Risultati dell indagine congiunturale del 1 semestre 2011 e tendenze del 3 trimestre 2011

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Risultati dell indagine congiunturale del 1 semestre 2011 e tendenze del 3 trimestre 2011"

Transcript

1 AR-VV/em Prot. n. 148/V/13 Milano, 13 Ottobre 2011 AGLI EGREGI SIGNORI COMPONENTI LA GIUNTA ALLE AZIENDE GRAFICHE, CARTOTECNICHE E TRASFORMATRICI DEL PANEL OSI ALLE ASSOCIAZIONI TERRITORIALI ADERENTI LORO SEDI OGGETTO: Risultati dell indagine congiunturale del 1 semestre 2011 e tendenze del 3 trimestre 2011 Ci è gradito trasmettere in allegato i risultati dell indagine Osi (Osservatorio Stampa ed Imballaggio), relativa al 1 semestre del 2011, che sono stati ottenuti dall elaborazione di un campione di una cinquantina di imprese di piccole, medie e grandi dimensioni, che rappresentano circa il 25% degli occupati e del fatturato delle imprese associate. Negli ultimi mesi ci siamo trovati a fronteggiare uno scenario economico globale peggiorato, poiché durante l estate la ripresa si è molto indebolita in tutte le maggiori economie avanzate e anche il dinamismo dei paesi emergenti, finora importante motore del rilancio, si è affievolito. L Italia, come già purtroppo è successo nel recente passato, ha anticipato e accentuato la frenata internazionale per cui, in settembre, il Centro Studi Confindustria, data la nuova fisionomia del contesto globale e l intensificazione degli sforzi di riduzione del deficit pubblico da parte del Governo, ha rivisto all ingiù la dinamica del Pil italiano: +0,7% nel 2011 e +0, 2% nel 2012, con conseguenze per il mercato del lavoro, che resta debole, i risparmi, il potere d acquisto ed il clima di fiducia delle famiglie. L indagine ingloba parzialmente gli effetti del rallentamento macroeconomico in atto: il settore grafico peggiora la performance produttiva e attenua la crescita del fatturato, mentre il settore cartotecnico trasformatore accelera leggermente in termini di produzione ma decelera in termini di vendite. E le tendenze relative al 3 trimestre dell anno sono alquanto caute e in alcuni casi, persino negative. Le ore autorizzate di CIG, distinte per i due macrosettori di riferimento, nel settore Editoria, stampa e riproduzione di supporti registrati restano inferiori del 9,2% nel 1 semestre 2011 rispetto al 1 semestre 2010, attestandosi a poco meno di 8 milioni. In calo tendenziale anche le ore autorizzate nel settore Pasta carta, carta, cartone e prodotti di carta che si riducono del 28,6%, attestandosi a circa 3,1 milioni. Nel 2 trimestre del 2011, il fatturato del Panel delle aziende grafiche evidenzia una leggera contrazione dello 0,5% rispetto allo stesso periodo del 2010 (dopo la crescita del 4% conseguita nel 1 trimestre), ma il 1 semestre 2011 si chiude comunque con un incremento tendenziale dell 1,7%. Gli indici Istat della produzione, rielaborati dal Centro Studi di Assografici, nei primi 6 mesi di quest anno flettono del 4,5%. La grafica editoriale cala del 3,1%, per l accentuata contrazione delle riviste (-5,4%) che risentono della situazione problematica di alcune testate e del calo diffusionale cui si aggiunge una diminuzione complessiva della pubblicità sulla stampa del 5,7% mentre i periodici vedono una riduzione degli investimenti dell 1,5%. Sul fronte del libro si registra nel 1 semestre 2011 un modesto incremento di ripresa tendenziale della produzione (+0,5%) che però si confronta con i bassi livelli produttivi dello scorso anno; nello specifico sembra ripartire qualche iniziativa negli allegati ai quotidiani ma ci sono pochi best seller. La produzione della grafica pubblicitaria e commerciale, nei primi 6 mesi del 2011, accusa un calo tendenziale del 5,5% che accomuna gli stampati pubblicitari e commerciali (-5,5%) e la modulistica (-5,9%). Anche in questo caso la pubblicità non aiuta: gli investimenti calano dello 0,9% sul direct mail e di un più rilevante 14,5% sulle affissioni. Sede: Milano, Piazza Conciliazione 1 Telefono: Fax: Internet: - Codice Fiscale Delegazione: Roma, Via Noale 200/206 Telefono: Fax

2 Le notizie riguardo all export del settore sono alquanto differenziate per prodotto: se nel complesso la riduzione del valore delle esportazioni è dell 1,7%, in realtà ciò è dovuto agli stampati pubblicitari e commerciali mentre cresce l export di libri e riviste. A livello di Unione Europea (27 paesi) la dinamica del settore grafico nei primi 6 mesi del 2011 è statica in termini di produzione e all insegna di una leggera crescita in termini di fatturato (+1%). Germania e Francia, fra i principali paesi produttori, ottengono i migliori risultati. Tornando all Italia, i giudizi sul 3 trimestre 2011 delle aziende del Panel sono cauti su produzione, fatturato e ordini interni, mentre ci si attende un rallentamento della domanda estera. Nel 2 trimestre 2011 il Panel delle aziende cartotecniche trasformatrici mostra una crescita del fatturato del 5,2%, rispetto al 2 trimestre del 2010, che si traduce in un rallentamento rispetto al +7,8% del 1 trimestre. Nel complesso il 1 semestre 2011 si chiude con un +6,5% mentre la produzione si incrementa dell 1,2%. Nello specifico la produzione di imballaggio in carta e cartone mette a segno un +0,8% mentre la cartotecnica cresce del 5%. La domanda nazionale di imballaggio è lenta, perché i consumi crescono poco e l industria, ad eccezione dei comparti della metallurgia e produzione di macchinari ed attrezzature, va al rallentatore: se l industria manifatturiera cresce nel complesso del 2%, settori trainanti come alimentare, bevande e tabacco sono statici o come la farmaceutica addirittura arretrano (-1,1%) in termini produttivi. Nel 2 trimestre 2011 si attenua leggermente la tensione sui prezzi delle materie prime che aveva fortemente caratterizzato l inizio dell anno in corso, gonfiando i prezzi di vendita e i fatturati delle aziende, senza però gli stessi benefici sulla redditività. L incremento del fatturato settoriale è collegato all andamento della domanda estera che resta dinamica anche nel 2 trimestre ed all incremento dei prezzi all export: complessivamente nel 1 semestre 2011 le esportazioni in valore aumentano del 7%; cresce al contempo l import in valore (+9,3%). A livello di Unione Europea (27 paesi) si osserva nel 2 trimestre dell anno in corso un rallentamento dei livelli di produzione e di fatturato: nel complesso dei primi 6 mesi 2011 la produzione si riduce dello 0,4%, a fronte di un fatturato la cui crescita resta comunque complessivamente sostenuta (+8,8%). I risultati sono simili fra i principali paesi produttori, mentre il Regno Unito mostra una tendenza flettente. I giudizi sul 3 trimestre 2011 delle imprese del Panel su produzione e ordini sono piuttosto negativi e fanno intravedere un rallentamento dell attività produttiva che non può non risentire del clima macroeconomico in raffreddamento; leggermente migliori le valutazioni sul fatturato. Nel presentare i risultati della nostra indagine, invitiamo le aziende partecipanti al Panel Osi a completare l accluso questionario relativo al 3 trimestre del 2011 ed a restituirlo via fax al n entro Venerdì 28 Ottobre 2011, impegnandoci a fornire i dati in forma aggregata, nel pieno rispetto di quanto previsto dal D.Lgs. 196/2003. Ci è gradito porgere i più cordiali saluti. All. IL DIRETTORE GENERALE (Dott. Claudio Covini)

3 Indagine Congiunturale Situazione al 1 semestre 2011 e tendenze del 3 trimestre 2011 Industria Grafica Nel 2 trimestre 2011 il fatturato del Panel delle aziende grafiche mostra una leggera contrazione dello 0,5%, rispetto all analogo periodo 2010, dopo la crescita conseguita nel 1 trimestre 2011 (+4%). Nel complesso l incremento tendenziale del 1 semestre è dell 1,7%. La diminuzione del giro d affari del 2 trimestre deriva da situazioni differenziate a livello di singola impresa: il 60% lo riduce, in media del 12,6%, a fronte di un 40% che lo aumenta, mediamente dell 11,6%. Nello stesso periodo i prezzi di vendita dei servizi di stampa risultano tendenzialmente stabili rispetto al trimestre precedente (per l 83% delle imprese), con un 17% di aziende che segnala una riduzione. Nel 2 trimestre 2011, la produzione del settore grafico, sulla base degli indici Istat rielaborati dal Centro Studi Assografici, mostra una flessione del 5,2%, rispetto al 2 trimestre 2010, di circa un punto percentuale più intensa rispetto a quella riscontrata nel trimestre precedente. Nello specifico, da aprile a giugno 2011, si attenua il calo della produzione del comparto della grafica editoriale (-2,1%) ma si fa più marcato quello della grafica pubblicitaria e commerciale (-7,3%). La riduzione della produzione del comparto editoriale è determinata dalla flessione produttiva delle riviste (-4,3%) che risentono del calo diffusionale e degli abbonamenti, della difficoltà di alcune testate e del rinvio di nuove iniziative editoriali, su cui si innesta la contrazione della pubblicità. Da gennaio a giugno 2011, sulla base dei dati Nielsen, gli investimenti pubblicitari complessivi calano del 4,2%, sulla stampa la diminuzione è del 5,7% e le riviste risultano il mezzo stampato che si difende meglio (-1,5%); le difficoltà finanziarie che hanno investito l Italia nel corso dell estate e le revisioni al ribasso delle stime di crescita sul Pil lasciano supporre che nella seconda parte dell anno non ci saranno significativi cambiamenti nella pianificazione di campagne pubblicitarie, per cui il 2011 si dovrebbe concludere con un segno negativo. Tornando alla produzione del settore grafico, un primo segnale positivo arriva invece dai libri (+1,3% nel 2 trimestre 2011), che si confrontano con i bassi livelli produttivi del 2 trimestre 2010: al miglioramento contribuiscono alcune iniziative estive nell ambito dei collaterali allegati ai quotidiani. Nel comparto della grafica pubblicitaria e commerciale la flessione della produzione accomuna sia gli stampati pubblicitari (-7,4%), sia la modulistica (-6,4%), entrambi influenzati dalla riduzione degli investimenti pubblicitari in direct mail (-0,9%) e in affissioni che si contraggono del 14,5%. Confrontando i primi 6 mesi del 2011 con lo stesso periodo del 2010, si nota che la produzione del settore grafico registra una diminuzione del 4,5%, determinata dal meno 3,1% della grafica editoriale e dal meno 5,5% della grafica pubblicitaria e commerciale. Il tasso di utilizzo degli impianti, rilevato dall Isae, nel 2 trimestre 2011 si situa al 72,6%, in leggero calo (-0,3 punti) rispetto al trimestre precedente ma di 3 punti sopra il corrispondente periodo del La domanda a livello internazionale nel 2 trimestre 2011 è differenziata per prodotto: se nel complesso l export in valore, sulla base dei dati dell Istat, ha una diminuzione del 2,9%, rispetto al 2 trimestre dell anno scorso, determinata dalla riduzione delle esportazioni di stampati pubblicitari e commerciali (-3,4%), va segnalata la buona progressione delle esportazioni di libri 1

4 (+9%) e riviste (+10,8%). Osservando i primi 6 mesi del 2011, l export del settore grafico cala dell 1,7%, rispetto al 1 semestre del 2010; a livello di prodotto, la flessione delle vendite di stampati pubblicitari e commerciali è del 4,5%, mentre crescono del 7,8% le esportazioni di libri e del 20,6% quelle di riviste. Al contrario l import in valore mostra un andamento crescente da aprile a giugno 2011, con un incremento tendenziale del 14,5% rispetto al corrispondente periodo del 2010; anche considerando i primi 6 mesi dell anno in corso le importazioni di stampati crescono dell 8,1%: in particolare si importano più stampati pubblicitari e commerciali (+23%) e libri (+3,1%) ma meno riviste (-3,8%). A fine giugno 2011 la durata della produzione assicurata era di 56 giorni, di 1 giorno inferiore a fine marzo 2011 ma ancora inferiore di 9 giorni rispetto a fine giugno Analizzando gli ordinativi in valore, dopo un 1 trimestre 2011 difficile, si osserva una ripartenza degli ordini nel 2 trimestre, almeno se confrontati con il 2 trimestre del 2010: ciò vale sia per gli ordini interni (+11,8%), sia per quelli esteri (+28,3%) per cui gli ordini totali aumentano del 16,2%. Anche i giudizi sul 3 trimestre 2011 delle imprese del Panel sono moderatamente ottimistici su produzione, fatturato e ordini interni, meno sugli ordini esteri. Riguardo alla produzione prevalgono le aziende che non si attendono variazioni rilevanti (55%), seguite da quelle che stimano un aumento delle quantità prodotte (27%), con un 18% che valuta una diminuzione. I giudizi rispetto al fatturato sono simili: il 33% delle imprese valuta di incrementare il giro d affari, a fronte del 25% che stima una diminuzione. Discrete le sensazioni riguardanti gli ordini interni, attesi stabili dal 58% delle imprese, in miglioramento dal 25% ed in peggioramento solo dal 17% delle aziende, mentre più negative sono le valutazioni riguardo agli ordini esteri: i pessimisti (27%) superano gli ottimisti (18%). Industria Cartotecnica Trasformatrice Nel 2 trimestre 2011 il fatturato del Panel delle aziende cartotecniche trasformatrici evidenzia una crescita del 5,2%, rispetto allo stesso periodo dell anno precedente, un dato in rallentamento rispetto al +7,8% conseguito nel 1 trimestre. Il 1 semestre 2011 mostra complessivamente un incremento del 6,5%, che media i risultati diversificati dei diversi segmenti dell imballaggio e della cartotecnica, che accentua la crescita. Analizzando il comportamento delle singole aziende, nel 2 trimestre 2011 si nota che l 81% delle imprese rileva una crescita del proprio giro d affari, mediamente del 16,8%, a fronte di una minoranza (19%) che indica una diminuzione, in media dell 11,7%. Il 37% delle aziende del campione aumenta, durante il 2 trimestre 2011, i prezzi di vendita dei prodotti trasformati, ma il 54% delle imprese li mantiene stabili. Va rimarcato che l aumento del fatturato del 1 semestre 2011 è parzialmente collegato a quello dei prezzi di vendita, a sua volta connesso ai forti aumenti delle quotazioni delle materie prime che avevano caratterizzato in particolare il 1 trimestre 2011 e sembrano essersi leggermente attenuati nel 2 trimestre, seppure perdurino le tensioni sui mercati internazionali delle materie prime. In base alle indagini di Assografici, la produzione del settore cartotecnico trasformatore cresce dell 1,2% nei primi 6 mesi del 2011, rispetto allo stesso periodo del Nello specifico la produzione di imballaggi in carta e cartone cresce dello 0,8%, a fronte di un più forte incremento delle altre lavorazioni cartotecniche (+5%). Con riferimento ai segmenti di attività, il Gifco (Gruppo Italiano Fabbricanti Cartone Ondulato) comunica per i primi 6 mesi dell anno un incremento dello 0,3% della produzione in tonnellate di cartone ondulato, un dato in leggero miglioramento rispetto ai primi 3 mesi dell anno. Il Gifasp (Gruppo Italiano Fabbricanti Astucci e Scatole Pieghevoli), sulla base dei 2

5 dati Istat, dopo un complicato inizio d anno mostra nel 2 trimestre 2011 una modesta crescita produttiva tendenziale (+1,3%), per cui complessivamente nei primi 6 mesi del 2011 la produzione di astucci e scatole pieghevoli flette dell 1% rispetto allo stesso periodo del Il Gipsac (Gruppo Italiano Produttori Sacchi Carta) indica nel 1 semestre 2011 un aumento tendenziale del numero dei sacchi venduti del 4,3%, per una buona crescita complessiva della domanda, con sementi, prodotti chimici e fertilizzanti e minerali in evidenza. Nello stesso arco temporale, il Giflex (Gruppo Imballaggio Flessibile) stima una crescita della produzione intorno al 9%, valutata sulle principali aziende, per la tenuta delle esportazioni e il buon ritmo degli ordini da parte dei clienti. Nello stesso periodo si registra una lieve diminuzione produttiva delle buste da lettera (-0,6%) mentre resta positiva la crescita delle carte trattate per uso industriale (+7,2%). Il tasso di utilizzo degli impianti, misurato dall Isae, nel 2 trimestre del 2011 si colloca al livello del 75,9%, in leggera crescita rispetto al trimestre precedente (+1,1 punti) e rispetto allo stesso trimestre dell anno precedente (+2,6 punti). La domanda estera nel settore cartotecnico trasformatore resta dinamica anche nel 2 trimestre 2011: l export in valore cresce del 6,2%, rispetto al 2 trimestre 2010 per cui, osservando i primi 6 mesi del 2011, l aumento si cifra al 7%, un incremento influenzato dal miglioramento dei prezzi all export. Osservando nello specifico i principali prodotti, si rileva il notevole aumento dell export in valore di scatole, sacchi ed imballaggi vari in carta e cartone (+16,4%), ma anche di tubi di cartone (+19,4%), articoli igienici e sanitari (+4,4%) ed etichette (+2,7%), a fronte di una diminuzione delle esportazioni di carte da parati (-2,8), articoli per scuola, ufficio e cartoleria (-12,9%) e prodotti cartotecnici per corrispondenza (-15,4%). Nel 2 trimestre del 2011 si attenua la crescita dell import in valore dei prodotti della cartotecnica trasformazione (+6,8%), rispetto ai primi 3 mesi del 2011, per cui l incremento tendenziale dei primi 6 mesi dell anno è del 9,3%. In particolare le importazioni di scatole, sacchi ed imballaggi vari in carta e cartone si riflettono in una crescita del 9,4%. A fine giugno 2011 la durata della produzione assicurata era di 32 giorni, sostanzialmente in linea con i 31 giorni di fine marzo 2011 e di fine giugno Nel 2 trimestre del 2011, rispetto al corrispondente periodo del 2010, il profilo degli ordini in valore resta positivo sul fronte degli ordini interni (+9,8%) ma negativo sul fronte degli ordini esteri (-8,1%) per cui gli ordini totali hanno solo una leggera crescita tendenziale del 2,8%. Le opinioni sul 3 trimestre 2011 delle aziende del Panel sono piuttosto negative, facendo intravvedere un rallentamento dell attività produttiva: il 20% delle imprese si esprime per un incremento della produzione, il 56% si attende stabilità ed il 24% stima un decremento e solo leggermente migliori sono i giudizi sul fatturato: gli ottimisti sono il 31%, contro un 23% di pessimisti. Gli orientamenti sugli ordinativi sono allineati a quelli (negativi) sulla produzione, sia sul fronte interno, sia su quello estero. Nello specifico il 23% dei partecipanti all indagine giudica gli ordini interni in diminuzione, contro il 20% che li stima in aumento ed anche per quanto riguarda gli ordini esteri i pessimisti (19%) superano gli ottimisti (15%). A cura del Centro Studi Responsabile: Alessandro Rigo Segreteria: Elena Maddalena Telefono:

6 Indagine Congiunturale Situazione al 1 semestre 2011 e tendenze del 3 trimestre 2011 Tendenze del 3 trimestre 2011 Percentuali e saldi aumento stabilità diminuzione saldo Industria grafica Produzione Fatturato Ordini interni Ordini esteri Industria cartotecnica trasformatrice Produzione Fatturato Ordini interni Ordini esteri Panel aziende grafiche e cartotecniche trasformatrici della carta e del cartone e industria manifatturiera italiana Fatturato (base 1 o trim. 2003=) - Andamento trimestrale t.09 2t.09 3t.09 4t.09 1t.10 2t.10 3t.10 4t.10 1t.11 2t.11 Graf. Cart.Trasf. Manifatt. 4

7 Panel aziende grafiche Fatturato (base 1 o trim. 2003=) - Confronto trimestrale trim. 2 trim. 3 trim. 4 trim Panel aziende trasformatrici della carta e del cartone Fatturato (base 1 o trim. 2003=) - Confronto trimestrale trim. 2 trim. 3 trim. 4 trim

8 Industria grafica Produzione (base 1 o trim. 2003=) - Confronto trimestrale trim. 2 trim. 3 trim. 4 trim La serie, elaborata sotto forma di indici, aggrega gli indici elementari grezzi della produzione industriale rilevati mensilmente dall Istat per la stampa e le attività connesse utilizzando il modello di ponderazione realizzato dal Centro Studi Assografici. Imballaggi in carta, in cartone e imballaggi flessibili Produzione (base 1 o trim. 2003=) - Confronto trimestrale trim. 2 trim. 3 trim. 4 trim La serie, elaborata sotto forma di indici, aggrega gli indici elementari grezzi della produzione industriale rilevati mensilmente dall Istat e gli indici trimestrali dei Gruppi di Specializzazione del comparto dell imballaggio presenti in Assografici (Gifasp, Gifco, Giflex e Gipsac) utilizzando il modello di ponderazione realizzato dal Centro Studi Assografici. 6

9 Quadro Congiunturale Dati dell Osservatorio Assografici Industria grafica (variazione % sul periodo precedente) Industria grafica semestre 2011 Fatturato totale (in valore) -1,1-5,2-16,3-1,8 1,7 Produzione totale (in quantità) -0,9-5,5-10,3-2,2-4,5 Produzione segmentata (in quantità): - grafica editoriale -5,3-9,0-11,4-7,1-3,1 - grafica pubblicitaria e commerciale 4,8-1,4-9,3 1,6-5,5 Industria cartotecnica trasformatrice (variazione % sul periodo precedente) Industria cartotecnica semestre 2011 trasformatrice Fatturato totale (in valore) 7,9-1,1-12,5 9,4 6,5 Produzione totale (in quantità) 1,3-3,2-6,5 6,5 1,2 Produzione segmentata (in quantità): - imballaggi 1,2-3,3-6,4 6,0 0,8 - altre lavorazioni 2,0-2,2-7,8 11,8 5,0 7

ANALISI E PREVISIONE DELLA PRODUZIONE. nei settori dell industria grafica, della cartotecnica e trasformazione di carta e cartone

ANALISI E PREVISIONE DELLA PRODUZIONE. nei settori dell industria grafica, della cartotecnica e trasformazione di carta e cartone ANALISI E PREVISIONE DELLA PRODUZIONE ISTITUTO DI AMMINISTRAZIONE FINANZA E CONTROLLO (IAFC) UNIVERSITA L. BOCCONI per nei settori dell industria grafica, della cartotecnica e trasformazione di carta e

Dettagli

Osservatorio 2. L INDUSTRIA METALMECCANICA E IL COMPARTO SIDERURGICO. I risultati del comparto siderurgico. Apparecchi meccanici. Macchine elettriche

Osservatorio 2. L INDUSTRIA METALMECCANICA E IL COMPARTO SIDERURGICO. I risultati del comparto siderurgico. Apparecchi meccanici. Macchine elettriche Osservatorio24 def 27-02-2008 12:49 Pagina 7 Osservatorio 2. L INDUSTRIA METALMECCANICA E IL COMPARTO SIDERURGICO 2.1 La produzione industriale e i prezzi alla produzione Nel 2007 la produzione industriale

Dettagli

INDAGINE CONGIUNTURALE SULLE PREVISIONI DI ANDAMENTO DELL INDUSTRIA IN LIGURIA NEL TERZO TRIMESTRE 2013

INDAGINE CONGIUNTURALE SULLE PREVISIONI DI ANDAMENTO DELL INDUSTRIA IN LIGURIA NEL TERZO TRIMESTRE 2013 INDAGINE CONGIUNTURALE SULLE PREVISIONI DI ANDAMENTO DELL INDUSTRIA IN LIGURIA NEL TERZO TRIMESTRE 2013 Le previsioni delle imprese manifatturiere liguri per il terzo trimestre 2013 hanno confermato alcuni

Dettagli

Indagine congiunturale rapida su quarto trimestre 2014 e primo trimestre 2015

Indagine congiunturale rapida su quarto trimestre 2014 e primo trimestre 2015 Indagine congiunturale rapida su quarto trimestre 2014 e primo trimestre 2015 Clima sempre cauto: SI al bonus lettura per rilanciare la cultura del Paese. NO all esplosione dei costi energetici. Il deprezzamento

Dettagli

- 2 trimestre 2014 -

- 2 trimestre 2014 - INDAGINE TRIMESTRALE SULLA CONGIUNTURA IN PROVINCIA DI TRENTO - 2 trimestre 2014 - Sommario Riepilogo dei principali risultati... 2 Giudizio sintetico sul trimestre... 3 1. Il quadro generale... 4 1.1

Dettagli

Indagine di previsione per il I trimestre 2016 per le imprese della provincia di Cuneo

Indagine di previsione per il I trimestre 2016 per le imprese della provincia di Cuneo Nota congiunturale Indagine di previsione per il I trimestre 2016 per le imprese della provincia di Cuneo L indagine congiunturale di previsione per il primo trimestre 2016 di Confindustria Cuneo evidenzia

Dettagli

La situazione congiunturale per l industria manifatturiera trevigiana al primo trimestre 2015

La situazione congiunturale per l industria manifatturiera trevigiana al primo trimestre 2015 CONGIUNTURA & APPROFONDIMENTI Report n. 7 Maggio 2015 La situazione congiunturale per l industria manifatturiera trevigiana al primo trimestre 2015 A cura dell Area Studi e Sviluppo Economico Territoriale

Dettagli

OSSERVATORIO ECONOMICO

OSSERVATORIO ECONOMICO Nell ultimo trimestre del 2013 gli indicatori di produzione (-5,8%), fatturato (-5,1%), ordinativi (-7,3%) e export (-0,4%) si riportano a valori sostanzialmente simili a quelli del secondo trimestre,

Dettagli

Quadro economico e prospettive dell industria grafica e cartotecnica

Quadro economico e prospettive dell industria grafica e cartotecnica Quadro economico e prospettive dell industria grafica e cartotecnica Dott. Claudio Covini Direttore Generale Assografici 13 Digital Printing Forum, 13 Febbraio 2008 I SETTORI INDUSTRIALI RAPPRESENTATI

Dettagli

Indagine Congiunturale

Indagine Congiunturale Indagine Congiunturale Situazione al 1 trimestre 2007 e previsioni sul 2 trimestre 2007 Industria Grafica Nel 1 trimestre del 2007 il fatturato del Panel delle aziende grafiche evidenzia un calo del 5,2%

Dettagli

La congiuntura. internazionale

La congiuntura. internazionale La congiuntura internazionale N. 2 LUGLIO 2015 Il momento del commercio mondiale segna un miglioramento ad aprile 2015, ma i volumi delle importazioni e delle esportazioni sembrano muoversi in direzioni

Dettagli

LA FILATURA ITALIANA NEL 2014-2015

LA FILATURA ITALIANA NEL 2014-2015 LA FILATURA ITALIANA NEL 2014-2015 Nota a cura di: Per: Federazione Tessile e Moda Centro Studi Pitti Immagine 1. Il bilancio settoriale del 2014 Nel 2014, per il terzo anno consecutivo, l industria italiana

Dettagli

L industria dentale italiana e il mercato di riferimento Maggio 2015

L industria dentale italiana e il mercato di riferimento Maggio 2015 Maggio 2015 L industria dentale italiana e il mercato di riferimento Maggio 2015 Presentazione Rapporto UNIDI definitivo sul mercato 2013 e stima 2014 Il progetto KEY-STONE Presentazione rapporto sul periodo

Dettagli

LA CONGIUNTURA ECONOMICA. Industria, artigianato, commercio, servizi e costruzioni in provincia di Bergamo nel primo trimestre 2013

LA CONGIUNTURA ECONOMICA. Industria, artigianato, commercio, servizi e costruzioni in provincia di Bergamo nel primo trimestre 2013 LA CONGIUNTURA ECONOMICA Industria, artigianato, commercio, servizi e costruzioni in provincia di Bergamo nel primo trimestre 2013 Servizio Studi della C C I A A di Bergamo 7 maggio 2013 Industria, artigianato,

Dettagli

Tassi di crescita reale, su base congiunturale e tendenziale, del PIL e delle sue voci nel secondo trimestre 2015 (variazioni percentuali) 0,3

Tassi di crescita reale, su base congiunturale e tendenziale, del PIL e delle sue voci nel secondo trimestre 2015 (variazioni percentuali) 0,3 IL QUADRO AGGREGATO Come già avvenuto nel primo trimestre dell anno, anche nel secondo il prodotto interno lordo ha conosciuto una accelerazione sia congiunturale che tendenziale. Tra aprile e giugno dell

Dettagli

Industria: I risultati dell indagine congiunturale sul 1 trimestre 2012

Industria: I risultati dell indagine congiunturale sul 1 trimestre 2012 34indicatori Industria: stabile la produzione I risultati dell indagine congiunturale sul 1 trimestre 2012 E. S. Produzione sugli stessi livelli dello scorso anno, debole la domanda interna, ma rimane

Dettagli

Congiuntura economica

Congiuntura economica Congiuntura economica Periodico trimestrale 1/2013 L economia mondiale L ultima pubblicazione del Fondo Monetario Internazionale - FMI (gennaio 2013), contenente le previsioni relative ai principali indicatori

Dettagli

Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione

Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione PRODOTTI IN METALLO Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione Nel primo grafico viene rappresentata la crescita del settore; come misura dell attività si utilizza il valore aggiunto

Dettagli

Indagine trimestrale sul settore alberghiero high level

Indagine trimestrale sul settore alberghiero high level Studi e Analisi presenta elaborazioni e indagini prodotte dal Centro Studi nei suoi ambiti d interesse Indagine trimestrale sul settore alberghiero high level Terzo trimestre 2007 a cura di Maria Grazia

Dettagli

CONGIUNTURA FRIULI VENEZIA GIULIA Consuntivo 4 trimestre 2015 e previsioni 1 trimestre 2016

CONGIUNTURA FRIULI VENEZIA GIULIA Consuntivo 4 trimestre 2015 e previsioni 1 trimestre 2016 CONGIUNTURA FRIULI VENEZIA GIULIA Consuntivo 4 trimestre 2015 e previsioni 1 trimestre 2016 Trieste, 19 febbraio 2016 Corso Vittorio Emanuele II, 47-33170 Pordenone - Tel. +39 0434 381211 - fax +39 0434

Dettagli

L INDUSTRIA VENETA AFFRONTA LO SHOCK FINANZIARIO

L INDUSTRIA VENETA AFFRONTA LO SHOCK FINANZIARIO Venezia, 10 novembre 2008 COMUNICATO STAMPA Indagine congiunturale di Unioncamere del Veneto sulle imprese manifatturiere III trimestre 2008 L INDUSTRIA VENETA AFFRONTA LO SHOCK FINANZIARIO Trimestre negativo

Dettagli

TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE

TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE (febbraio 2015) Il ciclo internazionale, l area euro ed i riflessi sul mercato interno Il ciclo economico internazionale presenta segnali favorevoli che si accompagnano

Dettagli

Le vendite della Grande Distribuzione Organizzata in Toscana

Le vendite della Grande Distribuzione Organizzata in Toscana Le vendite della Grande Distribuzione Organizzata in Toscana Consuntivo 1 semestre e luglio-agosto Ufficio Studi Novembre Indice 1. Considerazioni generali....3 2. Il fatturato di vendita della Grande

Dettagli

4 Osservatorio congiunturale sull Artigianato e la Piccola Impresa nel Comune di Venezia (Centro Storico e Terraferma)

4 Osservatorio congiunturale sull Artigianato e la Piccola Impresa nel Comune di Venezia (Centro Storico e Terraferma) 4 Osservatorio congiunturale sull Artigianato e la Piccola Impresa nel Comune di Venezia (Centro Storico e Terraferma) ANDAMENTI 1 SEMESTRE 2009 PREVISIONI 1I SEMESTRE 2009 COMUNICATO STAMPA L Osservatorio

Dettagli

II L EVOLUZIONE DELL ECONOMIA ITALIANA

II L EVOLUZIONE DELL ECONOMIA ITALIANA II L EVOLUZIONE DELL ECONOMIA ITALIANA II.1 L Economia Italiana nel 2004 Gli Sviluppi Recenti Dopo la battuta d arresto avvenuta alla fine dell anno scorso, l economia italiana è tornata a crescere nel

Dettagli

Carta, Editoria, Stampa e Trasformazione: i trend e le proposte per la crescita

Carta, Editoria, Stampa e Trasformazione: i trend e le proposte per la crescita Carta, Editoria, Stampa e Trasformazione: i trend e le proposte per la crescita Alessandro Nova Università L. Bocconi Roma, 18 febbraio 2014 Filiera della carta 2014 - Alessandro Nova 1 La Filiera della

Dettagli

REGIONE LIGURIA Commissione Regionale Artigianato

REGIONE LIGURIA Commissione Regionale Artigianato REGIONE LIGURIA Commissione Regionale Artigianato OSSERVATORIO CONGIUNTURALE SULL ARTIGIANATO E LA PICCOLA IMPRESA IN LIGURIA L Osservatorio Congiunturale sull Artigianato e la Piccola Impresa in Liguria

Dettagli

RAPPORTO TRENDER - I SEMESTRE 2008 -

RAPPORTO TRENDER - I SEMESTRE 2008 - RAPPORTO TRENDER - I SEMESTRE 2008 - L analisi congiunturale di TRENDER: indicatori di domanda fatturato totale - totale settori fatturato interno - totale settori 115 105,00 113,74 102,97 115,55 108,51

Dettagli

INCHIESTA CONGIUNTURALE SUI SERVIZI

INCHIESTA CONGIUNTURALE SUI SERVIZI INCHIESTA CONGIUNTURALE SUI SERVIZI RISULTATI GENERALI Nel secondo trimestre del 2006 le imprese dei Servizi hanno giudicato alto il livello degli ordini e della domanda. Rispetto al trimestre precedente

Dettagli

IL SECONDO RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI

IL SECONDO RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI 26 febbraio 2014 IL SECONDO RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI Edizione 2014 Il Rapporto sulla competitività delle imprese e dei settori produttivi, alla sua seconda edizione, fornisce

Dettagli

Agosto 2012. Osservatorio Cerved Group sui bilanci 2011

Agosto 2012. Osservatorio Cerved Group sui bilanci 2011 Agosto 2012 Osservatorio Cerved Group sui bilanci 2011 Aumentano le imprese con Ebitda insufficiente per sostenere oneri e debiti finanziari Alla ricerca della marginalità perduta Sintesi dei risultati

Dettagli

imprese della provincia di latina luglio 2013

imprese della provincia di latina luglio 2013 imprese della provincia di latina luglio 2013 indagine trimestrale congiunturale sulle imprese della provincia di rapporto di ricerca secondo trimestre 2013 roma, 30 luglio 2013 (12153lq 02) agenda 1.

Dettagli

TrendRa, l'indagine di CNA sull andamento economico e occupazionale dell artigianato a Ravenna

TrendRa, l'indagine di CNA sull andamento economico e occupazionale dell artigianato a Ravenna TrendRa, l'indagine di CNA sull andamento economico e occupazionale dell artigianato a Ravenna Venerdì 9 Ottobre 2015 Si intravede qualche segnale di ripresa, ma i principali indicatori economici rimangono

Dettagli

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Osservatorio sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Volume 16 DICEMBRE 2010 Microimprese ancora in affanno ma emergono i primi timidi segnali di miglioramento negli investimenti Calano

Dettagli

La Stampa in Italia (2009 2011)

La Stampa in Italia (2009 2011) FEDERAZIONE ITALIANA EDITORI GIORNALI La Stampa in Italia (2009 2011) Roma 18 aprile 2012 Quadro generale L andamento recessivo del Paese nella seconda metà del 2011 e le prospettive di accentuazione di

Dettagli

Flash Industria 3.2011

Flash Industria 3.2011 08 novembre 2011 Flash Industria 3.2011 Nel terzo trimestre 2011, sulla base dell'indagine VenetoCongiuntura, la produzione industriale ha registrato una crescita del +2,0 per cento rispetto allo stesso

Dettagli

Regione Campania. 1. Dati congiunturali del secondo trimestre 2014

Regione Campania. 1. Dati congiunturali del secondo trimestre 2014 1 Regione Campania 1. Dati congiunturali del secondo trimestre 2014 Il saldo tra iscrizioni e cessazioni Il secondo trimestre del 2014 mostra un deciso rafforzamento numerico del sistema imprenditoriale

Dettagli

Media Monthly Report Settembre 2009

Media Monthly Report Settembre 2009 Media Monthly Report Settembre 2009 Media Monthly Report Settembre 2009 The Nielsen Company, Media Indicatori macroeconomici Andamento dei consumi Investimenti pubblicitari Audience tv e Internet News

Dettagli

ARTIGIANATO E PICCOLA IMPRESA NEL VENETO

ARTIGIANATO E PICCOLA IMPRESA NEL VENETO Ufficio Comunicazione&Studi Confartigianato del Veneto ARTIGIANATO E PICCOLA IMPRESA NEL VENETO INDAGINE CONGIUNTURALE ANDAMENTO 2 SEMESTRE 2010 PREVISIONE 1 SEMESTRE 2011 In collaborazione con INDAGINE

Dettagli

Flash Industria 4.2011

Flash Industria 4.2011 15 febbraio 2011 Flash Industria 4.2011 Nel quarto trimestre 2011, sulla base dell'indagine VenetoCongiuntura, la produzione industriale ha registrato una flessione del -1,4 per cento rispetto allo stesso

Dettagli

Nota Congiunturale Numero 2 Giugno 2009

Nota Congiunturale Numero 2 Giugno 2009 Nota Congiunturale Numero 2 Giugno 2009 Comitato per la qualificazione della spesa pubblica Comitato per lo sviluppo provinciale Sandro Trento Enrico Zaninotto Quadro internazionale: 2010 migliore, ma

Dettagli

COMUNE DI REGGIO EMILIA. Osservatorio economico, coesione sociale, legalità Economia e Credito Luglio 2010

COMUNE DI REGGIO EMILIA. Osservatorio economico, coesione sociale, legalità Economia e Credito Luglio 2010 Osservatorio economico, coesione sociale, legalità Economia e Credito Luglio 21 1 Pagina Pagina Pagina Demografia delle imprese reggiane Andamento congiunturale Fallimenti Pagina Pagina Protesti Credito

Dettagli

Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015)

Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015) La Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015) 1 ECONOMIA IN ITALIA In Italia, dopo tre cali annuali consecutivi (2012-2,8%, 2013-1,7%, 2014-0,4%), il CSC prevede una crescita del PIL dell 1%. quest

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

INCHIESTA CONGIUNTURALE SULL INDUSTRIA

INCHIESTA CONGIUNTURALE SULL INDUSTRIA INCHIESTA CONGIUNTURALE SULL INDUSTRIA RISULTATI GENERALI L andamento dell Industria di Roma e Provincia nel quarto trimestre del 2002 è risultato sostanzialmente negativo. Con riferimento al Comune, i

Dettagli

I SERVIZI MANTENGONO IL TREND DI CRESCITA :+0,6% NEGATIVO L ANDAMENTO DELLE VENDITE AL DETTAGLIO:-1%

I SERVIZI MANTENGONO IL TREND DI CRESCITA :+0,6% NEGATIVO L ANDAMENTO DELLE VENDITE AL DETTAGLIO:-1% Venezia, 26 dicembre 2008 COMUNICATO STAMPA Indagine congiunturale Unioncamere del Veneto sulle imprese del commercio e dei servizi III trimestre 2008 I SERVIZI MANTENGONO IL TREND DI CRESCITA :+0,6% NEGATIVO

Dettagli

Annuario Istat-Ice 2008

Annuario Istat-Ice 2008 Le informazioni statistiche sul Commercio estero e sulle Attività Internazionali delle imprese Luigi Biggeri 1 Struttura della presentazione 1. L Annuario e lo sviluppo delle informazioni statistiche sul

Dettagli

Ripresa in vista ma a passo lento: previsioni CSC per l Italia nel biennio 2013-2014

Ripresa in vista ma a passo lento: previsioni CSC per l Italia nel biennio 2013-2014 Ripresa in vista ma a passo lento: previsioni CSC per l Italia nel biennio 2013-2014 Indagine Confindustria sul mercato del lavoro nel 2012 Francesca Mazzolari In Italia segnali di fine caduta e ripresa

Dettagli

Osservatorio sul Mercato Immobiliare, 1 11. La dotazione immobiliare della provincia di Verona

Osservatorio sul Mercato Immobiliare, 1 11. La dotazione immobiliare della provincia di Verona VERONA La dotazione immobiliare della provincia di 13 città intermedie Nord Est Tavola 1 Italia Stock abitazioni 2009 (n.) 456.881 4.794.134 5.607.108 32.484.071 Var. % stock abitazioni 2008/09 1,6 1,6

Dettagli

La congiuntura. italiana. La stima trimestrale del Pil

La congiuntura. italiana. La stima trimestrale del Pil La congiuntura italiana N. 6 LUGLIO 2015 Secondo i dati congiunturali più recenti la lieve ripresa dell attività economica nel primo trimestre sta proseguendo. Tuttavia le indicazioni degli indicatori

Dettagli

Carta, Editoria, Stampa e Trasformazione: i dati della filiera

Carta, Editoria, Stampa e Trasformazione: i dati della filiera Carta, Editoria, Stampa e Trasformazione: i dati della filiera Alessandro Nova Università itàl. Bocconi Roma, 15 febbraio 2012 Filiera della carta 2012 Alessandro Nova 1 La filiera della carta, editoria,

Dettagli

Monitoraggio congiunturale sul sistema produttivo del Lazio

Monitoraggio congiunturale sul sistema produttivo del Lazio C E N S I S Monitoraggio congiunturale sul sistema produttivo del Lazio III Quadrimestre 2008 Monitor Lazio è promosso dall Unione Regionale delle Camere di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LE POLITICHE DI INTERNAZIONALIZZAZIONE

Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LE POLITICHE DI INTERNAZIONALIZZAZIONE LA CONGIUNTURA ITALIANA 1 (aggiornata al 3 giugno 2015) IIL PRODOTTO IINTERNO LORDO IIL COMMERCIIO ESTERO DII BENII LA PRODUZIIONE IINDUSTRIIALE L IINFLAZIIONE IIL MERCATO DEL LAVORO 1 Il presente documento

Dettagli

CONGIUNTURA FRIULI VENEZIA GIULIA Consuntivo 3 trimestre 2015 e previsioni 4 trimestre 2015

CONGIUNTURA FRIULI VENEZIA GIULIA Consuntivo 3 trimestre 2015 e previsioni 4 trimestre 2015 CONGIUNTURA FRIULI VENEZIA GIULIA Consuntivo 3 trimestre 2015 e previsioni 4 trimestre 2015 Udine, 20 novembre 2015 Corso Vittorio Emanuele II, 47-33170 Pordenone - Tel. +39 0434 381211 - fax +39 0434

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014 6 maggio 2013 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014 Nel 2013 si prevede una riduzione del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari all 1,4% in termini reali, mentre per il 2014, il recupero

Dettagli

Consulenza statistico attuariale Osservatorio permanente socioeconomico

Consulenza statistico attuariale Osservatorio permanente socioeconomico Consulenza statistico attuariale Osservatorio permanente socioeconomico Allegato n. 6 alla Circolare n 67/2015 Quadro macroeconomico 2016-2018 variazioni percentuali 2016 2017 2018 PIL 1,3 1,3 1,1 Inflazione

Dettagli

INDUSTRIA METALMECCANICA ITALIANA INDAGINE CONGIUNTURALE. Sintesi per la stampa

INDUSTRIA METALMECCANICA ITALIANA INDAGINE CONGIUNTURALE. Sintesi per la stampa INDUSTRIA METALMECCANICA ITALIANA INDAGINE CONGIUNTURALE Sintesi per la stampa Roma, 11 settembre 2014 Sintesi per la Stampa L attività produttiva del settore metalmeccanico, dopo la fase recessiva protrattasi

Dettagli

Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione

Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione MACCHINE E APPARECCHIATURE ELETTRICHE Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione Nel primo grafico viene rappresentata la crescita del settore dell industria dell elettronica;

Dettagli

INCHIESTA CONGIUNTURALE SUI SERVIZI

INCHIESTA CONGIUNTURALE SUI SERVIZI INCHIESTA CONGIUNTURALE SUI SERVIZI RISULTATI GENERALI Nel settore dei Servizi, come noto, sono presenti realtà produttive molto varie e tra loro non omogenee. Il settore ha dato nel complesso segni di

Dettagli

IL MERCATO DEI MUTUI NEL 2010

IL MERCATO DEI MUTUI NEL 2010 IL MERCATO DEI MUTUI NEL 2010 Nel IV trimestre del 2010 le famiglie italiane hanno ricevuto finanziamenti per l acquisto dell abitazione per 15.041,15 milioni di euro. Rispetto allo stesso trimestre del

Dettagli

Le performance settoriali

Le performance settoriali 20 febbraio 2013 IL PRIMO RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI Perché un Rapporto sulla competitività Con il Rapporto sulla competitività delle imprese e dei settori produttivi, alla sua

Dettagli

L ANDAMENTO DEL SETTORE IN SINTESI CONSUNTIVO 2014 E PRIMO TRIMESTRE 2015

L ANDAMENTO DEL SETTORE IN SINTESI CONSUNTIVO 2014 E PRIMO TRIMESTRE 2015 L ANDAMENTO DEL SETTORE IN SINTESI CONSUNTIVO 201 E PRIMO TRIMESTRE 201 1 FOCUS CONSUNTIVO 201 Il 201 si è chiuso con un bilancio complessivamente soddisfacente: il quadro di sintesi riferito agli indicatori

Dettagli

INCHIESTA CONGIUNTURALE SUL COMMERCIO

INCHIESTA CONGIUNTURALE SUL COMMERCIO INCHIESTA CONGIUNTURALE SUL COMMERCIO RISULTATI GENERALI Nel secondo trimestre del 2003 sono state confermate le valutazioni sostanzialmente negative sull andamento degli affari sia dagli imprenditori

Dettagli

OSSERVATORIO SULLA CRISI ECONOMICA IN PROVINCIA DI BERGAMO

OSSERVATORIO SULLA CRISI ECONOMICA IN PROVINCIA DI BERGAMO OSSERVATORIO SULLA CRISI ECONOMICA IN PROVINCIA DI BERGAMO a cura dell I.R.S. (Istituto per la Ricerca Sociale) di Milano per conto della Camera di Commercio I.A.A. e della Provincia di Bergamo (estratto

Dettagli

VERSIONE DEFINITIVA Nota di Aggiornamento al Documento di Economia e Finanza 2015

VERSIONE DEFINITIVA Nota di Aggiornamento al Documento di Economia e Finanza 2015 VERSIONE DEFINITIVA Nota di Aggiornamento al Documento di Economia e Finanza 2015 Audizione del Presidente dell Istituto nazionale di statistica Giorgio Alleva Commissioni congiunte V Commissione "Programmazione

Dettagli

Le imprese in questo nuovo scenario.

Le imprese in questo nuovo scenario. Banche credito tassi - imprese: un nuovo scenario Le imprese in questo nuovo scenario. 1 Mercoledì 26 ottobre 2011, ore 16.00 Palazzo Bonin - Corso Palladio 13 Vicenza Aspetti fondamentali del nuovo scenario:

Dettagli

3. L industria alimentare italiana a confronto con l Ue

3. L industria alimentare italiana a confronto con l Ue Rapporto annuale 2012 3. L industria alimentare italiana a confronto con l Ue IN SINTESI Nel 2011, la contrazione della domanda interna nonostante la tenuta di quella estera ha determinato un calo dell

Dettagli

I MERCATI REGIONALI DEL LAVORO

I MERCATI REGIONALI DEL LAVORO SECO STATISTICHE E COMUNICAZIONI OBBLIGATORIE I MERCATI REGIONALI DEL LAVORO Le dinamiche trimestrali Aggiornamento al 4 trimestre 2013 a cura del NETWORK SECO marzo 2014 Il Network SeCO è costituito da:

Dettagli

RAPPORTO CER Aggiornamenti

RAPPORTO CER Aggiornamenti RAPPORTO CER Aggiornamenti 9 luglio 2014 Ancora luci ed ombre I dati presentati in questo aggiornamento sono interlocutori. Da un lato, in negativo, abbiamo il credito, ancora in territorio negativo, e

Dettagli

QUADERNO DI LAVORO: GLI SCENARI ECONOMICI (gennaio 2007)

QUADERNO DI LAVORO: GLI SCENARI ECONOMICI (gennaio 2007) QUADERNO DI LAVORO: GLI SCENARI ECONOMICI (gennaio 2007) CRS PO-MDL 1 GLI SCENARI ECONOMICI Prima di affrontare una qualsiasi analisi del mercato del lavoro giovanile, è opportuno soffermarsi sulle caratteristiche

Dettagli

PERIODICO TRIMESTRALE DI INFORMAZIONE ECONOMICA DELL'OSSERVATORIO ECONOMICO DELLA SARDEGNA NOVEMBRE 2005

PERIODICO TRIMESTRALE DI INFORMAZIONE ECONOMICA DELL'OSSERVATORIO ECONOMICO DELLA SARDEGNA NOVEMBRE 2005 PERIODICO TRIMESTRALE DI INFORMAZIONE ECONOMICA DELL'OSSERVATORIO ECONOMICO DELLA SARDEGNA NOVEMBRE 2 L AREA EURO Nonostante i timori legati all impatto dei prezzi del greggio, l economia mondiale è ancora

Dettagli

economico congiunturale

economico congiunturale indicatori Economica Numero 6 novembre-dicembre 55 Osservatorio economico congiunturale indicatori ll punto sull economia della provincia di 56 Economica Numero 6 novembre-dicembre I RISULTATI DI BILANCIO

Dettagli

LA CASSETTA DEGLI ATTREZZI

LA CASSETTA DEGLI ATTREZZI Aggiornamento del 29 maggio 2015 I CONTENUTI IL SISTEMA ECONOMICO LA FINANZA PUBBLICA LA SANITA IL SISTEMA ECONOMICO LA CASSETTA DEGLI ATTREZZI IL PIL PIL: DINAMICA E PREVISIONI NEI PRINCIPALI PAESI UE

Dettagli

Giuria della Congiuntura

Giuria della Congiuntura Giuria della Congiuntura Centro studi e ricerche economico sociali l evoluzione congiunturale dell industria manifatturiera delle Marche risultati del 1 trimestre 2015 e previsioni per il 2 trimestre 2015

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

Il mercato spagnolo del riciclaggio

Il mercato spagnolo del riciclaggio Nota settoriale Il mercato spagnolo del riciclaggio Agenzia ICE Ufficio di Madrid Data di realizzazione: aprile 2013 Agenzia ICE ufficio di Madrid Il settore del riciclaggio 1 CENNI SUL MERCATO SPAGNOLO

Dettagli

Dossier 1 La recente evoluzione della congiuntura internazionale e italiana

Dossier 1 La recente evoluzione della congiuntura internazionale e italiana Dossier 1 La recente evoluzione della congiuntura internazionale e italiana Audizione del Presidente dell Istituto nazionale di statistica, Luigi Biggeri presso le Commissioni riunite V Commissione "Programmazione

Dettagli

DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI IL MERCATO IMMOBILIARE RESIDENZIALE

DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI IL MERCATO IMMOBILIARE RESIDENZIALE DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI IL MERCATO IMMOBILIARE RESIDENZIALE Estratto dall Osservatorio Congiunturale sull Industria delle Costruzioni Luglio 1985 1986 1987 1988 1989 1990 1991 1992 1993

Dettagli

Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione

Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione CARTA, STAMPA ED EDITORIA Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione Nel primo grafico viene rappresentata la crescita del settore; come misura dell attività si utilizza il valore

Dettagli

LA CONGIUNTURA ECONOMICA. Industria, artigianato, commercio, servizi e costruzioni in provincia di Bergamo nel terzo trimestre 2014

LA CONGIUNTURA ECONOMICA. Industria, artigianato, commercio, servizi e costruzioni in provincia di Bergamo nel terzo trimestre 2014 LA CONGUNTURA ECONOMCA ndustria, artigianato, commercio, servizi e costruzioni in provincia di Bergamo nel terzo trimestre 2014 Servizio Studi della CCAA di Bergamo 4 novembre 2014 2 ndustria, artigianato,

Dettagli

Risultati dell indagine congiunturale del 1 semestre 2012 e tendenze del 3 trimestre 2012

Risultati dell indagine congiunturale del 1 semestre 2012 e tendenze del 3 trimestre 2012 AR-VV/em Prot. n. 120/V/13 Milano, 31 Ottobre 2012 AGLI EGREGI SIGNORI COMPONENTI LA GIUNTA ALLE AZIENDE GRAFICHE, CARTOTECNICHE E TRASFORMATRICI DEL PANEL OSI ALLE ASSOCIAZIONI TERRITORIALI ADERENTI LORO

Dettagli

Secondo trimestre 2014 e previsioni per il terzo trimestre 2014

Secondo trimestre 2014 e previsioni per il terzo trimestre 2014 Secondo trimestre 2014 e previsioni per il terzo trimestre 2014 I diritti di traduzione, memorizzazione elettronica, di riproduzione e adattamento, totale o parziale con qualsiasi mezzo, sono riservati

Dettagli

La Stampa in Italia (2010 2012)

La Stampa in Italia (2010 2012) (2010 2012) Roma 5 giugno 2013 La crisi dell editoria quotidiana e periodica: la negativa congiuntura economica, l evoluzione tecnologica e i fattori di criticità strutturali L editoria quotidiana e periodica

Dettagli

Le previsioni al 2016: valore aggiunto, produttività ed occupazione

Le previsioni al 2016: valore aggiunto, produttività ed occupazione CARTA, STAMPA ED EDITORIA Le previsioni al 2016: valore aggiunto, produttività ed occupazione Il valore aggiunto prodotto dall industria cartaria e della stampa rappresenta l 1 per cento del Pil italiano.

Dettagli

FATTURATO E ORDINATIVI DELL INDUSTRIA

FATTURATO E ORDINATIVI DELL INDUSTRIA 22 luglio 2015 Maggio 2015 FATTURATO E ORDINATIVI DELL INDUSTRIA Allo scopo di fornire informazioni statistiche integrate, a partire dalla diffusione odierna, il comunicato è arricchito di un paragrafo

Dettagli

Risultati dell indagine congiunturale sui primi nove mesi del 2013 e tendenze del 4 trimestre 2013

Risultati dell indagine congiunturale sui primi nove mesi del 2013 e tendenze del 4 trimestre 2013 AR-VV/em Prot. n. 23/V/13 Milano, 31 Gennaio 2014 AGLI EGREGI SIGNORI COMPONENTI LA GIUNTA ALLE AZIENDE GRAFICHE, CARTOTECNICHE E TRASFORMATRICI ASSOCIATE ALLE ASSOCIAZIONI TERRITORIALI ADERENTI LORO SEDI

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2012 1

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2012 1 Osservatorio sul Mercato Immobiliare, 1-1 NOVARA NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 1 1 Tavola 1 Numero di compravendite di immobili residenziali e non residenziali nel periodo -11:

Dettagli

Internazionalizzazione delle imprese

Internazionalizzazione delle imprese Internazionalizzazione delle imprese italiane: contesto ed opportunità 3 Marzo 2015 Business Analysis Pio De Gregorio, Responsabile Anna Tugnolo, Senior Analyst Dopo un 2013 difficile, le esportazioni

Dettagli

Mercato e crediti: evoluzione e prospettive Fiorenzo Dalu

Mercato e crediti: evoluzione e prospettive Fiorenzo Dalu Mercato e crediti: evoluzione e prospettive Fiorenzo Dalu Milano, 14 aprile 2011 La crisi finanziaria e i suoi riflessi sull economia reale La crisi internazionale Riflessi sull economia Italiana 2008

Dettagli

Testata: IL SOLE 24 ORE La pubblicità paga l effetto Mondiali. Data: 31 LUGLIO 2015 PAG. 11

Testata: IL SOLE 24 ORE La pubblicità paga l effetto Mondiali. Data: 31 LUGLIO 2015 PAG. 11 Testata: IL SOLE 24 ORE La pubblicità paga l effetto Mondiali Data: 31 LUGLIO 2015 PAG. 11 Testata: ITALIA OGGI Pubblicità, giugno giù del 10,2% Data: 31 LUGLIO 2015 PAG. 20 Testata: RADIOCOR - IL SOLE

Dettagli

IL QUADRO MACROECONOMICO

IL QUADRO MACROECONOMICO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO LA CONGIUNTURA ECONOMICA - PUNTI DI VISTA E SUGGERIMENTI DI ASSET ALLOCATION IL QUADRO MACROECONOMICO DOTT. ALBERTO BALESTRERI Milano, 20 novembre 2014 S.A.F.

Dettagli

Executive Summary Rapporto 2011/2012

Executive Summary Rapporto 2011/2012 Executive Summary Rapporto 2011/2012 In collaborazione con Anticipazione dei risultati Dati macro Il settore del Management Consulting rappresenta un mercato molto frammentato, dove sono presenti circa

Dettagli

Scenari petroliferi ed energetici

Scenari petroliferi ed energetici Confindustria Siracusa Scenari petroliferi ed energetici A cura dell Area comunicazione ed organizzazione Ufficio studi e statistiche Elaborazione su dati dell Unione Petrolifera IL MERCATO PETROLIFERO

Dettagli

L inflazione nel 2004

L inflazione nel 2004 L inflazione nel 2004 Un quadro generale In Italia l inflazione media annua per l anno 2004 si è attestata intorno al 2,2%, un risultato di gran lunga migliore rispetto al 2003 quando il valore medio di

Dettagli

Elaborazione flash. Ufficio Studi Confartigianato Vicenza 25/01/2013

Elaborazione flash. Ufficio Studi Confartigianato Vicenza 25/01/2013 Elaborazione flash Ufficio Studi Confartigianato Vicenza 25/01/2013 Alcuni indicatori economici Focus sull artigianato nella provincia di Vicenza Dati a supporto della mobilitazione nazionale Rete Imprese

Dettagli

DOMANDA E DISTRIBUZIONE CENNI GENERALI 2010-2011

DOMANDA E DISTRIBUZIONE CENNI GENERALI 2010-2011 DOMANDA E DISTRIBUZIONE CENNI GENERALI 2010-2011 Osservatorio Commercio N IT 231513 I consumi alimentari e non alimentari In un contesto di perdurante perdita di potere d acquisto, si registra una contrazione

Dettagli

Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione

Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione ENERGIA Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione Nel primo grafico viene rappresentata la crescita del settore dell energia; come misura dell attività si utilizza il valore aggiunto

Dettagli

Variazione % tendenziale 2,9 1,1. Elaborazioni Anfia su dati ISTAT *Codici Ateco 29

Variazione % tendenziale 2,9 1,1. Elaborazioni Anfia su dati ISTAT *Codici Ateco 29 La produzione industriale in Italia cresce del 2,9% ad ottobre 2015. L industria automotive è tra i comparti che registrano la maggiore crescita da inizio anno: +28,5%. Secondo i dati diffusi da ISTAT,

Dettagli

Ottobre 2015 PREZZI AL CONSUMO Dati provvisori

Ottobre 2015 PREZZI AL CONSUMO Dati provvisori 30 ottobre 2015 Ottobre 2015 PREZZI AL CONSUMO Dati provvisori Nel mese di ottobre 2015, secondo le stime preliminari, l indice nazionale dei prezzi al consumo per l intera collettività (NIC), al lordo

Dettagli

Nel 2014 crescita record della domanda di mutui (+30,6%) ma calano ancora le richieste di prestiti da parte delle famiglie (-2,0%).

Nel 2014 crescita record della domanda di mutui (+30,6%) ma calano ancora le richieste di prestiti da parte delle famiglie (-2,0%). BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI CREDITO DA PARTE DELLE FAMIGLIE Nel 2014 crescita record della domanda di mutui (+30,6%) ma calano ancora le richieste di prestiti da parte delle famiglie (-2,0%). Le evidenze

Dettagli