Analisi dell'architettura WEB del sito Caruso, Flamini, Giammusso, Rossi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Analisi dell'architettura WEB del sito www.facebook.com. Caruso, Flamini, Giammusso, Rossi"

Transcript

1 Analisi dell'architettura WEB del sito Caruso, Flamini, Giammusso, Rossi

2 Strumenti Uso dello strumento whois per analizzare il range di indirizzi ip pubblici utilizzati e l'autonomous system di appartenenza. Cattura e studio dei pacchetti scambiati tra client e server(s) attraverso lo sniffer Wireshark. Uso dei servizi del sito per apprendere informazioni sull'autonomous system. Uso dei servizi del sito per localizzare i server CDN del sito. Uso dello strumento dig (Domain Information Groper) per interrogare i name servers e per reperire informazioni circa la distribuzione del sito. Analisi dei cookies. Uso di alcuni addons per Firefox per facilitare l'analisi (pulizia e disabilitazione della cache, visualizzazione cookies, ecc.), per testare il sito con diverse impostazioni Locale e per visualizzare le richieste HTTP. Addons di Firefox: FireBug + FireCookie; ShowIp; Web Developer; Live HTTP HEADERS; Quick Locale Switcher.

3 Whois facebook? Le presentazioni sono sempre il primo passo. Whois facebook.com? Utilizzando lo strumento whois è stato possibile reperire utili ed interessanti informazioni, rappresentate qui a lato. Oltre le informazioni che esulano dall'analisi tecnica, quali la localizzazione fisica dell'organizzazione Thefacebook.com, ce ne sono altre due che riscuotono un elevato grado d'interesse: Possiamo vedere subito il range di ip pubblici utilizzati da facebook, sintetizzati nel prefisso /20 attraverso la tecnica CIDR. L'autonomous system di appartenenza risulta essere l'as Facendo un'ulteriore analisi e utilizzando i servizi offerti da possiamo affermare che l'insieme delle macchine targate facebook operino in un autonomous system tutto loro.

4 Wireshark HTTP REDIRECTION Il secondo passo dell'analisi è stato quello di catturare i pacchetti scambiati tra il client e il server, utilizzando Wireshark. A questo scopo è stato utile disabilitare la fase di caching per riuscire a catturare tutte le richieste DNS. Lo screenshot qui a lato mostra i primi pacchetti ricevuti. Si noti la presenza di una HTTP REDIRECT. Pacchetti 1-6: richiesta DNS per il nome (risposta: ). Pacchetti 7-9: Primo HIT sull'ip apertura connessione TCP. Pacchetto 12: HTTP REDIRECT HTTP/ Found. Il campo Location mostra dove verrà effettuato il redirect. In questo caso viene utilizzato l'alias it-it.facebook.com per il CNAME

5 Analisi dei GET HTTP Utilità della Http Redirect Analizzando più approfonditamente questo aspetto, ci si accorge di come il redirect http venga utilizzato per l'internazionalizzazione del sito. Per dimostrare questa ipotesi è stato eseguito il seguente test che ha portato ai risultati rappresentati qui a fianco: GET HTTP da telnet. Senza informazioni addizionali. Impostazione Locale del Browser: Impostazione Locale del Browser: I. Reset dei cookies. II. Impostazione Locale settata a it-it. III. Richiesta di IV. Reset dei cookies. V. Impostazione Locale settata su de-de. VI. Richiesta di VII. GET HTTP utilizzando telnet. I risultati dimostrano che, durante il primo GET, la logica del sito viene a conoscenza dell'impostazione Locale e dipendentemente da questa, definisce una redirect http impostando nel campo Location la giusta URL necessaria per la corretta traduzione del sito. Dopo, attraverso il server Akamai (prossima diapositiva) static.ak.fbcdn.net, verrà scaricato il dizionario delle frasi corrispondente alla lingua impostata.

6 Wireshark CDN Procedendo con l'analisi dei pacchetti catturati, è stata notata la comunicazione con delle macchine aventi indirizzi ip non appartenenti al prefisso /20 di facebook. Qui di seguito viene riportata una sintesi delle richieste DNS per tali macchine: Query Query Response static.ak.fbcdn.net CNAME static.ak.facebook.com.edgesuite.net CNAME a749.g.akamai.net A [...] profile.ak.fbcdn.net CNAME profile.ak.facebook.com.edgesuite.net CNAME a1725.l.akamai.net A [...] photos-c.ak.fbcdn.net Standard query response CNAME photos-c.ak.facebook.com.edgesuite.net CNAME a997.mm1.akamai.net A [...] photos-b.ll.facebook.com Standard query response CNAME facebook.vo.llnwd.net A [...] vthumb.ak.facebook.com CNAME vthumb.facebook.com.edgesuite.net CNAME a591.da2.akamai.net A [...] creative.ak.facebook.com CNAME creative.ak.facebook.com.edgesuite.net CNAME a75.g.akamai.net A [...] Altre queries con pattern: *.ak.fbcdn.net *.ak.facebook.com Risposte con pattern: *.facebook.com.edgesuite.net Ogni risposta differisce per i numeri ip e per il numero cliente AKAMAI. I risultati dimostrano come facebook faccia un largo uso di server CDN per la gestione della reperibilità dei contenuti. I contenuti reperibili attraverso server CDN sono di vario di tipo: foto, thumbs, e script (ad esempio da static.ak.fbcdn.net vengono scaricati gli script per l'internazionalizzazione del sito). Con un'analisi un po' più accurata è stato possibile definire quali società CDN offrissero il proprio servizio a facebook: Akamai e Limelight Networks. La prossima diapositiva invece, ha lo scopo di mostrare la locazione fisica dei server CDN, riguardo sempre ai pacchetti sniffati presi in analisi. NB: le scritte in rosso fanno riferimento ai codici che Akamai utilizza per identificare i clienti.

