RICCIONE NEL RISORGIMENTO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "RICCIONE NEL RISORGIMENTO"

Transcript

1 1 1 Fosco Rocchetta Luigi Vendramin RICCIONE NEL RISORGIMENTO Il villino Mattioli Quartier Generale dell Armata Italiana a Riccione la Piazza Editrice 2013

2 Cura grafica: Luigi Vendramin In copertina: Partenza delle truppe piemontesi dal Quartier Generale di Riccione (11 settembre 1860). Illustrazione di Roberto De Grandis. Si ringrazia: - il personale della Biblioteca comunale A. Saffi di Forlì: in particolare Antonella Imolesi Pozzi responsabile del Fondo Piancastelli, Ambra Raggi, Graziella Galeotti, Maura Parrinello del medesimo Istituto; - il personale della Biblioteca Malatestiana di Cesena; - il personale della Biblioteca Gambalunghiana di Rimini: in particolare Paola Delbianco, Maria Cecilia Antoni ed Anna Morri; - il personale della Biblioteca comunale di Riccione; - il personale degli Archivi di Stato di Forlì, Pesaro, e Rimini: in particolare Valeria Barca, Luca Giorgini, Teresa Palazzo, Paolo Tomaselli di quest ultimo Istituto; - Fabrizio Alberti, resp. Archivio del Museo Centrale del Risorgimento di Roma; - Lucia Flaùto della Biblioteca comunale di Castelfidardo; - Mario Gambelli già direttore della Biblioteca Antonelliana di Senigallia; - don Alfredo Pasquali direttore del Museo Pio IX di Senigallia ed Alice Angeletti del medesimo istituto; - Irina Kruglova e Ludovica Vendramin di Riccione per la collaborazione grafica; - Fulvio Bugli, Daniele Magnani e Roberto Cesarini di Riccione per le utili conversazioni. La pubblicazione è stata possibile grazie anche al contributo di: 2 2

3 A LUIGI GHIROTTI cultore di archeologia e storia locale 3 3

4 4 4

5 5 5 Soldati del 4 Corpo d Armata: Vi conduco contro una masnada di briachi stranieri, che sete d'oro e vaghezza di saccheggio trasse nei nostri paesi. Combattete, disperdete inesorabilmente quei compri sicari, e per mano vostra sentano l'ira di un popolo che vuole la sua nazionalità e la sua indipendenza. Proclama del generale Enrico Cialdini dell 11 settembre 1860

6 6 6

7 7 7 PREFAZIONE Da diversi anni andiamo conducendo ricerche storiche su Riccione ed il suo territorio a partire dall antichità, ed il villino Mattioli-Graziani, attuale sede dell associazione culturale Centro Arti Figurative, ha sempre destato in noi grande interesse e curiosità, se non altro per la sua vetustà. Questa pubblicazione trae origine da indagini archivistiche che, a partire dalla ricostruzione della storia di questa casa nobiliare, hanno portato, sorprendentemente, alla conoscenza di vicende sconosciute, del tutto trascurate dalla storiografia riminese. Di quei fatti non è rimasta traccia alcuna nella tradizione orale cittadina, malgrado la notevole importanza rivestita da tale abitazione nel corso di buona parte dell Ottocento. Questo edificio rappresenta infatti la dimora più antica che, seppur modificata nel tempo, si erge tuttora a Riccione Paese: un apprezzabile testimonianza architettonica riconducibile al XVIII secolo. La struttura venne costruita verso la metà del Settecento alle Casette, primo nucleo abitativo della borgata di Riccione lungo la via consolare Flaminia. Posseduta dai frati domenicani, la casa fu acquistata nel 1755 dai conti Mattioli, una ricca famiglia proprietaria di numerose abitazioni e tenute agricole nel territorio riminese. Un grande quantità di documenti attesta che quel palazzo, per il numero di stanze e di servizi di cui disponeva, e per la presenza di stalle in grado di accogliere cavalli ed animali da soma, era il primo a Riccione ad essere requisito dalle autorità civili e militari in occasione del passaggio di eserciti sull antica strada romana, transiti particolarmente frequenti tra gli anni Quaranta e Sessanta dell Ottocento. Il periodico riminese Italia del 3-4 agosto 1886 riporta la notizia che sul citato villino era murata una lapide marmorea,- di cui non è rimasta alcuna testimonianza nella letteratura successiva-, volta a rammentare alcuni eventi salienti accaduti tra il 1849 ed il 1860, un epoca cruciale nel processo di unificazione nazionale. Un arco di tempo che va all incirca dalla prima guerra d indipendenza, ad una data precisa, quel 18 settembre 1860, in cui, a seguito della sconfitta dell esercito pontificio nella battaglia di Castelfidardo da parte di quello piemontese, le Marche e l Umbria entrarono a far parte del Regno d Italia. Il villino Mattioli-Graziani venne occupato dall avanguardia dell esercito austriaco nel maggio 1849, invasione che causò ingenti danni materiali e morali alla popolazione locale, in seguto al ritorno della Romagna sotto il dominio asburgico, che comportò la restaurazione del potere temporale del papa in questa regione. La suddetta iscrizione disvela, unitamente ad una molteplicità di altre fonti, un fatto completamente sconosciuto: ci sia consentito definirlo straordinario per la storia di Riccione, a quel tempo frazione di Rimini, non lungi dalla comparsa di quei fermenti autonomistici, che pur avendo palese esplicitazione agli inizi del Novecento, erano già in precedenza affiorati agli albori del Regno d Italia. Difatti, a partire dal 28 settembre 1859 alla prima decade di settembre del successivo anno 1860, quell antica residenza divenne la sede del Quartier Generale del 2 Corpo d Armata dell Italia Centrale agli ordini di Luigi Mezzacapo, generale trapanese, che con il fratello Carlo, deve annoverarsi tra le figure più eminenti del Risorgimento italiano. Se ben noto è il ruolo svolto da Rimini nel movimento risorgimentale, con uomini, idee e fatti d armi, nulla finora si sapeva della funzione strategica avuta dalla sua borgata meridionale, Riccione, da cui il settembre 1860 partirono migliaia di soldati e volontari, acquartierati nel territorio riccionese, per la battaglia di Castelfidardo (18 settembre 1860). Ormai il dominio temporale dei papi era avviato verso la sua ultima ed ineludibile fase di disgregazione, sancita poi definitivamente con la Breccia di Porta Pia (20 settembre 1870), che determinò il passaggio di Roma al Regno d Italia.

