La città di Roma ( ab.), capoluogo del Lazio e capitale d'italia, si trova in una posizione geografica felice. E' infatti situata nella

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La città di Roma (2.775.250 ab.), capoluogo del Lazio e capitale d'italia, si trova in una posizione geografica felice. E' infatti situata nella"

Transcript

1 La città di Roma ( ab.), capoluogo del Lazio e capitale d'italia, si trova in una posizione geografica felice. E' infatti situata nella valle del Tevere, al centro della campagna romana in un punto alla naturale convergenza delle più importanti strade della penisola. Roma svolge un ruolo molto importante in campo politico, economico, commerciale, religioso, artistico e culturale. E' sede del capo dello Stato, del Parlamento, del Governo e degli apparati amministrativi e burocratici della Repubblica nonché delle sedi principali di banche, assicurazioni, istituti di credito, società per azioni e delle ambasciate dei paesi stranieri.

2 STORIA Secondo la leggenda Roma venne fondata il 21 aprile 753 a. C. da Romolo; i suoi successori (i sette re di Roma) la fecero diventare un importante centro politico e religioso. Queste risalirebbero al IX sec. a. C. quando alcune popolazioni latine provenienti da Alba Longa, si insediarono lungo il Tevere e formarono una comunità. Nel periodo seguente ci fu un mutamento di governo: il potere passò dal re ai patrizi, i quali instaurarono la repubblica. I secc. III e II a. C. furono caratterizzati dalle Guerre Puniche contro Cartagine ( a. C.), contro i Macedoni e dalla conquista dei territori della Gallia Cisalpina guidati da Giulio Cesare. Questi iniziò un ampio programma di riforme volte alla riorganizzazione dello stato; la sua politica riformatrice scontentò alcune classi sociali che non vedevano di buon occhio la concentrazione del potere nelle mani di un solo uomo. Venne così ordita una congiura contro di lui, che fu ucciso il 15 marzo 44 a. C. Gli succedette il nipote Cesare Ottaviano che continuò la sua opera. A questi succedettero il figliastro Tiberio (14-37 d. C.), Caligola (37-41), Claudio (41-54) e Nerone (54-68) alla cui morte si estinse la dinastia Giulio-Claudia. Nel 284 venne acclamato al trono Diocleziano ( ) a cui successe Costantino ( ) che spostò la capitale da Roma a Bisanzio (Costantinopoli). Nonostante le riforme intraprese, continuò il declino di Roma e dell'impero e, suoi successori, divisero l'impero in due parti: Oriente e Occidente. L'Impero Romano d'occidente crollò nel 476 sotto la spinta delle invasioni barbariche. Nel frattempo Roma era stata saccheggiata e devastata da Visigoti e Vandali ma, grazie ai papi, era divenuta il centro spirituale del mondo cristiano. Nel IX sec. iniziò una lunga serie di lotte fra il papato e l'impero per l'amministrazione della città che terminò con la sottomissione del comune a papa Clemente III e il trasferimento dei papi ad Avignone (cattività avignonese). Questo durò fino alla metà del XV sec., quando i papi tornarono a Roma e si dedicarono alla sua ricostruzione secondo criteri dell'umanesimo e del Rinascimento. Nel 1527 fu saccheggiata dai Lanzichenecchi di Carlo V (sacco di Roma) e alla fine del XVIII sec. i Francesi di Napoleone invasero Roma e proclamarono la Repubblica Romana (1798). Nel 1808 fu di nuovo occupata dai Francesi, che annetterono lo Stato Pontificio all'impero Francese. Il Congresso di Vienna segnò il ritorno dei papi, che instaurarono idee liberali come la Carboneria e la Giovine Italia. Con Pio IX fu proclamata la 1

3 Repubblica Romana. Nel 1870 fu occupata dall'esercito del generale Cadorna (breccia di Porta Pia) e divenne capitale del Regno. Durante la seconda guerra mondiale, nel 1943, fu bombardata dagli Americani e venne dichiarata città aperta, dopo un accordo fra Americani e Tedeschi. Questi ultimi, non rispettando i patti, occuparono la città che, divenuta centro della Resistenza, venne liberata l'anno successivo. ARTE La capitale d'italia può a ragione essere considerata per le sue attrattive monumentali e le testimonianze della fede cristiana il centro turistico più celebre ed importante del mondo. Architetti, scultori e pittori di tutti i tempi, grazie anche allo splendido mecenatismo papale, contribuirono a farne una città unica. La zona delle rovine comprende l'imponente complesso dei Fori Imperiali che costituivano il cuore della vita economica, politica e religiosa della città antica. Percorrendo la maestosa Via dei Fori Imperiali, che collega il Colosseo a Piazza Venezia, si notano la Basilica di Massenzio, il tempio di Venere e Roma, l'arco di Costantino, i Mercati Traianei, la colonna Traiana e la Basilica Ulpia. Lungo il lato destro della suggestiva arteria si trova il Foro Romano, risalente all'età repubblicana, con numerose costruzioni di epoche differenti: la Curia, il tempio di Vespasiano, il tempio della Concordia, la Basilica Emilia, la Basilica Giulia, l'arco di Settimio Severo, l'arco di Augusto, il tempio di Castore e Polluce, il tempio di Vesta e quello di Giulio Cesare, il Tabularium. Ugualmente importante è l'area archeologica del colle Palatino, che conserva le vestigia dei palazzi imperiali, gli Orti Farnesiani, le Terme Severiane e lo Stadio di Domiziano. Tra gli altri celebri monumenti della romanità ricordiamo inoltre: l'ara Pacis Augustae, il Mausoleo di Augusto, le Terme di Diocleziano e quelle di Caracalla, il Pantheon, la Domus Aurea, il sepolcro degli Scipioni, l'anfiteatro Flavio o Colosseo - simbolo stesso della città - la Mole Adriana, la piramide di Caio Cestio, la Via Appia Antica, il Circo di Massenzio e il Circo Massimo, la colonna di Marco Aurelio, gli acquedotti, le ville ecc. Con il riconoscimento ufficiale della religione cristiana si iniziarono a realizzare nuovi spazi per il culto: sorsero così le prime basiliche, abbellite e decorate con mosaici e sculture. San Giovanni in Laterano (ricostruita dopo l'incendio del 1823) la cattedrale di Roma, e S. Maria Maggiore riprendono la stessa tipologia architettonica di San Pietro (trasformata in età rinascimentale). Si riferiscono all'alto Medioevo i restauri e i rifacimenti di molte chiese erette nei secoli precedenti: S. Maria in Trastevere (mosaici absidali con le 2

