Regolatori di Portata Massica per Gas

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Regolatori di Portata Massica per Gas"

Transcript

1 Product Overview Regolatori di Portata Massica per Gas ELETTROVALVOLE 01 VALVOLE DI PROCESSO 02 PNEUMATICA 03 SENSORI 04 MICROFLUIDICA ELETTROVALVOLE PROPORZIONALI 07

2 2 Bürkert Regolatori di portata massica Indice Introduzione Il fascino di Bürkert Panoramica Prodotti Principio di misura Regolatori di portata massica Impostazione e funzionamento Applicazioni tipiche Soluzioni customizzate Appendice Presenza nel Mondo

3 3 Introduzione La parola gas indica la stessa cosa in quasi tutte le lingue europee; meno noto è che si tratta di un termine di origine greca che indicava il caos. Probabilmente non è una mera coincidenza perché i gas hanno caratteristiche uniche: volatili, talvolta reattivi e sempre pronti a espandersi. Di conseguenza, richiedono una gestione particolare. I gas sono indispensabili nell industria di processo: dal rivestimento e indurimento delle superfici fino ai processi di fermentazione usati in ambito farmaceutico. I gas inerti, per esempio, servono a proteggere gli alimenti confezionati dagli effetti dell ossigeno atmosferico e nella metallurgia per impedire l ossidazione delle saldature. I gas reagenti sono usati in applicazioni industriali, per esercitare un influenza specifica su alcuni processi e anche nelle attività di ricerca e sviluppo di nuovi prodotti. Ma in qualsiasi applicazione, quel che è davvero fondamentale è poter contare su una regolazione precisa, un controllo costante e un dosaggio perfetto del fluido gassoso, per garantire risultati uniformi e riproducibili, senza compromettere minimamente la sicurezza del processo e limitandone i costi. Nessuno conosce la gestione dei gas meglio di Bürkert, perché è da più di sessant anni che siamo impegnati a misurare, controllare e regolare i fluidi. Copriamo tutte le fasi del processo, dall inizio alla fine, con un gamma diversificata di prodotti. Ci siamo sempre interessati in modo particolare al flusso delle sostanze gassose e, dalla nostra passione, sono stati creati molti prodotti. I misuratori di portata massica (MFM) e i regolatori di portata massica (MFC) sono tra i componenti più apprezzati. Perfettamente inseriti e operativi in una molteplicità di processi in tutto il mondo, questi prodotti Bürkert sono diventati punti di riferimento in termini di misura e controllo della portata massica. Accuratezza, precisione riproducibile e un rapporto prestazioni/prezzo coerente sono le principali caratteristiche degli strumenti MFM e MFC di Bürkert. Nei nostri prodotti meccatronici, la funzionalità di più componenti è combinata in un unica struttura compatta ed efficiente. Compattezza e strumentazione intelligente rendono molto più facile la gestione dei gas. Per farvi conoscere l efficienza dei nostri misuratori e regolatori di portata massica, vi proponiamo questo catalogo completo di descrizioni tecniche e una dettagliata panoramica dei prodotti.

4 4 Il fascino di Bürkert Benvenuti nell affascinante mondo dei sistemi di controllo dei fluidi Quando si parla di misura e controllo di liquidi e gas, noi siamo al vostro fianco come fornitori di prodotti sofisticati e affidabili e come risolutori di problemi senza perdere di vista la prospettiva globale. Dal 1946, anno in cui abbiamo cominciato la nostra attività, siamo cresciuti sino a divenire uno dei maggiori fornitori di sistemi di controllo dei fluidi del mondo, mantenendoci nel contempo un Azienda famigliare saldamente fondata sui valori di base, che guidano il modo in cui pensiamo e agiamo. ESPERIENZA Ci sono cose che non ci appartengono di natura. Dobbiamo raccoglierle passo dopo passo, accogliendole dagli altri, in un processo continuo e ininterrotto che le rende preziose. L esperienza è una di queste realtà. Proprio in virtù dei molti anni dedicati a misurare e controllare i gas, possiamo proporre un ampia gamma di servizi ad hoc : dalle fasi di consulenza, sviluppo e simulazione CAD in 3D fino al collaudo e all assistenza post-vendita sia in relazione a prodotti singoli, sia nel caso di un sistema innovativo che copra l intero processo di controllo. Approfittatevi della nostra esperienza! coraggio Chi lavora solo in vista dell ottimizzazione di cose che già esistono, alla fine si scontra con un limite: tecnico, finanziario o personale. Per superare questi limiti, ci vuole coraggio. Coraggio di essere diversi e credere nelle proprie idee, di avventurarsi nell ignoto cercando nuovi modi per sviluppare prodotti fino ad allora inconcepibili. Noi abbiamo questo coraggio. Integrando al meglio le nostre competenze in tutti i settori, rendiamo disponibile i molti vantaggi della nostra conoscenza a 360 nel campo delle applicazioni di gestione del gas: dal controllo del gas per il plasma o dell idrogeno per la tecnologia a fuel cell. VICINANZA Ci sono cose che semplicemente si danno per scontate e solo quando non ci sono più, ci si rende conto di quanto fossero davvero importanti. Questo vale in particolar modo per la vicinanza, senza la quale è molto difficile costruire delle buone relazioni e instaurare una valida comprensione reciproca. Noi che siamo un Azienda di medie dimensioni saldamente radicata, lo sappiamo bene ed è questa la ragione per cui facciamo in modo di essere sempre vicino ai nostri clienti, per lavorare al vostro fianco e sviluppare soluzioni possibili per i vostri progetti nel settore della gestione dei gas. La nostra presenza globale in ben trentacinque paesi, ci consente di poter proporre tempestivamente le più recenti innovazioni tecniche ai nostri clienti di tutto il mondo.

5 5 Gamma dei Prodotti Bürkert Noi siamo tra i pochi fornitori sul mercato in grado di ricoprire ogni aspetto del loop di controllo processo. Infatti, la nostra gamma di prodotti attuale, spazia dalle elettrovalvole agli attuatori pneumatici e ai sensori passando dalle valvole analitiche e di processo. Bürkert propone un ampia gamma di elettrovalvole servoassistite e ad azione diretta. Maggiori dettagli all interno del catalogo. S O L E N O I D VA LV E S P R O C E S S VA LV E S P N E U M AT I C S S O L E N O I D C O N T R O L VA LV E S S O L E N O I D C O N T R O L VA LV E S 04 M A S S F LO W C O N T R O L L E R S M A S S F LO W C O N T R O L L E R S 03 MICROFLUIDICS MICROFLUIDICS 02 SENSORS 01 P N E U M AT I C S Product Overview Sensors, Transmitters and Controllers S O L E N O I D VA LV E S Product Overview Process and Control Valves Bürkert offre una modularità illimitata per il controllo di processo mediante l uso di valvole a sede inclinata, a sfera e a membrana in una vasta gamma di configurazioni. Qui potete esaminare la nostra gamma di valvole pneumatiche, isole di valvole e sistemi di automazione nonché informazioni sulla costruzione dei nostri cabinet di controllo. Qui potete trovare i nostri sensori, trasmettitori e regolatori per misurare e controllare portata, temperatura, pressione, livello, ph/orp e conducibilità. Questo catalogo presenta una panoramica delle valvole miniaturizzate e delle micro-pompe Bürkert per la movimentazione precisa e sicura di piccoli volumi di liquidi. Questo catalogo fornisce informazioni tecniche unitamente a una dettagliata panoramica dei nostri regolatori e misuratori di portata massica. Questo catalogo illustra le nostre elettrovalvole proporzionali con le relative caratteristiche, funzioni e applicazioni tipiche.

