BANDO PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI CONTRIBUTO PER PROGETTI DI PROMOZIONE EDUCATIVA E CULTURALE DI INTERESSE PROVINCIALE PER L ANNO 2009

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "BANDO PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI CONTRIBUTO PER PROGETTI DI PROMOZIONE EDUCATIVA E CULTURALE DI INTERESSE PROVINCIALE PER L ANNO 2009"

Transcript

1 Allegato 1 alla determinazione dirigenziale n. 526 del 21/04/2009 Settore Cultura, Servizi alla Persona Servizio Cultura Corso Matteotti, Lecco, Italia Telefono Fax BANDO PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI CONTRIBUTO PER PROGETTI DI PROMOZIONE EDUCATIVA E CULTURALE DI INTERESSE PROVINCIALE PER L ANNO 2009 Riferimenti normativi Il presente bando è emanato in attuazione della l.r. 26 febbraio 1993, n. 9 Interventi di promozione educativa e culturale e di quanto previsto nella Relazione Previsionale e Programmatica approvata con deliberazione di Consiglio Provinciale n. 81 del Premessa La l.r. 26 febbraio 1993, n. 9 Interventi di promozione educativa e culturale é uno strumento che mira alla valorizzazione della cultura nelle sue varie articolazioni. In linea con le azioni attuate negli anni scorsi, la Provincia vuole incentivare le iniziative che promuovono la conoscenza delle tematiche emergenti in campo culturale e organizzare le risorse culturali ed educative sulla base delle richieste provenienti dagli Enti Locali e dalle associazioni, per sviluppare la possibilità di fruizione in tutte le zone del territorio provinciale. Anche nel 2009 verrà prestata particolare attenzione alle iniziative promosse in forma coordinata, da reti di soggetti che operano in ambito culturale, sia Enti che Associazioni. Nella considerazione che le attività di promozione educativa e culturale rivestono una rilevante importanza per lo sviluppo locale, si intende dare priorità alla razionalizzazione delle risorse al fine di offrire alla popolazione iniziative di significativo livello culturale, connesse al miglioramento della qualità della vita, consolidando altresì l identità culturale del territorio provinciale. Il territorio della provincia di Lecco si distingue per una particolare vitalità dell associazionismo culturale e per un elevato livello di partecipazione. Ciò favorisce il coordinamento provinciale e un ampia cooperazione. Occorre inoltre evitare la sovrapposizione di singole iniziative senza tralasciare la ricerca della qualità. In tale direzione la Provincia intende privilegiare iniziative che siano in grado di coinvolgere più soggetti anche in fase di progettazione e che abbiano una forte ricaduta sugli utenti finali e diretti. L obiettivo è quello di promuovere attività di ricerca in ambito culturale con particolare riferimento alla domanda e all offerta di cultura in provincia di Lecco e = Bando l.r. 9/93 anno 2009

2 di favorire le iniziative che sono orientate alla promozione e alla gestione di servizi e sistemi culturali integrati. In conformità alle indicazioni regionali e agli indirizzi programmatici provinciali, si valorizzeranno le attività legate alla storia e alle tradizioni del territorio affinché le potenzialità e le realtà locali trovino la propria espressione e abbiano l opportunità e l occasione di crescita e confronto anche in relazione con il contesto nazionale e internazionale. A tal fine si ritengono fondamentali la cultura della valorizzazione del patrimonio storico, artistico, culturale e musicale con una particolare attenzione alla storia locale e alla cultura popolare (usi, costumi e tradizioni), favorendo la consapevolezza del valore costituito dal rapporto storico e culturale tra l identità di ogni comunità e il proprio territorio, tra cultura nazionale e comunità locali, anche in un ottica di piena cittadinanza europea. In linea di continuità con l anno precedente, la Provincia ritiene di individuare come preminente il tema conduttore il 900 lecchese. L intenzione è quella di invitare il territorio a proseguire l approfondimento sui fenomeni e vicende culturali che hanno caratterizzato il XX secolo nel mondo, e più nello specifico nel territorio lecchese. Al fine di soddisfare le numerose esigenze e sollecitazioni provenienti dal territorio, la Provincia di Lecco intende confermare anche per l anno 2009 la priorità per la progettualità condivisa e coordinata tra i soggetti proponenti e la creazione di reti e sinergie al fine di realizzare economie di risorse e di diffondere sempre più capillarmente sul territorio proposte di significativo valore culturale, mirando alla qualità e alla differenziazione, e valorizzando contestualmente le forze locali in un'ottica di coordinamento. Soggetti ammissibili Enti locali ed enti pubblici del territorio provinciale; Associazioni, Fondazioni e altre organizzazioni culturali che abbiano finalità statutarie conformi a quelle della L.R.9/93 e che operino senza fine di lucro, con sede e/o che operano nel territorio provinciale. Ogni soggetto può presentare una sola domanda di contributo per l anno Tale norma vale anche nel caso di domande presentate da Associazioni diverse ma dai cui statuti risulti la compresenza di membri con funzioni di responsabilità. Costo minimo del progetto e quota di cofinanziamento I progetti presentati devono avere un costo minimo pari o superiore a ,00. Cofinanziamento del soggetto proponente Il soggetto proponente deve garantire, con proprie risorse o con finanziamenti di soggetti terzi, una quota non inferiore al 50% dell importo complessivo del progetto. Verranno selezionati dalla Commissione di valutazione, sulla base di specifici criteri, fino ad un massimo di quattro progetti di grande valenza culturale. Tali progetti devono garantire un elevato valore progettuale, livelli di eccellenza in merito alla qualità e alla coerenza territoriale, chiarezza e completezza della proposta progettuale, una forte organizzazione, una grande ricaduta sul territorio, oltre che avere sinergie con altri soggetti territoriali (concertazione e collaborazione a livello territoriale con soggetti pubblici e/o privati ed estensione 2

3 territoriale della proposta). Il costo complessivo del progetto di grande valenza culturale deve essere superiore a ,00. Indirizzi Si intende privilegiare la progettualità condivisa e coordinata tra i soggetti proponenti che porti alla creazione di reti di partenariato anche a lungo termine, sinergie e collaborazioni al fine di realizzare economie di risorse e di diffondere sempre più capillarmente sul territorio provinciale proposte di alto valore culturale. La Provincia si propone quindi di: 1. favorire il coordinamento di progetti di intervento tra Provincia e enti locali e pubblici, associazioni, Fondazioni e altre organizzazioni culturali del territorio operanti in ambito culturale; 2. programmare, coordinare e sostenere, in collaborazione con altri soggetti, eventi di rilevante impatto culturale; 3. favorire e sostenere la realizzazione di iniziative (anche con valenza turistica) relative alla valorizzazione del patrimonio culturale; 4. sostenere progetti culturali educativi diretti in particolare alla sensibilizzazione della conoscenza delle culture diverse, dell integrazione sociale, con una specifica attenzione al mondo giovanile; 5. favorire l utilizzo delle innovazioni tecnologiche e di strumenti informatici. Tema conduttore il 900 lecchese In linea di continuità con l anno precedente, viene individuato quale tema conduttore il 900 lecchese. Alle iniziative che si riconducono specificatamente e esplicitamente a tale tema verrà riconosciuto un punteggio aggiuntivo. Aree di intervento La progettualità condivisa e il coordinamento territoriale sarà criterio prevalente e prioritario rispetto alla rispondenza alle aree di intervento e agli altri indicatori di valutazione. Le aree di intervento sono riportate in ordine di priorità decrescente e quindi da valutarsi con punteggi che rispettino tale ordine. Si valorizzeranno in particolare i progetti che riusciranno ad includere più di un'area di intervento sotto indicata. 1. progetti di importante rilevanza e che siano peculiari e caratterizzanti per il territorio, quali mostre, rassegne, festival, eventi, con lo scopo di incrementare la fruizione culturale e valorizzare il patrimonio storico, artistico, musicale e culturale; 2. iniziative di studio, ricerca e documentazione compresi lezioni-concerto, laboratori e corsi specifici di aggiornamento e formazione non relativi all attività ordinaria, attinenti i beni e le attività culturali per avvalorare la storia, la cultura e le tradizioni e analizzare i fenomeni, le dinamiche e le politiche in ambito culturale e musicale; 3. iniziative che sviluppino la dimensione culturale giovanile prestando attenzione all emergere di nuove sensibilità e ai gruppi che le esprimono, considerando anche le nuove forme del consumo culturale e del tempo libero; 3

