ANALISI E PREVISIONE DELLA PRODUZIONE. nei settori dell industria grafica, della cartotecnica e trasformazione di carta e cartone

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ANALISI E PREVISIONE DELLA PRODUZIONE. nei settori dell industria grafica, della cartotecnica e trasformazione di carta e cartone"

Transcript

1 ANALISI E PREVISIONE DELLA PRODUZIONE ISTITUTO DI AMMINISTRAZIONE FINANZA E CONTROLLO (IAFC) UNIVERSITA L. BOCCONI per nei settori dell industria grafica, della cartotecnica e trasformazione di carta e cartone 6 Rapporto Osservatorio ASSOGRAFICI CENTREXPO IAFC BOCCONI Milano, ottobre 2007 Scaricato da 1

2 INTRODUZIONE ALLO STUDIO ASSOGRAFICI, Associazione Nazionale Italiana Industrie Grafiche, Cartotecniche e Trasformatrici, rappresenta le imprese operanti nel settore grafico e cartotecnico trasformatore. CENTREXPO, nata nel 1980, è un azienda specializzata nell organizzazione di fiere nei settori delle arti grafiche, del converting e dell imballaggio. In funzione dell evoluzione economico-competitiva dei settori grafico e cartotecnico trasformatore e delle caratteristiche di elevata turbolenza sui mercati, sia ASSOGRAFICI che CENTREXPO hanno avvertito l esigenza, condivisa dalle imprese, di determinare in modo anticipato elementi essenziali della propria attività, quali gli investimenti. Sulla base di queste considerazioni, già nel 2002, insieme con l Istituto IAFC Bocconi, è stato creato uno specifico Osservatorio, che ha determinato un modello statistico di previsione della dinamica della produzione, nell anno in corso e nei due successivi, per i 4 comparti del settore grafico e cartotecnico trasformatore, ovvero grafica editoriale, grafica pubblicitaria e commerciale, imballaggio in carta e cartone e cartotecnica. La struttura del modello utilizzato collega direttamente l evoluzione attesa della produzione dei 4 comparti ad alcune variabili macroeconomiche, la cui dinamica viene tradizionalmente prevista all interno del sistema economico italiano da parte di autorevoli organismi sia nazionali che internazionali, quali il prodotto interno lordo (Pil), i consumi interni (nazionali) e la produzione industriale, oltre ad indicatori più specifici di settore. I risultati della previsione sono presentati in forma di intervallo di valori (ad esempio, una crescita compresa tra il 3,5% e il 4%), caratterizzati da un ampiezza di circa mezzo punto percentuale. 2

3 INTRODUZIONE ALLO STUDIO Dal 2007 il rapporto dell Osservatorio, per rispondere alla necessità di fornire indicazioni con un livello di dettaglio che consenta di raggiungere risultati caratterizzati da una sufficiente specificità settoriale, è stato ulteriormente arricchito da previsioni specifiche (a 2 anni) sui principali segmenti del mercato cartotecnico trasformatore ovvero cartone ondulato, imballaggio flessibile, astucci e scatole pieghevoli, sacchi di carta a grande contenuto e tubi in cartone, rappresentati rispettivamente, in ambito Assografici, dai Gruppi di Specializzazione Gifco, Giflex, Gifasp, Gipsac e Gruppo Produttori di Tubi in cartone. L esperienza di questo progetto ha insegnato che la formulazione di un modello previsivo risulta uno strumento particolarmente utile per ASSOGRAFICI e CENTREXPO, sia nel fornire alle imprese un valido strumento per la pianificazione degli investimenti e degli sforzi commerciali, sia per le stesse Associazioni, in quanto consente di identificare le aree di più intenso coordinamento di iniziative di sviluppo. 3

4 LE PREVISIONI DELLA PRODUZIONE NEL SETTORE GRAFICO E CARTOTECNICO-TRASFORMATORE

5 IL IL MODELLO : : LE LE VARIABILI UTILIZZATE PER PER LA LA PREVISIONE Settore Grafica pubblicitaria e commerciale Grafica editoriale Imballaggio in carta e cartone Cartotecnica Variabili specifiche Spesa per giornali, libri e cancelleria delle famiglie* Variabili comuni Prodotto interno lordo (PIL)** Consumi interni** Produzione industriale*** * Previsioni - Fonte: Nostre previsioni su dati ISTAT e vari ** Previsioni: Fonti varie (si veda sopra) *** Previsioni: Nostre previsioni su dati ISTAT, CONFINDUSTRIA 5

6 IL IL MODELLO UTILIZZATO: I I COMPARTI ANALIZZATI SETTORE GRAFICO E CARTOTECNICO-TRASFORMATORE SETTORE GRAFICO SETTORE CARTOTECNICO- TRASFORMATORE GRAFICA EDITORIALE GRAFICA PUBBLICITARIA E COMMERCIALE CARTOTECNICA IMBALLAGGIO IN CARTA E CARTONE 6

7 IL IL MODELLO UTILIZZATO: IL IL CONTENUTO DEI DEI COMPARTI GRAFICA EDITORIALE: stampa di prodotti editoriali quali libri, dizionari, enciclopedie, guide telefoniche, riviste e pubblicazioni periodiche e simili; GRAFICA PUBBLICITARIA E COMMERCIALE: stampa di lavori pubblicitari e commerciali quali cataloghi, manifesti, immagini, moduli amministrativi, etichette, etc.; IMBALLAGGIO IN CARTA E CARTONE: produzione di sacchi, sacchetti, imballaggi flessibili, astucci pieghevoli, scatole e contenitori vari, imballaggi di cartone ondulato etc.; CARTOTECNICA: altre lavorazioni di cartotecnica e trasformazione della carta e del cartone quali buste, carte da lettera, carte da parati, carte patinate, gommate, carte per usi industriali, etc. 7

8 Spesa Spesa per per giornali, libri libri e cancelleria / / Totale Totale spesa spesa delle delle famiglie (1970 ( ) 2006) 2,5% 1,6% 1,6% 1,7% 1,7% 1,6% 1,8% 1,8% 1,8% 1,8% 1,9% 2,2% 2,2% 2,3% 2,3% 2,3% 2,2% 2,3% 2,4% 2,4% 2,3% 2,2% 1,9% 1,8% 1,7% 1,6% 1,5%

9 LE LE IPOTESI DI DI BASE E LE LE PREVISIONI ( ) 2009) PER PER I I 4 COMPARTI Variabile PIL 1,7% 1,4% 1,3% Consumi 0,6% 0,7% 0,7% Produzione industriale* 1,5% 1,4% 1,3% Spesa in giornali, libri e cancelleria* -0,1% 0,0% 0,0% * Variazioni stimate sulla base del PIL (produzione industriale) e dei consumi (spesa in giornali, libri e cancelleria) Comparto Pessimistica Ottimistica Pessimistica Ottimistica Pessimistica Ottimistica Cartotecnica 1,7% 2,3% -0,3% 0,3% -0,1% 0,5% Imballaggio 2,9% 3,5% 2,3% 2,9% 2,7% Grafica editoriale -2,5% -1,9% -1,0% -0,4% -1,1% -0,5% Grafica pubblicitaria -1,1% -0,5% 1,1% 1,7% 1,0% 1,6% 9

