cronache ipogee Caro Maurizio, caro Glavu, siamo in tanti qui per salutarti e ognuno di noi ha nel cuore tante cose di te che vorrebbe raccontare.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "cronache ipogee Caro Maurizio, caro Glavu, siamo in tanti qui per salutarti e ognuno di noi ha nel cuore tante cose di te che vorrebbe raccontare."

Transcript

1 pagine di informazione speleologica per il Friuli Venezia Giulia - n. 7/2015 RICORDO DI MAURIZIO GLAVINA Caro Maurizio, caro Glavu, siamo in tanti qui per salutarti e ognuno di noi ha nel cuore tante cose di te che vorrebbe raccontare. Molti di noi ricordano la tua forza, il tuo coraggio e la tua flemma very british in situazioni di pericolo, la tua assoluta affidabilità, la tua pazienza, la tua generosità, la tua bontà. La tua capacità e il tuo bisogno di stare con gli altri per fare cose belle e faticose: per portare soccorso, per esplorare con curiosità e competenza tecnica il cuore nascosto della terra, per pedalare con tenacia fino a raggiungere risultati speciali. Per concludere gli esami di terza media con onore e con la febbre appena alla fine di questo maggio e andare subito dopo al pronto soccorso. Così sei stato tu. Eri anche attento a non mostrare le tue profonde ferite, a nascondere la tua fragilità che vedevamo ma a cui non lasciavi che facessimo una carezza, proprio come la tua tartaruga Uga che viene incontro festante ma ha la pelle e la corazza dure. Il tuo dolore era una abisso troppo profondo da esplorare, una pedalata troppo lunga per il tuo cuore. Tu di certo ci hai già perdonati se per questo, per non essere riusciti ad aiutarti come avremmo voluto, ci siamo arrabbiati con te. Noi ti perdoniamo adesso per averci fatto arrabbiare. Hai avuto cura di tua madre e di tuo fratello, hai amato tua sorella e la sua famiglia. Hai amato tua moglie e la tua famiglia acquisita. Sei stato in mille occasioni a festeggiare la vita con i tuoi amici compagni di avventure. Per questo e molto altro noi ti ringraziamo. Ciao fratello, amico, marito, cognato, papà di due gattine, di una tartaruga e di due cagnette. Ci mancherai tanto. Tu che sei arrivato lì prima di noi, ora sorridente e libero dal dolore, e forse con un altro cicchino tra le labbra, con pazienza ci guardi e ci aspetti. No xe furia. Stai bene, caro. Di certo adesso stai bene. Ogni bene e tante benedizioni. Ciò che si pianta bene non viene estirpato. Ciò che si abbraccia bene non viene sottratto. Tua cognata Cati (Caterina Soldà).

2 MAURIZIO GLAVINA ( ) "No xe cossa dir. Te me gà insegnado ti ad andar in grota con Lazzaro. Deso se lasù e vè la ridè, el vostro camin qua in tera xe finì. Co sarà, se troveremo de novo tuti e sarà de novo likof. Pianzer no servi (so che xe dificile) ma ricordar bisogna " Ricordare un amico fa sempre piacere anche se la circostanza è molto triste. Glavu l ho conosciuto in Adriatica quando da gamel entrai nel mondo della speleologia. Era sicuramente un personaggio sopra le righe come tutti i componenti della Nabresenza, misteriosa entità per noi allievi del corso, come poteva essere Atlantide o le giungle di salgariana memoria. Sicuramente un personaggio particolare, severo ma giusto, da osservare con deferenza mentre ti insegnava ad arrotolare le scalette con l immancabile sigaretta sulle labbra. Il magazzino era il feudo di tutta la banda e lui il sovrano, domenica dopo domenica, grotta dopo grotta l amicizia si consolidò in un turbine di vicende, esplorazioni e scherzi tremendi bastanti per riempire una enciclopedia. Due giovanissimi "Glavu" e "Fox" in Val Rosandra (Trieste). La rivalità con la CGEB era una cosa endemica, quasi da barzelletta, ma queste erano le regole della speleologia triestina, tutti contro tutti a parte i likoff e il soccorso e comunque, poi, ci si trovava in piazza Unità e le etichette societarie sparivano. Vale la pena ricordare la generosità smisurata di Glavu in occasione della giunzione Noglar-La Val. Lui con Mighel e Jocia entrarono ad armare La Val mentre tutto il resto della banda, entrando dal Noglar, metteva giù una serie di doppie un po a scatola chiusa per raggiungere il fondo de La Val. Dopo alcune calate trovammo i chiodi delle risalite di Tullio e Paponcio e così l euforia salì: giunzione fatta e la soddisfazione de gaverghela cazada a quei cagoni della Comision. Ma il bello doveva appena iniziare sul fondo scoprimmo che La Val era stata disarmata dai nostri amici non troppo pazienti e che cominciava a montare una piena epocale. Sergio Dambrosi, der president, era fuori e grazie a una comunicazione radio alquanto fortunosa fu messo al corrente di ciò che stava succedendo. La tempesta montava, e i due più giovani fradici e stanchi videro un Glavu sprezzante che accesosi la solita sigaretta alla Janez de Gobera, senza pensarci due volte, prese il materiale e da solo rientrò a riarmare la grotta per farci uscire. Un epica lotta con il tempo da vincere a ogni costo, inseguito dalla piena per raggiungerci in tempo! Tutto andò per il meglio e gli ultimi passarono il passaggio sifonante praticamente in apnea! Senza il suo generoso aiuto le cose avrebbero preso tutta un altra piega Oramai la domenica era finita, bevuta di rito e stravolti di fatica tutti a casa. Andavo ancora a scuola e arrivarci, il lunedì, fu duretta! Poi gli anni passarono e ci ritrovammo tutti in CGEB, tante storie, impossibile raccontarle tutte ma sicuramente due meritano di essere ricordate ovvero di come, con spirito de muloni de grota, partimmo un venerdì pomeriggio da Trieste per andare a fare il Berger in Alta Savoia: viaggio a parte, 28 ore per armo, fondo e disarmo e rientro allucinante a Trieste per tornare a lavorare. Glavu ovviamente si distinse per la grinta e la resistenza titanica noncurante di un bagno imprevisto a 500. Assieme a lui lo scrivente, Tullietto Blokko, Stefanin e il gruppo Mokka (Vasco e Bobo Benedetti ). Da ricordare anche Pasqua 1983, al complesso Queto-Coventosa nei Paesi Baschi (Pirenei spagnoli). Eravamo Glavu, io, Lazzaro, Paponcio e la Pacia col vecchio 132 prestato da Caio Falisca. Gita epica con piena da disgelo, io e Lazzaro come naufraghi in mezzo a laghi ignoti arrivammo ad uscire fuori dalla risorgiva per chiedere alla Guardia Civil un canotto e tornare dentro per recuperare gli altri tre. Era la domenica di Pasqua e tutti i negozi erano chiusi: morale della fiaba esce fuori un casino internazionale con titoloni ufo sui giornali. Tutto questo perché il capo del soccorso spagnolo aveva capito benissimo che era solo questione d attesa e poi i laghi interni si sarebbero asciugati da soli, sapeva perfettamente che non sussisteva nessun pericolo di vita ma, da buon stronzo opportunista, voleva cavalcare la storia per farsi un po di pubblicità gratis. Insomma, mancò poco che a me e Lazzy ci arrestassero per impedirci di tornare dentro filammo dentro lo stesso dribblando al buio i poliziotti spagnoli, giocandocela in complicità coi i ragazzi del soccorso spagnolo e andammo a prenderli loro erano tranquilli, mancavano solo le "cicche"! Tornammo tutti fuori c era la TV spagnola ad attenderci bloccano Glavu e lo intervistano e lui, in perfetto dialetto triestino, risponde in diretta: Deme na bira e un cichin; altro no me servi! Solo per questo dovrebbe entrare nella leggenda! Bei tempi. E adesso avanti con serenità, anche se non sarà facile. Fox (Paolo Pezzolato) 2

3 luglio Fuori dalla Grotta Pre Oreak. Nella Grotta Pre Oreak. Foto ricordo dopo la visita a Grotta Pre Oreak. Escursione al Rio Lieskovaz. Sulla strada per Taipana. Il gruppo presso il rifugio di Taipana. Bruno OIO Trieste, 24 ottobre 1921 Trieste, 14 luglio 2015 A metà luglio se ne è andato un altro vecchio grottista: Bruno Oio, membro della Boegan per ben 64 anni. Aveva cominciato ad andare in grotta nel 1949, con la squadra che accompagnava Walter Maucci, impegnato negli studi morfologici delle grotte del Carso (come alla Grotta Vittoria, 2744 VG, di cui poi Maucci pubblicò un esauriente analisi morfogenetica su Alpi Giulie). Attivo sul Carso e nel Friuli - varie grotte sul Carso, illuminazioni della Grotta Gigante, esplorazioni delle grotte del Ciaorlec e della Bernadia, campo interno nelle Grotte di La Val, 340 Fr - la sua prestazione più significativa è forse legata al recupero della salma del giovane Lucio Mersi. Quando, nel luglio 1955, questo speleologo rimase ucciso in un incidente nell Ab. Gaché sul Marguareis Bruno Oio non solo fece parte della squadra di soccorso immediatamente partita da Trieste, ma fu scelto, insieme ad Ermanno Grillo, per scendere e recuperare la salma. Purtroppo, a causa di informazioni errate, la nuova campata di scale calata nel pozzo di 130 metri si era rivelata insufficiente e giunti a pochi metri dal fondo i due soccorritori dovettero risalire, stremati e bagnati fradici (si tenga presente che si era negli anni 50 dell altro secolo: imbraghi, tute in PVC, sottotute ecc. non esistevano proprio). Una volta usciti loro due scese Tullio Tommasini, in quanto nessuno dei presenti si era dichiarato disponibile a calarsi nel grande pozzo battuto dall acqua proveniente dallo scioglimento di un vicino nevaio. Oio però torna nell abisso, dopo alcune ore di sonno, per collaborare alle ultime fasi del recupero. Oltre al Piemonte anche la Sardegna sotterranea ha visto all opera Bruno Oio che, fra agosto e settembre 1955, ha preso parte alla spedizione della Commissione Grotte. L unico scritto che ci ha lasciato (firmato assieme a Giorgio Coloni) riguarda proprio quest esperienza: Scherzi da prete in Sardegna, Progressionecento, p. 82. Problemi di salute ne riducono successivamente l attività, anche se sarà presente ancora per parecchi anni alle illuminazioni popolari della Grotta Gigante, alle cene sociali e alle assemblee della Commissione. Con lui se ne andato un altro pezzetto di storia della speleologia triestina. Pino Guidi UNA DELEGAZIONE DELL OHIO (USA) A TAIPANA In questi giorni, a Taipana, il Children's International Summer Villages (C.I.S.V.) di Gorizia è stato al centro di un interessante esperienza svolta grazie al contributo del Centro Ricerche Carsiche C. Seppenhofer. Il C.S.I.V. è un'organizzazione internazionale, affiliata all'unesco, che promuove l'educazione alla pace e l'amicizia interculturale. L associazione offre una gamma di attività di gruppo che sviluppano comprensione reciproca ed integrazione fra i bambini e fra i giovani dei diversi angoli del mondo. In questa occasione i ragazzi che partecipavano ad un programma Interchange provenivano dallo stato dell Ohio (U.S.A.) ed erano tutti ospiti nel rifugio speleologico di Taipana. L'Interchange è un programma nel quale i concetti e gli obiettivi del C.I.S.V. vengono approfonditi nel confronto con altra cultura. Si vuole così sensibilizzare i ragazzi, ma anche le loro stesse famiglie, al tema della diversità.si tratta di uno scambio con un altro Paese: ogni ragazzo vive individualmente, per un determinato periodo, nella famiglia di un coetaneo straniero. Famiglie di entrambi i Paesi si mettono in contatto per conoscersi, scambiando degli elementi delle proprie culture attraverso il racconto, foto, cibo. Vi sono attività di gruppo (lo stesso scambio è vissuto da una delegazione di minimo 4 partecipanti e un leader) e momenti in famiglia. È rivolta a ragazzi dai 12 ai 14 anni. L organizzazione attualmente conta,

4 globalmente, più di membri. Grazie alla collaborazione con gli speleologi del Centro Ricerche Carsiche C. Seppenhofer e la disponibilità del rifugio di Taipana, i ragazzi americani dell Ohio hanno potuto conoscere un ambiente per loro inusuale e soprattutto il sentiero delle cascate del Rio Gorgons che si snoda in una valle meglio conosciuta, dai locali, come Šeroka Dolina, una lunga e profonda incisione valliva, costellata da una serie di cascate splendide e diverse tra loro create dal Rio Gorgons. I partecipanti hanno potuto così ammirare le bellezze del sentiero, che risalendo questa splendida valle, si snoda tra macchie di fitta vegetazione e panorami mozzafiato. Ed è forse proprio questo il modo migliore per conoscere questo angolo di paradiso, attraverso questo percorso tanto facile quanto suggestivo, un angolo di vera poesia! Per gli amanti poi della geologia e della speleologia, la zona è ricca di sorprese, infatti, è facile imbattersi in strutture geologiche di grande interesse, o in anfratti e grotte di origine carsica, che hanno alimentato leggende e miti, ed ora sono oggetto di studio e ricerca da parte di molti appassionati. Lungo il sentiero gli escursionisti, con qualche timore, hanno dovuto attraversare alcune passerelle, piuttosto ardite, sospese sopra le cascate. In particolare quella sopra la grande cascata del Rio Lieskovac che per la verità meriterebbe un po di accurata manutenzione per evitare di attraversare la passerella con il cuore in gola. Anche alcuni tratti del sentiero andrebbero sfoltiti dalla vegetazione che in questo periodo è particolarmente rigogliosa. I ragazzi americani hanno potuto anche visitare la bella Grotta Pre Oreak che si trova a valle, lungo il torrente Cornappo, e costituisce il principale collettore delle acque sotterranee provenienti dalla soprastante zona di Villanova delle Grotte. Una vera e propria sorpresa visto che nel territorio dell Ohio, da cui i ragazzi provengono, non ci sono grotte e il paesaggio è piuttosto monotono e pianeggiante. Inutile dire che l esperienza è stata per loro molto suggestiva anche se alla fine tutti sono stati messi a dura prova dalla fatica. Le leader delle due delegazioni, Elizabeth Hanes (delegazione americana), e Jessica Scodro (delegazione italiana), hanno ricordato che conclusa questa bella esperienza italiana i ragazzi italiani raggiungeranno i loro compagni d'avventura negli USA per passare due settimane lì. Parco Tematico della Grande Guerra di Monfalcone La Società di Studi Carsici A.F. Lindner il 15 luglio 2015 ha condotto una visita guidata al PTGG con quaranta ragazzi in età tra i 10 e 15 anni, provenienti dieci da Wagna (Stiria-Austria), dieci da Metlika (Slovenia), venti da Ronchi dei Legionari, con i loro accompagnatori (2 italiani, 2 sloveni e 2 austriaci). L'iniziativa era inserita nel programma del Gemellaggio tra Ronchi dei Legionari, Wagna e Metlika, che da quarant'anni si realizza con uno scambio di ragazzi che vengono ospitati nelle famiglie dei tre comuni, a rotazione: quest'anno in Italia, e negli anni successivi in Austria e in Slovenia. Durante la settimana di permanenza il Comune organizza un ricco programma di escursioni, visite al territorio e intrattenimenti, chiedendo anche il supporto alle associazioni locali. In questo contesto si è inserito l'intervento della Lindner, che ha fatto conoscere ai graditi ospiti i luoghi della grande Guerra sul Carso alle spalle di Monfalcone. Il socio Alessandro Zoff, appassionato di storia della Grande Guerra, ha condotto la visita guidata. A dare una nota di colore, c'è stata la partecipazione di due rievocatori storici del Gruppo "I Grigioverdi del Carso" che hanno fatto vedere divise e armi ai ragazzi. La cosa che ha destato maggior interesse, oltre la visita delle Caverne Vergine e dei Pipistrelli, è stato il rinvenimento di proiettili originali dell'epoca. Antonella Miani Acqua fonte di vita ; non solo una mostra Acqua e roccia, i due elementi protagonisti in quel mondo sotterraneo teatro dell azione e della passione degli speleologi. E sull Acqua fonte di vita che l Unione Speleologica Pordenonese CAI ha allestito una mostra fotografica in Riviera di Pordenone nell ambito della recente Festa del Noncello Nella Grotta dei Pipistrelli. (Erica Mesar) I GrigioVerdi del Carso nella Caverna Vergine. Nella Caverna Vergine (Erica Mesar) Percorrendo la Trincea Joffre. (Anna Tavano) Parte della mostra allestita in Riviera del Pordenone.

