REGIONE: MARCHE LEGGE REGIONALE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REGIONE: MARCHE LEGGE REGIONALE"

Transcript

1 REGIONE: MARCHE LEGGE REGIONALE 29 APRILE 1996, n.16 (G.U. n. 036 SERIE SPECIALE N. 3 del 14/09/ BU n. 032 del 09/05/1996) INTERVENTI PER INCENTIVARE L'USO DELLA BICICLETTA E PER LA CREAZIONE DI PERCORSI PEDONALI SICURI. IL CONSIGLIO REGIONALE HA APPROVATO IL COMMISSARIO DEL GOVERNO HA APPOSTO IL VISTO IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE REGIONALE: ART. 1. FINALITÀ Preambolo 1. LA LEGGE, IN ADERENZA ALLA RISOLUZIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO DEL 13 MARZO 1987 RIGUARDANTE "MISURE COMUNITARIE NEL QUADRO DELLA POLITICA COMUNE DEI TRASPORTI PER LA PROMOZIONE DELLA BICICLETTA COME MEZZO DI TRASPORTO", DETTA NORME PER L'ADEGUAMENTO DEL SISTEMA DELLA VIABILITÀ DI INTERESSE REGIONALE. 2. LA LEGGE HA LO SCOPO DI FAVORIRE LA REALIZZAZIONE DI PISTE CICLABILI E DI INFRASTRUTTURE A SERVIZIO DEI CICLISTI PER INCENTIVARE L'USO DELLA BICICLETTA QUALE MEZZO DI TRASPORTO ALTERNATIVO AI MEZZI MOTORIZZATI, PER AGEVOLARE IL TRAFFICO CICLISTICO, PER SVILUPPARE IL CICLOTURISMO E FAVORIRE LA PRATICA SPORTIVA DEL CICLISMO SU STRADA. 3. PER CONSEGUIRE LE FINALITÀ DI CUI AL COMMA 1, LA REGIONE DISPONE CONTRIBUTI A FAVORE DEGLI ENTI LOCALI, NONCHÉ DEGLI ENTI GESTORI DEI PARCHI NATURALI REGIONALI. 4. LA REGIONE DISPONE ALTRESÌ CONTRIBUTI PER I COMUNI CHE INTENDONO REALIZZARE PERCORSI PEDONALI PER PERMETTERE AGLI ALUNNI DELLA SCUOLA DELL'OBBLIGO DI RAGGIUNGERE IN TUTTA SICUREZZA GLI EDIFICI SCOLASTICI. ART. 2. PISTE CICLABILI 1. PER PISTE CICLABILI SI INTENDONO: a) SEDI VIARIE DESTINATE ESCLUSIVAMENTE AL TRAFFICO CICLISTICO, REALIZZATE IN AMBITO URBANO ED EXTRAURBANO;

2 b) PERCORSI PER IL TRAFFICO CICLISTICO RICAVATI NELLE SEDI STRADALI DESTINATE AL TRANSITO DEGLI AUTOVEICOLI E DEI MOTOVEICOLI, ADEGUATAMENTE SEPARATI CON PROTEZIONI O SEGNALAZIONI CHE NE PERMETTANO L'UTILIZZAZIONE IN CONDIZIONI DI SICUREZZA; c) PERCORSI REALIZZATI NELLE ZONE PEDONALI, ADEGUATAMENTE SEGNALATI. ART. 3. PERCORSI AMBIENTALI 1. NELL'AMBITO DEL TERRITORIO DEI PARCHI E DELLE RISERVE NATURALI REGIONALI, GLI ENTI DI GESTIONE DEI PARCHI, D'INTESA CON GLI ENTI LOCALI INTERESSATI, PROVVEDONO ALLA PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DI PISTE CICLABILI CON PARTICOLARE ATTENZIONE ALLA REALIZZAZIONE DEL FONDO CICLABILE UTILIZZANDO MATERIALI CONSONI ALL'AMBIENTE NATURALE E NON IN CONTRASTO CON LE ESIGENZE DI CONSERVAZIONE DELLA NATURA. 2. I COMUNI, LE PROVINCE, LE COMUNITÀ MONTANE, E GLI ENTI DI GESTIONE DEI PARCHI PRESENTANO ALLA REGIONE INOLTRE DEI PROGETTI DI PISTE CICLABILI LUNGO I FIUMI E I TORRENTI, COLLEGATE CON IL SISTEMA VIARIO ESISTENTE. TALI PROGETTI RIENTRANO NEL PROGRAMMA DI CUI ALL'ARTICOLO 8. ART. 4. INDIVIDUAZIONE DELLE PISTE CICLABILI 1. NELLA INDIVIDUAZIONE DELLE PISTE CICLABILI SONO PREFERITE LE STRADE O LE PARTI DI ESSE NON PIÙ DESTINATE AL PUBBLICO TRANSITO, LE SEDI FERROVIARIE DISMESSE E GLI ARGINI DEI CORSI D'ACQUA. 2. NELLA PROGETTAZIONE DELLE STESSE E DEI PERCORSI PEDONALI SICURI SI TIENE CONTO DEI PERCORSI LOGICI DI UTENZA LEGATI AGLI SPOSTAMENTI DEI CITTADINI DALLA PERIFERIA AL CENTRO URBANO DETTATI DA ESIGENZE DI STUDIO E DI LAVORO, DEI PERCORSI DELLE LINEE DI TRASPORTO PUBBLICO, DEGLI ITINERARI DI ACCESSO A LOCALITÀ DI PARTICOLARE INTERESSE TURISTICO-AMBIENTALE, DI QUELLI CICLOTURISTICI E DELLA POSSIBILITÀ DI COLLEGAMENTO FRA LE VARIE PISTE CICLABILI. 3. LE PISTE CICLABILI E I PERCORSI PEDONALI DEVONO ESSERE DISTINTI DALLE SEDI STRADALI E REALIZZATI CON ACCORGIMENTI ATTI A GARANTIRNE L'UTILIZZAZIONE IN CONDIZIONI DI SICUREZZA. PER CIASCUNA PISTA DEVONO ESSERE PREVISTE ADEGUATE AREE PER LA SOSTA E IL PARCHEGGIO DELLE BICICLETTE.

3 4. SARANNO FINANZIATI IN VIA PRIORITARIA INTERVENTI RELATIVI ALLA REALIZZAZIONE DI PISTE CICLABILI E PERCORSI PEDONALI IN ZONE DI ALTO RISCHIO PER INCIDENTI A CICLISTI E PEDONI ART. 5. PARCHEGGI ATTREZZATI PER LE BICICLETTE 1. NEI PARCHEGGI PER AUTOVEICOLI SONO PREVISTE ADEGUATE AREE ATTREZZATE PER IL PARCHEGGIO DELLE BICICLETTE. 2. PARCHEGGI PER BICICLETTE, ADEGUATAMENTE ATTREZZATI, SONO PREVISTI PRESSO LE STAZIONI DEI MEZZI DI TRASPORTO COLLETTIVO, SU GOMMA E SU ROTAIA E PRESSO GLI EDIFICI PUBBLICI A RIDOSSO DI CENTRI STORICI O ISOLE PEDONALI. ART. 6. PIANIFICAZIONE URBANISTICA 1. LA LETTERA B6) DEL COMMA 3 DELL'ARTICOLO 16 DELLA LEGGE REGIONALE 5 AGOSTO 1992, N. 34 È COSÌ MODIFICATA: "B6) LE AREE DA RISERVARE ALLE VIE DI COMUNICAZIONE E COMPATIBILMENTE CON LE CARATTERISTICHE OROGRAFICHE DEL TERRITORIO E DELLE LIMITATE DIMENSIONI DEL CENTRO ABITATO QUELLE DESTINATE ALLE PISTE CICLABILI E AI PERCORSI PEDONALI;." 2. LA LETTERA C1) DEL COMMA 1 DELL'ARTICOLO 34 DELLA LEGGE REGIONALE 5 AGOSTO 1992, N. 34 È COSÌ MODIFICATA: "C1) LE STRADE E GLI ALTRI SPAZI RISERVATI ALLA VIABILITÀ DEI VEICOLI A MOTORE, DELLE BICICLETTE E DEI PEDONI, CON PRECISAZIONE DELLE RELATIVE CARATTERISTICHE TECNICHE, CON LE QUOTE ALTIMETRICHE OLTRECHÈ DELLE FASCE DI RISPETTO E DEI DISTACCHI DAGLI EDIFICI ESISTENTI; I PARCHEGGI, CON LA INDIVIDUAZIONE DI AREE DESTINATE ESCLUSIVAMENTE ALLE BICICLETTE SEPARATE DA QUELLE DESTINATE AI VEICOLI A MOTORE;." ART. 7. CONTRIBUTI 1. I CONTRIBUTI DI CUI ALL'ARTICOLO 9 SONO CONCESSI AGLI ENTI INTERESSATI IN MISURA NON SUPERIORE AL CINQUANTA PER CENTO DEI COSTI ATTINENTI ALLA PROGETTAZIONE E ALLA REALIZZAZIONE DELLE PISTE E DEI PERCORSI CICLABILI, DEI PERCORSI PEDONALI SICURI DELLA RELATIVA SEGNALETICA E DEI PARCHEGGI ATTREZZATI. 2. I CONTRIBUTI PREVISTI DALLA PRESENTE LEGGE NON SONO CUMULABILI CON QUELLI EROGATI DALLA LEGGE 208/1991. ART. 8. PIANO BIENNALE DEGLI INTERVENTI 1. GLI ENTI INTERESSATI PRESENTANO ENTRO IL 31 MAGGIO DI OGNI ANNO DOMANDA DI CONCESSIONE DEL CONTRIBUTO, CORREDATA DA UN PROGETTO PRELIMINARE DELL'INTERVENTO DA REALIZZARE.

4 2. IL CONSIGLIO, SU PROPOSTA DELLA GIUNTA, APPROVA, ENTRO IL 30 GIUGNO I CRITERI, IN BASE AI QUALI ESAMINARE ED AMMETTERE A CONTRIBUTO TALI DOMANDE. 3. LA GIUNTA REGIONALE APPROVA ENTRO IL 30 LUGLIO DI OGNI ANNO IL PIANO DI INTERVENTO CHE INDIVIDUA: a) I PROGETTI DA AMMETTERE A CONTRIBUTO; b) LA SPESA PREVISTA; c) LA MISURA DEI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE DA ASSEGNARE AGLI ENTI LOCALI E AGLI ENTI GESTORI DEI PARCHI REGIONALI INTERESSATI; d) LA QUOTA DI FINANZIAMENTO DA RISERVARE PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO DI CUI ALL'ARTICOLO 3, COMMA 2 DELLA PRESENTE LEGGE. ART. 9. PROGETTI ESECUTIVI 1. GLI ENTI AMMESSI A CONTRIBUTI SONO TENUTI A PREDISPORRE IL PROGETTO ESECUTIVO E A TRASMETTERNE COPIA ALLA GIUNTA REGIONALE ENTRO IL 30 OTTOBRE DELL'ANNO DI COMPETENZA PER PERMETTERE LA EROGAZIONE DEL CONTRIBUTO. 2. PER LE OPERE E GLI INTERVENTI PREVISTI DAI PROGETTI ESECUTIVI, L'INSERIMENTO NEL PIANO EQUIVALE A DICHIARAZIONE DI PUBBLICA UTILITÀ E DI URGENZA ED INDIFFERIBILITÀ DELLE OPERE STESSE. 3. NEI CASI IN CUI LO STRUMENTO URBANISTICO VIGENTE CONTENGA DESTINAZIONI SPECIFICHE DI AREE PER LA REALIZZAZIONE DI SERVIZI PUBBLICI L'APPROVAZIONE DEI PROGETTI DI CUI ALLA PRESENTE LEGGE DA PARTE DEL CONSIGLIO COMUNALE, ANCHE SE NON CONFORMI ALLE SPECIFICHE DESTINAZIONI DI PIANO, NON COMPORTA NECESSITÀ DI VARIANTI ALLO STRUMENTO URBANISTICO MEDESIMO. 4. NEL CASO IN CUI LE OPERE SUDDETTE RICADANO SU AREE CHE NEGLI STRUMENTI URBANISTICI APPROVATI NON SONO DESTINATE A PUBBLICI SERVIZI, LA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DI APPROVAZIONE DEL PROGETTO COSTITUISCE ADOZIONE DI VARIANTE DEGLI STRUMENTI STESSI. ART. 10. NOLEGGIO, RIPARAZIONE E CUSTODIA DELLE BICICLETTE 1. GLI ENTI LOCALI E GLI ENTI DI GESTIONE DEI PARCHI REGIONALI, NELL'ESERCIZIO DELLE FUNZIONI DI PROPRIA COMPETENZA, POSSONO

5 ASSUMERE INIZIATIVE PER INCENTIVARE LE ATTIVITÀ DI NOLEGGIO, RIPARAZIONE E CUSTODIA DELLE BICICLETTE. ART. 11. CARTOGRAFIA E CONVENZIONI 1. LA GIUNTA REGIONALE PROVVEDE ALLA REALIZZAZIONE E ALLA DIFFUSIONE DI UNA CARTOGRAFIA DELLA VIABILITÀ CICLISTICA REGIONALE. 2. LA REGIONE STIPULA ACCORDI E CONVENZIONI CON LE FS S.P.A. E CON LE AZIENDE DI TRASPORTO PUBBLICO INTERURBANO, PER PROMUOVERE IL TRASPORTO DELLA BICICLETTA AL SEGUITO DEI PASSEGGERI E ALTRE FORME DI TRASPORTO VOLTE ALLA RECIPROCA INTEGRAZIONE TRA BICICLETTA E MEZZO PUBBLICO. 3. A TAL FINE LA REGIONE, NELL'AMBITO DEL FONDO REGIONALE DEI TRASPORTI, INDIVIDUA OGNI ANNO I FONDI PER I CONTRIBUTI ALLE AZIENDE DI TRASPORTO LOCALE CHE PRESENTANO PROGETTI PER IL TRASPORTO DELLA BICICLETTA AL SEGUITO DEI PASSEGGERI. ART. 12. PARTECIPAZIONE 1. LA REGIONE E GLI ENTI LOCALI ASSICURANO LA PARTECIPAZIONE DELLE ASSOCIAZIONI CICLISTICHE GIURIDICAMENTE RICONOSCIUTE E RAPPRESENTATIVE DI CICLISTI URBANI O DI CICLOECOLOGISTI NEI PROCEDIMENTI DI FORMAZIONE DEGLI ATTI AMMINISTRATIVI ASSUNTI IN CONFORMITÀ ALLA PRESENTE LEGGE. 2. LE ASSOCIAZIONI CICLISTICHE DI CUI AL COMMA 1 COADIUVANO GLI ENTI LOCALI NELLA SCELTA DELLE SOLUZIONI PIÙ IDONEE A GARANTIRE LA POSSIBILITÀ DI UTILIZZAZIONE DEL MEZZO CICLISTICO, PROPONENDO PROGRAMMI D'INTERVENTO E PROGETTI. LE STESSE HANNO DIRITTO A RICEVERE DAI PREDETTI ENTI INFORMAZIONI SULLA REALIZZAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI E SULLE MODALITÀ DI GESTIONE DELLE PISTE CICLABILI. ART. 13. DISPOSIZIONI FINANZIARIE 1. PER LA CONCESSIONE DEI CONTRIBUTI PREVISTI DALLA PRESENTE LEGGE È AUTORIZZATA, PER CIASCUNO DEGLI ANNI 1996 E 1997 LA SPESA DI LIRE 700 MILIONI. 2. ALLA COPERTURA DELLE SPESE AUTORIZZATE PER EFFETTO DEL COMMA 1, SI PROVVEDE: PER L'ONERE DI LIRE 700 MILIONI, RELATIVO ALL'ANNO 1996, QUANTO A LIRE 500 MILIONI MEDIANTE UTILIZZAZIONE DELLE DISPONIBILITÀ ISCRITTE A CARICO DEL CAPITOLO DELLO STATO DI PREVISIONE DELLA SPESA PER IL DETTO ANNO PARTITA 2 DELL'ELENCO 2 E QUANTO A LIRE 200 MILIONI MEDIANTE UTILIZZAZIONE DELLE DISPONIBILITÀ ISCRITTE A CARICO DEL CAPITOLO DELLO STATO DI PREVISIONE DELLA SPESA PER IL DETTO ANNO PARTITA 4 DELL'ELENCO 3.

6 3. LE SOMME OCCORRENTI PER IL PAGAMENTO DELLE SPESE DI CUI AL COMMA 1, SONO ISCRITTE: a) PER L'ANNO 1996 A CARICO DI APPOSITI CAPITOLI CHE LA GIUNTA REGIONALE È AUTORIZZATA AD ISTITUIRE NELLO STATO DI PREVISIONE DELLA SPESA DEL BILANCIO PER IL DETTO ANNO AVENTI LE SEGUENTI DENOMINAZIONI ED I CONTROINDICATI STANZIAMENTI DI COMPETENZA E DI CASSA: a1) "CONTRIBUTI AI COMUNI PER LA PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DI PISTE CICLABILI", LIRE 500 MILIONI; a2) "CONTRIBUTI AI COMUNI PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI PERCORSI PEDONALI SICURI", LIRE 200 MILIONI; b) PER GLI ANNI SUCCESSIVI A CARICO DEI CAPITOLI CORRISPONDENTI. 4. NELLO STATO DI PREVISIONE DELLA SPESA DEL BILANCIO PER L'ANNO 1996, GLI STANZIAMENTI DI COMPETENZA E DI CASSA DEI CAPITOLI E SONO RIDOTTI RISPETTIVAMENTE DI LIRE 500 MILIONI E 200 MILIONI. LA PRESENTE LEGGE SARÀ PUBBLICATA NEL BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE; È FATTO OBBLIGO A CHIUNQUE SPETTI DI OSSERVARLA E FARLA OSSERVARE COME LEGGE DELLA REGIONE MARCHE. ANCONA, 29 APRILE 1996 D'AMBROSIO

Preambolo. a) SVILUPPARE L'USO DELLA BICICLETTA QUALE MEZZO DI TRASPORTO ALTERNATIVO AI MEZZI MOTORIZZATI; b) AGEVOLARE IL TRAFFICO CICLISTICO.

Preambolo. a) SVILUPPARE L'USO DELLA BICICLETTA QUALE MEZZO DI TRASPORTO ALTERNATIVO AI MEZZI MOTORIZZATI; b) AGEVOLARE IL TRAFFICO CICLISTICO. REGIONE: PIEMONTE LEGGE REGIONALE 17 APRILE 1990, n. 33 (G.U. n. 040 SERIE SPECIALE N. 3 del 13/10/1990 - BU n. 017 del 24/04/1990) INTERVENTI PER LA PROMOZIONE DELLA BICICLETTA COME MEZZO DI TRASPORTO,

Dettagli

MILANO - MARTEDÌ, 5 MAGGIO 2009. Sommario

MILANO - MARTEDÌ, 5 MAGGIO 2009. Sommario REPUBBLICA ITALIANA BOLLETTINO UFFICIALE MILANO - MARTEDÌ, 5 MAGGIO 2009 1º SUPPLEMENTO ORDINARIO Sommario Anno XXXIX - N. 89 - Poste Italiane - Spedizione in abb. postale - 45% - art. 2, comma 20/b -

Dettagli

Regione Umbria. Disposizioni per la sicurezza stradale.

Regione Umbria. Disposizioni per la sicurezza stradale. Regione Umbria LEGGE REGIONALE 17 aprile 2014, n. 8 Disposizioni per la sicurezza stradale. Pubblicazione: Bollettino Ufficiale n. 20 del 23/04/2014 L'Assemblea legislativa ha approvato. La Presidente

Dettagli

Preambolo ART. 1. O G G E T T O

Preambolo ART. 1. O G G E T T O REGIONE: EMILIA ROMAGNA LEGGE REGIONALE 8 APRILE 1994, n.15 (G.U. n. 025 SERIE SPECIALE N. 3 del 25/06/1994 - BU n. 032 del 11/04/1994) RIORGANIZZAZIONE DELLA MOBILITÀ URBANA E MIGLIORAMENTO DELLA ACCESSIBILITÀ

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 82 DEL 24-05-1985 REGIONE LAZIO Norme in favore dei rom.

LEGGE REGIONALE N. 82 DEL 24-05-1985 REGIONE LAZIO Norme in favore dei rom. LEGGE REGIONALE N. 82 DEL 24-05-1985 REGIONE LAZIO Norme in favore dei rom. Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO N. 16 del 10 giugno 1985 Il Consiglio regionale ha approvato. Il Presidente della

Dettagli

RELAZIONE ARTICOLATA

RELAZIONE ARTICOLATA Il presente DDL persegue l obiettivo di migliorare le condizioni di accessibilità e di mobilità nelle aree urbane del territorio ligure e a tal fine, detta disposizioni per la definizione e il finanziamento

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 40 DEL 10-04-1990 REGIONE LAZIO

LEGGE REGIONALE N. 40 DEL 10-04-1990 REGIONE LAZIO Legge 1990040 Pagina 1 di 6 LEGGE REGIONALE N. 40 DEL 10-04-1990 REGIONE LAZIO Istituzione dell' osservatorio del sistema abitativo laziale e provvidenze per il recupero del patrimonio edilizio esistente.

Dettagli

Interventi di sostegno e promozione del commercio equo e solidale (2).

Interventi di sostegno e promozione del commercio equo e solidale (2). Leggi Regionali d'italia Marche L.R. 29-4-2008 n. 8 Interventi di sostegno e promozione del commercio equo e solidale. Pubblicata nel B.U. Marche 30 aprile 2008, n. 44. L.R. 29 aprile 2008, n. 8 (1). Interventi

Dettagli

ASSESSORATO AI LAVORI PUBBLICI E VIABILITÁ RACCOMANDAZIONI PER LE ATTIVITÀ DEGLI UFFICI TECNICI COMUNALI

ASSESSORATO AI LAVORI PUBBLICI E VIABILITÁ RACCOMANDAZIONI PER LE ATTIVITÀ DEGLI UFFICI TECNICI COMUNALI ASSESSORATO AI LAVORI PUBBLICI E VIABILITÁ RACCOMANDAZIONI PER LE ATTIVITÀ DEGLI UFFICI TECNICI COMUNALI 1 AREA TECNICA Direttore Ing. Carlo Faccin Titolo Raccomandazioni ad indirizzo dell attività degli

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 2 DEL 3-01-1985 REGIONE CAMPANIA

LEGGE REGIONALE N. 2 DEL 3-01-1985 REGIONE CAMPANIA LEGGE REGIONALE N. 2 DEL 3-01-1985 REGIONE CAMPANIA >. Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 21 DEL 27-08-1992 REGIONE LIGURIA Interventi a tutela delle popolazioni zingare e nomadi.

LEGGE REGIONALE N. 21 DEL 27-08-1992 REGIONE LIGURIA Interventi a tutela delle popolazioni zingare e nomadi. LEGGE REGIONALE N. 21 DEL 27-08-1992 REGIONE LIGURIA Interventi a tutela delle popolazioni zingare e nomadi. Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA N. 16 del 9 settembre 1992 Il Consiglio Regionale

Dettagli

REGIONE MARCHE - Legge regionale 29 aprile 2008, n. 8: Interventi di sostegno e promozione del commercio equo e solidale.

REGIONE MARCHE - Legge regionale 29 aprile 2008, n. 8: Interventi di sostegno e promozione del commercio equo e solidale. REGIONE MARCHE - Legge regionale 29 aprile 2008, n. 8: Interventi di sostegno e promozione del commercio equo e solidale. (B.U.R.M. n. 44 del 30 aprile 2008) Il Consiglio - Assemblea legislativa regionale

Dettagli

Legge 09-01-1989, n. 13 Disposizioni per favorire il superamento e l'eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati

Legge 09-01-1989, n. 13 Disposizioni per favorire il superamento e l'eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati Legge 09-01-1989, n. 13 Disposizioni per favorire il superamento e l'eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 - Finalità 1. La regione del Veneto promuove

Dettagli

ha approvato IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE promulga la seguente legge: ARTICOLO 1 (Finalità)

ha approvato IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE promulga la seguente legge: ARTICOLO 1 (Finalità) LEGGE REGIONALE N. 15 DEL 5-07-2001 REGIONE LAZIO Promozione di interventi volti a favorire un sistema integrato di sicurezza nell ambito del territorio regionale. Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE

Dettagli

Valorizzazione e promozione del volontariato (B.U. 7 settembre 1994, n. 36)

Valorizzazione e promozione del volontariato (B.U. 7 settembre 1994, n. 36) Legge regionale 29 agosto 1994, n. 38. Valorizzazione e promozione del volontariato (B.U. 7 settembre 1994, n. 36) Il Consiglio regionale ha approvato. Il Commissario del Governo ha apposto il visto. IL

Dettagli

Art. 1 (Finalità) Art. 2 (Fondo regionale per l'occupazione dei disabili)

Art. 1 (Finalità) Art. 2 (Fondo regionale per l'occupazione dei disabili) Legge regionale 3 aprile 2000, n. 24. Norme per favorire l'occupazione dei disabili. (BUR 41 del 13.04.2000) Art. 1 (Finalità) 1. La Regione, considerando di preminente interesse tutte le attività volte

Dettagli

LEGGE REGIONALE 21 MARZO 1983, N. 10: Norme per l'incentivazione del flusso turistico attraverso trasporti aerei, ferroviari e su gomma.

LEGGE REGIONALE 21 MARZO 1983, N. 10: Norme per l'incentivazione del flusso turistico attraverso trasporti aerei, ferroviari e su gomma. LEGGE REGIONALE 21 MARZO 1983, N. 10: Norme per l'incentivazione del flusso turistico attraverso trasporti aerei, ferroviari e su gomma. IL CONSIGLIO REGIONALE Ha approvato IL COMMISSARIO DEL GOVERNO Ha

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 22 DEL 4-07-1986 REGIONE LOMBARDIA. Promozione dei programmi integrati di recupero del patrimonio edilizio esistente

LEGGE REGIONALE N. 22 DEL 4-07-1986 REGIONE LOMBARDIA. Promozione dei programmi integrati di recupero del patrimonio edilizio esistente Legge 1986022 Pagina 1 di 5 LEGGE REGIONALE N. 22 DEL 4-07-1986 REGIONE LOMBARDIA Promozione dei programmi integrati di recupero del patrimonio edilizio esistente Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 28 DEL 17-05-1976 REGIONE PIEMONTE. << Finanziamenti integrativi a favore delle cooperative a proprietà indivisa >>.

LEGGE REGIONALE N. 28 DEL 17-05-1976 REGIONE PIEMONTE. << Finanziamenti integrativi a favore delle cooperative a proprietà indivisa >>. Legge 1976028 Pagina 1 di 7 LEGGE REGIONALE N. 28 DEL 17-05-1976 REGIONE PIEMONTE >. Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 16 DEL 3 AGOSTO 2001 REGIONE VENETO

LEGGE REGIONALE N. 16 DEL 3 AGOSTO 2001 REGIONE VENETO LEGGE REGIONALE N. 16 DEL 3 AGOSTO 2001 REGIONE VENETO Norme per il diritto al lavoro delle persone disabili in attuazione della legge 12 marzo 1999, n. 68 e istituzione servizio integrazione lavorativa

Dettagli

NUOVA NORMATIVA DEL DIRITTO ALLO STUDIO

NUOVA NORMATIVA DEL DIRITTO ALLO STUDIO Legge regionale 26 aprile 1985, n. 30 NUOVA NORMATIVA DEL DIRITTO ALLO STUDIO TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Finalità La Regione, al fine di concorrere alla realizzazione del diritto allo studio,

Dettagli

SERVIZIO INQUINAMENTO ATMOSFERICO, ACUSTICO E RISCHI INDUSTRIALI

SERVIZIO INQUINAMENTO ATMOSFERICO, ACUSTICO E RISCHI INDUSTRIALI SERVIZIO INQUINAMENTO ATMOSFERICO, ACUSTICO E RISCHI INDUSTRIALI VISTA la legge 8 luglio 1986, n. 349, che ha istituito il Ministero dell Ambiente e ne ha definito le funzioni; VISTA la legge 3 marzo 1987,

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE. promulga

IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE. promulga REGIONE PIEMONTE BU47 22/11/2012 Legge regionale 16 novembre 2012, n. 13. Ulteriori modifiche alla legge regionale 9 giugno 1994, n. 18 (Norme di attuazione della legge 8 novembre 1991, n. 381 'Disciplina

Dettagli

REGIONE CALABRIA. LEGGE REGIONALE n. 62 del 04 dicembre 2012. Istituzione di Ecomusei in Calabria. Art. 1 Definizione e finalità

REGIONE CALABRIA. LEGGE REGIONALE n. 62 del 04 dicembre 2012. Istituzione di Ecomusei in Calabria. Art. 1 Definizione e finalità REGIONE CALABRIA LEGGE REGIONALE n. 62 del 04 dicembre 2012 Istituzione di Ecomusei in Calabria Art. 1 Definizione e finalità 1. La Regione Calabria prevede, al fine del recupero e della valorizzazione

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 50 DEL 13-04-1995 REGIONE MARCHE. Norme di attuazione per la promozione e lo sviluppo della cooperazione sociale.

LEGGE REGIONALE N. 50 DEL 13-04-1995 REGIONE MARCHE. Norme di attuazione per la promozione e lo sviluppo della cooperazione sociale. LEGGE REGIONALE N. 50 DEL 13-04-1995 REGIONE MARCHE Norme di attuazione per la promozione e lo sviluppo della cooperazione sociale. Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MARCHE N. 29 del 27 aprile

Dettagli

SCENARIO: CON UNA MOBILITÀ SANA, EFFICIENTE E RISPETTOSA DELL'AMBIENTE

SCENARIO: CON UNA MOBILITÀ SANA, EFFICIENTE E RISPETTOSA DELL'AMBIENTE Dare continuità al processo di Agenda 21 locale CRITICITA' C1: attraversamento del centro storico incoraggiato per mancanza della chiusura dell anello di tangenziale - C2: mancanza di spazi - C3: impedimenti

Dettagli

d) definisce le misure di promozione, sostegno e sviluppo della cooperazione sociale;

d) definisce le misure di promozione, sostegno e sviluppo della cooperazione sociale; Legge Regionale 17 febbraio 2005, n. 9 "Norme sulla cooperazione sociale" B.U.R. 4 marzo 2005, n. 10 Art.1 (Oggetto e finalità) 1. Con la presente legge la Regione riconosce il rilevante valore e la finalità

Dettagli

Documento scaricato da www.gestione-rifiuti.it

Documento scaricato da www.gestione-rifiuti.it Regione Sicilia Legge Regionale n. 40 del 21 aprile 1995 Provvedimenti per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani e dei rifiuti speciali inerti. Disposizioni varie in materia urbanistica. L'Assemblea

Dettagli

2002 - Aggiornamento CE0601ur11 VOCE E 6.1 LRG/XI,1. TURISMO ED INDUSTRIA ALBERGHIERA L.R. 27 giugno 1988,n. 36

2002 - Aggiornamento CE0601ur11 VOCE E 6.1 LRG/XI,1. TURISMO ED INDUSTRIA ALBERGHIERA L.R. 27 giugno 1988,n. 36 LEGGE REGIONALE 27 giugno 1988,n. 36 «Incentivi per l ammodernamento,potenziamento e qualificazione delle strutture ed infrastrutture turistiche in Lombardia». (B.U. 29 giugno 1988, n. 26, 2º suppl. ord.)

Dettagli

MILANO IN RETE ITINERARI CICLISTICI: INTERVENTI PROGRAMMATI

MILANO IN RETE ITINERARI CICLISTICI: INTERVENTI PROGRAMMATI MOBILITA CICLISTICA A MILANO MILANO IN RETE ITINERARI CICLISTICI: INTERVENTI PROGRAMMATI BICICLETTA elaborato: presentazione codifica: 120100013_00 data: 17/05/2012 redatto: Veronica Gaiani verificato:

Dettagli

Art. 1. (Finalità) Art. 2. (Integrazione dell'offerta turistica)

Art. 1. (Finalità) Art. 2. (Integrazione dell'offerta turistica) 1 di 5 05/01/2009 22.14 Legge regionale 8 luglio 1999, n. 18. (Testo coordinato) Interventi regionali a sostegno dell'offerta turistica. (B.U. 14 luglio 1999, n. 28) Modificata da l.r. 20/2000, l.r. 22/2002,

Dettagli

promulga Art. 1. (Finalità)

promulga Art. 1. (Finalità) Legge regionale 7 aprile 2000, n. 36. Riconoscimento e valorizzazione delle associazioni pro loco. (B.U. 12 aprile 2000, n. 15) Il Consiglio regionale ha approvato. Il Commissario del Governo ha apposto

Dettagli

LEGGE 24 MARZO 1989, N.122 - (TOGNOLI)

LEGGE 24 MARZO 1989, N.122 - (TOGNOLI) LEGGE 24 MARZO 1989, N.122 - (TOGNOLI) (G.U. 6-4-1989, n.80) DISPOSIZIONI IN MATERIA DI PARCHEGGI, PROGRAMMA TRIENNALE PER LE AREE URBANE MAGGIORMENTE POPOLATE, NONCHE' MODIFICAZIONI DI ALCUNE NORME DEL

Dettagli

Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MARCHE N. 87 del 1 agosto 2002

Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MARCHE N. 87 del 1 agosto 2002 LEGGE REGIONALE N. 10 DEL 24-07-2002 REGIONE MARCHE MISURE URGENTI IN MATERIA DI RISPARMIO ENERGETICO E CONTENIMENTO DELL'INQUINAMENTO LUMINOSO Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MARCHE N. 87 del

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 465 DEL 5/12/2001

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 465 DEL 5/12/2001 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 465 DEL 5/12/2001 Adozione del nuovo Piano Urbano del Traffico contenente riferimenti al Piano Integrato della Mobilità e degli Orari e Programma Urbano dei Parcheggi.

Dettagli

Finanziamenti ai comuni per il governo della domanda di mobilità (mobility management).

Finanziamenti ai comuni per il governo della domanda di mobilità (mobility management). DECRETO DEL 20 dicembre 2000 (Gazzetta Ufficiale, 5 aprile, n. 80) Finanziamenti ai comuni per il governo della domanda di mobilità (mobility management). IL DIRETTORE GENERALE del servizio inquinamento

Dettagli

ALLEGATOB alla Dgr n. 3640 del 30 novembre 2009 pag. 1/7

ALLEGATOB alla Dgr n. 3640 del 30 novembre 2009 pag. 1/7 giunta regionale 8^ legislatura ALLEGATOB alla Dgr n. 3640 del 30 novembre 2009 pag. 1/7 PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE (POR) - PARTE FESR 2007-2013 COMPETITIVITA REGIONALE E OCCUPAZIONE, ASSE 4. LINEA

Dettagli

Art. 3 Carta di localizzazione dei probabili rischi da valanga

Art. 3 Carta di localizzazione dei probabili rischi da valanga Banca Dati delle Leggi Regionali nel testo coordinato LEGGE REGIONALE 20/05/1988, N. 034 Norme per la prevenzione dei rischi da valanga. da Art. 1 ad Art. 22 Art. 1 Finalita' della legge 1. La presente

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 3 DEL 1-02-1977 REGIONE PUGLIA

LEGGE REGIONALE N. 3 DEL 1-02-1977 REGIONE PUGLIA Legge 1977003 Pagina 1 di 9 LEGGE REGIONALE N. 3 DEL 1-02-1977 REGIONE PUGLIA

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 20 DEL 09-08-2006 REGIONE BASILICATA. Crediti di conduzione nel settore agricolo

LEGGE REGIONALE N. 20 DEL 09-08-2006 REGIONE BASILICATA. Crediti di conduzione nel settore agricolo LEGGE REGIONALE N. 20 DEL 09-08-2006 REGIONE BASILICATA Crediti di conduzione nel settore agricolo Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA N. 47 del 10 agosto 2006 IL CONSIGLIO REGIONALE ha

Dettagli

LEGISLAZIONE SU RICERCA E INNOVAZIONE. VENETO Legge Regionale n.3 del 28/1/1997

LEGISLAZIONE SU RICERCA E INNOVAZIONE. VENETO Legge Regionale n.3 del 28/1/1997 LEGISLAZIONE SU RICERCA E INNOVAZIONE VENETO Legge Regionale n.3 del 28/1/1997 Anno legislazione:1997 Oggetto legislazione: promozione della diffusione di strumenti, metodologie e sistemi finalizzati a

Dettagli

Nuove norme in materia di interventi regionali per la prevenzione e la lotta al fenomeno di usura e di estorsione.

Nuove norme in materia di interventi regionali per la prevenzione e la lotta al fenomeno di usura e di estorsione. Legge Regionale 26 giugno 2015 n. 21 Nuove norme in materia di interventi regionali per la prevenzione e la lotta al fenomeno di usura e di estorsione. (Basilicata, BUR 1 luglio 2015, n. 23) IL CONSIGLIO

Dettagli

Proposta di legge n.192/9^ di iniziativa del Consigliere Imbalzano recante: Misure a favore dei Consorzi di garanzia collettiva fidi in agricoltura"

Proposta di legge n.192/9^ di iniziativa del Consigliere Imbalzano recante: Misure a favore dei Consorzi di garanzia collettiva fidi in agricoltura Consiglio regionale della Calabria Seconda Commissione Proposta di legge n.192/9^ di iniziativa del Consigliere Imbalzano recante: Misure a favore dei Consorzi di garanzia collettiva fidi in agricoltura"

Dettagli

L.R. EMILIA ROMAGNA, 25 NOVEMBRE 1988, N. 47 Norme per le minoranze nomadi in Emilia Romagna

L.R. EMILIA ROMAGNA, 25 NOVEMBRE 1988, N. 47 Norme per le minoranze nomadi in Emilia Romagna L.R. EMILIA ROMAGNA, 25 NOVEMBRE 1988, N. 47 Norme per le minoranze nomadi in Emilia Romagna Articolo 1 - Finalità e principi Nel quadro dell'attività di tutela delle minoranze etniche nel proprio territorio,

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 14 DEL 31-03-2005 REGIONE LAZIO. Prevenzione e salvaguardia dal rischio gas radon

LEGGE REGIONALE N. 14 DEL 31-03-2005 REGIONE LAZIO. Prevenzione e salvaguardia dal rischio gas radon LEGGE REGIONALE N. 14 DEL 31-03-2005 REGIONE LAZIO Prevenzione e salvaguardia dal rischio gas radon Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO N. 10 del 9 aprile 2005 IL CONSIGLIO REGIONALE ha approvato

Dettagli

Piano Particolareggiato Partecipato del Traffico Urbano Relazione Tecnica 1. PREMESSA

Piano Particolareggiato Partecipato del Traffico Urbano Relazione Tecnica 1. PREMESSA Sommario 1. PREMESSA... 2 2. OBIETTIVI DEL PIANO... 3 3. VINCOLI PROGETTUALI... 3 4. METODOLOGIA E PROCEDURA... 3 5. ELABORATI DEL PROGETTO... 5 6. CONCLUSIONI... 6 1. PREMESSA Il Nuovo Codice della Strada

Dettagli

Il piano della mobilità urbana nella regione Ile-de-France

Il piano della mobilità urbana nella regione Ile-de-France 27 Novembre 2012 Il piano della mobilità urbana nella regione Ile-de-France Laurence Debrincat, STIF Workshop sui Piani Urbani della Mobilità Sostenibile - Milano 2 Sommario Il contesto delle politiche

Dettagli

REGIONE LOMBARDIA L.R.

REGIONE LOMBARDIA L.R. REGIONE LOMBARDIA L.R. 31 gennaio 1992, n. 3: Disciplina regionale dell'agriturismo e valorizzazione del territorio rurale. (Pubblicata nel Suppl. Ord. del B.U.R. n. 6 del 4 febbraio 1992) Art. 1 - Finalità

Dettagli

(Testo coordinato con le modifiche di cui alle LL.RR. 26 agosto 1992, n. 18, 16 gennaio 1995, n. 2 e 2 maggio 2001, n. 7)

(Testo coordinato con le modifiche di cui alle LL.RR. 26 agosto 1992, n. 18, 16 gennaio 1995, n. 2 e 2 maggio 2001, n. 7) LEGGE REGIONALE 12 aprile 1990, n. 21 Norme in materia di edilizia di culto e disciplina urbanistica dei servizi religiosi. (BUR n. 31 del 14 aprile 1990) (Testo coordinato con le modifiche di cui alle

Dettagli

IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO. di concerto con IL MINISTRO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE

IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO. di concerto con IL MINISTRO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE DECRETO 23 marzo 2011, n. 69 Regolamento recante modificazioni al decreto ministeriale 31 maggio 1999, n. 248, volto ad incentivare l'ammissione delle imprese sub-fornitrici di aziende in amministrazione

Dettagli

Legge regionale 22 aprile. 2011, n. 5. Interventi a sostegno della realizzazione di servizi di accesso Wi-Fi gratuiti e aperti.

Legge regionale 22 aprile. 2011, n. 5. Interventi a sostegno della realizzazione di servizi di accesso Wi-Fi gratuiti e aperti. REGIONE PIEMONTE BU17 28/04/2011 Legge regionale 22 aprile. 2011, n. 5. Interventi a sostegno della realizzazione di servizi di accesso Wi-Fi gratuiti e aperti. Il Consiglio regionale ha approvato. IL

Dettagli

IL CONSIGLIO REGIONALE. Ha approvato IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE PROMULGA

IL CONSIGLIO REGIONALE. Ha approvato IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE PROMULGA LEGGE REGIONALE N. 36 DEL 21 DICEMBRE 2012 DISPOSIZIONI PER LA REALIZZAZIONE DELLE INIZIATIVE REGIONALI IN APPLICAZIONE DELLA LEGGE 1 AGOSTO 2003, N. 206 (DISPOSIZIONI PER IL RICONOSCIMENTO DELLA FUNZIONE

Dettagli

Per una città più sostenibile SEMINARIO NAZIONALE PROGETTO EUROPEO TIDE

Per una città più sostenibile SEMINARIO NAZIONALE PROGETTO EUROPEO TIDE Per una città più sostenibile NUMERI E CRITICITA Congestione: 135 milioni di ore perse = - 1,5 miliardi di euro/anno Sicurezza stradale: 15.782 incidenti 20.670 feriti 154 morti circa 1,3 miliardi di euro/anno

Dettagli

LEGGE REGIONALE 6 MARZO 2015, N. 6.

LEGGE REGIONALE 6 MARZO 2015, N. 6. LEGGE REGIONALE 6 MARZO 2015, N. 6. NORME PER IL SOSTEGNO DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALE (GAS) E PER LA DISTRIBUZIONE DI PRODOTTI AGROALIMENTARI DA FILIERA CORTA E DI PRODOTTI DI QUALITÀ E MODIFICHE ALLA

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 95 DEL 5-12-1977 REGIONE SICILIA. Interventi in favore delle cooperative edilizie.

LEGGE REGIONALE N. 95 DEL 5-12-1977 REGIONE SICILIA. Interventi in favore delle cooperative edilizie. Legge 1977095 Pagina 1 di 7 LEGGE REGIONALE N. 95 DEL 5-12-1977 REGIONE SICILIA Interventi in favore delle cooperative edilizie. Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE SICILIA N. 55 del 10 dicembre

Dettagli

Progettazione della circolazione urbana

Progettazione della circolazione urbana Norme per i Piani Urbani del Traffico (PUT): Art. 36 del C.d.S. Direttive per la redazione, adozione ed attuazione dei PUT (D.M. LL.PP. G.U. del 24.06.1995, n 146) [redatte su indicazioni del CIPET] 1

Dettagli

Date di vigenza che interessano il documento:

Date di vigenza che interessano il documento: Documento vigente Date di vigenza che interessano il documento: 01/03/2007 entrata in vigore Regione Umbria LEGGE REGIONALE 6 Febbraio 2007, n. 3 Diffusione del commercio equo e solidale in Umbria. Pubblicazione:

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 27 DEL 08-09-1999 REGIONE BASILICATA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI REGIONALI A SOSTEGNO DEGLI INTERVENTI DI BONIFICA DA AMIANTO

LEGGE REGIONALE N. 27 DEL 08-09-1999 REGIONE BASILICATA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI REGIONALI A SOSTEGNO DEGLI INTERVENTI DI BONIFICA DA AMIANTO LEGGE REGIONALE N. 27 DEL 08-09-1999 REGIONE BASILICATA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI REGIONALI A SOSTEGNO DEGLI INTERVENTI DI BONIFICA DA AMIANTO Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA N.

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 32 DEL 20-04-1985 REGIONE LOMBARDIA. Promozione di interventi agevolati di edilizia residenziale.

LEGGE REGIONALE N. 32 DEL 20-04-1985 REGIONE LOMBARDIA. Promozione di interventi agevolati di edilizia residenziale. Legge 1985032 Pagina 1 di 9 LEGGE REGIONALE N. 32 DEL 20-04-1985 REGIONE LOMBARDIA Promozione di interventi agevolati di edilizia residenziale. Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LOMBARDIA N. 17

Dettagli

Art.3 Dalle provvidenze della presente legge sono esclusi gli alberghi e le altre opere che siano classificabili superiori alla seconda categoria.

Art.3 Dalle provvidenze della presente legge sono esclusi gli alberghi e le altre opere che siano classificabili superiori alla seconda categoria. Legge Regionale 18 marzo 1964, n. 8 Provvidenze a favore dell industria alberghiera e turistica. Il Consiglio Regionale ha approvato Il Presidente della Giunta Regionale promulga la seguente legge: Art.1

Dettagli

promulga Art. 1. (Inserimento dell'articolo 15 bis nella legge regionale 22 ottobre 1996, n. 75)

promulga Art. 1. (Inserimento dell'articolo 15 bis nella legge regionale 22 ottobre 1996, n. 75) Legge regionale 7 gennaio 2002, n. 1. Interventi a sostegno dei prodotti turistici di interesse regionale ed a sostegno del turismo piemontese in caso di eventi eccezionali. Modifiche ed integrazioni alla

Dettagli

LEGGE REGIONALE 23 GENNAIO 1975, N. 5: Norme per l'incentivazione dell'afflusso turistico in Calabria attraverso tra sporti aerei.

LEGGE REGIONALE 23 GENNAIO 1975, N. 5: Norme per l'incentivazione dell'afflusso turistico in Calabria attraverso tra sporti aerei. LEGGE REGIONALE 23 GENNAIO 1975, N. 5: Norme per l'incentivazione dell'afflusso turistico in Calabria attraverso tra sporti aerei. IL CONSIGLIO REGIONALE Ha approvato IL COMMISSARIO DEL GOVERNO Ha apposto

Dettagli

REGIONE PIEMONTE Settore Rapporti con le Autonomie locali

REGIONE PIEMONTE Settore Rapporti con le Autonomie locali REGIONE PIEMONTE Settore Rapporti con le Autonomie locali ALLEGAT O Contributi alle Unioni di Comuni, istituite entro il 31/12/2013, alle Comunità montane ed alle Convenzioni plurifunzionali tra Comuni,

Dettagli

DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLE DIMENSIONI DELLE STRADE ED ALLE DISTANZE DI RISPETTO STRADALI E DEI TRACCIATI FERROVIARI DI PROGETTO

DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLE DIMENSIONI DELLE STRADE ED ALLE DISTANZE DI RISPETTO STRADALI E DEI TRACCIATI FERROVIARI DI PROGETTO DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLE DIMENSIONI DELLE ED ALLE DISTANZE DI RISPETTO STRADALI E DEI TRACCIATI FERROVIARI DI PROGETTO (articolo 70 della legge provinciale 5 settembre 1991, n. 22 articolo 64 della

Dettagli

PROVINCIA DI TRIESTE

PROVINCIA DI TRIESTE PROVINCIA DI TRIESTE Regolamento di esecuzione della legge regionale 8 agosto 2000, n. 15 per l'introduzione dei prodotti biologici, tipici e tradizionali nelle mense pubbliche e per iniziative di educazione

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 9 DEL 9-03-1988 REGIONE SARDEGNA Tutela dell' etnia e della cultura dei nomadi.

LEGGE REGIONALE N. 9 DEL 9-03-1988 REGIONE SARDEGNA Tutela dell' etnia e della cultura dei nomadi. LEGGE REGIONALE N. 9 DEL 9-03-1988 REGIONE SARDEGNA Tutela dell' etnia e della cultura dei nomadi. Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE SARDEGNA N. 11 del 14 marzo 1988 Il Consiglio Regionale ha approvato

Dettagli

Legge Regionale 16 agosto 2001, n. 40 Disposizioni in materia di riordino territoriale e di incentivazione delle forme associative di comuni.

Legge Regionale 16 agosto 2001, n. 40 Disposizioni in materia di riordino territoriale e di incentivazione delle forme associative di comuni. Legge Regionale 16 agosto 2001, n. 40 Disposizioni in materia di riordino territoriale e di incentivazione delle forme associative di comuni. Bollettino Ufficiale n. 27, parte prima, del 27.08.2001 Art.

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE. promulga

IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE. promulga REGIONE PIEMONTE BU12 26/03/2015 Legge regionale 23 marzo 2015, n. 5. Proroga dell'autorizzazione all'esercizio provvisorio del bilancio della Regione Piemonte per l'anno finanziario 2015. Il Consiglio

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri

Presidenza del Consiglio dei Ministri IL MINISTRO PER LA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE E L INTEGRAZIONE VISTO il decreto legge 16 maggio 2008, n. 85, recante «Disposizioni urgenti per l'adeguamento delle strutture di Governo in applicazione

Dettagli

Deliberazione della Giunta esecutiva n. 23 di data 4 marzo 2016.

Deliberazione della Giunta esecutiva n. 23 di data 4 marzo 2016. Deliberazione della Giunta esecutiva n. 23 di data 4 marzo. Oggetto: Approvazione variazione di cassa al bilancio gestionale per l esercizio finanziario, ai sensi dell articolo 51, comma 2, lettera d)

Dettagli

Alla stregua dell istruttoria degli uffici del Settore Urbanistica, dichiarata la regolarità tecnica; DECRETA

Alla stregua dell istruttoria degli uffici del Settore Urbanistica, dichiarata la regolarità tecnica; DECRETA A.G.C. 16 - Governo del Territorio, Tutela Beni, Paesistico-Ambientali e Culturali - Settore Urbanistica - Decreto dirigenziale n. 1 del 14 gennaio 2010 Legge Regionale 16/2004 articolo 40 comma 2 - Contributi

Dettagli

LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 7

LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 7 5454 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 44 suppl. del 6-4-2006 PARTE PRIMA Leggi e Regolamenti Regionali LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 7 Iniziative di promozione e solidarietà per contrastare

Dettagli

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 11 giugno 1997, n. 315

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 11 giugno 1997, n. 315 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 11 giugno 1997, n. 315 Regolamento di attuazione dell'articolo 15 della legge 7 marzo 1996, n. 108, concernente il fondo per la prevenzione del fenomeno dell'usura.

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 9 DEL 27-05-2008 REGIONE MARCHE DISPOSIZIONI IN MATERIA DI CONTROLLO DEGLI IMPIANTI TERMICI DEGLI EDIFICI.

LEGGE REGIONALE N. 9 DEL 27-05-2008 REGIONE MARCHE DISPOSIZIONI IN MATERIA DI CONTROLLO DEGLI IMPIANTI TERMICI DEGLI EDIFICI. LEGGE REGIONALE N. 9 DEL 27-05-2008 REGIONE MARCHE DISPOSIZIONI IN MATERIA DI CONTROLLO DEGLI IMPIANTI TERMICI DEGLI EDIFICI. Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MARCHE N. 53 del 5 giugno 2008 Il

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 23 DEL 28-03-1995 REGIONE SICILIA

LEGGE REGIONALE N. 23 DEL 28-03-1995 REGIONE SICILIA Legge 1995023 Pagina 1 di 9 LEGGE REGIONALE N. 23 DEL 28-03-1995 REGIONE SICILIA Norme per i consorzi fidi di garanzia collettiva tra piccole e medie imprese. Norme interpretative e di modifica delle leggi

Dettagli

Giunta Regionale della Campania

Giunta Regionale della Campania Avvertenze: il testo vigente qui pubblicato è stato redatto dal Settore Legislativo dell A.G.C. 01 della Giunta Regionale al solo fine di facilitare la lettura delle disposizioni della legge, integrata

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 33 DEL 24-04-1980 REGIONE PUGLIA

LEGGE REGIONALE N. 33 DEL 24-04-1980 REGIONE PUGLIA Legge 1980033 Pagina 1 di 9 LEGGE REGIONALE N. 33 DEL 24-04-1980 REGIONE PUGLIA

Dettagli

Giunta Regionale della Campania. Interventi a sostegno dei diritti degli immigrati stranieri in campania provenienti da paesi extra comunitari

Giunta Regionale della Campania. Interventi a sostegno dei diritti degli immigrati stranieri in campania provenienti da paesi extra comunitari Legge regionale n. 33 del 3 novembre 1994 Interventi a sostegno dei diritti degli immigrati stranieri in campania provenienti da paesi extra comunitari Il Consiglio Regionale ha approvato. Il Commissario

Dettagli

DECRETO DEL MINISTERO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE REGOLAMENTO RECANTE NORME PER IL FUNZIONAMENTO DEL FONDO

DECRETO DEL MINISTERO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE REGOLAMENTO RECANTE NORME PER IL FUNZIONAMENTO DEL FONDO DECRETO DEL MINISTERO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE E MINISTERO DEL TESORO, DEL 13 GENNAIO 2000, N. 91 REGOLAMENTO RECANTE NORME PER IL FUNZIONAMENTO DEL FONDO NAZIONALE PER IL DIRITTO AL LAVORO

Dettagli

Regione Friuli - Venezia Giulia. Legge regionale del 22 aprile 2004, n. 13

Regione Friuli - Venezia Giulia. Legge regionale del 22 aprile 2004, n. 13 Regione Friuli - Venezia Giulia Legge regionale del 22 aprile 2004, n. 13 Bollettino Ufficiale Regionale del 28 aprile 2004, n. 17 Interventi in materia di professioni. Preambolo IL CONSIGLIO REGIONALE

Dettagli

Titolo 1 - DISPOSIZIONI GENERALI E TIPOLOGIE D INTERVENTO. Art. 01 - Finalità, obiettivi, contenuti

Titolo 1 - DISPOSIZIONI GENERALI E TIPOLOGIE D INTERVENTO. Art. 01 - Finalità, obiettivi, contenuti Legge Regionale 09 settembre 1991, n. 47 Norme sull eliminazione delle barriere architettoniche. Bollettino Ufficiale n. 56, parte prima, del 19.09.1991 Titolo 1 - DISPOSIZIONI GENERALI E TIPOLOGIE D INTERVENTO

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA SENATO DELLA REPUBBLICA Vili LEGISLATURA (N. 1432) DISEGNO DI LEGGE presentato dal Presidente del Consiglio dei Ministri (FORLANI) e dal Ministro della Sanità (ANIASI) COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 14

Dettagli

Impresa al femminile in Abruzzo

Impresa al femminile in Abruzzo Impresa al femminile in Abruzzo TESTO COORDINATO LL.RR. 143/95 -- 96/97-142/1999 Interventi per la promozione di nuove imprese ed innovazione per l imprenditoria femminile. Art. 1 Finalità 1. La Regione

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 28 DEL 20-07-2001 REGIONE BASILICATA

LEGGE REGIONALE N. 28 DEL 20-07-2001 REGIONE BASILICATA LEGGE REGIONALE N. 28 DEL 20-07-2001 REGIONE BASILICATA "PROMOZIONE DELL'ACCESSO AL LAVORO DELLE PERSONE DISABILI". Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA N. 49 del 24 luglio 2001 IL CONSIGLIO

Dettagli

3a Territorio e urbanistica l.r. 47/1991 1

3a Territorio e urbanistica l.r. 47/1991 1 3a Territorio e urbanistica l.r. 47/1991 1 Legge Regionale 09 settembre 1991, n. 47 Norme sull eliminazione delle barriere architettoniche. (Bollettino Ufficiale n. 56, parte prima, del 19.09.1991) Titolo

Dettagli

COSA E IL BICIPLAN? IL TERRITORIO GLI INTERVENTI PROMUOVERE LA BICI

COSA E IL BICIPLAN? IL TERRITORIO GLI INTERVENTI PROMUOVERE LA BICI progetto: Salita alle Monache Turchine 3, Genova ARENZANO, 13 GIUGNO 2009 COSA E IL BICIPLAN? IL TERRITORIO GLI INTERVENTI PROMUOVERE LA BICI COSA E IL BICIPLAN? MOTIVAZIONI Il BICIPLAN è uno strumento

Dettagli

L.R. n. 26 del 10 aprile 1990 TUTELA, VALORIZZAZIONE E PROMOZIONE DELLA CONOSCENZA DELL'ORIGINALE PATRIMONIO LINGUISTICO DEL PIEMONTE.

L.R. n. 26 del 10 aprile 1990 TUTELA, VALORIZZAZIONE E PROMOZIONE DELLA CONOSCENZA DELL'ORIGINALE PATRIMONIO LINGUISTICO DEL PIEMONTE. L.R. n. 26 del 10 aprile 1990 TUTELA, VALORIZZAZIONE E PROMOZIONE DELLA CONOSCENZA DELL'ORIGINALE PATRIMONIO LINGUISTICO DEL PIEMONTE. B.U. n. 16 del 18 aprile 1990 Art. 1 (Finalità generali) 1. La Regione

Dettagli

LEGGE REGIONALE 5 dicembre 1977, n. 95

LEGGE REGIONALE 5 dicembre 1977, n. 95 LEGGE REGIONALE 5 dicembre 1977, n. 95 Interventi in favore delle cooperative edilizie. N.d.R. I requisiti per l'accesso alle agevolazioni sono stati individuati con Decr. Ass. Cooperazione 7 ottobre 2005.

Dettagli

LEGGE SPORT VENETO. In ogni diapositiva di questa presentazione, si cita inizialmente l articolo 2, per poi parlare dell articolo specifico

LEGGE SPORT VENETO. In ogni diapositiva di questa presentazione, si cita inizialmente l articolo 2, per poi parlare dell articolo specifico LEGGE SPORT VENETO COME LEGGERLA? La legge sullo sport da poco approvata è di facile consultazione se ne si conosce la struttura : l articolo 2 infatti è come un indice, che rimanda agli articoli successivi

Dettagli

Comune di Pelago Provincia di Firenze Via Ponte Vecchio, 1 50060

Comune di Pelago Provincia di Firenze Via Ponte Vecchio, 1 50060 Articolo 1 Nell'ambito delle competenze e delle possibilità del Comune, il presente regolamento di disciplina degli obiettivi, i criteri e le modalità per la concessione di sovvenzioni, contributi, sussidi

Dettagli

Art. 1 (Bilancio di competenza Stato di previsione dell entrata e della spesa)

Art. 1 (Bilancio di competenza Stato di previsione dell entrata e della spesa) Legge regionale 27 dicembre 2012, n. 71 Bilancio di previsione della Regione Calabria per l anno finanziario 2013 e bilancio pluriennale 2013-2015. (BUR n. 23 del 17 dicembre 2012, supplemento straordinario

Dettagli

COMUNE DI BRESCIA. Percorsi ciclabili

COMUNE DI BRESCIA. Percorsi ciclabili Percorsi ciclabili Il presente documento inquadra la rete ciclabile comunale. E indicativo nelle linee guida ma non prescrittivo nelle modalità di esecuzione per consentire in tal modo una compartecipazione

Dettagli

Articolo 1 (Principi generali)

Articolo 1 (Principi generali) L. 25-2-1992 n. 215 Azioni positive per l'imprenditoria femminile. Pubblicata nella Gazz. Uff. 7 marzo 1992, n. 56. Articolo 1 (Principi generali)... 1 Articolo 2 (Beneficiari)... 1 Articolo 3 (Fondo nazionale

Dettagli

LEGGE REGIONALE 16 novembre 2001, n. 30

LEGGE REGIONALE 16 novembre 2001, n. 30 LEGGE REGIONALE 16 novembre 2001, n. 30 (GU n. 012 SERIE SPECIALE N. 3 del 23/03/2002 - BU Piemonte n. 047 del 21/11/2001) Legge 4 maggio 1983, n. 184, cosi come modificata dalla legge 31 dicembre 1998,

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE REGIONE UMBRIA N. 10 DEL 4 MARZO 2005

BOLLETTINO UFFICIALE REGIONE UMBRIA N. 10 DEL 4 MARZO 2005 LEGGE REGIONALE 17 FEBBRAIO 2005, N. 9 «Norme sulla cooperazione sociale». BOLLETTINO UFFICIALE REGIONE UMBRIA N. 10 DEL 4 MARZO 2005 IL CONSIGLIO REGIONALE ha approvato. LA PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE

Dettagli

LEGGE REGIONALE 30 giugno 2014, n. 10

LEGGE REGIONALE 30 giugno 2014, n. 10 LEGGE REGIONALE 30 giugno 2014, n. 10 INTERVENTI PER IL TRASPORTO FERROVIARIO E FLUVIOMARITTIMO DELLE MERCI. ABROGAZIONE DELLA LEGGE REGIONALE 4 NOVEMBRE 2009, N. 15 (INTERVENTI PER IL TRASPORTO FERROVIARIO

Dettagli

D.G.R. N 319 del 24 aprile 2008

D.G.R. N 319 del 24 aprile 2008 D.G.R. N 319 del 24 aprile 2008 OGGETTO: POR FESR Lazio 2007-2013 Obiettivo Competitività regionale e Occupazione Attuazione dell Attività II.4 Valorizzazione delle strutture di fruizione delle aree protette.

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL FINANZIAMENTO DELLE ATTIVITA IN FAVORE DEGLI STUDENTI EX LEGE N. 390/91 POLITECNICO DI BARI

REGOLAMENTO PER IL FINANZIAMENTO DELLE ATTIVITA IN FAVORE DEGLI STUDENTI EX LEGE N. 390/91 POLITECNICO DI BARI REGOLAMENTO PER IL FINANZIAMENTO DELLE ATTIVITA IN FAVORE DEGLI STUDENTI EX LEGE N. 390/91 POLITECNICO DI BARI Decreto emanazione D.R. 74 DEL 03/04/1998 Decreto aggiornamento D.R. n. 63 del 17/02/1999

Dettagli

«Prestito sociale d onore. Istituzione di un fondo per agevolarne l accesso.» BOLLETTINO UFFICIALE REGIONE UMBRIA N. 34 DEL 1 AGOSTO 2007

«Prestito sociale d onore. Istituzione di un fondo per agevolarne l accesso.» BOLLETTINO UFFICIALE REGIONE UMBRIA N. 34 DEL 1 AGOSTO 2007 LEGGE REGIONALE 24 LUGLIO 2007, N. 25 «Prestito sociale d onore. Istituzione di un fondo per agevolarne l accesso.» BOLLETTINO UFFICIALE REGIONE UMBRIA N. 34 DEL 1 AGOSTO 2007 IL CONSIGLIO REGIONALE ha

Dettagli

LEGGE PROVINCIALE 7 gennaio 1991, n. 1 Eliminazione delle barriere architettoniche in provincia di Trento INDICE

LEGGE PROVINCIALE 7 gennaio 1991, n. 1 Eliminazione delle barriere architettoniche in provincia di Trento INDICE LEGGE PROVINCIALE 7 gennaio 1991, n. 1 Eliminazione delle barriere architettoniche in provincia di Trento INDICE Capo I - Disposizioni generali Art. 1 - Oggetto della legge Art. 2 - Ufficio provinciale

Dettagli