- Mappa delle sette cornici: penitenti, espiazione e protagonisti; - Eden e incontro con Beatrice.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "- Mappa delle sette cornici: penitenti, espiazione e protagonisti; - Eden e incontro con Beatrice."

Transcript

1 Programma di italiano Classe lv C A.s Docente: Porzano Grazia Dante: - Purgatorio:topografia; - ll personaggio di Lucifero; - Paesaggio e contrappasso; - L'interpretazione figurale di Catone; - Lettura, analisi e interpretazione deicanti l, ll (vv 55-1"33),!ll (vv 46-L46\, V (riassunto), Vl (vv ), XXVII (riassunto), XXV ll (vv \, XXXlle XXXlll (riassunti); - Mappa delle sette cornici: penitenti, espiazione e protagonisti; - Eden e incontro con Beatrice. Letteratura: - Umanesimo e Rinascimento; - I centri dell'umanesimo; - Poliziano:. Dalle Rime "La ballata delle Rose", lettura, analisi e interpretazione; ' Dalla "Favola di Orfeo", "Le due morti di Euridice" lettura, analisi e interpretazione; - Lorenzo dei Medici:. Dalle Rime "Canzone di Bacco", lettura, analisi e interpretazione. ll poema cavalleresco: j - Pulci: Morgante; - Boiardo: "Orlando innamorato"; - ll trattato nel '500:. "ll libro del cortegiano" di Baldassarre Castiglione; ' "Galateo" di Giovanni Della Casa; - La questione della lingua; - Niccolò Machiavelli, biografia;. "ll Principe": "1'ideologia"; ' Le altre opere; - FrancescoGuicciardini,biografia;. "Ricordi": "la discrezione" e il "particulare"; - Ludovico Ariosto, biografia; ' L' "Orlando Furioso"; ' Le Satire; Dall"'Orlando Furioso" lettura, analisi e interpretazione del "Proemio" e degli episodi:"la pazzia di Orlando" e "Astolfo sulla luna"; - Torquato Tasso, biografia; ' L'Aminta; ' Le rime;. La "Gerusalemme liberata": itemi e ipersonaggi cristiani e pagani;. Lo stile della "Gerusalemme";

2 . Dalla "Gerusalemme" lettura, analisi e interpretazione del Proemio e degli episodi "Clorinda etancredi", "La morte di Clorinda" e "La fuga di Erminia fra ipastori". - llseicento; - ll Barocco, Gian Battista Marino:. L'"Adone"; - La commedia dell'arte: le maschere' - Galileo Galilei; - L'Arcadia; - L'llluminismo; - Parini, biografia:. L'ideologia e la poetica;. Le Odi;. ll Giorno: temi, personaggi e stile;. Da"ll mattino ": " Un languido risveglio ", lettura, analisi e interpretazione;. Da " ll Mezzogiorno": "La vergine cuccia", lettura, analisi e interpretazione; - Goldoni, biografia: ' La riforma delteatro; ' I caratteri e le commedie;. Stile e lingua; - Vico: le tre età della storia e la ciclicità delle fasistoriche; - Alfieri, biografia: ' Le opere; ' La tragedia alfieriana;. Autobiografia nella "Vila"; Dal SAUL: "Delirio e morte di SAUL", lettura analisi e interpretazione. Massafra, -oto ZtArq Alunni La Docente t 1.*'*,. f 'rt*.a*r

3 i.i.s.s. " D. DE RUGGIERI" MASSAFRA PROGRAMMA DI STORIA E DI EDUCAZIONE CryICA ANNO SCOLASTICO CLASSE IV SEZ. C DOCENTE: DoNATo MARTUCCI 1^ QUADRIMESTRE ' Lezioni introduttive di_-metodologia storica: modello idealistico e modello materialistico storico dialettico, modello annales. ' Gli operatori strutturali: economia, politica, religione e cultura. ' L'interpretazione: compressità e comprensione storica. UNITA' I L'ETA' DI LUIGI XIV E DI JOIIN LOCKE L'assolutismo in Francia - simboli e rituali della regalità assoluta - La revoca dell'editto di Nantes. ECONOMIA B POLITICA IN EUROPA AL TEMPO DI LUIGI il mercantilismo - L'invasione dell'olanda - Le riforme di pietro il Grande in Russia. Lettura critica: Mentalità aristocratica e mentarità borghese. LA RIVOLUZIONE INGLESE DEL Il pensiero politico di Thomas Hobbes - Tories e whigs in inghilterra _ La seconda rivoluzione ingrese. (Groriosa rivoruzione). Lettura critica: La dichiarazione dei diritti der 16g9. LOCKE E LA CRISI DELLA COSCIENZA EUROPEA Lo stato di natura nel pensiero di Jhon Locke - Il iritto di insurrezione - Relativismo e scetticismo a fine seicento - Un nuovo atteggiamento verso la storia

4 e la Bibbia. Lettura critica: La giustificazione der diritto di proprietà. Riferinnenti storiografici: La *orri..r,iu francese ""ri;i**"ginario collettivo. UNITA' trtr IL SETTECENTO QUADRO ECONOMICO E DEMOGRAFICO La La lotta per soprawivere - Il nuovo scenario climatico e biologico. crescita della popolazione _ Ii libero commercio dei grani. 2^ QTJADRIMESTRE L'ILLUMINISMO I caratteri dell'iluminismo: l'ottimismo - Il razionalismo _ Newton L,Encyclopedie _ e il deismo - Il contributo di voltaire - i;rirr*irrisrno L'assolutismo illuminato materialista in Austria - - L,Illuminir*o Àit*ese: pietro E il "caffe" verri - L'Iruminismo milanese: Dei deritti dere perre. Letture critiche: Il "credo" deista ii vortuir. -»orc"laderle " della pena pene di e rifiuto morte. I,A RIVOLUZIONE AMERTCANA Le colonie inglesi in Nord,{merica -. I rapporti economici con Inghilterra _ La svolta der Lu protesta u*"ii"*u e ra rcazione inglese _ La proclamazione _dell'indipeid"oru- La vittoria delle colonie - degli Stati Uniri - La costiùzione iel La nascita UNITA' III I,'ANCIEN REGIME un paese prevalentemente agricolo - una società basata sul privilegio - La convocazione degli Stati generali _- LA RIVOLUZIONE DEL 1789 L'assemblea nazional.e - La presa delia Bastiglia dell'uomo e del cittadino. La dichiarazione dei diritti LA REPUBBLICA DEMOCRATICA

5 il processo e l'esecuzione del re - I1 maximum e il terrore Robespierre. La sconfltta di L'ETA' NAPOLEONICA I1 Direttorio e le prime campagne di Napoleone - La costituzione moderata - Difficoltà economiche e tumulti sociali --La campagna d,italia - La campagna d,egitto il codice civiie - L'impero - L'invuiion" della Spagna - Il fallimento del blocco continentale - La sconfitta di Napoleone LA RESTAURAZIONE 11 Congresso di Vienna - L'Austria e la Santa Alleanza - La repressione dei moti del 20,21 - Le insurrezioni degli anni 30, 31 -Mazzirue la Giovane Italia IL RISORGIMENTO ITALIANO Lo statuto albeftino - La rivoluzione del 1948 in Francia - La prima guerra d,indipendenza - La concezione politica di Cavour - La guera di Crimea - La seconda Guerra d'indipendenza- La spedizione dei mille. Massafra, A GLI ALUNNI rtff,lir""- drffius +,dl^,i-.r-,?xe+n. p I DOCENTI I f^ t4 Lornn*u ljrt"d, W,,tu,,

6 PROGRAMMADI LATINO A Classe IV C Insegnante: Porzano Grazia CESARE: - Biografia. - I Commentarii: Bellum Gallicum e Bellum civile : tecnica narrativa dei Commentarii. La lingua e lo stile dei Commentarii. SALLUSTIO: - Biografia. - L' attività storiografica e la posizione ideologica. - Il Bellum Catilinae e il Bellum Iugurlhinum. Le Historiae.La lingua e lo stile. - Lettura, traduzione e analisi dell'incipit del De bello gallico, libro 7".1-7; - Lettura, traduzione e analisi dal De Catilinae coniuratione, "Ritratto di Catilina". libro 5, GLI EVENTI STORICI FINO ALL'AFFERMAZIONE DI OTTAVIANO -LA POLITICA CULTURALE DI AUGUSTO -MECENATE E IL SUO CIRCOLO VIRGILIO: -Biografia -Le "Bucoliche" -Le "Georgiche" -L"'Eneide"; Enea: un eroe romano -Lettura in traduzione italiana e commento della I Bucolica; del libro terzo delle Georgiche versi , del libro secondo dell'eneide versi e del libro quaflo versi ORAZIO: -Biografia -Gli "Epodi" -Le "Satire" (i temi, i personaggi e lo stile) -Le "Odi" -Le "Epistole" -Lettura in traduzione italiana e commento delle odi libro I, 5,11 ("Carpe Diem"). 22 e del libro III, 9. -Lettura in traduzione italiana, analisi e interpretazione dell'epodo l3 -Lettura in traduzione italiana, analisi e interpretazione delle Satire : libro I, satira 1 e 9 ; libro II, satira 6 L,ELEGIA LATII,IA