8 Un altra preziosa fonte per la conoscenza degli avvenimenti che caratterizzarono Riccione nel biennio , è rappresentata dal diario di don Carlo Tonini, ininterrottamente parroco della chiesa di San Martino per trent anni, dal 1848 al 1878, il quale ebbe modo di vivere quegli anni fondamentali che precedettero l unificazione italiana. Andato smarrito, e non più consultabile presso l archivio parrocchiale, fortunatamente è stato possibile recuperarne una parziale trascrizione effettuata da Luigi Ghirotti, benemerito cultore di archeologia e storia locale. In tale registro, riportato in questo libro, sono quotidianamente narrati passaggi di truppe, problemi relativi all accasermamento di centinaia di soldati in residenze e cascinali, reperimento di viveri e di foraggio per uomini ed animali e via dicendo. Viene altresì descritto il passaggio che più volte fece per Riccione, l Eroe dei Due Mondi, Giuseppe Garibaldi, oltre che di importanti personaggi del Risorgimento, tra cui il generale Enrico Cialdini. Crediamo che Riccione debba pertanto essere inserita tra le località che ebbero un significativo ruolo nel Risorgimento, ed in particolare in quelle operazioni militari che condussero all invasione da parte delle truppe italiane delle Marche e dell Umbria (settembre 1860), e che in seguito alla sconfitta di Castelfidardo subita dall esercito pontificio, e della capitolazione di Ancona, permisero l ingresso di queste regioni nel Regno d Italia. Ritornando al villino Mattioli-Graziani, divenuto di proprietà comunale nel 1979, dopo essere stato trasformato dagli anni Trenta agli anni Sessanta del Novecento in una fabbrica per la costruzione di letti in ferro (Ditta Calza & Manzi), val la pena di ricordare che quell antica residenza, almeno sino al primo decennio dello scorso secolo, rappresentò un pregiato luogo d incontro e intrattenimento per le famiglie della borghesia che frequentavano la nascente stazione balneare. Nel 1904 vi nacque, tra l altro, Igino Righetti, autorevole intellettuale cattolico, cui è stata dedicata, con saggia decisione, nel marzo 2009, la piazza antistante il palazzo, oltre che un gruppo scultoreo dell artista riccionese Anselmo Giardini. Dai primi anni Ottanta, in seguito ai lavori di ristrutturazione e consolidamento che ne hanno impedito l ormai prossima distruzione, l ex villino ospita al suo interno l associazione culturale Centro Arti Figurative. Vogliamo concludere con una proposta materiale di facile esecuzione e dai limitati costi, ma dal rilevante valore simbolico: la posa di una lapide con l iscrizione che era murata su di una facciata esteriore dell edificio, come riportato nella rivista del Constatato infatti il chiaro significato documentale di quello scritto, si recupererebbe così alla memoria storica cittadina, ed all antica dignità, un reperto che evidenzia il ruolo primario di questa residenza negli anni che precedettero l unità nazionale, ma, ancor più, quello di Riccione nel Risorgimento d Italia. Fosco Rocchetta - Luigi Vendramin 8 8

9 Il Quartier Generale dell Armata Italiana a Riccione Una ricerca sul fenomeno della pirateria in Adriatico, che soprattutto nei secoli XV-XVIII interessò diffusamente anche le coste della Romagna, aveva permesso agli autori di questa pubblicazione, di ritenere che la maggior sicurezza conseguente alla costruzione delle due torri di avvistamento delle Fontanelle e della Trinità sul litorale riccionese, da parte dello Stato della Chiesa, avesse avuto un riflesso diretto anche sullo sviluppo della borgata di Riccione 1. La presenza delle torri rese infatti più sicuro il territorio, favorendo la discesa al piano della popolazione, che viveva in gran parte sulle alture, onde poter trovare scampo nell entroterra in caso di scorrerie e sbarchi pirateschi. Una piantina degli inizi del XVIII secolo (raccolta Enzo Pruccoli), mostra un aggregato di una certa consistenza, ampliato e confermato in una mappa del successivo Catasto Calindri. In questa carta risalente al 1774, compare un edificio che, nonostante diverse modifiche subite nel tempo, si erge tuttora nel vecchio Paese di Riccione: il villino Mattioli-Graziani 2. L antica dimora nobiliare sarà trasformata nel 1934, dopo alcuni decenni di abbandono, in una fabbrica per la costruzione di letti in ferro: la ditta Calza & Manzi, che cesserà la sua attività alla fine degli anni 50 del Novecento. L intera costruzione, ormai in rovina, è stata acquistata dal Comune di Riccione nel 1979: ristrutturata, ospita da allora l associazione culturale Centro Arti Figurative. L ex villino Mattioli ora sede del Centro Arti Figurative (foto Ludovica Vendramin). 1 Pirati e torri costiere nel Riccionese, a cura di O. Delucca, F. Rocchetta, L. Vendramin, Riccione La famiglia riminese Mattioli possedeva diverse proprietà anche a Riccione. Una di queste era il Casino del Pantano, situato nell area dell ex fornace Piva (Toponimo dal latino pàntanum indicante un area impaludata e piena d acqua bassa stagnante). Anche questa abitazione appartenente a Giacomo Mattioli fu requisita in parte nel 1831 per motivi di pubblica utilità : Dovendosi stabilire lungo la spiaggia del mare maggiori appostamenti sanitari... occorre piccola parte del di Lei locale o Casino del Pantano a disposizione del Cav. Ispettore di Sanità... l importanza del servizio deve escludere ogni contrarietà... Lettera del gonfaloniere Filippo Battaglini al nobil uomo Sig. Giacomo Mattioli, Rimini, 5 ottobre 1831, AS. Rimini, Carteggio,1831, Sanità, B

10 Questa residenza può definirsi storica, per le ragioni che vedremo in seguito, ed anche per aver dato i natali, nel 1904, all intellettuale cattolico Igino Righetti (Riccione 1904-Roma 1939), fondatore del Movimento Laureati di Azione Cattolica, cui è stata dedicata nel 2009 la piazza antistante il villino ed una statua dell artista riccionese Anselmo Giardini. Il prosieguo delle ricerche d archivio sul quel settecentesco casino, edificio di maggior pregio sorto alle Casette, primo nucleo abitativo di Riccione e sviluppatosi a partire dalla fine del XVII secolo lungo la via consolare Flaminia (attuale corso Fratelli Cervi), ha permesso il recupero di una discreta mole di documenti: materiali del tutto inediti ed inspiegabilmente ignorati dalla storiografia riminese, attestanti il ruolo strategico avuto dalla borgata riccionese, ed in particolar modo da tale dimora, nel lungo e travagliato processo d unificazione nazionale. In realtà, se è nota la partecipazione riminese alle vicende risorgimentali ed alla causa italiana 3, completamente sconosciuto era sinora il fatto che Riccione, fino al 1922 frazione di Rimini, negli anni , all interno di quell antico edificio, ha accolto il Quartier Generale del 2 Corpo dell Armata dell Italia Centrale, agli ordini del generale Luigi Mezzacapo (Trapani Roma 1885), e che dieci anni prima, nel maggio del 1849, quella villa era stata invasa dagli austriaci comandati dal conte Franz von Wimpffen (Praga Gorizia 1870), in occasione del ritorno della Romagna sotto il dominio papale, a seguito della sconfitta dell esercito piemontese a Novara (23 marzo), che poneva termine alla prima guerra d indipendenza. Infatti, un periodico riminese del , riferendosi alla sala della villa Mattioli-Graziani ove qualche giorno prima erasi dato il trattenimento musicale 5, narra la principale motivazione per cui era definita storica. Vale a dire che l antica proprietaria, la contessa Luigia Lettimi Mattioli, sin dal settembre 1872 aveva fatto murare all esterno della residenza la seguente iscrizione: Questa lapide, di cui non è rimasta traccia alcuna nella letteratura posteriore, e parimenti nella tradizione orale, probabilmente asportata nel corso dei numerosi passaggi di proprietà del villino, o 3 Si citano alcuni episodi fondamentali per ricostruire l iter risorgimentale di Rimini: il proclama di Gioacchino Murat del 30 marzo 1815, che si appellava al sentimento nazionale degli italiani al fine di costituire un regno indipendente e costituzionale, la Battaglia delle Celle del 25 marzo 1831, scontro violento tra rivoluzionari ed austriaci; la sfortunata spedizione dei fratelli Bandiera in Calabria, che si concluse con la cattura da parte delle truppe borboniche del riminese Giovanni Venerucci e la sua fucilazione il 25 luglio 1844; la rivolta del 23 settembre 1845 capeggiata dal liberale Pietro Renzi che costrinse la guarnigione pontificia ad arrendersi. 4 Italia Periodico Politico e Letterario Riminese, anno IV, 3-4 agosto 1886 n la festa ebbe termine con un concerto vocale e istrumentale tenutosi nel Palazzo del Conte Graziani al quale presero parte i Professori Minguzzi, Sarti, Lettimi, Mattioli, Insom e Serpieri. La colonia bagnante era al completo, e la sala faceva l effetto di un elegante mazzo di fiori, tanto era piena di elegantissime Signore e Signorine. Dai paesi vicini e da Rimini era accorsa a questa festa moltissima gente, e fu riconosciuto che Riccione in questa stagione è un luogo deliziosissimo. L Onda, giornale estivo settimanale, Rimini, 21 luglio

