LICEO STATALE STATALE ELEONORA D ARBOREA (LINGUISTICO-UMANISTICO-SOCIOECONOMICO) CAGLIARI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LICEO STATALE STATALE ELEONORA D ARBOREA (LINGUISTICO-UMANISTICO-SOCIOECONOMICO) CAGLIARI"

Transcript

1 LICEO STATALE STATALE ELEONORA D ARBOREA (LINGUISTICO-UMANISTICO-SOCIOECONOMICO) CAGLIARI A.S DOCUMENTO DEL 15 MAGGIO DEL CONSIGLIO DELLA CLASSE 5ª B Linguistico Il Dirigente Scolastico

2 Il Consiglio della classe 5ªB ha approvato il documento nella seduta del 07/05/2015 Anedda Sergio Boero Paola Crabot Cecile Curreli Renato Falzoi Piera Farris Giannina García Liarte Florentina Lecca Salvatore Mc Comas Steve Marci Maria Adelaide Masia Emilia Porceddu Giovanna Tedde Peppino Indice Piano di studi del Liceo Linguistico... 3 Composizione del Consiglio di Classe... 4 La classe... 5 Presentazione sintetica della classe... 5 Obiettivi Educativi e Didattici... 6 Verifiche e valutazione... 6 Simulazioni di prove d esame... 7 Metodi e strumenti... 8 Attività extracurricolari

3 Programmi Educazione Fisica...pagina 10 Filosofia...pagina 11 Fisica...pagina 12 Francese...pagina 13 Conversazione francese pagina 14 Inglese...pagina 15 Italiano...pagina 16 Matematica... pagina 18 Scienze naturali...pagina 20 Spagnolo... pagina 22 Conversazione spagnolo pagina 23 Storia... pagina 23 Storia dell Arte...pagina 25 Allegati Testi delle simulazioni della Terza Prova... pagina 28 Risultati delle simulazioni della Terza Prova.. pagina 29 Griglie di valutazione... pagina 30 PIANO DI STUDI DEL LICEO LINGUISTICO Attività e insegnamenti obbligatori 1^anno 2^anno 3^anno 4^anno 5^anno Lingua e letteratura italiana Lingua latina 2 2 Lingua e cultura straniera 1* Lingua e cultura straniera 2* Lingua e cultura straniera 3* Storia e Geografia 3 3 Storia Filosofia Matematica** Fisica

4 Scienze naturali*** Storia dell arte Scienze motorie e sportive Religione cattolica o Attività alternative Totale ore settimanali * Sono comprese 33 ore annuali di conversazione col docente di madrelingua ** con Informatica al primo biennio *** Biologia, Chimica, Scienze della Terra N.B. E previsto l insegnamento, in lingua straniera, di una disciplina non linguistica (CLIL) compresa nell area delle attività e degli insegnamenti obbligatori per tutti gli studenti o nell area degli insegnamenti attivabili dalle istituzioni scolastiche nei limiti del contingente di organico ad esse annualmente assegnato, tenuto conto delle richieste degli studenti e delle loro famiglie. Dal secondo anno del secondo biennio è previsto inoltre l insegnamento, in una diversa lingua, straniera, di una disciplina non linguistica (CLIL), compresa nell area delle attività e degli insegnamenti obbligatori per tutti gli studenti o nell area degli insegnamenti attivabili dalle istituzioni scolastiche nei limiti del contingente di organico ad esse assegnato, tenuto conto delle richieste degli studenti e delle loro famiglie. Composizione del Consiglio di Classe Continuità nel triennio 3^ 4^ 5^ Anedda Sergio Matematica X X Anedda Sergio Fisica X X X Boero Paola Inglese X X X Crabot Cecile Conversazione francese X X Curreli Renato Filosofia X X X Falzoi Piera Religione X X X Farris Giannina Francese X X García Liarte Florentina Conversazione spagnolo X X Lecca Salvatore Scienze X X X McComas Steve Conversazione inglese X X X Marci Maria Adelaide Educazione fisica X X X Masia Emilia taliano X X X 4

5 Masia Emilia Storia X X Porceddu Giovanna Storia dell arte X X X Tedde Peppino Spagnolo X X X La classe 1 Anedda Maria Paola 2 Cirullo Alessandra 3 Deidda Carla 4 Di Maira Eleonora 5 Ghiani Denise 6 Lamieri Paolo 7 Luppoli Alice 8 Melis Federica 9 Picciau Michela 10 Porcu Gabriele 11 Vargiu Carla Azzurra Presentazione sintetica della classe Nel corso dell anno scolastico 2014/2015 hanno frequentato regolarmente la classe 5ª B 11 studenti, poiché una studentessa (nuovo inserimento nella classe) ha interrotto la frequenza già dal mese di ottobre. Il numero degli alunni componenti la classe è variato in maniera significativa lungo il quinquennio e del gruppo che formava la 1ª B nell anno scolastico 2010/2011 rimangono solo 9 studenti, in quanto un'alunna dell'attuale gruppo (proveniente da una 5ª Ginnasio) è stata inserita nel terzo anno di corso, mentre un'altra si è inserita nel quarto anno di corso come ripetente della 4ª B. Inoltre va segnalato che un'alunna ha frequentato il quarto anno negli Stati Uniti. Gli insuccessi e gli abbandoni che hanno via via modificato la classe, pur influendo probabilmente sulla formazione dello spirito di gruppo, non hanno pregiudicato i valori di collaborazione, comprensione e solidarietà. In effetti la classe, grazie anche al numero ristretto dei suoi componenti, è parsa alquanto coesa e non condizionata dall individualismo. Questo aspetto ha agevolato la assenza di tensioni interne e ha favorito il dialogo con i docenti che è sempre stato franco e collaborativo. Classe non priva di potenzialità, seppur eterogenea per quanto riguarda grado di responsabilità raggiunto e stili di apprendimento, la 5ª B ha mostrato sufficiente equilibrio tra partecipazione in classe e lavoro a casa e, più in generale, tra la fase ricettiva e quella produttiva. L attenzione degli studenti nel corso delle attività in classe è stata adeguata anche se la partecipazione si è manifestata più nella redazione di appunti che nella partecipazione attiva al dialogo didattico. Va anche sottolineato che non per tutti si è riscontrata continuità nello studio a casa e capacità di apprendere e approfondire autonomamente. 5

6 In definitiva, una classe che se anche non ha saputo sfruttare appieno le proprie potenzialità, conseguendo alcuni alunni risultati a volte appena sufficienti, ha mostrato sensibilità e disponibilità verso le proposte didattiche, e che, se anche poco propositiva, ha sempre approvato e condiviso le iniziative dei docenti. Obiettivi Educativi e Didattici Il Consiglio di classe, fatti propri gli obiettivi enunciati nel POF, ha individuato ed espresso nella programmazione annuale alcuni obiettivi che ha perseguito attraverso strategie e metodologie diverse. In particolare, il Consiglio ha operato per far sì che gli alunni: abbiano consapevolezza dei diritti e dei doveri nell ambito scolastico e sociale; conoscano i linguaggi specifici delle discipline; contestualizzino le tematiche studiate; operino collegamenti interdisciplinari; applichino conoscenze, metodi e criteri in contesti nuovi; lavorino in modo autonomo; motivino le proprie argomentazioni; siano in grado di autovalutarsi. Verifica e valutazione Il Consiglio ha cercato di fare in modo che le verifiche, e le relative valutazioni, venissero vissute come una fase costruttiva dell attività didattica. A tal fine si è, per quanto possibile, circoscritto chiaramente l oggetto della verifica e si sono esplicitati i criteri di valutazione. Sono stati utilizzati, a seconda delle discipline, le seguenti tipologie di verifica: interrogazioni formali; esposizione di argomenti in forma di breve monologo; verifica dialogica con singoli alunni e con la classe; questionari a risposta singola; questionari a scelta multipla; trattazione sintetica di argomenti; esercitazioni e risoluzione di problemi; analisi del testo; saggio breve. La griglia generale utilizzata per le valutazioni, ove non ci si sia avvalsi di una specifica, è allegata al presente documento. 6

7 Simulazioni di prove d esame I docenti hanno curato la preparazione alle prove scritte dell Esame di Stato sia direttamente, somministrando prove degli anni scorsi (lingue straniere), che indirettamente, sperimentando diverse tipologie nelle verifiche periodiche. Per quanto riguarda la terza prova scritta, le indicazioni raccolte hanno fatto propendere per la tipologia B. È stata effettuata una simulazione in data 12 marzo 2015, che ha coinvolto Francese, Scienze Naturali, Spagnolo e Storia. I testi e i risultati della simulazione effettuata con la griglia utilizzata per la correzione sono allegati al presente documento. In previsione per il mese di maggio anche la simulazione della seconda prova scritta da parte della docente di Inglese. 7

8 Metodi e strumenti Le tabelle riassumono i metodi e gli strumenti utilizzati per ogni singola disciplina. Modalità didattiche Materie Lezioni frontali Lezioni dialogate Italiano X X Attività di gruppo Attività pratiche Altro Latino X X Francese X X simulazione 3^ prova Spagnolo X X simulazione 3^ prova TVE Inglese X X Filosofia X X Religione Conv. inglese Ed. fisica X X X Matematica X X X Conv.spagnoloo TVE Scienze Naturali X X sim. 3ª prova Storia dell arte X X Conv.francese francese Storia X X simulazione 3^ prova Fisica X X X Strumenti e spazi Materie Libro di testo Fotocopie/testi integrativi LIM Italiano X X X Laboratorio informatica Laboratorio linguistico Altro 8

9 Latino X X Francese X X X X X Spagnolo X X X X Inglese X X X Filosofia X X Religione Conv. inglese X Ed. fisica Palestra/Campo esterno Matematica X X X Calcolatrice scientifica Conv.spagnolo X X Scienze Naturali X X Laboratorio Storia dell arte X X Conv. francese X X Fisica X X Storia X Attività di approfondimento svolte nella classe ed attività extracurricolari Gli studenti hanno partecipato alle seguenti attività: Visione del film Il giovane favoloso (regia di M. Martone) Visione della performance teatrale La III onda. Resoconto di una lezione di storia andata oltre (drammaturgia e regia di Lea Karen Gramsdorff). Giorno della memoria Visita al Radiotelescopio della Sardegna di S. Basilio Visita al sito archeologico di Orroli Nuraghe arrubiu Viaggio di istruzione a Madrid (8 alunni) Giornate dell orientamento presso l'università degli Studi di Cagliari Lezione del ricercatore del CRS4 dott. Andrea Mameli sul tema : Energia e sprechi energetici 9

10 PROGRAMMI EDUCAZIONE FISICA DOCENTE: PROF.SSA MARIA ADELAIDE MARCI Teoria cenni su: Apparato scheletrico anatomia Apparato muscolare contrazione muscolare Apparato cardio-circolatorio: - anatomia - piccola e grande circolazione Apparato respiratorio: - anatomia - funzione respiratoria Pronto soccorso Primo soccorso traumi dello sport Alimentazione: - principi alimentari - catena alimentare - dieta nello sport Uno sport - la pallavolo: - ruolo dei giocatori - fondamentali di squadra - regole del gioco. Testo utilizzato: Corpo libero di Fiorini, Coretti e Boschi Edizione Mariotti ESERCIZI PER IL MIGLIORAMENTO DELLA FUNZIONE CARDIO RESPIRATORIA E CIRCOLATORIA 1. Attività a regime aerobico, ricerca graduale dell'aumento di resistenza 2. Corsa in ambiente naturale con durata e ritmi crescenti 3. Corsa intervallata 4. Lavoro con le funicelle e gli step 5. Esercizi sulla respirazione toracica e addominale ESERCIZI PER RAFFORZARE LA POTENZA MUSCOLARE 1. Esercizi a carico naturale in coppia e in gruppo 2. Esercizi con sovraccarichi lievi e medi 3. Esercizi ai grandi attrezzi: la spalliera 4. Esercizi a circuito con attrezzi ESERCIZI PER LO SVILUPPO DELLA MOBILITÀ ARTICOLARE Esercizi a corpo libero e con attrezzi con esecuzione ripetute 10

11 Esercizi di agilità al suolo di media difficoltà Esercizi per il rilassamento globale e segmentario Stretching: modalità di esecuzione e progressione generale ESERCIZI PER IOL MIGLIORAMENTO DELLA VELOCITÀ Esercizi di prontezza e destrezza con l'utilizzo di attrezzi da diverse posizioni Percorsi di livello medio alto di difficoltà Prove di velocità su varie distanze ESERCIZI DI COORDINAZIONE GENERALE Esercizi di combinazione di gesti motori con diverse parti del corpo Esercizi di esecuzione di gesti su rappresentazione mentale Combinazione di saltelli con la funicella, anche con progressione inventata ORGANIZZAZIONE SPAZIO TEMPORALE Esercizi per organizzare il proprio movimento in spazi delimitati e situazioni complesse, anche utilizzando piccoli attrezzi: (funicelle, cerchi, palloni) Esercizi di riproduzione di azioni motorie e gesti sportivi ESERVIZI PER L'APPRENDIMENTO DEI FONDAMENTALI DI SQUADRA DELLE ATTIVITÀ SPORTIVE TRATTATE 1. Esercizi per il riscaldamento specifico delle discipline sportive 2. Esercizi per apprendere i fondamentali individuali degli sport di squadra AVVIAMENTO ALLA PRATICA SPORTIVA Atletica: fondamentali individuali e regolamento Pallavolo: fondamentali e regolamento Pallacanestro: fondamentali e regolamento Pallatamburello: fondamentali e regolamento Pallamano: fondamentali e regolamento FILOSOFIA DOCENTE: PROF. RENATO CURRELI Manuale: N. Abbagnano - G. Fornero, L ideale e il reale, vol. III, Paravia A. SCHOPENHAUER Il mondo come Rappresentazione; il mondo come Volontà; il fenomeno e il velo della Maya; la cosa in sé e la Volontà; dolore, piacere, noia; il pessimismo; la liberazione dal dolore: arte, etica, ascesi. S. KIERKEGAARD Analisi di Aut-Aut (Enten-Eller): esistenza; libertà; possibilità; angoscia e disperazione; la vita estetica e le sue figure; la vita etica. La scelta religiosa: la figura di Abramo; la fede e la drammaticità della religiosità kierkegaardiana. F. NIETZSCHE L apollineo, il dionisiaco, il tragico. Il superamento del pessimismo. Nichilismo passivo e attivo. La 11

12 critica della morale. La trasvalutazione dei valori. L annuncio di Zarathustra. Lo Übermensch. La morte di Dio. La concezione ciclica del tempo e l eterno ritorno. I problemi dell interpretazione del pensiero di Nietzsche. S. FREUD Dall ipnosi alle associazioni libere. L inconscio. La libido. La prima topica. Il sogno e i suoi processi. La seconda topica. L Es e suoi principi. Il Super-io. Le fasi dello sviluppo psicosessuale. M. HEIDEGGER Analisi di Essere e Tempo (Sein und Zeit): essere, esistenza, esserci; essere-nel-mondo; progetto; trascendenza; commercio; cura; esistenza inautentica; esistenza del si o anonima; esistenza autentica; essere-per-la-morte, angoscia, nullità (Nichtigkeit). K. R. POPPER La formazione di Popper all interno del dibattito epistemologico europeo e viennese. Scienza e Metafisica; la demarcazione e il principio di falsificabilità; critica dell induzione; il contesto della giustificazione e il controllo deduttivo delle teorie; proposizioni singolari e universali; asserzionibase; corroborazione e falsificazione; la teoria dei tre mondi; CONTENUTI e CONOSCENZE FISICA DOCENTE: PROF. SERGIO ANEDDA Soffermandosi principalmente sugli aspetti descrittivi e fenomenologici, lo studente ha incontrato nello studio gli elementi fondamentali dei seguenti contenuti disciplinari: Concetto di energia e di potenza e loro relazione Definizione di corrente elettrica Legge di Coulomb e sua formulazione Definizione di conduttori e isolanti La legge di Ohm e sua formulazione Definizione di generatore elettrico, resistenza, circuito elettrico Il condensatore e sua formulazione Calcolo della legge di Ohm in circuiti ad una maglia Uso della legge di Ohm in circuiti resistivi serie e parallelo Legge di Joule Legge di Ampere ( principio di equivalenza ) e sua formulazione Concetto di campo elettrico e/o gravitazionale Concetto di potenziale elettrico 12

13 Il motore elettrico in forma descrittiva Gli interruttori salvavita per uso civile Onde elettromagnetiche. Energia e consumo Esercizi tipici: 1. Quale forza viene esercitata tra due lastre cariche ciascuna con 10 C di carica positiva? Paragonala con la forza di un braccio umano che regge una massa di 100g. 2. Come si può costruire una elettrocalamita? 3. Quanto kcal consuma uno scaldabagno della potenza di 2000W, alimentato da una tensione di 240V, in 1 ora? 4. Sopra un ferro da stiro sono stampigliate le sue caratteristiche elettriche che sono P = 900W e V = 220V. Quale è la corrente che lo attraversa? I = A I = 4.09A I = Disegna due resistenze da 100 Ohm in serie e alimentate in una maglia da un generatore di 12 V. Quale potenza viene svilupata nel circuito? 6. Quale energia associamo al fotone rosso? 7. Come esprimi il concetto di campo 8. Cosa esprime il principio di equivalenza di Ampere 9. Si può descrivere un fulmine attraverso la forza di Coulomb 10. Quali sono le quattro forze della natura 11. Se una caramella contiene 25 cal ( 1 cal=4,186 J) quanto tempo deve restare accesa una lampada da 25 W per consuma l'energia di 10 caramelle? FRANCESE DOCENTE: PROF.SSA GIANNINA FARRIS BAUDELAIRE: sa vie et son oeuvre Lecture et analyse de : - Spleen ( Les Fleurs du Mal ) - L'Albatros ( Les Fleurs du Mal) VERLAINE ET RIMBAUD : vie et oeuvres Lecture et analyse de : - Chanson d'automne ( Poèmes saturniens ) - Ma bohème ( Fantaisie ) MARCEL PROUST : sa vie et son oeuvre 13

14 Lecture et analyse de : - La petite madeleine ( Du coté de chez Swann ) SARTRE : sa vie et son oeuvre Lecture et analyse de: - Expériences scolaires ( Les Mots ) CAMUS : sa vie et son oeuvre Lecture et analyse de : - Aujourd'hui maman est morte ( L'Etranger ) - Alors j'ai tiré ( L'Etranger ) EUGENE IONESCO : sa vie et son oeuvre Lecture et analyse de : - Une conversation absurde (La cantatrice chauve) - Une question capitale ( La leçon ) SIMONE DE BEAUVOIR : sa vie et son oeuvre Lecture et analyse de : - Conflit entre mère et fille (Mémoires d'une jeune fille rangée ) MARGUERITE DURAS : sa vie et son oeuvre Lecture et analyse de : - La limousine noire ( L'Amant CONVERSAZIONE IN LINGUA FRANCESE DOCENTE: PROF.SSA CÉCILE CRABOT Livre adopté: ABC Delf junio B2 CLE international. Le travail de l année s est concentré sur des activités orales de typologie DELF B1 puis B2, comprennant: Débat en classe, suite à la lecture-compréhension de textes touchant des thèmes de socitété Production orale sur l expression d un point de vu personnel argumenté (bref texte d amorce fourni) l écoute d extraits sonores (compréhension orale) niveau Delf B1/B2 Sujets abordés durant l année scolaire: Les vacances : Texte Delf B2 Les voyages forment la jeunesse, compréhension, débat sur le sujet La discrimination féminine : Le foot: un sport de fille? (Bac Blanc 1, pp ), débat en 14

