CATALOGO CORSI INTERAZIENDALI 2013

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CATALOGO CORSI INTERAZIENDALI 2013"

Transcript

1 CATALOGO CORSI INTERAZIENDALI Il coaching nella gestione delle risorse umane 2 L iniziativa personale in azienda 3 La comunicazione telefonica nel recupero crediti 4 Team Working 5 Team Building 6 Tecniche di negoziazione per la gestione acquisti 7 Front Office Management 8 Tecniche di Housekeeping 9 SPA Marketing Management 10 Food & Beverage Manager 11 Visual merchandising 12 Tecniche di vendita e vetrinistica Humanform S.r.l. Via Vomano Pescara Tel Fax Società soggetta all attività di direzione e coordinamento di

2 IL COACHING NELLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE 16 ore Favorire l analisi dei fabbisogni delle risorse umane al fine di potenziare le performance aziendali programmando progetti di sviluppo individuali grazie alla consapevolezza dei punti di forza e di miglioramento. Dirigenti, quadri, responsabili di gruppi di lavoro che intendono migliorare gli asset strategici aziendali. Definire un modello delle competenze che dia luogo a un processo di valutazione del potenziale degli individui al fine di procedere con un analisi dei fabbisogni teso a creare un percorso formativo individuale supportato da strumenti di coaching volti a migliorare le performance aziendali. MODULO 1: IL MODELLO DELLE COMPETENZE NELLA STRATEGIA DI SVILUPPO R.U. Definizione e mappatura delle competenze Gli strumenti di misurazione La classificazione Il processo di valutazione, la preparazione e la gestione del colloquio MODULO 2: LA COMUNICAZIONE E GESTIONE DELLE RELAZIONI FRA IL PERSONALE E IL CLIENTE Analisi dei bisogni e delle leve motivazionali Creazione di un percorso personalizzato coerente con le aspettative della risorsa e con le necessità aziendali Costruzione di strumenti per valutare prestazioni e competenze MODULO 3: IL PIANO FORMATIVO AZIENDALE La creazione di un progetto formativo interno La progettazione di un percorso formativo aziendale MODULO 4: COACHING E MENTORING, STRUMENTI INNOVATIVI DI SVILUPPO DELLE R.U. Coaching La scelta dello stile e degli strumenti di coaching La preparazione di un piano di coaching L intervento sulle aree di miglioramento Il coaching individuale e il coaching di gruppo Il mentoring La pianificazione di un attività di coaching Pescara, 16/05/ /05/2013 Milano, 14/11/ /11/2013 Roma, 17/10/ /10/ ,00 (IVA inclusa) 1

3 L INIZIATIVA PERSONALE IN AZIENDA 16 ore Innescare un processo di crescita professionale proprio e dei collaboratori per raggiungere modelli elevati di performance basandosi sui meccanismi di leadership per passare dal gruppo di lavoro al lavoro di gruppo. Dirigenti, quadri, responsabili di gruppi di lavoro che intendono migliorare gli asset strategici aziendali. Migliorare la propria efficacia personale basandosi sulla motivazione e su un modello relazionale che miri al raggiungimento degli obiettivi. MODULO 1: La motivazione Motivazione estrinseca vs. intrinseca Motivazioni ed emozioni Motivare e auto-motivarsi MODULO 2: TECNICHE DI GESTIONE DELLE OBIEZIONI Goal Setting e Lavoro per Obiettivi Gestione delle Frustrazioni e degli Ostacoli La Leadership Le 7 tecniche per sviluppare creatività e problem solving Team Work (sessione pratica) MODALITÀ La formazione sarà caratterizzata da momenti teorici alternati a dibattiti stimolati da Role Playing ed Esercitazioni Pratiche Guidate, al fine di rendere il momento formativo più esperienziale ed efficace. Verranno inoltre utilizzate specifiche slide, insieme a materiale cartaceo e audio-visivo. Pescara, 14/05/ /05/2013 Milano, 20/06/ /06/2013 Roma, 21/11/ /11/ ,00 (IVA inclusa) 2

4 LA COMUNICAZIONE TELEFONICA NEL RECUPERO CREDITI 16 ore Aiutare le aziende ad adottare una strategia per il recupero dei crediti commerciali attraverso una comunicazione efficace salvaguardando il rapporto con il cliente attraverso una gestione positiva e negoziale della relazione. Il corso è rivolto a tutti coloro che si occupano di recupero crediti o che utilizzano la comunicazione telefonica per negoziazioni critiche. Attraverso il corretto uso del linguaggio e delle tecniche di negoziazione telefonica, i partecipanti potranno raggiungere i loro obiettivi utilizzando strumenti e modelli di riferimento performanti. MODULO 1: COMUNICAZIONE STRATEGICA E NEGOZIAZIONE Princìpi di comunicazione strategica Basi di negoziazione La telefonata inbound/outbound (risorse e limiti per la gestione delle obiezioni) Esercitazione pratica: Il cliente stressor (simulazione guidata di telefonata con cliente e relative obiezioni da gestire. La simulazione prevede l utilizzo di telecamera) Visione dei filmati e azioni correttive da implementare MODULO 2: TECNICHE DI GESTIONE DELLE OBIEZIONI Linguaggio manipolativo Autodiagnosi della propria capacità di ascolto del cliente Tecniche di gestione delle obiezioni Esercitazione in sottogruppi: negoziazione impossibile (simulazione guidata del team alle prese con una negoziazione senza soluzione e piena di obiezioni da fronteggiare. La simulazione prevede l utilizzo di telecamera) MODALITÀ La formazione sarà caratterizzata da momenti teorici alternati a dibattiti stimolati da Role Playing ed Esercitazioni Pratiche Guidate, al fine di rendere il momento formativo più esperienziale ed efficace. Verranno inoltre utilizzate specifiche slide, insieme a materiale cartaceo e audio-visivo. Pescara, 18/11/ /11/2013 Milano, 20/05/ /05/2013 Roma, 13/06/ /06/ ,00 (IVA inclusa) 3

