Il ticket in sanità. alcune note. Dipartimento Welfare e Nuovi Diritti Politiche della Salute

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il ticket in sanità. alcune note. Dipartimento Welfare e Nuovi Diritti Politiche della Salute"

Transcript

1 Dipartimento Welfare e Nuovi Diritti Politiche della Salute Il ticket in sanità alcune note 1

2 Il ticket in sanità Il ticket è una compartecipazione al costo dei farmaci e delle prestazioni specialistiche del Servizio Sanitario Nazionale. Con il D.L. 23/03/89 vengono emanate le prime disposizioni in materia di partecipazione alla spesa, da parte dei cittadini, per l assistenza specialistica, ospedaliera, farmaceutica ed idrotermale. I primi criteri di esenzione dalla partecipazione alla spesa risalgono al DM Tuttavia, è con la legge n. 537 del 1993, successivamente modificata dalla legge n. 724 del 1994, che la materia assume, nelle linee generali, le caratteristiche attuali. Il D.Lvo 124/1998 ("Ridefinizione del sistema di partecipazione al costo delle prestazioni sanitarie e del regime delle esenzioni, ) interviene nuovamente a modificare la disciplina ma le previsioni più innovative relative all introduzione dell ISEES (il cosiddetto sanitometro ) rimangono inattuate. Successive modifiche sono state apportate negli anni successivi: in particolare, va citato l art 4 comma 3 della Legge 405/2001, mantenuto in vigore anche dalle norme più recenti, 1 che stabilisce: Gli eventuali disavanzi di gestione ( ) sono coperti dalle regioni con le modalità stabilite da norme regionali che prevedano ( ): a) misure di compartecipazione alla spesa sanitaria, ivi inclusa l'introduzione di forme di corresponsabilizzazione dei principali soggetti che concorrono alla determinazione della spesa;( ). Attualmente, i Ticket riguardano: I Farmaci Le prestazioni specialistiche e diagnostiche ambulatoriali Le prestazioni in Pronto Soccorso 1 Finanziaria 2007 Legge 296/2006 art. 1comma 796; punto 1.4 Patto per la Salute 2006; Accordo Stato Regioni allegato 1) 2

3 TICKET SUI FARMACI La Legge Finanziaria conferma il tetto massimo di spesa farmaceutica (13% per la convenzionata 3 ) (16 % per la totale 4 ). Se il tetto del 13% viene superato, le Regioni applicano una quota fissa per ricetta e/o confezione di importo idoneo a garantire l integrale contenimento del 40% ( ) in alternativa possono adottare diverse misure regionali di contenimento della spesa farmaceutica convenzionata purché di importo adeguato per garantire l integrale contenimento del 40% 5 I Ticket sui Farmaci sono dunque stabiliti dalle singole Regioni. I Farmaci sono divisi in due fasce: FASCIA A: farmaci essenziali, fondamentali per assicurare le cure previste nei Livelli Essenziali di Assistenza Sanitaria. Sono farmaci a totale o parziale carico del Servizio Sanitario Nazionale (con Ticket per i non esenti). Devono essere prescritti su apposito ricettario. Il Servizio Sanitario Nazionale, se sono disponibili due farmaci con lo stesso principio attivo, ma con un prezzo diverso, fornisce gratuitamente solo quello meno costoso. (l AIFA stabilisce i cosiddetti prezzi di riferimento dei medicinali equivalenti ) Se il cittadino insiste nel volere il farmaco più costoso (anche se prescritto dal medico), pagherà la differenza. FASCIA C E C bis: farmaci non essenziali, completamente a carico del cittadino 6 Solo i pensionati di guerra titolari di pensione vitalizia e le vittime del terrorismo e delle stragi di tale matrice, qualora il medico di famiglia attesti la comprovata utilità terapeutica per l'assistito (Legge 203/2000) sono esenti dal pagamento dei medicinali in fascia C Oggi esiste la possibilità di vendita dei medicinali non soggetti a prescrizione medica ad esercizi commerciali diversi dalle farmacie 7 (con facoltà di praticare sconti sul prezzo di confezione) Le spese per Medicinali non rimborsabili o per pagare il ticket sono detraibili dall annuale dichiarazione dei redditi. La ricetta può contenere prescrizioni con limiti quantitativi e durata limitata. Le ricette possono essere usate più volte se ripetibili (disposizioni specifiche). 2 idem Legge 296/2006 art. 1 comma 796 lettera f) 3 Legge 405/2001 art. 5 4 Legge 326/2003 art. 48 comma 1) 5 Finanziaria 2007 Legge 296/2006 art. 1 comma 796 lettera l 1) 6 La Legge (149/2005) ha stabilito che per i medicinali di fascia C da vendersi dietro presentazione di ricetta medica, il farmacista è obbligato ad informare il paziente dell eventuale presenza di medicinali aventi la stessa composizione quali-quantitativa e la stessa forma farmaceutica con un prezzo più basso (però non può effettuare la sostituzione se sulla ricetta il medico ha indicato la non sostituibilità del medicinale) 7 Legge 4 agosto 2006, n

4 TICKET SULLE PRESTAZIONI SPECIALISTICHE Dipartimento Welfare e Nuovi Diritti Politiche della Salute - CGIL nazionale settembre 2007 I costi delle prestazioni specialistiche (visite, esami, analisi di laboratorio) sono determinati sulla base di un apposito tariffario nazionale e regionale, e variano a seconda della tipologia delle prestazioni stesse. Per questo il ticket varia a seconda della tariffa della prestazione. Il DM Sanità del ha fissato il limite massimo delle tariffe per la remunerazione delle prestazioni sanitarie, confermando quelle per le prestazioni di assistenza specialistica ambulatoriale già fissate dal DM Se le Regioni dovessero fissare tariffe più alte, è a carico del bilancio regionale l eccedenza fra la tariffa regionale e quella nazionale. Attualmente, l'importo massimo per ricetta del ticket è di Euro 36,15 8. Ma alcune Regioni (Lombardia e Sicilia) hanno superato il limite dei 36,15 euro. Ogni ricetta non può contenere più di 8 prestazioni della stessa branca specialistica 9. Oltre questo limite deve essere compilata una nuova ricetta per la quale si pagano ulteriori tickets. Con la Legge Finanziaria , al ticket in vigore (36,15 euro come limite massimo) è stato aggiunto il ticket in cifra fissa di 10 euro per ricetta. Questo ha comportato un fenomeno paradossale: per alcune prestazioni conviene pagare per intero la tariffa piuttosto che il ticket, come dimostra ad esempio la seguente Tabella 11 : Esame Tariffa Nuovo ticket fisso sulla ricetta Costo tot prestazione Colonscopia euro Ecograf addominale inferiore euro Ecograf addominale superior euro Ecografia pelvica euro Ecograf mammaria bilaterale euro Elettrocardiogramma euro Fundus oculi euro RX torace euro Questa situazione, che ha portato molti cittadini a rivolgersi direttamente alle strutture private a pagamento, ha causato un ripensamento anche da parte delle Regioni. La Legge 17 maggio 2007, n. 64 ha abolito il ticket fisso di 10 euro per ricetta dal , stanziando le risorse equivalenti (511 milioni di euro per il 2007) al mancato introito. Per il 2008 e il 2009 il Governo si è formalmente impegnato a cancellare questi ticket (costo circa 800 milioni di euro/anno). 8 art 8 comma 15 Legge 537/1993 e successive modificazioni 9 art 35 comma 1 Legge Finanziaria 1998: Le prescrizioni di prestazioni relative a branche specialistiche diverse devono essere formulate su ricette distinte.in ogni ricetta possono essere prescritte fino ad un massimo di otto prestazioni della medesima branca. Fanno eccezione le prestazioni di medicina fisica e riabilitazione incluse nel decreto del Ministro della sanita' 22 luglio 1996, ( ) che recano l'indicazione del ciclo, per le quali ciascuna ricetta puo' contenere fino a tre cicli fatte salve le specifiche patologie ( ) 10 Legge 296/2006 art 1 comma 796 lettera p) 11 Tariffario Regione Lazio 4

5 Mancato ritiro dei risultati di visite o esami Dipartimento Welfare e Nuovi Diritti Politiche della Salute - CGIL nazionale settembre 2007 A decorrere dal 1º gennaio 2007, i cittadini, anche se esenti dalla partecipazione alla spesa sanitaria, che non abbiano ritirato i risultati di visite o esami diagnostici e di laboratorio sono tenuti al pagamento per intero della prestazione usufruita, con le modalità più idonee al recupero delle somme dovute stabilite dai provvedimenti regionali.(art 1 comma 796 lettera r) Legge Finanziaria 2007) TICKET IN PRONTO SOCCORSO La Legge Finanziaria fissa a 25 euro il Ticket per le prestazioni in Pronto Soccorso ospedaliero non seguite da ricovero, la cui condizione è stata classificate come codice bianco, ad eccezione di traumatismi ed avvelenamenti. n pagano questo ticket i cittadini esenti per le prestazioni specialistiche e tutti i cittadini di età inferiore a 14 anni. Sono fatte salve le disposizioni delle Regioni che hanno applicato a carico del cittadino oneri più elevati. I Ticket in Pronto Soccorso sono presenti in alcune Regioni da diversi anni 13. Erano già applicati, con modalità differenti (valore, esenzioni, codici, ecc.), da 12 Regioni a fine 2006 (vedi tabella riepilogo ticket per regione ). I codici di gravità, per l accesso al Pronto Soccorso, sono articolati in quattro categorie ed identificati con colore diverso: codice rosso: molto critico, priorità massima pazienti con compromissione delle funzioni vitali, accesso immediato alle cure; codice giallo: mediamente critico, priorità intermedia; codice verde: poco critico, priorità bassa, prestazioni differibili; codice bianco: non critico, pazienti non urgenti; L Accordo del 25 ottobre 2001, tra Ministero della Salute, Regioni e Province autonome, disciplina l organizzazione del sistema di accoglienza e valutazione dei pazienti nei pronto soccorso o dipartimenti di emergenza e accettazione. L Accordo contiene le Linee guida sul triage intraospedaliero per gli utenti che accedono direttamente in pronto soccorso. 12 Legge 296/2006 art 1 comma 796 punto p) 13 Erano prevsti già dall art 2 comma 4 D.Lvo 124/1998. In Friuli VG sono in vigore dal

6 Abruzzo TABELLA: Riepilogo Ticket per Regione (per i non esenti) Farmaci 0,50 euro/confezione, max 1 euro/ricetta (dal 2007) Dipartimento Welfare e Nuovi Diritti Politiche della Salute - CGIL nazionale settembre 2007 Prestazioni Specialistich e Diagnostiche ambulatoriali 14 max 36,15 euro Specialistica: - 1^ Visita - Controllo 20,66 euro Basilicata max 36,15 euro 20,66 euro PRONTO SOCCORSO (prima della Legge Finanziaria 2007) Codici bianchi e verdi: da 21 a 36 euro Esenti: come per specialistica Calabria max 36,15 euro 20,66 euro Campania 1,50 euro/confezione esclusi farmaci generici-equivalenti (dal 2007) max 36,15 euro 18,59 euro Emilia Romagna max 36,15 euro 18 euro controllo 13 euro Friuli V.G. max 36,15 euro 25,5 euro controllo 16 euro Lazio max 36,15 euro 13,63 euro controllo 12,76 euro Liguria 2 euro/confezione, max 4 euro/ricetta max 36,15 euro 20,66 euro Lombardia 2 euro/confezione, max 4 euro/ricetta Invalidi lavoro-civili>2/3: 1 euro/confezione, max 3 euro/ricetta max 46 euro 23 euro controllo 19 euro (dal 2007) Marche max 36,20 euro 16,50 euro controllo 12,90 euro Molise Piemonte Puglia 1 euro/confezione solo se prezzo superiore a 5 euro (idem ma euro 0,50 se confezioni farmaco generico) max 3 euro/ricetta 2 euro/confezione, max 4 euro/ricetta. Patologie croniche: 1 euro/confezioni max 3 euro/ricetta. Altri casi 1-3 euro. 16 max 36,15 euro max 36,15 euro 20,66 euro 18,60 euro controllo 11,65 2 euro/confezione, max 5,5 euro/ricetta max 36,15 euro 19,21 euro 0,50 euro per casi particolari 17 controllo 12,01 euro Sardegna max 36,15 euro 17,04 euro controllo 11,36 euro Sicilia 2 euro/confezione da 0,50 a 2 euro per casi particolari 19 max 36,15 euro + 2 euro quota fissa/ricetta 20,91 euro controllo 15,13 euro Toscana max 36,15 euro 18,60 euro controllo 12,90 euro Trento max 36,15 euro 20,65 euro controllo 12,90 euro Bolzano 2 euro/confezione, max 4 euro/due o più confezioni 1 2 euro per casi particolari 20 max 36,15 euro 18,10 euro controllo 11,90 Umbria max 36,15 euro 16,53 euro controllo 12,91 o 16,53 21 Valle D aosta max 36,15 euro 22,70 euro controllo 14,20 euro Veneto 2 euro/confezione max 4 euro/ricetta max 36,15 euro 18,95 euro controllo 13,15 Codici bianchi; 23 euro visita, max 36,15 euro prestazioni (come per specialistica) Codici bianchi 15 ; da 7,74 a 30,98 euro Esenti: come per specialistica Codici bianchi; max 36,15 euro (come per specialistica)?? Esenti: come per specialistica Codici bianchi; da 35 a 50 euro Esenti età <6 >65 anni Codici bianchi; max 36,15 (come specialistica) Esenti: come specialistica Sì Codici bianchi; 25 euro Codici verdi: 15 euro 18 Esenti: come specialistica Evento accaduto entro 6 ore e se non assistibile dal MMG; max 36,15 (come specialistica) Esenti: come per specialistica Codice bianco; ma in base alla gravità da 15 a 100 euro Esenti: come specialistica, figli <14anni redd.fam<36.152euro, 50% sconto figli a carico. Codici bianchi; max 36,15 (come per specialistica) Esenti: come per specialistica Codice bianco; max 36,15 (come x specialistica). NO: età <3 anni >65anni. NO con impegnativa MMG e accesso entro 6 ore Sì 14 (N.B. ticket al netto dei 10 euro/ricetta) La ricetta può contenere fino a 8 prestazioni della stessa branca. 15 Friuli VG - n si paga il Ticket anche se l accesso è classificato come Codice bianco, se è ritenuto inevitabile il ricorso al PS. 16 Piemonte - 1 euro/confezione, max 3 euro/ricetta per: antibiotici monodose, medicinali x fleboclisi, IFN x epatite cronica (max 6 pezzi/ricetta) 17 Puglia - euro 0,50/confezione per: antibiotici monodose, medicinali x fleboclisi, IFN x epatite cronica, analgesici oppiacei terapia dolore severo, deferoxamina x talassemia, farmaci x protocolli terapia immunosoppressiva trapiantati, galenici e officinali x terapia dolore neoplasie 18 DGR Sardegna 5/ : no ticket se intervento del 118, infortuni lavoro, richiesta di ricovero del MMG, traumatismi avvelenamenti acuti. 19 Sicilia - euro 0,50/confezione, max 1,50/ricetta (3pezzi) agli esenti x patologia. 2 euro/confezione x pluriprescrizioni (antibiotici iniett. Monodose, IFN x epatite cronica). 1 euro medicinali x fleboclisi. 20 Bolzano - 1 euro/ricetta per gli esenti da ticket x specialistica. 1 euro/confezione 2euro/più confezioni figli fiscalmente a carico dei genitori 21 Umbria - 16,53 euro se la visita di controllo è richiesta dal MMG, 12,91 euro se è richiesta dallo Specialista. 6

7 Le esenzioni Le esenzioni dal pagamento dei Ticket variano nelle diverse Regioni: è il caso soprattutto di quelli sui farmaci e, in alcune Regioni, dei Ticket sul Pronto Soccorso. Sulle prestazioni specialistiche, fino ad oggi, tutte le Regioni (salvo Lombardia e Sicilia) hanno applicato le disposizioni nazionali. Le esenzioni sulle Prestazioni specialistiche e diagnostiche ambulatoriali Queste esenzioni sono previste dalle norme nazionali e sono dovute a diverse ragioni: Reddito Patologia Cronica Malattia Rara Invalidità Gravidanza Diagnosi precoce tumori Esenzioni per REDDITO Nella tabella 22 sono indicate le categorie di cittadini che hanno diritto a tale tipo di esenzione (Legge 537/1993 e successive modificazioni). Tabella: esenzioni per reddito Categorie di esenti Cittadini di età inferiore a sei anni e superiore a sessantacinque anni, appartenenti ad un nucleo familiare con reddito complessivo non superiore a ,98 euro Titolari di pensioni sociali e loro familiari a carico Disoccupati e loro familiari a carico appartenenti ad un nucleo familiare con un reddito complessivo inferiore a 8.263,31 euro, incrementato fino a ,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico Titolari di pensioni al minimo di età superiore a sessant'anni e loro familiari a carico, appartenenti ad un nucleo familiare con un reddito complessivo inferiore a 8.263,31 euro, incrementato fino a ,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico Prestazioni esenti Tutte le prestazioni di diagnostica strumentale, di laboratorio e le altre prestazioni specialistiche La Dichiarazione di esenzione dell'interessato è da apporre sul retro della ricetta Per nucleo familiare deve intendersi quello rilevante a fini fiscali (e non anagrafici), costituito dall' interessato, dal coniuge non legalmente separato e dagli altri familiari a carico. Per familiari a carico si intendono i familiari non fiscalmente indipendenti, vale a dire i familiari per i quali l'interessato gode di detrazioni fiscali (in quanto titolari di un reddito inferiore a 2.840,51 euro). Il termine disoccupato è riferito esclusivamente al cittadino che abbia cessato per qualunque motivo (licenziamento, dimissioni, cessazione di un rapporto a tempo determinato) un'attività di lavoro dipendente e sia iscritto all'ufficio del lavoro in attesa di nuova occupazione. 22 (Fonte: Ministero della Salute) 7

8 Esenzioni per patologie croniche e invalidanti Le malattie croniche e invalidanti, che danno diritto all'esenzione dalla partecipazione al costo delle prestazioni sanitarie correlate, sono individuate dal Decreto ministeriale n. 329/1999, successivamente modificato dal Decreto 296/2001 (e dal regolamento delle malattie rare DM 279/2001). In questi Decreti le patologie sono divise in gruppi e a ciascuna sono riconosciute le prestazioni correlate esenti dal ticket. Le esenzioni vanno richieste all Azienda USL di residenza con apposito certificato medico rilasciato da un presidio ospedaliero o ambulatoriale pubblico. Le esenzioni valgono solo quando la malattia è già accertata. Un'apposita sezione del web del Ministero della Salute è dedicata alle Esenzioni per patologie croniche. Esenzioni per Malattie Rare Le malattie rare sono patologie gravi, invalidanti e spesso prive di terapie specifiche, che presentano una bassa prevalenza, inferiore al limite stabilito dal Parlamento Europeo di 5 casi su abitanti. Il Decreto ministeriale 279/2001 prevede che siano erogate in esenzione tutte le prestazioni appropriate ed efficaci per il trattamento e il monitoraggio della malattia rara accertata e per la prevenzione degli ulteriori aggravamenti. Nella sezione malattie rare del web del Ministero della Salute è disponibile l elenco delle malattie che danno diritto all esenzione ed il testo del Decreto n. 279/2001. Esenzioni per Invalidità Il riconoscimento di una invalidità garantisce il diritto all esenzione per alcune o per tutte le prestazioni specialistiche (per avere informazioni sui ticket farmaceutici, introdotti da norme regionali, gli assistiti devono rivolgersi alla Regione di appartenenza). Nella tabella che segue sono indicate le categorie di invalidi che godono di questo beneficio (Decreto ministeriale 1 febbraio 1991, art. 6). Lo stato ed il grado di invalidità devono essere accertate dalle competenti Commissioni mediche (vale solo per l invalidità civile). L accertamento costituisce condizione necessaria per il rilascio dell attestato di esenzione. Tabella: esenzioni invalidità Categorie di esenti Invalidi di guerra e per servizio appartenenti alle categorie dalla I alla V Invalidi civili ed invalidi per lavoro con una riduzione della capacità lavorativa superiore ai 2/3 Invalidi civili con indennità di accompagnamento Ciechi e sordomuti Ex deportati nei campi di sterminio nazista KZ (1) Vittime di atti di terrorismo o di criminalità organizzata Invalidi di guerra e per servizio appartenenti alle categorie dalla VI alla VIII Invalidi per lavoro con una riduzione della capacità lavorativa inferiore ai 2/3 Coloro che abbiano riportato un infortunio sul lavoro o una malattia professionale Prestazioni esenti Tutte le prestazioni di diagnostica strumentale, di laboratorio e le altre prestazioni specialistiche. Gli invalidi di guerra, titolari di pensione diretta vitalizia, hanno diritto a ritirare gratuitamente i medicinali della classe C su prescrizione del medico che ne attesti la comprovata utilità. Prestazioni di diagnostica strumentale, di laboratorio ed altre prestazioni specialistiche correlate alla patologia invalidante. Gli invalidi di guerra, titolari di pensione diretta vitalizia e le vittime del terrorismo e delle stragi di tale matrice hanno diritto a ritirare gratuitamente i medicinali della classe C) su prescrizione del medico che ne attesti la comprovata utilità. 8

9 Esenzioni per Gravidanza L elenco delle prestazioni esenti da ticket è contenuto nel Decreto Ministeriale 10 settembre In particolare, il Decreto prevede che siano erogate gratuitamente 23 : le visite mediche periodiche ostetrico-ginecologiche; alcune analisi, elencate nell ALLEGATO A al Decreto, da eseguire prima del concepimento, per escludere la presenza di fattori che possano incidere negativamente sulla gravidanza, prescritte dallo specialista gli accertamenti diagnostici per il controllo della gravidanza fisiologica indicati, per ciascun periodo di gravidanza, dall ALLEGATO B al Decreto. In caso di minaccia d aborto, sono da includere tutte le prestazioni specialistiche necessarie per il monitoraggio dell evoluzione della gravidanza; tutte le prestazioni necessarie ed appropriate per la diagnosi prenatale in gravidanza, nelle specifiche condizioni di rischio per il feto indicate nell ALLEGATO C al Decreto, prescritte dallo specialista; tutte le prestazioni necessarie ed appropriate per il trattamento di malattie (preesistenti o insorte durante la gravidanza) che comportino un rischio per la donna o per il feto, prescritte di norma dallo specialista. Esenzioni per Diagnosi precoce tumori Oltre alle prestazioni diagnostiche offerte dalle Aziende sanitarie locali nell ambito delle campagne di screening, il Servizio sanitario nazionale garantisce l esecuzione gratuita degli accertamenti per la diagnosi precoce di alcuni tumori. In particolare, possono essere eseguiti in esenzione dal ticket 24 : la mammografia, ogni due anni, a favore delle donne in età compresa tra 45 e 69 anni; qualora l esame mammografico lo richieda sono eseguite gratuitamente anche le prestazioni di secondo livello; l esame citologico cervico-vaginale (PAP Test), ogni tre anni, a favore delle donne in età compresa tra 25 e 65 anni; la colonscopia, ogni cinque anni, a favore della popolazione di età superiore a 45 anni. La prescrizione è effettuata sul ricettario del Ssn e deve riportare il relativo codice di esenzione. L intervallo di tempo indicato per ciascuna prestazione deve essere rispettato anche se il primo accertamento è stato eseguito privatamente. Esenzioni per altri casi Altre esenzioni riguardano: I soggetti danneggiati da Vaccinazioni obbligatorie, Trasfusioni e somministrazioni di Emoderivati. Soggetti in caso di donazione di sangue, organi, tessuti. 23 (Fonte: Ministero della Salute), art. 85 Legge Finanziaria (idem) 9

10 LE ESENZIONI SUI FARMACI Dipartimento Welfare e Nuovi Diritti Politiche della Salute - CGIL nazionale settembre 2007 Scheda in costruzione. Si possono consultare, intanto, le schede curate dell Agenzia per i Servizi Sanitari Regionali (aggiornate a luglio 2006 marzo 2007) sulla Assistenza Farmaceutica ( partecipazione alla spesa e distribuzione diretta ) o il n. 44 della Rivista ASI (novembre 2006). LE ESENZIONI IN PRONTO SOCCORSO Scheda in costruzione. Si possono consultare, intanto, le schede curate dell Agenzia per i Servizi Sanitari Regionali (aggiornate a maggio 2007) su Pronto Soccorso ospedaliero (partecipazione alla spesa) : 10

11 Numero Esenti per patologie croniche o invalidità n.b. dati parziali riferiti al Sommando il numero degli esenti per patologia cronica con il numero degli invalidi, per le regioni che hanno fornito entrambi i dati, si ottengono i risultati riportati nella tabella 8, riferiti ad una popolazione di soggetti (50.18% del totale). (tabella 8). I soggetti titolari di entrambe le esenzioni (malattia cronica + invalidità) sono stati conteggiati tra gli esenti per patologia. Tabella 8: soggetti esenti per patologie croniche e totale dei soggetti esenti (per patologie croniche + invalidi), suddivisi per ambito territoriale, nelle 6 regioni e p.a. che hanno fornito tale riscontro (dati espressi in %) (*) invalidi ex art. 6 commi 1 e 2 DM 1 febbraio 91 regioni e p.a. % esenti patologia % esenti per patologia + invalidi Valle d Aosta Lombardia p.a. Bolzano Emilia Romagna Umbria Basilicata TOTALE I dati mostrano che nei 6 ambiti territoriali studiati (Valle d Aosta, Lombardia, p.a. Bolzano, Emilia - Romagna, Umbria e Basilicata), sommando al numero degli esenti per patologia cronica quello degli invalidi, la percentuale dei soggetti in possesso di una esenzione dalla partecipazione alla spesa sanitaria raggiunge il 19.60%, salendo di oltre 3 punti percentuali rispetto a quella dei soli soggetti esenti per patologia (16.17%). Disaggregando per ambito territoriale, tale differenza varia tra i 2 ed i 5 punti percentuali (figura 3). Figura 3: confronto tra le percentuali degli esenti per patologia e del totale degli esenti (patologia cronica + invalidi), suddivisi per ambito territoriale, nelle le 6 regioni e p.a. che hanno fornito tale riscontro (dati espressi in %) TOTALE v. d' a. basilicata umbria emilia r. esenti pat.cr.+invalidi esenti pat. cr. lombardia pr aut BZ 25 Dal Monitoraggio 2003 Esenzioni per patologie croniche - Ministero della Salute 11

PROSPETTO DEI TICKET IN VIGORE IN LOMBARDIA DAL 1 GIUGNO 2007

PROSPETTO DEI TICKET IN VIGORE IN LOMBARDIA DAL 1 GIUGNO 2007 PROSPETTO DEI TICKET IN VIGORE IN LOMBARDIA DAL 1 GIUGNO 2007 FARMACI a) Pagano un ticket di 2 euro a confezione con un massimo di 4 euro per ricetta coloro che non rientrano nelle categorie esenti (vedi

Dettagli

PROSPETTO DEI TICKET IN VIGORE IN LOMBARDIA AL 1 APRILE 2015

PROSPETTO DEI TICKET IN VIGORE IN LOMBARDIA AL 1 APRILE 2015 PROSPETTO DEI TICKET IN VIGORE IN LOMBARDIA AL 1 APRILE 2015 INDICE 1. Il ticket per assistenza farmaceutica a. ESENZIONI parziali totali 2. Ticket per prestazioni in PRONTO SOCCORSO 3. Ticket per prestazioni

Dettagli

Il ticket di pronto soccorso principali caratteristiche dei sistemi regionali vigenti al 10 aprile 2011

Il ticket di pronto soccorso principali caratteristiche dei sistemi regionali vigenti al 10 aprile 2011 Il ticket di pronto soccorso principali caratteristiche dei sistemi regionali vigenti al 10 aprile 2011 L'art. 1, comma 796, punto p) della legge n. 296/2006 (Finanziaria 2007) ha stabilito che Per le

Dettagli

Per ticket si intende la quota di partecipazione al costo della prestazione sanitaria dovuta dal cittadino.

Per ticket si intende la quota di partecipazione al costo della prestazione sanitaria dovuta dal cittadino. T I C K E T Per ticket si intende la quota di partecipazione al costo della prestazione sanitaria dovuta dal cittadino. Le per le quali è dovuto il ticket, possono essere così riassunte: - specialistiche

Dettagli

RIEPILOGO CATEGORIE ESENTI DAL TICKET AGGIORNAMENTO DICEMBRE 2009

RIEPILOGO CATEGORIE ESENTI DAL TICKET AGGIORNAMENTO DICEMBRE 2009 RIEPILOGO CATEGORIE DAL TICKET AGGIORNAMENTO DICEMBRE 2009 TICKET PRESTAZIONI AMBULATORIALI Per le prestazioni di diagnostica strumentale e specialistica ambulatoriale l'importo massimo per ricetta (ticket)

Dettagli

Le esenzioni. 0 per patologia R per malattie rare C per invalidità etc.

Le esenzioni. 0 per patologia R per malattie rare C per invalidità etc. Le esenzioni X 0 per patologia R per malattie rare C per invalidità etc. Tipologie di esenzione Nota (3) Nel caso di soggetti per i quali è stato formulato dallo specialista un sospetto diagnostico di

Dettagli

Il ticket per le prestazioni specialsitiche ambulatoriali Principali caratteristiche dei sistemi regionali vigenti al 31 dicembre 2009

Il ticket per le prestazioni specialsitiche ambulatoriali Principali caratteristiche dei sistemi regionali vigenti al 31 dicembre 2009 Il ticket per le prestazioni specialsitiche ambulatoriali Principali caratteristiche dei sistemi regionali vigenti al 31 dicembre 2009 Isabella Morandi I PRINCIPALI RIFERIMENTI NORMATIVI NAZIONALI Il D.Lgs.

Dettagli

Esenzione sui Farmaci e sulle Prestazioni Specialistiche

Esenzione sui Farmaci e sulle Prestazioni Specialistiche Esenzione sui Farmaci e sulle Prestazioni Specialistiche ESENZIONE SUI FARMACI 2 Elenco esenzioni sui farmaci Tipologia di esenzione Codice Subcodice Ticket Cittadini di età inferiore a 6 anni e superiore

Dettagli

LA COMPARTECIPAZIONE ALLA SPESA SANITARIA PER SPECIALISTICA E FARMACI NELLE REGIONI ITALIANE

LA COMPARTECIPAZIONE ALLA SPESA SANITARIA PER SPECIALISTICA E FARMACI NELLE REGIONI ITALIANE VENETO LA COMPARTECIPAZIONE ALLA SPESA SANITARIA PER SPECIALISTICA E FARMACI NELLE REGIONI ITALIANE [ fonte: Agenas Novembre 2013 e ricerche aggiornate a Giugno 2014] Dipartimento Contrattazione Sociale

Dettagli

PROSPETTO RIEPILOGATIVO DELLE CATEGORIE ESENTI DALLA COMPARTECIPAZIONE ALLA SPESA FARMACEUTICA. Es.: G01 G02. Es.: V 0 2 V02 V01

PROSPETTO RIEPILOGATIVO DELLE CATEGORIE ESENTI DALLA COMPARTECIPAZIONE ALLA SPESA FARMACEUTICA. Es.: G01 G02. Es.: V 0 2 V02 V01 PROSPETTO RIEPILOGATIVO DELLE CATEGORIE ESENTI DALLA COMPARTECIPAZIONE ALLA SPESA FARMACEUTICA Tipologia di esenzione Codifica esenzione Attestazione del diritto all esenzione sulla ricetta SSN È competenza

Dettagli

3.BENEFICI IN AMBITO SANITARIO

3.BENEFICI IN AMBITO SANITARIO 3.BENEFICI IN AMBITO SANITARIO c ESENZIONE TICKET. CONDIZIONI GENERALI Soggetti esenti dalla partecipazione alla spesa sanitaria Beneficiari Totalmente esenti CITTADINI DI ETÀ INFERIORE A SEI ANNI e appartenenti

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA. Regione Siciliana ASSESSORATO SANITA DIPARTIMENTO REGIONALE FONDO SANITARIO, ASSISTENZA SANITARIA ED OSPEDALIERA IGIENE PUBBLICA

REPUBBLICA ITALIANA. Regione Siciliana ASSESSORATO SANITA DIPARTIMENTO REGIONALE FONDO SANITARIO, ASSISTENZA SANITARIA ED OSPEDALIERA IGIENE PUBBLICA REPUBBLICA ITALIANA Regione Siciliana ASSESSORATO SANITA DIPARTIMENTO REGIONALE FONDO SANITARIO, ASSISTENZA SANITARIA ED OSPEDALIERA IGIENE PUBBLICA Servizio 8 / Assistenza sanitaria diretta e medicina

Dettagli

Oggetto: Deliberazione Giunta Regionale del 5 maggio 2009 n. 247 Partecipazione alla spesa sanitaria ticket.

Oggetto: Deliberazione Giunta Regionale del 5 maggio 2009 n. 247 Partecipazione alla spesa sanitaria ticket. Regione Calabria Dipartimento Tutela della Salute e Politiche Sanitarie Il Dirigente Generale Prot. n. Ai Direttori Generali e Commissari Straordinari Aziende Sanitarie ed Ospedaliere Al Presidente Fondazione

Dettagli

Update in Endocrinologia Clinica

Update in Endocrinologia Clinica 12 Congresso Nazionale AME 6th Joint Meeting with AACE Update in Endocrinologia Clinica Simposi Gestionali: ESENZIONI PER PATOLOGIA ENDOCRINA Normativa generale Flora Cesario Endocrinologia e Malattie

Dettagli

Calabria: Deliberazione Giunta regionale del 5 maggio 2009 n. 247 - Partecipazione alla spesa sanitaria - ticket.

Calabria: Deliberazione Giunta regionale del 5 maggio 2009 n. 247 - Partecipazione alla spesa sanitaria - ticket. Calabria: Deliberazione Giunta regionale del 5 maggio 2009 n. 247 - Partecipazione alla spesa sanitaria - ticket. Area d'interesse: Tutela della Salute e Politiche Sanitarie Data pubblicazione: giovedì

Dettagli

Ticket ed esenzioni in Veneto

Ticket ed esenzioni in Veneto Sanità, quantocicosti... Ticket ed esenzioni in Veneto Il ticket è il costo che la legge prevede a carico del cittadino per usufruire di prestazioni, quale contributo o partecipazione alla spesa sanitaria.