5 MaxiPoster della mostra "Acqua fonte di vita". Nella Bac con i ragazzi del Centro Estivo della Parrocchia di Sant'Agostino. (Sergio Dolce) Piancavallo SpeleoDay. Alcuni dei partecipanti alla visita CAI PN alle Grotte di San Canziano. Una mostra che, come ha sottolineato il referente per le Attività Didattiche dell Unione, Guido Tintinaglia, attraverso potenti immagini in bianco e nero di grande formato, propone a noi tutti delle riflessioni sull uso di questo sempre più importante elemento naturale troppe volte, nella nostra società, malamente sprecato o peggio inquinato. Un altro obiettivo, ha ricordato Tintinaglia, quasi provocatorio, che motiva la presenza degli speleologi del CAI alla Festa, è quello di costatare quale siano le reali possibilità di poter proporre a Pordenone delle esposizioni all aperto, non vigilate, senza che queste subiscano atti di vandalismo ed è anche per questo motivo che l USP ringrazia gli Organizzatori di questa importante manifestazione cittadina per aver creduto nell iniziativa. Escursione didattica estiva a Basovizza Il giorno 8 luglio è stata organizzata un'escursione didattica per il centro estivo della parrocchia di Sant'Agostino di Trieste. Trentacinque i partecipanti, sia bambini delle elementari che ragazzi delle medie, che, assieme ai loro quattro accompagnatori, sono stati guidati da Sergio Dolce alla scoperta degli ambienti naturali nella zona di Basovizza. La giornata era caldissima, ma per fortuna molto ventilata. La prima sosta è stata la Grotta Bac, che è stata molto apprezzata, soprattutto perché ha concesso una buona mezz'ora di clima decisamente fresco. Continuando poi per boschi e boscaglie, è stato raggiunto il Bosco Bazzoni, dove è stata visitata la "particella sperimentale". La dolina della Grotta Nera è risultata il luogo ideale per una sosta all'ora di pranzo. Molto interesse ha suscitato la leggenda, secondo la quale la grotta è stata anticamente usata per mettere in isolamento i lebbrosi, ai quali veniva fornito il cibo attraverso un camino naturale. Seguendo poi sentieri e carrarecce e attraversando un tratto di landa carsica (il più torrido!) si è concluso il giro ad anello rientrando a Basovizza. Sergio Dolce SpeleoDay in Piancavallo Una giornata particolare quella trascorsa sabato scorso dagli ospiti della località turistica di Piancavallo che, assistiti dagli Istruttori della Scuola di Speleologica CAI Pordenone, hanno potuto sperimentare le emozioni della progressione ipogea su sola corda usufruendo di una struttura messa a disposizione dalla ditta Tintinaglia Angelo. Mente i più grandi si cimentavano con imbraghi e moschettoni, ai più giovani è stata offerta la possibilità di partecipare a dei mini laboratori didattici condotti dagli operatori didattici dell Unione Speleologica Pordenonese. Un iniziativa organizzata dallo Speleo- Ristoratore Michele Mazzolo per proporre non solo a una giornata diversa del vivere la vacanza in montagna ma anche stimolare la conoscenza di un ambiente naturale ricco di importanti fenomeni carsici ancora in gran parte da conoscere e valorizzare. I soci della Sezione CAI di Pordenone alla scoperta dei segreti del fiume Timavo Una escursione guidata alle Grotte di San Canziano (Slovenia). Continua l impegno della Sezione CAI di Pordenone e dell Unione Speleologica Pordenonese a favore della consapevolezza sulla preziosità dell acqua. Dopo la mostra Acqua sorgente di vita allestita in occasione dell ultima edizione della Festa del Noncello, i Soci CAI pordenonesi hanno potuto recentemente vivere una nuova esperienza conoscitiva attinente a questo indispensabile elemento, infatti accompagnati dagli esperti speleologi sezionali hanno potuto addentrarsi nelle slovene Grotte di San Canziano dove il Timavo, certamente uno dei corsi d acqua carsici più famosi e studiati, inizia il suo percorso sotterraneo che lo porta, dopo oltre 40 chilometri ipogei, a riemergete alle risorgenze di Duino, nelle vicinanze di Trieste. Un percorso ancora in gran parte sconosciuto in quanto ad oggi intercettato solamente da quattro profonde cavità naturali. 5

6 "THE WAY TO THE SKY" o "Way to the sky"? Stavolta ci azzardiamo, si. A discapito di chi non ci credeva. La settimana scorsa c'erano meno di 10 centimetri di aria sopra il lago, ma un vento impressionante ne increspava la superficie. "Se continua così quel vento la farà evaporare, l'acqua del lago". Nessuno mi credeva. Sono davvero così sognatore? Che bello, e penso sia proprio questo il motivo di certi risultati, tra cui questo di cui ora racconterò. Borgobello Tiziano, Poeta Sergio e l'immancabile Andrea Macauda (Mammolo) sono gli sfortunati che risposero alla chiamata del Landri Scur. Era un anno e mezzo che il pelandrone non si concedeva. Sonnicchiava e ridacchiava ai nostri tentativi di forzarlo. Ma nulla, arrivati al momento buono...pioggia e... zac!: sifone alto per mesi. Dal dicembre 2013, nelle sue parti terminali, ci attendevano un grosso meandro ventoso inesplorato e tanto materiale tecnico. Il meandro è da sempre abituato a quel buio ma il materiale no. Reclamava nel buio un po' di compagnia che lo utilizzasse, che lo aprisse, chiudesse, mettesse in trazione. Chissà cosa han pensato quando hanno visto l'accrescersi della luce anticipate dallo strusciare delle nostre tute sul meandro? Forse: "E qui la festa?". Alle ore di sabato mattina accendiamo i nostri led. Abbiamo con noi circa due sacchi a testa. Si, perché comunque, per evitare qualsiasi problema con il lago eventualmente ancora alto, abbiamo deciso di portarci anche le mute da sub ed i sacchi stagni per contenere trapani e tutto il resto. Lo abbiamo fatto lo stesso, anche se Mauro Sacilotto e Марчо Монтагнэp (Pelo) ci avevano già avvisato che il lago era basso. SIfone di sabbia, budello, pozzetto. In poco tempo siamo al lago dove constatiamo che le indicazioni dei due erano corrette. Abbandoniamo il materiale subacqueo e saliamo sul canotto. C'è un'ottantina di cm di aria sopra la superficie dell'acqua del lago, sufficiente per passare comodamente. Galleria quadra, salone e poi sifone di ghiaia che, però troviamo chiuso. In circa una mezzoretta riesco a passare. Poi Sergio, Tiziano ed, infine, Mammolo. La strada scorre via veloce e, verso le siamo all'imbocco del meandro merdoso, quello dell'anello, in prossimità del limite esplorativo della vecchia guardia. Meandro di merda, che ci fai perdere un'ora per percorrere i tuoi 150 metri, quanto ti odio. Alle siamo quindi al di là di quest'ultima difficoltà, al termine delle esplorazioni degli anni '90. Ora si incomincia a salire: un 15, un 20, un'altro 15 ed, infine, un 25. Ora si cammina in orizzontale in una zona che sembra essere lì per caso. La grotta cambia, si entra in un altro sistema. Qui non c'è aria come nelle parti sottostanti. Non c'è aria, certo, almeno fino al bivio con le Vasche dove l'aria si fa di nuovo davvero tanta. Ma è un'altra aria. Un'altra aria di un'altra grotta, evidentemente. L'aria esce dall'ingresso ed esce anche dalle Vasche. Le Vasche sono un ingresso basso di un altro sistema superiore e non l'ingresso alto del Landri Scur. Lo avevamo già capito un paio d'anni or sono quando avevo constatato che l'ingresso delle vasche era completamente chiuso dalla neve ed il sifone del Landri completamente aperto. Il concetto era poi stato rafforzato con le esplorazioni del dicembre 2013 in occasione della scoperta del meandro alto, obiettivo di questa punta. Filiamo lisci e di corsa ignorando le vasche. Eccoci laddove avevamo lasciato il materiale, praticamente il termine esplorato. Davanti è tutto nero. O tutto bianco "inesplorato", dove tutto è da scrivere, vedete voi... Il materiale, come ci si aspettava, è proprio contento di vederci. È tutto in ghingheri, bello ordinato e pulito. Entra perfino da solo nei nostri sacchi. R10 e siamo nel meandro. È come me lo ricordo: fossile, largo, alto, ricoperto da limo asciutto. Dritto e sinuoso al tempo stesso. Tanta aria, sempre presente, che scende: eccolo l'ingresso alto delle vasche. Da qui, in un futuro, entreremo nelle vasche e poi nel Landri.

