LINEE-GUIDA PER L ACQUISTO DI TRATTAMENTI ALL ESTERO (Versione finale 9/XI/05)

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LINEE-GUIDA PER L ACQUISTO DI TRATTAMENTI ALL ESTERO (Versione finale 9/XI/05)"

Transcript

1 LINEE-GUIDA PER L ACQUISTO DI TRATTAMENTI ALL ESTERO (Versione finale 9/XI/05) 1. Introduzione e finalità delle Linee-guida L High Level Group on Health Services and Medical Care ha deciso di promuovere una più stretta collaborazione tra le Autorità responsabili dell acquisto e fornitura di prestazioni sanitarie negli Stati membri e di predisporre delle linee-guida non vincolanti da utilizzare come schema da prendere in considerazione tra persone giuridiche responsabili dell assistenza sanitaria (contraenti) in caso di offerta, acquisto o fornitura di prestazioni sanitarie. Queste linee-guida riguardano soltanto le situazioni relative a rapporti di acquisto e fornitura di prestazioni sanitarie oltre confine tra responsabili dell assistenza sanitaria che si trovano o risiedono in Stati Membri diversi. Queste linee guida non sono applicabili per l acquisto di prestazioni sanitarie da parte di singoli pazienti e, in particolare, non si applicano ai rapporti già disciplinati dai Regolamenti dell Unione Europea sul coordinamento degli sistemi di sicurezza sociale, agli accordi esistenti tra Stati Membri o agli accordi tra responsabili dell assistenza sanitaria. La realizzazione puntuale di queste linee guida potrà essere ulteriormente sviluppata dagli Stati Membri o dai responsabili dell assistenza sanitaria, e dovrebbe tener conto ogni accordo applicabile tra gli Stati Membri. In ogni caso, i contratti dovrebbero rispecchiare i principi di universalità, uguaglianza e solidarietà. 2. Obiettivi Queste linee-guida mirano ad aiutare i responsabili dell assistenza sanitaria degli Stati-membri fissando alcuni criteri che i responsabili dell assistenza sanitaria dovrebbero prendere in considerazione quando predispongono o rinnovano accordi/contratti. 1

2 3. Definizioni Con riferimento alle linee-guida, saranno applicate le seguenti definizioni: Responsabili dell assistenza sanitaria (Commissioners of health care): tutte le persone giuridiche (entities) che si occupano della regolamentazione, dell acquisto e offerta di prestazioni sanitarie (inclusi i Ministeri della salute; autorità nazionali, autorità regionali, autorità locali o altre Autorità pubbliche; Enti assicurativi sanitari; Ospedali). Acquisto di prestazioni sanitarie transfrontaliere (Cross-border purchasing of health care): la conclusione di contratti concernenti prestazioni sanitarie tra persone giuridiche in campo sanitario che si trovano o risiedono in diversi Statimembri. Prestazioni sanitarie (Health care): servizi sanitari forniti da professionisti sanitari, in conformità alla normativa comunitaria sul riconoscimento delle qualifiche professionali. Linee-guida generali (General guidelines): le linee-guida generali fissano criteri comuni stabiliti nella legislazione nazionale e comunitaria che dovrebbero riflettersi nella determinazione del contenuto delle linee-guida specifiche. Linee-guida specifiche (Specific guidelines): le linee-guida specifiche fissano criteri che dovrebbero essere inclusi in un contratto di acquisto di prestazioni sanitarie. 4. Linee-guida generali 1. Legge applicabile. I contratti dovrebbero indicare la legge e la giurisdizione applicabile, in particolare dovrebbero specificare che le prestazioni sanitarie accettate dall acquirente saranno fornite in conformità con l ordinamento giuridico 2

3 del Paese fornitore delle prestazioni: comunque, la legge applicabile può non essere la stessa per tutti i casi di pertinenza legale. 2. Malasanità e responsabilità. Il rapporto tra il paziente e il fornitore di prestazioni sanitarie dovrebbe essere regolato in base al diritto privato internazionale o a qualsiasi legge pubblica applicabile. La persona giuridica responsabile dell assistenza sanitaria dovrebbe garantire l esistenza dell assicurazione per responsabilità o altra copertura per atti colposi con riguardo a tutti i servizi sanitari forniti per contratto. 3. Clausole di salvaguardia. La responsabilità di evitare qualsiasi conflitto tra le esigenze dei pazienti nazionali e dei pazienti provenienti dagli altri Stati-membri ricade sulle parti contraenti, e dovrebbe essere presa in considerazione prima della conclusione del contratto. 4. Condivisione delle informazioni. I contraenti si propongono di condividere tutte le informazioni necessarie, comprese le informazioni sui pazienti, per applicare queste linee-guida nel rispetto della direttiva 95/46/EC sulla protezione del trattamento e la libera circolazione dei dati personali. Con riguardo ai dati sanitari, possono essere scambiati, se ciò sia necessario ai fini diagnostici, di erogazione delle prestazioni (incluse la continuità delle cure e le visite di controllo) o per esigenze della direzione dei servizi sanitari e laddove questi dati vengano trattati da professionisti sanitari vincolati al segreto professionale o da qualsiasi altro soggetto sottoposto ad un uguale obbligo di segretezza. Anche altri dati possono essere condivisi, quando i soggetti titolari diano il proprio esplicito consenso e la legge dei loro Stati-Membri consente loro di dare tale consenso. 5. Prezzo. Il prezzo delle prestazioni sanitarie dovrebbe essere concordato nel contratto tra persona giuridica committente e persona giuridica fornitore e può differire da un contratto all altro a seconda del fornitore delle cure. Il prezzo dovrebbe rispecchiare le tariffe del Paese fornitore delle cure, dove dette tariffe esistono, ma può divergere per comprovate ragioni. 3

4 La maggior parte delle persone giuridiche responsabili dell assistenza sanitaria ed i contratti che esse stipulano sono disciplinati dalle leggi nazionali o Europee sugli acquisti. La Direttiva 2004/18/EC sul coordinamento delle procedure per l aggiudicazione dei contratti di lavori pubblici, dei contratti pubblici di fornitura di beni e servizi fissa requisiti piuttosto ristretti per l acquisizione dei servizi sanitari. Le autorità contraenti, nessuna esclusa, sono tenute a conformarsi alle regole fondamentali del Trattato CE. Ciò in generale comporta il principio di non discriminazione con riguardo alla nazionalità e più in particolare un obbligo di trasparenza per gli acquisti pubblici che implica di garantire, a beneficio di tutti i potenziali offerenti, un grado di pubblicità sufficiente a consentire al mercato dei servizi di essere aperto alla competizione, nonché l imparzialità delle procedure di scelta del contraente che vanno riesaminate. 6. Procedure amministrative. Le persone giuridiche responsabili della salute dovrebbero informare le pertinenti autorità pubbliche. Tutte le parti in questione dovrebbero cercare di limitare le procedure amministrative allo stretto necessario. 5. Linee-guida specifiche Tenendo presenti le linee-guida generali, i contratti per l acquisto di cure mediche dovrebbero contenere almeno le seguenti indicazioni: (i) I tipi di cure sanitarie coperte dal contratto come ad es. il numero dei giorni letto, procedure, diagnosi, trattamento; (ii) Il numero indicativo dei pazienti, dei trattamenti o delle procedure coperte da contratto; (iii) La durata del contratto ed i meccanismi per il rinnovo o la cessazione del contratto; (iv) La clausola che i seguenti tipi di informazione sono scambiate tra le parti contraenti (persone giuridiche della salute che offrono e che acquistano) durante le fasi: 4

