Deliverable 7.5 Linee guida per Business Plan per l avvio del Car-Sharing Autore: Graham Lightfoot, Mendes Limited

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Deliverable 7.5 Linee guida per Business Plan per l avvio del Car-Sharing Autore: Graham Lightfoot, Mendes Limited"

Transcript

1 more mobility options through for Car-Sharing energy efficient momo Car-Sharing More options for energy efficient mobility through Car-Sharing Grant agreement No.: IEE/07/696/SI Deliverable 7.5 Linee guida per Business Plan per l avvio del Car-Sharing Autore: Graham Lightfoot, Mendes Limited Avvio Fine Durata dell azione: September October 2008 Nome del (in Coordinatore/organizzazione/ /numero mesi): Michael Free Hanseatic Glotz-Richter City of Bremen di telefono: Ministry Ansgaritorstr. D Germany for Bremen Environment, 2 Construction, Transport and European Affairs Telfono: Fax: Cellulare: (direct line office)

2 Questa guida è stata scritta per assistere singoli soggetti, società ed organizzazioni che hanno intenzione di attivare un servizio di Car-Sharing professionale. Oltre a contenere una struttura per la preparazione di business plan, questa guida offre utili commenti e contenuti. Indice 1. Accordo confidenziale 2. Sintesi dei contenuti 3. Descrizione della società 4. Analisi di mercato 5. Strategie di promozione e di vendita 6. Ricerca e sviluppo 7. Staff e management 8. Proiezioni finanziarie 9. Finanziamento 10. Appendici

3 1. Accordo confidenziale 1.1 Premessa I Business Plans sono per loro stessa natura documenti altamente confidenziali. Possono essere preparati come parte di un processo competitivo ed anche tramite la consulenza di uno o più istituti finanziari, investitori individuali o riuniti in gruppo ovvero partners e adviser. E importante dunque che tutti questi soggetti firmino l Accordo confidenziale sin dalle attività preparatorie e fino alla versione finale del Business Plan. 1.2 Contenuto dell Accordo confidenziale Il sottoscritto lettore è a conoscenza del fatto che le informazioni contenute in questo business plan sono confidenziali e dunque il lettore si impegna a non divulgare il suo contenuto senza il permesso di [nome della società] Il sottoscritto lettore è a conoscenza del fatto che le informazioni contenute in questo business plan sono confidenziali, oltre ad informazioni di pubblico dominio, e che ogni uso o divulgazione di queste da parte del lettore potrebbe causare seri danni a [nome della società] Dietro richiesta, questo documento verrà immediatamente restituito a [nome della società] Firma Nome (stampato) Data NB: Questo è un business plan e non implica l offerta di nessun titolo finanziario.

4 2. Sintesi dei contenuti Questa sezione non verrà compilata finché il business plan non sarà completata. Questa sezione sottolineerà tutti i punti salienti dello sviluppo societario nei tre anni, nonché sintetizzerà le seguenti aree con una breve descrizione di ognuna, come spiegato oltre. Va sottolineato che il potenziale investitore spesso effettua una prima valutazione in base alla sintesi dei contenuti e che la decisione se leggere o meno l intero business plan dipenderà dalle informazioni qui contenute. Le appendici alla fine del documento contengono maggiori dettaglie ed informazioni al fine di supportate I contenuti presentati nel business plan. Scopo del business plan Lo scopo del presente documento è quello di offire informazioni di base sullo sviluppo ad oggi; prevedere il futuro sviluppo; dettagliare l attrezzatura, lo staff e le risorse finanziarie richieste per gestire e sviluppare il servizio; e assicurare le risorse finanziarie necessarie da potenziali investitori al fine di diventare il principale operatore nella [città/stato]. Il servizio ed i suoi vantaggi Il Car-Sharing è un alternativa conveniente all auto di proprietà, nonché un servizio altamente tecnologico, economico e sostenibile da un punto di vista ambientale. E adatto per tragitti per i quail il trasporto pubblico non è conveniente ovvero per l uso dei dipendenti delle società che raggiungendo il posto di lavoro con il trasporto pubblico, la bici ovvero a piedi sanno che c è un autovettura che possono utilizzare per i loro eventuali bisogni durante le giornate di lavoro. Da indipendenza ai suoi clienti e permette loro di prenotare il servizio ondine ovvero tramite telefono solo per un ora ovvero per il tempo necessario. Una volta raggiunto lo stallo del veicolo i clienti usano la loro smartcard personale per aprire ed utilizzare l autovettura semplicemente digitando un codice personale. Una volta terminato il viaggio l autovettura va nuovamente parcheggiata nello stesso stallo di partenza, per essere disponibile per il successivo cliente. Opportunità di mercato E un business che sta crescendo con tassi annui del 30% e probabilmente contribuirà a ridurre le emissioni di carbonio di ogni cliente del 40%. Il servizio al momento è l unico offerto in [città/stato] ed il suo successo ci permetterà di estenderlo verso alter Nome città o regioni. B Gruppo di management C A Direttore Tecnico Marketing e Capo dell Ufficio e Operativo e Vendite Finanziario Il nome e le responsabilità del gruppo di management dovrebbero essere inserite in una tabella come la seguente: Responsabilità

5 Molte città in Europa, Nord America e Asutralia hanno già questo tipo di servizio. Se presenti partner con questo tipo di esperienza i relative dettagli dovranno essere indicate. Ricavi: 201X 201Y 201Z Utilizzo autovetture Ricavi Costi: Abbonamenti totali Costi di ufficio di di flottta Costi totali back office Tasse Profitto Utili non distribuiti (con (no tasse) tasse) Track record, se presente Proiezioni finanziarie Le proiezioni finanziarie dovranno essere sintetizzate ed evidenziate. Sarebbe preferibile utilizzare il seguente format: Calcolo del break even La stima del punto di break even point dovrebbe essere effettuata per singolo veicolo e protrebbe essere espresso separatamente per singola stallo di autovetture. Per esempio, le prime tre righe dovrebbero mostrare i calcoli basati sulla media mensile dei costi operative per veicolo, inclusi i costi infrastrutturali ed esclusi i costi promozionali, amministrativi e di staff. Le seconde tre righe dovrebbero mostrare i calcoli basati sulla media mensile dei costi operative per veicolo inclusi i costi infrastrutturali, quelli promozionali, amministrativi e di staff suddivisi equamente per veicolo a valere sull anno CS1 uno. Con crescere della flotta e dei livelli di attività nonché dei costi, il break CS2 Location costo/veicolo Media mensile Break al mese per X numero di ore Break al mese per X ore numero per viaggio di viaggi even point per X00 XXX X% XX veicolo muterà. CSn CS1 CS2 X00 XXX YYY ZZZ Z% X% Y% YY CSn Y00 Z00 YYY ZZZ - Z% Y% del tempo utile YY XX ZZ ZZ

6 Ricerca di finanziamenti Il livello di indebitamento e/o di investimento andrebbe definito già inizialmente. E inoltre importante spiegare come andranno utilizzati i fondi.

7 3. Descrizione della società 3.1 Promotori e soci Dovrebbero essere inclusi brevi dettagli societari, la sede nonché i nomi dei soci e la loro quota di partecipazione. 3.2 Consulenti Dovrebbero essere indicate i consulenti finanziari, legali e di altro tipo, con l indicazione del nome, indirizzo e dettagli di contatto. 3.3 Prodotti e servizi Dovrebbe essere espresso chiaramente in cosa consiste il servizio eventualmente anche con esempi pratici. Sviluppo Dovrebbero essere inclusi dettagli societari ed i relative partners, le ricerche eseguite e gli strumenti utilizzati che sono stati sviluppati durante il progetto MOMO- CarSharing e pubblicati come Deliverable 7.1. Dovrebbe essere dettagliato ogni accordo con amministrazioni locali, sviluppatori ed altri partners. Potrebbe inoltre essere utile definire il piano in un ottica di tipo locale, regionale e nazionale in termini di servizi similari, legislazione e politiche già attivate. Benefici e caratteristiche Questo tipo di servizio, generalmente chiamato CarSharing (Car Clubs in Gran Bretagna), ha avuto notevole successo in varie parti d Europa per oltre 20 anni, nonché in Nord America per oltre 10 anni. Tale servizio consente un accesso veloce e facile ad una autovettura senza esserne propietari. Gli utenti possono utilizzare il servizio quando ne hanno bisogno semplicemente: Prenotando il servizio tramite telefono o via internet. Sbloccando l autovettura prenotata utilizzando la propria smart-card. Inserendo il PIN personale e guidando. Pagando il servizio (IVA, carburante, manutenzione e assicurazione sono compresi nel prezzo) direttamente con addebito bancario ovvero tramite l uso di carte prepagate. I costi del servizio dipendono usualmente dal tempo e dalle distanze coperte, con limitati costi amministrativi caricati alla registrazione (abbonamento) ovvero con costi di deposito rimborsabili. Fattori di attrazione La valutazione del Car-Sharing ha mostrato che questo servizio offre un positivo contributo all ambiente, riducendo la pressione da parcheggio, tagliando i viaggi in auto non necessari a vantaggio del TPL, della bici e del camminare aiutando così a combattere l inquinamento e la congestione. Il tipo e la categoria di veicoli utilizzati dipende dai vari contesti dove il servizio viene offerto. Vantaggi per gli utilizzatori del servizio In molte città gli operatori del servizio di Car-Sharing e quelli del TPL utilizzano una smart-card integrata e/o altri vantaggi finanziari provide per l utilizzo di entrambi i servizi.

8 Un grande punto di forza del Car-Sharing è rappresentato dal parcheggio riservato per ciascun veicolo. Per società piccolo e grandi il Car-Sharing rappresenta un opportunità per calmierare e controllare gli spostamenti degli impiegati, i quail possono recarsi sul posto di lavro utilizzando il TPL, ovvero in bici o a piedi senza dover rinunciare ad una autovettura per le necessità di lavoro. L operatore gestisce il servizio di Car-Sharing e si prende cura dell atuo, nonché riceve una fattura dettagliata per i costi che possono così essere attribuiti ad ogni centro di costo. Gli impiegati non hanno problemi per la ricerca del parcheggio, potendo utilizzare il servizi odi Car-Sharing. Svantaggi o weak points Vedi la sezione 3.6 (SWOT Analysis). 3.4 Obiettivi di lungo periodo Dovrebbe essere indicato l obiettivo di lungo periodo del servizio, come ad esempio quello di diventare l operatore di Car-Sahring leader nella città, regione o stato in un certo numero di anni. 3.5 Obiettivi e future sviluppi Dovrebbero essere inclusi i dettagli della crescita stimata mostrando le proiezioni relative ad utentim veicoli e stazioni di parcheggio per gli anni a venire.

9 3.6 SWOT Analysis Forza Dovrebbero Gruppo essere di gestione analizzati esperto Debolezza I punti di forza e di debolezza del servizio, risorse le opportunità proprie di mercato e le minacce per la buona riuscita del progetto, tramite il diagramma seguente: Tecnologia Consulenti Unico gesture esperti affidabile del servizio in città/stato Mancanza di investimenti esterni Utenti Veicoli soddisfatti Stalli di idonei parcheggio al servizio Supporto dell amministrazione governo strategici centrale locale stile Servizio di vita sociale conosciuto a livello nazionale e nello Minacce Contratti Programmi nazionali Opportunità Partnerships Legislazione Programmi nazionali Campagne promozionali per l utilizzo di veicoli elettrici dal Legislazione punto Competitors Problemi di vista di finanziario meglio strutturati società Cooperazione Promozione tramite con il i TPL media e Bike-Sharing mercato Crescita lenta del previsto del liquidità più

10 4. Analisi di mercato 4.1 Target di mercato A seconda se già esiste un servizio di Car-Sharing nella città, regione o stato, pò essere più o meno difficile valutare il mercato nella sua totalità ed identificare trends e profili di potenziali competitors. Dovrebbero venire utilizzate una serie di ipotesi relative all analisi dei soggetti per i quali il Car-Sharing potrebbe essere più appetibile, sulla base dell esperienza derivante dalle altre gestioni già presenti in Europa. Le aree maggiormente votate al servizio di Car- Sharing hanno le seguenti caratteristiche: Alta densità di popolazione e di uffici Scarso accesso all auto privata Alto uso di mobilità alternative all auto private per spostamenti regolari (scuola, lavoro ecc.) Proprietari di casa con bassa percentuale di giovanissimi o anziani Presenza di condomini e dunque difficoltà di trovare parcheggio Presenza di classi sociali sopra la media per introiti e stile di vita Alto tasso di occupazione Un servizio di Car-Sharing ha bisogno di un numero di utenti che utilizzi l autovettura a differenti ore del giorno. Il modello di Car-Sharing meglio performante presenta un mix di clienti privati e business, ad esempio: Gli uffici di governo territoriali possono utilizzare il servizio durante le ore diurni per gli spostamenti per motivi di lavoro, mentre i residenti locali utilizzeranno il servizio la sera ed i fine settimana. Altri potenziali clienti business: Dipartimenti di governo Ospedali e case di cura Società di gestione immobiliare

11 4.2 Vantaggio competitivo Caratteristiche uniche La registrazione al servizio nonché la prenotazione e la gestione dei clienti e della flotta può essere anche sviluppata in house. La diffusione ed il numero di stalli di parcheggio, nonché il numero ed il range di veicoli presenti devono essere superiori a quelli di ogni altro competitor Prezzo E importante comparare prezzi e tariffe con competitors diretti o simili tipi di servizio, come il noleggio tradizionale. Durante i primi giorni è preferibile che i veicoli siano a disposizione per un tempo limitato e che siano praticati dei prezzi promozionali. I prezzi dovrebbero essere strutturati per coprire i costi operative diretti ed essere altamente competitivi con i costi legati alla proprietà dell auto. Il Car-Sharing dovrebbe anche essere competitivo e maggiormente flessibile del taxi Nuove tecnologie e sistemi Tecnologie e sistemi dovrebbero idealmente essere facili da usare per i clienti. 4.3 Benefici per i clienti Risparmio economico Anche se difficilmente stimabile, il risparmio derivante dall utilizzo del Car-Sharing dipende dalle alternative presenti, dal costo derivante dall acquisto dell auto e dai livelli di uso della stessa Risparmio di tempo Il Car-Sharing è un servizio che permette di utilizzare l auto solo per gli spostamenti necessari, mentre è l operatore del servizio che pensa a tutte le altre incombenze.

12 5. Strategia di promozione e di vendita 5.1 Strategia di promozione Primi segmenti di mercato da aggredire Avendo già identificato le più promettenti aree per gli stalli di servizio (vedi 4.1) è importante concentrare l attenzione nelle aree immediatamente prossime a queste Come intercettare completamente la domanda potenziale L esperienza ha evidenziato come la migliore strada è quella di identificare luoghi di attrazione e aggregazione (negozi, bar, caffè, uffici ecc.) e promuovere il servizio con flyers e posters relativi al servizio. Diversamente per le società sarebbe necessario far loro visita una per volta Come differenziare il servizio Comunicare i fattori chiave del servizio, come ad esempio la presenza dei veicoli vicino casa o vicino all ufficio ovvero la possibilità di prenotare il veicolo anche solo per un ora Quali benefici promuovere maggiormente Sottolineare la libertà d uso del servizio, i risparmi derivanti da esso e il contributo in termini ambientali Clienti potenziali e target di progetto Offrire dettagli su accordi fatti con alcune tipologie di clienti che garantiscono promozioni differenziate rispetto alla registrazione standard Contatti, conoscenza del servizio e vendite. I media da utilizzare sono la TV nazionale, i programi radio locali e nazionali e i giornali nazionali. E preferibile prevedere che le persone attratte dalla promozione possano provare il servizio all inizio, ovvero quando vengono inserite nella flotta nuove tipologie di autovetture o quando vengono aperte nuove stazioni di stallo Chi si occupa di marketing Specificare quale membro del management sarà responsabile e quanto verrà supportato da alter persone coinvolte nel business. 5.2 Entrate Contributi alle entrate ed al profitto Se la società si occupa unicamente di Car-Sharing, allora tutte le entrate ed i profitti derivanti dal servizio verranno riutilizzati nell ambito del servizio stesso. Diversamente è necessario indicare la quota di entrate e profitti societari generati che verranno riutilizzati nell ambito del servizio stesso. 5.3 Strategia di vendita Sarebbe utile indicare quail membri dello staff saranno responsabili della strategia di vendita, chi offre loro supporto e gli strumenti utilizzati. Lo staff dovrebbe includere almeno un membro senior. La strategia di vendita di vendita dovrebbe essere supportata dalla strategia di promozione e comunicazione (vedi 5.5). I principali strumenti sono rappresentati da flyers e posters, prodotti specificatamente per indurre la gente a visitare il sito web della società che dovrebbe avere contenuti

13 quali videoclips che mostrano il funzionamento del servizio nonché materiale scaricabile come il manuale dell utente e le condizioni e termini di offerta del servizio. 5.4 Prezzo Il prezzo del servizio dipenderà dai costi dello stesso, anche se attraverso la comparazione con altri servizi similari può contribuire ad avere un idea del livello medio. Inizialmente sarebbe utile offrire una struttura di tariffe semplice che contenga ovviamente i costi amministrativi, il tempo di utilizzo e la distanza coperta nonché l assicurazione, il carburante ed altri elementi di costo. Possono comunque essere previsti differenti strutture tariffarie per i clienti privati e per quelli business, come anche per differenti tipologie di veicoli presenti nella flotta, nonché offerte promozionali per il primo utilizzo del servizio. Dovrebbero essere inoltre previsti inoltre i costi fissi delle penalità. 5.5 Strategia di promozione e comunicazione Gli approcci alla strategia di promozione e comunicazione sono molteplici Gruppo di vendita Andrebbero indicati i dettagli del gruppo di vendita, delle aree di responsabilità e delle forme di pagamento (a salario, a commissione ovvero a percentuale sui nuovi clienti acquisiti) Leaflets presso gli stalli e le aree limitrofe Andrebbero indicati i dettagli di chi e come si occuperà della promozione presso gli stalli, le aree limitrofe ed anche i grandi punti di aggregazione ed eventi Promozione on-line Questo rappresenta lo strumento di promozione essenziale. Gli strumenti offerti dalla rete internet (Facebook, Twitter, YouTube, Forums, Blogs, Forum ecc) possono essere anche utilizzati dal gruppo di vendita come anche da società specializzate attraverso l uso di news, idee creative e promozioni. E anche possibile prevedere che gli stessi clienti promuovano il servizio presso i loro amici e colleghi Aggiornamento del sito web E essenziale inserire contenuti nel sito web, come ad esempio videoclips aggiornati costantemente Event Sponsorship Poichè il Car-Sharing è un servizio strettamente legato al luogo dove viene somministrato, è consigliabile prevedere eventi locali di sponsorizzazione Promozione on-line Dovrebbero essere implementati advertising su siti web, giornali locali ecc Publiche relazioni Potrebbe essere utile assumere un PR professionale per diffondere il concetto di car sharing presso la carta stampata, i residenti, i clienti business ed i visitatori Radio Le radio locali sono idonee a scopi promozionali Totem identificativi La presenza di totem identificativi presso gli stalli di parcheggio si è dimostrata essere un ottimo strumento promozionale.

14 Video I Videoclips sono strumenti promozionali molto utili Eventi promozionali La partecipazione ad eventi proozionale è altamente consigliata (ad esempio European Mobility Week organizzata a settembre) Organizzazioni di categoria Diventare membri di organizzazioni di categoria locali, come ad esempio la Camera di Commercio, può rappresentare un opportunità per attrarre nuovi potenziali utenti Newsletter mail La comunicazione interna con i clienti è fondamentale e può essere realizzata anche attraverso newsletter periodiche inviate via mail Prezzi promozionali Prezzi promozionali possono rappresentare una opportunità per attrarre interesse.

15 6. Ricerca e sviluppo 6.1 Ricerca e sviluppo E importante indicare che la società è disponibile, in caso sia necessario e conveniente, ad aggiornare la tecnologia utilizzata per rendere più efficiente ed economico il servizio. 6.2 Partner tecnici Sarebbe opportuno fornire i dettagli dei partners tecnici coinvolti nella gestione del software ed hardware installato sulle vetture. 6.3 Proprietà intellettuale, patenti, loghi e marchi Sarebbe opportuno fornire i dettagli degli accordi sottoscritti circa la proprietà intellettuale, eventuali patenti, loghi e marchi utilizzati nella gestione del servizio. Può essere inoltre necessario proteggere il nome del servizio includendolo nel nome della società.

16 7. Staff e management and Operations 7.1 Management Nome Fornire una lista dei membri societari e delle relative responsabilità, ad esempio come mostrato B A e Capo dell Ufficio Finanziario di seguito: Tecnico e Operativo Nome C Direttore Marketing e Vendite D Responsabilità E F Gestione Assistente utenti alle tecnico vendite e operativo Fornire una lista degli altri membri dello staff e delle loro responsabilità: Funzione Responsabilità Gestione Controllare Compito mensilmente fatture Chi Fornire la suddivisione di compiti e relative responsabilità,, ad esempio come mostrato Vendite finanziaria Controllo Report Analisi dei di proattivo management costi e della credito. performance. settimanale e mensile. A B di seguito: Monitoraggio Risposta e seguito del processo a richieste di registrazione specifiche. Servizi Preparazione SmartCard, PIN e manuale utenti C, D utenti agli Mail Gestione e newsletter. dei clienti reclami. D & F Operazioni Marketing & PR Sessioni Responsabile Prenotazioni telefoniche di flotta call B centre Aggiornamento informative E Aumento Iniziative di della marketing conoscenza sito web del servizio Sviluppi futuri Aggiornamento Preparazione e business distribuzione plans materiale e ricerca promozionale investitori A C del assistito & gruppo F dal resto 7.2 Staff Fornire dettagli sui futuri bisogni di staff durante il periodo coperto dal business plan.

17 7.3 Piani di addestramento Fornire dettagli degli addestramenti previsti. 7.4 Operazione Requisiti fisici: Veicoli Fornire dettagli dei veicoli da utilizzare inizialmente e di quelli futuri, con indicazione delle ragioni della relativa scelta. E consigliabile iniziare con una flotta ristretta con 2/3 modelli al massimo, per poi aumentare numero di veicoli e di modelli con l aumentare della domanda Locali Fornire dettagli su ogni immobile già acquisito ed i relativi accordi Equipaggiamento Elencare l equipaggiamento essenziale degli uffici Infrastrutture Elencare le necessità di infrastrutture per gli stalli di sosta. Alcunii servizi di Car-Sharing prevedono cassette di sicurezza, che si possono aprire con apposite smart-card, per l accesso alle chiavi dei veicoli Apparecchiature di comunicazione Fornire dettagli delle apparecchiature di comunicazione necessarie (on-board computer ecc.) Fornitori Fornire dettagli dei fornitori di tutte le apparecchiature e dei materiali usati.

18 8. Proiezioni finanziarie Questa sezione dovrebbe contenere i seguenti elementi: Assunti chiave Profitti e perdite Bilancio Previsione di flussi di cassa 8.1 Assunti chiave Introiti Fornire dettagli utili a stimare i tassi di acquisizione di nuovi clienti, l uso di servizi opzionali da parte di nuovi e vecchi clienti, gli abbonamenti, i contratti con clienti business (compresi le diverse strutture di prezzo) nonché i flussi generati dall uso del servizio stimati tramite la % di uso mensile del servizio da parte di nuovi e vecchi clienti. Questi dati possono anche essere stimati tramite la condivisione con altri operatori di Car-Sahring Numero di impiegati annuale e relative salario E possibile Direttore Operativo utilizzare Venditre Posizione e e la Markerting Tecnico tabella di seguito riportata per elencare lo staff ed i relativi salari. Amministratore Assistente Tecnico alle vendite clienti nel 201X verso Y,000 nel 201Z Partenza a X,000 nel 201X verso Y,000 nel 201Z Calcolo delle spese Fornire dettagli sui costi operativi, inclusi il costo di approvvigionamento dei veicoli, delle tecnologie ICT a bordo di essi, di manutenzione, pulizia e riparazione degli stessi compresi i costi di promozione Calcolo del break even La stima del punto di break even point dovrebbe essere effettuata per singolo veicolo e protrebbe essere espresso separatamente per singola stallo di autovetture. Per esempio, le prime tre righe dovrebbero mostrare i calcoli basati sulla media mensile dei costi operative per veicolo, inclusi i costi infrastrutturali ed esclusi i costi promozionali, amministrativi e di staff. Le seconde tre righe dovrebbero mostrare i calcoli basati sulla media mensile dei costi operative per veicolo inclusi i costi infrastrutturali, quelli promozionali, amministrativi e di staff suddivisi equamente per veicolo a valere sull anno uno. Con il crescere della flotta e dei livelli di attività nonché dei costi, il break even point per veicolo muterà.

19 CS1 CS2 Location costo/veicolo Media X00 mensile Break XXX YYY al mese even X% per X numero di ore Break al mese per X ore numero YY XX per viaggio di viaggi CSn CS1 CS2 CSn X00 Y00 Z00 XXX YYY ZZZ ZZZ - Z% Z% X% Y% del tempo utile YY XX ZZ ZZ Ricavi: 201Y 201Z Utilizzo autovetture Ricavi Costi: Abbonamenti totali Costi di ufficio di di flottta Costi totali back office Tasse Profitto Utili non distribuiti (con (no tasse) tasse) 8.2 Bilancio 201X

20 8.3 Previsioni di flussi di cassa 201X-201Z Le previsione di flussi di cassa dovrebbero essere effettuate su base mensile per ogni anno ed includere i seguenti elementi per ogni stallo di parcheggio. Location X/Y Introiti Nuovi clienti Riduzioni Abbonamenti Uso servizio Contratti con amministrazioni Contratti con società Introiti totali Costi operativi Staff locale Carburante Pulizia Promozione Infrastrutture Spazi di sosta Equipaggiamento veicoli Leasing veicoli Assicurazioni Riparazione Sub Totale Costi totali XYZ Servizio di Car-Sharing Introiti Nuovi clienti Riduzioni Abbonamenti Uso servizio Amministrazione X Amministrazione Y Contratti con società Investimenti Debiti IVA Introiti totali

21 Costi amministrativi Salari Trasferte Comunicazione Assicurazione Attrezzature Affrancature Stampe e copie Affitti Consulenze Costi bancari ICT IVA Debiti Sub Totale Sub Totale Costi operativi Location X Location Y Abbonamenti Costi totali Sub Totale Sub Totale

22 9. Finanziamento 9.1 Risorse Soci Fornire dettagli su qualsiasi finanziamento fatto dai soci Banche Fornire dettagli su qualsiasi mutuo o similari acceso presso una banca Agenzie Fornire dettagli su qualsiasi contratto o mutuo o similari acceso presso una agenzia governativa Investimenti già ricevuti Fornire dettagli su qualsiasi investimento già ricevuto Investimenti futuri Fornire dettagli su qualsiasi investimento futuro indicando il preciso ammontare 9.2 Uso dei finanziamenti Fornire dettagli sulle modalità d uso dei finanziamenti già ricevuti e futuri Equipaggiamento Veicoli e relative ICT, infrastrutture degli stalli di parcheggio e totem identificativi Ricerca e sviluppo Inserimento di veicoli elettrici nelle flotte e relative modifiche da effettuare al sistema di prenotazione e monitoraggio Promozione Vari elementi (vedi sezione 5) Staff Staff di management, tecnici, operai, vendite e amministrazione. 9.3 Exit strategy Investitori e soci andranno informati di ogni exit strategy, che andrà considerata con molta cura.

23 10. Appendici 10.1 Contenuto Questa sezione dovrebbe essere utilizzata per fornire dati dettagliati sui contenuti del business plan e su informazioni aggiuntive, come ad esempio: Biografie dei promotori Assunti finanziari dettagliati ecc Sito web Il sito web della società è Mappa del sito: Homepage: Link video Link processo di registrazione Link tariffe Link stalli di parcheggio Link veicoli News Campo di Login per registrazioni ed accesso a dati privati Links per Cos è il Car-Sharing? Facebook, Twitter e Blog Downloads Manuale degli utenti Leaflets Frequently Asked Questions (FAQs) 10.3 Testimonianze Clienti privati Io vorrei diventare un cliente perché ho bisogno spesso di effettuare trasporti ingombranti e dunque ho spesso bisogno di utilizzare un van Clienti business Abbiamo due uffici nell intero paese. Il nostro staff viaggia regolarmente tra questi due uffici ed ha bisogno di visitare clienti in periferia. Sarebbe molto conveniente prendere il treno per poi utilizzare il servizio di Car-Sharing per effettuare questi spostamenti. Con notevoli benefici: in primo luogo potremmo lavorare in treno ed avere la possibilità di utilizzare il servizio di Car-Sharing molto facilmente poiché lo stallo di parcheggio è proprio di fronte alla stazione. Inoltre da un punto di vista economico utilizzare il servizio di Car-Sharing al posto del taxi ci fa risparmiare molto denaro e ci rende indipendenti.

I.C.S. Iniziativa Car Sharing

I.C.S. Iniziativa Car Sharing I.C.S. Iniziativa Car Sharing Il car sharing in Italia, l esperienza di ICS Genova, 27 ottobre 2010 Cosa è il Car Sharing Servizio di mobilità alternativa che produce benefici economici per l automobilista

Dettagli

COS E IL SERVIZIO DI CAR SHARING

COS E IL SERVIZIO DI CAR SHARING Aziende Proposta Car Sharing Brescia con simulazione dei costi COS E IL SERVIZIO DI CAR SHARING Il car sharing è un servizio che permette di avere a disposizione un auto solo quando se ne ha un effettivo

Dettagli

IL FUTURO DELLA MOBILITÀ URBANA

IL FUTURO DELLA MOBILITÀ URBANA IL FUTURO DELLA MOBILITÀ URBANA IL FUTURO DELLA MOBILITÀ URBANA perchè Bee? l'idea benefici per la città PERCHÈ BEE? Richiesta crescente di mobilità provata Dal 2007, la popolazione mondiale che vive nelle

Dettagli

Il Circuito ICS. Our Street, our Choice - Settimana Europea della Mobilità Sostenibile Roma 17 settembre 2014

Il Circuito ICS. Our Street, our Choice - Settimana Europea della Mobilità Sostenibile Roma 17 settembre 2014 Il Circuito ICS Our Street, our Choice - Settimana Europea della Mobilità Sostenibile Roma 17 settembre 2014 ICS e il car sharing Il Ministero dell Ambiente, in collaborazione con alcuni Comuni, costituisce

Dettagli

I.C.S. Iniziativa Car Sharing. I benefici dell integrazione tra car sharing e tpl

I.C.S. Iniziativa Car Sharing. I benefici dell integrazione tra car sharing e tpl I.C.S. Iniziativa Car Sharing I benefici dell integrazione tra car sharing e tpl Roma, 12 ottobre 2010 Il car sharing e il trasporto pubblico locale: duefacce della stessa medaglia In Italia il car sharing

Dettagli

Pacchetto Mobilità Sostenibile Offerta Business. Parma, Gennaio 2015

Pacchetto Mobilità Sostenibile Offerta Business. Parma, Gennaio 2015 Pacchetto Mobilità Sostenibile Offerta Business Parma, Gennaio 2015 COSA È IL CAR SHARING Permette di avere a disposizione un auto solo quando se ne ha un effettivo bisogno, senza sostenere i costi di

Dettagli

LA GESTIONE DELLA SOSTA SU STRADA A BOLOGNA. 28 Febbraio 2006 - Sala del Silenzio, Sede Quartiere San Vitale, Bologna

LA GESTIONE DELLA SOSTA SU STRADA A BOLOGNA. 28 Febbraio 2006 - Sala del Silenzio, Sede Quartiere San Vitale, Bologna LA GESTIONE DELLA SOSTA SU STRADA A BOLOGNA 28 Febbraio 2006 - Sala del Silenzio, Sede Quartiere San Vitale, Bologna GLI APPROCCI A ROAD & PARK PRICING Strumenti di reperimento di risorse Strumenti di

Dettagli

PER IL CLIENTE. Possibilità di circolare anche nelle giornate di blocco del traffico

PER IL CLIENTE. Possibilità di circolare anche nelle giornate di blocco del traffico 1. COS E E un servizio che permette di avere a disposizione un auto e pagarla solo per il suo reale utilizzo a tariffa predefinita. Auto di diverse tipologie sono a disposizione dei city users dislocate

Dettagli

Brochure prodotto Infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici Servizi di connessione ABB

Brochure prodotto Infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici Servizi di connessione ABB Brochure prodotto Infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici Servizi di connessione ABB Servizi di connessione Prodotti a supporto del business Per sfruttare al meglio una rete di ricarica per veicoli

Dettagli

Circolare nr. 128/2011 GENOVA CAR SHARING NUOVA CONVENZIONE PER LE AZIENDE ASSOCIATE

Circolare nr. 128/2011 GENOVA CAR SHARING NUOVA CONVENZIONE PER LE AZIENDE ASSOCIATE Circolare nr. 128/2011 Genova, 29 Marzo 2011 GENOVA CAR SHARING NUOVA CONVENZIONE PER LE AZIENDE ASSOCIATE In un ottica di sempre maggiore sviluppo dei servizi ai Soci, Spediporto propone per il 2011 una

Dettagli

GUIDA AL BUSINESS PLAN*

GUIDA AL BUSINESS PLAN* GUIDA AL BUSINESS PLAN* *La guida può essere utilizzata dai partecipanti al Concorso che non richiedono assistenza per la compilazione del businnes plan INDICE Introduzione 1. Quando e perché un business

Dettagli

Il Circuito ICS. Choose, Change, Combine Giornata Europea della Sharing Mobility Milano 16 settembre 2015

Il Circuito ICS. Choose, Change, Combine Giornata Europea della Sharing Mobility Milano 16 settembre 2015 Il Circuito ICS Choose, Change, Combine Giornata Europea della Sharing Mobility Milano 16 settembre 2015 ICS e il car sharing ICS è un Circuito di servizi di car sharing gestiti da operatori diversi in

Dettagli

Analisi dello Start up del Servizio. 1 febbraio 30 settembre 2010

Analisi dello Start up del Servizio. 1 febbraio 30 settembre 2010 Analisi dello Start up del Servizio 1 febbraio 30 settembre 2010 BRESCIA START UP DEL SERVIZIO: 1 febbraio 2010 Dati aggiornati a settembre 2010 AUTO: 6 STALLI (POSTAZIONI): 5 ABBONATI: 107 AZIENDE: 6

Dettagli

Nuove pratiche di mobilità sostenibile finanziate dal Ministero dell Ambiente: lo sviluppo del servizio di car sharing a Bologna

Nuove pratiche di mobilità sostenibile finanziate dal Ministero dell Ambiente: lo sviluppo del servizio di car sharing a Bologna Nuove pratiche di mobilità sostenibile finanziate dal Ministero dell Ambiente: lo sviluppo del servizio di car sharing a Bologna Nicola Nassisi Atc S.p.A. Bologna 1 Mobilità sostenibile Progetti ed attività

Dettagli

MobilityManager. La prima web application per realizzare il Piano Spostamenti Casa-Lavoro

MobilityManager. La prima web application per realizzare il Piano Spostamenti Casa-Lavoro MobilityManager La prima web application per realizzare il Piano Spostamenti Casa-Lavoro 1 SW MOBILITY MANAGER MobilityManager permette di analizzare nel dettaglio le abitudini di mobilità dei dipendenti

Dettagli

We ReFeel The World. ReFeel emobility 28-29 Ottobre 2013

We ReFeel The World. ReFeel emobility 28-29 Ottobre 2013 We ReFeel The World ReFeel emobility 28-29 Ottobre 2013 ReFeel ReFeel è un operatore energetico integrato e indipendente, esperto in sostenibilità energetica e presente in Italia, Svizzera, Est Europa

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome FIGONE TIZIANA Indirizzo Telefono Fax E-mail Nazionalità Data di nascita 31/01/1967 VIA MONTALDO, 2-16137

Dettagli

I Forum Car Sharing Nuove Città, Nuova Mobilità. L esperienza italiana nel contesto internazionale

I Forum Car Sharing Nuove Città, Nuova Mobilità. L esperienza italiana nel contesto internazionale I Forum Car Sharing Nuove Città, Nuova Mobilità Roma, martedi 27 aprile 2004 L esperienza italiana nel contesto internazionale Gestori Circuito I.C.S. Iniziativa Car Sharing Il Car sharing in Italia è

Dettagli

Electric City Transport Ele.C.Tra Italian National Support Group I risultati dell indagine ante-operam: Focal points ed elementi di dettaglio

Electric City Transport Ele.C.Tra Italian National Support Group I risultati dell indagine ante-operam: Focal points ed elementi di dettaglio Electric City Transport Ele.C.Tra Italian National Support Group I risultati dell indagine ante-operam: Focal points ed elementi di dettaglio Contract N : IEE/12/041/SI2.644730 1st July 2013 31st December

Dettagli

Revisori Massimo Infunti Domenico De Leonardis

Revisori Massimo Infunti Domenico De Leonardis Autori Liyana Adjarova, Energy Agency of Plovdiv (BGR) Ina Karova, Energy Agency of Plovdiv (IT) Ioanna Lepinioti, impronta di Massimo Infunti (IT) Billy Carslaw, Camera di Commercio di Birmingham (UK)

Dettagli

5.1 Mobilità intra aziendale

5.1 Mobilità intra aziendale 5. Le misure individuate Le misure da implementare nel breve e medio termine sono distinte in: mobilità intra aziendale azioni di comunicazione promozione della bicicletta promozione del carpooling promozione

Dettagli

Fondazione Sicilian Venture Philanthropy Foundation. Scheda informativa

Fondazione Sicilian Venture Philanthropy Foundation. Scheda informativa Dati relativi al progetto 1. Informazioni generali Nome del progetto d impresa: Via: Cap:... Città:.. Sito web (se disponibile):. Persona referente: Posizione:.. Email: Telefono cellulare: Telefono fisso:

Dettagli

Manuale Utente Diritti, Doveri, Prenotazione,Rifornimento. v1.0

Manuale Utente Diritti, Doveri, Prenotazione,Rifornimento. v1.0 Manuale Utente Diritti, Doveri, Prenotazione,Rifornimento v1.0 3 Come funziona? Il Car Sharing è molto semplice. Quando ti serve una macchina, visita il nostro sito www.playcar.net inserisci il tuo numero

Dettagli

HAPPY MARKET IL MERCATO DELLA FELICITÀ

HAPPY MARKET IL MERCATO DELLA FELICITÀ 1 HAPPY MARKET IL MERCATO DELLA FELICITÀ ᴑ E IL CENTRO COMMERCIALE VIRTUALE DELLA ZONA (CCV) CHE METTE IN CONTATTO IMMEDIATO E DIRETTO LA DOMANDA DEI CLIENTI CON LE OFFERTE DEI VENDORS DELLA STESSA ZONA

Dettagli

IL CAR SHARING A GENOVA e SAVONA. Civinet Genova, 27 ottobre 2010

IL CAR SHARING A GENOVA e SAVONA. Civinet Genova, 27 ottobre 2010 IL CAR SHARING A GENOVA e SAVONA Civinet Genova, 27 ottobre 2010 1 Cosa è il Car Sharing Letteralmente Condivisione dell automobile ; Pay per use. Si paga solo quello che si utilizza; Servizio flessibile.

Dettagli

LA PRIMA WEB APPLICATION PER REALIZZARE IL PIANO SPOSTAMENTI CASA-LAVORO

LA PRIMA WEB APPLICATION PER REALIZZARE IL PIANO SPOSTAMENTI CASA-LAVORO LA PRIMA WEB APPLICATION PER REALIZZARE IL PIANO SPOSTAMENTI CASA-LAVORO 1 SW MOBILITY MANAGER MobilityManager permette di analizzare nel dettaglio le abitudini di mobilità dei dipendenti al fine di individuarne

Dettagli

1 Il sistema per il progetto RomaCarSharing

1 Il sistema per il progetto RomaCarSharing Università degli Studi di Roma La Sapienza Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea in Ingegneria Gestionale Corso di Progettazione del Software Proff. Toni Mancini e Monica Scannapieco S.I.5 Esempi di specifiche

Dettagli

AlphaCity Mobilità aziendale ed individuale ai tempi della Sharing Economy. Fleet Manager Academy - Verona 21 Ottobre 2014

AlphaCity Mobilità aziendale ed individuale ai tempi della Sharing Economy. Fleet Manager Academy - Verona 21 Ottobre 2014 Mobilità aziendale ed individuale ai tempi della Sharing Economy Fleet Manager Academy - Verona 21 Ottobre 2014 Un opportunità per un mobility budget più smart Corporate CarSharing - Le aziende mettono

Dettagli

Business Plan. Quadro di insieme. Azienda: Settore. Visione. Keywords. Informagiovani Ancona settore lavoro

Business Plan. Quadro di insieme. Azienda: Settore. Visione. Keywords. Informagiovani Ancona settore lavoro Business Plan Questo piano di impresa in versione semplificata 1 è uno strumento che il neo-imprenditore o un aspirante tale può utilizzare per definire le basi della propria attività. È pensato per poter

Dettagli

Il ROI del consolidamento dei Server

Il ROI del consolidamento dei Server Il ROI del consolidamento dei Server Sul lungo periodo, un attività di consolidamento dei server è in grado di far scendere i costi IT in modo significativo. Con meno server, le aziende saranno in grado

Dettagli

QUESTIONARIO FLEET ITALY AWARDS 2013

QUESTIONARIO FLEET ITALY AWARDS 2013 QUESTIONARIO FLEET ITALY AWARDS 2013 Il presente Questionario è composto di più sezioni. Il fine è quello di raccogliere le informazioni sui progetti dei concorrenti e fornire quindi alla Giuria il mezzo

Dettagli

MODELLO DI BUSINESS PLAN APPROFONDITO

MODELLO DI BUSINESS PLAN APPROFONDITO ALLEGATO B MODELLO DI BUSINESS PLAN APPROFONDITO Predisporre una copertina con i riferimenti dei proponenti ed il nome del progetto. Note per la compilazione: Utilizzare un linguaggio semplice e comprensibile,

Dettagli

GUIDA ALLA REDAZIONE DEL BUSINESS PLAN

GUIDA ALLA REDAZIONE DEL BUSINESS PLAN GUIDA ALLA REDAZIONE DEL BUSINESS PLAN Il Business Plan è il principale strumento per valutare la convenienza economica e la fattibilità di un nuovo progetto di impresa. Documento indispensabile per accedere

Dettagli

Analisi del 1 anno di Servizio. 1 febbraio 2010 28 febbraio 2011

Analisi del 1 anno di Servizio. 1 febbraio 2010 28 febbraio 2011 Analisi del 1 anno di Servizio 1 febbraio 2010 28 febbraio 2011 BRESCIA START UP DEL SERVIZIO: 1 febbraio 2010 Dati aggiornati a febbraio 2011 AUTO: 6 STALLI (POSTAZIONI): 5 ABBONATI: 154 AZIENDE: 7 PRIVATI:

Dettagli

Direzione Programmazione della Mobilità. 1 Febbraio 2006. Carlo Gentile 1

Direzione Programmazione della Mobilità. 1 Febbraio 2006. Carlo Gentile 1 Direzione Programmazione della Mobilità 1 Febbraio 2006 Carlo Gentile 1 ROMA CAR SHARING Il Car Sharing Una nuova concezione dell uso dell autovettura privata che mira al servizio e non più al possesso:

Dettagli

Il car sharing come alternativa sostenibile alle flotte aziendali Relatore: Stefano Casati

Il car sharing come alternativa sostenibile alle flotte aziendali Relatore: Stefano Casati Il car sharing come alternativa sostenibile alle flotte aziendali Relatore: Stefano Casati MISSION PER DEL CAR SHARING PER LE FLOTTE AUTO AZIENDALI IL CAR SHARING CREA VALORE IN AZIENDA PERCHÉ PERMETTE

Dettagli

L ESPERIENZA ECOPASS

L ESPERIENZA ECOPASS L ESPERIENZA ECOPASS Monza, 16 Febbraio 2011 Ing. Stefano Riazzola Direttore Comune di Milano Milano e l area urbana Abitanti Milano: ~ 1.3M Abitanti Area Metropolitana : ~ 3.3M Abitanti Regione Lombardia:

Dettagli

Corso di Marketing Industriale

Corso di Marketing Industriale U N I V E R S I T A' D E G L I S T U D I D I B E R G A M O Corso di Prof Ferruccio Piazzoni ferruccio.piazzoni@unibg.it La scelta della strategia di marketing I Mktg-L04 Principali scenari di sviluppo

Dettagli

Costituzione dell azienda

Costituzione dell azienda START UP E PMI INNOVATIVE - DALL IDEA ALL IMPRESA: SVILUPPO E STRUMENTI NORMATIVI I vantaggi, le agevolazioni fiscali, i finanziamenti regionali Costituzione dell azienda Giovedì 26 novembre 2015 Gli Step

Dettagli

CAR SHARING cos è e perché serve a Trieste

CAR SHARING cos è e perché serve a Trieste Settimana Europea della Mobilità Sostenibile 2012 CAR SHARING cos è e perché serve a Trieste presentazione di Andrea Wehrenfennig Trieste, 18.09.2012 http://www.trasportiambiente.it Car sharing (fr. Autopartage)

Dettagli

Allegato n. 3 Linee guida Business Plan LINEE GUIDA PER L ELABORAZIONE DEL BUSINESS PLAN

Allegato n. 3 Linee guida Business Plan LINEE GUIDA PER L ELABORAZIONE DEL BUSINESS PLAN Allegato n. 3 Linee guida Business Plan LINEE GUIDA PER L ELABORAZIONE DEL BUSINESS PLAN 1 INDICE 1. Modalità di scrittura e stile del business plan... 3 2. Struttura di un business plan... 3 2.1 Sintesi...

Dettagli

Mobilità urbana e sharing mobility Indagine a cura di Cittadinanzattiva

Mobilità urbana e sharing mobility Indagine a cura di Cittadinanzattiva Mobilità urbana e sharing mobility Indagine a cura di Cittadinanzattiva Premessa Entro il 2050, la percentuale di cittadini europei residenti nelle aree urbane arriverà all 82%. La migrazione dalle città

Dettagli

Il Car-sharing 100% elettrico

Il Car-sharing 100% elettrico LE GIORNATE DELL EFFICIENZA ENERGETICA REGIONE EMILIA-ROMAGNA e ANCI-ER 15 e 16 aprile 2013 Sala Rustica - Piano Terra Terza Torre - Viale Della Fiera 6 Il Car-sharing 100% elettrico Cos è il car sharing

Dettagli

MOBILITY MANAGEMENT. Piacenza, 7 luglio 2008. Servizio Trasporti e Attività Produttive

MOBILITY MANAGEMENT. Piacenza, 7 luglio 2008. Servizio Trasporti e Attività Produttive MOBILITY MANAGEMENT Piacenza, 7 luglio 2008 Decreto Ronchi Decreto Ronchi del 27 marzo 1998 sulla "Mobilità sostenibile nelle aree urbane" Tutte le Aziende e gli Enti Pubblici con più di 300 dipendenti

Dettagli

SOLUZIONE ICT: SOFTWARE GESTIONALE INTRODUZIONE SINTESI DEL CASO AZIENDALE

SOLUZIONE ICT: SOFTWARE GESTIONALE INTRODUZIONE SINTESI DEL CASO AZIENDALE SOLUZIONE ICT: SOFTWARE GESTIONALE INTRODUZIONE Non vi è dubbio che nello scenario economico attuale per incrementare il proprio vantaggio competitivo sia importante focalizzare l attenzione sugli aspetti

Dettagli

UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA

UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL PIANO DI INTERVENTO Il piano di intervento è il documento attraverso il quale l impresa proponente e il suo fornitore di servizi descrivono in dettaglio il contenuto

Dettagli

Forum APB Milano, 4 Aprile 2006

Forum APB Milano, 4 Aprile 2006 Contenuti, logiche ed effetti di Basilea 2 sulle PMI Le informazioni qualitative rilevanti ai fini del rating qualitativo: il controllo di gestione aziendale come elemento importante dei dati qualitativi

Dettagli

Marketing 2.0 Web & social media marketing

Marketing 2.0 Web & social media marketing 1 Marketing 2.0 Web & social media marketing Progetto per lo sviluppo di traffico UTILE sul proprio dominio. Walter Garzena Introduzione 2 Il Web-Marketing 2.0 è caratterizzato da un elevata dinamicità

Dettagli

Breve descrizione del sistema di gestione della qualità ISEMOA

Breve descrizione del sistema di gestione della qualità ISEMOA Breve descrizione del sistema di gestione della qualità ISEMOA www.isemoa.eu Il progetto ISEMOA è iniziato nel Maggio 2010 e durerà fino al Maggio 2013. ISEMOA è cofinanziato dall Unione Europea con il

Dettagli

D i r e t t i v a G E S T I O N E S O S T E N I B I L E D E I P A R C H E G G I Versione: Novembre 2015

D i r e t t i v a G E S T I O N E S O S T E N I B I L E D E I P A R C H E G G I Versione: Novembre 2015 D i r e t t i v a G E S T I O N E S O S T E N I B I L E D E I P A R C H E G G I Versione: Novembre 2015 La gestione dei parcheggi è uno strumento potente con cui le città possono influenzare i trasporti.

Dettagli

XVI Congresso AIV, 10-11 Aprile2014, Napoli. Relazione allegata al bilancio consuntivo 2013 e note sul bilancio preventivo 2014

XVI Congresso AIV, 10-11 Aprile2014, Napoli. Relazione allegata al bilancio consuntivo 2013 e note sul bilancio preventivo 2014 XVI Congresso AIV, 10-11 Aprile2014, Napoli Relazione allegata al bilancio consuntivo 2013 e note sul bilancio preventivo 2014 Nel bilancio di previsione 2013, il precedente direttivo aveva previsto un

Dettagli

hai un locale? ottieni la visibilita' che ti serve...

hai un locale? ottieni la visibilita' che ti serve... hai un locale? ottieni la visibilita' che ti serve... Dal 2004 PARTYNIGHT sostiene ed accompagna i gestori di locali come te nella valorizzazione della propria location e nella promozione dei propri eventi

Dettagli

Una sintesi finale! Piano di marketing del prodotto x per. anni n ANALISI (vari strumenti e modelli)

Una sintesi finale! Piano di marketing del prodotto x per. anni n ANALISI (vari strumenti e modelli) IL BUSINESS PLAN Piano di marketing del prodotto x per Una sintesi finale! STRATEGIA AZIENDALE - MKG ANALITICO anni n ANALISI (vari strumenti e modelli) Esterna: clienti, bisogni e desideri ambiente competitivo

Dettagli

MARKETING E TRASPORTO PUBBLICO PROFILI DI UTENZA E POTENZIALITA DEL CAR SHARING ALL INTERNO DEI SERVIZI DI TRASPORTO URBANO

MARKETING E TRASPORTO PUBBLICO PROFILI DI UTENZA E POTENZIALITA DEL CAR SHARING ALL INTERNO DEI SERVIZI DI TRASPORTO URBANO ICS CAR SHARING Service Satisfaction Job 04- MARKETING E TRASPORTO PUBBLICO PROFILI DI UTENZA E POTENZIALITA DEL CAR SHARING ALL INTERNO DEI SERVIZI DI TRASPORTO URBANO Job 04- Relatore: Andrea Cimenti

Dettagli

B2act. Gli esperti Brokerfleet del Noleggio a Lungo Termine al servizio degli Associati Manageritalia

B2act. Gli esperti Brokerfleet del Noleggio a Lungo Termine al servizio degli Associati Manageritalia B2act Gli esperti Brokerfleet del Noleggio a Lungo Termine al servizio degli Associati Manageritalia Sede Legale: 20156 Milano Via Salvator Rosa 14 Tel. +39 02 31083571; fax +39 02 31083599 info@brokerfleet.it;

Dettagli

Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto. Approfondimento

Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto. Approfondimento APPROFONDIMENTO ICT Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto Approfondimento OBIETTIVI, STRATEGIE E TATTICHE DI MARKETING ON-LINE: L INTERNET MARKETING PLAN ORGANISMO BILATERALE

Dettagli

Presentazione car sharing elettrico

Presentazione car sharing elettrico Presentazione car sharing elettrico Rimini, 03/10/2012 Cosa facciamo? Noleggio auto a lungo termine Individuiamo, in base alle esigenze del cliente, la migliore soluzione di noleggio e la migliore offerta

Dettagli

LESS IS MORE MODELLO PER LA COMPILAZIONE DEL BUSINESS PLAN PROGETTO D IMPRESA LESS IS MORE

LESS IS MORE MODELLO PER LA COMPILAZIONE DEL BUSINESS PLAN PROGETTO D IMPRESA LESS IS MORE LESS IS MORE MODELLO PER LA COMPILAZIONE DEL BUSINESS PLAN PROGETTO D IMPRESA LESS IS MORE INDICE DEL BUSINESS PLAN 1. SINTESI DEL PROGETTO IMPRENDITORIALE 2. LA COMPAGINE IMPRENDITORIALE 3. LA BUSINESS

Dettagli

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB?

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Registro 2 COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Guida pratica per muovere con successo i primi passi nel web LE BASI INDEX 3 7 13 16 Come creare e gestire con semplicità un sito web Le fasi da seguire per costruire

Dettagli

In base alle Sue esigenze, infatti, Le consentirà un rimborso rateale oppure a saldo, oltre alla possibilità di aumentare in ogni momento il plafond

In base alle Sue esigenze, infatti, Le consentirà un rimborso rateale oppure a saldo, oltre alla possibilità di aumentare in ogni momento il plafond Audi Credit Servizi finanziari e assicurativi Audi Credit. La mia banca viaggia con me. La personalità emerge dai dettagli I dettagli fanno la differenza. Per questo Audi Credit ha dato vita ad una carta

Dettagli

IL PROGETTO MILANESE DI INTEGRAZIONE TRA CAR-SHARING E TPL

IL PROGETTO MILANESE DI INTEGRAZIONE TRA CAR-SHARING E TPL IL PROGETTO MILANESE DI INTEGRAZIONE TRA CAR-SHARING E TPL Arch. Filippo Salucci Direttore Settore Attuazione Mobilità e Trasporti Comune di Milano 31 MAGGIO 2010 LO STATO DELL ARTE A MILANO Iscritti:

Dettagli

SEO/SEM AD ALTO ROI l importanza di una corretta analisi preliminare Andrea Cappello

SEO/SEM AD ALTO ROI l importanza di una corretta analisi preliminare Andrea Cappello SEO/SEM AD ALTO ROI l importanza di una corretta analisi preliminare Andrea Cappello Studio Cappello TUOI POTENZIALI CLIENTI TI STANNO CERCANDO IN INTERNET: FATTI TROVARE! LA NOSTRA MISSION Rendere produttiva

Dettagli

what your brand wants Relazioni Pubbliche

what your brand wants Relazioni Pubbliche Relazioni Pubbliche ottimi motivi per una campagna di RP Progettiamo e sviluppiamo campagne di Relazioni Pubbliche utilizzando in modo strategico ed integrato attività di comunicazione online ed offline

Dettagli

MARKETING Il piano di marketing

MARKETING Il piano di marketing Università degli studi di Macerata Facoltà di Scienze della comunicazione MARKETING Il piano di marketing Prof. Laura Gavinelli laura.gavinelli@unimc.it Blythe, Fondamenti di marketing, cap. 10 1 Cos è,

Dettagli

Il Business Plan. Corso di laurea in Viticoltura ed Enologia Marketing Vitivinicolo A.A. 2014/2015 Nicola Marinelli

Il Business Plan. Corso di laurea in Viticoltura ed Enologia Marketing Vitivinicolo A.A. 2014/2015 Nicola Marinelli Corso di laurea in Viticoltura ed Enologia Marketing Vitivinicolo A.A. 2014/2015 Nicola Marinelli STRATEGIA AZIENDALE MARKETING ANALITICO Il Business Plan Una sintesi finale Piano di marketing per il prodotto

Dettagli

Progetto SPIN OFF: un impresa possibile. FASE 3 Project Work STUDIO DI PRE-FATTIBILITÀ

Progetto SPIN OFF: un impresa possibile. FASE 3 Project Work STUDIO DI PRE-FATTIBILITÀ Progetto SPIN OFF: un impresa possibile FASE 3 Project Work Fondi per iniziative e attività culturali e sociali degli studenti Ud A - 2006 (Decreto Rettorale n. 307 del 23.01.2006, ai sensi della Legge

Dettagli

PROGETTO EDITORI DIGITALI

PROGETTO EDITORI DIGITALI PROGETTO EDITORI DIGITALI SPUNTI DI RIFLESSIONE PER L EDITORIA SPECIALIZZATA CHE LAVORA SUL WEB MagNews, soluzioni per l email marketing MagNews è la business unit di Diennea specializzata in email marketing

Dettagli

PIANIFICAZIONE STRATEGICA, QUALITA, CONTROLLO DI GESTIONE

PIANIFICAZIONE STRATEGICA, QUALITA, CONTROLLO DI GESTIONE PIANIFICAZIONE STRATEGICA, QUALITA, CONTROLLO DI GESTIONE Alessandra Damiani Managing Partner di Barbieri & Associati Dottori Commercialisti Consulente per l Organizzazione degli Studi professionali 1

Dettagli

CAR SHARING SERVICE. Assessore: Ing. Giovanni Avanti. 2 FORUM CAR SHARING nuove città,, nuova mobilità ROMA 13 LUGLIO 2005

CAR SHARING SERVICE. Assessore: Ing. Giovanni Avanti. 2 FORUM CAR SHARING nuove città,, nuova mobilità ROMA 13 LUGLIO 2005 CAR SHARING SERVICE Assessore: Ing. Giovanni Avanti Cosa è il Car Sharing? Il Car Sharing è un servizio di condivisione dell auto nato in Svizzera alla fine degli anni 80 e sviluppatosi in tutta Europa

Dettagli

Quotidiano online di Politica e Cultura

Quotidiano online di Politica e Cultura Quotidiano online di Politica e Cultura Notizie, fatti, business opportunities OFFERTA COMMERCIALE www.futuro-europa.it UN GIORNALE CHE PARLA DI EUROPA E DI POLITICA IN MANIERA STRATEGICA Futuro Europa

Dettagli

Revisori Massimo Infunti Domenico De Leonardis

Revisori Massimo Infunti Domenico De Leonardis Autori Liyana Adjarova, Energy Agency of Plovdiv (BGR) Ina Karova, Energy Agency of Plovdiv (IT) Ioanna Lepinioti, impronta di Massimo Infunti (IT) Billy Carslaw, Camera di Commercio di Birmingham (UK)

Dettagli

I Piani spostamento casa lavoro/scuola

I Piani spostamento casa lavoro/scuola La mobilità sostenibile ha fatto strada I Piani spostamento casa lavoro/scuola - Percorsi europei per la mobilità sostenibile Lucia Torino 25 Gola 26 febbraio Mobility 2009 Manager d Area del Comune di

Dettagli

CBI 2010: l appuntamento imperdibile per tutto il mondo del CBI e per la community italiana e internazionale della fattura elettronica!

CBI 2010: l appuntamento imperdibile per tutto il mondo del CBI e per la community italiana e internazionale della fattura elettronica! CBI 2010 Convegno CBI 2010 L Evento internazionale sul Corporate Banking Interbancario e sulla Fattura Elettronica! Conference & Light Exhibition Roma, Centro Convegni Fontana di Trevi, 2 e 3 dicembre

Dettagli

LA CORPORATE CAR POLICY. Ermanno Molinari Direttore Marketing Econometrica e Segretario Generale A.I.A.G.A.

LA CORPORATE CAR POLICY. Ermanno Molinari Direttore Marketing Econometrica e Segretario Generale A.I.A.G.A. Ermanno Molinari Direttore Marketing Econometrica e Segretario Generale A.I.A.G.A. 1. INTRODUZIONE Il documento di Car Policy aziendale: definisce i criteri di utilizzo ed assegnazione ai dipendenti dell

Dettagli

S e r vi zi f i na n zi a r i e assi c u ra t i vi

S e r vi zi f i na n zi a r i e assi c u ra t i vi Ser vizi finanziari e assicurativi SEAT Credit. La mia banca viaggia con me. SEAT Credit La personalità emerge dai dettagli I dettagli fanno la differenza. Per questo SEAT Credit ha dato vita ad una carta

Dettagli

Corso: La comunicazione aziendale

Corso: La comunicazione aziendale Corso: La comunicazione aziendale Premessa al corso Ogni giorno le aziende si trovano nella necessità di dover comunicare con diversi pubblici di riferimento, siano essi esterni o interni all azienda.

Dettagli

I.C.S. Iniziativa Car Sharing. La mobilità sostenibile: ricerca, innovazione e opportunità di business Milano, 28 gennaio 2008

I.C.S. Iniziativa Car Sharing. La mobilità sostenibile: ricerca, innovazione e opportunità di business Milano, 28 gennaio 2008 I.C.S. Iniziativa Car Sharing La mobilità sostenibile: ricerca, innovazione e opportunità di business Milano, 28 gennaio 2008 IL CAR SHARING Il CAR SHARING è un servizio di mobilità che consente di acquistare

Dettagli

Cambio Conto. Come cambiare il conto corrente

Cambio Conto. Come cambiare il conto corrente Cambio Conto Come cambiare il conto corrente INDICE Caro Cliente... 3 Cosa offre l iniziativa Cambio Conto come cambiare il conto corrente... 4 CAMBIARE IL CONTO CORRENTE IN 5 MOSSE... 5 2 1. SCEGLIERE

Dettagli

Trasporto pubblico, servono 40 mld per colmare il gap con gli altri paesi Ue

Trasporto pubblico, servono 40 mld per colmare il gap con gli altri paesi Ue Rassegna Stampa del 3 aprile 2015 Trasporto pubblico, servono 40 mld per colmare il gap con gli altri paesi Ue E' QUANTO EMERGE DALL ANALISI CONDOTTA A LIVELLO MONDIALE DALLA SOCIETÀ GLOBALE DI CONSULENZA

Dettagli

3.2 ANALISI DELLA CONCORRENZA Riferimento al prodotto/servizio offerto ed ai collegati prodotti sostitutivi

3.2 ANALISI DELLA CONCORRENZA Riferimento al prodotto/servizio offerto ed ai collegati prodotti sostitutivi MODELLO DI BUSINESS PLAN Schema esemplificativo per la redazione del piano d impresa 1) CURRICULUM VITA DEI PROPONENTI O SOCI DELL IMPRESA 2) DESCRIZIONE DEL PROGETTO 2.1 DESCRIZIONE ANALITICA DEL PRODOTTO/SERVIZIO

Dettagli

LA REDAZIONE DEL BUSINESS PLAN I: PARTI FONDAMENTALI E CONTENUTI. Dott. Roberto Matterazzo

LA REDAZIONE DEL BUSINESS PLAN I: PARTI FONDAMENTALI E CONTENUTI. Dott. Roberto Matterazzo LA REDAZIONE DEL BUSINESS PLAN I: PARTI FONDAMENTALI E CONTENUTI Dott. Roberto Matterazzo L incontro si propone di rispondere a queste tre domande: Cosa devo concretamente scrivere in un business plan?

Dettagli

VALUE LAB CONSULENZA DI DIREZIONE AZIENDALE

VALUE LAB CONSULENZA DI DIREZIONE AZIENDALE VALUE LAB CONSULENZA DI DIREZIONE AZIENDALE LOYALTY PROGRAM Le fasi di definizione di un programma fedeltà Di Marco Di Dio Roccazzella Partner di Value Lab marcodidio@valuelab.it 2 Numerose aziende si

Dettagli

Innovative Fleet Management Solutions. Sistema dedicato alle specifiche esigenze dei Gestori di Flotte Aziendali

Innovative Fleet Management Solutions. Sistema dedicato alle specifiche esigenze dei Gestori di Flotte Aziendali Sistema dedicato alle specifiche esigenze dei Gestori di Flotte Aziendali Chi Siamo A fine 2012 le aziende toscane: - Proveco Srl presente da 25 anni sul mercato con sistemi informativi dedicati al mondo

Dettagli

MOBILITY MANAGEMENT il Piano Spostamenti Casa-Lavoro (PSCL)

MOBILITY MANAGEMENT il Piano Spostamenti Casa-Lavoro (PSCL) MOBILITY MANAGEMENT il Piano Spostamenti Casa-Lavoro (PSCL) Gli strumenti e le tecniche per definire un piano di mobilità e realizzare un database di supporto al Mobility Mangement Torino, aprile 2010

Dettagli

SEARCH ENGINE MARKETING

SEARCH ENGINE MARKETING SEARCH ENGINE MARKETING il marketing mix ideale per il business in Rete Search Engine Marketing motori di ricerca, portali web, community risultati di ricerca naturali e pubblicità annunci pubblicitari

Dettagli

L'idea nasce dal proverbio: l'unione fa la forza e perché non utilizzarlo adesso per far fronte al periodo di crisi che stiamo attraversando?

L'idea nasce dal proverbio: l'unione fa la forza e perché non utilizzarlo adesso per far fronte al periodo di crisi che stiamo attraversando? L'idea nasce dal proverbio: l'unione fa la forza e perché non utilizzarlo adesso per far fronte al periodo di crisi che stiamo attraversando? Si tratta di organizzare un pool di attività con caratteristiche

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLE LINEE GUIDA PER LA MOBILITÀ SOSTENIBILE

PRESENTAZIONE DELLE LINEE GUIDA PER LA MOBILITÀ SOSTENIBILE PRESENTAZIONE DELLE LINEE GUIDA PER LA MOBILITÀ SOSTENIBILE Quale valore per le imprese e le banche italiane ABI FORUM CSR 2008 Roma, 29 Gennaio Aldo Pozzoli, Partner MUOVERSI 1. Introduzione Le Linee

Dettagli

Il punto di vista dei trasporti

Il punto di vista dei trasporti Il punto di vista dei trasporti Gaetano Valenti 1 momo Car-Sharing is a European project supported by IEE - Intelligent Energy Europe (2008-11). momo Car-Sharing wants: to increase the awareness of Car-Sharing

Dettagli

Schema di riferimento per il business plan

Schema di riferimento per il business plan Schema di riferimento per il business plan 1 1. IDEA IMPRENDITORIALE 1.1 Descrizione dell idea imprenditoriale 1.2 Elementi di innovatività dell idea imprenditoriale 1.3 Relazione tra il contenuto tecnologico

Dettagli

SOLUZIONE ICT: SOFTWARE GESTIONALE INTRODUZIONE SINTESI DEL CASO AZIENDALE

SOLUZIONE ICT: SOFTWARE GESTIONALE INTRODUZIONE SINTESI DEL CASO AZIENDALE SOLUZIONE ICT: SOFTWARE GESTIONALE INTRODUZIONE Non vi è dubbio che nello scenario economico attuale per incrementare il proprio vantaggio competitivo sia importante focalizzare l attenzione sugli aspetti

Dettagli

Informazioni sullo stato dei sinistri e per la valutazione dei rischi. della società

Informazioni sullo stato dei sinistri e per la valutazione dei rischi. della società Informazioni sullo stato dei sinistri e per la valutazione dei rischi della società 1 1. Informazioni sullo stato dei sinistri Rischio: ALL-RISK danni al patrimonio Periodo di osservazione: 2012 al 2015

Dettagli

Dalla Calabria al Mondo

Dalla Calabria al Mondo Dalla Calabria al Mondo L Azienda Nella Calabria del dopo guerra si poteva solo sognare. Il sogno del fondatore della GUGLIELMO era il CAFFE Il Caffè piùamato dai Calabresi da oltre 64 anni 1945 Nascita

Dettagli

Presentazione. Salamone.it di Nair Vanegas Via G. Verdi, 20-10042 Nichelino (TO) Tel. 011 6290976 - Cell. 347 7362958 Sito web: www.salamone.

Presentazione. Salamone.it di Nair Vanegas Via G. Verdi, 20-10042 Nichelino (TO) Tel. 011 6290976 - Cell. 347 7362958 Sito web: www.salamone. Presentazione Il web offre enormi opportunità. Avere una vetrina online con pagine web dedicate per ogni articolo o servizio, può espandere il tuo business in maniera significativa. Hai dei dubbi? Due

Dettagli

Smart People per una Smart Mobility: l'esperienza di "Casteddu Mobility Styles

Smart People per una Smart Mobility: l'esperienza di Casteddu Mobility Styles Smart People per una Smart Mobility: l'esperienza di "Casteddu Mobility Styles Relatore: Italo Meloni Direttore del CRiMM - Centro Ricerche Modelli di Mobilità Docente di Pianificazione dei Trasporti presso

Dettagli

ParcheggiTrenitalia.it TERMINI E CONDIZIONI

ParcheggiTrenitalia.it TERMINI E CONDIZIONI ParcheggiTrenitalia.it TERMINI E CONDIZIONI 1. ParcheggiTrenitalia.it è solamente un agenzia di prenotazioni e di conseguenza ogni responsabilità, anche legali, per tutti i veicoli ricadono sul parcheggio,

Dettagli

LTD IN UK BENEFICI E VANTAGGI ANCHE FUORI DAL REGNO UNITO. A cura del dott. Salvatore Alberto Cona

LTD IN UK BENEFICI E VANTAGGI ANCHE FUORI DAL REGNO UNITO. A cura del dott. Salvatore Alberto Cona LTD IN UK BENEFICI E VANTAGGI ANCHE FUORI DAL REGNO UNITO A cura del dott. Salvatore Alberto Cona 1 Una società a responsabilità limitata o Ltd nel Regno Unito presenta dei vantaggi per tutti gli imprenditori

Dettagli

Prof. Pietro Rostirolla Università degli Studi di Napoli "L'Orientale"

Prof. Pietro Rostirolla Università degli Studi di Napoli L'Orientale 10.000 ore della nostra vita perse nel traffico : gli Ingegneri avanzano proposte Il servizio di Taxi quale elemento di offerta di trasporto pubblico : problemi ed esperienze di soluzione applicate nel

Dettagli

SOSTEGNO ALL INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE

SOSTEGNO ALL INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE SOSTEGNO ALL INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE Sede di Roma: Via Tagliamento, 76 00198 Roma tel 06.45428748-0645428749- 064542 fax 06.8555176 CIRCOLARE N. 2/2010 INSERIMENTO SUI MERCATI ESTERI PER LA

Dettagli

Catalogo formativo 2013. INGENIA Group. Manuale commerciale. Manuale commerciale 1C - AM/CA 10/2013. Per informazioni: coordinamento@ingeniagroup.

Catalogo formativo 2013. INGENIA Group. Manuale commerciale. Manuale commerciale 1C - AM/CA 10/2013. Per informazioni: coordinamento@ingeniagroup. Catalogo formativo 2013 INGENIA Group Manuale commerciale Manuale commerciale 1C - AM/CA 10/2013 Per informazioni: coordinamento@ingeniagroup.it MARKETING & INNOVAZIONE Percorso formativo e-mail MARKETING

Dettagli

Progetto Crescita e Sviluppo

Progetto Crescita e Sviluppo Progetto Crescita e Sviluppo Presentazione Progetto O&M / Gennaio 2015 CONERGY.COM CONERGY.IT Conergy Services Conergy è una multinazionale americana con sede ad Amburgo (Germania) 20 anni di esperienza

Dettagli