.- / -./-/01 //-++/ 1 + ) / 2 +) 3 2 ( 4 2 ( 01 //- ++/ 5 / / ))/6 0/ +72 ( ))( ///-22 +

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download ".- / -./-/01 //-++/ 1 + ) / 2 +) 3 2 ( 4 2 ( 01 //- ++/ 5 / /. +.22 0.))/6 0/ +72 ( 2 - +- ))( 78.2 +///-22 +"

Transcript

1 !"##$%&## ' ( )* *+,$-.- / -./-/01 //-++/!"#$.-./-2 /2)/01 /++/ %!"#$ 1 + ) / 2 +) 3 2 ( 4 )(/2.+ 0( / (/ 2 ( 01 //- ++/ 5 / / ))/6 0/ +72 ( 2-+-.)/.) ))( ///-22 + /-)% 4(//- ) 5/ /)/ ( /-/01 //-++/ ( (7 / 2 ) 0 / ))) / 22)942-/ / /+ / 8.74 (.)7 2 ) (/. +) 2 / 2 - ) - 40/2 +) )(/2 -+)55. 2+(/. +/(.)7 +) &!2 +)/+/(.:

2 '!('! 2 7 2; -(+/ 2 - )/. 2../ - / 7 / )) / 8. / /- #: #: / / / / - ) % /.+- <-. 2 /. / ( CODICE DEONTOLOGICO TESTO VIGENTE con le modifiche approvate dal C.N.F. nella seduta del 27 gennaio 2006 ARTICOLO 17 - Informazioni sull attività professionale L avvocato può dare informazioni sulla propria attività professionale. Il contenuto e la forma dell informazione devono essere coerenti con la finalità della tutela dell affidamento della collettività. Quanto al contenuto, l informazione deve essere conforme a verità e correttezza e non può avere ad oggetto notizie riservate o coperte dal segreto professionale. L avvocato non può rivelare al pubblico il nome dei propri clienti, ancorché questi vi consentano. Quanto alla forma e alle modalità, l informazione deve rispettare la dignità e il decoro della professione. In ogni caso, l informazione non deve assumere i connotati della pubblicità ingannevole, elogiativa, comparativa. I Sono consentite, a fini non lucrativi, l organizzazione e la sponsorizzazione di seminari di studio, di corsi di formazione professionale e di convegni in discipline attinenti alla professione forense da parte di avvocati o di società o di associazioni di avvocati, previa approvazione del Consiglio dell ordine del luogo di svolgimento dell evento. II E vietato offrire, sia direttamente che per interposta persona, le proprie prestazioni professionali al domicilio degli utenti, nei luoghi di lavoro, di riposo, di svago e, in generale, in luoghi pubblici o aperti al pubblico. III E altresì vietato all avvocato offrire, senza esserne richiesto, una prestazione personalizzata e, cioè, rivolta a una persona determinata per un specifico affare. IV E consentita l indicazione del nome di un avvocato defunto, che abbia fatto parte dello studio, purché il professionista a suo tempo lo abbia espressamente previsto o abbia disposto per testamento in tal senso, ovvero vi sia il consenso unanime dei suoi eredi.

3 ARTICOLO 17 bis - Mezzi di informazione consentiti L avvocato può dare informazioni sulla propria attività professionale utilizzando esclusivamente i seguenti mezzi: 1) la carta da lettera, i biglietti da visita e le brochures informative, previa, per queste ultime, approvazione del Consiglio dell ordine dove lo studio ha la sede principale. In essi devono essere indicati: ) la denominazione dello studio, con la indicazione dei nominativi dei professionisti che lo compongono qualora l esercizio della professione sia svolto in forma associata o societaria; ) il Consiglio dell ordine presso il quale è iscritto ciascuno dei componenti lo studio; ) la sede principale di esercizio, le eventuali sedi secondarie ed i recapiti, con l indicazione di indirizzo, numeri telefonici, fax, e del sito web, se attivato. Possono essere indicati soltanto: ) i titoli accademici; ) i diplomi di specializzazione conseguiti presso gli istituti universitari; ) l abilitazione a esercitare avanti alle giurisdizioni superiori; ) il titolo professionale che consente all avvocato straniero l esercizio in Italia, o che consenta all avvocato italiano l esercizio all estero, della professione di avvocato in conformità delle direttive comunitarie; ) i settori di esercizio dell attività professionale (civile, penale, amministrativo, tributario) e, nell ambito di questi, eventuali materie di attività prevalente, con il limite di non più di tre materie; ) le lingue conosciute; ) il logo dello studio; ) gli estremi della polizza assicurativa per la responsabilità professionale; ) l eventuale certificazione di qualità dello studio (l avvocato che intenda fare menzione di una certificazione di qualità deve depositare presso il Consiglio dell ordine il giustificativo della certificazione in corso di validità e l indicazione completa del certificatore e del campo di applicazione della certificazione ufficialmente riconosciuta dallo Stato). 2) le targhe, di dimensioni ragionevoli, poste all ingresso dell immobile ove è ubicato lo studio dell avvocato e presso la porta di accesso allo studio, con la sola indicazione della presenza dello studio legale, dei professionisti che lo compongono e della sua collocazione all interno dello stabile; 3) gli annuari professionali, le rubriche telefoniche, le riviste e le pubblicazioni in materie giuridiche; 4) i siti web con domini propri e direttamente riconducibili all avvocato, allo studio legale associato, alla società di avvocati sui quali gli stessi operano una completa gestione dei contenuti e previa comunicazione al Consiglio dell ordine di appartenenza. Nel sito deve essere riportata l indicazione del responsabile nonché i dati previsti dall art. 17 e dal punto 1) dell art. 17 bis. Il sito non può contenere riferimenti commerciali e pubblicitari mediante l indicazione diretta o tramite banner o pop-up di alcun tipo. Possono essere indicati i dati consentiti per i mezzi previsti al precedente paragrafo 1).

4 =.//2 / / (4/. 2 )/ /2 +) /.) / /) /01 / /- ++ / )) 2 /8./2 / / )-/01 //-++/!238./- /-- >8.7?/2-2. / )+4(2 /+)/- 2-5 / 2 / ) /./ + /-/01 //-++/ 3/2+-../2 //./ ( )+. 5 3/ / ) / 22 (/ / / + ). /)/ ( -- / 2 +) 6 - /01 / /- ++ / 4 -. / ( ) 5 7 2; / ( 2 2 0) / 2 +)

5 ##) ##)&!*"*) '5 22 )))/.6 2 +/* o o A!!A <6 '1 < F 1 <6 o o 66GA<6A1!61 11<A!'GA1*H#"I6+ +,-../2 ##)&!*" '5 22 )))/.6 2 +/* o o # A!!A <6 '1 < F 1 <6 o o o 66GA<6A1!61 F1<D!1AC F1<D!11D!AB F1<D!1AA6 F1<D!11FD6B616!6A6 F1<D!1'D!6B616 11<A!'GA1*H"I /2

6 2!&"3!)92 / 4 /4)4.) /./ / ' -92 * /9K //9K.4+.2)52 /- 5( /+.))) /4 /.)) 2///. 2C /K.L/.2-9/ (/ 2!&"#&" 6/..)$2 / -.) +8.2/ A /.) /++ ' -.)2 * K /K.4+.2)52 /- 5( /+.))) /4 /.)) 2///. 2C /K.L/.2-9/ (/ 2!&"!)A+2 / 4 /4-./ () -))/./ / ' -+2 * /M+K /. 7M+K. / ) ) 5 2 / - 5 ( / +.)))- 4 +4/4 /.)) 2/ //.2C /K./.-2 - /M+K.L/.2-9/ (/ 2!&"#'&##" + M / 2. 4/ M22)-.2/.29 /2 42 /. +/--. D+8. +)4 72*.+.52/. +4//2./ 4 /M/ ))45.2(29 / /2* NN4 22. N < ON4 22. N// /+ N

7 M + /.4.//+/ / / / 2./ /. 5. ))+.)) + ( -/-.M +//.+ 22( =./ +..+ /. M )) ( + / /27 / /. M + /2 2 2 / / )( 2 + -))4//94/..// / / /.4 ) + / 6 2!&" &%%"#! ) '.) ) 2 / /. L / /2 2 + /* / / /./K / +2./ +2K )/2 K ' -2.)2 * /2.)K -. K ( K M+.LC/(K M+.L/ //.K M+. - / / ) 5 2 /- 5( /+.)))- 4 +4/4 /.)) 2///.2C /K +./.( C /'/(

8 !"! 4" $,56$! 2 /) - 4. /) 2 / 2(5 5 / C4. $05(6 2 /)- / * 4 +)4 / +)( / / 999$ )4M-- 0 -)/. 9 2./ ' +) M/. +) )-/9//.4. +)/G- 5+) /(/. 6(./ +)/./)/2 2 C4 /. / ) 7 / "4/ ))/.2; +)K #!&!#7& /2 /. 2./ /+/ -- (. / +)K / 8 %* /. 2; / )) 9 /. /// )+/K 8%*2 )/ // -//. + / ///+/2) /2)/2 (.)/ +) (9** +)2 / /+/-- 2)C/.+ ) )/C2 2 2 ( K - ##&*./2 )/ -)999$-5/727// 2./. / +)0 /4 + 0.))/.22/+ (. >!-?>'9 /?.+/ + 5 3"!*2 ) (2. :"!*2 )5M (2 2 2)C P &*/4(4/.4 ( )4 )4-4 / C4 8. ( 4- (4-4.4(4. L ** 2 / ) /M.4 / / / 4 M )//)E M8./ +)K #7&*8./ +)( / /2 /K :*!M/ ))/.C48../ 5../+/- /-/ )) / / 2!&"* +) 2) --. +) / ) / C4 8. / $;5"<!"&"6$ 6 +)( / 999$-/ )))/ ( (//' *./ M6( +. //2 4 /)E 4 5/ +)5/8. K +)/ 999$ (/+ / Q/ ( +72 (K $=5 #!&!#7&6$.999$- ( +).5/2(55/ +)4/) 2 / 8.4 / +)4 /7/ 2-/ / / 2 2./!0 ( $-4. 0 ) /0( 2 /./2 4 )/ /0 6 /452.R.4/ /

9 $-5**!"#6$ 6 % * $ )/ / 4/ (9 4 /% 4 2 )4 M-- 0 -)/.92./ / +) K $05-/9 $>56$ 6/ +)3/ +)22+- /0 )/2 /' / +/ +) //+- / + 6/ +)3/6./ /+. /--.- (/ + /M.))/ +)/2 /.+/8.M. $?52!"<!*'!"#6$ 6/+ 2-- /// )/ / /./+ 7( M/ ))( //. 2 /. /./ $A5(('"6$ 2.R(. 8.( 2 )45 +/)2.)). 999$-48./+ +/)/ +2 +( 2 +. /. 2-/ = ) + / / 4 + / 2 ++ )/ $,,5&6$ 6 5/. /#// 2 /0 -)/ +)< 8. +) / ( $,05'&#!!"6$ ' ) ' /. /8.4 0 /+ 0.(/ "##4//2 2 / //2.// / / 2 ( (5Q / /./ 4/ + +)/2/ +)../ 2- -2/5 / / / 2- (./ $,-52'6$ 62 / M)/(/!-M.))/L4 +M.))/ +)4- +. / 2 2 //2/ ++-6./!-5 / +))27 /. 5/. 72/ +)/ / / )) F ( / 45Q. )+R 5/--/M. 7 2 * -. K /(/ /)/ )K / 2 /. -4-./)-./)K / 2 -- / /. ))/ /. $,>56$ (./ +42.R - )C4./ / / +.)) /-. /9//.4/0.))/.29 //... / / (/ 4/+.+)/2 /)E /2 / /.8./+) /./ $,?56$!M) / +) 3 (. / # - ( + 72 /. /) 2//2 5/: /. / )/$/2 /

10 6 / /(.) / +) 8. / / / $! -) / /. 2 + / )+/2 //+ /. /)/// + $,A5'6$ - 5>?..))./+ 5/ //42 /) 7./ 5-7/ /../// / 4* 2.R 5/ / /(-. )/< / /K22. 2.R 5/ /- / / 2-/ / 5 +./+ /./// /.// ) + / 2 $- 999$- 4 /+ /. /2>./-?2 2 2 C D./-$- 6-2.R/ / )+//.2;2-5/2* )4 (4 4 5Q. 2; 2 5. // / ) / 2* +)/./ /2 2 7/./ // 4// 0-4 / / 0 2.)4 / /. / / 2 4 +) / 2 +1+R++- 5/ // )4/-.2 C8. $0.5%%"*)%"<!""6$ 6 /+. +) ( /..// / / R2..C42)C.- +2 /2/ 4 54/---- 4/ / / )/ /2 2 7/.4/ /0. 4/ / /0. 4/ 4/ 0-4/.//2 4/ +))4/ 0 2.)42S -54-5(2 +S4-5(2.S4/+/.) ) 2 + / )/ 2 /)- 2.R ( 2 )/ +) 2 (/+++//2 / 62 / 5 3 2/ +) )))/F 2)C ( /.2 2 2)C4 /5+//+.0/)/-/2)C /2 -./)52/ + Q )//+.-)4 )4 ). ))/.5- )C2) C/ $0,5!4$$"$6$ 2.R* / 4 - ) C 2) C 2 + ( 2 / /)E K C2)C2. 7K ( ) /.- M. 7-./) (.)/ +-)4 8. )/ ( ) -. /../ / +)/ 7 /M( )K / ( ) /.-4 5 / ( ). 2 5 M/() / / /. +). 5 / / ))) / /4 ( / /+/ $005'!"6$ 2.R 2/ 2 0 -) / +) ) ) * /- +)K ( +/ /5 +/ /) R2/ 2 0 -)/ +)//.)- /28. * + -/. ))+)/ +))K / /0 K / /0 :K $0;5"&""&#"&""6$ 2.R + 4/0 #"4/ / 2+ $4-.* +)/.8..8./--5/0 K +)/.8..8./--5/0 :

11 6./2 / 2-/ 2/ /.2/ +) /) 7./ /24+/ / /-- / +.. $0=5!""6$ / /2 44)-./)-./)/2 / ).8./ 27(/ ) +* 0.))/ +)4C2)C/2 // D '9 //* 2 / ) / 2 / +/K 0.4/2 / )4/C/ 6./8./ / -/4 / / 4/- ( 2 -./)+/8.-../ 2 ( /.// ( $0-5!4$$"$6$ 2.- )(..2 /8.74.(.)/7/ +)2.(..2 2 (/ 3./ 2* /-+.// + )* /M7 +)C2K / /4 +(.)42.)M -)/ +)./* / )4(. //./ )K +. ))/2 // ).. +) ))/ K /45 /27/4 (./8.M./ ). ))K +.)))/ +)/2 /K + (.)/-22 /.))/ / /( (.) / / (9 / / )4.-6 +' +/ 4/-(- / /2 /.8./ 2/.8.../(. / ( / / (+4 /4 /. 4 )/ -4/27//-(5/( / +)/ 4(.)/ //2+ 45( 2 - / 6 4/(9 // 9 CK /-./ //./ C/ ( / K /2 //M )/./C/F -- /D2/.2) C $0>52!(#!"!"!6$ 2.R/( 8./)E / 5Q 5/ +)! /(5 4-2 / $---$ 6+ 7(7/ / / 4/$0/ ))(,$-( / #"- / + /.)4 +/ /.) / 2/ 2 / / /. /./ +)2.2. / /!.)++ 7- / +/ /..// / + / /4 /(5 /MD2+.( $0?5!<!&""&"6$ / /2 2 7/..// / + +)4/- 2 +/.8./2)// 2 / ( )//)E / 7.+/ 45/ ) (.+ 2 M.))/ +) ( /) E 4 / -52.R2 4/( 4+/ 4/ 4.) 4( ( ) + / +/.8./ /2 2 7/../ Q 5 ) ( /. 27/ ). $0A5'&#6$ 27+.)$2 - / +)42 ( 5 / +)42 )/ ) +)2. ( 2 ) +/ ) + -./ ))* 4+ 4*(,$-

12 + 7..) + 0/ )) / / 5/ /8..+/( $;.5"6$! )/ 2 / / +. /2/.. / / 52 ( $;,5**"#%"6$ /-- $;05#'6$ ' 8.+ / 7.+2% / 6(/ ' -/0 //-++/!.TTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTT

CODICE DEONTOLOGICO TESTO VIGENTE con le modifiche approvate dal C.N.F. nella seduta del 27 gennaio 2006

CODICE DEONTOLOGICO TESTO VIGENTE con le modifiche approvate dal C.N.F. nella seduta del 27 gennaio 2006 MODIFICHE AL CODICE DEONTOLOGICO in attuazione della legge 4 AGOSTO 2006 N. 248 APPROVATE DAL C.N.F. NELLA SEDUTA DEL 14 DICEMBRE 2006 con le indicazioni emerse nel corso dell incontro con i Presidenti

Dettagli

ScirettiAvvocati. www.perlex.it

ScirettiAvvocati. www.perlex.it Lo Studio Lo Studio è stato fondato dall Avv. Perla Sciretti nel 1995 a Milano nella originaria sede di Via Podgora 13 e dal luglio 2010 ha sviluppato la propria attività nella attuale sede di Via della

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELL'ADUNANZA DEL 9 GENNAIO 2014 (omissis) LINEE GUIDA SULLA PUBBLICITA' DEGLI AVVOCATI. Art. 1 Principi generali

ESTRATTO DAL VERBALE DELL'ADUNANZA DEL 9 GENNAIO 2014 (omissis) LINEE GUIDA SULLA PUBBLICITA' DEGLI AVVOCATI. Art. 1 Principi generali ESTRATTO DAL VERBALE DELL'ADUNANZA DEL 9 GENNAIO 2014 (omissis) LINEE GUIDA SULLA PUBBLICITA' DEGLI AVVOCATI Art. 1 Principi generali La pubblicità, ancorché consentita, deve essere realizzata osservando

Dettagli

ORGANIZZAZIONE E MARKETING DELLO STUDIO LEGALE

ORGANIZZAZIONE E MARKETING DELLO STUDIO LEGALE Consulenza in comunicazione e marke?ng per gli studi legali ORGANIZZAZIONE E MARKETING DELLO STUDIO LEGALE FONDAZIONE FORENSE BOLZANO - 1 LUGLIO 2011 AVV. PAOLA PARIGI - posta@paolaparigi.it www.paolaparigi.it

Dettagli

CODICE DEONTOLOGICO FORENSE

CODICE DEONTOLOGICO FORENSE CODICE DEONTOLOGICO FORENSE MODIFICHE APPROVATE IL 26 OTTOBRE 2002 DAL CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE - Art. 13 (Dovere di aggiornamento professionale) - Art. 17 (Informazioni sull'esercizio professionale)

Dettagli

Deontologia, informazione professionale e rete internet. Vincenzo Caprioli Avvocato Lecce, 11 luglio 2011

Deontologia, informazione professionale e rete internet. Vincenzo Caprioli Avvocato Lecce, 11 luglio 2011 Deontologia, informazione professionale e rete internet Avvocato Lecce, 11 luglio 2011 I principi di dignità e decoro. Le informazioni sulla attività professionale. Il quadro legislativo e la normativa

Dettagli

CODICE DEONTOLOGICO TESTO VIGENTE MODIFICAZIONI AL CODICE DEONTOLOGICO APPROVATE DAL C.N.F. NELLA SEDUTA DEL 27 GENNAIO 2006

CODICE DEONTOLOGICO TESTO VIGENTE MODIFICAZIONI AL CODICE DEONTOLOGICO APPROVATE DAL C.N.F. NELLA SEDUTA DEL 27 GENNAIO 2006 CODICE DEONTOLOGICO TESTO VIGENTE MODIFICAZIONI AL CODICE DEONTOLOGICO APPROVATE DAL C.N.F. NELLA SEDUTA DEL 27 GENNAIO 2006 ARTICOLO 7 Dovere di fedeltà E dovere dell avvocato svolgere con fedeltà la

Dettagli

CODICE DEONTOLOGICO FORENSE. MODIFICHE AL CODICE DEONTOLOGICO APPROVATE DAL C.N.F. NELLA SEDUTA DEL 27 gennaio 2006 VARIANTE APPROVATA (IN CORSIVO)

CODICE DEONTOLOGICO FORENSE. MODIFICHE AL CODICE DEONTOLOGICO APPROVATE DAL C.N.F. NELLA SEDUTA DEL 27 gennaio 2006 VARIANTE APPROVATA (IN CORSIVO) ARTICOLO 7 Dovere di fedeltà È dovere dell avvocato svolgere con fedeltà la propria attività professionale. I. Costituisce infrazione disciplinare il comportamento dell avvocato che compia consapevolmente

Dettagli

Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Verona COMMISSIONE DEONTOLOGIA

Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Verona COMMISSIONE DEONTOLOGIA Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Verona COMMISSIONE DEONTOLOGIA All esito delle otto sessioni di studio tenutesi sulle relazioni dei Commissari alle novelle apportate al C.D.F. con deliberazioni

Dettagli

propri diritti e di comparazione delle prestazioni offerte sul mercato», ha

propri diritti e di comparazione delle prestazioni offerte sul mercato», ha RELAZIONE SULLE MODIFICHE APPORTATE AL CODICE DEONTOLOGICO FORENSE IN APPLICAZIONE DEL D.L. 4 LUGLIO 2006, N. 223, CONVERTITO CON MODIFICAZIONI DALLA LEGGE 4 AGOSTO 2006, N. 248. A distanza di poco più

Dettagli

Strumenti informativi per lo studio legale, in particolare il sito web

Strumenti informativi per lo studio legale, in particolare il sito web CAMERA CIVILE VENEZIANA Seminario d'aggiornamento TECNOLOGIE INFORMATICHE E PROFESSIONE FORENSE L'avvocato e l'i.t. Mestre, 18 dicembre 2009 Strumenti informativi per lo studio legale, in particolare il

Dettagli

ORGANIZZAZIONE E PROMOZIONE DELLO STUDIO LEGALE

ORGANIZZAZIONE E PROMOZIONE DELLO STUDIO LEGALE ORGANIZZAZIONE E PROMOZIONE DELLO STUDIO LEGALE Secondo un rapporto effettuato dal Ministero della Giustizia a proposito della professione di avvocato il 1 gennaio 2011, le statistiche sono le seguenti.

Dettagli

Pubblicità Sanitaria: linee guida inerenti l applicazione dell art. 48 del Codice Deontologico

Pubblicità Sanitaria: linee guida inerenti l applicazione dell art. 48 del Codice Deontologico Pubblicità Sanitaria: linee guida inerenti l applicazione dell art. 48 del Codice Deontologico 1. PREMESSA 1. Le presenti linee-guida, in attuazione dell art. 48 del Codice Deontologico 1, sono riferite

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE, DELIBERA 12 GIUGNO 2008, N. 15

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE, DELIBERA 12 GIUGNO 2008, N. 15 CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE, DELIBERA 12 GIUGNO 2008, N. 15 Nella seduta del 12 giugno 2008 il CNF ha modificato alcuni articoli del codice deontologico, a seguito dei rilievi formulati dalla Autorità

Dettagli

CODICE DI DEONTOLOGIA E DI BUONA CONDOTTA PER AVVOCATI E INVESTIGATORI Mauro Alovisio, avvocato in Torino. In vigore da gennaio 2009

CODICE DI DEONTOLOGIA E DI BUONA CONDOTTA PER AVVOCATI E INVESTIGATORI Mauro Alovisio, avvocato in Torino. In vigore da gennaio 2009 CODICE DI DEONTOLOGIA E DI BUONA CONDOTTA PER AVVOCATI E INVESTIGATORI Mauro Alovisio, avvocato in Torino In vigore da gennaio 2009 Il codice di deontologia adatta i principi della normativa sulla protezione

Dettagli

CODICE DEONTOLOGICO FORENSE

CODICE DEONTOLOGICO FORENSE CODICE DEONTOLOGICO FORENSE PREAMBOLO L avvocato esercita la propria attività in piena libertà, autonomia ed indipendenza, per tutelare i diritti e gli interessi della persona, assicurando la conoscenza

Dettagli

Codice di deontologia osteopatica

Codice di deontologia osteopatica SOCIETA ITALIANA DI OSTEOPATIA Codice di deontologia osteopatica ANNO 2014 2 TITOLO I PRINCIPI GENERALI Art. 1 Definizione Il Codice di deontologia osteopatica di seguito indicato con il termine di Codice

Dettagli

L INFORMAZIONE PROFESSIONALE DEGLI AVVOCATI

L INFORMAZIONE PROFESSIONALE DEGLI AVVOCATI L INFORMAZIONE PROFESSIONALE DEGLI AVVOCATI alla luce della disciplina del Codice Deontologico Forense e delle Linee Guida dell Unione Triveneta dei Consigli degli Ordini degli Avvocati in materia di pubblicità

Dettagli

Pubblicità Sanitaria: linee guida inerenti l applicazione dell art. 48 del Codice Deontologico

Pubblicità Sanitaria: linee guida inerenti l applicazione dell art. 48 del Codice Deontologico Sede: Via del Tritone, 125 00187 ROMA Tel. O6.485923-4881190 Fax 06.4744332 E-mail: info@fnovi.it Pubblicità Sanitaria: linee guida inerenti l applicazione dell art. 48 del Codice Deontologico 1. PREMESSA

Dettagli

Avvocati: sì alla pubblicità "commerciale", cade il vincolo del "decoro" (Guida al Diritto)

Avvocati: sì alla pubblicità commerciale, cade il vincolo del decoro (Guida al Diritto) Avvocati: sì alla pubblicità "commerciale", cade il vincolo del "decoro" (Guida al Diritto) Eugenio Sacchettini La quinta puntata dell'analisi della riforma forense (testo approvato alla Camera il 31 ottobre

Dettagli

ORDINE DEGLI AVVOCATI DI IVREA

ORDINE DEGLI AVVOCATI DI IVREA ORDINE DEGLI AVVOCATI DI IVREA REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DELLA PRATICA FORENSE ****** ****** 1 PREMESSA Chiunque voglia avviarsi alla professione forense deve aver svolto un periodo di pratica professionale

Dettagli

ORDINE DEGLI AVVOCATI DI LATINA

ORDINE DEGLI AVVOCATI DI LATINA ORDINE DEGLI AVVOCATI DI LATINA Regolamento per lo svolgimento della pratica forense 1) Regolamentazione della pratica 1.1 Fonti normative 2) Note sulla pratica forense 2.1 Svolgimento della pratica 2.1

Dettagli

Il Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Genova,

Il Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Genova, Il Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Genova, nelle sedute del 18 ottobre 2007 e 17 aprile 2008, 24 settembre e 15 ottobre 2009 - visto il Regolamento per la Formazione continua approvato dal Consiglio

Dettagli

PUBBLICITA DELL INFORMAZIONE SANITARIA LINEA-GUIDA INERENTE L APPLICAZIONE DEGLI ARTT. 55-56-57 DEL CODICE DI DEONTOLOGIA MEDICA

PUBBLICITA DELL INFORMAZIONE SANITARIA LINEA-GUIDA INERENTE L APPLICAZIONE DEGLI ARTT. 55-56-57 DEL CODICE DI DEONTOLOGIA MEDICA PUBBLICITA DELL INFORMAZIONE SANITARIA LINEA-GUIDA INERENTE L APPLICAZIONE DEGLI ARTT. 55-56-57 DEL CODICE DI DEONTOLOGIA MEDICA 1. PREMESSA La presente linea-guida in attuazione degli artt. 55-56-57 del

Dettagli

PUBBLICITA DELL INFORMAZIONE SANITARIA LINEA-GUIDA INERENTE L APPLICAZIONE DEGLI ARTT. 55-56-57 DEL CODICE DI DEONTOLOGIA MEDICA

PUBBLICITA DELL INFORMAZIONE SANITARIA LINEA-GUIDA INERENTE L APPLICAZIONE DEGLI ARTT. 55-56-57 DEL CODICE DI DEONTOLOGIA MEDICA 4 PUBBLICITA DELL INFORMAZIONE SANITARIA LINEA-GUIDA INERENTE L APPLICAZIONE DEGLI ARTT. 55-56-57 DEL CODICE DI DEONTOLOGIA MEDICA 1) Premessa La presente linea-guida in attuazione degli artt. 55-56-57

Dettagli

Ordine Nazionale dei Biologi TEL. (06) 57.090.1 r.a. Telefax: 57.090.234 00153 ROMA - Via Icilio, 7

Ordine Nazionale dei Biologi TEL. (06) 57.090.1 r.a. Telefax: 57.090.234 00153 ROMA - Via Icilio, 7 REGOLAMENTO PER L INFORMAZIONE SANITARIA (in applicazione alla Legge 183/2011 legge di riforma degli ordini professionali) Riferimenti legislativi - Legge 4 agosto 2006, n. 248 (Regolamento di pubblicità

Dettagli

Il Consiglio, premesso - che l Avvocatura italiana è chiamata ad una maggiore e quanto mai sensibile cura della propria competenza, professionalità e

Il Consiglio, premesso - che l Avvocatura italiana è chiamata ad una maggiore e quanto mai sensibile cura della propria competenza, professionalità e Il Consiglio, premesso - che l Avvocatura italiana è chiamata ad una maggiore e quanto mai sensibile cura della propria competenza, professionalità e preparazione, nell interesse della tutela dei più rilevanti

Dettagli

UNIONE DI COMUNI VALDEMONE

UNIONE DI COMUNI VALDEMONE UNIONE DI COMUNI VALDEMONE AVVISO DI PROCEDURA COMPARATIVA PER IL CONFERIMENTO DI N. 1 INCARICO LIBERO PROFESSIONALE PRESSO L UNIONE DI COMUNI VALDEMONE IL RESPONSABILE AMMINISTRATIVO Richiamati: la deliberazione

Dettagli

ORDINE DEGLI AVVOCATI DI MILANO

ORDINE DEGLI AVVOCATI DI MILANO Confronto tra i Principi di fondo irrinunciabili per l Avvocatura italiana individuati il 17 ottobre 2009 e il testo approvato dal Senato nel novembre 2010: 1) La specialità dell ordinamento professionale

Dettagli

2 attività subordinata, in quali giorni, in quali orari ed alle dipendenze di quale datore di lavoro; ove il praticante dovesse intraprendere

2 attività subordinata, in quali giorni, in quali orari ed alle dipendenze di quale datore di lavoro; ove il praticante dovesse intraprendere 2008-2011 IL CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI TRIESTE RITENUTO CHE: a) L art. 1 DPR 101/90 dispone che la pratica forense deve essere svolta con assiduità, diligenza e che la stessa si svolge principalmente

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA DELL UNIONE DELLE CURIE SARDE.1 - Soggetti obbligati Avvocati iscritti all Albo e praticanti dalla data di abilitazione al patrocino..2 - Decorrenza

Dettagli

CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI BASSANO DEL GRAPPA REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DELLA PRATICA FORENSE

CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI BASSANO DEL GRAPPA REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DELLA PRATICA FORENSE CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI BASSANO DEL GRAPPA REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DELLA PRATICA FORENSE CAPO I Iscrizione al Registro Speciale dei Praticanti 1 Il laureato che intenda avviarsi alla

Dettagli

Il/La sottoscritto/a nato/a a prov. il residente in c.a.p via Tel. c.f. Cellulare indirizzo e-mail obbligatorio) pec Titolo di Studio.

Il/La sottoscritto/a nato/a a prov. il residente in c.a.p via Tel. c.f. Cellulare indirizzo e-mail obbligatorio) pec Titolo di Studio. DOMANDA DA REDIGERE IN CARTA LEGALE O RESA LEGALE (16,00) Al Consiglio Provinciale dei Consulenti del Lavoro della Provincia di Sassari Via Milano 7 07100 Sassari (SS) Il/La sottoscritto/a nato/a a prov.

Dettagli

Il/La sottoscritto/a. Nat a il / / Residente in Via n. CAP Prov. Stato Tel. Cell. e-mail. Codice fiscale CHIEDE

Il/La sottoscritto/a. Nat a il / / Residente in Via n. CAP Prov. Stato Tel. Cell. e-mail. Codice fiscale CHIEDE Spett.le ADISU Puglia Agenzia regionale per il Diritto allo Studio Universitario Direzione Generale Via G. Fortunato, 4/g 70125 Bari BORSE DI RICERCA A BRUXELLES AVVISO PUBBLICO ANNO 2013 DELIBERAZIONE

Dettagli

Legge federale sui giuristi d impresa (LGIm)

Legge federale sui giuristi d impresa (LGIm) Avamprogetto Legge federale sui giuristi d impresa (LGIm) del L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visto l articolo 95 capoverso della Costituzione federale ; visto il messaggio del Consiglio

Dettagli

LA DOMANDA DEVE ESSERE PRESENTATA ALL'ORDINE DEI MEDICI CHIRURGHI E DEGLI ODONTOIATRI SU CARTA RESA LEGALE, UTILIZZANDO IL PRESENTE MODULO

LA DOMANDA DEVE ESSERE PRESENTATA ALL'ORDINE DEI MEDICI CHIRURGHI E DEGLI ODONTOIATRI SU CARTA RESA LEGALE, UTILIZZANDO IL PRESENTE MODULO DOMANDA TARGA, ECC. PER STUDI MEDICI INDIVIDUALI O ASSOCIATI LA DOMANDA DEVE ESSERE PRESENTATA ALL'ORDINE DEI MEDICI CHIRURGHI E DEGLI ODONTOIATRI SU CARTA RESA LEGALE, UTILIZZANDO IL PRESENTE MODULO marca

Dettagli

CODICE DEONTOLOGICO FORENSE

CODICE DEONTOLOGICO FORENSE CODICE DEONTOLOGICO FORENSE Testo comprensivo delle ultime modifiche apportate con delibera CNF del 12 giugno 2008 PREAMBOLO L avvocato esercita la propria attività in piena libertà, autonomia ed indipendenza,

Dettagli

CODICE DELL AMMINISTRATORE ASSOCIATO ANAPI PREAMBOLO

CODICE DELL AMMINISTRATORE ASSOCIATO ANAPI PREAMBOLO CODICE DELL AMMINISTRATORE ASSOCIATO ANAPI PREAMBOLO L amministratore associato ANAPI (da ora in poi Amm.re Ass.to) esercita la propria attività in piena libertà, autonomia ed indipendenza, per tutelare

Dettagli

ARCHITETTO DESCRIZIONE

ARCHITETTO DESCRIZIONE ARCHITETTO DESCRIZIONE La professione dell'architetto può essere molto varia. A seconda della specializzazione che si intraprende la figura dell'architetto può: progettare edifici di civile abitazione

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA CODICE DEONTOLOGICO FORENSE (Testo approvato dal Consiglio Nazionale Forense nella seduta del 17 aprile 1997 ed aggiornato con le modifiche introdotte il 16 ottobre 1999, il 26 ottobre 2002, il 27 gennaio

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA CODICE DEONTOLOGICO FORENSE (Testo approvato dal Consiglio Nazionale Forense nella seduta del 17 aprile 1997 ed aggiornato con le modifiche introdotte il 16 ottobre 1999, il 26 ottobre 2002, il 27 gennaio

Dettagli

Allegato "C" all'atto n. 83.995/27.791 di repertorio CODICE DEONTOLOGICO. Principi e regole vincolanti per gli iscritti al ROI

Allegato C all'atto n. 83.995/27.791 di repertorio CODICE DEONTOLOGICO. Principi e regole vincolanti per gli iscritti al ROI Allegato "C" all'atto n. 83.995/27.791 di repertorio CODICE DEONTOLOGICO Principi e regole vincolanti per gli iscritti al ROI Principi generali Art. 1 Gli iscritti al ROI, di seguito indicati con il nome

Dettagli

IL CODICE DEONTOLOGICO FORENSE

IL CODICE DEONTOLOGICO FORENSE IL CODICE DEONTOLOGICO FORENSE I PRINCIPI GENERALI ART. 1. - Ambito di applicazione. Le norme deontologiche si applicano a tutti gli avvocati e praticanti nella loro attività, nei loro reciproci rapporti

Dettagli

Atto di Indirizzo sulla Pubblicità Informativa delle attività professionali

Atto di Indirizzo sulla Pubblicità Informativa delle attività professionali Atto di Indirizzo sulla Pubblicità Informativa delle attività professionali Approvato nella seduta del 13 giugno 2007 Art.1 - Premessa La pubblicità delle attività oggetto del presente atto di indirizzo

Dettagli

CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI FROSINONE

CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI FROSINONE CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI FROSINONE REGOLAMENTO PER LA PRATICA FORENSE E L'ESERCIZIO DEL PATROCINIO APPROVATO DAL CONSIGLIO DELL ORDINE NELLA SEDUTA DEL 27 FEBBRAIO 2003 Iscrizione Art. 1

Dettagli

CURRICULUM VITAE. Fabio Alonzi,

CURRICULUM VITAE. Fabio Alonzi, CURRICULUM VITAE Fabio Alonzi, Laurea in giurisprudenza conseguita, nel 1994, presso l Università La Sapienza di Roma, discutendo una tesi in Procedura penale, relatore Prof. F. Cordero, sul tema Profili

Dettagli

CAPO I PUBBLICITA' INFORMATIVA SANITARIA - REGOLE GENERALI

CAPO I PUBBLICITA' INFORMATIVA SANITARIA - REGOLE GENERALI 1 NOTE ESPLICATIVE IN MERITO ALL APPLICAZIONE DELLE NORME DEL NUOVO CODICE DEONTOLOGICO E DELLE RELATIVE LINEE GUIDA IN TEMA DI PUBBLICITA INFORMATIVA SANITARIA CAPO I PUBBLICITA' INFORMATIVA SANITARIA

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA Il Presidente Avv. Prof. Guido Alpa Roma, 16 luglio 2007 N. 25-C/2007 Ill.mi Signori Avvocati via e-mail e via telefax - PRESIDENTI DEI CONSIGLI

Dettagli

STRUMENTI INFORMATIVI PER LO STUDIO LEGALE: l'avvocato, i siti web e i social network

STRUMENTI INFORMATIVI PER LO STUDIO LEGALE: l'avvocato, i siti web e i social network ORDINE DEGLI AVVOCATI DI CAGLIARI STRUMENTI INFORMATIVI PER LO STUDIO LEGALE: l'avvocato, i siti web e i social network Cagliari, 31 marzo 2012 ...CENNI NORMATIVI: Ris. Parlamento Europeo 23.3.2006: qualsiasi

Dettagli

La comunicazione. e il marketing degli avvocati (in particolare sul web) Napoli 22 settembre 2015 MILAN LONDON. www.parisandbold.

La comunicazione. e il marketing degli avvocati (in particolare sul web) Napoli 22 settembre 2015 MILAN LONDON. www.parisandbold. La comunicazione e il marketing degli avvocati (in particolare sul web) Napoli 22 settembre 2015 www.parisandbold.com Deontologia Il codice deontologico parla di: dovere di corretta informazione divieto

Dettagli

L Avvocato e i social media

L Avvocato e i social media ORDINE DEGLI AVVOCATI DI VERONA COMMISSIONE INFORMATICA L Avvocato e i social media Verona, 2 dicembre 2011 Cosa sono i social media? Definizione di Wikipedia (a sua volta un social media): Social media

Dettagli

L OBBLIGO DELL ASSICURAZIONE PROFESSIONALE

L OBBLIGO DELL ASSICURAZIONE PROFESSIONALE CASSA DI PREVIDENZA E RIFORMA FORENSE L OBBLIGO DELL ASSICURAZIONE PROFESSIONALE Roma Sala Seminari Cassa Forense Mercoledì 4 giugno 2013 Alessandro Graziani, Avvocato alessandrograziani@iuslaw.it 2 IL

Dettagli

A.P.N.E.C. - ASSOCIAZIONE PROFESSIONALE NAZIONALE EDUCATORI CINOFILI REGOLAMENTO UTILIZZO MARCHIO APNEC (LOGO E ACRONIMO)

A.P.N.E.C. - ASSOCIAZIONE PROFESSIONALE NAZIONALE EDUCATORI CINOFILI REGOLAMENTO UTILIZZO MARCHIO APNEC (LOGO E ACRONIMO) REGOLAMENTO UTILIZZO MARCHIO APNEC (LOGO E ACRONIMO) USO DA PARTE DELL ASSOCIATO L associato in regola con il pagamento della quota sociale e con l obbligo dei crediti formativi può utilizzate il marchio

Dettagli

LA FNC IPASVI, nell esercizio delle proprie prerogative istituzionali

LA FNC IPASVI, nell esercizio delle proprie prerogative istituzionali LA FNC IPASVI, nell esercizio delle proprie prerogative istituzionali Vista la normativa vigente ed in particolare il decreto legge del 4 luglio 2006, n. 223. "Disposizioni urgenti per il rilancio economico

Dettagli

ORDINE DEI MEDICI CHIRURGHI E DEGLI ODONTOIATRI

ORDINE DEI MEDICI CHIRURGHI E DEGLI ODONTOIATRI Alessandria, li 26.03.2015 Prot. n. 1819 AP/C OGGETTO: Parere favorevole all apertura di un sito o di una pagina web su Internet. Alla Dott.ssa Michela Cecilia Francesca ROSSI e-mail: miki_rossi76@yahoo.it

Dettagli

REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DELLA PRATICA FORENSE

REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DELLA PRATICA FORENSE CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI MACERATA REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DELLA PRATICA FORENSE TITOLO I ISCRIZIONE NEL REGISTRO SPECIALE DEI PRATICANTI ART. 1 Il laureato in Giurisprudenza che intenda

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA CODICE DI DEONTOLOGIA (Approvato dal Consiglio nazionale forense il 17 aprile 1997, con le modifiche introdotte il 16 ottobre 1999, il 26

Dettagli

ORDINE DEGLI AVVOCATI DI ANCONA

ORDINE DEGLI AVVOCATI DI ANCONA ORDINE DEGLI AVVOCATI DI ANCONA REGOLAMENTO DELLA FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA IN ATTUAZIONE DEL REGOLAMENTO CNF DEL 13/7/2007 Articolo 1. Definizioni Nell ambito del presente atto: 1) per Regolamento

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA REGOLAMENTO 16 luglio 2014, n. 6 Regolamento per la formazione continua IL CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE nella seduta del 16 luglio 2014 visto l art. 11 della legge 31 dicembre 2012, n. 247, rubricato Formazione

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA Facoltà di Giurisprudenza Dipartimento Scienze Giuridiche In collaborazione con la SCUOLA SUPERIORE DELL AVVOCATURA MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN Disciplina della professione forense, tecniche

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI LECCE. Direzione Area Studenti D.R. N.2127 IL RETTORE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI LECCE. Direzione Area Studenti D.R. N.2127 IL RETTORE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI LECCE Direzione Area Studenti D.R. N.2127 Oggetto: Iscritti all Albo dei Consulenti del Lavoro - riconoscimento crediti formativi nel Corso di studio di I livello in Scienze dei

Dettagli

VADEMECUM PER LA FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA

VADEMECUM PER LA FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA VADEMECUM PER LA FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA Questo breve vademecum costituisce una sintesi degli adempimenti conseguenti all entrata in vigore, in data 1 gennaio 2008, del regolamento per la formazione

Dettagli

"PSICOLOGIA E NEUROPSICOLOGIA FORENSE" "PSICOLOGIA E NEUROPSICOLOGIA FORENSE"

PSICOLOGIA E NEUROPSICOLOGIA FORENSE PSICOLOGIA E NEUROPSICOLOGIA FORENSE Domanda di iscrizione al MASTER ANNUALE DI II LIVELLO in "PSICOLOGIA E NEUROPSICOLOGIA FORENSE" Al Direttore Scientifico di Neuropsicologia.it e Direttore del Corso: l sottoscritt nat a ( ) _ il cittadinanza

Dettagli

ORDINE DEGLI AVVOCATI DI BARI REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE CONTINUA

ORDINE DEGLI AVVOCATI DI BARI REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE CONTINUA ORDINE DEGLI AVVOCATI DI BARI REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE CONTINUA IL CONSIGLIO DELL'ORDINE DEGLI AWOCATI DI BARI Letto il Regolamento per la formazione professionale continua approvato dal CNF il 13

Dettagli

Il/la sottoscritto/a. nato a ( ) il. residente a ( ) in Via n. recapito telefonico n. telefonino indirizzo e-mail CHIEDE

Il/la sottoscritto/a. nato a ( ) il. residente a ( ) in Via n. recapito telefonico n. telefonino indirizzo e-mail CHIEDE DOMANDA DI ISCRIZIONE ALL ALBO PROFESSIONALE PER TRASFERIMENTO (in bollo) AL SIG. PRESIDENTE DEL COLLEGIO PROV.LE GEOMETRI E GEOMETRI LAUREATI DI R I E T I Il/la sottoscritto/a (cognome) (nome) nato a

Dettagli

AS316 - LIBERALIZZAZIONE DEI SERVIZI PROFESSIONALI. Roma, 18 novembre 2005

AS316 - LIBERALIZZAZIONE DEI SERVIZI PROFESSIONALI. Roma, 18 novembre 2005 AS316 - LIBERALIZZAZIONE DEI SERVIZI PROFESSIONALI Roma, 18 novembre 2005 Presidente del Senato Senatore Prof. Marcello Pera Presidente della Camera dei Deputati On.le Pier Ferdinando Casini Presidente

Dettagli

Articolo 12. Articolo 13

Articolo 12. Articolo 13 CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN SCIENZE GIURIDICHE PER LA CONSULENZA DEL LAVORO E LA SICUREZZA DEI LAVORATORI NUOVO ORDINAMENTO Classe L-14, Classe delle lauree triennali in Scienze dei servizi giuridici

Dettagli

CORSO PER AMMINISTRATORI DI CONDOMINIO

CORSO PER AMMINISTRATORI DI CONDOMINIO CORSO PER AMMINISTRATORI DI CONDOMINIO L AMMINISTRATORE DI CONDOMINIO, REQUISITI, REGIME TRANSITORIO DOPO LA LEGGE 220/2012, LA PROROGATIO, L AMMINISTRATORE IN FORMA SOCIETARIA. Rosolen Monia ANNO 2013

Dettagli

IL CODICE DEONTOLOGICO FORENSE

IL CODICE DEONTOLOGICO FORENSE IL CODICE DEONTOLOGICO FORENSE (Testo approvato dal Consiglio Nazionale Forense nella seduta del 17 aprile 1997 ed aggiornato con le modifiche introdotte il 16 ottobre 1999, il 26 ottobre 2002, il 27 gennaio

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE PER L AFFIDAMENTO DI INCARICO DI DUE DILIGENCE

AVVISO DI SELEZIONE PER L AFFIDAMENTO DI INCARICO DI DUE DILIGENCE AVVISO DI SELEZIONE PER L AFFIDAMENTO DI INCARICO DI DUE DILIGENCE IL DIRIGENTE DEL SETTORE ATTIVITÀ DI CONTROLLO PARTECIPAZIONI SOCIETARIE SISTEMA INFORMATIVO PREMESSO che la Provincia di Imperia intende

Dettagli

Il/la sottoscritto/a. nato a ( ) il residente a ( ) in Via n recapito telefonico con studio. professionale in ( ) in Via n.

Il/la sottoscritto/a. nato a ( ) il residente a ( ) in Via n recapito telefonico con studio. professionale in ( ) in Via n. DOMANDA DI ISCRIZIONE ALL ALBO PROFESSIONALE (in bollo) AL SIG. PRESIDENTE DEL COLLEGIO PROV.LE GEOMETRI E GEOMETRI LAUREATI DI R I E T I Il/la sottoscritto/a (cognome) (nome) nato a ( ) il residente a

Dettagli

CODICE DEONTOLOGICO DEI SOCI AOBI. Principi generali

CODICE DEONTOLOGICO DEI SOCI AOBI. Principi generali Principi generali 1. I Soci AOBI, in particolare i Soci Ordinari e i Soci Professionali, nell esercizio della propria attività ed anche al di fuori di essa, devono uniformare il proprio comportamento all

Dettagli

. IL CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI TRIESTE

. IL CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI TRIESTE . IL CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI TRIESTE Considerato che l ordinamento professionale riserva ai Consigli dell Ordine degli Avvocati, in collaborazione con il Consiglio Nazionale Forense e ferma

Dettagli

ORDINE DEGLl AVVOCATI DEL CANTONE TlClNO

ORDINE DEGLl AVVOCATI DEL CANTONE TlClNO ORDINE DEGLl AVVOCATI DEL CANTONE TlClNO RELATIVA A NOME DEGLl STUDI, CARTA DA LETTERA, OPUSCOLI, INSEGNE Dl STUDIO, SIT1 INTERNET, ANNUNCI SU ELENCHI E ALTRE PUBBLlCAZlONl del 17 aprile 2007 II Consiglio

Dettagli

Dal 2011 attualmente in corso. Dal 2010 attualmente in corso. GCA srl,via Monte Giberto 47-00138 Roma

Dal 2011 attualmente in corso. Dal 2010 attualmente in corso. GCA srl,via Monte Giberto 47-00138 Roma CURRICULUM VITAE di INFORMAZIONI PERSONALI Cognome e Nome Forte Angelo Luogo e data di nascita Altamura ( BA ), 13 agosto 1972 Indirizzo Residenza e domicilio 15,via San Corrado - 70026 Modugno ( BA )

Dettagli

ARTICOLO 1. AMBITO DI APPLICAZIONE. ARTICOLO 2. POTESTÀ DISCIPLINARE. ARTICOLO 3. VOLONTARIETÀ DELL AZIONE.

ARTICOLO 1. AMBITO DI APPLICAZIONE. ARTICOLO 2. POTESTÀ DISCIPLINARE. ARTICOLO 3. VOLONTARIETÀ DELL AZIONE. PREAMBOLO L avvocato esercita la propria attività in piena libertà, autonomia ed indipendenza, per tutelare i diritti e gli interessi della persona, assicurando la conoscenza delle leggi e contribuendo

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA Facoltà di Giurisprudenza Dipartimento Scienze Giuridiche MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN DIRITTO PRIVATO EUROPEO (Codice Corso di Studio da inserire nel bollettino di immatricolazione: 04579) L

Dettagli

Scheda di preiscrizione al Master Universitario di secondo livello in Economia e Diritto dell Impresa Anno Accademico 2003-2004

Scheda di preiscrizione al Master Universitario di secondo livello in Economia e Diritto dell Impresa Anno Accademico 2003-2004 Scheda di preiscrizione al Master Universitario di secondo livello in Economia e Diritto dell Impresa Anno Accademico 2003-2004 AL RETTORE L SOTTOSCRITT Cognome e Nome Luogo di nascita Nazionalità Data

Dettagli

I719 - ORDINE DEGLI AVVOCATI DI BRESCIA Provvedimento n. 19966

I719 - ORDINE DEGLI AVVOCATI DI BRESCIA Provvedimento n. 19966 I719 - ORDINE DEGLI AVVOCATI DI BRESCIA Provvedimento n. 19966 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 18 giugno 2009; SENTITO il Relatore Dottor Salvatore Rebecchini;

Dettagli

FACOLTÀ DI ECONOMIA. CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN ECONOMIA AZIENDALE E MANAGEMENT Classe L/18 Insegnamento di Diritto Privato

FACOLTÀ DI ECONOMIA. CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN ECONOMIA AZIENDALE E MANAGEMENT Classe L/18 Insegnamento di Diritto Privato FACOLTÀ DI ECONOMIA CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN ECONOMIA AZIENDALE E MANAGEMENT Classe L/18 Insegnamento di Diritto Privato SSD 12/A1-9 CFU A.A. 2014-2015 Prof. Carlo Cicala E-mail: carlo.cicala@unicusano.it

Dettagli

ORDINE DEGLI AVVOCATI DI GORIZIA

ORDINE DEGLI AVVOCATI DI GORIZIA ORDINE DEGLI AVVOCATI DI GORIZIA REGOLAMENTO PER LA PRATICA FORENSE approvato dal Consiglio dell Ordine di Gorizia in data 17.04.2008 in vigore dal 02.05.2008 (aggiornato alla seduta del COA di data 21.10.2010)

Dettagli

In particolare, lo Sportello del cittadino offrirà come servizio l'illustrazione di:

In particolare, lo Sportello del cittadino offrirà come servizio l'illustrazione di: CNF: nasce lo Sportello del cittadino, consulenza gratuita Consiglio Nazionale Forense, bozza regolamento 14.02.2013 I Consigli dell Ordine degli Avvocati istituiranno uno Sportello per il cittadino con

Dettagli

AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE di REGGIO CALABRIA AVVISO

AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE di REGGIO CALABRIA AVVISO AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE di REGGIO CALABRIA AVVISO SELEZIONI DI N 4 PRATICANTI AVVOCATO E N 2 TIROCINANTI PRESSO L UFFICIO AFFARI LEGALI DELLA AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE di REGGIO CALABRIA L Azienda

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Prefazione alla seconda edizione... Pag. VII Prefazione di Guido Alpa...» IX

INDICE SOMMARIO. Prefazione alla seconda edizione... Pag. VII Prefazione di Guido Alpa...» IX Prefazione alla seconda edizione... Pag. VII Prefazione di Guido Alpa...» IX CAPITOLO I LINEAMENTI DI ORDINAMENTO PROFESSIONALE FORENSE 1. Ordinamento professionale forense, pluralità degli ordinamenti

Dettagli

Nome Indirizzo Telefono cell Fax E-mail Pec. Italiana 16/10/1977 Atripalda (AV)

Nome Indirizzo Telefono cell Fax E-mail Pec. Italiana 16/10/1977 Atripalda (AV) CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Telefono cell Fax E-mail Pec MELE, Teresa Via Tagliamento, n. 43 83100 Avellino (AV) teresa.mele1@gmail.com teresa.mele@avvocatiavellinopec.it Nazionalità

Dettagli

Appendice terza Elenco dei formatori Scheda da compilarsi per ciascun soggetto

Appendice terza Elenco dei formatori Scheda da compilarsi per ciascun soggetto Appendice terza Elenco dei formatori Scheda da compilarsi per ciascun soggetto Dati personali Cognome Nome Sesso: M F Data di nascita Luogo di nascita Stato di nascita C.F. Partita. IVA Cittadinanza Residenza

Dettagli

IL FISIOTERAPISTA E LA PUBBLICITA INFORMATIVA SANITARIA

IL FISIOTERAPISTA E LA PUBBLICITA INFORMATIVA SANITARIA CODICE DI AUTOREGOLAMENTAZIONE IL FISIOTERAPISTA E LA PUBBLICITA INFORMATIVA SANITARIA INTRODUZIONE Obiettivi del codice di autoregolamentazione A.I.Fi. - Garantire ai cittadini la tutela del diritto di

Dettagli

Codice di deontologia e di buona condotta per i trattamenti di dati personali effettuati per svolgere investigazioni difensive

Codice di deontologia e di buona condotta per i trattamenti di dati personali effettuati per svolgere investigazioni difensive Roma 18 dicembre 2008 Autorità garante per la protezione dei dati personali Presentazione del Codice di deontologia e di buona condotta per i trattamenti di dati personali effettuati per svolgere investigazioni

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE Commissione per l assegnazione dei crediti formativi PROCEDURA DI ACCREDITAMENTO DELLE INIZIATIVE FORMATIVE SERIALI O ESTERE Unità operativa della Commissione per l assegnazione dei crediti formativi Roma

Dettagli

CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI PORDENONE. L art. 10 della Direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio 98/5/CE

CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI PORDENONE. L art. 10 della Direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio 98/5/CE CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI PORDENONE REGOLAMENTO PER L INTEGRAZIONE NELLA PROFESSIONE DI AVVOCATO (AVVOCATO INTEGRATO) DELL AVVOCATO STABILITO PREMESSA L art. 10 della Direttiva del Parlamento

Dettagli

CODICE DEONTOLOGICO FORENSE (Testo approvato dal Consiglio Nazionale Forense nella seduta del 17 aprile 1997 ed aggiornato con le modifiche

CODICE DEONTOLOGICO FORENSE (Testo approvato dal Consiglio Nazionale Forense nella seduta del 17 aprile 1997 ed aggiornato con le modifiche CODICE DEONTOLOGICO FORENSE (Testo approvato dal Consiglio Nazionale Forense nella seduta del 17 aprile 1997 ed aggiornato con le modifiche introdotte il 16 ottobre 1999, il 26 ottobre 2002, il 27 gennaio

Dettagli

REGOLAMENTO INTEGRATIVO PER LO SVOLGIMENTO DELLA PRATICA FORENSE DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI ISERNIA

REGOLAMENTO INTEGRATIVO PER LO SVOLGIMENTO DELLA PRATICA FORENSE DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI ISERNIA REGOLAMENTO INTEGRATIVO PER LO SVOLGIMENTO DELLA PRATICA FORENSE DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI ISERNIA Adottato con delibera del Consiglio dell Ordine del 21/03/ 2013 PREMESSO CHE Il presente regolamento

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE PEZZELLA, BRIGUGLIO, GIULIO CONTI, BELLOTTI. Disciplina della professione di investigatore privato

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE PEZZELLA, BRIGUGLIO, GIULIO CONTI, BELLOTTI. Disciplina della professione di investigatore privato Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 677 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI PEZZELLA, BRIGUGLIO, GIULIO CONTI, BELLOTTI Disciplina della professione di investigatore

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO MODALITA` ATTUATIVE AL REGOLAMENTO DELLA FORMAZIONE CONTINUA

CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO MODALITA` ATTUATIVE AL REGOLAMENTO DELLA FORMAZIONE CONTINUA CONGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO REGOLAMENTO DELLA FORMAZIONE CONTINUA OBBLIGATORIA DEL CONSULENTE DEL LAVORO PER L ESERCIZIO IN QUALITA DELLA PROFESONE MODALITA` ATTUATIVE AL REGOLAMENTO

Dettagli

Camera Penale Franco Bricola di Bologna

Camera Penale Franco Bricola di Bologna Camera Penale Franco Bricola di Bologna In data 22 luglio 2010 si riunisce il Consiglio Direttivo della Camera Penale Franco Bricola di Bologna. Sono presenti gli avvocati Elisabetta d Errico, Gianluca

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Persegati Eloisa Data di nascita 21/1/1963 Qualifica D5, profilo professionale avvocato Amministrazione Provincia di Mantova Incarico attuale Posizione Organizzativa

Dettagli

Formato europeo per il curriculum vitae

Formato europeo per il curriculum vitae Formato europeo per il curriculum vitae Informazioni personali Nome Indirizzo di residenza GODINO FLAVIO Località Maiolino 88040 Gizzeria Lido (CZ) Telefono 0968/53268 348/3200939 Fax 0968/1945707 E-mail

Dettagli

UN ORDINE AL PASSO CON LA PROFESSIONE L'EVOLUZIONE DELL'ORDINAMENTO ALLA LUCE DELLA RIFORMA 2011 Romeo La Pietra. Bari, 9 settembre 2011

UN ORDINE AL PASSO CON LA PROFESSIONE L'EVOLUZIONE DELL'ORDINAMENTO ALLA LUCE DELLA RIFORMA 2011 Romeo La Pietra. Bari, 9 settembre 2011 UN ORDINE AL PASSO CON LA PROFESSIONE L'EVOLUZIONE DELL'ORDINAMENTO ALLA LUCE DELLA RIFORMA 2011 Romeo La Pietra Bari, 9 settembre 2011 1 RIFORMA PROFESSIONI LIBERALIZZARE o DEREGOLAMENTARE? Liberalizzare:

Dettagli

GIURISPRUDENZA DEL CNF E DELLA CASSAZIONE

GIURISPRUDENZA DEL CNF E DELLA CASSAZIONE GIURISPRUDENZA DEL CNF E DELLA CASSAZIONE a cura di Remo Danovi 1. Tenuta albi - Pena interdittiva accessoria sentenza penale di condanna La cancellazione dall Albo degli Avvocati, disposta come conseguenza

Dettagli