11 andata distrutta nel terremoto del 1916, costituisce una fonte primaria per la ricostruzione di un età in cui Riccione, ancor prima del compimento dell unità nazionale, vedrà via via sorgere e germogliare quelle aspirazioni all affermazione della propria identità 6, che si tradurranno a cavallo tra la fine dell Ottocento e gli inizi del Novecento, nei primi fermenti per l autonomia amministrativa. Come si è ribadito in premessa, questa pubblicazione non mira affatto a riscrivere la storia del Risorgimento in Romagna, e tanto meno nella città di Rimini, che vanta una ricca bibliografia di libri e saggi di autorevoli studiosi. Del resto, in sintonia con quanto riconosciuto unanimemente dagli storici, il Risorgimento in Romagna non rappresentò un fenomeno elitario, ed eccezionale è stato il contributo dei romagnoli alla causa risorgimentale. Pertanto, come conseguenza della rilevante partecipazione a quel movimento politico e culturale, v è stata un ampia produzione di opere, che pur partendo da differenti angolazioni, pongono in risalto quell associazione di popolo fatta di gente comune, di artigiani, contadini, impiegati, commercianti, che senza distinzioni di classe sociale ha significato un caso unico nel panorama italiano. Le notizie che scaturiscono dalla lettura dell iscrizione murata sul villino Mattioli evidenziano che Riccione, a quel tempo misera borgata di Rimini, è stata ampiamente partecipe, come si vedrà più dettagliatamente nelle pagine a seguire, di fasi cruciali di quella gloriosa epopea che condusse all Unità d Italia. In considerazione della grande complessità delle vicende belliche e diplomatiche che caratterizzarono il decennio , se si assume per sommi capi tale periodo come riferimento temporale cui ascrivere gli accadimenti riccionesi, non ci si può esimere dall illustrare, sia pur concisamente, alcuni momenti e fatti importanti succedutisi in Romagna, ed in particolare a Rimini. Val la pena di ricordare che questo libro, a partire dalle vicissitudini dello storico villino Mattioli, si propone di descrivere soprattutto episodi ed atti verificatisi nel territorio riccionese, derivanti in particolar modo dalla posizione strategica che rivestì Riccione negli anni che precedettero l unificazione della Penisola. Ad ogni buon conto tali eventi, del tutto trascurati dalla storiografia risorgimentale locale, e recuperati grazie a feconde indagini archivistiche, sono intimamente connessi, giova ripeterlo, alla storia del Risorgimento italiano ed in particolare ai suoi risvolti romagnoli : ne rappresentano anzi una parte sostanziale ed integrante. Il generale von Wimpffen nel Risale agli anni il processo avviato dalla parrocchia di San Martino per la beatificazione di Alessio Monaldi, il Beato Alessio venerato dalla popolazione locale, nonostante l esito negativo della causa di canonizzazione. Cfr. DELUCCA, Alessio Monaldi fra storia e mito, Rimini

12 Episodio delle Cinque giornate di Milano (18-22 marzo 1848) di B. Verazzi. (Museo del Risorgimento di Milano). Vignetta antiaustriaca: soldato croato dell esercito austriaco raffigurato come maiale

13 Prima Guerra d Indipendenza Italiana Nel giugno 1846 saliva sul trono di Pietro il cardinale senigalliese Giovanni Maria Mastai Ferretti, con il nome di Pio IX. Uno dei suoi primi provvedimenti, l amnistia concessa a tutti i condannati politici, suscitò manifestazioni di gaudio in tutto lo Stato della Chiesa. Ad onor del vero, atti di clemenza s erano avuti più volte in passato da parte di pontefici neoeletti, ma l amnistia venne ritenuta come un apertura progressiva del papa alle richieste liberali della popolazione. In questo nuovo clima che sembrava spirare nello Stato pontificio, anche i liberali romagnoli, da diverso tempo oppressi, avevano accolto con speranza il nuovo papa, che concesse pure una limitata libertà di stampa, la Consulta di Stato e la Guardia Civica (1847). Quest ultima era una milizia volontaria di cittadini, che aveva il compito di tutelare soprattutto l ordine all interno delle città. Da questo servizio erano esonerati i militari, i magistrati e gli ecclesiastici, mentre servi, braccianti e contadini formavano la riserva, a disposizione in casi di impellenti necessità. A Rimini la Guardia Civica venne istituita nell ottobre 1848: era formata da sei compagnie composta ciascuna di centoquaranta uomini. Il 1848 viene ricordato per i moti, le insurrezioni che coinvolsero l intera Europa. Mentre a Venezia veniva proclamata la Repubblica di San Marco, a seguito della cacciata degli austriaci, Milano con le Cinque giornate (18-22 marzo), fu protagonista di furiosi combattimenti, al cui termine, Carlo Alberto di Savoia ( ), approfittando della debolezza austriaca, a capo di una coalizione di stati italiani, dichiarò guerra all Austria. Prima di entrare nello specifico riguardo dell occupazione austriaca di quello storico villino nel maggio del 1849, deducibile dall epigrafe murata un tempo su quell edificio, oltre che da diversi

14 manoscritti inediti, di seguito riportati, è opportuna una breve premessa storica volta a rammentare i principali eventi del Si era svolta infatti la seconda fase della prima guerra d Indipendenza, ove a fianco di vittorie e sconfitte, erano emersi alcuni tra i momenti più alti della storia del Risorgimento italiano. Tale guerra fu combattuta dal Regno di Sardegna e da volontari italiani contro l Impero austriaco dal marzo 1848 all agosto Il conflitto era iniziato allorquando il re di Sardegna Carlo Alberto di Savoia si era posto al comando di una coalizione di Stati italiani, cui aderirono inizialmente il Regno delle Due Sicilie e lo Stato pontificio. Dapprima le sorti della guerra furono favorevoli alle truppe guidate da Carlo Alberto (vittorie di Goito, Pastrengo), ma il successo iniziale preoccupò gli altri stati italiani che ritirarono il proprio appoggio all impresa, lasciando il solo Regno di Sardegna a combattere contro l Austria. La guerra si concluderà con la sconfitta di Novara del 23 marzo 1849, cui seguì l esilio di Carlo Alberto e la sua abdicazione in favore del figlio Vittorio Emanuele II. Tale epilogo porterà all invasione austriaca dello Stato della Chiesa ed alla fine della Repubblica Romana che era nata nel febbraio 1849 a seguito dei grandi moti che nel 1848 avevano coinvolto l intera Europa, ed anche alla fuga da Roma di Giuseppe Garibaldi, di Anita e dei volontari repubblicani sconfitti dai francesi. Diverse città pontificie di Emilia, Romagna e Marche avevano aderito alla Repubblica Romana, e tra queste Bologna ed Ancona, che non accettarono di essere occupate, e solo dopo essere state sottoposte ad un duro assedio dovettero arrendersi alle soverchianti armate austriache. Durante il conflitto tra lo Stato sabaudo e l Impero austriaco, nelle prime fasi favorevoli ai piemontesi, i governi ed i monarchi di Parma, Modena, Toscana e Romagna pontificia, avevano abbandonato le loro terre, ed erano stati sostituiti con governi provvisori filo-sabaudi. Conseguenze della sconfitta piemontese Ritorno degli austriaci in Romagna (maggio 1849) Come si è accennato in precedenza, la sconfitta dell esercito piemontese avvenuta a Novara il 23 marzo 1849 da parte di quello austriaco comandato dal generale Josef Radetzky ( ), oltre a segnare la tragica conclusione della cosiddetta guerra regia, ovvero prettamente sabauda, in quanto guidata o influenzata dal re di Sardegna, ebbe ripercussioni decisive in tutta la penisola, e rappresentò la fine d ogni speranza di un esito vittorioso della lotta per l unificazione nazionale. Carlo Alberto di Savoia. Francesco Giuseppe I d Austria

