mensile a cura di Arci Milano

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "mensile a cura di Arci Milano"

Transcript

1 Anno III - n 10 ottobre 2010 mensile a cura di Arci Milano arcireportmilano L'Arci di Milano e le primarie per il sindaco del centro sinistra Il 14 Novembre si terranno a Milano le primarie per stabilire chi sarà il candidato Sindaco per il centrosinistra. Al momento si sono candidati per le primarie Giuliano Pisapia, Stefano Boeri, Valerio Onida, Michele Sacerdoti (in ordine di candidatura). La presidenza dell'arci Milano considera queste primarie un momento democratico importante, di rilievo in cui i cittadini potranno esercitare la responsabilità e il diritto di scegliere chi potrebbe sfidare presumibilmente l'attuale Sindaco Letizia Moratti. Una forma di partecipazione virtuosa che permette di agire con forza la propria cittadinanza attiva e di superare quel difficile rapporto che esiste tra democrazia delegata e democrazia partecipativa. Se i partiti, che ne sono ovviamente i principali custodi, sapranno difendere e rispettare tale strumento, si potrà scrivere una bella pagina della politica nella storia della Città. È necessario che le primarie siano davvero un libero confronto di idee e proposte, in una cornice di valori condivisi, che si spera possa ridare fiato al centrosinistra meneghino nella corsa alla poltrona di Sindaco, nella primavera prossima. Ci aspettiamo delle primarie di coalizione e così sembrano essere finora, dove i 4, al momento, candidati possano alla pari provare a convincere i cittadini milanesi della loro proposta di governo e visione della città. Milano ha bisogno che il dibattito metta al centro in primis i contenuti, le idee, i temi su cui confrontarsi, ed è una opportunità che questo lo facciano quattro belle persone, quattro profili professionali e di impegno civico di notevole importanza, quattro storie di vita vicine ai bisogni e ai diritti delle persone. Come Arci vorremmo che questo confronto, pur nelle legittime prese in carico da parte dei partiti che li sostengono, ognuno con le proprie ovvie preferenze, siano davvero scevre da giochi e giochettini, calcoli e calcolini, veleni e velenini, per permettere un confronto davvero aperto e scelte davvero libere. A nostro avviso così l'entusiasmo intorno alle primarie potrà crescere e così anche le possibilità nel dopo primarie. Altro elemento importante è che i candidati pur nel confronto e nel distinguo, siano in grado di fare squadra soprattutto nella fase post primarie, per non perdere ragioni e soprattutto competenze utili di tutti loro. Per queste primarie ci sentiamo di far valere un principio, quello dell'equivicinanza a tutti i candidati in lizza, nel senso che tutti i nostri dirigenti e le loro competenze, sui temi su cui Arci è in grado di dire qualcosa, sono patrimonio, se considerato tale, per tutti, per poter vedere maggiormente rafforzate le idee e i valori che quotidianamente ispirano l'agire del comitato e dei suoi Circoli. Siamo quindi a disposizione come direbbe Totò. Invitiamo inoltre tutti i nostri circoli milanesi che verranno scelti o si candideranno a essere sedi di primarie, a fare qualcosa di più durante questa consultazione. Mostriamo cosa siamo, cosa facciamo, mostriamo ai cittadini di Milano la ricchezza delle nostre iniziative, del nostro tessuto associativo, anche organizzando il 14 novembre iniziative ad hoc, presentazioni, dibattiti, concerti e giochi, per rendere al meglio l'idea della città, di quell'altra città che vogliamo. Per la presidenza Arci Milano Emanuele Patti Un poker di personalità per sconfiggere il centrodestra Boeri Onida Pisapia Sacerdoti Mai negli ultimi vent anni il centrosinistra ha proposto personalità di tutto rilievo come in occasione delle primarie del 14 novembre, primarie per scegliere il candidato sindaco da opporre al centrodestra. Mai come quest anno, da vent anni a questa parte, c è la seria probabilità di sconfiggere il centrodestra. Quelle del 2011 saranno elezioni decisive per la città e per l Italia. Noi crediamo che Milano possa cambiare. Arci Milano ha sempre auspicato che, a partire dalle primarie, fosse costruito un processo capace di coinvolgere tutti coloro che per rimettersi in gioco non si fossero accontentati di aderire a questo o a quel candidato scelto dai partiti. Le primarie non devono servire solo a proclamare un vincitore e uno sconfitto per sancire la scontata prevalenza di uno schieramento politico sull altro. I quattro candidati con i loro comportamenti leali si stanno affrontando apertamente e con estrema chiarezza proprio nella direzione che ARCI ha da sempre auspicato. Abbiamo invece la sensazione che i partiti si stiano muovendo in direzione opposta, a volte, dando persino l impressione che abbiano l unica ambizione non di vincere, ma di assicurarsi almeno qualche posto sui banchi dell opposizione. Non basta, non può bastare. * SOMMARIO DI QUESTO NUMERO A PAG.2 L Italia è sommersa dal fango, e io penso al fiore di loto, per via della sua particolarità di affondare le radici nel fango, di emergere sulla superficie delle acque stagnanti immacolato e bellissimo. Usciremo da questo fango se emergerà l Italia migliore, del lavoro onesto, della generosità disinteressata, dei giovani che lottano per il futuro e dei vecchi che non si rincoglioniscono con le velone (V. Molinaro)

2 arcireportmilano -ottobre arciimmigrati Comunicato stampa dei rom di via Idro Riceviamo tramite FaceBook e volentieri pubblichiamo. (arcireportmilano) Milano, 24 settembre 2010 Immaginate che venga firmato un accordo tra associazioni, Comune di Milano e Prefettura per l assegnazione di 25 case Aler, escluse dalle graduatorie delle case popolari perché necessitano di manutenzione e messa a norma, ad altrettante famiglie Rom. Immaginate 11 di queste fa miglie che pochi giorni fa firmano l atto ufficiale di assegnazione. Ora immaginate che all improvviso non se ne faccia più niente; che si prosegua nello sgombero del più grande campo della città che ospita quasi centoventi nuclei familiari e oltre cinquecento persone; che Libero pubblichi gli indirizzi delle 25 case in questione e che nascano comitati spontanei anti-rom. Ebbene, siete riusciti a figurarvi il modello milanese di gestione dell emergenza nomadi : quello che il ministro Maroni, coinvolto in prima persona nel blocco delle assegnazioni alle famiglie rom, definisce vincente e da esportare in tutta Italia e nel resto d Europa. In realtà in ballo c è la prossima campagna elettorale e ben 13 milioni di euro già stanziati dal Viminale per lo sgombero: il campo di via Triboniano si trova su un area essen- La presente viene inviata a nome delle famiglie di Rom italiani che da oltre 20 anni abitano nel campo comunale di via Idro 62. Dal maggio dell'anno scorso si parla dello sgombero del nostro campo, ma in tutto questo tempo nessuno ci ha mai detto quando e come sarebbe avvenuto lo sgombero, e soprattutto quale sarebbe stato il nostro destino, di cittadini italiani che in questa zona risiedono, lavorano, mandano a scuola i figli. Questa mattina si sono presentati i vigili, notificando a una ventina di famiglie (la quasi totalità del campo) un vero e proprio avviso di sfratto, esecutivo entro 48 ore. Difatti, in base a una interpretazione del "Regolamento delle aree destinate ai nomadi nel territorio del Comune di Milano" [art. 12 par. a)], consegnatoci l'anno scorso, chi ha commesso reati perde "l'autorizzazione all'ammissione e permanenza" nel campo e "l'assegnazione del modulo abitativo", e con lui tutto il nucleo famigliare. Questo Regolamento è stato oggetto di diverse contestazioni, sia a livello italiano che da parte della Comunità Europea. Nessuno di Niente case popolari per i rom ziale per l Expo del 2015 e il sindaco Moratti non può permettersi di fallire. Le recenti espulsioni in Francia e gli sgomberi in molte città italiane delineano un unica, banale e tremenda certezza: i rom sono l emblema della pericolosità sociale, considerati come sotto-uomini, sotto-donne e sotto-bambini. La tutela della fragilità e della vulnerabilità sociale, alla base delle politiche sociali e della tenuta del sistema di welfare nazionale, per loro non sono previste. Di waltermo su Flickr quanti hanno ricevuto la notifica si è mai macchiato di reati particolarmente gravi, trattasi in buona parte di reati giudicati sospesi o di accattonaggio. A qualcuno vengono addirittura contestati reati commessi negli anni '70. Reati comunque antecedenti l'entrata in vigore di questo regolamento. È una misura a nostro giudizio crudele e ingiusta, soprattutto quando riguarda tutto il nucleo famigliare. I nostri bambini hanno appena ricominciato l'anno scolastico. È lesivo dei diritti fondamentali della persona. Noi, cittadini italiani, non abbiamo alcun posto dove andare, né riusciremo a trovarlo in 48 ore. A meno di non doverci accampare per protesta davanti a Palazzo Marino o alla Casa della Carità. Per informazioni:fabrizio Casavola, Braidic, 338 SOMMARIO Le primarie a Milano...pag. 1 Arciimmigrati: I Rom di via Idro...pag. 2 Niente case popolari...pag. 2 Sogno di una notte...pag. 3 Arcireferendum: Assemblea nazionale...pag. 4 La vita vince...pag. 5 PGT questo sconosciuto...pag. 6 Manifestiamo per i diritti...pag. 7 Lettera aperta ai soci Arci di Paderno Dugnano...pag. 8 Ponteranica polo antimafia...pag.9 Carroponte: festa di chiusura.pag.10 Arciinforma: Nuove norme per somministrazione e vendita di alcolici...pag.11 Bando per servizio civile...pag. 12 Volontari cercansi...pag. 12 Arcicircoli: Bellezza:...pag.13 l Impegno...pag.13 Corvetto...pag.14 Arcicultura: Omaggio a Wajda...pag. 14 Alla Casa delle Culture...pag. 15 Arciturismo: Capodanno con Arci...pag. 17

3 arcireportmilano - ottobre arciimmigrati Sogno di una notte di Dijana Pavlovic * Sulla recente e continua crociata antirom che sta investendo gan parte della democraticissima Europa, arcireportmilano ospita un originale intervento di Dijana Pavlovic Ho sognato. Opera, inverno 2007, Lega e An guidano i cittadini: brucia il campo provvisorio della protezione civile. Doveva ospitare 75 rom, di cui 30 bambini, brave persone in attesa di un posto definitivo. Al presidio le signore in pelliccia son gonfie di bile: rubano i pesci dello stagno, le nostre case sono svalutate. Intorno al fuoco hanno fraternizzato, si beve vino caldo, si mangiano salcicce. I rom hanno paura, chiedono alle autorità di portarli via. Ma tutto va bene. Il capo della rivolta verrà premiato: alle elezioni il posto di sindaco gli viene assegnato. Inverno Brucia il campo rom di via Triboniano, solo fango, né acqua, né luce, né gas E 600 donne uomini bambini senza più niente. Il comune di Milano fa qualcosa. Al posto delle baracche container, al posto del fango cemento, e poi anche acqua luce e gas. Ma non c è posto per tutti e c è un prezzo da pagare: il Patto di legalità, legge speciale per zingari! Se trasgredisci, buttano per strada te e la tua famiglia. Ho firmato: Non andrò mai a rubare Anche se fino adesso non l ho mai fatto. Non chiederò mai l elemosina. Anche se fino adesso non l ho mai fatto. Non ospiterò mai nessuno nel mio container Neanche per una notte, neanche mia madre! Ma ho un container e allora va tutto bene! Ho sognato. 10 zingari rumeni, lavorano in regola dallo stesso padrone. Si fanno intervistare dalla televisione per far vedere che non sono bestie. Il giorno dopo il padrone li chiama: Vi ho visto in trasmissione. Bravi, la gloria si paga, siete zingari? Andatevene a casa! Ho sognato. A Ponticelli molotov sui campi rom. Rivolta popolare, parte dal basso (più basso di così dal ventre dello stato la camorra). Momento di orgoglio e di gloria, davanti alle telecamere la gente grida: Non sono io razzista, sono loro che sono zingari! I loro figli nelle scuole disegnano roghi e a fianco le scritte: Bruciamoli tutti! Anche loro producono spazzatura! Va tutto bene, sono solo bambini. Forse troppa televisione, Ma questi bambini sono il futuro della nazione! Ho sognato. Rebecca, bambina zingara di 11 anni, Non va a scuola, ma legge, scrive e fa i conti, il tempo lo passa per strada, non chiede la carità ma crep alla nutella. Disegna case. Ha vinto un premio Unicef per i suoi disegni, Suo padre, un pastore evangelico, uomo di fede, viene picchiato da due poliziotti,senza ragione, davanti ai suoi occhi. Ma va tutto bene, sono solo quattro cazzotti. Adesso Rebecca saprà disegnare anche poliziotti! Ho sognato. Goffredo Bezzecchi, cittadino italiano, superstite Rom dei campi di concentramento. Famiglia numerosa: 35 persone tra figli e nipoti, tutti senza precedenti penali. Alle 5 di mattina 70, tra poliziotti carabinieri e i vigili urbani con un furgone della scientifica, per ordine del Prefetto di Milano, vengono a censire lui e la sua famiglia con nome, cognome e anche la religione. Ma sono cittadini italiani. Non bastava andare all anagrafe? Ah no, giusto, all anagrafe non c è scritto se sei rom E se sei ortodosso, cattolico o musulmano. Ma va tutto bene, lui c è abituato al campo di concentramento Tossicia di Teramo l avevano già schedato. Ho sognato. Violetta e Cristina, bambine rom di origine slava. Sono annegate a Pozzuoli vicino a Napoli. I loro corpi giacciono sulla spiaggia per ore A pochi metri la gente continua a prendere il sole, sorseggia una bibita, chiama amici e parenti con il nuovo cellulare. E tutto normale. L alto commissario dell ONU si indigna? Qualcuno si interroga sulle responsabilità? Di chi sono: della società, della politica, dei media? Se proprio si deve, ognuno di noi si guardi allo specchio e dica a se stesso: io non c entro niente con tutto questo! Ma va tutto bene. Violetta e Cristina non saranno vendute spose a dodici anni, non saranno costrette a chiedere la carità, non ruberanno bambini alle brave mamme napoletane, no, nessuno mai verrà a prendere le loro impronte digitali e chiedere la loro religione e la loro etnia. O adesso si dice di nuovo razza? Ho sognato? No, sono a Opera, Pavia, Livorno, Mestre, Roma, Brescia, Napoli Milano. Un bagliore lontano, in periferia! Brucia un campo Rom! Chi se ne frega! I g ha fato ben! Viva la Lega! Ma se con il nostro racconto vi abbiamo turbato Allora, come dice il poeta Potete dire sognavo e tutto quello che fin qui vi abbiamo propinato come un brutto sogno può essere già dimenticato. Dijana Pavlovic * Dijana Pavlovic è una romnì serba nata a Vrnjacka Banja nel Dopo aver studiato all'accademia di Arte Drammatica di Belgrado, nel 1999 si è trasferita in Italia dove lavora come attrice e mediatrice culturale.

