PARTE II REGOLAZIONE DELLE TARIFFE DEI SERVIZI DI DISTRIBUZIONE E MISURA DEL GAS PER IL PERIODO DI REGOLAZIONE (RTDG )

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PARTE II REGOLAZIONE DELLE TARIFFE DEI SERVIZI DI DISTRIBUZIONE E MISURA DEL GAS PER IL PERIODO DI REGOLAZIONE 2014-2019 (RTDG 2014-2019)"

Transcript

1 Teso Uno delle dsposzon della regolazone della qualà e delle arffe de servz d dsrbuzone e msura del gas per l perodo d regolazone (TUDG) PARTE II REGOLAZIONE DELLE TARIFFE DEI SERVIZI DI DISTRIBUZIONE E MISURA DEL GAS PER IL PERIODO DI REGOLAZIONE (RTDG ) Versone approvaa on la delberazone 573/2013/R/gas 1

2 INDICE SEZIONE I DEFINIZIONI E DISPOSIZIONI GENERALI 6 Arolo 1 Defnzon... 6 Arolo 2 Obblgh nformav n apo alle mprese dsrbur a fn arffar.. 9 Arolo 3 Defnzone e pubblazone delle arffe Arolo 4 Rhese d refa Arolo 5 Crer d applazone delle arffe Arolo 6 Modalà d alolo de oeffen d onversone de volum msura per l gas naurale Arolo 7 Modalà d alolo de oeffen d onversone de volum msura per gas dvers dal gas naurale Arolo 8 Dveo d applazone d orrspev non espressamene prevs nella presene RTDG Arolo 9 Dsposzon n maera d rasparenza de fluss nformav verso uen della ree e len fnal Arolo 10 Tasso d remunerazone del apale nveso Arolo 11 Tasso d rduzone annuale de os unar ronosu a operura de os operav Arolo 12 Maggorazone a operura degl exra-os onness on l esensone degl obblgh d verfa de dsposv d onversone Arolo 13 Meansmo d gradualà per l degrado de onrbu applable nel perodo SEZIONE II REGOLAZIONE TARIFFARIA SERVIZI DISTRIBUZIONE E MISURA DEL GAS NATURALE 19 TITOLO 1 DISPOSIZIONI GENERALI 19 Arolo 14 Ambo oggevo d applazone TITOLO 2 TARIFFA DI RIFERIMENTO 19 Arolo 15 Tarffa d rfermeno per l servzo d dsrbuzone Arolo 16 Tarffa d rfermeno per l servzo d msura Arolo 17 Tarffa d rfermeno relava alla ommeralzzazone de servz d dsrbuzone e d msura Arolo 18 Dsposzon per le loalà n avvameno TITOLO 3 VINCOLI AI RICAVI AMMESSI 22 Arolo 19 Composzone del vnolo a rav ammess d mpresa Arolo 20 Composzone del vnolo a rav ammess a operura de os del servzo d dsrbuzone Arolo 21 Vnolo a operura de os enralzza del servzo d dsrbuzone Arolo 22 Vnol a rav ammess a operura de os d loalà relav al servzo d dsrbuzone Arolo 23 Vnolo a rav ammess a operura de os del servzo d msura Arolo 24 Vnol a rav ammess a operura de os d enralzza relav al servzo d msura

3 Arolo 25 Vnol a rav ammess a operura de os d loalà relav al servzo d msura Arolo 26 Vnol a rav ammess a operura de os operav relav alla ommeralzzazone de servz d dsrbuzone e d msura TITOLO 4 TARIFFE OBBLIGATORIE 25 Arolo 27 Tarffa obblgaora per servz d dsrbuzone e msura Arolo 28 Ambo arffaro TITOLO 5 MECCANISMI DI PEREQUAZIONE 27 Arolo 29 Perequazone Arolo 30 Perequazone de rav relav al servzo d dsrbuzone Imporo a onsunvo Arolo 31 Perequazone de os relav al servzo d msura Arolo 32 Perequazone de rav relav al servzo d dsrbuzone Impor n aono Arolo 33 Quanfazone ed erogazone de sald d perequazone TITOLO 6 AGGIORNAMENTO DELLE COMPONENTI DELLA TARIFFA DI RIFERIMENTO 31 ope Arolo 34 Aggornameno delle omponen ( ds) d, r a operura de os operav del servzo d dsrbuzone avv Arolo 35 Aggornameno della omponene ( ds) ope, b ope Arolo 36 Aggornameno delle omponen ( ns), ( ra), (o) a operura de os operav de servz d ommeralzzazone e d msura ope, v Arolo 37 Aggornameno della omponene ( ns) ap Arolo 38 Aggornameno delle omponen ( en) a operura de os d apale enralzza rem rem Arolo 39 Aggornameno delle omponen ( ds) e ( ms) a operura de os d apale d loalà amm amm Arolo 40 Aggornameno delle omponen ( ds) e ( ms) a operura de os d apale d loalà Arolo 41 Aggornameno delle omponen a operura de os enralzza per l ssema d eleleura/elegesone e de os de onenraor Arolo 42 Crer per la valorzzazone de nuov nvesmen Arolo 43 Dsposzon n maera d dsmsson d grupp d msura n auazone delle Dreve per la messa n servzo de grupp d msura del gas TITOLO 7 AGGIORNAMENTO ANNUALE DELLE TARIFFE OBBLIGATORIE 36 Arolo 44 Aggornameno annuale delle arffe obblgaore TITOLO 8 DISPOSIZIONI PARTICOLARI 36 Arolo 45 Ronosmeno maggor oner dervan dalla presenza d anon d onessone

4 SEZIONE III DISPOSIZIONI IN MATERIA DI ASSETTO DEL SERVIZIO DI MISURA 38 TITOLO 1 SOGGETTI RESPONSABILI DEL SERVIZIO DI MISURA GAS NATURALE 38 Arolo 46 Responsablà per nsallazone e manuenzone de msuraor Arolo 47 Responsablà per raola, valdazone e regsrazone da d msura Arolo 48 Dsposzon relav a da d msura raol Arolo 49 Conservazone delle rlevazon SEZIONE IV DISTRIBUZIONE DI GAS DIVERSI DAL NATURALE A MEZZO DI RETI CANALIZZATE 40 TITOLO 1 DISPOSIZIONI GENERALI 40 Arolo 50 Ambo d applazone TITOLO 2 OPZIONI TARIFFARIE 40 Arolo 51 Opzon arffare per servz d dsrbuzone e msura Arolo 52 Perodo d avvameno TITOLO 3 AGGIORNAMENTO ANNUALE DELLE OPZIONI TARIFFARIE 41 Arolo 53 Aggornameno annuale delle opzon arffare SEZIONE V PRESTAZIONI PATRIMONIALI IMPOSTE 42 Arolo 54 Dsposzon general Arolo 55 Esazone delle omponen SEZIONE VI DISPOSIZIONI IN MATERIA DI CASSA CONGUAGLIO E ULTERIORI ONERI 43 Arolo 56 Con d gesone Arolo 57 Fondo per msure ed nerven per l rsparmo energeo e lo svluppo delle fon rnnovabl nel seore del gas naurale Arolo 58 Cono per la qualà de servz gas Arolo 59 Cono per la perequazone arffara dsrbuzone gas Arolo 60 Cono per la ompensazone delle agevolazon arffare a len del seore gas n sao d dsago Arolo 61 Fondo d garanza a sosegno della realzzazone d re d elersaldameno Arolo 62 Fondo ronosmeno fornor ulma sanza Arolo 63 Cono oner onness all nerveno d nerruzone dell almenazone del puno d ronsegna Arolo 64 Cono per servz d ulma sanza Arolo 65 Cono per la operura del meansmo per la promozone della rnegozazone de onra plurennal d approvvgonameno d gas naurale Arolo 66 Cono per la gradualà della omponene d ommeralzzazone della venda al deaglo gas Arolo 67 Alre dsposzon

5 SEZIONE VII CONTRIBUTI PER PRESTAZIONI DELLE IMPRESE DISTRIBUTRICI 47 Arolo 68 Conrbu per l avazone della fornura e per la dsavazone della fornura su rhesa del lene fnale

6 SEZIONE I DEFINIZIONI E DISPOSIZIONI GENERALI Arolo 1 Defnzon 1.1 A fn dell nerpreazone e dell applazone delle dsposzon onenue nella presene Pare II del Teso Uno della regolazone della qualà e delle arffe de servz d dsrbuzone e msura del gas, relava alla Regolazone arffara de servz d dsrbuzone e msura del gas per l perodo d regolazone (d seguo: RTDG ), s applano le defnzon d u all arolo 2 del dereo legslavo 23 maggo 2000, n. 164, e le seguen defnzon: ala pressone è la pressone relava del gas superore a 5 bar (1 a, 2 a e 3 a spee, defne dal dereo 16 aprle 2008, pubblao l 8 maggo 2008 sul Supplemeno Ordnaro n. 115 alla Gazzea Uffale n. 107, de Mnser dello svluppo eonomo e dell nerno (d seguo: dereo 16 aprle 2008); ambo gas dvers è l ambo d deermnazone delle opzon arffare per l servzo d dsrbuzone d gas dvers dal gas naurale formao dall nseme delle loalà gas dvers apparenen alla medesma regone e serve dalla medesma mpresa dsrbure; anno d prma fornura è l anno n u è saa regsraa la prma fornura d gas n una loalà, ndpendenemene dalla olarà della gesone; avazone della fornura è l avvo dell almenazone del puno d ronsegna, a seguo o d un nuovo onrao d fornura, o d modfa delle ondzon onraual, o d subenro ad una fornura preessene dsavaa, araverso nerven lma al gruppo d msura, nlusa l evenuale nsallazone del gruppo d msura o sua sosuzone; Auorà è l Auorà per l energa elera e l gas, sua a sens della legge 14 novembre 1995, n. 481; bassa pressone è la pressone relava del gas, defna per l gas naurale dal dereo 16 aprle 2008 e per gas d perolo lquefa dalla norma UNI EN 9860 edzone febbrao 2006: o non superore a 0,04 bar (7 a spee) nel aso n u l gas dsrbuo sa gas naurale o gas manfaurao; o non superore a 0,07 bar (7 a spee) nel aso n u l gas dsrbuo sa gas d perolo lquefao; Cassa è la Cassa onguaglo per l seore elero; esp n eserzo sono esp, presen nel blano, aqus dall eserno o realzza nernamene, ovvero d propreà del Comune olare del servzo o d alra soeà d apal apposamene osua a sens della normava vgene, nsalla e ulzzabl per lo sopo per l quale sono sa aqus o realzza, he non sano sa oggeo d radazon o dsmsson, ovvero oggeo d suessv nerven d sosuzone anorhé non rada e/o 6

7 dsmess e per qual l fondo d ammorameno alolao a fn regolaor non abba gà opero l valore lordo degl sess; ondzon sandard d un gas sono a fn arffar la emperaura d 15 C e la pressone assolua d 1,01325 bar; Dreve per la messa n servzo de grupp d msura del gas sono le dreve per la messa n servzo de grupp d msura del gas approvae on la delberazone dell Auorà 22 oobre 2008, ARG/gas 155/08, ome suessvamene modfae e negrae; Drezone Infrasruure è la Drezone Infrasruure, Unbundlng e Cerfazone dell Auorà; dsavazone della fornura su rhesa del lene fnale è la sospensone dell almenazone del puno d ronsegna a seguo della dsdea del onrao da pare del lene fnale on sgllaura o rmozone del gruppo d msura; dsrbuzone del gas naurale è l servzo d u all arolo 4, omma 4.16, della delberazone n. 11/07, v ompresa la ommeralzzazone del servzo d dsrbuzone; dsrbuzone, msura e venda d alr gas a mezzo d re è l avà d u all arolo 4, omma 4.20, della delberazone n. 11/07; fon onabl obblgaore sono l blano d eserzo, l lbro esp, l lbro gornale, l lbro degl nvenar e ogn alro doumeno onable enuo a sens d legge. Nel aso d esp d propreà dell ene loale, s presa he osusono evdenze onabl rondubl alla defnzone d fone onable obblgaora gl esra del ono del parmono ovvero delle relave srure nvenaral; gruppo d msura, o msuraore, è la pare dell mpano d almenazone del lene fnale he serve per l nereazone, per la msura del gas e per l ollegameno all mpano nerno del lene fnale; è omprensvo d un evenuale orreore de volum msura; gruppo d rduzone è l omplesso (assemao) osuo da regolaor d pressone, da appareh auslar, da ubazon, da raord e pezz speal, aven la funzone d rdurre la pressone del gas analzzao da un valore d pressone n enraa varable a un valore d pressone n usa predeermnao, fsso o varable; gruppo d rduzone fnale è: o un gruppo d rduzone avene la funzone d ulma rduzone della pressone per almenare len fnal araverso una ree d bassa pressone; o è un gruppo d rduzone nsallao presso l puno d ronsegna n re n meda pressone per l almenazone d sngol pun d ronsegna n bassa pressone o meda pressone; mpano d dervazone d uenza o allaameno è l omplesso d ubazon on dsposv ed elemen aessor he osusono le nsallazon neessare a fornre l gas al lene fnale; l mpano d dervazone d uenza o allaameno ha nzo dall organo d presa (ompreso) e s esende fno al gruppo d msura (esluso) e omprende l evenuale gruppo d rduzone; n assenza del gruppo d msura, l mpano d dervazone d uenza o allaameno s esende fno all organo d nereazone ermnale (nluso) della dervazone sessa; 7

8 mpresa dsrbure è l soggeo he esera l servzo d dsrbuzone e d msura del gas; leura d swh è la leura effeuaa n oasone del ambo d fornore; loalà è l unà errorale mnma d rfermeno a fn delle deermnazon arffare. La loalà d norma onde on l erroro d un sngolo omune. Qualora n uno sesso omune sano presen re d dsrbuzone del gas naurale non neronnesse, la loalà è la pare del erroro del omune serva da una sngola ree d dsrbuzone non neronnessa; loalà gas dvers è l omune o la pare d esso servo dalla sngola mpresa dsrbure d gas dvers dal naurale; meda pressone è la pressone relava del gas, defna per l gas naurale dal dereo 16 aprle 2008 e per gas d perolo lquefa dalla norma UNI EN 9860 edzone febbrao 2006: o superore a 0,04 bar e non superore a 5 bar (4 a, 5 a e 6 a spee) nel aso n u l gas dsrbuo sa gas naurale o gas manfaurao; o superore a 0,07 bar e non superore a 5 bar (4 a, 5 a e 6 a spee) nel aso n u l gas dsrbuo sa gas d perolo lquefao; msura del gas naurale è l avà d u all arolo 4, omma 4.17, della delberazone n. 11/07; perodo d avvameno è l perodo nerorrene ra la daa d prma fornura del gas e l 31 dembre del seondo anno suessvo all anno d prma fornura; proesso d aggregazone soeara è l aquszone d ram d mpresa da pare d alra mpresa dsrbure, la fusone d due o pù mprese dsrbur o l norporazone d un mpresa dsrbure da pare d alra mpresa dsrbure. Sono esluse da quesa defnzone le aquszon d pahe azonar e le rasformazon d sogge gurd; puno d onsegna dell mpano d dsrbuzone, o puno d onsegna, è: o per l gas naurale, l puno ondene on l puno d ronsegna della ree d rasporo, dove vene reso dsponble all mpresa dsrbure l gas naurale; o per gas dvers dal naurale, è l puno d almenazone dell mpano d dsrbuzone; puno d neronnessone è l puno d neronnessone ra due mpan d dsrbuzone ges da mprese dsrbur dverse; puno d ronsegna dell mpano d dsrbuzone, o puno d ronsegna, è l puno d onfne ra l mpano d dsrbuzone e l mpano del lene fnale, dove l mpresa d dsrbuzone ronsegna l gas naurale per la fornura al lene fnale; RQDG è l eso negrao della Regolazone della qualà servz d dsrbuzone e msura del gas per l perodo d regolazone , approvao on la delberazone dell Auorà 12 dembre /2013/R/gas; RTDG è l eso negrao della Regolazone delle arffe de servz d dsrbuzone e msura del gas per l perodo d regolazone ; sandard mero ubo è a fn arffar l mero ubo d gas rfero alle ondzon sandard; 8

9 arffe sono, a sens dell arolo 2, omma 17, della legge n. 481/95 prezz massm unar de servz al neo dell mpose; TIVG è l Teso Inegrao delle avà d venda al deaglo d gas naurale e gas dvers da gas naurale dsrbu a mezzo d re urbane, allegao alla delberazone ARG/gas 64/09, ome suessvamene modfao e negrao; dereo-legge 1 oobre 2007, n. 159 è l dereo-legge 1 oobre 2007, n. 159, onvero on modfhe dalla legge 29 novembre 2007, n. 222 e suessvamene modfao dalla legge 24 dembre 2007, n. 244; dereo legslavo n. 28/11 è l dereo legslavo 3 marzo 2011, n. 28, reane Auazone della dreva 2009/28/CE sulla promozone dell uso dell energa da fon rnnovabl, reane modfa e suessva abrogazone della dreva 2001/77/CE e 2003/30/e ; dpr n. 412/93 è l dereo del Presdene della Repubbla 26 agoso 1993, n. 412, pubblao nel Supplemeno ordnaro alla Gazzea Uffale, Sere generale n. 242 del 14 oobre 1993 e suessve modfhe e negrazon; delberazone n. 170/04 è la delberazone dell Auorà 29 seembre 2004, n. 170, ome suessvamene modfaa e negraa; delberazone n. 11/07 è la delberazone dell Auorà 18 gennao 2007, n. 11, ome suessvamene modfaa e negraa; delberazone GOP 35/08 è la delberazone dell Auorà 23 gugno 2008 GOP 35/08; delberazone ARG/gas 64/09 è la delberazone dell Auorà 4 gugno 2009, ARG/gas 65/09; delberazone ARG/gas 42/11 è la delberazone dell Auorà 11 aprle 2011, ARG/gas 42/11; TIT è l Teso negrao delle dsposzon dell Auorà per l erogazone de servz d rasmssone, dsrbuzone, e msura dell energa elera per l perodo d regolazone , approvao on la delberazone dell Auorà 29 dembre 2011, ARG/el 199/11, ome suessvamene modfao e negrao; RTTG è la pare II del Teso Uno della regolazone della qualà e delle arffe de servz d rasporo e dspaameno del gas naurale per l perodo (TUTG), relava alla Regolazone delle arffe per l servzo d rasporo e dspaameno del gas naurale per l perodo d regolazone (RTTG), approvao on delberazone dell Auorà 13 novembre 2013, 514/2013/R/gas. Arolo 2 Obblgh nformav n apo alle mprese dsrbur a fn arffar 2.1 A fn dell aggornameno arffaro annuale delle arffe d rfermeno e delle arffe obblgaore per servz d dsrbuzone e msura del gas naurale e delle opzon arffare gas dvers, n asun anno a parre dall anno 2014, asuna mpresa dsrbure rasmee all Auorà, aenendos alle modalà e alle empshe dsplnae on deermna del Dreore della Drezone Infrasruure dell Auorà, una rhesa d deermnazone delle arffe. 9

10 2.2 Le mprese dsrbur sono enue a omunare all Auorà, rame l prooollo nformao denomnao Anagrafa Terrorale Dsrbuzone Gas, enro qund (15) gorn dal suo verfars, ogn varazone relava alle loalà serve e al po d gas dsrbuo. 2.3 L Auorà verfa, anhe medane onroll a ampone: a) la orrspondenza del valore degl nremen parmonal omuna a sens delle dsposzon d u al omma 2.1 on valor rpora sulle fon onabl obblgaore de sogge proprear; b) la pernenza e la orrea mpuazone degl nremen parmonal d u alla preedene leera a) rspeo all avà d dsrbuzone e msura del gas. 2.4 Nel aso d esp d propreà d sogge dvers dall mpresa dsrbure, la medesma mpresa dsrbure è obblgaa ad aqusre una dharazone d verdà soosra dal legale rappresenane del soggeo proprearo, onenene l mpegno a rendere dsponbl, su rhesa dell Auorà, le fon onabl obblgaore relave agl nremen parmonal omuna a sens delle dsposzon d u al omma La manaa omunazone delle nformazon d u al omma 2.1, ovvero l manao rspeo de ermn e delle modalà d nvo prevse dalla deermna del Dreore della Drezone Infrasruure dell Auorà, omporano la non nlusone de nuov nvesmen al fne dell aggornameno arffaro annuale per l anno +1 e per gl ann suessv, fno ad oemperanza delle rhamae dsposzon, senza onguaglo. 2.6 Qualora la manaa omunazone delle nformazon d u al omma 2.1 abba per oggeo da fs relav al numero d pun d ronsegna: rem amm le omponen ( ds), ( ds), d u al suessvo Arolo 15, sono fssae par al valore mnmo, esluso l prmo dele, alolao dall Auorà per le loalà aven la medesma densà e apparenen al medesmo ambo arffaro n relazone alle qual s è proeduo al alolo punuale sulla base de da rasmess; rem amm le omponen ( ms) e ( ms), d u al suessvo Arolo 16, sono fssae par al valore mnmo alolao dall Auorà per le loalà n relazone alle qual s è proeduo al alolo punuale sulla base de da rasmess, esluso l prmo dele; la omponene o 3 delle opzon gas dvers, d u al suessvo Arolo 51 è posa par a zero; le omponen o 1 delle opzon gas dvers, d u al suessvo Arolo 51, sono alolae assumendo l valore mnmo, esluso l prmo dele, alolao dall Auorà per le loalà gas dvers aven la medesma densà e apparenen al medesmo ambo arffaro n relazone alle qual s è proeduo al alolo punuale sulla base de da rasmess; τ 1 (ms) delle opzon gas dvers, d u al suessvo Arolo 51, sono fssae par al valore mnmo alolao dall Auorà per le loalà n relazone alle qual s è proeduo al alolo punuale sulla base de da rasmess, esluso l prmo dele. 10

11 2.7 Qualora, a seguo d verfhe speve o alr aeramen, emerga he le srafazon d da relav a esp non sano supporae da da rpora nelle fon onabl obblgaore, s applano: on rfermeno a da relav ad ann aneeden l 2012, le dsposzon dell arolo 7 della RTDG ; on rfermeno a da relav ad ann suessv al 2011, le dsposzon del omma 2.5. Arolo 3 Defnzone e pubblazone delle arffe 3.1 A deorrere dall anno 2014, l Auorà defnse e pubbla, enro l 15 dembre d asun anno: le arffe obblgaore per servz d dsrbuzone e msura del gas naurale, da applare nell anno suessvo alle aual o poenzal onropar d onra relav a servz d u all Arolo 14; le opzon arffare per servz d dsrbuzone e msura d gas dvers, da applare nell anno suessvo alle aual o poenzal onropar d onra relav a servz d u all Arolo 50; ap ope le omponen ( en) e ( ds) d, r della arffa d rfermeno TVD, relave al servzo d dsrbuzone del gas naurale, d u all Arolo 15; ope, b ope, v ope le omponen ( ns), ( ns) e ( ra) della arffa d rfermeno TVM, relave al servzo d msura del gas naurale, d u all Arolo 16; la arffa d rfermeno COT, relava al servzo d ommeralzzazone de servz d dsrbuzone e d msura del gas naurale, d u all Arolo 17; mpor d perequazone bmesrale n aono d u al omma A deorrere dall anno 2014, l Auorà defnse e pubbla: enro l 31 marzo dell anno n va provvsora le arffe d rfermeno, relave all anno TVD, d u all Arolo 15, e TVM, d u all Arolo 16, alolae sulla base de da parmonal pre-onsunv relav all anno -1; enro l 15 dembre dell anno n va defnva, le arffe d rfermeno, relave all anno TVD, d u all Arolo 15, e TVM, d u all Arolo 16, alolae sulla base de da parmonal onsunv relav all anno Enro 30 (rena) gorn dalla daa d pubblazone delle arffe da pare dell Auorà, le mprese dsrbur pubblano a loro vola, sul propro so nerne le arffe obblgaore e le opzon arffare relave a servz eroga. Le medesme devono essere alresì rese dsponbl presso propr uff aper al pubblo. 11

12 Arolo 4 Rhese d refa 4.1 Le rhese d refa d da relav a nremen parmonal e onrbu possono essere presenae dalle mprese all Auorà n asun anno del perodo regolaoro, seondo le modalà defne on deermna del Dreore della Drezone Infrasruure, nelle seguen fnesre: 1 febbrao 15 febbrao; 1 seembre 15 seembre. 4.2 Le rhese d refa d da relav a nremen parmonal e onrbu, qualora omporno vanagg per len fnal, sono aeae on deorrenza dall anno arffaro a u è rferble l errore. 4.3 Le rhese d refa d da parmonal, qualora omporno vanagg per le mprese dsrbur sono aeae on deorrenza dall anno arffaro suessvo a quello della rhesa d refa. 4.4 Le rhese d refa d da fs sono aeae per l anno arffaro a u è rferble l errore. 4.5 Le rhese d refa d da parmonal o fs omporano l applazone d una ndennà ammnsrava a aro dell mpresa dsrbure he rhede la refa, par all 1% della varazone del lvello de rav aes ausao dalla medesma refa, on un mnmo d euro; 4.6 Qualora la varazone del lvello de rav aes non sa deermnable, s appla un ndennà ammnsrava d euro. 4.7 L ndennà ammnsrava è applaa dalla Cassa ed è versaa sul Cono per la perequazone arffara dsrbuzone gas d u al omma Arolo 5 Crer d applazone delle arffe 5.1 Le arffe obblgaore e le opzon arffare sono applae dall mpresa dsrbure n manera non dsrmnaora a ue le aual e poenzal onropar d onra per servz d dsrbuzone e msura del gas. 5.2 Le omponen arffare espresse n euro/puno d ronsegna per anno, sono addebae n quoe mensl alolae dvdendo per dod medesm mpor e arroondando l rsulao on rero ommerale alla quara fra demale. 5.3 In nessun aso può essere rheso l pagameno de orrspev on rfermeno al perodo suessvo alla essazone dell erogazone del servzo. Nel aso d essazone, subenro, volura o nuova onnessone, nel mese n u la essazone, l subenro o la nuova onnessone s verfano, le omponen arffare espresse n euro/puno d ronsegna per anno devono essere molplae, a fn della deermnazone degl mpor dovu per l medesmo mese, per un oeffene par al rapporo ra l numero d gorn d duraa del onrao nel medesmo anno e 365 (reenosessananque). 12

13 Arolo 6 Modalà d alolo de oeffen d onversone de volum msura per l gas naurale 6.1 Nel aso n u n un puno d ronsegna l gruppo d msura nsallao non sa doao d apparehaura per la orrezone delle msure alle ondzon sandard, la orrezone a fn arffar de volum msura avvene seondo le dsposzon d u a omm seguen. 6.2 Per asun puno d ronsegna doao d un gruppo d msura non provvso d apparehaure d orrezone de volum, la orrezone alle ondzon sandard de quanav msura avvene medane l applazone d un oeffene alolao seondo la seguene formula: dove: on: K ( p + p ) b m p = ; pr Tr K T = ; T m C = K p * K T 5 5,2559 p b = 1,01325*(1 2,25577*10 * H ) è la pressone baromera assolua, espressa n bar, dove H, deermnaa seondo rer nda nel suessvo omma 6.3, rappresena: o per pun d ronsegna ne qual la pressone relava d msura è nferore o uguale a 0,025 bar, l aludne sul lvello del mare del Comune nel quale è ubao l puno d ronsegna; o per pun d ronsegna ne qual la pressone relava d msura è superore a 0,025 bar, è l aludne meda per fasa almera. La fasa almera è, per asun omune, l nseme delle zone he s rovano ad aludn omprese all nerno d un nervallo d dslvello massmo par a 200 m. L esremo superore (nluso) d asuna fasa almera n ( FA seguene formula: sup COM FAn = A n*200 on: sup n ) è deermnao seondo la COM A è l aludne sul lvello del mare del Comune nel quale è ubao l puno d ronsegna; n è l numero he denfa la fasa almera. Per onvenzone la fasa almera nella quale è ompresa l aludne sul lvello del mare del Comune è denfaa on l numero 0. Le fase almerhe d aludne meda superore a quella del Comune sono numerae 13

14 progressvamene on numer ner posv a parre da 1. Le fase almerhe d aludne meda nferore a quella del Comune sono numerae progressvamene on numer ner negav a parre da 1; pm è la pressone relava d msura onvenzonale, par a: o 0,020 bar, per pun d ronsegna ne qual la pressone relava d msura onvenzonale è nferore o uguale a 0,025 bar; o la pressone d araura dell mpano d rduzone fnale della pressone del gas a mone del gruppo d msura, per pun d ronsegna ne qual la pressone relava d msura è superore a 0,025 bar; nel aso n u la msura avvenga a pressone non regolaa, l mpresa d dsrbuzone nsalla un apparehaura donea per la orrezone delle msure; pr è la pressone assolua d rfermeno, par a 1,01325 bar; Tr è la emperaura assolua d rfermeno, par a 288,15 Kelvn; T m è la emperaura assolua d msura onvenzonale, espressa n Kelvn, alolaa seondo la seguene formula: GG T m = 273, ng essendo paramer GG e ng rspevamene l numero de grad gorno del Comune e l numero de gorn d eserzo dell mpano, deermna seondo rer d u al suessvo omma A fn della deermnazone de paramer d u al omma 6.1 s fa rfermeno: a) per la defnzone della zona lmaa d apparenenza, dell aludne H e del numero de grad gorno GG d asun Comune, all allegao A del dpr n. 412/93; b) per la deermnazone del numero d gorn d eserzo dell mpano ng, a valor nda nella Tabella Nel aso d presenza d apparehaure per la orrezone della sola pressone o della sola emperaura, relav oeffen K p e K T assumono valore par a 1. GG 6.5 I valor del oeffene C, de oeffen K p e K T, del rapporo e del ng paramero p b d u al omma 6.2, sono arroonda alla sesa fra demale on rero ommerale. 14

15 Arolo 7 Modalà d alolo de oeffen d onversone de volum msura per gas dvers dal gas naurale 7.1 A fn della orrezone de quanav msura de gas dvers dal gas naurale s applano le dsposzon d u all Arolo 6, onsderando seguen valor d pressone relava d msura onvenzonale p : 0,020 bar per pun almena n bassa pressone on msele d gas naurale o d gas d perolo lquefa on ara e per gas manfaura; 0,030 bar per le msele d gas d perolo lquefa e per gl alr p d gas. 7.2 A fn della deermnazone della pressone baromera assolua p b, espressa n bar, d u al omma 6.2, s assume l aludne sul lvello del mare del Comune nel quale è ubao l puno d ronsegna per u pun d ronsegna ne qual la pressone relava d msura è nferore o uguale a 0,035 bar. Per gl alr pun d ronsegna s denfano le fase almerhe d apparenenza d asun puno d ronsegna, seondo quano prevso nel medesmo omma 6.2. m Arolo 8 Dveo d applazone d orrspev non espressamene prevs nella presene RTDG I sogge responsabl del servzo d msura non sono auorzza ad addebare orrspev he non sano regola nella presene RTDG per presazon forne nell ambo dello svolgmeno del medesmo servzo. Arolo 9 Dsposzon n maera d rasparenza de fluss nformav verso uen della ree e len fnal 9.1 In relazone a quano prevso dall Arolo 6 e dall Arolo 7, doumen d faurazone del servzo d dsrbuzone devono rporare: a) la quanà d gas dsrbuo ome msuraa, espressa n mer ub; b) l valore assuno dal oeffene orrevo C nel puno d ronsegna; ) la quanà d gas dsrbuo espressa n sandard mer ub. 9.2 In relazone a quano prevso dall Arolo 45 le mprese dsrbur fornsono deagl relav agl addeb della omponene arffara anon omunal per sngolo puno d ronsegna servo agl uen del servzo d dsrbuzone. 15

16 Arolo 10 Tasso d remunerazone del apale nveso 10.1 Per l perodo d regolazone 1 gennao dembre 2019 l asso d remunerazone del apale nveso è fssao par a: a) 6,9% per l servzo d dsrbuzone e 7,2% per l servzo d msura, on rfermeno al benno ; b) valor da deermnars enro l 30 novembre 2015, a fn dell applazone nel benno ; ) valor da deermnars enro l 30 novembre 2017, a fn dell applazone nel benno A fn degl aggornamen d u al preedene omma 10.1, leere b) e ) l Auorà proede all adeguameno del asso d rendmeno delle avà prve d rsho rspeo al valore par a 4,41%, alolao sulla base della meda de rendmen lord del BTP deennale benhmark rlevao dalla Bana d Iala nel perodo novembre 2012-oobre 2013, ulzzao nel alolo de ass d remunerazone d u al preeden omma 10.1, leera a) L adeguameno bennale del asso d rendmeno delle avà prve d rsho, d u al omma 10.2, vene effeuao sulla base della meda de rendmen lord del BTP deennale benhmark rlevao dalla Bana d Iala on rfermeno: al perodo novembre 2014-oobre 2015 per l adeguameno he deorre dall 1 gennao 2016; al perodo novembre 2016-oobre 2017 per l adeguameno he deorre dall 1 gennao Arolo 11 Tasso d rduzone annuale de os unar ronosu a operura de os operav 11.1 Il asso d rduzone annuale de os unar ronosu a operura de os operav del servzo d dsrbuzone, da applare per gl aggornamen delle arffe on effaa fno all anno 2016, è fssao: per le mprese dsrbur apparenen alla lasse dmensonale fno a pun d ronsegna serv, par al 2,5%; per le mprese dsrbur apparenen alla lasse dmensonale olre e fno a pun d ronsegna serv, par al 2,5%; per le mprese dsrbur apparenen alla lasse dmensonale olre pun d ronsegna serv, par al 1,7% Il asso d rduzone annuale de os unar ronosu a operura de os operav relav al servzo d msura e al servzo d ommeralzzazone, da applare per gl aggornamen delle arffe on effaa fno all anno 2016, è fssao par a 0%. 16

17 11.3 I ass d rduzone annuale de os unar ronosu a operura de os operav de servz d dsrbuzone, msura e ommeralzzazone, d u a preeden omm 11.1 e 11.2, sono aggorna enro l 30 novembre 2016 a fn della loro applazone a valere dall 1 gennao 2017 sulla base d uno spefo proedmeno da avvars nel orso dell anno Arolo 12 Maggorazone a operura degl exra-os onness on l esensone degl obblgh d verfa de dsposv d onversone 12.1 I os unar ronosu a operura de os operav d nsallazone e manuenzone de grupp d msura d lasse maggore d G6 onform a requs delle Dreve per la messa n servzo de grupp d msura del gas sono maggora medane applazone della omponene,. CVER un 12.2 Il valore della omponene CVER un, per l anno 2014 è fssao par a 60,00 Euro Per gl aggornamen delle arffe on effaa fno all anno 2016 l valore della omponene CVER un, è aggornao applando l asso d varazone medo annuo, rfero a dod mes preeden, de prezz al onsumo per le famgle d opera e mpega, rlevao dall Isa La omponene CVER un, è soggea a una revsone enro l 30 novembre 2016 a fn della sua applazone a valere dall 1 gennao Arolo 13 Meansmo d gradualà per l degrado de onrbu applable nel perodo La quoa annua d degrado per asuna mpresa dsrbure per la quale s appla l regme d degrado graduale d u al omma 2.2., leera b), della delberazone 573/2013/R/gas è alolaa n base alla seguene formula: QA CONT CONT = ST kg1 kg2 kd 2011, dove: CONT ST 2011, è lo sok d onrbu pubbl e prva essene al 31 dembre 2011; kg 1 è l oeffene d rlaso mmedao, rporao nella Tabella 2. Tale CONT oeffene esprme la quoa d ST 2011, soggea a rlaso nel orso del quaro perodo d regolazone; kg 2 è l oeffene d modulazone delle quoe d degrado, rporao nella Tabella 2; k d è l oeffene d degrado, fssao par a 0,

18 13.2 L ammonare dello sok d onrbu pubbl e prva da onsderare a fn della deermnazone del apale nveso nel perodo d regolazone per le mprese dsrbur per le qual s appla l regme d degrado graduale d u al omma 2.2., leera b), della delberazone 573/2013/R/gas è alolao n base alla seguene formula: CONT CONT ST = ST2011, kg1 QA, CONT 13.3 Le regole d u a preeden omm s applano sa a onrbu d loalà, sa a onrbu enralzza, ome defn nella RTDG

19 SEZIONE II REGOLAZIONE TARIFFARIA SERVIZI DISTRIBUZIONE E MISURA DEL GAS NATURALE TITOLO 1 DISPOSIZIONI GENERALI Arolo 14 Ambo oggevo d applazone 14.1 La presene Sezone II rea le dsposzon aven ad oggeo la regolazone de orrspev per la remunerazone de seguen servz d pubbla ulà: a) dsrbuzone del gas naurale da meanodoo e a mezzo arro bombolao; b) msura del gas naurale La regolazone de orrspev d u al omma 14.1 è rfera a presazon rese nel rspeo delle ondzon e de lvell d qualà de servz defn nella RQDG e ne od d ree. TITOLO 2 TARIFFA DI RIFERIMENTO Arolo 15 Tarffa d rfermeno per l servzo d dsrbuzone 15.1 La arffa d rfermeno per l servzo d dsrbuzone è denomnaa arffa TVD ed è omposa, n asun anno dalle seguen omponen: a) b) ap ( en), espressa n euro per puno d ronsegna, a operura della remunerazone del apale nveso e degl ammoramen relav a mmoblzzazon enralzzae, ome rporaa nella Tabella 4; rem ( ds), espressa n euro per puno d ronsegna, a operura della remunerazone del apale nveso relavo alle mmoblzzazon maeral d loalà propre del servzo d dsrbuzone, per le loalà a regme nell anno ; 19

20 ) d) amm ds) (, espressa n euro per puno d ronsegna, a operura degl ammoramen relav alle mmoblzzazon maeral d loalà propre del servzo d dsrbuzone, per le loalà a regme nell anno ; ope ( ds) d, r, espressa n euro per puno d ronsegna, a operura de os operav relav al servzo d dsrbuzone forno nelle loalà a regme nell anno. Tale omponene è dfferenzaa n base alla densà d e alla lasse dmensonale r, relava al permero servo da asuna mpresa dsrbure nell anno -1, ome ndvduao sulla base della onfgurazone omunaa n sede d raola da. I valor della omponene sono rpora nella Tabella 3. Arolo 16 Tarffa d rfermeno per l servzo d msura 16.1 La arffa d rfermeno per l servzo d msura è denomnaa arffa TVM ed è omposa dalle seguen omponen: a) b) ) d) e) rem ( ms), espressa n euro per puno d ronsegna, a operura della remunerazone del apale nveso relavo alle mmoblzzazon maeral d loalà propre del servzo d msura, per le loalà a regme nell anno ; amm ( ms), espressa n euro per puno d ronsegna, a operura degl ammoramen relav alle mmoblzzazon maeral d loalà propre del servzo d msura, per le loalà a regme nell anno ; ope, b ( ns), espressa n euro per puno d ronsegna, a operura de os operav relav alle funzon d nsallazone e manuenzone d u grupp d msura d lasse nferore o uguale a G6 e de grupp d msura d lasse maggore a G6 non onform a requs delle Dreve per la messa n servzo de grupp d msura del gas. I valor della omponene sono rpora nella Tabella 4; ope, v ( ns), espressa n euro per puno d ronsegna, a operura de os operav relav alle funzon d nsallazone e manuenzone de grupp d msura d lasse maggore d G6 onform a requs delle Dreve per la messa n servzo de grupp d msura del gas. I valor della omponene sono rpora nella Tabella 4; ope ( ra), espressa n euro per puno d ronsegna, a operura de os operav relav alla funzone d raola, valdazone e regsrazone delle msure. I valor della omponene sono rpora nella Tabella 4; TEL,, espressa n euro, a operura de os enralzza per l ssema d eleleura/elegesone, he rova applazone lmaamene agl ann 2014 e 2015;, espressa n euro a operura de os de onenraor, he rova applazone lmaamene agl ann 2014 e f) g) CON, 20

PARTE II REGOLAZIONE DELLE TARIFFE DEI SERVIZI DI DISTRIBUZIONE E MISURA DEL GAS PER IL PERIODO DI REGOLAZIONE 2014-2019 (RTDG 2014-2019)

PARTE II REGOLAZIONE DELLE TARIFFE DEI SERVIZI DI DISTRIBUZIONE E MISURA DEL GAS PER IL PERIODO DI REGOLAZIONE 2014-2019 (RTDG 2014-2019) Teso Uno delle dsposzon della regolazone della qualà e delle arffe de servz d dsrbuzone e msura del gas per l perodo d regolazone 2014-2019 (TUDG) PARTE II REGOLAZIONE DELLE TARIFFE DEI SERVIZI DI DISTRIBUZIONE

Dettagli

PARTE II REGOLAZIONE DELLE TARIFFE DEI SERVIZI DI DISTRIBUZIONE E MISURA DEL GAS PER IL PERIODO DI REGOLAZIONE 2009-2012 (RTDG)

PARTE II REGOLAZIONE DELLE TARIFFE DEI SERVIZI DI DISTRIBUZIONE E MISURA DEL GAS PER IL PERIODO DI REGOLAZIONE 2009-2012 (RTDG) Allegao A Teso Uno delle dsposzon della regolazone della qualà e delle arffe de servz d dsrbuzone e msura del gas per l perodo d regolazone 2009-2012 (TUDG) PARTE II REGOLAZIONE DELLE TARIFFE DEI SERVIZI

Dettagli

Elementi di matematica finanziaria

Elementi di matematica finanziaria APPENDICE ATEATICA Elemen d maemaca fnanzara. Il regme dell neresse semplce L neresse è l fruo reso dall nvesmeno del capale. Nel corso dell esposzone s farà rfermeno a due regm o pologe d calcolo dell

Dettagli

CAPITOLO PRIMO LEGGI E REGIMI FINANZIARI 1. LEGGI FINANZIARIE

CAPITOLO PRIMO LEGGI E REGIMI FINANZIARI 1. LEGGI FINANZIARIE CAPITOLO PRIMO LEGGI E REGIMI FINANZIARI SOMMARIO:. Legg fnanzare. - 2. Regme fnanzaro dell neresse semplce e dello scono razonale. - 3. Regme fnanzaro dell neresse e dello scono composo. - 4. Tass equvalen.

Dettagli

Costi della politica: Giudizio positivo per i sindaci, maglia nera per parlamentari e consiglieri regionali

Costi della politica: Giudizio positivo per i sindaci, maglia nera per parlamentari e consiglieri regionali XXVI I IAssembl eaanci-larepubbl cadecomun Au onom apercamb ar e lpaese Lac l assepol c aec ad n Op n onsucos,r esponsab l àe mpegnodch gover nal e s uz on Cos della polca: Gudzo posvo per sndac, magla

Dettagli

Capitolo III: I Regolatori

Capitolo III: I Regolatori SCC Cap. III: Regolaor Capolo III: I Regolaor III-1: Inrouzone Il regolaore ha l ompo sablre l azone orreva a apporare n ngresso al proesso, per mezzo ell auaore; l segnale n usa al regolaore (s) è funzone

Dettagli

QUARTO PERIODO DI REGOLAZIONE DELLA DISTRIBUZIONE DEL GAS NATURALE. Guida al calcolo delle tariffe di riferimento (gestioni comunali e sovracomunali)

QUARTO PERIODO DI REGOLAZIONE DELLA DISTRIBUZIONE DEL GAS NATURALE. Guida al calcolo delle tariffe di riferimento (gestioni comunali e sovracomunali) QUARTO PERIODO DI REGOLAZIONE DELLA DISTRIBUZIONE DEL GAS NURALE Guda al calcolo delle arffe d rfermeno (geon comunal e ovracomunal) 30 aprle 2015 1 1. Inroduzone... 3 2. Calcolo degl aggrega relav al

Dettagli

CITTÀ DI SAN MAURO TORINESE PROVINCIA DI TORINO BILANCIO PLURIENNALE ANNI 2015 2017

CITTÀ DI SAN MAURO TORINESE PROVINCIA DI TORINO BILANCIO PLURIENNALE ANNI 2015 2017 Allegato C) Delib. C.C. n. 0 / CÀ D SAN MAURO ORNESE PROVNCA D ORNO BLANCO PLURENNALE ANN 20 Parte Prima - Entrata MUNE D SAN MAURO ORNESE BLANCO PLURENNALE - 20 - ENRAA PAG. Risorse Accertamenti Previsioni

Dettagli

Regolamento dell Indice. Banca IMI Protected Basket Index June 2015 A

Regolamento dell Indice. Banca IMI Protected Basket Index June 2015 A Sede legale n Pazzea Gordano Dell Amore 3, 20121 Mlano scra all Albo delle Banche con l n. 5570 Soceà apparenene al Gruppo Bancaro Inesa Sanpaolo scro all Albo de Grupp Bancar Soceà soggea alla drezone

Dettagli

1 Valutazione dei costi pag. 2. Premessa pag. 2. 1.1 Rete idrica pag. 2. 1.2 Rete telefonica pag, 3. 1.3 Rete trasmissione dati pag.

1 Valutazione dei costi pag. 2. Premessa pag. 2. 1.1 Rete idrica pag. 2. 1.2 Rete telefonica pag, 3. 1.3 Rete trasmissione dati pag. E l a b. R. 5 apr l e 2008 -Prof.Arch.G anl u g N gro f ebbra o 2013 -Arch.Francesco N gro Ar ch e T z anaal er S l v acuzz ol Fr ancescon gr o Rober opar o o Fr ancescaval en n Ar ch e T z anaal er Rober

Dettagli

COMUNE DI FOSSANO BILANCIO PLURIENNALE 2012-2014 - ENTRATA

COMUNE DI FOSSANO BILANCIO PLURIENNALE 2012-2014 - ENTRATA MUNE D FOSSANO BLANCO PLURENNALE - 20 - ENRAA PAG. Risorse Accertamenti Previsioni PREVSON DEL BLANCO PLURENNALE - 20 es. chiuso 20 OALE ANNO. Avanzo di amministrazione.32.,..,3.00.00.00.00 di cui: Vincolato

Dettagli

Capitolo 2 Le leggi del decadimento radioattivo

Capitolo 2 Le leggi del decadimento radioattivo Capolo Le legg del decadmeno radoavo. Sablà e nsablà nucleare Se analzzamo aenamene la cara de nucld, vedamo che n essa sono rappresena, olre a nucle sabl, anche var nucle nsabl. Con l ermne nsable s nende

Dettagli

COMUNE DI QUINTO VICENTINO BILANCIO PLURIENNALE 2013-2015 - ENTRATA

COMUNE DI QUINTO VICENTINO BILANCIO PLURIENNALE 2013-2015 - ENTRATA MUNE D QUNO VCENNO BLANCO PLURENNALE - 20 - ENRAA PAG. Risorse Accertamenti Previsioni PREVSON DEL BLANCO PLURENNALE - 20 es. chiuso 20 OALE ANNO. Avanzo di amministrazione 2.00.,00 di cui: Vincolato Finanziamento

Dettagli

Prodotti extra prenotabili e pagabili in anticipo

Prodotti extra prenotabili e pagabili in anticipo gu da ag ex r a ho dayau os Anche prodo prenoab n ancpo sono commssonab. Ques prodo sono: 1. Rmborso dea Franchga STANDARD 2. Rmborso dea Franchga TOTALE 3. Proezone dea Canceazone Qu d seguo speghamo

Dettagli

VILLANOVA MONDOVI' PAG. 1 BILANCIO PLURIENNALE 2012-2014 - ENTRATA

VILLANOVA MONDOVI' PAG. 1 BILANCIO PLURIENNALE 2012-2014 - ENTRATA VLLANOVA MONDOV' PAG. 1 BLANCO PLURENNALE - 2014 - ENRAA Accertamenti PREVSON DEL BLANCO PLURENNALE - 2014 Risorse ultimo es. chiuso esercizio in corso 2014 OALE ANNO. 1 2 3 4 5 6 7 8 Avanzo di amministrazione

Dettagli

VILLANOVA MONDOVI' PAG. 1 BILANCIO PLURIENNALE 2013-2015 - ENTRATA

VILLANOVA MONDOVI' PAG. 1 BILANCIO PLURIENNALE 2013-2015 - ENTRATA VLLANOVA MONDOV' PAG. 1 BLANCO PLURENNALE - 2015 - ENRAA Accertamenti PREVSON DEL BLANCO PLURENNALE - 2015 Risorse ultimo es. chiuso esercizio in corso 2015 OALE ANNO. 1 2 3 4 5 6 7 8 Avanzo di amministrazione

Dettagli

COMUNE DI MARENE BILANCIO PLURIENNALE 2014-2016 - ENTRATA

COMUNE DI MARENE BILANCIO PLURIENNALE 2014-2016 - ENTRATA MUNE D MARENE BLANCO PLURENNALE - 20 - ENRAA PAG. Risorse Accertamenti Previsioni PREVSON DEL BLANCO PLURENNALE - 20 es. chiuso 20 OALE ANNO. Avanzo di amministrazione di cui: Vincolato Finanziamento nvestimenti

Dettagli

BILANCIO PLURIENNALE 2015-2017 - ENTRATA

BILANCIO PLURIENNALE 2015-2017 - ENTRATA BRUSAPORO BLANCO PLURENNALE - 20 - ENRAA PAG. Risorse Accertamenti Previsioni PREVSON DEL BLANCO PLURENNALE - 20 es. chiuso 20 OALE ANNO. Avanzo di amministrazione.,0 di cui: Vincolato Finanziamento nvestimenti

Dettagli

Circolare Decreto Legislativo 155/97 - Sistema HACCP e coinvolgimento dei comparti Imballaggi Ortofrutticoli e Sughero.

Circolare Decreto Legislativo 155/97 - Sistema HACCP e coinvolgimento dei comparti Imballaggi Ortofrutticoli e Sughero. Crolare Dereto Legslatvo 155/97 - Sstema HACCP e onvolgmento de ompart Imballagg Ortofruttol e Sughero. Sheda esplatva D.Lvo 155/97" Sopo del presente doumento è quello d llustrare gl aspett nerent alla

Dettagli

Nel caso di un regime di capitalizzazione definiamo, relativamente al periodo [t, t + t] : i t

Nel caso di un regime di capitalizzazione definiamo, relativamente al periodo [t, t + t] : i t 4. Approcco formale E neressane efnre le caraersche e var regm fnanzar n manera pù asraa e generale, n moo a poer suare qualsas regme fnanzaro. A al fne efnamo percò e paramer n grao escrvere qualsas po

Dettagli

COMUNE DI SOLARINO BILANCIO PLURIENNALE

COMUNE DI SOLARINO BILANCIO PLURIENNALE MUNE D SOLARNO BLANCO PLURENNALE Periodo: /20 Parte prima - Entrata MUNE D SOLARNO BLANCO PLURENNALE - 20 - ENRAA PAG. Risorse Accertamenti Previsioni PREVSON DEL BLANCO PLURENNALE - 20 es. chiuso 20 OALE

Dettagli

CITTÁ DI PIOSSASCO. Città di Piossasco Piazza Tenente Nicola, 4 CAP 10045 Piossasco Tel 011 90271 - Fax 011 9027261 - Partita IVA 01614770012

CITTÁ DI PIOSSASCO. Città di Piossasco Piazza Tenente Nicola, 4 CAP 10045 Piossasco Tel 011 90271 - Fax 011 9027261 - Partita IVA 01614770012 CÁ D POSSAS Città di Piossasco Piazza enente Nicola, CAP 00 Piossasco el 0 02 - Fax 0 022 - Partita VA 0002 CA' D POSSAS BLANCO PLURENNALE - 20 - ENRAA PAG. Risorse Accertamenti Previsioni PREVSON DEL

Dettagli

COMUNE DI VERZUOLO BILANCIO PLURIENNALE 2014-2016 - ENTRATA

COMUNE DI VERZUOLO BILANCIO PLURIENNALE 2014-2016 - ENTRATA MUNE D VERZUOLO BLANCO PLURENNALE - 20 - ENRAA PAG. Risorse Accertamenti Previsioni PREVSON DEL BLANCO PLURENNALE - 20 es. chiuso 20 OALE ANNO. Avanzo di amministrazione 20., 3.002,2 di cui: Vincolato

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI INGEGNERI

CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI INGEGNERI " ',, C", -, 'ra L," ' CONSGLO NAZONALE DEGL NGEGNER PRESSO L MNSTERO DELLA GUSTZA - 00186 ROMA - VA ARENULA, 71 PRESDENZA E SEGRETERA 00187 ROMA - VA V NOVEMBRE, 114 TEL. 06.6976701 r.a. - FAX 06.69767048

Dettagli

COMUNE DI GELA BILANCIO PLURIENNALE 2013-2015 - ENTRATA

COMUNE DI GELA BILANCIO PLURIENNALE 2013-2015 - ENTRATA BLANCO PLURENNALE - 20 - ENRAA PAG. Risorse Accertamenti Previsioni PREVSON DEL BLANCO PLURENNALE - 20 es. chiuso 20 OALE ANNO. Avanzo di amministrazione.2.0,0..,03.3.02,.3.02, di cui: Vincolato..,2..,2

Dettagli

L inchiesta ISAE sugli investimenti delle imprese manifatturiere ed estrattive: aspetti metodologici e risultati

L inchiesta ISAE sugli investimenti delle imprese manifatturiere ed estrattive: aspetti metodologici e risultati ISTITUTO DI STUDI E ANALISI ECONOMICA L nchesa ISAE sugl nvesmen delle mprese manfaurere ed esrave: aspe meodologc e rsula d Taana Cesaron ISAE, Pazza dell Indpendenza, 4, 0085 Roma Unversà degl Sud d