7 Ip2location.com Allo scopo di avere una maggiore chiarezza sulla disposizione dei server CDN utilizzati, si è scelto di utilizzare i servizi offerti dal sito Di seguito sono riportati i risultati ottenuti. N.B.: Le locazioni sono relativa ad una session proveniente dall'italia. creative.ak.fbcdn.net static.ak.fbcdn.net profile.ak.fbcdn.net photos-c.ak.fbcdn.net photos-b.ll.facebook.com vthumb.ak.facebook.com

8 Esempio CDN a749.g.akamai.net IP Location AUSTRALIA MESSICO SUD AFRICA USA Questo esempio mostra varie interrogazioni DNS per a749.g.akamai.net, effettuate a name server in diverse località. I risultati mostrano come le risposte contengano indirizzi ip appartenenti alla nazione del name server e non al dominio di facebook.com. I risultati sono stati ottenuti grazie allo strumento DIG e ai servizi di

9 DIG Distribuzione Globale Nella terza fase dell'analisi si è usato dig per investigare sulla distribuzione del sito. Qui a fianco è rappresentata la funzione principale dello script bash servito per automatizzare il processo di 10 queries dns distanziate di un minuto, eseguite su 6 name servers diversi, ciascuno dei quali posizionato in una nazione diversa. La seconda immagine mostra l'output dello script per soli due name servers, visto che vegono riscontrati solamente questi due comportamenti in tutto il processo. Risultati Deduzioni Presenza di più ip nella risoluzione dns dell'hostname. Distribuzione Globale Le richieste dns provenienti da Australia, Afghanistan e USA hanno come risposta degli ip compresi in /24 oppure compresi in /24. Le richieste dns provenienti da Brasile, Sud Africa, Messico, Italia, Germania e Colombia, hanno come risposta degli ip compresi in /24. Presenza di un primo livello di scheduling DNS basato sulla nazione di provenienza della richiesta.

10 Analisi dei Cookies WEB Cluster Distribuiti La quarta e ultima fase dell'investigazione è stata volta all'analisi dei cookies. Questo step è stato di fondamentale importanza per riuscire a comprendere il tipo di distribuzione globale e, in caso di cluster distribuiti, la presenza di web switch e il livello di questi. Tra i vari cookies analizzati, ne esiste uno di particolare rilevanza: BIGipServer[poolname] (in figura sopra). BIGipServer[poolname] è un cookie che prova la presenza di prodotti della famiglia BIG-IP appartenenti all'azienda f5 (http://www.f5.com). Questi prodotti sono utilizzati per praticare web switching basati su vari tipi di scheduling, in particolare, l'uso di questo cookie viene spesso utilizzato quando si utilizza il product module LTM (Local Transfer Manager) di f5. Obiettivo di LTM Load Balancing in un web cluster. Risultati Deduzioni Presenza di LTM ed esistenza di vari ip (diapositive precedenti). Architettura WEB basata su web cluster distribuiti. Presenza di BigipServer[poolname] nei cookies. Presenza di un web switch content-aware di livello 7.

11 Riepilogo facebook.com /20 AS32934 HTTP REDIRECTION Internazionalizzazione Distribuzione Globale CDN Akamai LimeLight Networks DNS Scheduling Nazione di provenienza Web Cluster Distribuiti F5 BIG-IP LTM Load Balancing Cookies L7 Web Switches

HOMEWORK 1. www.expedia.com. analisi di. Barbagallo Valerio. Da Lozzo Giordano. Teofili Tommaso

HOMEWORK 1. www.expedia.com. analisi di. Barbagallo Valerio. Da Lozzo Giordano. Teofili Tommaso HOMEWORK 1 analisi di www.expedia.com Barbagallo Valerio Da Lozzo Giordano Teofili Tommaso Da una analisi preliminare della compagnia di viaggi Expedia è possibile verificare sia la presenza di siti mirror

Dettagli

Relazione su: www.expedia.com. A cura di:

Relazione su: www.expedia.com. A cura di: Relazione su: www.expedia.com A cura di: Giuseppe Cosentino - 278771 Anna Rita Strazioso - 278708 Valentina Ventriglia - 278707 Simone Volpi - 278584 E stato scelto di analizzare l architettura del servizio

Dettagli

Sistemi Web distribuiti geograficamente e sistemi per Web content delivery. Valeria Cardellini Università di Roma Tor Vergata

Sistemi Web distribuiti geograficamente e sistemi per Web content delivery. Valeria Cardellini Università di Roma Tor Vergata Sistemi Web distribuiti geograficamente e sistemi per Web content delivery Valeria Cardellini Università di Roma Tor Vergata Delivery su scala geografica Il content/service provider ha due possibilità

Dettagli

Web e HTTP. path name. host name Realizzato da Roberto Savino. www.someschool.edu/somedept/pic.gif

Web e HTTP. path name. host name Realizzato da Roberto Savino. www.someschool.edu/somedept/pic.gif Web e HTTP Terminologia Una pagina web consiste di oggetti Un oggetto può essere un file HTML, una immagine JPG, ecc. Una pagina web consiste di un file HTML base che fa riferimento a diversi oggetti al

Dettagli

Architettura del. Sintesi dei livelli di rete. Livelli di trasporto e inferiori (Livelli 1-4)

Architettura del. Sintesi dei livelli di rete. Livelli di trasporto e inferiori (Livelli 1-4) Architettura del WWW World Wide Web Sintesi dei livelli di rete Livelli di trasporto e inferiori (Livelli 1-4) - Connessione fisica - Trasmissione dei pacchetti ( IP ) - Affidabilità della comunicazione

Dettagli

Dal protocollo IP ai livelli superiori

Dal protocollo IP ai livelli superiori Dal protocollo IP ai livelli superiori Prof. Enrico Terrone A. S: 2008/09 Protocollo IP Abbiamo visto che il protocollo IP opera al livello di rete definendo indirizzi a 32 bit detti indirizzi IP che permettono