4 Storie della Vergine, capolavoro di P. Cavallini); S. Cecilia in Trastevere (affresco raffigurante il Giudizio Universale del Cavallini); S. Clemente e S. Maria in Cosmedin con splendidi mosaici cosmateschi; nel portico è visibile la famosa Bocca della Verità,a cui la tradizione popolare attribuiva il potere di mordere la mano a chiunque dicesse una menzogna. Dopo il trasferimento dalla sede papale ad Avignone (1309) l'attività edilizia subisce una battuta d'arresto sino a quando, per tutto il , l'arte ritroverà vita grazie all'opera di Raffaello, Michelangelo, Bernini e molti altri artisti. Da ricordare tra i più importanti edifici rinascimentali sono le chiese di San Pietro in Montorio con il Tempietto del Bramante, di Santa Maria del Popolo (nell'interno, opere di Caravaggio e la splendida Cappella Chigi, progettata da Raffaello), di San Luigi dei Francesi (che conserva le famosissime tele di Caravaggio raffiguranti episodi della vita di San Matteo). L'arte barocca ha i suoi capolavori nelle chiese di Sant'Agnese in Agone a Piazza Navona di Borromini, e nella chiesa di Sant'Andrea al Quirinale (1658), progettata da Bernini; Sant'Andrea della Valle (XVI-XVII sec.); la Chiesa Nuova; Santa Maria della Vittoria (con l'estasi di S. Teresa del Bernini). Un capitolo a parte meriterebbe la descrizione delle fontane di Roma; da quelle di Trevi (di N. Salvi, ), notissima in tutto il mondo, del Tritone in piazza Navona (entrambe di Bernini), alle altrettanto note fontane del Moro, del Nettuno, della fontana della Barcaccia (1629), posta al centro della Piazza di Spagna, chiusa su di un lato dalla caratteristica scalinata della Trinità dei Monti, che sale sino alla chiesa omonima. I palazzi Barberini, di Montecitorio risalgono al XVII sec., mentre Palazzo Braschi appartiene al secolo successivo. La Roma ottocentesca trova la sua massima espressione nella sistemazione del parco pubblico del Pincio e di piazza del Popolo ad opera di Valadier. In epoca mussoliniana si decide la realizzazione (a partire dal 1932) del complesso sportivo del Foro Italico della Città universitaria ( ).Vi hanno avuto luogo nel 1960 le Olimpiadi, svoltesi in razionali e moderni impianti sportivi tra cui segnaliamo il prestigioso Palazzo dello Sport, edificato da Pierluigi Nervi in collaborazione con M. Piacentini. 3

5 SAN PIETRO IN VATICANO Sullo sfondo della magnifica piazza omonima, capolavoro di G. L. Bernini ( ), sorge la basilica di San Pietro. Il primo nucleo fu edificato da Costantino nel 324 sul luogo dove era stato sepolto San Pietro. Nel XV sec. l'edificio era in rovina e papa Nicolò V ne ordinò il restauro. I lavori di ricostruzione, iniziati nel 1452 e interrotti tre anni dopo, vennero ripresi nel 1506 da Giulio II che incaricò il Bramante. Alla sua morte (1514) la direzione dell'opera venne affidata a vari architetti fra cui ricordiamo Raffaello, che ideò una costruzione a croce latina, e infine a Michelangelo (1546) che riprese il progetto bramantesco con pianta a croce greca sormontata da una grande cupola. Nel 1607 papa Paolo V affidò a C. Maderno il completamento della basilica e ne fece allungare il braccio anteriore trasformando così la croce greca in croce latina. Ultimata nel 1612 San Pietro fu consacrata nel 1629 da Urbano VIII. San Pietro è da sempre considerata il tempio della cristianità e custodisce pregevoli opere d'arte fra cui il grandioso baldacchino bronzeo, la Cattedra e il monumento tombale di Urbano VIII di G. L. Bernini, La Pietà di Michelangelo (1499), il monumento di Clemente XIII di A. Canova ( ), e quello di Innocenzo VIII di A. del Pollaiolo. Fra le porte di accesso alla basilica ricordiamo la porta mediana con imposte di bronzo eseguite dal Filarete (XV sec.) e l'ultima a sinistra di G. Manzù (1964). L'ultima porta a destra è la porta Santa che il papa apre solo negli anni giubilari. Basilica di San Pietro 4

6 MUSEI VATICANI Musei Vaticani, Città del Vaticano Complesso museo grafico fra i più vasti e prestigiosi esistenti, che raccoglie alcuni fra i maggiori tesori d' arte mondiali; è situato nei Palazzi Vaticani, a Città del Vaticano, residenza dei papi del XIV secolo. I Palazzi Vaticani furono edificati come residenza fortificata intorno alla Basilica di San Pietro, e ampliati a più riprese fino a comprendere cinque ettari di costruzioni e giardini. Oltre agli ambienti aperti al pubblico, una parte considerevole degli edifici è riservata al pontefice e all' attività della curia e di altre istituzioni dello Stato Vaticano.Il complesso, al quale si accede da un' imponente portale aperto nelle mura nel 1932, ospitò per tutto il Rinascimento la corte papale. Gli ambienti undicimila camere con diciottomila finestre in tutto, scrisse con voluta iperbole Chateaubriand hanno dimensioni diverse e decori sontuosi, e conservano il fascino proprio degli edifici di rappresentazione, ancora frequentati originaria:si pensi che la Cappella Sistina è, a tutt'oggi, la cappella ufficiale del Palazzo Apostolico. Musei Vaticani 5

7 IL CAMPIDOGLIO Campidoglio uno dei sette colli di Roma, situato tra il Campo Marzio e la valle dei fori Romano e Traiano, centro politico e religioso della città in età repubblicana e imperiale. Inizialmente il nome Capitolium indicava solo la cima meridionale dell' altura, sulla quale fu eretto alla fine del VI secolo a.c. un tempio dedicato a Giove Ottimo Massimo, Minerva e Giunone;anche la cima settentrionale (arx) era luogo sacro agli antichi romani, deputato principalmente alla divinazione. L' aspetto odierno del Campidoglio si deve alla sistemazione effettuata tra la seconda metà del XVI secolo e i primi anni del XVII su progetto di Michelangelo. Nel Medioevo il nucleo del Palazzo Senatorio, sorto sui ruderi dell' antico Tabularium (ARCHIVIO PUBBLICO ROMANO), era stato trasformato in un fortilizio da quattro torri merlate, preceduto da un porticato e da una scalinata:l' insieme degli edifici rispondeva in primo luogo a esigenze definitive, piuttosto che a canoni di eleganza o simmetria formale. Nel 1536 Michelangelo ricevette l' incarico della sistemazione architettonica dal Campidoglio:nel 1538 fu posta al centro della piazza la statua equestre bronzea di Marco Aurelio (attualmente conservata nei Musei Capitolini), che Paolo III fece portare qui dal Laterano.La trasformazione del Palazzo Senatorio fu eseguita da Giacomo Della Porta e Girolamo Rainaldi tra il 1582 e il 1605, apportando alcune variazioni rispetto al disegno di Michelangelo:a loro si deve il doppio scalone d' accesso e la fontana centrale, sormontata dalla dea Minerva e fiancheggiata dalle due statue del Tevere e del Nilo (I secolo d.c.). Contemporaneamente furono realizzati i palazzi che delimitano la piazza a est e a ovest:il Palazzo dei Conservatori e il Palazzo Nuovo, sede dei Musei Capitolini.Sul quarto lato, alla sommità della rampa d' accesso, furono collocate le statue dei Dioscuri, di età imperiale. Piazza del Campidoglio 6

