REPUBBLICA ITALIANA DELLA PARTE PRIMA. Sezione II ATTI DELLA REGIONE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REPUBBLICA ITALIANA DELLA PARTE PRIMA. Sezione II ATTI DELLA REGIONE"

Transcript

1 Supplemento ordinario n. 2 al «Bollettino Ufficiale» - serie generale - n. 22 dell 8 maggio 2013 REPUBBLICA ITALIANA BOLLETTINO DELLA U FFICIALE SERIE GENERALE PERUGIA - 8 maggio 2013 DIREZIONE REDAZIONE E AMMINISTRAZIONE PRESSO PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE - P E R U G I A PARTE PRIMA Sezione II ATTI DELLA REGIONE DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 8 aprile 2013, n L.R. 28 novembre 2003, n. 23 e successive modificazioni ed integrazioni - art. 3, comma 9 - DGR n del 10 dicembre Contributi per l acquisto della prima casa a favore di nuclei familiari monoparentali - Criteri e procedure. DETERMINAZIONI DIRIGENZIALI DIREZIONE REGIONALE PROGRAMMAZIONE, INNOVAZIONE E COMPETITIVITÀ DELL UMBRIA SERVIZIO POLITICHE DELLA CASA E RIQUALIFICAZIONE URBANA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 24 aprile 2013, n D.G.R. n. 301 dell 8 aprile Contributi a favore di nuclei familiari monoparentali per l acquisto della prima casa. Approvazione del bando e del modello di domanda.

2 2 Supplemento ordinario n. 2 al «Bollettino Ufficiale» - serie generale - n. 22 dell 8 maggio 2013 PARTE PRIMA Sezione II ATTI DELLA REGIONE DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 8 aprile 2013, n L.R. 28 novembre 2003, n. 23 e successive modificazioni ed integrazioni - art. 3, comma 9 - DGR n del 10 dicembre Contributi per l acquisto della prima casa a favore di nuclei familiari monoparentali - Criteri e procedure. LA GIUNTA REGIONALE Visto il documento istruttorio concernente l argomento in oggetto e la conseguente proposta dell assessore Stefano Vinti; Preso atto: a) del parere favorevole di regolarità tecnica e amministrativa reso dal responsabile del procedimento; b) del parere favorevole sotto il profilo della legittimità espresso dal dirigente competente; c) della dichiarazione del dirigente medesimo che l atto non comporta oneri a carico del bilancio regionale; d) del parere favorevole del direttore in merito alla coerenza dell atto proposto con gli indirizzi e gli obiettivi assegnati alla Direzione stessa; Vista la legge regionale 1 febbraio 2005, n. 2 e la normativa attuativa della stessa; Visto il regolamento interno di questa Giunta; A voti unanimi espressi nei modi di legge, DELIBERA 1) di fare proprio il documento istruttorio e la conseguente proposta dell assessore, corredati dei pareri e del visto prescritti dal regolamento interno della Giunta, che si allegano alla presente deliberazione, quale parte integrante e sostanziale, rinviando alle motivazioni in essi contenute; 2) di approvare l allegato A), che costituisce parte integrante e sostanziale del presente documento istruttorio, concernente Contributi per l acquisto della prima casa da parte di nuclei familiari monoparentali - Criteri e procedure ; 3) di rinviare a successiva determinazione del dirigente del Servizio Politiche della casa e riqualificazione urbana l approvazione dello schema tipo di bando per l erogazione dei contributi di cui al punto 2) e del modello di domanda che i richiedenti sono tenuti a compilare; 4) di precisare che il bando di cui al punto 3) verrà pubblicato entro 30 giorni nel Bollettino Ufficiale della Regione contestualmente alla presente deliberazione e che avrà una vigenza di giorni 75 dalla sua pubblicazione; 5) di rinviare, altresì, a successiva determinazione del dirigente del Servizio Politiche della casa e riqualificazione urbana l impegno di spesa delle risorse necessarie per il finanziamento dell intervento, allocate nel cap del bilancio regionale; 6) di pubblicare la presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale della Regione. (su proposta dell assessore Vinti) La Vicepresidente CASCIARI DOCUMENTO ISTRUTTORIO Oggetto: L.R. 28 novembre 2003, n. 23 e successive modificazioni ed integrazioni - art. 3, comma 9 - DGR n del 10 dicembre Contributi per l acquisto della prima casa a favore di nuclei familiari monoparentali - Criteri e procedure. Con l articolo di legge indicato in oggetto è stata introdotta una profonda modifica delle modalità di programmazione in edilizia pubblica sino ad oggi attuate dalla Regione, in quanto, in alternativa alla tradizionale predisposizione di complessi piani pluriennali, si è reso possibile attuare singoli interventi, destinati a risolvere con rapidità le esigenze abitative manifestate da particolari categorie sociali.

3 Supplemento ordinario n. 2 al «Bollettino Ufficiale» - serie generale - n. 22 dell 8 maggio Tale scelta è stata dettata anche dall attuale crisi economica che ha portato con sé una drastica riduzione delle risorse a disposizione ed ha, quindi, imposto la necessità di individuare nuovi strumenti per ridurre, razionalizzare e riqualificare la spesa. La norma ha trovato piena attuazione nella DGR n del 10 dicembre 2012, che prevede una serie di interventi così articolati: 1. un bando per l acquisto della prima casa da parte di giovani coppie, che ripete l esperienza già effettuata nel 2011, cercando, tuttavia, di ampliare la platea dei beneficiari, in quanto eleva il limite d età dei componenti a 40 anni e non prevede limiti di anzianità per la costituzione della coppia; 2. un bando per il sostegno alla locazione a favore della stessa categoria di cui al punto 1, al fine di garantire per un periodo massimo di tre anni un contributo rapportato sia al canone di locazione corrisposto che al reddito posseduto; 3. un bando per l acquisto della prima casa da parte di famiglie monoparentali, ossia costituite esclusivamente da un solo genitore con uno o più minori a carico; 4. un bando per l acquisto della prima casa da parte di single, già facenti parte di un nucleo familiare anagrafico a sé ovvero ancora inseriti in altro nucleo familiare dal quale intendono distaccarsi; 5. un bando per erogare contributi a favore di operatori proprietari di interi fabbricati non locati, che provvedono a stipulare singoli contratti di locazione a canone concordato (legge 431/98, art. 2, comma 3) in attuazione di quanto stabilito dall art. 14 bis della L.R. 23/03 e successive modificazioni ed integrazioni. La suddetta delibera è stata anche sottoposta all esame della competente Commissione consiliare, la quale ha manifestato il suo assenso con parere n. 41 del 14 gennaio In data 13 febbraio 2013 è stato pubblicato il primo dei bandi sopra indicati, destinato a favorire l acquisto della prima abitazione da parte di coppie coniugate o conviventi anagraficamente, di età non superiore a 40 anni, i cui criteri attuativi sono stati approvati dalla Giunta regionale con DGR n. 50 del 28 gennaio Inoltre, con DGR n. 243 del 18 marzo 2013 sono stati approvati i criteri per l assegnazione di contributi a favore di persone sole nello stato di famiglia anagrafico, di età superiore a 30 anni, che intendono acquistare la prima casa. Pertanto, entro breve, verrà pubblicato anche il relativo bando. Con il presente atto, invece, viene stabilita, nell allegato A), che costituisce parte integrante e sostanziale del presente documento istruttorio, la disciplina concernente i finanziamenti per nuclei familiari composti da un solo genitore con uno o più figli minori a carico che necessitano di soluzioni alloggiative idonee. Anche tali situazioni, infatti, sono sempre più frequenti, prevalentemente a causa del forte incremento delle separazioni, ma, più in generale, della profonda modifica del tessuto familiare a cui stiamo assistendo in questi ultimi anni. Nel definire il nucleo beneficiario dell intervento si è ritenuto opportuno non escludere coloro che, oltre ai figli minorenni, hanno a carico anche uno più figli maggiorenni, tenuto conto delle difficoltà che i giovani incontrano nel trovare lavoro e, quindi, della necessità di rimanere in famiglia. Tuttavia, sono stati posti dei limiti: il figlio maggiorenne non deve superare i 25 anni di età e non deve possedere reddito alla data di pubblicazione del bando. Inoltre, nei requisiti soggettivi richiesti, è stata introdotta la possibilità per il nucleo familiare di essere comproprietario di un alloggio, purché la quota di comproprietà non superi il 50 per cento dell immobile totale ed il reddito da fabbricati non sia superiore ad 500,00. Per quanto riguarda, infine, i punteggi per formare la graduatoria, non sono state introdotte sostanziali modifiche rispetto a quelli previsti nel bando per le giovani coppie, ad eccezione di due punteggi che privilegiano particolari situazioni: la presenza di minori in tenera età e le famiglie che non possiedono alcuna proprietà. Le risorse destinate a tale intervento sono allocate nel capitolo 7008 del bilancio regionale, unitamente a quelle per il bando a favore di nuclei familiari composti da una sola persona. Tutto ciò premesso e considerato, si propone alla Giunta regionale: Omissis (Vedasi dispositivo deliberazione)

4 4 Supplemento ordinario n. 2 al «Bollettino Ufficiale» - serie generale - n. 22 dell 8 maggio 2013 ALLEGATO A) CONTRIBUTI PER L ACQUISTO DELLA PRIMA CASA DA PARTE DI NUCLEI FAMILIARI MONOPARENTALI CRITERI E PROCEDURE 1

5 Supplemento ordinario n. 2 al «Bollettino Ufficiale» - serie generale - n. 22 dell 8 maggio FINALITA La presente normativa ha la finalità di agevolare l acquisto della prima casa da parte di nuclei familiari monoparentali. I contributi in conto capitale sono erogati dalla Regione mediante l emanazione di un apposito Bando pubblico. 1) DESTINATARI DEI CONTRIBUTI Sono destinatari dei contributi i nuclei familiari che, alla data di pubblicazione del bando, sono anagraficamente composti da un solo genitore (vedovo\a, separato\a, single) e da uno o più figli minorenni. Si considerano separati\e coloro che sono in possesso di sentenza o di provvedimento di omologa della separazione emessi in data anteriore a quella di pubblicazione del bando. Si considerano nuclei monoparentali anche quelli nei quali, oltre al genitore e ad uno o più figli minorenni, siano presenti anche uno o più figli maggiorenni, purchè siano di età inferiore a 25 anni, ovvero compiano il 25 anno di età nel 2013, e non siano titolari di reddito alla data di pubblicazione del bando. Sono, inoltre, ammessi a beneficiare delle agevolazioni anche i nuclei familiari monoparentali che, alla data di pubblicazione del bando, sono anagraficamente inseriti in altro nucleo familiare, purchè si distacchino costituendo un nucleo familiare a sè entro il termine previsto al punto 10) per il trasferimento della residenza nell alloggio acquistato. I requisiti soggettivi di cui al successivo punto 2) sono verificati esclusivamente nei confronti dei componenti il costituendo nucleo familiare. In particolare, il valore ISEE è calcolato considerando la situazione economica di quest ultimo, ai sensi del D.Lgs. n. 109\98 art.3 comma 2. 2) REQUISITI PER L ACCESSO I requisiti soggettivi che il genitore richiedente deve possedere alla data di pubblicazione del bando sono i seguenti: a) essere cittadino italiano o di un Paese che aderisce all Unione Europea o di Paesi che non aderiscono all Unione Europea, in regola con le vigenti norme sull immigrazione; b) essere residente o avere attività lavorativa nella Regione Umbria da almeno due anni consecutivi; c) non essere titolare, unitamente ai componenti il nucleo familiare, della proprietà, della nuda proprietà, dell usufrutto, dell uso o di altro diritto di godimento su alloggi, ovunque ubicati sul territorio nazionale; (E ammessa la comproprietà di un alloggio, purchè il nucleo familiare possieda complessivamente una quota di comproprietà non superiore al 50% del totale dell immobile ed abbia un reddito annuo da fabbricati non superiore ad Euro 500,00). d) non aver mai usufruito, unitamente ai componenti il nucleo familiare, di altri contributi pubblici, in qualunque forma concessi dallo Stato, dalla Regione o altro Ente pubblico, per l acquisto o il recupero di una abitazione (sono esclusi i finanziamenti previsti per la ricostruzione a seguito di eventi sismici); 2