4 4. progetti di educazione e sensibilizzazione dei giovani alla cultura in tutti i suoi aspetti, con la presenza, anche se in parte non preponderante, di attivazione di percorsi didattici o di aggiornamento degli insegnanti; 5. iniziative significative rivolte: - alla crescita culturale delle pari opportunità tra uomo e donna, - a fasce particolari di pubblico quali per esempio anziani, persone diversamente abili e bambini ospedalizzati, - alla conoscenza delle culture diverse e all integrazione sociale. Modalità e termini di presentazione della domanda Le domande di contributo dovranno pervenire al presente Ente entro il giorno 18 maggio La data sopra indicata è perentoria, quindi il mancato rispetto del termine comporterà la non ammissibilità delle domande. La domanda di contributo, deve pervenire nel termine sopra indicato all Ufficio Protocollo della Provincia di Lecco Piazza Lega Lombarda n Lecco - (orari lunedì-giovedì / ; venerdì ). Nel caso di invio tramite servizio postale, non farà fede la data del timbro postale ma esclusivamente quella riportata sul timbro del Protocollo. E possibile scaricare la documentazione necessaria all inoltro della domanda di contributo dal sito: nella sezione dedicata al Settore Cultura, Servizi alla Persona Servizio Cultura. Documentazione richiesta I soggetti interessati dovranno presentare la domanda di contributo su propria carta intestata secondo il fac-simile (allegato 2). Sulla domanda deve essere apposta una marca da bollo da 14,62 con esclusione dei soggetti esenti per legge e degli Enti pubblici, ai sensi del d.p.r. 26 ottobre 1972 n. 642 ovvero previsti dal D. Lgs. N. 460 del Sono parte integrante della domanda: scheda del soggetto proponente (allegato 2); scheda del progetto (allegato 3); relazione descrittiva della natura e delle caratteristiche dell attività e/o iniziativa, delle sue finalità ed obiettivi, dei destinatari o fruitori, della sua rilevanza culturale e territoriale, strategie di intervento (modalità di realizzazione, personale coinvolto) e che individui altresì tempi e fasi di svolgimento; copia dello statuto e atto costitutivo vigenti ove non già presentato precedentemente (esclusi gli enti pubblici); copia dell ultimo bilancio approvato (esclusi gli enti pubblici). Durata e periodo di svolgimento dei progetti I progetti dovranno svolgersi tra l 1 gennaio e il 31 dicembre Per i progetti pluriennali si considera l attività dell anno L iniziativa deve essere realizzata sul territorio provinciale. Per lo stesso progetto non è possibile presentare contestualmente domanda di contributo a Regione e Provincia (legge 9/93) 4

5 Ogni soggetto può presentare alla Provincia di Lecco una sola domanda di contributo per l anno Tale norma vale anche nel caso di domande presentate da Associazioni diverse ma dai cui statuti risulti la compresenza di membri con funzioni di responsabilità. Requisiti di ammissibilità La domanda non potrà essere ammessa alla successiva fase istruttoria qualora: - non venga rispettato il termine di presentazione; - non sia ricompresa nelle tipologie del presente bando; - il costo del progetto sia inferiore ad ,00; - il cofinanziamento sia inferiore al 50% dell importo complessivo delle spese ammissibili. Motivi di esclusione dal contributo Il progetto verrà escluso dal contributo qualora: - l iniziativa non sia realizzata nel territorio provinciale; - manchi o sia carente la documentazione richiesta. Verranno esclusi inoltre i progetti proposti da soggetti già beneficiari di contributo, che negli anni precedenti, non abbiano ottemperato l impegno di presentare la documentazione richiesta per l erogazione del contributo, fatta eccezione per i soggetti a cui è stata concessa una proroga. Criteri di valutazione I criteri, in seguito precisati, sono formati da alcuni indicatori numerati da 1 a n che saranno addizionati tra di loro e da due coefficienti moltiplicatori contrassegnati dalla lettera z (rispondenza alle aree di intervento) e dalla lettera y (progetti realizzati in rete). Il punteggio finale risulterà pertanto dalla somma degli indicatori da 1 a n che verranno moltiplicati per i cofficienti z e y. Moltiplicatori: z. Rispondenza all area di intervento previste per l anno 2008 Le aree sono state elencate in ordine decrescente di importanza. La valutazione pertanto terrà conto di tale ordine, privilegiando ulteriormente i progetti che appartengono a due o più aree. Più di un area 1,6 se comprende la prima area 1,4 se non comprende la prima area Solo un area: Area 1 1,2 Area 2 1 Area 3 0,8 Area 4 0,7 Area 5 0,6 y. Progetti realizzati in rete Verranno privilegiati i progetti che coinvolgono più soggetti (Enti locali, Associazioni), anche mediante la formalizzazione di accordi, in grado di ricoprire un area territoriale di carattere sovracomunale. Coinvolgimento di più soggetti 1,2 Diffusione territoriale 1,4 5

6 Indicatori: Valutazione del progetto coefficiente Qualità del progetto tenuto conto dell originalità e della Da 1 a 2 potenzialità innovativa Chiarezza espositiva, completezza della proposta Da 0,5 a 2 progettuale, articolazione in fasi del progetto, indicazione dei risultati attesi, caratteristiche del pubblico e capacità di coinvolgere nuovi pubblici, monitoraggio del progetto Azione di informazione e comunicazione per la promozione di Da 1 a 2 progetti, eventi ed attività culturali che evidenzino il ruolo della Provincia e della Regione Continuità dell iniziativa ed inserimento della stessa in progetti Da 1 a 1,5 culturali più ampi (circuito territoriale/rete) Importanza e rilevanza culturale della proposta Da 2 a 6 Ricaduta dell iniziativa sul pubblico Da 1 a 2 Iniziative con presenza di pubblico coefficiente Affluenza di pubblico prevista Da 1 a 3 Provenienza del pubblico Da 0,5 a 2,5 Tipologia del pubblico Da 1 a 2 in alternativa al punto precedente Iniziative di studio, ricerca e documentazione attinenti i coefficiente beni e le attività culturali Diffusione potenziale della ricerca e possibile ricaduta Da 1 a 3 all interno di biblioteche o altri luoghi di cultura Potenzialità di sviluppo Da 0,5 a 2,5 Replicabilità del modello e della metodologia di analisi su altri Da 1 a 2 contesti territoriali Capacità progettuale coefficiente Coinvolgimento della Provincia nel progetto Da 1 a 6 Partecipazione e collaborazione di più Enti pubblici Da 1 a 4 all iniziativa Partecipazione di altri soggetti con risorse proprie (risorse Da 1 a 2,5 umane, strumentali e finanziarie) Partecipazione finanziaria del soggetto proponente Da 1 a 3 Progetto inerente al tema Il 900 lecchese punti 3 I progetti di grande valenza culturale devono garantire elevati livelli di punteggio in merito ai seguenti indicatori: Valutazione della valenza culturale del progetto coefficiente Valore del progetto Da 1 a 10 Qualità e coerenza progettuale (qualità e articolazione del Da 1 a 15 progetto, professionalità coinvolte, innovatività e grado di integrazione) Chiarezza e completezza della proposta progettuale Da 1 a 10 (chiarezza espositiva, articolazione in fasi del progetto, 6

7 indicazioni delle responsbilità di progetto, chiarezza e coerenza metodologica, indicazione dei risultati attesi) Organizzazione (competenza organizzativa del soggetto) Da 1 a 8 Ricaduta sul territorio ( caratteristiche del pubblico e capacità Da 1 a 6 di coinvolgere nuovi pubblici) Sinergia con altri soggetti territoriali (concertazione e Da 0 a 10 collaborazione a livello territoriale con soggetti pubblici e/o privati ed estensione territoriale della proposta) Costo complessivo del progetto superiore a ,00 Da 1 a 6 (Sostenibilità, cofinanziamento, dettaglio delle voci delle spese e delle entrate) Assegnazione dei contributi e risorse disponibili L istruttoria sarà effettuata a cura di una Commissione Tecnica di Valutazione appositamente costituita, che sarà chiamata ad elaborare, sulla base delle risorse disponibili, le graduatorie (progetti in ambito culturale generale, progetti di grande valenza culturale). Le graduatorie hanno validità di un anno. Le risorse a disposizione verranno ripartite nel seguente modo: il 40% per i progetti di grande valenza culturale (fino ad un massimo di quattro progetti e fino ad un contributo massimo complessivo di ,00); il 60% verrà destinato ai progetti in ambito culturale generale. L importo totale di tali risorse non è ancora precisato. Le risorse provinciali ammontano ad ,00, mentre la quota regionale a sostegno delle funzioni delegate per le attività di promozione educativa e culturale di preminente interesse locale per l anno 2009 non è al momento ancora definita (si ritiene che, sulla base dell esperienza degli anni scorsi possa ammontare ad ,00). I progetti vengono finanziati in ordine di graduatoria fino ad esaurimento delle risorse disponibili. Nel caso in cui non vengano presentati progetti di grande valenza culturale o quelli presentati e ammessi al finanziamento non esauriscano le risorse riservate a tal fine, queste verranno ripartite sulle altre iniziative. L istruttoria per la valutazione delle domande ammesse sarà terminata entro 90 giorni dalla data di scadenza del bando. Conclusa l istruttoria il Dirigente del Settore assumerà gli atti amministrativi conseguenti. Gli esiti del provvedimento saranno comunicati con lettera. Successivamente alla comunicazione da parte della Regione Lombardia della quota assegnata alla Provincia di Lecco per il sostegno del programma di promozione educativa e culturale provinciale, verrà eseguito il riparto delle somme a disposizione. Nel caso intervenissero specifici indirizzi per quanto riguarda nuove modalità di collaborazione tra Provincia e Regione Lombardia nell ambito delle attività culturali, la Provincia si riserva di apportare eventuali adeguamenti migliorativi alle graduatorie. Entità del contributo e del cofinanziamento Il contributo sarà assegnato nei limiti della percentuale richiesta con un massimo del 50% della spesa ammissibile, per un importo non superiore ad 5.000,00 7

