Call Center Gestione Servizio in Overflow. Disciplinare Tecnico. Gara d Appalto. Gestione Servizio in Overflow del Contact Center

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Call Center Gestione Servizio in Overflow. Disciplinare Tecnico. Gara d Appalto. Gestione Servizio in Overflow del Contact Center"

Transcript

1 Gara d Appalto Gestione Servizio in Overflow del Contact Center ACQUEDOTTO PUGLIESE S.p.A. CAPITOLATO TECNICO Criterio di aggiudicazione : offerta economicamente più vantaggiosa, D.lgs n. 163/2006 Valore complessivo dell appalto Euro ,00 IVA esclusa

2 Sommario! "! "" # " #$!% "!% " %"" & # $

3 !!' %"!! ""& %("" ("" " "!!% (!"" " "! " " # " " " '

4 1 Presentazione dell Acquedotto Pugliese S.p.A L Acquedotto Pugliese nel seguito AQP - opera nel settore del servizio idrico integrato ed è il secondo operatore italiano, gestendo un bacino d utenza di oltre 4 milioni d abitanti residenti, pari a circa il 7% dell intero mercato nazionale. Inoltre, con il decreto n.201/11, convertito nella legge n. 214/11, all'autorità per l Energia Elettrica ed il Gas sono state attribuite competenze anche in materia di servizi idrici. AQP gestisce il ciclo integrato dell acqua, dalla captazione alla distribuzione, la manutenzione delle fogne, la depurazione e lo smaltimento dei fanghi ed il riciclo delle acque reflue. AQP gestisce il servizio idrico integrato nella Regione Puglia e in alcuni comuni della Campania (appartenenti all ATO Sele-Calore) ed ha gestito, transitoriamente sino al 30 aprile 2004, il servizio idrico in 64 comuni dell ATO Unico Basilicata, approvvigionando all ingrosso anche alcuni comuni della Calabria. AQP gestisce, altresì, sei impianti di potabilizzazione ed i sistemi di vettoriamento della risorsa idrica. L organizzazione territoriale di AQP prevede 4 Macro Aree Bari e BAT, Brindisi e Taranto, Lecce, Foggia e Avellino - che rappresentano il luogo dove hanno origine le transazioni tecnico-commerciali tra l azienda ed i clienti. La Direzione Commerciale DIRCM sovrintende all indirizzo, al coordinamento ed al monitoraggio delle attività commerciali territoriali. Acquedotto Pugliese S.p.A. è uno dei maggiori player a livello nazionale nella gestione del servizio idrico integrato. L Azienda è costantemente impegnata nel miglioramento e nell efficientamento dei propri processi, con un attenzione particolare all ambiente, attraverso svariati progetti quali: il telecontrollo, la ricerca delle perdite fisiche ed il rinnovamento del parco contatori, installazione di centrali idroelettriche e impianti fotovoltaici ed eolici. L orientamento al cliente ed ai suoi bisogni è sempre più centrale nella politica aziendale, attraverso lo sviluppo dei servizi commerciali: semplificazione del processo contrattuale e di gestione dei reclami, nuovi canali di pagamento, maggiore chiarezza nelle fatture, fattura on-line. I servizi offerti alla clientela sono supportati da una molteplicità di canali sempre più ampi e di facile accesso, tra cui quelli on line.

5 Attualmente il cliente può comunicare con l Azienda, oltre che direttamente presso gli uffici commerciali, anche attraverso il numero verde , dal portale via mediante l account e dagli Sportelli Comunali OnLine, operativi presso gli Uffici Municipali. Nel 2011 sono stati gestiti oltre 500 mila contatti multicanale e tracciati in maniera trasparente, mediante l ausilio di soluzioni di Customer Relationship Management. L introduzione nel 2009 del sistema gestionale SAP IS/U, finalizzato alla ottimizzazione del ciclo letturazionefatturazione dei consumi, ha apportato benefici non solo nell ambito dell organizzazione aziendale, ma anche nella gestione del rapporto con i clienti. L evoluzione dei processi, il continuo miglioramento ed efficientamento della relazione con i clienti-cittadini necessitano di una gestione sempre più performante del servizio di Call Center AQP. A tale scopo si necessita attuare un maggior potenziamento del canale al fine di ridurre ed ottimizzare i tempi di attesa. 2 Premessa Attraverso il numero unico , AQP SpA fornisce ai propri clienti l accesso al Call Center presso il quale è possibile fruire di servizi di Informazione, Contrattualistica, Reclami, Rimborsi, Segnalazione guasti, Variazioni di recapito, Copie fatture, assistenza alla navigazione sul sito Attualmente i clienti AQP SpA, possono accedere da rete fissa al numero gratuito , da rete mobile o dall estero al numero , per quest ultimo la tariffa dipende dal gestore del servizio, e tutti i contatti convergono su unico albero IVR. Il servizio viene erogato con personale e infrastrutture tecnologiche di AQP SpA. La gestione delle chiamate è effettuata tramite operatori. E intenzione di AQP SpA migliorare la qualità del servizio offerto, integrando la gestione delle chiamate inbound/outbound da parte del personale AQP SpA tramite affidamento a un fornitore esterno in regime di outsourcing di tutto il traffico in overflow rispetto alla capacità di evasione delle postazioni operatore di AQP. Il presente documento ha l obiettivo di definire i requisiti del servizio di outsourcing del Call Center con una sintesi dei processi, dei servizi da gestire, con descrizione dell organizzazione attuale del Call Center, la stima dei volumi, la definizione dei livelli di servizio richiesti e gli strumenti di monitoraggio per il controllo della qualità, i profili professionali di cui si necessita, le principali caratteristiche degli elementi architetturali di base del Call Center e le prestazioni della piattaforma tecnologica di supporto.

6 3 Acronimi AEEG ACS ATO CRM CSA CSII DR FTE HDSL IPVPN IVR KPI LAN MAN PSTN SAP SOL RSII UPS Autorità per l Energia Elettrica ed il Gas AQP Customer Service (CRM AQP) Ambito Territoriale Ottimale Customer Relationship Management Customer Satisfaction Analysis Carta del Sevizio Idrico Integrato Disaster Recovery Full-Time Equivalent High data rate Digital Subscriber Line Internet Protocol Virtual Private Network Interactive Voice Response Key Performance Indicator Local Area Network Metropolitan Area Network Public Switched Telephone Network Sistema Informativo Aziendale Sportello On Line Regolamento Servizio Idrico Integrato Uninterruptible Power Supply 4 Oggetto del Servizio L oggetto del presente capitolato, consiste nella gestione di outsourcing, del traffico in overflow di tutti i servizi offerti dal Call Center AQP SpA, ed erogati attraverso le postazioni operatore situate presso le sedi AQP dislocate sul territorio gestito. Il fornitore dovrà essere in grado di gestire tutte le chiamate provenienti da AQP ed in grado di gestire, tutte le opzioni attualmente previste e descritte nel presente documento. Rientra nel servizio di outsourcing anche la gestione dei picchi di traffico che si verificano: - durante i giorni di sciopero e/o festivi per i quali AQP SpA fornirà, se possibile, con anticipo di 48 ore (solari), e con eventuali previsioni circa i volumi stimati e la durata; - in caso di interventi programmati, se possibile, con anticipo di 48 ore (solari);

