ALLEGATO I DIMENSIONI MASSIME DELLE NAVI - NAVIGAZIONE IN ORE DIURNE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ALLEGATO I DIMENSIONI MASSIME DELLE NAVI - NAVIGAZIONE IN ORE DIURNE"

Transcript

1 DIMENSIONI MASSIME DELLE NAVI - NAVIGAZIONE IN ORE DIURNE A) DALL AVAMPORTO SINO AL LARGO TRATTAROLI, COMPRESE LE BANCHINE IFA, LLOYD, ALMA PETROLI E EURODOCKS ESTREMO MARE Banchina IFA, T&C, ormeggio in metri in metri Metri Pie TERMINAL NORD, CEMENTI 230 ed inferiori ROMAGNA, 33 ed inferiori 10,50 34,45 LLOYD, ALMA (I) (2) PETROLI EURODOCKS - ESTREMO MARE 190 ed inferiori (I) L ingresso in porto e l ormeggio presso le banchine ALMA PETROLI, CEMENTI ROMAGNA, IFA, LLOYD, T&C, TERMINAL NORD e EURODOCKS ESTREMO MARE delle navi aventi pescaggio compreso fra metri 10,01 e metri 10,50 è consentito esclusivamente alle seguenti conzioni a Marea non inferiore al meo mare, b. Buone Conzioni meteo-marine; c. utilizzo obbligatorio almeno 2 (due) rimorchiatori; d. La nave in ingresso, a partire dalla boa d allineamento, deve mostrare il segnale urno (cilindro) previsto per le navi conzionate dalla propria immersione (Regola n 28 della COLREG 72); e. Le navi rette agli ormeggi presso la banchina IFA (Centro e Lato Ravenna) devono ormeggiare con prua a Ravenna; f Le navi rette agli ormeggi presso la banchina ALMA PETROLI devono ormeggiare con prua a Mare, g. Le navi rette agli ormeggi presso la banchina LLOYD devono ormeggiare con prua a Ravenna; h. Le navi rette agli ormeggi presso la banchina EURODOCKS ESTEMO MARE (avente lunghezza complessiva 220 metri) devono ormeggiare esclusivamente con prua rivolta verso Ravenna; (2) L ingresso in porto e l ormeggio presso le banchine ALMA PETROLI, CEMENTI ROMAGNA, IFA, LLOYD, T&C, TERMINAL NORD e EURODOCKS ESTREMO MARE delle navi aventi pescacgio sino a metri e consentito anche in inferiore al livello meo mare. I 1)1/I )\.I.I RII I 2n11 I ORIGINALE

2 NEL PORTO Dl RAVENNA DURANTE LA MANOVRA DI INGRESSO DELLE NAVI AVENTI I MASSIMI PESCAGGI (DI CUI ALLA NOTA I), È VIETATO QUALSIASI INCROCIO DA PARTE DI ALTRE NAVI IN USCITA, NEL TRATTO DI CANALE NAVIGABILE DELL AVAMPORTO COMPRESO FRA LA TESTATA DELLE DIGHE FORANEE E LA TESTATA DEI MOLI GUARDIANI. B) DALL AVAMPORTO SINO ALLA DARSENA SAN VITALE in metri in metri Metri Pie 261 ed inferiori 37 ed inferiori 8, ed inferiori 33 ed inferiori 8,99 29,5 240 ed inferiori 35 ed inferiori 9,29 30,5 220 ed inferiori 33 ed inferiori 9,45 31 Con buone conzioni meteo-marine e marea superiore al meo mare, pescaggi massimi delle navi cui sopra sono così aumentati: Lunghezza f.t. Larghezza Pescaggio in metri in metri metri Pie 261 ed inferiori 37 ed inferiori 8, ed inferiori 33 ed inferiori 9,29 30,5 240 ed inferiori 35 ed inferiori 9, ed inferiori 33 ed inferiori 9,60 (3) 31,5 (3) (3) Il pescaggio massimo compreso tra metri 9,46 e metri 9,60, può essere consentito alle navi lunghezza uguale o inferiore ai 220 metri e larghezza uguale o inferiore ai 33 metri, in corrispondenza della massima altezza marea, solo se operano lungo le banchine aventi idonei fondali (come incato al successivo ALLEGATO 3), ed a conzione che durante la sosta la marea non sia inferiore ai -40 cm rispetto al meo mare e che, inoltre, vi sia impegno, chiarato per iscritto da parte del terminalista all Ufficio Accosti, ad effettuare prontamente le operazioni scaricazione. C) DALLA DARSENA SAN VITALE ALLA DARSENA Dl CITTA Sino alla riapertura della navigazione portuale dal Ponte Mobile alla Darsena Ciffà, sarà consentita esclusivamente la navigazione delle unità rette agli ormeggi presso le banchine FASSA1, FASSA2 e ADRIATANK, con le seguenti mensioni e modalità. Per le navi rette agli ormeggi presso la banchina ADRIATANK, potranno essere autorizzate le seguenti mensioni massime: I Dl/1ONlWRII I ORIGINALE

3 Lunghezzaf.t. I Larghezza Pescaggio in metri in metri metri pie ,88(4) 16(4) (4) Per le navi rette o provenienti allaldalla suddetta banchina, in conzioni marea favorevole, potrà essere autorizzato un pescaggio massimo mt. 5,18 (17 pie). Per le navi rette agli ormeggi presso le banchine FASSA1 e FASSA2, potranno essere autorizzate le seguenti mensioni: in metri in metri metri pie ,27 14 Le navi rette alle banchine FASSAI, FASSA2 e ADRIATANK, se dotate elica trasversale (Bow-Thruster) o propulsori azimutali, dovranno, in entrata, raggiungere l ormeggio con l ausilio almeno I (uno) rimorchiatore e ormeggiare con la prua rivolta verso Mare Le medesime navi, se sprovviste elica trasversale (Bow-Thruster) o propulsori azimutali, dovranno, in entrata, raggiungere l ormeggio con l ausilio almeno 2 (due) rimorchiatori e ormeggiare con la prua rivolta verso Mare. D) CANALE BAIONA (PONTILI P.l.R.) Pontile PLR. Esterno Lunghezza f.t. Larghezza Pescaggio in metri in metri metri pie ,14 30 Pontile P.LR. Interno Lunghezza f.t. Larghezza Pescaggio in metri in metri metri pie ,60(5) 28,2(5) (5) In marea superiore al Lm.m. potrà essere consentito l ormeggio/sormeggio navi con pescaggio massimo 9,00 metri (pie 29,5). P.I.R. Centro Pontili in metri in metri metri pie ,27 14 In assenza esplicita richiesta avanzata da parte dell Agenzia Raccomandataria (esclusivamente per motivi successivo cambio ormeggio), le navi rette presso i pontili PIR vengono ormeggiate con prua a mare ORIGINALE

