ICEC Istituto di Certificazione per l area pelle

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ICEC Istituto di Certificazione per l area pelle"

Transcript

1 No:marhio_ICEC_r03_ie.do Approved by PRES. ICEC Date: Replaes: 02 Page 1 di 10 Regole d uso dei marhi di ertifiazione ICEC INDICE 1. Sopo e ampo di appliazione 1.1 Marhi di Certifiazione ISO 9001 e ISO Conessione e uso del Certifiato di Conformità e dei Marhi di Certifiazione 2.1 Riproduzione del ertifiato 2.2 Diritto d uso del marhio di Certifiazione 3. Il marhio ACCREDIA 4. Regole d uso generali 4.1 Utilizzo del Marhio di Certifiazione 4.2 Dimensione minima 4.3 Distanza 4.4 Dimensione massima 4.5 Riferimenti romatii 4.6 Carte da lettere in generale 4.7 Carte da lettere (Soietà on più sedi) 4.8 Carte da lettere (Aziende Consorziate) 4.9 Buste 4.10 Biglietti da visita 4.11 Fatture, stampanti e fax 4.12 Bilanio 4.13 Monografia istituzionale 4.14 Pubbliità 4.15 Internet 4.16 Fiere 4.17 Mezzi e veioli 4.18 Strutture aziendali permanenti 4.19 Caratteristihe della Diitura di Certifiazione 4.20 Prodotti 4.21 Etihette autoadesive e timbri 4.22 Imballi primari e seondari 4.23 Nastro adesivo 4.24 Dépliant di prodotto 4.25 Fogli atalogo e Shede prodotto 4.26 Certifiati di laboratorio (per laboratori inlusi nel sistema di gestione ertifiato) 4.27 Sritte aggiuntive faoltative ai loghi di ertifiazione di sistema 5. Regole d'uso speifihe per Marhio di prodotto 6. Regole d'uso speifihe per Marhi relativi a ertifiazioni seondo ICEC_TS (Tehnial Speifiation) 7. Regole d'uso speifihe per il Logo di Proesso 8. Regole d'uso speifihe per Marhi relativi a ertifiazioni non areditate ACCREDIA 9. Sanzioni 10. Note integrative riguardanti l uso della pelle di animale stilizzata nei loghi uffiiali ICEC 11. Marhi di ertifiazione (fa simile) 1. Sopo e ampo di appliazione Il presente doumento definise le regole per l uso dei Marhi di Certifiazione e della Diitura di Certifiazione, da parte delle aziende ertifiate ICEC. Per quanto onerne le regole d uso del marhio identifiativo della denominazione di origine delle pelli seondo norma UNI 11239, fare riferimento anhe allo speifio regolamento di registrazione del marhio e a quanto previsto nel presente regolamento ai paragrafi relativi ai loghi della ertifiazione. Per quanto riguarda riferimenti normativi datati, suessive modifihe o revisioni apportate a dette pubbliazioni valgono uniamente se introdotte nel presente regolamento ome aggiornamento o revisione. Per i riferimenti non datati vale l ultima edizione della pubbliazione alla quale si fa riferimento (ompresi gli aggiornamenti). 1.1 Marhi di Certifiazione ISO 9001 e ISO Con la pubbliazione delle Norme relative alla serie ISO 9000 ed ISO 14000, le Aziende he si ertifiheranno in base alla normativa UNI EN ISO 9001 e UNI EN ISO dovranno utilizzare i Marhi di Certifiazione speifii per iasuna delle Norme suddette. Il presente doumento sostituise ogni preedente doumento sulla materia. Si riorda he a deorrere dal u.s. le ertifiazioni ambientali rilasiate in aordo alla UNI EN ISO 14001:1996 non hanno più valore e pertanto non è onsentito l uso del relativo marhio di ertifiazione in edizione A partire dal le ertifiazioni qualità rilasiate in aordo alla UNI EN ISO9001:2000 non avranno più valore e pertanto non sarà onsentito l uso del relativo marhio di ertifiazione in edizione Conessione ed uso del Certifiato di Conformità e dei Marhi di Certifiazione I Marhi di Certifiazione di ui al presente doumento sono registrati e di proprietà di ICEC. E vietato qualsiasi uso di tali marhi non previsto dal presente Regolamento o non autorizzato. L uso del Certifiato di Conformità e del Marhio di Certifiazione viene onesso alle organizzazioni solo dopo aver ompletato positivamente l iter ertifiativo e non prima dell emissione materiale del Certifiato.

2 No:marhio_ICEC_r03_ie.do Approved by PRES. ICEC Date: Replaes: 02 Page 2 di 10 Regole d uso dei marhi di ertifiazione ICEC Tutte le ertifiazioni sono rilasiate eslusivamente a logo ICEC. arte da lettere di soietà on sedi non ertifiate (si veda par. 4.7); referti medii. 2.1 Riproduzione del Certifiato La Soietà ertifiata può riprodurre il Certifiato di Conformità soltanto integralmente; può inoltre ingrandirlo o ridurlo ma in modo uniforme e purhé sia leggibile e non ne risultino alterati la struttura e i ontenuti. Oppure può hiederne una opia onforme all originale ad ICEC. 2.2 Diritto d uso del Marhio di Certifiazione La Soietà ertifiata ha il diritto di usare il Marhio di Certifiazione in aordo ai requisiti espressi nel presente doumento, nei regolamenti speifii di registrazione dei marhi, nei riteri di ertifiazione, nelle eventuali regole partiolari in relazione allo shema di ertifiazione. In aso di uso del Marhio di ertifiazione he non rientri nelle asistihe desritte nel presente doumento, la Soietà ertifiata è tenuta a ontattare ICEC per avere onferma sritta in merito alla orrettezza della riproduzione. In aso di riproduzione del Marhio di Certifiazione sul Web, valgono le modalità d uso desritte nel presente doumento. Il Marhio di Certifiazione è realizzato in due versioni: italiano e inglese ed in aluni asi anhe a olori o biano/nero. Deve essere utilizzato abbinato al marhio e/o alla ragione soiale della Soietà ertifiata e può essere riprodotto su anelleria, pubbliazioni istituzionali, letteratura tenia, materiale pubbliitario e promozionale, mezzi e veioli aziendali, strutture permanenti e mobili della Soietà. Va evitato nel modo più assoluto he la ertifiazione di sistema (es: ISO 9001, ISO 14001) possa essere onfusa on una ertifiazione di prodotto o possa essere intesa ome omprensiva di altri tipi e linee di prodotto o siti e stabilimenti produttivi he non rientrano nello sopo della ertifiazione stessa. A sanso di interpretazioni errate, il Marhio di Certifiazione di sistema non potrà omunque essere utilizzato su: prodotti; imballi primari e seondari; nastro adesivo; stampati di prodotto (ome shede tenihe e fogli di atalogo); ertifiati di laboratorio; Per questi usi sarà possibile riprodurre eslusivamente la diitura ompleta ad es: Azienda on Sistema di Gestione Qualità ertifiato da ICEC UNI EN ISO 9001:2000 (fino al )/2008 o Azienda on Sistema di Gestione Ambientale ertifiato da ICEC UNI EN ISO 14001:2004 seondo le aratteristihe di ui al par Il marhio ACCREDIA Per le Certifiazioni he rientrano in uno degli shemi e settori per i quali ICEC è areditato da ACCREDIA (es: qualità, ambiente, prodotto, maratura di origine, nel settore EA 05 fabbriazione di uoio e prodotti in uoio ), la Soietà può utilizzare il Marhio di Certifiazione ombinato ICEC ACCREDIA In tale aso, il marhio ACCREDIA non deve venire usato in modo da lasiar intendere he ACCREDIA abbia ertifiato o approvato il sistema di gestione aziendale, o il prodotto o il personale o in altra maniera omunque fuorviante. Oltre a quanto previsto nel presente Regolamento dovrà essere rispettato anhe quanto stabilito nel Regolamento per l Utilizzo del Marhio di Areditamento ACCREDIA sariabile dall area riservata del sito web Per le Certifiazioni he non rientrano in uno degli shemi e/o settori per i quali ICEC è areditato dal ACCREDIA, la Soietà viene autorizzata eslusivamente all uso del Marhio ICEC. ACCREDIA ha definito il periodo di transitorio di appliazione del nuovo Regolamento per l utilizzo del Marhio ACCREDIA ome di seguito riportato: - a partire dal a tutti i nuovi ontratti si dovranno appliare i requisiti del suddetto Regolamento; - entro il tutti i ontratti esistenti si dovranno adeguare ai requisiti del suddetto Regolamento. Di onseguenza, per tutte le Organizzazioni he hanno selto di usare nelle loro omuniazioni relative alla ertifiazione areditata onseguita il marhio Sinert, devono tassativamente sostituire tale marhio on quello ACCREDIA (sariabile dal sito entro e non oltre il Regole d uso generali Le istruzioni he seguono sono indiazioni essenziali e generali sull uso dei Marhi di Certifiazione: il posizionamento degli stampati e

