CINGHIALE (Sus scrofa)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CINGHIALE (Sus scrofa)"

Transcript

1 CINGHIALE (Sus scrofa) Uso di armi e cani per la caccia al Cinghiale

2 CACCIA AL CINGHIALE: ARMI Un arma è per definizione un oggetto atto a offendere e/o a difendere. Si dividono in: armi bianche, armi da fuoco e altre armi (a gas, archi, balestre, ecc.).

3 ARMI BIANCHE

4 ARMI DA FUOCO CORTE (pistole, revolvers) LUNGHE (fucili) In funzione della tipologia della/e canna/e si distinguono in: Fucili a canna liscia Fucili a canna rigata Fucili a canne miste: - combinati - drilling

5 FUCILI A CANNA LISCIA PER LA CACCIA AL CINGHIALE: TIPOLOGIE Doppiette Sovrapposti Canne poco strozzate o cilindriche (slug) Semiautomatici

6 FUCILI A CANNA LISCIA: CALIBRO Equivale al n di sfere di diametro uguale a quello interno della canna che si ottengono da una libbra di piombo (453 gr)

7 FUCILI A CANNA LISCIA: CARATTERISTICHE SALIENTI La canna è liscia, senza solchi, per cui non è in grado di imprimere al proiettile, nel caso sia unico, un movimento rotatorio stabilizzante intorno al proprio asse (Eccezione Paradox). All interno la camera di scoppio non ha pareti particolarmente spesse, non dovendo resistere a pressioni molto forti. Il dispositivo di puntamento non è particolarmente sofisticato. La cartuccia è composta da un bossolo in parte in ottone e in parte in cartone o plastica, con proiettili costituiti da un numero variabile di pallini ovvero da un unico proiettile, detto ogiva (palla).

8 La canna di un fucile ad anima liscia per la caccia al cinghiale è solitamente cilindrica e quindi punzonata con le lettere CL ; la canna concepita appositamente per la caccia al cinghiale è chiamata canna slug ed è piuttosto corta, perfettamente cilindrica e dotata di mirino e tacca di mira regolabile. Il calibro più utilizzato è il 12. La portata utile appare contenuta e non supera i 50 metri, mentre la gittata massima, dipendente comunque dall angolazione, può arrivare a metri. Con arma azzerata a 50 m, il proiettile a 25 metri passa un centimetro sopra al punto mirato, mentre a 75 metri passa da 6 a 8 cm sotto il punto mirato. Va ricordato che le palle hanno potenza e velocità maggiori rispetto ai pallini o pallettoni delle munizioni spezzate. Fucile calibro 12 a canna liscia

9 FUCILI A CANNA LISCIA: MUNIZIONI

10 FUCILI A CANNA LISCIA: MUNIZIONI

11 Elenco delle principali palle per munizioni utilizzabili in fucili a canna liscia Maremmana sferica A rocchetto di filo Con borra direzionale (impennaggio) A campana Sottocalibrate ottima capacità di penetrazione e precisione accettabile ma non può essere sparata in canne strozzate costruite in acciaio con due cordonature in piombo per il forzamento nella canna, sono deformabili e micidiali a breve distanza, ma poco precise (Blondeau, Stendebach, Wonder). raggiungono la massima precisione grazie al mantenimento della traiettoria (Brenneke,Gualandi, Aquila, Cervo) velocità eccellente, abbastanza precise (Foster, Winchester, Remington, Federal). ottima velocità e precisione, valide per i tiri lunghi Palla Remington Copper Solid in lega di rame con sabot Da Balistica Edoardo Mori (modificato) Palla Brenneke Super Sabot sottocalibrata

12 FUCILI A CANNA RIGATA: CARATTERISTICHE SALIENTI All interno della canna sono presenti dei solchi (righe) in numero variabile generalmente da 4 a 6, paralleli e con andamento elicoidale, che hanno la funzione di imprimere al proiettile, che è unico, un movimento rotatorio stabilizzante intorno al proprio asse. All interno la camera di scoppio ha pareti molto più spesse che in un arma a canna liscia per resistere alle pressioni molto forti che si sviluppano. Il dispositivo di puntamento è più sofisticato rispetto ai fucili a canna liscia. La cartuccia è composta da un bossolo completamente in ottone e da un ogiva (palla).

13 FUCILI A CANNA RIGATA: MUNIZIONI Bossolo: è un involucro in lega di ottone che ha le seguenti funzioni: proteggere la camera di scoppio (altissime pressioni), garantire una perfetta tenuta e una successiva estraibilità grazie alle sue doti elastiche, contenere la carica di innesco e la carica propellente. Carica di innesco: esplosivo molto rapido posto alla base del bossolo, con percussione centrale, serve ad attivare la carica propellente. Carica propellente: esplosivo meno rapido che imprime l energia al proiettile. Proiettile (palla, ogiva): può avere forme, peso e caratteristiche diverse che ne determinano le prestazioni e la traiettoria.

14 Carica propellente

15 MUNIZIONI: TIPI DI FONDELLO 270 Weat. M. 270 W. 5,6 x 57 5,6 x 57 R

16 FUCILI A CANNA RIGATA: CALIBRO È espresso dal diametro dell ogiva (in millimetri o in millesimi di pollice) per l altezza del bossolo a vuoto (può essere accompagnato da altre sigle accessorie). Calibro mm : 25.4 mm = x : 1 pollice x = 5.6/25.4 = o.222 pollici (222 millesimi di pollice)

17 CALIBRI PER CANNE RIGATE: ESEMPI 222 Rem.: indica un proiettile con calibro 222 millesimi di pollice di marca Remington, che corrisponde ad un 5.6 x 43 nella nomenclatura europea, dove 43 sono i millimetri dell altezza del bossolo. 5.6 x 57: indica un calibro di 5.6 millimetri con altezza del bossolo di 57 millimetri : indica un calibro di 300 millesimi di pollice innestato su un bossolo creato nel 1906 in America per scopi militari. Corrisponde ad un 7.65 x 63.

18 CALIBRI :CINGHIALE mm 7 mm 8 mm 9 mm 6.5 x 68 7 R.M. 8 x x W.M. 7 x 57 8 x x W. 7 x x 74 7 x W. 444 Marlin

19 PROIETTILE: ELEMENTI CARATTERISTICI Calibro: espresso in millimetri o in millesimi di pollice (1 pollice = 25.4 mm) (Es.: mm.). Forma: proiettili più lunghi hanno maggior stabilità; la forma della punta è un elemento determinante per gli effetti sul bersaglio (proiettili a punta sono più penetranti e viceversa). Peso: proiettili più pesanti coprono distanze più corte, hanno traiettorie meno tese, cedono più energia. Il peso può essere espresso in grammi oppure in grani (1 grammo = 15.4 grani). Es. 150 grani = 9.7 grammi Blindatura: proiettili completamente blindati hanno un maggior effetto penetrante ma non si deformano e tendono a trapassare il bersaglio senza cedere tutta l energia; proiettili non blindati si deformano subito cedendo tutta l energia ma tendono a creare ferite superficiali; proiettili parzialmente blindati sono solitamente un buon compromesso.

20

21 PROIETTILE: ENERGIA Ec = Peso del proiettile x velocità Si esprime in kgm: 1 kgm è l energia necessaria a sollevare da terra fino a un metro di altezza un peso di un chilogrammo in 1 secondo.

