Edmondo Lucchi Department Manager Dipartimento New Media Internet GfK Eurisko. Fare Branding Online: mission possible?

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Edmondo Lucchi Department Manager Dipartimento New Media Internet GfK Eurisko. Fare Branding Online: mission possible?"

Transcript

1 Edmondo Lucchi Department Manager Dipartimento New Media Internet GfK Eurisko Fare Branding Online: mission possible?

2 Un rapporto ancora incompleto? Da una parte l Online: la piattaforma di Comunicazione più potente a disposizione dell umanità. Dall altra il ricorso al Display Advertising: pianificato in alcuni casi ancora in logiche «residuali», «estemporanee» «poco strategiche». Perché questa divaricazione fra «opportunità» ed «utilizzi»? 2

3 Alcune spiegazioni del passato, oggi non sono più accettabili Internet, il web e le piattaforme digitali consentono oramai qualunque forma espressiva e comunicativa. La pervasività numerica (popolazione connessa), temporale e spaziale è già elevatissima. Se i limiti non stanno nelle «forme espressive» o nella «diffusione del canale di contatto» allora cosa manca? 3

4 L efficacia del Display Advertising è indubbia Un test «definitivo» (Campagna Adv nel mercato TLC) Suddivisione in due gruppi regionali dell Italia: (profilo identico dei due target territoriali) Gruppo regionale A («senza»): campagna TV + banner (poco) Gruppo regionale B («con»): campagna Tv + banner (poco) + Video Online Metriche di impatto rilevate con tracking STP (Sinottica Tracking Pubblicità) Sul target di comunicazione, l indagine ha rilevato un contributo incrementale del Video Online alla comunicazione complessiva di: + 8,2 punti di delta incrementale (pre-post) Adv Awareness Spontanea + 8,3 punti di delta incrementale (pre-post) di citazione corretta del nome del Servizio +6,7 punti di delta incrementale (pre-post) a livello dell intenzione di sottoscrizione 4 del Servizio.

5 La carenza di fondo Nelle decisioni sulle campagne è necessario un approccio «strategico», per poter collocare il Display Advertising al centro della logica di comunicazione e non solo al contorno. Un framework di approccio che non sia troppo semplicistico. Senza una «riflessione di adeguato respiro», l efficientismo tecnologico della piattaforma online rischia di indurre solo a decisioni «automatiche», «riduttive». Che valorizzano poco le potenzialità del Display Advertising a livello di Branding. 5

6 Modi di pensare il ROI COSA HO FATTO QUANTO HO OTTENUTO Approccio deterministico (meccanicistico) STIMOLI COMPORTAMENTO DI CONSUMO ROI Approccio completo (causale) COSA STIMOLI INDIVIDUO QUANTO COMPORTAMENTO DI CONSUMO 6

7 Approccio «evoluto» al ROI Più precisamente, non si può neppure parlare semplicemente di "individuo", occorre infatti distinguere fra le sue componenti essenziali, il CHI e il COME: CHI colpisco con i miei stimoli, che tipo di persona è, quali sono le sue "strutture" culturali, le sue attitudini e abitudini, i suoi stili di vita e di consumo COME reagisce la sua mente agli stimoli, qual è il suo ricordo delle cose, la sua decodifica degli stimoli, l'immagine del brand che comunica COME MENTE COSA STIMOLI individuo QUANTO COMPORTAMENTO DI CONSUMO STRUTTURA CHI

8 Approccio «evoluto» al ROI Più precisamente, non si può neppure parlare semplicemente di "individuo", occorre infatti distinguere fra le sue componenti essenziali, il CHI e il COME: CHI colpisco con i miei stimoli, che tipo di persona è, quali sono le sue "strutture" culturali, le sue attitudini e abitudini, i suoi stili di vita e di consumo COME reagisce la sua mente agli stimoli, qual è il suo ricordo delle cose, la sua decodifica degli stimoli, l'immagine del brand che comunica COSA STIMOLI COME MENTE Inoltre è necessario considerare esplicitamente che: il «COSA» (l insieme QUANTO degli stimoli) è quasi sempre «molteplice» COMPORTAMENTO individuo le campagne infatti DI CONSUMO coinvolgono una pluralità di Media, che ritagliano in modo articolato e differenziato il target (l individuo), generando effetti differenziati (e spesso complementari). STRUTTURA CHI

9 Perché ragionare così aiuta il Display Advertising online? Tenere conto dei vari mezzi permette di spostare la riflessione sul piano del branding, che spesso è strettamente connesso alle scelte di pianificazione televisiva. Questa è un opportunità per le piattaforme online: spesso si dimostra come Internet riesca a raggiungere target specifici che la Tv non riesce a raggiungere adeguatamente. Soprattutto analizzare l individuo in profondità offre la possibilità di evidenziare i target vocazionali per il Display Advertising Online. Inoltre considerare le rappresentazioni mentali (Brand Awareness, Adv Awareness, Brand Image/Equity, ecc.) permette di: tradurre l impatto del Display Advertising nel linguaggio del «Branding» demarcare il contributo della parte di «Pianificazione Media» rispetto a quella di «Advertising» (copy/art). 9

10 Il sistema di misurazione Per «pensare» il Display Advertising a questo livello di complessità è necessario un sistema di analisi molto completo. GfK Eurisko affronta queste analisi con l ausilio di due strumenti: TSSP: Total Single Source Panel STP: Sinottica Tracking Pubblicità. COME MENTE INDIVIDUO QUANTO COMPORTAMENTO DI CONSUMO COSA STIM0LI STRUTTURA CHI 10

11 Il sistema di misurazione STP Adv Tracking COSA STIM0LI COME MENTE INDIVIDUO STRUTTURA CHI QUANTO COMPORTAMENTO DI CONSUMO 11

12 Il sistema di misurazione COME MENTE INDIVIDUO QUANTO COSA STIM0LI STRUTTURA CHI COMPORTAMENTO DI CONSUMO TSSP Total Single Source Panel 12

13 Total Single Source Panel Strumenti di ricerca indipendenti (nel passato) Sinottica + Nuovo TOTAL SINGLE SOURCE PANEL= Circa 13,000 famiglie; 30,000 persone Nuovo TOTAL SINGLE SOURCE PANEL Sinottica Barcode scan Barcode scan EMM (EuriskoMediaMonitor; 3wX3.5 mesi EMM (EuriskoMediaMonitor; 3wX3.5 mesi Web pc meter Web pc meter Web mobile meter(*) (smartp/tablet) (*)dal 4Q 2013 Web mobile meter (smartp /tablet ) 13

14 Un primo caso concreto (mercato FMCG) Elaboro una MAPPA AD HOC che unisce l analisi di tipo Sinottica con i dati di consumo del Panel Consumer GfK Eurisko e determino: Il QUANTO (in foto) = IL POSIZIONAMENTO DI VALORE (volumi=dati di Panel) HEAVY USER % di penetrazione media=5, MEDIUM USER % di penetrazione media=8, LIGHT USER % di penetrazione media=14, % VOLUMI PER QUADRANTI: Q1 14,2 Q3 13,6 Q2 42,9 Q4 29,2 TOT VOLUMI TARGET DX MAPPA: 72,1%! 14

15 Un primo caso concreto (mercato FMCG) Successivamente determino Il CHI = IL POSIZIONAMENTO SOCIO-CULTURALE (analisi socio-culturale dei quadranti e del territorio della mappa) Q1 14,2 Q3 13,6 Q2 42,9 Q4 29,2 in Sinottica descrivo i target-quadranti da tutti i punti di vista, sociodemografici, culturali, stilistici. Ne analizzo le attitudini generali e di settore di consumo, cerco di coglierne l'essenza, di capirli profondamente, di mettermi in relazione con essi decido se il posizionamento osservato è corretto, oggi e in prospettiva, o se devo cambiare qualcosa (e cosa) posizionamento ok, target di mantenimento volumi posizionamento ok, target di sviluppo frequenza 15

16 Un primo caso concreto (mercato FMCG) IL COME (in statica e in dinamica) = STP = COME E COSA PENSANO I TARGET = IL POSIZIONAMENTO MENTALE (analisi di brand awareness e brand profile; AD awareness e profile, ) Q1 14,2 Q3 13,6 Q2 42,9 Q4 29,2 BRAND PROFILE Il Brand Profile è molto basso nella parte sinistra della mappa: valori contenuti e scarsa presenza di issue di marketing. BRAND PROFILE Al contrario, il Brand profile è molto interessante nella parte destra della mappa. Il Q2 è elevato, il Q4 è molto elevato, in più sembra possedere le issue di posizionamento di marketing. Queste differenze nel profilo possono contribuire a spiegare le differenze nelle quote di volumi sviluppate da ogni quadrante. In ogni caso, per completare l analisi e arrivare ad una corretta spiegazione delle cause delle quote di volumi, dobbiamo analizzare la 16 distribuzione dei GRP s e lo spot decoding, osservati quadrante per quadrante.

17 Secondo per secondo giorno per giorno Un primo caso concreto (mercato FMCG) Capita la situazione di mercato, scelti ed approfonditi i Target, posso verificare le azioni e a certificarne i risultati: utilizzando il TSSP come un "contatore" di contatti, posso capire come si è indirizzata, rispetto ai target, la mia azione di comunicazione Input: piani media TV, WEB Calcolo IIC = Indice di Intensità di Contatto TV + WEB Output Analisi per TARGET EMM TV vs. WEB Q1 14,2 Q2 42,9 Q3 13,6 Q4 29,2 17

18 + Un primo caso concreto (mercato FMCG) Posso scegliere i Mezzi in modo ottimale e poi dedicarmi a capire COSA ho fatto in termini di comunicazione e verifico l'indirizzo dei contatti, per intensità, in relazione ai target, per totale mezzi o per singolo mezzo Q1 14,2 Q2 42,9 HIGH Contact totale mezzi: N medio contatti (IIC) =135 TARGET DI CONTATTO % + + MEDIUM Contact tot. mezzi: Q3 13,6 Q4 29,2 LOW Contact tot. mezzi: 18

19 Un primo caso concreto (mercato FMCG) Il WEB può reindirizzare efficacemente i contatti verso almeno un target importante TARGET DI CONTATTO Q1 14,2 Q3 13,6 Q2 42,9 Q4 29,2 TOTALE CONTATTATI DALLA CAMPAGNA WEB % di penetrazione media=37,4 % 19

20 Un primo caso concreto (mercato FMCG) Torno al COME il Target reagisce dal punto di vista mentale e, mettendomi in logica dinamica, verifico i cambiamenti di brand profile TOP BOX BRAND PROFILE Q1 14,2 Q3 13,6 Q2 42,9 Q4 29,2 prima TARGET Q dopo prima TARGET Q dopo

21 Un primo caso concreto (mercato FMCG) Q1 14,2 Q2 42,9 TREND DEI VOLUMI Q3 13,6 Q4 29,2 Il Target Q4 reagisce alla somma dei mezzi attivati cambiando la propria curva di comportamento, incrementando la propria performance rispetto al passato 21 e per più tempo

22 22 Un secondo caso concreto (mercato FMCG) In una seconda esperienza di analisi si è presentato un piano impegnativo: articolato su differenti mezzi e composizioni di veicoli per mezzo con, anche, la presenza di due aggregati differenti di TV, che chiameremo X e Y abbiamo quindi creato degli indici di prevalenza di esposizione, a parità di TV X. Questa (per fortuna) era una costante che si è dunque potuta tenere sotto controllo. TV X & principalmente WEB (vs TV Y) + Web TV X + TV Y TV X & principalmente TV Y (vs Web)

23 Un secondo caso concreto (mercato FMCG) Target principalmente TV Y periodo 1 periodo 2 periodo 3 periodo 4 Top of mind Target principalmente WEB periodo 1 periodo 2 periodo 3 periodo 4 Top of mind La TV Y ha, in termini di brand awareness, una performance regolare ed accentuata in relazione alla pianificazione dopo un decay da interruzione della pianificazione, alla ripresa degli investimenti la crescita del TOM è particolarmente visibile e significativa Il Web aveva raggiunto, a pari periodo iniziale, una baseline di TOM più alta della TV Y tuttavia la perdita, a partire da settembre, è molto importante si noti che lo spending è rimasto invariato, lo stesso dicasi per i contenuti della comunicazione quello che è cambiato radicalmente, proprio in coincidenza del crollo dell'indicatore, è il mix di veicoli WEB utilizzato 23

24 Un secondo caso concreto (mercato FMCG) 26.0% 24.0% 22.0% 20.0% 18.0% 16.0% 14.0% Punto di flesso negativo per WEB: cambio del mix di siti 22.0% 18.9% 18.4% 22.3% Penetrazione della Penetration Marca Y per Brand la Categoria Y per Category X X 25.1% Punto di flesso positivo per TV Y, che riparte 21.2% 23.6% 22.2% Fine della Fine della comunicazione comunicazione su su TV Y Minor TV 21.6% 19.1% 20.4% 17.8% 18.4% 18.4% 20.9% 19.3% 12.0% PRINCIPALMENTE TV Y PRINCIPALMENTE WEB 10.0% Quarter end. August Quarter end. September Quarter end. October Quarter end. November Quarter end. December Quarter end. January Quarter end. February Quarter end. March 24

25 Un terzo caso concreto (mercato FMCG) TOTALE TV: 12.9 mio, cont. medi: 5.5 Raccoglie il 62.6% della usership del segmento y Dati per BRAND X: Il totale TV raccoglie il 69% della usership Raccoglie il 49.2% del volume TOTALE RADIO: 10.2 mio, cont. medi: 3.3 Raccoglie il 54.0% della usership del segmento y Dati per BRAND X: Il totale RADIO raccoglie il 48.2% della usership Raccoglie il 37.2% del volume Contatti: Media 13,3 (intervallo: 8-18) Alto contattati 22,5 (13-32) Basso contattati 5,0 (3-7) TOTALE INTERNET: 6.6 mio, cont. medi: 27 Raccoglie il 31.1% della usership del segmento y Dati per BRAND X: Il totale INTERNET. raccoglie il 27.3% della usership Raccoglie il 24.2% del volume 25

26 Un terzo caso concreto (mercato FMCG) Solo TV 6.3 mio Solo Radio 3.0 mio Raccoglie il 26.9% della usership del segmento y 15.3% della usership del segmento y Dati per BRAND X: Il solo TV raccoglie il 28.9% della usership Raccoglie il 21.2% dei volumi 12.6% Contatti = 8,1 14.5% Contatti = 1,9 BRAND X: 13.7% della usership 13.9% dei volumi Solo TV % vs Univ Esposti = 30.8% Contatti = 4,7 4.2% Contatti = 43,4 5.1% Cont. = 23,4 Analisi delle variazioni della quota di consumo del Brand X presso i singoli segmenti di esposizione mediale. 14.3% Contatti = % Contatti = 30,4 Solo Internet 2.9 mio 14.1% delle users del segmento y BRAND X: 15.1% delle users 12.9% dei volumi 26

27 Un terzo caso concreto (mercato FMCG) Questa esperienza di analisi è stata particolarmente interessante perché: Solo TV 6.3 mio Raccoglie il 26.9% della usership del segmento y dopo alcuni mesi le analisi dell impatto dell Adv sui Consumi hanno dimostrato che sul segmento Internet (in particolare solo Internet) non vi erano guadagni di quota Dati per BRAND X: Il solo TV raccoglie il 28.9% della usership Raccoglie il 21.2% dei volumi 14.3% Contatti = % Contatti = 1,9 questo ha permesso all Azienda 12.6% di ammettere al Contatti = 8,1 proprio interno che le scelte di Solo TV % vs Univ Comunicazione/Pianificazione su Internet erano Esposti = 30.8% state condotte Contatti = in 4,7 modo «residuale» 4.2% e forse un po «estemporaneo» Contatti = 43,4 la nuova consapevolezza ha consentito 5.1% all Azienda di affrontare Cont. le = successive 23,4 scelte di Display Advertising Online in modo più consapevole e convinto 8.5% Contatti = 30,4 e dopo alcuni mesi sono emersi effetti positivi in termini di guadagno di quota. Solo Radio 3.0 mio 15.3% della usership del segmento y BRAND X: 13.7% della usership 13.9% dei volumi Solo Internet 2.9 mio 14.1% delle users del segmento y BRAND X: 15.1% delle users 12.9% dei volumi 27

28 Fare Branding Online è una missione possibile e premiante! In fondo basta ricordare che: Le decisioni che prendiamo dipendono da «come pensiamo» la Realtà. «Come pensiamo» dipende da «ciò che percepiamo». «Ciò che percepiamo» dipende dai nostri «strumenti di misurazione». «Non c è nulla di più pratico di una buona teoria». «Esperienza è il nome che diamo ai nostri errori». 28

GfK Eurisko. Campagna pubblicitaria Lotto. Impact Test in central location (Stazione Roma Termini e Milano Centrale)

GfK Eurisko. Campagna pubblicitaria Lotto. Impact Test in central location (Stazione Roma Termini e Milano Centrale) GfK Group GfK Eurisko Impact Test Grandi Stazioni Lotto 21708 Impact Test in central location (Stazione Roma Termini e Milano Centrale) Campagna pubblicitaria Lotto GfK Eurisko Premessa 1 In occasione

Dettagli

Come realizzare campagne di branding online attraverso le nuove piattaforme di marketing digitale e aumentare la visibilità del tuo brand

Come realizzare campagne di branding online attraverso le nuove piattaforme di marketing digitale e aumentare la visibilità del tuo brand Come realizzare campagne di branding online attraverso le nuove piattaforme di marketing digitale e aumentare la visibilità del tuo brand Crea sempre contenuti di valore per i tuoi clienti Promozioni,

Dettagli

Obiettivi Generali COS È

Obiettivi Generali COS È Obiettivi Generali COS È Una tecnologia attraverso la quale è possibile fare simulazioni di scenario per comprendere meglio le scelte di marketing e comunicazione. PERCHÈ La progressiva complessità di

Dettagli

IMPACT TEST IN CENTRAL LOCATION. CAMPAGNA PUBBLICITARIA HYPNOSE e HYPNOSE HOMME DI LANCÔME

IMPACT TEST IN CENTRAL LOCATION. CAMPAGNA PUBBLICITARIA HYPNOSE e HYPNOSE HOMME DI LANCÔME IMPACT TEST IN CENTRAL LOCATION Roma Stazione Termini CAMPAGNA PUBBLICITARIA HYPNOSE e HYPNOSE HOMME DI LANCÔME - PRESENTAZIONE DEI RISULTATI - (Milano, febbraio 2008) Indagine n 21.131 1 METODOLOGIA E

Dettagli

ALICE -DAILYMOTION VIDEO

ALICE -DAILYMOTION VIDEO ALICE -DAILYMOTION VIDEO Le nuove dinamiche di cambiamento del Web 2.0 Le nuove potenzialità di internet convergono verso: Il social networking; Il word of mouth on line quale strumento di comunicazione

Dettagli

Parte V Pianificazione, organizzazione e controllo delle attività di comunicazione

Parte V Pianificazione, organizzazione e controllo delle attività di comunicazione Parte V Pianificazione, organizzazione e controllo delle attività di comunicazione Corso di Comunicazione d Impresa - A.A. 2011-2012 Prof. Fabio Forlani - fabio.forlani@uniurb.it Cap. 23 Le competenze

Dettagli

Il flusso di lavoro in un agenzia media

Il flusso di lavoro in un agenzia media Il flusso di lavoro in un agenzia media Il flusso di lavoro in un agenzia media Il Brief del Cliente Il planning strategico Analisi della concorrenza Analisi e costruzione del target Gli obiettivi di comunicazione

Dettagli

Multicanalità e Sharing Economy: partiamo dal Consumatore

Multicanalità e Sharing Economy: partiamo dal Consumatore Multicanalità e Sharing Economy: partiamo dal Consumatore Edmondo Lucchi Seminario GfK Eurisko Milano, 19 novembre 2014 GfK Eurisko Alcune riflessioni (fondate su dati empirici) Perché la Multicanalità?

Dettagli

COME GESTIRE UN BLOG AZIENDALE

COME GESTIRE UN BLOG AZIENDALE Registro 10 COME GESTIRE UN BLOG AZIENDALE Consigli per comunicare con efficacia TIPS&TRICKS DI RICCARDO SCANDELLARI INDEX 3 5 9 13 Introduzione Blog aziendale: a chi serve e perché Come usare efficacemente

Dettagli

Tecnologia & Innovazione come facilitatori per la SOLIDARIETÀ

Tecnologia & Innovazione come facilitatori per la SOLIDARIETÀ Tecnologia & Innovazione come facilitatori per la SOLIDARIETÀ Dott. Paolo Anselmi Vice Presidente GfK Eurisko Roma, 6 Novembre 2014 Obiettivi & Fonti dei risultati visione di scenario sul trend e sulle

Dettagli

La Campagna di informazione e comunicazione: ideazione, monitoraggio e valutazione. Davide Bergamini Roma 24 giugno 2015

La Campagna di informazione e comunicazione: ideazione, monitoraggio e valutazione. Davide Bergamini Roma 24 giugno 2015 La Campagna di informazione e comunicazione: ideazione, monitoraggio e valutazione Davide Bergamini Roma 24 giugno 2015 GLI ATTORI DELLA COMUNICAZIONE 1 MEDIA MODERNI, CONTEMPORANEI E UGC: il bombardamento

Dettagli

Il Piano di comunicazione

Il Piano di comunicazione Il Piano di comunicazione 23 lezione 11 novembre 2011 Cosa è un piano di comunicazione Il piano di comunicazione è uno strumento utilizzato da un organizzazione per programmare le proprie azioni di comunicazione

Dettagli

Heineken, entertaining the audience.

Heineken, entertaining the audience. Customer case study / Food and Beverages Heineken, entertaining the audience. La diffusione virale del video Heineken Made to Entertain nelle pagine personali di Windows Live Messenger, Windows Live Hotmail

Dettagli

MISURAZIONE RISULTATI CAMPAGNA

MISURAZIONE RISULTATI CAMPAGNA Teoria e Tecnica della Comunicazione Pubblicitaria Stella Romagnoli 1 MISURAZIONE RISULTATI CAMPAGNA Lezione 9 Misurazione dei risultati I risultati della pubblicità vanno misurati sulla base degli obiettivi

Dettagli

WEB MARKETING MIX BROCHURE TECNICA

WEB MARKETING MIX BROCHURE TECNICA WEB MARKETING MIX BROCHURE TECNICA ZIMMERMANNUNDKOLL.IT PAG. 1 DI 8 INDICE INTRODUZIONE AL WEB MARKETING MIX PAG. 03 LE FASI CHIAVE PAG. 04 RISCHIO DI INVESTIMENTO PAG. 05 DETTAGLIO SERVIZI PAG. 07 BUDGET

Dettagli

PUBBLICITA ON LINE SEMPRE PIU ESPERIENZIALE - Un modello interpretativo delle tendenze più evolute della comunicazione d impresa on line.

PUBBLICITA ON LINE SEMPRE PIU ESPERIENZIALE - Un modello interpretativo delle tendenze più evolute della comunicazione d impresa on line. PUBBLICITA ON LINE SEMPRE PIU ESPERIENZIALE - Un modello interpretativo delle tendenze più evolute della comunicazione d impresa on line. Introduzione Gli investimenti pubblicitari delle aziende si stanno

Dettagli

Alberto Dal Sasso Advertising Information Services Business Director Nielsen Italia

Alberto Dal Sasso Advertising Information Services Business Director Nielsen Italia Data round table Michele Marzan Vice Presidente IAB Italia Alberto Dal Sasso Information Services Business Director Nielsen Italia Marta Valsecchi Responsabile della Ricerca dell'osservatorio New Media

Dettagli

25.05 INTERNET E NOI

25.05 INTERNET E NOI 25.05 INTERNET E NOI 1 1 INTERNET E GLI ITALIANI INTERNET E L ADVERTISING INTERNET E GLI ITALIANI Le fonti AW Trends è il report trimestrale sui dati sintetici della Ricerca di Base sulla diffusione dell'online

Dettagli

Workshop Nielsen. TV+Web: l'analisi dell'audience cross-mediale

Workshop Nielsen. TV+Web: l'analisi dell'audience cross-mediale Comunicazione pubblicitaria ed effetto Social : nuove prospettive per l analisi del ROI Workshop Nielsen 13 Ottobre 2011 ore 12.00 TV+Web: l'analisi dell'audience cross-mediale 12-13 Ottobre 2011 Internet:

Dettagli

SURF. La rivoluzione digitale: il ruolo del web nelle campagne di comunicazione sociale ELENA ZANELLA

SURF. La rivoluzione digitale: il ruolo del web nelle campagne di comunicazione sociale ELENA ZANELLA + ELENA ZANELLA La rivoluzione digitale: il ruolo del web nelle campagne di comunicazione sociale COMUNICARE PER CRESCERE PUBBLICITA PROGRESSO FONDAZIONE CARIPLO, 15 APRILE 2015 SURF STARTUPUNITÀRACCOLTAFONDI

Dettagli

Osservatorio AISM Marketing B2B

Osservatorio AISM Marketing B2B Osservatorio AISM Marketing B2B in Italia 2014 8 Fonte Elaborazione ANES su dati AISM e 2014 Executive Summary 2 8 L Osservatorio AISM censisce ogni anno le abitudini di spesa dei marketer B2B in Italia

Dettagli

valoriali. I VALORI DEI BRAND ( E DELLE PERSONE)

valoriali. I VALORI DEI BRAND ( E DELLE PERSONE) VALUE PLANNING VALUE PLANNING I valori sono i tratti che identificano la personalità dei brand aziendali e delle persone, ma sono anche codici che consentono di attivare una comunicazione: non comprendo

Dettagli

Mobile Internet: il punto di vista del consumatore

Mobile Internet: il punto di vista del consumatore www.osservatori.net Mobile Internet: il punto di vista del consumatore Gennaio 2011 L impianto della ricerca DOXA Settembre 2010 STEP 1 Ottobre 2010 STEP 2 Indagine CAWI (panel Doxa) questionario via Web

Dettagli

Il consumatore italiano e la multicanalità: scene da un matrimonio? Cetti Galante, The Nielsen Company

Il consumatore italiano e la multicanalità: scene da un matrimonio? Cetti Galante, The Nielsen Company Il consumatore italiano e la multicanalità: scene da un matrimonio? Cetti Galante, The Nielsen Company La relazione cliente azienda: tanti strumenti, tanti spartiti... rumore o sinfonia? 2007 2008 2009

Dettagli

Corso Youtube. Il video marketing con Youtube per aumentare la visibilità del brand

Corso Youtube. Il video marketing con Youtube per aumentare la visibilità del brand Corso Youtube Il video marketing con Youtube per aumentare la visibilità del brand Argomenti del corso di Youtube Fare video marketing con Youtube Tipi di video contenuti per Youtube Creazione di un account

Dettagli

L alba del consumatore Hyper Reloaded

L alba del consumatore Hyper Reloaded L alba del consumatore Hyper Reloaded Christian Centonze, Nielsen Sponsor L osservatorio nasce nel 2007 per rispondere a due domande I. La diffusione delle tecnologie digitali ha un impatto reale sul processo

Dettagli

Oggetto: MASTER DI ALTA FORMAZIONE PROFESSIONALE IN RESPONSABILE ED ADDETTO UFFICIO STAMPA PARTECIPAZIONE GRATUITA-

Oggetto: MASTER DI ALTA FORMAZIONE PROFESSIONALE IN RESPONSABILE ED ADDETTO UFFICIO STAMPA PARTECIPAZIONE GRATUITA- Oggetto: MASTER DI ALTA FORMAZIONE PROFESSIONALE IN RESPONSABILE ED ADDETTO UFFICIO STAMPA PARTECIPAZIONE GRATUITA- La Salerno Formazione, società operante nel settore della didattica, della formazione

Dettagli

SOCIAL MEDIA MARKETING 2.0 BUZZ MARKETING NEI SOCIAL MEDIA

SOCIAL MEDIA MARKETING 2.0 BUZZ MARKETING NEI SOCIAL MEDIA SOCIAL MEDIA MARKETING 2.0 BUZZ MARKETING NEI SOCIAL MEDIA info@nonickname.it 02 INDICE 1. CRESCONO I CONSUMATORI MULTICANALE 2. NUOVE STRATEGIE AZIENDALI 3. SOCIAL MEDIA MARKETING PER LE AZIENDE 4. L

Dettagli

Italia: Imprese e Futuro Giugno 2010

Italia: Imprese e Futuro Giugno 2010 Giugno 2010 Premessa L obiettivo dell indagine è stato quello di registrare il sentire delle Aziende Italiane rispetto alla situazione economica attuale e soprattutto quali sono le aspettative per gli

Dettagli

Il processo di acquisto tra digitale e fisico. GfK Milano, Giugno 2016 - Edmondo Lucchi

Il processo di acquisto tra digitale e fisico. GfK Milano, Giugno 2016 - Edmondo Lucchi Il processo di acquisto tra digitale e fisico GfK Milano, Giugno 2016 - Edmondo Lucchi Obiettivi Cogliere le logiche che governano l acquisto nel punto vendita fisico, rispetto a quello nel punto vendita

Dettagli

PERCORSO CAF EDUCATION

PERCORSO CAF EDUCATION PERCORSO CAF EDUCATION FEEDBACK REPORT INTEGRATO RAV-PDM CODICE MECCANOGRAFICO MEIC851001 SCUOLA IC SALVO D ACQUISTO MESSINA AMBITO DI AV DELLA SCUOLA* (X ) COMPLETO - ( ) PARZIALE GENNAIO 2014 1 PARTE

Dettagli

MARKETING LOW COST di Cristina Mariani

MARKETING LOW COST di Cristina Mariani Indice Introduzione Ringraziamenti 1. Come effettuare un analisi di mercato low cost 1. Ricerca di mercato low cost 1.1. Ricerca formale 1.2. Ricerca informale 2. Segmentare un mercato in evoluzione 2.1.

Dettagli

Comunicazione e Marketing Organizzazione Aziendale. Industria & ICT Energia Consumer Hi-Tech Cosmesi Turismo & Benessere

Comunicazione e Marketing Organizzazione Aziendale. Industria & ICT Energia Consumer Hi-Tech Cosmesi Turismo & Benessere Comunicazione e Marketing Organizzazione Aziendale Industria & ICT Energia Consumer Hi-Tech Cosmesi Turismo & Benessere MultiPiani si occupa dal 1994 di Comunicazione e Marketing strategico, rivolgendosi

Dettagli

GfK Group La multimedialità in Italia 2012. La multimedialità in Italia Risultati indagine Eurisko Media Monitor 2011

GfK Group La multimedialità in Italia 2012. La multimedialità in Italia Risultati indagine Eurisko Media Monitor 2011 GfK Group La multimedialità in Italia 2012 La multimedialità in Italia Risultati indagine Eurisko Media Monitor 2011 Agenda Premessa Alcune considerazioni metodologiche preliminari Trend della multimedialità

Dettagli

L Area Marketing di SDA Bocconi, in collaborazione con SAP Italia, ha realizzato uno studio su Il futuro secondo i Direttori Marketing.

L Area Marketing di SDA Bocconi, in collaborazione con SAP Italia, ha realizzato uno studio su Il futuro secondo i Direttori Marketing. PREMESSA L Area Marketing di SDA Bocconi, in collaborazione con SAP Italia, ha realizzato uno studio su Il futuro secondo i Direttori Marketing. L analisi, che ha coinvolto 122 direttori marketing di imprese

Dettagli

IL BUDGET PUBBLICITARIO SILVIA LEGNANI

IL BUDGET PUBBLICITARIO SILVIA LEGNANI SILVIA LEGNANI IL BUDGET! È un programma di spesa, riferito ad un periodo di tempo stabilito.! Le voci che compongono il budget riguardano tutti i settori dell azienda.! IL BUDGET PUBBLICITARIO! È il programma

Dettagli

CRIF DECISION SOLUTIONS - EURISKO OSSERVATORIO SULLE CARTE DI CREDITO

CRIF DECISION SOLUTIONS - EURISKO OSSERVATORIO SULLE CARTE DI CREDITO CRIF DECISION SOLUTIONS - EURISKO OSSERVATORIO SULLE CARTE DI CREDITO Settembre 2003 INDICE PRESENTAZIONE DELL'OSSERVATORIO...pag. 1 EXECUTIVE SUMMARY... 3 Capitolo 1 STATO ED EVOLUZIONE DEL MERCATO...7

Dettagli

Le evidenze dell analisi del patrimonio informativo di EURISC Il Sistema di Informazioni Creditizie di CRIF

Le evidenze dell analisi del patrimonio informativo di EURISC Il Sistema di Informazioni Creditizie di CRIF Barometro CRIF della domanda di credito da parte delle famiglie: a ottobre ancora vivace la domanda di mutui (+42,5%) e prestiti finalizzati (+17,8%). In controtendenza, si consolida la flessione dei prestiti

Dettagli

INSIDER VIEW OF VIRAL MARKETING Approcci di Ricerca Qualitativi e Quantitativi per lo studio del Passaparola Online

INSIDER VIEW OF VIRAL MARKETING Approcci di Ricerca Qualitativi e Quantitativi per lo studio del Passaparola Online Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano Facoltà di Psicologia Corso di laurea in Psicologia delle Organizzazioni e del Marketing INSIDER VIEW OF VIRAL MARKETING Approcci di Ricerca Qualitativi e Quantitativi

Dettagli

Come cambia il consumatore : riflessioni sulle relazione fra stakeholders ed il mercato. GfK Eurisko Milano, Febbraio 2014

Come cambia il consumatore : riflessioni sulle relazione fra stakeholders ed il mercato. GfK Eurisko Milano, Febbraio 2014 Fornezza Come cambia il consumatore : riflessioni sulle relazione fra stakeholders ed il mercato GfK Eurisko Milano, Febbraio 2014 1 01 Lo scenario 2 Il Paese, tra luci e ombre, elabora linguaggi, toni

Dettagli

Programmazione o impulso? Come cambia il comportamento d acquisto in tempo di crisi

Programmazione o impulso? Come cambia il comportamento d acquisto in tempo di crisi Programmazione o impulso? Come cambia il comportamento d acquisto in tempo di crisi Maria Grazia Cardinali Crescere con la Fedeltà in Tempo di Crisi 25 ottobre 2013 COME CAMBIA IL COMPORTAMENTO D ACQUISTO

Dettagli

MENU SERVIZI. marketing esperienziale

MENU SERVIZI. marketing esperienziale MENU SERVIZI marketing esperienziale Le ultime tendenze e studi nel mondo del marketing e della comunie hanno decretati una sempre maggiore diffusione del Marketing Esperienziale. Un esperienza ricca di

Dettagli

ECONOMY WEB SITI RESPONSIVE CREAZIONE SITI WEB VIDEO MARKETING GRAFICA PUBBLICITARIA E-COMMERCE

ECONOMY WEB SITI RESPONSIVE CREAZIONE SITI WEB VIDEO MARKETING GRAFICA PUBBLICITARIA E-COMMERCE ECONOMY WEB CREAZIONE SITI WEB VIDEO MARKETING SITI RESPONSIVE GRAFICA PUBBLICITARIA E-COMMERCE PRESENTAZIONE DELL AGENZIA CHI SIAMO La nostra passione é creare, inventare, stupire e dare emozioni attraverso

Dettagli

Parte IV Il communication mix

Parte IV Il communication mix Parte IV Il communication mix Cap.11 Advertising Corso di Comunicazione d Impresa - A.A. 2012-2013 Prof. Fabio Forlani - fabio.forlani@uniurb.it Cos è la pubblicità Storicamente rappresenta l industrializzazione

Dettagli

Mi chiamo Stefania Moretti e rappresento l Azienda AUDIO VIDEO ITALIANA, fondata nel 1972 da Vittorio Moretti.

Mi chiamo Stefania Moretti e rappresento l Azienda AUDIO VIDEO ITALIANA, fondata nel 1972 da Vittorio Moretti. Mi chiamo Stefania Moretti e rappresento l Azienda AUDIO VIDEO ITALIANA, fondata nel 1972 da Vittorio Moretti. La mia Azienda si occupa, sin dall anno di fondazione, di Produzione Cinematografica e Video,

Dettagli

Nielsen Economic and Media Outlook

Nielsen Economic and Media Outlook Nielsen Economic and Media Outlook Giugno 2011 I CONTENUTI DI QUESTA EDIZIONE Scenario macroeconomico Tendenze nel mondo dei media Andamento dell advertising in Italia e nel mondo I contenuti di questa

Dettagli

MEETING FORMATIVO GIOVANI IMPRENDITORI 30 NOVEMBRE 1 DICEMBRE 2013 ALESSANDRIA

MEETING FORMATIVO GIOVANI IMPRENDITORI 30 NOVEMBRE 1 DICEMBRE 2013 ALESSANDRIA MEETING FORMATIVO GIOVANI IMPRENDITORI 30 NOVEMBRE 1 DICEMBRE 2013 ALESSANDRIA Il contesto di riferimento verso cui muove l incontro formativo parte dall assunto che il Web è un acceleratore di visibilità

Dettagli

Distretti sul web Costruiamo il futuro delle imprese italiane

Distretti sul web Costruiamo il futuro delle imprese italiane Distretti sul web Costruiamo il futuro delle imprese italiane con il patrocinio del Ministero dello Sviluppo Economico Rilanciare il business tramite internet e information technology Fermo 15 novembre

Dettagli

1. Balanced Scorecard 2. Controllo di Gestione 3. Compensation Management 4. Marketing 5. Internazionalizzazione

1. Balanced Scorecard 2. Controllo di Gestione 3. Compensation Management 4. Marketing 5. Internazionalizzazione CORSI DI FORMAZIONE PROJECT GROUP AREA STRATEGIA 1. Balanced Scorecard 2. Controllo di Gestione 3. Compensation Management 4. Marketing 5. Internazionalizzazione Balanced Scorecard 1 giorno Significato

Dettagli

Analisi sullo strumento direct per eccellenza. Email Marketing Check up

Analisi sullo strumento direct per eccellenza. Email Marketing Check up Analisi sullo strumento direct per eccellenza Email Marketing Check up Workshop 26 Novembre 2014 26 Novembre 2014, Iab Forum, Milano Agenda Workshop Email Marketing Check up Analisi sullo strumento direct

Dettagli

Come Creare un Guadagno Extra nel 2013

Come Creare un Guadagno Extra nel 2013 Come Creare un Guadagno Extra nel 2013 Tempo di lettura: 5 minuti Marco Zamboni 1 Chi sono e cos è questo Report Mi presento, mi chiamo Marco Zamboni e sono un imprenditore di Verona, nel mio lavoro principale

Dettagli

Case history Miss Broadway

Case history Miss Broadway E giunto il momento per i brand di non preoccuparsi più dei social media, ma solo di goderne i benefici. Case history Miss Broadway Paglieri Sell System Miss Broadway http://www.missbroadway.it/ http://www.facebook.com/miss.broadway.makeup

Dettagli

Da oggetto della comunicazione di massa a protagonisti della produzione di contenuti La nuova certificazione ECDL Multimedia

Da oggetto della comunicazione di massa a protagonisti della produzione di contenuti La nuova certificazione ECDL Multimedia Da oggetto della comunicazione di massa a protagonisti della produzione di contenuti La nuova certificazione ECDL Multimedia Pier Paolo Maggi, Gianmario Re Sarto AICA pierpaolomaggi@aicanet.it - g.resarto@aicanet.it

Dettagli

WEB MARKETING 2.0. La nuova proposta di implementazione di un progetto Marketing 2.0

WEB MARKETING 2.0. La nuova proposta di implementazione di un progetto Marketing 2.0 WEB MARKETING 2.0 La nuova proposta di implementazione di un progetto Marketing 2.0 È un stato di evoluzione del Web, caratterizzato da strumenti e piattaforme che enfatizzano la collaborazione e la condivisione

Dettagli

Dare valore agli investimenti di marketing su Internet

Dare valore agli investimenti di marketing su Internet Dare valore agli investimenti di marketing su Internet Moca Interactive Srl Sede di Treviso: Via Santa Bona Nuova, 4 Sede di Trento: BIC Pieve di Bono Fraz. Strada, 16 Tel. 0422-548387 Net-Fax: 06-91275368

Dettagli

Conoscere il target di comunicazione

Conoscere il target di comunicazione 2 Lezione 2 Conoscere il target di comunicazione Il target della comunicazione 3 Il target della comunicazione NON è la stessa cosa del target di marketing Quindi andremo a conoscerlo in modo diverso.

Dettagli

(All) Digital Monitor

(All) Digital Monitor (All) Digital Monitor 1 Trend TV Digitale Il rilevamento del Digital Monitor effettuato fra Febbraio e Marzo del 2013 fotografa una fase ormai matura della digitalizzazione televisiva, con le ultime tappe

Dettagli

Comunicazione di massa

Comunicazione di massa Persuadere per prevenire: tecniche di comunicazione nelle campagne di prevenzione. Fiorenzo Ranieri 1 Le campagne di prevenzione in Italia sono fortemente condizionate dalla impostazione legislativa. Le

Dettagli

parlargli con che mezzo con quale intensità

parlargli con che mezzo con quale intensità 4.2.3 Il Piano di Il piano di integra le diverse attività di con l'obiettivo della soddisfazione del cliente Il tipo di pubblico da raggiungere con la determina contenuto e medium del messaggio Per una

Dettagli

I CLIENTI VALUTANO IL LAVORO DEGLI PSICOLOGI: PROSPETTIVE PROFESSIONALI ED ORGANIZZATIVE

I CLIENTI VALUTANO IL LAVORO DEGLI PSICOLOGI: PROSPETTIVE PROFESSIONALI ED ORGANIZZATIVE I CLIENTI VALUTANO IL LAVORO DEGLI PSICOLOGI: PROSPETTIVE PROFESSIONALI ED ORGANIZZATIVE Metodologia e risultati della ricerca 22 ottobre 2009 Achille Orsenigo 1 Premesse sul valore del lavoro Non è facile

Dettagli

Monitor semestrale Internet in Italia. I semestre 2012

Monitor semestrale Internet in Italia. I semestre 2012 Monitor semestrale Internet in Italia I semestre 2012 Luglio 2012 Indice Premessa Pag. 2 Sintesi Pag. 3 Le dimensioni complessive del mercato Pag. 6 L offerta e l audience di Rai Pag. 11 Rai nel contesto

Dettagli

Tecnico Superiore per la filiera delle nuove produzioni vegetali e florovivaistiche

Tecnico Superiore per la filiera delle nuove produzioni vegetali e florovivaistiche Fondazione Minoprio - corso ITS Tecnico Superiore per la filiera delle nuove produzioni vegetali e florovivaistiche I social media Facebook La maggior parte dei proprietari di piccole aziende hanno dichiarato

Dettagli

Stampa + digitale = media al cubo. Laura Penitenti Direttore divisione multimediale femminili RCS Periodici

Stampa + digitale = media al cubo. Laura Penitenti Direttore divisione multimediale femminili RCS Periodici Stampa + digitale = media al cubo Laura Penitenti Direttore divisione multimediale femminili RCS Periodici Il consumatore è cambiato È SEMPRE PIÙ SELETTIVO E INFEDELE ALLA MARCA SFUGGE AI TARGET INFLUENZA

Dettagli

Risultati indagine: Le aziende e la mobilità sostenibile

Risultati indagine: Le aziende e la mobilità sostenibile Risultati indagine: Le aziende e la mobilità sostenibile Cisalpina Research è il centro studi creato da Cisalpina Tours per rilevare dati e tendenze, opportunità e sfide del mercato dei viaggi d affari.

Dettagli

Presentazione della ricerca AZIENDE ITALIANE E SOCIAL MEDIA EDIZIONE 2013. Spazio Eventi Mondadori Multicenter Milano, 20 Febbraio 2013

Presentazione della ricerca AZIENDE ITALIANE E SOCIAL MEDIA EDIZIONE 2013. Spazio Eventi Mondadori Multicenter Milano, 20 Febbraio 2013 Presentazione della ricerca AZIENDE ITALIANE E SOCIAL MEDIA EDIZIONE 2013 Spazio Eventi Mondadori Multicenter Milano, 20 Febbraio 2013 INDAGINE Introduzione: obiettivi

Dettagli

Il rapporto esistente fra le aziende marketing oriented e la comunicazione digitale

Il rapporto esistente fra le aziende marketing oriented e la comunicazione digitale Il rapporto esistente fra le aziende marketing oriented e la comunicazione digitale 8 Aprile 2011 8 Giornata della Comunicazione Azioni per migliorare la comunicazione digitale 2 Nel corso dell ultimo

Dettagli

Ilaria Zampori Managing Director QUISMA. Individual Conversion Attribution: tutti i segreti per l allocazione ottimale del budget

Ilaria Zampori Managing Director QUISMA. Individual Conversion Attribution: tutti i segreti per l allocazione ottimale del budget Ilaria Zampori Managing Director QUISMA Individual Conversion Attribution: tutti i segreti per l allocazione ottimale del budget Agenda Il sistema di assegnazione dei risultati Il Customer Journey I diversi

Dettagli

01 ABOUT 02 MISSION 03 DIRECT EMAIL MARKETING 04 DISPLAY ADVERTISING 05 SOCIAL MEDIA MARKETING 06 WEB DESIGN 07 SEO 08 IT CONSULTING 09 CONCLUSIONI

01 ABOUT 02 MISSION 03 DIRECT EMAIL MARKETING 04 DISPLAY ADVERTISING 05 SOCIAL MEDIA MARKETING 06 WEB DESIGN 07 SEO 08 IT CONSULTING 09 CONCLUSIONI 01 ABOUT 02 MISSION 03 DIRECT EMAIL MARKETING 04 DISPLAY ADVERTISING 05 SOCIAL MEDIA MARKETING 06 WEB DESIGN 07 SEO 08 IT CONSULTING 09 CONCLUSIONI 10 CONTATTI 01 ABOUT Il Network di GruppoFacile GruppoFacile

Dettagli

Ente Bilaterale del Terziario di Genova e provincia

Ente Bilaterale del Terziario di Genova e provincia Fondo Interprofessionale FOR.TE. Piano Formativo PIT STOP Relazione Finale 1. Dati identificativi del Piano Piano Formativo: Codice RUP: Natura del piano: Settore: Presentatore: Attuatore: Supporto: Durata

Dettagli

Il più grande assortimento di prodotti per la famiglia che cresce

Il più grande assortimento di prodotti per la famiglia che cresce Il più grande assortimento di prodotti per la famiglia che cresce GIOCO EDUCATIONAL ARIA APERTA VIDEO & GAMES PRIMA INFANZIA CURA BIMBO KIDS. GENERAZIONE 0-12 MILANO, 14-15 15 MAGGIO 2010 Giochi Preziosi

Dettagli

Analizzare e gestire CAMBIAMENTO. tramite lo strumento e la metodologia

Analizzare e gestire CAMBIAMENTO. tramite lo strumento e la metodologia Analizzare e gestire il CAMBIAMENTO tramite lo strumento e la metodologia LA GESTIONE DEL CAMBIAMENTO Le aziende sono sempre più di frequente poste di fronte al cambiamento. Oggi ai manager si richiede

Dettagli

tra la pubblicità online e il ROI

tra la pubblicità online e il ROI Una chiara tra la pubblicità online e il ROI Analisi dell impatto della pubblicità online nel media mix delle società di telecomunicazioni Greg Forbes, Research Manager, Microsoft Advertising Una chiara

Dettagli

ACQUISIZIONE DI NUOVI CLIENTI E CANALE DIGITALE: LA SFIDA DEL MARKETING B2B E' IL CUSTOMER ENGAGEMENT

ACQUISIZIONE DI NUOVI CLIENTI E CANALE DIGITALE: LA SFIDA DEL MARKETING B2B E' IL CUSTOMER ENGAGEMENT I risultati dell'osservatorio sul Marketing B2B realizzato da CRIBIS D&B con la collaborazione di AISM. ACQUISIZIONE DI NUOVI CLIENTI E CANALE DIGITALE: LA SFIDA DEL MARKETING B2B E' IL CUSTOMER ENGAGEMENT

Dettagli

Le fasi del lavoro. sede: via Luzzatti, 15 47813 Igea Marina Tel. 0541 341642 zaffiria@comune.bellaria-igea-marina.rn.it - www.zaffiria.

Le fasi del lavoro. sede: via Luzzatti, 15 47813 Igea Marina Tel. 0541 341642 zaffiria@comune.bellaria-igea-marina.rn.it - www.zaffiria. Scuola Secondaria Pazzini Villa Verucchio Per l anno scolastico 2011 la scuola secondaria Pazzini di Villa Verucchio ha scelto per la classe I F il laboratorio Adolescenza a fumetti, per le classi II H,

Dettagli

Catalogo formativo Anno 2012-2013

Catalogo formativo Anno 2012-2013 Catalogo formativo Anno 2012-2013 www.kaleidoscomunicazione.it marketing & innovazione >> Email Marketing >> L email è ad oggi lo strumento di comunicazione più diffuso tra azienda e cliente e dunque anche

Dettagli

COMUNITÀ DI PRATICA. i loro membri condividono modalità di AZIONE E INTERPRETAZIONE della realtà

COMUNITÀ DI PRATICA. i loro membri condividono modalità di AZIONE E INTERPRETAZIONE della realtà Comunità di pratica e reti professionali di Massimo Tomassini Vorrei ringraziare per questo invito. Sono molto lieto di essere in questa sala in cui sono stato circa quattro anni fa, presentando con altri

Dettagli

Le idee per il tuo futuro: un business possibile!

Le idee per il tuo futuro: un business possibile! Le idee per il tuo futuro: un business possibile! Antonio Usai ausai@uniss.it Marketing strategico e sviluppo nuovi prodotti Dipartimenti di scienze economiche e aziendali Università degli Studi di Sassari

Dettagli

PROMUOVERSI MEDIANTE INTERNET di Riccardo Polesel. 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15

PROMUOVERSI MEDIANTE INTERNET di Riccardo Polesel. 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15 Indice Introduzione pag. 9 Ringraziamenti» 13 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15 1. I contenuti curati, interessanti e utili aiutano il business» 15 2. Le aziende

Dettagli

Benefici e sforzi per l usabilità: via ai

Benefici e sforzi per l usabilità: via ai Benefici e sforzi per l usabilità: via ai contributi! Lucio Lamberti lucio.lamberti@polimi.it Politecnico di Milano School of Management Roma, DFP, 16 gennaio 2014 Agenda Una dimensione economica dell

Dettagli

Radio 24 Nuova Offerta Tabellare on air e on line. System24 Concessionaria di pubblicità Sole24ore

Radio 24 Nuova Offerta Tabellare on air e on line. System24 Concessionaria di pubblicità Sole24ore Radio 24 Nuova Offerta Tabellare on air e on line 1 Radio 24 Moduli IMPACT 2 FORMATI DEI MODULI IMPACT di RADIO24 on air A seconda delle diverse esigenze di comunicazione e possibile scegliere il formato

Dettagli

"L impatto dell Information Technology sulle aziende del terziario in Italia"

L impatto dell Information Technology sulle aziende del terziario in Italia "L impatto dell Information Technology sulle aziende del terziario in Italia" Sintesi per la stampa Ricerca promossa da Microsoft e Confcommercio realizzata da NetConsulting Roma, 18 Marzo 2003 Aziende

Dettagli

INTRODUZIONE AL WEB MARKETING PER LE AZIENDE

INTRODUZIONE AL WEB MARKETING PER LE AZIENDE INTRODUZIONE AL WEB MARKETING PER LE AZIENDE COME UTILIZZARE INTERNET PER SUPPORTARE LE VENDITE Andrea Ragno Amministratore Promobit Communications Srl Verona, 24 ottobre 2012 PROMOBIT PRIMI A VERONA A

Dettagli

Leonardo Bellini Presenta Se Stesso ai soci Milanin.. Pacino Cafè Milano, 22 Maggio 2006

Leonardo Bellini Presenta Se Stesso ai soci Milanin.. Pacino Cafè Milano, 22 Maggio 2006 Leonardo Bellini Presenta Se Stesso ai soci Milanin.. Pacino Cafè Milano, 22 Maggio 2006 1 .. la mia collezione incompleta di Business card Leonardo Bellini Riproduzione riservata 2 Le altre cose che ho

Dettagli

Chi siamo. Fondata nel 1986, Ciemme Sistemi S.p.A. è un azienda leader in Italia nel settore della video-comunicazione.

Chi siamo. Fondata nel 1986, Ciemme Sistemi S.p.A. è un azienda leader in Italia nel settore della video-comunicazione. Chi siamo Fondata nel 1986, Ciemme Sistemi S.p.A. è un azienda leader in Italia nel settore della video-comunicazione. Da sempre è in grado di fornire soluzioni qualificate e diversificate di comunicazione

Dettagli

Sviluppa il Tuo Business. diventa un Centro. BRiTiSH SCHOOL

Sviluppa il Tuo Business. diventa un Centro. BRiTiSH SCHOOL Sviluppa il Tuo Business diventa un Centro BRiTiSH SCHOOL CHI SIAMO Welcome to BRiTiSH SCHOOL! La Nostra Storia inizia nel 1951 con l apertura della prima sede : oggi siamo il Network Linguistico più Prestigioso,

Dettagli

L INSIGHT. Vorrei... Desidoo Marketing System contribuisce a costruire il tuo successo!

L INSIGHT. Vorrei... Desidoo Marketing System contribuisce a costruire il tuo successo! Club Grandi Marche Vorrei... L INSIGHT...Poter analizzare le vendite dei miei prodotti in maniera indipendente rispetto alle Insegne della GDO...Poter disporre di uno strumento che mi indichi le quote

Dettagli

Le dinamiche degli investimenti in comunicazione in Italia nel 2010 COMUNICARE DOMANI

Le dinamiche degli investimenti in comunicazione in Italia nel 2010 COMUNICARE DOMANI Le dinamiche degli investimenti in comunicazione in Italia nel 2010 COMUNICARE DOMANI Milano, 30 Giugno 2010 Scaricato da www.largoconsumo.info Il mercato della comunicazione mondiale Le previsioni per

Dettagli

Online shopping. & Conversion. Performance Marketing dalla prima impressione all ultimo clic. tradedoubler.com

Online shopping. & Conversion. Performance Marketing dalla prima impressione all ultimo clic. tradedoubler.com Online shopping & Conversion Performance Marketing dalla prima impressione all ultimo clic I consumatori europei in cerca di ispirazione sui brand o sui prodotti da acquistare si rivolgono prima di tutto

Dettagli

Strategie e Controllo

Strategie e Controllo Strategie e Controllo Consulenza di Direzione e Organizzazione Aziendale La nostra specializzazione: Un esperienza che risale al 1985 Un metodo perfezionato sulle caratteristiche delle piccole e medie

Dettagli

Dopo la formazione i mentori saranno consapevoli che

Dopo la formazione i mentori saranno consapevoli che Modulo 2 Le tecniche del mentor/tutor 2.5. Perché e in che modo le competenze pedagogiche sono importanti per i mentori che lavorano nella formazione professionale (VET) Tempistica Tempo totale 2 ore:

Dettagli

Mobile Advertising & Marketing: radiografia di uno scenario promettente

Mobile Advertising & Marketing: radiografia di uno scenario promettente Advertising & Marketing: radiografia di uno scenario promettente Marta Valsecchi - Responsabile Ricerca Osservatorio Marketing & Service Ecosystem: il circolo virtuoso è in atto In arrivo i wearable device

Dettagli

SCENARI DEL TURISMO. 11-12 2015 www.mastermeeting.it

SCENARI DEL TURISMO. 11-12 2015 www.mastermeeting.it Smartphone e Tablet hanno registrato tassi di crescita in termini di acquisti turistici pari rispettivamente al 70% e al 20%. Credit: Sony Xperia Cresce il turismo in Italia, giunto ormai nel 2015 a un

Dettagli

Capitolo 20: Scelta Intertemporale

Capitolo 20: Scelta Intertemporale Capitolo 20: Scelta Intertemporale 20.1: Introduzione Gli elementi di teoria economica trattati finora possono essere applicati a vari contesti. Tra questi, due rivestono particolare importanza: la scelta

Dettagli

Barclaycard, come dare credito alla comunicazione.

Barclaycard, come dare credito alla comunicazione. Customer case study / Financial Services Barclaycard, come dare credito alla comunicazione. La scelta di un linguaggio brillante e di nuovi canali di comunicazione rappresentano decisioni fondamentali

Dettagli

RTB WORKSHOP. Milano, 22 Maggio 2013

RTB WORKSHOP. Milano, 22 Maggio 2013 RTB WORKSHOP Milano, 22 Maggio 2013 Agenda AUTOREVOLEZZA E FRAMMENTAZIONE DELL'UTENTE MULTI DEVICE RTB: I benefici per il Brand RTB: Concetto & piattaforme Rilevanza del Dato Approccio ed Operatività La

Dettagli

Pianificazione tramite DSP (ampia inventory) Pianificazione tradizionale per siti. Site targeting. Audience targeting.

Pianificazione tramite DSP (ampia inventory) Pianificazione tradizionale per siti. Site targeting. Audience targeting. 2 3 Il mercato del digital advertising ha vissuto un profondo cambiamento nel modello di media buying e planning, legato all avvento delle DSP (demand-side platform). Pianificazione tradizionale per siti

Dettagli

Analisi del ruolo dei dispositivi mobili e delle Apps nell informazione di attualità

Analisi del ruolo dei dispositivi mobili e delle Apps nell informazione di attualità HUMAN HIGHWAY PER LIQUIDA Analisi del ruolo dei dispositivi mobili e delle Apps nell informazione di attualità Milano, Agosto 2012 1 CONTENUTI DEL DOCUMENTO LO SCENARIO RILEVATO NEL 2012 Informazione online

Dettagli

LE POLITICHE DI COMUNICAZIONE

LE POLITICHE DI COMUNICAZIONE LE POLITICHE DI COMUNICAZIONE FINALITA far conoscere, differenziare e fare memorizzare il prodotto e la marca ad accrescerne il valore percepito (significati simbolici, segnali di valore) La differenziazione

Dettagli

Fabio Vaccarono Quotidiani economico finanziari Carta/ Web

Fabio Vaccarono Quotidiani economico finanziari Carta/ Web Fabio Vaccarono Quotidiani economico finanziari Carta/ Web Il Sole 24 Ore Funzioni d uso/ Modalità di fruizione Sinergia ed integrazione tra i due mezzi con funzioni d uso e modalità di fruizione diverse

Dettagli

Come Creare un Guadagno Extra nel 2013

Come Creare un Guadagno Extra nel 2013 Come Creare un Guadagno Extra nel 2013 Tempo di lettura: 5 minuti Marco Zamboni 1 Chi sono e cos è questo Report Mi presento, mi chiamo Marco Zamboni e sono un imprenditore di Verona, nel mio lavoro principale

Dettagli