7 T- TIBULLO -Biografia -Il "Corpus Tibullianum" -Lo stile -Lettura in traduzione italiana, analisi e interpretazione dal Corpus Tibullianum, I, l w (Delia) PROPERZIO -Biografia -L'evoluzione dei contenuti e della forma della raccolta properziana -Lo stile - Lettura in traduzione italiana, analisi e interpretazione dalle Elegie I. 1 (Cinzia) TITO LIVIO - Biografia. -L'opera "Ab urbe condita libri" -L'interpret azione della storia -Lo stile -Lettura in traduzione italiana, analisi e interpretazione dei passi l"'apologo di Menenio Agrippa" ( Ab urbe condita, II,32,5-12) e il "Ritratto di Annibale" ( Ab urbe condita, XXI,4,3-9) OVIDIO -Biografia -Le opere giovanili (gli "Amores" e le "Heroides") -La precettistica erotica 1i "Medicamina faciei", l"'ars amatoria" e i "Remedia amoris") -Le opere della maturità (le "Metamorfosi" e i "Fasti") -L'ultimo periodo ( i "Tristia" e le "Epistole ex Ponto") -Lingua e stile -Lettura in traduzione italiana, analisi e interpretazione dalle Metamorfosi, "Apollo e Dafne" (Metamorfosi, I, w ). Narciso (Metamorfosi, III, w e "Piramo e Tisbe" (Metamorfosi, IV, w ). Massafra, 5 - c v L1 \ \ La Docente t - \1. t,tr-p..-':- \?ìt::ànj

8 I.I.S.S. "D. DE RUGGIERI" MASSAFRA 10 QUADRIMESTRE: PROGRAMMA DI FILOSOFIA ANNO SCOLASTICO ZOI3I2AruI CLASSE IV SEC. C DOCENTE : DONATO MARTUCCI Umanesimo e Rinascimento: LE COORDINATE STORICO.SOCIALI E LE INTERPRETAZIONI CRITICHE: Le coordinate storiche generali. Il rapporto con il Medioevo La laicizzazione e l'autonomizzazione del sapere LA CONCEZIONE DELL'UOMO: La visione rinascimental e dell'uomo : L'uomo come artefice di se stesso L'uomo e Dio L'uomo e la libertà Il rffiuto dell'ascetismo mediavele e l'esaltazione delia vita attiva, del piacere e del denaro Montaigne RINASCIMENTO E NA.TURALISMO: L'interesse per la natura Magia e scienze occulte Telesio: I principi generali della natura La dottrina dell'uomo Bruno: Personalità e opere L'amore per la vita e la religione della natura La natura e I'infinito L'etica "eroica" Campanella: Caratteri generali La Rivoluzione scientifica, Galilei e Bacone: LA RIVOLUZIONE SCIENTIFICA: Un evento di importanza capitale: Lo schema concettuale della scienza moderna ll nuovo modo di vedere la natura Il nuovo modo di concepire la scienza Scienza e società Scienza e tecnica Scienza e scienziati Scieruza e idee extrascientifiche Le forze che hanno combattuto la nuoya scienza

9 GALILEI: (Jna vita consacrata alla scienza La battaglia per l'autonomia della scienza e il rifiuto del principio di autorità: La polemica contro la Chiesa e contro i teologi La polemica contro gli aristotelici 20 QUADRIMESTRE: BACONE: Il profeta della tecnica L'esigenza di interpretare la natura per dominarla: La nuova logica della scienza I pregiudizi della mente Il metodo induttivo: Le diverse fasi del metodo La ragione e il suo metodo: Cartesio e la sua eredità: ' CARTESIO: Il fondatore del razionalismo Il metodo: I termini del problema Le regole. Il dubbio e il cogito ergo sum: Dal dubbio metodico al dubbio iperbolico La natura del cogito Dio come giustificazione metafisica delle certezze umane L'idea di Dio e le prove dell'esistenza di Dio Il dualismo cdrtesiano Lafilosafia pratica: La morale" prowisoria" Lo studio delle passioni Critici e continuatori di Cartesio: Pascal, Spin oza e Leibniz: PASCAL: La curvatura esistenziale del pensiero Il problema del senso della vita I limiti della mentalità comune: il divertissement o lo stordimento di sé I limiti del pensiero scientifico' <<spirito di geometria)> e << spirito difinezza>> I limiti dellafilosofia: I filosofi e il problema di Dio Ifilosofi e la condizione umana SP{NOZA: Un'esistenza appartata e dedita al sapere Le fonti e il carattere del sistema Lafilosofia come catarsi esistenziale e intellettuale La metafisica: il panteismo Il metodo geometrico

10 La teoria della conoscenza Il concetto di sostanza Le proprietà della sostanza e I'identificazione di Dio con la Natura Attributi e modi Ragione ed esperienza nella tradizione filosolica inglese: da Hobbes a Hume HOBBES: (Jn' alternativa a Cartesio Il materialismo: ll materialismo meccanicistico Il materialismo etico La politica: La condizione presociale e il dirino di natura LOCKE: L'empirismo inglese e il suofondatore Ragione ed esperienza Le idee semplici e la passività della mente L'attività della mente e le idee LEIBNIZ: Caratteri generali Kant: I,A VITA E IL PER,trODO PRECRITICO: Una vita per il pensiero Critica della ragion pura Critica della ragione pratica La critica del giudizio Hegel: I CAPISALDI DEL SISTEMA: La vita Gli scritti La tesi di fondo del sistema: Finito e infinito - Reale e Razionale - La giustificazione razionale della filosofia. Massafra, 09/06/20 I4 GLI ALUI,{h{I Nàrer"u kl*q/ (nie (,^-,?,t**r,' fìugo-to Ss,rurto

11 1.1.,S.,S. "D. DE RUGGIERI" MASSAFRA Anno scolastico ! Docente : A. Paglialonga Classe 4 ^ C Dal libro di testo " Performer-Culture & Literature " vol. 1 "From the Origins to the Eighteenth Century", e voi. 2 " TheNineteenth Century in Britain and America, di M. Spiazzi, M. Tavella e M. Layton, ed,. Zanichelli. An Age of Revolution. An Age of revolutions.. Heroes of Invention Industrial society. Hbw child labour chalged the world. W. Blake: life and works. "The Lamb" from,,songs of Innocence,,; "The Tyger" from,.songs of Experience,,; The American War of Independence. The Boston Freedom Trail. The Sublime: a new sensibility. The Gothic Novel. M- Shelley: life and works; "Franlcenstein, or the Modern protnetheus,,. "The Creation of the Monster" from "Frankenstein, or tl-re Moclern Prometheus,,.

12 { I The Romantic Spirit. Is it Romantic? Emotion vs Reason. English Romanticism. A new Sensibility. The Emphasis on the Individual. W. Wordsworth : life and works; Daffodils" from " Poems in two volumes,,by heart. The Napoleonic Wars. J. Keats : life and works; "Ode on a Grecian urn". J. Austen: life and works; "Pride and Prejudice" 'idalcy proposes to Elizabeth" from "pride and. prej,dice,,. La classe ha inoltre letto, con-unentato e tradotto il ciassico "Gttlliver,s truvels,,di J. Swift, ed- BLACI(CAT e il libretto teatrale "Dorian Grey" alla cui rappresentazione gli alunni hanno poi assistito. Massafra Gli Alunni Docente Paglialonga o

13 PROG Aru{fV3E ili MATSE AT CA Classe: lv C An no sco la stico : 2OI3 / 201,4 Docente: Chiara D'eredità Testi adottati: "Lineamenti.MATH BLU" vol.3-4 P. Baroncini, R. Manfredi, l.fragni Funzioni (volume 3; cap.4) o Funzioni matematiche parie dispari o Funzioni iniettive, suriettive, biunivoche o Funzioni inverse o Funzioni composte o Funzioni limitate. Funzioni periodiche o Funzioni crescenti e decrescenti in un intervallo o Funzioni monotòne Successioni numeriche (votume 3; cap. 5) o Definizione analitica di una successione o Definizione ricorsiva di una successione o Dalla definizione analitica a quella ricorsiva e viceversa o Successioni limitate o Successioni monotòne Progressioni (volume 3; cap.6) Progrerrioni. ritreti.he o Definizione e termine generale di una progressione aritmetica o lnserimento di m medi aritmeticitra due numeri dati o Somma deitermini di una progressione aritmetica finita Progressioni geometriche o Definizione e termine generale di una progressione geometrica r lnserimento di m medigeometricitra due numeri dati o Progressioni geometriche a termini di segno qualsiasi r Prodotto di n termini consecutivi di una progressione geometrica