15 Entro il mese di aprile furono debellate dagli austriaci le rivolte in Lombardia, mentre si sgretolavano nel volgere di breve tempo i governi democratici insediatisi negli altri stati d Italia. In Toscana il granduca Leopoldo II rientrò a Firenze il 25 maggio insieme alle milizie austriache; già alla metà di maggio i Borboni di Napoli avevano restaurato la loro autorità sulla Sicilia, mentre anche la Repubblica Romana e la Repubblica di San Marco terminavano la loro esistenza rispettivamente il 3 luglio ed il 23 agosto 1849 dopo aver combattuto strenuamente contro gli eserciti delle potenze straniere. Venendo ai fatti di casa nostra, agli inizi di aprile era pervenuta la notizia che l esercito sardo era stato sconfitto dagli austriaci a Novara il 23 marzo e che Carlo Alberto aveva abdicato alla corona in favore del figlio Vittorio Emanuele II. Il successivo 18 maggio si seppe che Bologna, dopo una tenace difesa, aveva dovuto capitolare di fronte alle truppe asburgiche. Questa volta gli austriaci, capitanati dal conte Franz von Wimpffen, generale sotto il cui comando avverrà l occupazione del villino Mattioli, non agivano più come invasori, ma in nome del Papa Re, a seguito della richiesta di un loro intervento armato da parte del pontefice Pio IX. L avanzata austriaca che aveva decretato la cessazione della Repubblica Romana, sia sotto il profilo militare che simbolico, si segnalò da subito per saccheggi e ricatti: i generali asburgici infatti, una volta occupata una località ribelle, erano soliti imporre alla municipalità un ingente somma di denaro, a volte la ottenevano, altrimenti vi provvedevano con le maniere forti. Occupazione austriaca del villino Mattioli e di altre residenze a Riccione Oltre all iscrizione murata in passato sul villino Mattioli, di cui non è rimasta traccia alcuna, numerosi manoscritti riferibili agli anni attestano che tale dimora, appartenuta almeno dal 1750 alla nobile famiglia Mattioli, si trovò a dover ospitare più volte militari di diverse nazionalità per la presenza di un discreto numero di stanze, ed altresì di stalle per il ricovero di cavalli e bestie da soma, impiegati allora dagli eserciti. L edificio, sicuramente quello di maggior qualità del vecchio Paese di Riccione, era inoltre prossimo alla chiesa di San Martino, il cui parroco don Carlo Tonini, era l autentico curatore degli interessi della borgata presso la municipalità riminese; inoltre in quel luogo, ove convogliavano i prodotti agricoli dalla campagna, i militari potevano fornirsi di alimenti, di sale e tabacchi, oltre che di foraggio per gli animali. Si può pertanto dire che quel villino fu storicamente destinato ad accogliere ufficiali in occasione del transito di truppe sulla via consolare Flaminia 7. Del resto a quel tempo le abitazioni delle Casette, dovevano trovarsi quasi tutte in condizioni miserrime ed indecenti sotto il profilo igienico-sanitario, come si legge in una relazione di pochi anni dopo redatta dal sottoprefetto di Rimini in seguito ad una ispezione sanitaria a Riccione nell agosto Per collocare l Ufficiale comandante la colonna già stanziata in Riccione, occorre un alloggio conveniente. A tal uopo sarebbe adatto il casino del Sig. Alberto Mattioli di rimpetto alla caserma stessa... voglia disporre di una camera ammobiliata e fornita dell analoga biancheria da letto. Lettera della Deputazione militare al Sig. Gonfaloniere di Rimini, Rimini lì 4 giugno 1848, AS.C.Ri., Archivio storico comunale di Rimini, Carteggio, anno 1848, Tit. XI. Faz. Militari. Un distaccamento di Guardia di Finanza mobile del capitano... viene deposto a Riccione d ordine superiore per operazioni dirette al mantenimento dell ordine pubblico... prego la S.V. di farlo ricevere nel di Lei casino. Lettera del gonfaloniere Luigi Pani, Rimini 4 giugno 1848 al Nobil Uomo Alberto Mattioli Riccione. A.S.C.Ri., Archivio storico comunale di Rimini, Carteggio, 1848, Tit. XI, Faz. Militari. 8 Qui rilevai sconcezze tali, che posso francamente dichiarare non avere osservate altrove, né credo peggiori possan trovarsi nei paesi per inciviltà e sozzura più rinomati. Lungo tutte le case al di dietro della strada può dirsi correre un continuato immondezzaio e concimaio; cosa la più schifosa non può idearsi; sonovi abitazioni, che reclamano assolutamente in nome dell umanità; s immagini certi fondi terranei, senza pur ciottolato, dell ampiezza di cinque o sei metri al più, senza luce e senz aria; in questi punti trovansi uno o due letti con tre o quattro pecore ed un cavallo o di cinque pecore e un maiale, e simini. E pensare che di questi antri si percepiscono dai proprietari i quattro i cinque e fino anche i nove scudi romani. PIERI, Lo zingaro maledetto: colera e società nella Romagna dell Ottocento, A.S.Fo., Archivio storico comunale di Forlì, Carteggio, Tit. XXV, b Lettera dell 11 agosto

16 Prima di descrivere l arrivo delle milizie austriache a Riccione e certi particolari della invasione del villino Mattioli e di altri edifici in cui vennero dislocati gli eserciti d occupazione, vale la pena soffermarsi, seppur rapidamente, ad eventi che avevano reso consequenziale la calata asburgica in Romagna. In primo luogo la caduta di Bologna (16 maggio 1849) che ebbe immediate ripercussioni sul nostro territorio. Der Fall von Bologna hatte wie ein lähmender Schlag auf die ganze Romagna gewirkt 9, vale a dire: La caduta di Bologna aveva avuto come un effetto paralizzante sull intera Romagna. Ovvero che il giorno 21 maggio la Divisione Wimpffen aveva raggiunto Rimini, l avanguardia Riccione, mentre le divisioni lambivano Longiano e Corpolò. Altra attestazione che conferma l arrivo delle truppe austriache e precisamente dell avanguardia, è rappresentata dalla Cronaca Riminese ( ) di Luigi Tonini, che in relazione al maggio 1849 testualmente dice: 21. I Tedeschi condotti dal Maresciallo Conte Wimpffen con l Arcid[uca] Ernesto in numero di 8100 compresi 1100 Ulani a cavallo sono entrati questa mattina in Rimini pacificamente circa le 7 antimeridiane. L avanguardia in numero di 1500 non si è fermata, ma ha marciato verso Pesaro. Gli altri sono partiti tutti la mattina del 22. Altri passano per le Marche provenienti da Toscana. Hanno voluto 15 bovi, 75 sacchi di formentone, 10 mila pagnotte, 80 some di vino, 2500 libre di riso, 40 mila di fieno, ed altrettanto di paglia Com è risaputo il passaggio, ed ancor più la sosta di qualsivoglia esercito, in ogni epoca causa danni ingenti alle popolazioni inerti, che devono subire le angherie degli invasori. Non furono esenti da ingiustizie ed oppressioni quei riccionesi che dovettero subire le conseguenze dell occupazione austriaca del maggio Val la pena riportare integralmente le lettere di protesta inviate dal solito Alberto Mattioli e da altre famiglie riccionesi al gonfaloniere di Rimini. Signor Gonfaloniere Pregiatissimo La truppa tedesca nel rimanere accampata in Riccione, ha dati guasti considerevoli a due miei poderi, ed al casino. Si sono tagliate viti, ed alberi. Mi si è tolto tutto il fieno, tutta la legna. Bevuto tutto il vino che lasciava per la famiglia, all epoca della villeggiatura. Di questo vino il contadino poté ottenerne una ricevuta dallo stesso Generale. Del detto, sono ad interessare la Signoria Vostra, onde mandi il pubblico ingegniere perché venga verificato ciò che espongo, pertanto certezza mi saranno abbonati questi danni sulle tasse comunali. Nella speranza che la S.V. vorrà prestarsi alla mia istanza, ho l onore di sottoscrivermi. Casa [villa Mattioli], 25 maggio [18]49 umilissimo devotissimo servo Alberto Mattioli 11 Altra lettera di protesta: Illustrissimo Signore [gonfaloniere di Rimini] Teresa Simbeni vedova Fagnani rappresenta alla S.V. Illustrissima, che nel giorno di lunedì e martedì 21 e 22 corrente essendosi fermata a Riccione l avanguardia delle truppe austriache, un ufficiale superiore, con dieci altri ufficiali subalterni vollero alloggiare nel casino che la medesima Simbeni vedova Fagnani possiede nelle vicinanze di Riccione stesso, quel casino ella fece mettere a disposizione degli indicati ufficiali con tutto quanto conteneva di letti, biancheria, e servizi da tavola, e da cucina, essendovi poi una moltitudine di fanti, e cavalli loro sparsa lungo lo stradone, 9 SOMMEREGGER, Intervention in der Romagna, Ereignisse in den Legationen und Marken in Italien in den Jahren 1848 und 1849, Austro-Ungarica Kriegs Archiv, Wien 1902, pag Dalla medesima fonte si aprende che Den 21 [maj] erreichte die Division Wimpffen Rimini, die Avantgarde-Brigade Riccione, während Abtheilungen über Longiano und Corpolò streiften. 10 TONINI, Cronaca Riminese ( ), Rimini, pag A.S.Ri., Archivio storico comunale di Rimini, Carteggio, B. 741, 1849, Tit. XI, Faz. militari

17 nell aia, e pei campi laterali dal detto podere casino a bivaccare. Per tale fatto la medesima istante ebbe a soffrire dei danni, pesanti oltreché le truppe calpestarono un campo di fieno greco, e di formentone, oltrechè tagliarono qua e là, senza discrezione le frasche delle diverse piante per costruire capanne, dove il colono di detto podere Girolomo Mancini somministrava circa [ ] di fieno recentemente segato, [ ] 6 circa di vino, e tutte le fascine, che aveva disponibili dalla passata potatura delle piante del fondo, con qualche quantità di legno grossa, l importo della quale fu dallo stesso ufficial maggiore riconosciuta del valore di scudi quattro. Le suddette somministrazioni poi sono state specialmente fatte prima perchè requisite dalla forza, poi per evitare mali maggiori, che avrebbero potuto ridondare a danno dell intero paese di Riccione. Donde la petente è nella fiducia, che la S.V. Illustrissima, avuto in considerazione il danno, che ha sofferto (la maggior parte del quale poi gravita sopra il povero colono), riconoscerà giusto ricompensarla sulle norme della equità. [ ] Rimini lì 24 maggio 1849 [firma illeggibile] Passaggio del feld maresciallo Radetsky per Riccione (1850) Lo storico riminese Luigi Tonini testualmente scrive: Passaggio del conte Radetzky. Fu complimentato da tutte le Autorità. 5 detto. [ottobre 1850]. È passato il Feld Maresciallo Conte Radetzky proveniente da Bologna alla volta di Ancona. È arrivato alle 2 dopo mezzodì. Lo complimentarono tutte le autorità. 8 detto [ottobre 1850]. È tornato Radetzky da Ancona ed è passato alle 10 antimeridiane recandosi a Bologna 12. In relazione ai descritti transiti di Radetzky tra Bologna ed Ancona e viceversa, riferibili al 5-8 ottobre 1850, diversi documenti attestano specificamente il passaggio del Feld Maresciallo austriaco per Riccione: Nella circostanza del passaggio per questa Città di Sua Eccellenza il Conte Feld Maresciallo Radeschi [Radetzky] Comandante Supremo dell Imperiale e Reale Armata d Italia, il Comune fu tenuto di accasermare nella Villa di Riccione un distaccamento della Guarnigione Austriaca 13. Feld Maresciallo Radetzky. 12 TONINI, Cronaca Riminese ( ), Rimini 1979, pp AS Rimini, Carteggio, B. 751, 1850, Tit. XI, Faz. militari. Rimini, 18 ottobre 1850 All Illustrissimo Sig. Presidente Municipale di Rimini

18 Si tratta per lo più di provvedimenti delle autorità riminesi, volti a garantire la sicurezza del Feld Maresciallo austriaco ed a prevenire attentati da parte di quanti si opponevano all occupazione asburgica. Altri documenti confermano l ordine di accogliere soldati austriaci a Riccione Paese, con compiti di vigilanza in occasione del passaggio di questo importante personaggio austriaco: pel passaggio in questa città di Sua Eccellenza Il sig. feld maresciallo conte Radeschi [Radetzky], debbo prevenirla, che questo sig. tenente colonnello Descovich, ha disposto che una compagnia della sua truppa si rechi la sera di domani parte alla Cattolica, e parte a Riccione, nei quali luoghi devono trattenersi fino a tutto il 9 corr. [ottobre] 14. Anche in questa occasione la residenza destinata ad accogliere i militi austriaci era rappresentata dal Casino Mattioli, come si deduce da una lettera del gonfaloniere riminese [Luigi] Pani, datata Rimini 3 ottobre 1850 ed indirizzata all Illustrissimo Signor Alberto Mattioli Riccione: Questo signor tenente colonnello Descovich Comandante la truppa austriaca ha ordinato che sia disposto per domattina in codesta Villa di Riccione un locale per accasermarci, nell occasione del passaggio e ritorno di Sua Eccellenza il feld maresciallo Radeschi [Radetzky] 60 uomini che vi dovranno rimanere soltanto fino al giorno Nella stessa comunicazione il gonfaloniere Luigi Pani avvertiva il Mattioli che l urgenza del servizio non ammette osservazione, per cui voglio pensare che investendosi della circostanza, vorrà prestarsi, onde evitare che il militare si serva di mezzi coativi, che riescono sempre disdicevoli 16. Rispondeva Alberto Mattioli a questo perentorio ordine che, vista l esigenza della sua famiglia composta di cinque signorine, tre delle quali giovanette, l incaricato comunale sapientemente aveva provveduto all alloggio dei soldati austriaci, predisponendo a caserma il magazzino posto di fronte al villino. Si compiaceva inoltre di appartenere alla casta degli oppressi, lamentandosi che la sua casa fosse trasformata in una caserma a tutte le truppe che passano 17. Armata austriaca, metà del XIX sec. (NYPL. Dig. Gal ). 14 AS Rimini, Carteggio, B. 751, 1850, Faz. Militari, Tomo II. All illustrissimo sig. presidente municipale Rimini N. 1573, Polizia. 15 AS Rimini, Carteggio, B. 751, 1850, Faz. Militari, Tomo II, Rimini 3 ottobre 1850, Lettera del gonfaloniere Luigi Pani all illustrissimo sig. Alberto Mattioli Riccione. 16 Ivi. 17 cfr. AS Rimini, Archivio storico comunale di Rimini, Carteggio, B. 751, 1850, Faz. Militari, Lettera dell 11 ottobre 1850 di Alberto Mattioli al gonfaloniere di Rimini Luigi Pani

