Attuazione del piano del colore e delle facciate: bando per assegnazione di contributi per gli interventi

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Attuazione del piano del colore e delle facciate: bando per assegnazione di contributi per gli interventi"

Transcript

1 Attuazione del piano del colore e delle facciate: bando per assegnazione di contributi per gli interventi 1. OBBIETTIVI E FINALITÀ Il fine del Piano del Colore e delle Facciate, di seguito definito semplicemente Piano è quello di offrire una normativa che indirizzi il recupero dei prospetti degli edifici, tenendo conto delle caratteristiche generali tipologiche del tessuto storico ed orientando il recupero degli elementi morfologici originali superstiti in conformità a criteri generali. Obbiettivo dell'amministrazione Comunale è promuovere il generale recupero e riqualificazione del centro storico ed al fine di accelerare il processo di recupero, ha scelto di rinnovare le precedenti procedure di incentivazione degli interventi, adattandole al nuovo Piano appena approvato. Il presente Bando prevede incentivazioni sotto forma di sgravi fiscali e finanziamenti diretti a fondo perduto secondo le attribuzioni di seguito descritte. È revocata la delibera n 64 del 17 novembre 1997 avente quale oggetto approvazione regolamento per le opere di tinteggiatura degli edifici siti nel centro storico, la cui efficacia rimane limitata alle erogazioni già approvate. Pagina 1 di 7

2 2. DESTINATARI DEL BANDO Sono destinatari del bando e possono accedere agli incentivi: tutti i soggetti proprietari di immobili che rientrando nell ambito di applicazione di cui all art.3 della normativa 1, intendano effettuare interventi edilizi di manutenzione e restauro delle facciate e delle parti esterne degli edifici del centro storico. 3. OPERE AMMESSE E PROCEDURE Il presente bando pubblico per l'assegnazione di contributi a fondo perduto, si riferisce agli interventi sulle facciate degli edifici, così come definiti al titolo IV, capo I della normativa di Piano ed in particolare: 1. art.59 manutenzione ordinaria 2. art.60 manutenzione straordinaria 3. art.61 restauro e risanamento conservativo 4. art.62 ristrutturazione edilizia Gli incentivi verranno assegnati per quelle opere che riguardano le parti esterne degli edifici così come indicate dalle schede di unità d intervento allegate al Piano (generalmente il fronte strada o su ambiti di percorrenza pubblica comunque visibili) escludendo pertanto gli interventi ivi non descritti sui fronti interni verso cavedi o cortili. Gli interventi si attuano secondo le procedure di cui al titolo IV, capo II della normativa di Piano. 1 art.3 ambito di applicazione del piano del colore e delle facciate Il presente Piano è esteso in sede di prima applicazione ai soli fabbricati individuati con le schede di progetto allegate (v. punto 3 art.2) che ne definiscono l ambito di validità. Tale ambito potrà essere progressivamente ampliato mediante la redazione ed approvazione di ulteriori schede riguardanti fabbricati che insistono su tratti di Vie che l Amministrazione intenderà sottoporre alle prescrizioni del presente normativa. Non sono comprese nel Piano le facciate degli edifici vincolati ai sensi della L. 1089/39 ed smi, poiché per essi gli interventi sono sottoposti comunque alla supervisione della Soprintendenza per i Beni Ambientali ed Architettonici del Piemonte. Pagina 2 di 7

3 Non possono essere destinatari delle incentivazioni gli interventi per i quali, prima della pubblicazione del presente Bando, sia stato richiesto permesso di costruire o presentata D.I.A. I titoli autorizzativi per gli interventi sono presentati contemporaneamente alla richiesta di contributo e perfezionati entro 30 (trenta) giorni dal ricevimento della comunicazione dell'assegnazione del relativo incentivo. 4. TIPOLOGIA ED ENTITÀ DEGLI INCENTIVI il presente bando prevede 3 categorie di incentivazione: 1. soppressione temporanea dell tassa di occupazione suolo pubblico; 2. riduzione temporanea percentuale sull importo effettivamente pagato (al netto delle eventuali riduzioni) dell I.C.I.; 3. erogazione di un contributo a fondo perduto sino ad un massimo di euro Gli incentivi saranno attribuiti agli interventi rientranti nei criteri definiti al precedente art.3 secondo i seguenti criteri: interventi di manutenzione ordinaria: incentivo cat. 1 con il limite massimo temporale di 60 giorni. Nel caso di occupazioni più lunghe saranno dovuti gli oneri relativi ai periodi successivi al sessantesimo giorno. Incentivo cat.2 pari ad una riduzione del 50 % per un periodo di anni uno. Nel caso di 1 casa viene ulteriormente aumentato l incentivo cat.3 di 150. Incentivo cat.3 contributo pari al 10 % dell importo corrispondente alla fattura quietanziata per i lavori inerenti le parti di cui all art.3 comma secondo del bando e con il limite massimo di euro 250 per ogni intervento; Interventi di manutenzione straordinaria: incentivo cat. 1 con il limite massimo temporale di 120 giorni. Nel caso di occupazioni più lunghe saranno dovuti gli oneri relativi ai periodi successivi al centoventesimo giorno. Incentivo cat.2 pari ad una riduzione del 50 % per un periodo di anni tre. Nel caso di 1 casa viene ulteriormente aumentato l incentivo cat 3 di 300. Contributo pari al 10 % dell importo Pagina 3 di 7

4 corrispondente alla fattura quietanziata per i lavori inerenti le parti di cui all art.3 comma secondo del bando e con il limite massimo di euro 700 per ogni intervento; Interventi di ristrutturazione edilizia: : incentivo cat. 1 con il limite massimo temporale di 240 giorni. Nel caso di occupazioni più lunghe saranno dovuti gli oneri relativi ai periodi successivi al duecentoquarantesimo giorno. Incentivo cat.2 pari ad una riduzione del 50 % per un periodo di anni cinque. Nel caso di 1 casa viene ulteriormente aumentato l incentivo cat. 3 di 500. Incentivo cat.3 contributo pari al 10 % dell importo corrispondente alla fattura quietanziata per i lavori inerenti le parti di cui all art.3 comma secondo del bando e con il limite massimo di euro 1500 per ogni intervento. Interventi di restauro e risanamento conservativo: : incentivo cat. 1 con il limite massimo temporale di 240 giorni. Nel caso di occupazioni più lunghe saranno dovuti gli oneri relativi ai periodi successivi al duecentoquarantesimo giorno. Incentivo cat.2 pari ad una riduzione del 50 % per un periodo di anni cinque. Nel caso di 1 casa viene ulteriormente aumentato l incentivo cat.3 di 700. Incentivo cat.3 contributo pari al 10 % dell importo corrispondente alla fattura quietanziata per i lavori inerenti le parti di cui all art.3 comma secondo del bando e con il limite massimo di euro 1500 per ogni intervento; 5. EROGAZIONE DEGLI INCENTIVI Gli incentivi per opere di manutenzione ordinaria e straordinaria sono autorizzati con formale comunicazione dell ufficio tecnico; nella comunicazione saranno contenuti i termini temporali della validità degli incentivi. Gli incentivi sono ammessi in tutti i casi in cui le opere ricadano nella tipologia di cui all art.3 del bando. Pagina 4 di 7

5 Gli Incentivi sono soggetti a stesura di graduatoria redatta trimestralmente e precisamente al 31 marzo, 30 giugno, 30 settembre, 31 dicembre di ogni anno. La graduatoria, a seguito dell istruttoria dell ufficio tecnico comunale è valutata dalla commissione edilizia in seduta specifica anche contestuale alla seduta ordinaria entro 30 giorni dalla scadenze stabilite dal comma precedente. la graduatoria è stilata secondo i seguenti criteri: Incentivi di categoria 1 e 2 sono comunque assegnati indipendentemente dalla posizione di graduatoria purchè le opere ricadano nella tipologia di cui all art.3 del bando; Il contributo è assegnato secondo i limiti indicati per la categoria di lavoro e sino ad esaurimento del 25% dell importo stabilito annualmente dall amministrazione comunale con specifica voce di bilancio; La graduatoria è formata tenendo conto dei seguenti parametri: o l'ordine cronologico dell'istanza (dato dal numero di protocollo apposto sulla domanda); o la precedenza delle opere più complesse e complete rispetto agli interventi di semplice manutenzione e perciò nell ordine - a)restauro e risanamento conservativo b) ristrutturazione edilizia c) manutenzione straordinaria d) manutenzione ordinaria; o all interno delle singole categorie d opera, la completezza dell intervento con riferimento agli elementi di cui al titolo III del piano. L accettazione o il diniego motivato sarà comunicato nei 15 giorni successivi la seduta di commissione che li ha determinati. Gli interventi ammessi in graduatoria ma risultati esclusi dall erogazione del contributo per esaurimento del fondo disponibile, ottengono comunque l assegnazione degli incentivi di cat.1 e cat.2 e sono automaticamente con titolo di precedenza ammessi alla successiva selezione mediante semplice richiesta degli interessati. I contributi eventualmente non assegnati sono aggiunti all attribuzione della successiva selezione. L assegnazione del contributo è formalmente comunicata dall ufficio tecnico. Pagina 5 di 7

6 La materiale erogazione degli incentivi di ogni categoria (cat ) avviene a completamento dei lavori ed a presentazione dei documenti contabili richiesti. 6. DECADENZA Il verificarsi di una delle fattispecie sottoindicate determina la decadenza dall'assegnazione degli incentivi: Mancata o irregolare presentazione di autorizzazione edilizia o Dichiarazione di Inizio Attività; Mancata o irregolare integrazione di autorizzazione edilizia o Dichiarazione di Inizio Attività entro il termine massimo di 30 gg. dalla ricezione della comunicazione di assegnazione condizionata dell'incentivo richiesto. Presentazione accertata dall'ufficio di falsa dichiarazione o falsa documentazione. Mancata presentazione entro 60 giorni dalla fine lavori di regolare fattura debitamente quietanzata, di dichiarazione di fine lavori, di dichiarazione di conformità dei lavori dell'autorizzazione edilizia, e di presentazione dei documenti di regolarità contributiva dell'impresa esecutrice. Mancato inizio dei lavori entro sei mesi dal rilascio del titolo edilizio autorizzativo. I contributi non erogati per il verificarsi di tali eventi sono riattribuiti al fondo di dotazione. 7. PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE Le domande di incentivazione sono presentate contestualmente al deposito degli atti di progetto necessari al rilascio delle autorizzazioni previste da legge e regolamenti. Sono inserite in elenco di esame le domande complete della documentazione prevista e depositate entro le date indicate al terzo comme del precedente art.5 La presentazione di richiesta oltre la scadenza prevista non costituisce elemento di decadenza: la domanda sarà considerata validamente presentata per la successiva scadenza. Pagina 6 di 7

7 Il rinvio dell istruttoria per l erogazione dei contributi non costituisce interruzione dei termini per il rilascio degli atti autorizzativi edilizi connessi se validamente redatti. Pagina 7 di 7

Comune di Villa di Serio Provincia di Bergamo

Comune di Villa di Serio Provincia di Bergamo Comune di Villa di Serio Provincia di Bergamo Regolamento per il riconoscimento di incentivi economici per il recupero degli edifici nel centro storico Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale

Dettagli

BANDO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO FINALIZZATO ALL INCENTIVAZIONE DI INTERVENTI DI

BANDO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO FINALIZZATO ALL INCENTIVAZIONE DI INTERVENTI DI BANDO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO FINALIZZATO ALL INCENTIVAZIONE DI INTERVENTI DI RIMOZIONE E SMALTIMENTO DELL AMIANTO DA FABBRICATI ED EDIFICI CIVILI, PRODUTTIVI, COMMERCIALI/TERZIARI,

Dettagli

COMUNE DI BARZANA. Provincia di Bergamo REGOLAMENTO PER GLI INCENTIVI NEL CENTRO STORICO DI BARZANA

COMUNE DI BARZANA. Provincia di Bergamo REGOLAMENTO PER GLI INCENTIVI NEL CENTRO STORICO DI BARZANA COMUNE DI BARZANA Provincia di Bergamo REGOLAMENTO PER GLI INCENTIVI NEL CENTRO STORICO DI BARZANA ART. 1 AMBITO DI APPLICAZIONE Al fine di promuovere ed incentivare gli interventi di recupero del patrimonio

Dettagli

COMUNE DI MOGORO Provincia di Oristano

COMUNE DI MOGORO Provincia di Oristano COMUNE DI MOGORO Provincia di Oristano 1/6 SOMMARIO Art.1 - Oggetto... 3 Art.2 - Interventi che possono accedere ai contributi... 3 Art.3 - Soggetti beneficiari... 3 Art.4 Tipologia dei colori... 3 Art.5-

Dettagli

COMUNE DI CINTE TESINO Provincia di Trento

COMUNE DI CINTE TESINO Provincia di Trento COMUNE DI CINTE TESINO Provincia di Trento REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI PER GLI INTERVENTI DI RESTAURO E DI RISANAMENTO CONSERVATIVO DELLE FACCIATE DEI FABBRICATI COMPRESI NEL CENTRO ABITATO

Dettagli

ART. 1 (Finalità) ART. 2 (Requisiti di localizzazione)

ART. 1 (Finalità) ART. 2 (Requisiti di localizzazione) ART. 1 (Finalità) 1. Il presente Regolamento disciplina la concessione di incentivi per i lavori di manutenzione straordinaria che i privati proprietari di fabbricati effettueranno sulle facciate confinanti

Dettagli

BANDO PUBBLICO PER IMPIANTI FOTOVOLTAICI 2008

BANDO PUBBLICO PER IMPIANTI FOTOVOLTAICI 2008 ASSESSORATO DELL INDUSTRIA SERVIZIO ENERGIA BANDO PUBBLICO PER IMPIANTI FOTOVOLTAICI 2008 PERSONE FISICHE E SOGGETTI GIURIDICI PRIVATI DIVERSI DALLE IMPRESE Art. 24, L.R. 29 maggio 2007, n. 2 (LEGGE FINANZIARIA

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER LA RISTRUTTURAZIONE DI FACCIATE

REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER LA RISTRUTTURAZIONE DI FACCIATE COMUNE DI SESTU PROVINCIA DI CAGLIARI ASSESSORATO URBANISTICA EDILIZIA PRIVATA REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER LA RISTRUTTURAZIONE DI FACCIATE Allegato alla deliberazione del Consiglio

Dettagli

COMUNE DI DOLIANOVA PROVINCIA DI CAGLIARI PIAZZA BRIGATA SASSARI UFFICIO TECNICO SETTORE URBANISTICO-MANUTENTIVO

COMUNE DI DOLIANOVA PROVINCIA DI CAGLIARI PIAZZA BRIGATA SASSARI UFFICIO TECNICO SETTORE URBANISTICO-MANUTENTIVO COMUNE DI DOLIANOVA PROVINCIA DI CAGLIARI PIAZZA BRIGATA SASSARI UFFICIO TECNICO SETTORE URBANISTICO-MANUTENTIVO TEL. 070 7449324 C.A.P. 09041 P.I. 01331060929 FAX 070 7449325 www.comune.dolianova.ca.it

Dettagli

COMUNE DI CIGLIANO Servizi all Urbanistica, Ambiente, Lavori Pubblici Premessa Art. 1 Finalità Art. 2 - Interventi finanziabili

COMUNE DI CIGLIANO Servizi all Urbanistica, Ambiente, Lavori Pubblici Premessa Art. 1 Finalità Art. 2 - Interventi finanziabili BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L INSTALLAZIONE DI IMPIANTI DOMESTICI FOTOVOLTAICI E SOLARI TERMICI Premessa Per raggiungere le finalità dello sviluppo e della diffusione di fonti energetiche

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER INTERVENTI EDILI SULLE FACCIATE

REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER INTERVENTI EDILI SULLE FACCIATE AREA URBANISTICA OPERE PUBBLICHE SETTORE URBANISTICA ED EDILIZIA PRIVATA REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER INTERVENTI EDILI SULLE FACCIATE Allegato alla deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

BANDO PUBBLICO. COMUNE DI CARRARA Decorato di Medaglia d Oro al Merito Civile Settore Ambiente

BANDO PUBBLICO. COMUNE DI CARRARA Decorato di Medaglia d Oro al Merito Civile Settore Ambiente BANDO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO PER LA PROMOZIONE DI INTERVENTI DI RIMOZIONE E SMALTIMENTO DELL AMIANTO DA MANUFATTI, FABBRICATI ED EDIFICI CIVILI, PRODUTTIVI, COMMERCIALI/TERZIARI

Dettagli

CITTÀ DI MINERBIO PROVINCIA DI BOLOGNA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI TERMICI

CITTÀ DI MINERBIO PROVINCIA DI BOLOGNA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI TERMICI CITTÀ DI MINERBIO PROVINCIA DI BOLOGNA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI TERMICI Approvato con deliberazione di C.C. n. 52 del 29/09/2008

Dettagli

COMUNE DI ERBA AREA SERVIZI AL TERRITORIO

COMUNE DI ERBA AREA SERVIZI AL TERRITORIO COMUNE di ERBA Piazza Prepositurale n 1 22036 Erba (CO) tel. : 031/615111 fax : 031/615201 www.comune.erba.co.it SCHEMA COMUNE DI ERBA AREA SERVIZI AL TERRITORIO BANDO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI

Dettagli

opere riguardanti il rifacimento ed il restauro di facciate o di parti esterne degli edifici;

opere riguardanti il rifacimento ed il restauro di facciate o di parti esterne degli edifici; REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI E AGEVOLAZIONI ECONOMICHE PER IL MIGLIORAMENTO ESTETICO ED IL RISANAMENTO DEI CENTRI STORICI DI SCANZO E ROSCIATE ART. 1 - CONCESSIONE DI CONTRIBUTI Il Comune

Dettagli

Comune di Bagnaria Arsa

Comune di Bagnaria Arsa Comune di Bagnaria Arsa Provincia di Udine L.R. 26.10.1987, n.34, Capo V. Restauro delle facciate degli edifici che si affacciano su spazio pubblico compresi nelle zone di recupero Decreto n. 2434 del

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI BENEFICI TESI ALLA VALORIZZAZIONE DEI CENTRI STORICI

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI BENEFICI TESI ALLA VALORIZZAZIONE DEI CENTRI STORICI Comune di Pitigliano (Provincia di Grosseto) Comune di Pitigliano Provincia di Grosseto Allegato alla delibera del C.C. n. 40 del 28.09.2010 Il Segretario Comunale F.to Sommovigo M.P. REGOLAMENTO PER LA

Dettagli

COMUNE DI Limone Piemonte

COMUNE DI Limone Piemonte COMUNE DI Limone Piemonte Provincia di Cuneo REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI COMUNALI PER IL RECUPERO DELLE FACCIATE DEGLI EDIFICI DI LIMONE PIEMONTE Approvato con Deliberazione del Consiglio

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI RELATIVI ALLA RIMOZIONE DI MATERIALI CONTENENTI AMIANTO

REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI RELATIVI ALLA RIMOZIONE DI MATERIALI CONTENENTI AMIANTO REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI RELATIVI ALLA RIMOZIONE DI MATERIALI CONTENENTI AMIANTO Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 21del 19.04.2002 Modificato con deliberazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA RIMOZIONE E SMALTIMENTO DELL AMIANTO

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA RIMOZIONE E SMALTIMENTO DELL AMIANTO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA RIMOZIONE E SMALTIMENTO DELL AMIANTO Art. 1 Finalità Il presente regolamento ha lo scopo di promuovere il risanamento e la salvaguardia dell ambiente

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI FOTOVOLTAICI

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI FOTOVOLTAICI CITTÀ DI MINERBIO PROVINCIA DI BOLOGNA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI FOTOVOLTAICI Approvato con deliberazione di C.C. n. 51 del 29/09/2008

Dettagli

Manovra anticongiunturale

Manovra anticongiunturale Manovra anticongiunturale INTERVENTI A FAVORE DELLA CASA 9 aprile 2009 Le dimensioni del settore (costruzione installazione impianti) Situazione 2007 Imprese industriali con più di 10 dipendenti N Impresee

Dettagli

3(5&2175,%87,&2081$/,),1$/,==$7,$/

3(5&2175,%87,&2081$/,),1$/,==$7,$/ 5(*2/$0(172 3(5&2175,%87,&2081$/,),1$/,==$7,$/ 5(&83(52'(/&(17526725,&2', 021'2/)2 - Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 41 del 01.06.1998 esaminato dal CO.RE.CO. di Ancona nella seduta del

Dettagli

COMUNE DI RIOLUNATO. (Provincia di Modena)

COMUNE DI RIOLUNATO. (Provincia di Modena) COMUNE DI RIOLUNATO (Provincia di Modena) REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI MUTUI A TASSO AGEVOLATO PER INTERVENTI DI RECUPERO EDILIZIO, URBANISTICO ED AMBIENTALE NEL TERRITORIO COMUNALE Approvato con

Dettagli

COMUNE di MAGNAGO. Provincia di Milano

COMUNE di MAGNAGO. Provincia di Milano COMUNE di MAGNAGO Provincia di Milano REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI PER IL RIFACIMENTO DELLE COPERTURE IN CEMENTO AMIANTO DEGLI EDIFICI AD USO CIVILE, PRODUTTIVO, COMMERCIALE,

Dettagli

(approvato con delib. del C.C. n. del )

(approvato con delib. del C.C. n. del ) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI PER LO SMALTIMENTO DI MATERIALI CONTENENTI AMIANTO PRESSO IMMOBILI AD USO CIVILE ABITAZIONE E RELATIVE PERTINENZE (approvato con delib. del

Dettagli

COMUNE DI ARESE Provincia di Milano

COMUNE DI ARESE Provincia di Milano COMUNE DI ARESE Provincia di Milano REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI FINANZIAMENTI AI PRIVATI PER IL RIFACIMENTO DELLE COPERTURE IN ETERNIT DEGLI EDIFICI E L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI TERMICI REGOLAMENTO

Dettagli

GRAZIE AL COFINANZIAMENTO DEL COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO ORA PUOI SMALTIRE L AMIANTO! COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO

GRAZIE AL COFINANZIAMENTO DEL COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO ORA PUOI SMALTIRE L AMIANTO! COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO GRAZIE AL COFINANZIAMENTO DEL COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO ORA PUOI SMALTIRE L AMIANTO! Leggi il bando per sapere come fare Per informazioni: Comune di Castelfranco Veneto

Dettagli

ALLEGATO A Atto di indirizzo

ALLEGATO A Atto di indirizzo ALLEGATO A Atto di indirizzo Programma di finanziamento degli interventi di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo degli immobili destinati ad asilo nido e/o micro-nido comunali

Dettagli

CITTÀ DI TEVEROLA. Provincia di Caserta. Assessorato all Ambiente

CITTÀ DI TEVEROLA. Provincia di Caserta. Assessorato all Ambiente CITTÀ DI TEVEROLA Provincia di Caserta Assessorato all Ambiente CAPITOLATO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO FINALIZZATI ALL INCENTIVAZIONE DI INTERVENTI DI RIMOZIONE E SMALTIMENTO DI PICCOLE

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO

REGOLAMENTO PER L'ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO REGOLAMENTO PER L'ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO PER INTERVENTI DI RIMOZIONE E SMALTIMENTO DELL'AMIANTO DI MANUFATTI ED EDIFICI PRIVATI NEL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DEL MEDIO CAMPIDANO PAG.1

Dettagli

Bando per la concessione di contributi destinati alle cooperative sociali di tipo A e B, di cui all art. 13 della L.R. 39/1993.

Bando per la concessione di contributi destinati alle cooperative sociali di tipo A e B, di cui all art. 13 della L.R. 39/1993. Allegato A Bando per la concessione di contributi destinati alle cooperative sociali di tipo A e B, di cui all art. 13 della L.R. 39/1993. Anno 2014 A. Finalità La Regione Basilicata nell ambito delle

Dettagli

QUOTA STANZIATA 10.000,00

QUOTA STANZIATA 10.000,00 BANDO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO PER LA RIMOZIONE E LO SMALTIMENTO DI LASTRE IN CEMENTO AMIANTO IN FABBRICATI ED EDIFICI AD USO RESIDENZIALE E PERTINENZE QUOTA STANZIATA

Dettagli

PROGRAMMA DI SVILUPPO URBANO DELLA CITTÀ DI CASTROVILLARI

PROGRAMMA DI SVILUPPO URBANO DELLA CITTÀ DI CASTROVILLARI UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE CALABRIA CITTA DI CASTROVILLARI PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE DELLA CALABRIA 2000-2006 ASSE V - CITTÀ MISURA 5.1 - SVILUPPO E VALORIZZAZIONE DELLE AREE URBANE

Dettagli

COMUNE di MADONE. Provincia di Bergamo

COMUNE di MADONE. Provincia di Bergamo COMUNE di MADONE Provincia di Bergamo Regolamento comunale n. 87 REGOLAMENTO PER LO STANZIAMENTO DI CONTRIBUTI VOLTI ALLA RIMOZIONE E ALLO SMALTIMENTO DI MATERIALI IN FIBROCEMENTO E CONTENENTI AMIANTO

Dettagli

COMUNE DI BAGNARA DI ROMAGNA Provincia di Ravenna

COMUNE DI BAGNARA DI ROMAGNA Provincia di Ravenna COMUNE DI BAGNARA DI ROMAGNA Provincia di Ravenna REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L ACCENSIONE DI MUTUI PER L ACQUISTO, LA COSTRUZIONE O IL RECUPERO DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE IN TERRITORIO

Dettagli

L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres.

L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres. L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres. Regolamento attuativo dell articolo 9, commi da 26 a 34 della

Dettagli

ALL ART. 3 LETTERA A)

ALL ART. 3 LETTERA A) BANDO ANNO 2015 DI AMMISSIONE AL CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO PER LO SMALTIMENTO DI MATERIALE E/O MANUFATTI CONTENENTI AMIANTO PRESENTI NEL TERRITORIO COMUNALE. Art. 1 Finalità L Amministrazione Comunale

Dettagli

Art 1 Finalità del Bando. Art 2 Quadro normativo di riferimento. Art. 3 Beneficiari. Art. 4 Interventi finanziabili

Art 1 Finalità del Bando. Art 2 Quadro normativo di riferimento. Art. 3 Beneficiari. Art. 4 Interventi finanziabili Bando per il finanziamento di interventi edilizi da realizzare su strutture a sostegno dei centri di aggregazione giovanile. Art. 24 della legge regionale 22 marzo 2012 n. 5 (Legge per l autonomia dei

Dettagli

deve pervenire in originale, consegnata a mano, entro il termine di 30 giorni

deve pervenire in originale, consegnata a mano, entro il termine di 30 giorni Bando per il finanziamento di interventi edilizi da realizzare su strutture a sostegno dei centri di aggregazione giovanile. Art. 24 della legge regionale 22 marzo 2012 n. 5 (Legge per l autonomia dei

Dettagli

Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 62 del 13 ottobre 2009

Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 62 del 13 ottobre 2009 COMUNE DI ALZANO LOMBARDO ASSESSORATO AL GOVERNO DEL TERRITORIO REGOLAMENTO PER IL RICONOSCIMENTO DI INCENTIVI FINALIZZATI ALLA RIQUALIFICAZIONE DEI CENTRI STORICI DI ALZANO LOMBARDO Approvato con Deliberazione

Dettagli

ANNUALITA 2009. Art. 1 Finalità

ANNUALITA 2009. Art. 1 Finalità BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO FINALIZZATI ALLA RIMOZIONE E SMALTIMENTO DELL AMIANTO DA MANUFATTI, FABBRICATI ED EDIFICI CIVILI, PRODUTTIVI, COMMERCIALI E TERZIARI SUL TERRITORIO

Dettagli

COMUNE DI ERBA AREA SERVIZI AL TERRITORIO

COMUNE DI ERBA AREA SERVIZI AL TERRITORIO COMUNE DI ERBA AREA SERVIZI AL TERRITORIO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA RIMOZIONE E SMALTIMENTO DELL AMIANTO E PER L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI TERMICI O IMPIANTI FOTOVOLTAICI

Dettagli

COMUNE DI MERONE REGIONE LOMBARDIA PROVINCIA DI COMO UFFICIO TECNICO COMUNALE

COMUNE DI MERONE REGIONE LOMBARDIA PROVINCIA DI COMO UFFICIO TECNICO COMUNALE 1 Lorenzo Domenico Parillo: e-mail: urbanistica@comune.merone.co.it COMUNE DI MERONE REGIONE LOMBARDIA PROVINCIA DI COMO UFFICIO TECNICO COMUNALE C.Fisc./ P. I.V.A.: 00549420131 Tel.: 031/650000 Fax: 031/651549

Dettagli

COMUNE DI PRESEZZO PRESEZZO IN SALUTE

COMUNE DI PRESEZZO PRESEZZO IN SALUTE COMUNE DI PRESEZZO Provincia di Bergamo Via Vittorio Veneto n. 1049 - C.a.p. 24030 c.f. 8200 3210 166 part.i.v.a. 0175 7940 166 Tel. 035 464660 Fax 035 464699 Ufficio TRIBUTI e-mail: comune@presezzo.net

Dettagli

BANDO 2012 ASSEGNAZIONE CONTRIBUTI PER LA MICRORACCOLTA DI RIFIUTI CONTENENTI AMIANTO (RCA) EFFETTUATA DAL SINGOLO CITTADINO DEL COMUNE DI CAVAGNOLO

BANDO 2012 ASSEGNAZIONE CONTRIBUTI PER LA MICRORACCOLTA DI RIFIUTI CONTENENTI AMIANTO (RCA) EFFETTUATA DAL SINGOLO CITTADINO DEL COMUNE DI CAVAGNOLO BANDO 2012 ASSEGNAZIONE CONTRIBUTI PER LA MICRORACCOLTA DI RIFIUTI CONTENENTI AMIANTO (RCA) EFFETTUATA DAL SINGOLO CITTADINO DEL COMUNE DI CAVAGNOLO Il Comune di Cavagnolo intende incentivare con un contributo

Dettagli

BANDO PER LA RACCOLTA DEL FABBISOGNO DI INTERVENTI DI EDILIZA SCOLASTICA, IN ATTUAZIONE DELL ART. 10 DEL D.L. 12 SETTEMBRE 2013, N.

BANDO PER LA RACCOLTA DEL FABBISOGNO DI INTERVENTI DI EDILIZA SCOLASTICA, IN ATTUAZIONE DELL ART. 10 DEL D.L. 12 SETTEMBRE 2013, N. Allegato A alla DGR n. --- del --- BANDO PER LA RACCOLTA DEL FABBISOGNO DI INTERVENTI DI EDILIZA SCOLASTICA, IN ATTUAZIONE DELL ART. 10 DEL D.L. 12 SETTEMBRE 2013, N. 104 Indice 1. Obiettivi 2. Tipologie

Dettagli

Contributi alle imprese della provincia di Siena per l analisi dei costi sostenuti per l acquisto di energia elettrica

Contributi alle imprese della provincia di Siena per l analisi dei costi sostenuti per l acquisto di energia elettrica Contributi alle imprese della provincia di Siena per l analisi dei costi sostenuti per l acquisto di energia elettrica 1. PREMESSA Nell ambito delle iniziative promozionali volte a favorire lo sviluppo

Dettagli

Art. 1 - Finalità. Art. 2 - Interventi ammissibili

Art. 1 - Finalità. Art. 2 - Interventi ammissibili BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO FINALIZZATI ALL INCENTIVAZIONE DI INTERVENTI DI BONIFICA, RIMOZIONE E SMALTIMENTO DELL AMIANTO DA MANUFATTI, FABBRICATI ED EDIFICI CIVILI SUL TERRITORIO

Dettagli

Bollettino Ufficiale della Regione Lazio

Bollettino Ufficiale della Regione Lazio Repubblica Italiana Bollettino Ufficiale della Regione Lazio Disponibile in formato elettronico sul sito: www.regione.lazio.it Legge Regionale n.12 del 13 agosto 2011 Data 22/10/2013 Numero 87 Supplemento

Dettagli

L.R. 23/2001, art. 4, c. 19 B.U.R. 4/9/2002, n. 36. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 24 luglio 2002, n. 0218/Pres.

L.R. 23/2001, art. 4, c. 19 B.U.R. 4/9/2002, n. 36. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 24 luglio 2002, n. 0218/Pres. L.R. 23/2001, art. 4, c. 19 B.U.R. 4/9/2002, n. 36 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 24 luglio 2002, n. 0218/Pres. Regolamento concernente le procedure modalità e termini per l avvio e la realizzazione

Dettagli

COMUNE DI CASTELFIDARDO -PROVINCIA DI ANCONA-

COMUNE DI CASTELFIDARDO -PROVINCIA DI ANCONA- COMUNE DI CASTELFIDARDO -PROVINCIA DI ANCONA- BANDO DI CONCORSO Allegato A PER L ASSEGNAZIONE DEL CONTRIBUTO COMUNALE SUI MUTUI FINALIZZATI AL RECUPERO DELLE UNITA IMMOBILIARI DESTINATE A CIVILE ABITAZIONE,

Dettagli

COMUNE DI CANTU. Regolamento finalizzato all incentivazione economica degli interventi di abbattimento delle barriere architettoniche

COMUNE DI CANTU. Regolamento finalizzato all incentivazione economica degli interventi di abbattimento delle barriere architettoniche COMUNE DI CANTU Regolamento finalizzato all incentivazione economica degli interventi di abbattimento delle barriere architettoniche dicembre 2015 REGOLAMENTO FINALIZZATO ALL INCENTIVAZIONE ECONOMICA DEGLI

Dettagli

COMUNE DI LACONI. Provincia di Oristano

COMUNE DI LACONI. Provincia di Oristano COMUNE DI LACONI Provincia di Oristano SETTORE : Responsabile: UFFICIO TECNICO COMUNALE Dott. Ing. Massimo Dessanai COPIA DETERMINAZIONE N. 116 DEL 03/03/2015 PROPOSTA DETERMINAZIONE N. 117 DEL 03/03/2015

Dettagli

COMUNE DI PISA. TIPO ATTO DETERMINA CON IMPEGNO con FD N. atto DN-15 / 561 del 10/05/2012 Codice identificativo 803726

COMUNE DI PISA. TIPO ATTO DETERMINA CON IMPEGNO con FD N. atto DN-15 / 561 del 10/05/2012 Codice identificativo 803726 COMUNE DI PISA TIPO ATTO DETERMINA CON IMPEGNO con FD N. atto DN-15 / 561 del 10/05/2012 Codice identificativo 803726 PROPONENTE Coordinatore lavori pubblici - Edilizia pubblica OGGETTO APPROVAZIONE PROGETTO

Dettagli

COMUNE DI ARESE Provincia di Milano

COMUNE DI ARESE Provincia di Milano COMUNE DI ARESE Provincia di Milano 2010 REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI FINANZIAMENTI AI PRIVATI PER IL RIFACIMENTO DELLE COPERTURE IN ETERNIT DEGLI EDIFICI E L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI TERMICI

Dettagli

Approvato con deliberazione della Giunta Provinciale n. 254 del 23/12/2013.

Approvato con deliberazione della Giunta Provinciale n. 254 del 23/12/2013. BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA SOSTITUZIONE DI GENERATORI DI CALORE Approvato con deliberazione della Giunta Provinciale n. 254 del 23/12/2013. 1. FINALITÀ DELL INIZIATIVA La Provincia di

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE

REGOLAMENTO COMUNALE REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI PER LO SMALTIMENTO DI MATERIALI CONTENENTI AMIANTO PRESSO IMMOBILI AD USO CIVILE ABITAZIONE E RELATIVE PERTINENZE - Testo licenziato dalla

Dettagli

COMUNE DI LASTRA A SIGNA

COMUNE DI LASTRA A SIGNA COMUNE DI LASTRA A SIGNA Piazza del Comune, 17 Lastra a Signa BANDO PER INCENTIVI PER L UTILIZZO DEL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE (Approvato con Determinazione n. 533 del 04.09.2013) ANNUALITA 2013-2014 Premessa

Dettagli

REGIONE LIGURIA 1. OBIETTIVI E TIPOLOGIA DI AGEVOLAZIONE

REGIONE LIGURIA 1. OBIETTIVI E TIPOLOGIA DI AGEVOLAZIONE REGIONE LIGURIA BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI AGEVOLAZIONI A SOSTEGNO DELLE FAMIGLIE CON ALMENO UN FIGLIO MINORE PER LA RISTRUTTURAZIONE ED ADEGUAMENTO DELLA PRIMA CASA DI ABITAZIONE 1. OBIETTIVI E TIPOLOGIA

Dettagli

COMUNE DI MALALBERGO PROVINCIA DI BOLOGNA

COMUNE DI MALALBERGO PROVINCIA DI BOLOGNA COMUNE DI MALALBERGO PROVINCIA DI BOLOGNA Medaglia al Valore Civile IV SETTORE Pianificazione e Gestione Territoriale BANDO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE DI INCENTIVI PER LA CONVERSIONE A METANO/GPL DI AUTOVEICOLI

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L'INCENTIVAZIONE DI OPERE CHE CONCORRONO ALLA VALORIZZAZIONE ESTETICA DEI CENTRI ABITATI

REGOLAMENTO COMUNALE PER L'INCENTIVAZIONE DI OPERE CHE CONCORRONO ALLA VALORIZZAZIONE ESTETICA DEI CENTRI ABITATI COMUNE DI CASTELLO - MOLINA DI FIEMME Provincia di Trento REGOLAMENTO COMUNALE PER L'INCENTIVAZIONE DI OPERE CHE CONCORRONO ALLA VALORIZZAZIONE ESTETICA DEI CENTRI ABITATI Approvato con deliberazione del

Dettagli

Comune di Pozzuolo del Friuli

Comune di Pozzuolo del Friuli Comune di Pozzuolo del Friuli INTERNET sito web: www.comune.pozzuolo.udine.it e-mail: protocollo@com-pozzuolo-del-friuli.regione.fvg.it Via XX Settembre, 31 33050 POZZUOLO DEL FRIULI (UD) C.F.: 80010530303

Dettagli

ALLEGATOA alla Dgr n. 2459 del 04 agosto 2009 pag. 1/5

ALLEGATOA alla Dgr n. 2459 del 04 agosto 2009 pag. 1/5 giunta regionale 8^ legislatura ALLEGATOA alla Dgr n. 2459 del 04 agosto 2009 pag. 1/5 REGIONE VENETO Direzione Regionale Mobilità Bando pubblico per la concessione di finanziamenti agevolati per il settore

Dettagli

BANDO RICONOSCIMENTO DI INCENTIVI ECONOMICI PER INTERVENTI EDILIZI IN CENTRO STORICO

BANDO RICONOSCIMENTO DI INCENTIVI ECONOMICI PER INTERVENTI EDILIZI IN CENTRO STORICO ASSESSORATO ALL URBANISTICA, EDILIZIA PRIVATA, AMBIENTE E GESTIONE DEL TERRITORIO BANDO RICONOSCIMENTO DI INCENTIVI ECONOMICI PER INTERVENTI EDILIZI IN CENTRO STORICO Il Vice Sindaco Bendotti Doriano L

Dettagli

Contributi per il Restauro di Ville Venete

Contributi per il Restauro di Ville Venete Contributi per il Restauro di Ville Venete CARATTERE DEI FINANZIAMENTI L Istituto regionale per le Ville venete promuove l erogazione di contributi a fondo perduto per il consolidamento, manutenzione e

Dettagli

COMUNE DI CALVELLO. Provincia di Potenza BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI FINALIZZATI ALLA PROMOZIONE DELL E-COMMERCE

COMUNE DI CALVELLO. Provincia di Potenza BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI FINALIZZATI ALLA PROMOZIONE DELL E-COMMERCE COMUNE DI CALVELLO Provincia di Potenza BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI FINALIZZATI ALLA PROMOZIONE DELL E-COMMERCE SCADENZA PRESENTAZIONE DOMANDE 27/02/2016 IL SEGRETARIO COMUNALE QUALE RESPONSABILE

Dettagli

Criteri e modalità per la concessione dei contributi per la rimozione con smaltimento di coperture in cemento amianto

Criteri e modalità per la concessione dei contributi per la rimozione con smaltimento di coperture in cemento amianto Allegato parte integrante ALLEGATO 1) Criteri e modalità per la concessione dei contributi per la rimozione con smaltimento di coperture in cemento amianto Articolo 1 Finalità e soggetti beneficiari 1.

Dettagli

REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DI INCENTIVI PER L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI FOTOVOLTAICI.

REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DI INCENTIVI PER L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI FOTOVOLTAICI. Comune di Caltagirone Provincia di Catania Servizio Politiche Energetiche Via S.Maria di Gesù,90 95041 Caltagirone (CT) 0933 41410-41448 fax 0933 41461 REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DI INCENTIVI PER L INSTALLAZIONE

Dettagli

Contributi per processi di aggregazione dei Consorzi Fidi. Regolamento di Attuazione

Contributi per processi di aggregazione dei Consorzi Fidi. Regolamento di Attuazione UNIONE EUROPEA REGIONE CALABRIA REPUBBLICA ITALIANA ASSESSORATO ALLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE Contributi per processi di aggregazione dei Consorzi Fidi Regolamento di Attuazione L.R. 7/2006 art. 25 L.R. n.

Dettagli

2. SOGGETTI BENEFICIARI

2. SOGGETTI BENEFICIARI ALLEGATO A CRITERI E MODALITÀ PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A SOGGETTI PUBBLICI E PRIVATI, PER PROGETTI INERENTI LE TEMATICHE DEFINITE DAL PIANO REGIONALE ANNUALE DEL DIRITTO ALLO STUDIO 1. CRITERI

Dettagli

vista la legge regionale 13 ottobre 2004, n. 23 avente ad oggetto: Interventi per lo sviluppo e la promozione della cooperazione ;

vista la legge regionale 13 ottobre 2004, n. 23 avente ad oggetto: Interventi per lo sviluppo e la promozione della cooperazione ; REGIONE PIEMONTE BU28 11/07/2013 Deliberazione della Giunta Regionale 20 giugno 2013, n. 6-5984 Contratto di Prestito - Regione Piemonte Loan for SMEs tra Finpiemonte e Banca Europea degli investimenti.

Dettagli

Legge 9 gennaio 1989, n. 13

Legge 9 gennaio 1989, n. 13 Legge 9 gennaio 1989, n. 13 "Disposizioni per favorire il superamento e l'eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati." (Pubblicata nella G. U. 26 gennaio 1989, n. 21) 1. 1. I progetti

Dettagli

C I T T A DI M ATINO

C I T T A DI M ATINO C I T T A DI M ATINO PROVINCIA DI LECCE S E T T O R E S E R V I Z I A L L A C I T T A AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA RIMOZIONE E LO SMALTIMENTO DEI MANUFATTI CONTENENTI AMIANTO

Dettagli

PROVINCIA DI CASERTA FAQ

PROVINCIA DI CASERTA FAQ PROVINCIA DI CASERTA BANDO per la concessione di contributi per il risparmio energetico, l utilizzo delle fonti energetiche rinnovabili e il miglioramento della prestazione energetica degli edifici ai

Dettagli

COMUNE DI CASTELNUOVO MAGRA Provincia della Spezia Assessorato all Ambiente REGOLAMENTO

COMUNE DI CASTELNUOVO MAGRA Provincia della Spezia Assessorato all Ambiente REGOLAMENTO COMUNE DI CASTELNUOVO MAGRA Provincia della Spezia Assessorato all Ambiente REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI PER LA RIMOZIONE E SMALTIMENTO DI MATERIALI CONTENENTI AMIANTO SUL TERRITORIO COMUNALE

Dettagli

ASSESSORATO DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA

ASSESSORATO DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA Oggetto: L.R. n. 29/98 e successive modifiche e integrazioni: Tutela e valorizzazione dei centri storici della Sardegna Bando Per concessione ed erogazione di un contributo per interventi di recupero,

Dettagli

CRITERI PER L ACCESSO AL FONDO PER LA REALIZZAZIONE D INTERVENTI SACC

CRITERI PER L ACCESSO AL FONDO PER LA REALIZZAZIONE D INTERVENTI SACC CRITERI PER L ACCESSO AL FONDO PER LA REALIZZAZIONE D INTERVENTI SACC 1 INDICE 1. Finalità... 3 2. Ente gestore... 3 3. Risorse finanziarie... 3 4. Chi può Accedere al Fondo... 3 5. Contenuti della domanda

Dettagli

C.C.I.CA.A.DI VARESE - AGEVOLAZIONI A FAVORE DI PMI

C.C.I.CA.A.DI VARESE - AGEVOLAZIONI A FAVORE DI PMI C.C.I.CA.A.DI VARESE - AGEVOLAZIONI A FAVORE DI PMI INTERVENTI DI CREDITO AGEVOLATO PER I SETTORI ARTIGIANATO, COMMERCIO, INDUSTRIA Anno 2005 (di cui alla deliberazione della Giunta Camerale n. 14 del

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI FINANZIAMENTI FINALIZZATI ALL ACQUISTO DELL ABITAZIONE PRINCIPALE DA PARTE DEI GIOVANI SOMMARIO

REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI FINANZIAMENTI FINALIZZATI ALL ACQUISTO DELL ABITAZIONE PRINCIPALE DA PARTE DEI GIOVANI SOMMARIO REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI FINANZIAMENTI FINALIZZATI ALL ACQUISTO DELL ABITAZIONE PRINCIPALE DA PARTE DEI GIOVANI SOMMARIO ART. 1 ART. 2 ART. 3 ART. 4 ART. 5 ART. 6 ART. 7 ART. 8 ART. 9 ART. 10

Dettagli

C I T T À D I C O N E G L I A N O

C I T T À D I C O N E G L I A N O Prot. n. 47613/AEP del 15/09/06 BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER LA TRASFORMAZIONE A GAS NATURALE DEGLI IMPIANTI PER RISCALDAMENTO DI EDIFICI AD USO RESIDENZIALE. Finalità Il Comune di Conegliano

Dettagli

PROGRAMMA DI SVILUPPO URBANO DELLA CITTÀ DI CASTROVILLARI

PROGRAMMA DI SVILUPPO URBANO DELLA CITTÀ DI CASTROVILLARI UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE CALABRIA CITTA DI CASTROVILLARI PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE DELLA CALABRIA 2000-2006 ASSE V - CITTÀ MISURA 5.1 - SVILUPPO E VALORIZZAZIONE DELLE AREE URBANE

Dettagli

Servizio Politiche Energetiche

Servizio Politiche Energetiche Servizio Politiche Energetiche FUNZIONI DEL SERVIZIO Controlli impianti termici 1. Sensibilizzazione utenti E l attività di diffusione presso i cittadini delle informazioni (tramite avvisi pubblici affissi

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO In conformità alle Disposizioni in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari

FOGLIO INFORMATIVO In conformità alle Disposizioni in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari FOGLIO INFORMATIVO In conformità alle Disposizioni in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari PROGETTO FACILITO GIOVANI E INNOVAZIONE SOCIALE Finalità Gli obiettivi specifici

Dettagli

SI RICORDA CHE SONO AMMESSI AL CONTRIBUTO SOLO GLI INTERVENTI REALIZZATI NELL ANNO 2012

SI RICORDA CHE SONO AMMESSI AL CONTRIBUTO SOLO GLI INTERVENTI REALIZZATI NELL ANNO 2012 Marca da bollo Se non dovuta Barrare la casella a pag. 4 AL COMUNE DI BAGNO A RIPOLI Area 6 Pianificazione e Gestione del Territorio e del Paesaggio Piazza della Vittoria n. 1 50012 BAGNO A RIPOLI OGGETTO

Dettagli

CITTA DI VIGEVANO REGOLAMENTO PER L ACCESSO AI CONTRIBUTI SU MUTUI FINALIZZATI ALL ACQUISTO DELLA PRIMA CASA DA PARTE DI GIOVANI FAMIGLIE

CITTA DI VIGEVANO REGOLAMENTO PER L ACCESSO AI CONTRIBUTI SU MUTUI FINALIZZATI ALL ACQUISTO DELLA PRIMA CASA DA PARTE DI GIOVANI FAMIGLIE CITTA DI VIGEVANO REGOLAMENTO PER L ACCESSO AI CONTRIBUTI SU MUTUI FINALIZZATI ALL ACQUISTO DELLA PRIMA CASA DA PARTE DI GIOVANI FAMIGLIE Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale in data 19/12/2001

Dettagli

RISOLUZIONE N. 118/E

RISOLUZIONE N. 118/E RISOLUZIONE N. 118/E Direzione Centrale Normativa Roma, 30 dicembre 2014 OGGETTO: Imposte sui redditi - Spese sostenute per la redazione di un atto di vincolo unilaterale - Art. 16-bis del TUIR - Istanza

Dettagli

art. 1 art. 2 art. 3 art. 4 art. 5 art. 6 art. 7 art. 8 art. 9 art. 10 art. 11 art. 12 art. 13 art. 14 art. 15 art. 16

art. 1 art. 2 art. 3 art. 4 art. 5 art. 6 art. 7 art. 8 art. 9 art. 10 art. 11 art. 12 art. 13 art. 14 art. 15 art. 16 Regolamento recante i criteri e le modalità per la concessione dei contributi per i lavori in territorio montano di miglioramento della viabilità e delle infrastrutture comunali, di ristrutturazione e

Dettagli

BANDO ROTTAMAZIONE CALDAIE 2008/09. Premessa

BANDO ROTTAMAZIONE CALDAIE 2008/09. Premessa DIREZIONE PARCHI, TERRITORIO, AMBIENTE, ENERGIA UFFICIO ATTIVITÀ TECNICHE ECOLOGICHE Servizio Politica Energetica Qualità dell Aria Inquinamento Acustico ed Elettromagnetico Rischio Ambiente SINA Via Passolanciano,

Dettagli

BANDO PER LA CONCESSIONE

BANDO PER LA CONCESSIONE BANDO PER LA CONCESSIONE Dl CONTRIBUTI PER LA BONIFICA, RIMOZIONE E SMALTIMENTO DI COPERTURE IN AMIANTO DA FABBRICATI ED EDIFICI AD USO CIVILE, PRODUTTIVO, COMMERCIALE, TERZIARIO ED AGRICOLO. ANNO 2015

Dettagli

COMUNE DI TREVISO SETTORE AMBIENTE

COMUNE DI TREVISO SETTORE AMBIENTE CONTRIBUTI PER L AGEVOLAZIONE ALL ACQUISTO DI CALDAIE PER IL RISCALDAMENTO DI EDIFICI PROTOCOLLO D INTESA tra COMUNE DI TREVISO e PRODUTTORI, RIVENDITORI, INSTALLATORI DI CALDAIE A METANO, DI TIPO A CONDENSAZIONE

Dettagli

R E P U B B L I C A I T A L I A N A

R E P U B B L I C A I T A L I A N A Spedizione in abbonamento postale Art. 2 comma 20/C L. 662/96 Autorizz. Dirpostel L Aquila ANNO XXXIII N. 18 Straordinario (Sport) R E P U B B L I C A I T A L I A N A BOLLETTINOUFFICIALE DELLA REGIONE

Dettagli

COMUNE DI COLLI DEL TRONTO Provincia di Ascoli Piceno

COMUNE DI COLLI DEL TRONTO Provincia di Ascoli Piceno COMUNE DI COLLI DEL TRONTO Provincia di Ascoli Piceno P.zza Garibaldi, 1-63030 Colli del Tronto - Tel. n. 0736/890626-55 - Fax. 0736/890831 - C.F. 00355250440 Ufficio Tecnico Comunale DISCIPLINARE PER

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Via Ravasi 2-21100 Varese

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Via Ravasi 2-21100 Varese REGOLAMENTO PER LA RIPARTIZIONE DEL FONDO D INCENTIVAZIONE PER LA REDAZIONE DEL PROGETTO, DEL PIANO DELLA SICUREZZA, DELLA DIREZIONE DEI LAVORI E DEL COLLAUDO. Emanato con D.R. n. 6197 del 13/02/2004 Ultime

Dettagli

COMUNE DI UBOLDO Provincia di Varese V Area Tecnica Edilizia Privata e Urbanistica

COMUNE DI UBOLDO Provincia di Varese V Area Tecnica Edilizia Privata e Urbanistica COMUNE DI UBOLDO Provincia di Varese V Area Tecnica Edilizia Privata e Urbanistica Avviso pubblico Assegnazione incentivi per il recupero del centro storico Esercizi 2014 e 2015. Il Responsabile Area Tecnica

Dettagli

Comune di Cantagallo Provincia di Prato

Comune di Cantagallo Provincia di Prato Comune di Cantagallo Provincia di Prato REGOLAMENTO COMUNALE PER I CRITERI DI RIPARTIZIONE E PER LA REGOLAMENTAZIONE DELLA PROCEDURA INERENTE I CONTRIBUTI INTROITATI DAL COMUNE A TITOLO DI ONERI DI URBANIZZAZIONE

Dettagli

Regolamento per l edilizia sostenibile ed il risparmio energetico

Regolamento per l edilizia sostenibile ed il risparmio energetico COMUNE DI ALTOPASCIO Regolamento per l edilizia sostenibile ed il risparmio energetico Redatto in collaborazione con Ecol Studio S.p.A. in collaborazione con R & S S.r.l. Approvato con delibera del Consiglio

Dettagli

L.R. 9.3.2007, n. 4 INIZIATIVE A FAVORE DELL EDILIZIA SOSTENIBILE

L.R. 9.3.2007, n. 4 INIZIATIVE A FAVORE DELL EDILIZIA SOSTENIBILE giunta regionale 8^ legislatura ALLEGATO A Dgr n. 1579 del 17/06/2008 pag. 1/7 L.R. 9.3.2007, n. 4 INIZIATIVE A FAVORE DELL EDILIZIA SOSTENIBILE Modalità per la concessione e la liquidazione delle agevolazioni

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI INCENTIVI PER IL RECUPERO DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE NEI CENTRI STORICI

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI INCENTIVI PER IL RECUPERO DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE NEI CENTRI STORICI REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI INCENTIVI PER IL RECUPERO DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE NEI CENTRI STORICI Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 16 del 16.04.2003 Art. 1 - AMBITO DI APPLICAZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO SULL INSTALLAZIONE DEGLI APPARATI DI RICEZIONE DELLE TRASMISSIONI SATELLITARI

REGOLAMENTO SULL INSTALLAZIONE DEGLI APPARATI DI RICEZIONE DELLE TRASMISSIONI SATELLITARI COMUNE di NOVARA Assessorato all Edilizia Privata e Commercio Assessore dr. Giovanni RIZZO Servizio Gestione Sviluppo del Territorio e dell Economia - Ufficio S.I.T. Dirigente arch. Roberto Stampini Funzionario

Dettagli