14 . Somma deitermini di una progressione geometrica finita Geometria analitica: Trasformazioni Geometriche (volume 3; cap.8) Simmetrie rispetto agli assi e all'origine o Simmetria rispetto all'asse delle ascisse e delle ordinate o Simmetria rispetto all'origine o Graficodifunzionideltipoy= f(x) I ey=f(lxl) Simmetria rispetto alle bisettrici dei quadranti o Equazione della simmetria rispetto alla bisettrice del 1'-3'quadrante o Grafico della funzione inversa di una funzione data o Simmetrica rispetto alla bisettrice del 2'-4'quadrante Simmetrie rispetto a un punto Fenerico e a una parallela a un asse o Simmetria rispetto a un generico punto C o Simmetria rispetto a una parallela all'asse x o Simmetria rispetto a una parallela all'asse y Traslazioni o Equazione di una traslazione. Graficitraslati Dilatazione. Equazioni delle dilatazioni o Dilatazione orizzontale e verticale di un grafico o Dilatazione di un grafico r L'omotetia Geometria analitica: Ellisse (volume 3; cap.12) Ellisse riferita al centro e agli assi o Equazione canonica dell'ellisse con ifuochi sull'asse x o Proprietàdell'ellisse o Equazione canonica dell'ellisse con in fuochi sull'asse y o Eccentricità

15 Ellisse riferita a rette parallele ai suoi assi o Equazione dell'ellisse traslata o L'ellisse e l'equazioneax2+ By2+ Cx+ Dy+ E =0 L'ellisse e le sue applicazioni o Grafici deducibili dall'ellisse o Equazioni e disequazioni irrazionali Geometria analitica: lperbole (votume 3; cap.13) lperbole riferita al centro e agli assi r Equazione canonica dell'iperbole con i fuochi sull'asse x o Proprietàdell'iperbole. Equazione canonica dell'iperbole con in fuochi sull,asse y o Eccentricità lperbole equilatera r lperbole equilatera riferita al centro, agli assi e agli asintoti o La funzione omografica lperbole riferita a rette paralléle ai suoi assi o Equazionedell'iperboletraslata. L'iperbole e l'equazioneax2+ By2+ Cx+ Dy+ E = 0 L'iperbole e le sue applicazioni o Graficideducibilidall'iperbole e Equazioni e disequazioni irrazionali Funzioni goniometriche (volume 4; cap.4) Archi e angoli o Lunghezza di un arco o Sistema sessagesimale, centesimale e in radianti Le funzioni goniometriche o Circonferenzagoniometrica o Angoli notevoli e quadranti

16 o Seno, coseno e tangente o Formule da una funzione all'altra Grafici delle funzioni goniometriche o Grafico delle funzioni seno, coseno e tangente o Periodicità e simmetrie dei grafi seno, coseno e tangente l o Funzioni sinusoidali o Funzioni secante, cosecante e cotangente. Applicazioni alla geometria analitica e alla fisica lnverse delle funzioni goniometriche o Arcoseno, arco coseno, arcotangente o Valori notevoli delle inverse delle funzioni goniometriche Proprietà delle funzioni goniometriche (volume 4; cap.5) o Funzioni goniometriche diangoli associati o Riduzione al primo quadrante o Angolicomplementari o Formule di addizione e sottrazione o Formule di duplicazione o Altre formule goniometriche (bisezione, parametriche, prostaferesi e werner) o Funzioni lineari in seno e coseno. Angolo di due rette nel piano cartesiano Funzioni esponenziali (volume 4; cap.z) Potenze o Richiami sulle potenze o Potenze a esponente irrazionale e reale La funzione esponenziale o La funzione e la curva esponenziale o La funzione esponenziale neperiana o Applicazione alle funzioni

17 Equazioni e disequazioni esponenziali o Forma canonica di equazioni esponenziali o Risoluzione grafica di equazioni esponenziali o Forma canonica di disequazioni esponenziali o Risoluzione grafica disequazioni esponenziali Funzioni logaritmiche (volume 4; cap.3) Definizione e teoremi sui logaritmi o Definizione di logaritmo e prime proprietà o Logaritmi naturali e decimali o Logaritmo di un prodotto, di un quoziente e di una potenza o Formula del cambiamento di base La funzione logaritmica o Definizione e proprietà della funzione logaritmica. Applicazione alle funzioni Equazioni e disequazioni logaritmiche. Equazioni e disequazioni logaritmiche o Risoluzione grafica di equazioni e disequazioni logaritmiche o Equazioni esponenziali risolubili mediante logaritmi o Disequazioni esponenziali risolubili mediante logaritmi Gli alunni dxur*,bmry,$i*4,,. "X;r.^,-*V furr,o sn. hn4 La Docente O#tf'*x-*-

18 PROGRA&fiMA DI FISICA Classe: lv C An no sco lastico: 2013 / 2014 Docente: Chiara D'eredità Testi adottati: "FlSlCA! Le regole delgioco" vol.l-2 A. Caforio, A. Ferilli I gas e Ia teoria cinetica (volume 1; cap.8) o Definizione di sistema e di temperatura o La trasformazione deigas o Equazione dei gas perfetti o Teoria cinetica deigas perfetti o Energia cinetica deigas ll primo principio della termodinamica (volume 1; cap.9) o La quantità dicalore o Relazione tra calore-temperatura e calore-ambiente e Sistemi di trasformazioni termodinamiche o ll lavoro termodinamico o ll primo principio: la conservazione dell'energia o Le trasformazioni adiabatiche ll secondo principio della termodinamica e l'entropia (votume 1; cap.10) o Le macchine termiche o Il verso privilegiato delle trasformazioni termodinamiche o ll ciclo di Carnot e il rendimento massimo delle macchine termiche o I frigoriferi: macchine termiche a ciclo invertito o L'entropia di Clausis e il principio dell'aumento dell'entropia Le proprietà dei moti ondulatori (votume 2; cap.tt) o La variazione di un'onda nello spazio o La funzione d'onda

19 ll principio di sovrapposizione: interferenza e battimenti La diffrazione delle onde e il principio di Huygens La riflessione e la rifrazione Il suono (volume 2; cap.t2) Produzione, propagazione e ricezione delle onde sonore Le caratteristiche del suono Limiti di udibilità e livello sonoro Le onde stazionarie e la risonanza La luce (volume 2; cap.13) Angolo solido, grandezze che misurano l'energia della luce G ra ndezze fotometriche La fase di un'onda elettromagnetica e il cammino ottico L'interferenza della luce su una pellicola trasparente Modello corpuscolare, ondulatorio e a fotoni L'interferometro di Young a doppia fenditura La diffrazione della luce La polarizzazione della luce La carica e il campo elettrico (volume 2; cap.1.4) La carica elettrica e le interazioni fra corpi elettrizzati Conduttori e isolanti La bilancia di torsione e la legge di Coulomb ll campo elettrico Gli alunni La Docente rr &qv;l"^^

20 \ PROGRAMMA DI DISEGNO E STORIA DELL'ARTE Classe: lv C An no sco I a s tico : 2OL3 / 201,4 Docente: Mirella Mazzarone STORIA DELL'ARTE II primo'400 Leon Battista Alberti o La vita, l'architettura dialberti (opere in generale) o Analisi dell'opera: Palazzo Rucellai a Firenze r Analisi dell'opera: Palazzo Medici-Riccardi a Firenze ll secondo '4OOz I'arte delle signorie o Cenni storicisulle corti nell'età di Lorenzo dei Medici o Cenni storici sulle corti dell'area veneta e padana Piero della Francesca o Lo stile pittorico (opere in generale) o Analisi dell'opera: La Flagellazione Sandro Botticelli o La vita, Io stile pittorico (opere in generale) o Analisi dell'opera: La Primavera o Analisidell'opera: La decorazione quattrocentesca della Cappella Sistina Andrea Mantegna o Lo stile pittorico (opere in generale) o Analisi dell'opera: La Pala di San Zeno o Analisi dell'opera: La Camera deglisposi Antonello da Messina o Lo stile pittorico (opere in generale) o Analisi dell'opera: ll San Gerolamo nello studio o Analisi dell'opera: llsan Sebastiano di Dresda Giovanni Bellini o Lo stile pittorico (opere in generale) o Analisi dell'opera: Sacra conversazione (Trittico dei Frari)

21 Donato Bramante o La vita, lo stile architettonico (opere in generale) o Analisi dell'opera: ll progetto per la basilica disan pietro a Roma I maestri del Cinquecento Leonardo da Vinci. La vita, lo stile pittorico (opere in generale) o Analisi dell'opera: La Vergine delle rocce r Analisi dell'opera: L'ultima cena o Analisi dell'opera: La Gioconda Michelangelo Buonarroti r La vita, lo stile pittorico e scultoreo (opere in generale) o Lo stile architettonico: il Campidoglio, Cupola e abside della basilica di San Pietro o Analisidell'opera: ll David o Analisi dell'opera: La volta della Cappella Sistina o Analisi dell'opera: ll Giudizio universale Raffaello Sanzio o La vita, lo stile pittorico (opere in generale) r Le madonne di Raffaello: La Madonna delgranduca o Analisi dell'opera: Le Stanze Vaticane Giorgione Tiziano o La vita, lo stile pittorico (opere in generale) o Analisi dell'opera: La tempesta o La vita, lo stile pittorico (opere in generale) o Analisi dei ritratti: "Paolo lll con i nipoti" e "Autoritratto" Correggio o Lo stile pittorico (opere in generale) e Analisi dell'opera: Le cupole di Parma ll Manierismo Tintoretto o Lo stile pittorico (opere in generale) o Analisi dell'opera: lltrafugamento del corpo disan Marco

22 Q Andrea Palladio o Lo stile architettonico (opere in generale) o Analisidell'opera: Villa Almerico Capra detta la Rotonda Federico Barocci o Analisi dell'opera: La Deposizione di Cristo dalla Croce Giuseppe Arcimboldi e ll "Ritratto di Rodolfo llcome Vertumno" Hetà barocca o Cenni storici sul '600 Ludovico. Aeostino e Annibale Carracci o Lo stile pittorico dei vari pittori (opere in generale) CaravaRgio o La vita, lo stile pittorico (opere in generale) r Analisi dell'opera: Le Storie di san Matteo Gian Lorenzo Bernini o La vita, lo stile scultoreo (opere in generale) o Analisi delle fontane: "Fontana del Tritone", "Fontana dei fiumi" e confronto con la "Fontana di Trevi" o Gli interventi di Bernini in San Pietro; la piazza, il Baldacchino, il monumento funebre di Urbano Vlll, la Scala Regia r Analisi dell'opera: La Cappella Cornaro a Roma DISEGNO o Ombra disolidi in assonometria r Prospettiva centrale con il metodo dei punti di distanza r Ombra di solidi in prospettiva centrale o Prospettiva accidentale con il metodo dei punti misuratori o"tr, 5"; ;ls hotp ft*wr// ì.-

23 Programma di educazione fisica a. s.2at4 CLASSE...&.fr. GINNASTICA Dl: COORDINAZIONE NEURO-MUSCOLARE,TONIFICAZIONE E POTENZIAMENTO MUSCOLARE CORPO LIBERO E CON PICCOLI ATTREZZI. REGO LAM E NTO TECN lcl Dl : PALLAVOLO, PALLAMANO, BASKET. PALLAVOLO:PALLEGGIO,BAGHER,BATTUTA,SCHIACCIATAEMURO.RICEZIONEEDIFESA. BASKET:PALLEGGIO PASSAGGIO,TIRO,ARRESTI (UNO E DUE TEMPI ),TERZO TEMPO.DIFESA BOX ONE,ATTACCO ALLA DIFESA SUDDETTA. PALLAMANO:PALLEGGIO,PASSAGGIO,TIRO LATERALE ALL'ALTEZZADEL CAPO.DIFESA SEI ZERO,ATTACCO CON PENETRAZIONE. ATLETICA LEGGERA:CORSA VELOCE.MEZZO FONDO E FONDO.STAFFETTA 4X100 CON PASSAGGIO DEL TESTI MON E ALL'ITALANA. LANCI : D ISCO,GIAVELLO;FF f ETTO DE L PESO. SALTI:LUNGO rnformazront roruòamentalt slla TUTELA DELLA salute E sulla prevenztone DEGLr INFORTUNI:FERITE,CONTUSIONI, DISTORSIONI, LUSSAZIONI, FRATTURE,EPISTASSI,PERDITA Dl CONOSCENZA. PARAMORFISMI E DISMORFISMI DELLA COLONNA VERTEBRALE:SCOLlOSl,ClFOSl, LORDOSI. "l^lfto.o/u LrAreC? MASSAFRA LI PROF. TADDEI NICOLA \,-,'^*"rl/, -3,

PROGRAMMA DI FISICA ( CLASSE I SEZ. E) ( anno scol. 2013/2014)

PROGRAMMA DI FISICA ( CLASSE I SEZ. E) ( anno scol. 2013/2014) PROGRAMMA DI FISICA ( CLASSE I SEZ. E) ( anno scol. 2013/2014) Le grandezze fisiche. Metodo sperimentale di Galilei. Concetto di grandezza fisica e della sua misura. Il Sistema internazionale di Unità

Dettagli

Amministrazione, finanza e marketing - Turismo Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER U. di A.

Amministrazione, finanza e marketing - Turismo Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER U. di A. UdA n. 1 Titolo: Disequazioni algebriche Saper esprimere in linguaggio matematico disuguaglianze e disequazioni Risolvere problemi mediante l uso di disequazioni algebriche Le disequazioni I principi delle

Dettagli

Istituto Istruzione Superiore Liceo Scientifico Ghilarza Anno Scolastico 2013/2014 PROGRAMMA DI MATEMATICA E FISICA

Istituto Istruzione Superiore Liceo Scientifico Ghilarza Anno Scolastico 2013/2014 PROGRAMMA DI MATEMATICA E FISICA PROGRAMMA DI MATEMATICA E FISICA Classe VA scientifico MATEMATICA MODULO 1 ESPONENZIALI E LOGARITMI 1. Potenze con esponente reale; 2. La funzione esponenziale: proprietà e grafico; 3. Definizione di logaritmo;

Dettagli

LE FUNZIONI E LE LORO PROPRIETÀ

LE FUNZIONI E LE LORO PROPRIETÀ LE FUNZIONI E LE LORO PROPRIETÀ LE FUNZIONI REALI DI VARIABILE REALE COSA SONO LE FUNZIONI Dati due sottoinsiemi A e B non vuoti di R, una FUNZIONE da A a B è una relazione che associa ad ogni numero reale

Dettagli

DERIVATE DELLE FUNZIONI. esercizi proposti dal Prof. Gianluigi Trivia

DERIVATE DELLE FUNZIONI. esercizi proposti dal Prof. Gianluigi Trivia DERIVATE DELLE FUNZIONI esercizi proposti dal Prof. Gianluigi Trivia Incremento della variabile indipendente e della funzione. Se, sono due valori della variabile indipendente, y f ) e y f ) le corrispondenti

Dettagli

4 FUNZIONE ESPONENZIALE E FUNZIONE LOGARITMO

4 FUNZIONE ESPONENZIALE E FUNZIONE LOGARITMO 4 FUNZIONE ESPONENZIALE E FUNZIONE LOGARITMO 4.0. Esponenziale. Nella prima sezione abbiamo definito le potenze con esponente reale. Vediamo ora in dettaglio le proprietà della funzione esponenziale a,

Dettagli

Studio grafico-analitico delle funzioni reali a variabile reale

Studio grafico-analitico delle funzioni reali a variabile reale Studio grafico-analitico delle funzioni reali a variabile reale Sequenza dei passi Classificazione In pratica Classifica il tipo di funzione: Funzione razionale: intera / fratta Funzione irrazionale: intera

Dettagli

Dispensa sulle funzioni trigonometriche

Dispensa sulle funzioni trigonometriche Sapienza Universita di Roma Dipartimento di Scienze di Base e Applicate per l Ingegneria Sezione di Matematica Dispensa sulle funzioni trigonometriche Paola Loreti e Cristina Pocci A. A. 00-0 Dispensa

Dettagli

Anno 5 Funzioni inverse e funzioni composte

Anno 5 Funzioni inverse e funzioni composte Anno 5 Funzioni inverse e funzioni composte 1 Introduzione In questa lezione impareremo a definire e ricercare le funzioni inverse e le funzioni composte. Al termine di questa lezione sarai in grado di:

Dettagli

Funzione reale di variabile reale

Funzione reale di variabile reale Funzione reale di variabile reale Siano A e B due sottoinsiemi non vuoti di. Si chiama funzione reale di variabile reale, di A in B, una qualsiasi legge che faccia corrispondere, a ogni elemento A x A

Dettagli

Problema n. 1: CURVA NORD

Problema n. 1: CURVA NORD Problema n. 1: CURVA NORD Sei il responsabile della gestione del settore Curva Nord dell impianto sportivo della tua città e devi organizzare tutti i servizi relativi all ingresso e all uscita degli spettatori,

Dettagli

Le funzioni reali di variabile reale

Le funzioni reali di variabile reale Prof. Michele Giugliano (Gennaio 2002) Le funzioni reali di variabile reale ) Complementi di teoria degli insiemi. A) Estremi di un insieme numerico X. Dato un insieme X R, si chiama maggiorante di X un

Dettagli

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO DI ORDINAMENTO 2004

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO DI ORDINAMENTO 2004 ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO DI ORDINAMENTO 004 Il candidato risolva uno dei due problemi e 5 dei 10 quesiti in cui si articola il questionario. PROBLEMA 1 Sia f la funzione definita da: f

Dettagli

LE TRASFORMAZIONI GEOMETRICHE NEL PIANO

LE TRASFORMAZIONI GEOMETRICHE NEL PIANO LE TRASFORMAZIONI GEOMETRICHE NEL PIANO Una trasformazione geometrica è una funzione che fa corrispondere a ogni punto del piano un altro punto del piano stesso Si può pensare come MOVIMENTO di punti e

Dettagli

STUDIO DI UNA FUNZIONE

STUDIO DI UNA FUNZIONE STUDIO DI UNA FUNZIONE OBIETTIVO: Data l equazione Y = f(x) di una funzione a variabili reali (X R e Y R), studiare l andamento del suo grafico. PROCEDIMENTO 1. STUDIO DEL DOMINIO (CAMPO DI ESISTENZA)

Dettagli

QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE

QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE - Matematica - Griglie di valutazione Materia: Matematica Obiettivi disciplinari Gli obiettivi indicati si riferiscono all intero percorso della classe quarta

Dettagli

SVILUPPO IN SERIE DI FOURIER

SVILUPPO IN SERIE DI FOURIER SVILUPPO IN SERIE DI FOURIER Cenni Storici (Wikipedia) Jean Baptiste Joseph Fourier ( nato a Auxerre il 21 marzo 1768 e morto a Parigi il 16 maggio 1830 ) è stato un matematico e fisico, ma è conosciuto

Dettagli

esame di stato 2012 seconda prova scritta per il liceo scientifico di ordinamento

esame di stato 2012 seconda prova scritta per il liceo scientifico di ordinamento RTICL rchimede 4 esame di stato seconda prova scritta per il liceo scientifico di ordinamento Il candidato risolva uno dei due problemi e risponda a 5 quesiti del questionario PRBLEM Siano f e g le funzioni

Dettagli

Le trasformazioni geometriche

Le trasformazioni geometriche Le trasformazioni geometriche Le trasformazioni geometriche Le trasformazioni affini del piano o affinità Le similitudini Le isometrie Le traslazioni Le rotazioni Le simmetrie assiale e centrale Le omotetie

Dettagli

Calcolo differenziale Test di autovalutazione

Calcolo differenziale Test di autovalutazione Test di autovalutazione 1. Sia f : R R iniettiva, derivabile e tale che f(1) = 3, f (1) = 2, f (3) = 5. Allora (a) (f 1 ) (3) = 1 5 (b) (f 1 ) (3) = 1 2 (c) (f 1 ) (1) = 1 2 (d) (f 1 ) (1) = 1 3 2. Sia

Dettagli

Materiale originale prodotto dal Centro Didattico della Matematica - www.cedima.it - Tel. 0229408552

Materiale originale prodotto dal Centro Didattico della Matematica - www.cedima.it - Tel. 0229408552 Materiale originale prodotto dal Centro Didattico della Matematica - www.cedima.it - Tel. 0940855 La funzione: y = cos x DEFINIZIONE Si dice funzione coseno di un angolo nel cerchio trigonometrico, la

Dettagli

I numeri relativi. Il calcolo letterale

I numeri relativi. Il calcolo letterale Indice Il numero unità I numeri relativi VIII Indice L insieme R Gli insiemi Z e Q Confronto di numeri relativi Le operazioni fondamentali in Z e Q 0 L addizione 0 La sottrazione La somma algebrica La

Dettagli

Formule trigonometriche

Formule trigonometriche Formule trigonometriche C. Enrico F. Bonaldi 1 Formule trigonometriche In trigonometria esistono delle formule fondamentali che permettono di calcolare le funzioni goniometriche della somma di due angoli

Dettagli

SIMULAZIONE DI PROVA D ESAME CORSO DI ORDINAMENTO

SIMULAZIONE DI PROVA D ESAME CORSO DI ORDINAMENTO SIMULAZINE DI PRVA D ESAME CRS DI RDINAMENT Risolvi uno dei due problemi e 5 dei quesiti del questionario. PRBLEMA Considera la famiglia di funzioni k ln f k () se k se e la funzione g() ln se. se. Determina

Dettagli

LA FUNZIONE ESPONENZIALE E IL LOGARITMO

LA FUNZIONE ESPONENZIALE E IL LOGARITMO LA FUNZIONE ESPONENZIALE E IL LOGARITMO APPUNTI PER IL CORSO DI ANALISI MATEMATICA I G. MAUCERI Indice 1. Introduzione 1 2. La funzione esponenziale 2 3. Il numero e di Nepero 9 4. L irrazionalità di e

Dettagli

ESAME DI STATO 2010 SECONDA PROVA SCRITTA PER IL LICEO SCIENTIFICO DI ORDINAMENTO

ESAME DI STATO 2010 SECONDA PROVA SCRITTA PER IL LICEO SCIENTIFICO DI ORDINAMENTO Archimede ESAME DI STATO SECONDA PROVA SCRITTA PER IL LICEO SCIENTIFICO DI ORDINAMENTO ARTICOLO Il candidato risolva uno dei due problemi e risponda a 5 quesiti del questionario. Sia ABCD un quadrato di

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe ha dimostrato fin dal primo momento grande attenzione e interesse verso gli

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2014/2015 I.I.S. ITCG L. EINAUDI SEZ.ASSOCIATA LICEO SCIENTIFICO G. BRUNO PROGRAMMA DI FISICA. CLASSE: V A Corso Ordinario

ANNO SCOLASTICO 2014/2015 I.I.S. ITCG L. EINAUDI SEZ.ASSOCIATA LICEO SCIENTIFICO G. BRUNO PROGRAMMA DI FISICA. CLASSE: V A Corso Ordinario ANNO SCOLASTICO 2014/2015 I.I.S. ITCG L. EINAUDI SEZ.ASSOCIATA LICEO SCIENTIFICO G. BRUNO PROGRAMMA DI FISICA CLASSE: V A Corso Ordinario DOCENTE: STEFANO GARIAZZO ( Paola Frau dal 6/02/2015) La corrente

Dettagli

a. 10 4 b. 10-15 c. 10 25 d. 10-4 a. 4,375 10-7 b. 3,625 10-6 c. 4,375 10 2 d. nessuno dei precedenti valori a. 10-5 b. 10 +5 c. 10 +15 d.

a. 10 4 b. 10-15 c. 10 25 d. 10-4 a. 4,375 10-7 b. 3,625 10-6 c. 4,375 10 2 d. nessuno dei precedenti valori a. 10-5 b. 10 +5 c. 10 +15 d. 1) Il valore di 5 10 20 è: a. 10 4 b. 10-15 c. 10 25 d. 10-4 2) Il valore del rapporto (2,8 10-4 ) / (6,4 10 2 ) è: a. 4,375 10-7 b. 3,625 10-6 c. 4,375 10 2 d. nessuno dei precedenti valori 3) La quantità

Dettagli

Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria di II grado. Classe Terza Tipo A. Codici. Scuola:...

Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria di II grado. Classe Terza Tipo A. Codici. Scuola:... Ministero della Pubblica Istruzione Rilevazione degli apprendimenti Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA Scuola Secondaria di II grado Classe Terza Tipo A Codici Scuola:..... Classe:.. Studente:.

Dettagli

EQUAZIONI E DISEQUAZIONI POLINOMIALI E COLLEGAMENTI CON LA GEOMETRIA ELEMENTARE

EQUAZIONI E DISEQUAZIONI POLINOMIALI E COLLEGAMENTI CON LA GEOMETRIA ELEMENTARE EQUAZIONI E DISEQUAZIONI POLINOMIALI E COLLEGAMENTI CON LA GEOMETRIA ELEMENTARE 1. EQUAZIONI Definizione: un equazione è un uguaglianza tra due espressioni letterali (cioè in cui compaiono numeri, lettere

Dettagli

POLITECNICO DI BARI REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE

POLITECNICO DI BARI REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE POLITECNICO DI BARI REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE IMMATRICOLAZIONI AL PRIMO ANNO DEI CORSI DI LAUREA TRIENNA- LI IN INGEGNERIA DEL POLITECNICO DI BARI - A.A. 2015/2016 Sommario REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE...

Dettagli

esame di stato 2013 seconda prova scritta per il liceo scientifico di ordinamento

esame di stato 2013 seconda prova scritta per il liceo scientifico di ordinamento Archimede esame di stato seconda prova scritta per il liceo scientifico di ordinamento ARTICOLO Il candidato risolva uno dei due problemi e risponda a 5 quesiti del questionario. PROBLEMA La funzione f

Dettagli

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO TRIENNIO Classe: 3 A Corso: INDUSTRIA

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO TRIENNIO Classe: 3 A Corso: INDUSTRIA Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO TRIENNIO Classe: 3 A Corso: INDUSTRIA RELIGIONE 9788839302229 MARINONI GIANMARIO / CASSINOTTI DOMANDA DELL'UOMO (LA) - VOLUME UNICO - EDIZIONE AZZURRA / CORSO DI RELIGIONE

Dettagli

ALCUNE APPLICAZIONI DEL CALCOLO DIFFERENZIALE

ALCUNE APPLICAZIONI DEL CALCOLO DIFFERENZIALE ALCUNE APPLICAZIONI DEL CALCOLO DIFFERENZIALE Sia I un intervallo di R e siano a = inf(i) R { } e b = sup(i) R {+ }; i punti di I diversi dagli estremi a e b, ( e quindi appartenenti all intervallo aperto

Dettagli

F U N Z I O N I. E LORO RAPPRESENTAZIONE GRAFICA di Carmine De Fusco 1 (ANCHE CON IL PROGRAMMA PER PC "DERIVE")

F U N Z I O N I. E LORO RAPPRESENTAZIONE GRAFICA di Carmine De Fusco 1 (ANCHE CON IL PROGRAMMA PER PC DERIVE) F U N Z I O N I E LORO RAPPRESENTAZIONE GRAFICA di Carmine De Fusco 1 (ANCHE CON IL PROGRAMMA PER PC "DERIVE") I N D I C E Funzioni...pag. 2 Funzioni del tipo = Kx... 4 Funzioni crescenti e decrescenti...10

Dettagli

LE FUNZIONI MATEMATICHE

LE FUNZIONI MATEMATICHE ALGEBRA LE FUNZIONI MATEMATICHE E IL PIANO CARTESIANO PREREQUISITI l l l l l conoscere il concetto di insieme conoscere il concetto di relazione disporre i dati in una tabella rappresentare i dati mediante

Dettagli

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5 Competenza: partecipare e interagire con gli altri in diverse situazioni comunicative Scuola Infanzia : 3 anni Obiettivi di *Esprime e comunica agli altri emozioni, sentimenti, pensieri attraverso il linguaggio

Dettagli

FUNZIONI REALI DI VARIABILE REALE e CONTINUITA Roberto Argiolas

FUNZIONI REALI DI VARIABILE REALE e CONTINUITA Roberto Argiolas FUNZIONI REALI DI VARIABILE REALE e CONTINUITA Roberto Argiolas.8.6.. - -.5.5 -. In questa dispensa ricordiamo la classificazione delle funzioni elementari e il dominio di esistenza delle stesse. Inoltre

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO N 1 LANCIANO - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CURRICOLO VERTICALE - Classe Prima MATEMATICA a.s. 2014/2015

ISTITUTO COMPRENSIVO N 1 LANCIANO - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CURRICOLO VERTICALE - Classe Prima MATEMATICA a.s. 2014/2015 NUMERI. SPAZIO E FIGURE. RELAZIONI, FUNZIONI, MISURE, DATI E PREVISIONI Le sociali e ISTITUTO COMPRENSIVO N 1 LANCIANO - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CURRICOLO VERTICALE - Classe Prima MATEMATICA procedure

Dettagli

Numeri reali. Funzioni e loro grafici

Numeri reali. Funzioni e loro grafici Argomento Numeri reali. Funzioni e loro grafici Parte B - Funzioni e loro grafici Funzioni reali di variabile reale Definizioni. Supponiamo che A sia un sottoinsieme di R e che esista una legge che ad

Dettagli

ESAME DI STATO 2002 SECONDA PROVA SCRITTA PER IL LICEO SCIENTIFICO DI ORDINAMENTO

ESAME DI STATO 2002 SECONDA PROVA SCRITTA PER IL LICEO SCIENTIFICO DI ORDINAMENTO ARCHIMEDE 4/ 97 ESAME DI STATO SECONDA PROVA SCRITTA PER IL LICEO SCIENTIFICO DI ORDINAMENTO Il candidato risolva uno dei due problemi e 5 dei quesiti in cui si articola il questionario. PROBLEMA In un

Dettagli

Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria di II grado. Classe Terza Tipo A. Codici. Scuola:...

Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria di II grado. Classe Terza Tipo A. Codici. Scuola:... Ministero della Pubblica Istruzione Rilevazione degli apprendimenti Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA Scuola Secondaria di II grado Classe Terza Tipo A Codici Scuola:..... Classe:.. Studente:.

Dettagli

1 Numeri Complessi, Formula di Eulero, Decomposizioni Notevoli,... ecc.

1 Numeri Complessi, Formula di Eulero, Decomposizioni Notevoli,... ecc. Classi Numeriche 1 1 Numeri Complessi, Formula di Eulero, Decomposizioni Notevoli,... ecc. In questo breve capitolo richiamiamo le definizioni delle classi numeriche fondamentali, già note al lettore,

Dettagli

I NUMERI DECIMALI. che cosa sono, come si rappresentano

I NUMERI DECIMALI. che cosa sono, come si rappresentano I NUMERI DECIMALI che cosa sono, come si rappresentano NUMERI NATURALI per contare bastano i numeri naturali N i numeri naturali cominciano con il numero uno e vanno avanti con la regola del +1 fino all

Dettagli

APPUNTI DI MATEMATICA LE FUNZIONI ALESSANDRO BOCCONI

APPUNTI DI MATEMATICA LE FUNZIONI ALESSANDRO BOCCONI APPUNTI DI MATEMATICA LE FUNZIONI ALESSANDRO BOCCONI Indice 1 Le funzioni nel discreto 3 1.1 Le funzioni nel discreto.................................. 3 1.1.1 La rappresentazione grafica............................

Dettagli

LEGGERE UN OPERA D ARTE. Come individuare gli indicatori di periodo storico, stile e artista

LEGGERE UN OPERA D ARTE. Come individuare gli indicatori di periodo storico, stile e artista LEGGERE UN OPERA D ARTE Come individuare gli indicatori di periodo storico, stile e artista Cos è un opera d arte Leggere un opera d arte 2 Leggere un opera d arte 3 Cos è un opera d arte In origine arte

Dettagli

Le funzioni continue. A. Pisani Liceo Classico Dante Alighieri A.S. 2002-03. A. Pisani, appunti di Matematica 1

Le funzioni continue. A. Pisani Liceo Classico Dante Alighieri A.S. 2002-03. A. Pisani, appunti di Matematica 1 Le funzioni continue A. Pisani Liceo Classico Dante Alighieri A.S. -3 A. Pisani, appunti di Matematica 1 Nota bene Questi appunti sono da intendere come guida allo studio e come riassunto di quanto illustrato

Dettagli

IV-1 Funzioni reali di più variabili

IV-1 Funzioni reali di più variabili IV- FUNZIONI REALI DI PIÙ VARIABILI INSIEMI IN R N IV- Funzioni reali di più variabili Indice Insiemi in R n. Simmetrie degli insiemi............................................ 4 2 Funzioni da R n a R

Dettagli

Esponenziali elogaritmi

Esponenziali elogaritmi Esponenziali elogaritmi Potenze ad esponente reale Ricordiamo che per un qualsiasi numero razionale m n prendere n>0) si pone a m n = n a m (in cui si può sempre a patto che a sia un numero reale positivo.

Dettagli

Istituto Tecnico Industriale Statale Luigi di Savoia Chieti. Contratto Formativo. Disciplina TECNOLOGIA e TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA

Istituto Tecnico Industriale Statale Luigi di Savoia Chieti. Contratto Formativo. Disciplina TECNOLOGIA e TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA Istituto Tecnico Industriale Statale Luigi di Savoia Chieti Contratto Formativo Corso I.T.I.S. Classe I sez.a CH Disciplina TECNOLOGIA e TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA Docenti : DITURI LUIGI e INGELIDO

Dettagli

Svolgimento della prova

Svolgimento della prova Svolgimento della prova D1. Il seguente grafico rappresenta la distribuzione dei lavoratori precari in Italia suddivisi per età nell anno 2012. a. Quanti sono in totale i precari? A. Circa due milioni

Dettagli

Trasformazioni Geometriche 1 Roberto Petroni, 2011

Trasformazioni Geometriche 1 Roberto Petroni, 2011 1 Trasformazioni Geometriche 1 Roberto etroni, 2011 Trasformazioni Geometriche sul piano euclideo 1) Introduzione Def: si dice trasformazione geometrica una corrispondenza biunivoca che associa ad ogni

Dettagli

SEGNO DELLA FUNZIONE. Anche in questo caso, per lo studio del segno della funzione, occorre risolvere la disequazione: y > 0 Ne segue:

SEGNO DELLA FUNZIONE. Anche in questo caso, per lo studio del segno della funzione, occorre risolvere la disequazione: y > 0 Ne segue: CAMPO DI ESISTENZA. Poiché la funzione data è una razionale fratta, essa risulta definita su tutto l asse reale tranne che nei punti in cui il denominatore della frazione si annulla, cioè: C.E. { R: 0}

Dettagli

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 2 A Corso: BIENNIO UNICO COSTRUZIONI AMBIENTE E TERRITORIO

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 2 A Corso: BIENNIO UNICO COSTRUZIONI AMBIENTE E TERRITORIO Classe: 2 A RELIGIONE CATTOLICA 9788810612521 BOCCHINI SERGIO NUOVO RELIGIONE E RELIGIONI + CD ROM BIBBIA GERUSALEMME / VOLUME UNICO U EDB EDIZ.DEHONIANE BO (CED) 20,30 No No No LINGUA E LETTERATURA ITALIANA

Dettagli

Funzioni di più variabili. Ottimizzazione libera e vincolata

Funzioni di più variabili. Ottimizzazione libera e vincolata libera e vincolata Generalità. Limiti e continuità per funzioni di 2 o Piano tangente. Derivate successive Formula di Taylor libera vincolata Lo ordinario è in corrispondenza biunivoca con i vettori di

Dettagli

Appunti di Analisi Matematica 1. Docente:Fabio Camilli. SAPIENZA, Università di Roma A.A. 2014/15. http://www.dmmm.uniroma1.it/~fabio.

Appunti di Analisi Matematica 1. Docente:Fabio Camilli. SAPIENZA, Università di Roma A.A. 2014/15. http://www.dmmm.uniroma1.it/~fabio. Appunti di Analisi Matematica Docente:Fabio Camilli SAPIENZA, Università di Roma A.A. 4/5 http://www.dmmm.uniroma.it/~fabio.camilli/ (Versione del 9 luglio 5) Note scritte in collaborazione con il prof.

Dettagli

Servizio Nazionale di Valutazione a.s. 2013/14 Guida alla lettura Prova di Matematica Classe seconda Scuola secondaria di II grado

Servizio Nazionale di Valutazione a.s. 2013/14 Guida alla lettura Prova di Matematica Classe seconda Scuola secondaria di II grado Servizio Nazionale di Valutazione a.s. 2013/14 Guida alla lettura Prova di Matematica Classe seconda Scuola secondaria di II grado I quesiti sono distribuiti negli ambiti secondo la tabella seguente Ambito

Dettagli

Laboratorio di Progettazione Esecutiva dell Architettura 2 Corso di Estimo a.a. 2007-08 Docente Renato Da Re Collaboratore: Barbara Bolognesi

Laboratorio di Progettazione Esecutiva dell Architettura 2 Corso di Estimo a.a. 2007-08 Docente Renato Da Re Collaboratore: Barbara Bolognesi Laboratorio di Progettazione Esecutiva dell Architettura 2 Corso di Estimo a.a. 2007-08 Docente Renato Da Re Collaboratore: Barbara Bolognesi Microeconomia venerdì 29 febbraio 2008 La struttura della lezione

Dettagli

esame di stato 2014 seconda prova scritta per i licei scientifici di ordinamento

esame di stato 2014 seconda prova scritta per i licei scientifici di ordinamento ARTICOLO Archimede 4 4 esame di stato 4 seconda prova scritta per i licei scientifici di ordinamento Il candidato risolva uno dei due problemi e risponda a 5 quesiti del questionario. PROBLEMA Nella figura

Dettagli

Soluzione Punto 1 Si calcoli in funzione di x la differenza d(x) fra il volume del cono avente altezza AP e base il

Soluzione Punto 1 Si calcoli in funzione di x la differenza d(x) fra il volume del cono avente altezza AP e base il Matematica per la nuova maturità scientifica A. Bernardo M. Pedone 74 PROBLEMA Considerata una sfera di diametro AB, lungo, per un punto P di tale diametro si conduca il piano α perpendicolare ad esso

Dettagli

Geometria nel piano complesso

Geometria nel piano complesso Geometria nel piano complesso Giorgio Ottaviani Contents Un introduzione formale del piano complesso 2 Il teorema di Napoleone 5 L inversione circolare 6 4 Le trasformazioni di Möbius 7 5 Il birapporto

Dettagli

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: I.F.P.OPERATORE MECCANICO (ACCORDO DEL 29.4.10)

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: I.F.P.OPERATORE MECCANICO (ACCORDO DEL 29.4.10) Classe: 1 A Corso: I.F.P.OPERATORE MECCANICO (ACCORDO DEL 29.4.10) RELIGIONE 9788805070985 SOLINAS LUIGI TUTTI I COLORI DELLA VITA + DVD - EDIZIONE MISTA / IN ALLEGATO GIORDA, DIRITTI DI CARTA U SEI 16,35

Dettagli

EQUAZIONI non LINEARI

EQUAZIONI non LINEARI EQUAZIONI non LINEARI Francesca Pelosi Dipartimento di Matematica, Università di Roma Tor Vergata CALCOLO NUMERICO e PROGRAMMAZIONE http://www.mat.uniroma2.it/ pelosi/ EQUAZIONI non LINEARI p.1/44 EQUAZIONI

Dettagli

NEOCLASSICISMO. Vol III, pp. 532-567

NEOCLASSICISMO. Vol III, pp. 532-567 NEOCLASSICISMO Vol III, pp. 532-567 567 Le premesse L illuminismo La rivoluzione industriale La rivoluzione francese Neoclassicismo il fascino dell antico Dagli inizi del Settecento a Roma si aprono vari

Dettagli

Descrizione matematica della propagazione Consideriamo una funzione ξ = f(x) rappresenatata in figura.

Descrizione matematica della propagazione Consideriamo una funzione ξ = f(x) rappresenatata in figura. ONDE Quando suoniamo un campanello oppure accendiamo la radio, il suono è sentito in punti distanti. Il suono si trasmette attraverso l aria. Se siamo sulla spiaggia e una barca veloce passa ad una distanza

Dettagli

Convessità e derivabilità

Convessità e derivabilità Convessità e derivabilità Definizione 1 (convessità per funzioni derivabili) Sia f : (a, b) R derivabile su (a, b). Diremo che f è convessa o concava su (a, b) se per ogni 0 (a,b) il grafico di f sta tutto

Dettagli

LICEO GINNASIO STATALE VIRGILIO SIMULAZIONE III PROVA ESAMI DI STATO

LICEO GINNASIO STATALE VIRGILIO SIMULAZIONE III PROVA ESAMI DI STATO SIMULAZIONE III PROVA ESAMI DI STATO Classe V F Liceo Internazionale Spagnolo Discipline: Francese/Inglese, Filosofia, Matematica, Scienze, Storia dell'arte Data 12 dicembre 2013 Tipologia A Durata ore

Dettagli

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO P. F. Fumagalli, 31.10.2104 Il Dialogo è una componente essenziale dell essere umano nel mondo, in qualsiasi cultura alla quale si voglia fare riferimento: si

Dettagli

La f(x) dovrà rimanere all interno di questo intorno quando la x è all interno di un intorno di x 0, cioè I(x 0 ), cioè:

La f(x) dovrà rimanere all interno di questo intorno quando la x è all interno di un intorno di x 0, cioè I(x 0 ), cioè: 1 Limiti Roberto Petroni, 2011 Possiamo introdurre intuitivamente il concetto di limite dicendo che quanto più la x si avvicina ad un dato valore x 0 tanto più la f(x) si avvicina ad un valore l detto

Dettagli

STUDIO DEL SEGNO DI UNA FUNZIONE

STUDIO DEL SEGNO DI UNA FUNZIONE STUDIO DEL SEGNO DI UNA FUNZIONE Quando si studia una funzione! " #$%&' (funzione reale di variabile reale) è fondamentale conoscere il segno, in altre parole sapere per quali valori di &( #$%&'$è positiva,

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

Forma d onda rettangolare non alternativa.

Forma d onda rettangolare non alternativa. Forma d onda rettangolare non alternativa. Lo studio della forma d onda rettangolare è utile, perché consente di conoscere il contenuto armonico di un segnale digitale. FIGURA 33 Forma d onda rettangolare.