6 6 Supplemento ordinario n. 2 al «Bollettino Ufficiale» - serie generale - n. 22 dell 8 maggio 2013 e) essere titolare di un reddito; f) aver percepito, nell anno 2011, unitamente ai componenti il nucleo familiare, un reddito il cui valore ISEE, valutato in base alla vigente normativa, sia non superiore a ,00. 3) REQUISITI OGGETTIVI DEGLI ALLOGGI DA ACQUISTARE Gli alloggi da acquistare: a) devono far parte di un fabbricato costituito da almeno due alloggi; b) non devono essere di proprietà di ascendenti entro il secondo grado; c) devono essere accatastati al NCEU nelle categorie A/2, A/3, A/4, A/5, A/6; d) non devono avere una superficie utile superiore a mq 95,00. Per superficie utile si intende la superficie del pavimento dell alloggio misurata al netto dei muri perimetrali e di quelli interni, delle soglie di passaggio e degli sguinci di porte e finestre, come definita dall art.8 del Regolamento regionale n.2 del ) PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE Il bando regionale viene emanato entro 30 giorni dalla data di pubblicazione della presente normativa nel BUR ed ha una vigenza di giorni 75 dalla sua emanazione. Pertanto, entro tale periodo i richiedenti sono tenuti ad inoltrare la domanda. La domanda, in bollo, deve essere trasmessa per raccomandata con avviso di ricevimento o consegnata a mano presso la Direzione Regionale Programmazione innovazione e competitività dell Umbria, Servizio Politiche della casa e Riqualificazione Urbana, P.zza Partigiani, 1 Perugia, entro la data di scadenza del bando. Per le domande inviate a mezzo raccomandata a.r. farà fede il timbro dell ufficio postale di accettazione. Per le domande consegnate a mano presso l Ufficio protocollo della Direzione Programmazione, innovazione e competitività dell Umbria, sede di P.zza Partigiani,1 (PG) farà fede il timbro apposto dall Ufficio ricevente. La Regione non si assume responsabilità per la dispersione di comunicazioni dipendente da inesatta indicazione del recapito da parte del richiedente oppure da mancata o tardiva comunicazione di cambiamento dell indirizzo indicato in domanda, né per eventuali disguidi postali o comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore. La domanda deve essere compilata sul modello approvato dalla Regione reperibile nel sito internet della Regione Nella domanda i richiedenti devono dichiarare in modo chiaro, esatto e completo, il possesso dei requisiti soggettivi del nucleo familiare, di quelli oggettivi dell alloggio da acquistare, nonché le condizioni che danno diritto a punteggio. Le dichiarazioni sono rese dal richiedente sotto la propria responsabilità, ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR. n.445/00, e quindi soggette a sanzioni amministrative e penali. Alla domanda deve essere allegata la seguente documentazione: copia di un documento di indentità non scaduto, di chi firma la domanda; 3

7 Supplemento ordinario n. 2 al «Bollettino Ufficiale» - serie generale - n. 22 dell 8 maggio permesso di soggiorno o carta di soggiorno (per i cittadini extracomunitari); certificazione medica (qualora il richiedente abbia dichiarato la condizione di handicap); certificazione di sostenibilità ambientale degli alloggi rilasciata ai sensi della L.R. 17/08 (qualora il richiedente abbia dichiarato tale circostanza). 5) MOTIVI DI ESCLUSIONE DELLE DOMANDE Sono escluse le domande: 1. trasmesse o consegnate oltre il termine di scadenza del bando; 2. prive di marca da bollo; 3. non redatte sull apposito modello predisposto dalla Giunta regionale; 4. redatte in maniera incompleta, ovvero dalle quali si evinca palesemente la mancanza di uno dei requisiti soggettivi previsti; 5. relative all acquisto di alloggi: a) non rispondenti ai requisiti oggettivi previsti al punto 3); b) diversi da quelli indicati in domanda (dati rilevati al momento della consegna dell atto di compravendita); c) non ancora ultimati o non ancora accatastati; d) inseriti nel Programma di vendita degli alloggi di edilizia residenziale pubblica di proprietà dell ATER regionale e dei Comuni, approvato dalla Giunta regionale con DGR n del e successive integrazioni, qualora l acquirente sia l assegnatario dell immobile stesso. 6. non firmate e/o non debitamente autenticate con le modalità di cui al DPR n.445/2000. E, inoltre, vietato inviare più di una domanda per nucleo familiare. Tale circostanza comporta l esclusione di tutte le istanze inoltrate. 6) PROCEDURE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE Il Servizio Politiche della Casa e Riqualificazione urbana della Regione istruisce le domande pervenute mediante apposita procedura informatizzata e formula la graduatoria provvisoria, attribuendo a ciascuna domanda, sulla base delle dichiarazioni rese dai richiedenti, i punteggi di cui al punto 7). A parità di punteggio le domande sono collocate in graduatoria in ordine crescente di I.S.EE. Qualora persistano le condizioni di parità, le stesse vengono risolte mediante sorteggio. Ai richiedenti non saranno inviate comunicazioni di ammissione o di esclusione al finanziamento. 4

8 8 Supplemento ordinario n. 2 al «Bollettino Ufficiale» - serie generale - n. 22 dell 8 maggio 2013 Pertanto, le graduatorie devono essere consultate o collegandosi al sito della Regione ovvero consultando il Bollettino Ufficiale della Regione. Entro 30 giorni dalla data di pubblicazione nel Bollettino Ufficiale della Regione della graduatoria provvisoria, i richiedenti possono presentare ricorso, qualora esclusi, ovvero chiedere l eventuale revisione del punteggio attribuito, presentando idonea documentazione. Scaduto il suddetto termine, il Servizio esamina i ricorsi e le richieste di revisione pervenuti ed effettua i necessari controlli a campione, previsti dal D.P.R. n.445/2000, su almeno un terzo delle domande ammesse, al fine di verificare la sussistenza dei requisiti soggettivi ed oggettivi di cui ai punti 2) e 3), nonché delle condizioni che danno diritto a punteggio di cui al punto 7). Esperite tali procedure, il Servizio formula la graduatoria definitiva, che viene pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione e all indirizzo Internet Ai beneficiari finanziati viene inviata la comunicazione di ammissione a finanziamento. 7) PUNTEGGI PER LA FORMAZIONE DELLA GRADUATORIA I punteggi da attribuire alle condizioni dichiarate dai richiedenti in sede di domanda sono i seguenti: a) acquisto di alloggio ubicato nel centro storico (zona A del P.r.g.) punti 6 b) acquisto di un alloggio compreso in un edificio per il quale sia stata rilasciata da ARPA Umbria la certificazione di sostenibilità ambientale, ai sensi della L.R. 17/2008 : classe A e A+ punti 3 classe B punti 2 classe C punti 1 c) nucleo familiare che risieda in un alloggio oggetto di sfratto esecutivo non emesso per inadempienza contrattuale, ovvero di ordinanza di sgombero totale,emanati in data non anteriore ad un anno, e non ancora eseguiti punti 6 d) nucleo familiare che sia collocato nella graduatoria predisposta dal Comune di residenza per l assegnazione di alloggi di edilizia residenziale pubblica punti 1 e) presenza nel nucleo familiare di uno o più figli minori: - che hanno meno di 6 anni o che compiono il 6 anno di età nel Per ogni figlio punti 1 (fino ad un massimo di 3) 5

9 Supplemento ordinario n. 2 al «Bollettino Ufficiale» - serie generale - n. 22 dell 8 maggio che compiono da 7 e 10 anni di età nel 2013 Per ogni figlio punti 0,5 (fino ad un massimo di 2) f) presenza nel nucleo familiare di almeno un componente portatore di handicap punti 3 g) genitore titolare di contratto di lavoro precario (es: tempo determinato, co.co.co., co.co.pro. interinale, ecc.) punti 3 h) I.S.E.E. non superiore: ad ,00 (80% del limite di accesso) ad ,00 (60% del limite di accesso) ad 8.000,00 (40% del limite di accesso) punti 1 punti 2 punti 3 i) nucleo familiare che non possiede alcuna proprietà punti 2 Le condizioni di cui ai punti b), c), d), e) e g) devono sussistere alla data di pubblicazione del bando. 8) DETERMINAZIONE DEI CONTRIBUTI Il contributo è calcolato in misura corrispondente al 30% del costo dell alloggio, ivi comprese le eventuali pertinenze, fino ad un massimo di ,00 ad alloggio. In fase di istruttoria, il contributo è determinato sulla base del costo dell alloggio dichiarato in domanda. In fase di erogazione, tale contributo può essere eventualmente modificato solo in diminuzione, a seguito della verifica dell effettivo costo dell alloggio risultante dall atto di compravendita. 9) PROCEDURE DI EROGAZIONE DEI CONTRIBUTI A FAVORE DEI BENEFICIARI Il contributo viene erogato in unica soluzione, previa presentazione: a) del contratto di acquisto, che deve essere stipulato, registrato e trascritto a decorrere dal giorno successivo alla data di pubblicazione del bando e non oltre sei mesi dalla data di pubblicazione della graduatoria definitiva; b) del certificato di stato di famiglia e residenza (autocertificazione) nell alloggio acquistato. Tutte le domande che otterranno il contributo verranno sottoposte a controllo da parte del Comando regionale Umbria della Guardia di Finanza, con cui la Regione ha stipulato, per tale 6

10 10 Supplemento ordinario n. 2 al «Bollettino Ufficiale» - serie generale - n. 22 dell 8 maggio 2013 finalità, un apposito Protocollo d intesa, sulla base dello schema-tipo approvato dalla Giunta regionale con Delibera n.202 del ) VINCOLI La residenza nell alloggio deve essere trasferita entro il termine di tre mesi dalla scadenza massima prevista al punto 9) per la stipula dell atto d acquisto e deve essere mantenuta per cinque anni dalla stessa. Conseguentemente per lo stesso periodo l alloggio non può essere né venduto né locato, salvo autorizzazione, concessa solo per gravi e sopravvenuti motivi. Tale vincolo deve essere inserito nell atto di acquisto o in un atto aggiuntivo successivo e trascritto alla Conservatoria dei RR. II. 7

11 Supplemento ordinario n. 2 al «Bollettino Ufficiale» - serie generale - n. 22 dell 8 maggio DETERMINAZIONI DIRIGENZIALI DIREZIONE REGIONALE PROGRAMMAZIONE, INNOVAZIONE E COMPETITIVITÀ DELL UMBRIA - SERVIZIO POLITICHE DELLA CASA E RIQUALIFICAZIONE URBANA - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 24 aprile 2013, n D.G.R. n. 301 dell 8 aprile Contributi a favore di nuclei familiari monoparentali per l acquisto della prima casa. Approvazione del bando e del modello di domanda. Visto il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 e sue successive modifiche ed integrazioni; Vista la legge regionale 1 febbraio 2005, n. 2 e i successivi regolamenti di organizzazione, attuativi della stessa; Vista la legge 7 agosto 1990, n. 241 e sue successive modifiche ed integrazioni; Vista la legge regionale 9 agosto 1991, n. 21; Visto il regolamento interno di questa Giunta; Visto l art. 3, comma 9, della L.R. n. 23/03 e s.m.i., il quale stabilisce che la Giunta regionale può disporre, sentita la Commissione consiliare competente, la realizzazione di singoli interventi ritenuti urgenti e prioritari, al fine di soddisfare particolari esigenze abitative; Preso atto: che con deliberazione n del 10 dicembre 2012 la Giunta regionale, in attuazione dell art. 3, comma 9, della L.R. 23/03 e s.m.i. sopra citata, ha approvato un programma di interventi ritenuti urgenti e prioritari per fronteggiare particolari esigenze abitative; che il programma approvato dalla Giunta regionale prevede, tra l altro, l emanazione di un bando per l assegnazione di contributi a favore di nuclei familiari monoparentali; che con deliberazione n. 301 dell 8 aprile 2013 la Giunta regionale ha approvato i criteri e le procedure per l assegnazione di contributi a fondo perduto a favore della categoria sopra indicata, per l acquisto della prima casa; Considerato che con la suddetta D.G.R. n. 301/2013 la Giunta regionale: ha demandato al dirigente del Servizio Politiche della casa e riqualificazione urbana l approvazione dello schema di bando e del modello di domanda; ha stabilito che entro trenta giorni debba essere pubblicato il bando di che trattasi contestualmente ai criteri per l attuazione dell intervento; ha stabilito che il bando debba avere una vigenza di giorni 75 dalla data di pubblicazione dello stesso nel Bollettino Ufficiale della Regione; Ritenuto, pertanto, necessario, procedere all approvazione del bando e del modello di domanda entro i termini prescritti; Considerato che con la sottoscrizione del presente atto se ne attesta la legittimità; IL DIRIGENTE DETERMINA 1. di approvare l Allegato A), parte integrante e sostanziale del presente atto, concernente il bando per l assegnazione di contributi a favore di nuclei familiari monoparentali per l acquisto della prima casa di cui alla D.G.R. n. 301 dell 8 aprile 2013; 2. di approvare l Allegato B), parte integrante e sostanziale del presente atto, concernente il modello di domanda per la richiesta dei contributi di cui al punto 1); 3. di pubblicare il presente atto nel Bollettino Ufficiale della Regione; 4. di dichiarare che l atto è immediatamente efficace. Perugia, lì 24 aprile 2013 Il dirigente GIULIANA MANCINI

