LA STORIA DEI RIFIUTI

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LA STORIA DEI RIFIUTI"

Transcript

1 I RIFIUTI LA STORIA DEI RIFIUTI Che cos è un rifiuto? Un rifiuto è qualsiasi oggetto o sostanza di cui ci disfiamo: residui, scarti, oggetti rotti o inutilizzabili, prodotti dalle attività domestiche o dai processi produttivi. In Italia ogni abitante produce 1 kg di rifiuti al giorno. I rifiuti possono essere: Organici: sono i rifiuti di origine biologica, derivati dagli animali o dai vegetali; Inorganici: sono i rifiuti non associati al mondo biologico ma a quello minerale. I cicli biologici In natura non esiste il concetto di rifiuto. Nei cicli biologici ciò che viene scartato da un organismo diventa una risorsa per altri esseri viventi. Gli organismi morti, le deiezioni animali o i resti vegetali vengono decomposti da particolari organismi detti decompositori. Batteri, funghi, vermi, molluschi e muffe sono gli abitanti del suolo che trasformano gli scarti degli altri esseri viventi in preziose risorse. Il ciclo dei rifiuti Il concetto di rifiuto è legato all uomo e alle attività umane. Oggi lo smaltimento dei rifiuti è diventato un problema che tutti i governi devono affrontare quotidianamente. Gli organismi decompositori non riescono più a decomporre le grandi quantità di rifiuti che l uomo immette nell ambiente. Non c è più equilibrio tra i tempi della natura e i tempi dell uomo. L uomo ha imparato a trasformare le risorse naturali e a produrre nuovi materiali, detti di sintesi. Ad esempio dal petrolio l uomo ricava la plastica, dalla sabbia il vetro, e così via. Questi materiali, però, non sono biodegradabili! Quindi, se non vengono smaltiti correttamente, si accumulano nell ambiente perchè in natura non esistono organismi decompositori in grado di degradarli. I rifiuti nel passato L uomo è comparso sulla Terra 5 milioni di anni fa. Viveva in piccoli gruppi e questo faceva sì che l equilibro naturale delle risorse fosse mantenuto perché i pochi rifiuti che produceva tornavano a far parte dei cicli biologici. L uomo viveva in equilibrio con l ambiente. Il problema dei rifiuti ha avuto origine con la nascita delle città e l aumento della popolazione. Le quantità di rifiuti erano modeste poiché non esistevano sprechi. Tutto era riciclato e riutilizzato più volte. Ad esempio il cibo avanzato veniva mescolato agli escrementi e alla paglia per produrre letame; i vestiti smessi venivano donati ai 1

2 poveri; la cenere del camino veniva usata come detersivo per lavare i piatti e la biancheria. I pochi rifiuti prodotti venivano raccolti nelle prime discariche, poste al di fuori dei centri abitati. I rifiuti nel presente Il problema dei rifiuti diventa rilevante con la nascita dell industria. Con la Rivoluzione Industriale, infatti, iniziò lo sfruttamento intensivo delle risorse. L industria cominciò a fabbricare oggetti in serie, più economici di quelli artigianali, e quindi accessibili a tutti. Nel secondo dopoguerra nacque la civiltà dei consumi. La produzione industriale migliorò la qualità della vita ma al tempo stesso fece incrementare la quantità dei rifiuti prodotti. Con l era industriale è cambiata anche la natura dei rifiuti. Sono stati introdotti nuovi materiali, detti di sintesi, non naturali, come la plastica o i prodotti chimici. ENERGIA DAI RIFIUTI Scopriamo come un rifiuto può diventare una risorsa Ogni oggetto per essere realizzato ha bisogno di energia e di materie prime. Quando i rifiuti vengono smaltiti in discarica la materia e l energia che contengono non rientrano più nei cicli biologici, e quindi vengono perse irrimediabilmente. Una gestione sostenibile dei rifiuti deve, quindi, prevedere un recupero di materia ed di energia. Energia dalla discarica La discarica costituisce il primo sistema di smaltimento utilizzato dall uomo. I batteri della discarica decompongono i rifiuti e producono biogas. Il biogas è costituito prevalentemente da metano, che è un gas combustibile. Recuperare il biogas prodotto nelle discariche significa recuperare energia. Il biogas, infatti, può essere utilizzato per alimentare le caldaie accoppiate alle turbine per la produzione di energia elettrica. Bruciare=energia Un altro sistema di smaltimento dei rifiuti è l inceneritore. L inceneritore è un impianto in cui i rifiuti vengono bruciati alla temperatura di 950 C. Questo sistema, oltre a ridurre del 90% il volume dei rifiuti, permette di recuperare l energia in essi contenuta nei moderni impianti chiamati termovalorizzatori. Quando i rifiuti vengono bruciati, viene sprigionata una grande quantità di calore, che può essere utilizzato direttamente per scaldare le abitazioni. 2

3 Grazie al termovalorizzatore è possibile recuperare questo calore e utilizzarlo per produrre vapore caldo. Il vapore caldo prodotto è poi utilizzato per alimentare le caldaie delle case. Esistono dei particolari impianti, detti di cogenerazione, che forniscono contemporaneamente energia elettrica e calore, a seconda delle esigenze degli utenti. MATERIA PRIMA DAI RIFIUTI 4 R per l ambiente La politica di gestione dei rifiuti adottata fino a pochi anni fa è in contrasto con un modello di sviluppo sostenibile. Da qualche tempo si è fatta strada la convinzione che occorra agire secondo una strategia articolata, conosciuta come "Strategia delle 4 R", che coinvolge sia i consumatori sia i produttori. Scopriamo di cosa si tratta. R come Ridurre i consumi e quindi anche i rifiuti. Anche tu puoi contribuire riducendo la quantità dei tuoi rifiuti! Devi sapere che 1/3 dei rifiuti è costituito dagli imballaggi. Gli imballaggi sono molto ingombranti e il più delle volte servono solo per attirare l attenzione del consumatore. R come Riutilizzare tutto ciò che può essere ancora utile. Preferisci il vuoto a rendere al vuoto a perdere! In questo modo le bottiglie possono essere raccolte lavate e sterilizzate per essere di nuovo pronte all uso. R come Riciclare materiali quali vetro, plastica, metalli, carta e tutto ciò che può essere reinserito nei cicli produttivi. Alla base del riciclo c è la Raccolta Differenziata. Tu puoi essere uno dei protagonisti della raccolta differenziata se separi in casa i tuoi rifiuti! R come Responsabilizzare la popolazione ad adottare un comportamento sostenibile. Ricordati che ogni piccolo gesto compiuto da tutti noi è importante! COSA GETTIAMO NEL CESTINO? La raccolta differenziata La raccolta differenziata sta alla base del riciclo. Infatti, i rifiuti devono essere suddivisi in frazioni omogenee prima di essere avviati al riciclaggio. Perché questo sia possibile è necessaria la collaborazione dei cittadini e delle industrie. I cittadini devono fare una corretta raccolta differenziata e le industrie devono impegnarsi ad utilizzare nei processi produttivi le materie prime seconde. Tu sei il protagonista della raccolta differenziata e il primo responsabile della suddivisione dei rifiuti a seconda di che cosa sono fatti. 3

4 Carta La materia prima per produrre la carta è il legno, da cui viene estratta la cellulosa, una fibra che permette di ottenere una carta bianca e robusta. Anche il lino, la seta, il cotone, il mais, il luppolo e le alghe possono essere utilizzati per produrre la carta. Il riciclo della carta permette di risparmiare una risorsa preziosissima. Gli alberi, infatti, sono necessari per produrre l ossigeno indispensabile per la vita di tutti noi. Con la carta riciclata si possono produrre tutti i tipi di carta e di imballaggio. Quando la carta non può essere riciclata può comunque essere utilizzata per produrre energia negli impianti di termovalorizzazione. Plastica La plastica è una sostanza di sintesi, cioè non esiste in natura ma viene prodotta dall industria. La materia prima da cui viene prodotta è il petrolio. Gas naturale e carbone vengono impiegati come fonti energetiche per alimentare il processo di produzione della plastica. Oggi le materie plastiche si sono diffuse in ogni settore. La plastica, infatti, è un materiale che si presta a molteplici usi. E resistente, lavabile, leggera, economica, facile da lavorare e adatta alla conservazione dei cibi. Dalla plastica si può recuperare materia ed energia. La plastica deriva dal petrolio, quindi bruciandola si ottiene energia sotto forma di calore, che può essere recuperato con il processo di termovalorizzazione. La qualità del prodotto riciclato aumenta se in partenza si separano i diversi tipi di plastiche. Se si parte da materiale eterogeneo si ottiene un materiale meno pregiato. Curiosità Con 20 bottiglie si confeziona un pile. Una bottiglia di plastica del peso di 50 gr può produrre, attraverso termovalorizzazione, l energia necessaria per tenere accesa una lampadina da 60 watt per un ora. Il 75% del materiale utilizzato per fabbricare una maglietta può essere fornito da bottiglie riciclate. Vetro Il vetro si ottiene fondendo la silice di cava, comunemente chiamata sabbia. E resistente, isolante, trasparente e igienico. Il vetro è riciclabile al 100% e mantiene le sue caratteristiche anche dopo numerosi trattamenti di riciclo. Riciclando 100 kg di rottame di vetro si ottengono 100 kg di vetro riciclato. 4

5 Lo sai che usare i rottami di vetro permette di abbassare le temperature di fusione e quindi di risparmiare non solo risorse ma anche energia; per ottenere una bottiglia sono necessari 350 grammi di rottame di vetro e una temperatura di fusione di 1400 C, oppure 420 gr di materie prime e una temperatura di fusione pari a 1600 C; riciclando il risparmio di materia è pari al 100%, mentre quello di energia è pari al 20%; in Italia il 60% delle bottiglie immesse sul mercato deriva da rottame di vetro proveniente dalla raccolta differenziata. Organico La frazione organica è una delle componenti più abbondanti dei rifiuti domestici. I rifiuti organici o umidi derivano dal taglio dell erba, dalla potatura delle piante, dagli scarti di cibo, Per il recupero di materia, la frazione organica dei rifiuti viene inviata agli impianti di compostaggio per la produzione di compost di qualità. Il compost è una sostanza che viene utilizzata come fertilizzante. Da 100 kg di rifiuti organici si ricavano dai 35 ai 45 kg di compost Il compostaggio Il compostaggio è un processo mediante il quale l uomo cerca di imitare il ciclo della natura. In natura, infatti, gli organismi decompositori trasformano la sostanza organica in acqua, anidride carbonica, Sali minerali e humus. L humus e i Sali minerali rendono il terreno fertile e produttivo. La ricetta del compost è semplice ma va seguita alla lettera. Gli ingredienti per produrre il compost sono i rifiuti organici raccolti in cucina o in giardino. Tutto ciò che non deriva direttamente da piante o animali può compromettere la qualità del compost. Il compost può essere prodotto sia su scala industriale sia domestica. Alluminio E il terzo elemento più abbondante sulla Terra. Viene estratto dalla bauxite, un minerale che si trova nella crosta terrestre, con un processo di estrazione che richiede molta energia. L alluminio è leggero ma resistente agli urti e alla corrosione. Inoltre è un buon conduttore elettrico e termico. Può essere riciclato al 100% senza perdere le sue caratteristiche. Il riciclo dell alluminio è davvero vantaggioso. Infatti, per ricavare 1 kg di alluminio dalla bauxite sono necessari 14 kwh, mentre per ricavare 1 kg di alluminio riciclato sono necessari solo 0,7 kwh. Un risparmio energetico pari al 95%! 5

6 Lo sai che Con 640 lattine si costruisce un cerchione della macchina. Occorrono 800 lattine per fare una bicicletta, mentre solo 3 lattine per un paio di occhiali. Con 37 lattine si può ottenere una caffettiera. Oltre 7 milioni di caffettiere prodotte in Italia sono in alluminio riciclato. Legno Il legno è stata una delle prime risorse utilizzate dall uomo. Esistono specie di legno che si differenziano per elasticità, durezza, resistenza, tipo di fibre e aspetto. Inoltre il legno è biodegradabile al 100%. E una materia prima di fondamentale importanza nei settori dell edilizia, dell arredamento, degli imballaggi e della carta. Il ritmo di sfruttamento di questa risorsa è di gran lunga superiore alla sua capacità di rigenerazione. Basti pensare che un albero ci impiega circa 30 anni per raggiungere un altezza pari a 20 metri! Il legno, quindi, va sfruttato in modo saggio: bisogna sempre ripiantare più alberi di quanti se ne tagliano. Inoltre il riuso e il riciclo del legno significano ridurre la deforestazione. Infine riciclare il legno significa ridurre le emissioni di metano ed anidride carbonica, gas che si generano durante la decomposizione del legno in discarica. 6

Cosa succede alla nostra raccolta differenziata?? Informazioni su: Quanto viene raccolto in città Dove va a finire Con che modalità viene gestito

Cosa succede alla nostra raccolta differenziata?? Informazioni su: Quanto viene raccolto in città Dove va a finire Con che modalità viene gestito Cosa succede alla nostra raccolta differenziata?? Informazioni su: Quanto viene raccolto in città Dove va a finire Con che modalità viene gestito RAFFRONTO CON ALTRE REALTA 2 RACCOLTA DIFFERENZIATA A BOLOGNA

Dettagli

Raccolta differenziata della plastica e risparmio energetico

Raccolta differenziata della plastica e risparmio energetico Raccolta differenziata della plastica e risparmio energetico Ognuno di noi produce circa 30 kg di plastica ogni anno: se questa plastica fosse completamente riciclata, in un comune di 35.000 abitanti si

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. MARCONI SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO E. FERMI. Consiglio Comunale dei Ragazzi - Venegono Inferiore

ISTITUTO COMPRENSIVO G. MARCONI SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO E. FERMI. Consiglio Comunale dei Ragazzi - Venegono Inferiore ISTITUTO COMPRENSIVO G. MARCONI SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO E. FERMI Consiglio Comunale dei Ragazzi - Venegono Inferiore Anno scolastico 2012/2013 INTRODUZIONE I ragazzi del Consiglio Comunale dei

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca GESTIONE DEL CICLO DEI RIFIUTI. Nozioni

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca GESTIONE DEL CICLO DEI RIFIUTI. Nozioni EcoCentro Lombardia Scheda Tecnica di Approfondimento Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca GESTIONE DEL CICLO DEI RIFIUTI Nozioni Il Decreto legislativo n. 152/2006, Norme in materia

Dettagli

Del Vecchio-Governatori. Riciclaggio

Del Vecchio-Governatori. Riciclaggio Del Vecchio-Governatori Riciclaggio 1 Il problema della gestione dei rifiuti Il problema della gestione dei rifiuti è diventato sempre più rilevante: la crescita dei consumi e dell'urbanizzazione hanno

Dettagli

IL CICLO DEI MATERIALI

IL CICLO DEI MATERIALI 1 LA SOCIETA DEI CONSUMI La nostra società produce molti beni di consumo, perché la pubblicità ci convince che abbiamo bisogno di nuovi prodotti buttando quelli vecchi anche se perfettamente funzionanti,

Dettagli

LE 4 R CHE COMBATTONO LO SPRECO

LE 4 R CHE COMBATTONO LO SPRECO Percorso di educazione alla sostenibilità per la scuola primaria LE 4 R CHE COMBATTONO LO SPRECO La natura non spreca. L uomo sì.che fare? CHIEDIAMO AIUTO ALLE MITICHE, FAVOLOSE INSUPERABILI, MEGAGALATTICHE,

Dettagli

Guida alla raccolta differenziata dei rifiuti urbani.

Guida alla raccolta differenziata dei rifiuti urbani. Stabilimenti balneari Guida alla raccolta differenziata dei rifiuti urbani. lo sapevate che: Per fare una tonnellata di carta ci vogliono 15 alberi, mentre per fare una tonnellata di carta riciclata neanche

Dettagli

Percorso di educazione alla sostenibilità per la scuola secondaria di primo grado RIFIUTI, NO GRAZIE! LE SCUOLE DI MANTOVA CONTRO LO SPRECO

Percorso di educazione alla sostenibilità per la scuola secondaria di primo grado RIFIUTI, NO GRAZIE! LE SCUOLE DI MANTOVA CONTRO LO SPRECO Percorso di educazione alla sostenibilità per la scuola secondaria di primo grado RIFIUTI, NO GRAZIE! LE SCUOLE DI MANTOVA CONTRO LO SPRECO La natura non spreca l uomo sì! s Sì!!! Primo comandamento :

Dettagli

Raccolte Differenziate. Guida Pratica

Raccolte Differenziate. Guida Pratica Raccolte Differenziate Guida Pratica R come rifiuto Preoccupatevi di lasciare questo mondo un po migliore di come lo avete trovato.. Ciclo Naturale Chiuso Il concetto di Rifiuto non esiste in Natura. La

Dettagli

I sistemi di trattamento e smaltimento

I sistemi di trattamento e smaltimento SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MATERIALE DI APPROFONDIMENTO I sistemi di trattamento e smaltimento Impianti di selezione 1/2 Gli impianti di selezione si dividono in due tipologie: gli impianti per la

Dettagli

Dopo aver letto la storia siamo tutti curiosi di conoscere meglio l argomento. Discutiamo in classe. Dalla discussione emerge che:

Dopo aver letto la storia siamo tutti curiosi di conoscere meglio l argomento. Discutiamo in classe. Dalla discussione emerge che: COSA SONO I RIFIUTI? Dopo aver letto la storia siamo tutti curiosi di conoscere meglio l argomento. Discutiamo in classe. Dalla discussione emerge che: I rifiuti sono le cose che buttiamo perché non ci

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO CAPPUCCINI BRINDISI CAMPAGNA DI EDUCAZIONE AMBIENTALE E DI PREVENZIONE DEGLI INFORTUNI SANOFI

ISTITUTO COMPRENSIVO CAPPUCCINI BRINDISI CAMPAGNA DI EDUCAZIONE AMBIENTALE E DI PREVENZIONE DEGLI INFORTUNI SANOFI ISTITUTO COMPRENSIVO CAPPUCCINI BRINDISI CAMPAGNA DI EDUCAZIONE AMBIENTALE E DI PREVENZIONE DEGLI INFORTUNI SANOFI I rifiuti sono materiali di scarto o avanzo di svariate attività umane IL RIFIUTO I rifiuti

Dettagli

PARLIAMO DI RIFIUTI MARTEDI 3 APRILE- LATINA

PARLIAMO DI RIFIUTI MARTEDI 3 APRILE- LATINA PARLIAMO DI RIFIUTI MARTEDI 3 APRILE- LATINA Che cos è un rifiuto? Qualcosa che non ci serve più e che buttiamo! Provate a pensare a questo: avete una vecchia felpa che a voi non piace più e che ormai

Dettagli

I rifiuti oggi Esegui l esperimento che ti permetterà di scoprire cosa succede ai rifiuti nelle discariche.

I rifiuti oggi Esegui l esperimento che ti permetterà di scoprire cosa succede ai rifiuti nelle discariche. Occorrente: I rifiuti oggi Esegui l esperimento che ti permetterà di scoprire cosa succede a nelle discariche. Procedimento: sotterra raccolti in un grande contenitore pieno di terra annaffia tutti i giorni

Dettagli

Altri materiali biodegradabili: segatura, trucioli di legno non trattato, tovagliolini di carta bianchi

Altri materiali biodegradabili: segatura, trucioli di legno non trattato, tovagliolini di carta bianchi 1. Cos è Il compostaggio è il risultato di un nuovo modo di trattare i rifiuti organici e vegetali. È semplice: noi tutti produciamo una certa quantità di rifiuti ogni giorno. Parte dei rifiuti prodotti

Dettagli

I RIFIUTI UN PROBLEMA GLOBALE NASCOSTO?

I RIFIUTI UN PROBLEMA GLOBALE NASCOSTO? I RIFIUTI UN PROBLEMA GLOBALE NASCOSTO? Le cause dell inquinamento del suolo Il suolo viene inquinato a causa di vari tipi di rifiuti: quelli solidi, liquidi e gassosi. I rifiuti solidi possono essere

Dettagli

Guida alla raccolta differenziata dei rifiuti urbani.

Guida alla raccolta differenziata dei rifiuti urbani. Utenze domestiche Guida alla raccolta differenziata dei rifiuti urbani. lo sapevate che: Per fare una tonnellata di carta ci vogliono 15 alberi, mentre per fare una tonnellata di carta riciclata neanche

Dettagli

Imballaggi protezione al 100% impiegando sempre meno materiale

Imballaggi protezione al 100% impiegando sempre meno materiale Imballaggi protezione al 100% impiegando sempre meno materiale La plastica: maestra nell arte dell imballaggio In Europa oltre il 50 % delle merci è imballato in materiali plastici, nonostante ciò, in

Dettagli

Testi semplificati di tecnologia

Testi semplificati di tecnologia Testi semplificati di tecnologia Presentazione Le pagine seguenti contengono testi semplificati su: materie prime; lavoro; agricoltura; alimentazione; energia; inquinamento. Per ogni argomento i testi

Dettagli

(contenitore vuoto e non pericoloso)...isola ecologica

(contenitore vuoto e non pericoloso)...isola ecologica LACCHE (contenitore vuoto e non pericoloso)...isola ecologica LACCI PER SCARPE...secco LAMETTE USA E GETTA...secco LAMPADARI...secco o ingombranti LAMPADINE...isola ecologica LAVASTOVIGLIE...beni durevoli

Dettagli

PRODUZIONE DI ENERGIA DALLE BIOMASSE E DAI RIFIUTI

PRODUZIONE DI ENERGIA DALLE BIOMASSE E DAI RIFIUTI PRODUZIONE DI ENERGIA DALLE BIOMASSE E DAI RIFIUTI Il TEAM di Si-Web ha lavorato con impegno e professionalità utilizzando informazioni provenienti da autorevoli fonti sia nazionali che internazionali,

Dettagli

Per produrre UNA TONNELLATA di carta da cellulosa vergine occorrono: 15 alberi 440.000 litri d acqua 7.600 kwh di energia elettrica

Per produrre UNA TONNELLATA di carta da cellulosa vergine occorrono: 15 alberi 440.000 litri d acqua 7.600 kwh di energia elettrica carta Per produrre UNA TONNELLATA di carta da cellulosa vergine occorrono: 15 alberi 440.000 litri d acqua 7.600 kwh di energia elettrica Per produrre UNA TONNELLATA di carta riciclata invece bastano:

Dettagli

La gestione sostenibile dei rifiuti. Stefano Ciafani Vice Presidente nazionale di Legambiente

La gestione sostenibile dei rifiuti. Stefano Ciafani Vice Presidente nazionale di Legambiente La gestione sostenibile dei rifiuti Stefano Ciafani Vice Presidente nazionale di Legambiente Cenni sulla normativa Le prime direttive europee sui rifiuti risalgono alla seconda metà degli anni 70 1975:

Dettagli

Prima di chiedersi come si puliscono le città, bisognerebbe chiedersi come si sporcano. Guido Viale

Prima di chiedersi come si puliscono le città, bisognerebbe chiedersi come si sporcano. Guido Viale Prima di chiedersi come si puliscono le città, bisognerebbe chiedersi come si sporcano. Guido Viale fare la raccolta differenziata non è solo un obbligo di legge è un segno di rispetto e di grande civiltà!

Dettagli

COME SI FA LA RACCOLTA DIFFERENZIATA? difficoltà

COME SI FA LA RACCOLTA DIFFERENZIATA? difficoltà 1 COME SI FA LA RACCOLTA DIFFERENZIATA? FARE LA RACCOLTA DIFFEREN- ZIATA SIGNIFICA SEPARARE BENE I RIFIUTI, DIVIDENDO- LI PER TIPOLOGIA DI MATE- RIALE. FACENDO BENE LA RACCOLTA DIFFERENZIATA È POSSIBILE

Dettagli

L IMPORTANZA DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA E IL PERCORSO DEI RIFIUTI

L IMPORTANZA DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA E IL PERCORSO DEI RIFIUTI L IMPORTANZA DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA E IL PERCORSO DEI RIFIUTI La raccolta differenziata è il modo migliore per preservare e mantenere le risorse naturali e salvaguardare l ambiente in cui viviamo.

Dettagli

IL FUTURO DEI RIFIUTI NELLE NOSTRE MANI. Corso di formazione sulla raccolta differenziata

IL FUTURO DEI RIFIUTI NELLE NOSTRE MANI. Corso di formazione sulla raccolta differenziata IL FUTURO DEI RIFIUTI NELLE NOSTRE MANI Corso di formazione sulla raccolta differenziata I rifiuti: un problema? Sono tanti Ogni italiano (neonati compresi) produce in media 532 Kg di rifiuti all anno

Dettagli

PRODUZIONE DI ENERGIA:BIOPOWER

PRODUZIONE DI ENERGIA:BIOPOWER LE BIOMASSE Le biomasse sono le materie prime rinnovabili capaci di produrre energia che si ottengono sia dagli scarti che dai residui delle attività agricole, zootecniche e forestali. PRODUZIONE DI ENERGIA:BIOPOWER

Dettagli

IL FUTURO DEI RIFIUTI NELLE NOSTRE MANI. Corso di formazione sulla raccolta differenziata

IL FUTURO DEI RIFIUTI NELLE NOSTRE MANI. Corso di formazione sulla raccolta differenziata IL FUTURO DEI RIFIUTI NELLE NOSTRE MANI Corso di formazione sulla raccolta differenziata I rifiuti: un problema? Sono tanti Ogni italiano (neonati compresi) produce in media 532 Kg di rifiuti all anno

Dettagli

Istituto comprensivo VITTORINO DA FELTRE 14 aprile 2015

Istituto comprensivo VITTORINO DA FELTRE 14 aprile 2015 Diffusione del video Non siamo irrecuperabili Istituto comprensivo VITTORINO DA FELTRE 14 aprile 2015 Direzione Ambiente Governo e Tutela del territorio Ciclo Integrato dei Rifiuti e Servizio Idrico Integrato

Dettagli

DIFFERENZIAMOCI PERCHE E COME?

DIFFERENZIAMOCI PERCHE E COME? DIFFERENZIAMOCI PERCHE E COME? Spunti di meditazione per un progetto comunale di raccolta differenziata spinta porta a porta PERCHE FARE LA RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI La Provincia di Pavia ha un

Dettagli

GUIDA A UNA VITA CON MENO RIFIUTI SPAZIO PER LOGO PARTNER

GUIDA A UNA VITA CON MENO RIFIUTI SPAZIO PER LOGO PARTNER GUIDA A UNA VITA CON MENO RIFIUTI SPAZIO PER LOGO PARTNER IL PROGETTO ZEROWASTE PRO IL TEMA DEI RIFIUTI Il tema dei rifiuti riguarda tutti noi. Stiamo producendo una sempre maggiore Per ulteriori informazioni

Dettagli

COMPOSTIAMOCI BENE. Progetto di educazione ambientale per la scuola primaria

COMPOSTIAMOCI BENE. Progetto di educazione ambientale per la scuola primaria COMPOSTIAMOCI BENE Progetto di educazione ambientale per la scuola primaria Il progetto è promosso dai comuni di Isola del Piano, Montefelcino e Serrungarina all'interno della campagna Compostiamoci bene

Dettagli

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Comune di CORI (Lt) Assessorato all RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO pagina 1 SOMMARIO Premessa... 3 1 Principi generali: Cos è il Compostaggio... 4 2 Cosa mettere nella

Dettagli

Progetto Apprendere per orientarsi nella società complessa. Laboratorio ambientale: il riciclaggio dei rifiuti

Progetto Apprendere per orientarsi nella società complessa. Laboratorio ambientale: il riciclaggio dei rifiuti Regione Siciliana SCUOLA SECONDARIA DI 1 1 GRADO S. QUASIMODO - Ragusa Progetto Apprendere per orientarsi nella società complessa Laboratorio ambientale: il riciclaggio dei rifiuti Esperto: ing. Walter

Dettagli

Prova associata al percorso I rifiuti, una risorsa per l educazione sostenibile di Annalisa Salomone

Prova associata al percorso I rifiuti, una risorsa per l educazione sostenibile di Annalisa Salomone Prova associata al percorso I rifiuti, una risorsa per l educazione sostenibile di Annalisa Salomone Autore Annalisa Salomone Referente scientifico Michela Mayer Grado scolastico Scuola Secondaria di I

Dettagli

LABORATORIO DI RACCOLTA DIFFERENZIATA

LABORATORIO DI RACCOLTA DIFFERENZIATA LABORATORIO DI RACCOLTA DIFFERENZIATA Che cosa è un RIFIUTO? I RIFIUTI SONO COSE SPORCHE E PUZZOLENTI I RIFIUTI SONO COSE INUTILIZZABILI, SCARTI O COSE ROTTE I RIFIUTI SONO UNA RISORSA PER IL FUTURO, DA

Dettagli

I rifiuti. UN PROBLEMA DA RISOLVERE PER GARANTIRE LA VITA ALLE NUOVE GENERAZIONI Ins. Pina Berto A.s. 2015-2016

I rifiuti. UN PROBLEMA DA RISOLVERE PER GARANTIRE LA VITA ALLE NUOVE GENERAZIONI Ins. Pina Berto A.s. 2015-2016 I rifiuti UN PROBLEMA DA RISOLVERE PER GARANTIRE LA VITA ALLE NUOVE GENERAZIONI Ins. Pina Berto A.s. 2015-2016 I rifiuti sono un prodotto inevitabile della società dei consumi e del nostro stile di vita

Dettagli

Scuola Secondaria di Primo Grado P. Cafaro -Andria. PROGETTO di EDUCAZIONE AMBIENTALE

Scuola Secondaria di Primo Grado P. Cafaro -Andria. PROGETTO di EDUCAZIONE AMBIENTALE Scuola Secondaria di Primo Grado P. Cafaro -Andria Anno Scolastico 2009 / 2010 PROGETTO di EDUCAZIONE AMBIENTALE Referente del progetto Prof. ssa Arcangela Quacquarelli PROGETTO DI EDUCAZIONE AMBIENTALE

Dettagli

Riduco. Riciclo. Recupero. Riutilizzo. Provincia di Campobasso Assessorato all Ambiente

Riduco. Riciclo. Recupero. Riutilizzo. Provincia di Campobasso Assessorato all Ambiente Riduco Riciclo Recupero Riutilizzo Provincia di Campobasso Assessorato all Ambiente Quaderno di nato a il scuola classe sez. Cari ragazzi, questo quaderno che state leggendo, scritto e realizzato per voi

Dettagli

Progetto Apprendere per orientarsi nella società complessa. Laboratorio ambientale: il riciclaggio dei rifiuti

Progetto Apprendere per orientarsi nella società complessa. Laboratorio ambientale: il riciclaggio dei rifiuti Regione Siciliana SCUOLA SECONDARIA DI 1 1 GRADO S. QUASIMODO - Ragusa Progetto Apprendere per orientarsi nella società complessa Laboratorio ambientale: il riciclaggio dei rifiuti Esperto: ing. Walter

Dettagli

RIFIUTI: RIDUCO, RIUSO, RICICLO

RIFIUTI: RIDUCO, RIUSO, RICICLO RIFIUTI: RIDUCO, RIUSO, RICICLO OVVERO O CHIUDI IL CERCHIO O CHIUDI IL FUTURO Prof. Maurizi Franco I.T.I.S. e Liceo S-T. A. Einstein - Roma novembre 08- settimana DESS PRIMO: LA SOSTENIBILITA «lo Sviluppo

Dettagli

Progetto. Laboratorio ambientale: il riciclaggio dei rifiuti. Regione Siciliana SCUOLA SECONDARIA DI 1 1 GRADO S. QUASIMODO - Ragusa

Progetto. Laboratorio ambientale: il riciclaggio dei rifiuti. Regione Siciliana SCUOLA SECONDARIA DI 1 1 GRADO S. QUASIMODO - Ragusa Regione Siciliana SCUOLA SECONDARIA DI 1 1 GRADO S. QUASIMODO - Ragusa Progetto Apprendere per orientarsi nella società complessa Laboratorio ambientale: il riciclaggio dei rifiuti Esperto: ing. Walter

Dettagli

Ogni giorno si producono, in Italia, 26 milioni di tonnellate* di rifiuti.

Ogni giorno si producono, in Italia, 26 milioni di tonnellate* di rifiuti. by Ogni giorno si producono, in Italia, 26 milioni di tonnellate* di rifiuti. (*produzione media, fonte: ISPRA) 1 Ogni giorno ciascun cittadino produce 1,5 kg* di rifiuti. (*produzione media, fonte: ISPRA)

Dettagli

Ve Mestre, 9 maggio 2012 Oggetto: progetto risparmio energetico e raccolta differenziata I risparmi della raccolta differenziata.

Ve Mestre, 9 maggio 2012 Oggetto: progetto risparmio energetico e raccolta differenziata I risparmi della raccolta differenziata. Prot. N. Circolare n. 440/P ai docenti agli alunni e, p.c. al DSGA agli uffici ai collaboratori scolastici Ve Mestre, 9 maggio 2012 Oggetto: progetto risparmio energetico e raccolta differenziata I risparmi

Dettagli

Il Caso di Studio del Vetro

Il Caso di Studio del Vetro Centro Studi e Ricerche MatER Materia & Energia da Rifiuti Il Caso di Studio del Vetro Riciclaggio e Ciclo di Recupero INDICE 1. INTRODUZIONE...3 2. IL RICICLAGGIO DEL VETRO...4 3. IL RUOLO DEL COREVE...5

Dettagli

dove finiscono i 42 % in discarica 20 % negli inceneritori utile suggerimento per la riduzione dei rifiuti

dove finiscono i 42 % in discarica 20 % negli inceneritori utile suggerimento per la riduzione dei rifiuti 60x90_IT 20/11/09 15:33 Pagina 1 1 Troppi rifiuti La produzione di rifiuti urbani è quasi raddoppiata in 30 anni ed è pari ad una media di 522 kg per abitante all anno che significa 10 kg alla settimana.

Dettagli

MODULO 4 LA GESTIONE DEI RIFIUTI

MODULO 4 LA GESTIONE DEI RIFIUTI MODULO 4 LA GESTIONE DEI RIFIUTI STORIA DEL RIFIUTO Progetto TESSI RELATORE dott. Marco Francese ITST J.F. KENNEDY PORDENONE 31 OTTOBRE 2014 1 NEL CORSO DELLA STORIA VARIAZIONE DELLA QUANTITA E QUALITA

Dettagli

RIFIUTI ZERO Si può e conviene

RIFIUTI ZERO Si può e conviene RIFIUTI ZERO Si può e conviene Federico Valerio Comitato Tecnico-Scientifico LIP Rifiuti Zero Rifiuti Zero è la strategia vincente di tutti gli ecosistemi naturali, sin da quando la Vita ha colonizzato

Dettagli

31/03/2012 Fortunato Silvio Tangorra Valerio 3A Itis Albert Einstein, Roma

31/03/2012 Fortunato Silvio Tangorra Valerio 3A Itis Albert Einstein, Roma 31/03/2012 Fortunato Silvio Tangorra Valerio 3A Itis Albert Einstein, Roma Ciclo Ciclo dei dei rifiuti rifiuti Indice Indice 11 Raccolta Raccoltadifferenziata differenziata 11 Riciclaggio Riciclaggio 1/3

Dettagli

Laboratorio di Raccolta Differenziata

Laboratorio di Raccolta Differenziata Laboratorio di Raccolta Differenziata 1 Che cosa è un RIFIUTO? I RIFIUTI SONO COSE SPORCHE E PUZZOLENTI I RIFIUTI SONO COSE INUTILIZZABILI, SCARTI O COSE ROTTE I RIFIUTI SONO UNA RISORSA PER IL FUTURO,

Dettagli

Aumento di temperatura nel prossimo secolo secondo le previsioni dell'ipcc (Comitato nazionale delle Nazioni Unite sui Cambiamenti Climatici).

Aumento di temperatura nel prossimo secolo secondo le previsioni dell'ipcc (Comitato nazionale delle Nazioni Unite sui Cambiamenti Climatici). Aumento di temperatura nel prossimo secolo secondo le previsioni dell'ipcc (Comitato nazionale delle Nazioni Unite sui Cambiamenti Climatici). IL CAMBIAMENTO CLIMATICO \ INQUINAMENTO DELL'ARIA Ogni anno

Dettagli

Tesina economia ambientale

Tesina economia ambientale Tesina economia ambientale Giulia Antonuccio matr. 564/375 Rapporti tra economia ambiente e territorio imballaggi non sostenibili, costi e benefici del tetrapak Il tipo di consumo da sempre ha seguito

Dettagli

UFFICIO AMBIENTE VERDE PAESAGGIO DEL COMUNE DI ARZIGNANO. ambiente@comune.arzignano.vi.it

UFFICIO AMBIENTE VERDE PAESAGGIO DEL COMUNE DI ARZIGNANO. ambiente@comune.arzignano.vi.it UFFICIO AMBIENTE VERDE PAESAGGIO DEL COMUNE DI ARZIGNANO ambiente@comune.arzignano.vi.it Dott. Giorgio Gentilin Arch. Giovanni Panagin Dott. Davide Zorzanello Rag. Elena Rossato RIFIUTI RACCOLTI AD ARZIGNANO

Dettagli

Se raccolti in modo differenziato, i tuoi rifiuti potranno essere ReCUPeRAti:

Se raccolti in modo differenziato, i tuoi rifiuti potranno essere ReCUPeRAti: FAI LA DIFFERENZA Ciascuno di noi produce in media 1,5 KG Di RiFiUti AL GioRno, oltre 500 kg ogni anno! Se raccolti in modo differenziato, i tuoi rifiuti potranno essere ReCUPeRAti: attraverso il RICICLO

Dettagli

PER UN MONDO PIU PULITO

PER UN MONDO PIU PULITO PER UN MONDO PIU PULITO RICICLAGGIO Per riciclaggio dei rifiuti, nell'ambito della gestione dei rifiuti, si intende l'insieme di strategie e metodologie volte a recuperare materiali utili dai rifiuti al

Dettagli

04-04: Frazioni varie di biomassa Proprietà e processi Introduzione

04-04: Frazioni varie di biomassa Proprietà e processi Introduzione Chapter 04-04 page 1 04-04: Frazioni varie di biomassa Proprietà e processi Introduzione Ci sono essenzialmente cinque diversi processi tra cui scegliere per la produzione di energia utile da qualsiasi

Dettagli

Ciclo carta e cartone

Ciclo carta e cartone Ciclo carta e cartone la carta e il cartone inseriti negli appositi contenitori vengono prelevati dal gestore del servizio 6 PRODOTTI a seconda della carta recuperata (giornali, cartoni, carta mista) si

Dettagli

La seconda vita della Scatoletta

La seconda vita della Scatoletta La seconda vita della Scatoletta Quello dello smaltimento dei rifiuti è uno dei problemi più grandi che il nostro pianeta sembra dover affrontare nei prossimi decenni. I rifiuti oggi vengono smaltiti in

Dettagli

Effetto serra e il Patto dei Sindaci. [k]people

Effetto serra e il Patto dei Sindaci. [k]people Effetto serra e il Patto dei Sindaci L effetto serra Fenomeno naturale che intrappola il calore del sole nell atmosfera per via di alcuni gas. Riscalda la superficie del pianeta Terra rendendo possibile

Dettagli

CAPANNORI: IL PRIMO COMUNE IN ITALIA VERSO RIFIUTI ZERO I

CAPANNORI: IL PRIMO COMUNE IN ITALIA VERSO RIFIUTI ZERO I CAPANNORI: IL PRIMO COMUNE IN ITALIA VERSO RIFIUTI ZERO I parte Introduzione Generale Acqua, rifiuti ed energia rappresentano tre questioni fondamentali per il futuro del nostro pianeta. Emergenze ambientali

Dettagli

ECO-CONCORSO QUESTIONE DI STILE Relazione conclusiva

ECO-CONCORSO QUESTIONE DI STILE Relazione conclusiva ECO-CONCORSO QUESTIONE DI STILE Relazione conclusiva La campagna, la mostra, la festa, l eco questionario Lo scorso marzo Comune AcegasAps e Legambiente hanno lanciato una nuova campagna di sensibilizzazione

Dettagli

L'inizio della raccolta differenziata del rifiuto organico

L'inizio della raccolta differenziata del rifiuto organico A Pisogne L'inizio della raccolta differenziata del rifiuto organico Oltre alle raccolte differenziate avviate da tempo ora si possono recuperare anche: residui da sfalci e potature (erba, rami e foglie)

Dettagli

DON LORENZO MILANI. Dirigente Scolastico : Anno Scolastico 2008/2009. futuro?

DON LORENZO MILANI. Dirigente Scolastico : Anno Scolastico 2008/2009. futuro? 3 CIRCOLO DON LORENZO MILANI Lamezia Terme Dirigente Scolastico : Dott.ssa Maria Emma Miceli Anno Scolastico 2008/2009 La Terra ha un futuro? LA TERRA HA UN FUTURO? Come possiamo aiutare il Nostro o Pianeta?

Dettagli

IL COMPOSTAGGIO: IMITIAMO LA FORESTA. (scuola primaria)

IL COMPOSTAGGIO: IMITIAMO LA FORESTA. (scuola primaria) IL COMPOSTAGGIO: IMITIAMO LA FORESTA (scuola primaria) INFEA - MATERIALE DIDATTICO Laboratorio Il compostaggio: imitiamo la foresta (scuola primaria) Il compostaggio domestico Il compostaggio domestico

Dettagli

AVVIO DEL SERVIZIO PORTA A PORTA

AVVIO DEL SERVIZIO PORTA A PORTA AVVIO DEL SERVIZIO PORTA A PORTA 1 COME SEPARARE CORRETTAMENTE LE DIVERSE FRAZIONI DI RIFIUTO CARTA E CARTONE PLASTICA E METALLO VETRO 2 Ricorda che la raccolta differenziata della plastica riguarda SOLO

Dettagli

Dati delle prove effettuate e schema di processo. Processo Hydrowaste

Dati delle prove effettuate e schema di processo. Processo Hydrowaste Dati delle prove effettuate e schema di processo 2010 Processo Hydrowaste Premessa Il problema dello smaltimento dei Rifiuti Solidi Urbani è molto sentito in tutta Europa. Oltre ai tradizionali metodi

Dettagli

IL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

IL COMPOSTAGGIO DOMESTICO IL COMPOSTAGGIO DOMESTICO EMERGENZA RIFIUTI RACCOLTA DIFFERENZIATA IL PESO DEI RIFIUTI Le sostanze organiche rappresentano circa 1/3 dei rifiuti prodotti, aumentando così la già ingente quantità di rifiuti

Dettagli

Riutilizzo Riduco. Riciclo Recupero

Riutilizzo Riduco. Riciclo Recupero Riutilizzo Riduco Riciclo Recupero Forum Nazionale dei Giovani Commissione Ambiente Cari ragazzi, ricordatevi che il mondo è la NOSTRA CASA, e come crediamo che il nostro letto, la nostra cameretta, la

Dettagli

COMPOSTAGGIO DOMESTICO COMUNE DI CERANOVA GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

COMPOSTAGGIO DOMESTICO COMUNE DI CERANOVA GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO 1 INDICE 1. Premessa 3 2. Proposta di compostaggio domestico 4 3. Vantaggi del compostaggio dei rifiuti organici 6 4. Quali sono i rifiuti da compostare? 7 5. Quali sono

Dettagli

Comportamenti Sostenibili

Comportamenti Sostenibili Comportamenti Sostenibili Manuale per il cittadino Piano d Azione per l Energia Sostenibile PAES COMPORTAMENTI SOSTENIBILI L Amministrazione Comunale di Cinisello Balsamo persegue ormai da molti anni politiche

Dettagli

Libretto di controllo

Libretto di controllo Recycling Heroes Libretto di controllo Recycling Heroes www.recycling-heroes.ch Io, un eroe del riciclaggio Cognome: Nome: Classe: Il mio eroe del riciclaggio preferito: Il riciclaggio è importante perché:

Dettagli

Apriamo le porte alla raccolta differenziata.

Apriamo le porte alla raccolta differenziata. Utenze domestiche Borgo San Giuliano di Rimini Apriamo le porte alla raccolta differenziata. Comune di Rimini lo sapevate che: Per fare una tonnellata di carta ci vogliono 15 alberi, mentre per fare una

Dettagli

Rifiuti? Rientrano sotto la definizione di rifiuti tutte quelle sostanze o oggetti che risultano di scarto o avanzo alle più svariate attività umane.

Rifiuti? Rientrano sotto la definizione di rifiuti tutte quelle sostanze o oggetti che risultano di scarto o avanzo alle più svariate attività umane. I rifiuti 1 Rifiuti? Rientrano sotto la definizione di rifiuti tutte quelle sostanze o oggetti che risultano di scarto o avanzo alle più svariate attività umane. 2 TIPI DI RIFIUTI ORGANICI (cioè biodegradabili

Dettagli

Tesina di tecnica. L Energie Rinnovabili

Tesina di tecnica. L Energie Rinnovabili Tesina di tecnica L Energie Rinnovabili L Energia: parte della nostra vita quotidiana Nella vita di tutti i giorni, forse senza saperlo, consumiamo energia, anche senza saperlo. Infatti un corpo che è

Dettagli

SCHEDA DIDATTICA. Sulla base di ciò che hai osservato poco fa, rispondi a queste facili domande facendo una crocetta sulla risposta corretta:

SCHEDA DIDATTICA. Sulla base di ciò che hai osservato poco fa, rispondi a queste facili domande facendo una crocetta sulla risposta corretta: SCHEDA DIDATTICA NOME: COGNOME: CLASSE: Sulla base di ciò che hai osservato poco fa, rispondi a queste facili domande facendo una crocetta sulla risposta corretta: 1) Secondo te è più pesante una bottiglia

Dettagli

Centro studi MatER Materia & Energia da Rifiuti. Il Caso di Studio dell Acciaio. Riciclaggio e Ciclo di Recupero

Centro studi MatER Materia & Energia da Rifiuti. Il Caso di Studio dell Acciaio. Riciclaggio e Ciclo di Recupero Centro studi MatER Materia & Energia da Rifiuti Il Caso di Studio dell Acciaio Riciclaggio e Ciclo di Recupero Rev. 1 10 Dicembre 2013 INDICE 1. INTRODUZIONE...3 2. IL RICICLAGGIO DELL ACCIAIO...3 3. IL

Dettagli

Gru all opera sul cumulo di compost

Gru all opera sul cumulo di compost Alla periferia di Catania, in territorio di Ramacca, sorge uno degli stabilimenti più all avanguardia del Meridione, che è specializzato al trattamento e alla lavorazione dei rifiuti solidi urbani (RSU):

Dettagli

VITA DA RIFIUTI 2. Elisabetta Caroti. Titolo: Autore: Percorsi didattici associati: 1. Trasformazioni fisiche. 2. Trasformazioni chimiche

VITA DA RIFIUTI 2. Elisabetta Caroti. Titolo: Autore: Percorsi didattici associati: 1. Trasformazioni fisiche. 2. Trasformazioni chimiche Titolo: VITA DA RIFIUTI 2 Autore: Elisabetta Caroti Percorsi didattici associati: 1. Trasformazioni fisiche 2. Trasformazioni chimiche 3. In un pugno di terra AVVERTENZA: Le domande che seguono si ispirano

Dettagli

Lo Sfruttamento delle Fonti Rinnovabili

Lo Sfruttamento delle Fonti Rinnovabili Castiglione dei Pepoli, 8 giugno 2015 (logo studio o azienda Club EE che cura l intervento) Lo Sfruttamento delle Fonti Rinnovabili INSIEME IN AZIONE PER L EFFICIENTAMENTO ENERGETICO Le Fonti Rinnovabili

Dettagli

: Produzione Energia Elettrica da Biomassa : Società Agricole/ Industriali : Remo Uccellari

: Produzione Energia Elettrica da Biomassa : Società Agricole/ Industriali : Remo Uccellari Progetto Società Relatore : Produzione Energia Elettrica da Biomassa : Società Agricole/ Industriali : Remo Uccellari INTRODUZIONE Nelle pagine successive verranno velocemente illustrate le caratteristiche

Dettagli

SOMMARIO. .a questo ed altro risponde lo. 1. LA NOZIONE DI RIFIUTO E LA SUA CLASSIFICAZIONE IN BASE AL D.LGS. n 22/97. 2. LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI.

SOMMARIO. .a questo ed altro risponde lo. 1. LA NOZIONE DI RIFIUTO E LA SUA CLASSIFICAZIONE IN BASE AL D.LGS. n 22/97. 2. LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI. Alberto Casarotti Orari Martedì dalle ore 9,00 alle ore 13,00 Giovedì dalle ore 9,00 alle ore 16,00 Su appuntamento in orari diversi da quelli indicati sopra tel. 0532 299540 fax 0532 299525 rispondiamo

Dettagli

I rifiuti solidi: introduzione

I rifiuti solidi: introduzione I rifiuti solidi: introduzione Definizione sostanze od oggetti (rientranti in un definito elenco a norma di legge) di cui il detentore si disfi o abbia deciso o abbia l obbligo di disfarsi Strategie di

Dettagli

BOX 20 CHE COS E IL GAS BIOLOGICO?.

BOX 20 CHE COS E IL GAS BIOLOGICO?. CHE COS E IL GAS BIOLOGICO?. Gas biologico è un nome collettivo per un gas che nasce dallo smaltimento di materiale organico (residui di cucina, rifiuti del giardino, escrementi, ecc.) grazie all azione

Dettagli

COREPLA conta ad oggi 2.623 imprese consorziate, appartenenti alle seguenti categorie :

COREPLA conta ad oggi 2.623 imprese consorziate, appartenenti alle seguenti categorie : COREPLA, il Consorzio Nazionale per la Raccolta, il Riciclaggio e il Recupero dei Rifiuti di Imballaggi in Plastica, nasce con il Decreto Legislativo 22/97 per organizzare la raccolta dei rifiuti di imballaggi

Dettagli

Impianto per il trattamento ecologico dei rifiuti

Impianto per il trattamento ecologico dei rifiuti Impianto per il trattamento ecologico dei rifiuti Indice 1. Introduzione... 2 2. L'impianto proposto... 3 3. Schema a blocchi dell'impianto... 4 4. Descrizione dell'impianto... 5 4.1 Trattamenti meccanici...

Dettagli

L INDAGINE SULLA NUOVA VITA DEI RIFIUTI CHI LI HA VISTI? UN AVVINCENTE STORIA DI RECUPERO FINO ALL ULTIMO GRAMMO

L INDAGINE SULLA NUOVA VITA DEI RIFIUTI CHI LI HA VISTI? UN AVVINCENTE STORIA DI RECUPERO FINO ALL ULTIMO GRAMMO L INDAGINE SULLA NUOVA VITA DEI RIFIUTI 1 CHI LI HA VISTI? UN AVVINCENTE STORIA DI RECUPERO FINO ALL ULTIMO GRAMMO CHI LI HA VISTI? Non perderli di vista su E-R Ambiente CHI LI HA VISTI? 2 Cosa accade

Dettagli

Il riciclaggio un autoanalisi Questionario

Il riciclaggio un autoanalisi Questionario Obiettivi Gli alunni riepilogano i fondamenti del riciclaggio e riflettono sul loro comportamento in relazione al riciclaggio. Contenuto e attività Gli alunni verificano con un test se sono degli «eroi

Dettagli

ECOCALENDARIO FIORDIMONTE PIEVEBOVIGLIANA. Comune di Fiordimonte. Comune di Pievebovigliana COSMARI SRL

ECOCALENDARIO FIORDIMONTE PIEVEBOVIGLIANA. Comune di Fiordimonte. Comune di Pievebovigliana COSMARI SRL ECOCALENDARIO FIORDIMONTE PIEVEBOVIGLIANA Comune di Fiordimonte Comune di Pievebovigliana COSMARI SRL SETTIMANA TIPO LUNEDÌ MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ SABATO ENICA Comune di Fiordimonte Comune di

Dettagli

L importanza dell acqua dolce. Bene sempre più raro e prezioso, l acqua è una risorsa non rinnovabile e per questo non va sprecata.

L importanza dell acqua dolce. Bene sempre più raro e prezioso, l acqua è una risorsa non rinnovabile e per questo non va sprecata. L importanza dell acqua dolce Bene sempre più raro e prezioso, l acqua è una risorsa non rinnovabile e per questo non va sprecata. Il deficit mondiale di acqua L acqua è un bene indispensabile per la sopravvivenza

Dettagli

Utenze domestiche Centro Storico di Rimini. Apriamo le porte alla raccolta differenziata. Comune di Rimini

Utenze domestiche Centro Storico di Rimini. Apriamo le porte alla raccolta differenziata. Comune di Rimini Utenze domestiche Centro Storico di Rimini Apriamo le porte alla raccolta differenziata. Comune di Rimini lo sapevate che: Per fare una tonnellata di carta ci vogliono 15 alberi, mentre per fare una tonnellata

Dettagli

Regione Tre Valli. Dal 1 luglio 2006. Tassa sul sacco. ...separiamo i rifiuti... Non gettiamo i soldi nei forni!

Regione Tre Valli. Dal 1 luglio 2006. Tassa sul sacco. ...separiamo i rifiuti... Non gettiamo i soldi nei forni! Dal 1 luglio 2006 Regione Tre Valli Tassa sul sacco Informazioni e consigli sulle novità e sui cambiamenti Non gettiamo i soldi nei forni!...separiamo i rifiuti... pt su 10 di interlinea - 28 pt track

Dettagli

CHI L I HA. lo CHIAMAVANO EDIZIONE. Ciò che differenzi oggi, avrà una nuova vita domani INDAGINE SUL RECUPERO DEI RIFIUTI FREQUENTAVA VETRI ROTTI

CHI L I HA. lo CHIAMAVANO EDIZIONE. Ciò che differenzi oggi, avrà una nuova vita domani INDAGINE SUL RECUPERO DEI RIFIUTI FREQUENTAVA VETRI ROTTI 3 EDIZIONE dati 2012 CHI L I HA Ciò che differenzi oggi, avrà una nuova vita domani INDAGINE SUL RECUPERO DEI RIFIUTI NASCONDE UN IDENTITÀ PLASTICA FREQUENTAVA VETRI ROTTI si spacciava per una lattina

Dettagli

FAI LA DIFFERENZA: DIFFERENZ A! GUIDA ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI

FAI LA DIFFERENZA: DIFFERENZ A! GUIDA ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI FAI LA DIFFERENZA: DIFFERENZ A! GUIDA ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI COMUNE DI CESANO BOSCONE La raccolta differenziata a Cesano Boscone Raccogliere separatamente i rifiuti è un gesto di rispetto

Dettagli

Area Comunicazione VETRO COS' E ' COmE SI RaCCOGLIE. COSa diventa

Area Comunicazione VETRO COS' E ' COmE SI RaCCOGLIE. COSa diventa Area Comunicazione VETRO COS' E ' COmE SI RaCCOGLIE COSa diventa IL VETRO Questo importantissimo materiale si realizza con un minerale che si chiama silicio che si trova anche nella sabbia del mare. Riciclando

Dettagli

La nostra. Il nostro Clima. Il nostro Mondo La nostra Alimentazione. scelte alimentari

La nostra. Il nostro Clima. Il nostro Mondo La nostra Alimentazione. scelte alimentari La nostra Alimentazione COMPLETATE LA PRIMA ATTIVITÀ DI QUESTO CAPITOLO, POI SCEGLIETENE ALTRE TRE DALLA LISTA CHE SEGUE. Le nostre scelte alimentari possono avere effetti positivi o negativi sul clima

Dettagli

Coordinamento dei Comitati per la Difesa del Territorio. MI RIFIUTO alternative per non buttare via la salute

Coordinamento dei Comitati per la Difesa del Territorio. MI RIFIUTO alternative per non buttare via la salute Coordinamento dei Comitati per la Difesa del Territorio Coordinamento dei Comitati per la Difesa del Territorio Dopo un attività di DISCUSSIONE e CONFRONTO il Coordinamento ha prodotto (estate 2005) il:

Dettagli

Il compostaggio all arrembaggio

Il compostaggio all arrembaggio Il compostaggio all arrembaggio Progetto di educazione ambientale per la scuola paritaria dell infanzia e primaria l isolachenonc era PREMESSA Il progetto ha al centro la prevenzione dei rifiuti urbani

Dettagli

I.C. San Vittorino Corcolle Plesso Via Spinetoli Roma a.s. 2011-2012

I.C. San Vittorino Corcolle Plesso Via Spinetoli Roma a.s. 2011-2012 I.C. San Vittorino Corcolle Plesso Via Spinetoli Roma a.s. 2011-2012 Lavoro svolto dagli alunni delle classi II A-II B-II D-III D nel Laboratorio di Informatica con l Ins.te Maria Patrizi Ehi ma tu sei

Dettagli