8 PALAZZO FARNESE La costruzione di palazzo Farnese, ora sede dell ambasciata di Francia, una delle maggiori imprese architettoniche del Rinascimento romano, iniziò nel 1514 su progetto di Antonio Sangalo il Giovane, che portò a termine la facciata solo fino al coronamento. Alla sua morte, i lavori continuarono con Michelangelo, che costruì il magnifico cornicione, la balconata centrale e parte del cortile e poi con Giacomo Della Porta che aggiunse la facciata posteriore. La facciata principale è a tre piani divisi da cornici con i gigli dei Farnese. Il pianterreno e il primo piano hanno 12 finestre ciascuno, mentre il secondo ne ha tredici: quella centrale è posta sopra la balconata che si trova direttamente sopra il portale d ingresso. La Facciata posteriore, aperta al centro da tre ordini di triplice arcate, guarda verso il Tevere. Il committente fu il cardinale Alessandro Farnese, che poi divenne papa con il nome di Paolo III, uno dei grandi trasformatori della città in epoca rinascimentale. Si entra nel cortile dopo aver attraversato l imponente atrio del Sangallo, scandito da pesanti colonne di granito rosso. Al piano nobile c è la Galleria, di 20 x 6 m., affrescata, tra il 1597 e il 1604 da Annibale Carracci e dal fratello Agostino con l aiuto di Giovanni Lanfranco e del Domenichino. Il tema, trattato con grande sensualità, è quello del Trionfo dell Amore. Questo ciclo di affreschi, circondato da una leggenda di perfezione, sogna un momento epocale nella storia dell arte; la transizione tra il manierismo e il barocco. Il salone principale del palazzo occupa due piani in altezza e ha un ricco soffitto a Cassettoni. Palazzo Farnese 7

9 CAMPO DE FIORI Una delle piazze più note e popolari di Roma, sede di un frequentato e pittoresco mercatino. Al centro della piazza, il monumento a Giordano Bruno che fu bruciato in questo luogo, con l accusa di essere eretico, nell anno Sul fondo della piazza sorge Palazzo Pio, costruito sui resti del Teatro di Pompeo, parzialmente visibile all interno di un ristorante. Campo de fiori 8

10 PIAZZA NAVONA Capolavoro urbanistico di impronta barocca, piazza Navona occupa l area dell antico circo di Domiziano riproponendone la forma ellittica. Al centro spicca la celebre Fontana dei Fiumi del Bernini, con bacino circolare dal quale emerge il basamento roccioso che regge un obelisco. All estremità opposte dell asse mediano della piazza si trovano altre due fontane:quella meridionale, detta del Moro, ha vasca di Bernini e statue di diversi autori cinquecenteschi e posteriori,mentre quella settentrionale,detta di Nettuno, accoglie sopra la vasca di Giacomo Della Porta sculture ottocentesche. Sul lato ovest della grande piazza sorge la chiesa di Sant Agnese in Agone, con facciata a profilo concavo opera di Francesco Bernini. Piazza Navona 9

11 IL COLOSSEO L anfiteatro Flavio, conosciuto come il Colosseo, è il monumento più famoso del mondo. Esso era il posto preferito dai romani, la cui sfrenata sete di spettacoli cruenti era placata solo dalla vista dei sanguinosi combattimenti dei gladiatori. Il Colosseo conteneva quattro piani: il primo era con l ordine delle semicolonne doriche; il secondo era con le colonne ioniche; il terzo era con l ordine di colonne corinzie ed infine il quarto era una muratura piena con un sistema di pali per fissare il Velarium, un grande tendone che serviva per riparare circa settantamila spettatori urlanti che seguivano eccitati i gladiatori che si sfidavano in duelli all ultimo sangue, dal sole. Scale e gallerie davano accesso ai vari settori della gradinata, inoltre qui si incontravano venditori di ceci, di bevande calde e di ricordini; gente che affittava cuscini e coperte agli spettatori notturni. Incredibili scenografie rendevano più eccitanti i combattimenti che duravano dall alba al tramonto spesso illuminati solo da fiaccole. Sotto l arena invece era situato un labirinto di sotterranei che ospitava gladiatori e belve feroci. Colosseo 10

12 I FORI IMPERIALI I Romani si accorsero che il Foro Romano iniziava ad essere inadeguato alle funzioni di centro politico e amministrativo. Il primo dei Fori imperiali fu quello costruito da Giulio Cesare. Sono stati costruiti in seguito per ordine di tempo: il Foro di Augusto, il Foro Transitorio e il Foro di Traiano. Fori Imperiali 11

13 PIAZZA VENEZIA Centro topografico di Roma, più che una piazza, Piazza Venezia è un incrocio di vie, molto trafficate, ma è un ottimo punto di partenza per cominciare a passeggiare alla scoperta di Roma, trovandosi in un punto strategico tra le Roma medievale e rinascimentale e il centro della Roma archeologica. Nel passato la piazza era molto più modesta, divisa in due piazzette da Palazzetto Venezia. La piazza davanti a Palazzo Venezia collegava la Via Papalis dal Vaticano al Laterano con la Via Lata, che da Porta Flaminia portava al centro della città. Sulla piazza, al posto dell'odierno palazzo delle Assicurazioni, si trovava la bottega d'arte di Michelangelo. La decisione di costruire sul fianco del Campidoglio il monumento a Vittorio Emanuele II provocò la distruzione della piazza papale per dare vita al nuovo centro politico-morale della nuova Italia. La nuova sistemazione, frutto di demolizioni e ricostruzioni, riflette la nuova ideologia di grandiosità e la volontà di creare il mito della "terza Roma" sui resti della Roma imperiale e di quella papale. Opposto alla facciata di Palazzo Venezia sorge il moderno Palazzo delle Assicurazioni che imita specularmente le forme del celebre dirimpettaio. Sul lato nord all'angolo con il Corso è invece il secentesco Palazzo Bonaparte, che prende il nome dalla madre di Napoleone, che dopo la caduta dell'imperatore vi soggiornò fino alla morte nel Ancora perfettamente conservato è il balconcino con chiusine verdi dal quale la vecchia signora spiava i passanti senza essere vista. Nel periodo natalizio al centro della piazza viene posto il coloratissimo albero di Natale che fa da pendant a quello del Vaticano in piazza San Pietro e che rende ancora più gradevoli le grandi aiuole. Piazza Venezia 12

14 FONTANA DI TREVI E costituita da un arco trionfale centrale,scandito da colonne corinzie e sormontato da un attico decorato con figure allegoriche,e da due ali laterali con lesene e finestre. Dal nicchione al centro sporge la statua del dio Oceano,trainata su un cocchio a forma di conchiglia da cavalli marini guidati da tritoni. Più sotto, scogli e vegetazioni pietrificata si tuffano nella grande vasca che rappresenta il mare. La fontana di Trevi è stata disegnata dall architetto romano Nicola Salvi nel 1732 e completata nel 1762, la fontana di Trevi è un capolavoro dell arte tardobarocca. Scoglie e statue di divinità di cavalli marini ne decorano l architettura, completata da due tritoni che sembrano trascinare nell acqua il carro alato di Oceano, dio del mare. Alla fontana, uno dei simboli di Roma, sono legate leggende e tradizioni popolari, tra le quali quella di gettarvi uno monetina per assicurarsi il ritorno nella città. Fontana di Trevi 13