10 7,0% 6,0% UNA UNA RAPPRESENTAZIONE GRAFICA DEI DEI RISULTATI Cartotecnica Imballaggio Grafica editoriale Grafica pubblicitaria e commerciale 5,0% 4,0% 3,5% 3,0% 2,3% 2,9% 2,9% 2,3% 2,7% 1,7% 1,6% 1,0% 1,7% 0,3% 0,5% 1,1% 1,0% 0,0% -0,4% -0,5% -0,5% -1,0% -0,3% -0,1% -1,9% -1,0% -1,1% -1,1% - -3,0% ,5% 10

11 CARTOTECNICA Ha una dinamica di crescita irregolare anche a causa della composizione interna, suddivisa in due aree principali rappresentate dalle produzioni legate alla cartoleria e dalle lavorazioni industriali; Dopo 4 anni di variazione negativa ( ) nel 2006 la produzione è cresciuta dell 1% anche grazie al recupero di alcuni settori a valle; Nel corso del 2007 i prodotti cartotecnici per la scuola, l ufficio e la corrispondenza stanno mostrando dinamiche di crescita intorno al 2% e anche il segmento delle carte trattate ad uso industriale (ad esempio, prodotti per il settore dell auto) osserva una crescita simile; Le attese per il 2007 sono di una crescita della produzione della cartotecnica tra l 1,7% e il 2,3%. Nel 2008 e 2009 invece, terminato il recupero dei settori a valle e la spinta della produzione industriale invece, si attendono leggeri incrementi della produzione, nell ordine di qualche decimo di punto percentuale. 11

12 IMBALLAGGIO Ancora in crescita il settore degli imballaggi in carta e cartone nel 2007 (tra il 2,9% ed il 3,5%); Alcune delle tendenze (contrastanti) che determinano le attese sono rappresentate dalla forte connessione alla dinamica della produzione industriale, il recupero (già avvenuto) in alcuni settori a valle, una crescita dell intensità di imballaggio (ad es. nei prodotti alimentari), la concorrenza da parte di materiali alternativi; Nel corso del 2007 gli imballaggi in carta e cartone mostrano prospettive di crescita mediamente intorno al 3,2% in virtù della buona dinamica della produzione e dello sviluppo accelerato di alcuni segmenti; Le attese per il 2008 e 2009 mostrano tassi di crescita ancora positivi, solo leggermente ridotti rispetto al 2007 e compresi in media tra il 2,6% e il 2,4%. 12

13 GRAFICA EDITORIALE Nel corso dell ultimo decennio il ritmo di crescita del settore grafico si è ridotto, giungendo nel 2006 ad un risultato negativo (-1,7%); Le dinamiche recenti (2007) indicano evoluzioni non positive in quasi tutti i segmenti, con particolare intensità nel segmento delle riviste, ma anche alcuni prodotti editoriali (ad esempio i collaterali ai quotidiani e ai periodici) mostrano tendenze negative. Alcune rilevazioni dell ISTAT sembrano però sovrastimare la tendenza negativa perché molto incentrate sulle medie e grandi imprese; Nel corso del 2007 la grafica editoriale mostra dinamiche che dovrebbero condurre ad una riduzione tra il -2,5% ed il -1,9% della produzione; Le attese per il 2008 e 2009 mostrano tassi di variazione ancora negativi, che però dovrebbero scontare l esaurimento di alcune tendenze negative, con riduzioni della produzione comprese in media tra il -0,7% e il -0,8%. 13

14 GRAFICA PUBBLICITARIA E COMMERCIALE E il comparto che ha mostrato la tendenza alla crescita più accentuata nel lungo periodo. A partire dal 2002 la crescita accelerata si è tuttavia interrotta, mostrando nel 2005 e nel 2006 risultati negativi; anche il 2007 mostra segnali di una riduzione (più lieve) dell attività industriale (tra il -1,1% ed il -0,5%). Gli elementi che pesano su queste dinamiche sono essenzialmente riconducibili alla non favorevole dinamica della pubblicità su carta e alla concorrenza (ma solo in alcuni segmenti) da parte di altre forme pubblicitarie (ad es. internet). Va segnalato che nel comparto è in atto un processo di riduzione della grammatura delle carte che rende più difficoltoso valutare esattamente la dinamica dell attività industriale e rende meno comparabili i dati ISTAT; Le attese per il 2008 e 2009 risultano influenzate dalle attese circa il generale trend degli investimenti pubblicitari e commerciali. Nelle nostre stime si ipotizza un progressivo recupero delle variabili di investimento che dovrebbero portare a crescite produttive in media nell ordine del +1,4% / + 1,3% (al netto degli effetti di sgrammatura ). 14

15 LA PREVISIONE DELLA PRODUZIONE SU ALCUNI SEGMENTI PRODUTTIVI DEL SETTORE CARTOTECNICO TRASFORMATORE: Cartone ondulato Imballaggio flessibile Astucci e scatole pieghevoli Sacchi di carta a grande contenuto Tubi in cartone

16 LE LE IPOTESI DI DI BASE E LE LE PREVISIONI ( ) 2008) PER PER I I 5 SEGMENTI PRODUTTIVI Variabile PIL 1,7% 1,4% 1,3% Consumi 0,6% 0,7% 0,7% Produzione industriale* 1,5% 1,4% 1,3% Spesa in giornali, libri e cancelleria* -0,1% 0,0% 0,0% * Variazioni stimate sulla base del PIL (produzione industriale) e dei consumi (spesa in giornali, libri e cancelleria) Astucci e scatole pieghevoli Cartone ondulato Imballaggio flessibile Sacchi di carta a grande contenuto Tubi in cartone OTTIMISTICA 2,8% 2,6% 4,1% 3,6% 2,3% PESSIMISTICA 2,2% 3,5% 3,0% 1,7% OTTIMISTICA 2,7% 2,4% 3,9% 3,3% 1,5% PESSIMISTICA 1,8% 3,3% 2,7% 0,9% 16

17 UNA UNA RAPPRESENTAZIONE GRAFICA DEI DEI RISULTATI 5,0% Astucci e scatole pieghevoli Cartone ondulato Imballaggio flessibile Sacchi di carta a grande contenuto Tubi in cartone 4,5% 4,0% 4,1% 3,9% 3,6% 3,5% 3,3% 3,0% 2,5% 2,8% 2,7% 2,6% 2,4% 3,5% 3,3% 3,0% 2,7% 2,3% 1,5% 2,2% 1,8% 1,7% 1,5% 1,0% 0,5% 0,9% 0,0%

18 ALCUNE AVVERTENZE NELL UTILIZZO DEI DEI RISULTATI L indicazione quantitativa che compare va presa come un elemento indicativo della tendenza alla crescita settoriale e non come un indicazione puntuale; in virtù del fatto che anche le previsioni sulle macrovariabili sono incerte, non viene presentato un dato puntuale, ma un intervallo di previsione; la bontà e la significatività delle previsioni dipendono in notevole misura dalla qualità dei dati storici utilizzati, assoggettati ad un lungo lavoro di controllo e normalizzazione; il risultato della previsione dipende dalla dinamica di altre variabili (PIL, consumi etc.) che mutano (anche sensibilmente) nel corso del tempo, ed è dunque un risultato necessariamente soggetto a continue revisioni di anno in anno; la previsione individua delle tendenze strutturali di lungo periodo e non comprende a) elementi anomali di breve periodo che possono disturbare la crescita, b) mutamenti tra le relazioni strutturali, se non durante periodi di tempo sufficientemente estesi. 18

19 Gruppo di Lavoro Coordinamento e supervisione scientifica: Nova Prof. Alessandro UNIVERSITA COMMERCIALE LUIGI BOCCONI di Milano Componenti: Attoma Piero GIFCO - ASSOGRAFICI Bianchini Giorgio ASSOGRAFICI Covini Claudio ASSOGRAFICI Di Bernardo Marco GIFCO ASSOGRAFICI Rigo Alessandro ASSOGRAFICI Salini Cesare GIFLEX ASSOGRAFICI Vailati Italo GIFLEX ASSOGRAFICI Viscardi Valter ASSOGRAFICI Cislaghi Carmen ACIMGA 19

STUDI E PROGETTI ASSOGRAFICI

STUDI E PROGETTI ASSOGRAFICI STUDI E PROGETTI ASSOGRAFICI MILANO 17 NOVEMBRE 2005 Valter Viscardi Segretario Gipea PREMESSA Poiché non sempre vi è una completa conoscenza delle attività svolte di Assografici nel cui ambito opera GIPEA,

Dettagli

Quadro economico e prospettive dell industria grafica e cartotecnica

Quadro economico e prospettive dell industria grafica e cartotecnica Quadro economico e prospettive dell industria grafica e cartotecnica Dott. Claudio Covini Direttore Generale Assografici 13 Digital Printing Forum, 13 Febbraio 2008 I SETTORI INDUSTRIALI RAPPRESENTATI

Dettagli

Risultati dell indagine congiunturale del 1 semestre 2011 e tendenze del 3 trimestre 2011

Risultati dell indagine congiunturale del 1 semestre 2011 e tendenze del 3 trimestre 2011 AR-VV/em Prot. n. 148/V/13 Milano, 13 Ottobre 2011 AGLI EGREGI SIGNORI COMPONENTI LA GIUNTA ALLE AZIENDE GRAFICHE, CARTOTECNICHE E TRASFORMATRICI DEL PANEL OSI ALLE ASSOCIAZIONI TERRITORIALI ADERENTI LORO

Dettagli

Carta, Editoria, Stampa e Trasformazione: i trend e le proposte per la crescita

Carta, Editoria, Stampa e Trasformazione: i trend e le proposte per la crescita Carta, Editoria, Stampa e Trasformazione: i trend e le proposte per la crescita Alessandro Nova Università L. Bocconi Roma, 18 febbraio 2014 Filiera della carta 2014 - Alessandro Nova 1 La Filiera della

Dettagli

Carta, Editoria, Stampa e Trasformazione: i dati della filiera

Carta, Editoria, Stampa e Trasformazione: i dati della filiera Carta, Editoria, Stampa e Trasformazione: i dati della filiera Alessandro Nova Università itàl. Bocconi Roma, 15 febbraio 2012 Filiera della carta 2012 Alessandro Nova 1 La filiera della carta, editoria,

Dettagli

Area MACRODATI ECONOMICI

Area MACRODATI ECONOMICI 8 Carta, Editoria, Stampa e Trasformazione: i dati della filiera 2014 Fonte Elaborazioni ANES Monitor su studio Università Bocconi 2 8 La filiera della carta, editoria, stampa e trasformazione: comparti

Dettagli

Indagine congiunturale rapida su quarto trimestre 2014 e primo trimestre 2015

Indagine congiunturale rapida su quarto trimestre 2014 e primo trimestre 2015 Indagine congiunturale rapida su quarto trimestre 2014 e primo trimestre 2015 Clima sempre cauto: SI al bonus lettura per rilanciare la cultura del Paese. NO all esplosione dei costi energetici. Il deprezzamento

Dettagli

Indagine Congiunturale

Indagine Congiunturale Indagine Congiunturale Situazione al 1 trimestre 2007 e previsioni sul 2 trimestre 2007 Industria Grafica Nel 1 trimestre del 2007 il fatturato del Panel delle aziende grafiche evidenzia un calo del 5,2%

Dettagli

Le previsioni al 2016: valore aggiunto, produttività ed occupazione

Le previsioni al 2016: valore aggiunto, produttività ed occupazione CARTA, STAMPA ED EDITORIA Le previsioni al 2016: valore aggiunto, produttività ed occupazione Il valore aggiunto prodotto dall industria cartaria e della stampa rappresenta l 1 per cento del Pil italiano.

Dettagli

Osservatorio Non Food I Ediz. Anno 2003 (dati anno solare 2002)

Osservatorio Non Food I Ediz. Anno 2003 (dati anno solare 2002) Osservatorio Non Food I Ediz. Anno 2003 (dati anno solare 2002) Abstract A cura di Marco Cuppini, Direttore Studi e Ricerche Indicod-Ecr The global language of business www.gs1.org In collaborazione con

Dettagli

Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione

Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione ENERGIA Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione Nel primo grafico viene rappresentata la crescita del settore dell energia; come misura dell attività si utilizza il valore aggiunto

Dettagli

Le previsioni al 2016: valore aggiunto, produttività ed occupazione

Le previsioni al 2016: valore aggiunto, produttività ed occupazione ALIMENTARE Le previsioni al 2016: valore aggiunto, produttività ed occupazione L industria alimentare è piuttosto importante per l economia italiana; il valore aggiunto prodotto da questo settore rappresenta

Dettagli

Le previsioni al 2016: valore aggiunto, produttività ed occupazione

Le previsioni al 2016: valore aggiunto, produttività ed occupazione ATTIVITÀ FINANZIARIE Le previsioni al 2016: valore aggiunto, produttività ed occupazione Il settore dell intermediazione monetaria e finanziaria ha acquistato rilevanza nel corso degli ultimi vent anni:

Dettagli

Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione

Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione MACCHINE E APPARECCHIATURE ELETTRICHE Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione Nel primo grafico viene rappresentata la crescita del settore dell industria dell elettronica;

Dettagli

Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione

Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione CARTA, STAMPA ED EDITORIA Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione Nel primo grafico viene rappresentata la crescita del settore; come misura dell attività si utilizza il valore

Dettagli

INCHIESTA CONGIUNTURALE SUI SERVIZI

INCHIESTA CONGIUNTURALE SUI SERVIZI INCHIESTA CONGIUNTURALE SUI SERVIZI RISULTATI GENERALI Nel settore dei Servizi, come noto, sono presenti realtà produttive molto varie e tra loro non omogenee. Il settore ha dato nel complesso segni di

Dettagli

Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione

Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione PRODOTTI IN METALLO Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione Nel primo grafico viene rappresentata la crescita del settore; come misura dell attività si utilizza il valore aggiunto

Dettagli

OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO

OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO ASSOFIN - CRIF - PROMETEIA OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO DICEMBRE 2001 NUMERO UNDICI CON DATI AGGIORNATI AL 30 GIUGNO 2001 5 Il presente Rapporto nasce da una collaborazione ASSOFIN - CRIF - PROMETEIA

Dettagli

Osservatorio 2. L INDUSTRIA METALMECCANICA E IL COMPARTO SIDERURGICO. I risultati del comparto siderurgico. Apparecchi meccanici. Macchine elettriche

Osservatorio 2. L INDUSTRIA METALMECCANICA E IL COMPARTO SIDERURGICO. I risultati del comparto siderurgico. Apparecchi meccanici. Macchine elettriche Osservatorio24 def 27-02-2008 12:49 Pagina 7 Osservatorio 2. L INDUSTRIA METALMECCANICA E IL COMPARTO SIDERURGICO 2.1 La produzione industriale e i prezzi alla produzione Nel 2007 la produzione industriale

Dettagli

STUDIO DI SETTORE UD47U ATTIVITÀ 17.29.00 ATTIVITÀ 17.23.09

STUDIO DI SETTORE UD47U ATTIVITÀ 17.29.00 ATTIVITÀ 17.23.09 STUDIO DI SETTORE UD47U ATTIVITÀ 17.21.00 FABBRICAZIONE DI CARTA E CARTONE ONDULATO E DI IMBALLAGGI DI CARTA E CARTONE (ESCLUSI QUELLI IN CARTA PRESSATA) ATTIVITÀ 17.23.09 FABBRICAZIONE DI ALTRI PRODOTTI

Dettagli

Poligrafici Printing RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2010

Poligrafici Printing RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2010 Poligrafici Printing RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2010 18 CARICHE SOCIALI Consiglio di Amministrazione: (per l esercizio 2010) Presidente Consiglieri Giovanni TOSO Nicola NATALI Sergio VITELLI * *

Dettagli

Imballaggio in Cifre 2013. Consuntivo generale 2013 dell'industria italiana dell'imballaggio

Imballaggio in Cifre 2013. Consuntivo generale 2013 dell'industria italiana dell'imballaggio Imballaggio in Cifre 2013 Consuntivo generale 2013 dell'industria italiana dell'imballaggio A cura di Barbara Iascone Plinio Iascone Daniela Aldrigo Copyright 2013 by Istituto Italiano Imballaggio Ogni

Dettagli

II L EVOLUZIONE DELL ECONOMIA ITALIANA

II L EVOLUZIONE DELL ECONOMIA ITALIANA II L EVOLUZIONE DELL ECONOMIA ITALIANA II.1 L Economia Italiana nel 2004 Gli Sviluppi Recenti Dopo la battuta d arresto avvenuta alla fine dell anno scorso, l economia italiana è tornata a crescere nel

Dettagli

Consulenza statistico attuariale Osservatorio permanente socioeconomico

Consulenza statistico attuariale Osservatorio permanente socioeconomico Consulenza statistico attuariale Osservatorio permanente socioeconomico Allegato n. 6 alla Circolare n 67/2015 Quadro macroeconomico 2016-2018 variazioni percentuali 2016 2017 2018 PIL 1,3 1,3 1,1 Inflazione

Dettagli

La misurazione e la previsione della domanda

La misurazione e la previsione della domanda La misurazione e la previsione della domanda Le domande fondamentali Quali sono i principi che sottendono alla misurazione e alla previsione della domanda? Come si può stimare la domanda attuale? Come

Dettagli

CONFINDUSTRIA-CRM: CHECK-UP MEZZOGIORNO, LA CADUTA SI ARRESTA, PROVE DI RIPARTENZA.

CONFINDUSTRIA-CRM: CHECK-UP MEZZOGIORNO, LA CADUTA SI ARRESTA, PROVE DI RIPARTENZA. CONFINDUSTRIA-CRM: CHECK-UP MEZZOGIORNO, LA CADUTA SI ARRESTA, PROVE DI RIPARTENZA. Segnali positivi, ma ancora insufficienti a recuperare i valori pre-crisi. Il Mezzogiorno non può attendere il 2025.

Dettagli

Imballaggio in Cifre 2015. Consuntivo generale 2014 dell'industria italiana dell'imballaggio

Imballaggio in Cifre 2015. Consuntivo generale 2014 dell'industria italiana dell'imballaggio anno 2015 dati 2014 Imballaggio in Cifre 2015 Consuntivo generale 2014 dell'industria italiana dell'imballaggio A cura di Barbara Iascone Plinio Iascone Copyright 2015 by Istituto Italiano Imballaggio

Dettagli

STUDIO DI SETTORE TD47U ATTIVITÀ 21.21.0 FABBRICAZIONE DI CARTA E CARTONI ONDULATI E ATTIVITÀ 21.23.0 FABBRICAZIONE DI PRODOTTI CARTOTECNICI

STUDIO DI SETTORE TD47U ATTIVITÀ 21.21.0 FABBRICAZIONE DI CARTA E CARTONI ONDULATI E ATTIVITÀ 21.23.0 FABBRICAZIONE DI PRODOTTI CARTOTECNICI STUDIO DI SETTORE TD47U ATTIVITÀ 21.21.0 FABBRICAZIONE DI CARTA E CARTONI ONDULATI E DI IMBALLAGGI DI CARTA E CARTONE ATTIVITÀ 21.23.0 FABBRICAZIONE DI PRODOTTI CARTOTECNICI ATTIVITÀ 21.25.0 FABBRICAZIONE

Dettagli

RAPPORTO TRENDER - I SEMESTRE 2008 -

RAPPORTO TRENDER - I SEMESTRE 2008 - RAPPORTO TRENDER - I SEMESTRE 2008 - L analisi congiunturale di TRENDER: indicatori di domanda fatturato totale - totale settori fatturato interno - totale settori 115 105,00 113,74 102,97 115,55 108,51

Dettagli

L industria dentale italiana e il mercato di riferimento Maggio 2015

L industria dentale italiana e il mercato di riferimento Maggio 2015 Maggio 2015 L industria dentale italiana e il mercato di riferimento Maggio 2015 Presentazione Rapporto UNIDI definitivo sul mercato 2013 e stima 2014 Il progetto KEY-STONE Presentazione rapporto sul periodo

Dettagli

STUDIO PER ASSOLOMBARDA

STUDIO PER ASSOLOMBARDA STUDIO PER ASSOLOMBARDA SPESA SANITARIA E FARMACEUTICA E POLITICHE SU ACCESSO A FARMACI E DISPOSITIVI MEDICI IN REGIONE LOMBARDIA (EXECUTIVE SUMMARY) 1 Il presente studio ha come oggetto (i) un analisi

Dettagli

Investimenti fissi lordi per branca proprietaria, stock di capitale e ammortamenti Anni 1970-2009

Investimenti fissi lordi per branca proprietaria, stock di capitale e ammortamenti Anni 1970-2009 1 luglio 2010 Investimenti fissi lordi per branca proprietaria, stock di capitale e ammortamenti Anni 1970- L Istat rende disponibili le serie storiche degli investimenti per branca proprietaria per gli

Dettagli

Informazione Regolamentata n. 0193-10-2015

Informazione Regolamentata n. 0193-10-2015 Informazione Regolamentata n. 0193-10-2015 Data/Ora Ricezione 15 Maggio 2015 14:27:30 MTA Societa' : MONRIF Identificativo Informazione Regolamentata : 58492 Nome utilizzatore : MONRIFN01 - NATALI Tipologia

Dettagli

Poligrafici Editoriale

Poligrafici Editoriale COMUNICATO STAMPA (redatto ai sensi della Delibera Consob n. 11971 del 14 maggio 1999 e successive modifiche e integrazioni) Il Consiglio di Amministrazione approva la Relazione Finanziaria semestrale

Dettagli

CORSO DI POLITICA ECONOMICA PER L INNOVAZIONE FACOLTÀ DI ECONOMIA R.GOODWIN UNIVERSITÀ DI SIENA

CORSO DI POLITICA ECONOMICA PER L INNOVAZIONE FACOLTÀ DI ECONOMIA R.GOODWIN UNIVERSITÀ DI SIENA FACOLTÀ DI ECONOMIA R.GOODWIN UNIVERSITÀ DI SIENA PROF.SSA MARIA ALESSANDRA ROSSI ALESSANDRA.ROSSI@UNISI.IT Innovazione e lavoro UN TEMA (DI)BATTUTO DA TEMPO SCHEMA DELLA LEZIONE Effetti dell innovazione

Dettagli

IL PRESENTE RAPPORTO E STATO ELABORATO CON LE INFORMAZIONI DISPONIBILI AL 16 dicembre 2004 DA:

IL PRESENTE RAPPORTO E STATO ELABORATO CON LE INFORMAZIONI DISPONIBILI AL 16 dicembre 2004 DA: Istituto nazionale per il Commercio Estero PROMETEIA S.R.L. Evoluzione del commercio con l estero per aree e settori Gennaio 2005 PROMETEIA S.R.L. Via G. Marconi, 43 40122 Bologna 051-6480911 fax 051-220753

Dettagli

Factoring tour: Torino Imprese e finanza nella prospettiva della ripresa economica e di Basilea 3: il ruolo del factoring

Factoring tour: Torino Imprese e finanza nella prospettiva della ripresa economica e di Basilea 3: il ruolo del factoring Factoring tour: Torino Imprese e finanza nella prospettiva della ripresa economica e di Basilea 3: il ruolo del factoring La finanza delle imprese tra crisi e ripresa Mario Valletta Università degli Studi

Dettagli

OFFERTA DI COMPETENZE

OFFERTA DI COMPETENZE IT LA FUTURA OFFERTA DI COMPETENZE IN EUROPA PREVISIONI A MEDIO TERMINE FINO AL RISULTATI CHIAVE Oltre Lisbona: verso una societá basata sulla conoscenza L evoluzione della struttura delle qualifiche Le

Dettagli

I CONSUMI DELLE FAMIGLIE E LE SPESE OBBLIGATE UFFICIO STUDI

I CONSUMI DELLE FAMIGLIE E LE SPESE OBBLIGATE UFFICIO STUDI I CONSUMI DELLE FAMIGLIE E LE SPESE OBBLIGATE UFFICIO STUDI settembre 2013 1. Il quadro macroeconomico In questa nota si procede all aggiornamento del quadro macroeconomico e si fornisce anche una nuova

Dettagli

Le forze lavoro in Lombardia al 2020

Le forze lavoro in Lombardia al 2020 Le forze lavoro in Lombardia al 2020 Presidente REF Ricerche www.refricerche.it Il mercato del lavoro lombardo nel 2011 Il mercato del lavoro in Lombardia. Alcuni indicatori valori % 2007 2011 Tasso di

Dettagli

Indagine di previsione per il I trimestre 2016 per le imprese della provincia di Cuneo

Indagine di previsione per il I trimestre 2016 per le imprese della provincia di Cuneo Nota congiunturale Indagine di previsione per il I trimestre 2016 per le imprese della provincia di Cuneo L indagine congiunturale di previsione per il primo trimestre 2016 di Confindustria Cuneo evidenzia

Dettagli

Documento non definitivo

Documento non definitivo STUDIO DI SETTORE WD47U ATTIVITÀ 17.21.00 FABBRICAZIONE DI CARTA E CARTONE ONDULATO E DI IMBALLAGGI DI CARTA E CARTONE (ESCLUSI QUELLI IN CARTA PRESSATA) ATTIVITÀ 17.23.01 FABBRICAZIONE DI PRODOTTI CARTOTECNICI

Dettagli

Indagine Congiunturale

Indagine Congiunturale Indagine Congiunturale Situazione al 4 trimestre 2007 e tendenze del 1 trimestre 2008 Industria Grafica Nel 4 trimestre del 2007, il fatturato del Panel delle aziende grafiche cresce dello 0,5% in termini

Dettagli

FABBRICAZIONE DI PRODOTTI CARTOTECNICI SCOLASTICI E COMMERCIALI QUANDO L ATTIVITÀ DI STAMPA NON È LA PRINCIPALE CARATTERISTICA.

FABBRICAZIONE DI PRODOTTI CARTOTECNICI SCOLASTICI E COMMERCIALI QUANDO L ATTIVITÀ DI STAMPA NON È LA PRINCIPALE CARATTERISTICA. STUDIO DI SETTORE VD47U ATTIVITÀ 17.21.00 FABBRICAZIONE DI CARTA E CARTONE ONDULATO E DI IMBALLAGGI DI CARTA E CARTONE (ESCLUSI QUELLI IN CARTA PRESSATA) ATTIVITÀ 17.23.01 FABBRICAZIONE DI PRODOTTI CARTOTECNICI

Dettagli

OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO

OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO NUMERO G I U G N O 2003 QUATTORDICI INDICE PREMESSA pag.5 TEMI DEL RAPPORTO 7 CAPITOLO 1 LO SCENARIO MACROECONOMICO 11 CAPITOLO 2 L ANALISI DEL MERCATO DEL CREDITO

Dettagli

Qualità e valore del lavoro: le principali dinamiche di mercato degli ultimi anni.

Qualità e valore del lavoro: le principali dinamiche di mercato degli ultimi anni. Qualità e valore del lavoro: le principali dinamiche di mercato degli ultimi anni. Quali sono le aspettative delle imprese, come le imprese riconoscono e valorizzano la qualità dell'offerta: l'esperienza

Dettagli

Primo Rapporto Osservatorio sul settore delle lavanderie industriali

Primo Rapporto Osservatorio sul settore delle lavanderie industriali ente bilaterale lavanderie industriali fra AUIL FEMCA-CISL FILTEA-CGIL UILTA-UIL Primo Rapporto Osservatorio sul settore delle lavanderie industriali Sintesi Dati di scenario: 600 imprese per 15 addetti

Dettagli

Prospettive congiunturali per il settore dell automobile svizzero

Prospettive congiunturali per il settore dell automobile svizzero BAKBASEL Previsioni di settore Prospettive congiunturali per il settore dell automobile svizzero Analisi e previsioni per conto della Unione professionale svizzera dell automobile (UPSA) Novembre 2013

Dettagli

Concorso idee imprenditoriali

Concorso idee imprenditoriali Concorso idee imprenditoriali Ancona, 28 febbraio 2008 Il contenuto del business plan Descrizione dell idea di business descrizione dell idea imprenditoriale; analisi del mercato e della concorrenza; definizione

Dettagli

La Stampa in Italia (2009 2011)

La Stampa in Italia (2009 2011) FEDERAZIONE ITALIANA EDITORI GIORNALI La Stampa in Italia (2009 2011) Roma 18 aprile 2012 Quadro generale L andamento recessivo del Paese nella seconda metà del 2011 e le prospettive di accentuazione di

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Ai sensi della delibera Consob 11971/99 e successive modificazioni e integrazioni GRUPPO EDITORIALE L ESPRESSO S.P.A.

COMUNICATO STAMPA. Ai sensi della delibera Consob 11971/99 e successive modificazioni e integrazioni GRUPPO EDITORIALE L ESPRESSO S.P.A. COMUNICATO STAMPA Ai sensi della delibera Consob 11971/99 e successive modificazioni e integrazioni GRUPPO EDITORIALE L ESPRESSO S.P.A. Il Consiglio di Amministrazione esamina i risultati al 31 dicembre

Dettagli

OSSERVATORIO PERMANENTE

OSSERVATORIO PERMANENTE DIPARTIMENTO DI SCIENZE STATISTICHE PAOLO FORTUNATI UNIVERSITÀ DI BOLOGNA ALMA MATER STUDIORUM OSSERVATORIO PERMANENTE SUL TRASPORTO CAMIONISTICO IN INTERPORTO BOLOGNA INDAGINE CONGIUNTURALE - I SEMESTRE

Dettagli

Economia Politica. Grazia Graziosi DEAMS

Economia Politica. Grazia Graziosi DEAMS Economia Politica Grazia Graziosi DEAMS Macroeconomia: un quadro generale Macroeconomia versus microeconomia La microeconomia studia il comportamento degli individui e delle imprese nei singoli mercati:

Dettagli

INSEGNANTE DI SCUOLA PRIMARIA STATISTICHE. Quale andamento ha il mercato del lavoro? Quali sono le previsioni di occupazione?

INSEGNANTE DI SCUOLA PRIMARIA STATISTICHE. Quale andamento ha il mercato del lavoro? Quali sono le previsioni di occupazione? INSEGNANTE DI SCUOLA PRIMARIA STATISTICHE Quale andamento ha il mercato del lavoro? Quali sono le previsioni di occupazione? Laureati La principale facoltà che prepara gli INSEGNANTI DELLA SCUOLA PRIMARIA

Dettagli

Sintesi per la stampa. Rapporto Analisi dei Settori Industriali* Maggio 2013

Sintesi per la stampa. Rapporto Analisi dei Settori Industriali* Maggio 2013 Sintesi per la stampa Rapporto Analisi dei Settori Industriali* Maggio 2013 Industria: caduta del fatturato nel biennio 2012-13 (-8,3% pari a 56,5 miliardi di euro a prezzi costanti), causata dal previsto

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

Indagine conoscitiva sul sistema di finanziamento delle imprese agricole

Indagine conoscitiva sul sistema di finanziamento delle imprese agricole XIII Commissione Agricoltura Indagine conoscitiva sul sistema di finanziamento delle imprese agricole Giorgio Gobbi Servizio Studi di struttura economica e finanziaria della Banca d Italia Camera dei Deputati

Dettagli

Prospettive del settore farmaceutico: riflessi economici ed occupazionali

Prospettive del settore farmaceutico: riflessi economici ed occupazionali Prospettive del settore farmaceutico: riflessi economici ed occupazionali Massimo Scaccabarozzi, Presidente Farmindustria 52 Simposio AFI -1 giugno 2012 La farmaceutica è la prima industria hi-tech per

Dettagli

FRANCIA CARTA E CARTONE. ICE - Agenzia Ufficio di Parigi Ottobre 2014

FRANCIA CARTA E CARTONE. ICE - Agenzia Ufficio di Parigi Ottobre 2014 ICE - AGENZIA Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane Ufficio di Parigi FRANCIA CARTA E CARTONE 2014 ICE - Agenzia Ufficio di Parigi Il Mercato La carta e

Dettagli

Osservatorio sul Mercato Immobiliare, 1 11. La dotazione immobiliare della provincia di Verona

Osservatorio sul Mercato Immobiliare, 1 11. La dotazione immobiliare della provincia di Verona VERONA La dotazione immobiliare della provincia di 13 città intermedie Nord Est Tavola 1 Italia Stock abitazioni 2009 (n.) 456.881 4.794.134 5.607.108 32.484.071 Var. % stock abitazioni 2008/09 1,6 1,6

Dettagli

K. Attività finanziarie e assicurative i

K. Attività finanziarie e assicurative i K. i La Tabella 1 illustra le previsioni concernenti, il quadro economico e del mercato del lavoro con riferimento al settore. Il valore aggiunto totale aumenterà del 6,0% dal 2014 al 2018, passando da

Dettagli

Presentazione del Rapporto L economia del Molise Pietro de Matteis

Presentazione del Rapporto L economia del Molise Pietro de Matteis Presentazione del Rapporto L economia del Molise Pietro de Matteis Filiale di Campobasso, Banca d Italia Campobasso, 18 giugno 2015 L economia italiana La prolungata flessione del PIL si è attenuata Andamento

Dettagli

2014 RAPPORTO SUL LEASING

2014 RAPPORTO SUL LEASING RAPPORTO SUL LEASING INDICE PREMESSA Leasing motore dell economia I numeri che contano di più 1. ll leasing nell attuale contesto economico di riferimento 1.1 Le dinamiche di PIL e investimenti Focus:

Dettagli

PREMESSA. Linee Guida alle lavorazioni cartotecniche TAGA.DOC16 DEFINIZIONI TIPOLOGIA DELLE LAVORAZIONI ASSOCIAZIONI DEL SETTORE

PREMESSA. Linee Guida alle lavorazioni cartotecniche TAGA.DOC16 DEFINIZIONI TIPOLOGIA DELLE LAVORAZIONI ASSOCIAZIONI DEL SETTORE PREMESSA DEFINIZIONI TIPOLOGIA DELLE LAVORAZIONI ASSOCIAZIONI DEL SETTORE FUNZIONI DEL PRODOTTO CARTOTECNICO DAL PROGETTO ALLA REALIZZAZIONE DEL PACKAGING: un metodo di lavoro 1 Definizioni CARTOTECNICA

Dettagli

Export agroalimentare: obiettivo 50 miliardi nel 2020

Export agroalimentare: obiettivo 50 miliardi nel 2020 Export agroalimentare: obiettivo 50 miliardi nel 2020 Sono passati due anni da quando il Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, il 9 aprile 2014, in occasione del Vinitaly, ha indicato, per il 2020, l

Dettagli

Fondo Monetario Internazionale e Italia

Fondo Monetario Internazionale e Italia Fondo Monetario Internazionale e Italia (analisi della Public Information Notice del 13/11/2003) Antonio Forte Tutti i diritti sono riservati INTRODUZIONE Nell ambito della funzione di sorveglianza svolta

Dettagli

comunicato stampa IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 DICEMBRE 2014

comunicato stampa IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 DICEMBRE 2014 IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 DICEMBRE 2014 PRINCIPALI RISULTATI CONSOLIDATI DELL ESERCIZIO 2014 (VS ESERCIZIO 2013)*: RICAVI NETTI: 426,1 MILIONI DI

Dettagli

importanza progetto elaborazione utilizzo totale regionale 800,00 480,00 320,00 1.600,00 nazionale 1.700,00 880,00 620,00 3.200,00

importanza progetto elaborazione utilizzo totale regionale 800,00 480,00 320,00 1.600,00 nazionale 1.700,00 880,00 620,00 3.200,00 Tariffe Logo aziendale - Logo di prodotto (simbolo + scritte) Consegnato su pellicola, stamponi o CD nazionale 1.700,00 880,00 620,00 3.200,00 internazionale 2.700,00 1.660,00 1.140,00 5.500,00 Stampanti

Dettagli

La popolazione residente in provincia di Trento attraverso l anagrafe e i flussi demografici anche in un ottica di Comunità di Valle

La popolazione residente in provincia di Trento attraverso l anagrafe e i flussi demografici anche in un ottica di Comunità di Valle Trento, 23 gennaio 2012 La popolazione residente in provincia di Trento attraverso l anagrafe e i flussi demografici anche in un ottica di Comunità di Valle La popolazione residente in provincia di Trento

Dettagli

INDICATORI DI EFFICIENZA ENERGETICA E PREVISIONE DEI

INDICATORI DI EFFICIENZA ENERGETICA E PREVISIONE DEI INDICATORI DI EFFICIENZA ENERGETICA E PREVISIONE DEI CONSUMI DI ENERGIA AL 2010 NELLO SCENARIO TENDENZIALE 6 - ASPETTI METODOLOGICI 7 - INDICATORI DI EFFICIENZA ENERGETICA NEI SETTORI INDUSTRIA, TERZIARIO,

Dettagli

Investimenti esteri nelle regioni italiane: perché così pochi? Breve nota sul Piemonte

Investimenti esteri nelle regioni italiane: perché così pochi? Breve nota sul Piemonte Osservatorio sull internazionalizzazione delle imprese 1 Coordinato da Giorgio Barba Navaretti e Alessandro Sembenelli Investimenti esteri nelle regioni italiane: perché così pochi? Breve nota sul onte

Dettagli

La mia pensione sarà adeguata?

La mia pensione sarà adeguata? La mia pensione sarà adeguata? Le risposte dell Inps ex Inpdap per i dipendenti pubblici Relatore: Bernardo Filippello Presupposti Un Istituto Previdenziale, per sua mission, è un ente deputato al Welfare

Dettagli

Perché si fanno previsioni?

Perché si fanno previsioni? Perché si fanno previsioni? Si fanno previsioni per pianificare un azione quando c è un lag fra momento della decisione e momento in cui l evento che ci interessa si verifica. ESEMPI decisioni di investimento

Dettagli

«FOCUS» ANIA: R.C. AUTO

«FOCUS» ANIA: R.C. AUTO «FOCUS» ANIA: R.C. AUTO Numero 0 Ottobre 2003 STATISTICA TRIMESTRALE R.C. AUTO (Dati al 30 giugno 2003) EXECUTIVE SUMMARY. Con questo numero zero, il Servizio Statistiche e Studi Attuariali dell ANIA avvia

Dettagli

Dossier 2 Le retribuzioni dei dipendenti pubblici. Dinamiche e confronti con il settore privato

Dossier 2 Le retribuzioni dei dipendenti pubblici. Dinamiche e confronti con il settore privato Dossier 2 Le retribuzioni dei dipendenti pubblici. Dinamiche e confronti con il settore privato Audizione del Presidente dell Istituto nazionale di statistica, Enrico Giovannini presso la Commissione Programmazione

Dettagli

EVOLUZIONE STUDIO DI SETTORE TG42U

EVOLUZIONE STUDIO DI SETTORE TG42U ALLEGATO 5 NOTA TECNICA E METODOLOGICA EVOLUZIONE STUDIO DI SETTORE TG42U NOTA TECNICA E METODOLOGICA CRITERI PER L EVOLUZIONE DELLO STUDIO DI SETTORE L evoluzione dello Studio di Settore ha il fine di

Dettagli

5. 5. I NDIVI V DUAR A E L E OPP P O P RTU T NITA T A : ST S R T UMENTI T P E P R L A N A AL A ISI S DEI M ERCA C T A I T Fabio Cassia

5. 5. I NDIVI V DUAR A E L E OPP P O P RTU T NITA T A : ST S R T UMENTI T P E P R L A N A AL A ISI S DEI M ERCA C T A I T Fabio Cassia 5. INDIVIDUARE LE OPPORTUNITA : STRUMENTI PER L ANALISI DEI MERCATI Fabio Cassia Introduzione Analisi dei mercati per: 1) individuare opportunità di mercato Da circa 150 mercati emergenti A una o più opportunità

Dettagli

COMUNICATO STAMPA (redatto ai sensi della Delibera Consob n. 11971 del 14 maggio 1999 e successive modifiche e integrazioni)

COMUNICATO STAMPA (redatto ai sensi della Delibera Consob n. 11971 del 14 maggio 1999 e successive modifiche e integrazioni) COMUNICATO STAMPA (redatto ai sensi della Delibera Consob n. 11971 del 14 maggio 1999 e successive modifiche e integrazioni) Il Consiglio di Amministrazione approva il Resoconto intermedio di gestione

Dettagli

L INDUSTRIA CARTARIA ITALIANA E IL CONTESTO EUROPEO

L INDUSTRIA CARTARIA ITALIANA E IL CONTESTO EUROPEO L INDUSTRIA CARTARIA ITALIANA E IL CONTESTO EUROPEO Paolo Culicchi Presidente Comitato Distretto Industriale Cartario di Capannori (Lucca) Lucca, MIAC 3 Seminario Comieco 17 ottobre 2002 PRODUZIONE EUROPEA

Dettagli

Il mercato spagnolo del riciclaggio

Il mercato spagnolo del riciclaggio Nota settoriale Il mercato spagnolo del riciclaggio Agenzia ICE Ufficio di Madrid Data di realizzazione: aprile 2013 Agenzia ICE ufficio di Madrid Il settore del riciclaggio 1 CENNI SUL MERCATO SPAGNOLO

Dettagli

Grafica-cartotecnica - gennaio 2015

Grafica-cartotecnica - gennaio 2015 Grafica-cartotecnica - gennaio 2015 INDICE RASSEGNA STAMPA Grafica-cartotecnica - gennaio 2015 Si parla di noi Corriere Umbria 31/01/2015 p. 14 VIAGGIO NELLE AZIENDE GRAFICHE 1 Giornale Dell Umbria 31/01/2015

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Nel 2015-16 previsto un aumento del fatturato mediamente del 3,2% all anno.

COMUNICATO STAMPA. Nel 2015-16 previsto un aumento del fatturato mediamente del 3,2% all anno. COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO PRESENTA IL SETTIMO RAPPORTO ANNUALE SULL ECONOMIA E FINANZA DEI DISTRETTI INDUSTRIALI 214 CON 46.5 AZIENDE ANALIZZATE protagonisti della ripresa: già nel biennio 213-14

Dettagli

ARTIGIANATO E PICCOLA IMPRESA NEL VENETO

ARTIGIANATO E PICCOLA IMPRESA NEL VENETO Ufficio Comunicazione&Studi Confartigianato del Veneto ARTIGIANATO E PICCOLA IMPRESA NEL VENETO INDAGINE CONGIUNTURALE ANDAMENTO 2 SEMESTRE 2010 PREVISIONE 1 SEMESTRE 2011 In collaborazione con INDAGINE

Dettagli

Proiezioni macroeconomiche per l area dell euro formulate dagli esperti dell Eurosistema

Proiezioni macroeconomiche per l area dell euro formulate dagli esperti dell Eurosistema Proiezioni macroeconomiche per l area dell euro formulate dagli esperti dell Eurosistema Sulla base delle informazioni disponibili al 20 novembre 2004, gli esperti dell Eurosistema hanno elaborato le proiezioni

Dettagli

8. Occupazione e forze di lavoro

8. Occupazione e forze di lavoro 8. Occupazione e forze di lavoro Dall Indagine continua sulle forze di lavoro condotta dall Istat risulta che nel 2005 erano occupate, a Roma, 1.086.092 persone, mentre a livello provinciale gli occupati,

Dettagli

INCHIESTA CONGIUNTURALE SUI SERVIZI

INCHIESTA CONGIUNTURALE SUI SERVIZI INCHIESTA CONGIUNTURALE SUI SERVIZI RISULTATI GENERALI Nel secondo trimestre del 2003 è continuato il trend negativo per domanda e occupazione. Il fatturato è rimasto sui livelli precedentemente raggiunti.

Dettagli

Sistemi informativi aziendali struttura e processi

Sistemi informativi aziendali struttura e processi Sistemi informativi aziendali struttura e processi Concetti generali sull informatica aziendale Copyright 2011 Pearson Italia Prime definizioni Informatica Scienza che studia i principi di rappresentazione

Dettagli

Elementi di estimo di base per la fattibilità dei progetti

Elementi di estimo di base per la fattibilità dei progetti Elementi di estimo di base per la fattibilità dei progetti 30.X.2013 La metodologia estimativa La metodologia estimativa rappresenta l insieme delle tecniche e degli strumenti attraverso cui si formula

Dettagli

REGIONE LIGURIA Commissione Regionale Artigianato

REGIONE LIGURIA Commissione Regionale Artigianato REGIONE LIGURIA Commissione Regionale Artigianato OSSERVATORIO CONGIUNTURALE SULL ARTIGIANATO E LA PICCOLA IMPRESA IN LIGURIA L Osservatorio Congiunturale sull Artigianato e la Piccola Impresa in Liguria

Dettagli

Panoramica sul mercato RC Auto in Italia e confronto europeo Spunti, idee e prospettive

Panoramica sul mercato RC Auto in Italia e confronto europeo Spunti, idee e prospettive Panoramica sul mercato RC Auto in Italia e confronto europeo Spunti, idee e prospettive Milano, 25 Novembre 2008 Atahotel Executive Dott. Massimiliano Maggioni KPMG Advisory S.p.A. Agenda Overview sul

Dettagli

RELAZIONE SULLA GESTIONE

RELAZIONE SULLA GESTIONE RELAZIONE SULLA GESTIONE DELL ANNO 2012 Piero Attoma Baveno, 17 18 maggio 2013 PRODUZIONE 2007 2015 in m 2 7.000.000 Andamento reale Previsione ottimistica Previsione pessimistica Migliaia di metriquadri

Dettagli

Congiuntura economica

Congiuntura economica Congiuntura economica Periodico trimestrale 1/2013 L economia mondiale L ultima pubblicazione del Fondo Monetario Internazionale - FMI (gennaio 2013), contenente le previsioni relative ai principali indicatori

Dettagli

Annuario Istat-Ice 2008

Annuario Istat-Ice 2008 Le informazioni statistiche sul Commercio estero e sulle Attività Internazionali delle imprese Luigi Biggeri 1 Struttura della presentazione 1. L Annuario e lo sviluppo delle informazioni statistiche sul

Dettagli

Allegato "14" Piero Luigi Montani Consigliere Delegato Contesto economico 2011 Scenario macroeconomico Economia mondiale 2011: crescita debole del PIL ed elevata instabilità finanziaria a causa delle tensioni

Dettagli

LA DOMANDA DI ENERGIA IN ITALIA

LA DOMANDA DI ENERGIA IN ITALIA Studi economici ed energetici LA DOMANDA DI ENERGIA IN ITALIA GENNAIO DICEMBRE 2005 Roma, febbraio 2006 1. Commento 2. Consumi di energia in fonti primarie (composizione %) 3. Emissioni di CO 2 4. Equazione

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2013 1. Provincia di Salerno Indicatori socio-economici -0,60% -28,3%

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2013 1. Provincia di Salerno Indicatori socio-economici -0,60% -28,3% Osservatorio sul Mercato Immobiliare, Marzo 13 SALERNO NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 13 1 Provincia di Indicatori socio-economici Figura 1 Negli ultimi dieci anni la popolazione

Dettagli

OSSERVATORIO PERMANENTE

OSSERVATORIO PERMANENTE DIPARTIMENTO DI SCIENZE STATISTICHE PAOLO FORTUNATI UNIVERSITÀ DI BOLOGNA ALMA MATER STUDIORUM OSSERVATORIO PERMANENTE SUL TRASPORTO CAMIONISTICO IL TRASPORTO CAMIONISTICO DI MERCI IN INTERPORTO BOLOGNA

Dettagli

Dipartimento per la Regolazione del Mercato Direzione Generale per la Concorrenza e i Consumatori Ufficio V Monitoraggio dei prezzi

Dipartimento per la Regolazione del Mercato Direzione Generale per la Concorrenza e i Consumatori Ufficio V Monitoraggio dei prezzi Dipartimento per la Regolazione del Mercato Direzione Generale per la Concorrenza e i Consumatori Ufficio V Monitoraggio dei prezzi LA DINAMICA DELLE TARIFFE DEI TRASPORTI FERROVIARI 1 luglio Indice Premessa...

Dettagli

Mercato e crediti: evoluzione e prospettive Fiorenzo Dalu

Mercato e crediti: evoluzione e prospettive Fiorenzo Dalu Mercato e crediti: evoluzione e prospettive Fiorenzo Dalu Milano, 14 aprile 2011 La crisi finanziaria e i suoi riflessi sull economia reale La crisi internazionale Riflessi sull economia Italiana 2008

Dettagli

La gestione finanziaria delle Pmi: criticità e possibili soluzioni

La gestione finanziaria delle Pmi: criticità e possibili soluzioni La gestione finanziaria delle Pmi: criticità e possibili soluzioni di Antonio Ricciardi (*) Nell attuale scenario competitivo, caratterizzato da una profonda crisi strutturale, dalla globalizzazione dei

Dettagli