7 - in caso di emergenze e interventi non programmati, se possibile con anticipo di 2 ore (solari). Tutte le chiamate dovranno essere gestite esclusivamente tramite operatore. Ogni operatore dovrà essere adeguatamente formato e preparato e dotato degli strumenti informatici di supporto per gestire ed erogare tutti i servizi previsti. Allo scopo di garantire le migliori performance e assicurare la continuità del servizio, l architettura complessiva sarà così organizzata: o o o o o o L aggiudicatario dovrà erogare il servizio da un unica sede localizzata in un centro urbano della regione Puglia, dotato di collegamento almeno HDSL, di alto livello di qualità e stabilità AQP fornirà le postazioni client presso l aggiudicatario e saranno fra loro in rete LAN chiusa: a tal riguardo, si precisa che il cablaggio strutturato dovrà essere del tipo integrato dati / fonia in cat. 6 e già predisposto a cura dell aggiudicatario Le postazioni fornite da AQP sono offerte in comodato d uso gratuito per il solo periodo di fornitura del servizio come previsto dal presente Capitolato, e pertanto dovranno essere riconsegnate, funzionanti ed in buono stato, ad AQP al termine del contratto Il collegamento dati tra la suddetta LAN (presente nella sede dell aggiudicatario) ed AQP avverrà mediante un collegamento dedicato IPVPN, in modo da realizzare una extranet: a tal riguardo si precisa che sarà cura di AQP provvedere al set-up di tale collegamento, inclusa la fornitura degli apparati attivi di rete e di moduli UPS al solo servizio di questi Le postazioni di lavoro presso la sede dell aggiudicatario dovranno essere utilizzate esclusivamente per la gestione delle chiamate provenienti da AQP (cioè non potranno ospitare software diverso da quello fornito e non potranno essere usate per svolgere attività a beneficio di clienti diversi da AQP) La sede operativa dovrà essere adeguata per ospitare le postazioni fornite da AQP, e dovranno essere previsti adeguati ambienti climatizzati per gli apparati attivi di rete forniti da AQP Sarà cura del fornitore stimare e dichiarare in offerta gli FTE necessari e quanti agenti impiegare per garantire gli SLA previsti nel presente documento e per garantire il servizio presso la propria sede operativa. Il servizio offerto dovrà prevedere la possibilità di essere dimensionato in modo flessibile e dinamico in funzione del traffico offerto e dovrà essere comunque espandibile per far fronte ad eventuali incrementi dei volumi di traffico anche improvvisi. AQP fornirà un numero massimo di postazioni pari a 35 client ed eventuali ulteriori necessità su specifiche esigenze dovranno essere concordate con AQP. Tali client saranno utilizzate sia per la operatività che per integrare tempestivamente eventuali sostituzioni per anomalie di postazione o per eventuali incrementi di volume di traffico.

8 4.1 Servizi Richiesti Il fornitore dovrà garantire la gestione di tutti i servizi attualmente erogati dal Call Center AQP, e riportati in maniera non esaustiva, nei capitoli %&'()(*+,*&-.)(*+(*- - %&/(.0( e %&'()(*%1+.0.)(*+(2.34*. Il Call Center dovrà inoltre veicolare eventuali ulteriori offerte di servizi di successivo rilascio da parte di AQP SpA. Inoltre, oltre ai servizi in inbound, sono previsti servizi in outbound per azioni di recupero crediti ed indagini sulla qualità del servizio offerto. Il servizio di segnalazione di guasto deve essere sempre garantito dal fornitore, anche in assenza dei sistemi AQP e/o in caso di malfunzionamento dei sistemi e/o delle infrastrutture predisposte dal fornitore, mediante soluzione di disaster recovery e di backup (eventualmente anche manuale o semi-automatizzata) che deve essere descritta nel progetto in fase di offerta e deve successivamente essere condivisa con AQP. 4.2 Durata del servizio La durata dell appalto è fissata in ventiquattro (24) mesi a decorrere dalla data di avvio dell esecuzione delle prestazioni, a seguito di apposito verbale, da effettuarsi non oltre 45 giorni dall intervenuta efficacia del contratto, previa convocazione dell impresa. È in facoltà di AQP autorizzare, nei casi previsti dall art. 302, comma 2, del D.Lgs. n. 207/2010, l'esecuzione anticipata della prestazione dopo che l'aggiudicazione definitiva è divenuta efficace. Se nel giorno fissato e comunicato, l esecutore non si presenta per l avvio dell esecuzione del contratto, il direttore dell esecuzione fissa un nuovo termine perentorio per l avvio, non inferiore a 5 giorni e non superiore a 15; i termini per l esecuzione decorrono comunque dalla data della prima convocazione. Decorso infruttuosamente il termine anzidetto è facoltà della stazione appaltante di risolvere il contratto e incamerare la cauzione. A mente dell art. 1331, comma 1, del Codice Civile AQP si riserva, a suo insindacabile giudizio, di proseguire o meno il rapporto contrattuale per un ulteriore periodo di dodici (12) mesi; nel caso in cui AQP eserciti l opzione, il contraente è obbligato alla prosecuzione del rapporto contrattuale, senza alcuna ulteriore trattativa. 4.3 Sede del Call Center La sede prevista dal fornitore del servizio di outsourcing dovrà essere indicata nell offerta. Per problematiche logistiche si richiede che l ubicazione del Call Center sia predisposta, in una unica sede, nel territorio

9 pugliese, ed è preferibile la collocazione nella città di Bari, per facilitare una costante relazione con AQP SpA. Ulteriori dettagli sono indicati nel capitolo 11%44*5%0%&'()(* AQP SpA attualmente eroga e continuerà ad erogare il servizio tramite postazioni operatore dislocate territorialmente. 4.4 Orario di Erogazione dei Servizi Il servizio sarà erogato dal lunedì alla domenica, tutti i giorni dell anno, compresi i festivi, con una copertura h 24 per la gestione delle segnalazioni di guasto. Per tutti gli altri servizi, attualmente è previsto il seguente orario: da Lunedì al Venerdì dalle alle 18,00 e il Sabato dalle alle In ogni caso, AQP si riserva in qualsiasi momento, previa comunicazione, di variare gli orari di erogazione dei servizi offerti. 5 Fasi del Progetto AQP SpA prevede di affidare al fornitore del servizio di outsourcing la gestione di tutte le chiamate in entrata, corrispondenti al traffico di trabocco rispetto al Call Center interno. Tale traffico di overflow è stimato in circa chiamate mese (circa chiamate su base annua) ± 20 %. AQP si riserva la possibilità di attivare specifiche iniziative che prevedono il ricorso a traffico in outbound per una stima di circa chiamate/mese. Le specifiche delle iniziative in outbound saranno oggetto di definizione da parte di AQP sull esigenza e sarà quindi concordata con il fornitore. Il fornitore deve descrivere, in fase di presentazione dell offerta, il progetto, la soluzione, l organizzazione, la metodologia adottata e la predisposizione di un piano di attività. Nell ambito delle attività il fornitore deve prevedere, la fase di avvio, di formazione del personale, le sessioni di training on the job, la fase di configurazione tecnologica, ecc.. Dalla data di inizio del contratto il fornitore dovrà pianificare due settimane di formazione, oltre ad una settimana di training on the job, per operatore. Al termine di tale periodo, da subito, il Call Center dovrà gestire da operatore tutti i servizi richiesti. AQP SpA si riserva di instradare le chiamate relative a servizi specifici su operatori selezionati in base al possesso di adeguati skill.

10 6 Piano di realizzazione E richiesta l erogazione del servizio entro 45 giorni solari dal contratto. Nel periodo indicato è incluso il collaudo con successo dell infrastruttura tecnologica presso il fornitore. Il fornitore dovrà presentare il piano di attivazione del servizio che comprenda almeno i seguenti aspetti: 1. Definizione delle fasi e delle attività del progetto; 2. Elenco dei risultati attesi per ciascuna fase e attività; 3. Piano di rilascio dei risultati di ciascuna fase e attività; 4. Piano di test della infrastruttura; 5. Piano di continuità del servizio che definisca le modalità di gestione di picchi di gestione degli orari e di come sono garantiti i servizi in caso interruzione; 6. Piano di formazione del personale. E richiesto al fornitore inoltre, di documentare, in fase di offerta: 1. l organizzazione di Project Management; 2. gli standard di qualità e le metodologie utilizzate per le attività di controllo progetto, sviluppo software e di integrazione; 3. la strumentazione di monitoraggio a disposizione di AQP; 4. la predisposizione di reportistica, anche se prodotta con la piattaforma fornita da AQP, sia analitica che operativa; 5. la gestione ed organizzazione delle emergenze interruzioni non programmate e della garanzia della offerta del servizio; 6. l organizzazione e la gestione di soluzioni di disaster recovery, di tutte le componenti hw/sw e di ICT, oltre che di natura elettrica. Devono essere inoltre forniti gli indicatori con evidenza dei potenziali rischi, l impatto, ed i tempi max di ripristino, ecc. AQP SpA e il fornitore nomineranno i rispettivi Responsabile di Contratto e Responsabili Tecnico per la revisione congiunta del piano di realizzazione ai fini dell adattamento del progetto offerto in gara al contesto organizzativo e alle specificità del servizio. Il fornitore dovrà produrre un documento sullo stato di avanzamento lavori (in formato elettronico utilizzando gli strumenti ed i modelli concordati con il responsabile tecnico nominato da AQP SpA), con cadenza almeno settimanale, evidenziando l'avanzamento rispetto al piano, l'analisi dei punti critici e le eventuali proposte di revisione.

11 All'interno di ogni fase realizzativa e di test dovrà essere prevista la condivisione con il personale AQP. In ogni caso deve essere sempre possibile al personale di AQP l'accesso a tutti i dati, agli ambienti di sviluppo e la partecipazione ai gruppi di lavoro/sviluppo congiuntamente con il personale del fornitore. 6.1 Collaudo Tutte le componenti infrastrutturali, tecnologiche HW e SW fornite da AQP, come indicato dal Capitolato, integrate con l infrastruttura dell aggiudicatario, saranno collaudate da un punto di vista funzionale e prestazionale da AQP con il fornitore, e a seguito di collaudo positivo, rese pronte all esercizio. 7 Volumi di riferimento e distribuzione delle chiamate Il volume di traffico complessivo atteso di richieste che giungono agli operatori, è stimato in (± 20%) di chiamate annue, di cui circa saranno gestite dal Contact Center AQP e dovranno essere gestiti come traffico di overflow dal fornitore. L andamento delle telefonate in coda nelle 24h è rappresentato nella Figura 1. Andamento telefonate in coda per fascia oraria Figura 1 andamento telefonata in coda nel 2012

12 La stima dell andamento delle telefonate potenzialmente in overflow è rappresentata nella Figura 2. Andamento per fascia oraria della stima di telefonate/anno in overflow Figura 2 stima andamento per fascia oraria dell overflow In caso di sciopero o di eventi stagionali che determinino un incremento del volume di chiamate, AQP SpA comunicherà al fornitore il potenziamento del servizio, eventualmente se disponibile, indicando l incremento atteso. In particolare, come già indicato nell oggetto del servizio, rientra nel servizio di outsourcing anche la gestione dei picchi di traffico che si verificano: - durante i giorni di sciopero e/o festivi per i quali AQP SpA fornirà, se possibile, con anticipo di 48 ore, e con eventuali previsioni circa i volumi stimati e la durata; - in caso di interventi programmati, se possibile, con anticipo di 48 ore; - in caso di emergenze e interventi non programmati, se possibile con anticipo di 2 ore. Inoltre, a fronte di eventi relativi a guasti improvvisi e di rilievo, tali da generare un incremento di contatti, il fornitore dovrà assicurare un tempestivo incremento del servizio con una maggiore capacità di risposta per garantire il mantenimento dei livelli di servizio. Tutte le chiamate dovranno essere gestite esclusivamente tramite operatore.

13 8 Descrizione dell attuale Call Center AQP Come anticipato nella premessa del presente documento, AQP SpA fornisce ai propri clienti uno sportello telefonico, attualmente unico su tutto il territorio nazionale, raggiungibile da rete fissa, da rete mobile o dall estero, che converge sull IVR centrale e consente di accedere a tutti i servizi offerti. L albero vocale, IVR, consente l accesso ai servizi mediante le seguenti opzioni: - Opzione 1: Servizio informazioni commerciali - Opzione 2: Segnalazione Guasti Tutti i servizi oggi offerti potranno, in qualsiasi momento, evolvere sia in termini di ampliamento/riduzione che di automatismi. 8.1 Servizio Informazioni Commerciali Il servizio è attualmente attivo tutti i giorni dal Lunedì al Venerdì dalle alle e il sabato dalle alle e consente di accedere/richiedere: - Informazioni su Contratti, Consumi, Fatture - Variazioni di Recapito - Richieste Copie Fatture - Richieste di nuovi contratti, subentri, modifiche contrattuali, disdette contrattuali - Informazioni sulle varie Modalità di Pagamento - Informazioni su Orari e Indirizzi degli uffici presenti sul territorio, Tariffe, Rimborsi, Reclami, Rateizzazioni - Informazioni sulla Privacy - Informazioni sulle attività di Recupero Crediti e Riattivazioni fornitura - Informazioni sulle cartelle delle Società di Riscossione (Equitalia, Gema, altre società di riscossione) - Informazioni sulla Campagna Vie Canalizzate Inoltre, l operatore fornisce informazioni di carattere generale su quanto previsto dal Regolamento del Servizio Idrico Integrato (RSII), dalla Carta dei Sevizio Idrico Integrato (CSII) e/o in merito alle iniziative aziendali; fornisce informazioni specifiche relative all utenza; opera direttamente sul sistema SAP ISU variazioni anagrafiche, ristampa copia delle fatture, crea nuove anagrafiche clienti, ecc.; instrada tramite sistema CRM (ACS) le richieste di Rimborsi, Reclami, Rateizzazioni, Contrattualistica, ecc.. Fornisce supporto ed informazioni sulla navigazione e la fruibilità dello Sportello OnLine AQP.

14 8.2 Servizio Segnalazioni Guasto Il servizio è attivo tutti i giorni 24 ore su 24 (tutti i giorni dell anno, compresi i festivi) e svolge le seguenti attività: - Gestione Informazioni su interruzioni programmate e manutenzioni sulle condotte; - Gestione segnalazioni di anomalie nella distribuzione idrica e della pubblica fognatura; - Gestione segnalazioni di anomalie al contatore o alle reti di distribuzione; - Gestione di emergenze/pericoli; Il servizio di segnalazione di guasto è sempre garantito, anche in assenza dei sistemi AQP e/o in caso di malfunzionamento dei sistemi del Call Center, mediante soluzione di backup. 9 Requisiti del servizio operatore Il servizio operatore deve rispettare i seguenti requisiti: 1. Deve essere garantito il presidio del servizio, il monitoraggio costante della qualità del servizio e l attivazione di interventi mirati al miglioramento della stessa; 2. Accettare che venga fornito all utente, in modalità automatica, e registrato ai fini statistici e di monitoraggio, il codice identificativo dell operatore che risponde alla telefonata; 3. Deve essere consentita una gestione flessibile, in linea, della telefonata, con possibilità di trasferimento ad altro numero/operatore/responsabile, per quesiti su specifiche problematiche, mantenendo il tracciamento della chiamata; 4. Il servizio sarà erogato dal lunedì alla domenica, con una copertura h24, compresi i festivi secondo quanto indicato nel presente capitolato; 5. Accettare che è prevista, e comunicata all utente, la registrazione della conversazione, dove previsto e secondo le indicazioni AQP SpA; 6. L operatore, nei casi complessi e secondo schemi predefiniti, deve compilare una scheda sul quesito posto da passare, via , al Responsabile di riferimento (Team Leader) del Fornitore che eventualmente si relazionerà con il coordinatore di AQP per la risoluzione della problematica; 7. Accettare che sarà prevista la rilevazione del gradimento del servizio da parte dell utenza, in particolare riguardo all efficacia, alla rapidità e alla cortesia rilevata per l informazione/servizio richiesto; 8. Gli addetti al servizio devono possedere adeguata scolarità, professionalità e competenza allineata ai massimi livelli di mercato, rispondente a quanto riportato nei requisiti per il servizio oggetto dell appalto; 9. Tutti i comportamenti del personale impiegato dall Appaltatore nei confronti della clientela dovranno essere caratterizzati da cortesia, gentilezza e disponibilità, avendo come obiettivo la risoluzione del problema e la soddisfazione del cliente;

15 10. L operatore dovrà evidenziare all utente lo stato di morosità, di inesitate, ecc, e dovrà proporre, ove possibile, servizi aggiuntivi rispetto a quelli richiesti. 10 Piattaforma Tecnologica La piattaforma software del Call Center, per la gestione del servizio oggetto di gara, sarà quella attualmente utilizzata da AQP. In particolare, le postazioni software operatore dell aggiudicatario, saranno configurate nella piattaforma AQP in modo tale che siano integrati nella stessa soluzione. Pertanto, sarà cura di AQP la gestione della piattaforma software del Call Center, mentre, è a carico dell aggiudicatario tutto quanto attiene le infrastrutture di rete, il cablaggio della sede, i posti operatore, gli impianti antincendio, sistema di condizionamento, sistema di sicurezza per controllo accessi, ecc.. Il fornitore in fase di offerta dovrà produrre un documento dettagliato circa gli impianti tecnologici a proprio carico. La valutazione dell effettiva rispondenza ai requisiti richiesti potrà essere verificata anche successivamente mediante sopralluogo tecnico, preventivamente o durante l esecuzione del servizio, da parte di una commissione tecnica di AQP SpA. Piattaforma CC AQP MAN AQP Postazioni Agente AQP WAN AQP PSTN Piattaforma DR CC AQP Extranet Utente Rete Sede Fornitore Postazioni Agente Fornitore 10.1 Instradamento delle chiamate A fronte di chiamata entrante, i criteri di instradamento prevedono l inoltro della chiamata alla coda agenti AQP libero da più tempo tra quelli in grado di prenderla in carico. Qualora non vi siano agenti AQP

16 disponibili, la chiamata sarà automaticamente instradata nella coda agenti del fornitore. Dal momento dell assegnazione della chiamata alla coda del fornitore partirà il conteggio dei tempi/sla a carico del fornitore. L assegnazione della chiamata alla coda agenti del fornitore prevede di gestire in modo integrato e flessibile il trasferimento anche di eventuali dati ad essa associati (record di chiamata, scheda cliente, ecc.) oltreché l apertura automatica del ticket del CRM AQP Infrastruttura ICT La sede presso il quale il fornitore predisporrà il servizio offerto dovrà essere collegato alla rete telefonica pubblica ed a Internet. Il collegamento alla rete dati della stazione appaltante AQP sarà realizzato per mezzo di una extranet a cura di AQP. Il servizio di segnalazione di guasto deve essere sempre garantito dal fornitore, anche in assenza dei sistemi AQP e/o in caso di malfunzionamento dei sistemi del Call Center predisposto dal fornitore, mediante soluzione di backup (eventualmente anche manuale o semi-automatizzata) che deve essere descritta nel progetto in fase di offerta Requisiti minimi del Sito di Call Center Le postazioni di lavoro individuali saranno, come già specificato, fornite e manutenute dalla stazione appaltante. La tipologia potrà essere del tipo: o personal computer con monitor, tastiera e mouse, cuffia e telefono, e con sistema operativo windows e client degli applicativi necessari (SAP, Remedy, ecc.) oppure o thin/zero client con monitor, tastiera e mouse, cuffia e telefono, senza sistema operativo e client degli applicativi perché saranno usufruibili in remoto (macchine virtuali). La soluzione prescelta sarà a discrezione di AQP e comunicata successivamente all aggiudicazione e sarà dipendente da considerazioni di tipo tecnico che svolgerà la struttura Information Technology di AQP, anche in dipendenza della posizione geografica della sede del fornitore che sarà utilizzata. In ogni caso, anche durante il corso del contratto AQP avrà sempre la facoltà di poter cambiare la tipologia di postazione resa disponibile al fornitore. Il numero delle postazioni fornite è indicato nel Capitolo Oggetto del Servizio.

17 10.4 Servizio di Service Desk Il verificarsi di malfunzionamenti dei sistemi deve essere comunicato tempestivamente al riferimento di AQP (in formato elettronico) provvedendo ad aprire il relativo ticket sul sistema di Service Desk di AQP. Deve essere sempre garantito il servizio di Guasti dal fornitore anche in assenza di funzionamento dei sistemi AQP con adozione di una soluzione di backup condivisa ed a carico del fornitore. Per consentire il monitoraggio del livello di servizio è richiesto un report mensile, in formato elettronico, con il dettaglio di eventuali disservizi (descrizione, entità, durata, cause, azioni correttive,ecc.) Sicurezza ambientale ed informatica Nella esecuzione delle attività del presente appalto il fornitore dovrà osservare il pieno rispetto della normativa vigente in tema di protezione della salute e sicurezza sul lavoro Profili professionali Il personale impiegato dovrà essere regolarmente assunto dal fornitore, nel rispetto delle vigenti normative in materia di rapporto di lavoro (cfr. +%&(1%+%&.0(%*660(17(5%00.11(25(/.4.&(*). Il fornitore deve descrivere nella offerta progettuale l organizzazione del servizio ed il numero e le figure professionali coinvolte. Il personale incaricato AQP dovrà interloquire direttamente con il titolare della Società appaltatrice o con i referenti appositamente indicati, senza dare dirette disposizioni ai prestatori d opera della Società. 11 Percorso di Formazione Deve essere garantito dal fornitore un costante aggiornamento delle conoscenze del personale addetto, secondo le figure professionali indicate. Il fornitore deve descrivere nella proposta progettuale un piano con i contenuti ed i tempi di ciascun percorso formativo offerto e la pianificazione periodica degli aggiornamenti. La formazione di base (organizzazione del Call Center, utilizzo dei sistemi informatici) rivolta agli operatori telefonici è a carico del fornitore. E invece a carico di AQP SpA la didattica relativa agli argomenti specialistici che riguardano i servizi erogati.

18 Per la formazione specialistica AQP effettuerà, prima dell avvio delle attività, una sessione di formazione dedicata ai soli Referenti del fornitore nella quale saranno specificate tutte le prestazioni oggetto del servizio. Le giornate di formazione saranno concordate con il fornitore stesso, compatibilmente con i tempi previsti per l avvio e l esecuzione delle attività. Il fornitore non avrà diritto ad alcuna forma di compenso o indennizzo per l attività di formazione dei Referenti e del personale. Sia per i corsi di base che per quelli specialistici il supporto necessario in termini di componenti tecnologiche (postazioni di lavoro attrezzate) e logistiche (locali didattici) saranno a carico del fornitore. I livelli di servizio oggetto di SLA dovranno essere mantenuti anche in concomitanza degli interventi formativi, operando opportunamente la turnazione degli operatori e la pianificazione dei corsi. Ogni percorso/sessione formativa deve prevedere sempre un momento documentato di verifica per addetto, con relativo punteggio di valutazione, e la documentazione sarà resa disponibile ad AQP. 12 Standard generale di qualità Nell ambito della gestione ed offerta del servizio mediante Call Center, in conformità con quanto previsto dalla Carta de Servizio Idrico Integrato (CSII), dalle delibere in materia previste dalla Autorità per l Energia Elettrica ed il GAS (AEEG), il fornitore deve definire in fase di offerta progettuale il livello degli standard generali di qualità. Nello specifico il livello di qualità è riferito almeno al complesso delle prestazioni di seguito elencate: - Livelli di Servizio (SLA) - Accessibilità telefonica al servizio - Disponibilità del servizio - SLA del servizio operatore - SLA della formazione - Qualità delle risposte e dei comportamenti degli operatori - Mistery calls e verifiche AEEG - Indagine di Soddisfazione dei Clienti - Auditing 12.1 Livelli di Servizio (SLA) Sono di seguito riportati i livelli di servizio che devono essere garantiti dal fornitore in termini di accessibilità, velocità e qualità della risposta, disponibilità del servizio. Il livello di servizio è la percentuale di chiamate con richiesta di parlare con l operatore andate a buon fine e deve essere > 90%.

19 L indicatore di livello di servizio è pari al rapporto, nel mese considerato, tra il numero di chiamate telefoniche dei clienti che hanno effettivamente parlato con un operatore e il numero di chiamate dei clienti finali che hanno richiesto di parlare con un operatore o che sono state reindirizzate dai sistemi automatici ad un operatore, moltiplicato 100 (arrotondamento alla prima cifra decimale) Accessibilità telefonica al servizio Il fornitore deve garantire sempre il funzionamento delle postazioni di lavoro e della operatività del servizio offerto per quanto di sua pertinenza. Il fornitore deve garantire il 100% di accessibilità e continuità nella operatività del servizio. Le cause di non accessibilità, non comprendono eventi di forza maggiore derivanti da cause naturali, o indisponibilità di applicazioni e servizi erogati da AQP al fornitore. La misura della accessibilità al servizio verrà eseguita dal fornitore e trasmessa, tramite sistema informatizzato, come da procedura concordata, settimanalmente ad AQP, che avrà elementi di verifica a disposizione. E responsabilità del fornitore informare immediatamente AQP di tutti i casi in cui i livelli di servizio non siano rispettati/rispettabili, indicando in dettaglio le cause, secondo le procedure concordate e producendo, periodicamente, documentazione relativa alle attività svolte Disponibilità del servizio E misurata dal rapporto fra i minuti di effettivo, corretto e completo funzionamento dell intero sistema tecnico-organizzativo di pertinenza del fornitore e i minuti totali dell orario di servizio. Tale parametro deve essere non inferiore al 99,90%, misurato su base media mensile, per tutta la durata dell orario di apertura del servizio. Le cause di indisponibilità, non comprendono eventi di forza maggiore derivanti da cause naturali, o indisponibilità di applicazioni e servizi erogati da AQP al fornitore. La misura della disponibilità del servizio verrà eseguita dal fornitore e trasmessa, tramite sistema informatizzato, come da procedura concordata, settimanalmente ad AQP, che avrà elementi di verifica a disposizione. E responsabilità del fornitore informare immediatamente AQP di tutti i casi in cui i livelli di servizio non siano rispettati/rispettabili, indicando in dettaglio le cause, secondo le procedure concordate e producendo, periodicamente, documentazione relativa alle attività svolte.

20 12.4 SLA del servizio operatore Il fornitore deve garantire i livelli di servizio, per ciascun contatto a livello di singolo operatore, come riportati di seguito: a) Tempo di attesa in coda: - per le telefonate relative al servizio segnalazione guasti il tempo di attesa in coda deve rispettare il seguente valore: < 5 (minore o uguale a cinque secondi); - per le telefonate relative alle altre tipologie di informazione il tempo di attesa in coda deve rispettare il seguente valore: < 10 (minore o uguale a dieci secondi); Va misurato il tempo che intercorre tra l assegnazione della telefonata al fornitore, anche se effettuata attraverso l ausilio di un risponditore automatico, e l inizio della conversazione con l operatore o di conclusione della chiamata in caso di rinuncia, esclusivamente da parte del cliente, prima dell inizio della conversazione. b) % di contatti entranti perduti: < 1% Vanno considerati tutti i contatti entranti su operatore terminati dall'utente stesso prima della risposta dell'operatore (contatti entrati perduti durante gli squilli di assegnazione telefonata ad operatore) SLA della formazione I livelli di servizio relativi ai corsi di formazione sono da considerare da parte del fornitore nella offerta progettuale. In particolare sono da specificare modalità e metodologie funzionali per analizzare e valutare almeno i seguenti aspetti: - Materiale didattico: Questionario di fine corso di verifica soddisfazione allievi. - Efficacia delle tecnologie e delle metodologie didattiche: Questionario di verifica di apprendimento a fine corso. - Qualità della docenza (competenza, chiarezza espositiva, efficacia): Questionario di fine corso di verifica soddisfazione allievi. La % di risposte positive alle domande specifiche nei questionari compilati dai partecipanti ai corsi deve essere > 80% per ciascuno degli elementi di valutazione.

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

TESTO INTEGRATO DELLA REGOLAZIONE DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI DI VENDITA DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE (TIQV)

TESTO INTEGRATO DELLA REGOLAZIONE DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI DI VENDITA DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE (TIQV) Allegato A TESTO INTEGRATO DELLA REGOLAZIONE DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI DI VENDITA DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE (TIQV) (Versione integrata con le modifiche apportate con le deliberazioni ARG/com

Dettagli

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO Mod. NAM FATT-PA Rev.7.0 RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO PREMESSE La presente Richiesta di attivazione del Servizio sottoscritta dal, Operatore Economico

Dettagli

Comune di Prato. Servizio Risorse Umane. Concorso pubblico per l assunzione di n. 1 Funzionario Progettista Impianti (cat. D1)

Comune di Prato. Servizio Risorse Umane. Concorso pubblico per l assunzione di n. 1 Funzionario Progettista Impianti (cat. D1) Comune di Prato Servizio Risorse Umane Concorso pubblico per l assunzione di n. 1 Funzionario Progettista Impianti (cat. D1) 1 Prova Scritta- Quiz con risposte esatte le risposte esatte sono sottolineate

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Quartier Generale della Guardia di

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera Cap. 75010 Via Sandro Pertini, 11 Tel. 0835672016 Fax 0835672039 Cod. fiscale 80001220773 REGOLAMENTO COMUNALE RECANTE NORME PER LA RIPARTIZIONE DELL INCENTIVO DI

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi 1/6 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:268701-2013:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701 Bando di gara Servizi Direttiva 2004/18/CE Sezione

Dettagli

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina 2707/09. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via IV Novembre 119/A- 00187 Roma (Italia) Punti

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

DISCIPLINARE CIG: 5153273767

DISCIPLINARE CIG: 5153273767 DISCIPLINARE GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DOVE HANNO SEDE GLI UFFICI DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO CIG: 5153273767 1. NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA VÉÅâÇx w MARIGLIANO cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA ENTE APPALTANTE: Comune di Marigliano Corso Umberto 1-80034 Marigliano

Dettagli

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DEI PROFESSIONISTI DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

Accademia Beauty and Hair

Accademia Beauty and Hair INDICE CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ope Facility management per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ingegneria dell efficienza aziendale Società per i Servizi Integrati

Dettagli

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA Oggetto: Affidamento, mediante appalto integrato e con procedura aperta, degli interventi per la Valorizzazione

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

PROCEDURA DI AUDIT AI TEST CENTER AICA

PROCEDURA DI AUDIT AI TEST CENTER AICA Pag. 1 di 14 PROCEDURA DI AUDIT REVISIONI 1 19/12/2002 Prima revisione 2 07/01/2004 Seconda revisione 3 11/01/2005 Terza revisione 4 12/01/2006 Quarta revisione 5 09/12/2013 Quinta revisione Adeguamenti

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA Oggetto: procedura aperta indetta ai sensi dell'art. 124 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i. per l'affidamento del servizio di pulizia della sede della Fondazione E.N.P.A.I.A. di viale Beethoven,

Dettagli

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO Regione Puglia COMUNE DI VICO DEL GARGANO Provincia di Foggia - Ufficio Tecnico Comunale - III SETTORE - Largo Monastero, civ.6 e-mail aimolaelio@fastwebnet.it. e-mail aimolaelio@comune.vicodelgargano.fg.it

Dettagli

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA In esecuzione della deliberazione di Giunta Comunale n. 17 del 14.02.2011 è indetta trattativa privata per

Dettagli

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Forniamo in questo articolo le risposte ai 53 quesiti ricevuti

Dettagli

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA AVVISO PUBBLICO PER UNA INDAGINE DI MERCATO FINALIZZATA ALL AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIREZIONE DELL ESECUZIONE DELL APPALTO PER LA FORNITURA, INSTALLAZIONE E MESSA IN OPERA DI UN SISTEMA DI RADIOCOMUNICAZIONI

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD

TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD Le presenti condizioni generali di acquisto disciplinano il rapporto tra il Fornitore di beni, opere o servizi, descritti nelle pagine del presente Ordine e nella

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015 Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

ALLEGATO A CAPITOLATO TECNICO

ALLEGATO A CAPITOLATO TECNICO ALLEGATO A CAPITOLATO TECNICO CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI PULIZIA ED ALTRI SERVIZI, TESI AL MANTENIMENTO DEL DECORO E DELLA FUNZIONALITA DEGLI IMMOBILI, PER GLI ISTITUTI SCOLASTICI DI

Dettagli

CONTRATTO DI SERVIZIO

CONTRATTO DI SERVIZIO Il presente contratto si basa su un accordo quadro stipulato fra l Associazione provinciale delle organizzazioni turistiche dell'alto Adige (LTS), le Associazioni e i Consorzi turistici dell Alto Adige

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO AVVERTENZE PER LA REDAZIONE 1. La bozza di contratto proposta è da utilizzare come linea guida, potrà essere integrata e/o ridotta in funzione alle specifiche necessità.

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DI GETYOURHERO PER GLI UTENTI

CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DI GETYOURHERO PER GLI UTENTI CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DI GETYOURHERO PER GLI UTENTI GetYourHero S.L., con sede legale in Calle Aragón 264, 5-1, 08007 Barcellona, Spagna, numero di identificazione fiscale ES-B66356767, rappresentata

Dettagli

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA D.LGS 231/01 DI GALA S.P.A. DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE 2013 INDICE ARTICOLO 1 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE..3

Dettagli

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3.

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3. CAPITOLATO DI APPALTO PER LA FORNITURA DI MATERIALE INFORMATICO PER I SITI MUSEO CIVICO F.L.BELGIORNO FOYER TEATRO GARIBALDI CENTER OF CONTEMPORARY ARTS PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA Viabilità Via Frà Guittone, 10 52100 Arezzo Telefono +39 0575 3354272 Fax +39 0575 3354289 E-Mail rbuffoni@provincia.arezzo.it Sito web www.provincia.arezzo.it C.F. 80000610511 P.IVA 00850580515 AVVISO

Dettagli

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA 1 Art. 1 Premessa Il presente disciplinare costituisce, con il bando e il capitolato speciale

Dettagli

CANTIERI TEMPORANEI E MOBILI. TITOLO IV DEL D.Lgs. 81/08 e s.m.i. Arezzo, 06 maggio 2011

CANTIERI TEMPORANEI E MOBILI. TITOLO IV DEL D.Lgs. 81/08 e s.m.i. Arezzo, 06 maggio 2011 CANTIERI TEMPORANEI E MOBILI TITOLO IV DEL D.Lgs. 81/08 e s.m.i Arezzo, 06 maggio 2011 Dott. DAVIDDI Paolo STOLZUOLI Stefania Tecnici di Prevenzione Dipartimento della Prevenzione Azienda USL 8 - Arezzo

Dettagli

NORME E CONDIZIONI DEL SERVIZIO TELEPASS PYNG

NORME E CONDIZIONI DEL SERVIZIO TELEPASS PYNG NORME E CONDIZIONI DEL SERVIZIO TELEPASS PYNG Premessa TELEPASS S.p.A. Società per Azioni, soggetta all attività di direzione e coordinamento di Autostrade per l Italia S.p.A., con sede legale in Roma,

Dettagli

La Consegna dei Lavori

La Consegna dei Lavori La Consegna dei Lavori Il contratto viene posto in esecuzione dall Amministrazione con La consegna dei lavori. Si tratta, complessivamente, di una serie di atti di carattere giuridico e di operazioni materiali,

Dettagli

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO Paragrafo 1a D ATI GENERALI (singoli professionisti) Cognome e nome Comune di nascita Comune di Residenza Codice Fiscale Data Indirizzo Partita IVA Titolo di Studio Iscritto all'ordine/collegio Provincia

Dettagli

INDENNIZZI A FAVORE DEI CONSUMATORI PREVISTI DALL AUTORITA PER L ENERGIA

INDENNIZZI A FAVORE DEI CONSUMATORI PREVISTI DALL AUTORITA PER L ENERGIA INDENNIZZI A FAVORE DEI CONSUMATORI PREVISTI DALL AUTORITA PER L ENERGIA Per tutelare i clienti che subiscono interruzioni o disservizi nella fornitura di energia elettrica e gas e per incentivare le società

Dettagli

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo Pagina 1 di 24 INTRODUZIONE SEZ 0 Manuale Operativo DOCUMENTO TECNICO PER LA CERTIFICAZIONE DEL PROCESSO DI VENDITA DEGLI AGENTI E RAPPRESENTANTI DI COMMERCIO OPERANTI PRESSO UN AGENZIA DI RAPPRESENTANZA:

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE.

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE. CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DEL PROGRAMMA ONEMINUTESITE 1. PREMESSA L allegato tecnico contenuto nella pagina web relativa al programma ONEMINUTESITE(d ora in avanti: PROGRAMMA, o SERVIZIO O SERVIZI)

Dettagli

Lavori Pubblici: la disciplina del collaudo dell opera Normativa e prassi

Lavori Pubblici: la disciplina del collaudo dell opera Normativa e prassi COSTRUZIONI Lavori Pubblici: la disciplina del collaudo dell opera Normativa e prassi di Mauro Cappello Mauro Cappello GEOCENTRO/magazine pubblica, di Mauro Cappello, Ingegnere e Ispettore Verificatore

Dettagli

FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA

FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA. PREORDINATA ALL AFFIDAMENTO AI SENSI DEL D. LGS. 163/06 DEI SERVIZI DI PULIZIA DEI LOCALI, DEGLI IMPIANTI SPORTIVI E DELLE ATTREZZATURE PRESSO IL CENTRO SPORTIVO DELLA

Dettagli

Categoria Servizi di Pulizia ed Igiene Ambientale Regolamento Sistema di Qualificazione

Categoria Servizi di Pulizia ed Igiene Ambientale Regolamento Sistema di Qualificazione ALBO FORNITORI POSTE ITALIANE S.P.A. CATEGORIA SERVIZI DI PULIZIA ED IGIENE AMBIENTALE REGOLAMENTO DEL SISTEMA DI QUALIFICAZIONE Pagina 1 di 20 INDICE 1. DISPOSIZIONI GENERALI...3 1.1. Premessa e ambito

Dettagli

BANDO DI GARA D'APPALTO. Economiche - Direzione per la gestione dei procedimenti connessi alle Entrate Extra-

BANDO DI GARA D'APPALTO. Economiche - Direzione per la gestione dei procedimenti connessi alle Entrate Extra- . ROMA CAPITALE BANDO DI GARA D'APPALTO SEZIONE I) AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE. 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitale - Dipartimento Risorse Economiche - Direzione per la

Dettagli

Gara pubblica europea SERVIZI DI FACCHINAGGIO E TRASPORTO

Gara pubblica europea SERVIZI DI FACCHINAGGIO E TRASPORTO QUESITO n. 1 con riferimento all'elenco dei servizi analoghi prestati nell'ultimo triennio (2004/2005/2006) volevo cortesemente sapere se i certificati di buona esecuzione rilasciati dai committenti devono

Dettagli

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione COMUNE DI ALBIATE Provincia di Monza e della Brianza REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RIPARTIZIONE TRA IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO E GLI INCARICATI DELLA REDAZIONE DEL PROGETTO, DEL COORDINAMENTO PER LA

Dettagli

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto. Rep. n. Prot. n. 2009/ Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.) REPUBBLICA ITALIANA Il giorno..

Dettagli

GARANZIA LEGALE DEL VENDITORE

GARANZIA LEGALE DEL VENDITORE GARANZIA LEGALE DEL VENDITORE Tutti i prodotti che compri da Apple, anche quelli non a marchio Apple, sono coperti dalla garanzia legale di due anni del venditore prevista dal Codice del Consumo (Decreto

Dettagli

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI 28 luglio 2014 Sommario 1 Cos è la certificazione dei crediti... 3 1.1 Quali crediti possono essere certificati... 3 1.2 A quali amministrazioni o

Dettagli

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI AVVISO PUBBLICO PER L USO TEMPORANEO E SUPERFICIARIO DI UN AREA PUBBLICA SITA NEL PZ9 POLIGONO DEL GENIO Vista: IL DIRIGENTE la presenza

Dettagli

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI PRATO, PISTOIA, LUCCA, E DELLE APUANE, AI SENSI DELL

Dettagli

Dir.P.C.M. 27 gennaio 1994 Princìpi sull erogazione dei servizi pubblici

Dir.P.C.M. 27 gennaio 1994 Princìpi sull erogazione dei servizi pubblici Dir.P.C.M. 27 gennaio 1994 Princìpi sull erogazione dei servizi pubblici IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI Visto l art. 5, comma 2, lettere b), e) ed f), della legge 23 agosto 1988, n. 400; Ritenuta

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO APPALTO PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE

LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO APPALTO PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO APPALTO PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE Importo superiore a 150.000 euro ed inferiore a 1.000.000 euro 1 Sommario 1. Oggetto, durata ed importo dell appalto...

Dettagli

REDAZIONALI LA FASE DI VERIFICA E VALIDAZIONE DEL PROGETTO ALLA LUCE NEL NUOVO REGOLAMENTO DEI CON- TRATTI PUBBLICI

REDAZIONALI LA FASE DI VERIFICA E VALIDAZIONE DEL PROGETTO ALLA LUCE NEL NUOVO REGOLAMENTO DEI CON- TRATTI PUBBLICI REDAZIONALI LA FASE DI VERIFICA E VALIDAZIONE DEL PROGETTO ALLA LUCE NEL NUOVO REGOLAMENTO DEI CON- TRATTI PUBBLICI del Dott. Ing. Andrea Di Stazio La fase di verifica e validazione del progetto costituisce

Dettagli

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE SOMMARIO 1 POLITICHE DELLA SICUREZZA INFORMATICA...3 2 ORGANIZZAZIONE PER LA SICUREZZA...3 3 SICUREZZA DEL PERSONALE...3 4 SICUREZZA MATERIALE E AMBIENTALE...4 5 GESTIONE

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI)

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI) Pag. 1 di 16 PROCEDURE DEL MODELLO Pag. 2 di 16 Indice PROCEDURE DEL MODELLO... 1 PCI 01 - VENDITA DI SERVIZI... 3 PCI 02 PROCEDIMENTI GIUDIZIALI ED ARBITRALI... 5 PCI 03 AUTORIZZAZIONI E RAPPORTI CON

Dettagli

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Roma, 29 maggio 2012 Indice Il Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. I nostri servizi Nuove attività 2012-2013 Evoluzione delle attività

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Seminario Europrogettazione - I nuovi programmi comunitari a gestione diretta per il periodo 2014-2020

Seminario Europrogettazione - I nuovi programmi comunitari a gestione diretta per il periodo 2014-2020 DATA: 29/8/2013 N. PROT: 475 A tutte le aziende/enti interessati Seminario Europrogettazione - I nuovi programmi comunitari a gestione diretta per il periodo 2014-2020 Roma, 15-16 ottobre 2013 Bruxelles,

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Edilizia Pubblica e Logistica

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Edilizia Pubblica e Logistica PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Edilizia Pubblica e Logistica GARA D APPALTO PER LA STIPULA DI UN CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO DI MOBILIO E ATTREZZATURE IN DOTAZIONE

Dettagli

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici?

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quali regolamenti si applicano per gli appalti sopra soglia? Il decreto legislativo n. 163 del 12 aprile 2006, Codice dei

Dettagli

Pubblicata in G.U. n. 265 del 13.11.2012

Pubblicata in G.U. n. 265 del 13.11.2012 Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti DIPARTIMENTO PER LE INFRASTRUTTURE, GLI AFFARI GENERALI ED IL PERSONALE Direzione Generale per la regolazione e dei contratti pubblici Circolare prot. n.

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA

Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA AVVISO PUBBLICO Selezione di Statistici junior BIC Sardegna SpA, Soggetto Attuatore dell intervento IDMS, Sistema Informativo dell indice di Deprivazione Multipla

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DERATIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE SULLE AREE PUBBLICHE COMUNALI

CAPITOLATO SPECIALE TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DERATIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE SULLE AREE PUBBLICHE COMUNALI Provincia di Salerno Area Tecnica Assetto ed Utilizzazione del Territorio CAPITOLATO SPECIALE TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DERATIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE SULLE AREE PUBBLICHE COMUNALI ART.1

Dettagli

L acquisizione di candidature riguarderà i seguenti ambiti di interesse, costituenti Sezioni dell Albo:

L acquisizione di candidature riguarderà i seguenti ambiti di interesse, costituenti Sezioni dell Albo: Avviso pubblico per l istituzione di un Albo di esperti da impegnare nelle attività di realizzazione di programmi e progetti di studio, ricerca e consulenza. Art. 1 Premessa E indetto Avviso Pubblico per

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Decreto Part-time. Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time

Decreto Part-time. Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time Decreto Part-time Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time ARTICOLO 1 Definizioni 1.Nel rapporto di lavoro subordinato l assunzione

Dettagli

PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE

PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI CROTONE Prot. n. 25161 del 21/05/2012 BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA Fornitura di Prodotti Disinfestanti e Derattizzanti

Dettagli

Accordo d Uso (settembre 2014)

Accordo d Uso (settembre 2014) Accordo d Uso (settembre 2014) Il seguente Accordo d uso, di seguito Accordo, disciplina l utilizzo del Servizio on line 4GUEST, di seguito Servizio, che prevede, la creazione di Viaggi, Itinerari, Percorsi,

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1 Pagina 1 di 8 REGOLAMENTO SULL USO DI INTERNET E DELLA POSTA ELETTRONICA MESSO A DISPOSIZONE DEI DIPENDENTI PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI D UFFICIO () Approvato con deliberazione del Consiglio di Istituto

Dettagli

Programma di Compliance Antitrust. Allegato B al Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. LGS. 231/2001

Programma di Compliance Antitrust. Allegato B al Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. LGS. 231/2001 Programma di Compliance Antitrust Allegato B al Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. LGS. 231/2001 Approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 19 febbraio 2015 Rev 0 del 19 febbraio

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI Senato Accademico 27 Aprile 2010 Consiglio di Amministrazione 18 Maggio 2010 Decreto Rettorale Rep. n. 811/2010 Prot. n 13531 del 29 Giugno 2010 Ufficio Competente Ufficio Agevolazioni allo studio e disabilità

Dettagli

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 - Roma CIG 03506093B2

Dettagli

Regione Autonoma della Sardegna REALIZZAZIONE E SVILUPPO DEL SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE REGIONALE (SITR) DELLA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA

Regione Autonoma della Sardegna REALIZZAZIONE E SVILUPPO DEL SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE REGIONALE (SITR) DELLA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Regione Autonoma della Sardegna Assessorato degli Enti Locali Finanze ed Urbanistica Direzione Generale della Pianificazione Urbanistica Territoriale e della Vigilanza Edilizia Servizio della Pianificazione

Dettagli

OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio e traslochi.

OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio e traslochi. Allegato alla determinazione n. 42/APPR del 27/11/2014 composto da n. 29 fogli (fronte/retro) Spett.le ditta OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE

CONTRATTO CON LO STUDENTE Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE Il presente

Dettagli

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Firmato digitalmente da Sede legale Via Nazionale, 91 - Casella Postale 2484-00100 Roma - Capitale versato Euro

Dettagli

PROCEDURA APERTA SUDDIVISA IN 5 LOTTI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIDATTICA PRESSO IL SISTEMA DEI MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE

PROCEDURA APERTA SUDDIVISA IN 5 LOTTI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIDATTICA PRESSO IL SISTEMA DEI MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE CAPITOLATO D ONERI PROCEDURA APERTA SUDDIVISA IN 5 LOTTI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIDATTICA PRESSO IL SISTEMA DEI MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE 2 PREMESSA Zètema, in virtù del Contratto di Servizio

Dettagli

Disciplinare di gara per l affidamento dei servizi di pulizia degli uffici e servizi annessi presso la sede di SACE S.p.A. in Roma, Piazza Poli 37/42

Disciplinare di gara per l affidamento dei servizi di pulizia degli uffici e servizi annessi presso la sede di SACE S.p.A. in Roma, Piazza Poli 37/42 Disciplinare di gara per l affidamento dei servizi di pulizia degli uffici e servizi annessi presso la sede di SACE S.p.A. in Roma, Piazza Poli 37/42 1 DISCIPLINARE DI GARA GARA EUROPEA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI (Emanato con D.R. n. 57 del 21 gennaio 2015) INDICE Pag. Art. 1 - Oggetto 2 Art. 2 - Procedura

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO 1. CAMPO DI APPLICAZIONE 1.1 Le presenti Condizioni Generali di Acquisto ("GPC") si applicano all acquisto di materiali, articoli, prodotti, componenti, software ed i relativi

Dettagli