DAL CARRELLO ALLA SPEDIZIONE: COSA SI NASCONDE 4DIETRO OGNI CLICK

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DAL CARRELLO ALLA SPEDIZIONE: COSA SI NASCONDE 4DIETRO OGNI CLICK"

Transcript

1 DAL CARRELLO ALLA SPEDIZIONE: COSA SI NASCONDE 4DIETRO OGNI CLICK 4 Dal carrello alla spedizione: cosa si nasconde dietro ogni click Costruire un sito a misura di cliente Bello o buono? Diamo i nomi alle cose Chi cerca trova Mostrate la mercanzia Oltre l etichetta L ordine L ansia dell attesa AAA Casa per sito web cercasi Il dominio: la vostra insegna Casa, residence o albergo? Come farsi pagare Come si muovono i soldi nella Rete... 84

2

3 DAL CARRELLO ALLA SPEDIZIONE: 4 4. Dal carrello alla spedizione: cosa si nasconde dietro ogni click Siamo ai blocchi di partenza: avete in mano un progetto che vi permetterà di trasportare i fattori competitivi della vostra azienda sul web, sfruttando al massimo le caratteristiche del nuovo canale di vendita e avete messo in piedi un team di lavoro ben assortito e motivato che vi aiuterà a raggiungere gli obiettivi che vi siete posti. Non rimane che iniziare a mettere in cantiere il vostro progetto e farlo crescere passo a passo. Fino ad ora abbiamo parlato di strategie per l e-commerce; a questo punto è necessario passare ad un livello di dettaglio maggiore analizzando quelle che potremmo definire le tattiche per l e-commerce a cominciare dal luogo virtuale che rappresenta il centro del vostro progetto: il vostro sito. All interno di questo capitolo cercheremo di darvi una serie di informazioni che vi serviranno per governare il processo di realizzazione del sito e comprendere quali sono le vostre opzioni strategiche, senza tuttavia entrare troppo nell aspetto tecnico/realizzativo (quello sarà un problema del vostro team!). L intento sarà quindi quello di dare delle linee guida da seguire nello sviluppo del vostro sito. 61

4 4 DAL CARRELLO ALLA SPEDIZIONE: 4.1 Costruire un sito a misura di cliente Sia che abbiate già dato l incarico ad una società esterna, sia che abbiate coinvolto la vostra struttura IT per lo sviluppo del vostro sito web, non dovete commettere l errore di posare carta e matita e di attendere semplicemente di vedere realizzato il vostro progetto. La progettazione del vostro sito web è una fase che dovrete presidiare direttamente, dettando le linee guida, discutendo direttamente con i tecnici dei dettagli, proprio come fareste nella progettazione di un vostro nuovo negozio. Forse vi starete chiedendo: quale apporto potrò mai dare alla realizzazione del sito? In fondo mi sono affidato a rinomati professionisti... La risposta a questa domanda è semplice: voi conoscete i vostri clienti, il vostro prodotto e le principali criticità nel comunicarne le caratteristiche. E proprio sulla conoscenza e la comprensione del target si gioca la partita del successo di un sito di commercio elettronico (e di qualunque altro sito). Il web è un canale potentissimo, ma spietato. Garantisce la possibilità di raggiungere una platea vastissima ed internazionale, ma d altro canto allarga i confini dell ambiente competitivo. Gli utenti Internet sono consapevoli di poter passare in pochi secondi da un negozio ad un altro, magari dall altra parte dell oceano o del mondo a un costo di switching praticamente nullo. Per questo motivo il navigatore è impaziente: non vuole dedicare tempo a comprendere la struttura di un sito, gli strumenti che questo mette a disposizione o a leggere la storia dell azienda proprietaria del sito in cui sta navigando. Vuole ciò che ha in mente e lo vuole rapidamente perché sa perfettamente che esistono alternative a pochi click di distanza. Questo comportamento porta a una conseguenza da tenere a mente sempre e indelebilmente, in tutte le attività on line: abbiamo pochi secondi per conquistare un utente e in quei secondi dobbiamo far sì che questi possa trovare ciò che cerca 62

5 DAL CARRELLO ALLA SPEDIZIONE: 4 e capire che quanto noi gli offriamo è esattamente ciò che sta cercando. Tuttavia non dobbiamo pensare che superato lo scoglio dei primi secondi la strada sia poi in discesa: al primo intoppo, rallentamento o dubbio potremmo vedere il nostro cliente voltarci le spalle a favore di un concorrente. Come fare quindi a ridurre al minimo il numero di utenti persi nel percorso che va dal primo contatto alla chiusura della prima transazione commerciale? È opinione diffusa tra le più eminenti società di analisi dei fenomeni del mondo Internet, e nella comunità dei Web Designer che il fattore critico di successo per la progettazione di un sito di e-commerce sia il mettere sempre al centro i bisogni e le percezioni dell utilizzatore, cercando di prevederne le aspettative in conseguenza di ogni sua potenziale azione e fornendo dei risultati sempre coerenti. In breve è necessario partire dalla User Experience e seguire la dottrina della Usabilità applicata ai siti web. Conquistare la fiducia del cliente: Acquistare on line è per molti un abitudine, ma c è chi non ha ancora superato la diffidenza verso gli acquisti in Rete. Ecco alcuni consigli utili per conquistare le fiducia dei più scettici: evidenziate nel sito che avete anche un punto vendita fisico: fate fare al vostro cliente un tour virtuale e inserite le foto del vostro negozio, dei vostri laboratori o della vostra fabbrica; fatevi conoscere di persona : una buona idea può essere quella di inserire nel sito le foto dei soci dell azienda e un loro breve curriculum; raccontate la vostra storia: come è nata l azienda, come si è evoluta, quali sono i vostri punti di forza; mettete sempre a disposizione un numero verde, in modo che sia possibile il contatto diretto con il servizio clienti; mettete in evidenza la sicurezza del vostro sistema di pagamento. 63

6 4 DAL CARRELLO ALLA SPEDIZIONE: L usabilità di un qualunque oggetto o strumento è la sua attitudine ad essere utilizzata facilmente, con il minor numero di nozioni pregresse possibile in relazione alla sua complessità. Nel caso di un sito web l usabilità è la capacità del sito di portare l utente verso il risultato raggiunto nel minore numero di passaggi e di tempo. Un sito usabile resta in mente, soddisfa l utente e rende più probabile il ritorno del cliente sulle nostre pagine. Ma come arrivare a creare un sito realmente usabile? Se da un lato esiste un ampia letteratura in merito che consente di tracciare la strada, dall altro la realizzazione di un sito usabile è un continuo lavoro di limature, di analisi del comportamento degli utilizzatori e di piccole modifiche. Tuttavia, visto che siamo ancora in una fase di progetto iniziale e il nostro sito è un foglio bianco, abbiamo l opportunità di seguire fin da subito i sani principi dell usabilità applicata ai siti web. Pur senza voler esaurire l argomento, tema vasto e da addetti ai lavori, ecco una serie di spunti che vi saranno utili per impostare le attività del vostro gruppo di lavoro Bello o buono? 64 A tutti gli utenti di Internet è capitato almeno una volta di navigare in siti di grandissimo impatto grafico in cui era evidente lo sforzo dell azienda volto a renderne unica ed indimenticabile l esperienza di utilizzo, ma che alla prova dei fatti non davano le risposte che ci si aspettava o, peggio, non permettevano di arrivare con facilità alle informazioni o ai servizi desiderati. L impatto grafico è di evidente importanza: se in un negozio reale si hanno a disposizione innumerevoli strumenti per comunicare (suoni, spazi, colori, luci, odori), in un negozio virtuale è attraverso l utilizzo di colori, foto, disegni che sarete in grado di trasmettere non solo significati formali, ma soprattutto emozioni che ci permettono di comunicare i valori e il posizionamento del brand aziendale.