4 Può l uscita, in favorevoli, delle navi con prua a al pontile P.l.R. Interno o alla Centro Pontili, in navi al pontile P.I.R. Esterno, a conzione la delle delle unità non sia a metri 55 la in uscita non 7,01 (pie 23). a metri 18 ed un a metri essere consentita ormeggiate anche interessate mare superiore abbia una larghezza superiore che conmeteo banchina contemporaneamente ormeggiate somma larghezze nave e che comunque pescaggio superiore E) CANALE PIOMBONE - Ramo ponente (6) f.t. in metri 190 In i (pie 23). Lunghezza Larghezza mare, J buone pescaggi j j ifl metri metri 26 6,71 conzioni e massimi delle navi cui meteo-marine Pescaggio j (6)(7) marea superiore sopra sono aumentati pie 22 al meo a mt. 7,01 (6)(7) (7) Alle Italterminal e/o Piombone è l ormeggio navi aventi un mt 7,01 (pie 23), a conzione le con la prua rivolta In conzioni marine e al meo mare, il è metri 7,32 (pie 24). banchine ormeggiate meteo consentito pescaggio marea superiore verso terra consentito che buone stesse siano pescaggio massimo F) CANALE PIOMBONE - Ramo levante Lunghezza f.t. in metri in metri metri pie ,79 19 Larghezza Pescaggio Nel in cui dei cantieri navali operanti in tale richiedano l utilizzo pontoni mensioni superiori a quelle incate, il dovrà alla Porto, prima dell acquisizione della dei lavori. L impiego detti pontoni potrà valutato le loro fermo il In ogni l entrata o l uscita del alla delle conzioni in atto da della Porto. caso necessità qualcuno avanzare apposita istanza commessa aver massimo valutazione imbarcare/sbarcare strutture che caso, sopra Capitaneria caratteristiche, meteo-marine restando zona portuale abbia cantiere interessato essere autorizzato dopo suddetto pescaggio pontone saranno subornate parte Capitaneria G) AVAMPORTO NORD - Molo Crociere Porto Corsini Tutte le navi rette ai con la dovranno ormeggiare Durante le rociere manovre due accosti presso prua rivolta verso terra. ingresso/uscita, Porto Corsini hanno il le navi la Molo Crociere Porto Corsini rettelprovenienti alldal precedenza Molo su tutte le altre unità ORIGINALE

5 (inpendentemente dal loro tipo, mensioni, pescaggio e tonnellaggio) in navigazione lungo il tratto canaletta compreso tra le testate dei moli guarani e le testate delle ghe foranee. Accosto Sud L Lunghezza f.t. Larghezza Pescaggio in metri in metri metri pie ,00 26,25 (8) (10) o (8) Navi dotate apparato propulsione tipo Azipod-Shottel o Stern Thruster a poppa e Bow-Thruster a prua: nessun obbligo rimorchio, Navi dotate apparato propulsione trazionale a doppia elica un timone per ciascun asse e Bow-Thruster a prua sino a 210 metri lunghezza f t nessun obbligo rimorchio, Navi dotate apparato propulsione trazionale a doppia elica un timone per ciascun asse e Bow-Thruster a prua oltre 210 metri lunghezza ft e Navi dotate apparato propulsione trazionale a singola elica con Bow-Thruster con obbligo utilizzo almeno un rimorchiatore, Navi dotate apparato propulsione trazionale senza Bow Thruster con obbligo utilizzo almeno due rimorchiatori, Navi lunghezza inferiore a 150 metri (inpendentemente dall apparato propulsione utilizzato) nessun obbligo rimorchio Accosto Nord in metri in metri metri Pie ,00 26,25 (9) (10) (9) Navi dotate apparato propulsione tipo Azipod-Shottel o Stern Thruster a poppa e Bow-Thruster a prua nessun obbligo rimorchio, Navi dotate apparato propulsione trazionale (con una o piu eliche) e Bow-Thruster a prua con obbligo utilizzo almeno un rimorchiatore, Navi dotate aarato propulsione trazionale senza Bow Thruster con obbligo utilizzo almeno due rimorchiatori, Navi lunghezza inferiore a 100 metri (inpendentemente dall apparato propulsione utilizzato): nessun obbligo rimorchio. (10) Le manovre ingresso/uscita delle navi rette/provenienti al/dal Molo Crociere Porto Corsini, in caso conzioni meteo non favorevoli ( venti intensita superiore a 20 no) saranno consentite alle seguenti conzioni Navi della lunghezza 100 metri ft o superiore inpendentemente dal tipo apparato propulsivo installato: almeno 2 (due) rimorchiatori, ciascuno con potenza tiro (TpL) superiore a 50 Tonn; lile ORIGINALE

6 Navi lunghezza inferiore a 100 metri ft. inpendentemente dal tipo apparato propulsivo installato: almeno I (uno) rimorchiatore con potenza tiro (T.pf) superiore a 50 Tonn.. FDI7IONF AR1LE ORIGINALE v

CAPITANERIA DI PORTO DI RAVENNA REGOLAMENTO PER LA NAVIGAZIONE, LA SOSTA, GLI ACCOSTI E LA PRECEDENZA NEGLI STESSI DELLE NAVI E

CAPITANERIA DI PORTO DI RAVENNA REGOLAMENTO PER LA NAVIGAZIONE, LA SOSTA, GLI ACCOSTI E LA PRECEDENZA NEGLI STESSI DELLE NAVI E CAPITANERIA DI PORTO DI RAVENNA REGOLAMENTO PER LA NAVIGAZIONE, LA SOSTA, GLI ACCOSTI E LA PRECEDENZA NEGLI STESSI DELLE NAVI E DEI GALLEGGIANTI (Approvato con Ordinanza n. 3512011, dei 04.04.2011) Edizione

Dettagli

FASCICOLO RIEPILOGATIVO

FASCICOLO RIEPILOGATIVO I.I. 3208 ISTITUTO IDROGRAFICO DELLA MARINA - GENOVA FASCICOLO RIEPILOGATIVO Relativo al Volume PORTOLANO P8 Da Marotta al confine italo sloveno Edizione 2013 La presente raccolta di Avvisi contiene tutte

Dettagli

ASSESSORADU DE SOS TRASPORTOS ASSESSORATO DEI TRASPORTI

ASSESSORADU DE SOS TRASPORTOS ASSESSORATO DEI TRASPORTI CAPITOLATO TECNICO PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO PUBBLICO DI COLLEGAMENTO MARITTIMO PER IL TRASPORTO DI PERSONE, VEICOLI E MERCI SULLA TRATTA PORTO TORRES ISOLA DELL ASINARA (CALA REALE)

Dettagli

` Ç áàxüé wxääx \ÇyÜtáàÜâààâÜx x wx gütáñéüà

` Ç áàxüé wxääx \ÇyÜtáàÜâààâÜx x wx gütáñéüà ` Ç áàxüé wxääx \ÇyÜtáàÜâààâÜx x wx gütáñéüà UFFICIO CIRCONDARIALE MARITTIMO DI SANTA MARGHERITA LIGURE O R D I N A N Z A N. 196 / 2004 Il Capo del Circondario Marittimo di Santa Margherita Ligure; VISTA

Dettagli

LAVORI DI DEMOLIZIONE PARZIALE DEL MOLO NORD

LAVORI DI DEMOLIZIONE PARZIALE DEL MOLO NORD Indice 1 Premesse... 3 2 Stato di fatto e di progetto... 5 3 Studio di navigabilità... 9 4 Studio sul moto ondoso... 15 5 Studio ambientale... 26 6 Conclusioni... 27 2 1 Premesse L adeguamento tecnico

Dettagli

per portarti nel futuro

per portarti nel futuro DALLA FERROVIA AL PORTO, ALL AEROPORTO 1848 Inaugurazuione linea ferroviaria Padova-Venezia 1869-1880 si sposta il porto dal bacino di San Marco ad un area prossima alla testata del ponte ferroviario,

Dettagli

Regolamento del porticciolo di Vernazza e sue aree.