8 (IVA compresa) mentre per i progetti di grande valenza culturale (massimo n. 4 progetti finanziati) per un importo non superiore ad ,00 (IVA compresa). La restante parte deve essere coperta con un cofinanziamento secondo quanto specificato nel preventivo delle spese e dei mezzi previsti per il finanziamento. Modalità di erogazione del contributo Il contributo verrà erogato dopo comunicazione da parte della Regione Lombardia della quota assegnata alla Provincia di Lecco, con le modalità previste dall art.11, comma 1 della l.r. 9/93: - 75% dopo l approvazione della determinazione dirigenziale di assegnazione dei contributi e su presentazione della dichiarazione di realizzazione dell iniziativa da parte del soggetto assegnatario; - 25% a conclusione del progetto dopo la verifica della rendicontazione tecnica e contabile. Rendiconto e conclusione del progetto I soggetti interessati dovranno: realizzare l iniziativa per la quale hanno ottenuto il contributo, nei modi e nei tempi indicati nella domanda; rendicontare entro 60 giorni dalla conclusione del progetto e, comunque entro e non oltre , pena l eliminazione del contributo assegnato (Si ricorda che le attività devono essere realizzate entro il 31 dicembre 2009) presentando la rendicontazione finale come previsto dal Regolamento Provinciale per la concessione di finanziamenti e benefici economici a soggetti pubblici e privati, approvato con deliberazione consiliare n.78 del 02/10/2001 e successive modifiche, costituita da: - rendiconto finanziario, riguardante non solo il contributo provinciale ma la spesa totale sostenuta dal soggetto per la realizzazione del progetto, che giustifichi le spese sostenute (note/fatture quietanzate cioè munite di timbro pagato siglato oppure accompagnate dalla ricevuta del bonifico bancario o della copia dell assegno con rispettiva dichiarazione che motivi l emissione dello stesso); - relazione sull iniziativa svolta; - materiale illustrativo (inviti, locandine, cataloghi, eventuale rassegna stampa ecc.); - scheda di valutazione dell iniziativa realizzata. Se il costo rendicontato risulterà inferiore a quello preventivato, il contributo provinciale sarà ridotto proporzionalmente con l attivazione della procedura di recupero dell eventuale somma già erogata. Con riferimento alle voci di spesa rendicontabili si precisa che, ai sensi dell art. 11, comma 3, L.R. 9/93 il contributo erogato è vincolato alla realizzazione dell iniziativa per cui è stato concesso e non può essere utilizzato per altre finalità. Pertanto sono ammissibili solo le spese strettamente connesse alla realizzazione dell iniziativa e non potranno essere rendicontate spese per acquisto beni strumentali (quali, a titolo esemplificativo, acquisto P.C. o attrezzature varie). A questo proposito, si evidenzia che le spese generali sono ammissibili fino ad un massimo del 15% del costo totale indicato a preventivo, che includono: - spese correnti (per utenze luce, gas telefono, fax, internet), postali, di cancelleria, di pulizia; 8

9 - di personale dipendente impegnato nella segreteria organizzativa del progetto (dovranno essere calcolati i costi del lavoro in riferimento alla retribuzione che i dipendenti percepiscono dall ente). In caso di mancato utilizzo o di mancato rispetto delle norme fissate dal presente bando, si provvederà alla revoca totale o parziale del finanziamento e al recupero delle somme già erogate. Richiesta del Patrocinio della Provincia di Lecco I soggetti che presentano domanda di contributo sul presente bando sono invitati/tenuti a presentare richiesta di patrocinio per l iniziativa che intendono realizzare, inviando i moduli preposti (disponibili sul sito internet della provincia area servizi Settore Presidenza, Segreteria Generale, Affari Generali) separatamente al Presidente della Provincia di Lecco p.zza Lega Lombarda, Lecco. Modalità di informazione e di comunicazione pubblica del progetto finanziato Il beneficiario del contributo provinciale è tenuto ad apporre, con spazio adeguato, il marchio della Provincia di Lecco e della Regione Lombardia Culture, Identità e Autonomie della Lombardia, su tutto il materiale promozionale, divulgativo e pubblicitario utilizzato per la comunicazione e la promozione del progetto finanziato. In caso contrario si procederà alla revoca del contributo. I loghi della Provincia devono essere richiesti al Settore Cultura, Servizi alla Persona Servizio Cultura Tel. 0341/ e.mail: Prima della stampa del materiale promozionale è necessario inviare al Settore di cui sopra i file al fine di ottenere il visto di approvazione. I loghi della Regione Lombardia devono essere richiesti alla Regione Lombardia. Sito: Per ulteriori informazioni Provincia di Lecco Settore Cultura, Servizi alla Persona Servizio Cultura c.so Matteotti, Lecco Alec Cordolcini tel. 0341/ Allegati: 1) schema di domanda di partecipazione al bando; 2) scheda del soggetto proponente; 3) scheda del progetto. Lecco, F.to Il Dirigente Dott.ssa Clotilde Zucchetti Responsabile del procedimento: Cristina Casarin Responsabile dell istruttoria: Alec Cordolcini 9

BANDO PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI CONTRIBUTO PER PROGETTI DI PROMOZIONE EDUCATIVA E CULTURALE DI INTERESSE PROVINCIALE PER L ANNO 2014

BANDO PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI CONTRIBUTO PER PROGETTI DI PROMOZIONE EDUCATIVA E CULTURALE DI INTERESSE PROVINCIALE PER L ANNO 2014 Allegato alla determinazione dirigenziale n. del Settore Cultura, Beni Culturali, Identità e Tradizioni Corso Matteotti, 3 23900 Lecco, Italia Telefono 0341.295487 Fax 0341.295463 e-mail segreteria.cultura@provincia.lecco.it

Dettagli

BANDO PER IL SOSTEGNO DEI PROGETTI SOCIALI PROPOSTI DALLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO

BANDO PER IL SOSTEGNO DEI PROGETTI SOCIALI PROPOSTI DALLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO Pagina 1 di 6 BANDO PER IL SOSTEGNO DEI PROGETTI SOCIALI PROPOSTI DALLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO Premessa Il Centro di Servizio al volontariato CESAVO emana il presente bando finalizzato al sostegno

Dettagli

PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS AREA DEI SERVIZI PER IL LAVORO, LA CULTURA E LA SOCIALITA Settore Cultura, Sport, Spettacolo e Tempo Libero.

PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS AREA DEI SERVIZI PER IL LAVORO, LA CULTURA E LA SOCIALITA Settore Cultura, Sport, Spettacolo e Tempo Libero. PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS AREA DEI SERVIZI PER IL LAVORO, LA CULTURA E LA SOCIALITA Settore Cultura, Sport, Spettacolo e Tempo Libero Bando per la concessione di contributi per lo spettacolo e per

Dettagli

2. SOGGETTI BENEFICIARI

2. SOGGETTI BENEFICIARI ALLEGATO A CRITERI E MODALITÀ PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A SOGGETTI PUBBLICI E PRIVATI, PER PROGETTI INERENTI LE TEMATICHE DEFINITE DAL PIANO REGIONALE ANNUALE DEL DIRITTO ALLO STUDIO 1. CRITERI

Dettagli

Provincia di Parma Assessorato Coordinamento Politiche Sociali e Sanitarie

Provincia di Parma Assessorato Coordinamento Politiche Sociali e Sanitarie Prot. n. 20905 del 07/03/2007 BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE ASSOCIAZIONI PROMOSSE DA CITTADINI STRANIERI PER LA REALIZZAZIONE DELLA MANIFESTAZIONE LE SETTIMANE DEL MIGRANTE ATTO DI G.P.117

Dettagli

BANDO PER LA PROMOZIONE DELLA CULTURA CINEMATOGRAFICA (ART. 15)

BANDO PER LA PROMOZIONE DELLA CULTURA CINEMATOGRAFICA (ART. 15) BANDO PER LA PROMOZIONE DELLA CULTURA CINEMATOGRAFICA (ART. 15) La Regione, allo scopo di favorire lo sviluppo e la diffusione nel territorio della cultura cinematografica, sostiene gli organismi pubblici

Dettagli

Provincia Autonoma di Trento

Provincia Autonoma di Trento 140 79470 Deliberazioni - Parte 1 - Anno 2012 Provincia Autonoma di Trento DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE del 13 aprile 2012, n. 710 Approvazione dei criteri e modalità per il finanziamento dei

Dettagli

STRUTTURE AMMINISTRATIVE GIUNTA REGIONE LAZIO DETERMINAZIONE. Estensore TIRATTERRA MARCO. Responsabile del procedimento MARCO TIRATTERRA