5 Nella fase delle trattative, per es. tasso di infezione, criteri clinici e qualitativi, descrizione di metodiche; In caso di accettazione, es. medicinali, quadro clinico, gruppo sanguigno, ; In caso di trattamento es. di dati personali e clinici, alloggio; In caso di visite di controllo, es. specifici requisiti, viaggio, frequenza dei controlli, medicazioni, tempo limite per lo scambio di record di dati medici; In caso di complicazioni ed ipotesi di mala sanità es. descrizione delle cause e delle conseguenze, suggerimento di controlli terapeutici; Nei casi in cui il trattamento è stato differente da quello concordato, es. informazioni sui criteri clinici. (V) Prevedere la responsabilità per la fornitura di chiare e comprensibili informazioni e la comunicazione al paziente nei seguenti casi: - accettazione, es. cosa portare, risultati diagnostici; - trattamento, es. preparazione (al trattamento), in cosa consisterà; - viaggio, es. come accedere ad un fornitore in un altro Stato membro; - finanziamento, es. quanto il paziente e l acquirente (persona giuridica: commissioner) si devono aspettare di pagare; - visite di controllo e scambio di informazioni con il medico del paziente nel loro Stato membro. (Vi) Informazioni e definizione di un referente per ciascuna parte, disponibile per pazienti e responsabili della salute e meccanismo di aggiornamento di tale referente. Ci dovrebbero essere convenzioni in vigore per i medici per poter discutere nell ambito del contratto di accordi clinici. (Vii) Accordi finanziari: - nel caso che il pagamento avverrà, es. dopo la prestazione, quando il paziente ritorna o ad intervalli regolari; 5

6 - cosa è incluso nel pagamento e come viene calcolato, es. lunghezza del soggiorno, procedura, (quota parte del) costo dell investimento, medicazioni, costi generali; - quanto viene addebitato al paziente, es. medicazioni, apparecchiature mediche, pasti, telefono, spese di viaggio, modifiche rispetto al trattamento pianificato; - accordi per gli accompagnatori. (Viii) Accordi amministrativi: - Stabilire una parte responsabile dell intero procedimento di diagnosi, trattamento, viaggio, e visite di controllo. - Specificare le possibilità per gli accompagnatori, es. sistemazione, orarie di visita; - Le lingue del contratto dovrebbero essere concordate tra le entità responsabili delle prestazioni sanitarie. 6. Revisione delle linee guida generali Queste linee guida dovrebbero essere oggetto di continua rivisitazione. 7. Appendice Esempi di contratti in vigore e di accordi bilaterali sono disponibili sul seguente sito: =/&vm=detailed&sb=title,, 6

1. Introduzione e finalità delle Linee guida

1. Introduzione e finalità delle Linee guida LINEE GUIDA PER L ACQUISTO DI TRATTAMENTI ALL ESTERO - Versione finale, 09.11.2005 1. Introduzione e finalità delle Linee guida Il Gruppo ad alto livello sui servizi sanitari e l'assistenza medica ha deciso

Dettagli

DIRETTIVA SUI SERVIZI SANITARI

DIRETTIVA SUI SERVIZI SANITARI DIRETTIVA SUI SERVIZI SANITARI Proposta di Direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio relativa a cure sanitarie transfrontaliere sicure, di elevata qualità ed efficienti FASI PRECEDENTI DELLA PROPOSTA

Dettagli

DIREZIONE AMMINISTRATIVA DI OSPEDALE

DIREZIONE AMMINISTRATIVA DI OSPEDALE DIREZIONE AMMINISTRATIVA DI OSPEDALE Incontri di approfondimento amministrativo: Assistenza sanitaria erogata a cittadini non italiani presenti sul territorio nazionale Assistenza sanitaria erogata a cittadini

Dettagli

enti erogatori d acqua e di energia, degli enti che forniscono servizi di trasporto e servizi postali e sostituisce la direttiva 1993/38/CEE; la

enti erogatori d acqua e di energia, degli enti che forniscono servizi di trasporto e servizi postali e sostituisce la direttiva 1993/38/CEE; la NOVITA INTRODOTTE DALLA DIRETTIVA 2004/18/CE CONCERNENTE GLI APPALTI NEI SETTORI CLASSICI NONCHE DALLA DIRETTIVA 2004/17/CE DEL 31 MARZO 2004 RIGUARDANTE GLI APPALTI NEI SETTORI SPECIALI Sommario: 1. Premessa.

Dettagli

SERVIZI LEGALI E LEGISLATIVI ANNO 2012 pag. 99

SERVIZI LEGALI E LEGISLATIVI ANNO 2012 pag. 99 SERVIZI LEGALI E LEGISLATIVI ANNO 2012 pag. 99 Circolare n. 13 IDR/cg 10 aprile 2012 DIRETTIVA UE N. 2011/83/UE - MODIFI- CHE ALLA DISCIPLINA RELATIVA AI DIRITTI DEI CONSUMATORI Il 25 ottobre 2011 il Parlamento

Dettagli

DICHIARAZIONE CONGIUNTA SUI DIRITTI DEI MALATI DI CANCRO

DICHIARAZIONE CONGIUNTA SUI DIRITTI DEI MALATI DI CANCRO DICHIARAZIONE CONGIUNTA SUI DIRITTI DEI MALATI DI CANCRO La Dichiarazione Congiunta è stata approvata a Oslo il 29 giugno 2002 nel corso dell Assemblea dell ECL (European Cancer Leagues) I diritti fondamentali

Dettagli

Assistenza transfrontaliera

Assistenza transfrontaliera Centro di Riferimento Regionale per le Malattie Rare II Clinica Pediatrica Ospedale Pediatrico Microcitemico Assistenza transfrontaliera Dott.ssa Francesca Meloni Dott.ssa Paola Pilia, Dott. Matteo Manca

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI CENTRO DIURNO DISABILI IL MELOGRANO