Regolamento del porticciolo di Vernazza e sue aree. COMUNE DI VERNAZZA Provincia della Spezia PARCO NAZIONALE DELLE CINQUE TERRE Area Marina Protetta Cinque Terre Patrimonio dell'u.n.e.s.c.o. Regolamento del porticciolo di Vernazza e sue aree. Articolo

Dettagli

MASTER GESTIONE DEI SERVIZI PORTUALI

MASTER GESTIONE DEI SERVIZI PORTUALI MASTER GESTIONE DEI SERVIZI PORTUALI GESTIONE DELLE INFRASTRUTTURE PORTUALI E MARITTIME FRANCESCO GRANATA 1 Le banchine Sono quelle strutture che separano il bacino liquido dalla terraferma. Si distinguono

Dettagli

$UW $0%,72',$33/,&$=,21(

$UW $0%,72',$33/,&$=,21( 5(*2/$0(172 '(*/,$3352',',81,7$ $9(/$$',%,7($/&+$57(51$87,&235(662/$ '$56(1$$&721'(/32572',1$32/, $0%,72',$33/,&$=,21( Il presente regolamento disciplina, a titolo sperimentale, l uso delle banchine portuali

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome ZANNONI GIORGIO Indirizzo Telefono 0544-32078 Fax 0544-32078 E-mail 7, VIA MARIANI, 48121, RAVENNA, ITALIA

Dettagli

DISCIPLINARE TECNICO E D ONERI

DISCIPLINARE TECNICO E D ONERI Oggetto: D.G.R. N. 38/51 del 3.8.2009 Rilascio autorizzazioni per l esercizio dei servizi di trasporto marittimo pubblico residuali. AVVISO PUBBLICO E DISCIPLINARE. DISCIPLINARE TECNICO E D ONERI PROCEDURA

Dettagli

C a p i t a n e r i a d i P o r t o V T S T R I E S T E

C a p i t a n e r i a d i P o r t o V T S T R I E S T E C a p i t a n e r i a d i P o r t o V T S T R I E S T E MANUALE UTENTE Edizione n.001 Ottobre 2012 ELENCO VARIANTI Nr. Variante Nome, cognome e firma di chi esegue la variante Data 1 SERVIZI EROGATI E

Dettagli

Trasporto marittimo. Veicoli di trasporto marittimo. Vie e terminali di trasporto marittimo

Trasporto marittimo. Veicoli di trasporto marittimo. Vie e terminali di trasporto marittimo Trasporto marittimo Veicoli di trasporto marittimo Vie e terminali di trasporto marittimo 1 Trasporto marittimo Natanti (Veicoli) 2 natanti - classificazione per trasporto merci o passeggeri lenti o mezzi

Dettagli

PERIODO 01.01.2010/31.12.2015.

PERIODO 01.01.2010/31.12.2015. Marca da bollo Euro 14.62 Spett.le CONSORZIO DEL LARIO E DEI LAGHI MINORI P.zza V. Emanuele, 4 22017 MENAGGIO OGGETTO: ISTANZA PER L OCCUPAZIONE DI AREA DEMANIALE MEDIANTE ORMEGGIO AI SENSI DELLA L.R.

Dettagli

APPENDICE G CAPITANERIA DI PORTO DEL COMPARTIMENTO MARITTIMO DELLA SPEZIA, ORDINANZA N. 150/2001

APPENDICE G CAPITANERIA DI PORTO DEL COMPARTIMENTO MARITTIMO DELLA SPEZIA, ORDINANZA N. 150/2001 Doc. No. 05-542-H9 Rev. 0 Marzo 2008 APPENDICE G CAPITANERIA DI PORTO DEL COMPARTIMENTO MARITTIMO DELLA SPEZIA, ORDINANZA N. 150/2001 Ionio Gas Priolo Gargallo (SR) Ulteriori Approfondimenti allo Studio

Dettagli

Siracusa 28 Marzo 2011. Seminario di studi. Coordinamento della sicurezza nella realizzazione di opere complesse

Siracusa 28 Marzo 2011. Seminario di studi. Coordinamento della sicurezza nella realizzazione di opere complesse Siracusa 28 Marzo 2011 Seminario di studi Coordinamento della sicurezza nella realizzazione di opere complesse Presentazione dell opera: Realizzazione ed installazione del Primo Terminale GNL Off Shore

Dettagli

DUE SORELLE. Cutter Italiano adibito al trasporto di marmo e vino nel periodo 1920-1960. Marina di campo - Isola d Elba - ITALIA

DUE SORELLE. Cutter Italiano adibito al trasporto di marmo e vino nel periodo 1920-1960. Marina di campo - Isola d Elba - ITALIA DUE SORELLE Cutter Italiano adibito al trasporto di marmo e vino nel periodo 1920-1960 Marina di campo - Isola d Elba - ITALIA Costruttore: Cantieri navali CELLI di Viareggio Proprietario: MATTERA GABRIELLO

Dettagli

1 RELAZIONE DESCRITTIVA DEL PROGETTO ESECUTIVO

1 RELAZIONE DESCRITTIVA DEL PROGETTO ESECUTIVO 1 RELAZIONE DESCRITTIVA DEL PROGETTO ESECUTIVO Il Comune di Rimini con finanziamento della Giunta Regionale dell Emilia Romagna (delibere G.R. n. 2552/2003 del 09/12/2003 e n. 2334/2005 del 29/12/2005)

Dettagli

Costruzioni Marittime e Porti I giornata - II ora

Costruzioni Marittime e Porti I giornata - II ora Master in Progettazione Geotecnia Costruzioni Marittime e Porti I giornata - II ora Prof. Ing. Paolo De Girolamo Sapienza Università di Roma Paolo.degirolamo@uniroma1.it 1 Indice - Porti: definizioni -

Dettagli

11. SERVIZI E IMPRESE PORTUALI

11. SERVIZI E IMPRESE PORTUALI 11. SERVIZI E IMPRESE PORTUALI TAV. 11a Area territoriale PA - Individuazione dei servizi e delle imprese portuali TAV. 11b Area territoriale S - Individuazione dei servizi e delle imprese portuali TAV.

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA SEGNALETICA E DELLE VIE DI NAVIGAZIONE INTERNA

REGOLAMENTO DELLA SEGNALETICA E DELLE VIE DI NAVIGAZIONE INTERNA SEGRETERIA REGIONALE ALLE INFRASTRUTTURE E MOBILITA REGOLAMENTO DELLA SEGNALETICA E DELLE VIE DI NAVIGAZIONE INTERNA ALLEGATO N. 1 SEGNALETICA DELLA VIA NAVIGABILE La segnaletica lungo le vie di navigazione

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE AREE A TERRA DEL PORTO TURISTICO DI ALASSIO

REGOLAMENTO DELLE AREE A TERRA DEL PORTO TURISTICO DI ALASSIO REGOLAMENTO DELLE AREE A TERRA DEL PORTO TURISTICO DI ALASSIO INDIVIDUAZIONE DELLE AREE Articolo 1 La Marina di Alassio S.p.A., con sede presso il porto turistico Luca Ferrari 4, (di seguito denominata

Dettagli

CAPITANERIA DI PORTO DI TARANTO

CAPITANERIA DI PORTO DI TARANTO CAPITANERIA DI PORTO DI TARANTO ORDINANZA N 86/2007 Il Capo del Compartimento Marittimo e Comandante del Porto di Taranto: VISTI gli articoli 101 del Codice della navigazione e 59 del relativo Regolamento

Dettagli

AUTORITA PORTUALE DI RAVENNA. Delibera n. 33 del Comitato Portuale del 22 novembre 2007

AUTORITA PORTUALE DI RAVENNA. Delibera n. 33 del Comitato Portuale del 22 novembre 2007 AUTORITA PORTUALE DI RAVENNA Delibera n. 33 del Comitato Portuale del 22 novembre 2007 Riesame e riaccertamento dei residui e proposta di variazione al bilancio previsionale per l esercizio finanziario

Dettagli

IL CLUSER MARITTIMO PORTUALE.