15 classe sur le sujet Le web et les ados (activités orales écrites): texte venant d internet Un internaute piégé par ses traces sur le web, débat sur le thème traité Les repas en France : texte B2 pp Extrait vidéo sur Noel le pire des cadeaux, dis-moi ce que tu offres, je te dirai qui tu es! Le permis à points : Delf B2 pp Activités de production orale sur l expression d un point de vue : pratiqueriez-vous un sport extrême? ; le télétravail, avantage ou inconvénient? Les médicaments génériques; vive le vote obligatoire ; Récit du film vu L auberge espagnole Extrait vidéo Bienvenue à Paris, à la décoiuverte de cette ville magnifique compréhension oral, suivi de la présentation orale individuel d un monument parisien. INGLESE DOCENTE: PROF.SSA PAOLA BOERO THE 19 TH CENTURY: Edgar Allan Poe The Romantic Age Samuel Coleridge Jane Austen The Victorian Age The Aesthetic Movement Oscar Wilde Robert Louis Stevenson Joseph Conrad THE 20 TH CENTURY: The Modern Age Modernism 15

16 Virginia Woolf The War Poets: Wilfred Owen George Orwell William Golding The Vietnam War ITALIANO DOCENTE: PROF.SSA EMILIA MASIA Testo in adozione: G. Baldi, S. Giusso, M. Razetti, G. Zaccaria: " La Letteratura", ed. Paravia voll G.Leopardi. Biografia e opere. Il pensiero. La poetica del vago e dell'infinito. Leopardi e il Romanticismo. I Canti: gli Idilli; il "risorgimento e i "grandi idilli" del '28-'30; il "ciclo di Aspasia"; la polemica contro l'ottimismo progressista; Le operette morali e "l'arido vero" Il Romanticismo. La poetica classicistica e la poetica romantica. Il movimento romantico in Italia. Il romanzo in Italia. Lettura, analisi e commento delle seguenti opere: ICanti : L'infinito; A Silvia; A se stesso; Le operette morali: Dialogo della Natura e di un Islandese. Lo Zibaldone: La teoria del piacere; Indefinito e infinito; teoria della visione; teoria del suono. Letture: microsaggio 11. La Palinodia al marchese Gino Capponi e la polemica contro l'ottimismo progressista Il Positivismo. La Scapigliatura. Il Verismo. G.Verga Biografia e opere. I romanzi preveristi. La svolta verista. Poetica e tecnica narrativa del Verga verista: l'"eclisse" dell'autore e la "regressione" della voce narrante. L'ideologia verghiana. Il verismo di Verga e il naturalismo zoliano. Vita dei campi. Il ciclo dei Vinti. I Malavoglia. Lettura, analisi e commento delle seguenti opere: Lettera a S.Farina Prefazione a L'amante di Gramigna; lettera a Capuana del L'"eclisse" dell'autore e la regressione nel mondo rappresentato; lettera a F.Cameroni del e del ; lettera a F.Torraca del Le novelle: La lupa. La roba. I Malavoglia: Prefazione; capp.i, IV, XI, XV. 16

17 Mastro-don Gesualdo: La morte di mastro- don Gesualdo. Il Decadentismo. G. D'Annunzio Biografia e opere. L'Estetismo e la sua crisi. I romanzi del superuomo. Le Laudi: Alcyone. Il periodo "notturno". Lettura, analisi e commento dei seguenti brani: Il Piacere libro III, cap.ii. Un ritratto allo specchio: Andrea Sperelli ed Elena Muti Il Piacere libro III, cap.iii. Una fantasia "in bianco maggiore" Le vergini delle rocce, libro I. Il programma politico del superuomo Alcyone: La pioggia nel pineto G.Pascoli Biografia e opere. La visione del mondo. La poetica. L'ideologia politica. I temi della poesia pascoliana: gli intenti pedagogici e predicatori; il grande Pascoli decadente. Le soluzioni formali. Lettura, analisi e commento delle seguenti opere: Il fanciullino. Una poetica decadente. Myricae: X agosto, Novembre, Temporale, Il lampo, Poemetti: Italy La grande proletaria si è mossa,1911: Proletaria, ma armata Il Primo Novecento La stagione delle avanguardie: Futurismo, Dadaismo e Surrealismo Filippo Tommaso Marinetti Il Manifesto del Futurismo I. Svevo Biografia e opere. La cultura di Svevo. La coscienza di Zeno:. Il nuovo impianto narrativo; il tempo, le vicende; l'inattendibilità del narratore e la funzione critica di Zeno; l'inettitudine e l'apertura del mondo. Lettura, analisi e commento dei seguenti brani letterari: La coscienza di Zeno : Il fumo, cap.iii.; La morte del padre, cap. IV; La salute "malata" di Augusta, cap. VI; La morte dell'antagonista, cap.vii; La profezia di un'apocalisse cosmica, cap. VIII. L.Pirandello Biografia e opere. La visione del mondo. La poetica. Le novelle: Il treno ha fischiato. I romanzi: Il fu Mattia Pascal e Uno nessuno centomila. Gli esordi teatrali e il periodo "grottesco": Il giuoco delle parti 17

18 Lettura, analisi e commento delle seguenti opere: L'Umorismo. Un'arte che scompone il reale ( lettura parziale ) Novelle per un anno: Il treno ha fischiato Il fu Mattia Pascal, capp.vii e IX. La costruzione della nuova identità e la sua crisi. Uno, nessuno e centomila. "Nessun nome" Il giuoco delle parti. Incontro con l'opera. La letteratura tra le due guerre: L'Ermetismo. G. Ungaretti. Biografia e opere. L'Allegria: la funzione della poesia; l'analogia; la poesia come illuminazione; gli aspetti formali; la struttura e i temi. Il dolore e le ultime raccolte. Lettura, analisi e commento delle seguenti poesie: L' Allegria: Il porto sepolto, Veglia, S.Martino del Carso, Mattina, Soldati, Il dolore: Non gridate più E.Montale. Biografia e opere. Ossi di seppia: il motivo dell'aridità; la crisi dell'identità e l'"indifferenza"; il "varco"; la poetica; le soluzioni stilistiche. Le occasioni: la poetica degli oggetti; la donna salvifica. La bufera e altro: il contesto del dopoguerra; da Clizia a Volpe; Le conclusioni provvisorie. Lettura, analisi e commento delle seguenti poesie: Ossi di seppia: I limoni, Non chiederci la parola, Spesso il male di vivere ho incontrato. Le occasioni: Non recidere, forbice, quel volto Satura.Xenia 1 Dante Alighieri La Divina Commedia. Lettura, analisi e commento dei seguenti canti del Paradiso: I, III, VI, XI XVII. Studio delle principali figure retoriche del significato, di ordine sintattico e del suono: similitudine, metafora, ossimoro, sinestesia, chiasmo, climax, anafora, inversione, allitterazione, assonanza, consonanza, enjambement CONTENUTI e CONOSCENZE MATEMATICA DOCENTE: PROF. SERGIO ANEDDA 18

19 1. Funzioni reali di una variabile reale 2. Le funzioni razionali, irrazionali, logaritmiche e campo di esistenza 3. Studio della parità di una funzione: f(x)=-f(-x) 4. Studio della positività di una funzione: f(x)>0 5. Studio della intersezione con gli assi di una funzione: f(x)=0; f(0)=? 6. Limiti di una funzione 7. Limite infinito : asintoto verticale 8. Limite finito di una funzione all infinito: asintoto orizzontale 9. Limite infinito di una funzione all infinito 10. Limite sinistro limite destro: limiti fondamentali 11. Operazioni sui limiti: limiti finiti, Limiti infiniti e forme indeterminate 12. Limite all infinito di un polinomio 13. Limiti all infinito delle funzioni razionali 14. Asintoti : asintoto verticale, orizzontale e obliquo 15. Grafici approssimati di funzioni polinomiali fratte 16. Definizione di derivata e suo significato geometrico 17. Continuità delle funzioni derivabili 18. Derivata di alcune funzioni elementari: derivata della funzione costante,identica, logaritmica, esponenziale, potenza, cos x, sen x. 19. Regole di derivazione: derivata della somma,del prodotto, del reciproco, del quoziente, derivata della funzione composta Esercizi tipici: Risolvere l'equazione: 8*2 x-18-2*2 x-1 =16 1)Data la funzione seguente f(x) = (5 x - 10) / (x² + 3) determinare analiticamente il suo grafico a partire da: il campo di esistenza, gli intervalli per cui f(x)>0, l insieme dei valori per cui f(x)=0, 1. l insieme dei valori f(0)=0, verificare se è pari o dispari, disegnare un esempio di funzione traslata sull asse x e sull asse y, 19

20 trovare i massimi e minimi, determinare gli intervalli di crescenza e decrescenza Scrivere un esempio di funzione traslata sull asse x e sull asse y. Calcola le seguenti derivate: f(x)= 4cos x 2 f(x)= 4e x + x 2 + 3x 2 f(x) = (5 x - 10) / (x² + 3) f(x)= f(x) = (5 x - 10) * (x² + 3) f(x)= ln (5 x - 10) f(x) = (5 x - 10) 3 Dato il grafico della funzione f(x) = (5 x - 10) / (x² + 3), dal suo grafico stesso ricavare: il campo di esistenza, gli intervalli per cui f(x)>0, l insieme dei valori per cui f(x)=0, l insieme dei valori f(0)=0, verificare se è pari o dispari, disegnare un esempio di funzione traslata sull asse x e sull asse y, trovare i massimi e minimi, DETERMINARE GLI INTERVALLI DI CRESCENZA E DECRESCENZA 20