CARTA DEI SERVIZI CENTRO DIURNO DISABILI IL MELOGRANO CARTA DEI SERVIZI CENTRO DIURNO DISABILI IL MELOGRANO 1. L'Istituto San Vincenzo L'Istituto San Vincenzo è un ente religioso legalmente riconosciuto che dipende dalla Arcidiocesi di Milano. E' presieduto

Dettagli

Libro verde sui servizi finanziari al dettaglio: prodotti migliori, maggiore scelta e maggiori opportunità per consumatori e imprese

Libro verde sui servizi finanziari al dettaglio: prodotti migliori, maggiore scelta e maggiori opportunità per consumatori e imprese SONDAGGIO UNIONE EUROPEA Libro verde sui servizi finanziari al dettaglio: prodotti migliori, maggiore scelta e maggiori opportunità per consumatori e imprese Introduzione Il Libro Verde cerca i punti di

Dettagli

UN SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE MODERNO, EQUO, SOSTENIBILE E UNIVERSALE

UN SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE MODERNO, EQUO, SOSTENIBILE E UNIVERSALE UN SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE MODERNO, EQUO, SOSTENIBILE E UNIVERSALE - 1 - Il SSN è un valore per tutti gli italiani. Concorrere a migliorarlo continuamente è un impegno di tutti: Medici, Pazienti,

Dettagli

REQUISITI FUNZIONALI DELLE PROCEDURE ELETTRONICHE PER GLI APPALTI PUBBLICI NELL UE VOLUME I

REQUISITI FUNZIONALI DELLE PROCEDURE ELETTRONICHE PER GLI APPALTI PUBBLICI NELL UE VOLUME I REQUISITI FUNZIONALI DELLE PROCEDURE ELETTRONICHE PER GLI APPALTI PUBBLICI NELL UE VOLUME I GENNAIO 2005 eprocurement pubblico Clausola di esclusione della responsabilità Commissione europea Original document

Dettagli

STUDIO PER ASSOLOMBARDA

STUDIO PER ASSOLOMBARDA STUDIO PER ASSOLOMBARDA SPESA SANITARIA E FARMACEUTICA E POLITICHE SU ACCESSO A FARMACI E DISPOSITIVI MEDICI IN REGIONE LOMBARDIA (EXECUTIVE SUMMARY) 1 Il presente studio ha come oggetto (i) un analisi

Dettagli

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE. Consultazione relativa ad un azione comunitaria nel settore dei servizi sanitari

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE. Consultazione relativa ad un azione comunitaria nel settore dei servizi sanitari IT IT IT COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxelles, 26.09.2006 SEC (2006) 1195/4 COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE Consultazione relativa ad un azione comunitaria nel settore dei servizi sanitari IT IT

Dettagli

DISPOSIZIONI IN MATERIA DI TRAPIANTO DI ORGANI ALL ESTERO AI SENSI DELL ARTICOLO 20 DELLA LEGGE 1 APRILE 1999, n. 91 IL MINISTRO

DISPOSIZIONI IN MATERIA DI TRAPIANTO DI ORGANI ALL ESTERO AI SENSI DELL ARTICOLO 20 DELLA LEGGE 1 APRILE 1999, n. 91 IL MINISTRO Direzione Generale per i Rapporti con l Unione Europea e per i Rapporti Internazionali DISPOSIZIONI IN MATERIA DI TRAPIANTO DI ORGANI ALL ESTERO AI SENSI DELL ARTICOLO 20 DELLA LEGGE 1 APRILE 1999, n.

Dettagli

BANDO DI GARA (CIG n. 464491511E)

BANDO DI GARA (CIG n. 464491511E) REGIONE LAZIO Dipartimento Programmazione Economica e Sociale BANDO DI GARA (CIG n. 464491511E) (Pubblicato nella GU della Repubblica Italiana n. 126 del 29.10.2012, V Serie Speciale) SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE

Dettagli

VERSO UN SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO DELLA SICUREZZA PER LA SANITA DEL VENETO.

VERSO UN SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO DELLA SICUREZZA PER LA SANITA DEL VENETO. Agenzia Regionale Socio Sanitaria del Veneto VERSO UN SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO DELLA SICUREZZA PER LA SANITA DEL VENETO. dott. Antonio Compostella Direttore ARSS del Veneto Verona, 15.12.2008 Contesto

Dettagli

Carta dei Servizi del Ser.T. di Rho Indice

Carta dei Servizi del Ser.T. di Rho Indice Carta dei Servizi del Ser.T. di Rho Indice 1. Definizione 2. Status giuridico 3. Principi 4. Diritti dei cittadini e doveri degli operatori 5. Stili di lavoro 6. Possesso dei requisiti: standard gestionali,

Dettagli

LINEA INTERREGIONALITA Azioni di studio, scambio e networking. Laboratorio

LINEA INTERREGIONALITA Azioni di studio, scambio e networking. Laboratorio PON Governance e Assistenza tecnica (FESR) 2007-2013 Obiettivo 1 Convergenza - Azioni mirate di rafforzamento della governance multilivello e delle filiere di attuatori dei programmi operativi Linea 2.

Dettagli

Federalberghi Montecatini Terme A.P.A.M ASSOCIAZIONE ALBERGATORI di MONTECATINI TERME

Federalberghi Montecatini Terme A.P.A.M ASSOCIAZIONE ALBERGATORI di MONTECATINI TERME 1 tel. 70124, fax 770677 - www.apamontecatini.it, info@apamontecatini.it Federalberghi Montecatini Terme A.P.A.M ASSOCIAZIONE ALBERGATORI di MONTECATINI TERME Circolare n. 08/2014 Montecatini T., 12/06/2014

Dettagli

REGOLAMENTO STATUTARIO DEL COMITATO ETICO DELLA PROVINCIA DI BERGAMO

REGOLAMENTO STATUTARIO DEL COMITATO ETICO DELLA PROVINCIA DI BERGAMO REGOLAMENTO STATUTARIO DEL COMITATO ETICO DELLA PROVINCIA DI BERGAMO Art. 1 Costituzione Il Comitato Etico della Provincia di Bergamo (di seguito CE) è un organismo indipendente istituito con Delibera

Dettagli

MyMax PROCEDURA QUALITA Processo di Approvvigionamento PQ07b Ed. 0 Rev. 1 Pag. 1 di 10

MyMax PROCEDURA QUALITA Processo di Approvvigionamento PQ07b Ed. 0 Rev. 1 Pag. 1 di 10 PQ07b Ed. 0 Rev. 1 Pag. 1 di 10 1.0 Scopo e campo di applicazione Lo scopo della procedura è quello di definire le principali attività svolte dall Organizzazione per garantire l'affidabilità degli approvvigionamenti