IL CLUSER MARITTIMO PORTUALE. IL CLUSER MARITTIMO PORTUALE. SOGGETTI E VITA DELLO SCENARIO MARITTIMO PORTUALE Di Renato Causa ATTORI DELLO SCENARIO Portuale Autorità Portuale Ormeggiatori Polizia Portuale Guardia di Finanza Dogana

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA ASSESSORATO DEI TRASPORTI CAPITOLATO TECNICO (CIG: 354076)

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA ASSESSORATO DEI TRASPORTI CAPITOLATO TECNICO (CIG: 354076) CAPITOLATO TECNICO (CIG: 354076) AL CONTRATTO DI SERVIZIO DI COLLEGAMENTO MARITTIMO PER IL TRASPORTO DI PERSONE E VEICOLI NELLA TRATTA PORTO TORRES ISOLA DELL ASINARA (CALA REALE) E VICEVERSA. La gara

Dettagli

DESCRIZIONE COSTRUZIONE OFF-SHORECAT/01 TECHNOSEA SRL

DESCRIZIONE COSTRUZIONE OFF-SHORECAT/01 TECHNOSEA SRL DESCRIZIONE COSTRUZIONE OFF-SHORECAT/01 pagina 2 di 2 Descrizione Lunghezza FT: 12,40 mt ca Lunghezza WL: 11.83 mt ca Larghezza ft: 5,97 mt ca Immersione media: 0.8/1.0 metri ca Altezza di costruzione:

Dettagli

NUOVA PIATTAFORMA MULTIFUNZIONALE DI VADO LIGURE

NUOVA PIATTAFORMA MULTIFUNZIONALE DI VADO LIGURE CONVEGNO AIOM GENOVA 16 Ottobre 2015 Autorità Portuale di Savona Porto di Vado Ligure Ing. Susanna Pelizza Ing. Guido Fiorini SCOPO DEL PROGETTO UN TERMINAL CONTAINER DI CAPACITA 720,000 TEUs ALL ANNO.

Dettagli

PROTOCOLLO DI MISURA DELLE VIBRAZIONI TRASMESSE AL CORPO INTERO (WBV) AI FINI DELL INSERIMENTO DEI DATI NELLA BANCA DATI VIBRAZIONI

PROTOCOLLO DI MISURA DELLE VIBRAZIONI TRASMESSE AL CORPO INTERO (WBV) AI FINI DELL INSERIMENTO DEI DATI NELLA BANCA DATI VIBRAZIONI PROTOCOLLO DI MISURA DELLE VIBRAZIONI TRASMESSE AL CORPO INTERO (WBV) AI FINI DELL INSERIMENTO DEI DATI NELLA BANCA DATI VIBRAZIONI Proposta corretta di modello di resoconto di per le vibrazioni trasmesse

Dettagli

FASCICOLO RIEPILOGATIVO

FASCICOLO RIEPILOGATIVO I.I. 3208 ISTITUTO IDROGRAFICO DELLA MARINA - GENOVA FASCICOLO RIEPILOGATIVO Relativo al Volume PORTOLANO P8 Da Marotta al confine italo sloveno Edizione 2013 La presente raccolta di Avvisi contiene tutte

Dettagli

CERTIFICATO INTERNAZIONALE DI OPERATORE DI IMBARCAZIONE DA DIPORTO

CERTIFICATO INTERNAZIONALE DI OPERATORE DI IMBARCAZIONE DA DIPORTO ICC information and syllabus CERTIFICATO INTERNAZIONALE DI OPERATORE DI IMBARCAZIONE DA DIPORTO Per la navigazione all estero il requisito della certificazione di idoneità varia a seconda dei paesi. In

Dettagli

REGOLAMENTAZIONE PER LO STAZIONAMENTO DELLE UNITA DA DIPORTO NEL PORTO TURISTICO DI CHIAVARI

REGOLAMENTAZIONE PER LO STAZIONAMENTO DELLE UNITA DA DIPORTO NEL PORTO TURISTICO DI CHIAVARI REGOLAMENTAZIONE PER LO STAZIONAMENTO DELLE UNITA DA DIPORTO NEL PORTO TURISTICO DI CHIAVARI ARTICOLO 1 ORMEGGI PER IMBARCAZIONI ECCEDENTI LA LUNGHEZZA Gli ormeggi, ubicati a levante del pontile principale

Dettagli

Bando - Avviso Grand Soleil Cup 30 Aprile 3 Maggio 2015

Bando - Avviso Grand Soleil Cup 30 Aprile 3 Maggio 2015 GRAND SOLEIL CUP CALA GALERA 2015 Bando - Avviso Grand Soleil Cup 30 Aprile 3 Maggio 2015 Il Circolo Nautico e della Vela Argentario, in collaborazione con il Marina Cala Galera, il Cantiere del Pardo,

Dettagli

SCIENZE E TECNOLOGIE APPLICATE SETTORE MARITTIMO

SCIENZE E TECNOLOGIE APPLICATE SETTORE MARITTIMO SCIENZE E TECNOLOGIE APPLICATE SETTORE MARITTIMO MODULO : CINQUE UNITA : UNO STRUTTURE PORTUALI Generalità Nomenclatura: I Porti sono spazi acquei, protetti naturalmente o artificialmente dal vento e dalle

Dettagli

PIANO REGOLATORE PORTUALE DEL PORTO DI LIVORNO 2012

PIANO REGOLATORE PORTUALE DEL PORTO DI LIVORNO 2012 AUTORITA' PORTUALE DI LIVORNO PIANO REGOLATORE PORTUALE DEL PORTO DI LIVORNO 2012 Titolo elaborato: STIMA TECNICO ECONOMICA DEGLI INTERVENTI PIANIFICATI Scala: Committente: AUTORITA' PORTUALE DI LIVORNO

Dettagli

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI UFFICIO CIRCONDARIALE MARITTIMO SANTA MARGHERITA LIGURE

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI UFFICIO CIRCONDARIALE MARITTIMO SANTA MARGHERITA LIGURE MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI UFFICIO CIRCONDARIALE MARITTIMO SANTA MARGHERITA LIGURE ORDINANZA n 56/2012 Il sottoscritto, Capo del Circondario marittimo e Comandante del porto di Santa

Dettagli

C N V CIRCOLO NAUTICO VASTO. Associazione Dilettantistica Sportiva con sede in Vasto (CH) GRUPPO SPORTIVO CNV DIPORTISTI NAUTICI DI PUNTA PENNA

C N V CIRCOLO NAUTICO VASTO. Associazione Dilettantistica Sportiva con sede in Vasto (CH) GRUPPO SPORTIVO CNV DIPORTISTI NAUTICI DI PUNTA PENNA CIRCOLO AUTICO ASTO Associazione Dilettantistica Sportiva con sede in asto (CH) GRUPPO SPORTIO C DIPORTISTI AUTICI DI PUTA PEA Regolamento Circolo autico asto Gruppo Sportivo C Diportisti autici Punta

Dettagli

LNG Supply chain Piano Energetico Ambientale del Porto di Genova

LNG Supply chain Piano Energetico Ambientale del Porto di Genova LNG Supply chain Piano Energetico Ambientale del Porto di Genova Autorità Portuale di Genova PORT&SHIPPINGTECH 2012 Dimens ioni del Porto di Genova Il Porto di Genova: dimensioni Superficie operativa 700

Dettagli

ITALY VTS LA SPEZIA AREA PROCEDURES EDITION N. 002 REVISION DATE 05.02.2013 PAGE N. 01 SERVIZI EROGATI E REGIME DI PARTECIPAZIONE