21 SCIENZE NATURALI DOCENTE: PROF. SALVATORE LECCA La struttura della terra e la teoria della tettonica a placche. Un pianeta fatto a strati;le strutture della crosta oceanica: dorsali e fosse; l'espansione dei fondali oceanici, la tettonica delle placche, nuove montagne e nuovi oceani; la verifica del modello; il motore delle placche; la tettonica delle placche ei giacimenti minerari. La chimica del carbonio. I composti organici; gli idrocarburi saturi: alcani e cicloalcani; gli isomeri: stessa formula bruta per molecole diverse; gli idrocarburi insaturi: alcheni e alchini; gli idrocarburi aromatici; i gruppi funzionali; i polimeri. Le molecole biologiche. Le molecole biologiche; i carboidrati: i monosaccaridi, i disaccaridi, i polisaccaridi; lipidi; le proteine: gli aminoacidi, le proteine si formano tramite legame peptidico; gli acidi nucleici. La fotosintesi. Gli organismi fotosintetici sono autotrofi perché producono il proprio cibo; nelle piante la fotosintesi avviene nei cloroplasti; l'energia degli elettroni eccitati dalla luce serve per produrre ATP; la fotosintesi è una reazione redox che libera ossigeno gassoso, la fotosintesi prevede la fase luminosa e il ciclo di Calvin; durante la fase luminosa gli elettroni seguono un percorso non ciclico; la membrana tilacoide è organizzata per produrre ATP e NADPH; il ciclo di Calvin produce carboidrati; le piante partono dai carboidrati per la sintesi di altre molecole organiche. Abbattere le foreste tropicali aumenta il riscaldamento globale. La respirazione cellulare. La respirazione cellulare è una reazione redox che richiede ossigeno; il piruvato può prendere due vie : la respirazione cellulare o la fermentazione; la glicolisi è il primo stadio della degradazione del glucosio; prima del ciclo di Krebs è necessaria una reazione preparatoria; il ciclo di Krebs comporta l'ossidazione finale dei prodotti del glucosio; la catena di trasporto degli elettroni produce molte molecole di ATP; le creste mitocondriali creano un gradiente di H+ che porta alla sintesi di ATP; l'ossidazione completa di una molecola di glucosio produce 36 o 38 ATP; quando la cellula è in carenza di ossigeno, può ricorrere alla fermentazione; il metabolismo implica il catabolismo (degradazione) e l'anabolismo(sintesi). La genetica molecolare. 21

22 Le mutazioni rendono difettosi i geni e quindi alterano l'espressione genica; i trasposoni sono elementi genetici mobili; i batterofagi si riproducono all'interno di batteri con due modalità; i batteri possono trasferire geni tra loro in tre modi diversi. Il virus HIV, agente dell'aids, è un esempio di retrovirus. SPAGNOLO DOCENTE: PROF. PEPPINO TEDDE Dal testo in adozione RAÍCES Plus, di Cadelli, Salvaggio, Llorente, Viamonte, ed. EUROPASS, e dal materiale in fotocopia fornito dal docente durante l anno scolastico HISTORIA DE ESPAÑA Los años Crisis política y tensiones sociales La Guerra Civil ( ) De la dictadura a la democracia ( ) ORGANIZACIÓN POLÍTICO-ADMINISTRATIVA DE ESPAÑA La Constitución La Monarquía Parlamentaria Las Comunidades Autónomas El Bilingüismo TEMAS LITERARIOS: EL ROMANTICISMO Gustavo Adolfo Bécquer. Biografía del autor De RIMAS: Rima IV (LA POESÍA. La inmortalidad de la poesía) Rima XXIV (EL AMOR. Dos en uno) RimaXLI (EL DESENGAÑO. Inevitable) Rima LXVI (LA MUERTE: Donde habite el olvido) EL REALISMO Benito Pérez Galdos. Biografía del autor De TRISTANA fragmentos: El despertar de Tristana La inquietud de Tristana La metamorfosis de Tristana Visión de la película TRISTANA (Luis Buñuel,1970) LA GENERACIÓN DEL '98 Antonio Machado. Biografia del autor De SOLEDADES comentario de: Es una tarde cenicienta y mustia De CAMPOS DE CASTILLA comentario de: 22

23 Retrato A orillas del Duero LA GENERACIÓN DEL '27 Federico García Lorca. Biografía del autor. De ROMANCERO GITANO comentarios de: Romance de la luna, luna Romance de la pena negra Prendimiento de Antoñito el Camborio LA CASA DE BERNARDA ALBA (lectura de la obra completa y comentario) Pedro Salinas. Biografía del autor. De LA VOZ A TI DEBIDA comentarios de: vv vv vv De TODO MÁS CLARO comentario de: Cero ENTRE LA GENERACIÓN DEL 27 y LA DEL 36 Miguel Hernández. Biografía del autor. De VIENTO DEL PUEBLO comentario de: El niño yuntero De POEMAS ÚLTIMOS comentario de: Nanas de la cebolla De EL RAYO QUE NO CESA comentario de: Elegía a Ramón Sijé ESPAÑA EN EL CORAZÓN HISPANOAMERICANO Pablo Neruda. Biografía del autor De TERCERA RESIDENCIA comentario de: España en el corazón LITERATURA ACTUAL Manuel Rivas De LA LENGUA DE LAS MARIPOSAS fragmentos: El primer día de clase La ruta del descubrimiento Que vean que gritas! Visión de la película LA LENGUA DE LAS MARIPOSAS (José Luis Cuerda, 1999) CONVERSAZIONE IN LINGUA SPAGNOLA DOCENTE: PROF.SSA FLORENTINA LIARTE GARCÍA Escucha y comprensión de telediarios de radio televisión española (rtve.es). Noticias nacionales e internacionales. 9-N Consulta sobre la independencia de Cataluña Lectura y comprensión del texto Si yo fuera catalán de Javier Marías. ( El Pais). Resumir, discutir y opinar. Arte en la cultura hispana: Pablo Picasso, Frida Kalo, Fernando Botero y Pedro Almodóvar. Personajes representativos de la literatura hispana: Isabel Allende, Mario Vargas Llosa y Manuel Rivas. Rasgos generales sobre los siguientes países hispanoaméricanos: México, Chile, Perú, Argentina, Colombia y Ecuador. 23

TESTI IN ADOZIONE : Marina Polacco, Pierpaolo Eramo, Francesco De Rosa Letteratura Terzo Millennio Voll 2, 3.1, 3.2 Casa Editrice: Loescher

TESTI IN ADOZIONE : Marina Polacco, Pierpaolo Eramo, Francesco De Rosa Letteratura Terzo Millennio Voll 2, 3.1, 3.2 Casa Editrice: Loescher PERCORSO DISCIPLINARE ITALIANO DOCENTE: prof.ssa Maria Siliquini DISCIPLINA: ITALIANO CONTENUTI DISCIPLINARI SVILUPPATI TESTI IN ADOZIONE : Marina Polacco, Pierpaolo Eramo, Francesco De Rosa Letteratura

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO ALBERT EINSTEIN PROGRAMMA DI ITALIANO CLASSE V C A.S. 2011/2012

LICEO SCIENTIFICO ALBERT EINSTEIN PROGRAMMA DI ITALIANO CLASSE V C A.S. 2011/2012 LICEO SCIENTIFICO ALBERT EINSTEIN PROGRAMMA DI ITALIANO CLASSE V C A.S. 2011/2012 Docente: Prof.ssa Agata Spoto Testo adottato: La Divina Commedia Nuova edizione integrale Autori: Alighieri Dante / Jacomuzzi

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE "G.B.QUADRI" VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015

LICEO SCIENTIFICO STATALE G.B.QUADRI VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015 LICEO SCIENTIFICO STATALE "G.B.QUADRI" VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015 RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE All. A Classe: 5FSC Indirizzo:

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE "G.B.QUADRI" VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015

LICEO SCIENTIFICO STATALE G.B.QUADRI VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015 LICEO SCIENTIFICO STATALE "G.B.QUADRI" VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015 RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE All. A Classe: 5 C Indirizzo:

Dettagli

PROGRAMMA SVOLTO Sede di Bardolino

PROGRAMMA SVOLTO Sede di Bardolino Anno Scolastico PROGRAMMA SVOLTO Sede di Bardolino 2012-2013 Classe: V D Sezione TURISTIC O Docente: Disciplina: Pericolosi Walter Italiano e storia Descrizione: PROGRAMMA DI ITALIANO Modulo 1 L età del

Dettagli

... a.s. 2014/2015 PROGRAMMA SVOLTO DI LINGUA E LETTERATURA ITALIANA

... a.s. 2014/2015 PROGRAMMA SVOLTO DI LINGUA E LETTERATURA ITALIANA a.s. 2014/2015 PROGRAMMA SVOLTO DI LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Docente: Nicoletta Antolini MODULO N. 1 (ritratto d autore) - ALESSANDRO MANZONI 1. ALESSANDRO MANZONI La vita Le opere: caratteri generali

Dettagli

PROGRAMMA CONSUNTIVO

PROGRAMMA CONSUNTIVO PROGRAMMA CONSUNTIVO Anno scolastico 2014-2015 MATERIA ITALIANO CLASSE 5 SEZIONE A Liceo scientifico opzione scienze applicate DOCENTE DOSSO BARBARA ORE DI LEZIONE 4 SETTIMANALI **************** OBIETTIVI

Dettagli

MOD.1 L ETÀ DEL SIMBOLISMO E DEL DECADENTISMO

MOD.1 L ETÀ DEL SIMBOLISMO E DEL DECADENTISMO PROGRAMMA DI ITALIANO CLASSE 5 PASTICCERIA MOD.1 L ETÀ DEL SIMBOLISMO E DEL DECADENTISMO Inquadramento storico culturale: la crisi del Positivismo La poesia simbolista in Francia. C. Baudelaire Da I Fiori

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE QUINT... SERVIZI SOCIO-SANITARI

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE QUINT... SERVIZI SOCIO-SANITARI 1 di 5 23/01/2015 12.36 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE QUINTO ANNO PROFESSIONALE SERVIZI SOCIO-SANITARI 1. QUINTO ANNO DISCIPLINA: Matematica DOCENTI : Provoli, Silva, Vassallo MODULI CONOSCENZE

Dettagli

PROGRAMMA CONSUNTIVO

PROGRAMMA CONSUNTIVO PAGINA: 1 PROGRAMMA CONSUNTIVO A.S. 2013/14 SCUOLA: Liceo linguistico Manzoni DOCENTE: Elena Bordin MATERIA: Italiano Classe: V Sezione: M OBIETTIVI: COGNITIVI (Conoscenze, competenze): Riconoscere i sottocodici

Dettagli

Programma di Storia dell'arte Docente: Silvia Verga a.s. 2014/2015

Programma di Storia dell'arte Docente: Silvia Verga a.s. 2014/2015 Programma di Storia dell'arte Docente: Silvia Verga a.s. 2014/2015 Premessa metodologica L insegnamento della Storia dell Arte mira a fare conoscere le diverse forme espressive dell arte, la cui fruizione

