Piano di individuazione dei servizi minimi nell area in continuità urbana di Cagliari

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Piano di individuazione dei servizi minimi nell area in continuità urbana di Cagliari"

Transcript

1 Transport Planning Service Associazione Professionale Sede Legale ed Operativa Via Settevalli 133 C Perugia Tel Fax Prot.: _2064AT_QTE_Schede_Interventi_Scenari_Costi.doc [2064AT] Piano di individuazione dei servizi minimi nell area in continuità urbana di Cagliari Quadro Tecnico-Economico di sintesi e individuazione degli interventi Ufficio di Bologna Via Antonio Gramsci Bologna Tel: Fax: Committente: Ufficio di Milano Piazza Duca D Aosta, Milano Tel: Fax: Assessorato ai Trasporti e Politiche della Mobilità Perugia,

2 2/37 Tipologie di intervento: 1. Riorganizzazione del nodo di Piazza Matteotti/Autostazione: restauro dell autostazione, copertura dei marciapiedi di attesa dei bus e miglioramento delle indicazioni e dei percorsi interni al nodo di interscambio, integrando in questi anche la stazione ferroviaria; 2. Trasformazione di fermate esistenti in nodi di scambio ferro-gomma, con realizzazione aree di sosta, pensiline e servizi al pubblico (informazioni, biglietteria); 3. Realizzazione di nuove fermate, o aree di fermata, di corrispondenza gomma-gomma di dimensioni adeguate alla sosta contemporanea di più bus e dotate di pensiline, emettitrice automatica di titoli di viaggio, informazioni al pubblico; 4. Sistemazione delle fermate esistenti con pensiline munite di informazioni, anche in tempo reale, sul servizio e miglioramento di indicazioni e percorsi interni al nodo di interscambio; 5. Miglioramento del comfort alle fermate esistenti tramite inserimento di pensilina. Matrice sintetica Nodi/Tipologie interventi/scenari Scenari Corridoi Orbitale Attestamenti Nodi P.za Matteotti Autostazione Decimomannu Settimo San Pietro Caracalla 2 4* 2 La Maddalena Spiaggia Cimitero Flumini di Quartu Quartu via B.Sassari Selargius P.za Repubblica Ospedale Brotzu Policlinico Monserrato Pitz è Serra * per lo scenario Orbitale si pensa di intervenire sul nodo di Gottardo in luogo di Caracalla

3 3/37 Schematizzazione Interventi ai nodi e sui corridoi per tipologia Fase B - Soluzioni Progettuali Interventi previsti Mandas Isili Intervento Tipo 1 OR NU SS Intervento Tipo 2 Intervento Tipo 3 Intervento Tipo 4 Intervento Tipo 5 Settimo S.Pietro Sinnai Maracalagonis Corridoi Carbonia Ig le sia s Linea Urbana S.Lucia Centrale Carmine Linea Ferrovia Metrotranvia Metrotranvia in progetto Punto di interscambio Urbano/Extraurbano Collegamento Proposto Rete Bifilare Collegamento rendez vous Servizi d area (a chiamata) Pula Sarroch Decimomannu CA Elmas Assemini Aeroporto Loc. Poggio dei Pini Elmas SS 130 Villa S.Pietro Capoterra Maddalena Spiaggia SS 195 S.Gilla SS 131 Cimitero P.zza Matteotti Sestu SS 554 P.zza Repubblica Policlinico Cittadella Caracalla Viale Marconi M onserrato SS 554 Selargius Quartucciu Quartu S.Elena SS 125 SP 17 Loc. Gann ì Loc. Pitz è Serra di Quartu Flumini Solanas Villasimius

4 4/37 Descrizione di massima degli interventi proposti 1.1 Piazza Matteotti (Tipo 1)

5 5/37 In piazza Matteotti si prevede la riorganizzazione degli spazi di fermata degli autobus, introducendo pensiline di copertura, punti di accesso alle informazioni al pubblico (paline intelligenti, pannelli a messaggio variabile, mappe di rete, orari ecc.) ed emettitrici automatiche di titoli di viaggio. Intervento TIPO 1 Valido per gli scenari: CORRIDOI, ORBITALE, ATTESTAMENTI 1.2 Autostazione (Tipo 1)

6 6/37 Per l Autostazione si prevede un intervento di restyling e ristrutturazione dell attuale edificio per migliorare sia i percorsi che il comfort generale per il pubblico. Si prevede la realizzazione di uno sportello informazioni+biglietteria baricentrico rispetto ai percorsi di accesso all autostazione medesima, e di una sala d attesa, oltre ad una riqualificazione generale dell edificio e della segnaletica. Intervento TIPO 1 Valido per gli scenari: CORRIDOI, ORBITALE, ATTESTAMENTI

7 7/ Stazione di Decimomannu (Tipo 2)

8 8/37 Per l area esterna alla stazione di Decimomannu si prevede di realizzare una piccola autostazione che possa accogliere le linee lì attestate con ordine. È necessaria la presenza di pensiline, paline, informazioni al pubblico e integrare funzionalmente la stazione ferroviaria con gli stalli per i bus. Intervento TIPO 2 Valido per gli scenari: CORRIDOI, ORBITALE, ATTESTAMENTI

9 9/ Stazione di Settimo San Pietro (Tipo 2)

10 10/37 Le fermate per gli autobus sono da integrare, rispetto a quanto esistente, con pensiline di attesa ed informazioni. Integrare funzionalmente l autostazione con la stazione FdS, presso la quale ricavare spazi di attesa e biglietteria. Eliminare le barriere tra binari e marciapiedi, in modo da ottimizzare l interscambio. Intervento TIPO 2 Valido per gli scenari: CORRIDOI, ORBITALE, ATTESTAMENTI

11 11/ Caracalla (Tipo 2)

12 12/37 Interventi: - Creazione delle fermate (urbane ed extraurbane) di scambio con la MetroCaglari - Emettitrici automatiche - Informazioni all utenza su arrivi/partenze MetroCagliari e linee gomma - Pensiline e percorsi continui Intervento TIPO 2 Valido per gli scenari: CORRIDOI, ATTESTAMENTI Per lo scenario ORBITALE, onde evitare eccessivi allungamenti di percorrenze, si ritiene opportuno attestare le linee all attuale capolinea di Gottardo (con intervento di TIPO 4).

13 13/ Nodo di interscambio La Maddalena Spiaggia (Tipo 3)

14 14/37 Cagliari Capoterra Pula Percorsi: Verde: linea urbana di Capoterra, entra a La Maddalena Spiaggia dove fa capolinea, poi esce lungo l anello collegando anche Maramura; Giallo: bus della linea da Cagliari a Pula, per effettuare il percorso è necessario realizzare una corsia riservata al bus contromano rispetto al senso unico esistente lungo la via di collegamento tra il litorale e la SS195 (foto sotto); Blu: percorso degli autobus provenienti da Pula e diretti a Cagliari.