Dettagli

Allocazione Statica. n i

Allocazione Statica. n i Esercazon d Sse Inegra d Produzone Allocazone Saca I eod asa sull'allocazone saca scheazzano l processo d assegnazone delle rsorse alle par consderandolo da un lao ndpendene dal epo e rascurando dall'alro

Dettagli

PROCESSI CASUALI. Segnali deterministici e casuali

PROCESSI CASUALI. Segnali deterministici e casuali POCESSI CASUALI POCESSI CASUALI Segnal deermnsc e casual Un segnale () s dce DEEMIISICO se è una funzone noa d, coè se, fssao un qualunque sane d empo o, l valore ( o ) assuno dal segnale è noo con esaezza

Dettagli

La riforma della CARD: opportunità per l efficienza e la concorrenza nel ramo r.c. auto

La riforma della CARD: opportunità per l efficienza e la concorrenza nel ramo r.c. auto INSURANCE DAY 2014 XIII Edzone La rforma della CARD: opportuntà per l effenza e la onorrenza nel ramo r.. auto Intervento del Consglere dell IVASS Prof. Rardo Cesar Mlano, 3 ottobre 2014 1. Il sstema d

Dettagli

COMUNE DI GANGI BILANCIO PLURIENNALE 2013-2015 - ENTRATA

COMUNE DI GANGI BILANCIO PLURIENNALE 2013-2015 - ENTRATA MUNE D GANG BLANCO PLURENNALE - 20 - ENRAA PAG. Risorse Accertamenti Previsioni PREVSON DEL BLANCO PLURENNALE - 20 es. chiuso 20 OALE ANNO. Avanzo di amministrazione.,00.2,00 2.0 2.0 di cui: Vincolato.32,00.32,00

Dettagli

LEZIONE 3 INDICATORI DELLE PRINCIPALI VARIABILI MACROECONOMICHE. Argomenti trattati: definizione e misurazione delle seguenti variabili macroecomiche

LEZIONE 3 INDICATORI DELLE PRINCIPALI VARIABILI MACROECONOMICHE. Argomenti trattati: definizione e misurazione delle seguenti variabili macroecomiche LEZIONE 3 INDICATORI DELLE RINCIALI VARIABILI MACROECONOMICHE Argomeni raai: definizione e misurazione delle segueni variabili macroecomiche Livello generale dei prezzi, Tasso d inflazione, π IL nominale,

Dettagli

Esercizi sui gas perfetti

Esercizi sui gas perfetti Eserz su gas perett Eserzo In un repente d esertata dal gas è d delle oleole d elo. 0 d sono ontenute ol d He. La pressone 5.5 Trasorao l volue n untà SI: 0d 0 Pa. Deternare la velotà quadrata eda Ravao

Dettagli

Il rendimento globale di una macchina

Il rendimento globale di una macchina 0 Shede d Impant Naval Il rendmento globale d una mahna η g PB m& H ver 1.1 A ura d Frano Quaranta 1 Il rendmento globale d una mahna versone: 1.1 fle orgnale: Il rendmento globale d una mahna 130518 ver

Dettagli

UNIVERISITA DEGLI STUDI DI PADOVA. Marketing e Pubblicità: una rassegna

UNIVERISITA DEGLI STUDI DI PADOVA. Marketing e Pubblicità: una rassegna FACOLTA DI SCIENZE STATISTICHE UNIVERISITA DEGLI STUDI DI PADOVA Corso d Laurea n STATISTICA E GESTIONE DELLE IMPRESE Currculum: Anals d Mercao Tes d Laurea d: Eva Luse Markeng e Pubblcà: una rassegna

Dettagli

Il valore dei titoli azionari. a) DCF Model con TV. I metodi finanziari. I flussi di cassa. Flussidi cassa t

Il valore dei titoli azionari. a) DCF Model con TV. I metodi finanziari. I flussi di cassa. Flussidi cassa t Il valore de ol azoar IL VALORE DEI TITOLI AZIONARI: meod azar Soo possbl dvers approcc: approcco basao su luss d rsulao: meod azar, redduale e del valore (exra pro); approcco d mercao: meodo de mulpl

Dettagli

Osservatorio dinamica prezzi dispositivi medici Assobiomedica - CEr. Presentazione. Assobiomedica Centro Studi

Osservatorio dinamica prezzi dispositivi medici Assobiomedica - CEr. Presentazione. Assobiomedica Centro Studi Osservaoro dnamca prezz dsposv medc Assobomedca - CEr Presenazone Assobomedca Cenro Sud L Osservaoro L ndagne è condoa dal CER a cadenza semesrale presso le mprese assocae ad Assobomedca per rlevare la

Dettagli

COMUNE DI DESENZANO DEL GARDA BILANCIO PLURIENNALE 2012-2014 - ENTRATA

COMUNE DI DESENZANO DEL GARDA BILANCIO PLURIENNALE 2012-2014 - ENTRATA MUNE D DESENZANO DEL GARDA BLANCO PLURENNALE - 20 - ENRAA PAG. Risorse Accertamenti Previsioni PREVSON DEL BLANCO PLURENNALE - 20 es. chiuso 20 OALE ANNO. Avanzo di amministrazione 2.22.33,3.0.2, 0., 0.,

Dettagli

Manutenibilità e Disponibilità

Manutenibilità e Disponibilità produzone servaa ffdablà, Manuenblà e Dsponblà Sefano Ierace Obev Ulzzo dell anals d affdablà come srumeno predvo d comporameno d un ssema Valuazone requs d funzonameno d un componene Confrono d alernave

Dettagli

CUT\ DI POMPEI. Oggetto:server dedicato per anno 2015. funzionamento del sito Internet istituzionale CIG. impegno contabile ZOE12B7OD2.

CUT\ DI POMPEI. Oggetto:server dedicato per anno 2015. funzionamento del sito Internet istituzionale CIG. impegno contabile ZOE12B7OD2. Affari le 1 CUT\ D POMPE Parimonio dell \ \R mania - (iia d are Fina ziari DETERMNAZONE DEL DRGENTE Seore Generali e Finanziari Proposa di deerminazione del Dirigene pro. del Capiolo n, bilancio Oggeo:server

Dettagli

Ministero della Salute D.G. della programmazione sanitaria --- GLI ACC - L ANALISI DELLA VARIABILITÀ METODOLOGIA

Ministero della Salute D.G. della programmazione sanitaria --- GLI ACC - L ANALISI DELLA VARIABILITÀ METODOLOGIA Mnstero della Salute D.G. della programmazone santara --- GLI ACC - L ANALISI DELLA VARIABILITÀ METODOLOGIA La valutazone del coeffcente d varabltà dell mpatto economco consente d ndvduare gl ACC e DRG

Dettagli

DAL DATO ALL INFORMAZIONE GESTIONALE

DAL DATO ALL INFORMAZIONE GESTIONALE DAL DATO ALL INFORMAZIONE GESTIONALE Srumen sasc per supporare ssem d conrollo d gesone e d comuncazone negraa Ducco Sefano Gazze Con l conrbuo d: Gan Pero Cervellera e Gann Be 1 Inroduzone... 4 Capolo

Dettagli

flusso in uscita (FU) Impresa flusso in entrata (FE)

flusso in uscita (FU) Impresa flusso in entrata (FE) Analisi degli invesimeni Il bilancio è una sinesi a poseriori della siuazione di un'azienda. La valuazione degli invesimeni è un enaivo di valuare a priori la validià delle scele dell'azienda. L'invesimeno

Dettagli

I COMPONENTI DEGLI IMPIANTI TERMICI 2 parte

I COMPONENTI DEGLI IMPIANTI TERMICI 2 parte I comonen degl man ermc II.8 I COMPONENTI DEGLI IMPIANTI TERMICI are II. Generalà sulle macchne a fludo Per "macchna" s nende normalmene un ssema comao d organ (fss e mobl) n grado d effeuare una rasformazone

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS Delberazone 20 ottobre 2004 Approvazone delle condzon general d accesso e d erogazone del servzo d rgassfcazone d gnl predsposte dalla socetà Gnl Itala Spa (delberazone n. 184/04) L AUTORITÀ PER L ENERGIA

Dettagli

Sommario. Introduzione. Progetto di alberi di trasmissione Concentrazione di tensioni

Sommario. Introduzione. Progetto di alberi di trasmissione Concentrazione di tensioni 3 La orsione Sommario Inroduzione Alberi saiamene indeerminai Carihi orsionali su alberi irolari Momeno dovuo a ensioni inerne Deformazioni angenziali parallele all asse Progeo di alberi di rasmissione

Dettagli

Epigrafe. Premessa. 1. Oggetto e finalità. 2. Strutture e servizi soggetti ai requisiti minimi per l'autorizzazione.

Epigrafe. Premessa. 1. Oggetto e finalità. 2. Strutture e servizi soggetti ai requisiti minimi per l'autorizzazione. Legg d'iala D.M. 21-05-2001, n. 308 Regolameno concenene «Requs mnm suual e oganzzav pe l'auozzazone all'eseczo de sevz e delle suue a cclo esdenzale e semesdenzale, a noma dell'acolo 11 della L. 8 novembe

Dettagli

Analisi dell interazione terreno struttura: il Modulo geotecnico Capitolo 23 Analisi dell interazione terreno struttura: il Modulo geotecnico

Analisi dell interazione terreno struttura: il Modulo geotecnico Capitolo 23 Analisi dell interazione terreno struttura: il Modulo geotecnico Captolo 3 Anals dell nterazone terreno struttura: l Modulo geoteno Questo aptolo presenta una panorama de omand e delle proedure per la defnzone delle propretà e la verfa del terreno d fondazone della

Dettagli

Provincia di Treviso

Provincia di Treviso Treviso, 21 dicembre 2004 OGGETTO: Gesione rifiui urbani e assimilai Servizio pubblico inegraivo di gesione rifiui speciali Adempimeni relaivi alla compilazione di formulari di idenificazione, regisri

Dettagli

Esercizi di Matematica Finanziaria

Esercizi di Matematica Finanziaria Esercizi di Maemaica Finanziaria Copyrigh SDA Bocconi Faori nanziari Classi care e rappresenare gra camene i segueni faori nanziari per : (a) = + ; 8 (b) = ( + ; ) (c) = (d) () = ; (e) () = ( + ; ) (f)

Dettagli

velocità angolare o pulsazione (gradi /s oppure rad/s) (angolo percorso da V in un intervallo di tempo)

velocità angolare o pulsazione (gradi /s oppure rad/s) (angolo percorso da V in un intervallo di tempo) V A = AMPIEZZA = lunghezza di V A ALTERNATA Proiezione di V X ISTANTE = velocià angolare o pulsazione (gradi /s oppure rad/s) (angolo percorso da V in un inervallo di empo) DEVE ESSERE COSTANTE Angolo