Dettagli

DIPARTIMENTO DI LETTERE DEL LICEO CLASSICO NICOLA SPEDALIERI PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO ANNO SCOLASTICO 2010-2011 TRIENNIO

DIPARTIMENTO DI LETTERE DEL LICEO CLASSICO NICOLA SPEDALIERI PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO ANNO SCOLASTICO 2010-2011 TRIENNIO DIPARTIMENTO DI LETTERE DEL LICEO CLASSICO NICOLA SPEDALIERI PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO ANNO SCOLASTICO 2010-2011 TRIENNIO Competenze d ingresso Gli alunni, al termine del percorso formativo del biennio,

Dettagli

PROGRAMMA ANNUALE: ANNO SCOLASTICO 2014-2015

PROGRAMMA ANNUALE: ANNO SCOLASTICO 2014-2015 PROGRAMMA ANNUALE: ANNO SCOLASTICO 2014-2015 ISTITUTO: LINGUISTICO CLASSE: V MATERIA: FILOSOFIA Modulo n 1 KANT E LA FILOFOFIA CRITICA Il significato del criticismo come filosofia del limite. La Critica

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DEL DIPARTIMENTO DI STORIA TRIENNIO Anno Scolastico 2014-15

PROGRAMMAZIONE DEL DIPARTIMENTO DI STORIA TRIENNIO Anno Scolastico 2014-15 PROGRAMMAZIONE DEL DIPARTIMENTO DI STORIA TRIENNIO Anno Scolastico 04-5 Competenze previste Abilità dello studente Conoscenze sapersi orientare sui concetti generali relativi alle istituzioni statali,

Dettagli

PROGRAMMA. MATERIA: ITALIANO DOCENTE: RAIMONDO Carlo

PROGRAMMA. MATERIA: ITALIANO DOCENTE: RAIMONDO Carlo PROGRAMMA MATERIA: ITALIANO DOCENTE: RAIMONDO Carlo LIBRI DI TESTO ADOTTATI: G. Baldi, S Giusso, Il piacere dei testi, vol. 5 R, Luperini, P. Cataldi, Il nuovo la scrittura e l interpretazione - Volume

Dettagli

Protocollo dei saperi imprescindibili a.s. 2012-2013 Ordine di scuola: professionale Indirizzi Servizi Commerciali

Protocollo dei saperi imprescindibili a.s. 2012-2013 Ordine di scuola: professionale Indirizzi Servizi Commerciali INDICE PROTOCOLLO SAPERI IMPRESCINDIBILI CLASSE 1 P. 2 PROTOCOLLO SAPERI IMPRESCINDIBILI CLASSE 2 P. 3 PROTOCOLLO SAPERI IMPRESCINDIBILI CLASSE 3 P. 4 PROTOCOLLO SAPERI IMPRESCINDIBILI CLASSE 4 P. 5 PROTOCOLLO

Dettagli

LICEO GINNASIO STATALE FRANCESCO PETRARCA 34139 TRIESTE 74 XVII

LICEO GINNASIO STATALE FRANCESCO PETRARCA 34139 TRIESTE 74 XVII LICEO GINNASIO STATALE FRANCESCO PETRARCA 34139 TRIESTE Via Domenico Rossetti, 74 XVII Distretto Tel.: 040390202 Fax: 0409383360 e-mail: scrivici@liceopetrarcats.it Anno Scolastico 2010-2011 RELAZIONE

Dettagli

RELAZIONE E PROGRAMMA FINALE DI BIOCHIMICA e BIOLOGIA MOLECOLARE

RELAZIONE E PROGRAMMA FINALE DI BIOCHIMICA e BIOLOGIA MOLECOLARE Allegato A Istituto paritario di Istruzione Secondaria Superiore Ivo de Carneri Civezzano Indirizzo I.T.A.S. indirizzo Biologico RELAZIONE E PROGRAMMA FINALE DI BIOCHIMICA e BIOLOGIA MOLECOLARE A.S. 2012/2013

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DIPARTO SCIENZE MOTORIE LICEO CICERONE POLLIONE ANNO SCOLASTICO 2015-16

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DIPARTO SCIENZE MOTORIE LICEO CICERONE POLLIONE ANNO SCOLASTICO 2015-16 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DIPARTO SCIENZE MOTORIE LICEO CICERONE POLLIONE ANNO SCOLASTICO 2015-16 I BIENNIO (CLASSI 1^ E 2^) Competenze disciplinari Specifiche 1) Conoscere e utilizzare il proprio corpo

Dettagli

LICEO GINNASIO JACOPO STELLINI

LICEO GINNASIO JACOPO STELLINI LICEO GINNASIO JACOPO STELLINI Piazza I Maggio, 26-33100 Udine Tel. 0432 504577 Fax. 0432 511490 Codice fiscale 80023240304 e-mail: info@liceostellini.it - Indirizzo Internet: www.stelliniudine.gov.it

Dettagli

PROGRAMMA DI ITALIANO

PROGRAMMA DI ITALIANO LICEO SCIENTIFICO "A. EINSTEIN" ANNO SCOLASTICO 2012/2013 CLASSE V C Prof. Paolo Albergati PROGRAMMA DI ITALIANO Testo in adozione: G. Baldi, S. Giusso, M. Razetti, G. Zaccaria, La letteratura, Paravia,

Dettagli

PROGRAMMA. MATERIA: ITALIANO DOCENTE: RAIMONDO Carlo

PROGRAMMA. MATERIA: ITALIANO DOCENTE: RAIMONDO Carlo PROGRAMMA MATERIA: ITALIANO DOCENTE: RAIMONDO Carlo LIBRI DI TESTO ADOTTATI: G. Baldi, S Giusso, La letteratura, vol. 4 R, Luperini, P. Cataldi, Il nuovo la scrittura e l interpretazione - Volumi 5 e 6

Dettagli

POF 2014-2015 CLIMA POSITIVO: PARTECIPAZIONE ATTIVA E COOPERATIVA APPRENDIMENTO SOCIALIZZATO: RELAZIONI CON ALTRI, CON I LIBRI, CON I MEDIA

POF 2014-2015 CLIMA POSITIVO: PARTECIPAZIONE ATTIVA E COOPERATIVA APPRENDIMENTO SOCIALIZZATO: RELAZIONI CON ALTRI, CON I LIBRI, CON I MEDIA ISTITUTO PARITARIO NAZARETH SCUOLA DELL INFANZIA-PRIMARIA-SECONDARIA DI I GRADO - LICEI CLASSICO-LINGUISTICO-SCIENTIFICO POF 2014-2015 Il piano offerta formativa è il documento fondamentale che rappresenta

Dettagli

I.T.G.C. Salvemini-Duca D'Aosta

I.T.G.C. Salvemini-Duca D'Aosta I.T.G.C. Salvemini-Duca D'Aosta Anno scolastico 2013-14 classe V sez..a Prof. A. Rogai Programma di Italiano Modulo I: Tra Positivismo e Naturalismo Il Positivismo: un nuovo indirizzo di pensiero Il Naturalismo:

Dettagli

PROGRAMMA SVOLTO ITALIANO CLASSE V SEZ. F

PROGRAMMA SVOLTO ITALIANO CLASSE V SEZ. F LICEO SCIENTIFICO STATALE G. CASTELNUOVO ANNO SCOLASTICO 2014-2015 PROGRAMMA SVOLTO ITALIANO CLASSE V SEZ. F Testi adottati: Corrado Bologna, Paola Rocchi, Rosa fresca aulentissima, ed.loescher (vol.4-5-6)

Dettagli

PROGRAMMA CONSUNTIVO

PROGRAMMA CONSUNTIVO PAGINA: 1 PROGRAMMA CONSUNTIVO A.S. SCUOLA: CIVICO LICEO LINGUISTICO A.MANZONI DOCENTE: FABIO NUNZIATA MATERIA: ITALIANO Classe 5 Sezione H OBIETTIVI Cognitivi 1. conoscere adeguatamente le regole del

Dettagli

LINGUE E LETTERATURE STRANIERE. Inglese, francese, tedesco, spagnolo

LINGUE E LETTERATURE STRANIERE. Inglese, francese, tedesco, spagnolo LINGUE E LETTERATURE STRANIERE Inglese, francese, tedesco, spagnolo Indirizzi Classico e Linguistico BIENNIO (Li, L2), (L3 l a e 2 a liceo) OBIETTIVI GENERALI (L1, L2, L3 e sezioni classiche) Obiettivo

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECONDO BIENNIO TECNICO AMM FIN E MARKETING

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECONDO BIENNIO TECNICO AMM FIN E MARKETING http://suite.sogiscuola.com/documenti_web/vris017001/documenti/9.. 1 di 7 04/12/2013 118 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECONDO BIENNIO TECNICO AMM FIN E MARKETING ANNO SCOLASTICO2013/2014

Dettagli

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA I.I.S. FEDERICO II DI SVEVIA LICEO SCIENTIFICO - OPZIONE SCIENZE APPLICATE - MELFI - PIANO DI LAVORO ANNUALE LINGUA E LETTERATURA ITALIANA CLASSE V AA A.S. 2015/2016 PROF.SSA VIOLANTE RIZZO FINALITÀ SPECIFICHE

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE

PROGRAMMAZIONE ANNUALE PROGRAMMAZIONE ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2010/11 Docente: Antonio Gottardo Materia: Matematica Classe: 5BSo Liceo delle Scienze Sociali 1. Nel primo consiglio di classe sono stati definiti gli obiettivi

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DIPARTIMENTALE LICEO CICERONE

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DIPARTIMENTALE LICEO CICERONE PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DIPARTIMENTALE LICEO CICERONE CLASSI Indirizzo di studio materia I BIENNIO Liceo Linguistico, delle Scienze Umane e delle Scienze Umane opz Economico Soc Scienze motorie e sportive

Dettagli

RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE ANNO SCOLASTICO 2013-2014

RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE ANNO SCOLASTICO 2013-2014 RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE ANNO SCOLASTICO 2013-2014 INSEGNANTE MATERIA CLASSE/I Livio Gnucci Italiano V CO OBIETTIVI DIDATTICI DISCIPLINARI CONSEGUITI IN TERMINI DI COMPETENZE, CONOSCENZE, ABILITÀ PRESENTAZIONE

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Classe: QUINTA B A.S. 2015 / 2016 ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Classe: QUINTA B A.S. 2015 / 2016 ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO Disciplina: ITALIANO Classe: QUINTA B A.S. 2015 / 2016 Docente: DALLA VECCHIA MARIA TERESA ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe è composta da diciotto alunni, di cui undici femmine e sette

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO STORIA E GEOGRAFIA TERZA C

PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO STORIA E GEOGRAFIA TERZA C PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO STORIA E GEOGRAFIA TERZA C Insegnante : Piera Buono ITALIANO : obiettivi COMPRENSIONE DELLA LINGUA ORALE - prestare attenzione in situazione di ascolto - individuare gli elementi

Dettagli

Istituto di istruzione secondaria di II grado - Bressanone

Istituto di istruzione secondaria di II grado - Bressanone Istituto di istruzione secondaria di II grado - Bressanone Anno scolastico 2015 / 2016 Piano di lavoro individuale LICEO "Dante Alighieri" Classe: V LICEO linguistico e scientifico Insegnante: ZERBI Raffaella

Dettagli

Istituto Statale di Istruzione Superiore «Pio Paschini» Tolmezzo A.S. 2014/15. CLASSE 5 a B. Liceo Scientifico Documento del 15 maggio

Istituto Statale di Istruzione Superiore «Pio Paschini» Tolmezzo A.S. 2014/15. CLASSE 5 a B. Liceo Scientifico Documento del 15 maggio Istituto Statale di Istruzione Superiore «Pio Paschini» Tolmezzo A.S. 2014/15 CLASSE 5 a B Liceo Scientifico Documento del 15 maggio Liceo Scientifico - Piano di studi Discipline 1 Biennio 2 Biennio 5

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECONDO BIENNIO LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECONDO BIENNIO LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE 1 di 6 02/01/2014 12.36 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECONDO BIENNIO LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE ANNO SCOLASTICO: 2013/2014 1. SECONDO BIENNIO DISCIPLINA : Italiano Competenze

Dettagli

RELAZIONE E PROGRAMMA FINALE DI MATEMATICA

RELAZIONE E PROGRAMMA FINALE DI MATEMATICA Allegato A Istituto paritario di Istruzione Secondaria Superiore Ivo de Carneri Civezzano Indirizzo I.T.A.S. indirizzo Biologico RELAZIONE E PROGRAMMA FINALE DI MATEMATICA A.S. 2013/2014 CLASSE: 5 a I.T.A.S.

Dettagli

Anno scolastico 2007/2008. CLASSE: IV^ SEZ. B (66 ore ministeriali annue)

Anno scolastico 2007/2008. CLASSE: IV^ SEZ. B (66 ore ministeriali annue) PIANO DI LAVORO Liceo Scientifico T.L.Caro Anno scolastico 2007/2008 CLASSE: IV^ SEZ. B (66 ore ministeriali annue) MATERIA: Disegno e storia dell arte DOCENTE: Daniela Guerra Lezioni per settimana: 2

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE ISTITUTO TECNICO PER IL TURISMO SCIENZE INTEGRATE FISICA CLASSE PRIMA

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE ISTITUTO TECNICO PER IL TURISMO SCIENZE INTEGRATE FISICA CLASSE PRIMA PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE ISTITUTO TECNICO PER IL TURISMO SCIENZE INTEGRATE FISICA CLASSE PRIMA 1. Competenze: le specifiche competenze di base disciplinari previste dalla

Dettagli

Dipartimento di Lettere (Coordinatore: prof. Maria Elisa Tessarin)

Dipartimento di Lettere (Coordinatore: prof. Maria Elisa Tessarin) Dipartimento di Lettere (Coordinatore: prof. Maria Elisa Tessarin) PROGRAMMAZIONE GENERALE DI ITALIANO PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO 1 biennio, 2 biennio, 5 anno. Conoscenze disciplinari Conoscere le strutture

Dettagli

Liceo Scientifico Galileo Galilei - Siena A.S. 2015-2016. Classi III B III E Docente Chiara Agostini Materia Filosofia. Piano di lavoro.

Liceo Scientifico Galileo Galilei - Siena A.S. 2015-2016. Classi III B III E Docente Chiara Agostini Materia Filosofia. Piano di lavoro. Liceo Scientifico Galileo Galilei - Siena A.S. 2015-2016 Classi III B III E Docente Chiara Agostini Materia Filosofia Piano di lavoro Settembre La nascita della filosofia : il contesto storico-culturale

Dettagli

LA VALUTAZIONE. Valutazione degli apprendimenti

LA VALUTAZIONE. Valutazione degli apprendimenti LA VALUTAZIONE Valutazione degli apprendimenti Le verifiche hanno da sempre la duplice funzione di controllare il grado di apprendimento degli allievi e la validità dell azione educativa e didattica. Infatti,mentre

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE R. DEL ROSSO G. DA VERRAZZANO. Scuola: Liceo D. Alighieri. INDIRIZZO: Linguistico RELAZIONE FINALE

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE R. DEL ROSSO G. DA VERRAZZANO. Scuola: Liceo D. Alighieri. INDIRIZZO: Linguistico RELAZIONE FINALE ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE R. DEL ROSSO G. DA VERRAZZANO Scuola: Liceo D. Alighieri INDIRIZZO: Linguistico RELAZIONE FINALE DISCIPLINA: Italiano CLASSE:IV A DOCENTE: Marcella Ferrini Obiettivi

Dettagli

Anno scolastico 2013 2014. Programma di Storia

Anno scolastico 2013 2014. Programma di Storia Programma di Storia CLASSE V SEZ. A CORSO MERCURIO LIBRI DI TESTO: F. Cereda, V. Reichmann, Le sfide della storia 3 tomo A-B, Carlo Signorelli Editore. L Italia di Giolitti: - Le quattro fasi del governo

Dettagli

Istituto Comprensivo di Bellano a.s 2012/2013

Istituto Comprensivo di Bellano a.s 2012/2013 Istituto Comprensivo di Bellano a.s 2012/2013 Prof.ssa Genoveffa Caliò Classe III B Piano delle Unità di Apprendimento di Italiano Ascoltare in modo attivo e partecipe. L alunno comprende testi orali di

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE ITALIANO SECONDO BIENNIO E QUINTO ANNO

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE ITALIANO SECONDO BIENNIO E QUINTO ANNO PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE ITALIANO SECONDO BIENNIO E QUINTO ANNO Anno scolastico 2015-2016 1 Obiettivi disciplinari minimi metacognitivi - acquisizione della consapevolezza delle proprie strategie di

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE CLASSE PRIMA COMPETENZE (1)

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE CLASSE PRIMA COMPETENZE (1) http://suite.sogiscuola.com/documenti_web/vris017001/documenti/9.. 1 di 8 15/11/2013 154 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE ANNO SCOLASTICO

Dettagli

PROGRAMMA DI ITALIANO SVOLTO DALLA CLASSE 5ª B

PROGRAMMA DI ITALIANO SVOLTO DALLA CLASSE 5ª B LICEO SCIENTIFICO STATALE PIETRO SETTE SANTERAMO IN COLLE A.S. 2011/12 PROGRAMMA DI ITALIANO SVOLTO DALLA CLASSE 5ª B Libri di testo adottati: R. Luperini - P. Cataldi - L. Marchiani - F. Marchese, La

Dettagli

ISTITUTO ITALIANO STATALE COMPRENSIVO DI SCUOLA ELEMENTARE E SECONDARIA DI PRIMO E SECONDO GRADO. LICEO SCIENTIFICO "Edoardo AmaldiI"

ISTITUTO ITALIANO STATALE COMPRENSIVO DI SCUOLA ELEMENTARE E SECONDARIA DI PRIMO E SECONDO GRADO. LICEO SCIENTIFICO Edoardo AmaldiI ISTITUTO ITALIANO STATALE COMPRENSIVO DI SCUOLA ELEMENTARE E SECONDARIA DI PRIMO E SECONDO GRADO LICEO SCIENTIFICO "Edoardo AmaldiI" Pasaje Mendez Vigo 8 08009 Barcellona (Spagna) Programmazione di Chimica,

Dettagli

RELAZIONE E PROGRAMMA FINALE DI MATEMATICA

RELAZIONE E PROGRAMMA FINALE DI MATEMATICA Allegato A Istituto paritario di Istruzione Secondaria Superiore Ivo de Carneri Civezzano Indirizzo I.T.A.S. indirizzo Biologico RELAZIONE E PROGRAMMA FINALE DI MATEMATICA A.S. 2010/2011 CLASSE 5 a Biologico

Dettagli

PROGRAMMA di Storia dell Arte. Prof. Carlo Bianchi

PROGRAMMA di Storia dell Arte. Prof. Carlo Bianchi ESAMI DI STATO SESSIONE ORDINARIA 2012/2013 CLASSE V SEZIONE B. PROGRAMMA di Storia dell Arte Prof. Carlo Bianchi Libro/i di testo in adozione: Itinerario nell Arte. Autori: Cricco-Di Teodoro Editore:

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DEL DIPARTIMENTO DI LINGUE STRANIERE: INGLESE

PROGRAMMAZIONE DEL DIPARTIMENTO DI LINGUE STRANIERE: INGLESE LICEO SCIENTIFICO STATALE MICHELANGELO Via Dei Donoratico 0911 CAGLIARI c.f.80010550921 Tel.070/41917-Fax 070/42482 e-mail: caps04000l@istruzione.it - sito web: www.liceomichelangelo.it PROGRAMMAZIONE

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE DIPARTIMENTO EDUCAZIONE FISICA ANNO SCOLASTICO

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE DIPARTIMENTO EDUCAZIONE FISICA ANNO SCOLASTICO PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE DIPARTIMENTO EDUCAZIONE FISICA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 a. Obiettivi : Educativi generali: Favorire l armonico sviluppo psicofisico dell adolescente far prendere

Dettagli

DISCIPLINA TECNICHE PROFESSIONALI DEI SERVIZI COMMERCIALI DOCENTI MARCO TEODORO

DISCIPLINA TECNICHE PROFESSIONALI DEI SERVIZI COMMERCIALI DOCENTI MARCO TEODORO http://suite.sogiscuola.com/documenti_web/vris017001/documenti/9.. 1 di 6 21/11/2013 10.58 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO PROFESSIONALE SERVIZI COMMERCIALI ANNO SCOLASTICO 2013/2014

Dettagli

Ministero della Pubblica Istruzione

Ministero della Pubblica Istruzione Ministero della Pubblica Istruzione Via Saint Denis 200 20099 Sesto San Giovanni Tel.: 02.26224610/16/10 Fax 02.2480991 Sito: www.iisdenicola.it - e_mail uffici: info@iisdenicola.it Anno scolastico: 2013/2014

Dettagli

I.P.S.S.S. DE AMICIS ROMA

I.P.S.S.S. DE AMICIS ROMA I.P.S.S.S. DE AMICIS ROMA PROGRAMMAZIONE a.s, 2014 2015 DIPARTIMENTO: MATERIE LETTERARIE MATERIA: ITALIANO COORDINATORE: De Benedictis Rosa Maria Classi: Quinte ARGOMENTO I: POSITIVISMO, NATURALISMO, VERISMO.