4 arcireportmilano - ottobre arcireferendum Assemblea nazionale dei Movimenti per l Acqua L Assemblea nazionale dei Movimenti per l Acqua si è tenuta il 18 e 19 settembre a Firenze, nella Casa del Popolo di San Bartolo a Cintoia. È stato il primo incontro nazionale dopo la consegna del milione e quattrocentomila firme per il referendum. Hanno partecipato almeno duecento persone, in rappresentanza dei comitati locali e delle associazioni che sostengono la campagna referendaria. La discussione si è svolta in plenaria e in quattro gruppi di lavoro e le decisioni sono state come di consueto prese con il metodo del consenso. La raccolta delle firme non ha ovviamente concluso la campagna per il referendum. Sarà al contrario necessario un ancora più grande lavoro nei prossimi mesi, prima di tutto perché il diritto al voto venga rispettato. Dopo il grande successo della raccolta firme, il fronte a favore delle privatizzazioni si sta organizzando, e sono altamente possibili tentativi di scippo. Nello stesso tempo, è necessario non sprecare un giorno per convincere i milioni di persone che dovranno votare, molti e molti di più di quelli che hanno firmato: ci sarà bisogno di un lavoro capillare e anche di una grande campagna di comunicazione. Serve una grande campagna di autofinanziamento. Bisogna formalizzare il Comitato Promotore per metterlo in grado di affrontare gli impegni dei prossimi mesi. E molti territori sono impegnati a fermare processi di privatizzazione in corso o altrove per realizzare la ripubblicizzazione nei loro territori. L Assemblea ha fatto appello a tutte le associazioni e le organizzazioni affinchè proseguano e anzi rafforzino il loro impegno. È stata convocata per il 4 dicembre una giornata di mobilitazione nazionale, con l obiettivo di realizzare manifestazioni in tutte le regioni. La manifestazione nazionale decentrata si collocherà nel quadro delle iniziative che si svolgeranno in tutto il mondo in contemporanea alla Conferenza ONU sul clima di Cancun. La scelta di manifestazioni è stata fatta perché questo strumento può essere utile per rinsaldare le alleanze territoriali, il coinvolgimento della società civile diffusa e i cittadini e rafforzare le vertenze e le buone pratiche locali. Sono stati creati gruppi di lavoro permanente per elaborare le proposte sul piano di lavoro approvato: Comunicazione, Democrazia partecipativa, Finanziamento del Servizio Idrico Integrato, Moratoria, Formalizzazione Comitato Tecnico, Funzionamento Comitato Promotore e Forum, Iniziative nelle scuole. Saranno mesi intensi quelli per l acqua, ai quali siamo chiamati a dare un contributo fattivo, ma il risultato come sappiamo tutti e tutte è cruciale. Ci sono state occasioni in passato in cui il popolo italiano ha usato referendum ad alto valore simbolico e politico per cambiare la storia di questo paese. Consapevoli della difficoltà e anche dell importanza di questa campagna, sapremo sicuramente fare la nostra parte. Con il Consiglio Nazionale che varerà il programma dell associazione per il prossimo anno, potremo iniziare il lavoro partecipato per attrezzarci ai nuovi impegni. Paolo Beni APPELLO ASSEMBLEA DEI MOVIMENTI PER L ACQUA Noi donne e uomini dei movimenti sociali territoriali, della cittadinanza attiva, del mondo dell associazionismo laico e religioso, delle forze sociali, sindacali e politiche, del mondo della scuola, della ricerca e dell Università, del mondo della cultura e dell arte, del mondo agricolo, delle comunità laiche e religiose che in questi anni e in tutti i territori abbiamo contrastato la privatizzazione del servizio idrico, perché sottrae alle collettività un diritto essenziale alla vita; abbiamo promosso e partecipato, nel Forum Italiano dei Movimenti per l'acqua o in altri percorsi, a iniziative ed azioni, socializzando i saperi e le esperienze, rafforzandoci reciprocamente, allargando la sensibilizzazione e il consenso; abbiamo promosso con oltre firme una legge d iniziativa popolare per la ripubblicizzazione dell acqua e la sua gestione partecipativa; abbiamo promosso mobilitazioni territoriali, manifestazioni nazionali e appuntamenti internazionali per riappropriarci di ciò che a tutti appartiene, per garantire a tutte e tutti un diritto universale, per preservare un bene comune per le future generazioni, per tutelare una risorsa naturale fondamentale; abbiamo promosso una campagna referendaria che si è conclusa con lo straordinario risultato di oltre un milione e quattrocentomila firme raccolte; consapevoli del fatto che il voto referendario apre una stagione decisiva per l affermazione dell acqua bene comune e della sua gestione pubblica e partecipativa; la battaglia dell acqua è assieme una battaglia contro il pensiero unico del mercato e per una nuova idea di democrazia; la privatizzazione e la mercificazione dell acqua e del servizio idrico è incompatibile con la conservazione della risorsa acqua, degli ecosistemi e più in generale dell ambiente; una vittoria ai referendum della prossima primavera potrà aprire nuove speranze per un diverso modello economico e sociale, basato sui diritti, sui beni comuni e sulla partecipazione diretta delle persone; facciamo appello a tutte le donne e gli uomini di questo paese perché, in questi mesi che ci porteranno al referendum, si apra una grande stagione di sensibilizzazione sociale sul tema dell acqua, e si produca, ciascuno nella sua realtà e con le sue attitudini e potenzialità, uno straordinario sforzo di comunicazione sull importanza della vertenza in corso e sulla necessità del coinvolgimento di tutto il popolo italiano, con l obiettivo di arrivare all affermazione dei tre referendum abrogativi. Tutte e tutti assieme possiamo affermare l acqua come bene comune, sottrarla alle logiche del mercato, restituirla alla gestione partecipativa delle comunità locali. Tutte e tutti assieme siamo coinvolti nel problema e possiamo divenire parte della soluzione. Il tempo è ora. Perché si scrive acqua e si legge democrazia. Firenze, Settembre 2010 Forum Italiano dei Movimenti per l Acqua Comitato Promotore dei referendum per l'acqua Pubblica

5 arcireportmilano - ottobre arcireferendum La vita vince di Alex Zanotelli La cittadinanza attiva italiana ha ottenuto una straordinaria vittoria raccogliendo un milione e quattrocentomila firme per chiedere un referendum contro la privatizzazione dell acqua (Legge Ronchi, 19 novembre 2009). Questo grazie a una straordinaria convergenza di forze sociali che vanno da associazioni laiche come Arci o Mani Tese, o cattoliche come Agesci o Acli, da sindacati, da movimenti come NO TAV o NO Dal Molin, da reti come Lilliput o Assobotteghe... In nessun referendum si era mai visto un tale schieramento di forze sociali così trasversali, che hanno trovato poi la capacità di organizzarsi a livello locale, provinciale, regionale. È stata l acqua, fonte della vita, che ha riunito in unità la cittadinanza attiva. È fondamentale notare che tutto questo è avvenuto senza l appoggio dei partiti, senza soldi e senza la grande stampa. I partiti al governo ci hanno attaccato pesantemente (le dure dichiarazioni di Ronchi e Tremonti), mentre i partiti dell opposizione presenti in Parlamento (PD e IDV) ci hanno remato contro. Il Comitato Referendario ha sfidato il popolo italiano con delle scelte ben precise. In piena vittoria del mercato e della finanza, i 3 quesiti referendari chiedevano, primo, che l acqua venisse dichiarata un bene di non rilevanza economica, secondo, che l acqua venisse tolta dal mercato e, terzo, che non si facesse profitto sull acqua. È il massimo che si può chiedere a un popolo in pieno neo-liberismo. Intorno ai banchetti della raccolta firme si è svolta la battaglia antropologica fra la persona, dotata di diritti e doveri e l homo economicus, furbo, speculatore irreponsabile e pronto a tutto, pur di arricchirsi - così ha scritto il costituzionalista Ugo Mattei. Ha vinto la persona, ha vinto il diritto umano. Ed è la prima grande vittoria per il bene comune (insieme all aria) più prezioso che abbiamo. A Roma abbiamo festeggiato questa vittoria a Piazza Navona il 19 luglio, portando poi gli scatoloni contenenti le firme alla Corte di Cassazione. Che festa! Ma ora si apre la campagna referendaria vera e propria! Per questo, il 4 settembre, i referenti regionali del Forum italiano dei movimenti per l acqua pubblica si sono ritrovati a Roma per valutare come procedere e soprattutto per preparare l incontro nazionale di tutto il movimento in difesa dell acqua pubblica, che si terrà a Firenze (18-19 settembre). La Corte Costituzionale entro il 15 ottobre dovrà esprimersi sulla validità delle firme raccolte e poi darci i quesiti referendari, e infine dovrà fissare la data del referendum dal 15 aprile al 15 giugno È un appuntamento fondamentale questo, per cui dobbiamo organizzarci così bene da portare almeno 25 milioni di italiani a votare (è il quorum necessario per la validità del referendum). Mi appello a tutti perchè ogni cittadino italiano e ogni cristiano si impegni per salvare sorella acqua. In questo cammino referendario, abbiamo avuto l impegno serio di tante associazioni cristiane, di parrocchie e anche di diocesi (la diocesi di Termoli per e- sempio), ma ci è mancata la voce dei Vescovi, soprattutto della CEI. Dopo le parole così chiare del Papa sull acqua nella sua enciclica sociale, mi aspetto che i vescovi facciano altrettanto, perchè questo è un problema etico, morale, vitale per il nostro paese e per l umanità. Se perdiamo il referendum sull acqua, abbiamo perso tutto. Per questo chiediamo a tutti di impegnarsi a tutti i livelli. A livello personale chiediamo uno sforzo per informarsi e informare sull acqua tramite internet (www.acquabenecomune.org), tramite cd o dvd (come Per amore dell acqua), libri, opuscoli per potere poi coscientizzare la gente con incontri pubblici, dibattiti, conferenze e serate sul tema. Solo così potremo portare 25 milioni di italiani a votare. La grande stampa e i media non ci aiuteranno! ARCI l Impegno NON SOLO DA BERE incontro con il professor EZIO TABACCO geofisico, esploratore Università di Milano Assetati non sono solo gli uomini. Anche le piante bevono, anche gli animali bevono. Bevono le città e bevono le campagne. Ma l acqua di chi è? DOMENICA 10 OTTOBRE ORE 16 COMITATO ACQUA PUBBLICA, ZONA 8 MILANO CIRCOLO ARCI L IMPEGNO VIA BODONI 15, MILANO A livello comunale, chiediamo a tutti di fare pressione sui propri consigli comunali perché votino a maggioranza che l acqua è un bene di non rilevanza economica, modificando poi lo statuto comunale per inserirvi quella decisione. Questo potrebbe diventare un altro referendum popolare. Perché, per e- sempio, per la Giornata dell acqua (22 marzo 2011), non potremo invitare quei Comuni che hanno così votato a esporre un simbolo e a contarsi? Potrebbe essere questo il referendum dei Comuni. Ma c è di più! Dobbiamo far passare la notizia che la legge Ronchi non proibisce totalmente il pubblico. E quello che la legge non proibisce, facciamolo! Dobbiamo gridare dai tetti che i Comuni, le province, le regioni e le comunità di valle che vogliono gestire la loro acqua come Azienda Speciale o Ente di Diritto Pubblico, lo possono fare. È questo il contributo della cittadinanza attiva di Napoli alla lotta contro la privatizzazione dell acqua. È stato l avvocato M. Montalto, sostenuto dall Ordine degli avvocati dell Ambiente di Napoli, e il costituzionalista A.Lucarelli della Federico II di Napoli, a dimostrare che questo si può fare. È questa la sfida in atto in Puglia per trasformare l Acquedotto Pugliese da Spa a Ente di diritto pubblico. È la sfida in atto nel Comune di Napoli di far passare l Arin da Spa ad Azienda Speciale. Speriamo che questo avvenga presto e Napoli diventi la capitale dell acqua pubblica, anticipando il risultato del referendum. Ci conforta in questo la decisione dell assemblea Generale dell ONU, che ha approvato lo scorso luglio la risoluzione che dichiara il diritto all acqua potabile e sicura e ai servizi igienici,un diritto umano essenziale al pieno godimento della vita e di tutti i diritti umani. Questa risoluzione è un fatto storico importante- ha detto R. Petrella -, un significativo passo in avanti sul cammino dell accesso all acqua potabile per tutti. Questo nostro impegno per l acqua pubblica ha infatti una portata mondiale, soprattutto per i più poveri. Sull acqua ci giochiamo tutto sia per noi, sia per i poveri. Se perdiamo l acqua, abbiamo perso tutto. Dobbiamo vincere! Se ce l han fatta l Uruguay, la Bolivia, l Ecuador, Parigi, ce la possiamo fare anche noi. Diamoci da fare : si tratta di vita o di morte per noi, per i poveri, per il pianeta.

6 arcireportmilano - ottobre arcipgt PGT questo sconosciuto di Valter Molinaro* Il Consiglio Comunale di Milano ha adottato nel mese di luglio 2010 il PGT, acronimo di Piano di Governo del Territorio che sostituisce il precedente strumento urbanistico, il PRG (Piano Regolatore Generale). Prima della definitiva approvazione, entro il 14 febbraio 2011, è in corso la fase delle osservazioni al PGT che singoli cittadini o associazioni potranno formulare entro la metà di novembre. Senza addentrarci in una lunga disquisizione terminologica, cerchiamo di capire cos è il PGT e come influirà sulle scelte di sviluppo del territorio, tenendo ben presente che il territorio non è un luogo neutro. Negli ultimi anni il territorio è stato politicamente abusato dalla cultura leghista come il luogo dell identità da proteggere, considerandolo un dato in sé, che ha annullato lo storico conflitto capitale/lavoro, paradigma chiave del 900. Nello storico conflitto novecentesco si inseriva lo Stato che mediava il conflitto attraverso l attività amministrativa e le sue articolazioni, regolava i rapporti e ridistribuiva le risorse. In questa chiave l urbanistica indagava i processi in atto e governava le trasformazioni urbane e territoriali, lo strumento urbanistico, il PRG, pianificava lo sviluppo del territorio, definiva e distribuiva le funzioni quantitative e qualitative, i servizi, in un equilibrio di pesi e contrappesi tra diversi interessi costantemente in gioco. A Milano il PRG non è stato aggiornato per decenni ed è vissuto di varianti, segno evidente di una crisi dello strumento, o più probabilmente della incapacità strategica delle amministrazioni che negli ultimi 20 anni hanno governato Milano. Il PGT, entrato in vigore con la Legge Regionale N.12 del 2005, intende superare la concezione regolativa precedente, diventando una specie di non piano che sancisce la fine dell urbanistica intesa come disciplina atta a indagare e governare le trasformazioni urbane e territoriali e, nella sua parte prescrittiva (quella che ha effetto sul regime giuridico dei suoli), chiamata Piano delle Regole, è sempre modificabile e non ha scadenza. In questo modo il governo del territorio è una sorta di continua trattativa? concertazione? convenzione? diretta tra l attore privato e la Giunta comunale o l assessore all urbanistica del momento. Il PGT è articolato in tre documenti: il Documento di Piano che individua gli obiettivi di sviluppo, ha una durata di 5 anni ed è sempre modificabile; il Piano dei Servizi che determina Quartiere per quartiere per presentare il PGT Il nuovo Piano di Governo del Territorio (PGT), adottato di recente dal Consiglio Comunale, deciderà il futuro di Milano: dove, quanto e come si potrà costruire, ma anche quali servizi, quanto verde, che forme di mobilità, come garantire l'accesso alla casao come stimolare la competizione tra gli operatori immobiliari. E il progetto per Milano scritto dall'amministrazione che ha la responsabilità di governare la città, ma è anche il frutto di un impegnativo e appassionato confronto in Consiglio Comunale. Il PGT - con le sue criticità e le sue prospettive - è ora all esame dei cittadini, che devono chiedersi se questa è la Milano in cui vogliono vivere e far crescere i loro figli. Non c'è molto tempo per informarsi, per confrontarsi e per esprimersi, inviando le proprie osservazioni. Le nostre associazioni intendono facilitare la partecipazione della città, andando quartiere per quartiere a presentare il PGT e le trasformazioni previste, ascoltando ogni punto di vista, mobilitando le aspettative e i bisogni di chi opera nel territorio e nel tessuto sociale e culturale della città. Arci Milano, Acli, Legambiente, Libertà e Giustizia, hanno promosso alcuni momenti di incontro per facilitare la partecipazione della città, andando quartiere per quartiere a presentare il PGT e le trasformazioni previste, ascoltando ogni punto di vista, mobilitando le aspettative e i bisogni di chi opera nel territorio e nel tessuto sociale e culturale della città.ad ogni incontro abbiamo invitato esperti e personalità della cultura che conoscono il quartiere, oltre ai consiglieri comunali e di zona. Questo è il calendario completo degli appuntamenti del mese di ottobre il cui inizio è previsto per le ore 21. Zona 3: 4/10/2010 ACLI LAMBRATE via Conte Rosso, 5 presenta il Piano Laura Pogliani - Politecnico di Milano modera Alessandro Galbusera - ACLI Milano Monza Brianza Zona 8: 8/10/2010 ACLI GALLARATESE via Ugo Betti 62 presentano il Piano Marco Engel - Ordine Architetti Paolo Mazzoleni - Politecnico di Milano ospite Piero Colaprico modera Giancarlo Esposti - ACLI Milano Monza Brianza Zona 5: 11/10/2010, ARCI BELLEZZA via Bellezza, 16/A presenta il Piano Piergiorgio Vitillo - Politecnico di Milano ospite Moni Ovadia modera Graziano Fortunato - ARCI Zona 9: 14/10/2010 LA FONDERIA, via Tahon di Ravel presenta il Piano Andrea Arcidiacono - Politecnico di Milano ospiti Luca Mangoni, Renato Sarti modera Emanuele Patti - ARCI Zona 1: 18/10/2010 presso ARTEMISIA, via C. Simonetta, 16 presenta il Piano Paolo Galuzzi - Politecnico di Milano modera Stefano Pareglio - Libertà e Giustizia la quantità di popolazione e i parametri per i servizi, il piano non ha scadenza ed è sempre modificabile; il Piano delle Regole anch esso senza scadenza e sempre modificabile. Fatta questa premessa riassumo brevemente gli obiettivi e le criticità del PGT adottato dal comune di Milano e come questo potrà incidere sui cittadini. L impianto del PGT a mio parere non è compatibile con gli interessi della città in particolare per l idea della densificazione di Milano e la previsione di aumentare la popolazione di circa unità nei prossimi anni, ha una visione miope perché è limitato all interno dei confini urbani e non si misura con il livello metropolitano, non indica quale ruolo potrà svolgere Milano nel futuro lasciando al libero mercato le scelte dello sviluppo. Tutto questo sarà possibile sia aumentando gli indici volumetrici che utilizzando lo strumento della perequazione che in sintesi riconosce un indice di edificabilità alle aree agricole del parco sud consentendo di trasferirlo in zone già urbanizzate, quindi densificando la città costruita. Mi pare che una città più densa e cementificata non sia la risposta che si aspettavano i cittadini milanesi. I classici problemi della casa, soprattutto per i meno abbienti, dei servizi alle persone, del verde, della mobilità, del lavoro, di una migliore qualità della vita complessiva restano sullo sfondo di un Piano che si affida fondamentalmente al libero mercato. Però non tutto è perduto, c è tra l altro anche l opportunità di far emergere con le osservazioni un altra idea di città, non sprechiamo questa occasione e quella delle prossime elezioni amministrative per cambiare la classe dirigente di destra che governa Milano da quasi 20 anni. Valter Molinaro * Capogruppo Sinistra Consiglio di Zona 8

