INTR T O R D O UZ U IO I N O E N A 1

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INTR T O R D O UZ U IO I N O E N A 1"

Transcript

1 INTRODUZIONE A 1

2 Cos è R R può essere definito come un sistema per l analisi statistica. È contemporaneamente un linguaggio ed un software. Lo stesso R Development Core Team[1], parlando di R, preferisce definirlo come un ambiente integrato e coerente, piuttosto che come la somma di un insieme di strumenti poco flessibili, oppure come un semplice software o package al pari di prodotti simili, stando implicitamente a significare la presenza di un maggior "valore aggiunto" nel "prodotto" R. 1 Cfr. la pagina web del sito The R Project for Statistical Computing, "What is R?" all'indirizzo: org/about.html [consultata in data 07/10/2008]

3 Caratteristiche principali di R a) semplicità nella gestione dei dati; b) disponibilità di un gruppo di strumenti per calcoli su vettori, matrici ed altre operazioni complesse; c) accesso ad un vasto insieme di strumenti integrati per l'analisi statistica; d) produzione di numerose potenzialità grafiche particolarmente flessibili; e) possibilità di adoperare un linguaggio di programmazione orientato ad oggetti che consente l'uso di strutture condizionali (es. if) e cicliche (es. for), nonché di funzioni create dall'utente.

4 Altro su R E' distribuito gratuitamente Disponibile per diverse architetture hardware e sistemi operativi: Unix, Linux, Windows, MacOS. Sul sito è possibile scaricare, oltre che il programma base, anche una serie di moduli aggiuntivi e un'ampia manualistica (in lingua inglese) sull'ambiente che va dall'installazione del software al suo utilizzo nell'analisi dei dati.

5 Riflessioni su R ha un costo zero per l'utente finale e presenta una facilità nell'accesso a particolari categorie di utenti che non possono permettersi costosi software per analisi statistiche come gli studenti oppure gli utilizzatori e i ricercatori dei Paesi in via di sviluppo dispone di una vasta manualistica (non solo in lingua inglese) consultabile e scaricabile da Internet È possibile accedere tramite Internet ad una vasta gamma di librerie per analisi statistiche molte dettagliate È possibile contare sul supporto e sull'assistenza dell'r Development Core Team e di tutti gli utenti di R (una vera community a livello mondiale)

6 Sempre su R Disponibilità di strumenti di analisi statistica dai più elementari ai più sofisticati Notevoli possibilità grafiche rispetto ad altri software statistici Possibilità di programmare R creando funzioni e programmi definiti dall'utente[2] Dotato di funzione di help in linea per ciascun comando facilmente richiamabile È un software in rapidissimo sviluppo Possiede tutti i vantaggi dei software multipiattaforma Può essere integrato facilmente con alcuni dei più diffusi prodotti di office automation come ad esempio Microsoft Excel in ambiente Windows Può essere interfacciato, con i principali programmi di gestione di database come MySql, Microsoft Access, Oracle, PostgreSQL per l'importazione ed esportazione di dati[3] Consente di importare i file dei dati da software statistici quali: Minitab, S, SAS, SPSS, Stata È semplice nell'impiego a livello didattico nell'insegnamento della statistica 2 Si veda: R Development Core Team, Writing R Extentions, versione del 07/10/2008 all'indirizzo Internet: 3 Si veda: R Development Core Team, R Data Import/Export, versione del 07/10/2008 all'indirizzo Internet:

7 PRIMI PASSI TORTE E GELATI Carichiamo i dati dei gusti dei gelati scelti da un gruppo di bambini : gelati<-read.table read.table(file.choose file.choose()) #carica i dati gelati str(gelati) names(table(gelati))=gusti gusti table(gelati) #contenuto del dataset #informazioni sul dataset #carica in gusti dei gelati #visualizza il contenuto del vettore gusti #tabella delle freq.assolute pie(table(gelati),gusti, col=c("brown","pink","yellow","white","green")) pie(table(gelati),tipo, col=c("brown","pink","yellow","white","green"),main="distribuzione dei gusti del gelato") 7

8 PRIMISSIME ANALISI IN R Consideriamo i dati relativi delle nostre altezze: altezze=scan scan() #per terminare l inserimento cliccare invio senza dati Proviamo a costruire una tabella di frequenza table(altezze) table(cut(altezze,breaks=5)) classi < *(0:5) In questo caso abbiamo semplicemente una suddivisione in intervalli di uguale ampiezza del campo di variazione dei nostri dati. Dalla tabella delle frequenze si può ricavare quella delle frequenze cumulate tramite la funzione cumsum. Tale funzione calcola una somma cumulata degli elementi di un vettore creando un vettore di dimensione uguale al vettore cui viene applicata e i cui elementi contengono le somme cumulate parziali. Se vogliamo quindi ottenere le frequenze cumulate relative freqcum <- cumsum(table table(cut(altezze,breaks=5))/ (cut(altezze,breaks=5))/length length(altezze)) 8

9 PRIMISSIME ANALISI IN R Costruiamo dapprima un istogramma di frequenza: hist(altezze) Come per table anche hist anche permette di stabilire il numero di classi in cui vogliamo rappresentare i nostri dati ad esempio hist(altezze,breaks=5) Se all interno del comando hist aggiungiamo l opzione freq=f che vuol dire di non usare le frequenze assolute otteniamo un grafico analogo ma con l asse delle ordinate rappresentato dalle frequenze relative. hist(altezze, (altezze,freq=false freq=false) Grafico della funzione di ripartizione, aggiungiamo un limite inferiore alle classi freqcum <- c(0,freqcum freqcum) Quindi con il comando plot rappresentiamo la funzione di ripartizione empirica plot(classi,freqcum freqcum,type,type= s = s ) ) 9

10 INDICI DI POSIZIONE E VARIABILITÀ R dispone di un ampio insieme di funzioni che permettono di calcolare gli indici statistici comunemente usati. Vediamo brevemente quali sono: min fornisce il valore della più piccola osservazione campionaria; max fornisce il valore della più grande osservazione campionaria; range fornisce i valori del minimo e del massimo dei dati campionari, ciò e gli estremi del campo di variazione; mean calcola la media; median calcola la mediana; var calcola la varianza campionaria (fate molta attenzione a questo); quantile calcola i quantili, di qualsiasi ordine, di una distribuzione di dati; summary fornisce una tabella che riassume la maggior parte dei valori sopra esposti.

11 QUALCHE COMANDO PER I GRAFICI Vogliamo indagare la relazione tra due variabili quantitative (ad es. durata della degenza ed età dei pazienti), possiamo disegnare il diagramma di dispersione con il comando: plot(var1,var2) Con la funzione points possiamo anche evidenziare, magari con un colore a piacimento, alcuni punti ad esempio, le unità che presentano durata di degenza >15 giorni points(var1[var1 > 15],var2[var1> 15], col= blue,pch=20) Con il comando identify(diametro,volume) possiamo identificare a quale/i unità statistiche appartengono i punti evidenziati. boxplot(var1~var2) #crea un diagramma a scatole e baffi 11

12 CARICARE I DATI dati = scan() #usa la console per caricare i dati Se i dati sono su un file con estensione dat o txt dati = read.table(file, header = FALSE, sep = "", dec = ".", row.names, col.names, ) Se importiamo i dati da un file csv creato con excel, allora: dati = read.csv2(file, header = TRUE, sep = ";", quote="\"", "", dec=",, ) 12

13 PROVIAMO Nella cartella dati della mia penna vi è un file.csv con dati relativi ad un campione di 1079 pazienti ricoverati in UCIC dal 2006 al Si richiede un analisi descrittiva dei dati Indicare con dei grafici la relazione tra durata della degenza e le seguenti variabili: età, sesso, decesso, TnI > 20, diagnosi d ingresso. Cosa possiamo affermare? 13

R - Esercitazione 1. Lorenzo Di Biagio dibiagio@mat.uniroma3.it. 30 Settembre 2013. Università Roma Tre

R - Esercitazione 1. Lorenzo Di Biagio dibiagio@mat.uniroma3.it. 30 Settembre 2013. Università Roma Tre R - Esercitazione 1 Lorenzo Di Biagio dibiagio@mat.uniroma3.it Università Roma Tre 30 Settembre 2013 Introduzione a R R è un software open-source, per Linux, Mac OS X, Windows, distribuito secondo la licenza

Dettagli

Laboratorio di ST1 Lezione 2

Laboratorio di ST1 Lezione 2 Laboratorio di ST1 Lezione 2 Claudia Abundo Dipartimento di Matematica Università degli Studi Roma Tre Frequenze in R ESEMPIO Fiori preferiti da n=6 ragazze In R: fiori=c("rosa", "orchidea", "violetta",

Dettagli

APPENDICE III. CONSIGLI PER L USO DEL SOFTWARE R (a cura del Dott. Lorenzo Giolli)

APPENDICE III. CONSIGLI PER L USO DEL SOFTWARE R (a cura del Dott. Lorenzo Giolli) APPENDICE III. CONSIGLI PER L USO DEL SOFTWARE R (a cura del Dott. Lorenzo Giolli) AIII.1. Installazione del software R Aprire il browser e andare alla pagina www.r-project.org e cliccare CRAN (Download,

Dettagli

Dai dati al modello teorico

Dai dati al modello teorico Dai dati al modello teorico Analisi descrittiva univariata in R 1 Un po di terminologia Popolazione: (insieme dei dispositivi che verranno messi in produzione) finito o infinito sul quale si desidera avere

Dettagli

Statistica 4038 (ver. 1.2)

Statistica 4038 (ver. 1.2) Statistica 4038 (ver. 1.2) Software didattico per l insegnamento della Statistica SERGIO VENTURINI, MAURIZIO POLI i Il presente software è utilizzato come supporto alla didattica nel corso di Statistica

Dettagli

Esercitazione di riepilogo 23 Aprile 2013

Esercitazione di riepilogo 23 Aprile 2013 Esercitazione di riepilogo 23 Aprile 2013 Grafici Grafico a barre Servono principalmente per rappresentare variabili (caratteri) qualitative, quantitative e discrete. Grafico a settori circolari (torta)

Dettagli

Statistica con R. Jody Tubi. Email: jodytubi@outlook.it

Statistica con R. Jody Tubi. Email: jodytubi@outlook.it Statistica con R Jody Tubi. Email: jodytubi@outlook.it INTRODUZIONE. Accesso ai dati. La diffusione dei PC ha reso disponibile una quantità di dati immensa: le imprese private dispongo di dati su clienti

Dettagli

LAB LEZ. 1 STATISTICA DESCRITTIVA CON R

LAB LEZ. 1 STATISTICA DESCRITTIVA CON R LAB LEZ. 1 STATISTICA DESCRITTIVA CON R 1 2 L AMBIENTE DI SVILUPPO DI RStudio 1 3 4 2 1 FINESTRA PER GLI SCRIPT E PER VISUALIZZARE I DATI 2 CONSOLE DEI COMANDI 3 VARIABILI PRESENTI NELLA MEMORIA DEL PROGRAMMA

Dettagli

Excel Whatisand whatisnot. Introduzione Funzioni Formule Riferimenti a celle Grafici I problemi ed excel

Excel Whatisand whatisnot. Introduzione Funzioni Formule Riferimenti a celle Grafici I problemi ed excel Excel Whatisand whatisnot Introduzione Funzioni Formule Riferimenti a celle Grafici I problemi ed excel Prima di stampare pensa all ambiente think to environment before printing Introduzione ai primi concetti

Dettagli

SoftWare DMGraphics. Indice. Manuale d uso. 1) Introduzione. 2) Pagine grafiche. 3) Grafici. 4) Menù

SoftWare DMGraphics. Indice. Manuale d uso. 1) Introduzione. 2) Pagine grafiche. 3) Grafici. 4) Menù SoftWare DMGraphics Manuale d uso Indice 1) Introduzione 2) Pagine grafiche. 2.1) Pagina grafica 2.2) Concetti generali 2.3) Scale dei valori 2.4) Posizionamento elementi nel grafico 3) Grafici 3.1) Grafici

Dettagli

Concetti fondamentali dei database database Cos'è un database Principali database

Concetti fondamentali dei database database Cos'è un database Principali database Concetti fondamentali dei database Nella vita di tutti i giorni si ha la necessità di gestire e manipolare dati. Le operazioni possono essere molteplici: ricerca, aggregazione con altri e riorganizzazione

Dettagli

Come descrivere un fenomeno in ambito sanitario fondamenti di statistica descrittiva. Brugnaro Luca

Come descrivere un fenomeno in ambito sanitario fondamenti di statistica descrittiva. Brugnaro Luca Come descrivere un fenomeno in ambito sanitario fondamenti di statistica descrittiva Brugnaro Luca Progetto formativo complessivo Obiettivo: incrementare le competenze degli operatori sanitari nelle metodiche

Dettagli

Laboratorio di Statistica con R

Laboratorio di Statistica con R Laboratorio di Statistica con R R è un vero e proprio linguaggio di programmazione. Il suo nome, è dovuto probabilmente al nome dei suoi sviluppatori:robert Gentleman e Ross Ihaka Le principali funzioni

Dettagli

Esplorazione dei dati

Esplorazione dei dati Esplorazione dei dati Introduzione L analisi esplorativa dei dati evidenzia, tramite grafici ed indicatori sintetici, le caratteristiche di ciascun attributo presente in un dataset. Il processo di esplorazione

Dettagli

Un po di statistica. Christian Ferrari. Laboratorio di Matematica

Un po di statistica. Christian Ferrari. Laboratorio di Matematica Un po di statistica Christian Ferrari Laboratorio di Matematica 1 Introduzione La statistica è una parte della matematica applicata che si occupa della raccolta, dell analisi e dell interpretazione di

Dettagli

Elaborazione dei dati su PC Regressione Multipla

Elaborazione dei dati su PC Regressione Multipla 21 Elaborazione dei dati su PC Regressione Multipla Analizza Regressione Statistiche Grafici Metodo di selezione Analisi dei dati 21.1 Introduzione 21.2 Regressione lineare multipla con SPSS 21.3 Regressione

Dettagli

Controller multicanale FT-200/MP

Controller multicanale FT-200/MP ECONORMA S.a.s. Prodotti e Tecnologie per l Ambiente 31020 S. VENDEMIANO - TV - Via Olivera 52 - ITALY Tel. 0438.409049 - E-Mail: info@econorma.com www.econorma.com Prodotto dalla ECONORMA S.a.s., è un

Dettagli

Grafici delle distribuzioni di frequenza

Grafici delle distribuzioni di frequenza Grafici delle distribuzioni di frequenza L osservazione del grafico può far notare irregolarità o comportamenti anomali non direttamente osservabili sui dati; ad esempio errori di misurazione 1) Diagramma

Dettagli

STATISTICA 1, metodi matematici e statistici Introduzione al linguaggio R Esercitazione2: 04-03-2005

STATISTICA 1, metodi matematici e statistici Introduzione al linguaggio R Esercitazione2: 04-03-2005 esercitazione 2 p. 1/12 STATISTICA 1, metodi matematici e statistici Introduzione al linguaggio R Esercitazione2: 04-03-2005 Luca Monno Università degli studi di Pavia luca.monno@unipv.it http://www.lucamonno.it

Dettagli

Corso integrato di informatica, statistica e analisi dei dati sperimentali Altri esercizi_esercitazione V

Corso integrato di informatica, statistica e analisi dei dati sperimentali Altri esercizi_esercitazione V Corso integrato di informatica, statistica e analisi dei dati sperimentali Altri esercizi_esercitazione V Sui PC a disposizione sono istallati diversi sistemi operativi. All accensione scegliere Windows.

Dettagli

LABORATORIO-EXCEL N. 2-3 XLSTAT- Pro Versione 7 VARIABILI QUANTITATIVE

LABORATORIO-EXCEL N. 2-3 XLSTAT- Pro Versione 7 VARIABILI QUANTITATIVE LABORATORIO-EXCEL N. 2-3 XLSTAT- Pro Versione 7 VARIABILI QUANTITATIVE DESCRIZIONE DEI DATI DA ESAMINARE Sono stati raccolti i dati sul peso del polmone di topi normali e affetti da una patologia simile

Dettagli

Modulo: Fogli elettronici

Modulo: Fogli elettronici Corso: Abilità Informatiche Modulo: Fogli elettronici Pagina 1 di 18 Autori del Modulo: Bruno fadini; Pino Cepparulo Presentazione del Modulo: Versione Italiano Il modulo, corrispondente al modulo 4 dell'ecdl

Dettagli

Il software Epi Info

Il software Epi Info Il software Epi Info Descrizione e analisi dei dati dello studio sulla compliance: Modulo Analizza i dati I tipi di variabili (aleatorie) (1) Variabile: fenomeno misurato Aleatorio: il risultato di questa

Dettagli

Dr. Marco Vicentini marco.vicentini@unipd.it Anno Accademico 2010 2011 Rev 30/03/2011

Dr. Marco Vicentini marco.vicentini@unipd.it Anno Accademico 2010 2011 Rev 30/03/2011 Università degli Studi di Padova Facoltà di Psicologia, L4, Psicometria, Modulo B Dr. Marco Vicentini marco.vicentini@unipd.it Anno Accademico 2010 2011 Rev 30/03/2011 Statistica descrittiva e inferenziale

Dettagli

Monitor Orientamento. Manuale Utente

Monitor Orientamento. Manuale Utente Monitor Orientamento Manuale Utente 1 Indice 1 Accesso al portale... 3 2 Trattamento dei dati personali... 4 3 Home Page... 5 4 Monitor... 5 4.1 Raggruppamento e ordinamento dati... 6 4.2 Esportazione...

Dettagli

Esercizio 1. Nella Tabella A sono riportati i tempi di percorrenza, in minuti, di un tratto autostradale da parte di 40 autoveicoli.

Esercizio 1. Nella Tabella A sono riportati i tempi di percorrenza, in minuti, di un tratto autostradale da parte di 40 autoveicoli. Esercizio 1 Nella Tabella A sono riportati i tempi di percorrenza, in minuti, di un tratto autostradale da parte di 40 autoveicoli. Tabella A 138 150 144 149 164 132 125 157 161 135 150 145 145 142 156

Dettagli

Sviluppo Applicativi personalizzati per automatizzare le Analisi SPC

Sviluppo Applicativi personalizzati per automatizzare le Analisi SPC Sviluppo Applicativi personalizzati per automatizzare le Analisi SPC Query sui Databases Aziendali Report Automatici Interfacce Operatore Analisi Statistiche Minitab Web: www.gmsl.it Email: info@gmsl.it

Dettagli

corretta Domanda testo lunedì 28 dicembre 2009 Pagina 1 di 34 Cosa indicano i cerchi rappresentati in figura?

corretta Domanda testo lunedì 28 dicembre 2009 Pagina 1 di 34 Cosa indicano i cerchi rappresentati in figura? Cosa indicano i cerchi rappresentati in figura? che quei valori sono ricavati da una formula che quei valori non sono ammessi dalle regole di convalida dei dati che quei valori sono sbagliati perché nell'esercizio

Dettagli

Prof.ssa Paola Vicard

Prof.ssa Paola Vicard Questa nota consiste perlopiù nella traduzione da Descriptive statistics di J. Shalliker e C. Ricketts, 2000, University of Plymouth Consideriamo come esempio il data set contenuto nel foglio excel esercizio2_dati.xls.

Dettagli

Indice Statistiche Univariate Statistiche Bivariate

Indice Statistiche Univariate Statistiche Bivariate Indice 1 Statistiche Univariate 1 1.1 Importazione di un file.data.............................. 1 1.2 Medie e variabilità................................... 6 1.3 Distribuzioni di frequenze...............................

Dettagli

i=1 Y i, dove Y i, i = 1,, n sono indipendenti e somiglianti e con la stessa distribuzione di Y.

i=1 Y i, dove Y i, i = 1,, n sono indipendenti e somiglianti e con la stessa distribuzione di Y. Lezione n. 5 5.1 Grafici e distribuzioni Esempio 5.1 Legame tra Weibull ed esponenziale; TLC per v.a. esponenziali Supponiamo che X Weibull(α, β). (i) Si consideri la distribuzione di Y = X β. (ii) Fissato

Dettagli

Esempio di introduzione. della statistica a scuola

Esempio di introduzione. della statistica a scuola 1 Esempio di introduzione della statistica a scuola 2 3 4 5 RAPPRESENTAZIONE GRAFICA (EXCEL) IMPARARE A DEDURRE E IPOTIZZARE DAI VARI TIPI DI GRAFICI 6 La rappresentazione grafica: impariamo a rappresentare

Dettagli

VARIABILI E DISTRIBUZIONI DI FREQUENZA A.A. 2010/2011

VARIABILI E DISTRIBUZIONI DI FREQUENZA A.A. 2010/2011 VARIABILI E DISTRIBUZIONI DI FREQUENZA A.A. 2010/2011 1 RAPPRESENTARE I DATI: TABELLE E GRAFICI Un insieme di misure è detto serie statistica o serie dei dati 1) Una sua prima elementare elaborazione può

Dettagli

Piacenza, 10 marzo 2014 La preparazione della tesi di Laurea Magistrale

Piacenza, 10 marzo 2014 La preparazione della tesi di Laurea Magistrale Piacenza, 0 marzo 204 La preparazione della tesi di Laurea Magistrale ma questa statistica a che cosa serve? non vedo l ora di cominciare a lavorare per la tesi. e dimenticarmi la statistica!! il mio relatore

Dettagli

Indici (Statistiche) che esprimono le caratteristiche di simmetria e

Indici (Statistiche) che esprimono le caratteristiche di simmetria e Indici di sintesi Indici (Statistiche) Gran parte della analisi statistica consiste nel condensare complessi pattern di osservazioni in un indicatore che sia capace di riassumere una specifica caratteristica

Dettagli

Calcolatori e interfacce grafiche

Calcolatori e interfacce grafiche Calcolatori e interfacce grafiche COMPONENTI DI UN COMPUTER Hardware Tutti gli elementi fisici che compongono un calcolatore Software Comandi, istruzioni, programmi che consentono al calcolatore di utilizzare

Dettagli

developed by Emanuele De Carlo

developed by Emanuele De Carlo developed by Emanuele De Carlo WorkGym è un Software sviluppato in JAVA pensato per migliorare la gestione di piccole e grandi palestre. Il suo principale scopo è quello di mantenere un DataBase contenente

Dettagli

OFI ITC. Come nasce questo sito 05/06/2015. Severini Piertommaso Valenti Andrea Zallocco Riccardo

OFI ITC. Come nasce questo sito 05/06/2015. Severini Piertommaso Valenti Andrea Zallocco Riccardo OFI ITC Severini Piertommaso Valenti Andrea Zallocco Riccardo I rapporti OFI prodotti dall ISTAT in tutti questi anni con i dati provenienti dai vari enti della provincia di Macerata sono reperibili sul

Dettagli

Corso sul pacchetto R

Corso sul pacchetto R Corso sul pacchetto R Introduzione ad R http://www.r-project.org ! R è un ambiente di sviluppo specifico per elaborare dati, eseguire calcoli ed effettuare rappresentazioni grafiche, che utilizza un linguaggio

Dettagli

SurfCop. Informazioni sul prodotto

SurfCop. Informazioni sul prodotto SurfCop Informazioni sul prodotto Contenuto Introduzione... 3 Funzioni del programma... 3 Vantaggi del programma... 3 Funzionalità del programma... 4 Requisiti di sistema:... 4 Come funziona il programma...

Dettagli

MOBS Flussi informativi sanitari regionali

MOBS Flussi informativi sanitari regionali Pag. 1 di 9 MOBS Flussi informativi sanitari regionali Restituzione in formato CSV per i FLUSSI Versione 03 Torino, Febbraio 2016 Pag. 2 di 9 INDICE 1 INTRODUZIONE... 3 2 GESTIONE FILE CSV CON EXCEL...

Dettagli

Visual basic base Lezione 01. L'ambiente di sviluppo

Visual basic base Lezione 01. L'ambiente di sviluppo L'ambiente di sviluppo L'ambiente di sviluppo Visual basic è un linguaggio di programmazione Microsoft. In questo corso prenderemo in considerazione, l'ultima versione. net di questo linguaggio. Microsoft

Dettagli

Matlab per applicazioni statistiche

Matlab per applicazioni statistiche Matlab per applicazioni statistiche Marco J. Lombardi 19 aprile 2005 1 Introduzione Il sistema Matlab è ormai uno standard per quanto riguarda le applicazioni ingegneristiche e scientifiche, ma non ha

Dettagli

Elementi di Psicometria con Laboratorio di SPSS 1

Elementi di Psicometria con Laboratorio di SPSS 1 Elementi di Psicometria con Laboratorio di SPSS 1 5-Indici di variabilità (vers. 1.0c, 20 ottobre 2015) Germano Rossi 1 germano.rossi@unimib.it 1 Dipartimento di Psicologia, Università di Milano-Bicocca

Dettagli

INTRODUZIONE A R INTRODUZIONE A R

INTRODUZIONE A R INTRODUZIONE A R Negli anni 90 i Bell Laboratories sviluppano un nuovo ambiente per l analisi statistica: S. Sulla base di tale linguaggio viene successivamente sviluppato un software con il nome S-PLUS. R nasce come ambiente

Dettagli

ESERCIZI DI STATISTICA DESCRITTIVA

ESERCIZI DI STATISTICA DESCRITTIVA ESERCIZI DI STATISTICA DESCRITTIVA ES1 Data la seguente serie di dati su Sesso e Altezza di 8 pazienti, riempire opportunamente due tabelle per rappresentare le distribuzioni di frequenze dei due caratteri,

Dettagli

Copyright 2013. Siemens AG. All rights reserved.

Copyright 2013. Siemens AG. All rights reserved. Le informazioni riportate in questo manuale tecnico contengono descrizioni o caratteristiche che potrebbero variare con l evolversi dei prodotti e non essere sempre appropriate, nella forma descritta,

Dettagli

Scheda n.1: il software R

Scheda n.1: il software R Scheda n.1: il software R September 30, 2008 1 Introduzione Il software denominato R si può scaricare gratuitamente da rete, all indirizzo http://www.r-project.org/, seguendo le istruzioni di download.

Dettagli

Una suite di applicazioni â œ office â scaricabile gratuitamente da Internet

Una suite di applicazioni â œ office â scaricabile gratuitamente da Internet Licenze costose addio, arriva OpenOffice.org Una suite di applicazioni â œ office â scaricabile gratuitamente da Internet La diffusione dei computer negli studi professionali ha portato ad un innarrestabile

Dettagli

Microsoft Excel Lezione 2

Microsoft Excel Lezione 2 Corso di Introduzione all Informatica Microsoft Excel Lezione 2 Esercitatore: Fabio Palopoli Formattazione del foglio di lavoro Cella [1/4 1/4] Formati numerici: menu Formato/Celle, scheda Numero Pulsante

Dettagli

Disegni di Ricerca e Analisi dei Dati in Psicologia Clinica. Rcmdr

Disegni di Ricerca e Analisi dei Dati in Psicologia Clinica. Rcmdr Disegni di Ricerca e Analisi dei Dati in Psicologia Clinica Rcmdr http://www.r-project.org http://qplab.psy.unipd.it Che cos è Rcmdr? Rcmdr è un pacchetto che possiamo scaricare dal CRAN e installare su

Dettagli

A chi si rivolge: Programma: Office Automation

A chi si rivolge: Programma: Office Automation Programma: Office Automation A chi si rivolge: Il corso si rivolge a quanti, pur partendo da zero, vogliano specializzarsi nell utilizzo dei programmi di ufficio e nei compiti di tipo amministrativo. Con

Dettagli

Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Anno Accademico 2014/2015 Calcolo delle Probabilità e Statistica Matematica

Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Anno Accademico 2014/2015 Calcolo delle Probabilità e Statistica Matematica Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Anno Accademico 2014/2015 Calcolo delle Probabilità e Statistica Matematica Nome N. Matricola Ancona, 14 luglio 2015 1. Tre macchine producono gli stessi pezzi

Dettagli

Prof.ssa Paola Vicard

Prof.ssa Paola Vicard DISTRIBUZIONE DI FREQUENZE PER CARATTERI QUALITATIVI Questa nota consiste per la maggior parte nella traduzione (con alcune integrazioni) da Descriptive statistics di J. Shalliker e C. Ricketts, 2000,

Dettagli

Gestione ed analisi di base dati nell epidemiologia. delle malattie infettive

Gestione ed analisi di base dati nell epidemiologia. delle malattie infettive Università degli Studi di Torino - Facoltà di Medicina Veterinaria Laboratorio di epidemiologia delle malattie infettive Scuola Specializzazione in Sanità Animale, Allevamento e Produzioni Zootecniche

Dettagli

1 La Matrice dei dati

1 La Matrice dei dati Dispense sull uso di Excel Daniela Marella 1 La Matrice dei dati Un questionario è costituito da un insieme di domande raccolte su un determinato supporto (cartaceo o elettronico) e somministrate alla

Dettagli

LABORATORIO EXCEL XLSTAT 2008 SCHEDE 2 e 3 VARIABILI QUANTITATIVE

LABORATORIO EXCEL XLSTAT 2008 SCHEDE 2 e 3 VARIABILI QUANTITATIVE Matematica e statistica: dai dati ai modelli alle scelte www.dima.unige/pls_statistica Responsabili scientifici M.P. Rogantin e E. Sasso (Dipartimento di Matematica Università di Genova) LABORATORIO EXCEL

Dettagli

Facciamo qualche precisazione

Facciamo qualche precisazione Abbiamo introdotto alcuni indici statistici (di posizione, di variabilità e di forma) ottenibili da Excel con la funzione Riepilogo Statistiche Facciamo qualche precisazione Al fine della partecipazione

Dettagli

Excel Terza parte. Excel 2003

Excel Terza parte. Excel 2003 Excel Terza parte Excel 2003 TABELLA PIVOT Selezioniamo tutti i dati (con le relative etichette) Dati Rapporto tabella pivot e grafico pivot Fine 2 La tabella pivot viene messa di default in una pagina

Dettagli

Elementi di statistica

Elementi di statistica Elementi di statistica Summer School: Data journalism e visualizzazione grafica dei dati! Flavon - 30 Agosto 2011! La statistica! Chi vi sta parlando? 2 La statistica! Chi vi sta parlando?! Cos è la Statistica?

Dettagli

Come costruire una distribuzione di frequenze per caratteri quantitativi continui

Come costruire una distribuzione di frequenze per caratteri quantitativi continui Come costruire una distribuzione di frequenze per caratteri quantitativi continui Consideriamo i dati contenuti nel primo foglio di lavoro (quello denominato dati) del file esempio2.xls. I dati si riferiscono

Dettagli

Parte V. Sistemi Operativi & Reti. Sistemi Operativi. Sistemi Operativi

Parte V. Sistemi Operativi & Reti. Sistemi Operativi. Sistemi Operativi Parte V & Reti Sistema operativo: insieme di programmi che gestiscono l hardware Hardware: CPU Memoria RAM Memoria di massa (Hard Disk) Dispositivi di I/O Il sistema operativo rende disponibile anche il

Dettagli

Corso di Informatica

Corso di Informatica Corso di Informatica CL3 - Biotecnologie Orientarsi nel Web Prof. Mauro Giacomini Dott. Josiane Tcheuko Informatica - 2006-2007 1 Obiettivi Internet e WWW Usare ed impostare il browser Navigare in internet

Dettagli

Guida all uso del foglio elettronico Excel Lezioni ed esercizi

Guida all uso del foglio elettronico Excel Lezioni ed esercizi Lezioni di EXCEL Guida all uso del foglio elettronico Excel Lezioni ed esercizi 1 Il foglio elettronico Excel Excel è un foglio elettronico che consente di effettuare svariate operazioni nel campo matematico,

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA STATISTICA MEDICA. Prof.ssa Donatella Siepi donatella.siepi@unipg.it tel: 075 5853525

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA STATISTICA MEDICA. Prof.ssa Donatella Siepi donatella.siepi@unipg.it tel: 075 5853525 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA STATISTICA MEDICA Prof.ssa Donatella Siepi donatella.siepi@unipg.it tel: 075 5853525 2 LEZIONE Statistica descrittiva STATISTICA DESCRITTIVA Rilevazione dei dati Rappresentazione

Dettagli

SOMMARIO. www.trustonline.org. 1. Introduzione 3. 2. Caratteristiche generali della piattaforma 3. 2.1. Amministrazione degli utenti 5

SOMMARIO. www.trustonline.org. 1. Introduzione 3. 2. Caratteristiche generali della piattaforma 3. 2.1. Amministrazione degli utenti 5 www.trustonline.org SOMMARIO 1. Introduzione 3 2. Caratteristiche generali della piattaforma 3 2.1. Amministrazione degli utenti 5 2.2. Caricamento dei corsi 5 2.3. Publishing 6 2.4. Navigazione del corso

Dettagli

Premesse alla statistica

Premesse alla statistica Premesse alla statistica Versione 22.10.08 Premesse alla statistica 1 Insiemi e successioni I dati di origine sperimentale si presentano spesso non come singoli valori, ma come insiemi di valori. Richiamiamo

Dettagli

Fogli Elettronici: MS Excel. Foglio Elettronico

Fogli Elettronici: MS Excel. Foglio Elettronico Parte 6 Fogli Elettronici: MS Excel Elementi di Informatica - AA. 2008/2009 - MS Excel 0 di 54 Foglio Elettronico Un foglio elettronico (o spreadsheet) è un software applicativo nato dall esigenza di:

Dettagli

EXCEL ESERCIZIO DELLE SETTIMANE

EXCEL ESERCIZIO DELLE SETTIMANE EXCEL ESERCIZIO DELLE SETTIMANE 1. PREPARAZIONE 1. Aprire Microsoft Office Excel 2007. 2. Creare una nuova cartella di lavoro. 3. Aggiungere due fogli di lavoro come mostrato in figura: 4. Rinominare i

Dettagli

Il foglio elettronico

Il foglio elettronico Il foglio elettronico Foglio di calcolo, Spreadsheet in inglese, Permette di elaborare DATI NUMERICI. E una TABELLA che contiene numeri che possono essere elaborati con FUNZIONI matematiche e statistiche.

Dettagli

FOGLIO ELETTRONICO (SPREADSHEET) I fogli elettronici sono pacchetti applicativi per microcomputer

FOGLIO ELETTRONICO (SPREADSHEET) I fogli elettronici sono pacchetti applicativi per microcomputer FOGLIO ELETTRONICO (SPREADSHEET) I fogli elettronici sono pacchetti applicativi per microcomputer molto diffusi. Dal 1979 (VISICALC) al 1983 sono stati venduti oltre 1 milione di copie (5 ogni micro-computer).

Dettagli

Statistica descrittiva

Statistica descrittiva Statistica descrittiva La statistica descrittiva mette a disposizione il calcolo di indicatori sintetici che individuano, con un singolo valore, proprieta` statistiche di un campione/popolazione rispetto

Dettagli

Tutorial gvsig. Versione 1.1

Tutorial gvsig. Versione 1.1 Tutorial gvsig Versione 1.1 24/10/2007 Tutorial gvsig - Versione 1.1 www.gvsig.org Testo e screenshot a cura di R3 GIS Srl Via Johann Kravogl 2 39012 Merano (BZ) Italia Tel. +39 0473 494949 Fax +39 0473

Dettagli

Corso di Sistemi Operativi DEE - Politecnico di Bari. Windows vs LINUX. G. Piscitelli - M. Ruta. 1 di 20 Windows vs LINUX

Corso di Sistemi Operativi DEE - Politecnico di Bari. Windows vs LINUX. G. Piscitelli - M. Ruta. 1 di 20 Windows vs LINUX Windows vs LINUX 1 di 20 Windows vs LINUX In che termini ha senso un confronto? Un O.S. è condizionato dall architettura su cui gira Un O.S. è condizionato dalle applicazioni Difficile effettuare un rapporto

Dettagli

Corso di Web Programming

Corso di Web Programming Corso di Web Programming 1. Introduzione a Internet e al WWW Paolo Milazzo Dipartimento di Informatica, Università di Pisa http://www.di.unipi.it/ milazzo milazzo di.unipi.it Corso di Laurea in Informatica

Dettagli

Indice generale. Introduzione. Parte I Panoramica generale. Capitolo 1 L ambiente di lavoro... 3

Indice generale. Introduzione. Parte I Panoramica generale. Capitolo 1 L ambiente di lavoro... 3 Indice generale Introduzione...xv Tra cronaca e storia...xvi Il ruolo di Microsoft...xvii Le versioni di Excel...xviii Convenzioni usate nel libro...xix Parte I Panoramica generale Capitolo 1 L ambiente

Dettagli

Prof.ssa Paola Vicard

Prof.ssa Paola Vicard Questa nota consiste perlopiù nella traduzione (con alcune integrazioni) da Descriptive statistics di J. Shalliker e C. Ricketts, 2000, University of Plymouth Consideriamo i dati nel file esercizio10_dati.xls.

Dettagli

EasyVote v.1.0. Logos Av Com. Manuale d uso

EasyVote v.1.0. Logos Av Com. Manuale d uso EasyVote v.1.0 Logos Av Com Manuale d uso Revisions table Revision Date Author Pages Notes 1.0 05/06/2012 P.A. Aisa 30 First Emission File name EasyVote_UserManual_1.0 Revisions table 2 / 30 Indice 1 INTRODUZIONE

Dettagli

EPG Metodologia della ricerca e Tecniche Multivariate dei dati. Dott.ssa Antonella Macchia E-mail: a.macchia@unich.it. www.psicometria.unich.

EPG Metodologia della ricerca e Tecniche Multivariate dei dati. Dott.ssa Antonella Macchia E-mail: a.macchia@unich.it. www.psicometria.unich. EPG Metodologia della ricerca e Tecniche Multivariate dei dati Dott.ssa Antonella Macchia E-mail: a.macchia@unich.it www.psicometria.unich.it GIORNI E ORARI LEZIONI Sabato 01-03-2014 h 08:00-12:00 Sabato

Dettagli

Elementi fondamentali di Word2010Core

Elementi fondamentali di Word2010Core Liceo Scientifico Statale E. Fermi Cosenza Elementi fondamentali di Word2010Core Profilo pubblico L utente di livello Core di Microsoft Office Word 2010 dovrebbe essere in grado di esplorare il programma

Dettagli

ImporterOne Manuale Export Plugin Prestashop

ImporterOne Manuale Export Plugin Prestashop ImporterOne Manuale Export Plugin Prestashop Indice generale 1 INTRODUZIONE...2 2 INSTALLAZIONE DEL PLUGIN...2 3 CONFIGURAZIONE...5 4 OPERAZIONI PRELIMINARI...11 1-10 1 INTRODUZIONE Questo plugin di esportazione

Dettagli

BluData. The smart eyes over your production system. www.blueng.com info@blueng.com

BluData. The smart eyes over your production system. www.blueng.com info@blueng.com BluData The smart eyes over your production system www.blueng.com info@blueng.com Il Prodotto BluData è il sistema di raccolta dati innovativo e dinamico nato dall esperienza pluriennale di Bluengineering

Dettagli

Corso di. Dott.ssa Donatella Cocca

Corso di. Dott.ssa Donatella Cocca Corso di Statistica medica e applicata Dott.ssa Donatella Cocca 1 a Lezione Cos'è la statistica? Come in tutta la ricerca scientifica sperimentale, anche nelle scienze mediche e biologiche è indispensabile

Dettagli

Primi passi con R. D. Fioredistella IEZZI e-mail: stella.iezzi@uniroma2.it

Primi passi con R. D. Fioredistella IEZZI e-mail: stella.iezzi@uniroma2.it Primi passi con R Che cosa è Ø R è un ambiente di programmazione (un insieme di funzioni, librerie, oggetti) Ø R è specializzato in analisi dei dati e rappresentazioni grafiche Ø R opera su sistemi operativi

Dettagli

Corso di Psicometria Progredito

Corso di Psicometria Progredito Corso di Psicometria Progredito 2.1 Statistica descrittiva (Richiami) Prima Parte Gianmarco Altoè Dipartimento di Pedagogia, Psicologia e Filosofia Università di Cagliari, Anno Accademico 2013-2014 Sommario

Dettagli

PROGRAMMA CORSI DI INFORMATICA

PROGRAMMA CORSI DI INFORMATICA PROGRAMMA CORSI DI INFORMATICA Kreativa realizza corsi di informatica di base e corsi di office di diversi livelli, per utenti privati, dipendenti e aziende CORSO INFORMATICA DI BASE PER AZIENDE Modulo

Dettagli

Elementi di Statistica descrittiva Parte I

Elementi di Statistica descrittiva Parte I Elementi di Statistica descrittiva Parte I Che cos è la statistica Metodo di studio di caratteri variabili, rilevabili su collettività. La statistica si occupa di caratteri (ossia aspetti osservabili)

Dettagli

Statistica. L. Freddi. L. Freddi Statistica

Statistica. L. Freddi. L. Freddi Statistica Statistica L. Freddi Statistica La statistica è un insieme di metodi e tecniche per: raccogliere informazioni su un fenomeno sintetizzare l informazione (elaborare i dati) generalizzare i risultati ottenuti

Dettagli

LA STATISTICA E IL CALCOLO DELLE PROBABILITÀ

LA STATISTICA E IL CALCOLO DELLE PROBABILITÀ LA STATISTICA E IL CALCOLO DELLE PROBABILITÀ Prof. Francesco Tottoli Versione 3 del 20 febbraio 2012 DEFINIZIONE È una scienza giovane e rappresenta uno strumento essenziale per la scoperta di leggi e

Dettagli

CLASSE PRIMA Istruzione Professionale Servizi Commerciali a.s. 2013/14

CLASSE PRIMA Istruzione Professionale Servizi Commerciali a.s. 2013/14 IIS Almerico Da Schio - DISCIPLINA: Informatica e Laboratorio CLASSE PRIMA Istruzione Professionale Servizi Commerciali a.s. 2013/14 COMPETENZE ABILITÀ/ CAPACITÀ CONOSCENZE dei linguaggi L1 Utilizzare

Dettagli

Lo scopo di questo capitolo è quello di introdurre le principali tecniche di descrizione dei dati.

Lo scopo di questo capitolo è quello di introdurre le principali tecniche di descrizione dei dati. Indice 1 Descriviamo i Dati 1 1.1 L Informazione in Statistica................... 1 1.2 Variabili Qualitative....................... 5 1.2.1 Distribuzioni di Frequenza................ 5 1.2.2 Rappresentazioni

Dettagli

Fondamenti di Informatica 1. Prof. B.Buttarazzi A.A. 2010/2011

Fondamenti di Informatica 1. Prof. B.Buttarazzi A.A. 2010/2011 Fondamenti di Informatica 1 Prof. B.Buttarazzi A.A. 2010/2011 Sommario Installazione SOFTWARE JDK ECLIPSE 03/03/2011 2 ALGORITMI E PROGRAMMI PROBLEMA ALGORITMO PROGRAMMA metodo risolutivo linguaggio di

Dettagli

Analisi di dati di frequenza

Analisi di dati di frequenza Analisi di dati di frequenza Fase di raccolta dei dati Fase di memorizzazione dei dati in un foglio elettronico 0 1 1 1 Frequenze attese uguali Si assuma che dalle risposte al questionario sullo stato

Dettagli

Introduzione a R Ovvero: Come non avere limiti nella programmazione se non quelli dettati dalla nostra stessa mente

Introduzione a R Ovvero: Come non avere limiti nella programmazione se non quelli dettati dalla nostra stessa mente Università di Bologna - Facoltà di Scienze Statistiche Laurea Triennale in Statistica e Ricerca Sociale Corso di Analisi di Serie Storiche e Multidimensionali Prof.ssa Marilena Pillati Introduzione a R

Dettagli

Strumenti informatici 2.3 - Le statistiche descrittive con Excel e SPSS

Strumenti informatici 2.3 - Le statistiche descrittive con Excel e SPSS Strumenti informatici 2.3 - Le statistiche descrittive con Excel e SPSS Per ottenere le statistiche descrittive di una o più variabili in Excel occorre utilizzare le funzioni, che sono operatori matematici,

Dettagli

AlfaDesk. Il Gestionale per Android e Pc. Documentale Aggiornamenti ver. 2.51. Lascia un commento su GooglePlay..

AlfaDesk. Il Gestionale per Android e Pc. Documentale Aggiornamenti ver. 2.51. Lascia un commento su GooglePlay.. AlfaDesk Il Gestionale per Android e Pc Documentale Aggiornamenti ver. 2.51 Lascia un commento su GooglePlay..non ti costa nulla Sostieni le modifiche con delle ricariche libere info@mamosoftware.it Tutti

Dettagli

IL SISTEMA SMART RESPONSE

IL SISTEMA SMART RESPONSE IL SISTEMA SMART RESPONSE Intervideo Srl Via E. Fermi, 24 37026 Settimo di Pescantina (Vr) Tel: 045 8900022 Fax: 045 8900502 e-mail: info@intervideosrl.com 1 LO SMART RESPONSE Il sistema di risposta interattiva

Dettagli

WYSIWYG, INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE DI UN EDITOR ( A,R )

WYSIWYG, INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE DI UN EDITOR ( A,R ) WYSIWYG, INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE DI UN EDITOR ( A,R ) Cos è un editor di testo? Un editor di testo è un software che permette la composizione di testi. Un software di questo tipo di norma è incluso

Dettagli

1x1 qs-stat. Pacchetto Software per la Soluzione di Problemi Statistici nel Controllo Qualità. Versione: 1 / Marzo 2010 Doc. n.

1x1 qs-stat. Pacchetto Software per la Soluzione di Problemi Statistici nel Controllo Qualità. Versione: 1 / Marzo 2010 Doc. n. 1x1 qs-stat Pacchetto Software per la Soluzione di Problemi Statistici nel Controllo Qualità Versione: 1 / Marzo 2010 Doc. n.: PD-0012 Copyright 2010 Q-DAS GmbH & Co. KG Eisleber Str. 2 D - 69469 Weinheim

Dettagli

Proposta UNIF Progetto: Portale delle fonti di energia rinnovabile. Obiettivi

Proposta UNIF Progetto: Portale delle fonti di energia rinnovabile. Obiettivi Proposta UNIF Progetto: Portale delle fonti di energia rinnovabile Pag.1 Obiettivi Il progetto, Portale delle fonti di energia rinnovabile, ha l obiettivo di facilitare lo scambio di informazioni e notizie

Dettagli