ANALISI DEI SISTEMI TERRITORIALI Prof. Francesco Capocasa

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ANALISI DEI SISTEMI TERRITORIALI Prof. Francesco Capocasa"

Transcript

1 ANALISI DEI SISTEMI TERRITORIALI Prof. Francesco Capocasa Il corso si propone di fornire agli studenti gli strumenti fondamentali della modellistica ambientale e territoriale, rendendoli in grado sia di fruire della letteratura scientifica del settore, sia di lavorare insieme ad altri specialisti, nella realizzazione di modelli di sistemi territoriali Elementari conoscenze di matematica. Programma da 8 CFU: - Sistemi dinamici ed equazioni di evoluzione - Sistemi multi-agente - Sistemi complessi adattivi - Algoritmi genetici - Automi cellulari - Reti neurali Le metodologie didattiche adottate sono: lezioni frontali ed esercitazioni guidate individuali e di gruppo. La valutazione è effettuata mediante prova individuale orale. 1. (A) Bertuglia - Vaio, Non linearità, caos, complessità, Bollati Boringhieri, Torino, 2003, tutto il libro 2. (A) Jared Diamond, Collasso, Einaudi, Torino, 2005, Tutto il libro Programma da 6 CFU: libro n. 1 Programma da 8 CFU: Libri n. 1 e 2 Agli studenti verranno forniti appunti dal docente (i non frequentanti possono richiederli via ). Inglese Inglese

2 ANALISI DEL LINGUAGGIO POLITICO Prof. Gianluca Vagnarelli Obiettivo del corso è quello di sviluppare la conoscenza di taluni concetti fondamentali della politica e, parallelamente, far acquisire strumenti di analisi critica in grado di indagare il contenuto e la funzione dei discorsi politici nei quali taluni dei concetti analizzati si presentano in forma retorica. Conoscenza di alcune categorie fondamentali della politica Il programma si articola in due parti, nella prima l'analisi del linguaggio politico sarà sviluppata come analisi dei concetti politici, nella secondo essa verrà declinata come analisi dei discorsi politici. In particolare, nella prima verrà indagata, in una prospettiva storico-concettuale, la genesi, il contesto storico e l'evoluzione di alcune coppie oppositive quali politica/antipolitica, potere/antipotere e sinistra/destra. Successivamente ci si soffermerà sull'esame critico di taluni discorsi politici del XIX e XX secolo, italiani e francesi, indagandone contenuti e funzione. Testi (A)dottati, (C)onsigliati 1. (A) Matteo Truffelli, L'ombra della politica. Saggio sulla storia del pensiero antipolitico, Rubbettino, (A) Guglielmo Giannini, La folla. Seimila anni di lotta contro la tirannide, Rubettino (A) Gabriele Pedullà (a cura di), Parole al potere. Discorsi politici italiani, Rizzoli, Programma per 6 crediti (studenti non frequentanti): Matteo Truffelli, L'ombra della politica. Saggio sulla storia del pensiero antipolitico, Rubbettino, Guglielmo Giannini, La folla. Seimila anni di lotta contro la tirannide, Rubettino, Programma per 8 crediti (studenti non frequentanti): in aggiunta al programma da 6 crediti Gabriele Pedullà (a cura di), Parole al potere. Discorsi politici italiani, Rizzoli, In particolare l'introduzione al volume e quattro discorsi a scelta da selezionare tra quelli presenti nella seconda, terza, quinta e sesta parte del volume. Per gli studenti frequentanti il programma del corso verrà concordato con il docente lezioni frontali, gruppi di lavoro, analisi critiche dei discorsi politici interrogazione orale 1. (A) Matteo Truffelli, L'ombra della politica. Saggio sulla storia del pensiero antipolitico, Rubbettino, Soveria Mannelli, 2008, 2. (A) Gugliemo Giannini, La folla. Seimila anni di lotta contro la tirannide, Rubettino, Catanzaro, 2002, 3. (A) Gabriele Pedullà, Parole al potere. Discorsi politici italiani, Rizzoli, Milano, 2009, seconda, terza, quinta e sesta parte Programma per 6 crediti: Matteo Truffelli, L'ombra della politica. Saggio sulla storia del pensiero antipolitico, Rubbettino, Guglielmo Giannini, La folla. Seimila anni di lotta contro la tirannide, Rubettino Programma per 8 crediti: in aggiunta al programma da 6 crediti Gabriele Pedullà (a cura di), Parole al potere. Discorsi politici italiani, Rizzoli, In particolare l'introduzione al volume e quattro discorsi a scelta da selezionare tra quelli presenti nella seconda, terza, quinta e sesta parte. francese, inglese non indicate

3 ANALISI DELLE POLITICHE PUBBLICHE Prof. Luca Lanzalaco Il corso, di natura istituzionale, si propone di fornire gli strumenti teorici e concettuali di base per l'analisi delle politiche pubbliche. E' opportuno che lo studente abbia una buona conoscenza della scienza politica. Il corso si articola in quattro parti: - nella prima vengono illustrate le radici dell'analisi delle politiche pubbliche in quanto disciplina ed i suoi concetti di base; - nella seconda vengono esaminate le principali fasi in cui si articola la produzione di una politica pubblica, gli attori che vi prendono parte, i modelli teorici che possiamo utilizzare per spiegare il loro comportamento e le relazioni esistenti fra loro; - nella terza parte verranno forniti gli strumenti metodologici essenziali per analizzare empiricamente una politica pubblica (raccolta e sistematizzazione dei dati, somministrazione di interviste, ricostruzione dei paradigmi di policy, ecc.); - la quarta parte, infine, è volta alla illustrazione delle principali caratteristiche delle politiche pubbliche in Italia e nell'unione Europea. Lezioni frontali sui contenuti del corso ed esercitazioni durante le quali verranno forniti tutti gli strumenti necessari allo svolgimento della ricerca empirica Frequentanti: svolgimento di una ricerca empirica e relazione scritta Non frequentanti esame orale sui testi consigliati 1. (A) M. Howlett, M. Ramesh, Come studiare le politiche pubbliche, Il Mulino, Bologna, 2003, 2. (A) S. Fabbrini, F. Morata, L'Unione Europea. Le politiche pubbliche., Laterza, Bari-Roma, 2003, 3. (A) G. Capano, La politica universitaria, Il Mulino, Bologna, 1998, 4. (A) E. Gualmini, La politica del lavoro, Il Mulino, Bologna, 1998, 5. (A) S. Ventura, La politica scolastica, Il Mulino, Bologna, 1998, 6. (A) L. Verzichelli, La politica di bilancio, Il Mulino, Bologna, 1999, 7. (A) M. Tebaldi, La politica dei trasporti, Il Mulino, Bologna, 1999, 8. (A) F. Maino, La politica sanitaria, Il Mulino, Bologna, 2001, 9. (A) R. Lizzi, La politica dell'agricoltura, Il Mulino, Bologna, 2002, 10. (A) A. La Spina, La politica per il mezzogiorno, Il Mulino, Bologna, 2003, 11. (A) L. Lanzalaco, Le politiche istituzionali, Il Mulino, Bologna, 2005, 12. (A) M. Giuliani, La politica europea, Il Mulino, Bologna, 2005, Programma per studenti frequentanti: Il docente concorderà con gli studenti frequentanti testi integrativi e sostitutivi, nonchè approfondimenti su specifiche parti del corso. Programma 6 CFU per studenti non frequentanti e studenti online: - Testo 1 (tutto) - Testo 2 (Introduzione, pp. 3-28, Conclusioni, pp ) - Uno a scelta tra i testi dal 3 al 12 Programma 8 CFU per studenti non frequentanti e studenti online: - Testo 1 (tutto) - Testo 2 (Introduzione, pp Capitoli 1, 2, 3, 4, pp. da 29 a Conclusioni, pp ) - Uno a scelta tra i testi dal 3 al 12 non indicate non indicate