7 Ma intanto progrediamo lentamente, armandolo con piccoli traversini laddove necessario. Consumiamo così una ventina di attacchi e più di 100 metri di corda. Al termine del materiale decido di proseguire da solo. Passo un punto stretto, vado avanti. Ora si allarga. Gli ambienti diventano un po' più attivi. Intercetto un attivo. L'acqua se ne va per vie ignote, da esplorare, ma intanto io rimango alto. Proseguo in solitaria. Piccole pozze d'acqua che le osservo: ci sono aghi di pino mugo. Ma intanto proseguo. Ora l'ambiente è più grande. Mi trovo in un ambiente con il soffitto costituito da una frana. L'attivo basso è impercorribile e così decido di guardare meglio il soffitto. Tra i blocchi scorgo un possibile passaggio. Ma c'è bisogno di corda, ed io l'ho finita. Al di là, un bel grande ambiente nero attende di essere illuminato per la prima volta dai nostri led. Faccio quindi retrofront, per tornare dove gli altri mi attendono. Le nostre stime quantificano in metri di nuovo esploprato. L'altimetro segna +240/260 dall'ingresso. Alle rivediamo la luce con ancora l'atroce dubbio sul nome del meandro: "Way to the dream" o "Way to the sky"? Dietro di noi il mostro scuro del Pradut, schivo e sonnolento che, osservandoci, ridacchiando ci da l'arrivederci. Filippo Felici (Felpe) 7

8 IX CAMPO SCUOLA DI SPELEOLOGIA Caramanico Terme luglio 2015 Al IX Campo Scuola di Speleologia che si è tenuto in Abruzzo, hanno partecipato anche tre speleologi del Friuli Venezia Giulia: Elisabetta Miniussi della Società di Studi Carsici "A. F. Lindner" di Ronchi dei Legionari (Gorizia), Tiziana Varcounig e Franco Gherlizza del Gruppo Grotte del Club Alpinistico Triestino. Nel corso dei sette giorni del campo i sedici ragazzi sono stati accompagnati in quattro grotte dell'abruzzo e delle Marche (Grotta dell'ovito, Grotta del Cervo, Grotta Oscura e Grotta Fredda) dopo aver appreso le nozioni base per la progressione su corda, che sono state spiegate sia in teoria che in pratica, con le manovre nella palestra di roccia, attrezzata appositamente nei pressi di Roccamorice. Un esperienza decisamente positiva per tutti come si può evincere dai commenti dei ragazzi. Ed eccoci qui cari compagni insieme al nostro capo Berardi tutti riuniti per la nona edizione d'un campo scuola senza paragone e fra un cambio di programma e una grotta infangata abbiamo tirato avanti fra un calcio e una risata ben sorvegliati dal nostro disorganizzatore allegro e simpatico anche sospeso su di un burrone che sacrifica l amichetto Ernesto per salvare un allievo modesto quindi dove lo trovate un uomo così onesto sempre ben organizzato e modesto? E fra gelidi tremori e intense emozioni questa settimana di campo è trascorsa volando ma a noi non è bastata e ci ritorneremo con felicità rinata e allora ci riavvolgeremo nei nostri imbrachi euforici e spensierati come ubriachi fra un discensore e un faticoso salitone noi non abbiamo timore poiché abbiamo al nostro fianco l inimitabile organizzatore che si è meritato un posto nel nostro cuore. Arianna, Antonio, Lorenzo e Alessia Caro Daniele, questa settimana è volata, come sempre del resto. Ogni volta ci dispiace abbandonare questo campo scuola perché, alla fine, dopo tanti anni è diventato parte di noi. Grazie a te abbiamo conosciuto questo meraviglioso e vasto mondo che è la speleologia. Ti ringraziamo di ritagliare del tempo per noi ogni anno e regalarci esperienze uniche ed emozionanti. A nome di Nicholas ci scusiamo per la tua momentanea impotenza, uomo impotente sempre piacente! A parte gli scherzi, grazie di vero cuore per questi momenti, grazie di rendere ogni giorno entusiasmante e divertente con la tua simpatia e i tuoi cambi di programma. Non vediamo l ora di ritornare e chissà cosa ci aspetta se quest anno sei diventato sordo l anno prossimo come sarai? Speriamo meglio, anzi noi siamo sicuri! Niccolò, Davide, Nicholas e Chiara Eccoci di nuovo qui, nella nona edizione del Campo Scuola di Speleologia. È già passata una settimana e non ce ne siamo nemmeno accorti, sono passati 7 giorni di divertimento in compagnia dei nostri immancabili, unici tutor, e dei nostri compagni di avventure. Anche quest anno abbiamo esplorato e compreso il mondo della speleologia affrontando nuove e bellissime esperienze che riescono sempre a convincerci di tornare ogni anno, nonostante la solita organizzazione. Non vediamo l ora di tornare per festeggiare la decima edizione e di ritrovarci qui, tutti insieme, a ridere e scherzare e alla fine, come sempre, il tempo passerà in fretta. Gemma, Francesco, Gabriele e Roberto. Questa lettera non inizia da qui, questa lettera inizia un po di tempo fa. Inizia da lunedì, quando ci siamo ritrovati in questa stanza a cui ora dobbiamo dire addio. Inizia da quando abbiamo guardato negli occhi i vecchi e i nuovi compagni di avventura. Abbiamo stampato tutto nella mente: le discese in corda, le strettoie, le amicizie, il divertimento, (e anche il cibo). Questo Campo Scuola di Speleologia lascia sempre qualcosa di unico e indescrivibile. Lascia l emozione, lascia i ricordi, lascia la tristezza del pensare a tutti i bei momenti andati via e la felicità di averli vissuti. Il campo scuola non è ancora finito e già ci manca tanto che aspettiamo con impazienza la prossimo. Perché è così: le cose belle passano in fretta. Passa in fretta il tempo in grotta. Ti senti un tutt uno con la natura, con il silenzio, con il buio, con la vita. E a questo serve questo campo scuola: a sentirsi vivi. Per questo ci siamo. Per questo ci saremo. Valeria, Thierry, Francesco jr. e Davide jr. Daniele mettiamo per iscritto queste righe poiché ormai non ci senti più. Ma noi veterani ti abbiamo conosciuto quando ancora ci sentivi! È passato tanto tempo e ogni anno è più difficile per noi rinunciare alla nostra settimana speciale, nonché unica. Abbiamo sempre ammirato la tua dedizione e attenzione a questa iniziativa che, puntualmente, riproponi senza esitazioni, sacrificando il tuo prezioso, nonché incasinato tempo. Continui a stupirci con nuove esplorazioni, insegnandoci la passione per questo mondo, a molti sconosciuto. Ci hai fatto oltrepassare limiti che pensavamo fossero insuperabili. Ci hai aiutato a crescere sia come speleologi sia come persone, non solo con spunti teorici ma anche condividendo con noi le tue esperienze tra una risata e l altra. Quindi semplicemente ti ringraziamo per la persona che sei e per le persone che ci hai fatto diventare. Il prossimo anno sarà il X Campo Scuola di Speleologia, noi ci saremo! I tuoi pellegrini "veterani".

9 IX CAMPO SCUOLA DI SPELEOLOGIA Fotocronaca Istruttrici (Elisabetta e Tiziana) e allievi durante le manovre su sola corda nella palestra di Roccamorice. (Franco Gherlizza) Lezione base di topografia e rilevamento all'interno della Grotta Oscura. (Franco Gherlizza) Il gruppo all'esterno della Grotta Fredda (Marche). I sedici ragazzi in aula, durante una lezione teorica Istruttori, professori universitari e allievi nella Grotta dell'ovito (Abruzzo). Roccamorice. Michele attrezza una parete.. 9

10 club alpinistico triestino - gruppo grotte E cavità artificiali UN ANNO DI ATTIVITÀ SPELEO-DIDATTICA CON gli istituti SCOLastici, i centri estivi e i gruppi giovanili ANNO SCOLASTICO Con l'escursione di venerdì 26 giugno 2015, alla Grotta dell'acqua, possiamo dichiarare concluso l'impegno assunto dai soci del Gruppo Grotte del Club Alpinistico Triestino per quanto riguarda alcuni progetti didattici che sono stati concordati assieme al Comune di Trieste e al Comune di Muggia per l'anno scolastico A questi si sono aggiunte numerose richieste per visite guidate a grotte e cavità artificiali anche da diversi istituti scolastici italiani, sloveni e croati. Come si può vedere, la maggior parte delle richieste riguarda la Kleine Berlin, struttura che recentemente ha ricevuto il "Certificato di eccellenza" da parte della Tripadvisor, grazie soprattutto all'impegno e alla competenza dei nostri soci Maurizio Radacich, Lucio Mircovich e Dean Leonardelli. Un chiaro segnale che le nostre proposte didattico-divulgative ipogee hanno ormai stravalicato i confini provinciali. I progetti mirano a far conoscere il mondo sotterraneo (sia naturale che artificiale) ai ragazzi delle scuole di ogni ordine e grado, ai giovani dei ricreatori, dei centri estivi e di altre iniziative giovanili (ma non solo), in genere. Riportiamo, in modo esaustivo, l'attività svolta da soci e collaboratori, nel periodo di tempo sopra indicato, ringraziandoli per l'impegno che si sono assunti e per la professionalità con la quale hanno svolto questo importante servizio civico. 10 luglio mercoledì Ricreatorio De Amicis (Trieste) Kleine Berlin (17+2) 23 luglio mercoledì Ricreatorio Fonda-Savio (Trieste) Kleine Berlin (24+3) 23 luglio mercoledì Cooperativa La Quercia (Trieste) Kleine Berlin (62+2) 27 luglio domenica Agenzia Sociale 2001 (Trieste) Kleine Berlin (10+1) 05 agosto martedì Ricreatorio di Opicina (Trieste) Grotta Bac (23+3) 07 agosto giovedì Cooperativa Reset (Trieste) Kleine Berlin (16+1) 08 agosto venerdì Ricreatorio Lucchini (Trieste) Kleine Berlin (35+3) 20 agosto mercoledì Ricreatorio Fonda-Savio (Trieste) Kleine Berlin (23+2) 25 agosto lunedì Ricreatorio Padovan (Trieste) Kleine Berlin (22+1) 27 agosto mercoledì Ricreatorio di Opicina (Trieste) Grotta Bac (22+3) 04 settembre giovedì Ricreatorio Padovan (Trieste) Kleine Berlin (16+1) 22 settembre lunedì Scuola Ribičič (Trieste) Kleine Berlin (28+1) 27 settembre sabato Amis (Trieste) Kleine Berlin (20+1) 06 ottobre lunedì Scuola Ital. Materna di Hrvatini (Slovenia) Lezione in classe (30+7) 08 ottobre mercoledì Scuola slovena (Capodistria - Slovenia) Kleine Berlin (19+1) 13 ottobre lunedì Scuola slovena (Capodistria - Slovenia) Kleine Berlin (25+1) 17 ottobre venerdì Scuola slovena (Capodistria - Slovenia) Kleine Berlin (27+1) 21 ottobre martedì CIOFS (Trieste) Kleine Berlin (16+1) 22 ottobre mercoledì Scuola slovena (Capodistria - Slovenia) Kleine Berlin (26+1) 22 ottobre mercoledì CIOFS (Trieste) Kleine Berlin (13+1) 23 ottobre giovedì CIOFS (Trieste) Kleine Berlin (15+1) 14 novembre venerdì Scuola slovena (Capodistria - Slovenia) Kleine Berlin (25+1) 20 novembre giovedì Istituto Comprensivo di Gorizia Kleine Berlin (50+4) 24 novembre lunedì Scuola Ital. Materna di Hrvatini (Slovenia) Grotta Bac (22+3) 05 dicembre venerdì Scuola Internazionale di Opicina (Trieste) Kleine Berlin (36+10) 03 gennaio sabato Parrocchia S. Giorgio Martire (Lecco) Kleine Berlin (42+3) 13 gennaio martedì Scuola Media N. Sauro (Muggia - Trieste) Kleine Berlin (46+3) 10