22 2 ESEMPI Palla tipo brenneke dal peso di 31 grammi con velocità di 430 m/s: Ec = 31 x = 293 kgm Palla di peso 11,6 grammi (180 grani) con velocità di 850 m/s: Ec = 11,6 x = 429 kgm

23 PROIETTILE: ELEMENTI IMPORTANTI GITTATA La gittata è tutto lo spazio percorso dal proiettile dal momento in cui esce dalla canna dell arma rigata (vivo di volata) fino al momento in cui tocca terra, supposto che non tocchi nessun ostacolo. Un proiettile di un arma rigata può percorrere anche tre chilometri o più, in funzione del fucile, e quindi del tipo di proiettile, della posizione dell arma al momento del tiro e della conformazione del terreno. PORTATA UTILE È la distanza entro la quale si può abbattere ragionevolmente un certo animale. È nell ordine dei due o trecento metri per i calibri più veloci. Chiaramente è in funzione dell arma e dell animale che intendiamo abbattere, oltre che delle condizioni globali al momento dello sparo. Il limite, più che dalla capacità del proiettile di infliggere al capo di selvaggina ferite mortali, è costituito dalla difficoltà del tiratore di determinare con precisione il punto di impatto del proiettile con sufficiente precisione. VELOCITÀ DEL PROIETTILE È determinante per la precisione dell arma: più è elevata, più il tiro è radente e minore la sua caduta lungo la traiettoria. Proiettili leggeri hanno maggior velocità iniziale, che poi però tendono a perdere più rapidamente. Proiettili pesanti hanno velocità iniziali minori, che però tendono a mantenere più a lungo. La velocità del proiettile è direttamente proporzionale alla lunghezza della canna, alla pressione di scoppio e alla temperatura dell aria.

24 FUCILI A CANNA RIGATA: ELEMENTI TECNICI E DEFINIZIONI PUNTO D IMPATTO: punto nel quale il proiettile colpisce il bersaglio. ROSATA: insieme dei punti di impatto sul bersaglio sparati dalla medesima arma da una distanza fissa. PRECISIONE: capacità dell arma di fornire rosate di piccolo diametro. Dipende da molti fattori, tra i quali: distanza del bersaglio, tipo di arma, cartuccia e proiettile, condizioni climatiche generali, pendenza di tiro, taratura del congegno di puntamento, presenza di sostanze estranee nella canna e, non in ultimo, il tiratore. PASSO DELLA RIGATURA: distanza entro la canna in cui il proiettile compie un rotazione completa su se stesso lungo il proprio asse. LINEA DI MIRA*: retta congiungente l occhio del tiratore, il sistema di puntamento e il bersaglio. TRAIETTORIA**: percorso che compie il proiettile dal vivo di volata fino al bersaglio; non è mai rettilinea in quanto intervengono diversi fattori (energia di partenza, peso e forma del proiettile, forza di gravità, resistenza dell aria, ecc.).

25 LINEA DI MIRA DISPOSITIVO DI PUNTAMENTO SEMPLICE DISPOSITIVO DI PUNTAMENTO SOFISTICATO

26 TRAIETTORIA: PRINCIPALI ELEMENTI E FASI 1) Proiettile nella camera di scoppio. 2) Sparo. 3) Gas in espansione. 4) Aumento progressivo della velocità fino a che il proiettile è all interno della canna. 5) Uscita del proiettile dalla canna. 6) Termine della spinta al proiettile. 7) Il proiettile continua la sua corsa grazie all energia acquisita. 8) Opposizione al moto da parte della forza di gravità e della resistenza dell aria. 9) Impatto sul bersaglio con cessione dell energia residua. L insieme di questi momenti, unito al tipo di arma e al tipo di proiettile, concorre a determinarne la TRAIETTORIA.

27 ELEMENTI DELLA TRAIETTORIA Punto di mira..

28 ELEMENTI DELLA TRAIETTORIA Punto di mira..

29 ELEMENTI DELLA TRAIETTORIA

30 DISTANZE DI AZZERAMENTO

31

32 AZZERAMENTO O TARATURA DELL ARMA Da compiere prima di utilizzare la carabina nell attività venatoria. Consiste nel tarare i sistemi ottici di puntamento in maniera tale da poter conoscere con precisione dove andrà ad impattare il proiettile ad una certa distanza. Si esegue in poligono, sparando un certo numero di colpi su un bersaglio posto a distanza nota (ad esempio 100 metri). Con una carabina azzerata ad una certa distanza, salvo altri fattori esterni, il proiettile colpirà il bersaglio esattamente dove sto mirando con il mio sistema ottico di puntamento.

33 ELEMENTI DELLA TRAIETTORIA Punto di mira..

34 AZZERAMENTO O TARATURA DELL ARMA Se invece il mio bersaglio si trova più vicino della distanza di azzeramento, dovrò mirare leggermente più in basso (la linea di mira corre sotto la traiettoria). Viceversa dovrò mirare più in alto se il bersaglio si trova più lontano (la linea di mira corre sopra la traiettoria). La differenza tra linea di mira e traiettoria è minima (di solito non superiore ai 6-8 cm) tra l arma e il punto di azzeramento ed elevata oltre (nell ordine anche di 20 cm o più). Queste differenze dipendono dal tipo di arma utilizzata, calibri leggeri e veloci avranno differenze minime tra carabina e punto di azzeramento ma poi, perdendo rapidamente velocità, il divario tra linea di mira e traiettoria tende a peggiorare molto rapidamente.

35 ELEMENTI DELLA TRAIETTORIA Cosa succede se il bersaglio si trova a distanze diverse?..

36 IN FUNZIONE DELLA CAPACITÀ DI FUOCO I FUCILI SI DISTINGUONO IN: A COLPO SINGOLO: canna liscia, rigata, combinati. A RIPETIZIONE SEMPLICE: canna rigata, il caricamento avviene tramite otturatore girevole - scorrevole. SEMIAUTOMATICHE: canna liscia o rigata, erroneamente spesso chiamate automatiche, il caricamento avviene tramite recupero di parte dei gas. AUTOMATICHE: canna liscia o rigata, il caricamento avviene tramite recupero di parte dei gas ed è possibile sparare a ripetizione. Sono di esclusivo uso militare e non sono utilizzabili per la caccia.

37 FUCILI A COLPO SINGOLO A CANNA LISCIA PER LA CACCIA AL CINGHIALE SLUG BETTINSOLI (55 CM - 3 KG)

38 FUCILI A COLPO SINGOLO A CANNE MISTE E A CANNA RIGATA PER LA CACCIA AL CINGHIALE Canne miste: combinato, drilling. Canne rigate: - monocanna basculante, - doppietta o sovrapposto express,

39 COMBINATO

40

41 DRILLING

42 BASCULANTE MONOCOLPO

43 BASCULANTE MONOCOLPO

44 EXPRESS

45 FUCILI A RIPETIZIONE SEMPLICE A CANNA RIGATA PER LA CACCIA AL CINGHIALE carabina a otturatore girevole (tipo Mauser ) carabina a otturatore (tipo Blaser ) carabina a blocco cadente carabina a leva

46 CARABINA A OTTURATORE GIREVOLE (BOLT ACTION)

47 CARABINA A OTTURATORE GIREVOLE BLASER

48 CARABINA A OTTURATORE GIREVOLE TIPO BLASER

49 CARABINA A BLOCCO CADENTE (RUGER)

50 CARABINA A LEVA

51 FUCILI A RIPETIZIONE SEMIAUTOMATICA A CANNA LISCIA Fucile calibro 12 a canna liscia

52 Lezione 3 FUCILI A RIPETIZIONE SEMIAUTOMATICA A CANNA RIGATA Carabina semiautomatica, camerata nel calibro 30.06: l arma a canna rigata probabilmente più utilizzata in Italia per la caccia al cinghiale.

53 IN FUNZIONE DEL TIPO DI SISTEMA DI MIRA I FUCILI SI DISTINGUONO IN: FUCILI (A CANNA LISCIA) CON PUNTERIA METALLICA

54 FUCILI (A CANNA RIGATA) CON PUNTERIA METALLICA

55 FUCILI (A CANNA RIGATA) CON SISTEMI DI PUNTAMENTO VELOCE (PUNTI ROSSI - OLOGRAFICI - LASER)

56 SISTEMI DI PUNTAMENTO VELOCE PUNTI ROSSI E PUNTI ROSSI OLOGRAFICI Usati a occhi aperti. Non ingrandiscono il bersaglio. Punto rosso interno al sistema. Tramite batterie hanno una proiezione continua della luce sul vetro del sistema di puntamento (durata ore). Sfruttano l elaborazione delle immagini realizzata dal cervello, che sovrappone esattamente quanto percepito dall occhio sinistro (animale) con quanto percepito dall occhio destro (punto rosso). PUNTI ROSSI OLOGRAFICI Punto rosso interno al sistema. Per risparmiare energia hanno una proiezione intermittente della luce. I vuoti dell intermittenza non sono percepiti dall occhio. Alimentati da 2 batterie da 1,5 V o da 1 da 3 V. ( ore!). Tubi montabili con anelli da ottica. LASER Punto rosso esterno al sistema, proiettato con un sottile raggio laser all esterno, sino al bersaglio.

57 FUCILE A LEVA (A CANNA RIGATA) CON SISTEMA DI PUNTAMENTO VELOCE (PUNTO ROSSO)

58 FUCILI A CANNA RIGATA CON CANOCCHIALE (OTTICA)

59 ATTACCHI DEL CANNOCCHIALE

60 RETICOLI DI MIRA

61 RIFERIMENTI DISTANZIOMETRICI

62

63 BATTUTA - GIRATA - BRACCATA IN AMBIENTI CHIUSI Fucile a canna liscia (canne miste) o a canna rigata senza ottica

64 Fucile semiautomatico a canna rigata senza ottica

65 BATTUTA - (BRACCATA) - GIRATA + CERCA - ASPETTO IN AMBIENTI MISTI E APERTI Fucile a canna rigata (canne miste) con ottica

66 BATTUTA E GIRATA IN AMBIENTI MISTI Fucile a canna rigata con ottica (asportabile) (Swarovski high grid )

67 CACCIA INDIVIDUALE (CERCA E ASPETTO) Fucile a canna rigata (a canne miste) con ottica (anche fissa) a ingrandimenti fissi o variabili

68 CACCIA AL CINGHIALE: EFFETTO DEL TIRO

69 CACCIA AL CINGHIALE: EFFETTO DEL TIRO

70 L animale da abbattere fornisce la migliore prospettiva al cacciatore quando è di traverso, virtualmente perpendicolare alla linea di mira; in questa posizione il bersaglio è più vasto ed i punti vitali sono bene in vista. Il punto verso cui occorre preferibilmente indirizzare il tiro è (come per gli altri ungulati) situato appena dietro la spalla, nel punto si trova la parte alta del cuore, per cui il proiettile colpirà il muscolo cardiaco o i grossi vasi sanguigni che partono da esso determinando la pressoché istantanea morte dell animale.

71 CACCIA AL CINGHIALE: EFFETTO DEL TIRO

72

73

74

75

76

77

78 BUONE REGOLE DOPO IL TIRO Ricaricare immediatamente l arma. Restare fermi almeno 10. Lasciare un segno sul posto di tiro. Avvicinarsi all animale pronti a sparare. In caso di ferimento ricorrere a un cane da sangue.

79 GRAZIE PER L ATTENZIONE

Esame Venatorio Domande a quiz. Parte 3: ARMI DA CACCIA Agosto 2015

Esame Venatorio Domande a quiz. Parte 3: ARMI DA CACCIA Agosto 2015 Esame Venatorio Domande a quiz La presente raccolta di domande è finalizzata alla preparazione della prova teorica dell esame di caccia altoatesino. Le risposte corrette sono contrassegnate da una crocetta.

Dettagli

Munizioni non letali Portata effettiva utile (metri)

Munizioni non letali Portata effettiva utile (metri) Chi siamo Maxam Outdoors S.A. è il leader europeo per la produzione e commercializzazione delle cartucce per caccia e tiro sportivo. E una Società totalmente integrata dal punto di vista produttivo perché

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE GUARDIE GIURATE VENATORIE VOLONTARIE

CORSO DI FORMAZIONE GUARDIE GIURATE VENATORIE VOLONTARIE PROVINCIA DI RIMINI UFFICIO TUTELA FAUNISTICA HYSTRIX S.R.L. CORSO DI FORMAZIONE GUARDIE GIURATE VENATORIE VOLONTARIE Le armi e le munizioni da caccia nella legislazione vigente Acquisto, detenzione, trasporto,

Dettagli

Diametro nominale. Diametro minimo 4 23,55 23,35 23,75 8 21 20,80 21,20 10 19,50 19,30 19,70 12 18,30 18,10 18,50 14 17,40 17,20 17,60

Diametro nominale. Diametro minimo 4 23,55 23,35 23,75 8 21 20,80 21,20 10 19,50 19,30 19,70 12 18,30 18,10 18,50 14 17,40 17,20 17,60 IL CALIBRO La nozione di calibro si presta a numerosi equivoci perché assume diversi significati quali: - il diametro interno della canna - il diametro del proiettile per una data canna - il diametro convenzionale

Dettagli

Cacciare Sicuri. Regole di comportamento nell uso delle armi per la caccia al cinghiale e per ridurre i rischi in tutte le attività venatorie

Cacciare Sicuri. Regole di comportamento nell uso delle armi per la caccia al cinghiale e per ridurre i rischi in tutte le attività venatorie Cacciare Sicuri Regole di comportamento nell uso delle armi per la caccia al cinghiale e per ridurre i rischi in tutte le attività venatorie Argomenti: Regole generali di sicurezza Nozioni sulle armi da

Dettagli

Pallottole in materiale plastico per tiro ridotto

Pallottole in materiale plastico per tiro ridotto 2/8/2015 Gunny Pallottoleinmaterialeplasticopertiroridotto NuovaversioneTE IlnumerodiSettembre2003di ArmiMagazinecontieneun articolocuratodagianluca Bordinconitesteffettuaticon legunnyedidaticompletidi

Dettagli

PROVINCIA DI BARI Corso di abilitazione al controllo della fauna selvatica, armi, norme di comportamento e sicurezza

PROVINCIA DI BARI Corso di abilitazione al controllo della fauna selvatica, armi, norme di comportamento e sicurezza PROVINCIA DI BARI Corso di abilitazione al controllo della fauna selvatica, armi, norme di comportamento e sicurezza Dr. SILVIO AZARA TECNICO FAUNISTICO Interventi di controllo Ricordare sempre che quando

Dettagli

Armi. www.scuolafaunistica.it 1

Armi. www.scuolafaunistica.it 1 Armi www.scuolafaunistica.it 1 Armi proprie: destinate all offesa della persona (fucili, pistole, spade). Bianche: spade Da sparo: aria compressa. Da fuoco: Fucile, pistola. Esplosivi Sportive Tipo guerra

Dettagli

Test sul fucile d assalto

Test sul fucile d assalto Formulario 27.071 i Test sul fucile d assalto Corsa per giovani tiratori Corsa per capi di giovani tiratori Stato al 01.10.2010 NDEs 293-1995 / SAP 2542.1934 Test n o 1 sicurezze 1. Che controlli devo

Dettagli

N. Domanda Risposta A Risposta B Risposta C Risp. Esatta. E' inserito nella croce dell'asta e serve a invertire l'ordine di ricarica delle canne

N. Domanda Risposta A Risposta B Risposta C Risp. Esatta. E' inserito nella croce dell'asta e serve a invertire l'ordine di ricarica delle canne N. Domanda Risposta Risposta Risposta Risp. Esatta 1 2 3 In un fucile monogrillo dove è inserito e a cosa serve l'invertitore? omesi determina il calibro una liscia? Quale dei seguenti calibri ha una minore

Dettagli

GUIDA ALLA RICARICA DI MUNIZIONI DA PISTOLA CON PALLA GUNNY SE Calibro 9x21 IMI

GUIDA ALLA RICARICA DI MUNIZIONI DA PISTOLA CON PALLA GUNNY SE Calibro 9x21 IMI GUIDA ALLA RICARICA DI MUNIZIONI DA PISTOLA CON PALLA GUNNY SE Calibro 9x21 IMI -1- -2- Innanzitutto procedere alla ricalibratura dei bossoli (foto 1). Si dovranno scegliere i più adatti allo scopo. Il

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE RUGGERI, POLI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE RUGGERI, POLI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 5355 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI RUGGERI, POLI Modifica degli articoli 2 e 3 della legge 25 marzo 1986, n. 85, in materia

Dettagli

Test sul campo La torretta Zeiss Asv+

Test sul campo La torretta Zeiss Asv+ Test sul campo La torretta Zeiss Asv+ La torrett a E cosa c è di meglio che provarla da zero fino a 540 metri con il cannocchiale Victory 4-1x56? A Ulfborg, in Danimarca, nel poligono che è una sorta di

Dettagli

LA TEMPESTA PERFETTA. pistole. le prove del mese

LA TEMPESTA PERFETTA. pistole. le prove del mese le prove del mese pistole LA TEMPESTA PERFETTA Abbiamo provato il prototipo della BCM Storm calibro 9x21, pistola semiautomatica destinata a creare una famiglia di armi da difesa e per uso di servizio

Dettagli

ARMI BASCULANTI E SEMIAUTOMATICHE MARZO 2011

ARMI BASCULANTI E SEMIAUTOMATICHE MARZO 2011 ARMI BASCULANTI E SEMIAUTOMATICHE MARZO 2011 CONSORZIO ARMAIOLI ITALIANI Pagina 1 23/03/2011 INTRODUZIONE Il Corso Tecnica Costruttiva delle armi sportive si propone di far conoscere, approfondire e/o

Dettagli

TRE SUCCESSI PER CACCIA E TIRO

TRE SUCCESSI PER CACCIA E TIRO GUALANDI PROIETTILI CALIBRO 12 TRE SUCCESSI PER CACCIA E TIRO Nel quadro delle nuove prove effettuate sulla ricarica del calibro 12 per canna liscia, l'occasione fornita dalla nota Ditta di Idice (Bologna),

Dettagli

Come il lupo cambia il comportamento dei cinghiali

Come il lupo cambia il comportamento dei cinghiali www.lacacciaalcinghiale.com LA CACCIA AL LA CACCIA AL Caccia all estero Turchia: il regno degli «Attila» Come il lupo cambia il comportamento dei cinghiali Regioni Umbria Toscana Basilicata Armi Browning

Dettagli

Traduzione di Cecilia Frasca

Traduzione di Cecilia Frasca Riportiamo qui di seguito il testo tradotto dell articolo Les cartouches sans plomb, tratto dal sito www. http://www.oncfs.gouv.fr dell Office National de la Chasse et de la Faune Sauvage, datato 2004.

Dettagli

Sapore antico. Se volete cacciare le prede europee, Pedersoli Kodiak Mk IV calibro.45-70

Sapore antico. Se volete cacciare le prede europee, Pedersoli Kodiak Mk IV calibro.45-70 f u c i l i a c a n n a r i g a t a di Vittorio Balzi prova Pedersoli Kodiak Mk IV calibro.45-70 Sapore antico Se volete cacciare le prede europee, con calibri più che adeguati, senza spendere una fortuna

Dettagli

Provincia di Sondrio

Provincia di Sondrio Regolamento per il controllo della fauna selvatica e inselvatichita, delle forme domestiche di specie selvatiche e delle forme inselvatichite di specie domestiche Approvato con deliberazione di consiglio

Dettagli

GARA DI TIRO CON CARABINA 1 TROFEO PROVINCIA DI BERGAMO

GARA DI TIRO CON CARABINA 1 TROFEO PROVINCIA DI BERGAMO PROVINCIA DI BERGAMO SETTORE CACCIA PESCA E SPORT Servizio CACCIA E PESCA Via San Giorgio 5/a - 24121 BERGAMO Tel. 035-387.458 - Fax 035-387.582 e-mail: segreteria.faunistico@provincia.bergamo.it sito

Dettagli

CArtUCCE GECO - ALL YOU NEED

CArtUCCE GECO - ALL YOU NEED Cartucce GECO - ALL YOU NEED GECO - T U T T O CIO CHE SER V E GECO è il sinonimo di una moderna linea di munizioni per ogni possibile utilizzo nella caccia e nello sport. Più di 100 anni di esperienza

Dettagli

LASER: pro e contro nel loro impiego tattico

LASER: pro e contro nel loro impiego tattico LASER: pro e contro nel loro impiego tattico Si sa! E da ormai molti anni che questo simpatico accessorio la fa da padrone nei più diffusi e costosi film d azione o action movie per dirla all americana.

Dettagli

Uno shotgun per uscire in pattuglia.

Uno shotgun per uscire in pattuglia. Uno shotgun per uscire in pattuglia. di BOTTERI Giovanni - GELFI Eros GRuppo Istruttori Formazione Operativa Polizia Provinciale di Brescia Sinossi introduttiva all utilizzo di armi lunghe in servizio.

Dettagli

il tiro ad avancarica a media - lunga distanza Agna 29 settembre 2012

il tiro ad avancarica a media - lunga distanza Agna 29 settembre 2012 il tiro ad avancarica a media - lunga distanza Agna 29 settembre 2012 Short Middle Long Range Fino a 300 y. corta distanza Da 300 a 600 y. media distanza Oltre 600 y. lunga distanza -----------------------------------------------------------

Dettagli

QUOTA MILLE. le prove del mese

QUOTA MILLE. le prove del mese le prove del mese c a r a b i n e QUOTA MILLE Il tiro sulla lunga distanza fa proseliti in tutto il mondo; possiamo dire con un certo orgoglio che l italiana BCM Europearms costruisce la carabina F-Class

Dettagli

NOZIONI DI OPLOLOGIA. IN PARTICOLARE, RICOSTRUZIONE ANCHE INDIRETTA E PARZIALE DEL NUMERO DI MATRICOLA DI UN ARMA

NOZIONI DI OPLOLOGIA. IN PARTICOLARE, RICOSTRUZIONE ANCHE INDIRETTA E PARZIALE DEL NUMERO DI MATRICOLA DI UN ARMA NOZIONI DI OPLOLOGIA. IN PARTICOLARE, RICOSTRUZIONE ANCHE INDIRETTA E PARZIALE DEL NUMERO DI MATRICOLA DI UN ARMA Relatore: ing. Manlio AVERNA perito balistico Premesse La presente dissertazione ha lo

Dettagli

1 Campionato Italiano OPEN TIRO DI CAMPAGNA Su Sagoma di Camoscio Individuale a 200 mt. REGOLAMENTO TECNICO 2013

1 Campionato Italiano OPEN TIRO DI CAMPAGNA Su Sagoma di Camoscio Individuale a 200 mt. REGOLAMENTO TECNICO 2013 1 Campionato Italiano OPEN TIRO DI CAMPAGNA Su Sagoma di Camoscio Individuale a 200 mt. REGOLAMENTO TECNICO 2013 ART.1 SCOPI 1.1 La FIDASC, nell ambito dei propri fini istituzionali (art. 2 dello Statuto),organizza

Dettagli

Manuale di istruzioni MEOPTA ZD 6-24X56 RD

Manuale di istruzioni MEOPTA ZD 6-24X56 RD Manuale di istruzioni MEOPTA ZD 6-24X56 RD Manuale di istruzioni per l ottica Meopta Zd 6-24x56 Rd ATTENZIONE Mai guardare direttamente verso il sole attraverso il cannocchiale Grazie per la fiducia accordata

Dettagli

8x38 SUPER AUTO. revolver. le prove del mese

8x38 SUPER AUTO. revolver. le prove del mese revolver 8x38 SUPER AUTO Otto colpi di 38 Super Auto: nessun revolver aveva mai fornito questa possibilità. Ci ha pensato la S&W con questa versione del modello 627 prodotta dal suo Performance Center.

Dettagli

Ad uso esclusivo d Ufficio

Ad uso esclusivo d Ufficio Ad uso esclusivo d Ufficio A cura del Dr. MARTINO Farneti Vice Questore Agg. Della Polizia di Stato Menbro Forensic Science Society Con la c ollaborazione dell Ispettore Superiore Di Fabio Massimo Con

Dettagli

Catalogo delle domande per l'esame teorico sulle armi

Catalogo delle domande per l'esame teorico sulle armi Catalogo delle domande per l'esame teorico sulle armi Tema N 1: Generalità e legislazione Tema N. 1 1 Quali armi sono permesse per l'esercizio della caccia alta? Fucili a palla, con una sola canna, senza

Dettagli

Che botte, ragazzi! Questa è l espressione classica alla

Che botte, ragazzi! Questa è l espressione classica alla 132 Che botte, ragazzi! di Fabio Ferrari Da oltre un secolo i fucili a leva Marlin e il calibro.45-70 Government regalano soddisfazioni e dispensano emozioni a cacciatori e appassionati. Abbiamo deciso

Dettagli

Prefazione SOMMARIO SICUREZZA... 2 LESSICO... 3. Manuale per principianti del tiratore sportivo 1

Prefazione SOMMARIO SICUREZZA... 2 LESSICO... 3. Manuale per principianti del tiratore sportivo 1 Manuale per principianti del tiratore sportivo 1 Prefazione Siate i benvenuti in questo sport che siamo convinti vi darà molto piacere e molte soddisfazioni. Il Tiro Sportivo, sia che lo pratichiate come

Dettagli

Esame teorico sulle armi

Esame teorico sulle armi Ufficio per la caccia e la pesca dei Grigioni Esame d'idoneità dei cacciatori nel Cantone dei Grigioni Esame teorico sulle armi Catalogo delle domande 2012 Brosch_ital.indd 1 21.10.2011 10:55:05 23 Brosch_ital.indd

Dettagli

Riferimenti legislativi

Riferimenti legislativi Riferimenti legislativi NORMATIVE SULLA CACCIA Fauna09 abbattimento cattura - teleanestesia.odp 18/3/2015 comunitarie 79/409/CEE Nazionali 157/1992 Direttiva 79/409/CEE del Consiglio, del 2 aprile 1979,

Dettagli

UITS REGOLAMENTO CAMPIONATO ITALIANO EX ORDINANZA 100 mt 2010 NORME GENERALI

UITS REGOLAMENTO CAMPIONATO ITALIANO EX ORDINANZA 100 mt 2010 NORME GENERALI UITS REGOLAMENTO CAMPIONATO ITALIANO EX ORDINANZA 100 mt 2010 NORME GENERALI AI CAMPIONATI SONO AMMESSI I SOCI TESSERATI UITS ED ISCRITTI AD UNA SEZIONE T.S.N. Armi Modelli di armi adottate fino al 1955

Dettagli

1 Campionato Italiano TIRO DI CAMPAGNA CON ARMI A CANNA RIGATA 50 mt. su sagoma corrente REGOLAMENTO TECNICO 2015

1 Campionato Italiano TIRO DI CAMPAGNA CON ARMI A CANNA RIGATA 50 mt. su sagoma corrente REGOLAMENTO TECNICO 2015 1 Campionato Italiano TIRO DI CAMPAGNA CON ARMI A CANNA RIGATA 50 mt. su sagoma corrente REGOLAMENTO TECNICO 2015 ART.1 SCOPI 1.1 La FIDASC, nell ambito dei propri fini istituzionali (art. 2 dello Statuto),

Dettagli

Tavole balistiche polveri maxam

Tavole balistiche polveri maxam Tavole balistiche polveri maxam Le polveri CSB nei caricamenti per arma corta Introduzione Le polveri CSB sono conosciute ed apprezzate da anni dai cacciatori e dai tiratori di tutto il mondo, per il

Dettagli

AUTOLIVELLI (orizzontalità ottenuta in maniera automatica); LIVELLI DIGITALI (orizzontalità e lettura alla stadia ottenute in maniera automatica).

AUTOLIVELLI (orizzontalità ottenuta in maniera automatica); LIVELLI DIGITALI (orizzontalità e lettura alla stadia ottenute in maniera automatica). 3.4. I LIVELLI I livelli sono strumenti a cannocchiale orizzontale, con i quali si realizza una linea di mira orizzontale. Vengono utilizzati per misurare dislivelli con la tecnica di livellazione geometrica

Dettagli

Allegato B alla deliberazione consiliare n 27 del 29 giugno 2009

Allegato B alla deliberazione consiliare n 27 del 29 giugno 2009 Allegato B alla deliberazione consiliare n 27 del 29 giugno 2009 REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DEGLI ESAMI PER IL CONSEGUIMENTO DELL ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO VENATORIO PRESSO L AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE

Dettagli

CLAUDIO LO CURTO ARMI DA GUERRA, ARMI TIPO GUERRA, ARMI COMUNI, MUNIZIONI DA GUERRA E MUNIZIONI COMUNI DA SPARO

CLAUDIO LO CURTO ARMI DA GUERRA, ARMI TIPO GUERRA, ARMI COMUNI, MUNIZIONI DA GUERRA E MUNIZIONI COMUNI DA SPARO CLAUDIO LO CURTO ARMI DA GUERRA, ARMI TIPO GUERRA, ARMI COMUNI, MUNIZIONI DA GUERRA E MUNIZIONI COMUNI DA SPARO (Sentenza GUP Tribunale Lanusei n.31/05) TODINI EDITORE - SASSARI 2009 N. 9 della Collana

Dettagli

Regolamento tiro cantonale ticinese di caccia

Regolamento tiro cantonale ticinese di caccia Regolamento Tiro Ticinese di Caccia versione 2015 1 Regolamento tiro cantonale ticinese di caccia versione: 3.0.6 2015 il presente regolamento sostituisce tutte le versioni precedenti. Regolamento Tiro

Dettagli

LA CANNA LISCIA LA CARTUCCIA A PALLINI. Benelli armi La canna liscia

LA CANNA LISCIA LA CARTUCCIA A PALLINI. Benelli armi La canna liscia LA CANNA LISCIA LA CARTUCCIA A PALLINI Il calibro Il calibro del fucile a canna liscia e delle munizioni in esso utilizzate deriva da una vecchia consuetudine inglese ed indica il numero di sfere con diametro

Dettagli

Manuale di istruzioni. Hatsan Bt65

Manuale di istruzioni. Hatsan Bt65 Manuale di istruzioni Hatsan Bt65 LEGGERE QUESTO MANUALE PRIMA DI UTILIZZARE LA CARABINA Grazie per aver scelto la carabina ad aria precompressa Hatsan Bt65. Agite sempre con prudenza quando si maneggia

Dettagli

Reload Swiss RS, la nuova polvere da ricarica dalla Svizzera

Reload Swiss RS, la nuova polvere da ricarica dalla Svizzera Edizione Febbraio 2015 2 Reload Swiss RS, la nuova polvere da ricarica dalla Svizzera Che le nostri polveri propellenti da ricarica soddisfino le vostre esigenze in termini di potenza, precisione e affidabilità

Dettagli

ABBIAMO TESTATO il BENELLI RAFFAELLO POWER BORE

ABBIAMO TESTATO il BENELLI RAFFAELLO POWER BORE F uci li ABBIAMO TESTATO il BENELLI RAFFAELLO POWER BORE Sono giunte in redazione diversi messaggi che ci chiedevano pareri su azione e prestazioni del nuovo Raffaello. Un Test dal vivo, è ovvio, fa toccare

Dettagli

MECCANICA. 2. Un sasso cade da fermo da un grattacielo alto 100 m. Che distanza ha percorso dopo 2 secondi?

MECCANICA. 2. Un sasso cade da fermo da un grattacielo alto 100 m. Che distanza ha percorso dopo 2 secondi? MECCANICA Cinematica 1. Un oggetto che si muove di moto circolare uniforme, descrive una circonferenza di 20 cm di diametro e compie 2 giri al secondo. Qual è la sua accelerazione? 2. Un sasso cade da

Dettagli

Armi comuni da caccia Parti di armi

Armi comuni da caccia Parti di armi Armi comuni da caccia: tutte le armi lunghe da fuoco usabili per cacciare in Italia e cioè quelle lunghe, sia a canna liscia (purché il calibro non sia più grande del 12; quindi non sono da caccia i calibri

Dettagli

Il safari IntellIgente

Il safari IntellIgente PROVA Canna rigata Ruger M77 Hawkeye african calibro.375 Ruger Il safari IntellIgente Una carabina solida, affidabile ed economica per insidiare i pachidermi africani, camerata per una cartuccia che reinventa

Dettagli

Metodi d allenamento

Metodi d allenamento Metodi d allenamento Pistola ad aria compressa Pistola libera Pistola sportiva (mirato) 8 1 2 destra 7 3 destra 6 5 4 destra Traduzione di Sabine Marta Unione Italiana Tiro a Segno Indice 1. Metodi generali

Dettagli

Fucili canna liscia. Franchi Feeling Sporting. Sovrapposto specifico da divertimento. Caccia Passione 47

Fucili canna liscia. Franchi Feeling Sporting. Sovrapposto specifico da divertimento. Caccia Passione 47 Caccia Passione 46 Fucili canna liscia Franchi Feeling Sporting Sovrapposto specifico da divertimento Caccia Passione 47 Franchi Feeling Sporting Sovrapposto specifico da divertimento La linea dei sovrapposti

Dettagli

C A R T UCC E A PA L L I N I

C A R T UCC E A PA L L I N I C A R T UCC E A PA L L I N I Indice Il marchio Rottweil 2 Un premio Nobel per le munizioni 3 La cartuccia Rottweil e i suoi componenti 4 Waidmannsheil cartone 8 Magnum 8 Jagd braun Streu 10 Supertrap 24

Dettagli

CARTUCCE DA CACCIA. I punti sono:

CARTUCCE DA CACCIA. I punti sono: Tutto il materiale di balistica venatoria contenuto in questo lungo articolo, frutto di cultura del settore ed esperienza sul campo, è stato prodotto e gentilmente messoci a disposizione dall Ing Claudio

Dettagli

Avancarica e sicurezza

Avancarica e sicurezza 150/155 - Avancarica (6) 12-07-2006 16:43 Pagina 150 Avancarica Avancarica e sicurezza L uso delle armi ad avancarica è molto semplice e diver tente. Ciò non esclude che il tiratore debba sempre osser

Dettagli

dell ottica. Altro elemento di spicco nel raggiungere la massima precisione è la canna:

dell ottica. Altro elemento di spicco nel raggiungere la massima precisione è la canna: Prova canna rigata Thompson Center Icon Walnut calibro 30 T/C L Testo di Ruggero Pettinelli, foto di Matteo Galuzzi a carabina Thompson center Icon è uno dei primi tentativi dell azienda americana nel

Dettagli

VETRI DI SICUREZZA LE NORMATIVE CONSIDERAZIONI

VETRI DI SICUREZZA LE NORMATIVE CONSIDERAZIONI VETRI DI SICUREZZA LE NORMATIVE Il Decreto Ministeriale n. 115 del 17/3/95 recepisce la direttiva 92/59 CEE e rende obbligatoria l osservanza della normativa UNI 7697. Tale normativa al punto 7.2.1. specifica

Dettagli

L'ACQUISTO DELLE ''ARMI COMUNI DA SPARO''

L'ACQUISTO DELLE ''ARMI COMUNI DA SPARO'' PER IL CONTENUTO DI QUESTA SEZIONE SI RINGRAZIA LA RIVISTA ARMI MAGAZINE CHE HA MESSO A DISPOSIZIONE LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELL'ARTICOLO ''COMPRARE UN'ARMA'' AGGIORNATO A OTTOBRE 2004 L'ACQUISTO DELLE

Dettagli

MODALITÀ DI ESECUZIONE DELLE PROVE

MODALITÀ DI ESECUZIONE DELLE PROVE ENDURANCE TEST Ogni volta che sviluppiamo un nuovo modello lo facciamo mirando in alto, ovvero puntando al miglioramento continuo e all eccellenza. Se resa balistica, eleganza, innovazione e alta tecnologia

Dettagli

Edoardo Mori. con la partecipazione straordinaria di Carlo Palazzini. www.studionet.it/mori/ format FREE. elementienti

Edoardo Mori. con la partecipazione straordinaria di Carlo Palazzini. www.studionet.it/mori/ format FREE. elementienti Edoardo Mori con la partecipazione straordinaria di Carlo Palazzini www.studionet.it/mori/ Internet Distributed Booklet PDF format FREE elementi elementienti DI BALISTICA ! " # $ & ' (& & " # )*+, '-.

Dettagli

Che cosa è la fisica? Per arrivare ad una legge fisica si fa un insieme di cose pratiche (procedura) che si chiama metodo scientifico.

Che cosa è la fisica? Per arrivare ad una legge fisica si fa un insieme di cose pratiche (procedura) che si chiama metodo scientifico. 01 Che cosa è la fisica? In questa lezione iniziamo a studiare questa materia chiamata fisica. Spesso ti sarai fatto delle domande su come funziona il mondo e le cose che stanno attorno a te. Il compito

Dettagli

n matr.145817 23. 01. 2003 ore 8:30-10:30

n matr.145817 23. 01. 2003 ore 8:30-10:30 Matteo Vecchi Lezione del n matr.145817 23. 01. 2003 ore 8:30-10:30 Il Moto Esterno Con il termine moto esterno intendiamo quella branca della fluidodinamica che studia il moto dei fluidi attorno ad un

Dettagli

L invenzione. Il progettista Leonardo Penna alla. QS Armi 102 KP cal. 7 Penna

L invenzione. Il progettista Leonardo Penna alla. QS Armi 102 KP cal. 7 Penna CORTE L invenzione di Leonardo QS Armi 102 KP cal. 7 Penna Il progettista Leonardo Penna alla fine degli anni 90 decise di creare una cartuccia che fosse capace di colmare il vuoto che esisteva tra le

Dettagli

UITS REGOLAMENTO TROFEO EX ORDINANZA DI TIRO RIDOTTO A METRI 50 CALENDARIO GARE 2014 NORME GENERALI 2014

UITS REGOLAMENTO TROFEO EX ORDINANZA DI TIRO RIDOTTO A METRI 50 CALENDARIO GARE 2014 NORME GENERALI 2014 UITS REGOLAMENTO TROFEO EX ORDINANZA DI TIRO RIDOTTO A METRI 50 Soave 8 9 Marzo Negrar 17 18 Maggio Verona 7 8 Giugno Bardolino 12 13 Luglio Cerea 6 7 Settembre Caprino Veronese 18 19 Ottobre CALENDARIO

Dettagli

Istruzioni per montaggio e regolazione della pressa con torretta a tre o quattro fori.

Istruzioni per montaggio e regolazione della pressa con torretta a tre o quattro fori. Istruzioni per montaggio e regolazione della pressa con torretta a tre o quattro fori. Dies Pomello in legno Bullone(3 in dotazione) Anello di montaggio della torretta Torretta a 3 o 4 fori Leva Colonnine

Dettagli

Unità didattica 3. Il moto. Competenze. 1 Il moto è relativo. 2 La velocità scalare e la velocità vettoriale

Unità didattica 3. Il moto. Competenze. 1 Il moto è relativo. 2 La velocità scalare e la velocità vettoriale Unità didattica 3 Il moto Competenze Riconoscere e descrivere i principali tipi di moto. Definire la velocità scalare e vettoriale e l accelerazione scalare e vettoriale. Descrivere il moto rettilineo

Dettagli

Costruirsi un cannocchiale galileiano

Costruirsi un cannocchiale galileiano Costruirsi un cannocchiale galileiano I. INFORMAZIONI PRELIMINARI - IL PRINCIPIO OTTICO Un cannocchiale galileiano impiega due sole lenti. La lente obbiettiva è convergente (piano-convessa), la lente oculare

Dettagli

Il vostro standard di precisione con Bosch: Strumenti di misura.

Il vostro standard di precisione con Bosch: Strumenti di misura. Il vostro standard di precisione con Bosch: Strumenti di misura. Misurazione PLR 25, PLR 50 e PMB 300 L. Livellamento PCL 10, PCL 20, PLT 2 e PLL 5. Rilevazione PDO Multi e PDO 6. 1619GU1018 I Stampato

Dettagli

Le polveri da caccia.

Le polveri da caccia. Le polveri da caccia. Quella che segue è la traduzione di una serie d articoli usciti in una rivista di caccia Greca agli inizi del 2000. Ho cercato, nel mio piccolo, di tradurre al meglio tutta la serie

Dettagli

Un sistema estremamente flessibile e modulare creato appositamente per permettervi di progettare e creare supporti di ogni tipo, con accessori che vi

Un sistema estremamente flessibile e modulare creato appositamente per permettervi di progettare e creare supporti di ogni tipo, con accessori che vi 132 Un sistema estremamente flessibile e modulare creato appositamente per permettervi di progettare e creare supporti di ogni tipo, con accessori che vi permetteranno di risolvere singoli problemi specifici

Dettagli

Manuale di Istruzioni

Manuale di Istruzioni Manuale di Istruzioni Introduzione Il modello GA-92XT della famiglia dei magnetometri, localizza il campo magnetico di oggetti ferromagnetici. Rispondono alla differenza di campo magnetico tra i due sensori

Dettagli

Distanziometri laser Bosch: maggiore portata, maggiore funzionalità

Distanziometri laser Bosch: maggiore portata, maggiore funzionalità 30 Distanziometri laser 4 Distanziometri laser Bosch: maggiore portata, maggiore funzionalità =0 360 Sensore di inclinazione a 360 Facilita il lavoro e amplia ulteriormente le funzionalità del GLM 80 Professional.

Dettagli

INVESTARM s.p.a. MANUALE D ISTRUZIONI PER L USO DI FUCILI E PISTOLE AD AVANCARICA AVVERTENZE POLVERE NERA CARICHE MASSIME CARICAMENTO DELL ARMA

INVESTARM s.p.a. MANUALE D ISTRUZIONI PER L USO DI FUCILI E PISTOLE AD AVANCARICA AVVERTENZE POLVERE NERA CARICHE MASSIME CARICAMENTO DELL ARMA INVESTARM s.p.a. MANUALE D ISTRUZIONI PER L USO DI FUCILI E PISTOLE AD AVANCARICA AVVERTENZE POLVERE NERA CARICHE MASSIME CARICAMENTO DELL ARMA - Caricamento della palla tonda con pezza - Caricamento del

Dettagli

Velocissimo. Precisissimo. Autolivellante. Manovrabile con una mano sola.

Velocissimo. Precisissimo. Autolivellante. Manovrabile con una mano sola. NOVITÀ Puntatore a 4 raggi laser LA-4P Velocissimo. Precisissimo. Autolivellante. Manovrabile con una mano sola. 1 Un pulsante Premere una volta 3 laser e partire Qui si accende lo STABILA LA-4P. Il laser

Dettagli

Quando è la munizione a decidere

Quando è la munizione a decidere Quando è la munizione a decidere AFFIDABILI I PRECISE I NON DANNOSE PER LE CANNE I EFFICACI I INNOVATIVE 1 Quando Munizione è la a decidere Ecco perché da generazioni i cacciatori si affidano a RWS. Da

Dettagli

SCELTA DEL TIPO DI FRESA

SCELTA DEL TIPO DI FRESA LAVORAZIONE CON FRESE A CANDELA SCELTA DEL TIPO DI FRESA La scelta del tipo di fresa a candela dipende dal grado di tolleranza e finitura superficiale richiesti. Utilizzare una fresa riaffilabile per applicazioni

Dettagli

DELL UNIONE ITALIANA TIRO A SEGNO

DELL UNIONE ITALIANA TIRO A SEGNO VADEMECUM ATTIVITÀ ISTITUZIONA LE DELL UNIONE ITALIANA TIRO A SEGNO N O R M A T I V A T E C N I C A D E L L E A R M I M A N I P O L A Z I O N I D A R M A T E C N I C H E D I T I R O -edizione 2014- INDICE

Dettagli

Assumere con il corpo una posizione leggermente trasversale rispetto al bersaglio (ved figura).

Assumere con il corpo una posizione leggermente trasversale rispetto al bersaglio (ved figura). COMPOSIZIONE DELLE ARMI DA FUOCO CORTE Pistola semi automatica Fusto Impugnatura Grilletto e congegno di scatto Caricatore Pulsante o leva di sbloccaggio del caricatore Pulsante o leva di inserimento della

Dettagli

1 Giochi d ombra [Punti 10] 2 Riscaldatore elettrico [Punti 10] AIF Olimpiadi di Fisica 2015 Gara di 2 Livello 13 Febbraio 2015

1 Giochi d ombra [Punti 10] 2 Riscaldatore elettrico [Punti 10] AIF Olimpiadi di Fisica 2015 Gara di 2 Livello 13 Febbraio 2015 1 Giochi d ombra [Punti 10] Una sorgente di luce rettangolare, di lati b e c con b > c, è fissata al soffitto di una stanza di altezza L = 3.00 m. Uno schermo opaco quadrato di lato a = 10cm, disposto

Dettagli

The Leatherwood Camputer Automati Ranging Trjectory Scope MANUALE DI ISTRUZIONI E TABELLE DI TARATURA CAMME SPECIFICHE M-1000

The Leatherwood Camputer Automati Ranging Trjectory Scope MANUALE DI ISTRUZIONI E TABELLE DI TARATURA CAMME SPECIFICHE M-1000 The Leatherwood Camputer Automati Ranging Trjectory Scope MANUALE DI ISTRUZIONI E TABELLE DI TARATURA CAMME SPECIFICHE M-1000 Potenza: variabile 2.5-10 Lunghezza: 39.3 cm Distanza focale: 7,62-9,7 cm Attacco:

Dettagli

MANUALE DI FUNZIONAMENTO. Modello BHT 10440 Durometro Brinell Portatile

MANUALE DI FUNZIONAMENTO. Modello BHT 10440 Durometro Brinell Portatile MANUALE DI FUNZIONAMENTO Modello BHT 10440 Durometro Brinell Portatile 1. Introduzione Questo è un durometro portatile di tipo Brinell. È progettato in accordo con il metodo dinamico di prova di durezza.

Dettagli

Prova comparativa pistole semiautomatiche Glock 21 calibro.45 acp e Glock 37 calibro.45 Gap

Prova comparativa pistole semiautomatiche Glock 21 calibro.45 acp e Glock 37 calibro.45 Gap La 21 e la 37 sono le full size Glock di maggiore calibro: camerate rispettivamente in.45 acp e.45 Glock, sono elettivamente destinate all utenza professionale e, in generale, a chi predilige l aspetto

Dettagli

Prof. Duilio Tazzi Le Canne Fumarie. LE CANNE FUMARIE

Prof. Duilio Tazzi Le Canne Fumarie. LE CANNE FUMARIE LE CANNE FUMARIE Il camino, o canna fumaria, è il componente dell impianto termico che serve principalmente a smaltire i prodotti della combustione del generatore di calore nell atmosfera. Per tracciare

Dettagli

UITS REGOLAMENTO TROFEO EX ORDINANZA DI TIRO RIDOTTO A METRI 50 CALENDARIO GARE 2015 NORME GENERALI 2015

UITS REGOLAMENTO TROFEO EX ORDINANZA DI TIRO RIDOTTO A METRI 50 CALENDARIO GARE 2015 NORME GENERALI 2015 UITS REGOLAMENTO TROFEO EX ORDINANZA DI TIRO RIDOTTO A METRI 50 CALENDARIO GARE 2015 Soave 25 26 Aprile Verona 2 3 Maggio Cerea 6 7 Giugno Bardolino Luglio Negrar 12 13 Settembre Caprino Veronese 11 Ottobre

Dettagli

PROPULSORE A FORZA CENTRIFUGA

PROPULSORE A FORZA CENTRIFUGA PROPULSORE A FORZA CENTRIFUGA Teoria Il propulsore a forza centrifuga, è costituito essenzialmente da masse rotanti e rivoluenti attorno ad un centro comune che col loro movimento circolare generano una

Dettagli

ITALIAN DOWN THE LINE 15 mt.

ITALIAN DOWN THE LINE 15 mt. ITALIAN DOWN THE LINE 15 mt. TRAP AMERICANO IT. La funzione primaria di questo regolamento, è quella di organizzare, disciplinare, promuovere e sviluppare, anche in Italia, il TRAP AMERICANO. Lo scopo

Dettagli

Eurocodici Strutturali

Eurocodici Strutturali Eurocodici Strutturali 5 Capitolo Strutture in acciaio Rappresentazione saldature Unificazione viti/bulloni Indicazioni pratiche collegamenti bullonati Rappresentazione bullonature Caratteristiche dimensionali

Dettagli

ISTRUZIONI GENERALI DI SICUREZZA La Zoli Antonio Srl non sarà in alcun modo responsabile nel caso di danni a cose o persone imputabili a : - - -

ISTRUZIONI GENERALI DI SICUREZZA La Zoli Antonio Srl non sarà in alcun modo responsabile nel caso di danni a cose o persone imputabili a : - - - Il modello da voi acquistato è stato studiato e realizzato per soddisfare i cacciatori e i tiratori più esigenti. Con l acquisto di una carabina della serie AZ 1900 siete diventati proprietari di un ottima

Dettagli

Classe 3^ - Tecnologie mecc. di proc. e prod. - UdA n 2: Materia e Materiali - Prova di durezza Vickers DUREZZA

Classe 3^ - Tecnologie mecc. di proc. e prod. - UdA n 2: Materia e Materiali - Prova di durezza Vickers DUREZZA DUREZZA La durezza é comunemente intesa come la resistenza di un materiale a lasciarsi penetrare da un corpo più duro. Su tale principio si basano le più importanti prove di durezza: Brinell, Rockwell,

Dettagli

MB X 32. (Baschieri & Pellagri Bologna) CALIBRO BOSSOLO INNESCO DOSE POLVERE IN GRAMMI DOSE PALLINI ORLATURA BORRAGGIO DI PLASTICA

MB X 32. (Baschieri & Pellagri Bologna) CALIBRO BOSSOLO INNESCO DOSE POLVERE IN GRAMMI DOSE PALLINI ORLATURA BORRAGGIO DI PLASTICA 1 MB X 32 (Baschieri & Pellagri Bologna) 12/70 616/CX 2000 1,70/1,75 1,80/1,85 33/34 STELLARE 12/70 615/U.686 1,80 1,85/1,90 34/36 STELLARE 12/70 616/CX 2000 1,80/1,85 1,90/1,95 35/36 TONDA 12/67 616/CX

Dettagli

Macchine semplici. Vantaggi maggiori si ottengono col verricello differenziale (punto 5.5.) e col paranco differenziale (punto 5.6).

Macchine semplici. Vantaggi maggiori si ottengono col verricello differenziale (punto 5.5.) e col paranco differenziale (punto 5.6). Macchine semplici Premessa Lo studio delle macchine semplici si può considerare come una fase propedeutica allo studio delle macchine composte, poiché il comportamento di molti degli organi che compongono

Dettagli

Appunti di BALISTICA. ( Interna - Esterna - Terminale. Silenziatori - Tavole Balistiche )

Appunti di BALISTICA. ( Interna - Esterna - Terminale. Silenziatori - Tavole Balistiche ) Appunti di BALISTICA ( Interna - Esterna - Terminale Silenziatori - Tavole Balistiche ) Aprile 1998 1 BALISTICA INTERNA La balistica interna studia i fenomeni che accadono dal momento della percussione

Dettagli

DINAMICA DELL ASSETTO IN UN AUTOMODELLO RC

DINAMICA DELL ASSETTO IN UN AUTOMODELLO RC DINAMICA DELL ASSETTO IN UN AUTOMODELLO RC INDICE 1 ANGOLO DI CAMBER STATICO Pag. 2 1.1 Indicazioni Generali per Avantreno e Retrotreno Pag. 2 1.2 Camber Avantreno Pag. 2 1.3 Camber Retrotreno Pag. 2 2

Dettagli

sommario Conoscere il corpo umano il mio registro 4 Chi sono 4 Come sono 5 Prove di valutazione 8

sommario Conoscere il corpo umano il mio registro 4 Chi sono 4 Come sono 5 Prove di valutazione 8 sommario Conoscere il corpo umano il mio registro 4 Chi sono 4 Come sono 5 Prove di valutazione 8 SCHEDE di valutazione 22 Classe prima 22 Classe seconda 25 Classe terza 28 Prove di abilità motorie e sportive

Dettagli

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- EFFRAZIONE CERTIFICAZIONI CHE COS È IL MARCHIO A2P? A2P, MARCHIO COLLETTIVO DESTINATO AD IDENTIFICARE I PRODOTTI CERTIFICATI DAL CNPP, RIGUARDA ATTUALMENTE: >LE SERRATURE PER EDIFICI >LE CASSEFORTI >LE

Dettagli

Livellazione Geometrica Strumenti per la misura dei dislivelli

Livellazione Geometrica Strumenti per la misura dei dislivelli Università degli studi di Brescia Facoltà di Ingegneria Corso di Topografia A Nuovo Ordinamento Livellazione Geometrica Strumenti per la misura dei dislivelli Nota bene: Questo documento rappresenta unicamente

Dettagli

CORPO GIREVOLE ATTORNO AD UN ASSE E MOMENTI. TORNA ALL'INDICE

CORPO GIREVOLE ATTORNO AD UN ASSE E MOMENTI. TORNA ALL'INDICE CORPO GIREVOLE ATTORNO AD UN ASSE E MOMENTI. TORNA ALL'INDICE Consideriamo adesso un corpo esteso, formato da più punti, e che abbia un asse fisso, attorno a cui il corpo può ruotare. In questo caso l

Dettagli

Le macchine come sistemi tecnici

Le macchine come sistemi tecnici Le macchine come sistemi tecnici L industrializzazione dell Europa e iniziata grazie alla comparsa di macchine capaci di trasformare energia termica in energia meccanica. Un motore a vapore e un esempio

Dettagli

Risultati questionario Forze

Risultati questionario Forze Risultati questionario Forze Media: 7.2 ± 3.3 Coeff. Alpha: 0.82 Frequenza risposte corrette Difficoltà domande 18 16 14 12 10 8 6 4 2 0 25% 42% 75% 92% 100% % corrette 100% 90% 80% 70% 60% 50% 40% 30%

Dettagli

Esercizi su elettrostatica, magnetismo, circuiti elettrici, interferenza e diffrazione

Esercizi su elettrostatica, magnetismo, circuiti elettrici, interferenza e diffrazione Esercizi su elettrostatica, magnetismo, circuiti elettrici, interferenza e diffrazione 1. L elettrone ha una massa di 9.1 10-31 kg ed una carica elettrica di -1.6 10-19 C. Ricordando che la forza gravitazionale

Dettagli