12 12 Supplemento ordinario n. 2 al «Bollettino Ufficiale» - serie generale - n. 22 dell 8 maggio 2013 Allegato A) BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI A FAVORE DI NUCLEI FAMILIARI MONOPARENTALI PER L ACQUISTO DELLA PRIMA CASA

13 Supplemento ordinario n. 2 al «Bollettino Ufficiale» - serie generale - n. 22 dell 8 maggio DIREZIONE PROGRAMMAZIONE INNOVAZIONE E COMPETITIVITA DELL UMBRIA SERVIZIO POLITICHE DELLA CASA E RIQUALIFICAZIONE URBANA BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI A FAVORE DI NUCLEI FAMILIARI MONOPARENTALI PER L ACQUISTO DELLA PRIMA CASA In attuazione di quanto disposto dalla Deliberazione di Giunta Regionale n. 301 dell 8 aprile 2013 è indetto il presente Bando pubblico per l assegnazione di contributi a favore di nuclei familiari monoparentali per l acquisto della prima casa. 1) AMMONTARE DEL CONTRIBUTO Il contributo a fondo perduto è calcolato in misura corrispondente al 30% del costo dell alloggio, ivi comprese le eventuali pertinenze, fino ad un massimo di ,00 ad alloggio. In fase di istruttoria, il contributo è determinato sulla base del costo dell alloggio dichiarato in domanda. In fase di erogazione, tale contributo può essere eventualmente modificato solo in diminuzione, a seguito della verifica dell effettivo costo dell alloggio risultante dall atto di compravendita. 2) DESTINATARI DEI CONTRIBUTI Sono destinatari dei contributi i nuclei familiari che, alla data di pubblicazione del bando, sono anagraficamente composti da un solo genitore (vedovo/a, separato/a, single) e da uno o più figli minorenni. Sono, inoltre, considerati nuclei familiari monoparentali quelli nei quali, oltre al genitore e ad uno o più figli minorenni, siano presenti anche uno o più figli maggiorenni, purché siano di età inferiore a 25 anni, ovvero compiano il 25 anno di età nel 2013, e non siano titolari di reddito alla data di pubblicazione del bando. Si considerano separati/e coloro che sono in possesso di sentenza o di provvedimento di omologa della separazione emessi in data anteriore a quella di pubblicazione del bando. Sono, inoltre, ammessi a beneficiare delle agevolazioni anche i nuclei monoparentali che, alla data di pubblicazione del bando, sono anagraficamente inseriti in altro nucleo familiare, purché si distacchino entro il termine previsto al punto 10) per il trasferimento della residenza nell alloggio acquistato. I requisiti soggettivi di cui al successivo punto 3) sono verificati esclusivamente nei confronti dei componenti il costituendo nucleo familiare. In particolare, il valore ISEE è calcolato considerando la situazione economica del costituendo nuovo nucleo familiare, ai sensi del D.Lgs. n.109/98, art. 3, comma 2. 1

14 14 Supplemento ordinario n. 2 al «Bollettino Ufficiale» - serie generale - n. 22 dell 8 maggio ) REQUISITI SOGGETTIVI PER L ACCESSO I requisiti soggettivi che il genitore deve possedere alla data di pubblicazione del bando sono i seguenti: a) essere cittadino italiano o di un Paese che aderisce all Unione Europea o di Paesi che non aderiscono all Unione Europea, in regola con le vigenti norme sull immigrazione; b) essere residente o avere attività lavorativa nella Regione Umbria da almeno due anni consecutivi; c) non essere titolare, unitamente ai componenti il nucleo familiare richiedente, della proprietà, della nuda proprietà, dell usufrutto, dell uso o di altro diritto di godimento su alloggi, ovunque ubicati sul territorio nazionale; (E ammessa la comproprietà di un alloggio, purché il nucleo familiare possieda complessivamente una quota di comproprietà non superiore al 50% del totale dell immobile ed abbia un reddito annuo da fabbricati non superiore ad Euro 500,00). d) non aver mai usufruito, unitamente ai componenti il nucleo familiare richiedente, di altri contributi pubblici, in qualunque forma concessi dallo Stato, dalla Regione o altro Ente pubblico, per l acquisto o il recupero di una abitazione (sono esclusi i finanziamenti previsti per la ricostruzione a seguito di eventi sismici); e) essere titolare di un reddito; f) aver percepito, nell anno 2011, unitamente ai componenti il nucleo familiare richiedente, un reddito il cui valore ISEE, valutato in base alla vigente normativa, sia non superiore a ,00. 4) REQUISITI OGGETTIVI DELL ALLOGGIO DA ACQUISTARE Gli alloggi da acquistare: a) devono far parte di un fabbricato costituito da almeno due alloggi; b) non devono essere di proprietà di ascendenti entro il secondo grado; c) devono essere accatastati al NCEU nelle categorie A/2, A/3, A/4, A/5, A/6; d) non devono avere una superficie utile superiore a mq 95,00. Per superficie utile si intende la superficie del pavimento dell alloggio misurata al netto dei muri perimetrali e di quelli interni, delle soglie di passaggio e degli sguinci di porte e finestre, come definita dall art. 8 del Regolamento regionale n. 2 del ) PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE Il presente bando regionale ha una vigenza di giorni 75 dalla sua emanazione. Pertanto, la domanda, in bollo, deve essere trasmessa entro il 22 luglio 2013, per raccomandata con avviso di ricevimento o consegnata a mano presso la Direzione Regionale Programmazione innovazione e competitività dell Umbria, Servizio Politiche della casa e 2

15 Supplemento ordinario n. 2 al «Bollettino Ufficiale» - serie generale - n. 22 dell 8 maggio Riqualificazione Urbana, P.zza Partigiani, 1 - Perugia. Per le domande inviate a mezzo raccomandata a.r. farà fede il timbro dell ufficio postale di accettazione. Per le domande consegnate a mano presso l Ufficio protocollo della Direzione Programmazione, innovazione e competitività dell Umbria, sede di P.zza Partigiani,1 (PG) (dal lunedì al venerdì dalle 9,00 alle 13,00) farà fede il timbro apposto dall Ufficio ricevente. La Regione non si assume responsabilità per la dispersione di comunicazioni dipendente da inesatta indicazione del recapito da parte del richiedente oppure da mancata o tardiva comunicazione di cambiamento dell indirizzo indicato in domanda, né per eventuali disguidi postali o comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore. La domanda deve essere compilata sul modello approvato dalla Regione reperibile nel sito internet della Regione acquisto prima casa bando famiglie monoparentali. Nella domanda il richiedente deve dichiarare in modo chiaro, esatto e completo, il possesso dei requisiti soggettivi del nucleo familiare, di quelli oggettivi dell alloggio da acquistare, nonché le condizioni che danno diritto a punteggio. Le dichiarazioni sono rese dal richiedente sotto la propria responsabilità, ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR. n.445/00, e quindi soggette a sanzioni amministrative e penali. Alla domanda deve essere allegata la seguente documentazione: copia di un documento di identità non scaduto, di chi firma la domanda; permesso di soggiorno o carta di soggiorno (per i cittadini extracomunitari); certificazione medica (qualora il richiedente abbia dichiarato la condizione di handicap); certificazione di sostenibilità ambientale degli alloggi rilasciata ai sensi della L.R. 17/08 (qualora il richiedente abbia dichiarato tale circostanza). Sono escluse le domande: 6) MOTIVI DI ESCLUSIONE DELLE DOMANDE 1. trasmesse o consegnate oltre il termine di scadenza del bando; 2. prive di marca da bollo; 3. non redatte sull apposito modello predisposto dalla Giunta regionale; 4. redatte in maniera incompleta, ovvero dalle quali si evinca palesemente la mancanza di uno dei requisiti soggettivi previsti; 5. relative all acquisto di alloggi: a) non rispondenti ai requisiti oggettivi previsti al precedente punto 4); b) diversi da quelli indicati in domanda (dati rilevati al momento della consegna dell atto di compravendita); c) non ancora ultimati o non ancora accatastati; 3

16 16 Supplemento ordinario n. 2 al «Bollettino Ufficiale» - serie generale - n. 22 dell 8 maggio 2013 d) inseriti nel Programma di vendita degli alloggi di edilizia residenziale pubblica di proprietà dell ATER regionale e dei Comuni, approvato dalla Giunta regionale con DGR n del e successive integrazioni, qualora l acquirente sia l assegnatario dell immobile stesso; 6. non firmate e/o non debitamente autenticate con le modalità di cui al DPR n.445/2000. E, inoltre, vietato inviare più di una domanda per nucleo familiare. Tale circostanza comporta l esclusione di tutte le istanze inoltrate. 7) PUNTEGGI PER LA FORMAZIONE DELLA GRADUATORIA Le domande sono collocate in graduatoria sulla base dei seguenti punteggi: a) acquisto di alloggio ubicato nel centro storico (zona A del P.r.g.) punti 6 b) acquisto di un alloggio per il quale sia stata rilasciata da ARPA Umbria la certificazione di sostenibilità ambientale, ai sensi della L.R. 17/2008 : classe A e A+ punti 3 classe B punti 2 classe C punti 1 c) nucleo familiare che risieda in un alloggio oggetto di sfratto esecutivo, non emesso per inadempienza contrattuale e non ancora eseguito ovvero di ordinanza di sgombero totale, emanati in data non anteriore ad un anno, e non ancora eseguiti punti 6 d) nucleo familiare che sia collocato nell ultima graduatoria predisposta dal Comune di residenza per l assegnazione di alloggi di edilizia residenziale pubblica punti1 e) presenza nel nucleo familiare di uno o più figli minori: - che hanno meno di 6 anni o che compiono il 6 anno di età nel Per ogni figlio punti 1 (fino ad un massimo di 3) - che compiono da 7 a 10 anni di età nel 2013 Per ogni figlio punti 0,5 (fino ad un massimo di 2) f) presenza nel nucleo familiare di almeno un componente portatore di handicap punti 3 4

17 Supplemento ordinario n. 2 al «Bollettino Ufficiale» - serie generale - n. 22 dell 8 maggio g) genitore titolare di contratto di lavoro precario (es: tempo determinato, co.co.co., co.co.pro. interinale, ecc.) punti 3 h) I.S.E.E. non superiore: ad ,00 (80% del limite di accesso) punti 1 ad ,00 (60% del limite di accesso) punti 2 ad 8.000,00 (40% del limite di accesso) punti 3 i) nucleo familiare che non possiede alcuna proprietà punti 2 Le condizioni di cui ai punti b), c), d), e) e g) devono sussistere alla data di pubblicazione del bando. 8) PROCEDURE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE Il Servizio Politiche della Casa e Riqualificazione urbana della Regione istruisce le domande pervenute mediante apposita procedura informatizzata e formula la graduatoria provvisoria attribuendo a ciascuna domanda, sulla base delle dichiarazioni rese dai richiedenti, i punteggi di cui al punto 7). A parità di punteggio le domande sono collocate in graduatoria in ordine crescente di I.S.E.E. Qualora persistano le condizioni di parità, le stesse vengono risolte mediante sorteggio. Ai richiedenti non saranno inviate comunicazioni di ammissione o di esclusione al finanziamento. Pertanto, le graduatorie devono essere consultate o collegandosi all indirizzo INTERNET della Regione: acquisto prima casa bando famiglie monoparentali, ovvero consultando il Bollettino Ufficiale della Regione. Entro 30 giorni dalla data di pubblicazione, nel Bollettino Ufficiale della Regione, della graduatoria provvisoria, i richiedenti possono presentare ricorso, qualora esclusi, ovvero chiedere l eventuale revisione del punteggio attribuito, presentando idonea documentazione. Scaduto il suddetto termine, il Servizio esamina i ricorsi e le richieste di revisione pervenuti ed effettua i necessari controlli a campione, previsti dal D.P.R. n.445/2000, su almeno un terzo delle domande ammesse, al fine di verificare la sussistenza dei requisiti soggettivi ed oggettivi di cui ai punti 3) e 4), nonché delle condizioni che danno diritto a punteggio di cui al punto 7). Esperite tali procedure, il Servizio formula la graduatoria definitiva, che viene pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione e all indirizzo Internet acquisto prima casa bando famiglie monoparentali. Soltanto ai beneficiari ammessi definitivamente a contributo verrà inviata la relativa comunicazione. 5