7 DAL CARRELLO ALLA SPEDIZIONE: 4 Il layout (la disposizione degli elementi sullo schermo) e la grafica devono però sempre tenere conto del fatto che un sito deve per prima cosa essere uno strumento che ha la finalità di portare al raggiungimento di una serie di obiettivi di business. Il vostro ruolo nell impostazione del tema grafico del sito web è quello di partecipare alla definizione delle linee guida (obiettivi), portando la vostra sensibilità e profonda conoscenza del cliente sul tavolo di lavoro. Questo serve per valutare poi l effettiva rispondenza di quanto proposto dal vostro team alle linee guida da voi tracciate Diamo i nomi alle cose Nel primo capitolo abbiamo fatto un parallelo tra il percorso di un utente che si aggira in un negozio vero rispetto ad uno store di e-commerce. Al di là dell aspetto estetico e sensoriale, ciascun negozio è strutturato internamente in funzione delle caratteristiche dei prodotti che vende e dell ampiezza di gamma. Tuttavia, qualunque sia il settore merceologico e il prodotto venduto, la dimensione del negozio o la sua localizzazione, possiamo stare certi che i prodotti saranno esposti in insiemi omogenei (categorie), spesso esplicitate formalmente attraverso insegne o cartelli che ne rendono visibile il posizionamento da diversi punti del negozio. In completa analogia con il mondo fisico, il punto di partenza nell allestimento e nella progettazione di un negozio on line 65

8 DAL CARRELLO ALLA SPEDIZIONE: 4è l individuazione di una strategia per segmentare l offerta in categorie con il duplice scopo di orientare il cliente all interno del nostro negozio e di comunicare in un colpo d occhio tutti i prodotti in vendita. La generazione delle categorie è un processo critico e in alcuni casi non banale. Il primo passo è cercare di immedesimarsi nell utente: cosa cerca l utente quando entra nel mio negozio? Ha già in testa un particolare marchio? Cerca un prodotto in funzione dell uso che ne dovrà fare? O forse in funzione delle caratteristiche stesse del destinatario del prodotto? Queste domande sono di fondamentale importanza per definire la modalità di categorizzazione; ci sono infatti differenti modi di raggruppare i prodotti, ad esempio: per tipologia di prodotto; per marchio; per utilizzo; per destinatario; per fascia di prezzo; La categorizzazione può anche essere effettuata su più livelli: si parte da categorie generali (ad esempio Strumenti per il fai da te ) per poi presentare all utente un secondo livello di dettaglio ( Trapani ) e un terzo ( Trapani senza filo ). Ovviamente a ciascun livello è possibile scegliere di cambiare la modalità di raggruppamento: è ad esempio possibile raggruppare prima per tipologia di prodotti (ad esempio Trapani ) e poi per marche. 66

9 DAL CARRELLO ALLA SPEDIZIONE: 4 A priori non esiste un metodo giusto o sbagliato di raggruppare i prodotti, ma è in ogni caso possibile seguire alcune regole di morigeratezza: non eccedere nella lunghezza degli elenchi di categorie: non superare le 9 voci (ricordatevi che il cliente web è impaziente!); non eccedere nei livelli di categorizzazione, pena il disorientamento dell utente (non sempre il cliente ha le idee troppo chiare su quanto sta cercando). Un esempio di categorizzazione dell offerta Come ultimo fattore occorre tenere presente l importanza dell ordinamento delle varie categorie: un ordinamento alfabetico è consigliabile quando la lista delle categorie è lunga, in quanto consente all utente di scorrere con lo sguardo rapidamente fino alla voce desiderata, ma è senza dubbio meno utile rispetto ad un ordinamento per importanza, nella quale sono posizionate all inizio dell elenco le categorie che si vuole mettere in evidenza. 67

10 4 DAL CARRELLO ALLA SPEDIZIONE: Chi cerca trova Sebbene sia provato che, all interno di un sito di e-commerce, la maggior parte dei navigatori 3 preferisca navigare tra le categorie, è ormai scontato che un sito metta a disposizione anche un motore di ricerca che permetta di trovare rapidamente un oggetto specifico. Il motore di ricerca, che deve essere sempre visibile nel corso della navigazione, permette agli utenti di inserire una qualunque serie di parole e di cercarle fra i risultati all interno delle informazioni che caratterizzano i prodotti (titolo, descrizione, produttore). È essenziale che i risultati mostrati dal motore di ricerca siano esposti in modo chiaro, mostrando le informazioni chiave del prodotto così da non costringere l utente a cliccarvici per comprendere a cosa corrisponde il risultato. L elenco inoltre deve essere esposto secondo un ordinamento logico, eventualmente modificabile dall utente, sia in termini di direzione dell ordinamento (crescente, decrescente) sia per quanto riguarda l informazione da ordinare (prezzo, popolarità, categoria di appartenenza) Mostrate la mercanzia Giunti a questo punto, attraverso una corretta categorizzazione dei prodotti, dovreste essere stati in grado di portare il potenziale acquirente di fronte allo scaffale virtuale che contiene una serie di prodotti compatibili con le sue esigenze. È giunto il momento di mostrare all utente la vostra offerta: quali prodotti offrite nella categoria scelta? La soluzione quasi obbligata per mostrare a video l insieme di prodotti che fanno parte della categoria, è quella di visualizzare una lista ordinata di oggetti, mostrando per ciascun oggetto in vendita una serie di informazioni chiave e (ove possibile) una piccola fotografia. La scelta delle informazioni da 68

11 DAL CARRELLO ALLA SPEDIZIONE: 4 visualizzare a video è di fondamentale importanza: pur cercando di occupare il minor spazio di visualizzazione possibile si deve consentire all utente di capire quali sono i prodotti che fanno per lui, senza obbligarlo a cliccare sul singolo oggetto. È stato dimostrato che i siti che costringono l utente a visualizzare le schede prodotto, per poter inquadrare le caratteristiche di base del prodotto, hanno un ritorno sensibilmente più basso: questa modalità di navigazione è frustrante e fa perdere tempo all acquirente. Esempio di pagina con elenco prodotti per la categoria Viso Idratanti. 3. Secondo User Interface Engineering, una società specializzata nelle analisi di usabilità, solo il 22% degli utenti utilizza il motore di ricerca interno dei siti al posto della ricerca per categoria 69

12 4 DAL CARRELLO ALLA SPEDIZIONE: Vi è infine una serie di piccoli consigli da ricordare quando si progetta la struttura delle liste di prodotti: evitare la visualizzazione a papiro : limitate il numero di risultati che vengono visualizzati sulla singola pagina e dividete la lista in più pagine. Il numero di risultati per categoria deve essere calibrato in modo da non superare le tre pagine; fate in modo che gli utenti possano ordinare i risultati secondo i parametri più indicativi del prodotto (prezzo, dimensione, variabili relative alle prestazioni) o in base alla popolarità dell oggetto; date la possibilità di aggiungere al carrello il prodotto direttamente dalla lista, senza obbligare il passaggio dalla scheda prodotto. Gli elenchi prodotti in pillole mostrate una miniatura del prodotto; fornite più informazioni possibili nell elenco prodotti; evitate elenchi troppo lunghi: dividete in più pagine; non superate le tre pagine per singola categoria; rendete le liste ordinabili; date la possibilità di mettere nel carrello il prodotto direttamente dall elenco. 70