ITALY VTS LA SPEZIA AREA PROCEDURES EDITION N. 002 REVISION DATE 05.02.2013 PAGE N. 01 SERVIZI EROGATI E REGIME DI PARTECIPAZIONE ITALY VTS LA SPEZIA AREA PROCEDURES EDITION N. 002 REVISION DATE 05.02.2013 PAGE N. 01 SERVIZI EROGATI E REGIME DI PARTECIPAZIONE SERVIZI EROGATI Nell area VTS della Spezia sono erogati i seguenti servizi:

Dettagli

Laboratori Marino Costieri

Laboratori Marino Costieri Laboratori Marino Costieri Sede Legale: Via Isonzo 2/m tel ++39 0984 895401 87100 Cosenza fax ++39 0984 785866 Filiale: Via Angelo Bargoni 78 tel ++39 06-58334765 00153 Roma fax ++39 06-58334827 Sede legale:

Dettagli

Ministero dei Trasporti Ufficio Circondariale Marittimo GRADO ORDINANZA N 06/2008. Il Capo del Circondario Marittimo e Comandante del Porto di Grado;

Ministero dei Trasporti Ufficio Circondariale Marittimo GRADO ORDINANZA N 06/2008. Il Capo del Circondario Marittimo e Comandante del Porto di Grado; Ministero dei Trasporti Ufficio Circondariale Marittimo GRADO ORDINANZA N 06/2008 Il Capo del Circondario Marittimo e Comandante del Porto di Grado; VISTE: VISTI: VISTI: RITENUTO : RITENUTO : RAVVISATA:

Dettagli

Localizzazione geografica. Anno 2003-2005. Committenti. Venezia. Importo Lavori 6.8 (milioni) Categoria Opere VII c

Localizzazione geografica. Anno 2003-2005. Committenti. Venezia. Importo Lavori 6.8 (milioni) Categoria Opere VII c Progetto Anno 2003-2005 Committenti Autorità Portuale Venezia Localizzazione geografica di Importo Lavori 6.8 (milioni) Categoria Opere VII c Attività Svolte PROGETTAZIONE GEOTECNICA Progettista Prof.

Dettagli

DISCIPLINARE INTEGRATIVO AL REGOLAMENTO DELL AREA MARINA PROTETTA Isola dell Asinara ANNO 2014

DISCIPLINARE INTEGRATIVO AL REGOLAMENTO DELL AREA MARINA PROTETTA Isola dell Asinara ANNO 2014 DISCIPLINARE INTEGRATIVO AL REGOLAMENTO DELL AREA MARINA PROTETTA Isola dell Asinara ANNO 2014 INDICE INDICE... 2 Art. 1 Disciplinare integrativo al regolamento dell AMP Isola dell Asinara - anno 2013...

Dettagli

COMUNE DI RIMINI DIREZIONE PATRIMONIO UNITA ORGANIZZATIVA DEMANIO MARITTIMO E PORTI TURISTICI

COMUNE DI RIMINI DIREZIONE PATRIMONIO UNITA ORGANIZZATIVA DEMANIO MARITTIMO E PORTI TURISTICI COMUNE DI RIMINI DIREZIONE PATRIMONIO UNITA ORGANIZZATIVA DEMANIO MARITTIMO E PORTI TURISTICI Prot. 2882010 Rimini, 4-4-2013 ORDINANZA BALNEARE COMUNALE N. 1/2013 IL DIRIGENTE DELL UNITA ORGANIZZATIVA

Dettagli

Corso di Laurea. Progetto di Impianti di Propulsione Navale. Università di Trieste

Corso di Laurea. Progetto di Impianti di Propulsione Navale. Università di Trieste Corso di Laurea Progetto di Impianti di Propulsione Navale Università di Trieste DESCRIZIONE E TIPI DI APPARATO MOTORE Apparato Motore. E definito apparato motore l insieme dei componenti atti a consentire

Dettagli

a motore Presso Organizzato da: e YCML ed il

a motore Presso Organizzato da: e YCML ed il Raduno Yacht Classicii Americani e yacht d epoca a motore Organizzato da: American Classic Yacht association Con la collaborazione di ASDEC e YCML ed il Patrocinio del Comune di Loano e dello Yacht Club

Dettagli

S.P.A. NAVICELLI DI PISA PROCEDURA 08 MOVIMENTAZIONE PONTI E CONTROLLO DELLA NAVIGAZIONE

S.P.A. NAVICELLI DI PISA PROCEDURA 08 MOVIMENTAZIONE PONTI E CONTROLLO DELLA NAVIGAZIONE S.P.A. NAVICELLI DI PISA PROCEDURA 08 0 01-06-2012 Prima emissione RSGI VICEPRESIDENTE PRESIDENTE / AD REV. DATA DESCRIZIONE REDAZIONE VERIFICA APPROVAZIONE Pag. 2 di 8 INDICE 1. SCOPO... 3 2. DOCUMENTI

Dettagli

REGOLAMENTO ORMEGGIO RETONE DI PISA 2013

REGOLAMENTO ORMEGGIO RETONE DI PISA 2013 REGOLAMENTO ORMEGGIO RETONE DI PISA 2013 Art. 1 Premessa L ARCA CDR TOSCANA, mette a disposizione la sede sociale denominata Retone, al fine di divulgare fra i Soci le attività nautiche sportive e ricreative,

Dettagli

Il supporto modellistico agli Studi di Impatto Ambientale e ai Piani di Monitoraggio in Siti di Interesse Nazionale (SIN) i casi di Trieste e Taranto

Il supporto modellistico agli Studi di Impatto Ambientale e ai Piani di Monitoraggio in Siti di Interesse Nazionale (SIN) i casi di Trieste e Taranto Il supporto modellistico agli Studi di Impatto Ambientale e ai Piani di Monitoraggio in Siti di Interesse Nazionale (SIN) i casi di Trieste e Taranto Fabio De Palma - Director Environmental Services URS

Dettagli

Made in Malamocco. Il varo e l installazione dei cassoni per la barriera di Lido sud. Un ascensore molto speciale

Made in Malamocco. Il varo e l installazione dei cassoni per la barriera di Lido sud. Un ascensore molto speciale 29 Made in Malamocco. Il varo e l installazione dei cassoni per la barriera di Lido sud Un ascensore molto speciale Bisogna immaginare un ascensore capace di reggere il peso di circa 30 milioni di kg equivalenti

Dettagli

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti CAPITANERIA DI PORTO ANCONA REGOLAMENTO DEL PORTO DI SENIGALLIA PREMESSE GENERALI

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti CAPITANERIA DI PORTO ANCONA REGOLAMENTO DEL PORTO DI SENIGALLIA PREMESSE GENERALI Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti CAPITANERIA DI PORTO ANCONA REGOLAMENTO DEL PORTO DI SENIGALLIA PREMESSE GENERALI 1. Il porto di Senigallia è privo di recinzioni e varchi di accesso presidiati.

Dettagli

Titolo: Il clima meteo-marino del bacino adriatico nel settore emiliano romagnolo

Titolo: Il clima meteo-marino del bacino adriatico nel settore emiliano romagnolo Titolo: Il clima meteo-marino del bacino adriatico nel settore emiliano romagnolo Anno di pubblicazione 2011 Rivista/Archivio Relazione di attività SGSS Autori documento Marco Deserti, Luisa Perini, Samantha

Dettagli

CHI SIAMO. Silos Granari della Sicilia: il valore dell esperienza, la forza della competenza.