15 15/37 La fermata deve prevedere pensiline di attesa, informazioni all utenza, emettitrici di biglietti. Intervento TIPO 3 Valido per gli scenari: CORRIDOI, ORBITALE, ATTESTAMENTI 1.7 Cimitero (Tipo 3) Non disponibili immagini ad ampio raggio aggiornate

16 16/37 1) Situazione attuale: 2) Situazione attuale: 3) Situazione attuale:

17 17/37 Interventi: - Predisposizione a norma delle fermate ed aree di sosta e dei percorsi pedonali - Servizi all utenza E possibile prolungare l infrastruttura filoviaria sino al cimitero, considerata la vicinanza dell attuale capolinea della linea 5: sono sufficienti circa 1,6km di nuovo bifilare per portare la filovia dall intersezione con via Cadello sino a questo nodo. Intervento TIPO 3 Valido per gli scenari: CORRIDOI, ORBITALE, ATTESTAMENTI 1.8 Nodo di interscambio di Flumini (Tipo 3)

18 18/37 Villasimius Quartu - Cagliari Percorsi: Verde: linea suburbana di Flumini, attuale linea PF, il capolinea è ubicato nel piazzale della chiesa, in direzione Cagliari compie un anello per incontrare il punto di scambio; Giallo: corse extraurbane regionali da Muravera/San Vito a Cagliari; La fermata funge da interscambio tra i servizi d area (a chiamata) e quelli di collegamento con Quartu e Cagliari; sono da prevedere pensiline di attesa, informazioni all utenza, emettitrici di biglietti. Intervento TIPO 3

19 19/37 Valido per gli scenari: CORRIDOI, ORBITALE, ATTESTAMENTI

20 20/ Nodo di interscambio di Quartu/Brigata Sassari (Tipo 4)

21 21/37 Riorganizzazione dei punti di fermata dove prevedere pensiline di attesa, informazioni all utenza (è già presente un CTM point), emettitrici di biglietti. Interscambio tra urbano ed extraurbano. Intervento TIPO 4 Valido per gli scenari: CORRIDOI, ORBITALE, ATTESTAMENTI (attestamento linea da Flumini)

22 22/ Nodo di interscambio a Selargius (Tipo 4)

23 23/37 Data la configurazione viaria del centro di Selargius non è possibile individuare un punto di interscambio urbano/extraurbano unico. Si prevede quindi di adeguare le fermate esistenti ed introdurre adeguata segnaletica per l indicazione dei percorsi pedonali da seguire per raggiungere le varie fermate dalle quali prendere le linee di interesse. Intervento TIPO 4 Valido per gli scenari: CORRIDOI, ORBITALE (solo servizio urbano), ATTESTAMENTI

24 24/ Piazza Repubblica (Tipo 4)

25 25/37 In piazza Repubblica si prevede l adeguamento delle attuali fermate degli autobus, introducendo pensiline laddove non presenti, informazioni al pubblico, indicazioni chiare ed univoche dei percorsi, eventuali emettitrici automatiche di biglietti. Intervento TIPO 4 Valido per gli scenari: CORRIDOI, ORBITALE (solo servizio urbano), ATTESTAMENTI (solo urbano)

26 26/ Ospedale Brotzu (Tipo 5)

27 27/37 L attuale fermata delle linee è riparata dal traffico di scorrimento e dotata di pensilina, è opportuno solamente aumentare il numero di pensiline e di sedute per incrementare il confort dei passeggeri in attesa, anche a seguito del previsto incremento del traffico in transito. E inoltre possibile semaforizzare l intersezione in accesso all area di sosta, dove entreranno tutti gli autobus, dando la precedenza ai mezzi del trasporto pubblico, in modo da limitare (o eliminare) il perditempo di attesa in ingresso/uscita dalla fermata. Intervento TIPO 5 Valido per gli scenari: CORRIDOI, ORBITALE, ATTESTAMENTI

28 28/ Policlinico di Monserrato (Tipo 5)

29 29/37 L attuale piazzale di capolinea ed interscambio necessita di una piccola sistemazione dal punto di vista funzionale: pensiline con sedute per l attesa, servizi all utenza, indicazione chiara delle aree di sosta dei bus. Intervento TIPO 5 Valido per gli scenari: CORRIDOI, ORBITALE, ATTESTAMENTI

30 30/ Pitz è Serra (Tipo 5)

31 31/37 Le fermate di Pitz è Serra necessitano una sistemazione dal punto di vista del comfort. Intervento TIPO 5 Valido per gli scenari: CORRIDOI, ORBITALE, ATTESTAMENTI

32 32/ Asse San Michele-Matteotti L asse di accesso da piazza San Michele a piazza Matteotti vede i tratti più critici in corrispondenza di via San Michele, piazza Sant Avendrace e viale Riva di Ponente. In questi punti sono da prevedersi interventi di protezione del TPL, come approcci riservati e relativo bus gate.

33 33/37 In via San Michele, lunga 500m circa, sono presenti 2 semafori, di cui uno di accesso a p.za Sant Avendrace dove poter intervenire con un sistema di bus gate.

34 34/37 In via Riva di Ponente è presente 1 semaforo dove poter intervenire con un sistema di bus gate, mentre nella parte terminale, in accesso a piazza Matteotti, è possibile asservire la svolta a sinistra per l accesso alla piazza agli autobus. Valido per gli scenari: CORRIDOI, ORBITALE 1.16 Asse Marconi

35 35/37 L asse di collegamento tra Quartu e Selargius con Cagliari è molto congestionato, verso Cagliari al mattino ed in uscita dal capoluogo alla sera. Per questo motivo si prevede di intervenire sistematicamente per favorire il mezzo pubblico, tramite bus gate e approcci riservati. In viale Marconi, lungo 2,8km circa, sono presenti 5 semafori, quasi esclusivamente siti nel tratto più interno a Cagliari, cioè oltre l Asse Mediano (900m). Lungo il suo naturale proseguimento di via San Benedetto, che misura 500 metri, vi sono altri 2 semafori. Valido per gli scenari: CORRIDOI (urbano ed extraurbano), ORBITALE e ATTESTAMENTI (solo per il servizio urbano filoviario)

36 36/ Asse SS554 Lungo la SS554, per il tratto di nostro interesse (5,5km), vi sono 4 semafori ed uno svincolo su 2 livelli. I progetti di riqualificazione già programmati prevedono la sostituzione degli incroci a raso con intersezioni su più livelli. Nello scenario Orbitale è previsto il passaggio lungo quest asse di numerose corse, pertanto è opportuno prevedere adeguate protezioni al TPL, da coordinare tuttavia in sede di progetto definitivo degli interventi previsti sulla Strada Statale. Valido per lo scenario: ORBITALE Valutazione preliminare dei costi È stata effettuata una stima preliminare dei costi di realizzazione dei diversi scenari in base a numero di interventi e relativa tipologia, come da descrizioni dettagliate di cui alle pagine precedenti (ad es. sistemazione banchine, realizzazione pensiline, dotazioni tecnologiche, realizzazione di bus gate ecc.). Per ciascun intervento è stato così determinato un costo di realizzazione indicativo, ovviamente suscettibile di variazione in sede di progettazione a livello di maggior dettaglio, riportato nella tabella seguente.

37 37/37 Interventi Scenari Corridoi Orbitale Attestamenti P.za Matteotti. Fermate attrezzate Autostazione di Cagliari. Ristrutturazione e miglioramento Informazioni Decimomannu. Nodo intermodale ferro-gomma Settimo San Pietro. Nodo intermodale ferro-gomma Caracalla. Nodo intermodale ferro-gomma * La Maddalena Spiaggia. Fermata attrezzata Cimitero. Fermata attrezzata Flumini di Quartu. Fermata attrezzata Quartu via B.Sassari. Adeguamento fermata esistente Selargius. Adeguamento fermata esistente P.za Repubblica. Adeguamento fermata esistente Ospedale Brotzu. Adeguamento minimo fermata esistente Policlinico Monserrato. Adeguamento minimo fermata esistente Pitz è Serra. Adeguamento minimo fermata esistente Asse S.Michele-Matteotti. Realizzazione bus gate X Asse Marconi. Realizzazione bus gate Corridoi Orbitale Attestamenti Totale (Euro) (*) per lo scenario Orbitale si pensa di intervenire sul nodo di Gottardo in luogo di Caracalla

PROGETTO PRELIMINARE ALLEGATI ALLO STUDIO PRELIMINARE AMBIENTALE. METROPOLITANA LEGGERA DI CAGLIARI LINEA 3 collegamento Repubblica/Matteotti/Stazione

PROGETTO PRELIMINARE ALLEGATI ALLO STUDIO PRELIMINARE AMBIENTALE. METROPOLITANA LEGGERA DI CAGLIARI LINEA 3 collegamento Repubblica/Matteotti/Stazione Comune di Cagliari policlinico ARST S.p.A. settimo s.p. METROPOLITANA LEGGERA DI CAGLIARI LINEA 3 collegamento Repubblica/Matteotti/Stazione gottardo repubblica PROGETTO PRELIMINARE san saturnino bonaria

Dettagli

Programma integrato per lo sviluppo urbano e la mobilità ciclabile, pedonale e pendolare nell Area Metropolitana di Cagliari