15 PANTHEON Nell'anno 27 a.c. Agrippa, genero e architetto di Augusto, erige il Pantheon sul luogo dove Romolo, secondo la leggenda, "ascese" in cielo durante una cerimonia. E' un tempio comune, rettangolare, di media dimensione, concepito come luogo di culto collettivo di più divinità. Nel corso degli anni il tempio subisce incendi e altre calamità, viene restaurato più volte finché l'imperatore-architetto Adriano lo ricostruisce fra il 118 e il 128 d.c. Pantheon E' sicuramente di Adriano il pronao con le sedici colonne, l'ampliamento della "rotonda" e la cupola in calcestruzzo - la più larga che si sia mai costruita in muratura - realizzata con una tecnica d'avanguardia. Adriano vuole ricordare l'architetto originario, e ripristina l'iscrizione sul frontone: "Marco Agrippa, figlio di Lucio, Console per la terza volta, edificò. Nel 608 l'imperatore Foca dona il tempio a Papa Bonifacio IV che lo consacra al culto cristiano: Sancta Maria ad Martyres, capolavoro dell'architettura romana e primo caso di trasformazione di un tempio pagano in chiesa cristiana Il tempio si presentava su una gradinata che partiva da una piazza porticata più bassa dell'attuale. In origine la calotta era esternamente coperta con tegole di bronzo dorato collocate a squame, sottratte nel 663 dall'imperatore d'oriente Costante II e sostituite da una copertura di piombo nel 735. Stessa sorte subiscono i rivestimenti bronzei del portico, usati per fondere cannoni o concessi da Urbano Vlll al Bernini per realizzare il baldacchino di S. Pietro. Poche le aggiunte all'architettura originaria: gli ornamenti della chiesa, i sepolcri di grandi artisti (Raffaello) e quelli dei Reali d'italia. Sempre il Bernini erige due brutti campanili ai lati del timpano 14

16 definiti "orecchie d'asino", eliminati a fine ottocento. Nel Pantheon trovarono posto anche busti onorari che Pio VII fece rimuovere e trasportare in Campidoglio, nell'attuale Protomoteca (raccolta di busti di personaggi illustri). Oggi l'assenza del rivestimento mette a nudo l'opus in mattoni con gli archi di scarico che sostengono il peso della mole. Il pronao nasconde la vista della "rotonda" fino all'ingresso nello spazio determinato da una sfera inserito in un cilindro, il finito e l'infinito insieme. Il pavimento è coperto di marmi a colori e così pure le pareti a sostegno della cupola terminante con un grande oculos circolare - un'apertura di 9 metri di diametro - che serviva a dar luce all'interno e come sbocco al fumo dei fuochi sacrificali. L'asse dell'edificio contempla una piccola deviazione rispetto all' orientamento nord-sud: ogni anno, alle 12 del 21 giugno, solstizio d'estate, il raggio di sole che attraversa l'oculos investe il visitatore che accede all'interno dal centro del portale. I PALAZZI DELLA REPUBBLICA: QUIRINALE PALAZZO MADAMA Non sono monumenti particolarmente famosi, ma sono sovente nominati perché fra le loro mura vengono prese decisioni importanti per il futuro della nazione. Stiamo parlando dei palazzi romani dove risiedono gli organi dello stato italiano. Iniziamo dal Palazzo del Quirinale, dove dal 1947 risiede il Presidente della Repubblica. Papa Gregorio XIII scelse il colle del Quirinale per costruire la residenza estiva dei papi. I lavori, a cui collaborarono architetti come G. L. Bernini e F. Fuga, iniziarono nel 1574 e furono ultimati nel 1733 sotto papa Clemente XII. Dopo il 1870 vi abitarono i Savoia. Palazzo Madama, dove dal 1871 si riunisce il senato, fu costruito nel XVI sec. per i Medici e prende il nome da Madama Margherita d'austria moglie di Alessandro de' Medici. Quirinale Palazzo Madama 15

17 SANTA MARIA MAGGIORE Con il sec. V alla visione plastica dello spazio se ne sostituì una più coloristica: tipico esempio è la basilica di S. Maria Maggiore innalzata, secondo la tradizione, da papa Liberio nel sec.iv, ma rifatta da Sisto III dopo il 431. Trasformata nei secc. XIII XIV, ebbe l attuale facciata, opera di Ferdinando Fuga, nel Settecento; essa tuttavia mantiene la struttura originaria a tre navate divise da colonnati architravati. La chiesa, ampiamente decorata da mosaici, conserva in parte quelli originari del sec. V, fra cui particolarmente importanti quelli sull arco trionfale; nell abside è l Incoronazione della Vergine di I.Torriti ( 1295 ). Al sec. V risalgono anche S. Stefano Rotondo, complesso edificio a pianta centrale, e la basilica di S. Sabina, restaurata nel Santa Maria Maggiore 16

18 SAN PIETRO IN VINCOLI La basilica è detta anche Eudossiana, in quanto venne fatta ricostruire per volere di Eudossia, minore moglie dell'imperatore Valentiniano III. Secondo la tradizione Eudossia ricevette dalla madre le catene che tennero prigioniero S.Pietro in Gerusalemme per donarle a Leone Magno, che le accostò a quelle utilizzate per la prigionia di S.Pietro nel Carcere Mamertino: leggenda vuole che le catene appena si toccarono si fusero e diventarono tutt'una così nel 442 d.c s'iniziarono i lavori sulla presistente basilica, nata su una domus del III secolo. San Pietro in Vincoli Tra le modifiche volute da Sisto IV nel 1475 è la facciata con portico a cinque arcate, progetto d'incerta attribuzione, forse di Baccio Pontelli o di Meo del Caprino. L'interno è diviso in tre navate, separate da dieci colonne di marmo per lato con capitello dorico e base ionica mentre il soffitto della navata centrale, in legno a volta ribassata, fu progettato da Francesco Fontana [1705] con affresco di Giovanni Battista Parodi. A sinistra dell'ingresso monumento di Piero ed Antonio del Pollaiolo, realizzato da Luigi Capponi. [p.1498] Nella navata destra sul primo altare 'S.Agostino' del Guercino, nella seconda 'Liberazione di San Pietro', copia dal Domenichino. Nel transetto destro è collocato il Mausoleo di Giulio II, [c.1513] realizzato da Michelangelo, autore inoltre del celebre Mosè [c.1514] e delle statue di Lia e di Rachele situate entro le nicchie che furono poi ultimate da Raffaello da Montelupo. [ ] Ancora più a destra si entra nell'antisagrestia che accoglie l'originale 'Liberazione di S.Pietro' del Domenichino [1604] e 'S.Agostino' di Pier Francesco Mola. Nella cappella a destra della tribuna, 'S.Margherita' del Guercino. Sotto l'altare maggiore, in cui è collocato il baldacchino realizzato da Virginio Vespignani nel 1876, è situata la Confessione, sempre da lui eseguita, che ospita due sportelli di bronzo 17