Dettagli

Indice generale. Modulo 1 Algebra 2

Indice generale. Modulo 1 Algebra 2 Indice generale Modulo 1 Algebra 2 Capitolo 1 Scomposizione in fattori. Equazioni di grado superiore al primo 1.1 La scomposizione in fattori 2 1.2 Raccoglimento a fattor comune 3 1.3 Raccoglimenti successivi

Dettagli

Maturità Scientifica PNI, sessione ordinaria 2000-2001

Maturità Scientifica PNI, sessione ordinaria 2000-2001 Matematica per la nuova maturità scientifica A. Bernardo M. Pedone Maturità Scientifica PNI, sessione ordinaria 000-00 Problema Sia AB un segmento di lunghezza a e il suo punto medio. Fissato un conveniente

Dettagli

a) Si descriva, internamente al triangolo, con centro in B e raggio x, l arco di circonferenza di π π

a) Si descriva, internamente al triangolo, con centro in B e raggio x, l arco di circonferenza di π π PROBLEMA Il triangolo rettangolo ABC ha l ipotenusa AB = a e l angolo CAB =. a) Si descriva, internamente al triangolo, con centro in B e raggio, l arco di circonferenza di estremi P e Q rispettivamente

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

Risposta: L area del triangolo è dove sono le misure di due lati e è l ampiezza dell angolo tra essi compreso ;

Risposta: L area del triangolo è dove sono le misure di due lati e è l ampiezza dell angolo tra essi compreso ; 1. Un triangolo ha area 3 e due lati che misurano 2 e 3. Qual è la misura del terzo lato? : L area del triangolo è dove sono le misure di due lati e è l ampiezza dell angolo tra essi compreso ; nel nostro

Dettagli

A CHE COSA SERVE LA PROVA DI AMMISSIONE

A CHE COSA SERVE LA PROVA DI AMMISSIONE INDICE A che cosa serve la prova di ammissione pag. I Come è strutturata la prova III Come rispondere al questionario V Indicazioni sulle principali conoscenze richieste XII Testo della prova del 4 settembre

Dettagli

Che cosa e come valutano le prove di matematica e con quali risultati. nell A.S. 2008 2009

Che cosa e come valutano le prove di matematica e con quali risultati. nell A.S. 2008 2009 Che cosa e come valutano le prove di matematica e con quali risultati nell A.S. 2008 2009 Presentazione a cura di Roberta Michelini Casalpusterlengo, 8 gennaio 2010 http://www.invalsi.it/esamidistato0809/

Dettagli

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO TRIENNIO Classe: 3 B Corso: SERVIZI COMMERCIALI (TRIENNIO)

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO TRIENNIO Classe: 3 B Corso: SERVIZI COMMERCIALI (TRIENNIO) Classe: 3 B ITALIANO LETTERATURA 9788822168191 SAMBUGAR MARTA / SALA' GABRIELLA LETTERATURA + / VOLUME 1 + GUIDA ESAME 1 + ANTOLOGIA DIVINA COMMEDIA + ESPANSIONE WEB 1 LA NUOVA ITALIA EDITRICE 32,80 No

Dettagli

f(x, y, z) = (x + ky + z, x y + 2z, x + y z) f(x, y, z) = (x + 2y z, x + y z, x + 2y) F (f(x)) = (f(0), f(1), f(2))

f(x, y, z) = (x + ky + z, x y + 2z, x + y z) f(x, y, z) = (x + 2y z, x + y z, x + 2y) F (f(x)) = (f(0), f(1), f(2)) Algebra Lineare e Geometria Analitica Politecnico di Milano Ingegneria Applicazioni Lineari 1. Sia f : R 3 R 3 l applicazione lineare definita da f(x, y, z) = (x + ky + z, x y + 2z, x + y z) per ogni (x,

Dettagli

TIMSS 2007 Quadro di riferimento di matematica. dal volume: "TIMSS 2007 Assessment Frameworks"

TIMSS 2007 Quadro di riferimento di matematica. dal volume: TIMSS 2007 Assessment Frameworks Capitolo Uno TIMSS 2007 Quadro di riferimento di matematica dal volume: "TIMSS 2007 Assessment Frameworks" a cura di Anna Maria Caputo, Cristiano Zicchi Copyright 2005 IEA International Association for

Dettagli

La rappresentazione dello spazio nel mondo antico

La rappresentazione dello spazio nel mondo antico La rappresentazione dello spazio nel mondo antico L esigenza di creare uno spazio all interno del quale coordinare diversi elementi figurativi comincia a farsi sentire nella cultura egizia e in quella

Dettagli

Programmazione Modulare

Programmazione Modulare Indirizzo: BIENNIO Programmazione Modulare Disciplina: FISICA Classe: 2 a D Ore settimanali previste: (2 ore Teoria 1 ora Laboratorio) Prerequisiti per l'accesso alla PARTE D: Effetti delle forze. Scomposizione

Dettagli

Nel triangolo disegnato a lato, qual è la misura, in gradi e primi sessagesimali, di α?

Nel triangolo disegnato a lato, qual è la misura, in gradi e primi sessagesimali, di α? QUESITO 1 Nel triangolo disegnato a lato, qual è la misura, in gradi e primi sessagesimali, di α? Applicando il Teorema dei seni si può determinare il valore di senza indeterminazione, in quanto dalla

Dettagli

FUNZIONI CONVESSE. + e x 0

FUNZIONI CONVESSE. + e x 0 FUNZIONI CONVESSE Sia I un intervallo aperto di R (limitato o illimitato) e sia f(x) una funzione definita in I. Dato x 0 I, la retta r passante per il punto P 0 (x 0, f(x 0 )) di equazione y = f(x 0 )

Dettagli

INTEGRALI DEFINITI. Tale superficie viene detta trapezoide e la misura della sua area si ottiene utilizzando il calcolo di un integrale definito.

INTEGRALI DEFINITI. Tale superficie viene detta trapezoide e la misura della sua area si ottiene utilizzando il calcolo di un integrale definito. INTEGRALI DEFINITI Sia nel campo scientifico che in quello tecnico si presentano spesso situazioni per affrontare le quali è necessario ricorrere al calcolo dell integrale definito. Vi sono infatti svariati

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno La Vista CAS L ambiente di lavoro Le celle Assegnazione di una variabile o di una funzione / visualizzazione

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

I numeri complessi. Mario Spagnuolo Corso di Laurea in Fisica - Facoltà di Scienze - Università Federico II di Napoli

I numeri complessi. Mario Spagnuolo Corso di Laurea in Fisica - Facoltà di Scienze - Università Federico II di Napoli I numeri complessi Mario Spagnuolo Corso di Laurea in Fisica - Facoltà di Scienze - Università Federico II di Napoli 1 Introduzione Studiare i numeri complessi può sembrare inutile ed avulso dalla realtà;

Dettagli

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: MANUTENZIONE ED ASSISTENZA TECNICA (BIENNIO COMUNE

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: MANUTENZIONE ED ASSISTENZA TECNICA (BIENNIO COMUNE Classe: 1 A RELIGIONE 9788810614082 CIONI LUIGI / MASINI PAOLO / PANDOLFI BARBARA PAOLINI LUCA I-RELIGIONE+LIBRO DIGITALE+DVD / VOLUME UNICO U EDB EDIZ.DEHONIANE BO (CED) 16,00 Si Si No ITALIANO ANTOLOGIE

Dettagli

Considerazioni preliminari sul dominio

Considerazioni preliminari sul dominio L'argomento di cui ci occupiamo in questa lezione è un must nello studio dell'analisi Matematica: vogliamo proporre una guida completa sul dominio di funzioni reali di variabile reale, e mostrare quali

Dettagli

Programmazione Generale. Matematica e Complementi. Classi: 2 Biennio Quarta. Istituto Tecnico Tecnologico Basilio Focaccia Salerno

Programmazione Generale. Matematica e Complementi. Classi: 2 Biennio Quarta. Istituto Tecnico Tecnologico Basilio Focaccia Salerno Istituto Tecnico Tecnologico Basilio Focaccia Salerno Programmazione Generale Matematica e Complementi Classi: 2 Biennio Quarta I Docenti della Disciplina Salerno, lì 12 settembre 2014 Finalità della Disciplina

Dettagli

Ing. Alessandro Pochì

Ing. Alessandro Pochì Lo studio di unzione Ing. Alessandro Pochì Appunti di analisi Matematica per la Classe VD (a.s. 011/01) Schema generale per lo studio di una unzione Premessa Per Studio unzione si intende, generalmente,

Dettagli

FUNZIONE ESPONENZIALE E FUNZIONE LOGARITMICA

FUNZIONE ESPONENZIALE E FUNZIONE LOGARITMICA FUNZIONE ESPONENZIALE E FUNZIONE LOGARITMICA DEFINIZIONE: Dato un numero reale a che sia a > 0 e a si definisce funzione esponenziale f(x) = a x la relazione che ad ogni valore di x associa uno e un solo

Dettagli

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: ELETTRONICA ED ELETTROTECNICA - BIENNIO COMUNE

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: ELETTRONICA ED ELETTROTECNICA - BIENNIO COMUNE Classe: 1 A LINGUA E LETTERATURA ITALIANA 9788839511980 MANZONI A. / PERISSINOTTO PROMESSI SPOSI U PARAVIA 22,65 No Si No LINGUA E LETTERATURA ITALIANA 9788842443155 FERRALASCO ANNA / MOISO ANNA MARIA

Dettagli

QUADERNI DI DIDATTICA

QUADERNI DI DIDATTICA Department of Applied Mathematics, University of Venice QUADERNI DI DIDATTICA Tatiana Bassetto, Marco Corazza, Riccardo Gusso, Martina Nardon Esercizi sulle funzioni di più variabili reali con applicazioni

Dettagli

Corso di Analisi Matematica. Polinomi e serie di Taylor

Corso di Analisi Matematica. Polinomi e serie di Taylor a.a. 2013/14 Laurea triennale in Informatica Corso di Analisi Matematica Polinomi e serie di Taylor Avvertenza Questi sono appunti informali delle lezioni, che vengono resi disponibili per comodità degli

Dettagli