4 COMPARATIVE CONSTITUTIONAL LAW Prof.ssa Benedetta Barbisan The first part of the course aims at the analysis and discussion of the current developments of the main forms of governments in Europe in comparative perspective. Particular attention will be devoted to the most salient current features and phenomena of constitutional relevance in the world (constitutions and impoverishment; dignity and privacy; judicial independence; federalism; constitutional courts; transitional justice...). The second part will be focussed on the U.S. case law regarding same-sex marriage. Students approaching this course should have taken before at least one of these courses: - Comparative Constitutional Law - Public Law - Constitutional History The first part of the course deals with the current developments of the main forms of government in Europe in comparative perspective. Classes will be focussed on the most salient current features and phenomena of constitutional relevance in the world (constitutions and impoverishment; dignity and privacy; judicial independence; federalism; constitutional courts; transitional justice...). The second part of the course will be focussed on the U.S. case law regarding samesex marriage. Classes will tend to involve students in discussion and confrontations about the topics dealt with in the course. Didactics in this course is very direct, informal, and interactive. Particular attention is devoted to the current phenomena and events of constitutional relevance in the world. Evaluations depend on the attitude on the part of the students to handle the categories of contemporary constitutionalism and to develop thei rown critical and analytical thought on the issues proposed. Materials will be made available during classes or students may provide them getting in touch with the professor. english english

5 COMPARATIVE SOCIOLOGY OF LAW AND GLOBAL SOCIAL INDICATORS Prof. David Nelken The idea of this course is to train advanced students to understand current and emergent trends in making and using social indicators in defining and responding to global social problems. Excellent knowledge of sociology / law/ english The idea of this course is to train advanced students to understand current and emergent trends in making and using social indicators in defining and responding to global social problems. Social indicators have been defined as 'a named collection of rank-ordered data that purports to represent the past or projected performance of different units. The data are generated through a process that simplifies raw data about a complex social phenomenon. The data, in this simplified and processed form, are capable of being used to compare particular units of analysis (such as countries or institutions or corporations), synchronically or over time, and to evaluate their performance by reference to one or more standards '(Kingsbury 2012) We shall be using the most up to date text on this topic is and those taking the course will be expected to familiar themselves with the whole book. This type of study is necessaily interdisciplinary and particular attention will be given to comparative sociology of law as an essential approach for interpreting and predicting the likely effects of the growth of such global indicators. Class meetings will consist of indications for guided reading and discussions of chapters in this book involving presentations by members of the class. Participants will also be expected to write an essay of 5,000 words on one of the topics which will be assessed for exam purposes. These essays may also draw on other resources (using books and reports from libraries / or on the internet ) Book of the course: Kevin Davis, Angelina Fisher, Benedict Kingsbury and Sally Engle Merry, eds. GOVERNANCE BY INDICATORS: GLOBAL POWER THROUGH QUANTIFICATION AND RANKINGS, Oxford, Oxford University Press (2012) 504 pp Those doing this course for 6CFU need only produce an essay of 3000 words Guided reading Class meetings will consist of indications for guided reading and discussions of chapters in this book involving presentations by members of the class. Participants will also be expected to write an essay of 5,000 words (3,000 words for 6cfu) on one of the topics which will be assessed for exam purposes. These essays may also draw on other resources (using books and reports from libraries / or on the internet ) 1. (A) Davis, Fisher, Kingsbury and Merry, Governance by Indicators, Oxford University Press, Oxford, UK, 2012, all the book 504 pps The program is the same for thos eattending and non attending lessons, 8 or 6 credits. For those doiung the course for 6 credits a 3000 page essay is acceptable instead of 5000 words. The title of the essay is to be agreed with the teacher of the course. ENGLISH ENGLISH

6 DEVELOPMENT ECONOMICS Prof. Paolo Sospiro Il corso si propone di illustrare gli aspetti salienti dello sviluppo e dei i processi di globalizzazione causa ed effetto dello sviluppo dal punto di vista politico-economico affrontando in primo luogo gli effetti economici. il corso ha la finalità di dare agli studenti nozioni di economia dello sviluppo. vale a dire: introduzione economia dello sviluppo; elementi di analisi dello sviluppo; elementi di analisi della crescita; infine alcuni elementi di analisi quantitativa. si consiglia una base di microeconomia, macroeconomia ed economia internazionale. Il corso provvederà ad illustrare i principali aspetti dello sviluppo e in seconda battuta della globalizzazione attraverso l'osservazione dei principali indicatori e fornirà alcuni esempi di teoria dello sviluppo. Verranno presentate le principali istituzioni internazionali e regionali che si occupano di sviluppo e globalizzazione ed approfondito il loro ruolo. La prima parte affronterà gli aspetti teorici seguendo il testo di Ray. In particolare saranno presentate le principali teorie della crescita e dello sviluppo. Inoltre attraverso l'approccio delle capabilities, la teoria dell'informazione, del network e dell'approccio ad agente specie verrà approfondito il fenomeno migratorio tenendo in considerazione i fattori ambientale ed umano, presupposto per un sviluppo sostenibile e globale specificando gli aspetti centro-periferia per evidenziare la direzione di una globalizzazione volta al co-sviluppo ed al benessere. La seconda parte sarà caratterizzata dalla presentazione di alcuni aspetti quali il lavoro, il credito, l'assicuazione ed il commercio internazionale. elementi essenziali dell'economia dello sviluppo. Nella terza parte si presenteranno alcuni esempi di sviluppo e globalizzazione. Verranno inoltre esaminati alcuni fenomeni allo stato attuale particolarmente rilevanti come la povertà e la disuguaglianza, e gli obiettivi di sviluppo del millennio. Storia, cause ed effetti del fenomeno migratorio, dal punto di vista economico, e della crisi economica attuale. Infine si illustrerà il ruolo degli organismi internazionali. Programma da 6 CFU: Prima e seconda parte Programma da 8 CFU: Tutto il corso prevede una prima parte nella quale si prediligerà l'approccio frontale alla lezione. In una seconda fase, gli studenti potranno verificare la propria preparazione con delle apposite sessioni di esercitazioni ed infine una terza parte dove gli studenti potranno cimentarsi nella realizzazione di un proprio elaborato. in conclusione, il 60% del corso sarà basato sulla realizzazione di un percorso di lezioni frontali. un secondo 20% di sessioni di esercitazione dove gli studenti potranno osservare come si possono risolvere problemi ed esercizi di economia e di policy. Successivamente, essi potranno svolgere degli esercizi. Infine, un terza parte alla quale sarà dedicata circa un 20% del tempo dove gli studenti potranno lavorare al proprio elaborato con il supporto del docente. La valutazione prevede un esame scritto nel quale sono previste 5 domande scritte alle quali gli studenti dovranno risponderne almeno 3. Le domande potranno essere attinenti allo svolgimento di un testo o di un esercizio di matematica o di economia. Successivamente, per coloro che intendono svolgere l'orale o il docente ritiene necessario l'orale per superare l'esame, potranno svolgere il colloquio che volgerà su alcune domande che riguardano l'esame scritto. Successivamente si discuterà l'elaborato preparato durante il corso. 1. (A) Debraj Ray, Development Economics, Princeton, Princeton, 1998, Capp. I-II-III-VI-XIII-XIV-XV-XVI

7 slides, articoli scientifici e non inglese inglese

8 DIRITTI UMANI E DELLE DIFFERENZE Prof.ssa Ines Corti Il corso si propone di portare a conoscenza dello studente le ampie problematiche relative ai diritti umani delle donne con attenzione non solo al dato giuridico ma anche a quello politico, sociale, economico e culturale. Si analizzeranno i "diritti delle donne" nel nostro Paese, in Europa, nel mondo. Centrale sarà l'analisi dell'evolversi del principio di uguaglianza, da formale a sostanziale. nessuno Programma da 8 crediti per studenti frequentanti e non frequentanti: - Diritti delle donne: diritti umani - Il principio di uguaglianza e il divieto di discriminazioni - Uguaglianza formale - uguaglianza sostanziale: le azioni positive - Le Dichiarazioni e le Convenzioni internazionali - Le Conferenze mondiali delle donne (Da Città del Messico a Pechino) - I diritti delle donne in Europa Testi (A)dottati, (C)onsigliati per 8 crediti 1.Ines Corti ( a cura di ) Universo Femminile.La Cedaw tra diritto e politiche, Eum, Macerata, 2012, p.13-58; (C) A.Donnarumma, Guardando il mondo con gli occhi di donna, Emi, Bologna, 1998 inoltre Materiali indicati durante le lezioni (articoli, saggi, testi di leggi, sentenze.) e messi a disposizione presso la segreteria del Dipartimento di diritto privato e del lavoro italiano e comparato. Eventuali programmi per numero di crediti diversi saranno concordati con gli studenti interessati Lezioni frontali e lezioni seminariale con letture di leggi, sentenze, documenti e approfondimenti anche da parte degli studenti La valutazione sarà costante grazie agli approfondimenti richiesti durante il corso. E' inoltre prevista una tesina finale su tematiche concordate. non indicati inglese inglese

9 DIRITTO AGRARIO INTERNAZIONALE Prof.ssa Anna ilaria Trapè Il corso si pone l'obiettivo di approfondire la disciplina del commercio internazionale dei prodotti agricoli e dei suoi conflitti, prestando attenzione anche al ruolo della cooperazione internazionale per l'evoluzione dei mercati agricoli e lo sviluppo dei territori dei paesi a differente livello di crescita economico-sociale. Profili di Diritto agrario dell'unione europea Programma da 6 CFU: L'Accordo generale sulle tariffe e il commercio - La World Trade Organization e la disciplina del commercio dei prodotti agricoli - Gli accordi sulle misure sanitarie e fitosanitarie (SPS) e sugli ostacoli tecnici agli scambi (TBT) - L'accordo sulla tutela dei diritti di proprietà intellettuale (TRIPs) Programma da 8 CFU: in aggiunta al programma da 6 CFU: - La tutela della biodiversità - La politica di cooperazione allo sviluppo dell'unione europea - Lezioni frontali - Seminari - Visione di materiali audio-video - Lettura di documenti - Analisi di studi di caso - Produzioni (progetto didattico, presentazione di un argomento..) La verifica dell'apprendimento dei contenuti del corso è orale 1. (A) A. Germanò, E. Rook-Basile, Il diritto dei mercati dei prodotti agricoli nell'ordinamento internazionale, Giappichelli, Torino, 2010, Programma da 6 CFU: Capitoli 1, 2, 3, 4, Programma da 8 CFU: in aggiunta al programma da 6 CFU, Capitoli 6, 7, 9 inglese inglese

10 DIRITTO DELL'AMBIENTE E DELL'ENERGIA Prof.ssa Elisa Scotti Conoscenza delle linee fondamentali del diritto dell'ambiente nazionale, europeo ed internazionale. Conoscenza delle principali discipline di settore (acqua, energia, rifiuti, inquinamento elettromagnetico). Particolare attenzione alla tematica dell'energia. Apprendimento del metodo di coordinamento e di integrazione delle problematiche ambientali con lo sviluppo economico, territoriale e sociale. Diritto pubblico o diritto costituzionale Per 6 e 8 CFU: Il corso intende fornire principi e nozioni essenziali del diritto dell'ambiente, con particolare riferimento alle fonti, nazionali, comunitarie e internazionali, alle istituzioni preposte a tutela dell'ambiente e agli strumenti di tutela individuale e collettiva. Esso illustra inoltre le interrelazioni tra ambiente, terrirorio e sviluppo economico e, per cenni, le principali discipline speciali, con particolare riferimento all'energia. Per 8 cf: Il programma ha inoltre ad oggetto le principali discipline di settore (accanto all'energia, acqua, rifiuti, inquinamento elettromagnetico, gestione dei rischi ambientali). lezioni frontali esercitazioni seminari Orale I frequentanti potranno essere altresì valutati sulla base di un lavoro di ricerca facoltativo che possono decidere di svolgere avvalendosi della guida del docente. 1. (A) G. Rossi (a cura di), Diritto dell'ambiente, Giappichelli, Torino, 2011, per 8 cfu: tutto; per 6 cfu I e II parte 2. (A) AA.VV., Codice dell'ambiente - editio minor, Simone, Napoli, 2012, Il codice dell'ambiente non è oggetto di studio ma di consultazione nello studio del manuale. Nel corso delle lezioni e delle esercitazioni verranno forniti ulteriori materiali di approfondimento. inglese inglese

11 DIRITTO DELLE ASSEMBLEE RAPPRESENTATIVE Prof. Luigi Cozzolino Il corso si propone di informare i discenti sulla disciplina relativa all'organizzazione interna, all'esercizio delle funzioni e ai rapporti con gli altri organi costituzionali, delle assemblee rappresentative a livello centrale e a livello regionale. Questo obiettivo verrà perseguito attraverso l'analisi delle disposizioni sia di grado costituzionale sia di grado subcostituzionale, e per mezzo dell'esame di alcune fondamentali pronunce della Corte costituzionale in materia. Il corso, costituendo un approfondimento di alcune parti dell'ordinamento costituzionale italiano, presuppone la conoscenza delle altre parti dello stesso. Per esemplificare: Gli organi dello Stato, le fonti del diritto, la pubblica amministrazione, la Corte costituzionale, i diritti costituzionali. Si consiglia, pertanto, vivamente, di intraprendere lo studio della materia solo dopo aver sostenuto l'esame di Istituzioni di diritto pubblico o quantomeno aver letto attentamente e compreso un manuale di quella materia. Programma da 6 crediti: 1) La rappresentanza politica 2) Le fonti del diritto parlamentare 3) La formazione delle Camere: sistema elettorale; status di parlamentare; gruppi 4) L'organizzazione delle Camere 5) Le funzioni e i procedimenti parlamentari 6) Gli organi rappresentativi a livello regionale: i Consigli regionali e il loro sistema elettorale; lo status di consigliere regionale 7) L'organizzazione e il funzionamento dei Consigli regionali 8) Il Parlamento italiano e l'unione europea Programma da 8 crediti: 1) La rappresentanza politica 2) Le fonti del diritto parlamentare 3) La formazione delle Camere: sistema elettorale; status di parlamentare; gruppi 4) L'organizzazione delle Camere 5) Le funzioni e i procedimenti parlamentari 6) Gli organi rappresentativi a livello regionale: i Consigli regionali e il loro sistema elettorale; lo status di consigliere regionale 7) L'organizzazione e il funzionamento dei Consigli regionali 8) Il Parlamento italiano e l'unione europea 9) La giurisprudenza costituzionale in tema di fonti del diritto parlamentare e di status di parlamentare e consigliere regionale 1) Lezioni frontali dialogate 2) Esami di casi giurisprudenziali La prova di accertamento è orale. Si baserà su una serie di domande tese ad accertare la conoscenza dei dati normativi e dei problemi interpretativi da essi posti, soffermandosi anche sulla conoscenza delle eventuali pronunce rilevanti della Corte costituzionale. 1. (A) Paolo Caretti- Giovanni Tarli Barbieri, Diritto regionale, Giappichelli, Torino, 2012, (A) Luigi Gianniti- Nicola Lupo, Corso di diritto parlamentare, Il Mulino, Bologna, 2013, 3. (A) D.Nocilla, L.Ciaurro, Rappresentanza politica in Enciclopedia del diritto vol.38, Giuffrè, Milano, 2004, Programma da 6 crediti per non frequentanti 1) D.Nocilla, L.Ciaurro, voce Rappresentanza politica 2) P.Caretti, G.Tarli Barbieri, Diritto regionale 3) L.Gianniti, N.Lupo, Corso di diritto parlamentare

