INFO PUBBLICITA :

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INFO PUBBLICITA : 0761.513117 - info@campodefiori.biz"

Transcript

1

2 2 SOMMARIO Editoriale: Vanità e umiltà...3 NICK LUCIANI RICOMINCIO DA ME...4 CURRICULUM VITAE: Michela Giraud al Roma Fringe Festival...6 YESTERDAY - STORIA DI UNA CANZONE...7 Roma che se n è andata: Urbano VIII. Il Papa di Gian Lorenzo Bernini SUONARE SUONARE: Dream theater...10 LETTERE D AMORE: Calvario d amore: Sibilla Aleramo - Vincenzo Cardarelli A TU PER TU...13 Appunti di viaggio: Incontrando un Caravaggio...14 Luigi Montanarini raccontato dal figlio Luca, suo degno erede...15 Ecologia e ambiente: L impronta ecologica, che cos è?...16 I sette spiriti di Santina...18 Danilo e la ragazza Libica...19 Ma chi è il medico legale...20 Europrogettazione, tra mito e realtà...21 Cine Parade: Torno indietro e cambio vita...22 L angolo del collezionista: Abiti per sognare...23 La sfera trascendentale è il luogo di elaborazione di ogni teoria...24 Quello che non vi hanno mai detto sul... FRASSINO...25 Le scuole a Civita Castellana nell A TU PER TU: Una figlia preoccupata per la madre operata di tumore al seno...27 L angolo del grafolo: La scrittura dritta...28 BAMBINI E ANZIANI IN MUSICA: UNA VERA FESTA...28 Come eravamo: Tutti al mare...29 Parliamo di funghi: Le Famigliole, ovvero i Sementini...30 LA RUBRICA DEGLI EROI: Giulio Angeletti e Filippo Mezzanotte...32 La festa della Madonna di Maregnano...33 Il Fumetto: Dragon Head...34 Fiera del Fumetto e Games: Eretvm Comics a Monterotondo...34 I tesori dell Agro Falisco: Falerii Novi e la chiesa di Santa Maria in Falleri...35 Turista fai da te? No, in internet...36 La zanzara impertinente...36 Dario Guidi al suo primo singolo...38 L importanza della dote nel XVIII secolo...39 Ageli e miracoli...40 Noi, prima I Feudi, poi I Rosacroce...41 NEWS Le proposte editoriale delle collane di Campo de fiori...45 I nostri amici...46 Oroscopo...47 A TAVOLA CO ZI LETIZIA...48 L ANGOLO DEL POETA...49 MESSAGGI Nel cuore...51 Agenda...52 Roma com era...53 Album dei ricordi Annunci gratuiti Selezione offerte immobiliari Foto di copertina di Roberta Panese Campo de fiori lo trovate nelle edicole ed in molte altre attività commerciali SEDE OPERATIVA: PIAZZA DELLA LIBERAZIONE, 2 CIVITA CASTELLANA (VT) TEL/FAX SEDE RAPPRESENTATIVA: VIALE MAZZINI, ROMA INFO PUBBLICITA :

3 3 La fiera delle Vanità di Sandro Anselmi Apparire, esibirsi costantemente sui social per illudersi di non essere soli, conquistare ad ogni costo la scena per vantarsi di un falso successo, è la più grande fiera delle vanità che l uomo abbia mai conosciuto. Oltre il 60% degli italiani passa la massima parte del suo tempo su Facebook e Twitter. Uomini soli, con un io debole, nascosti dietro una maschera eroica e vincente, in costante pericolo di chiudere definitivamente con il mondo reale. Per i più una vetrina in cui ostentare la propria convinta superiorità col solo scopo di suscitare invidia negli altri, una gara ad essere il migliore, una corsa a postare le proprie foto più belle Questo è il mondo di oggi, non ci si conosce più. Spogliarsi d inutili orpelli e vestirsi di grande umiltà, significherà dimostrare non solo altruismo e bontà, ma di essere veramente intelligenti. Prima o poi dovremmo riscoprire un comportamento umile, rispettoso delle cose e della gente, che allontani orgoglio, egoismo e vanità. Lontana, oramai, ma non irraggiungibile, c è la possibilità, ancora, di avvicinarsi concretamente agli altri, non dimenticandosi mai che non averlo fatto prima potrebbe significare d aver fatto troppo tardi, e la vita è solo, purtroppo, quella che ci rimane. Bisognerebbe chinarsi più spesso ai sentimenti che son sempre i primi a pagare. Perrault Leon Jean Basile, Vanitas

4 NICK LUCIANI RICOMINCIO DA ME Il nuovo album della storica voce dei Cugini di Campagna Sta lavorando sodo per la sua prima tournee da solista, ma la sua scelta è stata ponderata e decisa. Nick Luciani, voce solista per 20 anni - dal 1994 al dei Cugini di Campagna oggi è un uomo nuovo e soprattutto con un idee proprie da mostrare ai numerosi fans rimasti fedeli. Ma come è nata e perché questa idea di rompere col passato? La rottura dopo 20 anni è stata naturale perché non esisteva più la compatibilità tra me ed il leader Ivano Michetti e perciò dopo tanto tempo ho deciso di cambiare e di ricominciare da me come dice il titolo del cd Ricomincio da me. Ormai non andava più, e come tanti matrimoni dove ci si lascia ed è finita, così è accaduto tra me ed il gruppo, insomma una scelta pensata e voluta dopo tanto pensare. Avevi iniziato a cantare giovanissimo Si, addirittura cantavo a 6 anni nelle feste di famiglia, poi gli stornelli e tante feste e matrimoni insieme ai numerosi concorsi. Poi l incontro con Ivano Michetti e l ingresso nel gruppo nel Tra i 15 brani del nuovo disco ci ha colpito Karen E dedicato a mia figlia ed alla mia famiglia che mi ha dato la forza di ricominciare di nuovo e l amore che canto nel disco ne è il frutto. Volevo poi ricordare Il primo singolo estratto Chissà se lei mi pensa e Ricomincio da me che parla del passato e delle tante primavere che ho passato nel gruppo e la mia grande voglia di rimettermi in gioco Non hai esitato nemmeno un attimo nella scelta? Sapevo che poteva essere un rischio ma la voglia di fare ciò che sognavo è stata più forte e poi mi sono accorto che tante persone che mi amavano allora mi amano ancora e mi sono vicine, forse ho lasciato il segno in tanti anni e sicuramente seminato bene altrimenti non sentirei questo pubblico così vicino. Ora con il tour ci sarà la prova del nove ma sono convinto che tutto andrà bene! L esperienza alle spalle, più di duemila piazze fatte, tante città in Italia ed all estero mi hanno fatto diventare forte. Stiamo preparando tante date con una nuova band dal vivo ed oltre all Italia andremo in Canada, a Praga ed altre città europee. Nick, perché tre brani che eseguivi ai tempi dei Cugini? Con questi pezzi lascio il passato ed arrivo direttamente al presente, Anima Mia, Un Altra Donna e Il primo giorno di novembre sono dei pezzi firmati da Paulin che ho molto amato, soprattutto l ultimo che non è molto conosciuto ma fa pensare a ciò che erano i Cugini di Campagna nel Abbiamo scritto questa intervista con il sottofondo musicale del suo primo lavoro e siamo sicuri del successo che Nick Luciani continuerà ad avere con la sua nuova vita da solista: la voce degli angeli ora volteggia da sola! Sandro Alessi

5

6 6 Curriculum vitae MICHELA GIRAUD AL ROMA FRINGE FESTIVAL Per gli eventi clou del Roma Fringe Festival, in una delle prime sere calde di Luglio a Castel Sant Angelo in Roma, troviamo in cartellone 1987 spettacolo scritto da Michela Giraud e Stefano Vigilante che ne cura anche la regia. Incontriamo la protagonista Michela Giraud che interagisce sul palco con l eclettico e bravissimo Maurizio Bousso. Il titolo ci ha molto incuriosito e supponiamo che si riferisca ad un anno particolare E vero - ci risponde Michela - è esattamente il mio anno di nascita ed è quindi un anno molto importante. Volevo che il mio primo spettacolo parlasse dell anno in cui sono nata. Oltre alle serate contraddistinte da Colpo Grosso, volevo prendere spunto dalle figure più importanti della mia vita, parlo di mia madre e delle mie sorelle, dei miei amici e conoscenti ma soprattutto i miei punti di vista di fronte alla realtà che appare tragicomica come può esserla quella di molti.il disagio dell infanzia, i traumi dell adolescenza e del liceo Invece la tua nascita artistica a quando risale? Circa 5 anni fa decisi che il teatro avrebbe fatto parte della mia vita e una persona mi convinse a seguire il corso libero di Teatro Azione dopodiché decisi di passare al professionale. A questo punto è iniziato il mio delirio perché ho creduto di essere un attrice riuscendo anche a diplomarmi con Teatro Azione. Mentre mi laureavo in Storia dell Arte ho scoperto che mi piaceva molto interpretare le parti comiche e decisi di frequentare l Accademia del Comico e ma che comico fino ad arrivare a Stefano Vigilante con il quale ho scritto questo spettacolo. Devo dire anche che un altra figura molto importante per me e soprattutto per il modo della scrittura testi è stato Saverio Raimondo. Devo dire che in 5 anni ho fatto tutto quello che potevo! Ed ora finalmente il piccolo schermo Ho iniziato con Colorado su Italia Uno per poi passare ora a Sky partecipando a Comedy Central News e tutti i lunedì al nuovo appuntamento Natural Born Comedians un nuovo genere di Stand Up Comedy all americana basato un po di più sul racconto con un po di più di respiro. Da attrice a One woman show il passo è stato breve? Devo ammettere di si, sentivo di avere delle cose da dire e soprattutto questa cosa mi rendeva le interpretazioni più facili e divertenti ed allo stesso tempo più facili da assimilare : questa era la mia predisposizione! E poi il rapporto con il pubblico è diverso, io racconto gli affaracci miei con una linea fruibile ed interessante e loro capiscono che non hanno di fronte solo una egocentrica, ma un personaggio che dal palco vuole condividere i propri fatti. Insomma Michela Giraud è una ragazza che sa quello che vuole, che è solo all inizio ma che sicuramente ha tanto da dire e da dimostrare. La attendiamo sicuramente per altre prove. Sandro Alessi