13 DAL CARRELLO ALLA SPEDIZIONE: Oltre l etichetta Se l elenco dei prodotti è stato ben progettato, è molto probabile che i vostri potenziali acquirenti vogliano ottenere informazioni aggiuntive su uno o al più una limitata serie di prodotti candidati all acquisto. È il momento cruciale che porta verso la chiusura della transazione. In questa fase al cliente non basta più avere un informazione sommaria relativa alle caratteristiche principali del prodotto; vuole essere rassicurato di aver fatto la scelta giusta, vuole sopperire alle carenze sensoriali del web con la possibilità di accedere a una più ampia base informativa che gli permetta di scegliere. È in questa fase, più che in ogni altra, che la capacità di comunicare in modo efficace con il proprio target gioca un ruolo fondamentale: saper riportare in modo chiaro e comprensibile i vantaggi di un determinato prodotto, spiegarne l utilizzo e le qualità fanno parte di quel bagaglio di competenze che negli anni avete accumulato nell attività off line. Tutte le informazioni che l utente chiede devono essere raggiungibili dalla pagina immediatamente successiva, in termini di sequenza di click, alla visualizzazione della lista dei prodotti: la scheda prodotto. Esempio di pagina con scheda prodotto. 71

14 4 72 DAL CARRELLO ALLA SPEDIZIONE: Nel definire la struttura standard della scheda prodotto dovete prevedere diversi livelli di approfondimento, in modo da dare a ciascun utente i dati che gli servono senza tuttavia incorrere nell errore di caricare troppo di informazioni il cliente. Tipicamente le schede vengono divise in diverse sezioni: descrizione generale: in questa sezione il prodotto viene descritto in termini generali, parlando di funzioni assolte e punti di forza, cercando sempre di strutturare il più possibile le informazioni (utilizzando gli elenchi puntati). Evitate testi troppo lunghi, l utente Web raramente legge testi più lunghi di 5-6 righe; caratteristiche tecniche: in questa sezione presentate le caratteristiche di dettaglio del prodotto, secondo quanto dichiarato dal produttore qualora il prodotto non sia da voi realizzato e cercando di mostrare, se possibile, le stesse informazioni per tutti i prodotti di una stessa categoria; galleria di immagini: non dimenticate di inserire una o più immagini ad alta risoluzione per ciascun prodotto, eventualmente mostrando particolari o differenti viste; accessori: attraverso questa sezione è possibile segnalare la presenza di una serie di accessori opzionali per l oggetto selezionato che possono essere acquistati nel vostro negozio (eventualmente a prezzi scontati se ordinati insieme); l opinione degli utenti: molti siti fanno sì che gli utenti possano lasciare una piccola recensione del prodotto e una valutazione (solitamente da 1 a 5 punti). Lasciare aperta questa possibilità è di certo un arma a doppia taglio, ma generalmente è una scelta che porta risultati positivi. L utente si fida istintivamente di più di altri utenti che di quanto dichiarato dal produttore o dal rivenditore.

15 DAL CARRELLO ALLA SPEDIZIONE: 4 La scheda prodotto in pillole dare all utente tutte le informazioni necessarie a valutare l acquisto, senza trascurare nulla; strutturare la scheda in più sezioni con livelli differenti di approfondimento; fare largo uso di immagini; i commenti positivi sul prodotto da parte degli utenti valgono più di qualunque vostra dichiarazione: fate in modo che gli utenti soddisfatti condividano il loro parere! L ordine Il momento in cui l utente si presenta alla cassa non è particolarmente critico nell acquisto off line: l atto stesso di mettere un prodotto nel carrello è solitamente sintomo di un probabile acquisto. Nel caso dell acquisto on line le cose sono diverse: da un lato non c è nessuna vergogna o senso di colpa ad abbandonare un carrello virtuale, dall altra, specie al primo acquisto in un determinato negozio on line, vi è una barriera di diffidenza dovuta al fatto che l utente dovrà pagare in anticipo per un prodotto che riceverà fra (almeno) un paio di giorni. Per queste ragioni è necessario non commettere errori nella fase di checkout: dobbiamo trasmettere al nostro cliente la sensazione che la situazione è completamente sotto controllo, che è entrato in un processo guidato che lo porterà ad avere il suo prodotto tra le mani nel tempo stabilito. Indice del processo di ordinazione di un sito della grande distribuzione. 73

16 4 DAL CARRELLO ALLA SPEDIZIONE: Il primo passo da compiere è quello di rendere chiaro il processo: schematizzate il flusso delle operazioni da eseguire e fate capire in ogni momento all utente a che punto è del cammino e cosa deve fare. Comunicate all utente che è ancora in tempo per modificare qualche suo acquisto: non è il caso di abbandonare l intero carrello se ha cambiato idea su un singolo prodotto. Di solito il flusso d acquisto prevede i seguenti passi (non necessariamente nell ordine illustrato): 1. Riepilogo degli acquisti effettuati: in questo passaggio l utente può avere una visione complessiva di quanto sta per comprare e può decidere di modificare le quantità dei vari prodotti o di eliminarne qualcuno. In questo momento viene mostrato un computo del costo complessivo comprensivo dei costi di spedizione standard; 2. Scelta della modalità di spedizione: in questo passaggio l utente deve specificare la modalità di spedizione prevista (sempre che decidiate di utilizzare più soluzioni di spedizione). A ciascuna modalità di spedizione è associato un costo (tendenzialmente inversamente proporzionale al tempo previsto) e possono essere previste opzioni a pagamento quali l assicurazione del carico, l attivazione del tracciamento del proprio pacco via SMS (sempre che il vostro vettore logistico vi eroghi il servizio); 74 Esempio di pagina con le opzioni di spedizione e pagamento di uno store on line.

17 DAL CARRELLO ALLA SPEDIZIONE: 4 3. Scelta della modalità di pagamento: l utente è chiamato a scegliere quale modalità di pagamento utilizzare (vedi paragrafo 4.3). Qualora vi siano condizioni economiche differenti a seconda del tipo di pagamento scelto (nei sempre più rari casi in cui viene consentita la modalità contrassegno è prassi comune richiedere un sovrapprezzo) fate in modo che venga chiaramente visualizzato l importo totale ricalcolato tenendo conto delle nuove condizioni economiche; Esempio di pagina con le opzioni di spedizione e pagamento di uno store on line. 4. La conferma finale: siamo arrivati all ultimo bivio per l utente. Cercate di presentagli un riepilogo completo di quanto è in procinto di acquistare, di mettere in evidenza la sicurezza del processo (protocolli di sicurezza del pagamento, garanzie aggiuntive, diritto di recesso) e di visualizzare tutte le scelte effettuate, dando la possibilità di modificarle. Mettete bene in evidenza che accettando quanto riepilogato verrà addebitata la somma dovuta secondo la modalità di pagamento scelta. 75

