Scienza dell informazione. I sistemi operativi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Scienza dell informazione. I sistemi operativi"

Transcript

1 Scienza dell informazione Scuola di Specializzazione in Fisica Medica Lezione 4 I sistemi operativi Paolo Mastroserio 1

2 INDICE Funzioni di un sistema operativo I primi sistemi operativi Nascita del sistema operativo Unix L ambiente di lavoro Gli script di Unix Le shell di Unix I processi e la loro gestione La gestione della memoria Il file system Paolo Mastroserio 2

3 Funzioni di un sistema operativo Accedere alle risorse della macchina in maniera trasparente Garantire la precisione e la correttezza nella elaborazione e trasmissione dei dati Assicurare la riservatezza dei dati Superare i problemi relativamente alla limitatezza delle risorse Paolo Mastroserio 3

4 La macchina virtuale Un sistema operativo deve essere un infrastruttura software che, virtualizzando le caratteristiche dell hardware sottostante, deve offrire la visione di una macchina astratta più potente e più semplice da utilizzare di quella effettivamente disponibile (user friendly) Paolo Mastroserio 4

5 Compiti di una macchina virtuale Una macchina virtuale deve garantire: Il controllo di accesso degli utenti (uid, gid) Un interprete dei comandi L esecuzione di applicazioni (caricamento ed esecuzione di più programmi, ipc, uso e condivisione di ram e cpu, stiky bit ) L accesso ai dispositivi di I/O (dischi, nastri, stampanti, tty, video, ) L archiviazione di dati e programmi (file system) Gestione delle risorse (monitoring, scheduler, nice, gestione code, tariffazione,...) Controllo e gestione degli errori (raggiungibilità risorse, cluster rovinati, ) Paolo Mastroserio 5

6 Programmi supervisori e programmi applicativi I programmi supervisori (utenti privilegiati: system, root, administrator, adduser, kill, shutdown, nice, mount, lpd, portmap, nfs, ) fanno parte del sistema operativo, possono accedere a tutte le risorse e definire l ordine e come soddisfare le richieste che riceve I programmi applicativi (utenti generici: ls, cat, rm, vi, edit, word, excel,...) hanno accesso ad un insieme ridotto di risorse e per l esecuzione di alcuni servizi devono fare richiesta ai programmi supervisori Paolo Mastroserio 6

7 Elementi di un sistema operativo Gestione RAM Gestione I/O Interprete comandi hardware nucleo o kernel File system Sistema operativo Ognuno dei sottosistemi di base si occupa della gestione di un tipo di risorsa (processore, memoria, periferiche, file, ) e, nello stesso tempo, interagisce con gli altri sottosistemi e con i programmi di livello superiore per coordinare lo sfruttamento di quelle stesse risorse) firmware (varie rel.), >> e bios: setenv, list, clock cpu, clock sk rete, disco di boot, boot locale o remoto (nuovo hardware/software riconfigurazione del kernel: scegliere cosa mettere nel kernel e cosa fuori), inizializzazione dei servizi (mount (/etc/fstab, /etc/disktab), /etc/termcap, tcp/ip, /etc/services (mail, nfs, tcp, udp), dns, nfs, automount, nis, lpd (/etc/printcap), accounting (intrusioni), login (/etc/passwd, crittografia, scadenza passwd),.cshrc (di sist. e utente, le shell, variabili di ambiente, script di inizializzazione ambiente (kloe), $path, rehash,./, sh e chsh, Paolo Mastroserio 7

8 Evoluzione dei sistemi operativi I primi calcolatori non prevedevano sistemi operativi e venivano programmati direttamente con delle schede perforate Eventuali errori venivano segnalati da dispositivi luminosi L uso dei calcolatori da parte degli utenti avveniva tramite prenotazione e girava un solo programma alla volta Con l introduzione dei sistemi a lotti (batch), basati sull impiego di un componente software detto monitor, veniva automatizzato l avviamento e l esecuzione dei programmi utilizzando un apposito linguaggio detto Job Control Language (JCL) I videoterminali furono introdotti in un secondo momento, inizialmente i comandi venivano inseriti tramite una tastiera collegata ad un rotolo di carta su cui venivano stampate tutte le fasi di input/output (tty) Paolo Mastroserio 8

9 1960: il Multics Multics: Multiplexed Information and Computing Service Victor Vyssotsky era il responsabile della parte di progetto di competenza dei Bell Laboratories e Ken Thompson era uno degli sviluppatori. Diverse parti di Multics costituirono uno spunto fondamentale per la progettazione di altri sistemi operativi meccanismi di gestione della memoria comunicazione tra i processi trattava le devices come special files (ripresa in Unix) Non ebbe successo per una serie di scelte infelici: per effettuare un logout bisognava dare la password aveva un kernel enorme e molto complesso. I primi a ritirarsi dal progetto furono i Bell Laboratories seguiti dalla General Electric; l Honeywell rilevò le attività informatiche di quest ultima e produsse una versione funzionante di Multics. Paolo Mastroserio 9

10 1969: Nasce UNICS Nel 1969 Ken Thompson, presso i Bell Laboratories di Murray Hill, creò un sistema operativo prendendo spunto dal Multics e dandogli il nome di Unics sottolineando il fatto di essere monoutente. Paolo Mastroserio 10

11 Unics: UNiplexed Information and Computing System. Questo sistema operativo, che poco dopo prese il nome di Unix, fu sviluppato su un elaboratore Digital PDP-7 utilizzando il linguaggio interpretato B realizzato da Thompson stesso. Ken Thompson Paolo Mastroserio 11

12 Il PDP-7 I fondatori di UNIX non sanno più nulla di questo vecchio PDP-7, esso fu donato ad un college dopodiché ne fu persa ogni traccia. Paolo Mastroserio 12

13 Unix multiutente Nel 1971 fu sviluppata una versione multiutente di Unix per Digital PDP-11, pur lasciando inalterato il nome originale. Inizialmente gli sviluppatori e gli utilizzatori coincidevano I primi veri e propri utenti in assoluto furono tre dattilografi che stilavano domande di brevetti Questo iniziale interesse per gli aspetti di word processing venne molto apprezzato in seguito dai programmatori che poterono scrivere sulla stessa macchina sia il software che la documentazione relativa. Paolo Mastroserio 13

14 1973: Unix viene riscritto in C In questo periodo, presso i Bell Laboratories, venivano installati diversi minicomputer; poiché i sistemi operativi che venivano forniti non erano molto graditi, l idea di un sistema di sviluppo fatto in casa, e per di più da coloro che avevano già avuto l esperienza nel progettare Multics, era sicuramente molto ben vista. Nel 1973 Dennis Ritchie, che aveva scritto il linguaggio C derivandolo dal B, e Ken Thompson, insieme, riscrissero completamente il sistema operativo Unix in C. Dennis Ritchie Paolo Mastroserio 14

15 Primi utilizzi di Unix Unix fu progettato con l intento di realizzare uno strumento orientato allo sviluppo del software di base e alla produzione di documenti. La prima applicazione produttiva scritta in ambiente Unix fu una procedura dedicata all aggiornamento degli elenchi telefonici e alla rilevazione delle telefonate a numeri cambiati. PDP-11 Ken Thompson e Dennis Ritchie Paolo Mastroserio 15

16 I punti di forza di Unix In un sistema operativo, tra l utente e l hardware si frappongono alcune strutture fondamentali, esse sono l interprete dei comandi (in Unix si chiamano shell e sono più di uno), un insieme di applicazioni e il sistema operativo vero e proprio detto kernel L idea fondamentale di partenza fu small is beautiful, tra l altro in contrapposizione a Multics, che invece era complesso e burocratico Shell (sh, csh, ksh, tcsh, bash, zsh,...) Applicazioni (vi, ls, cat, more, cc, man...) Kernel Hardware Paolo Mastroserio 16

17 Cosa includere e cosa escludere dal kernel Uno dei momenti fondamentali fu quando si dovette decidere cosa lasciare dentro (nel kernel) e cosa lasciare fuori (come applicazioni) dal sistema operativo che stava per nascere. Unix non effettua a livello di kernel conversioni da decimale a binario. Questa funzione venne collocata dagli autori nei livelli più elevati della gerarchia del software d ambiente. Un altro dei punti di forza di Unix fu il kernel estremamente ridotto contrariamente a Multics che ne aveva uno di grandi dimensioni. Bisogna anche ricordare che Thompson partì utilizzando una macchina molto piccola, ovvero un PDP-7 e che questo influì non poco nella definizione delle sue principali caratteristiche. Paolo Mastroserio 17

18 Unix fu scritto in C ed era trasportabile Altro punto di forza di Unix fu il fatto di essere stato scritto in C, linguaggio capace di effettuare sia operazioni ad alto livello che operazioni abbastanza vicine alla macchina e quindi particolarmente utile per scrivere compilatori e sistemi operativi. Per questo motivo Unix risultava trasportabile su hardware diversi a differenza di altri sistemi operativi che, scritti nel linguaggio assembly dei rispettivi sistemi, erano vincolati alla macchina specifica. La non dipendenza dall hardware, tranne forse soltanto per i primissimi anni 70, oltre a renderlo trasportabile rese trasportabili anche le applicazioni sviluppate su di esso. Questa possibilità rese quindi indipendenti gli sviluppatori di software dalle evoluzioni tecnologiche dell hardware. Paolo Mastroserio 18

19 1977: Thompson scrive termcap e vi Nel 1977 Ken Thompson scrisse il termcap ed il mitico vi. Il termcap è un file che contiene le descrizioni dei vari tipi di terminali e le loro caratteristiche; è usato dal comando tset e dalle relative routine di libreria per determinare come un dato terminale vada fisicamente gestito. Il vi è il famoso elaboratore di testo di Unix, se usato da chi è abituato a lavorare con i moderni word processor si renderà conto di quanta strada sia stata fatta da allora a oggi. Si tratta infatti di un elaboratore di testo a tutto schermo di tipo modale, vale a dire che può essere usato in command mode ed in input mode. In command mode, accetta comandi per il movimento dei cursori, per l eliminazione di porzioni di testo e così via. Per effettuare degli inserimenti l utente deve fornire all editor un comando che lo pone in input mode e tutti i tasti che verranno premuti da quel momento in poi saranno interpretati come dati in input finché non verrà premuto il tasto Escape Paolo Mastroserio 19

20 All università di Berkley si realizza la gestione delle memoria virtuale Nel 1978 all Università Berkley venne installato un Vax 11/780 che faceva uso della memoria virtuale, ovvero della possibilità in automatico e in maniera trasparente all utente di poter usare parte del disco come memoria di appoggio nei casi in cui la memoria centrale non sia sufficiente a far girare i programmi applicativi Fu allora che si decise di scrivere una versione di Unix capace di fare altrettanto ad opera di Babaoglu e con l aiuto di Bill Joy Paolo Mastroserio 20

21 1981, AT&T annuncia Unix System III L AT&T, avendo deciso che Unix era diventato un major product ritenne che era giunta l ora di passare alla stabilizzazione e alla commercializzazione del prodotto. Nel 1981 nacque Unix System III e veniva venduto con le seguenti modalità: as is (così com è); no support (senza assistenza); payment in advance (pagamento anticipato). Il prezzo era compreso tra i e i dollari e non veniva fornito upgrade, vale a dire che ogni volta che usciva una nuova versione del sistema operativo bisognava reinstallarla ex-novo. Bisogna dire che la gestione della memoria virtuale verrà fornita dalla AT&T solo nel 1985 nella versione System V Release 2 Paolo Mastroserio 21

22 Anni 80: s impone l MS-DOS mentre Unix rimane l eterna promessa La diffusione di Unix negli anni 80 non fu travolgente L evento informatico che si distinse in questo periodo fu lo sviluppo dei personal computer con il sistema operativo MS-DOS Agli inizi degli anni 80, perché multitasking, perché multiuser, perché affidabile, ma soprattutto perché economico molti decisero di adottare Unix tra cui Onyx, Altos, Fortune, Convergent Nel 1985 Unix era diffuso su circa 150 modelli; paradossalmente molti appartenevano al filone che forniva grafica interattiva, interfaccia amichevole, gestione di rete locale ecc., tutte caratteristiche storicamente estranee ad Unix! Ciò si spiega con l esigenza di legarsi ad un sistema che facesse riferimento a degli standard e che allo stesso tempo continuasse a crescere tecnologicamente. Molti non ritennero di sviluppare tecnologie alternative che avevano avuto nel sistema operativo di Apple con il Macintosh l unica eccezione assolutamente irripetibile. Paolo Mastroserio 22

23 L ambiente di lavoro Un sistema operativo deve mettere a disposizione dell utente la possibilità di dare comandi, di creare e cancellare directory, di visualizzare file, di elaborare testi, di scrivere programmi, di compilarli, di eseguirli ecc. Una delle principali caratteristiche del sistema operativo UNIX è di immergere l utente in un ambiente il cui insieme di comandi costituisce un linguaggio vero e proprio Paolo Mastroserio 23

24 Gli script di UNIX Il teorema di Boehm Jacopini dice che qualsiasi algoritmo è esprimibile facendo ricorso alla presenza delle tre condizioni di seguito riportate: la sequenza (eseguire una sequenza di comandi); l iterazione (ad esempio foreach... end); l alternativa (ad esempio if <statement> then <statement>... fi) Poiché in Unix è possibile creare un file di comandi con tutte e tre le strutture ritenute minimali dal teorema appena citato, possiamo dire che l ambiente in cui si opera è un linguaggio a tutti gli effetti. E chiaro a questo punto che si possono creare file di comandi di qualunque complessità per svolgere operazioni di sistema, compilazione e linking di programmi, manipolazione di file ecc. Tali file di comandi in UNIX si chiamano script. Paolo Mastroserio 24

25 Il kernel e le shell di Unix I sistemi UNIX sono costituiti di due parti principali, il nocciolo o kernel la shell Quando si accende un calcolatore inizia quella che in gergo viene detta fase di boot; in quel momento parte un programma che non si fermerà più se non allo spegnimento, o se si vuole allo shutdown, del sistema, fase opposta a quella di boot; questo programma è il kernel. Generalmente il kernel è un programma di nome vmunix, esso si trova nella directory principale; quest ultima o viene chiamata root (radice), o viene indicata con la barra obliqua /. Paolo Mastroserio 25

