LA PRESS ROOM ONLINE IL SITO AZIENDALE COME STRUMENTO DI PR

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LA PRESS ROOM ONLINE IL SITO AZIENDALE COME STRUMENTO DI PR"

Transcript

1 LA PRESS ROOM ONLINE IL SITO AZIENDALE COME STRUMENTO DI PR di Maria Carife In collaborazione con Destinazione >>...

2 Tavola dei contenuti Premessa Il mercato delle relazioni pubbliche in Italia Nuove necessità per i protagonisti della comunicazione Che cos è una press room online Le funzionalità di una press room online Realizzare la press room di un sito Press room online per chi?...11 La valutazione del progetto...12 Le soluzioni disponibili sul mercato Alcuni esempi di press room efficienti Istruzioni per l uso Quale futuro per le press room online? Glossario Indice delle figure Figura 1 Uso di Internet come strumento di ricerca per i giornalisti... 6 Figura 2 Presenza di press room sui siti aziendali... 7 Figura 3 Exxon Mobil 14 Figura 4 Deutsche Bank 15 Figura 5 GlaxoSmithKline 15 Figura 6 Nokia 16 Figura 7 Coca Cola Figura 8 Energit 17 Pagina 2 di 23

3 Premessa L attività di relazioni pubbliche permette alle aziende di tessere le relazioni con i pubblici influenti, ed è spesso all origine della creazione di nuovi business. Tra le leve di governo dell impresa, le relazioni pubbliche rivestono un ruolo strategico, al pari delle altre funzioni primarie (tra cui la finanza, l organizzazione e il marketing). Una buona attività di public relation permette di sedimentare la reputazione di un azienda nell immaginario collettivo in maniera talvolta più profonda e capillare di quanto non avvenga con altre forme di comunicazione, per altro più costose, come per esempio la pubblicità. Se tuttavia di marketing e advertising online si parla di frequente da tempo, l attività di PR veicolata attraverso la Rete non è argomento altrettanto dibattuto. L obiettivo di questo report è quello di presentare il tema e fornire alcuni consigli pratici per un azienda intenzionata a usare il suo sito come canale di comunicazione con i media. 1. Il mercato delle relazioni pubbliche in Italia Quello delle relazioni pubbliche è un mercato che in Italia vale 1,7 miliardi di Euro 1, con un indotto stimato in 12 miliardi di euro e una comunità professionale di almeno 70 mila persone 2. Dopo la stagnazione e la leggera contrazione del 2002 (che però ha più pesantemente colpito altri settori della comunicazione), nel 2003 il mercato delle relazioni pubbliche ha mostrato significativi segnali di ripresa, confermati dalle prime evidenze del 2004 e con buone previsioni soprattutto dal 2005 in poi 1. Mediamente, l attività di media relation genera risultati in tempi più lunghi di altre forme di comunicazione, ma i suoi effetti sono spesso più duraturi e pervasivi. A differenza della pubblicità, che agisce sulla sfera emotiva in maniera più immediata e con un impatto 1 2 Assorel, Andamento del mercato delle Relazioni Pubbliche in Italia, Analisi anno 2003 Toni Muzi Falconi, Note per Prima Comunicazione, ottobre 2004 Pagina 3 di 23

4 talvolta violento, le PR promuovono un processo di sedimentazione più lento ma anche più profondo del messaggio. Secondo le indicazioni di Teresa Tardia 3, i compiti che impegnano uno staff professionale specializzato nelle pubbliche relazioni sono: 1. contatti con la stampa 2. propaganda di prodotto 3. comunicazioni istituzionali 4. generazione di consenso 5. sensibilizzazione verso tematiche specifiche di elevato impatto sul pubblico. Per raggiungere tale obiettivo, gli strumenti a disposizione delle PR sono la creazione di brochure, testi divulgativi e conoscitivi, libri informativi, comunicati stampa, organizzazione di feste, interviste a risorse umane che rivestono un ruolo importante nell'azienda, l'utilizzo di opinion leader che hanno un positivo giudizio sull'azienda e sul suo business e che riscuotono un ampio consenso generale. Tutte le iniziative devono essere in linea con la mission aziendale e tali da risultare credibili presso il pubblico 4. Naturalmente, quanti più strumenti si hanno a disposizione per condurre una campagna di comunicazione, tante più aspettative in termini di risonanza si possono riporre nell operazione. L integrazione tra forme di promozione è importante in un ambiente economico e sociale caratterizzato da un elevato grado di complessità. Tuttavia l integrazione non deve essere intesa solo come la sinergia tra diverse metodologie di generazione del consenso (pubblicità, marketing, relazioni pubbliche), ma anche come utilizzo di diversi veicoli di trasmissione del messaggio all interno di una specifica forma di comunicazione. In particolare, il riferimento è alla giusta combinazione di supporto offline e online per potenziare l efficacia della pratica comunicativa presa in esame, per esempio quella delle PR. Integrare significa razionalizzare l utilizzo di canali e strumenti presenti nei due ambienti principalmente per riuscire a raggiungere gli obiettivi definiti dall organizzazione in minor tempo e migliorare il rapporto costi (umani e monetari) / benefici degli interventi di comunicazione. In questo senso Internet può diventare il luogo dove le organizzazioni 3 4 Consulente del lavoro, ha curato molte pubblicazioni sulle tematiche della comunicazione aziendale sia off che online. Teresa Tardia, Le public relation, Ipsoa Editore Pagina 4 di 23

5 possono ottimizzare l approccio relazionale 5. Allo stato attuale, tuttavia, il Web non viene ancora utilizzato come strumento evoluto per svolgere attività di media relation. 2. Nuove necessità per i protagonisti della comunicazione Il proliferare incontrollato delle informazioni e la loro immissione nel circuito mediatico ha reso sempre più urgente la necessità di distinguere il messaggio dal rumore di fondo. Il problema riguarda entrambe gli estremi della catena della comunicazione: il mittente quanto il destinatario. Per chi produce informazioni l obiettivo è arrivare al target senza ostacoli, per chi le cerca è recuperare le informazioni utili con rapidità. Secondo una ricerca realizzata dall agenzia di comunicazione Business Press S.p.A. nel 2002 su un campione di 100 responsabili comunicazione e relazioni esterne e 50 giornalisti, il principale mezzo utilizzato dai giornalisti per recuperare informazioni su un azienda è il Web, anche se non sempre i siti aziendali soddisfano le loro necessità conoscitive. Secondo questa ricerca l 86% dei giornalisti ritiene Internet uno strumento molto utile per il proprio lavoro e il 79% utilizza il Web anche per la ricerca di spunti e approfondimenti 6. 5 Francesco Margiocco, Integrazione on/offline?, 9 dicembre Business Press S.p.A Pagina 5 di 23

6 Figura 1 Uso di Internet come strumento di ricerca per i giornalisti Non usano Internet 21% Usano Internet 79% Fonte Business Press S.p.A Sempre secondo questo survey, i giornalisti considerano i siti aziendali una fonte attendibile di informazione a patto che rendano disponibili ciò che serve al loro lavoro e cioè: comunicati stampa, immagini, contatti con i responsabili aziendali, approfondimenti (case history, percorsi tematici, biografie, dati storici), motori di ricerca specifici per l area riservata alla stampa 7. La necessità di attingere ad un archivio di notizie anywhen, anywhere diventa tanto più importante per i giornalisti quanto più la loro professione si svolge con maggior frequenza al di fuori di una redazione fisica. I free-lance sono in aumento e il luogo di lavoro è sempre più spesso la casa. La necessità di chiudere pezzi con scadenze molto ravvicinate lavorando magari nelle ore notturne rende vitale per la buona riuscita del lavoro la facile reperibilità delle informazioni. Queste aspettative tuttavia rimangono spesso insoddisfatte. Le aziende, infatti, pur riconoscendo l importanza della press room, non hanno ancora sviluppato un modello efficace e strutturato per realizzarla. L indagine appena citata rivela infatti che: solo il 49% delle aziende intervistate ha un area del sito dedicata alla stampa; 7 Business Press S.p.A Pagina 6 di 23

7 nel 30% delle aree riservate ai giornalisti sui siti delle aziende si offrono solamente i comunicati stampa, eventualmente abbinati a immagini e segnalazione di eventi; solo il 16% delle press room online presenta servizi più articolati, come spunti e approfondimenti, contatti aziendali utili per il giornalista, motori di ricerca dedicati 8. Figura 2 Presenza di press room sui siti aziendali Sì 49% No 51% Fonte: Business Press S.p.A In considerazione di quanto già scritto a proposito dell ormai collaudata prassi dei giornalisti di cercare sul Web le informazioni per i loro articoli, la scarsa attenzione alle potenzialità del sito aziendale come strumento di PR può avere effetti negativi da non trascurare in termini di press coverage. Come nel mondo reale, anche in Rete un attività di relazioni pubbliche mal gestita può essere controproducente. Ma vediamo in particolare che cos è una press room online e quali caratteristiche deve presentare per soddisfare le esigenze del suo target. 8 Business Press S.p.A Pagina 7 di 23

8 3. Che cos è una press room online Nell ambito di un sito aziendale la press room è lo spazio dedicato alla raccolta strutturata delle informazioni corporate per comunicare con la stampa. Oltre che come press room questa sezione viene indicata anche come media center, area stampa, ufficio stampa, newsroom, o, con un espressione più stylish, press lounge ecc. Tecnicamente realizzata con una soluzione di content management, lo scopo di una press room online è quello di offrire ai giornalisti (e più in generale a tutti coloro interessati a una certa azienda) le informazioni che cercano. Nei casi più evoluti si presenta come un mini portale, una sorta di sito (interamente dedicato alla gestione della comunicazione) nel sito ufficiale dell azienda. La press room online è lo spazio virtuale dove trovano collocazione i riferimenti per il contatto (telefono, fax, , indirizzo, location nel mondo, nomi dei referenti), i comunicati stampa, la cartella stampa, le biografie e le fotografie del management, i white paper, la rassegna stampa, i dati aziendali, gli approfondimenti su temi specifici, i calendari di eventi, i riferimenti alle iniziative aziendali (come le attività di solidarietà e social resposibility), le case history, le informazioni finanziarie e legali, le faq, L area press room di un sito non può dunque essere semplicisticamente identificata come una raccolta di comunicati stampa. Questo è vero sia perché un media center online deve essere il più possibile in grado di rispondere alle esigenze del giornalista senza l intervento del fattore umano, sia perché lo stesso formato del comunicato stampa sta cambiando: l annuncio puro e semplice della notizia non basta più. Servono immagini a corredo, spunti di approfondimento e quant altro sia utile alla creazione di una storia. Secondo un recente studio di Jakob Nielsen 9 i giornalisti entrano nei siti aziendali per cinque ragioni principali. Ecco quali sono gli obiettivi della loro ricerca: I contatti dei PR (nomi e numeri di telefono) Le informazioni basic sull azienda e i suoi manager (nomi degli executive, loro età, location degli headquarter) Gli eventi aziendali 9 Ex-ingegnere di Sun-Microsystems, Jakob Nielsen è considerato il massimo esperto mondiale della Usability, la scienza che aspira a migliorare l interazione tra uomo e computer. I suoi Pagina 8 di 23

9 Le informazioni finanziarie Le immagini a corredo delle loro storie 10. I contenuti di un media center online devono poter essere aggiornati e resi disponibili alla stampa in tempo reale, e questo, in tempi in cui le redazioni dei giornali diventano sempre più virtuali e i redattori lavorano sempre più come free-lance, procura loro un vantaggio non indifferente. Con una fonte di informazioni raggiungibile 24 ore al giorno da qualunque luogo, i giornalisti possono lavorare ai loro pezzi quando e dove preferiscono. Naturalmente chi gestisce l ufficio stampa online deve agevolare, anche dal punto di vista tecnico, la fruizione delle informazioni da parte dei giornalisti. Caricare file pesanti che rischiano di crashare un computer domestico, o che richiedono programmi poco diffusi per il download, non sono scelte vantaggiose né per il giornalista, né per l azienda (che potrebbe perdere un opportunità di uscita su qualche testata). Se il sito può essere utilizzato come uno strumento per migliorare le attività di PR, non bisogna però dimenticare che intervenire sulle sue caratteristiche interne di fruibilità dei contenuti non è sufficiente. È necessario infatti anche un intervento esterno, di posizionamento sui motori di ricerca. Prima ancora che il sito sia consultato è necessario che venga raggiunto senza difficoltà. Ma se la presenza sui motori di ricerca si risolve con una buona indicizzazione, la progettazione interna della press room è più complessa. Vediamo quali caratteristiche rendono efficiente l area stampa di un sito. 4. Le funzionalità di una press room online Perché le press room online possano essere realmente utili, prima di tutto è necessario che siano aggiornabili facilmente, senza l ausilio di esperti di programmazione. L addetto stampa dovrebbe essere in grado di caricare da solo i contenuti sul sito. Una manutenzione complessa dello strumento ritarderebbe infatti i tempi con cui nuove informazioni o materiali verrebbero caricati e resi disponibili ai giornalisti. principi possono essere approfonditi sul sito Internet della Nielsen Norman Group, la società fondata con Donald A. Norman e Bruce Tognazzini, all indirizzo 10 Jakob Nielsen, Design Website to Maximize Press Relation: Guidelines from Usability Studies with Journalists, Pagina 9 di 23

10 Per avere una press room efficiente è necessario che venga concepita tenendo in considerazione le esigenze di tempo (spesso molto strette) di giornalisti e redattori. La difficoltà di reperire informazioni potrebbe essere un deterrente per un reporter intenzionato a scrivere un articolo su una azienda e potrebbe convincerlo ad abbandonare l intento per dedicarsi a un altro soggetto, magari un concorrente. Le informazioni dovrebbero poter essere fruibili in maniera modulabile, componibili a seconda delle esigenze. Per questo la loro raccolta dovrebbe essere il più possibile strutturata per consentire ricerche avanzate. Il grado di evoluzione dello strumento varia ampiamente di caso in caso. Una press room basic deve offrire almeno: I contatti PR con nome, numero di telefono e dei referenti Un company profile I comunicati stampa I nomi e le biografie del management. Tuttavia queste informazioni quasi mai basterebbero a realizzare un articolo. Un media center dovrebbe soddisfare le esigenze informative in maniera più completa e offrire: Un servizio di alert che informi della pubblicazione di nuove notizie L invio di contenuti on demand a una casella La gestione di un motore di ricerca interno che permetta un recupero delle informazioni secondo diversi parametri: data, tema, keyword, tipo di file La registrazione alle conferenze e agli eventi per la stampa La compilazione di form per richiedere materiale specifico La stampa in formato printer-friendly La possibilità di scaricare i contenuti (testi e immagini) in diversi formati La creazione e l invio di newsletter sui temi di interesse per il giornalista. Naturalmente perché l area stampa del sito sia nel tempo uno strumento utile per giornalista e azienda, deve essere tenuta costantemente aggiornata. In caso contrario l azienda renderebbe un immagine negativa e il giornalista cercherebbe altre fonti di ispirazione. Pagina 10 di 23

11 5. Realizzare la press room di un sito La realizzazione di un media center sul sito aziendale è consigliabile alle realtà imprenditoriali di tutte le dimensioni, anche se ogni classe presenta le sue specificità e ogni caso richiede un approccio diverso alla questione Press room online per chi? Come è già stato rilevato, la presenza di un buon ufficio stampa online è per i giornalisti (soprattutto se free-lance, categoria in aumento nella professione) uno strumento molto vantaggioso perché permette loro di reperire le informazioni in qualunque momento della giornata e creare i propri pezzi in autonomia. Se una press room è ben organizzata, infatti, la necessità di contattare la persona addetta alle relazioni con l esterno (magari dovendo insistere perché il referente è fuori sede, in riunione o ha altri impegni) potrebbe al limite essere superflua. Le aziende, dal canto loro, possono diffondere informazioni ufficiali senza il costante presidio di una persona. Se l area stampa è dunque un importante strumento per entrambe le parti, bisogna anche aggiungere che non ci sono limiti di dimensioni per le aziende che traggono vantaggio dall averla. Una press room online è adatta alle aziende grandi come a quelle piccole. Quelle grandi possono tenere un canale aperto 24 ore al giorno per diffondere le informazioni. Quelle piccole, che non si possono permettere i costi di un agenzia di PR o di un ufficio stampa tradizionale, grazie al media center presente sul loro sito possono creare delle opportunità di visibilità e aspirare ad incuriosire qualche giornalista con la prospettiva di essere pubblicate. Naturalmente le valutazioni che un azienda si trova ad affrontare nel momento in cui decide di investire nella realizzazione di un ufficio stampa virtuale sono diverse se si tratta di una grande realtà o di una PMI. Le grandi aziende hanno esigenze, risorse e obiettivi differenti dalle piccole società che si traducono in approcci diversi al problema. Pagina 11 di 23

12 5.2. La valutazione del progetto Il progetto per la realizzazione di un area stampa sul sito aziendale dovrebbe partire da un analisi che consideri quanto meno questi parametri: Notorietà dell azienda. Se l azienda è nota la press room online è indispensabile, come, ormai, è la presenza stessa in Rete per i brand forti e consolidati. Nel caso invece di un azienda poco nota che mira ad estendere rapidamente la propria visibilità sul mercato, la press room sul sito può rivelarsi uno strumento importante, anche se insufficiente, da solo, a generare in breve tempo una base di relazioni con i giornalisti in grado di assicurare una copertura significativa sui media. In questo caso l impulso iniziale di un agenzia di comunicazione potrebbe essere indispensabile. Importanza di apparire sulla stampa di settore. Alcune aziende che producono semilavorati in situazioni di mono o oligopolio di mercato potrebbero considerare superflua la presenza di una press room sul sito, come inutile potrebbero percepire il ricorso ad altre attività di posizionamento sui media. In realtà, se in questi casi potrebbe avere senso non investire in dispendiose attività di PR tradizionali, non altrettanto giustificato potrebbe essere sottovalutare l utilità di una press room online. Questa potrebbe infatti rappresentare una soluzione economica per mantenere comunque un canale di contatto sempre aperto con i giornalisti. Risorse da dedicare. Un azienda di grandi dimensioni dotata di un area marketing/comunicazione/relazioni esterne può trovare facilmente al suo interno le risorse professionali per realizzare e tenere aggiornato un media center sul sito. In questo caso si tratterà di formare il personale su pochi aspetti relativi alle specificità comunicative del mezzo e di fornire loro le semplici competenze tecniche per intervenire direttamente sullo strumento. Nel caso di un azienda di piccole dimensioni priva della funzione comunicazione potrebbe essere utile un supporto esterno per la redazione dei comunicati stampa e una piccola consulenza sul modo di fare comunicazione. In ogni caso, le soluzioni di press room possono essere molto diverse tra loro e presentare vari gradi di complessità. Una piccola realtà imprenditoriale che riesca comunque a disporre di un sito ben posizionato sui motori di ricerca, con contatti ben chiari e un area per la press release semplice ma aggiornata ha già i requisiti per essere raggiunta da qualche giornalista alla ricerca di una case history per il suo prossimo articolo sulle imprese small business. Qualità della presenza in Rete. Spesso i siti delle piccole aziende sono realizzati in maniera quasi amatoriale, con risultati di basso profilo. Naturalmente la creazione della press room richiede una maggiore professionalità e competenza. In commercio Pagina 12 di 23

13 esistono soluzioni specificamente create per realizzare un ufficio stampa virtuale da integrare al proprio sito, ma in certi casi un restyling del sito è comunque d obbligo Le soluzioni disponibili sul mercato Generalmente le press room vengono realizzate con software di content management adattati all uso. Sul mercato italiano è però anche presente un tool creato ad hoc. Si chiama PR:24x7 (www.pr24x7.it) ed è una soluzione completamente integrabile al sito aziendale, già predisposta con le sezioni e le funzionalità di un media center. Il punto di forza di questo strumento sta nel fatto che non è stato creato da una Web agency ma da un agenzia di comunicazione, da esperti in grado di trasferire l esperienza nelle attività di media relation su Internet. A livello internazionale, alcuni esempi di tool specificamente finalizzati alla creazione di sezioni dedicate alla stampa sono stati realizzati da Mainsail (www.mainsail.com) e da WorldPressLounge (www.worldpresslounge.com). Quest ultima società, in particolare, fa della creazione di press office online il suo core business. La soluzione di Green Media Toolshed s (www.greenmediatoolshed.org) è stata invece progettata per le necessità specifiche del mondo no profit. Le soluzioni proposte da queste società hanno in comune il fatto di essere state progettate da esperti di PR e di poter essere ospitate all interno del proprio sito aziendale replicandone il look and feel. Quanto ai prezzi è difficile stabilire un range di variazione, ma un ordine di grandezza può venire dalla quotazione di JournalistPressLounge, il tool messo a punto da WorldPressLonge che viene fornito con un fee di set up pari a 1,050 e un canone mensile a partire da Alcuni esempi di press room efficienti Se è vero che la funzione più diffusa dei siti aziendali è da tempo la vetrina, ovvero la comunicazione della propria esistenza, il passaggio all uso del sito come strumento di Pagina 13 di 23

14 comunicazione e marketing non è ancora una realtà prevalente. Tuttavia, si possono trovare esempi di siti dotati di buone sezioni dedicate alla comunicazione ai media. Figura 3 Exxon Mobil Presenta un area stampa molto friendly e ricca di informazioni e spunti di approfondimento, comprese le trascrizioni degli speech e delle interviste dei suoi manager ricercabili per autore, data, parole chiave o attraverso modalità di ricerca avanzata. Molto utile anche la multimedia library che ospita loghi, video, galleria fotografica con tanto di istruzioni per il download. Pagina 14 di 23

15 Figura 4 Deutsche Bank Tra le altre risorse offre un motore di ricerca press search e la possibilità di ricevere video on demand. Chi ha progettato la press room di Deutsche Bank si è anche posto la necessità di rispondere alle esigenze dei giornalisti televisivi: Do you have to put together a TV report on Deutsche Bank or illustrate a banking topic quickly? We are pleased to be able to provide TV journalists with additional video footage Figura 5 GlaxoSmithKline Pagina 15 di 23

16 Nella sua press room sono specificati i nomi dei referenti per i contatti media. Presenti anche report di studi clinici, utili per costruire case history. Figura 6 Nokia A partire da temi generali offre interessanti percorsi di navigazione e approfondimento. Per esempio a proposito del Venturing. Molto spazio è dato al commitment in iniziative di social responsibility (indicata come parte integrante del business quotidiano) e all attenzione per le community che ruotano attorno all azienda. Figura 7 Coca Cola - Pagina 16 di 23

17 Presenta persino un press kit completo per ogni prodotto, compresi quelli destinati solo a mercati regionali. Figura 8 Energit A differenza degli altri esempi visti fin qui, quella di Energit è la sala stampa di una PMI italiana. Energit è una multiutility attiva nei settori dell Energia, delle Telecomunicazioni, di Internet e dei Sistemi Gestionali. Occupa 50 persone e nel 2003 ha chiuso con il bilancio con un fatturato di 26 milioni di euro all anno. La press room online dell azienda con sede a Cagliari contiene tutto quanto può servire a un giornalista intenzionato a raccogliere informazioni su questa giovane e vivace realtà imprenditoriale: dai comunicati, alla press clipping, dai contatti PR alla cartella stampa, dai dati finanziari alle immagini. Dopo aver analizzato alcuni esempi ed evidenziate per ciascuno le caratteristiche più significative, di seguito vengono fornite, sinteticamente, alcune indicazioni per avere una buona press room: Rendere i contatti chiari e facilmente recuperabili Pagina 17 di 23

18 Prevedere nel menù una sezione dedicata alla presentazione del management, in modo che i nomi dei dirigenti siano ben individuabili dai giornalisti e quindi possano essere citati in nuovi eventuali articoli Ordinare i comunicati stampa in ordine cronologico decrescente e prevedere meccanismi di ricerca multipli (per data, argomento, tipologia di documento ) Offrire ai giornalisti materiali che supportino le loro storie a seconda del tipo di media per il quale lavorano: stampa, radio, televisione. Questo non deve far dimenticare che i documenti di prima necessità informativa devono poter essere scaricabili senza l ausilio di programmi sofisticati. Un sito in grado di offrire immagini ad alta risoluzione, audio e video clip e contemporaneamente capace di rispettare una priorità nel genere di materiale reso disponibile mostra un buon grado di evoluzione. 7. Istruzioni per l uso L area stampa di un sito svolge un ruolo fondamentale nella strategia di comunicazione Web dell azienda. Bisogna infatti avere la consapevolezza che oggi Internet è lo strumento preferito dai giornalisti alla ricerca di informazioni sulla corporate identity. Ci sono alcune avvertenze da tenere in considerazione nella progettazione di una press room. Vediamo nel dettaglio quali sono. 1. Non nascondere la press room, ovvero renderla ben visibile consentendo l accesso sin dalla home page del sito 2. Evitare la richiesta di registrazione. Questa è normalmente una pratica che richiede del tempo e può dunque ritardare il lavoro del giornalista che, come già rilevato, spesso deve chiudere il suo articolo in breve tempo. Ci sono persino siti che inviano la password dopo 24 ore dal momento dell iscrizione, ma a quel punto il pezzo dovrebbe verosimilmente essere già sul tavolo del capo-redattore. 3. Rendere disponibili i riferimenti a numeri di telefono, e persone. Talvolta si tende a non esplicitare queste informazioni perché paradossalmente se ne vorrebbe evitare un uso incontrollato all esterno. Ma i contatti sono importanti, anche nell ipotesi che venissero utilizzati non dai giornalisti ma dai consumatori: sia perché tra loro potrebbero esserci potenziali investitori interessati all azienda, sia perché anche eventuali telefonate di lamentela potrebbero fornire un primo riscontro in termini di soddisfazione del cliente. Pagina 18 di 23

19 4. Evitare che i download dei documenti richiedano molto tempo, molto spazio in memoria e programmi poco diffusi. Spesso i giornalisti lavorano da casa, e dunque bisogna fornire loro un servizio fruibile con la tecnologia mediamente usata a livello domestico: collegamento dial-up, processori lenti, programmi comuni per il download dei file. 5. Non concepire la press room come una mera raccolta di comunicati stampa. Questi sarebbero insufficienti per scrivere un articolo su un azienda e richiederebbero obbligatoriamente il contributo di un PR. Quanto più materiale si fornisce, tante più possibilità si hanno che il giornalista possa scrivere un articolo esaustivo. 6. Evitare acronimi e elementi di possibile ambiguità. Per esempio, nel corso di uno studio sull uso dei siti come strumenti di media relation, il guru dell usabilità Jakob Nielsen ha rilevato che la codifica numerica delle date dei comunicati stampa può causare confusione se un giornalista europeo si trova di fronte a un comunicato diffuso da un azienda americana, e viceversa nel caso di un giornalista americano e un azienda europea. Se è per un europeo il 10 marzo, per un americano indica il 3 ottobre. Questo aspetto è molto importante nella presentazione dei comunicati stampa perché un giornalista francese o italiano che nel mese di ottobre si trovasse di fronte a una lista di comunicati che inizia con quello relativo al potrebbe pensare di trovarsi in una situazione di trascuratezza. In questo caso la soluzione è scrivere il mese in lettere, non in cifre. 7. Non tralasciare la pubblicazione di notizie negative: verrebbero trovate comunque. 8. Rendere disponibili i nomi e le foto del management: se presenti possono avere visibilità nell articolo a cui lavora il giornalista. 9. Non trascurare l aggiornamento. Una press room con contenuti vecchi farebbe pensare a un azienda che non ha niente di nuovo da dire o che non ha cura della sua immagine. In ogni caso, un messaggio negativo per i giornalisti. 10. Prestare attenzione agli standard di usabilità. Come ha scritto Matthew Tevenan a proposito del fatto che una press room deve presentare una struttura chiara ed efficiente, The more difficult a site is to use, the less likely a journalist is to spend a time on that site Matthew Tevenan, Design Effective Online Press Room, Pagina 19 di 23

20 8. Quale futuro per le press room online? Già oggi, ma ancora di più nei prossimi anni, le aziende che scelgono di comunicare sul Web (ormai tutte le multinazionali e le grandi realtà) non possono trascurare gli aspetti di una corretta gestione dell area press room. Di qui passa infatti la creazione dell immagine dell azienda nella mente del giornalista, e di conseguenza quello che eventualmente verrà scritto. La progettazione dell area stampa di un sito aziendale deve tenere in considerazione sia le specificità del mezzo (Internet), sia le caratteristiche con cui evolve l attività di relazioni pubbliche, con il suo linguaggio e le sue consuetudini. Oggi, per esempio, i comunicati stampa stanno entrando in una nuova era: quella dei "rich press release" o "smart news release". Questo vuol dire che contemporaneamente alla preparazione scarna ed essenziale della notizia bisogna provvedere al materiale visivo o di approfondimento da accompagnare al testo. Col Web rispondere a questa esigenza diventa molto più semplice. Grazie alle possibilità di Internet, le parole delle news diventano immagini con l aggiunta di foto, audio e video, voce, grafici e slide di presentazioni. Il comunicato si apre a una varietà di integrazioni e offre al giornalista un informazione multimediale sul prodotto o sull azienda 12. Del resto una buona press room online non è fatta solo di una raccolta di comunicati stampa accessibili su un sito: sarebbe un interpretazione semplicistica del media center, come lo sarebbe nel mondo delle PR tradizionali. La diramazione pura e semplice dei comunicati stampa non basta ad assicurare un adeguata copertura sui media senza altre attività push. Così, anche sul sito, la raccolta delle informazioni deve essere facilitata da una sistemazione delle informazioni che (oltre ad essere friendly) invogli all approfondimento. La ricchezza dei contenuti, accompagnata da una struttura razionale e guidata dai principi di usability, e possibilmente dalla presenza di percorsi di lettura, aumentano la possibilità di fornire al giornalista uno strumento utile al suo lavoro. È importante infatti pensare che un giornalista che consulta il media center di un sito dovrebbe poterlo fare nel modo migliore senza ricorrere all ausilio di un addetto alle PR. 12 Mariella Governo, L ufficio stampa online, 16 aprile Pagina 20 di 23

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia la gestione dei processi di comunicazione in quale scenario deve identificarsi un progetto di miglioramento, nella gestione dei beni digitali per

Dettagli

voce dei cittadini in tempo reale OpinionMeter Chieda la sua prova personalizzata senza impegno entro il 15 ottobre 2010

voce dei cittadini in tempo reale OpinionMeter Chieda la sua prova personalizzata senza impegno entro il 15 ottobre 2010 Grazie per il suo interesse alla nuova tecnologia voce dei cittadini in tempo reale OpinionMeter Chieda la sua prova personalizzata senza impegno entro il 15 ottobre 2010 Cristina Brambilla Telefono 348.9897.337,

Dettagli

6. Le ricerche di marketing

6. Le ricerche di marketing Università degli Studi di Urbino Carlo Bo Facoltà di Lingue e Letterature Straniere Corso di Laurea in Lingue e Cultura per l Impresa 6. Le ricerche di marketing Prof. Fabio Forlani Urbino, 29/III/2011

Dettagli

L 8 maggio 2002 il Ministero

L 8 maggio 2002 il Ministero > > > > > Prima strategia: ascoltare le esigenze degli utenti, semplificare il linguaggio e la navigazione del sito. Seconda: sviluppare al nostro interno le competenze e le tecnologie per gestire in proprio

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

La disseminazione dei progetti europei

La disseminazione dei progetti europei La disseminazione dei progetti europei Indice 1. La disseminazione nel 7PQ: un obbligo! 2. Comunicare nei progetti europei 3. Target audience e Key Message 4. Sviluppare un dissemination plan 5. Message

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLA RILEVAZIONE DELLA QUALITA PERCEPITA DAI CITTADINI A tutti i Ministeri - Uffici

Dettagli

Che cos è un focus-group?

Che cos è un focus-group? Che cos è un focus-group? Si tratta di interviste di tipo qualitativo condotte su un ristretto numero di persone, accuratamente selezionate, che vengono riunite per discutere degli argomenti più svariati,

Dettagli

Cap.12 Le relazioni pubbliche. Corso di Comunicazione d Impresa - A.A. 2011-2012 Prof. Fabio Forlani - fabio.forlani@uniurb.it

Cap.12 Le relazioni pubbliche. Corso di Comunicazione d Impresa - A.A. 2011-2012 Prof. Fabio Forlani - fabio.forlani@uniurb.it Cap.12 Le relazioni pubbliche Corso di Comunicazione d Impresa - A.A. 2011-2012 Prof. Fabio Forlani - fabio.forlani@uniurb.it Capitolo 12 Le relazioni pubbliche Le relazioni pubbliche (PR) Insieme di attività

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

Deutsche Bank. db Corporate Banking Web Guida al servizio

Deutsche Bank. db Corporate Banking Web Guida al servizio Deutsche Bank db Corporate Banking Web Guida al servizio INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. SPECIFICHE DI SISTEMA... 4 3 MODALITÀ DI ATTIVAZIONE E DI PRIMO COLLEGAMENTO... 4 3. SICUREZZA... 5 4. AUTORIZZAZIONE

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

La Valutazione degli Asset Intangibili

La Valutazione degli Asset Intangibili La Valutazione degli Asset Intangibili Chiara Fratini Gli asset intangibili rappresentano il patrimonio di conoscenza di un organizzazione. In un accezione ampia del concetto di conoscenza, questo patrimonio

Dettagli

di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management

di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management GESTIRE CON SUCCESSO UNA TRATTATIVA COMMERCIALE di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management OTTENERE FIDUCIA: I SEI LIVELLI DI RESISTENZA Che cosa comprano i clienti? Un prodotto? Un servizio?

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

Soluzioni di risparmio

Soluzioni di risparmio Soluzioni di risparmio Alla ricerca delle spese nascoste Visibile Gestita totalmente Aereo Treno Gestita tradizionalmente Servizi generalmente prenotati in anticipo e approvati dal line manager Meno potenziale

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management Gli aspetti maggiormente apprezzabili nell utilizzo di BOARD sono la tempestività nel realizzare ambienti di analisi senza nessun tipo di programmazione

Dettagli

La Valutazione Euristica

La Valutazione Euristica 1/38 E un metodo ispettivo di tipo discount effettuato da esperti di usabilità. Consiste nel valutare se una serie di principi di buona progettazione sono stati applicati correttamente. Si basa sull uso

Dettagli

Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti

Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti Alessandra Cimatti*, Paolo Saibene Marketing Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti Nelle fasi iniziali del processo d acquisto, oggigiorno, i compratori sono dei fai da te e - sempre

Dettagli

1 - Cos è l accessibilità e a chi è destinata

1 - Cos è l accessibilità e a chi è destinata 1 - Cos è l accessibilità e a chi è destinata di Michele Diodati michele@diodati.org http://www.diodati.org Cosa significa accessibile 2 di 19 Content is accessible when it may be used by someone with

Dettagli

Manuale Software. www.smsend.it

Manuale Software. www.smsend.it Manuale Software www.smsend.it 1 INTRODUZIONE 3 Multilanguage 4 PANNELLO DI CONTROLLO 5 Start page 6 Profilo 7 Ordini 8 Acquista Ricarica 9 Coupon AdWords 10 Pec e Domini 11 MESSAGGI 12 Invio singolo sms

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

Il CIO del futuro Report sulla ricerca

Il CIO del futuro Report sulla ricerca Il CIO del futuro Report sulla ricerca Diventare un promotore di cambiamento Condividi questo report Il CIO del futuro: Diventare un promotore di cambiamento Secondo un nuovo studio realizzato da Emerson

Dettagli

MyMedia Portal LMS un servizio SaaS di e-learning basato sul Video Streaming per la vendita on line di Lezioni Multimediali interattive

MyMedia Portal LMS un servizio SaaS di e-learning basato sul Video Streaming per la vendita on line di Lezioni Multimediali interattive 1 MyMedia Portal LMS un servizio SaaS di e-learning basato sul Video Streaming per la vendita on line di Lezioni Multimediali interattive Cos è un servizio di e-learning SaaS, multimediale, interattivo

Dettagli

Porta uno SMILE nella tua città

Porta uno SMILE nella tua città Co-Finanziato dal Programma di Cooperazione Territoriale MED SMart green Innovative urban Logistics for Energy efficient Newsletter 3 Siamo lieti di presentare la terza newsletter del progetto SMILE SMILE

Dettagli

Guida agli strumenti etwinning

Guida agli strumenti etwinning Guida agli strumenti etwinning Registrarsi in etwinning Prima tappa: Dati di chi effettua la registrazione Seconda tappa: Preferenze di gemellaggio Terza tappa: Dati della scuola Quarta tappa: Profilo

Dettagli

Guida all uso del portale dello studente

Guida all uso del portale dello studente Guida all uso del portale dello studente www.studente.unicas.it Versione 1.0 del 10/04/2010 Pagina 1 Sommario PREMESSA... 3 PROFILO... 7 AMICI... 9 POSTA... 10 IMPOSTAZIONI... 11 APPUNTI DI STUDIO... 12

Dettagli

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A.

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A. Mobile Messaging SMS Copyright 2015 VOLA S.p.A. INDICE Mobile Messaging SMS. 2 SMS e sistemi aziendali.. 2 Creare campagne di mobile marketing con i servizi Vola SMS.. 3 VOLASMS per inviare SMS da web..

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time White Paper Operational DashBoard per una Business Intelligence in real-time Settembre 2011 www.axiante.com A Paper Published by Axiante CAMBIARE LE TRADIZIONI C'è stato un tempo in cui la Business Intelligence

Dettagli

10 errori e-mail da evitare!

10 errori e-mail da evitare! 10 errori e-mail da evitare! Dal sito PILLOLE DI MARKETING WEB Le e-mail sono parte integrante dell attività di business come mezzo di contatto e di relazione e come tali diffondono l immagine di aziende

Dettagli

Ecco come farsi ascoltare dai clienti

Ecco come farsi ascoltare dai clienti Ecco come farsi ascoltare dai clienti L 80% dei clienti non guarda la pubblicità, il 70% rifiuta le chiamate di vendita, il 44% non apre le email: il cliente ha chiuso la porta. La soluzione al problema

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

Resellers Kit 2003/01

Resellers Kit 2003/01 Resellers Kit 2003/01 Copyright 2002 2003 Mother Technologies Mother Technologies Via Manzoni, 18 95123 Catania 095 25000.24 p. 1 Perché SMS Kit? Sebbene la maggior parte degli utenti siano convinti che

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro.

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro. La collana TOP è una famiglia di applicazioni appositamente studiata per il Terzo Settore. Essa è stata infatti realizzata in continua e fattiva collaborazione con i clienti. I programmi di questa collana

Dettagli

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Roma, 29 maggio 2012 Indice Il Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. I nostri servizi Nuove attività 2012-2013 Evoluzione delle attività

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Nessuna parte di questo documento può essere usata o riprodotta in alcun modo anche parzialmente senza il permesso della

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Nessuna parte di questo documento può essere usata o riprodotta in alcun modo anche parzialmente senza il permesso della www.smartplus.it www.progettorchestra.com Per informazioni: info@smartplus.it info@progettorchestra.it Tel +39 0362 1857430 Fax+39 0362 1851534 Varedo (MI) - ITALIA Siti web e motori di ricerca Avere un

Dettagli

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A VIVERE L'ECCELLENZA L'ECCELLENZA PLURIMA Le domande, come le risposte, cambiano. Gli obiettivi restano, quelli dell eccellenza. 1995-2015 Venti anni di successi dal primo contratto sottoscritto con l Istituto

Dettagli

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA Proposte formative 2011 Novità accreditamento ECM FINALITA Per soddisfare l esigenza di aggiornamento professionale continuo, grazie all esperienza maturata da Vega nelle

Dettagli

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi.

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. LIBERI DI NON PENSARCI Basta preoccupazioni per il back-up e la sicurezza dei tuoi dati. Con la tecnologia Cloud Computing l archiviazione e la protezione dei

Dettagli

Prof. Like you. Prof. Like you. Tel. +39 075 801 23 18 / Fax +39 075 801 29 01. Email info@zerounoinformatica.it / Web www.hottimo.

Prof. Like you. Prof. Like you. Tel. +39 075 801 23 18 / Fax +39 075 801 29 01. Email info@zerounoinformatica.it / Web www.hottimo. Pag. 1/7 Prof. Like you Tel. +39 075 801 23 18 / Fax +39 075 801 29 01 Email / Web / Social Pag. 2/7 hottimo.crm Con CRM (Customer Relationship Management) si indicano tutti gli aspetti di interazione

Dettagli

DEOR DISSEMINATION AND EXPLOITATION OF RESULTS

DEOR DISSEMINATION AND EXPLOITATION OF RESULTS DEOR DISSEMINATION AND EXPLOITATION OF RESULTS AGENDA Il contesto la strategia europea Significati e definizioni Disseminazione:quando e come, a beneficio di chi? Youthpass Link e materiali di disseminazione

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del febbraio 17, 2012 nella sua interezza.

Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del febbraio 17, 2012 nella sua interezza. Termini d uso aggiuntivi di Business Catalyst Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del febbraio 17, 2012 nella sua interezza. L uso dei Servizi Business Catalyst è soggetto

Dettagli

www.01net.it Il primo portale italiano per i professionisti dell Ict, per il trade e per le piccole e medie imprese utenti di Ict

www.01net.it Il primo portale italiano per i professionisti dell Ict, per il trade e per le piccole e medie imprese utenti di Ict www.01net.it Il primo portale italiano per i professionisti dell Ict, per il trade e per le piccole e medie imprese utenti di Ict 01NET NETWORK www.01net.it Pag 2 Dati di traffico 01net Network Totale

Dettagli

RESPONS.In.City - Methodology

RESPONS.In.City - Methodology RESPONS.In.City - Methodology THE METHODOLOGY OF A RESPONSIBLE CITIZENSHIP PROMOTION Metodologia di Promozione della Cittadinanza come Responsabilità Condivisa 1 Premessa La possibilità di partecipare

Dettagli

DEFINIZIONE DEL PIANO DI COMUNICAZIONE INTERNA Fare della Vostra Azienda il Miglior Posto in cui Lavorare

DEFINIZIONE DEL PIANO DI COMUNICAZIONE INTERNA Fare della Vostra Azienda il Miglior Posto in cui Lavorare DEFINIZIONE DEL PIANO DI COMUNICAZIONE INTERNA Fare della Vostra Azienda il Miglior Posto in cui Lavorare Creating Your Future Impostazione e Linee Guida Obiettivi Questo documento illustra l approccio

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina Cosa è il DSS L elevato sviluppo dei personal computer, delle reti di calcolatori, dei sistemi database di grandi dimensioni, e la forte espansione di modelli basati sui calcolatori rappresentano gli sviluppi

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M REAL ESTATE GRUPPORIGAMONTI.COM 2 Rigamonti Real Estate La scelta giusta è l inizio di un buon risultato Rigamonti Founders Rigamonti REAL ESTATE Società consolidata nel mercato immobiliare, con più di

Dettagli

19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015

19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015 19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015 Pag. 33 (diffusione:581000) La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

Logistica digitale delle Operazioni a premio

Logistica digitale delle Operazioni a premio Logistica digitale delle Operazioni a premio La piattaforma logistica delle operazioni a premio digitali BITGIFT è la nuova piattaforma dedicata alla logistica digitale delle vostre operazioni a premio.

Dettagli

Presentazione di alcuni casi di successo. Paolo Piffer 28 Maggio 2007

Presentazione di alcuni casi di successo. Paolo Piffer 28 Maggio 2007 Presentazione di alcuni casi di successo Paolo Piffer 28 Maggio 2007 AZIENDA 1 DEL SETTORE CERAMICO Il problema presentato L azienda voleva monitorare il fatturato in raffronto ai 2 anni precedenti tenendo

Dettagli

nasce il futuro v secolo a. c. agorà virtuale

nasce il futuro v secolo a. c. agorà virtuale dell e-learning nasce il futuro v secolo a. c. Con Agorà, nell antica Grecia, si indicava la piazza principale della polis, il suo cuore pulsante, il luogo per eccellenza di una fertilità culturale e scientifica

Dettagli

INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie

INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie Mobile Marketing Interattivo QR Code Inside Active Mailing Interattivo Interattivo Chi Siamo Interactive Advertising si avvale di un network di manager

Dettagli

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A delle Vie Francigene Pacchetto Soci 2015 1 MOSTRA DA CANTERBURY A ROMA: 1.800 KM ATTRAVERSO L EUROPA La mostra approfondisce, attraverso immagini supportate da testi

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

Clienti davvero fedeli ecco come fare

Clienti davvero fedeli ecco come fare Clienti davvero fedeli ecco come fare Che avere clienti fedeli sia un balsamo per i risultati aziendali nessuno lo mette in dubbio. Il problema è che la fedeltà dei clienti, soprattutto quelli migliori,

Dettagli

MASTER IN INNOVATIVE MARKETING, E-MANAGEMENT & CREATIVE SOLUTIONS

MASTER IN INNOVATIVE MARKETING, E-MANAGEMENT & CREATIVE SOLUTIONS MASTER IN INNOVATIVE MARKETING, E-MANAGEMENT & CREATIVE SOLUTIONS Eidos Communication Via G. Savonarola, 31 00195 Roma T. 06. 45.55.54.52. F. 06. 45.55.55.44. E. info@eidos.co.it W. www.eidos.co.it INFORMAZIONI

Dettagli

Accesso in cloud alle informazioni mul1mediali, provenien1 da più fon1 e canali di comunicazione (Es. rassegna stampa)

Accesso in cloud alle informazioni mul1mediali, provenien1 da più fon1 e canali di comunicazione (Es. rassegna stampa) Accesso in cloud alle informazioni mul1mediali, provenien1 da più fon1 e canali di comunicazione (Es. rassegna stampa) Massimiliano Viglian1 Solu1on Specialist Applica1on Division CBT Comunicazione integrata

Dettagli

IMMAGIN-AZIONE. Come scegliere le immagini per il proprio sito web / blog, slide show, ipertesto multimediale,

IMMAGIN-AZIONE. Come scegliere le immagini per il proprio sito web / blog, slide show, ipertesto multimediale, IMMAGIN-AZIONE Come scegliere le immagini per il proprio sito web / blog, slide show, ipertesto multimediale, di Vincenzo Pasquali* Il laboratorio del liutaio (Olycom S.p.A.) 1. LE IMMAGINI SUL WEB Tutti

Dettagli

DIFENDERSI DAI MODERNI ATTACCHI DI PHISHING MIRATI

DIFENDERSI DAI MODERNI ATTACCHI DI PHISHING MIRATI DIFENDERSI DAI MODERNI ATTACCHI DI PHISHING MIRATI DIFENDERSI DAI MODERNI ATTACCHI DI PHISHING MIRATI 2 Introduzione Questa email è una truffa o è legittima? È ciò che si chiedono con sempre maggiore frequenza

Dettagli

FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA

FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA novembre 2004 FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA CICLO DI FORMAZIONE SUL RUOLO E SULLA VALORIZZAZIONE DELLA MARCA NELLA VITA AZIENDALE 3, rue Henry Monnier F-75009 Paris www.arkema.com TEL (+33)

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

Catalogo formativo. Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014

Catalogo formativo. Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014 2014 Catalogo formativo Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014 Internet Training Program Email Marketing Negli ultimi anni l email è diventata il principale strumento di comunicazione aziendale

Dettagli

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC 5 giugno 09 IT-BOOK Configurazioni e cartatteristiche tecniche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Tutti i marchi citati sono registrati dai rispettivi proprietari. Non gettare per terra:

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

Elaidon Web Solutions

Elaidon Web Solutions Elaidon Web Solutions Realizzazione siti web e pubblicità sui motori di ricerca Consulente Lorenzo Stefano Piscioli Via Siena, 6 21040 Gerenzano (VA) Telefono +39 02 96 48 10 35 elaidonwebsolutions@gmail.com

Dettagli

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence?

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? Cos è? Per definizione, la Business Intelligence è: la trasformazione dei dati in INFORMAZIONI messe a supporto delle decisioni

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI

I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI LO STRUMENTO PER GESTIRE A 360 LE ATTIVITÀ DELLO STUDIO, CON IL MOTORE DI RICERCA PIÙ INTELLIGENTE, L UNICO CHE TI CAPISCE AL VOLO. www.studiolegale.leggiditalia.it

Dettagli

Il software per la gestione smart del Call Center

Il software per la gestione smart del Call Center Connecting Business with Technology Solutions. Il software per la gestione smart del Call Center Center Group srl 1 Comunica : per la gestione intelligente del tuo call center Comunica è una web application

Dettagli

app, API e opportunità Integrazione delle piattaforme e il futuro di Internet

app, API e opportunità Integrazione delle piattaforme e il futuro di Internet app, API e opportunità Integrazione delle piattaforme e il futuro di Internet 2 app, API e opportunità Integrazione delle piattaforme e il futuro di Internet L integrazione delle piattaforme è il concetto

Dettagli

La gestione avanzata della forza vendita: mobile e off-line, ma integrata nei processi aziendali.

La gestione avanzata della forza vendita: mobile e off-line, ma integrata nei processi aziendali. La gestione avanzata della forza vendita: mobile e off-line, ma integrata nei processi aziendali. Gabriele Ottaviani product manager - mobile solutions - Capgemini BS Spa premesse...dovute soluzione off-line...ma

Dettagli

Che cos è il Marketing 3.0?

Che cos è il Marketing 3.0? Che cos è il Marketing 3.0? di Fabrizio Pieroni Philip Kotler, studioso di Marketing attento ai cambiamenti della società e pronto a modificare di conseguenza le sue posizioni, ha recentemente presentato

Dettagli

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 Principi normativi Art. 3 Finalità Art. 4 Destinatari degli interventi

Dettagli

Produzioni dal Basso. Manuale di utilizzo della piattaforma

Produzioni dal Basso. Manuale di utilizzo della piattaforma Produzioni dal Basso Manuale di utilizzo della piattaforma FolkFunding 2015 Indice degli argomenti: 1 - CROWDFUNDING CON PRODUZIONI DAL BASSO pag.3 2 - MODALITÁ DI CROWDFUNDING pag.4 3- CARICARE UN PROGETTO

Dettagli

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati.

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati. Disclaimer: "# $%&'(&)'%# *("# +,(-(&'(# *%$).(&'%#,/++,(-(&'/# 0"#.(1"0%# *(""20&3%,./40%&(# /# &%-',/# disposizione. Abbiamo fatto del nostro meglio per assicurare accuratezza e correttezza delle informazioni

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA

PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA SEDE: ORDINE DEI MEDICI E DEGLI ODONTOIATRI DELLA PROVINCIA DI LECCE Via Nazario Sauro, n. 31 LECCE Presentazione Progetto: Dal 9 Novembre 2013

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

COSA COMPRA LA PUBBLICITÀ. Riccardo Puglisi

COSA COMPRA LA PUBBLICITÀ. Riccardo Puglisi COSA COMPRA LA PUBBLICITÀ Riccardo Puglisi Le questioni in ballo Che cosa compra la pubblicità? L attenzione di lettori ed ascoltatori per i prodotti pubblicizzati. I mass mediacome "GianoBifronte (mercatoaduelati)

Dettagli

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore)

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Autore: Matteo Veroni Email: matver87@gmail.com Sito web: matteoveroni@altervista.org Fonti consultate: http://openmeetings.apache.org/

Dettagli

Software per la gestione di palestre, centri benessere e sportivi

Software per la gestione di palestre, centri benessere e sportivi Software per la gestione di palestre, centri benessere e sportivi Applicazione gestionale progettata per gestire tutti gli aspetti di palestre, centri sportivi e centri benessere Sicuro Personalizzabile

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Eccellenza nel Credito alle famiglie

Eccellenza nel Credito alle famiglie Credito al Credito Eccellenza nel Credito alle famiglie Innovazione e cambiamento per la ripresa del Sistema Paese Premessa La complessità del mercato e le sfide di forte cambiamento del Paese pongono

Dettagli

PHILIPPE PONCIN INSTITUT NATIONAL DE L AUDIOVISUEL

PHILIPPE PONCIN INSTITUT NATIONAL DE L AUDIOVISUEL CONSERVAZI ONE ED ACCESSI BI LI TÀ I N NTERNETDICOLLEZI ONIAUDI OVI SI VE I PHILIPPE PONCIN INSTITUT NATIONAL DE L AUDIOVISUEL 1. IL RUOLO DELLE BIBLIOTECHE AUDIOVISIVE Il fine principale è la conservazione

Dettagli