Indice LA RICERCA IL CONVEGNO GLI ATTORI. Introduzione 3 di Umberto Bertelè, Raffaello Balocco, Mariano Corso, Alessandro Perego e Andrea Rangone

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Indice LA RICERCA IL CONVEGNO GLI ATTORI. Introduzione 3 di Umberto Bertelè, Raffaello Balocco, Mariano Corso, Alessandro Perego e Andrea Rangone"

Transcript

1 Indice Introduzione 3 di Umberto Bertelè, Raffaello Balocco, Mariano Corso, Alessandro Perego e Andrea Rangone LA RICERCA Executive Summary 9 di Riccardo Mangiaracina e Marta Valsecchi I Rapporti 33 La Nota Metodologica 37 Il Gruppo di Lavoro 47 IL CONVEGNO L Agenda del Convegno 51 I Relatori 53 La Selezione di Slide 61 GLI ATTORI School of Management 119 Cefriel 129 I Sostenitori della Ricerca 131 1

2

3 di Umberto Bertelè, Raffaello Balocco, Mariano Corso, Alessandro Perego e Andrea Rangone Introduzione Mobile, Social, Video, Data-driven Advertising: sono queste le parole chiave che stanno caratterizzando l evoluzione del mondo degli Internet Media. In uno scenario complessivo dei Media ancora negativo che fa registrare anche nel 2013 un altro calo del 5% l unica componente che cresce pesantemente è rappresentata proprio dagli Internet Media: con una crescita del 18%, arrivano a valere complessivamente quasi 1,9 miliardi di euro, avvicinandosi alla soglia psicologica dei 2 miliardi. In 5 anni gli Internet Media hanno duplicato il loro valore, passando da un incidenza sul totale mercato Media del 5% nel 2008, ad un incidenza del 12%. Prevediamo che tra 5 anni, nel 2018, potrebbero arrivare a pesare oltre il 20%. Questa dinamica positiva è frutto, in particolare, della spinta di quattro componenti che rappresentano le parole chiave sopra riportate: Mobile. I ricavi Pubblicitari e Pay generati dagli Internet Media su Smartphone sono in crescita quasi del 170%; Social. La pubblicità sui Social Network (Facebook in primis) balza in avanti del 75%; Video. I ricavi Pubblicitari e Pay generati dai Video Online crescono del 37%; Data-driven Advertising. La Pubblicità basata sulle aste che utilizzano in tempo reale i dati sugli utenti intercetta nel 2013 circa il 4% del Display Advertising, una cifra ancora piccola in valore assoluto ma che va letta in una prospettiva dinamica: era quasi trascurabile nel 2012 e potrebbe più che raddoppiare nel Se si analizzano nel dettaglio le dinamiche di ciascuna componente, però, si scopre che una parte consistente di questo nuovo mercato è appannaggio delle grandi Internet Company Le riprese dell evento sono disponibili in video on demand su 3

4 Introduzione globali e che le Media Company tradizionali sono riuscite, ad oggi, solo in parte a cavalcare e monetizzare queste nuove opportunità. Siamo tuttavia convinti che molte Media Company possano in realtà giocare un ruolo importante in questo nuovo scenario digitale, grazie agli asset unici in loro possesso. È chiaro che per cogliere queste opportunità occorre una profonda trasformazione, sia dal punto di vista culturale-organizzativo, che da quello del modello di business. In particolare, a livello culturale-organizzativo, riteniamo fondamentale anche per una Media Company seguire le indicazioni dell approccio lean startup che se è oramai diventato un must per le startup digitali è ancora ben poco compreso e implementato nelle imprese tradizionali. L approccio lean startup si basa su pochi, ma fondamentali, principi: accettare la sperimentazione continua come unico modo di fare innovazione digitale; lanciare il prima possibile il nuovo prodotto/servizio digitale sul mercato per ricevere immediatamente i feedback degli utenti; porre fin da subito l attenzione sugli indicatori chiave del business, misurando tutto ciò che serve per capire cosa accade Online; utilizzare i feedback degli utenti e i risultati delle misurazioni per attivare un circolo virtuoso di apprendimento che porti al miglioramento continuo. Relativamente, invece, al modello di business, le sfide principali per una Media Company sono, a nostro avviso, tre: aumentare i ricavi da Pubblicità, attraverso in particolare la piena comprensione dei nuovi modelli Data-driven Advertising e, quindi, lo sviluppo al proprio interno di elevate competenze di analisi dei dati; valorizzare al meglio i contenuti Premium, capendo bene quali sono i contenuti realmente attrattivi per l utente, per i quali è disposto a pagare; diversificare le fonti di ricavo, concependosi non solo come produttore di contenuti ma 4 I risultati completi della Ricerca sono consultabili su

5 Introduzione anche come brand affermato e generatore di traffico in grado, quindi, di abilitare nuove iniziative. Esistono, infatti, alcune esperienze interessanti a livello internazionale che mostrano come anche una Media Company possa ottenere risultati buoni nel mondo dell e- Commerce, del Couponing, del Gaming, dei Classified, dei motori di ricerca verticali, ecc. Da ultimo, ma certo non meno rilevante, è importante per le Media Company tradizionali guardare con molta attenzione al mondo delle startup. L analisi che abbiamo svolto dimostra, infatti, come una parte consistente del mercato generato dalle nuove componenti di Internet (Mobile, Social, Video, Data-driven Advertising, ecc.) provenga proprio da nuove imprese: saperle scovare quando sono ancora piccole, riuscire a supportarle nella crescita tramite i propri asset, saperle integrare nella propria offerta senza soffocarle, sono tutte nuove attività che stanno diventando sempre più strategiche per una qualsiasi Media Company. Comitato Scientifico Umberto Bertelè Presidente Raffaello Balocco Mariano Corso Alessandro Perego Andrea Rangone Le riprese dell evento sono disponibili in video on demand su 5

6

7 Osservatorio New Media & New Internet Internet Media: verso i 2 miliardi di euro grazie a Mobile, Video, Social e Data-driven Advertising La Ricerca Marzo 2014

8

9 di Riccardo Mangiaracina e Marta Valsecchi Executive Summary Continua la contrazione del mercato dei Media Si riduce anche nel 2013 il mercato complessivo dei Media che, perdendo il 5% circa rispetto al 2012, chiude l anno intorno ai 15 miliardi di euro. Negli ultimi 5 anni sono stati complessivamente persi 3,2 miliardi, pari al 17% del mercato. Come accade oramai da anni, anche nel 2013, questo risultato è l effetto di dinamiche molto diverse tra loro: la Stampa 1 fa registrare un calo del 13%, riconducibile in egual misura sia alla componente Pay che a quella Advertising; la Televisione (non Internet-based) 2 perde il 4%, come effetto di un ulteriore contrazione (-8%) dei ricavi riconducibili all offerta tradizionale free to air (Rai 1, Rai 2, Canale 5, ecc.) e di una sostanziale stabilità di quelli dell offerta nativa digitale (canali all digital sul Digitale Terrestre e su Satellite). La Pubblicità perde complessivamente l 11%, mentre i ricavi Pay crescono del 2%; la Radio 3 registra un calo pari al 9%; gli Internet Media 4 crescono del 18% e arrivano ad un valore di circa 1,9 miliardi di euro 5. Internet Media: vicini ai 2 miliardi grazie al New Internet! Gli Internet Media sono l unico comparto che cresce nel 2013 e arrivano a pesare sul totale mercato Media il 12%. Per i risultati completi della Ricerca si rimanda al rapporto: Media & Internet Media: i numeri del mercato italiano 1 Fonte: rielaborazione su dati ADS, Agcom e Nielsen. 2 cfr. Nota Metodologica. 3 Fonte: Nielsen/FCP- AssoRadio. 4 cfr. Nota Metodologica. 5 I valori di mercato degli Internet Media sono stati aggiornati rispetto ai dati pubblicati gli anni scorsi, a fronte di un adeguamento del perimetro dei dati IAB agli standard europei. Le riprese dell evento sono disponibili in video on demand su 9

10 Executive Summary Per i risultati completi della Ricerca si rimanda al rapporto: New Internet: overview del mercato, trend in atto, e sfide per gli Editori tradizionali 6 Per le definizioni, si veda il paragrafo dedicato al Data-driven Advertising. 7 Per le definizioni e i confini di ogni singola componente cfr. Nota Metodologica. 8 Consideriamo i ricavi derivanti sia da Video Advertising sia da offerte Premium in abbonamento. 9 Con Real Time Advertising intendiamo l acquisto di ogni singola impression pubblicitaria attraverso piattaforme tecnologiche con il modello dell asta in real time. La crescita degli Internet Media è essenzialmente spinta dalle componenti più innovative, che ci piace chiamare nel loro complesso New Internet, proprio per evidenziare un cambiamento paradigmatico in atto del concetto stesso di Internet. Il New Internet si fonda su alcuni trend fondamentali: la diffusione, a fianco del vecchio Pc, dei nuovi device oggi Smartphone, Tablet e Connected Tv, domani anche Wearable device che moltiplicano le occasioni di fruizione della rete; lo sviluppo vorticoso dei Social Network che sempre più stanno assumendo il ruolo di porta di ingresso ad Internet, ruolo giocato tipicamente dai motori di ricerca; la proliferazione delle Applicazioni, che semplificano e rendono più efficace a volte rispetto al Web l accesso ai contenuti; la fortissima diffusione dei Video, che rendono la rete più multimediale, ricca, emozionale, comunicativa; il lancio di modelli di business basati non solo sulla Pubblicità ma anche su ricavi Pay (o freemium); la diffusione della Pubblicità basata sui dati (Data-driven Advertising), che cambia profondamente la Pubblicità Online, rendendola più mirata e profilata grazie proprio all utilizzo dei dati degli utenti 6. Il New Internet cresce nel suo complesso del 73% nel corso del 2013 e supera i 600 milioni di euro. La dinamica delle singole componenti 7 è la seguente: i ricavi Media su Smartphone crescono del 167%; i ricavi Media su Tablet sono vicini al raddoppio (+94%); i ricavi Media su Connected Tv aumentano dell 85%; i ricavi sulle Applicazioni segnano un incremento del 120%; la pubblicità sui Social Network registra una crescita del 75%; i ricavi legati ai Video Online 8 crescono del 37%; i ricavi Pay aumentano del 44%; nasce anche in Italia il mercato del Real Time Advertising 9 che vale qualche decina di milioni di euro. 10 I risultati completi della Ricerca sono consultabili su

11 Executive Summary A causa della sovrapposizione esistente tra le sue diverse componenti, il mercato totale del New Internet è inferiore rispetto alla somma delle singole voci sopra presentate. A fronte di un aumento del 18% del New Internet, i ricavi dell Old Internet 10 mostrano un incremento di soli due punti percentuali. Il peso del New Internet sul totale mercato Internet Media passa così dal 22% al 32%. Nei successivi paragrafi si passano in rassegna tutte le componenti del New Internet: Smartphone, Tablet, Connected Tv, Applicazioni, Social Network, Video Online, Ricavi Pay e Data-driven Advertising. Smartphone: continua l ascesa, spinta dall Advertising Nel 2013 il mercato dei Media su Smartphone 11 cresce del 167%, grazie al fortissimo sviluppo del Mobile Internet Advertising (+174%), che arriva a pesare per più del 10% del totale Internet Advertising. Questi risultati sono prevalentemente riconducibili ai crescenti investimenti delle aziende con obiettivi di vendita diretta sul canale (Mobile Commerce sia di contenuti, sia di beni e servizi). Sugli Smartphone i ricavi Pay aumentano dell 82%, prevalentemente grazie ai servizi in abbonamento legati ad eventi in diretta e alla musica in streaming, ma il loro peso resta ancora molto limitato. 10 Consideriamo Old Internet principalmente i ricavi derivati da Standard Display Advertising, Marketing, Search, Classified, Performance Advertising secondo la classificazione IAB. Il valore di mercato dell Old Internet deriva quindi principalmente dalla stima di IAB Italia. Per i risultati completi della Ricerca si rimanda al rapporto: I Media su Smartphone in Italia: mercato, utenti, offerta e trend in atto 11 Cfr. Nota Metodologica. Contribuisce allo sviluppo del mercato anche la crescente diffusione degli Smartphone, che, a fine 2013, ha portato il parco installato a quota 37 milioni di device (+24%). Le riprese dell evento sono disponibili in video on demand su 11

12 Executive Summary 12 I dati di questo paragrafo fanno riferimento alla survey realizzata in collaborazione con Doxa (cfr. Nota Metodologica). 13 È stato condotto un censimento della presenza degli Editori tradizionali su Smartphone, Tablet, Connected Tv e Social Network. Nei paragrafi dedicati alle diverse componenti del New Internet vengono presentati i principali risultati. Per maggiori informazioni, cfr. Nota Metodologica. 14 Con property Media facciamo riferimento alle singole testate editoriali e radiofoniche e ai diversi canali televisivi. Complessivamente le property Media analizzate sono Per i risultati completi della Ricerca si rimanda al rapporto: I Media su Tablet in Italia: mercato, utenti, offerta e trend in atto L utilizzo da parte dei consumatori degli Smartphone 12 è sempre più consistente e frequente: il tempo di navigazione è cresciuto del 25% rispetto all inizio del 2013 e la maggioranza dei Mobile surfer naviga ormai tutti i giorni. Dal punto di vista dell offerta 13, quasi una property Media 14 su tre ha sviluppato un Applicazione per Smartphone. Di queste, poco più della metà ha un modello basato esclusivamente su contenuti a pagamento in-app, un quarto sono senza una vera fonte di ricavo, mentre sono residuali le Applicazioni con altri modelli di business. Aumentano in maniera significativa le Applicazioni sviluppate su Android, che nel 2013 hanno eguagliato quelle di Apple. Tablet: nato con il Pay, cresce con l Advertising Il mercato Media legato ai Tablet nel 2013 raddoppia, in particolare grazie all Advertising sulle Applicazioni che, crescendo di oltre il 200%, arriva a pesare quasi il 60% dei ricavi totali. A trascinare l Advertising contribuiscono una maggiore consapevolezza delle sue potenzialità tra gli investitori e l ingresso di nuovi player che raccolgono Pubblicità (ad esempio adnetwork, concessionarie di publisher premium, aziende specializzate su Mobile che hanno aggiunto l offerta su Tablet a quella già presente su Smartphone). Relativamente ai ricavi Pay, la crescita del mercato, pari al 25%, è decisamente inferiore a quella della diffusione dei device: sembrerebbe quindi che i nuovi possessori di Tablet siano meno propensi a pagare contenuti Media di quanto lo fossero gli early adopter. Appurato che il modello prevalente è la subscription su Applicazioni, occorrerà dunque lavorare sull offerta sia di contenuti che di servizi per renderla realmente attrattiva. 12 I risultati completi della Ricerca sono consultabili su

13 Executive Summary A fine 2013 sono 7,5 milioni i Tablet installati (più che raddoppiati rispetto al 2012). Ad oggi il peso dei Tablet all interno del device-mix 15 è pari all 8% e ci aspettiamo che nel 2018 arrivi a 18%, prevalentemente spinto dall effetto sostituzione dei Pc. Il tempo medio giornaliero trascorso su Internet da chi utilizza questi dispositivi è superiore all ora e più della metà degli utenti 16 va online con frequenza giornaliera. I Tablet stanno aumentando il consumo di Internet e dei Media, e per alcune attività (come ad esempio vedere Video, ascoltare musica in Streaming, leggere quotidiani) stanno già sostituendo il Pc per più di un terzo degli utenti. È infine interessante evidenziare come la gran parte dei fruitori di contenuti Media su Tablet (in particolare di quelli legati alla Stampa) non sia un utente dei medesimi contenuti su carta. Se guardiamo alla diffusione di Applicazioni Media su Tablet più di un terzo delle property Media italiane è presente su questi device. Il modello di business dominante è quello Pay (in alcuni casi affiancato a un modello Advertising based), mentre l Advertising puro è adottato da un numero di attori molto limitato. Connected Tv: aumentano sia la diffusione che l utilizzo, ma il mercato resta ancora piccolo Il mercato Media su Connected Tv cresce dell 85%, ma resta ancora poco significativo in valore assoluto. La quasi totalità di questo mercato è Pay. Il principale limite oggi è la tipologia di offerta in modalità subscription: composta prevalentemente da contenuti datati (a causa delle limitazioni imposte dalle finestre di distribuzione dei contenuti premium, dai diritti e dai relativi costi) e, quindi, non ancora paragonabile all offerta premium del Digitale Per i risultati completi della Ricerca sul consumatore si rimanda al rapporto: New Internet: il punto di vista del consumatore 15 Per device-mix intendiamo il peso reciproco delle diverse componenti legate ai device, ossia Pc, Smartphone, Tablet e Connected Tv. 16 I dati di questo paragrafo fanno riferimento alla survey realizzata in collaborazione con Doxa (cfr. Nota Metodologica). Le riprese dell evento sono disponibili in video on demand su 13

14 Executive Summary Terrestre o del Satellite. Il mercato, però, potrebbe avere un ulteriore spinta dagli ingressi dei nuovi player: sia da quelli già avvenuti alla fine del 2013 sia da quelli attesi per il In particolare, l ingresso più atteso, a fronte di quanto accaduto negli altri paesi europei in cui è già presente (UK, Irlanda, Olanda e Paesi Scandinavi), è quello di Netflix. I suoi punti di forza sono molteplici: il prestigio del brand già riconosciuto a livello mondiale; la possibilità di commercializzare serie Tv che hanno già avuto successo negli Stati Uniti; la scalabilità internazionale che agevola gli accordi con le major cinematografiche; la presenza di un catalogo di contenuti decisamente più ampio rispetto a quello dei competitor italiani (anche se fortemente sbilanciato verso contenuti in lingua inglese, elemento di possibile debolezza da non sottovalutare). Una nota finale la merita l Advertising legato alle Connected Tv: sebbene oggi ancora embrionale, è lecito aspettarsi uno sviluppo come accaduto per Smartphone e Tablet al crescere sia della diffusione e dell utilizzo di questi device, sia della consapevolezza tra gli investitori pubblicitari relativamente alle opportunità offerte da questi mezzi. 17 Fonte: survey realizzata in collaborazione con Doxa (cfr. Nota Metodologica). Le Tv connettibili a Internet nel 2013 hanno superato quota 4 milioni, con un peso sul device-mix ancora contenuto, pari al 5%; nel 2018, invece, potrebbero pesare tra il 10% e il 15%. Se consideriamo le Tv realmente connesse alla rete, i dati più recenti evidenziano un trend molto positivo, che sta portando ad avere una Tv su due effettivamente connessa 17. L utilizzo sta crescendo grazie soprattutto ad una migliore usabilità e ad uno sforzo dei produttori di far conoscere fin dal primo accesso l esistenza degli Store di Applicazioni specifici per le Tv. Solo il 4% delle property italiane ha oggi sviluppato un Applicazione per Connected Tv. La percentuale sale quasi al 30% se si considerano le property televisive. Lato offerta, quindi, c è ancora molto da fare. 14 I risultati completi della Ricerca sono consultabili su

15 Executive Summary Applicazioni: più che raddoppiato il mercato nel 2013 Il mercato Media su Applicazioni sia per Smartphone che Tablet 18 cresce del 120% rispetto al Quasi l 80% del mercato è generato dalla raccolta pubblicitaria, in crescita di circa il 165%. Aumentano anche i ricavi Pay (+38%) grazie soprattutto alle Applicazioni Media degli Editori su Tablet e ai contenuti musicali in streaming 19 e alle dirette di eventi su Smartphone. Il peso relativo dei device sul totale mercato resta sostanzialmente invariato, con lo Smartphone che prevale sul Tablet. Anche la diffusione delle Applicazioni è in continua crescita: sono oltre 2 miliardi e mezzo le Applicazioni scaricate in Italia dall apertura degli Store (rispetto agli 1,3 miliardi a fine 2012) e circa 2,5 milioni quelle presenti sui Marketplace. La maggior parte degli utenti di Smartphone e Tablet scaricano mensilmente Applicazioni 20. Le Applicazioni realmente utilizzate tutti i giorni dagli utenti sono, però, poco più del 10% di quelle presenti sul device e una quota significativa delle App scaricate viene utilizzata una o due volte al massimo. Il numero di Applicazioni Media disponibili cresce del 30% rispetto al Il 40% delle property Media ne ha sviluppata almeno una, prendendo il Tablet come piattaforma di riferimento: la quasi totalità degli Editori presenti su Smartphone o Connected Tv è presente anche su Tablet. Oltre la metà ha un modello di ricavo esclusivamente Pay, una su quattro non presenta un modello di ricavo e sono in numero molto limitato quelle solo Advertising o freemium. 18 Il valore di mercato delle Applicazioni qui presentato non incorpora la quota parte di utilizzo dei servizi in subscription fruibili sia tramite set-top-box sia tramite Applicazioni su Connected Tv. 19 Coerentemente con i confini del mercato Media, vengono considerati solo i ricavi di servizi musicali in abbonamento in streaming. 20 I dati di questo paragrafo fanno riferimento alla survey realizzata in collaborazione con Doxa (cfr. Nota Metodologica). Le riprese dell evento sono disponibili in video on demand su 15

16 Executive Summary Social Network: è boom su Smartphone e Tablet Per i risultati completi della Ricerca si rimanda al rapporto: Social Network: mercato, utenti, offerta e trend in atto 21 Consideriamo Display Advertising, oltre ai banner, anche i formati Video, la pubblicità su Social Network e su Smartphone/Tablet. 22 Fonte: comscore, gennaio Il dato, rilasciato ufficialmente da Facebook, fa riferimento al mese di gennaio I dati di questo paragrafo fanno riferimento alla survey realizzata in collaborazione con Doxa (cfr. Nota Metodologica). La pubblicità sui Social Network nel 2013 cresce del 75%, arrivando così a pesare quasi il 10% del totale Display Advertising 21 su Internet. La crescita è fortemente influenzata da Smartphone e Tablet, che oggi valgono quasi la metà del mercato totale, con incrementi elevatissimi, a differenza del Pc. I fattori che hanno spinto aziende e centri Media ad inserire in maniera sempre più continuativa i Social Network nelle loro pianificazioni Media sono il numero di utenti sempre crescente, le opportunità di profilazione spinta e l esistenza di formati meno invasivi (ad esempio il Native Advertising). La parte del leone è giocata da Facebook, anche se gli altri non stanno a guardare: LinkedIn aumenta la sua raccolta e Twitter ha attivato nel 2013 un offerta commerciale in Italia. Oltre ad una naturale evoluzione di questi fenomeni, sulle dinamiche di questo mercato potrebbe impattare anche la diffusione di un offerta di Advertising in formato Video all interno di queste piattaforme. Se consideriamo gli utenti, a inizio 2014 sono oltre 27 milioni quelli unici attivi mensilmente sui Social Network, in crescita del 4% 22. Sono sempre di più gli utenti che accedono dai nuovi device: in particolare, con riferimento a Facebook, i tre quarti 23 degli utenti mensili accedono da Smartphone o Tablet e circa un sesto di questi non vi accede mai da Pc. La frequenza di utilizzo dei Social Network 24 cambia molto da una community all altra: se per Facebook, la maggior parte degli utenti accede tutti i giorni, per Instagram, Twitter, Google+, Foursquare, LinkedIn, Pinterest e Tumblr solo una parte limitata degli iscritti accede con frequenza giornaliera. Gli utenti sui Social Network accedono anche alle property degli Editori tradizionali, oltre la metà dichiara di essere fan di almeno una 16 I risultati completi della Ricerca sono consultabili su

17 Executive Summary testata del mondo Media e circa un quarto di questi afferma di interagirci attivamente con elevata frequenza. Infine emerge come i Social Network stiano diventando anche un sostituto dei motori di ricerca per alcune tipologie di target e/o per alcune necessità. È interessante comprendere anche l utilizzo da parte degli Editori tradizionali dei Social Network: dall analisi da noi condotta su Facebook emerge come poco meno della metà delle property Media abbia una Fan page, con risultati molto diversi a seconda delle risorse e del commitment dedicati al progetto. Video Online: continua la crescita dell Advertising, ma si studiano offerte Premium Nel 2013 i Video Online crescono del 37% rispetto al 2012 e si confermano la componente più rilevante del New Internet in valore assoluto. Si tratta di un mercato in larga parte basato su Pubblicità. Grazie a una crescita del 32% rispetto al 2012, la pubblicità sui Video 25 pesa nel 2013 per il 13% del totale Internet Advertising. Oggi, la quasi totalità di tali ricavi proviene ancora dal mondo Pc-centrico. Il formato Video, molto efficace e apprezzato nel perseguire obiettivi di branding, sta in parte cannibalizzando il Display tradizionale e in alcuni casi perfino l Advertising in Tv. Crediamo che questi formati pubblicitari continueranno a crescere anche nei prossimi anni grazie a diversi fattori: l incremento dell offerta e della fruizione di contenuti Video su Internet (in particolare su Smartphone e Tablet); la vendita anche su piattaforme di Real Time Advertising; lo sviluppo di soluzioni in grado di misurare l audience incrementale ri- Per i risultati completi della Ricerca si rimanda al rapporto: Video Online: mercato, utenti, offerta e trend in atto 25 La pubblicità Video su Internet include tutti i formati disponibili, sia quelli Video (pre-roll, mid-roll, post-roll), sia quelli legati ad un contenuto Video (ad esempio, companion banner). Le riprese dell evento sono disponibili in video on demand su 17

18 Executive Summary spetto alle campagne televisive; la diffusione di formati Video sempre più interattivi. La componente Pay, invece, cresce ad un ritmo molto più elevato (+80%), ma contribuisce ancora in maniera limitata in valore assoluto (13% del totale mercato relativo ai Video Online). Si tratta per oltre due terzi di ricavi provenienti dalle Connected Tv, a cui si affiancano quelli relativi a contenuti Video fruiti su Pc, Smartphone e Tablet. Sono diversi i segnali che lasciano presagire un ruolo sempre più determinante di questa componente. In primis ci attendiamo l ingresso di nuovi player (Netflix su tutti) che, attraverso un offerta attrattiva e una spinta promozionale forte, potrebbero convincere, o quantomeno sensibilizzare, i consumatori ad acquistare contenuti a pagamento. In secondo luogo, ci aspettiamo che le offerte della Pay Tv, sia su Sat che su Dtt, verranno fruite sempre più anche sui nuovi device. 26 I dati di questo paragrafo fanno riferimento alla survey realizzata in collaborazione con Doxa (cfr. Nota Metodologica). Analizzando il comportamento dei consumatori italiani 26, emerge che la larghissima parte degli utenti Internet fruisce di Video Online per un tempo medio superiore alla mezz ora al giorno. Il device maggiormente utilizzato per fruire Video è il Pc, seguito dal Tablet. Al primo posto nella graduatoria dei siti/app dove si fruisce di Video c è YouTube, seguito dai Social Network e dai siti dei Broadcaster Tv. Il consumo di Video è destinato a proseguire la sua crescita anche grazie a standard in grado di aumentarne la qualità. L incremento della fruizione di Video Online porterà con sé anche problematiche di gestione e ottimizzazione del traffico dati per evitare la congestione delle reti: sarà interessante in tal senso osservare l eventuale nascita di accordi tra Over the Top e Telco per la gestione e la distribuzione dei contenuti a condizioni privilegiate, a seguito di eventuali evoluzioni del contesto normativo relativo alla net-neutrality. 18 I risultati completi della Ricerca sono consultabili su

19 Executive Summary Ricavi Pay: si può fare di più! Il mercato dei ricavi Pay legati a contenuti Media nel 2013 cresce del 43%. Il contributo maggiore alla crescita nel 2013 è stato portato dalle Connected Tv, seguite da Tablet, Smartphone e Pc. Se si focalizza l attenzione sui ricavi Pay degli Editori della Stampa, il valore generato cresce di quasi il 20% rispetto al 2012, ma resta pur sempre l 1% dei ricavi dalla vendita di copie cartacee degli Editori italiani. Anche a livello internazionale, sono pochissimi gli esempi (The New York Times, The Wall Street Journal, Financial Times) in cui si sono raggiunte penetrazioni più alte. Se si considera il mercato Pay nel suo complesso, un tasso di crescita a due cifre su un valore molto piccolo impone necessariamente delle riflessioni sul reale ruolo che la componente Pay avrà sul totale New Internet nei prossimi anni. Probabilmente dipenderà dalla capacità da parte degli Editori di proporre dei contenuti realmente attrattivi, a fronte di una maggiore propensione a pagare per altre tipologie di contenuti digitali (ad esempio giochi, giochi regolamentati con vincita in denaro, Applicazioni di utility, ecc.) e dallo sviluppo di nuovi sistemi di pagamento più efficaci, visto che oggi solo un utente su tre ha registrato la carta di credito sugli Application Store. L analisi sul consumatore 27 mostra, infatti, uno scenario in cui la percentuale di chi acquista contenuti Media su Applicazioni è più bassa della media, che vede solo un utente su tre pagare per fruire di Applicazioni. Se si guarda la classifica dei contenuti acquistati sugli Application Store, la componente legata a news e riviste è oltre il decimo posto. 27 I dati di questo paragrafo fanno riferimento alla survey realizzata in collaborazione con Doxa (cfr. Nota Metodologica). Le riprese dell evento sono disponibili in video on demand su 19

20 Executive Summary Se consideriamo poi il mercato complessivo delle Applicazioni per Smartphone, i ricavi delle Applicazioni Media pesano per pochissimi punti percentuali. Nonostante questo, se osserviamo l offerta, sembra permanere una fiducia degli Editori tradizionali (a livello sia italiano sia internazionale) nei modelli Pay o freemium, su cui sono basate il 70% delle loro Applicazioni sviluppate in Italia. Data-driven Advertising: ecco il futuro della Pubblicità Online Per i risultati completi della Ricerca si rimanda al rapporto: Datadriven Advertising: la nuova sfida per la Pubblicità digitale Vista la sua crescente rilevanza, alle ormai consuete sette componenti del New Internet, abbiamo ritenuto importante aggiungerne una nuova: il Data-driven Advertising. Si tratta di un innovazione importante nelle logiche di pianificazione Media, grazie alla possibilità di rivolgersi a target molto specifici, attraverso l utilizzo di un mix di dati provenienti da più fonti (sia il sito dell investitore che quelli di terze parti). Il modello più diffuso in questo ambito è il Real Time Advertising, ossia l acquisto di ogni singola impression pubblicitaria attraverso piattaforme tecnologiche con il modello dell asta in real time. Real Time Advertising: alcune definizioni Le innovazioni principali del Real Time Advertising riguardano il processo di acquisto che diventa: Data-driven, ossia è il target a guidare la valorizzazione e l acquisto di una specifica impression; 20 I risultati completi della Ricerca sono consultabili su

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia la gestione dei processi di comunicazione in quale scenario deve identificarsi un progetto di miglioramento, nella gestione dei beni digitali per

Dettagli

Mobile Enterprise: produttività recuperata per 9 miliardi di nel 2014

Mobile Enterprise: produttività recuperata per 9 miliardi di nel 2014 Osservatori Digital Innovation del Politecnico di Milano www.osservatori.net COMUNICATO STAMPA Osservatorio Mobile Enterprise Mobile Enterprise: produttività recuperata per 9 miliardi di nel 2014 Il mercato

Dettagli

Il mobile e lo shopping on demand. Come il performance marketing aiuta a ridisegnare i percorsi d acquisto. tradedoubler.com

Il mobile e lo shopping on demand. Come il performance marketing aiuta a ridisegnare i percorsi d acquisto. tradedoubler.com Il mobile e lo shopping on demand Come il performance marketing aiuta a ridisegnare i percorsi d acquisto tradedoubler.com I canali di performance marketing mobile stanno trasformando l esperienza di acquisto

Dettagli

MyMedia Portal LMS un servizio SaaS di e-learning basato sul Video Streaming per la vendita on line di Lezioni Multimediali interattive

MyMedia Portal LMS un servizio SaaS di e-learning basato sul Video Streaming per la vendita on line di Lezioni Multimediali interattive 1 MyMedia Portal LMS un servizio SaaS di e-learning basato sul Video Streaming per la vendita on line di Lezioni Multimediali interattive Cos è un servizio di e-learning SaaS, multimediale, interattivo

Dettagli

Catalogo formativo. Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014

Catalogo formativo. Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014 2014 Catalogo formativo Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014 Internet Training Program Email Marketing Negli ultimi anni l email è diventata il principale strumento di comunicazione aziendale

Dettagli

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB?

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Registro 1 COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Guida pratica per muovere con successo i primi passi nel web INTRODUZIONE INDEX 3 6 9 L importanza di avere un dominio e gli obiettivi di quest opera Come è cambiato

Dettagli

app, API e opportunità Integrazione delle piattaforme e il futuro di Internet

app, API e opportunità Integrazione delle piattaforme e il futuro di Internet app, API e opportunità Integrazione delle piattaforme e il futuro di Internet 2 app, API e opportunità Integrazione delle piattaforme e il futuro di Internet L integrazione delle piattaforme è il concetto

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu ALL INTERNO DEL FIREWALL: ENI 2.0 Il modo di lavorare è soggetto a rapidi cambiamenti; pertanto le aziende che adottano nuovi tool che consentono uno scambio di informazioni contestuale, rapido e semplificato

Dettagli

Logistica digitale delle Operazioni a premio

Logistica digitale delle Operazioni a premio Logistica digitale delle Operazioni a premio La piattaforma logistica delle operazioni a premio digitali BITGIFT è la nuova piattaforma dedicata alla logistica digitale delle vostre operazioni a premio.

Dettagli

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE In un mercato delle Telecomunicazioni sempre più orientato alla riduzione delle tariffe e dei costi di

Dettagli

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond EBOOK la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond.it indice Capitolo 1 Metodo #1 per aumentare i Mi piace su Facebook: Concorsi 5 Capitolo 5 Metodo #5 per aumentare

Dettagli

Ecco come farsi ascoltare dai clienti

Ecco come farsi ascoltare dai clienti Ecco come farsi ascoltare dai clienti L 80% dei clienti non guarda la pubblicità, il 70% rifiuta le chiamate di vendita, il 44% non apre le email: il cliente ha chiuso la porta. La soluzione al problema

Dettagli

Carica i tuoi contenuti. Notizie Feed RSS Feed Multipli. Collegamento al tuo Sito Web

Carica i tuoi contenuti. Notizie Feed RSS Feed Multipli. Collegamento al tuo Sito Web Formule a confronto Carica i tuoi contenuti Puoi inserire immagini, creare le tue liste, i tuoi eventi. Gestire il tuo blog e modificare quando e quante volte vuoi tutto ciò che carichi. Notizie Feed RSS

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

Company Profile 2014

Company Profile 2014 Company Profile 2014 Perché Alest? Quando una nuova azienda entra sul mercato, in particolare un mercato saturo come quello informatico viene da chiedersi: perché? Questo Company Profile vuole indicare

Dettagli

LEAN SOLUTION FOR YOUR BUSINESS

LEAN SOLUTION FOR YOUR BUSINESS BUSINESS PROFILE LEAN SOLUTION FOR YOUR BUSINESS Omnia Group è costituito da un complesso di aziende operanti nei settori della consulenza e dell erogazione di servizi informatici. L azienda è caratterizzata

Dettagli

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Paola Garrone, Marco Melacini e Alessandro Perego Politecnico di Milano Indagine realizzata da Fondazione per la Sussidiarietà e

Dettagli

Indice dell'economia e della società digitali 1 2015 2

Indice dell'economia e della società digitali 1 2015 2 Indice dell'economia e della società digitali 1 2015 2 Profilo per paese L', con un 3 complessivo pari a 0,36, è venticinquesima nella classifica dei Stati membri dell'. Nell'ultimo anno ha fatto progressi

Dettagli

INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie

INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie Mobile Marketing Interattivo QR Code Inside Active Mailing Interattivo Interattivo Chi Siamo Interactive Advertising si avvale di un network di manager

Dettagli

ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1. http://www.sinedi.com

ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1. http://www.sinedi.com http://www.sinedi.com ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1 L estrema competitività dei mercati e i rapidi e continui cambiamenti degli scenari in cui operano le imprese impongono ai

Dettagli

IL PROGETTO MINDSH@RE

IL PROGETTO MINDSH@RE IL PROGETTO MINDSH@RE Gruppo Finmeccanica Attilio Di Giovanni V.P.Technology Innovation & IP Mngt L'innovazione e la Ricerca sono due dei punti di eccellenza di Finmeccanica. Lo scorso anno il Gruppo ha

Dettagli

Elaidon Web Solutions

Elaidon Web Solutions Elaidon Web Solutions Realizzazione siti web e pubblicità sui motori di ricerca Consulente Lorenzo Stefano Piscioli Via Siena, 6 21040 Gerenzano (VA) Telefono +39 02 96 48 10 35 elaidonwebsolutions@gmail.com

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

Mai più senza smartphone.

Mai più senza smartphone. Mai più senza smartphone. Il telefonino ha superato il pc come mezzo di consultazione del web: 14,5 milioni contro 12,5 milioni.* Sempre più presente, lo smartphone è ormai parte integrante delle nostre

Dettagli

INFORMATIVA SUI COOKIE

INFORMATIVA SUI COOKIE INFORMATIVA SUI COOKIE I Cookie sono costituiti da porzioni di codice installate all'interno del browser che assistono il Titolare nell erogazione del servizio in base alle finalità descritte. Alcune delle

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%)

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%) Deloitte Italy Spa Via Tortona 25 20144 Milano Tel: +39 02 83326111 www.deloitte.it Contatti Barbara Tagliaferri Ufficio Stampa Deloitte Tel: +39 02 83326141 Email: btagliaferri@deloitte.it Marco Lastrico

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Prosegue il percorso di riflessione

Prosegue il percorso di riflessione strategie WEB MARKETING. Strategie di Customer Journey per la creazione di valore Il viaggio del consumatore in rete Come le aziende possono calarsi nell esperienza multicanale del cliente per costruire

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

Metadati e Modellazione. standard P_META

Metadati e Modellazione. standard P_META Metadati e Modellazione Lo standard Parte I ing. Laurent Boch, ing. Roberto Del Pero Rai Centro Ricerche e Innovazione Tecnologica Torino 1. Introduzione 1.1 Scopo dell articolo Questo articolo prosegue

Dettagli

Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore

Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore Osservatorio ICT nel Real Estate Presentazione dei Risultati 2013 21 Maggio 2013 CON IL PATROCINIO DI PARTNER IN

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

LETTERA AGLI AZIONISTI E AI PARTNER DI DIGITAL MAGICS

LETTERA AGLI AZIONISTI E AI PARTNER DI DIGITAL MAGICS Milano, 29 gennaio 2014 LETTERA AGLI AZIONISTI E AI PARTNER DI DIGITAL MAGICS Carissimi Azionisti e Partner, Il 2013 per noi è stato un anno entusiasmante. Abbiamo completato con successo il nostro progetto

Dettagli

Sfide strategiche nell Asset Management

Sfide strategiche nell Asset Management Financial Services Banking Sfide strategiche nell Asset Management Enrico Trevisan, Alberto Laratta 1 Introduzione L'attuale crisi finanziaria (ed economica) ha significativamente inciso sui profitti dell'industria

Dettagli

dei processi di customer service

dei processi di customer service WHITE PAPER APRILE 2013 Il Business Process Orchestrator dei processi di customer service Fonte Dati: Forrester Research Inc I marchi registrati citati nel presente documento sono di proprietà esclusiva

Dettagli

Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti

Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti Alessandra Cimatti*, Paolo Saibene Marketing Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti Nelle fasi iniziali del processo d acquisto, oggigiorno, i compratori sono dei fai da te e - sempre

Dettagli

Vodafone Case Study Pulitalia

Vodafone Case Study Pulitalia Quello con Vodafone e un vero è proprio matrimonio: un lungo rapporto di fiducia reciproca con un partner veramente attento alle nostre esigenze e con un account manager di grande professionalità. 1 Il

Dettagli

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time White Paper Operational DashBoard per una Business Intelligence in real-time Settembre 2011 www.axiante.com A Paper Published by Axiante CAMBIARE LE TRADIZIONI C'è stato un tempo in cui la Business Intelligence

Dettagli

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB:

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB: Via Durini, 23-20122 Milano (MI) Tel.+39.02.77.88.931 Fax +39.02.76.31.33.84 Piazza Marconi,15-00144 Roma Tel.+39.06.32.80.37.33 Fax +39.06.32.80.36.00 www.valuelab.it valuelab@valuelab.it MARKETING INTELLIGENCE

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT

EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT MASTER Istituto Studi Direzionali Management Academy EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT SEDI E CONTATTI Management Academy Sida Group master@sidagroup.com www.mastersida.com

Dettagli

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali DynDevice ECM La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali Presentazione DynDevice ECM Cos è DynDevice ICMS Le soluzioni di DynDevice

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Osservatorio Cloud & ICT as a Service Cloud: ora si fa sul serio!

Osservatorio Cloud & ICT as a Service Cloud: ora si fa sul serio! Osservatorio Cloud & ICT as a Service Giugno 2014 Indice Introduzione 3 di Umberto Bertelè, Raffaello Balocco, Mariano Corso, Alessandro Perego e Andrea Rangone La Ricerca Executive Summary 7 di Mariano

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI.

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. Come gruppo industriale tecnologico leader nel settore del vetro e dei materiali

Dettagli

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque L'attuale ambiente di business è senz'altro maturo e ricco di opportunità, ma anche pieno di rischi. Questa dicotomia si sta facendo sempre più evidente nel mondo dell'it, oltre che in tutte le sale riunioni

Dettagli

L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS.

L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS. SMS: usali per raggiungere i tuoi contatti... con un click! Guida pratica all utilizzo degli sms pubblicitari L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS. 2 SMS: usali

Dettagli

La Borsa delle idee Innovare: il reale valore dei social network

La Borsa delle idee Innovare: il reale valore dei social network La Borsa delle idee Innovare: il reale valore dei social network Di cosa parliamo? La Borsa delle Idee è la soluzione per consentire alle aziende di coinvolgere attivamente le persone (dipendenti, clienti,

Dettagli

Fatti trovare... Fatti preferire! Web Site» E-Commerce» Social Media» Web Marketing» Photo» Video» Graphic design

Fatti trovare... Fatti preferire! Web Site» E-Commerce» Social Media» Web Marketing» Photo» Video» Graphic design Fatti trovare... Fatti preferire! Web Site» E-Commerce» Social Media» Web Marketing» Photo» Video» Graphic design Come si trovano oggi i clienti? Così! ristorante pizzeria sul mare bel Perchè è importante

Dettagli

Privacy Policy del sito http://www.plastic-glass.com

Privacy Policy del sito http://www.plastic-glass.com Cos'è una PRIVACY POLICY Privacy Policy del sito http://www.plastic-glass.com Questo documento, concernente le politiche di riservatezza dei dati personali di chi gestisce il sito Internet http://www.plastic-glass.com

Dettagli

Ascolto, gestione degli spazi social e analisi con Hootsuite.com

Ascolto, gestione degli spazi social e analisi con Hootsuite.com Ascolto, gestione degli spazi social e analisi con Hootsuite.com #TTTourism // 30 settembre 2014 - Erba Hootsuite Italia Social Media Management HootsuiteIT Diego Orzalesi Hootsuite Ambassador Programma

Dettagli

REGOLAMENTO DI TELEVOTO RELATIVO AL PROGRAMMA X FACTOR 2014

REGOLAMENTO DI TELEVOTO RELATIVO AL PROGRAMMA X FACTOR 2014 REGOLAMENTO DI TELEVOTO RELATIVO AL PROGRAMMA X FACTOR 2014 1. Premessa Il presente regolamento si riferisce al servizio di televoto abbinato alla gara canora oggetto del programma televisivo X FACTOR,

Dettagli

19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015

19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015 19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015 Pag. 33 (diffusione:581000) La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è

Dettagli

I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI

I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI LO STRUMENTO PER GESTIRE A 360 LE ATTIVITÀ DELLO STUDIO, CON IL MOTORE DI RICERCA PIÙ INTELLIGENTE, L UNICO CHE TI CAPISCE AL VOLO. www.studiolegale.leggiditalia.it

Dettagli

www.leasys.com Marketing & Comunicazione Servizio di infomobilità e telediagnosi - 23/01/2014

www.leasys.com Marketing & Comunicazione Servizio di infomobilità e telediagnosi - 23/01/2014 Servizio di Infomobilità e Telediagnosi Indice 3 Leasys I Care: i Vantaggi dell Infomobilità I Servizi Report di Crash Recupero del veicolo rubato Blocco di avviamento del motore Crash management Piattaforma

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA

CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA 2ª PARTE NEL CAPITOLO PRECEDENTE NOTA METODOLOGICA LA PAROLA AI CIO I MIGLIORI HYPERVISOR AFFIDARSI AI VENDOR INVESTIRE PER IL CLOUD APPLICAZIONI

Dettagli

Tutorial Sky Go su Samsung v.1.1

Tutorial Sky Go su Samsung v.1.1 Tutorial Sky Go su Samsung v.1.1 1.1 Presentazione...2 2.2 Download e installazione...2 2.2 Login...3 2.2.1 Limitazioni all'accesso...4 2.3 Profili di visione...6 2.4 Reti...7 2.5 Diritti...7 3.0 Fruizione

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

L 8 maggio 2002 il Ministero

L 8 maggio 2002 il Ministero > > > > > Prima strategia: ascoltare le esigenze degli utenti, semplificare il linguaggio e la navigazione del sito. Seconda: sviluppare al nostro interno le competenze e le tecnologie per gestire in proprio

Dettagli

Total Retail 2015. 31 Cambiamenti demografici. www.pwc.com/it. Analisi dei risultati per il mercato italiano e confronto con i principali Paesi

Total Retail 2015. 31 Cambiamenti demografici. www.pwc.com/it. Analisi dei risultati per il mercato italiano e confronto con i principali Paesi Total Retail 2015 Analisi dei risultati per il mercato italiano e confronto con i principali Paesi Il ruolo del negozio 14 Il ruolo dello smartphone 21 Social media 31 Cambiamenti demografici 37 www.pwc.com/it

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence

Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence Un sistema integrato di Business Intelligence consente all azienda customer oriented una gestione efficace ed efficiente della conoscenza del

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

ghd crea una comunità online professionale che si dedica all acconciatura. Grazie a hybris.

ghd crea una comunità online professionale che si dedica all acconciatura. Grazie a hybris. ghd crea una comunità online professionale che si dedica all acconciatura. Grazie a hybris. Sin dal lancio, avvenuto dieci anni fa, il marchio ghd è diventato sinonimo di prodotti di hair styling di fascia

Dettagli

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A delle Vie Francigene Pacchetto Soci 2015 1 MOSTRA DA CANTERBURY A ROMA: 1.800 KM ATTRAVERSO L EUROPA La mostra approfondisce, attraverso immagini supportate da testi

Dettagli

Software per la gestione di palestre, centri benessere e sportivi

Software per la gestione di palestre, centri benessere e sportivi Software per la gestione di palestre, centri benessere e sportivi Applicazione gestionale progettata per gestire tutti gli aspetti di palestre, centri sportivi e centri benessere Sicuro Personalizzabile

Dettagli

REAL ESTATE. Il software per la gestione della presenza online per le agenzie immobiliari

REAL ESTATE. Il software per la gestione della presenza online per le agenzie immobiliari REAL ESTATE Il software per la gestione della presenza online per le agenzie immobiliari è un sistema progettato per garantire la semplice gestione della presenza online per le agenzie immobiliari. Il

Dettagli

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras 2 Introduzione Le architetture basate sui servizi (SOA) stanno rapidamente diventando lo standard de facto per lo sviluppo delle applicazioni aziendali.

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina Cosa è il DSS L elevato sviluppo dei personal computer, delle reti di calcolatori, dei sistemi database di grandi dimensioni, e la forte espansione di modelli basati sui calcolatori rappresentano gli sviluppi

Dettagli

LA TUA ASSICURAZIONE SULLA CARRIERA: FAR LAVORARE I SOCIAL MEDIA PER TE

LA TUA ASSICURAZIONE SULLA CARRIERA: FAR LAVORARE I SOCIAL MEDIA PER TE LA TUA ASSICURAZIONE SULLA CARRIERA: FAR LAVORARE I SOCIAL MEDIA PER TE LA TUA POLIZZA D ASSICURAZIONE SULLA CARRIERA: FAR LAVORARE I SOCIAL MEDIA PER TE I social media impattano praticamente su ogni parte

Dettagli

CIO Survey 2014 La discontinuità digitale e la trasformazione dell ICT nelle aziende italiane Report di sintesi dei risultati emersi

CIO Survey 2014 La discontinuità digitale e la trasformazione dell ICT nelle aziende italiane Report di sintesi dei risultati emersi CIO Survey 2014 La discontinuità digitale e la trasformazione dell ICT nelle aziende italiane Report di sintesi dei risultati emersi CIO Survey 2014 NetConsulting 2014 1 INDICE 1 Gli obiettivi della Survey...

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE I rapporti di Eurydice PREMESSA Questo breve rapporto sull adozione dei libri di testo è nato in seguito a una specifica richiesta all unità italiana

Dettagli

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Roma, 29 maggio 2012 Indice Il Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. I nostri servizi Nuove attività 2012-2013 Evoluzione delle attività

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli

IL FESTIVAL. Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio

IL FESTIVAL. Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio IL FESTIVAL Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio della Tuscia ma con una forte vocazione internazionale, premiato al Jazzit Awards come

Dettagli

www.01net.it Il primo portale italiano per i professionisti dell Ict, per il trade e per le piccole e medie imprese utenti di Ict

www.01net.it Il primo portale italiano per i professionisti dell Ict, per il trade e per le piccole e medie imprese utenti di Ict www.01net.it Il primo portale italiano per i professionisti dell Ict, per il trade e per le piccole e medie imprese utenti di Ict 01NET NETWORK www.01net.it Pag 2 Dati di traffico 01net Network Totale

Dettagli

PHILIPPE PONCIN INSTITUT NATIONAL DE L AUDIOVISUEL

PHILIPPE PONCIN INSTITUT NATIONAL DE L AUDIOVISUEL CONSERVAZI ONE ED ACCESSI BI LI TÀ I N NTERNETDICOLLEZI ONIAUDI OVI SI VE I PHILIPPE PONCIN INSTITUT NATIONAL DE L AUDIOVISUEL 1. IL RUOLO DELLE BIBLIOTECHE AUDIOVISIVE Il fine principale è la conservazione

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

Business Intelligence. Il data mining in

Business Intelligence. Il data mining in Business Intelligence Il data mining in L'analisi matematica per dedurre schemi e tendenze dai dati storici esistenti. Revenue Management. Previsioni di occupazione. Marketing. Mail diretto a clienti specifici.

Dettagli

MASTER MAGPA Argomenti Project Work

MASTER MAGPA Argomenti Project Work MASTER MAGPA Argomenti Project Work MODULO I LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: PROFILO STORICO E SFIDE FUTURE Nome Relatore: Dott.ssa Ricciardelli (ricciardelli@lum.it) 1. Dal modello burocratico al New Public

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento

Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento Edizione italiana a cura di G. Soda Capitolo 6 La progettazione della struttura organizzativa: specializzazione e coordinamento Jones, Organizzazione

Dettagli

Progetto Rubiera Centro

Progetto Rubiera Centro LE POLITICHE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA QUALIFICAZIONE DEI CENTRI COMMERCIALI NATURALI Progetti anno 2013 (D.G.R. n. 1822/2013) Bologna, 1 luglio 2014 Progetto Rubiera Centro Il progetto del comune

Dettagli

Il canale distributivo Prima e dopo Internet. Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco

Il canale distributivo Prima e dopo Internet. Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco Il canale distributivo Prima e dopo Internet Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco La distribuzione commerciale Il canale distributivo è un gruppo di imprese

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

PLAYBOOK EMAIL REMARKETING. Tre modi per trasformare in acquirenti gli utenti che abbandonano il carrello. OTTIMIZZAZIONE DELLE CONVERSIONI

PLAYBOOK EMAIL REMARKETING. Tre modi per trasformare in acquirenti gli utenti che abbandonano il carrello. OTTIMIZZAZIONE DELLE CONVERSIONI PLAYBOOK OTTIMIZZAZIONE DELLE CONVERSIONI EMAIL REMARKETING Tre modi per trasformare in acquirenti gli utenti che abbandonano il carrello. EMAIL REMARKETING Tre modi per trasformare in acquirenti gli utenti

Dettagli

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update MERCATO MONDIALE DEI BENI DI LUSSO: TERZO ANNO CONSECUTIVO DI CRESCITA A DUE CIFRE. SUPERATI I 200 MILIARDI DI EURO NEL 2012 Il mercato del

Dettagli