Dettagli

Indirizzi Internet e. I livelli di trasporto delle informazioni. Comunicazione e naming in Internet

Indirizzi Internet e. I livelli di trasporto delle informazioni. Comunicazione e naming in Internet Indirizzi Internet e Protocolli I livelli di trasporto delle informazioni Comunicazione e naming in Internet Tre nuovi standard Sistema di indirizzamento delle risorse (URL) Linguaggio HTML Protocollo

Dettagli

CORSO DI RETI SSIS. Lezione n.2. 2 Novembre 2005 Laura Ricci

CORSO DI RETI SSIS. Lezione n.2. 2 Novembre 2005 Laura Ricci CORSO DI RETI SSIS Lezione n.2. 2 Novembre 2005 Laura Ricci IL DOMAIN NAME SYSTEM (DNS) Indirizzi IP poco adatti per essere memorizzati da utenti umani è prevista la possibiltà di associare nomi simbolici

Dettagli

CONTENT DISTRIBUTION NETWORKS

CONTENT DISTRIBUTION NETWORKS CONTENT DISTRIBUTION NETWORKS Definizione (CDN): Le reti per la distribuzione di contenuto o CDN sono delle strutture, operanti sulla rete Internet, in grado di consegnare o distribuire contenuti statici

Dettagli

Collocazione della Metrica Web

Collocazione della Metrica Web Collocazione della Metrica Web Strategia Organizzazione Produzione Promozione Metrica Flussi di un Sistema di Analisi Configurazione Log files data base Analysis Engine Report Tecnici Report Marketing

Dettagli

Bibliografia: Utenti e sessioni

Bibliografia: Utenti e sessioni Bibliografia: Utenti e sessioni http: protocollo stateless http si appoggia su una connessione tcp e lo scambio nel contesto di una connessione si limita a invio della richiesta, ricezione della risposta.

Dettagli

Internet e Tecnologia Web

Internet e Tecnologia Web INTERNET E TECNOLOGIA WEB Corso WebGis per Master in Sistemi Informativi Territoriali AA 2005/2006 ISTI- CNR c.renso@isti.cnr.it Internet e Tecnologia Web...1 TCP/IP...2 Architettura Client-Server...6

Dettagli

Laboratorio del corso Progettazione di Servizi Web e Reti di Calcolatori Politecnico di Torino AA 2014-15 Prof. Antonio Lioy

Laboratorio del corso Progettazione di Servizi Web e Reti di Calcolatori Politecnico di Torino AA 2014-15 Prof. Antonio Lioy Laboratorio del corso Progettazione di Servizi Web e Reti di Calcolatori Politecnico di Torino AA 2014-15 Prof. Antonio Lioy Soluzioni dell esercitazione n. 2 a cura di Giacomo Costantini 19 marzo 2014

Dettagli

Web replication. Giuliano. Casale 06/06/2005. casale@elet.polimi.it

Web replication. Giuliano. Casale 06/06/2005. casale@elet.polimi.it Web replication 06/06/2005 Giuliano Casale casale@elet.polimi.it Web replication Soluzione server-side per permettere la scalabilitá Web: il sito Web è replicato su più server, eventualmente dislocati

Dettagli

I Principali Servizi del Protocollo Applicativo

I Principali Servizi del Protocollo Applicativo 1 I Principali Servizi del Protocollo Applicativo Servizi offerti In questa lezione verranno esaminati i seguenti servizi: FTP DNS HTTP 2 3 File Transfer Protocol Il trasferimento di file consente la trasmissione

Dettagli

Reti di Telecomunicazioni LB Introduzione al corso

Reti di Telecomunicazioni LB Introduzione al corso Reti di Telecomunicazioni LB Introduzione al corso A.A. 2005/2006 Walter Cerroni Il corso Seguito di Reti di Telecomunicazioni LA Approfondimento sui protocolli di Internet TCP/IP, protocolli di routing,

Dettagli

Internet Architettura del www

Internet Architettura del www Internet Architettura del www Internet è una rete di computer. Il World Wide Web è l insieme di servizi che si basa sull architettura di internet. In una rete, ogni nodo (detto host) è connesso a tutti

Dettagli

INFORMATICA DISTRIBUITA. prof. Carlo Bellettini. lez 9 Distribuzione dei contenuti

INFORMATICA DISTRIBUITA. prof. Carlo Bellettini. lez 9 Distribuzione dei contenuti INFORMATICA DISTRIBUITA prof. lez 9 Distribuzione dei contenuti Università degli Studi di Milano Scienze e Tecnologie della Comunicazione Musicale a.a. 2009-2010 FTP: file transfer protocol FTP user interface

Dettagli

Reti di Calcolatori 18-06-2013

Reti di Calcolatori 18-06-2013 1. Applicazioni di rete [3 pts] Si descrivano, relativamente al sistema DNS: Compito di Reti di Calcolatori 18-06-2013 a) i motivi per i quali viene usato; b) l architettura generale; c) le modalità di

Dettagli

PROTOCOLLI APPLICATIVI PER INTERNET

PROTOCOLLI APPLICATIVI PER INTERNET PROTOCOLLI APPLICATIVI PER INTERNET IC3N 2000 N. 5 La famiglia dei protocolli TCP/IP Applicazioni e-mail,ftp,ssh,www TCP UDP ICMP IP ARP RARP IEEE 802-Ethernet-X25-Aloha ecc. Collegamento fisico 6 1 Protocolli

Dettagli

DNS (Domain Name System) Gruppo Linux

DNS (Domain Name System) Gruppo Linux DNS (Domain Name System) Gruppo Linux Luca Sozio Matteo Giordano Vincenzo Sgaramella Enrico Palmerini DNS (Domain Name System) Ci sono due modi per identificare un host nella rete: - Attraverso un hostname