19 dorato con scene di San Pietro [Caradosso, 1486] in cui si trova l'urna che custodisce le catene. Nella navata sinistra sul secondo altare 'S.Sebastiano barbuto', mosaico bizantino, [c.680] sul primo 'Cristo deposto' di Cristoforo Roncalli dal Pomarancio. A sinistra la tombali Nicolò da Cusa [m.1464] con bassorilievo attribuito ad Andrea Bregno.Il primo passaggio che modifica il significato dell'arte nella Chiesa come luogo di culto avviene dalla trasformazione della basilica paleocristiana in chiesa medioevale. Nel passaggio dall'alto al pieno medioevo, l'arte perde difatti la sua rigidezza e il suo impaccio, ma conserva il suo carattere profondamente religioso e spiritualizzato, e resta anche in seguito l'espressione di una società tutta pervasa dal cristianesimo. Ma la visione propria del Medioevo non è comunque il risultato del periodo precedente: l'arte paleocristiana infatti, non aveva ancora nulla della trasparenza dello stile romanico e di quello gotico. La spiritualità del paleocristianesimo in realtà era ancora quel generale, vago spiritualismo che aveva caratterizzato il paganesimo. Le forme dell'arte paleocristiana sono significative solo in senso psicologico, non metafisico: sono espressionistiche, non divinatorie. I grandi occhi sbarrati dei tardi ritratti romani esprimono una vita psichica intensa, intellettuale e affettiva; ma questa vita psichica è senza sfondo metafisico e in sé non manifesta ancora la nuova religione. SAN LUIGI DEI FRANCESI Voluta dal Re di Francia fu iniziata nel 1518 e completata nel 1589 da Domenico Fontana su disegno di Giacomo della Porta. La facciata in travertino, a due ordini, è divisa da paraste tuscaniche e corinzie in cinque campi, sia in alto che in basso. L'interno, a tre navate, con cinque cappelle per lato scandite da pilastri, è sul progetto di Antoine Dérizet. [ ] Sulla volta della navata centrale 'Morte e apoteosi di S.Luigi' di Charles Natoire. [1756] Lungo la navata destra nella prima cappella 'S.Dionigi' di Renard Levieux; nella seconda 'Ss.Cecilia, Paolo, Giovanni Evangelista, Agostino e la Maddalena' di Guido Reni su originale di Raffaello, 'Storie di S.Cecilia' del Domenichino; nella terza 'S.Giovanna di Valois portata in cielo dagli angeli' di Etienne Parrocel; [1743] nella quarta 'Giuramento di Clodoveo' di Jacopino del Conte; nella volta episodi della vita di Clodoveo di Pellegrino Tibaldi, sulla parete destra 'Clodoveo si prepara ad attaccare nella battaglia di Tobliae del 496' dello stesso, a sinistra 'S.Remigio riceve la sacra ampolla per ungere Clodoveo' del Sermoneta. All'altare maggiore 'Assunzione' di Francesco Bassano e 'Ss.Trinità' di Jean Jacques Caffieri. Sulla navata sinistra nella quinta cappella [Contarelli] all'altare 'S.Matteo e l'angelo', a destra 'Martirio di S.Matteo', a sinistra 'Vocazione di S.Matteo' di Caravaggio. [ ] Sulla volta affreschi del Cavalier d'arpino. Nella quarta cappella 'Natività', 'Annunciazione' di Charles Mellin, 'Adorazione 18

20 dei Magi' di Giovanni Baglione; nella terza 'S.Luigi IX ' di Plautilla Bricci, alle pareti storie del santo di Ludovico Gimignani e di Nicolas Pinson. Nella seconda 'S.Nicola da Bari' di Girolamo Muziano, ai lati 'Santi Girolamo e Caterina' di Girolamo Massei ed episodi della vita del santo di Baldassare Croce; nella prima 'San Sebastiano' di Girolamo Massei. Chiesa di San Luigi dei Francesi Caravaggio: martirio di San Matteo 19

A NE T O I S AZ I C O S VE AS

A NE T O I S AZ I C O S VE AS ASSOCIAZIONE VESTA L'Associazione Culturale Vesta nasce nel 2013 dall idea di creare un laboratorio di idee destinate alla fruizione e alla valorizzazione del patrimonio storico, culturale e naturalistico

Dettagli

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012 9 / 30 settembre 2012 Il progetto 2012 Il progetto 2012 di DimoreDesign, sulla scia del successo dell edizione 2011, ne riprende e amplia l obiettivo fondamentale di rendere fruibile il patrimonio artistico,

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

NEOCLASSICISMO. Vol III, pp. 532-567

NEOCLASSICISMO. Vol III, pp. 532-567 NEOCLASSICISMO Vol III, pp. 532-567 567 Le premesse L illuminismo La rivoluzione industriale La rivoluzione francese Neoclassicismo il fascino dell antico Dagli inizi del Settecento a Roma si aprono vari

Dettagli

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria Il luogo: la storia Castello Sforzesco Accademia Brera Montenapoleone Il complesso dei Chiostri dell Umanitaria nasce insieme all adiacente Chiesa di Santa Maria della Pace, voluta da Bianca di Visconti

Dettagli

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO 1 2. Economia e società nel mondo romano-germanico. ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO mondo romano germanico mondo bizantino mondo arabo Cartina 1 UN MONDO CON MOLTI BOSCHI, POCHI UOMINI E

Dettagli

La rappresentazione dello spazio nel mondo antico

La rappresentazione dello spazio nel mondo antico La rappresentazione dello spazio nel mondo antico L esigenza di creare uno spazio all interno del quale coordinare diversi elementi figurativi comincia a farsi sentire nella cultura egizia e in quella

Dettagli

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia Affronteremo un breve viaggio per scoprire il significato che la volta celeste aveva per i popoli

Dettagli

Itinerari romani. Comune di Roma Turismo. 1 Al chilometro zero. Dal Campidoglio a piazza Venezia

Itinerari romani. Comune di Roma Turismo. 1 Al chilometro zero. Dal Campidoglio a piazza Venezia Itinerari romani Comune di Roma Turismo 1 Al chilometro zero Dal Campidoglio a piazza Venezia Roma per te Collana di informazioni del Comune di Roma Realizzazione a cura: Testi: Coordinamento editoriale:

Dettagli

LEGGERE UN OPERA D ARTE. Come individuare gli indicatori di periodo storico, stile e artista

LEGGERE UN OPERA D ARTE. Come individuare gli indicatori di periodo storico, stile e artista LEGGERE UN OPERA D ARTE Come individuare gli indicatori di periodo storico, stile e artista Cos è un opera d arte Leggere un opera d arte 2 Leggere un opera d arte 3 Cos è un opera d arte In origine arte

Dettagli

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO P. F. Fumagalli, 31.10.2104 Il Dialogo è una componente essenziale dell essere umano nel mondo, in qualsiasi cultura alla quale si voglia fare riferimento: si

Dettagli

alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE Atelier Castello

alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE Atelier Castello alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE novantanove Atelier Castello o- vata- ove alberi ABBIAMO RIDOTTO L AREA PEDONALE DELIMITANDO I BRACCI A FILO DELLE TORRI DEL CASTELLO. IN QUESTO MODO LA PIAZZA CON I

Dettagli

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA Il Museo Diocesano di Catania desidera, anche quest anno, proseguire con le scuole l impegno e la ricerca educativa con particolare attenzione ai Beni Culturali, Artistici e Ambientali. L alleanza fra

Dettagli

ISERNIA. Il ponte ferroviario

ISERNIA. Il ponte ferroviario ISERNIA Caparbia, questo sembra Isernia: quanta determinazione dev essere costato far arrivare il treno nella parte alta della città, quanta opera di convincimento per ottenere un viadotto così grandioso

Dettagli

Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino

Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino Cantiere Pastiglie Leone Rita Miccoli Cell. 335.80.22.975 r.miccoli@studioimmobiliareregina.it www.studioimmobiliareregina.it Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino RINASCE

Dettagli

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo La storia del museo Il Museo deriva il suo nome da quello delle Muse, personaggi della mitologia greca. Le Muse erano 9 ed erano figlie

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

NEL 1600. Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra dei Trent'anni. combattuta dal 1618 al 1648

NEL 1600. Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra dei Trent'anni. combattuta dal 1618 al 1648 NEL 1600 1. c'erano Stati che avevano perso importanza = SPAGNA ITALIA- GERMANIA 2. altri che stavano acquisendo importanza = OLANDA INGHILTERRA FRANCIA Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra

Dettagli

L ape nell arte di Bernini

L ape nell arte di Bernini di Renzo Barbattini e Giuseppe Bergamini L ape nell arte di Bernini Si deve al genio di Gian Lorenzo Bernini (Napoli 1598 - Roma 1680), mirabile interprete della nuova concezione estetica barocca, la realizzazione

Dettagli

Itinerari romani. Comune di Roma Turismo. 7 Agli albori della Roma cristiana. Da San Giovanni in Laterano a Santa Croce in Gerusalemme

Itinerari romani. Comune di Roma Turismo. 7 Agli albori della Roma cristiana. Da San Giovanni in Laterano a Santa Croce in Gerusalemme Itinerari romani Comune di Roma Turismo 7 Agli albori della Roma cristiana Da San Giovanni in Laterano a Santa Croce in Gerusalemme Roma per te Collana di informazioni del Comune di Roma Realizzazione

Dettagli

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Celebriamo Colui che tu, o Vergine, hai portato a Elisabetta Sulla Visitazione della beata vergine Maria Festa del Signore Appunti dell incontro

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO

INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO Rallegrati Maria Dal vangelo di Luca (1, 26-38) 26 Al sesto mese, l angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nàzaret,

Dettagli

ALOIS RIEGL (1858-1905)

ALOIS RIEGL (1858-1905) ALOIS RIEGL (1858-1903 DER MODERNE DENKMALKULTUS : IL CULTO MODERNO DEI MONUMENTI ANTICHI... NEGLI ULTIMI ANNI SI E VERIFICATO UN PROFONDO CAMBIAMENTO NELLE NOSTRE CONCEZIONI SULLA NATURA E LE ESIGENZE

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

CHE COS È L INDULGENZA?

CHE COS È L INDULGENZA? CHE COS È L INDULGENZA? La dottrina dell'indulgenza è un aspetto della fede cristiana, affermato dalla Chiesa cattolica, che si riferisce alla possibilità di cancellare una parte ben precisa delle conseguenze

Dettagli

SANTA MESSA IN ONORE ED ALLA PRESENZA DI SUA EMINENZA REVERENDISSIMA IL CARDINALE LUIGI DE MAGISTRIS CAGLIARI, 22-02-2015

SANTA MESSA IN ONORE ED ALLA PRESENZA DI SUA EMINENZA REVERENDISSIMA IL CARDINALE LUIGI DE MAGISTRIS CAGLIARI, 22-02-2015 ORDINE DEI SANTI MAURIZIO E LAZZARO Delegazione Gran Magistrale della Sardegna SANTA MESSA IN ONORE ED ALLA PRESENZA DI SUA EMINENZA REVERENDISSIMA IL CARDINALE LUIGI DE MAGISTRIS CAGLIARI, 22-02-2015

Dettagli

APPUNTAMENTO CON GLI ITINERARI DI SPIRITUALITA E INCONTRI ECUMENICI INTERRELIGIOSI

APPUNTAMENTO CON GLI ITINERARI DI SPIRITUALITA E INCONTRI ECUMENICI INTERRELIGIOSI APPUNTAMENTO CON GLI ITINERARI DI SPIRITUALITA E INCONTRI ECUMENICI INTERRELIGIOSI PELLEGRINAGGIO IN TERRA SANTA con visita della Samaria e dei Monasteri della Palestina dal 28 Maggio al 4 Giugno 2015

Dettagli

Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione

Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione Algebra Geometria Il triangolo è una figura piana chiusa, delimitata da tre rette che si incontrano in tre vertici. I triangoli possono essere

Dettagli

Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Anno di produzione 2014 Tecnica mista su cartoncino Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro

Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Anno di produzione 2014 Tecnica mista su cartoncino Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro Tavola n. 30 Titolo: Presunte avventure di Lucrezia e Cesare Dimensioni: 50 cm x 35 cm Costo: 2625 euro Tavola

Dettagli

Il paracadute di Leonardo

Il paracadute di Leonardo Davide Russo Il paracadute di Leonardo Il sogno del volo dell'uomo si perde nella notte dei tempi. La storia è piena di miti e leggende di uomini che hanno sognato di librarsi nel cielo imitando il volo

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

La Ville Radieuse di Le Corbusier

La Ville Radieuse di Le Corbusier Modelli 8: la città funzionale La Ville Radieuse di Le Corbusier Riferimenti bibliografici: - Le Corbusier, Verso una architettura, a cura di P. Cerri e P. Nicolin, trad. it., Longanesi, Milano, 1987 -

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale 1 Maria Giovanna Piva * * Presidente del Magistrato alle Acque di Venezia Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale Da moltissimi anni il Magistrato alle Acque opera per

Dettagli

Itinerari romani. Comune di Roma Turismo. 6 Tra boschi e acquedotti. Il Celio

Itinerari romani. Comune di Roma Turismo. 6 Tra boschi e acquedotti. Il Celio Itinerari romani Comune di Roma Turismo 6 Tra boschi e acquedotti Il Celio Roma per te Collana di informazioni del Comune di Roma Realizzazione a cura: Testi: Coordinamento editoriale: Progetto grafico

Dettagli

Itinerari TURISTICI a Neviano degli Arduini Proposte per l ESTATE 1 - SCULTURA ROMANICA A NEVIANO E DINTORNI

Itinerari TURISTICI a Neviano degli Arduini Proposte per l ESTATE 1 - SCULTURA ROMANICA A NEVIANO E DINTORNI Itinerari TURISTICI a Neviano degli Arduini Proposte per l ESTATE 1 - SCULTURA ROMANICA A NEVIANO E DINTORNI -numero luoghi: 10 -tempo necessario: 1 giorno (2 giorni x itinerari 1 e 2) -sequenza consigliata:

Dettagli

ROVERETO: PERCORSO NELLE TRINCEE

ROVERETO: PERCORSO NELLE TRINCEE ROVERETO: PERCORSO NELLE TRINCEE Introduzione Il quindici e il sedici ottobre siamo andati in viaggio d'istruzione a Rovereto con la 3 C. Rovereto è una città a sud di Trento ricco di molte attrazioni

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Scheda 4 «Territorio e Turismo sostenibile» IL TERRITORIO CULTURALE ED ECONOMICO. GREEN JOBS Formazione e Orientamento

Scheda 4 «Territorio e Turismo sostenibile» IL TERRITORIO CULTURALE ED ECONOMICO. GREEN JOBS Formazione e Orientamento Scheda 4 «Territorio e Turismo sostenibile» IL TERRITORIO TERRITORIO CULTURALE ED ECONOMICO GREEN JOBS Formazione e Orientamento L uomo è il principale agente di trasformazione del territorio sia direttamente,

Dettagli

KATE OTTEN Sudafrica

KATE OTTEN Sudafrica Creare edifici che nutrano lo spirito umano e ispirino l immaginazione. Raggiungere l eccellenza architettonica nel contesto specifico dell Africa. Trovare una risposta adeguata alle peculiarità di ogni

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) Savignano SI FEST 2014 a cura di Italo Zannier di Io sono una forza della natura.. Io sono una forza del Passato. Solo nella tradizione

Dettagli

Gli ebrei nel medioevo. L istituzione di uno dei primi capri espiatori della Storia

Gli ebrei nel medioevo. L istituzione di uno dei primi capri espiatori della Storia Gli ebrei nel medioevo L istituzione di uno dei primi capri espiatori della Storia I rapporti tra ebrei e cristiani Gli ebrei entrarono nel turbine della storia, dopo la dissoluzione del loro stato, con

Dettagli

GRAN TOUR DELLA GRECIA 9 giorni / 8 notti

GRAN TOUR DELLA GRECIA 9 giorni / 8 notti GRAN TOUR DELLA GRECIA 9 giorni / 8 notti 2014/2015 Atene / Canale di Corinto / Epidauro / Micene / Nauplia / Olympia / Arachova Delfi / Kalambaka / Meteore / Salonicco / Filippi / Kavala / Vergina / Termopili

Dettagli

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata + Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo Relazione introduttiva al Convegno del 3 dicembre 2011

Dettagli

Io ò bevuto circa due. mesi sera e mattina. d una aqqua d una. fontana che è a. quaranta miglia presso. Roma, la quale rompe. la pietra; e questa à

Io ò bevuto circa due. mesi sera e mattina. d una aqqua d una. fontana che è a. quaranta miglia presso. Roma, la quale rompe. la pietra; e questa à Io ò bevuto circa due mesi sera e mattina d una aqqua d una fontana che è a quaranta miglia presso Roma, la quale rompe la pietra; e questa à rotto la mia e fàttomene orinar gran parte. Bisògniamene fare

Dettagli

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI Promesse di Gesù per coloro che reciteranno questa preghiera per 12 anni. Attraverso Santa Brigida, Gesù ha fatto meravigliose promesse alle anime

Dettagli

LO SPAZIO NELL ARTE. Tra realtà e illusione

LO SPAZIO NELL ARTE. Tra realtà e illusione LO SPAZIO NELL ARTE Tra realtà e illusione Lo studio di sistemi di rappresentazione dello spazio è stato uno dei temi di ricerca più importanti delle arti figurative e un problema molto sentito dagli artisti,

Dettagli

STORIA DELL USO DELL ENERGIA IN ITALIA Cesare Silvi Presidente GSES

STORIA DELL USO DELL ENERGIA IN ITALIA Cesare Silvi Presidente GSES STORIA DELL USO DELL ENERGIA IN ITALIA Cesare Silvi Presidente GSES NEW LIGHT ON ROME, ROMA, MERCATI DI TRAIANO, 2000 ARTISTA PETER ERSKINE Gruppo per la storia dell'energia solare (GSES) www.gses.it

Dettagli

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Dialoghi tra scuole d Europa: esperienze e curricola a confronto Scuola media Manzoni Lucarelli di Bari - Carbonara 21

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

VISITE GUIDATE AGLI SCAVI di OSTIA ANTICA

VISITE GUIDATE AGLI SCAVI di OSTIA ANTICA VISITE GUIDATE AGLI SCAVI di OSTIA ANTICA MODULO PER I GRUPPI Nel presente modulo sono indicati i possibili percorsi per la Visita Guidata agli Scavi di Ostia Antica e la relativa Scheda di Prenotazione

Dettagli

Pietra dei solstizi di Montevila Perca (Alto Adige)

Pietra dei solstizi di Montevila Perca (Alto Adige) Dott. Huber Josef Pietra dei solstizi di Montevila Perca (Alto Adige) La pietra dei solstizi di Montevila é un blocco di granito con un volume di ca. 1,3 m³. Ha cinque fori con un diametro di ca. 3 cm

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

RELAZIONE SULLA FORMAZIONE DEL CATASTO DEGLI AGGREGATI EDILIZI

RELAZIONE SULLA FORMAZIONE DEL CATASTO DEGLI AGGREGATI EDILIZI Comune di San Demetrio Ne Vestini Provincia dell Aquila RELAZIONE SULLA FORMAZIONE DEL CATASTO DEGLI AGGREGATI EDILIZI 1. INTRODUZIONE La sottoscritta arch. Tiziana Del Roio, iscritta all Ordine degli

Dettagli

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it -

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - info@giulianovaparcodeiprincipi.it La Vostra Vacanza Benvenuti La Famiglia

Dettagli

La terra di Punt. Per saperne di più. Ricostruire la storia

La terra di Punt. Per saperne di più. Ricostruire la storia Ricostruire la storia La terra di Punt Tuthmosi II ebbe, come tutti gli altri faraoni, molte mogli, ma la sua preferita era Hatshepsut, da cui però ebbe soltanto figlie femmine. Alla morte di Tuthmosi

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

I ROMANI E GLI ALTRI POPOLI: tra conflitto e integrazione. Un ipotesi di percorso didattico

I ROMANI E GLI ALTRI POPOLI: tra conflitto e integrazione. Un ipotesi di percorso didattico I ROMANI E GLI ALTRI POPOLI: tra conflitto e integrazione Un ipotesi di percorso didattico Motivazioni culturali ed educative rilevanza del tema nella storia e nella cultura romana codici di interpretazione

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Qualche giorno dopo la fine della competizione olimpica di judo è venuto il momento di analizzare quanto successo a Londra. Il mondo del

Dettagli

TONNARA di SCOPELLO Comunione Tonnare Scopello & Guzzo

TONNARA di SCOPELLO Comunione Tonnare Scopello & Guzzo Vi preghiamo di tener presente che le sistemazioni offerte sono in linea con lo spirito del luogo, lontane dal comfort e dagli standard delle strutture ricettive. In particolare, alcune abitazioni hanno

Dettagli

Il Bhutan: il regno del dragone tuonante

Il Bhutan: il regno del dragone tuonante : il regno del dragone tuonante di Paolo Castellani 12 Il Memorial Chorten a Thimphu Lo Dzong di Paro? Ma dov è? Questa è la risposta che ti puoi aspettare quando dici che andrai in Bhutan. Questo remoto

Dettagli

Fondazione Memofonte onlus Studio per l elaborazione informatica delle fonti storico-artistiche

Fondazione Memofonte onlus Studio per l elaborazione informatica delle fonti storico-artistiche c. 1 Illustrissimi signori Per la maggior facilità e chiarezza della stima dei mobili del patrimonio dell illustrissimo signor marchese bali Vincenzio Riccardi, incaricatami con il decreto delle signorie

Dettagli

Documento Preliminare alla Progettazione Concorso Internazionale di Idee Piazza della Scala

Documento Preliminare alla Progettazione Concorso Internazionale di Idee Piazza della Scala Documento Preliminare alla Progettazione Concorso Internazionale di Idee Piazza della Scala SOMMARIO PREMESSA 1 OBIETTIVI DEL CONCORSO 2 INQUADRAMENTO URBANO 2.1 DESCRIZIONE E IDENTIFICAZIONE DELL AMBITO

Dettagli

Guida al Campus. Aule, mappe e servizi. Sede di Milano

Guida al Campus. Aule, mappe e servizi. Sede di Milano Guida al Campus Aule, mappe e servizi Sede di Milano INDICE Elenco aule per attività didattiche 2 Elenco Istituti e Dipartimenti 7 Mappe delle Sedi universitarie del campus di Milano 8 Vista d insieme

Dettagli

Svolgimento del gioco. Un gioco di Matthias Cramer per 2-5 persone dai 10 anni

Svolgimento del gioco. Un gioco di Matthias Cramer per 2-5 persone dai 10 anni Un gioco di Matthias Cramer per 2-5 persone dai 10 anni Anno 1413 Il nuovo re d'inghilterra, Enrico V di Lancaster persegue gli ambiziosi progetti di unificare l'inghilterra e di conquistare la corona

Dettagli

PRESENT past A V A N G U A R D I A E S T I L E N E L L A C O S T R U Z I O N E

PRESENT past A V A N G U A R D I A E S T I L E N E L L A C O S T R U Z I O N E past PRESENT A V A N G U A R D I A E S T I L E N E L L A C O S T R U Z I O N E Anni di esperienza e di tradizione nel settore dell edilizia, sono le nostre più care prerogative per offrire sempre il meglio

Dettagli

CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011

CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011 Roma CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011 Castel Sant Angelo Sala Paolina Mostra su Giuseppe Garibaldi Tutt altra