Dettagli

VALUTAZIONE CLINICA LA DOCUMENTAZIONE NECESSARIA

VALUTAZIONE CLINICA LA DOCUMENTAZIONE NECESSARIA LA DOCUMENTAZIONE NECESSARIA La pubblicazione della Direttiva 2007/47/CE sui Dispositivi Medici recepita con il D.Lgs. 25 gennaio 2010, n. 37 come revisione della (MDD) 93 /42/CEE, istituisce l obbligatorietà

Dettagli

PIANO TRIENNALE 2015 2017 DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE E DELL ILLEGALITA

PIANO TRIENNALE 2015 2017 DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE E DELL ILLEGALITA PIANO TRIENNALE 2015 2017 DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE E DELL ILLEGALITA E PROGRAMMA TRIENNALE 2015 2017 PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA PARTE PRIMA PIANO TRIENNALE 2015-2017 DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE

Dettagli

Revisione febbraio 2014

Revisione febbraio 2014 REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE NEI SETTORI SPECIALI (ai sensi dell art. 206 del D.lgs. 163/06 e della direttiva 2004/17/CE) Modifica dir. CEE 2004/17/CE e 2004/18/CE nuove

Dettagli

Procedure per l acquisizione di beni e servizi

Procedure per l acquisizione di beni e servizi Procedure per l acquisizione di beni e servizi Prof. Roberto CAVALLO PERIN Ordinario di Diritto amministrativo Università degli Studi di Torino Via Bogino, n. 9 10123 Torino roberto@cavalloperin.com Le

Dettagli

P ROPOSTA DI LEGGE di iniziativa del Consigliere SEBASTmI

P ROPOSTA DI LEGGE di iniziativa del Consigliere SEBASTmI #il@! Atti Consiliari VII LEGISLATURA ATTO N. 1179 P ROPOSTA DI LEGGE di iniziativa del Consigliere SEBASTmI Contributi per l acquisto, il recupero e la costruzione deila prima casa Depositato al Servizio

Dettagli

MODULO DI CANDIDATURA

MODULO DI CANDIDATURA MODULO DI CANDIDATURA Gentile Signora, Gentile Signore troverà in allegato la candidatura di [nome del prestatore di servizi] in risposta all invito a manifestare interesse MARKT/2006/02/H nel settore

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI CENTRO DI RIABILITAZIONE SAN VINCENZO CENTRO DIURNO IL VELIERO

CARTA DEI SERVIZI CENTRO DI RIABILITAZIONE SAN VINCENZO CENTRO DIURNO IL VELIERO CARTA DEI SERVIZI CENTRO DI RIABILITAZIONE SAN VINCENZO CENTRO DIURNO IL VELIERO 1. L'Istituto San Vincenzo L'Istituto San Vincenzo è un ente religioso legalmente riconosciuto che dipende dalla Arcidiocesi

Dettagli

IMPRESA GENERALE GLOBAL SERVICE. Carta dei Servizi

IMPRESA GENERALE GLOBAL SERVICE. Carta dei Servizi Carta dei Servizi Introduzione: La presente Carta dei Servizi si rivolge agli utenti che accedono alla Dorigo Servizi Srl, ma anche a chiunque altro sia interessato a conoscerne le attività e le modalità

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI FORNITURA

CONDIZIONI GENERALI DI FORNITURA 1 SCOPO... 1 2 RIFERIMENTI... 1 3 APPLICABILITÀ... 1 4 CLAUSOLE GENERALI... 2 4.1 Accesso allo stabilimento... 2 4.2 Riservatezza... 2 4.3 Sub-fornitura... 2 4.4 Garanzia... 2 5 DISPOSIZIONI IN MATERIA

Dettagli

RIDURRE I COSTI ENERGETICI!

RIDURRE I COSTI ENERGETICI! Otto sono le azioni indipendenti per raggiungere un unico obiettivo: RIDURRE I COSTI ENERGETICI! www.consulenzaenergetica.it 1 Controllo fatture Per gli utenti che sono o meno nel mercato libero il controllo

Dettagli

La presente Carta Etica vuole ispirare una buona pratica professionale in ragione del benessere e dell efficacia dalla relazione Coach Cliente.

La presente Carta Etica vuole ispirare una buona pratica professionale in ragione del benessere e dell efficacia dalla relazione Coach Cliente. La Carta etica: sappiamo quanto la nostra professione sia delicata sotto un profilo etico. La carta non vuole essere un codice prescrittivo, ma una fonte di ispirazione per i coach che vogliono essere

Dettagli

La scelta di semplificare, Il coraggio di premiare

La scelta di semplificare, Il coraggio di premiare La scelta di semplificare, Il coraggio di premiare PRESENTAZIONE DELLE LINEE GUIDA PER LA REGOLAMENTAZIONE E SEMPLIFICAZIONE DEGLI OBBLIGHI EMAS TRIESTE 10 DICEMBRE 2014 DOTT. ROBERTO CARIANI Presentazione

Dettagli

Proposta di collaborazione

Proposta di collaborazione Proposta di collaborazione Ordine degli Avvocati di Trento Sede Legale: Largo Pigarelli N 2 38100 TRENTO Rappresentata da: Avv. Roberto Bertuol ADECCO ITALIA S.p.A. Aut. Min. Prot. n 1100-SG del 26.11.2004

Dettagli

REGIONE LAZIO. Accreditamento dei servizi domiciliari a favore delle persone con AIDS. Esperienza del Lazio. LA STORIA

REGIONE LAZIO. Accreditamento dei servizi domiciliari a favore delle persone con AIDS. Esperienza del Lazio. LA STORIA Accreditamento dei servizi domiciliari a favore delle persone con AIDS. Esperienza del Lazio. LA STORIA Con la deliberazione della Giunta regionale n. 7549 dell 8.9.1992 si definisce il primo piano per

Dettagli

Nuove direttive appalti pubblici 2014

Nuove direttive appalti pubblici 2014 Nuove direttive appalti pubblici 2014 L uso strategico degli appalti pubblici per un economia sostenibile Palazzo Chigi, Roma, 25 novembre 2014 Jaroslav Kračún DG Mercato interno e servizi Unit C3 Criteri

Dettagli

CODICE DI CONDOTTA SULLE INTERAZIONI CON GLI OPERATORI MEDICO-SANITARI

CODICE DI CONDOTTA SULLE INTERAZIONI CON GLI OPERATORI MEDICO-SANITARI CODICE DI CONDOTTA SULLE INTERAZIONI CON GLI OPERATORI MEDICO-SANITARI Dichiarazione di tutte le società aderenti al COCIR COCIR si dedica al progresso della scienze medica e al miglioramento delle cure