Dettagli

Reti di Telecomunicazione Lezione 6

Reti di Telecomunicazione Lezione 6 Reti di Telecomunicazione Lezione 6 Marco Benini Corso di Laurea in Informatica marco.benini@uninsubria.it Lo strato di applicazione protocolli Programma della lezione Applicazioni di rete client - server

Dettagli

OSOR. Applicazioni di Rete

OSOR. Applicazioni di Rete OSOR Applicazioni di Rete 1 Client-Server in Sistemi Distribuiti Host A Host B Client TCP/UDP IP Network Interface Internet Risultati Server TCP/UDP IP Network Interface Richiesta Applicazioni di Rete

Dettagli

Finalità delle Reti di calcolatori. Le Reti Informatiche. Una definizione di Rete di calcolatori. Schema di una Rete

Finalità delle Reti di calcolatori. Le Reti Informatiche. Una definizione di Rete di calcolatori. Schema di una Rete Finalità delle Reti di calcolatori Le Reti Informatiche Un calcolatore isolato, anche se multiutente ha a disposizione solo le risorse locali potrà elaborare unicamente i dati dei propri utenti 2 / 44

Dettagli

PRIVACY POLICY. Tipi di dati trattati

PRIVACY POLICY. Tipi di dati trattati PRIVACY POLICY In questa pagina si descrivono le modalità di gestione del sito in riferimento al trattamento dei dati personali degli utenti che lo consultano. Si tratta di un informativa che è resa anche

Dettagli

FAW Forensics Acquisition of Website

FAW Forensics Acquisition of Website FAW Forensics Acquisition of Website www.fawproject.com Multiutente Il software profila in maniera separata i vari utenti riservando aree separate per ogni investigatore gestendo la concorrenza in maniera

Dettagli

Topologia delle reti. Rete Multipoint: ogni nodo è connesso agli altri tramite nodi intermedi (rete gerarchica).

Topologia delle reti. Rete Multipoint: ogni nodo è connesso agli altri tramite nodi intermedi (rete gerarchica). Topologia delle reti Una RETE DI COMPUTER è costituita da un insieme di elaboratori (NODI) interconnessi tra loro tramite cavi (o sostituti dei cavi come le connessioni wireless). Rete Point-to-Point:

Dettagli

Reti di Calcolatori. Vantaggi dell uso delle reti. Cosa è una rete? Punto di vista logico: sistema di dati ed utenti distribuito

Reti di Calcolatori. Vantaggi dell uso delle reti. Cosa è una rete? Punto di vista logico: sistema di dati ed utenti distribuito Cosa è una rete? Punto di vista logico: sistema di dati ed utenti distribuito Punto di vista fisico: insieme di hardware, collegamenti, e protocolli che permettono la comunicazione tra macchine remote

Dettagli

Architetture di web-server a prestazione garantita

Architetture di web-server a prestazione garantita Architetture di web- a prestazione garantita Ing. Mariateresa Celardo Presidenza del Consiglio dei Ministri Ufficio per l Informatica, la Telematica e la Statistica Host collegati Gennaio 1993 1.313.000

Dettagli

Reti di Calcolatori. Il Livello delle Applicazioni

Reti di Calcolatori. Il Livello delle Applicazioni Reti di Calcolatori Il Livello delle Applicazioni Il DNS Gli indirizzi IP sono in formato numerico: sono difficili da ricordare; Ricordare delle stringhe di testo è sicuramente molto più semplice; Il Domain

Dettagli

Domini Virtual Server

Domini Virtual Server Domini Virtual Server Pannello di controllo Manuale Utente Pannello di controllo domini e virtual server - Manuale utente ver. 2.0 Pag. 1 di 18 Sommario INFORMAZIONI GENERALI... 3 Virtual Server... 3 ACCESSO

Dettagli

Reti di Calcolatori. Lezione 3

Reti di Calcolatori. Lezione 3 Reti di Calcolatori Lezione 3 I livelli di una rete Per ridurre la complessità di progetto, le reti sono in generale organizzate a livelli: Il Formato dei Pacchetti Tutti pacchetti sono fatti in questo

Dettagli

Letture consigliate: W. Richard. Stevens, UNIX Network Programming, volume 1 Networking APIs: Socket and XTI, second edition, ed.

Letture consigliate: W. Richard. Stevens, UNIX Network Programming, volume 1 Networking APIs: Socket and XTI, second edition, ed. Programmazione con i Socket TCP/IP ciclo di lezioni tenute da Vittorio Ghini e-mail: ghini@cs.unibo.it - tel: 0547.642826 ricevimento: nei giorni di lezione e su appuntamento Scopo del corso è la familiarizzazione

Dettagli

Sistemi Web distribuiti localmente. Valeria Cardellini Università di Roma Tor Vergata

Sistemi Web distribuiti localmente. Valeria Cardellini Università di Roma Tor Vergata Sistemi Web distribuiti localmente Valeria Cardellini Università di Roma Tor Vergata Motivazioni Il successo del Web Siti Web popolari sono soggetti a milioni di hit al giorno Es.: il sito Web delle Olimpiadi

Dettagli

L utente generico può saltare da un punto all altro del documento o da un documento all altro seguendo i link

L utente generico può saltare da un punto all altro del documento o da un documento all altro seguendo i link WWW: World Wide Web Definizione di ipertesto Un Ipertesto è un documento che contiene al suo interno link (collegamenti) ad altri documenti o ad altre sezioni dello stesso documento. Le informazioni non

Dettagli

Corso di recupero di sistemi Lezione 8

Corso di recupero di sistemi Lezione 8 Corso di recupero di sistemi Lezione 8 a.s. 2011/2012 - Prof. Fabio Ciao 24 aprile 2012 Reti TCP/IP Una rete TCP/IP è una rete locale o geografica che utilizza protocolli TCP/IP con i primi 2 livelli una

Dettagli

Protocolli applicativi basati su TCP/IP

Protocolli applicativi basati su TCP/IP Protocolli applicativi basati su TCP/IP A.A. 2005/2006 Walter Cerroni Protocolli applicativi Sono i protocolli utilizzati dalle applicazioni per scambiarsi informazioni attraverso la rete Esempi: HTTP

Dettagli

Seminari Eucip, Esercizio e Supporto di Sistemi Informativi

Seminari Eucip, Esercizio e Supporto di Sistemi Informativi Seminari Eucip, Esercizio e Supporto di Sistemi Informativi Servizi di Dipartimento di Informtica e Sistemistica Università di Roma La Sapienza Sicurezza su Sicurezza della La Globale La rete è inerentemente

Dettagli

Introduzione a Oracle 9i

Introduzione a Oracle 9i Introduzione a Oracle 9i Ing. Vincenzo Moscato - Overview sull architettura del DBMS Oracle 9i L architettura di Oracle 9i si basa sul classico paradigma di comunicazione client-server, in cui sono presenti

Dettagli

Le Reti Informatiche

Le Reti Informatiche Le Reti Informatiche modulo 10 Prof. Salvatore Rosta www.byteman.it s.rosta@byteman.it 1 Nomenclatura: 1 La rappresentazione di uno schema richiede una serie di abbreviazioni per i vari componenti. Seguiremo

Dettagli

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e SIP - Session Initiation Protocol Il protocollo SIP (RFC 2543) è un protocollo di segnalazione e controllo in architettura peer-to-peer che opera al livello delle applicazioni e quindi sviluppato per stabilire

Dettagli

Livello di Applicazione in Internet

Livello di Applicazione in Internet Università di Genova Facoltà di Ingegneria Livello di in Internet 1. Introduzione Prof. Raffaele Bolla Ing. Matteo Repetto dist Caratteristiche del corso: Docenti o Docente titolare Prof. Raffaele Bolla

Dettagli

RETI INTERNET MULTIMEDIALI

RETI INTERNET MULTIMEDIALI RETI INTERNET MULTIMEDIALI Content Delivery Networks Il documento è adattato da materiale cortesemente messo a disposizione dal Prof. Vittorio Trecordi 1 Nuove esigenze e nuove strategie La diffusione

Dettagli

Capitolo 2 - parte 4. Corso Reti ed Applicazioni Mauro Campanella Como 2003

Capitolo 2 - parte 4. Corso Reti ed Applicazioni Mauro Campanella Como 2003 Capitolo 2 - parte 4 Corso Reti ed Applicazioni Mauro Campanella Como 2003 Agenda - Content Distribution Networks (CDN) - Peer to Peer M. Campanella Corso Reti ed Applicazioni - Como 2003 Cap 2-4 pag.

Dettagli

Parte II: Reti di calcolatori Lezione 10

Parte II: Reti di calcolatori Lezione 10 Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14 Pietro Frasca Parte II: Reti di calcolatori Lezione 10 Giovedì 3-04-2014 1 Reti per la distribuzione

Dettagli

Lezione n 1! Introduzione"

Lezione n 1! Introduzione Lezione n 1! Introduzione" Corso sui linguaggi del web" Fondamentali del web" Fondamentali di una gestione FTP" Nomenclatura di base del linguaggio del web" Come funziona la rete internet?" Connessione"

Dettagli

Le reti e la rete Internet. Mauro Gaspari gaspari@cs.unibo.it

Le reti e la rete Internet. Mauro Gaspari gaspari@cs.unibo.it Le reti e la rete Internet Mauro Gaspari gaspari@cs.unibo.it 1 Telecomunicazioni L area delle telecomunicazioni riguarda Trasmissione di voce e video Comunicazione di dati (Data Communication) In questo

Dettagli

Il Web Server e il protocollo HTTP

Il Web Server e il protocollo HTTP Corso PHP Parte 2 Il Web Server e il protocollo HTTP E un programma sempre attivo che ascolta su una porta le richieste HTTP. All arrivo di una richiesta la esegue e restituisce il risultato al browser,

Dettagli

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 Sistemi Web-Based - Terminologia Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 CLIENT: il client è il programma che richiede un servizio a un computer collegato in

Dettagli

RETI E SISTEMI INFORMATIVI Domain Name System. Prof. Andrea Borghesan

RETI E SISTEMI INFORMATIVI Domain Name System. Prof. Andrea Borghesan RETI E SISTEMI INFORMATIVI Domain Name System Prof. Andrea Borghesan http://venus.unive.it/borg borg@unive.it Ricevimento: mercoledì, 10.00-11.00. Studio 34, primo piano. Dip. Statistica 1 Modalità esame:

Dettagli

TCP/IP: INDIRIZZI IP SIMBOLICI

TCP/IP: INDIRIZZI IP SIMBOLICI TCP/IP: INDIRIZZI IP SIMBOLICI DOMAIN NAME SYSTEM: ESEMPIO www.unical.it 160.97.4.100 100 host 160.97.29.5 dominio i di II livelloll dominio di (organizzazione: università) I livello (nazione) www.deis.unical.it

Dettagli

Parte II: Reti di calcolatori Lezione 11

Parte II: Reti di calcolatori Lezione 11 Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2014-15 Parte II: Reti di calcolatori Lezione 11 Martedì 14-04-2015 1 Esempio di uso di proxy Consideriamo

Dettagli

INTERNET INTRANET EXTRANET

INTERNET INTRANET EXTRANET LEZIONE DEL 17/10/08 Prof.ssa Antonella LONGO In un sistema WEB possono esserci tre configurazioni possibili: internet, intranet ed extranet. La differenza viene fatta dalla presenza o meno di firewall

Dettagli

Indice. 1.13 Configurazione di PHP 26 1.14 Test dell ambiente di sviluppo 28

Indice. 1.13 Configurazione di PHP 26 1.14 Test dell ambiente di sviluppo 28 Indice 25 184 Introduzione XI Capitolo 1 Impostazione dell ambiente di sviluppo 2 1.1 Introduzione ai siti Web dinamici 2 1.2 Impostazione dell ambiente di sviluppo 4 1.3 Scaricamento di Apache 6 1.4 Installazione

