Premessa. Questo manuale affronta, innanzitutto, le procedure elettroniche per la misura di pressione e le relative correlazioni.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Premessa. Questo manuale affronta, innanzitutto, le procedure elettroniche per la misura di pressione e le relative correlazioni."

Transcript

1 Premessa La misura fisica di pressione è, insieme con quella di temperatura, uno dei parametri più utilizzati nelle procedure sperimentali ed applicative. Le esigenze e le richieste maggiori vengono dal settore alimentare, del riscaldamento, sanitario, del condizionamento dell aria, della produzione d energia, della tecnologia di processo e dei servizi. Ogni qualvolta si deve rilevare la pressione è necessario rispettare alcune importanti condizioni, se si vogliono ottenere dei risultati affidabili. Fondamentale per la misura è la conoscenza delle diverse unità ingegneristiche, dei vari tipi di pressione e la relativa definizione. Questo manuale affronta, innanzitutto, le procedure elettroniche per la misura di pressione e le relative correlazioni. Scopo di questa guida pratica è sia di dare una panoramica dei principali parametri, sia di diventare una documentazione di consultazione professionale. Sarà particolarmente apprezzata qualsiasi indicazione utile all aggiornamento del manuale. Il Management: Walter Paleari Giorgio Belloni Tullio Ravelli

2 Pagina Argomento 6 I. Definizione di pressione Pagina Argomento Manometro a galleggiante 2. Manometri meccanici 6 II. Unità di misura 3. Sistemi elettrici per la misura di pressione. Unità SI 2. Altre unità 3 VI. Vantaggi dei manometri elettrici 7 III. Tabella di conversione 3 VII. Descrizione del principio di misura Testo. Misura di pressione piezoresistiva 8 IV. Tipi di pressione 2. Misura di pressione induttiva. assoluta = p ass 2. positiva 5 VIII. e temperatura 3. negativa 4. differenziale = ³ p 5. atmosferica = p atm 6. Misuratori di pressione e campi applicativi 0 V. Metodologie per la misura di pressione. Manometri a colonna di liquido Manometro a U Manometro a tubo inclinato 7 IX. Precisione. Scelta dell appropriato misuratore 2. Linearità 3. Coefficiente di temperatura 4 5

3 p = Forza F Superficie A I. Definizione di pressione La pressione è definita come una forza (F) esercitata su di una superficie (A). II. Unità di misura SI è la definizione data alle unità di misura base del sistema metrico internazionale. Il nome deriva dal francese Système International d'unités ed è stato istituito dalla Conferenza Generale Pesi e Misure (fondata con il Trattato di Metrologia del 20 Maggio 875). Il sistema è oggi gestito ed aggiornato dal Bureau International des Poids et Mesures di Sèvres (Francia). L organizzazione internazionale per gli standard (ISO) e l unione internazionale di fisica pura ed applicata (IUPAP) definiscono le direttive internazionali per l applicazione del sistema metrico SI, che sono poi recepite ed applicate a livello nazionale. Le direttive metriche sono utilizzate in Germania come base legislativa, per definire le grandezze fisiche riconosciute legalmente ed utilizzate nelle attività commerciali e statali. "Depositario" delle unità è in Germania l ente PTB. Il regolamento esecutivo della legge sulle unità di misura (direttiva dei sistemi di misura) fa riferimento alla norma DIN 30 e nell allegato sono riportate, in ordine alfabetico, tutte le unità riconosciute legalmente. L unità di misura hpa (= mbar) è impiegata soprattutto in meteorologia, ma anche nell industria e nel commercio. bar, KPa, MPa sono le unità standard delle tecnologie industriali per la misura di pressione. L unità mmh 2 O è oramai quasi scomparsa. Le tecnologie mediche impiegano l unità mmhg, ad es. per misurare la pressione del sangue. Un micron è l unità più piccola (750 micron = hpa), usata essenzialmente per le misure nel vuoto, ad es. negli impianti di raffreddamento. Unità anglosassoni: - psi (pound per inch al quadrato) - in H 2 O (inch d acqua) - in Hg (inch di mercurio) Le vecchie unità Torr, atü, ata, atu, atm e kp/cm 2 non sono più utilizzate e non sono legalmente riconosciute. III.Tabella di conversione 750 micron = hpa Unità Pascal. Può essere derivata dalle unità di misura SI dal metro e dal Newton. Pa = N/m 2. In metrologia, la pressione è indicata generalmente in hpa. L unità Pascal ha sostituito quella precedente, definita mbar. Questo sistema metrico prende il nome da Blaise Pascal ( ), matematico e biologo francese. Nelle applicazioni industriali è usata spesso l unità bar, Kpa o MPa. Pa hpa/mbar kpa MPa bar Pa 0,0 0,00 0, ,0000 hpa/mbar 00 0, 0,000 0,00 kpa ,00 0,0 MPa bar , psi ,948 6,895 0, ,0689 mmh 2 O 9,807 0, , , , inh 2 O 249, 2,49 0,249 0, ,00249 mmhg 33,3,333 0,333 0, ,00333 inhg ,864 3,386 0, ,0339 psi 0, ,045 0, ,05 4,505 0, ,036 0,093 0,492 N Pa = con N = kg m 2 m s 2 Il sistema Pascal definisce delle unità di pressione molto piccole ed è, quindi, impiegato principalmente per misurare la pressione in camere senza polvere. In ogni caso, si utilizza l unità Pa anche per la misura di portata, in abbinamento ad un tubo di Pitot (v. anche cap. 4). mmh 2 O inh 2 O mmhg inhg 0,02 0, , , ,2 0,406 0,750 0, ,06 7, , ,6 750, 29,35 704,3 27,73 5,7 2,036 Scorrere la tabella dall alto verso il basso, ad es. Pa = 0,0 hpa/mbar 0,0394 0,0734 0, ,4,865 0,0734 3,62 0,5362 0, ,9 3,62 25,4 6 7

4 IV. Tipi di pressione Le misure di pressione si basano sul confronto tra la pressione attuale ed un valore di riferimento. La tecnologia di misura della pressione distingue diversi tipi di pressione, che consentono di valutare la relazione tra pressione e pressione di riferimento. La pressione assoluta è riferita al vuoto assoluto (pressione zero). assoluta: misurata in rapporto allo zero assoluto Vuoto teorico di riferimento Misura di pressione sempre superiore a quella di riferimento positiva: misurata superiore alla pressione atmosferica barometrica giornaliera ambientale di riferimento Misura di pressione sempre superiore a quella di riferimento negativa: misurata inferiore alla pressione atmosferica barometrica giornaliera ambientale di riferimento Misura di pressione sempre inferiore a quella di riferimento differenziale: Differenza di pressione esistente tra due pressioni variabili Differenza di pressione esistente tra una pressione variabile e una fissa di riferimento differenziale Press. negativa Press. positiva P atm E la pressione più importante per la vita sulla terra. La pressione atmosferica è generata dal peso dell atmosfera, che circonda la terra. L atmosfera si estende sino ad un altezza di 500 km ca. La pressione atmosferica decresce costantemente lungo questa distanza (pressione assoluta P ass = zero). La pressione atmosferica è influenzata inoltre dalle variazioni meteorologiche. In media, la pressione P atm risulta 03,25 hpa a livello del mare. Le condizioni meteorologiche di bassa ed alta pressione possono provocare variazioni sino a ± 5 %. Misuratori di pressione e campi applicativi I misuratori di pressione differenziale servono per rilevare sia la pressione negativa e positiva, sia quella differenziale. In tutti i casi, è importante assegnare la corretta pressione all appropriato collegamento; quindi, le pressioni positive sull attacco + e le pressioni negative sul. Il corretto collegamento consente al misuratore di pressione differenziale di coprire l intero campo di misura, positivo e negativo. A titolo d esempio, un dispositivo con campo di misura hpa consente di rilevare la pressione positiva, quella negativa, e la pressione differenziale nel campo di 200 hpa. Perché è necessario assegnare la corretta pressione all appropriato attacco? Generalmente, se si trasmette al misuratore una pressione negativa utilizzando l attacco +, il misuratore indica una parte del campo di misura preceduto da segno negativo e, comunque, si arresta ad un certo valore (sia per proteggere il sensore, sia perché i sensori di pressione sono tutti tarati nel campo positivo). Se non si considerano questi fattori, si ottengono dei valori di misura errati. Alcuni misuratori, raggiunto un determinato valore di misura, visualizzano fuori range. Vuoto assoluta Tipi di pressione I misuratori di pressione assoluta servono per rilevare la pressione barometrica. Si distinguono due tipi di pressione assoluta barometrica: una è la pressione relativa all altitudine, l altra è la pressione assoluta convertita al livello del mare. La pressione 8 9

5 assoluta calcolata è utilizzata soprattutto in meteorologia a scopo comparativo. E noto che il valore medio relativo al livello del mare è di 03,25 hpa. Tutti i valori superiori a questo riferimento indicano una alta pressione, quelli inferiori una bassa pressione. Il misuratore di pressione assoluta può anche misurare nel vuoto (pressione = 0). Questi misuratori sono sempre dotati di un solo attacco per tubo flessibile e non possono essere azzerati. V. Metodologie per la misura di pressione I primi sistemi impiegati sono stati i manometri a liquido. In questo caso, la pressione da misurare è confrontata con l altezza di una colonna di liquido. A secondo della pressione, sono utilizzati diversi tipi di liquidi. Errore di parallasse corretta errata direzione dello sguardo errore di parallasse Ad m d altezza si ottengono i seguenti valori: - Alcool 78,5 hpa - Acqua 98, hpa - Mercurio 334,2 hpa Questo tipo di misuratore è idoneo soprattutto per la misura di piccole pressioni positive e per pressioni differenziali. Le misure eseguite con i manometri a colonna di liquido sono sicuramente abbastanza affidabili, ma devono comunque essere rispettate alcune condizioni. I misuratori devono essere usati perfettamente in orizzontale, poiché anche piccole deviazioni causano falsi valori di misura. La gestione, in caso di dispositivi portatili, non è ottimale. Ad ogni punto di misura è necessario inserire il liquido e regolare il manometro. Alcuni liquidi di riempimento devono essere trattati con estrema cautela (ad es. il mercurio è estremamente tossico, anche in piccole concentrazioni e, per questo, è sempre meno utilizzato). I liquidi non devono essere mai mischiati a causa della differenza di densità!!! La lettura del valore di pressione deve essere sempre eseguita in orizzontale per evitare errori di parallasse. Esempi di misuratori di pressione a colonna di liquido. Manometro a U P P 2 h Manometro a galleggiante P A Manometro a tubo inclinato P P 2 A A 2 S P m A P 2 h 0

6 Il manometro meccanico In seguito alla rivoluzione industriale (primi del 9. secolo), fu necessario misurare campi di pressione sempre più ampi (ad es., con l introduzione della macchina a vapore). I misuratori a liquido, sia per le nuove esigenze di misura, sia a causa del carico meccanico (vibrazioni), non erano più idonei e dovevano essere sviluppate delle nuove soluzioni. Fu introdotto il manometro meccanico, nel quale una molla è deformata dalla pressione applicata. Questa deformazione muove un indicatore lungo una scala di misura e consente di leggere il relativo valore di pressione. Nella pratica, sono utilizzati diversi tipi di molla (ad es. molle tubolari, ondulate, a membrana, ecc.) con una corsa, che può essere di pochi decimi di millimetro sino a 0 mm massimo. I manometri meccanici si distinguono per la facilità d impiego e la robustezza. La produzione è relativamente economica. Tuttavia presentano alcuni aspetti negativi: le deformazioni meccaniche possono causare la perdita d elasticità della molla, che non ritorna più alla posizione originaria. La funzione di ritorno alla posizione di partenza della molla è anche definita isteresi (v. cap. 9.4). I manometri meccanici possono misurare solo la pressione relativa, la pressione positiva o la pressione assoluta (a secondo del modello). Inoltre, la classe di precisione è solitamente nel campo del % f.s. (v. anche cap. 9), cioè le misure non sono particolarmente precise. Indicazioni riportate sul quadrante. Ulteriori sistemi per la misura di pressione sono: le bilance a pressione i misuratori di pressione a pistone le bilance a pistone Le tecnologie elettriche per la misura di pressione si basano essenzialmente sui seguenti principi e metodi: piezoresistivo estensimetro a lamella estensimetro a film spesso estensimetro a film sottile capacitivo induttivo piezoelettrico VI. Vantaggi dei manometri elettrici Grande precisione (sino alla Classe 0,05) Ottimo comportamento d isteresi (ridotta deformazione del sensore) Buona riproducibilità Molte unità di misura integrate nel misuratore (impiego universale) Registrazione dati = > documentazione Smorzamento Facilità d impiego VII. Descrizione del principio di misura Testo Nella pratica e soprattutto alla Testo, si sono affermati il principio piezoresistivo e la misura di pressione induttiva. Misura di pressione piezoresistiva Il sensore per la misura basata sul principio piezoresistivo, è un chip di silicio, sul quale sono fissate chimicamente diverse resistenze (generalmente da 4 a 6). La pressione esercitata sul chip di silicio ne causa la deformazione (pochi mm => conseguente buon comportamento d isteresi). Questa alterazione provoca una variazione dei valori delle resistenze, che consente di risalire alla pressione applicata. 2 3

7 Vantaggi: buona precisione buona elasticità (buona isteresi) della cella di pressione le variazioni di temperatura hanno scarso effetto sulla misura Svantaggi: sensore di dimensioni relativamente grandi Vantaggi: piccole dimensioni del sensore ottimo comportamento d isteresi elevata precisione Svantaggi: le piccole dimensioni aumentano la sensibilità del sensore alle variazioni di temperatura (il sensore deve essere compensato in temperatura) Misura di pressione induttiva Il principio di rilevamento induttivo utilizza due celle di pressione in rame-berillo. Questo materiale si contraddistingue per l ottimo comportamento dinamico e l elevata elasticità. Le due celle di misura sono montate sovrapposte (una per pressioni positive, l altra per pressioni negative). Non appena si applica una pressione, la cella si dilata e questa variazione è rilevata con un odometro induttivo, cioè è misurata la dilatazione della cella di pressione. VIII. e temperatura I parametri di pressione e temperatura sono direttamente correlati. Breve descrizione della pressione dei gas In un sistema in pressione chiuso, le molecole dei gas si muovono liberamente nello spazio. Quando urtano le pareti del sistema, generano una pressione. Finché la temperatura rimane costante, anche la pressione rimane invariata. Se il gas si scalda, aumenta la velocità delle molecole e la pressione del sistema (le molecole urtano con grande velocità contro le pareti => espansione). Se il gas si raffredda, si ha un comportamento opposto e la pressione diminuisce. I gas, rispetto ai liquidi o ai solidi, sono altamente comprimibili. Nel campo della strumentazione di misura elettronica, la temperatura ha un ulteriore importante effetto. I segnali dei componenti elettronici si comportano diversamente a secondo della temperatura. Nella pratica, i misuratori di pressione sono termocompensati. La compensazione di temperatura è molto importante, in caso sia eseguita la registrazione dei dati (funzione logger). 4 5

8 Esempio Presupposto: in un impianto produttivo senza turni notturni, cioè l impianto è fermo durante la notte, si verifica un guasto nella sezione collegata al sistema di misura della pressione. Per motivi economici, il riscaldamento dell impianto viene abbassato durante nelle ore notturne. Una sonda di pressione, collegata al sistema, esegue una registrazione a lungo termine. La pressione del sistema è mantenuta costante mediante un compressore. Cosa rileva e cosa registra il misuratore di pressione? Strumento = senza compensazione di temperatura Il dispositivo riduce i valori all aumentare del freddo. Al mattino, non appena entra in funzione il riscaldamento, lo strumento indica un valore di pressione in aumento, finché la temperatura ambiente diventa costante. Queste variazioni di misura hanno luogo nonostante la pressione del sistema sia rimasta sempre costante. Strumento 2 = con compensazione della temperatura Il dispositivo indica la pressione effettiva (sempre uguale) del sistema, nonostante si sia modificata la temperatura ambiente. Considerazioni finali Il misuratore di pressione deve essere compensato in temperatura, se si vuole eseguire un controllo a lungo termine. In caso siano necessarie solo delle brevi misure del sistema in pressione, non è necessaria la compensazione di temperatura; infatti, lo strumento viene azzerato prima della misura e, quindi, non è soggetto agli effetti della temperatura. Attenzione: Profonde differenze di temperatura, ad es. in inverno (con lo strumento tenuto in auto a temperature ad es. di - 0 C, e quindi utilizzato in un ambiente a 20 C) non possono essere annullate, neanche con un ottimale compensazione di temperatura. In questo caso, lo strumento deve disporre di un certo lasso di tempo per adeguarsi alla temperatura (circa 0,5 h, a seconda della differenza di temperatura). Si consiglia di lasciare lo strumento acceso, affinché si stabilizzi senza applicare pressione. La compensazione di temperatura è una procedura, che richiede impegno e disponibilità economica, in quanto gli strumenti devono essere compensati nella cabina climatica in base a 2-3 punti di temperatura. Nella cabina, la temperatura deve stabilizzarsi e si hanno quindi dei tempi d attesa. IX. Precisione (Fattori d influenza) La precisione dei manometri è generalmente indicata in classi. La Classe,0 = precisione % del campo di misura (f.s. = valore di fondo scala o v.f. = valore finale). Esempio: Misuratore di pressione differenziale con campo 000 hpa, Classe => precisione assoluta ± 0 hpa. Verificare su quali basi il produttore dichiara la precisione. Sono possibili due varianti: f.s./ v.f. = in rapporto al valore di fondo scala/ valore finale v.m. = in rapporto al valore misurato Non esiste un unico manometro per tutte le applicazioni: dipende dalla Classe. Se l errore è espresso in % v.m., l errore assoluto cresce all aumentare del campo di misura. Nelle applicazioni nel campo hpa basso e con sporadica presenza di pressioni elevate, l impiego di un misuratore, dotato d ampio campo di misura, non è appropriato. Infatti, dato che l errore assoluto nel campo di misura superiore è relativamente alto, l errore risulta ancora più grande nel campo di pressione inferiore (v. fig. pag. seguente). Un altra alternativa in caso di bassi campi di misura, sono i manometri con campo di misura variabile. In questo caso, il valore finale è suddiviso in due campi di misura. Tuttavia, questi strumenti hanno uno dei due campi di misura di classe più elevata (ad es.: il campo inferiore del misuratore testo 520 è di Classe 0,5; quello superiore di Classe 0,2). Di conseguenza, può verificarsi, che sia necessario impiegare due o più misuratori per ottenere maggiore precisione nel campo inferiore e superiore. 6 7

9 La precisione viene ricavata dai seguenti parametri: linearità / coefficiente di temperatura / isteresi *Testo 525 (0 200hPa) *Testo 525 (0 7 bar) Deviazione Dev. % v.m. Deviazione Dev. % v.m. 0 hpa 0,4 hpa 4 % 4 hpa 40 % 20 hpa 0,4 hpa 2 % 4 hpa 70 % 50 hpa 0,4 hpa 0,80 % 4 hpa 28 % 00 hpa 0,4 hpa 0,40 % 4 hpa 4 % 50 hpa 0,4 hpa 0,27 % 4 hpa 9,33 % 200 hpa 0,4 hpa 0,20 % 4 hpa 7,0 % 500 hpa fuori campo 0,20 % 4 hpa 2,8 % Scegliendo lo strumento sbagliato, nel campo 0 hpa è possibile un errore di misura del 40 %; nel campo 20 hpa l errore di misura è ancora del 70 % *Precisione: 0,2% f.s. Linearità Si tratta del valore massimo di deviazione della curva caratteristica, rispetto alla retta ideale, che collega il punto di zero con il valore di fondo scala. Quando sul sensore è esercitata una pressione, la cella di misura si deforma e la massima alterazione dovrebbe essere raggiunta al valore di fondo scala del campo di misura (non considerando i sovraccarichi). Quando la pressione esercitata viene annullata, la cella di un sensore funzionante correttamente ritorna alla forma originaria (al punto di zero). In altre parole, allo scopo di evidenziare questo comportamento: se si deforma al massimo la molla e poi si annulla la forza di deformazione, la molla dovrebbe tornare allo stato di partenza. Isteresi In termini tecnici, l isteresi è la differenza del segnale di uscita della pressione lungo il percorso sino al valore di fondo scala del campo di misura e ritorno. Nel caso della misura di pressione, il misuratore può indicare, a causa dell isteresi, per il medesimo punto di misura, in direzione crescente (verso il valore di fondo scala del campo) un valore diverso da quello in direzione decrescente (verso il punto di zero). Qualora i dati tecnici dei manometri riportino solo un valore di precisione, sono di regola inclusi tutti i parametri descritti. Il produttore fornisce i coefficienti di temperatura, nel caso in cui il misuratore di pressione non sia termocompensato (o solo in un ristretto campo di temperatura). Per il sistema di misura Testo 52 risulta, ad es., ±0,04% del valore di fondo scala/k con riferimento ad una temperatura nominale di 25 C. Significato Il sistema Testo 52 ha precisione Classe 0,5 a 25 C. Consideriamo, a titolo d esempio, il campo hpa. Il misuratore presenta un errore assoluto di ± 0, hpa a 25 C. Qualora la temperatura vari di 2K (da 25 C a 27 C), oltre a questo errore assoluto, si deve sommare anche quello di temperatura di ± 0,006 hpa. Deviazione di pressione o in % Isteresi ottimale La pressione crescente giace esattamente sulla tangente di quella decrescente p massima [f.s. = fondo scala] 8 9

10 Nota: Le tabelle dei dati riportano valori di precisione "worst case". Significa che lo strumento può indicare questo errore, ma non obbligatoriamente. Per ottenere delle misure estremamente precise, è necessario tarare lo strumento (v. anche cap. 7) così da conoscere la deviazione assoluta reale del misuratore impiegato. Alcuni strumenti sono accompagnati, alla consegna, da un protocollo di calibrazione (ad es. Testo 520/525). X. Procedura di misura Compensazione di temperatura (consigliata con lo strumento in funzione) Azzeramento dello strumento in assenza di pressione Collegamento dello strumento al sistema di pressione (l appropriata pressione al corretto attacco => elevate pressioni (pressioni positive) sul + / basse pressioni (pressioni negative) sul - Esecuzione della misura XI. Carichi rispetto alla pressione statica Tutti i misuratori di pressione tollerano dei sovraccarichi, che sono espressi come valore assoluto (ad es. 000 hpa) o come multiplo del campo di misura (ad es. x 2 = campo di misura 000 hpa => sovraccarico = 2000 hpa). Con sovraccarico s intende la pressione massima (pressione positiva) applicabile sull attacco, senza causare danni al sensore. Qualora venga superato il sovraccarico consentito, il sensore viene danneggiato irreparabilmente. La pressione statica di un misuratore può essere nettamente più elevata di quella di sovraccarico e deve essere distribuita su ambedue gli attacchi del misuratore di pressione. Se viene applicato uno strumento con campo di misura bar e di Classe 0,, con una portata di 0 m/s, si ottiene un errore massimo di ± 54, m/s! Il campo di misura di 7 bar è sovradimensionato. Cosa fare? Deve essere impiegato uno strumento con campo di misura più piccolo, che possa comunque sopportare elevate pressioni statiche. Ripetiamo lo stesso calcolo con il sistema Testo 525, campo di misura hpa e Classe 0,. Questo misuratore accetta, anche nel campo di misura inferiore di 25 hpa, una pressione statica massima di 7 bar. L errore massimo, con una portata di 0 m/s, è ora solo ± 0,933 m/s. Come distribuire la pressione statica contemporaneamente sui due attacchi?. Azzerare la pressione del sistema, collegare il misuratore (o inserire il tubo di Pitot nel sistema) e portare gradualmente la pressione ai valori d esercizio. 2. Qualora la pressione del sistema non sia facilmente azzerabile, è possibile installare un bypass. Bypass: differenziale Dove si verificano elevate pressioni statiche? Un buon esempio sono i sistemi in pressione dove deve essere misurata la portata. In caso di portate ridotte (m/s), è necessario un manometro con campo di misura (errore) proporzionalmente piccolo. Cosa fare, però, se nel sistema in pressione persiste una pressione statica di, ad es., 7 bar? 5 bar P S A B C statica 4,98 bar 20 2

11 Il regolatore A è aperto. I regolatori B e C sono chiusi. Si apre il regolatore B. La pressione statica complessiva raggiunge il sensore. Si apre quindi il regolatore C e quello A si chiude. Conseguentemente la pressione ridotta agisce ora sul lato della restrizione. Ora è possibile eseguire la misura di pressione differenziale. Importante: Terminata la misura, procedere nella sequenza inversa, per non danneggiare il sensore. XII. Misura di liquidi Per le misure di pressione dei liquidi, bisogna prestare attenzione, affinché il punto di misura sia allo stesso livello del misuratore. Se il misuratore viene posizionato sotto il punto di misura, indicherà un valore maggiore; se posizionato sopra, un valore minore. L effetto è causato dalla forza dovuta al peso dell acqua, che si somma alla pressione del sistema. Perché? Nel tubo di collegamento, prima del liquido è sospinta dell aria, che esercita una pressione sul sensore e non lo danneggia. Dopo un certo periodo, il liquido si diffonde comunque attraverso l aria inclusa e raggiunge il sensore. Posizionando il tubo a U, il liquido rimane sempre (essendo più pesante dell aria) nella parte inferiore della curva. Non chiudere, lasciare esposto all atmosfera Liquido Protezione del sensore di metallo (acciaio inossidabile 8/8 DIN,4305) Sensore di pressione In caso non sia possibile evitare la differenza d altezza, la pressione differenziale potrà essere calcolata con la seguente formula: Collegamento del tubo da + a Elettronica ³p = (_F pl) x g x ³h x 0(bar) ³p = (_F pl) x g x ³h x 0 (bar) ³p = Differenza del campo di misura (bar) _F = Densità del liquido (kg/m3) pl = Densità dell aria (,205 kg/m3) g = Accelerazione gravitazionale (9,8 m/s2) ³h = Differenza d altezza (m) Di base, il sensore piezoresistivo non deve essere a contatto con il liquido, in quanto è aperto (non è incapsulato). Si potrebbe verificare un cortocircuito e la rottura del sensore. In ogni caso, è possibile effettuare le misure nei liquidi mediante due diverse procedure: Procedura : Misure di breve durata ad una pressione relativamente bassa. In questo caso bisogna utilizzare un tubo relativamente lungo ed a forma di U. Procedura 2: Misure di lunga durata a pressioni elevate. E possibile l impiego sia di un misuratore compatibile con l elemento da misurare, sia di un adattatore (trasduttore di pressione). Misuratori con materiali compatibili: In questo caso, tutti i liquidi, compatibili con l acciaio inossidabile 8/8 (DIN.4305), sono a contatto con il sensore. Il sensore è incapsulato, ed è protetto dall acciaio. Comunque, questo tipo di misuratori possono misurare solo pressioni positive (c è un solo attacco di pressione; l altro è all interno dello strumento ed è aperto alla pressione ambiente)

12 Gli attacchi non possono essere ambedue incapsulati a causa della struttura dei sensori piezoresistivi, che hanno l elettronica posta direttamente dietro il sensore. Misure con uno o due adattatori Alcuni misuratori di pressione possono essere collegati ad un adattatore dotato di membrana, che separa il sensore dal liquido. L adattatore deve essere di tipo idoneo, compatibile con il misuratore. Perché? Il volume totale d aria in arrivo può essere definito con precisione collegando l adattatore al misuratore di pressione. Quando la membrana è sollecitata dalla pressione del liquido, si deforma, comprime il volume totale d aria e genera una pressione sul sensore. Nel caso in cui il volume totale non sia esattamente come richiesto dallo strumento, sono indicati dei valori di misura errati e inoltre non è possibile raggiungere o superare il valore di fondo scala del campo di misura. Molto importante: Installare l adattatore in assenza di pressione e solo dopo sottoporlo alla pressione. Adattatore L impiego degli adattatori consente allo strumento di misurare sia i gas, sia i liquidi. In caso si debbano misurare solo le pressioni positive, è necessario un adattatore; due per la misura di pressione differenziale. XIII. Quali gas possono essere misurati? A seconda della temperatura del punto di rugiada, si può formare condensa, per cui è necessario controllare il contenuto d umidità delle miscele di gas. La condensa e le particelle di sporco possono danneggiare il sensore o falsificare la misura! Sono consentiti: Gas (ad es. Argon, Xenon, ecc.) Aria (aria pulita, senza umidità) O2 H2 N2 O2/N2 CO2/N2 CO/N2 C3/H8 He H2/He NO/N2 SF6 Ossigeno Idrogeno Azoto Miscela ossigeno/azoto Anidride carbonica/azoto Monossido di carbonio/azoto Propano Elio Idrogeno/Elio Ossido di azoto/azoto Esafluoruro di zolfo Metano (non troppo umido) 24 25

13 XIV. Carichi di pressione Talvolta devono essere misurati i cosiddetti picchi di pressione. La caratteristica di questi picchi di pressione è che si verificano nell intervallo di decimi di secondi. Per rilevarli è necessario uno strumento in grado d indicare intervalli di misura molto veloci. Non serve infatti a niente se lo strumento misura ad es. con cadenza minima di secondo, in quanto il picco di pressione si verifica nell ambito dei decimi di secondo. Lo strumento deve poter eseguire molte misure al secondo ed anche memorizzarle. misure/secondo. Grazie allo specifico software, le 0/20 misure/sec. eseguite possono essere archiviate ed elaborate su PC portatile. Picchi di pressione in hpa XV. Misura di portata con tubo di Pitot La velocità dell aria atmosferica può essere rilevata con un misuratore di pressione differenziale ed un tubo di Pitot. I picchi di pressione possono verificarsi in: Impianti di estrazione industriali (pulizia dei filtri con colpi di pressione). Tubazioni delle abitazioni civili Forni per la fusione dei metalli Liquidi in tubazioni (spesso, all avviamento e all arresto di pompe) In seguito alla veloce chiusura dei raccordi e delle valvole Compressori degli impianti di raffreddamento Per la misura e l elaborazione dei picchi di pressione può essere impiegato il misuratore Testo 525. Questo misuratore esegue 0/

MISURE DI PRESSIONE PRESSIONE

MISURE DI PRESSIONE PRESSIONE MISURE DI PRESSIONE 1 PRESSIONE Grandezza DERIVATA: pressione = forza area Grandezza di STATO: si ragiona in termini di differenze di pressione 2 PRESSIONE p pressione relativa (positiva) pressione atmosferica

Dettagli

Sensori di pressione. Terminologia. Pressione relativa (Gage Pressure) Pressione misurata relativamente alla pressione atmosferica.

Sensori di pressione. Terminologia. Pressione relativa (Gage Pressure) Pressione misurata relativamente alla pressione atmosferica. Sensori di pressione Pressione relativa (Gage Pressure) Pressione misurata relativamente alla pressione atmosferica. Terminologia Pressione assoluta (Absolute Pressure) Pressione misurata relativamente

Dettagli

Manometri di precisione per tutti i campi di misura

Manometri di precisione per tutti i campi di misura testo 521/526 Manometri di precisione per tutti i campi di misura Sensore interno e ingressi per sonde esterne hpa bar C m/s m³/h ma mv Manometri di precisione per tutti i campi di misura Comunicazione

Dettagli

Campioni di pressione e sensori Marina Sardi INRIM

Campioni di pressione e sensori Marina Sardi INRIM Campioni di pressione e sensori Marina Sardi INRIM In qualità di Istituto Metrologico Primario l INRIM realizza e mantiene la scala delle pressioni, che copre l intervallo di valori tra 10-6 Pa (campo

Dettagli

Capitolo 1 ( Cenni di chimica/fisica di base ) Pressione

Capitolo 1 ( Cenni di chimica/fisica di base ) Pressione PRESSIONE: La pressione è una grandezza fisica, definita come il rapporto tra la forza agente ortogonalmente 1 su una superficie e la superficie stessa. Il suo opposto (una pressione con verso opposto)

Dettagli

26/08/2010. del sistema tecnico) al cm² o al m² l atmosfera tecnica pari a 1 kg p. /cm², di poco inferiore all'atmosfera (1 atm= 1,033227 at).

26/08/2010. del sistema tecnico) al cm² o al m² l atmosfera tecnica pari a 1 kg p. /cm², di poco inferiore all'atmosfera (1 atm= 1,033227 at). Capitolo 10 - Misure di pressione L'unità di pressione nel S.I. che prende il nome di Pascal, cioè 1 Pa = 1 N / 1 m 2. Comunemente sono utilizzate altre unità di misura: il bar, che è una unità SI pari

Dettagli

GAS. I gas si assomigliano tutti

GAS. I gas si assomigliano tutti I gas si assomigliano tutti Aeriforme liquido solido GAS Descrizione macroscopica e microscopica degli stati di aggregazione della materia Fornendo energia al sistema, le forze di attrazione tra le particelle

Dettagli

Università degli Studi di Genova Dipartimento di Chimica e Chimica Industriale. Corso di Laurea in Chimica e Tecnologie Chimiche

Università degli Studi di Genova Dipartimento di Chimica e Chimica Industriale. Corso di Laurea in Chimica e Tecnologie Chimiche Università degli Studi di Genova Dipartimento di Chimica e Chimica Industriale Corso di Laurea in Chimica e Tecnologie Chimiche FONDAMENTI DI TECNOLOGIE CHIMICHE PER L'INDUSTRIA E PER L'AMBIENTE (modulo

Dettagli

TEORIA CINETICA DEI GAS

TEORIA CINETICA DEI GAS TEORIA CINETICA DEI GAS La teoria cinetica dei gas è corrispondente con, e infatti prevede, le proprietà dei gas. Nella materia gassosa, gli atomi o le molecole sono separati da grandi distanze e sono

Dettagli

63- Nel Sistema Internazionale SI, l unità di misura del calore latente di fusione è A) J / kg B) kcal / m 2 C) kcal / ( C) D) kcal * ( C) E) kj

63- Nel Sistema Internazionale SI, l unità di misura del calore latente di fusione è A) J / kg B) kcal / m 2 C) kcal / ( C) D) kcal * ( C) E) kj 61- Quand è che volumi uguali di gas perfetti diversi possono contenere lo stesso numero di molecole? A) Quando hanno uguale pressione e temperatura diversa B) Quando hanno uguale temperatura e pressione

Dettagli

Misure di pressione. La pressione 2. Grandezza DERIVATA: forza area. pressione. Grandezza di STATO: si ragiona in termini di differenze di pressione

Misure di pressione. La pressione 2. Grandezza DERIVATA: forza area. pressione. Grandezza di STATO: si ragiona in termini di differenze di pressione Misure di pressione La pressione 2 Grandezza DERIVATA: pressione = forza area Grandezza di STATO: si ragiona in termini di differenze di pressione 1 La pressione 3 p pressione assoluta pressione relativa

Dettagli

BROCHURE QUADRO ABE_1200 CON ANALIZZATORE FISSO ABE_1000. Istruzioni operative

BROCHURE QUADRO ABE_1200 CON ANALIZZATORE FISSO ABE_1000. Istruzioni operative BROCHURE QUADRO ABE_1200 CON ANALIZZATORE FISSO ABE_1000 Istruzioni operative A.B.ENERGY S.r.l. Versione 001 www.abenergy.it Caratteristiche principali ABE_1000 analizzatore per Metano (CH4), Anidride

Dettagli

3. Stato gassoso. Al termine dell unità didattica si dovranno raggiungere i seguenti obiettivi:

3. Stato gassoso. Al termine dell unità didattica si dovranno raggiungere i seguenti obiettivi: 3. Stato gassoso. Al termine dell unità didattica si dovranno raggiungere i seguenti obiettivi:. Descrivere le caratteristiche e il comportamento del gas a livello microscopico.. Definire pressione temperatura

Dettagli

Prova tenuta impianti su tubazioni gas e acqua

Prova tenuta impianti su tubazioni gas e acqua Prova tenuta impianti su tubazioni gas e acqua testo 324. Lo strumento universale per la verifica degli impianti. Ideale per tutte le prove di tenuta sugli impianti gas e acqua Nel corso degli anni, la

Dettagli

Capitolo 03 LA PRESSIONE ATMOSFERICA. 3.1 Esperienza del Torricelli 3.2 Unità di misura delle pressioni

Capitolo 03 LA PRESSIONE ATMOSFERICA. 3.1 Esperienza del Torricelli 3.2 Unità di misura delle pressioni Capitolo 03 LA PRESSIONE ATMOSFERICA 3.1 Esperienza del Torricelli 3.2 Unità di misura delle pressioni 12 3.1 Peso dell aria I corpi solidi hanno un loro peso, ma anche i corpi gassosi e quindi l aria,

Dettagli

Media Misuratori di: livello di liquido, pressione differenziale e portata

Media Misuratori di: livello di liquido, pressione differenziale e portata Media Misuratori di: livello di liquido, pressione differenziale e portata Indicatori analogici, digitali e trasmettitori per misurare il livello di liquido, la pressione differenziale e la portata Fogli

Dettagli

Sicurezza e efficienza energetica negli impianti termici secondo la normativa vigente. Seminario tecnico/informativo c/o CNA di ROMA 19 Luglio 2012

Sicurezza e efficienza energetica negli impianti termici secondo la normativa vigente. Seminario tecnico/informativo c/o CNA di ROMA 19 Luglio 2012 Le misure negli impianti Sicurezza e efficienza energetica negli impianti termici secondo la normativa vigente Seminario tecnico/informativo c/o CNA di ROMA 19 Luglio 2012 Sommario Prova tenuta impianti

Dettagli

Giornata di studio Problematiche di misura della pressione: Sensori e trasduttori di misura della pressione

Giornata di studio Problematiche di misura della pressione: Sensori e trasduttori di misura della pressione Giornata di studio Problematiche di misura della pressione: Sensori e trasduttori di misura della pressione Prof. Marco Dell Isola Dipartimento di Meccanica Strutture Ambiente e Territorio Università degli

Dettagli

Strumentazione e Controllo dei Processi Chimici II parte: B) Misuratori

Strumentazione e Controllo dei Processi Chimici II parte: B) Misuratori Strumentazione e Controllo dei Processi Chimici II parte: B) Misuratori Claudio Scali Laboratorio di Controllo dei Processi Chimici (CPCLab) Dipartimento di Ingegneria Chimica (DICCISM) Università di Pisa

Dettagli

CAPITOLO 5 IDRAULICA

CAPITOLO 5 IDRAULICA CAPITOLO 5 IDRAULICA Cap. 5 1 FLUIDODINAMICA STUDIA I FLUIDI, IL LORO EQUILIBRIO E IL LORO MOVIMENTO FLUIDO CORPO MATERIALE CHE, A CAUSA DELLA ELEVATA MOBILITA' DELLE PARTICELLE CHE LO COMPONGONO, PUO'

Dettagli

PRODUZIONE, DISTRIBUZIONE E TRATTAMENTO ARIA COMPRESSA

PRODUZIONE, DISTRIBUZIONE E TRATTAMENTO ARIA COMPRESSA PRODUZIONE, DISTRIBUZIONE E TRATTAMENTO ARIA COMPRESSA Comando pneumatico: è costituito da un insieme di tubazioni e valvole, percorse da aria compressa, che collegano una centrale di compressione ad una

Dettagli

Stati di aggregazione della materia

Stati di aggregazione della materia SOLIDO: Forma e volume propri. Stati di aggregazione della materia LIQUIDO: Forma del recipiente in cui è contenuto, ma volume proprio. GASSOSO: Forma e volume del recipiente in cui è contenuto. Parametri

Dettagli

Misure di pressione: i campioni di misura e la taratura degli strumenti

Misure di pressione: i campioni di misura e la taratura degli strumenti Misure di pressione: i campioni di misura e la taratura degli strumenti Mercede Bergoglio e Gianfranco Molinar - CNR Torino (IMGC-CNR) Istituto di Metrologia G. Colonnetti Istituto di Metrologia G. Colonnetti

Dettagli

Strumenti per l analisi della qualità dell aria compressa e la misura dei consumi

Strumenti per l analisi della qualità dell aria compressa e la misura dei consumi In anticipo sul futuro Strumenti per l analisi della qualità dell aria compressa e la misura dei consumi testo 6721 / 6740 testo 6441 testo 6681 testo 635-2 testo 6446 / 6447 testo 6445 Siti tipici per

Dettagli

2014 2015 CCS - Biologia CCS - Fisica I gas e loro proprietà. I liquidi e loro proprietà

2014 2015 CCS - Biologia CCS - Fisica I gas e loro proprietà. I liquidi e loro proprietà 2014 2015 CCS - Biologia CCS - Fisica I gas e loro proprietà 1 I liquidi e loro proprietà 2 Proprietà Generali dei Gas I gas possono essere espansi all infinito. I gas occupano i loro contenitori uniformemente

Dettagli

Sensori di grandezze Fisiche e Meccaniche

Sensori di grandezze Fisiche e Meccaniche Sensori di grandezze Fisiche e Meccaniche FISICHE Pressione Portata Livello Temperatura MECCANICHE Posizione e spostamento Velocità e accelerazione Vibrazioni e suono/rumore (per approfondimenti) 1 Sensori

Dettagli

I GAS POSSONO ESSERE COMPRESSI.

I GAS POSSONO ESSERE COMPRESSI. I GAS Tutti i gas sono accomunati dalle seguenti proprietà: I GAS POSSONO ESSERE COMPRESSI. L aria compressa occupa un volume minore rispetto a quello occupato dall aria non compressa (Es. gomme dell auto

Dettagli

LA TERMOLOGIA. studia le variazioni di dimensione di un corpo a causa di una

LA TERMOLOGIA. studia le variazioni di dimensione di un corpo a causa di una LA TERMOLOGIA La termologia è la parte della fisica che si occupa dello studio del calore e dei fenomeni legati alle variazioni di temperatura subite dai corpi. Essa si può distinguere in: Termometria

Dettagli

Accendi. Misura. Stampa. testo 310. Analizzatore di combustione base.

Accendi. Misura. Stampa. testo 310. Analizzatore di combustione base. Accendi. Misura. Stampa. testo 310. Analizzatore di combustione base. testo 310 Massima semplicità di utilizzo. Ottimo rapporto qualità-prezzo. L'analizzatore di combustione testo 310 combina semplici

Dettagli

Strumenti meccanici di misura della pressione nell industria di processo. Redazionale tecnico

Strumenti meccanici di misura della pressione nell industria di processo. Redazionale tecnico Convenienza e sicurezza allo stesso tempo Strumenti meccanici di misura della pressione nell industria di processo Al lavoro o a casa, la nostra vita è o diventerà sempre più digitale. Ciò nonostante,

Dettagli

L EQUILIBRIO 1. L EQUILIBRIO DEI SOLIDI. Il punto materiale e il corpo rigido. L equilibrio del punto materiale

L EQUILIBRIO 1. L EQUILIBRIO DEI SOLIDI. Il punto materiale e il corpo rigido. L equilibrio del punto materiale L EQUILIBRIO 1. L EQUILIBRIO DEI SOLIDI Il punto materiale e il corpo rigido Un corpo è in equilibrio quando è fermo e continua a restare fermo. Si intende, per punto materiale, un oggetto così piccolo

Dettagli

Progettazione e calcolo di

Progettazione e calcolo di Nicola Taraschi Progettazione e calcolo di * Calcolo delle reti aerauliche con il software CANALI * Le trasformazioni dell aria umida ed il software PSICRO * I ventilatori * Le batterie alettate ed il

Dettagli

Gestione delle emissioni della caldaia della scuola

Gestione delle emissioni della caldaia della scuola Gestione delle emissioni della caldaia della scuola Ph.D. Ing. Michele Damiano Vivacqua responsabilità Codice civile art. 2050 Chiunque cagiona danno ad altri nello svolgimento di un'attività pericolosa,

Dettagli

Lezione 11: Forze e pressioni nei fluidi

Lezione 11: Forze e pressioni nei fluidi Lezione 11 - pag.1 Lezione 11: Forze e pressioni nei fluidi 11.1. Dalla forza alla pressione Abbiamo visto che la Terra attrae gli oggetti solidi con una forza, diretta verso il suo centro, che si chiama

Dettagli

MONITORAGGIO ASSESTIMETRICO

MONITORAGGIO ASSESTIMETRICO ESSEBI S.r.l MONITORAGGIO ASSESTIMETRICO Tipologie di assestimetri Installazione Esecuzione ed elaborazione delle misure 30 aprile 2003 V.le Giulio Agricola, 130 00174 Roma tel. 06-71.00.152 06-710.75.339

Dettagli

Gas e gas perfetti. Marina Cobal - Dipt.di Fisica - Universita' di Udine 1

Gas e gas perfetti. Marina Cobal - Dipt.di Fisica - Universita' di Udine 1 Gas e gas perfetti 1 Densita Densita - massa per unita di volume Si misura in g/cm 3 ρ = M V Bassa densita Alta densita Definizione di Pressione Pressione = Forza / Area P = F/A unita SI : 1 Nt/m 2 = 1

Dettagli

L E L E G G I D E I G A S P A R T E I

L E L E G G I D E I G A S P A R T E I L E L E G G I D E I G A S P A R T E I Variabili di stato Equazioni di stato Legge di Boyle Pressione, temperatura, scale termometriche Leggi di Charles/Gay-Lussac Dispense di Chimica Fisica per Biotecnologie

Dettagli

REGOLATORI DI PRESSIONE SERIE 33

REGOLATORI DI PRESSIONE SERIE 33 REGOLATORI DI PRESSIONE SERIE 33 REGOLATORI DI PRESSIONE SERIE 33 Vite di regolazione Molla principale in acciaio Corpo valvola in ottone attacco manometro 1/4" SAE Soffietto di equilibrio in acciaio Applicazione

Dettagli

Precisazioni tecniche Strumento Parametro PCE-P05 PCE- P15 Pressione max. 10 psi 30 psi 60 psi 150 psi. posit. /negat. o sovrapressione / vuoto

Precisazioni tecniche Strumento Parametro PCE-P05 PCE- P15 Pressione max. 10 psi 30 psi 60 psi 150 psi. posit. /negat. o sovrapressione / vuoto Barometro differenziale PCE-P05 / 15 / 30 / 50 barometro differenziale con interfaccia RS-232 e software, per la pressione positiva, negativa, differenziale, progettato per aria e gas, 4 modelli in vendita

Dettagli

INFORMAZIONI TECNICHE dati relativi alla portata calcolo del coefficiente di portata e del diametro di passaggio

INFORMAZIONI TECNICHE dati relativi alla portata calcolo del coefficiente di portata e del diametro di passaggio INFORMAZIONI TECNICHE dati relativi alla portata calcolo del coefficiente di portata e del diametro di passaggio Importanza delle dimensioni delle valvole La scelta della dimensione delle valvole è molto

Dettagli

Sensori di condizione. Progettati per dare risultati di alta qualità in varie tipologie di ambienti difficili

Sensori di condizione. Progettati per dare risultati di alta qualità in varie tipologie di ambienti difficili Sensori di condizione Progettati per dare risultati di alta qualità in varie tipologie di ambienti difficili Rockwell Automation sa bene che i componenti di rilevamento condizioni sono elementi fondamentali

Dettagli

Prima di analizzare i sistemi di compressione

Prima di analizzare i sistemi di compressione AO automazioneoggi appunti Un aria produttiva appunti L aria compressa è utilizzata in svariate applicazioni ma deve avere caratteristiche operative differenti a seconda della tipologia di impiego: ecco

Dettagli

Lo Stato Gassoso: Alcune Caratteristiche

Lo Stato Gassoso: Alcune Caratteristiche Lo Stato Gassoso: Alcune Caratteristiche Sebbene possano avere proprietà chimiche distinte, le sostanze in fase gas hanno caratteristiche fisiche molto simili, in quanto le particelle (atomi o molecole)

Dettagli

Relazioni di laboratorio

Relazioni di laboratorio Relazioni di laboratorio Squadra n 2 Sperimentazione sui propulsori Proff. Aldo Coghe Anno accademico 22/23 Anselmo Recanati Matricola n 643692 INDICE: I ESERCITAZIONE DI LABORATORIO: Calibrazione statica

Dettagli

/ * " 6 7 -" 1< " *,Ê ½, /, "6, /, Ê, 9Ê -" 1/ " - ÜÜÜ Ìi «V Ì

/ *  6 7 - 1<  *,Ê ½, /, 6, /, Ê, 9Ê - 1/  - ÜÜÜ Ìi «V Ì LA TRASMISSIONE DEL CALORE GENERALITÀ 16a Allorché si abbiano due corpi a differenti temperature, la temperatura del corpo più caldo diminuisce, mentre la temperatura di quello più freddo aumenta. La progressiva

Dettagli

VALVOLE DI REGOLAZIONE

VALVOLE DI REGOLAZIONE VALVOLE DI REGOLAZIONE DIMENSIONAMENTO E SCELTA INTRODUZIONE Questa pubblicazione ha lo scopo di fornire indicazioni, suggerimenti e formule per una corretta scelta delle valvole di controllo per processi

Dettagli

E possibile classificazione i trasduttori in base a diversi criteri, ad esempio: Criterio Trasduttori Caratteristiche

E possibile classificazione i trasduttori in base a diversi criteri, ad esempio: Criterio Trasduttori Caratteristiche PREMESSA In questa lezione verranno illustrate la classificazione delle diverse tipologie di trasduttori utilizzati nei sistemi di controllo industriali ed i loro parametri caratteristici. CLASSIFICAZIONE

Dettagli

PVS 803 Valvola di Sicurezza Pilotata

PVS 803 Valvola di Sicurezza Pilotata PVS 803 Valvola di Sicurezza Pilotata PVS 803 Classificazione e Campi di Applicazione La PVS 803 è una valvola di sicurezza servo azionata nella quale l apertura e la chiusura della valvola sono controllati

Dettagli

Rendimento globale: Assegnati combustibile. rapporto

Rendimento globale: Assegnati combustibile. rapporto Esoreattore (turbogetti o ramjets) Spinta: Velocità efficace: Resistenza ram Spinta del getto: Spinta netta (condizioni adattamento: ): Impulso specifico all aria: Consumo specifico di combustibile (TSFC):

Dettagli

Analizzatori di combustione per professionisti.

Analizzatori di combustione per professionisti. Testo AG LPG Fuel value boiler 122.3 C AT 5.8% qa Options Start Values Analizzatori di combustione per professionisti. Soluzioni complete per tutte le esigenze di misura. Analizzatori di combustione per

Dettagli

ACCUMULATORI IDRAULICI

ACCUMULATORI IDRAULICI In generale, un accumulatore idraulico può accumulare liquido sotto pressione e restituirlo in caso di necessità; IMPIEGHI 1/2 Riserva di liquido Nei circuiti idraulici per i quali le condizioni di esercizio

Dettagli

VA 420. Contatori economici per aria compressa e gas. Caratteristiche. Applicazioni

VA 420. Contatori economici per aria compressa e gas. Caratteristiche. Applicazioni PORTATA TERMICI/MASSICI VA 420 Contatori economici per aria compressa e gas Una soluzione pratica per una misura accurata del consumo di aria compressa e gas. La nuova serie di contatori VA 420 funziona

Dettagli

Il Patto dei Sindaci Spunti per approfondimenti. Sistemi di riscaldamento Caldaie e Pompe di calore. Novembre 2011

Il Patto dei Sindaci Spunti per approfondimenti. Sistemi di riscaldamento Caldaie e Pompe di calore. Novembre 2011 Il Patto dei Sindaci Spunti per approfondimenti Sistemi di riscaldamento Caldaie e Pompe di calore Novembre 2011 Sistema di Riscaldamento Quando si parla di impianto di riscaldamento si comprendono sia

Dettagli

Lezioni di Meccanica del Volo 2 - Modello dell atmosfera. L. Trainelli

Lezioni di Meccanica del Volo 2 - Modello dell atmosfera. L. Trainelli Lezioni di Meccanica del Volo 2 - Modello dell atmosfera L. Trainelli 1 2 Indice 1 INTRODUZIONE.......................... 3 1.1 Caratteristiche dell atmosfera.................... 3 1.2 Regioni dell atmosfera........................

Dettagli

GRANDEZZE FISICHE. Prof.ssa Paravizzini M.R.

GRANDEZZE FISICHE. Prof.ssa Paravizzini M.R. GRANDEZZE FISICHE Prof.ssa Paravizzini M.R. PROPRIETA DEL CORPO SOGGETTIVE OGGETTIVE PR.SOGGETTIVE: gusto, bellezza, freschezza, forma MISURABILI PR. OGGETTIVE: massa, temperatura, diametro, ecc.. Le misure

Dettagli

In anticipo sul futuro. Manifold digitale testo 550, per la regolazione di impianti di refrigerazione e pompe di calore

In anticipo sul futuro. Manifold digitale testo 550, per la regolazione di impianti di refrigerazione e pompe di calore In anticipo sul futuro Manifold digitale testo 550, per la regolazione di impianti di refrigerazione e pompe di calore Il nuovo manifold digitale testo 550 offre un rapporto qualità-prezzo imbattibile,

Dettagli

5. FLUIDI TERMODINAMICI

5. FLUIDI TERMODINAMICI 5. FLUIDI TERMODINAMICI 5.1 Introduzione Un sistema termodinamico è in genere rappresentato da una quantità di una determinata materia della quale siano definibili le proprietà termodinamiche. Se tali

Dettagli

Codice Articolo Costruttore Descrizione Modello. 0563.3325 70 Kit Analizzatore di Combustione Testo 330-2 LL

Codice Articolo Costruttore Descrizione Modello. 0563.3325 70 Kit Analizzatore di Combustione Testo 330-2 LL Articolo Costruttore 0563.3325 70 Kit Analizzatore di Combustione Testo 330-2 LL 830016770210 Testo 330-2 Long Life per la misura di ossigeno, ossido di carbonio, temperatura fumi, temperatura aria comburente,

Dettagli

SENSORI E TRASDUTTORI

SENSORI E TRASDUTTORI SENSORI E TRASDUTTORI Ing.Francesco M. Raimondi www.unipa.it/fmraimondi Lezioni del corso di Dipartimento di Ingegneria dell Automazione e dei Sistemi 1 LA STRUMENTAZIONE DI MISURA OCCORRENTE PER UN SISTEMA

Dettagli

Misura e Analisi di Ossigeno

Misura e Analisi di Ossigeno Misura e Analisi di Ossigeno Soluzioni per la sicurezza sul processo, la riduzione dei costi e il miglioramento della qualità www.michell.com Misura e Analisi di Ossigeno Un ampia gamma di analizzatori

Dettagli

Formulario di Fisica Tecnica Matteo Guarnerio 1

Formulario di Fisica Tecnica Matteo Guarnerio 1 Formulario di Fisica Tecnica Matteo Guarnerio 1 CONVENZIONI DI NOTAZIONE Calore scambiato da 1 a 2. Calore entrante o di sorgente. Calore uscente o ceduto al pozzo. CONVERSIONI UNITÀ DI MISURA PIÙ FREQUENTI

Dettagli

Trasmettitore di pressione tipo EMP 2. Opuscolo tecnico

Trasmettitore di pressione tipo EMP 2. Opuscolo tecnico Trasmettitore di pressione tipo EMP 2 Opuscolo tecnico Descrizione I trasmettitori di pressione tipo EMP 2 convertono la pressione in un segnale elettrico. Questo è proporzionale e lineare con il valore

Dettagli

1.1 DESCRIZIONE DELLA METODOLOGIA DI PROVA CON CARICHI CONCENTRATI

1.1 DESCRIZIONE DELLA METODOLOGIA DI PROVA CON CARICHI CONCENTRATI 1 PROVE DI CARICO 1.1 DESCRIZIONE DELLA METODOLOGIA DI PROVA CON CARICHI CONCENTRATI 1.1.1 L attrezzatura Le prove di carico sono eseguite utilizzando l apparecchiatura denominata Collaudatore GS progettata

Dettagli

solarplus impianti solari caratteristiche generali

solarplus impianti solari caratteristiche generali SOLARPLUS impianti solari solarplus Applicazioni: vasi di espansione per impianti solari. Zilmet è un azienda che opera a livello internazionale e con più di 50 anni di esperienza è diventata il più grande

Dettagli

EQUILIBRIO DEI FLUIDI

EQUILIBRIO DEI FLUIDI ISTITUTO PROVINCIALE DI CULTURA E LINGUE NINNI CASSARÀ EQUILIBRIO DEI FLUIDI CLASSI III A, III B E IV A Prof. Erasmo Modica erasmo@galois.it SOLIDI, LIQUIDI E GAS La divisione della materia nei suoi tre

Dettagli

L essiccatore intelligente a ciclo frigorifero

L essiccatore intelligente a ciclo frigorifero Essiccatore a ciclo frigorifero per aria Boreas Variopulse L essiccatore intelligente a ciclo frigorifero Perché trattare l aria? L aria è un elemento essenziale per il trattamento e la trasformazione

Dettagli

Connessione di 2 sonde a innesto

Connessione di 2 sonde a innesto Strumento di misura per umidità e temperatura testo 645 Misurazioni altamente precise per l industria Misura molto precisa dell umidità fino a ±1 %UR %UR Connessione di 2 sonde a innesto Misurazione dei

Dettagli

Combustione energia termica trasmissione del calore

Combustione energia termica trasmissione del calore Scheda riassuntiva 6 capitoli 3-4 Combustione energia termica trasmissione del calore Combustibili e combustione Combustione Reazione chimica rapida e con forte produzione di energia termica (esotermica)

Dettagli

Nuova tecnologia di misura per il monitoraggio delle emissioni nell industria

Nuova tecnologia di misura per il monitoraggio delle emissioni nell industria testo 335 Nuova tecnologia di misura per il monitoraggio delle emissioni nell industria Maggiore affidabilità e precisione NEW! C O 2 CO/H 2 CO basso / H2 NO NO basso NO 2 SO 2 hpa m 3 /s kg/h qa λ La

Dettagli

umidità, pressione, luminosità, calore radiante, grado di turbolenza e CO 2 , in un unico strumento. Concetto di taratura intelligente

umidità, pressione, luminosità, calore radiante, grado di turbolenza e CO 2 , in un unico strumento. Concetto di taratura intelligente Strumento di misura VAC testo 480 Tecnologia all avanguardia per tecnici professionisti Misurazione di tutti i parametri VAC: portata, temperatura, umidità, pressione, luminosità, calore radiante, grado

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA NEGLI IMPIANTI TERMICI

EFFICIENZA ENERGETICA NEGLI IMPIANTI TERMICI EFFICIENZA ENERGETICA NEGLI IMPIANTI TERMICI L impianto a condensazione Laurent SOCAL 31/01/2011 Ing. SOCAL - Impianti a condensazione 1 La condensazione Nella caldaia, dopo la combustione si deve trasferire

Dettagli

Tecnologie innovative

Tecnologie innovative Tecnologie innovative Valvole termostatiche ed Impianto a condensazione Ing. Laurent SOCAL 23/06/2007 Ing. SOCAL - Impianti a condensazione 1 La valvola termostatica E una valvola la cui apertura è proporzionale

Dettagli

I due apparati per lo studio di una trasformazione isoterma e di una adiabatica sono sostanzialmente uguali, solo che sono fatti com materiale diverso. Vedremo nel seguito la ragione di questa diversità.

Dettagli

LEZIONE # 14. LEZ #14 pag. 1

LEZIONE # 14. LEZ #14 pag. 1 LEZIONE # 14 Le misure di forza e le misure di massa nella pratica applicazione sono spesso intimamente legate. Attraverso la forza inoltre si misurano molte altre grandezze fisiche quali: la pressione,

Dettagli

Pressione. Esempio. Definizione di pressione. Legge di Stevino. Pressione nei fluidi EQUILIBRIO E CONSERVAZIONE DELL ENERGIA NEI FLUIDI

Pressione. Esempio. Definizione di pressione. Legge di Stevino. Pressione nei fluidi EQUILIBRIO E CONSERVAZIONE DELL ENERGIA NEI FLUIDI Pressione EQUILIBRIO E CONSERVAZIONE DELL ENERGIA NEI FLUIDI Cos è la pressione? La pressione è una grandezza che lega tra di loro l intensità della forza e l aerea della superficie su cui viene esercitata

Dettagli

17/10/2013. calda alimentati a biomassa SOLIDO

17/10/2013. calda alimentati a biomassa SOLIDO 1 1 1 Questa presentazione illustra i principali elementi contenuti nella legislazione e nelle norme tecniche di volta in volta richiamate Questa presentazione ma non sostituisce gli atti richiamati e

Dettagli

MOTORI ENDOTERMICI di Ezio Fornero

MOTORI ENDOTERMICI di Ezio Fornero MOTORI ENDOTERMICI di Ezio Fornero Nei motori endotermici (m.e.t.) l energia termica è prodotta mediante combustione di sostanze liquide o gassose, generalmente dette carburanti. Si tratta di motori a

Dettagli

LIUC - Castellanza Aprile 2006. Esempi di Sensori: Sensori di Prossimità

LIUC - Castellanza Aprile 2006. Esempi di Sensori: Sensori di Prossimità Esempi di Sensori: Sensori di Prossimità Sensori (Interruttori) di Prossimità La presenza/assenza di un bersaglio (target) entro il campo di rilevazione del sensore determina un segnale di uscita di valore

Dettagli

C V. gas monoatomici 3 R/2 5 R/2 gas biatomici 5 R/2 7 R/2 gas pluriatomici 6 R/2 8 R/2

C V. gas monoatomici 3 R/2 5 R/2 gas biatomici 5 R/2 7 R/2 gas pluriatomici 6 R/2 8 R/2 46 Tonzig La fisica del calore o 6 R/2 rispettivamente per i gas a molecola monoatomica, biatomica e pluriatomica. Per un gas perfetto, il calore molare a pressione costante si ottiene dal precedente aggiungendo

Dettagli

LABORATORIO DI CHIMICA GENERALE E INORGANICA

LABORATORIO DI CHIMICA GENERALE E INORGANICA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali Corso di Laurea Triennale in Chimica CORSO DI: LABORATORIO DI CHIMICA GENERALE E INORGANICA Docente: Dr. Alessandro Caselli

Dettagli

Come si monta uno scambiatore di calore a piastre?

Come si monta uno scambiatore di calore a piastre? Pagina 1 di 5 Come si monta uno scambiatore di calore a piastre? Gli scambiatori a piastre saldobrasati devono essere installati in maniera da lasciare abbastanza spazio intorno agli stessi da permettere

Dettagli

CENTRALI TERMOELETTRICHE

CENTRALI TERMOELETTRICHE CENTRALI TERMOELETTRICHE Le centrali termoelettriche sono impianti che utilizzano l energia chimica dei combustibili per trasformarla in energia elettrica. Nelle centrali termoelettriche la produzione

Dettagli

Misurazione della portata, rumorosità e lay-out impiantistico degli impianti di aspirazione

Misurazione della portata, rumorosità e lay-out impiantistico degli impianti di aspirazione ALLEGATO 6 Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente della Lombardia -------------------------------- Documento d inquadramento per le cappe chimiche nei Dipartimenti Provinciali dell ARPA Lombardia.

Dettagli

Analisi ereport. 17.02.2015 to 19.02.2015 17/02/2015 18/09/2014 19/09/2014. Data logger 3 ( C)

Analisi ereport. 17.02.2015 to 19.02.2015 17/02/2015 18/09/2014 19/09/2014. Data logger 3 ( C) Analisi ereport Cella frigo 17.02.2015 to 19.02.2015 Grafico 17/02/2015 18/09/2014 19/09/2014 Data logger 1 ( C) Data logger 2 ( C) Data logger 3 ( C) Tabella valori Allarmi Offerta speciale: Licenza Cloud

Dettagli

Strumento di misura VAC

Strumento di misura VAC testo-480-p01+ita_testo-480-p01-q6.qxp 16/05/2013 10.58 Pagina 1 Strumento di misura VAC Tecnologia all avanguardia per tecnici professionisti Misurazione di tutti i parametri VAC: portata, temperatura,

Dettagli

Fondamenti di Trasporti. Meccanica della Locomozione Utilizzazione della potenza a bordo

Fondamenti di Trasporti. Meccanica della Locomozione Utilizzazione della potenza a bordo Università di Catania Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea in Ingegneria Civile AA 1011 1 Fondamenti di Trasporti Meccanica della Locomozione Utilizzazione della potenza a bordo Giuseppe Inturri Dipartimento

Dettagli

MANUALE D USO STAZIONE DI RECUPERO DI REFRIGERANTE

MANUALE D USO STAZIONE DI RECUPERO DI REFRIGERANTE MANUALE D USO STAZIONE DI RECUPERO DI REFRIGERANTE COD. 11131104-11131106 INDICE NORME GENERALI DI SICUREZZA 3 SPECIFICHE 4 PROCEDURA STANDARD PER IL RECUPERO DI FLUIDI/VAPORI 4 PROCEDURA DI SCARICO AUTOMATICO

Dettagli

Condensazione e premiscelazione con ARENA

Condensazione e premiscelazione con ARENA Condensazione e premiscelazione con ARENA La tecnologia imita la natura 2 PRINCIPIO DI FUNZIONAMENTO DELLA CONDENSAZIONE Nel loro processo di combustione (tabella 1) tutti i combustibili contenenti idrogeno

Dettagli

TECNICA DELLA PRESSIONE

TECNICA DELLA PRESSIONE Analisi parametri Tecnica della chimico-fisico pressione dei liquidi TECNICA DELLA PRESSIONE Soluzioni affidabili per la misura della pressione BM Tecnologie Industriali fornisce una ampia gamma di trasmettitori

Dettagli

GLI STATI DI AGGREGAZIONE DELLA MATERIA. Lo stato gassoso

GLI STATI DI AGGREGAZIONE DELLA MATERIA. Lo stato gassoso GLI STATI DI AGGREGAZIONE DELLA MATERIA Lo stato gassoso Classificazione della materia MATERIA Composizione Struttura Proprietà Trasformazioni 3 STATI DI AGGREGAZIONE SOLIDO (volume e forma propri) LIQUIDO

Dettagli

Strumenti Elettronici Analogici/Numerici

Strumenti Elettronici Analogici/Numerici Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Firenze Dipartimento di Elettronica e Telecomunicazioni Strumenti Elettronici Analogici/Numerici Ing. Andrea Zanobini Dipartimento di Elettronica e Telecomunicazioni

Dettagli

SENSORI e TRASDUTTORI. Corso di Sistemi Automatici

SENSORI e TRASDUTTORI. Corso di Sistemi Automatici SENSORI e TRASDUTTORI Sensore Si definisce sensore un elemento sensibile in grado di rilevare le variazioni di una grandezza fisica ( temperatura, umidità, pressione, posizione, luminosità, velocità di

Dettagli

In anticipo sul futuro. testo 330-2 testo 330-2 LL NEW. Garanzia integrale di 4 anni per analizzatore e celle di misura.

In anticipo sul futuro. testo 330-2 testo 330-2 LL NEW. Garanzia integrale di 4 anni per analizzatore e celle di misura. In anticipo sul futuro testo 330-2 testo 330-2 LL Tecnologia di misura all avanguardia per impiantisti, manutentori e verificatori Più robusto, resistente, rapido e sicuro, grazie alla maggiore vita operativa

Dettagli

Pressione. www.easymaths.altervista.org. 01 - Pressione.

Pressione. www.easymaths.altervista.org. 01 - Pressione. Pressione 01 - Pressione La forza è una grandezza fisica caratterizzata dal fatto di essere in grado di modificare lo stato di moto di un corpo o di modificarne la struttura interna Supponiamo che una

Dettagli

Informazioni tecniche

Informazioni tecniche Informazioni tecniche generali - Concetti base di pneumatica 0 - Normative 03 - Unità di misura, tabelle di conversione 04 - Simbologia Pneumatica 05 - Materiali, grassi, oli 06 - Unità di trattamento

Dettagli

IL SISTEMA INTERNAZIONALE DELLE UNITA DI MISURA

IL SISTEMA INTERNAZIONALE DELLE UNITA DI MISURA Lezione II - 7/03/2014 ora 14.30-17.30 - Unità di misura - Originale di Laura Conti, Isabella Dusi IL SISTEMA INTERNAZIONALE DELLE UNITA DI MISURA Che cos è l unità di misura? L Unità di Misura è un valore

Dettagli

PRODUZIONE E TRATTAMENTO DELL ARIA COMPRESSA

PRODUZIONE E TRATTAMENTO DELL ARIA COMPRESSA PRODUZIONE E TRATTAMENTO DELL ARIA COMPRESSA 1. Generazione dell'aria compressa L uso della pneumatica nei processi di produzione è così diffuso che attualmente non esistono più stabilimenti che non abbiano

Dettagli

Modell 1256 03.0/2011. www.viega.com. Art.-Nr.

Modell 1256 03.0/2011. www.viega.com. Art.-Nr. Modell 1256 03.0/2011 Art.-Nr. 684112 560725 Fonterra Kleinflächenregelstation A 2 Fonterra Kleinflächenregelstation B C D E F G 3 Istruzioni per l uso della stazione di regolazione per superfici ridotte

Dettagli

PERCHE LA POMPA DI CALORE E DA PREFERIRE RISPETTO AD UNA CALDAIA A COMBUSTIONE, OVVERO E TERMODINAMICAMENTE PIU EFFICIENTE?

PERCHE LA POMPA DI CALORE E DA PREFERIRE RISPETTO AD UNA CALDAIA A COMBUSTIONE, OVVERO E TERMODINAMICAMENTE PIU EFFICIENTE? PERCHE LA POMPA DI CALORE E DA PREFERIRE RISPETTO AD UNA CALDAIA A COMBUSTIONE, OVVERO E TERMODINAMICAMENTE PIU EFFICIENTE? La pompa di calore è costituita da un circuito chiuso, percorso da uno speciale

Dettagli

L H 2 O nelle cellule vegetali e

L H 2 O nelle cellule vegetali e L H 2 O nelle cellule vegetali e il suo trasporto nella pianta H 2 O 0.96 Å H O 105 H 2s 2 2p 4 tendenza all ibridizzazione sp 3 H δ+ O δ- δ+ 1.75 Å H legame idrogeno O δ- H H δ+ δ+ energia del legame

Dettagli