Dettagli

Economia del Settore Pubblico 97. Economia del Settore Pubblico 99. Quale indice di diseguaglianza usare? il rapporto interdecilico PROBLEMA:

Economia del Settore Pubblico 97. Economia del Settore Pubblico 99. Quale indice di diseguaglianza usare? il rapporto interdecilico PROBLEMA: Economa del Settore Pubblco Laura Vc laura.vc@unbo.t www.dse.unbo.t/lvc/edsp_.htm LEZIONE 4 Rmn, 9 aprle 008 Economa del Settore Pubblco 96 I prncpal ndc d dseguaglanza: ndc d entropa generalzzata Isprata

Dettagli

10-7-2009. GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 158. ALLEGATO 1 (Allegato A, paragrafo 2)

10-7-2009. GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 158. ALLEGATO 1 (Allegato A, paragrafo 2) ALLEGATO 1 (Allegato A, paragrafo 2) Indcazon per l calcolo della prestazone energetca d edfc non dotat d mpanto d clmatzzazone nvernale e/o d produzone d acqua calda santara 1. In assenza d mpant termc,

Dettagli

Codice di Stoccaggio Capitolo 7 Bilanciamento e reintegrazione dello stoccaggio

Codice di Stoccaggio Capitolo 7 Bilanciamento e reintegrazione dello stoccaggio Codce d Stoccaggo Captolo 7 Blancamento e rentegrazone dello stoccaggo 7.4 Corrspettv per servz d stoccaggo L UTENTE è tenuto a corrspondere a STOGIT, per la prestazone de servz, gl mport dervant dall

Dettagli

INDICATORI PER IL MERCATO AZIONARIO (aggiornato il 2-2-2007)

INDICATORI PER IL MERCATO AZIONARIO (aggiornato il 2-2-2007) INDICATORI PER IL MERCATO AZIONARIO (aggiornao il 2-2-2007). Obievi della rilevazione Negli anni 60 Mediobanca avviò la rilevazione sisemaca dei corsi delle azioni quoae in Borsa, ideando un indice con

Dettagli

Dipartimento di Economia Aziendale e Studi Giusprivatistici. Università degli Studi di Bari Aldo Moro. Corso di Macroeconomia 2014

Dipartimento di Economia Aziendale e Studi Giusprivatistici. Università degli Studi di Bari Aldo Moro. Corso di Macroeconomia 2014 Dpartmento d Economa Azendale e Stud Gusprvatstc Unverstà degl Stud d Bar Aldo Moro Corso d Macroeconoma 2014 1.Consderate l seguente grafco: LM Partà de tass d nteresse LM B A IS IS Y E E E Immagnate

Dettagli

GLI STILI DI INVESTIMENTO NEL MERCATO AZIONARIO EUROPEO

GLI STILI DI INVESTIMENTO NEL MERCATO AZIONARIO EUROPEO GLI STILI DI INVESTIMENTO NEL MERCATO AZIONARIO EUROPEO Monca Bllo Unversà Ca' Foscar e GRETA Veneza Robero Casarn GRETA Veneza Clare Meu CREST Parg Domenco Sarore GLI STILI DI INVESTIMENTO NEL MERCATO

Dettagli

Indicatori di rendimento per i titoli obbligazionari

Indicatori di rendimento per i titoli obbligazionari Indcator d rendmento per ttol obblgazonar LA VALUTAZIONE DEGLI INVESTIMENTI A TASSO FISSO Per valutare la convenenza d uno strumento fnanzaro è necessaro precsare: /4 Le specfche esgenze d un nvesttore

Dettagli

Note su energie e forze del campo elettromagnetico

Note su energie e forze del campo elettromagnetico A. Maffucc: oe su Energe e Forze e campo eeromagneco ver.. /4. Energe e forze n un ssema eerosaco.. Energa n funzone carche e poenza. conser ssema n fgura, uo a conuor ne vuoo o n mezzo eerco omogeneo,

Dettagli

AZIENDA USL BAT/T _ BARLETTA ANDRIA TRANI Via Fornaci. 201-7O03l ANDRIA

AZIENDA USL BAT/T _ BARLETTA ANDRIA TRANI Via Fornaci. 201-7O03l ANDRIA AZENDA USL BAT/T _ BARLETTA ANDRA TRAN Via Fornaci. 201-7O03l ANDRA TARFFE RCERCA VSURA ERPRODUZONE A) Coso ricerca e visura - ai formai negli ulimi cinque anni anecedeni 1a richiesa Euro 1,00 - ai formai

Dettagli

Lezione 10. L equilibrio del mercato finanziario: la struttura dei tassi d interesse

Lezione 10. L equilibrio del mercato finanziario: la struttura dei tassi d interesse Lezone 1. L equlbro del mercato fnanzaro: la struttura de tass d nteresse Ttol con scadenza dversa hanno prezz (e tass d nteresse) dfferent. Due ttol d durata dversa emess dallo stesso soggetto (stesso

Dettagli

Modelli statistici per caratterizzare canali affetti da multipath

Modelli statistici per caratterizzare canali affetti da multipath Rihiami sul anale di omuniazione radio Modulo di Modulo Tenihe di Avanzae Informazione di Trasmissione e Codifia a.a. a.a. 2009-2010 2007-08 1 Rihiami sul anale di omuniazione radio Modelli saisii per

Dettagli

Manutenzione requisito di progetto

Manutenzione requisito di progetto Manuenzone requso d progeo Semnaro d 2 CD 2 ore CSIE - CSIEn Cors d Sudo n Ingegnera Elerca-energeca energeca govedì 24 gennao 28 Domenco Salmben 24 gennao 28 Programma del semnaro Normava vgene Tpologa

Dettagli

LEZIONE 2 e 3. La teoria della selezione di portafoglio di Markowitz

LEZIONE 2 e 3. La teoria della selezione di portafoglio di Markowitz LEZIONE e 3 La teora della selezone d portafoglo d Markowtz Unverstà degl Stud d Bergamo Premessa Unverstà degl Stud d Bergamo Premessa () È puttosto frequente osservare come gl nvesttor tendano a non

Dettagli

I mercati dei beni e i mercati finanziari in economia aperta

I mercati dei beni e i mercati finanziari in economia aperta I mercai dei beni e i mercai finanziari in economia apera Economia apera Mercai dei beni: l opporunià per i consumaori e le imprese di scegliere ra beni nazionali e beni eseri. Mercai delle aivià finanziarie:

Dettagli

LA GIUNTA COMUNALE. 6. Quadro economico

LA GIUNTA COMUNALE. 6. Quadro economico LA GIUNTA COMUNALE PREMESSO: he on D.G.R. n. 1421 del 5/8/2014 è stato approvato il bando il finanziamento degli interventi di effiientamento energetio delle reti di illuminazione pubblia, da onseguire

Dettagli

La liberalizzazione delle quote a tariffa ridotta in mercati oligopolistici

La liberalizzazione delle quote a tariffa ridotta in mercati oligopolistici XV Convegno SIDEA 5-7 seemre 008, Por a leralzzazone delle uoe a arffa rdoa n mera olgools Marghera Soola Darmeno d sud sullo svluo eonomo Unversà d Maeraa VERSIONE PROVVISORIA DA NON CIARE Asra: uona

Dettagli

Minicorso Stocks Trading Analisys

Minicorso Stocks Trading Analisys MINICORSO: Soks marke Trading Analisys (pare 1/5) di Andrea Saviano Pare 1 Miniorso Soks Trading Analisys di Andrea Saviano Vedo prevedo sravedo, premessa L analisi enia e l albero di Naale Il bravo sienziao:

Dettagli

La Valutazione della Ricerca nelle Università Italiane: la SUA-RD e le prospettive future.

La Valutazione della Ricerca nelle Università Italiane: la SUA-RD e le prospettive future. La Valutazione della Ricerca nelle Università Italiane: la SUA-RD e le prospettive future. Massimo Castagnaro Coordinatore AVA - Consiglio Direttivo ANVUR massimo.castagnaro@anvur.org Roma, 11.11.2014

Dettagli

Corso di Economia del Lavoro Daniele Checchi Blanchard-Amighini-Giavazzi cap.4 anno 2014-15

Corso di Economia del Lavoro Daniele Checchi Blanchard-Amighini-Giavazzi cap.4 anno 2014-15 Corso i Economia el Lavoro Daniele Checchi Blanchar-Amighini-Giavazzi cap.4 anno 2014-15 I MERCATI FINANZIARI Esise una grane varieà i aivià finanziarie. Il risparmiaore eve scegliere in quali forme eenere

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI FIRENZE. Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea in Ingegneria Informatica! "#$

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI FIRENZE. Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea in Ingegneria Informatica! #$ UNIVERITA DEGLI TUDI DI FIRENZE Facolà d Ingegnera Corso d Laurea n Ingegnera Informaca! "#$ ##%& ' ommaro OMMARIO... 1 INTRODUZIONE... 2 1.1 I DATI BIOLOGICI COME EQUENZE DI IMBOLI... 3 1.1.1 Qualà delle

Dettagli

Buono Fruttifero Postale P70

Buono Fruttifero Postale P70 Foglio Informaivo delle principali caraerisiche dei Buoni Fruiferi Posali e Regolameno del presio Pare I - Informazioni sull'emiene e sul Collocaore Emiene: Cassa deposii e presii socieà per azioni (di

Dettagli

DOCUMENTO PER LA CONSULTAZIONE 598/2014/R/EEL

DOCUMENTO PER LA CONSULTAZIONE 598/2014/R/EEL DOCUMENTO PER LA CONSULTAZIONE 598/2014/R/EEL ORIENTAMENTI PER LA RIFORMA DELLE INTEGRAZIONI TARIFFARIE PER LE IMPRESE ELETTRICHE MINORI NON INTERCONNESSE Documento per la consultazone per la formazone

Dettagli

L ambiente prima di tutto

L ambiente prima di tutto ambiene prima di uo CATAOGO AMPAE ambiene prima di uo a ireiva Europea (2005/32/CE) viea da Seembre 2009 la prima iissione sul mercao di lampade ad elevao consumo energeico per uso domesico. a decisione

Dettagli

Dipartimento di Statistica Università di Bologna. Matematica Finanziaria aa 2012-2013 Esercitazione: 4 aprile 2013

Dipartimento di Statistica Università di Bologna. Matematica Finanziaria aa 2012-2013 Esercitazione: 4 aprile 2013 Dpartmento d Statstca Unverstà d Bologna Matematca Fnanzara aa 2012-2013 Eserctazone: 4 aprle 2013 professor Danele Rtell www.unbo.t/docent/danele.rtell 1/41? Aula "Ranzan B" 255 post 1 2 3 4 5 6 7 8 9