26 Funzioni della shell Il kernel è il cuore del sistema e la shell è un programma che interpreta i comandi dell utente I comandi vengono acquisiti dalla shell e inviati al kernel che ha il diretto controllo delle periferiche quali ad esempio i dischi e le stampanti. Si suole dire quindi che la shell (il guscio) avvolge il kernel (nocciolo) al suo interno (function e buit-infunction, echo, ls). Paolo Mastroserio 26

27 I vantaggi nell avere più shell Uno dei principali vantaggi nell avere un sistema operativo organizzato in questo modo è quello di poter cambiare l ambiente, ovvero la shell, senza dover cambiare il kernel, ne è riprova la loro proliferazione. Sono diversi i punti di vista con cui sono state realizzate le shell di Unix Paolo Mastroserio 27

28 Alcune shell Nel riquadro le shell (non tutte!) di Unix sono disposte in colonne da sinistra verso destra secondo l ordine cronologico di realizzazione la prima riga indica le shell sh, ksh, bash e zsh perchè simili tra loro per sintassi e grammatica e si differenziano da quelle indicate nella seconda riga, csh e tcsh, che a loro volta sono simili tra loro e derivano dal linguaggio C Paolo Mastroserio 28

29 La Korn shell: ksh David Korn scrisse la korn-shell. Si trattò di un miglioramento della Bourne shell, sempre della AT&T, contenente anche alcune caratteristiche della C-shell. David Korn Paolo Mastroserio 29

30 Schema di un calcolatore RAM Memoria di massa Interfaccia di I/O Terminale Interfaccia di I/O BUS Dati Indirizzo Controllo CPU processo Paolo Mastroserio 30

31 Visione di un calcolatore fornita da un sistema operativo multiutente RAM Memoria di massa Interfaccia di I/O Terminale Interfaccia di I/O BUS Dati Indirizzo Controllo CPU virtuale CPU virtuale CPU virtuale processo processo processo Paolo Mastroserio 31

32 Come sfruttare le CPU inattive Tempo di elaborazione Tempo Tempo di attesa Durante l esecuzione di un programma di videoscrittura è tipico che la CPU sia utilizzata per una frazione (entro il 5%) del tempo totale Paolo Mastroserio 32

33 Il time sharing P1 P2 P3 Tempo attesa elaborazione Time sharing: sistemi a partizione di tempo Politica del round-robin In Unix il quanto di tempo è 100 ms Rinuncia all uso della risorsa Caratteri privilegiati Nice: gestione delle priorità I gestori di code (PBS, LSF, ) Paolo Mastroserio 33

34 Stato dei processi Stato running modalità supervisore running modalità utente ready wait Descrizione istruzioni privilegiate o di funzionalità del sistema operativo: in esecuzione processo utente: in esecuzione processo in attesa di essere eseguito processo in attesa perché non ancora in grado di essere eseguito Paolo Mastroserio 34

35 Paginazione e memoria virtuale Può succedere che la dimensione dei programmi e dei dati che un computer deve gestire contemporaneamente ecceda la grandezza della ram Un modo per ovviare a questi problemi consiste nell abilitare il sistema operativo a trasferire una parte del contenuto della ram su disco (area di swap configurabile) Questa tecnica si chiama swapping Paolo Mastroserio 35

36 Segmentazione della memoria A diversi processi è possibile assegnare diverse e separate aree di memoria per il codice e per i dati Supponiamo che più utenti stanno utilizzando contemporaneamente lo stesso programma di videoscrittura; a questo punto conviene: Caricare in ram il codice del programma una sola volta Tenere distinte e separate solo le aree di memoria dei dati dei singoli processi Paolo Mastroserio 36

37 Il comando ls in Unix Si supponga che al comando ls -l corrisponda il seguente output: drwxr-x--x 20 mastro system 2048 Sep 27 17:02. drwxr-xr-x 94 root system 2048 Mar rwxr-xr-x 1 mastro system 1995 Oct 8 12:41.cshrc -rwxr-xr-x 1 mastro system 1892 Mar login -rw-r--r-- 1 mastro system May 23 19:17 README lrwxr-xr-x 1 mastro system 2860 Apr :08 paw -rwxr-xr-x 1 mastro system Jun 9 12:47 pine drwxr-xr-x 2 mastro system 512 Nov pride Tipi di file e permessi: tra gli altri file ne compaiono due nominati, rispettivamente. e.., corrispondono rispettivamente alla directory corrente e alla directory padre di quella corrente. Paolo Mastroserio 37

38 1 > 2 > 3 > 4 > 10 x 5 > 512 = 6 > 7 > Byte: > 9 > 10 > 512 byte puntatore 1 puntatore 1 1 > puntatore 2 2 > puntatore 2 3 > 128 x 512 = Byte: > puntatore > puntatore > 512 byte puntatore 11 > puntatore 12 > > puntatore 1 puntatore 1 1 > puntatore 13 2 > 128 x puntatore 2 > puntatore 2 3 > 128 x 512 = Byte: > 127 > puntatore 128 > puntatore > 512 byte > > > puntatore 1 puntatore 1 puntatore 1 1 > 128 x 2 > 128 x puntatore 2 > puntatore 2 > puntatore 2 3 > 128 x 512 = Byte: > 127 > puntatore 128 > puntatore 128 > puntatore > 512 byte Struttura file in Unix Facendo la somma dei blocchi di 512 byte che si possono indirizzare ovvero si ottiene il numero massimo di byte di cui un file può essere composto, ovvero BYTE Paolo Mastroserio 38

39 Vantaggi e svantaggi della struttura dei file in Unix In altri sistemi operativi era necessario riservare a priori una quantità prefissata di spazio disco. La struttura a blocchi dei file in Unix comporta, rispetto ad altri sistemi operativi, contemporaneamente un vantaggio e uno svantaggio: vantaggio: da un lato non è più necessario stabilire a priori la dimensione massima dei file svantaggio: la non contiguità dei blocchi determina un rallentamento nelle fasi di lettura e scrittura essendo la testina del disco costretta a saltare da un punto all altro dello stesso ( nota: prove di burn-in) Paolo Mastroserio 39

40 I buffer di memoria Si ovviò a questa limitazione utilizzando i buffer di memoria configurabili da sistema, vale a dire che l accesso ad un file, sia in lettura che in scrittura, veniva effettuato utilizzando un area d appoggio in memoria centrale e scaricando solo periodicamente i dati sul disco, sfruttando il fatto che le operazioni fatte in ram sono ovviamente più veloci di quelle fatte sul disco meccanico Il rovescio della medaglia sta nel fatto che se c è un improvvisa caduta di tensione, il mancato aggiornamento dei dati sul disco può arrecare danni irreversibili agli stessi. Vengono in soccorso allora comandi quali sync, che forza lo scarico su disco del buffer in memoria centrale, e programmi quali fsck, che cerca di recuperare file rovinati a causa di impreviste cadute di sistema Paolo Mastroserio 40

Il Sistema Operativo (1)

Il Sistema Operativo (1) E il software fondamentale del computer, gestisce tutto il suo funzionamento e crea un interfaccia con l utente. Le sue funzioni principali sono: Il Sistema Operativo (1) La gestione dell unità centrale

Dettagli

SISTEMI OPERATIVI alla base di tutto. Informatica Applicata Prof.Emanuela Zilio

SISTEMI OPERATIVI alla base di tutto. Informatica Applicata Prof.Emanuela Zilio SISTEMI OPERATIVI alla base di tutto 1 Sistemi Operativi: avvio All avvio del computer, terminate le verifiche del BIOS, il controllo passa al sistema operativo. Il Sistema Operativo opera come intermediario