19 Accasermamento di 60 militari austriaci a Riccione nel Alle ingiuste e sconvenevoli lagnanze del Mattioli, il gonfaloniere Luigi Pani, con lettera al governatore distrettuale del 9 ottobre 1850, ribadiva che non potevano servire rustiche abitazioni ed altri ristretti ambienti, al di fuori ed in distanza dalla borgata, né le ristrette case di quella popolazione nella maggior parte marinaresca 18. Nella medesima lettera, in cui si ribadisce ancora una volta l assoluta indispensabilità del Casino Mattioli per superiori esigenze militari, si evidenzia la volontà di rispettare in questa bisogna il solo tempio di Dio ivi esistente [Chiesa di San Martino di Riccione Paese], anche perché l altro casino del Sig. [Annigone] Agli trovasi occupato dall appostamento pontificio. Qualche giorno dopo un dispaccio firmato dal presidente della Delegazione di Forlì [Luigi] Paolucci de Calboli al gonfaloniere di Rimini poneva definitivamente termine a quella disputa, sostenendo che esaminate tutte le carte che gli erano state inviate: lungi dall aver trovato verun motivo di rimarco, ho invece riconosciuto pienamente regolare l operato di Lei, non meno di quello di codesto Sig. Presidente Municipale relativamente all accasermamento dei 60 militari destinati da 18 AS Rimini, Archivio storico comunale di Rimini, Carteggio, B. 751, 1850, Faz. Militari.

20 codesto Sig. Comandante Austriaco in Riccione nella circostanza in cui avvenne non ha guari il passaggio di Sua Eccellenza il Signor Feld Maresciallo Conte Radeschi 19. Ritratto di papa Pio IX. Il viaggio di Pio IX nei territori pontifici del 1857 Vana speranza di preservare lo Stato della Chiesa Nelle pagine precedenti si è ribadito che Pio IX era assurto al pontificato in un momento storico particolarmente complesso e delicato della storia d Italia, dato che erano allora in atto diversi tentativi di far nascere un moderno stato nazionale unitario. All interno dello Stato della Chiesa, da tempo si erano estese manifestazioni di insofferenza verso il dominio papale, ed in particolar modo nelle antiche legazioni di Bologna, Forlì, Ferrara, Ravenna. Le rivolte erano state infatti duramente represse dall intervento degli austriaci, più volte richiesto dal governo della Santa Sede. Nell anno 1857, con il viaggio di papa Mastai Ferretti nelle terre dello Stato pontificio, tra cui la Romagna, si registra l ultima visita di un Vicario di Cristo, che oltre a rappresentare il capo spirituale della Chiesa Cattolica, era anche il sovrano di uno stato 20. Se l itinerario del Santo Padre si fosse limitato alla celebrazione di funzioni religiose nella basilica della Madonna di Loreto, ed in altre sedi, stando ai programmi iniziali della curia romana, quel viaggio sarebbe stato annoverato nell ambito delle consuete visite pastorali di un sommo pontefice. Si protrasse invece per ben quattro mesi, dal maggio al settembre 1857, finendo per assumere, palesemente, i caratteri propri ed inconfutabili di una azione propagandistica mirata a ristabilire l ordine e a salvaguardare l integrità di uno stato che era ormai giunto al capolinea di una sua inevitabile fine. Uno scopo, dunque, dal significato prettamente politico, che scaturiva da una visione arcaica del ruolo della Chiesa Cattolica, dato l atteggiamento di intransigenza del Vaticano nei confronti delle aspirazioni del movimento nazionale italiano, nelle sue diversificate componenti, e di totale 19 AS Rimini, Archivio storico comunale di Rimini, Carteggio, B. 751, 1850, Tit. XI, Faz. Militari. 20 Il successivo papa a visitare la Romagna sarà centoventinove anni dopo, nel 1986, Giovanni Paolo II, che in un famoso discorso a Forlì, chiaramente evidenzierà il significato pastorale della sua visita, nel quadro della missione eminentemente spirituale della Chiesa

Il Quarantotto. 1. Cause di una rivoluzione

Il Quarantotto. 1. Cause di una rivoluzione Il Quarantotto 1. Cause di una rivoluzione Una crisi di tipo nuovo Intorno alla metà del 1800 una serie di ondate rivoluzionarie in Europa fece crollare l ordine della Restaurazione. Occorre comprendere

Dettagli

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO 1 2. Economia e società nel mondo romano-germanico. ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO mondo romano germanico mondo bizantino mondo arabo Cartina 1 UN MONDO CON MOLTI BOSCHI, POCHI UOMINI E

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata + Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo Relazione introduttiva al Convegno del 3 dicembre 2011

Dettagli

CHE COS È L INDULGENZA?

CHE COS È L INDULGENZA? CHE COS È L INDULGENZA? La dottrina dell'indulgenza è un aspetto della fede cristiana, affermato dalla Chiesa cattolica, che si riferisce alla possibilità di cancellare una parte ben precisa delle conseguenze

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

NEL 1600. Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra dei Trent'anni. combattuta dal 1618 al 1648

NEL 1600. Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra dei Trent'anni. combattuta dal 1618 al 1648 NEL 1600 1. c'erano Stati che avevano perso importanza = SPAGNA ITALIA- GERMANIA 2. altri che stavano acquisendo importanza = OLANDA INGHILTERRA FRANCIA Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Corona Biblica per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Imprimatur S. E. Mons. Angelo Mascheroni, Ordinario Diocesano Curia Archiepiscopalis

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Fondazione Memofonte onlus Studio per l elaborazione informatica delle fonti storico-artistiche

Fondazione Memofonte onlus Studio per l elaborazione informatica delle fonti storico-artistiche c. 1 Illustrissimi signori Per la maggior facilità e chiarezza della stima dei mobili del patrimonio dell illustrissimo signor marchese bali Vincenzio Riccardi, incaricatami con il decreto delle signorie

Dettagli

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Celebriamo Colui che tu, o Vergine, hai portato a Elisabetta Sulla Visitazione della beata vergine Maria Festa del Signore Appunti dell incontro

Dettagli

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio CREDO IN GESÙ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio Incominciamo a sfogliare il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ce ne sono tante edizioni. Tra le mani abbiamo

Dettagli

Onore al carabiniere Antonio Bonavita Medaglia d'argento al Valor Militare

Onore al carabiniere Antonio Bonavita Medaglia d'argento al Valor Militare Onore al carabiniere Antonio Bonavita Medaglia d'argento al Valor Militare Giuseppe Massari ONORE AL CARABINIERE ANTONIO BONAVITA Medaglia d Argento al Valor Militare www.booksprintedizioni.it Copyright

Dettagli

SANTA MESSA IN ONORE ED ALLA PRESENZA DI SUA EMINENZA REVERENDISSIMA IL CARDINALE LUIGI DE MAGISTRIS CAGLIARI, 22-02-2015

SANTA MESSA IN ONORE ED ALLA PRESENZA DI SUA EMINENZA REVERENDISSIMA IL CARDINALE LUIGI DE MAGISTRIS CAGLIARI, 22-02-2015 ORDINE DEI SANTI MAURIZIO E LAZZARO Delegazione Gran Magistrale della Sardegna SANTA MESSA IN ONORE ED ALLA PRESENZA DI SUA EMINENZA REVERENDISSIMA IL CARDINALE LUIGI DE MAGISTRIS CAGLIARI, 22-02-2015

Dettagli

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI Promesse di Gesù per coloro che reciteranno questa preghiera per 12 anni. Attraverso Santa Brigida, Gesù ha fatto meravigliose promesse alle anime

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

Presentazione Prologo all edizione francese

Presentazione Prologo all edizione francese INDICE Presentazione Prologo all edizione francese IX XVIII PARTE PRIMA CAPITOLO I Finché portiamo noi stessi, non portiamo nulla che possa valere 3 CAPITOLO II Non dobbiamo turbarci di fronte ai nostri

Dettagli

ISERNIA. Il ponte ferroviario

ISERNIA. Il ponte ferroviario ISERNIA Caparbia, questo sembra Isernia: quanta determinazione dev essere costato far arrivare il treno nella parte alta della città, quanta opera di convincimento per ottenere un viadotto così grandioso

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO Il presente testo di statuto è stato approvato dal Consiglio Episcopale Permanente nella sessione del 22-25 gennaio 2007. Si consegna ufficialmente

Dettagli

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche:

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche: PREMESSA Insignita della Medaglia d Argento al Valor Militare della Resistenza, Pistoia, al pari di altre città toscane, è stata teatro di avvenimenti tragici, la maggior parte dei quali intercorsi tra

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO P. F. Fumagalli, 31.10.2104 Il Dialogo è una componente essenziale dell essere umano nel mondo, in qualsiasi cultura alla quale si voglia fare riferimento: si

Dettagli

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo La storia del museo Il Museo deriva il suo nome da quello delle Muse, personaggi della mitologia greca. Le Muse erano 9 ed erano figlie

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

A NE T O I S AZ I C O S VE AS

A NE T O I S AZ I C O S VE AS ASSOCIAZIONE VESTA L'Associazione Culturale Vesta nasce nel 2013 dall idea di creare un laboratorio di idee destinate alla fruizione e alla valorizzazione del patrimonio storico, culturale e naturalistico

Dettagli

Guai a me se non predicassi il Vangelo

Guai a me se non predicassi il Vangelo Guai a me se non predicassi il Vangelo (1 Cor 9,16) Io dunque corro 1 Cor 9,26 La missione del catechista come passione per il Vangelo Viaggio Esperienza L esperienza di Paolo è stata accompagnata da un

Dettagli

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012 9 / 30 settembre 2012 Il progetto 2012 Il progetto 2012 di DimoreDesign, sulla scia del successo dell edizione 2011, ne riprende e amplia l obiettivo fondamentale di rendere fruibile il patrimonio artistico,

Dettagli

La rappresentazione dello spazio nel mondo antico

La rappresentazione dello spazio nel mondo antico La rappresentazione dello spazio nel mondo antico L esigenza di creare uno spazio all interno del quale coordinare diversi elementi figurativi comincia a farsi sentire nella cultura egizia e in quella

Dettagli

Strutture a disposizione delle Parrocchie

Strutture a disposizione delle Parrocchie ARCIDIOCESI DI MILANO Ufficio Amministrativo Diocesano Strutture a disposizione delle Parrocchie MANUTENZIONE PROGRAMMATA DEGLI IMMOBILI: FASCICOLO TECNICO DEL FABBRICATO E PIANO DI MANUTENZIONE 1 Don

Dettagli

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) Savignano SI FEST 2014 a cura di Italo Zannier di Io sono una forza della natura.. Io sono una forza del Passato. Solo nella tradizione

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

VADANO PER IL MONDO ANNUNZIANDO I VIZI E LE VIRTÙ CON BREVITÀ DI DISCORSO

VADANO PER IL MONDO ANNUNZIANDO I VIZI E LE VIRTÙ CON BREVITÀ DI DISCORSO VADANO PER IL MONDO ANNUNZIANDO I VIZI E LE VIRTÙ CON BREVITÀ DI DISCORSO I frati non predichino nella diocesi di alcun vescovo qualora dallo stesso vescovo sia stato loro proibito. E nessun frate osi

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

3C) MULINI COMUNITA DI CUTIGLIANO SK 11) CUTIGLIANO/MELO

3C) MULINI COMUNITA DI CUTIGLIANO SK 11) CUTIGLIANO/MELO 3C) MULINI COMUNITA DI CUTIGLIANO SK 11) CUTIGLIANO/MELO Anno 1781 Mulino di Gallina Località: Rio Piastroso Fiume: Dx Rio Piastroso Palmenti: 2 1781, Arch. Stor. S. Marcello, Lettere e Negozi, Vol. 799

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

Dal Morgarten a Vienna, tra mito e storiografia

Dal Morgarten a Vienna, tra mito e storiografia ANNIVERSARI STORICI Dal Morgarten a Vienna, tra mito e storiografia Di Andrea Tognina Altre lingue: 5 15 MARZO 2015-11:00 Un memoriale di Marignano: l'ossario dei caduti della battaglia conservato a Santa

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

La mobilità sociale tra Stato e mercato

La mobilità sociale tra Stato e mercato La mobilità sociale tra Stato e mercato di Carlo Lottieri, Università di Siena Nella cultura contemporanea si tende a guardare alla mobilità sociale intesa quale possibilità di ascendere da una posizione

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

Prof. Avv. Giuseppe Cataldi Parere sull incidenza, nell ordinamento italiano, della

Prof. Avv. Giuseppe Cataldi Parere sull incidenza, nell ordinamento italiano, della 1 Parere sull incidenza, nell ordinamento italiano, della sentenza della Corte europea dei diritti dell uomo con la quale la Francia è stata condannata per il divieto legislativo di costituire associazioni

Dettagli

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 REGOLAMENTO DEL PREMIO LETTERARIO LA GIARA PER I NUOVI TALENTI DELLA NARRATIVA ITALIANA 1) Il Premio fa capo alla Direzione Commerciale Rai, nel cui ambito

Dettagli

N on discuterò qui l idea di Patria in sé. Non mi piacciono queste

N on discuterò qui l idea di Patria in sé. Non mi piacciono queste L obbedienza non è più una virtù di Lorenzo Milani lavorare per la pace leggere scrivere TESTO INFORMATIVO- ESPOSITIVO livello di difficoltà Lorenzo Milani (Firenze, 1923-1967) Sacerdote ed educatore,

Dettagli

CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011

CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011 Roma CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011 Castel Sant Angelo Sala Paolina Mostra su Giuseppe Garibaldi Tutt altra

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

Liceo Don Lorenzo Milani Romano di Lombardia

Liceo Don Lorenzo Milani Romano di Lombardia Lo Stato Cos è lo Stato Definizione ed elementi Organizzazione politica Lo Stato è un ente, un organizzazione che si forma quando un popolo che vive entro un territorio determinato, si sottopone all autorità

Dettagli

Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra! (Sal 8,10) Rit.

Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra! (Sal 8,10) Rit. OTTOBRE: Giornata del Carisma Introduzione TEMA: Fede e missione La mia intenzione è solamente questa: che [le suore] mi aiutino a salvare anime. (Corrispondenza, p. 7) Questa lapidaria intenzione, che

Dettagli

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia Affronteremo un breve viaggio per scoprire il significato che la volta celeste aveva per i popoli

Dettagli

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro.

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. N. LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi

Dettagli

Sardegna. della memoria. Collana diretta da. Romano Cannas. Gli Archivi. Su Balente e sa Emina. con Michelangelo Pira

Sardegna. della memoria. Collana diretta da. Romano Cannas. Gli Archivi. Su Balente e sa Emina. con Michelangelo Pira Sardegna Gli Archivi della memoria Collana diretta da Romano Cannas Su Balente e sa Emina con Michelangelo Pira presentazione di Bachisio Bandinu Gli Archivi della memoria Collana diretta da Romano Cannas

Dettagli

GUIDA AL DEPOSITO E ALLA REGISTRAZIONE DELLE OPERE NEL REGISTRO PUBBLICO GENERALE DELLE OPERE PROTETTE (R.P.G.)