CHI SIAMO. Silos Granari della Sicilia: il valore dell esperienza, la forza della competenza. CHI SIAMO La società Silos Granari della Sicilia S.r.l., nata nel 1960 e acquisita dal Gruppo Casillo nel 2012, gestisce degli stabilimenti tecnicamente attrezzati dotati di silos in cemento armato, silos

Dettagli

FASCICOLO RIEPILOGATIVO

FASCICOLO RIEPILOGATIVO I.I. 3208 ISTITUTO IDROGRAFICO DELLA MARINA - GENOVA FASCICOLO RIEPILOGATIVO Relativo al Volume PORTOLANO P8 Da Marotta al confine italo sloveno Edizione 2013 La presente raccolta di Avvisi contiene tutte

Dettagli

LA MOVIMENTAZIONE E LO STOCCAGGIO DEI MATERIALI

LA MOVIMENTAZIONE E LO STOCCAGGIO DEI MATERIALI LA MOVIMENTAZIONE E LO STOCCAGGIO DEI MATERIALI a cura di Marialuisa Diodato SERVIZIO PREVENZIONE E PROTEZIONE V IA A LBERTONI, 15-40138 BOLOGNA! 051.63.61.371-FAX 051.63.61.358 E-mail: spp@aosp.bo.it

Dettagli

A T T E N Z I O N E. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

A T T E N Z I O N E. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Pag. 1/9 Sessione ordinaria 2014 A T T E N Z I O N E Il plico relativo a questa prova contiene due temi: il primo destinato ai corsi sperimentali, il secondo ai corrispondenti corsi di ordinamento e ai

Dettagli

RELAZIONE ISTRUTTORIA

RELAZIONE ISTRUTTORIA Allegato A Provincia di Ravenna SETTORE : PROGRAMMAZIONE TERRITORIALE SERVIZIO : URBANISTICA RELAZIONE ISTRUTTORIA OGGETTO: APPROVAZIONE DEL PIANO REGOLATORE PORTUALE DEL PORTO DI RAVENNA. ADOTTATO CON

Dettagli

Fari e Segnali da Nebbia della Carta NP003 aggiunti, modificati e/o rimossi dalla data di pubblicazione della carta

Fari e Segnali da Nebbia della Carta NP003 aggiunti, modificati e/o rimossi dalla data di pubblicazione della carta Fari e Segnali da Nebbia della Carta NP003 aggiunti, modificati e/o rimossi dalla data di pubblicazione della carta Elenco aggiornato a maggio 2013 Codice Zona Coordinate Specifiche Descriz Periodo Visibilità

Dettagli

DEL MARE IL NUOVO SUPPLY VESSEL DELLA GUARDIA COSTIERA MEZZI 33

DEL MARE IL NUOVO SUPPLY VESSEL DELLA GUARDIA COSTIERA MEZZI 33 DEL MARE IL NUOVO SUPPLY VESSEL DELLA GUARDIA COSTIERA MEZZI 33 DI MAURO CORSINI Come risparmiare combustibile? Ovvero, è possibile un risparmio di energia attraverso un nuovo concetto di propulsione appositamente

Dettagli

)egnali visivi dei natanti

)egnali visivi dei natanti !.#4#.225.1 Navigazione Allegato 1 (art. 20-34, 52 e 59) )egnali visivi dei natanti Generalità 1. I simboli e i disegni riprodotti qui di seguito hanno unicamente carattere indicativo. Occorre pertanto

Dettagli

Comune di Viareggio. Piano Regolatore del Porto di Viareggio RELAZIONE TECNICA

Comune di Viareggio. Piano Regolatore del Porto di Viareggio RELAZIONE TECNICA Comune di Viareggio D Piano Regolatore del Porto di Viareggio RELAZIONE TECNICA Dott. G. NALDI Arch. F.G.M. ALLEGRETTI Ing. R. RAFFAELLI Maggio 2007 1 INDICE 1. L AVAMPORTO E LA BANCHINA COMMERCIALE...

Dettagli

Under Water Anchors S.r.l.

Under Water Anchors S.r.l. Cooperativa Muratori & Cementisti C.M.C. di Ravenna SAPIR ENGINEERING S.r.l. S.OPE.MAR. S.r.l. Under Water Anchors S.r.l. Realizzazione di Ancoraggi Subacquei Sub-Orizzontali secondo la tecnica U.W.A.

Dettagli

ASD Sistiana89 RILKE CUP 2015. Domenica 18 ottobre 2015 13 edizione Istruzioni di regata

ASD Sistiana89 RILKE CUP 2015. Domenica 18 ottobre 2015 13 edizione Istruzioni di regata ASD Diporto Nautico Sistiana Yacht Club PORTOPICCOLO ASD Sistiana89 Federazione Italiana Vela RILKE CUP 2015 Domenica 18 ottobre 2015 13 edizione Istruzioni di regata 1 - CIRCOLI ORGANIZZATORI ASD Diporto

Dettagli

LA VIA DELLE RINFUSE

LA VIA DELLE RINFUSE LA VIA DELLE RINFUSE Il nuovo impianto di movimentazione del carbone della Terminal Rinfuse Genova, operativo dal novembre scorso, insieme con quelli di scarico del carbone e di carico dei clincher realizzati

Dettagli

Il Monitoraggio come strumento per il Controllo e la Riduzione dei Consumi

Il Monitoraggio come strumento per il Controllo e la Riduzione dei Consumi Il Monitoraggio come strumento per il Controllo e la Riduzione dei Consumi Alessandro Pescetto, Luca Sebastiani CETENA SpA 1 La propulsione Meccanica Diesel Elettrica convenzionale Diesel Elettrica con

Dettagli

LE BANDIERE E IL NOSTRO GUIDONE INIZIANO A RISENTIRE DELLE MIGLIA PERCORSE MA CONTINUANO GAGLIARDI AD ACCOMPAGNARE IL RIENTRO DELLA MAJA IN ITALIA.

LE BANDIERE E IL NOSTRO GUIDONE INIZIANO A RISENTIRE DELLE MIGLIA PERCORSE MA CONTINUANO GAGLIARDI AD ACCOMPAGNARE IL RIENTRO DELLA MAJA IN ITALIA. DAL MAR DI TRACIA A TRIESTE IN BARCA A VELA. LE BANDIERE E IL NOSTRO GUIDONE INIZIANO A RISENTIRE DELLE MIGLIA PERCORSE MA CONTINUANO GAGLIARDI AD ACCOMPAGNARE IL RIENTRO DELLA MAJA IN ITALIA. Di Sara

Dettagli

Venezia Terminal Passeggeri S.p.A. V.T.P. Tariffa Generale 2013 Edizione 0.2 2. NAVI DA CROCIERA

Venezia Terminal Passeggeri S.p.A. V.T.P. Tariffa Generale 2013 Edizione 0.2 2. NAVI DA CROCIERA 2. NAVI DA CROCIERA ANNO 2013 2.1 VIGILANZA ED ASSISTENZA ALLE NAVI PASSEGGERI Le seguenti tariffe sono valide per ciascuna nave passeggeri che prenda ormeggio alle banchine portuali gestite dalla Società

Dettagli

SECURITY & SAFETY NEI TERMINAL PASSEGGERI DEL PORTO DI GENOVA

SECURITY & SAFETY NEI TERMINAL PASSEGGERI DEL PORTO DI GENOVA SECURITY & SAFETY NEI TERMINAL PASSEGGERI DEL PORTO DI GENOVA Le norme ed i comportamenti da seguire nelle aree date in concessione alla società Stazioni Marittime s.p.a. L accesso alle aree date in concessione