Dettagli

Infrastrutture Software

Infrastrutture Software Infrastrutture Software I componenti fisici di un sistema informatico sono resi accessibili agli utenti attraverso un complesso di strumenti software finalizzati all utilizzo dell architettura. Si tratta

Dettagli

Funzioni del Sistema Operativo

Funzioni del Sistema Operativo Il Software I componenti fisici del calcolatore (unità centrale e periferiche) costituiscono il cosiddetto Hardware (ferramenta). La struttura del calcolatore può essere schematizzata come una serie di

Dettagli

Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni

Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni Sistemi Operativi Francesco Fontanella La Complessità del Hardware Il modello di Von Neumann è uno schema di principio. Attualmente in commercio esistono:

Dettagli

Il Sistema Operativo. Funzionalità. Sistema operativo. Sistema Operativo (Software di base)

Il Sistema Operativo. Funzionalità. Sistema operativo. Sistema Operativo (Software di base) Sistema Operativo (Software di base) Il Sistema Operativo Il sistema operativo è un insieme di programmi che opera sul livello macchina e offre funzionalità di alto livello Es.organizzazione dei dati attraverso

Dettagli

Sistemi Operativi. Il sistema operativo: generalità Storia ed evoluzione dei sistemi operativi

Sistemi Operativi. Il sistema operativo: generalità Storia ed evoluzione dei sistemi operativi Sistemi Operativi Il sistema operativo: generalità Storia ed evoluzione dei sistemi operativi Un sistema di elaborazione dati Sistema bancario Browser Web Prenotazioni aeree Editor Sistema Operativo Compilatori

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Lezione 6 a.a. 2010/2011 Francesco Fontanella La Complessità del Hardware Il modello di Von Neumann è uno schema di principio. Attualmente in commercio esistono: diversi

Dettagli

uomo Software (sistema operativo) hardware

uomo Software (sistema operativo) hardware uomo Software (sistema operativo) hardware 1 Sistema operativo Insieme di programmi che svolgono funzioni essenziali per l uso del sistema di elaborazione Questi programmi sono i primi ad essere eseguiti

Dettagli

Sistema Operativo Compilatore

Sistema Operativo Compilatore MASTER Information Technology Excellence Road (I.T.E.R.) Sistema Operativo Compilatore Maurizio Palesi Salvatore Serrano Master ITER Informatica di Base Maurizio Palesi, Salvatore Serrano 1 Il Sistema

Dettagli

Il supporto al Sistema Operativo

Il supporto al Sistema Operativo Il supporto al Sistema Operativo Obiettivi e funzioni del S.O. Il Sistema Operativo è il software che controlla l esecuzione dei programmi e amministra le risorse del sistema. Ha due obiettivi principali:

Dettagli

Lezione 5: Software. Firmware Sistema Operativo. Introduzione all'informatica - corso E

Lezione 5: Software. Firmware Sistema Operativo. Introduzione all'informatica - corso E Lezione 5: Software Firmware Sistema Operativo Architettura del Calcolatore La prima decomposizione di un calcolatore è relativa a due macrocomponenti: Hardware e Software Firmware: strato di (micro-)programmi

Dettagli

Calcolo numerico e programmazione. Sistemi operativi

Calcolo numerico e programmazione. Sistemi operativi Calcolo numerico e programmazione Sistemi operativi Tullio Facchinetti 25 maggio 2012 13:47 http://robot.unipv.it/toolleeo Sistemi operativi insieme di programmi che rendono

Dettagli

01/05/2014. Dalla precedente lezione. Ruolo dei sistemi operativi. Esecuzione dei programmi

01/05/2014. Dalla precedente lezione. Ruolo dei sistemi operativi. Esecuzione dei programmi Marco Lapegna Laboratorio di Programmazione Dalla precedente lezione 6. I sistemi operativi LABORATORIO DI PROGRAMMAZIONE Corso di laurea in matematica I Sistemi Operativi Il linguaggi di programmazione

Dettagli

1. I dispositivi periferici

1. I dispositivi periferici La gestione dell I/O 1. I dispositivi periferici Un ulteriore aspetto fondamentale del SO è la gestione dei dispositivi periferici (periferiche) Dal punto di vista del sistema operativo per periferiche

Dettagli

Il sistema operativo

Il sistema operativo Il sistema operativo Percorso di Preparazione agli Studi di Ingegneria Università degli Studi di Brescia Docente: Massimiliano Giacomin Cos è un Sistema Operativo? Per capirlo, immaginiamo inizialmente

Dettagli

Fondamenti di Informatica Laurea in Ingegneria Civile e Ingegneria per l ambiente e il territorio

Fondamenti di Informatica Laurea in Ingegneria Civile e Ingegneria per l ambiente e il territorio Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Università degli Studi di Parma Fondamenti di Informatica Laurea in Ingegneria Civile e Ingegneria per l ambiente e il territorio Il software di base Software

Dettagli

gestione delle risorse hardware interfaccia verso l utente

gestione delle risorse hardware interfaccia verso l utente Sistemi Operativi: avvio Sistema Operativo: funzioni All avvio del computer, terminate le verifiche del BIOS, il controllo passa al sistema operativo. Il Sistema Operativo opera come intermediario tra

Dettagli

Sistemi Operativi: avvio

Sistemi Operativi: avvio Sistemi Operativi: avvio All avvio del computer, terminate le verifiche del BIOS, il controllo passa al sistema operativo. Il Sistema Operativo opera come intermediario tra l hardware del sistema e uno

Dettagli

Parte V. Sistemi Operativi & Reti. Sistemi Operativi. Sistemi Operativi

Parte V. Sistemi Operativi & Reti. Sistemi Operativi. Sistemi Operativi Parte V & Reti Sistema operativo: insieme di programmi che gestiscono l hardware Hardware: CPU Memoria RAM Memoria di massa (Hard Disk) Dispositivi di I/O Il sistema operativo rende disponibile anche il

Dettagli

INFORMATICA. Il Sistema Operativo. di Roberta Molinari

INFORMATICA. Il Sistema Operativo. di Roberta Molinari INFORMATICA Il Sistema Operativo di Roberta Molinari Il Sistema Operativo un po di definizioni Elaborazione: trattamento di di informazioni acquisite dall esterno per per restituire un un risultato Processore:

Dettagli

Introduzione ai sistemi operativi

Introduzione ai sistemi operativi FONDAMENTI DI INFORMATICA Ing. Davide PIERATTONI Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Udine Introduzione ai sistemi operativi 1 Nota di Copyright Questo insieme di trasparenze (detto nel seguito

Dettagli

Sistemi informatici. Informatica. Il software. Il sw di sistema. Il sw applicativo. Il sw di sistema. Il sistema operativo. Hardware.

Sistemi informatici. Informatica. Il software. Il sw di sistema. Il sw applicativo. Il sw di sistema. Il sistema operativo. Hardware. http://159.149.98.238/lanzavecchia/docum enti/sscta.htm Sistemi informatici Hardware Microprocessore Memoria Periferiche di input e output Software Software di sistema Programmi applicativi 1 2 Il sw applicativo

Dettagli

Introduzione ai Sistemi Operativi

Introduzione ai Sistemi Operativi Introduzione ai Sistemi Operativi Sistema Operativo Software! Applicazioni! Sistema Operativo! È il livello di SW con cui! interagisce l utente! e comprende! programmi quali :! Compilatori! Editori di

Dettagli

Sistemi Operativi. Modulo 2. C. Marrocco. Università degli Studi di Cassino

Sistemi Operativi. Modulo 2. C. Marrocco. Università degli Studi di Cassino Sistemi Operativi Modulo 2 Schema di un Sistema di Calcolo Programmi Dati di Input Calcolatore Dati di output Modello di von Neumann Bus di sistema CPU Memoria Centrale Memoria di Massa Interfaccia Periferica

Dettagli

Software di base. Corso di Fondamenti di Informatica

Software di base. Corso di Fondamenti di Informatica Dipartimento di Informatica e Sistemistica Antonio Ruberti Sapienza Università di Roma Software di base Corso di Fondamenti di Informatica Laurea in Ingegneria Informatica (Canale di Ingegneria delle Reti

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Il Sistema Operativo Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela Fogli Cos

Dettagli

Fondamenti di Informatica

Fondamenti di Informatica Fondamenti di Informatica Il software Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Universitàdegli Studi di Parma SOFTWARE I componenti fisici del calcolatore (unità centrale e periferiche) costituiscono

Dettagli

Sistemi Operativi ELEMENTI DI INFORMATICA CORSO DI. (Slide realizzate da Riccardo Lancellotti e Sara Casolari e integrate da Alberto Setti) 1 di 95

Sistemi Operativi ELEMENTI DI INFORMATICA CORSO DI. (Slide realizzate da Riccardo Lancellotti e Sara Casolari e integrate da Alberto Setti) 1 di 95 CORSO DI ELEMENTI DI INFORMATICA (Slide realizzate da Riccardo Lancellotti e Sara Casolari e integrate da Alberto Setti) 1 di 95 Sistemi Operativi 2 di 95 1 Modulo 0: Riprendiamo qualche concetto 3 di

Dettagli

Sistema Operativo e Applicativi

Sistema Operativo e Applicativi Sistema Operativo e Applicativi Modulo di Informatica Dott.sa Sara Zuppiroli A.A. 2012-2013 Modulo di Informatica () Software A.A. 2012-2013 1 / 36 Software Conosciamo due classi di software: Programmi

Dettagli

Informatica di Base. Il software

Informatica di Base. Il software di Base 1 Sistemi informatici Hardware Microprocessore Memoria Periferiche di input e output Software Software di sistema Programmi applicativi 2 Il sw applicativo Il sw applicativo è costituito dall insieme

Dettagli

Parte VI SISTEMI OPERATIVI

Parte VI SISTEMI OPERATIVI Parte VI SISTEMI OPERATIVI Sistema Operativo Ogni computer ha un sistema operativo necessario per eseguire gli altri programmi Il sistema operativo, fra l altro, è responsabile di riconoscere i comandi

Dettagli

IL SISTEMA OPERATIVO IL SISTEMA OPERATIVO INTERFACCE TESTUALI INTERFACCE TESTUALI FUNZIONI DEL SISTEMA OPERATIVO INTERFACCE GRAFICHE

IL SISTEMA OPERATIVO IL SISTEMA OPERATIVO INTERFACCE TESTUALI INTERFACCE TESTUALI FUNZIONI DEL SISTEMA OPERATIVO INTERFACCE GRAFICHE IL SISTEMA OPERATIVO Insieme di programmi che opera al di sopra della macchina fisica, mascherandone le caratteristiche e fornendo agli utenti funzionalità di alto livello. PROGRAMMI UTENTE INTERPRETE

Dettagli

Se state utilizzando la shell bash, ovvero la shell di riferimento per questo manuale, il terminale visualizzerà il seguente output:

Se state utilizzando la shell bash, ovvero la shell di riferimento per questo manuale, il terminale visualizzerà il seguente output: CAPITOLO 5 LA SHELL BASH Pietro Buffa Con questo capitolo comincia il nostro viaggio nel mondo delle Command Line Interface (CLI), ovvero le interfacce testuali a linea di comando tipiche dei sistemi UNIX

Dettagli

Sistemi Operativi: avvio

Sistemi Operativi: avvio Sistemi Operativi: avvio All avvio del computer, terminate le verifiche del BIOS, il controllo passa al sistema operativo. Il Sistema Operativo opera come intermediario tra l hardware del sistema e uno

Dettagli

Sistemi Operativi I Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Facolta di Ingegneria, Universita La Sapienza Docente: Francesco Quaglia

Sistemi Operativi I Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Facolta di Ingegneria, Universita La Sapienza Docente: Francesco Quaglia Sistemi Operativi I Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Facolta di Ingegneria, Universita La Sapienza Docente: Francesco Quaglia Introduzione: 1. Principi di base dei sistemi operativi 2. Sistemi

Dettagli

INTERAZIONE CON L UTENTEL

INTERAZIONE CON L UTENTEL IL SISTEMA OPERATIVO Insieme di programmi che opera al di sopra della macchina fisica, mascherandone le caratteristiche e fornendo agli utenti funzionalità di alto livello. PROGRAMMI UTENTE INTERPRETE

Dettagli

Reti Informatiche. Corso di Laurea Triennale in Ingegneria Informatica. Ing. Domenico De Guglielmo. 2008 Vanessa Gardellin & Sara Lioba Volpi

Reti Informatiche. Corso di Laurea Triennale in Ingegneria Informatica. Ing. Domenico De Guglielmo. 2008 Vanessa Gardellin & Sara Lioba Volpi Reti Informatiche Corso di Laurea Triennale in Ingegneria Informatica Ing. Domenico De Guglielmo 2008 Vanessa Gardellin & Sara Lioba Volpi Informazioni Generali (1/2) Ricevimento su appuntamento (tramite

Dettagli

SISTEMI OPERATIVI. Prof. Enrico Terrone A. S: 2008/09

SISTEMI OPERATIVI. Prof. Enrico Terrone A. S: 2008/09 SISTEMI OPERATIVI Prof. Enrico Terrone A. S: 2008/09 Che cos è il sistema operativo Il sistema operativo (SO) è il software che gestisce e rende accessibili (sia ai programmatori e ai programmi, sia agli

Dettagli

Cosa è un Sistema Operativo (S.O.)

Cosa è un Sistema Operativo (S.O.) Cosa è un Sistema Operativo (S.O.) Modulo software costituito da un insieme di programmi per: permettere all utente l uso dell elaboratore senza la conoscenza approfondita dell hardware S.O. supporto all

Dettagli

Abilità Informatiche A.A. 2010/2011 Lezione 4: SoftWare. Facoltà di Lingue e Letterature Straniere

Abilità Informatiche A.A. 2010/2011 Lezione 4: SoftWare. Facoltà di Lingue e Letterature Straniere Abilità Informatiche A.A. 2010/2011 Lezione 4: SoftWare Facoltà di Lingue e Letterature Straniere Software È un insieme di programmi che permettono di trasformare un insieme di circuiti elettronici (=

Dettagli

PROGRAMMI UTENTE INTERPRETE COMANDI FILE SYSTEM GESTIONE DELLE PERIFERICHE GESTIONE DELLA MEMORIA GESTIONE DEI PROCESSI (NUCLEO) HARDWARE

PROGRAMMI UTENTE INTERPRETE COMANDI FILE SYSTEM GESTIONE DELLE PERIFERICHE GESTIONE DELLA MEMORIA GESTIONE DEI PROCESSI (NUCLEO) HARDWARE IL SISTEMA OPERATIVO Insieme di programmi che opera al di sopra della macchina fisica, mascherandone le caratteristiche e fornendo agli utenti funzionalità di alto livello. PROGRAMMI UTENTE INTERPRETE

Dettagli

Il Software Il sistema Operativo Il processo Lo scheduler dei processi Il S. O. e l utenza Le modalità di elaborazione

Il Software Il sistema Operativo Il processo Lo scheduler dei processi Il S. O. e l utenza Le modalità di elaborazione Il Software Il sistema Operativo Il processo Lo scheduler dei processi Il S. O. e l utenza Le modalità di elaborazione Nella terminologia informatica esistono due termini che caratterizzano una prima valutazione

Dettagli

Indice degli argomenti del s.o. Software. Software. Buona lezione a tutti!!

Indice degli argomenti del s.o. Software. Software. Buona lezione a tutti!! Buona lezione a tutti!! La dispensa è disponibile per tutti sul sito personale del Prof Simone al link: www.ascuoladi.135.it nella pagina programmazione, sezione 5Dx Indice degli argomenti del s.o. Software

Dettagli

Ambienti Operativi: Introduzione

Ambienti Operativi: Introduzione DTI / ISIN / Titolo principale della presentazione Ambienti Operativi: Introduzione Amos Brocco, Ricercatore, DTI / ISIN 1 Architettura di un computer CPU Memoria Bus Dispositivi I/O 3 Esecuzione del software

Dettagli

Infrastrutture Software

Infrastrutture Software Infrastrutture Software I componenti fisici di un sistema informatico sono resi accessibili agli utenti attraverso un complesso di strumenti software finalizzati all utilizzo dell architettura. Si tratta

Dettagli

Brevi cenni sui. comandi. Unix. una panoramica per non specialisti. paolo mastroserio

Brevi cenni sui. comandi. Unix. una panoramica per non specialisti. paolo mastroserio Brevi cenni sui comandi di Unix una panoramica per non specialisti paolo mastroserio questo documento è reperibile all URL: http://www.na.infn.it/computer/docs.html dicembre del 1998; per eventuali commenti

Dettagli

Programmazione. Dipartimento di Matematica. Ing. Cristiano Gregnanin. 25 febbraio 2015. Corso di laurea in Matematica

Programmazione. Dipartimento di Matematica. Ing. Cristiano Gregnanin. 25 febbraio 2015. Corso di laurea in Matematica Programmazione Dipartimento di Matematica Ing. Cristiano Gregnanin Corso di laurea in Matematica 25 febbraio 2015 1 / 42 INFORMATICA Varie definizioni: Scienza degli elaboratori elettronici (Computer Science)

Dettagli

Il software (su un computer)

Il software (su un computer) Il software (su un computer) L insieme dei programmi che un elaboratore può eseguire Scopo della lezione Descrivere il software di base e le sue funzionalità principali ovvero: la gestione della memoria

Dettagli

Corso di Informatica. Sistemi Software. Ing Pasquale Rota

Corso di Informatica. Sistemi Software. Ing Pasquale Rota Corso di Informatica Sistemi Software Ing Pasquale Rota Sistemi Software Macchina virtuale Tipi di software Software di sistema o Sistema operativo o Assemblatori e linguaggio assemblativo o Linguaggi

Dettagli

GLI SCRIPT DI SHELL. Lucidi a cura di B.De Carolis. UNIX shell script UdB- Dip Informatica

GLI SCRIPT DI SHELL. Lucidi a cura di B.De Carolis. UNIX shell script UdB- Dip Informatica GLI SCRIPT DI SHELL Lucidi a cura di B.De Carolis Shell Unix - Linux comandi Interfaccia di alto livello tra utente e SO. Il processore interpreta e mette in esecuzione comandi da: 1) standard input o

Dettagli

Ingegneria Gestionale della logistica e produzione Prof. A. Palomba - Elementi di Informatica (DF-M)

Ingegneria Gestionale della logistica e produzione Prof. A. Palomba - Elementi di Informatica (DF-M) 2009-2010 Ingegneria Gestionale della logistica e produzione Prof. A. Palomba - Elementi di Informatica (DF-M) 12 Il Software Il sistema Operativo Il processo Lo scheduler dei processi Il S. O. e l utenza

Dettagli

CAPITOLO 5 - Sistemi Operativi Moderni

CAPITOLO 5 - Sistemi Operativi Moderni CAPITOLO 5 - Sistemi Operativi Moderni PRESENTAZIONE DI INSIEME Vedremo ora come si è evoluta nel tempo la struttura di un sistema operativo, per passare dalle vecchie strutture di tipo normalmente modulari,

Dettagli

Fondamenti di Informatica: Sistemi Operativi 1. Introduzione

Fondamenti di Informatica: Sistemi Operativi 1. Introduzione Introduzione Fondamenti di Informatica: Sistemi Operativi 1 Elaboratori necessitano di SOFTWARE SOFTWARE DI SISTEMA (SISTEMI OPERATIVI): fanno funzionare le varie componenti del computer e permettono all

Dettagli

Il SOFTWARE DI BASE (o SOFTWARE DI SISTEMA)

Il SOFTWARE DI BASE (o SOFTWARE DI SISTEMA) Il software Software Il software Il software è la sequenza di istruzioni che permettono ai computer di svolgere i loro compiti ed è quindi necessario per il funzionamento del calcolatore. Il software può

Dettagli

Il computer: primi elementi

Il computer: primi elementi Il computer: primi elementi Tommaso Motta T. Motta Il computer: primi elementi 1 Informazioni Computer = mezzo per memorizzare, elaborare, comunicare e trasmettere le informazioni Tutte le informazioni

Dettagli

Il Software. Scopo della lezione

Il Software. Scopo della lezione Il Software 1 Scopo della lezione Descrivere il software di base e le sue funzionalità principali la gestione della memoria centrale per l esecuzione di piu` programmi simultaneamente il file system come

Dettagli

Corso di Informatica

Corso di Informatica Corso di Informatica Modulo T1 4-Panoramica delle generazioni 1 Prerequisiti Monoprogrammazione e multiprogrammazione Multielaborazione Linguaggio macchina Linguaggi di programmazione e compilatori Struttura

Dettagli

NozionidiBase di Informatica

NozionidiBase di Informatica Università degli Studi di Parma Facoltà di Scienze MM.FF.NN. Corso di Laurea in Informatica NozionidiBase di Informatica Roberto Alfieri Giulio Destri Nozioni Base di Informatica - 1 R. Alfieri e G. Destri

Dettagli

Parte 3. Sistemi Operativi. Sistema operativo. Il sistema operativo (Operating System - OS): offre le operazioni base necessarie per:

Parte 3. Sistemi Operativi. Sistema operativo. Il sistema operativo (Operating System - OS): offre le operazioni base necessarie per: Parte 3 Sistemi Operativi Sistema operativo Il sistema operativo (Operating System - OS): offre le operazioni base necessarie per: l uso efficace del computer mediante funzionalità che non sono fornite

Dettagli

Lezione 3. Sistemi operativi. Marco Cesati System Programming Research Group Università degli Studi di Roma Tor Vergata.