18 18 Supplemento ordinario n. 2 al «Bollettino Ufficiale» - serie generale - n. 22 dell 8 maggio ) PROCEDURE DI EROGAZIONE DEI CONTRIBUTI A FAVORE DEI BENEFICIARI Il contributo viene erogato in unica soluzione, previa presentazione: a) del contratto di acquisto, che deve essere stipulato, registrato e trascritto a decorrere dal giorno successivo alla data di pubblicazione del bando e non oltre sei mesi dalla data di pubblicazione nel BUR della graduatoria definitiva; b) del certificato di stato di famiglia e residenza (autocertificazione) nell alloggio acquistato. Tutte le domande che otterranno il contributo verranno sottoposte a controllo da parte del Comando regionale Umbria della Guardia di Finanza, con cui la Regione ha stipulato, per tale finalità, un apposito Protocollo d intesa, sulla base dello schema-tipo approvato dalla Giunta regionale con Delibera n. 202 del ) VINCOLI La residenza nell alloggio deve essere trasferita entro il termine di tre mesi dalla scadenza massima prevista al punto 9) per la stipula dell atto d acquisto e deve essere mantenuta per cinque anni dalla stessa. Conseguentemente per lo stesso periodo l alloggio non può essere né venduto né locato, salvo autorizzazione, concessa solo per gravi e sopravvenuti motivi. Tale vincolo deve essere inserito nell atto di acquisto o in un atto aggiuntivo successivo e trascritto alla Conservatoria dei RR. II. 11) DECADENZA DAL DIRITTO AL CONTRIBUTO Successivamente all acquisto, il contributo verrà revocato: 1) qualora venga violato l obbligo della residenza nell alloggio acquistato; 2) qualora venga violato l obbligo di non rivendere e non affittare l alloggio nei cinque anni successivi alla data di acquisto. 12) TRATTAMENTO DATI PERSONALI I dati personali forniti dai candidati sono raccolti presso il Servizio Politiche della Casa e Riqualificazione Urbana della Regione Umbria per le finalità volte ad ottenere il contributo, ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. 196/2003 e s.m.i. Responsabile del trattamento dei dati personali, ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. 196/2003, è il Dirigente del Servizio Politiche della Casa. Il conferimento di tali dati è obbligatorio ai fini della formazione della graduatoria, pena l esclusione dalla selezione. 6

19 Supplemento ordinario n. 2 al «Bollettino Ufficiale» - serie generale - n. 22 dell 8 maggio REGIONE UMBRIA GIUNTA REGIONALE Direzione Programmazione innovazione e competitività dell Umbria Servizio Politiche della Casa e Riqualificazione Urbana Allegato B) Modello di domanda - 1 -

20 20 Supplemento ordinario n. 2 al «Bollettino Ufficiale» - serie generale - n. 22 dell 8 maggio 2013 REGIONE UMBRIA GIUNTA REGIONALE Direzione Programmazione innovazione e competitività dell Umbria Servizio Politiche della Casa e Riqualificazione Urbana Protocollo regionale Marca da Bollo 14,62 Alla Regione Umbria Direzione Programmazione Innovazione e Competitività dell Umbria Servizio Politiche della Casa e Riqualificazione Urbana P.zza Partigiani, n PERUGIA Contributi a favore di nuclei familiari monoparentali per l acquisto della prima casa (D.G.R. n. 301 dell 8/04/2013) Domanda di contributo Sotto la propria responsabilità, consapevole delle sanzioni amministrative (art.75) e penali (art.76) disciplinate dal D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445 a cui può andare incontro in caso di dichiarazioni false o non rispondenti a verità, ai sensi degli artt. 46 e 47 del citato D.P.R. n.445/2000, Il/La sottoscritto/a, Nome Cognome, Nato/a a, prov., il, Residente in Comune di, CAP indirizzo, Codice fiscale I I I I I I I I I I I I I I I I I DICHIARA: A1) Di essere: NB: Contrassegnare le sole caselle relative alla propria condizione Vedovo/a, con figlio/i minore/i a carico Separato/a, con figlio/i minore/i a carico (Si considerano separati/e coloro che sono in possesso della sentenza o del provvedimento di omologa della separazione emessi in data anteriore a quella di pubblicazione del bando) Single, con figlio/i minore/i a carico Inserito in un nucleo familiare a sé stante A2) Inserito in altro nucleo familiare anagrafico, dal quale intende distaccarsi per costituire nucleo a sé entro nove mesi dalla data di pubblicazione della graduatoria definitiva - 2 -

21 Supplemento ordinario n. 2 al «Bollettino Ufficiale» - serie generale - n. 22 dell 8 maggio NB Il nucleo familiare monoparentale del richiedente è anagraficamente costituito: - da un solo genitore e da uno o più figli minorenni; - da un solo genitore e da uno o più figli minorenni nonché da uno o più figli maggiorenni purché di età inferiore a 25 anni, o che compiano il 25 anno di età nel 2013, e che non siano titolari di reddito alla data di pubblicazione del bando. Che nel nucleo familiare sono presenti i seguenti figli: Nome Cognome Data di nascita Codice fiscale A3) NB Nei successivi punti B) e C) i richiedenti devono contrassegnare tutte le caselle per le condizioni che ricorrono (in modo chiaro e leggibile). Non sono ammesse omissioni, correzioni, abrasioni, segnature di più caselle che diano informazioni contrastanti. La presenza di irregolarità comporta l esclusione dell istanza di contributo. B IL SOTTOSCRITTO DICHIARA, ALLA DATA DI PUBBLICAZIONE DEL BANDO: di essere cittadino/a italiano/a B1) di essere cittadino/a di un Paese dell U.E diverso dall Italia di essere cittadino/a di un Paese non aderente all U.E. e di essere in regola con le vigenti norme sull immigrazione (Allegare copia del permesso di soggiorno o carta di soggiorno) (NB contrassegnare una sola casella) di avere la residenza in Umbria da almeno 2 anni consecutivi alla data di pubblicazione del bando B2) oppure di prestare attività lavorativa in Umbria da almeno 2 anni consecutivi alla data di pubblicazione del bando B3) di essere titolare di reddito IL SOTTOSCRITTO DICHIARA CHE IL PROPRIO NUCLEO FAMILIARE, ALLA DATA DI PUBBLICAZIONE DEL BANDO: non è titolare della proprietà, nuda proprietà, usufrutto, uso o altro diritto di godimento su alloggi ovunque ubicati sul territorio nazionale B4) è comproprietario di un alloggio per una quota non superiore al 50% del totale dell immobile e con un reddito annuo da fabbricati non superiore ad 500,00= (Non sono, comunque, ammessi coloro che sono comproprietari di più alloggi) B5) non ha mai usufruito di contributi pubblici, in qualunque forma concessi dallo Stato, dalla Regione o altro Ente pubblico per l acquisto o il recupero di un abitazione, ad eccezione dei finanziamenti previsti per la ricostruzione a seguito di eventi sismici B6) nell anno 2011 ha percepito un reddito il cui valore I.S.E.E. ammonta ad (denuncia dei redditi presentata nel 2012, riferita ai redditi 2011, e situazione patrimoniale al ) - 3 -

22 22 Supplemento ordinario n. 2 al «Bollettino Ufficiale» - serie generale - n. 22 dell 8 maggio 2013 C DICHIARA, INOLTRE: C1) di voler acquistare un alloggio facente parte di un fabbricato costituito da almeno due alloggi (es. in condominio, a schiera, ecc) C2) di voler acquistare da (Rag.Sociale o Nome cognome del/i proprietario/i) un alloggio sito in Comune di Frazione, Indirizzo censito al NCEU al Foglio Part. sub Categoria Catastale A/ al costo d acquisto di,00 (Verificare i motivi di esclusione relativi all acquisto degli alloggi elencati al punto 6.5 del Bando). C3) che il/i venditore/i non è/sono ascendente/i, entro il secondo grado, dei componenti del nucleo familiare C4) che la superficie utile dell alloggio è di mq. (Per superficie utile, così come definita dall art. 8 del Regolamento regionale n. 2 del 09/02/2005, si intende la superficie dei pavimenti al netto dei muri perimetrali e di quelli interni, delle soglie di passaggio e degli sguinci delle porte e finestre) D DICHIARA, INFINE, PER L ASSEGNAZIONE DEI PUNTEGGI: NB Contrassegnare le caselle in base alle condizioni oggettive e soggettive possedute. In caso di omissioni o irregolarità i punteggi corrispondenti non saranno assegnati. a) che l alloggio da acquistare è ubicato nel centro storico (Zona A del P.r.g.) b) c) d) e) f) che, alla data di pubblicazione del Bando, l alloggio da acquistare è ricompreso in un edificio per il quale è stata rilasciata da ARPA Umbria la certificazione di sostenibilità ambientale, di cui alla L.R. 17/2008 (Allegare certificato) che, alla data di pubblicazione del Bando, il nucleo familiare risiede in un alloggio oggetto di sfratto esecutivo non emesso per inadempienza contrattuale e non ancora eseguito, o di ordinanza di sgombero totale, emanati in data non anteriore ad un anno dalla data di pubblicazione del bando. che, alla data di pubblicazione del Bando, il nucleo familiare è collocato nell ultima graduatoria predisposta dal Comune di residenza per l assegnazione di un alloggio di edilizia residenziale pubblica che nel nucleo familiare è presente almeno un componente portatore di handicap (Allegare il certificato rilasciato dalla Commissione medica competente) che alla data di pubblicazione del bando il richiedente è titolare esclusivamente di reddito derivante da lavoro precario. Specificare la tipologia contrattuale: lì / / Il Richiedente * (luogo) (data) (Firma) (NB: * Il richiedente, se non firma la domanda di fronte al funzionario addetto alla ricezione, deve allegare la fotocopia di un documento di identità in corso di validità)

23 Supplemento ordinario n. 2 al «Bollettino Ufficiale» - serie generale - n. 22 dell 8 maggio Il sottoscritto dichiara di essere a conoscenza, ed accetta, tutte le condizioni, vincoli ed obblighi previsti dal bando pubblico per l assegnazione del contributo in oggetto, ed autorizza la Regione dell Umbria, ai sensi del Decreto Legislativo n.196/2003 (Codice sulla tutela della privacy) al trattamento dei dati contenuti nella presente domanda, per le finalità proprie del procedimento. Autorizza pertanto l Amministrazione regionale ad elaborare, comunicare e diffondere i dati, anche con mezzi informatici, per le finalità istituzionali secondo le disposizioni ed i limiti di Legge. L interessato potrà esercitare in ogni momento i diritti di cui all art.7 del D.Lgs. 30/06/2003, n.196. (NB Il mancato consenso al trattamento dei dati comporta l esclusione della domanda per l impossibilità dell Amministrazione regionale di portare a compimento l iter amministrativo dell istanza di contributo.) Il Richiedente lì / / (luogo) (data) (Firma) INDIRIZZO PER LE COMUNICAZIONI (indicare solo se diverso da quello indicato nel frontespizio): Sig. Indirizzo: Comune cap. prov. Telefono: abit. cell. Elenco documenti allegati alla domanda: NOTE: CATIA BERTINELLI - Direttore responsabile Registrazione presso il Tribunale di Perugia del 15 novembre 2007, n. 46/ Fotocomposizione S.T.E.S. s.r.l Potenza

BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER L ACQUISTO DELLA PRIMA CASA A FAVORE DI NUCLEI FAMILIARI MONOPARENTALI

BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER L ACQUISTO DELLA PRIMA CASA A FAVORE DI NUCLEI FAMILIARI MONOPARENTALI Allegato A) BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER L ACQUISTO DELLA PRIMA CASA A FAVORE DI NUCLEI FAMILIARI MONOPARENTALI DIREZIONE PROGRAMMAZIONE INNOVAZIONE E COMPETITIVITA DELL UMBRIA SERVIZIO POLITICHE

Dettagli

CRITERI E PROCEDURE FINALITA

CRITERI E PROCEDURE FINALITA Allegato A) CONTRIBUTI A FAVORE DI GIOVANI COPPIE PER L ACQUISTO DELLA PRIMA CASA CRITERI E PROCEDURE FINALITA La presente normativa ha la finalità di agevolare l acquisto della prima casa da parte di