Dettagli

Raccomandazione n. 195 sulla valorizzazione delle risorse umane, 2004

Raccomandazione n. 195 sulla valorizzazione delle risorse umane, 2004 Raccomandazione n. 195 sulla valorizzazione delle risorse umane, 2004 Allegato La Conferenza generale dell Organizzazione internazionale del Lavoro, convocata a Ginevra dal Consiglio di amministrazione

Dettagli

Codice di pratica Commerciale

Codice di pratica Commerciale Codice di pratica Commerciale Linee Guida di Eucomed sui rapporti con i Professionisti del Settore Sanitario Modificato nel settembre 2008 Approvato dal Consiglio di Amministrazione il giorno di 11 settembre

Dettagli

LINEE GUIDA PREMESSO

LINEE GUIDA PREMESSO LINEE GUIDA PER LA PROMOZIONE DELLA SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO, DEL SOSTEGNO ALL'OCCUPAZIONE E DELLA ECOSOSTENIBILITÀ NELL'AMBITO DELL AFFIDAMENTO DI SERVIZI SANITARI E SOCIALI DI CUI ALLA CAT. 25 DELL'

Dettagli

3. Ruoli ed attività dei soggetti coinvolti

3. Ruoli ed attività dei soggetti coinvolti La missione dell Autorita per l Energia Elettrica e il Gas Autorità per l Energia Elettrica e il Gas Garantire la promozione della concorrenza e dell efficienza, assicurare adeguati livelli di qualità

Dettagli

Condizioni di assicurazione aggiuntive EGK-TelCare ai sensi della legge sull assicurazione malattie (CAA/LAMal EGK-TelCare)

Condizioni di assicurazione aggiuntive EGK-TelCare ai sensi della legge sull assicurazione malattie (CAA/LAMal EGK-TelCare) Condizioni di assicurazione aggiuntive EGK-TelCare ai sensi della legge sull assicurazione malattie (CAA/LAMal EGK-TelCare) Edizione 1.1.2014 www.egk.ch Condizioni di assicurazione aggiuntive EGK-TelCare

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 26 (rivisto nella sostanza nei 1994) Fondi di previdenza

Principio contabile internazionale n. 26 (rivisto nella sostanza nei 1994) Fondi di previdenza Principio contabile internazionale n. 26 (rivisto nella sostanza nei 1994) Fondi di previdenza Ambito di applicazione 1. Il presente Principio deve essere applicato per la presentazione delle informazionifinanziarie

Dettagli

Sistemi di Gestione: cosa ci riserva il futuro? Novità Normative e Prospettive

Sistemi di Gestione: cosa ci riserva il futuro? Novità Normative e Prospettive Comitato SGQ Comitato Ambiente Sistemi di Gestione: cosa ci riserva il futuro? Novità Normative e Prospettive Mercoledì, 23 febbraio 2005 - Palazzo FAST (Aula Morandi) Piazzale Morandi, 2 - Milano E' una

Dettagli

REGIONE TOSCANA PREAMBOLO

REGIONE TOSCANA PREAMBOLO REGIONE TOSCANA L.R. 2 aprile 2009, n. 16 Cittadinanza di genere B.U. Regione Toscana 06 aprile 2009, n. 11 PREAMBOLO Visto l articolo 117, terzo, quarto e settimo comma della Costituzione; Visto l articolo

Dettagli

Green meeting e CSR: un futuro verde o al verde. Green meeting e CSR: un futuro verde o al verde

Green meeting e CSR: un futuro verde o al verde. Green meeting e CSR: un futuro verde o al verde Green meeting e CSR: un futuro verde o al verde Green meeting e CSR: Elementi ambientali negli appalti pubblici un futuro verde o al verde secondo la normativa contrattuale Stefano Manetti Hotel NH Touring

Dettagli

LINEE GUIDA SUGLI INTERVENTI DI AFFIDAMENTO DI PERSONE ANZIANE E DISABILI ADULTI

LINEE GUIDA SUGLI INTERVENTI DI AFFIDAMENTO DI PERSONE ANZIANE E DISABILI ADULTI LINEE GUIDA SUGLI INTERVENTI DI AFFIDAMENTO DI PERSONE ANZIANE E DISABILI ADULTI DEFINIZIONE ED OBIETTIVI DEL SERVIZIO Il servizio affidamento anziani e disabili adulti, costituisce un opportunità di alternativa

Dettagli

Carta del Malato. Azienda Ospedaliera Universitaria Seconda Università degli Studi di Napoli

Carta del Malato. Azienda Ospedaliera Universitaria Seconda Università degli Studi di Napoli Carta del Malato Azienda Ospedaliera Universitaria Seconda Università degli Studi di Napoli La "CARTA EUROPEA PER I DIRITTI DEL MALATO": cos'è e perché nasce Il diritto alla salute come prerogativa internazionale,

Dettagli

Codice di Condotta per i Contratti a Prestazione Energetica Garantita (EPC) Italy

Codice di Condotta per i Contratti a Prestazione Energetica Garantita (EPC) Italy (EPC) Italy Il Progetto Transparense Questo documento è stato redatto nell ambito del progetto Transparense - Aumentare la trasparenza dei Mercati Energetici, sostenuto dal programma Europeo Intelligent

Dettagli

Regolamento di certificazione della norma AOMAS:2010

Regolamento di certificazione della norma AOMAS:2010 Regolamento di certificazione della norma AOMAS:2010 Norma AOMAS / Regolamento: revisione 2010 Versione definitiva: 2010-10-10 1 / 12 Informazioni sulla revisione La presente revisione del regolamento

Dettagli

Assolombarda Via Chiaravalle 8 - Milano Sala Falck. Sandro Picchiolutto. Comitato Termotecnico Italiano, CTI

Assolombarda Via Chiaravalle 8 - Milano Sala Falck. Sandro Picchiolutto. Comitato Termotecnico Italiano, CTI L efficienza energetica nell industria: una leva per il rilancio competitivo delle imprese Assolombarda Via Chiaravalle 8 - Milano Sala Falck La normativa tecnica come strumento Sandro Picchiolutto Comitato

Dettagli

I disabili (di età superiore a 18 anni)

I disabili (di età superiore a 18 anni) 3.9 3.8 I disabili (di età superiore a 18 anni) ambiti bisogni SERVIZI C.I.S.S. DOMICILIARITà POVERTà LAVORO RESIDENZIALITà Continuare a vivere nel proprio ambiente di vita Avere un sostegno quando la

Dettagli

BANDO DI GARA D APPALTO

BANDO DI GARA D APPALTO UNIONE EUROPEA Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta Ufficiale delle Comunità Europee 2, rue Mercier, L-2985 Luxembourg Telefax (+352) 29 29 44 619, (+352) 29 29 44 623, (+352) 29 29 42 670 E-mail:

Dettagli

ASPETTI CONTRATTUALI E FINANZIARI. L importanza degli aspetti contrattuali e finanziari in un progetto

ASPETTI CONTRATTUALI E FINANZIARI. L importanza degli aspetti contrattuali e finanziari in un progetto ASPETTI CONTRATTUALI E FINANZIARI L importanza degli aspetti contrattuali e finanziari in un progetto La gestione finanziaria e amministrativa merita la stessa attenzione dell area tematica del progetto.