6 6 Bürkert Regolatori di portata massica Panoramica prodotti Modello 8626 (MFC) / 8006 (MFM) 8710 (MFC) / 8700 (MFM) 8715 (MFC) / 8705 (MFM) Fondo scala (273,15 K, 1013,25mbar) l N / min (N 2 ) 0, l N / min (N 2 ) Tecnologia del sensore Sensore in linea Sensore capillare Materiale del corpo Acciaio inox, alluminio Acciaio inox Pressione / bar Range di regolazione 1:50 1:50 Precisione ± 1,5 % o. R. ± 0,3 % of F. S. ± 1,5 % o. R. ± 0,3 % of F. S. Tempo di settaggio < 500 ms < 3000 ms Ripetibilità ± 0,1 % of F. S. ± 0,1 % of F. S. Grado di protezione IP65 IP40 Comunicazione Segnale standard, RS-232 o RS-422, Profibus DP, DeviceNet, CANopen, Modbus Segnale standard, RS-232 o RS-422, Profibus DP, DeviceNet, CANopen, Modbus RS232 or RS-422, Modbus Caratteristiche speciali Sensore in contatto con il fluido Sensore non in contatto con il fluido Minima perdita di carico Trattamento del flusso in entrata o in uscita non necessario Gas neutri Calibrazione con gas di processo Livello di tenuta contro i trafilamenti (verso l esterno) fino a 10-6 mbar l He /s Minima perdita di carico Trattamento del flusso in entrata o in uscita non necessario Gas aggressivi, tossici Calibrazione con gas di processo o con fattore di conversione Ermeticità contro i trafilamenti (all esterno) fino a 10 9 mbar l He /s Poco sensibile all umidità e alle particelle

7 (MFC) / 8701 (MFM) 8712 (MFC) / 8702 (MFM) 8713 (MFC) / 8703 (MFM) 0,01-80 l N / min (N 2 ) Sensore CMOS Acciaio inox, alluminio Acciaio inox Acciaio inox, alluminio 10 1:50 ± 0,8 % o. R. ± 0,3 % of F. S. < 300 ms ± 0,1 % of F. S. IP40 IP65 IP40 Segnale standard, RS-232 o RS-422, Profibus DP, DeviceNet, CANopen, Modbus Segnale standard RS-232 o RS-422, Profibus DP, DeviceNet, CANopen, Modbus Sensore in contatto con il fluido Minima perdita di carico Trattamento del flusso in entrata o in uscita non necessario Gas neutri RS-232 o RS-422, Modbus Calibrazione con gas di processo, disponibili fattori di conversione per alcuni gas Livello di tenuta contro i trafilamenti (all esterno) fino a 10 6 mbar l He /s Poco sensibile all umidità e alle particelle

8 8 Bürkert Regolatori di portata massica Principio di misura termico della portata massica La legge della fisica è ben nota: il calore tende a passare sempre da un corpo più caldo a uno meno caldo; quindi se un corpo ha una temperatura superiore all ambiente in cui si trova, cederà la sua energia termica alla massa circostante. La nostra tecnica di misura termica si basa proprio sulla conduzione e il trasporto del calore nei gas. I sensori termici utilizzati per determinare la portata massica dei gas sono composti fondamentalmente da un elemento riscaldante e da sensori di temperatura, che possono essere installati sia dentro sia fuori il canale dove scorre il gas. L elemento riscaldante scalda il gas che scorre e i sensori di temperatura rilevano il volume del calore dissipato. L energia termica dispersa è una funzione della portata massica corrente. La portata massica, generalmente misurata in kg/h, g/s o mol/s, definisce il peso del fluido che scorre ossia, più specificamente, il peso del gas che scorre attraverso il dispositivo in una certa unità di tempo. La portata volumetrica, misurata in m3/h, l/min. o ml/s, definisce invece il volume del gas che scorre attraverso il dispositivo in una certa unità di tempo; misurando il volume del gas, è necessario conoscere altri valori come temperatura e pressione, per essere in grado di fare dei confronti. Ci sono quindi delle buone ragioni per misurare la portata massica e non quella volumetrica, perché il gas è comprimibile e la sua densità e, di conseguenza, il suo volume cambiano in funzione della pressione e della temperatura. In molte applicazioni, le misure della portata massica sono più importanti delle misure della portata volumetrica. I dispositivi MFM/MFC sono ideali per aree applicative come la tecnologia dei bruciatori, dei sistemi di rivestimento e degli impianti a celle combustibili, dove è richiesto un alto grado di precisione e riproducibilità. E possibile inoltre utilizzare i dispositivi MFM/MFC dove ci sono unità di portata volumetrica standard. Infatti, se conosciamo la densità standard, possiamo calcolare la portata volumetrica standard direttamente dal valore della portata massica. Il valore della portata volumetrica si riferisce quindi alla condizione standardizzata per ragioni di confrontabilità (secondo DIN 1343, vedi Appendice a pag. 24). Gli strumenti MFM/MFC presentati nelle pagine seguenti possono essere calibrati sia in termini di portata massica che di portata volumetrica (vedi Calibrazione a pag. 16).

9 9 Regolatori di portata massica Impostazione e funzionamento I regolatori di portata massica modelli 8626, 8710, 8711, 8712, 8713 e 8715 sono dispositivi compatti che servono a controllare la portata massica dei gas. Controllano un valore di riferimento della portata predefinito, indipendentemente da variabili di disturbo quali fluttuazioni di pressione o eventuali temporanee resistenze allo scorrimento dovute, per esempio, alla presenza d impurità in un filtro. I dispositivi MFC sono composti da un sensore di flusso, componenti elettronici (con funzioni di elaborazione dei segnali, di regolazione e di controllo della valvola) e da un elettrovalvola proporzionale che funge da attuatore. Il valore di riferimento è impostato elettricamente mediante un segnale analogico o via bus di campo. Il valore misurato dal sensore è confrontato con il valore di riferimento dal regolatore, il quale emette un segnale in tensione a modulazione d impulsi verso l attuatore come variabile di correzione e lo modifica secondo lo scostamento rilevato. Il valore misurato è inviato anche all esterno tramite un segnale analogico o via bus di campo, in modo da renderlo disponibile all utente ai fini di verifica e analisi. Grazie alla facilità d installazione e alla struttura compatta, il regolare di portata massica garantisce un ottimo funzionamento di un loop di controllo completo (chiuso). Sono così eliminati altri lavori e costi, quali cablaggio e armonizzazione dei singoli componenti, integrazione di sezioni di tubo (tubazioni in entrata/uscita per il condizionamento del flusso). Impostazione set-point w Elettronica di controllo x d = w-x Segnale valvola proporzionale y x out Feedback valore misurato Valore misurato x Ingresso Uscita tubazione Sensore di portata Elettrovalvola proporzionale Fig. 1: Principio di base di un loop di controllo chiuso

10 10 Bürkert Regolatori di portata massica Sensore Inline Modelli 8626/8006 Il sensore Inline lavora in modalità CTA (Constant Temperature Anemometer) in base al principio dell anemometro a temperatura costante. Una resistenza elettrica riscaldante (R S ) e una resistenza di misura (R T ) sono regolate con una differenza di temperatura costante e poste entrambe direttamente nel canale di scorrimento; all esterno ci sono altre tre resistenze. Tutte insieme sono collegate a formare un ponte di misura. La prima resistenza posta nel flusso del gas (R T ) misura la temperatura del fluido; la seconda resistenza a basso valore ohmico (R S ) è riscaldata costantemente, quanto basta a mantenere un eccesso di temperatura predefinito nel fluido (misurato con R T ). La corrente termica richiesta a tale scopo è usata come misura del gas che scorre all interno del canale. Un appropriato trattamento del flusso nel MFC garantisce che la portata massica sia derivata in modo molto preciso. Trovandosi le due resistenze R S e R T direttamente nel canale di scorrimento, i dispositivi hanno delle caratteristiche eccezionali come tempi di riposta di solo poche centinaia di millisecondi, sia in caso di modifica del set-point, sia in caso di modifica del valore misurato. La disposizione dei sensori minimizza il rischio di contaminazione. Fig. 2: Schema funzionale di un sensore Inline

11 Impostazione e funzionamento 11 Sensore CMOS Modelli 8711/8701, 8712/8702, 8713/8703 Diversamente dal sensore Inline, con il quale si misura la portata massica nel canale principale, il sensore CMOS determina il valore direttamente in un canale secondario. In dettaglio: un elemento a flusso laminare posto nel canale principale garantisce la perdita di carico necessaria. Questo fa sì che una piccola parte della portata totale sia deviata in un canale secondario parallelo. Un chip al silicio con membrana, montato sulla parete del canale di scorrimento, serve a rilevare la portata. Secondo la tecnologia CMOSens, nella membrana sono presenti una resistenza riscaldante e due sonde di temperatura simmetriche, una a monte e una valle. Se si mantiene la resistenza riscaldante a temperatura costante, il differenziale di tensione delle sonde di temperatura è proporzionale alla misura della portata massica del gas che scorre sopra il chip nel canale di scorrimento. La bassa massa termica delle sonde di temperatura e il loro contatto diretto con il flusso presentano dei vantaggi specifici, tra cui un elevata velocità di risposta alle variazioni della portata. Il dispositivo MFC può controllare le variazioni del set-point o del valore misurato entro 100ms, mantenendo un elevata sensibilità, anche con le portate più basse. Fig. 3: Schema funzionale del sensore CMOS

12 12 Bürkert Regolatori di portata massica Sensore a capillare Modelli 8710/8700, 8715/8705 Come nel caso del sensore CMOS, anche qui un elemento a flusso laminare causa una perdita di carico nel canale principale con il sensore capillare. Una parte del flusso totale è deviata in un canale secondario, parallelo al principale. La differenza fondamentale è che il sensore a capillare non ha contatto diretto con il fluido. Intorno all elemento capillare in acciaio inox ci sono due resistenze dipendenti dalla temperatura, che formano il semiponte di un circuito a ponte Wheatstone. Quando il gas attraversa l elemento capillare, il suo flusso porta il calore nel senso dello scorrimento da R 1 a R 2, quindi il valore della resistenza R 1 cala e quello della resistenza R 2 aumenta. Se si alimenta il ponte con corrente costante, la tensione di uscita varia in proporzione alla differenza delle resistenze. A questo punto, il campo di misura mostra una dipendenza lineare tra la tensione di uscita e la portata massica del gas in transito. Questa dipendenza lineare consente addirittura l uso di gas per i quali il sensore non è tarato. Il valore della portata è regolato secondo il fluido in uso applicando un fattore di conversione. La taratura risulta semplificata e la selezione del corretto materiale per il gas garantisce l idoneità del sensore a capillare per uso con gas aggressivi. La dinamica di misura dipende dalle proprietà delle pareti dell elemento capillare in acciaio inox, che agisce fino a un certo punto, come barriera termica. Il sensore a capillare offre tempi di risposta di solo pochi secondi che sono sufficienti per molte applicazioni con gas aggressivi e/o tossici. Fig.4: Schema funzionale del principio di misura con bypass

13 Impostazione e funzionamento 13 Elettrovalvola proporzionale Le elettrovalvole proporzionali sono azionate elettromagneticamente e si aprono in posizioni specifiche, in funzione del segnale di controllo. Nella valvola agiscono due forze contrastanti, di cui una esercitata da una molla e l altra generata da un campo elettromagnetico. In stato di diseccitazione, la molla in tensione spinge l otturatore direttamente sulla sede della valvola, che resta chiusa. Quando si eccita la bobina, si produce un campo magnetico, che alza l otturatore contrastando l azione della molla. La valvola si apre e il fluido (gas) può scorrere. Il livello della corrente nella bobina influenza direttamente la forza magnetica, la corsa dell otturatore, il grado di apertura della valvola e, di conseguenza, la quantità di gas che può transitare. Questo design semplice ad azione diretta consente di produrre elettrovalvole proporzionali piccole, compatte e a costo contenuto. Ecco perché le elettrovalvole proporzionali sono ideali, specialmente per i loop di controllo di processo, dove assicurano precisa riproducibilità delle posizioni di controllo ed elevata velocità di risposta. Gli orifizi delle valvole si calcolano in base ai seguenti parametri: portata nominale richiesta (Q nom ), condizioni di pressione dell applicazione, temperatura e densità del gas da regolare (vedi Configurazione a pag. 18). L ampia scelta di orifizi delle valvole proporzionali, da 0,05mm a 12mm, consente ai dispositivi MFC di avere una vasta gamma di fondo scala. Portata Caratteristiche di una valvola proporzionale Segnale di controllo Stato chiuso Posizione inclinata e controllata Stato aperto Fig. 5: Principio di funzionamento delle elettrovalvole proporzionali ad azione diretta

14 14 Bürkert Regolatori di portata massica Elettronica digitale di controllo Il microprocessore elettronico elabora il set-point di portata e la portata reale; inoltre comanda l attuatore (elettrovalvola proporzionale). L elettronica di controllo ha il compito di digitalizzare il segnale analogico del sensore. Usando una curva di calibrazione memorizzata nel dispositivo, il segnale del sensore è convertito in un valore che corrisponde alla portata reale. Il regolatore elabora la deviazione di controllo x d tra il valore di set-point w e il valore misurato x, secondo un azione PI, da cui calcola la variabile di correzione y, con la quale comanda l attuatore. I parametri di controllo sono impostati a priori, durante la calibrazione in fabbrica. Dato che ogni processo di controllo ha proprietà sue specifiche, il regolatore lavora con fattori di amplificazione che dipendono dal processo e che sono determinati automaticamente con una procedura di auto-apprendimento (Autotune). Quanto alla dinamica di controllo, al livello del filtro e allo smorzamento del segnale di ritorno del valore misurato, il software di comunicazione MassFlowCommunicator serve a regolare queste impostazioni in un secondo tempo. In funzione del modello di dispositivo, i segnali relativi al valore di set-point e al valore di processo possono essere predefiniti e retroazionati con tecniche analogiche o digitali: tramite un interfaccia di segnale standard, oppure con un interfaccia RS-232/RS-422 o bus di campo (Profibus, DeviceNet, CANopen e Modbus). Per comunicare con il programma MassFlowCommunicator è richiesta l interfaccia digitale RS-232 o RS-422 (secondo il dispositivo in uso). L elettronica controllata dal microprocessore presenta vantaggi significativi: riduce i casi di scostamento e di offset dei componenti e consente un controllo dei processi più importanti basato sul software (con programmazione flash e possibilità di aggiornamento). I dati relativi quali curve di calibrazione, funzioni correttive, funzioni di controllo, ecc. possono essere conservate in memoria.

15 Il fascino di Bürkert 15

16 16 Bürkert Regolatori di portata massica Calibrazione Il range del segnale di misura del sensore è assegnato inequivocabilmente al controllo della portata o al campo di misura con la calibrazione. Per impostare i valori di portata e registrare i rispettivi segnali dei sensori si usano dei misuratori di portata estremamente precisi. Se la curva della portata è registrata, è possibile calibrare gli ingressi e le uscite elettriche, cioè, è possibile assegnare il campo delle portate al campo dei segnali. I dispositivi MFM e MFC sono in genere tarati per un gas specifico ed è possibile controllare o misurare un altro gas in modo affidabile solo se è stata memorizzata una seconda curva di calibrazione. Fanno eccezione i gas con proprietà simili, come l azoto e l ossigeno, nel qual caso è sufficiente applicare un fattore di conversione su tutto il campo delle portate. Con i dispositivi con sensori a capillare, che vantano perdite di accuratezza minime, è sufficiente accedere ai fattori di conversione per la maggior parte dei gas. Si può anche misurare qualsiasi tipo di miscela gassosa purché la sua composizione rimanga costante. I dispositivi MFM/MFC sono spesso tarati per i seguenti gas: aria, azoto, ossigeno, argon, elio, idrogeno, metano, gas naturale, propano, ammoniaca, anidride carbonica, monossido di carbonio, anidride solforosa e altre varie miscele di gas. Nella maggior parte dei casi in cui è richiesta la massima precisione, si raccomanda di eseguire la calibrazione con il gas da regolare (calibrazione con il gas reale), tenendo conto che questa procedura non è fattibile con i gas aggressivi. I riferimenti di portata usati sui banchi di prova, derivano dalle norme DKD (Deutscher Kalibrierdienst/Deutschland Servizio di calibrazione tedesco, parte di PTB ) e NIST (National Institute of Standards, USA). Il PTB è firmatario di un accordo di riconoscimento globale degli standard di calibrazione (MRA/Mutual Recognition Agreement). Fig. 6: Una volta tarato, ogni dispositivo MFM / MFC è accompagnato dal proprio certificato di calibrazione. Due certificati di calibrazione sono forniti con i dispositivi MFM/MFC destinati all uso con due gas o aventi un campo di misura più ampio.

17 Impostazione e funzionamento 17 Funzioni aggiuntive Il software di comunicazione MassFlowCommunicator consente la programmazione di numerose funzioni aggiuntive, che possono essere facilmente impostate collegando il dispositivo MFM/MFC a un computer tramite un adattatore. Sono disponibili le funzioni seguenti. Parametrizzazione Impostazione della dinamica di controllo Selezione dei segnali standard per il set-point e il valore misurato Impostazione di un profilo di set-point Con calibrazione multiple: selezione del gas di processo Assegnazione di funzioni agli ingressi binari: Cambio del gas Auto-apprendimento Reset dei totalizzatori o degli interruttori di valore limite Set-point di sicurezza Funzionamento di controllo (il set- point controlla direttamente la valvola) Apertura valvola (es.: in caso di spurgo) E altro ancora... Assegnazione di funzioni alle uscite binarie: Segnalazione di errori Uscita di controllo (es.: per una valvola di sicurezza) Feedback del valore limite (portata, totalizzatore) E altro ancora... Diagnostica e assistenza Analisi del loop di controllo Rappresentazione grafica del set-point, del valore misurato e del valore di controllo per la valvola, sul rispettivo periodo Display a LED per visualizzazione dello stato operativo Procedura di ricalibrazione Aggiornamento del firmware Funzione di auto-apprendimento: regolazione automatica del range di controllo della valvola secondo le condizioni di processo Calibrazione dei segnali standard E altro ancora...

18 18 Bürkert Regolatori di portata massica Configurazione Il gas è controllato o solo misurato? I dispositivi MFC contengono un elettrovalvola proporzionale che imposta la portata di gas desiderata. I dispositivi MFM forniscono la portata del gas corrente solo sotto forma di segnale di valore misurato. Quali fluidi possono essere controllati, dosati o misurati? I dispositivi MFM/MFC possono essere tarati per un gas o per una miscela gassosa. Se si tratta di una miscela gassosa, è importante conoscerne la composizione precisa in percentuale, ai fini della configurazione e della calibrazione. I dispositivi MFM/MFC con sensori Inline o CMOS devono essere tarati usando il gas da regolare (calibrazione con gas reale), sia nel caso di gas singoli, sia di miscele gassose. Nei dispositivi MFM/MFC con sensori a capillare, esiste una correlazione lineare tra la portata e il segnale di misura, quindi possono essere tarati usando un gas neutro. La portata determinata è poi corretta durante il funzionamento, applicando il fattore di conversione del gas o della miscela gassosa interessati. E necessario accertare la compatibilità dei materiali dei componenti dei dispositivi MFM/MFC. L umidità relativa può essere di quasi il 100 %; si deve però sempre evitare lo stato liquido. Le impurità devono essere rimosse mediante pre-filtraggio. Quali dati di processo sono disponibili? E necessario avere a disposizione alcuni dati applicativi per eseguire un ottima configurazione dei dispositivi MFM/MFC. Prima di tutto la portata massima (Q nom ) secondo la densità normale del fluido ρ N, che può essere determinata se si conosce la composizione della miscela gassosa. Poi, dobbiamo conoscere la temperatura del fluido (T 1 ) e i valori di pressione con la portata (Q nom ), misurata immediatamente prima e dopo i dispositivi MFM/MFC, (p 1, p 2 ). Con tutti questi dati si calcola il valore k V dei dispositivi MFM/MFC (consultare il foglio dati delle elettrovalvole proporzionali). Per le proprietà di controllo del dispositivo MFC, è importante che il valore k V dei dispositivi MFM/MFC calcolato sia maggiore del valore k V dell intero sistema. Un valore k V troppo alto compromette la risoluzione della valvola, quindi le sue qualità di controllo. Se invece il valore impostato è troppo basso, il dispositivo non riesce a raggiungere la portata richiesta. L autorità del dispositivo MFC (vedi in appendice autorità della valvola ) non deve essere inferiore a 0,3-0,5. Dividendo la portata massima (Q nom ) per la dinamica di regolazione (span), si ottiene la portata minima (Q min. ). Per garantire l assoluta ermeticità in tutti gli stati di funzionamento, è necessaria la pressione massima d ingresso (p 1max ). Come comunicare il set-point e il valore di processo? L elettronica di controllo è impostata digitalmente. Le interfacce possono essere configurate come analogiche o digitali. Si può scegliere tra vari segnali analogici standard industriali, di comunicazione digitale via RS-232 o RS-422 o bus di campo (Profibus, DeviceNet, CANopen, Modbus).

19 19

20 20 Bürkert Regolatori di portata massica Applicazioni tipiche Le seguenti illustrazioni mostrano le possibili aree di applicazione dei dispositivi MFM/MFC. Controllo fiamma Gas combustibile (metano, propano o acetilene) Gas ossidante (aria o ossigeno) Controller di pressione p p Elettrovalvola MFC MFC Valvola di ritegno Ugello miscelatore Elettrovalvola Gas di spurgo (azoto) Fig. 7: I dispositivi MFC e MFM sono usati per il dosaggio di precisione di gas combustibile e ossigeno Controllo dei generatori al plasma Camera per il vuoto Elettrovalvola Azoto MFC Elettrovalvola Argon Ossigeno MFC MFC Pompa a vuoto Fig. 8: I dispositivi MFC sono usati per il dosaggio di precisione di gas e miscele gassose nella camera per il vuoto, consentendo la generazione del plasma utilizzato per la lavorazione dei prodotti.

21 21 Controllo dell atmosfera Valvola manuale Gas 1 Regolatore di pressione MFC Galleggiante... Filtro Elettrovalvola Gas 4 MFC Camera Fig. 9: I dispositivi MFC generano atmosfere definite per garantire la riproducibilità dei processi. Il volume dell atmosfera può variare da un punto specifico su un cordone di saldatura al volume della camera di un forno di tempra.

Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo WAGO INGRESSI/USCITE remoti e Fieldbus

Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo WAGO INGRESSI/USCITE remoti e Fieldbus Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo 86-W Sistema integrato compatto di valvole con I/O elettronici Sistemi personalizzati premontati e collaudati per il pilotaggio del

Dettagli

Regolatori ad alta precisione Serie R210 / R220 / R230

Regolatori ad alta precisione Serie R210 / R220 / R230 Regolatori ad alta precisione Serie R210 / R220 / R230 Catalogo PDE2542TCIT-ca ATTENZIONE LA SCELTA OPPURE L UTILIZZO ERRATI DEI PRODOTTI E/O SISTEMI IVI DESCRITTI OPPURE DEGLI ARTICOLI CORRELATI POSSONO

Dettagli

Altre novità della nostra ampia gamma di strumenti!

Altre novità della nostra ampia gamma di strumenti! L innovazione ad un prezzo interessante Altre novità della nostra ampia gamma di strumenti! Exacta+Optech Labcenter SpA Via Bosco n.21 41030 San Prospero (MO) Italia Tel: 059-808101 Fax: 059-908556 Mail:

Dettagli

CALEFFI. Valvola di scarico termico con reintegro incorporato. serie 544 01058/09. sostituisce dp 01058/07. Funzione

CALEFFI. Valvola di scarico termico con reintegro incorporato. serie 544 01058/09. sostituisce dp 01058/07. Funzione Valvola di scarico termico con reintegro incorporato serie 544 R EGI STERED BS EN ISO 9001:2000 Cert. n FM 21654 UNI EN ISO 9001:2000 Cert. n 0003 CALEFFI 01058/09 sostituisce dp 01058/07 Funzione La valvola

Dettagli

MOTORI ELETTRICI IN CORRENTE CONTINUA. Catalogo Tecnico

MOTORI ELETTRICI IN CORRENTE CONTINUA. Catalogo Tecnico MOTORI ELETTRICI IN CORRENTE CONTINUA Catalogo Tecnico Aprile 21 L azienda Brevini Fluid Power è stata costituita nel 23 a Reggio Emilia dove mantiene la sua sede centrale. Brevini Fluid Power produce

Dettagli

Relazione specialistica

Relazione specialistica Relazione specialistica Dipl.-Ing. Hardy Ernst Dipl.-Wirtschaftsing. (FH), Dipl.-Informationswirt (FH) Markus Tuffner, Bosch Industriekessel GmbH Basi di progettazione per una generazione ottimale di vapore

Dettagli

CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613

CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613 CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613 MANUALE D ISTRUZIONE SEMPLIFICATO La centralina elettronica FAR art. 9600-9612-9613 è adatta all utilizzo su impianti di riscaldamento dotati di valvola

Dettagli

Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (secondo NFPA T 3.10.17)

Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) FILTRI OLEODINAMICI Filtri sul ritorno con cartuccia avvitabile Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Corpo filtro Attacchi:

Dettagli

2capitolo. Alimentazione elettrica

2capitolo. Alimentazione elettrica 2capitolo Alimentazione elettrica Regole fondamentali, norme e condotte da seguire per gestire l'interfaccia tra la distribuzione elettrica e la macchina. Presentazione delle funzioni di alimentazione,

Dettagli

SCHEDA TECNICA ONLINE. FLOWSIC100 Process DISPOSITIVI DI MISURA DEL FLUSSO DELLA MASSA

SCHEDA TECNICA ONLINE. FLOWSIC100 Process DISPOSITIVI DI MISURA DEL FLUSSO DELLA MASSA SCHE TECNIC ONLINE ISPOSITIVI I MISUR EL FLUSSO ELL MSS B C E F H I J K L M N O P Q R S T ISPOSITIVI I MISUR EL FLUSSO ELL MSS Informazioni per l'ordine FLUSSO VOLUMETRICO FFIBILE N PROCESSI Tipo ulteriori

Dettagli

: acciaio (flangia in lega d alluminio)

: acciaio (flangia in lega d alluminio) FILTRI OLEODINAMICI Filtri in linea per media pressione, con cartuccia avvitabile Informazioni tecniche Pressione: Max di esercizio (secondo NFPA T 3.1.17): FA-4-1x: 34,5 bar (5 psi) FA-4-21: 24 bar (348

Dettagli

Valvole di controllo. per ogni tipo di servizio

Valvole di controllo. per ogni tipo di servizio Valvole di controllo per ogni tipo di servizio v a l v o l e d i c o n t r o l l o Valvole di controllo per ogni tipo di servizio Spirax Sarco è in grado di fornire una gamma completa di valvole di controllo

Dettagli

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP FIAMP FEDERAZIONE ITALIANA DELL ACCESSORIO MODA E PERSONA AIMPES ASSOCIAZIONE ITALIANA MANIFATTURIERI PELLI E SUCCEDANEI ANCI ASSOCIAZIONE NAZIONALE CALZATURIFICI ITALIANI ANFAO ASSOCIAZIONE NAZIONALE

Dettagli

Gruppo termico murale a gas a premiscelazione. Serie

Gruppo termico murale a gas a premiscelazione. Serie Gruppo termico murale a gas a premiscelazione Serie GENIO Tecnic Serie GENIO TECNIC Caratteristiche principali Quali evoluzione subirà il riscaldamento per rispondere alle esigenze di case e utenti sempre

Dettagli

MBC-300-SE MBC-700-SE MBC-1200-SE MBC-300-N MBC-700-N

MBC-300-SE MBC-700-SE MBC-1200-SE MBC-300-N MBC-700-N GasMultiBloc Combinato per regolazione e sicurezza Servoregolatore di pressione MBC-300-SE MBC-700-SE MBC-10-SE MBC-300-N MBC-700-N 7.01 Max. pressione di esercizio 3 mbar (36 kpa) forma compatta grande

Dettagli

GRUPPI REFRIGERANTI ALIMENTATI AD ACQUA CALDA

GRUPPI REFRIGERANTI ALIMENTATI AD ACQUA CALDA GRUPPI REFRIGERANTI ALIMENTATI AD ACQUA CALDA 1 Specifiche tecniche WFC-SC 10, 20 & 30 Ver. 03.04 SERIE WFC-SC. SEZIONE 1: SPECIFICHE TECNICHE 1 Indice Ver. 03.04 1. Informazioni generali Pagina 1.1 Designazione

Dettagli

Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H

Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H 1. Aria compressa e attacco idraulico Fluido in pressione Azionamento Aria compressa,

Dettagli

CAPITOLO I CORRENTE ELETTRICA. Copyright ISHTAR - Ottobre 2003 1

CAPITOLO I CORRENTE ELETTRICA. Copyright ISHTAR - Ottobre 2003 1 CAPITOLO I CORRENTE ELETTRICA Copyright ISHTAR - Ottobre 2003 1 INDICE CORRENTE ELETTRICA...3 INTENSITÀ DI CORRENTE...4 Carica elettrica...4 LE CORRENTI CONTINUE O STAZIONARIE...5 CARICA ELETTRICA ELEMENTARE...6

Dettagli

Le nuove fonti di energia

Le nuove fonti di energia Le nuove fonti di energia Da questo numero della Newsletter verranno proposti alcuni approfondimenti sui temi dell energia e dell ambiente e sul loro impatto sul commercio mondiale osservandone, in particolare,

Dettagli

Acqua. Calda. Gratis. La nuova generazione di sistemi solari compatti con un design unico

Acqua. Calda. Gratis. La nuova generazione di sistemi solari compatti con un design unico Acqua. Calda. Gratis. La nuova generazione di sistemi solari compatti con un design unico Acqua. Calda. Gratis. Questa è la visione di Solcrafte per il futuro. La tendenza in aumento ininterrotto, dei

Dettagli

Tubo di Pitot Modello FLC-APT-E, versione estraibile Modello FLC-APT-F, versione fissa

Tubo di Pitot Modello FLC-APT-E, versione estraibile Modello FLC-APT-F, versione fissa Misura di portata Tubo di Pitot Modello FLC-APT-E, versione estraibile Modello FLC-APT-F, versione fissa Scheda tecnica WIKA FL 10.05 FloTec Applicazioni Produzione di petrolio e raffinazione Trattamento

Dettagli

Elettrovalvole a comando diretto Serie 300

Elettrovalvole a comando diretto Serie 300 Elettrovalvole a comando diretto Serie 00 Minielettrovalvole 0 mm Microelettrovalvole 5 mm Microelettrovalvole mm Microelettrovalvole mm Modulari Microelettrovalvole mm Bistabili Elettropilota CNOMO 0

Dettagli

Cos è uno scaricatore di condensa?

Cos è uno scaricatore di condensa? Cos è uno scaricatore di condensa? Una valvola automatica di controllo dello scarico di condensa usata in un sistema a vapore Perchè si usa uno scaricatore di condensa? Per eliminare la condensa ed i gas

Dettagli

Misure di temperatura nei processi biotecnologici

Misure di temperatura nei processi biotecnologici Misure di temperatura nei processi biotecnologici L industria chimica sta mostrando una tendenza verso la fabbricazione di elementi chimici di base tramite processi biotecnologici. Questi elementi sono

Dettagli

Termocoppie per alte temperature serie Rosemount 1075 e 1099

Termocoppie per alte temperature serie Rosemount 1075 e 1099 Termocoppie per alte temperature serie Rosemount 1075 e 1099 Misure precise e affidabili in applicazioni ad alta temperatura, come il trattamento termico e i processi di combustione Materiali ceramici

Dettagli

Unità monoblocco aria - aria. Scroll : solo unità NE. modello 65 a 155 GAMMA LIMITI OPERATIVI. Batteria interna. Batteria esterna

Unità monoblocco aria - aria. Scroll : solo unità NE. modello 65 a 155 GAMMA LIMITI OPERATIVI. Batteria interna. Batteria esterna Unità monoblocco Potenza frigorifera: da 11 a 70.6 kw Potenza calorifica: da 11.7 a 75.2 kw Unità verticali compatte Ventilatori centrifughi Aspirazione e mandata canalizzate Gestione free-cooling con

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

Scheda tecnica. Pressostati e termostati tipo CAS 01/2002 DKACT.PD.P10.B2.06 520B0998

Scheda tecnica. Pressostati e termostati tipo CAS 01/2002 DKACT.PD.P10.B2.06 520B0998 Scheda tecnica Pressostati e termostati tipo CAS 01/2002 DKACT.PD.P10.B2.06 520B0998 Pressostati, tipo CAS Campo Ulteriori 0 10 20 30 40 50 60 bar p e Tipo informazioni bar a pag. Pressostati standard

Dettagli

CIRCOLAZIONE NATURALE. NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale

CIRCOLAZIONE NATURALE. NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale CIRCOLAZIONE NATURALE NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale 1964 2014 Immergas. Una lunga storia alle spalle, insegna a guardare in avanti. Il 5 febbraio del 1964, Immergas nasceva dal

Dettagli

LA CORRETTA SCELTA DI UN IMPIANTO PER LA TEMPRA AD INDUZIONE Come calcolare la potenza necessaria

LA CORRETTA SCELTA DI UN IMPIANTO PER LA TEMPRA AD INDUZIONE Come calcolare la potenza necessaria LA CORRETTA SCELTA DI UN IMPIANTO PER LA TEMPRA AD INDUZIONE Come calcolare la potenza necessaria Quale frequenza di lavoro scegliere Geometria del pezzo da trattare e sue caratteristiche elettromagnetiche

Dettagli

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro.

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro. C Caldaia L'unità centrale scambiatore termico-bruciatore destinata a trasmettere all'acqua il calore prodotto dalla combustione. v. Camera di combustione, Centrali termiche, Efficienza di un impianto

Dettagli

/ * " 6 7 -" 1< " *,Ê ½, /, "6, /, Ê, 9Ê -" 1/ " - ÜÜÜ Ìi «V Ì

/ *  6 7 - 1<  *,Ê ½, /, 6, /, Ê, 9Ê - 1/  - ÜÜÜ Ìi «V Ì LA TRASMISSIONE DEL CALORE GENERALITÀ 16a Allorché si abbiano due corpi a differenti temperature, la temperatura del corpo più caldo diminuisce, mentre la temperatura di quello più freddo aumenta. La progressiva

Dettagli

Valdigrano: quando l ambiente è un valore!

Valdigrano: quando l ambiente è un valore! Valdigrano: quando l ambiente è un valore! Valutazione di impatto ambientale delle linee Valdigrano, Valbio e La Pasta di Franciacorta Programma per la valutazione dell impronta ambientale Progetto co-finanziato

Dettagli

MAGIC.SENS rivelatore d'incendio automatico LSN

MAGIC.SENS rivelatore d'incendio automatico LSN Sistemi di Rivelazione Incendio MAGIC.SENS rivelatore d'incendio automatico LSN MAGIC.SENS rivelatore d'incendio automatico LSN Proprietà del rivelatore adatte all'utilizzo in ambienti interni Regolazione

Dettagli

Termometri portatili. Temp 16 RTD Basic. Temp 10 K Basic Per sonde a termocoppia K. Temp 6 Basic

Termometri portatili. Temp 16 RTD Basic. Temp 10 K Basic Per sonde a termocoppia K. Temp 6 Basic Temp 360 Professional Datalogger, per sonde Pt100 RTD - 0,01 C Temp 300 Professional Datalogger, a doppio canale, per sonde a termocoppia K, T, J, B, R, E, S, N Temp 16 RTD Basic Per sonde Pt100 RTD Temp

Dettagli

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2.1 Principio del processo La saldatura a resistenza a pressione si fonda sulla produzione di una giunzione intima, per effetto dell energia termica e meccanica. L energia

Dettagli

COMPRESSORE ROTATIVO A VITE CSM MAXI 7,5-10 - 15-20 HP

COMPRESSORE ROTATIVO A VITE CSM MAXI 7,5-10 - 15-20 HP LABORATORI INDUSTRIA COMPRESSORE ROTATIVO A VITE CSM MAXI HP SERVIZIO CLIENTI CSM Maxi la Gamma MAXI HP Una soluzione per ogni esigenza Versione su Basamento Particolarmente indicato per installazioni

Dettagli

Serie. Genio Tecnic. Moduli termici a premiscelazione a condensazione. Emissioni di NOx in classe V

Serie. Genio Tecnic. Moduli termici a premiscelazione a condensazione. Emissioni di NOx in classe V Serie Genio Tecnic Moduli termici a premiscelazione a condensazione Emissioni di NOx in classe V Serie Genio tecnic Vantaggi Sicurezza Generatore totalmente stagno rispetto all ambiente. Progressiva riduzione

Dettagli

Strumenti Elettronici Analogici/Numerici

Strumenti Elettronici Analogici/Numerici Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Firenze Dipartimento di Elettronica e Telecomunicazioni Strumenti Elettronici Analogici/Numerici Ing. Andrea Zanobini Dipartimento di Elettronica e Telecomunicazioni

Dettagli

MISURARE CON INTELLIGENZA BARRIERA OPTOELETTRONICA DI MISURAZIONE LGM

MISURARE CON INTELLIGENZA BARRIERA OPTOELETTRONICA DI MISURAZIONE LGM MISURARE CON INTELLIGENZA BARRIERA OPTOELETTRONICA DI MISURAZIONE LGM Barriera optoelettronica di misurazione LGM Misurare con intelligenza - nuove dei materiali in tutti i mercati La nuova Serie LGM di

Dettagli

Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (acc. to NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (acc. to NFPA T 3.10.17)

Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (acc. to NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (acc. to NFPA T 3.10.17) FILTI OLEODINMICI Serie F-1 Filtri con cartuccia avvitabile (spin-on) Informazioni tecniche Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (acc. to NFP T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (acc. to NFP

Dettagli

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la Sistema scaldante resistivo per la protezione antighiaccio ed antineve di superfici esterne Il sistema scaldante ha lo scopo di evitare la formazione di ghiaccio e l accumulo di neve su superfici esterne

Dettagli

NUOVO! Sempre più semplice da utilizzare

NUOVO! Sempre più semplice da utilizzare NUOVO! NUOVO AF/ARMAFLEX MIGLIORE EFFICIENZA DELL ISOLAMENTO Sempre più semplice da utilizzare L flessibile professionale Nuove prestazioni certificate. Risparmio energetico: miglioramento di oltre il

Dettagli

VAV-EasySet per VARYCONTROL

VAV-EasySet per VARYCONTROL 5/3.6/I/3 per VARYCONTROL Per la sanificazione di regolatori di portata TROX Italia S.p.A. Telefono 2-98 29 741 Telefax 2-98 29 74 6 Via Piemonte 23 C e-mail trox@trox.it 298 San Giuliano Milanese (MI)

Dettagli

Valvole di zona Serie 571T, 560T, 561T Attuatore elettrotermico Serie 580T

Valvole di zona Serie 571T, 560T, 561T Attuatore elettrotermico Serie 580T Valvole di zona Serie 571T, 560T, 561T Attuatore elettrotermico Serie 580T 02F051 571T 560T 561T 566T 565T 531T 580T Caratteristiche principali: Comando funzionamento manuale/automatico esterno Microinterruttore

Dettagli

ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione.

ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione. ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione. COMPETENZE MINIME- INDIRIZZO : ELETTROTECNICA ED AUTOMAZIONE 1) CORSO ORDINARIO Disciplina: ELETTROTECNICA

Dettagli

RESISTIVITA ELETTRICA DELLE POLVERI: MISURA E SIGNIFICATO PER LA SICUREZZA

RESISTIVITA ELETTRICA DELLE POLVERI: MISURA E SIGNIFICATO PER LA SICUREZZA RESISTIVITA ELETTRICA DELLE POLVERI: MISURA E SIGNIFICATO PER LA SICUREZZA Nicola Mazzei - Antonella Mazzei Stazione sperimentale per i Combustibili - Viale A. De Gasperi, 3-20097 San Donato Milanese Tel.:

Dettagli

Solo il meglio sotto ogni profilo!

Solo il meglio sotto ogni profilo! Solo il meglio sotto ogni profilo! Perfetto isolamento termico per finestre in alluminio, porte e facciate continue Approfittate degli esperti delle materie plastiche Voi siete specialisti nella produzione

Dettagli

Misura di livello Microondo guidate Descrizione del prodotto VEGAFLEX 61 4 20 ma/hart. Livelli Soglie Pressione

Misura di livello Microondo guidate Descrizione del prodotto VEGAFLEX 61 4 20 ma/hart. Livelli Soglie Pressione Misura di livello Microondo guidate Descrizione del prodotto VEGAFLEX 61 4 20 ma/hart Livelli Soglie Pressione 2 VEGAFLEX 61 4 20 ma/hart Indice Indice 1 Descrizione dell'apparecchio...4 1.1 Struttura...

Dettagli

ZEUS Superior kw 1 CARATTERISTICHE. Pensili con boiler

ZEUS Superior kw 1 CARATTERISTICHE. Pensili con boiler 1 CARATTERISTICHE ZEUS Superior kw Pensili con boiler Nuova gamma di caldaie pensili a camera stagna e tiraggio forzato con bollitore in acciaio inox da 60 litri disponibili in tre versioni con potenza

Dettagli

Riscaldamento dell acqua con pannelli fotovoltaici

Riscaldamento dell acqua con pannelli fotovoltaici RISCALDATORI DI ACQUA IBRIDI LOGITEX LX AC, LX AC/M, LX AC/M+K Gamma di modelli invenzione brevettata Riscaldamento dell acqua con pannelli fotovoltaici Catalogo dei prodotti Riscaldatore dell acqua Logitex

Dettagli

Valvole riduttrici di pressione pilotate, tipo ZDRK 10 V GN 10 serie 1X pressione d esercizio max. 210 bar portata max. 80 L/min H/A 4085/94

Valvole riduttrici di pressione pilotate, tipo ZDRK 10 V GN 10 serie 1X pressione d esercizio max. 210 bar portata max. 80 L/min H/A 4085/94 RI 26 864/05.02 Sostituisce: 2.95 Valvole riduttrici di pressione pilotate, tipo ZDRK 0 V GN 0 serie X pressione d esercizio max. 20 bar portata max. 80 L/min H/A 4085/94 tipo ZDRK 0 VP5-X/ Sommario Caratteristiche

Dettagli

EOLO Superior kw 1 CARATTERISTICHE. Pensili istantanee

EOLO Superior kw 1 CARATTERISTICHE. Pensili istantanee Pensili istantanee EOLO Superior kw è la caldaia pensile istantanea a camera stagna e tiraggio forzato omologata per il funzionamento sia all'interno che all'esterno in luoghi parzialmente protetti; per

Dettagli

Technical Support Bulletin No. 15 Problemi Strumentazione

Technical Support Bulletin No. 15 Problemi Strumentazione Technical Support Bulletin No. 15 Problemi Strumentazione Sommario! Introduzione! Risoluzione dei problemi di lettura/visualizzazione! Risoluzione dei problemi sugli ingressi digitali! Risoluzione di problemi

Dettagli

AUTOLIVELLI (orizzontalità ottenuta in maniera automatica); LIVELLI DIGITALI (orizzontalità e lettura alla stadia ottenute in maniera automatica).

AUTOLIVELLI (orizzontalità ottenuta in maniera automatica); LIVELLI DIGITALI (orizzontalità e lettura alla stadia ottenute in maniera automatica). 3.4. I LIVELLI I livelli sono strumenti a cannocchiale orizzontale, con i quali si realizza una linea di mira orizzontale. Vengono utilizzati per misurare dislivelli con la tecnica di livellazione geometrica

Dettagli

63- Nel Sistema Internazionale SI, l unità di misura del calore latente di fusione è A) J / kg B) kcal / m 2 C) kcal / ( C) D) kcal * ( C) E) kj

63- Nel Sistema Internazionale SI, l unità di misura del calore latente di fusione è A) J / kg B) kcal / m 2 C) kcal / ( C) D) kcal * ( C) E) kj 61- Quand è che volumi uguali di gas perfetti diversi possono contenere lo stesso numero di molecole? A) Quando hanno uguale pressione e temperatura diversa B) Quando hanno uguale temperatura e pressione

Dettagli

Pressostati e termostati, Tipo CAS

Pressostati e termostati, Tipo CAS MAKING MODERN LIVING POSSIBLE Opuscolo tecnica Pressostati e termostati, Tipo CAS La serie CAS consiste di una serie di interruttori controllati mediante pressione e di interruttori controllati mediante

Dettagli

OGGETTO: PAROS GREEN. Vi indichiamo le principali caratteristiche tecniche:

OGGETTO: PAROS GREEN. Vi indichiamo le principali caratteristiche tecniche: OGGETTO: Egregi, a breve verrà commercializzata una nuova gamma di caldaie a condensazione, chiamata Paros Green, che andranno a integrare il catalogo listino attualmente in vigore. Viene fornita in tre

Dettagli

Intelligenza fin nell'ultimo dettaglio

Intelligenza fin nell'ultimo dettaglio Intelligenza fin nell'ultimo dettaglio «La questione non è ciò che guardate, bensì ciò che vedete.» Henry David Thoreau, scrittore e filosofo statunitense Noi mettiamo in discussione l'esistente. Voi usufruite

Dettagli

La L a c c o o m mb b u u st s i t o i n o ne ne 1

La L a c c o o m mb b u u st s i t o i n o ne ne 1 1 La sostanza combustibile può essere: Solida Liquida o Gassosa. I combustibili utilizzati negli impianti di riscaldamento sono quelli visti precedentemente cioè: Biomasse Oli Combustibili di vario tipo

Dettagli

QUALITÀ E TRATTAMENTO DELL ACQUA DEL CIRCUITO CHIUSO

QUALITÀ E TRATTAMENTO DELL ACQUA DEL CIRCUITO CHIUSO QUALITÀ E TRATTAMENTO DELL ACQUA DEL CIRCUITO CHIUSO (PARTE 1) FOCUS TECNICO Gli impianti di riscaldamento sono spesso soggetti a inconvenienti quali depositi e incrostazioni, perdita di efficienza nello

Dettagli

Elegant ECM. La serie è composta da 12 modelli: la versione RE-ECM, Condizionatore Pensile

Elegant ECM. La serie è composta da 12 modelli: la versione RE-ECM, Condizionatore Pensile Elegant ECM Condizionatore Pensile I condizionatori Elegant ECM Sabiana permettono, con costi molto contenuti, di riscaldare e raffrescare piccoli e medi ambienti, quali negozi, sale di esposizione, autorimesse,

Dettagli

Trattamento aria Regolatore di pressione proporzionale. Serie 1700

Trattamento aria Regolatore di pressione proporzionale. Serie 1700 Trattamento aria Serie 7 Serie 7 Trattamento aria Trattamento aria Serie 7 Serie 7 Trattamento aria +24VDC VDC OUTPUT MICROPROCESS. E P IN EXH OUT Trattamento aria Serie 7 Serie 7 Trattamento aria 7 Trattamento

Dettagli

Sensore su fascetta stringitubo 0085 Rosemount

Sensore su fascetta stringitubo 0085 Rosemount Bollettino tecnico Gennaio 2013 00813-0102-4952, Rev. DC Sensore su fascetta stringitubo 0085 Rosemount Design non intrusivo per una misura di temperatura facile e veloce in applicazioni su tubazioni Sensori

Dettagli

TICONTROL MOD. DEP. attraversa il Livello per mezzo di viti. Attraverso una ricca. i nostri livelli riescono a soddisfare le esigenze più particolari,

TICONTROL MOD. DEP. attraversa il Livello per mezzo di viti. Attraverso una ricca. i nostri livelli riescono a soddisfare le esigenze più particolari, LV LIVELLI VISIVI SERIE MULTICONTR TICONTROL OL I Livelli Visivi danno la possibilità di controllare in ogni istante il livello del liquido in modo chiaro e preciso. Il principio utilizzato è quello dei

Dettagli

Tecnologia della fermentazione

Tecnologia della fermentazione Effettivo riscaldamento del fermentatore BIOFLEX - BRUGG: tubo flessibile inox per fermentazione dalla famiglia NIROFLEX. Il sistema a pacchetto per aumentare l efficienza dei fermentatori BIOFLEX- tubazione

Dettagli

Cuscinetti SKF con Solid Oil

Cuscinetti SKF con Solid Oil Cuscinetti SKF con Solid Oil La terza alternativa per la lubrificazione The Power of Knowledge Engineering Cuscinetti SKF con Solid Oil la terza alternativa di lubrificazione Esistono tre metodi per erogare

Dettagli

Turbine I-20 Ultra 2 N E I. l t. R r. Gli irrigatori dei professionisti per gli spazi verdi residenziali di piccole e medie dimensioni

Turbine I-20 Ultra 2 N E I. l t. R r. Gli irrigatori dei professionisti per gli spazi verdi residenziali di piccole e medie dimensioni R r INFORMAZIONE PRODOTTO Turbine I-20 Ultra Gli irrigatori dei professionisti per gli spazi verdi residenziali di piccole e medie dimensioni E I - 2 0 N I B U l t U a T a PRESENTAZIONE DEL PRODOTTO L

Dettagli

SOCCORRITORE IN CORRENTE CONTINUA Rev. 1 Serie SE

SOCCORRITORE IN CORRENTE CONTINUA Rev. 1 Serie SE Le apparecchiature di questa serie, sono frutto di una lunga esperienza maturata nel settore dei gruppi di continuità oltre che in questo specifico. La tecnologia on-line doppia conversione, assicura la

Dettagli

The Future Starts Now. Termometri portatili

The Future Starts Now. Termometri portatili Termometri portatili Temp 70 RTD Professional Datalogger, per sonde Pt100 RTD 0,01 C da -99,99 a +99,99 C 0,1 C da -200,0 a +999,9 C Temp 7 RTD Basic Per sonde Pt100 RTD 0,1 C da -99,9 a +199,9 C 1 C da

Dettagli

BOATRONIC M-420. Indice. Manuale di istruzioni 7134.8/5--IT

BOATRONIC M-420. Indice. Manuale di istruzioni 7134.8/5--IT Manuale di istruzioni 7134.8/5--IT BOATRONIC M-2, M-420 BOATRONIC M-2 BOATRONIC M-420 Indice Pagina 1 Generalità... 2 2 Sicurezza... 2 2.1 Contrassegni delle indicazioni nel manuale... 2 2.2 Qualifica

Dettagli

Guida alla scelta di motori a corrente continua

Guida alla scelta di motori a corrente continua Motori Motori in in corrente corrente continua continua 5 Guida alla scelta di motori a corrente continua Riddutore Coppia massima (Nm)! Tipo di riduttore!,5, 8 8 8 Potenza utile (W) Motore diretto (Nm)

Dettagli

Guida all applicazione (spruzzatura ad aria nebulizzata)

Guida all applicazione (spruzzatura ad aria nebulizzata) Guida all applicazione (spruzzatura ad aria nebulizzata) 1 Spruzzo convenzionale (aria nebulizzata) Una pistola a spruzzo convenzionale è uno strumento che utilizza aria compressa per atomizzare ( nebulizzare

Dettagli

RUSCH: FILI GUIDA IN NITINOL. Tre strati, triplice vantaggio

RUSCH: FILI GUIDA IN NITINOL. Tre strati, triplice vantaggio RUSCH: FILI GUIDA IN NITINOL Tre strati, triplice vantaggio SICUREZZA SUPERIORE Tutti i nostri fili guida in nitinol, con corpo standard o stiff, sono dotati di una punta flessibile di sicurezza che protegge

Dettagli

Software. Software Tool: selezione vuoto

Software. Software Tool: selezione vuoto Software Software Tool: selezione vuoto Con il software per il dimensionamento di componenti per il vuoto, Festo offre un pratico strumento per selezionare l unità di aspirazione più adatta: www.festo.com/services&support/download

Dettagli

TAGLIO LASER PUNZONATURA PIEGATURA SOFTWARE

TAGLIO LASER PUNZONATURA PIEGATURA SOFTWARE TAGLIO LASER PUNZONATURA PIEGATURA SOFTWARE www.lvdgroup.com Sheet Metalworking, Our Passion, Your Solution LVD offre macchinari di punzonatura, taglio laser, piegatura e cesoiatura, nonché un software

Dettagli

TRACER218 MODULO DATALOGGER RS485 MODBUS SPECIFICA PRELIMINARE

TRACER218 MODULO DATALOGGER RS485 MODBUS SPECIFICA PRELIMINARE TRACER218 MODULO DATALOGGER RS485 MODBUS SPECIFICA PRELIMINARE V.00 AGOSTO 2012 CARATTERISTICHE TECNICHE Il modulo TRACER218 485 è un dispositivo con porta di comunicazione RS485 basata su protocollo MODBUS

Dettagli

FAS-420-TM rivelatori di fumo ad aspirazione LSN improved version

FAS-420-TM rivelatori di fumo ad aspirazione LSN improved version Sistemi di Rivelazione Incendio FAS-420-TM rivelatori di fumo ad FAS-420-TM rivelatori di fumo ad Per il collegamento alle centrali di rivelazione incendio FPA 5000 ed FPA 1200 con tecnologia LSN improved

Dettagli

LE FONTI ENERGETICHE.

LE FONTI ENERGETICHE. LE FONTI ENERGETICHE. Il problema La maggior parte dell'energia delle fonti non rinnovabili è costituita dai combustibili fossili quali carbone, petrolio e gas naturale che ricoprono l'80% del fabbisogno

Dettagli

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie Agricoltura Bio nel mondo: la superficie L agricoltura biologica occupa una superficie di circa 37,04 milioni di ettari nel 2010. Le dimensioni a livello globale sono rimaste pressoché stabili rispetto

Dettagli

Ing. Raffaele Merola Engineering Environmental Technologies - Energy from biomass PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA SYNGAS DA BIOMASSA

Ing. Raffaele Merola Engineering Environmental Technologies - Energy from biomass PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA SYNGAS DA BIOMASSA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA SYNGAS DA BIOMASSA 1 PRESENTAZIONE GENERALE 1. GENERALITÀ La presente relazione è relativa alla realizzazione di un nuovo impianto di produzione di energia elettrica.

Dettagli

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01 Ecoenergia I d e e d a i n s t a l l a r e Lo sviluppo sostenibile Per uno sviluppo energetico sostenibile, compatibile

Dettagli

Esercizi e Problemi di Termodinamica.

Esercizi e Problemi di Termodinamica. Esercizi e Problemi di Termodinamica. Dr. Yves Gaspar March 18, 2009 1 Problemi sulla termologia e sull equilibrio termico. Problema 1. Un pezzetto di ghiaccio di massa m e alla temperatura di = 250K viene

Dettagli

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti QUELLI CHE CONDIVIDONO INNOVAZIONE QUALITÀ ECCELLENZA LAVORO PASSIONE SUCCESSO SODDISFAZIONE ESPERIENZA COMPETENZA LEADERSHIP BUSINESS IL

Dettagli

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari INTERSCAMBIO USA - Mondo 2011 2012 Var. IMPORT USA dal Mondo 508.850 552.432 8,56% EXPORT USA verso il Mondo 351.109 381.471 8,65% Saldo Commerciale - 157.741-170.961 INTERSCAMBIO USA - Unione Europea

Dettagli

I Leader nella Tecnologia dell'agitazione. Agitatori ad Entrata Laterale

I Leader nella Tecnologia dell'agitazione. Agitatori ad Entrata Laterale I Leader nella Tecnologia dell'agitazione Agitatori ad Entrata Laterale Soluzione completa per Agitatori Laterali Lightnin e' leader mondiale nel campo dell'agitazione. Plenty e' il leader di mercato per

Dettagli

Festo Mobile Process Automation

Festo Mobile Process Automation Festo Mobile Process Automation Caratteristiche dei prodotti Valvole di processo per controllo dei fluidi ad azionamento elettrico Valvole di processo per controllo dei fluidi ad azionamento pneumatico

Dettagli

Le applicazioni della Dome Valve originale

Le applicazioni della Dome Valve originale Le applicazioni della Dome Valve originale Valvole d intercettazione per i sistemi di trasporto pneumatico e di trattamento dei prodotti solidi Il Gruppo Schenck Process Tuo partner nel mondo Il Gruppo

Dettagli

Università di Roma Tor Vergata

Università di Roma Tor Vergata Università di Roma Tor Vergata Facoltà di Ingegneria Dipartimento di Ingegneria Industriale Corso di: TERMOTECNICA 1 IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE Ing. G. Bovesecchi gianluigi.bovesecchi@gmail.com 06-7259-7127

Dettagli

Il vapor saturo e la sua pressione

Il vapor saturo e la sua pressione Il vapor saturo e la sua pressione Evaporazione = fuga di molecole veloci dalla superficie di un liquido Alla temperatura T, energia cinetica di traslazione media 3/2 K B T Le molecole più veloci sfuggono

Dettagli

La corrente elettrica

La corrente elettrica PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE Fondo Sociale Europeo "Competenze per lo Sviluppo" Obiettivo C-Azione C1: Dall esperienza alla legge: la Fisica in Laboratorio La corrente elettrica Sommario 1) Corrente elettrica

Dettagli

AUTOMAZIONE DI FABRICA IDENTIFICAZIONE DEI CODICI 1D E 2D LETTORI PORTATILI DI CODICI DATA MATRIX

AUTOMAZIONE DI FABRICA IDENTIFICAZIONE DEI CODICI 1D E 2D LETTORI PORTATILI DI CODICI DATA MATRIX AUTOMAZIONE DI FABRICA IDENTIFICAZIONE DEI CODICI 1D E 2D LETTORI PORTATILI DI CODICI DATA MATRIX ADATTATO PER QUALSIASI APPLICAZIONE DISPOSITIVI PORTATILI DI PEPPERL+FUCHS SICUREZZA INTRINSECA I lettori

Dettagli

Protezione dai contatti indiretti

Protezione dai contatti indiretti Protezione dai contatti indiretti Se una persona entra in contatto contemporaneamente con due parti di un impianto a potenziale diverso si trova sottoposto ad una tensione che può essere pericolosa. l

Dettagli

La misurazione del rendimento di Combustione secondo la UNI 10389 del 1994

La misurazione del rendimento di Combustione secondo la UNI 10389 del 1994 La misurazione del rendimento di Combustione secondo la UNI 10389 del 1994 Ing. Gennaro Augurio Direttore Operativo ITAGAS AMBIENTE Via R. Paolucci, 3 Pescara gennaro.augurio@itagasambiente.it GSM 347-99.10.915

Dettagli

LE VALVOLE PNEUMATICHE

LE VALVOLE PNEUMATICHE LE VALVOLE PNEUMATICHE Generalità Le valvole sono apparecchi per il comando, per la regolazione della partenza, arresto e direzione, nonché della pressione e passaggio di un fluido proveniente da una pompa

Dettagli

VICTRIX Superior kw VICTRIX Superior kw Plus

VICTRIX Superior kw VICTRIX Superior kw Plus Pensili a condensazione VICTRIX Superior kw è la caldaia pensile istantanea a camera stagna con potenzialità di 26 kw e 32 kw che, grazie alla tecnologia della condensazione, si caratterizza per l'elevato

Dettagli

Per una ricerca rapida nel database, copiare il titolo della tabella e incollarlo nella sezione "titolo" della form di ricerca

Per una ricerca rapida nel database, copiare il titolo della tabella e incollarlo nella sezione titolo della form di ricerca Per una ricerca rapida nel database, copiare il titolo della tabella e incollarlo nella sezione "titolo" della form di ricerca CATEGORIA TITOLO AREA GEOGRAFICA Vigneto/produzione/consumi Superfici vitate

Dettagli

MODULO SOLARE A DUE VIE PER IMPIANTI SVUOTAMENTO

MODULO SOLARE A DUE VIE PER IMPIANTI SVUOTAMENTO Schede tecniche Moduli Solari MODULO SOLARE A DUE VIE PER IMPIANTI SVUOTAMENTO Il gruppo con circolatore solare da 1 (180 mm), completamente montato e collaudato, consiste di: RITORNO: Misuratore regolatore

Dettagli

Scaricatori di condensa per aria compressa e gas CAS 14 e CAS 14S - ½, ¾ e 1 Istruzioni di installazione e manutenzione

Scaricatori di condensa per aria compressa e gas CAS 14 e CAS 14S - ½, ¾ e 1 Istruzioni di installazione e manutenzione 3.347.5275.106 IM-P148-39 ST Ed. 1 IT - 2004 Scaricatori di condensa per aria compressa e gas CAS 14 e CAS 14S - ½, ¾ e 1 Istruzioni di installazione e manutenzione 1. Informazioni generali per la sicurezza

Dettagli

Ingresso mv c.c. Da 0 a 200 mv 0,01 mv. Uscita di 24 V c.c. Ingresso V c.c. Da 0 a 25 V 0,001 V. Ingresso ma c.c. Da 0 a 24 ma 0,001 ma

Ingresso mv c.c. Da 0 a 200 mv 0,01 mv. Uscita di 24 V c.c. Ingresso V c.c. Da 0 a 25 V 0,001 V. Ingresso ma c.c. Da 0 a 24 ma 0,001 ma 715 Volt/mA Calibrator Istruzioni Introduzione Il calibratore Fluke 715 Volt/mA (Volt/mA Calibrator) è uno strumento di generazione e misura utilizzato per la prova di anelli di corrente da 0 a 24 ma e

Dettagli