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA DELLA. Regione Umbria PARTE PRIMA. Sezione II DETERMINAZIONI DIRIGENZIALI

REPUBBLICA ITALIANA DELLA. Regione Umbria PARTE PRIMA. Sezione II DETERMINAZIONI DIRIGENZIALI Supplemento ordinario n. 3 al «Bollettino Ufficiale» - Serie Generale - n. 47 dell 8 ottobre 2014 REPUBBLICA ITALIANA BOLLETTINO DELLA UFFICIALE Regione Umbria SERIE GENERALE PERUGIA - 8 ottobre 2014 DIREZIONE

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA DELLA. Regione Umbria PARTE PRIMA. Sezione II DETERMINAZIONI DIRIGENZIALI

REPUBBLICA ITALIANA DELLA. Regione Umbria PARTE PRIMA. Sezione II DETERMINAZIONI DIRIGENZIALI Supplemento ordinario n. 2 al «Bollettino Ufficiale» - Serie Generale - n. 13 del 4 marzo 2015 REPUBBLICA ITALIANA BOLLETTINO DELLA UFFICIALE Regione Umbria SERIE GENERALE PERUGIA - 4 marzo 2015 DIREZIONE

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA DELLA PARTE PRIMA. Sezione II ATTI DELLA REGIONE

REPUBBLICA ITALIANA DELLA PARTE PRIMA. Sezione II ATTI DELLA REGIONE Supplemento ordinario n. 3 al «Bollettino Ufficiale» - serie generale - n. 8 del 13 febbraio 2013 REPUBBLICA ITALIANA BOLLETTINO DELLA U FFICIALE SERIE GENERALE PERUGIA - 13 febbraio 2013 DIREZIONE REDAZIONE

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA DELLA. Regione Umbria PARTE PRIMA. Sezione II DETERMINAZIONI DIRIGENZIALI

REPUBBLICA ITALIANA DELLA. Regione Umbria PARTE PRIMA. Sezione II DETERMINAZIONI DIRIGENZIALI Supplemento ordinario n. 2 al «Bollettino Ufficiale» - Serie Generale - n. 53 del 19 novembre 2014 REPUBBLICA ITALIANA BOLLETTINO DELLA UFFICIALE Regione Umbria SERIE GENERALE PERUGIA - 19 novembre 2014

Dettagli

LA GIUNTA REGIONALE DELIBERA

LA GIUNTA REGIONALE DELIBERA Supplemento ordinario n. 1 al «Bollettino Ufficiale» - Serie Generale - n. 42 del 3 settembre 2014 11 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 4 agosto 2014, n. 1038. L.R. 28 novembre 2003, n. 23 e succ. mod.

Dettagli

SCHEMA DI AVVISO RECANTE CRITERI E MODALITA PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER L ACQUISTO DELLA PRIMA CASA A FAVORE DI FAMIGLIE IN DIFFICOLTA

SCHEMA DI AVVISO RECANTE CRITERI E MODALITA PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER L ACQUISTO DELLA PRIMA CASA A FAVORE DI FAMIGLIE IN DIFFICOLTA Allegato A) SCHEMA DI AVVISO RECANTE CRITERI E MODALITA PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER L ACQUISTO DELLA PRIMA CASA A FAVORE DI FAMIGLIE IN DIFFICOLTA In attuazione di quanto disposto dalla Deliberazione

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA DELLA PARTE PRIMA. Sezione II ATTI DELLA REGIONE. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 18 marzo 2013, n. 243.

REPUBBLICA ITALIANA DELLA PARTE PRIMA. Sezione II ATTI DELLA REGIONE. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 18 marzo 2013, n. 243. Supplemento ordinario n. 2 al «Bollettino Ufficiale» - serie generale - n. 19 del 17 aprile 2013 REPUBBLICA ITALIANA BOLLETTINO DELLA U FFICIALE SERIE GENERALE PERUGIA - 17 aprile 2013 DIREZIONE REDAZIONE

Dettagli

15/01/2015 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 5. Regione Lazio. Atti della Giunta Regionale e degli Assessori

15/01/2015 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 5. Regione Lazio. Atti della Giunta Regionale e degli Assessori Regione Lazio Atti della Giunta Regionale e degli Assessori Deliberazione 30 dicembre 2014, n. 929 Contributi a favore delle famiglie in difficoltà per l'acquisto della prima casa ai sensi dell'art. 9,

Dettagli

EDIZIONE STRAORDINARIA. Art. 2, comma 20/c, legge 662/96 - Fil. di Potenza Anno 42 - Numero 44 REPUBBLICA ITALIANA DELLA

EDIZIONE STRAORDINARIA. Art. 2, comma 20/c, legge 662/96 - Fil. di Potenza Anno 42 - Numero 44 REPUBBLICA ITALIANA DELLA EDIZIONE STRAORDINARIA Spedizione in abbonamento postale Parti I-II (Serie generale) Art. 2, comma 20/c, legge 662/96 - Fil. di Potenza Anno 42 - Numero 44 REPUBBLICA ITALIANA BOLLETTINO DELLA UFFICIALE

Dettagli

Regione Umbria Giunta Regionale Direzione Ambiente Territorio e Infrastrutture

Regione Umbria Giunta Regionale Direzione Ambiente Territorio e Infrastrutture Regione Umbria Giunta Regionale Direzione Ambiente Territorio e Infrastrutture Protocollo comunale Marca da Bollo Legge Regionale 28 novembre 2003, n. 23, art. 30 e ss.mm.ii. CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE

Dettagli

Allegato B) BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI A FAVORE DEGLI INQUILINI MOROSI INCOLPEVOLI

Allegato B) BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI A FAVORE DEGLI INQUILINI MOROSI INCOLPEVOLI Allegato B) BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI A FAVORE DEGLI INQUILINI MOROSI INCOLPEVOLI COMUNE DI FOLIGNO AREA DIRITTI DI CITTADINANZA Bando pubblico per l erogazione di contributi a favore di nuclei

Dettagli

Contrassegnare le caselle e compilare la domanda con le informazioni richieste DICHIARO

Contrassegnare le caselle e compilare la domanda con le informazioni richieste DICHIARO Regione Umbria Giunta Regionale Direzione Programmazione Innovazione e competitività dell Umbria Protocollo comunale Marca da Bollo Legge 9 dicembre 1998, n.431, art. 11 FONDO NAZIONALE PER LA LOCAZIONE

Dettagli

Regione Umbria Giunta Regionale Direzione Programmazione Innovazione e competitività dell Umbria

Regione Umbria Giunta Regionale Direzione Programmazione Innovazione e competitività dell Umbria Regione Umbria Giunta Regionale Direzione Programmazione Innovazione e competitività dell Umbria Protocollo comunale Marca da Bollo Legge 9 dicembre 1998, n. 431, art. 11 FONDO NAZIONALE PER LA LOCAZIONE

Dettagli

Regione Umbria Giunta Regionale Direzione Ambiente Territorio e Infrastrutture

Regione Umbria Giunta Regionale Direzione Ambiente Territorio e Infrastrutture Supplemento ordinario n. 2 al «Bollettino Ufficiale» - Serie Generale - n. 29 del 18 giugno 2014 9 Regione Umbria Giunta Regionale Direzione Ambiente Territorio e Infrastrutture Protocollo comunale Marca

Dettagli

Regione Umbria Giunta Regionale Direzione Programmazione Innovazione e competitività dell Umbria

Regione Umbria Giunta Regionale Direzione Programmazione Innovazione e competitività dell Umbria Regione Umbria Giunta Regionale Direzione Programmazione Innovazione e competitività dell Umbria Protocollo comunale Marca da Bollo Legge 9 dicembre 1998, n.431, art. 11 FONDO NAZIONALE PER LA LOCAZIONE

Dettagli

DICHIARO. (NB Se invalido allegare il certificato della Commissione di Prima istanza per l accertamento degli stati di invalidità)

DICHIARO. (NB Se invalido allegare il certificato della Commissione di Prima istanza per l accertamento degli stati di invalidità) Regione Umbria Giunta Regionale Direzione Programmazione Innovazione e competitività dell Umbria Protocollo comunale Marca da Bollo. 16,00 Legge 9 dicembre 1998, n.431, art. 11 FONDO NAZIONALE PER LA LOCAZIONE

Dettagli

La Responsabile dell Area

La Responsabile dell Area BANDO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI STRAORDINARI A SOSTEGNO DELL AFFITTO IN FAVORE DI NUCLEI FAMILIARI CON LAVORATORI COLPITI DALLA CRISI ECONOMICA La Responsabile dell Area In applicazione

Dettagli

Il/la sottoscritto/a CHIEDE

Il/la sottoscritto/a CHIEDE Bollo Al Comune di Cento Servizio Casa 44042 CENTO (Fe) OGGETTO: DOMANDA DI ASSEGNAZIONE DI ALLOGGIO DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA (legge regionale n. 24 dell 8/08/2001) Il/la sottoscritto/a CHIEDE

Dettagli

Regione Umbria Giunta Regionale Direzione Programmazione Innovazione e competitività dell Umbria

Regione Umbria Giunta Regionale Direzione Programmazione Innovazione e competitività dell Umbria Regione Umbria Giunta Regionale Direzione Programmazione Innovazione e competitività dell Umbria Protocollo comunale Marca da Bollo Legge 9 dicembre 1998, n.431, art. 11 FONDO NAZIONALE PER LA LOCAZIONE

Dettagli

Al Comune di Gaggio Montano P.zza A. Brasa, 1 40041 Gaggio Montano

Al Comune di Gaggio Montano P.zza A. Brasa, 1 40041 Gaggio Montano Protocollo: Al Comune di Gaggio Montano P.zza A. Brasa, 4004 Gaggio Montano DOMANDA PER LA PARTECIPAZIONE AL CONCORSO GENERALE PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA Legge regionale

Dettagli

Regione Umbria Giunta Regionale Direzione Politiche Territoriali, Ambiente e Infrastrutture

Regione Umbria Giunta Regionale Direzione Politiche Territoriali, Ambiente e Infrastrutture Regione Umbria Giunta Regionale Direzione Politiche Territoriali, Ambiente e Infrastrutture Protocollo comunale Marca da Bollo Legge Regionale 28 novembre 2003, n. 23, art. 30 CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE

Dettagli

Regione Umbria Giunta Regionale Direzione Ambiente Territorio e Infrastrutture

Regione Umbria Giunta Regionale Direzione Ambiente Territorio e Infrastrutture Supplemento ordinario n. 2 al «Bollettino Ufficiale» - Serie Generale - n. 29 del 18 giugno 2014 9 Regione Umbria Giunta Regionale Direzione Ambiente Territorio e Infrastrutture Protocollo comunale Marca

Dettagli

BANDO PER L ASSEGNAZIONE DEI CONTRIBUTI AD INTEGRAZIONE DEI CANONI DI LOCAZIONE

BANDO PER L ASSEGNAZIONE DEI CONTRIBUTI AD INTEGRAZIONE DEI CANONI DI LOCAZIONE BANDO PER L ASSEGNAZIONE DEI CONTRIBUTI AD INTEGRAZIONE DEI CANONI DI LOCAZIONE ANNO 2015 indetto ai sensi della Legge 9 dicembre 1998, n. 431, del Decreto del Ministero dei Lavori Pubblici 7 giugno 1999,

Dettagli

Regione Umbria Giunta Regionale Direzione Ambiente Territorio e Infrastrutture

Regione Umbria Giunta Regionale Direzione Ambiente Territorio e Infrastrutture Regione Umbria Giunta Regionale Direzione Ambiente Territorio e Infrastrutture Protocollo comunale Marca da Bollo Legge 9 dicembre 1998, n.431, art. 11 FONDO NAZIONALE PER LA LOCAZIONE Richiesta di assegnazione

Dettagli

COMUNE DI MASSA POLITICHE SOCIALI, DELLA CASA E PARI OPPORTUNITA UFFICIO CASA

COMUNE DI MASSA POLITICHE SOCIALI, DELLA CASA E PARI OPPORTUNITA UFFICIO CASA COMUNE DI MASSA POLITICHE SOCIALI, DELLA CASA E PARI OPPORTUNITA UFFICIO CASA BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI AD INTEGRAZIONE DEI CANONI DI LOCAZIONE Indetto ai sensi dell art. 11 della legge 9

Dettagli

COMUNE DI APOLLOSA Provincia di Benevento

COMUNE DI APOLLOSA Provincia di Benevento COMUNE DI APOLLOSA Provincia di Benevento Prot. 6262 BANDO DI CONCORSO Legge 9 dicembre 1998, n. 431 art. 11- Fondo Nazionale per il sostegno all accesso alle abitazioni in locazione. Erogazione contributi

Dettagli

COMUNE DI DIGNANO. Provincia di Udine n 3151 Protocollo Lì, 28/04/2009

COMUNE DI DIGNANO. Provincia di Udine n 3151 Protocollo Lì, 28/04/2009 COMUNE DI DIGNANO Provincia di Udine n 3151 Protocollo Lì, 28/04/2009 BANDO 2009 PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER LE SPESE SOSTENUTE PER IL PAGAMENTO DI CANONI DI LOCAZIONE (L. 09.12.1998, N.431, ART.

Dettagli

COMUNE DI SORI PROVINCIA DI GENOVA. Certificato ISO 14001 AREA SOCIALE

COMUNE DI SORI PROVINCIA DI GENOVA. Certificato ISO 14001 AREA SOCIALE COMUNE DI SORI PROVINCIA DI GENOVA Certificato ISO 14001 AREA SOCIALE BANDO PER L EROGAZIONE DEI CONTRIBUTI DEL FONDO NAZIONALE PER IL SOSTEGNO ALL ACCESSO ALLE ABITAZIONI IN LOCAZIONE Il presente bando

Dettagli

Pr o v i n c i a d i Sa l e r n o

Pr o v i n c i a d i Sa l e r n o BANDO DI CONCORSO Contributi integrativi ai canoni di locazione - Anno 2014 Legge 9 dicembre 1998, n.431, art.11; Fondo Nazionale per il sostegno all accesso alle abitazioni in locazione E indetto un bando

Dettagli

COMUNE DI SORA SETTORE II - SERVIZI SOCIALI

COMUNE DI SORA SETTORE II - SERVIZI SOCIALI COMUNE DI SORA SETTORE II - SERVIZI SOCIALI AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI INTEGRATIVI AI CONDUTTORI MENO ABBIENTI - ANNUALITA 2014. (CANONI DI LOCAZIONE ANNO 2013) VISTA la Legge 9 dicembre

Dettagli

COMUNE DI SORA SETTORE II - SERVIZI SOCIALI

COMUNE DI SORA SETTORE II - SERVIZI SOCIALI COMUNE DI SORA SETTORE II - SERVIZI SOCIALI AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI INTEGRATIVI AI CONDUTTORI MENO ABBIENTI - ANNUALITA 2015. (CANONI DI LOCAZIONE ANNO 2014) VISTA la Legge 9 dicembre

Dettagli

Comune di San Lorenzo in Campo

Comune di San Lorenzo in Campo Comune di San Lorenzo in Campo BANDO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI PER L AFFITTO PER L ANNO 2015 LEGGE 431/1998 Art. 11 IL RESPONSABILE SERVIZI SOCIALI Rende noto VISTA la Legge 9 dicembre 1998 n. 431,

Dettagli

DA PRESENTARSI IMPROROGABILMENTE ENTRO IL 20/07/2015. Il/la sottoscritto/a nato/a il. a Prov. e residente a SAN ROMANO IN G.NA. in Via n.

DA PRESENTARSI IMPROROGABILMENTE ENTRO IL 20/07/2015. Il/la sottoscritto/a nato/a il. a Prov. e residente a SAN ROMANO IN G.NA. in Via n. Domanda per la concessione del contributo integrativo per il pagamento del canone di affitto (esente da bollo art. 8 - comma 3 - della Tabella, Allegato B, DPR n. 642/1972) DA PRESENTARSI IMPROROGABILMENTE

Dettagli

COMUNE DI OBČINA MONRUPINO - REPENTABOR

COMUNE DI OBČINA MONRUPINO - REPENTABOR BANDO PER LA CORRESPONSIONE DEI CONTRIBUTI PER L ABBATTIMENTO DEI CANONI DI LOCAZIONE DI IMMOBILI ADIBITI AD USO ABITATIVO, AI SENSI DELL ART. 11 DELLA L. 431/1998 E DELL ART. 6 DELLA L.R. 6/2003. Art.

Dettagli

C O M U N E D I CASELLA P R O V I N C I A D I G E N O V A

C O M U N E D I CASELLA P R O V I N C I A D I G E N O V A Allegato 1 C O M U N E D I CASELLA P R O V I N C I A D I G E N O V A SERVIZI SOCIALI BANDO PER L ASSEGNAZIONE DEI CONTRIBUTI PER IL SOSTEGNO ALLE LOCAZIONI ABITATIVE Il presente bando stabilisce i requisiti

Dettagli

DOMANDA DI ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE DI ALLOGGI E.R.P. (legge regionale n. 24 dell 8/08/2001 e succ. mod. ed int.) CHIEDE

DOMANDA DI ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE DI ALLOGGI E.R.P. (legge regionale n. 24 dell 8/08/2001 e succ. mod. ed int.) CHIEDE PROT. Al Comune di BONDENO DOMANDA DI ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE DI ALLOGGI E.R.P. (legge regionale n. 24 dell 8/08/2001 e succ. mod. ed int.) La/Il sottoscritta/o CHIEDE DI PARTECIPARE AL CONCORSO PUBBLICO

Dettagli

COMUNE DI LANCIANO Città Medaglia D Oro al V.M. Provincia di Chieti Servizio Politiche della Casa Tel. 0872/707635 fax 0872/43461

COMUNE DI LANCIANO Città Medaglia D Oro al V.M. Provincia di Chieti Servizio Politiche della Casa Tel. 0872/707635 fax 0872/43461 COMUNE DI LANCIANO Città Medaglia D Oro al V.M. Provincia di Chieti Servizio Politiche della Casa Tel. 0872/707635 fax 0872/43461 BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI COMUNALI - ANNO 2011 IL

Dettagli

Settore Servizi alla Persona

Settore Servizi alla Persona BANDO DI CONCORSO PER LA FORMAZIONE DELLA GRADUATORIA DEGLI ASPIRANTI ALL ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA SOVVENZIONATA NEL COMUNE DI SAN BENEDETTO DEL TRONTO IL DIRIGENTE SETTORE

Dettagli

Io sottoscritto/a nato/a il / / a Sesso M F residente a MONTEMURLO in via/p.zza n Codice fiscale tel 0574 cell. C H I E D O

Io sottoscritto/a nato/a il / / a Sesso M F residente a MONTEMURLO in via/p.zza n Codice fiscale tel 0574 cell. C H I E D O Protocollo n. Data Domanda n. Al sig. SINDACO del Comune di MONTEMURLO Oggetto: DOMANDA PER LA CONCESSIONE DEL CONTRIBUTO INTEGRATIVO PER IL PAGAMENTO DEL CANONE DI LOCAZIONE ART. 11 DELLA LEGGE 9 DICEMBRE

Dettagli

COMUNE DI CARAMAGNA PIEMONTE PROVINCIA DI CUNEO Piazza Castello n. 11 12030 Caramagna Piemonte

COMUNE DI CARAMAGNA PIEMONTE PROVINCIA DI CUNEO Piazza Castello n. 11 12030 Caramagna Piemonte COMUNE DI CARAMAGNA PIEMONTE PROVINCIA DI CUNEO Piazza Castello n. 11 12030 Caramagna Piemonte Bando di concorso per la formazione di una graduatoria per l assegnazione in locazione di alloggi di edilizia

Dettagli

ANNO DI RIFERIMENTO: 2009. (ai sensi della Legge Regionale n. 6/2003 art. 6 - secondo periodo)

ANNO DI RIFERIMENTO: 2009. (ai sensi della Legge Regionale n. 6/2003 art. 6 - secondo periodo) BANDO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A FAVORE DI SOGGETTI PUBBLICI O PRIVATI CHE METTONO A DISPOSIZIONE ALLOGGI A FAVORE DI LOCATARI MENO ABBIENTI ANNO DI RIFERIMENTO: 2009 (ai sensi della Legge

Dettagli

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AVVISO PUBBLICO PER IL CENSIMENTO DEGLI INQUILINI MOROSI INCOLPEVOLI E PER L ACCESSO AL RELATIVO FONDO

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AVVISO PUBBLICO PER IL CENSIMENTO DEGLI INQUILINI MOROSI INCOLPEVOLI E PER L ACCESSO AL RELATIVO FONDO All Ufficio Servizi Sociali Comune di Avellino Piazza del Popolo n. 1 83100- Avellino DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AVVISO PUBBLICO PER IL CENSIMENTO DEGLI INQUILINI MOROSI INCOLPEVOLI E PER L ACCESSO

Dettagli

DAL 21 luglio al 12 agosto 2010

DAL 21 luglio al 12 agosto 2010 Sede operativa di Medicina via Saffi 73 AVVISO PUBBLICO PER LA LOCAZIONE DI ALLOGGI A CANONE CONTENUTO UBICATI NEL COMUNE DI MEDICINA Delibera del consiglio comunale di Medicina n 153 Del 07/11/2005 e

Dettagli

COMUNE DI CAMPOFIORITO

COMUNE DI CAMPOFIORITO COMUNE DI CAMPOFIORITO PROVINCIA DI PALERMO ****************** BANDO GENERALE DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI POPOLARI COSTRUITI NEL COMUNE DI CAMPOFIORITO In esecuzione della deliberazione di

Dettagli

Il sottoscritto... nato a... il... residente in... Via... n... codice fiscale:

Il sottoscritto... nato a... il... residente in... Via... n... codice fiscale: Domanda per l assegnazione di alloggi di Edilizia Convenzionata GIOVANI COPPIE COMPLESSO RESIDENZIALE BORGO DEI MOLINI PLC COMPARTO B3/a IN VIA LA FORMA Al Sig. Sindaco del Comune di 60020 S I R O L O

Dettagli

AZIENDA CASA EMILIA-ROMAGNA (ACER) FERRARA

AZIENDA CASA EMILIA-ROMAGNA (ACER) FERRARA AZIENDA CASA EMILIA-ROMAGNA (ACER) FERRARA Ente Pubblico Economico ex L.R. 24/2001 Corso Vittorio Veneto, 7 44121 Ferrara - C.F. - Partita IVA 00051510386 Centralino Tel. 0532 230311 - Servizio Clienti

Dettagli

2. CONTRIBUTI ECONOMICI E BENEFICI CONTINUATIVI

2. CONTRIBUTI ECONOMICI E BENEFICI CONTINUATIVI 2. CONTRIBUTI ECONOMICI E BENEFICI CONTINUATIVI I benefici che seguono sono continuativi. Potrebbero però modificarsi di anno in anno parte dei requisiti di accesso, periodo di raccolta delle domande e

Dettagli

Il/La sottoscritto/a nato/a a. il e residente in via/piazza. (giorno-mese-anno) n int. C.F.: n tel. CHIEDE

Il/La sottoscritto/a nato/a a. il e residente in via/piazza. (giorno-mese-anno) n int. C.F.: n tel. CHIEDE Approvato con Determinazione del Responsabile del Servizio n. 306 del 15/12/2015 ATTENZIONE si raccomanda di compilare la presente domanda in ogni sua parte e di controllare che sia debitamente firmata.