7 7 YESTERDAY - STORIA DI UNA CANZONE I 50 anni del pezzo più cantato al mondo raccontati in un libro da Valentina Farinaccio e Emanule Manny Angeletti Mai prima d ora era stato scritto un libro interamente dedicato ad una singola canzone. Eppure è successo e questo perché la canzone in questione non è una canzone qualsiasi, è la canzone che tutto il mondo da cinquant anni canta: Yesterday. Il volume, intitolato proprio Yestrday storia di una canzone, scritto a quattro mani dalla giornalista Valentina Farinaccio e dal musicista cantante beatlesiano Emanuele Angeletti, edito dalla casa editrice Arcana, è stato presentato, per la volta in assoluto, l 19 Giugno a Civita Castellana, città di origine di Angeletti, presso l Auditorium Santa Chiara. Una bella serata, patrocinata dal Comune, introdotta dal prof. Contessa e moderata dal giovane conduttore radiofonico Pier Francesco, dove gli autori hanno raccontato il percorso che ha portato alla realizzazione del volume di circa 120 pagine, lasciando anche molto spazio alla musica dei Beatles, grazie ad Emanule Angeletti che si è diviso tra chitarra e pianoforte, per proporre al pubblico, entusiasta, alcuni dei brani più conosciuti del gruppo inglese. Yesterday, registrata il 14 Giugno di cinquanta anni fa, fa parte dell album Help, pubblicato dai Beatles nell agosto del Era il loro quinto lavoro ed il brano venne inciso sul lato b, come penultima traccia, senza nemmeno lontanamente immaginare il successo che avrebbe avuto. Paul McCartney racconta di aver sognato quella melodia, alla quale aveva dato il titolo provvisorio di Scrambled Eggs, uova strapazzate. Tutti questi aneddoti e molti altri ancora, insieme a ben duemila cover, cantate e reinterpretate da artisti italiani, sono perfettamente riportati nelle pagine del libro dove lo stile dei due autori è nitidamente riconoscibile: da un lato quello più narrativo della Farinaccio, dall altro quello paragonabile ad uno spartito musicale, di Angeletti. Ma chi meglio di questi due giovani autori avrebbe potuto farlo, considerando che la Farinaccio, oltre ad essere una giornalista e critico musicale, è anche una profonda conoscitrice di questo gruppo beat che ha rivoluzionato il panorama musicale mondale. Ha condotto programmi radiofonici, scritto per la televisione e per molte riviste ed attualmente collabora con «Il Venerdì di Repubblica» ed è autrice, redattrice e conduttrice di Auditorium TV, web tv dell Auditorium Parco della Musica di Roma. Che dire poi di Emanuele, o meglio Manny Angeletti, come è comunemente chiamato a Londra, dove da tre anni il suo lavoro effettivo è quello di essere Paul McCartney. In realtà questo lo faceva già da prima, quando, in qualità di uno dei frontman della migliore tribute band dei Beatles italiana, per anni ha girato la penisola e non solo con gli Apple Pies, partecipando anche ad importanti trasmissioni televisive. A maggio 2012, poi, viene scelto per impersonare Paul McCartney in Let It Be, il primo musical inglese dedicato all intera storia dei Fab Four e, come se non bastasse, per essere il più possibile vicino alla realtà, ha imparato a suonare la chitarra mancina. La giornalista rivela di aver accettato la proposta della casa editrice, interessata ad inaugurare una collana dedicata esclusivamente alle canzoni che hanno fatto la storia, solo se avrebbe potuto scrivere il libro insieme ad Emanuele, amico di vecchia data. Il musicista, del resto, è cresciuto a pane e Beatles grazie a suo padre Aldo, cantante di uno dei gruppi musicali locali più noti degli anni 60, I Falisci. La peggior cover italiana di Yesterdy? Quella di Claudio Villa rivela la Farinaccio perché è esattamente il contrario di ciò che aveva in mente McCartney precisa Angeletti. E la migliore? Quella proposta da Mina, perché con una interpretazione personale ed originale concordano i due. Una coppia ben assortita ed affiata che ha dato come risultato un libro molto interessante e piacevole da leggere, dedicato a tutti i beatlesiani e non soltanto. Ermelinda Benedetti Foto di Francesco Bonasera

8 8 Roma che se n è andata: luoghi, figure, personaggi Urbano VIII Il Papa di Gian Lorenzo Bernini di Riccardo Consoli Era il 6 agosto 1623 quando i 55 Cardinali riuniti in Conclave eleggevano Maffeo Barberini che, salito sul trono di Pietro, assunse il nome di Urbano VIII. Maffeo, nato a Firenze in Piazza Santa Croce il 5 aprile 1568, è il quinto dei sei figli del ricco mercante Antonio Barberini e di sua moglie Camilla Barbadori; la famiglia, originaria di Barberino Val d'elsa, aveva cambiato il nome originario di Tafani in Barberini, così come aveva cambiato i tre tafani presenti sullo Stemma, con tre api. Il futuro Pontefice studiò presso la Compagnia dei Gesuiti e, poi, presso il Collegio Romano. A soli 20 anni, grazie ai buoni uffici dello zio Francesco Barberini, Protonotario Apostolico, entra nell'amministrazione dello Stato Pontificio ottenendo l incarico di Nunzio Apostolico a Parigi e, all età di 38 anni, riceve la berretta Cardinalizia da Paolo V, Camillo Borghese, Morto lo zio Francesco eredita un cospicuo patrimonio che gli consente di acquistare un prestigioso Palazzo che arreda in maniera tanto sfarzosa e lussuosa al punto da diventare il più importante di Roma. L anno dell elezione del nuovo Papa fu cruciale per le sorti di Roma, anche dal punto di vista artistico, infatti, Urbano VIII, amante delle arti e grande ammiratore di Gian Lorenzo Bernini, che considera l'architetto ideale per la realizzazione dei suoi progetti urbanistici e architettonici, ossia l artista in grado di realizzare quelle opere atte a dare consistenza alla volontà della Chiesa che è quella di apparire trionfante, anche attraverso l edificazione di opere spettacolari. Secondo il desiderio del nuovo Pontefice, il Bernini si sarebbe dovuto impegnare nella progettazione e realizzazione di opere che potessero raggruppare: architettura, scultura e urbanistica avendo, come denominatore comune il teatro. Il Bernini riuscì ad accontentare Urbano VIII, infatti, egli fu il realizzatore di scenografie e opere teatrali nelle quali utilizzò ogni possibile espediente per stupire l osservatore. Gian Lorenzo Bernini nasce a Napoli il 7 dicembre 1598, è figlio di Pietro Bernini, pittore e scultore toscano originario di Sesto Fiorentino e di Angelica Galante, una popolana napoletana. Nel 1605 Pietro, avvalendosi della protezione del Cardinale Scipione Caffarelli - Borghese, si trasferìsce con la moglie e il piccolo Gian Lorenzo a Roma dove ha l opportunità di mettere in risalto il precoce talento del figlio. Il sodalizio artistico di Urbano VIII con il suo artista prediletto troverà in San Pietro il luogo ideale; la Basilica, sorta sul posto della sepoltura di Pietro, dovrà sancire la rinascita della Chiesa Cattolica, nonchè la sua rivincita morale e spirituale. Gian Lorenzo Bernini diverrà, con rapida ascesa, l indiscusso protagonista del rinnovamento artistico voluto dal Pontefice ed è proprio Urbano VIII, uomo di vasta cultura umanistica, amante dell arte e della letteratura classica a consacrarlo artista della Corte Pontificia. Un Pontefice, peraltro, rimasto famoso anche per il noto processo di condanna di Galileo Galilei. Ma ritorniamo alla Basilica di San Pietro. Il primo importante incarico per l artista fu quello relativo alla realizzazione di un Baldacchino. Il Papa sognava un nuovo altare posto sopra la confessione sormontato da un enorme Baldacchino bronzeo, appoggiato su basamenti di marmo con lo Stemma della sua famiglia in grande evidenza. Gian Lorenzo non lo deluse. Numerose le proposte dall artista e, alla fine, fu scelta una soluzione abbastanza insolita, ossia quella di un Baldacchino quadrato, slanciato, libero da tutti i lati e sorretto da quattro colonne attorcigliate in bronzo, materiale che venne recuperato dalla copertura del Pantheon da cui il sarcastico detto: Quod non fecerunt barbari, fecerunt Barberini. Una particolarità poco nota: l artista, allo scopo di conferire al Baldacchino una connotazione simbolica, volle posizionare, ai piedi di una delle colonne, una lucertola di circa dieci centimetri. Il piccolo rettile guarda verso la sommità; il suo sguardo è incantato dalla luce e trova in essa giovamento, proprio come l animo umano che ricava grande benessere attraverso la

9 contemplazione e l ammirazione della luce divina. Come noto, Gian Lorenzo Bernini, assieme a Francesco Borromini, fu l indiscusso protagonista del Barocco Romano e già le prime opere dimostrarono la grandezza del suo talento; molti anni dopo, un Bernini ormai maturo, rivedendo la scultura di Apollo e Dafne, uno dei suoi capolavori giovanili, autentica invenzione figurativa, confidava a un amico: Oh quanto poco profitto ho fatto io nell'arte della scultura in un sì lungo corso di anni, mentre io conosco che da fanciullo maneggiavo il marmo in questo modo!. Il Bernini, sapendo di essere l artista prediletto da Urbano VIII, volle manifestare tutta la sua riconoscenza inserendo le api della famiglia Barberini in molti monumenti della Roma del cinquecento che in tal modo divennero le api araldiche più famose della storia dell arte e che, analogamente alla lucertola posta ai piedi del Baldacchino della Basilica di San Pietro, riescono a trasmettere un messaggio simbolico che molte volte sfugge all occhio poco attento. Ricordiamo, adesso, alcune date di fondamentale importanza nella vita di Gian Lorenzo Bernini; nel 1623 gli viene commissionata la statua di Santa Bibiana, collocata nell'omonima chiesa, che ritrae la Santa in un momento di estasi determinando una sorta di dialogo con le pitture di Pietro da Cortona, altro protagonista del Barocco Romano. Nel 1627 l artista inizia la costruzione del Monumento Sepolcrale di Urbano VIII che sarà ultimato molti anni dopo per essere collocato in posizione simmetrica rispetto a quello Paolo III, Alessandro Farnese, , il Papa del concilio di Trento. Un Monumento questo che, ispirandosi alle tombe medicee di Michelangelo, propone la statua benedicente del Papa con ai lati del sarcofago le figure allegoriche della Carità e della Giustizia. Nel 1629, alla morte di Carlo Maderno, in uno con la Fontana del Tritone, realizzata in travertino e considerata una delle più belle della città, Gian Lorenzo riceve il prestigioso incarico di sovraintendere ai lavori di completamento di Palazzo Barberini che era stato portato avanti dal Borromini con il quale, proprio in questo periodo, comincia una stretta collaborazione che sfocerà, più avanti, nella nota accesa rivalità. Subito dopo la Fontana del Tritone al Bernini viene affidata la progettazione e la realizzazione della Fontana delle Api, originariamente situata all angolo di Piazza Barberini con Via Sistina. Trattasi di una enorme conchiglia con le valve aperte, geniale saggio del Barocco Romano, questa fontana nel 1867 fu smontata e trasportata in uno dei depositi comunali del Rione Testaccio, ma nel 1916, per iniziativa di alcuni studiosi, venne ricomposta con i pezzi originali ritrovati e posizionata nell attuale sede all imbocco di Via Veneto. Ma come spesso succede, la fortuna dell'artista sembra fermarsi improvvisamente e ciò avviene dopo la morte del suo protettore inizia, infatti, il Pontificato di Innocenzo X, Giovan Battista Pamphilj, , molto più austero del predecessore, anche a causa della crisi economica in cui versa Stato Pontificio dopo la Guerra di Castro di cui ci siamo occupati in altra occasione. Con il nuovo Pontefice alcuni degli incarichi più importanti vengono assegnati ad artisti rivali del Bernini come Francesco Borromini che si occupa del rifacimento della Basilica di San Giovanni in Laterano e Carlo Rainaldi che costruisce Palazzo Pamphilj e inizia la costruzione della chiesa di Sant'Agnese in Agone a Piazza Navona. Il Bernini, uno dei grandi protagonisti del Barocco Romano, rispettato, ma anche temuto e odiato per il potere esercitato sul mondo artistico romano, subisce persino l'umiliazione di vedere abbattuto il Campanile della facciata della Basilica di San Pietro, a causa di presunti problemi statici legati alla natura del terreno su cui era stato fondato. Persecuzioni, certamente ingiuste ma, come ben sappiamo, il tempo è galantuomo, infatti, avvenuta la riconciliazione con il nuovo Pontefice, inizia uno dei periodi più favorevoli per l artista, Innocenzo X gli affida la decorazione del braccio 9 lungo della Basilica di San Pietro, del colonnato e la realizzazione della Fontana dei Quattro Fiumi di Piazza Navona, con al centro l obelisco posto su un basamento in travertino e le quattro statue allegoriche dei fiumi: Nilo. Gange, Danubio e Rio della Plata. Piazza di Spagna, una delle più belle di Roma, è caratterizzata dalla grande scalinata e dalla sua particolarissima Fontana della Barcaccia situata ai piedi della stessa. Questa fontana, progettata e costruita da Pietro Bernini padre di Gian Lorenzo, viene accomunata a quest ultimo in quanto autore delle decorazioni di prua e di poppa. A beneficio dei pochi lettori che non ne fossero a conoscenza ricordiamo che il termine apparentemente dispregiativo di barcaccia discende dalle barche del vicino Porto di Ripetta; il genio dell artista consiste nel fatto che egli rappresentò una barca in procinto di affondare allo scopo di eliminare il problema relativo alla bassa pressione dell acqua destinata ad alimentare la fontana. Il Bernini è ormai un architetto di fama internazionale, tanto che il Ministro Colbert per conto di Re Luigi XIV riesce a convincere il Papa a concedergli il suo artista prediletto e così parte per la Francia, dove viene accolto come un principe, con l'intento, tra l'altro, di progettare la ristrutturazione del Palazzo del Louvre. Gian Lorenzo Bernini muore il 28 novembre del 1680 e viene tumulato nella tomba di famiglia della Basilica di Santa Maria Maggiore.