Dettagli

Contenuti. Applicazioni di rete e protocolli applicativi

Contenuti. Applicazioni di rete e protocolli applicativi Contenuti Architettura di Internet Principi di interconnessione e trasmissione World Wide Web Posta elettronica Motori di ricerca Tecnologie delle reti di calcolatori Servizi Internet (come funzionano

Dettagli

Corso di Informatica di Base. Laboratorio 2

Corso di Informatica di Base. Laboratorio 2 Corso di Informatica di Base Laboratorio 2 Browser web Sara Casolari Il browser web E' un programma che consente di visualizzare informazioni testuali e multimediali presenti in rete Interpreta pagine

Dettagli

Il Livello delle Applicazioni

Il Livello delle Applicazioni Il Livello delle Applicazioni Il livello Applicazione Nello stack protocollare TCP/IP il livello Applicazione corrisponde agli ultimi tre livelli dello stack OSI. Il livello Applicazione supporta le applicazioni

Dettagli

Valutazione delle Prestazioni Dipartimento di Informatica Università di Torino. Matteo Sereno

Valutazione delle Prestazioni Dipartimento di Informatica Università di Torino. Matteo Sereno Valutazione delle Prestazioni Dipartimento di Informatica Università di Torino Matteo Sereno Workshop Qualita' del Servizio nei Sistemi Geograficamente Distribuiti 9-10 Giugno 2004 Roma 1 Outline Breve

Dettagli

Nelle reti di calcolatori, le porte (traduzione impropria del termine. port inglese, che in realtà significa porto) sono lo strumento

Nelle reti di calcolatori, le porte (traduzione impropria del termine. port inglese, che in realtà significa porto) sono lo strumento I protocolli del livello di applicazione Porte Nelle reti di calcolatori, le porte (traduzione impropria del termine port inglese, che in realtà significa porto) sono lo strumento utilizzato per permettere

Dettagli

Introduzione alle Reti Informatiche

Introduzione alle Reti Informatiche WWW.ICTIME.ORG Introduzione alle Reti Informatiche Cimini Simonelli - Testa Sommario Breve storia delle reti... 3 Internet... 3 Gli standard... 4 Il modello ISO/OSI... 4 I sette livelli del modello ISO/OSI...

Dettagli

Prova di Esame - Rete Internet (ing. Giovanni Neglia) Lunedì 24 Gennaio 2005, ore 15.00

Prova di Esame - Rete Internet (ing. Giovanni Neglia) Lunedì 24 Gennaio 2005, ore 15.00 Prova di Esame - Rete Internet (ing. Giovanni Neglia) Lunedì 24 Gennaio 2005, ore 15.00 NB: alcune domande hanno risposta multipla: si richiede di identificare TUTTE le risposte corrette. Cognome: Nome:

Dettagli

Finalità delle Reti di calcolatori. Le Reti Informatiche. Una definizione di Rete di calcolatori. Hardware e Software nelle Reti

Finalità delle Reti di calcolatori. Le Reti Informatiche. Una definizione di Rete di calcolatori. Hardware e Software nelle Reti Finalità delle Reti di calcolatori Le Reti Informatiche Un calcolatore isolato, anche se multiutente ha a disposizione solo le risorse locali potrà elaborare unicamente i dati dei propri utenti 2 / 27

Dettagli

Area Clienti Tiscali Hosting e Domini

Area Clienti Tiscali Hosting e Domini Area Clienti Tiscali Hosting e Domini Manuale Utente Area Clienti Tiscali Hosting e Domini - Manuale utente Pag. 1 di 20 Sommario INFORMAZIONI GENERALI... 3 ACCESSO ALL AREA CLIENTI TISCALI HOSTING E DOMINI...

Dettagli

Wireshark revealed. Dario Lombardo Linuxday Torino 2010

Wireshark revealed. Dario Lombardo Linuxday Torino 2010 Wireshark revealed Dario Lombardo Linuxday Torino 2010 Cos è wireshark É un network analyzer, cioè un software che permette l'analisi dei pacchetti che transitano in rete, con lo scopo di analizzarli Può

Dettagli

Omeka PURL Plugin. Torino, 30 settembre 2013. Emilio Remogna

Omeka PURL Plugin. Torino, 30 settembre 2013. Emilio Remogna Omeka PURL Plugin Torino, 30 settembre 2013 Emilio Remogna 1 Estendere Omeka 1.1 Plugin - Plugin: componente software che aggiunge - se installato - una specifica funzionalità ad una applicazione (software)

Dettagli

Laboratorio di Reti Esercitazione N 2-DNS Gruppo 9. Laboratorio di Reti Relazione N 2. Mattia Vettorato Alberto Mesin

Laboratorio di Reti Esercitazione N 2-DNS Gruppo 9. Laboratorio di Reti Relazione N 2. Mattia Vettorato Alberto Mesin Laboratorio di Reti Relazione N 2 Gruppo N 9 Mattia Vettorato Alberto Mesin Scopo dell'esercitazione Configurare un Name Server per un dominio, in particolare il nostro dominio sarà gruppo9.labreti.it.

Dettagli

Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni

Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni Reti di Calcolatori Francesco Fontanella Il DNS Gli indirizzi IP sono in formato numerico: sono difficili da ricordare; Ricordare delle stringhe di testo

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE Disciplina: Sistemi e reti Classe: 4B Informatica A.S. 2014/15 Docente: Alessandra Antoniazzi ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe è composta da 23 alunni ed è mista. La classe si è presentata

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

Laboratorio di Progettazione Web

Laboratorio di Progettazione Web Il Server web Laboratorio di Progettazione Web AA 2009/2010 Chiara Renso ISTI- CNR - c.renso@isti.cnr.it E un programma sempre attivo che ascolta su una porta le richieste HTTP. All arrivo di una richiesta

Dettagli

(Domain Name System) DNS (Domain Name System) Architettura del DNS DNS. A.Lioy - Politecnico di Torino (2013) B-1. Antonio Lioy < lioy@polito.