Dettagli

COMUNE DI FIRENZE DIREZIONE PATRIMONIO IMMOBILIARE BANDO PUBBLICO IL DIRETTORE

COMUNE DI FIRENZE DIREZIONE PATRIMONIO IMMOBILIARE BANDO PUBBLICO IL DIRETTORE COMUNE DI FIRENZE DIREZIONE PATRIMONIO IMMOBILIARE BANDO PUBBLICO IL DIRETTORE VISTO il Decreto n. 4114 del 25 luglio 2005 con il quale il Dirigente della Direzione Generale Politiche Territoriali e Ambientali

Dettagli

- BANDO PUBBLICO PER LA FORMAZIONE DELLA GRADUATORIA DI ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI A CANONE MODERATO COMUNE DI OLLOLAI. Provincia di Nuoro

- BANDO PUBBLICO PER LA FORMAZIONE DELLA GRADUATORIA DI ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI A CANONE MODERATO COMUNE DI OLLOLAI. Provincia di Nuoro Approvato con Determinazione del Responsabile del Settore n. 673 del 02/12/2015 COMUNE DI OLLOLAI Provincia di Nuoro BANDO PUBBLICO PER LA FORMAZIONE DELLA GRADUATORIA DI ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI A Ai sensi

Dettagli

DOMANDA DI CONTRIBUTO PER I CANONI DI LOCAZIONE ANNO 2015

DOMANDA DI CONTRIBUTO PER I CANONI DI LOCAZIONE ANNO 2015 DOMANDA DI CONTRIBUTO PER I CANONI DI LOCAZIONE ANNO 2015 Al Comune di Isola del Giglio Ufficio Segreteria Via V. Emanuele, 2 58012 Isola del Giglio (GR) DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE E DI

Dettagli

COMUNE DI TORREGLIA (Provincia di Padova) **********

COMUNE DI TORREGLIA (Provincia di Padova) ********** COMUNE DI TORREGLIA (Provincia di Padova) ********** REGOLAMENTO COMUNALE PER L ASSEGNAZIONE IN PROPRIETA A GIOVANI COPPIE DI ALLOGGIO DI EDILIZIA CONVENZIONATA DA REALIZZARSI IN VIA ROMANA IN SEGUITO

Dettagli

COMUNE DI FIRENZE DIREZIONE PATRIMONIO IMMOBILIARE BANDO PUBBLICO IL DIRETTORE

COMUNE DI FIRENZE DIREZIONE PATRIMONIO IMMOBILIARE BANDO PUBBLICO IL DIRETTORE COMUNE DI FIRENZE DIREZIONE PATRIMONIO IMMOBILIARE BANDO PUBBLICO IL DIRETTORE VISTA la deliberazione n. 2009/G/00513 (proposta n. 2009/00685) del 23.10.2009 con la quale la Giunta Comunale ha approvato

Dettagli

COMUNE DI ADELFIA. provincia di bari SETTORE TECNICO

COMUNE DI ADELFIA. provincia di bari SETTORE TECNICO COMUNE DI ADELFIA provincia di bari SETTORE TECNICO BANDO DI CONCORSO PER L EROGAZIONE DEL FONDO PER IL SOSTEGNO ALL ACCESSO ALLE ABITAZIONI IN LOCA- ZIONE RELATIVO DELL ANNO 2012 - DELIB. G.R. N. 2199

Dettagli

COMUNE DI TOIRANO PROVINCIA DI SAVONA

COMUNE DI TOIRANO PROVINCIA DI SAVONA COMUNE DI TOIRANO PROVINCIA DI SAVONA --------------------------------------------------- In attuazione del D.M. 7 giugno 1999 e della Legge n. 431 del 9 dicembre 1998 e della deliberazione della Giunta

Dettagli

COMUNE DI SAN VITO AL TAGLIAMENTO

COMUNE DI SAN VITO AL TAGLIAMENTO COMUNE DI SAN VITO AL TAGLIAMENTO PROVINCIA DI PORDENONE CAP 33078 L.R.6/2003 ART.6 e L.431/98 ART.11 INTERVENTI A SOSTEGNO DELLE LOCAZIONI ASSESSORATO ALLA TUTELA SOCIALE Vista la Legge Regionale 07.03.2003

Dettagli

IL /La sottoscritto / a. Nato a il. Residente a Prov. In via n. n. tel /cell Codice Fiscale C H I E D E

IL /La sottoscritto / a. Nato a il. Residente a Prov. In via n. n. tel /cell Codice Fiscale C H I E D E DOMANDA CONDUTTORE 2015 AL COMUNE DI GRADO SERVIZIO SOCIO ASSISTENZIALE UFFICIO DEI SERVIZI SOCIALI 34073 GRADO P.zza B. Marin, 4 ATTENZIONE: SI RACCOMANDA DI COMPILARE IN MANIERA CHIARA E LEGGIBILE E/O

Dettagli

COMUNE DI OGGIONO PROVINCIA DI LECCO

COMUNE DI OGGIONO PROVINCIA DI LECCO COMUNE DI OGGIONO PROVINCIA DI LECCO REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DEI MINI ALLOGGI RISERVATI A PERSONE ANZIANE Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale In data 08.02.2007 N 7 1 I N D I C E Art.

Dettagli

Domanda per la concessione del contributo integrativo per il pagamento del canone di locazione anno 2015

Domanda per la concessione del contributo integrativo per il pagamento del canone di locazione anno 2015 Domanda per la concessione del contributo integrativo per il pagamento del canone di locazione anno 2015 Al Comune di Prato Ufficio Protocollo Piazza del Pesce, 9 59100 PRATO Responsabile del Servizio

Dettagli

Il/La sottoscritt Sig./Sig.ra ; nato/a a Prov. ( ) il ; residente a Prov. ( ); in via n. ; tel. ; cell, e-mail: @ ;

Il/La sottoscritt Sig./Sig.ra ; nato/a a Prov. ( ) il ; residente a Prov. ( ); in via n. ; tel. ; cell, e-mail: @ ; DOMANDA D AMMISSIONE AL CONTRIBUTO ECONOMICO IN FAVORE DI CONDUTTORI SOTTOPOSTI A PROCEDURE ESECUTIVE DI RILASCIO PER FINITA LOCAZIONE AI SENSI DELL'ART. 1, COMMA 1, LEGGE 8 FEBBRAIO 2007, N. 9 DGR 1214

Dettagli

DOMANDA DI CONTRIBUTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE E DI ATTO DI NOTORIETA. Via n. e residente a CAP Prov. Via n.

DOMANDA DI CONTRIBUTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE E DI ATTO DI NOTORIETA. Via n. e residente a CAP Prov. Via n. Allegato B ( domanda di contributo) Regione Toscana D.G. Diritti di cittadinanza e coesione sociale Settore politiche abitative Via di Novoli 26-50127 Firenze AVVERTENZE. Compilare la domanda in stampatello.

Dettagli

Servizi Sociali II Ambito Politiche di affiancamento e di supporto alle famiglie

Servizi Sociali II Ambito Politiche di affiancamento e di supporto alle famiglie Allegato A Città di Alghero Provincia di Sassari Servizi Sociali II Ambito Politiche di affiancamento e di supporto alle famiglie DOMANDA PER LA CONCESSIONE DEL CONTRIBUTO INTEGRATIVO PER IL PAGAMENTO

Dettagli

COMUNE DI MESSINA DIPARTIMENTO POLITICHE SOCIALI

COMUNE DI MESSINA DIPARTIMENTO POLITICHE SOCIALI COMUNE DI MESSINA DIPARTIMENTO POLITICHE SOCIALI BANDO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI INTEGRATIVI PER IL SOSTEGNO ALL ACCESSO ALLE ABITAZIONI IN LOCAZIONE PER L ANNO 2015 Ai sensi dell art.

Dettagli

CITTA DI COLLEGNO Provincia di Torino BANDO DI CONCORSO

CITTA DI COLLEGNO Provincia di Torino BANDO DI CONCORSO Allegato alla Determinazione Dirigenziale n. 833 del 21/11/2014 C.I.S.A.P. CITTA DI COLLEGNO Provincia di Torino SETTORE POLITICHE SOCIALI E GIOVANILI SERVIZIO SICUREZZA SOCIALE BANDO DI CONCORSO PER L

Dettagli

SCADENZA: 11 APRILE 2014 - ore 11.00

SCADENZA: 11 APRILE 2014 - ore 11.00 SCADENZA: 11 APRILE 2014 - ore 11.00 CONDUTTORI SI PREGA DI SCRIVERE IN MANIERA CHIARA E LEGGIBILE IN TUTTE LE CASELLE, ALTRIMENTI L'AMMINISTRAZIONE NON RISPONDERA' PER ERRORI DI COMPILAZIONE. RISERVATO

Dettagli

7. Di non aver beneficiato nell anno 2015 da nessun altro Ente di contributi in qualsiasi forma a titolo di sostegno alloggiativo;

7. Di non aver beneficiato nell anno 2015 da nessun altro Ente di contributi in qualsiasi forma a titolo di sostegno alloggiativo; Timbro Protocollo Al Sig. Sindaco del Comune di Pieve Fosciana Ufficio Casa Oggetto: Domanda di partecipazione al Bando per l'assegnazione di contributi ad integrazione dei canoni di locazione ai sensi

Dettagli

COMUNE DI VILLAMAINA (PROVINCIA DI AVELLINO)

COMUNE DI VILLAMAINA (PROVINCIA DI AVELLINO) COMUNE DI VILLAMAINA (PROVINCIA DI AVELLINO) BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DI 9 ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA (art. 3 L. R. 02/07/97 n. 18) RISERVATO AI SENSI DELLA L. 4/12/93 N. 493

Dettagli

COMUNE DI MONDAVIO Provincia di Pesaro e Urbino

COMUNE DI MONDAVIO Provincia di Pesaro e Urbino COMUNE DI MONDAVIO Provincia di Pesaro e Urbino Ufficio Tecnico IL RESPONSABILE DELL'AREA TECNICA Vista la legge regionale Marche n. 36 del 16/12/2005 e successive integrazioni e modificazioni; Visto l

Dettagli

Il/la sottoscritto/a... Nato/a a... il - residente in..., Via... n... cod. fisc... Tel...

Il/la sottoscritto/a... Nato/a a... il - residente in..., Via... n... cod. fisc... Tel... Applicare la marca da bollo da 6,00 AL SIGNOR SINDACO DEL COMUNE DI 60 ACQUALAGNA DOMANDA PER L ASSEGNAZIONE DI UN ALLOGGIO DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA SOVVENZIONATA (L.R. 6//005 n. 6 e successive

Dettagli

C O M U N E D I M O N T O N E

C O M U N E D I M O N T O N E C O M U N E D I M O N T O N E BANDO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI A INTEGRAZIONE DEI CANONI DI LOCAZIONE PAGATI NELL ANNO 2012 IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO VISTO l art. 11 della legge 09.12.1998,

Dettagli

! "!#$!#%#&''"!#$ #"!#(&$!## # $ "%% )$*#$ &$""#))# % "##$&!" #+( "

! !#$!#%#&''!#$ #!#(&$!## # $ %% )$*#$ &$#))# % ##$&! #+( La/Il sottoscritta/o! "!#$!#%#&''"!#$ #"!#(&$!## # $ "%% )$*#$ &$""#))# % "##$&!" #+( ",-/ 01-234 453-0,30-62052/1 di essere residente a Prov Via CAP Tel/Cell Codice Fiscale CHE IL NUCLEO FAMILIARE INTERESSATO

Dettagli

DOMANDA DI ASSEGNAZIONE ALLOGGIO. l sottoscritt nat a il residente a Prov. Via n.

DOMANDA DI ASSEGNAZIONE ALLOGGIO. l sottoscritt nat a il residente a Prov. Via n. Marca da da bollo bollo 14,62 DOMANDA DI ASSEGNAZIONE ALLOGGIO l sottoscritt nat a il residente a Prov. Via n. CHIEDE l assegnazione di un alloggio di Edilizia Residenziale Pubblica adeguato al proprio

Dettagli

Il/la sottoscritto / a. nato/a prov. il cittadinanza. nº tel. stato civile (celibe,nubile,separato/a, divorziato/a, vedovo/a) C H I E D E

Il/la sottoscritto / a. nato/a prov. il cittadinanza. nº tel. stato civile (celibe,nubile,separato/a, divorziato/a, vedovo/a) C H I E D E SCADENZA 30/06/2015 Domanda n º AL COMUNE DI MOSCUFO Servizio Amministrativo Il/la sottoscritto / a nato/a prov. il cittadinanza codice fiscale residente in Moscufo in via nº tel. stato civile (celibe,nubile,separato/a,

Dettagli

Giunta Regionale della Campania. Bollettino Ufficiale della Regione Campania n. 40 del 4 settembre 2006

Giunta Regionale della Campania. Bollettino Ufficiale della Regione Campania n. 40 del 4 settembre 2006 Bollettino Ufficiale della Regione Campania n. 40 del 4 settembre 2006 REGIONE CAMPANIA - Giunta Regionale - Seduta del 3 agosto 2006 - Deliberazione N. 1336 Area Generale di Coordinamento - N. 18 - Assistenza

Dettagli

COMUNE DI CUPRAMONTANA - Città del Verdicchio

COMUNE DI CUPRAMONTANA - Città del Verdicchio COMUNE DI CUPRAMONTANA - Città del Verdicchio Tel. 0731 786811 Fax 0731 786860 6003 Provincia di Ancona E-mail comune.cupramontana@provincia.ancona.it P.I. 00083907 PROTOCOLLO COMUNALE Bollo 1,6 Riservato

Dettagli

AVVISO DI LOCAZIONE. FONDAZIONE CASA AMICA i n c o l l a b o r a z i o n e c o n COMUNE DI BERGAMO

AVVISO DI LOCAZIONE. FONDAZIONE CASA AMICA i n c o l l a b o r a z i o n e c o n COMUNE DI BERGAMO AVVISO DI LOCAZIONE FONDAZIONE CASA AMICA i n c o l l a b o r a z i o n e c o n COMUNE DI BERGAMO RACCOLTA DELLE DOMANDE PER LA LOCAZIONE DI N. 10 UNITA ABITATIVE (BILOCALI) DI NUOVA COSTRUZIONE O CHE

Dettagli

BANDO DI CONCORSO PER L ATTRIBUZIONE DI CONTRIBUTI PER IL PAGAMENTO DEL CANONE DI AFFITTO DELL ALLOGGIO CONDOTTO IN LOCAZIONE

BANDO DI CONCORSO PER L ATTRIBUZIONE DI CONTRIBUTI PER IL PAGAMENTO DEL CANONE DI AFFITTO DELL ALLOGGIO CONDOTTO IN LOCAZIONE CITTA DI CIRIE BANDO DI CONCORSO PER L ATTRIBUZIONE DI CONTRIBUTI PER IL PAGAMENTO DEL CANONE DI AFFITTO DELL ALLOGGIO CONDOTTO IN LOCAZIONE Ambito territoriale n 36 Elenco Comuni appartenenti all ambito,

Dettagli

Scadenza: ore 12,00 del 30/05/2014

Scadenza: ore 12,00 del 30/05/2014 DOMANDA CONTRIBUTO INTEGRAZIONE CANONI DI LOCAZIONE ANNO 2014 Scadenza: ore 12,00 del 30/05/2014 Al SINDACO del COMUNE DI CASTELNUOVO BERARDENGA Il/La sottoscritto/a (cognome e nome) ai sensi dell art.

Dettagli

C O M U N E D I C A M P O B A S S O AREA N. 6 Settore Servizi Sociali

C O M U N E D I C A M P O B A S S O AREA N. 6 Settore Servizi Sociali C O M U N E D I C A M P O B A S S O AREA N. 6 Settore Servizi Sociali Bando di concorso speciale per la formazione della graduatoria per l assegnazione in locazione semplice di n. 0 alloggi di Edilizia

Dettagli

REGIONE BASILICATA. Dipartimento Attività Produttive, Politiche dell Impresa, Innovazione Tecnologica AVVISO PUBBLICO. Anno 2009

REGIONE BASILICATA. Dipartimento Attività Produttive, Politiche dell Impresa, Innovazione Tecnologica AVVISO PUBBLICO. Anno 2009 REGIONE BASILICATA Dipartimento Attività Produttive, Politiche dell Impresa, Innovazione Tecnologica AVVISO PUBBLICO Anno 2009 CONTRIBUTO REGIONALE PER LA RIDUZIONE DEL COSTO DELL ENERGIA PER LE FAMIGLIE

Dettagli

DOMANDA PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGIO NON ERP IN LOCAZIONE A CANONE CALMIERATO NEL COMUNE DI CATTOLICA

DOMANDA PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGIO NON ERP IN LOCAZIONE A CANONE CALMIERATO NEL COMUNE DI CATTOLICA DOMANDA PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGIO NON ERP IN LOCAZIONE A CANONE CALMIERATO NEL COMUNE DI CATTOLICA da consegnarsi entro il 25 novembre, ore 13,00 Il/la sottoscritto/a (cognome/nome) residente a (provincia/nazione

Dettagli

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE AL BANDO DI CONCORSO PER L ACQUISTO IN PROPRIETA DI ALLOGGI DI EDILIZIA CONVENZIONATA PRESSO IL COMPARTO PISCINA

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE AL BANDO DI CONCORSO PER L ACQUISTO IN PROPRIETA DI ALLOGGI DI EDILIZIA CONVENZIONATA PRESSO IL COMPARTO PISCINA Marca da bollo 14,62 CITTA DI CASTELFRANCO DELL EMILIA PROVINCIA DI MODENA SETTORE PIANIFICAZIONE ECONOMICO-TERRITORIALE Ufficio Politiche Abitative Piazza Aldo Moro n 1 DOMANDA DI PARTECIPAZIONE AL BANDO

Dettagli

AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VENEZIA AVVISO

AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VENEZIA AVVISO AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VENEZIA AVVISO AL PUBBLICO PER LA LOCAZIONE DI UNITA IMMOBILIARI AD USO ABITATIVO L ATER, con il presente Avviso, intende assegnare in

Dettagli

BANDO DI ASSEGNAZIONE ALLOGGI A CANONE MODERATO di proprietà dell A.L.E.R. di Pavia in via Fossarmato 25 27 27/A

BANDO DI ASSEGNAZIONE ALLOGGI A CANONE MODERATO di proprietà dell A.L.E.R. di Pavia in via Fossarmato 25 27 27/A BANDO DI ASSEGNAZIONE ALLOGGI A CANONE MODERATO di proprietà dell A.L.E.R. di Pavia in via Fossarmato 25 27 27/A PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE ENTRO IL 14 MARZO 2008 1. INDIZIONE DEL BANDO E indetto il bando

Dettagli

Il sottoscritto/a Nato/a a prov. il Residente prov. Via n. C.A.P. C.F.

Il sottoscritto/a Nato/a a prov. il Residente prov. Via n. C.A.P. C.F. DOMANDA DI PARTECIPAZIONE AL BANDO GENERALE PER L ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE SEMPLICE DI ALLOGGI DI EDILIZIA PUBBLICA NEL COMUNE DI MALETTO.(da presentare entro 60 gg. dalla pubblicazione del bando, pena

Dettagli

7 BANDO DI CONCORSO GENERALE ai sensi dell art. 3 legge regionale n. 3 del 17 febbraio 2010

7 BANDO DI CONCORSO GENERALE ai sensi dell art. 3 legge regionale n. 3 del 17 febbraio 2010 CITTÀ DI SAN MAURO TORINESE UFFICIO CASA Via Martiri della Libertà, 150 - P.IVA 01113180010 011 / 822 80 25 011 / 822 80 62 ufficio.casa@comune.sanmaurotorinese.to.it 7 BANDO DI CONCORSO GENERALE ai sensi

Dettagli

COMUNE DI CAMOGLI. Provincia di Genova BANDO CONTRIBUTI REGIONALI PER IL SOSTEGNO ALLE LOCAZIONI LEGGE 9.12.1998 N. 431 ART. 11

COMUNE DI CAMOGLI. Provincia di Genova BANDO CONTRIBUTI REGIONALI PER IL SOSTEGNO ALLE LOCAZIONI LEGGE 9.12.1998 N. 431 ART. 11 ALLEGATO 1 COMUNE DI CAMOGLI Provincia di Genova BANDO CONTRIBUTI REGIONALI PER IL SOSTEGNO ALLE LOCAZIONI LEGGE 9.12.1998 N. 431 ART. 11 Il Comune di Camogli, in attuazione dell art. 11 della Legge 09.12.1998

Dettagli

n. tel. cellulare n PRESENTA DOMANDA

n. tel. cellulare n PRESENTA DOMANDA Spazio riservato Al Comune di Flaibano P.zza Monumento, 39 33030 FLAIBANO UD all Ufficio PROTOCOLLO scadenza 06-05-2016 DOMANDA DI CONTRIBUTO ECONOMICO PER LE SPESE SOSTENUTE PER IL PAGAMENTO DI CANONI

Dettagli

DOMANDA DI ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE DI ALLOGGI E.R.P. (legge regionale n. 24 dell 8/08/2001 e succ. mod. ed int.) CHIEDE

DOMANDA DI ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE DI ALLOGGI E.R.P. (legge regionale n. 24 dell 8/08/2001 e succ. mod. ed int.) CHIEDE (BOLLO) PROT. Al Comune di COMACCHIO DOMANDA DI ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE DI ALLOGGI E.R.P. (legge regionale n. 24 dell 8/08/2001 e succ. mod. ed int.) La/Il sottoscritta/o CHIEDE DI PARTECIPARE AL CONCORSO

Dettagli

(LU) DOMANDA CONTRIBUTO AFFITTO ANNO

(LU) DOMANDA CONTRIBUTO AFFITTO ANNO Al Sig. Sindaco del Comune di Altopascio P.zza Vittorio Emanuele, 24 55011 Altopascio (LU) DOMANDA CONTRIBUTO AFFITTO ANNO 2015 in esenzione da bollo ai sensi del D.P.R. 642/72 tab. B art. 8 comma 3 Il

Dettagli

Il sottoscritto (cognome e nome ) nato a Prov. il stato civile codice fiscale

Il sottoscritto (cognome e nome ) nato a Prov. il stato civile codice fiscale Marca da bollo da 16,00 al Comune di Castelfranco di Sotto Prot. n. del DOMANDA DI PARTECIPAZIONE AL BANDO INTEGRATIVO DI CONCORSO - ANNO 2013 PER L'ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE SEMPLICE DI ALLOGGI DI EDILIZIA

Dettagli

La/Il sottoscritta/o. nata/o a il. cittadinanza e residente nel Comune di. Via N C.F. CHIEDE

La/Il sottoscritta/o. nata/o a il. cittadinanza e residente nel Comune di. Via N C.F. CHIEDE COMUNE DI RAVENNA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AVVISO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE DI CASA POPOLARE ( ART. 25 LEGGE REGIONALE N 24 DEL 08/08/2001 E SUCC. MODFICHE ED INTEGRAZIONI E DELIBERAZIONI DEL CONSIGLIO

Dettagli

BANDO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE DI N. 9 ALLOGGI NEL COMUNE DI SPOLETO, VIA DEL MUNICIPIO, RISERVATI A GIOVANI COPPIE.

BANDO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE DI N. 9 ALLOGGI NEL COMUNE DI SPOLETO, VIA DEL MUNICIPIO, RISERVATI A GIOVANI COPPIE. BANDO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE DI N. 9 ALLOGGI NEL COMUNE DI SPOLETO, VIA DEL MUNICIPIO, RISERVATI A GIOVANI COPPIE. ART. 1 OGGETTO. L Azienda per l Edilizia Residenziale della Regione

Dettagli

(Cognome) (Nome) nata/o a il. cittadinanza e residente nel Comune di. C.F. Sesso M F. E-mail:

(Cognome) (Nome) nata/o a il. cittadinanza e residente nel Comune di. C.F. Sesso M F. E-mail: ACER RAVENNA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AVVISO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE DI CASA POPOLARE (ART. 25 LEGGE REGIONALE N 24 DEL 08/08/2001 E SUCC. MODIFICHE ED INTEGRAZIONI E DELIBERAZIONI DEL CONSIGLIO

Dettagli

BANDO DI MOBILITA PER CAMBI DI ALLOGGIO ALL INTERNO DEL PATRIMONIO DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA NEL COMUNE DI CASTELFIORENTINO RENDE NOTO

BANDO DI MOBILITA PER CAMBI DI ALLOGGIO ALL INTERNO DEL PATRIMONIO DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA NEL COMUNE DI CASTELFIORENTINO RENDE NOTO COMUNE DI CASTELFIORENTINO (Provincia di Firenze) BANDO DI MOBILITA PER CAMBI DI ALLOGGIO ALL INTERNO DEL PATRIMONIO DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA NEL COMUNE DI CASTELFIORENTINO IL RESPONSABILE DEL

Dettagli

CITTÀ DI PORTICI Provincia di Napoli

CITTÀ DI PORTICI Provincia di Napoli CITTÀ DI PORTICI Provincia di Napoli BANDO PER L ASSEGNAZIONE DEI COSTRUENDI ALLOGGI DI E.R.P. (N. 22) SOSTITUTIVI DEGLI ALLOGGI PROVVISORI POST SISMA 80 E PER L ASSEGNAZIONE DEI CONTRIBUTI DI CUI AL DECRETO

Dettagli

COMUNE DI MONTEGABBIONE

COMUNE DI MONTEGABBIONE GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE AL CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DEGLI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA Al fine della corretta compilazione della domanda volta ad ottenere

Dettagli

COMUNE DI MONTALTO UFFUGO PROV. COSENZA SETTORE POLITICHE SOCIALI

COMUNE DI MONTALTO UFFUGO PROV. COSENZA SETTORE POLITICHE SOCIALI COMUNE DI MONTALTO UFFUGO PROV. COSENZA SETTORE POLITICHE SOCIALI Bando di Concorso per la concessione di contributi ad integrazione dei canoni di locazione Anno 2015 Ai sensi dell art.11 della Legge 9.12.1998

Dettagli