12 Programma da 6 crediti per frequentanti 1) P.Caretti, G.Tarli Barbieri, Diritto regionale 2) L.Gianniti, N.Lupo, Corso di diritto parlamentare Programma da 8 crediti per non frequentanti 1) D.Nocilla, L.Ciaurro, voce Rappresentanza politica 2) P.Caretti, G.Tarli Barbieri, Diritto regionale 3) L.Gianniti, N.Lupo, Corso di diritto parlamentare 4) Dossier sulla giurisprudenza costituzionale ( da richiedere al docente via mail) Programma da 8 crediti per frequentanti 1) P.Caretti, G.Tarli Barbieri, Diritto regionale 2) L.Gianniti, N.Lupo, Corso di diritto parlamentare 3) Dossier sulla giurisprudenza costituzionale Inglese non indicate

13 DIRITTO DELLO SVILUPPO RURALE Prof. Francesco Adornato Lo sviluppo rurale ha a oggetto il territorio, non quale semplice area geografica con determinate caratteristiche naturali, ma come espressione di sintesi, evocativa di un tessuto economico-sociale comprendente un insieme di attività diverse, le peculiarietà ambientali, la storia dei luoghi e la collettività che vi vive e opera. Il corso si pone l'obiettivo di analizzare le politiche di sviluppo rurale in Europa e quelle inerenti ai rapporti tra Nord e Sud del mondo. Nessun prerequisito Programma da 6 crediti - La politica agricola comunitaria (PAC) - L'evoluzione della politica di sviluppo rurale e i suoi strumenti - La legislazione alimentare tra regole di sicurezza e di qualità - Lo sviluppo rurale e il sostegno al mercato alimentare nei Paesi in via di sviluppo. Programma da 8 crediti In aggiunta al programma di 6 crediti: - La tutela della biodiversità. - Lezioni frontali - Esercitazioni in piccolo e medio gruppo - Analisi di studi di caso - Produzioni (progetto didattico, presentazione di un argomento..) La prova di accertamento è orale Programma per studenti frequentanti: - Appunti delle lezioni - Materiale didattico fornito durante le lezioni Programma per studenti non frequentanti e per studenti online: Materiale didattico disponibile presso la segreteria del Dipartimento di diritto privato e del lavoro italiano e comparato e nella pagina del docente. francese francese, inglese

14 DIRITTO PUBBLICO DELL'ECONOMIA Prof.ssa Raffaella Niro Obiettivo del corso è fornire agli studenti gli strumenti per conoscere i principi fondamentali che stanno alla base del governo dell'economia, muovendo dall'individuazione dei principi della Costituzione economica italiana e passando attraverso le significative modifiche apportate dall'integrazione europea e dalla cd globalizzazione dei mercati. Gli studenti acquisiranno lo strumentario necessario a guadagnare una visione generale delle svariate forme di disciplina pubblicistica dell'attività economica che si sono andate delineando nel sistema italiano, nel quadro dei principi costituzionali e dei principi dell'ordinamento dell'unione europea, dalle forme di intervento diretto nell'economia alle forme di regolazione, fino ai più recenti sviluppi dettati dalla crisi economica mondiale. Sono prerequisiti necessari la conoscenza dei tratti caratterizzanti della Costituzione italiana e dei lineamenti essenziali del diritto pubblico Programma da 6 CFU: - La Costituzione economica e le sue interpretazioni: i principi fondamentali della Costituzione economica; - l'impatto del diritto comunitario sul diritto pubblico dell'economia; le fonti del diritto comunitario; - lo Stato imprenditore e le privatizzazione; - i servizi pubblici, gli appalti pubblici, gli aiuti di Stato; - la tutela della concorrenza e del mercato; Programma da 8 CFU: in aggiunta al programma da 6 CFU - la tutela dei consumatori; - il controllo sui mercati finanziari; - il controllo della finanza pubblica. Il corso si svolgerà attraverso lezioni realizzate secondo una modalità seminariale di presentazione e disamina dei temi mediante l'ausilio di slides e la successiva distribuzione di materiali normativi e giurisprudenziali per la discussione dei casi. Le modalità di valutazione saranno costituite essenzialmente da un colloquio orale. Per gli studenti frequentanti saranno individuate forme di verifica intermedia connesse alla discussione ed all'approfondimento di singoli casi e temi, nonché a presentazioni affidate, durante il corso, ai medesimi studenti. 1. (A) Cassese, La nuova Costituzione economica, Laterza, Roma-Bari, 2009, Programma da 6 CFU: Tutto il testo tranne i capitoli VI e VIII Programma da 8 CFU: Tutto il testo Per gli studenti frequentanti i programmi (sia da 6 CFU che da 8 CFU) saranno concordati direttamente durante il corso. non indicate non indicate

15 ECONOMIA DEL LAVORO Prof. Enzo Valentini Fornire agli studenti gli strumenti teorici e la capacità di interpretare dati empirci necessari a dare una lettura dei fenomeni che avvengono nel mercato del lavoro sia nel breve che nel lungo periodo, con particolare attenzione alla situazione italiana e alle conseguenze delle innovazioni tecnologiche. Microeconomia Prima parte: microeconomia del lavoro Offerta di lavoro nel breve periodo (scelta tra lavoro e tempo libero); Offerta di lavoro nel lungo periodo (capitale umano, education, formazione); Domanda di lavoro; Il mercato del lavoro (incontro tra domanda e offerta): concorrenza, modelli di sindacato. Seconda parte: macroeconomia del lavoro Il mercato del lavoro è un "mercato" come tutti gli altri? Disoccupazione: cosa è, come si calcola; Cause della disoccupazione (neoclassiche, keynesiane, neo-keynesiane); NAIRU. Terza parte: approfondimenti Flessibiltà o precarietà? modelli di flex-security; Il lavoro cognitivo nell' "economia della conoscenza"; Organizzazione di impresa e gestione delle risorse umane: una prospettiva "postmoderna", al di là dei paradigmi neoclassici; Migrazioni e mercato del lavoro (in particolare: il caso italiano). - Lezioni frontali - Il libro di testo sarà accompagnato da dispende del docente, con particolare riferimento alla presentazione di dati che descrivono l'andamento più recente del mercato del lavoro Prova scritta con domande "aperte". Oltre alla completezza delle risposte, sarà valutata positivamente la capacità di esprimere concetti e teorie in modo organico e strutturato 1. (A) Brucchi Luchino, Manuale di economia del lavoro, Il Mulino, Bologna, 2001, Dispense a cura del docente. Gli studenti che hanno un programma da 6 CFU possono contattare direttamente il docente. non indicate non indicate

16 ECONOMIA DELL'UNIONE EUROPEA Prof.ssa Elisabetta Croci angelini La comprensione dell'interazione tra i paesi dell'unione Europea e di come emerge un sistema economico complesso nel quale la governance viene determinata a più livelli decisionali. La comprensione delle conseguenze per i paesi membri della partecipazione all'integrazione economica sul piano istituzionale, commerciale, fiscale, monetario. La comprensione di economie di scala, esternalità e conflitti d'interesse tra i paesi come determinanti delle politiche comuni. nessuna particolare propedeuticità è necessaria Programma da 6 crediti per tutti (frequentanti e non frequentanti): L'aggregazione delle preferenze e le procedure decisionali per la costruzione delle politiche comuni nell'unione Europea. Le diseguaglianze di reddito, la povertà ed i problemi posti dalla misurazione della multidimensionalità del benessere. Il bilancio comune e la politica fiscale. L'unione monetaria. La regolamentazione del mercato unico e l'emergere di una politica industriale da nazionale a comune. Diseguaglianza salariale e complessità delle istituzioni del mercato del lavoro e del welfare. Politiche dell'istruzione, scelte tecnologiche delle imprese e dispersione salariale. Programma da 8 crediti per gli studenti frequentanti: In aggiunta al programma da 6 crediti: Gli studenti saranno invitati all'approfondimento individuale di argomenti specifici precedentemente concordati che successivamente verranno presentati per la discussione in classe. Programma da 8 crediti per gli studenti non frequentanti: In aggiunta al programma da 6 crediti: Gli studenti che non abbiano presentato l'approfondimento individuale nei tempi e nei modi stabiliti durante il corso dovranno sostenere una prova orale sugli argomenti presentati nella seconda parte di Macroeconomia dell'unione Europea, Carocci, 2007 (Capitoli 6, 7, 8, 9, 10, 11 e 12). Il corso si fonda su lezioni frontali ed esercitazioni. Durante le lezioni frontali vengono presentati e discussi gli argomenti descritti nel programma. Lo spazio delle esercitazioni viene utilizzato per la progettazione dell'approfondimento che, in base all'argomento affrontato, potrà essere individuale o per piccolo gruppi. La valutazione avviene attraverso una prova scritta ed una orale. La prova scritta consiste nel rispondere a tre domande aperte tra le quattro proposte sugli argomenti previsti dal programma del corso. La valutazione di ciascuna è in decimi. La prova orale per coloro che hanno frequentato le esercitazioni consiste nella presentazione dell'approfondimento nella giornata a ciò dedicata. Per coloro che non si sono avvalsi di questa possibilità consiste nell'interrogazione sui capitoli 6, 7, 8, 9, 10, 11, e 12 del testo E. Croci Angelini e F. Farina "Macroeconomia dell'ue" Carocci, (A) Croci Angelini, E. e Farina, F, Macroeconomia dell'unione Europea, Carocci, Roma, 2007, capitoli 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12 soltanto per i non frequentanti 2. (A) a cura di E. Croci Angelini, Letture di Economia dell'ue, mimeo, Macerata, 2011, Tutto il materiale didattico utile alla preparazione dell'esame per 6 CFU verrà reso disponibile durante il corso. Il materiale didattico relativo all'approfondimento verrà concordato durante le esercitazioni. Programma da 6 CFU per tutti: testo n. 2 Programma da 8 CFU per frequentanti: testo n. 2 e approfondimento Programma da 8 CFU per non frequentanti testo n. 1 (capitoli indicati) e n. 2 inglese inglese

17 EUROPEAN INSTITUTIONAL HISTORY Prof. Ronald Car - Understanding the peculiarities of the State building process in Central and eastern Europe. - Examination of interactions between the political, economical and institutional sphere, considering the constitutional changes occurred during 19th and 20th century. - Reflections regarding different models of "modernity" and "transition process". - Exhaustive knowledge of the general lines of modern European history. - General knowledge of the main institutional models. - Traditional European institutional models: historical developments of political institutions in England and Germany. - Historical development of Central and Eastern European States and Societies since the end of World War II untill today. - Development of the major political ideologies (Nationalism, Communism) in the area and their impact on the institutional structure. - The process of "modernization": industrial Revolution and urbanization, and their effects on political culture. - The process of EU enlargement. Course book required reading for attending students (8 cfu): - Stephen White, Judy Batt, Paul G. Lewis (eds), "Developments in Central and East European Politics 4", Duke University Press, Durham, 2007, - Lesson notes. Course book required reading for non attending students (8 cfu): - Stephen White, Judy Batt, Paul G. Lewis (eds), "Developments in Central and East European Politics 4", Duke University Press, Durham, 2007, - Ivan Berend, "Central and Eastern Europe, Detour from the Periphery to the Periphery", Cambridge university press, Lezione frontale, seminari e letture guidate, ricerche degli studenti ed esposizone in aula. Verifica intermedia scritta: sarà giudicata la capacità dello studente di redigere due brevi saggi su argomenti chiave del corso. Verifica finale orale sulla base delle lezioni del corso, della letteratura indicata e delle ricerche condotte dagli studenti ed esposte in aula durante il corso. 1. (A) Stephen White, Judy Batt, Paul G. Lewis (eds), Developments in Central and East European Politics 4, Duke University Press, Durham, 2007, 2. (A) Ivan T. Berend, Central and Eastern Europe, Detour from the Periphery to the Periphery, Cambridge University Press, Cambridge, 1999, non indicati english english

18 EUROPEAN UNION INSTITUTIONS AND POLICIES Prof. Andrea Prontera The course aims to provide students with a comprehensive overview of the European Union's core institutions, internal and foreign policies. It will explain the working of the EU institutions, and analyze their contribution to the European policy-making process. It also introduces the students to the main theoretical interpretations of the development of the European Union. Not required. The main topics of the course are: - a short history of the evolution of the EU - theoretical perspectives on EU integration - the EU's institutions and their roles in the policy making process - major EU policy fields (single market, competition policy, social policy, environmental policy, justice and home affairs as well as foreign and security policy) - the role of the EU as an international actor - the most important strategic partnerships of the EU with international organizations and major powers. Lezioni frontali Analisi di studi di caso La prova di accertamento è scritta. Conterrà una serie di domande tese ad accertare la conoscenza dello studente rispetto ai contenuti teorici ed empirici presentati durante le lezioni. 1. (A) E. Bomberg, J. Peterson, e R. Corbett, The European Union How Does it Work?, Oxford University Press, Oxford, 2011, 2. (A) C. Hill and M. Smith, International Relations and the European Union, Oxford University Press, Oxford, 2011, Cap. 1, 4, 7, 8, 9, 16, 17 6 CFU: - E. Bomberg, J. Peterson, e R. Corbett The European Union How Does it Work?, Oxford University Press 8 CFU: - Bomberg, J. Peterson, e R. Corbett, The European Union How Does it Work?, Oxford University Press - C. Hill and M. Smith, International Relations and the European Union, Oxford University Press, Cap. 1, 4, 7, 8, 9, 16, 17 non indicate non indicate

19 GEOPOLITICA Prof. Carmelo maria Porto Il corso intende fornire gli elementi concettuali per l'analisi e l'interpretazione dei sistemi politici mondiali sulla base delle teorie e dei modelli interpretativi più recenti, proiettati su realtà territoriali a differente scala: locale, regionale, globale. Conoscenza dei principali contenuti metodologici ed epistemiologici della Geografia Politica ed Economica. Modulo I: Dalla Geografia politica alla Geopolitica. 1. Politica, geografia e geografia politica - 2. La formazione dello Stato - 3. Dal Welfare State al Workfare State - 4. Democrazia, cittadinanza ed elezioni - 5. La politica e la città - 6. Politiche dell'identità e movimenti sociali - 7. Nazionalismo e Regionalismo - 8. Imperialismo e postcolonialismo - 9. Geopolitica ed antigeopolitica Modulo II: Scenari Geopolitici 1. Tra passato e futuro - 2. Deterritorializzazione e globalizzazione - 3. Sovranità messa alla prova - 4. Ideologie e fondamentalismi - 5. Vecchi e nuovi imperi a confronto - 6. Tra i giganti asiatici - 7. La polveriera mediorientale - 8. Al servizio dei Grandi: l'africa - 9. Le sfide - Bibliografia - Indice analitico Modulo III: Approfondimento monografico sulla Regione mediterranea. L'area mediterranea tra prodotto e progetti: Spazio mediterraneo - sviluppo imposto - modernizzazione divergente - sviluppo rinnovato - sviluppo insostenibile. Ruolo delle istituzioni - Washington consensus - regolazione del commercio internazionale - organizzazione delle Nazioni Unite - Euro-Mediterraneo - Istituzioni "altre" - considerazioni finali: una scala geografica critica. Il corso che verrà organizzato per moduli strutturati che verranno affrontati attraverso lezioni frontali dialogate. Il docente attraverso esercitazioni in piccolo e medio gruppo avrà cura di sottoporre all'attenzione degli studenti diversi materiali di supporto e in particolare carte geografiche di tipo tematico con lo scopo di sviluppare la capacità di sintesi dei fenomeni geopolitici in evoluzione osservati nei differenti sistemi regionali e sub regionali. Al fine di migliorare la capacità di apprendimento in aula si farà uso di slide (Powerpoint) selezionate dal docente. Al fine di verificare gli obiettivi e i risultati raggiunti e cioè la capacità dello studente attraverso il metodo scientifico di saper cogliere gli aspetti più rilevanti delle tematiche geopolitiche affrontate e discuterle anche con senso critico, il docente coinvolgerà i discenti in prove semistrutturate in itinere pur prevedendo una una prova orale finale. 1. (A) LIZZA G., SCENARI GEOPOLITICI, UTET, TORINO, 2009, TUTTO 2. (A) DE RUBERTIS STEFANO, SVILUPPO MEDITERRANEO, TRA IDEOLOGIA E PROGETTO, PATRON, BOLOGNA, 2008, TUTTO 3. (A) JEFFREY A., PAINTER J. (a cura di ) DANSERO E., SOMMELLA R., GEOGRAFIA POLITICA, UTET, TORINO, 2011, TUTTO NON CI SONO DIFFERENZE DI PROGRAMMA TRA FREQUENTANTI E NON FREQUENTANTI. Francese nessuna

20 GIUSTIZIA AMMINISTRATIVA Prof. Francesco De leonardis Illustrare le linee fondamentali del sistema italiano di giustizia amministrativa (quali mezzi ha il cittadino per far valere le proprie ragioni nei confronti dell'amministrazione, quando si può chiedere il risarcimento, come si sviluppa un processo). Diritto amministrativo, diritto delle pubbliche amministrazioni, conoscenza del diritto pubblico e dei fondamenti del diritto privato. Programma da 8 crediti: Il corso si propone di esporre in modo sistematico e con riferimento a concreti episodi di vita le linee fondamentali del sistema di giustizia amministrativa (in particolare l'autotutela, la giurisdizione e i poteri del giudice ordinario nei confronti delle amministrazioni, la giurisdizione amministrativa generale) alla luce dei mutamenti intervenuti nella legislazione degli ultimi anni. In sostanza si tratta di verificare quali mezzi l'ordinamento attribuisca al cittadino o all'impresa per far valere le proprie ragioni nei confronti dell'amministrazione. Programma da 6 crediti: Tutto il programma da 8 crediti escluse le pp ; 82-86; Lezioni frontali dialogate; - Esercitazioni in piccolo e medio gruppo; - Analisi di casi giurisprudenziali; - Produzioni (studio e presentazione di un argomento a scelta). - Durante il corso: modalità di esposizione e presentazione di argomenti a scelta e/o casi giurisprudenziali; - Al termine del corso: esame orale. 1. (A) AA.VV., Nuovo Codice processo amministrativo - III edizione, DEI Tipografia del Genio Civile, Roma, 2012, 2. (A) AA.VV. (a cura di Aldo Sandulli), Diritto processuale amministrativo - II edizione , Giuffrè, Milano, 2013, 3. (A) AA.VV., Codice del processo amministrativo Ed. minor, Simone, Napoli, 2013, Per il libro di testo e il codice si consiglia di utilizzare l'ultima edizione pubblicata. N.B. I due codici indicati sono alternativi. Programma da 8 crediti: Tutto il testo. Programma da 6 crediti: Tutto il testo escluse pp ; 82-86; Inglese, Spagnolo Inglese, Spagnolo

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of

General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of study and research according the Information System for

Dettagli

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO PERCORSO DI INSEGNAMENTO/APPRENDIMENTO TIPO DI UdP: SEMPLICE (monodisciplinare) ARTICOLATO (pluridisciplinare) Progetto didattico N. 1 Titolo : Let s investigate the world with our touch! Durata: Annuale

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

1. Che cos è. 2. A che cosa serve

1. Che cos è. 2. A che cosa serve 1. Che cos è Il Supplemento al diploma è una certificazione integrativa del titolo ufficiale conseguito al termine di un corso di studi in una università o in un istituto di istruzione superiore corrisponde

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO Lo Spallanzani (2007) 21: 5-10 C. Beggi e Al. Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO IL GRADIMENTO DEI DISCENTI, INDICATORE DI SODDISFAZIONE DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Nuovi standard PMI, certificazioni professionali e non solo Milano, 20 marzo 2009 PMI Organizational Project Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Andrea Caccamese, PMP Prince2 Practitioner

Dettagli

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING UN BUON MOTIVO PER [cod. E603] L obiettivo del corso è fornire le competenze e conoscenze

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D Present Perfect Affirmative Forma intera I have played we have played you have played you have played he has played

Dettagli

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE APPLICATION FORM Thank you for your interest in our project. We would like to understand better your motivation in taking part in this specific project. So please, read carefully the form, answer the questions

Dettagli

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari Narrare i gruppi Etnografia dell interazione quotidiana Prospettive cliniche e sociali ISSN: 2281-8960 Narrare i gruppi. Etnografia dell'interazione quotidiana. Prospettive cliniche e sociali è una Rivista

Dettagli

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import definizione L operazione presuppone l emissione di una lettera di credito IMPORT in favore dell esportatore estero, con termine di pagamento differito (es. 180 gg dalla data di spedizione con documenti

Dettagli

SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA

SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA Dear Mr. Secretary General, I m pleased to confirm that ALKEDO ngo supports the ten principles of the UN Global Compact, with the respect to the human

Dettagli

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tipo: Type: 5 cabine (1 main deck+ 4 lower deck) 5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tessuti: Dedar Fanfara, Paola Lenti Fabrics: Dedar Fanfara,

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life PRESENT SIMPLE Indicativo Presente = Presente Abituale Prerequisiti: - Pronomi personali soggetto e complemento - Aggettivi possessivi - Esprimere l ora - Presente indicativo dei verbi essere ed avere

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS La domanda di partecipazione deve essere compilata e

Dettagli

GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze

GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze Evidence-Based Medicine Italian Group Workshop Evidence-based Medicine Le opportunità di un linguaggio comune Como, 9-11 maggio 2003 Sezione

Dettagli

UNO SGUARDO DA QUALE MENTE? LA PROSPETTIVA NEUROETICA Incontri su Neuroscienze e Società, VI Edizione

UNO SGUARDO DA QUALE MENTE? LA PROSPETTIVA NEUROETICA Incontri su Neuroscienze e Società, VI Edizione Convegno Scientifico Internazionale di Neuroetica e I Congresso della Società Italiana di Neuroetica - SINe UNO SGUARDO DA QUALE MENTE? LA PROSPETTIVA NEUROETICA Incontri su Neuroscienze e Società, VI

Dettagli

MASTER MAGPA Argomenti Project Work

MASTER MAGPA Argomenti Project Work MASTER MAGPA Argomenti Project Work MODULO I LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: PROFILO STORICO E SFIDE FUTURE Nome Relatore: Dott.ssa Ricciardelli (ricciardelli@lum.it) 1. Dal modello burocratico al New Public

Dettagli

Rilascio dei Permessi Volo

Rilascio dei Permessi Volo R E P U B L I C O F S A N M A R I N O C I V I L A V I A T I O N A U T H O R I T Y SAN MARINO CIVIL AVIATION REGULATION Rilascio dei Permessi Volo SM-CAR PART 5 Approvazione: Ing. Marco Conti official of

Dettagli

Master Universitario di I livello

Master Universitario di I livello Master Universitario di I livello In Obiettivi e sbocchi professionali: Il nostro obiettivo è quello di fornire ai partecipanti, gli strumenti adatti per gestire con efficacia progetti nel settore delle

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of "typical tuscan"

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of typical tuscan Il vostro sogno diventa realtà... Vicinanze di Volterra vendita di porzione di fabbricato "tipico Toscano" realizzate da recupero di casolare in bellissima posizione panoramica. Your dream comes true...

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

La disseminazione dei progetti europei

La disseminazione dei progetti europei La disseminazione dei progetti europei Indice 1. La disseminazione nel 7PQ: un obbligo! 2. Comunicare nei progetti europei 3. Target audience e Key Message 4. Sviluppare un dissemination plan 5. Message

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia NetworkNetwor erpreneurship Enterpreneu Network L Enterpreneurship Passion Leadership Istituzione indipendente per la formazione

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE copertina univ. 21 11-04-2005 16:30 Pagina 1 A State and its history in the volumes 1-20 (1993-1999) of the San Marino Center for Historical Studies The San Marino Centre for Historical Studies came into

Dettagli

MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management

MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management Il Master universitario di 1 livello Banking and Financial Services Management è nato dall accordo tra la Scuola di Amministrazione Aziendale

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Come si organizza un progetto di BPM 1 INDICE Organizzazione di un progetto di Business Process Management Tipo di intervento Struttura del progetto BPM Process Performance

Dettagli

C U R R I C U L U M V I T A E E T S T U D I O R U M

C U R R I C U L U M V I T A E E T S T U D I O R U M C U R R I C U L U M V I T A E E T S T U D I O R U M Personal information Name Address E-mail FRANCESCA BIONDI DAL MONTE VIA E. FERMI N. 2-56021 CASCINA (PISA) f.biondi@sssup.it Place and date of birth

Dettagli

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki Conférence des Régions Périphériques Maritimes d Europe Conference of Peripheral Maritime Regions of Europe ANALYSIS PARTICIPATION TO THE FP THROUGH A TERRITORIAL AND REGIONAL PERSPECTIVE MEETING WITH

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

Process automation Grazie a oltre trent anni di presenza nel settore e all esperienza maturata in ambito nazionale e internazionale, Elsag Datamat ha acquisito un profondo know-how dei processi industriali,

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a:

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a: 1 1.Obiettivi Il master ha l obiettivo di favorire lo sviluppo delle competenze manageriali nelle Aziende Sanitarie e Ospedaliere, negli IRCCS, nei Policlinici e nelle strutture di cura private approfondendo,

Dettagli

3. LO STAGE INTERNAZIONALE

3. LO STAGE INTERNAZIONALE 3. LO STAGE INTERNAZIONALE 3.1. IL CONCETTO La formazione professionale deve essere considerata un mezzo per fornire ai giovani la conoscenza teorica e pratica richiesta per rispondere in maniera flessibile

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI Riconoscendo che i diritti sessuali sono essenziali per l ottenimento del miglior standard di salute sessuale raggiungibile, la World Association for Sexual Health (WAS):

Dettagli

Gli STRUMENTI della DEMOCRAZIA

Gli STRUMENTI della DEMOCRAZIA Fulco Lanchester Gli STRUMENTI della DEMOCRAZIA Lezioni di Diritto costituzionale comparato.-,->'j.*v-;.j.,,* Giuffre Editore INDICE SOMMARIO Premessa Capitolo I LA COMPARAZIONE GIUSPUBBLICISTICA 1. L'ambito

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA Pag 2 INDICE Parte Prima 1. MANIFESTO DEGLI STUDI PER GLI IMMATRICOLATI A.A. 2012-2013 1.1 Laurea Magistrale

Dettagli

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Con esame ufficiale di certificazione ITIL V3 Foundation INTRODUZIONE Un numero crescente di organizzazioni appartenenti ai più diversi settori produttivi

Dettagli

Ragazzi vietnamiti: (VIET L ANIMA HCM USSH) CLASSE 5 C: (21 TORTELLINI) 1. Trần Yến Ngọc 2. Nguyễn Ngọc Bách Châu AUTORI PROGETTO:

Ragazzi vietnamiti: (VIET L ANIMA HCM USSH) CLASSE 5 C: (21 TORTELLINI) 1. Trần Yến Ngọc 2. Nguyễn Ngọc Bách Châu AUTORI PROGETTO: Due mondi, due culture, due storie che si incontrano per dare vita a qualcosa di unico: la scoperta di ciò che ci rende unici ma fratelli. Per andare insieme verso EXPO 2015 Tutt altra storia Il viaggio

Dettagli

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR MANUALE DI ISTRUZIONI ACCENSIONE / SPEGNERE DEL TAG HOUND Finder GPS Il TAG HOUND

Dettagli

Official Announcement Codice Italia Academy

Official Announcement Codice Italia Academy a c a d e m y Official Announcement Codice Italia Academy INITIATIVES FOR THE BIENNALE ARTE 2015 PROMOTED BY THE MIBACT DIREZIONE GENERALE ARTE E ARCHITETTURA CONTEMPORANEE E PERIFERIE URBANE cured by

Dettagli

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004 ! VERBI CHE TERMINANO IN... COME COSTRUIRE IL SIMPLE PAST ESEMPIO e aggiungere -d live - lived date - dated consonante + y 1 vocale + 1 consonante (ma non w o y) cambiare y in i, poi aggiungere -ed raddoppiare

Dettagli

JUMP INTO THE PSS WORLD AND ENJOY THE DIVE EVOLUTION

JUMP INTO THE PSS WORLD AND ENJOY THE DIVE EVOLUTION JUMP INTO THE PSS WORLD AND ENJOY THE DIVE EVOLUTION PSS Worldwide is one of the most important diver training agencies in the world. It was created thanks to the passion of a few dedicated diving instructors

Dettagli

La collaborazione come strumento per l'innovazione.

La collaborazione come strumento per l'innovazione. La collaborazione come strumento per l'innovazione. Gabriele Peroni Manager of IBM Integrated Communication Services 1 La collaborazione come strumento per l'innovazione. I Drivers del Cambiamento: Le

Dettagli

Il Form C cartaceo ed elettronico

Il Form C cartaceo ed elettronico Il Form C cartaceo ed elettronico Giusy Lo Grasso Roma, 9 luglio 2012 Reporting DURANTE IL PROGETTO VENGONO RICHIESTI PERIODIC REPORT entro 60 giorni dalla fine del periodo indicato all Art 4 del GA DELIVERABLES

Dettagli

CORSO UNIVERSITARIO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE IN SERVIZI PUBBLICI DIPARTIMENTO DI DIRITTO ECONOMIA E CULTURE. Anno accademico 2013-2014

CORSO UNIVERSITARIO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE IN SERVIZI PUBBLICI DIPARTIMENTO DI DIRITTO ECONOMIA E CULTURE. Anno accademico 2013-2014 CORSO UNIVERSITARIO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE IN SERVIZI PUBBLICI DIPARTIMENTO DI DIRITTO ECONOMIA E CULTURE Anno accademico 2013-2014 Como - Varese, 15 febbraio 2014 DESCRIZIONE DELLA PROPOSTA DI

Dettagli

ITALIAN: SECOND LANGUAGE GENERAL COURSE

ITALIAN: SECOND LANGUAGE GENERAL COURSE ITALIAN: SECOND LANGUAGE GENERAL COURSE Externally set task Sample 2016 Note: This Externally set task sample is based on the following content from Unit 3 of the General Year 12 syllabus. Learning contexts

Dettagli

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07.

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07. Istruzione N 62 Data creazione 18/ 12/2009 Versione N 00 Ultima modifica TIPO ISTRUZIONE ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING MODIFICA TEST FUNZIONALE RIPARAZIONE/SOSTITUZIONE IMBALLO TITOLO DELL ISTRUZIONE

Dettagli

Il bambino sordo e il suo diritto a crescere bilingue

Il bambino sordo e il suo diritto a crescere bilingue Italian Il bambino sordo e il suo diritto a crescere bilingue The Italian translation of The right of the deaf child to grow up bilingual by François Grosjean University of Neuchâtel, Switzerland Translated

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

Per far sviluppare appieno la

Per far sviluppare appieno la 2008;25 (4): 30-32 30 Maria Benetton, Gian Domenico Giusti, Comitato Direttivo Aniarti Scrivere per una rivista. Suggerimenti per presentare un articolo scientifico Riassunto Obiettivo: il principale obiettivo

Dettagli

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto»

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Presentazione per «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Pascal Jansen pascal.jansen@inspearit.com Evento «Agile Project Management» Firenze, 6 Marzo 2013 Agenda Due parole su inspearit

Dettagli

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Sede di Rappresentanza: Castello di San Donato in Perano 53013 Gaiole in Chianti (Si) Tel. 0577-744121 Fax 0577-745024 www.castellosandonato.it

Dettagli

FORMAZIONE IN INGRESSO PER DOCENTI NEOASSUNTI IN ANNO DI PROVA ANNO SCOLASTICO 2014-15 AVVIO PERCORSO FORMATIVO

FORMAZIONE IN INGRESSO PER DOCENTI NEOASSUNTI IN ANNO DI PROVA ANNO SCOLASTICO 2014-15 AVVIO PERCORSO FORMATIVO FORMAZIONE IN INGRESSO PER DOCENTI NEOASSUNTI IN ANNO DI PROVA ANNO SCOLASTICO 2014-15 AVVIO PERCORSO FORMATIVO VERSO UN CODICE DEONTOLOGICO DEL DOCENTE Paolo Rigo paolo.rigo@istruzione.it ALCUNE SEMPLICI

Dettagli

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti 1 Web conferencing software Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti Arpa Piemonte 2 Che cosa è Big Blue Button? Free, open source, web conferencing software Semplice ed immediato ( Just push

Dettagli

Cos è il BULATS. Quali sono i livelli del BULATS?

Cos è il BULATS. Quali sono i livelli del BULATS? Cos è il BULATS Il Business Language Testing Service (BULATS) è ideato per valutare il livello delle competenze linguistiche dei candidati che hanno necessità di utilizzare un lingua straniera (Inglese,

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

Training Seminars Cooperate for an intelligent, sustainable and inclusive growth Trasform opportunities into projects

Training Seminars Cooperate for an intelligent, sustainable and inclusive growth Trasform opportunities into projects Training Seminars Cooperate for an intelligent, sustainable and inclusive growth Trasform opportunities into projects PRESENTATION Innovation plays a key role within the European political agenda and impacts

Dettagli

Urban Farming: Second Use of Public Spaces. Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking. Scheda progetto

Urban Farming: Second Use of Public Spaces. Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking. Scheda progetto Urban Farming: Second Use of Public Spaces Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking Scheda progetto CSAVRI - Centro Servizi di Ateneo per la Valorizzazione della Ricerca e Incubatore

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli

LO SVILUPPO SOSTENIBILE Il quadro generale di riferimento LA QUESTIONE AMBIENTALE E LO SVILUPPO SOSTENIBILE La questione ambientale: i limiti imposti dall ambiente allo sviluppo economico Lo sviluppo sostenibile:

Dettagli

Abbiamo un problema? 17/10/2012 ASPETTI LEGALI NELLE ATTIVITA SUBACQUEE BOLZANO 12 OTTOBRE 2012

Abbiamo un problema? 17/10/2012 ASPETTI LEGALI NELLE ATTIVITA SUBACQUEE BOLZANO 12 OTTOBRE 2012 ASPETTI LEGALI NELLE ATTIVITA SUBACQUEE BOLZANO 12 OTTOBRE 2012 La prevenzione primaria per la sicurezza delle attività subacquee professionali: risvolti procedurali, operativi, medici ed assicurativi

Dettagli

Didattiche con la LIM

Didattiche con la LIM Didattiche con la LIM Modelli e prospettive Luca Ferrari Dipartimento di Scienze dell Educazione, Università di Bologna Index 1. Scenario 2. Definizione e caratteristiche 3. Un modello didattico problematico

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe ha dimostrato fin dal primo momento grande attenzione e interesse verso gli

Dettagli

Risk management come opportunità per un nuovo welfare

Risk management come opportunità per un nuovo welfare Risk management come opportunità per un nuovo welfare Il contesto economico e sociale in cui operano i comitati Uisp condiziona la loro attività mettendoli di fronte a criticità di natura organizzativa,

Dettagli

Costruire uno Spin-Off di Successo. Non fidarsi mai dei professori

Costruire uno Spin-Off di Successo. Non fidarsi mai dei professori Costruire uno Spin-Off di Successo Non fidarsi mai dei professori Spin-Off da Università: Definizione Lo Spin-Off da Università è in generale un processo che, partendo da una tecnologia disruptiva sviluppata

Dettagli

MANUALE GRANDE PUNTO. A number of this manual are strongly recommends you read and download manuale grande punto information in this manual.

MANUALE GRANDE PUNTO. A number of this manual are strongly recommends you read and download manuale grande punto information in this manual. MANUALE GRANDE PUNTO A number of this manual are strongly recommends you read and download information in this manual. Although not all products are identical, even those that range from same brand name

Dettagli

Metodi e strategie per la redazione di una tesi di dottorato in diritto comparto

Metodi e strategie per la redazione di una tesi di dottorato in diritto comparto Metodi e strategie per la redazione di una tesi di dottorato in diritto comparto Elena Sorda Con le note del Prof. G. Rolla Premessa Questo breve scritto nasce dall idea, espressa dal Prof. Rolla, di individuare

Dettagli

DTT : DECODER, SWITCH- OFF PROCESS, CNID. Roberto de Martino Contents and Multimedia Department RAK/AGCOM

DTT : DECODER, SWITCH- OFF PROCESS, CNID. Roberto de Martino Contents and Multimedia Department RAK/AGCOM DTT : DECODER, SWITCH- OFF PROCESS, CNID Roberto de Martino Contents and Multimedia Department RAK/AGCOM List of contents 1. Introduction 2. Decoder 3. Switch-off process 4. CNID Introduction 1. Introduction

Dettagli

IIS D ORIA - UFC. PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO INDIRIZZO _professionale promozione commerciale pubblicitaria MATERIA Inglese ANNO DI CORSO Terzo

IIS D ORIA - UFC. PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO INDIRIZZO _professionale promozione commerciale pubblicitaria MATERIA Inglese ANNO DI CORSO Terzo INDICE DELLE UFC N. DENOMINAZIONE 1 Graphics U nits 1-2 2 Graphics U nits 3-4 3 Cultura e società DETTAGLIO UFC N. 1 DENOMINAZIONE GRAPHICS (Units 1-2) ASSE CULTURALE DI RIFERIMENTO LINGUISTICO COMPETENZE

Dettagli

hoòigioò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Dipartimento di Diritto Economia e Culture - Como

hoòigioò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Dipartimento di Diritto Economia e Culture - Como hoòigioò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Dipartimento di Diritto Economia e Culture - Como Corso di Laurea in Scienze della Mediazione Interlinguistica e Interculturale Classe L-12 Mediazione Linguistica

Dettagli

La teoria dei vantaggi comparati. La teoria dei vantaggi comparati

La teoria dei vantaggi comparati. La teoria dei vantaggi comparati La teoria dei vantaggi comparati La teoria dei vantaggi comparati fu elaborata dall economista inglese David Ricardo (1772-1823) nella sua opera principale: On the Principles of Political Economy and Taxation

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA ROMA 20-22 OTTOBRE 2014 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA,

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli

Legami familiari ed accesso alle professioni in Italia

Legami familiari ed accesso alle professioni in Italia Legami familiari ed accesso alle professioni in Italia Michele Pellizzari, Gaetano Basso, Andrea Catania, Giovanna Labartino, Davide Malacrino e Paola Monti 1 Premessa Questo rapporto analizza il settore

Dettagli