Comunicazioni aeronautiche

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Comunicazioni aeronautiche"

Transcript

1 Comunicazioni aeronautiche

2 Uso della radio Propagazione in linea ottica Uso dello squelch per ascoltare transmissione debole. Parlare nel microfono Premere il pulsante PTT (Push To Talk) poi aspettare prima di parlare.

3 Marche Le marche ICAO del aeromobile (call sign) Prefisso di nazionalità (I = Italia, D = Germania...) 3 o 4 lettere (con tante eccezioni: marche USA, Russia, ULM, alianti...) Hotel Bravo Sierra India Alfa (HB-SIA, svizzero) Marche abbreviate : Prima lettera + ultime due Da usare solo se l'ente le ha usate prima Hotel India Alfa Marche per esteso : Prima di interessare la pista e quando l'ente le usa anche lei.

4 Numeri interi ogni cifra separata : Pista ( India Alfa Golf decolla due otto ) Velocità prua ( vento da due tre zero gradi, sei nodi ) Distanza ( due zero miglia sud est di Arona ) Livello di volo ( livello uno zero zero ) Squawk ( squawk sette zero zero zero charlie ) QNH ( Quebec November Hotel uno zero zero zero ) Ora : sempre GMT. Spesso si dicono solo i minuti ( stima Arona cinque due )

5 Frequenze Parte intera con ogni cifra separata decimale laddove c'è la virgola Parte frazionale con ogni cifra separata India Bravo Oscar, contatti Lugano Torre, uno due zero decimale due cinque zero

6 Altitudine, quote In genere, multipli di cento piedi / metri SEMPRE riferite al QNH Usare la dicitura usuale italiana millequattrocento metri Chiedo la salita per cinquemila piedi

7 Parole da evitare La fraseologia dei messaggi aeronautici è volutamente compatta e non ambigua. In generale, sono da evitare tutte le parole di collegamento, specialmente se possono introdurre ambiguità (a, alle, da, poi, quindi, non...) Formule di cortesia (buongiorno, arrivederci...) Decollo e atterraggio tranne che nelle clearance e quando l'aeromobile sta per iniziare la corsa di decollo o toccare la pista.

8 Verbi e parole comune I Da parte da l'ente Autorizzato, ri-autorizzato (cleared, re-cleared) Approvato (approved) A discrezione (at your discretion) Break e Break Break Rimanete in ascolto su... (monitor) Controllate (check) Mantenere la posizione (maintain position) A tutte le stazioni... (all stations)

9 Verbi e parole comune II Da parte del aeromobile Chiedo (request) Stimo (estimating) Mantengo la posizione (maintaining position) Pronto a... (ready to...)

10 Verbi e parole comune III Da parte del ente o del aeromobile Contattate / Contatto (contact) Confermate / Confermo (confirm) Riportate / Riporterò (report) Ripetete / Ripeto (say again) Affermativo, Negativo (affirm, negative) Correzione (correction) Ricevuto (rodger) In attesa (standby) Corretto (correct)

11 Struttura del messaggio 1. Chi chiamo (destinatario) 2. Chi sono (mittente) 3. Dove sono (posizione/quota) 4. Cosa intendo fare (intenzioni) 5. Readback (QNH, squawk, autorizzazioni ed istruzioni ATC) CHI DOVE COSA

12 Chi chiamo Un ente ATS (Air Traffic Service) FIC : xxx Info ( Milano Info ) ACC: xxx Avvicinamento ( Genova Avvicinamento ) TWR : xxx Torre ( Lugano Torre ) GND : xxx Ground ( Linate Ground ) AFIS : xxx Info ( Biella Info ) Non controllato : xxx Radio ( Calcinate Radio ) Altri aeromobili Marche del aeromobile ( India Alfa Golf )

13 Stabilire il contatto Inizia sempre l'aeromobile Ente chiamato Marche del aeromobile per esteso Basta! (niente formula di cortesia) Milano Informazioni, I-ILMA Risposta del ente Marche del aeromobile (anche abbreviate) Ente che risponde I-MA, Milano Informazioni

14 Chi sono Marche aeromobile (complete o parziale) Abbreviate solo se l'ente le ha usate prima Complete quando si manovra sulla pista

15 Chi sono : info di primo contatto Tipo aeromobile (eventualmente aggiungere aliante o motoaliante) Regole di volo (VFR) Tipo di volo (con o senza piano) Provenienza (non usare decollato da...!) Destinazione Milano Info, I-MA motoaliante D I M O VFR senza piano provenienza Calcinate destinazione Pavullo...

16 Dove sono Posizione durante rullaggio Lettere / numeri del raccordo, posteggio, stop bar... Posizione durante il volo Verticale di un punto sul terreno Distanza/radiale da un punto sul terreno Al traverso di... inbound a... outbound da... Quota (sempre QNH) (A che ora ci sono passato)

17 Intenzioni I Stimato del prossimo punto di riporto Richiesta di Messa in moto, rullaggio,... Entrata, uscita, transito,... Cambio quota, rotta,... Cambio frequenza... Informazioni, Inserimento IFR

18 Intenzioni II Prima del rullaggio : pronto a rullare destinazione X (non controllato) chiede il rullaggio destinazione X (controllato) Attraversamenti di pista, contro-pista etc... pronto ad attraversare pista X chiede l'attraversamento pista X Prima di allinearsi : pronto alla partenza

19 Intenzioni III A l'inizio della corsa di decollo : decolla pista X Per salire/scendere : sale a X piedi (non controllato) chiede la salita per X piedi (controllato) Per cambiare frequenza : contatta Calcinate Radio 128 decimale 450 (non controllato)

20 Intenzioni IV Motivo della chiamata : per atterraggio per touch and go per transito (non controllato) chiede un transito (controllato) negativo sgancio

21 Readback In tutti messaggi, certi elementi critici vanno SEMPRE ripetuti per confermare che il pilota le ha capito : Qualsiasi autorizzazioni per esteso Qualsiasi istruzioni di quota/prua ricevuta da un ente di controllo. QNH Codice transponder (squawk)

22 Riporti di posizione I riporti di posizione sono dei messaggi di regolarità che informano l'ente del buon andamento del volo. Dopo 30 minuti di silenzio radio, parte l'incerfa! I riporti si fanno in circuito (sottovento, base e finale), sui punti scelti per la navigazione, quando si cambia ente/frequenza o su richiesta del ente Posizione, quota, ETO prossimo riporto Milano I-MA Malnate 2000 piedi stima Arona 32

23 Autorizzazioni Da ripetere tutte (readback) I-ILMA, Linate Torre autorizzato al decollo 36 virata a sinistra dopo inbound W2, 2000 piedi. Riporti W2. Linate Torre, I-ILMA, autorizzato al decollo 36, a sinistra dopo, inbound W2, 2000 piedi. Riporterà W2. I-MA, Linate Torre readback corretto.