Dettagli

CONSORZIO ASSINDUSTRIA ENERGIA TRENTO ASSOENERGIA

CONSORZIO ASSINDUSTRIA ENERGIA TRENTO ASSOENERGIA CONSORZIO ASSINDUSTRIA ENERGIA TRENTO ASSOENERGIA REGOLAMENTO CONSORTILE PER LA SOMMINISTRAZIONE DI ENERGIA ELETTRICA Il funzionamento tecnico-amministrativo del Consorzio è retto, oltre che dalle disposizioni

Dettagli

GIUNTA REGIONALE DEL LAZIO

GIUNTA REGIONALE DEL LAZIO GIUNTA REGIONALE DEL LAZIO DELIBERAZIONE N 1614 DEL 30 OTTOBRE 2001 Pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio n. 35 del 20/12/2001 OGGETTO. Disposizioni normative per i soggetti affetti da

Dettagli

Gestione ed amministrazione progettuale

Gestione ed amministrazione progettuale Gestione ed amministrazione progettuale Maja Novakov Gorizia, 14.1.2015 PROGRAMMA DELL INTERVENTO 1. I primi passi dopo l approvazione del progetto 2. Amministrazione e rendicontazione dei progetti europei

Dettagli

su proposta del Ministro dei trasporti d'intesa con la Presidenza del Consiglio

su proposta del Ministro dei trasporti d'intesa con la Presidenza del Consiglio ALLEGATO IL CONSIGLIO DEI MINISTRI su proposta del Ministro dei trasporti d'intesa con la Presidenza del Consiglio e con Ministro dell economia e delle finanze Ministro dello sviluppo economico delibera

Dettagli

MOBILITA SANITARIA IN AMBITO COMUNITARIO Regolamenti 883/2004 e 987/2009 vs Direttiva 2011/24/UE

MOBILITA SANITARIA IN AMBITO COMUNITARIO Regolamenti 883/2004 e 987/2009 vs Direttiva 2011/24/UE MOBILITA SANITARIA IN AMBITO COMUNITARIO Regolamenti 883/2004 e 987/2009 vs Direttiva 2011/24/UE Dipartimento della Programmazione e del Servizio Sanitario Nazionale Direzione Generale della Programmazione

Dettagli

PIANO DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE E PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2014/2016

PIANO DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE E PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2014/2016 PIANO DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE E PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2014/2016 CAPO I PIANO TRIENNALE DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE E DELL ILLEGALITA Articolo 1 (Oggetto e finalità) 1.

Dettagli

Elementi per una futura Carta europea dei diritti dei consumatori di energia

Elementi per una futura Carta europea dei diritti dei consumatori di energia Elementi per una futura Carta europea dei diritti dei consumatori di energia La Commissione non intende fare della futura Carta europea dei diritti dei consumatori di energia un documento giuridico vincolante.

Dettagli

DELIBERAZIONE N. VIII/1257 DEL 30.11.2005

DELIBERAZIONE N. VIII/1257 DEL 30.11.2005 DELIBERAZIONE N. VIII/1257 DEL 30.11.2005 Oggetto: FINANZIAMENTO DI STUDI CLINICI A DIRETTO GOVERNO REGIONALE. APPROVAZIONE DEL BANDO PER L'ASSEGNAZIONE DI FINANZIAMENTI DESTINATI A PROGETTI DI RICERCA

Dettagli

LA TRASPARENZA FA BENE A TUTTI

LA TRASPARENZA FA BENE A TUTTI LA TRASPARENZA FA BENE A TUTTI Come cambiano le norme e quali sono gli impatti sull operatività legata al rapporto con il cliente BROCHURE INFORMATIVA PER GLI ESERCIZI COMMERCIALI CONVENZIONATI, AGENTI

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA SAN CAMILLO FORLANINI

AZIENDA OSPEDALIERA SAN CAMILLO FORLANINI AZIENDA OSPEDALIERA SAN CAMILLO FORLANINI Sede Legale Piazza Carlo Forlanini, 1 00151 Roma Azienda con ospedali di rilievo nazionale e di alta specializzazione COMITATO ETICO STATUTO COMITATO ETICO AZIENDA

Dettagli

A cura degli insegnanti di sostegno Dell Istituto Comprensivo L. Belludi di Piazzola sul Brenta

A cura degli insegnanti di sostegno Dell Istituto Comprensivo L. Belludi di Piazzola sul Brenta A cura degli insegnanti di sostegno Dell Istituto Comprensivo L. Belludi di Piazzola sul Brenta Accoglienza come riconoscimento delle diverse abilità Accogliere è riconoscere le persone nella loro completezza,

Dettagli

Determinazione dei requisiti relativi al servizio Lo Studio Legale Scuderi - Motta, per ciascun cliente si premura di determinare:

Determinazione dei requisiti relativi al servizio Lo Studio Legale Scuderi - Motta, per ciascun cliente si premura di determinare: ORIENTAMENTO AL CLIENTE PROCESSI RELATIVI AL CLIENTE Il nostro Studio Legale si impegna ad evadere ogni richiesta formulata dalla propria clientela entro i termini di legge, ovvero come concordati contrattualmente

Dettagli

ALLEGATO A Dgr n. del pag. 1/5

ALLEGATO A Dgr n. del pag. 1/5 giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATO A Dgr n. del pag. 1/5 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PLURIENNALI DI RICERCA SANITARIA FINALIZZATA PER L ANNO 2012. ART. 1 La Ricerca

Dettagli

RISORSE MEMORANDUM D INTESA DI CLUB Guida all implementazione del Memorandum d intesa di club

RISORSE MEMORANDUM D INTESA DI CLUB Guida all implementazione del Memorandum d intesa di club ITALIANO (IT) RISORSE MEMORANDUM D INTESA DI CLUB Guida all implementazione del Memorandum d intesa di club La presentazione della domanda di sovvenzione globale del tuo club dimostra il suo impegno ad

Dettagli

MODULO DI CANDIDATURA

MODULO DI CANDIDATURA MODULO DI CANDIDATURA Gentile Signora/Egregio Signore, troverà in allegato la candidatura di [nome del fornitore di servizi] in risposta all invito a manifestare interesse relativo ai fornitori di dati

Dettagli

Legge accesso disabili agli strumenti informatici

Legge accesso disabili agli strumenti informatici Legge accesso disabili agli strumenti informatici da Newsletter Giuridica: Numero 81-26 gennaio 2004 Pubblicata sulla Gazzetta la Legge in materia di accesso dei disabili agli strumenti informatici, approvata

Dettagli

Accordo di cooperazione tecnica e scientifica tra la Confederazione Svizzera e la Repubblica Unita di Tanzania

Accordo di cooperazione tecnica e scientifica tra la Confederazione Svizzera e la Repubblica Unita di Tanzania Traduzione 1 Accordo di cooperazione tecnica e scientifica tra la Confederazione Svizzera e la Repubblica Unita di Tanzania 0.974.273.2 Conchiuso il 21 ottobre 1966 Entrato in vigore il 21 ottobre 1966

Dettagli

I-Firenze: Erogazione di energia elettrica 2011/S 161-266377 BANDO DI GARA SETTORI SPECIALI. Forniture

I-Firenze: Erogazione di energia elettrica 2011/S 161-266377 BANDO DI GARA SETTORI SPECIALI. Forniture 1/5 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:266377-2011:text:it:html I-Firenze: Erogazione di energia elettrica 2011/S 161-266377 BANDO DI GARA SETTORI SPECIALI Forniture SEZIONE

Dettagli

Codice dell Amministrazione digitale

Codice dell Amministrazione digitale Dlgs. 7 marzo 2005, n. 82 Codice dell Amministrazione digitale (Estratto relativo ai soli articoli riguardanti il Sistema pubblico di connettività) Capo VIII Sistema pubblico di connettività e rete internazionale

Dettagli

Consiglio europeo delle libere professioni. Valori comuni delle libere professioni (I) nell Unione europea. Versione rivista 2014.

Consiglio europeo delle libere professioni. Valori comuni delle libere professioni (I) nell Unione europea. Versione rivista 2014. Consiglio europeo delle libere professioni Valori comuni delle libere professioni (I) nell Unione europea Versione rivista 2014 Preambolo Nel marzo del 2000 il Consiglio europeo di Lisbona ha adottato

Dettagli

IL SISTEMA DI GESTIONE AMBIENTALE PER UN COMUNE

IL SISTEMA DI GESTIONE AMBIENTALE PER UN COMUNE IL SISTEMA DI GESTIONE AMBIENTALE PER UN COMUNE Relatore: LIFE 04 ENV/IT/494 AGEMAS Obiettivi del sistema di gestione ambientale Prevenzione, riduzione dell inquinamento Eco-efficienza nella gestione delle

Dettagli

PARTENARIATI E PERCORSI INDUSTRIA - UNIVERSITÀ MARIE CURIE

PARTENARIATI E PERCORSI INDUSTRIA - UNIVERSITÀ MARIE CURIE ALLEGATO III DISPOSIZIONI SPECIFICHE PARTENARIATI E PERCORSI INDUSTRIA - UNIVERSITÀ MARIE CURIE [PIÙ BENEFICIARI] III. 1 Definizioni Oltre alle definizioni di cui all articolo II.1, alla presente convenzione

Dettagli

LA COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE,

LA COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE, 101 Raccomandazione della Commissione 15 febbraio 2005, n. 2005/162/Ce, sul ruolo degli amministratori senza incarichi esecutivi o dei membri del consiglio di sorveglianza delle società quotate e sui comitati

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato MISURACA

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato MISURACA Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 572 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato MISURACA Modifiche alla legge 16 marzo 1987, n. 115, recante disposizioni per la prevenzione

Dettagli

I-Crema: Attrezzature per gas sotto pressione 2011/S 145-241236 BANDO DI GARA SETTORI SPECIALI. Forniture

I-Crema: Attrezzature per gas sotto pressione 2011/S 145-241236 BANDO DI GARA SETTORI SPECIALI. Forniture 1/5 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:241236-2011:text:it:html I-Crema: Attrezzature per gas sotto pressione 2011/S 145-241236 BANDO DI GARA SETTORI SPECIALI Forniture SEZIONE

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE CHIAVACCI, BRUNALE, DAMERI. Disposizioni in materia di ospedalizzazione domiciliare per pazienti terminali

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE CHIAVACCI, BRUNALE, DAMERI. Disposizioni in materia di ospedalizzazione domiciliare per pazienti terminali Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 5951 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI CHIAVACCI, BRUNALE, DAMERI Disposizioni in materia di ospedalizzazione domiciliare per pazienti

Dettagli

I-Roma: Computer personali 2009/S 244-349593 BANDO DI GARA. Forniture

I-Roma: Computer personali 2009/S 244-349593 BANDO DI GARA. Forniture 1/6 I-Roma: Computer personali 2009/S 244-349593 BANDO DI GARA Forniture SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO: Lottomatica Group S.p.A., Viale del

Dettagli

Guida. Sostegno individuale nella formazione professionale di base

Guida. Sostegno individuale nella formazione professionale di base Guida Sostegno individuale nella formazione professionale di base 2 Utilizzo della guida Nella guida sono riportate le misure e le possibilità d azione basate sulle esperienze fatte finora. I responsabili

Dettagli

La valutazione individuale e il ciclo delle performance in sanità

La valutazione individuale e il ciclo delle performance in sanità La valutazione individuale e il ciclo delle performance in sanità Responsabile scientifico: Prof. Andrea Vettori, Docente di Healthcare management Università degli studi Guglielmo Marconi, Roma Autori:

Dettagli

ALLEGATO D. Roma lì, / / Equitalia S.p.A. il Titolare

ALLEGATO D. Roma lì, / / Equitalia S.p.A. il Titolare 1 Premessa e quadro normativo Il Contratto sottoscritto da Equitalia S.p.A. e ha ad oggetto l affidamento dei servizi di implementazione e manutenzione del nuovo Sistema Informativo Corporate - Sistema

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Servizio Assistenza Domiciliare. del Comune di. Poggio Rusco (MN)

CARTA DEI SERVIZI. Servizio Assistenza Domiciliare. del Comune di. Poggio Rusco (MN) C O M U N E D I P O G G I O R U S C O c. a. p. 46025 T e l. 0386 / 51001 PROVINCIA DI MANTOVA CAP 46025 - Piazza 1 Maggio, 5 SERVIZI SOCIALI P a r t. I V A 0040203 020 9 Fax 0386/733009 Codice Ente 10860

Dettagli

L analisi dei dati energetici come nuova declinazione dell approccio BigData. Piergabriele Andreoli, Modena 24/03/2015

L analisi dei dati energetici come nuova declinazione dell approccio BigData. Piergabriele Andreoli, Modena 24/03/2015 L analisi dei dati energetici come nuova declinazione dell approccio BigData. Piergabriele Andreoli, Modena 24/03/2015 31/03/2015 è una associazione no profit per lo sviluppo energetico sostenibile del

Dettagli

UNI CEI 11352 - Certificazione dei servizi energetici

UNI CEI 11352 - Certificazione dei servizi energetici UNI CEI 11352 - Certificazione dei servizi energetici La norma UNI CEI 11352 "Gestione dell'energia - Società che forniscono servizi energetici (ESCo) - Requisiti generali e lista di controllo per la verifica

Dettagli

Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta Ufficiale delle Comunità Europee 2, rue Mercier, L-2985 Lussemburgo Fax (+352) 29 29 42 670

Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta Ufficiale delle Comunità Europee 2, rue Mercier, L-2985 Lussemburgo Fax (+352) 29 29 42 670 UNIONE EUROPEA Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta Ufficiale delle Comunità Europee 2, rue Mercier, L-2985 Lussemburgo Fax (+352) 29 29 42 670 E-mail: mp-ojs@opoce.cec.eu.int In fo e formulari

Dettagli

I Principi Europei della Farmacia Ospedaliera

I Principi Europei della Farmacia Ospedaliera I Principi Europei della Farmacia Ospedaliera Le pagine seguenti riportano i Principi Europei della Farmacia Ospedaliera. Tali principi descrivono gli impegni comuni che ciascun sistema sanitario europeo

Dettagli

Proposta di protocollo di gestione dei pazienti diabetici

Proposta di protocollo di gestione dei pazienti diabetici Proposta di protocollo di gestione dei pazienti diabetici Premesse Nella ipotetica piramide a tre livelli( fig 1) il primo livello preventivo ( familiarità IFG ecc ma comunque glicemia inferiore a 126)

Dettagli

CODICE DI COMPORTAMENTO

CODICE DI COMPORTAMENTO CODICE DI COMPORTAMENTO Per il personale coinvolto nelle attività di distribuzione e misura del gas naturale Rev. 01 del 10.06.2015 Il presente Codice di Comportamento è stato elaborato per assicurare

Dettagli

AVVISO DI GARA SEZIONE I : AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZO E PUNTI DI CONTATTO

AVVISO DI GARA SEZIONE I : AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZO E PUNTI DI CONTATTO UNIONE EUROPEA Pubblicazione del Supplemento alla gazzetta Ufficiale delle Comunità Europee 2, rue Mercier, L-2985 Lussemburgo Telefax (+352) 29 29 44 619, (+352) 29 29 44623, (+352) 29 29 42 670 E-mail:

Dettagli

CARTA ETICA PER LE SCUOLE S.I.A.F.

CARTA ETICA PER LE SCUOLE S.I.A.F. CARTA ETICA PER LE SCUOLE S.I.A.F. AMBITI a. FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO-CULTURALE b. SELEZIONE DEGLI ALLIEVI E INFORMAZIONI PRELIMINARI c. RAPPORTO DOCENTI-ALLIEVI d. ORGANIZZAZIONE DIDATTICA

Dettagli

Direttiva 19 dicembre 2003 Sviluppo ed utilizzazione dei programmi informatici da parte delle pubbliche amministrazioni. G.U. 7 febbraio 2004, n.

Direttiva 19 dicembre 2003 Sviluppo ed utilizzazione dei programmi informatici da parte delle pubbliche amministrazioni. G.U. 7 febbraio 2004, n. www.cnipa.gov.it 1/5 Sviluppo ed utilizzazione dei programmi informatici da parte delle pubbliche amministrazioni. IL MINISTRO PER L'INNOVAZIONE E LE TECNOLOGIE - Visto il regio decreto 18 novembre 1923,

Dettagli

SCHEDA n. 5. Le figure costitutive della sicurezza. 1. Le figure costitutive del D. Lgs. 626/ 94. Contenuti e finalità del D. Lgs. 19-9-94, n.

SCHEDA n. 5. Le figure costitutive della sicurezza. 1. Le figure costitutive del D. Lgs. 626/ 94. Contenuti e finalità del D. Lgs. 19-9-94, n. SCHEDA n. 5 Le figure costitutive della sicurezza 1. Le figure costitutive del D. Lgs. 626/ 94 Contenuti e finalità del D. Lgs. 19-9-94, n. 626/94 Il D. Lgs. del 19-9-94 n. 626 recepisce direttive comunitarie

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DEGLI INTERVENTI ECONOMICI DI ASSISTENZA SOCIALE - approvato con deliberazione di C.C. n. 49 del 30.11.

REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DEGLI INTERVENTI ECONOMICI DI ASSISTENZA SOCIALE - approvato con deliberazione di C.C. n. 49 del 30.11. REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DEGLI INTERVENTI ECONOMICI DI ASSISTENZA SOCIALE - approvato con deliberazione di C.C. n. 49 del 30.11.2007 CAPO I: PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto Il presente Regolamento

Dettagli

Regione Umbria. LEGGE REGIONALE 17 aprile 2014, n. 7. Disposizioni per la somministrazione ad uso terapeutico dei farmaci cannabinoidi.

Regione Umbria. LEGGE REGIONALE 17 aprile 2014, n. 7. Disposizioni per la somministrazione ad uso terapeutico dei farmaci cannabinoidi. Regione Umbria LEGGE REGIONALE 17 aprile 2014, n. 7 Disposizioni per la somministrazione ad uso terapeutico dei farmaci cannabinoidi. Pubblicazione: Bollettino Ufficiale n. 20 del 23/04/2014 L'Assemblea

Dettagli

RISOLUZIONE N. 430/E QUESITO

RISOLUZIONE N. 430/E QUESITO RISOLUZIONE N. 430/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 10 novembre 2008 OGGETTO: Consulenza giuridica. Articolo 11, legge 27 luglio 2000, n. 212. Irap cuneo fiscale Imprese che svolgono

Dettagli

L affidamento dei contratti pubblici di lavori, servizi e forniture

L affidamento dei contratti pubblici di lavori, servizi e forniture L affidamento dei contratti pubblici di lavori, servizi e forniture Libro del professor S.A.Romano F.b. Spiegazione dei materiali didattici necessari per l esame di costituzionale 2 nel corso A. I dettagli

Dettagli

SC ONCOLOGIA CHE COSA È UTILE SAPERE

SC ONCOLOGIA CHE COSA È UTILE SAPERE SC ONCOLOGIA CHE COSA È UTILE SAPERE DOVE ANDARE PER cominciare un percorso oncologico, prenotare una visita CENTRO ACCOGLIENZA E SERVIZI (CAS): Ospedale U. Parini, blocco D, piano -1 È la struttura dedicata

Dettagli