18 4 DAL CARRELLO ALLA SPEDIZIONE: L ordine in pillole cercate di far capire immediatamente i passi che verranno eseguiti, anche attraverso rappresentazioni grafiche; siate trasparenti nell esporre il prezzo; fate sentire il cliente sicuro elencandogli sinteticamente i diritti di cui può beneficiare (recesso, garanzie) e la sicurezza del processo di pagamento L ansia dell attesa Uno degli errori più comuni nella vendita tramite web è quella di trascurare l aspetto che per il cliente è più critico: l attesa della consegna. Dopo aver cliccato su Conferma l utente ha bisogno di essere rassicurato: dovete dargli la certezza che tutto sta andando per il verso giusto, pena ritrovarvi il centralino e l di supporto intasati di richieste di chiarimento. Come prima cosa, per progettare correttamente la comunicazione con gli utenti nella fase che segue il pagamento occorre strutturare internamente quali sono i passaggi chiave nella gestione dell ordine e definire il livello di trasparenza verso gli utenti. Di solito un generico processo di gestione di un ordine on line segue il seguente iter: 1. Ricezione del pagamento; 2. Elaborazione dell ordine; 3. Eventuale attesa di uno o più colli da parte di fornitori o da magazzini periferici; 4. Merce pronta per il ritiro; 5. Spedizione in corso; 6. Consegna. 76

19 DAL CARRELLO ALLA SPEDIZIONE: 4 In qualunque momento l utente dovrebbe essere in grado di sapere dove si trova il suo prodotto: si tratta solo di definire con quali strumenti tenere informato il cliente dell avanzamento dell ordine. I principali strumenti utilizzati per tenere il cliente informato di come stia procedendo l ordine sono: tracking dell ordine attraverso il vostro sito web: attraverso le aree riservate del vostro sito web potete dare ai clienti la possibilità di visualizzare ogni modifica nello stato di avanzamento degli ordini aperti, lo storico degli ordini effettuati e di scaricare i documenti di trasporto (la bolla) e la fattura; invio di ad una serie di punti da voi stabiliti del processo di gestione dell ordine potete far sì che il vostro sistema di gestione dell ordine invii automaticamente un al vostro cliente; invio di SMS: accordandovi con un provider di SMS attraverso internet potrete inviare messaggi di testo sui cellulari dei vostri clienti in automatico. La decisione successiva è quella di definire con che frequenza (e quindi in quali fasi) inviare agli utenti un avviso (SMS o ) di avanzamento dell ordine. Vi sono alcune fasi in cui l è quasi un obbligo: alla ricezione del pagamento; alla spedizione del prodotto. Visto che non tutti i clienti sono uguali e non tutti gli ordini hanno per loro la stessa priorità, dovreste cercare di fornire agli utenti una o più opzioni di scelta attraverso la quale il cliente possa decidere con quale livello di dettaglio conoscere l avanzamento dell ordine. Certamente non tutti gli utenti hanno interesse a ricevere SMS: per ciascun ordine chiedete se l utente desidera essere avvisato dell avanzamento dell ordine su cellulare, lasciando come risposta standard No (se l utente non desidera essere avvisato, è inutile sostenere il seppur esiguo costo di invio dei messaggi). Per gli utenti più ansiosi, 77

20 4 DAL CARRELLO ALLA SPEDIZIONE: potete inoltre chiedere se desiderano essere aggiornati via ad ogni cambio di stato o solo nei più significativi. Non vi resta dunque che definire il testo delle varie comunicazioni corrispondenti alle fasi in cui desiderate inviare un messaggio (ricordate di essere chiari e concisi). 4.2 AAA - Casa per sito web cercasi Finora avete potuto farvi un idea di come deve essere fatta l interfaccia utente e di quali accorgimenti utilizzare per ottenere i migliori risultati di vendita. È arrivato il momento di entrare un poco più nel dettaglio ed analizzare quali sono i passi da fare e le opzioni che offre il mercato per fare sì che il vostro sito sia raggiungibile da tutti gli utenti Internet, sia ben protetto e preservato da eventi esterni (anche catastrofici) Il dominio: la vostra insegna 78 Il primo passo da compiere per trasformare la nostra presenza sulla Rete da un idea a qualcosa di tangibile è registrare un dominio (ad esempio così da assicurarsi il diritto di utilizzare un nome di dominio per un periodo di almeno uno o due anni. La registrazione di un dominio è un operazione estremamente semplice che non richiede alcuna conoscenza tecnica: bisogna solo decidere come chiamare il nostro dominio e quale estensione (.it,.com,.org...) registrare. Definiti questi dati, non resta che rivolgersi ad un qualunque provider che sia abilitato alla registrazione dei domini ed effettuare l operazione direttamente on line, previa la verifica della disponibilità del dominio scelto, inserendo solamente i propri dati anagrafici e pagando con carta di credito. Nel caso dei domini.it sarà necessario inviare anche via fax all Istituto di Informatica e Telematica i propri dati anagrafici in una dichiarazione che vi verrà fornita dal provider.

21 DAL CARRELLO ALLA SPEDIZIONE: 4 Se, come detto, la registrazione in sé è un operazione meccanica e lineare (basta seguire le istruzioni a video fornite dal provider), bisogna concentrare l attenzione sui fattori critici della registrazione del nome di dominio: che nomi /estensioni registrare? Una prima indicazione è quella che il nome di dominio deve essere facilmente memorizzabile e comunicare quello che il vostro negozio vende: meglio evitare nomi troppo lunghi o registrare la ragione sociale estesa (ad esempio È inoltre buona norma registrare un ventaglio di nomi che possano essere scambiati con il dominio scelto, così da tutelarsi da possibili errori di battitura o di memorizzazione. Lo stesso discorso può essere fatto per le estensioni di dominio: anche se il vostro sito è destinato ad un mercato locale, potrebbe in ogni caso essere una buona idea registrare in contemporanea anche il dominio.com o altre estensioni che possono avere un potenziale collegamento con la vostra attività. Chi gestisce i nomi di dominio? La gestione dei nomi di dominio spetta ad un ente no profit sopranazionale, l ICANN (Internet Corporation for Assigned Names and Numbers); ICANN delega la registrazione ad una serie di strutture accreditate (Registar) che possono così registrare direttamente i domini per suo conto. La lista delle società italiane accreditate direttamente alla registrazione è visibile all indirizzo: 79

22 4 DAL 80 CARRELLO ALLA SPEDIZIONE: Casa, residence o albergo? Ora che avete registrato il vostro dominio (o i vostri domini) è il momento di pensare a dove mettere il vostro sito web. Presupposto fondamentale perché il vostro sito sia raggiungibile dagli utenti della Rete è la disponibilità di un server web, ossia di un computer connesso ad Internet nel quale siano installati una serie di software (webserver, Database) che permettono di distribuire pagine web e contenuti dinamici agli utenti che ne fanno richiesta. Tutto facile allora: prendiamo un PC, ci installiamo i software (Apache e mysql, rispettivamente il webserver e il Database più diffusi per uso web, sono gratuiti e liberamente scaricabili) e il gioco è fatto? Purtroppo le cose non sono così semplici. È assolutamente vero che per un utilizzo casalingo potete installare Apache sul vostro PC e creare così il vostro server web, ma c è una serie di aspetti che renderebbero la scelta quanto meno discutibile nel caso di un negozio di e- commerce. Se il software è lo strumento che vi permette di allestire il vostro negozio, il server web può essere rappresentato come lo spazio fisico dove questo è insediato; da esso dipende la sicurezza del vostro sito, il numero di persone che possono accedervi contemporaneamente senza degradare le prestazioni e lo spazio di memorizzazione, ovvero la quantità di informazioni gestibili. Non bisogna inoltre dimenticare che per permettere un accesso contemporaneo a centinaia di utenti è necessaria una connessione ad Internet ad altissima velocità e con delle prestazioni minime garantite. Sul mercato vi sono tre strade percorribili per ottenere quello di cui avete bisogno. Le vostre scelte sono: server in house: acquisto di un server adeguato ed installazione dello stesso presso uno spazio da voi scelto; housing: acquisto di un server e installazione dello stesso presso un apposita struttura dotata di connessione ad alta velocità e servizi appositamente studiati (videosorveglianza, controllo degli accessi, condizionamento...);

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A.

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A. Mobile Messaging SMS Copyright 2015 VOLA S.p.A. INDICE Mobile Messaging SMS. 2 SMS e sistemi aziendali.. 2 Creare campagne di mobile marketing con i servizi Vola SMS.. 3 VOLASMS per inviare SMS da web..

Dettagli

Elaidon Web Solutions

Elaidon Web Solutions Elaidon Web Solutions Realizzazione siti web e pubblicità sui motori di ricerca Consulente Lorenzo Stefano Piscioli Via Siena, 6 21040 Gerenzano (VA) Telefono +39 02 96 48 10 35 elaidonwebsolutions@gmail.com

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

Nasce un nuovo modo di pensare alla posta DAL TUO PC STAMPI UN DOCUMENTO E SPEDISCI UNA BUSTA LA TUA POSTA IN UN CLICK

Nasce un nuovo modo di pensare alla posta DAL TUO PC STAMPI UN DOCUMENTO E SPEDISCI UNA BUSTA LA TUA POSTA IN UN CLICK Nasce un nuovo modo di pensare alla posta DAL TUO PC STAMPI UN DOCUMENTO E SPEDISCI UNA BUSTA LA TUA POSTA IN UN CLICK LA TUA POSTA IN UN CLICK Clicca&Posta è una soluzione software per la gestione della

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting. explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.it Procedura di gestione per Laboratori di Analisi Cliniche Pag.

Dettagli

ASTA IN GRIGLIA PRO. COSA PERMETTE DI FARE (per ora) Asta In Griglia PRO:

ASTA IN GRIGLIA PRO. COSA PERMETTE DI FARE (per ora) Asta In Griglia PRO: ASTA IN GRIGLIA PRO Asta in Griglia PRO è un software creato per aiutare il venditore Ebay nella fase di post-vendita, da quando l inserzione finisce con una vendita fino alla spedizione. Il programma

Dettagli

Guida agli strumenti etwinning

Guida agli strumenti etwinning Guida agli strumenti etwinning Registrarsi in etwinning Prima tappa: Dati di chi effettua la registrazione Seconda tappa: Preferenze di gemellaggio Terza tappa: Dati della scuola Quarta tappa: Profilo

Dettagli

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi.

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet: la rete delle reti Alberto Ferrari Connessioni

Dettagli

Tip #2: Come siriconosceun leader?

Tip #2: Come siriconosceun leader? Un saluto alla Federazione Italiana Tennis, all Istituto Superiore di Formazione e a tutti gli insegnanti che saranno presenti al SimposioInternazionalechesiterràilprossimo10 maggio al ForoItalico. Durante

Dettagli

E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI

E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI E-MAIL INTEGRATA Ottimizzazione dei processi aziendali Con il modulo E-mail Integrata, NTS Informatica ha realizzato uno strumento di posta elettronica

Dettagli

Deutsche Bank Easy. db contocarta. Guida all uso.

Deutsche Bank Easy. db contocarta. Guida all uso. Deutsche Bank Easy. Guida all uso. . Le caratteristiche. è il prodotto di Deutsche Bank che si adatta al tuo stile di vita: ti permette di accedere con facilità all operatività tipica di un conto, con

Dettagli

www.queen.it info@mbox.queen.it Gruppo Queen.it Listino Utente Finale Gennaio 2001

www.queen.it info@mbox.queen.it Gruppo Queen.it Listino Utente Finale Gennaio 2001 Listino Gennaio 2001 pag. 1 Gruppo Queen.it Listino Utente Finale Gennaio 2001 Profilo aziendale Chi è il Gruppo Queen.it Pag. 2 Listino connettività Listino Connettività RTC Pag. 3 Listino Connettività

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

Di seguito due profili carta realizzabili combinando le diverse modalità di addebito, esemplificativi della versatilità che caratterizza YouCard.

Di seguito due profili carta realizzabili combinando le diverse modalità di addebito, esemplificativi della versatilità che caratterizza YouCard. YouCard, la prima carta in Italia che consente di personalizzare il codice PIN, è anche l unica carta al mondo che unisce la sicurezza delle carte prepagate, la semplicità delle carte di debito e la flessibilità

Dettagli

Resellers Kit 2003/01

Resellers Kit 2003/01 Resellers Kit 2003/01 Copyright 2002 2003 Mother Technologies Mother Technologies Via Manzoni, 18 95123 Catania 095 25000.24 p. 1 Perché SMS Kit? Sebbene la maggior parte degli utenti siano convinti che

Dettagli

Gestione Email Gruppo RAS Carrozzerie Convenzionate

Gestione Email Gruppo RAS Carrozzerie Convenzionate Email Ras - CARROZZIERI Pag. 1 di 17 Gestione Email Gruppo RAS Carrozzerie Convenzionate Notizie Generali Email Ras - CARROZZIERI Pag. 2 di 17 1.1 Protocollo Gruppo RAS Questo opuscolo e riferito al Protocollo

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

INFORMAZIONI GENERALI...2 INSTALLAZIONE...5 CONFIGURAZIONE...6 ACQUISTO E REGISTRAZIONE...11 DOMANDE FREQUENTI:...13 CONTATTI:...

INFORMAZIONI GENERALI...2 INSTALLAZIONE...5 CONFIGURAZIONE...6 ACQUISTO E REGISTRAZIONE...11 DOMANDE FREQUENTI:...13 CONTATTI:... INFORMAZIONI GENERALI...2 INSTALLAZIONE...5 CONFIGURAZIONE...6 ACQUISTO E REGISTRAZIONE...11 DOMANDE FREQUENTI:...13 CONTATTI:...14 Ultimo Aggiornamento del Documento: 23 / Marzo / 2012 1 INFORMAZIONI

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati.

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati. Disclaimer: "# $%&'(&)'%# *("# +,(-(&'(# *%$).(&'%#,/++,(-(&'/# 0"#.(1"0%# *(""20&3%,./40%&(# /# &%-',/# disposizione. Abbiamo fatto del nostro meglio per assicurare accuratezza e correttezza delle informazioni

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

Dicembre 2010. Conto 3. Guida pratica alla Fattura.

Dicembre 2010. Conto 3. Guida pratica alla Fattura. Dicembre 200 Conto 3. Guida pratica alla Fattura. La guida pratica alla lettura della fattura contiene informazioni utili sulle principali voci presenti sul conto telefonico. Gentile Cliente, nel ringraziarla

Dettagli

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE PASSEPARTOUT PLAN Passepartout Plan è l innovativo software Passepartout per la gestione dei servizi. Strumento indispensabile per una conduzione organizzata e precisa dell attività, Passepartout Plan

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

MANUALE SOFTWARE LIVE MESSAGE ISTRUZIONI PER L UTENTE

MANUALE SOFTWARE LIVE MESSAGE ISTRUZIONI PER L UTENTE MANUALE SOFTWARE ISTRUZIONI PER L UTENTE PAGINA 2 Indice Capitolo 1: Come muoversi all interno del programma 3 1.1 Inserimento di un nuovo sms 4 1.2 Rubrica 4 1.3 Ricarica credito 5 PAGINA 3 Capitolo 1:

Dettagli

PAGARE IL CONTRIBUTO UNFICATO E MARCA DA BOLLO ONLINE È POSSIBILE E CONSENTE LA COMPLETA REALIZZAZIONE DEL PROCESSO CIVILE TELEMATICO

PAGARE IL CONTRIBUTO UNFICATO E MARCA DA BOLLO ONLINE È POSSIBILE E CONSENTE LA COMPLETA REALIZZAZIONE DEL PROCESSO CIVILE TELEMATICO Pagamento contributo telematico, versione 2.2 del 30/1/2015, SABE SOFT pag. 1 PAGARE IL CONTRIBUTO UNFICATO E MARCA DA BOLLO ONLINE È POSSIBILE E CONSENTE LA COMPLETA REALIZZAZIONE DEL PROCESSO CIVILE

Dettagli

Come realizzare una buona presentazione (traduzione libera a cura della redazione di EpiCentro)

Come realizzare una buona presentazione (traduzione libera a cura della redazione di EpiCentro) Come realizzare una buona presentazione (traduzione libera a cura della redazione di EpiCentro) Quando si realizzano dei documenti visivi per illustrare dati e informazioni chiave, bisogna sforzarsi di

Dettagli

Carica i tuoi contenuti. Notizie Feed RSS Feed Multipli. Collegamento al tuo Sito Web

Carica i tuoi contenuti. Notizie Feed RSS Feed Multipli. Collegamento al tuo Sito Web Formule a confronto Carica i tuoi contenuti Puoi inserire immagini, creare le tue liste, i tuoi eventi. Gestire il tuo blog e modificare quando e quante volte vuoi tutto ciò che carichi. Notizie Feed RSS

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

Internet Banking Aggiornato al 13.01.2015

Internet Banking Aggiornato al 13.01.2015 Foglio informativo INTERNET BANKING INFORMAZIONI SULLA BANCA Credito Cooperativo Mediocrati Società Cooperativa per Azioni Sede legale ed amministrativa: Via Alfieri 87036 Rende (CS) Tel. 0984.841811 Fax

Dettagli

Express Import system

Express Import system Express Import system Manuale del destinatario Sistema Express Import di TNT Il sistema Express Import di TNT Le consente di predisporre il ritiro di documenti, pacchi o pallet in 168 paesi con opzione

Dettagli

Freight&Shipping. www.sp1.it. TRASPORTO marittimo TRASPORTO VIA TERRA TRASPORTO AEREO. business intelligence. doganale

Freight&Shipping. www.sp1.it. TRASPORTO marittimo TRASPORTO VIA TERRA TRASPORTO AEREO. business intelligence. doganale Freight&Shipping www.sp1.it marittimo AEREO VIA TERRA dogana magazzino doganale business intelligence SP1, il Freight & Shipping entra spedito nel futuro SP1 è un nuovo applicativo web. Non si installa

Dettagli

Le soluzioni migliori per il tuo lavoro. Area Clienti Business www.impresasemplice.it. Mobile. Il meglio di TIM e Telecom Italia per il business.

Le soluzioni migliori per il tuo lavoro. Area Clienti Business www.impresasemplice.it. Mobile. Il meglio di TIM e Telecom Italia per il business. Le soluzioni migliori per il tuo lavoro Area Clienti Business www.impresasemplice.it Mobile Il meglio di TIM e Telecom Italia per il business. Telefonia mobile cos'è l'area Clienti business L Area Clienti

Dettagli

SOGEAS - Manuale operatore

SOGEAS - Manuale operatore SOGEAS - Manuale operatore Accesso La home page del programma si trova all indirizzo: http://www.sogeas.net Per accedere, l operatore dovrà cliccare sulla voce Accedi in alto a destra ed apparirà la seguente

Dettagli

Manuale Software. www.smsend.it

Manuale Software. www.smsend.it Manuale Software www.smsend.it 1 INTRODUZIONE 3 Multilanguage 4 PANNELLO DI CONTROLLO 5 Start page 6 Profilo 7 Ordini 8 Acquista Ricarica 9 Coupon AdWords 10 Pec e Domini 11 MESSAGGI 12 Invio singolo sms

Dettagli

SERVIZIO P.O.S. POINT OF SALE

SERVIZIO P.O.S. POINT OF SALE Pag. 1 / 6 SERVIZIO P.O.S. POINT OF SALE Foglio Informativo INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A. Piazza Salimbeni 3-53100 - Siena Numero verde. 800.41.41.41 (e-mail info@banca.mps.it

Dettagli

VenereBeautySPA Ver. 3.5. Gestione Parrucchieri e Centro Estetico

VenereBeautySPA Ver. 3.5. Gestione Parrucchieri e Centro Estetico VenereBeautySPA Ver. 3.5 Gestione Parrucchieri e Centro Estetico Gestione completa per il tuo salone Gestione clienti e servizi Tel./Fax. 095 7164280 Cell. 329 2741068 Email: info@il-software.it - Web:

Dettagli

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi.

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. LIBERI DI NON PENSARCI Basta preoccupazioni per il back-up e la sicurezza dei tuoi dati. Con la tecnologia Cloud Computing l archiviazione e la protezione dei

Dettagli

MANUALE DI UTILIZZO WEB SMS

MANUALE DI UTILIZZO WEB SMS MANUALE DI UTILIZZO WEB SMS (Ultimo aggiornamento 24/08/2011) 2011 Skebby. Tutti i diritti riservati. INDICE INTRODUZIONE... 8 1.1. Cos è un SMS?... 8 1.2. Qual è la lunghezza di un SMS?... 8 1.3. Chi

Dettagli

Il pos virtuale di CartaSi per le vendite a distanza

Il pos virtuale di CartaSi per le vendite a distanza X-Pay Il pos virtuale di CartaSi per le vendite a distanza Agenda CartaSi e l e-commerce Chi è CartaSi CartaSi nel mercato Card Not Present I vantaggi I vantaggi offerti da X-Pay I vantaggi offerti da

Dettagli

Deutsche Bank. db Corporate Banking Web Guida al servizio

Deutsche Bank. db Corporate Banking Web Guida al servizio Deutsche Bank db Corporate Banking Web Guida al servizio INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. SPECIFICHE DI SISTEMA... 4 3 MODALITÀ DI ATTIVAZIONE E DI PRIMO COLLEGAMENTO... 4 3. SICUREZZA... 5 4. AUTORIZZAZIONE

Dettagli

ISTRUZIONI PER L INVIO TRAMITE PEC (POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA) DI ISTANZE, COMUNICAZIONI E DOCUMENTI

ISTRUZIONI PER L INVIO TRAMITE PEC (POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA) DI ISTANZE, COMUNICAZIONI E DOCUMENTI ISTRUZIONI PER L INVIO TRAMITE PEC (POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA) DI ISTANZE, COMUNICAZIONI E DOCUMENTI Firenze, mercoledì 10 Maggio 2011 VERSIONE 1.2 DEL 10 Maggio2011 Pagina 2 di 8 In queste pagine

Dettagli

Assessorato regionale dell'agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea Dipartimento della pesca mediterranea

Assessorato regionale dell'agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea Dipartimento della pesca mediterranea Assessorato regionale dell'agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea Dipartimento della pesca mediterranea Ufficio del Responsabile Unico della Regione Sicilia per il Cluster Bio-Mediterraneo

Dettagli

Mister Horeca 6.0 Rel.. 2008.11.12

Mister Horeca 6.0 Rel.. 2008.11.12 Mister Horeca 6.0 Rel.. 2008.11.12 PREMESSA L AGGIORNAMENTO PUO ESSERE EFFETTUATO SOLO SU SUPER MISTER HORECA 5.0 L INSTALLAZIONE RICHIEDE L ATTIVAZIONE TELEFONICA TRAMITE KEY CODE PRIMA DI EFFETTUARE

Dettagli

10 errori e-mail da evitare!

10 errori e-mail da evitare! 10 errori e-mail da evitare! Dal sito PILLOLE DI MARKETING WEB Le e-mail sono parte integrante dell attività di business come mezzo di contatto e di relazione e come tali diffondono l immagine di aziende

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. Definizioni La vendita dei prodotti offerti sul nostro sito web www.prada.com (di seguito indicato come il Sito") è disciplinata dalle seguenti Condizioni Generali di

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

Termini e condizioni dell iniziativa Scopri il valore di stare con Samsung

Termini e condizioni dell iniziativa Scopri il valore di stare con Samsung Termini e condizioni dell iniziativa Scopri il valore di stare con Samsung Samsung Electronics Italia S.p.A., con sede legale in Cernusco sul Naviglio (MI), Via C. Donat Cattin n. 5, P.IVA 11325690151

Dettagli

Guida al sistema Bando GiovaniSì

Guida al sistema Bando GiovaniSì Guida al sistema Bando GiovaniSì 1di23 Sommario La pagina iniziale Richiesta account Accesso al sistema Richiesta nuova password Registrazione soggetto Accesso alla compilazione Compilazione progetto integrato

Dettagli

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Un po di Storia ISP & Web Engineering ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Breve cenno sulla storia dell informatica: dagli albori ai giorni nostri; L evoluzione di Windows: dalla

Dettagli

Guida al programma 1

Guida al programma 1 Guida al programma 1 Vicenza, 08 gennaio 2006 MENU FILE FILE Cambia utente: da questa funzione è possibile effettuare la connessione al programma con un altro utente senza uscire dalla procedura. Uscita:

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti

Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti Alessandra Cimatti*, Paolo Saibene Marketing Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti Nelle fasi iniziali del processo d acquisto, oggigiorno, i compratori sono dei fai da te e - sempre

Dettagli

Manuale d uso. Gestione Aziendale. Software per l azienda. Software per librerie. Software per agenti editoriali

Manuale d uso. Gestione Aziendale. Software per l azienda. Software per librerie. Software per agenti editoriali Manuale d uso Gestione Aziendale Software per l azienda Software per librerie Software per agenti editoriali 1997-2008 Bazzacco Maurizio Tutti i diritti riservati. Prima edizione: settembre 2003. Finito

Dettagli

HO SCELTO IL SOFTWARE GESTIONALE CHE SI ADATTA A TUTTE LE MIE ESIGENZE. GRUPPO BUFFETTI S.p.A. - DIVISIONE RISTORAZIONE

HO SCELTO IL SOFTWARE GESTIONALE CHE SI ADATTA A TUTTE LE MIE ESIGENZE. GRUPPO BUFFETTI S.p.A. - DIVISIONE RISTORAZIONE HO SCELTO IL SOFTWARE GESTIONALE CHE SI ADATTA A TUTTE LE MIE ESIGENZE GRUPPO BUFFETTI S.p.A. - DIVISIONE RISTORAZIONE FACILITÀ TECNOLOGIA DISPONIBILITÀ ASSISTENZA D USO WI-FI IN 8 LINGUE TECNICA Collegamento

Dettagli

Produzioni dal Basso. Manuale di utilizzo della piattaforma

Produzioni dal Basso. Manuale di utilizzo della piattaforma Produzioni dal Basso Manuale di utilizzo della piattaforma FolkFunding 2015 Indice degli argomenti: 1 - CROWDFUNDING CON PRODUZIONI DAL BASSO pag.3 2 - MODALITÁ DI CROWDFUNDING pag.4 3- CARICARE UN PROGETTO

Dettagli

Gestire le informazioni con un sorriso sulle labbra

Gestire le informazioni con un sorriso sulle labbra Gestire le informazioni con un sorriso sulle labbra Enterprise Content Management vi semplifica la vita Enterprise-Content-Management Gestione dei documenti Archiviazione Workflow www.elo.com Karl Heinz

Dettagli

Il canale distributivo Prima e dopo Internet. Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco

Il canale distributivo Prima e dopo Internet. Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco Il canale distributivo Prima e dopo Internet Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco La distribuzione commerciale Il canale distributivo è un gruppo di imprese

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

RICEZIONE AUTOMATICA DEI CERTIFICATI DI MALATTIA 1.1. MALATTIE GESTIONE IMPORT AUTOMATICO 1.2. ATTIVAZIONE DELLA RICEZIONE DEL FILE CON L INPS

RICEZIONE AUTOMATICA DEI CERTIFICATI DI MALATTIA 1.1. MALATTIE GESTIONE IMPORT AUTOMATICO 1.2. ATTIVAZIONE DELLA RICEZIONE DEL FILE CON L INPS RICEZIONE AUTOMATICA DEI CERTIFICATI DI MALATTIA 1.1. MALATTIE GESTIONE IMPORT AUTOMATICO Abbiamo predisposto il programma di studio Web per la ricezione automatica dei certificati di malattia direttamente

Dettagli

INTERPUMP GROUP SPA-VIA E. FERMI 25 42040 S.ILARIO (RE) http: //www.interpumpgroup.it

INTERPUMP GROUP SPA-VIA E. FERMI 25 42040 S.ILARIO (RE) http: //www.interpumpgroup.it PROCEDURA E-COMMERCE BUSINESS TO BUSINESS Guida alla Compilazione di un ordine INTERPUMP GROUP SPA-VIA E. FERMI 25 42040 S.ILARIO (RE) http: //www.interpumpgroup.it INDICE 1. Autenticazione del nome utente

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

Configurazioni Mobile Connect

Configurazioni Mobile Connect Mailconnect Mail.2 L EVOLUZIONE DELLA POSTA ELETTRONICA Configurazioni Mobile Connect iphone MOBILE CONNECT CONFIGURAZIONE MOBILE CONNECT PER IPHONE CONFIGURAZIONE IMAP PER IPHONE RUBRICA CONTATTI E IPHONE

Dettagli

Posta Elettronica Certificata

Posta Elettronica Certificata Posta Elettronica Certificata Manuale di utilizzo del servizio Webmail di Telecom Italia Trust Technologies Documento ad uso pubblico Pag. 1 di 33 Indice degli argomenti 1 INTRODUZIONE... 3 1.1 Obiettivi...

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Servizio Fatt-PA PASSIVA

Servizio Fatt-PA PASSIVA Sei una Pubblica Amministrazione e sei obbligata a gestire la ricezione delle fatture elettroniche PA? Attivate il servizio di ricezione al resto ci pensiamo noi Servizio Fatt-PA PASSIVA di Namirial S.p.A.

Dettagli

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro.

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro. La collana TOP è una famiglia di applicazioni appositamente studiata per il Terzo Settore. Essa è stata infatti realizzata in continua e fattiva collaborazione con i clienti. I programmi di questa collana

Dettagli

Company Profile 2014

Company Profile 2014 Company Profile 2014 Perché Alest? Quando una nuova azienda entra sul mercato, in particolare un mercato saturo come quello informatico viene da chiedersi: perché? Questo Company Profile vuole indicare

Dettagli

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Uno degli aspetti progettuali più importanti di un sistema Control4 è la rete. Una rete mal progettata, in molti casi, si tradurrà

Dettagli

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito, semplice da utilizzare e fornisce

Dettagli

2009 Elite Computer. All rights reserved

2009 Elite Computer. All rights reserved 1 PREMESSA OrisDent 9001 prevede la possibilità di poter gestire il servizio SMS per l'invio di messaggi sul cellulare dei propri pazienti. Una volta ricevuta comunicazione della propria UserID e Password

Dettagli

Foglio informativo n. 060/011. Servizi di Home Banking.

Foglio informativo n. 060/011. Servizi di Home Banking. Foglio informativo n. 060/011. Servizi di Home Banking. Servizi via internet, cellulare e telefono per aziende ed enti. Informazioni sulla banca. Intesa Sanpaolo S.p.A. Sede legale e amministrativa: Piazza

Dettagli

minor costo delle chiamate, su nazionali e internazionali

minor costo delle chiamate, su nazionali e internazionali Il Voice Over IP è una tecnologia che permette di effettuare una conversazione telefonica sfruttando la connessione ad internet piuttosto che la rete telefonica tradizionale. Con le soluzioni VOIP potete

Dettagli

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA Proposte formative 2011 Novità accreditamento ECM FINALITA Per soddisfare l esigenza di aggiornamento professionale continuo, grazie all esperienza maturata da Vega nelle

Dettagli

QUIPAGO - MODALITÀ PAYMENT

QUIPAGO - MODALITÀ PAYMENT E-Commerce Qui Pago è l offerta di Key Client per il Commercio Elettronico: un Pos virtuale altamente affidabile ed efficiente che prevede diverse modalità d utilizzo: Payment (integrazione col sito del

Dettagli

ECM Educazione Continua in Medicina Accreditamento Provider Eventi definitivi MANUALE UTENTE

ECM Educazione Continua in Medicina Accreditamento Provider Eventi definitivi MANUALE UTENTE ECM Educazione Continua Eventi definitivi MANUALE UTENTE Ver. 3.0 Pagina 1 di 18 Sommario 1. Introduzione... 3 2. Informazioni relative al prodotto e al suo utilizzo... 3 2.1 Accesso al sistema... 3 3.

Dettagli

Lavoro Occasionale Accessorio. Manuale Utente Internet

Lavoro Occasionale Accessorio. Manuale Utente Internet Lavoro Occasionale Accessorio Internet 1. Introduzione... 3 1.1 Obiettivo del documento... 3 1.2 Normativa... 3 1.3 Attori del Processo... 4 1.4 Accesso Internet... 5 1.4.1 Accesso Internet da Informazioni...

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone: Prot. n. 2013/87896 Imposta sulle transazioni finanziarie di cui all articolo 1, comma 491, 492 e 495 della legge 24 dicembre 2012, n. 228. Definizione degli adempimenti dichiarativi, delle modalità di

Dettagli

L idea. 43.252.003.274.489.856.000 combinazioni possibili di cui solo una è quella corretta

L idea. 43.252.003.274.489.856.000 combinazioni possibili di cui solo una è quella corretta Guardare oltre L idea 43.252.003.274.489.856.000 combinazioni possibili di cui solo una è quella corretta I nostri moduli non hanno altrettante combinazioni possibili, ma la soluzione è sempre una, PERSONALIZZATA

Dettagli

G e s t i o n e U t e n z e C N R

G e s t i o n e U t e n z e C N R u t e n t i. c n r. i t G e s t i o n e U t e n z e C N R G U I D A U T E N T E Versione 1.1 Aurelio D Amico (Marzo 2013) Consiglio Nazionale delle Ricerche - Sistemi informativi - Roma utenti.cnr.it -

Dettagli

Web Solution 2011 EUR

Web Solution 2011 EUR Via Macaggi, 17 int.14 16121 Genova - Italy - Tel. +39 010 591926 /010 4074703 Fax +39 010 4206799 Cod. fisc. e Partita IVA 03365050107 Cap. soc. 10.400,00 C.C.I.A.A. 338455 Iscr. Trib. 58109 www.libertyline.com

Dettagli

Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA. Informati, ti riguarda!

Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA. Informati, ti riguarda! Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA Informati, ti riguarda! 3 La SEPA (Single Euro Payments Area, l Area unica dei pagamenti in euro) include 33 Paesi: 18 Paesi della

Dettagli

INDICE. 1. Cos è la carta prepagata Pag. 3. 2. Sito carteprepagate.cc Pag. 10. 3. Come acquistare on line Pag. 14

INDICE. 1. Cos è la carta prepagata Pag. 3. 2. Sito carteprepagate.cc Pag. 10. 3. Come acquistare on line Pag. 14 INDICE Carte Prepagate istruzioni per l uso 1. Cos è la carta prepagata Pag. 3 2. Sito carteprepagate.cc Pag. 10 3. Come acquistare on line Pag. 14 4. Come creare il 3D security Pag. 16 5. Collegamento

Dettagli

Domini, una guida per capire come avviare un business nel web. Il dominio, lʼinizio di qualsiasi attività sul web

Domini, una guida per capire come avviare un business nel web. Il dominio, lʼinizio di qualsiasi attività sul web Domini, una guida per capire come avviare un business nel web HostingSolutions.it, ISP attivo da 10 anni nel mondo della registrazione domini, vuole fornire ai propri clienti e non una breve guida che

Dettagli

Introduzione ad Access

Introduzione ad Access Introduzione ad Access Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale

Dettagli

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i!

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! Manuale Utente S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! INDICE INDICE... 3 INTRODUZIONE... 3 Riguardo questo manuale...3 Informazioni su VOLT 3 Destinatari 3 Software Richiesto 3 Novità su Volt...3

Dettagli

Relazione sul data warehouse e sul data mining

Relazione sul data warehouse e sul data mining Relazione sul data warehouse e sul data mining INTRODUZIONE Inquadrando il sistema informativo aziendale automatizzato come costituito dall insieme delle risorse messe a disposizione della tecnologia,

Dettagli

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 MANUALE UTENTE DN-16100 SALVAGUARDIA IMPORTANTE Tutti i prodotti senza piombo offerti dall'azienda sono a norma con i requisiti della legge Europea sulla restrizione per l'uso

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del febbraio 17, 2012 nella sua interezza.

Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del febbraio 17, 2012 nella sua interezza. Termini d uso aggiuntivi di Business Catalyst Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del febbraio 17, 2012 nella sua interezza. L uso dei Servizi Business Catalyst è soggetto

Dettagli