Premessa. Questo manuale affronta, innanzitutto, le procedure elettroniche per la misura di pressione e le relative correlazioni.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Premessa. Questo manuale affronta, innanzitutto, le procedure elettroniche per la misura di pressione e le relative correlazioni."

Transcript

1 Premessa La misura fisica di pressione è, insieme con quella di temperatura, uno dei parametri più utilizzati nelle procedure sperimentali ed applicative. Le esigenze e le richieste maggiori vengono dal settore alimentare, del riscaldamento, sanitario, del condizionamento dell aria, della produzione d energia, della tecnologia di processo e dei servizi. Ogni qualvolta si deve rilevare la pressione è necessario rispettare alcune importanti condizioni, se si vogliono ottenere dei risultati affidabili. Fondamentale per la misura è la conoscenza delle diverse unità ingegneristiche, dei vari tipi di pressione e la relativa definizione. Questo manuale affronta, innanzitutto, le procedure elettroniche per la misura di pressione e le relative correlazioni. Scopo di questa guida pratica è sia di dare una panoramica dei principali parametri, sia di diventare una documentazione di consultazione professionale. Sarà particolarmente apprezzata qualsiasi indicazione utile all aggiornamento del manuale. Il Management: Walter Paleari Giorgio Belloni Tullio Ravelli

2 Pagina Argomento 6 I. Definizione di pressione Pagina Argomento Manometro a galleggiante 2. Manometri meccanici 6 II. Unità di misura 3. Sistemi elettrici per la misura di pressione. Unità SI 2. Altre unità 3 VI. Vantaggi dei manometri elettrici 7 III. Tabella di conversione 3 VII. Descrizione del principio di misura Testo. Misura di pressione piezoresistiva 8 IV. Tipi di pressione 2. Misura di pressione induttiva. assoluta = p ass 2. positiva 5 VIII. e temperatura 3. negativa 4. differenziale = ³ p 5. atmosferica = p atm 6. Misuratori di pressione e campi applicativi 0 V. Metodologie per la misura di pressione. Manometri a colonna di liquido Manometro a U Manometro a tubo inclinato 7 IX. Precisione. Scelta dell appropriato misuratore 2. Linearità 3. Coefficiente di temperatura 4 5

3 p = Forza F Superficie A I. Definizione di pressione La pressione è definita come una forza (F) esercitata su di una superficie (A). II. Unità di misura SI è la definizione data alle unità di misura base del sistema metrico internazionale. Il nome deriva dal francese Système International d'unités ed è stato istituito dalla Conferenza Generale Pesi e Misure (fondata con il Trattato di Metrologia del 20 Maggio 875). Il sistema è oggi gestito ed aggiornato dal Bureau International des Poids et Mesures di Sèvres (Francia). L organizzazione internazionale per gli standard (ISO) e l unione internazionale di fisica pura ed applicata (IUPAP) definiscono le direttive internazionali per l applicazione del sistema metrico SI, che sono poi recepite ed applicate a livello nazionale. Le direttive metriche sono utilizzate in Germania come base legislativa, per definire le grandezze fisiche riconosciute legalmente ed utilizzate nelle attività commerciali e statali. "Depositario" delle unità è in Germania l ente PTB. Il regolamento esecutivo della legge sulle unità di misura (direttiva dei sistemi di misura) fa riferimento alla norma DIN 30 e nell allegato sono riportate, in ordine alfabetico, tutte le unità riconosciute legalmente. L unità di misura hpa (= mbar) è impiegata soprattutto in meteorologia, ma anche nell industria e nel commercio. bar, KPa, MPa sono le unità standard delle tecnologie industriali per la misura di pressione. L unità mmh 2 O è oramai quasi scomparsa. Le tecnologie mediche impiegano l unità mmhg, ad es. per misurare la pressione del sangue. Un micron è l unità più piccola (750 micron = hpa), usata essenzialmente per le misure nel vuoto, ad es. negli impianti di raffreddamento. Unità anglosassoni: - psi (pound per inch al quadrato) - in H 2 O (inch d acqua) - in Hg (inch di mercurio) Le vecchie unità Torr, atü, ata, atu, atm e kp/cm 2 non sono più utilizzate e non sono legalmente riconosciute. III.Tabella di conversione 750 micron = hpa Unità Pascal. Può essere derivata dalle unità di misura SI dal metro e dal Newton. Pa = N/m 2. In metrologia, la pressione è indicata generalmente in hpa. L unità Pascal ha sostituito quella precedente, definita mbar. Questo sistema metrico prende il nome da Blaise Pascal ( ), matematico e biologo francese. Nelle applicazioni industriali è usata spesso l unità bar, Kpa o MPa. Pa hpa/mbar kpa MPa bar Pa 0,0 0,00 0, ,0000 hpa/mbar 00 0, 0,000 0,00 kpa ,00 0,0 MPa bar , psi ,948 6,895 0, ,0689 mmh 2 O 9,807 0, , , , inh 2 O 249, 2,49 0,249 0, ,00249 mmhg 33,3,333 0,333 0, ,00333 inhg ,864 3,386 0, ,0339 psi 0, ,045 0, ,05 4,505 0, ,036 0,093 0,492 N Pa = con N = kg m 2 m s 2 Il sistema Pascal definisce delle unità di pressione molto piccole ed è, quindi, impiegato principalmente per misurare la pressione in camere senza polvere. In ogni caso, si utilizza l unità Pa anche per la misura di portata, in abbinamento ad un tubo di Pitot (v. anche cap. 4). mmh 2 O inh 2 O mmhg inhg 0,02 0, , , ,2 0,406 0,750 0, ,06 7, , ,6 750, 29,35 704,3 27,73 5,7 2,036 Scorrere la tabella dall alto verso il basso, ad es. Pa = 0,0 hpa/mbar 0,0394 0,0734 0, ,4,865 0,0734 3,62 0,5362 0, ,9 3,62 25,4 6 7

4 IV. Tipi di pressione Le misure di pressione si basano sul confronto tra la pressione attuale ed un valore di riferimento. La tecnologia di misura della pressione distingue diversi tipi di pressione, che consentono di valutare la relazione tra pressione e pressione di riferimento. La pressione assoluta è riferita al vuoto assoluto (pressione zero). assoluta: misurata in rapporto allo zero assoluto Vuoto teorico di riferimento Misura di pressione sempre superiore a quella di riferimento positiva: misurata superiore alla pressione atmosferica barometrica giornaliera ambientale di riferimento Misura di pressione sempre superiore a quella di riferimento negativa: misurata inferiore alla pressione atmosferica barometrica giornaliera ambientale di riferimento Misura di pressione sempre inferiore a quella di riferimento differenziale: Differenza di pressione esistente tra due pressioni variabili Differenza di pressione esistente tra una pressione variabile e una fissa di riferimento differenziale Press. negativa Press. positiva P atm E la pressione più importante per la vita sulla terra. La pressione atmosferica è generata dal peso dell atmosfera, che circonda la terra. L atmosfera si estende sino ad un altezza di 500 km ca. La pressione atmosferica decresce costantemente lungo questa distanza (pressione assoluta P ass = zero). La pressione atmosferica è influenzata inoltre dalle variazioni meteorologiche. In media, la pressione P atm risulta 03,25 hpa a livello del mare. Le condizioni meteorologiche di bassa ed alta pressione possono provocare variazioni sino a ± 5 %. Misuratori di pressione e campi applicativi I misuratori di pressione differenziale servono per rilevare sia la pressione negativa e positiva, sia quella differenziale. In tutti i casi, è importante assegnare la corretta pressione all appropriato collegamento; quindi, le pressioni positive sull attacco + e le pressioni negative sul. Il corretto collegamento consente al misuratore di pressione differenziale di coprire l intero campo di misura, positivo e negativo. A titolo d esempio, un dispositivo con campo di misura hpa consente di rilevare la pressione positiva, quella negativa, e la pressione differenziale nel campo di 200 hpa. Perché è necessario assegnare la corretta pressione all appropriato attacco? Generalmente, se si trasmette al misuratore una pressione negativa utilizzando l attacco +, il misuratore indica una parte del campo di misura preceduto da segno negativo e, comunque, si arresta ad un certo valore (sia per proteggere il sensore, sia perché i sensori di pressione sono tutti tarati nel campo positivo). Se non si considerano questi fattori, si ottengono dei valori di misura errati. Alcuni misuratori, raggiunto un determinato valore di misura, visualizzano fuori range. Vuoto assoluta Tipi di pressione I misuratori di pressione assoluta servono per rilevare la pressione barometrica. Si distinguono due tipi di pressione assoluta barometrica: una è la pressione relativa all altitudine, l altra è la pressione assoluta convertita al livello del mare. La pressione 8 9

5 assoluta calcolata è utilizzata soprattutto in meteorologia a scopo comparativo. E noto che il valore medio relativo al livello del mare è di 03,25 hpa. Tutti i valori superiori a questo riferimento indicano una alta pressione, quelli inferiori una bassa pressione. Il misuratore di pressione assoluta può anche misurare nel vuoto (pressione = 0). Questi misuratori sono sempre dotati di un solo attacco per tubo flessibile e non possono essere azzerati. V. Metodologie per la misura di pressione I primi sistemi impiegati sono stati i manometri a liquido. In questo caso, la pressione da misurare è confrontata con l altezza di una colonna di liquido. A secondo della pressione, sono utilizzati diversi tipi di liquidi. Errore di parallasse corretta errata direzione dello sguardo errore di parallasse Ad m d altezza si ottengono i seguenti valori: - Alcool 78,5 hpa - Acqua 98, hpa - Mercurio 334,2 hpa Questo tipo di misuratore è idoneo soprattutto per la misura di piccole pressioni positive e per pressioni differenziali. Le misure eseguite con i manometri a colonna di liquido sono sicuramente abbastanza affidabili, ma devono comunque essere rispettate alcune condizioni. I misuratori devono essere usati perfettamente in orizzontale, poiché anche piccole deviazioni causano falsi valori di misura. La gestione, in caso di dispositivi portatili, non è ottimale. Ad ogni punto di misura è necessario inserire il liquido e regolare il manometro. Alcuni liquidi di riempimento devono essere trattati con estrema cautela (ad es. il mercurio è estremamente tossico, anche in piccole concentrazioni e, per questo, è sempre meno utilizzato). I liquidi non devono essere mai mischiati a causa della differenza di densità!!! La lettura del valore di pressione deve essere sempre eseguita in orizzontale per evitare errori di parallasse. Esempi di misuratori di pressione a colonna di liquido. Manometro a U P P 2 h Manometro a galleggiante P A Manometro a tubo inclinato P P 2 A A 2 S P m A P 2 h 0

6 Il manometro meccanico In seguito alla rivoluzione industriale (primi del 9. secolo), fu necessario misurare campi di pressione sempre più ampi (ad es., con l introduzione della macchina a vapore). I misuratori a liquido, sia per le nuove esigenze di misura, sia a causa del carico meccanico (vibrazioni), non erano più idonei e dovevano essere sviluppate delle nuove soluzioni. Fu introdotto il manometro meccanico, nel quale una molla è deformata dalla pressione applicata. Questa deformazione muove un indicatore lungo una scala di misura e consente di leggere il relativo valore di pressione. Nella pratica, sono utilizzati diversi tipi di molla (ad es. molle tubolari, ondulate, a membrana, ecc.) con una corsa, che può essere di pochi decimi di millimetro sino a 0 mm massimo. I manometri meccanici si distinguono per la facilità d impiego e la robustezza. La produzione è relativamente economica. Tuttavia presentano alcuni aspetti negativi: le deformazioni meccaniche possono causare la perdita d elasticità della molla, che non ritorna più alla posizione originaria. La funzione di ritorno alla posizione di partenza della molla è anche definita isteresi (v. cap. 9.4). I manometri meccanici possono misurare solo la pressione relativa, la pressione positiva o la pressione assoluta (a secondo del modello). Inoltre, la classe di precisione è solitamente nel campo del % f.s. (v. anche cap. 9), cioè le misure non sono particolarmente precise. Indicazioni riportate sul quadrante. Ulteriori sistemi per la misura di pressione sono: le bilance a pressione i misuratori di pressione a pistone le bilance a pistone Le tecnologie elettriche per la misura di pressione si basano essenzialmente sui seguenti principi e metodi: piezoresistivo estensimetro a lamella estensimetro a film spesso estensimetro a film sottile capacitivo induttivo piezoelettrico VI. Vantaggi dei manometri elettrici Grande precisione (sino alla Classe 0,05) Ottimo comportamento d isteresi (ridotta deformazione del sensore) Buona riproducibilità Molte unità di misura integrate nel misuratore (impiego universale) Registrazione dati = > documentazione Smorzamento Facilità d impiego VII. Descrizione del principio di misura Testo Nella pratica e soprattutto alla Testo, si sono affermati il principio piezoresistivo e la misura di pressione induttiva. Misura di pressione piezoresistiva Il sensore per la misura basata sul principio piezoresistivo, è un chip di silicio, sul quale sono fissate chimicamente diverse resistenze (generalmente da 4 a 6). La pressione esercitata sul chip di silicio ne causa la deformazione (pochi mm => conseguente buon comportamento d isteresi). Questa alterazione provoca una variazione dei valori delle resistenze, che consente di risalire alla pressione applicata. 2 3

7 Vantaggi: buona precisione buona elasticità (buona isteresi) della cella di pressione le variazioni di temperatura hanno scarso effetto sulla misura Svantaggi: sensore di dimensioni relativamente grandi Vantaggi: piccole dimensioni del sensore ottimo comportamento d isteresi elevata precisione Svantaggi: le piccole dimensioni aumentano la sensibilità del sensore alle variazioni di temperatura (il sensore deve essere compensato in temperatura) Misura di pressione induttiva Il principio di rilevamento induttivo utilizza due celle di pressione in rame-berillo. Questo materiale si contraddistingue per l ottimo comportamento dinamico e l elevata elasticità. Le due celle di misura sono montate sovrapposte (una per pressioni positive, l altra per pressioni negative). Non appena si applica una pressione, la cella si dilata e questa variazione è rilevata con un odometro induttivo, cioè è misurata la dilatazione della cella di pressione. VIII. e temperatura I parametri di pressione e temperatura sono direttamente correlati. Breve descrizione della pressione dei gas In un sistema in pressione chiuso, le molecole dei gas si muovono liberamente nello spazio. Quando urtano le pareti del sistema, generano una pressione. Finché la temperatura rimane costante, anche la pressione rimane invariata. Se il gas si scalda, aumenta la velocità delle molecole e la pressione del sistema (le molecole urtano con grande velocità contro le pareti => espansione). Se il gas si raffredda, si ha un comportamento opposto e la pressione diminuisce. I gas, rispetto ai liquidi o ai solidi, sono altamente comprimibili. Nel campo della strumentazione di misura elettronica, la temperatura ha un ulteriore importante effetto. I segnali dei componenti elettronici si comportano diversamente a secondo della temperatura. Nella pratica, i misuratori di pressione sono termocompensati. La compensazione di temperatura è molto importante, in caso sia eseguita la registrazione dei dati (funzione logger). 4 5

8 Esempio Presupposto: in un impianto produttivo senza turni notturni, cioè l impianto è fermo durante la notte, si verifica un guasto nella sezione collegata al sistema di misura della pressione. Per motivi economici, il riscaldamento dell impianto viene abbassato durante nelle ore notturne. Una sonda di pressione, collegata al sistema, esegue una registrazione a lungo termine. La pressione del sistema è mantenuta costante mediante un compressore. Cosa rileva e cosa registra il misuratore di pressione? Strumento = senza compensazione di temperatura Il dispositivo riduce i valori all aumentare del freddo. Al mattino, non appena entra in funzione il riscaldamento, lo strumento indica un valore di pressione in aumento, finché la temperatura ambiente diventa costante. Queste variazioni di misura hanno luogo nonostante la pressione del sistema sia rimasta sempre costante. Strumento 2 = con compensazione della temperatura Il dispositivo indica la pressione effettiva (sempre uguale) del sistema, nonostante si sia modificata la temperatura ambiente. Considerazioni finali Il misuratore di pressione deve essere compensato in temperatura, se si vuole eseguire un controllo a lungo termine. In caso siano necessarie solo delle brevi misure del sistema in pressione, non è necessaria la compensazione di temperatura; infatti, lo strumento viene azzerato prima della misura e, quindi, non è soggetto agli effetti della temperatura. Attenzione: Profonde differenze di temperatura, ad es. in inverno (con lo strumento tenuto in auto a temperature ad es. di - 0 C, e quindi utilizzato in un ambiente a 20 C) non possono essere annullate, neanche con un ottimale compensazione di temperatura. In questo caso, lo strumento deve disporre di un certo lasso di tempo per adeguarsi alla temperatura (circa 0,5 h, a seconda della differenza di temperatura). Si consiglia di lasciare lo strumento acceso, affinché si stabilizzi senza applicare pressione. La compensazione di temperatura è una procedura, che richiede impegno e disponibilità economica, in quanto gli strumenti devono essere compensati nella cabina climatica in base a 2-3 punti di temperatura. Nella cabina, la temperatura deve stabilizzarsi e si hanno quindi dei tempi d attesa. IX. Precisione (Fattori d influenza) La precisione dei manometri è generalmente indicata in classi. La Classe,0 = precisione % del campo di misura (f.s. = valore di fondo scala o v.f. = valore finale). Esempio: Misuratore di pressione differenziale con campo 000 hpa, Classe => precisione assoluta ± 0 hpa. Verificare su quali basi il produttore dichiara la precisione. Sono possibili due varianti: f.s./ v.f. = in rapporto al valore di fondo scala/ valore finale v.m. = in rapporto al valore misurato Non esiste un unico manometro per tutte le applicazioni: dipende dalla Classe. Se l errore è espresso in % v.m., l errore assoluto cresce all aumentare del campo di misura. Nelle applicazioni nel campo hpa basso e con sporadica presenza di pressioni elevate, l impiego di un misuratore, dotato d ampio campo di misura, non è appropriato. Infatti, dato che l errore assoluto nel campo di misura superiore è relativamente alto, l errore risulta ancora più grande nel campo di pressione inferiore (v. fig. pag. seguente). Un altra alternativa in caso di bassi campi di misura, sono i manometri con campo di misura variabile. In questo caso, il valore finale è suddiviso in due campi di misura. Tuttavia, questi strumenti hanno uno dei due campi di misura di classe più elevata (ad es.: il campo inferiore del misuratore testo 520 è di Classe 0,5; quello superiore di Classe 0,2). Di conseguenza, può verificarsi, che sia necessario impiegare due o più misuratori per ottenere maggiore precisione nel campo inferiore e superiore. 6 7

9 La precisione viene ricavata dai seguenti parametri: linearità / coefficiente di temperatura / isteresi *Testo 525 (0 200hPa) *Testo 525 (0 7 bar) Deviazione Dev. % v.m. Deviazione Dev. % v.m. 0 hpa 0,4 hpa 4 % 4 hpa 40 % 20 hpa 0,4 hpa 2 % 4 hpa 70 % 50 hpa 0,4 hpa 0,80 % 4 hpa 28 % 00 hpa 0,4 hpa 0,40 % 4 hpa 4 % 50 hpa 0,4 hpa 0,27 % 4 hpa 9,33 % 200 hpa 0,4 hpa 0,20 % 4 hpa 7,0 % 500 hpa fuori campo 0,20 % 4 hpa 2,8 % Scegliendo lo strumento sbagliato, nel campo 0 hpa è possibile un errore di misura del 40 %; nel campo 20 hpa l errore di misura è ancora del 70 % *Precisione: 0,2% f.s. Linearità Si tratta del valore massimo di deviazione della curva caratteristica, rispetto alla retta ideale, che collega il punto di zero con il valore di fondo scala. Quando sul sensore è esercitata una pressione, la cella di misura si deforma e la massima alterazione dovrebbe essere raggiunta al valore di fondo scala del campo di misura (non considerando i sovraccarichi). Quando la pressione esercitata viene annullata, la cella di un sensore funzionante correttamente ritorna alla forma originaria (al punto di zero). In altre parole, allo scopo di evidenziare questo comportamento: se si deforma al massimo la molla e poi si annulla la forza di deformazione, la molla dovrebbe tornare allo stato di partenza. Isteresi In termini tecnici, l isteresi è la differenza del segnale di uscita della pressione lungo il percorso sino al valore di fondo scala del campo di misura e ritorno. Nel caso della misura di pressione, il misuratore può indicare, a causa dell isteresi, per il medesimo punto di misura, in direzione crescente (verso il valore di fondo scala del campo) un valore diverso da quello in direzione decrescente (verso il punto di zero). Qualora i dati tecnici dei manometri riportino solo un valore di precisione, sono di regola inclusi tutti i parametri descritti. Il produttore fornisce i coefficienti di temperatura, nel caso in cui il misuratore di pressione non sia termocompensato (o solo in un ristretto campo di temperatura). Per il sistema di misura Testo 52 risulta, ad es., ±0,04% del valore di fondo scala/k con riferimento ad una temperatura nominale di 25 C. Significato Il sistema Testo 52 ha precisione Classe 0,5 a 25 C. Consideriamo, a titolo d esempio, il campo hpa. Il misuratore presenta un errore assoluto di ± 0, hpa a 25 C. Qualora la temperatura vari di 2K (da 25 C a 27 C), oltre a questo errore assoluto, si deve sommare anche quello di temperatura di ± 0,006 hpa. Deviazione di pressione o in % Isteresi ottimale La pressione crescente giace esattamente sulla tangente di quella decrescente p massima [f.s. = fondo scala] 8 9

10 Nota: Le tabelle dei dati riportano valori di precisione "worst case". Significa che lo strumento può indicare questo errore, ma non obbligatoriamente. Per ottenere delle misure estremamente precise, è necessario tarare lo strumento (v. anche cap. 7) così da conoscere la deviazione assoluta reale del misuratore impiegato. Alcuni strumenti sono accompagnati, alla consegna, da un protocollo di calibrazione (ad es. Testo 520/525). X. Procedura di misura Compensazione di temperatura (consigliata con lo strumento in funzione) Azzeramento dello strumento in assenza di pressione Collegamento dello strumento al sistema di pressione (l appropriata pressione al corretto attacco => elevate pressioni (pressioni positive) sul + / basse pressioni (pressioni negative) sul - Esecuzione della misura XI. Carichi rispetto alla pressione statica Tutti i misuratori di pressione tollerano dei sovraccarichi, che sono espressi come valore assoluto (ad es. 000 hpa) o come multiplo del campo di misura (ad es. x 2 = campo di misura 000 hpa => sovraccarico = 2000 hpa). Con sovraccarico s intende la pressione massima (pressione positiva) applicabile sull attacco, senza causare danni al sensore. Qualora venga superato il sovraccarico consentito, il sensore viene danneggiato irreparabilmente. La pressione statica di un misuratore può essere nettamente più elevata di quella di sovraccarico e deve essere distribuita su ambedue gli attacchi del misuratore di pressione. Se viene applicato uno strumento con campo di misura bar e di Classe 0,, con una portata di 0 m/s, si ottiene un errore massimo di ± 54, m/s! Il campo di misura di 7 bar è sovradimensionato. Cosa fare? Deve essere impiegato uno strumento con campo di misura più piccolo, che possa comunque sopportare elevate pressioni statiche. Ripetiamo lo stesso calcolo con il sistema Testo 525, campo di misura hpa e Classe 0,. Questo misuratore accetta, anche nel campo di misura inferiore di 25 hpa, una pressione statica massima di 7 bar. L errore massimo, con una portata di 0 m/s, è ora solo ± 0,933 m/s. Come distribuire la pressione statica contemporaneamente sui due attacchi?. Azzerare la pressione del sistema, collegare il misuratore (o inserire il tubo di Pitot nel sistema) e portare gradualmente la pressione ai valori d esercizio. 2. Qualora la pressione del sistema non sia facilmente azzerabile, è possibile installare un bypass. Bypass: differenziale Dove si verificano elevate pressioni statiche? Un buon esempio sono i sistemi in pressione dove deve essere misurata la portata. In caso di portate ridotte (m/s), è necessario un manometro con campo di misura (errore) proporzionalmente piccolo. Cosa fare, però, se nel sistema in pressione persiste una pressione statica di, ad es., 7 bar? 5 bar P S A B C statica 4,98 bar 20 2

11 Il regolatore A è aperto. I regolatori B e C sono chiusi. Si apre il regolatore B. La pressione statica complessiva raggiunge il sensore. Si apre quindi il regolatore C e quello A si chiude. Conseguentemente la pressione ridotta agisce ora sul lato della restrizione. Ora è possibile eseguire la misura di pressione differenziale. Importante: Terminata la misura, procedere nella sequenza inversa, per non danneggiare il sensore. XII. Misura di liquidi Per le misure di pressione dei liquidi, bisogna prestare attenzione, affinché il punto di misura sia allo stesso livello del misuratore. Se il misuratore viene posizionato sotto il punto di misura, indicherà un valore maggiore; se posizionato sopra, un valore minore. L effetto è causato dalla forza dovuta al peso dell acqua, che si somma alla pressione del sistema. Perché? Nel tubo di collegamento, prima del liquido è sospinta dell aria, che esercita una pressione sul sensore e non lo danneggia. Dopo un certo periodo, il liquido si diffonde comunque attraverso l aria inclusa e raggiunge il sensore. Posizionando il tubo a U, il liquido rimane sempre (essendo più pesante dell aria) nella parte inferiore della curva. Non chiudere, lasciare esposto all atmosfera Liquido Protezione del sensore di metallo (acciaio inossidabile 8/8 DIN,4305) Sensore di pressione In caso non sia possibile evitare la differenza d altezza, la pressione differenziale potrà essere calcolata con la seguente formula: Collegamento del tubo da + a Elettronica ³p = (_F pl) x g x ³h x 0(bar) ³p = (_F pl) x g x ³h x 0 (bar) ³p = Differenza del campo di misura (bar) _F = Densità del liquido (kg/m3) pl = Densità dell aria (,205 kg/m3) g = Accelerazione gravitazionale (9,8 m/s2) ³h = Differenza d altezza (m) Di base, il sensore piezoresistivo non deve essere a contatto con il liquido, in quanto è aperto (non è incapsulato). Si potrebbe verificare un cortocircuito e la rottura del sensore. In ogni caso, è possibile effettuare le misure nei liquidi mediante due diverse procedure: Procedura : Misure di breve durata ad una pressione relativamente bassa. In questo caso bisogna utilizzare un tubo relativamente lungo ed a forma di U. Procedura 2: Misure di lunga durata a pressioni elevate. E possibile l impiego sia di un misuratore compatibile con l elemento da misurare, sia di un adattatore (trasduttore di pressione). Misuratori con materiali compatibili: In questo caso, tutti i liquidi, compatibili con l acciaio inossidabile 8/8 (DIN.4305), sono a contatto con il sensore. Il sensore è incapsulato, ed è protetto dall acciaio. Comunque, questo tipo di misuratori possono misurare solo pressioni positive (c è un solo attacco di pressione; l altro è all interno dello strumento ed è aperto alla pressione ambiente)

12 Gli attacchi non possono essere ambedue incapsulati a causa della struttura dei sensori piezoresistivi, che hanno l elettronica posta direttamente dietro il sensore. Misure con uno o due adattatori Alcuni misuratori di pressione possono essere collegati ad un adattatore dotato di membrana, che separa il sensore dal liquido. L adattatore deve essere di tipo idoneo, compatibile con il misuratore. Perché? Il volume totale d aria in arrivo può essere definito con precisione collegando l adattatore al misuratore di pressione. Quando la membrana è sollecitata dalla pressione del liquido, si deforma, comprime il volume totale d aria e genera una pressione sul sensore. Nel caso in cui il volume totale non sia esattamente come richiesto dallo strumento, sono indicati dei valori di misura errati e inoltre non è possibile raggiungere o superare il valore di fondo scala del campo di misura. Molto importante: Installare l adattatore in assenza di pressione e solo dopo sottoporlo alla pressione. Adattatore L impiego degli adattatori consente allo strumento di misurare sia i gas, sia i liquidi. In caso si debbano misurare solo le pressioni positive, è necessario un adattatore; due per la misura di pressione differenziale. XIII. Quali gas possono essere misurati? A seconda della temperatura del punto di rugiada, si può formare condensa, per cui è necessario controllare il contenuto d umidità delle miscele di gas. La condensa e le particelle di sporco possono danneggiare il sensore o falsificare la misura! Sono consentiti: Gas (ad es. Argon, Xenon, ecc.) Aria (aria pulita, senza umidità) O2 H2 N2 O2/N2 CO2/N2 CO/N2 C3/H8 He H2/He NO/N2 SF6 Ossigeno Idrogeno Azoto Miscela ossigeno/azoto Anidride carbonica/azoto Monossido di carbonio/azoto Propano Elio Idrogeno/Elio Ossido di azoto/azoto Esafluoruro di zolfo Metano (non troppo umido) 24 25

13 XIV. Carichi di pressione Talvolta devono essere misurati i cosiddetti picchi di pressione. La caratteristica di questi picchi di pressione è che si verificano nell intervallo di decimi di secondi. Per rilevarli è necessario uno strumento in grado d indicare intervalli di misura molto veloci. Non serve infatti a niente se lo strumento misura ad es. con cadenza minima di secondo, in quanto il picco di pressione si verifica nell ambito dei decimi di secondo. Lo strumento deve poter eseguire molte misure al secondo ed anche memorizzarle. misure/secondo. Grazie allo specifico software, le 0/20 misure/sec. eseguite possono essere archiviate ed elaborate su PC portatile. Picchi di pressione in hpa XV. Misura di portata con tubo di Pitot La velocità dell aria atmosferica può essere rilevata con un misuratore di pressione differenziale ed un tubo di Pitot. I picchi di pressione possono verificarsi in: Impianti di estrazione industriali (pulizia dei filtri con colpi di pressione). Tubazioni delle abitazioni civili Forni per la fusione dei metalli Liquidi in tubazioni (spesso, all avviamento e all arresto di pompe) In seguito alla veloce chiusura dei raccordi e delle valvole Compressori degli impianti di raffreddamento Per la misura e l elaborazione dei picchi di pressione può essere impiegato il misuratore Testo 525. Questo misuratore esegue 0/

63- Nel Sistema Internazionale SI, l unità di misura del calore latente di fusione è A) J / kg B) kcal / m 2 C) kcal / ( C) D) kcal * ( C) E) kj

63- Nel Sistema Internazionale SI, l unità di misura del calore latente di fusione è A) J / kg B) kcal / m 2 C) kcal / ( C) D) kcal * ( C) E) kj 61- Quand è che volumi uguali di gas perfetti diversi possono contenere lo stesso numero di molecole? A) Quando hanno uguale pressione e temperatura diversa B) Quando hanno uguale temperatura e pressione

Dettagli

Relazione specialistica

Relazione specialistica Relazione specialistica Dipl.-Ing. Hardy Ernst Dipl.-Wirtschaftsing. (FH), Dipl.-Informationswirt (FH) Markus Tuffner, Bosch Industriekessel GmbH Basi di progettazione per una generazione ottimale di vapore

Dettagli

Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H

Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H 1. Aria compressa e attacco idraulico Fluido in pressione Azionamento Aria compressa,

Dettagli

Strumenti Elettronici Analogici/Numerici

Strumenti Elettronici Analogici/Numerici Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Firenze Dipartimento di Elettronica e Telecomunicazioni Strumenti Elettronici Analogici/Numerici Ing. Andrea Zanobini Dipartimento di Elettronica e Telecomunicazioni

Dettagli

Tubo di Pitot Modello FLC-APT-E, versione estraibile Modello FLC-APT-F, versione fissa

Tubo di Pitot Modello FLC-APT-E, versione estraibile Modello FLC-APT-F, versione fissa Misura di portata Tubo di Pitot Modello FLC-APT-E, versione estraibile Modello FLC-APT-F, versione fissa Scheda tecnica WIKA FL 10.05 FloTec Applicazioni Produzione di petrolio e raffinazione Trattamento

Dettagli

Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (secondo NFPA T 3.10.17)

Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) FILTRI OLEODINAMICI Filtri sul ritorno con cartuccia avvitabile Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Corpo filtro Attacchi:

Dettagli

CALEFFI. Valvola di scarico termico con reintegro incorporato. serie 544 01058/09. sostituisce dp 01058/07. Funzione

CALEFFI. Valvola di scarico termico con reintegro incorporato. serie 544 01058/09. sostituisce dp 01058/07. Funzione Valvola di scarico termico con reintegro incorporato serie 544 R EGI STERED BS EN ISO 9001:2000 Cert. n FM 21654 UNI EN ISO 9001:2000 Cert. n 0003 CALEFFI 01058/09 sostituisce dp 01058/07 Funzione La valvola

Dettagli

/ * " 6 7 -" 1< " *,Ê ½, /, "6, /, Ê, 9Ê -" 1/ " - ÜÜÜ Ìi «V Ì

/ *  6 7 - 1<  *,Ê ½, /, 6, /, Ê, 9Ê - 1/  - ÜÜÜ Ìi «V Ì LA TRASMISSIONE DEL CALORE GENERALITÀ 16a Allorché si abbiano due corpi a differenti temperature, la temperatura del corpo più caldo diminuisce, mentre la temperatura di quello più freddo aumenta. La progressiva

Dettagli

Software. Software Tool: selezione vuoto

Software. Software Tool: selezione vuoto Software Software Tool: selezione vuoto Con il software per il dimensionamento di componenti per il vuoto, Festo offre un pratico strumento per selezionare l unità di aspirazione più adatta: www.festo.com/services&support/download

Dettagli

COMPRESSORE ROTATIVO A VITE CSM MAXI 7,5-10 - 15-20 HP

COMPRESSORE ROTATIVO A VITE CSM MAXI 7,5-10 - 15-20 HP LABORATORI INDUSTRIA COMPRESSORE ROTATIVO A VITE CSM MAXI HP SERVIZIO CLIENTI CSM Maxi la Gamma MAXI HP Una soluzione per ogni esigenza Versione su Basamento Particolarmente indicato per installazioni

Dettagli

LAVORO, ENERGIA E POTENZA

LAVORO, ENERGIA E POTENZA LAVORO, ENERGIA E POTENZA Nel linguaggio comune, la parola lavoro è applicata a qualsiasi forma di attività, fisica o mentale, che sia in grado di produrre un risultato. In fisica la parola lavoro ha un

Dettagli

: acciaio (flangia in lega d alluminio)

: acciaio (flangia in lega d alluminio) FILTRI OLEODINAMICI Filtri in linea per media pressione, con cartuccia avvitabile Informazioni tecniche Pressione: Max di esercizio (secondo NFPA T 3.1.17): FA-4-1x: 34,5 bar (5 psi) FA-4-21: 24 bar (348

Dettagli

GRUPPI REFRIGERANTI ALIMENTATI AD ACQUA CALDA

GRUPPI REFRIGERANTI ALIMENTATI AD ACQUA CALDA GRUPPI REFRIGERANTI ALIMENTATI AD ACQUA CALDA 1 Specifiche tecniche WFC-SC 10, 20 & 30 Ver. 03.04 SERIE WFC-SC. SEZIONE 1: SPECIFICHE TECNICHE 1 Indice Ver. 03.04 1. Informazioni generali Pagina 1.1 Designazione

Dettagli

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2.1 Principio del processo La saldatura a resistenza a pressione si fonda sulla produzione di una giunzione intima, per effetto dell energia termica e meccanica. L energia

Dettagli

Riscaldamento dell acqua con pannelli fotovoltaici

Riscaldamento dell acqua con pannelli fotovoltaici RISCALDATORI DI ACQUA IBRIDI LOGITEX LX AC, LX AC/M, LX AC/M+K Gamma di modelli invenzione brevettata Riscaldamento dell acqua con pannelli fotovoltaici Catalogo dei prodotti Riscaldatore dell acqua Logitex

Dettagli

La L a c c o o m mb b u u st s i t o i n o ne ne 1

La L a c c o o m mb b u u st s i t o i n o ne ne 1 1 La sostanza combustibile può essere: Solida Liquida o Gassosa. I combustibili utilizzati negli impianti di riscaldamento sono quelli visti precedentemente cioè: Biomasse Oli Combustibili di vario tipo

Dettagli

Pressostati e termostati, Tipo CAS

Pressostati e termostati, Tipo CAS MAKING MODERN LIVING POSSIBLE Opuscolo tecnica Pressostati e termostati, Tipo CAS La serie CAS consiste di una serie di interruttori controllati mediante pressione e di interruttori controllati mediante

Dettagli

Scheda tecnica. Pressostati e termostati tipo CAS 01/2002 DKACT.PD.P10.B2.06 520B0998

Scheda tecnica. Pressostati e termostati tipo CAS 01/2002 DKACT.PD.P10.B2.06 520B0998 Scheda tecnica Pressostati e termostati tipo CAS 01/2002 DKACT.PD.P10.B2.06 520B0998 Pressostati, tipo CAS Campo Ulteriori 0 10 20 30 40 50 60 bar p e Tipo informazioni bar a pag. Pressostati standard

Dettagli

Cos è una. pompa di calore?

Cos è una. pompa di calore? Cos è una pompa di calore? !? La pompa di calore aria/acqua La pompa di calore (PDC) aria-acqua è una macchina in grado di trasferire energia termica (calore) dall aria esterna all acqua dell impianto

Dettagli

Il vapor saturo e la sua pressione

Il vapor saturo e la sua pressione Il vapor saturo e la sua pressione Evaporazione = fuga di molecole veloci dalla superficie di un liquido Alla temperatura T, energia cinetica di traslazione media 3/2 K B T Le molecole più veloci sfuggono

Dettagli

F S V F? Soluzione. Durante la spinta, F S =ma (I legge di Newton) con m=40 Kg.

F S V F? Soluzione. Durante la spinta, F S =ma (I legge di Newton) con m=40 Kg. Spingete per 4 secondi una slitta dove si trova seduta la vostra sorellina. Il peso di slitta+sorella è di 40 kg. La spinta che applicate F S è in modulo pari a 60 Newton. La slitta inizialmente è ferma,

Dettagli

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO 2006 Indirizzo Scientifico Tecnologico Progetto Brocca

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO 2006 Indirizzo Scientifico Tecnologico Progetto Brocca ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO 2006 Indirizzo Scientifico Tecnologico Progetto Brocca Trascrizione del testo e redazione delle soluzioni di Paolo Cavallo. La prova Il candidato svolga una relazione

Dettagli

Equilibrio Termico tra Due Corpi

Equilibrio Termico tra Due Corpi Equilibrio Termico tra Due Corpi www.lepla.eu OBIETTIVO L attività ha l obiettivo di fare acquisire allo sperimentatore la consapevolezza che: 1 il raggiungimento dell'equilibrio termico non è istantaneo

Dettagli

CAPITOLO I CORRENTE ELETTRICA. Copyright ISHTAR - Ottobre 2003 1

CAPITOLO I CORRENTE ELETTRICA. Copyright ISHTAR - Ottobre 2003 1 CAPITOLO I CORRENTE ELETTRICA Copyright ISHTAR - Ottobre 2003 1 INDICE CORRENTE ELETTRICA...3 INTENSITÀ DI CORRENTE...4 Carica elettrica...4 LE CORRENTI CONTINUE O STAZIONARIE...5 CARICA ELETTRICA ELEMENTARE...6

Dettagli

Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (acc. to NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (acc. to NFPA T 3.10.17)

Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (acc. to NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (acc. to NFPA T 3.10.17) FILTI OLEODINMICI Serie F-1 Filtri con cartuccia avvitabile (spin-on) Informazioni tecniche Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (acc. to NFP T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (acc. to NFP

Dettagli

Cos è uno scaricatore di condensa?

Cos è uno scaricatore di condensa? Cos è uno scaricatore di condensa? Una valvola automatica di controllo dello scarico di condensa usata in un sistema a vapore Perchè si usa uno scaricatore di condensa? Per eliminare la condensa ed i gas

Dettagli

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01 Ecoenergia I d e e d a i n s t a l l a r e Lo sviluppo sostenibile Per uno sviluppo energetico sostenibile, compatibile

Dettagli

Guida all applicazione (spruzzatura ad aria nebulizzata)

Guida all applicazione (spruzzatura ad aria nebulizzata) Guida all applicazione (spruzzatura ad aria nebulizzata) 1 Spruzzo convenzionale (aria nebulizzata) Una pistola a spruzzo convenzionale è uno strumento che utilizza aria compressa per atomizzare ( nebulizzare

Dettagli

3. GLI AEROSTATI: CARATTERISTICHE FUNZIONALI I E STRUTTURALI

3. GLI AEROSTATI: CARATTERISTICHE FUNZIONALI I E STRUTTURALI 3. GLI AEROSTATI: CARATTERISTICHE FUNZIONALI I E STRUTTURALI L aerostato è un aeromobile che, per ottenere la portanza, ossia la forza necessaria per sollevarsi da terra e volare, utilizza gas più leggeri

Dettagli

NUOVO! Sempre più semplice da utilizzare

NUOVO! Sempre più semplice da utilizzare NUOVO! NUOVO AF/ARMAFLEX MIGLIORE EFFICIENZA DELL ISOLAMENTO Sempre più semplice da utilizzare L flessibile professionale Nuove prestazioni certificate. Risparmio energetico: miglioramento di oltre il

Dettagli

MBC-300-SE MBC-700-SE MBC-1200-SE MBC-300-N MBC-700-N

MBC-300-SE MBC-700-SE MBC-1200-SE MBC-300-N MBC-700-N GasMultiBloc Combinato per regolazione e sicurezza Servoregolatore di pressione MBC-300-SE MBC-700-SE MBC-10-SE MBC-300-N MBC-700-N 7.01 Max. pressione di esercizio 3 mbar (36 kpa) forma compatta grande

Dettagli

Corso di Fisica tecnica e ambientale a.a. 2011/2012 - Docente: Prof. Carlo Isetti

Corso di Fisica tecnica e ambientale a.a. 2011/2012 - Docente: Prof. Carlo Isetti Corso di Fisica tecnica e ambientale a.a. 0/0 - Docente: Prof. Carlo Isetti LAVORO D NRGIA 5. GNRALITÀ In questo capitolo si farà riferimento a concetto quali lavoro ed energia termini che hanno nella

Dettagli

Seconda Legge DINAMICA: F = ma

Seconda Legge DINAMICA: F = ma Seconda Legge DINAMICA: F = ma (Le grandezze vettoriali sono indicate in grassetto e anche in arancione) Fisica con Elementi di Matematica 1 Unità di misura: Massa m si misura in kg, Accelerazione a si

Dettagli

CIRCOLAZIONE NATURALE. NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale

CIRCOLAZIONE NATURALE. NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale CIRCOLAZIONE NATURALE NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale 1964 2014 Immergas. Una lunga storia alle spalle, insegna a guardare in avanti. Il 5 febbraio del 1964, Immergas nasceva dal

Dettagli

Gruppo termico murale a gas a premiscelazione. Serie

Gruppo termico murale a gas a premiscelazione. Serie Gruppo termico murale a gas a premiscelazione Serie GENIO Tecnic Serie GENIO TECNIC Caratteristiche principali Quali evoluzione subirà il riscaldamento per rispondere alle esigenze di case e utenti sempre

Dettagli

CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613

CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613 CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613 MANUALE D ISTRUZIONE SEMPLIFICATO La centralina elettronica FAR art. 9600-9612-9613 è adatta all utilizzo su impianti di riscaldamento dotati di valvola

Dettagli

COMPLESSO xxxxxxxxxxx

COMPLESSO xxxxxxxxxxx PROVE DI CARICO SU PALI E INDAGINI SIT COMPLESSO xxxxxxxxxxx xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx PROVE N 131/132/133/134/135 /FI 8, 9, 10, 11 Giugno 2009 Committente: Direttore Lavori: Relatore: xxxxxxxxxxxxxxxx

Dettagli

Montaggio su tetto piano

Montaggio su tetto piano Montaggio su tetto piano Avvertenze generali Con la crescente diffusione dei sistemi fotovoltaici, oltre a dimensioni elettriche, durata, tempi di garanzia ecc., anche i dettagli di montaggio assumono

Dettagli

MAGIC.SENS rivelatore d'incendio automatico LSN

MAGIC.SENS rivelatore d'incendio automatico LSN Sistemi di Rivelazione Incendio MAGIC.SENS rivelatore d'incendio automatico LSN MAGIC.SENS rivelatore d'incendio automatico LSN Proprietà del rivelatore adatte all'utilizzo in ambienti interni Regolazione

Dettagli

Valvole di zona Serie 571T, 560T, 561T Attuatore elettrotermico Serie 580T

Valvole di zona Serie 571T, 560T, 561T Attuatore elettrotermico Serie 580T Valvole di zona Serie 571T, 560T, 561T Attuatore elettrotermico Serie 580T 02F051 571T 560T 561T 566T 565T 531T 580T Caratteristiche principali: Comando funzionamento manuale/automatico esterno Microinterruttore

Dettagli

Aquaflex Roof. Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista

Aquaflex Roof. Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista CAMPI DI APPLICAZIONE Impermeabilizzazione di: coperture piane; balconi e terrazzi;

Dettagli

Unità monoblocco aria - aria. Scroll : solo unità NE. modello 65 a 155 GAMMA LIMITI OPERATIVI. Batteria interna. Batteria esterna

Unità monoblocco aria - aria. Scroll : solo unità NE. modello 65 a 155 GAMMA LIMITI OPERATIVI. Batteria interna. Batteria esterna Unità monoblocco Potenza frigorifera: da 11 a 70.6 kw Potenza calorifica: da 11.7 a 75.2 kw Unità verticali compatte Ventilatori centrifughi Aspirazione e mandata canalizzate Gestione free-cooling con

Dettagli

Meteo Varese Moti verticali dell aria

Meteo Varese Moti verticali dell aria Movimento verticale dell aria Le masse d aria si spostano prevalentemente lungo direzioni orizzontali a seguito delle variazioni della pressione atmosferica. I movimenti più importanti sono però quelli

Dettagli

AUTOLIVELLI (orizzontalità ottenuta in maniera automatica); LIVELLI DIGITALI (orizzontalità e lettura alla stadia ottenute in maniera automatica).

AUTOLIVELLI (orizzontalità ottenuta in maniera automatica); LIVELLI DIGITALI (orizzontalità e lettura alla stadia ottenute in maniera automatica). 3.4. I LIVELLI I livelli sono strumenti a cannocchiale orizzontale, con i quali si realizza una linea di mira orizzontale. Vengono utilizzati per misurare dislivelli con la tecnica di livellazione geometrica

Dettagli

Energia e Lavoro. In pratica, si determina la dipendenza dallo spazio invece che dal tempo

Energia e Lavoro. In pratica, si determina la dipendenza dallo spazio invece che dal tempo Energia e Lavoro Finora abbiamo descritto il moto dei corpi (puntiformi) usando le leggi di Newton, tramite le forze; abbiamo scritto l equazione del moto, determinato spostamento e velocità in funzione

Dettagli

La dinamica delle collisioni

La dinamica delle collisioni La dinamica delle collisioni Un video: clic Un altro video: clic Analisi di un crash test (I) I filmati delle prove d impatto distruttive degli autoveicoli, dato l elevato numero dei fotogrammi al secondo,

Dettagli

Moto sul piano inclinato (senza attrito)

Moto sul piano inclinato (senza attrito) Moto sul piano inclinato (senza attrito) Per studiare il moto di un oggetto (assimilabile a punto materiale) lungo un piano inclinato bisogna innanzitutto analizzare le forze che agiscono sull oggetto

Dettagli

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro.

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro. C Caldaia L'unità centrale scambiatore termico-bruciatore destinata a trasmettere all'acqua il calore prodotto dalla combustione. v. Camera di combustione, Centrali termiche, Efficienza di un impianto

Dettagli

IL TEMPO METEOROLOGICO

IL TEMPO METEOROLOGICO VOLUME 1 CAPITOLO 4 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE IL TEMPO METEOROLOGICO 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: tempo... Sole... luce... caldo...

Dettagli

Serie. Genio Tecnic. Moduli termici a premiscelazione a condensazione. Emissioni di NOx in classe V

Serie. Genio Tecnic. Moduli termici a premiscelazione a condensazione. Emissioni di NOx in classe V Serie Genio Tecnic Moduli termici a premiscelazione a condensazione Emissioni di NOx in classe V Serie Genio tecnic Vantaggi Sicurezza Generatore totalmente stagno rispetto all ambiente. Progressiva riduzione

Dettagli

Introduzione alla Teoria degli Errori

Introduzione alla Teoria degli Errori Introduzione alla Teoria degli Errori 1 Gli errori di misura sono inevitabili Una misura non ha significato se non viene accompagnata da una ragionevole stima dell errore ( Una scienza si dice esatta non

Dettagli

Statica dei fluidi F S. p =

Statica dei fluidi F S. p = tatica dei fluidi 1. Definizione di fluido Il termine fluido deriva dal latino fluere, ce significa scorrere. Pertanto un fluido è una sostanza ce può scorrere. A differenza dei corpi solidi ce tendono

Dettagli

Analogia tra il circuito elettrico e il circuito idraulico

Analogia tra il circuito elettrico e il circuito idraulico UNIVERSITÁ DEGLI STUDI DELL AQUILA Scuola di Specializzazione per la Formazione degli Insegnanti nella Scuola Secondaria Analogia tra il circuito elettrico e il circuito idraulico Prof. Umberto Buontempo

Dettagli

di questi il SECONDO PRINCIPIO ΔU sistema isolato= 0

di questi il SECONDO PRINCIPIO ΔU sistema isolato= 0 L entropia e il secondo principio della termodinamica La maggior parte delle reazioni esotermiche risulta spontanea ma esistono numerose eccezioni. In laboratorio, ad esempio, si osserva come la dissoluzione

Dettagli

Correnti e circuiti a corrente continua. La corrente elettrica

Correnti e circuiti a corrente continua. La corrente elettrica Correnti e circuiti a corrente continua La corrente elettrica Corrente elettrica: carica che fluisce attraverso la sezione di un conduttore in una unità di tempo Q t Q lim t 0 t ntensità di corrente media

Dettagli

Sistemi Mapei per la realizzazione di pavimentazioni radianti ad alto rendimento termico

Sistemi Mapei per la realizzazione di pavimentazioni radianti ad alto rendimento termico Sistemi Mapei per la realizzazione di pavimentazioni radianti ad alto rendimento termico La riparazione dell asfalto ha fatto strada. Sistemi MAPEI per la realizzazione di pavime I pannelli radianti sono

Dettagli

Esercizi e Problemi di Termodinamica.

Esercizi e Problemi di Termodinamica. Esercizi e Problemi di Termodinamica. Dr. Yves Gaspar March 18, 2009 1 Problemi sulla termologia e sull equilibrio termico. Problema 1. Un pezzetto di ghiaccio di massa m e alla temperatura di = 250K viene

Dettagli

PENDII NATURALI E ARTIFICIALI

PENDII NATURALI E ARTIFICIALI PENDII NATURALI E ARTIFICIALI Classificazione del movimento, fattori instabilizzanti, indagini e controlli 04 Prof. Ing. Marco Favaretti Università di Padova Facoltà di Ingegneria Dipartimento di Ingegneria

Dettagli

Manuale d uso. Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche

Manuale d uso. Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche Manuale d uso Regolatore di carica EP5 con crepuscolare Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche ITALIANO IMPORTANTI INFORMAZIONI SULLA SICUREZZA Questo manuale contiene importanti informazioni sulla

Dettagli

NUOVI STRUMENTI OTTICI PER IL CONTROLLO DI LABORATORIO E DI PROCESSO

NUOVI STRUMENTI OTTICI PER IL CONTROLLO DI LABORATORIO E DI PROCESSO NUOVI STRUMENTI OTTICI PER IL CONTROLLO DI LABORATORIO E DI PROCESSO Mariano Paganelli Expert System Solutions S.r.l. L'Expert System Solutions ha recentemente sviluppato nuove tecniche di laboratorio

Dettagli

Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche

Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche tradizionali. Il principo dell uso è di deviare energie

Dettagli

AC Anywhere. Inverter. Manuale utente. F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W

AC Anywhere. Inverter. Manuale utente. F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W AC Anywhere Inverter (prodotto di classe II) Manuale utente F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W Leggere attentamente le istruzioni riguardanti l installazione e l utilizzo prima di utilizzare

Dettagli

Prova scritta di Fisica Generale I Corso di studio in Astronomia 22 giugno 2012

Prova scritta di Fisica Generale I Corso di studio in Astronomia 22 giugno 2012 Prova scritta di Fisica Generale I Corso di studio in Astronomia 22 giugno 2012 Problema 1 Due carrelli A e B, di massa m A = 104 kg e m B = 128 kg, collegati da una molla di costante elastica k = 3100

Dettagli

Accuratezza di uno strumento

Accuratezza di uno strumento Accuratezza di uno strumento Come abbiamo già accennato la volta scora, il risultato della misurazione di una grandezza fisica, qualsiasi sia lo strumento utilizzato, non è mai un valore numerico X univocamente

Dettagli

LE VALVOLE PNEUMATICHE

LE VALVOLE PNEUMATICHE LE VALVOLE PNEUMATICHE Generalità Le valvole sono apparecchi per il comando, per la regolazione della partenza, arresto e direzione, nonché della pressione e passaggio di un fluido proveniente da una pompa

Dettagli

A. 5 m / s 2. B. 3 m / s 2. C. 9 m / s 2. D. 2 m / s 2. E. 1 m / s 2. Soluzione: equazione oraria: s = s0 + v0

A. 5 m / s 2. B. 3 m / s 2. C. 9 m / s 2. D. 2 m / s 2. E. 1 m / s 2. Soluzione: equazione oraria: s = s0 + v0 1 ) Un veicolo che viaggia inizialmente alla velocità di 1 Km / h frena con decelerazione costante sino a fermarsi nello spazio di m. La sua decelerazione è di circa: A. 5 m / s. B. 3 m / s. C. 9 m / s.

Dettagli

CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING

CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING POTENZA FRIGORIFERA DA 4 A 26,8 kw ED.P 161 SF E K 98 FC La gamma di condizionatori

Dettagli

Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo WAGO INGRESSI/USCITE remoti e Fieldbus

Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo WAGO INGRESSI/USCITE remoti e Fieldbus Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo 86-W Sistema integrato compatto di valvole con I/O elettronici Sistemi personalizzati premontati e collaudati per il pilotaggio del

Dettagli

Co.ma. S.p.a. COILS MANUFACTURER BATTERIE RADIANTI MANUALE DI MONTAGGIO, AVVIAMENTO E MANUTENZIONE BATTERIE ALETTATE

Co.ma. S.p.a. COILS MANUFACTURER BATTERIE RADIANTI MANUALE DI MONTAGGIO, AVVIAMENTO E MANUTENZIONE BATTERIE ALETTATE Co.ma. S.p.a. COILS MANUFACTURER BATTERIE RADIANTI MANUALE DI MONTAGGIO, AVVIAMENTO E MANUTENZIONE BATTERIE ALETTATE Sommario Premessa Movimentazione Installazione Manutenzione Avvertenze 2 Premessa 3

Dettagli

Sensore su fascetta stringitubo 0085 Rosemount

Sensore su fascetta stringitubo 0085 Rosemount Bollettino tecnico Gennaio 2013 00813-0102-4952, Rev. DC Sensore su fascetta stringitubo 0085 Rosemount Design non intrusivo per una misura di temperatura facile e veloce in applicazioni su tubazioni Sensori

Dettagli

Guide a sfere su rotaia

Guide a sfere su rotaia Guide a sfere su rotaia RI 82 202/2003-04 The Drive & Control Company Rexroth Tecnica del movimento lineare Guide a sfere su rotaia Guide a rulli su rotaia Guide lineari con manicotti a sfere Guide a sfere

Dettagli

Regolatori ad alta precisione Serie R210 / R220 / R230

Regolatori ad alta precisione Serie R210 / R220 / R230 Regolatori ad alta precisione Serie R210 / R220 / R230 Catalogo PDE2542TCIT-ca ATTENZIONE LA SCELTA OPPURE L UTILIZZO ERRATI DEI PRODOTTI E/O SISTEMI IVI DESCRITTI OPPURE DEGLI ARTICOLI CORRELATI POSSONO

Dettagli

la nuova generazione

la nuova generazione O - D - Giugno - 20 Sistemi di adduzione idrica e riscaldamento in Polibutilene la nuova generazione Push-fit del sistema in polibutilene Sistema Battuta dentellata La nuova tecnologia in4sure è alla base

Dettagli

Sussidi didattici per il corso di PROGETTAZIONE, COSTRUZIONI E IMPIANTI. Prof. Ing. Francesco Zanghì FONDAZIONI - II

Sussidi didattici per il corso di PROGETTAZIONE, COSTRUZIONI E IMPIANTI. Prof. Ing. Francesco Zanghì FONDAZIONI - II Sussidi didattici per il corso di PROGETTAZIONE, COSTRUZIONI E IMPIANTI Prof. Ing. Francesco Zanghì FONDAZIONI - II AGGIORNAMENTO 12/12/2014 Fondazioni dirette e indirette Le strutture di fondazione trasmettono

Dettagli

Misura di livello Microondo guidate Descrizione del prodotto VEGAFLEX 61 4 20 ma/hart. Livelli Soglie Pressione

Misura di livello Microondo guidate Descrizione del prodotto VEGAFLEX 61 4 20 ma/hart. Livelli Soglie Pressione Misura di livello Microondo guidate Descrizione del prodotto VEGAFLEX 61 4 20 ma/hart Livelli Soglie Pressione 2 VEGAFLEX 61 4 20 ma/hart Indice Indice 1 Descrizione dell'apparecchio...4 1.1 Struttura...

Dettagli

Misure di temperatura nei processi biotecnologici

Misure di temperatura nei processi biotecnologici Misure di temperatura nei processi biotecnologici L industria chimica sta mostrando una tendenza verso la fabbricazione di elementi chimici di base tramite processi biotecnologici. Questi elementi sono

Dettagli

La misurazione del rendimento di Combustione secondo la UNI 10389 del 1994

La misurazione del rendimento di Combustione secondo la UNI 10389 del 1994 La misurazione del rendimento di Combustione secondo la UNI 10389 del 1994 Ing. Gennaro Augurio Direttore Operativo ITAGAS AMBIENTE Via R. Paolucci, 3 Pescara gennaro.augurio@itagasambiente.it GSM 347-99.10.915

Dettagli

OGGETTO: PAROS GREEN. Vi indichiamo le principali caratteristiche tecniche:

OGGETTO: PAROS GREEN. Vi indichiamo le principali caratteristiche tecniche: OGGETTO: Egregi, a breve verrà commercializzata una nuova gamma di caldaie a condensazione, chiamata Paros Green, che andranno a integrare il catalogo listino attualmente in vigore. Viene fornita in tre

Dettagli

Termometri portatili. Temp 16 RTD Basic. Temp 10 K Basic Per sonde a termocoppia K. Temp 6 Basic

Termometri portatili. Temp 16 RTD Basic. Temp 10 K Basic Per sonde a termocoppia K. Temp 6 Basic Temp 360 Professional Datalogger, per sonde Pt100 RTD - 0,01 C Temp 300 Professional Datalogger, a doppio canale, per sonde a termocoppia K, T, J, B, R, E, S, N Temp 16 RTD Basic Per sonde Pt100 RTD Temp

Dettagli

Calore e temperatura. Calore e temperatura. Cos'è il calore? Il calore si chiama anche energia termica.

Calore e temperatura. Calore e temperatura. Cos'è il calore? Il calore si chiama anche energia termica. sono due cose diverse (in scienze si dice sono due grandezze diverse). 01.1 Cos'è il calore? Per spiegare cos è il calore facciamo degli esempi. Esempi: quando ci avviciniamo o tocchiamo un oggetto caldo

Dettagli

The Future Starts Now. Termometri portatili

The Future Starts Now. Termometri portatili Termometri portatili Temp 70 RTD Professional Datalogger, per sonde Pt100 RTD 0,01 C da -99,99 a +99,99 C 0,1 C da -200,0 a +999,9 C Temp 7 RTD Basic Per sonde Pt100 RTD 0,1 C da -99,9 a +199,9 C 1 C da

Dettagli

Informazione Tecnica Derating termico per Sunny Boy e Sunny Tripower

Informazione Tecnica Derating termico per Sunny Boy e Sunny Tripower Informazione Tecnica Derating termico per Sunny Boy e Sunny Tripower Mediante il derating termico l inverter riduce la propria potenza per proteggere i propri componenti dal surriscaldamento. Il presente

Dettagli

REOXTHENE TECHNOLOGY

REOXTHENE TECHNOLOGY REOXTHENE Patented REOXTHENE TECHNOLOGY MEMBRANE IMPERMEABILIZZANTI DALLA TECNOLOGIA RIVOLUZIONARIA INNOVATIVO COMPOUND BITUME POLIMERO INCREDIBILE LEGGEREZZA (fino a 4 mm = 38 kg) MAGGIORI PRESTAZIONI

Dettagli

Principio di funzionamento di sistemi frenanti ad aria compressa. Corso base

Principio di funzionamento di sistemi frenanti ad aria compressa. Corso base Principio di funzionamento di sistemi frenanti ad aria compressa Alle seguenti pagine trovate una descrizione del principio di funzionamento generale dei sistemi frenanti ad aria compressa installati in

Dettagli

LA CORRENTE ELETTRICA CONTINUA

LA CORRENTE ELETTRICA CONTINUA LA CORRENTE ELETTRICA CONTINUA (Fenomeno, indipendente dal tempo, che si osserva nei corpi conduttori quando le cariche elettriche fluiscono in essi.) Un conduttore metallico è in equilibrio elettrostatico

Dettagli

LA CORRENTE ELETTRICA Prof. Erasmo Modica erasmo@galois.it

LA CORRENTE ELETTRICA Prof. Erasmo Modica erasmo@galois.it LA CORRENTE ELETTRICA Prof. Erasmo Modica erasmo@galois.it L INTENSITÀ DELLA CORRENTE ELETTRICA Consideriamo una lampadina inserita in un circuito elettrico costituito da fili metallici ed un interruttore.

Dettagli

Ing Guido Picci Ing Silvano Compagnoni

Ing Guido Picci Ing Silvano Compagnoni Condensatori per rifasamento industriale in Bassa Tensione: tecnologia e caratteristiche. Ing Guido Picci Ing Silvano Compagnoni 1 Tecnologia dei condensatori Costruzione Com è noto, il principio costruttivo

Dettagli

La corrente elettrica La resistenza elettrica La seconda legge di Ohm Resistività e temperatura L effetto termico della corrente

La corrente elettrica La resistenza elettrica La seconda legge di Ohm Resistività e temperatura L effetto termico della corrente Unità G16 - La corrente elettrica continua La corrente elettrica La resistenza elettrica La seconda legge di Ohm Resistività e temperatura L effetto termico della corrente 1 Lezione 1 - La corrente elettrica

Dettagli

(accuratezza) ovvero (esattezza)

(accuratezza) ovvero (esattezza) Capitolo n 2 2.1 - Misure ed errori In un analisi chimica si misurano dei valori chimico-fisici di svariate grandezze; tuttavia ogni misura comporta sempre una incertezza, dovuta alla presenza non eliminabile

Dettagli

Unità 12. La corrente elettrica

Unità 12. La corrente elettrica Unità 12 La corrente elettrica L elettricità risiede nell atomo Modello dell atomo: al centro c è il nucleo formato da protoni e neutroni ben legati tra di loro; in orbita intorno al nucleo si trovano

Dettagli

Termocoppie per alte temperature serie Rosemount 1075 e 1099

Termocoppie per alte temperature serie Rosemount 1075 e 1099 Termocoppie per alte temperature serie Rosemount 1075 e 1099 Misure precise e affidabili in applicazioni ad alta temperatura, come il trattamento termico e i processi di combustione Materiali ceramici

Dettagli

Stazione Meteorologica PCE-FWS 20

Stazione Meteorologica PCE-FWS 20 www.pce-italia.it Istruzioni d uso Stazione Meteorologica PCE-FWS 20 1 Istruzioni d uso www.pce-italia.it Indice dei contenuti Titolo 1. Visione generale... 3 2. Contenuto della spedizione... 3 3. Informazione

Dettagli

Manuale di Istruzioni. HI 931002 Simulatore 4-20 ma

Manuale di Istruzioni. HI 931002 Simulatore 4-20 ma Manuale di Istruzioni HI 931002 Simulatore 4-20 ma w w w. h a n n a. i t Gentile Cliente, grazie di aver scelto un prodotto Hanna Instruments. Legga attentamente questo manuale prima di utilizzare la strumentazione,

Dettagli

TECNICHE DI BASE PER LA SEPARAZIONE DEI COMPONENTI DI UNA MISCELA

TECNICHE DI BASE PER LA SEPARAZIONE DEI COMPONENTI DI UNA MISCELA TECNICHE DI BASE PER LA SEPARAZIONE DEI COMPONENTI DI UNA MISCELA CENTRIFUGAZIONE La centrifugazione è un processo che permette di separare una fase solida immiscibile da una fase liquida o due liquidi

Dettagli

VAV-EasySet per VARYCONTROL

VAV-EasySet per VARYCONTROL 5/3.6/I/3 per VARYCONTROL Per la sanificazione di regolatori di portata TROX Italia S.p.A. Telefono 2-98 29 741 Telefax 2-98 29 74 6 Via Piemonte 23 C e-mail trox@trox.it 298 San Giuliano Milanese (MI)

Dettagli

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA ANNARITA RUBERTO http://scientificando.splinder.com DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA per i piccoli Straws akimbo by Darwin Bell http://www.flickr.com/photos/darwinbell/313220327/ 1 http://scientificando.splinder.com

Dettagli

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con gestione remota tramite APP IT 01. Ecoenergia. Idee da installare

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con gestione remota tramite APP IT 01. Ecoenergia. Idee da installare ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con gestione remota tramite APP IT 01 Ecoenergia Idee da installare La pompa di calore Eco Hot Water TEMP La pompa di calore a basamento Eco Hot

Dettagli

FUNZIONI LINEARI. FUNZIONE VALORE ASSOLUTO. Si chiama funzione lineare (o funzione affine) una funzione del tipo = +

FUNZIONI LINEARI. FUNZIONE VALORE ASSOLUTO. Si chiama funzione lineare (o funzione affine) una funzione del tipo = + FUNZIONI LINEARI. FUNZIONE VALORE ASSOLUTO Si chiama funzione lineare (o funzione affine) una funzione del tipo = + dove m e q sono numeri reali fissati. Il grafico di tale funzione è una retta, di cui

Dettagli

Guida alla sicurezza e alle prestazioni di un impianto frenante

Guida alla sicurezza e alle prestazioni di un impianto frenante trasporto pesante Guida alla sicurezza e alle prestazioni di un impianto frenante www.brembo.com trasporto pesante L i m p i a n t o f r e n a n t e d i u n v e i c ol o pesante per trasporto d i m e r

Dettagli

Test di ergonomia Valutazione del carico posturale nel lavoro sedentario

Test di ergonomia Valutazione del carico posturale nel lavoro sedentario Test di ergonomia Valutazione del carico posturale nel lavoro sedentario Il lavoro sedentario può essere all origine di vari disturbi, soprattutto se il posto di lavoro è concepito secondo criteri non

Dettagli