,?0.0!?"". (".. &.. ( 1. =" name="description"> ,?0.0!?"". (".. &.. ( 1. ="> ,?0. (".. &.. ( 1. = PDF">

%&'&% (. "2 3 1 "4, 5 3 2"" 6 7 $0 " " 0,:+.!..;+,9 : 3 1:"7 9 5 = "8 +$8 " = "8 + ">,?0. (".. &.. ( 1. = 0 5

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "%&'&% (. "2 3 1 "4, 5 3 2"" 6 7 $0 "++ 8.90 " 0,:+.!..;+,9 : 3 1:"7 9 5 = "8 +$8 " = "8 + ">,?0. (".. &.. ( 1. = 0 5"
,?0. (".. &.. ( 1. = 0 5.pdf" class="btn bg-purple-seance" href="#" target="_blank" style="margin-top: 10px; display: none;"> Download Document

Transcript

1 ! " # $

2 1

3 % %&'&% ( ) $*! "#$%&'#() *" ++"'", -). "/0" 1. "2 3 1 "4, 5 3 2"" 6 7 $0 " " 0,:+.!..;+,9 : 3 1:"7 9 5 &'&%%++%&% :"<$ = "8 +$8 " = "8 + ">,?0.0!?"". (".. &.. ( 1. = 0 5 2

4 "$.3 "$ ("..$,.. "".....! 0.1 ) $,%&%,&'&%-#. & = 1 ;A 1 :" 1 (+ 1,&> + 1 " A 3.:" 35. B00'B) 35.(C !

5 A "$! 66 1 " &'&%&%.&%&*//. 1.:7 (" 1.:8"+$, 5.0"" &%&% +&0> ". +&$0 7 00!! 5 $$&+. %+'# % 1 4

6 %&'&% : " " "E "! 0 "$? A ++! "$ + "!! " "E " " " + " A +! "! 0 H I $ "8 "J"J ""$ " G"8!!! + " : "$ "$+ / =! 0 "" "K " 0+"A +"8 $" "! " F"J C! "' "H I) 5

7 ( 0 "8 +" 0"A! 0 9 +"8 F 0 /! (8 +!!"!! "!! A "+ + 0 A" + $ 0$ " "!! L(8 0, ":!L+, "8 " 5.M! + " C '!G==")+ "8 LA 0!" " " "8 6

8 ( A "$ "" :0++"""A 0!! 0+N o "8 0+$ G o " +G!!N o ""G "" 0 + " o +G + "+ + " + 0!! O + "" 0!"" "$ 0"" $ 0 " 0 + " A D "+ " " 8$: 0 7

9 + 0 ""? $C+? 0 " + +? "" $C? ' " " A "<$ L>(, ( $P#J0 0" "$$ 8$ 0 00" +" =+ A. 0"G &" " 7 $ 0 + 0"" "" 00 L + " "$$ "$$"; &"""$ + + " "E ""0 &" : A "! 0"" "+G 7 $, " " '!")!! &".0!! "$$ 8

10 /&&") $* + "! " " "+" 0""" 0 $ " "" 9 "E " +$++ + A"0 "!!! " +0""0+" "" L " + D /" "":+'/:) "E!A D A!" " 0! 0 "" ""$ A!! +0"" 7 $ 7 $ 0 D A " 0"" $ $ A "" + 0" "! " "! " %'&% 97 $008$D"! A " 0+ 9

11 A0+!"J 0 P "! + " "+ $ " B0;:'; :0) &#;4'&#$%;A 4C "") " 7 $ 0 "K A $"F"G $ />$ C" ++ '-)G > +""0 "!N," G 08$D+ 7 $ "J " ""! 0N?+ G + #$%? B0 "+ "" "J D "" " '!?+ ) " 0 " 0+ "0 ++'?+ ):7 $00"$ N " ": A "J 0 0 N "" ; ( & ';(&)G 7 $ 0 " 0"! ++ " $ > " "+ " " " 0 8$ 0 ""N 10

12 "" $ G ++ -D + "" :7 $ 0""$ " ( 0 8$ + """+G "#$% ('#()G"0! -N 7 $0 "++'7 )GD+- 08$G" " 0" N 90 " 0, :+ '9 :)G " + "J " "$$ "+0 "+ A"0 O+? +0+$!! ""! +" A0 123 #/&$4/&&& #(D"""0 + "" $ $!:"!$" ", D " +++-:" 11

13 "D"!G"J AA+ "! "0+"" " $"K0"D"$! "" #( ;(&$ $ 0!! " "E " "E!! + ""&#;4;: " "!""$ P " #( " "$! 0"! : + 0 " ++ "!! " " "-!"$ G " 08$ * $ & #( D ""E! $G! " " " + " ""0 "J! 0""!! " " ", 12

14 ( #( D " 0"/!! - "" G A :! 0 ", " "! " 0 "- " " 0 0 $$ " 0 #( + P D " "! /! D " ""0 + + $" & P #(""++ """ ++ 0D"""0HI+ "JA A 0"" : " " 13

15 =$+& #( + ++ ""0!"!"" $:" 0 ++""D A " D+ #( P A " " + A + " " D 0( 00A"$"$$2LL(""""JD ++0 A + " #( 0!++""J"!8 +! # "' "J 0 + ) D -"G0"'$$+) '")$,'$$+) / " " + $! " " " "" ++ L + 1 La maggior parte delle grammatiche XML utilizzate ha uno schema xml (il quale definisce gli elementi, gli attributi degli elementi, i loro tipi e valori validi). Un namespace è un alias da utilizzare per riferirsi allo schema xml. 14

16 $ #(?/* D " "G>"+"0"!"D""" SOAP Envelope (obbligatorio) SOAP Header (opzionale) SOAP Body (obbligatorio). "?0 ++ "(J " $ " " D /"G <SOAP-ENV:Envelope> <SOAP-ENV:Header>.. (opzionale) < /SOAP-ENV:Header> < SOAP-ENV:Body>.(obbligatorio) </ SOAP-ENV:Body> </ SOAP-ENV:Envelope> 15

17 <xs:element name= Envelope type= tns:envelope /> <xs:complextype name= Envelope > <xs:sequence> <xs:element ref= tns:header minoccurs= 0 /> <xs:element ref= tns:body minoccurs= 1 /> <xs:any namespace= ##other minoccurs= 0 maxoccurs= unbounded processcontents= lax /> </xs:sequence> " +++ " 9 "" #( 0 ++ " 0 ++: ++ QR 0 "!! +, "J! " "G>"+" + ++"D +!$" "+ "! #(?/*G2 D $$+ 0 0"(J!

18 0 "=? " $G9 :""J " 0$$" :! 0 " "! $6 :" ++"! 0 0 ;(&";(&"" "+:"J" ++"JA Q4,R $, 0 "G " ( " QR " + + "" #((J ++/! A?G Q! R Q!+RQ!R Q RG Q! RG $$+ "!!+"!#(!0+ 0 A 0! "J! " " "E "! * Q! R+G 2 Un uri è un costrutto puramente sintattico che specifica le diverse parti della stringa che indica una risorsa web 17

19 *G! "+0" 0 9 G!+ " $9 "D"N &G ++! ""0!"""N. 0G ++ "J "" + $$ ++ "! $N QRG"!A" Q+RG "J "! Q RGD"!""" :, &D"!! "! " D "$ " 0 : ""E"0$$!! 0 "A G!$N 0 "L&(:( +!$?$K0"E!! " 0"A"+ "" 18

20 "!!8A " 0 :! ++ "++ " 0 G " + "K!$""K"L&(:(0 A 0 " A "K $ A $ L&(:( "! A L&(:( " "6: +"D! ", -D":+A " ++$ 00!!" +!8 + " 0 " ++!! P ++"""0!8"$ :A""J0!+D "++" :++'";(&) 0 ( 9 " #( 0$$ A ' 0) 9 " #( D " " ++ #( = " "! 0!"0" 0 " "H:0/I'"1)A 0 19

21 129 ) $*/&%%++ 7 D "!! 0 0 8$ >/"0." G! 0!'"$$) "$N!" ""N!0+ " "N.! 0 LJ0!07 D D"A D " +++ "! 9 8 "J08$0 A! "$ POST /rpcrouter http/1.1 Host: Content-type: text/xml; charset= utf-8 Content_Length: 559 SOAPAction: <SOAP-ENV:Envelope> <SOAP-ENV:Header>... < /SOAP-ENV:Header> < SOAP-ENV:Body>... </ SOAP-ENV:Body> </ SOAP-ENV:Envelope> 20

22 12921 ) ( '!+)" 7 0+ "$ G <definitions> <types> [schema xml che definisce i tipi di dato </types> <message> [descrizione del messaggio] </message> <porttype> </porttype> <operation> [riferimenti ai messaggi di input e output] </operation> <binding> [descrizione del protocollo per l invocazione del servizio] </binding> <service> <port> [definisce dove si trova il servizio] </port> </service>! 21

23 Q!RG 7! 8$ 0 " +N Q"RG " D S G " "+ " "" " "!!D$$+N Q,"RG 0 " 0 7 D+0 "! "! ) " """ " 0 " Q+RG!? 0 "!Q,"R?$8$0& "E Q"R?! +!" ++"N 1 Q"L,"RG ++"" " +8$0"J+&D+" " 0? Q"R "A "L++"" " "! 7! +" ""0 G "A? " A!! " "N 3 È un linguaggio per definire le strutture e le restrizioni per nuovi elementi ed attributi. 22

24 ?"GD8$0" N?8,G00 "N!G8$0!!!NA "N 3 Q$ +RG"! " ++ "?"!""" 8$0'A "$G#(2LL(:/)N 5 Q0RG ""! 7!8$0D$$+ 12: %*/&%&*-%+&% 9 : " + 0( 0 7 $ A 7 $ + " 0""!8 9 : D + 9 : 0 $ 9, " A D A 0"" H!8C " " "!" $ :I + 9 :DA "" A $ +"! 77 7$&'- 2LL()D+H"""I 9 :" A"E "$! + "+0$#(7 23

25 C+ 0 AG "#$% 9 : D A + " 0 0! + 0"E"$ 7 $ 12:21. :! 9 :"JA"++G!8 + " + "+""+!!" 0'A7 $0)N +0""+ 0 ""+!! " 0 " +N 24

26 ++ 00"+" 0" ++N. "" + +" "0 +N 1! A! $ P"D!+1 '()**+ :""!8C9 :" +"G G!"! 0 8$ $"J " 7 " ++ 7 $0 + 0' + TU ")! 0 P +! 7 N 0 G!8C 9 : "" 0 +08$N 25

27 0 "" P! 0'" 0 ")0!!! 0 9 :" + +""G (+ $&+! 0! K $P!0+"$$ +!"" 0N ( " 0 "07 $"0 0N (+ 0 ;"! "" 7 $ 0! 0!! + 9! ;! ++! 12:23 6 :+,9 : +9 ""(+:!'(:)! P (: B0 " $8! B0 " -! ""! 26

28 " D + ++ #( " 9 : "" $ :A + D+++! +0" + $!!"$ 0" 0 +9 : +"!V!0 0 "+0 8$ + 0) " " 0 " 0+A0"!0 12( ;) ; L" A+D "J 0 < D $$ "G ""') A":!! + 9 : C, !7! 0 8$:! ++ 27

29 Applicazione SOAP Client UDDI registry 2. Ricerca un servizio 3. Invoca il servizio (SOAP) 1. Pubblica il servizio (WSDL), Servizio Applicazione 28

30 /&&3=&'&%%++%&% " 0 A0"$! ++""+" " 0 0 " "$ 0 " " A + G $$ "$ " "" "$ "C ' " "" P"$ A " 0 00! "! "+G + 0" " $8 D + '%0" "") D"$ "+? C L " 0 "$G"!$8 ""! 0 0 " /&&&&>$& <$ D :! L+, +? ""0 +!0+<$D ++ A'! 29

31 +01" )!D$ " 0 "! " " $ A "" $0 ++ " <$! G 0 <$ 0!!00 : <$ "" N <$ + $" 0 "8 " D! ""! ' LC=+LCL=L) 0 0+ /!!A" $+ 0+++"""".! "8 N A 0 " "! "8 "L=L0+ N. 0 0!! 0G!! C$ "! 0 " L=L 0"!0 N 1 3 A!<$+LC=+0'L=! 0 0) 0 0! 00 " N 4 Un nonce è un numero intero utilizzato per rendere il biglietto utilizzabile una sola volta 30

32 5 0 0! 0! <$N 6 A"00 N "J! 0 " 0 :"! A"G "8 0 N :0 00 " + A"N 0! H $$ "N "$ "$$ K L=L K L= P " 0 " 0 "<$G"DA 0 " 0"$ K!!! 323 +&% /)&? + $&) / 0 + "8 " W: $8 0" "$G0!W 00 "8 " 0" " 31

33 0 " " W!8 D + " W D A N " 0 D 0 + " " 0 Internet Server Web Client Server Web +5O++0$ &% /)&? + % /&7-"*% :0 + "8 $8!"J + 0 : 9">,?0"J 0 0GDA +"8 " " +90 "8 0 ">,?0:"$'!+6)DA ">,?0$8G "$$!""$! 32

34 Client Internet Finto proxy Server Proxy Web Server Web Server - 32: *' %.'&% &%"% &% /&&&/ W $" A" D G! 0?"0! 0! ( 0 0?"0 33

35 W! 0!! 0! PW! 0?"0 W W : A "" "" G!(" "+ 0 $,"0! A!"J "E 0"0 P "" "! 0 A "+" 32:21 2%/ 0 "$ " L " + +? (" " D "E " A 0 D" "! "$" $ 32:2121 " ("G8$ $8' D"

36 (") ' 8$ 0!! 0) (" +0 Client Merchant Passport Login Server +O(" :+0! "! A! A 0! "!' "+) "!+ ' " ) : " D "+ " "! A!+0 32:2123 ("A A0 :!! $8 + 0N "+ +" + 35

37 ! 0!! 0 +! A, + P!D! 0L" 1 " $8 :"D!+ 5. Redirect con info di autenticazione 4. Login e password 3. Richiede credenziali Passport Server 1.Richiede pagina 2. Redirect automatico 6.Info di autenticazione Merchant Server +O:" (" 7.Inserisce cookie 5 Un algoritmo di cifratura su cui si tornerà nel prossimo capitolo 36

38 @ DA A0 C!G0 0! 0 32:2129 :" 0(" 0 0 " L" + 0 "!! (" ++ P H! $ I 0 " + 0N D "! A 0+ $G 0$$!! "E "? "J " "?$$A " D " " C L "" 0 G D!!! 00+""+ ("9+$$A " 0+$$ 6 Si veda [21] 37

39 32:212: /!? 0"" L!!" <$" + +? <$' + ) C!" " 0 $$ + ("! G " "" :<$ 0"! 0 "0 0 :(""" C " " " A "! "$ : 0 A "$ " " C +! +$ "$+ "!+ 0 " 38

40 "" 0"" 8$ ' " 8880)" 0 $ " (" ""$$ 8$' " 888""" $$!! A A 0 $) +' +!) ("9"+("0 " $ G A!! A" ""!! U:"$! D+! 8$0("A! G" "A!$ A! "+ '!+ ) A "" G 0 0 8C$8 0L D"$0G+ 0"0!! + "09 & " $8 0!! 888"" ' $ "" 0"" " + 888"" P 0 + ">, $8 39

41 888"" " 0 (": 0 "J"!C"J $"! Browser 1. Richiede una pagina Merchant Server 2.b Redirect al finto server Riscrittura URL 2.a Redirect al server passport 3. Https Get 5. Risposta modificata Passport Server 4. Il finto server agisce da proxy #&&$ 40

42 32:212<!2%/ ("D""!&" "0""""!D0GD "$ $8 0 :/>" + "!D++ "0+ "0, 5 0 ""$+ ++$C '"$) 9 A, + "!0DA0 ' + A, + D!) "' $ "J 0) (" D L "+ "! G 0! " + $$ $$+0=!!!0+0$$ " "" F 9"$ A " D A "0J"$$ " " 7 Si veda [12] per maggiori informazioni 41

43 32:23!6 $, D "+ $ " 0"" ""! + "+ "E 1 $ ' ! 0"0 ):"+0"""!"" 0 = $$0 A "$ "0, """!+ " + "" + "+ "" $ + 0""" 0 " " $$ "0 +. " +!+ A "" ""! + 0 0(0 " + ""!:"A+!+" "+ 8$ + 0"" '++) +$0$G "++6 N " " + ""?N! ++#N. 0 "0 42

44 "0 $, D " + " A 0"K D 7 $ 0 "! 08$ 32:2321 ="0 0N :0(0 "0N :! ':, (0 ) 0 (0 0 0(0!! '0(0 )!7 $0! A" +! ""! 29/D! +"" 0"0 0 ", "0! "J! + "0! 0 7 $; G" 0(0 :,(0 " 43

45 C "++! A,+ 7 $0G!! 0(0 :,(0 L !- ;(& " #(: ++ + "!, C" ++! #+! 0! :! 6 D!8C $ "0 A!$' ++) 9 $ -! " A?" 0 A!HI ++ /" G ++ D " 0A G ++ 0$$ $G ++D +$ "! +! 0 " ""!! 0!"$" $! 8 OASIS è un consorzio no-profit che guida lo sviluppo, la convergenza e l adozione di standard per l e-business. 44

46 32:2323 "! $, "0 0 G!( A + "0 G 0 "0 0 6 ( + 0(0 :, (0 $ 0"?6 "!+ " (A+ ++G + ++ "0 "$ ) 32:2329. & D 0 +" :, (0! "J! "" 0(0 ',"0 )! '0!+) 0! "" 0(0 "J0+ :, (0 0(0 A! "" GA!+"! 0 " 45

47 @ ,"0 "K A 0 "0 D+!!" Registrazione e confederazione Identity provider Identity provider CIRCOLO DI FIDUCIA Services Provider Identity provider Services Provider &F 00" (" $, 8$ " "! G 0 46

48 (""J! '! " ) " 0 +! " 0"'0!+) Info nel query string (artefatto) 2.redirect 3.Informazioni (artefatto) 4.Assertion!( 1.Richiede risorsa 4.Rilascia risorsa 47

49 +! 0' "J 0!+.)"G$,"0 "K "$$ "! " Identity provider Services Provider CIRCOLO DI FIDUCIA Services Provider "/(( 48

50 "+$,D! "+0" :AD! 49

51 /&&9=) $,%&%,&'&% -# &$$"0" "++!A "+ " $ P'$, D""D!!0N A"+" "!!0) "" 0 A! 0 "+ 0"$+ : " + A " 0"+ 0! "+ " "! " 921 &%&*&& :"+D0"&/ 31 0!! : ( " "0 + "!

52 92121 *? X*0 W"X /: +0! *! C(: &, ;: L ) "? 0+ "+ : H00I " A 0+ + "+ " "0 " + W""!! "+0!!!0" 0 $0 "" A $ 00!! "!! "+!' """ + &:&# & /T) + " " " $ HB &+I 0 +0 " % ( D """ G 51

53 &G D 0 8$ ""++ ++ " ""N 0GD0!!0 ++N 7?0GD"0N 7?GD""J&N 7 #N 9 +G $8 4C? G A ;! A0 "+ 0"" G "++N "0 0 N $C? 0 "$ +"A"+N 1 " 0"""" N 3 "

54 5 0 ""! ""N 6 0 " 0 +!+N 0!! 0" "$$ ; "! 0"0"0+" " "!N +$8"0N $8 0 0!8++0N CN 1 0 0! " + "$!N 3 7? 0" " 0 "" :0D"!8 "$!0 0 $D. 0 00$H! $ I 53

55 929 /&+'&% '"J0!+)G Browser Server Web Server Browser Server Web.1(= $ 9 "!! "0 ;N $ &G "$ + " "0 &"J!8'8?)" 8?0 A!! 54

56 0"JA 0""!8"" - 0GD!!0 D!8 '8?0) " 0 0 :8?0 $ "! " " + + N 0 "(A"+"0 "$ 0GD"$!+! 0 & 55

57 Autenticazione NT Browser Server Web WAAS Server Browser.... Firewall SQL Server.. Server Web 56

58 92923 : D 0 "G 8?0 8? :8?0D" 0 0 8? D "" + 0 8$"J " 8?0: " $C? " + " 00 D A " 0"$$ ' "! 7 0 : L"0 0++G $! 0" "" "!8N " " "$$ 8 "! 0 "$ 0"""0!8"! 0 8?N 8$ 0 D"$ " $ D 57

59 " 0 " + " " (A+ $ AD"+ "$ +$" 0"+""$ '!+)"J0 A G"E!+"""J0"E """E9"J 0"!"0+" SERVIZIO * * RUOLO * UTENTE GRUPPO * 92929? 0"""J 0 0+ ;! 0 " 0 8$ L 0 8$ 0 "A+ 0!'8) & D + "J G 58

60 @ "" 8 +0+"D"!!8"" 08 Web Authentication Authorization System Logout <<include>> Inserisce Username Login <<include>> Utente Inserisce password Autenticazione Server Web <<include>> Utilizza risorse + A 0 8$ 8 59

61 Web Authentication Authorization System Logout <<include>> Inserisce Username <<include>> Login Utente Inserisce password Autenticazione Server Web <<include>> <<include>> Utilizza risorse Autorizzazione - 01&((1 9292: N N. N 60

62 D 8!! CN 3 0C 0G '".)G 7 0 "+ 8?0!!+ 0G " D D '" )G 8?0!! +N 61

63 .!! 8?0N 1 5 8?0!! " A,+!N 6 + 8?0N 8?00N 8?0! N 0"3N 8?0 0 '" )G 08$!! 8?0N 1 5 8?0!! 0 8$ A, +!N 62

64 6 8?0N 8?00!N @D'")G 8?0! N. 0 8$+ 9292( A " A +" A+ HI 0G "00 "E0 0 0 ",&> +N 00" " + "+! 0 0"" 63

65 2 64

66 3 65

67 )(((((1 66

68 )((((( 67

69 92: #/# %'&% (!! " +++B0"K " "!" 0"0""D.'% C ) D 0"00 +++"0 "+! '4,&) ++ "A (A+ D""++ B0,'B) 0 " (A 0000""N" "$!D>$+ 888"+> D" " GD!!!"C+ ""!!+! D0",B07 $0 0"(C'B7 ()D +$"K $ ""J" % + "C+ +!A +! $ B "J 0 " 68

70 + %0""""$ 0 %0+ C$ " P" ""%0 " """ ++ " +&>!!!+ ' &!+)" + " %0 $ 0 B0 0 D $ % D $+! B "J "" 0"" $8" D"$$" 0A "" *"B"E" 4 B!+"C+G B0>, 69

71 B0>,$C B0>,+ B0>," : "C+ "! " $"E"G %0>,$% %0>,"+ %0>,++&> %0>,+&!+ +&> B A A+&>&!+"+ ++ &$C2 &$C 0 $!% A ++0!E $% "" "J 0 "E " 0 %0,(": +("') "" G A"J"J 0 ""

72 :+++ A"8!& "$$"0!$ $!9"8 0"0 " "00"$$ "$$ & ++ + ($<, &! # + D " " "" " + 0"E + B + 0 B"J!+ ++$ A 000 +! A G ') +') ') $') +') L B" "( 0 ') A +')+')0$!0')+')! 0 $') " ') B :'$%++&$C2 +" " ")G A " +!!K " +:+ 0" 71

73 + ++" "" +') +')GA ++" "! $"J! "8 "J A 0! &')G+ $!B ') ++D $! A 0$$ "" : + 0$$ $')G+D $!D $') + 0$$ +')G A!! $$ 0 ++"" """ &!+ D! $$ +&> ""!+ A + +/!+ A"$" +G;A ;A!! #" 72

74 ;A G: $!L0! ;AG $!!" !!G A 0 $!! ;A #"G A " " +!!;A ;A!+0$! " / "" A!""!! +0 +/ &$C "!(8 &$C&$C " ""? "8 +D"$ G '&$CYZ $C)&$C!+++! ( &$C 73

75 (8 &$C+ +" A " &$C 92:23/F # 0" 0 "C+ G +8D"C+"JN $0! 8? 0N +8 D "C+ 0 8? 8?0N 74

76 !$ 92:29 "+8G &,","GD 0 " " + 0!!!!! <,GD%0$ "J" 0"""! + "0"!C + 9 Un javabean è un componente software riutilizzabile che supporta il modello di serializzazione del jdk e utilizza metodi get/set per esporre le sue proprietà. 75

77 7 0G D 8?0 & W ' +&>) 0! " W 0 W 9(8 &$C2 G " %0>,$C&$C2 + &$C (8 &$C 0 (":"G"%0,(" (8 + G " %0>,"+ + "8 + P0 <,+G" + " 0 + "!C W $0GA 0D!!+ " 7 $0D8$0"0G "!+P 0!! 0! : 7 00 "$"" 7 &GD 8?&! 0 " 7 $0!! 7 9GD"! " + "0+ " 76

78 92:2: "*(( 77

79 '(( 78

80 ,*(( 79

81 92:2( ""8?0!! G+ " 0L" "!C '48! )D 0 " 48! ' &"4C&+)+ L" "J0 $$! $,!. 0+ $ + 4C 64, 3.4, 134,.4, 64, 5C 6C 6C.1.C 1C 1.5C..5C 61C 13C.51C 5313C 5C 1C 1C..3C "? 6 331C 5311C 1C 351C 635C "? C 365C 55C 3.6C 3.63C. 53.3C 536C.66C 61C 51C?$ 153C 615C 635C 65C 633C??$ 6.C.5C.C 35C 1C?$ 3.5C C 1C 56C 5.C?$.1C 53C 61C 65.C 65C $8!?$ 1.C 3.C.65C 3C.C 10 Il TripleDes, chiamato anche DESede, è costituito semplicemente da tre passaggi DES applicati con chiavi diverse. Il primo passaggio è di cifratura, il secondo di decifratura e il terzo è nuovamente di cifratura. Da qui il nome DESede: encryption, decryption, encryption. Possono essere utilizzate due o tre chiavi, aumentando così il numero totale di bit della chiave da 56, 112 o 168. Se si utilizzano due chiavi, la prima viene usata per il primo e il terzo passaggio mentre la seconda per il secondo passaggio. Con tre chiavi, invece, ciascuna viene utilizzata per un passaggio diverso. Le chiavi vengono poi combinate in una singola chiave per il trasporto, lunga 112 o 168 bit. 11 Blowfish è una cifratura a blocchi inventata da Bruce Shneier nel 1993 ed è un sostituto del des. Permette di avere chiavi più lunghe di quelle del tripledes, fino a 448 bit. 80

82 1?$ 1.51C 366.C 5661C 5533C 566C 0 ' +00) 9 "J + "E " N C 0 " 0 " " P "" $ 8?0 + " 0 "+ 0 :"""" "8 8?00! + $C? G8?0 +'+>) +"!!'%!+)!!+"+ :%!+ "! +!" +D "+! %AG;A ;A!!#""!! $C?! 8?0 C!0" /& 4C 0+!0)G 12 Lo stesso blocco di testo in chiaro viene cifrato sempre con lo stesso blocco di testo cifrato 81

83 A " 0 92:2(23 " C'"" )!! 92:2(29?+ '8? A D + 0! A!" A, +: 0 A!!! " 8?0" "! 0 A, + ' +)! 0 $8! 0 8?0 " "" : 8?0!!0 0! "E "! "? 82

84 + 92:2(2: :" D+"! "' 0) " "?A 8?0!! 0 0! "E " A 0# J "!"! 0$8! 0+ +! L A 0+ " + "? "'0 "+!+ ):8? A" 0!! + " 0! H$?!I 00 /"G "G+88? A $8:A "" 8?0 83

85 92:2< A " 8?0: #( 84

86 -#(% 8?00 L 00 ""7 $0A +0 85

87 2#((( 86

88 !3#(((% 87

89 92:2G $ $ 0" + $ 0 +"+""!"+ (+++$03$G ="" & +"" 0"++"" ; A 0"0+ + 0"+ 9 &! " "8 :"$!00 "+ 9="" P $ + +"" " +"E +"" 9;; &+ + + "E ""E 88

90 $0$!+!#(&.6! " 0 ' 0) : 0' 0 " 89

91 @ 0+" 0 + "" Vector Codice risposta Autenticatore Hash dei dati Vector Vector!#1 : 7 "" 0 D " "" 90 8?0 "A0 0 '0!+)!!K $8D0 admin user user 90

92 HashMap Vector user admin Vector user!!#(((( 92( %/'&% L! "D"00!! "+$"E"! " 0 A!O"O 0! " "$$ "N " "E 91

93 "+0 0 "' 0 H8$0I) (!!! + D "" G H7 $ "" L+ I!+ && L 0 "+ A " "0 0! 0 " 0 0 "$+! "+ "( A 0 D 0 A0$! G G + 0! 3!! "" 0$.#+!! "+0 0+G L"+ G o L+ 0G: 6<13 C$" o L0G: 6<$ A 0$ 0 (. 1=2[1.4 ;(:::12[ 13 4 ; D" ' ) 0$ " " " " " + ( " 92

94 !0!! D + +!! $ 92(21 + C K " D" + +!0 N "!! N$$$"+0 " +. 92(23 $$ +!! + D "! 'A"D$$+!!" 8 0) A " " " + 0 "J!! 0 ++ " 0+ &! 0 N N$ '" 93

95 " +) " / " "E "E D 0.!! 0A A"E:D+ + ". A $!!! 0 0"J0!+. G & 8$ 0'A " ")G.5 & 0!CG &0! G3 & 0! "!! +G5 94

96 Verifica dati utente 16% Verifica autenticatore Redirect e verifica cookie 20% Recupero informazioni Cifratura Digest 17% Requeste e response soap 47%!"#((((( L!"!"E " G" D! 8$ " $ 0 D ""L!! " D A 0 A 0 A A $ + 0: "! "+!+! 8 D + " 00 0A 95

97 92(29? =! A 0! "+ D + 0 " + &(A0"E" ""+!" $!! D! N" ""0!! ++ 0" $ A! A D ++ L' +) "" '" ( A A! " $"$ 96

98 /&&:"&'&%&%.&%&.*//!A $$ " 0'(" D $, D! )"!"!! "+"" O 0 + O! /!! A "!7 (" "7 $," $"+0 "!!! ""0 + :21 ) 2%//& (""0 0" L " $ 0 " + "$ 0 0"""" : $ A 0 ' )!G """"7? 97

99 (""$!+0 0 8$ L A! " $' A,+)!!" 00 : $ 0 A A! " 0"" 0 0!!$ 0"! C + : 7 0" + L!! D " +!0 " A! $F" (" "+ A 0 " :7 $ "E $C? " + 98

100 (" D " ""! D 0"""!'" 0) #"0!: " D ""! 0AD'0)0" " #"0 :7 '0)D0""%0(JA!"0 0 :23 ) /&+&$-% /$+0 0 8$ 0 $,! "0 "$ 0"0 A +:,(0 00 +$!!G " D A""+$,N G7! $,""++ $F" &!"+!" 7 "JAA " $C? "! $, D A $C? 99

101 :$" $' 7 )"! 0 ')D$8PD++ 8$0! " 0 0 $, 0"0 0"E D " $ 0! &! (" $, 7 & ( &! 0$8! &! C L" 0 L" 100

102 +"+ "! 0 0 "+ ($ 0$C? " "! " 7 $ 9 8$ 48 P 48 :29.*// $" " "+! "J 0 8$ L D " " """ D "$ $8' "" ): "E"" "$ " D A + A ++0 " 0+ A "$! C'00 "" " D A ""! 101

103 $8 0 0 ' "" ") "+ & "J 0!+ + "" "">,!8 Server Waas Rete protetta Browser Proxy Firewall Client!'#/ :"G :">, 0 7?00 102

104 A" $8">,D"!8 D #+00!! ">,+++""!""0 : D + 7? 0N" "">,A! 0 0 7?0: 7?0 " ">, ;C!"" ">,:">, C 0!! 7? 0 " C /!! A 0 8$ 0 A ">,:A C!$"$$! "J " "$ 103

105 &%&% :"+ 0"" "$!! 0+ : D $ A + " K! 0 "! " + ""'/:) " :8? " 8$ + (: +!" G " 0' 8?0) +! + CD 8$ "!+"+ 8?00 8$ 0&J"J "" + + "+ 0 0""'! +) "!" 0 8$ 0 '!) (! " 8? D 0G +!"J+ 0""""" A "! + "! 0 " 8?0 " 7 "$$ ; : 8?0 D 0"" " L " + $C?! " " $C? 0 104

106 @"+ 7 $ 0"! 0 0 " " % "" " "! " "$," "E" " 0"E + "+ 0 "++ ) 0G "J " " "J!! D +! $"E " ++! $"(" $,"+++""?$! : " A!$ $8"$$"A" A D "" 0 0"" "E "G7 $0!$ "J!! " $ " +! 0 " 105

107 +& "G>"+"0" Q\>0]XX +]X9L?6X\R "QU??!#(0" L$" +7 &W#(*! G "G8888+3"?0" &",+= + 0" &+!8+G?0 ""G>"+"0"?0 9,8 >0? +,+$$61 +G?0!0!9 $?. #+",+G 106

108 &",+7 &':!L+, : ;:!AA <90,);+;0 "G8888+&+ L +0 $,7 &!8YZ $ PYZ YZ"G8888+&+",+?!8? 65 YZ"G8888+&+:(;?P? 3S L??R /0" $,??R Q>G]XX,"]X0XR "Q>G">L,"]XXR "Q>GAR Q>G!]X0,X#]XIXR Q>G!]X0$6X#]X1XR "&]XBXR Q>GAR 107

109 Q>G">L,"R Q>G]X,X,"]X0,XR "Q>G">L,"]X,XR "Q>GAR "&]XBXR Q>GAR Q>G">L,"R Q>G]X$6X,"]X0$6XR "Q>G">L,"]X$6XR "Q>GAR Q>G,"]XJJ6X#]XIX>#]X!X "&]XBXR Q>GAR "Q>G,$"]XJJ6X"&]XBXR "Q>GR R Q>GR Q>G,$R Q>G">L,"R?QU?? =$$L!8+$ $$0 A! $,">,"!+??R "Q>G$]XXR "Q>G"L,"R "Q>G$]XB0!XR 108

110 Q>G"0]XIK1XR Q>GR Q>G"L,"R Q>G$R Q>G$]XX,"]XB06XR "Q>G"L,"]X6XR "Q>GR Q>G RL6L6 &/Q>G R Q>GR Q>GL,"]XB06XR Q>G"L,"R Q>G$]X6X,"]X06XR "Q>G$="]X6XR Q>G$!]X06XR Q>G$="R Q>G]X.X,"]X0.XR "Q>G">L,"]X.X!]XBXR "Q>GR Q>G R.Q>G R Q>GR "Q>GAR Q>G]XX,"]XB0M%XR Q>G]XX,"]XB0XR Q>G]XX,"]XB06X#]XIXR Q>G]XX,"]X0X#]XIXR Q>GAR 109

111 Q>G">L,"R "Q>G">L,"]XXR "Q>GAR Q>G,"]XJJ6X#]XIX>#]X!X "&]XBXR Q>GAR Q>G,$"]XJJ6X"&]XBXR Q>G">L,"R Q>GR 110

112 +&$ Q\>0]XX +]X9L?6X\R "Q8 G! HH HX HHX HHX >G8 HX >G8 HHX >G> "Q8 G,"R Q" HXR "Q">L,"]X*XR "QAR Q>#]X!X #]XIX]XX,"]XB066XR QAR 111

113 Q">L,"R QR Q8 G,"R "Q8 Q8 Q8 G+R "Q8 Q8 G"]XX,"]XB0XR Q8 G"]XX,"]XB0XR Q8 G"]XX,"]XB0XR Q8 G+R "Q8 G+]XXR Q8 G"]XX,"]XB0XR Q8 G+R "Q8 G+]XAXR Q8 G"]XX,"]XB0XR Q8 Q8 G"]XX,"]XB0XR Q8 G"]XX,"]XB0XR Q8 G+R "Q8 Q8 G"]XX,"]XB0XR Q8 G"]XX,"]XB0XR Q8 G"]XX,"]XB0XR Q8 G"]XBX,"]XB0XR Q8 G"]XX,"]XB0XR Q8 G"]XX,"]XB0XR Q8 G"]XX,"]XB0XR Q8 G+R 112

114 "Q8 Q8 Q8 G+R "Q8 G"L,"]X)!XR "Q8 G"]XX "# Q8 G"+]X0AX ]XAXR Q8 G"+]X0X ]XXR Q8 G"R "Q8 "# ]XB XR Q8 Q8 Q8 G"R "Q8 "# ]XXR Q8 Q8 Q8 G"R Q8 G"L,"R 113

115 "Q8 G$ +]X$X,"]X0)!XR Q8 "G$ +,]XX "Q8 G"]XXR Q8 "G""]XXR "Q8 G"]XAXR Q8 "G$, HX HH X]XXR Q8 G"R "Q8 G"]XXR Q8 "G$, HX HH X]XXR Q8 G"R Q8 G"R "Q8 Q8 "G""]XXR "Q8 Q8 "G$, HX HH X]XXR 114

116 Q8 G"R "Q8 Q8 "G$, HX HH X]XXR Q8 G"R Q8 G"R "Q8 Q8 "G""]XXR "Q8 Q8 "G$, HX HH X]XXR Q8 G"R "Q8 Q8 "G$, HX HH X]XXR Q8 G"R Q8 G"R Q8 G$ +R "Q8 G0]X)!XR 115

117 "Q8 G"$ +]X0$X ]XXR Q8 "G HH XR Q8 G"R Q8 G0R Q8 G!R 116

118 $$&+. YZ =2,, +51 $"G?1?53666 YZ *4% 1 +( YZ B4&$4=$2 C;:B$,L LL /6% & 7 >( Y.Z 0 &""L,B8 4)! Y1Z L& & = "G 0"%0 0">8$ 0 Y3Z / =8?2 Y5Z 7 7 7$& "G8888 Y6Z &9 : "G

119 YZ 0 (< 0 ;$ /0(0"+1?16 "G0$"" YZ ;!#""+!/L("G,,&"+( :///&",+ YZ!&" 8 /:;1< "G 8! 8!.!.$?63?.? 6.$?!3 3$!6""^08+ YZ /(0,:!&!(":0+ C<33! "G888"+"0,!"" YZ 7,; T(",&33 "G" " Y.Z (+$, "G888"%$,+ Y1Z $,(% &= 10= Y3Z $,(% &= >/0= Y5Z!!#: 888?"+ Y6Z :!L+, *=9*5 118

120 "G8$ C$888 + YZ :!L+,?&9;1$ "G8$ C$888S8^ YZ 4 (((( $!"G!""$&"+& "! YZ B&*,C09 =/!:36 "G "! YZ B=! ((6 =82 YZ, 6 ( :3 * <. "G%0,% " Y.Z& =+, <0, ; / "G%0,% Y1Z &,2=,& 6+/ =82 Y3Z &,2=,& 65( =82 Y5Z B27 &8! 6 119

121 Y6Z 0 + 6; YZ "+> "G888"+ YZ 4,& "G888$,+ YZ C< 9+7 $0!?&++?= "G888?3$ 0"8C8$0$,8? + 120

122 %+'# % :! """ ( "" "0 "N! ""K""! :"! "!& " " + A " "$ "+ L "!" "+$ ="$* = A 0 A 90G ;$(;$$ ;$ :& 121

Gli XML Web Service. Prof. Mauro Giacomini. Complementi di Informatica Medica 2008/2009 1

Gli XML Web Service. Prof. Mauro Giacomini. Complementi di Informatica Medica 2008/2009 1 Gli XML Web Service Prof. Mauro Giacomini Medica 2008/2009 1 Definizioni i i i Componente.NET che risponde a richieste HTTP formattate tramite la sintassi SOAP. Gestori HTTP che intercettano richieste

Dettagli

fornitore di servizi utente all interazione tra utenti e sistemi

fornitore di servizi utente all interazione tra utenti e sistemi WEB SERVICES Successo del Web Negli anni passati il Web ha avuto un enorme successo principalmente per due motivi: Semplicità: Ubiquità Per un fornitore di servizi è semplice raggiungere un numero molto

Dettagli

Web Services Security

Web Services Security Web Services Security Introduzione ai Web Services Davide Marrone Sommario Cosa sono i web services Architettura dei web services XML-RPC SOAP (Simple Object Access Protocol) WSDL (Web Services Description

Dettagli

Approfondimento. Web Services

Approfondimento. Web Services Approfondimento Web Services Esame di Programmazione per il Web Fedele Ladisa INDICE Capitolo 1. Introduzione 1.1 Introduzione ai Web Services 1.2 Architettura dei Web Services 1.3 Stack protocollare di

Dettagli

Sicurezza nei Web Services: Migrazione dell autenticazone di Web Services da ticket di sessione a WS-Security con token SAML

Sicurezza nei Web Services: Migrazione dell autenticazone di Web Services da ticket di sessione a WS-Security con token SAML Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Sicurezza nei Web Services: Migrazione dell autenticazone di Web Services da ticket di sessione a WS-Security

Dettagli

Il Sistema di interscambio: Prodotti di TEST a supporto dell adesione ai servizi

Il Sistema di interscambio: Prodotti di TEST a supporto dell adesione ai servizi Pagina 1 di 18 Il Sistema di interscambio: Prodotti di TEST a supporto dell adesione ai servizi Indice 1 INTRODUZIONE... 2 2 CLIENT SOAP... 2 2.1 INSTALLAZIONE DEL CLIENT SOAP... 2 2.1.1 PREREQUISITI...

Dettagli

Web Service SOAP e WSDL. Tito Flagella tito@link.it Lorenzo Nardi nardi80@gmail.com

Web Service SOAP e WSDL. Tito Flagella tito@link.it Lorenzo Nardi nardi80@gmail.com Web Service SOAP e WSDL Tito Flagella tito@link.it Lorenzo Nardi nardi80@gmail.com SOAP Originariamente: Simple Object Access Protocol E poi evoluto in un Framework per lo scambio di messaggi in XML 2

Dettagli

PROGETTO TESSERA SANITARIA. Schema dati spesa sanitaria di cui art. 3 comma 3 D.ls 175/2014

PROGETTO TESSERA SANITARIA. Schema dati spesa sanitaria di cui art. 3 comma 3 D.ls 175/2014 PROGETTO TESSERA SANITARIA Pag. 2 di 23 REVISIONI DEL DOCUMENTO... 3 1. INTRODUZIONE... 4 2. GENERALITA... 5 3. STANDARD TECNICI... 6 4. INVIO DEI DATI DI SPESA... 7 4.1. CARATTERISTICHE... 7 4.2. ACCESSO

Dettagli

Elementi di Sicurezza e Privatezza Lezione 19 SAML e sicurezza della posta elettronica

Elementi di Sicurezza e Privatezza Lezione 19 SAML e sicurezza della posta elettronica Elementi di Sicurezza e Privatezza Lezione 19 SAML e sicurezza della posta elettronica Chiara Braghin chiara.braghin@unimi.it SAML Security Assertion Markup Language Dalla lezione precedente (1) Single

Dettagli

Service Oriented Architectures (SOA)

Service Oriented Architectures (SOA) Facoltà di Ingegneria dell Informazione Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica Facoltà di Ingegneria dei Sistemi Laurea Magistrale in Ingegneria Biomedica Dipartimento di Elettronica e Informazione

Dettagli

PROGETTO TESSERA SANITARIA SPECIFICHE TECNICHE PER LA TRASMISSIONE ALL INPS DEI CERTIFICATI DI MALATTIA, COMUNICAZIONI DI INIZIO RICOVERO E

PROGETTO TESSERA SANITARIA SPECIFICHE TECNICHE PER LA TRASMISSIONE ALL INPS DEI CERTIFICATI DI MALATTIA, COMUNICAZIONI DI INIZIO RICOVERO E PROGETTO TESSERA SANITARIA SPECIFICHE TECNICHE PER LA TRASMISSIONE ALL INPS DEI CERTIFICATI DI MALATTIA, COMUNICAZIONI DI INIZIO RICOVERO E CERTIFICATI DI MALATTIA IN SEDE DI Pag. 2 di 51 INDICE 1. REVISIONI

Dettagli

Progetto SIRPE De-materializzazione delle prescrizioni. Servizi personalizzati della CIL

Progetto SIRPE De-materializzazione delle prescrizioni. Servizi personalizzati della CIL Pag. 1 di 17 Progetto SIRPE De-materializzazione personalizzati CIL per la cooperazione Versione 1.0 INDICE Pag. 2 di 17 1 INTRODUZIONE 4 1.1 Scopo del documento 4 1.2 Riferimenti 4 2 GENERALITÀ 4 2.1

Dettagli

Introduzione ai Web Services. Tito Flagella tito@link.it

Introduzione ai Web Services. Tito Flagella tito@link.it Introduzione ai Web Services Tito Flagella tito@link.it Web Services Beppe, secret 2 Web Services (2) I Web Services sono uno sforzo di standardizzazione teso a rendere interpretabili, in maniera indipendente

Dettagli

Introduzione a Service Oriented Architecture e Web Service

Introduzione a Service Oriented Architecture e Web Service Università degli Studi di Roma Tor Vergata Dipartimento di Ingegneria Civile e Ingegneria Informatica Introduzione a Service Oriented Architecture e Web Service Corso di Sistemi Distribuiti e Cloud Computing

Dettagli

POR Calabria FSE 2007/2013 Asse II Occupabilità Obiettivo operativo D1

POR Calabria FSE 2007/2013 Asse II Occupabilità Obiettivo operativo D1 Allegato n. 2 al Capitolato speciale d appalto. ENTE PUBBLICO ECONOMICO STRUMENTALE DELLA REGIONE CALABRIA POR Calabria FSE 2007/2013 Asse II Occupabilità Obiettivo operativo D1 Procedura aperta sotto

Dettagli

Gestione Richieste Patenti Web

Gestione Richieste Patenti Web >> Specifiche Integrazione Web Services RTI Gestione Richieste Patenti Web Servizio di Sviluppo SVI Versione 1.0-07 Dicembre 2009 Indice dei contenuti 1 GENERALITA... 6 1.1 Lista di distribuzione...6 1.2

Dettagli

Architetture orientate ai servizi

Architetture orientate ai servizi Architetture orientate ai servizi 1 Web Service Nuovo paradigma di sistema informativo basato su componenti software distribuiti I Web Service sono applicazioni indipendenti, modulari, autodescrittive,

Dettagli

Un introduzione ai Web service

Un introduzione ai Web service Un introduzione ai Web service Valeria Cardellini Università di Roma Tor Vergata Definizione di Web service Definizione fornita del W3C http://www.w3.org/tr/ws-arch/ A Web service is a software system

Dettagli

Definizione di Web service (2) Un introduzione ai Web service. Caratteristiche dei Web service. Valeria Cardellini Università di Roma Tor Vergata

Definizione di Web service (2) Un introduzione ai Web service. Caratteristiche dei Web service. Valeria Cardellini Università di Roma Tor Vergata Definizione di Web service Definizione fornita del W3C http://www.w3.org/tr/ws-arch/ Un introduzione ai Web service Valeria Cardellini Università di Roma Tor Vergata A Web service is a software system

Dettagli

Il Web-Service SDMX dell ISTAT

Il Web-Service SDMX dell ISTAT Il Web-Service SDMX dell ISTAT Versione: 1.0.0 Data: 26/06/2014 Autore: Approvato da: Modifiche Versione Modifiche Autore Data Indice dei contenuti 1 Introduzione... 4 2 Esempio d uso... 5 2.1 Riferimento

Dettagli

Seminario di Sistemi Distribuiti RPC su SOAP

Seminario di Sistemi Distribuiti RPC su SOAP Seminario di Sistemi Distribuiti RPC su SOAP Massimiliano Vivian [777775] Massimiliano Vivian 1 Introduzione La comunicazione delle informazioni è l elemento fondamentale per lo sviluppo dei sistemi. SOAP

Dettagli

Tutorial di configurazione e programmazione di OpenSPCoop. Tutorial di configurazione e programmazione di OpenSPCoop

Tutorial di configurazione e programmazione di OpenSPCoop. Tutorial di configurazione e programmazione di OpenSPCoop i Tutorial di configurazione e programmazione di OpenSPCoop ii Copyright 2005-2011 Link.it s.r.l. iii Indice 1 Introduzione 1 2 Ambiente di sviluppo 1 3 Presentazione degli scenari di esempio 2 4 Comunicazione

Dettagli

Sistemi informativi e Telemedicina Anno Accademico 2008-2009 Prof. Mauro Giacomini

Sistemi informativi e Telemedicina Anno Accademico 2008-2009 Prof. Mauro Giacomini Sistemi informativi e Telemedicina Anno Accademico 2008-2009 Prof. Mauro Giacomini Concetti di base Tre funzioni fondamentali: Autenticazione: riceve le credenziali, le verifica presso un autorità, se

Dettagli

Guida Utente della PddConsole. Guida Utente della PddConsole

Guida Utente della PddConsole. Guida Utente della PddConsole Guida Utente della PddConsole i Guida Utente della PddConsole Guida Utente della PddConsole ii Copyright 2005-2015 Link.it srl Guida Utente della PddConsole iii Indice 1 Introduzione 1 2 I protocolli di

Dettagli

Tutorial di configurazione e programmazione di OpenSPCoop. Tutorial di configurazione e programmazione di OpenSPCoop

Tutorial di configurazione e programmazione di OpenSPCoop. Tutorial di configurazione e programmazione di OpenSPCoop i Tutorial di configurazione e programmazione di OpenSPCoop ii Copyright 2005-2008 Link.it s.r.l. iii COLLABORATORI TITOLO : Tutorial di configurazione e programmazione di OpenSPCoop AZIONE NOME DATA FIRMA

Dettagli

Guida Utente della PddConsole. Guida Utente della PddConsole

Guida Utente della PddConsole. Guida Utente della PddConsole Guida Utente della PddConsole i Guida Utente della PddConsole Guida Utente della PddConsole ii Copyright 2005-2014 Link.it srl Guida Utente della PddConsole iii Indice 1 Introduzione 1 2 I protocolli di

Dettagli

Web Services Dogane LINEE GUIDA

Web Services Dogane LINEE GUIDA Web Services Dogane LINEE GUIDA Pagina 1 di 17 Indice Indice... 2 1. INTRODUZIONE... 3 2. TEST FUNZIONALI SUI WEB SERVICES... 8 3. SICUREZZA... 14 4. FIRMA... 14 5. TRASFORMAZIONE CERTIFICATO DI FIRMA...

Dettagli

Attori nella Federazione e Profili SAML. Massimiliano Pianciamore massimiliano.pianciamore@cefriel.it

Attori nella Federazione e Profili SAML. Massimiliano Pianciamore massimiliano.pianciamore@cefriel.it Attori nella Federazione e Profili SAML Massimiliano Pianciamore Agenda Ruoli e Attori in una infrastruttura federata Service Provider Identity Provider Attribute Authorities Lo standard SAML 2.0 Asserzioni

Dettagli

[TS-CNS-INFRA] Gestione del ciclo di vita della Tessera sanitaria e della Carta nazionale dei servizi (TS-CNS)

[TS-CNS-INFRA] Gestione del ciclo di vita della Tessera sanitaria e della Carta nazionale dei servizi (TS-CNS) Progetto cofinanziato dall Unione Europea Fondo Europeo di Sviluppo Regionale POR FESR Sardegna 2007-2013 [TS-CNS-INFRA] Gestione del ciclo di vita della Tessera sanitaria e della Carta nazionale dei servizi

Dettagli

SOAP e i Web Services

SOAP e i Web Services SOAP e i Web Services Ringraziamenti Corso di Tecnologie Web, prof. Fabio Vitali, Università di Bologna Moreno Marzolla INFN Sezione di Padova moreno.marzolla@pd.infn.it http://www.dsi.unive.it/~marzolla

Dettagli

WEB SERVICES SERVIZI PER RICEZIONE ED ELABORAZIONE MESSAGGI AMBIENTE REALE

WEB SERVICES SERVIZI PER RICEZIONE ED ELABORAZIONE MESSAGGI AMBIENTE REALE Pag. 1 di 11 WEB SERVICES SERVIZI PER RICEZIONE ED ELABORAZIONE MESSAGGI AMBIENTE REALE Pag. 1 di 11 Pag. 2 di 11 1 GENERALITÀ... 3 1.1 CANALI DI COMUNICAZIONE DEI SISTEMI... 3 2 SOA DOMINIO ESTERNO...

Dettagli

SPECIFICHE TECNICHE INTEGRAZIONE SERVIZI MUDE

SPECIFICHE TECNICHE INTEGRAZIONE SERVIZI MUDE Pag. 1 di 11 VERIFICHE E APPROVAZIONI VERSIONE REDAZIONE CONTROLLO AUTORIZZAZIONE APPROVAZIONE EMISSIONE NOME DATA NOME DATA NOME DATA V01 Mauro Pavese 17/05/12 Mauro Pavese 29/11/2012 STATO DELLE VARIAZIONI

Dettagli

Griglie computazionali LEZIONE N. 14. Università degli Studi di Napoli Federico II Corso di Laurea Magistrale in Informatica I Anno

Griglie computazionali LEZIONE N. 14. Università degli Studi di Napoli Federico II Corso di Laurea Magistrale in Informatica I Anno Griglie computazionali Università degli Studi di Napoli Federico II Corso di Laurea Magistrale in Informatica I Anno LEZIONE N. 14 Web Services SOAP WSDL UDDI CE-CREAM SRM Griglie computazionali - a.a.

Dettagli

Web Service: Introduzione. Algoritmi e sistemi di elaborazione - Vittorio Maniezzo - Università di Bologna

Web Service: Introduzione. Algoritmi e sistemi di elaborazione - Vittorio Maniezzo - Università di Bologna Web Service: Introduzione 1 Contenuti Background.NET Framework ASP.NET Web Service Concetti e architetture Progettazione e sviluppo di Web Service Utilizzo di Web Service 2 Sezione 1: Introduzione Inquadramento

Dettagli

UNIVERISTA DEGLI STUDI DELLA BASILICATA Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali Corso di Laurea Specialistica in Informatica

UNIVERISTA DEGLI STUDI DELLA BASILICATA Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali Corso di Laurea Specialistica in Informatica UNIVERISTA DEGLI STUDI DELLA BASILICATA Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali Corso di Laurea Specialistica in Informatica TESI DI LAUREA SPECIALISTICA CONFRONTO TRA PIATTAFORME OPEN-SOURCE

Dettagli

Casalini Crypto. Documento di protocollo tecnico VRS 2.1

Casalini Crypto. Documento di protocollo tecnico VRS 2.1 Casalini Crypto 10.13 Documento di protocollo tecnico VRS 2.1 Requisiti fondamentali per l utilizzo del servizio: - I file PDF da criptare non devono essere già protetti da password o da altri sistemi

Dettagli

Manuale A.P.I. www.smsend.it. application programming interface versione 1. API application programming interface 1

Manuale A.P.I. www.smsend.it. application programming interface versione 1. API application programming interface 1 Manuale A.P.I. application programming interface versione 1 www.smsend.it API application programming interface 1 INVENTA. PROGETTA. SVILUPPA. 3 CREAZIONE CLIENTI IN POST HTTP 4 Parametri autenticazione

Dettagli

Ultimo aggiornamento sett13

Ultimo aggiornamento sett13 Ultimo aggiornamento sett13 INDICE 1. Invio singolo SMS tramite richiesta POST/GET HTTP...3 1.1 - Messaggi singoli concatenati...4 2. Invio multiplo SMS tramite richiesta POST/GET HTTP...4 2.1 - Messaggi

Dettagli

OpenSPCoop: un implementazione della Specifica di Cooperazione Applicativa per la Pubblica Amministrazione Italiana

OpenSPCoop: un implementazione della Specifica di Cooperazione Applicativa per la Pubblica Amministrazione Italiana UNIVERSITÀ DI PISA Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali Corso di Laurea Specialistica in Tecnologie Informatiche Tesi di Laurea Specialistica OpenSPCoop: un implementazione della Specifica

Dettagli

Manuale di Integrazione IdM-RAS

Manuale di Integrazione IdM-RAS IdM-RAS Data: 30/11/09 File: Manuale di integrazione IdM-RAS.doc Versione: Redazione: Sardegna IT IdM-RAS Sommario 1 Introduzione... 3 2 Architettura del sistema... 4 2.1 Service Provider... 4 2.2 Local

Dettagli

Manuale Gestione di OpenSPCoop 1.4 i. Manuale Gestione di OpenSPCoop 1.4

Manuale Gestione di OpenSPCoop 1.4 i. Manuale Gestione di OpenSPCoop 1.4 i Manuale Gestione di OpenSPCoop 1.4 ii Copyright 2005-2011 Link.it srl iii Indice 1 Introduzione 1 2 Prerequisiti per la Configurazione della Porta di Dominio 1 2.1 Verifica dell applicazione di gestione

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Prospetto Informativo on-line Standard tecnici del sistema informativo per l invio telematico del Prospetto Informativo Documento: UNIPI.StandardTecnici Revisione

Dettagli

Un vincitore è un sognatore. che non si è mai arreso. (Nelson Mandela) Ai miei fantastici genitori

Un vincitore è un sognatore. che non si è mai arreso. (Nelson Mandela) Ai miei fantastici genitori Un vincitore è un sognatore che non si è mai arreso. (Nelson Mandela) Ai miei fantastici genitori ABSTRACT Il web è cambiato! In questi ultimi anni internet ha subito grandi cambiamenti, è passato da

Dettagli

Sicurezza delle applicazioni web: protocollo HTTP

Sicurezza delle applicazioni web: protocollo HTTP Università degli Studi di Milano Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali Anno Accademico 2009/2010 Sicurezza delle applicazioni web: protocollo HTTP Roberto Paleari roberto@security.dico.unimi.it

Dettagli

Elementi di Sicurezza e Privatezza Lezione 18 Autenticazione: Single Sign On

Elementi di Sicurezza e Privatezza Lezione 18 Autenticazione: Single Sign On Elementi di Sicurezza e Privatezza Lezione 18 Autenticazione: Single Sign On Chiara Braghin chiara.braghin@unimi.it! Autenticazione cont d (1) Dalle lezioni precedenti: w L autenticazione è un prerequisito

Dettagli

ALLEGATO C STANDARD TECNICI DELLA BORSA CONTINUA NAZIONALE DEL LAVORO

ALLEGATO C STANDARD TECNICI DELLA BORSA CONTINUA NAZIONALE DEL LAVORO ALLEGATO C STANDARD TECNICI DELLA BORSA CONTINUA NAZIONALE DEL LAVORO Standard tecnici Gli standard tecnici di riferimento adottati sono conformi alle specifiche e alle raccomandazioni emanate dai principali

Dettagli

PROGETTO DOMINIO ESTERNO WEB SERVICES PER RICEZIONE ED ELABORAZIONE MESSAGGI

PROGETTO DOMINIO ESTERNO WEB SERVICES PER RICEZIONE ED ELABORAZIONE MESSAGGI Pag. 1 di 30 PROGETTO DOMINIO ESTERNO WEB SERVICES PER RICEZIONE ED ELABORAZIONE MESSAGGI Pag. 1 di 30 Pag. 2 di 30 1 GENERALITÀ...3 1.1 CANALI DI COMUNICAZIONE DEI SISTEMI...3 2 SOA DOMINIO ESTERNO...4

Dettagli

Release Notes di OpenSPCoop i. Release Notes di OpenSPCoop

Release Notes di OpenSPCoop i. Release Notes di OpenSPCoop i Release Notes di OpenSPCoop ii Copyright 2005-2011 Link.it srl iii Indice 1 Versione 1.4 1 1.1 Adeguamento al nuovo sistema di qualificazione di DigitPA............................. 1 1.2 Nuova modalità

Dettagli

Classificazione dei Web Services

Classificazione dei Web Services Web Services Programmazione in ambienti distribuiti Anno 2004-2005 Claudio Zunino Classificazione dei Web Services Interattiva il client è umano ed utilizza tipicamente un web browser Sviluppati usando

Dettagli

Guida alla programmazione e integrazione di servizi in OpenSPCoop. Guida alla programmazione e integrazione di servizi in OpenSPCoop

Guida alla programmazione e integrazione di servizi in OpenSPCoop. Guida alla programmazione e integrazione di servizi in OpenSPCoop i Guida alla programmazione e integrazione di servizi in OpenSPCoop ii Copyright 2005-2011 Link.it s.r.l. iii Indice 1 Introduzione 1 2 Modalità d integrazione trasparente 1 3 Modalità d integrazione tramite

Dettagli

Web Services. Tecniche di Programmazione avanzata Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Telematica Università Kore Enna A.A.

Web Services. Tecniche di Programmazione avanzata Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Telematica Università Kore Enna A.A. Tecniche di Programmazione avanzata Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Telematica Università Kore Enna A.A. 2009-2010 Alessandro Longheu http://www.diit.unict.it/users/alongheu alessandro.longheu@diit.unict.it

Dettagli

SOAP e Web Services. SOAP: introduzione

SOAP e Web Services. SOAP: introduzione SOAP e Web Services 1 SOAP: introduzione Attualmente le applicazioni distribuite rappresentano una grossa parte della produzione software. Inoltre lo sviluppo di Internet e delle Intranet rende utile creare

Dettagli

Guida Utente della PddConsole. Guida Utente della PddConsole

Guida Utente della PddConsole. Guida Utente della PddConsole Guida Utente della PddConsole i Guida Utente della PddConsole Guida Utente della PddConsole ii Copyright 2005-2014 Link.it srl Guida Utente della PddConsole iii Indice 1 Introduzione 1 2 Prerequisiti per

Dettagli

La Sicurezza delle Reti. La Sicurezza delle Reti. Il software delle reti. Sistemi e tecnologie per la multimedialità e telematica.

La Sicurezza delle Reti. La Sicurezza delle Reti. Il software delle reti. Sistemi e tecnologie per la multimedialità e telematica. Sistemi e tecnologie per la multimedialità e telematica Fabio Burroni Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Università degli Studi di Siena burronif@unisi unisi.itit La Sicurezza delle Reti La presentazione

Dettagli

UDDI e WSDL: navigare sicuri nel mare dei Web. Col passare del tempo, la rete delle reti

UDDI e WSDL: navigare sicuri nel mare dei Web. Col passare del tempo, la rete delle reti UDDI Col proliferare dei Web service e delle aziende che li forniscono, si sente il bisogno di mettere ordine, per sfruttare pienamente le potenzialità dei servizi disponibili in rete UDDI e WSDL: navigare

Dettagli

Sicurezza degli accessi remoti. La sicurezza degli accessi remoti

Sicurezza degli accessi remoti. La sicurezza degli accessi remoti Sicurezza degli accessi remoti Antonio Lioy < lioy @ polito.it > Politecnico di Torino Dip. Automatica e Informatica Situazione standard autenticazione ed autorizzazione basate su password problema: password

Dettagli

Web Service per importare un adempimento SUAP in. Versione: 1.2 Data: 16/04/12 Autore: InfoCamere Direzione Applicazioni

Web Service per importare un adempimento SUAP in. Versione: 1.2 Data: 16/04/12 Autore: InfoCamere Direzione Applicazioni Web Service per importare un adempimento SUAP in Versione: 1.2 Data: 16/04/12 Autore: InfoCamere Direzione Applicazioni 1. Introduzione al documento...3 1.1 Novità introdotte rispetto alla precedente emissione...3

Dettagli

Analisi e sperimentazione di tecnologie per la mutua autenticazione e trasferimento di credenziali tra siti federati

Analisi e sperimentazione di tecnologie per la mutua autenticazione e trasferimento di credenziali tra siti federati UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA FACOLTÀ DI INGEGNERIA Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica Analisi e sperimentazione di tecnologie per la mutua autenticazione e trasferimento di credenziali

Dettagli

Web Services. Scoperta del servizio UDDI. Descrizione del servizio WSDL. Accesso al servizio SOAP XML. Starto di comunicazione HTTP

Web Services. Scoperta del servizio UDDI. Descrizione del servizio WSDL. Accesso al servizio SOAP XML. Starto di comunicazione HTTP Web Services I web services servono a rendere interoperabili le applicazioni e favoriscono la loro integrazione. I servizi web sono applicazioni software che possono essere scoperte, descritte e usate

Dettagli

AXIS2 Quick Start Pagina 1 AXIS2 QUICK START

AXIS2 Quick Start Pagina 1 AXIS2 QUICK START AXIS2 Quick Start Pagina 1 1. Introduzione AXIS2 QUICK START Apache-Axis2 implementa le API di JAX-WS (javax.jws.*) per semplificare lo sviluppo e la distribuzione di Java Web Services (JWS) basati sul

Dettagli

Sicurezza nei Sistemi Distribuiti

Sicurezza nei Sistemi Distribuiti Sicurezza nei Sistemi Distribuiti Aspetti di Sicurezza La sicurezza nei sistemi distribuiti deve riguardare tutti i componenti del sistema e coinvolge due aspetti principali: Le comunicazioni tra utenti

Dettagli

Sicurezza nei Sistemi Distribuiti

Sicurezza nei Sistemi Distribuiti Sicurezza nei Sistemi Distribuiti Aspetti di Sicurezza La sicurezza nei sistemi distribuiti deve riguardare tutti i componenti del sistema e coinvolge due aspetti principali: Le comunicazioni tra utenti

Dettagli

Piattaforma STS. Specifiche Tecniche. Versione 1.1

Piattaforma STS. Specifiche Tecniche. Versione 1.1 Piattaforma STS Specifiche Tecniche Versione 1.1 Questo documento contiene informazioni proprietarie e riservate di Dedalus SpA Nessuna parte di questa pubblicazione può essere riprodotta, trasmessa, trascritta,

Dettagli

Web Service medra per la gestione DOI

Web Service medra per la gestione DOI Web Service medra per la gestione DOI Versione documento: 1.0 Data creazione: 23 dicembre 2010 Data ultima modifica: 14 maggio 2012 1. Introduzione...2 2. medra WS...2 2.1. Operation UPLOAD...2 2.2. Operation

Dettagli

ProgettoSMS. Manuale Gateway Web Services

ProgettoSMS. Manuale Gateway Web Services ProgettoSMS Manuale Gateway Web Services Indice Indice... 2 Introduzione... 3 http Web Services... 4 Risposta... 4 Descrizione delle costanti... 5 AnswerRecipientType... 5 ErrorID... 5 ProtocolType...

Dettagli

Vallarino Simone. Corso di sicurezza A.A. 2003/2004 HTTPS

Vallarino Simone. Corso di sicurezza A.A. 2003/2004 HTTPS Vallarino Simone Corso di sicurezza A.A. 2003/2004 HTTPS INTRODUZIONE Per cominciare a parlare di https è necessario aprire la discussione ricordando le caratteristiche dell http: HTTP Nel sistema telematico

Dettagli

Agenda. Seminario. Cedac Software - Hardware. Cedac Software S.r.l.

Agenda. Seminario. Cedac Software - Hardware. Cedac Software S.r.l. Seminario Architetture SOA in ambito bancario: Tecnologia ed applicazioni Agenda Cedac Software ed il suo Business SOA e Web Services Realizzazione di un Caso di Studio Nuove tecnologie WS-* Q&A Cedac

Dettagli

PARTE 11. Web Services

PARTE 11. Web Services PARTE 11 Web Services Parte 11 Modulo 1: Motivazioni Il miraggio dell informatica moderna Integrazione delle applicazioni Interoperabilità In pratica, ogni meccanismo che consenta a diversi sistemi software

Dettagli

Italdata S.p.A. Gruppo Siemens Business Services www.italdata.it www.sbsitalia.it

Italdata S.p.A. Gruppo Siemens Business Services www.italdata.it www.sbsitalia.it !"!!" "##!!$"%$& &'' "'' ' #('!!" "##!!$"%%"#)"* &'' "'' +!!" "##!!$"%%", %' ' #-' "''./(/!!" "##!!$"%%"."#)#" &'' "'' # $! "# $ % & % "# % & -'01!20'''34!/!/'25-' 603' 3' 444 ''7 8/' 34 / /'7-'' */9#73/7"!%7''

Dettagli

Corso di Applicazioni Telematiche

Corso di Applicazioni Telematiche Service Oriented Architectures e Web Services Corso di Applicazioni Telematiche A.A. 20010-11 Prof. Simon Pietro Romano Università degli Studi di Napoli Federico II Facoltà di Ingegneria Cos è un Web Service?

Dettagli

Comunicazioni sicure su Internet: https e SSL. Fisica dell Informazione

Comunicazioni sicure su Internet: https e SSL. Fisica dell Informazione Comunicazioni sicure su Internet: https e SSL Fisica dell Informazione Il servizio World Wide Web (WWW) Come funziona nel dettaglio il Web? tre insiemi di regole: Uniform Resource Locator (URL) Hyper Text

Dettagli

Nicolò Carandini HTTP, Web Services e RestSharp (II parte) 1

Nicolò Carandini HTTP, Web Services e RestSharp (II parte) 1 Nicolò Carandini HTTP, Web Services e RestSharp (II parte) 1 HTTP, Web Services e RestSharp Dopo aver descritto nella prima parte di quest articolo 1 le basi su cui poggia la comunicazione nel Word Wide

Dettagli

GestPay Specifiche tecniche sicurezza con crittografia

GestPay Specifiche tecniche sicurezza con crittografia GestPay Specifiche tecniche sicurezza con crittografia Pagina 1 di 49 Sommario Informazioni documento...3 Informazioni versione...4 1 Introduzione...5 2 Architettura del sistema...6 3 Descrizione fasi

Dettagli

DESCRIZIONE DELLE SPECIFICHE DI

DESCRIZIONE DELLE SPECIFICHE DI DESCRIZIONE DELLE SPECIFICHE DI SICUREZZA NEGLI ACCORDI DI SERVIZIO Versione 1.1 INDICE 1. PREFAZIONE...3 1.1. Autori... 3 1.2. Modifiche Documento... 3 1.3. Riferimenti... 4 1.4. Acronimi e Definizioni...

Dettagli

Web Services Servizio Telematico Dogane

Web Services Servizio Telematico Dogane Web Services Servizio Telematico Dogane MANUALE PER L'UTENTE Pagina 1 di 21 Indice 1 Introduzione... 3 2 Test funzionale dei web services... 6 3 Creazione del client... 10 3.1 Soluzioni Open Source...

Dettagli

Guida pratica all utilizzo di Zeroshell

Guida pratica all utilizzo di Zeroshell Guida pratica all utilizzo di Zeroshell Il sistema operativo multifunzionale creato da Fulvio.Ricciardi@zeroshell.net www.zeroshell.net Proteggere una piccola rete con stile ( Autore: cristiancolombini@libero.it

Dettagli

Session tracking Session tracking HTTP: è stateless, cioè non permette di associare una sequenza di richieste ad un dato utente. Ciò vuol dire che, in generale, se un browser richiede una specifica pagina

Dettagli

WebServices. Distribuire una computazione. Sistemi che usano RPC Sun RPC RPC. Il Web usato dai programmi. Vincenzo Gervasi

WebServices. Distribuire una computazione. Sistemi che usano RPC Sun RPC RPC. Il Web usato dai programmi. Vincenzo Gervasi 1 Distribuire una computazione WebServices Il Web usato dai programmi Vincenzo Gervasi Dipartimento di Informatica Università di Pisa L idea di distribuire una computazione è vecchia quasi quanto l informatica

Dettagli

Tecnologie per la gestione delle transazioni su Internet 19/04/06

Tecnologie per la gestione delle transazioni su Internet 19/04/06 E-business sicuro Tecnologie per la gestione delle transazioni su Internet 19/04/06 Ecommerce: problematiche Differenze con il commercio tradizionale dati importanti viaggiano su Internet (numero di carta

Dettagli

L Iniziativa egovernment.net per l Italia

L Iniziativa egovernment.net per l Italia L Iniziativa egovernment.net per l Italia Porte di Dominio per la Cooperazione Applicativa Allegato 1 Porta di Dominio.NET Versione 1.0, Aprile 2002 Soluzioni per l Interoperabilità e la Cooperazione Applicativa

Dettagli

Identity Access Management nel web 2.0

Identity Access Management nel web 2.0 Identity Access Management nel web 2.0 Single Sign On in applicazioni eterogenee Carlo Bonamico, NIS s.r.l. carlo.bonamico@nispro.it 1 Sommario Problematiche di autenticazione in infrastrutture IT complesse

Dettagli

L Iniziativa egovernment.net per l Italia. Porte di Dominio per la Cooperazione Applicativa Allegato 2

L Iniziativa egovernment.net per l Italia. Porte di Dominio per la Cooperazione Applicativa Allegato 2 L Iniziativa egovernment.net per l Italia Porte di Dominio per la Cooperazione Applicativa Allegato 2 Porta di Dominio STK Versione 1.0, Aprile 2002 Soluzioni per l Interoperabilità e la Cooperazione Applicativa

Dettagli

Gestione XML della Porta di Dominio OpenSPCoop

Gestione XML della Porta di Dominio OpenSPCoop i Gestione XML della Porta di Dominio ii Copyright 2005-2011 Link.it srl iii Indice 1 Introduzione 1 2 Hello World! 2 3 Configurazione XML della Porta di Dominio 5 3.1 Soggetto SPCoop...................................................

Dettagli

Fabrizio Patriarca Soluzioni Tivoli di Identity e Access Management

Fabrizio Patriarca Soluzioni Tivoli di Identity e Access Management Fabrizio Patriarca Soluzioni Tivoli di Identity e Access Management Compliance and Security secondo IBM Gestione delle identità e controllo degli accessi alle risorse aziendali: le soluzioni TIVOLI Tivoli

Dettagli

Simulazione. Emanuele Maltempi. Direzione Mercati Sistemi IT. Milano, 20 settembre 2011

Simulazione. Emanuele Maltempi. Direzione Mercati Sistemi IT. Milano, 20 settembre 2011 Funzionamento della PB-Gas Simulazione Emanuele Maltempi Direzione Mercati Sistemi IT Milano, 20 settembre 2011 2 Sommario Registrazione utente Panoramica del portale Configurazione del certificato di

Dettagli

Progettazione: Tecnologie e ambienti di sviluppo

Progettazione: Tecnologie e ambienti di sviluppo Contratto per l acquisizione di servizi di Assistenza specialistica per la gestione e l evoluzione del patrimonio software della Regione Basilicata. Repertorio n. 11016 del 25/09/2009 Progettazione: Tecnologie

Dettagli

Principi di crittografia Integrità dei messaggi Protocolli di autenticazione Sicurezza nella pila di protocolli di Internet: PGP, SSL, IPSec

Principi di crittografia Integrità dei messaggi Protocolli di autenticazione Sicurezza nella pila di protocolli di Internet: PGP, SSL, IPSec Crittografia Principi di crittografia Integrità dei messaggi Protocolli di autenticazione Sicurezza nella pila di protocolli di Internet: PGP, SSL, IPSec Elementi di crittografia Crittografia: procedimento

Dettagli

Guida alla programmazione e integrazione di servizi in OpenSPCoop. Guida alla programmazione e integrazione di servizi in OpenSPCoop

Guida alla programmazione e integrazione di servizi in OpenSPCoop. Guida alla programmazione e integrazione di servizi in OpenSPCoop i Guida alla programmazione e integrazione di servizi in OpenSPCoop ii Copyright 2005-2008 Link.it s.r.l. iii COLLABORATORI TITOLO : Guida alla programmazione e integrazione di servizi in OpenSPCoop AZIONE

Dettagli

Introduzione ai Web Services Alberto Polzonetti

Introduzione ai Web Services Alberto Polzonetti PROGRAMMAZIONE di RETE A.A. 2003-2004 Corso di laurea in INFORMATICA Introduzione ai Web Services alberto.polzonetti@unicam.it Introduzione al problema della comunicazione fra applicazioni 2 1 Il Problema

Dettagli

Plus srl :: www.conplus.it :: info@conplus.it :: Via Morgagni, 4/A 37135 Verona :: Tel. +39 045 580 491 :: Fax 045 82 78 722

Plus srl :: www.conplus.it :: info@conplus.it :: Via Morgagni, 4/A 37135 Verona :: Tel. +39 045 580 491 :: Fax 045 82 78 722 PMF Web-Service Quick-Start Guide Guida Introduttiva Cliente Redatto da Francesco Buratto Redatto il 01 gennaio 2011 Riferimento PMF 2011 Introduzione PMFWS è un web-service HTTP che espone un interfaccia

Dettagli

URI. Introduzione. Pag. 1

URI. Introduzione. Pag. 1 URI Introduzione Gli URI (Universal Resource Indentifier) sono una sintassi usata in WWW per definire i nomi e gli indirizzi di oggetti (risorse) su Internet. Questi oggetti sono considerati accessibili

Dettagli

Protocollo HTTP. Alessandro Sorato

Protocollo HTTP. Alessandro Sorato Un protocollo è un insieme di regole che permettono di trovare uno standard di comunicazione tra diversi computer attraverso la rete. Quando due o più computer comunicano tra di loro si scambiano una serie

Dettagli

EDIZIONE FEBBRAIO 2012

EDIZIONE FEBBRAIO 2012 MISADWEB SERVICE EDIZIONE FEBBRAIO 2012 Operazioni supportate GetAllVehicle Permette di ricevere la lista integrale delle vetture dell impianto. Accetta come parametro un xml contenente le informazioni

Dettagli

E-business sicuro. Tecnologie per la gestione delle transazioni su Internet 05/06/06

E-business sicuro. Tecnologie per la gestione delle transazioni su Internet 05/06/06 E-business sicuro Tecnologie per la gestione delle transazioni su Internet 05/06/06 Ecommerce: problematiche Differenze con il commercio tradizionale dati importanti viaggiano su Internet (numero di carta

Dettagli

Sicurezza delle applicazioni di rete

Sicurezza delle applicazioni di rete Sicurezza delle applicazioni di rete Antonio Lioy < lioy @ polito.it > Politecnico di Torino Dip. Automatica e Informatica Sicurezza di canale autenticazione (singola o mutua), integrità e segretezza solo

Dettagli

Sistema pubblico di cooperazione: BUSTA DI E-GOV

Sistema pubblico di cooperazione: BUSTA DI E-GOV Sistema pubblico di cooperazione: BUSTA DI E-GOV Versione 1.2 Data 25/07/2011 Stato: Pubblicato emissione: INDICE 1. MODIFICHE DOCUMENTO... 3 2. INTRODUZIONE... 4 2.1. Scopi del documento... 5 2.2. Note

Dettagli

MANUALE D USO ZED PROG

MANUALE D USO ZED PROG MANUALED USOZEDPROG ULTIMOAGGIORNAMENTOAPRILE2010 SOMMARIO 1.CaratteristicheedHardware Pagina2 2.Utilizzo Pagina4 3.AggiornamentoZedProg Pagina6 4.LetturaesalvataggiofilesEEPROMsulPCutilizzandoZedProgePCSoftware

Dettagli

Modalità operative del MT-GAS Demo

Modalità operative del MT-GAS Demo Modalità operative del MT-GAS Demo Emanuele Maltempi Direzione Mercati Sistemi IT Milano, 18 giugno 2013 2 Sommario Registrazione utente Panoramica del portale Configurazione del certificato di firma Firma

Dettagli

Referti on-line e CRM ReView Service Monitor Specifiche tecniche

Referti on-line e CRM ReView Service Monitor Specifiche tecniche Referti on-line e CRM ReView Service Monitor Specifiche tecniche Versione 1.3 Sommario 1- Introduzione... 3 2 - Modalità di interazione con il servizio... 3 3 - Formato dell output... 3 4 - Modello dei

Dettagli

1 Studio di Ingegneria dott. ing. Paolo Broggi e dott. ing. Leopoldo Marelli

1 Studio di Ingegneria dott. ing. Paolo Broggi e dott. ing. Leopoldo Marelli 1 !" # $ %!"## $%" ' (#"!) %"*!+),,, """ )'"% -"*.!"/' 0!! " ' $( # )*+,, ), -. / % / / 0 1 / % $ % '2% %$ / 1% /% 1 - / / % % 3$ / ')*+,,% / 1 % $ $ $ / 1 4$ )*+,,# 2 ) # 5 $# 0 0 10 1// 3 4 /$!# 1 4

Dettagli