24 Richiesta + Autorizzazioni I spostamenti nei spazi controllati sono soggetti ad autorizzazioni : Lugano Torre, D-2107 Sud Martica 1600 metri chiede un transito per il Piambello D-07 Lugano Torre, autorizzato per il Piambello. Riportare lasciando il Piambello Lugano Torre D-07 autorizzato per il Piambello, riportera lasciando

25 Acknowledge In generale, anche in assenza di readback, l'ente con chi parlate si aspetta la conferma che avete ricevuto e capito il suo messaggio. Per segnalare l'avvenuta ricezione: I-MA ricevuto I-MA farà I-MA Doppio click sul pulsante PPT (Push To Talk). Da evitare per evitare ambiguità.

FONIA DI BASE PER UN VOLO IFR

FONIA DI BASE PER UN VOLO IFR FONIA DI BASE PER UN VOLO IFR BOLOGNA GROUND BUONGIORNO, ALITALIA 1234 CON VOI PER PROVA RADIO BOLOGNA GROUND GOOD MORNING, ALITALIA 1234 WITH YOU FOR RADIO CHECK ALITALIA 1234, BOLOGNA GROUND BUONGIORNO

Dettagli

Esempio di procedura di comunicazione da messa in moto fino ad arresto totale

Esempio di procedura di comunicazione da messa in moto fino ad arresto totale Esempio di procedura di comunicazione da messa in moto fino ad arresto totale Enti in causa delle comunicazioni radio Pilota = Pil1.(..Pil2.Pil3.) Torre = ATC Avvicinamento (Approch) / Radar = Avv. AWACS

Dettagli

TRAFFICO AEREO AUTORIZZAZIONI

TRAFFICO AEREO AUTORIZZAZIONI TRAFFICO AEREO AUTORIZZAZIONI 1 1 AUTORIZZAZIONI DEL CONTROLLO DEL TRAFFICO AEREO... 3 1.1 Autorizzazioni a volare provvedendo alla propria separazione in condizioni meteorologiche a vista... 6 1.2 Informazioni

Dettagli

Training su LIRP. - Conoscenza almeno delle basi del volo IFR, intercettazioni radiali VOR, Holding

Training su LIRP. - Conoscenza almeno delle basi del volo IFR, intercettazioni radiali VOR, Holding Training su LIRP Col presente documento si vuol cercare di aiutare i piloti virtuali alle prime armi che si cimentano a volare Online su IVAO ad effettuare correttamente procedure IFR pubblicate, holding,

Dettagli

EASY FSX ITALIA START UP & PUSH BACK VOLO IFR - IVAO BOEING 737 800 NG (DEFAULT)

EASY FSX ITALIA START UP & PUSH BACK VOLO IFR - IVAO BOEING 737 800 NG (DEFAULT) EASY FSX ITALIA START UP & PUSH BACK VOLO IFR - IVAO BOEING 737 800 NG (DEFAULT) A. PRE-START (VERIFICA DEI COMANDI). 1. Freni di Parcheggio: Attivati; 2. Manette: Impostate al minimo (IDLE); 3. Interruttore

Dettagli

VFR voliamo on-line!

VFR voliamo on-line! VFR voliamo on-line! di Gaetano Paolone Curiosamente in giro per la rete c è molta più documentazione sul volo on-line IFR che su quello VFR. Eppure il VFR è una simulazione che permette di vedere molto

Dettagli

VATITA - Italy VACC - Breve introduzione alla fonia aeronautica per il volo online

VATITA - Italy VACC - Breve introduzione alla fonia aeronautica per il volo online VATITA - Italy VACC - Breve introduzione alla fonia aeronautica per il volo online Volo esempio IFR: Genova Sestri (LIMJ) - Roma Fiumicino (LIRF) Enti ATC (freq. VHF): LIMJ_V_TWR (118.900), LIMJ_V_APP

Dettagli

Parte prima. FlightSimulation.it

Parte prima. FlightSimulation.it Fonia Aeronautica Le comunicazioni Terra-Bordo-Terra L alfabeto fonetico e la fraseologia standard La sequenza tipica delle comunicazioni durante le varie fasi del volo Parte prima INTRODUZIONE Questo

Dettagli

INCONVENIENTE GRAVE aa/mm C172/PA-28, marche D-ECBF/D-EZEN

INCONVENIENTE GRAVE aa/mm C172/PA-28, marche D-ECBF/D-EZEN INCONVENIENTE GRAVE aa/mm C172/PA-28, marche D-ECBF/D-EZEN Tipi di aeromobile e marche Data e ora Località dell evento Descrizione dell evento Esercente dell aeromobile Natura del volo Persone a bordo

Dettagli

Cagliari Approach (118.75 MHz) CIT 124

Cagliari Approach (118.75 MHz) CIT 124 Cagliari Approach (118.75 MHz) CIT 124 04:37:57 CIT Approach good morning, Charlie India Tango one two four, we are descending to flight level niner zero (Avvicinamento buongiorno, CIT 124, stiamo scendendo

Dettagli

Il Volo VFR Di Ruggero Osto Versione documento 1.2

Il Volo VFR Di Ruggero Osto Versione documento 1.2 Il Volo VFR Di Ruggero Osto Versione documento 1.2 Il volo VFR (Visual Flight Rules) differisce per molti aspetti da quello IFR. In questo documento, che non ha alcuna pretesa di rigore, si cercherà di

Dettagli

Corso basico di radiofonia aeronautica per ULM

Corso basico di radiofonia aeronautica per ULM Corso basico di radiofonia aeronautica per ULM LE FREQUENZE Tutte le comunicazioni radio vengono effettuate con appositi apparati (trasmettitori e ricevitori). All interno di questi apparati ci sono diversi

Dettagli

PROCEDURE RADIOTELEFONICHE

PROCEDURE RADIOTELEFONICHE Capitolo 24 PROCEDURE RADIOTELEFONICHE Elab. F. Tinarelli CAPITOLO 24 PROCEDURE RADIOTELEFONICHE 1 PROCEDURE RADIOTELEFONICHE 1.1 TECNICA DELLE COMUNICAZIONI 1.1.1 Le trasmissioni devono essere effettuate

Dettagli

AZ1751, PRONTO AL DECOLLO AZ1751, READY FOR DEPARTURE;

AZ1751, PRONTO AL DECOLLO AZ1751, READY FOR DEPARTURE; Le comunicazioni Terra-Bordo-Terra Fonia Aeronautica L alfabeto fonetico e la fraseologia standard La sequenza tipica delle comunicazioni durante le varie fasi del volo Parte seconda Nella prima parte

Dettagli

di Gaetano Paolone Gaetano @ Gaetano. name V 0.6

di Gaetano Paolone Gaetano @ Gaetano. name V 0.6 di Gaetano Paolone Gaetano @ Gaetano. name V 0.6 Curiosamente in giro per la rete c è molta più documentazione sul volo on-line IFR che su quello VFR. Eppure il VFR è una simulazione che permette di vedere

Dettagli

Cronaca di un volo IFR Di Massimo Basile

Cronaca di un volo IFR Di Massimo Basile Cronaca di un volo IFR Di Massimo Basile Il tutorial che segue prende a riferimento un volo IFR da LIMC (Milano Malpensa) a LIRN (Napoli Capodichino) eseguito on-line su IVAO con aeromobile Airbus 320.

Dettagli

TELECOMUNICAZIONI AERONAUTICHE

TELECOMUNICAZIONI AERONAUTICHE STANDARD INTERNAZIONALI PRATICHE RACCOMANDATE E PROCEDURE PER I SERVIZI DELLA NAVIGAZIONE AEREA TELECOMUNICAZIONI AERONAUTICHE ANNESSO 10 ALLA CONVENZIONE INTERNAZIONALE DELL'AVIAZIONE CIVILE VOLUME II

Dettagli

23 GVv VELTRI VIAF come veltri ch uscisser di catena

23 GVv VELTRI VIAF come veltri ch uscisser di catena 23 GVv VELTRI VIAF come veltri ch uscisser di catena PICCOLO PROMEMORIA SULLE COMUNICAZIONI CON TORRE/AWACS UMANI (Umano) Pilota 10.5.1 Premessa E' abbastanza facile trovare in alcuni Gruppi di Volo all'interno

Dettagli

Il controllo del traffico Aereo

Il controllo del traffico Aereo Il controllo del traffico Aereo Dispensa a cura di Giulio Di Pinto (MED107) Rev. 03 - Mar/11 1 Il controllo del traffico aereo (ATC - Air Traffic Control) è quell'insieme di regole ed organismi che contribuiscono

Dettagli

EASY FSX ITALIA AVVICINAMENTO VOLO IFR - IVAO BOEING 737 800 NG (DEFAULT)

EASY FSX ITALIA AVVICINAMENTO VOLO IFR - IVAO BOEING 737 800 NG (DEFAULT) EASY FSX ITALIA AVVICINAMENTO VOLO IFR - IVAO BOEING 737 800 NG (DEFAULT) A. DURANTE LA DISCESA A circa 70-80NM il controllo di centro potrebbe farci cambiare frequenza sull avvicinamento, se on-line.

Dettagli

REGOLAMENTO REGOLE DELL ARIA ITALIA

REGOLAMENTO REGOLE DELL ARIA ITALIA REGOLAMENTO REGOLE DELL ARIA ITALIA Edizione 2 del 25 marzo 2015 Regole dell Aria Italia Ed. 2 pag. 2 di 22 STATO DI AGGIORNAMENTO Emendamento Data Delibera N Edizione 1 18/11/2014 Delibera 51/2014 Emendamento

Dettagli

Aeroporto di Lugo. Modifiche alle regole dell aria

Aeroporto di Lugo. Modifiche alle regole dell aria Aeroporto di Lugo Modifiche alle regole dell aria Documenti fonte REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) N. 923/2012 DELLA COMMISSIONE del 26 settembre 2012 + determinazioni ENAC ad esito GDL SERA ENAV-ENAC-AM

Dettagli

Guida di decollo e atterraggio

Guida di decollo e atterraggio Guida di decollo e atterraggio 2 x-plane 8 - Guida di decollo e atterraggio Indice In pista 3 A-380 3 Aeroporto di Parigi Charles de Gaulle 3 Piano di volo 3 Computer di volo (FMC) 4 Torre di controllo

Dettagli

PROCEDURE PER ARRIVI E PARTENZE DEI VISITATORI/PILOTI PARTECIPANTI AL SALONE DEL VOLO DI PADOVA

PROCEDURE PER ARRIVI E PARTENZE DEI VISITATORI/PILOTI PARTECIPANTI AL SALONE DEL VOLO DI PADOVA PROCEDURE PER ARRIVI E PARTENZE DEI VISITATORI/PILOTI PARTECIPANTI AL SALONE DEL VOLO DI PADOVA L organizzazione tiene in altissima considerazione la Sicurezza del Volo e per questo, con il supporto e

Dettagli

Corso Operatore C.R.I. nel Settore Emergenza Le comunicazioni radio

Corso Operatore C.R.I. nel Settore Emergenza Le comunicazioni radio Corso Operatore C.R.I. nel Settore Emergenza Le comunicazioni radio Argomenti della lezione L importanza delle comunicazioni radio. Elementi che compongono la radio. Funzionamento degli apparati radio.

Dettagli

Polizia Provinciale Squadra Nautica. A cura del Responsabile Comm. C. Lucio Semenzato. SOS Canale 16

Polizia Provinciale Squadra Nautica. A cura del Responsabile Comm. C. Lucio Semenzato. SOS Canale 16 Polizia Provinciale Squadra Nautica Procedure VHF Di Radiotelefonia Comunicazioni di soccorso, di urgenza e di sicurezza in radiotelefonia nautica A cura del Responsabile Comm. C. Lucio Semenzato SOS Canale

Dettagli

Manuale per la guida sicura in Airside

Manuale per la guida sicura in Airside Runway Safety Manuale per la guida sicura in Airside Runway Safety 1/12 Introduzione Il traffico aumenta. Gli aeroporti si espandono. Chi guida in Airside, é tenuto a conoscere come utilizzare il veicolo

Dettagli

Copyright 2007 by Roberto Salaris Millenium Air Virtual IVAO Italia LIRR-FIR. FIR di Roma

Copyright 2007 by Roberto Salaris Millenium Air Virtual IVAO Italia LIRR-FIR. FIR di Roma Copyright 07 by Roberto Salaris Millenium Air Virtual IVAO Italia LIRR-FIR FIR di Roma Alghero Fertilia (LIEA) Procedure operative: Unità APP Alghero avvicinamento: Compiti operativi. Alghero avvicinamento

Dettagli

INCONVENIENTE GRAVE aeromobile B737, volo THY 1874

INCONVENIENTE GRAVE aeromobile B737, volo THY 1874 INCONVENIENTE GRAVE aeromobile B737, volo THY 1874 Tipo dell aeromobile e volo Boeing 737-800, volo THY 1874. Data e ora Località dell evento Descrizione dell evento Esercente dell aeromobile Natura del

Dettagli

748.121.11 Ordinanza del DATEC concernente le norme di circolazione per aeromobili

748.121.11 Ordinanza del DATEC concernente le norme di circolazione per aeromobili 748.121.11 Ordinanza del DATEC concernente le norme di circolazione per aeromobili (ONCA) del 20 maggio 2015 (Stato 15 luglio 2015) Il Dipartimento federale dell ambiente, dei trasporti, dell energia e

Dettagli

ALTIMETRIA E REGOLAGGIO ALTIMETRICO

ALTIMETRIA E REGOLAGGIO ALTIMETRICO ALTIMETRIA E REGOLAGGIO ALTIMETRICO 1. Introduzione Quota e livello sono termini generici riferiti alla posizione verticale di un aereo in volo che indicano, a seconda dei casi, un altezza, un altitudine

Dettagli

Antonio Golfari GLI SPAZI AEREI

Antonio Golfari GLI SPAZI AEREI Antonio Golfari GLI SPAZI AEREI Febbraio, 2006 PARTE 1: GLI SPAZI AEREI In questa sezione cercheremo di spiegare come è strutturato il cielo per chi lo percorre a bordo di un aeromobile. Non può e non

Dettagli

LIBP Pescara Virtual vloa ACC Brindisi Pescara APP

LIBP Pescara Virtual vloa ACC Brindisi Pescara APP LETTERA DI ACCORDO virtuale Tra ACC Brindisi e Pescara APP Lo scopo della seguente lettera di accordo è quello di stabilire le procedure operative che devono essere applicate tra Brindisi e Pescara nella

Dettagli

- EVENTI - UNA GUIDA RAPIDA PER I PILOTI

- EVENTI - UNA GUIDA RAPIDA PER I PILOTI - EVENTI - UNA GUIDA RAPIDA PER I PILOTI Benvenuti a questa piccola guida che ho preparato per illustarvi come ci si deve comportare collegandosi in rete su Vatsim durante un evento che coinvolgerà parecchie

Dettagli

RAIT.4003 Deroga al preavviso per la presentazione dei piani di volo per operazioni speciali

RAIT.4003 Deroga al preavviso per la presentazione dei piani di volo per operazioni speciali RAIT.4003 Deroga al preavviso per la presentazione dei piani di volo per operazioni speciali a) Il piano di volo può essere presentato senza preavviso per le seguenti categorie di voli: 1) antincendio;

Dettagli

Il volo in formazione

Il volo in formazione Il volo in formazione Questo tutorial si prefigge di fornire i rudimenti di base preliminari al volo in formazione ed è quindi necessaria la sua lettura prima di iniziare ad effettuare i primi voli. L

Dettagli

INTRODUZIONE INTRODUZIONE

INTRODUZIONE INTRODUZIONE Navigazione La Pianificazione del Volo La preparazione del piano di volo. Utilizzo delle procedure standard per la partenza e l avvicinamento. INTRODUZIONE Con il presente inserto, intendiamo introdurre

Dettagli

SERVIZIO DI CONTROLLO DI AVVICINAMENTO

SERVIZIO DI CONTROLLO DI AVVICINAMENTO Capitolo 18 SERVIZIO DI CONTROLLO DI AVVICINAMENTO Elab. D. Colella INDICE Prefazione e Generalità 1. Generalitá 1.1 Responsabilità per la fornitura del Servizio di controllo di avvicinamento 2. DIVISIONE

Dettagli

REGOLAMENTO OPERATIVO AVIOSUPERFICIE E. MATTEI PISTICCI (MT)

REGOLAMENTO OPERATIVO AVIOSUPERFICIE E. MATTEI PISTICCI (MT) REGOLAMENTO OPERATIVO AVIOSUPERFICIE E. MATTEI PISTICCI (MT) 1 PREFAZIONE Il presente Regolamento Operativo costituisce una piccola raccolta di disposizioni,norme e criteri operativi che devono essere

Dettagli

EASY FSX ITALIA CARTE NAUTICHE NOZIONI GENERALI

EASY FSX ITALIA CARTE NAUTICHE NOZIONI GENERALI EASY FSX ITALIA CARTE NAUTICHE NOZIONI GENERALI 1. LE CARTE AEROPORTUALI. le carte aeroportuali individuano le aeree e gli spazi entro i quali i velivoli di varie categorie possono manovrare, decollare

Dettagli

25 TROFEO CITTA DI LUGO

25 TROFEO CITTA DI LUGO 25 TROFEO CITTA DI LUGO Aeroporto Lugo di Romagna (LIDG) 08-09-10-11 Luglio 2010 Gara di acrobazia aerea Per i giudici di gara Per i partecipanti 1 NORME PER LE OPERAZIONI DI VOLO 2 PARTE PRIMA NORME PER

Dettagli

Flight Utilities http://www.flightutilities.com. Le Holding Anche in cielo abbiamo i semafori by Umberto Degli Esposti

Flight Utilities http://www.flightutilities.com. Le Holding Anche in cielo abbiamo i semafori by Umberto Degli Esposti Flight Utilities http://www.flightutilities.com Le Holding Anche in cielo abbiamo i semafori by Umberto Degli Esposti 1 Similmente alla necessità di installare semafori nelle aree di maggior traffico automobilistico,

Dettagli

PIANIFICAZIONE VFR STEP BY STEP

PIANIFICAZIONE VFR STEP BY STEP IBN EDITORE prof. Francesco Iaccarino 1 PIANIFICAZIONE VFR STEP BY STEP Stabilire l aeroporto di partenza e di arrivo. Individuare le frequenze di comunicazione e di navigazione (DME, ADF, VOR, ILS). Effettuare

Dettagli

TURIN FLYING INSTITUTE. Il piano di volo. Navigazione Aerea. Carlo Molino

TURIN FLYING INSTITUTE. Il piano di volo. Navigazione Aerea. Carlo Molino TURIN FLYING INSTITUTE Il piano di volo Navigazione Aerea Carlo Molino 1.1 Il piano di volo: Il piano di volo è un modulo compilato dai piloti e spedito all autorità dell aviazione nazionale (in Italia

Dettagli

Letter Of Agreement. IVAO Italia - LoA Interna 2012. Treviso APP - Padova ACC. Marco Milesi - LIPP-ACH. Massimo Soffientini. Simone Amerini - IT-AOAC

Letter Of Agreement. IVAO Italia - LoA Interna 2012. Treviso APP - Padova ACC. Marco Milesi - LIPP-ACH. Massimo Soffientini. Simone Amerini - IT-AOAC Letter Of Agreement Treviso APP - Padova ACC Aprile 2012 Marco Milesi - LIPP-CH Massimo Soffientini - LIPP-ACH Simone Amerini - IT-AOAC INDICE: 1. Generalità 1.1 - Scopo 2. Area di responsabilità e delega

Dettagli

RAPPORTO D INCHIESTA INCONVENIENTE GRAVE OCCORSO AGLI AEROMOBILI MD-87,

RAPPORTO D INCHIESTA INCONVENIENTE GRAVE OCCORSO AGLI AEROMOBILI MD-87, RAPPORTO D INCHIESTA INCONVENIENTE GRAVE OCCORSO AGLI AEROMOBILI MD-87, marche LN-RMG e A330, marche I-LIVN località aeroporto di Milano Malpensa, 22 settembre 2004 AGENZIA NAZIONALE PER LA SICUREZZA DEL

Dettagli

TRAFFICO AEREO MODULO 3 STRIP MARKING

TRAFFICO AEREO MODULO 3 STRIP MARKING TRAFFICO AEREO MODULO 3 STRIP MARKING 1 1 Strip Marking... 3 1.1 Introduzione... 3 1.2 Compilazione strisce progresso volo... 3 1.3 Metodo Di Compilazione Strip Marking... 3 1.4 Modelli Di Strisce Progresso

Dettagli

ABC della RADIO Nozioni basilari sull uso degli apparati radio

ABC della RADIO Nozioni basilari sull uso degli apparati radio ABC della RADIO Nozioni basilari sull uso degli apparati radio. Alessandro Redaelli IZ2XFX www.radiocorbetta.altervista.org 0 Premessa Questo manuale è per dare le basi a un operatore radio coinvolto in

Dettagli

LA PISTA. A < 91 B 91 / 120 C 121 / 140 D 141 / 165 E 166 / 210 (un nodo, abbreviato con il termine kt, equivale a 1,852 Km/h).

LA PISTA. A < 91 B 91 / 120 C 121 / 140 D 141 / 165 E 166 / 210 (un nodo, abbreviato con il termine kt, equivale a 1,852 Km/h). LA PISTA Un pilota, nel pianificare il suo volo, deve scegliere un aerodromo di destinazione con caratteristiche fisiche che soddisfino le esigenze del suo aeromobile. E abbastanza facile intuire che un

Dettagli

AGENZIA NAZIONALE PER LA SICUREZZA DEL VOLO

AGENZIA NAZIONALE PER LA SICUREZZA DEL VOLO AGENZIA NAZIONALE PER LA SICUREZZA DEL VOLO (istituita con decreto legislativo 25 febbraio 1999, n. 66) Via A. Benigni, 53-00156 Roma - Italia tel. +39 0682078219-0682078200, fax +39 068273672 RAPPORTO

Dettagli

SERVIZIO SPAZIO AEREO CERVIA

SERVIZIO SPAZIO AEREO CERVIA SERVIZIO SPAZIO AEREO C CAPO Sezione Add.to & Stand.ne UFF.LE SV/ATM CAP AAras CSA-TA Angelo STICCO 15 STORMO C/SAR 415 Gr.STO Servizio CSA STRUTTURA C ARO TWR GCA 1 PUNTI di CONTATTO CAPO SERVIZIO C.S.A.

Dettagli

I servizi del traffico aereo

I servizi del traffico aereo TURIN FLYING INSTITUTE I servizi del traffico aereo Circolazione aerea Carlo Molino A.S 2007/08 1.1 Il servizio del traffico aereo Gli stati membri dell ICAO sono tenuti ad indicare,in accordo con quanto

Dettagli

ENTE INFORMAZIONI VOLO AEROPORTUALE (AFIU)

ENTE INFORMAZIONI VOLO AEROPORTUALE (AFIU) Capitolo 9 ENTE INFORMAZIONI VOLO AEROPORTUALE (AFIU) Elab. C.Scatigno 1. OPERATORE AFIU L AFIU fornisce il servizio informazioni volo ed il servizio di allarme al traffico di aeroporto. In base alle

Dettagli

VOLANDO IL TERRITORIO

VOLANDO IL TERRITORIO VOLANDO IL TERRITORIO I droni nella professione del Geometra e del Perito Agrario Acquisiamo le competenze e le abilità per utilizzare i droni. Brevetto da Pilota per l attività professionale PROGRAMMA

Dettagli

Regolamento per la conduzione di voli di notte con velivoli secondo le regole del volo a vista (VFR/N) nello spazio aereo italiano

Regolamento per la conduzione di voli di notte con velivoli secondo le regole del volo a vista (VFR/N) nello spazio aereo italiano Regolamento per la conduzione di voli di notte con velivoli secondo le regole del volo a vista (VFR/N) nello spazio aereo italiano Edizione 4 approvata con delibera CdA n 38/06 del 19/06/2006 Elenco delle

Dettagli

Emergenze e Contingency

Emergenze e Contingency Capitolo 23 Emergenze e Contingency Elab. F. Mancinelli CAPITOLO 23 PROCEDURE DI EMERGENZA 1.1 GENERALITÀ Il termine emergenza evoca l idea di un evento disastroso, e può far pensare alla probabilità che

Dettagli

REGOLAMENTO ATTUATIVO DELL AVIOSUPERFICIE DI CAIOLO. Avio Valtellina S.p.A. è titolare di concessione in diritto di superficie di

REGOLAMENTO ATTUATIVO DELL AVIOSUPERFICIE DI CAIOLO. Avio Valtellina S.p.A. è titolare di concessione in diritto di superficie di AVIO VALTELLINA S.p.A. REGOLAMENTO ATTUATIVO DELL AVIOSUPERFICIE DI CAIOLO 1. PREMESSA: Avio Valtellina S.p.A. è titolare di concessione in diritto di superficie di un area sita in località Palù nel Comune

Dettagli

Corretto uso delle attrezzature TECNICHE DI ATTACCO

Corretto uso delle attrezzature TECNICHE DI ATTACCO LE TECNICHE DI ATTACCO E buona norma, prima di iniziare l intervento, dedicare due minuti alle comunicazioni con il DOS, descrivendo la situazione in atto. Per spegnere un incendio boschivo è indispensabile

Dettagli

Capitolo 20 AUTORIZZAZIONI. Elab. G. Bevilacqua

Capitolo 20 AUTORIZZAZIONI. Elab. G. Bevilacqua Capitolo 20 AUTORIZZAZIONI Elab. G. Bevilacqua Premessa Nella documentazione italiana ed internazionale, e particolarmente in quella a carattere normativo, si incontra sia l espressione "autorizzazione

Dettagli

Questionario di esame per L'ATTESTATO DI VOLO DA DIP. O SPORT.

Questionario di esame per L'ATTESTATO DI VOLO DA DIP. O SPORT. Questionario di esame per L'ATTESTATO DI VOLO DA DIP. O SPORT. Parte 5 - OPERAZIONI ED ATTERRAGGI DI EMERGENZA 1 Se una situazione d emergenza richiede un atterraggio con vento in coda, il pilota deve

Dettagli

Operazioni Aria-Terra Handobook

Operazioni Aria-Terra Handobook D i p a r t i m e n t o C o m a n d o & A d d e s t r a m e n t o 156 GVv Linci Operazioni Aria-Terra Handobook Procedure Comunicazioni Radio FRASEOLOGIA / PROCEDURE COMUNICAZIONI RADIO Le comunicazioni

Dettagli

INCONVENIENTE GRAVE (airprox) aa/mm F-100, marche F-GNLK e F-50, marche PH-FZG

INCONVENIENTE GRAVE (airprox) aa/mm F-100, marche F-GNLK e F-50, marche PH-FZG INCONVENIENTE GRAVE (airprox) aa/mm F-100, marche F-GNLK e F-50, marche PH-FZG Tipo degli aeromobili e marche Fokker 100 (categoria di scia M), marche F-GNLK. Fokker 50 (categoria di scia M), marche PH-FZG.

Dettagli

Capitolo 11 REGOLE DELL ARIA. Elab. F.Tinarelli

Capitolo 11 REGOLE DELL ARIA. Elab. F.Tinarelli Capitolo 11 REGOLE DELL ARIA Elab. F.Tinarelli 1. INTRODUZIONE Il complesso delle norme istituite allo scopo di garantire la sicurezza e la regolarità dei voli viene definito "Regole dell'aria". Queste

Dettagli

INCONVENIENTE GRAVE a/m Beech 36, marche N767CM

INCONVENIENTE GRAVE a/m Beech 36, marche N767CM INCONVENIENTE GRAVE a/m Beech 36, marche N767CM Tipo dell aeromobile e marche Beech 36 (BE36), marche N767CM. Data e ora 15 giugno 2005, ore 14.45 3. Località dell evento Descrizione dell evento Aeroporto

Dettagli

Efficiency Race 2015 Pavullo nel Frignano

Efficiency Race 2015 Pavullo nel Frignano A. S. D. dei CLUB ITALIANI CO STRUTTORI DI AEROMOBILI AMATORIALI E STO RICI g i à A ss o c ia z i o n e Italiana Costruttori di A e r e i D i p l o m e d H o n n e u r FA I 19 9 3, 20 0 0 via Matteotti,

Dettagli

Programma didattico per il conseguimento dell Attestato abilitante alla condotta di Apparecchi VDS provvisti di motore.

Programma didattico per il conseguimento dell Attestato abilitante alla condotta di Apparecchi VDS provvisti di motore. Programma didattico per il conseguimento dell Attestato abilitante alla condotta di Apparecchi VDS provvisti di motore Edizione 2010 Riferimento: DPR 133 del 9 Luglio 2010 INDICE CAPITOLO I CAPITOLO II

Dettagli

www.dfaeroconsulting.com www.deltafoxtrotaviation.com DeltaFoxtrot Aeronautical Consulting Corso di Cultura Aeronautica Manuale di RADIOTELEFONIA

www.dfaeroconsulting.com www.deltafoxtrotaviation.com DeltaFoxtrot Aeronautical Consulting Corso di Cultura Aeronautica Manuale di RADIOTELEFONIA www.dfaeroconsulting.com www.deltafoxtrotaviation.com DeltaFoxtrot Aeronautical Consulting Corso di Cultura Aeronautica Manuale di RADIOTELEFONIA Manual of RADIOTELEPHONY Il manuale è elaborato tenendo

Dettagli

Venerdì 20 Settembre 2013 ore 21:00 LT (19:00z)

Venerdì 20 Settembre 2013 ore 21:00 LT (19:00z) Exam 245211 Data: Aeromobile: Callsign: Venerdì 20 Settembre 2013 ore 21:00 LT (19:00z) Cessna 172 SP EXM5211 Aeroporto di partenza: Firenze Peretola (LIRQ) Elevazione: Magvar: 142ft 2 Est Spazio aereo

Dettagli

Traino Aliante Manuale Operativo I-RF-083. Ed. 2 - Rev. 0 01.01.2012. Traino Aliante. Manuale Operativo

Traino Aliante Manuale Operativo I-RF-083. Ed. 2 - Rev. 0 01.01.2012. Traino Aliante. Manuale Operativo I-RF-083 Traino Aliante Page 2 di 16 INTENTIONALLY BLANK Page 3 di 16 Sommario 1 Parte generale... 4 1.1 Tipi di traino... 4 1.2 Aeromobili trainatori... 4 1.3 Piloti trainatori... 4 1.4 Condizioni minime

Dettagli

AGENZIA NAZIONALE PER LA SICUREZZA DEL VOLO (istituita con decreto legislativo 25 febbraio 1999, n. 66)

AGENZIA NAZIONALE PER LA SICUREZZA DEL VOLO (istituita con decreto legislativo 25 febbraio 1999, n. 66) AGENZIA NAZIONALE PER LA SICUREZZA DEL VOLO (istituita con decreto legislativo 25 febbraio 1999, n. 66) Via A. Benigni, 53-00156 Roma - Italia tel. +39 0682078219-0682078200 - fax +39 068273672 RAPPORTO

Dettagli

SCUOLA DI VOLO Treviso F.T.O. I-045. Associazione Sportiva Dilettantistica

SCUOLA DI VOLO Treviso F.T.O. I-045. Associazione Sportiva Dilettantistica SCUOLA DI VOLO Treviso F.T.O. I-045 Associazione Sportiva Dilettantistica QUESTIONARIO Per il conseguimento della Licenza di Volo PPL(A) Pag. 1 Pag. 2 I N D I C E 1 - Regolamentazione Aeronautica 2 - Nozioni

Dettagli

Tutorial sul Piano di Volo IFR IT-EU

Tutorial sul Piano di Volo IFR IT-EU Tutorial sul Piano di Volo IFR IT-EU In questo tutorial ci limiteremo ad una descrizione generale ed alla pianificazione di un volo in IFR internazionale (Genova Valencia) indicando le varie fasi e procedure

Dettagli

EASY FSX ITALIA DISCESA VOLO IFR - IVAO BOEING 737 800 NG (DEFAULT)

EASY FSX ITALIA DISCESA VOLO IFR - IVAO BOEING 737 800 NG (DEFAULT) EASY FSX ITALIA DISCESA VOLO IFR - IVAO BOEING 737 800 NG (DEFAULT) A. CONTATTO RADIO SU UNICOM A circa 130NM/100NM di distanza dall aeroporto di destinazione dovremmo iniziare la nostra discesa (dipende

Dettagli

Holding Pattern, Virate di Procedura, Archi di DME

Holding Pattern, Virate di Procedura, Archi di DME Holding Pattern, Virate di Procedura, Archi di DME In questo documento verranno affrontate tre manovre molto ricorrenti nell ambito del volo IFR, le holding, le virate di procedura e gli archi di DME,

Dettagli

AIR EXTREME 2010. Venezia Lido ORDINE DI MANIFESTAZIONE. Tempi: tutti i tempi sono in ora locale

AIR EXTREME 2010. Venezia Lido ORDINE DI MANIFESTAZIONE. Tempi: tutti i tempi sono in ora locale MANIFESTAZIONE AEREA AIR EXTREME 2010 Quando l energia prende il volo Venezia Lido 24, 25 e 26 settembre 2010 ORDINE DI MANIFESTAZIONE Tempi: tutti i tempi sono in ora locale Redatto dal Col Pil (ris)

Dettagli

Ordinanza del DATEC concernente le norme di circolazione per aeromobili

Ordinanza del DATEC concernente le norme di circolazione per aeromobili Ordinanza del DATEC concernente le norme di circolazione per aeromobili (ONCA) 1 del 4 maggio 1981 (Stato 1 aprile 2011) Il Dipartimento federale dell ambiente, dei trasporti, dell energia e delle comunicazioni

Dettagli

ENAV S. p. A. ACADEMY ANS TRAINING STRIP MARKING

ENAV S. p. A. ACADEMY ANS TRAINING STRIP MARKING ENAV S. p. A. ACADEMY ANS TRAINING STRIP MARKING Edizione 2005 ENAV S.p.A ACADEMY ANS Training STRIP MARKING Edizione 2005 - 2 - - 3 - INDICE 1. Generalità 1.1 Presentazione dei dati ATS 1.2 Modelli strisce

Dettagli

Marco Fantauzzi 2010 - Mondo Gino Lisa - www.ginolisa.it

Marco Fantauzzi 2010 - Mondo Gino Lisa - www.ginolisa.it ANALISI DATI METAR AEROPORTO GINO LISA FOGGIA Introduzione I dati Metar (METeorological Aerodrome Report) sono messaggi meteorologici relativi ad un aeroporto che contengono le seguenti informazioni: 1.

Dettagli

LE SEGNALAZIONI MARITTIME

LE SEGNALAZIONI MARITTIME LE SEGNALAZIONI MARITTIME I naviganti di tutti i tempi hanno sempre avvertito la necessità di adottare dei metodi che rendessero possibile comunicare, almeno a distanza visiva, tra le imbarcazioni, al

Dettagli

ANS Training Compendio ATC

ANS Training Compendio ATC 1. INTRODUZIONE Storicamente, la necessità di istituire un ente dei Servizi di Traffico aereo al suolo, nacque con l esigenza di: assicurare un servizio sicuro e regolare che informasse i piloti circa

Dettagli

Primi passi per controllare on-line sul Network di IVAO

Primi passi per controllare on-line sul Network di IVAO Primi passi per controllare on-line sul Network di IVAO 1 ) L iscrizione ad IVAO: andate alla pagina http://www.ivao.it/misc/iscrizione/iscrizione1.htm N.B. Ad avvenuta iscrizione IVAO provvederà ad inviarti

Dettagli

Guida all uso delle radio (Febbraio 2009)

Guida all uso delle radio (Febbraio 2009) Guida all uso delle radio (Febbraio 2009) Guida Pratica per l uso di apparati Radio Ricetrasmittenti Innanzi tutto specifichiamo che questo piccolo manuale nasce per portare a conoscenza chi non ha nessuna

Dettagli

Scuola di volo Vittoria Alata Pag. 1

Scuola di volo Vittoria Alata Pag. 1 Scuola di volo Vittoria Alata Pag. 1 La navigazione aerea è il procedimento tramite il quale si è in grado di determinare la propria posizione e di dirigere opportunamente l'aeromobile per spostarsi da

Dettagli

corso di Tecnica ed Economia dei Trasporti a.a. 2004-2005 GLI AEROPORTI Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it

corso di Tecnica ed Economia dei Trasporti a.a. 2004-2005 GLI AEROPORTI Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it corso di Tecnica ed Economia dei Trasporti a.a. 2004-2005 GLI AEROPORTI Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it Introduzione L aeroporto costituisce un elemento di fondamentale importanza in quanto nodo

Dettagli

Volare nel cielo sopra la Terra e l Acqua. C o n g r a n d e s i c u r e z z a

Volare nel cielo sopra la Terra e l Acqua. C o n g r a n d e s i c u r e z z a Volare nel cielo sopra la Terra e l Acqua. C o n g r a n d e s i c u r e z z a TRAFFICO AEREO S.A.T. Security air traffic E il traffico operativo militare svolto per la sicurezza nazionale ; comprende

Dettagli

corso di Terminali per i Trasporti e la Logistica parte 2/2 Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it

corso di Terminali per i Trasporti e la Logistica parte 2/2 Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it corso di Terminali per i Trasporti e la Logistica GLI AEROPORTI parte 2/2 Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it Airside: classificazione degli aeroporti Gli aeroporti sono classificati in diversi modi.

Dettagli

Flight following 118 ELISOCCORSO FRIULI VENEZIA GIULIA. PIANO DI EMERGENZA: Flight following

Flight following 118 ELISOCCORSO FRIULI VENEZIA GIULIA. PIANO DI EMERGENZA: Flight following 118 ELISOCCORSO FRIULI VENEZIA GIULIA PIANO DI EMERGENZA: Flight following Redatto a cura di Centrale Operativa 118 - Elisoccorso Regione F.V.G. PRIMA EDIZIONE OTTOBRE 2001 Edizione ottobre 2001 1 2 FLIGHT

Dettagli

FRASEOLOGIA AERONAUTICA

FRASEOLOGIA AERONAUTICA LINEE GUIDA 2015/002-ATM Edizione n. 01 del 28/09/2015 Le Linee Guida contengono elementi di dettaglio di tipo interpretativo o procedurale per facilitare l utente nella dimostrazione di rispondenza ai

Dettagli

ESERCITAZIONE CON SIMULATORE DI VOLO Attraverso un volo simulato con decollo dall aeroporto di Rimini (LIPR) ed atterraggio all aeroporto di Bologna

ESERCITAZIONE CON SIMULATORE DI VOLO Attraverso un volo simulato con decollo dall aeroporto di Rimini (LIPR) ed atterraggio all aeroporto di Bologna ESERCITAZIONE CON SIMULATORE DI VOLO Attraverso un volo simulato con decollo dall aeroporto di Rimini (LIPR) ed atterraggio all aeroporto di Bologna (LIPE) su un aereo da addestramento Cessna C172SP Skyhawk,

Dettagli

Materia: LOGISTICA. Programmazione dei moduli didattici

Materia: LOGISTICA. Programmazione dei moduli didattici Modulo SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITÀ Programmazione Moduli Didattici Indirizzo Trasporti e Logistica Ist. Tec. Aeronautico Statale Arturo Ferrarin Via Galermo, 172 95123 Catania (CT) Codice M PMD

Dettagli

INCONVENIENTE GRAVE aeromobile Socata TB 9, marche I-IAEP

INCONVENIENTE GRAVE aeromobile Socata TB 9, marche I-IAEP INCONVENIENTE GRAVE aeromobile Socata TB 9, marche I-IAEP Tipo dell aeromobile e marche Data e ora Località dell evento Descrizione dell evento Esercente dell aeromobile Natura del volo Persone a bordo

Dettagli

REGOLAMENTO della AVIOSUPERFICIE DI OLIVOLA

REGOLAMENTO della AVIOSUPERFICIE DI OLIVOLA Aviosuperficie OLIVOLA Gestore Anna ACCETTO AERO CLUB BENEVENTO Gen. Nicola COLLARILE REGOLAMENTO della AVIOSUPERFICIE DI OLIVOLA 1 COPIA N. Pubblicazione edita per gli utenti solo in formato digitale

Dettagli

Formazione per l abilitazione al traino di alianti

Formazione per l abilitazione al traino di alianti Documento di formazione per: Cognome: Nome: Federazione Svizzera Volo a Vela (FSVV) Formazione per l abilitazione al traino di alianti Formazione al traino di alianti per piloti con licenze LAPL (A), PPL

Dettagli

Procedure base per il volo con l MB339 OVT

Procedure base per il volo con l MB339 OVT Procedure base per il volo con l MB339 OVT Introduzione Le procedure qui descritte si applicano all Aermacchi MB339 OVT con Patch installata. E consigliato lo studio preliminare del manuale dell MB339

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO ATTIVITA ACROBATICA

REGOLAMENTO INTERNO ATTIVITA ACROBATICA REGOLAMENTO INTERNO ATTIVITA ACROBATICA Il seguente regolamento interno per l attività di allenamento alla acrobazia in aliante fa riferimento al Regolamento Tecnico Attività Acrobatica Aliante edizione

Dettagli

Flight Plan & Self Briefing

Flight Plan & Self Briefing Flight Plan & Self Briefing Rieti, 5 Dicembre 2014 Introduzione Nell ambito della riorganizzazione dei Servizi ARO-AIS/MET, l ENAV ha interpretato al meglio il concetto dell ATS Reporting Office (ARO),

Dettagli

LA PROFESSIONE DELL AIR TRAFFIC CONTROLLER:

LA PROFESSIONE DELL AIR TRAFFIC CONTROLLER: Università degli Studi di Milano-Bicocca Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale LA PROFESSIONE DELL AIR TRAFFIC CONTROLLER: OPERARE IN CONTESTI AD ALTA AFFIDABILITÀ TRA EFFICIENZA E SICUREZZA RAPPORTO

Dettagli

How to fly it Cessna 172 Skyhawk

How to fly it Cessna 172 Skyhawk How to fly it Cessna 172 Skyhawk Manuale di volo base per X-Plane 7.10 - Realizzazione febbraio 2004 - SBP Perchè questo manuale e a chi è destinato Ho conosciuto tante persone, appassionate di computer

Dettagli

Anno scolastico 2012-2013

Anno scolastico 2012-2013 ISTITUTO TECNICO AERONAUTICO A. FERRARIN - CATANIA Anno scolastico 2012-201 Classe V Sez. D Materia : TRAFFICO AEREO ED ESERCITAZIONI PROFF. : SALVATORE OLIVELLI SALVATORE ARANCIO (ITP) PIANO DI LAVORO

Dettagli