GUIDA AL DEPOSITO E ALLA REGISTRAZIONE DELLE OPERE NEL REGISTRO PUBBLICO GENERALE DELLE OPERE PROTETTE (R.P.G.) GUIDA AL DEPOSITO E ALLA REGISTRAZIONE DELLE OPERE NEL REGISTRO PUBBLICO GENERALE DELLE OPERE PROTETTE (R.P.G.) (A cura di Barbara Limonta e Giulia Scacco) INDICE Introduzione pag. 3 Efficacia della registrazione

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo L utopia dell educazione L educazione è un mezzo prezioso e indispensabile che

Dettagli

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA Il Museo Diocesano di Catania desidera, anche quest anno, proseguire con le scuole l impegno e la ricerca educativa con particolare attenzione ai Beni Culturali, Artistici e Ambientali. L alleanza fra

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

(da I Malavoglia, cap. XV)

(da I Malavoglia, cap. XV) 4. GIOVANNI VERGA (ANALISI DEL TESTO) L addio di Ntoni Una sera, tardi, il cane si mise ad abbaiare dietro l uscio del cortile, e lo stesso Alessi, che andò ad aprire, non riconobbe Ntoni il quale tornava

Dettagli

Diocesi di Nicosia. Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi

Diocesi di Nicosia. Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi Diocesi di Nicosia Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi Largo Duomo,10 94014 Nicosia (EN) cod. fisc.: 90000980863 tel./fax 0935/646040 e-mail: cancelleria@diocesinicosia.it Ai

Dettagli

Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Anno di produzione 2014 Tecnica mista su cartoncino Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro

Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Anno di produzione 2014 Tecnica mista su cartoncino Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro Tavola n. 30 Titolo: Presunte avventure di Lucrezia e Cesare Dimensioni: 50 cm x 35 cm Costo: 2625 euro Tavola

Dettagli

Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) 1)

Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) 1) 1.6.1.1 Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) (del 9 marzo 1987) IL GRAN CONSIGLIO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO visto il messaggio 2 ottobre 1985 n. 2975 del Consiglio di Stato, decreta:

Dettagli

Le origini della società moderna in Occidente

Le origini della società moderna in Occidente Le origini della società moderna in Occidente 1 Tra il XVI e il XIX secolo le società occidentali sono oggetto di un processo di trasformazione, che investe la sfera: - economica - politica - giuridica

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

Il rosario è composto da quattro corone. A ognuna di queste sono relazionati 5 misteri della vita terrena di Cristo:

Il rosario è composto da quattro corone. A ognuna di queste sono relazionati 5 misteri della vita terrena di Cristo: universale viva in ogni popolo. Ogni giorno, da soli, in famiglia o in comunità, insieme con Maria, la Madre di Dio e dell umanità, percorriamo i continenti per seminarvi la preghiera e il sacrificio,

Dettagli

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Venga il Tuo Regno! COMISSIONE CENTRALE PER LA REVISIONE DEGLI STATUTI DEL REGNUM CHRISTI Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Cari promotori

Dettagli

Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file

Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file di Marco Paoli Eccellenze, autorità, colleghi bibliotecari, già con la firma dell Intesa fra CEI e MiBAC (18 aprile 2000) relativa alla

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio 1 Oleggio, 25/12/2009 NATALE DEL SIGNORE Letture: Isaia 9, 1-6 Salmo 96 Tito 2, 11-14 Vangelo: Luca 2, 1-14 Cantori dell Amore Natività- Dipinto del Ghirlandaio Ci mettiamo alla Presenza del Signore, in

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO

CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO GRUPPOPRIMAMEDIA Scheda 03 CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO Nella chiesa generosita e condivisione Leggiamo negli Atti degli Apostoli come è nata la comunità cristiana di Antiochia. Ad Antiochia svolgono

Dettagli

Gli ebrei nel medioevo. L istituzione di uno dei primi capri espiatori della Storia

Gli ebrei nel medioevo. L istituzione di uno dei primi capri espiatori della Storia Gli ebrei nel medioevo L istituzione di uno dei primi capri espiatori della Storia I rapporti tra ebrei e cristiani Gli ebrei entrarono nel turbine della storia, dopo la dissoluzione del loro stato, con

Dettagli

INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO

INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO Rallegrati Maria Dal vangelo di Luca (1, 26-38) 26 Al sesto mese, l angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nàzaret,

Dettagli

VISITE GUIDATE AGLI SCAVI di OSTIA ANTICA

VISITE GUIDATE AGLI SCAVI di OSTIA ANTICA VISITE GUIDATE AGLI SCAVI di OSTIA ANTICA MODULO PER I GRUPPI Nel presente modulo sono indicati i possibili percorsi per la Visita Guidata agli Scavi di Ostia Antica e la relativa Scheda di Prenotazione

Dettagli

La terra di Punt. Per saperne di più. Ricostruire la storia

La terra di Punt. Per saperne di più. Ricostruire la storia Ricostruire la storia La terra di Punt Tuthmosi II ebbe, come tutti gli altri faraoni, molte mogli, ma la sua preferita era Hatshepsut, da cui però ebbe soltanto figlie femmine. Alla morte di Tuthmosi

Dettagli

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Abruzzo Azienda per il diritto agli studi universitari (Adsu) Viale dell Unità d Italia, 32 66013 Chieti scalo Tel. +39

Dettagli

CHE COS E L EUTANASIA?

CHE COS E L EUTANASIA? CHE COS E L EUTANASIA? Che cosa si intende per eutanasia? Il termine eutanasia deriva dal greco: eu=buono, e thanatos=morte. Interpretato letteralmente quindi, esso significa: buona morte. Nel significato

Dettagli

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948 DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948 PREAMBOLO Considerato che il riconoscimento della dignità inerente a tutti i membri della famiglia umana, e dei loro diritti, uguali ed inalienabili,

Dettagli

ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014. Essere genitori: trasmettere la fede ed educare alla vita

ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014. Essere genitori: trasmettere la fede ed educare alla vita ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014 Essere genitori: trasmettere la fede ed educare alla vita 6 ESSERE GENITORI: TRASMETTERE LA FEDE ED EDUCARE ALLA VITA "I genitori di Paola, 10 anni, sono

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina Traduzione 1 Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina (Convenzione sui diritti dell uomo e la biomedicina)

Dettagli

Lucca. Project contest 2015. Premio Giovanni Martinelli. XI concorso nazionale per nuovi autori di fumetto

Lucca. Project contest 2015. Premio Giovanni Martinelli. XI concorso nazionale per nuovi autori di fumetto art.1 Per favorire l inserimento di nuovi talenti nel panorama editoriale italiano, comics & Games, in collaborazione con edizioni BD, organizza il contest Premio Giovanni Martinelli, concorso per progetti

Dettagli

L a Camera dei Comuni

L a Camera dei Comuni L a Camera dei Comuni breve guida CONTATTI Ufficio informazioni della Camera dei Comuni Tel: +44 (0)20-7219 4272 London SW1A 2TT Fax: +44 (0)20-7219 5839 Email: hcinfo@parliament.uk Ufficio informazioni

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 SEZIONE I 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 12 Norme in materia di polizia comunale. IL CONSIGLIO REGIONALE

Dettagli

2) Se oggi la sua voce. Rit, 1) Camminiamo incontro al Signore

2) Se oggi la sua voce. Rit, 1) Camminiamo incontro al Signore Parrocchia Santa Maria delle Grazie Squinzano 1) Camminiamo incontro al Signore 2) Se oggi la sua voce Rit, Camminiamo incontro al Signore Camminiamo con gioia Egli viene non tarderà Egli viene ci salverà.

Dettagli

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Crescere un bambino Indaco o Cristallo è un privilegio speciale in questo momento di turbolenze e cambiamenti. Come genitori, state contribuendo

Dettagli