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

(da I Malavoglia, cap. XV)

(da I Malavoglia, cap. XV) 4. GIOVANNI VERGA (ANALISI DEL TESTO) L addio di Ntoni Una sera, tardi, il cane si mise ad abbaiare dietro l uscio del cortile, e lo stesso Alessi, che andò ad aprire, non riconobbe Ntoni il quale tornava

Dettagli

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio CREDO IN GESÙ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio Incominciamo a sfogliare il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ce ne sono tante edizioni. Tra le mani abbiamo

Dettagli

La Famiglia La maggior parte delle Istituzioni religiose e politiche basa la struttura sociale dell Uomo sul Semplice racchiuso nel concetto di

La Famiglia La maggior parte delle Istituzioni religiose e politiche basa la struttura sociale dell Uomo sul Semplice racchiuso nel concetto di La Famiglia La maggior parte delle Istituzioni religiose e politiche basa la struttura sociale dell Uomo sul Semplice racchiuso nel concetto di famiglia, e stabilisce condizioni proprie per assegnare questa

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

A ROMA DA PAPA FRANCESCO. Roma 31 Ottobre 2015

A ROMA DA PAPA FRANCESCO. Roma 31 Ottobre 2015 A ROMA DA PAPA FRANCESCO Roma 31 Ottobre 2015 Il Programma definitivo della giornata sarà disponibile sul sito www.ucid.it A ROMA DA PAPA FRANCESCO - Roma, 31 Ottobre 2015 PROPOSTE DI ACCOGLIENZA OPZ.

Dettagli

IL MINISTRO DELL INTERNO

IL MINISTRO DELL INTERNO D.M. 16 maggio 1987, n. 246 (G.U. n. 148 del 27 giugno 1987) NORME DI SICUREZZA ANTINCENDI PER GLI EDIFICI DI CIVILE ABITAZIONE IL MINISTRO DELL INTERNO Vista la legge 27 dicembre 1941, n. 1570: Vista

Dettagli

UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA

UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA Confesso tutta la mia difficoltà a presentarvi questo brano che ho pregato tante volte. La paura è quella di essere troppo scontata oppure di dare troppe cose per sapute.

Dettagli

I Luoghi dell Amore VISITE GUIDATE

I Luoghi dell Amore VISITE GUIDATE I Luoghi dell Amore VISITE GUIDATE 13 15 febbraio 2015 www.bolzano-bozen.it Anche quest anno, dal 13 al 15 febbraio, Bolzano festeggia San Valentino con gli appuntamenti de I Luoghi dell Amore, un viaggio

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

Presentazione Prologo all edizione francese

Presentazione Prologo all edizione francese INDICE Presentazione Prologo all edizione francese IX XVIII PARTE PRIMA CAPITOLO I Finché portiamo noi stessi, non portiamo nulla che possa valere 3 CAPITOLO II Non dobbiamo turbarci di fronte ai nostri

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

passione coinvolgente

passione coinvolgente passione coinvolgente Arte ed eleganza impreziosiscono gli interni di una villa appena ristrutturata. L arredo moderno incontra la creatività di artisti internazionali. progettazione d interni far arreda

Dettagli

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche:

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche: PREMESSA Insignita della Medaglia d Argento al Valor Militare della Resistenza, Pistoia, al pari di altre città toscane, è stata teatro di avvenimenti tragici, la maggior parte dei quali intercorsi tra

Dettagli

Dove pose il suo Nome : la chiesa del Gesù a Roma

Dove pose il suo Nome : la chiesa del Gesù a Roma Dove pose il suo Nome : la chiesa del Gesù a Roma Jean- Paul Hernández SJ 1 Sant Ignazio di Loyola e i suoi primi compagni arrivano a Roma nell autunno del 1537. Immediatamente sono coinvolti in una frenetica

Dettagli

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7 NOSTROSIGNORE Is45,1 7 Sal146(145) At2,29 36 Gv21,5 7 Tra gli elementi costitutivi dell'esistenza umana, la dipendenza dell'uomo daun'autoritàè unfattoincontrovertibile. L'aggettivosostantivatokyriossignifica:

Dettagli

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Corona Biblica per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Imprimatur S. E. Mons. Angelo Mascheroni, Ordinario Diocesano Curia Archiepiscopalis

Dettagli

Rettangoli isoperimetrici

Rettangoli isoperimetrici Bruno Jannamorelli Rettangoli isoperimetrici Questo rettangolo ha lo stesso perimetro di quello precedente. E l area? È la stessa? Il problema di Didone Venere ad Enea: Poi giunsero nei luoghi dove adesso

Dettagli

PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE

PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE La Sala consultazione della Biblioteca Provinciale P. Albino è organizzata secondo il principio dell accesso diretto da parte dell utenza al materiale

Dettagli

Progetto Rubiera Centro

Progetto Rubiera Centro LE POLITICHE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA QUALIFICAZIONE DEI CENTRI COMMERCIALI NATURALI Progetti anno 2013 (D.G.R. n. 1822/2013) Bologna, 1 luglio 2014 Progetto Rubiera Centro Il progetto del comune

Dettagli

(Omissis) Art. 1. (Campo di applicazione).

(Omissis) Art. 1. (Campo di applicazione). DECRETO MINISTERIALE 2 aprile 1968, n. 1444 (pubblicato nella g. u. 16 aprile 1968, n. 97). Limiti inderogabili di densità edilizia, di altezza, di distanza fra i fabbricati e rapporti massimi tra spazi

Dettagli

La gita è riservata ai soci di Ostia in Bici XIII in regola con l iscrizione. Il numero minimo di partecipanti è fissato a 10, il massimo a 20.

La gita è riservata ai soci di Ostia in Bici XIII in regola con l iscrizione. Il numero minimo di partecipanti è fissato a 10, il massimo a 20. Versione del 9/3/2015 Pag.1 di 5 FIAB - Ostia in Bici XIII Il Salento in bici 20-28 giugno 2015 Panoramica Una settimana nel Salento: un omaggio ad una delle bellezze d Italia, che ci racconterà di natura,

Dettagli

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati VISTO DAI BAMBINI E DAI RAGAZZI ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati in questa sezione riguardano progetti e proposte in aree di verde pubblico. Se il primo lavoro è finalizzato all arredo

Dettagli

Opera d Arte società cooperativa, è

Opera d Arte società cooperativa, è LE PROPOSTE DIDATTICHE DI OPERA D ARTE Per la scuola, per i gruppi, per le associazioni, per la terza età, per i singoli, per chiunque voglia consolidare o arricchire le proprie conoscenze sulla storia

Dettagli

Il rosario è composto da quattro corone. A ognuna di queste sono relazionati 5 misteri della vita terrena di Cristo:

Il rosario è composto da quattro corone. A ognuna di queste sono relazionati 5 misteri della vita terrena di Cristo: universale viva in ogni popolo. Ogni giorno, da soli, in famiglia o in comunità, insieme con Maria, la Madre di Dio e dell umanità, percorriamo i continenti per seminarvi la preghiera e il sacrificio,

Dettagli

COMUNE DI DOLO Provincia di Venezia

COMUNE DI DOLO Provincia di Venezia COMUNE DI DOLO Provincia di Venezia REGOLAMENTO Variazioni ecografiche- numerazione civica esterna Numerazione civica interna Riferimenti normativi: Legge 24 dicembre 1954, n. 1228 artt. 9 e 10 D.P.R.

Dettagli