10 10 di Carlo Cattani Dream theater Teatro da Sogno! Se, è notizia di questi giorni, la Grande Muraglia Cinese sta perdendo i pezzi, vittima, com è, dell incuria, dei fenomeni naturali e del vandalismo ( ahhhhhhh Colosseo Pompei..., belli di casa nostra non siete soli nella miserrima classifica del degrado del patrimonio archeologico),non si può dire la stessa cosa, nonostante i tanti anni trascorsi sulle scene, della grande muraglia musicale costruita dalla band Americana dei Dream theater: una muraglia alta 30 anni di carriera ed eretta con miriadi di note metallico progressive. La muraglia sonora del combo Americano ha piacevolmente fronteggiato e coinvolto le oltre duemila persone che hanno riempito ogni dove della Cavea dell Auditorium Parco Della Musica, spazio che ha accolto il gruppo Statunitense nell ambito della nuova stagione della rassegna musicale Luglio suona bene. I Dream theater, formatisi nel 1985, sono in giro per il mondo con le loro roboanti, tecnicissime, perfettissime esibizioni per la rappresentazione del tour del 30 anniversario offrendo il loro show in Italia,questa sera a Roma e il 19 di luglio al Pistoia blues festival. Una serata calda in tutti i sensi avvolge la folla eterogena per età, accorsa numerosissima a godersi lo spettacolo messo su dai cinque musicisti americani che, da anni, occupano, nei rispettivi strumenti, le posizioni più alte delle classifiche stilate dalle riviste musicali specializzate del settore metal compilate sulla base dei sondaggi tra i lettori. In attesa degli Americani si esibiscono, ancora in un clima crepuscolare, delle band di supporto tra queste non live alla Cavea dell Auditorium Parco Della Musica-Roma male i ragazzi Svedesi degli Evergrey! Alle 21,30 la luce è da sera e numerosi tecnici sul palco smontano-spostano-sollevano veli e voilà si svela a tutti noi l habitat di Mike Mangini, il suo castello, un accessoriatissima batteria posta al centro della scena che dalle pelli frontali delle due poderose casse incastonate tra decine di tamburi e piatti dai diversi diametri, ribadisce lo strafamoso logo del gruppo: l effige dell anello di Maria Stuart di Scozia raffigurante la sua iniziale M incastonata con il phi greco, l iniziale del nome di suo marito, Francesco II di Francia. Al solito ci si assiepa sotto al palco per selfies con gli amici di spalle allo stage, foto ravvicinate agli strumenti a carpirne particolari e personalizzazioni, non mancando commenti su diametri di tamburi, magneti di chitarre, pedaliere di effetti e tutto ciò che è installato sul palco a disposizione dei musicisti, questa sera, per l esecuzione della loro gran musica: una goduria di tecnologia per gli occhi! Alle 21,40 si può cominciare a Sognare in Teatro! Buio in Cavea e partono subito le note registrate di False awakening suite dall ultimo album omonimo del 2013, un intro dai toni epici che infiamma immediatamente l audience: entra la band e il volume dell ovazione raddoppia tutti ai propri posti il viaggio del Teatro ha davvero inizio! In un ora e mezza di concerto mozzafiato, con pochissimi spazi alle chiacchiere d intrattenimento, la band propone una scaletta serratissima,farcita da un paio di ballad, recuperando, in definitiva, un brano da ciascun dei dodici album da studio, a partire dall esordio discografico del 1989, When dream and day unite dal quale traggono Afterlife. La set list considera Metropolis pt.1: The miracle and the sleeper (da Images and Words ), Caught in a web (da Awake -1994) la ballad The spirit carries on tratta da Metropolis pt.2:scenes from a memory che è accompagnata dalle luci irraggiate da centinaia di telefonini accesi sugli spalti; e poi, a seguire About to crash, As I am Panic attack,l altra ballad della serata, anch essa eseguita a fari accesi nella notte della Cavea, Wither, dall Ep omonimo del 2009, per concludere con l esecuzione di Bridges in the sky dall 11 album del 2011 A dramatic turn of events. I Teatranti, tuttavia lo sanno bene che non può finire così,men che mai a Roma, e, dunque, dopo qualche secondo sono di nuovo ai loro posti per dare un aggiuntina al loro set con Behind the veil dall ultimo album Dream Theater, un brano che inizia con un intro di tastiere per poi esplodere con degli accordi di chitarra distorti e tutta la ritmica,basso e batteria, a sostegno per un pieno di dinamica sonora che è un pugno allo stomaco! Il pezzo nel suo incedere è anthemico e complesso, con la voce di James LaBrie che sale e scende e le corde tiratissime della chitarra lancinante di John Petrucci infiammano l arena la paletta della sua chitarra rotea nell aria, i trilli del suo strumento grattano le stelle e pezzetti di universo tornano a casa con noi questa sera! CarloCattani words&pics-luglio 2015

11

12 12 Calvario d amore: Sibilla Aleramo-Vincenzo Cardarelli Un inno alla Bellezza dei ricordi: 150 lettere di Vincenzo Cardarelli indirizzate a Sibilla Aleramo e conservate presso il prestigioso Istituto Gramsci di Roma. La nota giornalista di grande impegno, Natalìa Aspesi, nella recente prefazione alla Raccolta di lettere d amore di Renata Discacciati, scrive: Niente è d ibruna Ferrini più caduco di una lettera d amore ed aggiunge Chiunque abbia amato, o immaginato di amare, non ha avuto dubbi ad affidarsi alle parole. Non la smentiscono certamente tutti gli epistolari che la letteratura di ogni paese ci ha lasciato e che, forse, neanche i più moderni mezzi di comunicazione riusciranno a superare. Ma dove finivano le lettere di personaggi importanti quando non venivano bruciate o disperse? Chiuse in scatole e riposte in soffitte, cantine, nascoste in cassetti blindati, tra libri nelle biblioteche di famiglia, quasi sempre scovate per caso e magari recuperate e vendute in capo al mondo. Non è stato così per l epistolario Cardarelli-Aleramo. E conservato ancora oggi nel prestigioso Istituto Gramsci di Roma. Lo si è saputo soltanto nel 1962, quando i due scrittori erano già deceduti, il primo nel 1959 e la seconda nel La persona che ricordò l esistenza di quelle lettere fu il cittadino tarquiniese Bruno Blasi già a conoscenza anche della storia appassionata e tumultuosa tra i due scrittori. Ma per avere il materiale e disseppellire quelle lettere fu necessario rivolgere domanda al segretario PCI Palmiro Togliatti al quale Sibilla Aleramo, per volontà testamentaria, aveva lasciato le sue polverose carte dopo essere stata dirigente di quel partito. Nell estate dello stesso anno Togliatti rispose:... Quelle lettere potranno essere raccolte e messe a disposizione fin dal settembre prossimo... rivolgersi al Professor Bianchi Bandinelli. Successivamente, il direttore dell Istituto Gramsci professor Ferri aprì le porte di una grande stanza e di una grande cassa e le lettere di Cardarelli apparvero in tutta la loro corposità ed integrità. Circa il gran lavoro di riordino e copiatura lo stesso dirigente scrive: Divenni così familiare ai custodi del locale che un giorno si dimenticarono addirittura di me (ed io del tempo) e mi chiusero dentro a chiave. Dobbiamo questa importante ricostruzione al grande scrittore Gian Antonio Cibotto, nato e vissuto in Veneto, il quale, prima di lasciarci, ha collaborato con Cardarelli alla storica rivista La Fiera letteraria. Lo stesso Cibotto e Bruno Blasi hanno curato il volume che raccoglie le lettere cardelliane con il titolo Lettere d amore a Sibilla Aleramo pubblicato nel 1974 dalla Newton Compton Italiana. Dobbiamo ringraziare caldamente il direttore della Biblioteca Consorziale di Viterbo, Paolo Pelliccia, per averci permesso di consultare proprio quello storico volume provando, ancora una volta, l emozione di avvicinare il pensiero, i sentimenti, in breve la vita del poeta che la città natale di Tarquinia onora con orgoglio, ad un più vasto pubblico. Ora sappiamo anche un particolare che sarebbe andato perduto senza l intervento di quanti hanno collaborato. Mentre le lettere di Cardarelli si sono salvate tutte, quelle della Aleramo sono soltanto quattro. Perchè? Non per incuria ma per la guerra che nel 1915 ha fatto disperdere il tesoro letterario che il poeta conservava e portava sempre con sé in una grande borsa nera. Passando da una città all altra, così come ha trascorso la sua vita, ha consegnato alla sorella Bettina la borsa affinchè potesse lasciarla in luogo e mani sicure: così non fu, qualcosa si disperse e le lettere di Sibilla volarono via.. Dove? Non sappiamo, sicuramente non bruciarono come quelle di Chopin ad opera di George Sand, o, se bruciarono fu nel fuoco della tragedia. Per fortuna, leggendo le restanti si possono fare molti collegamenti, trovare risposte e riflessioni. Come nella lettera del gennaio 1914, nella quale la Aleramo, ricordando l amore per il poeta scrive: Furono diciotto mesi di calvario, la cosa più fiera che mi sia stata donata dalla sorte... io ho conservato di te una imagine indicibilmente chiara, indicibilmente dolce come un cielo d alba in primavera. Cardarelli, a sua volta, risponde anche in poesia, e lì bisogna cercarli i suoi racconti d amore a sfondo biografico sottolinea Libero Bigiaretti in occasione del premio Strega a lui assegnato nel In effetti, come osservato dai critici anche attuali, il poeta riesce a fare della poesia una prosa lirica anche quando scrive: Sono a Roma,..e ci sono molto malinconicamente.. sono venuto sul portone...poi non sono salito per non turbarti..vogliamo ve-

13 derci stasera per mezz ora?.. tu scendi, non aver paura, si fanno due passi. Ma che vuoi ho tanto desiderio e curiosità di vederti! Ah, che uomo inquieto e contraddittorio che sono! Un dialogo a distanza Sei trapassata nella mia memoria - e qualche cosa è accaduto fra noi - ci dicono tutto della loro relazione, dell amore tormentato che li ha uniti e divisi, della sofferenza che ha portato il Cardarelli alla solitudine di una vita e lei all amore-tormento con il poeta Dino Campana del quale ancora oggi si parla, si scrive, se ne fanno film di successo e convegni come avvenuto a Civitanova Marche in occasione dei 50 anni dalla morte di Sibilla ed a Marradi luogo di nascita del poeta dei Canti Orfici. Il rapporto Cardarelli-Aleramo è iniziato nel 1910 quando lui aveva 13 circa ventitrè anni e lei dodici di più, con un avvio di una dolcezza infinita da parte di lui. Tra me e lei c è una enorme distanza; le nostre vie sono quasi parallele, non tendono ad incontrarsi... noi ci guarderemo camminare a vicenda. Saremo più che fratelli, simili. Io sono un fanciullo, ma un fanciullo precoce; cioè un uomo che ha molto vissuto non dispero di salire fino a lei! Poi l amore si fa più profondo, diviene relazione: Cara vado a letto,... col sorriso che mi splende sulla fronte... dobbiamo sentirci ancora forti e ancora degni di creare momenti di bellezza e di gioia, una volta dissi che non sapevo attendere la -quieta riva oltre l inquieto mare - adesso sì...ma vi è una sofferenza che si chiama elevazione. Quando è triste torna all invocazione. Le vostre lettere sono un messaggio di gioia.. cantate. Voi avete la gola canora e il senso del ritmo. Più avanti comincia il confidenziale -tu- con il primo -imperio- del carattere cardarelliano: Dobbiamo vivere l uno per l altro.. e questa volontà è il nostro amore. Ma Sibilla non è libera, saranno molte le ombre che s interpongono, lui incupisce Ho saputo una cosa che non avrei voluto sapere... Coraggiosamente va oltre, cerca di superare la gelosia, Vogliamo lasciarci prendere da questa specie di quacquerismo spirituale? Dice quasi a se stesso. Più tardi, il 20 settembre del 1910, scriverà una lettera da pubblicare per intero, se lo spazio lo consentisse, magari da leggere anche a scuola, ai giovani di oggi come esempio di scrittura e di sensibilità. Ho colto questo ramoscello di lauro sulla terra sacra (fuori Santa Francesca Romana ai Fori Imperiali) dolce omaggio per questo giorno. Oh, Sibilla, l ho colto sulle larghe pietre romane, vedendo la più alta ala del Colosseo... nella luce rossa della luna, in quel silenzio monumentale, mi sarei inginocchiato religiosamente innanzi all immagine tua. Inutile... Sibilla vive il suo amore come un calvario anche se nella quarta lettera salvata scriveva da una Parigi sotto zero: Se fossi qui, oggi, ci sorrideremmo veramente, finalmente... Ma che il mio saluto, Vincenzo Cardarelli, amore di una volta che ti arrivi. Non lo sapeva ancora che, un pochino più avanti nel tempo, avrebbe incontrato ed amato un altro poeta, quel Dino Campana che di se stesso scriveva Io che vivo al piede di innumerevoli calvari. Le lettere di Sibilla sono finite: sarebbe stato un bene se il fuoco non le avesse risparmiate come le altre? A ciascuno la propria risposta ma le guerre hanno questo risvolto positivo: tramandano la Bellezza dei ricordi per lenire i dolori della vita. Caro Amico, grazie alla collaborazione di molti, l'associazione Amici del Cardarelli è stata inserita nell'elenco dei destinatari del 5 per mille. Per realizzare il potenziamento della nostra scuola, con nuovi laboratori ed attività, puoi contribuire anche tu scrivendo il codice fiscale dell'associazione nello spazio in alto a sinistra della tua dichiarazione dei redditi - C.F Con questo piccolo gesto, sarai partecipe del progresso e potrai verificare direttamente quanto realizzeremo. Grazie. L'Associazione "Amici del Cardarelli"

14 14 Appunti di viaggio: Incontrando un Caravaggio di Fabiana Poleggi Conoscere una città in uno o due giorni di vacanza è una impresa veramente impossibile, ma il mio lavoro mi sta insegnando a lasciarmi affascinare prima, durante e dopo un viaggio, ed è così che sto imparando a scoprire storie, eventi e luoghi che a volte hanno cambiato il destino di una comunità, di una cittadinanza intera o che hanno lasciato segni importanti nella storia di una città. Altre volte sono storie di vita vissuta sconosciute dai più, che lasciano ancora tracce interessanti ed affascinanti che svelano particolari a volte curiosi, a volte drammatici determinanti per conoscere ciò che è stata la vita di personaggi più o meno conosciuti. Uno dei miei ultimi viaggi, mi ha riportato nell intrigante Napoli, un solo giorno, ma sufficiente per subirne il fascino accogliente che ogni volta questa città mi riserva sorprendendomi con i suoi tesori nascosti. Ci ha proprio colto di sorpresa la pioggia che dalla vivace confusione di Via Toledo ci ha fatto riparare nel silenzio elegante del bellissimo Palazzo Zevillos Stigliano, sede della Banca Intesa, che faceva sfoggio all entrata di un grande manifesto che pubblicizzava al suo interno un famoso Caravaggio, Il martirio di Sant Orsola con ingresso libero, come non approfittare di un occasione così invitante? E poi vedere questo quadro nella città dove il pittore lo dipinse lo arricchiva così tanto di significato, da farci ripercorrere la magica atmosfera di quel momento nel lontano A Napoli, nel maggio del 1610, Caravaggio ha ancora sul viso i segni dell aggressione subita, qualche mese prima, uscendo da una locanda nei vicoli del vecchio porto. Lo avevano dato per morto e lasciato a terra sfigurato dai colpi di coltello. È sempre più stanco e provato, ma ha bisogno di soldi e sa che non può smettere di lavorare. Per questo ha accettato la commissione di un nobile genovese, Marcantonio Doria, figlio del doge Agostino, conosciuto durante un breve soggiorno a Genova, cinque anni prima. Come sempre dipinge rapidamente, senza disegni preliminari. Ai primi del mese il quadro è pronto e lo può consegnare, anche se la vernice è ancora fresca. Nella fretta di inviare la tela a Genova, il procuratore dei Doria pensa bene di metterla ad asciugare al sole, come racconta in una lettera inviata a Marcantonio. La decisione si rivela un errore. Caravaggio aveva usato una vernice grossa, fatta d olio di lino e di sandracca. Al sole, anziché asciugare, si scioglie ancora di più, tanto che sarà costretto a riparare i danni. Alla fine, la tela imbarca per Genova e, il 10 giugno, arriva a destinazione. Il soggetto scelto da Marcantonio Doria è un Martirio di sant Orsola, probabilmente in omaggio alla figliastra che aveva preso il velo, col nome di suor Orsola, in un convento napoletano. Secondo il testo più diffuso delle vite dei Santi, la Leggenda aurea, Orsola, figlia del re di Bretagna, al ritorno da un pellegrinaggio a Roma, accompagnata da undicimila vergini, si sarebbe fermata a Colonia. Gli Unni, che assediavano la città, compirono un vero e proprio eccidio, uccidendo tutte le giovani, colpevoli di aver voluto mantenere la loro fede e la loro purezza. Il capo degli Unni, Attila, colpito dalla bellezza e dal coraggio di Orsola, la chiese in moglie e, al suo rifiuto, veggendosi schernito, diede mano a un arco e trafissela d una saetta. Caravaggio, contrariamente alla tradizione, sceglie di raffigurare solo l atto finale della storia. La scena si svolge in uno spazio buio, ristretto e quasi claustrofobico: la tenda di Attila, che si intravede sullo sfondo, è semi-aperta, come fosse la quinta di un teatro. I protagonisti emergono dall ombra come fantasmi; vittima e carnefice sono vestiti di un rosso che pare isolarli dagli altri. L azione, quasi fosse il fotogramma di un film, è bloccata nell istante immediatamente successivo all omicidio. Attila non ha ancora finito di tendere l arco che la freccia è già scoccata, tanto che la luce, che arriva da sinistra a destra, ne segue traiettoria. Orsola, appena colpita, ha ormai i colori della morte: china la testa e contempla con rassegnazione e stupore la ferita al petto, cercando di comprimerla con le mani. Senza capire quello che sta accadendo e senza soffrire. Non c è nessuna aureola. Non c è alcun segno di gloria celeste, né di presenze angeliche: il martirio sembra restare incomprensibile anche a chi lo subisce. Attila, abbigliato come un arciere del Seicento in corazza e cappello piumato, ha il volto di un vecchio. Stravolto da una smorfia, con lo sguardo sbigottito pieno di compassione e di rimpianto, quasi si pentisse del gesto appena compiuto, trattiene, a mala pena, un urlo. Ma l invenzione più straordinaria è la mano di uno degli astanti riapparsa solo dopo l ultimo restauro. Una mano che compare quasi dal nulla, davanti a Sant Orsola, come a fermare il tempo e riportarlo indietro, all attimo prima che tutto succeda. Alle spalle della Santa un uomo che ha le fattezze di Caravaggio è testimone e complice. Assiste alla scena travolto, come tutti, dalla stessa sensazione di incredulità e incomprensione. In pochi dipinti si avverte così forte la presenza inesorabile del male e della morte: c è la consapevolezza che nessun gesto o nessun ripensamento potrà fermare il destino. La freccia è stata scoccata e ognuno dovrà andare incontro alla sua sorte. Orsola sarà la martire e Attila il carnefice. Per sempre. In Caravaggio la sensazione dell inevitabilità del male è costante. Sa che nemmeno il suo destino potrà cambiare. La sua vita è stata scapestrata e violenta. Lo era, fin da quando, arrivato dalla Lombardia, girava per Roma con un cappellaccio, un mantello nero e uno spadone al fianco, pronto ad attaccare briga con tutti e a infuriarsi per un nonnulla, frequentando aristocratici e prostitute, palazzi e osterie. La sua inquietudine e il disagio di vivere, lo hanno sempre spinto verso la violenza. Fino ad arrivare all omicidio: con un colpo di spada, quattro anni prima, ha provocato la morte di un uomo; si dice per una stupida discussione al gioco della pallacorda. Forse ne è pentito. Anche lui avrebbe voluto trattenere quel colpo, evitare quella morte che lo ha costretto a fuggire da Roma, condannato alla decapitazione. Da quattro anni è in fuga; è solo, anche se può contare sull aiuto di illustri protettori. Fa tappa a Napoli, a Malta in Sicilia e poi ancora a Napoli; vive l esistenza affannosa di chi si sente braccato, senza mai potersi abbandonare alla dolcezza, se non alla serenità, della vita. E, ciò nonostante, non cessa mai di dipingere. Non può sapere che la Sant Orsola sarà la sua ultima opera, ma, in qualche modo, sente che sta arrivando alla fine. Anche per lui la freccia è stata scoccata: come i protagonisti del dipinto, dovrà percorrere il suo destino, fino in fondo. Troverà la morte, a poco meno di quarant anni, un mese dopo la consegna del quadro, il 18 luglio del Era appena ripartito da Napoli, ancora in fuga, sotto un sole implacabile. Nel frattempo il provvedimento di grazia era stato firmato e il ritorno a Roma era già possibile. (Tutta la storia del quadro è ripercorsa nel libro di V. Pacelli, Il martirio di Sant Orsola di Caravaggio per Marcantonio Doria, Napoli, ed. Paparo, 2011)

15 15 Luigi Montanarini raccontato dal figlio Luca, degno erede dalla figura paterna, si avvicina al mondo della pittura agli inizi degli anni 60, affascinato in particolar modo dalla pop art. Successivamente sposta la sua attenzione all astrattismo, organizzando mostra personali a Wholen e diverse collettive nel Cantone Svizzero. La tecnica utilizzata da Luca con colori a cera, personalmente elaborata da lui stesso nel corso degli anni, lo ha portato a raccogliere molti successi, per la bellezza delle opere ma anche per l originalità con cui le stesse vengono realizzate. Luca Montanarini Da buon svizzero quel è, il Dott. Luca Montanarini, alle 9.00 in punto suona al campanello della nostra redazione, insieme alla sua signora, accompagnati dall amico Monsignor Silvano Francola, che per tanti anni ha vissuto oltralpe, stringendo un forte legame con lui e con tutta la sua famiglia. Prima che Luca, infatti, don Silvano è stato amico fraterno nonché mentore di suo padre, l artista Luigi Montanarini, al quale, già in precedenza, abbiamo dato ampio spazio sulle pagine della nostra rivista. Luigi Montanarini, durante i suoi studi giovanili presso l Accademia di Belle Arti di Firenze, conosce quella che sarà poi la sua futura sposa, dalla quale, dopo essersi trasferiti a Wholen paese di origine di lei, avrà quattro figli, nell ordine: Silvia, Roberto, Marco e Luca. I racconti di Luca, particolarmente sentiti, per l affetto e la stima che lo legano al padre, ci regalano tanti aneddoti anche della vita privata di questo noto artista. Tanti i premi ed i riconoscimenti ricevuti in tutto il mondo durante le sue numerosissime mostre, importante il legame con Civita Castellana, che Luca ricorda con grande piacere, visti gli anni passati ad insegnare nel locale istituto d arte, potrebbe parlarci ancora a lungo di lui, ma vorremo focalizzare l attenzione anche direttamente sul suo percorso artistico. Luca Montanarini ispirato Autore: Luca Montanarini Titolo: Dream Data: 1968 Tecnica: collage/ tecnica mista Dim.: 42 x 60 cm Autore: Luca Montanarini Titolo: Composizione Data: 1984 Tecnica: collage/ tecnica mista Dim.: 60 x 80 Autore: Luca Montanarini Titolo: Figure Data: 2001 Tecnica: tecnica mista Dim.: 30 x 40 cm Luigi Montanarini Attualmente è anche Presidente della Fondazione Montanarini-Isler, che nel 1998, a quattro anni di distanza dalla morte del padre, ha deciso di creare insieme ai suoi tre fratelli. Lo scopo è quello di raccogliere le numerose opere di entrambi i genitori (ne conta ad oggi ben duemila) e di propagandare ulteriormente ad un più vasto pubblico l opera di una vita dei due artisti. Tra i vari eventi organizzati, uno tra i più importanti e riusciti per la Fondazione è stato la collettiva, intitolata Montanarini ed amici, nella quale, insieme alle opere dei coniugi Montanarini, sono state esposte opere di valenti pittori e scultori. La mostra è stata organizzata in collaborazione con il comune di Wholen. Entro il 2018, nel trentennale della Fondazione, Luca, in qualità di presidente, avrà il piacere di organizzare una mostra dal titolo Astrattismo Luigi Montanarini e l arte astratta. Prima di salutarci il Dott. Luca Montanarini ha voluto omaggiarci di due bellissime pubblicazioni che raccolgono alcune tra le più importanti opere di Luigi Montanarini. Un grazie a Monsignor Francola (don Silvano) che ci ha dato l opportunità di incontrare personalmente Luca Monatanarini e la sua gentile signora. Ermelinda Benedetti

16 16 Ecologia e Ambiente L impronta ecologica, che cos è? di Giovanni Francola Non è altro che un misuratore, un indicatore per valutare il consumo umano di risorse naturali, rispetto alla capacità del nostro pianeta di rigenerarle. L impronta ecologica è il termine per stimare quanti pianeti Terra servirebbero per sostenere l umanità. Il concetto di impronta ecologica è stato introdotto da Mathis Wackernagel e William Rees nel loro libro Our Ecological Footprint: Reducing Human Impact on the Earth, pubblicato nel 1996, poi a partire dal 1999 il WWF aggiorna il calcolo dell impronta ecologica periodicamente. In Italia l impronta ecologica viene calcolata non solo al livello nazionale ma anche su scala regionale e locale, il Cras (Centro ricerche applicate per lo sviluppo sostenibile), calcola regione per regione, province e comuni. Ma quali modalità ed elementi si usano per tali calcoli? Si considerano sei categorie principali di territorio: TERRENO PER L ENERGIA, superficie necessaria per assorbire l anidride carbonica prodotta dall utilizzo di combustibili fossili - PASCOLI, superficie destinata all allevamento- TER- RENO AGRICOLO, superficie arabile utilizzata per la produzione di alimenti ed altri beni (iuta, tabacco, ecc.)- FORESTE, super- ficie destinata alla produzione di legname MARE, superficie marina dedicata alla crescita di risorse per la pesca ed in fine la SU- PERFICE EDIFICATA, superficie dedicata agli insediamenti abitativi, agli impianti industriali, alle aree per servizi, alle vie di comunicazione. L impronta ecologica F viene calcolata con la formula: dove E i è l impronta ecologica derivante dal consumo C i del prodotto i- esimo e q i, espresso in ettari/chilogrammo, è il reciproco della produttività media per il prodotto i- esimo. L impronta ecologica pro capite f viene calcolata dividendo per la popolazione N residente nella regione considerata: Tutto questo sta a significare che forse stiamo consumando velocemente tutte le risorse più di quanto potremmo, intaccando il capitale naturale a nostra disposizione, così facendo potremmo nel futuro non avere più materie prime per i nostri consumi lasciando alle prossime generazioni vuoti e problemi enormi, danni ambientali di proporzioni globali irrisolvibili. Certo ci sono tanti altri elementi per calcolare l impronta ecologica di una nazione o semplicemente di un individuo o nucleo famigliare, ma ritengo che sarebbe troppo dispersivo, preferisco a questo punto fare una semplice riflessione o se preferite una sola domanda: quanto l uomo pesa sull ambiente? Fino a che punto l umanità può continuare questa corsa ad accaparrarsi tutte queste risorse naturali, producendo infiniti rifiuti di ogni genere, senza compromettere il proprio habitat? Credo che non sia un caso assistere al fenomeno dell immigrazione, dell impoverimento di alcuni territori, dell avvelenamento di enormi aree e corsi d acqua, per volere di alcuni uomini senza scrupoli che detengono un enorme potere, ma che poi altri inevitabilmente dovranno affrontare e risolve. La sola coscienza di pochi non è più sufficiente per porre rimedio, lo stile di vita di ogni uno di noi può essere utile solo se si ha un fine comune, una visione condivisa. Le buone pratiche, sono fondamentali ma a volte sono messe a rischio proprio da una globalizzazione prepotente, che da una parte porta si benessere, nuove conoscenze ma dall atra ci toglie, distrugge quello che localmente ha un senso di esistere e di continuare, come le usanze, costumi, tradizioni, i propri sapori e valori. Tutto questo dove ci condurrà?

17

18 18 I SETTE SPIRITI DI SANTINA I SUCCESSI DI THE SQUARE, IL QUADRATO CHE T INSEGNA L INGLESE di Roberto Ragone Conosciamo già i successi di Santina Spiriti, autrice di un rivoluzionario sistema modulare per l insegnamento della lingua inglese, sua grande passione. L intuizione sempre accompagna il genio, e, come spesso accade, culla del prescelto non è una grande città ricca di tecnologia, ma un piccolo paese, magari agricolo: e così è stato per Santina Spiriti, nativa di un piccolo centro rurale del viterbese, Corchiano. Santina mostra subito la sua insofferenza a quell ambiente, e la sua forte personalità la porta a volersene svincolare. Terminati gli studi, entra nel mondo del lavoro come impiegata in un azienda pubblica, e nel contempo si dedica allo studio della lingua inglese, raggiungendo una preparazione First Certificate. Quando si ammala di sindrome disreattiva, sembra giunto per lei il momento in cui il seme della creatività che la anima venga alla luce. La volontà di reagire diventa per lei una scommessa, e trova terreno fertile nell insegnamento della lingua inglese come insegnante di recupero. Intanto dentro di lei cresce e si fa strada una nuova concezione dell insegnamento di una lingua che ha fatto sua, concettualizzandone i ritmi e gli schemi, fino a che nel 2000 realizza il grafico Question System, precursore del definitivo The Square. Esso è il risultato di sedici anni di insegnamento, di lezioni private dice Santina sedici lunghi meravigliosi anni spesi interamente alla ricerca della semplificazione dell insegnamento della lingua. Ho capito che l inglese si può insegnare con un unico disegno e quattro diagrammi e quadri in forma scalare. Insegnando mi sono riempita degli altri, insegnando ho riempito il vuoto, la depressione che mi aveva fatto ammalare seriamente. Ho capito anche perché si diventa scrittori, per togliersi il male che si ha dentro. Ma la spinta più forte Santina l ha avuta dall amore che l ha animata verso coloro che si rivolgevano a lei, spingendola a cercare un metodo di insegnamento che andasse verso l alunno, e non il contrario. Partendo dal principio che ogni lingua contiene una sua logica matematica, Santina Spiriti ha racchiuso quella della lingua inglese in un grafico di quattro quadrati in forma scalare, per cui il discente ha immediatamente una visione chiara della mappa concettuale della lingua. Potrà quindi prendere con essa dimestichezza, divertendosi a spostare a suo piacimento gli elementi della piramide per formare frasi varie e diverse. Questo metodo, per la sua semplicità e si dice che la semplicità è la cosa più vicina alla perfezione è stato adottato anche da quelle istituzioni che si occupano di ragazzi dislessici o con difficoltà di apprendimento. Ma la Spiriti non si ferma qui: altre sue grandi passioni sono la poesia e la narrativa. Nel 2007, con il racconto autobiografico Il canto delle mie cicale vince il primo premio al concorso letterario Logo d Oro città di Terni su oltre trecento partecipanti. Dedicato dice l autrice a tutte quelle persone che nella vita non sono riuscite a dimostrare il proprio valore. Ai giovani che hanno una vita davanti, dico: quando la tua essenza decide di nascere, cullala con i tuoi sogni, ma nutrila di risultati. Il libro si compone di quattro parti spiega Santina la prima dedicata a tutti coloro che hanno rappresentato qualcosa nella mia vita, la seconda racconta le emozioni di una donna che vede realizzati i propri sogni, la terza descrive l esperienza dell insegnamento, l ultima è dedicata al ruolo della donna. Autrice di quattordici libri di successo, che vanno dalla metodologia alla didattica, e dalla narrativa alla poesia, formatrice di docenti nelle scuole pubbliche, è stata presentata alla sala Marini della Camera dei deputati come Il caso, in una conferenza sul tema: Metodologia - Autostima - V Convegno nazionale Artisti Artigiani. Tradotta in Braille dall Unione Italiana Ciechi di Catania, Santina Spiriti è stata, ed è continuamente, anche argomento di discussione per tesi di laurea in numerose Università, la prossima, alla fine di Luglio, a Bari. Innumerevoli, ed impossibile qui citarli tutti, i patrocini concessi in tutta Italia da Istituzioni pubbliche: basti citare quello del Ministero della Giustizia - Provveditorato regionale della Lombardia, dalla Direzione regionale Stamperia Braille - Catania, dalle Regioni Sicilia, Umbria, Rotary Club di Salemi, di Como, Lions Club di Palermo, Enna, Catania, dalle Province di Caltanissetta, Catania, Como, Trapani, Viterbo, Terni, Enna e da numerosi Comuni, tra cui quello di Salemi quando il sindaco era presso Vittorio Sgarbi. Formazione per docenti ad Appiano Gentile, presso il Centro Territoriale Risorse per Handicap, all Istituto Comprensivo Como lago, a Como. Il metodo ha vinto il Label Europeo Settore Formazione, è stato argomento di discussione il 6 Tesi di Laurea e Masters, accreditato dal Ministero della P. I., affiancato da più di 176 direzioni scolastiche, patrocinato da 59 delle massime Istituzioni italiane. Recente la delibera del Comune di Civita Castellana di patrocinare il prossimo Corso di Inglese per adulti presso l I. C. Dante Alighieri di Civita Castellana. Paesi della provincia di Viterbo che hanno già aderito con successo all iniziativa Acculturiamo la popolazione in modo accessibile : Corchiano, Ronciglione, Blera, Bolsena, Caprarola, Vignanello, Vallerano, Vitorchiano e Civitacastellana. E dell ultim ora l invito ad una formazione di cinque ore presso l Istituto Comprensivo di Monteforte d Apone, in provincia di Verona, per insegnanti di scuola primaria e secondaria di primo grado, nei giorni 19 e 20 novembre. Scrivere ha riempito vuoti che non sempre ho voluto dice ancora l autrice Scrivere ha visualizzato il meraviglioso mondo della mia coscienza. Mi ha dato la forza di scavalcare la miriade di ostacoli che si frapponevano fra me ed un mondo che percepivo in modo confuso. Scrivere ha lenito e placato la mia inquietudine. Ha attutito una naturale ribellione che avevo verso alcune regole che creavano un ostacolo tra ciò che ero e ciò che gli altri volevano che io fossi. Crescita è esigenza di guardare oltre. E maturità, è libertà di essere.

19 19 Un beau geste nel métro parigino DANILO E LA RAGAZZA LIBICA di Secondiano Zeroli La metropolitana di Parigi Dire che quello che il governo libico ci tolse nel 69, a seguito della presa del potere da parte di Gheddafi, ci sia stato restituito, almeno in piccolissima parte. Sarebbe davvero uno stupido paradosso ma l episodio che ci accingiamo a raccontare merita di essere conosciuto. Dunque i primi di giugno viene organizzata una visita a Parigi tra i frequentatori del bar Roccia di Bagnoregio e, al solito, è Stefano Bizzarri a capeggiare il consistente gruppo che per quattro giorni avrà l opportunità di visitare la scintillante ville lumière e l inebriante Mont Saint-Michel. Tra i 27 partecipanti c è Danilo Donati, un maresciallo dell aviazione in pensione, accompagnato dalla moglie, signora Giacomina, e da una nipotina di otto anni. Il soggiorno scorre piacevolmente senza alcun intoppo ma ecco che il terzo giorno al rientro dal Louvre, nella sontuosa metropolitana che si snoda per tutta Parigi, quasi all altezza della fermata de la Concorde, accade l imprevisto. Danilo, che è insieme agli altri componenti del gruppo, è al centro del vagone, con una mano tiene la nipotina e con l altra si appoggia ad una colonnina metallica. Il nostro ha il portafoglio in una tasca anteriore dei suoi blue-jeans e tiene a tracolla un borsone di cuoio contenente i documenti della moglie. Alla fermata, tra la fitta schiera dei passeggeri, un insospettabile giovane dai fini lineamenti, sbotta leggermente Danilo e subitamente si avvia verso l uscita. Ma ecco, all improvviso, si verifica un fatto inatteso quanto incredibile: una giovane donna di colore si avventa sul ragazzo bianco e gli sfila dalle dita un portafoglio rigonfio di soldi e di documenti. Danilo, che non si era accorto di nulla, si ritrova davanti agli occhi un portafoglio aperto del colore del suo portafoglio che una ragazza di colore gli porge non senza un lieve imbarazzo, mentre il ladro gabbato esce precipitosamente dal vagone che sta per ripartire. Danilo rimane interdetto e solo dopo qualche istante si rende conto che è il suo portafoglio quello che gli è stato messo sotto gli occhi da due mani nere come la pece. I compagni del gruppo, che hanno assistito Danilo Donati alla rapida sequenza, si complimentano con la ragazza che si qualifica come una donna di nazionalità libica, mentre Danilo, in preda ad una grande commozione, vorrebbe interloquire con la sua benefattrice ma si rende purtroppo conto della difficoltà della lingua. Ella riesce anche a lui a comunicargli la sua nazionalità e Danilo vorrebbe ricambiare in qualche modo ma la metropolitana non gli dà scampo, c è la fermata dei Champs Elysées e loro devono scendere. Il commiato è appena un cinque accennato con trafelata precipitazione e solo nel successivo scorrere del vagone Danilo, vedendo in rapida sequenza la sua benefattrice inghiottita repentinamente dall oscura galleria, riesce a comprendere appieno la grandezza del gesto, l altruismo che ha mosso quella ragazza sconosciuta a compiere quell azione riparatrice. Un beau geste che per Danilo ha addirittura il valore di un risarcimento da ciò che successe agli italiani nel lontano Dire questo è certamente esagerato ma nel suo cuore l incredibile accaduto rimarrà per sempre come una cosa assolutamente speciale!

20 20 MA CHI E IL MEDICO LEGALE del Prof. Sergio Funicello Il medico legale è uno specialista impegnato nella valutazione residua di esiti, ed a tal fine, su richiesta dell autorità giudiziaria, effettua autopsie. E membro come presidente delle commissioni invalidi civili, mentre il medico, privo del diploma di specializzazione in questa branca, al massimo può essere vice presidente e, non è inusuale che un presidente, oberato dalla mole di lavoro, deleghi il suo vice. Non si ritenga certamente medico legale specialista chi viene chiamato dalle forze di polizia solo in occasione di decessi improvvisi o traumatici, ad esempio suicidi o semplicemente morti sospette. Attenzione: il non riportare sui ricettari il termine Medico legale o specialista in Medicina legale è proprio di chi non è specialista in Medicina legale e delle assicurazioni. E di interesse del medico legale anche tutta la patologia legata ad eventi delittuosi in penale, in civile, nella valutazione della percentuale del danno biologico. Si espande in medicina scolastica, quasi sempre nella culpa in vigilando, ovvero danno fisico allo studente causato da negligenza o imprudenza del personale insegnante o no; in ambito matrimoniale, laddove atteggiamenti di una parte portino a danno nel fisico e/o nella psiche del coniuge, fino all annullamento del matrimonio (non dal punto di vista sacramentale ovviamente) anche se non è da confondere col divorzio; nel diritto; nelle cause di mobbing; nella medicina legale testamentaria per valutare la capacità a testare e nell infortunistica stradale (medicina che può essere anche legale, ma quasi sempre assicurativa). Altro impegno della medicina legale è nelle cause della Sacra Rota per annullamento (questa volta sacramentale) di matrimonio cattolico; nella valutazione delle pratiche INPS per la concessione o meno di benefici come invalidità civile (legge 104/92 - han- dicap), nel riconoscimento del sordomutismo o nelle commissioni ciechi civili. Ciò premesso possiamo affermare che la visita medico-legale è quella finalizzata ad una diagnosi che può anche non essere quella iniziale, ma quella esitale, e non per prescrivere una terapia (clinica), ma nell ottica investigativa, assicurativa, risarcitoria, nella irreversibilità o meno della patologia. Ovviamente la loro utilità è fondamentale e la loro presenza imprescindibile anche in sede di tribunale sia come C.T.P. (ovvero consulente della parte offesa o parte civile o C.T.U. (consulente tecnico d ufficio), che è un ausiliario del giudice ed anche in medicina del lavoro, ma attenzione neanche in questo caso possiamo parlare di medici legale specialisti per una vacatio legis di certa interpretazione. Alla visita medico-legale è fondamentale, da parte dell interessato, sottoporre all attenzione del professionista tutta la documentazione sanitaria in proprio possesso, sia essa di pronto soccorso o di medici di base o specialisti privati o pubblici, che abbiano avuto in cura il soggetto, e tutta la documentazione relativa ad esami di diagnostica strumentale effettuati. La relazione medico-legale, attraverso un anamnesi, un esame obiettivo e un ragionamento, porta alle conclusioni di valutazione del residuo danno (l esito invalidante ovvero il danno che resta a seguito del trauma subito) e ad una quantificazione dei periodi di inabilità totale e parziale (assenza dal lavoro e periodi in cui il soggetto non abbia potuto essere pienamente efficiente), nonché alla corretta valutazione della congruità delle spese mediche sostenute per curare la patologia esitata nei postumi invalidanti. La relazione medico-legale nel contesto processuale, cioè fuori dalla medicina assicurativa, è fondamentale, in quanto completa ed esaustiva descrizione relativa al danno subito e riportante la valutazione percentuale del danno biologico o di inabilità. Nella malpractice medica dovranno essere vagliati i vari atteggiamenti del medico allo stato dell arte che possano essere a difesa dell operato del sanitario o indicanti una sua condotta colpevole e non accettabile, visto il suo ruolo. In civile il medico legale valuterà la colpa dell equipe, se in tale condizione si dovesse trovare, mentre in penale la valutazione sarà del singolo soggetto e anche se in equipe, singolarmente percentualizzata per ognuno nei confronti degli altri. La variazione del ruolo ormai può portare il medico legale a presentarsi come descrittore factorum anche per personale esercente professione sanitaria, ma non medico. Sergio Funicello Spec medico legale e delle assicurazioni Spec Chirurgia d urgenza e di P.S. Responsabile medicina legale ASL Per quesiti

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato)

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato) Conclusione dell anno catechistico Elementari e Medie Venerdì 30 maggio 2014 FESTA DEL GRAZIE Saluto e accoglienza (don Giancarlo) Canto: Alleluia, la nostra festa Presentazione dell incontro (Roberta)

Dettagli

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale PROGETTO MUSICA e TEATRO La storia del Natale Il Progetto Musica e Teatro per l anno scolastico 2014/2015 è nato dalla decisione di tutti gli insegnanti del plesso di voler proseguire nel potenziamento

Dettagli

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 Zeta 1 1 2 NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 2010 by Bonfirraro Editore Viale Ritrovato, 5-94012 Barrafranca - Enna Tel. 0934.464646-0934.519716

Dettagli

stelle, perle e mistero

stelle, perle e mistero C A P I T O L O 01 In questo capitolo si parla di un piccolo paese sul mare. Elenca una serie di parole che hanno relazione con il mare. Elencate una serie di parole che hanno relazione con il mare. Poi,

Dettagli

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi, di professione astrofisica, è senza dubbio l autrice fantasy italiana più amata. All

Dettagli

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II Don Przemyslaw Kwiatkowski Ciao a tutti! Siamo Alberto e Silvia di Cherasco, in Piemonte e siamo sposati da quasi 6 anni. E noi siamo Alberto

Dettagli

Esercizi pronomi indiretti

Esercizi pronomi indiretti Esercizi pronomi indiretti 1. Completate il dialogo con i pronomi dati: Bella la parita ieri, eh? Ma quale partita! Ho litigato con mia moglie e... alla fine non l ho vista! Ma che cosa ha fatto? Niente...

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla!

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Quarta Primaria - Istituto Santa Teresa di Gesù - Roma a.s. 2010/2011 Con tanto affetto... un grande grazie anche da me! :-) Serena Grazie Maestra

Dettagli

La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43)

La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43) La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43) Riccardo Di Raimondo LA RITIRATA DI RUSSIA. DAL FIUME DON A VARSAVIA (1942-43) Memorie di un soldato italiano www.booksprintedizioni.it Copyright

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

La Sagrada Famiglia 2015

La Sagrada Famiglia 2015 La Sagrada Famiglia 2015 La forza che ti danno i figli è senza limite e per fortuna loro non sanno mai fino in fondo quanto sono gli artefici di tutto questo. Sono tiranni per il loro ruolo di bambini,

Dettagli

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone 1 ANNO CATECHISMO 2014-2015 Alla Scoperta di Gesù SUSSIDIO SCHEDE RISCOPERTA DEL BATTESIMO 1 NOME COGNOME Le mie catechiste NOME COGNOME Telefono NOME COGNOME Telefono

Dettagli

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione I poeti generalmente amano i gatti, perché i poeti non nutrono dubbi sulla loro superiorità. Marion C. Garrety che per prima leggi nel mio dolore e silenziosamente ti offri a lenirlo senza chiedere nulla

Dettagli

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì PREGHIERA PER LA NASCITA DI UN FIGLIO. Benedetto sei Tu, Signore, per l'amore infinito che nutri per noi. Benedetto sei Tu, Signore, per la tenerezza di cui ci

Dettagli

Perché un libro di domande?

Perché un libro di domande? Perché un libro di domande? Il potere delle domande è la base per tutto il progresso umano. Indira Gandhi Fin dai primi anni di vita gli esseri umani raccolgono informazioni e scoprono il mondo facendo

Dettagli

Maurizio Albanese DONARE È AMARE!

Maurizio Albanese DONARE È AMARE! Donare è amare! Maurizio Albanese DONARE È AMARE! raccolta di poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Maurizio Albanese Tutti i diritti riservati Ai miei genitori Santo e Maria L associazione Angeli

Dettagli

LAURA, IN CINA TRA KUNG FU E CANTI TRADIZIONALI (Come un estate in 中 国 ha cambiato la mia vita)

LAURA, IN CINA TRA KUNG FU E CANTI TRADIZIONALI (Come un estate in 中 国 ha cambiato la mia vita) LAURA, IN CINA TRA KUNG FU E CANTI TRADIZIONALI (Come un estate in 中 国 ha cambiato la mia vita) Credevo di essere pronta a questa esperienza. Credevo di essere pronta a passare un intero mese dall altra

Dettagli

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio.

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Siccome il cancro è una malattia incurabile, Gesù vuole spiegare

Dettagli

poesie del rispetto Le muse per una città che si vuole bene

poesie del rispetto Le muse per una città che si vuole bene Una parola sola è come muta Pensiamo le parole: una a una, una parola sola è come muta, ombra d assenza, eco di silenzio. Anche quando è nobile, un nome, la parola assoluta di qualcuno, se è sola, si affanna,

Dettagli

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore grande, capace di affrontare il sacrificio per lasciarci. Enzo Baldoni non è solo. Ognuno di noi è Unico

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) 23 febbraio 2014 penultima dopo l Epifania h. 18.00-11.30 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) Celebriamo la Messa vigiliare

Dettagli

L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ

L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ CAPITOLO XV L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO IL TERZO TENTATIVO SI SOLLEVÒ, SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ NELLA CAMERA. VEDENDO IL LETTO,

Dettagli

"Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli

Fratello Lupo Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Fratello Lupo - 2003 n.2 "Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Caro Fra Beppe, ti ringrazio della lettera che mi hai scritto, e come vedi ti do mie notizie. Io qui sto lavorando

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

Intervista telematica a Sonia Grineva

Intervista telematica a Sonia Grineva BTA Bollettino Telematico dell'arte ISSN 1127-4883 Fondato nel 1994 Plurisettimanale Reg. Trib. di Roma n. 300/2000 dell'11 Luglio 2000 1 Gennaio 2010, n. 549 http://www.bta.it/txt/a0/05/bta00549.html

Dettagli

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio Celebrare un anniversario non significa rievocare un avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento di grazie una realtà presente che ha

Dettagli

UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO

UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO Associazione di Volontariato per la Qualità dell Educazione UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO Esplora con noi il mondo del volontariato! con il contributo della con il patrocinio Comune di Prepotto Club UNESCO

Dettagli

LE SFIDE SULLE SPALLE!

LE SFIDE SULLE SPALLE! LE SFIDE Questo quarto incontro vuole aiutare a riflettere sulle sfide che l animatore si trova a vivere, sia in rapporto all educazione dei ragazzi, sia in riferimento alla propria crescita. Le attività

Dettagli

Come Lavorare in Rugbystories.it

Come Lavorare in Rugbystories.it Come Lavorare in Rugbystories.it Una guida per i nuovi arrivati IL PUNTO DI PARTENZA PER I NUOVI ARRIVATI E UN PUNTO DI RITORNO PER CHI NON RICORDA DA DOVE E ARRIVATO. 1 Come Lavorare in Rugbystories.it

Dettagli

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013]

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] 1. La risposta a Dio che ci parla; a Dio che intende vivere con noi; a Dio che ci fa una proposta di vita, è la fede. Questa sera cercheremo

Dettagli

PREMESSA. L idea è che a studiare si impara. E nessuno lo insegna. Non si insegna a scuola e non si può imparare da soli, nemmeno con grande fatica.

PREMESSA. L idea è che a studiare si impara. E nessuno lo insegna. Non si insegna a scuola e non si può imparare da soli, nemmeno con grande fatica. PREMESSA I libri e i corsi di 123imparoastudiare nascono da un esperienza e un idea. L esperienza è quella di decenni di insegnamento, al liceo e all università, miei e dei miei collaboratori. Esperienza

Dettagli

PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA

PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA 2 maggio 2015 Canto iniziale Cel. Nel nome del Padre TI PORTAVO IN BRACCIO Una notte un uomo fece un sogno. Sognò che stava camminando

Dettagli

Progetto Guggenheim: Arte segni e parole. I.C. Spinea 1 Scuola Vivaldi classe seconda a.s. 2012-2013 ins. N.Paterno S. Salici

Progetto Guggenheim: Arte segni e parole. I.C. Spinea 1 Scuola Vivaldi classe seconda a.s. 2012-2013 ins. N.Paterno S. Salici Progetto Guggenheim: Arte segni e parole I.C. Spinea 1 Scuola Vivaldi classe seconda a.s. 2012-2013 ins. N.Paterno S. Salici Composizione di segni Prove di scrittura Disegnare parole e frasi Coltivare

Dettagli

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Scarica questo libretto Ascolta le canzoni in MP3 http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Canti con accordi 1 Lo spirito e la sposa z do

Dettagli

Grido di Vittoria.it

Grido di Vittoria.it COME ENTRARE A FAR PARTE DELLA FAMIGLIA DI DIO La famiglia di Dio del Pastore Mario Basile Il mio intento è quello di spiegare in parole semplici cosa dice la Bibbia sull argomento, la stessa Bibbia che

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2013/2014 INSEGNANTE: VIALE ELVIRA

ANNO SCOLASTICO 2013/2014 INSEGNANTE: VIALE ELVIRA ANNO SCOLASTICO 2013/2014 INSEGNANTE: VIALE ELVIRA DOPO LE OSSERVAZIONI FATTE DALLE MAESTRE DURANTE I NOSTRI GIOCHI CON IL MATERIALE DESTRUTTURATO SI SONO FORMATI QUATTRO GRUPPI PER INTERESSE DI GIOCO.

Dettagli

Sono stato crocifisso!

Sono stato crocifisso! 12 febbraio 2012 penultima dopo l epifania ore 11.30 con i fidanzati Sono stato crocifisso! Sia lodato Gesù Cristo! Paolo, Paolo apostolo nelle sue lettere racconta la sua storia, la storia delle sue comunità

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA Intervento dell Amministratore Delegato della Fiat, Sergio Marchionne Pomigliano d Arco (NA) - 14 dicembre 2011 h 9:00 Signore e signori, buongiorno a tutti. E un piacere

Dettagli

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!!

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!! MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI Ciao e Benvenuta in questo straordinario percorso che ti permetterà di compiere un primo passo per IMPARARE a vedere finalmente il denaro in modo DIFFERENTE Innanzitutto

Dettagli

Livello CILS A1 Modulo adolescenti

Livello CILS A1 Modulo adolescenti Livello CILS A1 Modulo adolescenti MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

Una proposta di itinerario per... sposi in cammino

Una proposta di itinerario per... sposi in cammino Una proposta di itinerario per... sposi in cammino dedicato a tutti gli sposi che hanno il desiderio di interrogarsi sul significato del loro matrimonio Sposi in cammino FAMIGLIA SORGENTE DI COMUNIONE

Dettagli

Coimbra, Portogallo DIARIO DI VIAGGIO

Coimbra, Portogallo DIARIO DI VIAGGIO Coimbra, Portogallo DIARIO DI VIAGGIO SETTEMBRE: Quando sono arrivata a Coimbra la prima sistemazione che ho trovato è stato un Ostello molto simpatico in pieno centro, vicino a Piazza della Repubblica.(http://www.grandehostelcoimbra.com/).

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

LA BIBLIOTECA PER I PAZIENTI. La Biblioteca per i Pazienti. Impressioni dei Volontari

LA BIBLIOTECA PER I PAZIENTI. La Biblioteca per i Pazienti. Impressioni dei Volontari LA BIBLIOTECA PER I PAZIENTI SERVIZIO CIVILE VOLONTARIO Anno 2005/2006 La Biblioteca per i Pazienti Impressioni dei Volontari Gloria Lombardo, Valeria Bonini, Simone Cocchi, Francesca Caffarri, Riccardo

Dettagli

LA REPUBBLICA ROMANA (un ripasso della storia prima di Augusto)

LA REPUBBLICA ROMANA (un ripasso della storia prima di Augusto) LA REPUBBLICA ROMANA (un ripasso della storia prima di Augusto) La Repubblica è una forma di governo. La Repubblica è un modo per governare uno Stato. Nella Repubblica romana c era un Senato e c erano

Dettagli

La nostra biografia. Chi era Arturo Varaia?

La nostra biografia. Chi era Arturo Varaia? La nostra biografia Ecco la rielaborazione degli alunni di 5^ dell anno scolastico 2006/2007 delle notizie acquisite dalla lettura della sua biografia e dall incontro con il prof. Paolo Storti, ex allievo

Dettagli

QUANTE EMOZIONI GESU

QUANTE EMOZIONI GESU SCUOLA DELL INFANZIA SACRA FAMIGLIA La Spezia PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA A.S. 2014-2015 QUANTE EMOZIONI GESU Al centro di qualsiasi programmazione nella scuola dell Infanzia ci deve

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

Mafia, amore & polizia

Mafia, amore & polizia 20 Mafia, amore & polizia -Ah sì, ora ricordo... Lei è la signorina... -Francesca Affatato. -Sì... Sì... Francesca Affatato... Certo... Mi ricordo... Lei è italiana, non è vero? -No, mio padre è italiano.

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: Ciao, Flavia. Mi sono

Dettagli

Il Principe Mezzanotte. Scheda di approfondimento. Materiale didattico di approfondimento per insegnanti e operatori

Il Principe Mezzanotte. Scheda di approfondimento. Materiale didattico di approfondimento per insegnanti e operatori Il Principe Mezzanotte Scheda di approfondimento Materiale didattico di approfondimento per insegnanti e operatori La Compagnia Teatropersona ha deciso di creare queste schede per dare l opportunità alle

Dettagli

TEATRO COMUNALE CORSINI. giovedì 28 febbraio 2013

TEATRO COMUNALE CORSINI. giovedì 28 febbraio 2013 TEATRO COMUNALE CORSINI giovedì 28 febbraio 2013 Credo che tutti i ragazzi in questa fase di età abbiamo bisogno di uscire con gli amici e quindi di libertà. Credo che questo spettacolo voglia proprio

Dettagli

Maggio 2014 San Vito. Laboratorio di narrazione con mamme straniere e italiane

Maggio 2014 San Vito. Laboratorio di narrazione con mamme straniere e italiane Maggio 2014 San Vito Laboratorio di narrazione con mamme straniere e italiane PRIMO INCONTRO In cerchio. Presentazione dell attività e delle regole Presentazione (sedute in cerchio). Mi chiamo.la favola/fiaba

Dettagli

Collana: Libri per bambini

Collana: Libri per bambini La Madonna a Medjugorje appare SHALOM Collana: Libri per bambini Testi e illustrazioni: Editrice Shalom Editrice Shalom 25.06.2014 33 o Anniversario delle apparizioni a Medjugorje ISBN 9788884043498 Per

Dettagli

DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI

DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI 1 Caro educatore, quest'anno, come ben sai, Il richiamo al Concilio Vaticano II ha rappresentato il filo conduttore del cammino di tutti i ragazzi, i giovani e gli adulti di

Dettagli

Come hai iniziato la tua carriera? Ci riassumi in due parole per quei pochi che non ti conoscono?

Come hai iniziato la tua carriera? Ci riassumi in due parole per quei pochi che non ti conoscono? io sono l alternativa non alternativa L'Aura Abela è l'artista forse più conosciuta presente nel nuovo cd di Enrico Ruggeri dal titolo "Le canzoni ai testimoni" uscito il 24 gennaio. L'Aura è colei che

Dettagli

SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, MARIA E GIUSEPPE (ANNO C)

SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, MARIA E GIUSEPPE (ANNO C) SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, MARIA E GIUSEPPE (ANNO C) Grado della Celebrazione: Festa Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE Il brano evangelico di oggi ci offre il ritratto di ogni famiglia nelle sue componenti

Dettagli

Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ

Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ Siamo figli di Dio Dio Padre ci chiama ad essere suoi figli Leggi il catechismo Cosa abbiamo imparato Ci accoglie una grande famiglia: è

Dettagli

Concerto di Natale 2014

Concerto di Natale 2014 La serata in musica, prima delle festività natalizie, è diventata ormai un appuntamento immancabile per tutti noi, studenti, genitori e insegnanti delle Scuola Secondaria di Primo grado dell Istituto di.

Dettagli

Frasi Immacolata Concezione

Frasi Immacolata Concezione Frasi Immacolata Concezione Oggi la città si riempie di luci e colori; è un trionfo di bagliori, nell aria c è già il profumo di festa e la voglia di donare un sorriso, un abbraccio e un augurio di una

Dettagli

Come imparare a disegnare

Come imparare a disegnare Utilizzare la stupidità come potenza creativa 1 Come imparare a disegnare Se ti stai domandando ciò che hai letto in copertina è vero, devo darti due notizie. Come sempre una buona e una cattiva. E possibile

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

L ATTO CREATIVO DELLA SCRITTURA

L ATTO CREATIVO DELLA SCRITTURA L ATTO CREATIVO DELLA SCRITTURA QUADRI D AUTORE Gianna Campigli, Anna Castellacci, Seminario nazionale, Cidi Firenze, 8 maggio 2011 Dal percorso per la terza classe L autobiografia Il percorso sull autobiografia

Dettagli

SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER

SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER Idea Una ragazza è innamorata della sua istruttrice, ma è spaventata da questo sentimento, non avendo mai provato nulla per una

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio CREDO IN GESÙ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio Incominciamo a sfogliare il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ce ne sono tante edizioni. Tra le mani abbiamo

Dettagli

POESIE DAL CUORE. Concorso "Don Bosco 2012. Prendimi per mano... Don Bosco

POESIE DAL CUORE. Concorso Don Bosco 2012. Prendimi per mano... Don Bosco POESIE DAL CUORE Concorso "Don Bosco 2012 Prendimi per mano... Don Bosco di Matteo Melis, 3 a A (primo classificato) Proprio tu sei l amico più importante PeR ragazzi come me PiEno di ideali, desideri

Dettagli

Università degli Studi di Genova. Anno Accademico 2011/12 LIVELLO A1

Università degli Studi di Genova. Anno Accademico 2011/12 LIVELLO A1 Anno Accademico 2011/12 COGNOME NOME NAZIONALITA NUMERO DI MATRICOLA FACOLTÀ TEST Di ITALIANO (75 MINUTI) 3 ottobre 2011 LIVELLO A1 1. Completa le frasi con gli articoli determinativi (il, lo, la, l, i,

Dettagli

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ======================================================================

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ====================================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO 03.01.2016 Grado della Celebrazione: DOMENICA Colore liturgico: Bianco ============================================ II DOMENICA

Dettagli

LA CHIESA I SUOI SIMBOLI ED I SUOI SIGNIFICATI. Maggio-Giugno

LA CHIESA I SUOI SIMBOLI ED I SUOI SIGNIFICATI. Maggio-Giugno LA CHIESA I SUOI SIMBOLI ED I SUOI SIGNIFICATI Maggio-Giugno Le campane nel campanile suonano a festa. E risorto Gesù E Pasqua senti come suonano allegre! ascoltiamole Queste suonano forte! Maestra perchè

Dettagli

UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere. FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) IL TESTO, I TESTI

UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere. FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) IL TESTO, I TESTI UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) PER COMINCIARE: IL TESTO, I TESTI Es, Misto (Verbale/Non verbale) Fumetto Verbale Non verbale (Visivo/Acustico)

Dettagli

Racconti di me. Un regalo

Racconti di me. Un regalo 1 Racconti di me di Cetta De Luca Un regalo Io non regalo oggetti. Magari un sogno, un emozione qualcosa che rimanga nella vita di valore. A volte solo un ricordo, a volte me stessa. 2 Apparenza Tu che

Dettagli

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente Una tecnica di Persuasore Segreta svelata dal sito www.persuasionesvelata.com di Marcello Marchese Copyright 2010-2011 1 / 8 www.persuasionesvelata.com Sommario

Dettagli

Il Libro dei Sopravvissuti

Il Libro dei Sopravvissuti Il Libro dei Sopravvissuti Cathy Freeman: una GRANDE atleta Nel 2000 ha partecipato alle Olimpiadi di Sydney: è stata la porta bandiera e ha acceso la fiamma olimpica Ha vinto la gara dei 400 metri da

Dettagli

(Ricostruita con l uso delle fonti) Classe 2^B

(Ricostruita con l uso delle fonti) Classe 2^B (Ricostruita con l uso delle fonti) Classe 2^B A.s. 2010/2011 1 Con un genitore o di un adulto che ti conosce bene, rivivi il momento bellissimo della tua nascita e poi, con il suo aiuto, raccogli foto,

Dettagli

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù.

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù. PREFAZIONE Voglio sottolineare che questo libro è stato scritto su dettatura di Gesù Cristo. Come per il libro precedente, desidero con questo scritto arrivare al cuore di tante persone che nella loro

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA.

IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA. IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA. COME AL SOLITO CI SIAMO MESSI IN CERCHIO ABBIAMO ASCOLTATO LA FIABA DEI Mille

Dettagli

http://www.sprachkurse-hochschule.de

http://www.sprachkurse-hochschule.de Lingua: Italiana Livello: A1/A2 1. Buongiorno, sono Sandra, sono di Monaco. (a) Buongiorno, sono Sandra, sono da Monaco. Buongiorno, sono Sandra, sono in Monaco. 2. Mia sorella chiama Kerstin. (a) Mia

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA ALTINO

SCUOLA PRIMARIA ALTINO SCUOLA PRIMARIA ALTINO PROGETTO CONTINUITA : MANGIA SANO E VAI LONTANO Incontro con i bambini di 5 anni delle scuole dell infanzia di Altino Durante gli incontri di continuità con la Scuola dell Infanzia

Dettagli

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO La mia vita ad Auschwitz-Birkenau e altri esili a cura di Marcello Pezzetti e Umberto Gentiloni Silveri Il volume è frutto della collaborazione della Provincia di Roma

Dettagli

QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI

QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI UISP SEDE NAZIONALE Largo Nino Franchellucci, 73 00155 ROMA tel. 06/43984345 - fax 06/43984320 www.diamociunamossa.it www.ridiamociunamossa.it progetti@uisp.it ridiamociunamossa@uisp.it

Dettagli

il piacere muoversi non ha età Progetto Integrato per la Promozione della Salute nella Popolazione adulta e anziana

il piacere muoversi non ha età Progetto Integrato per la Promozione della Salute nella Popolazione adulta e anziana il piacere di muoversi non ha età Progetto Integrato per la Promozione della Salute nella Popolazione adulta e anziana Muoviti per la salute Scienziati, medici ed esperti di problemi legati all età anziana

Dettagli

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA I A6 BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA Parrocchia Domenica CANTO D INIZIO NEL TUO SILENZIO Nel tuo silenzio accolgo il mistero venuto a vivere dentro di me, sei tu che vieni, o forse è più vero

Dettagli

Quella baldanza tutt altro che ingenua

Quella baldanza tutt altro che ingenua Quella baldanza tutt altro che ingenua Quest anno, per cause di forza maggiore, ho dovuto lasciare la Lidl di Campi Bisenzio e mi sono ritrovato a fare il capo equipe, diciamo in compartecipazione, alla

Dettagli

CHI SI CURA DI NOI? Sviluppare atteggiamenti di attenzione e cura nei confronti degli altri.

CHI SI CURA DI NOI? Sviluppare atteggiamenti di attenzione e cura nei confronti degli altri. CHI SI CURA DI NOI? Nel libro della Bibbia si narra come da sempre Dio si prende cura dell uomo. Con l aiuto di alcune immagini riflettiamo su chi si preoccupa di noi e in che modo. Proviamo anche noi

Dettagli

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre)

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) A MULTI-SPECIALTY CLINICAL CENTRE FOR NEUROMUSCULAR DISEASES Dott.ssa Gabriella Rossi Psicologa Milano, 28/10/2011 Fortemente voluto da UILDM e AISLA, per contrastare il

Dettagli

Racconto dell infanzia di Gesù (solo su Lc e Mt) Parabola Racconto di segni-miracoli Racconto di risurrezione

Racconto dell infanzia di Gesù (solo su Lc e Mt) Parabola Racconto di segni-miracoli Racconto di risurrezione 3) ANALISI DI UN TESTO BIBLICO Scegli uno tra i due testi biblici qui sotto proposti e completa la tabella 1. Lc 2,1-20 La nascita di Gesù Chi è l evangelista? In quale lingua ha redatto il vangelo? Per

Dettagli

Wretched - Libero Di Vevere, Libero Di Morire. Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 03:35

Wretched - Libero Di Vevere, Libero Di Morire. Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 03:35 01 - Come Un Cappio Un cappio alla mia gola le loro restrizioni un cappio alla mia gola le croci e le divise un cappio che si stringe, un cappio che mi uccide un cappio che io devo distruggere e spezzare

Dettagli

COLLANA VITAE. A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono

COLLANA VITAE. A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono COLLANA VITAE A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono Serena Milano HO SCELTO DI GUARIRE Un viaggio dal Cancro alla Rinascita attraverso le chiavi della Metamedicina, della Psicologia,

Dettagli

Anima conviviale testo Annarita Triarico Foto Villa la Bianca

Anima conviviale testo Annarita Triarico Foto Villa la Bianca Xxxx testo Annarita Triarico Foto Villa la Bianca Un amorevole restauro conservativo ha trasformato la villa che fu dello scrittore e critico letterario Cesare Garboli in un accogliente guest house di

Dettagli

Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore

Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore Traccia: Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore Per la preghiera: vedi in allegato. Sviluppo dell

Dettagli

Pompei, area archeologica.

Pompei, area archeologica. Pompei, area archeologica. Quello che impressione è l atteggiamento di queste persone nell ultimo momento di vita. Cercano di coprirsi da qualcosa. Si intuisce che il motivo principale della causa è il

Dettagli

LABORATORI DIDATTICI MULTIMEDIALI

LABORATORI DIDATTICI MULTIMEDIALI LABORATORI DIDATTICI MULTIMEDIALI In un mondo che ha perso quasi ogni contatto con la natura, di essa è rimasta solo la magia. Abituati come siamo alla vita di città, ormai veder spuntare un germoglio

Dettagli

CATEGORIA: POESIA. BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica. Social day 5 aprile 2014

CATEGORIA: POESIA. BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica. Social day 5 aprile 2014 CATEGORIA: POESIA BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica Social day 5 aprile 2014 Saluta il pony e l' asinello prendi la forca ed il rastrello corri a lavorare, è ora di guadagnare!!

Dettagli

La spiaggia di fiori

La spiaggia di fiori 37 La spiaggia di fiori U na nuova alba stava nascendo e qualcosa di nuovo anche in me. Remai per un po in direzione di quella luce all orizzonte, fino a che l oceano di acqua iniziò pian piano a ritirarsi

Dettagli

Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan)

Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan) PROGETTO: Una vita, tante storie Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan) Introduzione: Il racconto della propria vita è il racconto di ciò che si pensa

Dettagli