7 arcireportmilano - ottobre arcidiritti ARCI c é Manifestiamo per i diritti Con il diktat che la Fiat ha voluto imporre a Pomigliano è partito un attacco ai diritti del lavoro che non ha paragoni per gravità nella storia della nostra Repubblica. Non a caso la Confindustria ha chiesto di estenderlo a tutto il mondo del lavoro. Il Contratto nazionale, lo Statuto dei lavoratori, la stessa Costituzione sono in discussione. I lavoratori devono rinunciare ai propri diritti fondamentali per cedere al ricatto del posto di lavoro. O accetti di lavorare o continui a pretendere i diritti. Questa è l alternativa reale imposta con il referendum voluto dalla Fiat a Pomigliano. Si usa oggi una parola che serve ad attenuare la gravità di quello che succede: questa parola è «deroga». In realtà se, sulla base del ricatto occupazionale, si può derogare a esso, cioè non applicarlo, vuol dire che il contratto nazionale non esiste più. Una legge che si può non rispettare non è una legge. Un contratto che si può derogare non è un contratto. Il presidente del Consiglio dei ministri ha più volte chiesto di cancellare l articolo 41 della Costituzione, quello che impone alle imprese private di agire secondo vincoli di responsabilità sociale. La Fiat e la Confindustria hanno deciso di praticare in concreto questo obiettivo dichiarando che di fronte alla globalizzazione non c è diritto che tenga. Per questo la lotta dei metalmeccanici interessa tutti. Perché la distruzione dei diritti del lavoro è la distruzione dei diritti di tutti. Perché se le lavoratrici e i lavoratori non sono più cittadini dentro le fabbriche, i cittadini non sono più tali dentro la Repubblica italiana. L Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro, recita il primo articolo della nostra Costituzione. Se si cancella il lavoro, con i suoi diritti e la sua dignità, si cancella anche la democrazia. Sarà una manifestazione di parte, dalla parte di chi ha pagato questa globalizzazione dei mercati e delle merci secondo un modello di consumo inarrestabile delle persone e dell ambiente. Sarà la manifestazione di chi rifiuta di considerare lo sfruttamento e l impoverimento come conseguenze inevitabili della concorrenza fra imprese e del diktat delpareggio di bilancio per gli Stati. Per sostenere l iniziativa del 16 ottobre la Fiom avvia una campagna di contribuzione volontaria, partecipa alla riuscita della manifestazione. Per dare il tuo contributo rivolgiti ai delegati della tua azienda o alla struttura territoriale della Fiom. Le parole d ordine alla base della manifestazione del 16 ottobre hanno un significato universale, ma parlano anche ai diversi soggetti che compongono il mondo del lavoro. L attuale legislazione sull immigrazione determina per le lavoratrici e i lavoratori migranti una condizione di negazione di diritti, sia come cittadini e cittadine sia nel posto di lavoro, fino alla conseguenza più grave e pesante: chi perde il posto di lavoro perde anche il diritto al permesso di soggiorno e può essere espulso e rischiare la detenzione amministrativa nei Cie. Uno dei diritti fondamentali negati alle e ai migranti è lo strumento principe della democrazia e della partecipazione attiva nella società: il diritto di voto. Un diritto che viene ora negato a tutte le metalmeccaniche e a tutti i metalmeccanici. La discriminazione e il razzismo sono la negazione della democrazia. L antirazzismo è quindi parte integrante della lotta della Fiom per la sua difesa. La richiesta di legalità non significa solo dire «no» alle condizioni di sfruttamento del lavoro nero di cui sono molto spesso vittima le lavoratrici e i lavoratori migranti. Significa ancora una volta rifiutare un impianto legislativo creato per generare clandestinità. Legalità è anche sinonimo di regolarizzazione, di opposizione alla «sanatoria truffa», a causa della quale molte lavoratrici e lavoratori di fatto si sono autodenunciati senza avere alcuna garanzia di ottenere effettivamente un permesso di soggiorno. Queste persone, spessotruffate da chi gli ha estorto dei soldi con la falsa promessa di un contratto di lavoro (e sono molte), sono state truffate prima di tutto dallo Stato. Un fatto grave, cui può essere posto rimedio solo rilasciando un permesso di soggiorno a tutte e tutti coloro che hanno presentato domanda di regolarizzazione. Il lavoro non è solo uno strumento di emancipazione e una garanzia di sostentamento delle lavoratrici e dei lavoratori migranti, ma anche delle loro famiglie nei paesi di origine. Le rimesse delle lavoratrici e dei lavoratori migranti, in molti paesi, sono una componente essenziale dell economia. Avere un contratto di lavoro regolare è anche lo strumento che consente ai e alle migranti di soggiornare regolarmente in questo paese. La difesa del contratto in questa fase va oltre la difesa dell istituto del ccnl in quanto tale. Quello che la Fiom vuole difendere con la manifestazione del 16 ottobre è il diritto alla contrattazione collettiva sulla propria condizione di lavoro. Il contratto dei metalmeccanici del 2008 ha iniziato concretamente un percorso finalizzato a rendere il ccnl e la contrattazione collettiva uno strumento di dialogo interculturale e di integrazione. In sostanza le cinque parole d ordine sono di fatto la chiave per prevenire una nuova Rosarno. Battersi perché i drammatici eventi che si sono verificati in Calabria lo scorso gennaio non possano ripetersi, rimettere al centro il lavoro come bene comune, i diritti e la dignità delle persone che lavorano, a Rosarno come a Pomigliano, a Melfi come a Tichy o a Kragujevac, è l unico modo per contrastare chi sta utilizzando la crisi per annullare le conquiste sociali e negare diritti a tutte e a tutti. Per partecipare alla manifestazione chiedi informazioni sui treni speciali anche a Arci Milano PARTECIPA ALLA MANIFE- STAZIONE DEL 16 OTTO- BRE SOSTIENI L INIZIATIVA DELLA FIOM

8 arcireportmilano - ottobre arcilegalità Lettera ai soci del Circolo Arci Falcone e Borsellino di Paderno Dugnano Arci attende serena che ciascuno per il proprio ambito faccia il proprio percorso arcireportmilano pubblica la lettera inviata in questi giorni a tutti i soci del Circolo Arci Falcone e Borsellino di Paderno Dugnano Ai Soci del Circolo Arci Falcone e Borsellino Loro sedi Paderno Dugnano, 30 settembre 2010 Carissimi soci Tutti sapete degli accadimenti che lo scorso mese di luglio hanno precipitato il nostro circolo al centro dell'attenzione pubblica. Non è nostra intenzione ritornare su quei fatti sui quali già molto si è detto negli ultimi mesi. Restiamo in attesa che la magistratura faccia il suo percorso e che sulla corretta applicazione del contratto di convenzione allora in essere tra il circolo Arci Falcone e Borsellino ed il Comune, o su eventuali violazioni, si esprimerà con una propria verifica ed un proprio giudizio la Commissione Consiliare allo scopo nominata. Non c'è altro da dire, se non che aspetteremo sereni che ogni organismo istituzionale coinvolto, ciascuno per il proprio ambito di competenza, faccia il proprio percorso. Auspichiamo solamente che, pur tenendo in dovuto conto le particolari esigenze che la situazione richiederà, i tempi siano brevi e le risposte contribuiscano a restituire alla nostra esperienza associativa la sua naturale e intrinseca dignità sociale. Aspettiamo quindi fiduciosi per riprendere al più presto, e in modalità non più straordinaria, il nostro cammino istituzionale, che si è interrotto a luglio. Questa lettera aperta ha come scopo la volontà di condividere con voi tutti la nostra serena visione del futuro, che nasce anche dalla certezza che tutte le persone coinvolte in questo progetto di salvaguardia - in primis i volontari che si sono generosamente messi a disposizione già da luglio, coaudiuvati in veste di garanti dai rappresentanti istituzionali del Comune di Paderno e degli altri Circoli Arci di questo territorio - hanno come unico comune scopo quello di contribuire affinchè questa comunità confermi il proprio diritto a mantenere vivo ed attivo questo, ma non solo questo, luogo di socialità. Potete constatare di persona come, con l'impegno di tutti, sia stato garantito il mantenimento di tutte le attività già programmate la scorsa primavera, ed altre ancora ne proporremo. E' nostra intenzione, in collaborazione con il Comune di Paderno e le altre organizzazioni di Terzo Settore presenti a Paderno Dugnano, promuovere anche nuove iniziative, siano esse direttamente finalizzate al miglioramento dei servizi resi ai soci più anziani (ad esempio abbiamo programmato la presenza in giorni fissi di personale sanitario qualificato con l'incarico di controllare la pressione a coloro che ne abbiano l'esigenza ), ma anche creare occasioni per approfondire insieme temi più complessi come la lotta alla mafia e la cultura della legalità. Noi siamo qui e siamo a vostra disposizione: voi continuate a sostenere con la vostra partecipazione e la vostra voglia di socialità questo progetto. L'unico vero modo per vincere questa battaglia di civiltà è continuare a riempire questo luogo di vita, di emozioni e di pensieri : in assenza di tutto questo il Centro rischierebbe di essere, appunto, solamente un luogo. Cordiali saluti a tutti voi Per il Consiglio Direttivo (Ideanna Giuliani)

9 arcireportmilano - ottobre arcilegalità Per tre giorni Ponteranica polo antimafia del Nord Italia Il presidente di Arci Bergamo risponde alle polemiche del sindaco Cristiano Aldegani (Lega Nord) Ponteranica, in provincia di Bergamo, è diventata il polo antimafia del Nord d Italia sulla falsariga di quanto è successo nel maggio scorso a Cinisi (Palermo). Infatti dal 23 al 25 settembre il paese ha ospitato il primo Forum sociale antimafia del Nord. Tre giorni di analisi, proposte, spettacoli che si sono conclusi con il bis della manifestazione dello scorso anno che aveva portato in paese 7000 persone per dire no alla rimozione della targa, dedicata a Peppino Impastato, dalla biblioteca comunale. Alla conferenza stampa di presentazione della tre giorni Alice Perico, Gaspare D Angelo e Franco De Pasquale hanno precisato: «Vogliamo porre l attenzione sulla necessità morale, civile e politica di continuare la lotta contro tutte le mafie, in tutta Italia. Avremo come ospiti Umberto Santino e Anna Pugliesi del Centro Siciliano di Documentazione Giuseppe Impastato, Giovanni Russo Spena, ex componente della Commissione Parlamentare Antimafia, Daniele Bianchessi, giornalista di Radio24/Il Sole24ore, Chiara Pracchi dell associazione Saveria Antiochia Omicron di Milano, Adriano Galizzi, Procuratore della Repubblica di Bergamo». Ma la tre giorni di Ponteranica è stata anche l occasione per assistere, al cinema Alba Blob House, ai concerti degli «Ottocento», «Triste Colore Rosa», «Marbara», di «Cisco», di Claudio Lolli e il Parto delle Nuvole Pesanti. Ovviamente la conclusione ha visto nuovamente Ancora 100 passi, il corteo-manifestazione per le vie di Ponteranica. «Questa seconda manifestazione - ha scritto Giovanni Impastato, fratello di Peppino - vuole dare continuità alla grande battaglia di civiltà e di democrazia, vuol dire sconfiggere l arroganza e la prepotenza di questo sistema politico che a tutti i costi tenta di bloccare il grande processo di rinnovamento. Ritorneremo a Ponteranica, per cercare di salvare la memoria storica di questo Paese. Sarà importante mobilitarsi affinché venga rimessa al suo posto la targa che è stata tolta e che la biblioteca venga intitolata nuovamente a Peppino». «La nostra iniziativa - hanno concluso Perico, D Angelo e De Pasquale nella conferenza stampa di presentazione - non va contro qualcuno, ma vuole creare momenti di dialogo, di sensibilizzazione per diffondere la coscienza del fenomeno della mafia nelle regioni settentrionali». «Nulla in contrario che si tenga un forum antimafia a Ponteranica - ha precisato il sindaco Cristiano Aldegani (Lega Nord) - organizzata dalla politicizzata tavolata della pace. E infatti la dice lunga l assenza dell associazione Libera di don Ciotti che penso non voglia essere coinvolta in derive politiche fortemente connotate dalla sinistra. Inoltre ritengo più opportuno e appropriato che tali eventi vengano organizzati nel luogo di provenienza e proliferazione del cancro mafioso e cioè nel meridione esempio di efficenza e trasparenza amministrativa. Oppure nel paese in provincia di Milano dove all interno del circolo ARCI locale si svolgevano summit dei capi mafiosi della ndrangheta a base di olive e prodotti tipici calabresi». «È facile fare cortei a Ponteranica contro la mafia. Non c è pericolo di ritorsioni - conclude Aldegani - Da parte nostra restiamo contrari a queste cose. Prendiamo esempio dal ministro Roberto Maroni che lavora sodo e con impegno concreto per sradicare il fenomeno mafioso». Info su facebook digitando forumsocialeantimafiadelnord. RISPOSTA DEL PRESIDENTE ARCI BERGAMO IN MERITO ALLE DICHIARAZIONI DEL SINDACO DI PONTERANICA Con grande stupore ho letto le dichiarazioni del sindaco di Ponteranica, Cristiano Aldegani (Lega Nord), in merito al prossimo forum antimafia che si realizzerà a Ponteranica. Stupore non per i toni ma per l ignoranza (mancanza di conoscenza) sui temi. Parto dall attacco alla nostra associazione per dimostrare quanto dico: è vero che nel circolo Arci di Paderno Dugnano (MI) si è svolta una cena dei capi della ndrangheta: è stato un duro colpo per una organizzazione come la nostra che da anni opera contro le mafie assieme e con Libera (ne siamo tra i soci e il sottoscritto è stato per più di un anno coordinatore provinciale). È stato un vero e proprio sfregio, una provocazione che le mafie cercano e perseguono a volte con atti violenti (si vedano le azioni contro la nostra cooperativa che opera nelle terre confiscate alla mafia a Corleone) a volte occupando spazi. Che l Arci sia stata solo vittima, e non realtà collusa, di quanto accaduto lo ha spiegato a chiare lettere il procuratore Ilda Bocassini. Il circolo in questione opera poi in una struttura comunale (al governo ora il PDL). Noi comunque continueremo nella nostra battaglia per la legalità che non ha colore politico come dimostra il lavoro da noi effettuto nelle scuole o la scelta anche di ragazzi bergamaschi di scendere a lavorare nei campi confiscati a mafia e ndrangheta. Ma il sindaco Aldegani criticando l Arci si smentisce da solo perché, nella sua dichiarazione, afferma che tali eventi (la manifestazione) vengano organizzati nel luogo di provenienza e proliferazione del cancro mafioso e cioè nel meridione e non al nord. Dunque non solo non ricorda, nel breve lasso di poche parole, di aver detto che la ndrangheta si era riunita a Milano per nominare i nuovi capi, ma anche che tutte le mafie sono profondamente esistenti e proliferanti nella nostra regione come anche nella nostra provincia, che il tema della legalità e dell efficienza amministrativa non è solo un problema dei comuni del sud, ma anche di quelli del centro e del nord (sull (in)efficienza amministrativa abbiamo qualche cosa anche nella nostra provincia). Un po più di informazione e un po meno di strumentalizzazione sarebbero un atto importante come anche il collaborare con le realtà della società civile che in prima persona operano contro le illegalità Massimo Cortesi Presidente Arci Bergamo

10 arcireportmilano - ottobre arcicarroponte BENVENUTI AL CARROPONTE Gran festa di chiusura Ebbene sì, siamo giunti alla fine di una fantastica stagione, dopo circa tre mesi di animazione sociale, politica e culturale, il Carroponte si avvia alla grande Festa di chiusura con un ricchissimo programma. Sabato 2 ottobre, si chiude in bellezza in compagnia del circolo Scighera e insieme a tutti quelli che ci hanno aiutato e hanno animato tutta la stagione, Arci vuole farlo insieme a tutti voi, a coloro che sono passati e anche a quelli che per mille motivi non ci sono riusciti. PROGRAMMA Sabato, 2 Ottobre, 2010 dalle 16:00 in poi TarochiaArci Milano, la Scighera e NemaProblemaOrkestar organizzano: Adunata deliziosa al Carroponte! Festa di chiusura con NemaProblema Orkestar, Chris Carlsson, Muzikanti e molti altri... * Anarcociclisti, artisti, agitatori e sognatori alla corte di Tarochia * It s Not Only a Closing Party!* Serata di chiusura del Carroponte e rilancio per la stagione che verrà * h 16 - incontro spontaneo in Piazza 4 novembre a Sesto San Giovanni (MM Sesto Rondò) Artisti di strada giocolieri trampolieri e musici concitati concittadini bicimuniti e una dama di vino s incamminano in parata per le strade e i quartieri di Sesto San Giovanni, fino al Carroponte * h 18 - tutti al CARROPONTE animazioni e teatro di strada in contesto post-industriale; percorsi di pubblico ludibrio con:ladri di Cartapesta ( Ricette per Storie Pupazze, puppets & saltimbanchi); Circa teatro (sui trampoli in Paratrampolata in Do ); La Divina Petris, il maestro Baldoni, e il prodigo Bottai (teatro di strada); Fra- Cogni Zebrablu (videoistallazioni e video sharing); Delirium jazz band in concerto; biomercatino di Torchiera, PC officina, ciclofficina, maschere di Fá, Laafia cibi prelibati al ristorante della Scighera. * h 19 - Libera attività umana VS lavoro salariato, incontro con Chris Carlsson,inventore della Critical Mass e autore del libro Now Utopia (Shake Edizioni, 2009); * h 21 - Muzikanti di Balval in concerto * h 22 - NEMA PROBLEMA in concerto presenta il secondo disco TAROCHIA *h 00 - SELECTA ALICE (luso-fonie in giro del mondo) ingresso gratuito - sottoscrizione libera Al Carroponte la chiusura della stagione estiva 2010 non è solo una festa, ma un occasione per discutere, progettare, sognare. E dimostrare che il parco archeologico industriale dell Ex Breda non mira a essere solo un bellissimo spazio concerti, ma un laboratorio per sperimentare nuovi modellidi produzione e fruizione della musica e degli eventi culturali, innovativi e alternativi rispetto a quelli economici dominanti. Per una giornata Sesto San Giovanni si trasformerà nella meravigliosa terra di TAROCHIA, dove l assurdo è più verosimile del reale. Tarochia è il nuovo disco della NemaProblema Orkestar, indemoniata fanfara di strada che guiderà le danze in un evento che è molto più della presentazione di un disco: dalla relazione con il Circolo Arci Scighera nasce l idea di un progetto collettivo, nel quale organizzatori, artisti e pubblico diventano i nodi consapevoli di una rete solidale, capace di opporsi alla mercificazione della musica e dell arte, ma anche di raggiungere la soddisfazione dei propri bisogni e desideri. Un modo per riscoprire e rivendicare le radici dell associazionismo, il piacere e il diritto a una socialità libera da imperativi economici. Un grande spettacolo, ma anche un oc- casione di confronto con Chris Carlsson, inventore della Critical Mass e acuto osservatore di quella fucina di alternative che è il Movimento americano. Si parte dal pomeriggio, con una parata per le strade di Sesto, e fino a notte sui prati e sul palco del Carroponte si esibiranno oltre quaranta tra musicisti, attori, artisti di strada, trampolieri e giocolieri, accanto al biomercatino della Cascina Autogestita Torchiera, Pcofficina, Ciclofficina, le videotessiture di Laafia, le proiezioni di ZebraBlu, e ottimi cibi e vini della cucina di Scighera. Una grande festa di famiglia cittadina che saluta l autunno, chiudendo la prima estate dell Arci al Carroponte, e presenta ufficialmente il miglior rimedio per sopravvivere al letargo invernale: il potentissimo amuleto dell orchestra Nema Problema: Tarochia....c è un grado di realtà superiore con- nesso a certe forme di associazione finora trascurate, all onnipotenza del sogno al gioco disinteressato del pensiero. Partecipano: Guido Baldoni, Camilla Barbarito, Lorenzo Bianchi, Giorgio Bonfanti, Stefano Bottai, Chris Carlsson Irene Caroni, Andrea Catagnoli, Alessandra Ceccarelli, Alessandro Centolanza, Francesca Cogni, Carlo Coppadoro, Matteo D Amico, Gianluca Elia, Celia Fialho, Federico Gargagliano, Caterina Gerardi, Luca Grazioli, Joviça Joviça, Montgomery Hood, Antonino Macchiarella, Fabio Marconi, Gaia Marescotti, Davide Marzagalli, Michele Obizzi, Maurizio Paniccià, Alessio Russo, Gianfranco Pascale, Martino Pellegrini, Irene Petris, Marta Pistocchi, Ivan Rosas, Emanuela Russo, Lucio Sagone, Lorenza Salati, Charo Segré, Edoardo Tomaselli, Elisa Tombini, Andrea Vagnoni, i banditi, la cascina Torchiera senz acqua, le Voci di Mezzo, gli eroi volenterosi della Scighera, dell Arci e dei circoli, e molti altri illuminati... LA TARGA MEI PER IL CLUB LIVE ITA- LIANO DEL 2010 VA AL CARROPONTE (articolo a pag. 12)

11 arcireportmilano - ottobre - 11 arciinforma NUOVE NORME IN MATERIA DI SOMMINISTRAZIONE E VENDITA DI ALCOOL NELLE ORE NOTTURNE Con la legge 29 luglio 2010 n. 120 Disposizioni in materia di sicurezza stradale (in Gazzetta Ufficiale - Serie Generale n. 175, del 29 luglio 2010) sono entrate in vigore dal giorno 13 agosto 2010 le novità previste per la somministrazione e la vendita di alcol nelle ore notturne.in particolare l'art. 54 della legge 29 luglio 2010 n. 120 modifica le disposizioni del d.l. 3 agosto 2007, n. 117, convertito, con modificazioni, nella l n. 160), con il quale era stato introdotto il divieto di somministrazione di alcoolici dopo le ore 2,00 nei locali «dove si svolgono con qualsiasi modalità e in qualsiasi orario, spettacoli o altre forme di intrattenimento» e l'obbligo di predisporre all'uscita dei locali delle apposite tabelle contenenti i livelli di tasso alcolemico e la descrizione dei relativi effetti, con l'indicazione delle stime delle quantità di bevande che portano oltre i limiti per la guida (e cioè 0,5 grammi per litro di sangue) e la sintomatologia collegata ai vari stadi dell'alterazione. Tale disposizione è ora modificata come segue: comma 2. "I titolari e i gestori degli esercizi muniti della licenza prevista dai commi primo e secondo dell'articolo 86 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza, di cui al regio decreto 18 giugno 1931, n. 773, e successive modificazioni, ivi compresi gli esercizi ove si svolgono, con qualsiasi modalità, spettacoli o altre forme di intrattenimento e svago, musicali o danzanti, nonchè chiunque somministra bevande alcoliche o superalcoliche in spazi o aree pubblici ovvero nei circoli gestiti da persone fisiche, da enti o da associazioni, devono interrompere la vendita e la somministrazione di bevande alcoliche e superalcoliche alle ore 3 e non possono riprenderla nelle tre ore successive, salvo che sia diversamente disposto dal questore in considerazione di particolari esigenze di sicurezza". La novità prevede pertanto, oltre alla possibilità di prolungamento dell'orario di somministrazione di bevande alcoliche dalle ore due alle ore tre, l'obbligo di interrompere l'attività di somministrazione a tutti i soggetti che effettuano somministrazione di alcolici e non solo a quelli ove si svolgono attività di spettacolo e intrattenimenti musicali o danzanti. La stessa legge, al comma 2-ter prevede che i divieti indicati al comma 2 non si applicano alla vendita e alla somministrazione di bevande alcoliche e superalcoliche effettuate nella notte tra il 31 dicembre e il 1 gennaio e nella notte tra il 15 e il 16 agosto. Infine segnaliamo, tra le novità che possono interessare anche i nostri Circoli, il comma 2-quater: "I titolari e i gestori dei locali di cui al comma 2, che proseguano la propria attività oltre le ore 24, devono avere presso almeno un'uscita del locale un apparecchio di rilevazione del tasso alcolemico, di tipo precursore chimico o elettronico, a disposizione dei clienti che desiderino verificare il proprio stato di idoneità alla guida dopo l'assunzione di alcool. Devono altresì esporre all'entrata, all'interno e all'uscita dei locali, apposite tabelle che riproducano:a) la descrizione dei sintomi correlati ai diversi livelli di concentrazione alcolemica nell'aria alveolare espirata; b) le quantità, espresse in centimetri cubici, delle bevande alcoliche più comuni che determinano il superamento del tasso alcolemico per la guida in stato di ebbrezza, pari a 0,5 grammi per litro, da determinare anche sulla base del peso corporeo". L'inosservanza delle disposizioni indicate al comma 2 comporta la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro a euro Qualora siano state contestate, nel corso del biennio, due distinte violazioni dell'obbligo previsto, è disposta la sospensione della licenza o dell'autorizzazione all'esercizio dell'attività ovvero dell'esercizio dell'attività medesima per un periodo da sette fino a trenta giorni, secondo la valutazione dell'autorità competente. L'inosservanza delle disposizioni di cui al com- ma 2-quater comporta la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 300 a euro Le disposizioni di cui al comma 2-quater si applicano, per i locali diversi da quelli ove si svolgono spettacoli o altre forme di intrattenimento, a decorrere dal terzo mese successivo alla data di entrata in vigore della legge e pertanto l'obbligo di mettere a disposizione l'etilometro e di esporre le tabelle sugli effetti dell'alcol, per chi prosegue l'attività oltre le ore 24, sarà efficace anche per i locali che non effettuano intrattenimenti o spettacoli dal prossimo 13 novembre arcireportmilano Anno III - numero 10 - ottobre 2010 Suppl. ad Arci Notizie, aut. trib. n 298 dell'8/6/1985 del tribunale di Milano direttore responsabile, Luigi Lusenti Hanno collaborato a questo numero: Edoardo Arcuri, Graziano Fortunato, Ideanna Giuliani, Carlastella Mataloni, Geppino Materazzi,Valter Molinaro, Edda Pando, Dijana Pavlovic, Fiorano Rancati, Luca Tripeni Zanforlin, Roberto Ventura In redazione: Valentina La Terza, Andrea Monticelli, Adelio Rigamonti Direttore responsabile del supplemento: Emanuele Patti Editore: Arci Nuova Associazione Milano Redazione: Milano, via Adige 11 arcireportmilano è rilasciato nei termini della licenza Creative Commons Attribuzione -Non commerciale - Condividi allo stesso modo 2.5 Italia

12 arcireportmilano - ottobre arciinforma BANDO PER LA SELEZIONE DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE Consulenza legale per cittadini immigrati: AAA volontari cercansi LA TARGA MEI PER IL CLUB LIVE ITALIANO DEL 2010 VA AL CARROPONTE Sono aperte le selezioni per i volontari da coinvolgere nei progetti di servizio civile in Italia e all estero. Arci Milano insieme ai circoli Bellezza, Corvetto, Blob e alla cooperativa Dar Casa cercano volontari per il progetto "Non aver paura 2010". Il progetto si sviluppa in più azioni sul territorio di Milano e provincia nell'ambito dell'educazione e della promozione culturale declinato in tre direzioni: promuovere l'incontro, lo scambio e la conoscenza tra persone di diverse culture attraverso la realizzazione di eventi artistico-culturali; sviluppare cittadinanza attiva e partecipazione tra le giovani generazioni italiane e straniere; favorire l'integrazione sociale dei cittadini immigrati. Se vuoi: - sperimentare un percorso di crescita personale e professionale, fatto di esperienze sul campo e di specifiche azioni formative, finalizzato alla conoscenza e alla capacità di inserirsi, dialogare e lavorare all'interno del terzo settore e in particolare nell'ambito dell'immigrazione, della multiculturalità e dell'antirazzismo; - apprendere e sperimentarsi nella costruzione di percorsi di progettazione partecipata, lavorare in équipe, seguire in tutte le sue fasi un percorso di progettazione, realizzazione e valutazione di un evento, di un intervento, di un'azione......allora è la tua occasione! La data di scadenza per la presentazione delle domande è il 04/10/2010 ore Entro questa scadenza la domanda di partecipazione, in carta semplice, va fatta pervenire (per posta o a mano) a: Arci Servizio Civile, via Adige, Milano. Per maggiori informazioni sulle modalità di presentazione delle domande: Arci Servizio Civile via Adige, Milano tel /243 (h ) Avete voglia di dedicare un po del vostro tempo libero a un attività volontaria? Avete voglia di imparare come funziona la legge sull immigrazione in questo paese e cercare di dare una mano a chi deve farne i conti tutti i giorni? Allora venite a fare i volontari agli sportelli di consulenza legale per cittadini immigrati della Rete Arci. L impegno che vi chiediamo è quello di un giorno alla settimana per due o tre ore. I nostri sportelli si trovano: Arci Todo Cambia a Milano in via Oglio 21 (lunedì dalle 15 alle 18 e dalle alle 20.30; mercoledì dalle alle 20); Arci Metissage a Milano in Via Borsieri 2 - entrata da Via De Castilla di fronte al n 8 (martedì dalle 19 alle 21); Arci Blob ad Arcore in Via Casati 31 (giovedì dalle alle 22). Chi fosse interessato può scrivere a: Edda Pando - Scegliete quello che vi conviene di più e venite a vivere questa esperienza. Non è necessario avere delle conoscenze in materia anche se ovviamente è molto meglio. La rete comunque organizzerà un corso di formazione ai nuovi volontari e i primi tempi sarete affiancati da volontari più esperti. L importante è avere tanta voglia di impegnarsi, studiare e garantire una presenza costante. I nostri sportelli sono luoghi nei quali è possibile aiutare i cittadini immigrati a risolvere problemi burocratici ma l obiettivo fondamentale è quello di offrir loro la possibilità di conoscere il mondo dell associazionismo e invogliarli a costruire percorsi collettivi che permettano la conoscenza tra cittadini autoctoni e cittadini immigrati. Una forma di costruire convivenza tra soggetti diversi in questa nostra città. Dopo aver premiato lo scorso anno il Magnolia di Milano, torna il premio per il miglior live club assegnato ogni anno dal Mei, il Meeting degli Indipendent, che ogni anno raduna tutte le migliori produzioni indies italiane a Faenza dal 26 al 28 novembre Quest'anno la Targa Mei quale premio come migliore live club dell'anno va alla significativa esperienza del Carroponte di Sesto San Giovanni, straordinario esempio di recupero industriale e al contempo di programmazione di grande qualità, vera e propria grande novità della stagione appena conclusa. Nel cuore del Parco Archeologico Industriale di Sesto San Giovanni, a due passi da Milano e dalla linea metropolitana Sesto Marelli sorge il Carroponte, un gioiello di architettura industriale, parte integrante del Museo dell'industria e del Lavoro (MIL), che il Comune di Sesto San Giovanni ha restituito alla cittadinanza nell'ambito di uno dei più significativi progetti di riqualifica architettonica e sociale degli ultimi anni. In questo contesto, grazie alla collaborazione tra Arci Milano e Comune di Sesto San Giovanni, con la collaborazione di Radio Popolare Network, è stata aperta una grande arena estiva che con le sue centinaia di mq di parco è presto diventata un nuovo punto di riferimento per i cittadini di Sesto e della Lombardia; una vera e propria oasi situata in prossimità di Milano e nel cuore della Sesto operaia, eccezionale per la sua collocazione e per l'impatto estetico che offre. Un luogo unico per atmosfera e valore storico, il più grande polo ex industriale di Milano che, grazie alla propria conformazione e alla collocazione facilmente raggiungibile, si presta ottimamente ad ospitare appuntamenti di grande richiamo e contemporaneamente mantenere inalterata la quiete dei cittadini. Dai Baustelle ai Gogol Bordello passando per Yann Tiersen, Youssou N'Dour, Afterhours, Roy Paci, Elio e Le Storie Tese e molti altri, importantissimi nomi dello spettacolo nazionale e internazionale si sono alternati per tutto il periodo estivo sui due palchi del Carroponte. Carroponte 2010 ha saputo essere una grande occasione per far riscoprire alla cittadinanza un monumento architettonico e per diffondere cultura a prezzi accessibili e nel rispetto dell'ambiente, come da sempre nella tradizione degli appuntamenti ARCI. In soli quattro mesi Carroponte è riuscito a diventare uno dei più interessanti poli di aggregazione di Sesto e dell'area metropolitana Milanese registrando più di centomila presenze, offrendo un calendario ricchissimo - 76 serate di musica dal vivo, 60 dj set, 120 concerti - e imponendosi, in un tempo brevissimo, come uno dei luoghi più frequentati della Provincia di Milano e non solo Per tali motivi il Mei ha deciso di assegnare la Targa Mei al Miglior Club dal Vivo al Carroponte di Sesto San Giovanni premiando gli organizzatori nella giornata di sabato 27 novembre al Mei 2010 in occasione del convegno "Viva il Live!" che vedrà confrontarsi i principali operatori del settore. Giordano Sangiorgi

13 arcireportmilano - ottobre arcicircoli ARCI BELLEZZA Da Visconti alla Costituzione due importanti iniziative a ottobre Due eventi caratterizzeranno il mese di ottobre all Arci Bellezza. Il primo è legato a un anniversario importante per il circolo: il 50 anniversario dall uscita del film Rocco e i suoi fratelli di Luchino Visconti. Infatti alcune scene del film, quelle dell allenamento, sono state girate nella palestra sottostante il circolo, attiva fino alla fine degli anni 80 e attualmente in disuso. Dal 26 al 28 ottobre, il Bellezza organizza con l Assessorato alla Cultura del Comune di Milano una rassegna di film al Cinema Gnomo dal titolo Obiettivo Milano - Lacrime, drammi, sorrisi: un breve percorso nei film sull immigrazione a Milano, a partire da Rocco e i suoi fratelli di Luchino Visconti, in occasione del cinquantenario dell uscita nelle sale. La presentazione della rassegna si terrà nei giorni precedenti nel Salone del circolo, che sta proprio sopra alla palestra divenuta set del film. Parteciperanno Citto Maselli, storico collaboratore di Visconti, rappresentanti dell Assessorato, e altri ospiti. La rassegna si aprirà il 26 ottobre con la proiezione di Rocco e i suoi fratelli. Maggiori informazioni sul sito arcibellezza.it. Altra iniziativa interessante è la mostra Fondata sul lavoro, a cura di Francesca Guerisoli, nello Spaziocorale. Sei opere che partono da una riflessione sulla condizione lavorativa nel nostro paese, su ciò che il lavoro dovrebbe essere secondo la Costituzione e ciò che, nei fatti, è. Gli artisti, Oppy De Bernardo, Salvatore Manzi, Alessandro Nassiri Tabibzadeh, NoiSeGrUp (Stefano Lupatini e Daniela Capelloni), Giuliana Racco, Carlo Steiner si interrogano su: stage, lavoro nero, precariato, morti bianche, delocalizzazioni, produzione abusiva. La mostra verrà inaugurata lunedì 4 ottobre e proseguirà fino al 7 novembre. Vi saranno inoltre una serie di eventi collaterali, uno dei quali l 11 ottobre con la presentazione del libro di Eleonora Voltolina La Repubblica degli stagisti, alla presenza dell autrice e di altri ospiti, e la proiezione dei reportage I Post-laureati: stagisti e masterizzati nell Italia della crisi di Aversa, Costantini e Guerrisi e Esistere! Esistere! Esistere! Ma perché non ho fatto l idraulico? della giornalista Cristina Sivieri Tagliabue. L.T.Z. Info: ARCI L IMPEGNO Voci dal retrobottega Giovedì 7 ottobre torna l evento Voci dal retrobottega all Arci L impegno. Una serata di letture a tema libero già sperimentata la prima volta lo scorso giugno che ci è sembrato giusto replicare, con l ambiziosa prospettiva di trasformarla in un appuntamento mensile fisso. Difficile descrivere a parole quella che in effetti non può essere catalogata, per diverse ragioni, come una serata di letture (o reading come viene giovanilmente definito oggi) convenzionale. Lo spazio del retrobottega dell Arci L Impegno non affascina di certo per la sua atmosfera carbonara (nel senso di pasta) né per i suoi fusti di bianchino o di Menabrea ammassati qua e là. Ma con qualche accorgimento e qualche telo nero il retrobottega cambia faccia e allo stesso tempo rimane fedele alla sua funzione di magazzino dove poter trovare e accatastare qualsiasi cosa: stavolta non stiamo parlando di qualsiasi tipo di cianfrusaglia, ma di qualsiasi tipo di voce: voci che parlano, ridono, urlano, si emozionano, e le letture proposte non vengono filtrate da un tema o da una forma da rispettare (si possono leggere testi teatrali, articoli, poesie, favole, e perché no, barzellette o ricette di cucina). La sensazione è quella di trovarsi in un ambiente clandestino, dove si fa qualcosa rigettato dalla società. In effetti oggi tutti quei luoghi nei quali si parla di cultura sono così. Ma quello che stupisce di più è ARCIBLOB - CORNI PETAR + GRANAJ Sabato 2 Ottobre - ore 21:30 Secondo concerto della stagione LIVE del BLOB! CORNI PETAR indie rock GRANAJ Rock / Post punk la sinergia che si genera tra chi sta sul palco e chi in platea (uso questi termini per convenzione): come spesso accade all Impegno gli avventori si trovano avvolti da un intimità difficilmente riscontrabile altrove e si sentono primi esecutori di quel che avviene durante la serata. Forse la scelta di ambientare il nostro teatro poverissimo in un retrobottega potrà sembrare un po snob e forzatamente intimista. Ma ovviamente non è così. Ci è sembrato il miglior modo per dimostrare che con un piccolo sforzo e con una grande dose di autoironia si possono creare preziosi istanti -ce lo si conceda- culturali. Tante sono le congruenze con il problema degli spazi dedicati alla creazione e alla fruizione artistica indipendente a Milano e in Italia. Noi dell Impegno, per la causa, mettiamo a completa disposizione quindici metri quadri di platea e due metri quadri di palco. E scusate se è poco. Vi aspettiamo. Per informazioni, il nostro contatto facebook è Arci L impegno.

14 arcireportmilano - ottobre arcicircoli Prima festa del canto popolare all'arci Corvetto CANTA CHE TI PASSA La collaborazione tra il circolo ARCI Corvetto e l'associazione Culturale Voci di Mezzo ha dato l'anno scorso i primi frutti: gli iscritti e la passione sono in costante aumento, tanto che quest'anno si è deciso di proseguire e ampliare la offerta:le Voci di Mezzo quest'anno hanno infatti deciso di rilanciare, con un programma didattico più ampio e articolato, in grado di soddisfare esigenze diverse. Il presupposto fondamentale da cui partiamo è che il senso del cantare insieme si completa solo quando si entra in relazione con un gruppo, una comunità di riferimento: molto più che la relazione con l'"esperto" e con il suo bagaglio di conoscenze, è quella con il gruppo stesso, sotto la guida dell'insegnante, a fornire a ciascuno gli strumenti per apprendere un uso migliore della propria voce. Attenzione e ascolto degli altri si apprendono e si sviluppano nell'atto stesso del cantare insieme consapevole. Domenica 3 ottobre porte aperte in Corvetto a chi vuole sperimentare la magia del canto polifonico, per saperne di più sui corsi che stanno per partire ma anche solo per passare una serata piacevole, facendo e ascoltando buona musica. Nel corso della serata si impareranno alcuni canti a più voci della tradizione popolare e si ascolterà il frutto di quanto fatto finora: dagli allievi dei corsi e dai vari progetti dell'associazione Voci di Mezzo. Arci Corvetto - domenica 3 ottobre - ore Ingresso libero con tessera Arci arcicultura La rassegna è un omaggio a uno dei grandi maestri del cinema europeo, dentro le celebrazioni per i 30 anni dalla nascita di Solidarnosc, evento che cambiò la storia d Europa dando avvio al processo che si concluse con la caduta del muro di Berlino. L opera di Wajda è tutta strettamente legata alla storia del suo paese, anche quando racconta eventi privati. In particolare L uomo di marmo prima e L uomo di ferro poi furono punti di riferimento importanti per quella stagione, sino al punto di diventare un simbolo. L omaggio a Wajda è l occasione di vedere, innanzitutto, grande cinema, contributo non secondario all affermazione di una coscienza europea sempre più indispensabile. Contemporaneamente alla rassegna sarà inaugurata una mostra su Solidarnosc nella Galleria del Corso 14/17 ottobre 2010 Origanizzano ARCIMilano Filmstudio 90/Varese Consolato Generale della Repubblica di Polonia a Milano Centro Studi Cinematografici Associazione dei polacchi a Milano UbuLibri Lab80 In collaborazione con Istituto polacco di Roma Andrzej Wajda Master School of Film Directing Omaggio al cinema di Andrzej Wajda Programma Giovedì 14 ottobre 2010 Ore 19 I dannati di Varsavia Ore 21 Le nozze Venerdì 15 ottobre 2010 Ore 19 Cortometraggi della Andrzej Wajda Mas Andrzej Wajda let s shot Docuer Schhol:mentary 54 Behind the fence Documentary 12 Take a look Documentary 12 Aria Diva Fiction Ore 21 Paesaggio dopo la battaglia Sabato 16 ottobre 2010 Ore 16 Danton kji Ore 18,30 Presentazione libro Il teatro della coscienza- Tre messe in scena dai romanzi di Dostoevskji. Parteci pano Silvia Parlagreco (curatrice), Francesco M.Cataluccio, Franco Quadri Incontro-aperitivo con l Associa zione dei polacchi a Milano Ore 21 L uomo di marmo Domenica 17 ottobre Ore 17 Le nozze Ore 19 L uomo di ferro Ore 21 Ka Avvenimenti collegati Giovedì 7 ottobre 2010 ore 17 Inaugurazione mostra su Solidarnosc - Galleria del Corso In presenza dell Ambasciatore della Repubblica Polacca Mercoledì 30 ottobre ore 21 Cinema Palestrina Tatarak (2008) Anteprima italiana Proiezioni di film di Andrzej Wajda a Varese, Saronno, Lodi, Bergamo, Mantova La rassegna sarà accompagnata da un quaderno di 48 pagine con contributi italiani e polacchi più le schede a cura di Giancarlo Zappoli, con interventi di Tadeusz Sobolevsky (noto critico cinematograficopolacco), Malgorzata Furdal (già direttrice dell Istituto Polacco di Roma) e altri. Andrzej Wajda Fiorano Rancati

15 arcireportmilano - ottobre arcicultura Alla Casa delle Culture di Via Natta Alba dipinti di Roberto Ramirez Anchique A lba, la personale di Roberto Ramirez Anchique, che si è svolta presso la Casa delle Culture, di via Natta, da venerdì 17 a martedì 28 settembre, per chi come me l ha fotografata e si è confrontato con l autore hammesso in risalto le seguenti parole chiave: immagini immobili, infatti le tele spesso sono firmate su lati diversi perché possono essere ruotate; non solo ma ci sono altri due livelli di dinamicità delle opere astratte ( acrilici su tela a cui si aggiunge in patchwork altra tela): i colori sono cangianti, fortemente riflettenti, dinamici e variabili di pari passo al mutare delle luci e dell osservatore e seconda cosa osservando lateralmente le tele emergono delle volute increspature della tela, dei bassorilievi scultorei. Colori Oro e Argento, bene e male, sagome umane rosse e blu, bene e male,, amore e morte (ipse dixit) che dinamicamente ruotano forzano la tela in bossorilievi dimensionali, ruotano e si scambiano in un continuum dinamico di connotazioni simboliche. Roberto Ventura Accanto un opera di Roberto Ramirez Anchique PROGRAMMA Venerdì 1 ottobre Ore 19 - Inaugurazione della mostra fotografica Visages A cura dell Associazione Ritmi Africani onlus. I volontari dell Associazione Ritmi Africani presentano venti scatti fotografici che raccontano i diversi volti del Senegal: le donne, i bambini, i paesaggi, aspetti e momenti insoliti della vita quotidiana del Paese africano - Aperitivo delle Tradizioni: il cibo delle Regioni e il Nanga def Una serata-percorso nella quale il cibo incontra i suoni (jembè) e le visioni sull Africa, il tutto accompagnato da un monologo di e con Giovanna Gioia A cura del bar de La Casa delle culture del mondo Sabato 2 ottobre Ore 14,30 17,30 Corsi di formazione per volontari che insegnano la lingua italiana a cittadini stranieri adulti (iscrizioni al completo) 2 incontro La formazione si articola in diversi incontri ed è destinata a volontari e aspiranti volontari, collaboratori professionali, consulenti o dipendenti di organizzazioni e associazioni di volontariato operanti sul territorio. A cura di Silvia Balabio Mercoledì 6 ottobre Ore 15,30 17,30 Tanti fili un tessuto, insieme per tessere la vita Proposte interculturali per la scuola di base A cura di Alessandra Ferrario Giovedì 7 ottobre 2010 Ore 15,30 17,30: Ciclo di formazione e informazione rivolto a docenti, operatori sociali e sanitari, volontari, operatori del privato sociale, giovani stranieri di seconda generazione. Una nuova generazione di italiani I giovani stranieri e il percorso di cittadinanza Come si diventa cittadini. Gli aspetti giuridici, l'iter, i tempi. A cura di Luca Bettinelli, responsabile area stranieri Caritas Ambrosiana Ore 20: Elevare il corpo per una mente sana Imparare a vivere in accordo con se stessi, in armonia col proprio corpo ed il mondo che ci circonda. Incontro sui seguenti temi: 1.Una corretta alimentazione, un sano esercizio per una mente libera. 2. Alimentazione del corpo e del mondo interiore 3. Il riposo come fonte di vita 4. Come alimentare la propria mente. A cura del Maestro Ghesce Thupten Tenzin, in appoggio alla Corte della Gioia in collaborazione con Upls e Percorsi all'ispirazione, comunità ispirata al messaggio di Silo. Venerdì 8 ottobre Ore 19 Aperitivo delle Tradizioni: il cibo delle Regioni Accompagnato da pensieri, parole e immagini Quelle voci dal vuoto - di Guido Tassinari. Nel corso della serata canti popolari con Giubbonsky A cura del bar de La Casa delle culture del mondo

16 arcireportmilano - ottobre arcicultura Alla Casa delle Culture di Via Natta Domenica 10 ottobre Ore Ciclo attività per le famiglie Giochiamo con la luce: laboratorio di fotografia per bambini Un set fotografico: dalla ripresa alla stampa per creare fotografie e apprendere giocando a fotografare. Attività per bambini dai 4 ai 12 anni A cura di Roberto Ventura Per iscrizioni telefonare allo /30 Giovedì 14 ottobre Ore 15,30 17,30 Ciclo di formazione e informazione rivolto a docenti, operatori sociali e sanitari, volontari, operatori del privato sociale, giovani stranieri di seconda generazione. Una nuova generazione di italiani I giovani stranieri e il percorso di cittadinanza Idee di cittadinanza fra le ragazze e i ragazzi stranieri A cura di Enzo Colombo, Università degli Studi - Milano Venerdì 15 ottobre Ore 19 - Inaugurazione della mostra Incredible India: Haveli!!! Mostra di Gabriele Casarosa Alla scoperta delle suggestive decorazioni delle case dei ricchi mercanti indiani, raccontate e reinterpretate nei dipinti dell artista livornese Gabriele Casarosa. - Aperitivo delle Tradizioni: il cibo delle Regioni A cura del bar de La Casa delle culture del mondo Sabato 16 ottobre Ore 14,30 17,30 Corsi di formazione per volontari che insegnano la lingua italiana a cittadini stranieri adulti (iscrizioni al completo) 3 incontro La formazione si articola in diversi incontri ed è destinata a volontari ed aspiranti volontari, collaboratori professionali, consulenti o dipendenti di organizzazioni e associazioni di volontariato operanti sul territorio. A cura di Silvia Balabio Domenica 17 ottobre Ore 18 Percorsi di cittadinanza attiva. Tra cultura e letteratura lombarda: Bonvesin de la Riva, Gian Paolo Lomazzo e Fabio Varese A cura di Adelio Rigamonti Giovedì 21 ottobre 2010 Ore 15,30 17,30: Ciclo di formazione e informazione rivolto a docenti, operatori sociali e sanitari, volontari, operatori del privato sociale, giovani stranieri di seconda generazione. Una nuova generazione di italiani I giovani stranieri e il percorso di cittadinanza Passaporto per l'italia. Educare alla cittadinanza e alla Costituzione. Presentazione del percorso, usi didattici e approfondimenti A cura di Gilberto Bettinelli, Università di Milano Bicocca e Paola Russomando, autrice e formatrice Ore 20: Tutto è Amore e Compassione Incontro sul tema dell'amore e compassione A cura del Maestro Ghesce Thupten Tenzin, Associazioni Upls e Corte della Gioia Venerdì 22 ottobre 2010 Ore 18: Presentazione del libro Sudan I fiori del deserto Edizioni Dell Arco I luoghi, le persone, il chiasso del conflitto in Darfur e i silenzi della sopravvivenza. Una tragedia umanitaria dalle dimensioni bibliche, la macchina degli aiuti internazionali e la vita che quasi si smarrisce, ma nonostante tutto, continua nelle preghiere dei vecchi, nei giochi dei bambini, nella pazienza delle donne con i loro carichi di visioni e ricordi. A cura di Sara Bellettato con la partecipazione di Campagna Italiana per il Sudan Ore 19: Aperitivo delle Tradizioni: il cibo delle Regioni A cura del bar de La Casa delle culture del mondo Sabato 23 ottobre 2010 Ore 14,30 17,30: Corsi di formazione per volontari che insegnano la lingua italiana a cittadini stranieri adulti (iscrizioni al completo) 4 incontro La formazione si articola in diversi incontri ed è destinata a volontari ed aspiranti volontari, collaboratori professionali, consulenti o dipendenti di organizzazioni e associazioni di volontariato operanti sul territorio. A cura di Silvia Balabio Ore 18 22,30: Degustazioni per la mente: in viaggio tra suoni, immagini e sapori afghani A cura di Arci Zaghridì con l associazione Denigbà Domenica 24 ottobre 2010 Ore 15-17: Ciclo attività per le famiglie Giochiamo con la luce: laboratorio di fotografia per bambini Un set fotografico: dalla ripresa alla stampa per creare fotografie e apprendere giocando a fotografare. Attività per bambini dai 4 ai 12 anni A cura di Roberto Ventura Per iscrizioni telefonare allo /30 Ore 18: Percorsi di cittadinanza attiva. Tra cultura e letteratura lombarda: Bonvesin de la Riva, Gian Paolo Lomazzo e Fabio Varese A cura di Adelio Rigamonti Venerdì 29 ottobre Ore 19 Aperitivo delle Tradizioni: il cibo delle Regioni A cura del bar de La Casa delle culture del mondo Sabato 30 ottobre Ore14,30-18 Assemblea dei sostenitori e membri effettivi di Medici con l Africa - Cuamm A cura di Medici con l Africa Cuamm Gruppo Milano MOSTRE Dal 2 al 12 ottobre 2010 VISAGES Mostra fotografica sul Senegal A cura dell Associazione Ritmi Africani Onlus. Dal 16 ottobre al 2 novembre 2010 INCREDIBLE INDIA HAVELI!!! Mostra di Gabriele Casarosa Presso il Bar de La Casa delle culture del mondo, tutti i venerdì sera dalle 19, è possibile gustare l'aperitivo (buffet con pietanze della cucina tradizionale italiana e delle cucine del mondo). È possibile usufruire, durante gli orari di apertura, del servizio di prestito e consultazione libri del nostro Centro di Documentazione. La Casa delle culture del mondo resterà chiusa domenica 31 ottobre. Tutte le iniziative sono a ingresso libero fino a esaurimento posti. La Casa delle culture del mondo Via Natta 11, Milano M1 Lampugnano Tel /30 - Fax

17 arciturismo Capodanno nelle Marche Periodo : dal 30/12/10 al 02/01/11 Durata : 4 giorni 3 notti 1 giorno ANCONA : Ritrovo dei Partecipanti e partenza da Milano con pullman G.T. per Ancona. Sosta per il pranzo lungo il percorso. Arrivo e pomeriggio dedicato al giro della città con visita guidata : Piazza del Plebiscito, Cattedrale, Teatro delle Muse, ecc. Al termine trasferimento in hotel, cena e pernottamento. 2 giorno TOLENTINO / MACERATA : Prima colazione in hotel e partenza per Tolentino, incontro con la guida e visita del centro storico con la Cattedrale di San Catervo, Basilica di San Nicola da Tolentino, il Castello della Rancia, ecc. Sosta per il pranzo in ristorante. Nel pomeriggio trasferimento a Macerata e visita guidata : Piazza della Libertà, Palazzo del Comune, Teatro Lauro Rossi, Arena Sferisterio, ecc. Al termine rientro in hotel per la serata dell'ultimo dell'anno con cena di Gala a base di pesce bevande incluse e musica dal vivo per festeggiare il nuovo anno. Pernottamento in hotel. 3 giorno ASCOLI PICENO/ TORRE DI PALME: prima colazione, partenza per Ascoli Piceno, incontro con la guida per la visita alla più bella città delle Marche: Palazzo dei Capitani, San Francesco, Loggia dei Mercanti in Piazza del Popolo, Cattedrale di Sant'Emidio, Porta della Musa, ecc. Sosta per il pranzo. Nel pomeriggio trasferimento a Torre di Palme, piccolissimo borgo medievale su un promontorio a picco sul mare. In serata rientro in hotel per la cena, pernottamento e musica dal vivo per serata finale. 4 giorno RECANATI / URBINO: Prima colazione in hotel e partenza per la visita guidata di Recanati (centro marchigiano famoso per aver dato i natali al Leopardi. Si visiterà: la Piazza Leopardi, la Piazza del Sabato del Villaggio, Palazzo Comunale, ecc. Sosta per il pranzo in ristorante. Nel pomeriggio partenza per Urbino breve sosta per la visita guidata di (2 h circa) il Duomo, il Museo Albani, Piazza del Rinascimento, la Chiesa di San Domenico, il Palazzo Ducale, ecc. Al termine partenza per il rientro a Milano. Arrivo e fine dei Ns. servizi. (min. 40 partecipanti paganti) Quota per persona in camera doppia (min. 30 partecipanti paganti) Quota per persona in camera doppia Supplemento camera singola per tutto il periodo La quota comprende : Viaggio a/r in pullman g.t. Da Milano - Rozzano Tour come da programma con pullman e guida Sistemazione in hotels 3/4 stelle in camere riservate con servizi privati. Drink di benvenuto. Trattamento di mezza pensione in hotel : prima colazione a buffet, menu' alternati di carne o pesce e bevande a tutti i pasti (¼ di vino + ½ di acqua e caffè). Pranzi in ristorante durante le escursioni con ¼ di vino+ ½ di acqua. Cena di Gala del 31/12 con musica dal vivo Servizio Guida per tutto Tour : 2 mezze giornate a Tolentino + Macerata, 1 intera giornata ad Ascoli Piceno + Torre di Palme, 2 mezze giornate a Recanati + Urbino. Accompagnatore per tutto il periodo Assicurazione medico-bagaglio La quota non comprende : Le mance, gli ingressi, eventuali parcheggi, gli extra in genere, tutto quanto non espressamente indicato alla voce La quota comprende arcireportmilano - ottobre Capodanno con ARCI Capodanno in Costa Brava Dal 28 dicembre 2010 al 03 gennaio 2011 (7giorni/5 notti) Viaggio in Autopullman G.T. Da Milano Pensione completa con acqua - Cenone di Capodanno (con bevande incluse in locolale d epoca) Due escursioni di mezza giornata Animazione serale. HOTEL METROPOL (4 stelle) Lloret de Mar In pieno centro di Lloret de Mar e a soli 30 metri dalla principale spiaggia, la struttura si trova in una delle migliori posizioni. 1 Giorno : Partenza di buon mattino in autopullman G.T. dalla citta di provenienza verso la Spagna con soste lungo il percorso per spuntino (facoltativo) in autogrill. Arrivo in serata in Hotel. Sistemazione nelle camere riservate, cena e pernottamento. Dal 2 al 5 Giorno : Soggiorno in Hotel con trattamento di pensione completa. Serate danzanti in Hotel. Cenone di Capodanno con bevande incluse in locale d epoca. Durante il soggiorno verranno organizzate interessanti escursioni facoltative a Barcellona, Girona, Monserrat e divertenti serate: Flamenco, Castello Medievale, discoteca, ecc (a cura del nostro Staff di assistenza). 6 Giorno: Prima colazione e pranzo in Hotel. Nel pomeriggio partenza in autopullman G.T. per il ritorno in Italia con soste lungo il percorso per spuntino (facoltativo) in autogrill. Pernottamento a bordo. 7 Giorno: Arrivo in mattinata a Milano e fine dei Ns. servizi. Quota Individuale di partecipazione in camera doppia Euro Supplemento camera singola: Euro 175,00 Riduzione 3 e 4 letto aggiunto bambino 2/10 anni: Euro 100,00 Riduzione 3 e 4 letto aggiunto adulto Euro 40,00 La quota di partecipazione comprende : Viaggio in autopullman G.T. Da Milano Cocktail di benvenuto Sistemazione in Hotel in camere doppie con sevizi privati Trattamento di pensione completa con acqua ai pasti dalla cena del primo giorno al pranzo del giorno 02/01/2010 Cenone di Capodanno con bevande incluse (acqua e vino) e spumante con musica dal vivo in Locale d epoca 2 escursioni di mezza giornata : Tour di Tossa e di Blanes Assistenza di nostro personale per tutta la durata del soggiorno Intrattenimento serale in Hotel Assicurazione medico-bagaglio-annullamento Tasse e percentuali di servizio Documentazione di viaggio La quota di partecipazione non comprende : Le escursioni facoltative Le bevande (esclusa l acqua), eccetto al Cenone Le mance, il facchinaggio e gli extra a carattere personale Tutto quanto non menzionato alla voce "La quota di partecipazione comprende". Capodanno a Ischia 28 dicembre gennaio 2011 (6 giorni/ 5 notti) HOTEL TERME ORIENTE*** (Ischia Porto) Situato nel centro di Ischia Porto, vicinissimo alla zona pedonale ed al mare.la cucina, particolarmente apprezzata e curata, offre i piatti tipici ischitani e colazione a buffet. Dotato di 2 piscine di cui una termale coperta (36/38 ) ed una esterna, un grande terrazzo-solarium attrezzato con 2 vasche i idromassaggio termali e bar. A disposizione degli ospiti una piccola palestra. Allo stabilimento termale convenzionato S.S.N. si accede direttamente Con l'ascensore che serve anche tutti i piani dell'albergo. Il centro estetico offre una vasta gamma di trattamenti di bellezza. Animali non ammessi. Animazione inclusa nel soggiorno. 1 Giorno : Ritrovo dei Sigg. Partecipanti nel luogo convenuto e partenza per Ischia con soste lungo il percorso per spuntino (facoltativo) in autogrill. Arrivo a Napoli ed imbarco sulla motonave per Ischia. Arrivo al porto di Ischia e trasferimento in hotel. 2 Giorno : Prima colazione in Hotel. Incontro con la guida per la visita panoramica di mezza giornata dell isola attraverso le località più conosciute: Casamicciola Terme, Lacco Ameno, Forio, Serrara Fontana, Barano e Sant Angelo. Pranzo in Hotel. Pomeriggio a disposizione per attività facoltative. Cena e pernottaento in Hotel. 3 Giorno: Pensione completa in Hotel. Giornata a disposizione per il proseguimento delle cure termali e delle visite. Pernottamento in hotel. 4 Giorno: Soggiorno in hotel con trattamento di pensione completa. Giornata a disposizione per attività individuali o escursioni facoltative (giornata a Capri, visita di Napoli e Pompei, Costiera Amalfitana, ecc). Cenone di Capodanno con musica in Hotel e festeggiamenti per il Nuovo Anno. Pernottamento in Hotel. 5 Giorno: Prima colazione e pranzo in Hotel. Giornata a disposizione per attività individuali (possibilità di effettuare trattamenti e cure termali nel centro termale dell Hotel convenzionato ASL) o per escursioni facoltative. Cena e pernottamento in Hotel. 6 Giorno: Prima colazione in Hotel. Trasferimento al porto, imbarco sul traghetto e traversata marittima con arrivo a Napoli. Inizio del viaggio di ritorno con soste lungo il percorso per spuntino (facoltativo) in autogrill. Arrivo in serata nelle località di provenienza. Quota individuale di partecipazione in camera doppia EURO Supplemento camera singola: Euro 85,00 Riduzione 3 e 4 letto aggiunto adulto Euro 55,00 Riduzione 3 e 4 letto aggiunto bambino 02/12 Euro 100,00 La quota di partecipazione comprende : Viaggio in autopullman G.T. A/R da Milano Passaggio marittimo a/r e trasferimenti e facchinaggio fino in hotel Cocktail di benvenuto

18 arciturismo Sistemazione in Hotel in camere doppia con servizi privati. Trattamento di pensione completa con bevande (1/2 lt acqua +1/4 lt vino). Sauna e bagno turco Giro isola con guida di mezza giornata Cenone di Capodanno con coppa di spumante a mezzanotte Animazione in hotel Assicurazione spese mediche e annullamento La quota di partecipazione non comprende : Le escursioni facoltative Le mance, il facchinaggio e gli extra a carattere personale Tutto quanto non menzionato nella voce "La quota di partecipazione comprende" Capodanno a Sorrento (7 giorni/6 notti) Dal 28/12/2010 al 03/01/ Dicembre: Ritrovo dei partecipanti a Milano e partenza con bus G.T. Soste e pranzo libero lungo il tragitto. Arrivo in hotel a Sorrento. Drink di benvenuto. Sistemazione nelle camere, cena e pernottamento. 29 Dicembre: Colazione in hotel e partenza in bus per Napoli. Visita guidata di Spaccanapoli con sosta a S. Gregorio Armeno quartiere storico noto in tutto il mondo per la produzione di presepi e di pastori realizzati con le antiche tecniche della tradizione napoletana; a seguire visita alla Cappella di S. Severo. Rientro in hotel per il pranzo. Pomeriggio libero a disposizione. Cena, serata danzante e pernottamento. 30 Dicembre: Colazione in hotel e partenza in bus per Caserta. Visita guidata della Reggia detta anche Palazzo Reale, proclamata Patrimonio dell'umanità dall'unesco che insieme al parco e ai suoi giardini è il complesso più grande d Europa. Rientro in hotel per il pranzo. Nel pomeriggio trasferimento a Sorrento per la visita libera del bellissimo centro storico addobato per il periodo natalizio. Nella serata rientro in hotel, cena, serata danzante, pernottamento. 31 Dicembre: Colazione in hotel e partenza per Pompei. Visita guidata degli Scavi Archeologici uno dei più grandi giacimenti archeologici del mondo scoperti quasi per caso nel 1748 e perfettamente custoditi sotto la lava a seguito dell eruzione del 79 a.c. che ricoprì completamente la città. Al termine della visita rientro in hotel per il pranzo. Pomeriggio dedicato al relax in vista della lunga notte di capodanno. Serata speciale con Cenone di Fine Anno e Veglione di S. Silvestro con spettacolo di musica dal vivo. 1 Gennaio: Colazione in hotel e mattinata libera a disposizione. Pranzo tradizionale di Capodanno in hotel. Pomeriggio dedicato alla tombolata a premi con tante sorprese. Cena, serata danzante e pernottamento. 2 Gennaio : Colazione in hotel e possibilità di escursione facoltativa a Capri per l'intera giornata. Trasferimento con minibus al porto di Sorrento, incontro con la guida ed imbarco in aliscafo; giunti a Capri partenza in minibus privati per il giro dell'isola. Visita libera della villa San Michele ad Anacapri che fu del medico svedese Axel Munthe e oggi sede di un interessante museo. Pranzo in ristorante. A seguire visita dei Giardini di Augusto dai quali si possono ammirare i famosi Faraglioni. Nella serata rientro in hotel, cena, serata danzante, pernottamento. In alternativa giornata libera a disposizione in pensione completa in hotel. arcireportmilano - ottobre Capodanno con ARCI 3 Gennaio: Colazione in hotel, ritiro bagagli e partenza con bus Grand Turismo. Soste e pranzo libero lungo il tragitto. In serata arrivo nei luoghi di originaria provenienza. Fine dei nostri servizi. (min. 25 persone paganti) Quota per persona in camera doppia Supplemento Singola 20,00 al giorno per persona Supplemento Forfait Bevande ai pasti: Euro 50,00 euro per persona Riduzione 3 letto Adulti: 10% Riduzione 3 & 4 letto bambini 3/ 10 anni: 30% Nulla sarà dovuto a bambini fino a 2 anni se non occupano posti sul bus: pasti al consumo ed eventuale culla da pagare in loco. La quota comprende : Viaggio a/r in pullman G.T. Da Milano Escursioni incluse previste dal programma Sistemazione in alberghi 3 o 4 stelle in camere riservate con servizi privati Trattamento di pensione completa dalla cena del primo giorno alla colazione dell ultimo con pranzi in ristorante se previsti dal programma Bevande ai pasti (¼ vino + ½ minerale ai pasti + 1 coppetta di spumante a Capodanno) Serate con musica e balli in hotel come da programma Cenone di Fine Anno e Veglione di S. Silvestro, visite guidate se previste dal programma. Assicurazione medico-bagaglio La quota non comprende : I pranzi del primo ed ultimo giorno, bevande ai pasti, le mance, gli extra in genere, le escursioni facoltative, gli ingressi ai musei e ai luoghi di antichità, se dovuti, sono a carico dei partecipanti di età inferiore ai 65 anni o superiori ai 18 anni, tutto quanto non espressamente menzionato nella voce La quota comprende. Importante: Per motivi tecnici ed organizzativi l ordine progressivo delle escursioni potrebbe essere soggetto a modifiche N.B. ACCONTO DI DA VERSARE AL MO- MENTO DELLA PRENOTAZIONE SALDO DA VERSARE ENTRO IL 20 DICEM- BRE 2010 Capodanno sulla Costa del Maresme Dal 28 dicembre 2010 al 03 gennaio 2011 (7giorni/5 notti) Viaggio in Autopullman G.T. Da Milano Pensione completa con acqua - Cenone di Capodanno (con bevande incluse in locale d epoca ) Due escursioni di mezza giornata Animazione serale CLUB MERCURY (3 stelle) SANTA SUSANNA a 100 metri dalla spiaggia e a 800 metri dal centro commerciale di S.Susanna. SERVIZI: aria condizionata nei locali comuni, 3 ascensori, ristorante con servizio a buffet, bar con TV satellite, ping-pong, biliardo e video giochi, piscina, giardino. A pagamento: parcheggio coperto, servizio lavanderia. CAMERE: 322 con balcone (eccetto le singole), telefono, aria condizionata, TV (con cauzione), cassetta di sicurezza (a pagamento). Programma 1 Giorno : Partenza di buon mattino in autopullman G.T. Da Milano verso la Spagna con soste lungo il percorso per spuntino (facoltativo) in autogrill. Arrivo in serata in Hotel. Sistemazione nelle camere riservate, cena e pernottamento. Dal 2 al 5 Giorno : Soggiorno in Hotel con trattamento di pensione completa. Serate danzanti in Hotel. Cenone di Capodanno con bevande incluse in locale d epoca. Durante il soggiorno verranno organizzate interessanti escursioni facoltative a Barcellona, Girona, Monserrat e divertenti serate: Flamenco, Castello Medievale, discoteca, ecc ( a cura del nostro Staff di assistenza). 6 Giorno: Prima colazione e pranzo in Hotel. Nel pomeriggio partenza in autopullman G.T. per il ritorno in Italia con soste lungo il percorso per spuntino (facoltativo) in autogrill. Pernottamento a bordo. 7 Giorno: Arrivo in mattinata a Milano e fine dei servizi. QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE IN CAMERA DOPPIA EURO Supplemento camera singola: Euro 175,00 Riduzione 3 e 4 letto aggiunto bambino 2/10 anni: Euro 100,00 Riduzione 3 e 4 letto aggiunto adulto: Euro 40,00 La quota di partecipazione comprende : Viaggio in autopullman G.T. Cocktail di benvenuto Sistemazione in Hotel in camere doppie con sevizi privati Trattamento di pensione completa con acqua ai pasti dalla cena del primo giorno al pranzo del giorno 02/01/2010 Cenone di Capodanno con bevande incluse (acqua e vino) e spumante con musica dal vivo in Locale d epoca 2 escursioni di mezza giornata : Tour di Tossa e di Blanes Assistenza di nostro personale per tutta la durata del soggiorno Intrattenimento serale in Hotel Tasse e percentuali di servizio Assicurazione medico-bagaglio-annullamento Documentazione di viaggio La quota di partecipazione non comprende : Le escursioni facoltative Le mance, il facchinaggio e gli extra a carattere personale Tutto quanto non menzionato alla voce "La quota di partecipazione comprende"

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Sequestro Confisca Lavoro: conversazione sulla legalità alla presenza del Ministro Alfano

Sequestro Confisca Lavoro: conversazione sulla legalità alla presenza del Ministro Alfano Sequestro Confisca Lavoro: conversazione sulla legalità alla presenza del Ministro Alfano Il convegno, svoltosi ad Acireale il 27 febbraio 2015 per iniziativa della Diocesi di Acireale assieme alla Associazione

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché?

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? unità 8: una casa nuova lezione 15: cercare casa 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? palazzo attico 1. Guarda la fotografia e leggi la descrizione. Questa è

Dettagli

CONVERSAZIONE CLINICA. Classe VA

CONVERSAZIONE CLINICA. Classe VA CONVERSAZIONE CLINICA Classe VA 1) Che cosa ti fa venire in mente la parola ''volontariato''? -Una persona che aiuta qualcuno in difficoltà. (Vittoria) -Una persona che si offre per aiutare e stare con

Dettagli

La Santa Sede PELLEGRINAGGIO APOSTOLICO IN AUSTRALIA DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II AL «WILLSON TRAINING CENTRE» Hobart (Australia), 27 novembre 1986

La Santa Sede PELLEGRINAGGIO APOSTOLICO IN AUSTRALIA DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II AL «WILLSON TRAINING CENTRE» Hobart (Australia), 27 novembre 1986 La Santa Sede PELLEGRINAGGIO APOSTOLICO IN AUSTRALIA DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II AL «WILLSON TRAINING CENTRE» Hobart (Australia), 27 novembre 1986 Cari, amici, cari abitanti della Tasmania. 1. La mia

Dettagli

PROPOSTE DI ATTIVITA PER PREPARAZIONE ALLA FESTA DELLA PACE 2014

PROPOSTE DI ATTIVITA PER PREPARAZIONE ALLA FESTA DELLA PACE 2014 PROPOSTE DI ATTIVITA PER PREPARAZIONE ALLA FESTA DELLA PACE 2014 Carissimi Educatori, come anticipato prima di Natale con alcune informazioni sulla Festa diocesana della Pace del 16 febbraio 2014, vi proponiamo

Dettagli

INTERVENTO del card. Giuseppe BETORI

INTERVENTO del card. Giuseppe BETORI Convegno Regionale FISM Toscana 2014 LE SCUOLE PARITARIE E IL MODELLO TOSCANO. LAVORI IN CORSO! Novità, impegni e progetti per un sistema scolastico realmente integrato e paritario Firenze, Convitto della

Dettagli

Mafia, amore & polizia

Mafia, amore & polizia 20 Mafia, amore & polizia -Ah sì, ora ricordo... Lei è la signorina... -Francesca Affatato. -Sì... Sì... Francesca Affatato... Certo... Mi ricordo... Lei è italiana, non è vero? -No, mio padre è italiano.

Dettagli

Campagna Energia per la vita

Campagna Energia per la vita Campagna Energia per la vita CreaFuturo c/o Acli cremona@acli.it c/o AmbienteScienze info@worldwewant.org VISITA UNO DI QUESTI SITI E FIRMA E FAI FIRMARE www.worldwewant.org (pulsante su homepage a sinistra

Dettagli

Siamo in tanti, oggi, in questa sala e questo è un fatto positivo per il nostro partito e per gli appuntamenti che lo stanno attendendo.

Siamo in tanti, oggi, in questa sala e questo è un fatto positivo per il nostro partito e per gli appuntamenti che lo stanno attendendo. Sintesi del discorso di presentazione della mozione per la candidatura a segretario provinciale di Renato Veronesi, espressosi liberamente, senza l ausilio di una traccia scritta, durante i lavori della

Dettagli

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Il primo maggio 2015 si inaugura a Milano l EXPO, un contenitore di tematiche grandi come l universo: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Una

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

Università degli Studi di Genova Anno Accademico 2011/12. Livello A1

Università degli Studi di Genova Anno Accademico 2011/12. Livello A1 Università degli Studi di Genova Anno Accademico 2011/12 COGNOME NOME NAZIONALITA NUMERO DI MATRICOLA FACOLTÀ Completa con gli articoli (il, lo, la, l, i, gli, le) TEST Di ITALIANO (75 MINUTI) 30 gennaio

Dettagli

Il processo di partecipazione si articola in 4 momenti

Il processo di partecipazione si articola in 4 momenti Questa che andrete a leggere è una simulazione di un bellissimo progetto realizzato a Canegrate, 12000 abitanti, nel milanese. Abbiamo sostituito date, nomi, cifre e progetti per renderlo aderente alla

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

(Patrick Geddes, 1919)

(Patrick Geddes, 1919) "Ogni città è in fondo una città sacra: perché un nocciolo di sentimenti religiosi è sempre rintracciabile all'origine delle sue attività e dei suoi spazi collettivi, e quindi della sua stessa esistenza,

Dettagli

VALORE VACANZA 2012 I RISULTATI DELL INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION

VALORE VACANZA 2012 I RISULTATI DELL INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION VALORE VACANZA 2012 I RISULTATI DELL INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION Il presente report sintetizza i risultati dell indagine di customer satisfaction, condotta dall Ufficio II della Direzione Centrale

Dettagli

Periferie educative 2014 - LA SPEZIA

Periferie educative 2014 - LA SPEZIA Presidenza del Consiglio dei Ministri Ufficio Nazionale per il Servizio Civile PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA della Caritas Diocesana della LA SPEZIA TITOLO DEL PROGETTO

Dettagli

GENNAIO CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL SIENA. Giuseppe Di Vittorio 1954 MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ DOMENICA

GENNAIO CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL SIENA. Giuseppe Di Vittorio 1954 MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ DOMENICA GENNAIO 1 17 2 3 18 19 4 20 5 6 21 22 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 23 24 25 26 27 28 29 30 31 Vedo davanti a me tante facce, vedo dei neri,...dei bianchi, dei gialli, dei mezzi neri come me, ma tutti insieme,

Dettagli

In particolare, il settimo obiettivo prevede di assicurare la sostenibilità ambientale.

In particolare, il settimo obiettivo prevede di assicurare la sostenibilità ambientale. ASSICURARE LA SOSTENIBILITA' AMBIENTALE Nel settembre 2000, con l'approvazione unanime della Dichiarazione del Millennio, 191 Capi di Stato e di Governo hanno sottoscritto un patto globale di impegno congiunto

Dettagli

Convegno Indicam Contraffazione, abusivismo e amministrazioni locali Milano, 31 gennaio 2001

Convegno Indicam Contraffazione, abusivismo e amministrazioni locali Milano, 31 gennaio 2001 Convegno Indicam Contraffazione, abusivismo e amministrazioni locali Milano, 31 gennaio 2001 Quali strade per il futuro? Il ruolo della regione nell ottica della devolution (*) Guido Della Frera Assessore

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

ALMANACCO 2015 800.995988. Volontariato Città di Treviglio Onlus. Solidarietà e Sicurezza. Per non essere soli chiama il n.

ALMANACCO 2015 800.995988. Volontariato Città di Treviglio Onlus. Solidarietà e Sicurezza. Per non essere soli chiama il n. Volontariato Città di Treviglio Onlus Solidarietà e Sicurezza Tieni la borsetta verso il muro Per non essere soli chiama il n. 800.995988 con la collaborazione di: UNIONE BERGAMASCA CONSUMATORI Via T.

Dettagli

Progetto Spazio sociale a Lamezia. Indice

Progetto Spazio sociale a Lamezia. Indice Indice Sommario 1. Manifesto... 2 2. Attività e progetti... 3 2.1. Attività per i giovani... 3 2.2. Attività per i bambini... 3 2.3. Attività per anziani... 4 2.4. Progetti nel lungo periodo... 4 3. La

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA Scuole dell Infanzia Gianni Rodari Istituto Comprensivo Crespellano R E L I G I O N E C A T T O L I C A Anno scolastico 2014-2015 Insegnante: Calì Angela PREMESSA Insegnare

Dettagli

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano?

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano? Per cominciare... 1 Osservate le foto e spiegate, nella vostra lingua, quale inizio è più importante per voi. Perché? una nuova casa un nuovo corso un nuovo lavoro 2 Quali di queste parole conoscete o

Dettagli

Questa non è una lezione

Questa non è una lezione Questa non è una lezione Sono appunti, idee su Internet tra rischi e opportunità. Che vuol dire non dobbiamo stare a guardare? È il Web 2.0... i cui attori siete voi Chi vi ha insegnato ad attraversare

Dettagli

CON-DIVIDERE PER MOLTIPLICARE FAMIGLIE E STILI DI VITA. Forum Regionale delle Associazioni Familiari della Lombardia

CON-DIVIDERE PER MOLTIPLICARE FAMIGLIE E STILI DI VITA. Forum Regionale delle Associazioni Familiari della Lombardia CON-DIVIDERE PER MOLTIPLICARE FAMIGLIE E STILI DI VITA Forum Regionale delle Associazioni Familiari della Lombardia Obiettivi della serata Presentazione del contesto in cui si inserisce il percorso «Famiglie

Dettagli

La Biennale 2015. A Genova, dal 5 al 7 giugno 2015. Cos è la Biennale della Prossimità. Chi partecipa alla Biennale della Prossimità

La Biennale 2015. A Genova, dal 5 al 7 giugno 2015. Cos è la Biennale della Prossimità. Chi partecipa alla Biennale della Prossimità La Biennale 2015 Cos è la Biennale della Prossimità La Biennale della Prossimità si svolgerà a Genova dal 5 al 7 giugno 2015. È un appuntamento nazionale dedicato interamente alle comunità locali, alle

Dettagli

MANIFESTO per la Buona politica e per il Bene comune

MANIFESTO per la Buona politica e per il Bene comune Forum delle Persone e delle Associazioni di ispirazione cattolica nel Mondo del Lavoro MANIFESTO per la Buona politica e per il Bene comune I Promotori del Forum delle Persone e delle Associazioni di ispirazione

Dettagli

La mia scuola per la pace

La mia scuola per la pace La mia scuola per la pace Programma nazionale di educazione alla pace e ai diritti umani Anno scolastico 2005-2006 promosso dal Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la pace e i diritti umani e

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

Istituto Comprensivo De Amicis- Laterza A.S 2012-2013. Classe II D. Prof.ssa Daniela Simone

Istituto Comprensivo De Amicis- Laterza A.S 2012-2013. Classe II D. Prof.ssa Daniela Simone Istituto Comprensivo De Amicis- Laterza A.S 2012-2013 Classe II D Prof.ssa Daniela Simone PRESENTAZIONE DEL PROGETTO Radio Kreattiva, web radio scolastica per la diffusione della cultura della legalità,

Dettagli

Quando la famiglia raddoppia

Quando la famiglia raddoppia AI PADRI, ALLE MADRI, AI FIGLI Quando la famiglia raddoppia Guida INFORMATIVA alla separazione non più coniugi.. ma sempre genitori a cura di FABIO BARZAGLI NETWORK EDUCATIVO PATERNITA.INFO www.paternita.info

Dettagli

2 giugno 1946: nasce la Repubblica Italiana

2 giugno 1946: nasce la Repubblica Italiana Biblioteca Nazionale Braidense presenta: DOMANI AVVENNE 2 giugno 1946: nasce la Repubblica Italiana Sala Microfilm 30 maggio - 30 giugno 2009 1 Rassegna DOMANI AVVENNE : ciclo di mostre documentarie di

Dettagli

LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA

LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA Edizione Nr. 5 uscita del 13 febbraio 2015 All interno trovi Curiosità Racconti personali Tante fotografie Le nostre attività Informazioni ed eventi E tanto altro Via

Dettagli

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Ci sono momenti nella storia in cui i popoli sono chiamati a compiere scelte decisive. Per noi europei, l inizio del XXI secolo rappresenta uno di

Dettagli

MA COSA SARA QUELLO STRANO BIDONE? VIAGGIO AVVENTUROSO NEL MONDO DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA A CISTERNA D ASTI 1 19 NOVEMBRE 2010

MA COSA SARA QUELLO STRANO BIDONE? VIAGGIO AVVENTUROSO NEL MONDO DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA A CISTERNA D ASTI 1 19 NOVEMBRE 2010 MA COSA SARA QUELLO STRANO BIDONE? VIAGGIO AVVENTUROSO NEL MONDO DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA A CISTERNA D ASTI 1 19 NOVEMBRE 2010 Il cantoniere di Cisterna, Roberto Massocco, ci ha portato un bel bidone

Dettagli

Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito

Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito che la globalizzazione ha degli effetti positivi per il

Dettagli

FONDAZIONE CAUSA PIA D'ADDA PROGETTO EDUCATIVO UNITARIO

FONDAZIONE CAUSA PIA D'ADDA PROGETTO EDUCATIVO UNITARIO FONDAZIONE CAUSA PIA D'ADDA PROGETTO EDUCATIVO UNITARIO S.M. Causa Pia d'adda di Settimo Milanese (MI) S.M. Causa Pia d'adda di Seguro di Settimo Milanese (MI) S.M. Causa Pia d'adda di Segrate (MI) S.M.

Dettagli

Newsletter di Aggiornamento sui Progetti di Amici dei Bambini. Numero 01, Gennaio 2009. In questo numero:

Newsletter di Aggiornamento sui Progetti di Amici dei Bambini. Numero 01, Gennaio 2009. In questo numero: in Kosovo Newsletter di Aggiornamento sui Progetti di Amici dei Bambini Numero 01, Gennaio 2009 In questo numero: Benvenuto caro sostenitore! Un regalo per me! I bambini dimostrano quello che sanno sull

Dettagli

..conoscere il Servizio Volontario Europeo

..conoscere il Servizio Volontario Europeo ..conoscere il Servizio Volontario Europeo 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE Cari amici, il tempo dell estate è un tempo che chiede necessariamente voglia di leggerezza. Proprio di questa abbiamo bisogno

Dettagli

1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE

1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE Newsletter dell associazione La Casa sull Albero, anno III, mese di aprile 2013 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE Nella città di Firenze, lo scorso 16 marzo, migliaia e migliaia

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

Apocalittico. 1 Metapontino: la zona pianeggiante della Basilicata che si affaccia sul Mar Ionio

Apocalittico. 1 Metapontino: la zona pianeggiante della Basilicata che si affaccia sul Mar Ionio Intervistato: Angelo Cotugno, Segretario Generale della CGIL della Provincia di Matera Soggetto: Matera (sviluppo urbanistico, condizioni di vita fino agli anni 50, sua storia personale di vita nei Sassi,

Dettagli

SUL REFERENDUM DI BOLOGNA CHE CHIEDE DI ELIMINARE I CONTRIBUTI ALLE SCUOLE PARITARIE

SUL REFERENDUM DI BOLOGNA CHE CHIEDE DI ELIMINARE I CONTRIBUTI ALLE SCUOLE PARITARIE COMUNICATO STAMPA SUL REFERENDUM DI BOLOGNA CHE CHIEDE DI ELIMINARE I CONTRIBUTI ALLE SCUOLE PARITARIE Roma, 11 gennaio Il 26 maggio prossimo i cittadini bolognesi saranno chiamati al voto per un referendum

Dettagli

Modulo 1 Unità 1. Santa Teresa Civitavecchia Roma Olbia. Q1. Completa le frasi con le parole della lista.