Dettagli

CODICI DI ESENZIONE TICKET TABELLA RIEPILOGATIVA

CODICI DI ESENZIONE TICKET TABELLA RIEPILOGATIVA CODICI DI ESENZIONE TICKET TABELLA RIEPILOGATIVA n. 1 2 3 4 5 Tipologia di esenzione Cod. SubCod. Note Soggetti affetti da patologie croniche e invalidanti esenti ai sensi del D.M. 28.05.1999 n. 329 e

Dettagli

bambini con meno di 6 anni appartenenti ad un nucleo familiare con un

bambini con meno di 6 anni appartenenti ad un nucleo familiare con un ESENZIONE TICKET PRESTAZIONI E SERVIZI SANITARI DI DIAGNOSTICA STRUMENTALE, LABORATORIO E ALTRE PRESTAZIONI SPECIALISTICHE DIRETTIVA NAZIONALE: E01 E01 E02 E03 E04 bambini con meno di 6 anni appartenenti

Dettagli

ESENZIONI PER CONDIZIONE ECONOMICA ED ETA

ESENZIONI PER CONDIZIONE ECONOMICA ED ETA Esenzione dalla spesa farmaceutica Tabella Riepilogativa - Modalità di compilazione della a partire dal 1 luglio 2011 ESENZIONI PER CONDIZIONE ECONOMICA ED ETA a carico Esenzione Totale e quota E03 E04

Dettagli

ESENZIONI INVALIDITÀ PATOLOGIA / CODICI NAZIONALI VALIDATI DA REGIONE LIGURIA ESENZIONE TICKET SUI FARMACI

ESENZIONI INVALIDITÀ PATOLOGIA / CODICI NAZIONALI VALIDATI DA REGIONE LIGURIA ESENZIONE TICKET SUI FARMACI ESENZIONI INVALIDITÀ PATOLOGIA / CODICI NAZIONALI VALIDATI DA REGIONE LIGURIA DESCRIZIONE ESENZIONE CODICE ATTUALE ESENZIONE TICKET SUI FARMACI ESENZIONE TICKET SU PRESTAZIONI Invalidi civili al 100% senza

Dettagli

PARTECIPAZIONI ALLA SPESA SANITARIA E RELATIVE ESENZIONI

PARTECIPAZIONI ALLA SPESA SANITARIA E RELATIVE ESENZIONI Assistenza farmaceutica 0 euro 02 invalidi di guerra appartenenti alle categorie dalla I alla V vale anche per medicinali della classe C nei casi, in cui il medico ne attesti la comprovata utilità terapeutica

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

CODIFICA ESENZIONI E BIFFATURA RICETTE PER DIAGNOSTICA (in sfondo giallo le esenzioni e codifiche di nuova introduzione)

CODIFICA ESENZIONI E BIFFATURA RICETTE PER DIAGNOSTICA (in sfondo giallo le esenzioni e codifiche di nuova introduzione) N. Descrizione Codice Subcodice 1 2 3 4 5 6 7 8 9 Esami eseguiti in esenzione per patologia per pazienti affetti da malattie croniche o invalidanti (DM 329/99) Soggetti affetti da patologie rare ([14])

Dettagli

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITÀ LOCALE SOCIO SANITARIA N. 10 VENETO ORIENTALE

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITÀ LOCALE SOCIO SANITARIA N. 10 VENETO ORIENTALE CONDIZIONI DI DALLA PARTECIPAZIONE ALLA SPESA FARMACEUITICA E SPECIALISTICA E I CODICI DI O DI Codice delle patologie croniche e invalidanti esenti ai sensi del D.M. 28.05.1999 n. 329 e succ. modifiche

Dettagli

VISITE SPECIALISTICHE ED ESAMI

VISITE SPECIALISTICHE ED ESAMI VISITE SPECIALISTICHE ed ESAMI Come accedere alle visite specialistiche, agli accertamenti diagnostici e agli esami di laboratorio: documenti necessari, prenotazione, indirizzi e orari. Chi deve pagare

Dettagli

N.B.: Attenzione il primo carattere della Regione Emilia Romagna non è un numero ma la lettera I come Imola Pagina 2 di 9

N.B.: Attenzione il primo carattere della Regione Emilia Romagna non è un numero ma la lettera I come Imola Pagina 2 di 9 CODIFICHE REGIONALI DELLE REGIONI -- ROMAGNA-, DELLE CONDIZIONI DI ESENZIONE DALLA PARTECIPAZIONE ALLA SPESA FARMACEUTICA E SPECIALISTICA CHE PREVEDONO L UTILIZZO DEL RICETTARIO REGIONALE Tipologia di

Dettagli

Scopri le nuove esenzioni dal ticket sui farmaci: un diritto per molti.

Scopri le nuove esenzioni dal ticket sui farmaci: un diritto per molti. ok folder es.ticket 14-04-2008 16:56 Pagina 1 Iniziativa di comunicazione della Regione Piemonte. Scopri le nuove esenzioni dal ticket sui farmaci: un diritto per molti. www.regione.piemonte.it/sanita

Dettagli

ALLEGATO C. Tabella 1 - CODIFICA NAZIONALE DELLE ESENZIONI CORRELATE ALLO STATO DI SALUTE

ALLEGATO C. Tabella 1 - CODIFICA NAZIONALE DELLE ESENZIONI CORRELATE ALLO STATO DI SALUTE ALLEGATO C Tabella 1 - CODIFICA NAZIONALE DELLE ESENZIONI CORRELATE ALLO STATO DI SALUTE n. Tipologia di esenzione Cod. SubCod. Note 1 Soggetti affetti da patologie croniche e invalidanti esenti ai sensi

Dettagli

Codice Malattia Prestazioni Esenti. R99 Malattie Rare (D.M. 279/01) Prestazioni richieste su sospetto diagnostico di malattia rara.

Codice Malattia Prestazioni Esenti. R99 Malattie Rare (D.M. 279/01) Prestazioni richieste su sospetto diagnostico di malattia rara. ESENZIONI TICKET Tutti i cittadini sono tenuti al pagamento di una quota di partecipazione alla spesa sanitaria (ticket). Per specifiche condizioni e categorie di cittadini, tuttavia, sono previste modalità

Dettagli

Esenzione ticket: le nuove modalità

Esenzione ticket: le nuove modalità LE NUOVE MODALITA Esenzione ticket: le nuove modalità Regione Liguria, a partire dal 1 novembre, ha introdotto delle nuove modalità per ottenere l esenzione dal pagamento del ticket per reddito e per patologia

Dettagli

ASSISTENZA FARMACEUTICA

ASSISTENZA FARMACEUTICA ASSISTENZA FARMACEUTICA PARTECIPAZIONE O ESENZIONE DALLA SPESA FARMACEUTICA IN REGIME S.S.R. E RELATIVE MODALITÀ DI COMPILAZIONE DELLA "NUOVA" RICETTA aggiornata a ottobre 2011 CATEGORIE DI ESENZIONE Cittadino

Dettagli

I regimi di esenzione dalla partecipazione alla spesa sanitaria

I regimi di esenzione dalla partecipazione alla spesa sanitaria I regimi di esenzione dalla partecipazione alla spesa sanitaria Dott.ssa Cinzia Griggio Unità Amministrativa Sovradistrettuale Coordinamento Direttori di Distretto Ulss 6 5 marzo 2011 Quanti tipi di esenzioni?

Dettagli

Quota aggiuntiva DGRC n. 53 e n. 67 confermata dal DCA 141/14. Importo da pagare = 10,00 10,00

Quota aggiuntiva DGRC n. 53 e n. 67 confermata dal DCA 141/14. Importo da pagare = 10,00 10,00 TABELLA RIASSUNTIVA PAGAMENTO PRESTAZIONI DI SPECIALISTICA QUOTE TICKET / CODICI DI ESENZIONE, CO'COME MODIFICATI NELLA QUOTA AGGIUNTIVA REGIONALE DAL D. REG. N. 141/2014 e succ. m. e.i. DCA 147/14 VALIDITA'

Dettagli

Alessandro Battistella. Alessandro Battistella

Alessandro Battistella. Alessandro Battistella Diversi sistemi di accesso ai servizi sanitari regionali: ripercussioni rispetto ai LEA, al passaggio al sistema privato e alla copertura del bisogno sanitario 2015 Le differenze tra SSR Le regioni si

Dettagli

TICKET PRESTAZIONI TERMALI (aggiornamento aprile 2012)

TICKET PRESTAZIONI TERMALI (aggiornamento aprile 2012) TICKET PRESTAZIONI TERMALI (aggiornamento aprile 2012) Ciascun assistito ha diritto ad usufruire, con oneri a carico del Servizio Sanitario Nazionale, di un solo ciclo di cure (12 sedute) nell'anno legale

Dettagli

30 MARZO 2 APRILE 2004

30 MARZO 2 APRILE 2004 CORSO DI AGGIORNAMENTO SUL SISTEMA INFORMATIVO DELL ASSISTENZA SPECIALISTICA AMBULATORIALE ED IL CENTRO UNICO DI PRENOTAZIONE SIAS - CUP 30 MARZO 2 APRILE 2004 La prescrizione di prestazioni specialistiche

Dettagli

Ticket aggiuntivo. Qual è il termine di validità dell'attestazione ISEE? L'attestazione ISEE ha validità annuale.

Ticket aggiuntivo. Qual è il termine di validità dell'attestazione ISEE? L'attestazione ISEE ha validità annuale. Ticket aggiuntivo Cos'è il ticket aggiuntivo? Il ticket aggiuntivo è un ticket che si va a sommare al ticket ordinario previsto per le prestazioni specialistiche. È stato introdotto in Regione Toscana,

Dettagli

LE GABBIE SANITARIE. Dossier Ticket regionali sui farmaci

LE GABBIE SANITARIE. Dossier Ticket regionali sui farmaci LE GABBIE SANITARIE Dossier Ticket regionali sui farmaci a cura dell Osservatorio Salute&Diritti del Movimento Difesa del Cittadino www.mdc.it Indice La spesa farmaceutica in Italia..pag. 3 Ticket regionali

Dettagli

CENTRO STUDI FIMMG ROMA

CENTRO STUDI FIMMG ROMA CENTRO STUDI FIMMG ROMA VADEMECUM NUOVA RICETTA USO DEL RICETTARIO Il ricettario è destinato alla prescrizione di prestazioni sanitarie: a- Con onere a carico del SSN erogate sia presso strutture a gestione

Dettagli

MODALITA E TEMPI DI ADEGUAMENTO ALLA CODIFICA NAZIONALE DELLE CONDIZIONI DI ESENZIONE DALLA COMPARTECIPAZIONE ALLA SPESA SANITARIA.

MODALITA E TEMPI DI ADEGUAMENTO ALLA CODIFICA NAZIONALE DELLE CONDIZIONI DI ESENZIONE DALLA COMPARTECIPAZIONE ALLA SPESA SANITARIA. ALLEGATO B MODALITA E TEMPI DI ADEGUAMENTO ALLA CODIFICA NAZIONALE DELLE CONDIZIONI DI ESENZIONE DALLA COMPARTECIPAZIONE ALLA SPESA SANITARIA. Si dispone, a partire da1 1 novembre 2009 l avvio della procedura

Dettagli

E senzioni Tiket. I. Accertamenti ed analisi sangue

E senzioni Tiket. I. Accertamenti ed analisi sangue E senzioni Tiket Le Esenzioni Ticket (ET) possono riguardare: I. gli accertamenti e le analisi del sangue, II. le compartecipazione alla spesa dei farmaci: Le Esenzioni Ticket (ET) possono essere di diversi

Dettagli

Non esenti A01 A1 0 Non esente 0 0 0

Non esenti A01 A1 0 Non esente 0 0 0 Tipologia Codice Vecchio codice Stato ( 9 non più valida) Descrizione Obbligo Autocertificaz. Tessera esenzione Prestazioni correlate Non esenti A01 A1 0 Non esente Malattie Croniche 0nn E6 0 Hiv B01 R6

Dettagli

Progetto Tessera Sanitaria

Progetto Tessera Sanitaria Articolo 50 del D.L. 30 settembre 2003 n. 269, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 novembre 2003, n. 326 e successive modificazioni DM 2 Novembre 2011 Dematerializzazione della ricetta medica

Dettagli

FABINFORMA NOTIZIARIO A CURA DEL COORDINAMENTO REGIONALE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO - LOMBARDIA

FABINFORMA NOTIZIARIO A CURA DEL COORDINAMENTO REGIONALE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO - LOMBARDIA GLI ISCRITTI F.A.B.I. DELLE B.C.C. ESENZIONE TICKET SANITARI La Giunta Regionale ha approvato (D.G.R. n. 12287 del 4-3-2003) alcune modifiche alle forme di compartecipazione dei cittadini alla spesa sanitaria

Dettagli

Allegato A al Decreto n. 49 del 1 aprile 2009 pag. 1/7

Allegato A al Decreto n. 49 del 1 aprile 2009 pag. 1/7 giunta regionale Allegato A al Decreto n. 49 del 1 aprile 2009 pag. 1/7 CODIFICA UNICA REGIONALE DELLE CONDIZIONI DI ESENZIONE DALLA PARTECIPAZIONE ALLA SPESA FARMACEUTICA E SPECIALISTICA CHE PREVEDONO

Dettagli

n. 79 del 24 Novembre 2014 DECRETO n. 141 del 31.10.2014 Rif. lettera s)

n. 79 del 24 Novembre 2014 DECRETO n. 141 del 31.10.2014 Rif. lettera s) DECRETO n. 141 del 31.10.2014 Rif. lettera s) Oggetto: Rimodulazione delle misure regionali di compartecipazione alla spesa sanitaria.. PREMESSO che: a) con delibera del Consiglio dei Ministri in data

Dettagli

n. 23 del 9 Aprile 2015 DECRETO n. 32 del 30.03.2015 Rif. lettera s)

n. 23 del 9 Aprile 2015 DECRETO n. 32 del 30.03.2015 Rif. lettera s) DECRETO n. 32 del 30.03.2015 Rif. lettera s) Oggetto: Rimodulazione delle misure regionali di compartecipazione alla spesa sanitaria di cui ai decreti commissariali n. 141 e n. 147/2014. Rettifiche ed

Dettagli

Farmaci e visite specialistiche. Farmaci e visite specialistiche

Farmaci e visite specialistiche. Farmaci e visite specialistiche Farmaci e visite specialistiche Farmaci e visite specialistiche Dal 29 agosto 2011 in Emilia Romagna Patronato INCA CGIL 1 Con la legge n. 111/2011 il Governo ha tagliato 834 milioni di euro annui dal

Dettagli

Ciascuna ricetta medica a lettura ottica deve riportare, scritti in modo chiaro e leggibile tutti i dati previsti. Quelli sottolineati sono

Ciascuna ricetta medica a lettura ottica deve riportare, scritti in modo chiaro e leggibile tutti i dati previsti. Quelli sottolineati sono Ciascuna ricetta medica a lettura ottica deve riportare, scritti in modo chiaro e leggibile tutti i dati previsti. Quelli sottolineati sono obbligatori: -cognome, nome dell assistito o iniziali, dove prescritto

Dettagli

La nuova ricetta unificata Guida rapida

La nuova ricetta unificata Guida rapida La nuova ricetta unificata Guida rapida Guida illustrata rapida all uso della nuova ricetta unificata per il medico prescrittore. 1 Cosa cambia in sintesi. Il ricettario viene consegnato a tutti i medici

Dettagli

IL DIRIGENTE REGIONALE DIREZIONE PIANI E PROGRAMMI SOCIO-SANITARI

IL DIRIGENTE REGIONALE DIREZIONE PIANI E PROGRAMMI SOCIO-SANITARI DECRETO N. 104 DEL 12 dicembre 2007 OGGETTO: Determinazione della codifica unica regionale delle condizioni di esenzione dalla partecipazione alla spesa farmaceutica e specialistica ambulatoriale, di laboratorio

Dettagli

NEGLI ULTIMI 15 ANNI SONO RADDOPPIATI I CONTRIBUENTI CHE PRESENTANO IL MODELLO 730

NEGLI ULTIMI 15 ANNI SONO RADDOPPIATI I CONTRIBUENTI CHE PRESENTANO IL MODELLO 730 NEGLI ULTIMI 15 ANNI SONO RADDOPPIATI I CONTRIBUENTI CHE PRESENTANO IL MODELLO 730 Per chi decide di compilare on line il proprio 730 non ci sono problemi : il fisco mette a disposizione un manuale di

Dettagli

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 10-08-2012 (punto N 2 ) Delibera N 753 del 10-08-2012 Proponente LUIGI MARRONI DIREZIONE GENERALE DIRITTI DI CITTADINANZA E COESIONE

Dettagli

Sub Codice. Codice. Ministeriale. da 01 a 56. malattie croniche. da RAnnn a RQnnn. R Malattie Rare. 01 IG11 si (verde) Esenzione totale.

Sub Codice. Codice. Ministeriale. da 01 a 56. malattie croniche. da RAnnn a RQnnn. R Malattie Rare. 01 IG11 si (verde) Esenzione totale. REGIONE LOMBARDIA - TABELLA UNIFICATA PATOLOGIE CRONICHE E RARE, STATI DI INVALIDITA E ALTRE CONDIZIONI DI ESENZIONE - Aggiornamento del luglio 2008 N.B.: I nuovi codici introdotti so evidenziati n. progr.

Dettagli

72 4-12-2009 - GAZZETTA UFFICIALE DELLA REGIONE SICILIANA - PARTE I n. 55

72 4-12-2009 - GAZZETTA UFFICIALE DELLA REGIONE SICILIANA - PARTE I n. 55 72 4-12-2009 - GAZZETTA UFFICIALE DELLA REGIONE SICILIANA - PARTE I n. 55 Allegato 3 CODIFICA DELLE CONDIZIONI DI ESENZIONI DALLA COMPARTECIPAZIONE ALLA SPESA SANITARIA 1 Soggetti appartenenti a nuclei

Dettagli

Presentazione: Indicatori di appropriatezza prescrittiva

Presentazione: Indicatori di appropriatezza prescrittiva Presentazione: Indicatori di appropriatezza prescrittiva Relatore: Luisa Anna Adele Muscolo Data: 24 ottobre 2015, XXXVI SIFO - Catania Dichiarazione di trasparenza/interessi* Le opinioni espresse in questa

Dettagli

Allegato B. Disciplinare Tecnico riguardante il trattamento dei dati da rendere disponibili all Agenzia delle entrate da parte del Sistema TS

Allegato B. Disciplinare Tecnico riguardante il trattamento dei dati da rendere disponibili all Agenzia delle entrate da parte del Sistema TS Allegato B Disciplinare Tecnico riguardante il trattamento dei dati da rendere disponibili all Agenzia delle entrate da parte del Sistema TS INDICE 1. INTRODUZIONE 3 2. TRATTAMENTO E RISERVATEZZA DEI DATI

Dettagli

Piano egov 2012: gli obiettivi

Piano egov 2012: gli obiettivi Il piano egov 2012 - obiettivo salute - Paola Tarquini Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per la digitalizzazione della PA e l innovazione tecnologica Ufficio Studi e progetti per l innovazione

Dettagli

Capitolo Secondo. LE AGEVOLAZIONI PER IL SETTORE AUTO 1.CHI NE HA DIRITTO 2. PER QUALI VEICOLI?

Capitolo Secondo. LE AGEVOLAZIONI PER IL SETTORE AUTO 1.CHI NE HA DIRITTO 2. PER QUALI VEICOLI? Capitolo Secondo. LE AGEVOLAZIONI PER IL SETTORE AUTO 1.CHI NE HA DIRITTO Sono ammesse alle agevolazioni le seguenti categorie di disabili: 1. non vedenti e sordomuti; 2. disabili con handicap psichico

Dettagli

L ANDAMENTO DELLA SPESA FARMACEUTICA TERRITORIALE NEL 2013

L ANDAMENTO DELLA SPESA FARMACEUTICA TERRITORIALE NEL 2013 CONVEGNO LABORATORIO FARMACIA LA GESTIONE DELLA CRISI D IMPRESA NEL SETTORE DELLA DISTRIBUZIONE DEL FARMACO: STRATEGIE E STRUMENTI DI RISANAMENTO Pisa, 9 ottobre 2014 L ANDAMENTO DELLA SPESA FARMACEUTICA

Dettagli

Donazione e trapianto di organi in Medicina Generale. dr Giorgio Cavallari Corso ASL Brescia 2012

Donazione e trapianto di organi in Medicina Generale. dr Giorgio Cavallari Corso ASL Brescia 2012 Donazione e trapianto di organi in Medicina Generale dr Giorgio Cavallari Corso ASL Brescia 2012 Medicina della Donazione Insieme delle conoscenze teorico-pratiche e delle problematiche clinico-organizzative

Dettagli

L EROGAZIONE DEI SERVIZI IN FARMACIA OGGI

L EROGAZIONE DEI SERVIZI IN FARMACIA OGGI TITOLO CONVEGNO DELLA UTIFAR PRESENTAZIONE CONVEGNO UTIFAR Inserisci RICCIONE 2 il APRILE sottotitolo 2011 RICCIONE 2-3 APRILE 2011 1 L EROGAZIONE DEI SERVIZI IN FARMACIA OGGI Il prossimo futuro vede un

Dettagli

4 Attualità. Martedì 5 febbraio 2013. Il dossier dell Aifa. Il dossier dell Aifa

4 Attualità. Martedì 5 febbraio 2013. Il dossier dell Aifa. Il dossier dell Aifa 4 Attualità Martedì 5 febbraio 2013 CAMPOBASSO. Gli italiani hanno acquistato, nei primi nove mesi del 2012, un totale di 1 miliardo e 368 milioni di confezioni di medicinali, per una media - ha calcolato

Dettagli

Immigrazione, come dove e quando

Immigrazione, come dove e quando Immigrazione, come dove e quando Manuale d uso per l integrazione Edizione 2008 a cura del Ministero del lavoro, della Salute e Politiche Sociali Settore Politiche Sociali www.solidarietasociale.gov.it

Dettagli

l Inserto Esenzione ticket sanitari per motivi reddituali

l Inserto Esenzione ticket sanitari per motivi reddituali Argomenti: A cura di Roberto Battaglia Segretario SPI-CGIL Emilia Romagna Roberta Lorenzoni Dipartimento previdenza SPI-CGIL Emilia Romagna Esenzione ticket sanitari per reddito Assegni familiari e quote

Dettagli

FASCHIM Il valore di 10 anni di assistenza sanitaria integrativa nel CCNL chimico farmaceutico

FASCHIM Il valore di 10 anni di assistenza sanitaria integrativa nel CCNL chimico farmaceutico FASCHIM Il valore di 10 anni di assistenza sanitaria integrativa nel CCNL chimico farmaceutico 1 180.000 160.000 10 anni di FASCHIM: come siamo cresciuti 151.812 164.107 158.198 159.654 160.887 161.991

Dettagli

INCENTIVARE L USO APPROPRIATO DEL RICETTARIO SSR DA PARTE DEGLI SPECIALISTI OSPEDALIERI

INCENTIVARE L USO APPROPRIATO DEL RICETTARIO SSR DA PARTE DEGLI SPECIALISTI OSPEDALIERI Modalità da seguire da parte dei Medici Specialisti per il corretto uso del ricettario SSR definite fra ASL Città di Milano e le seguenti strutture di ricovero e cura pubbliche e private accreditate: (versione

Dettagli

TICKET PRESTAZIONI AMBULATORIALI

TICKET PRESTAZIONI AMBULATORIALI TICKET PRESTAZIONI AMBULATORIALI Il ticket, ovvero la quota di partecipazione alla spesa previsto per le prestazioni di diagnostica strumentale e specialistica ambulatoriale, è pari a 36.00 PER RICETTA

Dettagli

7. Assistenza primaria

7. Assistenza primaria 7. Assistenza primaria BSIP Marka Assistenza primaria 7.1. Medicina di base L assistenza distrettuale, allo scopo di coordinare ed integrare tutti i percorsi di accesso ai servizi sanitari da parte del

Dettagli

Regione Lombardia. Ticket sui farmaci 2011/ L importo massimo del ticket sui farmaci è di 2 euro a confezione e di 4 euro a ricetta.

Regione Lombardia. Ticket sui farmaci 2011/ L importo massimo del ticket sui farmaci è di 2 euro a confezione e di 4 euro a ricetta. Regione Lombardia Ticket sui farmaci 2011/2012 1. L importo massimo del ticket sui farmaci è di 2 euro a confezione e di 4 euro a ricetta. 2. Esenzione Totale Sono esenti da ticket: - Tutti i cittadini

Dettagli

9. Assistenza ospedaliera

9. Assistenza ospedaliera 9. Assistenza ospedaliera Keystone LaPresse Assistenza ospedaliera 9.1. Assistenza ospedaliera per acuti e lungodegenti Il sistema SSN si avvale per l assistenza ospedaliera di 1.410 Istituti di ricovero

Dettagli

Il Direttore della Direzione Regionale Programmazione Sanitaria -Risorse Umane e Sanitarie

Il Direttore della Direzione Regionale Programmazione Sanitaria -Risorse Umane e Sanitarie Oggetto: Aggiornamento della determinazione 1875 del Modalità di erogazione dei farmaci classificati in regime di rimborsabilità in fascia H e in regime di fornitura OSP2, così come modificata dalla determinazione

Dettagli

M. Ciampi. Consiglio Nazionale delle Ricerche Dipartimento delle Tecnologie dell Informazione e delle Comunicazioni

M. Ciampi. Consiglio Nazionale delle Ricerche Dipartimento delle Tecnologie dell Informazione e delle Comunicazioni Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per la digitalizzazione della PA e l innovazione tecnologica Consiglio Nazionale delle Ricerche Dipartimento delle Tecnologie dell Informazione e delle

Dettagli

ECONOMIA E GESTIONE DEI SERVIZI PUBBLICI E SANITARI II PARTE I SERVIZI SANITARI

ECONOMIA E GESTIONE DEI SERVIZI PUBBLICI E SANITARI II PARTE I SERVIZI SANITARI ECONOMIA E GESTIONE DEI SERVIZI PUBBLICI E SANITARI II PARTE I SERVIZI SANITARI OBIETTIVI 1. DARE STRUMENTI PER COMPRENDERE MEGLIO LA REALTA E LE SPECIFICITA DELLA GESTIONE DELLE AZIENDE SANITARIE 2. APPREZZARE

Dettagli

Oneri informativi per i cittadini e per le imprese, ai sensi dell art. 34 del D.Lgs n. 33/2013

Oneri informativi per i cittadini e per le imprese, ai sensi dell art. 34 del D.Lgs n. 33/2013 Oneri informativi per i cittadini e per le imprese, ai sensi dell art. 34 del D.Lgs n. 33/2013 Le politiche per l attuazione della trasparenza che si sono affiancate a quelle della semplificazione amministrativa

Dettagli

Tutti gli associati a Mutua Nuova Sanità posseggono la TESSERA AZZURRA sulla quale viene applicato ogni anno il bollino di convalida.

Tutti gli associati a Mutua Nuova Sanità posseggono la TESSERA AZZURRA sulla quale viene applicato ogni anno il bollino di convalida. SERVIZI BASE ( estesi gratuitamente al nucleo famigliare) CONVENZIONI SPECIALISTICHE ED OSPEDALIERE Tutti gli associati a Mutua Nuova Sanità posseggono la TESSERA AZZURRA sulla quale viene applicato ogni

Dettagli

per i cittadini non comunitari

per i cittadini non comunitari Progetto cofinanziato da UNIONE EUROPEA Fondo Europeo per l Integrazione dei Cittadini dei Paesi Terzi GUIDA AL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE per i cittadini non comunitari INDICE Glossario 4 Informazioni

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 28 DEL 26 GIUGNO 2006

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 28 DEL 26 GIUGNO 2006 REGIONE CAMPANIA - Giunta Regionale - Seduta del 6 giugno 2006 - Deliberazione N. 737 - Area Generale di Coordinamento N. 20 - Assistenza Sanitaria - Regolamentazione farmaci di fascia H: modalita di prescrizione

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Direzione generale per il mercato elettrico, le rinnovabili e l efficienza energetica, il nucleare di concerto con Ministero dell ambiente e della tutela del territorio

Dettagli

SPECIALE PENSIONI: HANDICAP, DONAZIONE SANGUE

SPECIALE PENSIONI: HANDICAP, DONAZIONE SANGUE Welfare news n. 48 novembre 2013 SPECIALE PENSIONI: HANDICAP, DONAZIONE SANGUE I recentissimi interventi legislativi: DLGS 101 e 102 del 31/8/2013 hanno apportato alcuni correttivi di salvaguardia per

Dettagli

Trasferimenti erariali correnti agli Enti Locali

Trasferimenti erariali correnti agli Enti Locali Cod. ISTAT INT 00023 AREA: Amministrazioni pubbliche e Servizi sociali Settore di interesse: Istituzioni Pubbliche e Private Trasferimenti erariali correnti agli Enti Locali Titolare: Dipartimento per

Dettagli

IL CIPE. Deliberazione n. 36 del 15 giugno 2007

IL CIPE. Deliberazione n. 36 del 15 giugno 2007 Deliberazione n. 36 del 15 giugno 2007 DEFINIZIONE DEI CRITERI DI COFINANZIAMENTO PUBBLICO NAZIONALE DEGLI INTERVENTI SOCIO STRUTTURALI COMUNITARI PER IL PERIODO DI PROGRAMMAZIONE 2007-2013 IL CIPE VISTA

Dettagli

in commercio rilasciata dal Ministero della Sanità.

in commercio rilasciata dal Ministero della Sanità. 3614 quantità o la giacenza di magazzino oltre la quale si rende necessario ordinare le voci di interesse. La definizione di entrambi i parametri dovrà essere curata da farmacisti che integreranno nelle

Dettagli

Agevolazioni sui veicoli

Agevolazioni sui veicoli Agevolazioni sui veicoli I soggetti portatori di handicap di cui all art. 3 della L.104/92 con ridotte o impedite capacità motorie permanenti, nonché, come ha inteso estendere l art. 30, comma 7, della

Dettagli

Assistenza sanitaria Informazioni utili ai cittadini comunitari

Assistenza sanitaria Informazioni utili ai cittadini comunitari Assistenza sanitaria Informazioni utili ai cittadini comunitari I Cittadini comunitari iscritti al SSN (possessori di TEAM - Tessera Europea di Assicurazione Malattia rilasciata in Italia) hanno diritto

Dettagli

Condizioni di esenzione dalla partecipazione alla spesa sanitaria per reddito

Condizioni di esenzione dalla partecipazione alla spesa sanitaria per reddito Condizioni di esenzione dalla partecipazione alla spesa sanitaria per reddito Ai fini dell'accesso alle prestazioni di assistenza specialistica ambulatoriale, l'esenzione dalla partecipazione alla spesa

Dettagli

Misura dell Appropriatezza

Misura dell Appropriatezza Ministero della Salute Progetto Mattoni SSN Misura dell Appropriatezza I ricoveri in Italia per DRG a rischio di inappropriatezza Allegato 2C DPCM Lea Descrizione del trend nel periodo 2001-2003 Appendice

Dettagli

SOMMARIO. Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti:

SOMMARIO. Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti: CIRCOLARE N. 16 DEL 24/09/2015 SOMMARIO Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti: DEFINITE LE MODALITA DI INVIO DELLE SPESE SANITARIE PER IL MOD.730 PRECOMPILATO: NUOVI OBBLIGHI E CONSEGUENTI

Dettagli

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2013. 14 luglio 2014

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2013. 14 luglio 2014 14 luglio 2014 Anno 2013 LA POVERTÀ IN ITALIA Nel 2013, il 12,6% delle famiglie è in condizione di povertà relativa (per un totale di 3 milioni 230 mila) e il 7,9% lo è in termini assoluti (2 milioni 28

Dettagli

1) Progetti di Servizio civile nazionale da realizzarsi in ambito regionale per l avvio di complessivi 3.516 volontari.

1) Progetti di Servizio civile nazionale da realizzarsi in ambito regionale per l avvio di complessivi 3.516 volontari. Avviso agli enti. Presentazione di progetti di servizio civile nazionale per complessivi 6.426 volontari (parag. 3.3 del Prontuario contenente le caratteristiche e le modalità per la redazione e la presentazione

Dettagli

Art 24, comma 24, Decreto SALVA ITALIA

Art 24, comma 24, Decreto SALVA ITALIA Art 24, comma 24, Decreto SALVA ITALIA Obbligo per le Casse dei Professionisti di dimostrare la propria sostenibilità a 50 anni previa adozione di misure dirette ad assicurare l equilibrio tra entrate

Dettagli

VALLE D'AOSTA INDICE CRONOLOGICO DELLA NORMATIVA REGIONALE

VALLE D'AOSTA INDICE CRONOLOGICO DELLA NORMATIVA REGIONALE VALLE D'AOSTA NDCE CRONOLOGCO DELLA NORMATA REGONALE AVVSO A LETTOR Gli indici cronologici sono stati realizzati per facilitare la ricerca di una specifica norma di legge. Per consultarne il testo è comunque

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute Ministero della Salute DIPARTIMENTO DELLA QUALITÀ DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE SANITARIA, DEI LIVELLI DI ASSISTENZA E DEI PRINCIPI ETICI DI SISTEMA UFFICIO III Tempi di attesa nei siti web delle

Dettagli

In caso di non esenzione il medico prescrittore procede a biffare la casella della ricetta contrassegnata dalla lettera N Non esente.

In caso di non esenzione il medico prescrittore procede a biffare la casella della ricetta contrassegnata dalla lettera N Non esente. ASSISTENZA FARMACEUTICA TERRITORIALE L erogazione dei farmaci a carico del Servizio Sanitario Nazionale (S.S.N.) è possibile, su prescrizione medica, attraverso la rete delle farmacie convenzionate con

Dettagli

IL BISTURI.IT Ticket sanitari: in gran parte d Italia sono già realtà

IL BISTURI.IT Ticket sanitari: in gran parte d Italia sono già realtà IL BISTURI.IT sanitari: in gran parte d Italia sono già realtà 13 SET - sui farmaci in 8 Regioni italiane, ticket sui codici bianchi di Pronto Soccorso in 12 Regioni e ticket per le prestazioni e diagnostiche

Dettagli

(Pubblicato nella Gazz. Uff. 21 settembre 2005, n. 220)

(Pubblicato nella Gazz. Uff. 21 settembre 2005, n. 220) Decreto Ministero del lavoro e delle politiche sociali 22 luglio 2005 Ripartizione delle risorse finanziarie affluenti al Fondo nazionale per le politiche sociali, per l'anno 2005. (Pubblicato nella Gazz.

Dettagli

Gli studenti universitari di quali aiuti beneficiano?

Gli studenti universitari di quali aiuti beneficiano? Gli studenti universitari di quali aiuti beneficiano? Il quadro attuale (e uno sguardo al futuro) Federica Laudisa La dimensione sociale degli studi in Europa e in Italia: quali risposte alle nuove domande?

Dettagli

PUNTO DI ASCOLTO TRA MALATI NEUROMUSCOLARI, MEDICI E RICERCATORI

PUNTO DI ASCOLTO TRA MALATI NEUROMUSCOLARI, MEDICI E RICERCATORI PUNTO DI ASCOLTO TRA MALATI NEUROMUSCOLARI, MEDICI E RICERCATORI La legislazione per le malattie rare Policlinico San Donato, 19 settembre 2015 Galdino Cassavia - Dipartimento Cure Primarie dell' ASL Milano

Dettagli

Integrazione Ospedale-Territorio:

Integrazione Ospedale-Territorio: Integrazione Ospedale-Territorio: malattie rare ed assistenza integrativa Relatore Dott.ssa Francesca Canepa S.C. Assistenza Farmaceutica Convenzionata LEA I Livelli essenziali di assistenza (LEA) sono

Dettagli

Ricetta Farmaceutica Dematerializzata. 18/11/2014 ASL Milano1

Ricetta Farmaceutica Dematerializzata. 18/11/2014 ASL Milano1 Ricetta Farmaceutica Dematerializzata 18/11/2014 ASL Milano1 Inquadramento Normativo D.L. 269/2003 Art. 50 Comma 5-bis Disposizioni in materia di monitoraggio della spesa nel settore sanitario e di appropriatezza

Dettagli