11 20 gennaio martedì Scuola Media N. Sauro (Muggia - Trieste) Kleine Berlin (21+2) 27 gennaio martedì ITG Delai (Bolzano) Kleine Berlin (39+3) 29 gennaio giovedì ISIS BEM - Staranzano (Gorizia) Kleine Berlin (44+3) 30 gennaio venerdì Scuola Media N. Sauro (Muggia - Trieste) Kleine Berlin (20+2) 31 gennaio sabato Gruppo Agesci di Cordovado (Trieste) Kleine Berlin (20+2) 05 febbraio giovedì Scuola Media N. Sauro (Muggia - Trieste) Lezione in classe (63+4) 12 febbraio giovedì Scuola Media N. Sauro (Muggia - Trieste) Lezione in classe (89+7) 20 febbraio venerdì Scuola Montessori S. Giusto (Trieste) Kleine Berlin (21+1) 24 febbraio martedì Gruppo FAI Giovani FVG (Trieste) Kleine Berlin (37+2) 02 marzo lunedì Scuola slovena (Capodistria - Slovenia) Kleine Berlin (27+4) 03 marzo martedì Istituto Galilei (Trieste) Kleine Berlin (21+2) 04 marzo mercoledì Scuola Media N. Sauro (Muggia - Trieste) Kleine Berlin (21+2) 04 marzo mercoledì Scuola Elementare Rossetti (Trieste) Lezione in classe (20+1) 04 marzo mercoledì Scuola Media N. Sauro (Muggia - Trieste) Kleine Berlin (21+2) 04 marzo mercoledì Scuola Infermieristica (Slovenia) Kleine Berlin (57+4) 11 marzo mercoledì Scuola It. Materna di Hrvatini (Slovenia) Lezione in classe (42+7) 12 marzo giovedì Scuola Slo. Materna di Hrvatini (Slovenia) Lezione in classe (16+2) 13 marzo venerdì Scuola Media Divisione Julia (Trieste) Kleine Berlin (13+1) 13 marzo venerdì Liceo S.M. Legnami (Monza Brianza) Kleine Berlin (34+2) 13 marzo venerdì Scuola Media Caprin (Trieste) Lezione in classe (95+4) 16 marzo lunedì Università della Terza Età Dobrina (Trieste) Kleine Berlin (26+2) 18 marzo mercoledì Scuola Media Julia (Trieste) Kleine Berlin (19+1) 18 marzo mercoledì Istituto Comprensivo Breccia (Como) Kleine Berlin (70+4) 19 marzo giovedì Istituto Comprensivo Palladio (Vicenza) Kleine Berlin (45+2) 19 marzo giovedì Scuola Media Fonda Savio (Trieste) Lezione in classe (17+2) 23 marzo lunedì Università della Terza Età Dobrina (Trieste) Kleine Berlin (25+2) 25 marzo mercoledì Scuola Media N. Sauro (Muggia - Trieste) Grotta Bac (20+3) 25 marzo mercoledì Scuola Media S. Francesco (Varese) Kleine Berlin (58+2) 30 marzo lunedì Scuola Media Caprin (Trieste) Grotta Bac (27+4) 30 marzo lunedì Scuola OSZ Malles (Bolzano) Kleine Berlin (40+2) 31 marzo martedì Scuola OSZ Malles (Bolzano) Kleine Berlin (20+1) 31 marzo martedì IAL FVG (Trieste) Kleine Berlin (15+1) 31 marzo martedì Liceo Fanti di Carpi (Modena) Kleine Berlin (15+1) 31 marzo martedì Scuola Media Caprin (Trieste) Grotta Romana (17+2) 02 aprile giovedì Scuola slovena (Nova Gorica - Slovenia) Kleine Berlin (25+2) 03 aprile venerdì Scuola slovena (Capodistria - Slovenia) Kleine Berlin (38+1) 13 aprile lunedì Scuola Media N. Sauro (Muggia - Trieste) Grotta Bac (15+2) 14 aprile martedì Scuola Media N. Sauro (Muggia - Trieste) Grotta Bac (21+2) 14 aprile martedì Scuola dell'infanzia (Muggia - Trieste) Grotta Bac (20+2) 14 aprile martedì Scuola Media Pergine Valsugana (Trento) Kleine Berlin (40+2) 15 aprile mercoledì Scuola Elementare Dardi (Trieste) Lezione in classe (40+3) 15 aprile mercoledì Scuola Media Virgilio (Como) Kleine Berlin (40+2) 16 aprile giovedì Scuola Media Levstik di Prosecco (Trieste) Kleine Berlin (24+1) 16 aprile giovedì Scuola Media - Como Kleine Berlin (25+1) 17 aprile venerdì Scuola slovena (Capodistria - Slovenia) Kleine Berlin (26+1) 19 aprile sabato Alpinismo Giovanile CAI Gemona (Udine) Forte di Osoppo (22+12) 20 aprile lunedì Scuola Media mons. Manfredini (Varese) Kleine Berlin (50+2) 11

12 21 aprile martedì Scuola Media N. Sauro (Muggia - Trieste) Grotta Bac (19+2) 22 aprile mercoledì Scuola Media N. Sauro (Muggia - Trieste) Grotta delle Gallerie (40+3) 22 aprile mercoledì Università della Terza Età Dobrina (Trieste) Kleine Berlin (19+1) 23 aprile giovedì Scuola Media N. Sauro (Muggia - Trieste) Riparo di Visogliano (40+4) 24 aprile venerdì CSM Maddalena (Trieste) Kleine Berlin (7+1) 28 aprile martedì Scuola Media N. Sauro (Muggia - Trieste) Fontanone di Goriuda (45+3) 29 aprile mercoledì Fondazione Sant'Agostino (Varese) Kleine Berlin (50+2) 30 aprile giovedì Scuola Media Fonda Savio (Trieste) Grotta di Crogole (43+3) 04 maggio lunedì Scuola Media Divisione Julia (Trieste) Kleine Berlin (16+1) 05 maggio martedì Liceo Petrarca (Trieste) Kleine Berlin (17+1) 06 maggio mercoledì Istituto Veronese Marconi (Cavarzere - VE) Kleine Berlin (35+2) 06 maggio mercoledì Ass. Cult. G. Lorenzin (Portogruaro - VE) Kleine Berlin (25+2) 08 maggio venerdì Scuola Media N. Sauro (Muggia - Trieste) Fontanone di Goriuda (45+3) 08 maggio venerdì Scuola slovena (Capodistria - Slovenia) Kleine Berlin (41+1) 20 maggio mercoledì Scuola Media N. Sauro (Muggia -Trieste) Lezione in classe (46+4) 27 maggio mercoledì Istituto comprensivo Altipiano (Trieste) Kleine Berlin (21+1) 29 maggio venerdì Scuola Elementare Rossetti (Trieste) Grotta dell'acqua (36+4) 03 giugno mercoledì Scuola Elementare Benussi (Rovigno - HR) Kleine Berlin (35+2) 08 giugno lunedì Scuola slovena (Capodistria - Slovenia) Kleine Berlin (85+1) 09 giugno martedì Scuola Media Fonda Savio (Trieste) Grotta Bac (16+2) 10 giugno mercoledì Scuola slovena (Capodistria - Slovenia) Kleine Berlin (78+1) 16 giugno martedì Oratorio OMA (Trieste) Kleine Berlin (50+3) 18 giugno giovedì Ricreatorio Fonda Savio (Trieste) Kleine Berlin (24+2) 19 giugno venerdì Ricreatorio Stuparich (Trieste) Kleine Berlin (41+3) 25 giugno giovedì Ricreatorio di Opicina (Trieste) Grotta Bac (18+2) 26 giugno venerdì Oratorio S. Vincenzo de Paoli (Trieste) Grotta dell'acqua (72+12) 100 incontri: (10 in aula + 19 in grotta + 70 in Kleine Berlin + 1 sul Forte di Osoppo) 56 strutture didattiche coinvolte (3195 studenti insegnanti/accompagnatori) per un totale di 3442 utenti. Da parte nostra abbiamo potuto contare sulla disponibilità di 30 collaboratori, tra soci e amici, nelle visite didattiche alla Kleine Berlin, per il progetto speleo-didattico nelle scuole Orizzonti Ipogei (in collaborazione con il Comune di Trieste) e per l'attività ambientale Noi e il nostro ambiente (progetto didattico sostenuto dal Comune di Muggia). Hanno prestato la loro opera i seguenti soci e amici del CAT: Blaschich Manuela, Bottin Guido, Bressan Maurizio, Buonanno Alberto, Buonanno Giovanni, Carboni Mario, Dolce Sergio, Esposito Guglielmo, Gherlizza Franco, Giurgevich Ernesto, Hoffer Michele, Leonardelli Dean, Mereu Francesca, Miele Laura, Mircovich Lucio, Monaco Lino, Nacinovi Mario, Negrisin Andrea, Perhinek Daniela, Podgornik Ferruccio, Prenassi Antonella, Radacich Maurizio, Razzuoli Massimo, Rizman Giorgio, Sandorfi Andrea, Tommasini Moreno, Trevisan Luca, Varcounig Tiziana, Vianello Sergio, Zamola Serena. 12

13 CAMPO speleo del CAT IN pala celar (monte canin) Anche quest'anno dal 1 al 9 agosto viene organizzato il campo speleo sul Monte Canin. La zona operativa questa volta prevede gli altopiani del Pala Celar (quota 2000 m circa), verso la Forca del Poviz (guardando il rifugio Gilberti all'estrema sinistra per interderci). Non ci sono punti di appoggio nei dintorni quindi il campo viene fatto esclusivamente con le tende. Quasi tutto il percorso è su sentiero CAI (o dal rifugio Gilberti o da Sella Nevea per la mulattiera del Poviz) per poi abbandonarlo seguendo una traccia fino al campo (circa 2 ore e mezza). L'intenzione è quella di rivedere e continuare l'esplorazione di una grotta ferma a 100 m, trovata recentemente da Papo, ci saranno sicuramente altre cose da fare che verranno decise al momento a seconda degli sviluppi esplorativi. Il campo è aperto a tutti e una mano a qualsiasi livello serve sempre, il paesaggio e la tranquillità del posto meritano sicuramente almeno una visita. Chi ha intenzione di partecipare, anche solo per qualche giorno, è pregato di contattare Clarissa o Papo. Clarissa: Papo: Gruppo del Monte Canin. Panoramica sul Monte Forato e la zona interessata dal nostro campo. In basso a sinistra, il rifugio "Celso Gilberti". (Franco Gherlizza) agosto VOYAGER & CAT su RAI DUE Lunedì 3 agosto, su Voyager, ci sarà la messa in onda delle esplorazioni fatte dal Club Alpinistico Triestino nei "Tunnel di Ravne" (Bosnia Erzegovina). Esplorazioni fatte nel corso del sopralluogo alle "piramidi" di Visoko (BiH). ALPI GIULIE CINEMA Una opportunità per i giovani La macchina organizzativa di Monte Analogo, come sempre nel periodo estivo, si è messa in moto per selezionare le produzioni da presentare ad Alpi Giulie Cinema L edizione precedente che ha celebrato il 25ennale, iniziata nel 1990 al Teatro Miela di Trieste, è stata senza dubbio una ottima manifestazione con una proposta cinematografica originale di grande qualità, ben distribuita geograficamente, e che ha toccato molti temi legati alla montagna con sale gremite al pubblico: dal lavoro alla natura, dalla grande avventura patagonica allo sci estremo sulle montagne canadesi, dall esplorazione degli abissi caucasici più profondi al mondo alle distese d acqua dell Amazzonia. Grande soddisfazione quindi, anche per il successo di tutto il lavoro svolto e per il non indifferente traguardo temporale raggiunto, rilanciando subito verso la ventiseiesima edizione, in parte dedicata al centenario della Grande Guerra combattuta sulle montagne. Sono previste produzioni provenienti oltre che dall'italia, dagli Stati Uniti, Spagna, Germania, Australia, SudAfrica, Inghilterra, Svizzera, Canada, Olanda. La rassegna, come di consueto, prenderà il via nel mese di novembre a Trieste per poi venire proposta a Gorizia e nella Pedemontana pordenonese. Il gruppo di lavoro (aperto a tutte le auspicabili collaborazioni) si ritrova nella sede di Via Fabio Severo 31 a Trieste ( oppure ) ogni mercoledì dalle alle Partecipano all organizzazione anche un gruppo di giovani volontari di ARCI Servizio Civile, la più grande associazione di scopo italiana dedicata esclusivamente al servizio civile che mette a disposizione dei giovani dai 16 ai 28 anni l opportunità di dedicare un anno della propria vita a favore di un impegno nell ambito della promozione di una cultura di pace e solidarietà, di educazione e promozione culturale e alla pratica sportiva, di salvaguardia e tutela dell ambiente. Le loro attività principali saranno l'affiancamento nel campo della comunicazione e informazione (grafica, fotografia, informatica, ufficio stampa,...). Monte Analogo offre inoltre la possibilità di svolgere attività di stage a studenti universitari iscritti alla Facoltà di Lettere e Filosofia di Trieste. In particolare i giovani si occuperanno in questo periodo dell organizzazione della rassegna Alpi Giulie Cinema con ruoli di assistenza al coordinamento tecnico, all ospitalità e alla comunicazione dell evento. Lo stage è un attività che si svolge all esterno dell università presso enti, ditte, istituzioni o privati. È anche un adempimento che l attuale ordinamento di legge prevede per gli Atenei e le Facoltà. Gli studenti interessati sono invitati a contattare Monte Analogo per concordare le modalità di svolgimento dello stage. Si rimanda al sito dell'università di Trieste per ulteriori dettagli. MONTE ANALOGO Via Fabio Severo, Trieste (Italy) tel mob

14 CONCERTO IN GROTTA Di questi tempi si parla tanto del caldo torrido che fa e che, per questo, non si può stare fuori. Mando un suggerimento di come rinfrescarsi nella natura. A parte trovate l'invito al concerto nella grotta Tnjelova pecina il venerdi 7 agosto alle ore 18, organizzato dal comune di Hrpelje Kozina in collaborazione con le società turistica e dei pompieri locali e la Sociatà speleo Dimnice di Koper-Capodistria. Su di un palco naturale, potremmo godere l'acustica straordianria della sala d'entrata ascoltando i cantanti della Kraska klapa e Marjetka Popovski. La grotta si trova nel villaggio Materija, non distante dalla strada che congiunge Trieste-Trst con Rijeka-Fiume. Sulla strada ci saranno, comunque, delle indicazioni. Vicino c'è la magnifica veduta della valle secca di Brezovica con i resti del castello. La grotta, trasformata secoli fa in rifugio per animali, si trova a lato della carrareccia. Consiglio di indossare calzature adatte e di portare una maglia perché la grotta è fredda al punto che, d'inverno, si riempie di concrezioni di ghiaccio. L'ingresso è gratuito. Franc Maleckar 14

15 15

16 16

17 Club Alpinistico Triestino Onlus Regolamento Concorso fotografico 70 CAT Art. 1 CONCORSO La Sezione Video-fotografica del Club Alpinistico Triestino promuove un concorso fotografico nazionale in occasione del suo 70 anno di vita. Art. 2 SEZIONI Il concorso è aperto a tutti e si articola in tre sezioni: Montagna Premio Icaro (Corrado De Monte) Sezione dal tema libero riservata esclusivamente a fotografie scattate in ambiente montano o carsico. Grotta Premio Ugo Stocker Sezione dal tema libero riservata esclusivamente a fotografie scattate in grotta. Cavità artificiali Premio Erwin Pichl Sezione dal tema libero riservata esclusivamente a fotografie scattate in cavità artificiali. Art. 3 ISCRIZIONE Il concorso si concluderà alla mezzanotte del 30 settembre Per iscriversi è sufficiente compilare il form online sul sito del CAT e spedire le immagini via mail all indirizzo di posta elettronica: Faranno fede la data e l ora della mail di invio del file. Ogni partecipante potrà presentare fino a 15 foto (5 per ciascuna sezione) scattate in qualunque parte del mondo, che non siano già state premiate in altri concorsi, pena la squalifica dell opera. Le opere dovranno essere presentate in formato.jpg (in alta qualità; peso massimo della singola foto: 8 MB; dimensioni minime del lato minore: 2000 px; RGB). Non sono ammessi fotomontaggi né foto con firme, filigrane o contrassegni visibili sull immagine. In entrambe le sezioni sono ammesse fotografie a colori; in bianco e nero o monocromatiche. L ammissibilità del fotoritocco e della sua entità, nel contesto dell opera presentata, rientreranno nella discrezionalità della giuria, che potrà squalificare opere ritenute non idonee al concorso. Art. 4 PREMI I premi saranno così suddivisi: Montagna Premio Icaro (Corrado De Monte) Foto prima classificata: 100 Grotte Premio Ugo Stocker Foto prima classificata: 100 Cavità artificiali Premio Erwin Pichl Foto prima classificata:

18 Tutte le opere inviate saranno pubblicate sul sito del Club Alpinistico Triestino nella Sezione Video-fotografica. I vincitori saranno resi noti entro il 30 novembre 2015 sul sito e contattati personalmente dall organizzazione. Art. 5 - QUOTE D ISCRIZIONE La partecipazione delle opere prevede il versamento di una quota d iscrizione di 10 per ogni singola sezione. Gli introiti saranno reinvestiti esclusivamente nel concorso stesso e in attività associative. Art. 6 - MODALITÀ DI PAGAMENTO Sono accettate le seguenti modalità di pagamento: tramite bonifico bancario al Club Alpinistico Triestino Onlus Banca Prossima - Filiale 5000 Milano / IBAN: IT93 W oppure Unicredit Banca - Agenzia Trieste Borsa / IBAN: IT75 S con causale: Concorso fotografico 70 CAT. Si prega si specificare anche il proprio nome e cognome. tramite consegna a mano presso la sede del CAT, via Raffaele Abro, 5/a ogni martedì e ogni giovedì dalle ore alle ore Art. 7 GIURIA Le opere saranno selezionate e giudicate in maniera inappellabile da una giuria di esperti la cui composizione sarà comunicata quanto prima sul sito web del CAT. La giuria si riserva il diritto di premiare più opere dello stesso autore. Art. 8 - DIRITTO D AUTORE Il partecipante, per tutte le opere candidate, concede al Club Alpinistico Triestino Onlus una licenza d uso completa, non esclusiva, irrevocabile e a tempo indeterminato. Il CAT mantiene i diritti di utilizzarle nell ambito delle proprie attività associative senza fini di lucro. L autore, il cui nome verrà sempre indicato, mantiene comunque i diritti morali sulla propria opera nonché la proprietà intellettuale della stessa. Le stampe delle foto in mostra rimarranno di proprietà del Club Alpinistico Triestino. Art. 9 - ACCETTAZIONE DEL REGOLAMENTO Con l iscrizione al concorso, l Autore accetta il presente regolamento e dichiara di possedere la paternità e i diritti di utilizzo dell immagine presentata e le eventuali necessarie liberatorie. Art ANNULLAMENTO DEL CONCORSO Se per qualsiasi motivo il concorso non è in grado di funzionare come previsto, a causa di infezioni da virus informatici, attacchi, manomissioni, interventi non autorizzati, frodi, guasti tecnici o qualsiasi altra causa che corrompa o influenzi la gestione, la sicurezza, l integrità o il corretto svolgimento del concorso stesso, il CAT si riserva il diritto, a propria esclusiva discrezione, di squalificare qualsiasi individuo che alteri il processo di iscrizione, e/o di annullare, interrompere, modificare o sospendere il Concorso. In caso di annullamento o sospensione del concorso, il CAT non conserverà alcun diritto sulle fotografie presentate e restituirà la quota d iscrizione. 18

19 Club Alpinistico Triestino Onlus CONCORSO FOTOGRAFICO 70 CAT Scheda di partecipazione Nome e cognome Nato a... il..... Residente in via CAP.... Città Provincia... Recapito telefonico Partecipo alla sezione: ) Montagna ) Grotta ) Cavità artificiali Con le fotografie dal titolo: Data,... Firma.... Acconsento al trattamento dei miei dati personali in conformità a quanto indicato dalla normativa sulla riservatezza dei dati personali (D.Lgs. 196/03) e solo relativamente allo scopo del Concorso in oggetto. Dichiaro che le immagini che presento sono frutto del mio ingegno e ne detengo i diritti e ogni titolo. Data,... Firma.... La presente scheda, debitamente compilata, è requisito fondamentale per la partecipazione al concorso. Alla scheda va allegata l attestazione del pagamento della relativa quota di partecipazione, se effettuato tramite bonifico bancario. 19

20 Club Alpinistico Triestino Onlus Regolamento Concorso video 70 CAT Art. 1 CONCORSO La Sezione Video-fotografica del Club Alpinistico Triestino promuove un concorso video in occasione del suo 70 anno di vita. Art. 2 SEZIONI Il concorso è aperto a tutti e si articola in due sezioni: Montagna Premio Edvino Millo Sezione dal tema libero riservata esclusivamente a video che hanno come soggetto l ambiente carsico e/o montano di superficie sotto tutti gli aspetti a loro collegati. Grotta Premio Fabio Scabar Sezione dal tema libero riservata esclusivamente a video che hanno come soggetto l ambiente ipogeo sotto tutti gli aspetti ad esso collegato. Art. 3 ISCRIZIONE Il concorso si concluderà alla mezzanotte del 30 settembre Faranno fede la data e l ora della mail di invio del racconto oppure la data del timbro postale del plico inviato. Per iscriversi è sufficiente compilare il form online sul sito del CAT. Saranno ammessi esclusivamente filmati inediti in formato DVD. I filmati dovranno essere presentati all organizzazione nel formato DVD in due copie, per l eventuale proiezione in sala qualora l opera venga premiata. Il materiale dovrà pervenire, per posta, presso la sede del CAT, via Raffaele Abro, 5/a Trieste, oppure con consegna diretta a mano ogni martedì e ogni giovedì dalle ore alle ore Art. 4 PREMIO I premi saranno così suddivisi: Montagna Premio Edvino Millo Video primo classificato: 100. Grotta Premio Fabio Scabar Video primo classificato: 100. Proiezione collettiva Le due prime opere premiate verranno proiettare nel corso di una serata organizzata appositamente. I vincitori saranno resi noti entro il 30 novembre 2015 sul sito e contattati personalmente dall organizzazione. Art. 5 - QUOTE D ISCRIZIONE La partecipazione delle opere prevede il versamento di una quota d iscrizione di 10 per ogni singola sezione. 20

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI INFO BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI Le informazioni contenute in questo documento non vanno in alcun modo a sostituire i contenuti dei bandi e

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 2 ... ... ... ... ... ...

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 2 ... ... ... ... ... ... VOLUME 1 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE ACQUE INTERNE 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: valle... ghiacciaio... vulcano... cratere...

Dettagli

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela di Kristiina Salmela Gole di Fara San Martino (CH) Hei! Ciao! Sono un bel TONTTU - uno gnometto mezzo finlandese mezzo abruzzese, e mi chiamo Cristian alias Rikke. Più di sei anni fa sono nato nel Paese

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

Discorso diretto e indiretto

Discorso diretto e indiretto PERCORSI DIDATTICI di: Mavale Discorso diretto e indiretto scuola: Cremona area tematica: Lingua italiana pensato per: 8-11 anni scheda n : 1 OBIETTIVO DIDATTICO: Saper riconoscere ed usare il discorso

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi come Anno scolastico 2012-2013 Classe 2 a D 1 Istituto Comprensivo G. Mazzini Erice Trentapiedi Dirigente Scolastico: Filippo De Vincenzi Ideato e realizzato

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e DIAGNOSTIC TEST - ITALIAN General Courses Level 1-6 This is a purely diagnostic test. Please only answer the questions that you are sure about. Since this is not an exam, please do not guess. Please stop

Dettagli

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE.

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE. 1 SE UNA SORPRESA VOLETE TROVARE ATTENTAMENTE DOVETE CERCARE. VOI ALLA FINE SARETE PREMIATI CON DEI GOLOSI DOLCINI INCARTATI. SE ALLE DOMANDE RISPONDERETE E NON CADRETE IN TUTTI I TRANELLI, SE TROVERETE

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

"UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE

UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE GREST 2015 L estate ormai si avvicina e l Unità Pastorale Madre Teresa di Calcutta, organizza e propone il GrEst (Oratorio estivo), rivolto ai ragazzi delle classi elementari e medie delle nostre parrocchie.

Dettagli

Il Mobile Significante 2015 XII edizione

Il Mobile Significante 2015 XII edizione Internazionale Fondazione Aldo Morelato sull arte applicata nel mobile. Il Mobile Significante XII edizione I Luoghi del relax 2.0 oggetti d arredo per il relax domestico Art. 1 Tema del concorso Lo spazio

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Anche quest anno il tema di E state insieme si pone in continuità con gli anni precedenti! Vi ricordate come si chiamavano e qual era il tema? Velocemente li

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

Bando del Concorso Nazionale Il Paesaggio raccontato dai ragazzi. Narrazioni e immagini nell'era digitale

Bando del Concorso Nazionale Il Paesaggio raccontato dai ragazzi. Narrazioni e immagini nell'era digitale Progetto Nazionale di Educazione al Patrimonio 2011-2012 Bando del Concorso Nazionale Il Paesaggio raccontato dai ragazzi. Narrazioni e immagini nell'era digitale Presentazione Sul presupposto che si conserva

Dettagli

CONCERTO/ SPETTACOLO MUSICALE SULLA GRANDE GUERRA

CONCERTO/ SPETTACOLO MUSICALE SULLA GRANDE GUERRA CORO VALCAVASIA Cavaso del Tomba (TV) CONCERTO/ SPETTACOLO MUSICALE SULLA GRANDE GUERRA chi siamo Il progetto sulla grande guerra repertorio discografia recapiti, contatti Chi siamo Il coro Valcavasia

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso

PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso L'ULTIMO PARADISO Lasciarsi alle spalle la vita caotica della città a partire alla volta di località tranquille, senza rumori nel completo relax sentendosi in paradiso,

Dettagli

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Celebriamo Colui che tu, o Vergine, hai portato a Elisabetta Sulla Visitazione della beata vergine Maria Festa del Signore Appunti dell incontro

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

abbonamenti 2015.2016

abbonamenti 2015.2016 abbonamenti 2015.2016 FARE DEL NOSTRO STADIO UNA FORTEZZA Caro Interista, San Siro e piu bello quando ci sei tu, io lo so bene. L ho visto vibrare nelle sue notti piu belle. Ho sentito la spinta, la voglia

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

Lucca. Project contest 2015. Premio Giovanni Martinelli. XI concorso nazionale per nuovi autori di fumetto

Lucca. Project contest 2015. Premio Giovanni Martinelli. XI concorso nazionale per nuovi autori di fumetto art.1 Per favorire l inserimento di nuovi talenti nel panorama editoriale italiano, comics & Games, in collaborazione con edizioni BD, organizza il contest Premio Giovanni Martinelli, concorso per progetti

Dettagli

Arcangela Mastromarco

Arcangela Mastromarco Autore: Con la collaborazione di: Arcangela Mastromarco Lidia Scarabelli 1 Unità 1 Questa è la mia famiglia. Io mi chiamo Meijiao. Faccio la IV elementare. La mattina mi alzo alle 7.00, mi vesto e faccio

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA

CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA Collegno, 17 novembre 2014 CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA PROPOSTA DI TRENO STORICO RIEVOCATIVO DA TORINO A UDINE progetto per la realizzazione di una tradotta militare rievocativa, da Torino a Udine

Dettagli

UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto

UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto Provincia di Ravenna Album fotografico UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto CONSIGLI/CONSULTE DEI COMUNI PARTECIPANTI SCUOLA Consulta ragazzi di Alfonsine Michelacci Andrea Scuola Primaria "Matteotti

Dettagli

www.noinoncilasceremomai.it

www.noinoncilasceremomai.it www.noinoncilasceremomai.it Chi siamo: la storia Il progetto trae ispirazione dalla vita di Vigor Bovolenta e sua moglie Federica Lisi che hanno, con il loro amore, sfidato il destino e la vita stessa.

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

[Pagina 1] [Pagina 2]

[Pagina 1] [Pagina 2] [Pagina 1] Gradisca. 2.10.44 Rina amatissima, non so se ti rivedrò prima di morire - in perfetta salute - ; lo desidererei molto; l'andarmene di là con la tua visione negli occhi sarebbe per me un grande

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente.

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. 2 e3 anno narrativa CONTEMPORAN scuola second. di I grado EA I GIORNI DELLA TARTARUGA ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. AUTORE: C. Elliott

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010

Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010 Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010 di Luca Navaglia Campionati Italiani dunque. Saprete già i risultati (Serena Ricciuti, Giuseppe Giannetto e Kodokan Alessandria). Per

Dettagli

La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO

La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO Che cos è la Convenzione Onu sui diritti dei bambini? La Convenzione sui diritti dei bambini è un accordo delle

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier Sommelier, nella prestigiosa realtà della Sommellerie di Roma e del Lazio, significa Professionismo nel vino. Chiediamo agli appassionati di essere professionisti del buon bere in maniera concreta, nella

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

FEBBIO SUMMER CAMP - Estate 2015 UNA SETTIMANA DI DIVERTIMENTO IMMERSI NELLA NATURA!

FEBBIO SUMMER CAMP - Estate 2015 UNA SETTIMANA DI DIVERTIMENTO IMMERSI NELLA NATURA! FEBBIO SUMMER CAMP - Estate 2015 UNA SETTIMANA DI DIVERTIMENTO IMMERSI NELLA NATURA! Febbio (1200-2063 m.) Comune di Villa Minozzo, alle pendici del Monte Cusna; località inserita nel meraviglioso contesto

Dettagli

ROVERETO: PERCORSO NELLE TRINCEE

ROVERETO: PERCORSO NELLE TRINCEE ROVERETO: PERCORSO NELLE TRINCEE Introduzione Il quindici e il sedici ottobre siamo andati in viaggio d'istruzione a Rovereto con la 3 C. Rovereto è una città a sud di Trento ricco di molte attrazioni

Dettagli

UNA CANZONE IN CUI CREDERE 2015 Premio FriulAdria

UNA CANZONE IN CUI CREDERE 2015 Premio FriulAdria Radio Vigiova presenta UNA CANZONE IN CUI CREDERE 2015 Premio FriulAdria 3 edizione Contest Musicale Festival Biblico - REGOLAMENTO - ART.1_PARTECIPANTI UNA CANZONE IN CUI CREDERE 2015 è un contest musicale

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare

Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare Come abbiamo visto nelle pagine precedenti il Sistema Solare è un insieme di molti corpi celesti, diversi fra loro. La sua forma complessiva è quella

Dettagli

Oggetto: Rinnovo tesseramenti 2011.

Oggetto: Rinnovo tesseramenti 2011. Alle Compagnie Ai Comitati Regionali Loro Sedi Rif.: 049/2010. Milano, 1 ottobre 2010. Oggetto: Rinnovo tesseramenti 2011. Gentile Presidente, con il rinnovo del tesseramento per il 2011, colgo l'occasione

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

con il Patrocinio della Città di Ostuni ORGANIZZA IL A N T O N I O L E G R O T T A G L I E 14-16 maggio 2014

con il Patrocinio della Città di Ostuni ORGANIZZA IL A N T O N I O L E G R O T T A G L I E 14-16 maggio 2014 SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO N. O. Barnaba- S. G. BOSCO di OSTUNI Sede centrale: N. O. Barnaba via C. Alberto,2 tel/fax 0831301527 Plesso S. G. Bosco Via G. Filangieri, 24 TEL./FAX 0831 332088 C.F. 90044950740

Dettagli

Consigli di lettura alla Libreria "Rinascita"

Consigli di lettura alla Libreria Rinascita Consigli di lettura alla Libreria "Rinascita" Pagine d Estate: proposte di letture per l estate 2014 Quest'iniziativa vuole incentivare il gusto per la lettura e avvicinare i preadolescenti ai testi di

Dettagli

1. Lo sport mens sana in corpore sano

1. Lo sport mens sana in corpore sano 1. Lo sport mens sana in corpore sano Mens sana in corpore sano è latino e vuol dire che lo sport non fa bene soltanto al corpo ma anche alla mente. E già ai tempi dei romani si apprezzavano le attività

Dettagli

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE l originale www.casadelcammino.it for SI RINGRAZIANO IN MODO

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI

REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI Presentazione per le scuole primarie A cura di Enrico Forcucci, Paola Di Giacomo e Alessandra Santini ni Promuovere la conoscenza e la diffusione delle energie provenienti

Dettagli

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) Savignano SI FEST 2014 a cura di Italo Zannier di Io sono una forza della natura.. Io sono una forza del Passato. Solo nella tradizione

Dettagli

AVVIAMENTO ALL ORIENTEERING. per bambini di 4-6 anni. di CRISTINA RUINI

AVVIAMENTO ALL ORIENTEERING. per bambini di 4-6 anni. di CRISTINA RUINI AVVIAMENTO ALL ORIENTEERING per bambini di 4-6 anni di CRISTINA RUINI Esperienze di gioco-orienteering svolte nell anno scolastico 2009-2010 alla scuola d infanzia di Longera (Trieste) Questa è una raccolta

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli