINA ROMANO 27/01/2012 Nonna, posso sedermi vicino a te? Ho paura. In televisione ci sono dei brutti film. Fanno vedere tante persone malate e dicono

Dettagli

Candela bianca. Silvia Angeli

Candela bianca. Silvia Angeli Candela bianca È successo ancora. Il buio della stanza mi chiama alla realtà. Abbandono riluttante le coperte calde, rifugio sicuro e accendo una candela bianca, con la sua fiamma dorata. È successo di

Dettagli

Scheda di Contatto LIG - Lazio In Gioco Sportelli Regionali di Ascolto / Orientamento

Scheda di Contatto LIG - Lazio In Gioco Sportelli Regionali di Ascolto / Orientamento Scheda di Contatto LIG - Lazio In Gioco Sportelli Regionali di Ascolto / Orientamento Con l'ausilio di questa scheda gli sportelli di ascolto, orientamento ed animazione sociale sul gioco d'azzardo patologico

Dettagli

Strumenti chiari e strategie efficaci per Vincere!

Strumenti chiari e strategie efficaci per Vincere! Luca d Alessandro COME VIVERE PROSPERANDO ATTRAVERSO L INVESTIMENTO IMMOBILIARE ----------- O ----------- Strumenti chiari e strategie efficaci per Vincere! 2 Titolo COME VIVERE PROSPERANDO ATTRAVERSO

Dettagli

CAP I. Note. Parte prima KATE

CAP I. Note. Parte prima KATE 7 Parte prima KATE CAP I - Mi chiamo Kate Maxwell. Nell ufficio dell investigatore Antonio Esposito sono le nove e mezza di una fredda mattina d ottobre. La donna è venuta senza appuntamento. Ha circa

Dettagli

I 47 Errori Più Comuni Della Seduzione

I 47 Errori Più Comuni Della Seduzione I 47 Errori Più Comuni Della Seduzione "Il Primo Ebook In Italia Che Ti Svela Gratuitamente Tutti Gli Errori Che Commetti Durante La Seduzione" Istruzioni passo per passo... Parte 1 Dal 1 al 10 1 I 47

Dettagli

ANYWAY - IN NESSUN MODO

ANYWAY - IN NESSUN MODO ANYWAY - IN NESSUN MODO Non voglio sapere che devo morire Non avrò bisogno di sapere che devo provare Non imparerò mai come muovermi a tempo Non riesco a sentirlo in nessun modo Non terrò gli occhi aperti

Dettagli

PROTOCOLLO D'INTESA SULL ADOZIONE DEL CODICE ETICO PER LA PREVENZIONE ALLA LUDOPATIA

PROTOCOLLO D'INTESA SULL ADOZIONE DEL CODICE ETICO PER LA PREVENZIONE ALLA LUDOPATIA PROTOCOLLO D'INTESA SULL ADOZIONE DEL CODICE ETICO PER LA PREVENZIONE ALLA LUDOPATIA Tra Risorsa Sociale Gera d Adda in rappresentanza dei 18 Comuni dell Ambito di Treviglio ASL della provincia di Bergamo

Dettagli

Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1)

Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1) Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1) Cos è il virtu@le? Un giorno entrai di fretta e molto affamato in un ristorante. Scelsi un tavolo lontano da tutti,

Dettagli

- 1 reference coded [1,06% Coverage]

<Documents\bo_min_1_M_18_ita_stu> - 1 reference coded [1,06% Coverage] - 1 reference coded [1,06% Coverage] Reference 1-1,06% Coverage Ti lega il computer? Sì. Io l ho sempre detto. Io ho una visione personale. Anche quelli che vanno a cercare

Dettagli

Promo - I ragazzi geisha

Promo - I ragazzi geisha 1 Promo - I ragazzi geisha Valerio la Martire Davide Sono a Testaccio, questo è certo. Devo prendere un mezzo per rientrare e non ho tempo. Dietro gli occhiali che si appannano vedo facce sfocate e indistinte.

Dettagli

IL MIO CARO AMICO ROBERTO

IL MIO CARO AMICO ROBERTO IL MIO CARO AMICO ROBERTO Roberto è un mio caro amico, lo conosco da circa 16 anni, è un ragazzo sempre allegro, vive la vita alla giornata e anche ora che ha 25 anni il suo carattere non tende a cambiare,

Dettagli

Esercizi pronomi accoppiati

Esercizi pronomi accoppiati Esercizi pronomi accoppiati 1. Rispondete secondo il modello: È vero che regali una casa a Marina?! (il suo compleanno) Sì, gliela regalo per il suo compleanno. 1. È vero che regali un orologio a Ruggero?