Lezione 3. Sistemi operativi. Marco Cesati System Programming Research Group Università degli Studi di Roma Tor Vergata. di un Lezione 3 di un Sistemi operativi 10 marzo 2015 System Programming Research Group Università degli Studi di Roma Tor Vergata SO 15 3.1 Di cosa parliamo in questa lezione? di un È ancora una lezione

Dettagli

SOFTWARE. SOFTWARE Sistema operativo. SOFTWARE Sistema operativo SOFTWARE. SOFTWARE Sistema operativo. SOFTWARE Sistema operativo

SOFTWARE. SOFTWARE Sistema operativo. SOFTWARE Sistema operativo SOFTWARE. SOFTWARE Sistema operativo. SOFTWARE Sistema operativo Franco Sartore ottobre 2006, febbraio 2010 v_03 Software di base: programmi di gestione dell Elaboratore: Programmi di Utilità Applicazioni: Programmi che svolgono attività specifiche di alto livello (Word

Dettagli

Introduzione ai sistemi informatici 3/ed Donatella Sciuto, Giacomo Buonanno, Luca Mari. Copyright 2005 The McGraw-Hill Companies srl

Introduzione ai sistemi informatici 3/ed Donatella Sciuto, Giacomo Buonanno, Luca Mari. Copyright 2005 The McGraw-Hill Companies srl Capitolo 7 Le infrastrutture SoftWare Funzioni del sistema operativo Rendere utilizzabili le risorse fisiche presenti nel sistema informatico: correttezza e precision; anywhere, anytime; affidabilità,

Dettagli

Calcolatori elettronici: Software di base

Calcolatori elettronici: Software di base Calcolatori elettronici: Software di base Andrea Passerini passerini@dsi.unifi.it Conoscenze informatiche e relazionali Corso di laurea in Scienze dell Ingegneria Edile Sistema operativo (SO) E un infrastruttura

Dettagli

Lez. 7 Il Sistema Operativo

Lez. 7 Il Sistema Operativo Lez. 7 Il Sistema Operativo Prof. Giovanni Mettivier 1 Dott. Giovanni Mettivier, PhD Dipartimento Scienze Fisiche Università di Napoli Federico II Compl. Univ. Monte S.Angelo Via Cintia, I-80126, Napoli

Dettagli

Indice degli argomenti del s.o. Software. Software. Buona lezione a tutti!! SISTEMI OPERATIVI

Indice degli argomenti del s.o. Software. Software. Buona lezione a tutti!! SISTEMI OPERATIVI Buona lezione a tutti!! SISTEMI OPERATIVI Gli appunti sono disponibili per tutti gratis sul sito personale del Prof M. Simone al link: www.ascuoladi.135.it nella pagina web programmazione, sezione classi

Dettagli

Il Software... A.A. 2013-14 Informatica 96

Il Software... A.A. 2013-14 Informatica 96 Il Software... A.A. 2013-14 Informatica 96 Il software L hardware non è direttamente utilizzabile Sono necessari dei programmi per far svolgere delle funzioni all insieme di circuiti Informatica 97 Il

Dettagli

Il Software. Il software del PC. Il BIOS

Il Software. Il software del PC. Il BIOS Il Software Il software del PC Il computer ha grandi potenzialità ma non può funzionare senza il software. Il software essenziale per fare funzionare il PC può essere diviso nelle seguenti componenti:

Dettagli

Sistemi Operativi (modulo di Informatica II) Introduzione

Sistemi Operativi (modulo di Informatica II) Introduzione Sistemi Operativi (modulo di Informatica II) Introduzione Patrizia Scandurra Università degli Studi di Bergamo a.a. 2008-09 Sommario Definizione di sistema operativo Evoluzione dei sistemi operativi Cenni

Dettagli

Definizione e storia dei sistemi operativi

Definizione e storia dei sistemi operativi Definizione e storia dei sistemi operativi Dipartimento di Informatica Università di Verona, Italy Che cos è un Sistema Operativo? E un insieme di programmi agisce come intermediario tra HW e uomo per

Dettagli

Introduzione a LINUX. Unix

Introduzione a LINUX. Unix Introduzione a LINUX Introduzione a Linux 1 Unix 1969: Ken Thompson AT&T Bell Lab realizza un ambiente di calcolo multiprogrammato e portabile per macchine di medie dimensioni. Estrema flessibilità nel

Dettagli

boot loader partizioni boot sector

boot loader partizioni boot sector IL SISTEMA OPERATIVO Il sistema operativo (S.O.) è un software che fa da interfaccia tra l uomo e l hardware, mettendo a disposizione un ambiente per eseguire i programmi applicativi. Grazie al S.O. un

Dettagli

DATA: 21-09-08 CLASSE: V a EL. TITOLO: ELABORAZIONE DEL SISTEMA OPERATIVO PER mp0

DATA: 21-09-08 CLASSE: V a EL. TITOLO: ELABORAZIONE DEL SISTEMA OPERATIVO PER mp0 DATA: 21-09-08 CLASSE: V a EL. TITOLO: ELABORAZIONE DEL SISTEMA OPERATIVO PER mp0 nelle lezioni precedenti abbiamo preso in esame tutte le caratteristiche e le funzionalità del microprocessore didattico

Dettagli

Cos e` un Sistema Operativo? Cos è un sistema operativo?

Cos e` un Sistema Operativo? Cos è un sistema operativo? Cos e` un Sistema Operativo? È un programma (o un insieme di programmi) che agisce come intermediario tra l utente e l hardware del computer: fornisce un ambiente di sviluppo e di esecuzione per i programmi

Dettagli

Ca ra tteristiche dei sistem i GN U/L inux. Struttura di un sistema GNU/Linux Il filesystem La shell

Ca ra tteristiche dei sistem i GN U/L inux. Struttura di un sistema GNU/Linux Il filesystem La shell Struttura di un sistema GNU/Linux Il filesystem La shell 1 GNU/Linux è un sistema operativo, cioè un insieme di programmi che collaborano fra di loro rendendo utilizzabile un calcolatore, infatti senza

Dettagli

Sistemi Operativi. Il Sistema Operativo. Gestione Risorse (3) Gestione Risorse (2) Cos'è un sistema operativo? Utenti di un SO.

Sistemi Operativi. Il Sistema Operativo. Gestione Risorse (3) Gestione Risorse (2) Cos'è un sistema operativo? Utenti di un SO. Sistemi Operativi Il Sistema Operativo Corso di Informatica Generale (Roberto BASILI) Cos'è un sistema operativo? Un sistema operativo e': La astrazione logica del livello macchina hardware e microprogrammata

Dettagli

In un modello a strati il SO si pone come un guscio (shell) tra la macchina reale (HW) e le applicazioni 1 :

In un modello a strati il SO si pone come un guscio (shell) tra la macchina reale (HW) e le applicazioni 1 : Un Sistema Operativo è un insieme complesso di programmi che, interagendo tra loro, devono svolgere una serie di funzioni per gestire il comportamento del computer e per agire come intermediario consentendo

Dettagli

PC Crash Course: OBIETTIVI

PC Crash Course: OBIETTIVI PC Crash Course: OBIETTIVI 1. PC: uno strumento 2. Microsoft Windows XP: alcuni concetti chiave della interfaccia grafica 3. File System: file, direttori, link, 4. Il prompt dei comandi 5. Un occhiata

Dettagli

Un Sistema Operativo multiuser-multitask UNIX

Un Sistema Operativo multiuser-multitask UNIX Un Sistema Operativo multiuser-multitask UNIX I lucidi che seguono sono stati prodotti sulla base dei seguenti riferimenti: lucidi del corso di Architettura degli Elaboratori Dip. Informatica dell Università

Dettagli

MACCHINA DI VON NEUMANN

MACCHINA DI VON NEUMANN I seguenti appunti non hanno la pretesa di essere esaustivi, ma hanno l unico scopo di illustrare in modo schematico i concetti necessari allo sviluppo del programma di Informatica della 1D del Liceo Scientifico

Dettagli

IL SOFTWARE TIPI DI SOFTWARE. MACCHINE VIRTUALI Vengono definite così perché sono SIMULATE DAL SOFTWARE, UNIFORMANO L ACCESSO SISTEMA OPERATIVO

IL SOFTWARE TIPI DI SOFTWARE. MACCHINE VIRTUALI Vengono definite così perché sono SIMULATE DAL SOFTWARE, UNIFORMANO L ACCESSO SISTEMA OPERATIVO IL SOFTWARE L HARDWARE da solo non è sufficiente a far funzionare un computer Servono dei PROGRAMMI (SOFTWARE) per: o Far interagire, mettere in comunicazione, le varie componenti hardware tra loro o Sfruttare

Dettagli

CAPITOLO 1 I SISTEMI OPERATIVI

CAPITOLO 1 I SISTEMI OPERATIVI CAPITOLO 1 I SISTEMI OPERATIVI Introduzione ai sistemi operativi pag. 3 La shell pag. 3 Tipi di sistemi operativi pag. 4 I servizi del sistema operativo pag. 4 La gestione dei file e il file system Il

Dettagli

Introduzione ai sistemi operativi

Introduzione ai sistemi operativi Introduzione ai sistemi operativi Che cos è un S.O.? Shell Utente Utente 1 2 Utente N Window Compilatori Assembler Editor.. DB SOFTWARE APPLICATIVO System calls SISTEMA OPERATIVO HARDWARE Funzioni di un

Dettagli

I SISTEMI OPERATIVI CONCETTI INTRODUTTIVI

I SISTEMI OPERATIVI CONCETTI INTRODUTTIVI I SISTEMI OPERATIVI CONCETTI INTRODUTTIVI Il Software Software di Base Sistema Operativo (Software di base essenziale) Software di base non essenziale Utility Driver Software applicativi (Applicazioni)

Dettagli

Informatica e Bioinformatica: Sistemi Operativi

Informatica e Bioinformatica: Sistemi Operativi Informatica e Bioinformatica: Sistemi Operativi 11 marzo 2013 Macchina Hardware/Software Sistema Operativo Macchina Hardware La macchina hardware corrisponde alle componenti fisiche del calcolatore (quelle

Dettagli

Controllo di processi

Controllo di processi Controllo di processi Ogni processo del sistema ha un PID (Process Identity Number). Ogni processo può generare nuovi processi (figli). La radice della gerarchia di processi è il processo init con PID=1.

Dettagli

Corso di: Abilità informatiche

Corso di: Abilità informatiche Corso di: Abilità informatiche Prof. Giovanni ARDUINI Lezione n.2 Anno Accademico 2008/2009 Abilità informatiche - Prof. G.Arduini 1 SISTEMA OPERATIVO Strato di programmi che opera al di sopra di hardware

Dettagli

Corso di Laboratorio di Sistemi Operativi

Corso di Laboratorio di Sistemi Operativi Corso di Laboratorio di Sistemi Operativi Alessandro Dal Palù email: alessandro.dalpalu@unipr.it web: www.unipr.it/~dalpalu Qualche link utile Informazioni sull utilizzo della shell Unix/Linux http://www.pluto.it/ildp/howto/bash-prog-intro-howto.html

Dettagli

SOFTWARE, FILE E DATO I N F O R M A T I C A G E N E R A L E

SOFTWARE, FILE E DATO I N F O R M A T I C A G E N E R A L E SOFTWARE, FILE E DATO 1 SOFTWARE Software (sw) = programmi Le famiglie: Sw di base o di sistema Sw applicativo Sw da Internet Sw di utilità 2 SOFTWARE DI BASE (O DI SISTEMA) Software di base = programmi

Dettagli

Dispensa di Fondamenti di Informatica. Architettura di un calcolatore

Dispensa di Fondamenti di Informatica. Architettura di un calcolatore Dispensa di Fondamenti di Informatica Architettura di un calcolatore Hardware e software La prima decomposizione di un calcolatore è relativa ai seguenti macro-componenti hardware la struttura fisica del

Dettagli

HARDWARE. Relazione di Informatica

HARDWARE. Relazione di Informatica Michele Venditti 2 D 05/12/11 Relazione di Informatica HARDWARE Con Hardware s intende l insieme delle parti solide o ( materiali ) del computer, per esempio : monitor, tastiera, mouse, scheda madre. -

Dettagli

Ingegneria Gestionale della logistica e produzione Prof. A. Palomba - Elementi di Informatica (J-Z)

Ingegneria Gestionale della logistica e produzione Prof. A. Palomba - Elementi di Informatica (J-Z) 2011-2012 Ingegneria Gestionale della logistica e produzione Prof. A. Palomba - Elementi di Informatica (J-Z) 13 Il Software Il sistema Operativo Il processo Lo scheduler dei processi Il S. O. e l utenza

Dettagli

CdL in Medicina Veterinaria - STPA AA 2007-08

CdL in Medicina Veterinaria - STPA AA 2007-08 CdL in Medicina Veterinaria - STPA AA 2007-08 Il Sistema Operativo Architettura del Software Software = insieme (complesso) di programmi. Organizzazione a strati, ciascuno con funzionalità di livello più

Dettagli

Sistemi operativi. Esempi di sistemi operativi

Sistemi operativi. Esempi di sistemi operativi Sistemi operativi Un sistema operativo è un programma che facilita la gestione di un computer Si occupa della gestione di tutto il sistema permettendo l interazione con l utente In particolare un sistema

Dettagli

Nozioni di Informatica di base. dott. Andrea Mazzini

Nozioni di Informatica di base. dott. Andrea Mazzini Nozioni di Informatica di base dott. Andrea Mazzini Hardware e Software Hardware: la parte fisica del calcolatore Software: l insieme di programmi che un calcolatore richiede per funzionare Nozioni di

Dettagli

Le Infrastrutture Software ed il Sistema Operativo

Le Infrastrutture Software ed il Sistema Operativo Le Infrastrutture Software ed il Sistema Operativo Corso di Informatica CdL: Chimica Claudia d'amato claudia.damato@di.uniba.it Il Sistema Operativo (S0) (Inf.) E' l'insieme dei programmi che consentono

Dettagli

Software: di base ed applicativo

Software: di base ed applicativo Consulente del Lavoro A.A 2003/2004 I Semestre Software: di base ed applicativo prof. Monica Palmirani Hardware e Software Hardware: parte fisica del computer costituita da parti elettroniche e meccaniche

Dettagli

Introduzione all Informatica

Introduzione all Informatica Lezione 3 Davide Di Ruscio Alfonso Pierantonio Dipartimento di Informatica Università degli Studi dell Aquila Università degli Studi dell Aquila alfonso@di.univaq.it diruscio@di.univaq.it. Sommario 2 2»

Dettagli