Programma integrato per lo sviluppo urbano e la mobilità ciclabile, pedonale e pendolare nell Area Metropolitana di Cagliari Programma integrato per lo sviluppo urbano e la mobilità ciclabile, pedonale e pendolare nell Area Metropolitana di Cagliari Seminario Tecnico : Pavimentazioni ecologiche ed economiche per nuovi itinerari

Dettagli

PO-FESR 2007-2013 GRANDE PROGETTO. Asse: 5 - Reti e collegamenti per la mobilità

PO-FESR 2007-2013 GRANDE PROGETTO. Asse: 5 - Reti e collegamenti per la mobilità PO-FESR 2007-2013 GRANDE PROGETTO Asse: 5 - Reti e collegamenti per la mobilità Linea d intervento: 5.4 - Adeguamento e potenziamento delle ferrovie locali Titolo intervento: Adeguamento ferroviario dell

Dettagli

Metropolitana Leggera di Cagliari: Collegamento Repubblica/Matteotti/Stazione Studio Preliminare Ambientale 1. PREMESSA

Metropolitana Leggera di Cagliari: Collegamento Repubblica/Matteotti/Stazione Studio Preliminare Ambientale 1. PREMESSA REPUBBLICA ITALIANA UNIONE EUROPEA 1. PREMESSA Il presente, allegato alla richiesta di verifica di assoggettabilità a VIA, è redatto secondo quanto disposto dall art. 20 del Decreto Legislativo n.152 Norme

Dettagli

ANAGNINA-TOR VERGATA CORRIDOIO DEL TRASPORTO PUBBLICO. 17 settembre 2009. Inaugurazione

ANAGNINA-TOR VERGATA CORRIDOIO DEL TRASPORTO PUBBLICO. 17 settembre 2009. Inaugurazione ANAGNINA-TOR VERGATA CORRIDOIO DEL TRASPORTO PUBBLICO Inaugurazione 17 settembre 2009 Inizio lavori 28 gennaio 2008 Inaugurazione 17 settembre 2009 Importo contrattuale 10.800.000 Stazione appaltante:

Dettagli

Buone pratiche: Il controllo della mobilità nell area vasta di Cagliari

Buone pratiche: Il controllo della mobilità nell area vasta di Cagliari Buone pratiche: Il controllo della mobilità nell area vasta di Cagliari Proto Tilocca CTM S.p.A. Cagliari, 10 giugno 2009 Il contesto di riferimento Dati di sintesi Comuni serviti 8 Popolazione residente

Dettagli

Progetto di pianificazione e riqualificazione urbanistica dell area antistante la stazione ferroviaria di Padova

Progetto di pianificazione e riqualificazione urbanistica dell area antistante la stazione ferroviaria di Padova 26 TERRITORIO PER AZIONI DAUR Altin Bici, Alessandro Bonaldi, Elena Castellin, Alessandra Cona, Marco Gugole Santino Progetto di pianificazione e riqualificazione urbanistica dell area antistante la stazione

Dettagli

Forum PA - Roma, 17/20 Maggio 2010. Direzione Generale dei Trasporti. Servizio delle infrastrutture e della logistica di trasporto

Forum PA - Roma, 17/20 Maggio 2010. Direzione Generale dei Trasporti. Servizio delle infrastrutture e della logistica di trasporto Progetto di Integrazione e Sviluppo Tecnologico dei sistemi di controllo della mobilità nell Area Vasta di Cagliari POR Sardegna 2000-2003 Asse VI Reti e Nodi di Servizio Misura 6.2 Accessibilità e governo

Dettagli

1. Quali dei seguenti interventi può rendere concorrenziale l uso dell autobus rispetto all auto privata?

1. Quali dei seguenti interventi può rendere concorrenziale l uso dell autobus rispetto all auto privata? 1. Quali dei seguenti interventi può rendere concorrenziale l uso dell autobus rispetto all auto privata? Due risposte possibili - Votanti: 115+188=33 3 25 2 22 Valori assoluti 15 1 5 72 13 58 84 142 43

Dettagli

PROGETTO PRELIMINARE STUDIO PRELIMINARE AMBIENTALE. METROPOLITANA LEGGERA DI CAGLIARI LINEA 3 collegamento Repubblica/Matteotti/Stazione

PROGETTO PRELIMINARE STUDIO PRELIMINARE AMBIENTALE. METROPOLITANA LEGGERA DI CAGLIARI LINEA 3 collegamento Repubblica/Matteotti/Stazione Comune di Cagliari policlinico ARST S.p.A. settimo s.p. METROPOLITANA LEGGERA DI CAGLIARI LINEA 3 collegamento Repubblica/Matteotti/Stazione gottardo repubblica PROGETTO PRELIMINARE san saturnino bonaria

Dettagli

Lo sviluppo delle centrali della mobilità in Italia: esperienze di riferimento ed aree di eccellenza

Lo sviluppo delle centrali della mobilità in Italia: esperienze di riferimento ed aree di eccellenza Workshop - Tecnologie e sistemi a servizio della mobilità sostenibile nella città Lo sviluppo delle centrali della mobilità in Italia: esperienze di riferimento ed aree di eccellenza L ESPERIENZA DI UN

Dettagli

PROGETTO PRELIMINARE ANALISI ECONOMICO - TRASPORTISTICA. METROPOLITANA LEGGERA DI CAGLIARI LINEA 3 collegamento Repubblica/Matteotti/Stazione

PROGETTO PRELIMINARE ANALISI ECONOMICO - TRASPORTISTICA. METROPOLITANA LEGGERA DI CAGLIARI LINEA 3 collegamento Repubblica/Matteotti/Stazione Comune di Cagliari policlinico ARST S.p.A. settimo s.p. METROPOLITANA LEGGERA DI CAGLIARI LINEA 3 collegamento Repubblica/Matteotti/Stazione gottardo repubblica PROGETTO PRELIMINARE san saturnino bonaria

Dettagli

Sistemi di trasporto pubblico locale nei centri storici. Prof. Giovanni Corona

Sistemi di trasporto pubblico locale nei centri storici. Prof. Giovanni Corona Sistemi di trasporto pubblico locale nei centri storici Prof. Giovanni Corona 1. I problemi generali del TPL in ambito urbano 1. 1 Le anomalie del servizio TPL 2. 2 Le liberalizzazioni secondo gli ultimi

Dettagli

Esperienze e prospettive future degli ITS in Regione Sardegna

Esperienze e prospettive future degli ITS in Regione Sardegna Esperienze e prospettive future degli ITS in Regione Sardegna Antonello Pellegrino Direttore del Servizio della pianificazione e programmazione dei sistemi di trasporto Cagliari, 26.06.2013 Riferimenti

Dettagli

S.F.M.R. SISTEMA FERROVIARIO METROPOLITANO REGIONALE

S.F.M.R. SISTEMA FERROVIARIO METROPOLITANO REGIONALE 1 SISTEMA INTEGRATO DI TRASPORTO PUBBLICO A SERVIZIO DELL AREA METROPOLITANA DIFFUSA CENTRALE VENETA CON OBIETTIVI DI: DECONGESTIONE DELLE RETI INFRASTRUTTURALI VIARIE RIEQUILIBRIO MODALE CON PASSAGGIO

Dettagli

MOVICENTRO DI MONDOVI

MOVICENTRO DI MONDOVI PREMESSA I problemi dell accessibilità sono stati, a Mondovì come altrove, causa principale del declino del centro storico, e l invasività dei veicoli privati ha prodotto modifiche consistenti nel paesaggio

Dettagli

Rete Ferroviaria Italiana Gianpiero Strisciuglio, Direttore Commerciale ed Esercizio Rete

Rete Ferroviaria Italiana Gianpiero Strisciuglio, Direttore Commerciale ed Esercizio Rete Rete Ferroviaria Italiana Gianpiero Strisciuglio, Direttore Commerciale ed Esercizio Rete 1 Overview Brescia e l Europa: i corridoi della Rete TEN-T Nodo di Brescia: infrastruttura e servizi Il Piano TPL

Dettagli

Il nodo di bologna come esempio di integrazione nell ambito del sistema ferroviario

Il nodo di bologna come esempio di integrazione nell ambito del sistema ferroviario 1 La riqualificazione delle grandi infrastrutture Il nodo di bologna come esempio di integrazione nell ambito del sistema ferroviario ing. Vincenzo Conforti 1 Scelte economiche e tecniche nel Nodo di Bologna

Dettagli

COLLEGAMENTO LINEA URBANA N. 13 ISTITUTO ENRICO FERMI VIA BOLOGNESI

COLLEGAMENTO LINEA URBANA N. 13 ISTITUTO ENRICO FERMI VIA BOLOGNESI COLLEGAMENTO LINEA URBANA N. 13 ISTITUTO ENRICO FERMI VIA BOLOGNESI Marzo 2015 STATO DI FATTO Gli studenti della frazione di Sesso, che frequentano la scuola media Enrico Fermi di Via Bolognesi a Reggio

Dettagli

Regione Autonoma della Sardegna Assessorato ai Trasporti Cagliari, Italia

Regione Autonoma della Sardegna Assessorato ai Trasporti Cagliari, Italia Rev. 0 - FEBBRAIO 2011 Regione Autonoma della Sardegna Assessorato ai Trasporti Cagliari, Italia Studio di Fattibilità di un Servizio di Metropolitana Leggera su Area Vasta di Cagliari INDICE Pagina

Dettagli

Riorganizzazione rete TPL del Comune di Empoli per l ATO regionale

Riorganizzazione rete TPL del Comune di Empoli per l ATO regionale COMUNE DI EMPOLI Ufficio Tecnico Settore OO.PP. e Infrastrutture Riorganizzazione rete TPL del Comune di Empoli per l ATO regionale RELAZIONE TECNICA L ISTRUTTORE TECNICO DIRETTIVO - Ing. Roberta Scardigli

Dettagli

Empoli. Centrale. inquadramento ciclostazioni

Empoli. Centrale. inquadramento ciclostazioni Empoli Centrale numero di treni e passeggeri giornalieri feriali sabato domenica 198 189 124 6.961 4.580 3.315 Localizzazione La stazione di Empoli ha una posizione molto centrale, a poca distanza dal

Dettagli

Metrotranvia Milano (Parco Nord) Seregno

Metrotranvia Milano (Parco Nord) Seregno Pag. 0 di 28 Metrotranvia Milano (Parco Nord) Seregno Bresso (Sala Consiglio) - 8.04.2008 Pag. 1 di 28 Intese e Quadro programmatico Accordo tra Regione, e Comuni in ordine alla riqualificazione della

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA DELIBERAZIONE N. 52/ 17 DEL 3.10.2008

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA DELIBERAZIONE N. 52/ 17 DEL 3.10.2008 IBERAZIONE N. 52/ 17 3.10.2008 Oggetto: Programma Operativo Regionale FESR 2007/ 2013 Obiettivo operativo 5.1.1, Cod. 52 lettera (A), Cod. 26 lettera (C), Cod. 28 lettera (D) e Cod. 25 lettera (E). L Assessore

Dettagli

Le strategie per il trasporto pubblico di Brescia. Stefano Sbardella Responsabile Settore Mobilità e TPL - Comune di Brescia

Le strategie per il trasporto pubblico di Brescia. Stefano Sbardella Responsabile Settore Mobilità e TPL - Comune di Brescia Le strategie per il trasporto pubblico di Brescia Stefano Sbardella Responsabile Settore Mobilità e TPL - Comune di Brescia LA MOBILITA DI BRESCIA IN NUMERI PRIORITA e CRITERI di PIANIFICAZIONE P.U.M.S.

Dettagli

Razionalizzazione della rete degli ambulatori vaccinali

Razionalizzazione della rete degli ambulatori vaccinali AGGIORNAMENTI IN TEMA DI VACCINAZIONE I Bisogni di salute non soddisfatti Cagliari, Hotel Caesar 30 giugno 2012 Razionalizzazione della rete degli ambulatori vaccinali Fare clic per modificare lo stile

Dettagli

corso di Tecnica ed Economia dei Trasporti a.a. 2004-2005 LE STAZIONI FERROVIARIE Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it

corso di Tecnica ed Economia dei Trasporti a.a. 2004-2005 LE STAZIONI FERROVIARIE Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it corso di Tecnica ed Economia dei Trasporti a.a. 2004-2005 LE STAZIONI FERROVIARIE Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it INTRODUZIONE Definizioni Si definisce stazione ogni complesso organico di impianti

Dettagli

Convegno Infrastructura L innovazione nelle infrastrutture di trasporto IV Sessione Le esigenze delle utenze e le modalità di utilizzo

Convegno Infrastructura L innovazione nelle infrastrutture di trasporto IV Sessione Le esigenze delle utenze e le modalità di utilizzo Assessorato ai Trasporti Convegno Infrastructura L innovazione nelle infrastrutture di trasporto IV Sessione Le esigenze delle utenze e le modalità di utilizzo La mobilità delle persone in ambito urbano

Dettagli

STRALCIO. Descrizione delle modalità di circolazione del sistema Tram - Treno.

STRALCIO. Descrizione delle modalità di circolazione del sistema Tram - Treno. REPUBBLICA ITALIANA UNIONE EUROPEA spa trasporti regionali della sardegna Via Zagabria, 54 09129 Cagliari tel (+39) 070 4098 1 fax (+39) 070 4098 237 www.arst.sardegna.it STRALCIO Progetto finanziato dall

Dettagli

BRIANZA EXPO LINEA MILANO BOVISA SEVESO ASSO

BRIANZA EXPO LINEA MILANO BOVISA SEVESO ASSO BRIANZA EXPO LINEA MILANO BOVISA SEVESO ASSO NUOVA FERMATA DI BRUZZANO/BRUSUGLIO 1. spostamento della fermata di circa 500 m verso nord; 2. realizzazione di due banchine di 250 m, alte 55 cm sul p.f.,

Dettagli

SANTE MESSE NELLA DIOCESI DI CAGLIARI IN PERIODO ESTIVO 2015 PROSPETTO IN AGGIORNAMENTO

SANTE MESSE NELLA DIOCESI DI CAGLIARI IN PERIODO ESTIVO 2015 PROSPETTO IN AGGIORNAMENTO SANTE MESSE NELLA DIOCESI DI IN PERIODO ESTIVO 2015 PROSPETTO IN AGGIORNAMENTO SABATO DOMENICA ARIXI BEATA VERGINE ASSUNTA 09.00 ARMUNGIA BEATA VERGINE IMMACOLATA ASSEMINI BEATA VERGINE DEL CARMINE 19.00

Dettagli

L ESPERIENZA DIATB: PROGETTI E SERVIZI PER LA MOBILITÀ A BERGAMO. Gianni Scarfone (Direttore Generale ATB Mobilità S.p.A.)

L ESPERIENZA DIATB: PROGETTI E SERVIZI PER LA MOBILITÀ A BERGAMO. Gianni Scarfone (Direttore Generale ATB Mobilità S.p.A.) L ESPERIENZA DIATB: PROGETTI E SERVIZI PER LA MOBILITÀ A BERGAMO Gianni Scarfone (Direttore Generale ATB Mobilità S.p.A.) INQUADRAMENTO DEL CONTESTO IL TERRITORIO PROVINCIA DI BG o NUMERO COMUNI: 244 o

Dettagli

Servizio Ferroviario Metropolitano Bolognese. Collegamento tra la Stazione Centrale di Bologna e la Fiera SFM 6. Elementi di fattibilità.

Servizio Ferroviario Metropolitano Bolognese. Collegamento tra la Stazione Centrale di Bologna e la Fiera SFM 6. Elementi di fattibilità. Servizio Ferroviario Metropolitano Bolognese Collegamento tra la Stazione Centrale di Bologna e la Fiera SFM 6 Elementi di fattibilità Ottobre 2011 Collegamento tra la Stazione Centrale di Bologna e la

Dettagli

STUDIO DI FATTIBILITA DELLE LIMITAZIONI DI CIRCOLAZIONE SUL LUNGOLAGO

STUDIO DI FATTIBILITA DELLE LIMITAZIONI DI CIRCOLAZIONE SUL LUNGOLAGO STUDIO DI FATTIBILITA DELLE LIMITAZIONI DI CIRCOLAZIONE SUL LUNGOLAGO PRESENTAZIONE DEI RISULTATI 3 novembre 2015 METODOLOGIA : sequenza delle valutazioni modellistiche Fase 1 Attività a) Scenari complessivi

Dettagli

IL PARCHEGGIO D INTERSCAMBIO DI FAMAGOSTA

IL PARCHEGGIO D INTERSCAMBIO DI FAMAGOSTA IL PARCHEGGIO D INTERSCAMBIO DI FAMAGOSTA Uno dei maggiori parcheggi periferici di interscambio di Milano, realizzato dalla Metropolitana Milanese, si avvia a servire l area sud del capoluogo lombardo

Dettagli

Il progetto Movicentro: l esperienza del Comune di Cuneo. Città di Cuneo Assessorato alla mobilità e ai trasporti

Il progetto Movicentro: l esperienza del Comune di Cuneo. Città di Cuneo Assessorato alla mobilità e ai trasporti Negli ultimi anni i livelli di traffico e di inquinamento atmosferico registrati a Cuneo hanno indotto istituzioni e cittadini all adozione di nuove e più sostenibili modalità di spostamento. Il Comune

Dettagli

COMUNICATO STAMPA I CANTIERI RENDERANNO NECESSARI NUOVI PERCORSI DI ENTRATA ED USCITA PER GLI UTENTI DELLA METROPOLITANA

COMUNICATO STAMPA I CANTIERI RENDERANNO NECESSARI NUOVI PERCORSI DI ENTRATA ED USCITA PER GLI UTENTI DELLA METROPOLITANA COMUNICATO STAMPA DAL 10 APRILE 2010 INIZIANO ALLA STAZIONE TERMINI I LAVORI INTERNI AL NODO DI SCAMBIO TRA LE LINEE A E B DELLA METROPOLITANA ALLA FINE DEL 2012 IL NODO DI SCAMBIO SARÀ RESTITUITO ALLA

Dettagli

corso di Terminali per i Trasporti e la Logistica Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it

corso di Terminali per i Trasporti e la Logistica Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it corso di Terminali per i Trasporti e la Logistica LE STAZIONI FERROVIARIE Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it INTRODUZIONE Definizioni Si definisce stazione ogni complesso organico di impianti ferroviari

Dettagli

Lo scenario di riferimento del PUM

Lo scenario di riferimento del PUM Lo scenario di riferimento del PUM I principali elementi invarianti che caratterizzano lo scenario di riferimento sono: Interventi sulla viabilità Riassetto nodo autostradale / Gronda di Ponente Tunnel

Dettagli

PIANO DI AZIONE COESIONE

PIANO DI AZIONE COESIONE PIANO DI AZIONE COESIONE Aggiornamento stato di avanzamento al 31.07.2013 INDICE INDICE... 2 PREMESSA... 4 LE FASI E GLI ADEMPIMENTI PER L ADESIONE AL PAC E PER LA FORMALIZZAZIONE DEI RUOLI DI GESTIONE...

Dettagli

In particolare, il modello sviluppato e calibrato consente di simulare il sistema viario territoriale ed il relativo traffico.

In particolare, il modello sviluppato e calibrato consente di simulare il sistema viario territoriale ed il relativo traffico. Provincia di Cremona - U.T.P. Sett. IX PARTE A 3. MODELLO DI SIMULAZIONE 3.1 Generalità Il modello di simulazione del traffico è un importante strumento per la pianificazione, che consente essenzialmente

Dettagli

IL GOVERNO DELLA MOBILITÀ CITTADINA: L ITS OPERATIVA

IL GOVERNO DELLA MOBILITÀ CITTADINA: L ITS OPERATIVA IL GOVERNO DELLA MOBILITÀ CITTADINA: L ITS OPERATIVA Cagliari, 26 Giugno 2013 Ezio Castagna Direttore Generale CTM S.p.A. Proto Tilocca Dirigente settore Pianificazione Marketing Qualità e Sistemi Informativi

Dettagli

Titolo : Il QR CODE Trentino Trasporti Esercizio Relatore: Direttore ing. Giancarlo Crepaldi

Titolo : Il QR CODE Trentino Trasporti Esercizio Relatore: Direttore ing. Giancarlo Crepaldi Titolo : Il QR CODE Trentino Trasporti Esercizio Relatore: Direttore ing. Giancarlo Crepaldi Servizio Urbano Servizio Urbano di Trento Popolazione: 115.000 ab SERVIZIO URBANO di TRENTO 142 bus (30 a metano,

Dettagli

Comune di MONZA AMBITO DI VIALE LIBERTA TRA VIA BOSISIO E VIALE SANT ANASTASIA

Comune di MONZA AMBITO DI VIALE LIBERTA TRA VIA BOSISIO E VIALE SANT ANASTASIA Comune di MONZA AMBITO DI VIALE LIBERTA TRA VIA BOSISIO E VIALE SANT ANASTASIA PROPOSTE DI RIQUALIFICAZIONE VIABILISTICA rapporto finale luglio 2009 Ing. Ivan Genovese ig@mobiliter.it CONTENUTI A. INQUADRAMENTO

Dettagli

Presentazione del workshop

Presentazione del workshop Presentazione del workshop Interazioni tra mobilità urbana ed extraurbana Milano, 2 luglio 2014 Dott. Roberto Laffi Dirigente di Unità Organizzativa Servizi per la Mobilità DG Infrastrutture e Mobilità

Dettagli

1. LA MOBILITA ATTUALE NELL AREA DI STUDIO

1. LA MOBILITA ATTUALE NELL AREA DI STUDIO 1. LA MOBILITA ATTUALE NELL AREA DI STUDIO Il settore di città Flaminio Foro Italico è compreso nell ansa del Tevere definita a nord da Piazzale di Ponte Milvio, dal sistema del Foro Italico e dello stadio

Dettagli

Comune di San Giustino. STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI

Comune di San Giustino. STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI Comune di San Giustino STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI Presentazione pubblica del 19.02.2015 IPOTESI PROGETTUALI CONSIDERAZIONI PRELIMINARI TUTELARE L ACCESSIBILITÀ AI

Dettagli

Programma di sviluppo rurale 2007-2013 - Misura 215 - Annualità 2011 Pagamenti per il miglioramento del benessere degli animali

Programma di sviluppo rurale 2007-2013 - Misura 215 - Annualità 2011 Pagamenti per il miglioramento del benessere degli animali Programma di sviluppo rurale 2007-2013 - Misura 215 - Annualità 2011 Pagamenti per il miglioramento del benessere degli animali 1 anno di impegno: 15 settembre 2011-14 settembre 2012 Calendario corsi di

Dettagli

Il PTCP e il Servizio Ferroviario Metropolitano Territoriale Treno-Tram sulla dorsale Lucera Foggia Manfredonia

Il PTCP e il Servizio Ferroviario Metropolitano Territoriale Treno-Tram sulla dorsale Lucera Foggia Manfredonia Provincia di Foggia Il PTCP e il Servizio Ferroviario Metropolitano Territoriale Treno-Tram sulla dorsale Lucera Foggia Manfredonia Innovazione tecnologica nel trasporto ferroviario a supporto della coesione

Dettagli

L ESPERIENZA DI ATB: PROGETTI E SERVIZI PER LA MOBILITÀ A BERGAMO PAOLO RAPINESI: RESP. AREA MOBILITÀ INFRASTRUTTURE TECNOLOGIE

L ESPERIENZA DI ATB: PROGETTI E SERVIZI PER LA MOBILITÀ A BERGAMO PAOLO RAPINESI: RESP. AREA MOBILITÀ INFRASTRUTTURE TECNOLOGIE L ESPERIENZA DI ATB: PROGETTI E SERVIZI PER LA MOBILITÀ A BERGAMO PAOLO RAPINESI: RESP. AREA MOBILITÀ INFRASTRUTTURE TECNOLOGIE CONTESTO TERRITORIALE E INDIRIZZI STRATEGICI IL TERRITORIO PROVINCIA DI BG

Dettagli

Il trasporto pubblico capitolino è un sistema complesso, dove operano diversi soggetti con ruoli e funzioni differenti. Conosciamo da vicino quali

Il trasporto pubblico capitolino è un sistema complesso, dove operano diversi soggetti con ruoli e funzioni differenti. Conosciamo da vicino quali Il trasporto pubblico capitolino è un sistema complesso, dove operano diversi soggetti con ruoli e funzioni differenti. Conosciamo da vicino quali sono gli attori principali della mobilità collettiva di

Dettagli

Accordo di Programma

Accordo di Programma PO FESR 2007-2013 - Asse V Linea di attività 5.1.1.b Accordo di Programma Programma Integrato per lo Sviluppo Urbano e la Mobilità Ciclabile, Pedonale e Pendolare nell Area Metropolitana di Cagliari Accordo

Dettagli

L IMPEGNO DI RFI IN LIGURIA

L IMPEGNO DI RFI IN LIGURIA L IMPEGNO DI RFI IN LIGURIA Imperia-Porto Maurizio, 21 luglio 2008 Il territorio della Liguria è interessato da un intenso programma di potenziamento infrastrutturale e tecnologico. Rete Ferroviaria Italiana

Dettagli

Prefettura di Cagliari Ufficio territoriale del Governo

Prefettura di Cagliari Ufficio territoriale del Governo Prefettura di Cagliari Ufficio territoriale del Governo PIANO DI VIABILITÀ IN CASO DI INCIDENTE RILEVANTE PRESSO L'AEROPORTO CIVILE DI CAGLIARI-ELMAS 1. - Il piano di viabilità in caso di incidente rilevante

Dettagli

Alternativa 4 - Pedonalizzazione forte della penisola

Alternativa 4 - Pedonalizzazione forte della penisola Alternativa 4 - Pedonalizzazione forte della penisola Questa alternativa si differenzia dalle altre per la regolamentazione degli accessi alla penisola particolarmente rigida: non sono autorizzati ad accedere

Dettagli

INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE DELLE STRADE CITTADINE E DI MODERAZIONE DEL TRAFFICO

INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE DELLE STRADE CITTADINE E DI MODERAZIONE DEL TRAFFICO INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE DELLE STRADE CITTADINE E DI MODERAZIONE DEL TRAFFICO ZONE 30 ALTESSANO Progetto: ICIS S.r.l. Società di Ingegneria C.so Einaudi, 8 10128 Torino Direttore Tecnico - ing. Giovanni

Dettagli

UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE LIGURIA COMUNE DI GENOVA P.O.R. LIGURIA (2007-2013) ASSE 3 - SVILUPPO URBANO COMUNE PROPONENTE GENOVA

UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE LIGURIA COMUNE DI GENOVA P.O.R. LIGURIA (2007-2013) ASSE 3 - SVILUPPO URBANO COMUNE PROPONENTE GENOVA UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE LIGURIA COMUNE DI GENOVA P.O.R. LIGURIA (2007-2013) ASSE 3 - SVILUPPO URBANO COMUNE PROPONENTE GENOVA PROGETTO INTEGRATO SAMPIERDARENA I Progetti Integrati nel

Dettagli

9.00-13.00. 18.00 Quartu S. Elena, ex Convento dei Cappuccini, via Brigata Sassari:

9.00-13.00. 18.00 Quartu S. Elena, ex Convento dei Cappuccini, via Brigata Sassari: Promossa dalla Commissione Europea, con l adesione del Ministero dell Ambiente, la Settimana Europea della Mobilità Sostenibile è diventata negli anni un appuntamento internazionale che ha l obiettivo

Dettagli

Come raggiungere la sede del LEAP

Come raggiungere la sede del LEAP Come raggiungere la sede del LEAP Consorzio L.E.A.P. Via Nino Bixio 27/C 29121 Piacenza Tel. 0523.356879 0523.579774 www.leap.polimi.it info.leap@polimi.it La Sede del LEAP La sede del Consorzio L.E.A.P.

Dettagli

Prot. Gen. n. 468953 Venezia, 03/11/2008

Prot. Gen. n. 468953 Venezia, 03/11/2008 Prot. Gen. n. 468953 Venezia, 03/11/2008 Oggetto: D.P.R. n. 753/1980 art. 5 comma 7 - criteri per il riconoscimento dell idoneità e della sicurezza delle fermate dei servizi pubblici di trasporto urbano

Dettagli

Relazioni e opportunità comuni fra Milano e il Canton Ticino

Relazioni e opportunità comuni fra Milano e il Canton Ticino Relazioni e opportunità comuni fra Milano e il Canton Ticino Direttore Settore Attuazione Mobilità Trasporti Ambiente Corridoi Europei in Italia (Reti TEN) Milano: una posizione strategica rispetto alle

Dettagli

ASSESSORATO AI LAVORI PUBBLICI E VIABILITÁ RACCOMANDAZIONI PER LE ATTIVITÀ DEGLI UFFICI TECNICI COMUNALI

ASSESSORATO AI LAVORI PUBBLICI E VIABILITÁ RACCOMANDAZIONI PER LE ATTIVITÀ DEGLI UFFICI TECNICI COMUNALI ASSESSORATO AI LAVORI PUBBLICI E VIABILITÁ RACCOMANDAZIONI PER LE ATTIVITÀ DEGLI UFFICI TECNICI COMUNALI 1 AREA TECNICA Direttore Ing. Carlo Faccin Titolo Raccomandazioni ad indirizzo dell attività degli

Dettagli

Analisi modellistiche SIMULAZIONE DELLO STATO ATTUALE

Analisi modellistiche SIMULAZIONE DELLO STATO ATTUALE Analisi modellistiche SIMULAZIONE DELLO STATO ATTUALE Assetto attuale della circolazione Configurazione della rete stradale allo stato di fatto (dettaglio Via Martiri della Resistenza) Configurazione della

Dettagli

La rete ciclabile nel quadrante Nord-Est di Roma. Settimana Europea della Mobilità Sostenibile 2013

La rete ciclabile nel quadrante Nord-Est di Roma. Settimana Europea della Mobilità Sostenibile 2013 La rete ciclabile nel quadrante Nord-Est di Roma Settimana Europea della Mobilità Sostenibile 2013 La rete ciclabile nel quadrante Nord-Est di Roma 1. L occasione III Municipio: apertura della linea metro

Dettagli

III CONVEGNO TRAM MEMORIA AREA TEMATICA N.1 RUOLO DELLE TRAMVIE NEI MODERNI SISTEMI DI TRASPORTO URBANO E SUBURBANO

III CONVEGNO TRAM MEMORIA AREA TEMATICA N.1 RUOLO DELLE TRAMVIE NEI MODERNI SISTEMI DI TRASPORTO URBANO E SUBURBANO Con il Patrocinio di Organizzato da III CONVEGNO TRAM MEMORIA AREA TEMATICA N.1 RUOLO DELLE TRAMVIE NEI MODERNI SISTEMI DI TRASPORTO URBANO E SUBURBANO RUOLO DELLA TRAMVIA PRATESE NELL AREA METROPOLITANA

Dettagli

COME RAGGIUNGERE fieramilano e fieramilanocity

COME RAGGIUNGERE fieramilano e fieramilanocity e fieramilanocity MILANO e fieramilanocity INDICE COME RAGGIUNGERE fieramilano pg. 1...Metropolitana pg. 2...Mezzi di superficie e Auto pg. 3...Mappa accessibilità pg. 4...Treno pg. 5...Mappa servizio

Dettagli

SISTEMA DI RISALITA DEGLI ERZELLI OBIETTIVO DELL INTERVENTO

SISTEMA DI RISALITA DEGLI ERZELLI OBIETTIVO DELL INTERVENTO SISTEMA DI RISALITA DEGLI ERZELLI OBIETTIVO DELL INTERVENTO La collina degli Erzelli, occupata in precedenza da attività di deposito e movimentazione container, è interessata oggi da un progetto volto

Dettagli

PROGETTO PRELIMINARE

PROGETTO PRELIMINARE 17/04/2009 1 PROGETTO PRELIMINARE D. Lgs. 163/2006; DM 05.11.2001 Tavola E.3 del Progetto Preliminare delle Opere di Urbanizzazione -Strada di circa 900 m con andamento Nord Sud, parallela a Via Unità

Dettagli

ACCORDO DI PROGRAMMA TRA PER LA QUALIFICAZIONE DEI SERVIZI DI TPL SULLA DIRETTRICE SP 5 SAN DONATO

ACCORDO DI PROGRAMMA TRA PER LA QUALIFICAZIONE DEI SERVIZI DI TPL SULLA DIRETTRICE SP 5 SAN DONATO PIANO DI BACINO DEL TRASPORTO PUBBLICO DELLA DIRETTRICE SAN DONATO ACCORDO DI PROGRAMMA TRA REGIONE EMILIA ROMAGNA PROVINCIA DI BOLOGNA COMUNE DI BARICELLA COMUNE DI BOLOGNA COMUNE DI GRANAROLO DELL EMILIA

Dettagli

VISITA DI S.S. PAPA FRANCESCO A CAGLIARI DOMENICA 22 settembre 2013. Raccomandazioni ai pellegrini e alla cittadinanza per l afflusso in città

VISITA DI S.S. PAPA FRANCESCO A CAGLIARI DOMENICA 22 settembre 2013. Raccomandazioni ai pellegrini e alla cittadinanza per l afflusso in città VISITA DI S.S. PAPA FRANCESCO A CAGLIARI DOMENICA 22 settembre 2013 Raccomandazioni ai pellegrini e alla cittadinanza per l afflusso in città Al fine di migliorare e razionalizzare al massimo sia il flusso

Dettagli

MILANO. a cura ufficio DO-L-SAM

MILANO. a cura ufficio DO-L-SAM COME RAGGIUNGERE fieramilano e fieramilanocity MILANO COME RAGGIUNGERE fieramilano e fieramilanocity INDICE COME RAGGIUNGERE fieramilano pg. 1...Metropolitana pg. 2...Mezzi di superficie e Auto pg. 3...Mappa

Dettagli

11 dicembre 2011 a Pavia arriva la suburbana S13: il treno quasi come un metrò

11 dicembre 2011 a Pavia arriva la suburbana S13: il treno quasi come un metrò 11 dicembre 2011 a Pavia arriva la suburbana S13: il treno quasi come un metrò Pavia - 3 Dicembre 2011 Elena Foresti DG Infrastrutture e Mobilità, Regione Lombardia 1 11 dicembre a Pavia arriva la suburbana

Dettagli

www.cineca.it COME RAGGIUNGERE IL CINECA DI MILANO

www.cineca.it COME RAGGIUNGERE IL CINECA DI MILANO COME RAGGIUNGERE IL CINECA DI MILANO La sede operativa di Milano si trova a: Segrate, in via Raffaello Sanzio, 4 (entrata pedonale via Cellini) 20090 SEGRATE MI tel. +39 02 269951 - fax +39 02 2135520

Dettagli

SCHEDATURA DEL PERCORSO PARTECIPATO PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI NELLE AREE LIMITROFE AI PLESSI SCOLASTICI

SCHEDATURA DEL PERCORSO PARTECIPATO PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI NELLE AREE LIMITROFE AI PLESSI SCOLASTICI PROVINCIA DI TORINO TAVOLO AGENDA 21 Qualità della vita e mobilità sostenibile intorno ai plessi scolastici SCHEDATURA DEL PERCORSO PARTECIPATO PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI NELLE

Dettagli

CITY PARKING IN EUROPE - BOLOGNA CONFERENCE

CITY PARKING IN EUROPE - BOLOGNA CONFERENCE CITY PARKING IN EUROPE - BOLOGNA CONFERENCE 28 February 2006 - Sala del Silenzio, Sede Quartiere San Vitale, Bologna PARKING MANAGEMENT AND MOBILITY IN BOLOGNA: THE NEW URBAN TRAFFIC PLAN Mr. Paolo Ferrecchi

Dettagli

SERVIZI DI AUTOLINEE DI TRASPORTO PUBBLICO

SERVIZI DI AUTOLINEE DI TRASPORTO PUBBLICO BAIRE MARIO AUTOLINEE BAIRE S.r.l. SERVIZI DI AUTOLINEE DI TRASPORTO PUBBLICO Carta della Mobilità 01/02/2016 REV. 08 AZIENDA CON SISTEMA DI GESTIONE QUALITÀ CERTIFICATO ISO 9001 : 2008 INDICE DEI CONTENUTI

Dettagli

Il piano della mobilità urbana nella regione Ile-de-France

Il piano della mobilità urbana nella regione Ile-de-France 27 Novembre 2012 Il piano della mobilità urbana nella regione Ile-de-France Laurence Debrincat, STIF Workshop sui Piani Urbani della Mobilità Sostenibile - Milano 2 Sommario Il contesto delle politiche

Dettagli

Iniziative Italiane sui Sistemi Intelligenti di Trasporto. Olga Landolfi TTS Italia

Iniziative Italiane sui Sistemi Intelligenti di Trasporto. Olga Landolfi TTS Italia Iniziative Italiane sui Sistemi Intelligenti di Trasporto Olga Landolfi TTS Italia I Trasporti in Italia Dati Nazionali 2004 (CNT 2004) Traffico passeggeri interno: 947.205 milioni di passeggeri km all

Dettagli

Studio della VIABILITÀ LENTA percorsi pedonali e ciclabili n. 38 VIA DEL TONALE E DELLA MENDOLA-VIA NAZIONALE (S.S. 42)

Studio della VIABILITÀ LENTA percorsi pedonali e ciclabili n. 38 VIA DEL TONALE E DELLA MENDOLA-VIA NAZIONALE (S.S. 42) n. 38 VIA DEL TONALE E DELLA MENDOLA-VIA NAZIONALE (S.S. 42) Località: Endine Gaiano Comune di Endine Gaiano Comune di Endine Gaiano Comune di Endine Gaiano Comune di Endine Gaiano Comune di Endine Gaiano

Dettagli

Cagliari, 6 febbraio 2015 Cabina Regia Settimana Europea della Mobilità Sostenibile 2014 2015

Cagliari, 6 febbraio 2015 Cabina Regia Settimana Europea della Mobilità Sostenibile 2014 2015 Cagliari, 6 febbraio 2015 Cabina Regia Settimana Europea della Mobilità Sostenibile 2014 2015 2 Conferenza stampa unitaria di presentazione delle iniziative 3 9 giornate di attività 4 Inaugurazione della

Dettagli

Prolungamento oltre Battistini Tratta Battistini Torrevecchia Progetto Preliminare Integrato

Prolungamento oltre Battistini Tratta Battistini Torrevecchia Progetto Preliminare Integrato Metropolitana di Roma Linea A Prolungamento oltre Battistini Tratta Battistini Torrevecchia Progetto Preliminare Integrato 1 I prolungamenti delle linee della metropolitana di Roma 2 Lunghezza complessiva:

Dettagli

IL SISTEMA TRAM-TRENO e proposte per l attuazione di un servizio del tipo Tram-Treno nell area metropolitana ad ovest di Brescia

IL SISTEMA TRAM-TRENO e proposte per l attuazione di un servizio del tipo Tram-Treno nell area metropolitana ad ovest di Brescia IL SISTEMA TRAM-TRENO e proposte per l attuazione di un servizio del tipo Tram-Treno nell area metropolitana ad ovest di Brescia La rinascita del tram: motivazioni, tecnologie, situazione e prospettive

Dettagli

Il Metabolismo della Città

Il Metabolismo della Città Il Metabolismo della Città Mobilità e trasporti Punti di Attenzione/Approfondimento Scelte di fondo: auto e parcheggi per tutti o trasporto pubblico? Compatibilità tra qualità urbana e flussi di traffico.

Dettagli

PROGETTAZIONE NELLE AREE COSTIERE 2010-2011 MOBILITÀ _ CITTA E TERRITORIO. Ferrovie come elemento di riconfigurazione territoriale

PROGETTAZIONE NELLE AREE COSTIERE 2010-2011 MOBILITÀ _ CITTA E TERRITORIO. Ferrovie come elemento di riconfigurazione territoriale PROGETTAZIONE NELLE AREE COSTIERE 2010-2011 MOBILITÀ _ CITTA E TERRITORIO Ferrovie come elemento di riconfigurazione territoriale Arch. Filippo Boschi 20 aprile 2011 Ferrovia armatura regionale Stazioni

Dettagli

PRESENTAZIONE METRO DI COSTA

PRESENTAZIONE METRO DI COSTA PRESENTAZIONE METRO DI COSTA Rimini, 12 gennaio 2006 Franco Fabi Presidente Agenzia Tram Rimini * * * Vorrei mettere in evidenza le ragioni dell importanza, dell indispensabile necessità di realizzare

Dettagli

Ferrovia Roma Civita Castellana Viterbo

Ferrovia Roma Civita Castellana Viterbo Ferrovia Roma Civita Castellana Viterbo http://pendolariromanord.com Stato attuale delle stazioni Ultimo aggiornamento: Sa 04/10/2014 Comitato Pendolari Ferrovia Roma Nord Elenco delle stazioni Piazzale

Dettagli

2. DAL MODELLO TEORICO ALLA REALIZZAZIONE PRATICA

2. DAL MODELLO TEORICO ALLA REALIZZAZIONE PRATICA 2. DAL MODELLO TEORICO ALLA REALIZZAZIONE PRATICA 2.1. Un processo graduale La messa in atto di un sistema di monitoraggio, quale quello sinteticamente delineato nel capitolo precedente, richiede un cambiamento

Dettagli

ELENCO INDICATIVO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI SCOLASTICI PROVINCIALI

ELENCO INDICATIVO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI SCOLASTICI PROVINCIALI Provincia di Cagliari Provincia de Casteddu Assessorato Pubblica Istruzione e Edilizia Scolastica Settore Pubblica Istruzione Piazza Galileo Galilei, 36 09128 Cagliari ELENCO INDICATIVO DEGLI IMPIANTI

Dettagli

PROGETTO PRELIMINARE. ELENCO ELABORATI (per conferenza dei servizi)

PROGETTO PRELIMINARE. ELENCO ELABORATI (per conferenza dei servizi) Comune di Cagliari policlinico ARST S.p.A. settimo s.p. METROPOLITANA LEGGERA DI CAGLIARI LINEA 3 collegamento Repubblica/Matteotti/Stazione gottardo repubblica PROGETTO PRELIMINARE san saturnino bonaria

Dettagli

Settimana Europea Mobilità. Sostenibile 16-22 Settembre 2015

Settimana Europea Mobilità. Sostenibile 16-22 Settembre 2015 Alghero Assemini Cagliari Capoterra Decimomannu Elmas Maracalagonis Monserrato Porto Torres Pula Quartu Sant Elena Quartucciu Sarroch Sassari Selargius Sestu Settimo San Pietro Sinnai Stintino Villa San

Dettagli

11 dicembre 2011 a Locate arriva la suburbana S13: il treno quasi come un metrò

11 dicembre 2011 a Locate arriva la suburbana S13: il treno quasi come un metrò 11 dicembre 2011 a Locate arriva la suburbana S13: il treno quasi come un metrò Quadrante Sud Tratta Milano - Pavia Materiale per accompagnare l avvio dei nuovi servizi ferroviari del 11 dicembre 2011

Dettagli

PROPRIETARIA e PROPONENTE EURNOVA S.R.L. Data: 28 agosto 2014 RELAZIONE TECNICA RELATIVA ALLE MODIFICHE ALLO STUDIO DI FATTIBILITA'

PROPRIETARIA e PROPONENTE EURNOVA S.R.L. Data: 28 agosto 2014 RELAZIONE TECNICA RELATIVA ALLE MODIFICHE ALLO STUDIO DI FATTIBILITA' PROPRIETARIA e PROPONENTE EURNOVA S.R.L. Data: 28 agosto 2014 RELAZIONE TECNICA RELATIVA ALLE MODIFICHE ALLO STUDIO DI FATTIBILITA' Relazione tecnica relativa alle modifiche al progetto di fattibilita

Dettagli

APG AREA PROGETTO GENOVA SCHEDA DESCRITTIVA PROGETTO

APG AREA PROGETTO GENOVA SCHEDA DESCRITTIVA PROGETTO APG AREA PROGETTO GENOVA SCHEDA DESCRITTIVA PROGETTO INDICE 1 NODO STRADALE ED AUTOSTRADALE DI GENOVA Adeguamento del Nodo di San Benigno... 3 1.1 Descrizione progetto... 3 1.2 Opere d arte... 9 1 NODO

Dettagli

European Mobility Week. Palermo 16/22 settembre. Mobilità sostenibile a Palermo

European Mobility Week. Palermo 16/22 settembre. Mobilità sostenibile a Palermo European Mobility Week Palermo 16/22 settembre Mobilità sostenibile a Palermo A A sampler (of benzene level) in a central street: Via Roma Zone a traffico limitato ZTL A = auto Euro 3 and Euro 4 e mezzi

Dettagli

NUOVO PUMS DI PISTOIA INCONTRI CON PORTATORI DI INTERESSE 18.12.2015

NUOVO PUMS DI PISTOIA INCONTRI CON PORTATORI DI INTERESSE 18.12.2015 COMUNE DI PISTOIA NUOVO PUMS DI PISTOIA INCONTRI CON PORTATORI DI INTERESSE 18.12.2015 arch JACOPO OGNIBENE TPS Transport Planning Service Obiettivi e Strategie LINEE GUIDA EUROPEE AI PUMS Mobilità attuale

Dettagli

5T Tecnologie Telematiche per i Trasporti ed il Traffico a Torino

5T Tecnologie Telematiche per i Trasporti ed il Traffico a Torino 5T Tecnologie Telematiche per i Trasporti ed il Traffico a Torino Piero Boccardo Presidente Chi siamo 5T è una società a responsabilità limitata a totale partecipazione pubblica che progetta, realizza

Dettagli

PIANO DELLA MOBILITÀ 2015. 6 febbraio 2015

PIANO DELLA MOBILITÀ 2015. 6 febbraio 2015 PIANO DELLA MOBILITÀ 2015 6 febbraio 2015 TARGET MILIONI DI VISITATORI PER I NUMEROSI EVENTI DEL 2015: OSTENSIONE SACRA SINDONE, VISITA DEL SANTO PADRE, BICENTENARIO NASCITA DON BOSCO, TORINO CAPITALE

Dettagli

Tecnologia infomobilità e social network Vantaggi e costi. Proto Tilocca Stefania D Arista

Tecnologia infomobilità e social network Vantaggi e costi. Proto Tilocca Stefania D Arista Tecnologia infomobilità e social network Vantaggi e costi Proto Tilocca Stefania D Arista IL CONTESTO DI RIFERIMENTO CTM S.p.A. è l azienda che garantisce il servizio di trasporto pubblico locale nell

Dettagli

Tecnologia infomobilità e social network Vantaggi e costi. Proto Tilocca Stefania D Arista

Tecnologia infomobilità e social network Vantaggi e costi. Proto Tilocca Stefania D Arista Tecnologia infomobilità e social network Vantaggi e costi Proto Tilocca Stefania D Arista IL CONTESTO DI RIFERIMENTO CTM S.p.A. è l azienda che garantisce il servizio di trasporto pubblico locale nell

Dettagli

Note su incontro del 3 dicembre 2014 con il consigliere comunale Maurizio Policastro su PGTU

Note su incontro del 3 dicembre 2014 con il consigliere comunale Maurizio Policastro su PGTU Note su incontro del 3 dicembre 2014 con il consigliere comunale Maurizio Policastro su PGTU (redatto il 4 dicembre 2014) 1 SINTESI... 1 2 IL PGTU... 1 2.1 IL PGTU IN BREVE... 2 2.2 LE 6 AREE DI ROMA...

Dettagli