(Domain Name System) DNS (Domain Name System) Architettura del DNS DNS. A.Lioy - Politecnico di Torino (2013) B-1. Antonio Lioy < lioy@polito. (Domain Name System) (Domain Name System) Antonio Lioy < lioy@polito.it > Politecnico di Torino Dip. Automatica e Informatica (Domain Name System) è il sistema scelto da Internet per mantenere la corrispondenza

Dettagli

Installazione e guida introduttiva. Per WebReporter 2012

Installazione e guida introduttiva. Per WebReporter 2012 Per WebReporter 2012 Ultimo aggiornamento: 13 settembre, 2012 Indice Installazione dei componenti essenziali... 1 Panoramica... 1 Passo 1 : Abilitare gli Internet Information Services... 1 Passo 2: Eseguire

Dettagli

Un Sistema Operativo di Rete nasconde all utente finale la struttura del calcolatore locale e la struttura della rete stessa

Un Sistema Operativo di Rete nasconde all utente finale la struttura del calcolatore locale e la struttura della rete stessa LE RETI INFORMATICHE Un calcolatore singolo, isolato dagli altri anche se multiutente può avere accesso ed utilizzare solo le risorse locali interne al Computer o ad esso direttamente collegate ed elaborare

Dettagli

20. DNS: Il Domain Name System

20. DNS: Il Domain Name System 20. DNS: Il Domain Name System 20.1 Introduzione È un database distribuito usato dalle applicazioni TCP/IP che: Mappa hostname su IP address Mappa IP address su hostname Fornisce informazione di routing

Dettagli

Multi-layer switch commutazione hardware a vari livelli. Mario Baldi. Politecnico di Torino. http://staff.polito.it/mario.baldi

Multi-layer switch commutazione hardware a vari livelli. Mario Baldi. Politecnico di Torino. http://staff.polito.it/mario.baldi Multi-layer switch commutazione hardware a vari livelli Mario Baldi Politecnico di Torino http://staff.polito.it/mario.baldi Basato sul capitolo 10 di: M. Baldi, P. Nicoletti, Switched LAN, McGraw-Hill,

Dettagli

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone Paragrafo 1 Prerequisiti Definizione di applicazione server Essa è un servizio che è in esecuzione su un server 1 al fine di essere disponibile per tutti gli host che lo richiedono. Esempi sono: il servizio

Dettagli

Corso di Informatica

Corso di Informatica Corso di Informatica CL3 - Biotecnologie Orientarsi nel Web Prof. Mauro Giacomini Dott. Josiane Tcheuko Informatica - 2006-2007 1 Obiettivi Internet e WWW Usare ed impostare il browser Navigare in internet

Dettagli

Prof. Mario Cannataro Ing. Giuseppe Pirrò

Prof. Mario Cannataro Ing. Giuseppe Pirrò Prof. Mario Cannataro Ing. Giuseppe Pirrò Footprinting Scansione Enumerazione Exploit Controllo del sistema Raccolta di informazioni sull obbiettivo da attaccare. Determinare il profilo di protezione della

Dettagli

Laboratorio di Informatica

Laboratorio di Informatica Laboratorio di Informatica Introduzione al Web WWW World Wide Web CdL Economia A.A. 2012/2013 Domenica Sileo Università degli Studi della Basilicata Introduzione al Web : WWW >> Sommario Sommario 2 n World

Dettagli

Componenti Web: client-side e server-side

Componenti Web: client-side e server-side Componenti Web: client-side e server-side side Attività di applicazioni web Applicazioni web: un insieme di componenti che interagiscono attraverso una rete (geografica) Sono applicazioni distribuite logicamente

Dettagli

La rete Internet. Percorso di Preparazione agli Studi di Ingegneria. Università degli Studi di Brescia. Docente: Massimiliano Giacomin

La rete Internet. Percorso di Preparazione agli Studi di Ingegneria. Università degli Studi di Brescia. Docente: Massimiliano Giacomin La rete Internet Percorso di Preparazione agli Studi di Ingegneria Università degli Studi di Brescia Docente: Massimiliano Giacomin Elementi di Informatica e Programmazione Università di Brescia 1 Che

Dettagli

Vediamo come analizzare i pacchetti in transito su una rete con uno dei più celebri sniffer di matrice italiana: Ettercap.

Vediamo come analizzare i pacchetti in transito su una rete con uno dei più celebri sniffer di matrice italiana: Ettercap. Vediamo come analizzare i pacchetti in transito su una rete con uno dei più celebri sniffer di matrice italiana: Ettercap. La scelta è ricaduta su Ettercap in quanto, questo ottimo software, permette una

Dettagli

1) La rete INTERNET pag. 106-110 Origini della rete INTERNET RETE ARPANET geograficamente distanti esigenze MILITARI

1) La rete INTERNET pag. 106-110 Origini della rete INTERNET RETE ARPANET geograficamente distanti esigenze MILITARI 1) La rete INTERNET pag. 106-110 Origini della rete INTERNET: RETE ARPANET:collegava computer geograficamente distanti per esigenze MILITARI, poi l uso venne esteso alle UNIVERSITA ed in seguitoatuttiglialtri.

Dettagli

Web caching e sistemi per Web content delivery

Web caching e sistemi per Web content delivery Web caching e sistemi per Web content delivery Valeria Cardellini Università di Roma Tor Vergata Tipi di caching Caching lato client (content consumer) I browser memorizzano su disco le risorse per accessi

Dettagli

Sistemi Web geografici per network caching e delivery

Sistemi Web geografici per network caching e delivery Università degli Studi di Roma Tor Vergata Facoltà di Ingegneria Sistemi Web geografici per network caching e delivery Corso di Sistemi Distribuiti Valeria Cardellini Anno accademico 2009/10 Colli di bottiglia

Dettagli

Performance Analysis of the Facebook WebSite side Client

Performance Analysis of the Facebook WebSite side Client Performance Analysis of the Facebook WebSite side Client Introduzione Il progetto sviluppato in concomitanza con il corso Computer Systems Performance Evaluation interessa lo studio del workload lato client

Dettagli

Reti. Reti. IPv4: concetti fondamentali. arp (address resolution protocol) Architettura a livelli (modello OSI)

Reti. Reti. IPv4: concetti fondamentali. arp (address resolution protocol) Architettura a livelli (modello OSI) Reti Architettura a livelli (modello OSI) Prevede sette livelli: applicazione, presentazione, sessione, trasporto, rete, collegamento dei dati (datalink), fisico. TCP/IP: si può analizzare in maniera analoga

Dettagli

Protocolli e architetture per WIS

Protocolli e architetture per WIS Protocolli e architetture per WIS Web Information Systems (WIS) Un Web Information System (WIS) usa le tecnologie Web per permettere la fruizione di informazioni e servizi Le architetture moderne dei WIS

Dettagli

Livello Applicazione. Davide Quaglia. Motivazione

Livello Applicazione. Davide Quaglia. Motivazione Livello Applicazione Davide Quaglia 1 Motivazione Nell'architettura ibrida TCP/IP sopra il livello trasporto esiste un unico livello che si occupa di: Gestire il concetto di sessione di lavoro Autenticazione

Dettagli

Livello di applicazione. Reti di Calcolatori. Corso di Laurea in Ingegneria Informatica. Livello di applicazione DNS A.A.

Livello di applicazione. Reti di Calcolatori. Corso di Laurea in Ingegneria Informatica. Livello di applicazione DNS A.A. Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Reti di Calcolatori Livello di applicazione DNS A.A. 2013/2014 1 Livello di applicazione Web e HTTP FTP Posta elettronica SMTP, POP3, IMAP DNS Applicazioni P2P

Dettagli

Reti di Calcolatori. Master "Bio Info" Reti e Basi di Dati Lezione 2

Reti di Calcolatori. Master Bio Info Reti e Basi di Dati Lezione 2 Reti di Calcolatori Sommario Software di rete TCP/IP Livello Applicazione Http Livello Trasporto (TCP) Livello Rete (IP, Routing, ICMP) Livello di Collegamento (Data-Link) I Protocolli di comunicazione

Dettagli

ARP (Address Resolution Protocol)

ARP (Address Resolution Protocol) ARP (Address Resolution Protocol) Il routing Indirizzo IP della stazione mittente conosce: - il proprio indirizzo (IP e MAC) - la netmask (cioè la subnet) - l indirizzo IP del default gateway, il router

Dettagli

Web caching e sistemi per Web content delivery

Web caching e sistemi per Web content delivery Web caching e sistemi per Web content delivery Valeria Cardellini Università di Roma Tor Vergata Tipi di caching Caching lato client (content consumer) I browser memorizzano su disco le risorse per accessi

Dettagli

Il World Wide Web: nozioni introduttive

Il World Wide Web: nozioni introduttive Il World Wide Web: nozioni introduttive Dott. Nicole NOVIELLI novielli@di.uniba.it http://www.di.uniba.it/intint/people/nicole.html Cos è Internet! Acronimo di "interconnected networks" ("reti interconnesse")!

Dettagli

Laboratorio di Networking Operating Systems. Lezione 2 Principali strumenti di diagnostica

Laboratorio di Networking Operating Systems. Lezione 2 Principali strumenti di diagnostica Dipartimento di Informatica - Università di Verona Laboratorio di Networking Operating Systems Lezione 2 Principali strumenti di diagnostica Master in progettazione e gestione di sistemi di rete edizione

Dettagli

Domain Name System: DNS

Domain Name System: DNS Domain Name System: DNS Nomi simbolici Gerarchia dei nomi Gerarchia dei DNS Risoluzione dei nomi Caching e abbreviazioni Descrittori di risorsa Nomi simbolici Tutte le applicazioni Internet usano indirizzi

Dettagli

Informazioni societarie: aggiornato al: 12/08/2015 Ragione Sociale. Privacy Policy

Informazioni societarie: aggiornato al: 12/08/2015 Ragione Sociale. Privacy Policy Informazioni societarie: aggiornato al: 12/08/2015 Ragione Sociale Sigger Consulting srl Indirizzo Via della Chimica, 18 01100 Viterbo Partita Iva 01557480561 Privacy Policy La presente informativa è stata

Dettagli

Reti locati e reti globali. Tecnologie: Reti e Protocolli. Topologia reti. Server e client di rete. Server hardware e server software.

Reti locati e reti globali. Tecnologie: Reti e Protocolli. Topologia reti. Server e client di rete. Server hardware e server software. Reti locati e reti globali Tecnologie: Reti e Protocolli Reti locali (LAN, Local Area Networks) Nodi su aree limitate (ufficio, piano, dipartimento) Reti globali (reti metropolitane, reti geografiche,

Dettagli

Lezione 8 Il networking. Mauro Piccolo piccolo@di.unito.it

Lezione 8 Il networking. Mauro Piccolo piccolo@di.unito.it Lezione 8 Il networking Mauro Piccolo piccolo@di.unito.it Classificazione delle reti Ampiezza Local Area Network Metropolitan Area Networ Wide Area Network Proprieta' Reti aperte e reti chiuse Topologia

Dettagli

Intrusion Detection System

Intrusion Detection System Intrusion Detection System Snort Giampaolo Fresi Roglia gianz@security.dico.unimi.it Sommario Collocazione in rete Scenari di installazione Snort Installazione e Configurazione su Debian Rete di esempio

Dettagli