Dettagli

Adotto un animale CD1 2

Adotto un animale CD1 2 Adotto un anima CD 2 Ascolta e indica chi parla. Oggi vado al canile a lavare i miei cani.. Ma tu non hai cani. Lo so. Per questo vado a lavare quelli del canile. Perché non ne prendi uno? La mia mamma

Dettagli

- 1 reference coded [1,15% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [1,15% Coverage] - 1 reference coded [1,15% Coverage] Reference 1-1,15% Coverage ok, quindi tu non l hai mai assaggiato? poi magari i giovani sono più attratti sono più attratti perché

Dettagli

Le storie di. Alcuni 2011 - Tutti i diritti sono riservati

Le storie di. Alcuni 2011 - Tutti i diritti sono riservati Le storie di Alcuni 2011 - Tutti i diritti sono riservati 1 Un messaggio scontato FIRENZE, IN UN POMERIGGIO D INVERNO. MATILDE È NELLA SUA CAMERA. Uffa! Ma quando finiscono questi compiti? Sono quasi le

Dettagli

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le Indice Introduzione 7 Miagolina si presenta 11 Quella volta che Miagolina è caduta nel buco della vasca 24 Quando è nato Spigolo 44 Miagolina e le parole storte 56 Spigolo va all asilo 75 Miagolina si

Dettagli

Realizzato dai bambini del Primo Circolo Didattico Classe 4^ C Sede Moretti

Realizzato dai bambini del Primo Circolo Didattico Classe 4^ C Sede Moretti Realizzato dai bambini del Primo Circolo Didattico Classe 4^ C Sede Moretti Va bene diventare cameriere però, mangiare tutto quel cibo e bere prima, durante e dopo il pasto è esagerato! Per fortuna che

Dettagli

ANNA E ALEX ALLE PRESE CON I FALSARI

ANNA E ALEX ALLE PRESE CON I FALSARI EURO RUN: IL GIOCO www.nuove-banconote-euro.eu ANNA E ALEX ALLE PRESE CON I FALSARI Anna e Alex sono compagni di classe e amici per la pelle. Si trovano spesso coinvolti in avventure mozzafiato e anche

Dettagli

ANNA E ALEX ALLE PRESE CON I FALSARI

ANNA E ALEX ALLE PRESE CON I FALSARI EURO RUN: IL GIOCO www.nuove-banconote-euro.eu ANNA E ALEX ALLE PRESE CON I FALSARI - 2 - Anna e Alex sono compagni di classe e amici per la pelle. Si trovano spesso coinvolti in avventure mozzafiato e

Dettagli

Gaia. Il viaggio continua

Gaia. Il viaggio continua Gaia Il viaggio continua Laura Virgini GAIA Il viaggio continua Romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Laura Virgini Tutti i diritti riservati A Te che Hai reso possibile l impossibile. A Te

Dettagli

Natale, primo pomeriggio

Natale, primo pomeriggio Natale, primo pomeriggio «Ha un nome, quell attrezzo?» «Sei sicuro che sia quello che vuoi sapere? Il nome di questo attrezzo?» «No. Per la verità era un pretesto. Voglio capire che cosa ci fa, lei, al

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Ti voglio bene, mamma

Ti voglio bene, mamma F E S T A della... Ti voglio bene, mamma! Dettato Ti voglio bene mamma, quando mi sveglio e vedo il tuo viso che mi sorride. Ti voglio bene mamma, quando pranziamo insieme e poi mi aiuti a fare i compiti.

Dettagli

Alessandro Lombardo Psicologo Psicoterapeuta Torino

Alessandro Lombardo Psicologo Psicoterapeuta Torino Pensierini Storie cliniche in forma di pensierini Alessandro Lombardo Psicologo Psicoterapeuta Torino introduzione Ogni storia è storia a sé Nel mio lavoro di psicoterapeuta sono molte le storie che incontro,

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

Lia Levi. La portinaia Apollonia. orecchio acerbo DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI

Lia Levi. La portinaia Apollonia. orecchio acerbo DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI Lia Levi La portinaia Apollonia DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI orecchio acerbo Premio Andersen 2005 Miglior libro 6/9 anni Super Premio Andersen Libro dell Anno 2005 Lia Levi La portinaia Apollonia DISEGNI

Dettagli

Indovinelli Algebrici

Indovinelli Algebrici OPENLAB - Università degli Studi di Firenze - Alcuni semplici problemi 1. L EURO MANCANTE Tre amici vanno a cena in un ristorante. Mangiano le stesse portate e il conto è, in tutto, 25 Euro. Ciascuno di

Dettagli

Lottare si ma sapendo come.

Lottare si ma sapendo come. Lottare si ma sapendo come. Vorrei che prima di commentare leggeste tutta la nota, perché arrivando a metà nota si può tranquillamente dire i cambiamenti ci sono le persone stanno cambiano e svegliandosi

Dettagli

GIACOMO BRUNO NETWORK MARKETING 3X PARTE 1

GIACOMO BRUNO NETWORK MARKETING 3X PARTE 1 GIACOMO BRUNO NETWORK MARKETING 3X PARTE 1 I 18 Segreti per Avere Successo nel Multi-Level Marketing 2 Titolo NETWORK MARKETING 3X Autore Giacomo Bruno Editore Bruno Editore Sito internet http://www.brunoeditore.it

Dettagli

Come Creare un Guadagno Extra nel 2013

Come Creare un Guadagno Extra nel 2013 Come Creare un Guadagno Extra nel 2013 Tempo di lettura: 5 minuti Marco Zamboni 1 Chi sono e cos è questo Report Mi presento, mi chiamo Marco Zamboni e sono un imprenditore di Verona, nel mio lavoro principale

Dettagli

Video Articolo_Come farsi un bersaglio per smettere di correre dietro ai clienti

Video Articolo_Come farsi un bersaglio per smettere di correre dietro ai clienti Video Articolo_Come farsi un bersaglio per smettere di correre dietro ai clienti Ciao Sono Loris Comisso Creatore del Programma Professionista Libero l unico sistema per smettere di lavorare 15 ore al

Dettagli

FASE A - QUALITATIVA GLI ADOLESCENTI ITALIANI E IL GIOCO D AZZARDO

FASE A - QUALITATIVA GLI ADOLESCENTI ITALIANI E IL GIOCO D AZZARDO FASE A - QUALITATIVA GLI ADOLESCENTI ITALIANI E IL GIOCO D AZZARDO Sintesi dei risultati L indagine sul gioco d azzardo, commissionata dall Autorità Garante per l Infanzia e l Adolescenza, restituisce

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE CANZONE: LE NOSTRE CANZONI DI NATALE VIENI BAMBINO TRA I BAMBINI Quando la notte è buia E buio è anche il giorno, non credi che il domani potrà mai fare ritorno. Quando la notte è fredda C è il gelo nel

Dettagli

Il gioco d azzardo. Aspetti generali e situazione in Trentino

Il gioco d azzardo. Aspetti generali e situazione in Trentino Il gioco d azzardo Aspetti generali e situazione in Trentino A cura dell Osservatorio per la salute Dipartimento politiche sanitarie Provincia autonoma di Trento Trento, 29 dicembre 2012 Il gioco d azzardo

Dettagli

Dimmi che è solo un sogno!

Dimmi che è solo un sogno! Mariuccia FADDA Istituto Tecnico Commerciale G. Dessì, classe 4 a E Dimmi che è solo un sogno! Tutto è iniziato con uno stupido intervento alla gamba, in quello stupido ospedale, con quello stupido errore

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Lettera alle Mamme_Layout 1 11/09/2015 17:10 Pagina 1 Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia

Dettagli

Indovinelli Algebrici

Indovinelli Algebrici OpenLab - Università degli Studi di Firenze - Alcuni semplici problemi 1. L EURO MANCANTE Tre amici vanno a cena in un ristorante. Mangiano le stesse portate e il conto è, in tutto, 25 Euro. Ciascuno di

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Priority mom Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Cosa posso fare per interrompere subito la violenza? rivolgiti alle Forze dell Ordine o al Servizio Sociale più vicino chiedi aiuto al Centro

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia per conoscere l intervento della giustizia minorile Indice:

Dettagli

La spiaggia di fiori

La spiaggia di fiori 37 La spiaggia di fiori U na nuova alba stava nascendo e qualcosa di nuovo anche in me. Remai per un po in direzione di quella luce all orizzonte, fino a che l oceano di acqua iniziò pian piano a ritirarsi

Dettagli

Un racconto di Guido Quarzo. Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA

Un racconto di Guido Quarzo. Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA Un racconto di Guido Quarzo Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA Una gita in Un racconto di Guido Quarzo è una bella fortuna che la scuola dove Paolo e Lucia frequentano la seconda elementare, ospiti

Dettagli