Dettagli

STAZIONI MARITTIME S.P.A. TRAFFICO NAVI DA CROCIERA PREZZI APPLICATI PER L ANNO 2016

STAZIONI MARITTIME S.P.A. TRAFFICO NAVI DA CROCIERA PREZZI APPLICATI PER L ANNO 2016 STAZIONI MARITTIME S.P.A. TRAFFICO NAVI DA CROCIERA PREZZI APPLICATI PER L ANNO 2016 1 PREMESSA I prezzi applicati per l anno 2016 da Stazioni Marittime S.p.A. alle Compagnie Armatrici o Agenzie Marittime

Dettagli

A Autorità Portuale '-' Livorno

A Autorità Portuale '-' Livorno A Autorità Portuale '-' Livorno AUTORITA' PORTUALE DI LIVORNO ORDINANZA N. :t\ DATO ATTO che il Porto Mediceo, nella zona dei moli Elba e Capitaneria, è stato oggetto di intervento di riorganizzazione

Dettagli

0,1,67(52'(//('(,75$63257, &$3,7$1(5,$',32572',/,92512 ORDINANZA N. 145_/2006

0,1,67(52'(//('(,75$63257, &$3,7$1(5,$',32572',/,92512 ORDINANZA N. 145_/2006 0,1,67(52'(//('(,7563257, &3,71(5,',32572',/,92512 ORDINANZA N. 145_/2006 9,672 il Decreto del Presidente della Repubblica 6 giugno 2005 n.134 Regolamento recante disciplina per le navi mercantili dei

Dettagli

Le iscrizioni avverranno presso la Segreteria del Yacht Club A.S.D. Marina di Ravenna

Le iscrizioni avverranno presso la Segreteria del Yacht Club A.S.D. Marina di Ravenna BANDO DI REGATA RAVENNA-SAN GIOVANNI IN PELAGO-RAVENNA Marina di Ravenna 24-26 Giugno 2016 COMITATO ORGANIZZATORE: Circolo Velico Ravennate A.S.D. Via Molo Dalmazia, 89-48122 MARINA DI RAVENNA (RA) tel.+390544-530513

Dettagli

L evento ha causato vari danni al litorale del comprensorio cesenate colpendo in particolare i seguenti tratti:

L evento ha causato vari danni al litorale del comprensorio cesenate colpendo in particolare i seguenti tratti: PREMESSA Tra il 31/10/2012 e il 01/11/2012 il litorale regionale è stato oggetto di un evento meteomarino di eccezionale rilevanza. La concomitanza sfavorevole dei massimi di marea astronomica, di acqua

Dettagli

Guido Ceroni. Studi Maturità scientifica Laurea in Filosofia conseguita presso l Università di Firenze nel 1976 (110/110 e lode) ATTIVITÀ SVOLTE

Guido Ceroni. Studi Maturità scientifica Laurea in Filosofia conseguita presso l Università di Firenze nel 1976 (110/110 e lode) ATTIVITÀ SVOLTE Guido Ceroni Generalità Nato a Ravenna il 13 marzo 1952 Residente in Ravenna, Via Dario Dradi, 35 CF: CRNGDU52C13H199K Studi Maturità scientifica Laurea in Filosofia conseguita presso l Università di Firenze

Dettagli

FASCICOLO RIEPILOGATIVO

FASCICOLO RIEPILOGATIVO I.I. 3206 ISTITUTO IDROGRAFICO DELLA MARINA - GENOVA FASCICOLO RIEPILOGATIVO Relativo al Volume PORTOLANO P6 Sicilia meridionale e settentrionale ed Isole Maltesi Edizione 2007 La presente raccolta di

Dettagli

REGOLA 1 - IL RETTANGOLO DI GIUOCO

REGOLA 1 - IL RETTANGOLO DI GIUOCO REGOLA 1 - IL RETTANGOLO DI GIUOCO 1) DIMENSIONI Il campo deve essere rettangolare. La lunghezza delle linee laterali deve essere maggiore della lunghezza delle linee di porta. Lunghezza: minima m. 25

Dettagli

I MEZZI PER IL TRASPORTO STRADALE

I MEZZI PER IL TRASPORTO STRADALE I MEZZI PER IL TRASPORTO STRADALE APPUNTI A CURA DEL PROF.VENERUSO ENRICO I mezzi per il trasporto stradale delle unità di carico intermodali si dividono in : Autocarro lunghezza massima di 12,0 metri

Dettagli

MinisterodelleI nfrastruttureedei Trasporti Capitaneria di Portodi Napoli

MinisterodelleI nfrastruttureedei Trasporti Capitaneria di Portodi Napoli Ordinanza CP n. 124 /2004 Ordinanza AP n. 23/2004 Il Presidente dell'autorità Portuale di Napoli e il Capo del Circondario Marittimo e Comandante del Porto di Napoli 9LVWR la legge 28.1.1994 n. 84 e il

Dettagli

MANIFESTAZIONE VELICA DEL DIPORTO TROFEO SAN MARCO 25 APRILE 2015

MANIFESTAZIONE VELICA DEL DIPORTO TROFEO SAN MARCO 25 APRILE 2015 MANIFESTAZIONE VELICA DEL DIPORTO TROFEO SAN MARCO 25 APRILE 2015 AVVISO DI VELEGGIATA ATTIVITA PROMOZIONALE FIV 1 ORGANIZZAZIONE Diporto Velico Veneziano - Porticciolo E. De Zottis - S. Elena - Venezia

Dettagli

REGATA: RAVENNA-SAN GIOVANNI IN PELAGO-RAVENNA. Marina di Ravenna 22 24 Maggio 2015

REGATA: RAVENNA-SAN GIOVANNI IN PELAGO-RAVENNA. Marina di Ravenna 22 24 Maggio 2015 REGATA: RAVENNA-SAN GIOVANNI IN PELAGO-RAVENNA COMITATO ORGANIZZATORE: Marina di Ravenna 22 24 Maggio 2015 Circolo Velico Ravennate A.S.D. Via Molo Dalmazia, 89-48122 MARINA DI RAVENNA (RA) tel.+390544-530513

Dettagli

REGOLAMENTO-PIANO PER L UTILIZZO DEGLI SPECCHI ACQUEI IN LOCALITA SPIAGGIA GRANDE

REGOLAMENTO-PIANO PER L UTILIZZO DEGLI SPECCHI ACQUEI IN LOCALITA SPIAGGIA GRANDE COMUNE DI POSITANO REGOLAMENTO-PIANO PER L UTILIZZO DEGLI SPECCHI ACQUEI IN LOCALITA SPIAGGIA GRANDE APPROVATO CON DELIBERA DI C.C. N. 24 DEL 04/08/08 CAPO I RELAZIONE GENERALE TECNICO - ILLUSTRATIVA 1

Dettagli

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti CAPITANERIA DI PORTO LA MADDALENA

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti CAPITANERIA DI PORTO LA MADDALENA Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti CAPITANERIA DI PORTO LA MADDALENA (Località P.ta Chiara, snc. - Tel. 0789-730632 - Fax 0789-731020. E-mail: cplamaddalena@mit.gov.it - Sito Web: www.guardiacostiera.gov.it)

Dettagli

Comune di Grado Provincia di Gorizia

Comune di Grado Provincia di Gorizia Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DELLA CONCESSIONE DI SPECCHIO ACQUEO PER LA REALIZZAZIONE, L USO E GESTIONE DI ORMEGGI LUNGO IL CANALE MORERI PROSPICIENTE VALLE COVE

Dettagli

Venice Port Authority. Porto di Venezia

Venice Port Authority. Porto di Venezia Porto di Venezia Localizzazione e aree di riferimento: Il valore socio economico: 1. Addetti Impiegati presso l Autorità Portuale 96 Addetti diretti presso aziende portuali e terminals 5.247 Addetti indotto

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO del MEGA YACHT PORT - Marina San Giusto.

REGOLAMENTO INTERNO del MEGA YACHT PORT - Marina San Giusto. REGOLAMENTO INTERNO del MEGA YACHT PORT - Marina San Giusto. Capitolo I: Disposizioni generali Articolo 1: Campo di applicazione Articolo 2: Amministrazione Articolo 3: Modalità di utilizzo degli impianti

Dettagli

Guardia di Finanza Reparto T. L. A. Navale - Ufficio Amministrazione Sezione Acquisti

Guardia di Finanza Reparto T. L. A. Navale - Ufficio Amministrazione Sezione Acquisti LOTTO 100 Ex Unità Navale V. 5813 Unità navale classe Vedetta Costiere, costruita presso il cantiere MERICRAFT di Baia (NA). Data di inizio della costruzione 1980. Data di entrata in servizio 12.04.1981.

Dettagli

TIPI DI IMBARCAZIONI ED ARMAMENTO

TIPI DI IMBARCAZIONI ED ARMAMENTO Codice delle Regate - ALLEGATO B CARATTERISTICHE DEL MATERIALE NAUTICO Capitolato di omologazione e controllo TIPI DI IMBARCAZIONI ED ARMAMENTO Le imbarcazioni da regata possono essere armate di punta

Dettagli

Disciplina delle attività consentite nell Area Marina Protetta 'Tavolara Punta Coda Cavallo' COMPARTIMENTO MARITTIMO DI OLBIA ORDINANZA N.

Disciplina delle attività consentite nell Area Marina Protetta 'Tavolara Punta Coda Cavallo' COMPARTIMENTO MARITTIMO DI OLBIA ORDINANZA N. Disciplina delle attività consentite nell Area Marina Protetta 'Tavolara Punta Coda Cavallo' COMPARTIMENTO MARITTIMO DI OLBIA ORDINANZA N. 16/2003 Il Capitano di Vascello (CP) sottoscritto, Capo del Circondario

Dettagli

Riuso, restauro e riclassificazione del Naviglio da Milano al Ticino

Riuso, restauro e riclassificazione del Naviglio da Milano al Ticino Riuso, restauro e riclassificazione del Naviglio da Milano al Ticino Stefano Sibilla Ruben Palermo, Elisabetta Persi, Luca Modenese Dipartimento di Ingegneria Civile e Architettura DICAr Università di

Dettagli

F00400 Fig 4 Curva a destra. Doppia croce di S. Andrea. F01500 Fig 15 Discesa pericolosa. F02200 Fig 22 Strada sdrucciolevole

F00400 Fig 4 Curva a destra. Doppia croce di S. Andrea. F01500 Fig 15 Discesa pericolosa. F02200 Fig 22 Strada sdrucciolevole Il codice dei cartelli è composto da: la sigla che si trova sotto ogni figura, : es F00100 (sull è indicata la figura del C.d.S.). Una prima lettera che identifica il formato: R = ridotto, P = piccolo,

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA CANOTTAGGIO NORME E REGOLE DI SICUREZZA PER LA PRATICA DEL COASTAL ROWING IN MARE E SUI GRANDI LAGHI

FEDERAZIONE ITALIANA CANOTTAGGIO NORME E REGOLE DI SICUREZZA PER LA PRATICA DEL COASTAL ROWING IN MARE E SUI GRANDI LAGHI FEDERAZIONE ITALIANA CANOTTAGGIO O.d.G. 4.5 NORME E REGOLE DI SICUREZZA PER LA PRATICA DEL COASTAL ROWING IN MARE E SUI GRANDI LAGHI Premessa. In tutte le Società ed Associazioni sportive affiliate alla

Dettagli

FASCICOLO RIEPILOGATIVO

FASCICOLO RIEPILOGATIVO I.I. 3201 ISTITUTO IDROGRAFICO DELLA MARINA - GENOVA FASCICOLO RIEPILOGATIVO Relativo al Volume PORTOLANO P1 Dal confine italo francese a Marinella Edizione 2012 La presente raccolta di Avvisi contiene

Dettagli

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI CAPITANERIA DI PORTO - GUARDIA COSTIERA VENEZIA

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI CAPITANERIA DI PORTO - GUARDIA COSTIERA VENEZIA MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI CAPITANERIA DI PORTO - GUARDIA COSTIERA VENEZIA Ordinanza n. 175/09 Il Capo del Circondario Marittimo e Comandante del Porto di Venezia VISTO VISTA il Regolamento

Dettagli

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI COMPARTIMENTO MARITTIMO DI OLBIA ORDINANZA N. 16 /2002 Il Capitano di Vascello (CP) sottoscritto, Capo del Circondario Marittimo e Comandante del Porto di

Dettagli

normativa della navigazione nelle acque interne e promiscue

normativa della navigazione nelle acque interne e promiscue Situazione tecnico-normativa normativa della navigazione nelle acque interne e promiscue Ing. Carmelo Leonardo Telesca interna 1 Normative di riferimento Generali Codice della navigazione (in particolare

Dettagli

AUTORITA' PORTUALE DI NAPOLI PIANO TRIENNALE 2016/ ELENCO ANNUALE ARTICOLAZIONE COPERTURA FINANZIARIA Importo L. 166/02 D.M.

AUTORITA' PORTUALE DI NAPOLI PIANO TRIENNALE 2016/ ELENCO ANNUALE ARTICOLAZIONE COPERTURA FINANZIARIA Importo L. 166/02 D.M. N ESERCIZIO FINANZIARIO 2016 Interventi finanziati 1 2 3 4 5 6 7 Realizzazione di pontili di ormeggio aliscafi e di imbarco passeggeri alla calata Beverello monumentale del Porto di Napoli Calata Beverello

Dettagli

Sito test di Punta Righini

Sito test di Punta Righini Sito test di Punta Righini Il sito Test di Punta Righini è stato autorizzato con regolare concessione demaniale lo scorso 22 Marzo. In precedenza le attività di test erano state condotte in un area contigua,

Dettagli

REGOLAMENTO PORTICCIOLO E ZONE ANNESSE Dal 22/11/2009 CAP. I GENERALITA CAP. II ORMEGGI POSTI A TERRA

REGOLAMENTO PORTICCIOLO E ZONE ANNESSE Dal 22/11/2009 CAP. I GENERALITA CAP. II ORMEGGI POSTI A TERRA REGOLAMENTO PORTICCIOLO E ZONE ANNESSE Dal 22/11/2009 CAP. I GENERALITA Art. 1 DEFINIZIONI L area PORTICCIOLO è definita da: Porto Area di parcheggio a terra delle unità da diporto (barche, gommoni, barche

Dettagli

I Contatti Telefonici sono descritti nel Capitolo 2 Struttura della Security di questo manuale.

I Contatti Telefonici sono descritti nel Capitolo 2 Struttura della Security di questo manuale. GENERALITÀ La Società operante nella realizzazione di questo manuale è l Agenzia SIKANIA SHIPPING s.r.l. L Agenzia Marittima Raccomandataria SIKANIA SHIPPING S.r.l. nasce a febbraio del 2007 ad opera dei

Dettagli

Edizione Italiana. Edizione 01/14 CDF /10/2013

Edizione Italiana. Edizione 01/14 CDF /10/2013 201 Edizione Italiana SUD AMERICA Edizione 01/14 CDF /10/2013 NOTIZIE IMPORTANTI Documenti E responsabilità esclusiva del passeggero avere in regola tutti i documenti personali e dell eventuale veicolo

Dettagli