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO CLASSE QUINTA (INGLESE E FRANCESE) e LICEO CLASSICO CLASSE TERZA (INGLESE)

LICEO SCIENTIFICO CLASSE QUINTA (INGLESE E FRANCESE) e LICEO CLASSICO CLASSE TERZA (INGLESE) LICEO SCIENTIFICO CLASSE QUINTA (INGLESE E FRANCESE) e LICEO CLASSICO CLASSE TERZA (INGLESE) OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO Lo studente acquisisce competenze linguistico-comunicative corrispondenti

Dettagli

PIANO DI LAVORO. Prof. STEFANO CONSANI SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE CLASSE 4ASI

PIANO DI LAVORO. Prof. STEFANO CONSANI SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE CLASSE 4ASI Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi) Via Firenze, 51 - Tel. 0587/213400 - Fax 0587/52742 http://www.itcgfermi.it E-mail: mail@itcgfermi.it PIANO DI LAVORO Prof. STEFANO

Dettagli

VALUTAZIONE DELL ALUNNO

VALUTAZIONE DELL ALUNNO LA VALUTAZIONE VALUTAZIONE DELL ALUNNO In seguito all introduzione del voto decimale nella scuola, ripristinato dal tanto discusso e contestato decreto Gelmini, si è sviluppato, nelle scuole, un ampio

Dettagli

VOTO In riferimento a: conoscenze, abilità, competenze disciplinari

VOTO In riferimento a: conoscenze, abilità, competenze disciplinari GRIGLIE DI VALUTAZIONE DELLE VERIFICHE E VALUTAZIONI QUADRIMESTRALI E DEL COMPORTAMENTO DEGLI ALUNNI DELLA SCUOLA PRIMARIA: ANNO SCOLASTICO 2012/2013. L introduzione della scala numerica ha fatto sì che

Dettagli

Liceo Fogazzaro a.s. 2014/2015 CLASSE 5 AS. Lingua e Letteratura italiana. Prof. Barbara Battistolli. Relazione finale del docente

Liceo Fogazzaro a.s. 2014/2015 CLASSE 5 AS. Lingua e Letteratura italiana. Prof. Barbara Battistolli. Relazione finale del docente Liceo Fogazzaro a.s. 2014/2015 CLASSE 5 AS Lingua e Letteratura italiana Prof. Barbara Battistolli Relazione finale del docente 1. Premessa Conosco la classe da quattro anni, nel corso dei quali si è dimostrata

Dettagli

DIPARTIMENTO DI SCIENZE 2014-15

DIPARTIMENTO DI SCIENZE 2014-15 DIPARTIMENTO DI SCIENZE 2014-15 LICEO CLASSICO E DELLE SCIENZE UMANE PLAUTO PREMESSA L insegnamento delle Scienze naturali ha il fine di far acquisire allo studente conoscenze disciplinari e metodologie

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIPARTIMENTO LETTERE MODERNE 2013/2014

PROGRAMMAZIONE DIPARTIMENTO LETTERE MODERNE 2013/2014 PROGRAMMAZIONE DIPARTIMENTO LETTERE MODERNE 2013/2014 ITALIANO (BIENNIO CLASSICO E SCIENTIFICO) Obiettivi generali dell insegnamento della lingua italiana nel biennio sono: affinare le capacità espressive

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA EDUCATIVA DI AREA LATINO TRIENNIO a.s. 2007 2008

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA EDUCATIVA DI AREA LATINO TRIENNIO a.s. 2007 2008 LICEO SCIENTIFICO F. LUSSANA BERGAMO PROGRAMMAZIONE DIDATTICA EDUCATIVA DI AREA LATINO TRIENNIO a.s. 2007 2008 PREMESSA Questa programmazione si ispira ai seguenti criteri: 1. riconsiderare il ruolo dello

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO n. 21 - BOLOGNA. PIANO DI LAVORO INDIVIDUALE Anno Scolastico 2015/16

ISTITUTO COMPRENSIVO n. 21 - BOLOGNA. PIANO DI LAVORO INDIVIDUALE Anno Scolastico 2015/16 ISTITUTO COMPRENSIVO n. 21 - BOLOGNA *** *** *** DOCENTE: ELISABETTA PILLASTRINI CLASSE: III B MATERIA: ITALIANO PIANO DI LAVORO INDIVIDUALE Anno Scolastico 2015/16 OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO (CURRICOLO

Dettagli

PIANO DIDATTICO CLASSE II BIOLOGIA ANNO SCOLASTICO 2010 2011 PERCORSO FORMATIVO

PIANO DIDATTICO CLASSE II BIOLOGIA ANNO SCOLASTICO 2010 2011 PERCORSO FORMATIVO Liceo Scientifico Statale Vito Volterra - Ciampino PIANO DIDATTICO CLASSE II BIOLOGIA ANNO SCOLASTICO 2010 2011 Finalità - Comprensione del testo e sua utilizzazione come strumento conoscitivo - Sviluppo

Dettagli

Indirizzo: TURISMO. Classe: QUARTA AT BT. Disciplina: ARTE E TERRITORIO TRIENNIO. Competenze disciplinari:

Indirizzo: TURISMO. Classe: QUARTA AT BT. Disciplina: ARTE E TERRITORIO TRIENNIO. Competenze disciplinari: Indirizzo: TURISMO Classe: QUARTA AT BT Disciplina: ARTE E TERRITORIO prof. ssa DANIELA GERONI Competenze disciplinari: COMPETENZE 1. Individuare i rapporti intercorrenti tra uomo, ambiente, economia nazionale

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE Dipartimento di Materia: ITALIANO

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE Dipartimento di Materia: ITALIANO Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca L.G.S. C. Beccaria Via Linneo 5-20145 Milano C.M. MIPC040008 C.F. 80125550154 Tel: 02 344815 Fax: 02 3495034 email istituzionale: mipc040008@istruzione.it

Dettagli

ITI Faraday Programmazione individuale Lettere (italiano e storia) Docente: Stefano Marmigi Anno scolastico 2015/2016 Classe 4AIS

ITI Faraday Programmazione individuale Lettere (italiano e storia) Docente: Stefano Marmigi Anno scolastico 2015/2016 Classe 4AIS 1 ITI Faraday Programmazione individuale Lettere (italiano e storia) Docente: Stefano Marmigi Anno scolastico 2015/2016 Classe 4AIS SCANSIONE MODULARE DEL PERCORSO DIDATTICO Materia Italiano e Storia Modulo

Dettagli

Conoscenze, abilità e competenze. Saper collocare. fatti nel tempo e nello spazio;conoscere il contesto storico in cui nasce la letteratura

Conoscenze, abilità e competenze. Saper collocare. fatti nel tempo e nello spazio;conoscere il contesto storico in cui nasce la letteratura Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Sardegna ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE BUCCARI MARCONI Indirizzi: Trasporti Marittimi / Apparati ed Impianti

Dettagli

Programmi svolti nell anno scolastico 2014/15

Programmi svolti nell anno scolastico 2014/15 Disciplina d insegnamento/apprendimento EDUCAZIONE FISICA PEZZULLO GIOVANNI 1 Le prestazioni fisiche di resistenza, forza e velocità Metodologie semplici per l allenamento delle capacità condizionali di

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE "G.B.QUADRI" VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6)

LICEO SCIENTIFICO STATALE G.B.QUADRI VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) LICEO SCIENTIFICO STATALE "G.B.QUADRI" VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento,art.5;O.M.38art.6) Annoscolastico2015 2016 RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE All. A Classe:5A Indirizzo:economicosociale

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA INDIVIDUALE a.s. 2012/2013

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA INDIVIDUALE a.s. 2012/2013 Pag. 1 di 7 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA INDIVIDUALE a.s. 2012/2013 Prof.ssa Paola VERGANI Materia MATEMATICA Classe V Sez. D ss Testi adottati: - Bergamini- Trifone- Barozzi Fondamenti di calcolo algebrico

Dettagli

Linee guida per la programmazione annuale del Dipartimento disciplinare di Storia dell Arte e Disegno

Linee guida per la programmazione annuale del Dipartimento disciplinare di Storia dell Arte e Disegno LICEO A. MEUCCI - APRILIA (LT) Linee guida per la programmazione annuale del Dipartimento disciplinare di Storia dell Arte e Disegno Le linee guida per la programmazione annuale si riferiscono al secondo

Dettagli

DIPARTIMENTO DI STORIA DELL'ARTE Programmazione disciplinare triennio

DIPARTIMENTO DI STORIA DELL'ARTE Programmazione disciplinare triennio DIPARTIMENTO DI STORIA DELL'ARTE Programmazione disciplinare triennio Classi: terze indirizzo classico, linguistico e scienze umane Prendere consapevolezza del valore estetico dell'opera d'arte nelle varie

Dettagli

LICEO CLASSICO G. GARIBALDI DIPARTIMENTO D ITALIANO. Biennio triennio. Anno scolastico 2013-2014

LICEO CLASSICO G. GARIBALDI DIPARTIMENTO D ITALIANO. Biennio triennio. Anno scolastico 2013-2014 LICEO CLASSICO G. GARIBALDI DIPARTIMENTO D ITALIANO Biennio triennio Anno scolastico 2013-2014 Il Dipartimento nel redigere il documento di programmazione didattica annuale, fa riferimento a : la revisione

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE ANNO SCOLASTICO 2014/2015 1. PRIMO BIENNIO 1. PRIMO BIENNIO ANNO SCOLASTICO 2014-2015 DISCIPLINA : LINGUA

Dettagli

MODELLO DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE ANNO SCOLASTICO 2015/2016

MODELLO DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE ANNO SCOLASTICO 2015/2016 LICEO CLASSICO JACOPO STELLINI Piazza I Maggio, 26-33100 Udine Tel. 0432 504577 Fax. 0432 511490 Codice fiscale 80023240304 e-mail: info@liceostellini.it - Indirizzo Internet: www.stelliniudine.gov.it

Dettagli

PROGRAMMA CONSUNTIVO

PROGRAMMA CONSUNTIVO COD. Progr.Prev. PAGINA: 1 PROGRAMMA CONSUNTIVO A.S.2013/2014 SCUOLA Liceo Linguistico A. Manzoni DOCENTE: Scuotto Teresa MATERIA: Italiano Classe 5 Sezione E OBIETTIVI: COGNITIVI (Conoscenze, competenze)

Dettagli

CLASSI PRIME PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO. Conoscenze

CLASSI PRIME PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO. Conoscenze PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO CLASSI PRIME Conoscenze Il sistema e le strutture fondamentali della lingua italiana ai diversi livelli: fonologia, ortografia, morfologia, sintassi del verbo. Le strutture della

Dettagli

PROGRAMMA SVOLTO. a.s. 2012-2013

PROGRAMMA SVOLTO. a.s. 2012-2013 Liceo Scientifico Statale LEONARDO DA VINCI Via Cavour, 6 Casalecchio di Reno (BO) - Tel. 051/591868 051/574124 - Fax 051/6130834 C. F. 92022940370 E-mail: BOPS080005@ISTRUZIONE.IT PROGRAMMA SVOLTO a.s.

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO N 1 ETTORE PAIS SSMM027002 - C.F. 91015270902 - tel. 0789/25420 Via A. Nanni - 07026 OLBIA A.S.

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO N 1 ETTORE PAIS SSMM027002 - C.F. 91015270902 - tel. 0789/25420 Via A. Nanni - 07026 OLBIA A.S. SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO N 1 ETTORE PAIS SSMM02002 - C.F. 91520902 - tel. 089/25420 Via A. Nanni - 002 OLBIA A.S. 2014/15 CRITERI ESSENZIALI PER LE PROVE SCRITTE E PER IL COLLOQUIO ORALE PER L

Dettagli

Poesia narrativa cavalleresca: Ariosto e Tasso. Dante, Divina Commedia: selezione di canti e/o brani dell Inferno*

Poesia narrativa cavalleresca: Ariosto e Tasso. Dante, Divina Commedia: selezione di canti e/o brani dell Inferno* Programmazione di Dipartimento (Area 1) Lettere Programmazione di Lingua Letteratura Italiana Liceo delle Scienze Umane, Liceo Linguistico II Biennio A. S. 2013-2014 Programmazione disciplinare per anno

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE

PROGRAMMAZIONE ANNUALE Sezione associata Liceo scientifico Alberti a. s. 2015-2016 classe PROGRAMMAZIONE ANNUALE V A Sezione / indirizzo Scientifico Scienze Applicate Linguistico docente materia ore settimanali di lezione Gota

Dettagli

DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (AI SENSI DELL ARTICOLO 5 Legge n. 425 10/12/1997)

DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (AI SENSI DELL ARTICOLO 5 Legge n. 425 10/12/1997) ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE LEON BATTISTA ALBERTI Via A. Pillon n. 4-35031 ABANO T. (PD) Tel. 049 812424 - Fax 049 810554 Distretto 45 - PD Ovest PDIS017007- Cod. fiscale 80016340285 sito web: http://www.lbalberti.it/

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECO... PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECONDO BIENNIO TECNICO

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECO... PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECONDO BIENNIO TECNICO https://suite.sogiscuola.com/documenti_web/vris017001/documenti/.. 1 di 5 26/01/2015 14.06 PER IL TURISMO ANNO SCOLASTICO 2014/2015 SECONDO BIENNIO PER IL TURISMO ANNO SCOLASTICO 2014/2015 SECONDO BIENNIO

Dettagli

Piano di Lavoro. Di Matematica. Secondo Biennio

Piano di Lavoro. Di Matematica. Secondo Biennio SEZIONE TECNICA A.S. 2014 2015 Piano di Lavoro Di Matematica Secondo Biennio DOCENTE CENA LUCIA MARIA CLASSI 4 BM Libri di testo: Bergamini-Trifone-Barozzi Mod.U verde Funzioni e limiti Mod.V verde Calcolo

Dettagli

ATTIVITA DISCIPLINARE

ATTIVITA DISCIPLINARE 1 2 ATTIVITA DISCIPLINARE Docente: Funtò Massimo Disciplina: Matematica Profilo della classe Durante il corso dell anno la classe si relazionata,sia tra di loro che con i docenti in modo proficuo e rispettoso

Dettagli

LICEO STATALE G. MAZZINI LICEO LINGUISTICO LICEO DELLE SCIENZE UMANE

LICEO STATALE G. MAZZINI LICEO LINGUISTICO LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO STATALE G. MAZZINI LICEO LINGUISTICO LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO DELLE SCIENZE UMANE OPZIONE ECONOMICO-SOCIALE Viale Aldo Ferrari, 37 Tel. 0187 743000 19122 La Spezia Fax 0187 743208 C.F. 80011230119

Dettagli

Istituto italiano di Barcellona. Anno Scolastico 2012-2013 Classe 3 M B Programmazione di Italiano, Storia, Educazione alla Cittadinanza e Geografia

Istituto italiano di Barcellona. Anno Scolastico 2012-2013 Classe 3 M B Programmazione di Italiano, Storia, Educazione alla Cittadinanza e Geografia Istituto italiano di Barcellona Anno Scolastico 2012-2013 Classe 3 M B Programmazione di Italiano, Storia, Educazione alla Cittadinanza e Geografia Docente: Maria Beatrice Barnao ITALIANO Obiettivi educativi:

Dettagli

MODELLO DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE

MODELLO DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE LICEO GINNASIO JACOPO STELLINI Piazza I Maggio, 26-33100 Udine Tel. 0432 504577 Fax. 0432 511490 Codice fiscale 80023240304 e-mail: info@liceostellini.it - Indirizzo Internet: www.stelliniudine.gov.it

Dettagli

QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE

QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE - Matematica - Griglie di valutazione Materia: Matematica Obiettivi disciplinari Gli obiettivi indicati si riferiscono all intero percorso della classe quarta

Dettagli

ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE SUPERIORE Archimede. Via Cento, 38/A 40017 San Giovanni in Persiceto

ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE SUPERIORE Archimede. Via Cento, 38/A 40017 San Giovanni in Persiceto ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE SUPERIORE Archimede Via Cento, 38/A 40017 San Giovanni in Persiceto PROGRAMMAZIONE DEL CONSIGLIO DI CLASSE A.S. 2013/2014 CLASSE 1^ SEZ. G Indirizzo Liceo SCIENTIFICO Coordinatore

Dettagli

L Europa e il mondo nel primo Novecento p. 8

L Europa e il mondo nel primo Novecento p. 8 Libro misto DVD Atlante Storico Percorso di cittadinanza e Costituzione con testi integrali Materiali aggiuntivi per lo studio individuale immagini, carte, mappe concettuali RISORSE ONLINE Schede per il

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO TECNICO AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO TECNICO AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING 1 di 6 26/01/2015 10.43 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO TECNICO AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING ANNO SCOLASTICO: 2014/2015 1. PRIMO BIENNIO DISCIPLINA: Diritto/Economia DOCENTI:Giuliano

Dettagli

ITALIANO. PRIMO ANNO (Liceo delle Scienze Umane)

ITALIANO. PRIMO ANNO (Liceo delle Scienze Umane) 1/6 ITALIANO PRIMO ANNO Testi: qualsiasi testo di Italiano (biennio) in adozione presso i Licei Classici o Scientifici. Per i testi di epica: consultare i siti Internet con il testo integrale in traduzione

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2015 2016. Piano di lavoro individuale

ANNO SCOLASTICO 2015 2016. Piano di lavoro individuale ANNO SCOLASTICO 2015 2016 Piano di lavoro individuale Classe: Materia: 4A ind. TURISMO Matematica Docente: CABERLOTTO GRAZIAMARIA Situazione di partenza della classe La classe è composta da 24 alunni di

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE Giordano BRUNO Piano di lavoro della classe prima G A.S. 2010/2011 Docente Mariarosa MAZZA

LICEO SCIENTIFICO STATALE Giordano BRUNO Piano di lavoro della classe prima G A.S. 2010/2011 Docente Mariarosa MAZZA LICEO SCIENTIFICO STATALE Giordano BRUNO Piano di lavoro della classe prima G A.S. 2010/2011 Docente Mariarosa MAZZA OBIETTIVI IN TERMINI DI CONOSCENZE,COMPETENZE E CAPACITA La classe deve apprendere le

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO LICEO LINGUISTICO

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO LICEO LINGUISTICO http://suite.sogiscuola.com/documenti_web/vris017001/documenti/9.. 1 di 9 09/12/2013 10.06 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO LICEO LINGUISTICO ANNO SCOLASTICO 2013/2014 PRIMO BIENNIO

Dettagli