3 No:marhio_ICEC_r03_ie.do Approved by PRES. ICEC Date: Replaes: 02 Page 3 di 10 Regole d uso dei marhi di ertifiazione ICEC l area di rispetto neessaria, le dimensioni in rapporto al marhio e alla ragione soiale della Soietà ertifiata, i olori in ui possono essere utilizzati. Si riorda he il presente regolamento è omplementare rispetto ai singoli Regolamenti di registrazione dei marhi he vengono forniti ongiuntamente all atto della onessione della lienza d uso dei marhi stessi. Il sito (area riservata alle aziende) ontiene gli originali dei Marhi nei formati neessari per la riproduzione e la stampa a olori e in biano e ove previsto le versioni italiano/inglese. Il Marhio di Certifiazione deve essere sempre prodotto e utilizzato fedelmente e integralmente rispetto alla versione fornita e messa a disposizione da ICEC (inluse eventuali sritte). I Marhi possono essere utilizzati a selta nelle versioni italiana o inglese disponibili. 4.1 Utilizzo del Marhio di Certifiazione Il Marhio di Certifiazione può essere ingrandito o ridotto. La dimensione del Marhio di Certifiazione dipende dal marhio/logotipo della Soietà ertifiata. 4.2 Dimensione minima La riduzione minima onsentita per il Marhio di Certifiazione è di mm 14 in altezza on rispetto delle proporzione del marhio originale. Questa è la dimensione suffiiente per permettere la lettura di parole e numeri in esso ontenuti. Il Marhio di Certifiazione può essere utilizzato in modo da avere la stessa altezza del marhio della Soietà. In ogni aso, anhe in presenza di un marhio di Soietà molto basso il Marhio di Certifiazione onserva l altezza minima di 14 mm. Eventuali sritte aggiuntive dovranno rispettare quanto riportato al punto 4.27 del presente Regolamento. 4.3 Distanza La distanza tra marhio della Soietà ed il Marhio di Certifiazione non potrà essere inferiore alla base stessa del Marhio di Certifiazione. Questa regola è valida anhe se il Marhio di Certifiazione è posto sotto il marhio della Soietà ertifiata. 4.4 Dimensione massima La dimensione massima onsentita deve essere tale da non risultare predominante rispetto al marhio/logotipo della Soietà. Si onsiglia una dimensione massima del Marhio di Certifiazione nella misura non superiore ad un terzo dell altezza o della lunghezza, ove più elevata dell altezza, della superfiie su ui è posizionato. 4.5 Riferimenti romatii Il Marhio di Certifiazione può essere utilizzato dal punto di vista romatio, nel rispetto dei seguenti requisiti: A. In positivo (a un olore) Monoromatio in nero. B. Stampa a olori (a tinte piatte) B.1 Marhio ICEC Seondo le indiazioni romatihe indiate a fiano del relativo marhio di ui all art. 11. B.2 Marhio ACCREDIA In onformità al par. 3 del presente regolamento ed ai par. 6 e 10 del Regolamento di utilizzo del marhio ACCREDIA (sariabile da - area riservata alle aziende); l uso del Marhio ACCREDIA è onsentito eslusivamente in abbinamento al Marhio dell Organismo areditato (rif. figura 4 paragrafo 12 del Regolamento di utilizzo del marhio ACCREDIA). Il marhio ACCREDIA è di forma ovale e riporta la denominazione ACCREDIA on la diitura L ente di areditamento e al entro la sagoma dell Italia. Tale marhio è liberamente sariabile dal sito Per maggiori informazioni su dimensione e olore dei marhi si rimanda al Regolamento di utilizzo del marhio ACCREDIA al paragrafo 10, figura Marhio di areditamento a uso dei lienti degli organismi areditati e Aspetti ompositivi dei marhi B.3 Testi aggiuntivi ai marhi Nero Blue Pantone 286 Verde Pantone Carte da lettere in generale Nella arta da lettere il Marhio di Certifiazione deve essere posizionato viino al marhio della Soietà, preferibilmente allineato e on la stessa linea di base. Il marhio può anhe essere posto sotto il marhio della Soietà ertifiata. Nel aso in ui il marhio della Soietà sia di piole dimensioni, tali da rendere impossibile il orretto posizionamento del Marhio di ertifiazione, questo può essere posizionato viino alla Ragione Soiale della Soietà Certifiata. 4.7 Carta da lettere (Soietà on più sedi) Nel aso in ui la arta da lettere ontenga indirizzi di diverse sedi, alune delle quali non omprese nella ertifiazione, è possibile utilizzare il Marhio di Certifiazione purhé si apponga viino in modo

4 No:marhio_ICEC_r03_ie.do Approved by PRES. ICEC Date: Replaes: 02 Page 4 di 10 Regole d uso dei marhi di ertifiazione ICEC hiaro la diitura ertifiazione valida per on indiazione del sito ui si riferise la ertifiazione. 4.8 Carta da lettere (Aziende Consorziate) Nel aso di Aziende Consorziate sui doumenti delle quali appaia, a fiano del nome dell Azienda ertifiata, il nome del onsorzio di appartenenza (non ertifiato), è neessario adottare una delle seguenti soluzioni: 1. Riproduzione del Marhio di Certifiazione speifiando, mediante la diitura ertifiazione valida per, il riferimento alla sola azienda ertifiata (soluzione preferibile) 2. Sostituzione del Marhio di Certifiazione on la Diitura di ui al par. 2.2., inludendo e rendendo evidente il riferimento alla sola azienda ertifiata. 4.9 Buste Anhe per le buste valgono le stesse regole di utilizzo espresse al par Biglietti da visita Il Marhio di ertifiazione può essere utilizzato nei biglietti da visita. Nei asi in ui vi sia la diffioltà nell impaginazione, può essere utilizzata la Diitura di ui al par La dimensione massima onsentita deve essere tale da non risultare predominante rispetto al marhio/logotipo della Soietà Fatture, stampanti e fax Vale quanto definito per la arta da lettera al par Bilanio Nei Bilani e Report Annuali della Soietà, il Marhio di Certifiazione può essere utilizzato sia in opertina (viino o allineato al marhio della Soietà), sia nel frontespizio (viino alla Ragione Soiale). attuata rispettando tutte le regole fino a qui definite e speifiate per le appliazioni nei vari ambiti. Le Aziende he attraverso Internet deidono di riprodurre il Marhio di Certifiazione al fine di pubbliizzare il risultato ottenuto, hanno la faoltà di reare un link liabile sul marhio eslusivamente al sito Web di ICEC, Fiere Negli stand fieristii può essere utilizzato sia il Marhio di Certifiazione sia la Diitura di ui al par. 2.2 purhé sempre viino al Marhio della Soietà. In presenza di un marhio della Soietà di grandissime dimensioni, ome può essere il aso del marhio sulla parete di uno stand, si onsiglia dimensione massima del Marhio di Certifiazione nella misura non superiore ad un terzo dell altezza o della lunghezza, ove più elevata dell altezza, della superfiie su ui è posizionato. Negli stand possono omunque essere esposti in modo visibile i ertifiati o gli attestati promozionali rievuti in dotazione da ICEC Mezzi e veioli Sugli automezzi di trasporto e sui grandi mezzi di lavoro può essere utilizzato sia il Marhio di Certifiazione sia la Diitura di ui al par. 2.2 purhé sempre viino al Marhio della Soietà. In presenza di un marhio della Soietà di grandissime dimensioni, ome può essere il aso del marhio sul fiano di un amion, si onsiglia dimensione massima del Marhio di Certifiazione nella misura non superiore ad un terzo dell altezza o della lunghezza, ove più elevata dell altezza, della superfiie su ui è posizionato Strutture aziendali permanenti Nelle sedi soiali e negli stabilimenti può essere utilizzato sia il Marhio di Certifiazione sia la Diitura di ui al par purhé sempre viino al Marhio della Soietà Monografia istituzionale Negli stampati istituzionali (monografie, dépliant, brohure, e.) il Marhio di Certifiazione se utilizzato è sempre posizionato viino al Marhio della Soietà on le regole del par Pubbliità Anhe nelle pagine pubbliitarie è possibile utilizzare il Marhio di Certifiazione on le stesse regole definite in Internet La riproduzione del Marhio di Certifiazione sul sito Web dell azienda ertifiata deve essere 4.19 Caratteristihe della Diitura di Certifiazione La Diitura di ui al par. 2.2 può essere riprodotta in un qualsiasi olore, nel rispetto di quanto previsto al paragrafo 4.5. Nel aso in ui il liente abbia neessità di tradurre la Diitura in altre lingue, è possibile farlo mantenendo inalterata la struttura della Diitura stessa. Nei asi in ui sia diffiile il suo utilizzo, può essere omposta anhe on il arattere tipografio istituzionale utilizzato dalla Soietà Certifiata Prodotti

5 No:marhio_ICEC_r03_ie.do Approved by PRES. ICEC Date: Replaes: 02 Page 5 di 10 Sui prodotti non è possibile utilizzare il Marhio di Certifiazione di sistema. In questo aso può essere usata la Diitura di Certifiazione di ui al par 2.2. Sui prodotti sono apponibili gli speifii loghi di ertifiazione di prodotto relativi allo shema di riferimento. Per i loghi relativi a ertifiazioni he prevedono la maratura dei prodotti è neessario he i prodotti sui quali vengono messi o a ui sono riferiti soddisfino i requisiti previsti dal lienziatario (UNIC/UNAC) del logo simbolo della pelle stilizzata o materiale rigenerato. Si veda anhe il par Etihette autoadesive e timbri È possibile l utilizzo di etihette autoadesive e timbri he riproduano il Marhio di ertifiazione sulle tipologie di doumenti previsti dalle presenti regole. In questo aso l Azienda dovrà predisporre una proedura speifia he definisa dove potranno venire appliate tali riproduzioni (seguendo le stesse regole del Marhio stampato) e la persona responsabile a garantirne la orretta appliazione Imballi primari e seondari Sugli imballi o onfezioni di prodotto (imballi primari) e sulle satole di spedizione (imballi seondari) può essere riportata la Diitura he dihiara l avvenuta Certifiazione del proprio Sistema ome al par Nastro adesivo Ove l Azienda voglia utilizzare, per la hiusura di imballi primari e seondari, del nastro adesivo riportante il proprio logo e l indiazione dell avvenuta Certifiazione, potrà farlo solo riproduendo la Diitura di ui al par Dépliant di prodotto Nel dépliant di prodotto la Diitura di ui al par. 2.2 deve essere utilizzata viino al marhio e alla Ragione Soiale della Soietà Fogli atalogo e shede di prodotto Nei fogli di atalogo e shede di prodotto la Diitura di ui al par. 2.2 deve essere utilizzata viino al marhio e alla Ragione Soiale della Soietà Certifiati di laboratorio (per laboratori inlusi nel sistema di gestione ertifiato, o ertifiati seondo ICEC TS 406) Sui ertifiati di laboratorio può essere utilizzata eslusivamente la Diitura di Certifiazione di ui al par. 2.2 ad es: Azienda on Sistema di Gestione Qualità ertifiato da ICEC UNI EN ISO 9001:2000/2008 oppure laboratorio qualifiato Regole d uso dei marhi di ertifiazione ICEC seondo ICEC TS406 (a seonda della ertifiazione onseguita). Come da par. 2.2 non è possibile utilizzare i loghi uffiiali di sistema sui ertifiati di laboratorio. Eventuali proroghe e rihieste partiolari dovranno essere fatte per isritto ad ICEC ed espressamente approvate Sritte aggiuntive faoltative ai loghi di ertifiazione di sistema Faoltativamente, anhe se vivamente onsigliato, può essere indiato sotto il logo relativo alla ertifiazione di sistema, il riferimento al numero del ertifiato onseguito, mantenendo le proporzioni della sritta già presente nel logo. 5 Regole d'uso speifihe per Marhio di prodotto Si vedano regole del par e 10. Il Marhio di prodotto ICEC può essere apposto sul prodotto ertifiato o su ogni tipo di supporto relativo al prodotto stesso (imballi primari e seondari, nastro adesivo, stampati di prodotto, ome shede tenihe e fogli di atalogo, et.) nel rispetto di quanto stabilito al par. 4. Il Marhio deve essere obbligatoriamente aompagnato dal numero di ertifiato e faoltativamente dalla diitura he identifia univoamente il prodotto o la linea di prodotti ertifiati (nome ommeriale). Il marhio deve essere visibile, leggibile, indelebile ed inamovibile. Il marhio può essere apposto direttamente su ogni prodotto ertifiato; se apposto sull imballaggio, al suo interno devono essere inseriti solo prodotti ertifiati. L apposizione su etihette autoadesive o ad agganio, nastri adesivi o stampati di prodotto è onsentita e deve essere espressamente autorizzata da ICEC se avviene in forme diverse da quanto previsto dal presente Regolamento. I olori ammissibili di riproduzione del marhio di prodotto sono eslusivamente quelli indiati a fiano del relativo marhio desritto all art. 11. Esempi di marhi di prodotto sono: - marhio relativo a ertifiazione di prodotto (inluso Eo.L) - marhio relativo al Bilanio Ambientale di Prodotto (UNI TR 11181) - marhio relativo alla Maratura d Origine delle Pelli (UNI 11239) 6 Regole d'uso speifihe per Marhi relativi a ertifiazioni seondo ICEC_TS (Tehnial Speifiation) Il Marhio ICEC_TS può essere utilizzato in onformità alle regole speifiate nel par. 4 del presente Regolamento.

6 No:marhio_ICEC_r03_ie.do Approved by PRES. ICEC Date: Replaes: 02 Page 6 di 10 Il Marhio deve essere obbligatoriamente aompagnato dalla diitura he speifia il doumento (numero ICEC_TS) di riferimento. A seonda della tipologia di TS si appliheranno le regole previste per i loghi di sistema o di prodotto. (ICEC TS 406 logo di sistema per laboratori ICEC TS 404 logo di sistema per istituti di formazione ). 7 Regole d'uso speifihe per logo di Proesso Il logo di proesso può essere utilizzato, ongiuntamente ad un logo aziendale identifiante il proesso ertifiato, seondo quanto speifiato nel Regolamento partiolare per la ertifiazione di proessi aziendali nell area pelle al 6 e nel Regolamento d uso del Marhio ollettivo Q ICEC. 8. Regole d'uso speifihe per Marhi relativi a ertifiazioni non areditate ACCREDIA Per le Certifiazioni he non rientrano in uno degli shemi e/o settori per i quali ICEC è areditato da ACCREDIA, la Soietà viene autorizzata eslusivamente all uso del Marhio ICEC nell utilizzo monoromatio, in nero, o nell utilizzo a più olori. Non puo essere utilizzato i il marhio ACCREDIA. Per la onvalida della Dihiarazione Ambientale ai sensi del Regolamento (CE) 1221/2009 (EMAS), l azienda viene autorizzata eslusivamente all uso del Marhio ICEC nell utilizzo monoromatio, in nero, o nell utilizzo a più olori, a fiano del logo EMAS, il ui uso è disiplinato dall art. 10 e dall All. V del Regolamento (CE) 1221/2009 e dall All. III della Deisione della Commissione del 7 settembre Il logo ICEC e il logo EMAS devono avere la stessa dimensione. 9. Sanzioni Le violazioni al presente Regolamento saranno sanzionate on l adozione dei seguenti provvedimenti in ordine resente di severità: a) rihiamo sritto on rihiesta di adozione delle neessarie azioni orrettive; in difetto di risontro positivo al rihiamo sritto, sospensione di tutte le ertifiazioni per un periodo di durata ommisurata alla gravità dell inadempienza; in aso di perdurante inadempienza, revoa di tutte le ertifiazioni. Valgono altresì le regole definite nei singoli regolamenti di registrazione dei loghi. Resta salva la faoltà di ICEC di riorrere immediatamente all autorità giudiziaria per tutelare i propri diritti. Regole d uso dei marhi di ertifiazione ICEC 10. Note integrative riguardanti l uso della "pelle di animale stilizzata" (lienziatario UNIC) nei loghi uffiiali ICEC Premesso he tra Uni ed ICEC sussiste un rapporto inquadrabile nella fattispeie ontrattuale della lienza d uso di marhio, iò omporta un obbligo da parte di ICEC di uso del marhio di Uni onforme ai requisiti da quest'ultima stabiliti. Pertanto i prodotti su ui vengono apposti i marhi di ertifiazione ICEC, riproduenti la pelle di animale stilizzata, devono rispettare i requisiti presritti da Uni. Per le ertifiazioni di sistema o assimilabili he NON prevedono la maratura dei prodotti in uoio/pelle (es: ISO 9001, ISO 14001, ICEC TS) si utilizzano loghi ICEC on inlusa la pelle stilizzata di animale ed eventuali sritte he rihiamano allo shema ertifiato. In tali asi non essendo la maratura onsentita direttamente sui prodotti in pelle, non è neessario rispettare i requisiti previsti dal lienziatario UNIC del marhio della pelle di animale stilizzata (o UNAC per il rigenerato di fibre di uoio). Per i loghi ICEC relativi a ertifiazioni he prevedono la maratura dei prodotti in uoio/pelle (es: prodotto, bilanio ambientale di prodotto, maratura di origine) è neessario he i prodotti sui quali vengono messi o a ui sono riferiti i loghi soddisfino i requisiti prestazionali (himii-fisiifastness) previsti dal lienziatario (UNIC) del logo della pelle di animale stilizzata (o altro logo, es: UNAC). Per i requisiti prestazionali rihiesti fare riferimento all'allegato A della lienza d'uso in vigore. Al liente ertifiato he è in difetto rispetto a questi requisiti di tale allegato A verrà rihiesta un'autodihiarazione per i requisiti mananti. Se lo stesso non emette l autoertifiazione o evidenza equivalente potrà omunque rievere in lienza l uso del logo ICEC senza la pelle stilizzata di animale, ma solo on la Q standard ICEC e le sritte previste per lo shema ertifiato. Se il liente è già onessionario del marhio vero uoio/pelle soddisfa già i requisiti stabiliti da UNIC (UNAC per rigenerato). Quindi non neessità di rihiesta di autodihiarazione ed avrà diritto all uso dei loghi uffiiali e ompleti di pelle di animale stilizzata rilasiati da ICEC, ovunque esso li debba apporre nel rispetto dei regolamenti d uso. Considerato he per l apposizione del marhio "pelle di animale stilizzata" (senza aluna diitura all interno o on l aggiunta di parti denominative indiative dei materiali ed eslusivamente in lingue diverse da quella italiana) Uni non rihiede la garanzia dell origine italiana del materiale

7 No:marhio_ICEC_r03_ie.do Approved by PRES. ICEC Date: Replaes: 02 Page 7 di 10 impiegato, ne onsegue he non è neessario he il rihiedente la lienza d uso garantisa la provenienza italiana della pelle/uoio. Ciò vale anhe per i marhi di ertifiazione ICEC riproduenti la sola pelle di animale stilizzata, a meno he il marhio ICEC he ingloba tale simbolo non riguardi una ertifiazione he ontempla anhe l italianità della pelle/uoio. Pertanto per quanto onerne l origine italiana delle pelli (definita seondo i riteri dell allegato A dei marhi vero uoio/vera pelle) sui ui vengono apposti i marhi ontenenti la pelle di animale stilizzata, dato he nei loghi ICEC non viene riportata la sritta "vero uoio/vera pelle", la stessa non viene rihiesta. Sono fatti salvi i asi in ui sia lo shema di ertifiazione stesso a prevederlo (es: maratura di origine delle pelli seondo UNI 11239). Regole d uso dei marhi di ertifiazione ICEC Per ogni ertifiazione viene indiato nel presente regolamento se trattasi di ertifiazione di sistema o di prodotto.

8 No:marhio_ICEC_r03_ie.do Approved by PRES. ICEC Date: Replaes: 02 Page 8 di 10 Regole d uso dei marhi di ertifiazione ICEC 11. Marhi di ertifiazione uffiiali e on pelle di animale stilizzata (fa simile) Certifiazione ISO 9001: di sistema (fino al ) Grigio R 198 / G 191 / B 185 logo ICEC Verde R 000 / G 144 / B 054 logo ICEC Biano R 255 / G 255 / B 255 logo ICEC Rosso R 226 / G 000 / B 026 logo ICEC Nero R 026 / G 023 / B 027 logo ICEC Giallo R 254 / G 206 / B 000 logo ICEC logo utilizzabile e disponibile nelle versioni a olori o in biano, in italiano o inglese Certifiazione ISO 9001:2008 di sistema Grigio R 198 / G 191 / B 185 logo ICEC Verde R 000 / G 144 / B 054 logo ICEC Biano R 255 / G 255 / B 255 logo ICEC Rosso R 226 / G 000 / B 026 logo ICEC Nero R 026 / G 023 / B 027 logo ICEC Giallo R 254 / G 206 / B 000 logo ICEC logo utilizzabile e disponibile nelle versioni a olori o in biano, in italiano o inglese Certifiazione ISO 14001:2004 di sistema Verde R 077 / G 159 / B 037 logo ICEC Blu R 000 / G 093 / B 168 logo ICEC Nero R 026 / G 023 / B 027 logo ICEC logo utilizzabile e disponibile nelle versioni a olori o in biano, in italiano o inglese EMAS - Convalida della dihiarazione ambientale (di sistema) Verde R 077 / G 159 / B 037 logo ICEC Blu R 000 / G 093 / B 168 logo ICEC Nero R 026 / G 023 / B 027 logo ICEC logo utilizzabile e disponibile nelle versioni a olori o in biano

9 No:marhio_ICEC_r03_ie.do Approved by PRES. ICEC Date: Replaes: 02 Page 9 di 10 Regole d uso dei marhi di ertifiazione ICEC Certifiazione seondo ICEC TS 406 di sistema Grigio R 197 / G 199 / B 200 Verde R 000 / G 144 / B 054 Biano R 255 / G 255 / B 255 Rosso R 226 / G 000 / B 026 Nero R 026 / G 023 / B 027 Giallo R 254 / G 206 / B 000 Blu R 000 / G 068 / B 148 logo utilizzabile e disponibile nelle versioni a olori o in biano Certifiazione seondo ICEC TS 404 di sistema Grigio R 197 / G 199 / B 200 Verde R 000 / G 144 / B 054 Biano R 255 / G 255 / B 255 Rosso R 226 / G 000 / B 026 Nero R 026 / G 023 / B 027 Giallo R 254 / G 206 / B 000 Blu R 000 / G 068 / B 148 logo utilizzabile e disponibile nelle versioni a olori o in biano Certifiazione di prodotto Biano R 255 / G 255 / B 255 Blu R 000 / G 093 / B 168 logo utilizzabile e disponibile nelle versioni a olori o in biano Certifiato n.. (artiolo.)

10 No:marhio_ICEC_r03_ie.do Approved by PRES. ICEC Date: Replaes: 02 Page 10 di 10 Regole d uso dei marhi di ertifiazione ICEC Certifiazione seondo speifia Eo.L di prodotto Verde R 077 / G 159 / B 037 Biano R 255 / G 255 / B 255 Blu R 000 / G 093 / B 168 logo utilizzabile e disponibile nelle versioni a olori o in biano Certifiato n.. (artiolo.) Certifiazione seondo UNI TR di prodotto Verde R 077 / G 159 / B 037 Biano R 255 / G 255 / B 255 Nero R 026 / G 023 / B 027 logo utilizzabile e disponibile nelle versioni a olori o in biano Certifiazione seondo UNI di prodotto Verde R 000 / G 144 / B 054 Biano R 255 / G 255 / B 255 Rosso R 226 / G 000 / B 026 Nero R 026 / G 023 / B 027 logo utilizzabile solo nella versione a olori

Regole d uso dei marchi di certificazione ICEC

Regole d uso dei marchi di certificazione ICEC Approved by PRES. ICEC Date: 03.09.2012 Replaces: 03 Page 1 di 9 INDICE 1. Scopo e campo di applicazione 2. Concessione e uso del Certificato di Conformità e dei Marchi di Certificazione 2.1 Riproduzione

Dettagli

Regole d uso dei marchi di certificazione ICEC

Regole d uso dei marchi di certificazione ICEC Approved by PRES. ICEC Date: 14.03.2014 Replaces: 04 Page 1 di 10 INDICE 1. Scopo e campo di applicazione 2. Concessione e uso del Certificato di Conformità e dei Marchi di Certificazione 2.1 Riproduzione

Dettagli

Regolamento e Manuale d uso del Marchio di Certificazione DNV Italia per il Sistema di Gestione

Regolamento e Manuale d uso del Marchio di Certificazione DNV Italia per il Sistema di Gestione Regolamento e Manuale d uso del Marchio di Certificazione DNV Italia per il Sistema di Gestione Questo Manuale d uso dà le indicazioni necessarie sull uso del Marchio di Certificazione del Sistema di Gestione:

Dettagli

CARTA QUALITÁ PNDB. Mod 10.02_Richiesta_marchio_Turismo_Ristoranti_rev00_30092010.do c Pag 1 di 12. Richiedente:. Riservato all Ufficio

CARTA QUALITÁ PNDB. Mod 10.02_Richiesta_marchio_Turismo_Ristoranti_rev00_30092010.do c Pag 1 di 12. Richiedente:. Riservato all Ufficio 10.02_Rihiesta_marhio_Turismo_Ristoranti_rev00_30092010.do Pag 1 di 12 CARTA QUALITÁ PNDB Modulo di rihiesta della onessione d uso del marhio Settori ATTIVITÁ TURISTICHE MENÚ DEL PARCO Campanula d Oro

Dettagli

REGOLAMENTO D'USO DEL LOGO

REGOLAMENTO D'USO DEL LOGO Storia del documento Figura Figura Consiglio Direttivo Consiglio Direttivo Figura Figura Figura Figura Figura Figura Figura Figura Pagina 1 di 6 Indice Articolo 1 - Premessa Pag. 3 Articolo 2 - Concessione

Dettagli

Modalità di riferimento alla certificazione Uso del certificato e del marchio

Modalità di riferimento alla certificazione Uso del certificato e del marchio Modalità di riferimento alla certificazione Uso del certificato e del marchio http://www.tuv.it/tuvitalia/guidamarchi.asp L'organizzazione deve predisporre e - dopo essere stata certificata mettere in

Dettagli

Portale dei Medici. Manuale Utente - Medico SIS PRJ032. Progetto APMMG. 1 Interno 2 Pubblico Controllato 3 Pubblico 9 Non Classificato

Portale dei Medici. Manuale Utente - Medico SIS PRJ032. Progetto APMMG. 1 Interno 2 Pubblico Controllato 3 Pubblico 9 Non Classificato SIS PRJ32 Portale dei Medii Manuale Utente - Medio eimedii_medio_prj32_f1.do 1. Riservato 1 SIS PRJ32 Informazioni legali Tutti i diritti sono riservati Questo doumento ontiene informazioni di proprietà

Dettagli

CERTIFICAZIONE. UN VALORE DA COMUNICARE. DRAFT. DNV Business Assurance Marchio di Certificazione del Sistema di Gestione Manuale d uso.

CERTIFICAZIONE. UN VALORE DA COMUNICARE. DRAFT. DNV Business Assurance Marchio di Certificazione del Sistema di Gestione Manuale d uso. CERTIFICAZIONE. UN VALORE DA COMUNICARE. DNV Business Assurance Marchio di Certificazione del Sistema di Gestione Manuale d uso Aprile 2011 1. Introduzione. Le certificazioni del sistema di gestione rilasciate

Dettagli

Regolamento Uso del Marchio OCE. RE-03 rev.1.3 del 01.03.2011. Certificazione dei Sistemi di Gestione USO DEL MARCHIO OCE.

Regolamento Uso del Marchio OCE. RE-03 rev.1.3 del 01.03.2011. Certificazione dei Sistemi di Gestione USO DEL MARCHIO OCE. Certificazione dei Sistemi di Gestione USO DEL MARCHIO OCE Pagina 1 di 8 Indice Pag. 3 1.0 SCOPO Pag. 3 2.0 RIFERIMENTI Pag. 3 3.0 DEFINIZIONI Pag. 3 Pag. 5 Pag. 8 4.0 USO DEL MARCHIO 5.0 USO DEL MARCHIO

Dettagli

Conosci i tuoi diritti?

Conosci i tuoi diritti? Il Regolamento Dublino e la proedura di asilo in Italia italiano Conos Guida per rihiedenti asilo Progetto ofinanziato da UNIONE EUROPEA Fondo Europeo per i Rifugiati 2008 2013 P.A. 2010 - Azione 1.A Gente

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEI MARCHI E DEI LOGHI DI ASSOCOUNSELING. Articolo 1 (Definizione e ambito di applicazione)

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEI MARCHI E DEI LOGHI DI ASSOCOUNSELING. Articolo 1 (Definizione e ambito di applicazione) REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEI MARCHI E DEI LOGHI DI ASSOCOUNSELING Articolo 1 (Definizione e ambito di applicazione) Il presente regolamento definisce le indicazioni necessarie sull uso dei marchi e dei

Dettagli

Validazione dei metodi microbiologici

Validazione dei metodi microbiologici Istituto Superiore di Sanità Organismo Rionosimento Laboratori SINAL SIT L ACCREDITAMENTO DEI LABORATORI PER LA SICUREZZA ALIMENTARE Roma 5-6 Ottobre 005 Validazione dei metodi mirobiologii Dr. Angelo

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DEI MARCHI DI CERTIFICAZIONE

REGOLAMENTO PER L USO DEI MARCHI DI CERTIFICAZIONE Pag.1 di 5 REGOLAMENTO PER L USO DEI MARCHI DI CERTIFICAZIONE DEI SISTEMI DI GESTIONE 6 01/2011 Aggiornamento marchio Accredia Responsabile Schema Certificazione Sistemi di Gestione Rappresentante della

Dettagli

Certificazioni & Collaudi S.r.l.

Certificazioni & Collaudi S.r.l. Il presente documento è stato emesso dalla Direzione Generale il 08/05/2015. L originale firmato è conservato presso l ufficio del Responsabile Gestione Qualità INDICE GENERALE 1. SCOPO, CAMPO DI APPLICAZIONE

Dettagli

DATI IDENTIFICATIVI DEL DOCUMENTO

DATI IDENTIFICATIVI DEL DOCUMENTO DATI IDENTIFICATIVI DEL DOCUMENTO REV. DATA EMISSIONE REDATTO COMPLIANCE MANAGER Angelo Parma APPROVATO COUNTRY MANAGER Mariella Pozzoli 01 02 Ottobre 2013 TABELLA DELLE REVISIONI Rev. Data rev. Descrizione/sintesi

Dettagli

Modalità di utilizzo del Marchio e del Certificato

Modalità di utilizzo del Marchio e del Certificato Procedura: Titolo Modalità di utilizzo del Marchio e del Certificato Sigla Revisione 02 Data 02-01-2014 Redazione Approvazione Entrata in vigore DIRETTORE OdC AMMINISTRATORE UNICO 02-01-2014 Il presente

Dettagli

Conosci i tuoi diritti?

Conosci i tuoi diritti? Co nosi Dublino i dublino italiano Il Regolamento Dublino e la proedura di asilo in Italia i i tuoi diritti Guida per rihiedenti asilo Progetto ofinanziato da UNIONE EUrOPEA Fondo Europeo per i Rifugiati

Dettagli

Regolamento e Manuale d uso del Marchio di Certificazione/ Qualificazione. QI 100108 Rev. 05

Regolamento e Manuale d uso del Marchio di Certificazione/ Qualificazione. QI 100108 Rev. 05 Regolamento e Manuale d uso del Marchio di Certificazione/ Qualificazione QI 100108 Rev. 05 Via Nino Bixio, 28-95125 Catania Tel. +39 095 241271 - Fax +39 095 243894 Via Calpurnio Fiamma, 3-00175 Roma

Dettagli

Regolamento per l utilizzo del logotipo di certificazione AGROQUALITA

Regolamento per l utilizzo del logotipo di certificazione AGROQUALITA Regolamento per l utilizzo del logotipo di certificazione AGROQUALITA In vigore dal 01/02/2011 Agroqualità Società per azioni Piazza Marconi, 25-00144 Roma - Italia Tel. +39 0654228675 - Fax: +39 0654228692

Dettagli

Regolamento per l utilizzo del logotipo di certificazione RINA

Regolamento per l utilizzo del logotipo di certificazione RINA Regolamento per l utilizzo del logotipo di certificazione RINA In vigore dal 01/02/2011 RINA Via Corsica, 12 16128 Genova Italia Tel. +39 01053851 Fax: +39 0105351000 Website: www.rina.org Regolamenti

Dettagli

4.3.1. Stato limite di fessurazione.

4.3.1. Stato limite di fessurazione. DM 9/1/1996 4.3.1. Stato limite di fessurazione. 4.3.1. STATO LIMITE DI FESSURAZIONE. 4.3.1.1. Finalità. Per assiurare la funzionalità e la durata delle strutture è neessario: - prefissare uno stato limite

Dettagli

Modalità di utilizzo del Marchio e del Certificato

Modalità di utilizzo del Marchio e del Certificato Procedura: Titolo Modalità di utilizzo del Marchio e del Certificato Sigla Revisione 01 Data 28-05-2013 Redazione Approvazione Entrata in vigore DIRETTORE OdC AMMINISTRATORE UNICO 28-05-2013 Il presente

Dettagli

LAVORO A TEMPO PARZIALE

LAVORO A TEMPO PARZIALE N. 2 a ura del Dipartimento di Diritto del Lavoro e delle Relazioni Industriali avv. Luiano Rahi - avv. Frano Fabris avv. Barbara De Benedetti - avv. Vanessa Perazzolo dott. Matteo Azzurro IN QUESTO NUMERO:

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DEL MARCHIO E DEL CERTIFICATO

REGOLAMENTO PER L USO DEL MARCHIO E DEL CERTIFICATO REGOLAMENTO PER L USO DEL 05 04 Adeguamento alla ISO IEC 17021 1:2015 02.05.2016 03 02 Aggiornamento del marchio CERTITALIA unicamente nella versione corrispondente allo schema certificato (Edizione 2015

Dettagli

REGOLAMENTO D USO DEL MARCHIO DI CERTIFICAZIONE/QUALIFICAZIONE

REGOLAMENTO D USO DEL MARCHIO DI CERTIFICAZIONE/QUALIFICAZIONE ENTE ITALIANO DI CERTIFICAZIONE S.R.L. www.enteitalianocertificazione.it info@enteitalianocertificazione.it REGOLAMENTO D USO DEL MARCHIO DI CERTIFICAZIONE/QUALIFICAZIONE Il presente Regolamento è stato

Dettagli

TS150 FISSAGGIO A VISTA CON VITI SU SOTTOSTRUTTURA IN LEGNO

TS150 FISSAGGIO A VISTA CON VITI SU SOTTOSTRUTTURA IN LEGNO TS150 FISSAGGIO A VISTA CON VITI SU SOTTOSTRUTTURA IN LEGNO Questo sistema rappresenta una soluzione onveniente per l installazione dei pannelli Trespa Meteon in un vasto assortimento di dimensioni. I

Dettagli

IMPOSTE DIRETTE (IRPEF) SOSTITUTI D IMPOSTA

IMPOSTE DIRETTE (IRPEF) SOSTITUTI D IMPOSTA Milano, 17 novembre 2014 a ura di Dott. Alessandro Gulisano Avv. Aura Moraglia Dott. Gianpiero Notarangelo IMPOSTE DIRETTE (IRPEF) SOSTITUTI D IMPOSTA Art. 1 - Dihiarazione dei redditi preompilata Art.

Dettagli

Guida ai Marchi di certificazione. Modalità di riferimento alla certificazione Uso del Certificato e del Marchio

Guida ai Marchi di certificazione. Modalità di riferimento alla certificazione Uso del Certificato e del Marchio 2 di 14 Sommario 1 Pubblicazione di certificati, marchi di certificazione e rapporti di prova - Informazioni... 3 2 Il marchio certificazione TÜV SÜD... 4 3 Differenze tra il logo e il marchio certificazione...

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DEL MARCHIO E DEL CERTIFICATO

REGOLAMENTO PER L USO DEL MARCHIO E DEL CERTIFICATO REGOLAMENTO PER L USO DEL MARCHIO E DEL CERTIFICATO 05 04 03 02 01 04 00 Variazione sede operativa dell OdC 01.12.2009 Ed. Rev. Motivo dell emissione/revisione del documento Data emissione (AD) [ ] Copia

Dettagli

CICPND SERVIZI S.R.L. SOCIETA A RESPONSABILITA LIMITATA CON UNICO SOCIO. Doc. 175 Rev. 5 Febbraio 2015 Pag. 1 di 9 CICPND SERVIZI SRL

CICPND SERVIZI S.R.L. SOCIETA A RESPONSABILITA LIMITATA CON UNICO SOCIO. Doc. 175 Rev. 5 Febbraio 2015 Pag. 1 di 9 CICPND SERVIZI SRL S.R.L. Via C. Pisacane, 46 20025 Legnano MI Tel. +39 0331 545600 Fax +39 0331 543030 Web: www.cicpndservizi.com E-mail: info@cicpndservizi.com; amm@cicpndservizi.com; cert@cicpndservizi.com Casella PEC:

Dettagli

INFORMAZIONE TECNICA SISTEMI DI RISCALDAMENTO/RAFFRESCAMENTO RADIANTE PANNELLI SAGOMATI VARIONOVA

INFORMAZIONE TECNICA SISTEMI DI RISCALDAMENTO/RAFFRESCAMENTO RADIANTE PANNELLI SAGOMATI VARIONOVA EFFICIENZA ENERGETICA INFORMAZIONE TECNICA SISTEMI DI RISCALDAMENTO/RAFFRESCAMENTO RADIANTE PANNELLI SAGOMATI VARIONOVA Valido a partire da ottobre 2011 Salvo modifihe tenihe www.rehau.it Edilizia Automotive

Dettagli

Elettropompa per acque chiare tipo ABS IP 900

Elettropompa per acque chiare tipo ABS IP 900 Elettropompa per aque hiare tipo ABS IP 900 1084-00 15975178IT (05/2015) IT Istruzioni d installazione IT one e uso www.sulzer.om 2 Istruzioni d avviamento e uso (Traduzione delle istruzioni originali)

Dettagli

http://solutions.brother.com

http://solutions.brother.com PROGRAMMA PER LA CREAZIONE DI RICAMI Manuale d istruzione Visitare il sito http://solutions.brother.om per ottenere supporto sui prodotti e per le domande frequenti (FAQ). INFORMAZIONI IMPORTANTI: NORMATIVE

Dettagli

Segnalazione certificata di inizio/modifica/variazione/cessazione attività per noleggio con conducente di autobus

Segnalazione certificata di inizio/modifica/variazione/cessazione attività per noleggio con conducente di autobus Tra001 Al SUAP Comune i MELZO Coie ISTAT F119 Segnalazione ertifiata i inizio/moifia/variazione/essazione attività per noleggio on onuente i autobus Ai sensi ella Legge 11/08/2003, n. 218 e ell'artiolo

Dettagli

LEGGE 14 NOVEMBRE 1995, N.

LEGGE 14 NOVEMBRE 1995, N. Relazione tenia (riferimento delibera 204/99) PRESUPPOSTI E FONDAMENTI DEL PROVVEDIMENTO PER LA REGOLAZIONE DELLA TARIFFA BASE, DEI PARAMETRI E DEGLI ALTRI ELEMENTI DI RIFERIMENTO PER LA DETERMINAZIONE

Dettagli

ANCIS Srl I 20122 Milano Viale Bianca Maria 35 segreteria@ancis.it

ANCIS Srl I 20122 Milano Viale Bianca Maria 35 segreteria@ancis.it Regolamento per l utilizzo dei marchi di certificazione RM Pagina 1 di 6 Indice STATO DEL DOCUMENTO... 2 1 SCOPO DEL REGOLAMENTO E AMBITO DI APPLICAZIONE... 3 2 DIMENSIONI... 4 3 DECLARATORIE... 4 4 SPECIFICHE

Dettagli

Regolamento per l utilizzo del logotipo di certificazione RINA

Regolamento per l utilizzo del logotipo di certificazione RINA Regolamento per l utilizzo del logotipo di certificazione RINA In vigore dal 03/07/2013 RINA Via Corsica, 12 16128 Genova Italia Tel. +39 01053851 Fax: +39 0105351000 Website: www.rina.org Regolamenti

Dettagli

Revisione 00 del 30/12/2010 REGOLAMENTO. Documento: SG 11 Totale Pagine: 14. Revisione 00 Data: 30 dicembre 2010 Redatto da: Approvato:

Revisione 00 del 30/12/2010 REGOLAMENTO. Documento: SG 11 Totale Pagine: 14. Revisione 00 Data: 30 dicembre 2010 Redatto da: Approvato: REGOLAMENTO per la pubblicità e l'uso del Marchio CNIM Documento: SG 11 Totale Pagine: 14 Revisione 00 Data: 30 dicembre 2010 Redatto da: Approvato: ing. Massimo CONCETTI ing. Lorenzo FEDELE ing. Giampiero

Dettagli

REGOLAMENTO MODALITA DI UTILIZZO DEL CERTIFICATO DI CONFORMITA, DEL LOGO BUREAU VERITAS E DEL LOGO DI ACCREDITAMENTO

REGOLAMENTO MODALITA DI UTILIZZO DEL CERTIFICATO DI CONFORMITA, DEL LOGO BUREAU VERITAS E DEL LOGO DI ACCREDITAMENTO REGOLAMENTO MODALITA DI UTILIZZO DEL CERTIFICATO DI CONFORMITA, DEL LOGO BUREAU VERITAS E DEL INDICE 1. REQUISITI GENERALI... 2 2. RIFERIMENTI SPECIFICI... 2 3. AZIENDE CON CERTIFICAZIONE DI SISTEMA (E

Dettagli

CERTIFICAZIONE SISTEMA DI GESTIONE Un valore da comunicare

CERTIFICAZIONE SISTEMA DI GESTIONE Un valore da comunicare BUSINESS ASSURANCE CERTIFICAZIONE SISTEMA DI GESTIONE Un valore da comunicare Manuale d uso Giugno 2014 SAFER, SMARTER, GREENER Certiicazione Sistema di Gestione - Manuale d uso 2 1.0 COMUNICARE LA CERTIFICAZIONE

Dettagli

LA GIUNTA COMUNALE. 6. Quadro economico

LA GIUNTA COMUNALE. 6. Quadro economico LA GIUNTA COMUNALE PREMESSO: he on D.G.R. n. 1421 del 5/8/2014 è stato approvato il bando il finanziamento degli interventi di effiientamento energetio delle reti di illuminazione pubblia, da onseguire

Dettagli

ABS Pompa per acque reflue comuni Robusta

ABS Pompa per acque reflue comuni Robusta ABS Pompa per aque reflue omuni Robusta 1081-01 Type tested and monitored 15970230IT (12/2013) IT Istruzioni d installazione e uso www.sulzer.om 2 Istruzioni d installazione e uso (Traduzione delle istruzioni

Dettagli

REGOLAMENTO USO DEL LOGO

REGOLAMENTO USO DEL LOGO REGOLAMENTO Pag.1 di 9 REGOLAMENTO USO DEL LOGO MATRICE DELLE REVISIONI Rev. Data DESCRIZIONE delle MODIFICHE VERIFICATO da APPROVATO da 00 30/01/07 Riedizione e modifica Logo RAQ COM 01/07 01 20/06/08

Dettagli

Regolamento per l utilizzo del marchio

Regolamento per l utilizzo del marchio Funzione CERTIFICAZIONE Data emissione 07/09/2012 Procedura CERTIFICAZIONI PC089rev04 - Pagina 1 (12) Elenco delle principali modifiche rispetto alla precedente revisione Rev. Data Descrizione 04 07/09/2012

Dettagli

Serializzazione degli imballaggi farmaceutici:

Serializzazione degli imballaggi farmaceutici: Serializzazione degli imballaggi farmaeutii: Valutazione delle tenologie di odifia per la stampa di odii alfanumerii e DataMatrix di alta qualità SERIALIZZAZIONE DEGLI IMBALLAGGI FARMACEUTICI: Valutazione

Dettagli

PIANO TRIENNALE per la PREVENZIONE della CORRUZIONE

PIANO TRIENNALE per la PREVENZIONE della CORRUZIONE 1 PIANO TRIENNALE per la PREVENZIONE della CORRUZIONE allegato al Modello di Organizzazione Gestione e Controllo ex D.Lgs 231/2001 Approvato on provvedimento del Presidente n.1 del 30 gennaio 2015 EDIZIONE

Dettagli

Pagina 1 di 8 REGOLAMENTO PER L USO DEL MARCHIO DI CERTIFICAZIONE Emissione Oggetto Redatto Verificato Approvato Data Em. 00 Prima emissione RAQ RT DG. 14.03.2008 Em. 01 Adeguamento al Regolamento Accredia

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL MARCHIO DI CERTIFICAZIONE

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL MARCHIO DI CERTIFICAZIONE Pag. 1 di 12 REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL MARCHIO DI CERTIFICAZIONE INDICE Art. 1 Oggetto del Regolamento Art. 2 Criteri per l uso del marchio da parte delle aziende certificate Art. 3 Immagine del marchio

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DEL MARCHIO DI CONFORMITA ICIM DA PARTE DELLE AZIENDE CON CERTIFICAZIONE ICIM DEL SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITA

REGOLAMENTO PER L USO DEL MARCHIO DI CONFORMITA ICIM DA PARTE DELLE AZIENDE CON CERTIFICAZIONE ICIM DEL SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITA Identificazione rev. 6 pag. 2 di 9 INDICE 1.0 SCOPO 2.0 RIFERIMENTI 3.0 DEFINIZIONI 4.0 MARCHIO ICIM 5.0 MARCHIO DI CONFORMITA ICIM 6.0 DISPOSIZIONI PER L USO DEL MARCHIO DI CONFORMITA ICIM 7.0 MARCHI

Dettagli

Il fido e i finanziamenti bancari

Il fido e i finanziamenti bancari Modulo 7 Il fido e i finanziamenti anari 65 I destinatari del Modulo sono gli studenti he, dopo aver analizzato e appreso le aratteristihe fondamentali dell attività delle aziende di redito, le loro funzioni

Dettagli

REGOLAMENTO MODALITA DI UTILIZZO DEL CERTIFICATO DI CONFORMITA, DEL LOGO BV E DEL LOGO DI ACCREDITAMENTO I & F BUREAU VERITAS ITALIA

REGOLAMENTO MODALITA DI UTILIZZO DEL CERTIFICATO DI CONFORMITA, DEL LOGO BV E DEL LOGO DI ACCREDITAMENTO I & F BUREAU VERITAS ITALIA REGOLAMENTO DI CONFORMITA, DEL LOGO BUREAU VERITAS E DEL INDICE 1 REQUISITI GENERALI... 3 2 RIFERIMENTI SPECIFICI... 3 3 AZIENDE CON CERTIFICAZIONE DI SISTEMA (E CON VERIFICA DEL CONTROLLO DI PRODUZIONE

Dettagli

1. Elementi di Calcolo Combinatorio.

1. Elementi di Calcolo Combinatorio. . Elementi di Calolo Combinatorio. Prinipio Base del Conteggio Supponiamo he si devono ompiere due esperimenti. Se l esperimento uno può assumere n risultati possibili, e per ognuno di questi i sono n

Dettagli

MISURE DI RESISTENZA CON IL METODO DI CONFRONTO DELLE CADUTE DI TENSIONE

MISURE DI RESISTENZA CON IL METODO DI CONFRONTO DELLE CADUTE DI TENSIONE MISUR DI RSISTNZA CON IL MTODO DI CONFRONTO DLL CADUT DI TNSION 1. Premessa Oggigiorno esistono strumenti ompatti e semplii da utilizzare per la misura di resistenza: gli ohmetri (parte integrante dei

Dettagli

MODALITA DI UTILIZZO DEL CERTIFICATO DI CONFORMITA, DEL LOGO BUREAU VERITAS E DEL RELATIVO LOGO DI ACCREDITAMENTO

MODALITA DI UTILIZZO DEL CERTIFICATO DI CONFORMITA, DEL LOGO BUREAU VERITAS E DEL RELATIVO LOGO DI ACCREDITAMENTO PROCEDURA GENERALE MODALITA DI UTILIZZO DEL CERTIFICATO DI CONFORMITA, DEL LOGO BUREAU VERITAS E DEL RELATIVO LOGO DI ACCREDITAMENTO 0 20/09/2006 RQ LTM 1 di 12 INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. REGOLE GENERALI...

Dettagli

PRODOTTI DI QUALITA PUGLIA

PRODOTTI DI QUALITA PUGLIA 28264 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 119 del 05-09-2013 Procedura per l utilizzo del Logo PRODOTTI DI QUALITA PUGLIA Procedura per utilizzo del logo PRODOTTI DI QUALITA PUGLIA Bollettino

Dettagli

Regolamento per l uso del Marchio

Regolamento per l uso del Marchio Regolamento per l uso del Marchio REVISIONE DATA DESCRIZIONE REDATTO RGQ APPROVATO DIR 4 14/02/14 Revisione RG 09 Accredia R.L. De Angelis Flavio Nigro 3 17/02/12 Inserimento Marchio SGA R.L. De Angelis

Dettagli

Modelli di base per la politica economica

Modelli di base per la politica economica Modelli di base per la politia eonomia Capitolo Marella Mulino Modelli di base per la politia eonomia Corso di Politia eonomia a.a. 22-23 Modelli di base per la politia eonomia Capitolo Capitolo Modello

Dettagli

REGOLAMENTO per i CLIENTI sull USO del MARCHIO

REGOLAMENTO per i CLIENTI sull USO del MARCHIO Questo documento è un documento di Made in Quality. La versione ufficiale, nel suo ultimo stato di revisione, è unicamente quella disponibile in forma elettronica sul sito web www.madeinquality.it. Pag.

Dettagli

REGOLAMENTO per i CLIENTI. sull USO del MARCHIO

REGOLAMENTO per i CLIENTI. sull USO del MARCHIO Questo documento, in formato cartaceo, NON deve essere considerato un documento ufficiale del Sistema di Gestione. La versione ufficiale, nel corrente stato di revisione, è unicamente quella disponibile

Dettagli

ALLEGATO B. Procedura di Utilizzo Logo. Qualità Sicura Sicilia

ALLEGATO B. Procedura di Utilizzo Logo. Qualità Sicura Sicilia ALLEGATO B Procedura di Utilizzo Logo QS Qualità Sicura Sicilia SOMMARIO 1. PREMESSA 2. DISPOSIZIONI GENERALI PER L USO 3. IL LOGO 4. CONTROLLI SULL UTILIZZO DEL LOGO 5. ALLEGATO GRAFICO IDENTIFICATIVO

Dettagli

INDICE 1. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE... 2 2. CAMPO DI APPLICAZIONE... 2 3. IL MARCHIO DI CERTIFICAZIONE I&S... 4

INDICE 1. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE... 2 2. CAMPO DI APPLICAZIONE... 2 3. IL MARCHIO DI CERTIFICAZIONE I&S... 4 Pag. 1 di 5 INDICE 1. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE... 2 2. CAMPO DI APPLICAZIONE... 2 3. IL MARCHIO DI I&S... 4 Pag. 2 di 5 1. SCOPO Il presente regolamento descrive i requisiti, restrizioni o limitazioni

Dettagli

Figura 2.1. A sottoinsieme di B

Figura 2.1. A sottoinsieme di B G Sammito, ernardo, Formulario di matematia Insiemi F Cimolin, L arletta, L Lussardi Insiemi Generalità Un insieme è una ollezione distinguibile di oggetti, detti elementi dell'insieme Quando un elemento

Dettagli

Istruzione Interna II26 USO DEL LOGOTIPO

Istruzione Interna II26 USO DEL LOGOTIPO Norma UNI CEI EN ISO/IEC 17021:2011 Revisione 7 del 31.03.2015 Pagina 1/7 Istruzione Interna II26 USO DEL LOGOTIPO STATO DEL DOCUMENTO REV. PAR. PAG. DESCRIZIONE Data Rev. 00 Emissione 10-09-07 01 Nuova

Dettagli

REGOLAMENTO D USO DI MARCHIO COLLETTIVO

REGOLAMENTO D USO DI MARCHIO COLLETTIVO REGOLAMENTO D USO DI MARCHIO COLLETTIVO PREMESSE I. Il Consorzio Conciatori della Provincia di Vicenza con sede in Via Giuriolo, 5, Arzignano (VI) (a far data dal 12/11/2014 Distretto Conciario Vicentino,

Dettagli

LE MANI, PER VIVERE INSIEME. L ABBIAMO FATTO NOI!

LE MANI, PER VIVERE INSIEME. L ABBIAMO FATTO NOI! CMYK NERO M90 Y100 K20 Pantone NERO P.1805 Direzione Generale dell Immigrazione Comune di Senigallia Consorzio Solidarietà Cooperativa Soiale ONLUS LE MANI, PER VIVERE INSIEME. L ABBIAMO FATTO NOI! A Cesano

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CERTIFICAZIONE DI MACCHINE E COMPONENTI DI SICUREZZA. Direttiva 2006/42/CE Allegato IX Esame CE del Tipo

REGOLAMENTO PER LA CERTIFICAZIONE DI MACCHINE E COMPONENTI DI SICUREZZA. Direttiva 2006/42/CE Allegato IX Esame CE del Tipo Pagina 1 di 6 INDICE 1 SCOPO E PREMESSA... 2 2 TERMINI E DEFINIZIONI... 2 2.1 Definizioni di tipo generale... 2 2.2 Definizioni relative alle Macchine e Componenti di Sicurezza... 2 3 ITER DI CERTIFICAZIONE...

Dettagli

MOMENTI E CENTRAGGIO DEL VELIVOLO

MOMENTI E CENTRAGGIO DEL VELIVOLO x 1 x ISTITUZIONI DI INGEGNERIA AEROSAZIALE OENTI E CENTRAGGIO VELIVOLO OENTI E CENTRAGGIO DEL VELIVOLO er il alolo delle prestazioni in volo orizzontale rettilineo ed uniforme, il velivolo può essere

Dettagli

ESCLUSIVO ALLESTIMENTO TRASPORTO DISABILI PER TRAFIC

ESCLUSIVO ALLESTIMENTO TRASPORTO DISABILI PER TRAFIC VERSIONE CON ALU-FLOOR PASSO CORTO E LUNGO Allestimenti olmedo: RICONOSCIBILI A VISTA. ESCLUSIVO ALLESTIMENTO TRASPORTO DISABILI PER TRAFIC TWIN ARM TRAFIC-VIVARO: Non sempre il trasporto disabili, per

Dettagli

f Le trasformazioni e il trattamento dell aria

f Le trasformazioni e il trattamento dell aria f Le trasformazioni e il trattamento dell aria 1 Generalità Risolvendo il sistema (1) rispetto ad m a si ottiene: () Pertanto, il punto di misela sul diagramma psirometrio è situato sulla ongiungente dei

Dettagli

1 2-6 7-74 Commento * Continuazione riga! Viene ignorato tutto quello che viene scritto dopo questo carattere [etichett a]

1 2-6 7-74 Commento * Continuazione riga! Viene ignorato tutto quello che viene scritto dopo questo carattere [etichett a] La programmazione è l'arte di far ompiere al omputer una suessione di operazioni atte ad ottenere il risultato voluto. Srivere un programma è un po' ome dialogare ol omputer, dobbiamo fornirgli delle informazioni

Dettagli

REGOLAMENTO E MANUALE D USO DEL LOGO/MARCHIO LEGNOLEGNO

REGOLAMENTO E MANUALE D USO DEL LOGO/MARCHIO LEGNOLEGNO REGOLAMENTO E MANUALE D USO DEL LOGO/MARCHIO LEGNOLEGNO Il Manuale d uso Questo Manuale d uso dà le indicazioni necessarie sull uso del Marchio LEGNOLEGNO SC in tutte le sue versioni. Il marchio LL SC

Dettagli

Comune di Bologna. MAPPATURA ACUSTICA E PIANO D AZIONE PER L AGGLOMERATO DI BOLOGNA (D.Lgs n. 194/05)

Comune di Bologna. MAPPATURA ACUSTICA E PIANO D AZIONE PER L AGGLOMERATO DI BOLOGNA (D.Lgs n. 194/05) MAPPATURA ACUSTICA E PIANO D AZIONE PER L AGGLOMERATO DI BOLOGNA (D.Lgs n. 194/05) SINTESI NON TECNICA Coordinamento sientifio ed elaborazione della mappatura e del piano d'azione Università di Bologna

Dettagli

REGOLAMENTO D USO DEL MARCHIO DI CERTIFICAZIONE

REGOLAMENTO D USO DEL MARCHIO DI CERTIFICAZIONE REGOLAMENTO D USO DEL MARCHIO DI CERTIFICAZIONE Il presente Regolamento è stato redatto in conformità alla Norma Europea UNI CEI EN ISO/IEC 17024:2004 Sistemi Valutazione della conformità Requisiti generali

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNITARIA

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNITARIA COMUNITA MONTANA L ALTO E MEDIO METAURO AMBITO 2A ORIGINALE VERBALE DI IBERAZIONE LA GIUNTA COMUNITARIA NUM. 134 29-12-10 COD.41406 Oggetto: REGOLAMENTO SULL'ORDINAMENTO UFFICI E SERVIZI ALL'INDIVIDUAZIONE

Dettagli

PSC 05A - SERVIZIO DI VALUTAZIONE DELLA CONFORMITÀ: CERTIFICAZIONE SISTEMI DI GESTIONE ISO 9001 - REQUISITI ESSENZIALI -

PSC 05A - SERVIZIO DI VALUTAZIONE DELLA CONFORMITÀ: CERTIFICAZIONE SISTEMI DI GESTIONE ISO 9001 - REQUISITI ESSENZIALI - INDICE 1. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE... 2 2. REQUISITI ESSENZIALI RISPETTO AI QUALI È RICHIESTA LA VALUTAZIONE... 2 3. REQUISITI ESSENZIALI RELATIVI AL PROCESSO DI VALUTAZIONE... 2 4. SOSPENSIONE, REVOCA

Dettagli

Indice MANUALE D IDENTITÀ. 1. Il logo POSIDONIA pag. 04. 2. Il logo a quattro colori (CMYK) pag. 05. 3. Il logo in bianco e nero pag.

Indice MANUALE D IDENTITÀ. 1. Il logo POSIDONIA pag. 04. 2. Il logo a quattro colori (CMYK) pag. 05. 3. Il logo in bianco e nero pag. Manuale d identità Indice MANUALE D IDENTITÀ 1. Il logo POSIDONIA pag. 04 2. Il logo a quattro colori (CMYK) pag. 05 3. Il logo in bianco e nero pag. 06 4. Il logo a due colori pag. 07 5. Il logo Posidonia

Dettagli

6.1 PROVA DI CARICO STATICA SU PALI DI FONDAZIONE

6.1 PROVA DI CARICO STATICA SU PALI DI FONDAZIONE 6 PROVE SULLE FONDAZIONI 6.1 PROVA DI CARICO STATICA SU PALI DI FONDAZIONE Il omportamento di un palo di fondazione è influenzato in maniera determinante dalla tenologia eseutiva (palo battuto prefabbriato,

Dettagli

GUIDA DELL UTENTE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

GUIDA DELL UTENTE CARATTERISTICHE PRINCIPALI DORO Analisi e verifia di sezioni in.a., preompresso/post-teso e miste aiaio-alestruzzo v. 3.01.29 del 17 marzo 2015 dott. ing. FERRARI Alberto www.ferrarialberto.it GUIDA DELL UTENTE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

Dettagli

GUIDA ALL UTILIZZO E ALLA VALORIZZAZIONE DEI MARCHI IMQ. (Marchi di prodotto)

GUIDA ALL UTILIZZO E ALLA VALORIZZAZIONE DEI MARCHI IMQ. (Marchi di prodotto) GUIDA ALL UTILIZZO E ALLA VALORIZZAZIONE DEI MARCHI IMQ (Marchi di prodotto) - Il marchio IMQ è riconosciuto in Italia da 1 consumatore su 3. - La notorietà del marchio IMQ è in costante aumento. - Il

Dettagli

Diaz - Appunti di Statistica - AA 2001/2002 - edizione 29/11/01 Cap. 5 - Pag. 1

Diaz - Appunti di Statistica - AA 2001/2002 - edizione 29/11/01 Cap. 5 - Pag. 1 Diaz - Appunti di Statistia - AA 001/00 - edizione 9/11/01 Cap. 5 - Pag. 1 Capitolo 5. Chi quadro. Goodness-of-fit test. Test di simmetria. Taelle. Taelle m n. Correzione per la ontinuità. Test esatto

Dettagli

Webinar. Dai valore al tuo investimento. Formazione on line sui software OrisLine on line, senza doverti spostare! 2015 OrisLine. All rights reserved

Webinar. Dai valore al tuo investimento. Formazione on line sui software OrisLine on line, senza doverti spostare! 2015 OrisLine. All rights reserved Dai valore al tuo investimento. rmazione on line sui software OrisLine on line, senza doverti spostare! 2015 OrisLine. All rights reserved Gestione informatia dello Studio Odontoiatrio ABSTRACT Nuovi per

Dettagli

EXPOCTS. EXPOCTS S.p.A.

EXPOCTS. EXPOCTS S.p.A. EXPOCTS EXPOCTS S.p.A. EXPOCTS Il marchio Le applicazioni principali Gli elementi di base La cancelleria 7a.01 Il marchio istituzionale 7b.01 La carta intestata - il primo foglio 7a.02 Il marchio commerciale

Dettagli

PROVA DI LABORATORIO # 5

PROVA DI LABORATORIO # 5 PROVA DI LABORATORIO # 5 DEL 03/11/1998 Corso di Tenia delle Alte Tensioni ANALISI DELLA CURVA DI PASCHEN IN ARIA E IN SF 6. VERIFICHE DI MASSIMA E NUMERICA DI UN CIRCUITO MOLTIPLICATORE DI MARX Si intende

Dettagli

Inizio. Guida di installazione FAX-2840 / FAX-2845 FAX-2940. dalla confezione e verifica dei componenti. Nota

Inizio. Guida di installazione FAX-2840 / FAX-2845 FAX-2940. dalla confezione e verifica dei componenti. Nota Guida di installazione rapida Inizio FAX-2840 / FAX-2845 FAX-2940 Leggere innanzi tutto la Guida di siurezza prodotto e quindi la presente Guida di installazione rapida per onosere le proedure orrette

Dettagli

PROVE SU UN TRASFORMATORE TRIFASE

PROVE SU UN TRASFORMATORE TRIFASE LOATOIO DI MACCHINE ELETTICHE POVE SU UN TASFOMATOE TIFASE MISUE DI ESISTENZA DEGLI AVVOLGIMENTI POVE SUL TASFOMATOE TIFASE Contenuti Le prove di laboratorio he verranno prese in esame riguardano: la misura

Dettagli

Regolamento per la riproduzione e l utilizzo del marchio CerTo

Regolamento per la riproduzione e l utilizzo del marchio CerTo La certezza non è mai un prodotto del caso RI 01 Rev. 1 Regolamento per la riproduzione e l utilizzo del marchio CerTo Rev Redazione Sigla Firma Sigla Verifica Firma Approv./Autorizz. Emissione Sigla Firma

Dettagli

Come convertire un file in Spool in un documento Pdf personalizzato

Come convertire un file in Spool in un documento Pdf personalizzato Come onvertire un file in Spool in un doumento Pdf personalizzato Copyright 2010 2014 JetLab S.r.l. Tutti i diritti riservati Copyright 2011 2015 JetLab S.r.l. Tutti i diritti riservati è un marhio di

Dettagli

Impresa di Marca. Manuale d uso per l applicazione del logo. Camera di Commercio Treviso. versione 1 - maggio 2009

Impresa di Marca. Manuale d uso per l applicazione del logo. Camera di Commercio Treviso. versione 1 - maggio 2009 Impresa di Marca Manuale d uso per l applicazione del logo Camera di Commercio Treviso versione 1 - maggio 2009 A cura dell Uffi cio Relazioni con il Pubblico, Stampa e Comunicazione Impresa di Marca Impresa

Dettagli

ALCUNE OSSERVAZIONI SUI TRIANGOLI

ALCUNE OSSERVAZIONI SUI TRIANGOLI LUNE OSSERVZIONI SUI TRINGOLI ataloghiamo i triangoli seondo i lati seondo gli angoli 115 3 67 81 Esiste sempre il triangolo? Selte a aso le misure dei lati, è sempre possibile ostruire il triangolo? Quali

Dettagli

Catalogo Generale. CMP Group. CMP Group S.r.l. Società Unipersonale

Catalogo Generale. CMP Group. CMP Group S.r.l. Società Unipersonale Catalogo Generale S.r.l. Soietà Unipersonale Sedi Italia Sede Legale e Amministrativa Viale Sala Grea n 371/b 96100 Sirausa Italia Tel. +39 0931 751006 Fax + 39 0931 449644 Sede Romania Sede Commeriale

Dettagli

CALDAIA A CONDENSAZIONE abbinata ai sistemi Idea.Eco.Solar. Istruzioni per l installazione e la manutenzione

CALDAIA A CONDENSAZIONE abbinata ai sistemi Idea.Eco.Solar. Istruzioni per l installazione e la manutenzione CALDAIA A CONDENSAZIONE abbinata ai sistemi Idea.Eo.Solar Istruzioni per l installazione e la manutenzione Complimenti per la selta. WARNING La Vostra aldaia è modulante a regolazione e aensione elettronia.

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CERTIFICAZIONE DI EMISSIONE ACUSTICA AMBIENTALE DELLE MACCHINE ED ATTREZZATURE DESTINATE A FUNZIONARE ALL APERTO APRILE 2012

REGOLAMENTO PER LA CERTIFICAZIONE DI EMISSIONE ACUSTICA AMBIENTALE DELLE MACCHINE ED ATTREZZATURE DESTINATE A FUNZIONARE ALL APERTO APRILE 2012 DIRETTIVA 2000/14/CE REGOLAMENTO PER LA CERTIFICAZIONE DI EMISSIONE ACUSTICA AMBIENTALE DELLE MACCHINE ED ATTREZZATURE DESTINATE A FUNZIONARE ALL APERTO APRILE 2012 INDICE 1 - Generalità...2 2 - Applicabilità...2

Dettagli

Un viaggio in prima classe. Per tutti.

Un viaggio in prima classe. Per tutti. Nuovo FIAT SCUDO MAXI FC00 on pianale in alluminio areonautio Flex Floor 9 POSTI Un viaggio in prima lasse. Per tutti. PRINCIPALI NOVITA DI FC00 MOTORE EURO 5 130CV Interni ompletamente rivestiti in materiale

Dettagli

PARCO NAZIONALE DELL ARCIPELAGO DI LA MADDALENA - REGOLAMENTO SULL USO DEL MARCHIO Deliberazione del Consiglio Direttivo 28 aprile 2006 n.

PARCO NAZIONALE DELL ARCIPELAGO DI LA MADDALENA - REGOLAMENTO SULL USO DEL MARCHIO Deliberazione del Consiglio Direttivo 28 aprile 2006 n. I3 PARCO NAZIONALE DELL ARCIPELAGO DI LA MADDALENA - REGOLAMENTO SULL USO DEL MARCHIO Deliberazione del Consiglio Direttivo 28 aprile 2006 n.13 Art. 1 Finalità 1. Il presente regolamento disciplina l utilizzo

Dettagli

CORTE DI APPELLO DI ANCONA

CORTE DI APPELLO DI ANCONA CORTE D APPELLO D ANCONA COLLEGO REGONALE D GARANZA ELE'n'ORALE WWW.GUSTZA.MAROE.T/COLLEGO --GARANZA ELETTORALE.ASPX -~ TEL 071-5063051 FAX 071/5063057 PROT A SG.R SNDAC DE COMUN D OSMO, ASCOL PCENO, POTENZAPCENA,

Dettagli

Regolamento per l utilizzo del logo istituzionale della Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Crotone

Regolamento per l utilizzo del logo istituzionale della Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Crotone Regolamento per l utilizzo del logo istituzionale della Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Crotone Rev. 0 2009 Preparato: Ufficio stampa Verificato: Segretario generale; Giunta

Dettagli

+ t v. v 3. x = p + tv, t R. + t. 3 2 e passante per il punto p =

+ t v. v 3. x = p + tv, t R. + t. 3 2 e passante per il punto p = 5. Rette e piani in R 3 ; sfere. In questo paragrafo studiamo le rette, i piani e le sfere in R 3. Ci sono due modi per desrivere piani e rette in R 3 : mediante equazioni artesiane oppure mediante equazioni

Dettagli

Forest Stewardship Council. FAQ sull uso del marchio da parte dei detentori di certificati FSC

Forest Stewardship Council. FAQ sull uso del marchio da parte dei detentori di certificati FSC Forest Stewardship Council FAQ sull uso del marchio da parte dei detentori di certificati FSC Ci auguriamo che troverete gli standard del marchio FSC-STD-50-001 (V1-2) chiari e di facile impiego. Per qualsiasi

Dettagli

Aztec Informatica CARL

Aztec Informatica CARL Azte Informatia CARL Cario Limite e Cedimenti II MANUALE D USO CARL MANUALE D USO Copyright 1999-2014 Azte Informatia s.r.l. Tutti i diritti riservati. Qualsiasi doumento tenio he venga reso disponibile

Dettagli

PUBBLICATA ALL'ALBO ON-LINE IL 04 SET. 2015

PUBBLICATA ALL'ALBO ON-LINE IL 04 SET. 2015 Deliberazione n. Sarto doumenti dell'uffiio Presidi Ausili e Estero giaenti presso l'arhivio del Distretto Soio Sanitario degli Ambiti di Monza e di Carate Brianza - sede di Via Boito n. 2 - Monza. oadiuvato

Dettagli