Dettagli

VALORE EFFICACE DEL VOLTAGGIO

VALORE EFFICACE DEL VOLTAGGIO Fisica generale, a.a. /4 TUTOATO 8: ALO EFFC &CCUT N A.C. ALOE EFFCE DEL OLTAGGO 8.. La leura con un mulimero digiale del volaggio ai morsei di un generaore fornisce + in coninua e 5.5 in alernaa. Tra

Dettagli

Economie di scala, concorrenza imperfetta e commercio internazionale

Economie di scala, concorrenza imperfetta e commercio internazionale Sanna-Randacco Lezone n. 14 Econome d scala, concorrenza mperfetta e commerco nternazonale Non v è vantaggo comparato (e qund non v è commerco nter-ndustrale). S vuole dmostrare che la struttura d mercato

Dettagli

Lezione 10. (BAG cap. 9) Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Università di Pavia

Lezione 10. (BAG cap. 9) Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Università di Pavia Lezione 10 (BAG cap. 9) Il asso naurale di disoccupazione e la curva di Phillips Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Universià di Pavia In queso capiolo Inrodurremo uno degli oggei più conosciui

Dettagli

Relazione funzionale e statistica tra due variabili Modello di regressione lineare semplice Stima puntuale dei coefficienti di regressione

Relazione funzionale e statistica tra due variabili Modello di regressione lineare semplice Stima puntuale dei coefficienti di regressione 1 La Regressone Lneare (Semplce) Relazone funzonale e statstca tra due varabl Modello d regressone lneare semplce Stma puntuale de coeffcent d regressone Decomposzone della varanza Coeffcente d determnazone

Dettagli

RISPOSTA NEL DOMINIO DEL TEMPO

RISPOSTA NEL DOMINIO DEL TEMPO RISPOSTA NEL DOMINIO DEL TEMPO Nel dominio del empo le variabili sono esaminae secondo la loro evoluzione emporale. Normalmene si esamina la risposa del sisema a un segnale di prova canonico, cioè si sollecia

Dettagli

La duration di un cash flow stocastico

La duration di un cash flow stocastico a duraon d un cash flow socasco Gabrella oschn α -- Eanuela Pasqualo β ABSTRACT beo d queso laoro è d surare l rscho delle passà d un ondo Pensone araerso l anals della duraon. Parendo dalla defnzone del

Dettagli

A.A. 2013/14 Esercitazione - IRPEF TESTO E SOLUZIONI

A.A. 2013/14 Esercitazione - IRPEF TESTO E SOLUZIONI A.A. 2013/14 Eserciazione - IRPEF TESTO E SOLUZIONI Esercizio 1 - IRPEF Il signor X, che vive solo e non ha figli, ha percepio, nel corso dell anno correne, i segueni reddii: - Reddii da lavoro dipendene

Dettagli

INQUADRAMENTO GENERALE DEL PROCEDIMENTO E CRITERI PER LA DETERMINAZIONE

INQUADRAMENTO GENERALE DEL PROCEDIMENTO E CRITERI PER LA DETERMINAZIONE DCO 29/11 CRITERI PER LA DEFINIZIONE DELLE TARIFFE PER L EROGAZIONE DEI SERVIZI DI TRASMISSIONE, DISTRIBUZIONE E MISURA DELL ENERGIA ELETTRICA PER IL PERIODO 20 2015 INQUADRAMENTO GENERALE DEL PROCEDIMENTO

Dettagli

EFFETTI DELLA COMPRESSIBILITA SULLA GESTIONE DI UNA DISCARICA PER RIFIUTI URBANI

EFFETTI DELLA COMPRESSIBILITA SULLA GESTIONE DI UNA DISCARICA PER RIFIUTI URBANI EFFETTI DELLA COMPRESSIBILITA SULLA GESTIOE DI UA DISCARICA PER RIFIUTI URBAI Gabrl D Rull Door Inggnr Dparmno DICEA d Inggnra Cvl prsso la faolà d Inggnra dll Unvrsà dgl Sud d Frnz. Pro Srn Profssor ordnaro

Dettagli

Economia del Lavoro. Argomenti del corso

Economia del Lavoro. Argomenti del corso Economa del Lavoro Argoment del corso Studo del funzonamento del mercato del lavoro. In partcolare, l anals economca nerente l comportamento d: a) lavorator, b) mprese, c) sttuzon nel processo d determnazone

Dettagli

Bonus Cap Certificates con sottostante Allianz SE, AXA SA, Assicurazioni Generali S.p.A.

Bonus Cap Certificates con sottostante Allianz SE, AXA SA, Assicurazioni Generali S.p.A. Bonus Cap Certfcates con sottostante Allanz SE, AXA SA, Asscurazon General S.p.A. Dal 7 febbrao fno al 1 marzo solo su ISIN: DE000HV8AKJ8 Sottostante: Allanz SE, AXA SA, Asscurazon General S.p.A. Scadenza:

Dettagli

Anche sugli impianti in esercizio è possibile intervenire attuando una serie di soluzioni in grado di ridurre sensibilmente il consumo di energia.

Anche sugli impianti in esercizio è possibile intervenire attuando una serie di soluzioni in grado di ridurre sensibilmente il consumo di energia. Risparmio Energeico Risparmio Energeico per Scale e Tappei Mobili La riduzione dei consumi di energia proveniene dalle foni fossili non rinnovabili (perolio, carbone) è una delle priorià assolue, insieme

Dettagli

Trigger di Schmitt. e +V t

Trigger di Schmitt. e +V t CORSO DI LABORATORIO DI OTTICA ED ELETTRONICA Scopo dell esperenza è valutare l ampezza dell steres d un trgger d Schmtt al varare della frequenza e dell ampezza del segnale d ngresso e confrontarla con

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI MESSINA

PROVINCIA REGIONALE DI MESSINA PROVNCA REGONALE D MESSNA Regolamento per l'erogazone delle rsorse fnanzare agl sttut scolastc Artcolo 1 - Prncp, defnzon e norme general 1. l presente regolamento da attuazone all'art.3 della Legge 11

Dettagli

Lezione n.7. Variabili di stato

Lezione n.7. Variabili di stato Lezione n.7 Variabili di sao 1. Variabili di sao 2. Funzione impulsiva di Dirac 3. Generaori impulsivi per variabili di sao disconinue 3.1 ondizioni iniziali e generaori impulsivi In quesa lezione inrodurremo

Dettagli

Lezione 11. Inflazione, produzione e crescita della moneta

Lezione 11. Inflazione, produzione e crescita della moneta Lezione 11 (BAG cap. 10) Inflazione, produzione e crescia della monea Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Universià di Pavia Tre relazioni ra produzione, disoccupazione e inflazione Legge di Okun

Dettagli

Università di Napoli Parthenope Facoltà di Ingegneria

Università di Napoli Parthenope Facoltà di Ingegneria Universià di Napoli Parenope Facolà di Ingegneria Corso di Comunicazioni Elerice docene: Prof. Vio Pascazio a Lezione: 7/04/003 Sommario Caraerizzazione energeica di processi aleaori Processi aleaori nel

Dettagli

Apertura nei Mercati Finanziari

Apertura nei Mercati Finanziari Lezione 20 (BAG cap. 6.2, 6.4-6.5 e 18.5-18.6) La poliica economica in economia apera Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Universià di Pavia Aperura nei Mercai Finanziari 1) Gli invesiori possono

Dettagli

Gates CMOS in cascata

Gates CMOS in cascata Gaes MOS n cascaa Obevo Sudo del mnmo rardo d roagazone: Numero d sage fssao Numero d sage omo Esemo 1 due nveror n cascaa Inv1 Inv2 S=W/L αs uαs V V Vo us L L/=ρ I: = n(inv2) = u Dmensonameno del Transsor

Dettagli

DECRETA. ART. 3 Il compenso per l attività di collaborazione è fissato in 1.095,00 esente dall imposta sul reddito delle persone fisiche.

DECRETA. ART. 3 Il compenso per l attività di collaborazione è fissato in 1.095,00 esente dall imposta sul reddito delle persone fisiche. BANDO PER n. 64 BORSE DI COLLABORAZIONE PER IL SUPPORTO PRESSO IL C.I.A.O. DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA NEL PERIODO DA SETTEMBRE 2010 A FINE GENNAIO 2011 000280 IL RETTORE VISTO VISTO

Dettagli

Scenari di frenata per il comparto elettrico: il nodo della valorizzazione del prodotto

Scenari di frenata per il comparto elettrico: il nodo della valorizzazione del prodotto CRESME Scenar d frenata per l comparto elettrco: l nodo della valorzzazone del prodotto Il mercato elettrco rappresenta uno de pù nteressant compart economc del nostro paese, caratterzzato da profonde

Dettagli

Teoria delle opzioni e Prodotti strutturati

Teoria delle opzioni e Prodotti strutturati L FIME a.a. 8-9 9 oa ll ozon Poo suua Gogo Consgl gogo.onsgl@unbg. Uff 58 vmno m:.-3. Pogamma. Mao ll ozon ona va. oa ll ozon 3. nh valuazon 4. Hgng 5. Inggna fnanzaa 6. Pou numh 7. Dvavs sass Ozon Pou

Dettagli

IL MERCATO DEL GAS NATURALE E LA CONTRATTUALISTICA. VICENZA 29 MARZO 2012 Stefano Zennaro 2012

IL MERCATO DEL GAS NATURALE E LA CONTRATTUALISTICA. VICENZA 29 MARZO 2012 Stefano Zennaro 2012 IL MERCATO DEL GAS NATURALE E LA CONTRATTUALISTICA VICENZA 29 MARZO 2012 La filiera del mercato del gas naturale Approvvigionamento Sistema infrastrutturale Vendita Produzione nazionale Importazione GNL

Dettagli

EH SmartView. Una SmartView sui rischi e sulle opportunità. Servizio di monitoraggio dell assicurazione del credito. www.eulerhermes.

EH SmartView. Una SmartView sui rischi e sulle opportunità. Servizio di monitoraggio dell assicurazione del credito. www.eulerhermes. EH SmartVew Servz Onlne d Euler Hermes Una SmartVew su rsch e sulle opportuntà Servzo d montoraggo dell asscurazone del credto www.eulerhermes.t Cos è EH SmartVew? EH SmartVew è l servzo d Euler Hermes

Dettagli

Titoli obbligazionari (Bond) Tipi di titoli obbligazionari

Titoli obbligazionari (Bond) Tipi di titoli obbligazionari Tol obblgazoar Bod U obblgazoe è u olo d debo emesso da ua soceà da uo sao o da u ee pubblco che dà dro al suo possessore al rmborso del capale presao alla scadeza e al pagameo d eress cedole. La emssoe

Dettagli

TECNICA DELLE ASSICURAZIONI

TECNICA DELLE ASSICURAZIONI TECNICA DELLE ASSICURAZIONI E DELLE FORME PENSIONISTICHE Prof. Annamaria Olivieri a.a. 25/26 Esercizi: eso. Una socieà di calcio si impegna a risarcire con 5 euro il proprio allenaore, in caso di licenziameno

Dettagli