STRUTTURE AMMINISTRATIVE GIUNTA REGIONE LAZIO DETERMINAZIONE. Estensore TIRATTERRA MARCO. Responsabile del procedimento MARCO TIRATTERRA REGIONE LAZIO STRUTTURE AMMINISTRATIVE GIUNTA REGIONE LAZIO Direzione Regionale: Area: AGENZIA REGIONALE DEL TURISMO PROGRAMMAZIONE TURISTICA DETERMINAZIONE N. G01236 del 29/10/2013 Proposta n. 16879 del

Dettagli

Bando per il finanziamento dei progetti speciali

Bando per il finanziamento dei progetti speciali Allegato al Decreto n.764 /LAVFOR.ISTR dd. 8 aprile 2015 Art. 1 Finalità Bando per il finanziamento dei progetti speciali 1. Il presente bando viene emanato al fine di promuovere l integrazione tra le

Dettagli

Provincia di Latina. Settore Politiche Sociali e Cultura Servizio Cultura

Provincia di Latina. Settore Politiche Sociali e Cultura Servizio Cultura Provincia di Latina Settore Politiche Sociali e Cultura Servizio Cultura Bando per gli interventi a sostegno delle attività culturali nella Provincia di Latina per gli anni 2014 e 2015, finanziati ai sensi

Dettagli

BANDO PER LA PROMOZIONE DELLA CULTURA CINEMATOGRAFICA (ART. 15)

BANDO PER LA PROMOZIONE DELLA CULTURA CINEMATOGRAFICA (ART. 15) BANDO PER LA PROMOZIONE DELLA CULTURA CINEMATOGRAFICA (ART. 15) La Regione, allo scopo di favorire lo sviluppo e la diffusione nel territorio della cultura cinematografica, sostiene gli organismi pubblici

Dettagli

BANDO RASSEGNE TEATRALI - ANNO 2015

BANDO RASSEGNE TEATRALI - ANNO 2015 PREMESSA Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, data la presenza attiva sul territorio di Associazioni impegnate nell organizzazione e gestione di Rassegne teatrali, intende sollecitare i soggetti interessati

Dettagli

Art. 2 SOGGETTI AMMESSI A PRESENTARE DOMANDA E REQUISITI DI AMMISSIBILITA

Art. 2 SOGGETTI AMMESSI A PRESENTARE DOMANDA E REQUISITI DI AMMISSIBILITA pro Bando per il sostegno di progetti a favore dei Centri Sociali per anziani della provincia di Milano (D.G.P. atti n. 283290 13.3\2008\405 /2008 del /12/2008) ART. 1. - OGGETTO La Provincia di Milano

Dettagli

Comune di Olgiate Molgora REGOLAMENTO DEL REGISTRO COMUNALE DELLE ASSOCIAZIONI ED EROGAZIONE CONTRIBUTI E BENIFICI ECONOMICI

Comune di Olgiate Molgora REGOLAMENTO DEL REGISTRO COMUNALE DELLE ASSOCIAZIONI ED EROGAZIONE CONTRIBUTI E BENIFICI ECONOMICI Comune di Olgiate Molgora REGOLAMENTO DEL REGISTRO COMUNALE DELLE ASSOCIAZIONI ED EROGAZIONE CONTRIBUTI E BENIFICI ECONOMICI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 26 del 13/07/2012 INDICE

Dettagli

IN ITINER@ BANDO DI VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO MONUMENTALE DEDICATO A VISITE ED ITINERARI

IN ITINER@ BANDO DI VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO MONUMENTALE DEDICATO A VISITE ED ITINERARI IN ITINER@ BANDO DI VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO MONUMENTALE DEDICATO A VISITE ED ITINERARI Criteri generali Obiettivi del bando Il bando intende promuovere la vocazione turistico-culturale dei Comuni

Dettagli

Assessorato alle Politiche Giovanili BANDO APQ 2010

Assessorato alle Politiche Giovanili BANDO APQ 2010 Assessorato alle Politiche Giovanili BANDO APQ 2010 Art.1 Oggetto del bando 1. Il Bando APQ 2010 è promosso dalla Provincia di Novara, Assessorato alle Politiche Giovanili (di seguito Provincia) su finanziamento

Dettagli

BANDO PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI A SOGGETTI PUBBLICI E PRIVATI SERVIZIO POLITICHE SOCIALI ANNO 2008 PREMESSO CHE

BANDO PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI A SOGGETTI PUBBLICI E PRIVATI SERVIZIO POLITICHE SOCIALI ANNO 2008 PREMESSO CHE BANDO PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI A SOGGETTI PUBBLICI E PRIVATI SERVIZIO POLITICHE SOCIALI ANNO 2008 PREMESSO CHE Nell ambito del convegno nazionale La figura del tutor all

Dettagli

COMUNE DI CAGLIARI ASSESSORATO AL TURISMO AVVISO PUBBLICO

COMUNE DI CAGLIARI ASSESSORATO AL TURISMO AVVISO PUBBLICO COMUNE DI CAGLIARI ASSESSORATO AL TURISMO AVVISO PUBBLICO IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TURISMO RENDE NOTO CHE l Assessorato al Turismo del Comune di Cagliari accoglie progetti per l organizzazione degli

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI PATROCINI, AGEVOLAZIONI ECONOMICHE E CONTRIBUTI FINANZIARI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI PATROCINI, AGEVOLAZIONI ECONOMICHE E CONTRIBUTI FINANZIARI C I T T A D I F E R M O Via Mazzini, 4 63900 Fermo Tel. 0734.2841 Fax 0734.224170 Codice fiscale e partita iva 00334990447 - Sito web: www.comune.fermo.it REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI PATROCINI,

Dettagli

Regolamento per l istituzione e la tenuta dell Albo comunale delle Associazioni

Regolamento per l istituzione e la tenuta dell Albo comunale delle Associazioni Allegato alla Delibera C.C. n. 32 del 29/11/2013 ASSOCIAZIONE INTERCOMUNALE DELLE VALLI DELLE DOLOMITI FRIULANE Comuni di Arba, Cavasso Nuovo, Cimolais, Claut, Erto e Casso, Frisanco, Maniago, Tramonti

Dettagli

Il Comitato Esecutivo della Comunità

Il Comitato Esecutivo della Comunità Bando concessione di provvidenze ad associazioni, comitati, enti privati, società con finalità socialmente utili senza scopo di lucro - Anno 2016 Settore: Sport Il Comitato Esecutivo della Comunità - visto

Dettagli

BANDO 2015.9 ATTIVITÀ CULTURALI TUTELA E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO STORICO E ARTISTICO

BANDO 2015.9 ATTIVITÀ CULTURALI TUTELA E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO STORICO E ARTISTICO BANDO 2015.9 ATTIVITÀ CULTURALI TUTELA E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO STORICO E ARTISTICO PER L INDIVIDUAZIONE DI PROGETTI DI UTILITÀ SOCIALE DA FINANZIARSI DALLA FONDAZIONE CON IL CONCORSO DI ALTRI SOGGETTI

Dettagli

SETTORE TURISMO, CULTURA, POLITICHE SOCIALI E GIOVANILI. Servizio Amministrativo. D. Lgs. 33/2013 Art. 35 - Schema di procedure amministrative

SETTORE TURISMO, CULTURA, POLITICHE SOCIALI E GIOVANILI. Servizio Amministrativo. D. Lgs. 33/2013 Art. 35 - Schema di procedure amministrative SETTORE TURISMO, CULTURA, POLITICHE SOCIALI E GIOVANILI Servizio Amministrativo D. Lgs. 33/2013 Art. 35 - Schema di procedure amministrative per l ammissione ai contributi di cui alla L.R. 7/2003 Oggetto

Dettagli

BANDO PER PROGETTI EMBLEMATICI MINORI

BANDO PER PROGETTI EMBLEMATICI MINORI BANDO PER PROGETTI EMBLEMATICI MINORI BANDO ANNO 2015 FINALITÀ Gli interventi emblematici provinciali si riferiscono a progetti diretti a perseguire obiettivi coerenti con quelli dei piani di azione di

Dettagli

PROVINCIA DELL OGLIASTRA ASSESSORATO ALLA PUBBLICA ISTRUZIONE, CULTURA E SPORT

PROVINCIA DELL OGLIASTRA ASSESSORATO ALLA PUBBLICA ISTRUZIONE, CULTURA E SPORT PROVINCIA DELL OGLIASTRA ASSESSORATO ALLA PUBBLICA ISTRUZIONE, CULTURA E SPORT Regolamento provinciale recante criteri e modalità di concessione e rendicontazione dei contributi per lo spettacolo e le

Dettagli

1) Obiettivi. 2) Destinatari del contributo. 3) Priorità dei progetti ammessi a finanziamento

1) Obiettivi. 2) Destinatari del contributo. 3) Priorità dei progetti ammessi a finanziamento ALLEGATO B Modalità per la concessione di contributi e indicazioni per la presentazione dei Progetti Sociali- artt. 7 e 8 l.r. 26/93 Interventi a favore della popolazione zingara 1) Obiettivi La Giunta

Dettagli

ART. 1 ART. 2 OGGETTO DEL REGOLAMENTO

ART. 1 ART. 2 OGGETTO DEL REGOLAMENTO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI SOVVENZIONI, CONTRIBUTI ORDINARI E STRAORDINARI AD ENTI E ASSOCIAZIONI SOCIO- ASSISTENZIALI, A SOSTEGNO DELL ATTIVITA DI VOLONTARIATO E DELLE INIZIATIVE AVENTI VALORE

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI PATROCINI GRATUITI ED ONEROSI

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI PATROCINI GRATUITI ED ONEROSI REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI PATROCINI GRATUITI ED ONEROSI Approvato dal Consiglio Regionale dell'ordine degli Assistenti Sociali con delibera n.78 in data 17/10/2014 Indice Art. 1 Finalità e definizioni

Dettagli

2. DESTINATARI: Sono destinatari del programma tutti gli enti, pubblici e privati, senza scopo di lucro e non esercenti impresa.