Modulo 1 Unità 1. Santa Teresa Civitavecchia Roma Olbia. Q1. Completa le frasi con le parole della lista. Andare a gonfie vele Q1. Completa le frasi con le parole della lista. Roma vele Islanda Olbia vacanza quarantenne Sardegna Sicilia In traghetto Fabio è stato in con la famiglia a Santa Teresa, che si trova

Dettagli

COMUNE DI BITONTO. Provincia di Bari COPIA VERBALE CONSIGLIO COMUNALE. N. 16... del...17.02.2010. OGGETTO

COMUNE DI BITONTO. Provincia di Bari COPIA VERBALE CONSIGLIO COMUNALE. N. 16... del...17.02.2010. OGGETTO Si trasmette in copia l esecuzione a... Il Segretario Generale COMUNE DI BITONTO Provincia di Bari COPIA VERBALE CONSIGLIO COMUNALE N. 16... del...17.02.2010. OGGETTO INSEDIAMENTO INTERVENTI VARI. L anno

Dettagli

Fra i candidati sindaco, otto su dieci hanno un profilo su Facebook, e tre su cinque hanno un sito personale

Fra i candidati sindaco, otto su dieci hanno un profilo su Facebook, e tre su cinque hanno un sito personale LA CAMPAGNA ON-LINE PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2011 Fra i candidati sindaco, otto su dieci hanno un profilo su Facebook, e tre su cinque hanno un sito personale Su Facebook De Magistris e De Luca i

Dettagli

STORIA DEGLI STATI UNITI D AMERICA (U.S.A.)

STORIA DEGLI STATI UNITI D AMERICA (U.S.A.) STORIA DEGLI STATI UNITI D AMERICA (U.S.A.) OGGI Oggi gli Stati Uniti d America (U.S.A.) comprendono 50 stati. La capitale è Washington. Oggi la città di New York, negli Stati Uniti d America, è come la

Dettagli

FRANCESCO GIAVAZZI ECONOMISTA

FRANCESCO GIAVAZZI ECONOMISTA FRANCESCO GIAVAZZI ECONOMISTA Grazie. Dirò anche due cose su Venezia, impiegherò dieci minuti. Fatemi ricominciare riprendendo da dove ci siamo fermati questa mattina. E difficile per una persona che per

Dettagli

Pace, fraternità e dialogo Programma nazionale di Educazione alla Cittadinanza Democratica Anno scolastico 2015-2016

Pace, fraternità e dialogo Programma nazionale di Educazione alla Cittadinanza Democratica Anno scolastico 2015-2016 Pace, fraternità e dialogo Programma nazionale di Educazione alla Cittadinanza Democratica Anno scolastico 2015-2016 Premessa Educare alla pace è responsabilità di tutti ma la scuola ha una responsabilità

Dettagli

MANIFESTO PER PARMA UNITA

MANIFESTO PER PARMA UNITA MANIFESTO PER PARMA UNITA Parma è una città piena di risorse, ricca di intelligenze vivaci, di saperi e cultura, fatta da persone intraprendenti che non possono non avvertire la responsabilità di questo

Dettagli

Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una. vera Europa sociale ed un altra politica industriale

Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una. vera Europa sociale ed un altra politica industriale Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una vera Europa sociale ed un altra politica industriale Roma Camera dei Deputati 14 Gennaio 2015 Maurizio LANDINI segretario generale

Dettagli

Via Belzoni 80 Via Belzoni 80 35121 Padova 35121 Padova tel +39 049 8278464 tel +39 049 8278458 fax +39 049 8278451 fax +39 049 8278451

Via Belzoni 80 Via Belzoni 80 35121 Padova 35121 Padova tel +39 049 8278464 tel +39 049 8278458 fax +39 049 8278451 fax +39 049 8278451 La.R.I.O.S. Laboratorio di Ricerca ed Intervento per l Orientamento alle Scelte DPSS Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo e della Socializzazione Centro di Ateneo di Servizi e Ricerca per la Disabilità,

Dettagli

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Sapevate che sia le donne single che quelle in coppia hanno gli incubi pensando alla Festa

Dettagli

Australia. Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano

Australia. Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano Australia Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano Ogni riferimento a fatti realmente accaduti o luoghi e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Antonino Santamaria

Dettagli

Carissimi amici. Bellissima Primavera a voi! N 2 Gennaio-Marzo 2012

Carissimi amici. Bellissima Primavera a voi! N 2 Gennaio-Marzo 2012 Newsletter Essena N 2 Gennaio-Marzo 2012 Carissimi amici Bellissima Primavera a voi! Siamo molto felici di ritrovarvi in occasione di questa nuova stagione che sta per fiorire fra qualche tempo e che abbiamo

Dettagli

1. Corso istituzionale di Formazione politica 2012

1. Corso istituzionale di Formazione politica 2012 1. Corso istituzionale di Formazione politica 2012 Descrizione del progetto L Istituto di Formazione Politica Pedro Arrupe Centro Studi Sociali è per tradizione e per vocazione impegnato nella promozione

Dettagli

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI Silenzio e Parola: cammino di evangelizzazione Cari fratelli e sorelle, all avvicinarsi della Giornata

Dettagli

La Giornata della Memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime delle mafie

La Giornata della Memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime delle mafie Non è un corteo come gli altri perché a partecipare sono i familiari delle vittime della mafia, una mafia che è come la peste che si espande come un cancro per tutto il Paese. Per combatterla non basta

Dettagli

difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG

difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG intervento di alfredo mantovano Care amiche e cari amici! una giornalista poco fa mi chiedeva di riassumere in poche parole-chiave il messaggio che il popolo

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Ass. di volontariato per portatori di handicap L.go Martiri 2 Agosto- Galliate ( NO) CF 94016410030

Ass. di volontariato per portatori di handicap L.go Martiri 2 Agosto- Galliate ( NO) CF 94016410030 Ass. di volontariato per portatori di handicap L.go Martiri 2 Agosto- Galliate ( NO) CF 94016410030 COPIA OMAGGIO 1 Noi come Voi è un associazione che accoglie tutti i giorni mol ti giovani con disabilità

Dettagli

LA FECONDAZIONE ASSISTITA TRA SCIENZA ED ETICA

LA FECONDAZIONE ASSISTITA TRA SCIENZA ED ETICA LA FECONDAZIONE ASSISTITA TRA SCIENZA ED ETICA Martedì 7 giugno 2005, dalle ore 15 alle ore 20, si è svolto il 3 convegno alla Camera dei Deputati dell Associazione Nazionale ConVoglio Valori (per il 1

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

"Macerie dentro e fuori", il libro di Umberto Braccili

Macerie dentro e fuori, il libro di Umberto Braccili La presentazione venerdì 14 alle 11 "Macerie dentro e fuori", il libro di Umberto Braccili "Macerie dentro e fuori" è il libro scritto dal giornalista Umberto Braccili, inviato della Rai Abruzzo, insieme

Dettagli

"Memorial Day 2008", una giornata dedicata alla giustizia e alla legalità

Memorial Day 2008, una giornata dedicata alla giustizia e alla legalità CorriereAl :: Società :: "Memorial Day 2008", una giornata dedicataalla giustiz... Pagina 1 di 2 Corriereal.it - tutti i diritti riservati - On Line srl P.Iva 01715650998 - AiaSoft "Memorial Day 2008",

Dettagli

DISCORSO DEL PRESIDENTE MINA GIANNANDREA IN OCCASIONE DEL PRIMO CONVEGNO DI FEDERstrade Le proposte dei commercianti di vicinato

DISCORSO DEL PRESIDENTE MINA GIANNANDREA IN OCCASIONE DEL PRIMO CONVEGNO DI FEDERstrade Le proposte dei commercianti di vicinato DISCORSO DEL PRESIDENTE MINA GIANNANDREA IN OCCASIONE DEL PRIMO CONVEGNO DI FEDERstrade Le proposte dei commercianti di vicinato Cari amici, illustri ospiti, Voglio innanzitutto ringraziarvi tutti per

Dettagli

NEL MARE DELLA NOSTRA FANTASIA OGNI PESCE E DIVERSO NELLE SUE FORME E COLORI, COME NOI RAGAZZI CHE ABBIAMO ESPRESSO QUESTO BELLISSIMO DISEGNO.

NEL MARE DELLA NOSTRA FANTASIA OGNI PESCE E DIVERSO NELLE SUE FORME E COLORI, COME NOI RAGAZZI CHE ABBIAMO ESPRESSO QUESTO BELLISSIMO DISEGNO. SEMPLICEMENTE INSIEME per condividere esperienze, notizie, gioie, conquiste, vittorie, delusioni, difficoltà, sofferenze come in famiglia, senza giudizi, rispettando l opinione di ciascuno, certi che ognuno

Dettagli

"Sono lusingata per il riconoscimento e la fiducia che mi è stata a accordata - dichiara la neo

Sono lusingata per il riconoscimento e la fiducia che mi è stata a accordata - dichiara la neo Non Profit: eletti i nuovi vertici del MODAVI, Bellucci presidente per rinnovare gli organi dirigenti dell associazione. È stata eletta presidente Maria Teresa Bellucci, psicologa e psicoterapeuta; mentre

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una modifica dell ordine del giorno? (Voci confuse). Io direi che per logica

Dettagli

QUESTIONARIO EUTELIA

QUESTIONARIO EUTELIA QUESTIONARIO EUTELIA 1. Sesso a) M b) F 2. Quanti anni hai? 3.Qual è il tuo livello d inquadramento contrattuale 4.Stato civile a) Celibe/nubile b) Sposato con dei figli a carico c) Divorziato d) Sposato/convivente

Dettagli

Indicatori di qualità per l Educazione alla cittadinanza mondiale

Indicatori di qualità per l Educazione alla cittadinanza mondiale Indicatori di qualità per l Educazione alla cittadinanza mondiale Premessa La Carta di qualità di cui si parla in questa scheda è stata elaborata da ONG e associazioni di 5 regioni italiane nel corso del

Dettagli

L internazionalizzazione leggera in Sicilia. Il IV Rapporto della Fondazione RES

L internazionalizzazione leggera in Sicilia. Il IV Rapporto della Fondazione RES L internazionalizzazione leggera in Sicilia. Il IV Rapporto della Fondazione RES Pier Francesco Asso ECONOMIA SICILIANA Si illustrano alcuni risultati del IV rapporto di ricerca della Fondazione RES dedicato

Dettagli

PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014

PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014 PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014 Introduzione unitaria: «Ecco ora il momento favorevole» (2Cor 6,2) Santi nel quotidiano Orientamenti per il triennio

Dettagli

Vocabolario Scelte corrette.../20 Data...

Vocabolario Scelte corrette.../20 Data... UNITÀ Vocabolario Scelte corrette.../0 Data... Completa il dialogo con le parole: dimmi, ci vediamo, ciao, pronto, ti ringrazio..., Pronto parlo con casa Marini? Sì Marco, sono Andrea che cosa vuoi?...,

Dettagli

http://www.sprachkurse-hochschule.de

http://www.sprachkurse-hochschule.de Lingua: Italiana Livello: A1/A2 1. Buongiorno, sono Sandra, sono di Monaco. (a) Buongiorno, sono Sandra, sono da Monaco. Buongiorno, sono Sandra, sono in Monaco. 2. Mia sorella chiama Kerstin. (a) Mia

Dettagli

Progetto NuovisPazzi. Recupero Spazi ad uso Pubblico a Mombello. Ente Promotore: ASSOCIAZIONE BRUCALIFFO LIMBIATE

Progetto NuovisPazzi. Recupero Spazi ad uso Pubblico a Mombello. Ente Promotore: ASSOCIAZIONE BRUCALIFFO LIMBIATE Progetto NuovisPazzi Recupero Spazi ad uso Pubblico a Mombello Ente Promotore: ASSOCIAZIONE BRUCALIFFO LIMBIATE Luogo: Padiglione Lavanderia, Ex O.P. Antonini di Limbiate ( Loc. Mombello) Premessa: Non

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript 2014 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: Ciao, Flavia. Mi sono divertito moltissimo sabato

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

Un pinguino in seconda A o forse più di uno?

Un pinguino in seconda A o forse più di uno? Un pinguino in seconda A o forse più di uno? Immaginiamo, per un momento, che una cicogna un po distratta voli con un fagotto tra le zampe. Nel fagotto c è un pinguino. Un delizioso, buffo e tenero pinguino.

Dettagli

SETTIMA LEZIONE LUCIA NON LO SA

SETTIMA LEZIONE LUCIA NON LO SA SETTIMA LEZIONE LUCIA NON LO SA SETTIMA LEZIONE 72 Lucia non lo sa Claudia Claudia Come? Avete fatto conoscenza in ascensore? Non ti credo. Eppure devi credermi, perché è la verità. E quando? Un ora fa.

Dettagli

DAL TAVOLO SPAZI ALLA CASA DELLE DONNE

DAL TAVOLO SPAZI ALLA CASA DELLE DONNE TAVOLO SPAZI DAL TAVOLO SPAZI ALLA CASA DELLE DONNE Amoni Francesca Angeletti Annalisa Baratti Chiara Baroni Maria Carla Battigaglia Ofelia Boaretto Nadia Clementi Ornella Cova Vittoria D'Acierno Annamaria

Dettagli

apre lavora parti parla chiude prende torno vive

apre lavora parti parla chiude prende torno vive 1. Completa con la desinenza della 1 a (io) e della 2 a (tu) persona singolare dei verbi. 1. - Cosa guard...? - Guardo un film di Fellini. 2. - Dove abiti? - Abit... a Milano. 3. - Cosa ascolt...? - Ascolto

Dettagli

La famiglia. La famiglia fa notizia Collega le foto all articolo corrispondente. Donne in carriera l ora del dietrofront

La famiglia. La famiglia fa notizia Collega le foto all articolo corrispondente. Donne in carriera l ora del dietrofront La famiglia La famiglia fa notizia Collega le foto all articolo corrispondente. b. a. c. d. f. e. Nonni a scuola dai nipoti oggi lezione di Internet Nove scuole, 900 anziani, 900 ragazzi Obiettivo: creare

Dettagli

PROGETTI PER IL FUTURO

PROGETTI PER IL FUTURO PROGETTI PER IL FUTURO 77 LA NOSTRA ANTOLOGIA La mia vita la vivo io Oggi mi sento integrato molto bene qui perché ho perso le paure che avevo, ho cambiato molti pensieri: adesso non ho più paura di quello

Dettagli

PRESENTACION CONFERENCIA DEL CONSORZIO COOU

PRESENTACION CONFERENCIA DEL CONSORZIO COOU 1 PRESENTACION CONFERENCIA DEL CONSORZIO COOU Buongiorno, oggi siamo qui riuniti in questo Centro Congressi appartenente al Vaticano per discutere la tutela dell'ambiente, in uno dei suoi molti rami, l

Dettagli

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace!

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! LA NOSTRA Parrocchia S.Maria di Lourdes VOCE MILANO - via Induno,12 - via Monviso 25 DICEMBRE 2OO5 Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! Vi lascio in pace, vi

Dettagli

Progetto accoglienza

Progetto accoglienza ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE LUIGI EINAUDI Direzione e uffici: Via Mazenta, 51 20013 Magenta (Mi) codice fiscale n. 93035720155 e-mail: miis09100v@istruzione.it Posta Elettronica Certificata miis09100v@pec.istruzione.it

Dettagli

Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia

Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia I COLORI Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia I colori sono tanti almeno cento: marrone come il legno, bianco come la nebbia, rosso come il sangue,

Dettagli

Presentiamo dunque un lavoro progettato per chi crede in una scuola per tutti, per chi si pone domande e per chi cerca risposte.

Presentiamo dunque un lavoro progettato per chi crede in una scuola per tutti, per chi si pone domande e per chi cerca risposte. Introduzione Il manuale La scuola inclusiva nell Italia che cambia. si propone di accompagnare e sostenere l insegnante in ogni fase dell inserimento scolastico di un allievo non madrelingua nella scuola

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli