LICEO STATALE STATALE ELEONORA D ARBOREA (LINGUISTICO-UMANISTICO-SOCIOECONOMICO) CAGLIARI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LICEO STATALE STATALE ELEONORA D ARBOREA (LINGUISTICO-UMANISTICO-SOCIOECONOMICO) CAGLIARI"

Transcript

1 LICEO STATALE STATALE ELEONORA D ARBOREA (LINGUISTICO-UMANISTICO-SOCIOECONOMICO) CAGLIARI A.S DOCUMENTO DEL 15 MAGGIO DEL CONSIGLIO DELLA CLASSE 5ª B Linguistico Il Dirigente Scolastico

2 Il Consiglio della classe 5ªB ha approvato il documento nella seduta del 07/05/2015 Anedda Sergio Boero Paola Crabot Cecile Curreli Renato Falzoi Piera Farris Giannina García Liarte Florentina Lecca Salvatore Mc Comas Steve Marci Maria Adelaide Masia Emilia Porceddu Giovanna Tedde Peppino Indice Piano di studi del Liceo Linguistico... 3 Composizione del Consiglio di Classe... 4 La classe... 5 Presentazione sintetica della classe... 5 Obiettivi Educativi e Didattici... 6 Verifiche e valutazione... 6 Simulazioni di prove d esame... 7 Metodi e strumenti... 8 Attività extracurricolari

3 Programmi Educazione Fisica...pagina 10 Filosofia...pagina 11 Fisica...pagina 12 Francese...pagina 13 Conversazione francese pagina 14 Inglese...pagina 15 Italiano...pagina 16 Matematica... pagina 18 Scienze naturali...pagina 20 Spagnolo... pagina 22 Conversazione spagnolo pagina 23 Storia... pagina 23 Storia dell Arte...pagina 25 Allegati Testi delle simulazioni della Terza Prova... pagina 28 Risultati delle simulazioni della Terza Prova.. pagina 29 Griglie di valutazione... pagina 30 PIANO DI STUDI DEL LICEO LINGUISTICO Attività e insegnamenti obbligatori 1^anno 2^anno 3^anno 4^anno 5^anno Lingua e letteratura italiana Lingua latina 2 2 Lingua e cultura straniera 1* Lingua e cultura straniera 2* Lingua e cultura straniera 3* Storia e Geografia 3 3 Storia Filosofia Matematica** Fisica

4 Scienze naturali*** Storia dell arte Scienze motorie e sportive Religione cattolica o Attività alternative Totale ore settimanali * Sono comprese 33 ore annuali di conversazione col docente di madrelingua ** con Informatica al primo biennio *** Biologia, Chimica, Scienze della Terra N.B. E previsto l insegnamento, in lingua straniera, di una disciplina non linguistica (CLIL) compresa nell area delle attività e degli insegnamenti obbligatori per tutti gli studenti o nell area degli insegnamenti attivabili dalle istituzioni scolastiche nei limiti del contingente di organico ad esse annualmente assegnato, tenuto conto delle richieste degli studenti e delle loro famiglie. Dal secondo anno del secondo biennio è previsto inoltre l insegnamento, in una diversa lingua, straniera, di una disciplina non linguistica (CLIL), compresa nell area delle attività e degli insegnamenti obbligatori per tutti gli studenti o nell area degli insegnamenti attivabili dalle istituzioni scolastiche nei limiti del contingente di organico ad esse assegnato, tenuto conto delle richieste degli studenti e delle loro famiglie. Composizione del Consiglio di Classe Continuità nel triennio 3^ 4^ 5^ Anedda Sergio Matematica X X Anedda Sergio Fisica X X X Boero Paola Inglese X X X Crabot Cecile Conversazione francese X X Curreli Renato Filosofia X X X Falzoi Piera Religione X X X Farris Giannina Francese X X García Liarte Florentina Conversazione spagnolo X X Lecca Salvatore Scienze X X X McComas Steve Conversazione inglese X X X Marci Maria Adelaide Educazione fisica X X X Masia Emilia taliano X X X 4

5 Masia Emilia Storia X X Porceddu Giovanna Storia dell arte X X X Tedde Peppino Spagnolo X X X La classe 1 Anedda Maria Paola 2 Cirullo Alessandra 3 Deidda Carla 4 Di Maira Eleonora 5 Ghiani Denise 6 Lamieri Paolo 7 Luppoli Alice 8 Melis Federica 9 Picciau Michela 10 Porcu Gabriele 11 Vargiu Carla Azzurra Presentazione sintetica della classe Nel corso dell anno scolastico 2014/2015 hanno frequentato regolarmente la classe 5ª B 11 studenti, poiché una studentessa (nuovo inserimento nella classe) ha interrotto la frequenza già dal mese di ottobre. Il numero degli alunni componenti la classe è variato in maniera significativa lungo il quinquennio e del gruppo che formava la 1ª B nell anno scolastico 2010/2011 rimangono solo 9 studenti, in quanto un'alunna dell'attuale gruppo (proveniente da una 5ª Ginnasio) è stata inserita nel terzo anno di corso, mentre un'altra si è inserita nel quarto anno di corso come ripetente della 4ª B. Inoltre va segnalato che un'alunna ha frequentato il quarto anno negli Stati Uniti. Gli insuccessi e gli abbandoni che hanno via via modificato la classe, pur influendo probabilmente sulla formazione dello spirito di gruppo, non hanno pregiudicato i valori di collaborazione, comprensione e solidarietà. In effetti la classe, grazie anche al numero ristretto dei suoi componenti, è parsa alquanto coesa e non condizionata dall individualismo. Questo aspetto ha agevolato la assenza di tensioni interne e ha favorito il dialogo con i docenti che è sempre stato franco e collaborativo. Classe non priva di potenzialità, seppur eterogenea per quanto riguarda grado di responsabilità raggiunto e stili di apprendimento, la 5ª B ha mostrato sufficiente equilibrio tra partecipazione in classe e lavoro a casa e, più in generale, tra la fase ricettiva e quella produttiva. L attenzione degli studenti nel corso delle attività in classe è stata adeguata anche se la partecipazione si è manifestata più nella redazione di appunti che nella partecipazione attiva al dialogo didattico. Va anche sottolineato che non per tutti si è riscontrata continuità nello studio a casa e capacità di apprendere e approfondire autonomamente. 5

6 In definitiva, una classe che se anche non ha saputo sfruttare appieno le proprie potenzialità, conseguendo alcuni alunni risultati a volte appena sufficienti, ha mostrato sensibilità e disponibilità verso le proposte didattiche, e che, se anche poco propositiva, ha sempre approvato e condiviso le iniziative dei docenti. Obiettivi Educativi e Didattici Il Consiglio di classe, fatti propri gli obiettivi enunciati nel POF, ha individuato ed espresso nella programmazione annuale alcuni obiettivi che ha perseguito attraverso strategie e metodologie diverse. In particolare, il Consiglio ha operato per far sì che gli alunni: abbiano consapevolezza dei diritti e dei doveri nell ambito scolastico e sociale; conoscano i linguaggi specifici delle discipline; contestualizzino le tematiche studiate; operino collegamenti interdisciplinari; applichino conoscenze, metodi e criteri in contesti nuovi; lavorino in modo autonomo; motivino le proprie argomentazioni; siano in grado di autovalutarsi. Verifica e valutazione Il Consiglio ha cercato di fare in modo che le verifiche, e le relative valutazioni, venissero vissute come una fase costruttiva dell attività didattica. A tal fine si è, per quanto possibile, circoscritto chiaramente l oggetto della verifica e si sono esplicitati i criteri di valutazione. Sono stati utilizzati, a seconda delle discipline, le seguenti tipologie di verifica: interrogazioni formali; esposizione di argomenti in forma di breve monologo; verifica dialogica con singoli alunni e con la classe; questionari a risposta singola; questionari a scelta multipla; trattazione sintetica di argomenti; esercitazioni e risoluzione di problemi; analisi del testo; saggio breve. La griglia generale utilizzata per le valutazioni, ove non ci si sia avvalsi di una specifica, è allegata al presente documento. 6

7 Simulazioni di prove d esame I docenti hanno curato la preparazione alle prove scritte dell Esame di Stato sia direttamente, somministrando prove degli anni scorsi (lingue straniere), che indirettamente, sperimentando diverse tipologie nelle verifiche periodiche. Per quanto riguarda la terza prova scritta, le indicazioni raccolte hanno fatto propendere per la tipologia B. È stata effettuata una simulazione in data 12 marzo 2015, che ha coinvolto Francese, Scienze Naturali, Spagnolo e Storia. I testi e i risultati della simulazione effettuata con la griglia utilizzata per la correzione sono allegati al presente documento. In previsione per il mese di maggio anche la simulazione della seconda prova scritta da parte della docente di Inglese. 7

8 Metodi e strumenti Le tabelle riassumono i metodi e gli strumenti utilizzati per ogni singola disciplina. Modalità didattiche Materie Lezioni frontali Lezioni dialogate Italiano X X Attività di gruppo Attività pratiche Altro Latino X X Francese X X simulazione 3^ prova Spagnolo X X simulazione 3^ prova TVE Inglese X X Filosofia X X Religione Conv. inglese Ed. fisica X X X Matematica X X X Conv.spagnoloo TVE Scienze Naturali X X sim. 3ª prova Storia dell arte X X Conv.francese francese Storia X X simulazione 3^ prova Fisica X X X Strumenti e spazi Materie Libro di testo Fotocopie/testi integrativi LIM Italiano X X X Laboratorio informatica Laboratorio linguistico Altro 8

9 Latino X X Francese X X X X X Spagnolo X X X X Inglese X X X Filosofia X X Religione Conv. inglese X Ed. fisica Palestra/Campo esterno Matematica X X X Calcolatrice scientifica Conv.spagnolo X X Scienze Naturali X X Laboratorio Storia dell arte X X Conv. francese X X Fisica X X Storia X Attività di approfondimento svolte nella classe ed attività extracurricolari Gli studenti hanno partecipato alle seguenti attività: Visione del film Il giovane favoloso (regia di M. Martone) Visione della performance teatrale La III onda. Resoconto di una lezione di storia andata oltre (drammaturgia e regia di Lea Karen Gramsdorff). Giorno della memoria Visita al Radiotelescopio della Sardegna di S. Basilio Visita al sito archeologico di Orroli Nuraghe arrubiu Viaggio di istruzione a Madrid (8 alunni) Giornate dell orientamento presso l'università degli Studi di Cagliari Lezione del ricercatore del CRS4 dott. Andrea Mameli sul tema : Energia e sprechi energetici 9

10 PROGRAMMI EDUCAZIONE FISICA DOCENTE: PROF.SSA MARIA ADELAIDE MARCI Teoria cenni su: Apparato scheletrico anatomia Apparato muscolare contrazione muscolare Apparato cardio-circolatorio: - anatomia - piccola e grande circolazione Apparato respiratorio: - anatomia - funzione respiratoria Pronto soccorso Primo soccorso traumi dello sport Alimentazione: - principi alimentari - catena alimentare - dieta nello sport Uno sport - la pallavolo: - ruolo dei giocatori - fondamentali di squadra - regole del gioco. Testo utilizzato: Corpo libero di Fiorini, Coretti e Boschi Edizione Mariotti ESERCIZI PER IL MIGLIORAMENTO DELLA FUNZIONE CARDIO RESPIRATORIA E CIRCOLATORIA 1. Attività a regime aerobico, ricerca graduale dell'aumento di resistenza 2. Corsa in ambiente naturale con durata e ritmi crescenti 3. Corsa intervallata 4. Lavoro con le funicelle e gli step 5. Esercizi sulla respirazione toracica e addominale ESERCIZI PER RAFFORZARE LA POTENZA MUSCOLARE 1. Esercizi a carico naturale in coppia e in gruppo 2. Esercizi con sovraccarichi lievi e medi 3. Esercizi ai grandi attrezzi: la spalliera 4. Esercizi a circuito con attrezzi ESERCIZI PER LO SVILUPPO DELLA MOBILITÀ ARTICOLARE Esercizi a corpo libero e con attrezzi con esecuzione ripetute 10

11 Esercizi di agilità al suolo di media difficoltà Esercizi per il rilassamento globale e segmentario Stretching: modalità di esecuzione e progressione generale ESERCIZI PER IOL MIGLIORAMENTO DELLA VELOCITÀ Esercizi di prontezza e destrezza con l'utilizzo di attrezzi da diverse posizioni Percorsi di livello medio alto di difficoltà Prove di velocità su varie distanze ESERCIZI DI COORDINAZIONE GENERALE Esercizi di combinazione di gesti motori con diverse parti del corpo Esercizi di esecuzione di gesti su rappresentazione mentale Combinazione di saltelli con la funicella, anche con progressione inventata ORGANIZZAZIONE SPAZIO TEMPORALE Esercizi per organizzare il proprio movimento in spazi delimitati e situazioni complesse, anche utilizzando piccoli attrezzi: (funicelle, cerchi, palloni) Esercizi di riproduzione di azioni motorie e gesti sportivi ESERVIZI PER L'APPRENDIMENTO DEI FONDAMENTALI DI SQUADRA DELLE ATTIVITÀ SPORTIVE TRATTATE 1. Esercizi per il riscaldamento specifico delle discipline sportive 2. Esercizi per apprendere i fondamentali individuali degli sport di squadra AVVIAMENTO ALLA PRATICA SPORTIVA Atletica: fondamentali individuali e regolamento Pallavolo: fondamentali e regolamento Pallacanestro: fondamentali e regolamento Pallatamburello: fondamentali e regolamento Pallamano: fondamentali e regolamento FILOSOFIA DOCENTE: PROF. RENATO CURRELI Manuale: N. Abbagnano - G. Fornero, L ideale e il reale, vol. III, Paravia A. SCHOPENHAUER Il mondo come Rappresentazione; il mondo come Volontà; il fenomeno e il velo della Maya; la cosa in sé e la Volontà; dolore, piacere, noia; il pessimismo; la liberazione dal dolore: arte, etica, ascesi. S. KIERKEGAARD Analisi di Aut-Aut (Enten-Eller): esistenza; libertà; possibilità; angoscia e disperazione; la vita estetica e le sue figure; la vita etica. La scelta religiosa: la figura di Abramo; la fede e la drammaticità della religiosità kierkegaardiana. F. NIETZSCHE L apollineo, il dionisiaco, il tragico. Il superamento del pessimismo. Nichilismo passivo e attivo. La 11

12 critica della morale. La trasvalutazione dei valori. L annuncio di Zarathustra. Lo Übermensch. La morte di Dio. La concezione ciclica del tempo e l eterno ritorno. I problemi dell interpretazione del pensiero di Nietzsche. S. FREUD Dall ipnosi alle associazioni libere. L inconscio. La libido. La prima topica. Il sogno e i suoi processi. La seconda topica. L Es e suoi principi. Il Super-io. Le fasi dello sviluppo psicosessuale. M. HEIDEGGER Analisi di Essere e Tempo (Sein und Zeit): essere, esistenza, esserci; essere-nel-mondo; progetto; trascendenza; commercio; cura; esistenza inautentica; esistenza del si o anonima; esistenza autentica; essere-per-la-morte, angoscia, nullità (Nichtigkeit). K. R. POPPER La formazione di Popper all interno del dibattito epistemologico europeo e viennese. Scienza e Metafisica; la demarcazione e il principio di falsificabilità; critica dell induzione; il contesto della giustificazione e il controllo deduttivo delle teorie; proposizioni singolari e universali; asserzionibase; corroborazione e falsificazione; la teoria dei tre mondi; CONTENUTI e CONOSCENZE FISICA DOCENTE: PROF. SERGIO ANEDDA Soffermandosi principalmente sugli aspetti descrittivi e fenomenologici, lo studente ha incontrato nello studio gli elementi fondamentali dei seguenti contenuti disciplinari: Concetto di energia e di potenza e loro relazione Definizione di corrente elettrica Legge di Coulomb e sua formulazione Definizione di conduttori e isolanti La legge di Ohm e sua formulazione Definizione di generatore elettrico, resistenza, circuito elettrico Il condensatore e sua formulazione Calcolo della legge di Ohm in circuiti ad una maglia Uso della legge di Ohm in circuiti resistivi serie e parallelo Legge di Joule Legge di Ampere ( principio di equivalenza ) e sua formulazione Concetto di campo elettrico e/o gravitazionale Concetto di potenziale elettrico 12

13 Il motore elettrico in forma descrittiva Gli interruttori salvavita per uso civile Onde elettromagnetiche. Energia e consumo Esercizi tipici: 1. Quale forza viene esercitata tra due lastre cariche ciascuna con 10 C di carica positiva? Paragonala con la forza di un braccio umano che regge una massa di 100g. 2. Come si può costruire una elettrocalamita? 3. Quanto kcal consuma uno scaldabagno della potenza di 2000W, alimentato da una tensione di 240V, in 1 ora? 4. Sopra un ferro da stiro sono stampigliate le sue caratteristiche elettriche che sono P = 900W e V = 220V. Quale è la corrente che lo attraversa? I = A I = 4.09A I = Disegna due resistenze da 100 Ohm in serie e alimentate in una maglia da un generatore di 12 V. Quale potenza viene svilupata nel circuito? 6. Quale energia associamo al fotone rosso? 7. Come esprimi il concetto di campo 8. Cosa esprime il principio di equivalenza di Ampere 9. Si può descrivere un fulmine attraverso la forza di Coulomb 10. Quali sono le quattro forze della natura 11. Se una caramella contiene 25 cal ( 1 cal=4,186 J) quanto tempo deve restare accesa una lampada da 25 W per consuma l'energia di 10 caramelle? FRANCESE DOCENTE: PROF.SSA GIANNINA FARRIS BAUDELAIRE: sa vie et son oeuvre Lecture et analyse de : - Spleen ( Les Fleurs du Mal ) - L'Albatros ( Les Fleurs du Mal) VERLAINE ET RIMBAUD : vie et oeuvres Lecture et analyse de : - Chanson d'automne ( Poèmes saturniens ) - Ma bohème ( Fantaisie ) MARCEL PROUST : sa vie et son oeuvre 13

14 Lecture et analyse de : - La petite madeleine ( Du coté de chez Swann ) SARTRE : sa vie et son oeuvre Lecture et analyse de: - Expériences scolaires ( Les Mots ) CAMUS : sa vie et son oeuvre Lecture et analyse de : - Aujourd'hui maman est morte ( L'Etranger ) - Alors j'ai tiré ( L'Etranger ) EUGENE IONESCO : sa vie et son oeuvre Lecture et analyse de : - Une conversation absurde (La cantatrice chauve) - Une question capitale ( La leçon ) SIMONE DE BEAUVOIR : sa vie et son oeuvre Lecture et analyse de : - Conflit entre mère et fille (Mémoires d'une jeune fille rangée ) MARGUERITE DURAS : sa vie et son oeuvre Lecture et analyse de : - La limousine noire ( L'Amant CONVERSAZIONE IN LINGUA FRANCESE DOCENTE: PROF.SSA CÉCILE CRABOT Livre adopté: ABC Delf junio B2 CLE international. Le travail de l année s est concentré sur des activités orales de typologie DELF B1 puis B2, comprennant: Débat en classe, suite à la lecture-compréhension de textes touchant des thèmes de socitété Production orale sur l expression d un point de vu personnel argumenté (bref texte d amorce fourni) l écoute d extraits sonores (compréhension orale) niveau Delf B1/B2 Sujets abordés durant l année scolaire: Les vacances : Texte Delf B2 Les voyages forment la jeunesse, compréhension, débat sur le sujet La discrimination féminine : Le foot: un sport de fille? (Bac Blanc 1, pp ), débat en 14

15 classe sur le sujet Le web et les ados (activités orales écrites): texte venant d internet Un internaute piégé par ses traces sur le web, débat sur le thème traité Les repas en France : texte B2 pp Extrait vidéo sur Noel le pire des cadeaux, dis-moi ce que tu offres, je te dirai qui tu es! Le permis à points : Delf B2 pp Activités de production orale sur l expression d un point de vue : pratiqueriez-vous un sport extrême? ; le télétravail, avantage ou inconvénient? Les médicaments génériques; vive le vote obligatoire ; Récit du film vu L auberge espagnole Extrait vidéo Bienvenue à Paris, à la décoiuverte de cette ville magnifique compréhension oral, suivi de la présentation orale individuel d un monument parisien. INGLESE DOCENTE: PROF.SSA PAOLA BOERO THE 19 TH CENTURY: Edgar Allan Poe The Romantic Age Samuel Coleridge Jane Austen The Victorian Age The Aesthetic Movement Oscar Wilde Robert Louis Stevenson Joseph Conrad THE 20 TH CENTURY: The Modern Age Modernism 15

16 Virginia Woolf The War Poets: Wilfred Owen George Orwell William Golding The Vietnam War ITALIANO DOCENTE: PROF.SSA EMILIA MASIA Testo in adozione: G. Baldi, S. Giusso, M. Razetti, G. Zaccaria: " La Letteratura", ed. Paravia voll G.Leopardi. Biografia e opere. Il pensiero. La poetica del vago e dell'infinito. Leopardi e il Romanticismo. I Canti: gli Idilli; il "risorgimento e i "grandi idilli" del '28-'30; il "ciclo di Aspasia"; la polemica contro l'ottimismo progressista; Le operette morali e "l'arido vero" Il Romanticismo. La poetica classicistica e la poetica romantica. Il movimento romantico in Italia. Il romanzo in Italia. Lettura, analisi e commento delle seguenti opere: ICanti : L'infinito; A Silvia; A se stesso; Le operette morali: Dialogo della Natura e di un Islandese. Lo Zibaldone: La teoria del piacere; Indefinito e infinito; teoria della visione; teoria del suono. Letture: microsaggio 11. La Palinodia al marchese Gino Capponi e la polemica contro l'ottimismo progressista Il Positivismo. La Scapigliatura. Il Verismo. G.Verga Biografia e opere. I romanzi preveristi. La svolta verista. Poetica e tecnica narrativa del Verga verista: l'"eclisse" dell'autore e la "regressione" della voce narrante. L'ideologia verghiana. Il verismo di Verga e il naturalismo zoliano. Vita dei campi. Il ciclo dei Vinti. I Malavoglia. Lettura, analisi e commento delle seguenti opere: Lettera a S.Farina Prefazione a L'amante di Gramigna; lettera a Capuana del L'"eclisse" dell'autore e la regressione nel mondo rappresentato; lettera a F.Cameroni del e del ; lettera a F.Torraca del Le novelle: La lupa. La roba. I Malavoglia: Prefazione; capp.i, IV, XI, XV. 16

17 Mastro-don Gesualdo: La morte di mastro- don Gesualdo. Il Decadentismo. G. D'Annunzio Biografia e opere. L'Estetismo e la sua crisi. I romanzi del superuomo. Le Laudi: Alcyone. Il periodo "notturno". Lettura, analisi e commento dei seguenti brani: Il Piacere libro III, cap.ii. Un ritratto allo specchio: Andrea Sperelli ed Elena Muti Il Piacere libro III, cap.iii. Una fantasia "in bianco maggiore" Le vergini delle rocce, libro I. Il programma politico del superuomo Alcyone: La pioggia nel pineto G.Pascoli Biografia e opere. La visione del mondo. La poetica. L'ideologia politica. I temi della poesia pascoliana: gli intenti pedagogici e predicatori; il grande Pascoli decadente. Le soluzioni formali. Lettura, analisi e commento delle seguenti opere: Il fanciullino. Una poetica decadente. Myricae: X agosto, Novembre, Temporale, Il lampo, Poemetti: Italy La grande proletaria si è mossa,1911: Proletaria, ma armata Il Primo Novecento La stagione delle avanguardie: Futurismo, Dadaismo e Surrealismo Filippo Tommaso Marinetti Il Manifesto del Futurismo I. Svevo Biografia e opere. La cultura di Svevo. La coscienza di Zeno:. Il nuovo impianto narrativo; il tempo, le vicende; l'inattendibilità del narratore e la funzione critica di Zeno; l'inettitudine e l'apertura del mondo. Lettura, analisi e commento dei seguenti brani letterari: La coscienza di Zeno : Il fumo, cap.iii.; La morte del padre, cap. IV; La salute "malata" di Augusta, cap. VI; La morte dell'antagonista, cap.vii; La profezia di un'apocalisse cosmica, cap. VIII. L.Pirandello Biografia e opere. La visione del mondo. La poetica. Le novelle: Il treno ha fischiato. I romanzi: Il fu Mattia Pascal e Uno nessuno centomila. Gli esordi teatrali e il periodo "grottesco": Il giuoco delle parti 17

18 Lettura, analisi e commento delle seguenti opere: L'Umorismo. Un'arte che scompone il reale ( lettura parziale ) Novelle per un anno: Il treno ha fischiato Il fu Mattia Pascal, capp.vii e IX. La costruzione della nuova identità e la sua crisi. Uno, nessuno e centomila. "Nessun nome" Il giuoco delle parti. Incontro con l'opera. La letteratura tra le due guerre: L'Ermetismo. G. Ungaretti. Biografia e opere. L'Allegria: la funzione della poesia; l'analogia; la poesia come illuminazione; gli aspetti formali; la struttura e i temi. Il dolore e le ultime raccolte. Lettura, analisi e commento delle seguenti poesie: L' Allegria: Il porto sepolto, Veglia, S.Martino del Carso, Mattina, Soldati, Il dolore: Non gridate più E.Montale. Biografia e opere. Ossi di seppia: il motivo dell'aridità; la crisi dell'identità e l'"indifferenza"; il "varco"; la poetica; le soluzioni stilistiche. Le occasioni: la poetica degli oggetti; la donna salvifica. La bufera e altro: il contesto del dopoguerra; da Clizia a Volpe; Le conclusioni provvisorie. Lettura, analisi e commento delle seguenti poesie: Ossi di seppia: I limoni, Non chiederci la parola, Spesso il male di vivere ho incontrato. Le occasioni: Non recidere, forbice, quel volto Satura.Xenia 1 Dante Alighieri La Divina Commedia. Lettura, analisi e commento dei seguenti canti del Paradiso: I, III, VI, XI XVII. Studio delle principali figure retoriche del significato, di ordine sintattico e del suono: similitudine, metafora, ossimoro, sinestesia, chiasmo, climax, anafora, inversione, allitterazione, assonanza, consonanza, enjambement CONTENUTI e CONOSCENZE MATEMATICA DOCENTE: PROF. SERGIO ANEDDA 18

19 1. Funzioni reali di una variabile reale 2. Le funzioni razionali, irrazionali, logaritmiche e campo di esistenza 3. Studio della parità di una funzione: f(x)=-f(-x) 4. Studio della positività di una funzione: f(x)>0 5. Studio della intersezione con gli assi di una funzione: f(x)=0; f(0)=? 6. Limiti di una funzione 7. Limite infinito : asintoto verticale 8. Limite finito di una funzione all infinito: asintoto orizzontale 9. Limite infinito di una funzione all infinito 10. Limite sinistro limite destro: limiti fondamentali 11. Operazioni sui limiti: limiti finiti, Limiti infiniti e forme indeterminate 12. Limite all infinito di un polinomio 13. Limiti all infinito delle funzioni razionali 14. Asintoti : asintoto verticale, orizzontale e obliquo 15. Grafici approssimati di funzioni polinomiali fratte 16. Definizione di derivata e suo significato geometrico 17. Continuità delle funzioni derivabili 18. Derivata di alcune funzioni elementari: derivata della funzione costante,identica, logaritmica, esponenziale, potenza, cos x, sen x. 19. Regole di derivazione: derivata della somma,del prodotto, del reciproco, del quoziente, derivata della funzione composta Esercizi tipici: Risolvere l'equazione: 8*2 x-18-2*2 x-1 =16 1)Data la funzione seguente f(x) = (5 x - 10) / (x² + 3) determinare analiticamente il suo grafico a partire da: il campo di esistenza, gli intervalli per cui f(x)>0, l insieme dei valori per cui f(x)=0, 1. l insieme dei valori f(0)=0, verificare se è pari o dispari, disegnare un esempio di funzione traslata sull asse x e sull asse y, 19

20 trovare i massimi e minimi, determinare gli intervalli di crescenza e decrescenza Scrivere un esempio di funzione traslata sull asse x e sull asse y. Calcola le seguenti derivate: f(x)= 4cos x 2 f(x)= 4e x + x 2 + 3x 2 f(x) = (5 x - 10) / (x² + 3) f(x)= f(x) = (5 x - 10) * (x² + 3) f(x)= ln (5 x - 10) f(x) = (5 x - 10) 3 Dato il grafico della funzione f(x) = (5 x - 10) / (x² + 3), dal suo grafico stesso ricavare: il campo di esistenza, gli intervalli per cui f(x)>0, l insieme dei valori per cui f(x)=0, l insieme dei valori f(0)=0, verificare se è pari o dispari, disegnare un esempio di funzione traslata sull asse x e sull asse y, trovare i massimi e minimi, DETERMINARE GLI INTERVALLI DI CRESCENZA E DECRESCENZA 20

21 SCIENZE NATURALI DOCENTE: PROF. SALVATORE LECCA La struttura della terra e la teoria della tettonica a placche. Un pianeta fatto a strati;le strutture della crosta oceanica: dorsali e fosse; l'espansione dei fondali oceanici, la tettonica delle placche, nuove montagne e nuovi oceani; la verifica del modello; il motore delle placche; la tettonica delle placche ei giacimenti minerari. La chimica del carbonio. I composti organici; gli idrocarburi saturi: alcani e cicloalcani; gli isomeri: stessa formula bruta per molecole diverse; gli idrocarburi insaturi: alcheni e alchini; gli idrocarburi aromatici; i gruppi funzionali; i polimeri. Le molecole biologiche. Le molecole biologiche; i carboidrati: i monosaccaridi, i disaccaridi, i polisaccaridi; lipidi; le proteine: gli aminoacidi, le proteine si formano tramite legame peptidico; gli acidi nucleici. La fotosintesi. Gli organismi fotosintetici sono autotrofi perché producono il proprio cibo; nelle piante la fotosintesi avviene nei cloroplasti; l'energia degli elettroni eccitati dalla luce serve per produrre ATP; la fotosintesi è una reazione redox che libera ossigeno gassoso, la fotosintesi prevede la fase luminosa e il ciclo di Calvin; durante la fase luminosa gli elettroni seguono un percorso non ciclico; la membrana tilacoide è organizzata per produrre ATP e NADPH; il ciclo di Calvin produce carboidrati; le piante partono dai carboidrati per la sintesi di altre molecole organiche. Abbattere le foreste tropicali aumenta il riscaldamento globale. La respirazione cellulare. La respirazione cellulare è una reazione redox che richiede ossigeno; il piruvato può prendere due vie : la respirazione cellulare o la fermentazione; la glicolisi è il primo stadio della degradazione del glucosio; prima del ciclo di Krebs è necessaria una reazione preparatoria; il ciclo di Krebs comporta l'ossidazione finale dei prodotti del glucosio; la catena di trasporto degli elettroni produce molte molecole di ATP; le creste mitocondriali creano un gradiente di H+ che porta alla sintesi di ATP; l'ossidazione completa di una molecola di glucosio produce 36 o 38 ATP; quando la cellula è in carenza di ossigeno, può ricorrere alla fermentazione; il metabolismo implica il catabolismo (degradazione) e l'anabolismo(sintesi). La genetica molecolare. 21

22 Le mutazioni rendono difettosi i geni e quindi alterano l'espressione genica; i trasposoni sono elementi genetici mobili; i batterofagi si riproducono all'interno di batteri con due modalità; i batteri possono trasferire geni tra loro in tre modi diversi. Il virus HIV, agente dell'aids, è un esempio di retrovirus. SPAGNOLO DOCENTE: PROF. PEPPINO TEDDE Dal testo in adozione RAÍCES Plus, di Cadelli, Salvaggio, Llorente, Viamonte, ed. EUROPASS, e dal materiale in fotocopia fornito dal docente durante l anno scolastico HISTORIA DE ESPAÑA Los años Crisis política y tensiones sociales La Guerra Civil ( ) De la dictadura a la democracia ( ) ORGANIZACIÓN POLÍTICO-ADMINISTRATIVA DE ESPAÑA La Constitución La Monarquía Parlamentaria Las Comunidades Autónomas El Bilingüismo TEMAS LITERARIOS: EL ROMANTICISMO Gustavo Adolfo Bécquer. Biografía del autor De RIMAS: Rima IV (LA POESÍA. La inmortalidad de la poesía) Rima XXIV (EL AMOR. Dos en uno) RimaXLI (EL DESENGAÑO. Inevitable) Rima LXVI (LA MUERTE: Donde habite el olvido) EL REALISMO Benito Pérez Galdos. Biografía del autor De TRISTANA fragmentos: El despertar de Tristana La inquietud de Tristana La metamorfosis de Tristana Visión de la película TRISTANA (Luis Buñuel,1970) LA GENERACIÓN DEL '98 Antonio Machado. Biografia del autor De SOLEDADES comentario de: Es una tarde cenicienta y mustia De CAMPOS DE CASTILLA comentario de: 22

23 Retrato A orillas del Duero LA GENERACIÓN DEL '27 Federico García Lorca. Biografía del autor. De ROMANCERO GITANO comentarios de: Romance de la luna, luna Romance de la pena negra Prendimiento de Antoñito el Camborio LA CASA DE BERNARDA ALBA (lectura de la obra completa y comentario) Pedro Salinas. Biografía del autor. De LA VOZ A TI DEBIDA comentarios de: vv vv vv De TODO MÁS CLARO comentario de: Cero ENTRE LA GENERACIÓN DEL 27 y LA DEL 36 Miguel Hernández. Biografía del autor. De VIENTO DEL PUEBLO comentario de: El niño yuntero De POEMAS ÚLTIMOS comentario de: Nanas de la cebolla De EL RAYO QUE NO CESA comentario de: Elegía a Ramón Sijé ESPAÑA EN EL CORAZÓN HISPANOAMERICANO Pablo Neruda. Biografía del autor De TERCERA RESIDENCIA comentario de: España en el corazón LITERATURA ACTUAL Manuel Rivas De LA LENGUA DE LAS MARIPOSAS fragmentos: El primer día de clase La ruta del descubrimiento Que vean que gritas! Visión de la película LA LENGUA DE LAS MARIPOSAS (José Luis Cuerda, 1999) CONVERSAZIONE IN LINGUA SPAGNOLA DOCENTE: PROF.SSA FLORENTINA LIARTE GARCÍA Escucha y comprensión de telediarios de radio televisión española (rtve.es). Noticias nacionales e internacionales. 9-N Consulta sobre la independencia de Cataluña Lectura y comprensión del texto Si yo fuera catalán de Javier Marías. ( El Pais). Resumir, discutir y opinar. Arte en la cultura hispana: Pablo Picasso, Frida Kalo, Fernando Botero y Pedro Almodóvar. Personajes representativos de la literatura hispana: Isabel Allende, Mario Vargas Llosa y Manuel Rivas. Rasgos generales sobre los siguientes países hispanoaméricanos: México, Chile, Perú, Argentina, Colombia y Ecuador. 23

QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE

QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE - Matematica - Griglie di valutazione Materia: Matematica Obiettivi disciplinari Gli obiettivi indicati si riferiscono all intero percorso della classe quarta

Dettagli

CRITERI DI VALUTAZIONE ITALIANO PRIMO BIENNIO

CRITERI DI VALUTAZIONE ITALIANO PRIMO BIENNIO CRITERI DI VALUTAZIONE ITALIANO PRIMO BIENNIO Voti RAGGIUNGIMENTO OBIETTIVI DESCRITTORI Fino a 3 Del tutto insufficiente Assenza di conoscenze. Errori ortografici e morfo-sintattici numerosi e gravi. 4

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe ha dimostrato fin dal primo momento grande attenzione e interesse verso gli

Dettagli

LICEO GINNASIO STATALE VIRGILIO SIMULAZIONE III PROVA ESAMI DI STATO

LICEO GINNASIO STATALE VIRGILIO SIMULAZIONE III PROVA ESAMI DI STATO SIMULAZIONE III PROVA ESAMI DI STATO Classe V F Liceo Internazionale Spagnolo Discipline: Francese/Inglese, Filosofia, Matematica, Scienze, Storia dell'arte Data 12 dicembre 2013 Tipologia A Durata ore

Dettagli

1) Un Liceo classico. 2) Il Liceo «Franchetti»

1) Un Liceo classico. 2) Il Liceo «Franchetti» Studenti-LRF-2013 Utenti che hanno svolto il test: 262 Famiglie-LRF-2012/2013 Utenti che hanno svolto il test: 173 1) Un Liceo classico Risp. 1) È ancora una scelta valida (Utenti: 140 Perc.: 53.44%) Risp.

Dettagli

GRIGLIE DI VALUTAZIONE ESAMI DI STATO

GRIGLIE DI VALUTAZIONE ESAMI DI STATO GRIGLIE DI VALUTAZIONE ESAMI DI STATO a cura di Salvatore Madaghiele SCHEDA DI VALUTAZIONE DELLA PRIMA PROVA SCRITTA: ITALIANO N. Candidato Classe Sesso: M F Data di nascita: Tema scelto: A B1 n. B2 n.

Dettagli

LICEO CLASSICO C. CAVOUR DISCIPLINA : FISICA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA

LICEO CLASSICO C. CAVOUR DISCIPLINA : FISICA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA 1. OBIETTIVI SPECIFICI DELLA DISCIPLINA PROGRAMMAZIONE PER COMPETENZE Le prime due/tre settimane sono state dedicate allo sviluppo di un modulo di allineamento per

Dettagli

Programmazione Generale. Matematica e Complementi. Classi: 2 Biennio Quarta. Istituto Tecnico Tecnologico Basilio Focaccia Salerno

Programmazione Generale. Matematica e Complementi. Classi: 2 Biennio Quarta. Istituto Tecnico Tecnologico Basilio Focaccia Salerno Istituto Tecnico Tecnologico Basilio Focaccia Salerno Programmazione Generale Matematica e Complementi Classi: 2 Biennio Quarta I Docenti della Disciplina Salerno, lì 12 settembre 2014 Finalità della Disciplina

Dettagli

Allegato IV simulazione della Terza Prova, TIP. B+C. del 27/05/2015

Allegato IV simulazione della Terza Prova, TIP. B+C. del 27/05/2015 Allegato IV simulazione della Terza Prova, TIP. B+C del 27/05/2015 Istituto d Istruzione Superiore Liceo Classico Statale G. Garibaldi Via Roma, 164 87012 Castrovillari ( CS ) Tel. e fax 0981.209049 Anno

Dettagli

GRIGLIA DI VALUTAZIONE PER L ANALISI E IL COMMENTO DI UN TESTO LETTERARIO (Tipologia A) STUDENTE... SUFFICIENTE Punti 10.

GRIGLIA DI VALUTAZIONE PER L ANALISI E IL COMMENTO DI UN TESTO LETTERARIO (Tipologia A) STUDENTE... SUFFICIENTE Punti 10. GRIGLIA DI VALUTAZIONE PER L ANALISI E IL COMMENTO DI UN TESTO LETTERARIO (Tipologia A) IN (min. 5- max. 7,5) DISCRETO BUONO E (max 5) Analisi dei livelli e degli elementi del testo incompleta incompleta

Dettagli

Presiede il Consiglio di Classe il Dirigente Scolastico, Prof. oppure per delega del Dirigente Scolastico, il Prof., funge da Segretario il Prof.

Presiede il Consiglio di Classe il Dirigente Scolastico, Prof. oppure per delega del Dirigente Scolastico, il Prof., funge da Segretario il Prof. ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE CESARE BECCARIA ISTITUTO TECNICO - SETTORE ECONOMICO - ISTITUTO PROFESSIONALE per l AGRICOLTURA e l AMBIENTE Sedi associate di - SANTADI e VILLAMASSARGIA VERBALE N. SCRUTINIO

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N.

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N. FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2 ULSS n.1 Belluno Autori: PERSONALE AZIENDA ULSS N. 1 BELLUNO: Dr.ssa Mel Rosanna Dirigente medico SISP (Dipartimento

Dettagli

IL RIMARIO IL RICALCO

IL RIMARIO IL RICALCO Preparare un rimario: IL RIMARIO - gli alunni, a coppie o singolarmente, scrivono su un foglio alcune parole con una determinata rima; - singolarmente, scelgono uno dei fogli preparati e compongono nonsense

Dettagli

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 2 A Corso: BIENNIO UNICO COSTRUZIONI AMBIENTE E TERRITORIO

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 2 A Corso: BIENNIO UNICO COSTRUZIONI AMBIENTE E TERRITORIO Classe: 2 A RELIGIONE CATTOLICA 9788810612521 BOCCHINI SERGIO NUOVO RELIGIONE E RELIGIONI + CD ROM BIBBIA GERUSALEMME / VOLUME UNICO U EDB EDIZ.DEHONIANE BO (CED) 20,30 No No No LINGUA E LETTERATURA ITALIANA

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

English as a Second Language

English as a Second Language 1. sviluppo della capacità di usare l inglese per comunicare 2. fornire le competenze di base richieste per gli studi successivi 3. sviluppo della consapevolezza della natura del linguaggio e dei mezzi

Dettagli

Da dove prendono energia le cellule animali?

Da dove prendono energia le cellule animali? Da dove prendono energia le cellule animali? La cellula trae energia dai legami chimici contenuti nelle molecole nutritive Probabilmente le più importanti sono gli zuccheri, che le piante sintetizzano

Dettagli

VIAGGIANDO CON LA NATURA

VIAGGIANDO CON LA NATURA VIAGGIANDO CON LA NATURA Il progetto intende, attraverso l esplorazione del mondo naturale (terra, acqua, aria e fuoco) sistematizzare le conoscenze per comprendere l organizzazione dell ecosistema naturale.

Dettagli

Istituto Istruzione Superiore Liceo Scientifico Ghilarza Anno Scolastico 2013/2014 PROGRAMMA DI MATEMATICA E FISICA

Istituto Istruzione Superiore Liceo Scientifico Ghilarza Anno Scolastico 2013/2014 PROGRAMMA DI MATEMATICA E FISICA PROGRAMMA DI MATEMATICA E FISICA Classe VA scientifico MATEMATICA MODULO 1 ESPONENZIALI E LOGARITMI 1. Potenze con esponente reale; 2. La funzione esponenziale: proprietà e grafico; 3. Definizione di logaritmo;

Dettagli

Istituto Superiore Vincenzo Cardarelli Istituto Tecnico per Geometri Liceo Artistico A.S. 2014 2015

Istituto Superiore Vincenzo Cardarelli Istituto Tecnico per Geometri Liceo Artistico A.S. 2014 2015 Istituto Superiore Vincenzo Cardarelli Istituto Tecnico per Geometri Liceo Artistico A.S. 2014 2015 Piano di lavoro annuale Materia : Fisica Classi Quinte Blocchi tematici Competenze Traguardi formativi

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5 Competenza: partecipare e interagire con gli altri in diverse situazioni comunicative Scuola Infanzia : 3 anni Obiettivi di *Esprime e comunica agli altri emozioni, sentimenti, pensieri attraverso il linguaggio

Dettagli

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI Commento Nel biennio tra le materie di base non compaiono Musica, Geografia, Storia dell Arte, Fisica, Chimica e Diritto, mentre materie come Italiano al Liceo classico, Matematica e Scienze al Liceo scientifico

Dettagli

ELEMENTI DI NOVITÀ E DI CAMBIAMENTO

ELEMENTI DI NOVITÀ E DI CAMBIAMENTO Ufficio XVI - Ambito territoriale per la provincia di Reggio Emilia Ufficio Educazione Fisica e Sportiva ELEMENTI DI NOVITÀ E DI CAMBIAMENTO Prof. PAOLO SECLÌ Docente di Attività motoria per l età evolutiva

Dettagli

STUDIO DI UNA FUNZIONE

STUDIO DI UNA FUNZIONE STUDIO DI UNA FUNZIONE OBIETTIVO: Data l equazione Y = f(x) di una funzione a variabili reali (X R e Y R), studiare l andamento del suo grafico. PROCEDIMENTO 1. STUDIO DEL DOMINIO (CAMPO DI ESISTENZA)

Dettagli

Sviluppo sostenibile

Sviluppo sostenibile IL CANOCCHIALE DI GALILEO Sviluppo sostenibile Progetto asse scientifico tecnologico con il coinvolgimento del Consiglio di Classe 2 GLI STUDENTI - a.s. 2012-13 due classi prime: AMBIENTE-ENERGIA - a.s.

Dettagli

ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA

ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA L allievo partecipa a scambi comunicativi (conversazione, discussione di classe o di gruppo) con compagni e insegnanti

Dettagli

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO 1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO Sono molte le definizioni di allenamento: Definizione generale: E un processo che produce nell organismo un cambiamento di stato che può essere fisico, motorio, psicologico.

Dettagli

Istituto SuperioreD'istruzione-Liceo Sportivo C. Piaggia di Viareggio. Prof. Alessandro Guglielmo Cucurnia. Anno scolastico 2014/2015

Istituto SuperioreD'istruzione-Liceo Sportivo C. Piaggia di Viareggio. Prof. Alessandro Guglielmo Cucurnia. Anno scolastico 2014/2015 Istituto SuperioreD'istruzione-Liceo Sportivo C. Piaggia di Viareggio. Prof. Alessandro Guglielmo Cucurnia. Anno scolastico 2014/2015 MATERIA: Scienze Motorie classe : V A SIA dell'istituto Superiore D'istruzione

Dettagli

Le funzioni continue. A. Pisani Liceo Classico Dante Alighieri A.S. 2002-03. A. Pisani, appunti di Matematica 1

Le funzioni continue. A. Pisani Liceo Classico Dante Alighieri A.S. 2002-03. A. Pisani, appunti di Matematica 1 Le funzioni continue A. Pisani Liceo Classico Dante Alighieri A.S. -3 A. Pisani, appunti di Matematica 1 Nota bene Questi appunti sono da intendere come guida allo studio e come riassunto di quanto illustrato

Dettagli

ANDREA FONTANA. Storyselling. Strategie del racconto per vendere se stessi, i propri prodotti, la propria azienda

ANDREA FONTANA. Storyselling. Strategie del racconto per vendere se stessi, i propri prodotti, la propria azienda ANDREA FONTANA Storyselling Strategie del racconto per vendere se stessi, i propri prodotti, la propria azienda Impostazione grafica di Matteo Bologna Design, NY Fotocomposizione e redazione: Studio Norma,

Dettagli

3) Heidegger: dall esistenza all ontologia

3) Heidegger: dall esistenza all ontologia 3) Heidegger: dall esistenza all ontologia Vita e opere Martin Heidegger (1889-1976) frequentò la facoltà di teologia dell Università di Friburgo. Nel 1919 divenne assistente e in seguito successore di

Dettagli

ISISS BUONARROTI CE. Dall Uva al Vino. Dall'uva al vino

ISISS BUONARROTI CE. Dall Uva al Vino. Dall'uva al vino Dall Uva al Vino In questa attività didattica abbiamo dimostrato come in un ambiente scolastico cittadino si può sviluppare nei giovani la cultura del territorio, della vite, dell uva e del vino. In questa

Dettagli

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 P Corso: MANUTENZIONE ED ASSISTENZA TECNICA (BIENNIO COMUNE

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 P Corso: MANUTENZIONE ED ASSISTENZA TECNICA (BIENNIO COMUNE Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 P Corso: MANUTENZIONE ED ASSISTENZA TECNICA (BIENNIO COMUNE RELIGIONE 9788805070800 CAMPOLEONI ALBERTO / CRIPPA LUCA ORIZZONTI / CON NULLA OSTA CEI

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

LA CORRENTE ELETTRICA Prof. Erasmo Modica erasmo@galois.it

LA CORRENTE ELETTRICA Prof. Erasmo Modica erasmo@galois.it LA CORRENTE ELETTRICA Prof. Erasmo Modica erasmo@galois.it L INTENSITÀ DELLA CORRENTE ELETTRICA Consideriamo una lampadina inserita in un circuito elettrico costituito da fili metallici ed un interruttore.

Dettagli

Ri...valutando: azione e ricerca per il miglioramento

Ri...valutando: azione e ricerca per il miglioramento Il team di ricerca Mario Ambel (Responsabile) Anna Curci Emiliano Grimaldi Annamaria Palmieri 1. Progetto finalizzato alla elaborazione e validazione di un modellostandard - adattabile con opportune attenzioni

Dettagli

PROGRAMMA DI FISICA ( CLASSE I SEZ. E) ( anno scol. 2013/2014)

PROGRAMMA DI FISICA ( CLASSE I SEZ. E) ( anno scol. 2013/2014) PROGRAMMA DI FISICA ( CLASSE I SEZ. E) ( anno scol. 2013/2014) Le grandezze fisiche. Metodo sperimentale di Galilei. Concetto di grandezza fisica e della sua misura. Il Sistema internazionale di Unità

Dettagli

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: ELETTRONICA ED ELETTROTECNICA - BIENNIO COMUNE

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: ELETTRONICA ED ELETTROTECNICA - BIENNIO COMUNE Classe: 1 A LINGUA E LETTERATURA ITALIANA 9788839511980 MANZONI A. / PERISSINOTTO PROMESSI SPOSI U PARAVIA 22,65 No Si No LINGUA E LETTERATURA ITALIANA 9788842443155 FERRALASCO ANNA / MOISO ANNA MARIA

Dettagli

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale.

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale. PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA NORME DI COMPORTAMENTO DOCENTI: I docenti si impegnano a: 1. Fornire con il comportamento in classe esempio di buona condotta ed esercizio di virtù. 2. Curare la chiarezza

Dettagli

Appunti e generalità sulle funzioni reali di variabili reali.

Appunti e generalità sulle funzioni reali di variabili reali. Appunti e generalità sulle funzioni reali di variabili reali. Premessa Questa breve trattazione non vuole costituire una guida completa ed esauriente sull argomento, ma vuole fornire solamente i concetti

Dettagli

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Forse sarebbe necessario che iniziassi correggendo il titolo di questa mia breve introduzione: non cultura, creatività e sviluppo sostenibile, ma cultura globalizzata,

Dettagli

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO TRIENNIO Classe: 3 A Corso: INDUSTRIA

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO TRIENNIO Classe: 3 A Corso: INDUSTRIA Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO TRIENNIO Classe: 3 A Corso: INDUSTRIA RELIGIONE 9788839302229 MARINONI GIANMARIO / CASSINOTTI DOMANDA DELL'UOMO (LA) - VOLUME UNICO - EDIZIONE AZZURRA / CORSO DI RELIGIONE

Dettagli

Istituto Tecnico Industriale Statale Luigi di Savoia Chieti. Contratto Formativo. Disciplina TECNOLOGIA e TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA

Istituto Tecnico Industriale Statale Luigi di Savoia Chieti. Contratto Formativo. Disciplina TECNOLOGIA e TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA Istituto Tecnico Industriale Statale Luigi di Savoia Chieti Contratto Formativo Corso I.T.I.S. Classe I sez.a CH Disciplina TECNOLOGIA e TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA Docenti : DITURI LUIGI e INGELIDO

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

NEOCLASSICISMO. Vol III, pp. 532-567

NEOCLASSICISMO. Vol III, pp. 532-567 NEOCLASSICISMO Vol III, pp. 532-567 567 Le premesse L illuminismo La rivoluzione industriale La rivoluzione francese Neoclassicismo il fascino dell antico Dagli inizi del Settecento a Roma si aprono vari

Dettagli

Per lo sviluppo delle competenze: Proposte didattico-metodologiche:

Per lo sviluppo delle competenze: Proposte didattico-metodologiche: Italiano Lingua Seconda 1 biennio FWI, SGYM, SP raguardi di sviluppo delle competenze al termine dell anno scolastico. L alunno / L alunna sa comprendere gli elementi principali di un discorso chiaro in

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO

SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO Rete di Treviso Integrazione Alunni Stranieri LABORATORIO SUL TRATTAMENTO DEI TESTI DISCIPLINARI SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO TITOLO: IL SISTEMA SOLARE AMBITO DISCIPLINARE: SCIENZE AUTORE: GIANCARLA VOLPATO

Dettagli

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, TEATRO LA DIDATTICA DEL FARE 1 BISOGNI Sulla scorta delle numerose riflessioni che da parecchi anni aleggiano sulla realtà

Dettagli

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO LETTERALE e quando ha SIGNIFICATO METAFORICO (FIGURATO). Questa non

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

OBIETTIVI MINIMI E GRIGLIE DI VALUTAZIONE DELLE DISCIPLINE 2013-2014

OBIETTIVI MINIMI E GRIGLIE DI VALUTAZIONE DELLE DISCIPLINE 2013-2014 OBIETTIVI MINIMI E GRIGLIE DI VALUTAZIONE DELLE DISCIPLINE 2013-2014 OBIETTIVI MINIMI DI ITALIANO - BIENNIO DI TUTTI GLI INDIRIZZI Conoscenze a) Conoscenza completa e ragionata della grammatica e dell

Dettagli

MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia

MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia Master of Arts MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia 1. Descrizione generale del programma Il conseguimento del titolo di «Master of Arts in Lingue

Dettagli

(da I Malavoglia, cap. XV)

(da I Malavoglia, cap. XV) 4. GIOVANNI VERGA (ANALISI DEL TESTO) L addio di Ntoni Una sera, tardi, il cane si mise ad abbaiare dietro l uscio del cortile, e lo stesso Alessi, che andò ad aprire, non riconobbe Ntoni il quale tornava

Dettagli

Studio grafico-analitico delle funzioni reali a variabile reale

Studio grafico-analitico delle funzioni reali a variabile reale Studio grafico-analitico delle funzioni reali a variabile reale Sequenza dei passi Classificazione In pratica Classifica il tipo di funzione: Funzione razionale: intera / fratta Funzione irrazionale: intera

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

Indice. Giuseppe Galli Presentazione... 1

Indice. Giuseppe Galli Presentazione... 1 Indice Presentazione... 1 Livelli di realtà... 5 1. Realtà fisica e realtà fenomenica... 5 2. Annullamento dell identità numerica tra oggetto fisico e oggetto fenomenico... 8 3. Individualità degli oggetti

Dettagli

La/Il sottoscritta/o.. (cognome e nome) madre padre.. dell alunna/o.. (cognome e nome) CHIEDE L iscrizione dell... stess alunn per l a.s.

La/Il sottoscritta/o.. (cognome e nome) madre padre.. dell alunna/o.. (cognome e nome) CHIEDE L iscrizione dell... stess alunn per l a.s. n..reg.iscriz. n..matr. MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO Liceo Classico e Linguistico Statale ARISTOFANE 00139 ROMA - VIA MONTE RESEGONE, 3 068181809 - FAX

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE MOD PROGRAMMAZIONEDISCIPLINARE REV.00del27.09.13 Pag1di5 PROGRAMMAZIONEDIDATTICADISCIPLINARE Disciplina:_SISTEMIELETTRONICIAUTOMATICIa.s.2013/2014 Classe:5 Sez.A INDIRIZZO:ELETTRONICAPERTELECOMUNICAZIONI

Dettagli

ESAME DI STATO 2002 SECONDA PROVA SCRITTA PER IL LICEO SCIENTIFICO DI ORDINAMENTO

ESAME DI STATO 2002 SECONDA PROVA SCRITTA PER IL LICEO SCIENTIFICO DI ORDINAMENTO ARCHIMEDE 4/ 97 ESAME DI STATO SECONDA PROVA SCRITTA PER IL LICEO SCIENTIFICO DI ORDINAMENTO Il candidato risolva uno dei due problemi e 5 dei quesiti in cui si articola il questionario. PROBLEMA In un

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) Via Acquasantianni s.n. - (Tel. 0874-871770 - Fax 0874-871770) Sito web: http://digilander.libero.it/ictrivento/ - e-mail: cbmm185005@istruzione.it

Dettagli

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO P. F. Fumagalli, 31.10.2104 Il Dialogo è una componente essenziale dell essere umano nel mondo, in qualsiasi cultura alla quale si voglia fare riferimento: si

Dettagli

PROGRAMMA SVOLTO. a.s. 2012/2013

PROGRAMMA SVOLTO. a.s. 2012/2013 Liceo Scientifico Statale LEONARDO DA VINCI Via Cavour, 6 Casalecchio di Reno (BO) - Tel. 051/591868 051/574124 - Fax 051/6130834 C. F. 92022940370 E-mail: LSLVINCI@IPERBOLE.BOLOGNA.IT PROGRAMMA SVOLTO

Dettagli

Valutare gli apprendimenti degli alunni stranieri

Valutare gli apprendimenti degli alunni stranieri MPI - USP di Padova Comune di Padova Settore Servizi Scolastici Centro D.A.R.I. Una scuola per tutti Percorso di formazione per docenti Valutare gli apprendimenti degli alunni stranieri I parte a cura

Dettagli

Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi

Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi 1 FRANCIA Le Scuole sous contrat d association In Francia il sistema è centralistico con un Ministero forte che regola ogni aspetto. Ci sono tre tipologie

Dettagli

Come verifico l acquisizione dei contenuti essenziali della mia disciplina

Come verifico l acquisizione dei contenuti essenziali della mia disciplina Riflessione didattica e valutazione Il questionario è stato somministrato a 187 docenti di italiano e matematica delle classi prime e seconde e docenti di alcuni Consigli di Classe delle 37 scuole che

Dettagli

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica SCUOLA MEDIA ANNA FRANK di GRAFFIGNANA Via del Comune 26813 Graffignana (LO) tel. 037188966 Sezione staccata dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORGHETTO LODIGIANO Via Garibaldi,90 26812 Borghetto Lodigiano

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA PREMESSA A tutt oggi i documenti ufficiali a cui ogni docente di lingue straniere è chiamato a far riferimento nel suo lavoro quotidiano,

Dettagli

A CHE COSA SERVE LA PROVA DI AMMISSIONE

A CHE COSA SERVE LA PROVA DI AMMISSIONE INDICE A che cosa serve la prova di ammissione pag. I Come è strutturata la prova III Come rispondere al questionario V Indicazioni sulle principali conoscenze richieste XII Testo della prova del 4 settembre

Dettagli

SIMULAZIONE DI PROVA D ESAME CORSO DI ORDINAMENTO

SIMULAZIONE DI PROVA D ESAME CORSO DI ORDINAMENTO SIMULAZINE DI PRVA D ESAME CRS DI RDINAMENT Risolvi uno dei due problemi e 5 dei quesiti del questionario. PRBLEMA Considera la famiglia di funzioni k ln f k () se k se e la funzione g() ln se. se. Determina

Dettagli

Funzioni Strumentali a.s. 2008/09

Funzioni Strumentali a.s. 2008/09 Funzioni Strumentali a.s. 2008/09 Area 1 Gestione P.O.F. Prof.ssa Casertano Brigida Area 1 Monitoraggio e Valutazione del P.O.F. Prof. Spalice Giovanni Area 2 Sostegno alla funzione Docenti Prof. Rocco

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO TRIENNIO Classe: 3 B Corso: SERVIZI COMMERCIALI (TRIENNIO)

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO TRIENNIO Classe: 3 B Corso: SERVIZI COMMERCIALI (TRIENNIO) Classe: 3 B ITALIANO LETTERATURA 9788822168191 SAMBUGAR MARTA / SALA' GABRIELLA LETTERATURA + / VOLUME 1 + GUIDA ESAME 1 + ANTOLOGIA DIVINA COMMEDIA + ESPANSIONE WEB 1 LA NUOVA ITALIA EDITRICE 32,80 No

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione

Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione Algebra Geometria Il triangolo è una figura piana chiusa, delimitata da tre rette che si incontrano in tre vertici. I triangoli possono essere

Dettagli

Griglia di correzione Fascicolo di Italiano Prova Nazionale anno scolastico 2008-2009

Griglia di correzione Fascicolo di Italiano Prova Nazionale anno scolastico 2008-2009 Griglia di correzione Fascicolo di Italiano Prova Nazionale anno scolastico 2008-2009 Il buon nome - Chiavi di risposta e classificazione degli item Item Risposta corretta Ambito di valutazione Processi

Dettagli

OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA

OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA Dopo avere visto e valutato le capacità fisiche di base che occorrono alla prestazione sportiva e cioè Capacità Condizionali

Dettagli

CORSO ALLIEVO ALLENATORE

CORSO ALLIEVO ALLENATORE CORSO ALLIEVO ALLENATORE GUIDA DIDATTICA 2013 1. Introduzione La presente guida vuole essere uno strumento a disposizione del Formatore del Corso Allievo Allenatore. In particolare fornisce informazioni

Dettagli

Istituto Compressivo Cantù 2 Scuola Primaria di Fecchio - Anno10 numero2 Aprile 2014. forma

Istituto Compressivo Cantù 2 Scuola Primaria di Fecchio - Anno10 numero2 Aprile 2014. forma Istituto Compressivo Cantù 2 Scuola Primaria di Fecchio - Anno10 numero2 Aprile 2014 la scuola in... forma Notizie dall interno curiosando nella scuola A cura di: Clara, Camilla, Lorenzo di classe 5, Elisa,

Dettagli

esame di stato 2012 seconda prova scritta per il liceo scientifico di ordinamento

esame di stato 2012 seconda prova scritta per il liceo scientifico di ordinamento RTICL rchimede 4 esame di stato seconda prova scritta per il liceo scientifico di ordinamento Il candidato risolva uno dei due problemi e risponda a 5 quesiti del questionario PRBLEM Siano f e g le funzioni

Dettagli

DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE CLASSE 5^ SIA. Indirizzo: Sistemi Informatici Aziendali A.S. 2014-2015. Sede Istituto Tecnico Economico

DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE CLASSE 5^ SIA. Indirizzo: Sistemi Informatici Aziendali A.S. 2014-2015. Sede Istituto Tecnico Economico 1 ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE LUIGI LUZZATTI www.istluzzatti.gov.it Mail: VIIS00300P@istruzione.it - Pec: VIIS00300P@pec.istruzione.it Tel. 0445 401197 - Fax 0445 408488 Istituto Tecnico Economico

Dettagli

«Questo matrimonio s ha da fare»

«Questo matrimonio s ha da fare» «Questo matrimonio s ha da fare» Italiano e matematica nella scuola del terzo millennio Convegno 25 giugno 2015 Teatro di Locarno e Dipartimento formazione e apprendimento Contro i luoghi comuni Simone

Dettagli

RICERCA-AZIONE. l insegnamento riflessivo. Caterina Bortolani-2009

RICERCA-AZIONE. l insegnamento riflessivo. Caterina Bortolani-2009 RICERCA-AZIONE ovvero l insegnamento riflessivo Gli insegnanti sono progettisti.. riflettono sul contesto nel quale devono lavorare sugli obiettivi che vogliono raggiungere decidono quali contenuti trattare

Dettagli

Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio

Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio 1 lezione: risorse energetiche e consumi Rubiera novembre 2006 1.1 LE FONTI FOSSILI Oltre l'80 per cento dell'energia totale consumata oggi nel mondo è costituita

Dettagli

Amministrazione, finanza e marketing - Turismo Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER U. di A.

Amministrazione, finanza e marketing - Turismo Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER U. di A. UdA n. 1 Titolo: Disequazioni algebriche Saper esprimere in linguaggio matematico disuguaglianze e disequazioni Risolvere problemi mediante l uso di disequazioni algebriche Le disequazioni I principi delle

Dettagli

2013.2014. definisce l'identità culturale e progettuale dell Istituto FERMI. Il POF è il documento che

2013.2014. definisce l'identità culturale e progettuale dell Istituto FERMI. Il POF è il documento che 2013.201 Il POF è il documento che definisce l'identità culturale e progettuale dell Istituto FERMI descrive ciò che il FERMI offre agli studenti e alle loro famiglie Grafica originale di copertina gentilmente

Dettagli

Funzione reale di variabile reale

Funzione reale di variabile reale Funzione reale di variabile reale Siano A e B due sottoinsiemi non vuoti di. Si chiama funzione reale di variabile reale, di A in B, una qualsiasi legge che faccia corrispondere, a ogni elemento A x A

Dettagli

P.L.I.D.A. Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza della lingua italiana

P.L.I.D.A. Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza della lingua italiana P.L.I.D.A. Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza della lingua italiana CRITERI DI VALUTAZIONE PER LE PROVE SCRITTE L obiettivo del valutatore, nella correzione delle prove

Dettagli

Prova di ammissione dell Indirizzo Linguistico-Letterario Classe A043 1 ottobre 2007

Prova di ammissione dell Indirizzo Linguistico-Letterario Classe A043 1 ottobre 2007 Prova di ammissione dell Indirizzo Linguistico-Letterario Classe A043 1 ottobre 2007 1. La Commedia è un testo poligenere perché: 1) utilizza termini provenienti da lingue diverse 2) ha aspetti del poema,

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione John Dewey Le fonti di una scienza dell educazione educazione 1929 L educazione come scienza indipendente Esiste una scienza dell educazione? Può esistere una scienza dell educazione? Ṫali questioni ineriscono

Dettagli

MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica

MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica Master of Arts MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica 1. Descrizione generale del programma Il conseguimento del titolo di «Master of Arts in Lingue e Letterature:

Dettagli

esame di stato 2014 seconda prova scritta per i licei scientifici di ordinamento

esame di stato 2014 seconda prova scritta per i licei scientifici di ordinamento ARTICOLO Archimede 4 4 esame di stato 4 seconda prova scritta per i licei scientifici di ordinamento Il candidato risolva uno dei due problemi e risponda a 5 quesiti del questionario. PROBLEMA Nella figura

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli