IL BUIO OLTRE LA SIEPE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IL BUIO OLTRE LA SIEPE"

Transcript

1 15 marzo di Edmunduburdu Peste e corna STORIA DEL FUMETTO di Evaristo Puxeddu IL BUIO OLTRE LA SIEPE El pueblo unido... cantavano gli Inti Illimani per denunciare al mondo, dopo la morte di Allende, l arrivo di Pinochet e della dittatura in Cile, e magari l abbiamo cantata anche noi per manifestare contro un potere sordo o soltanto per esercitare le corde vocali. Un po come è stato fatto in questi ultimi tempi, in Grecia come in Francia e altrove, con Bella ciao. Un momento di ribellione ai fatti quotidiani più sgradevoli o toccanti. Ritmi e toni sono diversi da quelli di Va pensiero: i primi due sono protesta, il terzo quasi un lamento o un invito a ricordare i tempi andati. E noi che facciamo, cantiamo ancora? Noi andiamo all estero, lusingati da costi di lavoro più bassi o da finanziamentiregalo a chi impianta aziende, e liquidiamo fabbriche e dipendenti, salvo poi rientrare dopo aver compreso che anche la professionalità del lavoro incide sulla qualità del prodotto finale, oppure vendiamo l Italia delle nostre industrie, o aspettiamo che altri la comprino. Vendiamo di tutto come gli ambulanti immigrati, ma in particolare moda, palazzi, squadre di calcio e fabbriche di prodotti vari, e ringraziamo pure che ci sia qualcuno, non importa se viene da paesi arabi, americani, cinesi o indiani, che ci porta i suoi milioni e ci consente di continuare a campare. Che poi il ricavato di quanto si vende sia reinvestito nel nostro paese non è mai certo, ma se lo fosse saremmo sicuramente più ricchi. Esportiamo i nostri prodotti, spesso di qualità o decisamente innovativi, e importiamo quello che non abbiamo più voglia o non ci conviene produrre. Forse anche perché costa fatica o non siamo preparati per farlo. Ci aiuterà davvero il Trattato Transatlantico, cioè gli accordi commerciali di libero scambio fra Europa e Usa, o ci renderà, ma solo apparentemente, la vita più facile? E quali saranno i vantaggi degli eventuali nuovi patti commerciali con altri stati economicamente forti? I vantaggi ci saranno: avremo molta più concorrenza, prezzi forse più o molto più accessibili, ma non sempre la qualità di cui ci vantiamo. E nel settore alimentare potremo scegliere tra le prugne secche, le carni surgelate e gli oli extravergine qualche volta ribattezzati con il marchio del made in Italy, così come si fa per molti altri prodotti. Addio, quindi, all agnello e al maialino fatti in casa e all uovo ruspante. Avremo anche molte altre gioie, fra le quali i mangimi fatti di fantasia e stimoli per l ingrasso delle bestie, mentre noi poveri isolani IL COMMENTO continuiamo a mandare altrove i nostri vitelli per l ingrasso e a tenere troppi campi incolti. Ma questo mercato liberato e allargato concorrerà davvero a migliorare l economia mondiale o creerà solo altre illusioni momentanee mentre arricchirà ulteriormente le solite multinazionali che tutto governano? Per quanto ci riguarda da vicino, ci hanno dato, a noi sardi che le abbiamo volute quasi fossero grazia divina, le fabbriche che occupassero gli ex contadini e pastori che faticavano a campare, e molte sono diventate cattedrali nel deserto perchè inutili, abbandonate o non redditizie. Altre fabbriche facciamo fatica a tenerle in vita per ragioni di qualità, o di mercato, o semplicemente per problemi di pessima conduzione. Abbiamo aziende ferme, con i dipendenti a spasso o in cassa integrazione, che hanno ordini da soddisfare e non possono farlo perché ingabbiate in problemi burocratici o amministrativi, come per esempio a Villacidro, dove si apre si chiude o non si sa cosa con la Keller. E altrove, come per esempio l Alcoa, la Legler e centinaia d altre. D accordo, niente aiuti di stato o di regioni, ma se questi enti non possono elargire soldi potrebbero almeno metterci maggiore impegno per ottenere risultati più immediati. Fiumi che straripano, acqua che stagna, incendi che spogliano la natura, terreni incolti e abbandonati, strade dissestate, case vuote o cadenti, opere iniziate e mai utilizzate, servizi inefficienti. Con il mercato senza confini e l immissione di nuovo denaro avremo forse più consumi (se il denaro arriva a tutti e tutti entrano nel mondo del lavoro) e subito dopo l inflazione concorrerà a portare nuove distinzioni. La bici va da sola in discesa, ma in salita bisogna pedalare. Non aspettiamoci niente da queste novità, o aspettiamoci solo benefici momentanei, perché quando tramonta il sole, cioè quando si esaurisce l effetto del nuovo corso, arriva nuovamente il buio. Dobbiamo liberarci una volta per tutte dell illusione che l economia possa crescere all infinito e decidere del nostro futuro, se guidarlo noi, senza velleità o proposte irrealizzabili, o se accettare passivamente il corso delle proposte in atto. Dobbiamo cercare una nuova via, un nuovo indirizzo economico in grado di responsabilizzare e coinvolgere tutti, anziché dare false speranze di benessere. Se ci guardiamo attorno, rinunciando all idea che sia necessario diventare ricchi o che si possa vivere di assistenza, capiremo quale. di Rinaldo Ruggeri ASPETTANDO LE RIFORME LIBERALI LA FANTASCIENZA I viaggi fantastici di Lone Sloane AUTORE : PHILIPPE DRUILLET Una fantasia che si richiama al passato per commentare il presente, nelle visioni dell avvenire. Lo disse Renè Goscinny, il grande autore di Asterix. Leggendo questo fumetto, nato nel 1972, ma in Italia apparso un anno dopo, restammo affascinati dai magnifici disegni e dalla passione che animò il suo autore. I lettori accolsero il suo lavoro, portandolo in trionfo. IL CRITICO Druillet ha fatto esplodere il fumetto, portandolo fuori dalla stretta cornice delle solite vignette. E gli echi di questa esplosione sono lontani a spegnersi. Ho visto, vedo e vedrò ancora, spero, molti disegnatori, ma questo mi è entrato dentro, e ho capito che un nuovo maestro è nato nel nostro mestiere, un maestro modesto e sorridente, un amico. Ci fa tuffare in uno straordinario universo. IL FANTASTICO Buck Rogers, fu il primo eroe del fumetto di fantascienza. Le sue imprese furono sempre ideate con qualche aggancio rigorosamente scientifico. Un fumetto fantasiosamente avventuroso, che venne alla luce sollecitato dal bisogno di evasione del piccolo uomo della strada. In momenti economicamente molto difficili. Posto di fronte quindi, a inquietanti interrogativi nei confronti del proprio domani. Nel primo episodio Buck Rogers in the Year 2629 si respirava un atmosfera di gradevole stupefazione. L eroe di questo fumetto, si svegliava da una ibernazione durata dai giorni del primo conflitto mondiale e si trovava nel bel mezzo di un futuro tecnologicizzato, insieme a giocattoli divertenti come il propulsore a razzo individuale (attuato soltanto sul finire degli anni sessanta del secolo scorso), fatto indossare nel cinema allo 007 James Bond di Sean Connery. Che, in seguito, avrebbe preconizzato qualcosa di simile allo scoppio immane di una bomba atomica. Niente di nuovo certo. Già Verne aveva messo ciò nel suo romanzo Face au drapeau. Se fossi liberale, ma non lo sono, penserei da liberale e agirei da liberale. Quest ovvietà, purtroppo, in Italia è quasi un eresia. Raramente si è conseguenti con quanto si pensa. Ai proclami roboanti mai seguono i fatti concreti. Da decenni si parla di riforme liberali epocali, di abolire i residui di feudalesimo che ancora esistono nella società italiana. Le corporazioni, le caste sembrano intoccabili, anche Renzi ha desistito dai propositi riformatori, tanto sbandierati. Notai, farmacisti, ordini professionali di tutti i tipi e persino i taxisti hanno eretto le barricate a difesa dei loro privilegi. Possiamo, anche, fare dei panegirici sulla mobilità sociale, sulla flessibilità, sulla professionalità, ma rimangono parole vuote se il figlio del notaio e altri continuano a esercitare la professione per privilegio dinastico. Come nel Medioevo si ereditano o si comprano i feudi. Le conoscenze e le capacità sono un optional. Poi ci lamentiamo e versiamo lacrime di coccodrillo se i giovani laureati trovano tutte le strade sbarrate. Ma che stato moderno è il nostro se una laurea o un diploma non ti abilita alla professione? Perché un ordine professionale è abilitato ad abilitare alla professione? La risposta non è complessa ma è semplice: la casta e le corporazioni hanno strappato leggi che tutelano i loro privilegi. In questi casi si è chiusi in recinti legislativi e regolamentari mentre, in altri, si rivendica il liberalismo più sfrenato, quasi l anarchia. Per i liberali le leggi diventano lacci e laccioli se impediscono di inquinare, di edificare in modo selvaggio, di evadere le tasse o di licenziare in modo discriminatorio. I nostri liberali fanno leggi che non hanno senso: l Italia è uno dei paesi europei con meno laureati, invece di agevolare l accesso all università si adotta il numero chiuso. Ai più, sembrerà assurdo ma, dopo Cavour, chi ha prodotto più atti liberali concreti è stato un ex comunista come Luigi Bersani. A lui vanno ascritte numerose liberalizzazioni: settore elettrico (Enel), vendita dei farmaci da banco nei supermercati e nelle parafarmacie, abolizione del tariffario dagli ordini professionali, regolamentazione delle licenze dei tassisti, abolizione dei costi fissi di ricarica per i cellulari, recesso anticipato dei contratti (telefonia, banche, televisione), e altre. Lui ha fatto ma i liberali doc non hanno fatto, anzi, si sono adoperati per annacquare quanto Bersani aveva legiferato. Ora, bisogna proseguire sulla strada tracciata da Bersani e completare le liberalizzazioni. Bisogna abolire tutte le posizioni monopolistiche, stimolando la concorrenza a beneficio dei consumatori. Bisogna separare tutte le reti: quelle fisiche (elettriche, telefoniche, ferroviarie, ecc.), quelle via etere (televisione, telefonia, ecc.), dalle attività di servizio e commerciali. Chi possiede le reti elettriche non può vendere energia elettrica; chi possiede le reti telefoniche o le parabole non può vendere servizi telefonici, come attualmente fa la Telecom. È polemica di questi giorni sulla compra-vendita delle torri televisive della Rai. La Rai o Mediaset o altre televisioni non devono e non possono, se vogliono fare intrattenimento televisivo, essere possessori delle reti. La realizzazione di tutto ciò serve a concretizzare un principio di fondo della teoria liberale: la libera circolazione delle merci.

2 24 15 marzoo 2015 IL MIO PUNTO DI VISTA PLATONE, MARX E GRAMSCI MI HANNO SALVATO LA VITA ODONTOIATRIA E SALUTE di Antonio Loru MICHELANGELO, RAFFAELLO, DINO MARCHIONNI L HANNO RESA PIÙ BELLA. È regola invariabile del potere che, le teste, è sempre meglio tagliarle prima che comincino a pensare, dopo può essere troppo tardi. (José de Sousa Saramago, Saggio sulla lucidità, tr. it. Di Rita Desti, UEF Feltrinelli, Mi, 2011) Tre grandi passioni, semplici ma irresistibili hanno governato la mia vita: la sete d amore, la ricerca della conoscenza e una struggente pietà per le sofferenze dell umanità. (Sir Bertrand Russell, Autobiografia, 1967) All ombra dell ultimo sole/s era assopito un pescatore/e aveva un solco lungo il viso/come una specie di sorriso./venne alla spiaggia un assassino/due occhi grandi da bambino/due occhi enormi di paura/eran gli specchi di un avventura./ E chiese al vecchio dammi il pane/ho poco tempo e troppa fame/e chiese al vecchio dammi il vino/ho sete e sono un assassino./gli occhi dischiuse il vecchio al giorno/non si guardò neppure intorno/ma versò il vino e spezzò il pane/ per chi diceva ho sete e ho fame./ (Fabrizio De Andrè, Il Pescatore, Bellidisc, 1967) E Democrito, Epicuro, Lucrezio, Bruno, Galilei, Hack, Hume, Russell, Pitagora, Euclide, Fermat, Gödel. E Antonello da Messina, Leonardo, Sebastiano del Piombo e Masaccio, Artemisia Gentileschi, Frida Khalo, Dalí, Picasso, Magritte, de Chirico, Guttuso, Andy Warhol, Mozart, Beethoven e Verdi, Miguel de Cervantes, François Rabelais, Boccaccio, Charles Dickens, Angelo Beolco Ruzzante, ovviamente Dante, che fa rima, pure. Henry Miller, Ingmar Bergman, Woody Allen, Kubrick, Pasolini, Fellini e Luis Buñuel, Hannah Arendt, Simone de Beauvoir, anche loro, e tutti gli altri, ché ne verrebbe fuori una troppo lunga, e alla fine stucchevole, teoria, non li elenco, ma in me presenti, compresi a modo mio, a modo mio artefici della mia identità, mediocre certo, ma sarebbe stata ben peggiore se non li avessi mai incontrati, se qualche anima bella, buona e intelligente, di insegnante-maestro non me li avesse, interpretandoli, mettendoci non solo la faccia, come si dice, ma tutto il suo essere, apparente perché essente, presentati. Tutti, da Platone a Simone de Beauvoir, grandi maestri, antichi, dell era di mezzo, moderni e contemporanei, ai quali, pochi, insegnanti-maestri, ma per fortuna ci sono stati, nelle scuole dell obbligo e superiori, e tantissimi, quasi tutti, all università, hanno saputo dare il loro corpo, prestare le loro forme fisiche, morali ed etiche, sentimentali, intellettuali, il loro talento e genio. Concluso che ebbi le scuole medie inferiori, qualche bel tomo, manàgu avanzau, consigliò a mio padre: mandaddu a traballai su piccioccheddu, no du lassisti a istudiai, pro perdi tempusu e pai, ca non est cosa po bosàterus. Debbo all intelligenza ostinata, all amore per la verità di mio padre, se assieme al poco pane, studiando ho potuto apprezzare anche il profumo e il colore delle rose. E sentirne anche le spine. A me, a tanti della nostra generazione, figli di operai e contadini, hanno salvato la vita, questi uomini illustri, hanno evitato un destino che si voleva già scritto, di lavoro alienante, servile, di una vita inconsapevole della bellezza, della verità, della giustizia. Ci hanno resi consapevoli del diritto di tutti, e non dei soliti noti, al sapere. L hanno salvata a noi ragazzi di ieri, potrebbero salvarla, ai ragazzi di oggi. L avrebbero potuta salvare a tanti, a tanti renderla se non più bella e interessante, almeno degna d esser vissuta. Dovrebbe, la scuola, perché solo la scuola può, nessun altro, nessun altra istituzione. Questo ruolo, questo compito, questa azione che la scuola può, e deve, svolgere, si chiama formazione! Il nodo della questione è: non c è storia se a scuola ci incaponiamo a voler informare: in un nanosecondo i nuovi strumenti di informazione di massa riescono a far piovere sul richiedente, con un semplice pliin, (direbbero Monty Python) tante informazioni quante non riusciremo, tutti i docenti di tutte le scuole di ogni ordine e grado, in servizio permanente effettivo o precario, oggi in Italia, in un anno. Allora dobbiamo capire, prendere coscienza, che il nostro ruolo è di formare, non di scimmiottare mezzi e strumenti molto più potenti, evoluti, e sapienti-nozioni, di noi.noi non siamo macchine, siamo uomini e donne che devono col loro esempio crescere uomini e donne di oggi e per domani, adatti a vivere il loro tempo, ma soprattutto a cambiarlo coi loro sogni migliori, non a viverlo come il loro peggior incubo! Allora, se posso permettermi l accostamento a queste vertiginose altezze, l insegnante, noi che desideriamo con tutto il cuore esserlo, deve essere un pescatore, per portare a galla l anima viva, il genio, il talento dei ragazzi che con tanta speranza, anche ingenua, ci vengono affidati. Perché i tanti, i troppi Antonio, Stefano, Angelo, Valeria non abbiano più ad annegare nel mare del loro crescere, non muoiano senza aver ancora vissuto, o, ancora peggio, non vivano da morti. Oggi queste generazioni abitano mondi dove c è un disperato bisogno di grandi, esperti navigatori. Non possiamo contentarci d essere marinai d acqua dolce. Diciamo, testimoniamo, insegniamo a dire no alla mediocrità. Facciamo davvero grandi progetti, prepariamo il terreno alla coltivazione di più grandi speranze. Testimoniamo il rischio e la bellezza della seconda navigazione platonica. Così, quand anche, perché non si può stare sempre in alto mare, dovranno navigare sottocosta, sarà per loro facile facile. IL CARCINOMA ORALE di Andrea Lampis medico odontoiatra In questa seconda parte della serie di tre articoli sul carcinoma orale parleremo della diagnosi. In essa rivestono un ruolo fondamentale alcuni segni e sintomi che permettono di eseguire una diagnosi precoce per iniziare il prima possibile una terapia e di conseguenza ottenere una migliore prognosi. Fra gli indizi che ci possono portare ad instaurare un processo di diagnosi immediata ci sono le lesioni precancerose. Queste sono alterazioni visibili dei tessuti nei quali vi è un aumento della probabilità di insorgenza di cancro rispetto agli altri tessuti. Secondo alcuni studi, circa il 70% delle neoplasie orali si sviluppa a partire da queste condizioni e lesioni predisponenti. Oltre che dal dentista queste alterazioni possono essere viste anche dal paziente. Invito nel caso di dubbi a rivolgersi al proprio dentista. Le principali precancerosi sono: la leucoplachia, il lichen planus, le cheilite attinica cronica,la candidosi cronica iperplastica e l eritroplachia. LEUCOPLACHIA La leucoplachia si presenta come una chiazza di colorito bianco perlaceo, non asportabile, dura e non classificabile all interno di nessun altra malattia. Possiamo distinguere due tipologie di leucoplachie: -la forma omogenea se è bianca e coi margini regolari; -la forma non omogenea se ci sono delle aree rosse e margini irregolari. Se questa lesione si verifica in aree quali il ventre della lingua ci può essere il sospetto di pericolosità. L aspetto della lesione può essere verrucoso, variegato, eritroleucoplasico (rosso e bianco, più grave). Il rischio di evoluzione in cancro cresce dalle forme omogenee alle disomogenee. La possibilità di trasformazione è del 1,4%. LICHEN PLANUS È una dermatomucosite cronica causata da diversi fattori e legata ad una reazione autoimmune che colpisce la cute e le mucose non solo orali ma anche genitali. La prevalenza è maggiore nel sesso femminile. Talvolta ha remissione spontanea, più spesso abbiamo fasi di alternanza con fasi di remissione e riattivazione, che possono esser correlate a questioni psicologiche, soprattutto nei pazienti ansiosi. segue a pag. 25 di Giovanni Luigi Zedda Dimmi cosa leggi OGGI PARLIAMO DI... IL CASTELLO DEI DESTINI INCROCIATI Il tambureggiare di piatti e l acciottolío di coppe e stoviglie bastarono a convincermi che non ero diventato sordo: non mi restava che supporre d essere muto. [ ] Uno dei commensali tirò a sé le carte sparse, [ ] prese una carta e la posò davanti a sé. Tutti notammo la somiglianza tra il suo viso e quello della figura, e ci parve di capire che con quella carta egli voleva dire io e che s accingeva a raccontare la sua storia. (Italo Calvino, Il Castello dei destini incrociati, pgg. 5/6, Giulio Einaudi editore, TO, 1973) Su binti a cumpangiu! Bagattu, rei de bastusu a mausu! Nelle poche ore di libertà dal lavoro, alla sera, quando le giornate erano sufficientemente lunghe, in sa buttega, che non è traducibile, come qualcuno frettolosamente vorrebbe, con il bar, così come bar non traduce i nordici pub o club. O nelle giornate di festa grande, alla vigilia, sa notti de xena, i giorni di Natale, la vigilia della befana, le interminabili partite coi parenti, a tarocchi. Ho sempre provato un fascino particolare per la grande abilità di mio padre in questo gioco, che allora conoscevo solo nella versione popolare, perché giocata da loro, gente del popolo. E un po lo disprezzavo il gioco, senza sapere bene perché, forse perché capivo che non avrei potuto fare le scuole grandi, per la mia condizione famigliare, e allora non ho mai voluto imparare a giocarlo, perché mi sarebbe apparso una resa a una condizione culturale che sapevo inelusibile e ineluttabile, ma che non volevo, nel più profondo del mio Io, accettare. Stupidamente allora ritenevo mio padre responsabile della mio destino, che non mi avrebbe mai visto conseguire diplomi o lauree, e la sua bravura in questo gioco mi appariva un abilità di seconda categoria, rispetto a saper situare con precisione cronologica un fatto storico, tradurre un passo di Virgilio, risolvere un equazione, declamare a memoria un intera poesia. Poi, giovane uomo, maturato in fretta, perché la vita per qualcuno non aspetta, nella mia furiosa fame di leggere, vedere, sentire, da autodidatta, quello che con più calma, e con la guida di maestri, averi voluto leggere, vedere, ascoltare a scuola, nei primi anni Settanta, mi capitò tra le mani, Il Castello dei destini Incrociati, di Italo Calvino, in una splendida edizione del 1973, (con la copertina rigida e una sovraccopertina con la riproduzione fotografica di cinque tarocchi di Bonifacio Bembo, degli originali conservati al Morgan Library di New York). Per i tipi di Giulio Einaudi, nobile casa editrice di Torino, che tanto ha fatto per la diffusione della cultura italiana e internazionale. Di recente, il mio nipote preferito, quello invece sì, ha studiato, ha due lauree, un dottorato di ricerca, parla tre lingue (ma non il sardo campidanese), vuole prendersi un altra laurea, frugando nella mia libreria, ha trovato questo libro. Incuriosito dal titolo, per la somiglianza con quello di un programma: Destini incrociati Hotel, in onda su Skyarte, mi ha chiesto: è bello questo libro, nonno? Mi consiglieresti di leggerlo? Ti consiglierei di leggerlo!?! Ti obbligherei!! Se fosse in mio potere! A tutti gli altri, i pochi che leggono questa rubrichetta, lo consiglio vivamente. Dal 1973 a oggi, sono state pubblicate numerose buone edizioni. Una copia di questa, Il Castello dei destini incrociati e la Taverna dei destini incrociati, arricchita da una straordinaria postfazione di Italo Calvino, trovarla in qualche remainder sarebbe il massimo. Per chi volesse, buona ricerca. Italo Calvino, Il castello dei destini incrociati, Giulio Einaudi editore, TO, 1973.

3 15 marzo INVALIDI & DISABILI VISITE DI REVISIONE INVALIDITÀ: LE CONVOCAZIONI SARANNO AUTOMATICHE Recentemente, la legge n.114 del 2014 ha introdotto importanti modifiche in materia di visite sanitarie di revisione nell intento di semplificare le procedure. Prima di tale normativa si decadeva dallo status di invalido civile o portatore di handicap (L. 104/92) alla scadenza dei relativi verbali di accertamento anche se l interessato era in attesa di visita di revisione. Per cui accadeva che a causa dei ritardi tecnici di verifica della permanenza dei requisiti sanitari, all indomani della scadenza indicata nel verbale venivano sospese le provvidenze economiche (pensioni, assegni, indennità) e si perdeva di conseguenza il diritto alle agevolazioni lavorative (permessi e congedi); inoltre, non si poteva accedere ad altre agevolazioni quali, ad esempio, quelle fiscali finché non fosse stato definito un nuovo verbale di accertamento. Ora, la legge succitata ha stabilito che nel caso in cui sia prevista nel verbale una data di rivedibilità, si conservano tutti i diritti acquisiti in materia di benefici, prestazioni e agevolazioni di qualsiasi natura, anche dopo la data di scadenza del verbale. Inoltre viene definita la competenza esclusiva dell Inps nella convocazione a visita nei casi di verbali per i quali sia prevista la rivedibilità. Spetta ora dunque all INPS convocare il cittadino a nuova visita e spetta sempre all INPS effettuare la visita, le cui commissioni saranno chiamate a pronunciarsi non solo sulla permanenza o meno del grado d invalidità precedentemente accertato, ma anche sul suo eventuale sopravvenuto aggravamento. A pochi mesi di distanza dalla legge 114, l Inps ha fissato i criteri operativi mediante la circolare n. 10 del 23 gennaio Si legge nella circolare: La novella legislativa, infatti, rende finalmente possibile una gestione unitaria delle visite di revisione e del relativo iter di verifica, permettendo all Istituto, già preposto all accertamento definitivo della sussistenza dei requisiti sanitari per il diritto ai benefici a titolo di invalidità civile, cecità civile, sordità, handicap e disabilità (art. 20, comma 1, legge 3 agosto 2009, n. 102), di effettuare anche l accertamento sanitario per le eventuali visite di revisione previste all atto del giudizio sanitario definitivo emesso dall Istituto stesso. In tal modo le Asl sono totalmente estromesse dalle visite di revisione che fino ad ora erano loro affidate. Da tale novità derivano al cittadino alcuni vantaggi, ma anche svantaggi. Il vantaggio consisterebbe, secondo l Inps in uno snellimento dei tempi non essendoci più il passaggio di verbali da Asl a Inps. Lo svantaggio consisterebbe nel fatto che il cittadino non di Valentino Pitzalis* ha più come referente la propria ASL e la sua sede fisica per cui potrebbe accadere che recarsi a visita comporti maggiori distanze e maggiori disagi. Tale soluzione è vista positivamente da molte Regioni che vedranno abbattersi i costi di accertamento presso le proprie ASL, ma nello stesso tempo ciò rappresenta un ulteriore passo verso la delega totale della valutazione della disabilità dal Sistema sanitario e sociosantario nazionale all Inps e con la conseguente fregatura ai danni degli invalidi: non essendoci più la commissione di prima istanza, l Inps potrà fare e soprattutto disfare ai danni dei cittadini invalidi, insomma una vera e propria dittatura (sotto gli occhi compiacenti della Regione). Controlli sui falsi invalidi Si legge inoltre nella circolare: Lo svolgimento da parte dell Istituto di tutte le attività sanitarie di revisione, ( ), prefigura anche un riassorbimento del piano di verifiche straordinarie programmato per l anno 2015 nell ambito di tale attività, ferma restando la funzione di verifica straordinaria legata alle strategie di contrasto degli illeciti. Dunque, occupandosi delle visite di revisione, INPS farà rientrare queste stesse tra i controlli previsti per il piano di verifiche straordinarie, risparmiando gran parte della spesa che è impegnata in tale piano di verifica, ferma restando la funzione di verifica straordinaria legata alle strategie di contrasto degli illeciti. Neomaggiorenni titolari di indennità di frequenza La Circolare Inps ritorna anche sul punto riguardante l accertamento delle condizioni sanitarie per le prestazioni erogabili agli invalidi maggiorenni già minori titolari d indennità di frequenza. I minorenni titolari d indennità di frequenza, presentando una domanda in via amministrativa entro i sei mesi antecedenti il compimento della maggiore età, ottengono in via provvisoria, già al compimento del diciottesimo anno di età, le prestazioni erogabili agli invalidi maggiorenni (solo la pensione o l assegno). Rimane fermo, al raggiungimento della maggiore età, l accertamento delle condizioni sanitarie e degli altri requisiti previsti dalla normativa di settore. Su tale ultimo aspetto INPS ha già fornito le indicazioni operative con il messaggio n del 8 agosto 2014, rendendo disponibile sul proprio sito anche i relativi moduli per la domanda amministrativa. La circolare prevede di rendere il più tempestive possibili le visite di revisione, segnalando tra l altro che I verbali di tali visite saranno resi opportunamente selezionabili nella procedura Verifiche Ordinarie InvCiv, affinché il medico responsabile della competente UOC/UOS, o il suo delegato, possa provvedere, in via prioritaria, alla validazione agli atti o alla sospensione per visita diretta. Altrettanto prioritaria sarà la calendarizzazione delle eventuali visite dirette disposte. Provvidenze economiche agli invalidi maggiorenni già minori titolari di indennità di accompagnamento o di comunicazione La Circolare torna anche sulle novità che riguardano il minore titolare di indennità di accompagnamento o comunicazione, nonché quelle rientranti nelle previsioni di cui al DM 2 agosto 2007 (casi di patologia stabilizzata o ingravescente), inclusi i soggetti affetti da sindrome da talidomide o da sindrome di Down. Per questi soggetti ( minori titolari di indennità di accompagnamento per invalidità civile, o cecità o di comunicazione per sordità) la legge n. 114 dell 11 agosto 2014 (di conversione del decreto legge n. 90/2014), prevede al raggiungimento della maggiore età, la sola necessità dell accertamento dei requisiti socio-reddituali (modello AP70) per attribuire il diritto alle prestazioni economiche erogabili agli invalidi maggiorenni, quindi senza ulteriori accertamenti sanitari, e in automatico. Dunque, il testo convertito in legge non prevede più l obbligo di presentare una domanda amministrativa (prevista invece nel decreto legge), ma la concessione dei benefici avverrà in automatico. Si legge poi nella Circolare che: Gli approfondimenti effettuati nelle ultime settimane sulle banche dati dell Istituto hanno però permesso di rilevare che in molti casi è presente una data di revisione al compimento del diciottesimo anno d età per le indennità di accompagnamento riconosciute in favore di minorenni. Ciò cosa significa? Significa che molte Commissioni ASL sapendo che comunque la normativa previgente prevedeva la revisione al compimento del 18esimo anno di età, fissava la rivedibilità anche per evitare fraintendimenti. Queste revisioni risultano quindi comunque disposte nelle banche dati dell INPS. Su queste l Istituto pone delle eccezioni. Per questi casi se sulla base degli atti disponibili ed eventualmente forniti dal cittadino stesso, è possibile individuare i casi di patologia stabilizzata o ingravescente (DM 2 agosto 2007) la visita di revisione viene evitata e il dettato della legge 114/ 2014 applicato. In caso contrario le persone interessate vengono convocate a visita. Ciò appare come una evidente contrazione dello spirito della norma di semplificazione più volte citata in questa nota. * da pag. 24 Da alcuni studi si è visto che questi pazienti hanno elevati livelli di ansia. Il lichen planus è bilaterale, se la lesione è monolaterale è più probabile una leucoplachia. CHEILITE ATTINICA CRONICA La cheilite attinica cronica è una infiammazione cronica del labbro con un epitelizzazione del vermiglio. L esposizione ai raggi solari per molte ore al giorno ne rappresenta la causa. La cheilite attinica per essere pericolosa deve essere presente da più di 2 settimane. Nei pazienti a rischio è consigliato un lipstick a protezione totale quindi sia verso i raggi UVA che UVB. CANDIDOSI CRONICA IPERPLASTICA Quest ultima costituisce anch essa una lesione precancerosa, si presenta clinicamente come una placca biancastra dura, di difficile asportazione e spesso rilevata con associati margini eritematosi. Le regioni più frequenti sono la lingua e le labbra. Il meccanismo con cui si instaura la neoplasia è la trasformazione da parte di alcuni ceppi di Candida di nitrati in nitrosamine (cancerogeni). ERITROPLACHIA Per eritroplachia s intende una lesione rossa, di solito formata da una chiazza o papula, che non può essere attribuita a un altra patologia. Evolve in carcinoma orale nel 90% dei casi, di conseguenza è molto pericolosa. La leucoplachia ha un significato di trasformazione in carcinoma del 30%, mentre l eritroplachia del 90%. Il rischio più alto è per le lesioni rosse e in secondo luogo per quelle bianche. DIAGNOSI IL CARCINOMA ORALE La diagnosi di carcinoma orale a partire da una lesione si basa su una serie di step che ha lo scopo di escludere altre patologie benigne, quali semplici ulcere. Di fronte ad una lesione bisogna prima di tutto valutarne l eventuale causa come ad esempio restauri o margini protesici taglienti, fumo di sigaretta, abitudini viziate come il morsicarsi le labbra, presenza di piercing,l assunzione di farmaci (es. ustioni da aspirina) e il livello di igiene orale. Risulta importante valutare fattori come il tipo di dieta, le abitudini al fumo e alcool, eventuali stati di stress, immunosoppressione, patologie generali che si manifestano nella bocca ed eventuali precedenti neoplasie. Per quanto riguarda i segni e i sintomi ricordiamo che ci può essere un sanguinamento gengivale diffuso, denti che si muovono improvvisamente, alterazioni della sensibilità come parestesia o anestesia. Un altro segno è il dolore associato al movimento della mandibola,tipico di un infiltrazione muscolare da parte del cancro. Le forme del carcinoma orale sono le seguenti: Si può presentare come un nodulo che evolve verso una forma ulcerata; come un ulcera che tende a non guarire dopo due settimane che è stato eliminato il fattore che l ha causata; esempio di carcionoma in forma vegetante come una verruca di grandi dimensioni e coi bordi frastagliati; come un infiltrazione che va in profondità nella mucosa orale; oppure ci possono essere forme miste quali le ulcero-vegetanti. Per oggi è tutto, nell ultimo articolo si parlerà della terapia. L Adiconsum e la Chiesa contro Abbanoa L Adiconsum Sardegna (associazione difesa consumatori e ambiente) ha deciso di scendere in campo per tutelare i consumatori dai conguagli retroattivi che stanno per arrivare agli utenti da parte di Abbanoa, l azienda che gestisce gli acquedotti della Regione. In risposta all annuncio di Abbanoa secondo cui ogni famiglia riceverà un ulteriore bolletta di circa 150 euro, per un totale di 150 milioni di euro, il presidente regionale di Adiconsum Giorgio Vargiu fa sapere: «L azienda dice che si tratta di una componente della tariffa 2014 che tiene conto del disallineamento tra i costi ammissibili sostenuti in passato e gli importi tariffari applicati all utenza. Non scherziamo, sono bugie. Si tratta del solito giro di parole per fregare gli utenti. Un modo per recuperare denaro perso a causa della mal gestione, svuotando le tasche dei cittadini». L associazione per la difesa dei consumatori ha già fatto partire una diffida, nella quale chiede di accedere agli atti per capire quali siano stati i conteggi calcolati dall azienda, e si prepara per un eventuale ricorso al Tribunale amministrativo regionale. Per questa ragione, l Adiconsum consiglia agli utenti di non pagare la bolletta di conguaglio, non fare alcun reclamo ed eliminare l addebito dei pagamenti sul conto corrente bancario. Contro la società, anche l associazione Carta di Zuri, della quale è presidente don Pietro Borrotzu, che ha detto: «Si tratta di un comportamento scorretto, ancora di più se pensiamo che l acqua dovrebbe essere un bene comune gestito dal popolo. Faccio un appello ai politici sardi che, prima delle elezioni, chiamavano l azienda idromostro. Mettete fine a questa vergogna, ora che i cittadini stanno vivendo un periodo di crisi difficile». Marisa Putzolu

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

Codice Deontologico del Volontario adottato dalla Federazione Cure Palliative

Codice Deontologico del Volontario adottato dalla Federazione Cure Palliative Art.5. Agisce senza fini di lucro anche indiretto e non accetta regali o favori, se non di modico valore. ASSOCIAZIONE VOLONTARI ASSISTENZA PAZIENTI ONCOLOGICI Codice Deontologico del Volontario adottato

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

<< La mia vita si consuma nel dolore; dammi forza secondo la tua Parola.>>

<< La mia vita si consuma nel dolore; dammi forza secondo la tua Parola.>> Salmo 119:28 > Cari fratelli e care sorelle in Cristo, Il grido di sofferenza del Salmista giunge fino a noi! Il grido di sofferenza

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Tutti i diritti letterari di quest opera sono di esclusiva proprietà dell autore

Tutti i diritti letterari di quest opera sono di esclusiva proprietà dell autore 13 Maggio Tutti i diritti letterari di quest opera sono di esclusiva proprietà dell autore Raffaella Nassisi 13 MAGGIO Romanzo Milano,Giugno 2011 Settembre 2011 Per te, Alberto Prefazione 13 Maggio è

Dettagli

CONVERSAZIONE CLINICA. Classe VA

CONVERSAZIONE CLINICA. Classe VA CONVERSAZIONE CLINICA Classe VA 1) Che cosa ti fa venire in mente la parola ''volontariato''? -Una persona che aiuta qualcuno in difficoltà. (Vittoria) -Una persona che si offre per aiutare e stare con

Dettagli

ADOZIONE E ADOLESCENZA: LA TEMPESTA DOPO LA QUIETE. Gli imprevisti e le opportunità dell'essere genitori di un adolescente adottivo

ADOZIONE E ADOLESCENZA: LA TEMPESTA DOPO LA QUIETE. Gli imprevisti e le opportunità dell'essere genitori di un adolescente adottivo ADOZIONE E ADOLESCENZA: LA TEMPESTA DOPO LA QUIETE Gli imprevisti e le opportunità dell'essere genitori di un adolescente adottivo «La crisi adolescenziale non lo è più di quanto non lo sia il parto; è

Dettagli

Logopedia in musica e. canzoni

Logopedia in musica e. canzoni Logopedia in musica e canzoni Un Lavoro di Gruppo, Giugno 2013 INTRODUZIONE Siamo un gruppo di persone, chi ricoverato in Degenza e chi in Day Hospital, del Presidio Ausiliatrice-don Gnocchi di Torino

Dettagli

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Sapevate che sia le donne single che quelle in coppia hanno gli incubi pensando alla Festa

Dettagli

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C era una volta un album di foto scolorite. Un vecchio album di nome Sansone. Sansone era stato acquistato nel 1973 in un mercatino di Parigi da una certa signora Loudville.

Dettagli

La Santa Sede PELLEGRINAGGIO APOSTOLICO IN AUSTRALIA DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II AL «WILLSON TRAINING CENTRE» Hobart (Australia), 27 novembre 1986

La Santa Sede PELLEGRINAGGIO APOSTOLICO IN AUSTRALIA DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II AL «WILLSON TRAINING CENTRE» Hobart (Australia), 27 novembre 1986 La Santa Sede PELLEGRINAGGIO APOSTOLICO IN AUSTRALIA DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II AL «WILLSON TRAINING CENTRE» Hobart (Australia), 27 novembre 1986 Cari, amici, cari abitanti della Tasmania. 1. La mia

Dettagli

SOS GIOCO! ARTICOLO 31

SOS GIOCO! ARTICOLO 31 ARTICOLO 31 1. Gli Stati parti riconoscono al fanciullo il diritto al riposo ed allo svago, a dedicarsi al gioco e ad attività ricreative proprie della sua età, ed a partecipare liberamente alla vita culturale

Dettagli

Non sapevo veramente cosa aspettarmi Pensavo sarebbe stato qualcosa di simile a quello che avevo fatto a casa mia a Briarwood. Pensavo di trovare famiglie senza casa, gente povera, e senso di isolamento.

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA Scuole dell Infanzia Gianni Rodari Istituto Comprensivo Crespellano R E L I G I O N E C A T T O L I C A Anno scolastico 2014-2015 Insegnante: Calì Angela PREMESSA Insegnare

Dettagli

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci CAPITOLO 1 La donna della mia vita Oggi a un matrimonio ho conosciuto una donna fantastica, speciale. Vive a Palermo, ma appena se ne sente la cadenza, adora gli animali, cani e cavalli soprattutto, ma

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati Dagli studenti sul HYPERLINK "iloquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Lorenzo Testa Supervisione di Chiara Marra

Dettagli

La fiducia. alle scelte di risparmio. Educare i giovani alla finanza e. consapevoli

La fiducia. alle scelte di risparmio. Educare i giovani alla finanza e. consapevoli dicembre 2010 Percorso formativo sperimentale di educazione economico-finanziaria Educare i giovani alla finanza e alle scelte di risparmio consapevoli La fiducia 2 La fiducia Durata: 1 ora. Obiettivo

Dettagli

L EMPATIA E LA RELAZIONE EMPATICA

L EMPATIA E LA RELAZIONE EMPATICA L EMPATIA E LA RELAZIONE EMPATICA (a cura di Sandra Camuffo) MODULO I: COACHING ESSENTIALS Roma, 7-8 Marzo, 5 Aprile 2014 DEFINIRE L EMPATIA Le definizioni dell empatia coniate dagli studiosi e dai ricercatori

Dettagli

Immagini per raccontare... La storia del bambino ieri e oggi

Immagini per raccontare... La storia del bambino ieri e oggi Immagini per raccontare... La storia del bambino ieri e oggi Lo scolaro, Albert Anker, 1855 Cosa ci mostra questo quadro? Certamente, uno scolaro. Ma uno scolaro molto diverso da come li conosciamo oggi.

Dettagli

Informazioni per utenti e familiari

Informazioni per utenti e familiari LA DEPRESSIONE MAGGIORE Informazioni per utenti e familiari In questa dispensa parleremo di depressione e dei problemi che può dare nella vita di una persona. Nella vita, è comune attraversare periodi

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO Credo che nella vita sia capitato a tutti di pensare a come gestire al meglio i propri guadagni cercando di pianificare entrate ed uscite per capire se, tolti i soldi per vivere, ne rimanessero abbastanza

Dettagli

Louise L. Hay. vivi bene adesso. Ebook

Louise L. Hay. vivi bene adesso. Ebook Louise L. Hay vivi bene adesso Ebook Traduzione: Katia Prando Editing: Enza Casalino Revisione: Martina Marselli, Gioele Cortesi Impaginazione: Matteo Venturi 2 E ora parliamo di autostima. Non avrai mai

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS. Maria Luisa Cosso. Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007. Via G.

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS. Maria Luisa Cosso. Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007. Via G. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS Maria Luisa Cosso Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007 Via G. Verdi, 8 - Torino Magnifico Rettore, Signor Preside, Professor Conti, Signore e Signori,

Dettagli

PROGETTARE LA MEDITAZIONE NELLE SCUOLE, NELLE COMUNITÁ E NEI CENTRI DI AGGREGAZIONE, PER BAMBINI E ADOLESCENTI, INSEGNANTI ED EDUCATORI

PROGETTARE LA MEDITAZIONE NELLE SCUOLE, NELLE COMUNITÁ E NEI CENTRI DI AGGREGAZIONE, PER BAMBINI E ADOLESCENTI, INSEGNANTI ED EDUCATORI PROGETTARE LA MEDITAZIONE NELLE SCUOLE, NELLE COMUNITÁ E NEI CENTRI DI AGGREGAZIONE, PER BAMBINI E ADOLESCENTI, INSEGNANTI ED EDUCATORI Cos è la meditazione e a cosa serve nel processo educativo La meditazione

Dettagli

Per un. viaggio avventura in Sardegna dalla Provincia di Modena alla Provincia di Carbonia Iglesias

Per un. viaggio avventura in Sardegna dalla Provincia di Modena alla Provincia di Carbonia Iglesias Per un. viaggio avventura in Sardegna dalla Provincia di Modena alla Provincia di Carbonia Iglesias La Provincia di Carbonia Iglesias ha offerto il proprio contributo per aiutare le popolazioni colpite

Dettagli

Manuale di autovalutazione genitoriale

Manuale di autovalutazione genitoriale Manuale di autovalutazione genitoriale Io, genitore non per caso! Figli da 6 a 10 anni Strumento di riflessione sulla qualità del buon genitore a cura di Cesarino Marchioro. Ogni genitore potrà scegliere

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

BREVE INTRODUZIONE MARCO MAGNIFICO DIRETTORE GENERALE CULTURALE DEL FAI

BREVE INTRODUZIONE MARCO MAGNIFICO DIRETTORE GENERALE CULTURALE DEL FAI BREVE INTRODUZIONE MARCO MAGNIFICO DIRETTORE GENERALE CULTURALE DEL FAI Pochi giorni fa a un incontro organizzato dalla Provincia di Roma in occasione dei 60 anni dell Unesco, ho conosciuto un sacerdote,

Dettagli

Gaia. Il viaggio continua

Gaia. Il viaggio continua Gaia Il viaggio continua Laura Virgini GAIA Il viaggio continua Romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Laura Virgini Tutti i diritti riservati A Te che Hai reso possibile l impossibile. A Te

Dettagli

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci Pensieri. Perché? Cara dottoressa, credo di avere un problema. O forse sono io il problema... La mia storia? Stavo con un ragazzo che due settimane fa mi ha lasciata per la terza volta, solo pochi mesi

Dettagli

Le scuole dell infanzia del 1 Circolo di ABBIATEGRASSO

Le scuole dell infanzia del 1 Circolo di ABBIATEGRASSO Le scuole dell infanzia del 1 Circolo di ABBIATEGRASSO Scuola dell infanzia di v.le Papa Giovanni XXIII Scuola dell infanzia di Ozzero Scuola dell infanzia di Morimondo propongono ampliamento del progetto

Dettagli

da Il piccolo principe di Antoine de Saint-Exupéry

da Il piccolo principe di Antoine de Saint-Exupéry Il mio disegno non era il disegno di un cappello. Era il disegno di un boa che digeriva un elefante. Affinchè vedessero chiaramente che cos era, disegnai l interno del boa. Bisogna sempre spiegargliele

Dettagli

Presentazione. di Donatella Spinelli*

Presentazione. di Donatella Spinelli* Presentazione di Donatella Spinelli* Parole in corso è un libro e allo stesso tempo un gioco, pieno di consigli e di strumenti preziosi per chi vuole aiutare i bambini con difficoltà di lettura a progredire

Dettagli

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti Tabelle relative ai pazienti con depressione maggiore e ai loro familiari adulti e minori che hanno partecipato allo studio e sono stati rivalutati a sei mesi - dati preliminari a conclusione dello studio

Dettagli

Dimmi che è solo un sogno!

Dimmi che è solo un sogno! Mariuccia FADDA Istituto Tecnico Commerciale G. Dessì, classe 4 a E Dimmi che è solo un sogno! Tutto è iniziato con uno stupido intervento alla gamba, in quello stupido ospedale, con quello stupido errore

Dettagli

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale PROGETTO MUSICA e TEATRO La storia del Natale Il Progetto Musica e Teatro per l anno scolastico 2014/2015 è nato dalla decisione di tutti gli insegnanti del plesso di voler proseguire nel potenziamento

Dettagli

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Obiettivi: - informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara - dare alcune indicazioni pratiche - suggerire alcuni

Dettagli

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri IL CREATO DONO DI DIO I bambini sono abituati a vedere gli elementi del creato come oggetti usuali in quanto facenti parte del loro universo percettivo, per questo è importante che possano scoprire il

Dettagli

Le scarpe nuove di Kathryn Jackson e Richard Scarry

Le scarpe nuove di Kathryn Jackson e Richard Scarry I NONNI Obiettivo: riconoscere il sentimento che ci lega ai nonni. Attività: ascolto e comprensione di racconti, conversazioni guidate. Le scarpe nuove di Kathryn Jackson e Richard Scarry Quando Roberto

Dettagli

COLLANA VITAE. A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono

COLLANA VITAE. A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono COLLANA VITAE A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono Serena Milano HO SCELTO DI GUARIRE Un viaggio dal Cancro alla Rinascita attraverso le chiavi della Metamedicina, della Psicologia,

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

CAP I. Note. Parte prima KATE

CAP I. Note. Parte prima KATE 7 Parte prima KATE CAP I - Mi chiamo Kate Maxwell. Nell ufficio dell investigatore Antonio Esposito sono le nove e mezza di una fredda mattina d ottobre. La donna è venuta senza appuntamento. Ha circa

Dettagli

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché?

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? unità 8: una casa nuova lezione 15: cercare casa 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? palazzo attico 1. Guarda la fotografia e leggi la descrizione. Questa è

Dettagli

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati Dagli studenti sul HYPERLINK "iloquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Ottavia Ferrannini Supervisione di Chiara

Dettagli

Insegnare la nonviolenza Un esperienza di condivisione di idee, sogni, materiali educativi fra ASSEFA Torino & ASSEFA India

Insegnare la nonviolenza Un esperienza di condivisione di idee, sogni, materiali educativi fra ASSEFA Torino & ASSEFA India Gr uppo ASS EFA Torino & ASS EFA INDIA Insegnare la nonviolenza Un esperienza di condivisione di idee, sogni, materiali fra ASSEFA Torino & ASSEFA India a cura di Maria Ferrando insegnante di scuola primaria

Dettagli

Una guida per avviare il tuo business e guadagnare online. chi non ha un lavoro, è precario, è in condizioni economiche difficili

Una guida per avviare il tuo business e guadagnare online. chi non ha un lavoro, è precario, è in condizioni economiche difficili COME PARTIRE Una guida per avviare il tuo business e guadagnare online Questo report si pone l obiettivo di dare una concreta speranza a chi non ha un lavoro, è precario, è in condizioni economiche difficili

Dettagli

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi.

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Una sera, dopo aver messo a letto mio figlio, stanca dopo una giornata molto impegnata, ho deciso di andare a letto presto, ma non riuscivo ad addormentarmi,

Dettagli

1044 PIAZZE PER I 40 ANNI DELLA LEGGE 1044 SUI NIDI PENSIERI DEI NOSTRI GENITORI:

1044 PIAZZE PER I 40 ANNI DELLA LEGGE 1044 SUI NIDI PENSIERI DEI NOSTRI GENITORI: 1044 PIAZZE PER I 40 ANNI DELLA LEGGE 1044 SUI NIDI PENSIERI DEI NOSTRI GENITORI: L Asilo nido è un servizio essenziale per noi genitori lavoratori, sarebbe impossibile concepire l assenza di un servizio

Dettagli

Maria Ponticello MA VIE

Maria Ponticello MA VIE Ma vie Maria Ponticello MA VIE racconti odierni www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Maria Ponticello Tutti i diritti riservati Dedicato a Romano Battaglia, che con i suoi libri ha intrattenuto la

Dettagli

Intervista con Elsa Moccetti

Intervista con Elsa Moccetti Intervista con Elsa Moccetti [L intervista è condotta da Sonja Gilg di Creafactory SA. Intervengono altre due persone di cui un ospite: Antonietta Santschi] Dicevo, che è stata una mia scelta di venire

Dettagli

Voci da dentro fotolibro emozionale

Voci da dentro fotolibro emozionale Voci da dentro fotolibro emozionale Xvii Convegno Gruppo di Studio di Dialisi Peritoneale Montecatini Terme, 20-22 marzo 2014 Voci da dentro fotolibro emozionale Volume realizzato in occasione del Xvii

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

Il prossimo progetto

Il prossimo progetto Il prossimo progetto Probabilmente avrei dovuto usare una pietra più chiara per il pavimento. Avrebbe sottolineato la dimensione naturale della hall di ingresso, o forse è sbagliato il legno, anche se

Dettagli

Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito

Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito che la globalizzazione ha degli effetti positivi per il

Dettagli

ALLA RICERCA DELLE PROPRIE ORIGINI

ALLA RICERCA DELLE PROPRIE ORIGINI Relazione Incontro del 15 ottobre 2015 ALLA RICERCA DELLE PROPRIE ORIGINI Relatore: Dott. Marco Chistolini Psicologo, psicoterapeuta e formatore Il tema centrale della ricerca è il rapporto con la storia

Dettagli

E Penelope si arrabbiò

E Penelope si arrabbiò Carla Signoris E Penelope si arrabbiò Rizzoli Proprietà letteraria riservata 2014 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-07262-5 Prima edizione: maggio 2014 Seconda edizione: maggio 2014 E Penelope si

Dettagli

L amore viene considerato il motore del mondo, per amore (o pseudo tale) noi compiamo la

L amore viene considerato il motore del mondo, per amore (o pseudo tale) noi compiamo la Il vero Amore L amore viene considerato il motore del mondo, per amore (o pseudo tale) noi compiamo la maggior parte delle nostre azioni, inoltre credo che esso sia la cosa più bella che Dio ci ha donato,

Dettagli

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI Silenzio e Parola: cammino di evangelizzazione Cari fratelli e sorelle, all avvicinarsi della Giornata

Dettagli

2014 Editrice ZONA È VIETATA. ogni riproduzione e condivisione totale o parziale di questo file senza formale autorizzazione dell editore.

2014 Editrice ZONA È VIETATA. ogni riproduzione e condivisione totale o parziale di questo file senza formale autorizzazione dell editore. 2014 Editrice ZONA È VIETATA ogni riproduzione e condivisione totale o parziale di questo file senza formale autorizzazione dell editore. La nostra Nuova Caledonia L avventura d una vita di Giorgio & Marosa

Dettagli

Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è

Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è I fogli bianchi Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è frutto di immaginazione e non ha nessuna

Dettagli

NEL MARE DELLA NOSTRA FANTASIA OGNI PESCE E DIVERSO NELLE SUE FORME E COLORI, COME NOI RAGAZZI CHE ABBIAMO ESPRESSO QUESTO BELLISSIMO DISEGNO.

NEL MARE DELLA NOSTRA FANTASIA OGNI PESCE E DIVERSO NELLE SUE FORME E COLORI, COME NOI RAGAZZI CHE ABBIAMO ESPRESSO QUESTO BELLISSIMO DISEGNO. SEMPLICEMENTE INSIEME per condividere esperienze, notizie, gioie, conquiste, vittorie, delusioni, difficoltà, sofferenze come in famiglia, senza giudizi, rispettando l opinione di ciascuno, certi che ognuno

Dettagli

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV)

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo guardate le informazioni di base contenute in Alcune informazioni sull esame per il papilloma

Dettagli

Voglio concentrare il mio intervento sul ruolo delle cooperative nell economia moderna, riassumendo alcuni dei punti centrali trattati nel libro.

Voglio concentrare il mio intervento sul ruolo delle cooperative nell economia moderna, riassumendo alcuni dei punti centrali trattati nel libro. Henry Hansmann Voglio concentrare il mio intervento sul ruolo delle cooperative nell economia moderna, riassumendo alcuni dei punti centrali trattati nel libro. Prima di tutto è bene iniziare da una distinzione

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

Introduzione A cura del Dott. Cravero, psicologo de Il Cerchio - Centro Adozioni ASL Milano 1

Introduzione A cura del Dott. Cravero, psicologo de Il Cerchio - Centro Adozioni ASL Milano 1 Relazione Incontro del 30 Settembre 2008 BAMBINI ADOTTIVI E BIOLOGICI INSIEME IN FAMIGLIA Introduzione A cura del Dott. Cravero, psicologo de Il Cerchio - Centro Adozioni ASL Milano 1 La genitorialità

Dettagli

Obiettivo didattico: Scoprire alcune meraviglie del territorio veneto; in particolare le città di Padova e Venezia.

Obiettivo didattico: Scoprire alcune meraviglie del territorio veneto; in particolare le città di Padova e Venezia. Obiettivo didattico: Scoprire alcune meraviglie del territorio veneto; in particolare le città di Padova e Venezia. Questo - in ordine cronologico - l ultimo appuntamento organizzato dall Istituto Comprensivo

Dettagli

TRATTATIVA AZIENDALE 20.09.2012

TRATTATIVA AZIENDALE 20.09.2012 TRATTATIVA AZIENDALE 20.09.2012 Odg Fondi contrattuali, varie ed eventuali. Per l'azienda sono presenti: dott.ssa Valori, dott.ssa Biancheri, dott.ssa Battistoni, dott.ssa Pellegrini, dott. Orlando Valori

Dettagli

MANIFESTO PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA TERRITORIALE

MANIFESTO PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA TERRITORIALE MANIFESTO PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA TERRITORIALE L AMMINISTRAZIONE COMUNALE SI IMPEGNA A 1. promuovere forme di collaborazione con la scuola, con le famiglie, gli Enti e le Associazioni locali

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

AUTO MUTUO AIUTO cos è?

AUTO MUTUO AIUTO cos è? AUTO MUTUO AIUTO cos è? L Auto Mutuo Aiuto è un processo, un modo di trattare i problemi concreti che ciascuno si trova a fronteggiare nella propria vita: malattie, separazioni, lutti, disturbi alimentari,

Dettagli

Da dove cominciare? Dalla mia Tesi

Da dove cominciare? Dalla mia Tesi Il TdP incontra gli ex esposti all Amianto: una Storia fatta di Persone Oristano 27 maggio 2011 M. FADDA - Asl Oristano Da dove cominciare? Dalla mia Tesi Mentre costruivo la mia Tesi di Laurea non immaginavo

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

Newsletter di Aggiornamento sui Progetti di Amici dei Bambini. Numero 01, Gennaio 2009. In questo numero:

Newsletter di Aggiornamento sui Progetti di Amici dei Bambini. Numero 01, Gennaio 2009. In questo numero: in Kosovo Newsletter di Aggiornamento sui Progetti di Amici dei Bambini Numero 01, Gennaio 2009 In questo numero: Benvenuto caro sostenitore! Un regalo per me! I bambini dimostrano quello che sanno sull

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

DAL SEME ALLA PIANTA

DAL SEME ALLA PIANTA SCHEDA N 3 DAL SEME ALLA PIANTA Un altra esperienza di semina in classe potrà essere effettuata a piccoli gruppi. Ogni gruppo sarà responsabile della crescita di alcuni semi, diversi o uguali. Es. 1 gruppo:

Dettagli

Tanti luoghi, tanta storia, tanti volti nella memoria

Tanti luoghi, tanta storia, tanti volti nella memoria Tanti luoghi, tanta storia, tanti volti nella memoria 4 ottobre 2015 Giornata delle famiglie al Museo PROGETTO: Liliana Costamagna Progetto Grafico: Roberta Margaira Questo album ti accompagna a scoprire

Dettagli

Tenersi per mano nella società dell incertezza.

Tenersi per mano nella società dell incertezza. Tenersi per mano nella società dell incertezza. Ricerca Spi Cgil Lombardia-AASter, settembre 2004 Discorsi sugli anziani. Viviamo, anziani e non anziani, nel postmoderno. Che in prima approssimazione si

Dettagli

Le marche su Internet: una conversazione che ha già luogo

Le marche su Internet: una conversazione che ha già luogo CAPITOLO 1 Le marche su Internet: una conversazione che ha già luogo Le origini della conversazione Internet ha dato alle persone una possibilità tanto semplice quanto potente. Quella di farsi ascoltare.

Dettagli

Progettazione annuale di sezione

Progettazione annuale di sezione ISTITUTO COMPRENSIVO GANDHI Via Mannocci, 23 59100 PRATO Scuola dell Infanzia Gandhi Progettazione annuale di sezione Sez. 1 ANNO SCOLASTICO 2014-15 PROGETTAZIONE ANNUALE DI SEZIONE SEZ. 1) CAMPI DI ESPERIENZA

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione -

DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione - PROVA DI ITALIANO DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione - Molti anni fa vivevo con la mia famiglia in un paese di montagna. Mio padre faceva il medico, ma guadagnava poco perché i suoi malati erano poveri

Dettagli

EDUCARE ALLA CORRESPONSABILITA Aspetti psico-educativi nella relazione genitori-figli. Alessandro Ricci Psicologo Psicoterapeuta Università Salesiana

EDUCARE ALLA CORRESPONSABILITA Aspetti psico-educativi nella relazione genitori-figli. Alessandro Ricci Psicologo Psicoterapeuta Università Salesiana EDUCARE ALLA CORRESPONSABILITA Aspetti psico-educativi nella relazione genitori-figli Alessandro Alessandro Ricci Ricci Psicologo Psicologo Psicoterapeuta Psicoterapeuta Università Università Salesiana

Dettagli

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 I. Vieni Signore Gesù!. Così la chiesa ha ripetuto spesso nella preghiera di Avvento. Così la chiesa, le nostre comunità, ciascuno di noi ha predisposto il cuore

Dettagli

Scuola dell Infanzia

Scuola dell Infanzia ISTITUTO PARITARIO MARIA CONSOLATRICE Via Melchiorre Gioia, 51 20 124 MILANO Tel. 02/66.98.16.48 - Fax 02/66.98.43.64 - Cod.Fiscale: 01798650154 e-mail:primaria@consolatricemilano.it sito internet: www.consolatricemilano.it

Dettagli

SOMMARIO. I vari tipi di bugie e i motivi per cui si mente 7. I gesti spontanei che tradiscono chi sta mentendo 49

SOMMARIO. I vari tipi di bugie e i motivi per cui si mente 7. I gesti spontanei che tradiscono chi sta mentendo 49 SOMMARIO CAPITOLO 1 I vari tipi di bugie e i motivi per cui si mente 7 CAPITOLO 2 Il volto è la maschera rivelatrice 21 CAPITOLO 3 I gesti spontanei che tradiscono chi sta mentendo 49 CAPITOLO 4 Le parole

Dettagli

ricette per cucinare le rane

ricette per cucinare le rane 2 Introduzione Come già detto, le rane sono una prelibatezza per palati fini e anche nel passato, quando era possibile catturarne, venivano cucinate in vari modi, in base anche alla quantità di cui si

Dettagli

IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro ***

IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro *** IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro *** Dormi. Lo ricordavo bene il tuo sonno: fragile e immobile di notte, inquieto e sfuggente al mattino. Ho messo su il disco

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Accoglienza: storie La storia del piccolo Arco Baleno

Accoglienza: storie La storia del piccolo Arco Baleno Accoglienza: storie La storia del piccolo Arco Baleno Il piccolo Arco Baleno viveva tutto solo sopra una nuvola. La sua nuvoletta aveva tutte le comodità: un letto con una grande coperta colorata, tantissimi

Dettagli

difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG

difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG intervento di alfredo mantovano Care amiche e cari amici! una giornalista poco fa mi chiedeva di riassumere in poche parole-chiave il messaggio che il popolo

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA AGAZZI SORBOLO (PR) Via Beethoven n 5 Telefono: 0521690123 Fax: 0521690123

SCUOLA DELL INFANZIA AGAZZI SORBOLO (PR) Via Beethoven n 5 Telefono: 0521690123 Fax: 0521690123 SCUOLA DELL INFANZIA AGAZZI SORBOLO (PR) Via Beethoven n 5 Telefono: 0521690123 Fax: 0521690123 ORGANIZZAZIONE La scuola accoglie i bambini da 3 a 6 anni. E aperta dal lunedì al venerdì dalle ore 7,30

Dettagli

I 47 Errori Più Comuni Della Seduzione

I 47 Errori Più Comuni Della Seduzione I 47 Errori Più Comuni Della Seduzione "Il Primo Ebook In Italia Che Ti Svela Gratuitamente Tutti Gli Errori Che Commetti Durante La Seduzione" Istruzioni passo per passo... Parte 1 Dal 1 al 10 1 I 47

Dettagli

TEST I (Unità 1, 2 e 3)

TEST I (Unità 1, 2 e 3) TEST I (Unità 1, 2 e 3) 1) Indica la frase che non ha lo stesso significato delle altre. (1) a) Compro una macchina per l espresso, perché voglio il caffè come quello del bar. b) Compro una macchina per

Dettagli

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato L amicizia tra uomo e donna. Questo tipo di relazione può esistere? Che rischi comporta?quali sono invece i lati positivi? L amicizia tra uomini e donne è possibile solo in età giovanile o anche dopo?

Dettagli