5 TEAM WORKING 16 ore Organizzare e gestire un gruppo di lavoro per perseguire in modo efficiente ed efficace gli obiettivi aziendali attraverso un ottica comune. Il corso è rivolto a coloro che, operando all interno di gruppi di lavoro e/o organizzazioni dal dirigente all impiegato vogliano meglio interagire nelle logiche aziendali. Analizzare il proprio livello comunicativo nel gruppo di lavoro per raggiungere soluzioni condivise e utili al raggiungimento dell obiettivo in maniera fattiva. MODULO 1: La Comunicazione. Comunicazione Verbale e Non Verbale Elementi di Assertività Time Management e Goal Setting Team Work (sessione pratica) MODULO 2: I processi di Team Working. Team Building vs. Team Working Sviluppare processi di Team Working Gestione dei Conflitti e delle Difficoltà Inter-gruppo e Intra-gruppo Team Work (sessione pratica) MODALITÀ La formazione sarà caratterizzata da momenti teorici alternati a dibattiti stimolati da Role Playing ed Esercitazioni Pratiche Guidate, al fine di rendere il momento formativo più esperienziale ed efficace. Verranno inoltre utilizzate specifiche slide, insieme a materiale cartaceo e audio-visivo. Pescara, 04/07/ /07/2013 Milano, 09/05/ /05/2013 Roma, 23/09/ /09/ ,00 (IVA inclusa) 4

6 TEAM BUILDING 16 ore Il corso mira ad alimentare la consapevolezza della leadership al fine di migliorare le competenze dell organizzazione del gruppo per favorire il raggiungimento di obiettivi comuni. Dirigenti, quadri, responsabili di gruppi di lavoro che vogliono migliorare le competenze rivolte al raggiungimento di obiettivi comuni. Durante il percorso formativo verranno illustrate le tecniche per migliorare la propria leadership e veicolarla verso un approccio sistemico e strategico del gruppo. NEGOZIARE: GESTIONE DI UNA RELAZIONE ECCELLENTE CHE L IMPRESA VUOLE CONSERVARE Il manager come gestore di un prodotto organizzativo di qualità La realizzazione di una leadership di servizio, attraverso un interazione aziendale mirata CREATIVITÀ E STRATEGIE Un presupposto basilare per la gestione efficace dei processi negoziali Strategie di negoziazione distributiva Modalità di approccio alla negoziazione integrativa Strategie di negoziazione integrativa I PROCESSI DECISORI Negoziato e strategie di comunicazione Interessi e posizioni le qualità del buon negoziatore LE FASI DELLA TRATTATIVA Strutturazione strategica, fase tattica, soluzione negoziale REGOLE COMPORTAMENTALI Prassi e buone norme Pescara, 28/10/ /10/2013 Milano, 09/09/ /09/2013 Roma, 11/07/ /07/ ,00 (IVA inclusa) 5

7 TECNICHE DI NEGOZIAZIONE PER LA GESTIONE ACQUISTI 16 ore Il corso mira a ottenere le migliori condizioni di acquisto attraverso le tecniche di negoziazione in un ottica di win-win, analizzando i processi psicologici ed elaborando tecniche che migliorino l efficacia personale e aziendale. Dirigenti, quadri, responsabili degli acquisti, buyer e acquisitori a elevato potenziale, impiegati che vogliono migliorare le tecniche di negoziazione e gestione degli acquisti. Durante il percorso formativo verranno illustrate le tecniche per migliorare la qualità della gestione degli acquisti; verranno elaborate delle strategie per migliorare l efficacia del personale dedicato dell azienda in generale, dal momento in cui nasce l offerta al momento in cui viene soddisfatta. MODULO 1: LEADERSHIP SITUAZIONALE Il manager come gestore di un prodotto organizzativo di qualità La realizzazione di una leadership di servizio, attraverso un interazione aziendale mirata MODULO 2: GESTIONE DEI COLLABORATORI Definizione di target-collaboratore, obiettivo organizzativo, tipo di messaggio Aspetti tangibili della leadership esercitata La comunicazione guidata verso il risultato del coinvolgimento dei collaboratori MODULO 3: GUIDARE DEI COLLABORATORI Valutare il potenziale umano affidato dall Impresa Favorire la collaborazione tra i soggetti coinvolti MODALITÀ La formazione sarà caratterizzata da momenti teorici alternati a dibattiti stimolati da Role Playing ed Esercitazioni Pratiche Guidate, al fine di rendere il momento formativo più esperienziale ed efficace. Verranno inoltre utilizzate specifiche slide, insieme a materiale cartaceo e audio-visivo. Pescara, 10/04/ /04/2013 Milano, 03/10/ /10/2013 Roma, 02/04/ /04/ ,00 (IVA inclusa) 6

8 FRONT OFFICE MANAGEMENT 8 ore Trasferire conoscenze teoriche e pratiche di natura organizzativa, amministrativa e logistica per raggiungere livelli di eccellenza nella gestione e nell accoglienza dell ospite, approfondendo i temi legati al coordinamento e alla gestione delle attività specifiche nell area ricevimento. Il corso è rivolto a tutti coloro che vogliono specializzarsi diversamente o accrescere ulteriormente le proprie competenze professionali nel trasmettere l immagine aziendale e instaurare relazioni basate sul concetto di servizio al cliente. Durante il percorso formativo verranno analizzati i principali attori del contesto di riferimento, per sviluppare la professionalità e l efficienza del personale e migliorare la gestione delle relazioni per trasmettere quindi un immagine ottimale. MODULO 1: ORGANIZZAZIONE DEL FRONT OFFICE Professionalità, accoglienza e cura del cliente Aspetto estetico, forma e comportamento Customer care: servizio al cliente Rispettare la privacy del cliente MODULO 2: LA COMUNICAZIONE E GESTIONE DELLE RELAZIONI FRA IL PERSONALE E IL CLIENTE La gestione del reclamo Gestione efficace delle situazioni conflittuali La qualità del servizio Ottimizzare la comunicazione fra i reparti Pescara, 27/05/2013 Milano, 15/10/2013 Roma, 13/06/ ,00 (IVA inclusa) 7

9 TECNICHE DI HOUSEKEEPING 16 ore Il corso mira al trasferimento e all aggiornamento di conoscenze e competenze tecnicoprofessionali per la gestione e il mantenimento della qualità del servizio nel campo dell Hotellerie. Ottenere una visione d insieme attraverso l ottimizzazione delle doti organizzative per il benessere della clientela. Professionisti del settore, responsabili di piano, addetti alle pulizie o altre posizioni funzionali nel campo dell Hotellerie che vogliono specializzarsi diversamente e/o accrescere ulteriormente le proprie competenze professionali. Durante il percorso formativo verranno illustrate le tecniche per migliorare la qualità e i servizi offerti al cliente. Verrà inoltre analizzato ogni aspetto della struttura di riferimento, dei singoli ruoli e delle attività da svolgere, al fine di sviluppare piani d azione in grado di creare strategie per soddisfare le esigenze del cliente. MODULO 1: TECNICHE DI HOUSEKEEPING Organizzazione nell albergo Organizzazione del reparto piani La figura dell Executive Housekeeper Il ruolo del personale addetto ala pulizia in albergo Cameriera ai piani Aspetto e regole di comportamento Attività giornaliere, gestione e pianificazione, controllo MODULO 2: HOUSEKEEPING MANAGEMENT PIANIFICAZIONE: La gestione del budget di reparto Job description per le camere in partenza, fermata e ripassi serali ORGANIZZAZIONE: Selezione del personale con al gestione delle ferie EROGAZONE: Interazione con i vari reparti Rapporti con i fornitori CONTROLLO: Pulizia camere e aree comuni Pescara, 13/03/ /03/2013 Milano, 25/10/ /10/2013 Roma, 08/04/ /04/ ,00 (IVA inclusa) 8

10 SPA MARKETING MANAGEMENT 32 ore Formare professionisti in grado di gestire con una prospettiva economico-manageriale i servizi del settore Benessere nelle diverse fasi del loro ciclo di vita: dalla progettazione di nuovi percorsi wellness, alla promozione e commercializzazione del prodotto SPA. Il corso è rivolto tutti coloro che vogliono specializzarsi diversamente o accrescere ulteriormente le proprie competenze professionali. Durante il percorso formativo verranno illustrate le tecniche per migliorare la qualità della gestione commerciale e organizzativa della SPA, dallo start-up alla fidelizzazione dei clienti, dal controllo di gestione alla promozione e commercializzazione delle attività wellness, alla pianificazione di marketing. Il Termalismo e l industria del Benessere SPA oggi Il Marketing dell industria benessere L orientamento al Cliente Il Marketing Plan Trend emergenti Analisi Swot Analisi della Concorrenza Macrosegmentazione del Mercato Wellness Analisi delle motivazioni Le leve del Marketing Mix La comunicazione Il prezzo Modelli e Strumenti economici Il Personale di una SPA Le aree di una SPA SPA Prodotto vs. SPA Servizio Pensare SPA MODALITÀ La formazione sarà caratterizzata da momenti teorici alternati a dibattiti stimolati da Role Playing ed Esercitazioni Pratiche Guidate, al fine di rendere il momento formativo più esperienziale ed efficace. Verranno inoltre utilizzate specifiche slide, insieme a materiale cartaceo e audio-visivo. Pescara, dal 06/05/2013 al 09/05/2013 Milano, dal 21/10/2013 al 24/10/2013 Roma, dal 17/05/2013 al 20/05/ ,00 (IVA inclusa) 9

11 FOOD & BEVERAGE MANAGER 40 ore Dare ai professionisti del settore gli strumenti per trasformare la propria realtà in un impresa creando la cultura dell organizzazione del servizio al cliente in un mercato altamente competitivo. Professionisti del settore turismo coinvolti nell attività di approvvigionamento, organizzazione ed erogazione del servizio al cliente. Il corso prevede il trasferimento e l aggiornamento delle competenze gestionali in campo della ristorazione al fine di avere una visione globale del servizio al cliente e un efficienza organizzativa. LA RISTORAZIONE: STRUTTURE, SERVIZI E ORGANIZZAZIONE I settori e le figure professionali del F&B La ristorazione: strutture e servizi Impianti e attrezzature Approvvigionamento e gestione delle materie prime Il budget e l obiettivo di profitto La gestione dei costi nel F&B: imputazione e centri di costo La funzione del controllo Il controllo dei costi: il menù Il sistema di controllo: utilizzo delle informazioni Determinazione degli standard Stili alimentari: panoramica regionale, nazionale, internazionale Il modello mediterraneo Il controllo del costo del personale Problematiche della ristorazione: aspetti gestionali ELEMENTI DI CONTROLLO IGIENICO-SANITARIO H.a.c.c.p Igiene e sicurezza sul posto di lavoro ENOLOGIA Il vino, la cantina, le figure, la terminologia, la degustazione Panoramica regionale, nazionale e internazionale MODALITÀ La formazione sarà caratterizzata da momenti teorici alternati a dibattiti stimolati da Role Playing ed Esercitazioni Pratiche Guidate, al fine di rendere il momento formativo più esperienziale ed efficace. Verranno inoltre utilizzate specifiche slide, insieme a materiale cartaceo e audio-visivo. Pescara, dal 18/03/2013 al 22/03/2013 Milano, dal 20/05/2013 al 24/05/2013 Roma, dal 04/03/2013 al 08/03/ ,00 (IVA inclusa) 10

12 VISUAL MERCHANDISING 32 ore Il corso mira a fornire tecniche e strumenti per una visione di marketing tesa a fidelizzare e comunicare con la clientela. Store manager, capi reparto che vogliano implementare le regole del visual merchandising per contribuire al successo del punto vendita. Integrare le regole del visual merchandising con un alto livello di competenza professionale e capacità di gestione globale delle attività di marketing orientate al cliente al fine di rendere più gradevole il punto vendita attraverso tecniche e sistemi di comunicazione visiva. MODULO 1: COMUNICAZIONE E RIMOTIVAZIONE Sviluppare le attitudini comportamentali del singolo al raggiungimento di risultati efficaci Presentazione e condivisione Report Analisi Vendite Esercitazione MODULO 2: DAL CONCEPT AL VISUAL MERCHANDISING Il dominio del visibile Dall identità di insegna al concept di punto vendita La progettazione dello store design L implementazione su una rete di punti vendita Dal merchandising al visual merchandising: definizioni e campi di applicazione Il visual merchandising e la programmazione degli acquisti Il bilanciamento di esigenze contrastanti Il profilo del visual merchandising MODULO 3: IL VISUAL MERCHANDISING E LA COMUNICAZIONE ESTERNA DEL PDV Il design esterno L insegna La facciata e l ingresso La vetrina: struttura, tipologie e tecniche espositive MODULO 4: IL VISUAL MERCHANDISING E LA COMUNICAZIONE INTERNA DEL PDV Una rappresentazione teatrale: il percorso percettivo del cliente all interno del punto vendita Le funzioni del layout Il layout delle attrezzature Il layout merceologico Il punto focale Il punto display Il point of purchase display Il display L allocazione dello spazio ai prodotti o space management I correttivi del lineare espositivo Lo store design al servizio del cliente L efficacia della comunicazione nel punto vendita per affermare la brand awareness MODALITÀ La formazione sarà caratterizzata da momenti teorici alternati a dibattiti stimolati da Role Playing ed Esercitazioni Pratiche Guidate, al fine di rendere il momento formativo più esperienziale ed efficace. Verranno inoltre utilizzate specifiche slide, insieme a materiale cartaceo e audio-visivo. Pescara, dal 14/05/2013 al 17/05/2013 Milano, dal 04/06/2013 al 07/06/2013 Roma, dal 05/11/2013 al 08/11/ ,00 (IVA inclusa) 11

13 TECNICHE DI VENDITA E VETRINISTICA 32 ore Pensare da cliente e agire da professionista: apprendere le tecniche di vendita e di comunicazione visiva per attrarre il cliente. Il corso si rivolge al venditore moderno che voglia apprendere abilità e competenze, per saper andare di più verso il cliente, facendo proprie capacità analitiche, psicologiche e organizzative. Il corso si riserva di approfondire le tecniche e le strategie di vendita attraverso l analisi psicologica. MODULO 1: MISSIONE DELL ADDETTO ALLE VENDITE E L INCONTRO CON IL CLIENTE La missione del venditore: dal servizio alla consulenza I tre livelli della comunicazione verbale, paraverbale e non verbale Problemi nel comunicare distorsioni-disturbi-barriere Ascolto attivo e comportamento assertivo Fiducia e coerenza: due parole chiave L accoglienza del cliente Ascoltare e domandare Tecniche di presentazione MODULO 2: LA GESTIONE DEL PUNTO VENDITA E DEL PRODOTTO Conoscere la gamma dei prodotti offerti: profondità e ampiezza La tenuta del punto vendita L importanza del prezzo e della sua comunicazione Cenni di visual merchandising La presenza delle novità e delle promozioni per un commercio dinamico Perché vendere è importante: il successo delle vendite come primo indicatore di soddisfazione del cliente MODULO 3: LA VETRINISTICA COME FORMA DI COMUNICAZIONE Attrezzi, strutture e sostegni per la vetrina Ubicazione e tipologie di vetrina Vari tipi di esposizione: stagione, saldi, vendite promozionali Prezzi Composizione: le linee, le forme, i gruppi, la profondità Idea guida: allestimento a tema Esercitazioni pratiche MODULO 4: L ESPOSIZIONE DEGLI ARTICOLI Panoramica sull esposizione di articoli diversi Articolo caldo-freddo Accessori Elementi di scenografia: cartellonistica e soggetti Creatività e comunicazione in vetrina La luce e il colore in vetrina: la funzione del colore e gli abbinamenti Esercitazioni pratiche Pescara, dal 21/10/2013 al 24/10/2013 Milano, dal 15/04/2013 al 18/04/2013 Roma, dal 16/09/2013 al 19/09/ ,00 (IVA inclusa) 12

14 CATALOGO CORSI INTERAZIENDALI Il coaching nella gestione delle risorse umane Pescara, 16/05/ /05/2013 Milano, 14/11/ /11/2013 Roma, 17/10/ /10/ L iniziativa personale in azienda Pescara, 14/05/ /05/2013 Milano, 20/06/ /06/2013 Roma, 21/11/ /11/ La comunicazione telefonica nel recupero crediti Pescara, 18/11/ /11/2013 Milano, 20/05/ /05/2013 Roma, 13/06/ /06/ Team Working Pescara, 04/07/ /07/2013 Milano, 09/05/ /05/2013 Roma, 23/09/ /09/ Team Building Pescara, 28/10/ /10/2013 Milano, 09/09/ /09/2013 Roma, 11/07/ /07/ Tecniche di negoziazione per la gestione acquisti Pescara, 10/04/ /04/2013 Milano, 03/10/ /10/2013 Roma, 02/04/ /04/ Front Office Management Pescara, 27/05/2013 Milano, 15/10/2013 Roma, 13/06/ Tecniche di Housekeeping Pescara, 13/03/ /03/2013 Milano, 25/10/ /10/2013 Roma, 08/04/ /04/ SPA Marketing Management Pescara, dal 06/05/2013 al 09/05/2013 Milano, dal 21/10/2013 al 24/10/2013 Roma, dal 17/05/2013 al 20/05/ Food & Beverage Manager Pescara, dal 18/03/2013 al 22/03/2013 Milano, dal 20/05/2013 al 24/05/2013 Roma, dal 04/03/2013 al 08/03/ Visual Merchandising Pescara, dal 14/05/2013 al 17/05/2013 Milano, dal 04/06/2013 al 07/06/2013 Roma, dal 05/11/2013 al 08/11/ Tecniche di vendita e vetrinistica Pescara, dal 21/10/2013 al 24/10/2013 Milano, dal 15/04/2013 al 18/04/2013 Roma, dal 16/09/2013 al 19/09/2013

15 SEDE LEGALE Via Vomano Pescara Tel Fax SEDI OPERATIVE Via Ripamonti Milano Tel Fax Viale S.S. Pietro e Paolo Roma Tel Fax Via S. Matarrese Bari Tel Fax

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

C.A.P.A.C. Politecnico del Commercio e del Turismo

C.A.P.A.C. Politecnico del Commercio e del Turismo AVVISO FOR.TE 3/12 OFFERTA FORMATIVA CAPAC POLITECNICO DEL COMMERCIO E DEL TURISMO CF4819_2012 Sicurezza: formazione specifica basso rischio - aggiornamento 4 ore Lavoratori che devono frequentare il modulo

Dettagli

FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA

FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA novembre 2004 FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA CICLO DI FORMAZIONE SUL RUOLO E SULLA VALORIZZAZIONE DELLA MARCA NELLA VITA AZIENDALE 3, rue Henry Monnier F-75009 Paris www.arkema.com TEL (+33)

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

STRATEGIE E SVILUPPO COMMERCIALE

STRATEGIE E SVILUPPO COMMERCIALE te eti Vendita eting Strategico As nter Sviluppo Reti Vendita ting Operativo Marketing Strategic ssessment Center Sviluppo Reti Vendita M eti Vendita Marketing Operativo Marketing Strategic Marketing Strategico

Dettagli

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 PROGRAMMA: Area Management e Marketing dei Beni Culturali INTRODUZIONE AL MARKETING Introduzione ed Obiettivi Il marketing nell

Dettagli

Process Counseling Master. Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo

Process Counseling Master. Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo Process Counseling Master Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo Il percorso Una delle applicazioni più diffuse del Process Counseling riguarda lo sviluppo delle potenzialità

Dettagli

il retail: un opportunità di business garantita da un team esperto

il retail: un opportunità di business garantita da un team esperto il retail: un opportunità di business garantita da un team esperto il retail: una sfida avvincente Gestire una propria rete di punti vendita monomarca diretti o in franchising, per molte aziende sta diventando

Dettagli

MASTER MAGPA Argomenti Project Work

MASTER MAGPA Argomenti Project Work MASTER MAGPA Argomenti Project Work MODULO I LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: PROFILO STORICO E SFIDE FUTURE Nome Relatore: Dott.ssa Ricciardelli (ricciardelli@lum.it) 1. Dal modello burocratico al New Public

Dettagli

SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali

SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali Grandi Navi Veloci. Utilizzata con concessione dell autore. SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali Partner Nome dell azienda Ferretticasa Spa Settore Engineering & Costruction Servizi e/o

Dettagli

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE Management Risorse Umane MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE La formazione di eccellenza al servizio dei Manager PRESENTAZIONE Il Master Triennale di Formazione Manageriale è un percorso di sviluppo

Dettagli

IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE

IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE 12 DICEMBRE 2013 JOB MATCHPOINT Eliana Branca Direttore Scuola Superiore del Commercio del Turismo dei Servizi e delle Professioni

Dettagli

DEFINIZIONE DEL PIANO DI COMUNICAZIONE INTERNA Fare della Vostra Azienda il Miglior Posto in cui Lavorare

DEFINIZIONE DEL PIANO DI COMUNICAZIONE INTERNA Fare della Vostra Azienda il Miglior Posto in cui Lavorare DEFINIZIONE DEL PIANO DI COMUNICAZIONE INTERNA Fare della Vostra Azienda il Miglior Posto in cui Lavorare Creating Your Future Impostazione e Linee Guida Obiettivi Questo documento illustra l approccio

Dettagli

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA IL MIO PASSATO LE MIE ESPERIENZE COSA VOLEVO FARE DA GRANDE COME SONO IO? I MIEI DIFETTI LE MIE RELAZIONI LE MIE PASSIONI I SOGNI NEL CASSETTO IL MIO CANE IL MIO GATTO Comincio

Dettagli

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali LAVORO DI GRUPPO Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali Esistono molti manuali e teorie sulla costituzione di gruppi e sull efficacia del lavoro di gruppo. Un coordinatore dovrebbe tenere

Dettagli

SCUOLA NAZIONALE DEL BROKER MARITTIMO

SCUOLA NAZIONALE DEL BROKER MARITTIMO SCUOLA NAZIONALE DEL BROKER MARITTIMO Presentazione del corso Istituzionale Il broker marittimo: la figura professionale Lo Shipbroker, in italiano mediatore marittimo, è colui che media fra il proprietario

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

Criteri per la definizione e valutazione di un nuovo prodotto Aspetti di base ed elementi di discussione a cura di Michele Tamma

Criteri per la definizione e valutazione di un nuovo prodotto Aspetti di base ed elementi di discussione a cura di Michele Tamma Criteri per la definizione e valutazione di un nuovo prodotto Aspetti di base ed elementi di discussione a cura di Michele Tamma Aprile 2005 Definire un nuovo prodotto: Metterne a fuoco il concept, ovvero

Dettagli

SPC Scuola di Process Counseling

SPC Scuola di Process Counseling SPC Scuola di Process Counseling In uno scenario professionale e sociale in cui la relazione è il vero bisogno di individui e organizzazioni, SPC propone un modello scientifico che unisce l attenzione

Dettagli

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A VIVERE L'ECCELLENZA L'ECCELLENZA PLURIMA Le domande, come le risposte, cambiano. Gli obiettivi restano, quelli dell eccellenza. 1995-2015 Venti anni di successi dal primo contratto sottoscritto con l Istituto

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

REGOLAMENTO E POLITICHE AZIENDALI ALLEGATO (J) DOCUMENTO SULLE POLITICHE DI SICUREZZA E TUTELA DELLA SALUTE SUL LAVORO EX D.LGS. N.

REGOLAMENTO E POLITICHE AZIENDALI ALLEGATO (J) DOCUMENTO SULLE POLITICHE DI SICUREZZA E TUTELA DELLA SALUTE SUL LAVORO EX D.LGS. N. REGOLAMENTO E POLITICHE AZIENDALI ALLEGATO (J) DOCUMENTO SULLE POLITICHE DI SICUREZZA E TUTELA DELLA SALUTE SUL LAVORO EX D.LGS. N. 81/2008 Il Consiglio di Amministrazione della Società ha approvato le

Dettagli

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia la gestione dei processi di comunicazione in quale scenario deve identificarsi un progetto di miglioramento, nella gestione dei beni digitali per

Dettagli

VADECUM PER IL CORSISTA

VADECUM PER IL CORSISTA VADECUM PER IL CORSISTA L organismo Formativo Dante Alighieri, con sede in Fasano alla Via F.lli Trisciuzzi, C.da Sant Angelo s.n. - Zona Industriale Sud, nel quadro del P.O. Puglia 2007-2013 AVVISO PR.BR

Dettagli

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA Proposte formative 2011 Novità accreditamento ECM FINALITA Per soddisfare l esigenza di aggiornamento professionale continuo, grazie all esperienza maturata da Vega nelle

Dettagli

La gestione dei servizi non core: il Facility Management

La gestione dei servizi non core: il Facility Management La gestione dei servizi non core: il Facility Management ing. Fabio Nonino Università degli studi di Udine Laboratorio di Ingegneria Gestionale Dipartimento di Ingegneria Elettrica, Gestionale e Meccanica

Dettagli

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI.

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. Come gruppo industriale tecnologico leader nel settore del vetro e dei materiali

Dettagli

MASTER IN INNOVATIVE MARKETING, E-MANAGEMENT & CREATIVE SOLUTIONS

MASTER IN INNOVATIVE MARKETING, E-MANAGEMENT & CREATIVE SOLUTIONS MASTER IN INNOVATIVE MARKETING, E-MANAGEMENT & CREATIVE SOLUTIONS Eidos Communication Via G. Savonarola, 31 00195 Roma T. 06. 45.55.54.52. F. 06. 45.55.55.44. E. info@eidos.co.it W. www.eidos.co.it INFORMAZIONI

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

IL PROGETTO MINDSH@RE

IL PROGETTO MINDSH@RE IL PROGETTO MINDSH@RE Gruppo Finmeccanica Attilio Di Giovanni V.P.Technology Innovation & IP Mngt L'innovazione e la Ricerca sono due dei punti di eccellenza di Finmeccanica. Lo scorso anno il Gruppo ha

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

Le competenze per la gestione e lo sviluppo delle risorse umane nelle università e negli enti di ricerca

Le competenze per la gestione e lo sviluppo delle risorse umane nelle università e negli enti di ricerca Scuola di Management per le Università, gli Enti di ricerca e le Istituzioni Scolastiche Le competenze per la gestione e lo sviluppo delle risorse umane nelle università e negli enti di ricerca Dott. William

Dettagli

SICUREZZA & INGEGNERIA

SICUREZZA & INGEGNERIA SICUREZZA & INGEGNERIA Centro Formazione AiFOS A707 MA.CI - S.R.L. AGENZIA FORMATIVA E SERVIZI PROFESSIONALI PER LE IMPRESE Organismo accreditato dalla Regione Toscana PI0769 C.F./Partita IVA 01965420506

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli

Accademia Beauty and Hair

Accademia Beauty and Hair INDICE CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

1. AGROALIMENTARE, PROMOZIONE TERRITORIALE E TURISMO

1. AGROALIMENTARE, PROMOZIONE TERRITORIALE E TURISMO CHI SIAMO Sagitter One é la compagnia specializzata nel fornire soluzioni all avanguardia nel mercato dell ospitalità, della promozione agroalimentare, del marketing territoriale e dell organizzazione

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

GRAFICA. Diamo forma ai tuoi bisogni. Consulenti di soluzioni. grafica cartacea - grafica online - grafica applicata

GRAFICA. Diamo forma ai tuoi bisogni. Consulenti di soluzioni. grafica cartacea - grafica online - grafica applicata Diamo forma ai tuoi bisogni Consulenti di soluzioni GRAFICA grafica cartacea - grafica online - grafica applicata BROCHURES CARTELLINE CATALOGHI LOCANDINE VOLANTINI MANIFESTI CALENDARI MENU LOGOMARCHI

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA I DESTINATION CENTER I Destination Center COS è UN DESTINATION CENTER? SHOPPING SPORT DIVERTIMENTO Un Destination Center e una combinazione di aree tematiche,

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo Pagina 1 di 24 INTRODUZIONE SEZ 0 Manuale Operativo DOCUMENTO TECNICO PER LA CERTIFICAZIONE DEL PROCESSO DI VENDITA DEGLI AGENTI E RAPPRESENTANTI DI COMMERCIO OPERANTI PRESSO UN AGENZIA DI RAPPRESENTANZA:

Dettagli

TECNICHE DI NEGOZIAZIONE E DI REDAZIONE DEI CONTRATTI DI VENDITA E DI DISTRIBUZIONE COMMERCIALE

TECNICHE DI NEGOZIAZIONE E DI REDAZIONE DEI CONTRATTI DI VENDITA E DI DISTRIBUZIONE COMMERCIALE RIEPILOGO CORSI Tecniche di negoziazione e di redazione dei contratti di vendita e di distribuzione commerciale Talenti & Vendite: la gestione della relazione commerciale Capire per vendere Tecniche di

Dettagli

Business Process Modeling Caso di Studio

Business Process Modeling Caso di Studio Caso di Studio Stefano Angrisano, Consulting IT Specialist December 2007 2007 IBM Corporation Sommario Perché l architettura SOA? Le aspettative del Cliente. Ambito applicativo oggetto dell introduzione

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA

ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA Carlo Carta Responsabile Commerciale ENGINEERING SARDEGNA e IL GRUPPO ENGINEERING La prima realtà IT italiana. oltre 7.000 DIPENDENTI 7% del mercato

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

Prosegue il percorso di riflessione

Prosegue il percorso di riflessione strategie WEB MARKETING. Strategie di Customer Journey per la creazione di valore Il viaggio del consumatore in rete Come le aziende possono calarsi nell esperienza multicanale del cliente per costruire

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

Definizione e struttura della comunicazione

Definizione e struttura della comunicazione Definizione e struttura della comunicazione Sono state date molteplici definizioni della comunicazione; la più semplice e comprensiva è forse questa: passaggio di un'informazione da un emittente ad un

Dettagli

Automotive Business Intelligence. La soluzione per ogni reparto, proprio quando ne avete bisogno.

Automotive Business Intelligence. La soluzione per ogni reparto, proprio quando ne avete bisogno. Automotive Business Intelligence La soluzione per ogni reparto, proprio quando ne avete bisogno. Prendere decisioni più consapevoli per promuovere la crescita del vostro business. Siete pronti ad avere

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

Risk management come opportunità per un nuovo welfare

Risk management come opportunità per un nuovo welfare Risk management come opportunità per un nuovo welfare Il contesto economico e sociale in cui operano i comitati Uisp condiziona la loro attività mettendoli di fronte a criticità di natura organizzativa,

Dettagli

Corso di Comunicazione d impresa

Corso di Comunicazione d impresa Corso di Comunicazione d impresa Prof. Gian Paolo Bonani g.bonani@libero.it Sessione 16 Sviluppo risorse umane e comunicazione interna Le relazioni di knowledge fra impresa e ambiente esterno Domanda

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

LA GESTIONE DEI PATRIMONI IMMOBILIARI. Asset, Property e facility management

LA GESTIONE DEI PATRIMONI IMMOBILIARI. Asset, Property e facility management LA GESTIONE DEI PATRIMONI IMMOBILIARI Asset, Property e facility management Roma 28 febbraio 2015 Relatore: Ing. Juan Pedro Grammaldo Argomenti trattati nei precedenti incontri Principi di Due Diligence

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLE MISURE FINALIZZATE AL MIGLIORAMENTO DEL BENESSERE ORGANIZZATIVO NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI

DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLE MISURE FINALIZZATE AL MIGLIORAMENTO DEL BENESSERE ORGANIZZATIVO NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLE MISURE FINALIZZATE AL MIGLIORAMENTO DEL BENESSERE ORGANIZZATIVO NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI A tutti i Ministeri - Uffici di Gabinetto -Uffici del

Dettagli

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ope Facility management per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ingegneria dell efficienza aziendale Società per i Servizi Integrati

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

Job Master con Stage DIREZIONE RISORSE UMANE

Job Master con Stage DIREZIONE RISORSE UMANE Quality Evolution Consulting Formazione Manageriale Job Master con Stage DIREZIONE RISORSE UMANE 7 edizione Firenze 23 maggio 2015 Firenze 120 ore al sabato 23 maggio 2015 31 ottobre 2015 Agenzia Formativa

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro

La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro La sicurezza non è negoziabile Nestlé è convinta che il successo a lungo termine possa essere raggiunto soltanto grazie alle sue persone. Nessun

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 CTI della provincia di Verona Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 Per non perdere nessuno La crisi economica e valoriale che stiamo vivendo entra dapprima nelle famiglie e poi nella scuola. Gli

Dettagli

Master in Fundraising e Project Management

Master in Fundraising e Project Management Master in Fundraising e Project Management Il Master in Fundraising e Project Management, in collaborazione con l Università degli Studi di Roma Tor Vergata, è volto a formare esperti di raccolta fondi

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione Culturale - Codice: E11 Sportelli Informa

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione Culturale - Codice: E11 Sportelli Informa ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Inform@lmente SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione Culturale - Codice: E11 Sportelli Informa OBIETTIVI DEL PROGETTO

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con:

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: V E NIDO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE R ENTI LOCALI T QUARTIERE I C SCUOLA DELL INFANZIA FAMIGLIA

Dettagli

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA (Operazione 2011-796/PR - approvata con Delibera di Giunta Provinciale n. 608 del 01/12/2011) BANDO DI SELEZIONE DOCENTI E CONSULENTI La Provincia di Parma ha

Dettagli

Master Universitario di I livello

Master Universitario di I livello Master Universitario di I livello In Obiettivi e sbocchi professionali: Il nostro obiettivo è quello di fornire ai partecipanti, gli strumenti adatti per gestire con efficacia progetti nel settore delle

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici. Laura Mengoni

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici. Laura Mengoni La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici Laura Mengoni Milano, 24 febbraio 2011 Seminario di formazione per i dirigenti scolastici sui temi della

Dettagli

nel mondo delle professioni e della salute

nel mondo delle professioni e della salute Una Aggiornamento storia che e si formazione rinnova nel mondo delle professioni e della salute una rete di professionisti, la forza dell esperienza, l impegno nell educazione, tecnologie che comunicano.

Dettagli

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA - organizzare e gestire l insieme delle attività, utilizzando una piattaforma per la gestione aziendale: integrata, completa, flessibile, coerente e con un grado di complessità

Dettagli

Settori. Personale qualificato. Chi siamo

Settori. Personale qualificato. Chi siamo Settori Pubblico Pulizia di edifici di Pubbliche amministrazioni seguendo le richieste indicate nei capitolati d oneri, controllate inoltre delle specifiche norme UNI EN ISO 9001 e SA8000. Privato personalizzati

Dettagli

Partner unico, vantaggi infiniti.

Partner unico, vantaggi infiniti. Partner unico, vantaggi infiniti. Affidabilità, la nostra missione. Un unico interlocutore per molteplici servizi: è questa la forza di Tre Sinergie, azienda che opera nel settore del global service e

Dettagli

Parma, 23 settembre 2011. Dal modello formativo europeo al percorso formativo per l assistente familiare non professionale

Parma, 23 settembre 2011. Dal modello formativo europeo al percorso formativo per l assistente familiare non professionale Parma, 23 settembre 2011 Dal modello formativo europeo al percorso formativo per l assistente familiare non professionale Dopo il meeting europeo svoltosi a Granada e partendo dal percorso formativo l

Dettagli

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Sc. Materna Elementare e Media LENTINI 85045 LAURIA (PZ) Cod. Scuola: PZIC848008 Codice Fisc.: 91002150760 Via Roma, 102 - e FAX: 0973823292 I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO

Dettagli

L immagine gustativa della tua azienda Divisione Catering Aziendale

L immagine gustativa della tua azienda Divisione Catering Aziendale Catering fieristico e Banqueting per ogni evento di business L immagine gustativa della tua azienda Divisione Catering Aziendale Credo che un buon cibo, preparato con ingredienti di qualità e un equilibrato

Dettagli

Excellence Programs executive. Renaissance management

Excellence Programs executive. Renaissance management Excellence Programs executive Renaissance management Renaissance Management: Positive leaders in action! toscana 24.25.26 maggio 2012 Renaissance Management: positive leaders in action! Il mondo delle

Dettagli

CODICE ETICO SOMMARIO. Premessa Principi generali. pag. 2 pag. 2 pag. 3 pag. 3 pag. 4 pag. 4 pag. 5 pag. 7 pag. 7 pag. 7 pag. 8 pag. 8 pag.

CODICE ETICO SOMMARIO. Premessa Principi generali. pag. 2 pag. 2 pag. 3 pag. 3 pag. 4 pag. 4 pag. 5 pag. 7 pag. 7 pag. 7 pag. 8 pag. 8 pag. CODICE ETICO SOMMARIO Premessa Principi generali Art. I Responsabilità Art. II Lealtà aziendale Art. III Segretezza Art. IV Ambiente di Lavoro, sicurezza Art. V Rapporti commerciali Art. VI Rapporti con

Dettagli

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a:

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a: 1 1.Obiettivi Il master ha l obiettivo di favorire lo sviluppo delle competenze manageriali nelle Aziende Sanitarie e Ospedaliere, negli IRCCS, nei Policlinici e nelle strutture di cura private approfondendo,

Dettagli

Vodafone Case Study Pulitalia

Vodafone Case Study Pulitalia Quello con Vodafone e un vero è proprio matrimonio: un lungo rapporto di fiducia reciproca con un partner veramente attento alle nostre esigenze e con un account manager di grande professionalità. 1 Il

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina Cosa è il DSS L elevato sviluppo dei personal computer, delle reti di calcolatori, dei sistemi database di grandi dimensioni, e la forte espansione di modelli basati sui calcolatori rappresentano gli sviluppi

Dettagli

Nel processo di valutazione dei dirigenti sono principalmente coinvolti i seguenti ruoli:

Nel processo di valutazione dei dirigenti sono principalmente coinvolti i seguenti ruoli: 2. IL PROCESSO DI VALUTAZIONE 2.1. Gli attori del processo di valutazione Nel processo di valutazione dei dirigenti sono principalmente coinvolti i seguenti ruoli: Direttore dell Agenzia delle Entrate.

Dettagli

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB:

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB: Via Durini, 23-20122 Milano (MI) Tel.+39.02.77.88.931 Fax +39.02.76.31.33.84 Piazza Marconi,15-00144 Roma Tel.+39.06.32.80.37.33 Fax +39.06.32.80.36.00 www.valuelab.it valuelab@valuelab.it MARKETING INTELLIGENCE

Dettagli

COME CERCARE CLIENTI E VENDERE MEGLIO ALL ESTERO

COME CERCARE CLIENTI E VENDERE MEGLIO ALL ESTERO COME CERCARE CLIENTI E VENDERE MEGLIO ALL ESTERO Tutte le aziende ed attività economiche hanno bisogno di nuovi clienti, sia per sviluppare il proprio business sia per integrare tutti quei clienti, che

Dettagli

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE PROGRAMMA DI STUDIO SALUTE in AUTOGESTIONE 2013 1 This project has been funded with support from the European Commission. Indice dei contenuti 1. DESTINATARI. 3 2. CARICO DI LAVORO.3 3. ento/insegnamento

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

LA POLITICA DI PRODOTTO

LA POLITICA DI PRODOTTO LA POLITICA DI PRODOTTO COS E UN PRODOTTO? LE FASI PER LA DEFINIZIONE DELLA POLITICA DI PRODOTTO CLASSIFICAZIONE EVENTUALE LANCIO DI NUOVI PRODOTTI DEFINIZIONE DELLA POLITICA DI MARCA DEFINIZIONE DELLA

Dettagli