2. DESTINATARI: Sono destinatari del programma tutti gli enti, pubblici e privati, senza scopo di lucro e non esercenti impresa. SAPERE DONARE Insieme 2010 Regolamento 1. OBIETTIVI: Sapere Donare è un progetto della Fondazione CRT nato per sostenere e promuovere la cultura della donazione. L avvio del progetto nel 2005 è consistito

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER INIZIATIVE E MANIFESTAZIONI DI VALORIZZAZIONE E PROMOZIONE TURISTICA PICCOLE MANIFESTAZIONI LOCALI A VALENZA TURISTICA ANNO 2008

AVVISO PUBBLICO PER INIZIATIVE E MANIFESTAZIONI DI VALORIZZAZIONE E PROMOZIONE TURISTICA PICCOLE MANIFESTAZIONI LOCALI A VALENZA TURISTICA ANNO 2008 ALLEGATO D AVVISO PUBBLICO PER INIZIATIVE E MANIFESTAZIONI DI VALORIZZAZIONE E PROMOZIONE TURISTICA PICCOLE MANIFESTAZIONI LOCALI A VALENZA TURISTICA ANNO 2008 Dipartimento Attività Produttive, Politiche

Dettagli

Bando per la concessione di contributi destinati alle cooperative sociali di tipo A e B, di cui all art. 13 della L.R. 39/1993.

Bando per la concessione di contributi destinati alle cooperative sociali di tipo A e B, di cui all art. 13 della L.R. 39/1993. Allegato A Bando per la concessione di contributi destinati alle cooperative sociali di tipo A e B, di cui all art. 13 della L.R. 39/1993. Anno 2014 A. Finalità La Regione Basilicata nell ambito delle

Dettagli

ANNO 2011. Legge regionale n. 12 del 23 maggio 2008 Art. 20 Cooperazione sanitaria internazionale

ANNO 2011. Legge regionale n. 12 del 23 maggio 2008 Art. 20 Cooperazione sanitaria internazionale Gabinetto della Presidenza della Giunta regionale Settore Affari Internazionali e Comunitari Direzione Sanità Settore Programmazione Sanitaria BANDO Per il personale sanitario dipendente delle strutture

Dettagli

BANDO DI EROGAZIONE ESERCIZIO 2015

BANDO DI EROGAZIONE ESERCIZIO 2015 BANDO DI EROGAZIONE ESERCIZIO 2015 1 Verso il welfare di comunità Assistenza sociale 1 Indice 1 Premessa... 3 1.1 Le risorse a disposizione... 3 2 Enti ammissibili... 3 2.1 Ente responsabile e partenariato...

Dettagli

PROVINCIA DI IMPERIA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI

PROVINCIA DI IMPERIA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI Approvato dal Consiglio Provinciale con deliberazione n. 117 del 10.12.2002 Modificato con delibera di Consiglio Provinciale n. 19 del 1.4.2004 1 REGOLAMENTO

Dettagli

PROPOSTA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

PROPOSTA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE PROPOSTA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Settore Istruzione, Sport, Cultura, Associazionismo OGGETTO : APPROVAZIONE DEL NUOVO REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI BENEFICI E CONTRIBUTI AGLI

Dettagli

dato atto che la citata Convenzione é stata esaminata dalla Corte dei Conti e registrata al numero: Reg. n. 8, Foglio n. 296 del 13/04/2011;

dato atto che la citata Convenzione é stata esaminata dalla Corte dei Conti e registrata al numero: Reg. n. 8, Foglio n. 296 del 13/04/2011; REGIONE PIEMONTE BU20 19/05/2011 Codice SB0101 D.D. 18 maggio 2011, n. 48 Approvazione avviso pubblico per la concessione ai Comuni di contributi per il sostegno e la promozione delle Banche del Tempo

Dettagli

MISURA 2 Promozione del successo scolastico attraverso strumenti didattici innovativi;

MISURA 2 Promozione del successo scolastico attraverso strumenti didattici innovativi; ALLEGATO A AVVISO PUBBLICO per le scuole statali e paritarie di ogni ordine e grado della Regione Lazio, per la presentazione di progetti rispondenti alle priorità di cui al punto 6.1 dell Allegato alla

Dettagli

METTI IN CIRCOLO L ENERGIA

METTI IN CIRCOLO L ENERGIA BANDO 2015 METTI IN CIRCOLO L ENERGIA Diamo energia ai migliori progetti non profit per il sociale La Fondazione di Comunità ONLUS è un ente no profit che nasce per una scelta dei 28 Comuni e dell Azienda

Dettagli

Regolamento per la concessione di finanziamenti e benefici alle associazioni culturali e di volontariato

Regolamento per la concessione di finanziamenti e benefici alle associazioni culturali e di volontariato Comune di Baselga di Piné Provincia di Trento Regolamento per la concessione di finanziamenti e benefici alle associazioni culturali e di volontariato Il PRESIDENTE DEL CONSIGLIO F.to Alfonso Giovannini

Dettagli

Regione Lazio. DIREZIONE AGENZIA REGIONALE DEL TURISMO Atti dirigenziali di Gestione 01/10/2015 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N.

Regione Lazio. DIREZIONE AGENZIA REGIONALE DEL TURISMO Atti dirigenziali di Gestione 01/10/2015 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. Regione Lazio DIREZIONE AGENZIA REGIONALE DEL TURISMO Atti dirigenziali di Gestione Determinazione 29 settembre 2015, n. G11618 Legge Regionale n. 26 del 28.12.2007, art. 31: "Promozione regionale a fini

Dettagli

Bando per il finanziamento delle attività didattiche relative all insegnamento delle Lingue e Culture delle Minoranze Linguistiche Storiche

Bando per il finanziamento delle attività didattiche relative all insegnamento delle Lingue e Culture delle Minoranze Linguistiche Storiche (Allegato al Decreto n. 762/LAVFOR.ISTR dd. 8 aprile 2015) Bando per il finanziamento delle attività didattiche relative all insegnamento delle Lingue e Culture delle Minoranze Linguistiche Storiche Art.

Dettagli

BANDO COLTIVA BARRIERA!

BANDO COLTIVA BARRIERA! BANDO COLTIVA BARRIERA! Art. 1 Oggetto e finalità Il Comitato Urban Barriera di Milano (di seguito Comitato) e la Circoscrizione 6, facendo riferimento al Regolamento degli orti urbani della Città di Torino

Dettagli

1 I documenti dovranno essere prodotti in formato PDF e trasmessi esclusivamente attraverso la casella di posta elettronica certificata del

1 I documenti dovranno essere prodotti in formato PDF e trasmessi esclusivamente attraverso la casella di posta elettronica certificata del ALLEGATO B L.R. 26/09 Bando regionale per la concessione dei contributi di cui all art. 6 ai soggetti del commercio equo e solidale individuati dalla Regione Emilia-Romagna senza fini di lucro - Anno 2013.

Dettagli

DIPARTIMENTO II SETTORE IV CULTURA, TURISMO E SOCIALE IL DIRIGENTE. rende noto

DIPARTIMENTO II SETTORE IV CULTURA, TURISMO E SOCIALE IL DIRIGENTE. rende noto DIPARTIMENTO II SETTORE IV CULTURA, TURISMO E SOCIALE IL DIRIGENTE rende noto Bando Provinciale per l erogazione dei contributi per lo spettacolo dal vivo ai sensi della L.R. 11/2009, del Piano triennale

Dettagli

Provincia di Reggio Calabria Settore n 7: Beni e Attività Culturali, Sport, Minoranze Linguistiche, Turismo e Attività Produttive

Provincia di Reggio Calabria Settore n 7: Beni e Attività Culturali, Sport, Minoranze Linguistiche, Turismo e Attività Produttive Provincia di Reggio Calabria Settore n 7: Beni e Attività Culturali, Sport, Minoranze Linguistiche, Turismo e Attività Produttive Avviso Pubblico per la concessione di contributi economici per l'attività

Dettagli

REGIONE UMBRIA Bando per la presentazione di proposte progettuali a favore dei giovani in attuazione dell intesa politiche giovanili anno 2015

REGIONE UMBRIA Bando per la presentazione di proposte progettuali a favore dei giovani in attuazione dell intesa politiche giovanili anno 2015 ALLEGATO A REGIONE UMBRIA Bando per la presentazione di proposte progettuali a favore dei giovani in attuazione dell intesa politiche giovanili anno 2015 Aggregazione, Protagonismo, Creatività PREMESSA

Dettagli

TESTO EMENDATO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER INIZIATIVE DI COOPERAZIONE DECENTRATA DI CUI ALL ART. 272 DEL DLGS N. 267 DEL 2000.

TESTO EMENDATO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER INIZIATIVE DI COOPERAZIONE DECENTRATA DI CUI ALL ART. 272 DEL DLGS N. 267 DEL 2000. TESTO EMENDATO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER INIZIATIVE DI COOPERAZIONE DECENTRATA DI CUI ALL ART. 272 DEL DLGS N. 267 DEL 2000. Art. 1 Principi generali -------------------------------

Dettagli

Progetti di tipo II. Rientrano in questa tipologia iniziative culturali su altre tematiche.

Progetti di tipo II. Rientrano in questa tipologia iniziative culturali su altre tematiche. Bando pubblico per la concessione di contributi economici a sostegno di iniziative e progetti culturali proposti da Associazioni culturali di promozione sociale che operino nel Comune di Cesena anno 2016

Dettagli

L'ASSEMBLEA LEGISLATIVA REGIONALE

L'ASSEMBLEA LEGISLATIVA REGIONALE Deliberazione Amministrativa n. 76 del 18/06/2013 Programma degli interventi per l'anno 2013. Criteri e modalità per la concessione dei contributi ai sensi dell'articolo 2 della legge regionale 6 agosto

Dettagli

BANDO TRIENNALE PER IL SOSTEGNO DELLE ATTIVITÀ FINALIZZATE A PROMUOVERE LA LINGUA FRIULANA NEL SETTORE DELLA RICERCA SCIENTIFICA (B.RS.

BANDO TRIENNALE PER IL SOSTEGNO DELLE ATTIVITÀ FINALIZZATE A PROMUOVERE LA LINGUA FRIULANA NEL SETTORE DELLA RICERCA SCIENTIFICA (B.RS. BANDO TRIENNALE PER IL SOSTEGNO DELLE ATTIVITÀ FINALIZZATE A PROMUOVERE LA LINGUA FRIULANA NEL SETTORE DELLA RICERCA SCIENTIFICA (B.RS. 2015-2017) Articolo 1 (Finalità) 1. L Agjenzie regjonâl pe lenghe

Dettagli

Capo I disposizioni generali. Capo II contributi per il rimborso delle spese assicurative. Capo III contributi per l acquisto di attrezzature tecniche

Capo I disposizioni generali. Capo II contributi per il rimborso delle spese assicurative. Capo III contributi per l acquisto di attrezzature tecniche Regolamento per la concessione dei contributi a favore delle organizzazioni di volontariato, di cui agli articoli 9, 10 e 28 della legge regionale 9 novembre 2012, n. 23 (Disciplina organica sul volontariato

Dettagli

Bando Educare con gli Oratori n 5 Anno 2015

Bando Educare con gli Oratori n 5 Anno 2015 Bando Educare con gli Oratori n 5 Anno 2015 100.000 per l individuazione di progetti di utilità sociale Finalità della Fondazione La Fondazione Comunitaria del Varesotto Onlus opera nella provincia di

Dettagli

5 BANDO 2013 RICERCA SCIENTIFICA

5 BANDO 2013 RICERCA SCIENTIFICA 5 BANDO 2013 RICERCA SCIENTIFICA Progetti di ricerca scientifica di particolare utilità sociale promossi da Università, Fondazioni ed Enti di ricerca. PREMESSA La missione della Fondazione della Comunità

Dettagli

COMUNE DI MARCIANA MARINA

COMUNE DI MARCIANA MARINA COMUNE DI MARCIANA MARINA Regolamento per la concessione di Contributi, Patrocinio ed altri Benefici Economici Approvato con deliberazione di C.C. n. 26 del 18 agosto 2014 (Modificato con delibera di C.C.

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE MILANO - LUNEDÌ, 12 APRILE 2010

BOLLETTINO UFFICIALE MILANO - LUNEDÌ, 12 APRILE 2010 REPUBBLICA ITALIANA Anno XL - N. 80 - Poste Italiane - Spedizione in abb. postale - art. 1, c. 1 - D.L. n. 353/2003 conv. in L. 27/02/2004 - n. 46 - Filiale di Varese BOLLETTINO UFFICIALE MILANO - LUNEDÌ,

Dettagli

Art. l (Finalità) Art. 2 (Oggetto dell Avviso Pubblico)

Art. l (Finalità) Art. 2 (Oggetto dell Avviso Pubblico) ALLEGATO A REGIONE LAZIO Dipartimento Programmazione Economica e Sociale Direzione Regionale Politiche Sociali, Autonomie, Sicurezza e Sport Area Interventi per lo Sport Avviso Pubblico per la presentazione

Dettagli

Bando Sostegno di progetti innovativi rivolti a nuclei familiari, famiglie a rischio di fragilità e famiglie gravate da responsabilità di cura 1

Bando Sostegno di progetti innovativi rivolti a nuclei familiari, famiglie a rischio di fragilità e famiglie gravate da responsabilità di cura 1 Bando Sostegno di progetti innovativi rivolti a nuclei familiari, famiglie a rischio di fragilità e famiglie gravate da responsabilità di cura 1 Art. 1 FINALITÀ E OGGETTO La Provincia di Milano intende

Dettagli

Area Minori Area tematica: il rafforzamento della funzione educativa e di accompagnamento budget dedicato 16.000,00

Area Minori Area tematica: il rafforzamento della funzione educativa e di accompagnamento budget dedicato 16.000,00 AVVISO PUBBLICO AFFIDAMENTO DI PROGETTI AVENTI AD OGGETTO INTERVENTI A FAVORE DELLE PERSONE SOTTOPOSTE A PROVVEDIMENTI DELL AUTORITA GIUDIZIARIA E DELLE LORO FAMIGLIE Premessa Regione Lombardia, con l

Dettagli

BANDO 2016.3 ASSISTENZA SOCIALE

BANDO 2016.3 ASSISTENZA SOCIALE BANDO 2016.3 ASSISTENZA SOCIALE PER L INDIVIDUAZIONE DI PROGETTI DI UTILITÀ SOCIALE DA FINANZIARSI DALLA FONDAZIONE CON IL CONCORSO DI ALTRI SOGGETTI 1. FINALITÀ DEL BANDO La Fondazione della Comunità

Dettagli

BANDO 2016.5 SALUTE MENTALE E DISAGIO PSICHICO

BANDO 2016.5 SALUTE MENTALE E DISAGIO PSICHICO BANDO 2016.5 SALUTE MENTALE E DISAGIO PSICHICO PER L INDIVIDUAZIONE DI PROGETTI DI UTILITÀ SOCIALE DA FINANZIARSI DALLA FONDAZIONE CON IL CONCORSO DI ALTRI SOGGETTI 1. FINALITÀ DEL BANDO La Fondazione

Dettagli

Le Organizzazioni iscritte possono scegliere se partecipare al bando in forma singola o, in alternativa, sotto forma di Organizzazioni in rete.

Le Organizzazioni iscritte possono scegliere se partecipare al bando in forma singola o, in alternativa, sotto forma di Organizzazioni in rete. ALLEGATO A BANDO 2014 PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI A SOSTEGNO DEI PROGETTI PRESENTATI DALLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO ISCRITTE ALLA SEZIONE REGIONALE E ALLE SEZIONI PROVINCIALI DEL REGISTRO GENERALE

Dettagli

DIREZIONE POLITICHE ATTIVE DEL LAVORO, FORMAZIONE ED ISTRUZIONE, POLITICHE SOCIALI

DIREZIONE POLITICHE ATTIVE DEL LAVORO, FORMAZIONE ED ISTRUZIONE, POLITICHE SOCIALI DIREZIONE POLITICHE ATTIVE DEL LAVORO, FORMAZIONE ED ISTRUZIONE, POLITICHE SOCIALI Servizio "Programmazione Politiche Attive del Lavoro, Formative e Sociali" Ufficio "Programmazione Politiche Sociali.

Dettagli

Bando regionale per la concessione ai Comuni di contributi per il sostegno e la promozione delle banche del tempo (anno 2011).

Bando regionale per la concessione ai Comuni di contributi per il sostegno e la promozione delle banche del tempo (anno 2011). ALLEGATO A) Bando regionale per la concessione ai Comuni di contributi per il sostegno e la promozione delle banche del tempo (anno 2011). IN ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA APPROVATO CON DGR N. 36-396 DEL 26.7.2010

Dettagli

bando per progetti di ricerca nell ambito delle scienze umanistiche, giuridiche e sociali

bando per progetti di ricerca nell ambito delle scienze umanistiche, giuridiche e sociali bando per progetti di ricerca nell ambito delle scienze umanistiche, giuridiche e sociali budget complessivo del bando 450.000 euro termine per la presentazione dei progetti 31 agosto 2011 contenuti: 1.

Dettagli

Bando per il sostegno alla realizzazione di congressi, convegni e seminari di approfondimento scientifico CONTENUTI:

Bando per il sostegno alla realizzazione di congressi, convegni e seminari di approfondimento scientifico CONTENUTI: Bando per il sostegno alla realizzazione di congressi, convegni e seminari di approfondimento scientifico CONTENUTI: 1. NORMATIVA DEL BANDO 2. MODULO DI DOMANDA 3. SCHEDA INFORMATIVA ENTE RICHIEDENTE 4.

Dettagli

Comune di Coccaglio Provincia di Brescia. Regolamento Comunale PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI E SUSSIDI AD ENTI, ASSOCIAZIONI E PRIVATI

Comune di Coccaglio Provincia di Brescia. Regolamento Comunale PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI E SUSSIDI AD ENTI, ASSOCIAZIONI E PRIVATI Comune di Coccaglio Provincia di Brescia Regolamento Comunale PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI E SUSSIDI AD ENTI, ASSOCIAZIONI E PRIVATI Approvato con delibera C.C. n 34 del 21.06.2010 Deliberazione C.C.

Dettagli

SISTEMA TURISTICO LOCALE SULCIS IGLESIENTE - PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS - PIANO DI ATTIVITA 2009 ASSE 3.2.C. SVILUPPO DELL AGGREGAZIONE

SISTEMA TURISTICO LOCALE SULCIS IGLESIENTE - PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS - PIANO DI ATTIVITA 2009 ASSE 3.2.C. SVILUPPO DELL AGGREGAZIONE SISTEMA TURISTICO LOCALE SULCIS IGLESIENTE - PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS - PIANO DI ATTIVITA 2009 ASSE 3.2.C. SVILUPPO DELL AGGREGAZIONE CONTRIBUTI PER LA COMPARTECIPAZIONE A PROGETTI FINALIZZATI A

Dettagli

3 BANDO 2014 (finestra II)

3 BANDO 2014 (finestra II) PREMESSA La missione della Fondazione della Comunità del Novarese ONLUS si articola in tre punti: 1) perseguire l affermarsi di una cultura complessiva del dono, garantendo la definizione di servizi che

Dettagli

BANDO CON RACCOLTA N. 1 ANNO 2016 PER LA REALIZZAZIONE DI EVENTI CULTURALI SETTORI DI INTERVENTO: ARTE E CULTURA

BANDO CON RACCOLTA N. 1 ANNO 2016 PER LA REALIZZAZIONE DI EVENTI CULTURALI SETTORI DI INTERVENTO: ARTE E CULTURA BANDO CON RACCOLTA N. 1 ANNO 2016 PER LA REALIZZAZIONE DI EVENTI CULTURALI SETTORI DI INTERVENTO: ARTE E CULTURA BUDGET COMPLESSIVO : Euro 200.000 messi a disposizione da Fondazione Cariplo per il tramite

Dettagli

Ai fini dell ammissibilità al contributo, le spese rendicontate dovranno: a) essere pagate a mezzo di bonifico bancario;

Ai fini dell ammissibilità al contributo, le spese rendicontate dovranno: a) essere pagate a mezzo di bonifico bancario; BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA PREVENZIONE ANTISISMICA, LA SICUREZZA E LA TUTELA DELLA SALUTE NEGLI AMBIENTI DI LAVORO. Periodo di apertura per la presentazione delle domande telematiche:

Dettagli

L.R. 12/2006, art. 6, commi da 82 a 89 B.U.R. 3/1/2007, n. 1. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 12 dicembre 2006, n. 0381/Pres.

L.R. 12/2006, art. 6, commi da 82 a 89 B.U.R. 3/1/2007, n. 1. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 12 dicembre 2006, n. 0381/Pres. L.R. 12/2006, art. 6, commi da 82 a 89 B.U.R. 3/1/2007, n. 1 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 12 dicembre 2006, n. 0381/Pres. LR 12/2006, articolo 6, commi da 82 a 89. Regolamento concernente i criteri

Dettagli

REGIONE CAMPANIA AGC 18 SETTORE 02 SPORT, TEMPO LIBERO E SPETTACOLO

REGIONE CAMPANIA AGC 18 SETTORE 02 SPORT, TEMPO LIBERO E SPETTACOLO REGIONE CAMPANIA AGC 18 SETTORE 02 SPORT, TEMPO LIBERO E SPETTACOLO AVVISO PUBBLICO RELATIVO ALLA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI FINANZIARI PER MANIFESTAZIONI E INTERVENTI CULTURALI DI RILIEVO NAZIONALE, REGIONALE

Dettagli

VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI BENEVENTO CANTIERI DI GRATUITÀ

VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI BENEVENTO CANTIERI DI GRATUITÀ ASSOCIAZIONE DELLE ASSOCIAZIONI PER IL CENTRO DI SERVIZI PER IL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI BENEVENTO CANTIERI DI GRATUITÀ VIALE MELLUSI, 68 82100 BENEVENTO TEL.: 0824 310092 FAX.0824.359795 EMAIL:

Dettagli

REGIONE LAZIO. Agenzia Regionale del Turismo AVVISO PUBBLICO

REGIONE LAZIO. Agenzia Regionale del Turismo AVVISO PUBBLICO ALLEGATO 1 REGIONE LAZIO Agenzia Regionale del Turismo AVVISO PUBBLICO per la presentazione delle domande concernenti progetti di valorizzazione e promozione turistica destinati a migliorare l accoglienza

Dettagli

BANDO DI IDEE PER LA PROMOZIONE DEL VOLONTARIATO

BANDO DI IDEE PER LA PROMOZIONE DEL VOLONTARIATO BANDO DI IDEE PER LA PROMOZIONE DEL VOLONTARIATO 1 PREMESSA Il Centro di Servizio al Volontariato San Nicola (di seguito indicato con CSVSN) prosegue le iniziative a sostegno delle Organizzazioni di Volontariato

Dettagli

Risorse messe a bando Per il 2010 le risorse finanziarie messe a bando ammontano a euro 1.000.000,00.

Risorse messe a bando Per il 2010 le risorse finanziarie messe a bando ammontano a euro 1.000.000,00. BANDO PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI DI PROMOZIONE EDUCATIVA E CULTURALE DI INTERESSE REGIONALE - ANNO FINANZIARIO 2010. (l.r. 26 febbraio 1993, n.9 Interventi per attività di promozione educativa e

Dettagli

L.R. 5/2012, artt. 18 e 33 B.U.R. 8/10/2014, n. 41. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 24 settembre 2014, n. 0183/Pres.

L.R. 5/2012, artt. 18 e 33 B.U.R. 8/10/2014, n. 41. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 24 settembre 2014, n. 0183/Pres. L.R. 5/2012, artt. 18 e 33 B.U.R. 8/10/2014, n. 41 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 24 settembre 2014, n. 0183/Pres. Regolamento concernente criteri e modalità per la concessione di contributi per

Dettagli

1. DESCRIZIONE DELL'INIZIATIVA

1. DESCRIZIONE DELL'INIZIATIVA IL COMUNE DI CREMONA SERVIZIO POLITICHE GIOVANILI PROMUOVE IL BANDO THINK TOWN seconda edizione per l assegnazione di contributi a gruppi ed associazioni giovanili per la realizzazione di progetti innovativi

Dettagli

BANDO CON RACCOLTA N. 3 ANNO 2015 PER LA PROMOZIONE DI ATTIVITA CULTURALI E ARTISTICHE A FAVORE DI GIOVANI SETTORI DI INTERVENTO: ARTE E CULTURA

BANDO CON RACCOLTA N. 3 ANNO 2015 PER LA PROMOZIONE DI ATTIVITA CULTURALI E ARTISTICHE A FAVORE DI GIOVANI SETTORI DI INTERVENTO: ARTE E CULTURA BANDO CON RACCOLTA N. 3 ANNO 2015 PER LA PROMOZIONE DI ATTIVITA CULTURALI E ARTISTICHE A FAVORE DI GIOVANI SETTORI DI INTERVENTO: ARTE E CULTURA BUDGET COMPLESSIVO : Euro 50.000 messi a disposizione dalla

Dettagli

Bando congiunto. Per progettualità di ambito socio-assistenziale realizzate nel territorio del Comune di Novara

Bando congiunto. Per progettualità di ambito socio-assistenziale realizzate nel territorio del Comune di Novara Bando congiunto Per progettualità di ambito socio-assistenziale realizzate nel territorio del Comune di Novara Premessa Allo scopo di ottimizzare le risorse a propria disposizione, di garantire un maggiore

Dettagli

BANDO DI CONCORSO. CREATIVITÀ IN AZIONI 2012 Giovani per i giovani

BANDO DI CONCORSO. CREATIVITÀ IN AZIONI 2012 Giovani per i giovani BANDO DI CONCORSO CREATIVITÀ IN AZIONI 2012 Giovani per i giovani INDICE: Art. 1 Finalità Art. 2 Indirizzi di programma ed obiettivi Art. 3 Procedure e termini di presentazione delle domande Art. 4 Requisiti

Dettagli

C O M U N E D I V A L B R E M B I L L A Provincia di Bergamo www.comune.valbrembilla.bg.it

C O M U N E D I V A L B R E M B I L L A Provincia di Bergamo www.comune.valbrembilla.bg.it C O M U N E D I V A L B R E M B I L L A Provincia di Bergamo www.comune.valbrembilla.bg.it BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A ENTI, GRUPPI E ASSOCIAZIONI SPORTIVE PER LE ATTIVITÀ SVOLTE NELL ANNO

Dettagli

AVETE PROGETTI PER IL FUTURO?

AVETE PROGETTI PER IL FUTURO? AVETE PROGETTI PER IL FUTURO? BANDO PER PROGETTI EMBLEMATICI MINORI BANDO ANNO 2013 Fondazione Provinciale della Comunità Comasca onlus FINALITÀ Gli interventi emblematici provinciali si riferiscono a

Dettagli

REGIONE PIEMONTE ASSESSORATO AGRICOLTURA, TUTELA DELLA FAUNA E DELLA FLORA DIREZIONE AGRICOLTURA. Settore Sviluppo delle Produzioni Vegetali

REGIONE PIEMONTE ASSESSORATO AGRICOLTURA, TUTELA DELLA FAUNA E DELLA FLORA DIREZIONE AGRICOLTURA. Settore Sviluppo delle Produzioni Vegetali REGIONE PIEMONTE ASSESSORATO AGRICOLTURA, TUTELA DELLA FAUNA E DELLA FLORA DIREZIONE AGRICOLTURA Settore Sviluppo delle Produzioni Vegetali Allegato 1 L.R. 24/2007 e D.G.R. n. 26-12334 del 12/10/2009 Contributo

Dettagli

Il sottoscritto quale legale rappresentante di (COGNOME E NOME) Associazione Sportiva (denominazione) Associazione Tempo Libero (denominazione)

Il sottoscritto quale legale rappresentante di (COGNOME E NOME) Associazione Sportiva (denominazione) Associazione Tempo Libero (denominazione) Oggetto: Domanda di contributo per la realizzazione di iniziative sportive e del tempo libero. (Ogni domanda deve essere presentata per una singola iniziativa o progetto unitario.) L.R. 9 marzo 1988 n.

Dettagli

1 Bando 2015 (finestra I )

1 Bando 2015 (finestra I ) 1 Bando 2015 (finestra I ) Tutela e valorizzazione del patrimonio storico-artistico e culturale Premessa La missione della Fondazione della Comunità del Novarese onlus si articola in tre punti: 1. diffondere

Dettagli

BANDO DI EROGAZIONE ESERCIZIO 2015

BANDO DI EROGAZIONE ESERCIZIO 2015 BANDO DI EROGAZIONE ESERCIZIO 2015 2 Ricerca applicata in campo medico 2015/2016 Istruzione Universitaria e Ricerca 1 Indice 1 Premessa... 3 1.1 Le risorse a disposizione... 3 2 Enti ammissibili... 3 2.1

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI E ALTRI BENEFICI ECONOMICI AD ENTI PUBBLICI, ASSOCIAZIONI OD ORGANISMI PUBBLICI O PRIVATI

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI E ALTRI BENEFICI ECONOMICI AD ENTI PUBBLICI, ASSOCIAZIONI OD ORGANISMI PUBBLICI O PRIVATI COMUNE DI QUARTU SANT ELENA QUARTU SANT ALENI Provincia di Cagliari REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI E ALTRI BENEFICI ECONOMICI AD ENTI PUBBLICI, ASSOCIAZIONI OD ORGANISMI PUBBLICI O PRIVATI

Dettagli

INVITO A PRESENTARE PROPOSTE PROGETTUALI PER LA REALIZZAZIONE DELL AZIONE DENOMINATA WEB MARKETING E

INVITO A PRESENTARE PROPOSTE PROGETTUALI PER LA REALIZZAZIONE DELL AZIONE DENOMINATA WEB MARKETING E INVITO A PRESENTARE PROPOSTE PROGETTUALI PER LA REALIZZAZIONE DELL AZIONE DENOMINATA WEB MARKETING E LABORATORI RADIOFONICI PREVISTA DAL PIANO TERRITORIALE #JOBSTARTUP. PARTE IL LAVORO, PARTI TU! DELLA

Dettagli

1 - Promotore e finalità del bando

1 - Promotore e finalità del bando Fondazione Comunitaria del Ticino Olona Onlus BANDO 2016/1 SOSTEGNO ALLA FRAGILITA 1 - Promotore e finalità del bando La Fondazione Comunitaria del Ticino Olona Onlus (di seguito Fondazione) promuove un

Dettagli

Per il 2008 le risorse finanziarie messe a bando ammontano a euro 200.000,00.

Per il 2008 le risorse finanziarie messe a bando ammontano a euro 200.000,00. BANDO PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI DI PROMOZIONE DELL INTEGRAZIONE EUROPEA ANNO FINANZIARIO 2008. (l.r. 7 febbraio 2000, n. 6 Interventi regionali per la promozione dell integrazione europea e d.g.r.

Dettagli

BANDO SPORT ANNO 2015

BANDO SPORT ANNO 2015 BANDO SPORT ANNO 2015 Pubblicato il 02.03.2015 Premessa La Fondazione Cassa di Risparmio di Modena è una Fondazione di diritto privato ai sensi dell art. 2 comma 1 del Decreto Legislativo n. 153 del 17/05/1999.

Dettagli

Regione Lazio. DIREZIONE AGENZIA REGIONALE DEL TURISMO Atti dirigenziali di Gestione 11/11/2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N.

Regione Lazio. DIREZIONE AGENZIA REGIONALE DEL TURISMO Atti dirigenziali di Gestione 11/11/2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. Regione Lazio DIREZIONE AGENZIA REGIONALE DEL TURISMO Atti dirigenziali di Gestione Determinazione 7 novembre 2014, n. G15791 Approvazione dell'avviso Pubblico e della relativa modulistica concernente

Dettagli

Criteri per la concessione di contributi ad iniziative programmate dalla Giunta Provinciale

Criteri per la concessione di contributi ad iniziative programmate dalla Giunta Provinciale Allegato parte integrante Allegato A Criteri per la concessione di contributi ad iniziative programmate dalla Giunta Provinciale La Provincia autonoma di Trento ai sensi della Legge Provinciale n. 10/1988

Dettagli

In collaborazione con:

In collaborazione con: In collaborazione con: Rete tante tinte I.C. VR 11 BORGO ROMA OVEST BANDO PER IL FINANZIAMENTO DI PROGETTI PRESENTATI DA ASSOCIAZIONI DI STRANIERI ai sensi del: Programma Regionale di iniziative e interventi

Dettagli

Bando per la concessione di contributi economici a sostegno delle attività culturali da realizzare nel corso delle manifestazioni estive

Bando per la concessione di contributi economici a sostegno delle attività culturali da realizzare nel corso delle manifestazioni estive COMUNE DI FORMIA Provincia di Latina 5 Settore Sostenibilità Urbana ed Ambientale,Sviluppo Economico,Cultura Servizio Cultura Allegato alla determinazione n 77 del 30/04/2015 Bando per la concessione di

Dettagli

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi ASSEMBLEA LEGISLATIVA Atto del Dirigente: DETERMINAZIONE n 732 del 28/11/2013 Proposta: DAL/2013/783 del 26/11/2013 Struttura proponente: Oggetto: Autorità emanante:

Dettagli

I PERCORSI ENOGASTRONOMICI

I PERCORSI ENOGASTRONOMICI AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA REALIZZAZIONE DEI PROGETTI PREVISTI NEL PROGRAMMA PROVINCIALE DI EDUCAZIONE ALIMENTARE 2009-2010 PROGETTO 3 I PERCORSI ENOGASTRONOMICI 3.1: Descrizione

Dettagli

1. DESCRIZIONE DELL'INIZIATIVA

1. DESCRIZIONE DELL'INIZIATIVA IL COMUNE DI CREMONA SERVIZIO POLITICHE GIOVANILI PROMUOVE IL BANDO THINKTOWN per l assegnazione di contributi a gruppi ed associazioni giovanili per la realizzazione di progetti innovativi 1. DESCRIZIONE

Dettagli

Bando per il finanziamento di interventi relativi all Ambito 4 - Servizi territoriali, Azione 4.1 Piani territoriali, del Programma Immigrazione 2015.

Bando per il finanziamento di interventi relativi all Ambito 4 - Servizi territoriali, Azione 4.1 Piani territoriali, del Programma Immigrazione 2015. ALLEGATO A (vers. 02) Bando per il finanziamento di interventi relativi all Ambito 4 - Servizi territoriali, Azione 4.1 Piani territoriali, del Programma Immigrazione 2015. Art. 1 finalità e destinatari

Dettagli